Sei sulla pagina 1di 16

PREMESSA

La presente relazione di calcolo delle strutture riguarda la nuova scala di sicurezza esterna,
in acciaio e l'ascensore, secondo le prescrizioni contenute nell'Ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri 20 marzo 2003, n. 3274 "Primi elementi in materia di criteri generali
per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le
costruzioni in zona sismica".

La città di Casale Monferrato rientra in zona 4, a bassa sismicità.

ASCENSORE

Si fa riferimento alle prescrizioni di cui al punto 8.4 - Muratura armata in zona 4.


In particolare è previsto di poter calcolare le strutture in muratura da edificarsi in zona 4
applicando le regole valide per la progettazione "non sismica", alle seguenti condizioni:
- deve essere considerata la combinazione di azioni derivanti dai pesi propri ed
accidentali applicando in due direzioni ortogonali il sistema di forze orizzontali
definito dalle espressioni sotto riportate, in cui si assumerà Sd(T) = 0,06 per
strutture in muratura armata. Le verifiche di sicurezza possono essere effettuate in
modo indipendente nelle due direzioni.
- Gli edifici in muratura armata devono rispettare quanto prescritto al punto 8.3.3.

8.3.3. Particolari costruttivi

Ciascun muro costituente parte del sistema resistente alle azioni orizzontali deve essere
intersecato da altri muri ad esso perpendicolari ad interasse non superiore a metri 9,00.
Gli architravi sovrastanti le aperture possono essere realizzati in muratura armata.
L'armatura orizzontale non potrà avere interasse superiore a 600 mm. Non potranno essere
usate barre dei diametro inferiore a 5 mm. La percentuale di armatura, calcolata rispetto
all'area lorda della muratura, non potrà essere inferiore allo 0,05 per cento, né superiore
allo 0,50 per cento.

2
Armature verticali con sezione complessiva non inferiore a 200 mmq dovranno essere
collocate a ciascuna estremità di ogni parete portante, ad ogni intersezione tra pareti
portanti e comunque ad interasse non superiore a 4 metri. La percentuale di armatura,
calcolata rispetto all'area lorda della muratura, non potrà essere inferiore allo 0,05 per
cento, né superiore allo 1,00 per cento.

Analisi dei carichi

- soletta
peso proprio = 2500 daN/mc x 0,14 x 2,20 x 2,45 = daN 1.887,00
sovraccarico accidentale = 250 daN/mq x 2,20 x 2,45 = daN 1.348,00
Totale W1 = 3.235,00 daN applicato all'estremità superiore della struttura dell'ascensore
(z1 = 1200 cm)

- Muri in c.a.
peso proprio = 2500 daN/mc x 0,20 x 12,00 x (3,10 + 2 x 2,35) = daN 46.800
Totale W2 = 46.800,00 daN applicato a metà altezza della struttura dell'ascensore (z2 =
600 cm).

- ascensore
accidentale = daN 2.500,00
Totale W3 = 2.500,00 daN applicato a due terzi dell'altezza della struttura
dell'ascensore (z2 = 800 cm).

Il Totale generale è pari a W = 52.535 daN.

Analisi statica lineare

L'analisi statica lineare consiste nell'applicazione di un sistema di forze distribuite lungo


l'altezza dell'edificio assumendo una distribuzione lineare degli spostamenti. La forza da
applicare a ciascun piano è data dalla formula seguente:

3
Fh ( zi ⋅ Wi )
Fi =
∑ (z j ⋅ W j )

Dove:

Fh = Sd(T1)Wλ;
Fi è la forza da applicare al piano i;
Wi e Wj sono i pesi delle masse ai piani i e j rispettivamente;
zi e zj sono le altezze dei piani i e j rispetto alle fondazioni;
Sd(T1) è l'ordinata dello spettro di risposta di progetto (pari a 0,06);
W è il peso complessivo della costruzione
λ è un coefficiente pari a 0,85 se l'edificio ha almeno tre piani e se T1 < 2Tc, pari a 1,00 in
tutti gli altri casi

