Sei sulla pagina 1di 16

2

quindicinale di attualit, politica e cultura 16 GENNAIO 2013 - anno XLII - n. 1


il giornale della tua citt
Editore Milano Communication srl - Redazione: via Cellini 5 - 20090 Segrate (MI). Registrazione presso Tribunale di Milano n. 369 19/11/1974 - Costo di una copia: 1 euro. Mail: redazione@segrateoggi.it - Sito: www.segrateoggi.it. Direttore responsabile: Federico Vigan
Il Comune stima minori entrate di 5 milioni di euro per il preventivo 2013: allorizzonte aumenti di aliquote e tariffe?
Bilancio, allarme per i tagli
Tempi duri per i bilanci co-
munali. E se in tutta Italia
amministratori, dirigenti e
funzionari si scervellano per
far quadrare i conti delle cit-
t, a Segrate nel 2013 sem-
bra annunciarsi una tem-
pesta perfetta. Cio, per
dirla alla Berlusconi, una se-
rie di fenomeni che, neutra-
lizzabili singolarmente, po-
trebbero diventare tutti in-
sieme esplosivi. Il mix che
minaccia i conti della citt?
Tagli ai trasferimenti stata-
li, legge di stabilit che ha
modificato lIMU, crollo
delledilizia e degli oneri di
urbanizzazione, che hanno
puntellato per anni la spesa
corrente comunale.

a pag. 2

servizio a pagina 7

a pag. 3
La speranza
di Tregarezzo
affidata al
ricorso al Tar
BRE.BE.MI
affidato alla sentenza del
Tar, che arriver entro apri-
le, il ricorso che il Comita-
to ha presentato contro la
variante per la riqualifica-
zione della Rivoltana, e a
favore della delocalizza-
zione degli abitanti del
quartiere. Alludienza che
si tenuta il 9 gennaio, il
Tar ha respinto la richiesta
di rinvio della controparte.

a pag. 3
Paolo Micheli
candidato
nella lista
di Ambrosoli
REGIONALI
Lufficialit arriver soltanto
con la presentazione ufficia-
le e soprattutto con il depo-
sito delle liste. Ma lannun-
cio gi arrivato, proprio
mentre andiamo in stampa.
Paolo Micheli, capogruppo e
fondatore della lista civica
Segrate Nostra, sar candi-
dato alle elezioni regionali
nella lista civica del candi-
dato del centrosinistra Um-
berto Ambrosoli. Una noti-
zia arrivata a sorpresa, so-
prattutto dopo lendorsement
- arrivato prima di Natale e
ribadito nei giorni scorsi - del
sindaco Alessandrini a favo-
re dello sfidante di Maroni e
Albertini. Micheli ad oggi
lunico segratese in lizza per
il Consiglio regionale.
Sotto accusa i tagli ai trasferimenti e la nuova suddivisione dellIMU tra enti locali e governo centrale
Il Pd: Pronti a dare il nostro contributo, fondamentale il riequilibrio tra entrate e uscite correnti
Sice Previt
azienda modello
dove luomo
in primo piano

a pagina 9
Minetti-Cutugno
interpreti del cd
segratese per i
40 anni dellAido

a pagina 8
Per i furti in casa
usano il jammer
che neutralizza
tutti gli allarmi

a pagina 4
Salvato pastore tedesco in via Roma dopo alcuni momenti drammatici
Corrente passa sul tombino
cane rischia folgorazione
A partire dal 2013,
Segrate Oggi ha
deciso a malincuore di
sospendere i rinnovi e i
nuovi abbonamenti al
giornale. Gli
abbonamenti ancora in
corso proseguiranno
fino alla loro naturale
scadenza. Il giornale
continuer a essere
regolarmente distribuito
nelle edicole cittadine,
dove sar in vendita al
prezzo di 1 euro. Ci
scusiamo con i nostri
lettori. Un piccolo
distacco affettivo che ci
auguriamo non
comprometta la loro
comprovata fedelt.
Con unaccorata lettera il signor Vittorio Sirtori,
proprietario dellomonima cascina in via Monzese a
Rovagnasco, una delle pi antiche di Segrate, ci ha
comunicato che questanno il Comune ha vietato
laccensione del Fal di SantAntonio, una tradizione
popolare-contadina che cade a gennaio e che si
perpetuava da 50 anni. Si tratta di un grande fal nel
quale, in unampia area allaperto, su un prato e senza
alcun pericolo, si bruciano le robe vecchie, compreso un
pupazzo rappresentante lanno trascorso, un rito
propiziatorio per il 2013. Il Comune ha detto no perch
ha detto che ci sono troppi permessi da chiedere. Eppure
in altri Comuni limitrofi il rito continua senza problemi.
Ringrazio lamministrazione e vi saluto cordialmente.
Avviso agli
abbonati di
Segrate Oggi
Dei cavi elettrici scoperti, sot-
to un tombino davanti alle
piscine, avrebbero potuto ri-
velarsi fatali per Miles, pa-
store tedesco che ci pas-
sato sopra con la zampa e
ha rischiato di rimanere fol-
gorato. Si salvato anche
grazie allintervento di un
passante che gli ha pratica-
to il massaggio cardiaco.
Tragedia sfiorata: al suo po-
sto, avrebbe anche potuto
esserci uno dei tanti bambi-
ni che frequentano lim-
pianto sportivo con i loro
genitori.

