Sei sulla pagina 1di 110

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070402.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 02/04/2007 (Mecc. + V. O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome .................. Cognome ................ N. matr. .. . .. Problema n. 1 Una macchina termodinamica diretta riceve calore da un deposito quasistatico di calore isotermo alla temperatura di 300C e cede calore ad un sistema (1) che evolve (quasistaticamente) a volume costante, inizialmente a 90C, la cui equazione di stato pu essere scritta come: U=C1T2+C2T, con C1=5 kJ/K2, C2=300 kJ/K. Il processo ha termine quando il sistema raggiunge la temperatura di 200C. o D1) Quanto vale la variazione di entropia del sistema 1? o D2) Quanto lavoro pu essere estratto da una macchina ideale? o D3) Se la macchina reale estrae il 60% del lavoro estraibile da una macchina ideale, quanto calore riceve dalla sorgente calda? o D4) Quanta entropia viene prodotta dalla macchina reale? o D5) Se il processo avviene in 30 minuti, qual la potenza meccanica media erogata dalla macchina reale? Problema n. 2 Una portata di vapore dacqua alla pressione di 4 MPa ed alla temperatura di 350C viene surriscaldata isobaricamente fino alla temperatura di 550C per poi essere inviata in una turbina adiabatica dove viene espansa fino alla pressione di 0.1 bar. Il rendimento isoentropico della turbina 0.85. o D6) Qual il titolo di vapore alluscita dalla turbina? o D7) Quale deve essere la portata di vapore per ottenere una potenza utile alla turbina di 10 MW? o D8) Quanta potenza termica viene fornita al fluido nel surriscaldamento? o D9) Quanta entropia viene prodotta nellespansione per ogni GJ di lavoro utile prodotto? o D10) Quale deve essere il rendimento isoentropico di espansione affinch, alluscita della turbina, il titolo di vapore risulti pari a 1? Problema n. 3 Un conduttore cilindrico di rame (k=394 W/m K) di diametro D = 2 mm percorso da corrente elettrica dissipa, per unit di lunghezza, una potenza pari a 0.2 W/m. Il coefficiente di scambio termico convettivo h pari a 10 W/m2 K e la temperatura dell'aria ambiente 20C. Il conduttore viene quindi ricoperto con una guaina di materiale isolante dello spessore di 1 mm e conducibilit termica k = 0.15 W/m K. D11) Quale vale il flusso termico alla superficie del conduttore non isolato? D12) Quale valore assume la temperatura superficiale del conduttore non isolato? D13) Quanto vale la differenza tra la temperatura al centro del conduttore non isolato e quella alla sua superficie nell'ipotesi che la potenza termica sia "generata" in modo uniforme nel suo interno? D14) Quanto vale la temperatura esterna dell'isolante (N.B. la potenza dissipata non varia)? D15) Quanto vale la temperatura all'interfaccia isolante conduttore? Problema n. 4 In un serbatoio vuoto, chiuso, di forma cilindrica (raggio=1m; altezza=4m) viene introdotto un termometro il cui bulbo (di dimensioni trascurabili) ha un coefficiente di emissione pari a 0.5. La temperatura misurata vale 18C, mentre la temperatura superficiale del serbatoio pari a 15C. Il coefficiente di scambio termico convettivo tra aria e bulbo vale 12 W/m2 K e la superficie del serbatoio pu essere considerata nera. D16) Quanto vale la temperatura dellaria? D17) Quanto vale lirradianza che giunge sul bulbo? D18) Qual la brillanza del bulbo? D19) Quanto vale lirradianza che giunge sulla parete laterale del serbatoio? D20) Quale deve essere il coefficiente di scambio termico convettivo affinch la temperatura misurata differisca di 0.2C da quella dellaria?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 02/4/2007

1 di 3

21/07/2012 10:33

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070402.htm

Problema n. 1 D1) La variazione di entropia del sistema 1 si pu calcolare come segue: DSC =dQC/TC = dU/TC=(2C1TC+C2)/TCdTC=2C1(TCf-TCi)+C2ln(TCf/TCi)=1179,4 kJ/K. D2) Una macchina ideale estrae lavoro senza dar luogo a produzione di entropia: Sp=0=DSH +DSC, dove: DSH=-QH/TH e DSC=1179 kJ/K. Si ottiene cos: QH=THDSC=675.9 MJ, QC=-QC=-D U C=-C1(TCf2TCi2)-C2(TCf-TCi)=-493MJ e: Wid=-QH-QC=-182.9MJ. D3) Per la macchina reale: W=0.6 Wid=109.7 MJ, QC resta invariato (-493 MJ) e quindi: QH=-WQC=602.7 MJ. D4) La produzione di entropia vale: Sp=DSH+DSC=128 kJ/K, dove: DSH=-QH/TH = -1051 kJ/K, DSC =dQC/TC= dU/TC=(2C1TC+C2)/TCdTC=2C1(TCf-TCi)+C2ln(TCf/TCi)=1179 kJ/K. D5) La potenza meccanica media erogata vale: W/t=60.94 kW. Problema n. 2 Nel seguito il pedice 1 si riferisce allo stato allingresso del surriscaldatore, il pedice 2 allo stato allingresso della turbina ed il pedice 3 si riferisce allo stato alluscita dalla turbina. D6) Il titolo di vapore si ricava dalla relazione x3is= [s2-sL(10kPa)]/[sV(10kPa)-sL(10kPa)]=0.878 (dove s2=ssurr(550C,4000kPa)=7.2333 kJ/kgK, sV(10kPa)= 8.1511kJ/kgK; sL(10kPa)=0.6493 kJ/kgK. D7) La potenza fornita dalla turbina vale = (h3-h2), dove h2=hsurr(550C, 4000 kPa)= 3558.6 kJ/kg, h3 si ricava dalla definizione di rendimento isoentropico h3= h2+(h3,is-h2)his,T = 2482.7 kJ/kg; e h3is=x3is [hV(10 kPa)-hL(10kPa)] + hL(10 kPa)=2292.8 kJ/kg, hV(10 kPa)= 2584.8 kJ/kg; hL(10kPa) = 191.83 kJ/kg ). Si ottiene quindi = 9.29 kg/s. D8) La potenza termica fornita vale: Q = (h2-h1)=4.306 MW e h1=hsurr(350C, 4MPa)=3095.1 kJ/kg. D9) Poich lespansione adiabatica, lentropia prodotta per unit di massa vale: sp=s3-s2=0,595 kJ/kgK, con s3= x3 [sV(10 kPa)-sL(10kPa)] + sL(10 kPa)=7.828 kJ/kgK e x3= [h3-hL(10kPa)]/[hV(10kPa)-hL(10kPa)]=0.957. Per produrre W1= - 1 GJ di lavoro serve una quantit di vapore pari a : m1= W1/w=929 kg, dove w = h3-h2=-1075,9 kJ/kg il lavoro per unit di massa di fluido quindi Sp = m1sp =553 kJ/K. D10) In tal caso h3= hV(10 kPa)= 2584.8 kJ/kg, e his,T=(h3-h2)/(h3,is-h2)=0.769. Problema n. 3 D11) Il flusso termico sulla superficie del conduttore non isolato vale: j = /S = =0.2/(pD L)=31,83 W/m2 dove si posto L=1m. D12) Per calcolare la temperatura superficiale si ricorre alla relazione di Newton: j=h (Ts-Taria) da cui si ottiene Ts=23.18C D13) In tal caso, la distribuzione di temperatura ricavabile dall'integrazione dell'equazione di Fourier per il caso stazionario a simmetria cilindrica ottenendo: T(r)= -q r2/(4k)+To dove To la temperatura al centro del cilindro, pertanto: To Ts= q D2/(16 k), dove q = 0,2 4/(pD2L)=63.662 kW/m3 e quindi: To- Ts =0,0000404C. D14) In tal caso, il flusso termico sulla superficie esterna dell'isolante : j'= /Sis = 0.2/(pDisL)=15.92 W/m2 e quindi: Ts=j'/h +Taria =21,59C.

2 di 3

21/07/2012 10:33

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070402.htm

D15) Poich la resistenza termica dello strato cilindrico di isolante (di lunghezza L=1m) vale: Ris=ln(Dis/D)/2pkL=0,735 K/W, la temperatura all'interfaccia isolante conduttore vale: Tic= Ts + Ris = 21,74C. Problema n. 4 D16) In condizioni stazionarie vale la relazione: Qconv+Qirr=0, dove Qconv=hSb(Taria-Tb), Qirr=s(Ts4Tb4)/[(1-es)/esSs+1/FbsSb+(1-eb)/Sbeb]=SbFbsebs(Ts4-Tb4), con Sb=superficie del bulbo, Fbs=fattore di forma bulbo-serbatoio. Si ottiene quindi: Taria=Tb+ebFbss(Tb4-Ts4)/h= 18.69C (N.B. Fbs=1). D17) Lirradianza che giunge sul bulbo vale: Gb=QL/Sb= Qsb/Sb=JsSsFsb=/Sb=JsFbs=Js=Es=sTs4=391 W/m2. D18) La brillanza del bulbo si calcola come: Jb=Eb+rbGb= ebsTb4+rbGb= ebsTb4+(1-eb)Gb= 400.7 W/m2K. D19) Lirradianza che giunge sulla parete laterale vale: GL=QL /SL=[Qbase,supL + Qbase,infL + QLL ]/SL=[sTs4SsupFsup,L+sTs4SinfFinf,L+sTs4SLFL,L]/SL= =sTs4[SsupFsup,L+SinfFinf,L+SLFL,L]/SL= sTs4 [FL,sup+FL,inf+FL,L]= sTs4 = 391 W/m2. D20) In tal caso, posto Tb=Taria-0,2 =18.49C, si ottiene: h=ebFbss(Tb4-Ts4) /(Taria-Tb) = 48.2 W/m2K.

3 di 3

21/07/2012 10:33

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070212.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 12/02/2007 (Mecc. + V. O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome .................. Cognome ................ N. matr. .. . .. Problema n. 1 Una portata pari a 10 kg/s di aria (Mm=28,97 kg/kmole) viene compressa dalla pressione di 1 bar (T=20C) alla pressione di 20 bar in un compressore adiabatico (his=0.85), quindi viene riscaldata isobaricamente fino alla temperatura di 850C, ed inviata ad una turbina adiabatica dalla quale esce alla pressione di 1 bar ed alla temperatura di 230C. o D1) Quanto vale la temperatura (inC) dell'aria all'uscita dal compressore? o D2) Quanta potenza meccanica deve essere fornita al compressore? o D3) Quanta potenza termica deve essere fornita al gas durante il riscaldamento isobaro? o D4) Quanta potenza fornisce la turbina? o D5) Quanto vale il rendimento isoentropico della turbina? Problema n. 2 1 kg di acqua liquida alla pressione di 1 bar ed alla temperatura di 20C viene riscaldata isobaricamente fino ad ottenerne la completa vaporizzazione (xfin=1). Il c*p dell'acqua liquida pari a 1 kcal/(kg K) e pu ritenersi costante, mentre la densit iniziale pari a 1000 kg/m3. o D6) Quanto calore viene scambiato nell'intero processo? o D7) Quanto lavoro viene scambiato? o D8) Quanto calore si sarebbe dovuto fornire all'acqua per ottenere vapore umido con x=0,7? o D9) Quanto vale il titolo del vapore che si ottiene miscelando adiabaticamente il vapore saturo secco (x=1) con 2 kg di acqua liquida satura alla stessa pressione? o D10) Quanta entropia viene prodotta nella miscelazione (citata in D9)? Problema n. 3 Vapore a 320C fluisce in una tubazione di ghisa (kg=80W/m K) i cui diametri interno ed esterno sono: Di=5 cm, De=5,5 cm, il coefficiente di scambio termico convettivo interno vale: hi= 60 W/m2K. La tubazione rivestita da un isolante di lana di vetro (kis=0.05 W/m K) di spessore pari a 3 cm. Laria esterna si trova a 5C ed il coefficiente di scambio termico convettivo esterno vale 18 W/m2 K. o D11) Quanta potenza viene dissipata per unit di lunghezza? o D12) Quanto vale la differenza di temperatura tra superficie interna ed esterna del condotto di ghisa? o D13) Quanto vale la differenza di temperatura tra superficie interna ed esterna dellisolante? o D14) Se si considera una resistenza termica di contatto (ghisa-isolante) aggiuntiva pari a 0.5 K/W, quale valore assume la potenza dissipata per unit di lunghezza? o D15) Quanto vale la temperatura superficiale esterna dellisolante (nel caso del punto precedente)? Problema n. 4 Due superfici cilindriche grigie coassiali (sup. 1: r1=5 cm, e1=0.5, T1=120C; sup. 2: r2=15 cm, e2=1, T2=30C) di lunghezza pari a 3 m scambiano calore per irraggiamento. Tra di esse viene introdotto uno schermo antiradiante costituito da un cilindro di materiale molto conduttivo di spessore trascurabile e di raggio pari a 10 cm. o D16) Quanta potenza scambiano le due superfici senza lo schermo? o D17) Quanta potenza scambiano le superfici nel caso in cui lo schermo possa essere considerato nero? o D18) Quanta potenza scambiano le superfici nel caso in cui lo schermo possa essere considerato grigio con es=0.5 (su entrambe le superfici)? o D19) Quanto vale lirradianza che giunge sulla superficie interna dello schermo (con es=0,5; D18)? o D20) Quale deve essere il coefficiente di emissione della superficie n.2 affinch la potenza scambiata senza schermo sia uguale a quella scambiata in presenza dello schermo grigio?

1 di 3

21/07/2012 10:33

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070212.htm

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 12/02/2007


Problema n. 1
D1) Dalla definizione di rendimento isoentropico: T2=T1+(T2,is-T1)/his, dove T2is=T1(P2/P1)(k-1)/k =416.6C, quindi T2=486.6C D2) La potenza fornita al compressore (trascurando i termini cinetici e gravitazionali) vale: = c*p(T2-T1)=4687 kW, con c*p=(7/2)R*=1004,5 J/kg K. D3) La potenza termica fornita al gas (trascurando i termini cinetici e gravitazionali) vale Q= cp(T3-T2)=3648 kW. D4) La potenza meccanica utile prodotta dalla turbina (trascurando i termini cinetici e gravitazionali) vale: = c*p(T4-T3) = -6228 kW. D5) Dalla definizione di rendimento isoentropico di una turbina: his=(T4-T3)/(T4is-T3)=0.96, dove T4is=T3(P4/P3)(k-1)/k = 477.1K = 204,0 C.

Problema n. 2
D6) Poich la trasformazione isobarica, il calore scambiato vale: Q=DH=M(h2-h1), con h1=hL(20C)=83.74 kJ/kg, h2=hV(1bar)=2675.4kJ/kg ottenendo: Q= 2591.5kJ. D7) Poich P=cost.: W=-P(V2-V1)=-PM(v2-v1)=169.3kJ con v1=1/riniz=0,001 m3/kg, v2 = vV (1bar) = 1,6937m3/kg. D8) In tal caso: h2= x (hV(1bar)-hL(1bar)]+hL(1bar)=0.7 2257.9+417.51=1998.04kJ/kg e quindi Q=1914.18 kJ. D9) In tal caso: Q=0 e poich Piniz=Pfin. : DH=0, cio: Hf=Hi; inoltre Hi=Hvap+Hliq=1 hV(1bar)+2 hL(1bar)= 3510.42 kJ mentre Hf=3 hf da cui hf= 1170.14kJ/kg, e: x=(hf-hL)/(hV-hL)= 0.333. D10) Poich non vi scambio di calore con lesterno: Sp=Sf-Si con Sf=3sf=3[x(sV-sL)+sL]=9.965kJ/K e: Si=1 sv + 2 sL = 9.965 kJ/K, quindi Sp = 0 kJ/K.

Problema n. 3
D11) Riferendosi alla lunghezza unitaria (L=1m), le aree delle superfici esposte alla convezione sono: Ai=2p ri L =0.157m2, Ae=2p ris L=0,361 m2, le resistenze termiche singole valgono: Rconv,1=1/h1A1=0,106 K/W; Rtubo=ln(re/ri)/2pkL=0,00019 K/W. Ris=ln(ris/re)/2pkisL=2.35 K/W; Rconv,e=1/heAe=0,154 K/W. La resistenza complessiva vale allora 2.61 K/W e, quindi: Q=(Ti-Te)/Rtot=120,8 W. D12) La differenza Ti-Te vale: Q Rtubo=0,022 K. D13) la differenza Te-Tis,e vale Q Ris=283 K. D14) In tal caso Rtot=3,27 K/W e Q=101,35 W. D15) Dalla relazione: Q=heAe(Tse-Taria) si ha: Tse=Taria+Q/(heAe)= 20.58C.

Problema n. 4
D16) La potenza scambiata dalle superfici non schermate vale: Q1-2=s(T14-T24)/[(1-e1)/A1e1+1/F12A1+(1-e2) /A2e2] con F12=1, A1= 0.942m2, e poich e2=1: Q1-2=e1A1s(T14-T24)=412W. D17) La potenza scambiata tra superficie 1 e schermo (nero, avente superficie pari a 1,885 m2) vale: Q1-sn= e1A1s(T14-Ts4), mentre la potenza scambiata tra schermo e superficie 2 vale: Qsn-2=As Fs2 s(Ts4-T24), (dove Fs2=1). Poich in condizioni di regime stazionario: Q1-sn=Qsn-2, si ha Tsn=[(e1A1T14+AsT24)/(e1A1+As)]1/4= 327.6K, e quindi: Q=329.7W. D18) In tal caso la potenza scambiata tra superficie 1 e schermo (grigio) vale: Q1-sg= e1sA1s(T14-Ts4), con e1s=[(1e1)/e1+1/F1s+(1-es)A1/(esAs)]-1= [1/e1+(1-es)A1/(esAs)]-1=0.4 mentre la potenza scambiata tra schermo e superficie 2 vale: Qsg-2=es As Fs2 s(Ts4-T24), Poich in condizioni di regime stazionario: Q1-sg=Qsg-2, si ha Tsg=[(e1sA1T14+esAsT24)/(e1sA1+esAs)]1/4= 336.6K, e quindi: Q=235.5W.

2 di 3

21/07/2012 10:33

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070212.htm

D19) La potenza scambiata dalla superficie interna dello schermo calcolabile anche come: Qs-1=As(Es-esGs)=Ases(sTs4-Gs) da cui: Gs=sTs4-Qs-1/Ases= sTs4+Q1-sg/Ases= 977.7W/m2. Lirradianza pu anche essere calcolata come segue: la potenza che giunge sulla superficie interna dello schermo vale: Qs= Q1s + Qss = A1F1sJ1+AsFssJs=AsGs da cui: Gs=Fs1J1+FssJs; facendo uso del metodo delle reti elettriche: J1=sT14-Q1-sg(1e1)/e1A1= 1104,6 W/m2; Js=J1-Q1-sg/A1= sTs4+ Q1-sg(1-es)/esAs = 852.7 W/m2 e quindi Gs = 977.7 W/m2. D20) In questo caso la potenza scambiata sarebbe: Q1-2=s(T14-T24)/[(1-e1)/(e1A1)+1/F12A1+(1-e2)/(e2A2)], da cui: (1-e2)/(e2A2)= s(T14-T24)/ Q1-2 -1/e1A1 e quindi e2={1+A2 [s(T14-T24)/ Q1-2 -1/e1A1 ]}-1= 0.182, con Q1-2 = 235,5 W.

3 di 3

21/07/2012 10:33

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090713.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 13/7/2009 (Mecc.+V.O.)


La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero.

Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n. 1 7 kg di H2O liquida alla pressione di 5 bar ed alla temperatura di 20C vengono riscaldati isobaricamente fino a raggiungere lo stato di vapore saturo secco. Successivamente vengono espansi adiabaticamente e quasistaticamente fino alla pressione di 1 bar. D1) Quanto calore viene scambiato nel riscaldamento? D2) Quanto lavoro viene scambiato nel riscaldamento? D3) Quanto vale il titolo di vapore raggiunto al termine dellespansione adiabatica? D4) Quanto lavoro viene scambiato nellespansione adiabatica? D5) Quanto vale la variazione di entalpia nellespansione adiabatica? Problema n. 2 Una macchina termodinamica diretta viene fatta lavorare tra due sorgenti cos caratterizzate: 1) sorgente calda: V = costante, U=AT2 con A=300 J/K2, Tiniziale=250C; 2) sorgente fredda: isoterma TC = 10C. D6) Se la macchina fosse ideale, quanto calore verrebbe fornito alla sorgente fredda? D7) A quanto ammonta il massimo lavoro ottenibile dalla macchina? D8) Quanto vale il rendimento della macchina? D9) Utilizzando una macchina reale in grado di estrarre un lavoro pari a 10 MJ, a quanto ammonta il calore fornito alla sorgente fredda? D10) Nel caso della macchina reale, quanta entropia viene prodotta? Problema n. 3 Si vuole svuotare per gravit un recipiente cilindrico ( D = 3m, H = 5m) contenente acqua liquida (r = 1000 kg/m3, m=0.001 kg/m s) per mezzo di un condotto a sezione circolare uniforme costante di diametro pari a 5 cm, la cui lunghezza pari a 60 m. Il recipiente inizialmente colmo ed aperto allatmosfera, ed il tempo di svuotamento desiderato di 60 minuti. D11) Quanto vale la portata media nel condotto? D12) Quanto vale il fattore dattrito (f o )? D13) Quanto valgono le perdite di carico distribuite? D14) Quale deve essere il dislivello tra ingresso ed uscita (si trascurino le perdite di carico concentrate e si assuma la pressione allo sbocco pari a quella atmosferica)? D15) Quale deve essere il diametro del condotto affinch il tempo di svuotamento risulti pari a 40 min (si trascurino le perdite di carico concentrate, si assuma la pressione allo sbocco pari a quella atmosferica e il dislivello tra ingresso ed uscita pari a quello sopra calcolato)?
N.B. Per il calcolo del fattore dattrito si utilizzi la correlazione: f==0.32 Re-1/4 (tubi lisci).

Problema n. 4 Un edificio ha la forma di piramide retta a base quadrata (lato = 15 m, altezza = 5 m) con i quattro lati della base rivolti verso i quattro punti cardinali. Le superfici interne, a causa dellirraggiamento solare, raggiungono le temperature di : Tsud=40C, Test=30C, Tovest=35C, Tnord=20C, mentre il pavimento si trova alla temperatura di 12C. Tutte le superfici sono nere. o D16) Quanto vale lirradianza che giunge sul pavimento? o D17) Quanta potenza scambia per irraggiamento il pavimento? o D18) Sapendo che la potenza scambiata tra le superfici rivolte a nord ed a sud vale 700 W, quanto vale il fattore di forma Fnord-sud? o D19) Quanto vale la potenza complessivamente scambiata dalla superficie (interna) rivolta a sud? o D20) Quanto vale lirradianza sulla superficie (interna) rivolta a sud?

1 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090713.htm

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 13/7/2009 (All. Mecc.+V.O.)


Problema n. 1 D1) Poich la trasformazione isobara: Q = m (h2-h1)=18.64 MJ con h1=hL(20C) = 83.736 kJ/kg, h2=hv(5bar)=2747.5 kJ/kg. D2) Poich la trasformazione isobara: W=-Pm(v2-v1)= -1.308 MJ, con v1=vL(20C)=0.0010m3/kg, v2=vv(5bar)=0.3747 m3/kg. D3) Lespansione adiabatica quasistatica isoentropica quindi: s3=sv(5bar)=6.8192 kJ/(kg K) e x = (s3-sL(1bar))/(sV(1bar)- sL(1bar))=0.911. D4) Il lavoro scambiato vale: W = DU = m(u3-u2) = -1.680 MJ, con u2=uv(5bar)= 2560.2 kJ/kg, u3=uL(1bar)+x3(uV(1bar)-uL(1bar))= 2320.2 kJ/kg. D5) Nellespansione adiabatica DH = m (h3-h2)= - 1.911 MJ, con h2=hv(5bar)= 2747.5 kJ/kg, h3=hL(1bar)+x3(hV(1bar)-hL(1bar))= 2474.45 kJ/kg. Problema n. 2 D6) La macchina ideale caratterizzata da una produzione nulla di entropia, e: Sp = dSH - QC/TC = QH/T-QC/TC = dUH/T-QC/TC = 2AdT -QC/TC = 2A(TH,f - TH,i)-QC/TC = 2A(TC -TH,i)-QC/TC =0, da cui QC = 2A(TC-TH,i) TC = - 40.77 MJ. D7) Il massimo lavoro si ottiene in corrispondenza di una produzione nulla di entropia. Dal bilancio energetico: W = - QC -QH= con QC=- 40.77 MJ. QH=A(TH,i2-TH,f2)= A(TH,i2-TC2)= 58.05 MJ e W= -17.28 MJ. D8) Il rendimento della macchina vale h= -W/QH = 0.298. D9) In tal caso: QC=-QH-W= -48.05 MJ, con QH = A(TH,i2-TH,f2)= A(TH,i2-TC2)= 58.05 MJ. D10) Come gi visto: Sp =dSH - QC/TC=2A(TC-TH,i)-QC/TC = 25.7 kJ/K. Problema n. 3 D11) La quantit di fluido da asportare pari a : m =Vr=pD2/4 Hr=35343 kg e, quindi, la portata necessaria vale: = m/t =9.817 kg/s. D12)La velocit del fluido nel condotto deve quindi valere: v=4/rpD2 = 5m/s, il numero di Reynolds vale perci: Re = rvD/m=250000 il flusso quindi turbolento. Dalla correlazione data si ottiene f=0.0143. D13)Le perdite di carico si calcolano come: DPf = f (L/D) rv2/2=214500 Pa. D14) Dalla relazione di bilancio energetico per sistemi fluenti e fluidi incomprimibili: 0= (P2-P1+g(z2-z1)r+1/2(vu2-vi2)r+DPf), dallipotesi fatta P2-P1=0, inoltre vi =0 perch la sezione del serbatoio molto pi grande della sezione del condotto ed il fluido incomprimibile quindi: (z1-z2) = DPf/rg+vu2/2g = 23.140 m. D15) Poich il dislivello invariato, e supponendo invariato il termine cinetico, le perdite di carico devono essere pari a quelle precedentemente calcolate, inoltre: v=4 /rpD2 , Re = 4 /pmD, quindi, con f=0.32 Re-1/4, si ottiene: DPf=0.16 (L/r) m (4 /p)7/4 D-19/4, da cui: D = m1/19 (0.16(L/r)DPf)4/19 (4 /p)7/19 = 0.058 m, con =14.72 kg/s; calcolando ora: vu=5.57 m/s, quindi la differenza tra i termini cinetici vale: 3012.5 Pa, pari all1.4% di DPf, giustificando lassunzione sopra fatta.

2 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090713.htm

Problema n. 4 D16) Dalla definizione di irradianza: Gp = Qp/Ap = (Qsp + Qnp + Qep + Qop) /Ap = (FspAssTs4+ FnpAnsTn4+ FepAesTe4+ FepAesTe4)/Ap = s(FpsTs4 +FpnTn4 +FpeTe4 +FpoTo4 )= 488.5 W, dove lultimo passaggio giustificato dalla legge di reciprocit, mentre Fps=Fpn=Fpe=Fpo per simmetria e Fps+Fpn+Fpe+Fpo=1, da cui Fps=Fpn=Fpe=Fpo=0.25. D17) La potenza scambiata vale: Qp = Ap(Ep-Gp)=Ap(sTp4-Gp)= - 25.57 kW. D18) Dalla relazione: Qs-n=AnFnord-sud s(Ts4-Tn4) si ottiene: Fnord-sud =Qs-n/Ans(Ts4-Tn4)=0.082. D19) La potenza scambiata dalla superficie a sud vale: Qs=Qs-n+Qs-o+Qs-e+Qs-p= As[Fs-ns(Ts4-Tn4)+ Fs-os(Ts4-To4)+ Fs-es(Ts4-Te4)+ Fs-ps(Ts4-Tp4)]. I fattori di forma Fs-e ed Fs-o sono uguali per simmetria, inoltre: Fs-n+Fs-e+Fs-o+Fs-p=1 e Fs-n=Fn-s=0.082, Fs-p=Fp-sAp/As=0.833, per la legge di reciprocit (ove As = 67,5 m2) e, quindi, Fs-e=Fs-o = 0.043. Si ottiene quindi: Qs=10.965 kW. D20) Lirradianza si ottiene dal bilancio energetico: Qs=As (Es-Gs) da cui Gs=sTs4-Qs/As = 382.8 W/m2.

3 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070913.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 13/09/2007 (Mecc. + V. O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome .................. Cognome ................ N. matr. .. . .. Problema n. 1 Un contenitore, del volume di 5m3, contiene H2O in uno stato bifase (liquido+vapore) alla pressione di 3 bar. Il volume occupato dalla sola fase liquida pari a 200 litri. o D1) Quanta H2O presente nel contenitore? o D2) Qual il titolo di vapore? o D3) Se la miscela venisse lasciata espandere a pressione costante (=3bar) fino a raggiungere la completa vaporizzazione del liquido, quale sarebbe il volume occupato finale? o D4) Quale sarebbe il calore scambiato nella trasformazione del punto precedente? o D5) Se nella trasformazione del punto precedente il calore venisse scambiato con un sorgente isoterma a 300C, quanto sarebbe lentropia prodotta? Problema n. 2 8 kg dazoto (Mm=28kg/kmole) inizialmente a T1=20C e P1=1 bar vengono compressi adiabaticamente fino a dimezzarne il volume raggiungendo la temperatura di 180C (stato 2). Successivamente vengono espansi adiabaticamente e senza scambiare lavoro fino alla pressione iniziale (1 bar)(stato 3), infine vengono raffreddati isobaricamente fino alla temperatura di 20C, scambiando calore con lambiente a 10C. D6) Quanto lavoro viene scambiato nella compressione? D7) Quanta entropia viene prodotta nella compressione? D8) Quanto calore viene scambiato nel raffreddamento isobaro? D9) Quanto lavoro viene scambiato nel raffreddamento isobaro? D10) Quanta entropia viene prodotta complessivamente? Problema n. 3 Una sfera di Ferro (c*p = 447 J/kg K, densit = 7870 kg/m3, k = 70 W/m K ) di raggio R = 3 cm viene estratta da un forno alla temperatura di 300C ed immersa in un bagno d'olio la cui temperatura pari a 50C. Il coefficiente di scambio termico convettivo pari a h= 40 W/m2K. D11) Quanto vale il numero di Biot? D12) Quanto tempo necessario affinch la temperatura superficiale della sfera raggiunga il valore di 100 C? D13) Quanto calore viene scambiato tra sfera e olio nel caso descritto al punto precedente?. D14) Quale dovrebbe essere il coefficiente di scambio termico convettivo per raggiungere la temperatura di 100C in 3 minuti? D15) Se il corpo fosse di forma conica (a pari volume, raggio del cono=3 cm) quanto tempo sarebbe necessario per raffreddarlo da 300C a 100C (con h= 40 W/m2K )? Problema n. 4 Le superfici inferiore (sup.1) e superiore (sup. 2) di un forno cubico (lato 5m) possono essere considerate nere, e la loro temperatura vale: T1=800K, T2=1500K; la superficie laterale (sup. 3) pu essere considerata grigia (e3=0.5) e T3=500K. Il fattore di forma F12 vale 0.2. D16) Quanto vale la brillanza della superficie 3 (laterale)? D17) Quanta potenza scambia complessivamente la superficie 2 (superiore)? D18) Quanta potenza scambia complessivamente la superficie 1 (inferiore)? D19) Quanto vale lirradianza sulla superficie 1 (inferiore)? D20) Quanto vale lirradianza sulla superficie 3 (laterale)?

Soluzione della prova scritta di FISICA TECNICA (All. Mecc.+ V.O.) del 13/09/2007

1 di 3

21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070913.htm

Problema n. 1 D1) Dalle tabelle del vapore saturo si ricava: vL(3bar)=0,00107 m3/kg, quindi: mL=VL/vL=186,9 kg. Il volume occupato dal vapore vale: Vv=VT-VL=4.8 m3 e poich vv(3bar)=0.606m3/kg, si ha: mv=Vv/vv=7,92 kg, quindi mtot=194.8 kg. D2) Il titolo definito come: x=mv/mtot=0,0406. D3) Il volume finale sarebbe pari a VT,f=mtot vf =118 m3, dove vf=vv(3bar). D4) Poich P=cost: Q=mtot (hf-hi), dove hf=hv(3bar)=2724,7 kJ/kg, hi= x hv(3bar)+(1-x)hl(3bar)=649.06 kJ/kg, quindi : Q= 404,3 MJ. D5) Lentropia prodotta vale: Sp=mtot(sf-si)-Q/Tsorg=288,73 kJ/K. Problema n. 2 D6) Poich la trasformazione adiabatica: W=DU=Mcv(T2-T1)=950.2 kJ, con cv=5/2R*. D7) Poich la trasformazione adiabatica: Sp=M(s2-s1)=M [cv ln(T2/T1) + R ln(V2/V1)] =941 J/K. D8) Nella trasformazione isobara: Q=Mcp(T1-T3) e poich nella espansione adiabatica Q=0 e W=0 si ha DU=Mcv(T3-T2)=0 quindi T3=T2=180C e Q=-1330 kJ. D9) Poich linsieme delle tre trasformazioni costituisce un ciclo si ha: W1-2+Q3-1+W3-1=0 quindi: W3-1=-W1-2-Q3-1 = +379,8 kJ. D10) Poich linsieme delle tre trasformazioni costituisce un ciclo si ha: Sp=DSg+DSamb= DSamb =- Q3-1/Tamb. =4,70 kJ/K. Problema n. 3 D11) Il numero di Biot definito come: Bi=hV/(Sk)=hR/3k vale 0.00571, definito come Bi=hR/k vale 0.0171 D12) Poich Bi<<1, possibile applicare il metodo delle capacit concentrate per la valutazione della legge di raffreddamento della sfera, ottenendo: T(t)=Tolio+(T(0)-Tolio)e-t/t dove t=mcp/(hS)=rVcp/(Sh)=rRcp/3h=879.5s. Posto Tf=100C si ha: t = - t ln[(Tf-Tolio)/(T(0)-Tolio)] = 1415,5 s. D13) Il calore scambiato calcolabile come: Q = m cp (Tf-T(0)) = -79.57kJ D14) Posto Tf=100C, si ha: t / t = - ln[(Tf-Tolio)/(T(0)-Tolio)] = 1.609, e ponendo t=180s si ha: t=111.8s, da cui : h = rRcp/3t= 314,7 W/m2K. D15) In questo caso, il volume resta invariato ma la superficie totale si modifica, infatti: Stot=Slat+Sbase, dove: Sbase=pRc2=2.82710-3 m2, Slat = pRca = 11.65810-3m2 e lapotema vale a=(Rc2+H2)1/2 =12,369 cm, con H=3Vol/Sbase=12cm. Il tempo caratteristico diviene quindi: t= rVcp/(Stoth)= 686.7s ed il tempo di raffreddamento vale: t = - t ln[(Tf-Tolio)/(T(0)-Tolio)] = 1105,2 s. Problema n. 4 D16) La brillanza della superficie 3 puo essere calcolata ricorrendo al metodo delle reti elettriche, ottenendo: (sT34-J3)/[(1-e3)/e3A3]=(J3-sT14)/(F31A3)-1+ (J3-sT24)/(F32A3)-1 da cui, risolvendo per J3: J3=[sT14 F31A3+ sT24 F32A3 + e3A3/(1-e3)sT34]/[F31A3 + F32A3+ e3A3/(1-e3)] dove: A1=A2=25m2, A3=100m2, ed utilizzando la legge di reciprocit e la regola della somma: F13=1-F12=0.8, F31=F13A1/A3= 0.2, F32=F31=0.2, quindi: J3=46.855 kW/m2. D17) La potenza scambiata dalla superficie 2 vale: Q2=(sT24-J3)/ (F23A2)-1+(sT24-sT14)/(F21A2)-1=4803.77 +1319.1=6122.87 kW D18) D17) La potenza scambiata dalla superficie 1 vale: Q1=(sT14-J3)/ (F13A1)-1+(sT14-sT24)/(F12A1)-1=-472.6 -1319.1=-1791.7 kW D19) Lirradianza G1 puo essere calcolata dal bilancio energetico: Q1=A1(J1-G1), dove J1=sT14=23.224kW/m2, quindi G1=J1- Q1/A1= 23.224+1791.7/25=94.89kW/m2.

2 di 3

21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070913.htm

D20) Lirradianza G3 puo essere calcolata come: G3=Q3/A3=( Q13 + Q23 + Q33)/A3= (sT14A1F13+ sT24A2F23 + J3A3F33)/A3=(sT14F31+ sT24F32 + J3 F33) dove lultima uguaglianza deriva dallapplicazione della legge di reciprocit, e F33=1-F32-F31=1-2F31=1-2A1F13/A3= 0.6. Si ha quindi: G1= 90.16 kW.

3 di 3

21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080114.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 14/1/2008 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n. 1 Una massa di granito (cp* = 400 J/kg K) di 2000 kg viene riscaldata dalla temperatura di 15C alla temperatura di 20C per mezzo di una pompa di calore per la quale il serbatoio freddo l'atmosfera (T=10C). Il lavoro meccanico assorbito dalla macchina pari a 2,5 MJ. Si chiede: D1) Quanto calore viene estratto dall'ambiente esterno? D2) Quanta entropia viene prodotta nel processo? D3) Quanto vale il COP medio della pompa di calore? D4) Quanto lavoro necessario ad una macchina reversibile per svolgere lo stesso compito? D5) Se fosse usata una macchina reversibile, quale sarebbe la temperatura raggiunta dal granito (a parit di temperatura iniziale e con una quantit di calore estratto dall'ambiente pari a quella calcolata al primo punto)? Problema n. 2 In un contenitore adiabatico vi sono due recipienti (A e B) separati da una parete rigida e diatermana. Nel recipiente A vi sono 6 kg di He (gas ideale monoatomico, Mm = 4 kg/kmole) alla temperatura iniziale di 0C. Il recipiente A tenuto a pressione costante attraverso un pistone su cui agisce una pressione di 8 bar. Nel contenitore rigido B vi sono 28 kg di acqua liquida alla pressione di 1 bar e temperatura di 50C. D6) Quanto vale la temperatura delle due sostanze quando il sistema ha raggiunto lequilibrio? D7) Quanto valgono il volume iniziale e finale dell'He? D8) Quanto vale la variazione di entropia dell'He? D9) Quanta entropia viene prodotta? D10) Quanto valgono il calore e il lavoro scambiati da ciascun recipiente? Problema n. 3 Un sottile strato di rame (kCu =390 W/m K, s=1 mm) viene inserito tra due strati identici di un materiale ceramico poco conduttivo (kcer =1,5 W/m K, s=5 mm). Nel rame viene fatta passare una corrente elettrica che per effetto Joule produce una generazione di potenza (che pu considerarsi uniformemente distribuita) pari a 1 MW/m3. I due strati di ceramica sono lambiti esternamente da aria alla temperatura di 20C con h = 25 W/m2 K. D11) Qual la temperatura raggiunta dalla superficie esterna dello strato di ceramica? D12) Qual la temperatura raggiunta allinterfaccia tra ceramica e rame? D13) Qual la temperatura massima nello strato di rame? D14) Quale sarebbe la temperatura superficiale esterna della ceramica se lo spessore dei due strati di ceramica fosse raddoppiato? D15) Quale sarebbe la temperatura dellinterfaccia ceramica-rame nel caso del punto precedente? Problema n. 4 Nel lato mantello di uno scambiatore a fascio tubiero (3000 tubi) viene inviata una portata pari a 50 kg/s di vapore dacqua saturo secco (x=1), la cui temperatura dingresso 45C, per essere condensata a saturazione (x=0). Nel lato tubi (acciaio, k=60W/m K, diametro interno 2,5 cm, diametro esterno 2.8 cm ) scorre acqua liquida, la cui temperatura in ingresso 15C. Il coefficiente di scambio termico convettivo lato vapore vale 20000 W/m2 K, mentre lanalogo coefficiente lato acqua valutabile dalla relazione: Nu = 0.023 Re0.8 Pr0.4. D16) Quale deve essere la portata di acqua affinch la sua temperatura alluscita sia 25C? D17) Quale deve essere la conduttanza totale? D18) Quanto vale il coefficiente di scambio termico convettivo lato acqua? D19) Qual la lunghezza di ogni tubo? D20) Qual lefficienza dello scambiatore? N. B m =0.001 kg/m s, kH2O= 0,6 W/m K, il fattore F per lo scambiatore si ponga pari a 1. H2O

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 14/1/2008

1 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080114.htm

Problema n. 1 D1) Il calore fornito al granito vale: Q = m cp* (Tf -Ti) = 4000 kJ e, per la convenzione di segno adottata: QH = - Q = - 4000 kJ, quindi: Qc = - QH - W = 4000 2500 = 1500 kJ. D2) Dal bilancio entropico per una macchina ciclica: Sp = DSH+DSC dove : DSC = - QC/TC = -1500/283 = -5.3 kJ/K, mentre DSH= dSH = m cp* dTH/TH = m cp* ln (TH,f/TH,i)= 13,77 kJ/K quindi Sp= 8,47 kJ/K. D3) Dalla definizione: COPp= - QH/W = 4000/2500 = 1,6. D4) In tal caso Sp = 0, quindi: DSc = - DSH = - m cp* ln (TH,f/TH,i) = -13,77 kJ/K, pertanto QC= - TC DSC= 3896,9 kJ e quindi W = - QC - QH = 0,1031 MJ. D5) In tal caso: Sp = 0, quindi: DSH = -DSC = QC / TC = 5,3 kJ/K, quindi TH,f = TH,i e DSH/m cp* = 290 K. Problema n. 2 D6) Poich il sistema composto (A+B) termicamente isolato, l'applicazione del 1 principio fornisce: DU=W, dove: DU=DUA+DUB= MAcVA(Tf -TAi)+MBcvB(Tf -TBi), DUA-W=DHA, e quindi:Tf = [ MAcpATAi+MBcvBTBi]/[ MAcpA+MBcvB]=312,6 K=39,6C, con cpA=5/2R*, cB = 4186 J/kg K. D7) Il volume iniziale si valuta come :VAi=MAR*TAi/PAi = 4,26 m3, mentre il volume finale vale: VAf=MAR*TAf/PAf =4,87 m3. D8) La variazione di entropia dellelio (che esegue una trasformazione isobarica) vale: DSHe=MA cpA ln(TAf/TAi)=4210.7 J/K. D9) Poich la trasformazione del sistema composto adiabatica: Sp=DSA+DSB=336.7 J/K, con DSB = MB cB ln(TfB/TiB)= -3874.1 J/K (approssimazione valida per sostanze poco comprimibili). D10) Il calore scambiato dal recipiente B vale: Q = MBcB(Tf-TBi)= - 1236.8 kJ. Il lavoro scambiato dal recipiente B nullo (incomprimibile). Il calore scambiato dal recipiente A vale: QA = -QB=1236.8 kJ, mentre il lavoro scambiato dal recipiente A vale: W= -PA(VAf-VAi)= - 488 kJ. Problema n. 3 D11) Il problema presenta una simmetria rispetto al piano parallelo alle superfici esterne che divide lo strato di rame in due parti identiche. Su tale piano, per la simmetria, il flusso termico risulta nullo e tale superficie pu quindi essere considerata adiabatica. La potenza generata nel semi-strato di rame (che per 1 m2 di superficie pari a : Q=q*V=500W, con V=sCu*1=0.0005 m3) deve quindi essere scambiata interamente con il fluido esterno per convezione, e quindi: Tc,est=Taria+Q/Sh = 40C, con S =1 m2. D12) Poich il flusso termico nella ceramica vale: j=Q/S=500W/m2, la temperatura allinterfaccia vale: Tint = Tv,est+j scer/kcer = 41.66C . D13) La distribuzione di temperatura nello strato di rame parabolica ed il valore massimo viene raggiunto dove il flusso termico nullo, quindi nel piano di mezzeria. Posto x=0 la coordinata del piano di mezzeria, la distribuzione di temperatura ha la forma: T(x)= - q x2/2kCu+A. Poich T(sCu)=Tint, A=Tint+q(0.5sCu)2/2kCu= 41.66698C e Tmax =T(0)=A. D14) Poich il raddoppio dello spessore di vetro non altera la potenza generata, dalla relazione: Tc,est=Taria+Q/Sh = 40C si deduce che la temperatura della superficie esterna del vetro resta inalterata.

