Sei sulla pagina 1di 9

La questione dei bambini degli infedeli.

I musulmani ondeggiano su questa faccenda.

* Essi sono nel Paradiso islamico.


Iniziamo con i neonati.
(Iyad ibn Himar) Il “Messaggero di Allah” ci disse: Allah, il mio Signore
mi ha comandato di insegnarvi ciò che Egli mi ha insegnato oggi. Disse
Allah “Ho creato i Miei servi quale HANIFI, cioè Musulmani”. (Sahih
Muslim).
Cioè, ogni neonato è Muslim!
(Samura ibn Jundub) Una mattina il profeta ci disse: Ieri notte, (in un
sogno), due persone mi hanno svegliato e mi hanno detto “vai avanti”.
Così abbiamo proceduto fino a raggiungere un giardino verde intenso,
cosparso di fitta vegetazione, con tutti i colori primaverili. Nel mezzo del
giardino c'era un uomo così alto che stentavo a vedere la sua testa (!).
Intorno a lui c'erano numerosissimi bambini. ... L'uomo alto nel giardino, è
Abramo e i bambini intorno a lui sono quei bambini che muoiono allo
stato originale, cioè nella “Al-Fitra” (= "inclinazione naturale
all'adorazione di Allah", la Fede Islamica). Alcuni musulmani chiesero il
Profeta: Oh “Inviato di Allah”, Che dire dei figli degli infedeli? Il Profeta
rispose: Anche i figli degli infedeli [erano lì]. (Bukhari, vol. 9, 171).
La frase "inclinazione naturale al culto di Allah" significa musulmani,
quindi vanno nel Paradiso islamico!
(Hasna’ bint Mu'awiyyah, da un suo zio paterno) Chiesi al Profeta: chi è
nel Paradiso islamico? Egli rispose: i Profeti saranno nel Paradiso
islamico, i martiri saranno nel Paradiso islamico, i bambini saranno nel
Paradiso islamico e le bambine che furono sepolte vive saranno nel
Paradiso islamico. (Imam Ahmad) - (Sunan Abū Dāwoūd, n. 2521).
Da questo Hadith si comprende che i "bambini" comprendono i figli dei
musulmani e degli infedeli.
Ciò non significa che godano il Paradiso islamico, visto che molti studiosi
affermano che essi (i figli degli infedeli) saranno gli inservienti degli
abitanti del Paradiso islamico secondo Hadith narrati da Tabarani.
(Samura) Quando chiedemmo al Profeta, egli rispose: Ho già domandato
al mio Signore (Allah) che i figli degli infedeli che muoiano bambini siano
al servizio dei credenti nel Paradiso islamico, e Lui ha accettato la mia
proposta! (Mustarak di Hakim) - (Termidhi).

* Stanno con i loro genitori nel fuoco infernale.


