Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 30 agosto 2012


anno XLV (nuova serie)

numero 30 euro 1,20 - contiene I.P.

30
10 Rimini
Paolo Nespoli italiano in orbita per sei mesi
nianza Meeting La sua altestimodellamicizia organizzato da Cl

Gatteo
Don Guanella, un santo a favore degli ultimi
urna con le sue reliquie sar a Luna settimanaGatteo per a partire dal primo settembre

3 e 16

Diocesi
Sabato 1 settembre la Giornata del Creato
diocesano presso il IncontroConvento dei Cappuccini a Cesena alle 21

Sanit
A livello nazionale si gioca la partita della salute
iberalizzazione, trasparenza e Lprivato sonoapertura al le parole chiave

11

EDITORIALE Puntare sulleducazione


di Francesco Zanotti

Lannata frutticola 2012 paga bene le produzioni di grosso calibro

a vera emergenza quella educativa. Lo diciamo da tempo, ma vale la pena ribadirlo. La Chiesa italiana lha tradotto in impegno per il decennio 2010-2020: Educare alla vita buona del Vangelo, a dimostrazione di come stia a cuore alla comunit cristiana il futuro delle nuove generazioni e, di conseguenza, dellintero Paese. vero, e bisogna riconoscerlo: siamo anche in piena crisi economica. La crescita al momento resta solo un miraggio. Dopo i poderosi tagli alla spesa pubblica, al risanamento delle nanze dello Stato e al recupero della credibilit internazionale, si studia ora come fare ripartire la macchinaItalia. Il mondo del lavoro sotto la lente di ingrandimento, prima con interventi sulle pensioni, poi con ritocchi ai contratti. I giovani sono in cima ai pensieri di molti, ma loccupazione rimane al palo. Ne una chiara dimostrazione ci avviene proprio in questi giorni nel Sulcis, in Sardegna. Senza reddito si scivola nella disperazione. Per questo non si possono lasciare senza una risposta adeguata uninnit di persone e di famiglie afitte dalla disoccupazione. Vanno nella giusta direzione, come ha titolato marted scorso in prima pagina il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, i provvedimenti in materia di sanit proposti dal ministro Renato Balduzzi. Il quotidiano cattolico ha fatto della lotta ai giochi dazzardo, nuova forma di droga, un proprio cavallo di battaglia, portato avanti sul territorio da molti settimanali diocesani. Vorremmo, per, andare oltre. Va molto bene anche un disincentivo sotto forma di tassazione. Ma sul terreno delleducazione che occorre impegnarsi. Non si pu sempre intervenire a cascata. Occorre agire prima, accompagnare i bambini e i ragazzi su un percorso affascinante, alla scoperta della propria esistenza che non va mai sprecata, come purtroppo accade spesso. Investire in educazione signica anche credere, prima di tutto, nella famiglia e nella scuola, statale e non statale. A due settimane dallavvio di un nuovo anno scolastico, quanto mai opportuno ricordare la discriminazione che subiscono numerose scuole cattoliche e le famiglie che le preferiscono. Le rette continuano a essere a perdere, per il sco, e chi sceglie una paricata contribuisce due volte per listruzione: prima con le tasse che servono a nanziare anche la scuola statale, poi con la spesa per lopzione di una scuola non dello Stato. Leducazione deve stare a cuore a tutti, soprattutto se si vuole investire sul futuro con progetti di lungo periodo. Questo il ruolo di chi ha il senso dello Stato.

Frutta agrodolce

Pesche lavorate presso lazienda agricola Modigliani a Sala di Cesenatico (Fc)

La stagione della frutta estiva sta volgendo al termine e, volendo tracciare un bilancio, si pu parlare di un andamento a due velocit. Le aziende che hanno puntato sulla quantit e non sono riuscite a ottenere frutti di grosso calibro, sono piuttosto deluse dalle remunerazioni. Per contro, chi ha lavorato in modo da mettere al primo posto la qualit piuttosto soddisfatto. il caso di unazienda dislocata fra Cesena e Cesenatico e che coltiva 15 ettari di frutteto. Settembre anche il mese di Macfrut, la maggior rassegna specializzata del settore. Il presidente Domenico Scarpellini annuncia che ledizione 2012 potr contare su una maggior presenza di operatori stranieri, sia visitatori, sia espositori. Primo piano alle pagg. 4-5

Cesena 12 Savio Beach, una spiaggia sul greto del fiume Cesenatico 15 Dopo il fermopesca le barche tornano al largo

Cesena 13 Una giovane si fa onore in pi continenti Gambettola 16 Mostrascambio 800 espositori con roba vecchia

Opinioni

Gioved 30 agosto 2012

Don Luigi Guanella e il segreto offerto dai nostri santi


gni volta che si ficca gli occhi in una figura toccata da beatitudine o santit, come questa del Guanella, si avverte il precipizio, quasi lo smarrimento di trovarsi di fronte a un segreto. il segreto - se vogliamo chiamarlo come lo evoc il cardinal Ferrari nellomelia funebre per don Guanella che non si ritrae ma si offre. Qualcosa che si spartisce e condivide, rimanendo segreto. Strana cosa, insomma, la santit. Niente cos provocante. Affascinante, e irriducibile. Il segreto - si fa presto a dire - Dio. Ma la vicenda di don Guanella mostra che Dio gli si fatto presente non solo nei modi, per cos dire, ordinari con cui il Cielo entra nella vita e nelle crepe della terra. Che forza segreta dev'esser stato Dio quando per vent'anni certi opuscoli che lui scriveva ad uso dei suoi parrocchiani pi semplici gli causarono rogne e diffidenza? Essendo uomo che amava la bellezza, l'armonia composta delle valli, che segreta fornace, che trasformazione dev'esser stato Dio, per innamorarsi - come ha detto Giovanni Paolo II di coloro nei quali non c' bellezza evidente, quei "rifiuti" che nessuno avrebbe pi voluto curare? E che Dio, che segreto gli parlava, lo sosteneva nello scoraggiamento? Occorre la tentazione dello scoraggiamento, confidava. Se no, la via non sarebbe stata della croce, ma dell'impresa sociale. Sapeva bene che la sua opera di bene non avrebbe costruito il Paradiso in terra. Solo l'eucaristia, diceva, un Paradiso in terra, Il Signore della storia e sulla storia un Altro. Questo punto di coscienza il vero segreto. Il segreto dei santi d'esser certi e di scommettere sul fatto che il Signore c' e opera. Era uno che sapeva che per ottenere molte grazie occorre pigolare come la rondine al cielo, e gemere come la colomba, e che il maggior conforto quaggi dire Padre, padre a Dio. Pur allargando le "braccia in opere vaste, in miracolose espansioni di bene, avere il cuore rondinino. Don Guanella aveva l'assoluto nel cuore. Non siamo in Paradiso. Perci fissare, curare, seguire i pi dementi, i pi derelitti, gli sperduti tra noi non altro che prendersi cura di noi, di quel che siamo realmente. Della verit di noi che non siamo assoluti, ma limitati,

legato. La carit per don Guanella, non era una bont di temperamento. Ma il medesimo fuoco dellamore di Dio. E nulla poco compreso in questepoca come la carit cristiana. La carit dei santi non sappiamo bene cosa . Pensiamo sia la misura della loro bont. Mentre invece la misura della loro intelligenza. Del loro giudizio. Della loro messa a fuoco del mondo e del suo segreto. la misura della loro conoscenza del segreto di ogni sperduta esistenza e dell'intero teatro del mondo. C' ovunque - lo vediamo intorno a noi, su schermi di ogni genere - un moralismo imperante, una dittatura dei buoni. I santi no, non appartengono a questa schiera. La carit conoscenza, personale. Anonimo pu essere il gesto di carit, ma tale gesto non mai senza soggetto. Soggetto, in ultimo, sempre Ges. I Santi lo sanno. La carit per loro stare dove l'assoluto e il quasi nulla che siamo si incontrano. stare - attoniti come bambini e pigolanti come rondinini - dove prende corpo l'Assoluto nella storia.

I santi sono dei rondinini di Dio, non dei volontari del non-profit. Il segreto l, dove un uomo dice a Dio: lo sai che ti amo, Signore, lo sai. Il segreto sempre riconoscere Dio, e suo Figlio che ci fa dire Padre. Per questo l'amore dei santi non mai sentimentalismo. Non era certo un sentimentale don Guanella. I sentimentali non costruiscono. Non lottano. Si fidano di quello che sentono. Invece don Guanella si fidava di Dio e del suo cuore. Don Guanella scopr la bellezza nella mancanza, la forza nella debolezza estrema. E nessun santo pu riconoscere tale strano paradosso se non lo vive prima in se stesso. Don Guanella non ebbe mai di s l'idea d'un forte, d'un vittorioso. La sua fortezza sgorgava, dalla stessa fonte della sua debolezza. I santi, infine, ci ricordano che la forza nell'aver detto s, non nell'esser forti. Un s al Signore. Davide Rondoni

CRISI E POLITICA. Rimettersi in corsa

Eurolandia: quando le questioni interne assumono una prospettiva nuova


ue appuntamenti di snodo si profilano per un dibattito politico in cui, come dabitudine, le intemperanze non mancano, ma non incidono sulla sostanza delle cose. Sul piano sistemico levoluzione di Eurolandia vedr un passaggio importante con la pronuncia della Corte costituzionale tedesca. Anche se sar solo una tappa nella definizione al di l delle vicende della crisi economica e finanziaria di un rinnovato profilo istituzionale per lUnione e comunque per quel gruppo di Paesi che hanno scelto la moneta unica, che non si pu pi evitare.

La Vignetta

Di fronte a questa sfida, che veramente ha portata storica, le questioni interne assumono una prospettiva in parte nuova. Non che siano drasticamente ridimensionate come di semplice rilievo provinciale. Ma si devono misurare appunto in un quadro pi ampio. Insomma, i problemi istituzionali e dunque di attuazione delle politiche pubbliche con i quali in Italia ci si sta misurando non appaiono meno importanti se visti nellottica dellUnione europea. Appaiono semmai pi stringenti, perch istituzioni che funzionano diventano decisive nel confronto intra-europeo che ormai si gi aperto. Ecco allora le scadenze italiane, a partire dalla nuova legge elettorale. Nel gioco di specchi che si trascina ormai dallinizio dellanno sembra che si cominci ad intravedere una soluzione, necessariamente mista. Lattuale configurazione del mercato politico, in cui non sembrano esistere, nonostante quasi due decenni di maggioritario e di bipolarismo, partiti che possano ambire a raccogliere neppure un terzo dellelettorato, induce tutti alla prudenza. Anche perch, al di l delle propagande e delle parole dordine radicalizzate che possono raccogliere la protesta, che oggi vale circa un terzo di elettorato potenziale, le cose che si possono e si debbono fare sono poche e chiare. Le ha provate a mettere in fila il governo nella prima riunione dopo la brevissima pausa ferragostana. Il consiglio dei ministri ha varato una lunga serie di ipotesi di intervento. Ma soprattutto ha chiarito alcune cose che dovrebbero restare bene impresse nel sistema della comunicazione e nel dibattito politico. La prima che il cosiddetto effetto annuncio sortisce ormai effetti opposti. La seconda che, ancora pi importante delle decisioni legislative, lapplicazione amministrativa che conta. Dunque occorre lavorare e lavorare alacremente sui cosiddetti dettagli, perch solo il medio tempo paga. Rimettere in corsa il sistema Paese comporta unaccorta regia amministrativa, un governo che funzioni soprattutto nella quotidianit. Se la restante parte della legislatura fosse dedicata anche solo a questopera apparentemente oscura, ma decisiva, questo governo avrebbe reso un servizio insostituibile allItalia. Facendo s che i sacrifici che tutti facciamo e che potrebbero essere sempre meglio ripartiti siano veramente produttivi e diventino quellinvestimento di rete che solo pu permettere di creare condizioni strutturali di ripartenza. Francesco Bonini

Gioved 30 agosto 2012

Primo piano
Novit Apofruit
E nito il tempo dello sviluppo attraverso lincremento delle quantit. Oggi ci che paga sul mercato sono la qualit e la specializzazione. E in questottica che la cooperativa Apofruit Italia ha messo a punto alcune importanti operazioni. Sul fronte delle strutture di lavorazione nello stabilimento di Pievesestina di Cesena, stato installato un nuovo impianto per la calibrazione delle mele. Si tratta di una calibratrice con trasporto dei frutti in acqua, a 6 corsie, con una capacit di lavorazione di 11 tonnellate/ora, realizzata della ditta Longobardi/Greefa. La macchina in grado di dividere i frutti per colore, diametro, peso e qualit, con 31 canali di scarico in acqua e una paletizzazione completamente automatica. Un moderno ed efficiente impianto in grado di valorizzare al meglio le 20.000 tonnellate di produzione di mele della cooperativa, di variet Pink Lady, Fuij e Mod. Questo intervento segna il completamento di un piano di investimenti biennale ( 20112012 ) in tecnologia. Aggiornamenti direzionali Dal punto di vista organizzativo, a due anni dallavvio del piano di rinnovamento iniziato a gennaio 2011, Apofruit Italia ha proceduto ad un aggiornamento dellorganizzazione aziendale per affrontare efficacemente questa fase di difficile congiuntura. Il Consiglio di Amministrazione ha stabilito di prolungare il contratto di collaborazione e le funzioni operative di Renzo Piraccini (foto) no alla ne del 2014 e pertanto ha proceduto contestualmente, anche su espressa richiesta di Mario Tamanti, alla rivisitazione delle procure al ne di denire meglio i poteri effettivi da "numero uno" di Renzo Piraccini e le responsabilit connesse al suo contratto. Non si tratta dunque di alcun avvicendamento operativo tra le gure manageriali ricoperte da Renzo Piraccini e da Mario Tamanti, ma di una rivisitazione delle procure determinata semplicemente dalla necessit interne dellazienda. Mario Tamanti continuer quindi con pieno impegno ad operare come Direttore del settore dei Finanziamenti e Progetti mantenendo tutte le responsabilit verso i rapporti esterni (CSO, Legacoop, Fiera Macfrut). Novit anche sul fronte delle iniziative. In occasione della Fiera Macfrut, il gruppo Apofruit ha previsto due importanti appuntamenti. Mercoled 26 Settembre Canova, la societ del gruppo specialista nel biologico, realizzer un meeting con i propri clienti e fornitori al Grand Hotel di Cesenatico. Gioved 27, nella sede della era, si terr una conferenza stampa per la presentazione di un innovativo progetto in ambito biologico destinato alla ristorazione commerciale.

Fiera

Il presidente Domenico Scarpellini sottolinea laumento di visitatori provenienti da nazioni di tutto il mondo

Macfrut,sipuntaallestero eaiconvegnidialtolivello
Cristiano Riciputi
acfrut: il contrastato mondo dellagricoltura cerca risposte alla fiera cesenate. Dal 26 al 28 settembre i padiglioni fieristici di Pievesestina a Cesena ospitano la rassegna internazionale dellortofrutta: anche questanno tutti gli spazi espositivi sono esauriti, segno che la manifestazione cesenate gode di stima sia a livello italiano, sia europeo.

dellincontro il forum del commercio, a cui hanno partecipato nel corso delle ultime edizioni oltre 30 catene di supermercati ed importatori. Tocca alla Cina Spostandoci pi a est, gi da molti mesi la Cina ha confermato la propria presenza alla rassegna cesenate. La delegazione cinese promossa dal Foreign Economic Cooperation Center del Ministero dellAgricoltura che, fin dal 2005, intrattiene una stretta relazione con Macfrut. Questanno la delegazione cinese presenter in fiera le seguenti categorie di prodotti per il comparto: macchinari per la protezione delle piante, concimi organici, impianti di depurazione alle specifiche esigenze dei partecipanti". Puntare ai mercati esteri Negli scorsi mesi i responsabili dellUfficio estero di Macfrut si sono recati in Ucraina per allacciare rapporti e il viaggio ha portato frutti. Laccordo per la promozione reciproca prevede uno stand espositivo di Macfrut alledizione 2012 di Fresh Produce Ukraine, che sar a sua volta ospite di Macfrut gi dallimminente edizione. Fresh Produce Ukraine la sola fiera internazionale in Ucraina e nei paesi dellarea, specializzata nellambito dellorticultura, della gestione del raccolto e della commercializzazione.

La rassegna si terr a Pievesestina dal 26 al 28 settembre con un preludio internazionale marted 25 settembre
"Siamo riusciti a coinvolgere operatori importanti da tutto il mondo - spiega Domenico Scarpellini (foto), presidente di Cesena Fiera -. Chi visiter Macfrut trover una convegnistica di alto livello e, fra gli espositori, le maggiori aziende dei diversi comparti ortofrutticoli. Per il 2012 gli spazi sono esauriti da tempo e la rassegna si conferma come punto di riferimento per operatori commerciali, tecnici, ricercatori, imprese agricole. Di certo continua - sappiamo che parteciper, rispetto al 2011, un numero maggiore di delegazioni estere. Sono 350 gli incontri fra imprese italiane e operatori esteri gi programmati in base

Simposio sulla fragola


Marted 25 settembre a Cesena Fiera si terr il Simposio Internazionale sulla fragola, coordinato dal ricercatore cesenate Walther Faedi. Sar strutturato in due sessioni. La sessione mattutina si concentrer sulla commercializzazione e il marketing. La sessione pomeridiana incentrata sulla situazione, le prospettive, le novit della ricerca sulla fragolicoltura di numerosi Paesi fra cui California e Cina.

Levento, che si svolge dal 28 al 30 novembre 2012, stato promosso congiuntamente a "Fruits & Vegetables of Ukraine", conferenza che si terr nei tre giorni di fiera ed stata curata negli ultimi anni da Fruit Inform, guadagnandosi una solida reputazione. Uno dei temi centrali

dellacqua, mele e pere biologiche. Inoltre sar proposto anche questanno linsetticida a energia solare. Un nuovo sistema esposto a Cesena sar una macchina nebulizzatrice multifunzionale, che pu essere applicata in orticoltura.

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

Primo piano

Gioved 30 agosto 2012

Contro la siccit, lacqua del canale emiliano romagnolo viene riversata in uno scolo che costeggia lazienda Modigliani

La cella frigorifera

Gli antichi attrezzi appesi a una parete del magazzino

Linterno del magazzino Modigliani

Frutta di qualit Nel Cesenate un esempio concreto


Lazienda di Davide Modigliani, situata fra Cesena e Cesenatico, si distingue per raccogliere la frutta al momento giusto per il consumo. Grazie ai grossi calibri, spunta prezzi molto buoni
stabilire a gennaio i giorni di promozione di luglio e agosto. Ma come si fa a sapere mesi prima quando il momento di fare la promozione? Forse dal loro punto di vista possibile, ma per gli agricoltori un controsenso. Noi vorremmo farla quando abbiamo un eccesso di prodotto, non quando vogliono loro. E poi vorrei che i consumatori sapessero che ogni volta che comprano la frutta sottocosto, non il supermercato che fa lo sconto, ma loro ci impongono di vendergliela al prezzo che stabiliscono". In ufficio arriva un fax che riempie di orgoglio Modigliani. Arriva dal Veneto e questo il testo: "Siete i migliori. Ma facciamo fatica a trovare le vostre pesche e nettarine. Sonia e Dana del negozio Ortofrutta". In pratica la produzione raggiunge il mercato di Treviso, ma evidentemente tali fruttivendole non hanno gli intermediari giusti per avere ogni giorno la frutta di Modigliani. Alcuni numeri Su quasi 15 ettari di pescheto, i Modigliani contano 35 variet in modo da avere una scalarit di maturazione da giugno a settembre. In media lazienda produce 25002800 quintali di pesche e nettarine e conta sullaiuto di 7-8 operai stagionali. Fra le variet ve ne sono anche di quelle che in cooperativa hanno consigliato di abbattere gi da anni, come Fayette e Glo Heaven, tipologie apprezzate per lintenso sapore."Per noi lagricoltore - conclude Modigliani - deve seguire anche la vendita dei prodotti. Se delega altri, come succede nelle grandi strutture private o cooperative, rischia di ottenere solo le briciole perch certe realt hanno notevoli spese di gestione. Ma per alcune aziende quella pu essere lunica soluzione. Noi siamo soddisfatti della nostra scelta e proseguiamo sulla strada della massima qualit".

