Sei sulla pagina 1di 4

Fisica : Formulario Meccanica

Moto Unidimensione: coordinata s=s(t) : velocit v=ds/dt ; accelerazione tangente aT= dv/dt
a=0 moto rettilineo uniforme; v= costante ; s(t)= s0+v*t
a= cost : moto rett. unif. accelerato; v(t)=v0+a*t e s(t)= s0+v0*t +1/2 a*t2
a = - 2x moto armonico; x(t) = A si n(*t+) = Ampiezza massima ; = fase iniziale
a =-kv moto smorzato

Moto piano curvilineo : Moto circ.

aT= dv/dt a2= aT2+aN2


Moto bidimensionale:
Caduta grave lanciato con v0 , angolo
( g= costante= accelerazione di gravit)
h max e gittata :

Impulso :

I, II, III legge di Newton.....


Lavoro ( grandezza scalare): def :

NB : lavoro di tutte le forza.

E. potenziale: forza peso : forza elastica:

In presenza di forze NON CONSERVATIVE passive ( il loro lavoro sempre negativo come per le forze di
attrito passivo) : EM(In) = EM(Fin) + | W(N.C.)| cio lenergia iniziale maggiore dellenergia finale

Momento di una forza


b = OH
b= braccio della forza Fb

momento angolare
TEOREMA
Momento Angolare

Teorema Vel. ed Accel. Relative .

Dinamica dei
sistemi Centro di
Massa
Teoremi del CM
o Equazioni Cardinali Meccanica

Conservazione

Teorema di Koenig
En. Cinetica Momento angol. angolare :
Lavoro dei sistemi : le forze interne possono svolgere lavoro

Urti tra punti materiali: NB: individuare forze impulsive e loro direzione (in genere causate dai vincoli )
Se non ci sono forze impulsive in una direzione -> Conservazione quantit di moto in quella direz.
Urto completamente anelastico Conservazione solo
quantit di moto :
Urto Completamente Elastico centrale

Corpo rigido r
r dp tot
ma CM =
dt
Corpo rigido in rotazione attorno asse fisso

Iz= Momento dinerzia rispetto asse z

segue

Teorema di Huygens- pieno


piena
Steiner

Lavoro di un momento M che descrive angolo d: se M=cost ---> W = M*

Moto puro rotolamento punto di contatto C fermo rispetto superficie;


vCM=r ; aCM= r ; Ek = ICM 2 + m vCM2 = IC 2
Spesso conviene scegliere come polo dei momenti il punto C di contatto.

Urti tra punto materiale e corpo rigido

o Corpo rigido vincolato le forze impulsive ( non note) agiscono sul vincolo quindi il loro momento
rispetto il vincolo come polo nullo. Quindi tale polo comodo negli urti.

o Corpo rigido libero ( nessun vincolo) tutti i punti sono equivalenti come polo; il sistema e il punto
materiale sono un tuttuno isolato sia prima che dopo lurto. La quantit di moto ed il momento
angolare si sonservano. L energia cinetica si conserva solo se lurto perfettamente elastico.
Calore 1 cal = 4.186 J numero di Avogadro: = ; R = 8.314 J/m/k
Pressione p= F/S

;
solidi e liquidi calore
specifico molare gas ->

Cambiamento di fase ( processo a T=costante) : Q = m


----------------------------------------------------------------------------------------------------------
SEMPRE
Primo Principio: Q =W +U

(pext=pgas se e solo se trasf. reversibile );

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

GAS IDEALI ; Espansione Libera: T= cost ( misurato) ; Energia Interna U = ncVT


; Relazione di Mayer :

TRASFORMAZIONI Gas Ideali


isocora V=cost -> W=0
Isobara P=cost -> W= p(Vfin-Vin) Wp=cost = nR(Tfin -Tin)
Isoterma T= cost -> W= W( pesterna ) ; -> PV= cost SOLO se Isoterma Reversibile W= nrT ln ( Vfin/Vin)

