Sei sulla pagina 1di 27

Corso di Chimica

Docente: Prof. Francesco Geobaldo Dip. Scienza Applicata e Tecnologia Politecnico di Torino degli Abruzz Abruzzi 24 C.so Duca degl 4 I-10129 Torino (Italy) Tel. +39-011- 0904633 Fax +39-011- 0904699 E-mail: Francesco.geobaldo@polito.it Crediti: 8 DISPENSE SUL PORTALE DELLA D DIDATTICA! INDISPENSABILE PER LEZIONI E ESERCITAZIONI ESERCITAZIONI: Tavola Periodica http://didattica-online.polito.it Per il materiale protetto da password: Login: studente Password: na6021023 Libri di testo consigliati: FONDAMENTI DI CHIMICA M. Schiavello, L. Palmisano Ed. EdiSES Chimica M.S. Silberberg Ed. McGraw-Hill Quesiti di chimica, risolti e commentati A. Delmastro 1 S. Ronchetti- Casa Editrice Esculapio

1. CHIMICA & MATERIA 2. MATERIA: PROPRIETA 3. MATERIA: TRASFORMAZIONI 4. CHIMICA & ENERGIA 5. COME STUDIO LA MATERIA E LE SUE TRASFORMAZIONI? METODO SCIENTIFICO! 6 MATERIA: 6. ELEMENTO ELEMENTO, COMPOSTO O MISCELA? COME SI POSSONO DISTINGUERE E/O SEPARARE?

La L chimica hi i scienza i che h studia di la l materia i e le l sue propriet, le trasformazioni subite dalla materia e lenergia associata a tali trasformazioni (esempio: combustione).

Materia: TUTTO CIO CHE HA UNA MASSA E UN VOLUME (acqua, aria, sole, studenti,).

La chimica interessata in particolare alla composizione della materia, cio al tipo e alla quantit delle sostanze che la costituiscono (informazione qualitativa e quantitativa). Una SOSTANZA definita da una composizione i i chimica hi i d fi it e fissa definita fi ( l (elementi ti e composti). LA NOMENCLATURA CHIMICA E FONDAMENTALE, NON UN MERO ESERCIZIO DI MEMORIA! Ogni sostanza ha determinate propriet fisiche e chimiche 3

1. CHIMICA & MATERIA 2. MATERIA: PROPRIETA 3. MATERIA: TRASFORMAZIONI 4. CHIMICA & ENERGIA 5. COME STUDIO LA MATERIA E LE SUE TRASFORMAZIONI? METODO SCIENTIFICO! 6 MATERIA: 6. ELEMENTO ELEMENTO, COMPOSTO O MISCELA? COME SI POSSONO DISTINGUERE E/O SEPARARE?

FISICHE: sono quelle che una sostanza presenta di per s, senza interagire con o trasformarsi in unaltra sostanza: massa; colore; temperatura o punto di fusione, ebollizione; durezza; densit; conduttivit d elettrica; l stato di d aggregazione. Per determinarle, non necessario modificare lidentit delle sostanze (cio la loro FORMULA CHIMICA). CHIMICHE: sono quelle che una sostanza presenta quando si trasforma in e/o interagisce con unaltra sostanza (o altre sostanze): infiammabilit; corrosivit; reattivit con acidi, etc. Per determinarle, bisogna modificare lidentit delle sostanze. Pr. INTENSIVE: non dipendono dallentit del campione (p, T, d= m/V) Pr. ESTENSIVE: P ESTENSIVE dipendono dallentit del campione (m, V)
5

1. CHIMICA & MATERIA 2. MATERIA: PROPRIETA 3. MATERIA: TRASFORMAZIONI 4. CHIMICA & ENERGIA 5. COME STUDIO LA MATERIA E LE SUE TRASFORMAZIONI? METODO SCIENTIFICO! 6 MATERIA: 6. ELEMENTO ELEMENTO, COMPOSTO O MISCELA? COME SI POSSONO DISTINGUERE E/O SEPARARE?

