Sei sulla pagina 1di 3

La Translatio imperii

Una serie di fonti narrano gli avvenimenti della cerimonia durante la quale Carlo Magno fu
acclamato imperatore e coronato da papa Leone III. A seconda della provenienza, pur nel loro accordo
fondamentale, ognuna presenta sfumature e particolarit di notevole interesse.
A) FONTI FRANCHE
ANNALI DI LORSCH
1
E poich allora il titolo imperiale era vacante nelle terre dei Greci ed essi avevano per imperatore
una femmina
2
, parve giusto allo stesso papa Leone
3
e a tutti i santi padri presenti nell'assemlea
ed anche a tutto il resto del popolo cristiano, di dover dare a !arlo, re dei "ranchi, il nome
d'imperatore, dal momento che egli aveva in suo potere la citt# di $oma, dove i !esari sempre
avevano avuto la consuetudine di risiedere, e le altre residen%e imperiali in &talia, in Gallia e in
Germania' (oich )io onnipotente aveva permesso che tutte *ueste sedi venissero in suo potere,
a loro semrava giusto che egli, con l'aiuto di )io e a richiesta di tutto il popolo cristiano, avesse
tale dignit#' +lla loro richiesta re !arlo non volle opporre un rifiuto, ma, sottomettendosi al
volere di )io, e a peti%ione dei sacerdoti e di tutto il popolo cristiano, nel giorno della nativit# di
-ostro .ignore Ges/ !risto assunse il titolo d'imperatore con la consacra%ione di papa Leone'
0in Monumenta Germaniae Historica, criptores, &, p' 312
ANNALI REGI.
Lo stesso giorno del santissimo natale del .ignore, *uando il re, prima della messa, si al%3 in piedi
dopo aver pregato davanti alla confessione
4
del eato apostolo (ietro, papa Leone gli pose sul capo
una corona e tutto il popolo romano acclam35 + !arlo, augusto, coronato da )io grande e pacifico
imperatore dei $omani, vita e vittoria' E dopo che si furono cantate le lodi, egli fu adorato dal
pontefice al modo degli antichi principi
6
,

e, deposto il titolo di patri%io, fu chiamato imperatore ed
augusto'
0in 7' G' 8', criptores, &, p' 1112
1
9pera proailmente dell:aate $atodo, alunno e amico di +lcuino'
2
&rene, imperatrice i%antina vedova di Leone &;, che detenne sen%a legittimit# il potere dal <=< all
'
1>2' "u
deposta da una rivolta militare'
3
Leone &&& 0<=6?11@2'
4
(iccola cella, posta sotto l'altare, nella *uale erano riposte le spoglie o le reli*uie di un santo martire'
6
.econdo il rituale i%antino'
1
CRONACA DI MOISSAC
@
.
+nno 1>1' 7entre re !arlo si trovava presso $oma, gli furono recate noti%ie secondo le *uali
presso i Greci si era estinto il titolo d'imperatore ed essi avevano per imperatore una donna
<
'
+llora, a papa Leone, a tutti i santi padri che partecipavano alla riunione, e a tutta il resto del
popolo cristiano parve opportuno nominare lo stesso re !arlo, re dei "ranchi, imperatore romano,
dal momento che egli teneva $oma, metropoli dell'impero, nella *uale i !esari e gli imperatori
sempre avevano avuto consuetudine di fissare la propria sede, e tutte le altre citt# della Gallia e
della Germania' (oich )io onnipotente aveva posto in suo potere tutte *ueste citt#, semrava
giusto che !arlo, con l'aiuto di )io e su richiesta di tutto il popolo cristiano, assumesse il titolo
imperiale' + *uesta richiesta !arlo non seppe dire di no, ma, sottomettendosi in tutta umilt# a )io e
alla richiesta dei sacerdoti e di tutto *uanto il popolo cristiano, nel giorno della nascita del .ignore
nostro Ges/ !risto, assunse il titolo d'imperatore, con la consacra%ione da parte di papa Leone' E
allora fu chiamato imperatore ed augusto'
Acod' di $ipollB -el santissimo giorno del natale del .ignore, mentre il re, dopo aver pregato dinnan%i
alla confessione del eato apostolo (ietro, si levava in piedi per assistere alla messa, papa Leone,
d'accordo con tutti i vescovi
,
sacerdoti e coi notaili franchi e romani, g l i pose sul capo una corona
d'oro, mentre nello stesso tempo il popolo di $oma acclamava5 + !arlo augusto, coronato da )io,
grande e pacifico imperatore dei $omani, vita e vittoria' E dopo che il popolo ee terminato le
acclama%ioni, !arlo venne adorato dal pontefice al modo degli antichi principi'
!i3 avvenne per volont# di )io' &nfatti, il predetto imperatore si trovava presso $oma *uando furono
portati innan%i a lui degli uomini i *uali affermavano che presso i Greci si era estinto il titolo
imperiale e che presso di loro a detenere *uesto titolo era una donna, di nome &rene, la *uale aveva
fatto fraudolentemente prigioniero il proprio figlio, gli aveva cavati gli occhi e aveva usurpato per s
il titolo imperiale, come si legge nel liro dei $e che fece +talia
1
' Cdito ci3, papa Leone e tutta
l'assemlea dei vescovi, dei sacerdoti e degli aati, e l'assemlea