2 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080114.htm

D15) Poich il flusso termico nella ceramica vale: j=Q/S = 500 W/m2, la temperatura allinterfaccia vale: Tint=Tc,est+jscer./kcer.= 43,33C. Problema n. 4 D16) La potenza scambiata quella necessaria a condensare la portata di vapore: Q = H[hv(45C)-hL(45C)] = 119,75 MW. Dal bilancio globale si ottiene: Q = ccpc(Tc,u-Tc,i) da cui: c=2861 kg/s. D17) Il DTLM vale: DTLM =(DTs-DTo)/lnDTs/DTo = 24.66C dove DTs=45-25=20C, Dto= 45-15 = 30C; pertanto UA = Q/ DTLM = 4,856 MW/K. D18) La portata complessiva di acqua viene ripartita sui 3000 tubi, pertanto in ogni tubo scorrono 0.954 kg/s, la velocit media di sezione vale quindi: v=4G1/rpD2 =1.94 m/s da cui: Re=rvD/m=48500, mentre Pr = cpm/k = 6.97 e utilizzando la correlazione data: Nu = 280.7 quindi: h = Nu k/D=6737W/m2K. D19) Dalla definizione di conduttanza totale di un tubo si ha: UA1=[1/pDihiL+ln(De/Di)/2pkL+1 /pDeheL]-1 da cui L = UA1[1/pDihi+ln(De/Di)/2pk+1/pDehe]= 4.47 m, con hi=6737W/m2K, he=20000W/m2K, UA1=UA/n tubi =1.619 kW/K. D20) Lefficienza valutabile come: e=Q/[Cmin(Th,i-Tc,i)]=0.333.

3 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070115.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 15/01/2007 (Mecc. + V. O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome .................. Cognome ................ N. matr. .. . .. Problema n. 1 7 kg di H2O alla pressione di 2 bar con un titolo di vapore 0.7 subiscono una trasformazione che li porta a raggiungere la pressione di 1 bar ed il titolo x=0.9. Il calore scambiato con l'ambiente (20C) 7000 kJ. o D1) Quanto lavoro viene scambiato durante la trasformazione? o D2) Quanta entropia viene prodotta? o D3) Di quanto varia lentalpia ? o D4) Quale titolo di vapore viene raggiunto a seguito di una trasformazione che riporta la miscela alla pressione iniziale mediante una compressione adiabatica quasistatica? o D5) Quanto lavoro dovrebbe essere fornito allH2O nella compressione adiabatica quasistatica? Problema n. 2 Una miscela di aria umida (aria 1; Tbs=20C, j=0.60, PT=1bar) occupa 40 m3. La sua temperatura viene abbassata isobaricamente fino a 5C e successivamente la sola fase aeriforme viene miscelata adiabaticamente (ed isobaricamente) con aria umida a 20C (aria 2; j =0.5) per ottenere aria (aria 3) alla temperatura di 15C. o D6) Quanti kg di aria secca sono contenuti nellaria umida iniziale? o D7) Quanta H2O condensa nel raffreddamento iniziale? o D8) Quale deve essere la quantit di aria di miscelazione (aria 2)? o D9) Quale umidit relativa viene raggiunta al termine della miscelazione? o D10) Qual la temperatura a bulbo umido dellaria finale (aria 3)? Problema n. 3 La porta (1m x 1.2m, spessore 3 cm, k=40W/m K) di un forno deve essere isolata per mezzo di uno strato di lana di vetro (kis = 0.035W/m K). L'aria dell'ambiente in cui si trova la caldaia ha una temperatura di 30C (h=10W/m2C) e la temperatura delle pareti di 20C (uniforme). La temperatura della superficie interna della parete da isolare di 600C, mentre la temperatura esterna dello strato disolante non deve superare i 50C. Sia la superficie esterna dell'isolante che le pareti dell'ambiente caldaia possono essere considerate nere. D11) Quanto vale il flusso termico scambiato per irraggiamento? D12) Quanto vale la potenza termica complessiva che attraversa la porta (nelle condizioni desiderate)? D13) Quale deve essere lo spessore minimo dell'isolante? D14) Quanto vale la potenza termica scambiata se lo spessore di isolante viene aumentato fino ad abbassare la temperatura esterna della porta a 40C? D15) Quanto deve essere lo spessore di isolante nel caso del punto precedente (temperatura esterna della porta a 40C)? Problema n. 4 Uno scambiatore a correnti incrociate deve essere utilizzato per riscaldare 5kg/s dacqua liquida dalla temperatura di 15C alla temperatura di 45 C utilizzando aria (15kg/s) alla temperatura di 80C. La relazione tra efficienza (e) e NTU : NTU = -ln{1+[ln(1-eCr)]/Cr} oppure e =(1-exp{-Cr[1-exp(- NTU)]})/Cr (con Cr = Cmin/Cmax). D16) Quale temperatura raggiunge laria alluscita dallo scambiatore? D17) Quale deve essere lefficienza dello scambiatore? D18) Quale deve essere la conduttanza totale dello scambiatore? D19) Se la portata daria si riduce a 10 kg/s, quale valore assume lefficienza? D20) Quale temperatura raggiunge lacqua nelle condizioni del punto precedente?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 15/01/2007


Problema n. 1

1 di 3

21/07/2012 10:34

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070115.htm

D1) Il lavoro scambiato valutabile come: W=DU-Q dove DU=U2-U1=M(u2-u1) e: u1 = x1 [uv(2bar)-uL(2bar)]+uL(2bar)= 1921.8 kJ/kg; u2 = x2 [uv(1bar)-uL(1bar)]+uL(1bar) = 2297.2 kJ/kg quindi : W = 9627.8 kJ (N.B. Q=-7000kJ, perch lambiente si trova a temperatura inferiore alla temperatura del sistema). D2) La produzione di entropia vale: Sp=DSH2O+DSamb=M(s2-s1)-Q/Tamb, con s1 = x1 [sv(2bar)-sL(2bar)]+sL(2bar)= 5.45 kJ/kgK; s2 = x2 [sv(1bar)-sL(1bar)]+sL(1bar) = 6.75 kJ/kgK e quindi Sp=33.0 kJ/K. D3) DH =M(h2-h1)= 2826.7 kJ, dove h1 = x1 [hv(2bar)-hL(2bar)]+hL(2bar)= 2045.8 kJ/kg; h2 = x2 [hv(1bar)-hL(1bar)]+hL(1bar) = 2449.6 kJ/kg. D4) La trasformazione adiabatica quasistatica anche isoentropica, quindi s3=s2= 6.75 kJ/kgK, e pertanto: x3=[s3-sL(2bar)]/[sv(2bar)-sL(2bar)]=0.933. D5) Il lavoro scambiato pari a W =M(u3-u2) (infatti Q=0), dove u3 = x3 [uv(2bar)-uL(2bar)]+uL(2bar)= 2393.5 kJ/kg; u2 = x2 [uv(1bar)-uL(1bar)]+uL(1bar) = 2297.2 kJ/kg e quindi W = 674.1 kJ. V 2506.1 kJ/kg 2529.2 kJ/kg 2675.4 kJ/kg 2706.3 kJ/kg 7.3598 kJ/(kgK) 7.1268 kJ/(kgK) L 417.41 kJ/kg 504.49 kJ/kg 417.5 kJ/kg 504.7 kJ/kg 1.3027 kJ/(kgK) 1.5301 kJ/(kgK) Pressione (bar) 1 2 1 2 1 2

u u h h s s

Problema n. 2 D6) La massa di aria secca contenuta nellaria umida n.1 vale: Mas = PasV/R*T=46.87 kg, dove R*=R/Mmas e Pas=PT-Pv=PT-jPs(T)= 98598 Pa, con Ps(T)=2337Pa. D7) La quantit di H2O condensata nel raffreddamento vale: mc=Mas(X1-Xs(Tf))= 0.158 kg, con: X1=0.622jPs(T1)/[PT-jPs(T1)]=0.00885, Xs(Tf)=0.622Ps(T2)/[PT-Ps(Tf)]= 0.00547, con Ps(Tf)=872Pa. D8) Per una miscelazione adiabatica ed isobara: h3=(Mas1hf+Mas2h2)/(Mas1+Mas2) e X3=(Mas1Xf+Mas2X2)/(Mas1+Mas2), dove X2=0.622jPs(T2)/[PT-j2Ps(T2)]=0.00735, Xf=Xs(Tf)=0.00547, h2=1.007T2+X2(2500+1.84T2)=38.8 kJ/kgas, e hf=1.007Tf+Xf(2500+1.84Tf)=18.8 kJ/kgas, inoltre: h3=1.007T3+X3(2500+1.84T3) e sostituendo: (Mas1hf+Mas2h2) = 1.007T3(Mas1+Mas2)+ (Mas1Xf+Mas2X2) (2500+1.84T3) da cui si ottiene: Mas2=Mas1[1.007T3+Xf (2500+1.84T3)- hf]/[h2-1.007T3-X2(2500+1.84T3)]=92.8 kg. Il quesito pu essere risolto pi rapidamente facendo uso del diagramma psicrometrico. D9) Poich X3=(Mas1Xf+Mas2X2)/(Mas1+Mas2)=0.00673, e X3=0.622j3Ps(T3)/[PT-j3Ps(T3)], si ha: j3=PTX3/[Ps(T3)(0.622+X3)]=0.63, ove Ps(T3) = 1703,9 Pa. D10) Dal diagramma psicrometrico, tracciando lisoentalpica passante per il punto 3 (T3=15C, X3=0.00673) si trova: Tbu@ 11.0 C

2 di 3

21/07/2012 10:34

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070115.htm

Problema n. 3 D11) Nelle condizioni desiderate (Ts=50C), il flusso termico scambiato per irraggiamento con le pareti vale: jirr=s(Ts4-Tp4)= 199.6 W/m2. D12) Il flusso termico scambiato per convezione con l'aria ambiente vale: jconv=h (Ts-Ta)=200W/m2, quindi il flusso termico che attraversa la parete vale: jT=jconv+jirr = 399.3W/m2 e la potenza termica: Q=jT*S = 479,5 W. D13) La resistenza termica conduttiva della porta e dell'isolante vale: Rc=sp/kp+sis/kise e dall'analogia elettrica: Rc=(T1-T2)/jT dove T1=600C, T2=50C, ottenendo: Rc= 1.377 m2 K /W e quindi: sis=kis(Rcsp/kp)=0.0481 m. D14) In tal caso il flusso complessivo diviene: jT=jirr+jconv=s(Ts4 -Tp4)+h (Ts-Ta)= 126.3 +100=226.5 W/m2. D15) In tal caso la resistenza termica conduttiva vale Rc =(T1-T2)/jT =2.475 m2 K /W e sis=kis(Rcsp/kp)=0.0866 m. Problema n. 4 D16) La temperatura dellaria alluscita dallo scambiatore si valuta dalla relazione TH,u =TH,iQ/Caria=38.4C, dove Q=CH2O(TC,u-TC,i)=628,2 kW. D17) Lefficienza dello scambiatore valutabile dalla relazione: e=Q/Qmax, dove: Q=CH2O(TC,uTC,i)=628,2 kW, Qmax= Cmin(TH,i-TC,i)= 981.8kW (CH2O= 20.93 kW/K, Caria=15.1kW/K Cmin= Caria), quindi e=0.64. D18) La conduttanza totale si ottiene dalla relazione: UA= NTU Cmin= 29.53kW/K con NTU=1.96 (dalla relazione data, con Cr=0.721) D19) In tal caso: Caria=10.1kW/K =Cmin, quindi NTU =UA/Cmin=2.92 e Cr =Cmin/Cmax=0.48, e dalla relazione data: e=0.76. D20) In tal caso: Q=eCmin(TH,i-TC,i)=498.9 kW, quindi: TC,u =TC,i+Q/CH2O=38.8C.

3 di 3

21/07/2012 10:34

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090615.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 15/6/2009 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ......

Problema n. 1
3 kg di N2 (gas perfetto biatomico, MM=28 kg/kmol) vengono espansi adiabaticamente e senza scambiare lavoro dallo stato A (PA=15 bar, TA=120C) allo stato B (PB=1 bar). Il gas viene quindi riportato alla pressione iniziale per mezzo di una compressione adiabatica, raggiungendo la temperatura di 920 K (stato C). Infine viene raffreddato isobaricamente fino a raggiungere lo stato iniziale (stato A). D1) Qual la temperatura raggiunta al termine dell'espansione A-B? D2) Quanta entropia viene prodotta nella trasformazione A-B? D3) Quanto lavoro viene fornito nella compressione B-C ? D4) Quanto vale la massa volumica del gas nello stato C? D5) Quanto lavoro viene scambiato nella trasformazione C-A?

Problema n. 2
8.5 kg di H2O alla pressione di 1 bar ed alla temperatura di 50C vengono completamente vaporizzati a pressione costante, successivamente vengono espansi a temperatura costante fino alla pressione di 0.5 bar e quindi espansi adiabaticamente fino alla pressione di 0.1 bar, raggiungendo la temperatura di 75 C. D6) Quanto calore necessario fornire durante la prima trasformazione? D7) Quanto lavoro viene scambiato durante lespansione isoterma? D8) Quanto vale la massa volumica al termine dellespansione isoterma? D9) Quanto lavoro viene scambiato durante lespansione adiabatica? D10) Quanta entropia viene prodotta durante lespansione adiabatica?

Problema n. 3
Una resistenza elettrica di forma cilindrica (L=0.5 m, D=2 cm) dissipa una potenza termica pari a 50 W. La sua superficie esterna lambita da aria alla temperatura di 20C, il coefficiente di scambio termico convettivo h = 10 W/(m2K). o D11) Quanto vale il flusso termico alla superficie della resistenza? o D12) Quanto vale la temperatura superficiale della resistenza? o D13) Se la resistenza viene ricoperta con uno strato di materiale plastico [k=0.5 W/(m K)] di spessore pari a 3 mm, quale temperatura viene raggiunta dalla superficie esterna della guaina? o D14) Nel caso del punto precedente, quale temperatura viene raggiunta allinterfaccia tra guaina e resistenza? o D15) Quanto vale il flusso termico allinterfaccia tra guaina e resistenza?

Problema n. 4
Un forno per la cottura di mattoni costituito da una camera a forma di parallelepipedo di altezza 3 m, larghezza 3 m e lunghezza 22 m. I mattoni (ematt=0.6) che ricoprono il pavimento devono essere mantenuti alla temperatura di 200C mentre la volta e le pareti del forno (ef = 0.7) si trovano alla temperatura di 750 C. D16) Quanta potenza viene scambiata per irraggiamento tra forno e mattoni? D17) Quanto vale lirradianza che giunge sui mattoni? D18) Quanto vale la brillanza delle pareti del forno? D19) Quale sarebbe la potenza scambiata se tutte le superfici (mattoni, volta, pareti) fossero nere? D20) Quale deve essere la temperatura del forno (a pari temperatura dei mattoni e nellipotesi che tutte le superfici siano nere) affinch la potenza scambiata uguagli quella valutata al punto D16?

Soluzione dellesame scritto di FISICA TECNICA del 15/6/2009 (Allievi Mecc. + V.O.)

1 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090615.htm

Problema n. 1 D1) Poich Q=0 e W=0 la trasformazione isoenergetica: DU=0 e nell'ipotesi di gas perfetto: TB=TA=120C. D2) Il sistema isolato quindi: Sp = SB-SA= M [c*p ln(TB/TA) - R* ln(PB/PA)]= M R* ln(PA/PB)]= 2412 J/K. D3) Poich la compressione adiabatica (ma non isoentropica) : W =DU = M c*v (TC-TB) = M 5/2 R* (TC-TB) = 1173.6 kJ. D4) Per un gas perfetto: r = P/(R* T) quindi: rC= P/(R* T)=5.49 kg/m3. D5) Poich P = costante, W = - P (VA-VC) = - M R* (TA-TC) = 469.4 kJ. Problema n. 2 D6) La trasformazione avviene a pressione costante quindi: Q = M(h2-h1)=20.96 MJ, con: h1=h(1bar,50C)@ hL(50C) = 209.36 kJ/kg, h2 = hV(1bar)=2675.4 kJ/kg. D7) Nella trasformazione isoterma (2-3) si ha: W=U3-U2-Q=M(u3-u2)-Q, dove: u2=uV(1bar)= 2506 kJ/kg, u3=u(0.5bar, 99.6C)=2515 kJ/kg e Q=TdS=MT(s3-s2) = 1.077 MJ (trasformazione isoterma) con s2=7.36kJ/kgK s3=7.70 kJ/kgK; quindi: W = - 1.0005 MJ. D8) La massa volumica vale: r=1/v=0.281 kg/m3 con v=3.56 m3/kg. D9) In tal caso: W=U4-U3=M(u4-u3), con u4=u(0.1bar, 75C)=2480 kJ/kg, u3=2511,65 kJ/kg, quindi: W = - 270 kJ. D10) La produzione di entropia vale: Sp=M(s4-s3) con s4=8.31 kJ/(kg K), s3=7,705 kJ/(kg K), quindi Sp= 5.201 kJ/K. Problema n. 3 D11) Il flusso termico sulla superficie esterna della resistenza vale: j=Q/S=1591.6W/m2 con S=pDL=0.031416m2. D12) Dalla relazione j = h(Ts-Ta) si ha: Ts=Ta+ j/h=179.2C. D13) in questo caso: j=Q/S=1224.3W/m2 con S=pDisL=0.04084m2 e Ts,is=Ta+ j/h=142.4C. D14) In questo caso, facendo uso del metodo delle reti elettriche: Q = (Tint-Ta)/RT, con RT=1/pDishL+ln(Dis/D)/2pkisL=2.615 K/W dove Dis= diametro esterno dellisolante = 0.026 m, si ha: Tint=Ta+QRT=150.7C. D15) Il flusso termico sulla superficie della resistenza vale: j=Q/S e poich sia Q che S sono invariate: j=1591.6 W/m2. Problema n. 4 D16) La potenza scambiata per irraggiamento valutabile con la relazione: Q=s(Tm4-Tf4)/[(1-em)/(emAm)+1/(Fm-pAm)+(1-ef)/(efAf)]= -2175.8 kW, dove Fm-p=1. D17) Lirradianza che giunge sui mattoni si pu ricavare dal bilancio energetico: Q=Am(Em-amGm), con am=em e Em=emsTm4. Si ha quindi: Gm=sTm4-Q/(Amem)= 57.8 kW/m2. D18) La brillanza pu essere ricavata applicando direttamente il metodo delle reti elettriche oppure osservando che: Gm=Qm/Am = Qfm/Am = Ff-mQf /Am = Ff-mAfJf /Am = Jf (lultima uguaglianza si ottiene applicando la legge di reciprocit e ricordando che Fm-p=1), quindi Jf=Gm.

2 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090615.htm

D19) In tal caso: Q=Ams(Tm4-Tf4)= - 3913.4 kW. D20) Posto Q pari al valore ottenuto al punto D16, si ha: Tf = [Tm4 - Q/(sAm)]1/4 = 618.3C.

3 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080716.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 16/7/2008 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n.1 In un recipiente termicamente isolato dotato di pistone mobile e mantenuto alla pressione di 5 bar contenente 5 kg di azoto (N2, Mm = 28 kg/kmole) alla temperatura di 15C viene introdotto un mattone di massa pari a 2 kg, c = 500 J/kgK la cui temperatura iniziale pari a 75C. Dopo un certo tempo il sistema raggiunge uno stato di equilibrio (alla pressione di 5 bar). o D1) Quale temperatura raggiunge il sistema (gas+mattone)? o D2) Quanto vale il volume occupato dal gas al termine del processo? o D3) Quanto calore viene scambiato dal gas nel processo? o D4) Quanto lavoro viene scambiato dal gas nel processo? o D5) Quanta entropia viene prodotta? Problema n.2 Una portata pari a 8 kg/s di acqua liquida (P=30 bar, T=200C) viene laminata adiabaticamente fino alla pressione di 8 bar. Successivamente la sola fase vapore viene inviata ad un compressore adiabatico (his,C=0.9) che la riporta alla pressione di 30 bar. o D6) Quanto vale il titolo di vapore alluscita dalla laminazione? o D7) Quanto vale la portata di vapore trattata dal compressore? o D8) Quanta potenza meccanica deve essere fornita al compressore? o D9) Quale temperatura viene raggiunta al termine della fase di compressione? o D10) Quanta entropia viene prodotta per unit di tempo nella fase di compressione? Problema n.3 Un condotto cilindrico (ri=2.5 cm, re=2.8 cm, k=60 W/m K) percorso da vapore umido (P=3 bar, hi=50000W/m2K) mentre esternamente lambito da una corrente daria (k=0.024 W/m K; cp* = 1007 J/kgK; m=1.610-5kg/ms) alla temperatura di 20C, alla pressione di 1 bar ed alla velocit (ortogonale allasse del condotto) di 20 m/s. Per la valutazione del coefficiente di scambio termico convettivo esterno si faccia uso della correlazione seguente: Nu = 0.26 Re0.6 Pr0.36. D11) Quanto vale il coefficiente di scambio termico convettivo esterno (he)? D12) Quanto vale il flusso termico sulla superficie esterna del condotto? D13) Qual la temperatura sulla superficie esterna del condotto? D14) Se il condotto viene ricoperto da uno strato isolante (spessore 1 cm, kis=0.08 W/m K) quale valore assume il flusso termico sulla superficie esterna dellisolante? D15) Nelle condizioni del punto precedente, quanto vale la temperatura allinterfaccia tra condotto ed isolante? Problema n.4 La base minore (Raggio1=1m) di un recipiente tronco-conico (Raggio2= 2m, altezza = 2 m) si trova alla temperatura di 30C, mentre la superficie laterale e la base maggiore si trovano a 70C. Le superfici possono essere considerate nere ed il fattore di forma F1-2 (basemin basemag) vale: 0.46. D16) Quanto vale la potenza scambiata tra base minore e superficie laterale? D17) Qual la potenza complessivamente scambiata dalla base minore? D18) Quanto vale lirradianza sulla base minore? D19) Quanto vale lirradianza sulla superficie laterale? D20) Se le superfici fossero tutte grigie (e=0.5) quanta potenza scambierebbe complessivamente la base minore?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 16/7/2008 (All. Mecc. +V.O.)

1 di 3

21/07/2012 10:29

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080716.htm

Problema n.1 D1) Poich lintero processo avviene adiabaticamente, DUT=W=-PDVT quindi:Uf+PfVf=Ui+PiVi (Pf=Pi=P) cio: Hf=Hi, dove H= Hmattone+ Hgas, perci: DHmatt=-DHgas e quindi: Mgasc*p,gas(Tf-Ti,gas)=-Mmatt cmatt(Tf-Ti,matt) e Tf=( Mgasc*p,gasTi,gas+Mmatt cmattTi,matt)/( Mgasc*p,gas+Mmatt cmatt) con: c*p,gas=7/2 R* =1039 J/kgK (il gas biatomico). Si ottiene quindi: Tf=24.7C. D2) Per lequazione di stato: Vf=MgasR*Tf/P=0.884 m3 . D3) Il calore scambiato dal gas valutabile dalla relazione: Q=DU-W=DU+PDV=DH, quindi: Q = Mgasc*p,gas(Tf-Ti,gas)=50.403 kJ. D4) Il lavoro scambiato dal gas si calcola come: W=-P(Vf-Vi)=-MgasR*(Tf-Ti)=-2/7Q=-14.401 kJ. D5) Poich lintera trasformazione adiabatica: Sp=DSgas+DSmatt con DSgas=Mgasc*p,gas ln(Tf/Ti) = 172.13 J/K, mentre DSmatt=dS= Mmattc*p,matt dT/T=Mmattc*p,matt ln(Tf/Ti,matt) =-156.11 J/K quindi Sp=16.02 J/K Problema n.2 D6) La trasformazione di laminazione adiabatica pu essere approssimata da una trasformazione isoentalpica (non quasistatica) pertanto h2=h1 e h1 pu essere approssimata dallentalpia massica del liquido saturo alla temperatura di 200C: h1 = 837,36 kJ/kg = h2. Il titolo di vapore finale vale: x2=[h2hL(P2)]/[hV(P2)-hL(P2)]= 0.0568 (dove hV(P2) @ 2770 kJ/kg; hL(P2)=721 kJ/kg). D7) La portata di vapore inviata al compressore vale: v = x2 = 0.454 kg/s. D8) La potenza meccanica assorbita dal compressore vale: = v (hu,is - hi)/his,C; lentropia massica del vapore saturo secco vale: sV(8bar)=6.66 kJ/kgK, e dalle tabelle del vapore surriscaldato si ricava per interpolazione che hu,is (a 30 bar con entropia massica pari a 6.66 kJ/kgK) vale: 3060 kJ/kg, pertanto: = 146,4 kW (con hi = 2770 kJ/kg). D9) Lentalpia massica del vapore uscente dal compressore vale: hu=hi+(hu,is-hi)/his,C=3092.2 kJ/kg, dalla tabella del vapore surriscaldato (interpolando) si ottiene: T=339C. D10) Lentropia prodotta nellunit di tempo vale: Sp = v (su-si), con si = 6.66 kJ/kgK, e su si ottiene dalla tabella del vapore surriscaldato (a T=339C, P=30 bar) : su = 6.70 kJ/kgK, quindi Sp @ 0.0182 kW/K.

Problema n.3 D11) Dalla definizione del Numero di Reynolds si ottiene: Re = rvD/m = 82684 , dove r=P/R*T =1.188 kg/m3 (dallequazione di stato dei gas ideali); il Numero di Prandtl vale Pr = cm/k=0.671, e quindi: Nu=201.4, da cui si ottiene il coefficiente di scambio termico convettivo: he = Nu k/D = 86.3 W/m2K. D12) Facendo uso dellanalogia elettrica: Q=(Ti-Te)/Rt, dove Ti=133.5C (dalle tabelle del vapore umido), Rt=1/2phiriL+ln(re/ri)/2pLk+1/2phereL= 0.0663/L K/W, e quindi: je=Q/Se=Q/2preL=(Ti-Te)/(2pre 0.0663) =9.732 kW/m2. D13) Poich je=he(Tse-Te), si ha: Tse=Te+ je/he=132.7C. D14) In tale caso De=0.076m quindi Re=112214 da cui Nu=241.9 e he=76.4 W/m2K, la resistenza termica complessiva diviene: Rt=1/2phiriL+ln(re,c/ri)/2pLk+ ln(re,is/re,c)/2pLkis +1/2phere,isL= 0.665/L K/W, dove re,c=raggio esterno condotto=0.028m, re,is=raggio esterno isolante=0.038m, quindi je=Q/Se=Q

2 di 3

21/07/2012 10:29

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080716.htm

/2preL=(Ti-Te)/(2pre,is 0.663) =0.717 kW/m2. D15) In tale caso, posto R1=1/2phiriL+ln(re,c/ri)/2pLk=0.000428/L K/W, si ha: Q=(Ti-Tint)/R1 dove Tint la temperatura cercata, quindi: Tint=Ti-Q R1=Ti-R1 (Ti-Te)/Rt = Ti-0.000428 (Ti-Te)/0.663 = 133.43C. Problema n.4 D16) La potenza scambiata vale: Q1-L=A1F1-Ls(T14-TL4)= -520.6 W, dove F1-L=1-F1-2=0.54. D17) In tal caso: Q1,tot=A1F1-L2s(T14-TL4)=-964.1W, dove F1-L2=F1-L+F1-2=1. D18) Lirradianza si calcola come: G1=Q->1/A1=(Q2->1+QL->1)/A1= s(A2F2-1T24+ ALFL-1TL4)/A1 = sF1-2T24+sF1-LTL4 = sTL24=784.8 W/m2. D19) Lirradianza si calcola come: GL=Q->L/AL = ( Q1->L +Q2->L+QL->L)/AL = s(A1F1-LT14+ A2F2-LT24+ALFL-LTL4)/AL= s(FL-1T14+ FL-2T24+FL-LTL4)=760.1 W/m2. D20) In tale caso, le superfici laterale + base maggiore possono essere considerate come ununica superficie (avendo la stessa temperatura e lo stesso coefficiente di emissione), e quindi posto: A1em=((1-e)/eA1+1/A1F1-2L+(1-e)/A2Le)-1=1.50 m2 Q1,tot=A1ems(T14-T2L4)= - 460.5W. (con F1-2L=1, A2L=A2+AL) si ha:

3 di 3

21/07/2012 10:29

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110117.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 17/1/2011 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 8 kg di azoto (N2, gas perfetto biatomico, Mm = 28 kg/kmol) inizialmente alla temperatura di 30C ed alla pressione di 1 bar (stato 1), vengono sottoposti alle seguenti tre trasformazioni successive (costituenti un ciclo): 1) riscaldamento isocoro fino a raggiungere la pressione di 3 bar (stato 2); 2) espansione adiabatica fino a raggiungere la pressione iniziale di 1bar (stato 3), durante questa trasformazione il lavoro scambiato risulta pari a: 0.65 MJ (uscente dal sistema); 3) trasformazione isobara fino a raggiungere la temperatura iniziale di 30C. D1) Quale temperatura viene raggiunta nella trasformazione isocora? D2) Quanto calore viene scambiato nella trasformazione isocora? D3) Quanta entropia viene prodotta nella trasformazione adiabatica? D4) Qual la densit del gas al termine della trasformazione adiabatica? D5) Quanto lavoro viene scambiato complessivamente nel ciclo? Problema n. 2 75 kg di vapore dacqua surriscaldato alla pressione di 8 bar ed alla temperatura di 400C (stato 1) vengono portati allo stato di liquido saturo alla pressione di 2 bar (stato 2) scambiando con lambiente (Tamb=30C) una quantit di calore pari a 200 MJ. D6) Quanto lavoro stato scambiato nel processo? D7) Quanta entropia stata prodotta? D8) Quanto lavoro avrebbe scambiato lambiente se il processo fosse stato reversibile? D9) Se il liquido saturo (stato 2) venisse espanso adiabaticamente e senza scambiare lavoro fino a 0.01 bar, quale sarebbe il titolo di vapore risultante? D10) Quale sarebbe la variazione dellenergia libera di Gibbs nellespansione adiabatica? Problema n. 3 Una lastra piana la cui superficie esterna (da considerarsi grigia con e = 0.6) ha unarea pari a 2 m2 esposta alla radiazione termica proveniente dal cielo e scambia calore con laria esterna (Taria = 20C) per convezione (h = 20 W/m2K). La temperatura della superficie esposta allequilibrio raggiunge il valore di 15C. o D11) Quanta potenza scambia la lastra per irraggiamento? o D12) Quanto vale lirradianza che giunge sulla lastra? o D13) Quanto vale la brillanza della lastra? o D14) Quale dovrebbe essere il coefficiente di scambio termico convettivo affinch la temperatura dequilibrio raggiunta dalla lastra sia 18C? o D15) Quanto vale, nel caso del punto precedente, la brillanza della lastra? Problema n. 4 Uno scambiatore di calore controcorrente viene utilizzato per produrre vapore sfruttando i fumi provenienti da una caldaia. La portata dei fumi pari a 15 kg/s e la temperatura d'ingresso 350C, mentre la temperatura in uscita pari a 150C (cp gas = 1100 J/kg K). L'acqua viene alimentata alla temperatura di 20 C ed alla pressione di 5 bar e si vuole ottenere vapore saturo secco. o D16) Qual la potenza termica estratta dai fumi? o D17) Qual la portata d'acqua necessaria? o D18) Quanto vale la conduttanza totale (htotS UA)? o D19) Quanto vale il numero di unit di trasporto (NTU) nel tratto dove avviene levaporazione ed in quello dove avviene il riscaldamento dellacqua? o D20) Si tracci il diagramma dei profili di temperatura delle due correnti giustificandolo.
N.B. Nel valutare la conduttanza totale si tenga presente che il tratto di scambiatore, dove avviene il riscaldamento dellacqua liquida, ha caratteristiche di scambio termico diverse dal tratto dove avviene levaporazione.

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (All. Mecc.+V.O.) del


21/07/2012 10:21

1 di 3

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110117.htm

17/1/2011
Problema n. 1 D1) Dallequazione di stato dei gas ideali (considerando che V1=V2): T2=T1P2/P1=909K=636C. D2) Il calore scambiato si pu calcolare con la relazione: Q = DU = M cv*(T2-T1) = 3.60 MJ. D3) Lentropia prodotta pari alla variazione di entropia (poich la trasformazione adiabatica), quindi: Sp=m(s3-s2)=m[cp*ln(T3/T2)-R*ln(P3/P2)], dove P3=P1=1 bar, e T3 si ricava dalla relazione: W2-3=DU=Mcv*(T3-T2), da cui T3=W2-3/(M cv*)+T2= 799.5K=526.5C. Quindi: Sp=1.542 kJ/K. D4) La massa volumica vale r =P3/(R*T3)=0.421 kg/m3. 3 D5) Il lavoro scambiato nella trasformazione ciclica pari a : W=W1-2+W2-3+W3-1= 0.529MJ con W1-2=0 (isocora) W2-3=-0.65MJ, W3-1=-P3(V1-V3)= 1.179MJ (isobara, V1=mR*T1/P1= 7,201 m3, V3=mR*T3/P3= 18,99 m3). Problema n. 2 D6) Il lavoro scambiato nel processo vale: W=DU-Q= 15.8MJ con DU=M(u2-u1)=-184.2MJ ; u2=504kJ/kg; u1=2960kJ/kg. D7) Lentropia prodotta vale: Sp=DSH2O+DSamb= 207kJ/K con DSH2O=M(s2-s1)= -453 kJ/K ; s2=1.53kJ/kgK; s1=7.57kJ/kgK; DSamb=-Q/Tamb=660kJ/K (N.B. Q=- 200 MJ perch uscente dal sistema, infatti lambiente si trova costantemente a temperatura inferiore a quella del sistema). D8) Per un processo reversibile: Sp=DSH2O+DSamb= 0, quindi DSamb=+453 kJ/K = - Q/Tamb, da cui Q= - 137.26 MJ e quindi : W=DU-Q= -46.941 MJ (con DU=M(u2-u1)=-184.2 MJ). D9) In tal caso DU=0, quindi u3=u2=504kJ/kg e x3=[u3-uL(0.01bar)]/[uLV(0.01bar)]=0.202. D10) La variazione di energia libera vale: DG=M(g3-g2)=7.32 MJ, con g2=h2-T2s2=-97.2kJ/kg g3=h3-T3s3= +0.43kJ/kg (h3=x3hLV+hL=531.3 kJ/kg, s3= x3sLV+sL=1.896kJ/kgK,T3=6.9C). Problema n. 3 D11) In condizioni di equilibrio la potenza scambiata per irraggiamento uguaglia, a meno del segno, la potenza scambiata per convezione che vale Qconv = h A (Ts -Taria) = 200W (N.B. entrante nella lastra), pertanto dalla lastra esce per irraggiamento una potenza di 200W (= Qirr). D12) Dal bilancio energetico: Qirr = A(E-aG)= Ae(sTs4-G) si ottiene G =sTs4-Qirr/Ae= 223.4 W/m2. D13) Per definizione di brillanza: J=E+rG = e sTs4+(1-e)G = 323.14 W/m2. D14) In tale caso la potenza scambiata per irraggiamento vale: Qirr= Ae(sTs4-G)=219.8 W, quindi: h = Qconv/(Ts-Taria) = 109.9 W/m2K. D15) In questo caso la brillanza vale: J=E+rG = esTs4+(1-e)G = 334.1 W/m2. Problema n. 4 D16) La potenza scambiata vale: Q = f cpf (Tf,i-Tf,u) = 3300 kW. D17) Poich Q=H2O (hu-hi), dove hi = 83.7 kJ/kg, e hu=hv(5bar)=2747.5 kJ/kg si ottiene H2O = Q/(hu-hi) = 1.239 kg/s. D18) La potenza scambiata nel riscaldamento dellacqua (da 20C alla temperatura debollizione di

2 di 3

21/07/2012 10:21

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110117.htm

151.8C) vale: Qr = H2O (hL(5bar)-hi) = 689 kW, e la potenza scambiata nellevaporatore vale quindi: Qev=Q-Qr=2611 kW. La temperatura dellaria allingresso del riscaldatore e quindi alluscita dallevaporatore vale allora Tx=Tfu+Qr/Ca=191.8C. Le differenze di temperatura tra le due correnti valgono quindi: DTs=Th,u-Tc,i=130C, DTx= Tx-Tcu = 40C, mentre DTo= Th,i-Tc,u = 198.2C. Si ha quindi: DTLM,r=(DTs-DTx)/ln(DTs/DTx)=76.3C, DTLM,ev=(DTx-DTo)/ln(DTx/DTo) = 98.8C e dunque: UAr=Qr/DTLMr=9.03 kW/K, UAev=Qev/DTLMev=26.4 kW/K, quindi UA=35.4 kW/K.