a pag. 5
Don Stefano Crescenzo, dopo 12 anni
un altro segratese diventa sacerdote
Rovagnasco, no del Comune
al Fal di SantAntonio
Tempi duri per i bilanci co-
munali. E se in tutta Italia
amministratori, dirigenti e
funzionari si scervellano per
far quadrare i conti delle cit-
t, a Segrate nel 2013 sem-
bra annunciarsi una tempe-
sta perfetta. Cio, per dirla
alla Berlusconi, una serie di
fenomeni che, neutralizza-
bili singolarmente, potreb-
bero diventare tutti insieme
esplosivi. Il mix che minac-
cia i conti della citt? Tagli ai
trasferimenti statali, legge di
stabilit che ha modificato
lIMU, crollo delledilizia e
degli oneri di urbanizzazio-
ne che hanno puntellato per
anni la spesa corrente comu-
nale. Che, secondo le prime
stime di via Primo Maggio,
dovrebbero generare una di-
minuzione delle entrate per
circa 6 milioni di euro: una
discreta fetta del bilancio co-
munale, che a Segrate si at-
testa sui 30 milioni di euro.
Segrate ha un bilancio so-
pra la media e un tessuto so-
ciale ed economico tra i pi
floridi a livello nazionale e
dovrebbe perci partire da
una situazione di vantaggio
rispetto ad altri Comuni
spiega lassessore al bilan-
cio Franco Tagliaferri, da
sempre molto critico verso i
provvedimenti del governo
Monti in tema di finanza lo-
cale Tuttavia a livello cen-
trale stato deciso un livel-
lamento tra le varie realt,
che non ne riconosce le ca-
ratteristiche: nel 2013 an-
dranno interamente ai Co-
muni, oltre ai proventi del-
lIMU sulla prima casa, an-
che quelli per le seconde ca-
se e i negozi; gli introiti de-
rivanti dagli immobili acca-
tastati nella categoria D inve-
ce, che nel 2012 venivano
divisi al 50% tra Stato e Co-
muni, saranno destinati allo
Stato per la quota base del-
laliquota, il 7,6 per mille,
lasciando ai Comuni solo la
quota eccedente, che gli stes-
si amministratori locali po-
tranno aumentare fino al
10,6%. Che cosa vuol dire
per Segrate? Per una citt
come la nostra che sul pro-
prio territorio ha un aeropor-
to, un ospedale e svariati edi-
fici o capannoni accatastati
nella categoria D, questo si
traduce ovviamente in una
minore entrata per le casse
comunali, a favore dello Sta-
to che si rende protagonista
a mio parere di una vera e
propria appropriazione inde-
bita e non tiene per nulla
conto delle caratteristiche di
un Comune come il nostro
che ha un territorio molto
esteso, e costi molto alti re-
si possibili proprio dalla pre-
senza di importanti attivit
produttive e grandi istituzio-
ni che forniscono servizi
pubblici essenziali.
AUMENTI IN VISTA?
Una cos forte riduzione del-
le entrate, che nella miglio-
re delle ipotesi (gli uffici so-
no al lavoro per perfeziona-
re le stime) potrebbe arriva-
re a 5 milioni, che impatto
avr sui cittadini? Lammi-
nistrazione dovr inevitabil-
mente lavorare sulle due le-
ve a disposizione, quella del-
laumento di aliquote e ta-
riffe e la riduzione della spe-
sa, spiega Tagliaferri. Nien-
te di concreto, per ora, solo
ipotesi, sulle quali il gover-
no cittadino gi al lavoro.
evidente che potremmo
trovarci nella condizione di
dover applicare un ritocco
delle tariffe e una revisione
delle aliquote spiega ma
prima di chiedere ulteriori
sacrifici ai cittadini e alle im-
prese segratesi, gi colpiti
dalla crisi, continueremo sul-
la strada dei risparmi che ab-
biamo gi iniziato lanno
scorso, anche perch que-
stanno arriver unaltra
stangata con la Tares, che
non sostituir la Tarsu bens
sar un nuovo tributo, che
coster mediamente 30 eu-
ro a famiglia. E si partir
ancora una volta, promette
Tagliaferri, dai costi della
politica. Abbiamo gi ri-
dotto drasticamente i costi
delle partecipate tagliando i
consigli di amministrazione
ricorda lassessore in pi
abbiamo ridotto i gettoni di
presenza dei consiglieri e noi
assessori del gruppo degli
Indipendenti ci siamo ridot-
ti lindennit del 30%; ora ci
aspettiamo che anche i no-
stri colleghi della Lega, che
non hanno accettato di ab-
bassarsi lo stipendio, ci se-
guano su questa strada di re-
sponsabilit in vista dei sa-
crifici che potremmo essere
costretti a chiedere ai nostri
cittadini.
SERVE LA COLLABO-
RAZIONE DI TUTTI
Ci sar tempo fino a giugno
per approvare il bilancio di
previsione, con le proroghe
concesse a livello centrale
dal governo. Tuttavia ogni
settimana che passa potreb-
be creare pi difficolt ai va-
ri settori che, fino allappro-
vazione della finanziaria
comunale 2013, dovranno
lavorare sul preventivo del-
lanno passato. Per questo
sar importante andare al-
lapprovazione nel pi rapi-
do tempo possibile auspi-
ca Tagliaferri Sar fonda-
mentale in questo senso la
collaborazione di tutte le for-
ze politiche, con le quali ab-
biamo gi iniziato un lavo-
ro molto serio in commissio-
ne bilancio.
F.V.
Siamo pronti a
rimboccarci le
maniche e a da-
re il nostro con-
tributo per arri-
vare al massimo
entro fine feb-
braio allappro-
vazione del bi-
lancio di previ-
sione, altrimen-
ti sarebbe un di-
sastro. Lallar-
me sui conti comunali, alla
vigilia della discussione sul-
la finanziaria comunale per il
2013, non lascia insensibile
il Pd segratese. Ed il capo-
gruppo Vito Ancor a indica-
re gli obiettivi politici e le ri-
cette del Pd per neutralizza-
re i tagli e limpatto negati-
vo della legge di stabilit sul-
le casse comunali. Lobiet-
tivo quello di portare a ze-
ro il disavanzo tra entrate e
uscite in parte corrente per
non dipendere pi dagli one-
ri di urbanizzazione, questo
in un ambito di programma-
zione finanziaria plurienna-
le sintetizza Ancora la
spesa del Comune ha sovra-
stato le entrate correnti ne-
gli anni scorsi, ma se prima
questo disavanzo si copri-
va facilmente con una parte
degli oneri, ora tutto pi
difficile, per la crisi delledi-
lizia e per le minori entrate
dovute ai minori trasferi-
menti statali. Sembra ine-
vitabile una stretta sui servi-
zi e un aumento di imposte e
tariffe. A nostro parere il
bilancio di Segrate ancora
ricco, e pu essere ottimiz-
zato, probabilmente senza ri-
correre ad aumenti di aliquo-
te e tariffe in un momento
cos difficile, soprattutto per
le imprese per le quali sareb-
be impensabile un ulteriore
stangata con lIMU spie-
ga il capogruppo Pd dob-
biamo tentare di non aumen-
tare la pressio-
ne fiscale loca-
le sia verso le
famiglie che
verso le impre-
se, agendo da
una parte sui ri-
sparmi di ge-
stione e dallal-
tra su operazio-
ni straordinarie,
anche con il
coinvolgimento
di privati per realizzare in-
vestimenti sul patrimonio
pubblico in project finan-
cing, che potrebbero garan-
tire grandi risparmi sul lun-
go periodo, come ad esem-
pio nel settore dellenergia
e della conseguente bolletta
energetica comunale sulla
quale molto si pu fare.
Gi, ma 4/5 milioni sono
tanti e da reperire in fretta
per fare il bilancio E per
questo bisogner agire con
una riorganizzazione degli
appalti esterni quali quello
sui tributi, sulla gestione de-
gli immobili comunali per lo
svolgimento dei vari servi-
zi, una gestione pi efficien-
te delle partecipate, per le
quali, in particolare Segrate
Servizi, chiediamo di fare
chiarezza sui bilanci. Las-
sessore Tagliaferri ha chie-
sto la collaborazione di tut-
te le forze politiche. Noi
spiegheremo in commissio-
ne le nostre linee politiche e
porteremo il nostro contri-
buto in maniera responsabi-
le e costruttivo assicura An-
cora importante chiude-
re il preventivo nel pi breve
tempo possibile, entro fine
febbraio-marzo, al fine di
non appesantire la gestione
oltremodo, dovendo opera-
re in dodicesimi di spesa si-
no al bilancio preventivo che
la Legge ha prorogato a giu-
gno 2013.
F.V.
2
16 dicembre 2013
Politica
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
BILANCIO Lassessore Tagliaferri, critico contro legge di stabilit e i tagli ai trasferimenti, annuncia un annus horribilis per le casse comunali
Tagli e IMU, allarme per il preventivo 2013
Mancano almeno 5 milioni: Aumenti di imposte e tariffe? Se chiederemo sacrifici ai cittadini la politica dar lesempio
Risparmi, alienazioni
e project financing
per evitare la stangata
ANCORA, CAPOGRUPPO PD
Come prescritto dal Pgt entrato in vigore lo
scorso giugno, i proprietari dei terreni
agricoli destinati a futura trasformazione
urbanistica (diventeranno edificabili) stanno
completando la piantumanzione preventiva
delle loro aree, ormai da tutti conosciuta in
citt con il francesismo preverdissement.
Dopo Golfo agricolo di Milano 2 e
Rovagnasco, anche a Redecesio, tra via Lazio
e via Milano (nella foto) sono stati collocati
gli arbusti a spese del proprietario del terreno.
Secondo il Comune, il preverdissment sta
portando in citt 45mila nuovi alberi.
Preverdissement
Continuano in citt
le piantumazioni
Caro direttore, come presidente della com-
missione Bilancio e controllo mi sento in
dovere di esprimere la mia grande preoccu-
pazione in merito alla stesura
del bilancio di previsione per il
2013. Le norme entrate in vigo-
re alla fine dellanno tagliano
drasticamente le risorse desti-
nate ai Comuni, in un crescendo
per gli anni a venire. Non vorrei
entrare nel merito, per non apri-
re un discorso che sarebbe trop-
po impegnativo, ma certamente
mi sento di dire che, se un Co-
mune tutto sommato fortunato come Segra-
te avr delle grosse difficolt, non so come
altri Comuni potranno cavarsela. Se le spe-
se correnti sono castigate, pare, nella misu-
ra di almeno 2 milioni di euro per il 2013,
le entrate da oneri di edificazione destina-
te agli investimenti sono presso-
ch inesistenti. Quindi, questan-
no come non mai, la stesura del
bilancio deve essere studiata
molto attentamente. Per quanto
concerne il Pd, daremo il nostro
contributo che, speriamo, non
cada nel vuoto, per arrivare a un
bilancio che salvaguardi i servi-
zi essenziali per le persone pi
deboli e che impegni tutte le ri-
sorse destinate agli investimenti, senza to-
gliere un euro per la spesa corrente, al man-
tenimento del patrimonio comunale.
Radaelli: Preoccupazione per i tagli
Lavoreremo per tutelare i pi deboli
3
16 dicembre 2013
Politica
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Fumata grigia in Prefettura,
ieri mattina, dove era previsto
un tavolo di trattativa tra di-
pendenti e propriet in meri-
to alla vertenza per il licenzia-
mento annunciato di 244 la-
voratori dellOspedale San
Raffaele. Tutto rimandato a
oggi (mercoled 16 gennaio) a
Roma, dove i sindacati incon-
treranno lamministrazione
del nosocomio - da alcuni me-
si passato sotto il controllo del
Gruppo Ospedaliero San Do-
nato di Giuseppe Rotelli - al
Ministero del Lavoro, che ten-
ter di fermare la procedura
gi avviata per lesubero di
244 dipendenti, tra cui molti
residenti a Segrate. La socie-
t si presentata senza lam-
ministratore delegato - ha rac-
contato dellincontro di ieri
Margherita Napoletano, rap-
presentante sindacale Rsu dei
lavoratori - Il passaggio in
Prefettura comunque stato
necessario per poter program-
mare un eventuale sciopero,
in caso in cui la trattativa ven-
ga meno.
Intanto, il Pd di Segrate ha
riacceso i riflettori sulla vi-
cenda in Consiglio comuna-
le. La scorsa settimana, in oc-
casione della prima riunione
dellassemblea locale dopo le
feste, stato il consigliere Pie-
tro Cattorini a leggere un mes-
saggio - una moral suasion
verso lamministrazione co-
munale - preparato dal diret-
tivo locale dei democratici in
merito alla difficile situazio-
ne dei lavoratori dellospeda-
le segratese.
La grave situazione che met-
te a rischio loccupazione di
centinaia di lavoratori del-
lOspedale San Raffaele sta-
ta gi oggetto di un ordine del
giorno approvato allunanimi-
t nello scorso mese di no-
vembre - ha spiegato il con-
sigliere Pd - Il 15 dicembre
2012 si conclusa con un nul-
la di fatto la giornata di con-
fronto tra azienda e sindaca-
ti, lultima utile per trovare
unintesa su un piano alterna-
tivo ai 244 licenziamenti an-
nunciati nel comparto. Da
quella data scattata la fase
ministeriale delle contratta-
zioni, che prevede il coinvol-
gimento delle istituzioni e che
dura altri 30 giorni. Siamo
dunque vicini a una scadenza
cruciale per questo problema
e per la dignit di centinaia di
lavoratori e di decine di con-
cittadini di Segrate. In questo
contesto il Partito Democra-
tico sente come proprio dove-
re quello di rammentare e sot-
tolineare questa situazione e
di chiedere il massimo impe-
gno alle istituzioni locali, per-
ch si applichino per quanto
di loro competenza trasmet-
tendo, in tutti gli ambiti pos-
sibili, la forte determinazione
della nostra citt verso una po-
sitiva conclusione delle ver-
tenze in atto.
Accanto a questo, il nostro
pensiero e il nostro lavoro so-
no rivolti verso tutte le perso-
ne che oggi versano in condi-
zioni occupazionali critiche,
nel contesto di una crisi che
continua a incidere in modo
negativo nella vita di fasce
sempre pi ampie di popola-
zione.
SAN RAFFAELE Oggi al Ministero del Lavoro il tavolo tra sindacati e propriet dellospedale per bloccare 244 esuberi
A Roma per scongiurare i licenziamenti
Il Pd di Segrate: Nostro dovere chiedere il massimo impegno delle istituzioni locali per una conclusione positiva della vertenza
Tregarezzo stringe i denti e spera. Il
9 gennaio c' stata l'udienza presso
il Tar della Lombardia per il ricorso
che il comitato dei residenti ha pre-
sentato nei mesi scorsi contro la va-
riante al progetto originale approva-
ta in accordo con il Comune nel lu-
glio 2009, che doveva rendere meno
invasivo l'intervento di riqualificazio-
ne della Rivoltana previsto per l'ade-
guamento della provinciale all'arri-
vo della Brebemi. Un avvocato del-
la controparte consorzio Brebemi
e Cal (concessionario autostrade lom-
barde) ha tentato di far spostare di
nuovo l'udienza, ma il tribunale ha
rifiutato e si attende ora la sentenza:
il collegio giudicante, composto da
tre giudici, ha tempo fino a 90 gior-
ni dall'udienza per depositarla.
L'obiettivo del ricorso quello di ot-
tenere la tanto agognata delocalizza-
zione dei residenti, che fu proposta
ma poi accantonata e resta, secondo
loro, l'unica soluzione possibile ai di-
sagi che dovranno affrontare, in ter-
mini di traffico e inquinamento, con
l'arrivo della direttissima Brescia-
Bergamo-Milano. Noi abbiamo
puntato tutto sulla delocalizzazione,
se i giudici dicessero s al nostro ri-
corso, tornerebbe sul tavolo ha riba-
dito infatti Dante Bigaroli, portavoce
del comitato di Tregarezzo Vedre-
mo come si esprimeranno, fino ad al-
lora non possiamo sapere niente.
Tutto parte dalla prescrizione n. 46
del Cipe, il Comitato interministeria-
le per la programmazione economi-
ca, che nel 2009 in sede di appro-
vazione del progetto definitivo di Bre-
bemi, auspic appunto la delocalizza-
zione come soluzione ai problemi di
vicinanza tra nuova Rivoltana e
abitato della frazione, individuando
un percorso tecnico amministrativo
che possa garantire la delocalizzazio-
ne delle abitazioni del quartiere di
Tregarezzo tramite un accordo da sti-
larsi immediatamente dopo I'appro-
vazione del progetto definitivo. Se-
condo loro, la variante al progetto
concordata da Cal con il Comune e
Brebemi di fatto supera la prescrizio-
ne del Cipe, in alternativa alla delo-
calizzazione che non sarebbe possi-
bile in mancanza di fondi e aree di-
sponibili, e quindi sarebbe la solu-
zione migliore - secondo Bigaroli -
noi invece sosteniamo che, per supe-
rare una prescrizione, ne occorre
un'altra. Certo, coi lavori gi in cor-
so, la possibilit che il Tar blocchi
tutto pu sembrare remota, conside-
rando che il tracciato di Brebemi nel
frattempo avanza, e rischierebbe di
arrivare a Segrate senza che la viabi-
lit secondaria sia pronta.
BREBEMI Il 9 gennaio si tenuta ludienza per il ricorso del Comitato a favore della delocalizzazione dei residenti
No al rinvio chiesto dalla controparte
Tregarezzo ora spera nella sentenza Tar
C tempo fino al 21
febbraio. Questa la
scadenza del bando per
la concessione di
contributi economici a
enti no-profit, stanziati
per il 2013 dal
Comune di Segrate.
15.000 euro la somma
messa a disposizione
da via Primo Maggio,
alla quale potranno
accedere solo
associazioni e
organizzazioni iscritte
allAlbo comunale alla
data di pubblicazione
del bando, marted 15
gennaio.
La somma verr
suddivisa in tre diverse
categorie di progetti:
Sostegno adulti
disoccupati,
Promozione
dellattivit
dilettantistica
agonistica rivolta ai
giovani dai 10 ai 18
anni (2.500 euro per
ciascuno dei due
migliori progetti per
ogni categoria) e il
Premio bando a enti
no-profit 2012.
Questultimo
suddiviso in cinque
premi da 1.000 euro
ciascuno ed rivolto a
progetti di cultura
condivisa, che
coinvolgano cio i
cittadini nella
realizzazione diretta di
forme di cultura o arte.
Le istanze e la relativa
documentazione
dovranno essere
consegnate allUfficio
S@C in via Primo
Maggio.
Bando per
contributi 2013
Stanziati
15.000 euro
NO-PROFIT
La notizia piovuta dal cielo luned
mattina, annunciata da un breve co-
municato: Paolo Micheli, capogrup-
po in Consiglio comunale di Segra-
te Nostra, sar candidato consiglie-
re alla Regione Lombardia (circo-
scrizione provinciale di Milano) per
il centro sinistra, nella lista civica
che sostiene Umberto Ambrosoli co-
me presidente. La candidatura di
Paolo rappresenta un bel riconosci-
mento ai tre anni di impegno della
nostra lista civica, alla validit dei
temi e degli obiettivi per i quali ci
siamo attivati con continuit ha di-
chiarato Marco Italia, segretario di
Segrate Nostra, nellannunciare la
candidatura Sosterremo Paolo nel-
la sua impresa con tutto il nostro en-
tusiasmo. Un segratese al Pirellone
potrebbe essere per la nostra citt
una stupenda occasione per far s che
la Regione si interessi pi che in pas-
sato ai problemi di Segrate e della
Martesana: due per tutti, la viabilit
ed il consumo del territorio. Um-
berto Ambrosoli il candidato uffi-
ciale sostenuto dal Partito democra-
tico in Lombardia, per questo forse
in citt ha un po stupito lentrata in
lista di Micheli che aveva gi avuto
frequentazioni col Pd cittadino, sal-
vo poi uscirne attorno al 2010 per
creare una propria lista civica con
cui concorrere alle elezioni comu-
nali. Un riavvicinamento c sta-
to, ma sempre da outsider, con il so-
stegno dichiarato a favore di Matteo
Renzi alle recenti primarie naziona-
li del Pd per scegliere il futuro pre-
sidente del Consiglio: Micheli ave-
va creato il comitato milanese pro-
Renzi insieme al sindaco di Cernu-
sco sul Naviglio, Eugenio Cominci-
ni, che da Twitter ha gi lanciato la
sua benedizione a Micheli in Regio-
ne, definendolo un buon candida-
to da sostenere. Cos, passo dopo
passo, la strada lha portato allom-
bra del Pirellone. Dal suo blog
www.paolomicheli.it , lui stesso ha
raccontato come nata la candidatu-
ra: Qualche giorno fa ho incontra-
to Umberto Ambrosoli. Gli avevo
chiesto di essere al suo fianco nel
coraggioso tentativo di portare al go-
verno della Regione il suo impegno
civico, la sua faccia pulita, la voglia
di rinnovamento etico e morale che
i lombardi chiedono dopo la serie
infinita di arresti e di avvisi di ga-
ranzia piombati su amministra-
tori e funzionari regionali. Gli ho
detto che voglio diventare consi-
gliere regionale perch alcuni
dei pi gravi problemi regiona-
li li conosco benissimo, dal mio
osservatorio di consigliere co-
munale di Segrate Nostra.
E ribadisce quanto gi detto dal
segretario della sua lista: viabi-
lit e consumo del territorio so-
no temi cruciali.
Il nostro sindaco ha detto di essere
uscito dal Pdl anche per protestare
contro lindifferenza del suo partito
a livello regionale - ha detto Miche-
li riguardo alla viabilit - Voglio fa-
re in modo che i problemi di
Segrate vengano affrontati
e risolti. Sul consumo del
territorio: Il Pgt approvato
a Segrate un autentico
scandalo - secondo Mi-
cheli - Voglio fare
in modo che al
consumo di terre-
no agricolo ven-
ga posto un ar-
gine ferreo. E
conclude con
un appello:
Ho bisogno
del sostegno di
ogni segratese.
Del voto dei miei
concittadini.
R.T.
REGIONALI Annunciata la discesa in campo del capogruppo di Segrate Nostra
Paolo Micheli candidato
nella lista civica di Ambrosoli
Cominciano a tremare i to-
pi d'appartamento tra Ro-
vagnasco e il Villaggio
Ambrosiano. Gi due gli
episodi, nelle ultime due
settimane, di fermi con de-
nuncia per il possesso di un
complesso dispositivo elet-
tronico, detto jammer, che
serve a inibire le comuni-
cazioni radio e telefoniche,
e quindi anche a compro-
mettere il funzionamento
dei combinatori telefonici
degli antifurto nelle abita-
zioni.
Era gi stato fermato, per
questo motivo, un bulgaro
trentenne residente a Mila-
no un paio di settimane fa,
a Rovagnasco. L'uomo si
trovava in auto con un
complice e stava uscendo
da un parcheggio in via
Amendola: entrambi sono
scesi dalla vettura alla vi-
sta dei carabinieri, cercan-
do di fuggire, e l'altro riu-
scito a scappare. I carabi-
nieri della stazione di Se-
grate l' hanno trovato in
possesso, illegalmente, di
uno jammer, il cui uso
consentito solo a fini mi-
litari, ed stato quindi
denunciato. Il tren-
tenne risultato
anche pluripre-
giudicato per
reati specifici.
Nel fine setti-
mana, i servi-
zi di con-
trollo stra-
or di nar i
d e l l a
compa-
gnia di
S a n
Donat o
hanno porta-
to al fermo di un al-
tro uomo, B.M., moldavo,
classe 1982, residente a
Milano in viale Mon-
za. L'uomo stato
avvistato in atteg-
giamenti so-
spetti in via
Nenni, sem-
pre a Rova-
gnasco, e sottoposto a con-
trollo risultato anch'egli
in possesso di un disposi-
tivo disturbatore di fre-
quenze, o jammer. stato
quindi denunciato per im-
pedimento illecito di tele-
comunicazioni.
Questi due episodi comin-
cerebbero finalmente a
spiegare la recrudescenza
di furti nelle abitazioni del-
la zona, specialmente nel
vicino Villaggio Ambrosia-
no, dove solo tra novembre
e dicembre se ne sono veri-
ficati parecchi: molti, tra
laltro, negli orari in cui la
gente si recava a Messa.
Ecco cos spiegata la me-
todologia utilizzata dai fur-
fanti per penetrare indistur-
bati nelle case, in barba agli
allarmi installati dai pro-
prietari.
R.T.
4
16 gennaio 2013
Cronaca
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
via Roma 23 - Segrate (Nuova area commerciale)
tel. 02.87072361 | www.clinicadelsalesegrate.it
Trovaci su La Clinica del Sale
Per i lettori di
Segrate Oggi
ABBONAMENTO
15 SEDUTE AL PREZZO
SPECIALE DI SOLI
200 EURO
Con AEROSAL,
da oggi, per vivere
il benessere di tre
giorni di mare basta
trascorrere 30 minuti in
XQSLFFRORDPELHQWHGDLJUDQGLEHQHFL
DAI 2 AI 10 ANNI SCONTO DEL 50%
GRATIS PER I BIMBI DA 0 A 2 ANNI
A segno in citt una maxi
operazione contro il gioco
dazzardo clandestino. I ca-
rabinieri della Compagnia di
San Donato Milanese e la
polizia locale di Segrate, a
seguito di alcune segnalazio-
ni di numerose frequentazio-
ni (soprattutto in orario se-
rale) in uno stabile tra via
Cassanese e via Leonardo da
Vinci, nella zona industriale
di Segrate Centro, presso un
circolo ricreativo, hanno or-
ganizzato una retata.
Il blitz dei carabinieri ha per-
messo di rilevare allinterno
del locale la presenza di 34
persone, tutte colte in fla-
granza di reato. Nel corso
delle operazioni i militari
hanno sequestrato il locale, il
montepremi del torneo, per
un valore complessivo di cir-
ca 1.900 euro detenuti da tre
dealers, quattro tavoli da
gioco professionali, 10.000
fiches e 40 mazzi di carte.
Gli agenti della polizia lo-
cale hanno invece elevato ol-
tre 9.000 euro di contravven-
zioni per violazioni di carat-
tere amministrativo, ma si
sta valutando unulteriore
sanzione poich i videopo-
ker trovati, oltre a non esse-
re collegati alla rete dei Mo-
nopoli di Stato, avrebbero
dovuto trovarsi in unaltra
sala giochi fuori provincia.
Sono stati denunciati il pre-
sidente del circolo e due col-
laboratori, in qualit di or-
ganizzatori e promotori, ol-
tre a 31 giocatori sorpresi a
partecipare al gioco, di et
compresa tra i 21 e i 32 an-
ni.
Loperazione, denominata
All in (dal gergo del po-
ker, quando si mette tutta la
posta in gioco sul tavolo)
scattata dopo aver appurato,
attraverso lazione di un
agente infiltrato, che vi si
svolgevano incontri di gio-
co dazzardo, in particolare
di Poker Texas Holdem,
denominato in Italia anche
poker alla texana: una va-
riante del tradizionale gioco
del poker, che, se giocata
nelle forme del torneo senza
possibilit di rientro in gio-
co (detto rebuy) e con una
quota di ingresso ragionevo-
le, stata considerata come
gioco di abilit e non daz-
zardo.
Questo inquadramento giu-
ridico ha consentito per
qualche tempo una diffusio-
ne di circoli, prevedendo pe-
r premi in natura e non in
denaro, anchessi proibiti.
Da settembre 2009 stata
introdotta una riserva di or-
ganizzazione degli eventi dal
vivo, per una serie di con-
cessionari statali sul territo-
rio nazionale, salvo deman-
dare la disciplina specifica
a decreti attuativi.
Ovvero, il gioco dal vivo
nella forma classica del tor-
neo non reato, viceversa,
giocare a poker texano dal
vivo con premi o quote di in-
gresso in denaro, senza la
formula torneo, e con possi-
bilit di rientro potenzial-
mente infinite, equivale a
giocare dazzardo: si viola,
perci, la legge penale, in
particolare gli articoli 718 e
720 del codice penale (ri-
spettivamente esercizio di
giuoco dazzardo e parte-
cipazione a giuoco dazzar-
do).
Maltratta la convivente
36enne finisce in manette
In carcere per maltrattamenti. finito in manette
un segratese di 36 anni, prelevato dalla sua abitazione in
via Gramsci dai carabinieri due settimane fa. A seguito di
indagini condotte dai militari della caserma di Segrate, e a
denuncia sporta dalla convivente, il Tribunale di Milano
ha disposto la misura di custodia cautelare in carcere per
l'uomo, accusato appunto di maltrattamenti in famiglia a
carico della compagna, anche lei italiana. La misura ha
anche l'intento di proteggere la parte lesa, visto il pericolo
di reiterazione del reato. L'uomo attende ora in carcere il
proseguimento del procedimento nei suoi confronti.

Via Amendola, autocarro


in fiamme nella notte
I Vigili del fuoco della caserma di via Benedetto
Marcello di Milano sono intervenuti ieri sera, marted 14,
attorno alle 22 per un autocarro Mercedes in fiamme in
via Amendola, a Rovagnasco.
Il vano motore di un veicolo parcheggiato nei pressi della
Cascina Commenda ha cominciato a prendere fuoco, ma
i vigili hanno domato lincendio senza fatica. Infatti
nessunaltra vettura attorno rimasta danneggiata, le
fiamme sono rimaste circoscritte allautocarro.
La vettura appartiene a una societ, era in uso a una
persona che risiede nella zona. Sul posto sono arrivati
anche gli agenti della Polizia locale per effettuare i rilievi
del caso. Ignote le cause del principio dincendio.

Si fa un giro con lauto


sequestrata, denunciato
Aveva voglia di farsi un giro, nonostante l'auto
fosse sotto sequestro, ma stato beccato.
La settimana scorsa in via Morandi, una pattuglia dei
carabinieri di Segrate ha avvistato, dal suo posto di
controllo, un'auto che accelerava in maniera insolita e a
bordo della quale viaggiava una persona conosciuta alle
forze dell'ordine. Si trattava di un segratese 35enne che
era gi stato fermato per aver guidato con la patente
sospesa, e che questa volta viaggiava con la patente
revocata e a bordo dell'auto sequestrata, di cui era
custode, per di pi senza tagliando assicurativo.
Dopo aver cercato di negare l'evidenza, i carabinieri gli
hanno trovato le chiavi della macchina nelle mutande, e a
quel punto ha dovuto cedere. stato quindi denunciato
anche per l'omessa custodia dell'auto.

