Sei sulla pagina 1di 72

TERMODINAMICA APPLICATA

ESERCIZIO 1.
1) Le mongolfiere sono spesso riempite con un gas come lelio perch esso pesa circa soltanto
un settimo del peso dellaria nelle stesse condizioni. La forza di galleggiamento che pu
essere espressa come FB gVmongolfiera spinge la mongolfiera verso lalto. Se ipotizziamo
che la mongolfiera sia una sfera di diametro d=10 m , che trasporti due persone di 70 kg
luna e che la densit dellaria sia =1.16 kg/m3, calcolare laccelerazione iniziale di essa.
(Risposta: 16.5 m/s2).

Calcolare laccelerazione iniziale della mongolfiera


Svolgimento:
Fgall=*g*Vm
Ora troviamo dellelio -> =(1.16/7)=0.17 ( kg/m3)
forza risultante agente sul corpo
Fnett= (aria-elio)*g*Vm=(1.16-0.17)*9.81*Vm
Il volume sar -> Vm= (4/3) r3
E quindi la forza risultante -> Fnett=5080 (N)
La massa delle perso ne -> Mp= 140kg
La massa della mongolfiera -> Mm=elio*Vm=89 (kg)
La massa totale -> Mtot= 229 (kg)
Ftot sar -> Fnetta-Fpeso= 5080-(140*9.8) =3708 (N)
Dalla relazione F=M*a ricaviamo -> 3708=229*a
E quindi laccelerazione sar
Risultato -> a=(3708/229)=16.2 (m/s2)

ESERCIZIO 2.
2) La met inferiore di un serbatoio cilindrico di altezza 10m riempito con acqua (acqua=1000
kg/m3) e la met superiore con olio (olio=850 kg/m3). Determinare la differenza di pressione
tra la sommit e la base del cilindro. (Risposta:90.7 kPa).
Determinare la differenza di pressione tra sommit e base del cilindro
Svolgimento:
divido il cilindro in 3 sezioni A,B,C (rispettivamente alto,medio e basso)
altezza del cilindro h=10m
olio=850 (Kg/m^3)
acqua=1000(Kg/m^3)
Pressione nel punto A -> PA=101.3 (kPa)
( pressione atmosferica )
Pressione nel punto B -> PB= PA+oliog(h/2)= 101.3+ 41.6= 142.9 (kPa)
Pressione nel punto C -> PC= PB+acquag(h/2) =142.9+49=191.9 (kPa)
Risultato ->P=PC-PA=191.9-101.3=90.6 (kPa)

ESERCIZIO 3.
3) Una pentola a pressione cuoce i cibi molto pi velocemente che una pentola ordinaria a
causa delle maggiori pressione e temperatura allinterno. Il coperchio della pentola a
pressione molto ben sigillato e il vapore pu fuoriuscire solo attraverso una piccola
apertura nel mezzo del coperchio. Un organo mobile, la valvola di sfogo, situato sulla
parte superiore dellapertura e impedisce lo sfiato del vapore finch le forze di pressione non
superino il peso della valvola di sfogo. La periodica fuga di vapore impedisce una crescita
indesiderata della pressione del vapore che tende a mantenersi costante. Calcolare la massa
della valvola di sfogo se la pressione relativa di funzionamento allinterno della pentola di
100 kPa e la piccola apertura ha una sezione di 4 mm2. Si assuma che la pressione
atmosferica sia di 101 kPa.(Risposta 40.8 g).
Calcolare la massa della valvola di sfogo per poter lavorare a 100 kPa.
Svolgimento:
Area=4mm2 =0.000004m2
Pest=101(kPa)
Uso la relazione P= F/S
Pass=101+100=201kPa
(201-101)*1000(kPa)= (Mx*9.8/0.000004) ->
Risposta Mx=0,041 kg=41 g
ESERCIZIO 4.
1) Un serbatoio rigido di volume 0.5 m3 contiene acqua in uno stato di miscela satura di liquido
e vapore a 100 C. Lacqua quindi riscaldata sino al raggiungimento del punto critico.
Calcolare la massa e il volume della fase liquida nello stato iniziale. (Risposta: 158.28 kg,
0.165 m3)
Calcolare la massa e il volume della fase liquida nello stato iniziale
ML=? VL=?
Svolgimento:
Vtot=0.5 (m^3) T=100 C=373,15 K
Il volume totale sar:
Vtot=VL +VV
dove -> VL=volume del liquido ; VV=volume del vapore
ricavo adesso VV e VL :
VV=ML*vL dove vL=volume specifico del liquido
VL=MV*vv dove vv=volume specifico del vapore
Riscrivo la relazione
Vtot=VL +VV

Mtot*vmedio= ML* vL + MV*vv

vmedio=0,003155 ( m^3/Kg)
Ora utilizzo la seguente relazione vmedio= vL+ x*(vLV)
Dove vLV= vL -vv e x=(Mv/Mtot) (titolo)

vL=0,001044 (m^3/Kg)
vv =1.6729 (m^3/Kg)
Ricavo la massa totale -> Mtot=(Vtot/vmedio)=( 0,5 (m^3) / 0,003155 (m^3/Kg) )= 158,48Kg
Ricavo la vLV -> vLV=1,6729 0,001044= 1,6718 (m^3/Kg)
Ora ricavo il titolo -> x=[ (vmedio vL) / vLV ] = [ (0,003155 0,001044)/ 1,6718 ]=0,00126
Cosi facendo mi ricavo la massa del vapore Mv=x * Mtot=(0,00126*158,48)=0,199 (Kg) = 199 (gr)
Adesso ricavo la massa del liquido ML= Mtot Mv =158,48-0,199=158.28 (Kg)
Ora posso ricavare il volume del liquido VL= ML* vL= 158,28 (Kg)*0,001044 (m^3/Kg)=0,165
(m^3)

ESERCIZIO 5.
2) Un serbatoio rigido di volume 0.5 m3 contiene il refrigerante R-134a in uno stato di miscela
satura di liquido e vapore a 200 kPa. Se il liquido saturo occupa il 10 % del volume,
calcolare la massa totale e il titolo del refrigerante nel serbatoio (Risposta: 70.91 kg,
0.0639).

Calcolare la massa toale e il titolo


Mtot=? XR-134a=?
Svolgimento:
Tinterna= -10,09 C (Tab. A.9)
vL=0.0007532 (m^3/kg)
vv=0.0993 (m^3/kg)
Uso la relazione -> Vtot=VL + Vv = 0,05+0,45= 0,5 (m^3)

Riscrivendola -> Mtot *vmedio=ML*vL + MV*vV


VL= ML*vL -> ML=( VL / vL)= 66,38 (kg)
Vv= MV*vV -> MV=( Vv / vV )=4,53 (kg)
Quindi la massa totale -> Mtot=70.91 (kg)
Il suo titolo sar -> XR-134a=(Mv / Mtot )= 0.0639
ESERCIZIO 6.
3) Un serbatoio rigido di volume 0.5 m3 contenente idrogeno a 20 C e 600 kPa collegato
tramite una valvola ad un altro serbatoio rigido di volume 0.5 m3 contenente idrogeno a 30
C e 150 kPa. Si apre la valvola e si fa raggiungere al sistema lo stato di equilibrio termico
con lambiente esterno che si trova a 15 C. Calcolare la pressione finale regnante nei due
serbatoi (Risposta: 365.8 kPa).

Calcolare la pressione finale regnante nei due serbatoi


Pfin=?
Utilizzo la relazione
Dove M= N*Mmol (N=numero di moli ; Mmol= massa molare)
Nel serbatoio 1 -> P1*V1=M1*R*T1 -> 600 (KPa)*0,5(m^3)={[N1*2,016]*4,124*293,15(K)}
N1= {[600 (KPa)*0,5(m^3)] / (2,016*4,124*293,15)}=0,1231mol
M1=N1*Mmol1=0,1231*2.016=0.2481 (Kg)
Nel serbatoio 2 -> P2*V2=M2*R*T2 -> 150 (KPa)* 0,5 (m^3) = {[N*2,016]*4,124*303,15(K)}
N2= {[150 (KPa)*0,5(m^3)] / (2,016*4,124*303,15)}=0,0298mol
M2=N2*Mmol2=0,0298*2.016=0,06 (Kg)
Ora nel totale dovr sempre valere -> Pfin*Vtot=Mtot*R*Test
Ne ricavo che -> Pfin= (Mtot*R*Test)/ Vtot =[0.308(Kg)*4,124*288.15(K)] / 1(m^3)=366 ( KPa)

ESERCIZIO 7.
7) Un ventilatore installato per ricambiare laria in una sala di ritrovo per fumatori di
dimensioni 10 m x 15 m e alta 2.4 m. La normativa indica che laria fresca deve essere
immessa nella sala di ritrovo per fumatori con una portata di almeno 30 l/s per persona. Se
nella sala ci sono 25 fumatori, calcolare la portata volumetrica che deve erogare il
ventilatore installato e il numero di ricambi in un ora dellaria nella sala (Risposta: 750 l/s,
7.5 ricambi/h).
Portata volumetrica del ventilatore?
Numeri di ricambi in 1 h dellaria nella sala?
Svolgimento:
Vs= Volume stanza = 2.4 1015 360m 3
Per 25 fumatori 25 30 l s 750 l s (portata del ventilatore che ci occorre)
Sapendo che 1 m3 =1000 l
360m 3 360000l

Ora in 1 h avremo 750 l s 3600s 2700000l


Quindi il numero di ricambi sar

2700000
7.5 ricambi in 1 h
360000

Esercizio 8.
8) Un sistema cilindro pistone senza attrito contiene 2 kg di azoto a 100 kPa e 300 K. Lazoto
viene compresso lentamente seguendo la legge PV1.4=costante finch raggiunge una
temperatura di 360 K. Calcolare il lavoro fatto durante il processo (Risposta: -89.0 kJ)

Calcolare il lavoro fatto durante il processo.


Svolgimento:
PVn=C dove n=1.4 la costante C=p1V1n= p2V2n
m=2 kg
P=100 kPa
T1=300 K
T2=360 K
Razoto=0.2968 kJ/kgK Tab.A.2 (a 300 K)
2

n 1

L= pdV CV n dV C V2

V1 n 1 p2V2 p1V1

n 1
1 n

Per un gas perfetto ( pV=mRT)

kJ
mRT1 mRT2 mR (T2 T1 ) 2( kg ) 0.2968( kg K ) (360 300)( K )
L

89.04( kJ )
1 n
1 n
0.4

Come importante esercizio svolgete lo stesso problema nellipotesi di trasformazione:a)


isocora b) isobara c) isoterma con pressione finale doppia di quella iniziale.
Esercizio 9.
9) Una stanza 4 m x 5 m x 7m riscaldata da un radiatore alimentato a vapore. Il radiatore
fornisce allambiente un flusso termico di 10000 kJ/h e un ventilatore di potenza meccanica
di 100 W impiegato per distribuire uniformemente laria calda nellambiente. Il flusso
termico disperso dallambiente stimato in circa 5000 kJ/h. Se la temperatura iniziale
dellaria ambiente 10 C, quanto tempo passa affinch laria ambiente raggiunga i 20 C.
Si assumano costanti i calori specifici alla temperatura dellambiente (Risposta: 831 s).
Calcolare il tempo necessario per far innalzare la temperatura a 20C. T =?
Svolgimento:
.