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (All. Mecc.+V.O.) del 17/1/2011


D19) Per definizione di NTU: NTU = UA/Cmin, dove avviene levaporazione: Cmin=Cfumi=16.5 kW/K, quindi NTUr=1.60, nel tratto dove avviene il surriscaldamento Cmin=Cacqua=5.19 kW/K e NTUev=1.74. D20)

3 di 3

21/07/2012 10:21

Un compressore adiabatico viene utilizzato per comprimere 40 kg/s di ...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090119.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 19/1/2009 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n. 1 Un compressore adiabatico viene utilizzato per comprimere 40 kg/s di aria (Mm=28.9kg/kmole, P=1bar, T=20C) fino alla pressione di 10 bar assorbendo una potenza pari a 13.7 MW. o D1) Quanto vale la temperatura del gas all'uscita? o D2) Quanto vale il rendimento isoentropico del compressore? o D3) Quanta entropia viene prodotta per unit di tempo? o D4) Quanta potenza verrebbe assorbita da un compressore ideale? o D5) Quanta potenza assorbirebbe il compressore ideale se il gas fosse He (Mm=4kg/kmole)? N.B. si trascurino i termini cinetici e gravitazionali nei bilanci energetici. Problema n. 2 Unaria umida contenente 800 kg di aria secca caratterizzata dai seguenti valori di temperatura a bulbo secco (Tbs) e a bulbo umidi(Tbu): Tbs=30C, Tbu=20C. o D6) Quanto vale lumidit assoluta? o D7) Quanto vale la temperatura di rugiada? o D8) Quanto vale lumidit relativa dellaria umida che si ottiene miscelando adiabaticamente laria umida in oggetto con una eguale quantit di aria umida satura a 20C? o D9) Raffreddando laria umida ottenuta dalla miscelazione (punto 3) fino alla temperatura di 5C, quanta H20 condensa? o D10) Quanto calore necessario estrarre nel processo descritto al punto precedente? Problema n. 3 Uno strato di un materiale omogeneo ed isotropo (spessore = 3 cm, k=0.8 W/m K) viene interposto tra sue sottili strati di rame (spessore = 1mm, k=390 W/m K) nei quali viene generata per effetto Joule una potenza termica per unit di volume (uniformemente distribuita) pari a 10 MW/m3. Esternamente i due strati sono lambiti da un fluido la cui temperatura vale 10C (h=90W/m2K). o D11) Quanto vale il flusso termico sullinterfaccia tra gli strati di rame ed il materiale interposto? o D12) Quanto vale il flusso termico sulla superficie esterna dello strato di rame? o D13) Quale temperatura viene raggiunta dalla superficie esterna dello strato di rame? o D14) Qual la temperatura massima raggiunta nello strato di materiale? o D15) Si tracci un grafico qualitativo dei profili di temperatura e di flusso termico giustificandoli.
Problema n. 4

Una stanza ha la forma di un parallelepipedo retto la cui base ha dimensioni 4mx5m e la cui altezza vale 3.5 m. Il pavimento (superficie n.1, grigia, coefficiente di emissione e=0.7) si trova alla temperatura di 18C, mentre la temperatura del soffitto e delle pareti (sup. n. 2, da considerarsi nere) di 25C. o D16) Quanto valgono i fattori di forma F21 e F22? o D17) Quanto vale la potenza termica scambiata per irraggiamento dal pavimento ? o D18) Quanto vale la brillanza del pavimento? o D19) Quanto vale lirradianza sulle pareti? o D20) Quanta potenza verrebbe scambiata se il pavimento fosse anchesso nero?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica del 19/1/2009

1 di 3

21/07/2012 10:28

Un compressore adiabatico viene utilizzato per comprimere 40 kg/s di ...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090119.htm

Problema n. 1 D1) Poich: W= m (h2-h1)= m cp (T2-T1) si ha: T2=T1+W/(m cp)=634,1 K. D2) Dalla definizione di rendimento isoentropico per un compressore: his,c=(h2is-h1)/(h2-h1)=(T2,is-T1)/(T2-T1), dove T2is=T1(P2/P1)k-1/k=565.7K, quindi: his,c=0.802. D3) Poich il compressore adiabatico: Sp = m [cp*ln(T2/T1)-R*ln(P2/P1)]=4.535 kW/K. D4) La potenza assorbita da un compressore ideale vale: Wid = W his,c=10.96 MW. D5) In tal caso si ottiene: T'2,is=735.68K (N.B. k=1.666) e Wid = m cp (T'2,is-T1)=91.98MW, con cp*=5/2 R*=5196.25J/kgK. Problema n. 2 D6) Intersecando la curva isoentalpica che passa dal punto t=20C sulla curva di saturazione, con la retta isoterma a 30C, si ottiene il punto che rappresenta lo stato del sistema, caratterizzato da X=0.0107 kgv/kgas. D7) Prolungando la retta ad X costante passante per il punto sopra individuato fino ad intersecare la curva di saturazione si ottiene Tr=15C. D8) Il risultato si pu ottenere analiticamente attraverso i bilanci di massa e di energia che forniscono: Xf = (X+Xsat,20C)/2=0.0128 kgv/kgas; hf =(h+hsat,20C)/2=h=57.5 kJ/kgas; (N.B. hsat,20C=h !) da cui si ottiene tf = (hf-Xf*2500)/(1006+Xf 1.84)*103=25C e j=PT Xf/(Ps(tf)*(Xf+0.622))=0.64. Lo stesso risultato si ottiene costruendo la retta di miscela che passa per i punti che rappresentano le due arie umide su un diagramma psicrometrico ed individuando il punto medio del segmento (le masse sono uguali). D9) La massa di condensato si calcola con la relazione: Mc = Mas(Xf-Xf2)= 11.84 kg dove lumidit assoluta al termine del raffreddamento vale Xf2=0,0054 kgv/kgas. D10) Lenergia termica scambiata vale Q= Mas(hf-hf2) =31200kJ, con hf2=18,5 kJ/kgas. Problema n. 3 D11) Il problema possiede una simmetria rispetto al piano passante per il punto medio dello strato di materiale, pertanto in tale punto il flusso termico nullo, e poich in uno strato di materiale omogeneo, piano, senza generazione il flusso termico resta costante, questo nullo in ogni punto di tale strato e quindi nullo anche allinterfaccia tra strato di rame e materiale interposto. D12) Tutta la potenza generata da ogni strato viene quindi ceduta al fluido, e quindi il flusso termico sulla superficie esterna degli strati di rame vale: je= Q/S = qV/S = q s = 10kW/m2 (V= volume dello strato, S= superficie, s =spessore). D13) Poich il flusso termico sulla superficie esterna viene scambiato per convezione con laria: je=h(Te-Tfluido), si ha quindi Te=je/h+Tfluido=121.1C. D14) Poich il flusso termico nello strato di materiale nullo, la temperatura in esso uniforme e quindi pari alla temperatura della superficie interna degli strati di rame. La temperatura negli strati di rame vale: T(x)= -qx2/2k+Ax+B e posto x=0 sulla superficie esterna e x=1mm sulla superficie interna dello strato di rame si ha: B=Te=121.1C, j (x) =qx - kA e quindi kA =h(Tfluido-Te)=-10kW/m2 da cui A=25.64 C/m e T(1mm)=121.15C che pari alla temperatura nello strato di materiale interposto. D15) Per quanto sopra detto, la temperatura uniforme nel materiale interposto e diminuisce parabolicamente negli strati di rame, il vertice della parabola si trova allinterfaccia tra rame e materiale, dove appunto il flusso nullo. Il flusso termico nullo ovunque nel materiale interposto ed aumenta linearmente negli strati di rame fino a raggiungere il valore massimo (10 kW/m2) sulla superficie esterna. Problema n. 4 D16) Dalla relazione di reciprocit: F21=A1F12/A2=A1/A2= 0.241 (F12=1), dalla legge della cavit F22=1F21=0.759. D17) Facendo uso del metodo delle reti elettriche si ottiene: Q1-2= s(T14-T24)/Rt, = -567.8 W con Rt=(1e1)/A1e1+1/F12A1=0.0714m-2 (e2=1).

2 di 3

21/07/2012 10:28

Un compressore adiabatico viene utilizzato per comprimere 40 kg/s di ...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090119.htm

D18) La brillanza del pavimento vale: J1=e1sT14+(1-e1)G1=418.7W/m2 con G1=F12J2= sT24=447.1 W/m2. D19) Lirradianza sulle pareti vale: G2=F21J1+F22J2= 440.3 W/m2 con J2=sT24 = 448 W/m2. D20) Dallequazione usata in precedenza, ponendo e =1 si ottiene: Q1-2= s(T14-T24)/Rt, = - 811.1 W, con
1

Rt=1/F12A1=0.05m

-2

(e2=1).

3 di 3

21/07/2012 10:28

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100125.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 25/1/2010 (Mecc.+ V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 Un kg di N2 alla pressione P1 =3 bar ed alla temperatura T1 = 100 C, viene espanso in modo non quasistatico (in un sistema cilindro-pistone) fino alla pressione di 1 bar. Durante il processo il gas scambia la quantit di calore Q = 41.86 kJ con un serbatoio isotermo la cui temperatura pari a 200 K. La temperatura finale del gas T2 = 260 K. o D1) Di quanto varia lentalpia del gas? o D2) Quanto lavoro viene scambiato durante il processo? o D3) Quanta entropia viene prodotta nel processo? o D4) Quanto vale l'indice della politropica che unisce gli stati iniziale e finale? o D5) Se il sistema venisse portato dallo stato iniziale a quello finale per mezzo della trasformazione politropica di cui al punto D4), quanto calore scambierebbe?
N.B. : MM (N2) = 28 kg/kmol.

Problema n. 2 Una portata pari a 25 kg/s di acqua liquida (P=1 bar, T=20C) viene pressurizzata a 20.6 bar per mezzo di una pompa adiabatica (his=0,75) e successivamente viene riscaldata in uno scambiatore di calore per produrre vapore umido (x=0,95). La pressione all'uscita dello scambiatore, a causa delle perdite di carico, di 20.3 bar. o D6) Quanto vale la potenza meccanica necessaria alla pompa? o D7) Quanto vale la potenza termica da fornire all'H2O nello scambiatore di calore? o D8) Qual la massa volumica della miscela bifasica all'uscita dello scambiatore? o D9) Laminando isoentalpicamente il vapore umido, a quale pressione si otterrebbe vapore saturo secco (x=1)? o D10) Quanta entropia viene prodotta per unit di tempo nella laminazione del punto precedente? Problema n. 3 In uno strato di rame [spessore=1mm, k=399 W/(m K)] viene generata per effetto Joule una potenza (uniformemente distribuita) pari a 1000 kW/m3. Le superfici esterne sono ricoperte da due strati di materiale omogeneo ed isotropo: strato 1: s1= 4 cm, k1=1,5 W/(m K); strato 2: s2 = 1 cm, k2 =0.2 W/(m K). Le superfici esterne di tali strati sono lambite da aria [Taria = 20C, h = 20 W/(m2K)]. o D11) Qual la temperatura dellinterfaccia tra lo strato di rame e lo strato n. 1? o D12) Quanto vale il flusso termico che attraversa lo strato n. 1? o D13) Quanto vale la temperatura della superficie esterna dello strato n. 2? o D14) Qual la massima temperatura raggiunta nello strato di rame? o D15) Quale deve essere lo spessore dello strato n. 1 affinch il flusso termico che lattraversa sia pari (in valore assoluto) ad 1/3 del flusso termico che attraversa lo strato n. 2? Problema n. 4 La cavit cilindrica (D=75mm, H=150 mm) di un fornetto aperta ad una estremit. La cavit schematizzabile come superficie nera ed scaldata elettricamente e termicamente ben isolata. La superficie laterale (sup. n. 1) mantenuta a 1350C, mentre il fondo (sup. n. 2) mantenuto a 1650C. La temperatura equivalente delle superfici costituenti lambiente esterno (temperatura del cielo) Tsky=27C. Il fattore di forma tra fondo ed apertura superiore F23=0.06. o D16) Quanto valgono i fattori di forma: F21, F11, F12? o D17) Quanta potenza entra dalla estremit aperta? o D18) Quanta potenza deve essere fornita la forno per mantenere le temperature richieste? o D19) Quanta potenza scambiano le superfici 1 e 2? o D20) Quanto vale lirradianza sulla superficie laterale?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc+V.O.) - 25/1/2010

1 di 3

21/07/2012 10:25

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100125.htm

Problema n. 1 D1) La variazione dentalpia del gas vale: H = M cp* (T2-T1) = - 117.46 kJ [N.B.: cv*=7/2 R*] D2) Dal primo principio della Termodinamica W = DU-Q, dove DU = M cv* (T2-T1) = - 83.9 kJ. Inoltre: Q= -41.86 kJ (Q uscente perch la temperatura del gas sempre superiore a quella del serbatoio isotermo). Perci: W = - 42.02 kJ [N.B.: cv*=5/2 R*] D3) L'entropia prodotta vale: Sp=DSg + DSserb = M [cp* ln(T2/T1)-R*ln(P2/P1)] - Q /Tserb = 0.1604 kJ/K. D4) Poich per una trasformazione politropica : P1T1n/(1-n) = P2T2n/(1-n) si ha: n/(1-n)=ln(P2/P1)/ln(T1/T2)= - 3.044, e n = 1.489. D5) La trasformazione politropica quasistatica, quindi: W = - PdV = (P2V2-P1V1) / (n-1) = MR*(T2-T1) / (n-1) = -68.58 kJ e Q=DU-W=-15.28 kJ Problema n. 2 D6) Per valutare il lavoro necessario alla pompa per unit di massa di fluido si pu utilizzare la propriet di incomprimibilit dell'acqua liquida ottenendo: w = wis/his,p =vdP/his,p = v(P2-P1)/his,p = 2.62 kJ/kg e quindi la potenza meccanica necessaria alla pompa vale: W = w = 65.4 kW ( = portata massica). D7) La potenza termica necessaria vale: Q = (h3-h2) dove h2 l'entalpia massica dell'acqua liquida all'ingresso dello scambiatore, h3 pari all'entalpia massica all'uscita dalla pompa: h2= h1+w= 83.86+2.62= 86.48 kJ/kg [h1 hL(20C)], mentre h3 = x hv(20.3bar) + (1-x) hL(20.3bar)= 2703.2 kJ/kg, quindi: Q= 65.418 MW D8) Il volume specifico vale: v3 = x vv(20.3bar) + (1-x) vL(20.3bar)= 0.09335 m3/kg quindi: r=10.71 kg/m3. D9) Poich al termine della laminazione isoentalpica deve essere hf=h3= 2703.2 kJ/kg, dalle tabelle del vapore saturo si trova che hv(200 kPa)= 2706.3 kJ/kg, hv(150 kPa)= 2693.4 kJ/kg ed interpolando linearmente: P=188.0 kPa=1.88 bar D10) Lentropia prodotta per unit di tempo vale Sp = (s4-s3)=25.35 kW/K, con s4 = sv(188kPa) = 7.15 kJ/kg K, s3 = x sv(20.3bar) + (1-x) sL(20.3bar) = 6.136 kJ/kg K. Problema n. 3 D11) La resistenza termica complessiva dello strato1 (comprendendo anche la resistenza convettiva) vale: R1=s1/k1+1/h = 0.0767 m2K/W, mentre quella dello strato n.2 vale : R2=s2/k2+1/h = 0.1 m2K/W. La distribuzione di temperatura nello strato di rame ha la forma: TCu(x)= -q/2kCu x2 + Ax +B, dove le costanti A e B sono ricavabili dalle condizioni al contorno: 1) in x=0: (Taria-Ts1)/R1=-kCuA 2) in x=0.001: (Ts2-Taria)/R2=qx-kCuA con Ts1=B, Ts2=0.00125+0.001A+B. La soluzione del sistema da B=63.4C, A=1,418 K/m, e quindi TCu(0) = 63,4C. D12) Il flusso che attraversa lo strato 1 vale: j1= (Taria-Ts1)/R1= -565.8 W/m2. D13) Il flusso che attraversa lo strato 2 vale: j2= (Ts2-Taria)/R2= 434.1 W/m2, con Ts2 = - 0.00125+0.001A+B= 63.4C. La temperatura sulla superficie esterna dello strato 2 vale: Te2=Taria+j1/h = 41.7C. D14) Il valore massimo della temperatura nello strato di rame vale: Tmax=kA2/(2q)+B=63.407C D15) Lo strato di rame genera una potenza pari a 1kW per ogni m2 di superficie, pertanto,

2 di 3

21/07/2012 10:25

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100125.htm

|j1|+|j2|=1000W/m2 ed affinch |j1|=|j2|/3, deve essere j1=-250W/m2 j2=750W/m2. Si ottiene quindi Ts2=j2R2+Taria=95C, dalla relazione: j2=(Ts2-Taria)/R2=qx-kCuA si ottiene A = 0.626 K/m e dalla relazione: Ts2 = - 0.00125+0.001A+B si ottiene B= 95C=Ts1, quindi R1=j1/(Taria-Ts1) = 3.33 m2K/W e s1 = (R1-1/h)k1 = 4.925 m.

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc+V.O.) - 25/1/2010


Problema n. 4 D16) Per la legge della cavit: F21+F23=1, quindi F21=0.94 e per la legge di reciprocit: F12=A2F21/A1=0,118, infine, per la legge della cavit: F11=1-F12-F13 = 0.764, dove F13=F12 per simmetria. D17) La potenza che entra per irraggiamento dalla estremit aperta : Qentrante= Jsky Asky Fsky,3 = sTsky4 F3,sky A3= 2.03W (dove si fatto uso della legge di reciprocit e F3sky=1). D18) La potenza da fornire al forno calcolabile come: [Q = Q13 +Q23 Qentrante], dove si ha poi: Q13 = sT14 F13 A1 =1640.7 W (F13=F12 per simmetria), e Q13 = sT24 F23 A2 =205.5 W, quindi Q = 1844,2 W. D19) La potenza scambiata dalle superfici 1 e 2 vale: Q1-2 = F12A1s(T24-T14) =1593 W. D20) Dalla definizione di irradianza: G1A= Q21 + Q11 + Q31 = sT24 A2 F21+ sT14 A1 F11 + Qentrante F31 da cui G1= sT24 F12+ sT14 F11 + Qentrante F31/A1= 392.19 kW/m2, dove F31=F21=0,94 per simmetria.

3 di 3

21/07/2012 10:25

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070625.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 25/06/2007 (Mecc. + V. O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome .................. Cognome ................ N. matr. .. . ..

Problema n. 1
8 kg di azoto (Mm=28kg/kmole) inizialmente a T1=20C e P1=1 bar vengono compressi adiabaticamente fino a dimezzarne il volume raggiungendo la temperatura di 180C (stato 2). Successivamente vengono espansi adiabaticamente e senza scambiare lavoro fino alla pressione iniziale (1 bar)(stato 3), infine vengono raffreddati isobaricamente fino alla temperatura di 20C, scambiando calore con lambiente a 10C. D1) Quanto lavoro viene scambiato nella compressione? D2) Quanta entropia viene prodotta nella compressione? D3) Quanto calore viene scambiato nel raffreddamento isobaro? D4) Quanto lavoro viene scambiato nel raffreddamento isobaro? D5) Quanta entropia viene prodotta complessivamente?

Problema n. 2
Un ciclo Rankine surriscaldato caratterizzato dai seguenti parametri: Pmax=80 bar, Pmin=0,1 bar, rendimenti isoentropici della pompa e della turbina pari a 0.75 e 0.85 rispettivamente, Tmax=400C. D6) Qual il titolo di vapore alluscita dalla turbina? D7) Quale deve essere la portata di vapore affinch il ciclo produca una potenza meccanica netta di 30 MW? D8) Quanta potenza assorbe la pompa? D9) Qual il rendimento del ciclo? D10) Quanto vale la produzione di entropia per unit di tempo nellespansione in turbina?

Problema n. 3
Un parallelepipedo di ferro (c*p = 447 J/kg K, r= 7870 kg/m3, k = 70 W/m K, dimensioni: 0.1 mx0.15 mx0.05 m) inizialmente alla temperatura di 400C viene sottoposto ai seguenti trattamenti termici successivi: a) immersione in un bagno dolio (h=40 W/m2 K, T=80C) per 8 minuti; b) immersione in un bagno dacqua (h=50 W/m2K, T=30C) per 15 minuti; c) raffreddamento in aria (h=10 W/m2K; T=20C) fino al raggiungimento della temperatura di 50C. o D11) Quanto vale il numero di Biot nei tre trattamenti? o D12) Quale temperatura viene raggiunta al termine del primo trattamento? o D13) Di quanto varia la temperatura del parallelepipedo nel secondo trattamento? o D14) Quanto dura il terzo trattamento? o D15) Se il primo trattamento viene accorciato a 5 minuti, quanto deve durare il secondo trattamento affinch al termine di esso la temperatura sia pari a quella ottenuta con i trattamenti a) e b) descritti in precedenza ?

Problema n. 4
Ad uno scambiatore di calore controcorrente viene inviata una portata dacqua liquida pari a 3 kg/s (THi=90C, cp* =4186,8 J/kg K, THu=70C) ed una portata di olio (cp* =2500 J/kg K, TCi=20C, TCu =50C). D16) Quanto vale la potenza scambiata? D17) Quanto vale la portata di olio? D18) Quanto vale la conduttanza totale? D19) Quanto vale lefficienza? D20) Quanto vale il numero di unit di trasporto?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 25/6/2007 (All. Mecc.+V.O.).


1 di 3 21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070625.htm

Problema n. 1 D1) Poich la trasformazione adiabatica: W = DU = M cv* (T2-T1)=950,2 kJ, con cv* =(5/2)R*. D2) Poich la trasformazione adiabatica: Sp = M(s2-s1)= M [cv* ln(T2/T1) + R* ln(V2/V1)] =941 J/K. D3) Nella trasformazione isobara: Q = M cp*(T1-T3) e poich nella espansione adiabatica Q=0 e W=0 si ha DU=Mcv* (T3-T2)=0 quindi T3=T2=180C e Q = -1330 kJ. D4) Poich linsieme delle tre trasformazioni costituisce un ciclo si ha: W1-2+Q3-1+W3-1=0 quindi: W3-1= -W1-2- Q3-1 = +379.8 kJ. D5) Poich linsieme delle tre trasformazioni costituisce un ciclo, si ha: Sp =DSg +DSamb = DSamb = - Q3-1/Tamb = 4.70 kJ/K. Problema n. 2 D6) Il titolo di vapore alluscita dalla turbina si ricava dalla relazione: x4=([h4hL(0.1bar)]/[hV(0.1bar)-hL(0.1bar)] dove h4 (lentalpia specifica alluscita dalla turbina) si ottiene dalla relazione: h4=h3+(h4,is-h3)his,T e h4is=x4is [hV(0.1bar)-hL(0.1bar)]+hL(0.1bar) dove x4is=[s3sL(0.1bar)]/[sV(0.1bar)-sL(0.1bar)=0.763, da cui: h4is=2017.6 kJ/kg, h4=2186 kJ/kg x4=0.83. D7) La portata di vapore si ricava dalla relazione mv = W/w dove w il lavoro per unita di massa prodotto dal ciclo e valutabile come: w=h4-h3+h2-h1, dove h1=hL(0.1bar)=192 kJ/kg e h2=h1+v(P2P1)/his,p=202.8kJ/kg, ottenendo: w=945 kJ/kg e quindi: mv=31.7 kg/s. D8) La potenza assorbita dalla pompa vale: Wp=mv(h2-h1)=348 kW. D9) Il rendimento del ciclo vale: h=w/qH=0.322 con qH=h3-h2=2938,8 kJ/kg. D10) La produzione di entropia per unit di tempo si valuta come: Sp=mv(s4-s3)=16.06 kW/K, dove s4=x4 [sV(0.1bar)-sL(0.1bar)]+sL(0.1bar)=6.876 kJ/kgK. Problema n. 3 D11) Il numero di Biot relativo ai tre trattamenti vale: Bia=haV/kS= 0.0078; Bib=hbV/kS= 0.0097 Bic= hcV/kS= 0.0019, con V=0.75 10-3 m3, S=0.055 m2, quindi applicabile il metodo dei parametri concentrati. D12) Il tempo caratteristico del primo trattamento vale: ta=cp*rV/haS = 1199 s e la temperatura al termine di esso si valuta con la relazione: Tfa=Tolio+(Ti-Tolio)e-t/a = 294.4C. D13) Il tempo caratteristico del secondo trattamento vale: tb=cp*rV/hbS = 959 s e la variazione di temperatura subita dal materiale si valuta con la relazione: DT=-(Tfb-Tib)=(Tacqua- Tib) e-t/a+(Tib-Tolio)= (Tib-Tacqua)(1- e-t/b) = 161C, (Tib=Tfa=294.4C) e, quindi, la temperatura raggiunta al termine del trattamento b vale: 133.4C. D14) Il tempo caratteristico del terzo trattamento vale: tc=cp*rV/hcS=4797 s ed il tempo necessario per raggiungere la temperatura finale di 50C si valuta con la relazione: t = -tcln(Tfc-Taria)/(Tic-Taria)]=6379s (1h 46m 19s) con Tic=Tfb=133.4C. D15) In tal caso, Tfa=Tolio+(Ti-Tolio)e-t/a = 329.1C ed il tempo necessario al secondo trattamento si valuta con: t = -tbln(Tfb-Tacqua)/(Tib-Tacqua)]= 1019 s =16min 59 s (con Tib=Tfa=329.1C, Tfb=133.4C).

2 di 3

21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070625.htm

Problema n. 4 D16) La potenza scambiata vale: Q=mcH(Thi-Thu)= 251.2 kW. D17) La portata di olio vale: mC=Q/[cpolio(Tc,u-Tc,i)]=3.349 kg/s. D18) Il DTLM vale: DTLM =[DTs-DTo]/ln(DTs/DTo)=44.8C con DTs= Th,u-Tc,i= 50C, DTo=Th,i-Tc,u= 40C. La conduttanza totale vale: UA=Q/ DTLM =5.60 kW/K. D19) Lefficienza vale: e=Q/Qmax=0.429, con Qmax=Cmin(Th,i-Tc,i) = 586.1 kW, essendo CH=12.56 kW/K, Cc=8.37 kW/K. D20) Il numero di unit di trasporto vale: NTU=UA/Cmin=0.67, ove UA=Q/DTLM=5,607 kW/K.

3 di 3

21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080825.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 25/8/2008 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ......

Problema n. 1
La pressione e la temperatura dellaria allinizio della fase di compressione di un ciclo Diesel (ideale) valgono rispettivamente 101 kPa e 27C. Il rapporto di compressione pari a 15, e la quantit di calore fornita allaria nella fase di combustione pari a 2000 kJ per kg di aria. o D1) Qual la massima temperatura raggiunta? o D2) Qual il rapporto di combustione? o D3) Quanto vale il rendimento del ciclo? o D4) Quanto lavoro viene prodotto per ogni kg di aria aspirato? o D5) Se il motore funzionante con tale ciclo deve sviluppare una potenza di 90 kW, quanti m3 di aria (alle condizioni di 101 kPa e 27C) utilizza in 30 minuti?

Problema n. 2
70 kg di H20 alla pressione di 8 bar occupano un volume pari a 16 m3. Tale massa viene fatta espandere adiabaticamente eseguendo un lavoro nullo, fino alla pressione di 0.2 bar. o D6) A quale temperatura si trova la massa di H2O? o D7) Quanto vale il titolo iniziale? o D8) Quale temperatura viene raggiunta al termine dellespansione? o D9) Quanta entropia viene prodotta nellespansione? o D10) Quanto lavoro necessario fornire al sistema per ricomprimerlo adiabaticamente e quasi - staticamente fino a raggiungere la pressione iniziale?

Problema n. 3
Un tubo di ghisa (Di=7.5 cm, De=8 cm, k=40 W/m K) trasporta vapore surriscaldato ad alta pressione ed alla temperatura di 250C. La temperatura dellaria esterna pari a 30C ed il tubo viene isolato con 1 cm (spessore) di un materiale di conduttivit termica pari a 0.04 W/m K. I coefficienti di scambio termico convettivo interno ed esterno sono rispettivamente: hi=150W/m2K, he=20 W/m2K. o D11) Quanto vale la resistenza termica complessiva di 18 m di tubo? o D12) Quanta potenza dissipano 18 m di tubo in tali condizioni? o D13) Qual la temperatura superficiale esterna in tali condizioni? o D14) Se, a causa dellinvecchiamento, la conduttivit termica dellisolante diviene 0,07 W/m K, quanta potenza dissipano 18 m di tubo? o D15) Quale sarebbe la temperatura, nellisolante, ad una profondit di 5 mm nelle condizioni del punto precedente?

Problema n. 4
La parete laterale e la base di un recipiente cilindrico (raggio=1.5 m, altezza=4 m) si trovano alla temperatura di 15C e le loro superfici interne possono essere considerate grigie con e=0.4. Il coperchio del cilindro di forma semisferica e la sua superficie interna grigia con e=0.6, mentre la sua temperatura pari a 35C. o D16) Quanto vale la potenza scambiata tra coperchio e restanti superfici? o D17) Quanto vale lirradianza che giunge sulla superficie interna del coperchio? o D18) Di quanto varierebbe la potenza scambiata se il coperchio fosse un disco piano (di raggio pari a 1,5 m e e = 0.4)? o D19) Quale sarebbe la potenza scambiata se il coperchio (semisferico) fosse nero? o D20) Quanto vale la brillanza (radiosit) del coperchio piano?

Soluzioni della prova scritta di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 25/8/2008

1 di 3

21/07/2012 10:28

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080825.htm

Problema n. 1 D1) La temperatura raggiunta al termine della fase di compressione vale: T2=T1(V1/V2)k-1=886,7 K, dove T1 la temperatura allinizio della compressione e V1/V2=15 il rapporto di compressione. Durante la combustione isobara: QH = M cp*(T3-T2) e quindi T3=T2+qH/cP* = 2877,7 K, dove qH=2000 kJ/kg. D2) Il rapporto di combustione vale V3/V2, e poich la trasformazione 2-3 isobara: V3/V2=T3 /T2=3,245. D3) Il rendimento del ciclo Diesel ideale vale: h=1-(rk-1)/[k(r-1)ek-1]=0.548 dove k=cp/cv=1.4, e=rapporto di compressione=15, r=rapporto di combustione=3,245. D4) Il lavoro prodotto per ogni kg di aria contenuta nel cilindro vale: w = h qH=1096 kJ/kg, ma laria aspirata ad ogni ciclo una frazione dellaria contenuta nel cilindro pari a: (V1-V2)/V1=0.933 e quindi il lavoro prodotto per ogni kg di aria aspirata vale: w=1096/0.933=1174 kJ/kga. D5) Il lavoro sviluppato in 30 minuti vale: W = Pot t = 90 (30 60) = 162000 kJ e poich il lavoro prodotto per ogni kg di aria aspirata vale 1174 kJ/kg, la quantit daria utilizzata : M =W/w=138 kg; la massa volumica dellaria, alle condizioni date, vale: r=P/R*T=1.17 kg/m3, quindi il volume daria utilizzato vale: 118 m3. Problema n. 2 D6) Il volume massico iniziale vale: v1=V/M=0.2286 m3/kg. Poich tale volume massico risulta compreso tra i valori relativi al liquido saturo ed al vapore saturo secco a 8 bar, lo stato di vapore umido, e la temperatura quindi pari alla temperatura di saturazione a 8 bar, ovvero T=170,41C. D7) Il titolo vale: x1=[v1-vL(8bar)]/[vV(8bar) - vL(8bar)]= 0,948; dove vL(8bar)=0.001115 m3/kg; vV(8bar)=0.24 m3/kg. D8) Poich il sistema non scambia lavoro n calore: u2=u1= x1uV(8bar)+(1- x1)uL(8bar)=2479 kJ/kg, con uL(8bar)=720 kJ/kg; uV(8bar)=2575,3 kJ/kg. Dalle tabelle del vapore surriscaldato, interpolando linearmente tra il valore relativo al vapore saturo secco ed il primo valore disponibile in tabella, si ottiene: T=84.6C. D9) Poich il sistema non scambia calore, la produzione di entropia pari alla variazione di entropia del sistema: Sp=S2-S1=M(s2-s1)= 114,1 kJ/K; dove: s1= x1sV(8bar)+(1- x1)sL(8bar)=6.42 kJ/kgK con sL(8bar)=6.66 kJ/kgK; sV(8bar)=2.05 kJ/kg K, s2=8.05 kJ/kg K. D10) Poich s3=s2=8.05 kJ/kg K, dalle tabelle del vapore surriscaldato si ottiene (per P=8 bar): u3=3240 kJ/kg K, quindi W =M(u3-u2)= 53270 kJ. Problema n. 3 D11) Facendo ricorso allanalogia elettrica si ricava: RT=(1/2prihiL+ln(re/ri)/2pkL+ln(ris/re)/2pkisL+1 /2prisheL) = 0.05975 K/W. D12) La potenza dissipata si calcola come: Q=(Ti-Te)/RT = 3.682 kW. D13) La temperatura superficiale esterna si ricava dalla relazione: Q=pDisL h (Tse-Te), da cui: Tse=Te+Q/pDisLhe=62.6C. D14) In tal caso la resistenza diviene: 0.0386 K/W, e quindi Q= 5,698 kW. D15) Il profilo di temperatura nellisolante ha la forma: T(r)=A ln(r)+B, facendo uso dellanalogia elettrica si ricava: Tse =T(ris)= Te+Q/pDisLhe = 80.4C, Tsi = T(re)= Tse + Q ln(ris/re)/2pkisL = 240.9C,

2 di 3

21/07/2012 10:28

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080825.htm

si ottiene cos: A = -719.26C; T(r)=A ln(r/re)+Tse, e T(r=4.5cm)= 156.2C. Problema n. 4 D16) Il problema pu essere agevolmente risolto con luso del metodo delle reti elettriche: Q1=s(T14T24)/RT (dove 1=coperchio, 2=restanti superfici) dove: RT=(1-e1)/(e1A1)+1/F12A1+(1-e2)/(e2A2); A1=2pr2 = 14.137 m2, A2=pr2+2prh=44.75 m2; il fattore di forma F12 si pu valutare osservando che, detta 3 la superficie geometrica circolare che separa il coperchio dal recipiente, F12=F13, e che F31=1, pertanto F12=F13=F31A3/A1=A3/A1=0.5; si ottiene quindi: RT=0.2223 m-2, e Q1= 541.5 W. D17) Per valutare G1 si pu ricorrere alla relazione: Q1=A1(E1-a1G1)= A1e1(sT14-G1) da cui: G1= sT14- Q1/ A1e1 = 447.37 W/m2. D18) In tal caso: A1= pr2 = 7.07 m2, inoltre F12=1 quindi RT=0.387 m-2, e quindi: Q1= 310.6 W. D19) In tal caso e1=1, quindi RT=0.175 m-2, e quindi: Q1= 687,48 W. D20) J = seT14 + (1-e) G = 445.3W/m2 con G=401.31W/m2.

3 di 3

21/07/2012 10:28

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG091026.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 26/10/2009 (Mecc.+ V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 Una macchina ideale scambia calore con due depositi quasistatici di calore isotermici (sorgenti) le cui temperature sono: T1=1100 K e T2=300 K; il calore scambiato con la sorgente calda pari a 5000 kcal. D1) Quanto calore viene scambiato con la sorgente fredda? D2) Qual il rendimento della macchina? D3) Se la macchina fornisse un lavoro pari alla met di quello sopra calcolato, a quanto ammonterebbe lentropia prodotta? D4) Se il lavoro prodotto dalla macchina non ideale (punto precedente) fosse inviato ad una macchina frigorifera ideale funzionante tra le stesse due sorgenti, quanto calore verrebbe fornito alla sorgente calda dalla macchina frigorifera? D5) Quanta entropia verrebbe prodotta complessivamente, nel caso del punto precedente, per ogni kJ di calore estratto dalla sorgente fredda dalla macchina frigorifera? Problema n. 2 2 kg di acqua liquida alla pressione di 1 bar ed alla temperatura di 20C vengono riscaldati isobaricamente fino ad ottenerne la completa vaporizzazione (xfin=1). Il cp* dell'acqua liquida pari a 1 kcal/(kg K) e pu ritenersi costante, mentre la sua massa volumica iniziale pari a 1000 kg/m3. D6) Quanto calore viene scambiato nell'intero processo? D7) Quanto lavoro viene scambiato ? D8) Quanto calore deve invece essere fornito all'acqua (a p=cost) per ottenere vapore umido con titolo 0,7? D9) Qual il titolo di vapore risultante dalla miscelazione adiabatica del vapore saturo secco (x=1) con 4 kg di acqua liquida satura alla stessa pressione? D10) Quanta entropia viene prodotta nel processo al punto precedente? Problema n. 3 Un pannello solare ha una superficie (grigia, e=0.9) esposta di 2 m2, su di essa giunge unirradianza pari a 1000 W/m2, inoltre tale superficie scambia calore per convezione con laria circostante (Taria=30C, h = 8 W/m2K). Nel pannello circola una portata di acqua liquida pari a 15 litri/ora, la cui temperatura in ingresso 15C. In condizioni stazionarie la superficie del pannello raggiunge la temperatura uniforme di 50C. o D11) Quanto vale la brillanza della superficie? o D12) Quanta potenza scambia la superficie per convezione? o D13) Quanta potenza scambia la superficie per irraggiamento? o D14) Quanto vale la temperatura dellacqua in uscita dal pannello? o D15) Quale temperatura raggiungerebbe lacqua, in uscita dal pannello, se fosse e = 1? Problema n. 4 Vapore umido alla temperatura di 30C deve essere condensato per mezzo di uno scambiatore di calore facendo uso di acqua liquida avente temperatura in ingresso pari a 14C ed alluscita pari a 22C. La superficie di scambio termico complessiva pari a 45 m2, mentre il coefficiente globale di scambio termico vale 2100 W/(m2 K). o D16) Quanto vale il DT logaritmico medio? o D17) Quanta potenza termica viene scambiata? o D18) Qual la portata di acqua liquida? o D19) Quanto vapore condensa nellunit di tempo? o D20) Quanto vale lefficienza dello scambiatore?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc+V.O.) - 26/10/2009

1 di 3

21/07/2012 10:25

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG091026.htm

Problema n. 1 D1) Poich la macchina ideale: Sp=0 ed inoltre Sp=-QH/TH-QC/TC quindi: QC = -TCQH/TH = -1364 kcal. D2) Il lavoro prodotto vale W= -QH -QC = -3636 kcal ed il rendimento vale: h=-W/QH=0.73 (N.B. il rendimento della macchina ideale calcolabile anche con la relazione h=1-TC/TH = 0.73). D3) Posto W=-1818 kcal si ha QC=-QH-W=-3182 kcal e Sp=-QH/TH-QC/TC=6.06 kcal/K=25.4 kJ/K. D4) Per una macchina frigorifera ideale: QH=-W-QC, 0=-QC/TC-QH/TH, da cui QC=-TCQH/TH e quindi: QH= -W+ TCQH/TH= da cui QH=W/(1-TC/TH)= 2500 kcal=10465 kJ. D5) Lentropia prodotta complessivamente pari a quella calcolata sopra: Sp=25,4 kJ/K, perch la macchina frigorifera ideale e non contribuisce alla produzione di entropia, il calore estratto dalla macchina frigorifera dalla sorgente fredda vale: Qc=-TCQH/TH= - 681,82 kcal = - 2854 kJ e quindi |Sp|/|Qc|=0,0089 (kJ/K)/kJ = 0.0089 K-1. Problema n. 2 D6) Poich la trasformazione isobara: Q = DH = M(hf-hi), dove: hi@hL(20C)=83,736 kJ/kg, hf = hV(1bar) = 2675,4 kJ/kg, quindi: Q=5183,33 kJ. D7) Poich la trasformazione isobara: W=-PDV=-PM(vf-vi), dove: vi @ 1/ri = 0.001 m3/kg, vf = vV(1bar) = 1,6937 m3/kg, quindi: W = -338,54 kJ. D8) In tal caso hf= x(hV(1bar)-hL(1bar)]+hL(1bar)= 1998 kJ/kg, con hL(1bar) = 417,51 kJ/kg e quindi Q=DH = M(hf - hi) = 3828,53 kJ. D9)Lo stato al termine della miscelazione sicuramente una miscela bifase, vale la relazione: Hf-Hi=0 (trasformazione adiabatica ed isobara) da cui (Mvs+Mal)hf - (Mvshvs+Mlhl)=0 e quindi hf=0,333hvs+0,666hls, pertanto x = (hf - hls)/(hvs - hl) = 0,333. D10) In tal caso: Sp=Sf-Si=(Mvs+Mal)sf - (Mvssvs+Mlssls)=Mvs(sf-svs)+Mls(sf-sls), dove: sf=0,333(svssls)+sls, e sostituendo nella relazione per il calcolo di Sp si ottiene Sp = 0. Problema n. 3 D11) Dalla definizione: J=E+rG, con E = esTs4=556,4 W/m2, r=1-a=1-e, si ottiene J=656,4 W/m2. D12) La potenza scambiata per convezione vale: Qconv = Sh (Ts - Taria) = 320 W. D13) La potenza scambiata per irraggiamento vale: Qirr = A(E-aG)= - 687,1 W. D14) La potenza asportata dallacqua si ottiene dal bilancio energetico: Qutile+Qirr+Qconv=0 (la convenzione di segno tale per cui la potenza positiva se asportata dalla superficie) ottenendo: Qutile=367,1 W, tale potenza viene ceduta allacqua, pertanto: Tu=Ti+Q/( cp*) = 36,04C. D15) In questo caso: Qirr = A(Eb - G) = - 763.4 W, con Eb = sTs4=618,3 W/m2, Qutile = 443,4 W e Tu = 40,42C. Problema n. 4 D16) Poich la temperatura del vapore non varia, DTs=30-22 = 8C; DTo = 30-14 = 16C, quindi DTLM = [DTs-DTo]/ln(DTs/DTo)=11.5C. D17) La potenza scambiata vale: Q=DTLM*UA= 11.5* 2100*45 = 1086.75 kW. D18) Dal bilancio energetico globale si ottiene: H2O = Q/[cp*(Tu-Ti)]= 32,5 kg/s.