Cristiano Riciputi
a frutticoltura sta cambiando, e anche in fretta: chi non si adegua sta subendo, ogni anno, sonore batoste. Lanno scorso landamento generale stato pessimo per pesche e nettarine, mentre questanno i prezzi sono risaliti, seppur non di tanto. Parlando con diversi operatori emerge un aspetto: chi ha pesche di grosso calibro riesce a spuntare prezzi pi che soddisfacenti, a differenza di chi ha produzione di misura "B" o "C" che ha ottenuto non pi di 20-30 centesimi il chilogrammo. Sono diversi i produttori frutticoli che operano in modo da ottenere produzioni remunerative. Uno di questi Davide Modigliani gi presidente della Coldiretti di Forl-Cesena e che, insieme al fratello Daniele e alla moglie Fiammetta, conduce unazienda di 15 ettari di frutteto dislocati fra Sala di Cesenatico e Bulgarn di Cesena. "La produzione di questanno normale, dal punto di vista quantitativo" chiarisce subito Modigliani. "Aggiungo che da noi quasi tutti gli anni normale, in quanto effettuiamo continui diradamenti, lultimo a 10-15 giorni dalla raccolta, al fine di non caricare troppo le piante. Grazie a questo accorgimento, riusciamo a ottenere pesche e nettarine di grosso calibro, che, sui mercati, vengono ben pagate". I Modigliani commercializzano in proprio la produzione, confezionandola in un imballo personalizzato. I loro sbocchi commerciali sono, per lo pi, i mercati allingrosso del nord Italia: Veneto, Lombardia e Friuli. Al mattino raccolgono la frutta, nel pomeriggio la lavorano, la sera parte per il mercato. Nel giro di 36 ore, se tutto va secondo i programmi, la frutta passa dalla pianta al consumatore. "Questa gestione dellazienda - aggiunge Modigliani - molto impegnativa ma,

secondo noi, lunica che permetta di ottenere soddisfazioni economiche. Noi siamo molto contenti dellandamento di questanno e, anche il 2011, seppur in presenza di evidenti difficolt dei mercati, il nostro prodotto stato richiesto e ben pagato". Vendita diretta Quando si entra nel magazzino dei Modigliani, subito ci si accorge di un grande ordine e di unestrema precisione. Un lato occupato dalla macchina selezionatrice, simile a quelle che si trovano nelle cooperative, solo che questa pi piccola. Da una parte vi sono le porte scorrevoli delle due celle frigorifere e, di fianco, un ufficio. In una parete sono appesi tanti attrezzi agricoli di una volta che venivano usati dal padre e dal nonno di Modigliani: un giogo, alcune falci, le zappe, gli attrezzi per la falegnameria e la cantina. Mentre intervistiamo il titolare, arrivano un paio di persone che chiedono di poter comprare della frutta. Allesterno, lungo un lato del capannone, vi il negozio per la vendita diretta. Il titolare spiega che "c tanta gente che viene a comperare direttamente la frutta: vendiamo almeno il 50 per cento delle ciliegie ai consumatori, e anche molte pesche. Il tutto grazie al passaparola. Ci sono molti turisti che, prima di tornare a casa, vengono da noi e comprano delle cassettine di frutta da regalare. Ci sono anche alcuni cinesi, che fanno affari col ferrovecchio a Gambettola, che sono nostri abituali clienti". Bando ai supermercati Fino a qualche anno fa la frutta di Modigliani si trovava anche presso un noto Iper della zona del Rubicone. Poi questo rapporto si interrotto. Il motivo semplice: "Il mio prodotto di alta qualit non gli andava pi bene. E poi pretendevano di

Davide Modigliani: "Vorrei che i consumatori sapessero che ogni volta che comprano la frutta sottocosto, non il supermercato che fa lo sconto, ma loro ci impongono di vendergliela al prezzo che stabiliscono"

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Gioved 30 agosto 2012

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Pellegrinaggio al Monte di San Vicinio


Con partenza alle 18 dalla Cattedrale di Sarsina, si terr sabato 1 settembre il tradizionale pellegrinaggio al Monte di San Vicinio. A piedi, si raggiunger Monte della Musella (Monte di San Vicinio), dove alle 21 il vescovo Douglas Regattieri celebrer la messa.

IL GIORNO DEL SIGNORE


Chi teme il Signore abiter nella sua tenda
Domenica 2 settembre - Anno B XXII Domenica del Tempo Ordinario Dt 4,1-2.6-8; Sal 14; Gc 1,17-18.21b-22.27; Mc 7,1-8.14-15.21-23
fino alla fine dellanno liturgico. Nella prima parte del Vangelo di oggi riferita unaccesa discussione tra farisei e scribi, con Ges. Gli rinfacciano che i suoi discepoli non rispettano la tradizione tra sacro e profano. Prendono cibo con mani immonde. Da qui lassolutizzazione delle pratiche rituali facile. Ges punta sul rinnovamento della vita ed severo contro losservanza di una religione ridotta a un codice giuridico. Ges li definisce ipocriti, cio attori, commedianti, con la maschera della religiosit. Ritroviamo la gioia dellessere veramente cristiani, innamorati della Parola di Dio, perch diventi la nostra vita, non soltanto ascoltatori, ma esecutori, come Maria. Beati coloro che ascoltano la Parola di Dio e la mettono in pratica. Sauro Rossi

Assemblea diocesana degli operatori pastorali


Domenica 16 settembre alle 15 nella chiesa di SantAgostino
Allassemblea diocesana degli operatori pastorali sono invitati i membri del Consiglio pastorale diocesano e dei Consigli pastorali parrocchiali, i sacerdoti, i diaconi, le famiglie religiose, i rappresentanti delle aggregazioni laicali e gli operatori pastorali parrocchiali. Lappuntamento per domenica 16 settembre alle 15 nella chiesa di SantAgostino, a Cesena.

La Parola di ogni giorno


luned 3 settembre san Gregorio Magno 1Cor 2,1-5; Ssl 118; Lc 4,16-30 marted 4 santa Rosalia 1Cor 2,10b-16; Sal 144; Lc 4,31-37 mercoled 5 beata Teresa di Calcutta 1Cor 3,1-9; Sal 32; Lc 4,38-44 gioved 6 santa Regina verg. 1Cor 3,18-23; Sal 23; Lc 5,1-11 venerd 7 santUmberto 1Cor 4,1-5; Sal 36; Lc 5,33-39 sabato 8 nativit Beata Vergine Maria Mi 5,1-4; Sal 12; Mt 1,1-16.18-23

Tre giorni biblica per operatori pastorali


Dal 17 al 19 settembre, alle 21 in seminario
La parabola del Seminatore sar al centro delle riflessioni della Tre giorni biblica che si terr dal 17 al 19 settembre alle 21, in seminario a Cesena. La tre giorni rivolta agli operatori pastorali, a inizio del nuovo anno pastorale. Luned 17 settembre il monaco camaldolese dom Franco Mosconi terr un commento esegetico. Marted 18 settembre, larcivescovo emerito di Lanciano-Ortona Carlo Ghidelli terr un commento spirituale-pastorale. Mercoled 19 settembre, commento catechetico di don Antonio Scattolini, docente di arte e catechesi (Verona).

LAzione Cattolica sui passi di Pier Giorgio Frassati


LAc di Cesena-Sarsina propone per domenica 2 settembre una camminata lungo il sentiero Frassati di Brisighella. Partenza con le auto dal piazzale Ippodromo, a Cesena, alle 8. Pranzo al sacco. Per info: Gennaro, 339 1515005.

CHIESA INFORMA

Corso per fidanzati in preparazione al matrimonio


A Gambettola inizia marted 2 ottobre un corso per fidanzati, in preparazione al sacramento del matrimonio. Il corso si terr ogni marted alle 20,45, fino al 18 novembre. Per info: don Claudio Turci, tel. 0547 53183.

on questa domenica cominciamo a leggere come seconda lettura la lettera di Giacomo, che ci accompagna per cinque domeniche. Nel brano di oggi viene richiamato il tema della Parola di Dio. Non sufficiente lascolto della Parola. necessario che venga accolta con docilit, cio con animo ben disposto. Anzi, necessario mettere in pratica la Parola. Lascolto che non cambia la vita inutile. necessario passare dalla religione delle labbra a quella del cuore. Questo popolo mi ama con le labbra, ma il suo cuore lontano da me, ricorda Ges citando Isaia. Riprendiamo poi la lettera del Vangelo di Marco che ci accompagner

A MESSA DOVE
8.45 San Giuseppe (corso U. Comandini) 9.00 Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, Bulgaria, San Vittore, San Carlo, Macerone, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa 9.15 San Martino in Fiume 9.30 Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, Bagnile, Casale 9.45 Rio Marano, Bulgarn 10.00 Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta 10.30 Santuario del Suffragio, Casalbono, Borello 10.45 Ronta, Capannaguzzo 11.00 Basilica del Monte, San Pietro, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, Bulgaria, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio 11.10 Torre del Moro 11.15 Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli 11.30 Cattedrale, Osservanza, San Pio X, Istit. Lugaresi 17.00 Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale, San Rocco, 18.30 San Pietro, Cappuccini, San Domenico, 19.00 Osservanza, San Bartolo

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, SantEgidio, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 17.30 Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, Cappuccini San Bartolo, SantEgidio 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche), San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.00 Formignano 17.00 Cappella del cimitero 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, Santo Stefano, San Vittore, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 18.30 San Pietro, San Domenico, San Bartolo, SantEgidio, San Rocco, Cappuccini, Case Finali, Santa Maria della Speranza 19.00 San Giorgio, Osservanza 20.00 Gattolino, Tipano, Bulgaria 20.30 San Giovanni Bono, Ponte Pietra, Martorano, Ruffio, Villachiaviche, San Pio X, Santa Maria Nuova, Pievesestina, Pioppa, Bulgarn, Calisese, San Cristoforo, Borello 20.45 San Mauro in Valle

Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini, San Giuseppe, Gatteo a Mare, Valverde; 9,15 San Pietro; 9.30 Cannucceto; 10 San Giacomo; 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Gatteo a Mare; Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Cappuccini; 18 Gatteo a Mare; 18,30 Zadina (Park Hotel), Valverde; 20,45 Gatteo a Mare; 21 San Giacomo, Boschetto Longiano Sabato: 18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20.30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8,30 / 10 / 11,15 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.30 (sabato, chiesina del castello), 10,30.

Mercato Saraceno 10.00; San Romano: 11.00; Taibo: 11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 18 (sabato, chiesa San Giuseppe), 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9.00 / 11.00 / 18.00; Tavolicci: 16.00 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8.00 / 11.00; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11.00; Pereto: 10

Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 18.30 (sabato); 8 / 11.15 / 18.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 16 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

Messe festive

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

7.00 Cattedrale 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, San Pio X, Gattolino, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Bulgaria, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo, Ruffio, Roversano

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Boschetto, Villamarina; 18 Gatteo a Mare; 18,30 Valverde; 18,45 San Giuseppe; 19 Camping Cesenatico; 20,30 Santa Maria Goretti; 20,30 Sala, Villalta; 20,45 Gatteo a Mare; 21 San Giacomo, San Pietro (Ponente), Boschetto Festivi: 7 Gatteo a Mare; 7,30 Valverde; 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo a Mare; 8,30

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 29 del 23 agosto 2012: 8.000 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 28 agosto 2012

Vita della Diocesi

Gioved 30 agosto 2012

Educare alla custodia del Creato per sanare le ferite della Terra
Sabato 1 settembre la Chiesa italiana celebra la 7 Giornata del Creato. Alle 21, nel convento dei Cappuccini, a Cesena, riflessione e preghiera ecumenica
a Giornata per la Salvaguardia del Creato, che la Chiesa Cattolica celebra da sette anni il primo settembre, nasce come proposta della Chiesa Ortodossa nel 1989. proprio allinterno di un cammino ecumenico che si riscoperto questa comune responsabilit delle Chiese cristiane verso il Creato. Nel messaggio che fu diffuso in occasione della Giornata del 2007 si affermava che la Chiesa italiana celebra la Giornata per la salvaguardia del Creato per testimoniare limportanza che essa attribuisce al dono della creazione e per ricordare ai cristiani e a tutti gli uomini il compito che Dio ha affidato allumanit: custodire e coltivare la terra come un giardino. Numerosi sono stati i richiami a proposito di Benedetto XVI. Nel discorso della Veglia di Pentecoste del 2006, il Santo Padre diceva con forza che il mondo non esiste da s, ma proviene dallo Spirito creativo di Dio e per questo rispecchia anche la sapienza di Dio e proprio chi, come cristiano, crede nello Spirito Creatore, prende coscienza del fatto che dobbiamo considerare la creazione come un dono affidatoci perch diventi il giardino di Dio e cos un giardino delluomo. Continuava ancora: Se la creazione attende con impazienza la rivelazione dei figli di Dio (Rm 8,19), per essere resa libera e raggiungere il suo splendore (..) noi vogliamo essere tali figli di Dio che la creazione attende, e possiamo esserlo, perch nel battesimo il Signore ci ha resi tali. Il tema di questa settima giornata, che i vescovi incaricati di promuovere la pastorale sociale e lecumenismo ci propongono, Educare alla custodia del Creato per sanare le ferite della terra. Tre sono i punti chiave del messaggio e possono essere riassunti nelle parole lode e ringraziamento, riconciliazione e guarigione, educare alla custodia del Creato in un collegamento diretto fra di loro. Occorre, infatti, rendere grazie al Creatore perch ci dona di vivere in una terra feconda e meravigliosa, ma proprio perch il Creato ci gratuitamente donato, necessario anche riconciliarsi quando ci accorgiamo di averlo violato. Ci vuole per un cuore che ama per

O Signore, nostro Dio, quanto grande il tuo nome su tutta la terra... (Salmo 8)
(foto Floriana e Ivan Bartoletti Stella)

Se non si rispetta il diritto alla vita e alla morte naturale, se si rende artificiale il concepimento, la gestazione e la nascita delluomo, se si sacrificano embrioni umani alla ricerca, la coscienza comune finisce per perdere il concetto di ecologia umana e, con esso, quello di ecologia ambientale. una contraddizione chiedere alle nuove generazioni il rispetto dellambiente naturale, quando leducazione e le leggi non le aiutano a rispettare se stesse. Il libro della natura uno e indivisibile sul versante dellambiente come sul versante della vita

vedere le ferite provocate dalle nostre mani e guidarci verso una ricostruzione dellalleanza col creato. Il messaggio ci ricorda che questa anche la logica delleducazione alla vita buona del Vangelo. La creazione si fa percorso verso Dio e ci fa sperimentare il dialogo tra di noi nella verit, come fratelli che hanno riconosciuto la paternit gratuita di Dio. Benedetto XVI nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace del 2010 ci ricordava proprio come nel prenderci cura del Creato, noi constatiamo che Dio, tramite il Creato, si prende cura di noi. Per sanare le ferite della terra e ritessere lalleanza col creato necessario un impegno concreto, la denuncia di ci che viola per avidit la sacralit della vita e il dono della terra. Il Papa in diverse occasioni ha evidenziato come questo ruolo debba avvenire promuovendo unecologia umana. Nellenciclica Caritas in Veritate diceva: Se non si rispetta il diritto alla vita e alla morte naturale, se si rende artificiale il concepimento, la gestazione e la nascita delluomo, se si sacrificano embrioni umani alla ricerca, la coscienza comune finisce per perdere il concetto di ecologia umana e, con esso, quello di ecologia ambientale. una contraddizione chiedere alle nuove generazioni il rispetto dellambiente naturale, quando leducazione e le leggi non le aiutano a rispettare se stesse. Il libro della natura uno e indivisibile sul versante dellambiente come sul versante della vita. Lultimo punto del messaggio ci richiama a vivere il territorio come un bene comune, a prendersi cura di esso come impegno di tutta la comunit ecclesiale per una pastorale che ci faccia recuperare il senso del noi. Cos il territorio? sempre una realt naturale, con una dimensione biologica ed ecologica, ma anche inscindibilmente cultura, bellezza, radicamento comunitario, incontro di volti: una densa realt antropologica, in cui prende corpo anche il vissuto di fede. Marco Castagnoli

Giornata per la salvaguardia del Creato


Sabato 1 settembre alle 21 riflessione e preghiera al convento dei Cappuccini, a Cesena
Il prossimo 1 settembre la Chiesa italiana celebra la 7 Giornata per la salvaguardia del Creato. una giornata voluta comunemente dalle confessioni cristiane per risvegliare in tutti la responsabilit per la custodia del Creato, dono prezioso di Dio. Il tema di questanno quanto mai attuale e impegnativo: Educare alla custodia del Creato per sanare le ferite della terra. Guarire voce del verbo amare. Occorre amare il Creato che il grembo in cui si svolge la nostra vita, sanarne le ferite, quelle che luomo infligge al Creato e quelle che il Creato infligge alluomo, ossia in definitiva ristabilire loriginale alleanza tra luomo e il Creato secondo il piano di Dio. La Commissione diocesana GAUDIUM ET SPES, assieme alla Commissione per lEcumenismo, ha organizzato per SABATO 1 SETTEMBRE un momento di riflessione e un incontro di preghiera ecumenica presso il convento dei Cappuccini in Cesena, alle 21. Presiederanno alla liturgia ecumenica il vescovo emerito di CesenaSarsina monsignor LINO GARAVAGLIA, il pastore protestante ROBERTO IANN e il sacerdote ortodosso PADRE SILVIO SAS.

Attualit
na sentenza particolarmente superficiale: Carlo Casini, presidente del Movimento per la vita ed eurodeputato, definisce cos il pronunciamento di marted 28 agosto della Corte dei diritti delluomo di Strasburgo sul caso Costa e Pavan contro Italia. Casini dichiara che il Movimento per la vita aveva inviato durante liter dinanzi alla Corte una memoria scritta sul problema, appoggiata da numerosi

Gioved 30 agosto 2012

INTERVENTO | Casini:Corte di Strasburgo, sentenza superficiale


parlamentari europei: Nonostante questo, la sentenza - chiarisce il responsabile del Movimento per la vita - non ha nemmeno preso in considerazione le nostre argomentazioni. Casini sottolinea inoltre il fatto che la Corte europea si sia pronunciata prima che si fossero esauriti tutti i gradi di giudizio a livello nazionale. Si rileva inoltre una errata interpretazione della legge 194 sulla interruzione della gravidanza e un mancato esame della grande differenza fra la diagnosi prenatale e la diagnosi preimpianto, questultima a carattere selettivo ed eugenetico. Carlo Casini ha tenuto mercoled 29 agosto una conferenza stampa a Roma sullargomento, anche per invitare il governo italiano a fare ricorso presso la Corte di Strasburgo. Lucio Romano conclude che la legge 40, contro la quale intervenuta la Corte di Strasburgo, non una legge n ideologica n confessionale, ma pensata per la tutela dei diritti di tutti i soggetti coinvolti, ivi compresi quelli del

concepito. La sentenza della Corte europea rivela invece un atteggiamento di riduzionismo antropologico e di discriminazione nei confronti dellembrione, considerato meramente materiale di laboratorio, in palese contraddizione con la recente sentenza della Corte di giustizia dellUnione europea (con sede a Lussemburgo) in materia di brevettabilit degli embrioni che riconosce la dignit di essere umano anche al concepito.

La morte di un astronauta riporta alle immagini della Luna nel tempo

Neil Armstrong e la porta del cielo


ltri fiumi, altri luoghi, altre campagne / Sono l su, che non son qui tra noi; / altri piani, altre valli, altre montagne, / chan le cittadi, hanno i castelli suoi, / con case de le quali ai le pi magne/non vide il paladin prima n poi: / e vi son ample e solitarie selve, / ove le ninfe ognor cacciano belve.

