Sei sulla pagina 1di 9

Un sistema economico islamico moderno.

Lo Stato Islamico.
Premessa.
Il maomettanesimo, abbracciato dagli arabi, era fondato sulla cultura del
nomadismi dei beduini.
Ibn-KHALDUN, lo storico stimato dagli arabi, nella sua celebre
prolegomena, dedica un intero capitolo (n. 27 della sezione II) sul fatto che
gli Arabi non possono istituire un regime autorevole senza ricorrere alluso
di una copertura religiosa, come la profezia, una guida religiosa, o qualche
altra forma religiosa in generale. Asserisce che La ragione di questo il
loro essere selvaggi, non sono disposti a sottomettersi gli uni agli altri nel
contesto di una nazione, in quanto sono rozzi, presuntuosi, ambiziosi e
bramosi di comandare.
Lo stesso Ibn KHALDUN, dedica un altro capitolo nella medesima
prolegomena (n. 26 della parte II) al fatto che i territori che soccombono
agli arabi andranno rapidamente in rovina. Asserisce che La ragione di
questo che gli arabi sono un popolo di selvaggi, completamente abituato
alla ferocia ed alla provocazione della violenza, la brutalit la
componente principale del loro carattere e della loro natura.
Islam in Arabo vuol dire sottomissione, non vuole dire pace. Lo scopo
dell'Islam sottomettere gli altri per saccheggiare ogni loro bene. Era, e lo
ancora, un movimento politico-totalitario che si mantenne coi proventi
estorti dai popoli conquistati. come un parassita, l'Islam visse, e continua
a sopravvivere, sulle spalle del resto dell'umanit.
L'Islam sorse, e limpero islamico sistitu. Govern con ferro e fuoco. Il
Governatore islamico era il dominatore assoluto, scelto da Allah per
gestire gli affari dei musulmani. La sua funzione principale era la difesa
dei confini, e cogliere ogni opportunit per avventarsi sui confinanti per
effettuare saccheggi e bottini. A livello nazionale, egli nominava dei
luogotenenti responsabili della gestione locale, chiamati gli operatori.
Loperatore di ogni luogo aveva principalmente tre compiti:
raccogliere i tributi da versare nella tesoreria del governatore generale,
mantenere la sicurezza attraverso un corpo di polizia che impediva ogni
ribellione,
la nomina dei giudici per risolvere le controversie tra i musulmani.
Non vi era alcuna idea dellamministrazione pubblica volta a regolare gli
affari del paese allo scopo di sviluppo, soprattutto degli aspetti culturali e
scientifici. Listruzione pubblica era limitata alle scuole coraniche nelle
moschee, ove sinsegnavano solo questioni religiose, non cerano studi di
scienze umanistiche o applicate, se non nella misura pi stretta. Questa
blocc lo sviluppo di questi paesi nelle ere dellignoranza.
La Dichiarazione dei Diritti dellUomo e del Cittadino durante la
Rivoluzione francese alla fine del XVIII secolo, segn linizio dellera
contemporanea. La Rivoluzione Francese, insieme a quella americana,
ispir nel XIX secolo lelaborazione di un sistema organizzativo che
governava la vita: lo Stato Moderno, liberale e democratico che man
amano continua ancora a perfezionarsi.
Lo Stato Moderno
Lo Stato Moderno istituito in un territorio che ha dei confini ben definiti,
naturali o artificiali.
Il compito dello Stato Moderno la gestione complessiva degli affari del
paese attraverso due tipi di funzioni: quelli basilari ed i servizi.
Lobbiettivo essenziale delle funzioni basilari la realizzazione della
giustizia sociale attraverso la promulgazione di leggi conformi allo
sviluppo ed alle novit circostanziali generali, indi l'organizzazione di una
magistratura volta alla resa della giustizia, che deve essere attuata
attraverso l'istituzione di una forza di polizia, che ha pure il compito di
mantenere l'ordine e la sicurezza pubblica. Le funzioni basilari prevedono
pure la ricerca di raggiungere il benessere della comunit attraverso la
pianificazione economica e la realizzazione dei presupposti per la
creazione di posti di lavoro. Infine, curare le relazioni politiche con altri
paesi, oltre a difendere gli interessi dello Stato, quindi i suoi cittadini,
attraverso unistituzione militare.
