Sei sulla pagina 1di 5

La TAQIYYA - "dissimulazione".

Ci sono due forme di mentire ai non credenti che sono islamicamente


consentiti, la TAQIYYA e KITMAN.
Lo scopo quello di raggiungere l'avanzata della causa dell'Islam,
guadagnando la fiducia dei non credenti, al fine di far emergere la loro
vulnerabilit e sconfiggerli.
La TAQIYYA, dalla parola radice WAQA, "salvaguardare": attenzione, la
paura, l'auto-protezione; e quindi "dissimulazione" [al fine di proteggere se
stessi].
KITMAN: Tacere.
Entrambi sono termini tecnici all'interno del credo islamico per la dispensa
dagli obblighi della religione sotto costrizione o minaccia di pregiudizio, a
causa della paura di un danno fisico o mentale.
(Sura III, v. 28) I credenti non si alleino con i miscredenti, preferendoli ai
fedeli. Chi fa ci contraddice la religione di Allah, a meno che temiate
qualche male da parte loro. Allah vi mette in guardia nei Suoi Stessi
confronti..
Questo versetto ordina i musulmani di non prendere nessuno tra quelli al
di fuori della fede islamica come amico, a meno che per "proteggere se
stessi" con la TAQIYYA.
Vediamo le disposizioni del Corano.
(Sura II, v. 225) Allah non vi punir per la leggerezza nei vostri
giuramenti, vi punir per ci che i vostri cuori avranno espresso..
Allah d il permesso di prestare falsa testimonianza e dello spergiuro.
(Sura IX, v 1-3) Disimpegno da parte di Allah e del Suo Messaggero, nei
confronti di quei politeisti con i quali concludeste un patto. Ecco, da
parte di Allah e del Suo Messaggero, un proclama: Allah e il Suo
Messaggero disconoscono i politeisti..
N.B. La traduzione tendenziosa del Corano in italiano utilizza la parola
Disapprovazione invece di disimpegno. La differenza chiara.
Lo scioglimento dei patti con i non-musulmani islamicamente legale.
Sono comunque da eliminare.
(Sura LXVI, v. 2) Eppure Allah vi ha prescritto un modo per sciogliere i
vostri giuramenti..
Allah indica ai musulmani come dissolvere ogni giuramento.
(Sura XL, v. 28) Un credente ... che celava la sua fede,... se invece
sincero...
Un musulmano pu "nascondere la sua fede" tra coloro che non sono
credenti.
(Sura XVI, v. 106) Quanto a chi rinnega Allah dopo aver creduto - eccetto
colui che ne sia costretto, mantenendo serenamente la fede in cuore - e a
chi si lascia entrare in petto la miscredenza; su di loro la collera di Allah
e avranno un castigo terribile..
Ci significa che un musulmano pu mentire negando l'Islam. Un
musulmano pu essere "costretto" ad ingannare gli altri per uno scopo pi
grande.
Possiamo attribuire quanto sopra citato alle caratteristiche di Allah.
(Sura III, v. 54) [Loro] defraudarono, e Alla defraud. Allah il migliore
dei fraudolenti .
Questo uno di una serie di versetti del Corano con traduzioni scorrette in
italiano. La versione tendenziosa recita: Tessono strategie e anche Allah
ne tesse. Allah il migliore degli strateghi!.
La parola araba usata qui Makara, che letteralmente significa ingann
furbescamente.
Allah estremamente ingannevole. (Vedi anche Sura VIII, v. 30 e Sura X,
v. 21).
Ci riferiamo anche alle tradizioni del "Profeta":
- Il Profeta disse: La guerra inganno. (Bukhari)
- ALY conferm che mentire lecito per ingannare un nemico. (Bukhari).
- Mentire consentito quando il fine giustifica i mezzi.
(Ibn Abbas) Se uno costretto e professa l'incredulit con la lingua, al fine
di sfuggire ai suoi nemici, mentre il suo cuore lo contraddice, nessuna
colpa ricadr su di lui, perch Allah prende i suoi servi con le credenze dei
loro cuori. (Esegesi di Tabari, Sura XVI, v. 106).
(Zamakh'shari) Allah autorizza i musulmani, in caso di vivere secondo le
leggi del non-musulmani, a co-abitare con loro apparentemente in
tranquillit, ma al contrario, il cuore rassicurante ostilit e l'odio,
nellattesa della soppressione dell'infedele. (KASH'SHAF).
In breve, il musulmano dice menzogne per allontanare la minaccia o per
sfuggire dalla punizione.
(Ibn Kathir) Quei credenti musulmani che vivono in alcune zone, quando
temono per la loro sicurezza dai miscredenti, sono autorizzati a mostrare
amicizia ai miscredenti, esteriormente, non interiormente.
(Il Compagno di Maometto, Abu DARDA') Sorridiamo davanti alcune
persone mentre i nostri cuori li maledicono. (Bukhari, vol. 7).
I musulmani Sciiti pongono laccento su questa pratica.
L'ottavo Imam sciita disse: Colui che non pratica la TAQIYYA non ha
fede. (Kashf al-Ghummah, Al-Ardabili).
La TAQIYYA (dissimulazione) rappresenta nove decimi (90%) della
religione, quindi colui chi non dissimula non ha fede. (Al-Kafi).
La cosa pi amata sulla superficie della Terra la TAQIYYA. (Kafi, le
disposizioni di base).
La TAQIYYA ha molte regole ad essa associate; ne citiamo alcune.
1) Quando un uomo tra un folto gruppo di credenti e teme per la sua vita
o la propriet da loro, pu tranquillamente dissimulare o usare ladulazione