Solo gli immortali versi dellOrlando furioso di Ludovico Ariosto (tratti dal canto XXXIV) dedicati alla descrizione della luna cos come veniva vista nel primo quarto del XVI secolo, potevano essere usati come estremo saluto a un altro Astolfo che con altri ippogrifi e altri carri dElia giunto sul nostro satellite. Neil Armstrong, il primo a lasciare limpronta umana sulla polvere lunare, se ne andato a 82 anni, in seguito a improvvise complicazioni dopo una operazione al cuore. Nei ricordi dei colleghi e degli allievi delluniversit di Cincinnati, dove Armstrong insegnava, emergono

altri punti di contatto con il precursore. Come il personaggio ariostesco, Armstrong non cerca la gloria, compie il proprio dovere, subisce trasformazioni (da uomo a mito), ubbidisce agli ordini provvidenziali, perch in tutte e due le civilt, quella rinascimentale e quella postatomica, quel viaggio voleva significare il contatto fisico con larchetipo divino per eccellenza: i cieli, di cui la Luna era la soglia, la colonna dErcole posta nello spazio siderale. Astolfo lunico che riesce a domare lippogrifo, e si guardi bene alle affinit: lippogrifo lanimale mitico che permette la comunicazione con il mondo altro, il paradiso terrestre perduto, una sorta di base per poter finalmente raggiungere, attraverso il carro di Elia, le soglie lunari. Dopo la gloria, Armstrong, ingegnere e civile, che precede i militari nel mettere piede (il sinistro, per la precisione) sul satellite, cerc lanonimato (si fa per dire, perch, a parte il mito, un cratere lunare, un asteroide e un

aereo portano il suo nome) nellinsegnamento universitario, il che racchiude simbolicamente un altro messaggio: non voler occupare il centro mediatico, lascia la strada ad altri dopo avergliela indicata. un insegnamento oggi scandaloso, perch rappresenta lelogio dellombra: Astolfo, e tutti i veri eroi, non cercano, come i santi, la fama e la gloria, perch sanno che la creazione che si serve di loro per rivelare la propria bellezza. Molti risponderanno che il comandante Armstrong ci ha giocato un brutto scherzo, perch ha mostrato la solitudine e il deserto di un mito sul quale gli uomini hanno proiettato per millenni i loro desideri. Aveva iniziato Luciano di Samosata nel secondo secolo dopo Cristo, con il suo viaggio sulla luna narrato nella Storia vera: il satellite raggiunto grazie a una tempesta. La luna per lironico Luciano abitata da soli maschi, strani personaggi dalle ancora pi strane abitudini che sono impegnati in una guerra contro gli abitanti del sole. Per i nostri antenati, la Luna infatti puntualmente abitata, come nel caso di Laltro mondo o gli stati e gli

imperi della luna, uscito nel 1657, dellavventuriero Savinien de Cyrano de Bergerac (reso famoso dallopera di Edmond Rostand) che arriva sulla Luna con una specie di razzo per scoprire, anche in questo caso, un mondo paradossale e un tantino esagerato, dove con un colpo di fucile si raccoglie una messe abbondante di selvaggina gi bell cucinata, e in cui i nasi degli abitanti (allusione autobiografica) sono talmente lunghi da fungere da meridiana. Solo gli avventurieri potevano permettersi nel passato un tale viaggio: Le avventure del barone di Munchhausen, pubblicate nel 1785 in forma anonima dallerudito tedesco Rudolph Eric Raspe, si rifaceva a un personaggio realmente esistito e allora ancora in vita. Il barone riesce a recarsi sul suolo lunare per ben due volte, arrampicandosi su una pianta e su una mongolfiera, per trovarvi pulci gigantesche e abitanti alti undici metri. Bisogner attendere lOttocento per non trovare pi lunari e notare una visione meno fantasmagorica del nostro satellite. Per un attimo i protagonisti di Intorno alla luna (1870) di Julius Verne riescono a vedere, dal loro proiettile sparato da un gigantesco cannone il terreno lunare, che sembra loro ricco di acqua e di foreste, anche se rimane a tutti il dubbio di unillusione ottica (o dei desideri ancestrali dellumanit?). Armstrong per non ci ha fatto nessun torto, perch il fascino della Luna non appartiene alla sfera della scienza, ma a quella dellanima e delle sue innumerevoli proiezioni. La Luna continua ad essere la porta del cielo, il primo passo dellenigma e del desiderio di infinito nascosto nel cuore degli uomini. Marco Testi

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

ARREDI SACRI DI SEMPRINI


Gabriele e Severino
sas

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

via Alberti, 3/a tel. e fax 0541 21424 Rimini

10

Gioved 30 agosto 2012

Attualit

Sanit e sviluppo: il decreto Balduzzi necessario. Ma non basta


iberalizzazione, trasparenza e apertura al privato. I provvedimenti del decreto Sanit e sviluppo presentato dal ministro della Salute, Renato Balduzzi, e in attesa di essere discusso, il prossimo venerd, in Consiglio dei Ministri, si ispirano a questi tre principi. Lo stop alle visite

intramoenia, le tasse sulle bibite gasate e i superalcolici, la prescrizione di farmaci equivalenti sono solo alcune delle proposte: Lorena Leonardi per lagenzia Sir ha chiesto a Walter Ricciardi, direttore dellIstituto di Igiene dellUniversit Cattolica di Roma, un punto di vista sulla riforma che potrebbe rivoluzionare la sanit nel nostro Paese.

QUELLO SANITARIO UN SETTORE VISTO SOPRATTUTTO COME ELEMENTO DI COSTO, MA DA VEDERE ANCHE COME ELEMENTO DI SVILUPPO: PERSONE SANE PRODUCONO DI PI E NON COSTANO IN TERMINI DI SERVIZI (FOTO ARCHIVIO SIR)

Intervista a Walter Ricciardi, direttore dellIstituto di Igiene dellUniversit Cattolica di Roma. Un punto di vista sulla riforma che potrebbe rivoluzionare la sanit nel nostro Paese

Cosa ne pensa dello spirito delle modifiche proposte dal ministro Balduzzi? Si inquadrano nel pi generale programma sulla crescita, che avrebbe seguito la spending review. Certo, quello sanitario un settore visto soprattutto come elemento di costo, ma da vedere anche come elemento di sviluppo: persone sane producono di pi e non costano in termini di servizi. E poi si tratta di un settore che produce posti di lavoro, quindi ricchezza. Quelle del ministro sono proposte molto concrete e potrebbero essere operative in tempi rapidi. La mia valutazione positiva da questo punto di vista, ma non sono provvedimenti che risolveranno strategicamente il problema della sanit: la revisione della spesa pubblica ha imposto alla sanit tagli pesantissimi, come aveva fatto anche la legge finanziaria dellultimo governo Berlusconi, e ora, rispetto agli altri paesi europei, nel nostro il settore sottofinanziato. Tutto questo pone un serio interrogativo sulla sostenibilit del sistema che va ripensato con un nuovo accordo tra Stato e Regioni. il mancato accordo su un patto per la salute tra Stato e Regioni che mi preoccupa, assieme alla scadenza, sette anni fa, dei livelli essenziali di assistenza. Se non viene intrapreso un nuovo cammino insieme vedo con preoccupazione limpostazione di un sistema efficiente. Analizziamo alcune proposte: promozione dei farmaci equivalenti in base al principio attivo, sperimentazioni cliniche gestite direttamente dallAgenzia italiana del farmaco, snellimento delle procedure per la registrazione dei farmaci omeopatici. La promozione del farmaco equivalente , in linea di principio, positiva, ma anche molto pericolosa: devessere gestita dai medici e non come un cambiamento di carattere amministrativo, anche e soprattutto per non disorientare i pazienti, che sono soprattutto anziani e affetti da patologie croniche, abituati ad una certa routine anche nellassunzione dei medicinali. Le sperimentazioni condotte dallAifa sono importanti perch in Italia, con la falsa ipotesi di rendere pi etico il sistema, ci sono tanti comitati etici quante sono le aziende italiane di farmaci: la situazione ingestibile e la sperimentazione scarsa. Per quanto riguarda le medicine omeopatiche, ritengo che, indipendentemente dalla caratteristica del farmaco, il controllo devessere rigoroso. Continuiamo con i provvedimenti: la riforma inserir la ludopatia tra le malattie, sono previste sanzioni per chi vende sigarette ai minori di sedici anni e verranno imposte delle tasse su bibite gasate e superalcolici. Ritengo quella contro la malattia unottima iniziativa contro una patologia contemporanea che anche figlia della crisi. Sulla tassa contro bibite e alcol ho qualche riserva, perch secondo me andrebbe estesa anche al cibo spazzatura, seguendo esempi virtuosi come la Danimarca. Alcuni punti della riforma toccano pi da vicino i medici: accesso trasparente alla dirigenza ospedaliera, disponibilit 24 ore su 24 per i medici di famiglia, lintramoenia dovr essere tracciabile e sar possibile solo in strutture pubbliche. Condivido il bisogno di trasparenza nellassegnazione degli incarichi, bisogna poi vedere i meccanismi di applicazione. Quanto allassociazionismo professionale, si tratta di una forma prevista da tempo, ma applicata da solo un terzo dei medici italiani. Sono riforme che vanno bene se fatte in sinergia coi medici. A proposito dellintramoenia, ritengo che la libera professione debba essere esercitata in condizioni ottimali: serve controllo sul lavoro del medico nella struttura pubblica, e poi sia libero di lavorare privatamente. Crede che queste misure risolveranno il problema delle liste dattesa? Non con queste misure che si risolvono le liste dattesa, ma riorganizzando la rete dellofferta, anche con strutture nuove territoriali, o, per esempio, con gli ospedali di comunit. Creare nuovi spazi per iniziative private attualmente bloccate da una presenza pubblica invadente. Sono parole del ministro Balduzzi. Come commenta leventuale svolta nella direzione della privatizzazione? Favorevolmente nel senso della liberalizzazione. Non solo nelledilizia, ma nel core business del servizio sanitario. Al cittadino interessa essere curato bene, pubblica o privata che sia la struttura.

Attualit

Gioved 30 agosto 2012

11

Alla fiera di Rimini si conclusa sabato 25 agosto la 33esima edizione

SuperAbile
di Arianna Maroni

LONDRA 2012 CITT ACCESSIBILE


Londra questanno al centro del mondo sportivo. Dopo le Olimpiadi seguitissime fino a qualche settimana fa, mercoled 29 agosto inizieranno le Paralimpiadi, i giochi dedicati alle persone con varie forme di disabilit. Quelle di Londra 2012 saranno le Paralimpiadi pi partecipate della storia. Saranno anche le Paralimpiadi della tecnologia (protesi personalizzate, carrozzine speciali, materiali innovativi), delle tante opportunit per gli spettatori disabili e della grande attenzione per gli atleti. Dallacquisto dei biglietti agli spazi accessibili, fino al servizio di mobilit alternativa, la capitale britannica sembra non aver lasciato nulla al caso, mostrando lintenzione di voler diventare una citt modello per accessibilit e urbanistica. Poi ci sono gli atleti, le aspettative, i sacrifici fatti, i record. Perch parlare di Paralimpiadi significa parlare dello sport vero e dei suoi valori. E allora ecco anche storie fantastiche concepite con lacrime e sudore, di chi si rimesso in gioco, chi passato dalla disperazione alla gioia, chi ha combattuto e vinto le avversit. Per la terza volta nella storia delle olimpiadi moderne, Londra ospita i Giochi Olimpici e Paralimpici. I Giochi Paralimpici avranno luogo dal 29 agosto al 9 settembre. La delegazione italiana sar composta da 99 atleti. In generale, quella di Londra sar ledizione pi partecipata di sempre: infatti, saranno oltre 4.200 gli atleti disabili presenti, in rappresentanza di 160 Paesi. Nella passata olimpiade cinese (2008) furono 3.951; ad Atene (2004) 3.808 atleti; a Sydney (2000) 3.843; ad Atlanta (1996) 3.310; a Barcellona (1992) solo 3.020. Dunque un trend in costante crescita. Anche i Paesi in gara sono cresciuti. Detto dei 160 di Londra, a Pechino furono 146, ad Atene 136, a Sydney 122, ad Atlanta 103, a Barcellona 83. LItalia si presenta ai nastri di partenza delle Paralimpiadi in 12 dei 20 sport presenti: pallacanestro in carrozzina (12 atleti), nuoto (11: 7 uomini e 4 donne), ciclismo (14: 12 uomini e 2 donne), tiro a segno (5: 4 uomini e 1 donna), canottaggio (7 atleti per 2 imbarcazioni), tiro con larco (10: 7 uomini e 3 donne), vela (6 atleti e 3 imbarcazioni), atletica leggera (11: 6 uomini e 5 donne), scherma in carrozzina (5: 4 uomini e 1 donna), equitazione (4: 1 uomo e 3 donne), tennis in carrozzina (4: 3 uomini e 1 donna) e tennistavolo (10: 5 uomini e 5 donne). Obiettivo per il prossimo quadriennio, fare di pi e meglio, e arrivare a Rio 2016 con una presenza anche negli sport oggi orfani di azzurri: rugby in carrozzina, pallavolo sitting, sollevamento pesi, calcio a 5, calcio a 7, goalball, boccia e judo.

Il rapporto con linfinito spinge luomo alla preghiera


l 33esimo "Meeting per lamicizia fra i popoli" si concluso il 25 agosto con lannuncio che il prossimo si terr sempre alla Fiera di Rimini dal 18 al 24 agosto 2013 avendo come titolo "Emergenza uomo". Questo tema si lega molto bene a quello del Meeting appena terminato su "La natura delluomo rapporto con linfinito", che stato visitato, nonostante la "crisi economica", da oltre 800mila persone di storia per capire il rapporto con il 40 nazionalit diverse che hanno cattolicesimo, sempre legato alla loro partecipato ai 98 incontri con 271 Patria. Quella sul grande genetista oratori, hanno visitato 9 mostre, hanno francese Jerome Lejeune si concludeva visto 21 spettacoli, grazie al contributo con la distribuzione di unimmaginetta di 750 volontari che lo hanno costruito e dove si ricordava che il Servo di Dio "ha 3.393 che sono stati presenti dal 19 al 25 saputo mettere la sua immensa agosto, fra i quali 142 stranieri intelligenza e la sua fede profonda a provenienti da 20 Stati diversi. Ci che servizio della difesa della vita umana, ha colpito maggiormente le persone che specialmente della vita nascente, nel hanno visitato il "Meeting 12" stato il pensiero instancabile di curare e guarire. clima di totale libert che si respirava. Testimone appassionato della verit e Ma la cosa che pi ha impressionato della carit, ha saputo riconciliare, agli stata la tensione a cogliere la verit occhi del mondo contemporaneo, la fede ultima di quello che stava accadendo, e la ragione". Non stata questa la sola senza fermarsi alle apparenze. preghiera presente alle mostre. In quella Questo avvenuto soprattutto nella sul monte Koya veniva distribuita la visita alle mostre, fra le quali la pi vista seguente preghiera buddista che si stata " Cristo che vive in te" che ha trovava dietro a un cartoncino che aiutato a immedesimarsi con lo sguardo ricordava il fiore di loto: "Il petalo di fiore sulla realt tipica di Dostoevskij, che da offrire al Mistero, perch la nostra riuscito nei suoi romanzi a unire i due amicizia cresca ancora pi grande e pi polmoni dellEuropa cristiana: profonda". Mercoled 22 con inizio alle lOrtodossia, che ha come punto di 9,30 il Coro Sacerdotale Metropolitano di partenza la descrizione della Gloria di San Pietroburgo, che la sera ha eseguito Dio nel Suo incontro con luomo, come brani della tradizione russa, ha ci indicano le icone, e il Cattolicesimo, partecipato - su invito del Meeting, della che partendo dalluomo e dai suoi problemi raggiunge Dio, come possiamo parrocchia riminese di Cristo Re e della Commissione ecumenica diocesana - a vedere nei quadri dei grandi pittori un pellegrinaggio sulle tombe dei martiri rinascimentali. Ogni mostra partiva presenti a Rimini. dunque da una domanda significativa: Anche gli altri ospiti presenti sono stati ad esempio quella sulla storia contagiati da questa voglia di pregare: il dellAlbania nata perch un gruppo di rabbino Alon Goshen-Gottstein, ragazzi, convertiti al cristianesimo, presente il 22 alle 11,15 allincontro su hanno voluto approfondire la propria

La prossima edizione del Meeting di Cl si terr sempre a Rimini dal 18 al 24 agosto 2013
"Educazione, dialogo, identit" assieme al cattolico don Ignacio Carbajosa Prez e al musulmano Abdel-Fattah Hassam, al termine dellincontro ha coinvolto tutti i presenti nel canto tratto da Gen. 3, 9: "Dove sei?", domanda rivolta da Dio ad Adamo dopo avere commesso il peccato originale. Lincontro del 25 di presentazione del Meeting Cairo, alla presenza di personalit musulmane, copte cattoliche e ortodosse, si conclusa con la preghiera a partire da un versetto del Corano, proposta dal giudice e presidente della Corte del Cairo Sud Hossan Mikawi, per chiedere la protezione divina sullevento che si terr prossimamente in Egitto. Una vera e propria scuola di iniziazione alla preghiera e alla mistica veniva fatta tutti i pomeriggi dai Padri Domenicani nello stand dove presentavano i libri della loro casa editrice. Quanto descritto fino ad ora conferma la passione per luomo che ha coinvolto tutti gli ospiti presenti, come ad esempio Luciano Violante, presidente del Forum Riforma dello Stato del Partito Democratico che, pur affermando di essere non credente in Dio, si confrontato il 21 agosto a un incontro sulle carceri con la proposta cristiana di amore e di perdono, asserendo di esserne profondamente colpito. Stefano Salvi

il Periscopio

di Zeta
latteggiamento del cuore, il desiderio di essere se stessi. Nespoli ha mostrato alcuni suoi scatti. Scrutare lorizzonte dallo spazio e vedere da 600 chilometri daltezza le piramidi del Cairo, le coste della Florida e i deserti asiatici non unesperienza che capita tutti i giorni. Al Meeting stato possibile, come stato possibile restare in compagnia dellastronauta Nespoli come se fosse un amico di sempre. Lo sguardo dellastronauta ha saputo leggere le attese dei tanti venuti ad ascoltarlo. Proprio come accade quando ci si aggira fra gli immensi padiglioni della Fiera di Rimini. Gi allarrivo, nei parcheggi, il visitatore saccorge che in presenza di qualcosa di diverso, di non usuale. Il Meeting incontro. Autentico incontro fra persone che si stimano e si vogliono bene, anche se non si conoscono. Lo si legge nelgli occhi degli universitari che sotto il sole gestiscono un flusso enorme di auto. Lo si nota nelle guide che accompagnano durante le mostre o in chi serve a tavola o

Lincontro con lastronauta Paolo Nespoli stato uno dei pi entusiasmanti del Meeting

Puntare in alto, sempre. Ci che conta la passione


nche ci che sembra impossibile si pu realizzare. E se lo ha detto Paolo Nespoli, lastronauta italiano rimasto in orbita per 159 giorni, ci si pu proprio credere. La sua testimonianza, mercoled della scorsa settimana, stata ascoltata da oltre diecimila persone allinterno del Meeting per lamicizia tra i popoli che si tenuto a Rimini dal 19 al 25 agosto. Un auditorium stracolmo ha accolto lastrofisico Marco Bersanelli e lingegnere italiano che stato due volte in orbita. Moltissimi i ragazzini incuriositi dal personaggio che ha scattato 26mila fotografie mentre volava a 28mila chilometri allora che significano unalba e un tramonto ogni ora e mezzo. Ma come si diventa astronauti? Questa la vera domanda. Non occorre essere superuomini, ha chiarito Nespoli, un vero antipersonaggio, in grado, comunque, di calamitare per cento minuti lattenzione di piccoli e grandi. Ci vuole la passione, la volont, il desiderio di fare cose grandi, sempre e comunque. Non importa se uno fa il cuoco e va in passeggiata nello spazio. Limportante

mette insieme, in un cono gelato, la stracciatella col cioccolato. La natura delluomo rapporto con linfinito, recitava il titolo del Meeting di questanno. E proprio vero. C un desiderio di infinito, di un Oltre che non si vede, di un motivo per il quale vivere che va ben al di l delle umane conoscenze. O protagonisti o nessuno, era il titolo di qualche anno fa. Protagonisti della propria esistenza, non padroni. Responsabili, perch a qualcuno occorrer, prima o poi, rendere conto. Ne va della nostra vita e di chi ci vive vicino. Ma ne vale la pena, come confermano i volti di quanti si sono incamminati sulla stessa strada. (758)

12

Gioved 30 agosto 2012

Cesena

Il Comune non ha ancora presentato il progetto, le opposizioni alzano barricate


Michelangelo Bucci
na spiaggia in riva al fiume Savio, con tanto di ombrelloni, lettini e bagni tra le nutrie? O una semplice sistemazione degli argini per renderli pi accessibili ai cesenati? Se i privati investono i loro soldi e avranno in concessione larea, cosa verr in tasca al Pubblico? E gli scarichi del quartiere Oltresavio verranno risanati? I dubbi su "Savio Beach" sono tanti e, al loro pari, tanta la voglia dei cittadini di capire qualcosa di pi su questo progetto. Che poi, ancora, progetto non , dato che il Comune e i privati interessati a investire e gestire larea mostreranno le loro carte solo a met ottobre, nel corso di una due giorni cittadina sullesposizione dei progetti futuri per la citt. Allora perch scaldarsi tanto? Dai primi annunci pubblici sulle intenzioni dellAmministrazione di riqualificare largine del fiume Savio in citt, tra il ponte Vecchio e il ponte del Risorgimento, si assistito ad una levata di scudi contro il progetto, dalle forze di opposizione agli ambientalisti passando per i semplici cittadini. Anche questa volta Internet ha avuto un ruolo chiave nel mettere a confronto le diverse idee, come gi avvenuto di recente per le edificazioni previste ai margini del parco Ippodromo. E dire che di una "Cesena beach" si

SavioBeach, laspiaggiainriva alfiume


Di una "Cesena beach" si parla da pi di tre anni con la progettazione per la "Regimazione idraulica e valorizzazione del tratto del fiume Savio fra i due ponti
cominci a parlare pi di tre anni fa. La Giunta comunale con una delibera del febbraio 2010 approv, dopo mesi di carteggi, lo schema di convenzione tra Comune e Servizio tecnico di bacino per laffidamento dellincarico di progettazione per la "Regimazione idraulica e valorizzazione del tratto del fiume Savio compreso tra il ponte Vecchio e il ponte del Risorgimento". Al riguardo, nel piano poliennale degli investimenti vennero inseriti 400mila euro.

