Sei sulla pagina 1di 16

2

quindicinale di attualit, politica e cultura 13 FEBBRAIO 2013 - anno XLII - n. 3


il giornale della tua citt
Editore Milano Communication srl - Redazione: via Cellini 5 - 20090 Segrate (MI). Registrazione presso Tribunale di Milano n. 369 19/11/1974 - Costo di una copia: 1 euro. Mail: redazione@segrateoggi.it - Sito: www.segrateoggi.it. Direttore responsabile: Federico Vigan
Lo spettacolare intervento, richiesto dalla figlia in ansia per il padre, avvenuto giorni fa in via Trieste a Redecesio
CC acrobati salvano anziano
I carabinieri della stazione lo-
cale si sono resi protagonisti
di un eroico atto di salvatag-
gio. Lintervento di una loro
pattuglia si infatti rivelato
fondamentale per interveni-
re tempestivamente in aiuto
di un anziano segratese, P.A.,
di 83 anni, residente in via
Trieste. Il fatto avvenuto il
6 febbraio scorso, nel tardo
pomeriggio. La figlia del-
lanziano, non avendo rispo-
sta da parte del padre e non
riuscendo a entrare in casa
perch aveva trovato la porta
chiusa, si preoccupata e ha
chiamato i soccorsi. Sul posto
stavano dunque per arrivare
sia i Vigili del fuoco, che
unambulanza.

a pag. 4

servizio a pagina 5

a pag. 6
Bene Segrate
nella classifica
delle iscrizioni
col computer
SCUOLA
La novit delle iscrizioni
on-line alle classi prime del-
le scuole dellobbligo non
ha colto impreparati i geni-
tori segratesi. In pochi han-
no chiesto lassistenza per
compilare la domanda, gra-
zie anche allopera di infor-
mazione svolta dagli istitu-
ti comprensivi. Per i ritar-
datari, c tempo ancora fi-
no al 28 febbraio.

a pag. 3
PD, il 20 ospite
Matteo Mauri
E si prepara
l Operazione
Ohio
ELEZIONI
Si parler soprattutto di traf-
fico e viabilit, mercoled 20
febbraio al circolo Arci di via
delle Regioni, a Redecesio.
Dove, dalle 11 in poi, i citta-
dini potranno incontrare e
dialogare con Matteo Mauri,
milanese doc e responsabile
nazionale del Partito demo-
cratico per trasporti e infra-
strutture, capogruppo in Pro-
vincia e futuro onorevole,
collocato dalle primarie del
partito tra i posti sicuri nel
collegio lombardo. Intanto, il
Pd segratese ha aderito all
Operazione Ohio in sup-
porto alla campagna per por-
tare Umberto Ambrosoli al
Pirellone.
I carabinieri si sono arrampicati fino allabitazione delluomo che aveva accusato un malore e non
poteva essere soccorso dalla moglie: per entrare i militari hanno divelto linferriata alla finestra
La Pergola
la trattoria che
custodisce
sapori antichi

a pagina 7
Bitte il nuovo
ritrovo per la
musica che
piace ai ragazzi

a pagina 8
Calcio, il Segrate
sa solo vincere
e ormai sogna
la promozione

a pagina 15
Lepisodio in via delle Regioni, il malvivente ha fatto perdere le sue tracce
Redecesio, uomo armato
rapina lincasso in farmacia Grande festa in arrivo,
sabato 16, con la
tradizionale sfilata di
carri carnevaleschi
organizzata dalla
parrocchia di
SantAmbrogio ad
Fontes, insieme allasso-
ciazione Il Quartiere e
al Comune. Partenza alle
14 da via Cardinal
Schuster, arrivo alle 15
in cascina Commenda
dove la festa prosegue,
alle 17, con la sfilata
delle maschere, il
truccabimbi e la
merenda per tutti a base
di t e chiacchiere.
Il Carnevale
colora la citt
con la sfilata
Attimi di paura in via delle
Regioni, a Redecesio, sabato
scorso. La farmacia comu-
nale del quartiere stata pre-
sa di mira da un ignoto rapi-
natore armato. Il fatto suc-
cesso attorno alle 18.35, non
in orario di chiusura, anzi,
proprio negli ultimi attimi
disponibili per comprare i
farmaci prima della pausa del
weekend.
Un uomo incappucciato, a
quanto risulta dalle prime te-
stimonianze di giovane et,
a volto coperto, con addosso
una felpa bianca, si intro-
dotto nel negozio sotto i por-
tici armato di pistola. Ha mi-
nacciato i dipendenti dietro
il bancone con larma in pu-
gno, e li ha costretti a conse-
gnare lincasso della giorna-
ta. Ancora non dato sape-
re a quanto ammonta la som-
ma di denaro che luomo
riuscito a sottrarre alla far-
macia che dipende, come le
altre tre comunali, dalla so-
ciet municipalizzata Segra-
te Servizi.
Il malvivente si allontana-
to prima dellarrivo delle for-
ze dellordine, riuscendo co-
s, per il momento, a dile-
guarsi. Sul posto sono inter-
venuti sia la Polizia locale
che i carabinieri della sta-
zione di Segrate, ma non
hanno potuto fare nientaltro
che raccogliere il racconto
dei testimoni della rapina.
Nessuno lha visto scappare,
quindi non chiaro se sia
fuggito a piedi, o se ci fosse
magari un complice ad aspet-
tarlo fuori, con la macchina
accesa. Quel che certo
che non un bel periodo,
quanto a rapine, per la citt:
solo la scorsa settimana, con
una modalit per altro mol-
to simile, era stato rapinato
anche il punto vendita della
catena di supermercati
Unes in via Cristei, in zo-
na Segrate Centro.
Iraq e Afghanistan dal fronte della solidariet

a pag. 11
2
13 febbraio 2013
Politica
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Dovrebbero partire a breve
alcune opere di manutenzio-
ne straordinaria delle strade,
che comprendono la riquali-
ficazione di dossi e fermate
dellautobus, leliminazione
di alcune barriere architetto-
niche e la realizzazione di
percorsi pedonali protetti.
Intanto verr sistemato il ca-
polinea della linea 38 a No-
vegro, per consentire ai mez-
zi di entrare e fermarsi davan-
ti alle scuole. Sempre a Nove-
gro verranno anche ridimen-
sionati alcuni dossi che cau-
savano danneggiamenti ai
mezzi dellAtm. Poi verranno
istituite due nuove fermate
lungo la Cassanese (interse-
zione con via Europa) della
linea 965, presso Milano Ol-
tre, per poter cos raccogliere
anche gli utenti che si ferma-
no a lavorare al centro dire-
zionale. Altre fermate dei
mezzi pubblici lungo via Ro-
ma verranno sistemate. Da
eliminare le barriere architet-
toniche in alcuni punti, in via
Roma nei pressi del condo-
minio Gioiosa verr posta
una rampa disabili. Larea
parcheggio ceduta dallo stes-
so condominio al Comune sa-
r riqualificata, tra pavimen-
tazione e altri lavori. La vera
novit, che si dovrebbe riu-
scire a inserire in queste stes-
se opere, sar un percorso ci-
clo-pedonale protetto in via
Rugacesio, delimitato in ma-
niera semplice da segnaleti-
ca orizzontale. Ferma da tem-
po la ciclabile che doveva es-
sere realizzata sul lato in cui
sorge la Lucchini Artoni, il
Comune provveder per il
momento a individuarne una
sul lato opposto, dalla parte
della piattaforma ecologica,
su aree di propriet comuna-
le che quindi non necessita-
no di espropri per i lavori. Il
bando per tutte queste opere,
per un ammontare complessi-
vo di circa 320mila euro, do-
vrebbe uscire a breve, e i la-
vori potrebbero cominciare
gi entro marzo.
Tutto fermo al San Raffae-
le. Dopo lesito negativo del
referendum, in cui i lavora-
tori hanno bocciato (col 55%
dei no) lipotesi di accor-
do stipulata a Roma con la
nuova propriet del Gruppo
Ospedaliero San Donato di
Giuseppe Rotelli,
la situazione sem-
bra essere in una
fase di stallo. I la-
voratori denuncia-
no: Dopo lesito
del referendum
si legge in un co-
municato del 6
febbraio lammi-
nistrazione ha
bloccato le tratta-
tive, decurtato i nostri sala-
ri e minacciato di far partire
le lettere di licenziamento.
Lo stesso giorno, i lavorato-
ri avevano presidiato latrio
dellufficio dellamministra-
tore delegato Nicola Bedin,
chiedendo un confronto con
i candidati alla presidenza
della Regione Lombardia.
I lavoratori e le lavoratrici
hanno atteso invano fino al-
le 12: nessun candidato ha
ritenuto, in piena campagna
elettorale, di doversi con-
frontare con il grave proble-
ma dei 244 licenziamenti e
della disdetta di 40 anni di
contrattazione. Intanto ve-
nerd i rappresentanti delle
firme sindacali hanno incon-
trato il prefetto di Milano,
Camillo Andreana, a cui
stata illustrata la vertenza in
atto. Come dichiarato dalla
Rsu dellospedale, il prefet-
to si impegnato a interce-
dere presso la propriet af-
finch sospenda i licenzia-
menti, almeno fino allinse-
diamento della prossima
Giunta regionale e del pros-
simo Governo, nonch fino
alla pubblicazione del pri-
mo bilancio di esercizio del-
lOspedale San Raffaele
s.r.l., da cui si evincer la
reale necessit di risanamen-
to. Anche il segratese Paolo
Micheli, candidato a consi-
gliere regionale con la lista
civica di Umberto Ambro-
soli, ha detto la sua: Per i
segratesi il nostro ospe-
dale. In questa vicenda
manca un interlocutore in
grado di fare una concreta,
fortissima opera di media-
zione per la posizione isti-
tuzionale e la assoluta com-
petenza in materia di sanit:
la Regione Lombardia
ha detto Micheli dove la
crisi del San Raffaele in-
gestibile sia per la vacanza
di potere a seguito dello
scioglimento del Consiglio
regionale che, ancor pi, per
le ombre che sono piomba-
te sulla gestione della sanit
lombarda a seguito delle
molte indagini giudiziarie,
gli avvisi di garanzia, gli ar-
resti. Far intervenire la Re-
gione, immediatamente e in
maniera decisiva, per salva-
guardare i lavoratori del-
lospedale e i servizi ai citta-
dini. E Sel Segrate inter-
viene nella vicenda con una
nota polemica sulle beneme-
renze civiche: Caro sinda-
co si legge sul loro blog
dopo aver assegnato a don
Luigi Verz lApe doro per
la sua laboriosit, e sappia-
mo tutti cosa successo, e
tuttora succede al San Raf-
faele, lanciamo una propo-
sta: assegnarla ai lavoratori
del San Raffaele, per la lo-
ro operosit e professionali-
t, nonostante tutto.
R.T.
SAN RAFFAELE I lavoratori incontrano il Prefetto, intanto Sel propone per loro lApe doro
La vertenza in fase di stallo
Rsu: Doverano i candidati?
PRONTO INVESTIMENTO DA 320MILA EURO
Nuove fermate bus
dossi da abbassare
e ciclabili protette
3
30 gennaio 2013
Politica
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Tutto esaurito lo scorso mer-
coled, a Cascina Ovi, per
Giulio Tremonti. Lex mini-
stro dellEconomia del go-
verno Berlusconi, attualmen-
te candidato alle elezioni po-
litiche con la propria lista 3L
- Lavoro e Libert apparen-
tata alla lega Nord, ha accet-
tato linvito dellassociazio-
ne segratese PartecipAzione,
fondata e coordinata dal
Gruppo Indipendente costi-
tuito da un folto gruppo di
transfughi dal Pdl. Ad intro-
durre la serata - moderata dal-
la giornalista di Studio Aper-
to Sabrina Santagostino - il
sindaco Alessandrini, capo-
fila degli Indipendenti e da
sempre molto critico verso il
patto di stabilit. E non po-
teva che partire da l, dagli
enti locali, il dibattito duran-
te il quale Tremonti ha rispo-
sto a numerose domande ri-
voltegli dal pubblico, che ha
riempito la sala conferenze
di Cascina Ovi, a Milano 2,
ben oltre la capienza natura-
le del locale. Alessandrini ha
rivendicato la virtuosit di
Segrate, che ha in cassa qua-
si un milione e mezzo di eu-
ro che non pu spendere pro-
prio a causa del patto di sta-
bilit. Il patto lapplicazio-
ne di regole dellUnione Eu-
ropea che riducono debito e
deficit, ha ricordato lex mi-
nistro, che ha per ricono-
sciuto la necessit di premia-
re i Comuni pi attenti alla
gestione delle risorse.
Nel mirino dellex titolare del
dicastero delle Finanze, il go-
verno Monti e in particolare
i provvedimenti varati in ma-
teria fiscale: primi tra tutti
redditometro e IMU. E se per
lo strumento di verifica vara-
to dal governo Tremonti ha
tagliato corto definendolo un
meccanismo del terrore che
ha portato il Paese verso un
clima sfiducia psicologica
che blocca leconomia, la ri-
cetta della lista 3L per impo-
ste e tasse pi articolata. E
parte dal principio del non
aumento della tassazione che
invece la sinistra far imme-
diatamente in caso di vittoria
elettorale. Senza dimentica-
re la dichiarazione di guerra
allIMU sulla prima casa, im-
posta definita incostituzio-
nale e, secondo lex mini-
stro, da eliminare immedia-
tamente, individuando nei be-
nefici concessi alla banche
dal governo Monti la coper-
tura finanziaria necessaria per
recuperare i 4 miliardi di get-
tito garantiti dallimposta sul-
la casa di propriet. Porte
chiuse invece allipotesi di un
nuovo condono fiscale, ipo-
tizzato da Silvio Berlusconi.
I condoni non s faranno ma
pi, la posizione di Tremon-
ti.
ELEZIONI Folta partecipazione a Cascina Ovi allincontro con lex ministro delle Finanze invitato da PartecipAzione
Tremonti boccia Imu e redditometro
Secondo lesponente della lista 3L la tassa sulla casa incostituzionale e il secondo Un atto terroristico
IL 20 IN CITT IL FUTURO DEPUTATO PD
il responsabile nazionale
del Pd per viabilit e traspor-
ti. Milanese doc, inoltre
capogruppo in Provincia del
partito, dopo aver ricoperto
la carica di assessore negli
ultimi mesi della giunta di
centrosinistra di Filippo Pe-
nati. Matteo Mauri, 39 an-
ni, sar ospite in citt mer-
coled 20 febbraio, per un
incontro con i cittadini dal-
le 11 presso il circo Arci Pi-
rola di Redecesio, in via
delle Regioni. Appuntamen-
to che si preannuncia inte-
ressante perch con il futu-
ro onorevole - le parlamen-
tarie del Pd lo hanno col-
locato al nono posto nel col-
legio Lombardia 1 con qua-
si 4.000 preferenze, il che
equivale a una sicura elezio-
ne a Montecitorio - si parle-
r soprattutto di viabilit, te-
ma chiave del futuro della
Lombardia e di Segrate, in-
teressata dai forti ritardi nel-
lapertura della viabilit spe-
ciale che potrebbero far
esplodere il traffico cittadi-
no in vista dellapertura or-
mai prossima della direttis-
sima Brebemi.