dei noili franchi e t ut t i i r oma ni
delle p i / cospicue famiglie si consultarono con tutto

il resto del popolo cristiano se dovessero nominare
imperatore lo stesso !arlo re dei franchi che teneva $oma, metropoli dell'impero, dove sempre i
!esari e gli imperatori avevano avuto la consuetudine di porre la loro sede, in modo che i pagani non
si facessero effe dei cristiani se presso di *uesti si fosse estinta la dignit# imperiale' (arve pertanto
opportuno a tutti che il predetto re, con l'aiuto di )io e a richiesta di tutto il popolo cristiano,
avesse il titolo imperiale' + *uesta richiesta !arlo non volle rispondere negativamente, ma, in tutta
umilt#, sottomettendosi al volere di )io, a richiesta dei sacerdoti e di tutto *uanto il popolo romano,
nello stesso giorno della nativit# del .ignore nostro Ges/ !risto, con la consacra%ione del papa,
assunse, come sopra si D detto, il titolo d'imperatore'
0in 7' G' 8', criptores, &, pp' 3>6?3>@2
@
)al !odice di 7oissac'
<
&rene, che aveva detroni%%ato ed accecato il figlio !ostantino ;&'
1
(ersonaggio ilico, moglie di &oram re di Giudea, uccise tutta la discenden%a reale per governare da sola'
!fr' 2$e 11, 1?11, 2!ron' 22, 1> ? 23,16'
2
EGINARDO, Vita Karoli.
;enendo !arlo a $oma per ristailire l'ordine della !hiesa, che era molto turato, pass3 *ui tutto
l'inverno' "u allora che egli ricevette il titolo d'imperatore e di +ugusto' &n un primo momento, egli
se ne mostr3 assai contrariato, al punto d'affermare che, se avesse potuto prevedere & l'inten%ione
del pontefice, *uel giorno E ancorch ricorresse una festivit# importantissima non saree
entrato in chiesa'
Cltimi adventus sui non solum hae fuere causae, verum etiam *uod $omani Leonem pontificem
multis affectum iniuriis, erutis scilicet oculis lingua*ue amputata, fidem regis implorare
conpulerunt' &dcirco $omam veniens propter reparandum, *ui nimis conturatus erat, ecclesiae
statum ii totum hiemis tempus eFtraFit' Guo tempore imperatoris et augusti nomen accepit' Guod
primo in tantum aversatus est, ut adfirmaret se eo die, *uamvis praecipua festivitas esset, ecclesiam
non intraturum, si pontificis consilium praescire potuisset' &nvidiam tamen suscepti nominis,
$omanis imperatorius super hoc indignantius, magna tulit patientia' ;icit*ue eorum
contumaciam magnanimitate, *ua eis procul duio longe praestantior erat, mittendo ad eos creras
legationes et in epistolis fratres eos appellando'
0in 7' G' 8', criptores, &&, 21,p' 4612
B) FONTE PONTIFICIA: LIBER PONTIFICALIS ECCLESIAE ROMANAE.
)opo di ci3, essendo arrivato il giorno del natale del .ignore nostro Ges/ !risto, tutti si riunirono
nuovamente nella gi# ricordata asilica del eato apostolo (ietro' E allora il veneraile e glorioso
pontefice, con le sue proprie mani incoron3 !arlo con una pre%iosissima corona' +llora tutti i
fedeli romani, considerando tutto l'aiuto e l'amore che !arlo aveva mostrati verso la .anta $omana
!hiesa e verso il suo vicario, per volere di )io e del eato (ietro, custode del regno dei cieli,
gridarono unanimemente a gran voce5 + !arlo, piissimo
=
augusto coronato da )io grande e
pacifico imperatore, vita e vittoria
1>
' E dinnan%i alla confessione del eato apostolo (ietro, il grido
fu ripetuto tre volte, dopo aver invocato molti santi, e !arlo fu eletto da tutti imperatore dei romani'
E suito il santissimo pontefice e vescovo unse con l'olio consacrato il re !arlo, suo noilissimo
figliolo, nello stesso giorno del natale del .ignore nostro Ges/ !risto'
!Li"er pontificalis, ed' )uchesne, &&, (arigi, 11=2, p' <2
C) FONTE BIZANTINA: CRONOGRAFIA DI TEOFANE.
$ifugiatosi ALeone &&&B presso il re dei "ranchi, *uesti punH severamente i di lui nemici e lo
rimise sul suo trono allorch, circa il medesimo tempo, $oma cadde in potere dei "ranchi' ALeoneB,
restituendo a !arlo il favore che aveva ricevuto, lo coron3 "asileus dei romani ne& tempio del
eato apostolo (ietro, ungendolo dalla testa ai piedi e ponendogli addosso le vesti imperiali e la
corona, nel mese di dicemre, giorno 26, indi%ione nona'
0#atrologia Greca, 1>1, col' =62)
=
L:attriuto piissimo, di chiaro contenuto religioso, non compare in nessuna delle precedenti cronache di
parte carolingia'
1>
Iarolo augusto piissimo, a )eo coronato magno et pacifico $omanorum imperatori, vita et victoria'
L:acclama%ione viene dopo l:incorona%ione per mano del papa, contrariamente al rituale i%antino, che
venne seguito in parte seguito'
3