Q rad 10000kJ

Q disp 5000kJ

2.8 kJ

1.38 kJ

L vent 100W 100 J

0.1 kJ

Caso sistema chiuso e stazionario:

360 kJ

Q L U
Q - L m u
u c v aria T
aria

Patm
101[kPa /m 2 ]

1.24 [kg / m 3 ]
R aria T1 0.2870[kJ / kg K] 283.15[K]

V
m aria V 1.24 [kg / m 3 ] 140 [m 3 ] 173.6[kg]

aria

Ora utilizzando la relazione

m c v aria T
Q - L m c v aria T
- L

Q
tot
vent
t
t
t
Possiamo cosi calcolare il t necessario per far innalzare la temperatura a 20C

m c T 173.6 [kg] 0.717 [kJ / kg K] 10 [K]


t v aria

0.2322[h]
Q tot - L vent
(10000- 5000)[kJ / h] - (-360)[kJ / h]
t 0.2322[h] 3600 835.92[s]
Esercizio 10.
10) Un serbatoio di 0.3 m3 contiene ossigeno inizialmente a 100 kPa e 27 C. Una ruota a pale
ruota allinterno del serbatoio finch la pressione raggiunge i 150 kPa. Durante il processo 2
kJ di calore sono ceduti allesterno. Determinare il lavoro fatto dalla ruota a pale.
Trascurare lenergia immagazzinata nella ruota a pale. (Risposta: -40.94 kJ).
Determinare il lavoro fatto dalle pale. L=?
Svolgimento:

Q L U
U m u
u cvoss T

Ora ricavo la temperatura finale T2 conoscendo la seguente relazione:

P1V1 m Ross T1 P2V2 m Ross T2

P1V1 P2V2

T2 450K
T1
T2

Quindi T =T2 T1=150 K


Ora trovo la massa:
P1V1 m Ross T1 100[kPa ] 0.3m 3 m[kg ] 0.2598[
m

kJ
] 300K
kg K

30
0.3849[kg ]
77.94

Dalla relazione Q-L= m c v aria T ricavo quindi L:

L m c v aria T Q -(0.3845 0.658 150)[kJ]- 2[kJ] -39.95[kJ]

Esercizio 11.
11) Un sistema chiuso segue un ciclo formato da tre trasformazioni. Durante il primo processo,
che adiabatico, un lavoro di 50 kJ fatto sul sistema. Durante il secondo processo 200 kJ
di calore sono trasferiti allesterno, mentre non si effettua nessun lavoro. Infine durante il
terzo processo il sistema compie un lavoro di 90 kJ mentre ritorna allo stato iniziale.
Calcolare il calore trasferito lungo lultimo processo e il lavoro netto scambiato lungo il
ciclo. (Risposta: 240 kJ, 40 kJ).
Svolgimento:

L1 - 50 [kJ]
Q 2 - 200 [kJ]
L 3 90 [kJ]
a) Q 3 ?
b) L netto ?
Lavoro nelle trasformazioni adiabatiche
Poich U 0 si ha:

QL0
Q
1 - L1 Q 2 L 2 Q 3 - L 3 0
Q 3 L1 Q 2 L 3 (-50 200 90) [KJ] 240 [kJ]
L netto L1 L 2 L 3 (-50 0 90) [KJ] 40 [kJ]

Esercizio 12.
12) Un aula scolastica contenente 40 studenti condizionata da condizionatori a finestra di
potenza raffrescante pari a 5 kW. Una persona a riposo dissipa una quantit di calore pari a
360 kJ/h. Ci sono 10 lampadine nella stanza ognuna di 100 W. Il flusso termico entrante
nellaula attraverso i muri e le finestre di 15000 kJ/h. Se lambiente mantenuto ad una
temperatura di 21C, determinare il numero di condizionatori da installare. (Risposta: 2
unit).
Svolgimento:
Q raff 5 [kW]

Q
360 [kJ / h]
persona

Q
lampadina 100 [W]

Q
15000[kJ / h]
entrante

T 21[C]
ncondizionatori ?

1 [h]

Q
4 [kJ /s] 4 [kW]
dissipata 360 [kJ / h] 40 [studenti]
3600[s]
potenza termica dissipata dagli studenti
1 [h]

Q
4.166 [kJ / s] 4.166[kW]
entrante 15,000[kJ / h]
3600[s]
potenza termica entrante dai muri

Q
lampadine 100 [W] 10 [lampadine ] 1000 W] 1 [kW]
potenza termica delle lampadine
Q

Q
tot
dissipata Q entrante Q lampadine
4 [kW] 4.166[kW] 1 [kW] 9.166[kW]
Q
tot

Q n
Q
tot
condizionatori
raff
n condizionatori

Q
tot

Qraff
Esercizio 13.

9.166[[kW]
1.833 2
5 [kW]

13) Un sistema cilindro pistone contiene inizialmente 0.5 m3 di elio a 100 kPa e 25 C. In
questa posizione una molla lineare tocca la superficie esterna del pistone senza esercitare
alcuna forza su di esso. Calore trasferito allelio finch il volume e la pressione
triplichino. Calcolare il lavoro fatto e la quantit di calore scambiata nel processo. Inoltre
mostrare la trasformazione lungo un diagramma p-v. (Risposta:200 kJ, 800 kJ).
Svolgimento:
V1 0.5 [m 3 ]
P1 100 [kPa]
T1 25 [C] 298 [K]
R elio 2.0769[kJ / kgK] a 300 [K] Tab. A2
c v He 3.1156[kJ / kg K] a 300 [K] Tab. A2
a) L ?
b) Q ?
a=300[kPa]

b=100[kPa]
h=1[m3]

h
L (a b) 200[kJ ]
2
P1V1 mRelioT1
Mi calcolo la m:

P1V1
50

0.08[kg ]
RelioT1 618.92
P1V1 P2V2

Utilizzo la formula
T1
T2
m

T2 T1

P2V2
450
298
2682K
P1V1
50

T 2682K 298K 2384K


Q L U
Q L m u
Q L m cv T
sostituisco :
Q 200[kJ ] 0.08[kg ] 3.1156[

kJ
] 2384K
kg K

Q 794.2[kJ ]
Esercizio 14.
14)Una casa solare passiva che disperde verso lambiente un flusso termico di 50000 kJ/h
mantenuta a 22 C durante una notte invernale di 10 ore. La casa riscaldata da 50 accumulatori di
energia in vetro contenenti 20 l di acqua ognuno che sono riscaldati fino a 80 C di giorno
dallenergia solare. Un termostato, quando necessario, fa intervenire per mantenere la temperatura
di 22 C una stufa elettrica ausiliaria di potenza 15 kW. Quanto tempo la stufa elettrica si accende
lungo la notte ? Quanto tempo si accenderebbe la stufa elettrica se la casa non prevedesse il
riscaldamento solare ? (Risposta: 4.77 h, 9.26 h).

Svolgimento:
Qest 50000kJ

tnotte 10h
Vacc 20l
Tacc 80C
Pstufa 15[kW ] 54000[

kJ
]
h

t stufa ?
Il calore disperso durante la notte :

Qnotte Qest 10h 500000[kJ ]


c p 80C 4.18[

kJ
]
kg C

c p 20l 83.6[kJ

]
C
83.6 T 83.6 (80 22) 4848.8[kJ ]
Qaccumulatori 4848.8 50 242440[kJ ]
Qnotte Qaccumulatori t Pstufa 500000[kJ ] 242440[kJ ] t 54000[kJ ]
h
257560[kJ ]
4.77h
54000[kJ ]
h
500000[kJ ]
Qnotte t Pstufa t
9.26h
54000kJ
h
t

Esercizio 15.
15) Una portata di aria di 6000 kg/h alla pressione di 80 kPa e 127 C entra in un diffusore
adiabatico e ne esce alla pressione di 100 kPa. La velocit del flusso di aria decresce da 230
m/s a 30 m/s nel passaggio attraverso il diffusore. Trovare la temperatura finale dellaria e
larea della sezione finale del diffusore (Risposta: 426 K, 0.0678 m2).
.

m 6000kg

h
P1 80( kPa )

T1 127(C )
w1 230 m

s
P2 100( kPa )

w2 30 m
c p 1,013
T2 ?
Area ?

s
kJ
kg K

La temperatura in uscita dellaria si ottiene dallequazione di conservazione dellenergia per un


sistema a flusso stazionario:
= 2 1 +

(22 12 )
+ (2 1 )
2

2
2
900[m 2 ] 52900[m 2 ]
w22 w12
s
s 425.82( K )
T2 T1
400.15( K )
kJ
2c p
2,026
kg K

Ricavo il volume specifico in uscita v2

w A2
m 2
A2
v2
.

1.22[m

3
R T2
1.22 m
Kg
P2

] 1.67[kg ]
s
0.068m 2
30 m
s

kg

Esercizio 16.
16)Gas argon entra in una turbina adiabatica a 900 kPa e 450 C con una velocit di 80 m/s e lascia
la turbina a 150 kPa e 150 m/s. La sezione di ingresso della turbina di 60 cm 2. Se la potenza

meccanica sviluppata dalla turbina pari a 250 kW, determinare la temperatura di uscita dellargon.
(Risposta: 267 C).

Svolgimento:
Gas argon
P1 900( kPa )

T1 723.15( K )
w1 80 m

s
P2 150( kPa )
A1 60cm 2 0,006m 2
.

L 250kW 250 kJ
R argon
c pargon

s
0.2081kJ / kg K kPa m 3 / kg K a 300 [K] Tab.A2

0.5203kJ / kg K kPa m / kgK a 300 [K] Tab.A2


3

T2 ?
Trovo subito v1

v1

3
R T1 0.2081 725.15

0.168m
Kg
P1
900

Ora so che m1 m 2

.
w1 A1 w2 A2
80 0.006

m
2.857 Kg
s
v1
v2
0.168

Ricavo il lavoro scambiato per unit di massa


.

L
.

250 kJ

s 87.50 kJ
Kg
kg
2.857
s

q l h
h c p (T2 T1 )

Trovo q:
.

Q
.

Q 0 perch la turbina adiabatica e quindi anche q=0

m
Ora posso ricavare T2

l h l c p (T2 T1 )
T2 T1 (

87.50
) 168.17 723.15 554.98( K ) 281.83(C )
0.5203

Esercizio 17.
17)Acqua a 25 C e 300 kPa riscaldata miscelandola con acqua a 80 C e 300 kPa. Se entrambi i
flussi di acqua hanno la stessa portata, determinare la temperatura di uscita dellacqua. (Risposta:
52.5 C).
Svolgimento:
acqua 1) T1=25C=298K
P1=300KPa

acqua 2) T2=80C=353K
P2=300KPa

sapendo che hanno la stessa portata T2=?

Q L gz

1
2
w 0
2

m1 h1 m 2 h2 m 3 h3
.

m 3 m 2 m1
.

m1
.

m2
h1 h2 2h3
c p1T1 c p 2T2 2c p 3T3
c p1 c p 2 c p 3 4,19

kJ
kg K

25C 80C
T3 52.5C
2
Esercizio 18.
18)Una doccia eroga una portata di 10 l/min. Una resistenza elettrica posta nel tubo della doccia
riscalda lacqua da 16 C a 43 C. Calcolare la potenza elettrica assorbita dal riscaldatore. Al fine di
risparmiare energia si propone di far passare lacqua scaricata dalla doccia che si trova a 39 C
attraverso uno scambiatore di calore per preriscaldare lacqua fredda. Se lo scambiatore di calore
ha una efficienza di 0.5 ( cio recupera solo il 50 % dellenergia che potrebbe al massimo essere
trasferita dallacqua scaricata allacqua fredda della rete idrica) calcolare la potenza elettrica
richiesta in questo caso. Se il prezzo dellenergia elettrica di 8.5 centesimi di euro al kWh,
determinare il risparmio economico durante una doccia di 10 min derivante dallinstallazione dello
scambiatore di calore. (Risposta: 18.8 kW, 8.18 kW, 11.8 centesimi).
Svolgimento:
.

m doccia 10 l

0.17 kg

T1 16C
T2 43C T3 39C
.

1) Q risc,1 ? T4 ?
.

3) Q risc, 2 ?
4) Recon ?

1)

T4= ?

Q risc,1 L m doccia ( h2 h1 ) m doccia c p (T2 T1 )


.

L0
.

Q risc,1 0.17

kg
kJ
4.18
( 43 16)C 0.7106 ( 27) 19.19KW
s
kg K

2)
.

m c p (T4 T1 )
.

m c p (T3 T1 )

Q max

T4 T1 (T3 T1 ) 16 0.539 16 27.5 C


.

Q risc, 2 m c p (T2 T4 ) 11.01KW


3)
Doccia in funzione 10 min
10 min=0.17h
.