(Abdullah ibn Abu-Qais) Andai da Aisha (la moglie bambina del Profeta) e
chiesi notizie circa i figli degli infedeli. Lei m’informò che Il
"Messaggero di Allah" disse: Il loro destino seguirà il destino dei loro
genitori (cioè vanno all’inferno), e quando lei disse: … Senza commettere
(cattive) azioni? Il Profeta rispose: Allah sa meglio cosa avrebbero fatto.
Quindi, saranno puniti per atti che non hanno commesso!
Il Corano conferma le parole di Aisha.
(Sura LXXIV, v. 38-39) "Ogni anima è pegno di quello che ha compiuto,
eccetto i compagni della destra”.
“I compagni della destra” includono chi non commette peccati, come i
bambini, anche se sono figli di infedeli; essi non sono ritenuti responsabili
perché non sono soggetti all’imposizione di osservare i comandi religiosi o
di evitare i divieti.
(Aisha) Avevo chiesto al "Messaggero di Allah" circa i bambini dei
musulmani morti, dove sono? Mi disse: Sono nel Paradiso [islamico]. Poi
gli avevo chiesto dei bambini degli infedeli, dove saranno nel Giorno della
Resurrezione? Mi rispose: Seguiranno i loro genitori nelle fiamme
dell'inferno. Avevo ribattuto: Se non distinguono tra buone o cattive
azioni, le penne [di Allah] non dovrebbero quindi avere registrato [carichi
pendenti] su di loro? Rispose: Allah, il tuo Signore, certamente sa quali
azioni avrebbero fatto se fossero cresciuti, se vuoi posso farti sentire le
loro urla del fondo dell'Inferno! (Abu Dawoud) - (Musnad Ahmed).
Questo è in contrasto con un altro Hadith.
(Anas) Al "Messaggero di Allah" fu chiesto dei bambini degli infedeli.
Egli disse: Non hanno commesso peccati per i quali devono essere puniti,
e quindi si differenziano dal popolo del Fuoco Infernale; nemmeno però
hanno fatto buone azioni per essere ricompensati, cosicché saranno allora i
servitori del popolo del Paradiso [islamico]. (Abu-Dawoud, Hadith
autentico).
Nell'Islam, ai bambini non sono assegnati compiti religiosi perché non
hanno raggiunto la maturità, di conseguenza, non possono essere accusati
delle loro azioni. Quindi le penne [di Allah] non registrano peccati a loro
carichi, come conferma Aisha!
Allora, da dove l'incriminazione?
Abbiamo una strana giustificazione.
(Ibn Taymiyyah) ... Pertanto, quando il "Messaggero di Allah" fu
interrogato sul figlio degli infedeli che muore così giovane, egli disse:
Allah sa meglio cosa Questi avrebbe fatto, cioè: Allah sa chi avrebbe
creduto [nell’Islam] o meno se avesse raggiunto l'adolescenza.
Ci chiediamo: "L'angelo di Allah" dei musulmani non scrive l'intera
carriera e le opere dell'uomo mentre sta ancora nel grembo di sua madre?
Le parole "se avesse raggiunto l'adolescenza" sono completamente da
respingere, sono illogiche.
Ripetiamo qui quanto abbiamo detto sopra.
(Sura VII, v. 172-173) "E quando il Signore trasse, dai lombi dei figli di
Adamo, tutti i loro discendenti e li fece testimoniare contro loro stessi
[disse]: Non sono il vostro Signore? Risposero: Sì, lo attestiamo,
[Lo facemmo] perché nel Giorno della Resurrezione non diciate:
Veramente eravamo incoscienti; o diciate: I nostri antenati erano
associatori e noi siamo i loro discendenti: vorresti annientarci per quello
che facevano questi inventori di nullità?”.
Per spiegare questo testo.
(Ibn Yasar) A Omar ibn Khattab è stato chiesto di questo versetto; rispose
di aver sentito il commento del "Messaggero di Allah" a riguardo, e così
Egli disse:
Allah creò Adamo, poi gli accarezzò la schiena con la Mano Destra e ne
trasse parte della sua prole, e disse: Ho creato questi i per il Paradiso
[islamico] e loro eseguiranno ciò che fanno gli abitanti del Paradiso
[islamico]. Poi gli accarezzò la schiena e ne trasse fuori altra sua prole e
disse: Ho creato questi per il Fuoco Eterno. Eseguiranno ciò che fanno gli
abitanti dell'Inferno". Un uomo chiese: Allora perché dovremo compiere le
azioni, Oh "Messaggero di Allah"? ... (Termidhi, 3086) - (Ahmed, 311) -
(Abu Dawoud) - (Tabari) - (Ibn Hibban nel suo Sahih).
È il credo islamico della "fatalità e pre-destinazione" che annulla il "Libero