Oltre che per la conferenza
tenuta a Cascina Ovi, il pas-
saggio di Tremonti ha la-
sciato tracce anche per le...
vie di Segrate. Il giorno do-
po lincontro infatti, gli spa-
zi destinati alla propaganda
elettorale sono stati letteral-
mente invasi, in tutti i quar-
tieri, dai manifesti della li-
sta 3L. Che dopo pochi
giorni sono stati bollati co-
me affissioni abusive dal
Comune. Quando ho sapu-
to che Tremonti sarebbe ve-
nuto a Segrate pensavo che
venisse un ex ministro, non
unorda di incivili, ha com-
mentato il segretario Pd Da-
rio Giove, riferendosi a chi
ha, probabilmente nella not-
te dopo lincontro a Cascina
Ovi, tappezzato la citt di
manifesti. Ironie e proteste
sul web anche da parte del-
la lista civica Insieme per
Segrate, schierata ufficial-
mente con il candidato del
centrosinistra Umberto Am-
brosoli.
Invasione della lista 3L
Ma tutto... abusivo
Pd: Operazione Ohio,
si parte il 16 da via Roma
Anche il Pd di Segrate
parteciper alla proposta,
denominata Operazione Ohio,
lanciata a livello regionale dal
consigliere regionale Pippo Civati
per una grande giornata di mobili-
tazione a favore di Umberto
Ambrosoli (nella foto) e della sua
coalizione, nella regione decisiva
per le elezioni nazionali (da qui il
parallelismo con lo stato dellOhio,
decisivo per le presidenziali americane). Lappuntamento
fissato per le 10.30 di sabato 16 febbraio nella zona ex-
tempietto, in via Roma. Ci sar una riunione delle forze
che sostengono Ambrosoli con un concerto dal vivo di una
band segratese. Verso le 11.30 i sostenitori di Ambrosoli si
muoveranno poi per distribuirsi nei vari quartieri.

A Redecesio ospite
Mauri, responsabile
nazionale trasporti
4
13 febbraio 2013
Cronaca
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
finita con larresto il ro-
cambolesco tentativo di ra-
pina di R.B., 45enne resi-
dente a Segrate, fermato dai
carabinieri della Stazione
Porta Garibaldi di Milano
la scorsa settimana dopo
aver sottratto 5mila euro in
contanti dalla Banca di Cre-
dito Cooperativo di viale
Monza.
Luomo, ex guardia giura-
ta, entrato a volto scoper-
to nella banca armato di
una pistola giocattolo, dopo
aver rimosso il tappino ros-
so di sicurezza. Una volta
allinterno, ha fatto irruzio-
ne nellufficio del diretto-
re, dove si trattenuto per
meno di un minuto: minac-
ciandolo con larma, si
fatto consegnare circa 5mi-
la euro in contanti. Il 45en-
ne poi uscito dalla banca,
dove in quel momento cera
un ignaro cliente che stava
svolgendo unoperazione
allo sportello.
Una volta uscito, luomo si
fatto prendere per dal
panico alla vista di una gaz-
zella dei carabinieri, che nel
frattempo erano gi stati
avvisati dellaccaduto. Ha
tentato cos di nascondersi
goffamente in una via adia-
cente e ha chiamato un ta-
xi per tentare la fuga, al ri-
paro dietro un furgone. I
militari, per, identikit al-
la mano fornito pochi mi-
nuti prima dal direttore del-
la banca, lo hanno ricono-
sciuto e immediatamente
arrestato.
I carabinieri della stazione
locale si sono resi protagoni-
sti di un eroico atto di sal-
vataggio. Lintervento di una
loro pattuglia si infatti rive-
lato fondamentale per inter-
venire tempestivamente in
aiuto di un anziano segrate-
se, P.A., di 83 anni, residen-
te in via Trieste. Il fatto av-
venuto il 6 febbraio scorso,
nel tardo pomeriggio. La fi-
glia dellanziano, non aven-
do risposta da parte del pa-
dre e non riuscendo a entra-
re in casa dei genitori per-
ch aveva trovato la porta
chiusa, si preoccupata e ha
chiamato i soccorsi. Sul po-
sto stavano dunque per arri-
vare sia i Vigili del fuoco,
che unambulanza. I carabi-
nieri, che sono arrivati per
primi, vista la disperazione
della figlia hanno pensato di
arrampicarsi fino alla fine-
stra del primo piano, dove si
trova labitazione dell83en-
ne, per controllare la situa-
zione. Cos facendo, hanno
scorto da dietro i vetri che
luomo si trovava a terra,
evidentemente in preda a un
attacco o a un malessere. I
militari, intraprendenti, non
hanno dunque esitato a scar-
dinare linferriata a prote-
zione della finestra, hanno
aperto i vetri e sono entrati
in casa, andando subito ad
aprire la porta dingresso per
permettere ai sanitari, nel
frattempo arrivati sul posto,
di passare e lanciarsi al soc-
corso delluomo. Lanziano
era infatti in preda a un at-
tacco cardiaco, e linterven-
to repentino e deciso dei mi-
litari ha permesso di salvar-
gli la vita, permettendo ai sa-
nitari del 118 di intervenire
il pi rapidamente possibi-
le. Luomo stato quindi
soccorso, e trasportato im-
mediatamente allospedale
San Raffaele. Ad aggravare
la situazione, il fatto che
lanziano si trovasse in casa
con la moglie, affetta per
da Alzheimer, che quindi si
trovava impossibilitata a pre-
stargli soccorso. I Vigili del
fuoco sono poi giunti sul po-
sto, quando la situazione si
era gi risolta. Un lieto fine,
dunque, con tanto di enco-
mio dei coraggiosi carabi-
nieri segratesi che, col loro
sangue freddo e prontezza
di spirito, hanno permesso
di salvare una vita.
R.T.
Per la neve scarsi disagi
e qualche lieve incidente
Seconda
nevicata della
stagione, quella che ha
avuto inizio domenica
notte e che ha fatto
trovare ai segratesi (e
non solo) le strade
imbiancate al loro
risveglio. E con i primi
centimetri di neve
scesi, anche il manto
stradale diventato un
po pi scivoloso e
insidioso. Nonostante
la prudenza al volante, fondamentale in queste
circostanze, e la ridotta velocit dei veicoli, la neve ha
comunque causato qualche disguido e piccoli
tamponamenti. Luned lungo la Cassanese, allintersezio-
ne con via Marconi, attorno alle 16.50 circa urto tra
unautomobile e un motociclo. Il motorino,
probabilmente appunto a causa del fondo sdrucciolevole,
finito contro una macchina: niente di grave per il
conducente, che si solo ferito un po al polso. Sul posto,
oltre alla Polizia locale, intervenuta anche la Croce
verde di Pioltello. Il secondo incidente si verificato
sempre luned, stavolta verso le 17.45 circa, ora di punta,
in via Rugacesio allintersezione con la rotonda di via
Morandi. Tamponamento a catena, sempre causa neve,
con tre auto coinvolte: anche qui, solo ferite superficiali
per uno dei tre conducenti.
Cassanese, auto pirata
causa tamponamenti
Tamponamento a catena con autobus incluso.
successo lo scorso marted 5 febbraio, attorno alle 15.30
lungo la Cassanese, allangolo con via Fermi. Sulla corsia
che da Pioltello va in direzione Milano, un mezzo della
linea Star ha urtato una Ford Focus, creando un
tamponamento a catena in cui rimasta coinvolta anche
una Fiat Multipla: apparentemente, lincidente
avvenuto a causa di una terza automobile che a sua volta
aveva tagliato la strada alla Focus, riuscendo a defilarsi
senza che nessuno potesse prenderne il numero di targa.
Illesi i conducenti, un 26enne bergamasco a bordo della
Focus e un 59enne bresciano sulla Multipla. Ferita,
invece, anche se in modo lieve, una passeggera che si
trovava sullautobus, K.L., una donna 38enne di origine
albanese residente a Pioltello.
VIA TRIESTE I militi si arrampicano al primo piano dellabitazione e scardinano linferriata-finestra
Lintervento dei CC acrobati
salva lanziano cardiopatico
IL COLPO Un 45enne residente in citt ha tentato di svaligiare la BCC di viale Monza
Rapina banca e fugge in taxi
Segratese arrestato a Milano

5
13 febbraio 2013
Attualit
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
MOSTRA Dal 22 al 24 febbraio si terr a Milano presso il Last di via Bianchi dEspinosa la rassegna di un giovane segratese
Foto dal fronte dellinviato solidale
Federico Porro lavora per lAispo - Eloquenti istantanee dallAsia centrale, dallIraq, ma soprattutto dallAfganistan
Un fotografo solidale in-
viato speciale allestero. Lav-
venturosa vita di Federico
Porro, 28 anni, residente a
Milano 2, lha portato grazie
agli studi universitari a visi-
tare molti Paesi, fino ad ap-
prodare in Afghanistan, a cui
ha dedicato una mostra foto-
grafica che si inaugura vener-
d 22 febbraio a Milano, pres-
so il Last (Laboratorio Ar-
tistico Societ Trasversali) in
via Bianchi dEspinosa.
Porro lavora per l'organizza-
zione non governativa Aispo
(Associazione Italiana per la
Solidariet tra i Popoli), che
realizza progetti di coopera-
zione allo sviluppo nel cam-
po della sanit nei Paesi pi
poveri del mondo. La colla-
borazione con la onlus nata
dapprima con degli stage, du-
rante gli studi in Relazioni In-
ternazionali all'Universit Sta-
tale di Milano, e si poi con-
cretizzata nel 2009, a laure
conseguita, in un contratto di
collaborazione a progetto.
Dopo un anno passato in se-
de a Milano, coordinando i
progetti dall'Italia ed effet-
tuando alcune missioni di
monitoraggio in Palestina,
Mozambico e Albania, mi
stato proposto di andare in
Afghanistan per gestire diret-
tamente in loco le attivit che
Aispo stava realizzando nel-
la citt di Herat ha raccon-
tato Federico Porro Seppu-
re con qualche titubanza, vi-
ste le condizioni di sicurez-
za, ho pensato che nella vita
le occasioni sono rare e cos
ho accettato. Dovevo restar-
ci solo due mesi, invece ci so-
no rimasto quasi due anni, tra
il settembre 2010 e il giugno
2012, con una "pausa" in Iraq,
a Nassiriya, per seguire la
chiusura di un altro proget-
to. Il ruolo di Porro in Af-
ghanistan consisteva nel ge-
stire le risorse umane (locali
e italiane) e finanziarie per
realizzare le attivit sanitarie
e le costruzioni previste a so-
stegno dell'ospedale pediatri-
co, del pronto soccorso e del
Centro ustionati di Herat. Da
luglio 2012 tornato nella se-
de di Milano, effettuando pe-
riodiche missioni di monito-
raggio sui progetti. Come hai
vissuto il periodo trascorso in
Afghanistan? stato molto
intenso e anche duro in certi
momenti: il pericolo latente
era sempre nell'aria e vivere
per tanto tempo con cos tan-
te restrizioni legate alle sicu-
rezza in un contesto forte-
mente militarizzato non sta-
ta una passeggiata. Proprio a
Herat l'Italia ha il grosso del
suo contingente in Afghani-
stan. Direi che mi ha messo
alla prova, ma stata un'espe-
rienza formativa di vita e pro-
fessionale che sono molto
contento di avere fatto. Da
cosa nata la scelta per que-
sto tipo di professione? Tra
le ragioni per cui ho scelto di
intraprendere questo percor-
so c, oltre alla possibilit di
dare una mano a chi ne ha bi-
sogno, la curiosit di vedere
con i miei occhi il vero mon-
do, quello povero, quello in
cui vive la maggior parte del-
la popolazione del pianeta,
ma che noi pensiamo sempre
sia l'eccezione, mentre l'Oc-
cidente l'eccezione. Una vol-
ta intrapreso questo cammi-
no il fatto di essere andato
proprio in Afghanistan sta-
to piuttosto un evento casua-
le: sono capitato l, cos co-
me sarei potuto finire in un
altro Paese in guerra o in via
di sviluppo. Quello che im-
portante invece il motivo o
i motivi per cui ho deciso di
rimanerci per cos tanto tem-
po. Ed proprio quello che
cercher di far emergere at-
traverso la mostra fotografi-
ca che si terr dal 22 al 24
febbraio a Milano, nella sede
di Last (Laboratorio Artisti-
co Societ Trasversali) in via
Bianchi dEspinosa. Una ven-
tina i lavori esposti, tra cui al-
cune delle foto che pubbli-
chiamo a corredo dellartico-
lo. Quando nata la passio-
ne per la fotografia? Fin da
piccolo ho sempre adorato
scattare fotografie, una pas-
sione che ho ereditato da mio
pap, eppure non ho mai se-
guito corsi, n ho mai com-
prato una macchina fotogra-
fica particolarmente sofisti-
cata ha spiegato Federico
La mia fedele macchinetta di-
gitale che mi accompagna
nelle missioni e mi permette
di scattare foto senza dare
troppo nell'occhio (dettaglio
non indifferente in certi con-
testi), mi sorprende sempre
per la qualit delle foto che
realizza. Mi piacciono molto
le foto che ritraggono perso-
ne di altri Paesi e culture, co-
s come mi emozionano le fo-
to dei reporter di guerra, ma
resto sbalordito per quelle che
riescono a riprodurre la natu-
ra in tutta la sua maestosit e
bellezza. Nella mia mostra ci
sar un po' di tutto: dagli in-
contaminati paesaggi del-
l'Asia centrale, alla variet dei
popoli che vi abitano, a testi-
monianze di guerra. Le foto
sono state scattate tra Herat,
Kabul e Bamyan (dove nel
2001 i talebani distrussero le
gigantesche statue dei Bud-
dha scavate nella roccia) e sa-
ranno accompagnate da dida-
scalie che permetteranno non
solo di capire la foto, ma an-
che di ripercorrere la storia
dell'Afghanistan dai giorni
nostri per tornare indietro fi-
no ai tempi di Tamerlano, del-
la Persia delle Mille e una
notte, della leggendaria Via
della Seta, dei mongoli di
Gengis Khan e prima ancora
a quando nel paese vivevano
i monaci che dall'India han-
no portato il Buddhismo fino
in Cina e in Giappone. Il tut-
to sar accompagnato da mu-
sica tradizionale afghana e da
ottimo t al cardamomo, e
verr proiettato un cortome-
traggio sul tema delle mine
antiuomo.
Raffaella Turati
La mostra sar
inaugurata venerd 22
febbraio a partire dalle
19.30 al Last
(Laboratorio Artistico
Societ Trasversali) di
via Bianchi di
Espinosa, a Milano.
Sabato 23 e domenica
24 lesposizione sar
poiaperta dalle 15 alle
22.30. Maggiori
informazioni sulle
attivit di AISPO e
sugli eventi realizzati
dall'associazione Last,
sui siti internet:
www.aispo.org,
associazionelast.blogsp
ot.it
LA MOSTRA
MAMMA, NON MAMMA,
FATTI PORTARE DALLA MAMMA
Molto vicino a casa tua, c un asilo nido
molto speciale. Anzi, un laboratorio dinfanzia dove si
respira la stessa atmosfera di casa tua.
Il rapporto esclusivo con i bambini, le coccole,
laggiornamento continuo, lattenzione al benessere e alla
crescita in un ambiente sereno e confortevole, sono il
fiore allocchiello della nostra struttura.
Vieni a conoscere le persone che si prenderanno
cura dei bambini: Lela, Alina, Loredana e Stefania
LABORATORIO DINFANZIA - Via Borioli, 30 - Lavanderie di Segrate (MI)
raffaela.montecroci@gmail.com - Raffaela 338 1913780
6
13 febbraio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Scuola
IMPRESAFUNEBRE SEGRATESE
dal 1965 al Vostro servizio
ufhcio: 02.2134658 notturno: 02.2847544
via 25 Aprile, 31 - Segrate
Nel nostro uffcio si accettano
le volont di scegliere in vita il
luogo dove deporre le proprie
ceneri. Tessera PROMULTIS in
omaggio convenzionata: Sanit-
Terme -Negozi
24 ORE SU 24
di Preatoni
ESCLUSIVA
tempo, a 17-18 anni, di
pensare al futuro e cos an-
che questanno grazie alla
meritoria iniziativa dellin-
gegner Luciano Russo, co-
ordinatore del Lions Club
Segrate-Milano Porta
Orientale di Milano, ecco
il liceo Machiavelli (959
studenti tra indirizzo classi-
co, scientifico e professio-
nale) in prima linea per dedi-
care un sabato allorienta-
mento alle professioni dei
propri ragazzi.