con la lingua.
Lo fa con la sua lingua per evitare di subire inimicizia. A lui consentito
fare discorsi che danno l'impressione di amicizia e di alleanza, ma a
condizione di mantenere internamente il contrario e usare il linguaggio
allusivo in tutto quello che dice.
3) La TAQIYYA ammessa per quanto riguarda mostrare alleanza e
inimicizia, anche per quanto riguarda rivelare la propria religione.
4) La TAQIYYA consentita quando i credenti sono dominanti da infedeli.
Tuttavia, Shafii dichiar che, in certe situazioni, la TAQIYYA diventa
legale anche tra i musulmani stessi, come un mezzo per proteggere la
propria persona.
5) La TAQIYYA ammissibile ai fini della conservazione della vita.
anche ammissibile per la conservazione dei beni.
- Il Profeta disse: L'inviolabilit della propriet di un musulmano come
l'inviolabilit della sua vita.
- Il Profeta disse pure: Colui che ucciso mentre sta proteggendo la sua
propriet un martire.
Allora la TAQIYYA dovrebbe anche essere consentita in questi casi,
perch l'uomo ha un bisogno impellente di propriet. Come, allora,
potrebbe non essere consentito qui?
(Razi, Tafsir)
(Sura III, v. 29) Di': Sia che nascondiate quello che avete nei cuori sia che
lo manifestiate, Allah lo stesso conosce. Egli conosce tutto quello che nei
cieli e sulla terra..
Il verso coranico non chiaro. "lo stesso" significa Allah o si riferisce
allagire con la TAQIYYA?
La TAQIYYA Islamica ancora valido?
(Mujahid) L'applicazione della TAQIYYA era valida all'inizio dell'Islam, a
causa della debolezza dei suoi seguaci; ma ora che il governo islamico ha
il potere e la forza, non valida.
(Hasaan al-Basri) La TAQIYYA permessa ai musulmani fino il Giorno
della Resurrezione. Questa opinione pi accettabile perch una
necessit per allontanare ogni tipo di danno da se stessi. (Razi, Tafsir).
Come il solito nell'Islam, nulla definito.
(Ibn Abbas) Se uno costretto e professa l'incredulit con la lingua, mentre
il suo cuore lo contraddice, al fine di sfuggire ai suoi nemici, nessun
biasimo ricade su di lui, perch Allah prende i musulmani secondo le
credenze dei loro cuori. (Esegesi di Tabari, Sura XVI, v. 106).
(Ibn Abbas) Coloro che sono costretti a pronunciare ci che il loro cuore
non lo conferma, per sfuggire alla pena, non hanno nulla da temere. Allah
tiene i suoi servi per ci che i loro cuori hanno ratificato. (Sunan al-
Bayhaqi)
(Il Compagno del Profeta Ibn MASOUD) Non dicevo nulla di quello che
dovevo dire se mi risparmiavo due frustate da un uomo di potere.
.. Egli limit la licenza della TAQIYYA al discorso, non agli atti. Questa
una sciocchezza, come la coercizione pu essere nei fatti e nelle parole,
nonostante la fede intima, come disse 'Omar ibn al-Khattab. (Qurtobi,
Tafsir, Sura XVI).
Nel suo lavoro, Abdul Razzaq narra che il figlio di Omar utilizzava la
TAQIYYA nei confronti dei Califfi Omayyedi.
La TAQIYYA quindi unipocrisia legale nell'Islam, e si applica anche
agli interessi economici.
Nell'Islam sempre si cercano gli interessi materiali ed il sesso.
(Hassan al-Basri) Per il credente, la TAQIYYA consentita fino il Giorno
della Resurrezione. La dissimulazione si pratica mediante una falsa
dichiarazione, per evitare la punizione, mentre il pensiero va altrimenti.
Alcune persone si rifiutano la TAQIYYA dicendo: E un'ipocrisia, ma
vero che consentita, il Corano dice a meno che temiate qualche male da
parte loro, guardatevi con cura. (Sarkhassi in Mabsut).
I musulmani ammettono che la TAQIYYA una sorta di ipocrisia. Si tratta
di un insegnamento dottrinale eterno secondo la credenza dell'Islam,
esattamente simile al dovere del jihad.

(Ibn Abbas) La dissimulazione adulazione evasiva esternamente, deve
essere fatta verso gli infedeli o da chi sta in mezzo di loro. Un musulmano
li lusinga con la lingua, nonostante non nutre nessun affetto per loro nel
suo cuore.
(QATADA) Se gli infedeli sono dominanti, o se i musulmani vivono tra i
non credenti, essi [i musulmani] possono dissimulare mostrando patrocinio
a loro (Miscredenti) per allontanare la minaccia, mentre il loro cuore
rimane fermo nellodio verso di loro, aspettando il momento buono per
sopprafarli.

Questo tipo di ipocrisia ci che attualmente applicato dai musulmani
quando affermano che l'Islam una religione di pace, che chiaramente
una menzogna grossa come una casa.
Loro conoscono di essere deboli ed incapaci nei confronti degli altri.
La conclusione
Il concetto della TAQIYYA eterno.
La TAQIYYA consentita per la protezione della propria persona e della
propriet.
Un musulmano pu dissimulare non solo tra i non credenti, ma anche tra
gli altri musulmani.
La dissimulazione pu essere applicata sia con le parole che con i fatti.
la TAQIYYA serve per la propagazione dell'Islam in tutto il mondo.
Pu essere considerata un tipo di Jihad.