(Q risc,1 - Q risc, 2 ) =19.19-11.01= 8.18kW


Recon =8.18x0.17*8.5=11.8 centesimi

Esercizio 19.
19)Una casa con un volume interno di 400 m3 riscaldata dallaria che riceve una potenza di 30 kW
da una resistenza elettrica posta in un condotto allinterno della casa. Inizialmente laria nella casa
a 14 C e la pressione atmosferica locale di 95 kPa. Ledificio disperde un flusso termico verso
lesterno pari a 450 kJ/min. Laria spinta attraverso il condotto di riscaldamento da un ventilatore
da 250 W e subisce un aumento di temperatura di 5 C nel condotto, che perfettamente isolato
termicamente verso lesterno. Quanto tempo deve trascorrere affinch laria della casa passi da
14C a 24 C ? Quanto vale la portata di aria che passa attraverso il condotto di riscaldamento ? (
Risposta: 146 s, 6.02 kg/s).

Svolgimento:

condotto
T1 14 C 287.15 K

T2 19 C 292.15 K
L elica - 250 [W] - 250 [J / s] 0.25 [kJ / s]
L - 30 [kW] - 30 [kJ / s]
ele

edificio
V 400 [m 3 ]

T3 14 C 287.15 K

T4 24 C 297.15 K

P1 95 kPa
- 450 [kJ / min] - 7.5 [kJ / s]
Q
s
propriet del fluido

R aria 0.2870kJ / kg K kPa m 3 / kg K a 300 [K] Tab.A2

0.718 kJ / kg K kPa m / kg K a 300 [K] Tab.A2

cparia 1.005 kJ / kg K kPa m / kg K a 300 [K] Tab.A2


3

cv aria

t ?
?
m
Parto dalla relazione per il sistema chiuso stanza:

-L
m u
Q
t
u Cv aria T
-L

-L

Q
s

m c v aria T
t
m c v aria T
t

m cv aria T

-L

Q
s

L
elica L ele [ - 0.25 (-30)] - 30.25 [kJ / s]
Ora uso la relazione per un gas perfetto:

P1 V m R aria T1
P1 V
95 [kPa] 0.3 [m 3 ]
m

461.10[kg]
R aria T1 0.2870[m 3 kPa / kg K] 287.15[K]
T T4 - T3 ( 297.15- 287.15)[K] 10 [K]
t

m c v aria T
- L
Q
s

461.10[kg] 0.718[kJ / kg K] 10 [K]


145.52[s]
- 7.5 [kJ / s] (-30.25)[kJ / s]

Dallequazione di conservazione dellenergia per un sistema aperto a flusso stazionario si ha:


.

Q0
.

L m c p (T2 T1 ) ( 30,25) m c p (5K )


30.25 .
m 6.02 Kg
s
5.025

Esercizio 20.
20)Il ventilatore di un bagno eroga una portata di 30 l/s e funziona di continuo. Ledificio posto in
una localit dove la temperatura media invernale esterna di 12.2 C ed mantenuto a 22 C
durante tutto linverno. Il bagno riscaldato dallenergia elettrica il cui costo di 0.09 euro/kWh.
Determinare la quantit e il costo del calore scaricato allesterno dal ventilatore in mese medio
invernale di 30 giorni.
( Risposta: 266 kWh/mese, 23.9 euro/mese).
Svolgimento:
.

V 0.030 m
Test

s
12.20C 285.35K

Tint 22C 295.15K


risc 0,09
Cp aria
Cv aria
.

Q?

kWh
1.004 kJ / kg K kPa m 3 / kg K a 300 [K] Tab.A2

0.718 kJ / kg K kPa m / kg K a 300 [K] Tab.A2


3

Costo per 30 giorni ?


.

Q L m c p (Test Tint )
.

L0
.

Calcolo m :
.

m V 1.25 0.030 0.037 kg

Q 0.037 1.004 (9.8) 0.368 kJ

0.368 kJ 720h 264.74[kWh]


s
264.74[kWh] 0,09
23.9
kWh
Esercizio 21.
21) Un refrigeratore a ciclo di Carnot opera in una stanza in cui la temperatura 25 C. Il
refrigeratore necessita di 500 W di potenza meccanica ed ha un COP di 4.5. Determinare il
flusso termico rimosso dallo spazio refrigerato e la temperatura dello spazio refrigerato
(Risposta: 135 kJ/min, -29.2 C).
Svolgimento:

COPfrigo 4,5
COPfrigo

Q
Q

L 500 J

2.25 60 135

Q 500 J 4.5 2250 J 2.25 kJ


s
s
s
s

kJ
min

Sapendo che Qi=calore esportato dallambiente da refrigerare alla temperatura Ti.


Sapendo che Qs=calore scaricato dallambiente caldo alla temperatura Ts.
COPfrigo

1
1
T
1

s
1
Qs
Ts
Ti COP
1
1
Qi
Ti

Ts
298.15K

243.940K
1
1
1
1
COP
4.5
Ti 273.15 243.940 29.21C

Ti

Esercizio 22.
22) Un ciclo di Carnot in cui il fluido circolante aria considerata gas ideale si svolge tra le
temperature massime di 7 C e di 847 C, con un valore minimo di pressione pari a 1 bar e
con un calore fornito durante lisoterma massima pari a 120 kJ/kg. Ipotizzando i calori

specifici costanti, calcolare la pressione nei quattro vertici del ciclo, il lavoro scambiato in
ogni trasformazione e il rendimento termico del ciclo. (Risposta: 1 bar, 1.45 bar, 186 bar,
128 bar, lavoro isoterme 120 kJ/kg e -30 kJ/kg, lavoro adiabatiche 599 kJ/kg e -599 kJ/kg,
75 %).
Svolgimento:
Tmin=7C=280.15K
Tmax=847C=1120.15K
Pmin=P3=1bar
Qa 120 kJ
Kg
Qb ?
propriet del fluido :
ipotesi di gas ideale Cp aria e Cv aria costante

0.718 kJ / kg K kPa m / kg K a 300 [K] Tab.A2


0.2870kJ / kg K kPa m / kg K a 300 [K] Tab.A2

Cp aria 1.005 kJ / kg K kPa m 3 / kg K a 300 [K] Tab.A2


Cv aria

R aria

k 1.400 a 300 K] Tab.A2

Calcolare le pressioni nei vertici.


Calcolare il lavoro nei 4 processi.
Calcolare il rendimento termico del ciclo.
120 kJ
Qa Ta
Kg 1120.15
Se siamo a cv costanti

Qb 30kJ / kg
Qb Tb
280.15
Qb kJ
Kg

Questo il valore assoluto.


Ora calcoliamo il rendimento del ciclo:

tot 1

Tb
280.15
1
1 0.25 0.75
Ta
1120.15

L tot Qa 0.75 120 kJ

tot

Qa

Kg

90 kJ

Kg

Conoscendo P3= 1 bar ricavo P4 dalla seguente relazione, essendo isoterma:


Qb Raria Tb ln(
ln( P4 )

P4
)
P3

30
30

0.373
0.287 280.15K 80.4

P4 e 0.373 1.45bar

Il processo 4-1 il processo adiabatico:


k

1.4

T k 1
1120 1.41
p1 p4 1 1.45
185.6bar

280
T4
Il processo1 2 isotermo:
P
Qa Raria Ta ln( 1 )
P2
ln( P2 )

120
ln(185.6)
321.48

ln( P2 ) 0.373 5.224 P2 e 4.850 130.40bar

Il lavorodelle due adiabatiche :


Raria (T3 T2 ) 0.2870 840 241.08

602.7kJ / kg
1 k
0.4
0.4
R (T1 T4 )
L14 aria
L23 602.7
1 k

L23

Il lavorodelle due isoterme:


L12 Qa 120kJ / kg
L34 Qb 30kJ / kg

Esercizio 23.
23)Una turbina a gas converte il 17 % del calore sviluppato, in una camera di combustione
precedente alla turbina, da un combustibile che ha un potere calorifico 46000 kJ/kg (potere
calorifico = energia sviluppata dalla combustione di 1 kg di combustibile), producendo una
potenza meccanica di 6 MW. Calcolare, se il combustibile ha una densit di 0.8 gr/cm 3, il
consumo di combustibile in litri/secondo. (Risposta 0.959 l/s).
Svolgimento:
.

Lturb 6[ MW ] 6000kJ
H i 46000kJ

Kg

turbina 0.17
comb 0.8 gr

cm 3

Consumo del combustibile?


.
.

Q comb

turb

6000kJ
0.17

s 35294.11kJ

Q
35294.11
m comb
0.7672kg / s
Hi
46000
Ora posso quindi calcolare la portata volumetrica del combustibile:
.
.

0.7672kg
0.8 kg

s 0.959 l

Esercizio 24.
24)Una pompa di calore con COP di 3.2 usata per riscaldare un capannone . Quando in
funzione la pompa di calore assorbe dallesterno un lavoro pari a 5 kW. Il capannone ha

dimensioni in pianta 20 m x 20 m ed altezza 3m. Le pareti del capannone sono formate da una
muratura in laterizio ordinario di 20 cm. Si ricavino la densit e il calore specifico del mattone
dalla tab.A-16 del Cengel. Laria esterna, quella ambiente e le murature si trovano a 10 C.
Calcolare il tempo necessario per portare laria ad una temperatura media di 18 C e le
murature ad una temperatura media tra la temperatura dellaria interna e dellaria esterna.
(Risposta: 5.60 h)
Svolgimento:

COPPDC 3.2
L
5 ]kW] 5 [kJ / s]
PDC

larghezza capannone 20 [m]


lunghezza capannone 20 [m]
altezza capannone 3 [m]
Vcapannone 20 [m] 20 [m] 3 [m] 1200[m 3 ]
laterizio 20 [cm] 0.2 [m]
T1est. T1int. T1muro 10 [C] 283.15[K]
T2int. 18 [C] 291.15[K]
propriet del mattone :

c p, laterizio,ordinario 0.835 kJ / kg K kPa m3 / kg K a 300 [K] Tab.A16


laterizio,ordinario 1920[kg / m 3 ] a 300 [K] Tab.A16
propriet del fluido :

Cv aria 0.717 kJ / kg K kPa m 3 /Kg K Tab.A2

a) t ?

T2 muro

(T2 int T1est )


14C 287.15K
2
.

COPPDC

Q
.

Q 5 3.2 16 kJ

L
Vtot 1200m3

Vlaterizio 0.2m 20m 3m 4 pareti 48m3

Calcoliamo p dellaria:
maria V 1.256 Vtot 1.200 1152 1382kg
.

Q t laterizio Vlaterizio c platerizio Tmuro maria cv aria Taria


.

kJ
] 4 1382 0.717 8 307814 7927 315741kJ
kg K
315741
19734
t
19734( s)
5.48h
16
3600s

Q t 92160[kg ] 0.835[

Esercizio 25.
25)Un motore termico a ciclo di Carnot opera tra 2 sorgenti a 800 C e 20 C. La met del
lavoro prodotto dal motore usato per azionare una pompa di calore a ciclo di Carnot che
rimuove il calore dallaria esterna fredda a 2 C per riscaldare una casa a 22 C. Se la casa
disperde 95000 kJ/h verso lesterno, determinare la quantit minima di flusso termico da
fornire al motore per mantenere la casa a 22 C. (Risposta: 17780 kJ/h)
Svolgimento:
T1 800 [C] 1073[K]
T2 20 [C] 293[K]
Tcasa 22 [C] 295[K]
Test 2 2 [C] 275[K]

Q
exit 95000[kJ / h]
a) Q c ?

Pompa di calore:

COPpdc

1
1
1

14.70
Test 2 1 0.932 0.068
1
Tcasa

COPpdc

Qs

.
.

L n,e
.

.
.

L n,e

Qs

COPpdc
.

Q s = Q exit Siccome la casa disperde 95000 kJ/h dobbiamo far entrare la stessa Q per mantenere
costante la temperatura.

