Sei sulla pagina 1di 40

GENETICA: corso di 20 ore

Testo consigliato:

La genetica Zanichelli, Campbell e Reece

Testi da consultare:

L’essenziale di biologia molecolare della cellula Zanichelli, Alberts et al. Capitoli 5,6,7,8,10,19 e 20.

Eredità EdiSES Cummings. Capitoli 1,2,3,4,5,6,8,9,10,11,12 e 13.

GENETICA Zanichelli, Pierce. Capitoli 1, 2,3,10,12,13,14,15, 16,17 e 18

Modalità di esame: domande risposta multipla e domande aperte

Date degli esami

Preappello riservato al TURNO C Lunedì 5 dicembre 2005

Preappello riservato al TURNO B Venerdì 13 gennaio 2006

Appelli per entrambi i turni:

Venerdì 3 febbraio 2006

Martedì 28 febbraio 2006

GENETICA

GENETICA Genetica classica Citogenetica Genetica molecolare Genetica di popolazione
GENETICA Genetica classica Citogenetica Genetica molecolare Genetica di popolazione

Genetica

classica

Citogenetica

Genetica

molecolare

GENETICA Genetica classica Citogenetica Genetica molecolare Genetica di popolazione

Genetica di popolazione

GENETICA Genetica classica Citogenetica Genetica molecolare Genetica di popolazione

LA GENETICA NELLA….

Ricerca di base: ha come unico obiettivo la conoscenza in

sé e non serve né a risolvere un problema pratico né a dar luogo a un prodotto commerciale.

Ricerca applicata: è solitamente fatta con lo scopo di

risolvere un problema pratico o in modo che da una scoperta si sviluppi un prodotto commerciale.

In agricoltura: aumento del rendimento dei raccolti, piantagioni più resistenti alle malattie, ridotto il contenuto grasso nei maiali in allevamento…….

In medicina: produzione di vaccini, nuovi test diagnostici, sintesi di sostanze per curare malattie……

IMPATTO DELLA GENETICA SULLA SOCIETA’

La genetica e le biotecnologie non interessano soltanto la nostra vita, ma suscitano anche problemi di grande impatto sull’etica, sulla politica sociale e sull’attività legislativa.

1883 Francis Galton pensa che la selezione naturale possa essere usata per migliorare la specie umana. Fonda l’EUGENETICA, un metodo che secondo lui poteva migliorare il livello intellettuale, economico e sociale del genere umano.

l’Atto di

Immigrazione. Questa legge chiuse le porte a milioni di popolazioni del sud e dell’est europeo sulla base di supposizioni eugenetiche scientificamente sbagliate.

1924

il Congresso

degli Stati uniti approva

1927 la Corte Suprema degli Stati Uniti sostenne il diritto dello Stato della Virginia di utilizzare la sterilizzazione forzata per ragioni eugenetiche. La sentenza:

Anziché dover giustiziare per crimini i discendenti da famiglie degenerate o lasciarli deperire nella loro stupidità, è di vantaggio per tutti che la società possa ostacolare la riproduzione di coloro che sono manifestamente inadatti a continuare la specie umana. La soluzione a questo problema è una vaccinazione riproduttiva obbligatoria mediante la resezione delle tube di falloppio.

in Germania, l’eugenetica si fuse con la genetica e con l’ideologia del movimento nazista. Questa impostazione politica razzista si estrinsecò nella sistematica uccisione di cittadini definiti socialmente difettosi, inclusi deformi, i ritardati e i malati mentali.

1949 Linus Pauling scopre che una malattia genetica,

l’anemia a cellule falciformi, è causata da una molecola difettosa di emoglobina. Nasce la genetica molecolare

1953 scoperta della struttura del DNA

1956 scoperta che l’uomo ha 46 cromosomi. Nasce la

citogenetica umana

1959 identificata la sindrome di Down come la prima

malformazione cromosomica

1970 sviluppo delle tecniche del DNA ricombinante

1991 iniziato il Progetto Genoma Umano, un’impresa

internazionale per identificare i 3 miliardi di nucleotidi del nostro DNA

Nucleo : contiene la maggior parte del patrimonio genetico
Nucleo : contiene la maggior parte del patrimonio genetico