Adiabat. Q=0 -> W= - U ; SOLO se Adiabatica Reversibile PV = cost

Teoria cinetica dei gas Ideali

Ek= 3/2 KBT Energia cinetica media


gas monoatomico
Ek= L/2 KBT L = numero di gradi di libert adiabatica reversibile
isoterma reversibile

--------------------------------------------------------------- r mM r
Forza GRAVITAZIONALE ( forza tra due masse a distanza r , attrattiva ) : F21 = 2 u 12
r
=costante gravitazionale= 6.67 10-11 Nm2/kg2
r
r F21 Mr
G (r , M ) = = 2 u r
Campo Gravitazionale G a distanza r da M m r

Potenziale gravitazionale VG (M, r) nella posizione r (per r >R della massa M , r rispetto il centro della
massa M) ed energia potenziale gravitazionale Ep ; ( potenziale nullo allinfinto ). M
VG ( M , r ) =
r2 r
r m m m r
W / m 2 = G (r , m1 )dr = 21 dr = V (m1 , r1 , r2 ) = [( 1 ) ( 1 )] Mm
r1 r r1 r1 E p = = U (m, M , r )
r
r > RM

qq 1 qq
q q0 q F q ,q
ELETTROSTATICA - Forza tra q e q0: F q , q0 = k 2
ur = F q0 , q Campo E Eq = k ur = 0
r r 2
q0
1 C2
0 = = 8,8542 1012 k = 8,9875 10 9 Nm 2 / C 2 9 10 9 Nm 2 / C 2
4k Nm 2

Protone carica e mp = 1.6726 10-27 kg, R10-15m e = 1.602 10-19C


Neutrone neutro mn = 1.6749 10-27 kg, R10 m -15

elettrone carica -e me = 9.11 10-31 kg, R < 10-17m


r r r r r r
F = qE : Lavoro W = dW = F ds = q E d s 0 1 eV = e V = 1.6 10 19 1 = 1.6 10 19 J
C C C

B 1 J = 6.25 10 18 eV
r r
Definizione Differenza di Poteziale V B V A = ds
E
A

Conduttori : cariche libere di muoversi;


Conduttori in equilibrio: campo interno Einterno=0 ; potenziale sul conduttore: V= cost;

Esempi di campo Elettrico


r 1 q q q
Carica puntiforme: E q , = ur ; Potenziale Carica puntiforme: VB V A =
4 0 r 2 4 0 rB 4 0 rA
r
Piano Isolante inf. E = / 2 0 u N ; Potenziale Piano isolante V B V A = ( x B x A ) / 2 0
r
Piano conduttore inf. E = / 0 uN ;
r rB
r VB VA =
Filo infinito E = / 2 0 r ur ; Potenziale filo isolante 2 0
ln
rA
Energia Potenziale W = U e Conservazione Energia
1
m v 2 + q 0V E = Ek + U e =
2
Dipolo Elettrico r r Potenziale Dipolo nella posizione R individuata dal versore u
p = qa r r
p cos p u E(r, ) =
V
ur
1 V
V ( R) = = r r
u
4 0 r 2 4 0 r 2
r r r
Momento di un dipolo in Campo Elettrico esterno M == p E ; Energia potenziale dalla def. di lavoro :
r r
W = M d = pE sin d = U U e ( ) = pE cos = p E

0

0

Capacit : q ; Capacit in parallelo : ; Capacit in serie


C=
V1 V2 q
C eq = = C1 + C 2 1
=
1
+
1
, C eq =
C1C 2
V C eq C1 C 2 C1 + C 2
q q 4 0 R1 R2
C == = =
Capacita condensatore sferico V1 V2 q / 4R1 q / 4R2 R2 R1

Capacita condensatore piano C ==


0 Capacit condensatore cilindrico C = ln rA
h 2 0 rB
Energia Elettrostatica Condensatore 1 q2 1 1
Ue = = CV 2 = qV
2 C 2 2

Potrebbero piacerti anche