Le funzioni di servizio comprendono la diffusione della scienza e della
cultura attraverso la pubblica istruzione, lassistenza sanitaria e sociale alle
persone. Poi la formazione di una infrastruttura adeguata per facilitare la
vita dei residenti, ad esempio la rete di trasporti, ivi compresi porti,
aeroporti, gli acquedotti, le rete fognarie, gli impianti di produzione e
distribuzione dellenergia elettrica ed i sistemi di telecomunicazione.
Il potere politico nello Stato Moderno esercitato attraverso un patto
sociale, alla cui base il popolo accetta di essere governato dallo Stato, in
cambio delle efficienti prestazioni di queste funzioni. la Costituzione,
linsieme delle regole di base per il sistema di governo. In base alla
Costituzione, nascono molti leggi, regolamenti e le istruzioni per
l'attuazione delle disposizioni, che nel loro complesso, precisano i diritti ed
i doveri degli individui, singolarmente ed in categorie.
La Costituzione moderna prevede la separazione tra i tre poteri,
legislativo, esecutivo e giudiziario. Ne determina i loro campi operativi, e
presuppone la non sovrapposizione tra di loro.
Oltre alla Costituzione e le leggi, che sono documenti scritti, esistono le
usanze prevalenti, che sono questioni temporanee.
Il contatto dellIslam con lo Stato Moderno.
Con l'inizio del XIX secolo, il maomettanesimo inizi il contatto con la
civilt europea, ed il concetto dello Stato moderno.
Al contatto con la civilt europea, i musulmani dovevano scegliere tra tre
direttive.
1- L'accettazione della modernit cos com. Questo fu il parere di pochi,
ma non fu accettato dalla mente collettiva islamica.
2- Il completo rifiuto della modernit in tutte le sue forme, considerata
quale forma di blasfemia. la dottrina degli Antesignanisti, ossia i Salafiti,
che si fanno ai primordi del maomettanesimo.
Lo dicono le tradizioni islamiche.
(ALY) Ogni mutamento una trovata menzognera, ogni menzogna una
miscredenza, ed ogni miscredenza porta allInferno.
In realt, questi Salafiti sono ipocriti. Vogliono tenere la gente comune
nellignoranza pi nera, cos sarebbe facile il governo di stampo islamico.
Ma non escludono loro stessi dal diritto di sfruttare i prodotti della
modernit, come l'uso del telefono cellulare e l'auto. Loro sono lungi
dalluso di tre pietre per pulirsi il sedere dopo la defecazione (ISTINJA)
come comandava Maometto, e quantaltro.
3- Il tentativo di amalgamare lIslam nella modernit, che fu elaborato da
alcuni riformatori. Affermavano di accettare dai sistemi occidentali solo
quello che non contraddice lIslam. Avanzarono la tesi di prendere in
prestito la modernit che diede la forza allOccidente per sostenere lo
sviluppo dei paesi islamici, per metterli alla pari con lEuropa.
Cos, gli Stati islamici attuali sono sorti, a partire dal XIX secolo dellEra
Volgare.
Per, i musulmani non pensavano che importare un prodotto materiale
della modernit, come l'auto, implicasse limportazione dei concetti ad essi
associati, come, ad esempio, la libert di movimento, e persino nel modo
di pensare. Questo determin la concomitanza di 2 sistemi di riferimento
fra loro contrastanti, lislamico con la sua arretratezza e la logica europea.
Questo si nota nello sviluppo dello stile del colloquio e dello scambio di
opinioni, si parla con nuove espressioni derivanti da riferimenti
occidentali, quali la democrazia, la Costituzione, lo Stato di diritto, i diritti
umani (anche dei bambini, delle donne e degli anziani), la solidariet
sociale, i sistemi politici (capitalismo, socialismo ecc), la tassazione
progressiva e quantaltro. Tutto questo non ha a che fare col vocabolario
dell'Islam. Per lo pi, la gente mastica frasi fatte copiate dallOccidente,
senza sapere che sono parabole originali della Bibbia.