L n ,e

.
95000kJ
Qs
h 6462.58 kJ

h
COPpdc
14.70

Per il ciclo motoredi Carnot :


.

L n ,u 2 L n ,e 12925.16 kJ

mt 1

Ti
T
1 2 1 0.273 0.727
Ts
T1

mt

L n ,u
.

Q c 17778.76 kJ

Qc

Esercizio 26.
26) Un blocco di acciaio di massa ignota a 85 C immerso in un serbatoio isolato che contiene
100 l di acqua a 20 C. Nello stesso tempo unelica azionata da un motore a 200 kW svolge
la funzione di agitare lacqua. Si osserva che lequilibrio termico si raggiunge dopo 20 min
con una temperatura finale di 24 C. Calcolare la massa del blocco di acciaio e lentropia
generata lungo il processo (Risposta: 52.2 kg, 1.285 kJ/K).
Svolgimento:
Tblocco 85 [C] 358.15[K]

m acqua 100 [lt] 100 [kg]


Tacqua 20 [C] 293.15[K]
L
200 [W] 0.2 [kJ / s]
elica

t 20 [min] 1200[s]
Tfinale 24 [C] 297.15[K]
propriet del liquido
Cp acqua 4,18 J / kg C 4.180 kJ / kg C a 300 [K] Tab.A18
Cp acciaio 0.434 kJ / kg C a 300 [K] Tab.A 14
a) m acciaio ?
b) S generato ?
Sistema blocco+acqua isolato Q=0

L U
L macqua c p Tacqua mblocco c p Tblocco
.

L L t sostituisco :
200 J 1200s / 1000 100l 4.18 4 mblocco 0.434 (61)
s
mblocco

240kJ 1672 1432

54,09kg
26.474
26.474

Ora cerco lentropia generata:


per il blocco:

S m( s2 s1 ) m cmedio ln(

T finale
Tblocco

) 54.09 0.434 ( 0.187) 4.389 kJ

Per lacqua:
S m( s2 s1 ) m cmedio ln(

T finale
Tacqua

) 100 4.18 0.0135 5.643

Quindi lentropia generata sar:


S gen S acqua S blocco 5.643 4.389 1.254 kJ

Esercizio 27.
27) Il vetro interno e quello esterno di una finestra a doppio vetro di 2 m x 2 m sono
rispettivamente a 18 C e 6 C.Lo spazio tra le 2 finestre di spessore 1 cm riempito con
aria ferma la quale ha una conducibilit termica di 0.026 W/mK (conducibilit termica il
flusso termico scambiato per conduzione per differenza di temperatura unitaria tra due
superfici a temperatura assegnata nel caso di distanza tra esse di 1 m e area di esse di 1 m2 ).
Calcolare il flusso termico globale trasmesso attraverso la finestra in W e il flusso di
entropia generato allinterno della finestra (Risposta: 124.6 W, 0.018 W/K).
Svolgimento:

T2 18 [C] 291.15 K]
T1 6 [C] 279.15[K]
k 0.026[W / mk]
A 2 [m] 2 [m] 4 [m 2 ]
d 1[cm] 0.01[m]
propriet del fluido
Cv aria 0.718[kJ / kg K] Tab. A2
aria 1.224[kg / m 3 ] Tab. A19
?
a)Q
b ) S gen ?
.

k A (T ) 0.026 (2 * 2) 12 1.248

124.8W
d
0.01
0.01

S scambio S gen ,totale

dStotale
dt

dStotale
=0 ( condizioni di flusso stazionario)
dt
.

S gen ,totale 0 S scambio


.
.

S scambio

T
.

S gen ,totale

Q
Q Q
( ) (0.429 0.447) 0.018W
K
T
T2 T1

Esercizio 28. (Non svolgere)


28) In riferimento al problema 14 del Cap.3, calcolare inoltre la quantit di entropia generato
durante la notte ipotizzando una temperatura dellambiente esterno di 0C. (Risposta :
1060.5 kJ/K).
Svolgimento:
Tinterno 22 [C] 295[K]
Taccu 80 [C] 353 [K]
Test. 0 [C] 273[K]
.

Q accu 242440[kJ]
.

Q uscita 500000[kJ]
a ) Sgen ?

Q uscita Q acc Q stufa


.

500000 242440 Q stufa 257580


.

242440 257580
250010
2
353.15 295.15

324.15
2

Q medio
Tmedio

S scambio

Q
Q
( med exit ) (771.27 1830.49) 1059.22 kJ
K
Tmed Testerna

Esercizio 29. (Sostituito da : Usando le equazioni di Gibbs per i gas ideali calcolare la
variazione di entropia per tutti i casi dell Esercizio n.8: politropica, isocora, isobara ,
isoterma con pressione finale doppia di quella iniziale. )
29) In riferimento al problema 18 del cap.4 , calcolare inoltre la differenza del flusso di entropia
nei due casi descritti. (Risposta: 0.0623 kW/K, 0.0272 kW/K)
Svolgimento:
T1 16 C 289.15[K]

T2 43 C 316.15[K]
T3 39 C 312.15[K]

Tu 27.5 C 300.65[K]
19.19[kJ / s] 19.19[kW]
Q
ass
11.01[kJ / s] 11.01[kW
Q
s

a) Sgen.1 ?
b ) S ?
Nel 1 caso ( senza scambiatore di calore ) :
.

d S tot
S scambio S gen1
0
dt
.

S gen1 S scambio
316.15 289.15
Tmedio
302.65
2
.

Q
S gen1 ass 0.0634kW
K
Tmedio
.

2 caso:

.
.

S scambio S gen 2
.

d S tot

0
dt

S gen 2 S scambio
300.15 316.15
Tmedio
310.65
2
.
.

S gen 2

Qs

0.0354kW
K
Tmedio

S gen ( S gen1 S gen 2 ) 0.0634 0.0354 0.028kW

Esercizio 30.
30) Acqua liquida a 120 kPa entra in una pompa a 15 kW e ne esce a 3 MPa. Se la differenza di
quota tra ingresso ed uscita 10 m, determinare la pi alta portata di massa di acqua
liquida che la pompa pu erogare. Trascurare le variazioni di energia cinetica e assumere
che lacqua abbia una densit di 1000 kg/m3. (Risposta: 5.037 kg/s).
Svolgimento:
condotto
P1 120 kPa 0.12 MPa

P2 3000 kPa 3 MPa


L pompa - 15 [kW] 15 [kJ / s]
z1 0 [m]
z 2 10 [m]

g 9.8 [m / s 2 ]
propriet del fluido

acqua 1.000 kg / m3

?
a)m
Il sistema a flusso stazionario e si applica lequazione dellenergia meccanica:
.

L m( dp g ( z 2 z1 ))
1

L m( ( p 2 p1 ) g (10 0))
.

(15)
(0.001 (120 3000)

9.8
10)
1000

15
15

5.037kg / s
2.88 0.098 2.782

Esercizio 31.
31) Il rapporto volumetrico di compressione di un ciclo Otto ad aria standard 9.5. Allinizio
della compressione isoentropica laria a 100 kPa, 17 C e 600 cm3. La temperatura alla
fine della espansione isoentropica 800 K. Calcolare le pi alte pressioni e temperature nel
ciclo, il calore fornito al ciclo, il rendimento termico e la pressione media effettiva.
(Risposta: 1969 K, 6449 KPa, 0.65 kJ, 59.4 %, 719 kPa).

Svolgimento:
V1 V4 600 [cm 3 ] 0.0006[m 3 ]
P1 100 [kPa]
T1 17 [C] 290.15[K]
T4 800[K]

Vmax VPMI

Vmin VPMS

VPMS

VPMI

63.1 cm 3

L' equazionedell' adiabatica:


T2 V1

T1 V2

k 1

T2 T1

k 1

290.159.5

0 .4

714.06K

P1V1 P2V2

T1
T2
P2

P1V1 T2 P1
714.06 *100* 9.5
T2 9.5
2337.95kPa
T1 V2 T1
290.15

Dobbiamo calcolare T3 (pag. 204):

T1 T4
T T 800* 714.06
T3 4 2
1968.8[ K ]
T2 T3
T1
290.15
Troviamo P3:

V2 V3
T P 1968.8 * 2337.95
P2V2 P3V3

P3 3 2
6446.17[kPa]
T2
T3
T2
714.06
Ora trovo qe (pag.204):
= = (3 2 ) = 0.718(1969 714) = 900.76 [
= (3 2 )
Ora calcolo m:
= 1 = /1

1
0.0006
1 =
100 = 0.0007205[]
1
0.287 290.15

= 0.0007205 900.76 = 0.65[]


, = 1

1
1

= 1

1
1
=
1

= 1 0.406 = 0.594 = 59.4%


0.4
2.461

= (4 1 ) = 0.718(800 290.15) = 366.07 [


= = 900.76 366.07 = 534.69 [
=
=
=

1
1
2
2

3
= 0.8327 [m / kg]

3
= 0.0876 [m / kg]

534.69
=
=
= 717.6[]
0.7451

Esercizio 32.
32) Un ciclo Diesel ha un rapporto volumetrico di compressione di 20 e utilizza aria
standard. Lo stato dellaria allinizio della compressione 95 kPa e 20 C. Se la temperatura
massima del ciclo non supera i 2200 K, calcolare a )il rendimento termico e b) la pressione
media effettiva (Risposta: 63.5 %, 933 kPa).

Svolgimento:

p1 95 [kPa]
T1 20 [C] 293.15[K]
Tmax T 3 2200[K]
propriet del fluido

0.718 kJ / kg K kPa m / kg K a 300 [K] Tab.A2


0.2870kJ / kg K kPa m / kg K a 300 [K] Tab.A2

Cp aria 1.005 kJ / kg K kPa m 3 / kg K a 300 [K] Tab.A2


Cv aria

R aria

k aria 1.400 a 300 [K] Tab.A2

rapporto volumetrico

V
T2 T1 1
V2
v 4 v1

V2

Vmax V1 v1

20
Vmin V2 v 2

k 1

T1 k -1 293.15[K] * (20)1.41 970.33 [K]

m3
RT1 0.287 * 293.15

0.885
p1
95
Kg

m3
0.044

Kg

V1

p 2 Raria

T2
970.33
0.287 *
6329.1[kPa]
v2
0.044

p 2 p3
q e = c p (T3 - T2 ) = 1.005(1229.67) = 1235.82[kJ/kg]

v3

m3
RT3 631.4

0.1
p3
6329.1
Kg

v
T4 T3 3
v4

k 1

T3 (0.1129)k -1 924 [K]

q u = c v (T4 - T1 ) = 0.718(630.85) = 452.9[kJ/kg]


l n qe qu 1235.82 452.9 782.92[kJ/kg]

782.92
=
=
= 930.94[]
1 2 1 2
0.841

, = 1

= 1 0.366 = 0.634 = 63.4%

Esercizio 33.
33) Un impianto a vapore opera secondo un semplice ciclo Rankine ideale tra le pressioni limite
di 10 kPa e 9 MPa. La portata di massa del vapore 60 kg/s. Il contenuto di liquido
alluscita della turbina non deve superare il 10 %. Disegnare il ciclo nel diagramma T-s e
calcolare la temperatura minima di ingresso nella turbina, il flusso termico da fornire al
fluido nel generatore di vapore e il rendimento termico del ciclo. (Risposta: 800 C, 235
MW, 45 %).

