Sei sulla pagina 1di 6

ESERCIZI DI TERMODINAMICA 1

Una sbarra di alluminio a 0 °C è lunga l1= 1,2 m (coeff. dilatazione lineare α 1=2,4 10-5
K-1). Quanto deve essere lunga a 0 °C una sbarra di rame (coeff. dilatazione lineare
α 2=1,7 10-5 K-1) se si vuole che la differenza di lunghezza tra le due sbarre resti costante
al variare della temperatura.

SOLUZIONE
l1' = l1 + α1l1∆T ; l 2 ' = l 2 + α 2 l 2 ∆T ; se si vuole l 2 ' −l1' = l 2 − l1 deve essere α1l1 = α 2 l 2 , da
cui l2 = 1,7 m.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Un gas perfetto biatomico compie a temperatura prossima a quella ambiente la


αV
trasformazione p = p0 e con α = 0,025 L-1 e p costante. Determinare il calore molare
0
per V= 40 L.

SOLUZIONE
Dal primo principio della termodinamica per un gas perfetto si ha: cdT = c v dT + pdV ,
mentre differenziando l’equazione di stato tenendo conto della trasformazione
R 5 R
αV c = c + = R + = 3R =
RdT = p0 (αV + 1)e dV , quindi si ha: v
1 + αV 2 2 24.93 J/(mol
K).

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

−0 , 5
Due moli di gas perfetto biatomico (γ =1.4) compie una trasformazione p / V =cost
assorbendo una quantità di calore Q= 360 J. Determinare il lavoro effettuato dal gas.

SOLUZIONE
La trasformazione proposta è una politropica reversibile di ordine k= 0,5. Poiché per una
politropica il calore molare è costante, si ha:
k −γ Q
δQ = nck dT = ncV dT → ∆T = T f − Ti = =
k −1 k−γ
ncV
k − 1 4.81 K.
Il lavoro è dato da
 k−γ 
L = Q − ∆U =  ncV − ncV ∆T =
 k −1  159.8 J

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una mole di gas perfetto biatomico inizialmente alla temperatura T1= 300 K compie una
trasformazione adiabatica reversibile in cui il volume triplica. Calcolare il lavoro ottenuto
nella trasformazione.
γ −1 γ −1
SOL.- Essendo L = −∆U = ncV (T1 − T2 ) , dalla T1V1 = T2V2 con γ = 7/5= 1,4 e
  V  γ −1 
L = ncV T1 1 −  1  
  V2  
cV=5/2R si ottiene = 2216 J.
ooooo
Un gas perfetto monoatomico subisce la trasformazione p = p0 − aV dove p0=2 atm, a=
2 Pa/l e V è il volume. Determinare per quale valore di V l’entropia sarà massima.
S = cv ln p + c p ln V + cost = c v ln( p 0 − aV ) + c p ln V + cost
SOL.- ,
∂S ac v cp
=− + =0
∂V p 0 − aV V
γp 0
V =− = 57
a (1 + γ ) m3.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Un gas perfetto biatomico (n= 3 moli) compie la trasformazione pV3/2=cost da T1= 400 K
a T2= 300 K. Calcolare la variazione di entropia.
SOL.- La trasformazione è una politropica di grado 1,5 e la variazione di entropia è:
k − γ T2
∆S = nc v ln =
k − 1 T1 -3,59 J/K.
ooooo
Una mole di gas perfetto biatomico (cv= 5R/2) compie una trasformazione reversibile per
la quale il calore molare è costante e pari a c= 6 R. Determinare il tipo di trasformazione
eseguita.
SOL.- Essendo c costante la trasformazione è una politropica di ordine
c − c p c − cv − R
k= = =
c − cv c − cv 0,71.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Determinare il calore molare per la trasformazione reversibile di un gas perfetto


