Sei sulla pagina 1di 7

La Sura I del Corano.

(Ubadah ibn SAMIT) Il Messaggero di Allah disse: Non c' preghiera


per chi non recita la prima Sura del Corano. (Bukhari).
(Abu Huraira) Il Messaggero di Allah disse: Se non si recita la madre del
Libro (Um Al-Corano) durante la preghiera, questultima sarebbe
deficiente , not completa, quindi non recitato valida. (Sahih Ibn
Khuzaymah e Ibn Hibban) - (Ahmed, n. 741)
Ci sono molti altri Hadith in questo senso.
La Fatiha, la Sura I del Corano, la base della preghiera.
I cosiddetti dotti musulmani non sono concordi su questo capitolo del
Corano. Sarebbe rivelatosi nel periodo della Mecca del Profeta, o in
Medina?
La ragione della discordia questo: Come si pu giustificare la preghiera
di Maometto prima della presunta rivelazione della Sura I, FATIHA,
laprente.
Noi dimostriamo che la Sura I fu rivelata nel periodo maomettano di
Medina.
1- Abd-Allah Ibn MASOUD, fu uno dei primi discepoli di Maometto, non
poneva tale Sura nel proprio manoscritto del Corano.
(Ibn ISHAQ) Abd-Allah Ibn MASOUD era il primo uomo a recitare il
Corano ad alta voce alla Mecca dopo il Profeta. (Biografia Maomettana).
Era uno dei pi vecchi Compgni del Profeta dell'Islam fin dai tempi della
Mecca, rimase con lui per dodici anni, nel corso della missione di
Maometto alla Mecca, e fino alla sua morte a Medina circa dieci anni dopo.
(Abd-Allah Ibn MASOUD) Giuro su Allah, non c' una Sura nel Corano,
che non so in quale luogo o perch e persino quando fu rivelata; e non vi
alcun versetto nel Libro di Allah, che non so il motivo della sua
rivelazione. Non c' nessuno che conosce Libro di Allah meglio di me.
(Bukhari, vol. 6, p. 488).
(SAJESTANI) Abd-Allah Ibn MASOUD non scrisse la FATIHA nella sua
copia del Corano, che iniziava direttamente dalla Sura II. (Libro delle copie
del Corano).
Allora la Sura I non era originariamente una parte del Corano!
(QURTOBI) Tutti i musulmani sono unanimi nellaffermazione che la Sura
I fa parte del Corano, anche se Abd-Allah Ibn MASOUD non la includeva
nel suo Corano. Fu detto ad Ibn MASOUD: Perch non hai scritto la
Sura I nel tuo Corano? Lui rispose: Caso mai, avrei dovuto scriverla con
ogni Sura. (Interpretazione del versetto).
Era dunque una frase come In nome di Allah, RAHMAN misericordioso,
che fu aggiunta al Corano.
Da osservare che la formula iniziale "Nel nome di Allah, il RAHMAN il
Misericordioso", la cosiddetta BASMALA, presente all'inizio di tutte le
sure (ad eccezione della IX), viene qui considerata un versetto a pieno
titolo nella Sura I soltanto, contrariamente a tutte le altre Sure, in cui la
BASMALA una frase rituale che sta "al di fuori" dei versetti veri e
propri.
La conferma proviene da unaltra direzione.
(Abu Sa'id figlio di MU'ALA) Eseguivo la preghiera nella moschea,
Quando stavamo per uscire dissi al Profeta: Non mi avevi forse detto
T'insegner qual la Sura pi sublime del Corano? Rispose: Lode ad
Allah, il Signore dei due mondi, sono i sette MATHANI, lo giuro sul
glorioso Corano che mi stato dato. (Bukhari, il commento sul Corano).
Da notare che Maometto distingueva tra il Corano ed i sette MATHANI.
Ci fermiamo un attimo per parlare dei MATHANI.
Ma cosa sono I Sette Mathn?
La parola MATHANI non araba, , e non mai utilizzata, per questo non
si conosce il significato.
Troviamo questa parola 2 volte nel Corano.