Svolgimento:
p min p1 p 4 10 [kPa]
p max p 2 p 3 9 [MPa] 9000[kPa]
60[kg / s]
m
10% - contenuto di liquido all' uscita della turbina
x 4 90 % 0.9 contenuto di vapore all' uscita della turbina
Propriet acqua satura del fluido Tab. A 5 : tabella in pressione
p min p1 p 4 10 [kPa]
Entalpia

h 1 191.83kJ / kg liquido sat.


h liquido,vapore 2392.8kJ / kg

Entropia
s1 0.6493kJ /kgK liquido sat.
s liquido,vapore 7.5009kJ /kgK
Volume specifico
v1 0.001010[m 3 / kg] liquido sat.
h h liquido x vapore h liquido,vapore

h 4 191.83 0.9 * 2392.8 2345.35kJ / kg

s s liquido x vapore s liquido,vapore

s 4 0.6493 0.9 * 7.5009 7.40011kJ / kg K


La trasformazione 3 4 una adiabatica reversibile :
s 4 s3

Conosco la pressione p3=9 MPa e entropia s3=7.4 kJ/kgK dalla tabella Acqua surriscaldata
(vapore acqueo surriscaldato) (tab A.6) ricavo i valori (N.B quelli precisi con interpolazione
lineare):
T3=800 C h3=4119.3 kJ / kg
Il lavoro della turbina:
, = 3 4 = 4119.3 2345.35 = 1773.95 kJ / kg
Il lavoro della pompa:

l pompa v liquido (p2 - p1 ) 0.001010 9000 - 10 9.08[kJ / kg]


h 2 h1 l pompa (191.83 9.08) 200.91[kJ / kg]
q gen ,vapore h3 h2 4119.3 200.91 3918.39kJ / kg
ciclo

l t,n - lpompa
q gen ,vapore

1773.95- 9.08
0.45
3918.39

m
q gen ,vapore 60 * 3918.39 235080[kW] 235[MW ]
Q

Esercizio 34.
34) Si consideri un impianto di refrigerazione da 300 kJ/min che opera secondo un ciclo ideale
a compressione di vapore con refrigerante-R134a come fluido circolante. Il refrigerante
entra nel compressore come vapore saturo-secco a 140 kPa ed compresso sino a 800 kPa.
Disegnare il ciclo in un diagramma p-h e calcolare il titolo del refrigerante alla fine della
valvola di laminazione, il coefficiente di prestazione e la potenza meccanica in ingresso al
compressore. (Risposta: 0.32, 3.96, 1.26 kW).

Svolgimento:

p1 p 4 140 [kPa] 0.14 [MPa]


p 2 p 3 800 [kPa] 0.8 [MPa]
300 [kJ / min] 5 [kJ / s] 5 [kW] potenza sottratta all' ambiente
Q

Dalle tabelle per il refrigerante R134a saturo Tab. A 9 :

P1 140 [kPa] T1 -18.80C h 1 236.04kJ / kg

s l 0.9322kJ / kg K
vapore sat.
P3 0.8 [MPa] h 3 93.42 kJ / kg

liquido sat.
h 4 h 3 93.42 kJ / kg laminazione isoentalpica
Dalla tabella refrigerante R134a surriscaldato(tabA.10)
P2 0.8 [MPa] T2 40 C h 2 273.66kJ / kg

s 2 s1

x4

h 4 h l,l
(h1 h l,l )

(93.42 25.77)kJ / kg
0.322
(236.04 25.77)kJ / kg

ove :
h l,l 25.77 kJ / kg Tab A9

La potenza termica sottratta dallambiente refrigerato e la potenza fornita al compressore sono date
da:
m
(h1 h 4 )
Q
i

m

Q
5 kJ / s

0.035 kg / s
(h1 h 4 ) (236.04- 93.42)kJ / kg

(h 2 h 1 ) 0.035 kg / s (272.05 236.04)kJ / kg 1.26 kW


L e m

Il COP del frigorifero, in base alla sua definizione, :

COPF

Q
5 [kW]
i

3.968
L 1.26[kW]
e

Esercizio 35.
35) Una pompa di calore che opera secondo un ciclo
a compressione di vapore con
refrigerante-R134a come fluido circolante riscalda una casa utilizzando acqua di falda a 7
C. La casa disperde 20.5 kW. Il refrigerante entra nel compressore a 207 kPa e -6.7 C e
ne esce a 827 kPa e 60 C. Il refrigerante lascia il condensatore a 32.2 C. Calcolare la
potenza meccanica in ingresso al ciclo, il flusso termico assorbito dallacqua di falda e la
potenza elettrica spesa nel caso che il riscaldamento della casa avvenga tramite una stufa
elettrica.(Risposta: 5.18 kW, 16.1 kW, 20.5 kW).

.
Svolgimento:
20.5 kW
Q
s
Tacqua, falda 7 C

Tuscita,condensatore 32.2 C
T1 6.7 C

P1 207 kPa 0.207[MPa]

T2 60 C

P2 827 kPa 0.827[MPa ]

Propriet del refrigerante: essendo T1> temperatura saturazione -10.09 C (tab.A9) il refrigerante
134a vapore surriscaldato:
h1 245[kJ / kg]

P2 0.872[MPa] (approssimando a 0.9 MPa)


T2 60 [C] h 2 293.21[kJ / Kg] Tab. A10

P2 P3 0.872 [MPa]
h 3 99.56 [kJ / kg]
h 3 h 4 99.56 [kJ / kg]

La portata massica del refrigerante e la potenza fornita al compressore sono date da:

m
(h 2 h 3 )
Q
s

Q
20.5[kJ / s]
s

m

0.106[kg / s]
h 2 h 3 (293.21- 99.56 ) [kJ / kg]
(h 2 h 1 ) 0.106[kg / s] * (293.21- 245)[kJ / kg] 5.10 [kW]
L n,e m
m
(h1 h 4 ) 0.106[kg / s] * (245- 99.56)[kJ / kg] 15.42[kW]
Q
i
COP

Q
20.5
s

4.02
L
5.10
n,e

devo fornire alla stufa 20.5 kW.


Se non utilizzo la PdC, ma uso una stufa, per ottenere la stessa Q

TRASMISSIONE DEL CALORE


Esercizio 36.
36) Si consideri un giubbotto da neve formato da 5 strati di materiale sintetico di spessore
0.1 mm (conducibilit termica =0.13 W/mC) con 1.5 mm di aria (=0.026 W/mC)
intrappolata tra essi. Se la temperatura della superficie interna del giubbotto 28 C e la sua
superficie 1.1 m2, calcolare il flusso termico attraverso il giubbotto quando la temperatura
esterna -5C e il coefficiente di scambio termico sulla superficie esterna vale 25 W/m2C.
Quale sarebbe il flusso se il giubbotto fosse fatto di un singolo strato di materiale sintetico
di 0.5 mm ? Quale sarebbe lo spessore dello strato di lana (=0.035 W/mC) se una persona
per raggiungere lo stesso livello di comfort termico indossasse un giubbotto di lana invece
di quello sintetico ? (Risposta: 155 W, 835 W, 6.8 mm)
Svolgimento:

T1 28 C 301.15 K

T 2 -5 C 268.15 K
Materiale sintetico

L s 0.1 mm 0.0001[m]
s 0.13 W/m C
Aria

L aria 1.5 mm 0.0015[m]


a 0.026 W/m C
A 1.1[m 2 ]
h conv 25 [W/m 2 C]

?
a) Q
-L
b) Q

s1strato

0.5 mm?

c) R - lana 0.035 W/m C?

T1 - T2 AU (T - T )
Q
1
2
R tot
Osservando che tutte le resistenze sono in serie, la resistenza totale risulta essere:

R tot R sint R inter Rconv.est

R sint 5 * R s 5 *

Ls
0.0001[m]
5*
5 * 0.0007[C/W] 0.0035[C/W]
s A
0.13 W/m C 1.1[m 2 ]

R inter 4 * R a 4 *
R conv.est

1
hconv A

La
0.0015[m]
4*
4 * 0.0524[C/W] 0.2096[C/W]
a A
0.026 W/m C 1.1[m 2 ]

1
0.036 [C/W]
25 *1.1

R tot 0.0035 0.2096 0.036 0.2131[C/W]


=

1 2 28 (5)
=
= 155

0.2131

Questo problema identico al precedente, eccetto per il materiale sintetico uno strato singolo
di 0.5 mm.

R tot

Ls
0.0005[m]
Rconv
0.036 0.0035 0.036 0.0395[C/W]
s A
0.13 W/m C 1.1[m 2 ]

T - T 28 (5)
Q 1 2
835[W ]
R tot
0.0395
Utilizzando uno strato di lana e ipotizzando lo stesso confort termico avremo una conduzione
termica pari a:

T1 - T2

R lana Rconv , est

R lana

T1 - T 2
28 - (-5) C
- R conv,est
0.036 0.1769[C/W]

Q
155 [W]

R lana

L lana

lana A

Llana R lan lana A

Llana 0.1769[C/W] 0.035 W/m C 1.1 [m 2 ] 6.8 [mm]

Esercizio 37.
37) Un serbatoio cilindrico di diametro 1.2 m e lunghezza 6 m inizialmente riempito con
propano liquido la cui densit 581 kg/m3. Il serbatoio immerso in aria a 15 C con un
coefficiente di scambio termico superficiale pari a 20 W/m2C. Improvvisamente il
serbatoio si fessura sulla parte superiore e la pressione a causa della violenta espansione

allinterno scende alla pressione atmosferica di 1 bar mentre la temperatura cala a -42 C,
che la temperatura di evaporazione del propano proprio ad 1 bar. Il calore di
vaporizzazione del propano ad 1 bar 425 kJ/kg. Il propano lentamente vaporizza come
risultato del trasferimento di calore dallaria esterna al propano nel serbatoio ed i vapori di
propano fuoriescono dalla fessura a -42 C. Assumendo che la superficie del serbatoio sia
per tutta la durata del fenomeno alla stessa temperatura del propano allinterno, calcolare
quanto tempo trascorre per la completa fuga del propano dal serbatoio nel caso che esso
non sia isolato. Nel caso che sia isolato con 7.5 cm di lana di vetro (=0.038 W/mC)
calcolare la resistenza equivalente totale di tutto il serbatoio e di nuovo il tempo necessario
per la completa fuga del propano dal serbatoio.
(Risposta : 16.4 h, 0.08426 C/W, 689 h)
Svolgimento:

T1 15 C 288.15 K

T 2 -42 C 231.15 K
h conv 20 [W/m 2 C]

propano 581[kg / m 3 ]
q vap 425[kJ / kg]
d 1.2 [m]
L 6 [m]
spessoreisolante 7.5 [cm] 0.075[m]
lana di vetro 0.038[W /m C]
a) t1 ?
b) R tot ?
c) t 2?
Calcoliamo la superficie laterale Sl, la superficie delle due basi del cilindro Sb e infine la superficie
totale:
Sl d L 1.2 [m] 6 [m] 3.14 22.62[m 2 ]
Sb

2 3.14
2
d
1.2 [m 2 ] 1.131[m 2 ]
4
4

Stot Sl 2 * Sb 22.62[m 2 ] 2.262[m 2 ] 24.88[m 2 ]

Calcoliamo il volume del cilindro:

3.14
2
V Sb L d 2 L
1.2 [m 2 ] 6 [m] 6.79 [m 3 ]
4
4

La quantit totale di
t
QQ
1

calore trasmessa durante


un periodo di 24 h :

La potenza termica trasmessa dal cilindro non isolato vale :


T1 - T 2
Q
R conv
R conv

1
1

0.00201[C / W]
2
h conv Stot 20 [W/m C] 24.88[m 2 ]

T1 - T 2 15 - (-42)[C] 28358.21[W] 28.358[kJ /s]


Q
R conv
0.00201[C / W]
Q m q vap
m propano V 581[kg / m 3 ] 6.79 [m 3 ] 3945[kg]
Q m q vap 3945[kg] 425[kJ / kg] 1676625[kJ]
t
QQ
1
Q 1676625[kJ]
t1
59123.53[s]
Q 28.358[kJ /s]
t1 16.42[h]

Calcoliamo la resistenza totale equivalente di tutto il serbatoio , trascurando lo scambio termico


attraverso le basi che molto piccolo:

d 1.2 [m] r 0.6 [m]


d isolante 1.35 [m] risolante 0.675[m]
la resistenza totale vale :
R tot R isolante R conv
r
ln ( isolante )
ln 1.125
0.1177
r
R isolante

[C / W]
2 L lana di vetro 2 3.14 6 [m] 0.038[W /m C] 1.433
R isolante 0.0823[C / W]
R conv

1
2 risolante L h conv

2 3.14 0.675[m] 6 [m] 20 [W/m 2 C]