Fh = S d (T ) ⋅ W ⋅ λ = 0,06 ⋅ 52.535 ⋅ 1 = 3.152 daN

Fh ( z1 ⋅ W1 ) 3.152 ⋅ (12 ⋅ 3235)


F1 = = = 360,28 daN
(z1 ⋅ W1 + z2 ⋅ W2 + z3 ⋅ W3 ) (12 ⋅ 3235 + 6 ⋅ 46800 + 8 ⋅ 2500)

Fh (z 2 ⋅ W2 ) 3.152 ⋅ (6 ⋅ 46800 )
F2 = = = 2.606 daN
(z1 ⋅ W1 + z2 ⋅ W2 + z3 ⋅ W3 ) (12 ⋅ 3235 + 6 ⋅ 46800 + 8 ⋅ 2500)

Fh ( z3 ⋅ W3 ) 3.152 ⋅ (8 ⋅ 2500 )
F3 = = = 185,62 daN
(z1 ⋅ W1 + z2 ⋅ W2 + z3 ⋅ W3 ) (12 ⋅ 3235 + 6 ⋅ 46800 + 8 ⋅ 2500)

Il Momento derivante dal sistema di forze orizzontali sopra indicato sarà pari a:

M = F1 ⋅ z1 + F2 ⋅ z2 + F3 ⋅ z3 =
= 360,28 ⋅ 1200 + 2.606 ⋅ 600 + 185,62 ⋅ 800 = 2.144.432 daN ⋅ cm

4
Verifica muri costituenti la struttura dell'ascensore

Si considera la parete su cui è applicata la Fh come una soletta incastrata ai due estremi, di
luce l = 195 cm.
Considerando la striscia unitaria di larghezza 1,00 metri, al piede del muro, nella zona più
sollecitata e considerando il carico distribuito sulla lunghezza della soletta si ha:

Fh 3.152
qh = = = 16,16 daN / cm
l 195

1 1
M= ⋅ qh ⋅ l 2 ⋅ 1.05 = ⋅ 16,16 ⋅ 1952 ⋅ 1,05 = 53.767,35 daN ⋅ cm
12 12

H = 20 cm (spessore della soletta)

5
Hu = H - 5 = 15 cm altezza utile

9fe = 1.700 daN/cm2

M 53.767,35
Af = = = 2,37 cm 2
8 8
⋅ H u ⋅ σ fe ⋅ 15 ⋅ 1700
9 9

Si utilizza 1∅ 10 a cm 30 (Afeut=2,63 cmq)

Calcolo dell'asse neutro (m = 15; B = 100 cm)

m ⋅ Afeut  2 ⋅ B ⋅ Hu  15 ⋅ 2,63 
= 2 ⋅ 100 ⋅ 15 
x= ⋅ −1+ 1+ ⋅  − 1 + 1 +  = cm 3,07

B  m ⋅ Afeut  100 15 ⋅ 2, 63
   

M 53.767,35
σ fe = = = 1.462,71 daN / cmq
 x  3,07 
Afeut ⋅  H u −  2,63 ⋅ 15 − 
 3  3 

2⋅M 2 ⋅ 53.767,35
σ cls = = = 25,06 daN / cmq
 x  3,07 
B ⋅ x ⋅  H u −  100 ⋅ 3,07 ⋅ 15 − 
 3  3 

Verifica a trazione agli incastri con i muri perpendicolari alla soletta


qh ⋅ l 16,16 ⋅ 195
N= = = 1.576 daN
2 2

N 1.576
Afe = = = 0,92 cmq
σ fe 1700

Si utilizza 1∅ 12 a cm 60 (Afeut=1,83 cmq)

