Sei sulla pagina 1di 44

Bruciatori

Caratteristiche costruttive criteri per la progettazione e scelta

bruciatori

Bruciatore
Apparecchiatura che permette di realizzare la trasformazione dell'energia chimica contenuta nel combustibile in energia termica attraverso un processo di combustione allinterno di un volume di controllo. La funzione svolta, pi propriamente, di preparare combustibile e comburente per la combustione. Pi correttamente si dovrebbe parlare di combustore.
bruciatori 2

Eccesso daria e rapporto di equivalenza


Leccesso daria definito sulla base dellaria effettivamente utilizzata A e di quella che consente la combustione stechiometrica Ast dellunit di massa del combustibile.

A Ast = = 1 Ast
Il rapporto di equivalenza definito con la:

A F st st 1 = = = A F

Si tratta di grandezze da considerare come valore medio in un volume di controllo oppure, per le miscele omogenee, funzioni dello spazio.
bruciatori 3

Classificazione dei bruciatori


per combustibili gassosi, per turbine a gas (combustori), per combustibili liquidi (bruciatori per oli combustibili) in generatori di vapore per polverino di carbone in generatori di vapore sistemi di combustione per motori a combustione interna sistemi di combustione per combustibili solidi in pezzatura (combustione su griglia).
bruciatori 4

Eccesso daria con riferimento al combustibile e al tipo di bruciatore o focolare

bruciatori

Bruciatore per gas

combustibile

bruciatori

combustibile secondario

combustibile primario

bruciatori

Prestazioni ed obiettivi di progetto


Alta efficienza di combustione in tutte le previste condizioni operative; basse perdite di carico nelle alimentazioni del combustibile e del comburente; stabilit della combustione in un ampio intervallo di variazione della pressione, temperatura, portata, rapporto aria combustibile; affidabilit del sistema di accensione
bruciatori 8

Bruciatori: Specifiche tecniche


conformit delle emissioni dei gas esausti con la normativa; minime dimensioni, peso, e costi; semplice manutenzione e buona affidabilit; lunga vita operativa; possibilit di operare con pi combustibili; temperature alluscita del combustore e propriet dei gas congruenti con specifiche di progetto (campi di temperatura, pressione, velocit, composizione).
bruciatori 9

Taglia dei bruciatori


Nei bruciatori di piccola potenza tutti gli accessori necessari per assicurare una corretta combustione e il controllo della stessa sono in genere raggruppati in una unica struttura compatta. Nei bruciatori di grande potenza il bruciatore meno compatto e pi complesso. Le potenze unitarie variano da pochi kW ad alcune decine di MW. In alcuni casi pi corretto parlare di sistema per la combustione
bruciatori 10

Prestazioni dei bruciatori industriale (aspetti generali)


Un moderno bruciatore industriale deve assicurare: un campo di regolazione pi ampio possibile una stabilit di fiamma la possibilit del controllo della forma e delle dimensioni della fiamma in relazione alla geometria della camera di combustione; il volume della fiamma proporzionato alla camera di combustione; sicurezza di esercizio e facilit di conduzione.
bruciatori 11

Geometrie per le camere di combustione

bruciatori

12

Scelta dei bruciatori


E connessa: allintervallo di potenza termica che devono fornire (Pmin, Pmax); pressione in camera di combustione (contropressione)

bruciatori

Il rapporto tra la potenza massima e quella minima di circa 4: modello: P525A M-.xx.x.IT.A.1.xx Pmin= 2000 kW Pmax=8000 kW contropressione: 22 mbar)
13

Bruciatori industriali
La gamma dei bruciatori monoblocco industriali costituita da modelli con potenzialit compresa tra: 2.000.000 e 9.120.000 kcal/h equivalente a: 2,4 10,6 MW

bruciatori

14

Bruciatori monoblocco
I bruciatori monoblocco industriali hanno compattato nel loro corpo, tutti i sottogruppi: elettroventilatore testa di combustione, quadro elettrico di comando, alla rampa gas e/o centralina di preparazione del combustibile liquido.

bruciatori

15

Combustibili di riferimento
- Gasolio - Olio combustibile fluido - Olio combustibile denso - Olio combustibile ecologico - Combustibili gassosi - Policombustibili (misti)
16

bruciatori

Testa di un bruciatore industriale

bruciatori

17

Testa di combustione
La testa di combustione incorpora:
il gruppo di iniezione del combustibile, il gruppo di regolazione del combustibile e dellaria comburente, il sistema di accensione ed il controllo fiamma.

Le teste di combustione possono essere:


di tipo tradizionale a registro di fiamma.

bruciatori 18

Teste di combustione
Le teste tradizionali permettono una fiamma stretta e lunga, adatta ai focolari delle caldaie a tubi da fumo. Le teste a registro di fiamma sono particolarmente adatte alle caldaie a tubi d'acqua, essendo dotate di convogliatori mobili che permettono di modificare la geometria della fiamma, accorciandola in funzione delle caratteristiche del focolare nel quale deve svilupparsi. bruciatori