Con la fine delle epoche delle conquiste, e la dissoluzione dellimpero
Ottomano allinizio del XX secolo, sorsero i paesi cosiddetti islamici.
Come conseguenza, il sistema economico islamico primitivo originale non
esiste pi. Le fonti dentrate sono finiti.
I) La ZAKAT imposta arbitrariamente, non pu essere esatta dai
musulmani in modo coatto.
(Sura 2, v. 43) E assolvete allorazione, pagate la ZAKAT .
Una delle prime Sure del periodo di Medina.
La ZAKAT, una tassa molto blanda, 2,5% sul bene in denaro. Alcuni
paesi islamici gestiscono la raccolta della ZAKAT, ma non pu essere
utilizzata per le spese dellamministrazione statale.
II) Le entrate delle guerre islamiche, cio i beni confiscati (FIE) e le prede
o i bottini (GHANIMA) non sono pi disponibili.
(JABIR) Il Messaggero di Allah disse: Allah ma rende vittorioso
terrorizzando [la gente], anche a distanza di un mese di viaggio, ...
Il bottino stato reso lecito solo per me, non era lecito per chiunque altro
prima di me. (Bukhari, vol. 1, n. 331).
Il nuovo ordine mondiale non consente invasioni per depredare i bene
altrui e per schiavizzare la gente.
III) La Tassa sul Capo (JIZIA)
La JIZIA un tributo imposto ai non musulmani, una tassa sulla testa, per
la mera esistenza in vita. Un Capitatio insomma, che non pu essere
applicato nei tempi moderni, perch contrario ai diritti umani.
applicato solo dai gruppi estremisti islamici illegali.
IV) La Tassa Fondiaria (KHIRAJ) non esigibile dai cittadini musulmani.
V) La decima: Non esisteva nellIslam, illecita nel maomettanesimo.
Inoltre, non pu essere riscossa dai musulmani.
La nuova e l'unica fonte dentrata islamicamente legale sarebbe
lestrazione delle risorse minerarie del sottosuolo, in particolare il petrolio.
Se lo stato islamico privo di tale fonte, che fare?
Deve adottare il sistema mondiale dello Stato Moderno, elaborato dagli
infedeli, basandosi sulle tasse, per finanziare la gestione complessiva delle
funzioni basilari ed i servizi.
Le pratiche commerciali nelle legislazioni islamiche prevedono:
No allusura, e gli interessi bancari sono considerati tali.
Il baratto vietato.
Ammessi i contratti, la compra-vendite, e la garanzie immobiliari.
Ammessi i prestiti. In caso dinsolvenza del debitore, il creditore non ha
altro che attendere, e non gli spettano gli interessi.
Il sistema islamico moderno.
Negli stati moderni, anche se si dichiarano islamici, si applicano i sistemi
occidentali, come imposte sui redditi, IVA, dogana ecc. Nulla di tutto
questo era previsto dall'Islam.
singolare il caso dellArabia Saudita. Dichiara che la sua costituzione
il Corano, e la Sciaria la sua legge. Ciononostante, applica la dogana ed
oramai inserita nel contesto del commercio mondiale. Introdusse pure
unimposta sui redditi, non prescritta dallIslam. Se non fosse stato per il
vertiginoso aumento del prezzo del greggio, il suo sistema finanziario
sarebbe stato gi allineato a quello occidentale.
Con i petrol-dollari spende molto sui servizi, sulla costruzione
dellinfrastruttura e sulla promozione del terrorismo islamico.
E cogliere l'occasione per esporre la menzogna delle banche islamiche.
Verso la fine del XX secolo, nacquero le banche islamiche e gli sportelli
bancari islamici presso le banche normali, allo scopo di dare al musulmano
una dose di comfort mettendo a posto la sua coscienza islamica col
deposito dei suoi risparmi nelle banche che portano letichetta dell'Islam.
