Sei sulla pagina 1di 5

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI PADOVA

SCUOLA DI INGEGNERIA
Corso di Laurea in Ingegneria Settore Informazione (Canale 4)
I prova in itinere di Fisica Generale 1 18 Aprile 2015
Cognome _____________________ Nome _________________________ Matricola _______________
Problema 1
Un corpo puntiforrme di massa m = 200 g vincolato a muoversi al di sopra di
una rotaia circolare di raggio R = 50 cm posta orizzontalmente con velocit angolare
0 = 3 rad/s. Calcolare:
1) il modulo della reazione vincolare agente sul corpo


Allistante t0 = 0 si applica al corpo una forza tangenziale costante F = FuT
con F = 0.8 N che lo rallenta. Determinare:
2) il modulo dellaccelerazione iniziale del corpo
a
3) il numero di giri impiegati dal corpo a fermarsi

uy

uT

v
uN

1) Il corpo subisce leffetto della forza peso, in direzione y, e della reazione vincolare,
sia in direzione N che in direzione y, mentre non agiscono forze in direzione T. Le equazioni del
moto sono quindi

= maN = m 02 R



+ mg = ma x
y mg = 0

uy
aN
uN

mg

Il modulo della reazione vincolare dato quindi da

= x2 + y2 = m 04 R 2 + g 2 = 2.16 N
2) Lapplicazione della forza tangenziale implica la comparsa di una accelerazione tangenziale per cui le equazioni del
moto diventano

uT

x = maN = m 02 R
 



F + + mg = ma y mg = 0

F = maT

aN

e laccelerazione

2
aT = = 4 m/s
m

a = 2 R = 4.5 m/s2
0
N

a = aN2 + aT2 = 6.02 m/s2

3) Lunica forza responsabile dellarresto del corpo la forza tangenziale che genera
laccelerazione angolare costante
a
= T = 8 rad/s2
R
per cui il moto circolare uniformemente accelerato con legge oraria
0 = 0 + t

1 2

2 N = 0 t + 2 t
e il tempo impiegato ad arrestarsi e il numero di giri percorsi prima di arrestarsi sono
0

t = = 0.375 s

N = 0 t + t 2 = 0.09 giri

2
4

uN

aT

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI PADOVA


SCUOLA DI INGEGNERIA
Corso di Laurea in Ingegneria Settore Informazione (Canale 4)
I prova in itinere di Fisica Generale 1 18 Aprile 2015

Cognome _____________________ Nome _________________________ Matricola _______________


Problema 2
Due punti materiali di massa m1 = 8 kg e m2 = 12 kg scivolano luno contro laltro su un piano scabro. Allistante t0 = 0 i
due corpi hanno velocit nulla e si trovano a distanza x0 = 12 m luno dallaltro. Il coefficiente di attrito
dinamico fra i due corpi e

il piano = 0.2 e un motore presente su entrambi sviluppa la stessa forza motrice costante F uguale in modulo e di verso
opposto. Sapendo che si incontrano allistante t1 = 2 s, determinare:
a
1) il modulo dellaccelerazione relativa fra i due corpi
2) laccelerazione assoluta dei due corpi
a1, a2
3) il lavoro fatto dal motore del corpo m1 fra t0 e t1
W1

m1

a1

a2
x0

m2
x

1) Nel sistema relativo ad uno qualsiasi dei due corpi laltro deve percorrere la distanza x0, con moto uniformemente
accelerato, partendo con velocit relativa iniziale nulla. La sua legge oraria quindi
1
x0 = a t12
2
per cui laccelerazione relativa
2x
a = 20 = 6 m/s2
t1
2) Le equazioni del moto per i due corpi, nel sistema di riferimento della figura, sono
F m1g = m1a1

F + m2 g = m2 a2
e sommando membro a membro si ha

m2 g m1g = m1a1 + m2 a2
La legge di trasformazione delle accelerazioni fra il sistema assoluto e il sistema relativo a m2 sono
  
a1 = a + a2 a1 = a + a2
Pertanto

m2 g m1g = m1 ( a + a2 ) + m2 a2

e le due accelerazioni assolute sono


m2 g m1g m1a

= 2 m/s2
a2 =
m
+
m
1
2

a = a + a = 4 m/s2
2
1
osservando quindi che le due accelerazioni assolute hanno correttamente verso opposto come da ipotesi.
2) Il corpo m1 percorre nel tempo t1 la distanza
1
x1 = a1t12 = 8 m
2
e la forza esercitata dal motore
F = m1g + m1a1 = 47.6 N
per cui il lavoro prodotto dal motore di m1 nel tempo t1

W1 = Fx1 = 380 J
oppure si calcola anche la velocit assoluta del corpo m1 allistante dellincontro
v1 = a1t1 = 8 m/s
per cui applicando il bilancio energetico ad m1 si ottiene
W1 + WAtt,1 = Ec

W1 m1gx1 =

1
m1v12
2

W1 = m1gx1 +

1
m1v12 = 380 J
2

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI PADOVA


SCUOLA DI INGEGNERIA
Corso di Laurea in Ingegneria Settore Informazione (Canale 4)
I prova in itinere di Fisica Generale 1 18 Aprile 2015
Cognome _____________________ Nome _________________________ Matricola _______________
Problema 3
Due punti materiali di massa m1 = 4 kg e m2 = 6 kg sono appoggiati su un piano liscio inclinato di = 30 con
lorizzontale. I due corpi sono collegati fra loro da una fune inestensibile di massa trascurabile e il secondo corpo collegato (vedi
figura) con una molla ideale di massa trascurabile fissata alla sommit del piano, di costante elastica k = 500 N/m e inizialmente
elongata di x = 0.3 m. Lasciati i corpi liberi di muoversi determinare:
1) laccelerazione iniziale dei corpi
a
2) la velocit dei due corpi quando la molla torna a riposo
v
3) la massima compressione della molla
xmax

m2
m1

1) Le equazioni del moto dei due punti materiali sono


k x T m2 g sen = m2 a

T m1g sen = m1a


da cui sommando membro a membro
k x ( m2 + m1 ) g sen = ( m2 + m1 ) a

a=

k x ( m2 + m1 ) g sen
= 10.1 m/s2
( m2 + m1 )

2) Utilizzando la legge di conservazione dellenergia meccanica fra listante iniziale, in cui c solo energia potenziale
elastica, e listante finale, in cui c energia cinetica e ambedue i corpi si sono innalzati di x sen , si ottiene
1
1
1
k x 2 = m1v 2 + m2 v 2 + m1g x sen + m2 g x sen
2
2
2

v=

k x 2 2 ( m1 + m2 ) g x sen
= 1.25 m/s
m1 + m2

3) Nel momento in cui la molla torna a riposo la tensione della fune si annulla, sia intuendolo, perch la molla inizia ad
esercitare una forza che rallenta il corpo m2, oppure dimostrandolo esattamente calcolando la tensione dalle equazioni del moto
m1
T = kx
m2 + m1
per cui i due corpi iniziano a muoversi indipendentemente.

Utilizzando quindi la legge di conservazione dellenergia meccanica per il corpo m2 fra listante in cui la molla a riposo
e listante di massima compressione si ricava
1
1
2
m2 v 2 = k xmax
+ m2 g xmax sen
2
2
2
k xmax
+ 2m2 g sen xmax m2 v 2 = 0

xmax =

2m2 g sen +

ritenendo solo la radice positiva dellequazione.

( 2m2 g sen )2 + 4km2 v 2


2k

= 9 cm