Uniniziativa che, ancora
una volta, ha avuto un lusin-
ghiero successo, con grande
soddisfazione dei dirigenti
della scuola e dei ragazzi.
Ben 380 gli studenti coinvol-
ti, suddivisi come rigagnoli
in due turni nelle diverse au-
le e andati a ingrossare un
fiume di curiosit sulle pro-
poste di avviamento profes-
sionale, illustrate da profes-
sionisti dei vari settori.
Grande impatto, nellordine,
per il settore dellarea tecni-
ca (relatori gli ingegneri Lu-
ciano Russo, Domenico Mi-
stic, Alessia Paglialunga e
larchitetto Paolo Sibilia),
per larea salute (la fisiatra
Elena Mangiagalli, il ricer-
catore medico Marco De
Giovanni e il chirurgo Alber-
to Bona), per larea comuni-
cazione (il giornalista Bep-
pe Maseri, il grafico pubbli-
citario Luciano Bona, e il
dottor Costantino Jannaco-
ne per le relazioni esterne),
per leconomia-finanza (P.
Gavazzi e Antonio Guarino
tecnica bancaria) e infine per
larea giuridica (avvocato
Giorgio Dazzo).
Entrando nel mondo dei lo-
ro sogni, i ragazzi hanno se-
guito direi con avida curiosi-
t (per quel che ci riguarda)
le esposizioni dei vari pro-
fessionisti, ponendo doman-
de sul come introdursi nella
professione che preferisco-
no. Normale, per il mondo
attuale, la maggior attenzio-
ne per larea tecnica, ma non
molla la passionaccia per il
giornalismo, professione
sempre affascinante per la
popolarit di alcuni protago-
nisti, per la possibilit che
offre di raccontare e testimo-
niare nelle sue varie sfaccet-
tature il mondo in cui vivia-
mo. Un sorta di missione so-
prattutto di denuncia anima
questa professione. Bella,
gratificante, in certi momen-
ti scomoda, spesso detesta-
ta da chi la subisce, per-
ch, abbiamo spiegato ai no-
stri simpatici interlocutori,
il giornalista equivale al fi-
nanziare il cui compito in-
grato, ma doveroso, oc-
cuparsi degli affari del pros-
simo... Un intervento quasi
sempre sgradito. Noi soste-
niamo da sempre che la
maggior parte delle maga-
gne del nostro mondo sono
scoperchiate grazie al gior-
nalismo. E laltra met non
rivelata per mancanza di pro-
ve concrete. Un giornalismo
che non mai cambiato, che
esposizione responsabile e
verificata dei fatti, che com-
porta commenti e critiche
sanciti dalla Costituzione,
ma che diverso rispetto ad
anni fa nel modo di comuni-
care, soprattutto diverso per
i canali ai quali ora si affida
vale a dire il web, radio e te-
levisione. La componente
cartacea del giornalismo at-
tuale non pi destinata a
fornire notizie conosciute
ormai in tempo reale, ma al
loro approfondimento. Di-
verso rispetto a qualche lu-
stro fa anche il modo per
entrare nel giornalismo: oc-
corre fare degli stage presso
varie redazioni o frequenta-
re le scuole superiori di gior-
nalismo che poi danno dirit-
to allamissione allesame
professionale. La crisi del la-
voro che angoscia sta inve-
stendo anche il giornalismo,
le prospettive di lavoro sono
obiettivamente difficili: per
questo servono passione,
tanta tenacia e pazienza.
Mai mollare. Questa avven-
tura nasce spesso col metter-
si alla prova, con il tentare
nei giornalini locali come
pu essere Segrate Oggi.
La nostra esperienza, che ha
seguito il corso di alcuni col-
leghi che ad un certo punto
sembravano sperduti, ha
dato esiti sorprendenti. Si so-
no improvvisamente affac-
ciati in tv (settore che pi af-
fascina e si addice alle don-
ne, e non solo per la loro
gradita presenza), alla radio
o su qualche giornale. E al-
lora, forza ragazzi! Con un
sincero in bocca al lupo a
tutti.
Beppe Maseri
LICEO MACHIAVELLI Grazie al Lions Club Segrate anche questanno una giornata dedicata allorientamento alle professioni
Gli studenti e il lavoro, vorrei... Scelta ok?
Lusinghiera partecipazione e grande interesse per le areee tecnica, della salute e della comunicazione-giornalismo
Sono partire il 21 gennaio e
segnano una svolta decisiva
nella de-burocratizzazione
della scuola. Stiamo parlan-
do delle iscrizioni online, ov-
vero tramite Internet, alle
classi prime delle scuole pri-
marie e secondarie di primo e
secondo grado, istituite per la
prima volta questanno dal
Ministero dellIstruzione.
Si calcola che gli alunni inte-
ressati siano 1,7 milioni in tut-
ta Italia. E in effetti qualche
disguido c stato, nei primi
due giorni di apertura delle
iscrizioni, a causa dellinta-
samento del sito ministeriale
subissato di richieste dai ge-
nitori che volevano essere tra
i primi a scegliere la scuola.
Tutto poi tornato alla nor-
malit, e le domande online
procedono spedite anche nel-
le scuole cittadine. I genito-
ri, tuttavia, non sono giunti al
traguardo del tutto sprovve-
duti: i tre istituti comprensivi
segratesi hanno fatto del loro
meglio per informarli per
tempo, mettendo a disposi-
zione tutte le informazioni e
gli strumenti necessari ad af-
frontare la novit. A partire
dai siti internet dei tre istitu-
ti comprensivi cittadini, Sa-
bin, Galbusera e
Schweitzer, dove i genito-
ri hanno potuto trovare infor-
mazioni utili alla compilazio-
ne della domanda. La proce-
dura, inoltre, prevedeva un
aiuto da parte della scuola a
quei genitori che avessero
problemi a iscriversi, o ma-
gari a chi il computer (o In-
ternet) a casa non ce lha. So-
no risultati particolarmente
virtuosi i genitori segratesi:
davvero pochi hanno avuto
infatti bisogno di assistenza.
Solo una decina quelli che
hanno chiesto aiuto alla Sa-
bin, che comprende linfan-
zia e la primaria di Redece-
sio, la secondaria di primo
grado di Redecesio e Milano
2 (per un totale di circa 1.530
alunni): pi che altro, per,
perch hanno avuto problemi
di connessione a internet a ca-
sa loro. Maggiori, invece, le
delucidazioni richieste al tele-
fono mentre si compilava la
domanda, con una media di
5-6 chiamate al giorno fatte
in segreteria.
Anche al Galbusera, che
comprende la primaria di No-
vegro e la primaria e secon-
daria di primo grado di San
Felice (per un totale di 700
alunni circa), solo una deci-
na di genitori hanno usufrui-
to della postazione messa a
disposizione con un assisten-
te amministrativo. Ci si aspet-
tavano molte pi persone, in-
vece mamme e pap sono sta-
ti decisamente autonomi: gra-
zie anche al fatto che, duran-
te la presentazione alle fami-
glie, stata fatta una simula-
zione di iscrizione, che ha
permesso di fugare ogni dub-
bio. Le maggiori difficolt so-
no state riscontrate nel rin-
tracciare i codici identificati-
SCUOLA In pochi, circa un decina per istituto, hanno richiesto assistenza per la compilazione
Iscrizioni online, a Segrate
genitori da 10 e lode col pc
DIRETTORE RESPONSABILE: Federico Vigan
REALIZZAZIONE GRAFICA: Federico Vigan
REDAZIONE: Beppe Maseri, Raffaella Turati
COLLABORATORI: Anna Olcese, Enrico Sciarini, Giacomo
Lorenzoni, Giulia Di Dio, Federica Nin, Francesca
Leonzi, Alessandro Cassaghi, Simone Risoli
MILANO COMMUNICATION SRL
Proprietaria ed Editrice - P. IVA 05365660967
REDAZIONE: via Cellini 5 - 20090 Segrate (MI)
E-MAIL: redazione@segrateoggi.it
SITO INTERNET: www.segrateoggi.it
TEL/FAX: 02.2139372
Stampa: RDS Web Printing
20862 - via Belvedere 42 - Arcore (MB)
Reg. Tribunale di Milano n.369 - 19/11/1974
vi di ogni scuola, soprattutto
quelli delle superiori per i ra-
gazzi in uscita dalla terza me-
dia. Quasi completate le iscri-
zioni, che dovrebbero essere
75 per le due scuole di San
Felice e 20 per quella di No-
vegro.
In quindici finora hanno ri-
chiesto assistenza allo
Schweitzer, che compren-
de tre primarie e la seconda-
ria di primo grado Leopar-
di, per un totale di circa
1.520 alunni. Anche qui, mol-
te le richieste di chiarimenti
per telefono. Abbiamo man-
dato ai genitori pi di una cir-
colare, sul sito abbiamo mes-
so tutti i codici delle scuole
di Segrate, il link al sito del
Ministero e tutte le informa-
zioni utili ha spiegato la di-
rigente Giuliana Borgnino
Siamo oltre la met delle
iscrizioni, a breve contattere-
mo chi manca allappello. Il
sistema comunque funziona
ed molto valido, possiamo
controllare giorno per giorno
quanti si sono iscritti e chi.
Per i ritardatari, che magari
sono ancora indecisi sulla
scuola da scegliere, c tem-
po fino al 28 febbraio.
R.T.
7
13 febbraio 2013
Attualit
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Trattoria La pergola, in-
gresso discreto nel centro di
Segrate, allombra della chie-
sa di Santo Stefano, nome in-
vitante che rievoca la frescu-
ra contadina del bel tempo
andato. Unambientazione
nel borgo antico che suscita
curiosit e invita a entrare,
aggrappati al detto e alla spe-
ranza che la gallina vecchia
fa buon brodo.
E non ci si sbaglia. Dentro
c latmosfera familiare,
coinvolgente della cara vec-
chia trattoria. Se poi si man-
giasse anche bene Ma su
questo avevamo gi la testi-
monianza diretta della colle-
ga Raffaella che, un giorno,
torn in redazione assicuran-
doci che un pollo arrosto
buono come quello che oggi
ho mangiato alla Pergola, non
lo ricordo da anni.
Coinvolgente e caldo anche
larredamento, con i tavoli di
legno ben apparecchiati, con
le travi a vista stile chalet nel-
la saletta nella quale, una vol-
ta, stava rigogliosa una per-
gola prima di essere inaridi-
ta dai lavori di fognatura, con
le pareti che grondano di
editti antichi, napoleonici, del
Regno dItalia e nella quale
fanno bella mostra di s le
lenzuola delle vecchie lire.
Lantichit dello stabile (che
sorge dove una volta cera il
vecchio centro di Segrate con
le scuole, il panettiere e altre
attivit commerciali) garan-
tita da una finestrella ancora
presente nel soffitto di legno
della saletta a destra, e che
serviva da antifurto.
Labitazione dei gestori ci
spiegano era al piano di so-
pra. Se di notte sentivano ru-
mori sospetti, aprivano la fi-
nestrella sul pavimento e
spiavano di sotto, nel loca-
le.
Un ambiente davvero caldo,
pulito e accogliente, nel qua-
le ci si sente subito a proprio
agio, mentre dalla cucina a
destra del bar si levano dai
pentoloni i vapori di unatti-
vit in piena ebollizione.
A proprio agio ti mette di si-
curo la signora Mariangela
Cogorno, donna gradevole
per presenza, signorilit e
per la sciolta parlantina. Ma-
riangela una dei cinque fra-
telli con Felicina, Cecilia, Re-
nata e Francesco che da sem-
pre gestiscono la trattoria.
Francesco e Mariangela
(maestra nel confezionare
dolci) servono in sala, Feli-
cina, Cecilia e Renata stan-
no attorno ai fornelli. E nel-
lattivit sono impegnati, con
mansioni diverse, i rispettivi
figli, vale a dire Stefano, Da-
vide, Daniele e Giulia. Una
tradizione di famiglia spie-
ga Mariangela Noi gestia-
mo questo locale da 46 anni,
prima con i nostri genitori. Io
sono venuta qui che avevo
sette anni. Prima di essere ac-
quistata dai miei genitori di
origine cremasca, la trattoria
era della famiglia Riboni e
prima ancora era stata, pi di
cento anni fa, di Cerea, il
campanaro della chiesa. Si
sempre chiamata La Pergo-
la perch, davanti e retro il
locale, fino ad alcuni anni fa
cerano due pergole: una di
vite e laltra di glicine che,
da primavera allautunno,
rendevano alla loro ombra
pi gradevole la frequenta-
zione. I lavori di fognatura le
hanno purtroppo inaridite e
allora abbiamo optato per la
costruzione della saletta-cha-
let. La trattoria, aperta dal
luned al sabato solo a mez-
zogiorno, pu ospitare 180
persone. Il lavoro non man-
ca per fortuna dice Marian-
gela il via-vai continuo e
vi facciamo fronte grazie a
dieci dipendenti che ci aiuta-
no part-time 3-4 ore al gior-
no. La clientela eterogenea:
gente che lavora, dal mura-
tore al bancario, professioni-
sti, imprenditori e non solo
di Segrate. Anzi, la maggior
parte della nostra clientela
viene da fuori Segrate, dall-
hinterland e anche da Mila-
no. Siamo pi conosciuti fuo-
ri che qui. Abbiamo della
clientela che ci frequenta da
anni. Al sabato arrivano so-
prattutto le famiglie che, con
il coro di tanti altri clienti, da
tempo ci supplicano di tene-
re aperto anche la sera di sa-
bato. Ci stiamo pensando, an-
che se il lavoro si compliche-
rebbe molto. Ma da che co-
sa determinato tanto suc-
cesso? Nessun dubbio sul fat-
to che si mangi bene, che
sempre la miglior pubblicit
(Che noi non abbiamo mai
fatto) di un locale. Sicura-
mente dice la signora Ma-
riangela la qualit del cibo.
La nostra cucina davvero
casalinga, facciamo tutto noi.
Mi dicono, e ne siamo con-
vinti, che il rapporto qualit-
prezzo davvero vantaggio-
so, eccezionale, sopra la me-
dia. Qui un primo, un secon-
do con contorno e lacqua
viene a costare 11 euro cir-
ca. E poi conta, eccome, la
velocit del servizio. Il me-
n, simpaticamente proposto
anche in dialetto milanese,
(Minestra cunt strasciadel,
Spaghett ai tomates, Ma-
scherpa erbett e tumates,
Turta de pomm) varia ogni
giorno. Al venerd c il pe-
sce, Mai surgelato e quel
giorno il margine di guada-
gno scarso, e ogni merco-
led viene proposto un men
regionale. Ogni giorno cam-
biamo piatti, variano le ricet-
te, altrimenti la gente si stu-
fa. La filosofia che ci ha sem-
pre ispirato che tutti hanno
il diritto di mangiare bene
senza spendere tanti soldi.
Qualit, prezzo, pulizia, cor-
dialit e atmosfera familiare
in unambiente accogliente e
caldo. Manca qualcosa per
capire il segreto del suc-
cesso sotto La Pergola, do-
ve davvero ci si sente in casa
propria in casa daltri. Ecco
unaltra eccellenza di cui Se-
grate pu menar vanto.