Queste banche operano nellambito dello stesso sistema economico del
mondo moderno, ma sotto titoli diversi, ad esempio gli interessi vengono
chiamati MURABAHA. Invece delle istituzioni di vigilanze finanziarie,
basta la supervisione di uno sceicco per emettere una FATWA per rendere
HALAL ogni operazione finanziaria.
I conti correnti sono senza interesse.
Gli interessi bancari sono considerati usura.
La parola islamica RIBA, significa letteralmente incremento o
addizione. Tecnicamente, nellIslam, il termine indica qualsiasi incremento
o vantaggio ottenuto da chi presta somme di denaro come condizione del
prestito. Convenzionalmente, RIBA o interessi bancarie sono usati
intercambiabilmente.
Le principali operazioni finanziarie delle banche islamiche.
* MUDARABA: Finanziamento fiduciario o speculazione, soggetto a utile
o perdite.
Il musulmano deposita il suo capitale presso un istituto islamico, che lo
investe usando le sue capacit per conto del musulmano stesso. Eventuali
profitti derivanti sono distribuiti secondo percentuali stabilite in anticipo,
ma solo dopo il ricupero del capitale per intero. Le perdite sono a carico
solamente a chi fornisce il capitale.
Quindi, la banca islamica ha il diritto a caricare le perdite sulle spalle dei
clienti islamici.
I clienti delle banche ordinarie non partecipano alle perdite delle banche
stesse.
* MURABAHA. Sarebbe il commercio normale.
Si compra la merce per venderla ad un prezzo superiore, la vendita a
pagamento differito, a rate o in contanti.
La banca islamica rivende al cliente larticolo richiesto a rate con profitto
che pu essere superiore alle interesse della banca tradizionale.
Possiamo includere sotto la voce della MURABAHA anche la vendita di
beni su una base di pagamenti differiti, ossia il MUAJJAL, che una
forma di finanziamento in cambio di garanzia immobiliare.
La banca vende il bene al cliente ad un prezzo stabilito, che includer il
profitto della banca stessa. Il cliente paga le rate a scadenze prestabilite
lungo un periodo concordato.
Sotto categoria esiste il contratto di Istissna, ossia i pagamenti
progressivi. La banca islamica acquista il bene pagando progressivamente
secondo l'avanzamento del lavoro. Un esempio costituito dall'acquisto di
un immobile in costruzione.
La cosiddetta MURABAHA della Banca islamica si svolge mediante
contratti, ammessi nellIslam. Un contratto d'acquisto di un bene (un auto,
per esempio), e un contratto di vendita rateale denominato IJARA,
affitto o leasing, con la cessione finali del bene. Il sovrapprezzo, un
margine di profitto stabilito per la banca, che corrisponde agli interessi
bancari, per la banca islamica MURABAHA, e IJARA per
lacquirente!
* IJARA. Contratto di locazione.
La banca finanziatrice compra un bene immobile o attrezzature tecniche
allo scopo di noleggio in forma di leasing. La durata dell'affitto cos come
il pagamento sono stabiliti in anticipo. La banca rimane proprietaria del
bene.
Il ricavato dai canoni pagati, al netto di tutte le spese costituisce il profitto
delloperazione della Banca islamica chiamato "MURABAHA".
Il contratto IJARA wa IQTINA, letteralmente Affitto ed uso,
corrisponde al mutuo o il leasing con riscatto finale.
Contratto simile all'IJARA, con limpegno da parte del beneficiario di
acquistare i beni alla fine del periodo di affitto. Questo tipo di contratto
comunemente usato per i finanziamenti immobiliari.
La banca islamica acquista l'unit immobiliare richiesta dal suo cliente. Il
beneficiario paga i premi del contratto della IJARA, con il riscatto finale
del bene al beneficiario dopo il pagamento del valore dacquisto, pi le
spese di gestione, gli interessi ed il profitto della banca. La
MURABAHA della Banca islamica pu superare i profitti della banca
ordinaria. In sostanza, non c' differenza.