Arbitrio". Tale credo uccide le parole di Maometto.
(Salamah ibn Qays) Io e mio fratello andammo dal Profeta e dicemmo che
nostra madre era morta durante la Jahiliyyah (era pre-islamica), e che lei
soleva onorare i suoi ospiti e sostenere i legami di parentela, ma che lei
aveva seppellito viva una nostra sorella neonata durante la Jahiliyyah. Il
Profeta disse: Quella seppellita e quella che la seppellì sono nell’Inferno, a
meno che l'Islam non abbia raggiunto colei che seppellì viva la bambina,
così sarebbe diventata musulmana [così entrambi sarebbero ammessi nel
Paradiso islamico]. (Ibn Kathir, The Tafsir) - (Ibn 'Abd al-Barr in Tamhid)
- (Musnad Ahmad).
Questo Hadith è stato dichiarato autentico da Albani.
È follia assoluta, qual è l'errore commesso della bambina sepolta viva?
Questo ci porta a narrare un altro Hadith.
(Aly ibn Abu Talib, presunto nipote di Maometto) Khadija (la prima
moglie del "Messaggero di Allah") gli chiese circa i suoi due figli che
morirono durante la Jahiliyya, il Profeta disse: sono nel fuoco dell'inferno.
Quando vide il dispiacere sulla sua faccia, disse: Se vedi il loro posto, li
odierai. Poi Khadija disse: E i miei figli che ti ho dato che sono morti
durante la Jahiliyya? Rispose: Sono nel Paradiso [islamico]. Poi aggiunse:
I credenti ed i loro figli sono [sempre] nel Paradiso [islamico], gli infedeli
ed i loro figli sono nel fuoco eterno. Quindi pronunciò il seguente versetto
del Corano:
(Sura LII, v. 21) "Coloro che avranno creduto e che saranno stati seguiti
nella fede dalla loro progenie, Noi li riuniremo ai loro figli. Non
diminuiremo in nulla il merito delle loro azioni, poiché ognuno è pegno di
quello che si sarà guadagnato.”.
I musulmani dicono che questo è un Hadith strano.
Alcuni dei figli di Khadija sono nel Paradiso islamico, e alcuni sono nel
fuoco dell'Inferno. Sappiamo che questo Hadith è completamente
fabbricato, perché ALY era un bambino piccolo ai tempi di Khadija, e che i
cosiddetti "suoi figli da Maometto" potrebbero essere stati solamente
adottivi!
Ripetiamo anche l'Hadith della Pre-destinazione, che contraddice l'Hadith
dei discendenti di Adamo.
(Abdullah ibn Masoud) "L'apostolo di Allah" disse: Ognuno di voi fu
raccolto nel grembo di sua madre per quaranta giorni, poi trasformato in
un grumo per un uguale periodo (di quaranta giorni), e trasformato in un
pezzo di carne per un periodo simile (di quaranta giorni). A quel punto
Allah manda un angelo e gli ordina di scrivere quattro cose, cioè le sue
disposizioni, la sua età, e se sarà misero o beato (nell'Aldilà). Allora
l'anima sarà respirata nel feto. E per Allah, ogni persona tra voi (o un
uomo) può fare delle azioni del popolo dell’Inferno fino a che c'è solo un
cubito o una distanza di braccio tra lui e l’inferno; ma poi la propria
predestinazione, quella scritta (che Allah ha ordinato angelo di scrivere)
prevale, e costui compie le opere del popolo del Paradiso [islamico] che lo
fanno entrare lì. Così come un uomo può fare le opere del popolo del
Paradiso [islamico] finché c'è solo un cubito o due tra lui e il Paradiso
[islamico], e poi la propria predestinazione, quella scritta, prevale e costui
compie le azioni del popolo del Fuoco Eterno, ed entra in esso. (Bukhari,
vol. 8, n. 593).
Una notevole contraddizione!
L'Allah dei Musulmani ha già deciso il destino di ogni persona prima della
creazione dell'umanità, come dice il Corano, o Lui decide solo per ogni
uomo mentre è nel grembo di sua madre?
È un altro dilemma.
Peggio di tutto, il Profeta permise l'uccisione di bambini.
(As'sab ibn Jathama) Il Profeta mi passò accanto e gli fu chiesto se fosse
lecito attaccare i guerrieri pagani di notte con la probabilità di esporre le
loro donne e bambini al pericolo. Il Profeta rispose: Loro (cioè le loro
mogli e i loro discendenti) sono da loro (cioè pagani) - (così i musulmani
possono molestarli e attaccarli). Ho anche sentito il profeta dire:
L'istituzione di Hima (Protezione) non è valida tranne che per Allah e il
Suo Apostolo. (Bukhari, vol.4, 256) - (Concordato da tutti gli studiosi).