Pep
LE ECCELLENZE La centenaria trattoria allombra della chiesta da 46 anni gestita dalla stessa, numerosa famiglia
Sotto La Pergola tanti gusti antichi
Aperta solo a mezzogiorno, frequentatissima - Il successo? Cucina casalinga, men regionale, cordialit e prezzi invidiabili
Qui sopra, Francesco
e Mariangela
Cogorno, due dei
cinque tra fratelli e
sorelle che gestiscono
il ristorante, di
propriet della famiglia
da 46 anni. Francesco
e Mariangela si
occupano delle sale e
del bar. A destra, uno
dei quattro figli
Stefano, Davide,
Daniele e Giulia che
lavorano nel locale, e
una delle sale. In alto
a sinistra, le altre
sorelle Felicina,
Cecilia, Renata
Cogorno dietro ai
fornelli, insieme a
Mariangela. Sono loro
a confezionare i
manicaretti per cui La
Pergola famosa.
UN AFFARE
DI FAMIGLIA
via Roma 23 - Segrate (Nuova area commerciale)
tel. 02.87072361 | www.clinicadelsalesegrate.it
Trovaci su La Clinica del Sale
Per i lettori di
Segrate Oggi
ABBONAMENTO
15 SEDUTE AL PREZZO
SPECIALE DI SOLI
200 EURO
Con AEROSAL,
da oggi, per vivere
il benessere di tre
giorni di mare basta
trascorrere 30 minuti in
XQSLFFRORDPELHQWHGDLJUDQGLEHQHFL
DAI 2 AI 10 ANNI SCONTO DEL 50%
GRATIS PER I BIMBI DA 0 A 2 ANNI
8
13 febbraio 2013
Attualit
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Lordinazione sacerdotale
un evento importante sia per
la comunit religiosa, sia per
quella civile. E lo ancor pi
a Segrate, dove da dodici an-
ni nessun nostro concittadi-
no veniva ordinato sacerdo-
te. Lopera di un prete nel
contesto sociale non pu es-
sere messa in secondo piano;
nellespletamento del suo mi-
nistero, determina e indirizza
il comportamento di una co-
munit.
Da sabato 9 febbraio Segra-
te annovera tra i suoi cittadi-
ni un novello sacerdote: don
Stefano Crescenzo, nato a
Milano nel 1987, ma cresciu-
to in citt, don Stefano sta-
to ordinato nella diocesi di
Albenga dove ha completa-
to i suoi studi teologici. I fe-
steggiamenti per il novello
sacerdote hanno coinvolto
anche lAmministrazione co-
munale che ha contribuito a
solennizzare levento. Lo ha
fatto dedicandogli un concer-
to di una spiritualit diversa
da quella europea. E stato
infatti invitato il Bevoice
Gospel Choir di Novate
Milanese che ha fatto vivere
sia a don Stefano che ai nu-
merosi segratesi presenti la
spiritualit del popolo afroa-
mericano costretto in schia-
vit. La vivacissima direttri-
ce del coro Anna Garaffa ha
coinvolto don Stefano e tutto
il pubblico in una memora-
bile serata di canto e di spiri-
tualit. Per il neo sacerdote la
parte religiosa iniziata do-
menica 10 febbraio con la ce-
lebrazione della sua prima
Santa Messa solenne. Nel po-
meriggio ha partecipato a un
pranzo comunitario insieme
a quasi duecento suoi concit-
tadini. Infine luned sera tut-
ti i sacerdoti di Segrate han-
no concelebrato con lui
unaltra solenne funzione re-
ligiosa. Anche se don Stefa-
no chiamato a svolgere il
suo ministero nella diocesi di
Albenga, non potr mai di-
menticare laffetto che i suoi
concittadini gli hanno dimo-
strato in quello che stato per
lui il giorno pi importante
della sua vita.
E.S.
EVENTO Don Crescenzo, ordinato sacerdote il 9 ad Albenga, il giorno dopo era in citt
Prima messa di don Stefano
festeggiato nella sua Segrate
Sotto la nevicata di luned 11 febbraio si celebrato, al
parco di via Grandi, il Giorno del Ricordo dei martiri
delle foibe. A ricordare i tragici eventi stato Piero
Tarticchio, figlio di uno di questi martiri che nel 1945
sono stati uccisi e fatti scomparire nelle cavit carsiche
dai soldati del dittatore jugoslavo Tito. Erano presenti il
sindaco Adriano Alessandrini e le rappresentanze delle
associazioni segratesi. Dopo la commemorazione del
signor Tarticchio, don Stefano Rocca ha letto una
preghiera invocando la luce divina su tutte le oscurit e
le barbarie della guerra. Ha poi preso la parola il
sindaco, che bene ha fatto a ricordare che necessario
far conoscere il significato di questa giornata a tutti gli
studenti delle nostre scuole.
E.S.
VIA GRANDI Per il Giorno del Ricordo
Commemorazione
sotto la neve per
i martiri delle foibe
MUSICA Da poco stato inaugurato a Segrate, in via Pacinotti, lo spazio protetto del circolo culturale affiliato ad Arci Italia
Ragazzi accomodiamoci subito, Bitte
Il socio Mirko Pozzoli: Aperto ai giovani che chiedono musica di vario genere, arte e cultura; ora grande festa di Carnevale
Unassociazione di giovani inte-
ressati a mantenere in vita uno
spazio protetto, stimolante, ac-
cessibile a ragazzi che domanda-
no musica, arte, cultura e aperto
a iniziative di intrattenimento, dai
live alle mostre, dai dibattiti su
temi di interesse comune alle ini-
ziative di carattere sociale. que-
sto il circolo culturale Bitte, af-
filiato ad Arci Italia e attivo sul
territorio milanese dal 2005. E
che da qualche mese ha cambia-
to sede per spostarsi a Segrate. In
occasione del prossimo weekend
dedicato al Carnevale, abbiamo
incontrato Mirko Pozzoli, uno dei
sei soci del direttivo presieduto
da Ilaria Pacini, per un viaggio
nella realt Bitte.
Perch avete scelto Segrate?
Dopo la scadenza del contratto
nel primo locale in zona Barona,
abbiamo fermato un posto sem-
pre nella periferia nord di Milano.
Ma il progetto non andato a
buon fine, abbiamo perso molti
soldi e tempo perch avevamo gi
ingaggiato artisti per quattro me-
si di stagione. Ho sempre abitato
qui e anche i miei colleghi risie-
dono nelle vicinanze. La decisio-
ne di prendere in considerazione
Segrate a quel punto venuta di
conseguenza. A settembre 2012
ho trovato il posto, il 1 ottobre
abbiamo firmato il contratto e il
23 novembre abbiamo inaugura-
to la stagione con una serata di
Twist & Shout. Ed andata mol-
to bene: 1.400 persone!.
Quali sono i pro e i contro del-
le due location?
Il primo Bitte era in vero stile
locale berlinese su due piani,
con balconate dedicate allaperi-
tivo che si affacciavano sul salo-
ne sottostante. Allesterno, un am-
pio giardino per le nostre griglia-
te. Cinque anni fa era un locale
allavanguardia a Milano. Ma era-
no solo 450 mq (per un massimo
di 350 persone) e per di pi in cit-
t, con gli ovvi disagi derivanti
dagli orari di apertura. Ora inve-
ce abbiamo a disposizione ben
800 mq solo di spazi interni per
una capienza di 690 persone, sia-
mo molto vicini a Milano, in par-
ticolare a Citt Studi. E, non me-
no importante, ci troviamo in una
zona industriale (via Pacinotti 7)
distante da abitazioni.
Qual il target e che tipo di se-
rate organizzate?
Possiamo dire di avere un no-
stro pubblico Bitte. I nostri ap-
puntamenti sono vari e sempre
diversi: reggae, revival 70, 80 e
90, musica elettronica, concerti
dal vivo. I ragazzi hanno tra i 22
e i 30 anni. Una media piuttosto
alta rispetto agli altri circoli Ar-
ci.
Molti locali di Milano risentono
della crisi che sta attraversando
il nostro Paese. Fate fatica a ti-
rare avanti? E come cercate di
andare incontro alla vostra
clientela?
Da novembre le consumazioni
sono diminuite del 40%. Ci sia-
mo chiesti se questo derivasse dal
nostro trasferimento qui, ma chie-
dendo ad amici proprietari di lo-
cali a Milano, ho avuto conferma
che dipende dalla crisi. Ecco per-
ch non possiamo permetterci di
aprire anche in settimana, ma so-
lo il venerd e il sabato. Per quan-
to possibile tendiamo a organizza-
re serate a ingresso libero (con
tessera Arci obbligatoria) con
prezzi che vanno dai 5 euro per
una birra chiara ai 7 per un cock-
tail. Nelle serate Open Bitte con
dj resident, fino alla una di notte
offriamo un chupito gratis.
Per il prossimo weekend di
Carnevale proponete maschere
e ingresso libero. Cosa avete or-
ganizzato?
Venerd 15, serata Dance Soul
Reggae dai caldi ritmi giamai-
cani con il nostro dj resident Vi-
to War e con I-TAL Sound, Ri-
sing Hope, Urban Roots. Crew
ospite donore: B.I.D Sound (aka
Back Inna Dayz sound), veri e
propri reggae ambassadors e pun-
to di riferimento per il reggae a
Losanna. Sabato 16 dalle 23,
Carnevale micidiale con la clas-
sica musica delle feste, un calde-
rone radiofonico che sar la pi-
sta a indirizzare In consolle ci
sar io, il Paco e DOC Helzapop-
pin. Chi arriva in maschera si ag-
giudica un cicchetto. Abbiamo
pensato a una serata diversa dal-
le solite degli altri locali, con
prezzi aumentati solo per locca-
sione, perch il carnevale nasce
come festa popolare, una rivo-
luzione fatta col sorriso dove per
una volta possiamo smettere di
essere noi stessi e diventare la
maschera che indossiamo!.
Prossimi appuntamenti?
Solo unanticipazione Saba-
to 23 marzo, oltre al dj set di Dr.
Feelgood, avremo con noi The
Dreamers, lunica band italiana
che ogni 6 gennaio si esibisce a
Milwaukee in tributo a Elvis Pre-
sley. E dal 15 marzo, tre serate
dedicate al concorso East Band
Contest. Nove gruppi faranno a
gara per aggiudicarsi la vittoria
che verr proclamata a settembre.
Sul palco, band dellhinterland
milanese e due gruppi segratesi:
Box 15 e Poco di Buono.
Giulia Di Dio
DIVERTIMENTO
PER TUTTI I GUSTI
Mirko Pozzoli, uno dei sei
membri del direttivo del club
Arci Bitte, davanti
allinsegna della nuova sede
in via Pacinotti 7, nella zona
industriale Marconi. Aperto
dal 2005, il locale ha
traslocato a Segrate da
Milano lo scorso novembre.
Prossimi appuntamenti:
sabato 16 a partire dalle 23,
festa di Carnevale a ingresso
libero (vedi locandina a lato).
9
13 febbraio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
giardini
Segrate
Questanno, per la prima
volta, anche gli animali
scendono in campo per il
rinnovo degli organi istitu-
zionali. Ma cosa centrano
gli animali con le elezioni?
Centrano perch sono
oggetto di enormi interessi
economici: spostare un po
pi avanti, o un po pi in-
dietro, la loro tutela, i loro
diritti, vuol dire parlare an-
che della nostra vita, della
nostra salute, della nostra
tutela: sono le parole del
presidente nazionale Lav
(Lega antivivisezione),
Gianluca Felicetti, nel dare
il via allevento. Infatti, do-
menica 3 febbraio, nella sa-
la Veranda dellhotel Prin-
cipe di Savoia a Milano, la
Federazione Italiana As-
sociazioni Diritti Animali
e Ambiente ha presentato
a un folto pubblico, accom-
pagnato anche da amici a
quattro zampe (per i quali
erano predisposte ciotole
dacqua), il programma
Io voto con il cuore:
lagenda politica per il nuo-
vo Governo e il nuovo Par-
lamento dalla parte degli
animali, dellambiente e
dei cittadini. Alla Federa-
zione (promossa dallono-
revole Michela Brambilla
nel marzo scorso) aderisco-
no varie associazioni che
difendono i diritti degli ani-
mali: Enpa, Lav, Leidaa,
Lndc, Oipa, Lac, Chiliama-
cisegua, Noianimali, Sos
Levrieri, Eolo a 4 zampe,
Amici animali, che rappre-
sentano una parte impor-
tante della societ civile e
perseguono legittimi inte-
ressi collettivi.
Partendo dallevidenza del-
la grande evoluzione nella
sensibilit degli italiani ver-
so le questioni animali e
ambientali, e della costan-
te crescita del relativo as-
sociazionismo in tutta la
sua ricchezza e variet di
sigle, la Federazione ha de-
ciso di sottoporre ai citta-
dini e ai candidati otto pun-
ti programmatici, riassun-
tivi di altrettanti obiettivi,
che spaziano dalla legalit
alleconomia, dalla ricerca
alla salute. E i rispettivi
rappresentanti delle asso-
ciazioni li hanno poi illu-
strati.
1) Adeguarsi allEuropa: ri-
conoscere i diritti degli ani-
mali e la tutela dellam-
biente
2) Stop alla vivisezione:
sviluppare e utilizzare i
metodi sostituivi di ricerca
3) Tutelare gli animali do-
mestici, tutti
4) Rafforzare il ruolo di tu-
tela e il sistema delle aree
protette
5) Stop alla caccia e agli
allevamenti per pellicce
6) Vietare lo sfruttamento
degli animali negli spetta-
coli
7) Azzerare il consumo di
suolo e salvare il paesag-
gio
8) Far ripartire le bonifi-
che, rendere sostenibili le
citt contro inquinamento
e rifiuti.
La rappresentanza segrate-
se ha prontamente aderito,
anche a sostegno della no-
stra Laura Rossi, della Le-
ga del Cane non solo di Se-
grate, ma anche nazionale,
cui andato il compito di
illustrare in particolare il
primo punto.
Ne emerso, fra laltro,
che non pi rinviabile
lapplicazione concreta del-
larticolo 13 del Trattato di
Lisbona, che ha riconosciu-
to gli animali come esseri
senzienti (e non pi come
cose o merci), impegnan-
do lUnione e gli Stati
membri a tenere pienamen-
te conto, nella formulazio-
ne e attuazione delle pro-
prie politiche, delle esigen-
ze in materia di be-
nessere degli
animali.
La nostra
fedele let-
trice Ti-
na Por-
tente, in
rappre-
sentanza
di Noi
Animali, ha illustrato il ter-
zo e quarto punto. La Fe-
derazione fa sapere che:
L'appello innanzitutto
indirizzato ai cittadini: po-
tranno sottoscrivere il pro-
gramma, sotto forma di pe-
tizione popolare, sui siti
www.iovotoconilcuore.it e
www.nelcuore.org, cos co-
me ai gazebo che le asso-
ciazioni organizzeranno in
tutta Italia. Le firme rac-
colte saranno consegnate,
nel mese di luglio, al nuo-
vo presidente del Consiglio
dei ministri, del Senato del-
la Repubblica e
della Camera
dei deputati,
per dare
da subito,
n e l l a
f o r ma
pi visi-
bile, il
ma s s i -
mo soste-
gno alle
iniziative le-
gislative che
porteranno avanti
queste nostre istanze.
L'invito alla sottoscrizione
del programma della Fede-
razione italiana associazio-
ni diritti animali e ambien-
te quindi rivolto anche ai
candidati alle elezioni poli-
tiche, perch assumano
fin da ora un impegno di
cui daremo immediatamen-
te pubblico riscontro. Gli
elettori, a cominciare dai
nostri soci, avranno cos
uno strumento in pi per
valutare, per fare la pro-
pria scelta e soprattutto
per confrontare le pro-
messe e gli impegni
con i comportamenti ef-
fettivi in Parlamento e al
Governo. Occuparsi,
anche politicamente, di
animali e ambiente, vuol
dire anche incentivare
una green and animal
friendly economy
(uneconomia verde e
amica degli animali),
che richiede nuovi posti
di lavoro legati alla pro-
tezione ambientale e al-
le esigenze degli anima-
li: bioedilizia, impianti
d'energia rinnovabile, ri-
cerca scientifica libera da
crudelt, veterinari, bio-
logi, etologi, guardiapar-
co, dog sitter, e altro an-
cora. Questa una delle
tesi sostenute dalla Fede-
razione. un program-
ma per gli animali e l'am-
biente. apolitico e tra-
sversale a tutti i partiti:
chiamiamo chi si candida
al Parlamento ad aderire
a questo programma, e
nel votare terremo conto
delle loro risposte.
10
13 febbraio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Ambiente e animali
ANIMALI Anche una delegazione di Segrate ha partecipato a Milano alla conferenza stampa degli animalisti Io voto con il cuore
La politica scopre i diritti degli animali
Proposti alle forze politiche otto punti programmatici per lapplicazione pratica del Trattato di Lisbona sugli esseri senzienti
Continua la nostra inizia-
tiva con la collaborazio-
ne dei lettori e dei loro
amici a quattro zampe.
Stavolta pubblichiamo la
foto di Molly, inviataci da
Luca Benatelli. Credo
che a Molly piacerebbe
un mondo che sia il con-
trario di quello che -
spiega Luca - visto che lo
guarda sempre... a rove-
scio. Continuate a man-
darci le vostre foto, arri-
vederci al 27 febbraio!
Pagina a cura di
Federica Nin.
Etologa mancata, ex
psicologa e ora
docente di lettere,
segratese da
trentanni.
federica.ebasta@alice.it
Un cagnolino in foto non si
nega a nessuno: la
trovata elettorale cui sono
ricorsi i nostri politici in
tempo di crisi e sfiducia
collettiva. Parodiando una
fortunata commedia
musicale di
Garinei&Giovannini,
devono aver pensato:
Aggiungi un cane a
tavola, che c un voto in
pi. Si sono accorti non
solo che un cane fa bene
allimmagine, ma anche
che la crescita del
movimento animalista e
della sensibilit verso gli
animali apre un serbatoio
prima ignorato di
potenziali elettori. Fino a
oggi, non hanno mai
parlato di benessere degli
animali, schierandosi anzi
a favore della vivisezione:
o direttamente, oppure
indirettamente non facendo
nulla. Si lasceranno
incantare, gli elettori,
da questa smaccata
ricerca di empatia a
scopo elettorale, o
ricorderanno quei
politici che
da sempre sono
animalisti?
Il cane
sguinzagliato
alla caccia
di... elettori
ELEZIONI
Inviateci
le foto dei vostri
animali o dei luoghi di
Segrate che amate. Le
pubblicheremo in questa pagina che
ogni due settimane dedichiamo alla
flora e alla fauna della nostra citt e alle
iniziative pi interessanti in tema di
ambiente ed ecologia. Puoi mandarle alla
mail redazione@segrateoggi.it o, se
non hai il computer, allindirizzo
Redazione Segrate Oggi, via
Cellini 5, 20090, Segrate.
il quinto anno che la par-
rocchia Dio Padre di Mila-
no 2 organizza il ciclo di
conferenze indirizzate non
solo ai credenti, ma a tutte
le persone che hanno a cuo-
re la conoscenza delle real-
t della vita.
Credere? Parliamone in-
fatti la domanda e la propo-
sta di questi incontri. Que-
stanno le conferenze avran-
no come tema la libert, e a
parlarne saranno grandi per-
sonalit della cultura italia-
na. Ha iniziato il 24 genna-
io scorso il professor Giulio
Giorello, filosofo, che ha
parlato al numeroso pubbli-
co presente della libert ot-
tenuta a caro prezzo e dei
molteplici aspetti che essa
pu assumere. Il 21 febbra-
io prossimo, interverr il
professor Gaetano Boncinel-
li che tratter di Libert e
determinismo genetico, po-
nendo a confronto diversi
concetti di libert. Altri due
incontri sono previsti il 14
marzo con il giornalista Pie-
ro Ostellino, sul tema: Pi
comunicazione = pi liber-
t?, mentre il 23 aprile sa-
r la volta della teologa Ga-
briella Caramore con: La
verit vi far liberi.
Tutti gli incontri avranno
luogo al Centro civico di
Milano 2 alle ore 21.
E. S.
11
13 febbraio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
SCELTI
PERVOI
Dal 13 al 27
febbraio
Scambio auto
e moto depoca
Dal 15 al 17 febbraio il
Parco Esposizione di
Novegro ospita la 57a
Mostra-Scambio di auto,
moto e ciclo depoca,
rassegna molto conosciuta
a livello internazionale e
che racchiude le tradizioni
motoristiche, ormai pi
che trentennali, del Parco
Esposizioni. Ingresso da 7
a 10 euro. Orari: ven 12-
18; sab 8-18; dom 8-17.
Info: 02-70200022. Via
Novegro.
Modellismo in
mostra a Novegro
Secondo appuntamento
dedicato al modellismo al
Parco Esposizione di
Novegro. Il 23 e 24, 14a
fiera Hobby Model Expo
Spring EditionQuando il
modellismo fa spettacolo,
rassegna che punta al
modellismo dinamico oltre
che allo statico gi tradizio-
nalmente presente.
Ingresso da 5 a 10 euro.
Dalle 9.30 alle 19, orario
continuato. Info:
0270200022
Carnevale
al Magnolia
Sabato 16 alle 22, il
Circolo Magnolia festeggia
con il Carnevale Gigante
w/TRASHICK.
Unoccasione per
travestirsi con lalibi
supremo, nel giorno in cui
nemmeno la portinaia si
stupirebbe di vederti uscire
vestito da fenicottero rosa.
Un tocco di revival con
TRASHICK, O.W.P [Fresh
Prince Version] e SOUL
FINGER dj set. Ingresso 5
euro con tessera Arci.
Commenda
torna il Cabaret
Sabato 23 febbraio, torna il
CabaretCommenda con il
mattatore Eugenio
Chiocchi. Dalle 21.15,
ospiti provenienti dai
palcoscenici di Zelig,
ballerine e cantanti
andranno in scena
allAuditorium Toscanini di
Cascina Commenda.
Ingresso 12 euro (10 euro
per residenti e gruppi di min
6 persone). Info e
prenotazioni: 022137660
San...Tremo
a SpazioTeatrio
Domenica 17,
SpazioTeatrio ripropone
SanTremo, minifestival
sulla falsa riga del Festival
della Canzone italiana che
ogni anni richiama bambini
che vogliono mettersi in
gioco sbizzarrendosi in
performance artistiche di
ogni genere. Prove e
allestimento spettacolo ore
10.30-12. In scena alle 16.
Ingresso libero con
prenotazione obbligatoria:
022137660.
di G.D.D.
LIDEA Interessante iniziativa in questi giorni della boutique dabbigliamento di via Gramsci
Pirola, arte e moda... in vetrina
In mostra tra i manichini le opere della pluripremiata pittrice segratese Stella Bigaroli
Larte in vetrina, non un
modo di dire, a Segrate
Centro. linteressante ini-
ziativa della boutique Pi-
rola, storico negozio dab-
bigliamento di via Gramsci.
Che dalla scorsa settimana
ha impreziosito le proprie
vetrine con le opere della
pittrice segratese Stella Bi-
garoli, vincitrice di svariati
concorsi in Italia allestero
dove spesso espone. Stavol-
ta la mostra va in scena
tra manichini e, ovviamen-
te, vestiti: i dipinti sono in-
fatti curiosamente collocati
dietro le vetrine addobbat-
te per i saldi. L'idea sta-
ta quella di unire, senza ec-
cessive pretese, l'arte con la
moda - spiega la titolare
Eliana Pirola - due arti per
le quali il nostro Paese, l'Ita-
lia, riconosciuta in tutto il
mondo. Abbiamo voluto, in
questo modo fare conosce-
re ai nostri concittadini, e
non, questo talento segrate-
se. Confezioni Pirola, da
sempre in via Gramsci an-
golo via Grandi, uno dei
pi vecchi negozi segrate-
si, forse addirittura il pi
vecchio: conosciuto da
tutti e abbiamo una cliente-
la che viene anche da altri
Comuni dell'Est Milano.
Con questa collaborazione
abbiamo voluto dare un'im-
pronta "diversa" alle nostre
vetrine promuovendo un'ar-
tista che merita a nostro giu-
dizio di essere conosciuta.
SANFELICINEMA
Piazza Centro Commerciale San Felice
Tel. 02.7530019 - cinema@san-felice.it
14-24 FEBBRAIO
LA MIGLIORE OFFERTA
Gioved 14, venerd 15, sabato 16 ore
21,15 Domenica 17 ore 16 e 21,15
Drammatico, Italia 2012.
Durata: 2 ore e 4. Di Giuseppe
Tornatore. Con Geoffrey Rush,
Donald Sutherland. Virgil Oldman,
un eccentrico esperto d'arte, un uomo
schivo che si concede un solo lusso:
una camera privata in cui raccoglie
ritratti femminili da tutto il mondo. La
sua vita sar sconvolta da una donna fascinosa che lo
inviter nella sua villa per effettuare una valutazione.
LA PARTE DEGLI ANGELI
Gioved 21, venerd 22, sabato 23 ore
21,15 Domenica 24 ore 16 e 21,15
Commedia, G.B./Fra/Bel/Italia 2012.
Durata: 1 ora e 46. Di Ken Loach.
Con Paul Brannigan, Roger Allam.
Robbie, Rhino, Albert e Mo sono tre
ragazzi e una ragazza delle periferia di
Glasgow, con un passato di violenza e
piccola criminalit. Quando Robbie,
diventato padre e deciso a cambiare vita, scopre di avere un
talento naturale per la degustazione del whisky, i quattro
sfruttano la passione dei ricchi collezionisti per concludere
un colpo ai limiti della legalit.
Tutto pronto per la festa di
Carnevale, sabato 16 febbra-
io? Stelle filanti, coriando-
li, trombette e travestimenti
stravaganti, a coprire strati
e strati di vestiti pesanti per
affrontare il freddo.
Ma a Segrate, non Carne-
vale senza la consueta sfila-
ta dei carri organizzata dai
ragazzi delloratorio San-
tAmbrogio ad Fontes e dal-
la famiglia Sirtori, in colla-
borazione con lassociazio-
ne culturale Il Quartiere e
con il patrocinio del Comu-
ne. La parata, come ogni an-
no, sfiler per le vie del Vil-
laggio Ambrosiano e di Ro-
vagnasco, sempre sotto loc-
chio attento della Polizia lo-
cale a controllare e regolare
il transito degli autoveicoli.
La partenza dei carri fis-
sata alle ore 14 dal sagrato
della chiesa in via Cardinal
Schuster al Villaggio Am-
brosiano. Larrivo previsto
a Cascina Commenda alle
ore 15, dove grandi e picci-
ni potranno gustarsi spetta-
coli di giocoleria, mimo,
equilibrismo e dove non
mancher il trucca bimbi,
pi in tema che mai, che per-
metter ai pi piccoli di
mascherare anche il viso.
Alle 17, poi, da non perdere
la sfilata delle maschere se-
guita da un dolce spuntino
con le tradizionali chiacchie-
re e t caldo per tutti. Nella
vicina ludoteca Mr. Mago-
rium, dalle 16 alle 18, Tem-
po C accoglier gli ospiti
con merenda calda, pallonci-
ni colorati e teatrino (ingres-
so libero con prenotazione
consigliata: 02.36572992;
347.9205988).
Per informazioni: www.co-
mu n e . s e g r a t e . mi . i t ,
02.26902261.
G.D.D.
CARNEVALE Il 16 organizzato dalloratorio, Il Quartiere e Comune
Al Villaggio e Rovagnasco
festa per grandi e piccini
INCONTRI Prosegue il ciclo di conferenze organizzato dalla Parrocchia
Credere? Parliamone
con Boncinelli e Ostellino
DIBATTITI A TEMA
SULLA LIBERT
Prossimo incontro, il 21
febbraio alle 21 con
Gaetano Boncinelli.
Nella foto Piero
Ostellino, giornalista del
Corriere della sera,
ospite il 14 marzo
prossimo nella serata
Pi comunicazione =
pi libert?.
Cultura e Spettacoli
Rubriche
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
La salute e sicurezza sui luo-
ghi di lavoro un tema mol-
to attuale, e tra i luoghi di la-
voro pi a rischio infortuni
ci sono sicuramente i cantie-
ri edili. Tra questi, non solo i
cantieri pi evidenti ben de-
limitati da recinzioni rosse,
ma anche le nostre abitazio-
ni quando decidiamo di svol-
gervi lavori di ristrutturazio-
ne. Spesso in questi lavori
vengono coinvolte diverse fi-
gure: il falegname smonta i
serramenti, il muratore de-
molisce e ricostruisce muri o
pavimenti, lidraulico modi-
fica impianti di bagni e cuci-
na, lelettricista sostituisce il
vecchio impianto elettrico, il
piastrellista e infine limbian-
chino ed ecco fatto, la vostra
casa si trasformata in un
cantiere in cui operano
contemporaneamente impre-
se e lavoratori autonomi.
Il Dlgs81/2008 e s.m.i., testo
unico in materia di sicurez-
za e salute nei luoghi di la-
voro, prevede lobbligo del
committente, soggetto per
conto del quale lopera vie-
ne realizzata, di vigilare sul-
la sicurezza dei lavoratori in
cantiere: quindi tutti noi
quando incarichiamo impre-
se o artigiani di fare un lavo-
ro.
Quali sono in particolare
gli obblighi del committen-
te nei cantieri in cui pre-
vista la presenza di pi im-
prese? Nominare un coordi-
natore per la sicurezza (tec-
nico abilitato) che dovr redi-
gere preventivamente il Pia-
no di Sicurezza e Coordina-
mento; trasmettere tale pia-
no a imprese o artigiani per
visione e accettazione, e infi-
ne vigilare sul cantiere in fa-
se di esecuzione dei lavori. Il
committente deve anche tra-
smettere le notifiche prelimi-
nari agli Enti di controllo, Asl
e Ispettorato del Lavoro e ve-
rificare lidoneit tecnica del-
le imprese, o in alternativa
pu nominare un Respon-
sabile dei lavori (tecnico
abilitato che pu anche coin-
cidere con il Coordinatore).
Eventuali controlli da parte
delle autorit competenti, Asl
e Ispettorato del Lavoro, o un
incidente sul cantiere, potreb-
bero comportare pesanti san-
zioni amministrative e anche
penali per mancati adempi-
menti normativi, non solo al
responsabile dellimpresa ma
anche al committente che
spesso neanche immagina di
avere responsabilit cos im-
portanti.
Studio di Architettura
Fiorentini Associati
info@fiorentiniassociati.it
Tel. 02.36727614
Via Borioli, 13 Segrate
www.fiorentiniassociati.it
di PATRIZIA FIORENTINI
LARCHITETTO RISPONDE
Sicurezza, quali
responsabilit quando
ristrutturiamo casa?
13 febbraio 2013
12
Si avvicina il periodo delle
settimane bianche e saranno
in molti a scegliere le nevi del-
le nostre montagne per tra-
scorrere un periodo di riposo
lontano dal frastuono e dal-
linquinamento della citt. Ma
attenti alle insidie del clima
montano.