Gi allora si ipotizzava la realizzazione di uno specchio dacqua tra i due ponti mediante paratie mobili regolabili, per favorire la pesca, e un sistema di vasche a filtro per la fitodepurazione e la qualit dellacqua. Oltre a interventi nelle aree golenali e nelle pertinenze fluviali: gradoni panoramici, percorsi, piste ciclabili, cascatelle, prendisole. La prima a scagliarsi contro questa ipotesi fu la consigliera leghista Antonella Celletti che nellaprile 2010 scriveva: "Al di l dei benefici di facciata, dobbligo un approfondimento, in particolare sulla questione idrografica del fiume e del suo alveo. Siamo perplessi non solo per i costi delle opere necessarie, ma anche per il loro impatto sullalveo fluviale". Di recente buona parte degli oppositori al progetto (ambientalisti, Movimento 5 stelle e altri) si riunita sotto le insegne del gi esistente forum "Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori". A darne notizia lex consigliere dei Verdi Davide Fabbri: "Si desidera contrastare un modello culturale di sviluppo, fatto di sfruttamento commerciale e privatistico dei beni comuni. Vogliamo presentare una petizione al Comune per la revoca della privatizzazione del bene, e informare la citt su questo progetto assurdo, che vuole concedere ai privati per 29 anni un suolo demaniale a fini commerciali".

Esperienze in banca per gli studenti


Anche questanno la Cassa di Risparmio di Cesena ha aderito con favore alle richieste degli Istituti Superiori di Cesena, organizzando 2 turni di stage formativi (della durata di 5 settimane ciascuno, nel periodo estivo giugno luglio e agosto) accogliendo 26 giovani studenti che hanno portato la propria collaborazione negli uffici della direzione generale dellIstituto. Il primo turno ha visto la partecipazione di Riccardi, Lorenzo Mazzi, Alessandra Alberti, Alessia Pagliacci, Riccardo Capelletti Gloria, Casadei Neri, Sara Astretto, Stanislav Giulia, Chiara Comandini, Zynych, Giulia Riciputi, Silvia Ferri, Cecilia Fiuzzi, Giada Mancini, Serena Emily Frini, Giada Gallina, Taccioli. Giacomo Guidi, Giorgia Nelle foto i ragazzi assieme Molari, Francesco Petrini, ad Adriano Gentili direttore Giorgio Piraccini, Cassa di Risparmio di Margherita Piraccini. Cesena, Dino Colinucci vice Mentre nel seconto turno: direttore, Vilma Babbi Taryn Baruzzi, Andrea responsabile marketing e Gasperini, Martin Bertozzi, Franco Nasolini Beatrice Rossi, Ilaria responsabile del personale.

ANNIVERSARIO
Nessuno ha un amore pi grande di colui che d la vita per i suoi amici
GV 15,13

Nel terzo anniversario della morte del carissimo


CAV. ARNALDO

BIONDI

la moglie Emma e i familiari lo ricordano con immutato affetto La messa di suffragio sar celebrata sabato 8 settembre alle 11 nella chiesa parrocchiale di Ronta

Cesena

Gioved 30 agosto 2012

13

Lesperienza di Annachiara Foschi

Da Cesena decollata per mete di mezzo mondo


Barbara Baronio
l suo grande desiderio poter lavorare allOnu nellambito dei progetti di sviluppo per i Paesi del terzo mondo. Si sente cittadina del mondo e anche se ritiene che la sua amata Cesena sia uno dei luoghi in cui si vive meglio, non crede che invecchier in Romagna. Dopo quasi tre mesi a Calcutta, ora sta pensando allAfrica, ma non esclude un suo ritorno in India. Annachiara Foschi, classe 1987, seppur giovanissima ha gi le idee chiare per il suo avvenire. "Dopo il liceo ho scelto di trasferirmi a Milano per studiare Relazioni internazionali e lingue alluniversit Cattolica. Terminato il percorso di studi triennale, ho frequentato uno stage a New York e uno in Canada e a settembre del 2010 ho iniziato il mio master in Sviluppo e cooperazione internazionale a Dublino, Irlanda. Si trattata di unesperienza fondamentale per me perch mi ha fatto capire quanto mi interessasse questo tipo di lavoro". Proprio alla luce di queste sue aspirazioni Annachiara lo scorso giugno partita alla volta di Calcutta. Qui ha operato per la Ong Aiesec allinterno di una scuola alla periferia della citt

Universit alla Cattolica di Milano e in quella di Dublino Al lavoro negli Stati Uniti, in Canada e in India

indiana dove sono riuniti ragazzi delle fasce sociali pi diverse. "Allinizio, trattandosi di una scuola piccola, ho fatto un po di tutto a partire dallinsegnamento per passare allorganizzazione delle attivit didattiche. Poi mi sono concentrata nei due progetti educativi per cui sono stata inviata in questa scuola. Il primo ha riguardato una campagna di sensibilizzazione contro lo sfruttamento minorile, mentre il secondo intitolato "Villaggio globale" ha coinvolto le scuole di Calcutta in un approfondimento sulle diverse culture del mondo. Le diverse scuole, seguite da uno o pi stagisti come me, hanno organizzato una serie di incontri per spiegare ai ragazzi dagli 8 ai 15 anni le caratteristiche dei tanti popoli del mondo. Il progetto ha coinvolto direttamente 150 ragazzi e bambini e ha avuto unampia risonanza a livello locale". Unesperienza forte in cui Annachiara (che parla

correttamente inglese, francese e tedesco e conosce lo spagnolo) ha messo in campo le sue abilit linguistiche cercando di apprendere un po della lingua locale, lIndi, ed entrare nella mentalit e nel modus operandi di questo paese. "Ero preparata ad incontrare una realt molto diversa dalla mia. Oltre ai limiti linguistici che sono riuscita sempre a superare, era difficile a volte lavorare con gli indiani, perch sono abituati a non programmarsi. Spesso sono disorganizzati e molte attivit procedono per inerzia, senza che ci sia dietro un reale progetto. I miei ragazzi, tutti provenienti da realt familiari molto disastrate, alcuni orfani o abbandonati, sono stati il bello di questa esperienza. Con il nostro progetto "Villaggio globale" sono diventati i protagonisti dellattivit educativa, si sono buttati, superando la loro timidezza iniziale e mettendo in gioco i loro talenti".

La Fotonotizia | Ponte Pietra

Calisese-Casale e Badia

La Parrocchia Santa Maria delle Grazie di Ponte Pietra questestate ha fatto tappa sulle colline riminesi, aTalamello, sotto limpulso del parroco don Sante Fabbri. Data la grande affluenza dei giovani, questanno il gruppo composto da una sessantina di ragazzi, si diviso in due campi distinti.

A Ferragosto le parrocchie di Calisese-Casale e Badia hanno svolto il campo scuola, guidato da don Stefano Pasolini, ad Arabba. Ragazzi delle medie, giovanissimi, educatori, famiglie ed adulti si sono ritrovati a condividere una settimana fra le vette dolomitiche.

I VIAGGI DI GRUPPO FIRMATI ROBINTUR Splendidi tours esclusivi con accompagnatore dallItalia
TOURS DELLA THAILANDIA: BANGKOK E IL NORD Luci, suoni e profumi. Volo da Bologna 10 giorni, dal 25 novembre al 4 dicembre 2012 Programma in agenzia quota per persona da 1.730 euro PER IL 2013 ABBIAMO PROGRAMMATO 11 TOUR FIRMATI DI GRUPPO Ecco i nostri viaggi con accompagnatore dallItalia-tours: La bassa California... e le balene - Birmania - Cuba, oppure Cina la Spagna del Nord, oppure il Tour del Marocco - Tour del Magnifico Per Tour dellUzbekistan - Tour dellIslanda - Tour della Turchia - Tour Sud Africa Tour dellAustralia Programmi disponibili da ottobre 2012

VACANZE, TOURS E SOGGIORNI DA SETTEMBRE A DICEMBRE 2012


ISOLE MALDIVE: 9 giorni, 7 notti, volo da Milano Resort tutto incluso. Partenze da ottobre a dicembre MAR ROSSO: Sharm, Marsa Alam. Volo da Bologna, 8 giorni, 7 notti. Villaggio tutto incluso. Partenze da settembre a dicembre TOUR DEL PORTOGALLO AUTENTICO 8 giorni, da Bologna. Partenze di settembre e ottobre, mezza pensione TOUR DEL MAROCCO, CITT IMPERIALI 8 giorni, volo da Bologna, mezza pensione da 1.400 euro

da 495 euro

da 865 euro da 615 euro

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it/viaggi-veneri


VI INVITIAMO A VISITARE IL NOSTRO SITO INTERNET WWW.ROBINTUR.IT PER LE NOSTRE OFFERTE DI VIAGGI, SOGGIORNI, TOURS E CROCIERE ESTATE-AUTUNNO 2012

VIAGGI VENERI

14

Gioved 30 agosto 2012

Cesena

Feste Settembre il mese privilegiato per i ritrovi delle comunit cristiane. Ai momenti religiosi, come la messa e la processione, si affiancano musica, spettacoli e gastronomia

Leparrocchienonsifermanomai
SANTEGIDIO Il primo settembre, festa di SantEgidio abate, come da tradizione ripartono le attivit parrocchiali. Questanno le celebrazioni saranno particolarmente scoppiettanti: la comunit entra nel 60esimo anniversario della sua fondazione, avvenuta nellaprile del 1953. Si parte con la messa dedicata al patrono alle 18,30 di sabato 1 settembre, durante la quale saranno presentati i cresimandi (in questanno di transizione, sia i bambini di 4 elementare sia i ragazzi di 2 media) e si benedir la nuova statua lignea di SantEgidio (cfr pag. 19), opera dello scultore Enrico Guidi, gi autore dellaltare e dellambone. Seguir la prima di diverse "ceninsieme", cui seguir una tombola. Domenica 2 alle 16,30 torna un tradizionale appuntamento: leucarestia alla quale sono particolarmente invitati ammalati e anziani. Gli appuntamenti proseguono per tutta la settimana successiva: nelle serate di marted, mercoled e gioved, ore 20,30, un triduo con la recita dei vespri e la predicazione, con laccompagnamento dei canti. Venerd si torna a cenare insieme, allietati dal gruppo di ballo Mariposa di Cesena (serata organizzata in collaborazione con la Banca di Cesena). Ceninsieme e spettacoli anche sabato e domenica sera sempre negli spazi dietro la parrocchia, sotto il rinnovato tendone. Domenica 9 settembre grande festa di tutta la comunit con una celebrazione alle 10 che unisce le due messe delle 9,30 e 11. Seguiranno i vespri solenni alle 18, mentre la sera di luned 10 settembre lo stand gastronomico sar riservato per tutti i volontari operanti durante lanno e durante i giorni di festa parrocchiale per una cena di ringraziamento. Il parroco don Gabriele Foschi ha commentato cos questo settembre parrocchiale: "Dopo unintensa estate scandita da tante forti iniziative, fra cui un viaggio in Tanzania, con questa festa apriamo le celebrazioni dei 60 anni di anniversario della parrocchia, nel tentativo di rivitalizzare ulteriormente la fede e la comunione della nostra comunit parrocchiale. Ripartire dal passato per costruire il nostro futuro". Claudia Coppari CALISESE-CASALE Tutto pronto a Casale per la tradizionale festa in onore della Madonna del Parto. Sabato 1 settembre dalle 20,30 si terr lo spettacolo di Cesena Danze e saranno in funzione gli stand con piadina e affettati, quello della pesca e della lotteria. Domenica 2 settembre la messa si terr alle 10, alle 15,30 sono in programma giochi a premi, dal pomeriggio animer la giornata lorchestra "Baiardi e i Makarena" e sar attivo lo stand della piadina. Il 3 settembre, dopo la messa per tutti i defunti alle 20.30, si terr la processione con limmagine della Madonna del Parto. A Calisese le celebrazioni in onore del Santo Nome di Maria prenderanno il via mercoled 5 settembre con la messa serale alle 20 seguita da un incontro con don Stefano Pasolini. Lappuntamento rivolto a tutta la comunit e sar loccasione per riflettere sulla famiglia, il lavoro e la festa. Il 6 settembre alle 20 si terr il Pellegrinaggio alla Madonna dellOlivo con partenza dalla celletta "Mulino vecchio". Allarrivo in oratorio si terr la messa. Venerd 7 settembre alle 20 ci sar la consueta messa e a poi la serata sar animata dallorchestra "Renzo e Luana". Sabato 8 settembre dopo la messa delle 20 la serata proseguir con "Un tuffo nel passato... tra moda e tradizione" a cura dei giovani della parrocchia. Domenica 9 settembre le messe saranno alle 8 e alle 11. Durante questultima si ricorder il XXV anniversario dellordinazione del diacono Giorgio. Alle 15,30 si celebrer la messa con lunzione degli infermi, cui seguir una festa insieme con gli anziani e gli ammalati. Alle 15,30 sono in programma "I giochi senza frontiere" per bambini e ragazzi, con ricchi premi. Il pomeriggio proseguir con la Gimcana con i trattori e alle 20,30 si esibir il gruppo "Line Out". La festa si chiuder con balli di gruppo, fuochi dartificio e lestrazione finale della lotteria. Nellarea della festa, grazie alla collaborazione dellAvis di Calisese e dei parrocchiani, sar attivo dal 7 al 9 settembre lo stand gastronomico. Bb BULGARIA Prosegue con un ricco carnet di appuntamenti la festa della parrocchia di San Biagio a Bulgaria di Cesena. Le celebrazioni, che hanno preso il via la scorsa domenica, culmineranno nel week end dell1- 2 settembre. Sabato 1 settembre alle 15 si terr la fiorita dei bambini alla Madonna, seguir un momento di gioco insieme e il Nutella party. Domenica 2 settembre, Festa della parrocchia, sono in programma le messe alle 9 e alle 11. Nel pomeriggio alle 16 si svolger la processione mariana, il santo rosario e il canto delle litanie. La parrocchia di Bulgaria ha organizzato per loccasione anche tanti momenti di ritrovo e animazione. Gioved 30 agosto si esibir alle 20,45 la band musicale "Margot 80", venerd 31 agosto alle 20,45 la Compagnia Instabile di Bulgaria presenter la commedia dialettale "S e z pral scheli". Sabato 1 settembre si esibir il gruppo giovani della comunit portando sul palco lo spettacolo "Bulgaria beach". Seguir, alle 22,30, la pasta con il rag offerta dalla parrocchia. Domenica 2 settembre dopo la cena insieme, alle 20,30 la serata sar animata dallorchestra "I poker". Barbara Baronio

SantEgidio inizia i festeggiamenti per i 60 anni di istituzione della parrocchia. A Casale si celebra la Madonna del Parto. A Bulgaria non manca la fiorita dei bambini alla Madonna

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

ZONA STADIO: appartamento di ampie dimensioni ristrutturato al quarto piano con ascensore composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 letto matrimoniali, bagno con vasca e doccia, ripostiglio, balcone, cantina. ARREDATO. Libero da settembre. 640 mensili / Rif. 1195 ZONA PORTA SANTI: in palazzo storico ristrutturato appartamento con ingresso indipendente composto da soggiorno, cucina, 1 camera da letto e bagno. Utenze autonome. Nessuna spesa condominiale. NON ARREDATO. 520 mensili / Rif. 1172 ZONA CENTRALISSIMA: in palazzo storico di notevole effetto architettonico completamente ristrutturato appartamento di mq. 100 composto da ingresso, salotto, cucina, 2 camere da letto e 2 bagni. Nessuna spesa condominiale. NON ARREDATO. 650 mensili / Rif. 1171 ZONA SEMINARIO: in palazzina molto riservata appartamento al primo piano composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, 2 balconi di cui 1 verandato, garage, cantinetta e ampio giardino condominiale. ARREDATO. 670 mensili / Rif. 0329 VIGNE: in palazzo degli anni 90 allultimo piano con ascensore appartamento molto luminoso composto da soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, bagno, 2 balconi, garage ed uso esclusivo di parte del tetto a terrazzo. OTTIMO STATO. PARZIALMENTE ARREDATO. 600 mensili / Rif. 1192 VIGNE: in bifamiliare appartamento completamente ristrutturato al primo piano con ingresso indipendente composto da soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, vano ripostiglio/cabina armadio, bagno e lavanderia. ARREDATO 600 mensili / Rif. 1147

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com
SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso

CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. AFFITTI SANTEGIDIO/VIGNE: in palazzina di recente costruzione appartamento al terzo piano servito di ascensore composto da soggiorno con angolo cottura, letto matrimoniale, bagno, ripostiglio, cantina, garage e giardino condominiale. ARREDATO. Libero da agosto. 395 mensili / Rif. 1196

Cesenatico

Gioved 30 agosto 2012

15

Riprende la pesca: speranze e dubbi


Le barche riprendono il mare: pesa il costo del carburante e la mole di adempimenti burocratici
La marineria di Cesenatico ripartita con la pesca dopo il fermo biologico. Luned notte circa 50 barche hanno preso il largo. Ne parliamo con Mario Drudi, segretario della Cooperativa Casa del Pescatore. "Le imprese puntano molto su questo mese di settembre per fare bilancio - spiega - anche perch in questi giorni possono uscire in mare solo gli equipaggi del nord Adriatico. Ci dovrebbe permettere dei prezzi piuttosto

sostenuti. In generale la crisi c e i consumi non sempre sono elevati, ma vi sono dei segmenti, come quelli della ristorazione di qualit, che necessitano di pesce fresco e locale". Non tutti i ristoratori, sia della zona del mare, sia dellentroterra, usano il pesce fresco: gamberetti asiatici e anellini di importazione la fanno da padrone in troppi piatti di pesce fritto. Un campanello dallarme, quando si va al ristorante e si prende uno di questi piatti, dato dal fatto che gamberetti e anellini sono tutti uguali, quasi fossero fatti con lo stampino, tutti giorni dellanno. E questi ristoranti non risentono minimamente del fermo pesca. Tornando ai problemi dei pescatori, Drudi pone laccento sul costo del gasolio che ha raggiunto quota 0,80 euro il litro: "Per barche che ne consumano quantit industriali, il carburante la prima voce di costo. Parte dei ricavi sono erosi dallaumento di questa spesa e, su questo fronte, come Cooperativa non possiamo farci nulla.

Invece possiamo dire la nostra sul fronte della vendita e a questo proposito ultimamente abbiamo proposto alla direzione del Mercato ittico delle nuove procedute di vendita al fine di velocizzare il sistema. Il confronto, molto sereno e costruttivo, sta portando a un miglioramento generale delle oeprazioni di vendita a vantaggio sia dei pescatori, sia dei compratori". La cooperativa Casa del pescatore conta 400 soci per un centinaio di imprese. Vi sono diverse tipologie di ditte: quelle che praticano la pesca a strascico, chi la volante per il pesce azzurro, chi lallevamento delle cozze, oppure la pesca delle vongole con turbosoffianti o quella con appostamento fisso. "Ogni giorno siamo alle prese - conclude Drudi - con nuovi adempimenti burocratici. Si tratta di ostacoli che fanno aumentare i costi gestionali. Penso che una semplificazione aiuterebbe tutto il sistema e, indirettamente, anche il reddito dei pescatori". Cristiano Riciputi

Bcc Sala | Spettacolo sul canale

Politica | Maurizio Lupi in citt

Sono piaciute le scene teatrali tratte dai "Racconti del porto canale". Ladattamento stato curato da Maurizio Mastrandrea e Monica Briganti, che si sono riferiti allomonimo testo del cesenate Franco Spazzoli. Lo spettacolo era sostenuto dalla Bcc di Sala e si svolto di fronte al Museo della Marineria dove si sono ritrovati circa duecento persone. (Giorgio Magnani)

Invitato dal sindaco Roberto Buda, gioved della scorsa settimana il deputato del Pdl e vice presidente della Camera, Maurizio Lupi, ha tenuto un incontro a Cesenatico, negli spazi del Bagno Marconi. "C un grande bisogno di testimoni e di credibilit - ha detto Lupi raccontando molto anche della sua esperienza di giovane assessore al Comune di Milano -.Per amministrare occorre una grande passione per la propria citt e, per non interrompere il rapporto coi cittadini, bisogna sempre dare ragioni di ci che si mette in atto". Consigli che sono gi un programma di lavoro.