* Nessuna decisione su di loro.


(Ibn 'Abbas) ... Si diceva: Oh "Messaggero di Allah", cosa vedi in
relazione ai figli degli infedeli che muoiono molto giovani? Rispose: Allah
sa cosa avrebbero fatto! Nessuno di loro sarà giudicato, quindi non vanno
né nel Paradiso [islamico] né nel Fuoco Eterno. (Bukhaari, 1383) - (Sahih
Muslim, n. 2660)
C'è un Hadith simile narrato da Abu Huraira.
Non entreranno né nel Paradiso islamico né nell’Inferno. Rimarranno in un
lembo chiamato A'raf. Comunque, questo non sarà permanente perché
nell'Aldilà islamico non ci sarà posto oltre l'Inferno e il Paradiso islamico.

Allora?

* Verranno vagliati!
Molti studiosi affermano: Verranno vagliati nell'altro mondo. Coloro che
supereranno un test andranno nel Paradiso islamico, mentre quelli che
falliranno il test andranno all'Inferno.
(Abu Huraira) Il Profeta disse: Nel Giorno della Resurrezione, Allah li
metterà alla prova e manderà loro un messaggero al quadrante della
risurrezione, chi lo seguirà [in fede] entrerà nel Paradiso islamico, mentre
chi lo disobbedisce entrerà nel Fuoco Infernale. (Ahmad) - (Tabarani).
Questo ci meraviglia!
Perché vagliarli? Maometto non disse che ogni bambino nasce con la
naturale inclinazione all'adorazione di Allah?
Secondo un ben noto principio islamico, i bambini sono generalmente
esentati dagli obblighi, cioè non dovrebbero essere sottomessi al giudizio.
D'altra parte, il Giorno della Risurrezione sarebbe il giorno in cui cessa
ogni responsabilità, anche per gli adulti.
(ALY ibn Abu Talib) ... Sii tra i figli dell'Ultimo Giorno e non essere tra i
figli del mondo, oggi è per gli atti e nessuna giustificazione, mentre il
domani è per la giustificazione e nessun atto ... (Bukhari) - ( Nahj al-
Balajah).
Quindi, a questi bambini, come possono essere richiesti degli atti nel
giorno della caduta degli obblighi, visto che durante la vita nel mondo non
avevano dei doveri in base alle legislazioni islamiche?
Tutto ciò contraddice il Corano.
(Sura XXXV, v. 18) ““Nessuno porterà il peso di un altro. Se qualcuno
pesantemente gravato chiederà aiuto per il carico che porta, nessuno potrà
alleggerirlo, quand'anche fosse uno dei suoi parenti. Tu devi avvertire solo
coloro che temono il loro Signore in ciò che non è visibile e assolvono
all'orazione. Chi si purifica è solo per se stesso che lo fa e la meta è in
Allah.”.
Ciò significa che nessuno porta la colpa di un altro.
(Surat XVII, v. 15) “Chi segue la retta via, la segue a suo vantaggio; e chi
si svia lo fa a suo danno; e nessuno porterà il peso di un altro. Non
castigheremo alcun popolo senza prima inviar loro un messaggero.”.