6
I due muri di lunghezza (1,55 + 2 x 0,20) = m 1,95 di considerano come mensole incastrate
alla base reggenti la spinta orizzontale Fh ed il conseguente momento prima ricavato (M =
2.144.432 daN*cm).
Considerando una singola parete si ha:

M 2.144.432
Mp = = = 1.072.216 daN ⋅ cm
2 2

B = 20 cm
H = 195 cm
Hu = H - 5 = 190 cm altezza utile

9fe = 1.700 daN/cm2

M 1.072.216
Af = = = 3,73 cm 2
8 8
⋅ H u ⋅ σ fe ⋅ 190 ⋅ 1700
9 9

Si utilizzano 4∅ 12 ad ogni angolo (Afeut= 4,40 cmq)

Calcolo dell'asse neutro (m = 15; B = 20 cm)

m ⋅ Afeut  2 ⋅ B ⋅ Hu  15 ⋅ 4,40 
= 2 ⋅ 20 ⋅ 190 
x= ⋅ −1+ 1+ ⋅  − 1 + 1 +  = cm 32,26

B  m ⋅ Afeut  20 15 ⋅ 4, 40
   

M 1.072.216
σ fe = = = 1.359,50 daN / cmq
 x  32,26 
A feut ⋅  H u −  4,40 ⋅ 190 − 
 3  3 

2⋅M 2 ⋅ 1.072.216
σ cls = = = 18,54 daN / cmq
 x  32,26 
B ⋅ x ⋅  H u −  20 ⋅ 32,26 ⋅ 190 − 
 3  3 

7
Verifica piastra di fondazione

Calcolo del peso proprio della fondazione (dim. 2,65 m x 2,55 m x 0,60 m)
Pp = 2.500 daN/mc x 2,65 x 2,55 x 0,60 = daN 10.136,25

Il carico totale gravante sulla fondazione sarà pertanto pari a:

P = Pp + Fh = 10.136,25 + 52.535 = 62.671,25 daN

Calcolo del modulo di resistenza della fondazione Wr

B ⋅ H 2 255 ⋅ 2652
Wr = = = 2.984.562 cm3
6 6

Calcolo della tensione sul terreno

P M 62.671,25 2.144.432
σt = + = + = 1,65 daN / cm 2
A Wr 255 ⋅ 265 2.984.562

Calcolo piastra di fondazione

Considerando la striscia unitaria di fondazione e la soletta incastrata ai due estremi, si ha:

q = σ t ⋅ 100 = 1,65 ⋅ 100 = 165 daN / cm

l = 195 cm (luce)

1 1
M = ⋅ qh ⋅ l 2 ⋅ 1.05 = ⋅ 165 ⋅ 1952 ⋅ 1,05 = 548.986 daN ⋅ cm
12 12

H = 50 cm (spessore della soletta)

8
Hu = H - 5 = 45 cm altezza utile

9fe = 1.700 daN/cm2

M 548.986
Af = = = 8,07 cm 2
8 8
⋅ H u ⋅ σ fe ⋅ 45 ⋅ 1700
9 9

Si utilizza 1∅ 16 a cm 25 (Afeut= 8 cmq)

Calcolo dell'asse neutro (m = 15; B = 100 cm)

m ⋅ A feut  2 ⋅ B ⋅ Hu  15 ⋅ 8 
= 2 ⋅ 100 ⋅ 45 
x= ⋅ −1+ 1+ ⋅  − 1 + 1 +  = cm 9,26

B  m ⋅ A feut  100 15 ⋅ 8
   

M 548.986
σ fe = = = 1.637,27 daN / cmq
 x  9,26 
A feut ⋅  H u −  8 ⋅  45 − 
 3  3 

2⋅M 2 ⋅ 548.986
σ cls = = = 28,28 daN / cmq
 x  9,26 
B ⋅ x ⋅  H u −  100 ⋅ 9,26 ⋅  45 − 
 3  3 