biatomico in cui la pressione aumenta proporzionalmente al volume.
SOL.- La trasformazione è una politropica di grado k=–1, a cui corrisponde un calore
k −γ
c k = cV =
molare k − 1 24,93 J/(mol K).
ooooo
Una macchina reversibile opera con un gas perfetto biatomico secondo un ciclo composto
da due isoterme a T1= 500 K e T2= 300 K e due isocore a V1= 10 L e V2= 50 L.
Determinare il rendimento della macchina.
Q − Qced R(T1 − T2 ) ln(V2 / V1 )
η = ass = =
SOL.- Q ass cV (T 1 − T2 ) + RT1 ln(V 2 / V1 ) 24.7%.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una macchina di Carnot opera tra le temperature T1= 500 °C e T2= 0 °C. Il condensatore
è costituito da ghiaccio fondente (calore latente λ = 79,8 cal/g) che fonde a una velocità
di 2 g/s. Si determini la potenza sviluppata dalla macchina.
δQ δQ δQ2 dm
P= 1 − 2 =λ =
SOL.- La potenza è data da dt dt dove dt dt 160 cal/s. Dalla
δQ1 1 δQ2 T
= η = 1− . 2
definizione di macchina di Carnot si ha dt 1 − η dt dove T1 . Pertanto si ha
T1 − T2 δQ2
P= =
T2 dt 1,2 kW.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una mole di gas perfetto monoatomico descrive un ciclo reversibile la cui forma nel
piano p-V è un triangolo: pA=pB= 1 atm, pC= 0,2 atm, VA=10-2 m3, VB= 3⋅ 10-2 m3, VC=
4⋅ 10-2 m3. Calcolare il lavoro compiuto dal gas in un ciclo e il rendimento del ciclo.
SOL.- Il lavoro è pari all’area del triangolo che rappresenta il ciclo:
5
L = (VB − V A )( p A − pC ) / 2 = 800 J. I calori sono: Q AB = c p (TB − TA ) = 2 p A (VB − V A ) = 5
kJ (assorbito),
3 1
QBC = ∆U BC + LBC = ( pCVC − p BVB ) + ( p B − pC )(VC − VB ) =
2 2 -2,7 kJ (ceduto),
QCA = L − Q AB − QBC = -1,5 kJ (ceduto). Il rendimento è η = L / Q AB = 0,16.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una pompa di calore deve riscaldare un locale chiuso di volume V=400 m3 di gas perfetto
biatomico alla pressione p=1 atm dalla temperatura iniziale θ i=0 °C, pari a quella
dell'ambiente esterno, a quella finale θ f=20 °C. Considerando l'ambiente esterno come
una sorgente termica si determini il lavoro minimo necessario.
pV
n=
SOL.- Il numero di moli del gas perfetto è RT =17865 mol. Il calore necessario per
Q = ncV (T f − Ti )
scaldare l'ambiente, trascurando le perdite è 2 =7,42 106 J. Il lavoro
minimo richiesto si ha in condizioni di reversibilità, cioè di variazione nulla dell'entropia
del locale e dell'ambiente esterno:
Tf
δQ Q1 T f Q1
∆S = ∫ T Ti
− =ncV ln
Ti

Ti
= 0 → Q1
Ti
=7,16 106 J.
Lmin = − Q1 − Q2
Il lavoro minimo risulta =-2,6 105 J.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una macchina termica funziona utilizzando come riscaldatore 1 m3 di acqua a Ti= 80 °C e


come condensatore il mare a T2= 10 °C. Supponendo il calore specifico dell’acqua
costante cl= 1 cal/g K, determinare il lavoro massimo ottenibile da tale macchina.
SOL.- Al termine del funzionamento la temperatura del riscaldatore, che non è una
sorgente termica, sarà uguale a quella del condensatore, che è una sorgente termica. Il
∆S sorgenti = 0
lavoro massimo si ha se la macchina opera reversibilmente, cioè se
T1
dT Q2
− ∫ mcl + =0
T T2
T2
,
da cui si ha per il valore assoluto del calore scambiato con il condensatore:
T
Q2 = T2 mcl ln i = 261,45 ⋅ 106 J
T2 .
La quantità di calore scambiato con il riscaldatore è
Q1 = mcl (Ti − T2 ) = 292.6 ⋅ 106 J .