Innanzitutto, non sottovaluta-
te il freddo, la principale mi-
naccia, perch, siccome la
temperatura diminuisce con la
quota di circa 6 gradi per km,
anche se siete partiti da casa
con una temperatura massima
di 10 gradi, vi dovrete atten-
dere, a 2.000 metri di quota,
una temperatura di circa 2 gra-
di sotto zero nelle ore pi cal-
de e 7-8 C sotto zero nelle
prime ore del mattino. Se poi
soffia un vento anche di appe-
na 10 km allora, il vostro cor-
po avr la sensazione di av-
vertire valori ancor pi bassi,
di 6-7 gradi circa, rispetto a
quelli appena citati. Inoltre in
montagna laria pi secca
perch anche lumidit dimi-
nuisce via via che si sale di
quota. Con laltitudine anche
la pressione atmosferica si ri-
duce rispetto al livello del ma-
re, del 20% a 2.000 m, 30% a
3.500 m e 60% a 4.000. La
minore pressione atmosferica
comporta anche una corri-
spondente riduzione della con-
centrazione dellossigeno: per
sopperire a questa carenza, il
cuore aumenta i battiti per in-
crementare la frequenza del
respiro e mantenere cos inal-
terata la quantit di ossigeno
fornita allorganismo per le
funzioni metaboliche. Tale so-
vrastimolazione dellappara-
to respiratorio ha benefici ef-
fetti sui sofferenti di asma, ma
non certo su quelli che soffro-
no di cuore. Laria di monta-
gna molto pulita e dalla sua
purezza traggono beneficio so-
prattutto coloro che soffrono
di allergie perch, in genere,
a quote superiori a 1.500 me-
tri circa, non si ha inquina-
mento da pollini. Ricordatevi
poi che a 2.000 metri circa i
raggi ultravioletti hanno una
concentrazione doppia che in
pianura, quindi pi facile
scottarsi. bene proteggersi
il viso con creme adeguate che
andranno impiegate anche per
evitare screpolature alle pelle,
causate dalleccessiva sec-
chezza dellaria di montagna.
Quali sono allora le quote
suggerite per il soggiorno in
montagna? Anziani, cardio-
patici,sofferenti di insufficien-
za coronarica, di angina pecto-
ris e di enfisema e gli ipertesi
dovrebbero soggiornare a quo-
te inferiori a 1.500 metri. Per
i sofferenti di asma sono inve-
ce consigliate le quote sui
1.500-2.000m, per meglio
sfruttare la stimolazione del-
lapparato respiratorio. Per a
quote superiori a 2.500-
3.000m la forte riduzione del-
lossigeno, specie se in con-
comitanza di sforzi intensi e
prolungati, pu causare il mal
di montagna che si manifesta
con: mal di testa, respiro ac-
celerato, cianosi, vertigini, in-
sonnia, brividi di freddo, nau-
sea, vomito e prostrazione fi-
sica. Colpisce particolarmen-
te chi va troppo in alto trop-
po in fretta (in auto, elicotte-
ro, funivia, marce veloci).
di MARIO GIULIACCI
PAROLA AL COLONNELLO
Montagna salutare
per attenti ad alta
quota e patologie
Scandali, scandali Ogni
giorno e di ogni tipo. Ora
quelli di Monte dei Paschi e
Saipem. Domani, chiss.
Scandali che determinano tur-
bamento nella sensibilit del-
la morale pubblica: scandali
che coinvolgono la politica,
la pubblica amministrazione,
la finanza, imprenditori, sin-
dacati, la Chiesa, la giustizia,
la sanit. Scandali che si ma-
terializzano con furti, truffe,
raggiri, corruzione, tangenti,
sfruttamento, circonvenzione
di incapaci, violenze nei con-
fronti di donne e bambini, de-
gli indifesi e degli indigenti,
di chi non ha voce in capito-
lo. Tutto e sempre in nome
del dio denaro. Scandali per
connivenze tra Stato e orga-
nizzazioni criminali. Ogni
giorno la solita solfa che av-
vilisce e fa venire il voltasto-
maco. Incredibile, Ma co-
me possibile...?, Pensa
te, Ci mancava anche
questa le nostre reazioni, al-
meno di chi ha ancora la for-
za di reagire. Ormai abbiamo
paura ad accendere la radio e
la televisione, ad aprire i gior-
nali o a consultare il web. Vi-
viamo tra i furbi, tra chi
cerca di farla franca. I loro
volti sono spesso quelli che
frequentiamo, di cui aveva-
mo fiducia e che magari ab-
biamo votato. Scandali che
erodono la fiducia e che av-
volgendoci nel pessimismo
ci tolgono la speranza in un
mondo normale, migliore.
Siamo preda di indignazione,
rabbia e frustrazione che
montano di fronte alla sfac-
ciataggine di chi, mentre
stato colto con le mani nella
marmellata e si
sta succhiando
ancora le dita,
smentisce e accu-
sa gli altri. Vicen-
de che quasi ci
anestetizzano e
ci tolgono la for-
za di lottare per
un cambiamento.
Eppure non biso-
gna, non si pu
mollare. Perch,
come dice il Van-
gelo, oportet ut
scandala eveniant ( utile,
opportuno, che gli scandali
vengano a galla) perch ci
aprono gli occhi sul mondo
che viviamo e che abbiamo
costruito. Ma fino a quando?
Comunque, non intervenire
significa continuare a vivere
in mezzo ai miasmi, peggio-
rare la situazione lasciando ai
nostri figli un mondo invivi-
bile.
No, gli scandali ci devono dar
la forza di reagire per bonifi-
care finalmente la nostra vi-
ta pubblica e privata. A co-
minciare da noi stessi.
VISTA DAL Pep
Scandali, sempre scandali
Basta! ora di bonificare
di Beppe Maseri
Se avete letto lo scorso nu-
mero di Segrate Oggi, sa-
pete gi che le scuole segra-
tesi sono state certificate dal
Rapporto della qualit del-
le scuole in Lombardia,
stilato dallautorevole rivi-
sta Tuttoscuola, come le
migliori scuole della Pro-
vincia di Milano (su quelle
di 68 Comuni lombardi
analizzate).
Riprendo il discorso perch,
in qualit di mamma, la co-
sa non pu che farmi piace-
re, considerando il fatto che
la scelta di iscrivere mio fi-
glio in una scuola primaria
di Segrate, allepoca, non
stata per niente semplice.
Infatti, avendo frequentato
per varie ragioni la scuola
materna a Milano, ero in-
decisa se fargli proseguire
il percorso di studi l, insie-
me ai suoi amichetti di al-
lora, oppure iscriverlo qui.
Alla fine ha vinto il buon
senso e lho mandato nella
scuola vicino a casa, sia per
evidente comodit (fatevi
voi la Cassanese verso Mi-
lano nellora di punta!), sia
perch credo che sia molto
importante per un bambino,
a livello umano, farsi degli
amici con cui crescere nel
luogo di residenza, nel suo
ambiente. E, poi, non di-
mentichiamo che la scuola
(soprattutto quella pubbli-
ca) la fanno le insegnanti.
Ho pensato: Proviamo,
limportante che abbia
delle valide maestre. Dun-
que, la notizia che le scuo-
le di Segrate siano state va-
lutate (per qualit delle
strutture, offerta didattica,
fondi a disposizione, risul-
tati degli alunni, dispersio-
ne scolastica, rapporto di
studenti per classe e per al-
tri parametri) al primo posto
tra quelle della Provincia di
Milano, ha confermato que-
sta mia idea, rasserenando-
mi parecchio, in quanto
penso di avere preso la de-
cisione giusta per mio fi-
glio. Perch diciamolo
sostanzialmente noi mam-
me ci troviamo tutti i gior-
ni a dover compiere delle
scelte al posto dei nostri fi-
gli (finch sono piccoli,
ovvio), ma non sempre ab-
biamo la certezza che sia-
no le pi adatte per loro.
A volte scegliamo e...
speriamo. Qualche gior-
no fa, sono stata in Comune
a farmi spiegare un po di
cose riguardo a questo ec-
cellente risultato. Dovete
sapere, infatti, che il Comu-
ne di Segrate costante-
mente e assiduamente in
contatto con i dirigenti sco-
lastici e i progetti per il
prossimo futuro sono mol-
ti e importanti, tutti volti a
rendere - sempre di pi - la
scuola a misura di bambi-
no, per far s che lambien-
te scolastico, sempre pi,
sia luogo ideale per la cre-
scita psicofisica dei nostri
figli. Beh buona scuola a
tutti!
di ANTONELLA PFEIFFER
LA VOCE DELLE MAMME
Una scuola a misura
di bambino. Questa
la scelta dei genitori
Antonella Pfeiffer
scrittrice e blogger. Puoi
scriverle allindirizzo
redazione@segrateoggi.it
o visitare il suo sito:
www.lavocedellemamme.it
13
13 febbraio 2013
Penna al lettore
NUMERI UTILI
Polizia Locale: 02.2693191
Carabinieri Segrate:
02.2133721
Enel: 800.900.800
Aem: 800.199.955
Carabinieri: 112
Vigili del fuoco: 115
Guardia di Finanza: 117
Soccorso stradale: 116
Amsa: 800.33.22.99
Ufficio per l'Impiego:
02.9559711
San Marco riscossione
tributi: 02.26923026
Trenitalia: 848.888.088
Misericordia Segrate:
02.2139584 / 02.26920432
Radiotaxi Martesana: 2181
Cimitero: 02.26920638
Poste: via Conte Suardi 69
tel. 02.26954814
Spi-Cgil: 02.2136311
Associazione segratese
Lotta al Cancro: 02.21871332
Pronto Farmacie:
800.80.11.85
Atm: 800.80.81.81
MUNICIPIO
Tel. 02.269021 (20 linee)
S@C: lun-merc-gio 8.00-
12.15/13.15-15.00; mar 8.00-
12.15/13.45-17.30
venerd: 8.00-12.45
OSPEDALI
Cernusco: 02.923601
San Raffaele: 02.26431
Melzo: 02.951221
ASL ROVAGNASCO
02.92654.01-02-03
Orari: lun-mar-gio 8.30-13/
14-16; mer-ven 8.30-13
Consultorio familiare:
02.92654907
FARMACIA NOTTURNA
Il servizio svolto dalla
farmacia comunale di
Pioltello in via Nenni 9
02.2136198
GUARDIA MEDICA
Melzo.: 02.95.12.21
Pioltello: 02.92103610
RACCOLTA RIFIUTI
Amsa: 800.33.22.99
Centro raccolta differenziata
via Rugacesio: da lun a sab 9-
12; 15-18.00. Tel.02.2136486
BIBLIOTECA CIVICA
via degli Alpini 34
Orari: 9,30-12,15-14,00-
18,30. Chiusa il luned,
domenica e gioved mattina.
Tel. 02.21870035
ORARI SS. MESSE
S. Stefano - Segrate Centro
Fer.: 8,30-18,00. Fest.: 8,00-
10,00 - 11,30 -18,00 - Prefestivi
18. Tel. 02.2131016
SS. Carlo e Anna - S. Felice
Fer.: 9,00-18,00. Fest.: 10,00-
11,30 -18,30. Prefest.: 18,30.
Tel. 02.7530325
Beata Vergine Immacolata
Lavanderie
Fer.: 17. Fest.: 8,30-10,30-18.
Prefestivi: 18.
Tel. 02. 2136535
S. Alberto Magno - Novegro
Fer.: 17 - Fest.: 8 -10,30.
Prefest.: 18 (Tregarezzo). Tel.
02.7560204
Dio Padre - Milano Due
Fer.: 7,30. Merc. 18,30. Fest.:
11-19. Prefest.: 18.30.
Tel. 02. 2640640
Madonna del Rosario
Redecesio
Fer.: 18,00. Prefest.: 18,30
Fes.: 8,30 (chiesetta S.
Ambrogio)-10,00-11,00-18.30.
Tel. 02.2138808
S. Ambrogio ad Fontes -
Villaggio Ambrosiano
Fer.: 8,30-18. Fest.: 8,30-10-
11,30-18,30. Pref.: 18,30.
La citt a portata di mano CERCO LAVORO
-Ragazzo Italiano 45 anni,
appartenente categorie pro-
tette, cerca lavoro come cu-
stode, centralinista, fattori-
no o altro, referenziato, Die-
go 3382744214 (13/2)
-Infermiera Professionale,
decennale esperienza ospe-
daliera, si offre per assisten-
za domiciliare. Tel. 347-
4979242 (13/2)
-Studentessa universitaria
impartisce lezioni di tede-
sco, inglese e francese ad
alunni delle scuole medie e
del biennio superiore. Of-
fresi anche come aiuto com-
piti. Tel. 339-4575788
(13/2)
-Studente universitario lau-
reato in Economia imparti-
sce ripetizioni di matemati-
ca e inglese per ragazzi di
medie e superiore. Automu-
nito grande professionali-
t ed elasticit di orario. Tel.
349-7172860 (13/2)
-Laureata lingue e letteratu-
re straniere (inglese e tede-
sco), esperienza insegna-
mento e tutor, offre soste-
gno a studenti scuole medie
inferiori e superiori per ma-
terie umanistiche. Tel. 348-
7866300 (13/2)
-Studenti Cattolica e Bicoc-
ca di Economia vendono te-
sti universitari usati in otti-
me condizioni a prezzi con-
venienti. Tel. 349-7172860
(13/2)
-Signora italiana di 42 anni
mamma di due bimbe di 8 e
11 anni offresi come baby-
sitter. Tel. 338-6441705
(30/1)
-Signora italiana cerca lavo-
ro come lavapiatti o presso
impresa di pulizie. Disponi-
bile subito, massimo impe-
gno. Tel. 339-432160 (30/1)
-Giovane mamma di 37 an-
ni, residente in segrate di-
sponibile dalle ore 8.30-
15.00 come baby-sitter. Tel.
-Vendo mountan byke mar-
ca Atala usata poco a euro
50. Tel. 340-5497639 (30/1)
-Disoccupata, italiana, 42
anni, cerco lavoro in San Fe-
lice o Segrate: commessa,
segretaria, baby sitter/aiuto
compiti, assistenza persone
anziane autosufficienti. Im-
mediatamente disponibile.
Tel. 333-4159493 (30/1)
-Signora 35enne con espe-
rienza in bollettazione, fattu-
razione e pratiche dufficio
cerca lavoro, immediata-
mente disponibile. Tel. 346-
6105355 (30/1)
- Signora referenziata e con
esperienza, diploma A.S.A.
e documenti in regola offre-
si per assistenza anziani, ba-
by-sitting, stiro e pulizie ap-
partamenti o condomini.
Tel. 333-8296067 (30/1)
-Signora italiana con espe-
rienza offresi per pulizie
condomini/uffici. Tel. 02-
2138793 (30/1)
VENDO-AFFITTO
-Privato affitta trilocale arre-
dato al primo piano con ter-
razzo in villa al Villaggio
Ambrosiano. Euro 650 con
possibilit di impiego come
colf. Tel. 393.1859490
(13/2)
-Box doppio, affitto o vendo
in via 1 Maggio a Segrate.
Lungh. 11 metri per 2,7
largh., due posti auto + spa-
zio per eventuale magazzi-
no. Libero subito e visibile
su richiesta. No agenzie.
Tel. 348-8909006 (13/2)
-Vendo a Liscate villa sin-
gola su due livelli.Soggior-
no cucina abitabile riposti-
glio bagno; 3 camere bagno
e solaio; box triplo taverna
lavanderia bagno; Inferria-
te antifurto aria condiziona-
ta. Tel. 335-8098619 (13/2)
-Vendo girello deambulato-
re con seggiolino porta spe-
sa e porta borsetta, freni,
mai usato. Euro 120. Salot-
tino formato da 1 divano let-
to 3 posti con le 2 poltrone
+ tavolino in cristallo e ac-
ciaio Euro 200. Mobile an-
ni 70 con vetrinette, casset-
ti, porta televisione estrai-
bile, in noce color mogano
Euro 220. Tel. 338-2654176
(13/2)
-Affittasi piccoli locali indi-
pendenti uso ufficio in zona
centrale, vicinanze vecchio
comune, ideali per profes-
sionisti, piccole ditte, rap-
presentanti. Facile parcheg-
gio, prezzi interessanti. Tel.
