Sei sulla pagina 1di 40

Il potenziale elettrico

Consideriamo un sistema di cariche statiche qualsiasi e indichiamo con il campo elettrico da


esso generato. Dimostriamo che la forza che agisce su una carica di prova q0

Fe q0 E

una forza conservativa.

(1)

Fe
g

ds

(2)


Fe

ds

dr = ds cosq

g
A

q
O

(3)
2

(4)

(5)

(6)

Sistema di cariche puntiformi

(7)

(8)
energia potenziale associata alla carica qi (8)

Caso generale:

Il potenziale elettrico

(9)

(10)

La variazione del potenziale elettrico tra due punti A e B (indicata in breve con d.d.p.):
(11)
uguale al lavoro compiuto dal campo elettrico su una carica unitaria (1 Coulomb nel SI) quando si sposta
6
da A a B (lavoro che ovviamente non dipende dal cammino scelto, solo da A e B).

(12)

ds

Fe

su un qualsiasi cammino chiuso g.

Unit di misura nel sistema internazionale (SI)

Potenziale generato da una distribuzione di cariche qualsiasi


I) Sistema di cariche puntiforme

(13)

potenziale generato dalla


carica qi nella posizione P

q2

qi

q1
y

O
x

q3

II) Distribuzioni continue di cariche

a) Distribuzione di densit volumetrica r in un volume V

V
(14)
dV

b) Distrubuzione di carica superficiale di densit s su una superficie S

S
dS

(15)

O
9

c) Distribuzione di carica su una curva g di densit lineare l

g
(16)

ds

O
Osservazione:

10

Conservazione dellenergia di una carica in un campo elettrico

costante del moto

(17)

Fext

risultante delle forze su q

g
A

Fe

(18)

La variazione dellenergia potenziale di q tra A e B quindi uguale al lavoro che deve


11
deve compiere unagente esterno per portarla da A a B (indipendente dal cammino g scelto)

(19)

(g cammino qualsiasi da A a B)

La forza esterna compie un lavoro positivo se il moto della carica opposto alla
forza elettrica Fe, negativo se nella direzione di Fe.

(20)

Unit di energia usata in fisica atomica:

12

Potenziale di un campo uniforme

linee di forza del campo


elettrico unifome

x0

(21)

potenziale di un campo elettrico uniforme diretto come lasse x

13

Campo non uniforme

g
A

14

Energia potenziale elettrostatica di un sistema di cariche

Calcoliamola esplicitamente per un sistema di 3 cariche:

lavoro L2

q1

lavoro L3

q2

q3

q1
q2

15

Energia potenziale elettrostatica di un sistema di cariche (cont.)

(22)

(22)

16

Relazione tra il campo elettrico E e il potenziale V

(23)

(24)
con

vettore spostamento infinitesimo tra P e P

(25)
17

Relazione tra il campo elettrico E e il potenziale V (cont.)

(espressione valida in tutti i punti dello spazio)


(26)

NOTA: le derivate parziali sono sempre intese valutate


nel punto P considerato, anche se dora in poi omettiamo
di indicarlo esplicitamente nella notazione.

(27)

18

Cenno al concetto di gradiente di una funzione

(28)

(29)

(30)

(31)

19

Relazione tra il campo elettrico E e il potenziale V (cont.)

20

Relazione tra il campo elettrico E e il potenziale: campi a simmetria radiale

ds dr r

linee di forza
del campo

21

Verifica della relazione tra campo elettrico e il potenziale per un sistema di N cariche puntiformi

(13)

22

23

Riassumendo quanto visto finora, si possono usare tre diversi metodi per
calcolare il campo elettrico generato da una distribuzione di cariche:
a) direttamente dalla legge di Coulomb (e il principio di sovrapposizione)

somma vettoriale dei contributi delle singole cariche


b) calcolando il potenziale elettrico
somma scalare dei contributi delle singole cariche

e poi ricavando il campo elettrico dalla la relazione


c) usando il teorema di Gauss

(equivalente alla legge di Coulomb)

Nella pratica, questultimo metodo puo applicarsi solo per distribuzioni di cariche con un alto grado
di simmetria (ad es. sferica, cilindrica o piana). In questi casi particolari tuttavia, semplifica molto la
risoluzione del problema.

24

Osservazione 1:

Osservazione 2:

ds

25

Superfici equipotenziali

(sup. equipotenziali)

(32)

g
A

Il risultato vale per un qualsiasi cammino g tra A e B, che non appartiene alla
superficie S, purch i punti iniziali e finali A e B vi appartengano.

26

Superfici equipotenziali (cont.)

ds

27

Superfici equipotenziali (cont.)


Per quanto visto prima, le linee di forza del campo elettrico intersecano le superfici equipotenziali
in modo ortogonale.
Quando le superfici equipotenziali vengono mostrate graficamente a intervalli equispaziati DV come
in figura, appaiono pi fitte dove il campo piu intenso (come le linee di forza).
linee di forza di E sup. equipotenziali

d
d A

B
sup. equipotenziali

Per un campo uniforme, sia le linee


di forza che le sup. equipotenziali sono
equispaziate e ortogonali tra loro

linee di forza de E

28

campo uniforme

Superfici equipotenziali e linee di forza: alcuni esempi

a) carica singola
b) dipolo elettrico

c) due cariche positive identiche


(nel punto centrale dove le superfici
equipotenziali si intersecano E=0)

d) piastra carica + carica puntiforme 29

Dipolo in un campo elettrico uniforme

30

Molecole polari (dotate di un momento di dipolo permanente)


Alcune molecole, dette polari, hanno una distribuzione assimetrica delle cariche tale
che :
centro delle cariche positive (nuclei) centro delle cariche negative (elettroni)
Si ha quindi una separazione tra il centro delle cariche positive e quello delle cariche negative
(anche in assenza di un campo elettrico esterno) e la molecola si comporta come un dipolo
elettrico.
Un esempio quello della molecola dacqua H2O: i due elettroni degli atomi di idrogeno vengono ceduti
con facilit allatomo di ossigeno, fortemente elettronegativo.
Il centro delle cariche positive si trova leggermente spostato verso i due atomi H, rispetto a quello delle
cariche negative piu vicino al nucleo dellossigeno.

+q

equivale a

d
q

p = qd = 6.3x10-30 Cm
con q=10e carica dei
10 protoni/elettroni

Si misura un momento di dipolo p=6.3x10-30 Cm, che corrisponde a una separazione tra i centri delle

cariche positive e negative

d=p/q=6.3x10-30 Cm

10e=3.9x10-12m

(circa 1/13 del raggio di Bohr a0=0.53)

31

Dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

(33)

momento della coppia di un dipolo in


un campo elettrico uniforme

(34)
32

Dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

(33)

P1


r12 r1 r2
P2

33

Dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

34

Energia potenziale di un dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

ds

ds

(35)

35

Energia potenziale di un dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

ds
O

(36)

36

Energia potenziale di un dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

Energia potenziale di un dipolo


in un campo elettrico uniforme

(37)
37

Energia potenziale di un dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

+
+

38

Energia potenziale di un dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)


Grafico del potenziale U in funzione della posizione angolare q (qp e qp indicano la stessa posizione)

Equil. instabile

coppia massima

Equil. stabile coppia massima

Equil. instabile

U=-pEcosq

39

Energia potenziale di un dipolo in un campo elettrico uniforme (cont.)

Lavoro (negativo) dovuto all attrazione


reciproca tra le due cariche

x+

40