Calcolo soletta superiore

peso proprio = 2500 daN/mc x 0,14 = daN/mq 350,00


sovraccarico accidentale = 250 daN/mq
Totale p = 600 daN/mq

Considerando la striscia unitaria si ha q = 6,00 daN/cm

l = 195 cm (luce)

9
1 1
M = ⋅ qh ⋅ l 2 ⋅ 1.05 = ⋅ 6 ⋅ 1952 ⋅ 1,05 = 19.963 daN ⋅ cm
12 12

H = 14 cm (spessore della soletta)


Hu = H - 2 = 12 cm altezza utile

9fe = 2.000 daN/cm2

M 19.963
Af = = = 0,77 cm 2
8 8
⋅ H u ⋅ σ fe ⋅ 12 ⋅ 2400
9 9

Si utilizza 1∅ 10 a cm 50 (Afeut= 1,58 cmq)

Calcolo dell'asse neutro (m = 15; B = 100 cm)

m ⋅ A feut  2 ⋅ B ⋅ Hu  15 ⋅ 1,58 
= 2 ⋅ 100 ⋅ 12 
x= ⋅ −1+ 1+ ⋅  − 1 + 1 +  = cm 2,16

B  m ⋅ A feut  100 15 ⋅ 1,58
   

M 19.963
σ fe = = = 1.120,11 daN / cmq
 x  2,16 
A feut ⋅  H u −  1,58 ⋅ 12 − 
 3  3 

2⋅M 2 ⋅ 19.963
σ cls = = = 16,39 daN / cmq
 x  2,16 
B ⋅ x ⋅  H u −  100 ⋅ 2,16 ⋅ 12 − 
 3  3 

10
SCALA DI SICUREZZA ESTERNA IN ACCIAIO

Si fa riferimento alle prescrizioni di cui al punto 6.6 - Edifici in zona 4

In particolare è previsto di poter calcolare le strutture in acciaio da edificarsi in zona 4


applicando le regole valide per la progettazione "non sismica", alle seguenti condizioni:
- deve essere considerata la combinazione di azioni derivanti dai pesi propri ed
accidentali applicando in due direzioni ortogonali il sistema di forze orizzontali
definito dalle espressioni sotto riportate, in cui si assumerà Sd(T) = 0,05. Le
verifiche di sicurezza possono essere effettuate in modo indipendente nelle due
direzioni.

Analisi dei carichi

peso proprio struttura in acciaio scala + pareti REI


3 x 4,00 x 24,70 daN/ml = daN 296,40 (pilastri HE 140/A)
2 x 10,0 x 24,70 daN/ml = daN 494,00 (pilastri HE 140/A)
1 x 22,70 x 24,70 daN/ml = daN 560,69 (travi HE 140/A)
1 x 52,40 x 12,90 daN/ml = daN 675,96 (travi a sez. rettangolare o IPE 140)
7 x 1,85 x 0,30 x 18,70 daN/mq = daN 72,65 (pedate)
18 x 0,30 x 1,20 x 18,70 daN/mq = daN 121,18 (pedate)
2 x 1,20 x 1,20 x 18,70 daN/mq = daN 53,86 (pianerottolo)
1 x 1,20 x 3,20 x 18,70 daN/mq = daN 71,91 (pianerottolo)
2 x 2,50 x 2,70 x 18,70 daN/mq = daN 252,45 (pianerottolo)
1 x 42,50 x 1,00 x 25,00 daN/mq = daN 1.062,50 (ringhiera)
= daN 170,00 (piastre e bulloni)
2 x 2,50 x 9,00 x 50,00 daN/mq = daN 2.250,00 (pareti REI)

Totale peso proprio scala daN 6.081,50

11
Analisi dei carichi accidentali della scala (si considera un sovraccarico accidentale pari
a 400 daN/mq)
7 x 1,85 x 0,30 x 400 daN/mq = daN 1.554,00 (pedate)
18 x 0,30 x 1,20 x 400 daN/mq = daN 2.592,00 (pedate)
2 x 1,20 x 1,20 x 400 daN/mq = daN 1.152,00 (pianerottolo)
1 x 1,20 x 3,20 x 400 daN/mq = daN 1.536,00 (pianerottolo)
2 x 2,50 x 2,70 x 400 daN/mq = daN 5.400,00 (pianerottolo)

Totale carico accidentale 12.234,00 daN

Il Totale generale è pari a W = 6.081,50 + 12.234 = 18.315,50 daN.