(Sura XV, v. 87) Ti abbiamo dato i sette tra i Mathn e il Sublime
Corano..
Troviamo un errore in alcune versioni delle traduzioni del Corano in
italiano, non sappiamo se intenzionale o meno. Invece di sette tra i
Mathn scrivono i sette Mathn, la differenza sta nella presunzione
dellesistenza di altri MATHANI diversi dai sette che sarebbero ben
diffiniti!
(Tabari) Si dice che i sette Mathani sono le prime lunghe Sure del Corano.
Si dice pure che si riferisce alla Madre del Corano [Um al-Corano, Sura I].
Si dice anche che i sette Mathani sono essi stessi il Corano in tutto.
Si dice anche che i Sette Mathani si riferiscono ai comandi, ai divieti, alle
notizie, agli avvisi, alle metafore ed alle enumerazioni di benedizioni nel
Corano. (Esegesi del versetto).
(Sura XXXIX, v. 23) Allah ha fatto scendere il pi bello dei racconti, un
Libro [composto da frasi] che si assomigliano ed i MATHANI, [alla lettura
del quale] rabbrividisce la pelle di coloro che temono il loro Signore e poi
si distende la pelle, insieme coi cuori, al Ricordo di Allah.
Rileviamo un inganno in alcune versioni delle traduzionei del Corano in
italiano. Invece di [composto da frasi] che si assomigliano ed i
MATHANI scrivono coerente e reiterante, parole che cambiano il
significato.
(Tabari) Ibn Abbas disse: Tutto il Libro di Allah MATHANI, cio ogni
cosa in esso ripetuta pi volte. Ibn ZAYD disse che MATHANI significa
reiterazione, cio, le storie dei profeti sono menzionate pi volte (piutosto
suddivise, diciamo noi) in diverse Sura (in modo caotico, aggiungiamo
noi), e, nel Corano, le notizie, i precetti e le motivazione si susseguono in
doppioni. (esegesi del versetto).
Qui, MATHANI significherebbe in doppioni, o reiterati!
Il significato non chiaro .
Per noi abbiamo la soluzione.
MATHANI sarebbe il plurale di METHNA.
Allora, pi accettabile che le interpretazioni islamiche, riteniamo giusta
l'affermazione dellOrientalista A. Geiger, che collega la parola all'ebraico
mishna, o pi appropriatamente allebraico/aramaico mathnitha, che
significa "tradizione".
La MISHNAH fa parte del TALMUD, la scrittura apocrifa giudaica.
La seguente notizia indica la diffusione dei testi ebraici tra gli arabi ai
tempi di Maometto:
(Al-QASIM, nipote del Califfo Abu-BAKR) Quando Omar Ibn al-Khattab
seppe che nelle mani della gente circolavano certi scritture, e disse: O
gente, consegnatemi i libri nelle vostri mani per eventuali correzioni e/o
modifiche. Consegnarono gli scritti che avevano, ma Egli li bruci col
fuoco, disse: Sono Mithnah come quelli della gente del Libro, gli Ebrei!
(Le Classi Maggiori, vol. 5, p. 143).
Intendeva Mishnah!, una parte del Talmud ebraico!
Ma perch i musulmani insisto nel dire che sette MATHANI sarebbero la
Sura I, comprendendo la frase In nome di Allah RAHMAN e
misericordioso?
Semplice. A causa della infinita ripetizione della Sura in ogni preghiera,
oppure per il ripetere 2 volte delle due parole RAHMAN e
misericordioso nella stessa breve Sura I.
Chiarito il vero significato, proseguiamo il nostro argomento.
(Abu Huraira) Il Messaggero di Allah disse: La Sura I (al-Fatihah) Um-
al-Quran (la madre del Corano), Um-al-Kitab (la madre del Libro) e come i
sette Mathani. (Termidi, 3135) - (Bukhari 4704) - (Abu Dawud 1457),
(Ahmed 9797) .