340-5976398 (13/2)
-Vendo Enciclopedia Uni-
versale + Enciclopedia Ma-
glia e Cucito a euro 150. Tel.
02.2139292 ore pasti (13/2)
-Vendo (a Redecesio) pia-
noforte verticale di colore
nero lucido, in ottimo sta-
to. Euro 1.000. Tel
3488207061 (13/2)
-Vendo quadrilocale in Tor-
re a San Felice. Soggiorno,
grande cucina, 3 camere, 2
bagni, tripla esposizione.
Ottimo stato. Occasione da
privato a privato: solo
320.000 euro. Possibilit
box. Tel. 331-1302285
(30/1)
-Vendo lavandino in acciaio
con due vasche. Come nuo-
vo. Euro 50. Tel. 340-
5497639 (30/1)
-Affitto per stagione inver-
nale o vendo mansarda
Aprica, 3 locali pi servizi,
6 posti letto, settimo piano,
camino, bella vista, vicinis-
simo campi da sci, prezzo
interessante. tel 328
8410833 (30/1)
-Vendesi radio a valvola
funzionanti e antica macchi-
na da cucito a scomparsa
marca Singer, funzionan-
te. Tel. 338-4843773 (30/1)
ALTRO
-Milano 2, vendesi studio
dentistico, attivit trenten-
nale, due riuniti completi a
norma. Tel. 335-7052765
(13/2)
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Le inserzioni sono gratuite e vanno inviate allindirizzo:
Segrate Oggi - via Cellini 5, 20090 Segrate
Oppure possono essere spedite via fax al num. 02.2139372
o via email allindirizzo: mercatino@segrateoggi.it
Preghiamo di formulare inserzioni brevi.
La direzione del giorna-
le non si assume alcuna
responsabilit sul con-
tenuto delle inserzioni.
PROTESTA
Via Lambretta?
Meglio via Ducati
Egregio signor sindaco,
ieri, per caso, sono passato
sulla tangenzialina che colle-
ga la via Redecesio con Mi-
lano, conosciuta dai segrate-
si come tangenzialina Chin-
demi per l'impegno promos-
so dal signor Gaetano Chin-
demi alla sua realizzazione,
e ho notato la tabella segnale-
tica che portava il nome di
via Lambretta! Le confes-
so che sono rimasto veramen-
te interdetto. Non mi sarei
mai aspettato che una via cit-
tadina venisse nominata con
il nome di un mezzo che,
penso, solo persone della mia
et possono ricordare. Perch
non chiamarla Ducati? Se
non altro, i giovani la potreb-
bero localizzare meglio nel
mondo dei motori! Se inve-
ce il nome doveva indicare la
via per quello spazio degra-
dato e fatiscente che ora l'ex
stabilimento Innocenti, dove
la Lambretta veniva costrui-
ta, forse era meglio evitarlo!
Quello spazio oramai vuoto
ci ricorda uno dei pi cocen-
ti fallimenti industriali: mi-
gliaia di lavoratori disoccu-
pati e, non ultima, una delle
pi sporche collusioni politi-
co-affaristiche tra lo stato e il
signor De Tomaso che ci
costato miliardi di lire (vec-
chie, ma sempre valide) spa-
rite nelle tasche pi dispara-
te! Per questa ragione il ri-
cordare un prodotto di quel
tempo, legato a tutto ci che
ha rappresentato, personal-
mente, non mi sembrato
molto felice. Perch, allora,
se si voleva intitolare la stra-
da a un qualcosa di non pi
reale, non la si chiamata
Sbirulino dal personaggio
dell'amata Sandra Mondaini
o, addirittura a Zeffirino da
Segrate di un'altra segrate-
se, Anna Olcese?
Gilberto Guadagnini
ANNI VERDI
Non sfrattiamo
i nostri anziani
Buongiorno,
vi scrivo perch vorrei par-
larvi di mio pap, un bravuo-
mo, un uomo che si fatto da
solo, che ha creato unazien-
da dal nulla, che poi ha por-
tato avanti per quarantanni
insieme a mia madre. Un uo-
mo che si meritato la pen-
sione e il riposo che spetta a
tutti coloro che a 65 anni si
Allindirizzo: Redazione Segrate Oggi
via Cellini 5, 20090, Segrate
Con una mail a: redazione@segrateoggi.it
Inviando un fax al numero: 02.2139372
SCRIVETE A SEGRATE OGGI:
ritrovano con quarantanni di
lavoro alle spalle. Ebbene, do-
po aver lavorato una vita dif-
ficile stare senza far nulla, ed
stato cos che ha deciso di
prendere parte ad unassocia-
zione: Anni Verdi. S, per-
ch a Segrate ci sono tanti
gruppi, tante iniziative, il no-
stro Comune davvero vici-
no ai suoi cittadini e io per
questo lo voglio ringraziare.
Ma se si guarda bene, ci si ac-
corge che in realt il Comu-
ne punta tutto sui giovani
e gli anziani? Beh, gli anzia-
ni vengono sfratt ehm...
spostati. Gi, perch que-
sto che successo a mio pap
e a tutti gli iscritti dellasso-
ciazione Anni Verdi. Entro
sabato devono lasciare il po-
sto che occupano e trasferirsi
in via... Ops! Non hanno un
posto dove trasferirli, almeno
fino a maggio. A questo pun-
to mi chiedo: giusto? Non
credo. Tutti gli altri Comuni
nei dintorni fanno in modo di
preservare questo immenso
patrimonio culturale che so-
no gli anziani. E noi a Segra-
te invece li ostacoliamo, qua-
si fossero un fastidio. Che poi,
che faranno mai? Passano le
loro giornate a farsi compa-
gnia giocando a carte e a boc-
ce. (...) Purtroppo in questo
momento in Italia vige la leg-
ge del chi non ha soldi, non
nulla. Ma mi chiedo: giu-
sto alimentare questa legge?
Beh, trattandosi di mio pap
forse un po di parte lo sono,
lo ammetto, ma io dico di no.
E vi chiedo di far qualcosa
per tutti gli iscritti dellasso-
ciazione Anni Verdi, che
nonostante tutto non si per-
mettono di parlare n di chie-
dere nulla. E allora parlo io
per loro, e per loro vi chiedo:
vi prego, non mettiamoli da
parte.
Silvia Benaglio
Cara Silvia, pubblichiamo il
suo accorato appello a favo-
re dellassociazione Anni
Verdi ma, senza fare da av-
vocati difensori del Comune,
qualche precisazione dove-
rosa. Lassociazione - che pe-
raltro non stata ancora spo-
stata dalla sede di via 25
Aprile - di fatto non esiste pi
dallo scorso ottobre. Cio da
quando si dimesso il presi-
dente Mario Brunelli. Il Co-
mune ha invitato gli ex ade-
renti a riorganizzarsi sotto
forma di onlus per poter ot-
tenere la gestione del campo
da bocce e delle vicine barac-
che da loro create (che abbia-
mo visitato, molto ben tenu-
te), dietro a un affitto simbo-
lico di 10 euro al mese. Il pro-
blema che, come ci hanno
spiegato gli stessi frequenta-
tori del campo, nessuno vuo-
le fare... il presidente. Senza
mettersi in regola, tuttavia, il
Comune non potr rinnova-
re il contratto di affidamento
agli anziani di Anni Verdi:
il campo sarebbe cos lascia-
to aperto, ma senza le
strutture predisposte dagli an-
ziani stessi, che gli garanti-
scono una pi confortevole
attivit. Da parte nostra, spe-
riamo che si possa trovare
una soluzione per far rivive-
re lassociazione e permette-
re ai pensionati (erano 120
gli iscritti) di continuare a uti-
lizzare lo spazio per passare
serenamente il loro tempo li-
bero. Anche perch, tra le al-
tre cose, ricordiamo lattivi-
t meritoria dellassociazione
sul territorio: basti pensare
che lo scorso anno lintero
avanzo di bilancio (pi di
1.000 euro) fu devoluto alla
Misericordia di Segrate.
AL VILLAGGIO
Una vergogna il
recapito della posta
Sono un abitante del Villag-
gio Ambrosiano e devo se-
gnalare lassoluta inettitudi-
ne degli addetti alla distribu-
zione della posta. Passano
diversi giorni senza che la
posta venga consegnata, e
quando ci avviene, spesso
recapitata agli indirizzi
sbagliati. in atto una vera
e propria ridistribuzione a
opera dei volonterosi abitan-
ti del quartiere. Alle nostre
reiterate telefonate di prote-
sta, otteniamo risposte evasi-
ve e a volte irresponsabili.
Cosa dobbiamo fare per un
servizio decoroso e puntua-
le?
Luigi Finazzi
SEDE: Via Roma, 11 - 20090 Segrate (MI). Tel: 02.2138900
FILIALE: Via XI Febbraio, 17 - Vimodrone (MI)
TEL: 02.25007147 E-MAIL: info@csn-assicuratori.it
Agenzia Generale SEGRATE
Cordini, Sardi e Nasisi
Assicuratori dal 1974
14
13 febbraio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
La quiete prima della tem-
pesta. Volley Segrate vince
con un rotondo 3-0 contro il
fanalino di coda Colombo
Agliate. Una gara che fa da
apripista a un periodo da af-
frontare con la massima at-
tenzione. I ragazzi di Massi-
mo Eccheli dovranno sfidare
in un mese tre delle quattro
dirette inseguitrici: in ordine
cronologico Bollate, Manto-
va e Montecchio, in un tour
de force che si concluder il 3
marzo. La partita contro
Agliate vedeva sfidarsi la pri-
ma in classifica (13 partite
vinte, una persa) e lultima
(una vittoria e 13 sconfitte).
La partita non ha avuto sto-
ria. I parziali vedono Segrate
vincente 25-10, 25-21 e 25-
20. In un palazzetto gremito,
i leoni gialloblu partono in
quarta. I ragazzi di Eccheli
sono determinati a chiudere
il match in breve tempo, su-
bito 8-1 al primo time out tec-
nico, 16-4 alla seconda pausa.
Entrano Tescaro ed Erati per
i titolari Sbertoli e Pizzileo,
ma la musica non cambia.
Grazie al buon lavoro a muro
e servizio, i padroni di casa
chiudono il set con un imba-
razzante 25-10. Dopo un pun-
teggio del genere, ecco arri-
vare il calo fisiologico. Ec-
cheli chiama time out sul 2-
5 per Agliate. Segrate tenta la
rimonta, e grazie al buon lavo-
ro del libero Di Maulo (ottimi
recuperi e buona costruzione
di gioco) 11-11. Lesperta
coppia Max Russo (nella fo-
to)- Riccardo Spairani porta
Segrate sul 16-14. I gialloblu
gestiscono bene il set, elimi-
nando gli errori in battuta.
Russo sigla un primo tem-
po vincente e il set si chiude
25-21. Il terzo set inizia co-
me fotocopia del primo. Sul
5-1 coach Iosi chiama time
out, e questo sembra funzio-
nare perch Agliate si porta
sull8-7. La superiorit di Se-
grate a muro tale che il pun-
teggio si converte in un 13-8.
Al secondo time out tecnico,
il tabellone luminoso segna
16-9, preludio al 25-20 finale.
Felice coach Eccheli a fine
match: Questa doveva esse-
re una partita da vincere 3-0,
cos stato. Avevamo il do-
vere di portare a casa sei pun-
ti dalle ultime due uscite, per-
ch ora ci aspetta un mese to-
stissimo. Nei prossimi trenta
giorni dovremo giocare quat-
tro partite, una pi difficile
dellaltra, e dovremo farci tro-
vare ogni volta concentrati e
pronti. Come concentrati e
pronti si sono fatti trovare i
due giovanissimi Tescaro
ed Erati. Soddisfatto Ecche-
li: Questi due ragazzi sono
entrati nel primo set quando
il punteggio segnava 16-4, di-
mostrando di non sentire la
pressione. Hanno giocato be-
ne, liberi dalle preoccupazio-
ni. Sono soddisfatto dal lavo-
ro svolto da Alex (Erati) che
ha chiuso il match con quat-
tro punti e il 50% in attacco.
A.C.
CLASSIFICA serie B2: Vol-
ley Segrate 43; Montecchio
39; Bollate 33; Conto Italiano
Mantova 32; Bedizzole 26;
Viadana Mantova 24; Gor-
gonzola 19; Costa Volpino 18;
Volley Milano 17; Agricola
Isola 10; Bellusco, Avesani 7;
Agliate 4
Mai cos in alto. La Gamma
Basket scala la vetta del
campionato di basket di se-
rie D, andando a vincere 63-
67 sul difficile campo di So-
cial Osa sfruttando lo scivo-
lone della diretta avversaria
Basketown. Venerd pome-
riggio gli occhi erano pun-
tati sul campo della Bocco-
ni Sport Team, impegnata a
battagliare con la capolista
Basketown. Gli universitari
in tenuta arancione si fanno
beffa dei primi in classifica
vincendo con un sonoro 65-
51. In casa Gamma si stro-
picciano gli occhi incredu-
li. Loccasione buona per
raggiungere la vetta e dominare il campio-
nato. I ragazzi di coach Michele Colombi si
apprestano cos ad affrontare lOsa sul suo
difficile e freddissimo (letteralmente) cam-
po. I muscoli fanno fatica a sciogliersi, e co-
s anche il gioco. Bisogna aspettare per ve-
dere emozioni forti, e queste arrivano alle
battute finali. Cos racconta il presidente del-
la Gamma Roberto Biraghi: Abbiamo vin-
to di 4 una partita difficile come da pronosti-
co. I ragazzi hanno giocato male dal punto
di vista tecnico, ma hanno dimostrato gran-
de carattere. La partita stata giocata alla pa-
ri fino alle battute finali, tutto si risolto ne-
gli ultimi 40 secondi. Sopra di cinque pun-
ti, il giallorosso Farina commette fallo su un
tiro da tre punti tentato da Social Osa. Il lun-
go segratese protesta, larbitro assegna due
tiri liberi supplementari per fallo tecnico. Cin-
que tiri a cronometro fer-
mo per i milanesi, che im-
pattano a quota 63. A que-
sto punto la Gamma tira
fuori il carattere, marchio
di fabbrica dei ragazzi al-
lenati da Colombi. I gial-
lorossi rubano palla su due
rimesse di Social Osa, Fa-
rina e Polo segnano i libe-
ri guadagnati con capar-
biet. La partita si chiude
63-67. Abbiamo assisti-
to alla solita partita di Se-
grate, una gara di caratte-
re - riprende il presidente
- venerd saremo impe-
gnati contro Mojazza, ri-
velazione del girone. In-
tanto ci godiamo il primo posto, in attesa che
i giocatori tornino nella miglior condizione.
Polo, anche se non al top della forma, una
pedina importante del nostro gioco, giusto
sottolinearne il forte carattere e la voglia di far
bene. Ottimo lavoro da parte degli Under, Ta-
vazzi e Bottan. Quando Colombi li chiama,
loro si fanno trovare pronti. Ora che siamo
primi in classifica tutti ci sfideranno giocan-
do al meglio, noi dovremo essere capaci di
mantenere il primato, ad ogni costo.