Analisi dei carichi delle fondazioni


Le fondazioni hanno dimensione 1,25 m x 1,25 m x 1,25 m; il loro peso proprio sarà
pari a:
Pf = 2.500 daN/mc x 1,25 x 1,25 x 1,25 x n. 5= daN 24.414,00

Azione del vento

Si considera inoltre la forza orizzontale derivante dall'azione del vento, considerata pari
a 10 kg/mq
L'area interessata all'azione del vento sarà data da una parete REI e dalla superficie
esposta della scala stessa ed in particolare:
S = 9,00 x 2,50 + (3,50 + 4,50 + 2,50) x 1,30 = mq 36,15
Da cui l'azione del vento:
Pv = 36,15 mq x 10 daN/mq = 361,50 daN

Analisi statica lineare


L'analisi statica lineare consiste nell'applicazione di un sistema di forze distribuite lungo
l'altezza dell'edificio assumendo una distribuzione lineare degli spostamenti. La forza da
applicare a ciascun piano è data dalla formula seguente:

12
Fh ( zi ⋅ Wi )
Fi =
∑ (z j ⋅ W j )

Dove:

Fh = Sd(T1)Wλ;
Fi è la forza da applicare al piano i;
Wi e Wj sono i pesi delle masse ai piani i e j rispettivamente;
zi e zj sono le altezze dei piani i e j rispetto alle fondazioni;
Sd(T1) è l'ordinata dello spettro di risposta di progetto (pari a 0,05);
W è il peso complessivo della costruzione
λ è un coefficiente pari a 0,85 se l'edificio ha almeno tre piani e se T1 < 2Tc, pari a 1,00 in
tutti gli altri casi

Fh = S d (T ) ⋅ W ⋅ λ = 0,05 ⋅ 18.315,50 ⋅ 1 = 915,78 daN

Fh ( z1 ⋅ W1 ) 915,78 ⋅ (2,55 ⋅ 915,78)


F1 = = = 915,78 daN
(z1 ⋅ W1 ) (2,55 ⋅ 915,78)

Considerando tutto il carico applicato a metà dell'altezza della scala (H = 5,10 m, z =


5,10/2 = 2,55 m)

Il Momento derivante dal sistema di forze orizzontali sopra indicato sarà pari a:

M = F1 ⋅ z1 = 915,78 ⋅ 255 = 233.524 daN ⋅ cm


A questo momento va aggiunta l'azione del vento:
Mv = 361,50 x 255 = 92.183 daN·m

Il Momento totale Mt sarà pertanto pari a:


M t = M + M v = 233.524 + 92.183 = 325.707 daN ⋅ cm

13
Verifica pilastri

Si considera che il momento ed il peso totali si ripartiscano sui 5 pilastri.


Calcolo del momento e del peso su un singolo pilastro:

M t 325.707
Mp = = = 65.141,40 daN ⋅ cm
5 5
W 18.315,50
Pp = = = 3.663,10 daN
5 5

Caratteristiche profilato HE 140/A


A = 3,14 cmq (area)
Wx= 155 cm3

Pp M p 3.663,10 65.141,40
σ= + = + = 1.586,86 daN / cm 2 ≤ σ fe = 1.800 daN / cmq
A Wx 3,14 155