Se il beneficiario fallisce nel pagamento di alcuni premi, o quando muore,
tutti i pagamenti precedenti saranno perduti, e la Banca islamica conserva
la propriet del bene.
Questo tipo di contratto costituisce un classico prodotto finanziario
islamico.
* MUSHARAKA, o la compartecipazione.
La banca islamica contribuisce al finanziamento ad una attivit
commerciale, e concorda col cliente in anticipo la percentuale dei profitti
mentre le perdite sono divise secondo le quote di partecipazione allattivit
(Sic!).
La banca islamica ha il diritto di interferire nel management dell'impresa i
cui compartecipanti.
* Bai SALEM, letteralmente Vendita pacifica. Sarebbe vendita a
pagamento anticipato.
Contratto di vendita in cui il compratore paga in anticipo i beni che gli
saranno consegnati in futuro, l'opposto della vendita a pagamento
differito.
Il cliente non usufruisce del bene se non dopo il pagamento del prezzo
intero. Nel frattempo, la banche utilizza i premi pagati. A pagamento
ultimato, il bene potr diventare obsoleto prima del ricevimento. Esiste
pure la possibilit dellaumento del prezzo del bene, quindi. il cliente sar
costretto a pagare di pi.
La Carte di credito islamica
Non serve sempre.
La scheda non pu essere usata presso attivit proibite dalla Sciari'a.
non prevede prelevare contanti
Il prelievo di contanti legato alla somma realmente depositata nel conto.
Invece della percentuale, considerata una forma dusura, le banche
islamiche applicano una commissione fissa, indipendentemente dal valore
della somma prelevata.
non contempla il pagamento posticipato.
La Sciaria islamica vieta considerare il denaro come una merce in s, e
richiede una transazione commerciale di un prodotto o un servizio.
Quindi, per il pagamento posticipato, le banche islamiche acquistano il
prodotto e/o il servizio richiesto, poi lo concede al cliente con un contratto
di locazione per il periodo di tempo necessario fino alla riscossione del
prezzo di vendita da parte della banca a prezzo maggiorato, che il
profitto. La vendita al cliente effettuata in contanti o a rate, come sopra.
Il sistema dassicurazione islamica.
Il criterio convenzionale di assicurazione proibito nell'Islam. Tutte le sue
forme, personali (contro la malattia, o sulla vita ... ecc.), oppure
commerciali (sugli impianti o immobili, sulle perdite del credito, in borsa
o sugli investimenti) sono illeciti perch Allah ha il predominio!
(Sura XII, v. XXI) Allah ha il predominio nei Suoi disegni, ma la
maggior parte degli uomini non lo sa..

Lassicurazione incompatibile col fatalismo, un credo islamico
incontestabile.
Esiste pure un pseudo-sistema di assicurazione islamica, il cosiddetto
TAHAFUL, uno specie di contratto di solidariet o mutua assistenza.
Sarebbe semplicemente un fondo di solidariet al quale si contribuisce con
una somma di denaro periodicamente.
Questa formula islamica offre una divisione collettiva del rischio in caso
di perdita di uno dei suoi membri. In pratica, i membri sono sia gli
assicuratori che gli assicurati.
I premi dalla TAKAFUL sono considerati delle donazioni.
Nei casi di morte o invalidit permanente o parziale, oppure nei casi dei
danni subiti, il fondo di solidariet prevede un risarcimento, nei limiti della
disponibilit del momento, ed in base alla stima elaborata da un teologo
del fondo.
Alla fine di ogni esercizio, detratte tutte le spese, eventuale eccedenza di
cassa non deve rimanere nel fondo di solidariet, ma viene distribuita agli
assicurati sotto forma di dividendi in contanti.
Quindi, la TAKAFUL sarebbe una cooperativa nullaltro.
L'economia la scienza, e rimarr tale. I musulmani non potranno mai
elaborare una teoria economica diversa. La capra non potr mai volare.
Leconomia islamica non altro che denominazioni islamiche delle stesse
operazioni tradizionali. Nulla di nuovo.