Alessandro Cassaghi
Classifica serie D regionale: Gamma Ba-
sket, Basketown 30; SantAmbrogio 26; Boc-
coni, Mojazza 22; Lodi 20; Casalbasket, So-
cial Osa, Varedo 18; Paderno, Melzo, Colo-
gno 16; San Carlo, San Pio X 14; Rho, Bres-
so 4.
BASKET Basketown ko e i segratesi battono 67-63 lOsa in extremis
E al suonar della sirena
la Gamma capolista
VOLLEY Squadra sempre in testa, in attesa del decisivo tour de force
Segrate ha fatto il pieno
di punti ed autostima
F
O
T
O
S
A
L
A
Sport
CALCIO /3A CAT Una partita molto equilibrata tra il folkloristico tifo dei bulgari, decisa dal penalty a met del primo tempo
Rigore (generoso), il derby del Marek
La Fulgor, allaltezza del forte avversario, crea occasioni, centra la traversa e lamenta a sua volta un rigore non concesso
Latteso derby di ritorno fra
Fulgor e Marek si chiude con
lo stesso risultato dellanda-
ta (0-1), ma a far festa questa
volta sono i bulgari di Nove-
gro, che portano a casa una
vittoria importante al termi-
ne di una partita combattuta
e ricca di polemiche.
E grazie a questo successo il
Marek raggiunge il San Vito
Tribiano in testa alla classifi-
ca con 34 punti. Pi di un
centinaio di spettatori, di cui
almeno met erano rumoro-
si e folkloristici sostenitori
del Marek, hanno assistito a
una partita equilibrata, tesa
ma poco spettacolare, anche
per lalta posta in palio. Le
due squadre si sono affron-
tate con molta attenzione,
cercando di concedere il me-
no possibile allavversario.
Nel primo tempo il Marek
apparso pi manovriero, ha
tenuto maggiormente la pal-
la, aspettando il momento
giusto per colpire. La Fulgor
ha aspettato la squadra ospi-
te, ma ogni volta che riu-
scita ad affacciarsi nella me-
t campo avversaria si resa
pericolosa, colpendo anche
una traversa su calcio di pu-
nizione.
Il primo episodio chiave
stato a met primo tempo,
quando il giovane arbitro del-
la gara ha concesso un rigo-
re al Marek per un fallo di
mani in area della Fulgor ap-
parso abbastanza involonta-
rio (oltre che da distanza rav-
vicinata). Il rigore stato tra-
sformato, per la gioia dei ti-
fosi ospiti sugli spalti e con
tutti i giocatori del Marek che
sono andati a festeggiare ver-
so la propria panchina.
La compagine di Ivan Tom-
masello ha provato a reagire
costruendo un paio di oppor-
tunit in chiusura di tempo.
Nella ripresa il Marek ha ar-
retrato decisamente il bari-
centro, aspettando la Fulgor
nella propria met campo. E
alla mezzora del secondo
tempo c stato il secondo
episodio chiave della parti-
ta: Scopa, uno dei migliori
dei suoi, stato atterrato in
area del Marek mentre stava
calciando a rete, ma larbitro
questa volta non ha indicato
il dischetto, fra le proteste vi-
branti di tutta la squadra di
casa.
Nellultimo quarto dora la
Fulgor ha avuto un altro pa-
io di occasioni, di cui una
clamorosa con Foti, ma il
portiere del Marek ha fatto
buona guardia permettendo
alla sua squadra di portare a
casa la prima vittoria nel der-
by.
A fine partita sia il presiden-
te Mario Brunelli che Ivan
Tommasello sono apparsi
contrariati per la direzione di
gara del giovane arbitro, ol-
tre che delusi dal risultato.
Il presidente della Fulgor ha
cos commentato: Abbiamo
perso per un rigore inesisten-
te e avremmo certamente
meritato il pareggio, soprat-
tutto per quanto costruito nel
secondo tempo. Larbitro mi
sembrato troppo giovane e
inesperto. Ora diventa diffici-
le, soprattutto per la distan-
za dal secondo posto.
Anche mister Ivan Tomma-
sello, che ha sostenuto i suoi
ragazzi per tutta la partita ed
entrato in campo solo nel-
lultimo quarto dora, non ha
certamente gradito larbitrag-
gio: Il rigore su Scopa ci
sembrato nettissimo, stato
toccato mentre stava calcian-
do a rete. Uno prepara per
mesi una partita e poi tutto il
lavoro viene rovinato da due
decisioni arbitrali molto di-
scutibili Peccato perch,
pur soffrendo un po a cen-
trocampo, abbiamo comun-
que costruito delle buone oc-
casioni e non avremmo me-
ritato di perdere. Nel secon-
do tempo abbiamo chiuso il
Marek nella propria met
campo e alla fine usciamo
sconfitti per un mezzo tiro in
porta. Non ho comunque nul-
la da rimproverare ai miei ra-
gazzi, che hanno dato tutto.
Ora dobbiamo comunque fa-
re di tutto per rialzarci.
La classifica per la Fulgor si
fa pi complicata, soprattut-
to per la distanza dalla secon-
da posizione che attual-
mente di 12 lunghezze (ma
con una gara da recuperare):
se a fine torneo dovessero es-
serci pi di nove punti fra la
seconda e la terza, questo to-
glierebbe la possibilit di di-
sputare i play-off. Il Marek
pu invece trarre sicuramen-
te ancora pi carica da questa
vittoria e continuare la pro-
pria ascesa in classifica, in
un testa a testa con il San Vi-
to Tribiano che si preannun-
cia emozionante fino al ter-
mine della stagione.
Nel prossimo turno la Fulgor
dovrebbe giocare contro il
Peschiera, ma la partita po-
trebbe non disputarsi perch
il Peschiera sta probabilmen-
te ritirando la squadra dal tor-
neo. Il Marek invece riceve-
r il Golden Ausonia, fanali-
no di coda del torneo.
Giacomo Lorenzoni
CLASSIFICA: San Vito Tri-
biano 34, Marek 34, Fulgor
Segrate 22, Dindelli 21, Vir-
tus Real Milanese 19, Sacro
Cuore Lambrate 15,
A.L.G.O. 15, Franco Scario-
ni 14, San Giorgio Limito 12,
Mecenate 10, Peschiera Bor-
romeo 9, Macallesi 9, Gol-
den Ausonia 7.
Ci stiamo comportando be-
ne, siamo quarti nel girone
D dove ci sono squadre co-
me Enotria, Cimiano e Al-
cione..., dice quasi... en pas-
sant Riccardo Premoli, 28
anni, laurea in Scienze Giu-
ridiche, ex calciatore dilet-
tante (era un regista) e re-
sposabile della formazione
Giovanissimi Regionali 1999
della Polisportiva Citt di Se-
grate. Non male, osserviamo
noi, magari qualcuna di que-
ste squadre di prestigioso
censo alle vostre spalle...
No - sorride Premoli - la
classifica glielho detta nel-
lordine. Allora i compli-
menti sono strameritati. An-
che i Giovanissimi Regiona-
li costituiscono motivo di le-
gittimo orgoglio del fiorente
vivavio della Polisportiva.
Unesperienza - dice Pre-
moli - che mi appasiona. An-
chio sono alle prime armi
dopo aver conseguito in esta-
te il patentino di allenatore
regionale. La squadra sta-
ta allestita dalla societ, che
ringrazio, dopo uno stage al
quale ho partecipato anchio
e devo covenire che i diri-
genti mi hanno messo a di-
sposizione un bellorganico
con il quale stiamo lavoran-
do bene.
E che vi sta dando anche
buone soddisfazioni...
Senza dubbio, anche se i
programmi tecnici iniziali
erano e restano il manteni-
mento della categria. A que-
sto livello per la maggior
soddisfazione veder cre-
scere i ragazzini sotto il pro-
filo tecnico, ma anche uma-
no. Imparano a fare gruppo,
maturano il senso di apparte-
nenza, a lottare tutti insieme
per lo stesso traguardo.
davvero gratificante toccare
con mano la loro crescita
quotidiana. La cosa pi bel-
la vedere che ti seguono
con impegno ed entusiasmo,
che tu, la societ, diventi un
loro importante punto di ri-
ferimento.
Non sar stato facile vara-
re la nave...
Meno difficile di quanto
pensassi. Limportante sta-
bilire subito delle regole e
farle rispettare. Il resto viene
da s... E la truppa si autori-
carica anche grazie ai buoni
risultati.
Ci sono elementi che pro-
mettono bene?
A questa et difficile e an-
che pericoloso sbilanciarsi,
perch c chi precoce nel
manifestare il proprio talen-
to, chi lo manifesta un po
pi tardi. Difficile quindi da-
re giudizi. Per si vede su-
bito chi pi portato di un
altro a fare il calciatore.
Come si articola la vostra
settimana e quando gioca-
te?
In genere un paio di alle-
namenti alla settimana nei
quali, e questo significati-
vo, le defezioni sono mini-
me anche perch poi tutti ci
tengono a giocare. E se non
ti alleni non puoi giocare.
Questa la regola ferrea, an-
che per rispetto degli altri.
La partita la disputiamo la
domenica mattina, al Gius-
sani, sul sintetico, quando
giochiamo in casa. Se inve-
ce siamo in trasferta diamo
alle famiglie dei ragazzi lin-
dirizzo del campo che ci
ospiter, dove arrivano ac-
compagnati dai genitori o dai
parenti. Le partite a questi
livelli sono articolate in due
tempi di 35 minuti ciascu-
no.
Come evolver la stagione?
Siamo nei piani alti della
classifica e speriamo di re-
starci il pi a lungo possibi-
le. Il tempo necessario per
entrare nei playoff che spet-
tano ai secondi, terzi, quarti
e quinti della classifica. Se
poi avremo la fortuna di su-
perare i playoff, entreremmo
nelle finali regionali. Meglio
non fare voli pindarici. Con-
centriamoci sul presente.
E allora un sincero in boc-
ca al lupo. Comunque an-
dr a finire.
B.M.
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
15
13 febbraio 2013
Calcio
Altra partita, altra vittoria: e
si tratta della quinta conse-
cutiva. Ormai lascesa della
Polisportiva Citt di Segrate
appare inarrestabile e la
squadra di Alberto Omini
continua a tallonare da vici-
no la capolista La Spezia,
sempre a due punti di distan-
za. Nel diciottesimo turno,
terza giornata di ritorno, la
compagine giallobl si im-
posta con un perentorio 3-0
in casa del Crespi Morbio,
fanalino di coda della classi-
fica ma sempre temibile sul
proprio campo. Il risultato
non mai apparso realmen-
te in discussione, anche se
la squadra di casa aveva ini-
ziato la gara con molta de-
cisione; con il passare dei
minuti il gioco e il tasso tec-
nico della squadra giallobl
sono venuti fuori e hanno
prevalso su quello degli av-
versari. Grande protagoni-
sta della partita stato an-
cora una volta il gioiellino
Marco Sircana, autore di una
doppietta e dellassist fina-
le per la rete di Parigi. Tutta
la squadra ha comunque di-
sputato unegregia partita e
da evidenziare anche la
prestazione di Loconsole,
che ha giocato una partita di
grande sostanza in mezzo al
campo, mandando anche in
rete Sircana nel primo tem-
po. Mister Alberto Omini
non nasconde la sua soddi-
sfazione e guarda gi alle
prossime partite: stata
unaltra bella vittoria, su un
campo non facile. Ormai i
ragazzi hanno raggiunto la
consapevolezza nei propri
mezzi, quindi giocano in
scioltezza e hanno una gran-
de ambizione di fare bene.
la prima volta che sotto la
mia gestione riusciamo a
centrare cinque vittorie con-
secutive e questo un ulte-
riore motivo di orgoglio. Ora
ci aspettano quattro gare an-
cora pi difficili, contro
squadre forti come Linate,
Frog, Pantigliate e la capoli-
sta La Spezia. Queste parti-
te saranno fondamentali e ci
diranno veramente fin dove
possiamo arrivare. Nel
prossimo turno il Segrate
ospiter lo Sporting L&B,
attualmente terzo in classi-
fica a una distanza di quattro
lunghezze. Sar una partita
molto interessante, in cui la
compagine segratese cerche-
r di allungare ulteriormen-
te il proprio distacco dalla
pi diretta inseguitrice.
Giacomo Lorenzoni
Prossimo turno: domenica
17 febbraio, ore 15.00 (Cen-
tro sportivo Don Giussani,
Redecesio): Citt di Segra-
te-Sporting L&B
Classifica (Prima catego-
ria Lombardia - Girone
L): La Spezia 42, Citt di
Segrate 40, Sporting L&B
36, Calvairate 31, Sordio 29,
Real QCM 27, Frog Milano
24, Cernusco 24, Savorelli
22, Nuova Acop Zelo 21,
Pantigliate 20, Centro Schu-
ster 19, Villatavazzano 18,
Vidardese 16, Palazzo Pi-
gnano 16, Crespi Morbio 13.
CALCIO/ 1A CAT. Quinto successo consecutivo dei ragazzi di Omini a due punti dalla vetta
Segrate col pilota automatico
Sicurezza e... il solito Sircana
Marco Sircana,
18 anni. Con la
doppietta di
domenica sono
15 le reti in
stagione
Provetti nuotatori in gara in
citt. Si svolger domenica
17 febbraio, presso la pisci-
na di via Roma, il primo
Meeting Giovanile Team
Nuoto Citt di Segrate, or-
ganizzato con Sport Mana-
gement. Saranno impegna-
te sei corsie
nella vasca da
25 metri, con
il cronome-
traggio auto-
matico con
piastre a cura
della Federa-
zione Italiana
Cronometri-
sti. Il pro-
gramma delle
gare prevede la distanza dei
100 metri per i quattro stili
pi lo stile misto, i 200 sti-
le libero per gli esordienti
categoria A e i 400 stile li-
bero per la categoria Ra-
gazzi. L'invito a partecipa-
re aperto a tutte le socie-
t affiliate alla Fin (Federa-
zione Italiana Nuoto) e so-
no ammessi tutti gli atleti
appartenenti alla categoria
esordienti B, esordienti A e
Ragazzi. Al momento le
iscrizioni alle gare sono a
quota 300. Grande adesione
da parte degli esercenti se-
gratesi per liniziativa: il ri-
storante La Locomotiva, il
centro estetico Scintylla, la
Clinica del Sale, la gioiel-
leria Pelagatti, lerboriste-
ria LAlternativa, Nail Sa-
loon, Taglio
con stile, la
Past i ccer i a
Siciliana, il
Mel ograno,
Ilary, Office
for You, foto
ottica Piova-
ni. Intanto, i
ragazzi del
Team Nuoto
Segrate han-
no fatto incetta di premi al
3 Meeting del Garda, sa-
bato e domenica a Desen-
zano del Garda, aggiudican-
dosi ben 14 medaglie: 8 ori,
3 argenti e 3 bronzi. Pre-
miati gli esordienti B al pri-
mo anno: Samuele Catta-
neo e Gabriele Pedone,
Alessandra Senis, esordien-
te B secondo anno e Andrea
Longo, secondo anno esor-
diente A (nella foto), e i fra-
telli Jerson Jacob e Iris Car-
men Valandro.
NUOTO Meeting Giovanile il 17 in via Roma
Team Nuoto Segrate
Gare di alto livello
con ricchi premi
CANTERA GIALLOBLU Sono quarti in classifica del girone D del campionato regionale, nella scia di altre squadre prestigiose
Volano alto i Giovanissimi 99 di Premoli
Il tecnico: Che soddisfazione vederli crescere e che entusiasmo. Partiti per restare in categoria, ora sognamo i playoff
Nella foto a sinistra, la rosa dei
Giovanissimi Regionali al gran
completo. A destra, il responsabile
tecnico Riccardo Premoli, 28 anni,
esordiente sulla panchina
segratese.
16
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
13 febbraio 2013
redazione
pubblicit
amministrazione