R conv 0.00196[C / W]
R tot R isolante R conv 0.0823[C / W] 0.00196[C / W]
R tot 0.08426[C / W]

Il tempo necessario per la completa fuga del propano dal serbatoio vale:

La potenza termica trasmessa dal cilindro isolato vale :


T1 - T 2 15 - (-42)[C] 676.48[W]
Q
R tot
0.08426[C / W]
Q 1676625[kJ]
t 2
2480214.5[s]
Q 0.676[kJ /s]
t 2 689 [h]

Esercizio 38.
38) Si consideri un ferro da stiro da 1000 W la cui base fatta di 0.5 cm di una lega di
alluminio speciale con le seguenti propriet: densit 2770 kg/m3, calore specifico 875
J/kgC, diffusivit termica 7.3 x 10-5 m2/s. La base del ferro ha una superficie di 0.03 m2.
Inizialmente il ferro da stiro in equilibrio con lambiente esterno a 22C. Assumendo il
coefficiente di scambio termico superficiale alla base pari a 12 W/m2C e che l85 % del
calore generato dalla resistenza elettrica del ferro sia trasferito alla sua base, determinare il
tempo necessario affinch la base del ferro raggiunga i 140 C. (Risposta 51.8 s).
Svolgimento:

1000[W] 1[kJ / s]
Q
s 0.5 [cm] 0.005[m]
A 0.03[m 2 ]
alluminio 2770[kg / m3 ]
C p alluminio 875[J / kg C] 0.875[kJ / kg C]
7.3 10-5 [m 2 / s]
propriet del solido Tab. A14
alluminio 177 [W / m K]
h 12 [W / m 2 C]

Ti 22 C 295.15 K
Tf 140 C 413.15 K

Calcoliamo il volume e la massa:


V s A 0.005[m] 0.03[m 2 ]
V 0.00015[m 3 ]
m alluminio V 2770[kg / m 3 ] 0.00015[m 3 ]
m 0.4155[kg]

85 % Q
85 1000[W] 850 [W]
Q
tot
100
850 [J / s]
Q
tot
m C p alluminio T

Q
assorbita
t
140 22
2
2

Q
- 22) [C]
conv h A T h A (Tall Ti ) 12 [W / m C] 0.03[m ] (
2

Q
conv 21.24[W]
Q

Q
tot
assorbita Q conv
850 [J / s]

m C p alluminio T

m C p alluminio T
t

21.24[J / s] ;

(850 - 21.24)[J / s]

0.4155[kg] 875[J / kg C] (140 - 22) [C]

828.76[J / s]
t 51.76[s]

Esercizio 39.
39) Un dispositivo elettronico che dissipa 30 W ha una massa di 20 g, un calore specifico di 850
J/(kgC) e una superficie di 5 cm2. Il dispositivo in fase on per 5 min e poi in fase off per
parecchie ore durante le quali si raffredda alla temperatura ambiente di 25 C. Prendendo il
coefficiente di scambio termico superficiale pari a 12 W/m2C determinare la temperatura del
dispositivo alla fine dei 5 min di operativit. Quale sarebbe la risposta se il dispositivo fosse
attaccato ad una massa di 200 g di alluminio con superficie di 50 cm2 e alla temperatura ambiente e
che funge quindi da raffreddante ? Si assuma che il dispositivo e la massa aggiuntiva di alluminio
siano sempre a temperatura uniforme.
( 503,17 C, 72, 87 C)
Svolgimento:

m 20 g 0.02 [kg]
A 5 [cm2 ] 0.0005[m 2 ]
Cp 850 [J / kg C] 0.85[kJ / kg C]
30 [W]
Q
tot
h 12 [W / m 2 C]
Ti 25 C 298.15 K
malluminio 200 [g] 0.2 [kg]
A alluminio 50 [cm2 ] 0.005[m 2 ]
t 5 [min] 300 [s]
a) T5 min ?
b) T5 min dispositivo attaccato alla massa di alluminio?

Q
tot
assorbita Q disperso
m C p T m C p (T5 min Ti )

assorbita
t
t

Q
disperso h A T h A T h A (T5 min Ti )
Q

Q
tot
assorbita Q conv ;
m C p T h A T;
Q
tot
t
m C p h A T;
Q
tot
t

m C p h A (T T )
Q
tot
t
5 min i

Q tot
T5 min
Ti ;
m Cp

h A
t

30 [J / s]
T5 min
25 [C]
0.02 [kg] 850 [J / kg C]
2
2
12 [J /s m C] 0.0005[m ]

300 [s]

T5 min 501.19[C]

Un calcolo pi preciso si ottiene valutando lo scambio superficiale con:


T5 min Ti

Q
Ti )
disperso h A T h A T h A (
2

Se ci fosse attaccata una massa di 200 [g]:

Q
tot
Ti ;
(m m alluminio) C p

h (A A alluminio)
t

30 [J / s]
T5 min
25 [C]
(0.02 0.2) [kg] 850 [J / kg C]
2
2
12 [J /s m C] (0.0005 0.005)[m ]

300 [s]

T5 min

T5 min 68.54[C]

Esercizio 40.
40) La superficie superiore del tetto di un vagone passeggeri di un treno si muove alla velocit
di 70 km/h ed largo 2.8 m e lungo 8 m. La superficie superiore assorbe una radiazione
solare di 200 W/m2 e la temperatura dellambiente di 30 C. Assumendo che il tetto del
vagone sia perfettamente isolato e trascurando lenergia per irraggiamento emessa dal tetto
rispetto alla convezione, determinare la temperatura di equilibrio della superficie superiore
del tetto. (Risposta: 35 C).
Svolgimento:
w s 70 [km / h] 19.44 [m / s]
L 8 [m]
La 2.8 [m]
A L La 8 2.8 [m 2 ] 22.4 [m 2 ]
T 30 C 303.15 K
rad. solare 200 [W / m 2 ]
a) Ts ?

Questo un problema di convezione forzata su piastra piana. Si assume il numero di Reynolds


critico pari a Recr = 5 x 10-5 e si valutano le propriet del fluido alla temperatura di film:
Se si assume 310 [K] = 36.85 [C] come valore approssimato della temperatura di film, le propriet
dell'aria valutate a questa temperatura sono:

Propriet dell'aria a T 310 K Tab. A19 :


310K 0.0268[W / m C]
310K 1.67 10-5 [m 2 / s]
Pr 310K 0.711

Essendo L = 8 [m] il numero di Reynolds del flusso daria alla fine della superficie ::

Re L

w s L 19.44[m / s] 8 [m]

93.13*105
-5
2

1.67 10 [m / s]

Che maggiore del numero di Reynolds critico. Quindi il flusso turbolento sullintera
superficie e il numero di Nusselt va calcolato utilizzando le relazioni per flusso turbolento su
piastra piana.

0.6 Pr 60
5 105 Re L 107
1
4
hL
Nu
(0.037 Re L 5 871) Pr 3

Nu [0.037 93.13 105 5 871] 0.711 3


Nu 13043.69 0.89
4

Nu 11608.88
Quindi si avr :

0.0268 [W / m C]
h Nu
11608.88 38.89[W / m 2 C]
L
8 [m]
Calcoliamo il calore trasmesso per irraggiamento:
2
2

Q
Assorbita rad. solare A 200 [W / m ] 22.4 [m ]

Q
Assorbita 4480[W]

Bilancio potenza:
la potenza assorbita per irraggiamento meno la potenza ceduta per convezione, deve essere
uguale a zero.

Q
Assorbita - Q ceduta 0

Q
Assorbita - h A T 0

Q
Assorbita - h A (Ts T )
Ts

Q
4480[W]
Assorbita
T
30[C]
hA
38.89[W / m 2 C] 22.4 [m 2 ]

Ts 35.14[C]
Si noti che la potenza ceduta una quantit negativa (calore uscente).

Esercizio 41.
41) Si consideri un flusso di olio a 10 C che si muove alla velocit media di 0.5 m/s in una
condotta di 40 cm di diametro. Un tratto della condotta di lunghezza 300 m passa attraverso lacqua
ghiacciata di un lago a 0C. Misure sperimentali indicano che la temperatura superficiale della
condotta vicino a 0C. Trascurando la resistenza termica del materiale della condotta, calcolare la
temperatura dellolio nella sezione di uscita della condotta dal lago, il flusso termico disperso
dallolio e la potenza erogata da una pompa installata per vincere le perdite di pressione nel
condotto e per consentire il flusso dellolio nella condotta. (Risposta: 9.7C, 34 kW, 4368 W).
Svolgimento:
Ti 10 C 283.15 K
Ts 0 C 273.15 K
w m 0.5 [m / s]
d 40 [cm] 0.4 [m]
L 300 [m]
a) Tu ?
?
b) Q

c) W
pompa ?

Propriet:
10C 893.5[kg / m3 ]
10C 0.146[W / m C]
10C 2325 10-3 [kg / m s]
10C 2590.5 10- 6 [m 2 / s]
C p10C 1838[J / m C]
Pr10C 28750

Il valore generalmente accettato per il numero di Reynolds critico per flusso allinterno di tubi
2300.
Re < 2300 flusso laminareCalcoliamo il numero di Reynolds e la lunghezza dingresso termica nel flusso laminare:

Re

wm d
0.5 [m/s] 0.4 [m]

77.2

2590.5 10-6 [m 2 /s]

L t 0.05 Re Pr d 0.05 77.2 28750 0.4 [m] 44390[m]


Molto maggiore della lunghezza totale del tubo, caso tipico per fluidi con alti numeri di Prandtl.
Poich si ha flusso termicamente in sviluppo, il numero di Nusselt si calcola con la relazione:
1

h d
Re Pr d 3 m
Nu
1.86

s
1

0.14

77.2 28750 0.4 [m] 3 2.325[m / s]


Nu 1.86
300[m]

3.85[m / s]
Nu 24.89

0.14

Coefficiente di scambio termico

0.146[W / m C]
h Nu
24.89 9.08 [W / m 2 C]
d
0.4 [m]
Le aree della sezione trasversale e della superficie di trasmissione del calore sono :
1
1
2
A t d 2 3.14 0.4 [m 2 ] 0.126[m 2 ]
4
4
A p L d L 3.14 0.4 [m] 300 [m] 376.99[m 2 ]
Portata massica :
10C A t w m 893.5[kg / m3 ] 0.126[m 2 ] 0.5 [m / s] 56.29[kg /s]
m
La temperatura di uscita :
C p
-h A / m
Tu Ts - (Ts - Ti ) e

Tu 0 [C] - (0 - 10) [C] exp

9.08[W / m 2 C] 376.99[m 2 ]

56.29[kg /s] 1838[J / m C]

Tu 9.7 [C] 10C della Ti


La differenza di temperatura media logaritmica e la potenza termica persa dallolio risulta essere:

Tln

Tu Ti
(9.7 - 10) [C]

9.84 [C]
Ts Tu
(0 9.7) [C]
ln
ln
Ts Ti
(0 10) [C]

h A T
Q
ln

Q 9.08[W / m 2 C) 376.99[m2 ] 9.84 [C] 33683 [W]


33.683[kW]
Q
Il flusso laminare dellolio idrodinamicamente sviluppato e il fattore di attrito pu essere
determinato con la relazione:

64 64

0.83
Re 77.2

Quindi la caduta di pressione nel tubo e la potenza di pompaggio richiesta sono :


L 10C w m
300 [m] 893.5[kg / m3 ] (0.5)2 [m 2 / s 2 ]

0.83

d
2
0.4 [m]
2
2

p f

p 69525.47[Pa]
p 56.29[kg /s] 69525.47[Pa]
m

4380.06[W]
pompa
10C
893.5[kg / m3 ]