(Abu Huraira) Il Messaggero di Allah disse ad Ubayy ibn KAAB: Giuro,
Allah non ha rivelato nulla di simile ad essa [lAprente] nella Torh, e
nemmeno nel Vangelo, nel ZABUR (i Salmi) e nel Corano. Essa la
Madre del Libro e come i sette Mathani. (Termidi, 3136). (Majmaal-
BAYAN) - (Nisai 910) - (Ahmed 1152).
('ALY ibn Abu TALIB) L'apertura del Libro (cio Sura I) fu rivelata alla
Mecca da un tesoro sotto il Trono divino.
(NAISAPURI) Mujahid disse : La Sura I fu rivelata a Medina; a
proposito di questo parere al-Hussain ibn al-FADL aveva detto Ogni
studioso erra, e questo un lapsus di Mujahid, poich tutti gli altri studiosi
non sono d'accordo con lui. Lapertura del Libro categoricamente una
Sura del periodo della Mecca. Abu Huraira disse: Quando Ubayy ibn Ka'ab
recit la Sura I innanzi al Messaggero di Allah, questi disse Giuro su
Allah, Allah non ha rivelato nulla di simile nella Torah, nel Vangelo (Sic!),
nei Salmo (Sic!) o nel Corano; in verit Essa i sette MATHANI ed il
grande Corano che mi rivelato...
Inoltre, e senza dubbio, la Sura XVII fu rivelata alla Mecca, altrimenti,
come faceva il Messaggero di Allah le sue preghiera senza l'Apertura del
Libro, visto che Egli rimase pi di dieci anni alla Mecca? Questo
inconcepibile. (I motivi delle Rivelazioni).
NAYSAPURI voleva negare che Maometto pregava senza la Sura I. Per lo
stesso motivo, ALY e gli studiosi musulmani asseriscono che la Sura I
risale al periodo della Mecca.
Abu Huraira conobbe il Profeta solo 2 anni prima della morte di
questultimo. Ubay ibn Ka'ab Al-Ansari invece era di Medina. ed
considerato uno dei maggiori suggeritore di Maometto nella rivealzione
del Corano; prima dellIslam era un Rabbino degli ebrei, quindi, la Sura I
fore era farina del suo sacco. Era tra la gente di Yathrib, e non era nella
Mecca. Questo smentisce le parole di ALY sulla Sura I.
Guardiamo di nuovo il versetto del Corano.
(Sura XXXIX, v. 23) Allah ha fatto scendere il pi bello dei racconti, un
Libro [composto da frasi] che si assomigliano ed i MATHANI, ..
Questo suggerisce che il Libro, [composto da frasi] che si assomigliano,
che sarebbe il Corano, una cosa, ed i MATHANI, sono altre cose.
E questo spiega che i MATHANI, il plurale di METHNA, sarebbe una
distorsione della parola ebraica MISHNA, la SH in aramaico-ebraico
divenne TH in arabo. La parola ebraica MISHNA, o METHNA in arabo,
significa l'educazione orale della legge, quindi non il Corano stesso.
Poich la Sura I, La FATIHA, fu rivelata ritardo, nacque la confusione,
poi i cosiddetti dotti dellIslam cercavano di mettere Maometto nel
giusto.
(Sura I) 1. In nome di Allah, il RAHMAN, il Misericordioso. 2. Lode ad
Allah, Signore dei due mondi, 3. il RAHMAN , il Misericordioso, 4. Re del
Giorno del Giudizio.
5. Te noi adoriamo e a Te chiediamo aiuto. 6. Guidaci sulla retta via
(SIRAT), 7. la via (SIRAT) di coloro che hai colmato di grazia, non di
coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira, n degli sviati..
Sulla traduzione in italiano di questa Sura abbiamo molto da dire.
- Invece di RAHMAN scrivono Compassionevole. ne abbiamo parlato
nei nostri libri precedenti.
- Scrivono via per tradurre la parola SIRAT, che una locuzione
persiana, non araba.
- Omettano la parola due nel secondo versetto. La lingua araba prevede il
dualismo, e la parola mondi al plurale scritta esattamente come due
mondi. LIslam asserisce lesistenza di 2 mondi: gli umani ed gli JINN.