2 di 3

21/07/2012 10:25

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG091026.htm

D19) Dalle tabelle del vapore umido: hv-hl=2430.7 kJ/kg (a 30C) quindi la massa di vapore che condensa nellunit di tempo vale: vap = Q/(hv - hl) = 0.45 kg/s. D20) Lefficienza vale = Q/Qmax = 0,5, dove Qmax = Cmin(Thi - Tci) = 2176,7 kW e Cmin = H2O cp* = 136,05 kW/K.

3 di 3

21/07/2012 10:25

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG081027.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 27/10/2008 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n.1 Un ciclo Rankine semplice (ovvero a vapore saturo secco) caratterizzato dai seguenti parametri: Pmin=0.1 bar Pmax=90 bar, rendimenti isoentropici della pompa e della turbina: 0.75 e 0.83 rispettivamente. o D1) Quanto vale il titolo di vapore alluscita dalla turbina? o D2) Qual il rendimento del ciclo? o D3) Quanto vale la portata di fluido circolante se il ciclo produce una potenza di 40 MW? o D4) Quanta potenza assorbe la pompa? o D5) Se il vapore venisse surriscaldato fino a 400C prima di essere inviato in turbina, quanta potenza produrrebbe il ciclo (mantenendo invariati gli altri parametri)? Problema n.2 Una macchina termodinamica diretta lavora tra due depositi quasi statici di calore isotermi a temperatura: TH=250C e TC=20C. La potenza meccanica fornita dalla macchina pari a 8 kW mentre la potenza termica ceduta alla sorgente fredda 16 kW. La potenza meccanica prodotta viene fornita ad una macchina frigorifera (COPf=2.5) funzionante tra due sorgenti a 20C e 5C. o D6) Quanto vale il rendimento della macchina diretta? o D7) Quanta potenza viene estratta dalla sorgente a 5C? o D8) Quanta entropia viene prodotta complessivamente per unit di tempo? o D9) Quanto vale la potenza complessivamente scambiata dalla sorgente a 20C? o D10) Di quanto varia lentropia della sorgente a 20C in 2 ore? Problema n.3 Una sfera di acciaio (r=8600 kg/m3, k=17 W/mK, c*p= 450 J/kgK.) di raggio pari a 4 cm viene riscaldata in un forno fino alla temperatura di 300C. Successivamente viene immersa in una corrente di aria alla temperatura di 35C, con un coefficiente di scambio termico convettivo pari a 25 W/m2K. D11) Quanto tempo necessario per raffreddarla fino alla temperatura di 100C? D12) Quale temperatura viene raggiunta dopo 30 minuti di raffreddamento? D13) Quale dovrebbe essere la temperatura dellaria per raffreddare la sfera fino a 100C in 30 minuti? D14) Nelle condizioni date dal problema (Taria=35C) quale sarebbe il tempo di raffreddamento fino a 100C se la stessa quantit di materiale avesse forma cubica? D15) Nelle condizioni date dal problema (Taria=35C) quale dovrebbe essere il coefficiente di scambio termico convettivo per raffreddare la stessa quantit di materiale fino a 100C avente la forma di un cilindro di altezza pari a 1 cm, nello stesso tempo in cui viene raffreddata la sfera? Problema n.4 Un condensatore a fascio tubiero formato da 100 tubi di bronzo (k=52 W/mK) aventi lunghezza pari a 2.5 m, diametro interno pari a 40 mm e spessore pari a 4 mm. Il fluido di raffreddamento costituito da acqua liquida alla temperatura di 10C mentre il vapore (1 kg/s) entra con titolo pari a 0.9 alla pressione di 0.1 bar ed esce come liquido saturo. Il valor medio del coefficiente di scambio termico convettivo all'interno dei tubi (ove scorre l'acqua di raffreddamento) pari a 8000 W/m2K, mentre all'esterno dei tubi tale coefficiente vale 50000 W/m2K. D16) Quanto vale la conduttanza totale del fascio tubiero (htot S UA)? D17) Quanta potenza termica viene scambiata? D18) Qual il DTLM? D19) Quanto vale la temperatura duscita della corrente fredda? D20) Qual la portata dell'acqua di raffreddamento?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (Allievi Meccanici) del 27/10/2008

1 di 3

21/07/2012 10:28

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG081027.htm

Problema n.1 D1) Il titolo di vapore alluscita dalla turbina si ricava dalla relazione: x4 = ([h4 -hL(0.1bar)]/[hV(0.1bar)-hL(0.1bar)] dove h4 (lentalpia specifica alluscita dalla turbina) si ottiene dalla relazione: h4=h3+(h4,is-h3)his,T e h4is=x4is [hV(0.1bar)-hL(0.1bar)]+hL(0.1bar) dove x4is=[s3sL(0.1bar)]/[sV(0.1bar)-sL(0.1bar)=0.671, (con s3=sV(90bar)=5.68 kJ/kgK) da cui: h4is=1795 kJ/kg, h4=1955 kJ/kg x4=0.738. D2) Il lavoro prodotto per unit di massa vale: w=h4-h3+h2-h1=-772.9 kJ/kg, dove h1=hL(0.1bar)=192 kJ/kg, h2 lentalpia specifica alluscita dalla pompa e vale: h2=h1+v(P2-P1)/his,p=204.1 kJ/kg. Il calore fornito al ciclo, per unita di massa di vapore circolante, vale: qH=h3-h2=2535.9 kJ/kg ed il rendimento h=-w/qH = 0.305. D3) La portata di vapore si ricava dalla relazione v = /w=51.75 kg/s dove w il lavoro per unita di massa prodotto dal ciclo. D4) La potenza assorbita dalla pompa vale: p = v (h2-h1)=626 kW. D5) In tale caso la potenza prodotta dalla turbina sarebbe pari a T = v (h4-h3), con h3=3120kJ/kg, h4=h3+(h4,is-h3)his,T e h4is=x4is [hV(0.1bar)-hL(0.1bar)]+hL(0.1bar) dove x4is=[s3-sL(0.1bar)]/[sV(0.1bar)-sL(0.1bar)=0.752, (con s3=6.29 kJ/kgK) da cui: h4is=1987.8 kJ/kg, h4=2180.3 kJ/kg. Si ottiene quindi: T = - 48.628 MW e la potenza totale fornita vale: =T+P= - 48.0 MW. V. saturo secco (0.1 bar) 2580 kJ/kg 0.649 kJ/(kg K) Liq. saturo (0.1 bar) 192 kJ/kg 8.15 kJ/(kg K) V. saturo secco (90 bar) 2740 kJ/kg 5.68 kJ/(kg K) Vap. Surriscald. (90 bar, 400C) 3120 kJ/kg 6.29 kJ/(kg K)

h s

Problema n.2 D6) Per definizione di rendimento di una macchina diretta: h=-W1/Qh,1 (il pedice 1 si riferisce alla macchina diretta) dove: Qh,1=-W1-Qc,1=+24kW e quindi h=0.333. D7) Per la macchina frigorifera COPf=Qc,2/W2 dove W2=-W1=+8kW, quindi Qc,2=20 kW D8) Lentropia prodotta per unit di tempo calcolabile come somma dellentropia prodotta da ciascuna macchina: SpT=Sp1+Sp2=(-Qh,1/Th-Qc,1/Tc)+(-Qh,2/Tc-Qc,2/To); dove To=-5C=268 K, Qh,1=24 kW, Qc,1=-16 kW, Qh,2=-Qc,2-W2=-28 kW, Qc,2=20 kW, quindi SpT=29.7W/K. D9) Complessivamente la sorgente a 20C scambia: Qtot=-Qc,1-QH,2= 44kW. D10) La variazione di entropia della sorgete a 20C pari a: DS20=-(QC1+QH2)/Tc= 1.081 MJ/K, con QC1=-115.2 MJ, QH2=-201.6 MJ. Problema n.3 D11) Il numero di Biot vale Bi = h R/k = 0.06 < 0.1, quindi applicabile il metodo delle capacit concentrate. Il tempo caratteristico vale: t=rcV/hS =2064 s e quindi: t = -t ln[(Tf - Ta)/(Ti-Ta)] = 2900.62 s. D12) La temperatura raggiunta vale: Tf=Ta+(Ti-Ta)e-t/t=145.8 C. D13) In tal caso Ta deve assumere il valore di : (Tf-Ti e-t/t)/(1- e-t/t ) =Ta=-43.7 C .

2 di 3

21/07/2012 10:28

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG081027.htm

D14) In tal caso Vcubo = Vsfera , quindi l = (Vcubo)1/3 = 0,0645 m, e Scubo=6l2=0.0249 m2. Si ottiene allora: t=rcV/hS=1663.58s e quindi: t=-t ln[(Tf-Ta)/(Ti-Ta)]=2337.9 s. D15) In questo caso Vcil = Vsfera quindi: Rcil=(V/pH)1/2=0.0924 m e Scil= 2pR2+2pRH=0.0594 m2. Poich il tempo di raffreddamento per la sfera e per il cilindro lo stesso e vale t=-t ln[(Tf-Ta)/(Ti-Ta)] e le temperature sono uguali, devono essere uguali anche i valori del tempo caratteristico, quindi tcil=t=2064 s e perci: hcil = rcV/tScil = hS/Scil = 8.46 W/m2K. Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (Allievi Meccanici) del 27/10/2008 Problema n.4 D16) La conduttanza di un tubo vale: UA=htotS=1/[1/(hipDiL)+ln(De/Di)/(pkL)+1/(heDepL)] = 1114.38 W/K, quindi la conduttanza totale vale 111.44 kW/K. D17) Dal bilancio energetico: Q = vap(hu-hi) dove hu=hL=191.83 kJ/kg, hi = hL+x(hV-hL) = 2345.5 kJ/kg, perci: Q = - 2.154 MW. D18) Poich Q = UA DTLM, DTLM =19.32C. D19) Dalla definizione di DTLM: DTLM ln[(Tc,u-Th)/(Tc,i-Th)]=(Th-Tc,u)-(Th-Tc,i) da cui posto: x = (Tc,u-Th)/(Tc,i-Th) si ha ln(x) = (Th-Tc,i) (x-1) /DTLM = 2.47 (x-1) l'equazione puo' essere facilmente risolta per approssimazioni successive ottenendo x 0.111 da cui Tc,u=Th+(Tc,i-Th) 0.111 = 41.8C. D20) La portata di acqua liquida vale: H2O = Q/[cp(Tc,u-Tc,i)] = 16.2 kg/s.

3 di 3

21/07/2012 10:28

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080702.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 2/7/2008 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n.1 25 moli di un gas perfetto monoatomico (Mm = 4 kg/kmole) sono contenute in un recipiente dotato di pistone mobile alla pressione di 300 kPa ed alla temperatura di 60C. Il pistone viene lasciato libero di muoversi ed il gas si espande contro l'ambiente esterno che si trova alla pressione di 100 kPa ed alla temperatura di 20 C (sia la pressione che la temperatura dell'ambiente esterno possono essere ritenute costanti). L'espansione viene fermata quando il gas raggiunge un volume pari a 1,2 volte il volume iniziale. Il calore scambiato dal gas con l'ambiente lungo tale trasformazione pari a 1 kcal. D1) Quanto lavoro viene scambiato? D2) Qual la temperatura finale del gas? D3) Qual la pressione finale del gas? D4) Quanta entropia viene prodotta nel processo? D5) Di quanto varia la massa volumica del gas? Problema n.2 0,1 kg/s di aria (Mm=28.97 kg/kmole) vengono compressi adiabaticamente dalla pressione di 1 bar (T1 = 20C) alla pressione P2 = 3 bar e quindi raffreddati isobaricamente fino alla temperatura di 30C (stato 3). Il rendimento isoentropico del compressore vale is,c = 0,75. D6) Quanto vale la temperatura del gas all'uscita dal compressore (T2)? D7) Quanta potenza meccanica deve essere fornita al compressore? D8) Quanta entropia viene prodotta per unit di tempo nella compressione? D9) Quanta potenza termica viene estratta nel raffreddamento? D10) Quanto vale la variazione di massa volumica tra stato 1 e stato 3? Problema n.3 In un cilindro di materiale omogeneo ed isotropo [r = 5 cm, k = 20 W/(m K)] viene rilevata una generazione di potenza termica,uniformemente distribuita, di intensit incognita. La temperatura misurata al centro del cilindro risulta pari a 35C, il cilindro immerso in un fluido la cui temperatura 20C, mentre h = 25 W/(m2 K). D11) Quanto vale la potenza generata per unit di volume? D12) Qual la temperatura superficiale del cilindro? D13) Quanto vale il flusso termico sulla superficie del cilindro? D14) Se il cilindro fosse ricoperto da uno strato di 1 cm di materiale con conduttivit pari a 1,5 W/(m K) quale valore assumerebbe la temperatura allinterfaccia tra cilindro e isolante? D15) Quale temperatura verrebbe raggiunta al centro del cilindro nelle condizioni del punto precedente? Problema n.4 Un recipiente cilindrico (raggio = 1 m, altezza = 1 m) costituito da una parete laterale esternamente ben isolata che scambia quindi calore solo per irraggiamento per mezzo della sua superficie interna nera (sup. n.1). Il fondo del recipiente (sup. n.2, grigia, e = 0.5) viene mantenuto a 15C,la superficie interna del coperchio (sup. n.3) pu essere considerata nera e viene mantenuta alla temperatura di 50C. Il fattore di forma F23 vale 0,382. D16) Quanto vale il fattore di forma F11? D17) Quanta potenza scambia la superficie 2? D18) Quanto vale la brillanza della superficie n.2? D19) Quanto vale la temperatura raggiunta dalla superficie n.1 in condizioni stazionarie? D20) Quanto vale l'irradianza che giunge sulla superficie n.1?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 7/4/2008 (Mecc.+V.O.)

1 di 3

21/07/2012 10:29

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080702.htm

Problema n. 1 D1) Poich Pamb=cost.: W= - Pamb(Vf -Vi) = - 0,2 Pamb Vi= - 0.2 Pamb N R Ti /Pi = - 4614 J. D2) Per il bilancio energetico: DU=Q+W con: Q = - 1 kcal = - 4186,8 J (negativo perch il sistema si trova costantemente a temperatura superiore all'ambiente); DU = N cv(Tf-Ti) perch il gas perfetto [e cv = (3/2) R perch il gas monoatomico] quindi: Tf=Ti+( W+Q)/(N cv) = 304,8 K. D3) La pressione finale pari a Pf = NRTf/Vf = 228,81 kPa (ove Vf = 0,277 m3). D4) Sp=DSg+DSamb=N [(cv ln(Tf/Ti)+R ln(Vf/Vi)]+Qamb/Tamb=10,167 J/K+14,28 J/K = 24,45 J/K (dove Qamb= - Q = 4186,8 J). D5) Dr = rf - ri = M (1/Vf - 1/Vi) = - 0,2 ri/1,2 = - Pi/(6R*Ti) = - 0,0722 kg/m3. Problema n. 2 D6) Dalla definizione di rendimento isoentropico: his=(h2is-h1)/(h2-h1)=(T2is-T1)/(T2-T1), dove l'ultima uguaglianza valida nell'ipotesi di gas perfetto, si ottiene T2=T1+(T2is-T1)/his ove: T2is=T1(P2/P1)(k-1)/k = 401,24 K. Quindi: T2 = 437,27 K 164C. D7) La potenza utile da fornire al compressore (trascurando i termini cinetici e gravitazionali) vale: = (h2- h1) = c*p(T2-T1), [ = 0,1 kg/s, c*p=(7/2) R*= 1,0045 kJ/(kg K)] da cui =14.48 kW. D8) Poich la compressione adiabatica, la produzione di entropia, per unit di tempo, vale: Sp = (s2-s1) = [c*p ln(T2/T1) - R*ln(P2/P1)] = 8,67 W/K. D9) La potenza termica scambiata vale Q = c*p (T3-T2), (trascurando i termini cinetici e gravitazionali), quindi: Q = -13,50 kW. D10) La massa volumica, al termine del raffreddamento, vale: r3=P3/(R*T3) = 3,448 kg/m3, mentre la massa volumica iniziale vale: r1=P1/(R*T1) = 1,188 kg/m3, e quindi Dr = 2,259 kg/m3. Problema n. 3 D11) In un cilindro, pieno, con generazione di potenza uniforme, la distribuzione radiale di temperatura vale: T(r)= - q r2/4k+C. Posto T(0)=35C, si ottiene: C=35C; il flusso termico valutato sulla superficie del cilindro vale: j= - k dT(r)/drr=5cm= q rc/2; inoltre: j=h(T(rc)-Tf)= h(-q rc2/4k+C-Tf) eliminando j dalle due equazioni si ottiene q = h(C-Tf)/[rc/2+hrc2/4k] =2515/(0,025+25 0,052 /80) = 14545,45 W/m3. D12) Dalla relazione vista sopra: T(rc) = - q rc2/4k+C = 34,54C. D13) Il flusso termico vale: j=h(T(rc)-Tf)=363,6 W/m2, oppure j=q V/S=q*rc/2 =363,6 W/m2. D14) In tale caso, il flusso termico allinterfaccia cilindro-isolante resterebbe immutato (poich la potenza uscente dal cilindro deve sempre uguagliare la potenza in esso generata) e quindi j(rc)=363,6 W, si pu inoltre porre (metodo dellanalogia elettrica): Q = j2prcL = [T(rc)-Tf]/RT, dove: RT=ln(ris/rc)/2pkL+1 /2phrisL, quindi T(rc)=Tf+jrc[ln(ris/rc)/ kis+1/h ris] = 34,32C (N.B. Rcr = kis/h = 0,06 m!). D15) Dalla relazione: T(rc) = - q rc2/4k+C=34,32C si pu valutare C=34,77C che pari a T(0): T(0)=C=34,77C.

2 di 3

21/07/2012 10:29

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080702.htm

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 7/4/2008 (Mecc.+V.O.)


Problema n. 4 D16) Per la legge della cavit: F11=1-F12-F13 , per la legge di reciprocit: F12=F21A2/A1 e di nuovo per la legge della cavit: F21=1-F22-F23 =0.618 (F22=0), quindi F12= F21pR2/2pRH= F21R/2H= 0.309; per la simmetria del recipiente: F13=F12 = 0.309, quindi: F11=0.382. D17) Per il calcolo della potenza scambiata comodo ricorrere allanalogia elettrica attraverso il circuito rappresentato in figura. Poich la superficie 1 scambia solo per irraggiamento, in condizioni stazionarie la potenza scambiata tra le superfici 3 e 1 uguaglia quella scambiata tra le superfici 1 e 2, pertanto le resistenza 3-1 e 1-2 sono in serie; grazie a questa osservazione, la potenza complessivamente scambiata dalla superficie n. 2 vale: Q2=s(T24-T34)/RT dove: RT= (1-e2)/e2A2+Req , Req= R32Rs/(R32+Rs), Rs=(F13A1)-1+(F12A1)-1= 1.03 m-2, R32=(F23A3)-1 = 0.833 m-2 quindi: Req=0.461m-2, RT= 0.779 m-2. La potenza scambiata vale quindi Q2= - 291,92 W.

D18) Dal bilancio energetico eseguito sulla superficie 2 : Q2=A2(J2-G2) e Q2=A2(e2sT24-e2G2) eliminando G2 si ottiene: J2=Q2/A2+G2=Q2/A2+sT24-Q2/e2=sT24 - Q2(1-e2)/e2A2 = 483,81 W/m2. D19) Sfruttando ancora la rete elettrica di figura: s(T34-T14) = sT14-J2 quindi T1=[(T34+J2/s)/2]0.25 = 313.8 K = 40.7C. D20) Dalla definizione dirradianza: G1 = (Q31+ Q21 + Q11 )/A1= (A3F31J3+A2F21J2+A1F11J1)/A1= (legge di reciprocit) = = F13J3+F12J2+F11J1 = F13sT34+F12J2+F11sT14 = 549.7 W/m2.

3 di 3

21/07/2012 10:29

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070827.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 27/08/2007 (Mecc. + V. O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome .................. Cognome ................ N. matr. .. . .. Problema n. 1 3 kg di vapore surriscaldato (stato 1: P1=15 bar, T1=250C) vengono raffreddati isobaricamente fino alla completa liquefazione del vapore (stato 2). Successivamente vengono espansi adiabaticamente fino alla pressione di 3 bar (stato 3); il lavoro estratto in quest'ultimo processo pari a 75kJ. o D1) Quanto calore viene scambiato nel primo processo (1-2)? o D2) Quanto lavoro viene scambiato durante il primo processo (1-2) ? o D3) Quanto vale il titolo di vapore nello stato 3 ? o D4) Quanta entropia viene prodotta nella trasformazione 2-3 ? o D5) Quanto vale la densit della miscela nello stato 3? Problema n. 2 Un ciclo di Joule-Brayton diretto che utilizza aria come fluido di lavoro (MM=28.9 kg/kmole) caratterizzato dai seguenti parametri: Tmin = 300K, Tmax=1000K, Pmin= 1bar, Pmax = 15 bar. Il rendimento isoentropico della turbina pari a 0.95, mentre quello del compressore pari a 0.90. o D6) Quanto valgono el temperature alluscita del compressore e della turbina? o D7) Quanto vale il il rendimento del ciclo ? o D8) Quanto vale il lavoro prodotto per unit di massa di fluido? o D9) Se la potenza termica scambiata con la sorgente calda pari a 40MW, quale deve essere la portata di gas? o D10) Se le temperature delle sorgenti isoterme sono pari alle temperature estreme del ciclo, quanto vale l'entropia prodotta per ogni kWh di energia meccanica fornita dal ciclo? Problema n. 3 Una parete di mattoni refrattari (k1 = 0.5 W/mK) di spessore pari a 10 cm, separa i gas caldi di un forno ( T = 500C, h = 50 W/mK) dall'ambiente esterno (T = 20C, h = 10 W/mK). Si vuole isolare tale parete per mezzo di uno strato di materiale isolante (k2 = 0.035 W/mK) posto sulla superficie esterna del forno. L'isolante si deteriora a temperature superiori a 350C. o D11) Quale deve essere lo spessore massimo dell'isolante che pu essere utilizzato senza che la sua temperatura superi in alcun punto il valore critico (350C)? o D12) Qual il flusso termico che attraversa la parete nelle condizioni del punto precedente? o D13) Qual il flusso termico attraverso la parete senza isolante? o D14) Qual la temperatura della superficie esterna dell'isolante? o D15) Qual il flusso termico attraverso la parete con uno spessore di isolante pari alla met di quello calcolato precedentemente? Problema n. 4 Un lato di una lastra metallica (k=18 W/mK, e=0.4,dimensioni 1mx1mx0.2m,), esposto alla radiazione solare (G=900W/m2) e scambia calore con laria per convezione (Taria=15C). La temperatura raggiunta da tale superficie pari a 48C, mentre la temperatura misurata sul lato opposto pari a 50C. o D16) Quanto vale la brillanza della lastra? o D17) Quanta potenza viene scambiata per conduzione attraverso la lastra? o D18) Quanta potenza viene scambiata per irraggiamento? o D19) Quanto vale il coefficiente di scambio termico convettivo? o D20) Se lirradianza aumenta al valore di 1000 W/m2, quale dovrebbe essere il valore del coefficiente di scambio termico convettivo affinch la temperatura della lastra rimanga invariata?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 27/8/2007 (All. Mecc.+V.O.).


Problema n. 1

1 di 2

21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG070827.htm

D1) La trasformazione isobara quindi Q = DH = M (h2-h1) con h1= 2923.3 kJ/kg h2=844.7 kJ/kg quindi: Q= 6235.8 kJ D2) Poiche P=costante: W= - P(V2-V1)= - P M (v2-v1) con v1= 0.1520 m3/kg e v2 = 0.001154 m3/kg quindi: W= 678.8 kJ D3) Il bilancio energetico applicato alla trasformazione 2-3 (adiabatica) fornisce: W = DU = M (u3-u2) da cui: u3=u2+W/M con W= -75kJ perch uscente, e u2= 842.93 kJ/kg (dalle tabelle) quindi u3=817.93 kJ e: x3= (u-uL)/(uV-uL) con uV=2543 kJ/kg, uL= 561.11 kJ/kg ottenendo x3= 0.1296 D4) Poich la trasformazione adiabatica: Sp = M (s3-s2) con s2= 2.3145 kJ/kgK, s3 = sL + x3 (sV - sL) = 2.361 kJ/kg, Sp=0.1395 kJ/K D5) r3=1/v3 dove v3 = vL + x3 (vV - vL) =0.0793 m3/kg e r3=12.6 kg/m3. Problema n. 2 D6) La temperatura all'uscita del compressore pari a T2=T1+(T2is-T1)/his,c dove T1=Tmin =300K, T2,is=T1(P2/P1)k-1/k =650.3 K (N.B. k=cp/cv=1.4 poich il gas biatomico),, quindi: T2=689.3 K. La temperatura all'uscita della turbina vale: T4= T3+(T4,is-T3) hisT = 488.3K dove T3=Tmax=1000K, T4,is=T3(P4/P3)k-1/k = 461.3 K . D7) Il rendimento del ciclo si calcola come: h=1+qH/qC=1+(T1-T4)/(T3-T2)=0.394 D8) W= - QH - QC =cp*(T2-T3-T1+T4) =-123.2 kJ/kg. D9) Poich QH=G(h3-h2)=Gcp*(T3-T2) si ottiene G=123.8 kg/s. D10) L'entropia prodotta per unit energetica valutabile come il rapporto: sp/w, dove sp l'entropia prodotta per unit di massa e w il lavoro netto prodotto per unit di massa (pari a 123.2 kJ/kg=0.03422 kWh/kg); sp=-qH/TH-qC/TC=cp*[(T3-T2)/T3+(T1-T4)/T1]=0.318 kJ/kgK; quindi per ogni kWh prodotto viene generata una entropia pari a 0.318/0.03422=9.33 kJ/K kWh Problema n. 3 D11) Poich il flusso termico diretto dal forno allambiente, il gradiente di temperatura in tale direzione sempre negativo, quindi la massima temperatura nellisolante viene raggiunta sulla superficie di contatto con la parete di mattoni. Posto quindi Ti=350C (Ti=temperatura allinterfaccia mattoni-isolante) e facendo uso dellanalogia elettrica il flusso si calcola sia come: jcrit=(Tf-Ti)/(1/hint+sm/km) che come jcrit=(Ti-Taria)/(1/hest+sis/kis) da cui: sis=kis[(1/hint+sm/km)*(Ti-Ta)/(Tf-Ti)-1/hest]=0.0134m. D12) Il flusso termico vale quindi: jcrit=(Tf-Ti)/(1/hint+sm/km)=681.8W D13) In tale caso: js.i.=(Tf-Taria)/(1/hest+sm/km+1/hint)=1500W. D14) Dalla relazione jcr=(Ts.est-Taria)hest si ha: Test=Taria+jcr/hest=88.2C. D15) Posto sis=sis/2=0.0067m si ha: RT=1/hint+sm/km+sis/kis+1/hest=0.46K/W e quindi j=(Tf-Taria)/RT=1040.2W. Problema n. 4 D16) La brillanza vale: J=E+rG=esT14-(1-e)G=787.3W/m2. D17) La potenza scambiata per conduzione vale: Qcond=kS/s(T1-T2)=-180W. D18) La potenza scambiata per irraggiamento vale: Qirr=S(E-aG)= Se(sT14-G)=-118.7W D19) Il bilancio energetico puo essere scritto nella forma: Qconv+Qcond+Qirr=0, con Qconv=hS(T1-Taria), da cui h=(Qcond+Qirr)/[S(Taria-T1)]=9.05W/m2K. D20) Se la temperatura della lastra rimane invariata: Qcond=-180W, inoltre Qirr= Se(sT14-G)=-158.7W e quindi : h=(Qcond+Qirr)/[S(Taria-T1)]=10.3W/m2K.

2 di 2

21/07/2012 10:32

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100628.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 28/6/2010 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 1 kg di azoto (N2, Mm = 28 kg/kmol) subisce una brusca compressione adiabatica che lo porta dallo stato A (TA=20C, PA=1 bar) allo stato B (PB=5 bar). Il lavoro fornito al gas durante il processo pari a 150 kJ. D1) Quale temperatura raggiunge il gas al termine della compressione? D2) Quanto vale la produzione di entropia? D3) Qual lindice della politropica che unisce lo stato A con lo stato B? D4) Quanto lavoro pu essere estratto riportando il gas alla pressione iniziale per mezzo di una trasformazione adiabatica quasistatica? D5) Quanto calore necessario scambiare per riportare il gas alla temperatura iniziale, per mezzo di una trasformazione isocora quasistatica? Problema n. 2 Una miscela bifasica di H2O alla pressione di 5 bar occupa un volume di 0.2 m3 del quale il 90% occupato dalla sola fase vapore. D6) Quanto vale la massa totale? D7) Qual il titolo di vapore? D8) Quanto calore sarebbe necessario asportare per condensare isobaricamente tutto il vapore? D9) Quanto lavoro si otterrebbe espandendo adiabaticamente - quasistaticamente la miscela fino alla pressione di 1 bar? D10) Quanto calore sarebbe necessario fornire alla miscela per riscaldarla fino a 250C (alla p = 5 bar)? Problema n. 3 Un condotto cilindrico metallico (km=25 W/m K) viene utilizzato per riscaldare un olio dielettrico in esso circolante. Il condotto ha raggio interno 9 cm e spessore di 1 cm. Nella parete del condotto viene generata, per effetto Joule, una potenza elettrica (supposta uniforme) pari a 0.3 MW/m3. Il condotto lambito esternamente da aria alla temperatura di 20C. Il coefficiente di convezione esterno pari a he = 15 W/m2K, quello interno pari a 300 W/m2K. In condizioni stazionarie si ha un flusso termico in uscita dalla superficie esterna pari a 600 W/m2. D11) Quanto vale la temperatura sulla superficie esterna del condotto? D12) Quanto vale il flusso scambiato con lolio? D13) Quanto vale la temperatura della superficie interna? D14) Quanto vale la temperatura media dell'olio? D15) Quanto vale la temperatura massima nel condotto? Problema n. 4 Una lastra di marmo (km=1.5 W/m K) di raggio Rc = 1 m, con uno spessore s e un coefficiente di emissivit 2 = 0.9, chiusa da una calotta conica (sup. 1, T1 = 600K, 1 = 0.2) di altezza H = 1.5 m. La lastra scambia anche verso il basso con aria alla temperatura Ta = 20 C e un coefficiente di convezione he = 10 W/m2K. Data la potenza netta per radiazione dalla sup. 1 alla sup. 2 Q12 = 4 kW: D16) Si calcoli la temperatura della superficie superiore della lastra di marmo (T2). D17) Si calcoli la brillanza della superficie 2. D18) Se le superfici fossero nere, quanto varrebbe la radiosit della sup. 1? D19) A parit delle temperature T1 e T2, se la superficie 2 avesse unemissivit 2 = 0.3, quanto varrebbe la potenza netta da sup. 2 a sup. 1? D20) Si calcoli lo spessore della lastra di marmo con i parametri iniziali (D16, D17).

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc 9 CFU, 7.5 CFU + V.O.) del 28/6/2010

1 di 3

21/07/2012 10:23

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100628.htm

Problema n. 1 D1) Poich la trasformazione adiabatica: DU = W1 e nell'ipotesi di gas perfetto: TB=TA+W1/Ncv = 222.1C = 495.2 K. D2) Poich la trasformazione adiabatica: Sp = SB - SA = N [cp ln(TB/TA) R ln(PB/PA)] = 67.48 J/K. D3) La politropica che unisce i due stati ha indice n che soddisfa lequazione: PAVAn=PBVBn , ovvero, usando lequazione di stato dei gas perfetti,: PA1-nTAn=PB1-n TBn quindi: D4) Durante la trasformazione B-C: Q = 0, quindi W = DU = UC-UB=Ncv(TC-TB) dove TC=TB(PC/PB)(k-1)/k con k=cp/cv=1.4. Si ottiene quindi: TC=312.7K, W = - 135.5 kJ. D5) In tal caso, essendo V = costante e la trasformazione quasistatica: W = 0; perci: Q = DU = Ncv(TD-TB) = Ncv(TA-TB) = W1 = 150 kJ. Problema n. 2 D6) Alla pressione di 5 bar il volume specifico del vapore e del liquido valgono rispettivamente: vv = 0.3747m3/kg, vL=0.001093 m3/kg (ricavabili dalle tabelle).Poich il volume occupato dal vapore vale: 0.2*0.9 = 0.18 m3, la massa di vapore presente pari a Mv =Vv/vv = 0.507 kg, mentre la massa di liquido vale ML = VL/vL = 0.2*0.1/0.001093 = 18.3 kg, quindi MT = 18.807 kg. D7) Dai risultati precedenti si ricava che: x = Mv/Mtot = 0.0270. D8) Il calore da asportare sarebbe pari a: Q = DH =m(h2-h1)= -1072 kJ, con h1=x hV+(1-x)hL= 697 kJ/kg, h2=hL(5bar)=640.1 kJ/kg. D9) Nellespansione adiabatica: W = DU = m(u3-u1)= - 657.14 kJ, con u1=x1 uV(5bar)+(1-x1)uL(5bar)= 691.4 kJ/kg, e u3=x3 uV(1bar)+(1-x3)uL(1bar) = 655.52 kJ/kg; per ricavare il valore di x3 si sfrutta il fatto che la trasformazione adiabatica quasistatica, quindi isoentropica x3=[s3- sL (1bar)]/ [sV (1bar)- sL (1bar)]=0.135 con s3= s1= x1 sV(5bar)+(1-x1)sL(5bar)= 1.994 kJ/kg K. D10) Il calore da fornire sarebbe pari a: Q = DH =m(h4-h1) = 41433 kJ, dove h4=2961.1 kJ/kg si ricava dalle tabelle (alla p = 5 bar). Problema n. 3 D11) Poich il flusso termico scambiato per convezione : Ts=Ta+f0/he. Ts = 60C D12) La potenza generata in un metro di tubo (L=1m) vale: Qg=qg Vol=1790W, dove V=p(re2-ri2)L=5.97 10-3m3. La potenza scambiata con laria vale Qaria=qe Se= 600 p 2 re L = 377 W, il flusso scambiato con lolio vale allora: qi = (Qg-Qe)/(p 2 ri L) = 2500 W/m2. D13) Il profilo di temperatura nel condotto calcolabile come: T1(r) = -qgen/(4km)r2 + Aln(r) + B; imponendo le cond. al contorno: T1(re)=Ts =60C e -kmdT1(r)/dr|r=re = f0=600W/m2, si trovano due equazioni algebriche in A e B, -30 + A ln(.10) + B = 60, 15000 - 250A = 600, per cui A =57.6, B=222.63. Quindi Tsi=59.63C. D14) Poich lo scambio con lolio avviene per convezione: Tolio =T1(ri)+ f(ri)/hi, dove f(ri) il flusso in r=ri,. Tolio = 51.30 C. D15) La temperatura massima si ottiene dove dT/dr = 0, si ha quindi: -qgen/(2km)rx + A/rx = 0, da cui: rx = (2kmA/ qgen)1/2 = 0.098 m. Problema n. 4 D16) Dato che F21=1, F12=A2 F21/A1=0.555 dove A1=5.66 m2, A2=p m2. Le resistenze radiative sono pertanto pari =1.484.

2 di 3

21/07/2012 10:23

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100628.htm

R1,s=(1-e1)/(A1e1)=0.706m-2,

R2,s=(1-e2)/(A2e2)=0.035m-2

R12=1/(A1F12)=0.318m-2,

per

cui

Rtot=R1,s+R2,s+R12=1.06m-2. Dalla relazione q12 = s(T14-T24)/Rtot, si deduce T2=(T14-q12Rtot/s)0.25=483.89K D17) Ebb,2=sT24=3108.5W/m2, per cui J2 = Ebb,2+q12R2,s=3250.0 W/m2. D18) J1(nera) = Ebb,1 = 7348.32 W/m2. D19) Con e2=0.3, Rtot=R1,s+R12+(1-e2)/(A2e2)=1.767m-2, e quindi q21=(Ebb,2-Ebb,1)/Rtot= - 2399.0 W. D20) Il flusso sulla superficie 2 vale f2:=q12/A2=1273.24 W/m2, per cui dal bilancio sui flussi su sup. 2 si ha nel caso stazionario sm=km/f2 (T2-Ta-f2/he)=7.5 cm.

3 di 3

21/07/2012 10:23

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090828.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 28/8/2009 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n. 1 Un mattone di massa pari a 2 kg (c* = 500 J/kg K) alla temperatura di 10C viene introdotto in un recipiente rigido nel quale sono presenti 5 kg di azoto (Mm = 28 kg/kmol) la cui temperatura di 35 C alla pressione di 1 bar. Il recipiente viene quindi richiuso ed isolato termicamente dallambiente lasciando che il sistema gas+mattone raggiunga uno stato di equilibrio. o D1) Quanto vale la temperatura finale ? o D2) Qual la pressione finale del gas? o D3) Quanto calore scambia il gas? o D4) Quanto vale la variazione di entropia del gas? o D5) Quanta entropia viene prodotta? Problema n. 2 Una miscela di aria umida (a pressione atmosferica) contiene 18 kg di aria secca, le temperature a bulbo secco ed a bulbo umido valgono rispettivamente: Tbs=30C Tbu=22C. o D6) Quanto vale lumidit relativa? o D7) Quanto vale la temperatura di rugiada? o D8) Quanta H2O condensa raffreddando isobaricamente fino alla temperatura di 10C? o D9) Quanto calore necessario asportare nella trasformazione del punto precedente? o D10) A quale temperatura necessario riscaldare la sola fase aeriforme della miscela di aria umida ottenuta al termine del raffreddamento sopra descritto, affinch lumidit relativa raggiunga il valore di 0.5? Problema n. 3 Un recipiente cilindrico (ri=2.5 cm, re=3 cm, lunghezza 1 m ) di vetro (k=1.3 W/m K) contiene una liquido da mantenere a temperatura di 40C. La temperatura dell'aria esterna al contenitore pari a 10C; i coefficienti di scambio termico convettivo interno ed esterno sono :hi=100 W/mK, he= 20 W/mK. o D11) Quanto vale la resistenza termica complessiva? o D12) Quanta potenza termica deve essere fornita al liquido affinch la sua temperatura rimanga stazionaria? o D13) Quanto vale la temperatura superficiale esterna ed interna del contenitore? o D14) Se si raddoppia lo spessore del contenitore, mantenendo invariato ri, quanta potenza viene dissipata? o D15) Se il contenitore, delle dimensioni date nel testo, viene ricoperto con 3 mm di materiale isolante kis=0.08 W/mK), mantenendo invariata la potenza fornita al liquido, quale temperatura raggiunge il liquido?
N.B. Si considerino trascurabili le potenze scambiate attraverso le basi del cilindro.

Problema n. 4 Uno scambiatore di calore percorso, nel lato freddo, da 5kg/s di acqua liquida la cui temperatura d'ingresso pari a 15C, mentre nel lato caldo scorre una portata di 5 kg/s di olio (cp=2.09 kJ/kg K) la cui temperatura d'ingresso 95C. Si vuole raffreddare l'olio fino alla temperatura di 47C. o D16) Quanta potenza termica deve essere scambiata? o D17) Quale deve essere l'efficienza dello scambiatore? o D18) Facendo uso del diagramma allegato (e-NTU), quale deve essere il numero di unit di trasporto? o D19) Quanto vale la conduttanza totale dello scambiatore? o D20) Quanto vale il fattore correttivo F?

1 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090828.htm

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica del 28/8/2009 (All. Mecc.+V.O.)