Nucleo: contiene la maggior parte del patrimonio

genetico

Reticolo endoplasmatico : in quello rugoso avviene gran parte della sintesi proteica, in quello liscio

Reticolo endoplasmatico: in quello rugoso avviene gran parte

della sintesi proteica, in quello liscio le proteine e altre

molecole vengono modificate chimicamente

Apparato del Golgi : modifica chimicamente le proteine e le segrega in comparti vescicolari

Apparato del Golgi: modifica chimicamente le

proteine e le segrega in comparti vescicolari

Lisosomi e vacuoli : rappresentano i sistemi digestivi cellulari in cui le molecole di grandi

Lisosomi e vacuoli:

rappresentano i sistemi digestivi cellulari in cui le molecole di grandi dimensioni sono idrolizzate fino a ottenere monomeri utilizzabili

Mitocondri : sono le centrali energetiche della cellula. L’energia dei legami chimici delle molecole di

Mitocondri: sono le centrali

energetiche della cellula. L’energia dei legami chimici delle molecole di carboidrati viene convertita in ATP

Cloroplasti : sono le strutture in cui si compie la fotosintesi tramite la quale l’energia

Cloroplasti: sono le

strutture in cui si compie la fotosintesi tramite la quale l’energia luminosa viene convertita nell’energia chimica immagazzinata nei legami.

tramite la quale l’energia luminosa viene convertita nell’energia chimica immagazzinata nei legami. endosimbiosi

endosimbiosi

tramite la quale l’energia luminosa viene convertita nell’energia chimica immagazzinata nei legami. endosimbiosi

Membrana plasmatica

Fibrosi cistica

(produzione di muco che blocca i dotti di alcune ghiandole e le vie aeree polmonari. Spesso letale nella prima età adulta)

Apparato del Golgi

Sindrome di Menks

(malattia neurologica in età pediatrica)

Lisosomi

Malattia di Tay-Sachs

Malattia di Pompe

(comportano alcune forme di ritardo mentale, cecità e morte all’età di 3 o 4 anni)

Mitocondri

Sindrome di Kearn-Sayre

(bassa statura e degenerazione della retina)

Sindrome MELAS (episodi di vomito, convulsioni ed episodi simili a ictus)

Il concetto definito dal DOGMA CENTRALE è che il DNA che ha la proprietà di

Il concetto definito dal DOGMA CENTRALE è che il DNA che ha la proprietà di duplicarsi, viene copiato come RNA (trascrizione) e che tale molecola intermedia (l’RNA messaggero) viene letta per sintetizzare le proteine (traduzione).

Alcuni virus rappresentano un’eccezione al dogma centrale.

Questo meccanismo implicitamente richiede uno stratagemma attraverso il quale un vocabolario formato da solo 4 parole (i nucleotidi) sia trasformato in un vocabolario contenente 20 parole (gli aminoacidi).

DNA: IL MATERIALE GENETICO

Prima metà del XX secolo: opinione diffusa che il materiale ereditario fosse rappresentato dalle proteine (impressionante diversità chimica, elevato grado di specificità).

Gli acidi nucleici sono costituiti da poche unità elementari diverse, troppo semplici.

Evidenze circostanziali rivolsero l’attenzione verso il DNA:

importante costituente del nucleo e dei cromosomi

ogni specie ha un contenuto specifico di DNA (colorante di Feulgen) e le cellule somatiche hanno un contenuto doppio di quelle germinali.

Anni Venti: Frederick Griffith studiava le proprietà patogene del pneumococco, un batterio che causa la

Anni Venti: Frederick Griffith studiava le proprietà patogene del pneumococco, un batterio che causa la polmonite.

Ceppo S ha cellule incapsulate e risulta infettivo. Ceppo R non ha cellule incapsulate e non risulta infettivo.

Principio trasformante: doveva contenere in sé informazioni trasmissibili alla progenie, doveva essere il materiale genetico.

1944:

Oswald

Avery

trattarono

campioni

del

principio

trasformante in numerosi modi in grado di distruggere:

proteine, acidi nucleici, carboidrati e lipidi.

Solo i trattamenti che distruggevano

accompagnavano alla perdita dell’attività trasformante.

il

DNA

si

Il lavoro di Avery e collaboratori rappresenta una pietra miliare nella biologia, ma non ricevette subito l’attenzione che meritava principalmente per due motivi.

una pietra miliare nella biologia, ma non ricevette subito l’attenzione che merit ava princip alm ente

1950: Erwin Chargaff osservò che il DNA di numerose specie diverse mostrava interessanti elementi di regolarità.