Una sostanza subisce una trasformazione fisica quando modifica la sua forma fisica (stato di aggregazione), non la sua composizione (subisce un cambiamento o transizione di stato). Una trasformazione fisica d origine a differenti propriet fisiche: quando il ghiaccio fonde cambiano la durezza, densit, fluidit, ma il campione non ha cambiato la sua identit chimica: sempre acqua. Una trasformazione fisica causata da una variazione di temperatura pu essere generalmente invertita con la variazione opposta di temperatura, mentre una trasformazione chimica generalmente no.

Avviene una trasformazione chimica (reazione chimica) quando una (o pi sostanze) si trasforma (trasformano) in una differente sostanza (differenti sostanze). Esistono vari tipi di reazioni chimiche, ma tutte si possono esprimere formalmente con delle EQUAZIONI Q CHIMICHE, , IN CUI SI RIPORTANO LE FORMULE DEI REAGENTI E DEI PRODOTTI NELLE ESATTE PROPORZIONI 8 STECHIOMETRICHE.

La materia di presenta comunemente in tre forme fisiche o STATI DI AGGREGAZIONE: solido, liquido e gassoso. I SOLIDI HANNO FORMA F E VOLUME E PROPRI P P I LIQUIDI HANNO VOLUME PROPRIO, MA ASSUMONO LA FORMA DEL RECIPIENTE formando una superficie. superficie I GAS NON HANNO NE FORMA NE VOLUME PROPRI: il gas si espande nel recipiente riempiendolo completamente.

10

Le propriet e le trasformazioni delle sostanze (comportamenti macroscopici osservabili) sono le conseguenze delle propriet e del comportamento microscopici.
difficile immaginare una qualsiasi manifestazione della nostra vita quotidiana in cui la chimica non sia in qualche modo coinvolta. Tutto, u , infatti, f , attorno a noi ed in noi, , chimica: m attorno a noi nei fenomeni naturali indispensabili per la vita, come la fotosintesi, e nei prodotti artificiali di primaria importanza per la civilt, come i farmaci, i fertilizzanti, le materie plastiche, i semiconduttori ed i detergenti; in noi perch il funzionamento o il mal funzionamento del corpo umano regolato da reazioni chimiche. La vita chimica in azione. Senza fare del riduzionismo, si pu dire che tutte le manifestazioni della vita, comprese quelle che chiamiamo categorie m t li (l'apprendimento, mentali (l' dim t l la m m i memoria, il pensiero, i l'esperienza e i sogni) sono, in ultima analisi, il risultato di reazioni chimiche, sia pure cos complesse da non poter essere, almeno per ora, interpretate. V. Balzani
11

12

1. CHIMICA & MATERIA 2. MATERIA: PROPRIETA 3. MATERIA: TRASFORMAZIONI 4. CHIMICA/MATERIA & ENERGIA 5. COME STUDIO LA MATERIA E LE SUE TRASFORMAZIONI? METODO SCIENTIFICO! 6 MATERIA: 6. ELEMENTO ELEMENTO, COMPOSTO O MISCELA? COME SI POSSONO DISTINGUERE E/O SEPARARE?

13

Lenergia totale posseduta da un corpo la somma di: -en. potenziale che il corpo possiede in virt della sua posizione; - en. cinetica (di movimento) che il corpo possiede in virt del d l suo movimento (moto). ( ) -Lenergia si conserva, non pu essere distrutta, ma si converte da una forma in unaltra. Tutte le trasformazioni fisiche e chimiche sono accompagnate da variazioni di energia: la materia costituita da particelle cariche positivamente o negativamente le quali esercitano fra loro forze elettrostatiche attrattive o repulsive. repulsive Quando si compie un lavoro per separare una particella positiva da una negativa, lenergia potenziale aumenta. Lenergia potenziale chimica di una sostanza dovuta alle posizioni e alle interazioni delle sue particelle. Le sostanze pi ricche di energia sono meno stabili e attraverso una trasformazione fisica o chimica si trasformano in una forma pi stabile o una sostanza pi stabile in determinate condizioni (p, T).

14

15

1. CHIMICA & MATERIA 2. MATERIA: PROPRIETA 3. MATERIA: TRASFORMAZIONI 4. CHIMICA & ENERGIA 5. COME STUDIO LA MATERIA E LE SUE TRASFORMAZIONI? METODO SCIENTIFICO! 6 MATERIA: 6. ELEMENTO ELEMENTO, COMPOSTO O MISCELA? COME SI POSSONO DISTINGUERE E/O SEPARARE?