Verifica fondazione

M t 325.707
M = = = 65.141,40 daN ⋅ cm
5 5

P=
(W + P ) = (18.315,50 + 24.414) = 8.545,90 daN
f

5 5

Calcolo del modulo di resistenza della fondazione Wr

B ⋅ H 2 125 ⋅ 1252
Wr = = = 352.521 cm3
6 6

Calcolo della tensione sul terreno


P M 8.545,90 65.141,40
σt = + = + = 0,73 daN / cm 2
A Wr 125 ⋅ 125 352.521

14
Calcolo plinto di fondazione (lato plinto l = 125 cm)

l
l⋅
125 ⋅ 62.50
A= 2 = = 3.906,25 cm 2
2 2
P = A ⋅ σ t = 3.906,25 ⋅ 0,73 = 2.852 daN

2
yG = ⋅ 62,50 = 41,66 cm
3
M = P ⋅ yG = 2.852 ⋅ 41,66 = 118.833 daN ⋅ cm

H = 115 cm (spessore della soletta)


Hu =115 - 5 = 110 cm altezza utile

9fe = 1.700 daN/cm2

M 118.833
Af = = = 0,71 cm 2
8 8
⋅ H u ⋅ σ fe ⋅ 110 ⋅ 1700
9 9

Si utilizzano 4 + 4 ∅ 12 staffa chiusa incrociata (Afeut= 4,40 cmq)

Calcolo dell'asse neutro (m = 15; B = 2x14 = 28 cm)

15
m ⋅ A feut  2 ⋅ B ⋅ Hu  15 ⋅ 4,40 
= 2 ⋅ 28 ⋅ 110 
x= ⋅ −1+ 1+ ⋅  − 1 + 1 +  = cm 20,54

B  m ⋅ A feut  28 15 ⋅ 4, 40
   

M 118.833
σ fe = = = 261,82 daN / cmq
 x  20,54 
A feut ⋅  H u −  4,40 ⋅ 110 − 
 3  3 

2⋅M 2 ⋅ 118.833
σ cls = = = 4,01 daN / cmq
 x  20,54 
B ⋅ x ⋅  H u −  28 ⋅ 20,54 ⋅ 110 − 
 3  3 

Calcolo trave HE 140/A (primo pianerottolo)

Analisi dei carichi

Superficie in pianta totale scala


7 x 1,85 x 0,30 = mq 3,89
18 x 0,30 x 1,20 = mq 6,48
2 x 1,20 x 1,20 = mq 2,88
1 x 2,20 x 3,20 = mq 7,04
2 x 2,50 x 2,70 = mq 13,50
Totale mq 33,79; il peso totale è W = 18.315,50 daN da cui il carico a mq è pari a:

W 18.315,50
q= = = 542,04 daN / mq
A 33,79

La luce netta del trave considerato (reggente il primo pianerottolo) è pari a 320 cm (l = 320
cm); il carico totale gravante sulla trave è pari a:

5,50 5,50 daN daN


p = q⋅ = 542,04 ⋅ = 1.490,61 = 14,91
2 2 m cm

16
Il momento sarà pertanto pari a:

1 1
M = ⋅ p ⋅ l 2 ⋅ 1.05 = ⋅ 14,91 ⋅ 320 2 ⋅ 1,05 = 200.390 daN ⋅ cm
8 8

WHE140/A= 155 cm3

M 200.390 daN
σ fe = = = 1.293,00
WHE140 / A 155 cm 2

Calcolo tubolare 200 x 80 x 3 (reggente gli scalini della prima rampa di scala)

L = 300 cm
Wx= 83,10 cm3

il carico totale gravante sul tubolare è pari a:

1,85 1,85 daN daN


p = q⋅ = 542,04 ⋅ = 501,38 = 5,01
2 2 m cm

Il momento sarà pertanto pari a:

1 1
M = ⋅ p ⋅ l 2 ⋅ 1.05 = ⋅ 5,01 ⋅ 300 2 ⋅ 1,05 = 59.180 daN ⋅ cm
8 8

M 59.180 daN
σ fe = = = 712,00
Wx 83,10 cm 2

17