Quantità di adenina era approssimativamente uguale a quella di timidina e quella di guandina a citosina.

Quindi la quantità complessiva di basi puriniche era sempre uguale a quella di base pirimidiniche.

Nell’uomo le 4 basi azotate sono presenti nella percentuale:

A=30,9% e T=29,4%; G=19,9% e C=19,8%

pi rimidiniche. Nell’uomo le 4 basi azotate sono presenti nella percentuale: A=30,9 % e T= 29,4%

1952: Alfred Hershey e Martha Chase pubblicarono un lavoro che ebbe un impatto molto più immediato dei risultati di Avery.

Utilizzarono il batteriofago T2, un virus che infetta i batteri, costituito solo da un involucro proteico con all’interno un nucleo di DNA.

T2, un virus che infetta i batteri, costituito solo da un involucro proteico con all’interno un
Inizio anni ‘ 50 Maurice Wilkins e Rosalind Franklin ottennero delle immagini del DNA purificato.

Inizio anni ‘50 Maurice Wilkins e Rosalind Franklin ottennero delle immagini del DNA purificato.

I raggi X, attraversando gli atomi di cristallo, sono deviati secondo un angolo preciso e in grado di impressionare una lastra.

La molecola di DNA doveva avere una forma a elica di diametro costante.

1953: James Watson e Francis Crick elaborarono il loro modello sulla struttura del DNA coerente con tutto ciò che era noto al tempo.

del DNA coerente con tutto ciò che era noto al tempo. Alla struttura del DNA da

Alla struttura del DNA da loro pubblicata in seguito sono stati apportati solo aggiustamenti marginali

• Il DNA è formato da due catene polinucleotidiche. • Le due catene sono avvolte

Il DNA è formato da due catene polinucleotidiche.

Le due catene sono avvolte intorno ad un asse centrale a formare una doppia elica (una spirale che si sviluppa in modo cilindrico).

sono avvolte intorno ad un asse centrale a formare una doppia elica (una spirale che si

I nucleotidi: i ”mattoni” che costituiscono gli acidi nucleici

i ” mattoni” che costituiscono gli acidi nucleici Nucleotidi costituiti da: una base azotata, uno zucchero

Nucleotidi costituiti da: una

base azotata, uno zucchero pentoso e un gruppo fosfato.

una base azotata, uno zucchero pentoso e un gruppo fosfato. Purine : A e G hanno

Purine: A e G hanno una

anello a sei atomi e un altro a tre atomi.

Pirimidine: T e C hanno

solo un anello a sei atomi.

Appaiamento tra le basi specifico. Lo zucchero e il fosfato sono legati insieme a formare

Appaiamento tra le basi specifico.

Lo zucchero e il fosfato sono legati insieme a formare lo scheletro della catena.

Le basi sporgono all’interno dove si appaiano con quelle dell’elica opposta.

Le catene polinucleotidiche sono complementari per la composizione in basi e sono diverse alle estremità. 5’ caratterizzata da un gruppo fosfato, il 3’ ha un gruppo OH.

''55 -ACGTC--ACGTC- 3'3'

TGCAGTGCAG

''55 -ACGTC--ACGTC- 3'3' '3'3 -TGCAG--TGCAG- 5'5'

• Elica doppio filamento • Diametro uniforme • Destrorsa • Due filamenti direzione opposta Legami

Elica doppio filamento

Diametro uniforme

Destrorsa

Due filamenti direzione opposta

Legami tra i nucleotidi ciascun gruppo fosfato collega l’atomo di carbonio ‘3 di uno zucchero con quello 5’ dello zucchero successivo.

Estremità delle due catene differenti: 5’ gruppo fosfato libero ‘3 un gruppo OH libero.

La struttura a doppia elica del DNA è essenziale per la funzione di questa molecola

- Nel materiale genetico è depositata l’informazione genetica

La molecola è lineare; si sviluppa in lunghezza, una coppia nucleotidica dopo l’altra senza deviazioni curvature.