Esercizio 42.
42) Una fabbrica costruisce piastre assorbitrici di dimensioni 1.2 m x 0.8 m da usarsi in collettori
solari termici. La parte posteriore della piastra perfettamente isolata termicamente, mentre la
superficie frontale ricoperta con un materiale selettivo allirraggiamento (nero di cromo) che
infatti presenta un coefficiente di assorbimento alla radiazione solare di 0.87 ed una emissivit
nellinfrarosso pari a 0.09. Si ipotizzi la piastra disposta orizzontalmente in aria calma a 25 C. La
radiazione solare incidente di 700 W/m2. Prendendo la temperatura effettiva del cielo di 10 C,
calcolare la temperatura di equilibrio della piastra assorbente. Quale sarebbe la risposta se la piastra
fosse realizzata con alluminio comune con coefficiente di assorbimento 0.28 ed emissivit 0.07 ?
(Risposta: 105 C, 56 C).
Svolgimento:

T 25 C 298.15 K
T1 10 C 283.15 K
G 700 [W / m 2 ]
L 1.2 [m]
H 0.8 [m]
A L H 1.2 0.8 [m 2 ] 0.96 [m 2 ]
0.87

0.09
2 0.28

2 0.07
5.67 10-8 [W / m 2 K 4 ]
a) Tpiastra ?
a) T2 piastra ?
La risoluzione di questo problema richiede il procedimento per tentativi ed errori:
ipotizziamo Ts = 375 [K] calcoliamo la temperatura di film:

Tf

Ts T 375 298.15 [K]

337[K]
2
2

Le propriet dell'aria valutate a questa temperatura sono:


Propriet dell'aria a T 337 K Tab. A19 :
337K 0.02879[W / m C]
337K 1.93 10-5 [m 2 / s]
Pr 337K 0.7073

Calcoliamo coefficiente di dilatazione cubica:

1
1

Tf 337 [K]

2.97 10 3[K 1 ]

Calcoliamo la lunghezza caratteristica per piastre piane:


A 0.96 [m 2 ]

p
4 [m]
0.24 [m]

Il numero di Rayleigh :

g (Ts T ) 3
9.8 [m / s 2 ] 2.97 10-3 [K -1 ] (76.85)[K] 0.24 [m 3 ]
Ra
Pr
0.7073
2
337K 2
1.93 10-5 [m 4 /s2 ]
3

Ra 5.87 107
Essendo Ra > 105 determino il numero di Nusselt per piastre orizzontali con la seguente

equazione:

Nu 0.15 Ra

1
3

0.15 5.87 107

1
3

58.3

posso determinare il coefficiente di scambio termico per convenzione con la seguente relazione:

337K
0.02879[W/m C]
Nu
58.3

0.24[m]

h 6.994[W/m2 C]
Per verificare che la temperatura superficiale supposta sia esatta o vicina a quella effettiva effettuo
il seguente bilancio:
Quscente = Qentrante

h A (Ts T ) (TS4 T14 )A G A


h (Ts T ) [ G (T14 Ts4 )];
soluzione iterativa:
6.994 (Ts 283.15) 0.87 700 0.09 5.67 108 (283.154 Ts )
4

Ts 283.15 87 0.07 108 (283.154 Ts )


Con Ts=375 K:
91,85-77,65=14,2
Con Ts=378 K
94,85-77,2=17,65
Con Ts=370 K
86,85-78,38=8,47
Con Ts=365 K
81,85-79=2,85
Valore compatibile con 375K , valore ipotizzato solo per il calcolo delle propriet dellaria
4

Esercizio 43.
43) I collettori solari termici piani sono spesso inclinati rispetto al piano orizzontale per raccogliere
la maggior quantit possibile di radiazione solare diretta. Langolo rispetto allorizzontale per
influenza anche le dispersioni di calore dal collettore. Si consideri un collettore solare di altezza 2 m
e base 3 m che inclinato di un angolo rispetto allorizzontale. La distanza tra la copertura in
vetro a 32 C e la piastra assorbitrice a 80 C di 2.5 cm e la parte posteriore di questa
perfettamente isolata. Questa intercapedine riempita di aria. Determinare il flusso termico disperso
per convenzione naturale dalla piastra per =0 , 20 e 90 . (Risposta: 1010 W, 994 W, 578 W).
Svolgimento:
T1 32 C 30515 K

T2 80 C 353.15 K
2.5 [cm] 0.025[m] lunghezza caratteristica
h 2 [m]
L 3 [m]

a) Q
?
0 C

b) Q
20 C?

c) Q
?
90 C

Le propriet dellaria vengono valutate alla temperatura media:


T1 T2 (32 80) [C]

56 [C]
2
2
329.15[K] 330[K]

Tmedia
Tmedia

A questa temperatura si ha:

330 K 0.0283[W / m K ]
330 K 1.86 10-5 [m 2 / s]
Pr 330K 0.708
Risolviamo per piastra orizzontale.

Calcoliamo il coefficiente di dilatazione cubica e il numero di Rayleigh:

1
1

0.00303[K -1 ]
Tm 330 [K]

g (T1 - T2 ) 3
Ra
Pr 330K
330K 2
9.8 [m / s 2 ] 0.00303[K -1 ] (353.15- 305.15)[K] 0.025 [m 3 ]
3

Ra

1.86 10 [m
-5 2

/ s2 ]

0.708

Ra 45500

Nu 0.195 Ra 4 ( pag.655)
Nu 0.195 14.6 2.84
A area superficiale
A h L 2 3 6 [m]

330K Nu A (T1 T2 )

0 C

(353.15- 305.15)[K]
2

Q
926 [W]
0 C 0.0283[W / m K] 2.84 6 [m ]
0.025

Per angolo 90 utlizzare le formule a pag.657

Nu 0.46 Ra

330 K Nu A (T1 T2 )

90 C

Per angolo di 20 formula = 901/4 a pag 656


330 K Nu A (T1 T2 )

90 C

Esercizio 44.
44) Determinare il fattore di vista F12 tra le superfici rettangolari indicate nei tre casi della figura.

(Risposta: 0.05, 0.05, 0.08).


Svolgimento:
Il fattore di vista si calcola per piastre contigue al massimo parallele una sullaltra.
a)
Per determinare il fattore di vista F12 devo ricavarmi dalla tabella a pag.696 i fattori di vista F(13)2 e F32 .

2 , 13

F21 F23

Y 1 Z 1
Y 2

F23 0,24

X 2 X 2
X 2
F21 F2,13 F23 0,29 0,24 0.05

AF
1

12

AF
2

21

12

Z 2
F2,13 0,29
X 2

F21 0.05

b)
Fattori di vista dalla tabella :
F(4 2),(13) F(4 2),1 F(4 2),3
Y
2 Z
2
Y
2 Z
1

F(4 2),(13) 0.2

F(4 2),3 0.15


X
2 X
2
X
2 X
2
F(4 2),1 F(4 2),(13) F(4 2),3 0.2 0.15 0.05

(4 2)

F(4 2),1 A1 F1,(4 2)

F1,(4 2)

A
A

(4 2)

F(4 2),1

4
0.05 0.10
2

F1,(4 2) F14 F12


F12 F1,(4 2) F14 0.10 0.05 0.05

c)

Fattori di vista dalla tabella :


F( 2 4), (1 3) F( 2 4),1 F( 2 4),3 2F( 2 4),1 2F( 2 4),3
X 2

L 2

Y 2
F( 2 4), (1 3) 0.2
L 2

F( 2 4),1 F( 2 4),3

F( 2 4), (1 3)
2

0.2
0.1
2

A1F1, ( 2 4) A( 2 4) F( 2 4),1
F1, ( 2 4)

A( 2 4)
A1

F( 2 4),1

4
0.1 0.2
2

F1, ( 2 4) F12 F14


X 2 Y 1

F14 0.12
L 2 L 2
F12 F1, ( 2 4) F14 0.2 0.12 0.08

Esercizio 45.
45) Il serbatoio sferico della figura usato per conservare acqua ghiacciata a 0C. Ogni parete
spessa 0.5 cm e lintercapedine di 1.5 cm tra le due pareti non contiene aria per ridurre le perdite
termiche. Le superfici che racchiudono lintercapedine sono lucidate in modo tale che abbiano una
emissivit di 0.15. La temperatura della parete esterna del serbatoio stata misurata in 15 C.
Assumendo che la parete interna del serbatoio di acciaio sia a 0 C , calcolare: il flusso termico
verso lacqua ghiacciata e la quantit di ghiaccio che fonde durante un giorno intero (il calore di
fusione del ghiaccio a pressione atmosferica 333.7 kJ/kg). (Risposta: 78.4 W, 20.3 kg).

Svolgimento

Te T1 15 C 288.15 K
Ti T2 0 C 273.15 K

1 2 0.15
q fusione 333.7 [kJ / kg]
t 24 [h] 86400[s]
?
a) Q
b) mghiaccio?

a)
Nellipotesi di condizioni termiche costanti nel tempo e uniformi per lintero serbatoio, la
trasmissione di calore stazionaria e monodimensionale.
Tenendo presente i diametri interno ed esterno del serbatoio, le aree della superficie interna ed
esterna sono:
A1 = Ai = D1 2 = [2 m + (0,005 m 2)]2 = (2,01 m)2 = 12,69 m2

A 2 A e D 2 2 [m] 0,005[m] 4 0,015[m] 2 2,05 [m 2 ] 13,2 [m 2 ]


2

Lo scambio termico radiativo tra due superficiegrigie ricavato con la seguente equazione dalla tab.
a pag.715 :

2
8
2
4
4
4
A1 T2 T1 12,69[m ] 5,67 10 [W/m K ] (273,15[K]) (288,15[K]) 78.83[W]
Q
1
12,69[m 2 ] 1

1 A1 1

1
2
0,15 13,2 [m ] 0,15
1 A 2 2

Quindi il flusso termico verso lacqua ghiacciata risulta essere pari a 78.83 [W.]

b)
Sapendo che per sciogliere un kg di ghiaccio a 0C necessaria unenergia pari a 333,7 kJ, la
quantit di ghiaccio che si scioglier durante un periodo di 24 h determinato con la seguente
relazione:

m ghiaccio

Q
q fusione

dove :
t
QQ
Per cui sostituendo i dati nell' equazione ottengo che la quantit di ghiaccio che fonde durante un giorno intero :
m ghiaccio

0,0788[kJ / s] 86400[s]
20,35 [kg]
333,7 [kJ / kg]

46.

ACUSTICA APPLICATA
Esercizio 46
46)Una sorgente sonora posta in un campo libero emette uniformemente in tutte le direzioni e
produce alla distanza di 1 metro il livello di intensit di 100 dB.
Calcolare:
Il livello di potenza sonora emessa dalla sorgente.
Il livello di intensit che si ha alla distanza di 25 m. (Risposta:110,99 dB; 72,04 dB).
Svolgimento:
Svolgimento
L I,1 m LIS1m 100 [dB]
r1 1[m]
r2 25 [m]
a) L w ?
b) L I, 25 m ?

I
L I 10 log
I rif.

I rif. 10-12 [W / m 2 ]

I
100 [dB] 10 log -12
10 [ log I - log 10-12 ]
2
10
[W
/
m
]

100[dB] 10 log I 120


- 20[dB] 10 log I
I 10- 2 0.01[W / m 2 ]
w I 4 r12 0.01[W / m 2 ] 4 3.14 12 [m 2 ]
w 0.1256[W]
w rif. 10-12 [W]
w
L w 10 log
w rif.
L w 111dB

0.1256[W]
10 log 10

-12
10 [W]

b)
I

w
0.1256[W]

2
4 r2 4 3.14 252 [m 2 ]

I 1.599 10-5 [W /m 2 ]
I
L I 10 log
I rif.