Problema n.1 D1) Poich il volume del gas resta costante: Uf,T = Ui,T, quindi DUgas = - DUmattone; da cui Mgc*v,g (Tf-Ti,g) = Mmatcmat(Tf-Ti,mat), ottenendo: Tf = 29.7C = 302,84 K (c*v = 742.1 J/kg K). D2) La trasformazione subita dal gas isocora, quindi: Pf=PiTf/Ti = 0.983 bar. D3) Poich V=cost: Q=DUgas = M c*v(Tf-Tg,i)= - 19.667 kJ. D4) DSgas = Mc*v ln (Tf/Tg,i)= - 64.42 J/K. D5) La produzione di entropia vale: Sp=DSgas+DSmat con DSmat=dS=dQ/T=Mmatc*vdT/T= Mmatcmatln(Tf/Ti,mat) = 67.29 J/K, da cui Sp=2.86 J/K. Problema n.2 D6) Facendo uso del diagramma psicrometrico, intersecando la retta isoentalpica passante per il punto j=1, T=22C con la retta isoterma a 30C si ottiene: j = 0.5. D7) La temperatura di rugiada si ricava dalla relazione: Ps(Tr) = j Ps(Tbs) = 2120 Pa da cui Tr = 18.4C. D8) In tal caso: Mc=Mas(Xf-Xi)= 0.1026 kg, con: Xi=0.622 jPs(Tbs)/[PT-jPs(Tbs)] = 0.0133, Xf=Xs(Tf)=Xs(10C)= 0.622 Ps(Tf)/[PT-Ps(Tf)] = 0.0076. D9) Poich la trasformazione isobara: Q=Hf-Hi=Mas(hf-hi) = - 630 kJ, con hi=64.5kJ/kg, hf=29.5 kJ/kg. D10) In tal caso il riscaldamento avviene mantenendo costante il valore di Pv=Ps(10C)= 1227Pa, e la temperatura finale si ricava dalla relazione: Ps(T)0.5=Pv, da cui Ps(T)=2454 Pa e quindi T=21C. Problema n.3 D11) Dalla definizione di resistenza termica si ottiene, in simmetria cilindrica, : RT=(1/2prihiL+ln(re/ri)/2pkL+1/2preheL)= 0.351 K/W D12) La potenza da fornire pari alla potenza dissipata attraverso la parete: Q = (Ta,e-Tl,i)/RT = - 85.47 W. D13) La temperatura superficiale interna si ricava dalla relazione: Q= 2priLhi(Tl,i-Ts,i) da cui : Ts,i=Tl,i- |Q|/( 2priLhi) = 34.6C; la temperatura superficiale esterna si ricava dalla relazione: Q= 2preLhe(Ts,e-Ta,e) da cui :Ts,e=Ta,e-Q/( 2preLhe) = 32.7C. D14) In tale caso RT diventa pari a: 0.332 K/W quindi Q = - 90.3 W, superiore alla precedente, infatti nella presente situazione il raggio critico vale: rc=k/he=0.065 m = 6.5cm. D15) In tale caso: RT=(1/2prihiL+ln(re/ri)/2pkL+ln(re,is/re)/2pkL+1/2pre,isheL)= 0.58 K/W quindi, a parit di potenza dissipata, Tl,i=Ta,e+Q RT = 59.6 C Problema n.4 D16) La potenza scambiata si ricava dal bilancio di energia: Q=Colio(TH,i-TH,u)=501.6 kW. D17) Poich Cacqua=20.93 kW/K, e Colio=10.45 kW/K: Cmin=Colio e: e=Q/[Cmin(TH,i-TC,i)]=0.6. D18) Utilizzando la curva del diagramma con Cmin/Cmax = 10.45/20.93 = 0.5 ed entrando con il valore calcolato dell'efficienza si ottiene: NTU 1.13 D19) Dalla definizione di NTU: NTU = htotS/Cmin si ha htotS=11.8 kW/K. D20) Il fattore correttivo F definito come: F = Q/(UA DTLM)=0.9908, con

2 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090828.htm

DTLM = ( DTL- DT0) /ln(DTL/ DT0)=42.90C, con: DT0=THi-TCu=56.03C DTL=THu-TCi=32C.

3 di 3

21/07/2012 10:26

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG071029.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 29/10/2007 (Mecc. + V. O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome .................. Cognome ................ N. matr. .. . .. Problema n.1 In un impianto di produzione di energia elettrica funzionante secondo un ciclo Joule-Brayton caratterizzzato dai seguenti parametri: Pmin=1bar, b=Pmax/Pmin=8, Tmin=30C, Tmax=1000C, his,T=0.95, his,C=0.93, viene inserita una rigenerazione (efficienza=0.7). Il fluido di lavoro aria e la potenza meccanica utile prodotta dal ciclo 30MW. D1) Quanto valgono le temperature alluscita del compressore e della turbina? D2) Qual la portata di gas? D3) Quanta potenza viene scambiata nel rigeneratore? D4) Qual il rendimento del ciclo? D5) Di quanto diminuita percentualmente la potenza termica fornita dallesterno grazie allintroduzione del rigeneratore? Problema n.2 100 m3 di aria umida alla temperatura di bulbo secco di 24C e temperatura di bulbo umido di 17C viene trattata (a pressione costante pari ad 1 atm) in modo da ridurne lumidit assoluta a 0.005kg/kgas e la temperatura a 20C. D6) Quanto vale la massa di aria secca? D7) Quanto vale la temperatura di rugiada iniziale? D8) Quanta acqua condensa nel trattamento? D9) Quanto calore viene scambiato nel trattamento? D10) Quanto vale la temperatura di rugiada dellaria nello stato finale? Problema n.3 Un condotto metallico (k1=40W/mK , raggio interno r1=50 mm, spessore =5 mm) nel quale fluiscono prodotti di combustione alla temperatura di 250C (h =35 W/m K) viene isolato con uno strato di isolante (spessore 25 mm)
2 int

ricoperto esternamente da uno strato di spessore trascurabile di materiale riflettente (r=0.8, da considerarsi superficie grigia). La temperatura dell'aria esterna di 20C, la temperatura equivalente del cielo T = - 10C, la
sky

temperatura esterna dell'isolante 40C mentre il coefficiente di scambio termico convettivo esterno pari a 15 W/m K. D11) Qual la potenza termica scambiata da 1 m di condotto D12) Quanto vale la resistenza termica complessiva? D13) Qual la conduttivit termica dell'isolante? D14) Se la superficie esterna dell'isolante fosse nera, quale sarebbe la potenza scambiata da 1 m di condotto (con la stessa temperatura superficiale Ts=40C)?
2

D15) Se la temperatura superficiale del condotto fosse pari a 35C, quale dovrebbe essere il valore di r affinch la potenza termica complessiva risulti pari a quella calcolata al primo punto? Problema n.4
La parete laterale e la base di un recipiente cilindrico (raggio=1.5m, altezza=4m) si trovano alla temperatura di 15C e le loro superfici interne possono essere considerate grigie con e=0.4. Il coperchio del cilindro di forma semisferica e la sua superficie interna grigia con e=0.6, mentre la sua temperatura pari a 35C. D16) Quanto vale la potenza scambiata tra coperchio e restanti superfici? D17) Quanto vale lirradianza che giunge sulla superficie interna del coperchio? D18) Di quanto varierebbe la potenza scambiata se il coperchio fosse un disco piano (di raggio 1.5 m e e=0.4)? D19) Quale sarebbe la potenza scambiata se il coperchio (semisferico) fosse nero? D20) Quanto vale la radiosit del coperchio piano ?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Meccanici + V.O.) Problema n.1
21/07/2012 10:31

1 di 3

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG071029.htm

D1) Le temperature incognite si ricavano dalle relazioni: T4=T3+his,T(T4is-T3)=731.3K=458.2C, dove T4,is=T3b1-k/k=702.8K=429.7C; T2=T1+(T2,is-T1)/his,C= 567.4K=294.3C dove T2,is=T1bk1/k

=548.9K=275.8C. D2) La portata di gas vale: m=W/w, dove W=-30000kW, w=wT+wC=cp*(T4-T3+T2-T1). Si ottiene quindi: m=107.3kg/s. D3) La potenza scambiata nel rigeneratore : Qrig=mcp*(T2-T2)=12.39MW, dove T2-T2=e(T4-T2). D4) Il rendimento calcolabile come: h=-w/qH=(T4-T3+T2-T1)/(T3-T2)=0.47 con T2=T2+e(T4T2)=409.3C. D5) La potenza termica da fornire in assenza di rigeneratore vale: QH=mcp*(T3-T2)=76.25MW, mentre quella fornita nellimpianto con rigeneratore vale: QH=QH-Qrig=63.86MW, con una diminuzione pari al 16.25%. Problema n.2 D6) Dal diagramma psicrometrico: Xi=0.0093kg/kgas, poi: mas=PasV Mmas/RT=[P-jPs(T)]V Mmas/RT=116.8kga.s. con j=0.5 e Ps(24C)=3000Pa D7) dal diagramma psicrometrico Tri=13C, oppure Ps(Tr)=j Ps(Ti)=1500Pa da cui Tr=13C. D8) Lacqua che condensa pari a : Mc=Mas(Xi-Xf)=0.507kg dove Xf=0.005. D9) La trasformazione isobara quindi: Q=mas(hf-hi)=-1764kJ=-421.5kcal, con hi=48kJ/kgas, hf=32.9kJ. D10) Dal diagramma psicrometrico Tr=4C. Problema n.3 D11) La potenza scambiata somma di due termini: convettivo e radiativo. La potenza scambiata per convezione vale: Qconv=heS(Ts-Ta)=he 2 p re L (Ts-Ta)=150.79W mentre la potenza scambiata per irraggiamento vale: Qirr= 2 p re L e s (T4s-T4sky)=27.44W (con e=1-r = 0.2) e quindi: Qtot = Qconv+ Qirr = 178.23 W. D12) Poich Qtot=(Ti-Ts)/RT dove RT la resistenza termica complessiva, si ha: RT=(Ti-Ts)/ Qtot= 1.178 K/W. D13) La resistenza termica complessiva definita come: RT=1/2pr1hi+ln(r2/r1)/2pk1+ln(re/r2)/2pkis possibile calcolare kis come: kis=ln(re/r2)/2p[ RT-1/2pr1hi-ln(r2/r1)/2pk1]=0.0549 W/mK D14) In questo caso Qirr= 2 p re L e s (T4s-T4sky)=137.19W (con e=1), quindi Qtot = Qconv+ Qirr = 287.98W D15) In questo caso Qtot = Qconv+ Qirr = 178.23 W =2 p re L [he (Ts-Ta)+e s (T4s-T4sky)] da cui e=[Qtot/2preL - he(Ts-Te)]/[s(T4s-T4sky)] =0.55; r=0.45 Problema n.4 D11) Il problema puo essere agevolmente risolto con luso del metodo delle reti elettriche: Q1=s(T14T24)/RT (dove 1=coperchio, 2=restanti superfici) dove: RT=(1-e1)/(e1A1)+1/F12A1+(1-e2)/(e2A2); A1=2pr2 = 14.137m2, A2=2pr2+prh=32.99m2 ; il fattore di forma F12 si puo valutare osservando che, detta 3 la superficie geometrica circolare che separa il coperchio dal recipiente, F12=F13, e che F31=1, pertanto F12=F13=F31A3/A1=A3/A1=0.5; si ottiene quindi: RT=0.2341 m-2, e Q1= 513.3W. D12) Per valutare G1 si puo ricorrere alla relazione: Q1=A1(E1-a1G1)= A1e1(sT14-G1) da cui: G1= sT14Q1/ A1e1 =449.7W/m2. D13) In tal caso: A1= pr2 = 7.07m2, inoltre F12=1 quindi RT=0.2812 m-2, e quindi: Q1= 427.3W.

2 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2007/BG071029.htm

D14) In tal caso e1=1, quindi RT=0.187 m-2, e quindi: Q1= 642.6W. D15) J = seT14 + (1-e)G = 242.67W/m2

3 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100329.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 29/3/2010 (Mecc.+ V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ......

Problema n. 1 85 kmoli di elio (He, Mm = 4 kg/kmol, gas perfetto, monoatomico) vengono espanse adiabaticamente dalla pressione di 20 bar (e T = 100C, stato 1) alla pressione di 5 bar (stato 2), il lavoro scambiato in tale trasformazione nullo. Successivamente vengono raffreddati a volume costante fino alla temperatura di 10C (stato 3). o D1) Qual la temperatura dello stato 2? o D2) Quale pressione viene raggiunta nello stato 3? o D3) Quanto calore viene scambiato nel raffreddamento? o D4) E possibile riportare il gas dallo stato 3 allo stato 1 mediante una compressione adiabatica (giustificare la risposta)? o D5) Qual lindice della politropica che unisce gli stati 1 e 3? Problema n. 2 Aria umida (T1 = 20C, j1 = 0.5), contenente 4 kg di aria secca, viene miscelata adiabaticamente ed isobaricamente (PT = 1 atm) con aria umida (T2 = 35C, j2 = 0.6) contenente 7 kg di aria secca. Laria umida risultante viene quindi raffreddata fino a 10C. D6) Qual la temperatura risultante dalla miscelazione? D7) Qual la temperatura di bulbo umido dellaria umida risultante? D8) Qual la temperatura di rugiada dellaria umida n.1? D9) Quanta acqua condensa nel raffreddamento? D10) Quanto calore viene estratto nel raffreddamento?
N.B. si faccia uso del diagramma psicrometrico.

Problema n. 3 Una superficie (grigia, coefficiente di emissione 0.2) di forma circolare (raggio 2 m) costituisce il pavimento di un ambiente di forma emisferica (superficie nera). La temperatura del pavimento 25C mentre la temperatura della volta 35C. o D11) Quanto vale la potenza termica scambiata tra le due superfici? o D12) Quanto vale lirradianza G che giunge sul pavimento? o D13) Quanto vale la brillanza (radiosit) del pavimento? o D14) Quanto vale lirradianza G che giunge sulla volta? o D15) Quanta potenza verrebbe scambiata tra le due superfici se il pavimento fosse nero (e=1)? Problema n. 4 Uno scambiatore controcorrente viene utilizzato per riscaldare una soluzione acquosa (cp* = 4200 J/kg K) dalla temperatura di 30C alla temperatura di 80C per mezzo di una corrente gassosa (portata = 40 kg/s, cp* =1100 J/kg K) la cui temperatura in ingresso pari a 140C, mentre quella duscita pari a 90C. o D16) Quanto vale la portata di soluzione? o D17) Quale deve essere la conduttanza totale nel caso di scambiatore controcorrente? o D18) Qual lefficienza dello scambiatore? o D19) Quanto vale il numero di unit di trasporto (NTU)? o D20) Se sia la conduttanza totale che entrambe le portate vengono aumentate del 30%, di quanto varia

1 di 3

21/07/2012 10:24

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100329.htm

lefficienza? Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 29/3/2010
Problema n. 1 D1) Applicando il 1 principio: DU=Q+W=0, quindi U2=U1 e, nellipotesi di gas ideale: T2=T1=100C. D2) La pressione raggiunta nello stato 3 vale: P3=NRT3/V3, ma V3=V2=NRT2/P2, quindi: P3=P2T3/T2=3.79 bar. D3) Il calore scambiato nel raffreddamento vale: Q2-3=Ncv(T3-T2)= -95.4 MJ, con cv = (3/2) R = 12,471 kJ/kmol K. D4) La differenza di entropia tra lo stato 1 e lo stato 3 vale: S1-S3=N[cpln(T1/T3)-Rln(P1/P3)]= - 687.6 kJ/K (dove cp = (5/2) R = 20,785 kJ/kmol K), essendo tale differenza negativa, non possibile riportare il gas dallo stato 3 allo stato 1 mediante una compressione adiabatica perch ci comporterebbe una produzione di entropia negativa. D5) Lindice di politropica si pu calcolare dalla relazione P1(1-n)T1n = P3(1-n)T3n, come: (1-n)/n = - ln(T3/T1)/ln(P3/P1), ovvero: n = 1/[1-ln(T3/T1)/ln(P3/P1)] = 1.2. Problema n. 2 D6) Poich Xm = (m1X1+m2X2)/(m1+m2)=0.0163 e hm=(m1h1+m2h2)/(m1+m2)=71.45 kJ/kg [con Xj=0.622jjPs(Tj)/[PT-jjPs(Tj)], Ps(20C)=2,337 kPa, Ps(35C)=5,622 kPa] da cui X1=0.00726, X2=0.0215 e hj=1.007Tj+Xj(2500+1.84Tj) da cui h1=38.55 kJ/kg, h2=90.25 kJ/kg] si pu ottenere la temperatura dalla relazione: Tm = (hm -Xm2500)/(1.007+1.84 Xm) = 29.6C (oppure si ottiene graficamente dal diagramma psicrometrico). D7) Dal diagramma psicrometrico si ottiene: Tbu @ 24 C intersecando lisoentalpica passante per il punto m con la curva di saturazione. D8) Dalla relazione Ps(Tr)=Ps(T1)j1 si ricava (facendo uso delle tabelle del vapore umido) Tr = 9.3C (oppure si ottiene dal diagramma psicrometrico intersecando la retta ad X=X1 con la curva di saturazione. D9) La massa di condensato vale: Mc=Mas,m(Xm-Xf)=0.0954 kg, con Xf= Xs(Tf)=0.622Ps(Tf)/[PT-Ps(Tf)] = 0.00764; (Mas,m = m1+m2). D10) Il calore estratto vale: Q = Mas,m(hf-hm) = 459.5 kJ, con hf=1.007Tf+Xs(Tf) (2500+1.84Tf)+(Xm-Xs(Tf))hc = 29.7 kJ/kg. Problema n. 3 D11) La potenza termica vale: Q=s(Tp4-Tv4)/[(1-e)/eAp+1/ApFpv] dove Fpv=1 e Ap = 12,566 m2, quindi: Q=Apes(Tp4-Tv4) = - 158.8 W. D12) Lirradianza sul pavimento si pu valutare come: Gp=Qvp/Ap=JvAvFvp/Ap=(legge di reciprocit) = JvFpv=Jv=Ev=sTv4=511.2 W/m2. D13) La brillanza del pavimento vale: Jp=Ep+rpGp=esTp4+(1-e)Gp = 498.6 W/m2. D14) Lirradianza sulla volta si pu valutare come: Gv=(Qpv+ Qvv)/Av=(JpApFpv+ JvAvFvv )/Av=(legge di reciprocit)=JpFvp+JvFvv=504.9W/m2, dove Jp stata gi calcolata, Jv=Ev=sTv4 (superficie nera), Fvp=FpvAp/Av=A=/Av=1/2, Fvv=1-Fvp=1/2. D15) In tal caso la potenza termica varrebbe: Q=Ap Fpv es(Tp4-Tv4)= - 793.8 W, dove Fpv=1. Problema n. 4 D16) La potenza scambiata vale: Q = h cph(Th,i-Th,u)= 2200 kW ed anche pari a : Q= c cpc(Tc,u-Tc,i), da cui: c = Q/[cpc(Tc,i-Tc,u)] = 10.48 kg/s. D17) La conduttanza totale per uno scambiatore controcorrente calcolabile come: UA= Q/DTLM dove: DTLM= (DTs-DTo)/ln(DTs/DTo), dove DTs= Th,u-Tci= 60C, DTo=Th,i-Tc,u=60C, quindi DTLM=60C e UA= 36.66
21/07/2012 10:24

2 di 3

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100329.htm

kW/K. D18) Poich Ch=4200 10.48 = 44000 W/K = Cc, Qmax=Ch,c(Th,i-Tc,i)= 4840 kW, da cui e = 0.455. D19) Il numero di unit di trasporto vale: NTU = UA/Cmin = 0,833. D20) Aumentando le portate del 30%, il rapporto Cmin/Cmax resta invariato (pari a 1), inoltre laumento del 30% della conduttanza totale fa s che anche il numero di unit di trasporto (NTU = UA/Cmin) resti invariato e, poich lefficienza dipende da NTU e R, essa non subisce variazioni.

3 di 3

21/07/2012 10:24

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090330.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 30/3/2009 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ......

Problema n. 1 Un ciclo Joule-Brayton caratterizzato dai seguenti parametri: Pmin= 1bar, b=Pmax/Pmin=10; Tmin=35C, Tmax=1000C, his,T=0.95, his,C=0.93. La potenza meccanica prodotta pari a 20 MW, ed il fluido di lavoro aria (Mm =28.97 kg/kmol). D1) Quanto vale la temperatura del gas alluscita dalla turbina? D2) Quanto vale il rapporto tra il lavoro fornito dalla turbina e quello assorbito dal compressore? D3) Quanto vale il rendimento del ciclo? D4) Di quanto varia il rendimento del ciclo se viene effettuata una rigenerazione (efficienza rigeneratore = 0.8)? D5) Quanta potenza viene scambiata nel rigeneratore? Problema n. 2 8 kg di vapore umido (P=20 bar, x=0.9) vengono espansi adiabaticamente fino alla pressione di 5 bar, raggiungendo lo stato di vapore saturo secco; successivamente vengono raffreddati a pressione costante fino alla temperatura di 50C. D6) Quanto lavoro viene scambiato nella prima trasformazione? D7) Quanta entropia viene prodotta nella prima trasformazione? D8) Quanto calore viene scambiato nella seconda trasformazione? D9) Quanto lavoro viene scambiato nella seconda trasformazione? D10) Quanto vale la variazione di energia interna nella seconda trasformazione? Problema n. 3 Una parete piana indefinita omogenea ed isotropa, di spessore pari a 50 mm e di conduttivit k1 = 3 W/(m K) nella quale rilevata una generazione di potenza termica distribuita uniformemente e pari a 1000 W/m3, perfettamente isolata da un lato, mentre dall'altro in contatto termico perfetto con unaltra parete (omogenea ed isotropa) di spessore pari a 30 mm e di conduttivit termica k2 = 0.3 W/(m K), lambita esternamente da un fluido la cui temperatura 20C e con un coefficiente di scambio termico convettivo pari a 20 W/(m2 K). D11) Quanto vale il flusso termico che attraversa la seconda parete? D12) Quanto vale la temperatura all'interfaccia tra le pareti? D13) Quanto vale la temperatura massima raggiunta all'interno della parete multistrato? D14) Quanto vale la temperatura della superficie lambita dal fluido? D15) Si tracci il grafico qualitativo della distribuzione di temperatura (giustificandolo). Problema n. 4 Le superfici inferiore (sup.1) superiore (sup. 2) e laterale (sup. 3) di un forno cubico (lato 5 m) possono essere considerate nere, e la loro temperatura vale: T1=800C, T2=1500C, T3=500C. Il fattore di forma F12 vale 0.2. D16) Quanta potenza viene scambiata tra le superfici 1 (inferiore) e 3 (laterali)? D17) Quanta potenza viene scambiata tra le superfici 2 (superiore) e 1(inferiore)? D18) Quanta potenza scambia complessivamente la superficie 1 (inferiore)? D19) Quanto vale lirradianza sulla superficie 1 (inferiore)?
21/07/2012 10:27

1 di 3

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090330.htm

D20) Quanto vale lirradianza sulla superficie 3 (laterale)?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica del 30/3/2009 (All. Mecc+V.O.)


Problema n. 1 D1) La temperatura T4 (uscita turbina) si valuta con la relazione: T4=T3+(T4is-T3) his,T=690.2 K con T4,is=T3 b(1-k)/k=659.3 K e T3=Tmax. D2) Il lavoro fornito dalla turbina vale: wT=cp*(T4-T3), il lavoro assorbito dal compressore vale: wC=cp* (T2-T1), dove per valutare T2 (uscita compressore) si ricorre alla relazione: T2=T1+(T2isT1)/his,C=616.2K con T2,is=T1 b(k-1)/k=594.6K e T1=Tmin. Si ha quindi: |wT/wC|=(T3-T4)/(T2-T1)=1.89. D3) Il rendimento del ciclo vale: h=-(wT+wC)/qH=0.418, con wT=-587 kJ/kg, wC=310.3 kJ/kg, qH= cp*(T3-T2)=661.3 kJ/kg. D4) In tal caso la temperatura del gas alluscita dal rigeneratore si valuta dalla definizione di efficienza: e =(T2-T2)/(T4-T2)=(T4-T4)/(T2-T4) come corrente calda; T2=T2+e(T4-T2)=675.3 K, T4=T4+e(T2-T4)= 631K. Ora: qH=cp*(T3-T2)=601.8 kJ/kg e quindi: h=-(wT+wC)/qH=0.460. D5) La potenza scambiata al rigeneratore vale: Qr= cp*(T2-T2), dove: =W/(wT+wC)=72.3 kg/s (W = -20 MW) e quindi Qr = 4.3 MW. Problema n. 2 D6) Il lavoro scambiato nella prima trasformazione vale: W= M(u2-u1), dove: u1=uV x1 +uL(1x1)=2430.6kJ/kg con uL= 906 kJ/kg , uV=2600 kJ/kg; u2=uV(5bar)=2560kJ/kg, quindi W=1035.2 kJ. D7) poich la trasformazione adiabatica: Sp= M(s2-s1) con: s1=sV x1 +sL(1-x1)=5.95kJ/kgK con sL= 2.45 kJ/kg K , sV=6.34 kJ/kg K; s2=sV(5bar)=6.82kJ/kg K, quindi Sp = 6,96 kJ/K. D8) Poich la pressione costante: Q= M(h3-h2); poich Ts(5bar)= 152C e T2=50C lo stato finale liquido, quindi con buona approssimazione: h3=hL(50C)=210 kJ/kg, inoltre h2=hV(5bar)=2750kJ/kg, quindi: Q = - 20325 kJ. D9) Poich P = cost, W = -P(V3-V2)= m P(v2-v3) =1496 kJ, con v2=vV(5bar)=0.375 m3/kg, v3=0.001m3/kg. D10) La variazione di energia interna si calcola usando il 1 principio per sistemi chiusi: U3-U2=Q+W= - 18829 kJ. Problema n. 3 D11) Considerato 1 m2 di parete, la potenza termica generata nella parete vale: Qg=qgV=qg A s (V = volume, A = superficie, s = spessore). Il flusso termico che attraversa la parete passiva quindi: j = Q/A=qA=50 W/m2 (perch il flusso nullo sulla superficie isolata della parete con generazione) D12) Facendo uso della analogia elettrica per la seconda parete j2=(Ta - Tf)/(1/h+s2/k2), quindi Ta=Tf+j2(1/h+s2/k2)=27,5C. D13) Nella parete con generazione la distribuzione di temperatura T1(x)=-qg x2/2k1 +Ax+B e j1(x)= qgx - kA. Posto j=0 in x=0 si ha A=0 mentre posto T1(s1)= Ta si ha: B=Ta+qg s12/2k1=27.5 + 0.42 = 27.92C. Il massimo si ha in corrispondenza della condizione dT/dx=0 cio j1(x)=0 e quindi in x=0, dove Tmax=B=27.92C.

2 di 3

21/07/2012 10:27

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090330.htm

D14) Il flusso sulla superficie lambita dal fluido vale j=50m2 e vale la relazione: j=h(Tsup-Tf) da cui: Tsup=Tf+j/h=22.5C. D15) Nella parete con generazione il profilo di temperatura parabolico con la concavit rivolta verso il basso (il coefficiente di x2 negativo) e vertice in x=0 (dove j=0). Nella parete passiva il profilo lineare con pendenza negativa (perch dT2/dx = - j/k <0). In x=s1 le due curve si raccordano senza discontinuit (contatto termico perfetto) ma con pendenze diverse, infatti: dT1/dx)x=s1 = - j1(s1)/k1= - j2(s1)/k1=k2/k1 dT2/dx)x=s1, quindi se k2/k1<1, dT1/dx x=s1< dT2/dx)x=s1 in x=s1.

Problema n. 4 D16) La potenza scambiata tra le superfici 1 e 3 vale: Q1-3=A1F13s(T14-T34); il fattore di forma F13 calcolabile dalla regola: 1=F11+F12+F13, con F11=0 (superficie piana), ottenendo F1-3=0.8, e quindi: Q1-3= 1098,8 kW (A1=25 m2). D17) La potenza scambiata tra le superfici 2 e 1 vale: Q2-1=A2F21s(T24-T14); dalla legge di reciprocit: A2F21=A1F12, quindi Q2-1=A1F12s(T24-T14) = 2426,4 kW. D18) Dal bilancio energetico: Q1=Q1-1+Q1-2+Q1-3, con Q1-1=0, Q1-2= - Q2-1= - 2426,4 kW, quindi: Q1= - 1327,6 kW. D19) Lirradianza G1 pu essere calcolata come: G1=Q1/A1=( Q21 + Q31)/A1= (sT24A2F21+ sT34A3F31)/A1=sT24F12+ sT34F13 dove lultima uguaglianza deriva dallapplicazione della legge di reciprocit. Si ottiene, quindi, G1= 128,30 kW/m2. D20) Lirradianza G3 pu essere calcolata come: G3=Q3/A3=( Q13 + Q23 + Q33)/A3= (sT14A1F13+ sT24A2F23 + sT34A3F33)/A3=(sT14F31+ sT24F32 + sT34F33), dove lultima uguaglianza deriva dallapplicazione della legge di reciprocit, e F33=1-F32-F31=1-2F31=1-2A1F13/A3= 0.6, F31= A1F13/A3=0.2=F32. Si ottiene, quindi, G3 = 139,29 kW/m2.

3 di 3

21/07/2012 10:27

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100830.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 30/8/2010 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 Un kg di aria (Mm=28.97 kg/kmol, gas perfetto biatomico) descrive un ciclo composto da due isocore e da due isoterme (TH=900 K, TC=300 K). La pressione minima del ciclo pari a 1 bar, mentre la pressione massima vale 60 bar. D1) Quanto calore viene scambiato con la sorgente calda in un ciclo? D2) Quanto vale il rendimento del ciclo? D3) Quanta entropia viene prodotta (nellipotesi che le sorgenti si trovino alle temperature delle isoterme) in un ciclo? D4) A quale frequenza (cicli/secondo) deve funzionare la macchina per erogare una potenza di 300 kW? D5) Quale potenza termica viene scaricata alla sorgente fredda nelle condizioni del punto precedente? Problema n. 2 In un condotto a sezione circolare uniforme (D =10 cm) scorre una portata dacqua pari a 5 kg/s, la lunghezza del condotto di 80 m ed il dislivello tra sezione dingresso e duscita di 30 m (il fluido scorre dal basso verso lalto). Per la valutazione del fattore dattrito in regime turbolento si usi la relazione: f = 0.32 Re-0.25. o D6) Quanto vale il numero di Reynolds? o D7) Quanto valgono le perdite di carico? o D8) Quanto vale la differenza di pressione tra ingresso ed uscita? o D9) Quale sarebbe la differenza di pressione tra ingresso ed uscita se linclinazione (angolo rispetto al piano orizzontale) del condotto venisse raddoppiata ed il verso di percorrenza invertito? o D10) Se nelle condizioni del punto precedente la portata si riduce a 0.1 kg/s, quale sar il valore delle perdite di carico?
N.B. Viscosit dinamica H2O = 0.001 kg/(m s).

Problema n. 3 Una sfera di rame [rCu = 8933 kg/m3; kCu = 399 W/(m K), c* = 387 J/(kg K)] di 10 mm di diametro ricoperta da un sottile film plastico (di resistenza termica e capacit termica trascurabili) che deve essere trattato in forno a 75C. La sfera viene estratta e posta in una corrente daria a 23C [P = 1 bar, m = 1.816* 10-5 kg/(m s), cp* = 1004,5 J/(kg K), karia = 0.0258 W/(m K)] la cui velocit 10 m/s. Per la valutazione del coefficiente di scambio termico convettivo si utilizzi la correlazione: NuD=2+(0.4 ReD1/2+0.06 ReD2/3) Pr0.4. o D11) Quanto vale il coefficiente di scambio termico convettivo? o D12) Quanto vale il Numero di Biot? o D13) In quanto tempo la sfera raggiunge i 35C? o D14) Quale temperatura deve avere laria affinch il tempo di raffreddamento (fino a 35C) risulti di 50 s? o D15) Quale deve essere il valore del coefficiente di scambio termico convettivo affinch il tempo di raffreddamento (fino a 35C) nelle condizioni del punto precedente raddoppi (100 s)? Problema n. 4 Uno scambiatore a fascio tubiero viene utilizzato per recuperare calore da una corrente (1 = 55 kg/s) di olio caldo (c*p = 800 J/kgK, Ti = 80C) raffreddandola fino a 35C, per mezzo di una corrente dacqua alla temperatura di 15C di portata pari a 30 kg/s. Si supponga che lo scambiatore sia controcorrente e larea di scambio pari a: A = 170 m2. D16) Quanto vale lefficienza dello scambiatore? D17) Quanto vale il DTLM? D18) Quale valore assume il coefficiente di scambio termico complessivo (U)? D19) Se la portata di acqua fredda venisse ridotta ad un terzo, quale sarebbe la temperatura duscita di tale

1 di 3

21/07/2012 10:21

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100830.htm

corrente? D20) Nel caso relativo al punto precedente, quale valore assume il coefficiente di scambio termico complessivo (U)?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica del 30/8/2010 (All. Mecc.+V.O.)


Problema n. 1 D1) La pressione minima del ciclo viene raggiunta al termine della fase di raffreddamento isocoro (punto 4) mentre la pressione massima viene raggiunta al termine della fase di riscaldamento isocoro (punto 2). Si ha quindi: V1=V2=MR*T2/P2=MR*TH/Pmax= 0.04305 m3, V3=V4=MR*T4/P4=MR*TC/Pmin= 0.861 m3. Il calore scambiato con la sorgente calda pari al calore scambiato durante le trasformazioni 1-2 (isocora) e 2-3 (isoterma), quindi: Q1-2=M*cv (T2-T1)=Mcv*(TH-TC)=430.5 kJ (cv*=5/2R*), Q2-3=MR*THln(V3/V2)=773.8 kJ e QH=1204.3 kJ. D2) Il rendimento del ciclo calcolabile come: h=1+QC/QH, dove QC= Q3-4+Q4-1 e Q3-4=M*cv (T4-T3)=Mcv*(TC-TH)= - 430.5 kJ, Q4-1=MR*TCln(V1/V4)=-258.0 kJ quindi: QC=-688.4 kJ e h=0.428. D3) Lentropia prodotta vale: Sp=-QH/TH-QC/TC = 0.956 kJ/K. D4) Il lavoro prodotto per ciclo vale: -W=QH+QC=517.1 kJ, la frequenza della macchina vale allora: n = /W= 0.58 cicli/secondo. D5) La potenza termica scaricata vale: = n QC= 399.3 kW.

Problema n. 2 D6) Il numero di Reynolds vale: Re = rvD/m=4/pDm=63662, il regime di flusso quindi turbolento. D7) Le perdite di carico si valutano con la relazione DPf = f rv2/2 L/D = 3266.6 Pa, con: f = 0.32Re-0.25=0.02015 e v = 0.637 m/s. D8) La variazione di pressione vale: P1-P2=rg(z2-z1)+DPf=297566 Pa. D9) Linclinazione del condotto vale: a=arcsen((z2-z1)/L)=22, quindi la nuova inclinazione di 44 ed il dislivello vale: z2-z1= - 55.6 m. La variazione di pressione vale quindi: P1-P2=rg(z2-z1)+DPf = - 542169,4 Pa. D10) La riduzione della portata e del diametro fornisce un valore del numero di Reynolds di 1273, il regime quindi laminare e f=64/Re=0.0502. Le perdite di carico valgono ora: DPf=f rv2/2 L/D = 3.26 Pa, dove v = 0.0127 m/s.

2 di 3

21/07/2012 10:21

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100830.htm

Problema n. 3 D11) La massa volumica dellaria vale: r = Paria/R*Taria=1.18 kg/m3; il numero di Reynolds quindi: Re = rvD/m = 6498 ed il numero di Prandtl: Pr = cp* m/k = 0.707, quindi dalla correlazione data: Nu = 48.25 e h = Nu karia/D =124,5 W/(m2 K). D12) Il numero di Biot vale: Bi = h V/(kCu S) = 5.2*10-4, quindi possibile far uso del metodo delle capacit concentrate. D13) Dalla relazione, ottenibile con il metodo delle capacit concentrate: T = Tf + (Ti - Tf) e-t/t, si ricava t = - t ln[(T(t) -Tf)/(Ti - Tf)] = 70.4 s, con t = r c V/(h S) @ 48 s. D14) Posto t = 50 s si ha: Tf = [T(t) -Ti e-t/t]/(1-e-t/t) =13.2 C = 286.35 K.

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica del 30/8/2010 (All. Mecc.+V.O.)


D15) A parit di condizioni, il raddoppio del tempo di raffreddamento si ottiene raddoppiando il tempo caratteristico {t = - t ln[(T(t)-Tf)/(Ti - Tf)]} e quindi dimezzando (t = r c V/h S ) il coefficiente di scambio termico: h = 62.25 W/(m2 K). Problema n. 4 D16) Lefficienza definita da: e = Q/Qmax=0.69 , con Q=CH(Th,u-Th,i)=1.98 MW, mentre Qmax=Cmin(Th,i-Tc,i)=2.86 MW. CH=44 kW/K, CC=125.6 kW/K, quindi Cmin = CH. D17) Dal bilancio Qc = Q = a cp,a (Tc,u-Tc,i), Tc,u = 30.8 C. Il DTLM si valuta con la relazione: DTLM = (DTs - DT0 )/ ln(DTs / DT0 )= 32.45 C, dove DT0 =Th,u-Tc,i= 20 C, DTs =Th,i-Tc,u= 49.2 C. D18) La conduttanza totale vale: UA=Q/ DTLM =61.01 kW/K e quindi U=Q/(A DTLM)=358.9 W/m2K. D19) Riducendo ad un terzo la portata dacqua fredda si ha CC=41.87 kW/K quindi: Tc,u= Tc,i+Q/CC=62.3C. D20) Poich ora DTLM = (DTs - DT0 )/ ln(DTs / DT0 )=18.8C, dove DTs = 17.7C, DT0 =20C, la conduttanza totale vale: Q/DTLM =105.2 kW/K e poich l'area resta invariata U=618.6 W/m2K.

3 di 3

21/07/2012 10:21

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080204.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 4/2/2008 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ............................ Cognome ................................................ N. matr. ................................................ Problema n. 1 18 kg di H20 liquida (P=1 bar, T=40C) vengono miscelati adiabaticamente ed a pressione costante con 5,5 m3 di vapore surriscaldato (P=1 bar, T=150C). D1) Quanto vale lentalpia specifica della miscela nello stato finale di equilibrio? D2) Qual la temperatura dello stato finale di equilibrio? D3) Quanto lavoro viene scambiato nella trasformazione? D4) Quanta entropia viene prodotta nella trasformazione? D5) Quanto calore deve essere scambiato per raggiungere, dallo stato finale, lo stato di vapore saturo secco a pressione costante? Problema n. 2 7 kg di NO2 (da considerarsi gas perfetto, triatomico, Mm = 46 kg/kmole) eseguono tre trasformazioni successive: 12 compressione adiabatica non quasi-statica (Stato 1: Volume = 20 m3, Stato 2: Pressione = 0,6 bar, Volume = 10 m3) durante la quale viene scambiato un lavoro pari a 650 kJ. 23 espansione adiabatica quasi-statica (Stato 3: Volume = 20 m3) 31 raffreddamento isocoro fino alla pressione P1. D6) Quanto vale la temperatura nello stato iniziale (T1)? D7) Quanto vale l'entropia prodotta nella compressione adiabatica? D8) Quanto lavoro viene scambiato nella trasformazione 2-3? D9) Quanto calore viene scambiato complessivamente nelle tre trasformazioni? D10) Sapendo che il gas scambia calore con un deposito di calore isotermico a temperatura 270 K, si calcoli la variazione totale di entropia (gas+ambiente) del processo. Problema n. 3 Una lastra metallica [r=7800 kg/m3; k=20W/(m K); cp* =540 J/(kg K)] di dimensioni: 1x1x0.01 (in m) deve essere raffreddata da 300C a 80C per mezzo di una corrente daria [T=40C, h=30W/(m2K)]. D11) Quanto vale il numero di Biot? D12) Quanto tempo necessario al completamento del processo? D13) Qual il massimo valore della potenza termica scambiata tra lastra ed aria? D14) Quale dovrebbe essere il coefficiente di scambio termico convettivo affinch il tasso di variazione della temperatura non superi mai il valore di 10 K/minuto? D15) Se la stessa quantit di materiale avesse la forma di un disco di 1 m di diametro, quale dovrebbe essere la temperatura dellaria per ottenere lo stesso tempo di raffreddamento (da 300C a 80C) del punto D12 con lo stesso valore di h =30 W/(m2K)? Problema n. 4 Due scambiatori di calore controcorrente sono collegati in serie come mostrato in figura. La capacit termica di portata del fluido caldo pari a 20 kW/K, mentre quella del fluido freddo pari a 30 kW/K; la temperatura d'ingresso del fluido caldo THi=90 C, mentre quella del fluido freddo Tc i = 10 C. Le efficienze dei due scambiatori sono: e1=0.5, e2=0.7 (si veda la figura). D16) Quanto vale la temperatura Tx? D17) Quanto vale la temperatura Ty? D18) Quanta potenza scambiano complessivamente le due correnti? D19) Quanto vale l'efficienza complessiva del sistema di scambiatori considerati come un unico scambiatore di

1 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080204.htm

calore? D20) Quanto vale la conduttanza totale complessiva del sistema di scambiatori considerati come un unico scambiatore di calore?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA del 4/2/2008 (Mecc.+V.O.)