- Dobbiamo notare che Linterlocutore dei versetti da 2 a 4 LUI, la terza
persona, mentre il resto della Sura la seconda persona al singolare. Un
insegnante di lingua araba boccer di sicuro un alunno della scuola
elementare che scrive un paragrafo mutando il prenome allimprovviso.
I musulmani recitano tale versetto cos com' in ogni loro preghiera, senza
pensare.
Alcuni sapienti islamici, fin da tempi immemorabili, saccorsero
dellirregolarit, e cercarono di giustificarla con spiegazioni inaccettabili,
ed a volte rasenti la comicit.
Passiamo allesegesi del settimo versetto.
Coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira sono gli ebrei e coloro che sono
sviati dal vero sono i cristiani. (Tutte le opere di esegesi).
Va notato che, in una certa traduzione cosiddetta interpretativa del
Corano in italiano, si omette volontariamente la vera interpretazione del
settimo versetto. Il motivo ovvio.
Come il solito, troviamo una contraddizione.
(Ibn SHAQIQ) Venne un uomo dal Messaggero di Allah mentre egli
assediava WADI AL-QURA, disse: Chi sono questi assediati? Il Profeta
rispose: Quelli sono gli sviati, i cristiani. (Esegesi di Tabari).
Maometto stava assediando gli ebrei, non i cristiani!
Lodio di Maometto verso i Giudei inizi poco dopo il suo trasferimento in
Medina, mentre il suo anti-cristianesimo cominci nel sesto anno
dellEgira, in seguito al confronto con della delegazione cristiana di
Najran. Non c'era alcun motivo di rivelazione della Sura I alla Mecca.
L'origine di questa interpretazione della Sura I da individuare nella parole
di Maometto stesso.
(UDAI ibn HATIM) Ero venuto dal Messaggero di Allah, era seduto
nella moschea. La gente mintrodusse dicendo: Questo Udai Ibn Hatim.
Ero privo dogni garanzia dincolumit. Lui mi tenne per mano .. e mi
chiese: Cosa ti impedisce dal dire Non c Dio eccetto Allah? ... Gli Ebrei
sono quelli sui quali cade lira di Allah, mentre i Cristiani sono furviati. Io
dissi: Ma Io sono venuto da te musulmano. Indi, notai un bagliore di
piacere sulla sua faccia. Poi mi affid ad uomo Ansar, vitto ed alloggio, ed
io visitavo il Profeta due volte al d. (Ahmed, n. 19398) - (Tirmidh).
Questo accadde nellanno 7 dellEgira, cio, tre anni prima della morte di
Maometto. La Sura I era ancora fresca!
Usciamo brevemente dal nostro percorso per offrire linterpretazione degli
sciiti concernente la Sura I.
(Abu Abdullah) Guidaci sulla retta via vuol dire seguire la strada
dell'Imam ALY. Dire coloro che [sono incorsi] nella [Tua] ira intende gli
usurpatori, e coloro che sono fuorviati sarebbero i scettici che non
riconoscono il diritto dell'Imam [ALY]. (Il KAFI)
Gli usurpatori sono tre califfi, Abu-BAKR, Omar e OTHMAN, in pi tutta
la dinastia degli Omayyadi. I scettici sono tutti i sunniti .
La Sura I fu pronunciata da Maometto verso la fine della sua vita, e non
sembra essere conosciuta fino ai tempi di Omar, il II califfo.
Quindi non era inclusa nelle preghiere di Maometto alla Mecca, prima
dellEgira. Non sappiamo nulla al riguardo che abbastanza misterioso.
(Sahl ibn SAAD) Il Profeta disse: Non c' preghiera senza abluzione, e
non c' abluzione senza menzionare il nome di Allah (prima); non c'
preghiera per chi non prega sul Profeta, e non c' la preghiera per chi non
ama gli Ansar. (Sunan Ibn Majah n. 400).
Cos, Maometto diceva nelle sue presunte preghiere Io prego su di me che
sono il Profeta di te caro Allah?

Potrebbero piacerti anche