1.599 10-5 [W /m 2 ]
10 log
72.04[dB]
-12
2
10 [W / m ]

Esercizio 47.
47)Un motore produce un livello di potenza sonora di 102 dB in un ambiente di 20x50x12 m3 , le
cui paretiminori (altezza 12 m) sono caratterizzate da un coefficiente di assorbimento 0,3 e le altre
da coefficiente di assorbimento 0,6. Calcolare:
Il tempo di riverberazione secondo Sabine.
Il livello di intensit sonora nellambiente. (Risposta: 1,13 s ; 69,7 dB)
Svolgimento:

LWS L w 102 [dB]


V 20 50 12 12000[m 3 ]
h 12 [m]
a 1 0.6
a 2 0.3
a) T60 ?
b) L p ?

a)

T60 TR 0.161

V
ai Si

T60 tempo di riverberazione


ai - fattore di Sabine o apertura equivalente
Si superficie della parete o delloggetto interno della sala

Smin 2 (12 50 [m 2 ] 20 12 [m 2 ]) 1680[m 2 ]


Smagg 2 (20 50 [m 2 ] ) 2000[m 2 ]
T60 0.161[s]
T60 1.1338[s]
b)

12000[m 3 ]

0.3 (1680) 0.6 (2000)

L p L p,d L p, r
4
Q

L p,d L w 10 log
102 [dB] 10 log
97.03[dB]
2
4 d
4 3.14 1
4
L p, r 10 log
R
R

Si

1- am

am

0.161[s] V
Stotale TR

Stotale Smin Smagg 3680[m 2 ]

am

0.161[s] V 0.161[s] 12000[m 3 ]

0.463
Stotale TR
3680[m 2 ] 1.1338[s]

Si

1- am

1704[m 2 ]
3173.18[m 2 ]
1 - 0.463

4
4

L p, r 10 log 10 log
- 29 [dB]
R
3173.18
L p L p,d L p, r 97.03[dB] (-29)[dB]
L p 68.03 [dB]

Esercizio 48.
48) La parete di separazione di un ambiente dallesterno costituita da muratura dellestensione di
12 m2 comprensivi della finestra di 1,4 x 1,5 m. Il potere fonoisolante della parete opaca R = 54
dB, quello del vetro e del serramento R = 24 dB. Il livello di rumorosit esterno LJ = 100 dB.
Lambiente interno ha un volume di 48 m3 , il pavimento di 16 m2 ha coefficiente di assorbimento
pari a 0,5; le pareti laterali ed il soffitto hanno coefficiente di assorbimento pari a 0,3.
Determinare Il livello di potenza acustica entrante nellambiente e Il livello di intensit
dellambiente interno (Risposta 79,2 dB; 64,9 dB.)
Svolgimento:

A parete 12 [m 2 ]
A finestra (1,4 1,5) [m 2 ] 2,1 [m 2 ]
R parete 54 [dB]
R' vetro 24 [dB]
L J 100 [dB]
V 48 [m 3 ]
A pavimento 16 [m 2 ]
a pavimento 0,5
a soff/paret i 0,3

a) L W ?
b) L I ?

a) Lisolamento acustico una grandezza che caratterizza il grado di protezione dal rumore
offerto da un componente edile nei confronti di una sorgente sonora posta al di l di questo.

Detti allora, L1 e L 2 i livelli di pressione sonora misurati rispettivamente nell' ambiente disturbante e disturbato,
l'isolamento acustico definito dalla seguente relazione :
A
a
S
Essendo a 0 per le pareti principali sempliciin muratura, allora il potere fonoisolante risulta essere:

D L1 - L 2 R 10 log

R
R'
A parete A finestra 10 10 A finestra 10 10
R -10 log

A parete

1
9,9 10- 5410 2,1 10 2410 m 2 31,55 dB
10 log

2

12 m
Il livello di pressione sonora dell'ambiente disturbato definito applicando la formula inversa del potere
fonoisolante, cio :
L 2 L1 R 10 log

A
S

dove :
L1 20 log

dalle tabelle si ricava che : 10 Pa densit superficiale della parete L1 20 log

A a 2 A parete 4 a1 A soff a 2 A pav 0,3 12 m 2 4 0,5 16 m 2

2,26
S
A parete
12 m 2

10 Pa
113,98 dB
2 10 5 Pa

Ora che tutti i dati sono noti, sostituendoli nell'equazione ottengo che :
L 2 (113,98 31,55) dB - 10 log (2,26) 78,89 dB
L' intensit sonora un' energia specifica (cio per unit di superficie) definita cos :
I

W
A parete

Allora la potenza sonora considerando che l'intensit sonora la ricavo dalla tabella ed equivale a 10- 5 W/m 2 risulta
essere pari a :
Wparete I A parete (10 5 W/m 2 ) (12 m 2 ) 0,00012 W
Il livello di potenza acustica entrante nell'ambiente ricavato con la seguente equazione :
W
L W 10 log
W0
ma : W0 1012 W
Quindi dato che tutti i dati sono noti, sostituendoli neel'equazione del livello di potenza sonora ricavo che questo
risulta essere pari a :
0,00012
L W 10 log
80,79 dB
12
10

b) determino lintensit sonora con la seguente relazione

Wparete
A totale

La potenza sonora la conosco gi perch l' ho ricavata nel primo passo del problema, mentre l' area totale, dato
dalla risulta somma tra l'area del pavimento e delle pareti risulta essere:
A totale A pavimento A pareti (12 m 4) (16 m 4) 80 m 2
quindi l'intensit sonora risulta essere pari a :
0,00012W
0,0000015W/m2
80 m 2
Adesso sapendo dalle tabelle che l'intensit sonora di riferimento risulta essere pari a 10-12 W/m2 posso ricavare

con la seguente equazione ci che richiede il secondo punto del problema, e cio il livello d' intensit dell'ambiente
interno :
I
0,0000015W/m2
61,76 dB
L I 10 log 10 log
12
2
10 W/m

I0

Esercizio 49.
49) Un locale separato dallesterno da una parete di 16 m2 di potere fono isolante pari a 40 dB.
Il livello di rumorosit esterna (intesa come livello di intensit sonora) vale 80 dB.
Il locale ha un tempo di riverberazione 60=0,8 s ed un volume di 64 m3.
Per ridurre il livello di intensit sonora nel locale di 5 dB, rispetto al valore attuale, si decide di
sospendere al soffitto dei pannelli di materiale fonoassorbente. Sapendo che il coefficiente di
assorbimento sonoro medio dei pannelli vale 0,6, calcolare:
- il valore iniziale del livello di intensit sonora nel locale;
- la superficie complessiva dei pannelli da installare. (Risposta:36 dB; 46,1 m2.)
Svolgimento
olgimento:
L1 80 [dB]

R potere fonoisolante 10 log


V 64 [m 3 ]
Sd 16 [m 2 ]
T60 0.8 [s]
a m 0.6
L 2 5 [dB] L 2, in L 2, fin
a) L 2, in ?
b) S totale ?

Wincidente
40 [dB]
Wtrasmessa

a)
Il potere fono isolante proprio di quegli elementi che costituiscono la barriera acustica tra
lambiente disturbante e lambiente disturbato.
Esso definito dalla seguente relazione:
R L1 - L 2 10 log

Sd
Sd
L1 - L 2 10 log
V
A
0.161
T60

L1 - livello pressione sonora ambiente disturbant e


L 2 - livello pressione sonora ambiente disturbato
Sd - superficie divisorio
il livello di pressione sonora dell'ambiente disturbato, vale :

L 2,in

Sd
L1 - R 10 log

V
0.161 T
60

2
16
[m
]
40.94 [dB]
80 - 40 [dB] 10 log

64 [m 3 ]
0.161

0.8 [s]

b)
L 2 , fin L 2 - L 2 40.94 [dB] - 5 [dB] 35.94 [dB]
S totale
;
L 2 ,fin L1 - R 10 log
A

a
*
S
m

16

35.94[dB] 40 10 log
;
12.88 0.6 * S
35.94 40 10( 1.204 - log (12.88 0.6 * S));
52.04 35.94 10 log(12.88 0.6 * S )
1.61 log(12.88 0.6 * S )
101.61 12.88 0.6 * S
S 46.43[m 2 ]

ILLUMINOTECNICA
Esercizio 50.
50) Un apparecchio illuminante ha indicatrice di emissione con asse rivolto verticalmente verso il
basso, rappresentabile con lespressione I = I0cos.
Si vuole ottenere un illuminamento massimo di 750 lux sul piano orizzontale posto 10 m sotto il
punto di sospensione.
Calcolare:
Il valore dellintensit I0
Il flusso luminoso emesso dallapparecchio illuminante.
Il valore dellilluminamento sul piano orizzontale illuminato, ma a distanza di 5 m dalla verticale
sotto il punto di sospensione. (Risposta: 75000 cd; 235619 lm; 480 lux.)
Svolgimento:

I I 0 cos
R 10 [m]
E max 750 [lux ]
a) I 0 ?
b) Emessa ?
c) E R 5 [m] ?

a)
Lilluminamento definito dalla seguente relazione
Ep R 2
cos
E p I 2 I
cos
R
Con 0cos 1si ha che I I 0
I 0 E max R 2 cos 750 [lux] 10 2 [m 2 ] 1 75000[lux m 2 ]
I 0 75000[cd]

b) Dalla relazione dellintensit luminosa si ottiene che il flusso luminoso vale:


applicando formula:

Emessa x I 0 75000 [cd] 235619 [lm]


c) Il valore dellilluminamento sul piano orizzontale illuminato a 5 m dalla verticale sotto il punto di
sospensione determinato con la seguente equazione:

E max E R 5 [m]
I 0 E max R 2
ER

I 0 75000[cd]
2 2 3000[lux]
R2
5 [m ]

Esercizio 51.
51) Un tavolo di lavoro, di area in pianta 3 m2, allinterno di un ambiente chiuso deve essere
illuminato con lampade poste immediatamente al di sopra di esso. Le lampade sono fluoresecenti
(efficienza luminosa 40 lm/W) poste in apparecchi illuminanti caratterizzati da un coefficiente di
utilizzazione pari a 0,68, con un coefficiente di decadimento di 0,9. Lilluminamento voluto di
600 lux.
Determinare:
- Il flusso luminoso delle lampade;
- la potenza elettrica consumata dalle lampade. (Risposta:2941 lm; 73 W.)
Svolgimento:

40 [lm / W]
Fu 0.68
MF 0.9 coefficiente di decadimento
E 600 [lux]
A 3 [m 2 ]
a) u ?
b) L ?
a) Il flusso luminoso delle lampade determinato con la seguente relazione
u

EA
600 [lux] 3 [m 2 ]

Fu MF
0.68 0.9

u 2941.18[lm]

b) lefficienza luminosa determinata dalla seguente formula

2941.18[lm]
L u
73 [W]

40 [lm / W]

Esercizio 52.
52) In una stanza di 3 x 4 x 5 m con pareti aventi fattore medio di rinvio pari a 0,3, entra luce da una
finestra della superficie utile di 1,7 m2. Sullesterno della finestra arriva radiazione solare
producendo un illuminamento medio sul vetro pari a 20000 lux, la trasparenza del vetro (nel campo
del visibile) 0,9. Se lilluminamento su una superficie orizzontale esterna,
riparata
dallirraggiamento solare diretto, vale 10000 lx, determinare:
- Lilluminamento medio Em allinterno della stanza.
- Il fattore di luce diurna (o daylight factor) DF.
(Risposta:465 lux; 0,046.).
Svolgimento

V 3 [m] 4 [m] 5 [m] 60 [m 3 ]


A finestra 1.7 [m 2 ]
A pavimento 20 [m 2 ]
E 20000[lux]
E 10000[lux]
Trasparenz a vetro 0.9
Fattore medio di rinvio 0.3
a) Em ?
b) DF ?
a) lilluminamento sulla superficie orizzontale esterna definita:

A finestra

ricavo il flusso sulla superficieorizzontale

E A finestra 20000[lux] 1.7 [m 2 ] 34000[lux m 2 ]


34000[lm ]
sapendo che il flusso utile uguaglia l' illuminamento medio sul pavimento :
Trasparenz a vetro Fattore medio di rinvio Em A pavimento
ricavo l'illuminamento medio all'interno :
Em

Trasparenz a vetro Fattore medio di rinvio 34000[lm] 0.9 0.3

459 [lux ]
A pavimento
20 [m 2 ]

b) Il fattore di luce diurna o daylight factor definito dal rapporto tra lilluminamento medio sul
vetro della finestra e lilluminamento sulla superficie orizzontale esterna(pag.443):

DF

Em
459[lux]

0.0459
E 10000[lux]