Tra l’altro, il Corano si contraddice in questo campo. In più di un versetto,


s’afferma che ci sono quelli che portano il peso degli altri.
(Sura XXIX, v.12-13) “I miscredenti dicono a coloro che credono:
“Seguite il nostro sentiero: porteremo noi [il peso del]le vostre colpe”. Ma
non porteranno affatto il peso delle loro colpe. In verità sono dei bugiardi.
13. Porteranno i loro carichi e altri carichi oltre i loro. Nel Giorno della
Resurrezione saranno interrogati su quello che inventavano.”.
(Sura XVI, v. 25) “Nel Giorno della Resurrezione, porteranno tutto il loro
carico e pure una parte di quello di coloro che, per ignoranza, sviarono.
Quanto è orribile il loro fardello.”.
Gli interpreti hanno cercato di eludere questo problema attribuendo la
colpa ai cattivi predicatori, dicendo che loro portano, insieme ai loro
peccati personali, i peccati del loro malcontento verso gli altri. Questo non
cancellerà il fardello di quelli fuorviati!
Non c'è logica in questi versetti. Un uomo ha la scelta, non è limitato a un
percorso specifico.

Simile allo status dei bambini è lo status di quelli che si trovano in


situazioni speciali, come quelli che morirono prima dell'islam, ed i
dementi.
(Aswad ibn Sarie') Il Profeta disse: Quattro tipi di persone saranno
esaminati nel Giorno del Giudizio: un uomo sordo, un uomo pazzo, un
uomo anziano e un uomo che è morto durante la FATRAH (il periodo nel
quale nessun messaggero di Allah è stato inviato alla gente). L'uomo sordo
dirà "Oh Allah, l'Islam apparve mentre io non potevo udire niente!". Il
matto dirà "Oh Allah, l'Islam giunse mentre io ero in fuga perché i ragazzi
lanciavano escrementi di animali contro di me!". Il vecchio signore dirà
"Oh Allah, l'Islam arrivò mentre io ero già demente". E l'uomo morto
durante la FATRAH dirà "Oh Allah, nessun messaggero fu inviato da te
durante la mia vita". Allora Allah strappa la loro promessa di obbedirGli.
Quindi ordinerà loro di entrare nel fuoco acceso, e giuro (prosegue il
Profeta) che, chi ci entra lo troverà fresco e riposante, e chi disobbedisce
verrà trascinato all'inferno. (Imam Ahmed nel suo "Musnad") - (Bayhaqi
nel suo libro 'Itiqad).
Questo Hadith è classificato come Sahih (autentico).
Come possono questi poveracci, sordi o dementi, discutere con Allah dei
Musulmani?
(Abu Sa'id al-Khudri) Il "Messaggero di Allah" parlava di chi morì durante
la FATRAH (islamicamente, il periodo tra Gesù e quello e Maometto), il
demente e il neonato morto giovane:
... dirà colui che è morto durante il “periodo perduto”: non ho avuto nessun
libro divino da seguire,
... dirà il matto: Signore, non mi Hai dato una mente per distinguere tra atti
buoni e atti cattivi,
... dirà il bambino: Oh Allah, non sono cresciuto abbastanza per essere un
cosciente.
Un grande fuoco s’accenderà di fronte a loro, e Allah dice a loro: andate
dentro.
Andrà nel fuoco colui chi sarebbe stato beato secondo la conoscenza di
Allah, [essendo già predestinato], mentre colui chi sarebbe stato infelice
secondo la conoscenza di Allah [essendo già predestinato] si asterrà
dall'andare nel fuoco. Allah dirà a queste persone: Già vi ribellate contro di
me, allora come vi sareste comportati se vi avessi inviato dei messaggeri?
È il credo islamico nella fatalità e nella pre-destinazione!
(Mu'adh ibn Jabal, dal "Profeta") Nel Giorno della Resurrezione, il
demente, l'uomo che visse nel “periodo perduto” e colui che morì molto
giovane, saranno richiamati per la resa dei conti. Il demente dirà: Oh
Signore, se mi avessi dato un cervello, nessuno di quelli che sono sani di
mente starebbe meglio di me ora. Colui che visse nel “periodo perduto” o
morì molto giovane dirà qualcosa di simile. Allah poi dirà loro: Se Io
comando, obbedite? Diranno: Sì. Allah poi ordinerà loro: andate e entrate
nell'Inferno. Se entrano in esso, non sarà lesivo per loro. Se, quando vanno
verso di esso e vedono delle tenaglie uscire da esso, si terrorizzeranno e
vorranno così tornare da Allah. Ma poi Allah dirà: Sapevo cosa avreste
fatto anche prima di avervi creati, e così vi avevo creati, e secondo la mia
conoscenza sarà la vostra destinazione. Poi dirà ad alta voce: Prendili!
Quindi, il fuoco li prenderà!
Una nota:
Questo test, entrare nell'inferno, non è credibile e nemmeno logico. La
mente umana sa che il fuoco è pericoloso, quindi aver paura di entrarci è
naturale.
Una tradizione islamica conferma la nota di cui sopra.
(Anas, riferendosi al "Messaggero di Allah") "Quattro tipi di persone
saranno esaminati nel Giorno del Giudizio, ...ecc. Allah alza un enorme
fuoco e dirà loro: Avevo mandato i miei messaggeri tra di voi, ma ora sono
Io “il messaggero di me stesso”, andate tutti dentro il fuoco. Colui che era
predestinato all'essere misero dirà: Signore, come dovrei entrarci mentre
dal fuoco di cui normalmente ci allontaniamo? Quindi Allah lo manda
all’Inferno. Colui che era predestinato ad essere beato andrà rapidamente
per entrarvi. Quindi Allah lo lascia nel Paradiso islamico. (Musnad Abu
Ya'ali).
I racconti islamici superano qualche volte i romanzi di “mille e una
Notte”!