Il lavoro è quindi dato dalla differenza dei calori scambiati: L = Q1 − Q2 = 31.14·106 J.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una macchina reversibile opera con un gas perfetto biatomico secondo un ciclo composto
da due isoterme T1= 500 K e T2= 300 K e due isocore tali che V2/V1= 5. Determinare il
rendimento del ciclo.
Q − Qced R∆T ln(V2 / V1 )
η = ass = =
SOL.- Qass c v ∆T + RT ln(V 2 / V1 ) 1 24,7%.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Due macchine termiche operano tra le stesse sole sorgenti a T1= 600 K e T2= 300 K. La
prima, reversibile, assorbe Q1= 2 kJ e produce il lavoro L, la seconda, irreversibile con
rendimento η 2= 0,3 produce lo stesso lavoro L. Calcolare la variazione di entropia
dell’Universo in un ciclo delle due macchine.
SOL.- La macchina reversibile è una macchina di Carnot e quindi il suo contributo alla
variazione di entropia dell’Universo è nullo. Il lavoro è L = η1Q1 = (1 − T2 / T1 )Q1 = 1 kJ;
Q1 ' Q2 '
∆S = − + =
Q1 ' = L / η 2 = Q2 ' = Q1 ' − L = T1 T2
3,33 kJ; 2,33 kJ; 2,22 J/K.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una macchina di Carnot opera in senso inverso tra T1= 100 °C (acqua bollente) e T2= 0
°C (ghiaccio fondente, λ = 79,8 cal/g). Sapendo che il motore che fornisce il lavoro ha
una potenza P= 800 W, determinare quanta acqua solidifica in ∆ t= 1 h.
SOL.- Il lavoro fornito alla macchina è L = P∆t . I calori scambiati sono dati da:
L T1 Q
Q1 = = L m= 2 =
η T1 − T2 e Q2 = Q1 − L . Il ghiaccio formatisi è λ 23,4 kg.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una mole di gas perfetto monoatomico compie un ciclo reversibile formato da una
trasformazione isoterma AB, una isobara BC e una adiabatica CA. Sia TA= 500 K, VA=
10-3 m3, VC = 2⋅ 10-3 m3. Calcolare il lavoro svolto dal gas in ogni trasformazione e il
rendimento del ciclo.
γ −1 γ −1
SOL.- T AV A = TC VC , TC = 315 K, TB / TC = V B / VC , V = 3,17 10-3 B m3,
L AB = RT A ln(V B / V A ) = 4800 J,
L BC = R (TC − TB ) = -1537 J, LCA = −c v (T A − TC ) = -2306 J, L= 957 J,
η = L / Qass = L / L AB = 0,199.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Una macchina termica opera con un gas perfetto monoatomico secondo un ciclo
reversibile in cui gli scambi di calore avvengono soltantoin due isobare tali che p1/p2= 10.
Si determini il rendimento del ciclo.
1− γ
p  γ
η = 1 −  1 
SOL.- E’ un ciclo Joule sicché il suo rendimento è  p2  = 0.60.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

Un motore automobilistico (ciclo Otto) opera reversibilmente con un gas perfetto (γ =


1,4) con un rapporto volumetrico di compressione r= Vmax/Vmin=9. Determinare il
rendimento del motore.
SOL.- Il rendimento è dato da η =1- (rγ -1)-1= 0,58.
ooooo
Una macchina di Carnot reversibile opera tra T1= 300 °C e T2= 40 °C, erogando una
potenza di 2,4 kW. Sapendo che una bombola di GPL eroga per combustione q= 106 cal,
calcolare quante bombole occorre utilizzare giornalmente per far funzionare
continuativamente la macchina.
T
η = 1− 2 =
SOL.- T1 45,4 %, Q ass = P / η = 1265 cal/s, Qtot = 24 ⋅ 3600 ⋅ Q ass , N = Qtot / q =
109 bombole.

ooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo