Sei sulla pagina 1di 7

ESERCIZI

FISICA I Lezione 01 2017-03-16



Tutor: Alessandro Ursi
alessandro.ursi@iaps.inaf.it
____________________________________________________________________________________________________________

ESERCIZIO 1

Tre vettori, a, b, c ciascuno con un modulo di 50 unit, giacciono sul piano xy e formano angoli
rispettivamente di 30, 195 e 315 con l'asse x. Trovare con metodo grafico i moduli e le
direzioni dei vettori:

1.1 il vettore u = a + b + c

1.2 il vettore v = a - b + c

1.3 il vettore w | (a + b) - (c + w) = 0

Cercare w tale per cui (a + b) - (c + w) = 0 equivale a cercare il vettore w = a + b - c.

____________________________________________________________________________________________________________

ESERCIZIO 2

Dati due vettori u = (1,0,-1) e v = (2,4,3), calcolare:

2.1 il prodotto scalare u v

! ! = !! !! + !! !! + !! !! = 1 2 + 0 4 + (1) 3 = 2 3 = 1

2.2 il prodotto vettoriale u x v

! ! ! ! ! !
!! = !! !! !! = 1 0 1 = 4! 5! + 4! = (4, 5,4)
!! !! !! 2 4 3

2.3 l'angolo compreso tra i vettori (u, v)

Dalla definizione di prodotto scalare:

!!
! ! = !" cos ! ! = cos !! !"

!!
= cos !!
! !! ! !! !
!! !!! !!!! !!!!
! !

!!
= cos !! ! !"

!
= cos !! !"

= 82.4
____________________________________________________________________________________________________________
ESERCIZIO 3

Determinare il numero reale m tale per cui w = (m,2-m,m-1):

3.1 risulti complanare ai vettori u = (3,2,1) e v = (-1,2-1)

Considerando che:

!! !, !

! ! = 0 ! !

un vettore complanare a u e v sar ortogonale al vettore u x v:

! !! = 0
! ! !
(!, 2 !, ! 1) 3 2 1 = 0
1 2 1

(!, 2 !, ! 1) (4,2,8) = 0

2! 4 = 0

da cui il vettore:

! = 2 ! = (2,0,1)

3.2 formi un angolo = /4 con il vettore x = (1,0,0)

Dalla definizione di prodotto scalare:

! ! = !" cos !
!
!! !! + !! !! + !! !! = !!! + !!! + !!! 1 cos !
!
! = !! + (2 !)! + (! 1)! !
!! 6! + 5 = 0

da cui ottengo due soluzioni:

!! = 5 !! = (5, 3,4)
!! = 1 !! = (1,1,0)





____________________________________________________________________________________________________________



ESERCIZIO 4



Un autobus parte da una fermata e, muovendosi su strada rettilinea, si ferma alla successiva
impiegando 35 s. Se l'andamento della sua velocit durante il moto quello in figura:

4.1 tracciare il grafico dell'accelerazione e dello spazio percorso in funzione del tempo

Converto la velocit da km/h a m/s:

![!"/] = ![!/!] 3.6 36 !"/ = 10 !/!

Divido il moto in tre regioni: zona I(A-B), zona II(B-C), zona III(C-D)

Zona I: moto uniformemente accelerato

Dalla definizione di accelerazione:

(! !! ) !" !/!
!!" = !! !! ! = !" ! = 1 !/! !
! !

Dalla legge del moto:

!! = !! + !! (!! !! ) + !!!! (!! !! )! = !!(1 !/! ! )(10 !)! = 50 !

Zona II: moto rettilineo uniforme

Dalla definizione di accelerazione:

(! !! ) !
!!" = !! !! ! = !" ! = 0 !/! !
! !

Dalla legge del moto:

!! = !! + !! (!! !! ) + !!!! (!! !! )! = 50 ! + 10 !/!(20 !) = 250 !

Zona III: moto uniformemente decelerato

Dalla definizione di accelerazione:

(! !! ) !!" !/!
!!" = !! !! ! = ! ! = 2 !/! !
! !

Dalla legge del moto:

!! = !! + !! (!! !! ) + !!!! (!! !! )! = 250 ! + 10 !/!(5 !) + !!(2 !/! ! )(5 !)! = 275 !

Da questi dati si ottengono i grafici corrispondenti:



____________________________________________________________________________________________________________









ESERCIZIO 5

Un uomo di massa m = 70 kg salta da una finestra, posta ad un'altezza di H = 13 m da terra, in
una rete dei vigili del fuoco alta HR = 2 m. La rete, cedendo di h = 1.5 m, riesce ad arrestare
l'uomo:

5.1 calcolare la velocit dell'uomo quando tocca la rete

Nella prima parte del moto, l'uomo si lascia cadere (velocit iniziale nulla) e raggiunge la rete,
percorrendo una distanza H-HR=11 m, soggetto alla sola accelerazione di gravit:




Non conoscendo n il tempo impiegato a raggiungere la rete, n la velocit finale con cui
l'uomo tocca la rete, imposto un sistema composto da due equazioni: la legge del moto e la
definizione di accelerazione

!! = !! + !! (!! !! ) + !!!(!! !! )!
! !!
! = !! !! !
! !

Considerando un tempo iniziale tI=0, una velocit iniziale nulla e un'accelerazione di gravit g:

! !! = !!!!! !
!
! = ! !
!

Risolvo il sistema, sostituendo tF:

!! !
! !! = !! !
!! = 2!(! !! ) = 14.7 !


5.2 calcolare la decelerazione d dell'uomo durante la fase di arresto

Nella seconda parte del moto l'uomo percorre una distanza h=1.5 m (corrispondente
all'elongazione della rete), con una velocit iniziale non nulla acquistata durante la caduta e
una decelerazione incognita d.



Non conoscendo n il tempo impiegato a percorrere la distanza h, n la decelerazione d,
imposto un sistema di due equazioni: la legge del moto e la definizione di accelerazione

!! = !! + !! (!! !! ) + !!!(!! !! )!
! !!
! = !! !! !
! !

Considerando un tempo iniziale tI = 0, una velocit finale nulla (l'uomo viene fermato) e una
decelerazione d:

= !! !! + !!!!! !
!!
! = ! !
!

Da cui, sostituendo tF:

!! !
= !! !

!
! !!
! = ! !

Considerando che la velocit iniziale nella seconda parte del moto corrisponde alla velocit
finale della prima parte del moto:

!! !!(!!! )
! = !! !! = !! !
!
= 4.9 !/! !


PER CASA
5.3 La stessa decelerazione d salverebbe un uomo che si lancia da una finestra posta a
15 m da terra?

____________________________________________________________________________________________________________






ESERCIZIO 6


Il diagramma della velocit in funzione del tempo di un punto che esegue un moto armonico
la sinusoide in figura. Calcolare:



6.1 la distanza tra la posizione del punto al tempo t1 = T/4 e quella al tempo t0 = 0

dal grafico si deduce che la legge del moto sinusoidale, con ampiezza massima vMAX=2 m/s,
cio

!!
!(!) = !!"# sin ! !

Per trovare la distanza percorsa tra due istanti di tempo t1 e t2, integro la velocit:

!! !! ! !! !/!
!(!! !! ) = !!
!" !!"# sin !
! = !!"# !!
cos !
! = 1.27 !
!

6.2 l'accelerazione del punto al tempo t2 = 3/4 T

Per trovare l'accelerazione in un dato istante di tempo t2, derivo la velocit:

! ! !! !! !!
!(!! ) = !" !(!) = !" !!"# sin ! ! = !!"# ! cos ! ! = 0 !/! !
!! !/! !