16

Un esperimento ben progettato controllato e deve dare dei risultati riproducibili

Le singole informazioni quantitative sono dette dati

Le leggi naturali sono spesso riassunte in termini matematici. Es. di legge naturale: conservazione della massa

17

1. CHIMICA & MATERIA 2. MATERIA: PROPRIETA 3. MATERIA: TRASFORMAZIONI 4. CHIMICA & ENERGIA 5. COME STUDIO LA MATERIA E LE SUE TRASFORMAZIONI? METODO SCIENTIFICO! 6 MATERIA: 6. ELEMENTO ELEMENTO, COMPOSTO O MISCELA? COME SI POSSONO DISTINGUERE E/O SEPARARE?

18

ELEMENTO: E IL TIPO DI MATERIA PIU SEMPLICE, CON PROPRIETA FISICHE E CHIMICHE ESCLUSIVE. E UNA SOSTANZA COSTITUITA DA UNA SOLA SPECIE PE E DI D ATOMO. OGNI ELEMENTO HA UN NOME: ES. SILICIO, CARBONIO, OSSIGENO, AZOTO, IDROGENO ED UN SIMBOLO CORRISPONDENTE (Si, C, O, N, H...) OGNI ELEMENTO HA CARATTERISTICHE PROPRIETA MACROSCOPICHE PERCHE HA PROPRIETA ATOMICHE (MICROSCOPICHE) UNICHE. Gli elementi esistono per la maggior parte come atomi singoli (es. gas neon), ma alcuni elementi esistono in natura in forma molecolare (es. H2, O2, N2). Una molecola ununit strutturale indipendente costituita da due o pi atomi legati chimicamente tra di loro. Gli atomi possono essere dello stesso elemento (H2) o di elementi diversi (H2O). H2 una molecola biatomica; esistono molecole poliatomiche.

19

20

UN COMPOSTO E UN TIPO DI MATERIA (UNA SOSTANZA) COSTITUITO DA DUE O PIU ELEMENTI DIVERSI LEGATI CHIMICAMENTE TRA DI LORO, NON SEMPLICEMENTE MISCELATI! ES. H2O, NH3, CO2, CO, CH4 IN UN COMPOSTO, I VARI ELEMENTI SONO PRESENTI IN RAPPORTI FISSI IN MASSA UNA MOLECOLA DI UN COMPOSTO E COSTITUITA DA NUMERI FISSI DI ATOMI DEGLI ELEMENTI COMPONENTI: UNA MOLECOLA DI NH3 CONTIENE 3 ATOMI DI H E 1 DI N. N

Un composto ha delle propriet diverse da quelle degli elementi che lo compongono. compongono

21

22

UNA MISCELA E UN GRUPPO DI SOSTANZE (ELEMENTI E/O MESCOLATE FISICAMENTE.

DUE O Pi COMPOSTI)

A DIFFERENZA D FFE EN D UN DI N COMPOSTO: P a) I COMPONENTI DI UNA MISCELA POSSONO VARIARE NEI LORO RAPPORTI IN MASSA. UNA MISCELA, NON AVENDO UNA COMPOSIZIONE FISSA, , NON E UNA SOSTANZA. b) UNA MISCELA HA PROPRIETA SIMILI A QUELLE DEI SUOI COMPONENTI c) LE MISCELE POSSONO ESSERE SEPARATE NEI LORO COMPONENTI CON METODI FISICI, I COMPOSTI NO! SOSPENSIONI (ES. SABBIA IN ACQUA): dimensioni approssimative delle particelle > 10.000 10 000 (1 = 1010 m) DISPERSIONI (ES. AMIDO IN ACQUA): dimensioni approssimative delle particelle 10 10000

23

24

Il metodo di separazione dei componenti di un sistema deve sfruttare quella particolare propriet fisica per cui i componenti del sistema differiscono tra di loro. loro
25

Liquido e solido non miscibili: filtrazione

Due liquidi con volatilit diverse o un liquido e un solido lid in soluzione: distillazione

Il metodo di separazione p dei componenti p di un sistema deve sfruttare quella particolare propriet fisica per cui i componenti del sistema differiscono tra di loro.

26

27