L’informazione genetica è contenuta nella sequenza di basi che ha un elevato potenziale codificante. 4 basi che possono essere disposte in 4 n combinazioni.

10 nucleotidi, 4 n combinazioni, pari a 1.048.576.

La grandezza del genoma varia da organismo a organismo: da poche migliaia di nucleotidi nei virus, che codificano per pochi geni, fino a miliardi di nucleotidi, che codificano per 30mila-40mila geni.

Nell’uomo il genoma consiste di 3 miliardi di coppie di basi di DNA suddivise in 24 cromosomi.

- Il materiale genetico si replica in modo preciso

Ciascun filamento della doppia elica è complementare all’altro, giustificando la replicazione dell’informazione genetica. Se si

srotola la spirale, ogni filamento può fare da stampo per la sintesi

di uno nuovo.

Tutte le informazioni per la sintesi sono presenti sul filamento:

sequenza delle basi azotate.

- Il materiale genetico può andare incontro a mutazioni

Si capisce da un punto di vista molecolare come può avvenire una mutazione. L’informazione genetica è “scritta” in una sequenza

lineare. Qualsiasi cambiamento nell’ordine o nel numero delle basi

di un gene determina una mutazione che può portare a un fenotipo

anormale.

- Il materiale genetico è espresso come fenotipo

Questa funzione non è un’ovvia conseguenza della struttura, ma la sequenza dei nucleotidi viene copiata nell’RNA che a sua volta viene convertito in una specifica sequenza lineare di aminoacidi

IL DNA PORTA L’INFORMAZIONE GENETICA

IL DNA PORTA L’ INFORMAZIONE GENETICA Nell’uomo ci sono all’ incirca a 2 metri di DNA

Nell’uomo ci sono all’incirca a 2 metri di DNA divisi in 46 cromosomi. Il nucleo ha un di diametro di circa 5 µ m (0.000005 metri).

Complesso di DNA e proteine di cui sono costituiti i cromosomi viene definito CROMATINA

Interfase si trova in forma talmente dispersa

Mitosi o meiosi appare compatta e spiralizzata e si distinguono i singoli cromosomi

Questa variazione di forma risulta correlata alle funzione svolte dalla cromatina

Le proteine che legano il DNA si distinguono: istoni e proteine cromosomiche non istoniche.

Gli istoni sono piccole proteine con una forte percentuale di aminoacidi carichi positivamente (lisina e arginina); queste cariche positive tengono gli istoni saldamente legati all’ossatura zucchero- fosfato del DNA indipendentemente dalla sequenza nucleotidica.

Gli istoni sono tra le proteine più conservate; due aminoacidi di differenza tra l’istone H4 di pisello e quello del bue. Questa estrema conservazione indica che gli istoni coprono un ruolo strutturale vitale nella formazione della cromatina.

Come avviene la compattazione della cromatina fino alla sua forma più densa che sono i

Come avviene la compattazione della cromatina fino alla sua forma più densa che sono i cromosomi?

Il primo livello di organizzazione è il nucleosoma. Collana di perle.

Le particelle nucleosomiche consistono di un complesso di 8 proteine gli ISTONI (2 molecole di H2A, H2B, H3 e H4).

Collana di perla (11 nm): nucleosomi sono visibili al microscopio elettronico

Collana di perla (11 nm): nucleosomi sono visibili al microscopio elettronico

Un secondo livello di organizzazione è la fibra da 30 nm. Un quinto istone H1

Un secondo livello di organizzazione è la fibra da 30 nm. Un quinto istone H1 pare aggreghi i nucleosomi e li disponga in file ordinate.

La fibra di 30 nm si compatta ulteriormente disponendosi in anse che si dipartono da un asse centrale.

Questo cordone di anse si ripiega ulteriormente per formare il cromosoma metafasico.

La fibra di 30 nm sembra si raccolga in anse che si irradiano da un

La fibra di 30 nm sembra si raccolga in anse che si irradiano da un asse centrale

Eterocromatina è la forma di massima condensazione nella cromatina interfasica. 10% del cromosoma interfasico e non contiene geni

Eucromatina il resto della cromatina interfasica che si trova a vari livelli di distensione

Un singolo cromosoma X può venire inattivato totalmente per addensamento in eterocromatina

Un singolo cromosoma X può venire inattivato totalmente per addensamento in eterocromatina