Problema n. 1 D1) Poich P=cost, Hf = Hi, con Hi = Mac hac +Mv hv. Dalle tabelle del vapor dacqua: vv=1.94 m3/kg, quindi Mv = Vv/vv = 2.83 kg, inoltre, hv=2780kJ/kg, mentre hac=168 kJ/kg, e quindi: Hi=10891 kJ=Hf. Lentalpia massica dello stato finale vale: hf = Hf/MT = 522.9 kJ/kg. D2) Noto il valore dellentalpia massica finale hf=522,9 kJ/kg, poich alla pressione di 1 bar hL=418 kJ/kg e hv=2680kJ/kg e notando che hL<hf<hv, lo stato bifasico e quindi Tf=99.6C. D3) La trasformazione isobarica, quindi: W = -P(Vf -Vi), con: Vi=Vac+Vv=Macvac+Vv= 5.518 m3, Vf=MTvf=MT[vv(1bar)xf +vL(1bar)(1-xf)]=1.654 m3, con xf =[hf-hL(1bar)]/[hV(1bar)-hL(1bar)]=0.0464 (hV(1bar)=2680kJ/kg, hL(1bar)=418kJ/kg) e vv(1bar)=1.69 m3/kg; quindi: W=386.4 kJ. D4) Poich la trasformazione adiabatica: Sp=Sf-Si, con Si=Sac+Sv=Macsac+Mvsv= 31.83 kJ/K [sac=0.572 kJ/kg, sv=7.61 kJ/(kg K)], Sf=MTsf= MT[sv(1bar)xf+sL(1bar)(1-xf)]=32.94 kJ/K, ( sv(1bar)= 7.36 kJ/(kg K), sL(1bar)=1.3 kJ/(kg K): Sp=1.106 kJ/K. D5) In tal caso: Q = MT(h2-hf), con h2=hV(1bar)=2680kJ/kg, quindi: Q=44932 kJ. Problema n. 2 D6) Poich la trasformazione adiabatica: W=U2-U1=Mcv(T2-T1) da cui: T1=T2-W/Mcv =302.9 K, con T2=P2V2/(M R*) = 474,22 K e cv* = (n/2)R*= 542,25 J/(kg K), R* = 180,75 J/(kg K), cP* = 723 J/(kg K), (n=6 per gas triatomico). D7) Poich la trasformazione adiabatica: Sp = M[cv* ln(T2/T1)+R*ln(V2/V1)]=824,5 J/K. D8) In tal caso: T3=T2(V2/V3)k-1= 376,38 K (k = 1,3333) e W23=U3-U2=Mcv*(T3-T2)= - 371,34 kJ. D9) Poich le trasformazioni 1-2 e 2-3 sono adiabatiche: Qtot=Q3-1=Mc*v(T1-T3)= -278,9 kJ. D10) Poich il gas compie una trasformazione ciclica, la variazione complessiva di entropia pari alla variazione di entropia del solo deposito: DSt =DSdep = -Qtot/Tc=1,033 kJ/K. Problema n. 3 D11) Il numero di Biot vale: Bi=hV/kS=0.00735, con V=0.01m3, S=2L2+4Ls= 2.04 m2 (L=lato, s=spessore), quindi applicabile il metodo delle capacit concentrate. D12) Il tempo necessario si ricava dalla relazione: t = - t ln[(Tf-Taria)/(Ti-Taria)], con t=rcpV/hS=688.2 s, quindi: t = 1288 s. D13) La potenza termica istantanea vale: Q = hS(T(t)-Taria)= - rcpVdT(t)/dt ed quindi massima quando T(t) massima, cio allistante iniziale (T(0)=300C), quindi Qmax=15,912 kW. D14) Il tasso di variazione della temperatura vale: |dT(t)/dt |=hS(T(t)-Taria)/ rcpV ed il suo massimo valore (assoluto) raggiunto allistante iniziale (T(t)-Taria massima), posto quindi : |dT(t)/dt | = 0,166 K/s e t=0 si ottiene: h= rcpV |dT(t)/dt |/[S(T(t)-Taria)]=13,2 W/(m2K). D15) In tal caso lo spessore sarebbe pari a d=4V/pD2=0.0127 m, la superficie totale sarebbe quindi: S=2pD2/4+pDd=1.61m2, Bi=0.0093 quindi il metodo delle capacit concentrate ancora applicabile. Il tempo caratteristico del raffreddamento vale: t=rcp*V/hS = 872,05 s, fissato t pari a 1288 s, si ha, invertendo la relazione usata in precedenza: Ta = (Tf-Ti e-t/t)/(1-e-t/t)=14,9C. Problema n. 4 D16) Poich Cmin=CH=20 kW/K si ha : e1= (Th,i-Ty) / (Th,i-Tx) e e2= Cc(Tx-Tc,i) / CH(Ty-Tc,i), da cui: e1Tx-Ty =

2 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080204.htm

(e1-1)Th,i , CcTx - e2ChTy= -Tc,i(e2Ch-Cc) cio: 0.5Tx-Ty = - 45C, Tx - 0.467Ty= 5.33C, da cui Tx=34,37C. D17) Ty = 62,19C. D18) La potenza scambiata nello scambiatore 1 vale: Q1= Ch(Th,1-Ty)= 556,2 kW, la potenza scambiata nello scambiatore 2 vale: Q2=Cc(Tx-Tc,i)= 731.1 kW, quindi Q12=1287.3 kW. D19) L'efficienza complessiva vale: e=Q12/Cmin(Th,1-Tc,i)=0,805. D20) La conduttanza totale calcolabile come: UAtot=Q12/DTLM=51.83 kW/K, dove: DTLM = (DT0DTL)/ln(DT0/ DTL) =24.83C e DT0= (Th,i - Tc,u)=37.09C DTL = (Th,u-Tc,i)=15.63C e le temperature duscita sono state calcolate come: Tc,u= Tc,i+Q12/CC=52.9C Th,u=Thi-Q12/CH=25.63C.

3 di 3

21/07/2012 10:31

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110207.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 7/2/2011 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1
5 kg di vapor d'acqua sono contenuti in un recipiente rigido alla pressione di 10 kPa ed alla temperatura di 200C. Il vapore viene raffreddato, scambiando calore con lambiente, a volume costante fino alla temperatura di 20C. D1) Quanto vale la massa volumica allinizio ed alla fine del processo? D2) Quanto calore viene scambiato durante la trasformazione? D3) Quanta entropia viene prodotta nel caso in cui la temperatura dell'ambiente sia costante e pari a 10C? D4) Quanto calore necessario fornire per vaporizzare a pressione costante tutto il liquido presente al termine della precedente trasformazione? D5) Quanto lavoro viene scambiato nella trasformazione isobarica?

Problema n. 2
Un ciclo ad aria Joule-Brayton ha una temperatura minima pari a 20C ed una temperatura massima pari a 900K. La pressione minima pari a 1 atm, mentre la pressione massima di 20 bar. Si considerino unitari i rendimenti isoentropici del compressore e della turbina. D6) Si calcolino le temperature dell'aria in uscita dal compressore e dalla turbina D7) Si determini il rendimento del ciclo (ideale) D8) Se si volesse ottenere, a parit di temperature estreme, un rendimento ideale pari al 60%, quale dovrebbe essere il rapporto di compressione? D9) Se i rendimenti adiabatici di compressore e di turbina fossero pari a 0.95 e 0.92 rispettivamente, quanto varrebbe il rendimento del ciclo (con il rapporto di compressione dato nel testo)? D10) Sapendo che nel ciclo reale (punto D9) la potenza utile in uscita pari a 10 MW, si determini la potenza assorbita nella fase di combustione.

Problema n. 3
Una sfera di alluminio (k=168 W/m K, cp=860 J/kg K, r=2790 kg/m3) inizialmente alla temperatura di 20C viene immersa in un fluido (h=50W/m2K) la cui temperatura di 200C (e rimane costante per lintero processo). Il pezzo viene estratto dopo 5 minuti e la sua temperatura ha raggiunto i 156.2C. D11) Qual il raggio della sfera? D12) Quanto vale la potenza scambiata allinizio del riscaldamento? D13) Se il pezzo viene mantenuto immerso per 10 minuti, quale temperatura raggiunge? D14) Se il pezzo avesse un raggio pari alla met di quanto trovato, quanto tempo servirebbe per riscaldarlo da 20C a 156.2C? D15) Quale dovrebbe essere la temperatura dellacqua affinch il riscaldamento avvenga in un tempo pari ai 2/3 di quanto trovato (per entrambi i casi)?

Problema n. 4
In un forno fusorio a bacino di forma cilindrica che contiene 40000 kg di alluminio fuso a 750C si vuole riscaldare il metallo con un incremento orario pari a 20C/h. Si conoscono : il coefficiente di emissione delle pareti (P) e della volta (V), assimilabili a superfici grigie, pari a 0.8; il coefficiente di emissione dello specchio fuso di alluminio (A), assimilabile ad una superficie grigia, pari a 0.18; la superficie dello specchio di alluminio (S ) pari a 24 m2; la superficie della volta del forno (S )
A V

pari a 24 m ; la superficie delle pareti laterali (S ) pari a 40 m ; il fattore di forma pareti-bagno FP-A pari a 0.3; il calore
P

specifico dell'alluminio fuso pari a 0.25 kcal/kg C. D16) Quanto valgono i fattori di forma: FA-P, FP-V , FV-P , FV-A , FA-V e FP-P ? D17) Quale deve essere la potenza necessaria da fornire al bagno per ottenere l'incremento di temperatura desiderato? D18) Quale deve essere la temperatura delle pareti e della volta per ottenere la potenza necessaria? D19) Se le pareti e la volta fossero nere, quale dovrebbe essere la loro temperatura per ottenere la potenza richiesta? D20) Quanto vale lirradianza che giunge sulla superficie del bagno nelle condizioni del punto precedente (D 19)?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 7/2/2011


Problema n. 1

1 di 3

21/07/2012 10:20

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110207.htm

D1) La massa volumica iniziale calcolabile come: ri=M/Vi =1/vi con vi = 21.825m3/kg, quindi ri= 0.0458 kg/m3. La massa volumica finale uguale a quella iniziale, visto che non variano n la massa n il volume. D2) Poich la trasformazione isocora: Q=U2-Ui=M(u2-ui)=-8511 kJ con ui=2660kJ/kg, u2=x2(uV-uL)+uL=958.1 kJ/kg, con uV=2403 kJ/kg, uL=83.85 kJ/kg e x2 si ricava dalla regola della leva: x2=(v2-vL)/(vV-vL)=0.377 con v2=vi=21.825 m3/kg. D3) Lentropia prodotta si calcola come: Sp=M(s2-si)-Q/Tamb= 2.83 kJ/K, con si=8.9045 kJ/kgK, s2= x2(sVsL)+sL=3.453 kJ/kgK. D4) Poich la trasformazione isobara il calore necessario pari a : Q=M(h3-h2)=7645.35 kJ, con h2= x2(hVhL)+hL= 1009 kJ/kg h3=hV(20C)=2538.2 kJ/kg. D5) Il lavoro scambiato vale: W=-P(V3-V2)=-MP(v3-v2)= -420.8 kJ con v3=vV(20C)=57.84m3/kg e P=2.337 kPa. Problema n. 2 D6) Poich le trasformazioni di compressione ed espansione sono adiabatiche quasistatiche (h=1): T2 = b(k-1)/k T1 = 687.35K ; T4 = b(1-k)/k T3 = 383.84 K. D7) Poich il ciclo ideale possibile calcolare il rendimento anche con la relazione h = 1- b(1-k)/k = 0.573. D8) Dalla stessa definizione di rendimento ideale vista sopra si ha: bnew = (1-0.6)k/(1-k) =24.7 ; Db = 25.16%. D9) In questo caso si devono calcolare i valori delle temperature duscita dal compressore e dalla turbina reali come: T2 = T1+(T2-T1)/hc = 708.1 K; T4 = T3 - ht (T3-T4) = 425.13 K per cui h= 1-(T4-T1)/(T3-T2) = 0.312. D10) La potenza fornita al ciclo (fase di combustione) calcolabile come: Q = p cp* (T3-T2) = 32.028 MW, dove la portata massica calcolabile come il rapporto tra potenza netta e lavoro massico netto: p = util/[cp* (T3-T4-T2+T1) ]= 166.15 kg/s. Problema n. 3 D11) Dai dati possibile risalire al tempo caratteristico: t=-t/ln((Tf-TH20)/(Tin-TH2O))=212.27 s; e poich t=rcV/(hS)=rcR/3h, dove V ed S sono rispettivamente il volume e la superficie della sfera si ha: R= 0.0133 m. D12) La potenza termica scambiata vale:Q=hS(Tin-TH2O)= -20 W. D13) La temperatura finale calcolabile come: Tf=TH2O+(Tin-TH2O) exp(-t/t)=189.34C. D14) Poich il tempo caratteristico risulta proporzionale al raggio della sfera (t=rcV/(hS)=rcR/3h) ed il tempo di riscaldamento proporzionale al tempo caratteristico (t=-t ln((Tf-TH20)/(Tin-TH2O))), il tempo di riscaldamento proporzionale al raggio della sfera e quindi pari alla met: t=150 s. D15) Poich t=-t ln((Tf-TH20)/(Tin-TH2O))), lequazione da risolvere : 2t/3=-t ln((Tf-TH20)/(Tin-TH2O)), ovvero: TH2O =[Tinexp(-2t/3t)-Tf]/ [exp(-2t/3t) -1] e pari a 243.2C in entrambi i casi, in quanto il rapporto t/t lo stesso e pari a [-ln((Tf-TH20)/(Tin-TH2O))]=1.413. Problema n. 4 D16) Dalle leggi di reciprocit e della cavit si ottiene: FA-P=FP-A SP/SA =0.5, FP-V=FP-A=0.3 (per simmetria), FP-P=1FP-A-FP-V=0.4, FV-P=FP-VSP/SV=0.5, FV-A=FA-V=1-FA-P=0.5. D17) La potenza da fornire al bagno pari a: Q=MAlcp,Al dT/dt = 200000 kcal/h = 232.56 kW. D18) La potenza scambiata tra bagno dalluminio e le restanti superfici (V+P) vale: QA-(V+P)=s(TA4-TV+P4)/RT, dove: RT=(1-eA)/(SAeA)+1/FA-(V+P)SA+(1-ev+P)/(SV+PeV+P)=0.2354 m-2,(FA-(V+P)=1), quindi TV+P=[TA4-RTQA-(V+P)/s]1/4=1198 K(N.B. QA-(V+P)=-232.5kW, per le convenzioni di segno adottate). D19) In tale caso RT=0.2315 m-2 e TV+P=[TA4-RTQA-(V+P)/s]1/4=1196 K. D20) Lirradianza si calcola come: GA=QA/SA= (QPA+ QVA )/SA=(JPSPFPA + JVSVFVA )/SA=

2 di 3

21/07/2012 10:20

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110207.htm

=s(TP4FAP + TV4FAV )= sTv+p4 =116.01 kW/m2, dove il penultimo passaggio permesso dalle leggi di reciprocit e lultimo dalluguaglianza delle temperature di volta e pareti e dalla legge della cavit.

3 di 3

21/07/2012 10:20

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080407.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 7/4/2008 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ...... Problema n.1 Una portata di 20 kg/s di vapore umido viene laminata adiabaticamente dalla pressione di 18 bar alla pressione di 5 bar per ottenere vapore surriscaldato alla temperatura di 160C. D1) Qual il titolo del vapore umido in ingresso? D2) Di quanto varia lenergia interna specifica nella trasformazione? D3) Quanta entropia viene prodotta per unit di tempo nel processo? D4) Di quanto varia la densit del fluido nel processo? D5) Quanta potenza termica deve essere fornita per riscaldare il vapore in uscita fino a 200C a pressione costante? Problema n.2 Una macchina termodinamica diretta cede calore ad un deposito quasistatico di calore isotermo (Tc=30C) e riceve calore da un sistema la cui equazione di stato puo' essere scritta come: U=cT1.5 (c=800 kJ/K1.5) ed il cui volume non varia; la temperatura iniziale del sistema 300C. Al termine del processo la temperatura del sistema pari a quella della sorgente fredda ed il lavoro estratto pari 1000MJ. D6) Quanto vale il rendimento medio della macchina? D7) Quanto calore viene ceduto alla sorgente fredda? D8) Quanta entropia viene prodotta nel processo? D9) Quanto vale il lavoro massimo estraibile (per mezzo di una macchina ideale)? D10) Quanto vale il rendimento della macchina di cui al punto precedente? Problema n.3 Una parete piana composta da due strati di materiale omogeneo isotropo aventi ciascuno spessore pari a 5 cm (k=1.5 W/mK), separati da uno strato di isolante (kis=0.04 W/mK). Una superficie della parete lambita da aria a 20C (h=7W/m2K) mentre l'altra lambita da aria a 0C (h=15 W/m2K) . D11) Quale deve essere lo spessore disolante affinch il flusso termico attraverso la parete risulti pari a 38W/m2? D12) Nelle condizioni del punto D11), qual la temperatura della superficie a contatto con il fluido pi caldo? D13) nelle condizioni del punto D11), qual la temperatura nel punto medio dello strato di isolante? D14) Quale valore assume il flusso termico se lo spessore dello strato di isolante viene dimezzato? D15) Se la parete fosse composta da un solo strato di materiale con k=1.5 W/mK, quale dovrebbe essere il suo spessore affinch il flusso termico fosse pari a 38 W/m2 ? Problema n.4 Un filo metallico del diametro di 1 mm percorso da corrente elettrica e dissipa una potenza pari a 10 W per cm di lunghezza. Il filo coassiale con un tubo cilindrico, nel quale stato fatto il vuoto, il cui diametro interno pari a 5 cm. In condizioni di regime stazionario la temperatura interna del tubo pari a 100C. Le superfici sono grigie (e=0.4) e si possono trascurare gli effetti di bordo (cilindri infiniti). D16) Quanto valgono (tutti) i fattori di forma? D17) Quanto vale il flusso termico sulla superficie interna del tubo ? D18) Quanto vale la temperatura superficiale del filo? D19) Quanto vale l'irradianza che giunge sul tubo? D20) Quanto vale la brillanza del filo? N.B. s =5.67 10-8 W/m2K4

Soluzioni della prova scritta di FISICA TECNICA (All. Mecc+V.O.) del 7/04/2008 Problema n.1 D1) La trasformazione puo essere considerata isoentalpica, pertanto hu=hi, e hu si ottiene dalle tabelle del vapore surriscaldato (5bar,160C): hu=hi=2770kJ/kg. Il titolo del vapore in ingresso si ottiene dalla relazione: x=[hi-hL(18bar)]/[hv(18bar)-hL(18bar)]= 0.984 con hL(18bar)=884kJ/kg, hV(18bar)=2800

1 di 3

21/07/2012 10:30

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080407.htm

kJ/kg . D2) Lenergia interna in uscita si ricava dalle tabelle del vapore surriscaldato (N.B. u=h-Pv): uu=2570kJ/kg, quella in ingresso dalla regola della leva: ui=uL+xi(uv-uL)=2572kJ/kg con uv=2600kJ/kg uL=882kJ/kg; la variazione quindi pari a circa -2kJ/kg. D3) Lentropia prodotta pari a: Sp=m (su-si)=10.87kW/K, poich la trasformazione adiabatica, con su=6.860kJ/kgK, si=xi sV(18bar)+(1-xi) sL(18bar)=6.316kJ/kgK, sL(18bar)=2.40 kJ/kgK. D4) La densit alle condizioni dingresso vale: ri=1/vi=[xivV(18bar)+(1-xi)vL(18bar)]-1=9.24kg/m3 mentre quella alluscita vale: ru=1/vu=2.61 kg/m3, quindi Dr=-6.63kg/m3. D5) La potenza termica da fornire vale: Q=m(hf-hu)= 1800kW, con hf=2860kJ/kg. Problema n.2 D6) Il rendimento medio definito come: h=-W/QH dove: QH=-DUH (per mantenere la usuale convenzione di segno) = -c(Tc1.5-TH1.5) = 6753MJ e W=-1000MJ, quindi h=0.148. D7) Dal bilancio energetico: QC=-QH-W=-5753MJ D8) L'entropia prodotta valutabile come: Sp=-QC/TC+dU/T con dU=1.5 c T0.5 dT , quindi: Sp=-QC/TC+ 1.5 c T-0.5 dT = -QC/TC+ 3c (TC0.5 - TH0.5) = 3.32 MJ/K D9) Posto Sp=0 si ottiene: QC=TC 3 c (TC0.5 - TH0.5) = -4749 MJ, quindi: W=-QC-QH=-2004MJ D10) in tal caso h=2004/6753=0.297 Problema n.3 D11) Facendo uso della analogia elettrica, la resistenza termica della parete deve valere: RT=(Tf1Tf2)/j=0.5263 Km2/W; lo spessore di isolante puo' allora essere calcolato dalla relazione: RT=(1/h1+sm /k+sis/kis+sm/k+1/h2), da cui: sis=0.01m. D12) Poich: j=h1(Tf1-Ts1), si ha Ts1=Tf1-j/h1=14.57C D13) La resistenza termica tra il fluido 1 e il punto medio dello strato di isolane vale: R1=1/h1+sm /k+0.5sis/kis=0.3012 Km2/W quindi Tx=Tf1 - j R1 = 8.55C D14) In tal caso RT'=RT=(1/h1+sm/k+0.5sis/kis+sm/k+1/h2)=0.4012 e j= (Tf1-Tf2)/R1 =49.85W/m2. D15) Poich deve essere R''T=0.5263 e R''T= (1/h1+s'm/k+1/h2), si ottiene s'm=0.475m. Problema n.4 D16) La superficie esterna del filo sia la sup. n. 1 mentre la superficie interna del tubo sia la sup. n.2, allora: F11=0; F12=1; F21=F12 A1/A2 = 1 D1/D2=0.02; F22=1-F21=0.98 D17) La potenza termica sulla superficie interna del tubo pari alla potenza termica dissipata dal filo (10 W per cm lineare) e quindi il flusso termico vale: j=Q/A=Q/(pDL)=6366W/m2. D18) Facendo uso del metodo delle reti elettriche si ha: Q=ems(T14-T24) dove: em=L/[(1-e1)/(pD1e1)+1/(F12pD1)+(1-e2)/(pD2e2)]=LpD1/2.53 da cui si ottiene T1=[T24+2.53 Q/(pD1sL)]1/4=1942K (con Q/L=10W/cm) D19) L'irradianza che giunge sul tubo ricavabile dal bilancio energetico: j=E-aG=esT24 - e G da cui: G=sT24-j/e=17012W/m2(j=-6366W/m2 per la convenzione di segno adottata).
2 di 3 21/07/2012 10:30

sV(18bar)=6.38kJ/kgK

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2008/BG080407.htm

D20) La brillanza del filo si calcola ad esempio facendo uso del metodo delle reti elettriche: Q=(sT14J1)e1A1/(1-e1), con A=pDL ed essendo Q/L=10W/cm=1000W/m si ha: J1=sT14-(Q/L) (1-e1)/ (pDe1)=329.1 kW/m2.

3 di 3

21/07/2012 10:30

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100208.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 8/2/2010 (Mecc.+ V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 Una macchina termodinamica diretta ha un rendimento che dipende dalle temperature delle sorgenti secondo la relazione: h=1-(TC/TH )0.5. La sorgente calda costituita da un corpo solido di calore specifico pari a 10 kcal/(kg C) e massa pari a 3000 kg, mentre la sorgente fredda l'atmosfera (Tatm = 20C costante); durante il processo il corpo viene raffreddato da 200C a 50C. D1) Quanto lavoro viene estratto nel processo? D2) Quanto vale il rendimento medio? D3) Di quanto varia lentropia della sorgente calda? D4) Quanta entropia viene prodotta? D5) Quanto lavoro potrebbe estrarre una macchina ideale? Problema n. 2 2 kg di vapore d'acqua alla temperatura di T = 200C vengono raffreddati isobaricamente (P = 2 bar), estraendo 4000 kJ. o D6) Qual il volume iniziale occupato dalla miscela? o D7) Quanto vale la temperatura finale? o D8) Quanto vale il titolo di vapore? o D9) Se al termine del raffreddamento si comprime la miscela bifase adiabaticamente e quasi-staticamente fino alla stessa temperatura iniziale, quale titolo di vapore viene raggiunto? o D10) Quanto lavoro viene scambiato nella compressione precedente? Problema n. 3 In una lastra piana di materiale omogeneo ed isotropo, di spessore s0 = 2 cm e conduttivit termica k0 = 2 W/(m K) riscontrata una generazione di potenza termica pari a 8000 W/m3. La lastra ricoperta, su ciascuna superficie, da 4 cm di un materiale con conduttivit termica di 1,2 W/(m K). La superficie esterna sinistra della parete multistrato lambita da aria a 25C con coefficiente di scambio termico convettivo h = 15 W/(m2 K), mentre sulla superficie esterna destra imposto un flusso uscente pari a 100 W/m2. o D11) Qual la temperatura della superficie lambita dallaria? o D12) Qual la temperatura dellinterfaccia sinistra (tra lastra e ricopertura)? o D13) Qual la temperatura dellinterfaccia destra (tra lastra e ricopertura)? o D14) Qual la temperatura della superficie esterna sulla quale imposto il flusso termico? o D15) Qual la temperatura massima della parete multistrato? Problema n. 4 Uno scambiatore di calore, controcorrente, attraversato da due correnti d'acqua liquida [c*m, H2O = 4,1868 J/(kg K)], con le seguenti caratteristiche: a) corrente fredda: portata C = 3 kg/s; temperatura d'ingresso=20C; b) corrente calda: portata H =1 kg/s, temperatura d'ingresso = 80C; entrambe le correnti si trovano alla pressione di 1 bar. L'efficienza dello scambiatore pari a: = 0,4. D16) Quanto vale la potenza scambiata tra le due correnti? D17) Quanto vale la temperatura d'uscita delle due correnti? D18) Quanto vale la conduttanza totale (htot S = U A)? D19) Quanto vale il Numero di Unit di Trasporto (NTU)? D20) Se la temperatura d'ingresso della corrente calda viene aumentata di 10C, di quanto varia percentualmente la potenza termica scambiata?

1 di 3

21/07/2012 10:24

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100208.htm

Soluzione dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc. 9 CFU+7,5 CFU+V.O.) del 8/2/2010
Problema n. 1 D1) Poich il volume del corpo non varia: dQ = dU = mH c dTH, questo pari al calore ricevuto dalla macchina (con il segno opposto a causa della convenzione di segno adottata) dQM= - dQ. Il lavoro prodotto dalla macchina a seguito di tale scambio pari a: dW = h dQ = h mH c dTH = (1-(TC/TH)0.5) mH c dTH , perci il lavoro prodotto durante l'intero processo pari a : W = dW =
f i

(1-(TC/TH)0.5) mH c dTH = mH c [(THfin-THin) - 2 TC0.5 (TH,fin0.5-TH,in0.5)] = - 621.5 103 kcal = -2,602 GJ.

D2) Il rendimento medio della macchina durante l'intero processo pari al rapporto tra lavoro estratto e calore fornito, ovvero: h= - W/QH dove il calore fornito pari (a meno del segno) alla variazione di energia interna del corpo solido cio: QH= - mH c (THfin-THin) = 4500 103 kcal = 18.84 GJ quindi h= 0.138 D3) La variazione di entropia della sorgente calda si calcola come segue: DSH= dS = dU/T + P/T dV = dU/T (perch V = costante), e , poich dU = mH c dT: DSH = mH c ln (Tf/Ti)= = -11,44 103 kcal/K = - 47,9 MJ/K. D4) L'entropia prodotta pari a: Sp=DSH+DSC e DSC= - QC/TC dove QC il calore scambiato con la sorgente fredda (negativo se entrante in essa). Dal bilancio energetico eseguito sulla macchina: W + QH+QC= 0 dove W,QH,QC sono positivi se entranti nella macchina. Pertanto: QC= -W-QH= -16,24 GJ, quindi: DSC= 55.4 MJ/K e Sp = 7.52 MJ/K. D5) Per una macchina ideale Sp=0 J/K , pertanto Qc = Tc mH c ln (Tf/Ti)= -3351,9 103 kcal/K = -14,03 MJ/K; poich QH sempre pari a 4500 103 kcal = 18.84 GJ, il rendimento risulterebbe pari a h=1+Qc/QH= 0.255. Problema n. 2 D6) Dalle tabelle del vapore surriscaldato: vin=1,0804 m3/kg, quindi V1=2,16 m3. D7) Poich hf=hi+Q/m (con Q = - 4000kJ) e hi=2870,5 kJ si ottiene hf=870,5 kJ e poich hf<hv(2bar) lo stato di vapore umido e pertanto Tf = Ts(2bar)=120,23C. D8) Il titolo di vapore si ricava dalla relazione: x = [hf-hL(2bar)]/[hv(2bar)-hL(2bar)] = 0.166. D9) La compressione risulta isoentropica con sf = x[sv(2bar)- sL(2bar)]+sL(2bar) = 2.460 kJ/K e poich sL(200C)<sf< sV(200C) lo stato di vapore umido, con titolo xf = 0.0315. D10) Il lavoro scambiato vale: W = m(u3-uf) = 137,8 kJ, con u3 = 944.6 kJ/kg e uf=875,7 kJ/kg, ricavabili dalla regola della leva. Problema n. 3 D11) La potenza generata da un m2 di lastra pari a Q = qg s0 = 160 W/m2, poich il flusso uscente dalla superficie di destra deve essere pari al flusso imposto di 100 W/m2, il flusso sulla superficie di sinistra pari a js = jd -Q = -60W/m2 (diretto quindi verso sinistra, uscente). La temperatura sulla superficie esterna si trova imponendo il bilancio: js = h(Taria-Te,s), da cui Te,s =Taria- js/h = 29C. D12) La resistenza termica di un m2 di materiale esterno : R = se/ke = 0,04/1,2 = 0,0333 m2K/W, la temperatura allinterfaccia sinistra si ottiene dal bilancio: js = (Te,s-Ti,s)/R, quindi: Ti,s = Te,s - (R js) = 31C.

2 di 3

21/07/2012 10:24

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG100208.htm

D13) La distribuzione di temperatura nella lastra con generazione : T(x) = -qgx2/(2k0)+Ax+B, dove le costanti vengono determinate dalle condizioni al contorno che, essendo noto il flusso termico uscente dalla superficie destra e la temperatura della superficie sinistra, si scrivono: in x=0: T(0)=

Soluzione dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc. 9 CFU+7,5 CFU+V.O.) del 8/2/2010 - segue
Ti,s quindi B=31C, in x=s0: qgs0-k0A=jd da cui: A = (qgs0-jd)/k0= 30 K/m. La temperatura dellinterfaccia destra vale allora: Ti,d = T(s0) = 30,8C. D14) La temperatura della superficie esterna destra vale: Te,d = Ti,d- Rjd = 27,47C. D15) Il massimo della temperatura si trover nella lastra con generazione perch i flussi alle estremit sono opposti in segno, tale massimo coincide con il vertice del profilo parabolico di temperatura ed localizzato in: xmax=k0A/qg=0,0075 m e Tmax = T(xmax) = 31,1125C. Problema n. 4 D16) Le capacit termiche di portata delle due correnti fluide valgono: Cc = cpc C = 12560,4 W/K; Ch = cph H = 4186,8 W/K; perci: Q =Cmin (Th,i-Tc,i) = 251.16 kW, quindi: Q = e Q = 100.46 kW. D17) Le temperature si ricavano dai bilanci globali: Th,u=Th,i - Q/Ch=56C; Tc,u = Tc,i + Q/Cc = 28C. D18) Poich htotS = Q/DTLM dove DTLM = (DTs-DTo) / ln(DTs/DTo) e DTo=Th,i-Tc,u = 52C, DTs=Th,u -Tc,i=36C, si ottiene DTLM=43,5C e htotS=2309 W/K. D19) Dalla definizione: NTU = htot S/Cmin = 0,552. D20) In tal caso: Q2 = e Q,2= e Cmin (Th,i-Tc,i) = 117,21 kW, quindi l'aumento percentuale : D%Q = [(Q2-Q)/Q] 100 = 16,7%.

3 di 3

21/07/2012 10:24

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090209.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 9/2/2009 (Mecc.+V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome .................. N. matr. ......

Problema n.1 Un recipiente munito di pistone mobile contiene 1 mole di azoto alla pressione di 1 bar e alla temperatura di 20C. Il gas viene sottoposto ad una compressione adiabatica quasistatica fino a raggiungere la pressione di 5 bar. Successivamente il gas viene espanso adiabaticamente (ma non quasistaticamente) fino a raggiungere il volume che occupava inizialmente, la temperatura al termine di questa trasformazione risulta pari a 50C. Infine il gas viene riportato nelle condizioni iniziali per mezzo di un raffreddamento isocoro quasistatico. o D1) Quanto vale il rapporto tra i volumi finale ed iniziale lungo la compressione adiabatica? o D2) Quanto vale il calore scambiato durante il raffreddamento isocoro? o D3) Quanto vale il lavoro scambiato durante la trasformazione ciclica? o D4) Quanto vale l'entropia prodotta nell'ipotesi che l'ambiente si trovi alla temperatura di 0C? o D5) Quanto vale il rapporto tra il lavoro scambiato nelle due trasformazioni adiabatiche? N.B. : Mm (N2)=28 kg/kmol. Problema n.2 5 kg di H2O (T=20C, P=5 bar) vengono riscaldati a pressione costante per produrre vapore umido con titolo x=0.5, sfruttando una sorgente calda a TH=220C. o D6) Quanto calore viene fornito? o D7) Quanto lavoro viene scambiato? o D8) Quanta entropia viene prodotta? o D9) Quanto calore necessario fornire per portare il vapore umido alla temperatura di 200C a pressione costante? o D10) Quanta entropia viene prodotta nel secondo processo? Problema n.3 Le superfici di due cilindri coassiali di raggio r1=2.5cm, r2=5cm e di lunghezza praticamente infinita, possono essere considerate grigie con coefficienti di emissione e1=0.95, e2=0.9. Le temperature dei due cilindri valgono: T1=46C, T2= 26C. o D11) Quanto valgono tutti i fattori di forma? o D12) Quanto vale la potenza scambiata (per metro lineare) tra le due superfici? o D13) Quanto vale la brillanza della superficie 1? o D14) Quanto vale lirradianza sulla superficie 2? o D15) Quanta potenza scambierebbero i cilindri (per metro lineare) se le superfici fossero nere? Problema n.4 Uno scambiatore controcorrente viene utilizzato per raffreddare una portata di acqua di 5kg/s dalla temperatura di 40C alla temperatura di 20C, usando acqua glicolata (cp* =4.8 kJ/kgK) la cui temperatura in ingresso di 7C mentre quella duscita di 12 C. o D16) Quale devessere la portata di acqua glicolata? o D17) Quanto vale il DT medio logaritmico? o D18) Qual la conduttanza totale? o D19) Quanto vale lefficienza?

1 di 3

21/07/2012 10:27

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090209.htm

o D20) Quanto vale il numero di unit di trasporto?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (All. Mecc. + V.O.) del 9/2/2009.
Problema n.1 D1) lungo la compressione adiabatica quasistatica vale la relazione: Vf/Vi =(Pi/Pf)1/k con k = 1.4, si ha quindi: Vf/Vi=0.317. D2) Il calore scambiato nel raffreddamento isocoro vale Q =N cv(T1-T3)= - 623.58 J con cv=5/2R=20.785 kJ/kmol K. D3) Il lavoro scambiato la somma del lavoro scambiato nelle due trasformazioni adiabatiche (nella trasformazione isocora il lavoro scambiato nullo), poich la trasformazione complessiva ciclica, tale lavoro uguaglia a meno del segno il calore scambiato: W=-Q=623.58 J. D4) Sp=DSciclo +DSamb =DSamb=-Q/Tamb = 2.28 J/K, dove DSciclo = 0, per definizione di ciclo. D5) Il lavoro scambiato nella trasformazione adiabatica quasi-statica vale: Q=DU=Ncv(T2-T1)= 3552.3J dove T2=T1(P2/P1)(k-1)/k = 464.1K=191C, mentre nella espansione adiabatica vale: Q=DU=Ncv(T3-T2)= -2930.7 J, quindi Wesp/Wcomp= 0.825. Problema n.2 D6) Poich la trasformazione isobara: Q=DH=m(h2-h1), dove h1=hL(20C)=83.74 kJ/kg, h2=x[hV(5bar)-hL(5bar)]+hL(5bar)=1693.8kJ/kg; quindi Q=8050.3 kJ. D7) W=-Po(V2-V1) =-Po m(v2-v1)= - 467.23 kJ, dove v2 = x[vV(5bar)-vL(5bar)]+vL(5bar) = 0.1873 m3/kg. D8) L'entropia prodotta vale: Sp=DSH2O+DSamb=m(s2-s1)-Q/Tamb = 3.92 kJ/K, dove s1=sL(20C) = 0.2963 kJ/kgK, s2=x[sV(5bar)-sL(5bar)]+sL(5bar)=4.34 kJ/kgK. D9) In tale trasformazione isobara: Q'=DH=m(h3-h2), dove h2=x[hV(5bar)-hL(5bar)]+hL(5bar) = 1693.8 kJ/kg; e h3= 2855.1 kJ/kg, quindi Q'=5806.5 kJ. D10) L'entropia prodotta vale: Sp=DSH2O+DSamb=m(s3-s2)-Q'/Tamb= 1.82 kJ/K, dove s2=x[sV(5bar)-sL(5bar)]+sL(5bar)=4.34 kJ/kgK e s3=7.0592 kJ/kgK. Problema n.3 D11) Il fattore di forma F1-1 vale 0 (superficie convessa), quindi F1-2=1. Dalla legge di reciprocit: F2-1=A1F1-2/A2=2pLr1/2pLr2=r1/r2=0.5, F2-2=1-F2-1=0.5. D12) Applicando il metodo delle reti elettriche: Q=s(T14-T24)/[(1-e1)/A1e1+1/F1-2A1+(1-e2)/e2A2] = 19.00 W, con A1= 2pr1L= 0.157 m2, A2 =2pr2L= 0.314 m2. D13) La brillanza della superficie 1 si ottiene con il metodo delle reti elettriche: (sT14-J1)/[(1-e1)/e1A1] = Q, da cui J1=sT14-Q(1-e1)/e1A1= 581.9 W/m2. D14) Lirradianza sulla superficie 2 vale: G2=Q2/A2= Q12+ Q22 = J1A1F12/A2+J2A2F22/A2 = J1F21+J2F22. J2 si ricava dal metodo delle reti elettriche: J2=J1-Q/F1-2A1=460 W/m2. Si ottiene quindi: G2=520.4 W/m2. D15) In tal caso Q=s(T14-T24)A1=21.03 W.

2 di 3

21/07/2012 10:27

Problema n

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2009/BG090209.htm

Problema n.4 D16) La portata di acqua vale: mc= Q/[cpc (Tcu-Tci)=17.44 kg/s, con Q= mhcph(Thu -Thi)=418.68 kW. D17) Per lo scambiatore controcorrente: DTlm= (DT0-DTs)/ln(DT0/DTs)=19.55C, con DT0=Thi-Tcu= 28C, DTs=Thu-Tci=13C. D18) La conduttanza totale vale: UA = Q/DTlm = 21.41 kW/K. D19) Lefficienza vale: e=Q/Qmax=0.606, dove Qmax = Cmin(Thi - Tci) = 690.69 kW, (CH = 20.93 kW/K, Cc = 83.72 kW/K, quindi Cmin= CH). D20) Dalla definizione: NTU = UA/Cmin = 1.023.