Pellegrinaggio Urna San Luigi Guanella


Gatteo, 1-8 settembre 2012
Don Guanella, montanaro e camminatore instancabile, non si risparmiava per andare incontro alla sua gente, ai suoi poveri, a chiunque avesse bisogno di lui, per dare a tutti "Pane e Signore. E lo continua a fare ancora oggi, dopo che Benedetto XVI lo ha proclamato Santo il 23 ottobre 2011. Le due Congregazioni da lui fondate (le Figlie di Santa Maria della Provvidenza e i Servi della Carit), per favorire la conoscenza della sua gura e del suo messaggio e per promuovere una rinnovata animazione vocazionale, propongono il pellegrinaggio della sua urna in particolare nelle Case guanelliane del Nord Italia e nel territorio della Diocesi di Como. Il passaggio delle spoglie del Santo sar accompagnato da momenti di preghiera, animazione spirituale, approfondimenti sulla gura di don Luigi Guanella e del suo messaggio. L'augurio che il pellegrinaggio dell'urna possa veramente aumentare la conoscenza di questo nostro contemporaneo aascinante, che ha speso tutta la sua vita a mostrare al mondo l'amore di Dio, Padre provvidente, attraverso l'amore per i fratelli, e la cui opera continua ancora oggi con i suoi gli e glie spirituali. Con queste parole i nostri superiori davano inizio al pellegrinaggio dellurna di San Luigi. Abbiamo, anche noi dellIstituto don Ghinelli, aderito a questa bella iniziativa. Con grande gioia aspettiamo di accogliere tra noi DON GUANELLA, nostro padre e fondatore, profeta e apostolo della carit. Roberto Rossi ISTITUTO DON GHINELLI: via Don Ghinelli 1/b, Gatteo, tel. 0541 930157 e-mail: gatteo.direzione@guanelliani.it, sito internet www.guanelliani.it

16

Gioved 30 agosto 2012

Valle del Rubicone

Gatteo, festa parrocchia e reliquie di San Luigi Guanella


Lurna sar allIstituto Ghinelli dal primo all8 settembre La festa parrocchiale avr la presenza del vescovo Douglas
Grande festa a Gatteo in occasione della Madonna del Popolo. La comunit di San Lorenzo Martire in Gatteo celebra la settimana parrocchiale con una serie di eventi e iniziative. Lattenzione sar dedicata alle reliquie di San Luigi Guanella che dal primo all8

settembre saranno presenti nella chiesa dellistituto don Ghinelli. Gioved 30, venerd 31 agosto e sabato 1 settembre si terr il triduo di preparazione con la messa alle 20. Domenica 2 settembre, festa della Madonna del Popolo. Al mattino la messa sar celebrata alle 7,30 e 11,15. Alle 16 la solenne concelebrazione presieduta dal vescovo Douglas Regattieri. Al termine si terr la processione con la statua della Madonna, accompagnata dalla banda che suoner no alle 19. Il programma ricreativo prevede, gioved 30

agosto, la parodia dei Promessi sposi, a partire dalle 21. Al termine, Nutella Party offerto da "Castelli e Dintorni". Venerd 31 agosto la compagnia La Broza proporr una commedia dialettale, alle 21. Sabato 1 settembre la serata sar animata dallorchestra Antonella Marchetti e saranno distribuiti polenta e vino. Domenica 2 settembre dalle 17,30 musica con la Banda di Gambettola. In serata spettacolo della Bucci Band. Domenica 2 sar attivo lo stand gastronomico.

Sabato 8 processione per le vie del paese

Gambettola
Mostrascambio
Gambettola si appresta, sabato 1 domenica 2 settembre, ad accogliere gli espositori, gli appassionati e i visitatori, che animeranno la "Mostrascambio- di auto-moto dEpoca e cose del passato", giunta al traguardo della cinquantesima edizione. Questa edizione sar dedicata al Comune modenese terremotato di San Felice sul Panaro e vedr la presenza del suo sindaco, Alberto Silvestri. Nella sede del Comitato diretto da Carlo Zavatta, i suoi collaboratori stanno ultimando le conferme degli espositori, che da giorni telefonano per garantire la propria partecipazione e presenza. In questa affascinante "due giorni" la cittadina gambettolese si appresta a diventare una gigantesca esposizione di tutto ci che ha a che fare con il passato, prossimo e remoto. Saranno circa 800 gli espositori provenienti da diverse regioni dItalia e

Gambettola festeggia i suoi patroni


e non credete, non avrete stabilit": un versetto preso dal libro del profeta Isaia il tema scelto per la settimana, dal primo al 9 settembre, della tradizionale festa parrocchiale di Gambettola. "Il tema scelto vuol richiamare il grande evento che la Chiesa universale vivr il prossimo 11 ottobre in San Pietro a Roma - afferma il parroco don Claudio Turci-, giorno in cui Benedetto XVI aprir solennemente lAnno della Fede che si concluder domenica 24 novembre 2013". Il programma religioso della festa parrocchiale prevede sabato 1 settembre, festa di SantEgidio abate, e 7^ Giornata per la Salvaguardia del Creato, alle 8,30 la messa, alle 9 ladorazione eucaristica, alle 11 la messa e alle 20,30 la messa nel campo sportivo parrocchiale. Al termine, in occasione della Giornata di Salvaguardia del Creato, ci sar la benedizione dellacqua, del pane, e del paese. Domenica 2 settembre le messe seguiranno gli orari normali: 8,30-10-

"S

Nel programma ricreativo, previste le farse della Compagnia De Bosc, danza e musica dal vivo
11,15 e 18. Dal 3 settembre al 7 settembre messe saranno celebrate alle 8,30 e alle 20 (tranne gioved 6 anticipata alle 19). Padre Stefano Menegolio guider le riflessioni del triduo. Sabato 8 settembre, solennit della Madonna delle Grazie, alle 16,30 messa solenne presieduta dal vescovo Douglas Regattieri, animata dalla corale "Vivaldi" diretta da Rosita Pavolucci. Alle 17,30 ci sar la processione lungo corso Mazzini accompagnata dal Corpo Bandistico "Citt di Gambettola". Il programma ricreativo prevede domenica 2 settembre alle 21 lo spettacolo "La voce canta, il Creato danza" a cura dei giovani della parrocchia. Mercoled 5 settembre alle 21 serata con la "Compagnia de Bosch"; gioved 6 settembre dalle 19,45 "Ceniamo insieme" e dalle 21,15 "Estate di danza" a cura del Centro Studi Danza e Arti Coreografiche di Eleonora Pandolfini e Giorgia Muratori. Venerd 7 settembre alle 21 lorchestra di David Pacini; sabato 8 settembre lorchestra di Rosy Velasco e domenica 9 settembre alle 18 la Compagnia dellAtelier presenta uno spettacolo di burattini. Alle 21 si balla con lorchestra di Ciani. Dal 5 al 9 settembre saranno in funzione lo stand gastronomico, gli stand con giochi per ragazzi e la grande "Pesca di Beneficenza". Piero Spinosi

Sogliano celebra le sorgenti dellUrgon


La prima domenica di settembre torna puntuale la festa campestre "Alle sorgenti dellUrgn", giunta alla 22 edizione, organizzata dallassociazione culturale Pro Rubicone. Il ritrovo al Passo dei Meloni, a Bagnolo di Sogliano, alle sorgenti del fiume conteso, il Rubicone, che per secoli stato oggetto di diatribe fra gli storici. Dalle 15, dopo i saluti dei sindaci del territorio del Rubicone si susseguiranno diverse iniziative per tutto il "Romagna olim Flamina", la pomeriggio, fra cui pi antica carta a stampa lassegnazione del premio della Romagna redatta da "Urgonauta 2012" al Giovanni Antonio Magini. consigliere regionale Tiziano Durante la festa saranno Alessandrini e allo scrittore proclamati i vincitori del Carlo Marchi, autore del concorso poetico romanzo "Il ritorno di "Urgonautiche" (cui hanno Verecondo lorefice", partecipato una cinquantina ambientato nella Cesena del di opere). E poi ancora la 1300. Sar presente anche il premiazione agli alunni della vescovo monsignor Biguzzi. scuola media di Roncofreddo La particolarit di questanno vincitrici al concorso "Cronisti sar la rievocazione storica in classe", lestemporanea di pittura con la partecipazione dellassociazione "Pittori della pescheria vecchia" di Savignano sul Rubicone ed esposizione dei prodotti tipici di fattoria. A tutti i partecipanti verr offerto vino e ciambella. Salire al cippo dellUrgn loccasione per scoprire una porzione del territorio in parte sconosciuto. Per raggiungere le sorgenti bisogna salire a Montiano, oltrepassare Montenovo e proseguire per Farreto, Bagnolo di Sogliano, Serra e poi Passo dei Meloni. Provenendo da Roncofreddo, invece, si sale fino a Santa Paola e si prosegue fino a Bagnolo. Dalla Valle del Savio, da bivio Montegelli si sale a Santa Maria Riopetra e si va avanti fino a Strigara, Bagnolo, Serra fino al Passo. E previsto un servizio di navetta dalla celletta Serra di Bagnolo.

anche dai Paesi europei ed extraeuropei. Anche i bambini diventeranno protagonisti nel loro spazio dedicato, la piazza Cavour, con i giornaletti, bambole e suppellettili donate da nonni e genitori. Tutto si pu trovare sulle bancarelle: orologi e macchine da scrivere, monete e francobolli, grammofoni e dischi in vinile, pizzi e merletti, articoli darredamento e mobili, pezzi di ricambio per auto e moto, antichi utensili da lavoro e del mondo rurale, giocattoli e santini, divise militari e vecchi elmetti e chi pi ne ha pi ne metta. Il programma della manifestazione prevede: sabato 1 settembre alle 10,30 linaugurazione ufficiale con il saluto delle autorit cui far seguito la visita alle moto e auto depoca esposte in piazza Pertini, ad alcuni banchi e alle storiche botteghe artigianali di tele stampate Pascucci e Bertozzi. La Mostrascambio proseguir anche in notturna no alle 24. Domenica 2 settembre alle 8 riapertura e ritrovo dei partecipanti in piazza Foro Boario del "25 Zir De Bosch", raduno di auto depoca, riservato a vetture immatricolate prima del 1970, con escursione turistica sulle colline romagnole. Alle 16,30 passerella di arrivo in piazza Foro Boario, con premiazione ricordo a tutti i partecipanti. Alle 24 chiusura della manifestazione. Ps

Roncofreddo: finalmente i soldi per le mura malatestiane

Dopo pi di due anni arrivano i contributi (210mila euro) per il recupero e la valorizzazione delle mura malatestiane di Roncofreddo, crollate nella serata del 16 marzo 2010. "Si tratta di oltre 300mila euro di contributi per il territorio di ForlCesena - spiega il consigliere regionale Damiano Zoffoli derivanti da fondi strutturali europei, fondi nazionali Fas e fondi regionali. I due progetti nanziati, pur cos diversi tra loro,

rappresentano bene le priorit dazione della Regione in accordo con gli Enti locali: investire sul futuro valorizzando al tempo stesso il nostro passato, le nostre radici". Il Comune di Roncofreddo era stato riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna tra i quattro della Provincia Forl Cesena che avevano richiesto lo stato di calamit naturale. In quella fatidica serata del 2010 poco dopo le 18 la parte di frana che aveva interessato la cinta muraria si estendeva per

venticinque metri e massi, roccia e pietre erano rotolati per circa venti adagiandosi al retro di una casa costruita 24 anni fa e in parte ad una in costruzione a pochi metri proprio dal vecchio bastione. La paura pi grande allora era che lultima parte della merlatura potesse staccarsi causando cos unulteriore frana. Era stato bloccato il trasporto pubblico e alcune famiglie erano state fatte sfollare: una trentina di persone avevano dovuto alloggiare negli

alberghi e presso parenti per sei mesi. Il giorno dopo il crollo era sul posto anche la Soprintendenza alle Belle Arti e Beni Culturali di Ravenna e nello specico Antonella Ranaldi aveva sottolineato come le mura "erano gi in pericolo durante un sopralluogo del 1996 e quello che oggi possiamo notare che si tratta di una struttura molto debole perch non ha un ancoraggio interno". Cristina Fiuzzi

Valle del Savio


Puntuale, anche questanno arrivata la festa della Madonna delle Grazie presso loratorio di Vetracchio, in parrocchia di Tezzo in comune di Sarsina. Domenica 2 settembre alle 17 sar celebrata la messa a anco della cappella dal parroco don Renzo Marini. Ci si fermer insieme per un momento di festa, dove a tutti i presenti sar poi offerto un ricco rinfresco-cena come vuole lospitalit che propria della piccolissima frazione. A Vetracchio, forse il luogo pi remoto di tutta la diocesi anche se non troppo lontano dai centri abitati, il tempo sembra proprio essersi fermato. Vi si ammirano ancora le di grandi pagliai, vecchi e nuovi, vi sono strumenti da lavoro in legno ancora in uso e no a qualche anno fa i campi venivano arati ancora con laiuto delle bestie. Qui nel 1982 venne girato un documentario, dove vennero catturate tutte le immagini di un ciclo annuale di vita contadina, dalla semina del grano alla raccolta, alla vendemmia e alluccisione del maiale. Le case, del sette-ottocento, sono raccolte in due borgate dove vi abitano ancora sette persone, che accolgono amici e visitatori con premure e attenzioni davvero singolari. Fino agli anni 60 i residenti erano oltre cinquanta. Nel 1954 venne costruita la chiesetta, lungo la via per la Casella, per dar modo a due Religiosi originari del luogo ora defunti, Padre Graziano e Padre

Gioved 30 agosto 2012

17

Vetracchio (Sarsina) in festa

Giovanni Santucci, di poter celebrare la messa durante le vacanze estive trascorse nelle abitazioni delle famiglie di origine. Consacr la chiesa monsignor Bandini, arrivato a cavallo del mulo perch la strada fu aperta nel 1958, come vivo ricordo degli abitanti rimasti. Nel 2010 tre volontari hanno risistemato la chiesa e tutto il piazzale esterno. Daniele Bosi

Sospese alcune radiografie

San Piero
Festa il 2 settembre
Sono gi partite alcune iniziative in occasione della celebrazione della Festa di SantAntonio di Padova, ssata per domenica 2 settembre al Convento di San Francesco. Da domenica scorsa stata allestita presso la sala dellex-refettorio del convento una mostra di santini artistici dedicati a SantAntonio ed anche una mostra di pittori locali. Da gioved 30 agosto, venerd 31 e sabato 1 settembre si svolger il triduo di preparazione con celebrazione delle Messe alle 7, 8 e 20,30 e riessioni di Padre Giuseppe Russo. Domenica 2 settembre si celebrer alle 10 la Messa solenne, animata dai cori della parrocchia e della chiesa di San Francesco. Alle 16 prevista la benedizione e laffidamento dei bambini a SantAntonio. Alle 17 si celebra la messa e alle 17,30 si avvia la processione per le vie del paese con la statua del Santo, accompagnata dalla Banda Santa Cecilia che alle 20,30 eseguir un concerto nella zona del cortile dei frati. Alle 22 si gioca alla tombola e alle 23 si conclude la festa con uno spettacolo pirotecnico. Am

San Piero: un ospedale sempre pi povero


adiografie sospese: il problema sembra verr portato anche allattenzione della riunione del Consiglio del Distretto Socio Sanitario Cesena-Valle del Savio in programma nei prossimi giorni. Da alcune settimane, presso lospedale Angioloni di San Piero, non vengono pi effettuati esami radiologici sotto carico. Si tratta per lo pi di esami prescritti quando i normali esami radiografici portano a riscontrare anomalie particolari nelle articolazioni (come ad esempio ginocchia o anche). Gli esami delle articolazioni compiuti sotto carico possono mettere in evidenza un comportamento anomalo delle stesse. Buona parte dei pazienti che deve fare ricorso a questi esami di et avanzata e come sappiamo la percentuale di popolazione anziana particolarmente elevata in Alto Savio e soprattutto in comune di Verghereto. A questo punto i pazienti, sempre pi pazienti, devono andare agli ambulatori del Bufalini a Cesena e

Si tratta degli esami alle articolazioni "sotto carico"

spesso essere accompagnati da qualche familiare, con notevole disagio sociale ed anche economico. Il problema, che ha portato alla sospensione di questo tipo di esame, starebbe essenzialmente in un problema di carattere economico, nella spesa necessaria per adeguare lapparecchiatura e il suo utilizzo alle esigenze di sicurezza del personale addetto. In ogni caso si tratta di capire esattamente in che cosa consiste il problema che ha portato alla sospensione delle radiografie sotto carico, quale potrebbe essere il modo e la spesa da affrontare per continuare a garantire la effettuazione degli esami

presso lAngioloni, quale la spesa economica e sociale che viene scaricata sui cittadini pazienti. Alcuni cittadini temono che questa sospensione porti ad un ulteriore e progressivo depauperamento delle prestazioni di carattere ambulatoriale e che si venga a confermare lidea che per risparmiare si tagliano servizi in periferia, facendo di fatto crescere i costi soprattutto per i cittadini delle aree pi periferiche e per i cittadini pi anziani. Del problema si sta interessando anche lassessore alla sanit del comune di Bagno di Romagna, Claudio Valbonesi. Alberto Merendi

Corneto, allantico oratorio si festeggia la Madonna


Il piccolo edificio sacro risale alla seconda met del 600
La piccola comunit di Corneto, frazione al conne del comune di Verghereto ubicata sopra il torrente Para, festeggia la Madonna venerata nellOratorio a lei dedicato. Sabato 8 settembre sar celebrata la messa solenne alle 11 e alle 16 il Rosario e canto delle litanie al quale

seguir un rinfresco per tutti. Loratorio della Madonna, chiamato oratorio del popolo, venne edicato per volere del parroco don Giovanni Donati, originario di Sarsina, nel 1660. Fa meravigliare il fatto che tale edicio disti meno di dieci metri dalla chiesa parrocchiale, quando solitamente gli oratori venivano situati nelle borgate particolarmente distanti dalle chiese parrocchiali. Lunico altro esempio in diocesi a Montecastello, dove cera un oratorio a anco della parrocchiale, ora adibito ad

abitazione privata. La chiesetta di Corneto, costruita con le pietre prelevate dai ruderi del castello di Uguccione della Faggiuola, conserva allinterno un interessantissimo affresco seicentesco di fattura semplice, posto come pala daltare, che ritrae la Madonna portante in braccio il bambino. Da sottolineare lo zelo di don Vittorio Quercioli, parroco dal 195, nella conservazione di questo piccolo ma importante edicio. Db

Sarsina | Successo per Vicinius

DIPLOMI - RECUPERO ANNI SCOLASTICI


DA ANNI NELLA TUA CITT

CENTRO STUDI CARTESIO


Sono aperte le iscrizioni allanno scolastico 2012-2013
- VUOI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI PERDUTI? - TI SERVE UN DIPLOMA PER INSERIRTI NEL MONDO DEL LAVORO?
IL CENTRO STUDI CARTESIO TI OFFRE LA POSSIBILIT DI CONSEGUIRE UN DIPLOMA E DI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI, CON LAIUTO DI DOCENTI QUALIFICATI E CON GRANDE ESPERIENZA NEI SEGUENTI INDIRIZZI:

GEOMETRA - RAGIONERIA - LICEO SCIENTIFICO - DIRIGENTE DI COMUNIT LICEO CLASSICO - ITI - LICENZA MEDIA - LICEO SOCIO PSICO-PEDAGOGICO CONTATTACI PER INFORMAZIONI tel. 0547 24700 - viale Mazzoni 31/A 47521 Cesena (Fc) Cell. 347 9761004 e-mail: centro.cartesio@libero.it www.paginegialle.it

Tantissima gente, allinterno della Cattedrale di Sarsina, ha fatto da cornice al concerto della corale di Sarsina che nella serata di domenica si esibita cantando la vita di San Vicinio (nella foto di Nino Rossi). Lo spettacolo ha incuriosito i tanti presenti, desiderosi di seguire unopera sulla vita del patrono cui sono devoti. A fine serata stato annunciato il bis del concerto alla Pieve di Montesorbo il 15 settembre. (Mm)

18

Gioved 30 agosto 2012

Solidariet
momento di una inevitabile contrazione di quelli forniti dal settore pubblico. Anche per questo, a differenza del mondo for-profit, ha continuato a creare occupazione. LItalia caratterizzata dalla componente produttiva del nonprofit, le imprese sociali in senso ampio. Esse non sono soltanto labour intensive, ma attivatrici di lavoro qualificato per la maggiore presenza di giovani donne e alta istruzione. In qualsiasi crescita futura questi sono fattori importanti per la creazione di occupazione e coesione sociale complessivamente pi sostenibili. Non bisogna per - ha avvertito lamministratore delegato - commettere, con leconomia nonprofit, lerrore che si fatto con la microfinanza, di credere che sia una panacea per tutti i mali, dotata di una salute intrinseca inattaccabile e pronta a prendere il posto di una economia for profit e pubblica moralmente inferiore ad essa. Non realistico n corretto attendersi dal nonprofit il salvataggio, morale e materiale, delleconomia italiana o europea. Un percorso ancora lungo. Riferendo lesperienza di Banca Prossima, unica banca europea esclusivamente dedicata al nonprofit (20mila clienti solo nel Terzo settore), Morganti ha elencato i punti deboli del Terzo Settore italiano che sono soprattutto leccessiva dipendenza dalla spesa pubblica, la sperequazione nella disponibilit di servizi tra nord e sud del Paese e soprattutto il lungo percorso che resta da compiere nel rendere efficienti le organizzazioni nonprofit (Onp), anche nel nord Italia. Lenorme spazio di espansione aperto al Terzo Settore italiano (rispetto a quanto avviene ad esempio negli Usa dove il nonprofit copre ambiti come listruzione superiore, public utilities, sanit e perfino alcuni comparti finanziari o immobiliari) promettente e praticabile. necessario per che le organizzazioni nonprofit, la Pubblica Amministrazione e i cittadini facciano ciascuno la propria parte: le Onp garantendo efficienza, trasparenza e indipendenza; la Pubblica Amministrazione con politiche di selezione e incentivazione simili a quelli offerte alle imprese for profit; i cittadini con nuove forme di partecipazione economica. Nella nuova Europa il nonprofit deve essere messo in condizioni di fornire il proprio contributo economico come sa fare: in quella forma di intelligenza sostenibile che nei fini di Europa 2020 ha concluso Morganti.

