Sei sulla pagina 1di 19

Urti

urto: evento isolato nel quale una forza relativamente intensa


agisce per un tempo relativamente breve su due o pi corpi in contatto tra loro

[approssimazione impulsiva: trascuro forze esterne]


r F12 r F21

risultato di un contatto fisico risultato di una interazione tra particelle

m1 m2
r

+
++
He4

Urti su scale diverse


meteor-crater 1200 m

t 4 ms

Quantit di Moto negli Urti


per ogni tipo di urto la quantit di moto totale si conserva
L esercita su R forza F(t) R esercita su L forza F(t) F(t) e F(t) sono coppia di forze azione e reazione: intensit varia nel tempo r intensit uguale istante per istante
r

pR = F (t ) dt
ti

ti

F
F(t)

pL = ( F (t )) dt
ti

ti

pR = pL pR + pL = 0

- F(t)

r r r p = pR + pL = costante
le forze impulsive sono interne al sistema, quindi NON influenzano la quantit di moto totale

Energia negli Urti


lenergia cinetica NON si conserva sempre negli urti posso avere conversione in energia termica r energia acustica r energia potenziale elastica (deformazione dei corpi) r energia rotazionale
r

urto elastico:
energia cinetica totale non cambia
[es. urto fra bocce]

( K tot ) i = ( K tot ) f

urto anelastico:
energia cinetica totale non si conserva

( K tot ) i = ( K tot ) f + Eth + E pot + ...

[es. urto palla di gomma su pavimento]

urto perfettamente anelastico:


massima trasformazione energia cinetica totale, i due corpi rimangono uniti

( K tot ) f ( K tot ) i m f = mi ,1 + mi , 2

[es. urto palla di plastilina su pavimento]

in tutti i casi la quantit di moto si conserva sempre


http://ww2.unime.it/weblab/ita/wf2/urti/urti_ita.htm

Urti in UNA dimensione urto perfettamente anelastico


[conservo solo quantit di moto]
prima

le particelle dopo lurto rimangono unite con velocit vf


r r pi = p f r r r m1v1i + m2 v2i = (m1 + m2 )v f r r r m1v1i + m2 v2i vf = (m1 + m2 )

dopo

esempio: pendolo balistico


dispositivo per determinare velocit dei proiettili
V = m v (m + M )
conservazione quantit di moto

1 ( m + M )V 2 = ( m + M ) gh 2

conservazione energia meccanica

v=

m+M m

2 gh

v = 630 m / s

m = 9 .5 g M = 5 .4 kg h = 6 .3 cm

trasformo alta velocit proiettile in bassa velocit corpo pesante [di facile misurazione]

urto elastico
prima dopo

[conservo quantit di moto ed energia cinetica]


r r pi = p f r r r r m1v1i + m2 v2i = m1v1 f + m2 v2 f (1)
( K tot ) i = ( K tot ) f 1 1 1 1 2 2 m1v12i + m2 v2i = m1v12f + m2 v2 f 2 2 2 2

bersaglio mobile v2i 0


r r pi = p f m1 (v1i v1 f ) = m2 (v2i v2 f )
2 2 m1 (v12i v12f ) = m2 (v2 i v2 f )

( K tot ) i = ( K tot ) f

m1 (v1i + v1 f )(v1i v1 f ) = m2 (v2i + v2 f )(v2i v1 f )

divido le due precedenti equazioni e sostituisco

(v1i + v1 f ) = (v2i + v2 f )
(2) (v1i v2i ) = (v1 f v2 f ) velocit relative uguali ed opposte
prima e dopo lurto

N.B. note: m1, m2 v1i, v2i conservazione p (1) + velocit relative (2)

v1 f = v2 f =

2m2 m1 m2 v2 i v1i + m1 + m2 m1 + m2 2m1 m m1 v2 i v1i + 2 m1 + m2 m1 + m2

bersaglio fisso v2i = 0


r r pi = p f
( K tot ) i = ( K tot ) f

m1 (v1i v1 f ) = m2 v2 f
2 m1 (v1i + v1 f )(v1i v1 f ) = m2 v2 f

divido le due precedenti equazioni e sostituisco


v1 f = v2 f = m1 m2 v1i m1 + m2 2m1 v1i m1 + m2

r masse

uguali [m1=m2]
scambio di velocit
[es. urto fra bocce/palle da biliardo]

v1 f = 0 v2 f = v1i
r bersaglio

massiccio [m2>>m1]
proiettile rimbalza indietro
[es. urto palla golf su palla cannone palla da baseball su mazza]

v1 f = v1i v2 f 2m = 1 v1i m 2

r proiettile

massiccio [m1>>m2]

v1 f = v1i

v2 f = 2v1i [es. urto palla cannone su palla golf]

proiettile indisturbato, bersaglio scatta in avanti

http://ww2.unime.it/weblab/ita/wf2/urti/urti_ita.htm

esempi: urto elastico

urto fra palle di biliardo uguali:

v1 f = 0 v2 f = v1i

pendolo multiplo: palline di uguale massa

rapida successione di urti elastici: ad ogni urto una palla si ferma e palla successiva si muove con stessa velocit

esercizi urti in una dimensione

Urti in DUE dimensioni


urto non frontale
(corpi non allineati nella direzione del moto) prima

dopo urto i corpi non si muovono sullo stesso asse


dopo

conservazione quantit di moto:


r r pi = p f r r r r m1v1i + m2 v2i = m1v1 f + m2 v2 f

per componenti:
m1v1ix + m2 v2ix = m1v1 fx + m2 v2 fx m1v1iy + m2 v2iy = m1v1 fy + m2 v2 fy

m1v1ix + 0 = m1v1 f cos + m2 v2 f cos 0 + 0 = m1v1 f sin m2 v2 f sin

conservazione energia cinetica


[per urti elastici solamente!!!]
1 1 1 1 2 2 m1v12i + m2 v2i = m1v12f + m2 v2 f 2 2 2 2

esercizi urti in due dimensioni

Centro di Massa
palla lanciata in aria:
traiettoria parabolica [tipo moto proiettile]

mazza da baseball lanciata in aria:


moto complicato e diverso per le varie parti mazza = sistema di punti materiali centro di massa: punto che si muove lungo traiettoria parabolica [tipo moto proiettile]

centro di massa di un corpo (o sistema di corpi):


punto che si muove come se

4 tutta la massa fosse l concentrata 4 e le forze esterne agissero l permette di descrivere moto complessivo del sistema meccanico

esempio: sistema di due particelle

collegate da sbarra rigida [priva di massa] M1 < M2


r

applico F vicino ad M1 sistema ruota in senso orario

applico F vicino ad M2 sistema ruota in senso anti-orario

applico F vicino al CM sistema trasla si muove come se tutta la massa fosse concentrata nel CdM

individuo centro di massa con questo esperimento !!

Posizione del centro di massa


posizione media della massa del sistema
m1 x1 + m2 x2 m1 + m2

xCM =

def

esempio:
x1=0, x2=d se m1 = m2 xCM= (x1+x2)/2 se m2 = 2m1 xCM= 2/3 d
met strada vicino particella pesante

sistema n particelle in 3 dimensioni


xCM =
def

m1 x1 + m2 x2 + m3 x3 + ... + mn xn = m1 + m2 + ... + mn

m x = m x M m
i i i
i i i i

i i

yCM

m y + m2 y2 + m3 y3 + ... + mn yn = = 1 1 def m1 + m2 + ... + mn

m y = m y M m

zCM

m x + m2 z 2 + m3 x3 + ... + mn z n = 1 1 = def m1 + m2 + ... + mn

m z = m z M m
i i i

i i

nel linguaggio dei vettori:


r z r i
y x

P(xi,yi,zi)

particella di coordinate (xi,yi,zi) vettore posizione:

r r r r ri = xi i + yi j + zi k

sistema di n particelle
r rCM r r r = xCM i + yCM j + zCM k = r mi ri
i =1 n

m x +m y +m z
i i i i i i i

i i

r 1 rCM = M

vettore posizione CM

corpi rigidi [distribuzioni continue di materia]


xCM 1 x dm def mi 0 M M mi yi 1 y dm yCM = def mi 0 M M mi zi 1 z dm zCM = def mi 0 M M
i i

m x =

r 1 r rCM = r dm M

N.B. se oggetto possiede simmetria CM si trova su centro, asse o piano di simmetria

Moto di un Sistema di Particelle


Il CM utile nella descrizione del moto del sistema
r 1 rCM = M r mi ri
i =1 n

r r r r MrCM = m1r1 + m2 r2 + ... + mn rn r r r r MvCM = m1v1 + m2 v2 + ... + mn vn r r r r MaCM = m1a1 + m2 a2 + ... + mn an

r r dri vi = dt r r dvi ai = dt

r r r r le forze interne r MaCM = F1 + F2 + ... + Fn = Fest si elidono a due a due


[azione e reazione] il CM si muove come particella di massa M su cui agisce la risultante delle forze esterne

r r r dptot Fest = MaCM = dt


N.B. sistema isolato:
r r r dptot Fest =MaCM = dt = 0

r r ptot = MvCM = costante

esempi: moto centro di massa


fuoco artificiale r r Fest = Fg
CM segue traiettoria parabolica [la stessa del razzo inesploso]

ballerina che fluttua in aria: traiettoria testa-busto orizzontale !!!


[non parabolica come nel lancio di un corpo]

CM segue traiettoria parabolica

esercizi centro di massa

Moto di un Sistema di Particelle


Il CdM utile nella descrizione del moto del sistema
r r 1 drCM vCM = = dt M r dri mi dt = r mi vi M

velocit CDM

r r r r MvCM = mi vi = pi = ptot
quantit di moto totale pari alla massa totale per la velocit del CdM

[moto particella massa M, velocit vCM]


r r 1 dvCM aCM = = dt M r 1 dvi mi = dt M r mi ai

r somma forze esterne r r MaCM = mi ai = Fi r r r dptot Fest =MaCM = dt


il CdM si muove come particella di massa M su cui agisce la risultante delle forze esterne

(quelle interne si elidono a coppie)

sistema isolato:
r Fest =0

r r ptot = costante vCM = costante

conservazione quantit di moto propulsione di un razzo


[sistema a massa variabile]

durante il moto si conserva la massa del sistema [massa combustibile + massa navetta]

pi = p f
Mv = dM U + ( M + dM )(v + dv) con dM < 0
u = (v + dv) U
dM u = M dv dM dv u=M dt dt

velocita` relativa prodotti di scarico

ove R=-dM/dt spinta del razzo


Mi Mf

rapidita` consumo conbustibile

Ru = Ma
dv = u
vf

(I0 equazione del razzo)

dM M
Mf

v f vi = u ln
dM M

(II0 equazione del razzo)

vi

dv = u

Mi

devo diminuire la massa finale per avere aumento di velocita`