3 di 3

21/07/2012 10:27

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110404.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 4/4/2011 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 Una macchina ideale scambia calore con due depositi quasistatici di calore isotermi (sorgenti) le cui temperature sono:T1=1100 K e T2=300 K; il calore scambiato con la sorgente calda pari a 5000 kcal. D1) Quanto calore viene scambiato con la sorgente fredda? D2) Qual il rendimento della macchina? D3) Se la macchina fornisse un lavoro pari alla met di quello sopra calcolato, a quanto ammonterebbe lentropia prodotta? D4) Se il lavoro prodotto dalla macchina non ideale (punto precedente) venisse inviato ad una macchina frigorifera ideale funzionante tra le stesse due sorgenti, quanto calore verrebbe fornito alla sorgente calda? D5) Quanto vale lefficienza della macchina frigorifera? Problema n. 2 Una miscela di aria umida contenente 3 kg di aria secca, con umidit relativa pari a 0.7 e temperatura pari a 30C, viene miscelata adiabaticamente ed isobaricamente (P=1 bar) con aria umida alla temperatura di 24C ed umidit relativa pari a 50%, contenente 12 kg di aria secca. Successivamente l'aria ottenuta viene raffreddata isobaricamente fino a raggiungere una umidit assoluta pari a 0.008 kg/kgas. D6) Quanto vale l'umidit assoluta al termine della miscelazione? D7) Quanto vale la temperatura di rugiada dell'aria umida ottenuta dalla miscelazione? D8) Quale temperatura deve essere raggiunta per ottenere la deumidificazione richiesta? D9) Quanto calore necessario estrarre durante il raffreddamento? D10) Quanta acqua condensa durante il raffreddamento isobaro? Problema n. 3 Due fluidi (T1=120C, T2=40C) sono separati da una parete cilindrica composta da uno strato interno di acciaio (kacc=17 W/m K, r1=5 cm, spessore = 0.5 cm) e da uno strato esterno di isolante (kis=0.04W/mK spessore 1 cm). Il fluido n.1 scorre allinterno del cilindro con coefficiente di scambio termico 20 W/m2K mentre il coefficiente di scambio termico convettivo esterno vale 15 W/m2K. D11) Quanto vale il flusso termico sulla superficie esterna dellisolante? D12) Quanto vale la temperatura allinterfaccia tra metallo ed isolante? D13) Quale potenza viene scambiata attraverso una superficie cilindrica, avente generatrice lunga 25 m? D14) Se la parete fosse piana anzich cilindrica (con gli stessi spessori di materiale e gli stessi valori di h1 ed h2) quale sarebbe la temperatura raggiunta sulla superficie esposta dellisolante? D15) Nelle condizioni del punto precedente, qual la temperatura allinterfaccia metallo-isolante? Problema n. 4 Uno scambiatore controcorrente viene utilizzato per condensare una portata di 3 kg/s di vapore saturo alla pressione di 1 bar. Il fluido refrigerante acqua liquida (1bar) ed entra nello scambiatore alla temperatura di 15C mentre la temperatura alluscita pari a 50C. D16) Quanta potenza viene scambiata tra le due correnti fluide? D17) Quale deve essere la portata dacqua liquida? D18) Quanto vale la conduttanza totale? D19) Quanto vale lefficienza? D20) Se la portata dacqua liquida viene raddoppiata, di quanto deve essere variata la conduttanza totale dello scambiatore per ottenere la stessa efficienza?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (Mecc. + V.O.) del 4/4/2011


1 di 3 21/07/2012 10:16

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110404.htm

Problema n. 1 D1) Poich la macchina ideale: Sp=0 ed inoltre Sp=-QH/TH-QC/TC quindi: QC=-TCQH/TH=-1364kcal=5709.7 kJ. D2) Il lavoro prodotto vale: W = -QH-QC =-15220 kJ ed il rendimento vale: h=-W/QH=0.73 (N.B. il rendimento della macchina ideale calcolabile anche con la relazione: h=1-TC/TH=0.73 ). D3) Posto W=-7610 kJ si ha QC=-QH-W=-13319.8 kJ e Sp=-QH/TH-QC/TC=25.4 kJ/K. D4) Per una macchina frigorifera ideale: QH=-W-QC, 0=-QC/TC-QH/TH, da cui QC=-TCQH/TH e quindi: QH= -W+ TCQH/TH = da cui QH = W/(1-TC/TH)= 10465 kJ. D5) Lefficienza della macchina frigorifera ideale vale: e=TC/(TH-TC)=0.375. Problema n. 2 D6) L'umidit assoluta al termine della miscelazione calcolabile per mezzo del bilancio di massa applicato ai componenti"aria secca" e H2O e fornisce: Xm=(Mas,1 X1+Mas,2 X2)/(Mas,1+Mas,2) dove: X1=0.622 j1Ps(T1)/[PTj1Ps(T1)] e X2=0.622 j2Ps(T2)/[PT - j2Ps(T2)] e Ps(T1) = Ps(30C) = 4241 Pa , Ps(T1)=Ps(24C)=3000 Pa, quindi X1= 0.019, X2= 0.00947, ottenendo: Xm= 0.01138. D7) La temperatura di rugiada viene definita dalla relazione: Pv,m=Ps(Tr) con Pv,m=XmPT/(0.622+Xm)=1796.7 Pa e quindi: Tr= 15.7C. D8) Deve essere raggiunta la temperatura T3 tale che Xs(T3)=0.008 dove Xs(T3)=0.622*Ps(T3)-[PT-Ps(T3)] quindi: Ps(T3)= Xs(T3)PT/[0.622+Xs(T3)] = 1269.8 Pa, quindi T3= 10.2C D9) Poich il raffreddamento isobaro: Q = DH = M(h3-hm) con: h3=1.006t3+Xs(t3)(2500+1.84 t3)+[Xm-Xs(t3)] 4.1868 t3= 30.52 kJ/kg, hm pu essere valutata applicando il bilancio energetico alla miscelazione (adiabatica ed isobara) ottenendo : hm= (Mas,1 h1+Mas,2 h2)/(Mas,1+Mas,2) con hj=1.006 tj+Xj(2500+1.84 Tj) ottenendo: h1=78.65 kJ/kg, h2= 48.18 kJ/kg , hm=54.29 kJ/kg e quindi Q = -356.65 kJ. D10) La massa di condensato formatasi vale: Mc=Mas(Xm-X3)= 0.0507 kg. Problema n. 3 D11) La resistenza termica complessiva vale: RT=1/2pr1Lh1+ln(r2/r1)/2pkaccL+ ln(r3/r2)/2pkisoL+1/2pr3Lh2 = 0,988 K/W, dove r2=r1+sacc=5.5 cm, r3=r2+siso=6.5cm. Il flusso termico sulla superficie esterna dellisolante vale jest,is=Q/2pr3L=(T1-T2)/ (2pr3LRT ) = 198.3 W/m2 (il parametro L scompare dalla relazione, per comodit di calcolo pu essere comunque assunto pari ad 1m). D12) Posto R1=1/2pr1Lh1+ln(r2/r1)/2pkaccL = 0,159 K/W, si ha : Tint=T1-Q/R1 =T1-(T1-T2)RT/R1 =107.0C dove di nuovo il parametro L scompare dalla relazione. D13) In tal caso, posto: RT=1/2pr1Lh1+ln(r2/r1)/2pkaccL+ ln(r3/r2)/2pkisoL+1/2pr3Lh2 = 0,03952 K/W, dove r2=r1+sacc=5.5 cm, r3=r2+siso=6.5cm si ha: Q=(T1-T2)/RT=2024.4 W. D14) In tal caso si avrebbe: RT=1/h1+sacc/kacc+sis/kis+1/h2 = 0,367 K/W e: Test,is = T2+j/h2 = T2+ (T1-T2)/(RTh2) = 54.5C. D15) In tal caso: Tint=T1- jR1=T1-(T1-T2)R1/RT = 109.0C, con R1=1/h1+sacc/kacc. Problema n. 4 D16) La potenza termica scambiata vale: Q = vaphev= 6774 kW (hev = calore latente di vaporizzazione a 1 bar = 2258 kJ/kg). D17) La portata di acqua liquida si ricava dalla relazione: a= Q/[c*pa(Tau-Tai)] = 46.227 kg/s. D18) Il DT medio logaritmico per uno scambiatore controcorrente si calcola come DTLM = (DTs -DTo)/ln(DTs/DTo) = 65.5C, dove DTs=Tvu-Tai =84.6C, DTo=Tvi-Tau=49.6C. La conduttanza totale si ricava dalla relazione: UA = Q/DTLM = 103.3 kW/K.

2 di 3

21/07/2012 10:16

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110404.htm

D19) Dalla definizione di efficienza: e=Q/[Cmin(Tvi-Tai)] dove Cmin=min(Ca,Cv) (Ca=macpa, Cv=), e = 0.413. D20) Poich lefficienza funzione di NTU=UA/Cmin e Cmin/Cmax, ed il raddoppio della portata di acqua provoca il raddoppio di Cmin senza per alterare il valore di Cmin/Cmax perch Cmax=Cv=, per mantenere inalterata lefficienza necessario raddoppiare la conduttanza totale in modo da far rimanere invariato anche NTU, quindi UA = 206.6 kW/K.

3 di 3

21/07/2012 10:16

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG111107.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 7/11/2011 (Mecc. + V.O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ......

Problema n.1 3 kg di vapore umido (x=0.8) alla pressione di 30 bar vengono riscaldati isobaricamente fino alla temperatura di 300C, successivamente vengono espansi adiabaticamente fino alla pressione di 0.1 bar, raggiungendo il titolo di 0.95. D1) Quanto vale il volume occupato inizialmente dalla miscela bifasica? D2) Quanto calore necessario fornire al vapore nel riscaldamento isobarico? D3) Quanto lavoro viene scambiato nellespansione adiabatica? D4) Quanta entropia viene prodotta nellespansione adiabatica? D5) Quanto calore deve essere sottratto al vapore nello stato finale per raffreddarlo isobaricamente fino alla temperatura di 10C? Problema n.2 Una portata pari a 800 m3/h di aria umida (T=13C, j=0.4) deve essere portata alle condizioni: T=25C, j=0.55 (alla pressione costante di 1 atm). D6) Quanto vale la massa volumica dellaria umida nelle condizioni iniziali? D7) Qual la portata massica in kga.s./s? D8) Quanta acqua liquida (a 15C) deve essere iniettata in 1 ora? D9) Quanta potenza termica deve essere fornita? D10) Quanto vale la temperatura di rugiada dellaria umida finale? Problema n.3 Una lastra (Tl=20C) delle dimensioni di 30cmx30cmx1cm di bachelite (r=1300kg/m3, k=1.4W/m K, c=1.465 kJ/kg K) viene riscaldata esponendo tutta la sua superficie ad un flusso daria (Taria=100C, h=25W/m2K). D11) Quanto vale il numero di Biot? D12) Quanto tempo necessario affinch la temperatura della lastra raggiunga 50C? D13) Quale deve essere la temperatura dellaria affinch il tempo di riscaldamento fino a 50C risulti pari a 2 minuti? D14) Quale sarebbe il tempo di riscaldamento (fino a 50C) se la stessa quantit di materiale avesse forma sferica (con Taria = 100C)? D15) Nel caso del punto precedente, quale dovrebbe essere il coefficiente di scambio termico convettivo per ottenere lo stesso tempo di riscaldamento della lastra? Problema n.4 Una tettoia costituita da una lastra metallica di 8mx4m di spessore trascurabile. Su di essa giunge unirradianza dovuta alla radiazione solare, pari a 600W/m2. La temperatura del suolo pari a 15C, il coefficiente di emissione del suolo pu essere considerato unitario, mentre le superfici, della tettoia esposta alla radiazione solare, possono essere entrambe considerate grigie, con coefficienti di emissione pari a: et1=0.7 (superficie esposta al sole) et2=0.3. D16) Quale temperatura raggiunge la tettoia allequilibrio? D17) Quanta potenza scambia la tettoia con il suolo? D18) Quanto vale la brillanza della superficie esposta al sole della tettoia? D19) Quanto vale lirradianza che giunge sul suolo? D20) Se la lastra venisse girata in modo che et1=0.3 ed et2=0.7, quale temperatura raggiungerebbe?
N.B. si consideri unitario il fattore di forma suolo-tettoia: Fs-t=1

1 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG111107.htm

Soluzioni dell'esame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc,+V.O.) del 7/11/2011


Problema n. 1 D1) Il volume occupato dalla miscela si ottiene come: V=M v=M(x(vv-vL)+ vL)= 0.161 m3, ove vv = 0.06663 m3/kg e vL = 0.0012163 m3/kg. D2) Il calore da fornire vale: Q = M(h2-h1)=1654.7 kJ, dove h1= M(x1(hv-hL)+ hL) = 2443.52 kJ/kg, h2 si ricava direttamente dalla tabella del vapore surriscaldato: h2= 2995.1 kJ/kg. D3) Il lavoro scambiato nellespansione adiabatica si valuta come: W = M(u3-u2) = - 1277.8 kJ, dove: u2 si ricava dalla tabella del vapore surriscaldato come u2=h2-P2v2=2751.6 kJ e u3 = (x3(uv-uL)+ uL)=2325.7 kJ/kg (i valori dellenergia interna massica vanno calcolati alla pressione di 01. bar!). D4) Lentropia prodotta si valuta come: Sp= M(s3-s2)= 3.701 kJ/K, con s3 = (x3(sv-sL)+ sL) = 7.776 kJ/kg K e s2 dalla tabella del vapore surriscaldato: s2=6.5422 kJ/kg K. D5) Nel raffreddamento isobarico: Q = M(h4-h3) = -7269.5 kJ, dove h4@hLs(10C)=41.99kJ/kg, h3 = M(x3(hv-hL)+ hL) = 2465.085 kJ/kg. Problema n. 2 D6) La massa volumica dellaria umida vale: rau=Mau/V=(Mas+Mv)/V=Mas(1+X1)/V=Mmas(1+ X1)Nas/V=Mmas(1+ X1) Pas/RT=(1+ X1)(PT-Pv)/R*T=(1+ X1)[PT-jPs(T)]/R*T = 1.23kg/m3 (con R*=R/Mmas) dove X1=0.622j1Ps(T1)/[PT-jPs(T1)]=0.00371. D7) La portata massica in kg di aria secca al secondo si ricava come segue: as=au-vap =au-asX, da cui: as=au/(1+X) (dove au la portata massica complessiva [aria secca + vapore] e vap la portata di H2O). Ora: au=rau Vv =984 kg/h (Vv=portata volumica), as=980.4 kgas/h = 0.272 kgas/s. D8) La portata di acqua liquida da iniettare vale: H2O = as(X2-X) = 0.00195kg/s, con X2 = 0.622j2Ps(T2)/[PTjPs(T2)] = 0.0109 e in unora m = 7.02 kg. D9) La potenza termica da fornire vale: Q = as(h2-h1)=7128 kcal/h = 8.28 kW, con h1 = 0.24T1+X1(597+0.44T1) = 5.35 kcal/kgas, h2 = 0.24T2+X2(597+0.44T2) = 12.62 kcal/kgas. D10) La temperatura di rugiada si ricava dalla relazione: Ps(Tr)=Pv=j2Ps(T2) = 1741.3 Pa, con Ps(T2) = 3166 Pa, da cui Tr=15.3C. Problema n. 3 D11) Bi = hLeq/k = hV/kS = 0.0837, con V = 9 10-4m3, S = 0.192 m2, quindi applicabile il metodo delle capacit concentrate. D12) Posto t = cVr/hS=357 s, si ha: t = - t ln[(Tf-Taria)/(Tin-Taria)] =168 s. D13) Posto t=120 s, si ha: Taria = (Tin e-t/t -Tf) / (e-t/t -1) = 125C. D14) In tal caso: V=0.0009 m3, Ssfera=4pR2=4p (3V/4p)2/3 = 0.0451 m2, quindi: tsfera= cVr/hSsfera=1520 s e: t = - t ln[(Tf-Taria)/(Tin-Taria)] =715.3 s. D15) In questo caso dovrebbe essere tsfera=t=357s e, quindi hsfera=cVr/tsferaSsfera= cVr/tSsfera= hS/Ssfera = 106.4 W/m2K. Problema n. 4 D16) In condizioni di regime stazionario: Qs-t= s(Ts4-Tt4)/[(1-es)/(esAs)+1/(AsFs-t )+ (1-et2)/(et2At)] = et2At s(Ts4-Tt4) (dove As=At=32m2, es=1) e tale potenza anche pari alla potenza scambiata dallaltra superficie (esposta al sole) che vale Qs-t=At(Et-at1G) con G=600 W/m2, Et=et1sTt4; si ha quindi: Tt = [(et2Ts4+et1G/s)/(et2+et1)

2 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG111107.htm

]1/4=312.0 K, (at1=et1). D17) La potenza scambiata vale : Qs-t=et2At s(Ts4-Tt4) = - 1405 W. D18) La brillanza della superficie esposta al sole vale: J=E+rG=et1sTt4+(1-et1)G = 556.1 W/m2. D19) Lirradianza che giunge al suolo calcolabile dal bilancio: Qs-t=As(Es-asGs) quindi: Gs=sTs4-Qs-t/As=434.8 W/m2, (con as=es=1 e As=At). D20) Se la lastra venisse girata allora: Tt = [(et1Ts4+et2G/s)/(et2+et1) ]1/4 = 299.1 K.

3 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110711.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 11/7/2011 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ......
Problema n. 1 In un contenitore adiabatico vi sono due recipienti separati da una parete mobile diatermana (non adiabatica). Nel recipiente A vi sono 6 kg di He (gas monoatomico, Mm = 4 kg/kmol) alla temperatura iniziale di 0C. Il recipiente A tenuto a pressione costante attraverso un pistone su cui agisce una pressione di 8 bar. Nel contenitore B vi sono 28 kg di acqua alla temperatura di 50C. D1) Quanto vale la temperatura finale delle due sostanze? D2) Quanto valgono il volume iniziale e finale dell'He? D3) Quanto vale la variazione totale di entropia (dell'He e dell'acqua)? o D4) Quanto valgono il calore e il lavoro scambiati da ciascun recipiente? o D5) A quanto dovrebbe ammontare il volume iniziale complessivo (A+B) se il sottosistema B fosse composto da elio con la stessa temperatura iniziale di 50C, al fine di ottenere una temperatura finale pari a 8C? Problema n. 2 La pressione di saturazione (liq-vap) di una sostanza dipende dalla temperatura per mezzo della relazione seguente: ln(Ps)=A-B/T (unit SI) con A= 26.02; B= 5412.4 K, il volume specifico della fase vapore pu essere valutato dalla relazione v = CT/P con C = 461.9 J/kg K, mentre il volume specifico della fase liquida pu essere trascurato. A 5 kg di liquido saturo
v

vengono fornite 2000 kcal mantenendo la pressione costante al valore di 2 bar. o D6) Quanto vale la temperatura finale? o D7) Quanto vale il titolo di vapore al termine della trasformazione? o D8) Quanto lavoro viene scambiato dal sistema? o D9) Di quanto varia lentropia del sistema? o D10) Quale titolo raggiungerebbe la miscela se si portasse la pressione al valore di 1 bar mantenendo costante il volume ottenuto al termine della trasformazione precedente?
N.B. Per valutare le propriet della sostanza si faccia uso della equazione di Clausius-Clapeyron.

Problema n. 3 Un condotto cilindrico metallico (km=25 W/m K) viene utilizzato per riscaldare un olio dielettrico in esso circolante. Il condotto ha raggio interno 9cm e spessore di 1 cm. Nella parete del condotto viene dissipata una potenza elettrica (supposta uniforme) pari a 0.3MW/m3. Il condotto lambito esternamente da aria alla temperatura di 20C. Il coefficiente di convezione esterno pari a he = 15 W/m2K. In condizioni stazionarie si ha un flusso in uscita pari a 600 W/m2. o D11) Si calcoli la temperatura sulla superficie esterna del condotto o D12) Se il coeff. di convezione interno pari a hi = 300 W/m2K, quanto vale la temperatura media dell'olio ? o D13) Per un dato flusso d'olio, se il condotto viene ricoperto con un isolante (ki = 0.25 W/m K) di spessore 5mm, la temperatura sulla superficie del condotto diventa pari a Ts' = 50C. Scrivere lequazione del profilo di temperatura nell'isolante calcolandone numericamente i coefficienti. o D14) Determinare la differenza di potenza (per metro lineare di condotto) scambiata con laria esterna tra i casi con e senza isolante. o D15) Se l'olio dielettrico (r = 858 kg/m3, m = 10.4 mPa s, kolio= 0.1309 W/m K, cp = 450 J/kg K) scorre con una portata pari a 320 l/min, si stimi il coefficiente di convezione interno attraverso l'equazione di Dittus-Boelter. Problema n. 4 Uno scambiatore di calore controcorrente utilizzato per raffreddare una corrente di acqua liquida ( = 1 kg/s) da 90C a H 60C, la corrente fredda costituita da acqua liquida con temperatura in ingresso pari a 40C e portata pari a 2 kg/s. o D16) A quale temperatura esce lacqua di raffreddamento? o D17) Quanto vale lefficienza dello scambiatore? o D18) Quanto vale il DTLM? o D19) Quanto vale la conduttanza totale? o D20) Quale deve essere la conduttanza totale di uno scambiatore equicorrente che esegua lo stesso compito (raffreddare

1 di 3

21/07/2012 10:15

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110711.htm

lacqua da 90C a 60C)?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica del 11/7/2011 (All. Mecc.+V.O.)


Problema n. 1 D1) Poich la parete permette lo scambio di calore, la temperatura finale delle due sostanze la stessa e, poich il sistema complessivo non scambia calore con lambiente: QT=QA+QB=0. Poich il sistema A evolve a pressione costante QA = MAcpA (Tf -TAi), anche il sistema B evolve a pressione costante (la parete di separazione tra A e B mobile), quindi QB = MBcpB(Tf-TBi), si ha allora: Tf = (MAcpATAi+ MBcpB TBi)/(MAcpA+ MBcpB) = 312.65 K = 39.5C. D2) Dallequazione di stato dei gas ideali: V = MR*T/P, quindi: VAi = 4.258 m3, VAf = 4.874 m3. D3) Poich il sistema adiabatico: DSTOT=DSHe+DSH2O=MAcpAln(Tf/TAi)+MBcpBln(Tf/TBi)= 315.05 J/K. D4) Come sopra riportato: QA=MAcpA(Tf-TAi) = -QB = 1231.6 kJ, mentre WA= -P(VAf -VAi) = - 492.8 kJ. D5) In questo caso, dalla relazione: QT=QA+QB=0 si ha: MB= -MAcpA(Tf-TAi)/[cpB(Tf-TBi)] con Tf=8C, cpB=cpA e quindi: MB =1.143 kg, pertanto VB = MBR*TBi/P = 0.96m3. Problema n. 2 D6) Poich la trasformazione avviene a pressione costante ed il sistema bifase (monocomponente) anche la temperatura resta costante e pari a T=B/[A-ln(Ps)]= 391.8 K D7) Lequazione di Clausius-Clapeyron pu essere scritta come: dPs/dT=lLv/T(vv-vL), e poich: dPs/dT=Ps(T)B/T2, vv= CT/Ps, vL= 0, la sostituzione di questi risultati nellequazione di Clausius-Clapeyron fornisce: PsB/T2= lLvPs/CT2, quindi lLv=BC= 2500 kJ/kg . Poich la trasformazione avviene a pressione costante, Q=DH=MDh=M(hv-hL)Dx dove : lLv=hv-hL, xi=0, quindi xf=Dx=0.67. D8) Poich P = cost.: W = - P(Vf-Vi) = - P(vv-vL)Dx = - PvvDx = - CTxf = - 121.2 kJ. D9) La variazione di entropia calcolabile come: DS=dS=dQ/T=Q/T=21.37kJ/K (la trasformazione isotermobarica). D10) In questo caso: xfin = (vfin-vL(1bar))/(vv(1bar)-vL(1bar))=0.352; dove: vfin=vin= xf vv(2bar)= xf CT/P = 0.606 m3/kg; vv(1bar) = CTfin/Pfin = 1.723 m3/kg, avendo posto Pfin =100000 Pa, Tfin=B/[A-ln(Ps)]= 373.09 K, ed avendo trascurato, secondo il suggerimento del testo, il volume specifico del liquido. Problema n. 3 D11) Si ricava la temperatura dal flusso f0 : Ts = Ta+f0/he. Ts = 60C. D12) Con generazione di potenza, il profilo di temperatura nel condotto : T1(r) = -qgen/(4km)r2 + Aln(r) + B; imponendo le cond. al contorno: T1(re)=Ts e -kmdT1(r)/dr|r=re = f0, si trovano due equazioni algebriche in A e B, -30 + A ln(.10) + B = 60, 15000 - 250A = 600, per cui A = 57.6, B = 222.63. Tolio:=T1(ri)+ f(ri)/hi, dove f(ri) il flusso in r=ri, f(r) = -km*dT1(r)/dr. Tolio = 51.30 C. D13) Si avr un profilo T2(r) = Cln(r)+E nellisolante. Dalle condizioni T2(re+si)=Ts e -kis*dT2(r)/dr= f0=(Ts-Ta)/(1/he ); si ottengono due equazioni: -2.254C + E = 50; -2.38C 450=0, per cui T2(r) = -189ln(r) - 375.97, con r espresso in metri. D14) La potenza scambiata con laria nei due casi Q/L=2ref0=377 W/m per il caso senza isolante, Q/L=2(re+sis)f0=296.88W/m per il caso con isolamento, per cui DQ = 80.11 W/m. D15) Si calcola il Pr = cp m/kolio, Pr = 35.75 e la velocit media di flusso Uolio = Vp/(pri2) = 0.21 m/s, Re = 3118.5, per cui Nu=0.023*Re0.8 Pr0.4 = 60 e pertanto hi = 43.6 W/m2K. Problema n. 4 D16) Dal bilancio energetico globale si ha TC,u=TC,i+Q/CC= TC,i+ CH(TH,i-TH,u)/CC= 55C.

2 di 3

21/07/2012 10:15

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110711.htm

D17) Dalla definizione di efficienza: e = Q/Cmin (TH,i -TC,i), ed essendo: CH = H cpH = 4186.8 W/K, CC= C cpC= 8373.6 W/K, si ottiene: Cmin=CH, Q=CH(TH,i-TH,u), da cui e=(TH,i-TH,u)/(TH,i-TC,i)=0.6. D18) Dalla definizione di DTLM=(DTs - DTo)/ln(DTs/DTo), con DTs=TH,u - TC,i = 20C, DTo = TH,i -TC,u, e TC,u= 55C, da cui DTo = 35C, DTLM = 26.8C. D19) Dalla relazione Q = UA DTLM si ottiene UA= Q/DTLM= CH(TH,i-TH,u)/DTLM= 4686.7 W/K. D20) In tal caso: DTLM=(DTs-DTo)/ln(DTs/DTo) con, DTo=TH,i-TC,i, = 50C e TC,u=TC,i+Q/CC= TC,i+ CH(TH,iTH,u)/CC= 55C, da cui DTs=TH,u - TC,u = 5C, DTLM = 19.6C. Dalla relazione: Q = UA DTLM si ottiene UA = Q/DTLM = CH(TH,i-TH,u)/DTLM = 6408 W/K.

3 di 3

21/07/2012 10:15

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120206.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 6/2/2012 (Mecc. + V.O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ......

Problema n. 1
La pressione e la temperatura dellaria allinizio della fase di compressione di un ciclo Otto (ideale) valgono rispettivamente 101 kPa e 27C. Il rapporto di compressione pari a 8, e la quantit di calore fornita allaria nella fase di combustione pari a 2000 kJ per kg di aria. o D1) Qual la massima temperatura raggiunta? o D2) Qual la pressione massima raggiunta? o D3) Quanto lavoro viene prodotto per kg di aria contenuta in camera di combustione? o D4) Quanto lavoro viene prodotto per ogni kg di aria aspirato? o D5) Se il motore funzionante con tale ciclo deve sviluppare una potenza di 77 kW, quanti kg di aria utilizza (aspira) in 10 minuti?

Problema n. 2
Un recipiente di volume pari a 4 m3 contiene una miscela bifasica di H20 alla pressione di 40 kPa, la massa di liquido contenuta pari a 796 kg. La miscela viene riscaldata a volume costante fino a raggiungere lo stato di vapore saturo secco, successivamente viene espansa adiabaticamente e quasistaticamente raggiungendo la pressione di 40 kPa. o D6) Quanto vale il titolo di vapore iniziale? o D7) Quanto vale la pressione al termine del riscaldamento? o D8) Quanto calore viene scambiato nel riscaldamento? o D9) Qual la massa di vapore al termine dellespansione adiabatica? o D10) Quanto vale la variazione di entalpia nellespansione?

Problema n. 3
Sulla superficie superiore di una lastra metallica (4mx2m) grigia (e=0.7) giunge unirradianza pari a 400W/m2, la lastra scambia anche per convezione con laria ambiente la cui temperatura pari a 70C. La temperatura raggiunta allequilibrio termico vale 40C. D11) Quanto vale la brillanza della lastra? D12) Quanto vale il coefficiente di scambio termico convettivo (h)? D13) Quale sarebbe la temperatura raggiunta allequilibrio se h fosse nullo (lastra adiabatica)? D14) Quale dovrebbe essere lirradianza per ottenere, nel caso di lastra adiabatica, una brillanza di 700 W/m2? D15) Quale sarebbe la temperatura raggiunta allequilibrio se la lastra fosse adiabatica e nera (con G = 400W/m2)?

Problema n. 4
Uno scambiatore di calore controcorrente viene utilizzato per riscaldare acqua liquida da 20C a 80C, raffreddando una portata pari a 40 kg/s di aria calda dalla temperatura di 180C alla temperatura di 120C. D16) Qual la portata di acqua calda prodotta? D17) Qual la conduttanza totale dello scambiatore? D18) Quanto vale lefficienza? D19) Se la temperatura dingresso dellacqua fosse 35C, quale sarebbe la temperatura duscita dellaria (a parit di temperatura in ingresso e portate)? D20) Quale sarebbe il DTLM nelle condizioni del punto precedente?

1 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120206.htm

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 6/2/2012 Problema n. 1 D1) La temperatura raggiunta al termine della fase di compressione vale: T2=T1(V1/V2)k-1=689.2 K dove T1 la temperatura allinizio della compressione e V1/V2=8 il rapporto di compressione. Durante la combustione isocora: QH=Mcv*(T3-T2) e quindi T3=T2+qH/cv* = 3470 K, dove qH=2000 kJ/kg. D2) Poich la trasformazione 1-2 isoentropica: P2=P1(V1/V2)k =1858.4 kPa e poich la trasformazione 2-3 isocora: P3=P2*T3/T2=9371.9 kPa =93.7 bar. D3) Il rendimento del ciclo Otto ideale vale : h=1-T1/T2=0.565 ed il lavoro prodotto per ogni kg di aria in camera vale: w=h qH=1130 kJ/kg. D4) Ad ogni ciclo viene aspirata una frazione dellaria contenuta nel cilindro, infatti dopo la fase di scarico rimane nel cilindro un volume pari a V2 di gas combusti (a pressione P1). Il volume aspirato (a pressione P1) quindi (V1-V2) ed il rapporto tra massa aspirata ad ogni ciclo e massa di gas evolvente pari a (V1-V2)/V1=1-1/e=0.875, quindi w=w/ 0.875=1291.4 kJ/kg. D5) Il lavoro sviluppato in 10 minuti vale: W=Pot t =77 (10 60) = 46200 kJ e poich il lavoro prodotto per ogni kg aspirato vale 1291.4 kJ/kg, la quantit daria utilizzata : M=W/w=35.77 kg. Problema n. 2 D6) Il titolo di vapore definito dalla relazione: x=Mv/(Mv+ML)=0.001 dove Mv si ricava conoscendo il volume massico del vapore saturo (dalle tabelle) : Mv=Vv/vV(40kPa)= 0,797 kg e Vv=V-VL = VMLvL(40 kPa) = 3,183 m3. D7) Noto il volume massico della miscela: v=V/(Mv+ML) si trova in tabella la pressione per cui il volume di vapor saturo pari a v: vV(P2)=v, ottenendo P2 = 21000 kPa. D8) Poich il volume costante: Q=Mtot(u2-ui)=1532.36 MJ, con ui=x[uV(40kPa)-uL(40 kPa)] +uL(40 kPa) = 319,77 kJ/kg. D9) Lespansione adiabatica quasistatica isoentropica e pertanto: x3=[s3-sL(40kPa)]/[sv(40kPa)-sL(40kPa)]= 0,571e Mv=x3MT=455.405 kg, dove s3=sv(P2). D10) DH = Mtot(h3-h2)= - 562.38 MJ, con h3=x3[hV(40kPa)-hL(40 kPa)] +hL(40 kPa)=1641,8 kJ/kg. Problema n. 3 D11) La brillanza vale: J=esTs4+rG=500.9 W/m2, con r=1-a=1-e=0.3. D12) Il bilancio di energia si scrive: Qirr+Qconv=0, dove: Qconv=hS(Ts-Tfl), Qirr=S(E-aG), risolvendolo per lunica incognita h si ottiene h = 3.389 W/m2K. D13) In tal caso E=aG, quindi Ts=(G/s)1/4=289.8K=16.8C. D14) Come sopra: E=aG, inoltre J=E+rG=G=700 W/m2 (a+r=1). D15) In tal caso E=G, quindi Ts=(G/s)1/4=289.8K=16.8C. Problema n. 4 D16) Poich: Q = CH(TH,I - TH,u)= 2.417 MW (CH=40.28 kW/K) si ha: Cc=Q/(TC,u-TC,i) = 40.28 kW/K e C = 9.62 kg/s. D17) Poich: DTo = DTs=100C, si ha: DTLM = 100C, UA = Q/DTLM = 24.17 kW/K.

2 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120206.htm

D18) e=Q/Qmax=Q/Cmin(TH,i-TC,i)=0.375. D19) Poich lefficienza dipende solo dalla capacit termiche di portata e dalla conduttanza totale e queste restano invariate, lefficienza resta pari a 0.375; si ha allora: Q=eCmin(TH,i-TC,i)=2.19MW, da cui: TH,u=TH,i-Q/CH=125.6C. D20) TC,u=TC,i+Q/Cc=89.4C, e poich: DTo=DTs=90.6C, si ha: DTLM=90.6C.

3 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120618.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 18/06/2012 (Mecc. + V.O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ......

Problema n. 1 Una miscela di aria umida (n.1: P=1 atm, T=25C, j=0.55) contenente 5 kg di aria secca, viene miscelata isobaricamente ed adiabaticamente con aria umida (n.2) nelle condizioni: j=0.6, T=35C per ottenere aria umida con una umidit assoluta pari a 0.013. o D1) Qual lumidit assoluta dellaria umida iniziale? o D2) Qual la temperatura a bulbo umido dellaria umida iniziale? o D3) Qual la temperatura di rugiada dellaria umida iniziale? o D4) Quale deve essere la massa di aria umida n.2 (in kg di aria secca) da utilizzare? o D5) Quanta acqua dovrebbe essere aggiunta allaria umida ottenuta dopo la miscelazione per saturarla isotermicamente (ed a P costante)? Problema n. 2
In un contenitore adiabatico vi sono due recipienti separati da una parete mobile diatermana (non adiabatica). Nel recipiente A vi sono 5 kg di He (gas monoatomico, Mm = 4 kg/kmol) alla temperatura iniziale di 10C. Il recipiente A tenuto a pressione costante attraverso un pistone su cui agisce una pressione di 6 bar. Nel contenitore B vi sono 30 kg di una miscela bifase di H20 con che occupa un volume di 3m3. o D6) Quanto vale il titolo iniziale della miscela bifase? o D7) Quanto vale la temperatura finale delle due sostanze? o D8) Quanto valgono il volume iniziale e finale dell'He? o D9) Quanto vale lentropia prodotta nella trasformazione? o D10) Quanto valgono il calore e il lavoro scambiati da ciascun sistema?

Problema n. 3 Un conduttore elettrico lungo 5 m e di diametro pari a 3 mm rivestito con una guaina plastica dello spessore di 2 mm, la cui conduttivit termica k = 0.15 W/(m K). La potenza termica dissipata per effetto Joule pari a 80W. Il conduttore immerso in un fluido alla temperatura di 30C, con coefficiente di scambio termico convettivo pari a 12 W/(m2K). o D11) Qual la temperatura esterna della guaina? o D12) Qual la temperatura allinterfaccia tra guaina e conduttore? o D13) Quanto vale il flusso termico allinterfaccia tra guaina e conduttore? o D14) Quanto vale la temperatura allinterfaccia guaina isolante se lo spessore disolante viene raddoppiato? o D15) Quanto vale il raggio critico? Problema n. 4 Un corpo di forma sferica (R=20 cm, Temperatura =70C) viene posto in un ambiente chiuso di forma cubica (lato=3m) contenente aria alla temperatura di 25C. Il coefficiente di emissione del corpo 0.3, quello delle pareti (la cui temperatura uniforme e pari a 10C) 0.7, mentre il coefficiente di scambio termico convettivo tra corpo ed aria 10 W/(m2K). o D16) Quanta potenza viene complessivamente scambiata dal corpo? o D17) Quanto vale lirradianza che giunge sul corpo? o D18) Qual la brillanza delle pareti? o D19) Quale dovrebbe essere la temperatura dellaria affinch il corpo si porti in condizioni di equilibrio alla temperatura di 20C? o D20) Quale sarebbe la potenza scambiata per irraggiamento (nelle condizioni del punto precedente) se corpo e pareti fossero nere (e=1)?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 18/06/2012

1 di 3

21/07/2012 10:13

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120618.htm

Problema n.1 D1) Lumidit assoluta vale: X=0.622 j Ps(T1)/[PT-jPs(T1)]= 0.0108, con Ps(T1)= 3166 Pa. D2) Con buona approssimazione la temperatura a bulbo umido si trova intersecando lisoentalpica relativa allo stato 1 con la curva di saturazione; h1=0.24t1+X1(597+0.44t)=12.7 kcal/kgas e dal diagramma psicrometrico (o di Mollier) si ottiene Tbu = 18.7C. D3) Dalla definizione di temperatura di rugiada : Pr(Tr)=Pv=jPs(t=25C)=1741.3 Pa e quindi: Tr=15.2C D4) Il bilancio di massa del componente H2O si scrive: Xm=(Mas,1 X1+Mas,2X2)/ (Mas,1+Mas,2) quindi: Mas,2= Mas,1 (X1-Xm)/ (Xm- X2) = 1.19 kgas, dove X2=0.622 j2Ps(T2)/[PT-j2Ps(T2)]=0.0214, Ps(T2)= 5622 Pa. D5) La temperatura della miscela finale si ottiene valutando innanzitutto lentalpia specifica finale: hm= (Mas,1 h1+Mas,2h2)/ (Mas,1+Mas,2)= 14.38 kcal/kgas con h2=0.24t2+X2(597+0.44t2)=21.5 kcal/kgas ; ora possibile valutare la temperatura come: tm=(hm-Xm597)/(0.24+0.44Xm)=26.9C. Si calcola quindi Xs(tm)=0.622 Ps(tm)/[PTPs(tm)] = 0.023 , con Ps(tm)=3574.5Pa, e quindi MH2O=Mas,m(Xs(tm)-Xm)= 0.0618 kg. Problema n.2 D6) Il titolo di vapore si ottiene dalla relazione: x=(v-vL(6bar))/(vV(6bar)-vL(6bar))= 0.3145, dove v=VH2O/MH20 =0.1 m3/kg, vV(6bar)= 0.3155 m3/kg; vL(6bar)=0.0011 m3/kg. D7) Nellipotesi che al termine della trasformazione (isobara visto che la parete interna e mobile ed il sistema A viene mantenuto a pressione costante pari a 6 bar) il sistema B sia ancora bifase la temperatura sarebbe pari alla temperatura di saturazione a 6 bar (Ts=158.84C). Lipotesi pu allora essere verificata a posteriori, nellipotesi fatta il calore scambiato dal sistema A sarebbe pari a QA=MAc*pA(Tf-TAi)=3867.05 kJ e, poich QB=MB(hBfhBi)=-QA, lentalpia specifica della miscela bifase nello stato finale sarebbe hBf = hBi +QB/MB = 1197.4kJ/kg che, essendo compresa tra lentalpia del vapore saturo secco (hV=2755.5kJ/kg) e del liquido saturo (670.4kJ/kg) a 6 bar, assicura che il sistema B si trovi ancora in stato bifase. D8) Il volume dellHe vale: VHe=MAR*TA/PA, quindi VHe,i=MAR*TA,i/PA=4.904 m3; VHe,f=MAR*TA,f/PA,=7.4798 m3. D9) Lentropia prodotta pari alla somma delle variazioni di entropia dei due sistemi perch il sistema composto evolve adiabaticamente. DSA=MAc*pAln(TA,f/TA,i)=10.975 kJ/K poich la pressione iniziale e finale la stessa. DSB= MB(sBf-sBi), con sB=xBsVL(6bar)+sL(6bar) e quindi DSB= MB(xBf-xBi) (sV-sL) = - 8.951kJ/K, dove xBf=(hBf-hL)/(hV-hL)=0.253. Lentropia prodotta vale: 2.023 kJ/K. D10) Il calore scambiato vale: QA=MAcpA(Tf-TAi)= 3867.049kJ=-QB. Il lavoro scambiato vale: WA = - P (VAf-VAi) = 1545.48 kJ; WB = - PMB(vBf-vBi) = -PMB(xBf-xBi)(vV-vL) = - 348.0 kJ. Problema n.3 D11) Il flusso termico sulla superficie esterna della guaina vale: j2=Q/A2 = 727.27 W/m2, con A2=2pLr2=0.110 m2. La temperatura sulla superficie esterna vale allora: T2=Tf+j/h=90.6C. D12) Facendo uso dellanalogia elettrica, T1=Tf +Q Rt=105C, dove Rt=(1/hA2+ln(r2/r1)/2pkL)=0.94 K/W. D13) Il flusso termico allinterfaccia tra guaina e conduttore vale: j1=Q/A1 = 1698.5 W/m2, con A1=2pLr1=0.0471 m2. D14) Facendo uso dellanalogia elettrica,T1=Tf +Q Rt=90.6C, dove Rt=(1/hA2+ln(r2/r1)/2pkL)=0.7575 K/W. D15) Il raggio critico vale: rc = k/h = 0.0125 m. Problema n.4 D16) La potenza complessiva scambiata la somma della potenza scambiata per irraggiamento e della potenza scambiata per convezione: Qt=Qconv+Qirr; dove Qconv=hAs(Ts-Taria)=226.2 W con As = 4pR2 =

2 di 3

21/07/2012 10:13

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120618.htm

0.503 m2, Qirr si valuta con il metodo delle reti elettriche: Qirr=s(Ts4-Tp4)/[(1-es)/Ases+1/FspAs+(1-ep)/Apep] = 63.5 W, dove Ap=6 l2=54m2, Fsp=1. Si ottiene quindi: Qt=289.7 W. D17) Dal metodo delle reti elettriche: Qirr=(sTs4-Js)/[(1-es)/(esAs)], da cui Js= sTs4- Qirr [(1-es)/(esAs)]= 491.6 W/m2, e quindi: Gs = Js-Qirr/As = 365.4 W/m2. D18) Dal metodo delle reti elettriche: Qirr=(Js-Jp)/(1/FspAs), da cui Jp=Js- Qirr /FspAs= 365.4 W/m2. D19) In condizioni di equilibrio: Qt=Qconv+Qirr=0, quindi: Taria=Ts+Qirr/hAs, con Qirr=s(Ts4-Tp4)/[(1-es)/Ases+1 /FspAs+(1-ep)/Apep]= 8.167 W e Ts=20C, quindi Taria=21.35C. D20) In tal caso : Qirr=AsFsps(Ts4-Tp4)=27.30 W.