Terzo Settore motore dellEuropa


Unesperienza in crescita, che registra innovazione ed segno di vitalit. Se ne parlato al Meeting di Rimini
FOTO ARCHIVIO SIR

In breve
Le opere nella crisi Incontro allHappening
Allinterno della manifestazione Happening Cesena (14-16 settembre), si terr sabato 15 settembre alle 10,30, al teatro Verdi di Cesena. Le opere nella crisi: il tempo della persona il tema del convegno, moderato da Arturo Alberti. Interverranno: Giuliano Galassi (Cils Cesena), Carla Tabarri Benelli (presidente associazione volontari Caritas), Stefano Bondi (Cds Forl-Cesena), Monica Poletto (Cdo No Prot). Per info: www.happeningcesena.it

La onlus di Pievesestina Noi per Te cerca volontari


Lassociazione onlus Noi per Te con sede a Pievesestina di Cesena, cerca volontari. Lassociazione, che fa capo alla Caritas parrocchiale di Pievesestina ed stata fondata dal defunto parroco don Agostino Grassi, aiuta disabili e anziani per il trasporto presso centri diurni, case di riposo, ospedali per analisi, visite o dialisi, o pi semplicemente per fare la spesa. Due sono i pulmini a disposizione dellassociazione; uno stato donato dallazienda Piraccini Secondo in memoria del padre, e laltro stato regalato dallassociazione Romagna Solidale. Le richieste per questo genere di servizi sono molteplici. Per poter rispondere prontamente alle numerose richieste necessaria la presenza e partecipazione di altri volontari. Per info: Gabriella Guiducci, 345 3244032, 333 4473099.

n questo tempo di crisi il Terzo Settore un alimentatore di fiducia per lItalia e per lEuropa, un forte collante sociale che predispone le persone alla cultura dellimpegno e alla costruzione di percorsi costituzionali. In poche parole un potente motore di sviluppo. quanto emerso nel corso dellincontro su Il nonprofit motore dellEuropa svoltosi nellambito del Meeting di Rimini cui hanno partecipato il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, Giuseppe Guerini, presidente di Federsolidariet e membro del Cese (Comitato economico sociale europeo) e Marco Morganti, amministratore delegato di Banca Prossima (Gruppo Intesa Sanpaolo). La finanza ci ha illuso - ha detto Guerini in apertura - leconomia si bloccata. Per ripartire servono fiducia e legalit. Nessun imprenditore disposto a investire in assenza di queste due basi fondamentali per la crescita. Tuttavia va registrato un fatto importante di questi ultimi anni: limpegno dellUe sui temi del volontariato e dellimpresa sociale, temi ormai entrati nellagenda dellUnione. Nelle dodici leve dello sviluppo del mercato, programmate dalla Commissione europea, c limprenditoria sociale. In Europa sono 11 milioni le persone che lavorano nel settore dellimprenditoria sociale. Si tratta di un dato importante tanto pi che il settore in crescita e registra innovazione, segno di vitalit. Attivatore di lavoro. Il nonprofit italiano - ha commentato Morganti - ha finora resistito bene alla crisi, svolgendo un ruolo essenziale di stabilizzazione in due modi: ha garantito continuit nei servizi di welfare e di coesione sociale nel

Errore Inps sul Modello Obis-M. Tredicesima garantita


I pensionati provenienti dallex-Ipost, titolari di prestazione pensionistica con la Indennit Integrativa Speciale separata, hanno ricevuto dallInps il modello Obis-M relativo allanno 2012 contenente un errore, in quanto nella colonna riferita alla 13esima mensilit viene riportato limporto di 0,52 euro e non quello realmente spettante. Il sindacato pensionati Cisl pertanto intervenuto nei confronti dellInps denunciando lennesimo errore che vede coinvolti in spiacevoli disguidi i pensionati dellex-Ipost. Listituto ha comunicato che lerrore scaturito da un malfunzionamento del centro meccanograco e che, in tempi brevi, il modello Obis-M verr retticato garantendo la corresponsione della 13esima mensilit nellimporto dovuta del mese di dicembre 2012.

NOTIZIARIO PENSIONATI
popolazione. Nello studio viene analizzata levoluzione della speranza di vita nel periodo 1980-2009 per dipendenti pubblici e privati, lavoratori autonomi, medici, avvocati e lavoratori dello spettacolo e dello sport. E dai dati emerge che negli ultimi trentanni la speranza di vita a 65 anni dei percettori di rendite si allungata mediamente dell1 per cento annuo, attestandosi nel 2009 a circa 84 anni per gli uomini e a circa 88 per le donne.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Concorso di idee per la promozione della solidariet tra generazioni


Anziano a chi?: ecco il titolo del concorso di idee per la promozione della solidariet tra le generazioni. La Federazione Nazionale Pensionati della Cisl e lAssociazione Nazionale Terza Et Attiva per la Solidariet - Anteas Emilia Romagna, in collaborazione con Aiccon, nellambito delle proprie attivit per il 2012, intendono sostenere e partecipare alle iniziative di promozione e di approfondimento di temi riguardanti l'invecchiamento attivo e il dialogo intergenerazionale, in conformit con lanno europeo dedicato a queste tematiche. Ai giovani, con et compresa tra i 18 e i 35 anni, si offre loccasione di trasferire le proprie idee in un progetto finalizzato ad incentivare le relazioni tra diverse generazioni nonch la tutela e la valorizzazione del ruolo della persona anziana nella societ. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.anteasemiliaromagna.it. La partecipazione al concorso aperta a giovani non professionisti, residenti o domiciliati in Emilia Romagna di et compresa fra i 18 e i 35 anni. La partecipazione pu essere individuale oppure di gruppo. Per partecipare al concorso necessario: scaricare e compilare la domanda di partecipazione, descrivere lidea progettuale utilizzando la scheda tecnica. Inviare il materiale a (con allegato un documento didentit valido per ogni partecipante) Cisl - Federazione Nazionale Pensionati dellEmilia Romagna (Fnp) Via Milazzo, 16 - 40121 Bologna. Tutto il materiale dovr pervenire entro il 15 settembre. Il progetto che otterr un maggior punteggio ricever un premio di mille euro lordi, e i successivi due 400 euro lordi. ritirati dal lavoro, essenzialmente anziani soli e in coppia. Tra questi ultimi aumenta anche lincidenza di povert assoluta (dal 4,5 per cento al 5,5 per cento). La povert assoluta aumenta tra le famiglie con persona di riferimento ritirata dal lavoro (dal 4,7 per cento al 5,4 per cento), soprattutto se non ci sono redditi da lavoro e almeno un componente alla ricerca di occupazione (dall8,5 per cento al 16,5 per cento). Lincidenza di povert assoluta cresce anche tra le famiglie con a capo una persona con proli professionali e/o titoli di studio bassi: famiglie di operai (dal 6,4 per cento al 7,5 per cento), con licenza elementare (dall8,3 per cento al 9,4 per cento) o di scuola media inferiore (dal 5,1 per cento al 6,2 per cento). Peggiora la condizione delle famiglie con un glio minore, sia in termini di povert relativa (dall11,6 per cento al 13,5 per cento), che di povert assoluta (dal 3,9 per cento al 5,7 per cento). A fronte della stabilit della povert relativa al Nord e al Centro, nel Mezzogiorno si osserva un aumento dellintensit della povert relativa: dal 21,5 per cento al 22,3 per cento. In questa ripartizione - viene sottolineato - la spesa media equivalente delle famiglie povere si attesta a 785,94 euro (contro gli 827,43 e 808,72 euro del Nord e del Centro). Non pi immaginabile afferma Luigi Brancato, segretario della Fnp Cisl provinciale - che esistano famiglie, fatte di pensionati e lavoratori, che vivono appena al di sopra della soglia di povert, con il rischio che la spada di Damocle rappresentata da una spesa imprevista possa portarle a diventare irrimediabilmente povere. Di fronte ad una situazione come quella descritta ha aggiunto il segretario della Cisl Pensionati di Forl Cesena- urgente che il governo metta in essere iniziative concrete per evitare che essa dilaghi ulteriormente e per sostenere con risorse adeguate quelle famiglie che non riescono pi a sopportare una vita di stenti e di difficolt.

Istat: in Italia 8 milioni di poveri


Nel 2011, l11,1 per cento delle famiglie risultato relativamente povero (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2 per cento lo in termini assoluti (3.415 mila). La soglia di povert relativa, per una famiglia di due componenti, pari a 1.011,03 euro. quanto sottolinea lIstat nel rapporto La povert in Italia. La sostanziale stabilit della povert relativa rispetto allanno precedente rileva lIstat - deriva dal peggioramento del fenomeno per le famiglie in cui non vi sono redditi da lavoro o vi sono operai, compensato dalla diminuzione della povert tra le famiglie di dirigenti/impiegati. In particolare, lincidenza della povert relativa aumenta dal 40,2 per cento al 50,7 per cento per le famiglie senza occupati n ritirati dal lavoro e dall8,3 per cento al 9,6 per cento per le famiglie con tutti i componenti

Cresce la longevit in Italia


Se lavori e vai in pensione, campi no a 100 anni. Non sono proprio cento, ma circa 92 per le donne e 88 per gli uomini. La speranza di vita dei pensionati di 65 anni da qui al 2040 si allungher, ha evidenziato lo studio La mortalit dei percettori di rendita in Italia, presentato a Roma, presso la sede dellInps, dal Consiglio nazionale e dallOrdine nazionale degli attuari. In pratica, secondo la ricerca, nei prossimi trentanni ci sar un sensibile incremento della longevit rispetto ai livelli attuali (84 anni per gli uomini e 88 per le donne), e si conferma che la longevit di chi percepisce una rendita pensionistica rester superiore alla media generale dellintera

Cultura&Spettacoli
Lopera lignea sar inaugurata nella chiesa Lautore il parrocchiano, parrocchiale di SantEgidio, a Cesena, artista e collaboratore durante la messa dell1 settembre alle 18,30 del Corriere Cesenate Enrico Guidi

Gioved 30 agosto 2012

19

Cinema
Uci Cinemas Savignano

di Filippo Cappelli

HUGO CABRET
di Martin Scorsese Una dichiarazione damore difficile. Il cinema di oggi vuole omaggiare il cinema degli albori. Prima lo splendido muto in bianco e nero di Michel Hazanavicius, The Artist, e ora una pellicola che ci porta per mano negli anni 30 della Parigi del secolo scorso, raccontandoci la straordinaria storia di colui che trasform il mezzo dei fratelli Lumire in arte, dando vita alla macchina dei sogni, Georges Mlis. La trama: Hugo Cabret (Asa Butterfield) un ragazzino dalle mille risorse che vive da solo nella stazione di Parigi. Suo padre morto in un incendio e tutto quello che gli rimane di lui sono un taccuino scarabocchiato e un automa rotto. Un automa speciale, perch sa scrivere e, ingenuamente, Hugo pensa che nasconda lultimo messaggio di suo padre. Per cercare di portare a termine il suo compito cerca i meccanismi necessari nel negozio di giocattoli della stazione. Scoperto dal proprietario, perde tutto quello che ha nelle tasche, taccuino compreso. Hugo lo segue fino a casa, disperato della perdita. Sar costretto a chiedere aiuto allarguta Isabelle (Chloe Grace Moretz), la figlioccia di Pap Georges (Ben Kingsley), per recuperare il suo prezioso tesoro Un capolavoro. Unopera sensazionale, mastodontica, con lintera stazione ferroviaria di Parigi ricostruita dai nostri Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo. Un film unico, poich dichiara tutto il suo amore alla magia del cinema. Il cinema della fine dell800, il cinema di Mlis, qui interpretato da uno straordinario e vergognosamente dimenticato agli Oscar Ben Kingsley. Il cinema che diventato arte nelle mani del prestigiatore francese e nellamore di quelluomo, prima incensato e poi dimenticato. Scorsese, poggiandosi sui sogni a occhi aperti di due bimbi, orfani, solitari, sognatori e in cerca di risposte, pennella unavventura dai toni fantastici e avvincenti, riuscendo nellimpresa di commuovere e divertire, senza mai lasciare il passo alla noia, grazie anche a uno script preciso come un orologio. Sorprende il giovane protagonista Asa Butterfield, fino a un usato sicuro di tutto rispetto: Chloe Moretz una piacevole conferma, Sacha Baron Cohen convince, Ben Kingsley perfetto. Limitato, ed un peccato, dalla scarsa apparizione invece il grande Christopher Lee, il cui personaggio viene purtroppo solo accennato. La domanda doverosa: perch, alluscita negli Usa, Hugo Cabret ha deluso al botteghino? La disperata ricerca di Hugo Cabret di trovare il suo posto nel mondo solo il pretesto per raccontare una storia di rifiuto ancora pi grande, quella di Georges Mlis, allepoca cineasta dimenticato e confinato in un negozio di giocattoli. Hugo Cabret la storia di come Mlis potrebbe aver ritrovato se stesso, ripercorrendo i passi che lo hanno fatto diventare il grande pioniere del racconto fantastico, messo da parte durante la guerra mondiale dalla realt che stava prendendo il sopravvento sulla sua spiccata fantasia. Scorsese si abbandona ai propri sentimenti nei confronti della storia del cinema, esasperandoli sul grande schermo, rendendoli il pi possibile universali. Lambientazione principale infatti un moderno non-luogo, una stazione ferroviaria che, come dice la guardia Gustav, serve soltanto a salire o a scendere dai treni, a comprare qualcosa nei negozi e niente di pi. Forse la risposta alla domanda qui: c troppa aria incerta in questo film, per rassicurare le folle insicure e precarie del quotidiano. E in tempi come questi, lincertezza, come la fantasia, un male terribile. Fino al momento in cui la realt ce la fa rimpiangere.

Leremita, la cerva e la freccia In una scultura la vita di SantEgidio abate


sessantanni dalla fondazione della parrocchia e dalla costruzione della chiesa parrocchiale, la comunit cristiana di SantEgidio, nella nostra diocesi, si ritrover, anche questanno, come tradizione, sabato 1 settembre, a celebrare solennemente, intorno allaltare, lanniversario della morte, il dies natalis, del proprio patrono. A rendere ancora pi solenne lappuntamento sar la benedizione e linaugurazione di una nuova opera che arricchir quella casa del Signore accanto a quella degli uomini. Sar unopera darte e di fede come sono sempre quelle che decorano un luogo di culto. Don Gabriele Foschi, parroco della comunit, ha desiderato che, per questa ricorrenza, fosse anche realizzata unopera simbolica ed emblematica, necessaria per quelledificio non solo di pietre. Ha voluto dotare quel luogo di preghiera di unimmagine, di una scultura, di cui fino ad ora la chiesa di SantEgidio era priva, cio della statua che richiamasse, incarnasse, rappresentasse visibilmente, il Santo a cui la Chiesa dedicata. Il parroco aveva contattato, gi tempo fa, per la creazione e lesecuzione del progetto, il parrocchiano adatto allimpresa, aveva affidato concretamente lincarico allo scultore Enrico Guidi, che gi in passato ha dato corpo e vita, per la sua parrocchia come per tante altre chiese della diocesi, a opere a soggetto sacro, di bellezza, deffetto e di indiscutibile valore estetico e didascalico. Mesi di riflessione e di studio, di letture e di rielaborazione di bozzetti preparatori, hanno portato lo scultore Guidi a cimentarsi, generosamente, con questo impegno. Ora limpresa, lopera si sono concluse con realizzazione della scultura lignea. La qualit evidente ed indiscutibile della creazione di fronte agli occhi di tutti. Un grosso e alto tronco di cirmolo, recuperato con fatica non nei boschi dolomitici italiani, ma appositamente e generosamente fatto arrivare a casa di Guidi dalle montagne austriache, stata la materia prescelta dallo scultore per dare consistenza alla propria, intima idea creativa. Di fronte a questa materia lo scultore si messo allopera, con stupore misto a una naturale apprensione. La chiarezza e il calore naturale del legno scelto sono stati pazientemente lavorati, scolpiti, levigati, segnati, incisi, senza il ricorso a interventi artificiali e senza il soccorso di tecnologie avanzate. Solo il martello, lo scalpello, la sgorbia, le lime adatte - gli attrezzi guidati dalla mano sapiente dellartista - hanno compiuto lopera. E la figura di SantEgidio abate cos fuoriuscita, un poco giorno dopo giorno, dal grande, massiccio tronco. fuoriuscita attraverso il meticoloso, centellinato esercizio di togliere, di eliminare le parti della materia, del legno, di tutto ci che era necessario per far emergere dalla materia informe limmagine, la figura del Santo che

LOPERA, MODELLATA SU LEGNO DI CIRMOLO PROVENIENTE DAI BOSCHI AUSTRIACI, ALTA 1,67 MT

gi lartista aveva nella mente e nel cuore. La grande, solenne, austera, silente immagine delleremita, di SantEgidio, scaturita dal guscio, dalle viscere del tronco venuto da lontano, ora qui di fronte allo sguardo, alla fede, alla piet, alla devozione dellosservatore e del fedele. La figura del soggetto, riprodotta a grandezza naturale, una forma che effonde immediatamente ieraticit robusta ed essenziale, un rigore e un vigore pungenti che calamitano. Poco importa che scarse e sfuocate siano le notizie di questo uomo di Dio, che sbiaditi siano i contorni geografici e cronologici della vita di questo anacoreta Atene... Roma i boschi della Provenza tra il 640 e il 720 tutti riferimenti incerti... ma alla fede del credente un filo impercettibile congiunge la leggenda e la storia e poche tracce sono sufficienti a raccontare il profilo di testimone dellamore di Dio e per Dio, alla cui devozione la memoria e il ricordo, i luoghi abitati e attraversati, segnati da tracce archeologiche e le

generazioni lungo i secoli lo hanno condotto fino a noi, oggi. Questa scultura lignea rivela e contiene tutti gli elementi connotativi e descrittivi tradizionali del Santo. Avvolto nel rude saio, la figura di SantEgidio si profila tutta accuratamente levigata, con la personale tecnica tipica di questo scultore. Il viso austero, il volto massiccio, la capigliatura e la barba fluenti, la fronte alta, lo sguardo acuto e lontano sono elementi puntualmente indagati, di una fisiognomica protetta dal disteso cappuccio. E la nuova efficace attenzione ai dettagli degli occhi qui evidenziata dallo scultore rivela, forse, la concreta necessit a voler incontrare e osservare quello sguardo, ma a sua volta anche da quello sguardo del santo essere penetrato e indagato in profondit. Il braccio destro piegato ad angolo retto, in alto, la mano destra appena fuori dalla manica ampia del saio, stringe con decisione in pugno il vincastro, il bastone da viaggio, il pastorale, per cos dire, simbolo del pellegrino e del viandante pi che del comando o del potere. Ritta sulle zampe posteriori, accoccolata al corpo delleremita in cammino lungo i sentieri della selva, la cerva, tenera e premurosa compagna, dispensatrice del latte, alimento frugale per la vita selvatica del monaco, allunga il suo muso, festante e intimorito, sotto la mano sinistra di SantEgidio. Quella mano protettiva che una redazione della Legenda Aurea narra aver salvato lanimale rimanendo ferita, per, dalla freccia fatta scoccare dallarco regale che voleva catturare il quadrupede. Quel gesto del re, narrano le fonti, non solo fu allorigine poi dellamicizia del sovrano con Egidio, ma anche del dono, da parte del sovrano alleremita, per farsi perdonare, di quelle selve circostanti e di quei territori su cui fu presto edificata unimponente abbazia. Nel raccontare sinteticamente questo episodio la sapiente e riconosciuta abilit e maestria di Guidi non solo ha fatto vivere e vibrare la materia, non solo ha realizzato una indiscussa e autentica opera darte e dingegno, attraverso una freschezza genuina e arcaica e uno stupore zampillante di modernit, ma ci ha guidato e ci guida, con questultima fatica e insieme dono, a guardare le tracce dellAssoluto e a tendere a unesistenza e a un destino di santit a cui ciascuno di noi chiamato. Pigierre

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI a Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
SCIENZIATI, DUNQUE CREDENTI. COME LA BIBBIA E LA CHIESA HANNO CREATO LA SCIENZA SPERIMENTALE
questi libri Scienziati, dunque credenti. Come la Bibbia e la Chiesa hanno creato la scienza sperimentale, pubblicato nel 2012 da di Francesco Agnoli (Ed. Cantagalli, 2012, 14 euro) Cantagalli. Nella parte centrale viene presentata una significativa storia per Il giornalista Francesco Agnoli ha pubblicato una serie di testi, immagini del rapporto fra scienza e fede, molto significativi e particolarmente curati dal punto di vista dove troviamo una carrellata di scienziati storico, sul contributo dei cristiani nel progresso scientifico credenti, come ad esempio: il canonico dellumanit. Due in particolare possono stimolare i lettori in Niccol Copernico (1473-1543); il monaco una conoscenza approfondita che, a partire dai fatti, smentisca benedettino padre Benedetto Castelli (1577certi luoghi comuni, che non rispondono alla verit. Il primo di 1643) fondatore dellidraulica moderna; il

gesuita padre Francesco Lana de Terzi (1631-1687) considerato il fondatore della scienza aeronautica; il vescovo e beato Niccol Stenone (1638-1686) studioso di anatomia, scopritore del condotto salivare della parotide che porta il suo nome e della funzione dellutero; il gesuita padre Lazzaro Spallanzani (1729-1799) biologo che per primo pens alla fecondazione artificiale in campo animale; il gesuita padre Angelo Secchi (1818-1878) considerato il fondatore della spettroscopia astronomica; il padre dellOrdine degli Scolopi Eugenio Barsanti (1821-1864), ingegnere e ideatore assieme a Felice Matteucci del primo motore a combustione interna; il il padre dellordine degli Scolopi Filippo Cecchi (1822-1887) e il barnabita padre Francesco Maria Denza, che, insieme, hanno fondato la Societ metereologica italiana; don Giuseppe Mercalli (1850-1914), geologo, sismologo e vulcanologo che ha dato il nome alla famosa scala per la misurazione dellintensit di un terremoto; il Servo di Dio Jerome Lejeune (1926-1994) genetista, scopritore dellerrore che porta alla sindrome di Down.

20

Gioved 30 agosto 2012

Cesena & Comprensorio


Roncofreddo
Gusti in piazza

Cesena flash
Concerto corale
AllAbbazia del Monte, venerd 31 agosto alle 21, sar dato un concerto corale dai partecipanti al corso internazionale "Citt di Rimini" con Peter Philips, Ghislaine Morgan e Andrea Angelini. In programma 3 brani sacri di Orlando di Lasso (per doppio coro, a 6 e 8 voci), due di Jacques Arcadelt ( a 4 e 5 voci) e un brano di Cipriano de Rore (a 7 voci).

Montiano

Premio di poesia

Bagno di Romagna
Concerto in Basilica

Si terr in piazza Cesare Battisti, gioved 30 agosto dalle 20, la serata dedicata ai prodotti locali con la degustazione di cibi proposti agli ospiti da alcuni ristoratori del territorio comunale, accompagnati a vini presentati da cantine roncofreddesi.

Ennesima vittoria del poeta montianese Antonio Gasperini.Con la sua lirica "Un strmul ad cuntantza" (Un fremito di gioia) si classicato al primo posto del concorso di poesia dialettale "Omaggio a Spaldo" organizzato dallAccademia dei Benigni di Bertinoro. Nelle 11 edizioni del premio ha vinto 4 volte, per 4 volte arrivato secondo e un anno terzo. La cerimonia di premiazione si svolta in piazza della Libert a Bertinoro.

Continua nella basilica di Santa Maria Assunta la XVIII edizione di "Natura in concerto", promossa dal Comune con il contributo di Romagna - Acque Societ delle Fonti, sotto la direzione artistica dellAccademia musicale della Romagna Toscana del maestro Ezio Monti. Il prossimo appuntamento per domenica 2 settembre alle 21. Il soprano Paola Roman sar accompagnato dai pianisti Raffaella Migailo e Giancarlo Peroni. Lingresso libero.

Serata di poesie
Avr luogo a Villa Silvia di Lizzano, domenica 2 settembre alle 20,30, una serata dedicata a "Poesie per la madre", testi di Tonina Facciani e Antonia Pozzi. Saranno lette composizioni di Raffaello Baldini, Tonino Guerra, Pier Paolo Pasolini, Cesare Pavese, Giuseppe Ungaretti con un omaggio al compianto Cino Pedrelli. Presenter Marco Magalotti. Voci di Giancarlo Biasini e Giandomenico Magalotti. Parteciper lassessore comunale Elena Baredi. Villa Silvia aperta dalle 19 alle 21 per la visita alla camera del Carducci e alla mostra degli strumenti musicali meccanici,con possibilit di cenare prenotando allo 0547 323425.

Roncofreddo
Due giorni di festa

San Mauro Pascoli


Il viaggio dei Farlotti

Avr luogo sabato 1 e domenica 2 settembre la tradizionale festa della Madonna del Monte Grappa. In programma la prima sera, alle 20 al parco delle Rimembranze, la accolata con limmagine della Madonna e la messa. Poi spettacolo musicale. Domenica alle 10 slata per le vie del paese della banda comunale di Civitella e del gruppo Alpini di Sogliano e Roncofreddo. Alle 10,30 cerimonia commemorativa e santa messa. Al pomeriggio processione e concerto. Nelle due giornate sar aperto lo stand gastronomico della Pro loco.

Si concluder sabato 1 settembre la rassegna "Il Giardino della poesia"con lo spettacolo itinerante "Il viaggio dei Farlotti" che si ispira alla poesia del Pascoli "Il nido dei Farlotti" nel rievocare limmagine della madre coi gli, costretta a traslocare dopo la morte del marito Ruggero. Il primo atto alle 19 sar presentato presso la Torre a Villa Torlonia. Il secondo alle 21 in piazza del Comune con il concerto del gruppo "Bevano Est" e terminer a Casa Pascoli.

Cesenatico scelta come citt balneare per le famiglie

Campionato di trotto
Come da tradizione la stagione delle corse allIppodromo del Savio hanno lepilogo con lo svolgimento del Campionato europeo, dotato di 154mila euro. Sabato 1 settembre si garegger per il X trofeo Hera con la sda tra 12 cavalli con questordine di partenza: 1) Linda di Casei (Gocciadoro), 2) Look MP (DellAnnunziata), 3) Mack Grace SM (Andreghetti), 4) Irambo Jet (Greppi), 5) Irving Rivarco (Gubellini), 6) Newyork Newyork (Baldi), 7) Renomme DObret (Bellei), 8) Opal Brown (Esposito), 9) Lemon Ice (Guzzinati), 10) Lester (Becchetti), 11) Locomotion Om (Buzzitta) 12) Looney Tunes (Vecchione). Occorre vincere o le due gare o la nale a due. Nella seconda prova la partenza sar a posizione invertita. Il programma della serata che prevede diverse corse si aprir alle 19 con i Musicanti di San Crispino e laperitivo ai presenti e si concluder coi fuochi darticio.

esenatico bandiera verde, cio spiaggia a misura di famiglie con bambini. Da cinque anni a questa parte il mensile "OK salute" assegna le sue bandiere verdi alle spiagge migliori dItalia a misura di famiglie con bambini. A premiare le localit sono stati i pediatri, che hanno scelto le mete fra le bandiere blu (riconoscimento europeo alle spiagge e ai mari pi puliti) in base a questi parametri: spiaggia con sabbia (e non scogli, ghiaia o ciottoli), dotata di giochi per bambini e soccorritori; mare con acqua bassa vicino alla riva; strutture ricettive in prossimit del litorale; adeguato numero di negozi, trattorie, pizzerie e gelaterie dove svagarsi dopo i tuffi. Il sondaggio tra 479 pediatri stato condotto come sempre, per conto di OK salute, da Italo Farnetani, docente a contratto di comunicazione scienti-

Blu e verde: collezione di bandiere C


fica allUniversit di Milano Bicocca, in collaborazione con la Societ italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps). La migliore spiaggia tra quelle selezionate risultata Cesenatico. Il commento del sindaco Roberto Buda di grande soddisfazione. "Dopo la bandiera blu anche quella verde: Cesenatico sinonimo di qualit. In un momento di crisi come questo mi accorgo che per molti c la cattiva abitudine di lamentarsi e attendere che altri diano le risposte ai problemi, mentre ritengo che sia pi opportuno rimboccarsi le maniche e ripartire dal positivo e dal bello. Le nostre spiagge che ospitano migliaia di turisti e cittadini sono un ottimo punto dal quale rilanciare leconomia e lattenzione alla persona. Il tu-

rismo il motore della nostra economia e riconoscimenti a livello nazionale come questo non possono far altro che renderci orgogliosi".

Sarsina

Festa della fiorentina


E programmata per venerd 31 agosto a partire dalle 19,30 in piazza Plauto la festa della orentina a cura della "Misericordia di Sarsina", con la partecipazione della "Misericordia" della Valle Savio e di Alfero". La musica sar eseguita dal gruppo "Amarcord". La prenotazione entro il 29 agosto deve essere fatta al 338 2140624.

Cesena

Incontro con Schulz


Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, sar presente a Cesena domenica 2 settembre alle 18 ai Giardini Savelli. Modera lincontro la giornalista Lucia Annunziata. Saranno presenti il sindaco Paolo Lucchi, il segretario del Pd locale Daniele Zoffoli e il parlamentare Sandro Gozi.

Mercato Saraceno
Il Palio del Saraceno

Ranchio e Sogliano
Incendi

Si svolger sabato 1 e domenica 2 settembre la 14esima edizione del "Palio del Saraceno". Il primo giorno dalle 19 saranno allestiti in piazza Gaiani laccampamento militare, il mercato medievale e proposti vari giochi a premi cui potr partecipare il pubblico. A seguire la slata dei cavalieri, la cena medievale, esibizioni di sbandieratori, musiche e spettacoli. La domenica alle 15,45 corteo storico per le vie del centro, poi giochi, musiche, combattimenti. Alle 17,15 allarena dei Tigli si svolger il torneo cavalleresco e in piazza Mazzini alle 21 sar consegnato il Palio al Castello vincitore.

Nei giorni scorsi si sono sviluppati alcuni incendi nel territorio cesenate. Il primo, fra Ranchio e Civitella, divampato sabato pomeriggio ed stato domato denitivamente domenica mattina. Quasi 50 gli ettari di macchia bruciati. Negli stessi giorni anche a Ginestreto di Sogliano il fuoco ha bruciato 44 ettari di sterpaglie e alberi di piccolo fusto

Provincia, economia al rallenty


Nel secondo trimestre del 2012 le imprese manifatturiere del forlivese e del cesenate hanno continuato a manifestare segni di sofferenza, come si evince da una ricerca della Camera di Commercio. Le variazioni calcolate sono positive rispetto al trimestre precedente, ma negative rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno. Nellarco degli ultimi 12 mesi tutti i settori analizzati presentano valori in ulteriore rallentamento. Le performance produttive risultano negative per mobili, chimica e plastica, confezioni, altre industrie, legno, alimentare e prodotti in metallo mentre restano di segno positivo solo i settori calzature e macchinari. Queste tendenze sono confermate anche in tutte le classi dimensionali sui principali indicatori (produzione, fatturato, ordinativi).

Gambettola
In contemporanea con la Mostrascambio di Gambettola, presso gli spazi espositivi di "Fabbrica" in viale Carducci 119 a Gambettola (nelle immediate vicinanze della stazione ferroviaria), sabato 1 e domenica 2 settembre dalle 9,30 alle 22, avr luogo la quarta edizione di "Fabbrica Vintage" e la simultanea apertura della mostra darte contemporanea "Erranti 1". Fabbrica Vintage consiste in uno stand con capi e accessori per la stagione autunno-inverno 2012-13 e con "Happy Kilo" (nel piazzale esterno), che si presenta come un "temporary store" itinerante i cui capi sono venduti "a peso" in una suggestiva bilancia depoca, al prezzo speciale "al Kilo", nellottica di unoperazione di "riciclo responsabile". Lo stesso Angelo Grassi sar presente con i suoi pezzi darredamento realizzati con materiali di recupero, arredi provenienti da allestimenti scenograci dismessi e pezzi di modernariato. Piero Spinosi

Rimini

Musica di Verdi
Il coro lirico "Marietta Alboni" di Cesena e il coro lirico "Citt di Rimini", con la direzione di Matteo Salvemini, sabato 1 settembre alle 21 presso il ponte di Tiberio, eseguiranno il "Dies irae" di Giuseppe Verdi. Nellambito del suo viaggio a Vienna, il coro lirico cesenate, diretto da Matteo Unich, si esibir venerd 7 settembre alle 21.

Cesenatico

Amormino nuovo assessore


Lina Amormino stata nominata nuovo assessore della Giunta Buda con le deleghe al bilancio, pari opportunit, politiche giovanili, affari generali, famiglia ed informatica.

Pisignano di Cervia
Cambio di comandante

Marted mattina, nella base di Pisignano, si svolta la cerimonia ufficiale di passaggio di consegne fra il colonnello pilota Ludovico Chianese, che ha guidato no ad oggi il 15 Stormo, e il colonnello pilota Franco Trozzi. Al Colonnello Pilota Chianese, che sta per lasciare la Romagna, il sindaco di Cesena ha inviato un messaggio di saluto, esprimendo il sincero apprezzamento per limpegno e le doti professionali e umane che ha dimostrato durante la sua permanenza al comando del 15 Stormo, insediatosi da poco meno di due anni allaeroporto di Pisignano.

Sport

Gioved 30 agosto 2012

21

Al debutto sonora sconfitta con il Sassuolo (0-3)


cavalluccio marino ha infatti "steccato" lesordio in campionato contro una delle pretendenti al salto di categoria. Lo 0-3 patito contro i neroverdi emiliani la dice lunga sulla conduzione di gara proposta da Succi e compagni, mai in grado di creare seri pericoli alla porta difesa da Pomini. E pensare che il Cesena poteva addirittura passare in vantaggio con Iori al 28: il suo tiro da oltre 30 metri incoccia la traversa. Sul capovolgimento di fronte passa il Sassuolo con Pavolucci di testa, un minuto dopo. Nella ripresa sono due rigori a sancire la vittoria dei modenesi: prima con Terranova (atterramento di Troianello da parte di Rossi e relativa espulsione), e poi con Troiano (lui stesso messo gi in area da Caldirola, solo ammonito). La sconfitta deve fare riflettere in fretta: il campionato cadetto lungo e si preannuncia molto equilibrato. Sulla carta non ci sono corazzate da battere e ci sono molte squadre con punti di penalizzazione. E chiaro per che la squadra va registrata al pi presto in ogni suo reparto, a partire da quello difensivo. Partire col piede sbagliato, ma soprattutto non dare segni di ripresa sarebbe quanto mai deleterio per una squadra che deve ancora meritare la fiducia del suo incommensurabile pubblico, capace di sottoscrivere oltre 7mila tessere dopo una inopinata retrocessione dalla A alla B. Eric Malatesta

2XBene
A Longiano fervono i preparativi per la dodicesima edizione della "2 X bene", la manifestazione ciclistica beneca che si terr domenica 16 settembre. "Si tratta di una edizione molto impegnativa dal punto di vista degli sponsor - ha fatto sapere lavvocato Roberto Landi, patron della manifestazione - e a risentire di queste difficolt organizzative potrebbero essere proprio i destinatari della benecenza. Le spese sono tante, tuttavia non mancano quelle iniezioni di ducia che ci spingono ad andare avanti". Il clou della manifestazione sar la cronocoppia ciclistica beneca "Lui e Lei" con partenza da piazza Tre Martiri alle 14,45 di domenica 16 settembre. Le iscrizioni saranno aperte no alle 13 di quel giorno e la quota di iscrizione sar di 30 euro per coppia. Hanno dato la loro adesione anche molti diversamente abili. Lintero ricavato sar devoluto in benecenza. Questanno i proventi andranno alla casa famiglia "Papa Giovanni XIII" di Santa Paola (Roncofreddo), alla Caritas di Longiano, alla comunit terapeutica di Balignano e a favore di Giovanna Bisulli, che da decenni ospita e assiste, nella sua casa di Rimini, bambini ammalati provenienti dalle zone pi povere del mondo. Nella serata di sabato 15 settembre sar assegnato, presso il teatro Petrella, il 10 premio alla carriera sportiva "Citt di Longiano" al velocista Michele Dancelli. La serata sar condotta dal giornalista sportivo Giorgio Martino e saranno presenti numerosi campioni del ciclismo tra cui Gianni Motta, Francesco Moser e Arnaldo Pambianco. Lintera manifestazione organizzata dal Panathlon club di Cesena ed patrocinata dal Comune di Longiano. Matteo Venturi

Pippofoto

Il Cesena cerca riscatto contro il ripescatoVicenza


n Cesena ferito dalla fragorosa sconfitta interna col Sassuolo, cerca riscatto in quel di Vicenza. Sabato prossimo alle 20.45, allo stadio Menti, i bianconeri di Romagna cercheranno di invertire la rotta contro la ripescata formazione biancorossa allenata da Breda. In verit il Cesena avrebbe dovuto giocare a Lecce la sua seconda giornata di serie B. In virt delle decisioni in seguito al calcio scommesse, la formazione salentina stata

retrocessa in Lega Pro, e al suo posto stato ripescato proprio il Vicenza. I biancorossi veneti sono reduci da una sconfitta a La Spezia per 2-1. Sconfitta maturata nel finale di gara contro una squadra neopromossa, ma indicata dagli addetti ai lavori come una delle potenziali sorprese del campionato. I ragazzi allenati da mister Campedelli dovranno far leva su stimoli latitanti nella prima apparizione interna contro il Sassuolo. Al Manuzzi, il

Calcio a 5, la Futsal Cesena riparte con molte ambizioni


Confermata la rosa dello scorso anno con un paio di innesti interessanti
La Futsal Cesena ha alzato il sipario sulla nuova stagione, con una fase di preparazione atletica al campo sportivo di Torre del Moro. Sul campo attiguo alla parrocchia ha iniziato a prendere forma il nuovo progetto del presidente Stefano Ceccarelli.

Dopo aver raggiunto uno dei momenti pi alti della sua storia nella scorsa stagione, con la vittoria nei play off regionali, la compagine bianconera si appresta a vivere un altro impegnativo campionato. Novit, arrivi e partenze hanno scandito i ritmi dellestate e il lavoro del direttore sportivo Paolo Ionetti stato improntato soprattutto a ricostruire una rosa competitiva e pronta ad affrontare una stagione dove gli avversari, nonostante le difficolt economiche di tutto il movimento, hanno in molti casi rafforzato

i propri organici. La guida tecnica della Futsal stata affidata a Roberto Pini. La rosa ruoter ancora attorno al gruppo storico composto da giocatori cresciuti nella Futsal Cesena, con laggiunta di alcuni elementi tornati dopo aver fatto esperienza in societ limitrofe, mentre sono stati innestati due volti nuovi molto promettenti come Cacchi, un pivot classe 89, e Di Paolo, classe 92 nel ruolo di laterale, proveniente dal Campobasso calcio a 5.

con nuova sala accogliente per 50 coperti

22

Gioved 30 agosto 2012

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

Il messaggio del presidente del Comitato di Cesena Luciano Morosi alla grande famiglia del Centro Sportivo

Over 35
14esimo campionato di calcio Amatori
Il campionato di calcio riservato alla categoria Over 35, che si disputer nella stagione sportiva 2012/13, giunto alla sua 14esima edizione e, sia per la qualit delle squadre partecipanti che per i territori di riferimento, si congura come una vera e propria competizione romagnola. Liniziativa sar strutturata in un girone unico con gare di andata e ritorno e possono partecipare societ sportive, gruppi spontanei, bar, circoli aziendali e ricreativi regolarmente affiliati al Csi Cesena. Le gare si svolgeranno preferibilmente nelle giornate del luned, marted, mercoled e venerd, con inizio compreso tra le 21 e le 21,30. Il limite posto al tesseramento per atleti nati nel 1978 e anni precedenti, mentre per i tesserati Figc, il tesseramento si chiude il 20 dicembre 2012. Possono prendere parte alla gara solo giocatori Figc di terza categoria, in numero illimitato. La scadenza delle iscrizioni e la riunione dei dirigenti delle societ interessate coincidono in ununica data: marted 25 settembre alle 21 presso la sede del comitato cesenate del Csi (eventuali iscrizioni oltre tale data saranno accettate con riserva). Nellalbo doro del campionato troviamo il successo del Gs Cella nella.s. 2004/05, del TeleRomagna Calcio (2005/06), della Pol. Sala (2006/07), del Club Forza Forl (2007/08) e del Cesena Over 35, autentico dominatore della competizione nelle ultime quattro stagioni, dalla.s. 2008/09 alla.s. 2011/12.

Stagione sportiva ai blocchi di partenza


arissimi presidenti, dirigenti, allenatori, atleti delle societ sportive affiliate al Centro Sportivo Italiano di Cesena, ma anche arbitri, operatori delle varie commissioni, impiegati della segreteria: a nome della presidenza e del Consiglio direttivo del nostro comitato, desidero darvi il ben ritrovati alla ripresa della nuova stagione associativa. Mi auguro che durante lestate vi siate potuti riposare e abbiate potuto ricaricare, come si suol dire, le batterie. Come sapete ci attende un anno impegnativo, bello, faticoso ma entusiasmante che inizier, come tutti gli anni il mese di settembre e si concluder in quello di luglio dellanno successivo. A voi affido come ogni anno, le sfide, i sogni, gli obiettivi, le speranze che lassociazione ha per la stagione

2012/2013. So che non potrei affidarle a cuori e mani migliori... Credo di conoscere bene la fatica e i sacrifici che accompagnano la vita della Societ sportiva, lattivit del Gruppo arbitri, i problemi che affliggono le Commissioni tecniche e Disciplinari, il lavoro della Segreteria, ecc. Tra mille difficolt siete chiamati a fare miracoli ogni giorno per far vivere i veri e grandi valori del Csi. Il bello che a vivere questa esperienza con il sorriso e la gioia nel cuore sono decine di migliaia di persone nelle societ sportive e nei comitati di tutta Italia e tutti sanno a cosa vanno incontro Non facile educare un ragazzo o una ragazza in una squadra; non ci sono segreti o scorciatoie per far funzionare una societ sportiva. Non esiste la bacchetta magica per rimpinguare adeguatamente le fila del gruppo arbitri e rendere il loro servizio perfetto in ogni sua espressione. tremendamente difficile fare quadrare i conti nella gestione economica di un comitato. durissimo, soprattutto in un periodo come questo, mantenere o pensare di aumentare il numero delle squadre o societ sportive aderenti alla nostra proposta sportiva. Occorre mettere in gioco tutto noi stessi e tutta la passione

che abbiamo nel cuore, giorno dopo giorno, con pazienza, determinazione, senza mai scoraggiarsi, consapevoli che facciamo parte di una grande e bella associazione, la quale rappresenta un piccolo (o magari grande) miracolo italiano che si ripete ogni anno. In questi tempi viviamo tutti lansia causata dai livelli dello spread e dalla crisi economica che attraversa il nostro Paese. Eppure, in questo contesto, il Csi continua a produrre una quantit di bene impressionante. Continua a generare educazione alla vita in centinaia di migliaia di persone. Se ci fermiamo un istante e pensiamo a quello che fa e che rappresenta il Csi in Italia, impossibile non provare un brivido sulla pelle e un grande orgoglio nel sapere che ne facciamo parte. Pertanto, carissimi, accingiamoci a iniziare questa nuova avventura con la partenza giusta dellatleta che attende ai blocchi il via del giudice: concentrato, determinato, ma anche sereno perch preparato e adeguatamente allenato. Con questo auspicio, auguro a tutti voi una stagione ricca di traguardi sportivi raggiunti, ma soprattutto piena di obiettivi educativi centrati. Luciano Morosi presidente Csi Cesena

E adesso a Londra arrivano quelli tosti davvero


Fino al 9 settembre 98 gli atleti paralimpici italiani gareggeranno in 12 discipline dei Giochi Estivi 2012
l Csi, come tutti gli appassionati di sport, si entusiasmato nel mese dagosto, assistendo alle gesta e alle imprese dei vari atleti impegnati alle Olimpiadi di Londra nelle discipline pi differenti, ma considera che le Olimpiadi non sono terminate e che semplicemente si chiuso il primo atto. Ora il sipario si riapre dal 29 agosto al 9 settembre per il secondo atto, dove in campo, sottolinea Massimo Achini, presidente nazionale dellassociazione, arrivano quelli tosti davvero. Certo, vedere correre Bolt uomo simbolo di Londra 2012 regala emozioni uniche. Certo, vedere la faccia pulita di Momenti, che arriva a prendere loro dopo una discesa nella quale doma con la sua canoa ogni sorta di rapida, fa battere forte il cuore. Ma adesso a calcare gli stessi impianti usati poche settimane fa arrivano loro: quelli delle Paralimpiadi. Uomini e donne ai quali la vita (per alcuni dalla nascita, per altri strada facendo) ha buttato addosso sventure grandi come montagne. Uomini e donne che hanno avuto il

coraggio di reagire, di vincere alla grande la partita della vita. Di appassionarsi a questo o a quello sport. Di diventare atleti nel vero senso della parola. Di conquistare il sogno di unOlimpiade vera e propria che, per arretratezza culturale, chiamiamo ancora Paralimpiadi. Questa estate eravamo tutti attaccati al televisore, afferma Massimo Achini; ora varr la pena provare a fare la stessa cosa nei prossimi giorni. Delle 20 discipline sportive che compongono il programma agonistico dei Giochi Estivi, lItalia ha ottenuto la qualificazione in dodici sport: pallacanestro, nuoto, ciclismo, tiro a segno, canottaggio, tiro con larco, vela, atletica leggera, scherma, tennis in carrozzina, tennistavolo ed equitazione. Che emozione regaler vedere Cecilia Camellini, ragazza affetta da disabilit visiva, divorarsi la piscina in 5 gare (di solito faceva solo 50 metri e 100 metri sl)? O vedere Alex Zanardi o Fabrizio Macchi giocarsela nel ciclismo e nellhandbike? Come pure tifare nel

tennistavolo per lagrigentino Giuseppe Vella, un anno fa finalista a Lignano Sabbiadoro nel Gran Premio Nazionale pongistico del Csi, fra i normodotati? Oppure applaudire ancora una volta nellatletica il plurimedagliato tetraplegico Alvise De Vidi, con il quale il Csi sta lanciando il weelchair hockey in molte regioni italiane? E questo vale per ciascuno dei 98 atleti paralimpici impegnati in 12 discipline. Un sogno colorato di sorrisi cos, il presidente del Cip Luca Pancalli, ha definito questa edizione delle Paralimpiadi. proprio cos. E questo vale anche quando quelli tosti davvero scendono in campo nei nostri campetti doratorio o di periferia. Tutto questo per dire che a Londra secondo atto noi del Csi ci saremo. Ma, ancora di pi, ci saremo nella splendida avventura di allargare nella nostra associazione le attivit per questi ragazzi ai quali la natura ha tolto qualcosa, ma ha regalato unincredibile capacit di essere tosti, ma veramente tosti, nella vita.

Pagina Aperta

Gioved 30 agosto 2012

23

Il direttore risponde
Esiste un vasto campo da coltivare il terreno della politica, da affrontare con coraggio

LOcchio indiscreto

aro direttore, Milano avr il suo bel registro per le unioni civili. Pisapia, il rassicurante e democratico sindaco di Milano, ha commentato: abbiamo ridotto lo spread sullEuropa dei diritti civili. Come se, accanto a un invisibile, anonimo e inquietante mercato, che di fatto condiziona le decisioni dei singoli stati europei, vi sia anche una sorta di super-cupola dei diritti civili, che avrebbe la pretesa di decidere quali diritti debbano applicarsi nei singoli stati per essere al passo coi tempi. Ma chi decide cosa deve considerarsi civile? Chi ha dato a questo pool di presunti e anonimi illuminati il titolo di definire cosa sia meglio per luomo e per la societ? Per quale motivo lEuropa dovrebbe essere pi civile se assume decisioni che disgregano la famiglia equiparando ad essa convivenze di diverso tipo e natura? Sta di fatto che la bandiera del politicamente corretto viene oggi assegnata a priori a chi vuole il riconoscimento di quegli altri tipi di famiglia, rispetto a quella tradizionale. Va di moda parlare di famiglie, al plurale, e non pi di famiglia, ormai istituzione in crisi, superata e per di pi borghese, nella visione classista di molti illuminati. Comunque, ci su cui vorrei soffermarmi altro, ossia le lamentazioni dei cattolici. Mi spiego. Ovviamente al blitz del consiglio comunale meneghino (che ha approvato il tutto in poche sedute in piena estate) sono seguite le solite polemiche, con lopposizione dei cattolici. Pagine giustamente preoccupate si sono levate dai mass media cattolici sulla difesa dei valori e si aperta anche una discussione sul principio teorizzato da Casini (Pierferdinando) per il quale i temi che riguardano i valori non negoziabili (difesa della vita, della famiglia e della libert di educazione) non dovrebbero interessare e condizionare le alleanze politiche (essendo temi di coscienza e trasversali ai poli); con replica di Avvenire. Tutto interessante. Ma credo che i cattolici debbano uscire dalla sindrome della reazione a posteriori, o dello scandalo a frittata fatta. Riporto qui di seguito il programma elettorale di Pisapia, nella parte significativamente intitolata La citt dei diritti, sottotitolo Famiglie plurali: un registro per i diritti. Mi pare gi abbastanza chiaro, ma linteressante viene dopo: la comunit cittadina caratterizzata dalla presenza in continua crescita di forme di legami affettivi e di vita stabili e durature, estranee allistituto del matrimonio, ed doveroso che lAmministrazione Comunale promuova e tuteli i diritti costituzionali attinenti alla dignit ed alla libert della persone, contrastando ogni forma di discriminazione,

in particolare quelle riferite agli orientamenti sessuali. Ecco qua. Il piatto bello pronto e servito. Laveva detto: verr riconosciuta la pluralit delle forme di comunione di vita, con impegno dellamministrazione a promuovere la parit e contrastando ogni discriminazione, in tutti i settori dellattivit del Comune. E lha fatto. Nonostante la giusta reazione del mondo cattolico, lunica colpa del buon Pisapia solo quella di essere stato coerente ed efficiente nella realizzazione del proprio programma, che esattamente ci che sempre si chiede ai politici e che quasi mai fanno. Ha agito presto e bene (naturalmente in rapporto a quanto aveva promesso). Insomma, mi pare che noi cattolici dovremmo essere pi attenti e rigorosi nella valutazione dei programmi politici da sostenere o da avversare, impedendo che politici come Pisapia vengano eletti; e meno scandalizzati a posteriori dei programmi che a dire il vero non siamo stati molto impegnati a contrastare, magari irretiti dalle sirene del buonismo e del politically correct. Stefano Spinelli Carissimo Stefano, condivido la tua preoccupazione per una sorta di super-cupola dei diritti civili. Dobbiamo lavorare in anticipo, per uscire da quella che tu definisci la sindrome della reazione a posteriori. Sono perfettamente daccordo: non possiamo lamentarci dopo, quando ormai i giochi sono fatti. O peggio, non leggere i programmi elettorali e poi stupirci, in negativo, per quanto avviene. E vero, comunque, che per un cattolico non facile orientarsi in questo clima da rompete le righe che sta travolgendo, dopo ventanni, unaltra volta il nostro sistema dei partiti. E sul campo non ci sono solo le battaglie etiche, importantissime (non dovremmo mai derogare sui cosiddetti principi non negoziabili), ma anche quelle pi prettamente politiche e di amministrazione della cosa pubblica. Non possiamo, credo, distribuire patenti di difesa dei nostri valori. Possiamo e dobbiamo andare in cerca del meglio e non accontentarci di un gioco al ribasso. Abbiamo il dovere di puntare in alto, senza sconti e senza mezze misure, coscienti che la politica esige spesso una paziente opera di mediazione. Ecco perch quella alla politica una speciale vocazione. Per nulla facile da svolgere e per la quale occorre formarsi su basi solide e durature, da non dare mai per scontate una volta per tutte, ma da riconfermare ogni giorno. C un terreno molto vasto su cui lavorare. Chi ha buona volont, si faccia avanti. C fin troppo spazio libero. Non vorremmo peccare di omissione. Buon lavoro. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

Inaugurato unora prima della partita contro il Sassuolo, il Cavalluccio marino, opera dellartista Camagni di Oriola che lha donato alla citt, non ha portato fortuna ai colori bianconeri. Il 3 a 0 subto luned scorso dagli emiliani inquieta gi i sonni dei tifosi. C tutto il tempo per riprendere la strada giusta e per disputare un campionato di serie B del tutto onorevole, come i sostenitori accorsi in massa per il debutto si meritano. (PippoFoto)

Andiamo insieme a salvare la Terra


Ai neo-diplomati e laureati di Montiano (luglio 2007, Festa del Baccellierato) Chiara la sera e sorride la luna ai campi, ai borghi, sui mari lontani, e tra gesti dinnocente baldanza qui sboccia ogni giovanile speranza. E voi ragazzi, che avete onorato con proficuo studio la conoscenza, cercate sempre della verit lintima bellezza che non ha et. Senza mai cedere alla piaggeria dinteressati padrini, avanzate con passo sicuro e nel viaggio uniti contro chi vi conduce a falsi lidi. E sia il vostro camminare diritto, senza scorciatoie, su questa terra che ancora paziente chiede piet ai vani editti dellautorit. Tra urgenti e ripetuti richiami gridati dalle note associazioni: Italia Nostra, Legambiente, Fai, ancor non cessano violenze e guai al nostro vecchio pianeta ferito. Diossina, piombo e mille veleni scendono al mare, salgono nel cielo ovunque stendendo un tossico velo. La terra muore!, urlano gli scienziati. vietato, scrivono i governanti. Intanto, fra dottori specialisti e ottusi politici opportunisti, continua il delirio delle parole su piani opposti e senza atti concreti: solo il ravvedimento generale ci salver dal disastro ambientale! E senza attendere oltre, voi studenti che avete avuto lopportunit di forgiare lo spirito e la mente su pagine di ecologia e ambiente, potete arrestare lorda dei barbari che, gi condannati, ancor senza scrupoli saccheggiano e bruciano questa terra con polveri e gas ad effetto serra. Ma dalla piazza in cui voi, degni figli, ricevete stasera omaggi e onori, gi vedo emergere la volont di cambiar questa iniqua societ. Or, lontano dai corrotti soloni e dai generali disonorati - sempre pronti a fomentare odio e guerra andiamo insieme a salvare la terra! Antonio Gasperini

Matrimonio e famiglia spesso dimenticati


Egregio direttore, in questi ultimi tempi abbiamo ascoltato numerosi dibattiti propagandistici su un argomento che vuole presentarsi magnifico e progressista per la stirpe umana: il conclamato matrimonio dei gay. Abbiamo visto numerosi politici (da noi profumatamente pagati per la soluzione dei problemi sociologici! ) di varie correnti parlarne a destra, a sinistra e al centro, andare da una parte e poi tornare indietro cercando giustificazioni: tuttavia dobbiamo concludere che come alcuni famosi personaggi dellantichit ricordati da Dante, andavano in giro per trovare una soluzione ai loro problemi ma non sapean dove. Anzitutto devo notare che nessuno ha tenuto conto del significato storicizzato della parola matrimonio che indica lonore e allo stesso tempo lonere assunti dalla donna di diventare madre offerti dalluomo, dal maschio, in una vita familiare abbinata e combinata. La donna, la femmina, parecchie migliaia o milioni di anni or sono stava nella caverna ad allattare, allevare e proteggere il bambino e luomo, il maschio, andava fuori a cacciare, a lavorare e a raccogliere il cibo: onde ancora oggi dopo tanto tempo la moderna casalinga che accudisce, bada e alleva il bambino, non lavora! Mi sia consentito (come siamo stati educati a dire! ) di fare notare che una storia del matrimonio, il pi possibile completa, per recepire come nato e come oggi in atto nelle varie parti del globo, ancora manca. In ogni caso fuori di dubbio che il matrimonio costituisce la convivenza fisiologica reci-

proca dellanimale uomo (secondo laggettivo usato dal sofista Antifonte) nella complementarit esistenziale di maschio e femmina: e la complementarit, come in tutte le specie, talmente originaria e potente da contraddire la condizione assiomatica addirittura della scienza matematica per cui 1+1 non d come risultato 2, bens 3! Tutte queste considerazioni assurde e banali devono e possono servire a rigettare la proposta avanzata del matrimonio dei gay. () Cordialit. Renzo Vitali Esiste, esimio professore, un solo tipo di famiglia, quello previsto dallarticolo 29 della nostra Costituzione repubblicana: La Repubblica riconosce i diritti della famiglia come societ naturale fondata sul matrimonio. E questa affermazione vale per tutti i cittadini, credenti o non credenti che siano. Assistiamo, purtroppo, allemarginazione della famiglia, spesso confinata in un angolo, non aiutata e lasciata in balia di se stessa, sullonda di richieste che confondono idee e minano convinzioni. Invece, la famiglia una societ naturale, su cui si fonda tutta la nostra convivenza civile. Per il resto, oltre alle sue affermazioni fin troppo chiare e anche a quelle contenute nella lettera di Spinelli (cfr. sopra) e alla relativa mia risposta, non credo valga la pena spendere altre parole. In difesa della famiglia, come definita dallarticolo 29, mi aspetterei che si schierassero i difensori della Costituzione. Cordialit. Fz

PA R R O C C H I A D I G A M B E T T O L A

1 - 9 s e t t e m b re 2 0 1 2

Festa dei patroni SantEgidio e Madonna delle Grazie


PROGRAMMA RELIGIOSO
Sabato 1 settembre: FESTA DI SANTEGIDIO ABATE titolare della parrocchia 7 Giornata per la salvaguardia del Creato ore 8,30 Messa e Adorazione Eucaristica dalle 9 alle 11 ore 20,30 Messa nel campo sportivo. Al termine, celebrazione per la Giornata del Creato Domenica 2 settembre: Messe alle 8,30, 10, 11,15 e 18 Luned 3 settembre: Messe ore 8,30 e 20 ore 15 Confessione nuova 5 elementare Marted 4 settembre: Messe ore 8,30 e 20 ore 15 Confessione nuova 1 media Mercoled 5 settembre: Messe ore 8,30 e 20 ore 15 Confessione ragazzi nuova 2 e 3 media Gioved 6 settembre: Messa ore 8,30 ore 15 Confessione giovanissimi, giovani e adulti ore 19 Messa famiglie, giovani e adulti Venerd 7 settembre: Messe ore 8,30 e 20 Guider le riflessioni del Triduo: fra Stefano Menegolio Da luned 3 a gioved 6 settembre verr portata la Comunione a malati e anziani

PROGRAMMA RICREATIVO
Domenica 2 settembre ore 21 La voce canta, il creato danza a cura del Gruppo musicale dei giovani Mercoled 5 settembre ore 19 apertura stand gastronomico ore 21 compagnia dialettale De Bosch Gioved 6 settembre ore 19,45 apertura stand gastronomico CENIAMO INSIEME (famiglie, giovani...) ore 21,15 spettacolo ESTATE IN DANZA a cura del Centro Studi danza e arti coreografiche Venerd 7 settembre apertura stand gastronomico ore 19 ore 21 serata musicale con lorchestra DAVID PACINI Sabato 8 settembre ore 19 apertura stand gastronomico ore 21 orchestra Rosy Velasco Domenica 9 settembre ore 18 ore 18

Sabato 8 settembre

ore 21

apertura stand gastronomico compagnia dellatelier Fagiolino, Sandrone e il miracolo della Guadalupe orchestra Stefania Ciani

Solennit della MADONNA DELLE GRAZIE


ore 8,30 - 10 - 11,15 Messe ore 16,30 Messa solenne presieduta dal vescovo DOUGLAS REGATTIERI e animata dalla corale A. Vivaldi di Gambettola ore 17,30 Processione lungo corso Mazzini, accompagnata dal corpo bandistico Citt di Gambettola. La cittadinanza invitata ad addobbare balconi e finestre al passaggio della Madonna. Al termine, atto di affidamento della comunit parrocchiale alla Madonna delle Grazie

Dal 5 all8 settembre in funzione la tradizionale

Pesca di beneficenza
1 Premio: Scooter Zip (bianco)
(con il contributo della Bcc Sala di Cesenatico e la collaborazione di Lombardi Luca & Demartino Antonio, officina auto e moto, via del Lavoro, Gambettola)

Tutte le sere dalle 19 funziona uno

stand gastronomico
con piatti tradizionali e alcune specialit romagnole, come tagliolini di pesce, trippa, grigliata di carne, frittura di pesce

Veduta aerea della cittadina di Gambettola (foto G. Mariggi)

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

AGRICOLTURA

IN VISTA DI MACFRUT SI FANNO I PRIMI BILANCI


C.I.P - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2012 .