In conclusione, Maometto ha espresso 7 affermazioni contraddittorie.


[1] Saranno tra il popolo del Fuoco Infernale in associazione ai loro
genitori [essendo figli di non-musulmani].
[2] Saranno ammessi nel Paradiso islamico a causa della loro natura
originale, (Fitrah) [vale a dire musulmani di nascita].
[3] Sono gli inservienti del popolo del Paradiso islamico.
[4] Saranno appesi tra il Paradiso islamico e l’Inferno.
[5] No si sa se saranno nel Paradiso islamico o nel Fuoco infernale
secondo la loro predestinazione decisa da Allah.
[6] Saranno esaminati nel Giorno del Giudizio.
[7] Non si sa nulla della loro destinazione finale!
Le contraddizioni denunciano falsità e menzogne.
Inoltre, tutte le parole di Maometto contraddicono il Corano stesso.
(Sura XLVI, v. 9) “Di': “Non costituisco un'innovazione rispetto agli
inviati né conosco quel che avverrà a me e a voi. Non faccio che seguire
quello che mi è stato rivelato. Non sono che un ammonitore esplicito”.

Se Allah dei Musulmani riconosce che Maometto non sa dove finirà lui
stesso nell'Aldilà, come può decidere che se qualcuno sarà nel Paradiso
islamico o nel Fuoco Eterno?

È chiaro che c'è una irrazionalità estrema in questo contesto. Quindi,


Maometto decise, e quindi i musulmani scelsero di trattenersi dall'entrare
in questa materia.
Così, molti studiosi islamici, di fronte a diversi Hadith sulla questione,
rimasero in silenzio e si astennero dal fare un giudizio di sorta.
Abbiamo un Hadith importante.
(Raja 'Al-'Utardi) Ho sentito dire Ibn Abbas,
... Mentre era sul Minbar (il pulpito), il "Messaggero di Allah" disse:
Questa Ummah (nazione islamica) andrà bene finché non parlerà di
bambini e del decreto divino. (Ibn Hibban nel suo Sahih. Ibn Hibban disse:
Questo riguarda la discussione sui figli degli idolatri) - (Al-Bazzar) -
(Mustadrak, di HAKIM che disse: Questo è un Hadith autentico secondo
le condizioni poste di Bukhari e da Muslim, non troviamo alcun problema
in esso, ma non lo hanno registrato nelle loro raccolte di tradizioni
autentici).
Perché?
Il Profeta Maometto sapeva che questo argomento poteva mettere in
dubbio la sua presunta profezia, così i dotti islamici cercarono di
nascondere questo Hadith.