19

CENTRALINA DI SPINTA E GRUPPO DI PRERISCALDO


Nei bruciatori funzionanti con combustibili liquidi, il gruppo di preparazione e spinta costituito: dallelettropompa di spinta ad alta pressione, da un sistema di valvole per mantenere costante la pressione in circuito. Quando si necessita da un gruppo di preriscaldo, si hanno degli scambiatori elettrici e/o a fluidi ausiliari opportunamente dimensionati atti a garantire la fluidit necessaria per una polverizzazione ed una combustione ottimale.
bruciatori 20

bruciatori

21

bruciatori

22

Campo di regolazione
E definito dal rapporto tra la massima e la minima portata di combustibile bruciabile correttamente. Si tratta di una grandezza che dipende : dal tipo di bruciatore, tipo di combustibile tipo di miscelamento, sezioni di passaggio per il combustibile ed aria; velocit del combustibile e dell'aria.
bruciatori 23

Bruciatori: campo di regolazione


Il limite massimo dipende, in relazione alle dimensioni dei fori di uscita (ugelli), dalla: pressione di alimentazione del gas (per i combustibili gassosi), o dalla pressione di spinta (per i combustibili liquidi). Il limite minimo dipende: dalla velocit della miscela aria-combustibile che non deve essere inferiore a quella di ritorno di fiamma e della pressione minima mediante cui possibile ottenere una polverizzazione corretta del combustibile liquido.
bruciatori 24

Regolazione del bruciatore


Nei limiti del campo di regolazione, la regolazione del bruciatore pu essere del tipo: modulante (si regola la portata dellaria e del combustibile); alto - basso (detto anche tutto - poco) tutto - niente (attacca -stacca)

bruciatori

25

regolazioni modulante, tuttoniente


Nella regolazione modulante sempre presente la fiamma. Le portate sono variate da un valore minimo ad uno massimo mantenendo il rapporto ariacombustibile in modo ottimale. Nella regolazione del tipo attacca - stacca si accendono - spengono un certo numero di bruciatori in relazione alla potenza da realizzare. Il funzionamento di tipo sequenziale.
bruciatori 26

Burner turndown
Nel campo di regolazione interessa spesso il "burner turndown. E definito dal rapporto tra la portata di combustibile a pieno carico e la portata di combustibile al carico minimo parziale che assicura la stabilit della fiamma. Nei bruciatori per gas si hanno rapporti di 10:1, nei bruciatori per combustibili liquidi si hanno rapporti dell'ordine di 5:1.

bruciatori

27

Stabilit della fiamma


Consiste nella capacit di un bruciatore di assicurare la fiamma accesa nel campo di regolazione previsto anche in condizioni anomale (focolare freddo, pressioni dell'aria e del combustibile diverse da quelle ottimali). Gli elementi che favoriscono la stabilit della fiamma sono:
preriscaldo dell'aria comburente; ricircolazione interna ed esterna dei gas della fiamma con preriscaldamento della miscela aria - combustibile; turbolenza della miscela combustibile- comburente
bruciatori 28

Controllo della forma e delle dimensioni della fiamma


Dipende dalla potenza del bruciatore e delle sue condizioni operative. Una elevata velocit dei fluidi e una forte turbolenza danno luogo a una fiamma corta ed intensa; una bassa velocit ed una scarsa miscelazione generano fiamme lunghe e soffici. Un aumento dell'eccesso d'aria schiaccia ed accorcia la fiamma una diminuzione dell'eccesso d'aria produce una fiamma larga e lunga.
bruciatori 29

Volume e forma della fiamma


Deve essere tale da non interagire in modo diretto con le pareti della camera di combustione. Per ogni bruciatore la portata massima di combustibile deve essere scelta in base alla portata massima di aria consentita dai ventilatori di spinta.

bruciatori

30

Bruciatori industriali a gas: taglie di potenza

bruciatori

31

bruciatori a gasolio a basso NOx: taglie di potenza

bruciatori

32

bruciatori Bicombustibile

bruciatori

33

Dati tecnici di un bruciatore


Potenzialit minina: Potenzialit massima: funzionamento: combustibili: 800.000 kcal/h ovvero 930 kW 4.500.000 kcal/h ovvero 5.200 kW bistadio progressivo gas naturale: PCI 8-10 kWh/Nmc gasolio (viscosit massima a 20 C: 6 cSt (1,5 E) olio combustibile: viscosit massima a 50 C: 50-100-cSt) autoverifica per il funzionamento continuo con blocco alimentazione allo spegnimento.
34

sorveglianza fiamma:

bruciatori

Ingombri-installazione

bruciatori

35

Bruciatori per combustibili liquidi


Si bruciano degli oli combustibili. Talvolta si utilizza il gasolio. Quest'ultimo un combustibile pregiato per il basso contenuto di zolfo e per la scarsa tendenza a formare incombusti solidi. Nelle centrali termoelettriche si utilizzano i "benzinoni"=distillati leggeri di petrolio (DPL) non utilizzabili nell'autotrazione. Si ricorda che gli oli combustibili si distinguono in: a) oli leggeri (distillano a circa 190 C) b) oli medi (distillano a circa 300 C) c) oli pesanti (distillano oltre i 300 C)
bruciatori 36

Ugello (Nozzle) per bruciatori di olio combustibile

bruciatori

37

bruciatori

38

bruciatori

39

bruciatore convenzionale a celle per polverino di carbone

bruciatori

40

bruciatore a bassa produzione di NOx

bruciatori

41

camera di combustione

bruciatori

42

bruciatori

43

Camera di combustione di una centrale a polverino di carbone

bruciatori

OFA=Over Fired Air Sistem

44