Sei sulla pagina 1di 1

Haim Mandelstam, importante mediatore di affari, aveva sentito celebrare il sarto di Kovno, Shmul

Pincherle, ed aveva deciso di ordinare proprio a lui il suo nuovo abito da cerimonia anche se Kovno non era
decisamente dietro l'angolo per lui che stava a Minsk. Tutte le persone che pi contano gli avevano detto
che un abito di uel sarto era un'esperien!a unica. Shmul Pincherle, il sarto, era un uomo ossuto che da
bel pe!!o aveva oltrepassato la settantina. "a sua barba caprina si divideva in due corni, il labbro
inferiore era notevolmente sporgente e gli occhi socchiusi permanentemente atteggiati nello sfor!o di
perfe!ionara la messa a fuoco. #erosimilmente, uelle caratteristiche di labbro, barba ed occhi, non erano
caratteristiche somatiche, ma piuttosto il risultato di una postura o, se si vuole, di una smorfia derivata
dallo spasimo di concentra!ione che richiede l'infilare il filo nella cruna dell'ago, cosa che
all'ultrasettantenne sarto Shmul Pincherle faceva ancora con mira infallibile e sen!a ingoiare gli spilli per
l'imbastitura. $ualche che ne fosse la ragione, sta di fatto che ogni suo gesto veniva compiuto attraverso
uella curiosa smorfia. % cos&, da sopra le spesse lenti dei pence'ne! che portava conficcati in me!!o al
naso, con uella stessa immutabile espressione aveva attentamente scrutato il suo nuovo cliente, il
mediatore di affari Haim Mandelstam. $uello era anche il suo modo di prendere le misure. "e misure
canoniche le prendeva solo per compiacere i clienti.
Shmul Pincherle aveva pregato il signor Mandelstam di fermarsi a Kovno per le prove di rito, poi lo aveva
congedato( )Torni tra un mese, per prendere suo vestito).
Puntualmene Haim Mandelstam era tornato dopo un mese, ma si era sentito dire dal vecchio sarto( )*e
l'ho vauto dei problemi, torni tra un'altro mese).
% cos&, di mese in mese, Shmul Pincherle aveva rimandato il povero mediatore di affari per sei volte. Ma il
settimo mese il vestito era finalmente pronto ed era sfolgorante( )Senta Shmul), comment+ il mediatore di
affari Mandelstam osservando compiaciuto il suo nuovo abito, ),l vestito - veramente ecce!ionale, ma se
lo rende conto che lei c'ha impiegato sette mesi per finirlo, mentre il buon .io, per fare tutto il mondo,
ce l'ha messo sette giorni /0/)
Scrutando l'abito con la sua smorfia abituale per non lasciarsi scappare la bench- minima imperfe!ione, il
sarto Shmul Pincherle sospir1 e dopo una studiata pausa osserv1( )$velo che le dice - vero, caro signor
Mandelstam 0 Ma gvardi il mio vestito che belle!!a e....la prego gvardi uesto mondo che disastro 0)