3 di 3

21/07/2012 10:13

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120116.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 16/1/2012 (Mecc. + V.O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ......

Problema n. 1 Una sfera di ferro (c*m = 0.452 kJ/kg K; r =7.897 kg/dm3) di raggio pari a 3 cm viene posta in un recipiente termicamente isolato contenente aria (Mm=28.97 kg/kmol). Al momento in cui il contenitore viene chiuso la sfera si trova alla temperatura di 65C, laria, che occupa un volume pari a 200 litri, si trova alla pressione di 1 bar ed alla temperatura di 20C. D1) Quale temperatura viene raggiunta allequilibrio? D2) Quanto calore viene scambiato tra sfera e gas? D3) Qual la pressione del gas al termine del processo? D4) Quanta entropia viene prodotta? D5) Quanto calore deve essere fornito per riscaldare sfera ed aria fino alla temperatura di 65C (mantenendo costante il volume)? Problema n. 2 Una cella frigorifera deve essere mantenuta alla temperatura di -10C per mezzo di una macchina frigorifera il cui COP dipende dalla temperatura della cella (Tc) e dellambiente esterno Th (che funge da sorgente calda) secondo la relazione: COP = 0.8Tc/(1.1Th-Tc) (in questa relazione le temperature vanno espresse in K). La potenza termica entrante nella cella dallambiente valutabile dalla relazione: Q = K(Th - Tc), con K = 7 kW/K. D6) Qual la potenza meccanica assorbita dalla macchina quando Th=37C? D7) Qual la potenza meccanica assorbita dalla macchina quando Th=10C? D8) Qual la potenza termica fornita alla sorgente calda quando Th=10C? D9) A quale temperatura si porta la cella se alla macchina frigorifera viene fornita una potenza meccanica pari a 100 kW e Th=37C? D10) Quanta potenza meccanica assorbirebbe una macchina ideale per mantenere la cella a -10C con Th=10C? Problema n. 3 Uno strato di rame (k = 390W/m K) dello spessore di 1mm viene inserito tra due strati identici di plexiglass (k = 1.5W/m K) dello spessore di 1 cm. Tramite una corrente elettrica viene generata nel rame una potenza termica per unit di volume pari a q=0.9MW/m3 uniformemente distribuita. Il tutto immerso in aria a 25C (con h=20W/m2K). D11) Quale temperatura viene raggiunta sulla superficie esterna dei due strati di plexiglass? D12) Quale temperatura viene raggiunta allinterfaccia rame-plexiglass? D13) Qual la massima temperatura raggiunta nella parete multistrato? D14) Qual il massimo gradiente di temperatura (in valore assoluto) raggiunto nella parete multistrato? D15) Quale deve essere il valore di q affinch la temperatura massima nel plexiglass non superi i 70C? Problema n. 4 Le superfici inferiore (sup.1) e superiore (sup. 2) di un forno cubico (lato 5m) possono essere considerate nere, e la loro temperatura vale: T1 = 800 K, T2 = 1500 K; la superficie laterale (sup. 3) pu essere considerata grigia (e3=0.5) e T3 = 500 K. Il fattore di forma F12 vale 0.2. D16) Quanto vale la brillanza della superficie 3 (laterale)? D17) Quanta potenza scambia complessivamente la superficie 2 (superiore)? D18) Quanta potenza scambia complessivamente la superficie 1 (inferiore)? D19) Quanto vale lirradianza sulla superficie 1 (inferiore)? D20) Quanto vale lirradianza sulla superficie 3 (laterale)?

Soluzioni dellesame scritto di FISICA TECNICA (All. Mecc.+V.O.) del 16/1/2012

1 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120116.htm

Problema n. 1 D1) Poich durante il processo il sistema non scambia lavoro ne calore con l'ambiente, l'energia interna totale non varia: DU=DUs+DUg=0, e: DUs=Msc(Tf-Ts,i), DUg=Mgcv(Tf-Tg,i), quindi: Tf=(MscTs,i+MgcvTg,i)/(Msc+Mgcv)=51.6C. D2) Il calore scambiato dalla sfera vale: Qs=Msc(Tf-Ts,i)= - 5.396 kJ. D3) Dall'equazione di stato dei gas ideali: Pf=Mg R*Tf/Vf= 1.108 bar. D4) Sp=DSs+DSg = Msc ln(Tf/Ts,i)+ Mgcv ln(Tf/Tg,i)=1.15 J/K. D5) In tale trasformazione Q=DUT= Msc(Tf,2-Tf)+Mgcv(Tf,2-Tf)=7.694kJ (con Tf=51.6C e Tf,2=65C) Problema n. 2 D6) La potenza meccanica vale: W=Qc / COP=121.9kW dove Qc=K(Th -Tc)=329kW, COP= 0.8Tc/(1.1Th-Tc)=2.70 D7) La potenza meccanica vale: W=Qc / COP=32.13 dove Qc=K(Th -Tc)=140kW, COP= 0.8Tc/(1.1ThTc)=4.36 D8) La potenza termica Qh vale: Qh=W+Qc=Qc (COP+1)/COP=172.13kW dove Qc=K(Th -Tc) e COP= 0.8Tc/(1.1Th-Tc) D9) In tal caso la potenza estratta dalla cella vale: Qc=W COP= W 0.8Tc/(1.1Thinv-Tc) ed in condizioni stazionarie anche: Qc=K(Th Tc), quindi: K(Th Tc)= W 0.8Tc/(1.1Th-Tc) ottenendo unequazione di secondo grado in Tc la cui soluzione da: Tc = -4.97C D10) il COP ideale vale: COPid=Tc/(Thinv-Tc)=13.16 e quindi Wid=Q/COPid=K(ThinvT)/COPid=10.65kW. Problema n. 3 D11) La parete multistrato simmetrica rispetto al piano di mezzeria della lastra di rame, pertanto le temperature raggiunte sulle superfici esterne sono uguali tra loro. La potenza complessivamente generata vale Q=qV=qAs, dove A la superficie di parete considerata (arbitraria) e s lo spessore dello strato di rame. Tale potenza, generata nello strato di rame, si ripartisce equamente nelle due direzioni ed il flusso termico sulla superficie esterna vale allora: j=Q/2/A=qs/2= 450W/m2 e poich j=h(Tsup.ext Taria) si ha: Tsup.ext=Taria+j/h=47.5C = 320.65 K. D12) La temperatura raggiunta allinterfaccia rame-plexiglas vale: Tcu-pl=Tsup.ext+jspl/kpl=50.5C. D13) Poich il problema simmetrico rispetto al piano di mezzeria, tale piano adiabatico, quindi il problema di conduzione nello strato di rame ha la seguente soluzione: TCu(x)=-qx2/2kCu+Ax+B, con le condizioni (avendo scelto il piano di mezzeria come origine delle coordinate): j(0)=0 e T(s/2)=Tcupl

=50.5, da cui: A=0 e B= TCu-pl+q(s/2)2/(2kCu)=50.5003C. La temperatura massima quindi

Tmax=B=50.5003C. D14) Il gradiente di temperatura nel plexiglass costante, mentre nel rame nullo in x=0 e massimo in x=s/2, in tale punto vale la relazione: kCudTCu/dx= kpldTpl/dx e poich kpl<kCu, dTpl/dx> dTCu/dx e quindi il massimo gradiente si ha nel plexiglass ed pari a dTpl/dx=300K/m. D15) La temperatura massima nel plexiglass si ha allinterfaccia con il rame, poich j= (Tcu.pl-Taria)/(s /k+1/h) si ottiene q= 2j/s=1.588 MW/m3.

2 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2012/BG120116.htm

Problema n. 4 D16) La brillanza della superficie 3 pu essere calcolata ricorrendo al metodo delle reti elettriche, ottenendo: (sT34-J3)/[(1-e3)/e3A3]=(J3-sT14)/(F31A3)-1+ (J3-sT24)/(F32A3)-1 da cui, risolvendo per J3: J3=[sT14 F31A3+ sT24 F32A3 + e3A3/(1-e3)sT34]/[F31A3 + F32A3+ e3A3/(1-e3)] dove: A1=A2=25m2, A3=100m2, ed utilizzando la legge di reciprocit e la regola della somma: F13=1-F12=0.8, F31=F13A1/A3= 0.2, F32=F31=0.2, quindi: J3=46.855 kW/m2. D17) La potenza scambiata dalla superficie 2 vale: Q2=(sT24-J3)/ (F23A2)-1+(sT24-sT14)/(F21A2)-1=4803.77 +1319.1=6122.87 kW D18) D17) La potenza scambiata dalla superficie 1 vale: Q1=(sT14-J3)/ (F13A1)-1+(sT14-sT24)/(F12A1)-1=-472.6 -1319.1= - 1791.7 kW. D19) Lirradianza G1 pu essere calcolata dal bilancio energetico: Q1=A1(J1-G1), dove J1=sT14=23.224kW/m2, quindi G1=J1- Q1/A1= 23.224+1791.7/25=94.89 kW/m2. D20) Lirradianza G3 pu essere calcolata come: G3=Q3/A3=( Q13 + Q23 + Q33)/A3= (sT14A1F13+ sT24A2F23 + J3A3F33)/A3=(sT14F31+ sT24F32 + J3 F33) dove lultima uguaglianza deriva dallapplicazione della legge di reciprocit, e F33=1-F32-F31=1-2F31=1-2A1F13/A3= 0.6. Si ha quindi: G3= 90.16 kW/m2.

3 di 3

21/07/2012 10:14

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG101103.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 3/11/2010 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 Una portata pari a 4 kg/s di aria (Mm=28.97 kg/kmol, T=20C, P=1 bar) viene inviata ad un compressore adiabatico alluscita del quale la pressione pari a 10 bar e la temperatura pari a 380C. o D1) Quanto vale il rendimento isoentropico del compressore? o D2) Quanta potenza meccanica assorbe il compressore? o D3) Quale temperatura raggiungerebbe il gas alluscita se il rendimento isoentropico fosse 0.85? o D4) Quale sarebbe la potenza meccanica assorbita nel caso del punto precedente? o D5) Quanto vale lentropia prodotta per unit di massa nei due casi? Problema n. 2 Una miscela di aria umida (a.u. 1, T=5C, j=0.8) contenente 1 kg di aria secca viene miscelata adiabaticamente ed a pressione costante (PT=1atm) con aria umida a T=50C e j=0.8 (a.u. 2), per ottenere aria umida con umidit assoluta pari a 0.007 kg/kgas. o D6) Quanta a.u. 2 serve? o D7) Quale temperatura viene raggiunta al termine della miscelazione? o D8) Quale umidit relativa viene raggiunta? o D9) Qual la temperatura a bulbo umido dell'aria ottenuta? o D10) Quanto calore deve essere fornito per riscaldare l'aria umida cos ottenuta fino a 20C? Problema n. 3 Un tubo cilindrico (raggio interno=1.2 cm, raggio esterno = 1.4 cm) di acciaio (k=18 W/mK) immerso in acqua liquida alla temperatura di 20C e percorso al suo interno da olio alla temperatura di 70C; i coefficienti di scambio termico convettivo interno ed esterno sono pari rispettivamente a 500 W/m2 K e 1000 W/m2 K. o D11) Qual la resistenza termica complessiva di un tratto di tubo lungo un metro? o D12) Quanta potenza termica viene scambiata da un tratto di tubo lungo un metro? o D13) Qual la temperatura delle due superfici interna ed esterna del tubo cilindrico? o D14) Qual la temperatura del tubo alla posizione radiale r=1.3 cm? o D15) Se il raggio interno del tubo venisse raddoppiato (mantenendo invariato lo spessore), quale sarebbe la resistenza termica e la potenza scambiata da un tratto di tubo lungo 3 metri?
N.B. si ritengano costanti le temperature dei due fluidi

Problema n. 4 Sulla base superiore di una cavit cilindrica (raggio r=10 cm, altezza L=30 cm) viene praticato un foro circolare del diametro di 5 cm, attraverso il quale entra, per irraggiamento, una potenza incognita. La base inferiore (sup. n. 1) e la superficie laterale (sup. n. 2) possono scambiare calore solo per irraggiamento (superfici adiabatiche) e la loro temperatura risulta pari a 40C, mentre la base superiore (sup. n. 3) si trova alla temperatura di 43C. Tutte le superfici sono da considerarsi nere, il fattore di forma F1-2 pari a 0.9, il fattore di forma tra base inferiore e foro vale 0.0244. o D16) Quanto valgono i fattori di forma: F2-2, F2-1? o D17) Quanto vale la potenza che per irraggiamento esce dal foro? o D18) Quanto vale la brillanza delle pareti 1 e 2? o D19) Quanto vale la potenza che per irraggiamento entra nella cavit attraverso il foro? o D20) Quanto vale lirradianza che giunge sulla parete laterale?

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (All. Mecc.+V.O.) del 3/11/2010

1 di 3

21/07/2012 10:21

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG101103.htm

Problema n. 1 D1) Dalla definizione di rendimento isoentropico e dallipotesi di gas perfetto: his,c =(T2,is-T1)/(T2-T1) dove T2,is = 565.7 K, quindi: his,c = 0.757. D2) La potenza assorbita dal compressore vale (trascurando termini cinetici e gravitazionali): = cp*(T2-T1) = 1.45 MW, (cp*=7/2 R*). D3) In tal caso: T2=T1+(T2,is-T1)/ his,c = 613.8 K = 340.7C. D4) La potenza assorbita dal compressore vale (trascurando termini cinetici e gravitazionali): = cp*(T2-T1)= 1.29 MW (cp*=7/2 R*) . D5) Dato che il compressore adiabatico, ma non isoentropico: sp=s2-s1=cp*ln(T2/T1)-R*ln(P2/P1) e nei due casi: a) sp=144.5 J/kgK; b) sp=82.18 J/kgK. Problema n. 2 D6) Le umidit assolute delle due arie umide di partenza sono: X1=0.622j1Pvs(T1)/[PT j1 Pvs (T1)] = 0.00436, X2=0.622j2 Pvs (T2)/[PT-j2 Pvs (T2)]=0.0671, dal bilancio di massa si ottiene: Xm= (Mas1 X1+Mas2X2)/(Mas1+Mas2), quindi Mas2=Mas1 (X1-Xm)/(Xm-X2)= 0.044 kgas. D7) Il bilancio energetico fornisce: hm= (Mas1 h1+Mas2h2)/(Mas1+Mas2)=5.91 kcal/kgas, dove h1=0.24T1+X1(597+0.44T1)= 3.812 kcal/kgas; h2=0.24T2+X2(597+0.44T2)=53.53kcal/kgas. Dal diagramma psicrometrico allegato si trova che il punto rappresentante lo stato definito da Xm = 0.007 e hm = 5.91 kcal/kgas si trova nella regione degli stati eterogenei, la temperatura quindi pari alla temperatura a bulbo umido corrispondente ad h = 5.91 kcal/kgas, cio: T @ 8C. D8) L'umidit relativa finale jm = 1, perche lo stato eterogeneo. D9) La temperatura a bulbo umido uguaglia la temperatura della miscela (ed anche pari alla temperatura di rugiada) perch lo stato eterogeneo: Tb.u @ 8C D10) In tal caso il processo avviene a X costante, pertanto hf=0.24Tf+Xm(597+0.44Tf)=9.041 kcal/kgas, quindi Q = Mas,m (hf-hm)=3.268 kcal = 13.683 kJ. Problema n. 3 D11) La resistenza termica complessiva del tratto di tubo vale: Rt= [1/(2prihiL)]+[ln(re/ri)/(2pkL)]+ [1/(2preheL)] =0.0392 K/W. D12) Dalla definizione di resistenza termica si ha: Q= (Ti-Te)/Rt=1273.7 W. D13) La dipendenza della temperatura dalla posizione radiale data dalla legge : T(r) = A ln(r) +B , ponendo T1=T(ri), T2=T(re) si ha: T(r )=[(T2-T1)/ln(re/ri)] ln(r/ri) +T1. I valori di T1 e T2 si ricavano dalle relazioni: Q=2priLhi(Ti-T1) = 2preLhe(T2-Te), da cui T1 = 36.2C, T2 = 34.5C. D14) Utilizzando la legge sopra ricavata T(r )=[(T2-T1)/ln(re/ri)] ln(r/ri) +T1 si calcola T(r=1.3cm)=35.3C. D15) In tale caso: Rt=1/(2prihiL)+ln(re/ri)/(2pkL)+ 1/(2preheL) =0.0067 K/W e la potenza termica vale: Q= (Ti-Te)/Rt=7465.7 W. Problema n. 4 Nel seguito, con il pedice 3 si indicher la superficie nera costituita dalla corona circolare superiore, con il pedice f si indicher il foro e con il pedice sup si indicher linsieme della superficie 3 e del

2 di 3

21/07/2012 10:21

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2010/BG101103.htm

foro. Dai dati del problema F1f=0.0244 D16) Dalla legge di reciprocit: F21=F12 A1/A2=F12 p r2/2p r L=F12 r/2 L=0.15, e dalla legge della cavit: F22=1-F21-F2 sup e per simmetria F2sup=F21=0.15, quindi F22=0.7. D17) La potenza che per irraggiamento esce dal foro pari alla potenza che per irraggiamento giunge su di esso proveniente dalle superfici interne: Qf=Q1f +Q2f (la superficie 3 non vede il foro)=Q1 F1f+Q2F2f = J1 A1 F1f +J2 A2 F2f = sT14 F1f A1+sT24 F2f A2. Poich T1=T2 e F1fA1=Ff1Af, F2fA2=Ff2Af, Qf= sT14 Af (Ff1+Ff2)=sT14Af= 1.07W.

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (All. Mecc.+V.O.) del 3/11/2010


D18) Si considerino le superfici 1 e 2 come una unica superficie (indicata con il pedice cav), poich le pareti sono nere, la brillanza pari al potere emissivo, quindi: Jcav= sTcav4=544.16 W/m2. D19) Posto Qi la potenza che entra dal foro, si noti che le superfici 1 e 2 (indicata come ununica parete con il pedice cav) sono adiabatiche, il bilancio su tale superficie nera impone: Jcav-Gcav=0, ovvero Gcav =sTcav4. Poich Gcav Acav= Qcav= Qcavcav+Qfcav+Q3cav= = sTcav4Acav Fcav,cav+Qi+A3 sT34F3cav, si ha: Qi= AcavsTcav4 (1-Fcav,cav)-A3 sT34F3cav, si ha inoltre F3,cav=1 e dalla legge della cavit: 1-Fcav,cav=Fcav,sup dove Fcavsup=Fsup,cavAsup/Acav e Fsup,cav=1 quindi Fcav,sup = pr2/(pr2+2prL)= r/(r+2L)=0.143, e Qi =0.441 W. D20) Lirradianza che giunge sulla parete laterale calcolabile dalla relazione G2A2=Q2= Qf2+Q22+Q12+ Q32 =Qi F32+A2sTL4 F22+A1sT14 F12 + A3sT34 F32 e facendo uso della legge di reciprocit: G2= Qi F32/A2 + sTL4 F22 + sT14 F21 + sT34 F23 , dove F22=0.7, F21=0.15, e dalla definizione di fattore di forma si ricava immediatamente: F23=F2,sup-F2f dove dalla legge di reciprocit: F2f=Ff2Af/A2= Ff2 prf2/2prL=Ff2 rf2/2rL=0.0094 (Ff2 ricavabile dalla relazione: Ff2=1-Ff1=0.9024 e Ff1=F1f A1/Af = F1fr2/rf2=0.3904) e F2,sup=F21=0.15 per simmetria; si ottiene quindi: F23= 0.1406, e F32=F23A2/A3=0.8984. Pertanto: G2= 544.16 W/m2. Pi semplicemente, G2=Gcav ma Gcav=Jcav=544.16 W/m2.

3 di 3

21/07/2012 10:21

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110623.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 23/6/2011 (Mecc. + V.O.) La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 4 kg di O2 (gas biatomico, Mm = 32 kg/kmol) subiscono una espansione adiabatica durante la quale non viene scambiato lavoro con l'ambiente. Lo stato iniziale caratterizzato dai seguenti parametri: T1=30C, P1=2 bar, mentre nello stato finale il volume il doppio di quello iniziale. o D1) Di quanto varia la temperatura del gas? o D2) Di quanto varia la massa volumica del gas? o D3) Quanta entropia viene prodotta? o D4) Qual la pressione finale? o D5) Qual il lavoro minimo necessario per comprimere il gas adiabaticamente fino a raggiungere il volume iniziale?
N.B. Si consideri perfetto il gas.

Problema n. 2 100 kg di vapor d'acqua surriscaldato (T=200C, P=1 bar), racchiusi in un recipiente dotato di pistone mobile, vengono compressi isotermicamente fino a raggiungere lo stato di vapore saturo secco. o D6) Quanto calore viene scambiato durante tale trasformazione? o D7) Quanto lavoro viene scambiato durante tale trasformazione? o D8) Quanto calore necessario scambiare per ottenere vapore umido (partendo dal vapore saturo secco) con titolo x = 0.3 per mezzo di una trasformazione isobarica? o D9) Quanto lavoro viene scambiato nella trasformazione descritta al punto precedente? o D10) Se il vapore umido ottenuto al punto precedente venisse espanso adiabaticamente (e quasistaticamente) fino alla pressione di 1 bar, quale sarebbe il titolo raggiunto ? Problema n. 3 Un padiglione espositivo ha forma conica (raggio=10 m, altezza = 15 m). Durante la giornata la superficie conica interna raggiunge la temperatura di 10C, mentre il pavimento viene mantenuto alla temperatura di 28C per mezzo di un sistema di riscaldamento a pannelli radianti. Il coefficiente di emissione del pavimento vale 0.6 mentre quello della parete conica vale 0.8. o D11) Quanto vale il fattore di forma parete-pavimento? o D12) Quanta potenza deve essere fornita al pavimento per mantenere la temperatura data? o D13) Quanto vale lirradianza che giunge sul pavimento? o D14) Quanto vale la brillanza della parete conica? o D15) Se il pavimento e le pareti fossero nere, quanta potenza dovrebbe essere fornita al pavimento per mantenerlo alla temperatura data? Problema n. 4 Nel lato tubi di uno scambiatore a fascio tubiero, controcorrente, (si consideri F=1) fatta scorrere una portata pari a 25 kg/s dacqua liquida la cui temperatura dingresso di 90C. Allesterno dei tubi scorrono invece 10 kg/s di aria a pressione di 1 bar le cui temperature dingresso e duscita sono pari rispettivamente a 20C e 60C. I tubi hanno lunghezza di 3 m e diametro di 1cm (si consideri trascurabile lo spessore); il coefficiente globale di scambio termico (U = htot) vale 120 W/(m2K). Il fattore dattrito (di Darcy) pu essere calcolato dalla relazione: f = 0.32 Re-0.25 (regime turbolento), f = 64/Re (regime laminare). o D16) Quanto vale la temperatura duscita dellacqua? o D17) Quanto vale la conduttanza totale? o D18) Quanti tubi sono necessari? o D19) Qual lefficienza dello scambiatore? o D20) Quanto valgono le perdite di carico nel lato tubi (si trascurino le perdite concentrate)?
N.B. Viscosit dinamica dellacqua: m = 0.001 kg/(m s).

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica del 23/6/2011 (All. Mecc.+V.O.)


1 di 3 21/07/2012 10:16

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110623.htm

Problema n. 1 D1) Il bilancio energetico si scrive: DU=Q+W, e poich Q=0 e W=0, DU=0; per un gas perfetto DU = N cv DT, quindi DT=0. D2) Poich r=M/V e M1=M2, mentre V2=2V1, si ha: r1= M1/V1=P1/R*T1 = 2.54 kg/m3 , r2=M2/V2=M1/2V1=r1 /2=1.27 kg/m3 e Dr= -1.27 kg/m3 D3) Poich la trasformazione adiabatica: Sp = DST = M[c*v ln(T2/T1)+R*ln(V2/V1)] = = M R* ln2 = 720.4 J/K. D4) Dall'equazione di stato dei gas: P2=NRT2/V2=NRT1/2V1=P1/2=1bar D5) Il lavoro minimo necessario quello scambiato in una trasformazione quasistatica (adiabatica). In tal caso: T3=T2 (V2/V3)k-1 =T2(2)k-1 (con k=1.4 perch il gas biatomico) e quindi T3= 400 K, inoltre: W = DU = Mc*v(T3-T2) (con c*v=5/2 R*) quindi W = 251.6 kJ. Problema n. 2 D6) Poich la trasformazione quasistatica, Q=TdS = MTds e poich isotermica: Q=MT ds = MT(s2-s1), dove s1 = 7.8349 kJ/(kg K) (dalle tabelle del vapore surriscaldato), s2= 6.4278 kJ/(kg K) (dalle tabelle del vapore saturo), quindi: Q= - 66.55 MJ. D7) Il lavoro scambiato durante la trasformazione si pu valutare facendo uso del 1 principio: W=DU-Q, dove DU=U2-U1= M(u2-u1) dove u1=h1-P1 v1 = 2658.2 kJ/kg (h1=2875.4 kJ/kg; v1=2.1723 m3/kg, P1=100 kPa) e u2= =h2-P2 v2 = 2593.2kJ/kg (h2=2790.9 kJ/kg; v2=0.12716 m3/kg; P2=1554.9kPa). Si ha quindi: DU= -6502 kJ e W = 60.05 MJ. D8) Poich la trasformazione isobarica: Q=DH=M(h3-h2) con h2=2790.9 kJ/kg, h3=x3(hV-hL)+hL, dove: hV=h2=2790.9 kJ/kg, hL=852.37 kJ/kg, quindi h3=1433.9 kJ/kg e Q=-135.7 MJ. D9) Poich la trasformazione isobarica, il lavoro scambiato vale: W=-PdV=-P2dV=-MP2(v3-v2) con v3= x3vV+(1-x3)vL e quindi (vV=v2): W = -MP2 (x3-1) (vV-vL)=13.714 MJ. D10) Poich in tale trasformazione s = cost, si avrebbe: x4=[s4-sL(1bar)]/[sV(1bar)-sL(1bar)], con s4=s3= x3 sV(200C)+(1-x3)sL(200C) = 3.56 kJ/kg K, e x4 = 0.373. Problema n. 3 D11) Il fattore di forma Fp-pav si ottiene con la legge di reciprocit: Fp-pav=ApavFpav-p/Ap,=0.555 con Fpav-p=1, Apav=pR2=314.16 m2 Ap=pRa=566.3 m2 con a = (R2+h2)0.5 =18.02 m. D12) La potenza fornita la pavimento si pu valutare dalla relazione: Q=s(Tpav4-Tp4)/RT=17.7 kW, con RT = (1-epav)/(epavApav)+1/(ApavFpav-p)+(1-ep)/(epAp) = 5.7510-3m-2. D13) Lirradianza che giunge sul pavimento si pu ricavare dal bilancio energetico: Q=Apav(Epav-apavGpav) con apav=epav e Epav=epavsTpav4. Si ha quindi: Gpav=sTpav4-Q/(Apavepav)=372.5 W/m2. D14) La brillanza pu essere ricavata applicando direttamente il metodo delle reti elettriche oppure osservando che: Gpav=Qpav/Apav = Qppav/Apav = Fp-pavQp /Apav = Fp-pavApJp /Apav = Jp (lultima uguaglianza si ottiene applicando la legge di reciprocit e ricordando che Fpav-p=1), quindi Jp = Gpav = 372.5 W/m2. D15) In tal caso: Q = Apavs(Tpav4-Tp4) = 32 kW. Problema n. 4 D16) La temperatura duscita dellacqua vale: Thu = Thi-Q/Ch=86.1C , con Q = Cc(Tcu-Tci) = 402.8 kW. (Cc=mccpc=10.07 kW/K ) e Ch=mhcph= 104.65 kW/K. D17) La conduttanza totale si calcola dalla relazione: UA=Q/DTLM=8810.6 W/K, (n.b. F=1) dove: DTLM=(DTsDTo)/ln(DTs/DTo)= 45.7C, DTo= Thi-Tcu=30C, DTs=Thu-Tci=66.1C.

2 di 3

21/07/2012 10:16

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110623.htm

D18) Poich la superficie totale di scambio termico vale: A = (UA)/U = 73.4 m2, il numero di tubi pari a: Nt = A/(2prL) = 779. D19 Lefficienza dello scambiatore definita come: = Q/(Cmin(Thi - Tci)=0.571, con Cmin= Cc= 10.07 kW/K. R20) Le perdite di carico distribuite valgono: DPd = (rv2/2) (L/D), dove: vel = h/(rpr2) = 0,4086 m/s (nel singolo tubo!), (r=1000 kg/m3), Re = rvD/m = 4086, quindi il regime turbolento = f = 0,32Re-0,25 = 0,040 e perci: DPd=1002,34 Pa.

3 di 3

21/07/2012 10:16

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110829.htm

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA del 29/8/2011 (Mecc. + V.O.)
La giustificazione delle risposte, redatta in forma chiara e leggibile, deve essere riportata sui fogli quadrettati consegnati unitamente al testo. L'assenza della giustificazione delle risposte, o una sua presentazione in una forma che la renda non chiaramente comprensibile, comporta unassegnazione di punteggio nulla. Il candidato tenuto ad evidenziare, (mediante l'apposizione di una crocetta negli appositi spazi posti accanto alle domande), i quesiti cui ha dato una risposta (anche parziale). In assenza devidenziazione il punteggio assegnato alla risposta sar pari a zero. Nome ................ Cognome ................... N. matr. ...... Problema n. 1 La pressione di saturazione (liq-vap)di una sostanza (diversa dallH2O) dipende dalla temperatura per mezzo della relazione seguente: ln(Ps)=A-B/T (Ps e T in unit SI) con A = 31; B = 6000 K, il volume specifico della fase vapore pu essere valutato dalla relazione v =CT/P con C = 430 J/kgK mentre il volume specifico della fase liquida pu essere
v

trascurato. A 5 kg di liquido saturo vengono fornite 2000 kcal mantenendo la pressione costante al valore di 2 bar. o D1) Quanto vale il calore latente di vaporizzazione? o D2) Quanto vale la temperatura iniziale? o D3) Quanto liquido vaporizza nella trasformazione? o D4) Quanto lavoro viene scambiato dal sistema? o D5) Di quanto varia lentropia del sistema? N.B. Per valutare le propriet della sostanza si faccia uso dellequazione di Clausius-Clapeyron. Problema n. 2 La pressione e la temperatura dellaria allinizio della fase di compressione di un ciclo Otto (ideale) valgono rispettivamente 101 kPa e 27C. Il rapporto di compressione pari a 8, e la quantit di calore fornita allaria nella fase di combustione pari a 2000 kJ per kg di aria. o D6) Qual la massima temperatura raggiunta? o D7) Qual la pressione massima raggiunta? o D8) Qual il rapporto tra il calore ceduto allambiente e quello fornito nella combustione (Qc/QH)? o D9) Quanto lavoro viene prodotto per ogni kg di aria aspirato? o D10) Se il motore funzionante con tale ciclo deve sviluppare una potenza di 77 kW, quanti kg di aria utilizza in 10 minuti? Problema n. 3 Un pezzo meccanico di forma conica (raggio = 2 cm, altezza=4cm) di alluminio (k=168 W/m K, cp=860 J/kg K, r=2790 kg/m3) inizialmente alla temperatura di 20C viene immerso in un fluido (h=50W/m2K) la cui temperatura di 200C (e rimane costante per lintero processo). Il pezzo viene estratto quando la sua temperatura ha raggiunto i 120C. o D11) Quanto tempo trascorre dallimmersione? o D12) Quanto vale la potenza scambiata allinizio del riscaldamento? o D13) Se il pezzo viene mantenuto immerso per 2 minuti, quale temperatura raggiunge? o D14) Se il pezzo avesse forma sferica (e pari volume) quanto tempo servirebbe per riscaldarlo da 20C a 120C? o D15) Quale dovrebbe essere il valore del coefficiente di scambio termico convettivo affinch il pezzo di forma sferica (vedi punto precedente) si riscaldi da 20 a 120C in 2 minuti? Problema n. 4 0.3 kg/s di olio caldo (150C) devono essere raffreddati per mezzo di acqua liquida (Tingresso=20C) la cui portata 0.2kg/s. Viene utilizzato uno scambiatore ad un passaggio lato mantello, la cui efficienza ricavabile dalla figura. La lunghezza complessiva dei tubi, di diametro 1.4 cm nei quali scorre lacqua, pari a 40m, ed il loro spessore trascurabile. I coefficienti di scambio termico convettivo interno ed esterno sono rispettivamente hi=450 W/m2K he=997W/m2K. o D16) Quanto vale la conduttanza totale? o D17) Quanto vale lefficienza dello scambiatore? o D18) Quanta potenza viene scambiata? o D19) Quanto vale la temperatura duscita dellacqua? o D20) Quanto vale il DTLM?
NB: c*m,olio = 2130 J/kg K.

Soluzioni dellesame scritto di Fisica Tecnica (All. Mecc.+V.O.) del 29/8/2011


1 di 3 21/07/2012 10:15

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110829.htm

Problema n. 1
D1) Lequazione di Clausius-Clapeyron pu essere scritta come: dPs/dT = lLv/T(vv-vL); dalla relazione : ln(Ps)=A-B/T si ottiene (derivando): dPs/dT =Ps(T)B/T2, e poich vv=CT/Ps, vL=0, la sostituzione di questi risultati nellequazione di Clausius-Clapeyron fornisce: PsB/T2= lLvPs/CT2, quindi lLv=BC = 2580 kJ/kg . D2) Poich il sistema si trova in condizioni di equilibrio bifase (liquido saturo), la temperatura quella di saturazione alla pressione data e pari quindi a T = B/[A- ln(PS)]= 319.25 K (ove PS =200000 Pa). D3) Poich la trasformazione avviene a pressione costante, Q=DH=MDh=M(hv-hL)Dx dove: lLv= (hv-hL), xi=0, quindi xf=Dx=0.584 e il liquido vaporizzato vale quindi mL-V=MDx= 2.92kg. D4) Poich P = cost.: W = - P(Vf-Vi) = - P M(vv-vL)Dx = - P M vv Dx = - C T Dx = - 80.18 kJ. D5) La variazione dentropia calcolabile come: DS=dS=dQ/T = Q/T=26,3 kJ/K (la trasformazione isotermobarica).

Problema n. 2
D6) La massima temperatura viene raggiunta al termine della combustione isocora. La temperatura raggiunta al termine della fase di compressione vale: T2=T1(V1/V2)k-1=689.2 K dove T1 la temperatura allinizio della compressione e V1/V2=8 il rapporto di compressione. Durante la combustione isocora: QH=Mcv*(T3-T2) e quindi T3=T2+qH/cv* = 3470 K, dove qH=2000 kJ/kg. D7) La massima pressione viene raggiunta al termine della combustione isocora. Poich la trasformazione (1-2) isoentropica: P2=P1(V1/V2)k=1856.3 kPa e poich la trasformazione 2-3 isocora: P3=P2*T3/T2=9346.12 kPa =93.5 bar. D8) Il rendimento del ciclo Otto ideale vale : h=1-T1/T2=0.565. Dal 1 principio applicato alla macchina si ha: QC=-W-QH, quindi: QC/QH=-W/QH-1=h-1=-0.435. D9) Il rendimento del ciclo Otto ideale vale : h=1-T1/T2=0.565 ed il lavoro prodotto per ogni kg di aria contenuta nel cilindro vale: w=h qH=1130 kJ/kg, ma la quantit di aria aspirata in ogni ciclo una frazione dellaria contenuta nel cilindro, pari a (V1-V2)/V1=0.875, quindi w=1130*0.875=988.75kJ/kgasp. D10) Il lavoro sviluppato in 10 minuti vale: = Pot t =77 (10 60) = 46200 kJ e poich il lavoro prodotto per ogni kg vale 988.75 kJ/kg, la quantit daria utilizzata : M=W/w=46.72 kg.

Problema n. 3
D11) Il numero di Biot vale: Bi=hV(kS)= 0.00122, con V=pr2h/3= 1.675 10-5 m3, S=pr2+pra=0.00407m2, a=(r2+h2)0.5=4.47cm. Il tempo necessario si ricava dalla relazione: t=-t ln[(T2-Tfl)/(T1-Tfl)]= 160.3 s, con : t=rcpV/(hS)= 197.7s, D12) La potenza scambiata vale: Q = hS(T1-Tflu)= - 36.63 W. D13) In tal caso: T=Tflu+(T1-Tflu)e-t/t=101.9C, con t=120s. D14) Poich il volume resta invariato, R=(3V/4)1/3=0.0159 m, e Ssf = 4pR2= 0.00317m2. Il tempo caratteristico vale allora tsf=rcpV/(hSsf) = 254s, quindi: t=-tsf ln[(T2-Tfl)/(T1-Tfl)]= 205.9 s (anche in questo caso Bi=0.00158). D15) A t=120s corrisponde t=-t/(ln[(T2-Tfl)/(T1-Tfl)]=148s e, quindi, h = rcpV/(tSsf)= 85.8 W/m2K.

Problema n. 4
D16) Poich il tubo sottile si pu porre re = ri ottenendo: htot=(1/hi+1/he)-1 = 310 W/m2K, da cui UA = htot S = 545.3 W/K, dove S = d L = 1,759 m2. D17) Per valutare lefficienza si deve calcolare: NTU=UA/Cmin, e: Colio=oliocm,olio=639 W/K, Cacqua=acquacp,acqua=836 W/K, quindi Cmin= 639W/K, NTU = 0.853, Cmin/Cmax = 0.764. Dalla figura si ottiene:

2 di 3

21/07/2012 10:15

UNIVERSIT DI BERGAMO Esame scritto di FISICA TECNICA d...

http://www.webalice.it/san_maurizio/esami/2011/BG110829.htm

e @ 0.46. D18) La potenza scambiata vale : Q= e Qmax = e Cmin (Th,i - Tc,i) = 38.2 kW. D19) La temperatura duscita dellacqua si calcola per mezzo del bilancio globale: TC,u=TC,i+Q/CC=Tacqua,i+Q /Cacqua= 65.7C. D20) Il DTLM vale: DTLM=(DTs-DTo)/ln(DTs/DTo)=77.04C e DTo=TH,i-TC,u =84.3C, DTs=TH,u-TC,i =70.2 C, dove TH,u=TH,i-Q/CH=Tolio,i-Q/Colio= 90.2C.

3 di 3

21/07/2012 10:15