IN VIA DA VINCI Blitz dei carabinieri in un circolo ricreativo camuffato, denunciate 34 persone
Poker nella bisca clandestina
sequestrati locali, fiches e soldi
ROVAGNASCO un dispositivo che disturba le telecomunicazioni e interferisce con gli allarmi
Furti in casa, segreto svelato
in due fermati col Jammer
Il Jammer
(disturbatore
di frequenze)
uno strumento
utilizzato per
impedire il
corretto
funzionamento di
sistemi GPS o
cellulari. Le leggi
italiane e di molti
paesi europei ne
consentono luso
solo alle Forze
dellOrdine.
Urtato dallo specchietto
75enne frana dalla bici
Storie di questo tipo ne succedono sempre pi di
frequente e riempiono le pagine di cronaca. Lennesimo
episodio di omissione di soccorso da parte di un
automobilista si verificato venerd 11 gennaio.
Un anziano segratese, P.F., stava percorrendo in bicicletta
la via Manzoni, quando nelle vicinanze di un palo della
luce, vicino al benzinaio, caracollato a terra. Colpa dello
specchietto retrovisore di unautomobile di passaggio,
che urtandolo lha fatto cadere dalla sua due ruote. N
lanziano, n altre persone presenti al momento
dellimpatto sono per riusciti a fornire agli agenti della
Polizia locale qualche elemento per poter risalire allauto-
vettura, come il modello o qualche numero della targa.
Bisogner aspettare che vengano visionati i filmati delle
telecamere della zona, che permetteranno di acquisire
ulteriori informazioni per identificare la macchina.
Il 75enne stato poi soccorso dalla Croce Verde di
Pioltello e trasportato allospedale San Raffaele.

5
16 gennaio 2013
Attualit
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
RISTRUTTURAZIONI TOTALI DI APPARTAMENTI, RIFACIMENTI BAGNI E CUCINE;
OPERE DI IMBIANCATURA, VERNICIATURA, DA PARQUETTISTA, IDRAULICO ED
ELETTRICISTA; AGEVOLAZIONI DEI PAGAMENTI NELLA RISTRUTTURAZIONE TOTALE
E NEL RIFACIMENTO DEI BAGNI.
L.F. RISTRUTTURAZIONI S.r.l.
via Bodio, 8 20158 Milano.Tel: 02.39310196. Fax: 02.39527585. Mail: lfristrutturazioni@gmail.com
Si sa che acqua ed elettricit
non vanno molto daccordo.
Se poi ci si mette la neve,
ancora peggio. Un tombino
coperto dai bianchi fiocchi
della nevicata precedente il
Natale, si rivelato quasi fa-
tale per un pastore tedesco
che passeggiava con la padro-
na in via Roma, a Segrate
Centro.
Sotto il tombino incriminato,
a due passi dalla piscina co-
munale, cerano infatti dei ca-
vi elettrici scoperti che face-
vano contatto con la copertu-
ra in ferro, traformandolo in
un perfetto e potenzialmente
letale conduttore di corrente.
Il cane malcapitato, un pasto-
re tedesco di nome Miles, sta-
va percorrendo quel tratto di
strada con la padrona quan-
do allimprovviso ha comin-
ciato a ululare di dolore e
contorcersi. Non capivo co-
sa stesse succedendo ha
spiegato la proprietaria, una
giovane residente nel quartie-
re ho cominciato anchio a
gridare per chiedere aiuto,
perch il cane stava malissi-
mo e non sapevo cosa fare.
Sono entrata in piscina a chie-
dere una mano, per riuscire
ad avvertire qualcuno. Il ca-
ne aveva malauguratamente
messo una zampa sopra il
tombino, restando cos fol-
gorato e senza riuscire a
staccarsi dalla corrente. Solo
che, in quel momento, nessu-
no lo poteva immaginare e
nessuna delle tante persone
accorse riusciva a capire cosa
stesse succedendo.
SALVO PER MIRACOLO
- A un certo punto il cane
era praticamente andato, qua-
si morto ha continuato a
raccontare la padrona di Mi-
les Per puro caso, non so
per quale colpo di fortuna, in
quel momento passato di l
un ragazzo che, vedendo le
persone ferme, ha accostato
per capire cosa stesse succe-
dendo. Si d il caso che fos-
se un ex volontario di un ca-
nile, che gli ha fatto il mas-
saggio cardiaco e cos il ca-
ne ha ripreso conoscenza.
Sul posto arrivato poi il pa-
dre della ragazza, che ha
strappato via il cane per met-
terlo in macchina, avverten-
do lui stesso una piccola scos-
sa di elettricit. Labbiamo
portato subito dal veterinario,
abbiamo fatto tutte le analisi
per vedere se aveva subito
qualche trauma ha spiegato
la padrona del cane radio-
grafie, analisi del sangue, ma
per fortuna non ha avuto stra-
scichi. Per i primi due gior-
ni dopo lincidente rimasto
paralizzato, non si muoveva
pi e non aveva sensibilit al-
le zampe, tanto che abbiamo
dovuto mettergli il collare
perch non se le mordesse.
TRAGEDIA SFIORATA -
Ora Miles si ripreso e sta
bene, anche se solo alla vista
della strada col tombino ma-
ledetto si impaurisce.
Il fatto successo verso le
17, dopo un paio dore sono
arrivati i tecnici Enel e han-
no visto il guasto. Hanno det-
to che siamo stati tutti fortu-
nati, perch con quei cavi sco-
perti era davvero rischioso.
Lui per fortuna ha un fisico
resistente, se si fosse trattato
di un cane pi piccolo sareb-
be morto, ha concluso la pa-
drona. O peggio ancora: l so-
pra avrebbe potuto metterci
un piede anche uno dei tanti
bambini che frequentano la
piscina regolarmente, com-
preso quel pomeriggio in cui
limpianto era pieno di uten-
ti.
Tra laltro, nella palazzina da-
vanti al tombino la corrente
elettrica quel giorno aveva co-
minciato a saltare sin dal mat-
tino, probabilmente proprio
a causa dei cavi, poi sistema-
ti dai tecnici.
Insomma, il povero Miles si
sacrificato salvando cos la
vita di qualche bambino o
passante, aiutando a scoprire
il guasto. I proprietari del ca-
ne comunque hanno deciso
di non sporgere alcun tipo di
denuncia.
R.T.
DAVANTI ALLE PISCINE Sotto al tombino, un fascio di cavi elettrici scoperti che hanno folgorato un pastore tedesco
Corrente sul tombino, vivo per miracolo
Il povero cane salvato dal massaggio cardiaco di un passante - rimasto paralizzato per due giorni, ora sta bene
MILANO 2 Non sono riusciti a salire sulla 925 che stava partendo e si sono accaniti sul veicolo
Ragazzi sfondano a calci la porta del bus
Teppisti in azione a Milano
2. successo il 9 gennaio,
attorno alle 18, alla fermata
della 925 in via Fratelli Cer-
vi. Un gruppetto di cinque
adolescenti sono scesi dal-
lautobus che percorre il tra-
gitto da Milano a Segrate,
per andare a prendere il
mezzo della stessa linea che
andava in direzione opposta.
Lautobus per si era gi
messo in moto e quindi il
conducente, come da rego-
lamento, non avrebbe potu-
to fermarsi. Probabilmente,
lautista non si era accorto
dei ragazzi i quali, in tutta
risposta, infuriati perch non
potevano salire, hanno co-
minciato a prendere a calci e
pugni il bus sulla fiancata e
su una delle porte dingres-
so, quasi sfondandone il ve-
tro.
I carabinieri, avvisati da uno
dei tanti passeggeri a bordo,
sono arrivati subito sul po-
sto ma i cinque, tra cui una
ragazza, erano gi scappati.
I militari hanno quindi rac-
colto le testimonianze per ri-
salire alla loro identit. Lau-
tista ha poi dovuto rientrare
in deposito col mezzo dan-
neggiato.
LAVANDERIE Distrutto nellarea ex mercato
Vandali di Capodanno
sventrato wc pubblico
Potrebbe essere stato un
botto di Capodanno la
causa della distruzione del
bagno pubblico nei pressi
dellex mercato coperto di
Lavanderie, in fondo a via
Regina Teodolinda. O, al-
meno, questo quanto sta
cercando di chiarire la Po-
lizia Locale in base alle te-
stimonianze di alcuni resi-
denti, che hanno sentito un
forte rumore che farebbe
pensare a un fuoco dartifi-
cio fuorilegge la notte del
veglione. I resti del bagno
pubblico si trovano ancora
sul posto e sono stati tran-
sennati per evitare pericoli
dopo lennesimo episodio
di vandalismo ad opera dei
soliti ignoti.
Terza iniziativa, ancora da-
vanti al municipio, il 28 di-
cembre scorso, da parte dei
disabili segratesi per i fondi
da destinare alla vita indi-
pendente, prevista dalla leg-
ge che dovrebbe agevolare le
persone afflitte da handicap e
invalidit (in
questo caso
permanente).
Dopo la pri-
ma manife-
stazione a ot-
tobre, davan-
ti a
Vino&Din-
torni, in cui Leonardo Ten-
cati e Nicola Casini, entram-
bi su sedia a rotelle, si sono
crocefissi allingresso del-
levento, la seconda si svol-
ta un mese fa davanti al Co-
mune, questa volta con i due
impiccati per protesta.
Stavolta il sit-in stato pi
tranquillo, con Tencati attor-
niato da alcuni cartelli, senza
lamico Casini rimasto a casa
per un malore. Ma lintento
non desiste: una protesta al
mese fino allottenimento dei
fondi necessari allindipen-
denza. Non cambiato nien-
te dalla prima volta, la richie-
sta sempre la stessa ha di-
chiarato Tencati Solo dopo
la prima volta eravamo stati
convocati ma ci hanno pro-
posto il Sad, il servizio di as-
sistenza domiciliare comuna-
le che prevede perlopi una
visita al gior-
no. Allora la
proposta era
stata avanzata
dallassessore
ai Servizi so-
ciali Mario
Grioni duran-
te un incontro
in Comune. Ma troppo po-
co per chi non autosufficien-
te e deve chiedere aiuto per
qualunque cosa, anche per an-
dare in bagno: Allora, tanto
vale essere allospedale, o al-
lospizio ha concluso ama-
reggiato Tencati In regioni
come il Piemonte, a persone
col mio stesso grado di disa-
bilit danno 20mila euro lan-
no. Dal Comune nessuno si
fatto avanti per parlare con
Tencati. Il 28 gennaio prossi-
mo verr inscenata la quarta
protesta.
R.T.
INIZIATIVA Prossimo appuntamento: 28 gennaio
Disabili, terza protesta
in municipio per la
Vita Indipendente
6
16 gennaio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Attualit
IMPRESAFUNEBRE SEGRATESE
dal 1965 al Vostro servizio
ufhcio: 02.2134658 notturno: 02.2847544
via 25 Aprile, 31 - Segrate
Presso iI nostro ufncio
possibiIe Iasciare Ie proprie
voIont di scegIiere in vita Ia
cremazione e iI Iuogo dove
far riposare Ie proprie ceneri. 24 ORE SU 24
di Preatoni
ESCLUSIVA
un bilancio da record quel-
lo del 2012 della Compagnia
dei Carabinieri di San Dona-
to Milanese. Quello appena
passato stato un anno di su-
per lavoro per il Comando,
per il Nucleo Operativo e Ra-
diomobile e per le sette sta-
zioni carabinieri alle dipen-
denze della Compagnia, tra
cui anche quella di Segrate.
In calo furti e rapine, estre-
mamente attivo il controllo
per quanto riguarda lo spac-
cio di sostanze stupefacenti,
con numerosi arresti e seque-
stri di droga anche in citt. I
numeri di tutte le operazioni
messe a segno sul territorio
di competenza, sono impres-
sionanti: 464 persone arresta-
te, pi di 1000 denunciate a
piede libero, oltre 30 chilo-
grammi di droga sequestrati,
800 contravvenzioni per vio-
lazioni del codice della stra-
da (per un totale di oltre
200mila euro di sanzioni), il
tutto frutto di qualcosa come
11.150 servizi di perlustra-
zione e oltre 100mila ore la-
vorative per militare impie-
gato.
Positivo il bilancio per i rea-
ti contro il patrimonio: dimi-
nuiti del 10 % i furti, in con-
trotendenza col dato nazio-
nale in netta scesa, con un
forte incremento degli arre-
sti per furto che sono passati
dai 74 del 2011 ai 139 del
2012. Anche le rapine sono
calate drasticamente, addirit-
tura del 94%: praticamente
scomparse le classiche ra-
pine in farmacia, per la gioia
dei poveri farmacisti che era-
no ormai quasi abituati a fa-
re da bancomat ai furfanti.
Dati questi che sono indicati-
vi di unattivit di prevenzio-
ne e controllo del territorio
che si rivelata senza dubbio
estremamente efficace.
Occhi aperti anche sul furto
di metalli pregiati, come il ra-
me: anche in questo settore,
14 gli arresti eseguiti per i
reati di ricettazione e al rici-
claggio di rame, zinco e ac-
ciaio.
Particolarmente intensa, poi,
lattivit di contrasto del con-
sumo e dello spaccio di so-
stanze stupefacenti durante i
servizi organizzati e promos-
si dallArma di San Donato.
Sono finite in manette 71 per-
sone, 67 quelle denunciate a
piede libero e 56 quelle se-
gnalate alla Prefettura come
semplici assuntori. Trenta i
chilogrammi di droga seque-
strati tra hashish, cocaina e
marijuana. Di questultima,
durante le perquisizioni sono
state rinvenute e sequestrate
ben 15 piante ancora invasa-
te. Operazioni significative,
in questo campo, sono state
svolte anche a Segrate (vedi
box qui a fianco).
Attenzione anche al fenome-
no dello sfruttamento della
prostituzione, e massima al-
lerta per quanto riguarda il
controllo della circolazione
stradale. Ben 60 le persone
denunciate per i reati di gui-
da in stato di ebbrezza e gui-
da senza patente, 240 gli in-
cidenti rilevati, di cui 124 con
feriti che complessivamente
sono stati 181. Gli ordini di
cattura eseguiti su ordine del-
lAutorit giudiziaria sono
stati 125, molti dei quali frut-
to della costante attivit di
controllo e monitoraggio del
territorio, nel corso della qua-
le sono state identificate ben
58.900 persone e controllati
44mila automezzi.
R.T.
BILANCIO DI FINE ANNO Tutti i numeri della Compagnia di San Donato Milanese, a cui fa capo anche la caserma di Segrate
Carabinieri, un 2012 ricco di successi
Diminuiti i furti, rapine in calo del 94%, lotta allo spaccio di stupefacenti - Sulla strada, controllati oltre 44mila autoveicoli
Alcune delle operazioni
portate a termine con
successo nel 2012 si
sono svolte su suolo
segratese. I carabinieri
della caserma locale
hanno realizzato alcuni
colpi esemplari: a
giugno, a casa di un
40enne residente a
Segrate Centro sono
state trovate oltre 50
piantine di marijuana,
3mila euro in contanti e
40 grammi di hashish.
Nel mese di novembre, i
militari segratesi hanno
fermato invece un
19enne coreano
residente a Cassina De
Pecchi ma domiciliato in
via Gramsci, con mezzo
chilo di marijuana
nascosto sullauto. A
casa del giovane erano
poi stati rinvenuti altri
cento grammi di
sostanze stupefacenti,
contanti e un bilancino
elettronico (foto a lato).
Droga, record
di sequestri
anche in citt
Lincivilt delle persone, so-
prattutto quando si tratta di
un bene comune e non pro-
prio, a volte non conosce li-
miti.
Sono quasi stomachevoli le
foto inviate da una cittadina
e pubblicate, con tanto di let-
tera, da Sel Segrate, riguardo
alle condizioni di degrado in
cui versa la passerella ciclo-
pedonale che fiancheggia il
ponte degli specchietti. Oltre
a rifiuti e immondizia abban-
donati attorno al cestino (nel-
la foto) sono numerose le...
tracce lasciate, pare, da cani
(e forse non solo da loro) si-
curamente accompagnati da
padroni ben poco attenti e ir-
rispettosi.
Sempre attraverso Sel Segra-
te e uno dei suoi responsabi-
li, Pino Di Marzo, balzata
in primo piano la vicenda del-
ledificio dei primi del 900
abbandonato e fatiscente in
via Roma, in pieno centro, a
due passi dalla chiesa di San-
to Stefano.
Il palazzo, di propriet priva-
ta e una volta sede di una del-
le prime cascine segratesi,
sempre pi negli ultimi tem-
pi diventato rifugio improv-
visata per persone senza fis-
sa dimora. Allinterno del
cortile, Sel segnala anche la
presenza di lastre in eternit
che andrebbero adeguata-
mente smaltite.
SEGNALAZIONE Immondizia e deiezioni di cani (e non solo) sulla passerella
Degrado e sporcizia sul
ponte degli specchietti
Si chiuso definitivamente
il 31 dicembre scorso il con-
corso fotografico "Segrate
Cos", lanciato dallammini-
strazione comunale.
Tre le categorie in gara: cit-
tadini, studenti e professio-
nisti. In totale sono 60 le per-
sone (50 cittadini, 8 studen-
ti, 2 professionisti) che si so-
no sbizzarrite a immortala-
re la citt nell'arco delle quat-
tro stagioni per aggiudicar-
si i premi in denaro (200 eu-
ro per il primo classificato
della categoria studenti, 400
per i migliori nelle categorie
cittadini e professionisti). Le
foto, oltre 400, sono state tut-
te postate sulla pagina Face-
book del Comune, dove han-
no totalizzato oltre 6.300
Like. Sar comunque la
giuria, presieduta dal sinda-
co Adriano Alessandrini e
composta da esperti del set-
tore immagine e comunica-
zione, ad aggiudicare i premi
finali. Saranno tenuti in con-
siderazione dalla giuria tutti
i "Mi piace" pervenuti tra-
mita la pagina del Comune
di Segrate sul social network.
Una selezione delle foto mi-
gliori e pi votate sar espo-
sta in una mostra in occasio-
ne dell'inaugurazione del
nuovo centro polifunziona-
le in via 25 Aprile, i cui lavo-
ri di ristrutturazione si stan-
no ultimando per lapertura
prevista a fine maggio. Le
migliori, inoltre, saranno in-
serite in una pubblicazione
che rappresenter la citt vi-
sta dai suoi abitanti.
CONCORSO Chiuse il 31 dicembre le iscrizioni, pi di 6.000 i voti su Facebook
Segrate cos, 400
foto davanti alla giuria
7
16 gennaio 2013
Cronaca
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
A distanza di dodici anni
(lultima volta tocc a don
Erasmo Rebecchi) un altro
figlio di Segrate diventa pre-
te. Si tratta di don Stefano
Crescenzo, 26 anni, che ver-
r ordinato sacerdote il pros-
simo 9 febbraio nella catte-
drale di Albenga dal vesco-
vo di Albenga-Imperia, mon-
signor Mario Oliveri. Il gior-
no dopo, don Stefano cele-
brer la sua prima Messa so-
lenne a Segrate nella chiesa
di Santo Stefano. E sar fe-
sta grande in citt. Lammi-
nistrazione comunale e la
parrocchia sono da tempo al
lavoro per solennizzare
levento. Intanto, perch un
segratese viene ordinato ad
Albenga e non a Milano? Lo
spiega lo stesso don Crescen-
zo. La questione dice
che dopo aver concluso il
biennio di filosofia a Milano
sono venuto qui ad Albenga
per il quadriennio di teologia
e quindi sono poi stato auto-
maticamente cooptato nella
diocesi locale. Qui sono sta-
to ordinato diacono il 16 giu-
gno scorso e qui sar ordina-
to sacerdote. Se mi dispiace?
Un po s, ma qui ormai mi
sono ambientato molto bene
e hanno cominciato ad ap-
prezzarmi a tal punto, che il
vescovo mi ha gi annuncia-
to che sar il suo segretario.
Un grande onore. Comunque
non ho mai dimenticato Se-
grate, anzi. E infatti avr il
piacere di celebrare la mia
prima Messa nella chiesa di
Santo Stefano, in quella che
stata la mia parrocchia do-
ve ho coltivato la mia voca-
zione.
Una vocazione che don Cre-
scenzo ha sentito un po tar-
di rispetto alle abitudini
(nel senso che non entrato
in seminario da ragazzino, se-
condo le tradizioni di alcuni
lustri fa), ma al momento del
liceo frequentato a Milano e
che non nata in una fami-
glia bigotta. Una vocazio-
ne che don Stefano ha senti-
to e ha assecondato con laiu-
to di un padre spirituale, ap-
profondendo larte sacra al
liceo artistico. Io dice
sono nato in una famiglia
normalissima composta da
pap Fausto che fa il parruc-
chiere, ma che non ho mai
sfruttato molto visto che so-
no quasi pelato, e ha un nego-
zio a Milano, da mamma Be-
nedetta e da due sorelle, Ila-
ria di 30 anni e Camilla di 24.
Nato a Milano, sono appro-
dato a Segrate allet di 4 an-
ni. Una famiglia cristiana cre-
dente, ma non molto prati-
cante. Vita normale anche
la sua, con le elementari e le
medie frequentate a Segrate e
poi a causa della passione per
larte il trasferimento al liceo
artistico Brera di via Hayek a
Milano. Unoccasione
sorride per andare pi spes-
so nella metropoli a divertir-
mi con gli amici. Ero parti-
colarmente versato per lar-
te sacra e questo mi ha porta-
to spesso a far visita alle ope-
re nelle chiese e certe atmo-
sfere mi hanno aiutato al rac-
coglimento, al silenzio. For-
se un disegno di Dio. Fatto
sta che stato proprio in quel
periodo che don Stefano ha
sentito dentro di s una vo-
ce, un richiamo che ha cer-
cato di approfondire con
laiuto di un padre spirituale
facendo un cammino di di-
scernimento vocazionale, al
termine del quale ha avuto le
idee pi chiare. Era proprio
un richiamo al sacerdozio.
Quello che mi ha acceso la
scintilla stata unomelia, te-
nuta un giorno dal mio padre
spirituale nella chiesa di San-
ta Francesca Romana a Mi-
lano, nella quale spiegava che
ogni uomo chiamato alla
santit. Un concetto che ave-
vo sentito altre volte, ma che
quel giorno ha fatto maggior
breccia in me. Ho avuto co-
me la sensazione di essere in-
seguito dal Signore. E cos,
ottenuta la maturit, tra la
sorpresa dei miei genitori che
comunque avevano gi capi-
to che cosa stessi maturando,
sono entrato in seminario a
Milano per proseguire gli stu-
di di indirizzo sacerdotale.
Tentennamenti? Non pro-
prio, ma la necessit a un cer-
to punto di approfondire me-
glio certe sensazioni, e cos
terminato il biennio di filo-
sofia e prima di intraprende-
re il quadriennio di teologia
ad Albenga, ho preferito usci-
re dal guscio del seminario,
concedendomi tra il 2008 e
il 2009 un anno pastorale
presso la parrocchia e lora-
torio di Santo Stefano, facen-
do il catechista e curando il
doposcuola. Unesperienza
bellissima che mi stata mol-
to utile, mi ha arricchito e mi
ha ancora pi convinto della
mia scelta. Diventare prete
oggi sembra un atto di corag-
gio, lo stuzzichiamo. Certo
non facile, specie quando
si sentono certe cose su cer-
ti preti. Cose che mi hanno
infastidito parecchio, ma che
nel contempo mi hanno spro-
nato. Alludevamo, lo incal-
ziamo, al fatto di dover rinun-
ciare allaffetto di una don-
na, al farsi una famiglia. Per
il prete il celibato diventa una
forza, d maggior possibili-
t di dedicarsi agli altri senza
tentennamenti. Verso che
cosa si sente pi versato co-
me prete? Alla somministra-
zione dei sacramenti, alla
confessione, alla catechesi,
ma soprattutto alla predica-
zione. Predicare mi piace
molto.
E allora tanti auguri don Ste-
fano. E congratulazioni per
il raggiungimento di questo
bel traguardo. Una tappa im-
portante e significativa nella
realizzazione del disegno che
il Signore ha su di lei.
Pep
LEVENTO A distanza di dodici anni un altro segratese, don Crescenzo, verr ordinato prete il 9 febbraio ad Albenga
Larte sacra la scintilla per don Stefano
Grande festa in citt per la prima Messa solenne del giorno dopo a Segrate - Gi nominato segretario del vescovo
SERRAMENTI IN ALLUMINIO, LEGNO E PVC
CASSONETTI - TAPPARELLE - PERSIANE
ZANZARIERE - PORTE BLINDATE E INTERNE
INFERRIATE - FABBRO - PORTE BASCULAN-
TI BOX ANCHE MOTORIZZATE
RB SERRAMENTI
SNC
20090 Segrate (MI) - Via Borioli, 8
Tel. e Fax 02.26923131
Cell. 336 444 776
Possibilit di
detrazione
fiscale fino
al 55%
Era partita come una protesta arrab-
biata, con tanto di intenzione di bloc-
care la Rivoltana per far valere le
proprie ragioni. L'iniziativa venu-
ta dai commercianti di San Felice, e
il motivo presto detto: il tentativo
di sensibilizzare sulla questione traf-
fico in Rivoltana, e sull'apertura del-
la rotonda verso la frazione. La mi-
naccia poi rientrata, il 10 gennaio
scorso, grazie anche alla convoca-
zione in mattinata dei commercian-
ti in Comune, dove sono stati rice-
vuti dal sindaco Adriano Alessan-
drini, dal comandante della Polizia
locale Lorenzo Giona e da alcuni as-
sessori. Saltato il blocco della pro-
vinciale, alcuni commercianti e cit-
tadini si sono comunque dati appun-
tamento davanti alla portineria di
San Felice nel pomerig-
gio, per spostarsi poi al
vicino centro civico in-
sieme a Lorenzo Arseni,
assessore al Commercio,
Martino Rebellato, asses-
sore ai lavori pubblici e
al consigliere comunale
Alessandro Seracini, san-
felicino (nella foto).
L'incontro col sindaco
stato positivo ha raccontato uno
dei commercianti, Marcello Rizzo
Abbiamo chiesto quali fossero i
tempi di realizzazione del famoso
ponte. Abbiamo sollevato il proble-
ma della viabilit, che tra le altre co-
se sta facendo soffrire i negozi per-
ch cos la gente non entra e non esce
da San Felice. Il centro commercia-
le deserto, bar e ristoranti sono vuo-
ti, il sentimento palpabile. Chi ne
risente di pi sono le attivit di ven-
dita al dettaglio. Comunque il sin-
daco sembrato cosciente dei disa-
gi e collaborativo: ha chiesto tutte le
nostre mail impegnandosi a tenerci
aggiornati sull'andamento dei lavo-
ri ogni due settimane.
Stando alle ultime previsioni, il pon-
te dovrebbe essere terminato tra apri-
le e maggio, con la conseguente
apertura della rotonda sottostante.
Meno idilliaco, per, stato il con-
fronto che si tenuto nel pomeriggio,
appunto, al centro civico. I presenti
erano piuttosto inviperiti verso gli
amministratori. Oltre al danno, la
beffa! Perch a Pioltello hanno fat-
to il tunnel?, ha commentato uno
di loro, Paolo Lantieri. Si tirata in
ballo la rotonda promessa e poi non
aperta perch pericolosa, altri anco-
ra hanno evidenziato che, all'ultima
riunione su Brebemi, le tempistiche
stimate per il cavalcavia erano feb-
braio-marzo: Vediamo poca gente
lavorare dentro il cantiere, siamo pre-
occupati, ha detto qualcun altro.
Ma Rebellato ha sottolineato:
unazienda privata che non ha inte-
resse a ritardare, prima finiscono e
prima possono riscuotere dal casel-
lo. Una buona notizia per arri-
vata: I lavori per la tangenzialina
di San Felice inizieranno a febbraio
ha informato Seracini La bonifi-
ca gi stata fatta. Dovrebbero du-
rare 4-5 mesi al massimo.
SANFELICE Le dure proteste dei commercianti per i ritardi nella realizzazione delle opere
Quartiere deserto e tanti danni
senza quel ponte e la rotonda
Don Stefano Crescenzo
(a sinistra) insieme a don
Stefano Rocca, parroco
di Segrate Centro, dove il
giovane sacerdote
cresciuto e dove ha fatto
la sua prima esperienza
pastorale
dine. Consegnate in tutto 150
calze della befana, coinvolti
pi di 460 tra genitori e non-
ni per l'organizzazione del-
l'evento, tanto che alcuni han-
no dovuto attendere fuori, pri-
ma di poter entrare a ricevere
la calza. C' chi, invece, si
preparato in modo diverso per
l'arrivo della vecchietta sulla
scopa. Alla ludoteca comu-
nale Mr. Magorium in via
Amendola, il 3 e 4 gennaio si
sono svolti laboratori per bim-
bi da 0 a 4 anni, per realizza-
re una calza della Befana fat-
ta in casa. Aiutati dalle bra-
ve animatrici di Tempo C, i
bambini (i pi piccoli accom-
pagnati dalle mamme), con
cartoncino, stoffe, sacchetti
del pane e lustrini hanno co-
struito le loro calze, pronte ad
accogliere ghiotti dolci.
R.T.
8
16 gennaio 2013
Attualit
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Orthopedia Tecnica specializzata nella costruzione
di plantari su misura, busti e tutori. Collaboriamo con
centri e associazioni sportive realizzando plantari adatti
a ogni tipo di attivit sportiva.
Paolo Pasini, tecnico ortopedico con pi di 20 anni di
esperienza, specializzato nellapplicazione di tutori in
traumatologia e nella realizzazione di plantari su misura.
Cesare Pozzi, responsabile commerciale letti e poltrone,
deambulatori e prodotti ortopedici.
Marco Bordina, podologo, specializzato in trattamenti
diretti alla prevenzione e alla cura di patologie quali: oni-
cocriptosi, alluce valgo, metatarsalgie, dolore da sperone
FDOFDQHDUH IDVFLWH SODQWDUH FDOORVLW XQJKLH LSHUWUR-
che, deformi e/o incarnite.
Per correggere ogni patologia e per recuperare una
corretta postura utilizziamo tecniche avanzate (Esame
Baropodometrico Posturale) per lanalisi e il rilievo dei
FDULFKL SUHVVRUL VXOOD VXSHUFLH GL DSSRJJLR SODQWDUH
Viale Monza 40, Milano | Tel 02 28970344
Fax 02 26115076 |orthopediatecnica@gmail.com
www.orthopediatecnica.it
$HURVRO XPLGLFDWRUL LQDODWRUL
termali, magnetoterapia, aspira-
tori chirurgici, elettrostimolatori,
bilance e molto altro!
Sogno vivo e canto, sogno e
vivo tanto, sento quellamo-
re che pu far cambiare vite
e morte, sogno e vivo forte,
incontro a ogni attimo che
c. Sono versi di Ancora
vita, canzone uscita lo scor-
so 11 gennaio per celebrare
il 40esimo anniversario di
Aido (Associazione Italiana
per la Donazione di Organi,
tessuti e cellule), allo scopo
di ridurre la lista dattesa di
chi in attesa di trapianto.
Due grandi interpreti, di nuo-
vo insieme dopo la parteci-
pazione al Festival di Sanre-
mo del 2005: Annalisa Mi-
netti e Toto Cutugno. Che
con la forza della musica
danno voce e speranza a
quelle 9mila persone che, ad
oggi, in Italia aspettano di
tornare a vivere. Una canzo-
ne damore verso tutti i do-
natori sconosciuti che hanno
fatto una scelta che sar an-
cora vita. Non solo per chi
riceve il trapianto come ha
dichiarato Andrea Mercurio,
autore del singolo insieme a
Walter Savelli e del testo,
scritto in collaborazione con
lAido nazionale E il tuo
dono non sar soltanto io, ma
noi, c un fiume di vita in
questa fonte che ora scorre
da me in poi. Questa strofa
sta proprio a significare che
quel dono prezioso regaler
un futuro anche alle succes-
sive generazioni. E la strada
sar infinita. Nei versi di
Ancora vita si celebra il ri-
torno alla vita delle persone
trapiantate, che vivono con
intensit e tanta gratitudine
verso quel gesto che fa di
ogni attimo della loro esisten-
za un dono inestimabile. Il
singolo disponibile su iTu-
nes e distribuito da Aido. Per
informazioni su eventi del-
la sezione Aido Segra-
te possibile contatta-
re il presidente Bru-
no Ghidini al nu-
m e r o :
335.6544653.
IL VIDEO-
CLIP - Se-
grate Oggi
stato sul set
del videoclip
realizzato da
televisionet.tv,
web tv diretta
da Davide Catalano. I prota-
gonisti sono trapiantati, fa-
miliari dei donatori, Nazio-
nale italiana di
c a l -
cio
trapiantati, volontari Aido e
bambini che con la loro na-
turale spensieratezza riman-
dano alla gioia che prova chi
sente la vita come un
regalo prezioso. Han-
no preso
parte alle ri-
prese anche
Davide De
Ma r i ni s ,
Giancarlo
Barbara
e Pablo
S c a r -
p e l l i .
Gi im-
pegnat i
in progetti
benefici e te-
stimonial di eventi di sensi-
bilizzazione, ci hanno spie-
gato la loro opinione sulla do-
nazione di organi e cosa si-
gnifica prestare la propria no-
toriet per la campagna Ai-
do.
Credo fermamente che se
lintenzione sia aiutare qual-
cuno ha dichiarato Barbara
qualsiasi mezzo di comu-
nicazione sia adatto. E io ho
partecipato attraverso ci che
mi riesce meglio. Mi rendo
conto che scegliere di diven-
tare donatore possa spaven-
tare perch il pensiero va
subito alla propria mor-
te, ma sono convinto che
fare questa scelta sia un
modo per allungare la
vita e soprattutto per
continuare a vivere.
Mi considero il cittadi-
no medio, con slanci e ti-
mori ha affermato
De Marinis ma nel
dubbio la mia tenden-
za sempre per il da-
re. Perch se dai, non
sbagli mai. Tra pochi
giorni uscir il mio
nuovo singolo Mela-
godo che parla pro-
prio di apprezzare ci che ab-
biamo. Lultimo verso recita
non c niente di meglio del-
le piccole cose, ma se alla
fine le tieni per te, non lo
stesso. Il bello condivide-
re. Deciso Scarpelli, donato-
re nel suo Paese natale, lAr-
gentina: Non mi sono fatto
troppe domande. Ho pensa-
to solo che fosse una scelta
da fare. Sapere che un giorno
potr aiutare qualcuno che ha
bisogno di me, mi fa star be-
ne. Diventare donatore ti fa
sentire una persona
migliore.
Giulia Di Dio
SOLIDARIET uscito giorni fa il disco per celebrare i 40 anni dellAssociazione Italiana Donatori di Organi
Aido, ecco la scelta che Sar ancora vita
Il testo scritto dal segratese Andrea Mercurio e interpretato da Annalisa Minetti e Toto Cutugno - Toccante video di trapiantati e donatori
La Befana vien di notte,
recitava la canzoncina che si
insegnava ai bambini una vol-
ta. Ormai persino le befane
si sono aggiornate, e allieta-
no i bambini coi loro doni an-
che di pomeriggio. Anzi, ad-
dirittura pattinando su ghiac-
cio, come per la Festa della
Befana organizzata domeni-
ca 6 gennaio dalla Proloco
segratese, insieme al Comu-
ne, in via Roma. Spettacolo
su ghiaccio e tanti dolci per
i bambini presenti.
Al Cps (Circolo pensionati
segratesi) di Rovagnasco, in
FESTA Tante le iniziative organizzate in tutta la citt per levento di chiusura del periodo natalizio, per la gioia dei pi piccoli
Dolcetti e show su ghiaccio per la Befana
Befane sui pattini con la Proloco, premiazione dei disegni al Cps di Rovagnasco e calza fai-da-te alla ludoteca Mr. Magorium
Nella foto a sinistra, il
musicista e speaker
segratese Andrea
Mercurio, autore del sin-
golo Ancora vita per
Aido. Sotto, una foto di
gruppo con i protagonisti
del videoclip tratto dal
singolo assieme alla
nostra Giulia Di Dio. A
destra, Toto Cutugno
con Annalisa Minetti,
interpreti di Ancora vita
via Amendola, sempre il 6 gennaio si svolta
la premiazione per tutti i bambini che hanno
partecipato al concorso per i disegni natalizi,
organizzato dall'associazione e a cui hanno
aderito tutti gli asili e scuole elementari citta-
DIRETTORE RESPONSABILE: Federico Vigan
REALIZZAZIONE GRAFICA: Federico Vigan
REDAZIONE: Beppe Maseri, Raffaella Turati
COLLABORATORI: Anna Olcese, Enrico Sciarini,
Giacomo Lorenzoni, Giulia Di Dio, Federica Nin,
Francesca Leonzi, Alessandro Cassaghi
MILANO COMMUNICATION SRL
Proprietaria ed Editrice - P. IVA 05365660967
REDAZIONE: via Cellini 5 - 20090 Segrate (MI)
E-MAIL: redazione@segrateoggi.it
SITO INTERNET: www.segrateoggi.it
TEL/FAX: 02.2139372
Stampa: RDS Web Printing
20862 - via Belvedere 42 - Arcore (MB)
Reg. Tribunale di Milano n.369 - 19/11/1974
Non manodopera, ma Ma-
no dopera, s Mano dope-
ra vale a dire opera della ma-
no delluomo, si intitola il bel
volume che la Sice Previt di
Segrate ha preparato per cele-
brare nel 2011 i cinquantan-
ni di attivit. Una premessa si-
gnificativa per introdurre e ca-
pire i princpi cui si ispira
unazienda efficientissima,
fuori dagli schemi attuali im-
peranti in fabbrica nel rappor-
to padrone-lavoratore che, pur-
troppo, regola gran parte del-
le strutture industriali doggi,
eredit di lunghe, cieche batta-
glie sindacali che hanno tra-
sformato le aziende in lager
dove il dipendente-schiavo la-
vora con dispetto, quasi con
rancore per il padrone. No, al-
la Sice Previt c sempre
luomo in primo piano, il ri-
spetto della sua dignit, dei
suoi diritti. QuellUomo al
quale lazienda chiede altret-
tanto rispetto e collaborazio-
ne per portare avanti, insieme,
progetti di reciproca soddisfa-
zione.
Parlando con i titolari e visi-
tando tutti i reparti della strut-
tura (che si estende in via de-
gli Alpini su unarea di circa
6.000 mq), dove il lavoro fer-
ve con laiuto di impianti mo-
dernissimi, si ha la sensazio-
ne di tornare 20-30 anni a ri-
troso nel tempo, di vivere una
favola. Una pausa che ritempra
e ricarica con una botta di ot-
timismo e di nostalgia facen-
doti capire che certe cose esi-
stono, si possono costruire se
lo si vuole, se si hanno le idee
chiare e soprattutto se ci sono
dei principi ispiratori. Cos i
dipendenti nelle loro divise
rosso (giubbetto) e verde (pan-
taloni), che incontri e ti saluta-
no rispettosi, sembrano gari-
baldini o meglio giubbe ros-
se in battaglia per una cau-
sa comune. Gi limpatto con
limponente sede di via degli
Alpini (una struttura di mat-
toni in stile inglese) e con la
reception di sobria eleganza,
trasmette la sensazione di ef-
ficienza e di fervore confer-
mate dallincontro e dalla
chiacchierata con i titolari, i
coniugi Monica Tonini e Ar-
turo Caprio (lei architetto, lui
ingegnere), persone cordiali e
disponibili che ci spiegano la
loro bella avventura, i loro pro-
getti.
Unavventura iniziata negli an-
ni 60 nel campo delledilizia,
sulla scia di una traccia lascia-
ta dai nonni e dai genitori di
lei, di origine trentina, la cui
attivit si poi unita a quella
iniziata sempre nello stesso
campo da lui. Sice Previt so-
no due acronimi che stanno
per Societ italiana costru-
zioni edili e Prefabbricati
vermiculite italiana. Lattivi-
t dellazienda che lavora ed
esporta in tutto il mondo (so-
prattutto Usa, Europa, Medio
Oriente) si un po modifica-
ta negli anni: lasciato il setto-
re dei prefabbricati, si con-
centrata sulle costruzioni e ri-
strutturazioni edili di pregio
(sedi e boutique di marchi di
prestigio come Trussardi, Ver-
sace, Louis Vuitton, Dolce e
Gabbana e molte altre griffe),
sulla falegnameria e sulla car-
penteria pesante. La filosofia
di lavoro dellazienda : Fac-
ciamo tutto noi e il prodotto
richiesto consegnato chiavi
in mano. Niente esternaliz-
zazioni ribadisce lingegner
Caprio, uomo pacato dalle
idee chiare con le quali si ri-
schia sulla qualit e si incre-
menta magari il lavoro in ne-
ro. Preferiamo che tutto sia
sotto il nostro controllo. Con-
fidiamo nelle nostre maestran-
ze di alto profilo professiona-
le in ogni settore: le allevia-
mo, le facciamo crescere in
casa. E lavorando in proprio
si lavora meglio, tutto pi ve-
loce, si riduce la burocrazia.
Noi abbiamo circa 170 dipen-
denti tra operai, impiegati, tec-
nici, disegnatori e architetti.
Circa 120 sono in produzio-
ne, una cinquantina negli uf-
fici. Un altro centinaio di per-
sone collabora con noi nellin-
dotto. Le selezioni del perso-
nale le facciamo noi secondo
i nostri criteri, la nostra filo-
sofia che rifiuta le prime don-
ne e accoglie persone oneste,
capaci, responsabili e in gra-
do di lavorare in gruppo, di fa-
re squadra. Al nostro interno
non ci sono organizzazioni
sindacali. I sindacati ci cono-
scono, sanno come lavoriamo
e trattiamo i dipendenti e sia-
mo orgogliosi di dire che non
abbiamo mai avuto vertenze
di nessuno genere. Rispettia-
mo le leggi in ogni settore,
specie in quello della sicurez-
za e siamo lieti quando ven-
gono i controlli di routine.
Tempo fa ho licenziato un di-
pendente responsabile della si-
curezza sul lavoro perch ci
siamo accorti che non control-
lava a dovere. Riteniamo
osserva la moglie Monica,
donna mite, pudicamente or-
gogliosa dellazienda che i
nostri dipendenti guadagnino
bene e si trovino bene come
giusto che sia. Il lavoro ferve
e ha ritmi sostenuti, ma c an-
che chi, come successo re-
centemente con una ragazza,
preferisce andare a fare la cas-
siera in un centro commercia-
le e guadagnare meno piutto-
sto che stare chiusa in ufficio.
Pazienza, le scelte vanno ri-
spettate. Noi si intromet-
te il marito abbiamo biso-
gno di operai specializzati che,
detto tra noi, guadagnano pi
di un architetto o di un geo-
metra, e in questo senso sia-
mo dispiaciuti di non venire
incontro pi di tanto alle pro-
poste avanzate dallattuale am-
ministrazione comunale che
ha istituito recentemente uno
sportello di collaborazione con
le aziende sul territorio, affin-
ch segnalassero le loro esi-
genze per combattere la disoc-
cupazione soprattutto giova-
nile. Noi abbiamo fatto pre-
sente le nostre richieste di ma-
nodopera, che per mal si con-
ciliano con la realt lavorati-
va di Segrate, ex citt dormito-
rio di lusso, che ha una scarsa
tradizione artigianale e che ne-
gli ultimi decenni, a causa del-
la dogana, ha visto nascere so-
prattutto aziende di trasporti.
Con lattuale amministrazio-
ne abbiamo un ottimo rappor-
to e la ringraziamo per quello
che ci ha permesso di fare, sul
piano delle infrastrutture, per
agevolare anche la nostra
azienda. Di fronte alle nostre
richieste, precedenti ammini-
strazioni oltre ad opporci sem-
pre un deciso no, ci avevano
anche minacciato di espro-
prio. A proposito di occupa-
zione, lingegner Caprio fe-
lice di rivelare che nellultimo
anno la sua azienda (rara avis
nel contesto attuale) ha fatto
ben 30 assunzioni. S, perch
nonostante il momentaccio il
lavoro dellazienda, che fattu-
ra circa 30 milioni allanno,
in espansione soprattutto in
Francia dice lingegnere -
dove la burocrazia, contraria-
mente a quello che purtroppo
succede in Italia, ridotta al-
losso ed quindi pi facile
lavorare. La visita allazien-
da dove lUomo ha un posto
in primo piano ultimata.
Dentro il recinto i coniugi Ca-
prio ci mostrano la piccola se-
de della Associazione italiana
Alpini del gruppo di Segrate-
Pioltello-Limito da loro restau-
rata e regalata alle Penne ne-
re, unorgogliosa tradizione
della famiglia Tonini per via
di nonno e pap. Gli alpini
dice quasi commosso linge-
gnere incrociando lo sguardo
della moglie hanno sempre
accompagnato e accompagna-
no i momenti pi importanti
della nostra azienda. Quasi
alluscita c parcheggiata su
una struttura in legno una mo-
tovedetta Mp 2015 della Guar-
dia Costiera in attesa di restau-
ri. Lho acquistata tempo fa
e spero di metterla a posto per
realizzare il mio sogno: anda-
re per mare. Ho gi detto ai di-
pendenti sorride lingegnere
- di cominciare a preoccupar-
si quando vedranno che ci
metter le mani perch nel gi-
ro di due-tre anni chiuder.
Ma quella motovedetta rischia
di restare un monumento al
sogno. La realt, intanto,
questa azienda-gioiello di cui
Segrate deve andare orgoglio-
sa e che le istituzioni farebbe-
ro bene a difendere.
Beppe Maseri
9
16 gennaio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Attualit
LE ECCELLENZE Ha dimensioni internazionali ed in continua espansione la ditta da oltre 50 anni sul territorio
Le Giubbe rosse della Sice Previt
170 dipendenti (30 assunti nellultimo anno) - Luomo sempre in primo piano, rispetto e collaborazione i princpi guida
Nella foto in alto, la
sede in via degli Alpini,
completamente
rinnovata nel 2008.
Qui sopra, un momento
dellinaugurazione della
sede del gruppo Alpini
di Segrate-Pioltello-
Limito, realizzata dalla
Sice-Previt sul proprio
terreno. A sinistra,
alcune foto degli uffici e
dei reparti di produzione
dellazienda. A destra, i
titolari Monica Tonini e
Arturo Caprio.
UNAZIENDA
MODELLO
10
16 gennaio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Gettata alle spalle la fine del
mondo profetizzata dai Ma-
ya, con il 2013 ora di rico-
minciare. La pagina degli ani-
mali lo vuole fare rivolgendo
auguri bestiali a tutti i suoi
lettori, e specialmente a chi
crede alle stelle. Perch las-
s, che ci abbiate fatto caso o
no, in cielo pascolano gli ani-
mali, e chi consulta lo zodia-
co, che se ne renda conto o
no, cerca auspici benevoli e
rassicurazioni in quegli ani-
mali celesti: il leone, lariete,
il granchio che arretra e cio
il cancro, e cos via.
Infatti il termine zodiaco
viene dal greco zodiaks ky-
klos, il cui significato cer-
chio degli animali( o cer-
chio dei viventi e perci an-
che ciclo della vita).
Dal tempo in cui non c'era
una vera distinzione tra astro-
nomia e astrologia, lo zodia-
co comprende tradizional-
mente determinate costella-
zioni, quei gruppi di stelle in
cui la fantasia dei primi os-
servatori riconobbe figure
umane o, principalmente, di
animali.
Abbiamo scoperto in Elisa-
betta Romanello Giudici,
studiosa eclettica dagli inte-
ressi polimorfi, biblista ama-
toriale e redattrice del gior-
nale della parrocchia di Mi-
lano 2, unesperta anche di
zodiaco e abbiamo chiesto a
lei di condividere alcune ri-
flessioni sul bisogno umano
di conoscere pronostici e di
cercarli tra gli animali cele-
sti dellastrologia.
Che cosa ne dice della pos-
sibilit di consultare le stel-
le? Se ne possono avere re-
sponsi affidabili?
Allarrivo di ogni nuovo an-
no, luomo sente la necessi-
t di immaginarsi un futuro
chiaro e migliore del prece-
dente. per questo che, sin
dai tempi antichi, veniamo
sommersi da articoli, pubbli-
cazioni e ultimamente tra-
smissioni televisive in cui si
d largo spazio alla cosiddet-
ta astrologia. Dico cosiddetta,
perch in realt quello che
viene mostrato un sempli-
ce specchietto per le allodole,
uno sfruttamento commercia-
le, molto spesso inesatto e ba-
nalizzato, di quella che forse
una delle discipline pi an-
tiche del mondo.
Nel considerarla una di-
sciplina, intende attribuir-
vi valore conoscitivo?
Gi perch, nelle
antiche civilt,
astrologia e
ast r ono-
mia era-
no sino-
nimi: la
lettura e
l i nt er-
pretazio-
ne degli
astri erano
fondamentali
sia per poter pre-
vedere fenomeni at-
mosferici, che determinava-
no landamento dellagricol-
tura e del commercio, sia per
lorientamento dei viaggiato-
ri, ma anche per individuare
momenti propizi per guerre,
matrimoni e nascite. Lastro-
logia insomma permeava la
vita di tutti i giorni ed era ba-
sata sullosservazione stati-
stica dei fenomeni celesti e
dei loro effetti sulla vita quo-
tidiana. In pratica, le suddivi-
sioni dello zodiaco sono co-
stellazioni in astronomia e se-
gni zodiacali in astrologia.
Allora lo zodiaco una spe-
cie di trait dunion tra astro-
logia e astronomia?
S, perch era lo strumento
fondamentale per questa os-
servazione delle stelle e dei
fenomeni celesti. costitui-
to da una fascia immaginaria
celeste divisa in 12 settori di
30 gradi luno (i segni zodia-
cali o costellazioni, che per
non combaciano perfettamen-
te con quelle astronomiche)
che illustra il percorso appa-
rente della Luna e dei piane-
ti, da un punto di vista geo-
centrico, e quindi consideran-
do anche il Sole come un pia-
neta.
A quando e a quali popoli
risale lideazione dello zo-
diaco?
Zodiaci antichissimi sono
stati ritrovati a Babilonia e
nellantico Egitto e risalgono
a pi di 2000 anni avanti Cri-
sto. Il compito di questo stru-
mento era di misurare il tem-
po attraverso lanalisi delle
costellazioni.
Ma perch chiamarlo Cer-
chio degli esseri ani-
mali, degli esse-
ri viventi?
Perch, osservando il cielo,
luomo aveva reso animate e
familiari le costellazioni, per-
sonificandole con le figure
pi fidate e vicine alle pro-
prie fantasie: gli animali. E
ci che va notato la centra-
lit, sempre e ovunque, degli
animali in tutti gli zodiaci esi-
stenti. Infatti, in qualsiasi ci-
vilt antica, le costellazioni
sono rappresentate sempre da
animali con determinate ca-
ratteristiche specifiche
delle stagioni a cui si ri-
feriscono. Nello Zo-
diaco occidentale, il
segno dellAriete cor-
risponde alla forza
prorompente della natura che
rifiorisce dopo linverno e al-
lequinozio di primavera; il
gambero che indietreggia del
Cancro rappresenta la ritirata
del Sole dal suo punto pi set-
tentrionale verso il solstizio
destate; il Leone, simbolo del
fuoco, rappresenta il caldo
estivo; la Bilancia lequilibrio
tra notte e giorno del solsti-
zio dautunno; il declino del
potere del sole ricordato dal-
lo Scorpione, simbolo di
oscurit; lAcquario, portato-
re dacqua, segna linizio del-
la stagione piovosa (che, in
Egitto, comportava l'annuale
inondazione del Nilo); e i Pe-
sci simboleggiano il ritorno
alla vita e lembrione di ci
che nascer in primavera.
Lei ha prima accennato al-
lesistenza di altri zodiaci
Lo Zodiaco uno dei sim-
boli universalmente pi dif-
fusi. Oltre allo zodiaco del-
l'astrologia occidentale ce ne
sono di diversi nell'astrologia
vedica e nell'astrologia cine-
se, e molte sono le similitu-
dini nelle figure zodiacali tra
il nostro zodiaco, per esem-
pio, e quello vedico, cio del-
lantica civilt indiana.E nel
cielo cinese ci sono pi ani-
mali che stelle.
Come commentare il fatto
che fin dallantica astrolo-
gia il cielo sia cos affollato
di mitici animali?
Gli animali sono sempre sta-
ti importanti nella vita umana,
dunque hanno avuto un ruo-
lo importantissimo anche in
queste simbologie astronomi-
che e astrologiche.
ASTROLOGIA Questa scienza ha sempre permeato e indirizzato la vita delluomo, le interpretazioni hanno determinato speculazioni
Lo Zodiaco, il pascolo degli animali
Conoscere il futuro attraverso le stelle diventato un bisogno insopprimibile, per questo alle costellazioni sono state attribuite figure familiari
Riprendiamo
la pubblica-
zione delle
foto dei
nostri let-
tori.
Ci scrive la
s i g n o r a
Fi orenza:
Cara redazio-
ne, cara Federi-
ca, vi presento Bibo
(il bel gatto bianco qui a si-
nistra), ce lo hanno dato che
aveva 50 giorni, stava nel
palmo di una mano ma ave-
va gi il pelo lungo, ci han-
no detto che era femmina.
E come una femminuccia
l'abbiamo trattata, fino a
che un giorno, mentre dor-
miva a pancia all'aria ho...
scorto qualcosa tra il pelo,
che le femmine non hanno,
e abbiamo cos scoperto
che un maschietto! Resta
dolcissimo cos come lo ab-
biamo conosciuto e dorme
sulle nostre teste. Non vuo-
le crescere e noi lo amiamo
tantissimo. Cos
come Pippo (qui
sopra), un meravi-
glioso gatto con la
mosca sul naso.
Era di un'amica
che ne aveva tre,
poi un giorno Ele-
na compiva gli an-
ni e abbiamo deci-
so di regalarglielo.
Lei non voleva gatti, diceva
che gli animali sono impe-
gnativi. A distanza di un an-
no, pazza di lui che dorme
sulla sua schiena e, dice lei,
le parla, modulando il mia-
golio a seconda di ci che
vuole dire.
Il rispetto per gli animali
andrebbe insegnato fin da
quando si piccoli il pro-
blema trovare i giusti in-
segnanti, il messaggio
di Lorella Susio, allegato
alla bellissima foto di Re-
becca e Manuel (qui a
fianco).
Le meraviglie della natu-
ra ci sono intorno a noi, an-
che nel paesaggio urbano,
basta saperle vedere, scri-
ve invece Luca Benatelli,
che ci ha mandato una fo-
to artistica di un pettirosso
immortalato proprio qui a
Segrate.
Inviateci
le foto dei vostri
animali o dei luoghi di
Segrate che amate. Le
pubblicheremo in questa pagina che
ogni due settimane dedichiamo alla
flora e alla fauna della nostra citt e alle
iniziative pi interessanti in tema di
ambiente ed ecologia. Puoi mandarle alla
mail redazione@segrateoggi.it o, se
non hai il computer, allindirizzo
Redazione Segrate Oggi, via
Cellini 5, 20090, Segrate.
Pagina a cura di
Federica Nin.
Etologa mancata, ex
psicologa e ora
docente di lettere,
segratese da
trentanni.
federica.ebasta@alice.it
Qui a sinistra, una
rappresentazione
dello zodiaco con al
centro Ges Cristo.
Sotto, a sinistra, il tra-
dizionale zodiaco
cinese, anchesso
popolato per la mag-
gior parte da figure di
animali, ma diverse
da quelle dei segni
zodiacali occidentali.
Sotto, lesperta e
appassionata biblista
Elisabetta Romanello
Giudici
Ambiente e Animali
11
16 gennaio 2013
Cultura e Spettacoli
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
SCELTI
PERVOI
Dal 16 al 30
gennaio
Alla Commenda
commedia il 19
Penultimo appuntamento a
Cascina Commenda.
Lesilarante commedia di
Michael Frayn Rumori
Fuori Scena debutta
allAuditorium Toscanini
con un doppio
appuntamento sabato 19
gennaio. Alle 16 (ingresso
10 euro) e alle 21
(ingresso da 13 a 15 euro).
Sul palco la compagnia
teatrale Sken Company
diretta da Claudia Negrin.
www.spazioteatrio.it.
Il 26 cabaret e
comici da Zelig
Dopo il Veglione, Eugenio
Chiocchi riporta in scena i
suoi Seriamentecomici
con una nuova serata.
Sabato 26 gennaio alle ore
21.15 appuntamento con il
CabaretCommenda. Sul
palco Carlo & Simone (da
Striscia la notizia),
Gianluca De Angelis e
Marco della Noce (da
Zelig Circus), Arcano
Pennazzi e Valeria Musso.
Ingresso 12 euro. Info:
02.2137660; 377.1187011.
Plaid live al
Magnolia domani
Per la prima volta al
Circolo Magnolia, domani
Plaid live dalle ore 22.30.
Testa di serie per Warp
dal 1991, la raffinata
musica post-techno dei
Plaid ha trovato spazio
sulle labbra di Bjork e nella
cameretta di Aphex Twin,
con cui si fronteggiano ai
soliti altissimi livelli.
Ingresso 10 euro con
tessera ARCI. Prevendite
riservate ai soci.
Info: 02.7561046.
Agriturismo in
fiera a Novegro
Il Parco Esposizioni di
Novegro apre il 2013 con
Agriturismo in fiera. Dal
lusso al low cost. Fattorie
didattiche, laboratori
creativi, animali, spettacoli
teatrali, bottega dei profumi,
degustazioni e laboratorio
sullolio extravergine di
oliva. Ingresso da 7 a 10
euro. Sabato 19 gennaio:
ore 10-23. Domenica 20
gennaio: ore 10-19.
Info: 02.70200022.
Dai 50 ai 90
si balla al Bitte
Weekend da ballare al
Circolo Bitte di via
Pacinotti, nella zona
industriale Marconi.
Venerd 18, dalle 21.30,
appuntamento con lormai
classica serata Twist and
Shout dedicata alla
musica anni 50 e 60
(prezzo 4 euro). Sabato 19
passo avanti nel tempo
invecve con We Love
70-80-90, con ingresso
libero. Richiesta tessera
Arci
di G.D.D.
MUSICA Giuseppe Ambruosi, 20enne segratese, torna con il disco Lorazepam Mixtape
Mr. Rella, rapper per... vocazione
un album disconnesso, personale. Met dellincasso alla Lega del Cane di Segrate
Giuseppe Ambruosi, meglio conosciu-
to nellambiente come Mr. Rella, un
giovane rapper segratese classe 90 che
annuncia luscita di Lorazepam, il
suono nuovo Mixtape.
Mi considero un rapper per vocazio-
ne. Di questa disciplina dellhip hop,
mi attirano la melodia e i tipici versi
molto ritmati. Ma soprattutto mi pia-
ce sentire quello che vogliono comu-
nicare gli altri. E cos, dopo aver balla-
to break dance per quattro anni, ho de-
ciso di passare allMCing (MC
lacronimo di Master of Ceremonies,
maestro di cerimonia, colui che par-
la seguendo il ritmo e facendo rap). E
ho deciso di dire la mia.
Segni particolari: un tatuaggio sul-
lavambraccio destro che raffigura il
lato B di una musicassetta, perch
quello che non considera mai nessu-
no, ma nel quale spesso ci sono le can-
zoni pi belle di un album (sul lato B
dei dischi in vinile e delle cassette
cerano solitamente canzoni inedite,
non contenute negli album ufficiali,
n.d.r.).
Venerd 18 gennaio, in occasione del-
la presentazione ufficiale di Sintoniz-
zati degli Otr/Gente Guasta, Mr. Rel-
la aprir la serata al Legend Club di
Milano, in viale Enrico Fermi 98, a
partire dalle ore 22. Lorazepam na-
sce dalla raccolta di venti tracce com-
poste alla fine del 2012. Stavo attra-
versando un periodo molto difficile del-
la mia vita racconta Ambruosi - Ogni
pezzo a s, con un proprio ritmo e un
suo perch. Non c un filo logico tra
i brani, anzi, sono disconnessi. Ec-
co perch Mixtape. Ho voluto raccon-
tare di comuni situazioni giornaliere e
pensieri personali. Da qualche mese
membro ufficiale dei Sempre Peggio
Indie Label, etichetta semi indipen-
dente che ha sponsorizzato e prodotto
il suo album.
Mr. Rella ha collaborato con altri die-
ci amici e rapper emergenti alla realiz-
zazione del suo progetto: Dari Mc,
Giaime, Nerone, Infa, Faser, Paska-
man, Sbend, Cili Man, Rima Jack Flow
e Remmy.
Lorazepam sar disponibile in copia
fisica nel corso della serata al Legend
Club e online, su internet, nello store di
Sempre Peggio al link: semprepeg-
gio.bigcartel.com.
La met dellincasso delle vendite ver-
r devoluto alla Lega Nazionale per la
difesa del cane. Per informazioni,
possibile visitare i seguenti siti inter-
net: www.semprepeggio.it e www.rel-
lamc.com.
Giulia Di Dio
Terzo appuntamento di sta-
gione per Musica Giovane.
Dopo Dal classicismo al
romanticismo e Dances
for piano solo, serate de-
dicate ad autori quali
Haydn, Mendelssohn,
Schubert, Chopin, Grana-
dos, Debussy e Lecuona, la
formula si modifica per
passare a un videoconcer-
to.
Domani alle 21, al Centro
Civico di Milano 2, Peppo
Delconte curer la critica
musicale della serata dedi-
cata al Jazz Improvvisa-
zione: una magia senza
trucchi. Un titolo che rias-
sume uno dei cardini di
questo stile musicale e che
stato scelto da Emanuela
Ferrari, la pianista che af-
fiancher Delconte nel cor-
so della serata. La magia
data da qualsiasi tipo di
musica e quindi anche da
quella di tipo improvvisa-
tivo, quando trasmette emo-
zioni spiega Ferrari ma
non ci sono trucchi per im-
parare a improvvisare, se
non il farlo e crearsi un pro-
prio modo di evolvere, esat-
tamente come in altre tec-
niche musicali. La sfida
renderla comunicativa co-
me una melodia.
Nata come pianista classica
(si diplomata in pianofor-
te e in clavicembalo), ma
avvicinatasi nel tempo al
jazz, Emanuela Ferrari at-
tratta dallapproccio com-
positivo e improvvisativo
legato alla comunicazione
della musica in altre forme
darte. Il passaggio da uno
stile allaltro avvenuto ai
tempi delle sue esibizioni
in Germania perch in
quei teatri si fa opera, ope-
retta e musical ed era ri-
chiesto proprio laccompa-
gnamento di musical. Cos
iniziai a suonare Gershwin,
Porter e via di seguito. Tor-
nata in Italia, mi sono av-
vicinata al jazz e lincontro
con il Maestro Sante Pa-
lumbo ha cambiato il mio
approccio con la musica.
Approccio certamente lon-
tano da quello classico che
ha caratterizzato i suoi pri-
mi anni di studio La so-
stanziale differenza il mo-
do di stare sul tempo ha
continuato Ferrari che
nella musica afroamerica-
na opposto al nostro. Ci
deriva anche dalla loro me-
trica linguistica che risulta
un mix tra le lingue dei va-
ri ceppi africani e lameri-
cano. difficile da spiega-
re, ma ascoltando un rap-
per afroamericano e uno
italiano lampante il diva-
rio tra il loro modo di con-
cepire il ritmo e il nostro.
Appuntamento a domani
sera presso il salone del
Centro Civico di Milano 2
(di fronte alla chiesa Dio
Padre) alle ore 21. Ingresso
libero. Per info: 347-
9419001; elisabetta.roma-
nello.giudici@gmail.com.
Prossimo concerto, giove-
d 21 marzo: Opere, lie-
der, poemi: la lirica
dall800 al 900. Musiche
di Tchaikovsky, Strauss,
Puccini, Debussy, Ravel.
Bernadette Muller (Sn.) e
Manana Jangavadze (pf.).
G.D.D.
MILANO 2 Al Centro civico torna gioved 17 Musica Giovane con Peppo Delconte e Emanuela Ferrari
Jazz, improvvisazione e... magia
Il critico e la pianista insieme per un videoconcerto sulla tecnica e levoluzione del genere nato negli U.S.A.
SANFELICINEMA
Piazza Centro Commerciale San Felice
Tel. 02.7530019 - cinema@san-felice.it
16-30 GENNAIO
LOVE IS ALL YOU NEED
Gioved 17, venerd 18, sabato 19 (ore
21,15) e domenica 20 (ore 16; 21,15)
Commedia, Dan/Sve/Ita/Ger 2012.
Durata: 1 ora e 50 minuti. Di
Susanne Bier. Con Pierce Brosnan
Ida, alla vigilia del matrimonio di sua
figlia Astrid in Italia, scopre che il
marito, che credeva un sostegno sicuro
e incrollabile, l'ha sostituita con una
collega senza troppo cervello...
UNA FAMIGLIA PERFETTA
Gioved 24, venerd 25, sabato 26 (ore
21,15) e domenica 27 (ore 16; 21,15)
Commedia, Italia 2012.
Durata: 2 ore. Di Paolo Genovese.
Con Sergio Castellitto, Claudia
Gerini
In una villa di campagna nei pressi di
Todi, un cinquantenne misterioso,
ricco e solo, decide di affittare una
compagnia di attori per far interpretare loro la famiglia che
non ha mai avuto in occasione delle feste natalizie. Leone,
il singolare padrone di casa, adesso ha una moglie, un
fratello, una cognata, tre figli e una mamma, ma la finzione
e la realt si mescoleranno fino al sopraggiungere di un
personaggio imprevisto dal copione...
Dopo la Seconda guerra
mondiale, lespressione
Giusti tra le nazioni
stata utilizzata per
indicare donne e
uomini non ebrei che
hanno rischiato la vita
per salvare dalla Shoah
anche un solo ebreo. Su
ventitremila giusti,
cinquecento sono
italiani. In occasione
del Giorno della
Memoria, domenica 27
gennaio, il Comune di
Segrate ricorder tra
questi quattro militari
dellArma dei
Carabinieri - Giacomo
Avenia, Osman
Carugno, Carlo Ravera
e Enrico Sibona - con
un concerto del
quartetto darchi Klez
presso lauditorium
Sergio De Simone di
Milano 2. Ingresso
libero.
Nel Giorno
della Memoria
Segrate ricorda
i Giusti
CERIMONIA
Rubriche
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
La neve uno dei fenomeni
pi affascinanti della natura,
e forse proprio per questo la
nascita di un fiocco di neve
una storia lunga, assai lunga,
tanto da coinvolgere quasi tut-
te le leggi della dinamica e
della termodinamica dellat-
mosfera. Una storia avventu-
rosa, insomma, quella di un
fiocco di neve, storia che
grosso modo potremmo sin-
tetizzare cos. Un giorno le
grandi correnti occidentali
che incessantemente percor-
rono il pianeta alle medio-al-
te latitudini, disturbate da una
catena montuosa, improvvi-
samente iniziarono a zig-za-
gare lungo i meridiani. Le on-
de si amplificarono progressi-
vamente nel verso nord-sud
nellarco di qualche giorno.
cos che venne trascinata
fino a 35-40 gradi di latitudi-
ne, fino ad abbracciare tutto
il Mediterraneo centro-occi-
dentale, laria fredda del Cir-
colo polare che fino a qual-
che giorno prima ruotava in
senso antiorario intorno al Po-
lo Nord mantenuta in movi-
mento dal motore del vortice
polare, una profonda bassa
pressione che a tutte le quote
staziona in permanenza ap-
punto sulla fascia polare.
La storia che volevamo rac-
contarvi sarebbe potuta finire
qui e levento sarebbe passa-
to inosservato, o al pi sareb-
be stato ricordato come un
normale out-break di aria
fredda verso le medio-basse
latitudini, un evento abbastan-
za normale nella stagione
fredda. Ma quel giorno la sto-
ria ebbe un seguito. Infatti do-
po appena 1-2 giorni, su quel-
limmenso lago di aria sfug-
gita dal Circolo polare, ini-
ziarono a scorrere correnti di
aria calda proveniente dalla
fascia subtropicale. Le masse
daria calda, sospinte a pi al-
te latitudini da un ciclone ex-
tratropicale giunto dallAtlan-
tico, si erano notevolmente
umidificate durante il prolun-
gato scorrimento a contatto
con la superficie marina del-
lOceano Atlantico, prima, e
di quella del Mediterraneo
poi. Ma laria calda non ap-
pena venne a contatto con il
muro di aria fredda, spesso
4-6 km, fu costretta a scivo-
larvi sopra e a salire via via
sempre pi in alto. In tal mo-
do, a seguito dellespansione
adiabatica nellascesa verso
pressioni via via minori, la
massa si raffredd di 1C
ogni 100 metri tanto che in-
torno ai 500-1.000 metri di
quota, la massa daria diven-
ne satura e inizi a conden-
sare in una nube il surplus di
vapore. Le nubi si spinsero
verso lalto per 4-5 km, fin l
dove fu ancora attivo il solle-
vamento forzato provocato
dal lago di aria fredda. Le
strutture nuvolose cos gene-
di MARIO GIULIACCI
PAROLA AL COLONNELLO
Laffascinante
nascita di un
bel fiocco di neve
La neve un vero miracolo della natura perch si materializza dopo lunghe vicissi-
tudini avverse e una lunga complicata maturazione tra nubi e correnti calde-fredde
Temprato e anche, penso, un
po autorizzato da 45 anni
di giornalismo (di cui 32 a
Il Giorno) tuttora militan-
te, penso di poter dire che
stiamo assistendo a un pro-
gressivo degrado del giorna-
lismo. Degrado che riguar-
da, ahim, professionalit,
etica e qualit. La professio-
ne ancorch cambiata rispet-
to ai miei inizi, per lavven-
to delle nuove tecnologie e
dei nuovi mezzi di informa-
zione che lhanno resa pi ra-
pida, se non frenetica nel co-
municare, sta subendo una
preoccupante involuzione per
mancanza di grandi maestri
che quelli della mia genera-
zione hanno avuto la fortuna
di frequentare, e di una for-
giante gavetta nelle redazio-
ni. Preoccupa soprattutto la
superficialit e la contamina-
zione politica a ogni livello
delle notizie da dare e quin-
di da commentare. Lultimo
clamoroso esempio stato
quello della trasmissione te-
levisiva Servizio pubblico
andata in onda la settimana
scorsa su La7, che ha avuto
come protagonisti Santoro,
Berlusconi e Travaglio. Un
evento che ha catturato circa
9 milioni di telespettatori con
uno share del 36%. Un suc-
cessone dovuto ai protagoni-
sti della trasmissione (il Ber-
lusca ha avuto senzaltro co-
raggio a scendere nellostile
arena), che quasi tutte le for-
ze politiche hanno tirato per
la giacca a loro uso e consu-
mo, equivocando molto sul-
le presunte vittorie. Il succes-
so della trasmissione stato
da alcuni ascritto e certifica-
to alla certa rimonta politica
di Berlusconi e del suo parti-
to, da un po di tempo in pic-
chiata. Niente di pi arbitra-
rio a nostro avviso. Il succes-
so si ferma alla trasmissione
e non alla parte politica che,
infatti, secondo seri sondag-
gisti, non ha spostato pi di
tanto la crescita del Cavalie-
re che di sciocchezze ha con-
tinuato a dirne anche in quel-
la circostanza. stato sen-
zaltro un bello (e a volte
sgradevole) show con colpi
bassi da una parte e dallal-
tra. Ma come si fa a sostene-
re che avrebbe vinto Berlu-
sconi? Vittoria rispetto a chi?
Con quale avversario diretto
(Casini, Bersani e via discor-
rendo) si era confrontato?
Quindi fermiamoci, per one-
st, alla vittoria dellaudien-
ce della trasmissione. sta-
to come un Inter-Milan che
grazie ai suoi campioni ha re-
galato emozioni e che sicu-
ramente ha fatto e far sem-
pre pi spettatori e incasso di
un Chievo-Sampdoria.
VISTA DAL Pep
Ha vinto la trasmissione
non il Berlusconi leader
di Beppe Maseri
La mamma perfetta non esiste
ed inutile prenderci in giro,
perch la verit che fare la
mamma non per niente sem-
plice. Chi pensa di esserlo (per-
fetta) ha una visione distorta
della realt e di se stessa. Dico
questo perch da pochi giorni
nata la bimba di una mia ami-
ca e sono tornata con i pensie-
ri indietro nel tempo, a sette an-
ni fa. A quando, rientrata dal-
l'ospedale con mio figlio, un
florido neonato di 3 chili e 750
grammi, e varcata la soglia di
casa, mi si aperto un mondo
nuovo, completamente scono-
sciuto. Un mondo meraviglio-
so, intendiamoci, ma pieno di
incognite per una primipara.
Incognite che sono l a minare
le tue sicurezze, a farti sentire
inadeguata e, a volte, incapace
di prenderti cura come conver-
rebbe (e poi come conver-
rebbe?) della tua creatura. Al-
l'inizio, quando hai a che fare
con le prime coliche, con le pri-
me nottate in bianco, quando
realizzi che neanche oggi sei
riuscita a farti una doccia, quan-
do - dopo averle provate tutte
(cambio del pannolino, poppa-
ta, ruttino, coccole) - non sai
ancora perch tuo figlio conti-
nui a piangere e, alle 4 del mat-
tino, non desideri altro che but-
tarti su un materasso e dormi-
re per tre ore di fila, non ti sen-
ti tanto una buona madre. Pen-
si: Ma come fanno le altre?,
quelle che vedi spingere sere-
ne la carrozzina con un sorri-
so beato stampato in faccia?
Niente panico. Le altre sono
esattamente nella medesima si-
tuazione, solo che magari quel-
la mattina sono riuscite a usci-
re di casa truccate (ed gi un
primato da Guinnes) e, proba-
bilmente, il sorrisino ebete
dovuto alla stanchezza e al ner-
vosismo. Fateci caso, tutte le
neomamme hanno un po' l'aria
stralunata E ci credo, con
quello che dormono, anzi, che
non dormono!
Quello che voglio dire : se non
avete nonni o tate che vi per-
mettano di riposare un'oretta
quando proprio siete sfinite, o
di farvi una doccia prima del-
le undici di sera, normale sen-
tirvi un extraterrestre.
Non lo siete, tranquille. L'ho
scoperto col tempo, conoscen-
do e frequentando altre mam-
me. Parlando e confrontando-
mi con loro, notando che pi o
meno eravamo tutte alle prese
con gli stessi problemi e do-
mande. E con quel senso di
inadeguatezza che, all'inizio,
non permette di vivere appieno
e serenamente l'avventura (bel-
lissima, entusiasmante, gran-
diosa, immensa ma allo stesso
tempo complicata) dell'essere
madre.
Sapete cosa mi piacerebbe? Io
la butto l, poi, chi vuole co-
gliere, colga. Ci vorrebbe un
posto, qui a Segrate, studiato
apposta per le neomamme e
per quelle pi esperte (con i
figli gi grandi) in cui potersi
incontrare e - magari sorseg-
giando un buon t o un caff -
conoscersi, parlare, confrontar-
si e stare assieme. Con i bimbi,
naturalmente. Un posto che
non sia casa ma dove una neo-
mamma possa sentirsi come a
casa. Ci vorrebbe una sorta di
Circolo delle mamme per-
ch secondo me soprattutto
quelle alle prime armi, hanno
bisogno di parlare e di essere
ascoltate. Di non sentirsi sole.
E neppure extraterrestri in una
societ che non affatto predi-
sposta n per le loro esigenze
n per quelle dei loro bambi-
ni. Che anche le mamme sono
cittadine, votano anche loro,
no? S, mi piacerebbe molto
vivere in un Paese capace di
ascoltare le mamme. E le don-
ne, in generale.
di ANTONELLA PFEIFFER
LA VOCE DELLE MAMME
Neomamme, un aiuto
reciproco incontrarsi
in un loro... Circolo
Antonella Pfeiffer
scrittrice e blogger. Puoi
scriverle allindirizzo
redazione@segrateoggi.it
o visitare il suo sito:
www.lavocedellemamme.it
16 gennaio 2013
12
rate erano nubi fredde, ovve-
ro nubi a temperatura sotto
zero, perch appunto immer-
se nellambiente a temperatu-
ra negativa dellirruzione fred-
da. Le nubi fredde hanno la
peculiarit di essere costitui-
te da un mixing di microsco-
pici cristalli di ghiaccio (in
una miriade di forme) e da
goccioline liquide (droplets)
di 20-30 micron circa, le qua-
li restano allo stato liquido no-
nostante lambiente sia a tem-
peratura sotto zero (fenomeno
della sopraffusione).
Ma di nuovo la nostra storia
poteva finire qui, con una co-
pertura nuvolosa compatta
sullarea mediterranea, senza
alcuna precipitazione. Per
quel giorno laria in ascesa
era particolarmente umida,
cosicch gener nella nube un
numero elevato di cristalli di
ghiaccio e di droplets, una
condizione ideale perch i cri-
stalli di ghiaccio tendano ad
accrescersi a spese del vapo-
re sottratto allambiente cir-
costante e alle goccioline di
nube (il numero di molecole
che in un secondo evaporano
da un droplets maggiore del
numero di molecole che in
pari tempo evaporano da un
cristallo di ghiaccio, di modo
che il cristallo si ingrossa a
spese della gocciolina). E co-
s venne alla luce un fiocco di
neve. Per di pi, quel giorno
le correnti ascendenti erano
anche particolarmente inten-
se, tanto che i molti turbolen-
ti in seno alla nube facilitaro-
no lincontro di singoli cri-
stalli di neve, fino a formare
altri fiocchi di neve. Il fiocco
di neve, divenuto troppo pe-
sante e quindi non pi soste-
nuto dalle stesse correnti
ascendenti che tengono so-
spesa la nube, esce dalla base
della nube e inizia il suo cam-
mino verso terra. Ma ecco
che, di nuovo, la storia pote-
va interrompersi qui perch
sfortunatamente quel giorno
il fiocco, nella sua caduta ver-
so il suolo, avrebbe potuto es-
sere costretto ad attraversare
uno spesso strato a temperatu-
ra positiva, cos che fece in
tempo a sciogliersi prima an-
cora di toccare terra. Insomma
sarebbe stata solo una norma-
le giornata piovosa. Ma inve-
ce quel giorno, ancora per una
serie di fortuite circostanze,
nellattraversare lo strato fred-
do lasciato dallirruzione di
aria polare, non fece in tempo
a fondere perch, magari,il
fiocco era grande e veloce o,
meglio ancora, perch lo stra-
to freddo tra la base della nu-
be e il suolo era a temperatu-
ra sotto zero o prossima allo
zero. E cos la storia ebbe un
lieto fine perch dopo il primo
fioco, ancora un altro raggiun-
se il suolo e poi ancora un al-
tro e cos via, finch una bian-
ca coltre nevosa non ricopr
le vie, le case e i prati. La ma-
gia questa volta ha avuto suc-
cesso, ma se pensate quanti
ostacoli ha dovuto superare il
fiocco di neve per vedere la
luce e per poi raggiungere il
suolo, possiamo dire che la
neve un vero miracolo del-
la natura. Come ricorderete,
la magia era partita da molto
lontano perch aveva preso le
prime mosse da quellenor-
me vortice di aria fredda en-
tro il Circolo polare e dalin-
contro con correnti tiepide oc-
cidentali.
13
16 gennaio 2013
Penna al lettore
NUMERI UTILI
Polizia Locale: 02.2693191
Carabinieri Segrate:
02.2133721
Enel: 800.900.800
Aem: 800.199.955
Carabinieri: 112
Vigili del fuoco: 115
Guardia di Finanza: 117
Soccorso stradale: 116
Amsa: 800.33.22.99
Ufficio per l'Impiego:
02.9559711
San Marco riscossione
tributi: 02.26923026
Trenitalia: 848.888.088
Misericordia Segrate:
02.2139584 / 02.26920432
Radiotaxi Martesana: 2181
Cimitero: 02.26920638
Poste: via Conte Suardi 69
tel. 02.26954814
Spi-Cgil: 02.2136311
Associazione segratese
Lotta al Cancro: 02.21871332
Pronto Farmacie:
800.80.11.85
Atm: 800.80.81.81
MUNICIPIO
Tel. 02.269021 (20 linee)
S@C: lun-merc-gio 8.00-
12.15/13.15-15.00; mar 8.00-
12.15/13.45-17.30
venerd: 8.00-12.45
OSPEDALI
Cernusco: 02.923601
San Raffaele: 02.26431
Melzo: 02.951221
ASL ROVAGNASCO
02.92654.01-02-03
Orari: lun-mar-gio 8.30-13/
14-16; mer-ven 8.30-13
Consultorio familiare:
02.92654907
FARMACIA NOTTURNA
Il servizio svolto dalla
farmacia comunale di
Pioltello in via Nenni 9
02.2136198
GUARDIA MEDICA
Melzo.: 02.95.12.21
Pioltello: 02.92103610
RACCOLTA RIFIUTI
Amsa: 800.33.22.99
Centro raccolta differenziata
via Rugacesio: da lun a sab 9-
12; 15-18.00. Tel.02.2136486
BIBLIOTECA CIVICA
via degli Alpini 34
Orari: 9,30-12,15-14,00-
18,30. Chiusa il luned,
domenica e gioved mattina.
Tel. 02.21870035
ORARI SS. MESSE
S. Stefano - Segrate Centro
Fer.: 8,30-18,00. Fest.: 8,00-
10,00 - 11,30 -18,00 - Prefestivi
18. Tel. 02.2131016
SS. Carlo e Anna - S. Felice
Fer.: 9,00-18,00. Fest.: 10,00-
11,30 -18,30. Prefest.: 18,30.
Tel. 02.7530325
Beata Vergine Immacolata
Lavanderie
Fer.: 17. Fest.: 8,30-10,30-18.
Prefestivi: 18.
Tel. 02. 2136535
S. Alberto Magno - Novegro
Fer.: 17 - Fest.: 8 -10,30.
Prefest.: 18 (Tregarezzo). Tel.
02.7560204
Dio Padre - Milano Due
Fer.: 7,30. Merc. 18,30. Fest.:
11-19. Prefest.: 18.30.
Tel. 02. 2640640
Madonna del Rosario
Redecesio
Fer.: 18,00. Prefest.: 18,30
Fes.: 8,30 (chiesetta S.
Ambrogio)-10,00-11,00-18.30.
Tel. 02.2138808
S. Ambrogio ad Fontes -
Villaggio Ambrosiano
Fer.: 8,30-18. Fest.: 8,30-10-
11,30-18,30. Pref.: 18,30.
La citt a portata di mano CERCO LAVORO
-Giovane filippina cerca la-
voro per pulizie apparta-
menti, scale, uffici, palestra.
Tel. 388-8059356 (16/1)
-Ragazzo 18enne con rego-
lare permesso di soggiorno.
Referenziato, cerca qualsia-
si tipo di lavoro, sabato e do-
menica compresi, Raffaele.
Tel: 388-8087178 (16/1)
-Operaia, esperienza decen-
nale in magazzini merci,
cerca lavoro presso ditta,
cooperativa o impresa di pu-
lizie. Tel. 333-8319414
(16/1)
-Signora pugliese offresi per
servizio di cucina a domici-
lio.Piatti tipici tradizione ba-
rese. Anche come aiuto in
cucina. Segrate Centro. Tel
342-1104141 (19/12)
-Signora 52enne residente a
Segrate cerca lavoro come
collaboratrice domestica an-
che mezza giornata da gen-
naio 2013. Tel. 328-
0329763 (19/12)
-50enne moldavo referen-
ziato e con documenti in re-
gola offresi come badante.
Tel. 389-5432425 (5/12)
-Signora bulgara referenzia-
ta cerca lavoro come badan-
te: disponibile 24 ore su 24
offre massima seriet. Tel.
346-3774856 (5/12)
VENDO-AFFITTO
-Vendo giacca di pelle uo-
mo tg. 50 marca Dainese
colore nero-giallo, euro 200.
Tel. 339-4794845 (16/1)
-Affitto con eventuale pos-
siibilit di riscatto a Milano
Due luminosa doppia espo-
sizione con terrazzo, mq 87.
Tel. 338 3470459 (16/1)
-Affitto seminterrato mq.
100 a Limito di Pioltello an-
che per brevi periodi. Tel
348-7010010 (16/1)
-Privato in via Cristei (vic.
Unes) affitta a 40 euro/me-
se posto auto numerato e as-
segnato in cortile a pavet e
con cancello telecomanda-
to e vendea 27.000 euro box
doppio lungo m.9 ideale x
mezzi grandi. Tel. 335-
5999624 (19/12)
-Vendo abito da sposo com-
pleto taglia 48 color azzur-
ro con gilet e papillon a eu-
ro 100. Tel. 377-1548159
(19/12)
-Vendo bilocale pi cucina
abitabile e servizi, comple-
tamente ristrutturato, piano
alto. Via Cassanese 200 af-
faccio su giardino condomi-
niale interno. Euro 155.000,
no agenzie. Tel. 339-
3079663 (5/12)
-Vendo giaccone di marmot-
ta Frigerio come nuovo, mo-
dello giovanile, taglia uni-
ca. Foto disponibile via
email su richiesta, visibile a
San Felice. Prezzo 300 euro
tel. 338-5784474 (5/12)
CERCO
-Per famiglia abitante a Re-
decesio cerco signora refe-
renziata, possibilmente re-
sidente in zona, disponibile
per pulizie (7 ore) e baby sit-
ting 12 ore alla settimana
cos distribuite: lun 16-19,
mar 18-19,mer 16-19, gio
17-19, ven 16-19. Tel. 335-
1020979 (16/1)
-Cerco studente universita-
rio per ripetizioni a domici-
lio (Redecesio) e aiuto com-
piti in latin, matematica e fi-
sica per studente al secon-
do anno liceo scientifico, di-
sponibile tre giorni alla set-
timana: lun 14-16, mer 15-
17, ven 14-16. Tel. 335-
1020979 (16/1)
-Cercasi universitaria in Mi-
lano Due per assistenza
compiti ragazza prima liceo
linguistico. Tel 348-
2211579 (16/1)
ALTRO
-Regalo numerosi libri pra-
ticamente nuovi, in italiano
e inglese. Tel. 338 1470 419
(16/1)
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
Le inserzioni sono gratuite e vanno inviate allindirizzo:
Segrate Oggi - via Cellini 5, 20090 Segrate
Oppure possono essere spedite via fax al num. 02.2139372
o via email allindirizzo: mercatino@segrateoggi.it
Preghiamo di formulare inserzioni brevi.
La direzione del giorna-
le non si assume alcuna
responsabilit sul con-
tenuto delle inserzioni.
PASSANTE FS
A volte impossibile
reperire i biglietti
Gentili Sig.ri,
Desidero segnalarvi la diffi-
colt nel reperire biglietti per
il passante ferroviario duran-
te le festivit natalizie nel Co-
mune di Segrate (nello spe-
cifico il giorno mercoled 2
gennaio 2013). Le edicole
non li vendono (via Moran-
di, p.zza della Repubblica),
il tabaccaio era chiuso per fe-
rie (via Cellini) e il Comune
seguiva lorario natalizio con
chiusura alle 15. Presso la sta-
zione non presente una bi-
glietteria o un erogatore di bi-
glietti. Anche potendo cari-
care la tessera Itinero a Mi-
lano non sarebbe possibile
utilizzarla presso la stazione
di Segrate, in quanto sprov-
vista dei varchi appositi. Con-
fido in voi per veicolare la
mia segnalazione a chi di
competenza tramite il vostro
giornale.
Domenico Guglielmo
QUESTIONI DI...LEGA
Padroni in casa
nostra. Ecco Grioni
Caro direttore, mi scuso se
rubo ancora un po di spazio
al tuo giornale, ma penso che,
a questo punto, un chiarimen-
to sia doveroso. Sono a Se-
grate dal 1953, mi conoscono
in molti e una dote che mi
sempre stata riconosciuta la
coerenza. Non vorrei, proprio
ora, passare per una persona
incoerente. Alla mia lettera
pubblicata sul Vostro giorna-
le, mi stato risposto dal
gruppo Lega Nord che, in
merito alla mia appartenen-
za al partito, ho dichiarato al-
cuni mesi fa: Possono fare
a meno di buttarmi fuori per-
ch sono gi fuori. Ed ve-
ro. Per non dicono che, di
fatto, ero gi stato messo in
disparte dalla vita della se-
zione, come altri che come
me avevano sempre lavorato
per il partito e non per la pro-
pria sedia. Nonostante lo sta-
tuto del partito reciti che:
incompatibile la carica di se-
gretario cittadino con quelle
di sindaco, capogruppo e as-
sessore comunale, il segre-
tario/assessore, nonch vice-
sindaco Mario Grioni, restio
a lasciare spazio ad altri, si
ricandidato e ottenuto la dero-
ga dichiarando, con largo an-
ticipo sulla scadenza dei ter-
mini per presentare le candi-
dature, che non cerano altri
Allindirizzo: Redazione Segrate Oggi
via Cellini 5, 20090, Segrate
Con una mail a: redazione@segrateoggi.it
Inviando un fax al numero: 02.2139372
SCRIVETE A SEGRATE OGGI:
candidati alla carica di segre-
tario politico. Non ha impor-
tanza se un altro militante
avesse gi manifestato di vo-
lersi candidare e, di fatto, si
poi presentato. Nessuno dice
che ci sono militanti che si ve-
dono solo quando serve il lo-
ro voto e non quando serve
per le attivit di sezione, natu-
ralmente, con il benestare del
segretario/assessore/vicesin-
daco. In una mia mail al se-
gretario provinciale Marco
Rondini, sperando potesse
cambiare qualcosa, avevo ma-
nifestato il malcontento del-
la sezione sulloperato del se-
gretario/assessore/vicesinda-
co elencando tutti i punti con-
testati. Nella lettera conclu-
devo che mi aspettavo addi-
rittura lespulsione per il fat-
to di essere amico di Alberto
Mombelli ma che, per, aves-
sero il coraggio di scriverne
la motivazione. Non ho avu-
to nessuna risposta. (...) Co-
munque non sono mai stato
espulso dal partito, solo la
menzogna del segretario/as-
sessore/vicesindaco, con la
motivazione, solo verbale, che
avevo previsto nella lettera a
Rondini, mi ha privato della
militanza ottenuta lavorando
disinteressatamente per il par-
tito che, da sempre, usa lo slo-
gan Padroni a casa nostra e
a Segrate ha un segretario di
sezione e due assessori che di
Segrate conoscono poco o
nulla. (...) Sarebbero interes-
santi da sapere anche le moti-
vazioni per le quali, in occa-
sione della recente elezione
del segretario di Circoscrizio-
ne, il segretario/assessore/vi-
cesindaco della sezione di Se-
grate ha appoggiato la candi-
datura di una persona che nes-
suno conosceva n aveva mai
visto, anzich appoggiare la
candidatura del militante se-
gratese Roberto Arizzi che,
guarda caso, lo stesso che
si era candidato anche per
lelezione del segretario di Se-
zione in contrapposizione al-
la sua candidatura. (...) Co-
munque, caro Direttore, le
conclusioni le lascio a chi leg-
ge e a chi mi conosce. Il re-
sto sono balle.
Paolo Ardrizzi
CASSANESE
Voragine e buio
alla fermata del bus
Spett. redazione, lo scorso 7
novembre e successivamente
il 3 dicembre ho inviato la se-
guente lettera al sindaco in
merito alla situazione della
strada Cassanese allaltezza
della fermata dellautobus
Cassanese-Redecesio in dire-
zione Milano: Vorr corte-
semente, malgrado i vari sol-
leciti telefonici effettuati alla
Polizia locale, rimasti vani,
far provvedere al completo ri-
pristino dellenorme buca pre-
sente allaltezza della suddet-
ta fermata. Quando piove, es-
sendo particolarmente avval-
lata, si riempie di acqua ge-
nerando schizzi da parte del-
le auto che la percorrono.
Inoltre si segnala che larea
prospiciente il civico 43
quasi al buio. Vorr deman-
dare a chi di dovere il ripri-
stino della superficie strada-
le e dellimpianto elettrico,
nel pi breve tempo possibi-
le.
Non avendo avuto riscontro
alle mie richieste, devo pensa-
re che il sig. sindaco o i suoi
collaboratori abbiano poca
voglia di informare gli utenti
dei dati inerenti il ripristino
di manufatti.
Avv. Enrico Papotto
TREGAREZZO
Ricordo di Daniela
e della sua tenacia
Daniela De Stefani stata la
fondatrice del comitato Tre-
garezzo. Se, nonostante la sua
mancanza, il comitato ha po-
tuto continuare il suo lavoro
e arrivare, forse, allesito tan-
to auspicato e tanto tenace-
mente perseguito, tanto del
merito va alla sua capacit di
avere saputo indicare la stra-
da da seguire, e di non farsi
abbagliare da fasulle promes-
se. L11 gennaio 2013 ricorre
il primo anno della sua scom-
parsa. La figlia Emanuela, il
marito Dante, il comitato, ri-
corderanno sempre Daniela,
per lintegrit morale, laltrui-
smo, lattenzione civica nei
riguardi della propria frazio-
ne!
Dante Bigaroli
SEDE: Via Roma, 11 - 20090 Segrate (MI). Tel: 02.2138900
FILIALE: Via XI Febbraio, 17 - Vimodrone (MI)
TEL: 02.25007147 E-MAIL: info@csn-assicuratori.it
Agenzia Generale SEGRATE
Cordini, Sardi e Nasisi
Assicuratori dal 1974
I coscritti segratesi nati nel
1937 si sono ritrovati, il 16
dicembre, a pranzo presso Le
Betulle per festeggiare il
compimento del 75 anno di
et insieme ad amici, parenti e
simpatizzanti. Una tradizione
che si ripete ormai da 30 anni:
a quanto pare, stare in
compagnia aiuta a mantenere
lo spirito giovane.
La classe 1937
festeggia il 75
14
16 gennaio 2013
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
redazione
pubblicit
amministrazione
15
16 gennaio 2013
Calcio
La sosta invernale stata sicura-
mente importante per far rifiata-
re le squadre e recuperare alcuni
infortunati, ma ora gi tempo di
tornare in campo in vista della se-
conda parte della stagione. Prima
dellinizio del girone di ritorno,
per, ci saranno i recuperi delle
gare non disputate prima di Na-
tale a causa della neve. La Fulgor
dovr recuperare due gare (in ca-
sa dellAlgo il 20 gennaio e con-
tro il Mecenate il 27 gennaio),
mentre il Marek scender in cam-
po il 27 gennaio per la partita in
casa del Peschiera Borromeo. Ab-
biamo tastato il polso a entrambe
le squadre in vista del girone di
ritorno, che si aprir proprio con
lattesissimo derby del 10 feb-
braio.
La Fulgor, dopo un avvio scop-
piettante coronato da 5 vittorie
consecutive, ha poi attraversato
una seconda parte del girone di
andata abbastanza tribolata, in-
cappando in 3 sconfitte e riuscen-
do a vincere solamente contro il
Dindelli. Alcune partite sono sta-
te perse anche per sfortuna (co-
me quella contro la capolista San
Vito Tribiano), altri punti invece
sono stati lasciati sul campo in
maniera evitabile. La squadra ha
avuto un calo fisico negli ultimi
mesi, ma ha comunque sempre
cercato di lottare. Mister Ivan
Tommasello pronto a ripartire
con la sua consueta carica: Ab-
biamo ripreso gli allenamenti gi
il 3 gennaio, visto che dovremo
recuperare due gare e la prima sa-
r il 20 gennaio. Queste sono due
partite da cercare di vincere a ogni
costo. Abbiamo bisogno di que-
sti sei punti per rilanciarci e pre-
sentarci al derby con il Marek ad
una minore distanza di punti. Stia-
mo recuperando gli infortunati (io
stesso sono tornato arruolabile) e
quindi tornando al completo. Ho
visto i ragazzi carichi e vogliosi
di ricominciare, speriamo di po-
ter iniziare lanno nel migliore dei
modi.
Il Marek, dopo aver perso il der-
by con la Fulgor alla prima gior-
nata, ha invece portato a casa ben
nove vittorie consecutive e un pa-
reggio, proprio nellultima gara
disputata a dicembre prima della
sosta. Questa impressionante se-
rie positiva ha portato la squadra
dei bulgari di Novegro a ridosso
della capolista San Vito Tribiano,
battuta per 1-0 nello scontro di-
retto della sesta giornata (in infe-
riorit numerica). In questo mo-
mento il Marek appare come la
vera e propria antagonista dei pri-
mi della classe per la vittoria del
campionato e lobiettivo quello
di stupire anche nel girone di ritor-
no. Siamo sicuramente una buo-
na squadra e sono soddisfatto del-
le vittorie che abbiamo conqui-
stato finora, anche se spesso ab-
biamo sofferto per vincere - spie-
ga lallenatore Zarko Machev - In
questa prima parte ho visto cose
positive e cose in cui possiamo
migliorare, come la questione di-
sciplinare: abbiamo preso troppi
cartellini gialli e rossi, spesso fi-
nendo in 10 o 9 uomini. Il gruppo
forte, ci sono giocatori che anni
fa hanno giocato ad alti livelli e
ora stanno cercando di recupera-
re la forma. Purtroppo abbiamo
poco tempo a disposizione per gli
allenamenti, perch molti ragazzi
lavorano tutta la settimana. Spe-
riamo di poter migliorare anche
questo aspetto in vista del girone
di ritorno. Lobiettivo quello di
migliorare nel gioco, per cercare
di vincere il campionato. Il 27
gennaio il Marek giocher la ga-
ra di recupero con il Peschiera
Borromeo e dopo due settimane
(il 10 febbraio) ci sar il derby con
la Fulgor. Una partita che si pre-
annuncia molto calda.
G.L.
CALCIO/ 3A CAT. Per le due novegresi prima i recuperi, poi la ripresa delle ostilit
Fulgor e Marek (nervosetto)
affilano le armi per il derby
La sosta natalizia non ha ap-
pannato la forma della Polisportiva,
che ha iniziato il 2013 con una sonan-
te e convincente vittoria nel lodigia-
no: un perentorio 4-0 in casa della Vi-
dardese, partita di recupero della 15a
giornata, ultima del girone dandata.
stato un match quasi a
senso unico, in cui i ra-
gazzi allenati da mister
Alberto Omini hanno te-
nuto in mano il pallino
del gioco, rischiando po-
chissimo in fase difensi-
va e concretizzando le
occasioni create. Le reti
sono state messe a segno
da Francesco Vavassori
(nella foto, doppietta per
lui), Marco Sircana e Fe-
derico Anesi, a coronamento di una
prestazione maiuscola da parte di tut-
ta la squadra. stata unaltra grande
prestazione da parte di tutta la squadra,
ormai non ci sono pi aggettivi per
elogiare questi ragazzi fantastici - ha
commentato un soddisfatto Omini -
temevo questa partita perch giocava-
mo su un terreno insidioso e perch
arrivava dopo la sosta, e invece tutto il
gruppo ha risposto con il consueto en-
tusiasmo, giocando una partita perfet-
ta. E se consideriamo che anche ieri
avevamo in campo otto giovani che
arrivano dal vivaio (anni 93/94) que-
sto un ulteriore motivo di soddisfa-
zione. Da ora in avanti i tre punti di-
venteranno sempre pi importanti, an-
cor pi che la prestazione, ma conti-
nuando a giocare in questo modo cre-
do che possiamo essere molto ottimi-
sti sul prosieguo del torneo. Grazie
ai tre punti conquistati nel recupero,
il Citt ha chiuso la prima parte del
torneo al secondo posto a quota 31
punti, frutto di 9 vittorie, 4 pareggi e
solamente due sconfitte. I gol segna-
ti in 15 partite sono stati
25, mentre le reti incas-
sate solo 8, frutto di
unottima solidit difen-
siva del gruppo. La capo-
lista La Spezia, fermata
sull1-1 sul campo del-
lultima in classifica, di-
stante 5 lunghezze. Ora
ci saranno due settimane
di sosta prima dellinizio
del girone di ritorno,
quando il Segrate torner
nuovamente a giocare nel lodigiano
per affrontare questa volta il Real
QCM. In questi quindici giorni i gial-
loblu avranno la possibilit di perfezio-
nare la preparazione in vista della se-
conda parte di stagione.
Giacomo Lorenzoni
Prossimo turno: domenica 27 gen-
naio, ore 14.30: Real QCM-Citt di
Segrate
Classifica (1a Categoria Lombar-
dia - Gir. L): La Spezia 36, Citt di
Segrate 31, Sporting L&B 27, Sordio
25, Calvairate 25, Real QCM 24, Sa-
vorelli 19, Cernusco 17, Vidardese 16,
Centro Schuster 16, Frog Milano 14,
Nuova Acop Zelo 14, Pantigliate 14,
Crespi Morbio 13, Palazzo Pignano
13, Villatavazzano 11.

CALCIO/ 1A CAT. Nel recupero contro la Vidardese


In attesa della ripresa
intanto il Segrate baby
intasca altri tre punti
Il 2013 inizia con il botto
per la Volley Segrate, che in-
cappa nella prima sconfitta
stagionale. Ad avere la me-
glio sulla banda di coach
Massimo Eccheli, la Canot-
tieri Ongina, a detta di molti
(persino dellallenatore segra-
tese) lunica squadra che a
inizio anno avrebbe potuto
impensierire Segrate. Cos
commenta il coach: Se a ini-
zio stagione mi avessero det-
to che avremmo perso contro
la Canottieri Ongina per 3-2,
portando a casa persino un
punto, non ci avrei creduto.
Ongina sulla carta si appre-
stava a giocare la serie B2 per
vincere il girone a mani bas-
se. La sconfitta in s ci pu
stare, basta analizzarla e me-
tabolizzarla subito. Cos
stato. Sconfitta archiviata, una
settimana pi tardi la Volley
Segrate demolisce letteral-
mente (parziali shock di 25-
15, 25-17, 25-16) Bellusco,
in una gara che ha visto i leo-
ni gialloblu mai in affanno. I
brianzoli rimangono in parti-
ta fino all8-6 nel primo set,
per poi subire un parziale de-
vastante di 6-0. Nel secondo
e terzo parziale la situazione
di parit si mantiene fino al
decimo punto, poi Segrate
chiude i conti facilmente. Tor-
nando alla sconfitta contro
Ongina, c da chiedersi se la
squadra abbia bisogno di ri-
correre al mercato di ripara-
zione. Risponde Eccheli: I
miei giocatori rimangono
quelli con cui sto lavorando,
il mercato avrebbe avuto sen-
so solo in caso di infortunio,
per fortuna non abbiamo nes-
sun uomo in infermeria. Il
gruppo sta bene, io e la diri-
genza abbiamo fatto delle
scelte a inizio stagione e non
torneremo sui nostri passi, os-
sia porteremo avanti il pro-
getto che vede protagonisti i
giovani. Dopo la vittoria
contro Bellusco, la mente del-
la squadra gi rivolta al
prossimo impegno, in pro-
gramma sabato a Bergamo
contro Costa Volpino, squa-
dra di met classifica ma da
non sottovalutare. La storia
ci insegna - sostiene Eccheli
- che ogni partita va prepara-
ta a mente lucida, senza pen-
sare troppo alla posizione in
classifica dellavversario.
A.C.
CLASSIFICA(serie B2 gi-
rone B): Volley Segrate 34;
Sol Smoke Out 31; Canottie-
ri Ongina 28; Conto Italiano
Mantova 25; Bollate 24; Be-
dizzole 23; Viadana 17; Gor-
gonzola 16; Costa Volpino
15; Volley Milano 14; Agri-
cola Duemila Isola, Bellusco,
Avesani 7; Agliate 4.
Questione di Fede. In
questo caso, di Federi-
co Ghirardi. Il playma-
ker classe 88 cresciuto
nel vivaio Gamma risul-
ta decisivo, portando al-
la vittoria Segrate con-
tro la SantAmbrogio
dellex Cavicchini alla
ripresa del campionato
di serie D.
La partita di cartello,
una di quelle sfide che
tengono incollati al seg-
giolino gli spettatori. I
ritmi sono alti fin da su-
bito, dopo nemmeno
cinque minuti il tabello-
ne segna 14-15 per i mi-
lanesi. Da una parte il
rientrante Farina fa ve-
dere tutto il suo talento
(11 punti nel solo primo
quarto), dallaltra lex
Cavicchini fa rimpiangere i bei tempi. Fari-
na segna da ogni posizione, Chioda ruba pal-
la e sulla sirena del primo quarto fissa il pun-
teggio sul 25-19. Il secondo parziale vede sa-
lire in cattedra il professor Cavicchini. La
guardia prima segna 7 punti in fila, poi smi-
sta assist per i compagni cos da far rientrare
in partita i milanesi sul 29-34. Il primo tem-
po si chiude sul 35-39. Il terzo periodo rical-
ca quanto gi visto: nessuna delle due squadre
riesce a scavare il solco e distanziare laltra.
Inizia cos lultimo parziale di gioco. I due
frombolieri per eccellenza, Chioda e Cavicchi-
ni, dal nulla creano canestri su canestri, della
guardia giallorossa so-
no i punti del 59-55.
Se vero che quando
il gioco si fa duro, i
duri iniziano a gioca-
re Polo deve essere
uno di questi, perch
con grinta ruba palla
e in contropiede subi-
sce fallo: 62-55. Il
resto un monologo
di Ghirardi: la guardia
segratese segna da 7
metri e mezzo, infila
un altro tiro dalla di-
stanza e segna i liberi
della sicurezza. Fini-
sce 88-69. Raggiante
il presidente Roberto
Biraghi: Ottima pro-
va, i ragazzi hanno
giocato bene diverten-
do: Ghirardi ha dimo-
strato maturit, Chio-
da non ha dimenticato come si segna. Il ca-
pitano, Livio Polo, il cuore e i polmoni di
questa squadra. Biraghi elogia anche i nuo-
vi: Geroli ha una tecnica eccezionale e Fari-
na... non ho parole per descrivere le qualit
cestistiche di questo ragazzo.
Alessandro Cassaghi
CLASSIFICA (Serie D regionale): Baske-
town 26; Gamma Basket 22; Mojazza 20;
SantAmbrogio 18; Paderno, Social Osa e
Melzo 16; Bocconi, Lodi 14; Varedo, San Car-
lo, Casalbasket 12; Cologno 10; San Pio X 8;
Rho, Bresso 2.
BASKET Un partitone contro SantAmbrogio dellex Cavicchini
Chioda, Polo, Ghirardi
e Farina. Che Gamma!
VOLLEY Fa rumore, ma non male, la prima sconfitta stagionale
Segrate, pronto riscatto
dopo la caduta in Coppa
Il playmaker della Gamma
Federico Ghirardi
I supporters segratesi in
trasferta a Piacenza
F
O
T
O
S
A
L
A
16
redazione@segrateoggi.it
tel/fax 02.2139372
via Benvenuto Cellini 5
www.segrateoggi.it
16 gennaio 2013
redazione
pubblicit
amministrazione
giardini
Segrate