Sei sulla pagina 1di 31

LA FIABA

&
LA FAVOLA
LA FIABA
Un mondo dove tutto è
possibile
CHE COS’E’ LA
FIABA?
La fiaba è un racconto di meraviglie e di magia, in cui agiscono esseri
soprannaturali (fate, streghe, orchi, folletti), sono presenti oggetti magici
(anelli, specchi ecc.) e accadono eventi che non possono essere spiegati con
leggi che valgono nella realtà.

MONDO
SOPRANNATURA
LE IN CUI TUTTO Ciò non provoca stupore né nei
E’ POSSIBILE personaggi né nel lettore
!
A differenza della favola, la fiaba presenta una
vicenda più articolata, ha sempre un lieto fine, non
ha come obiettivo primario quello di educare
attraverso una morale e, soprattutto, la sua
caratteristica principale è la presenza della magia
e di elementi magici.
FIAB PERCORSO DI FORMAZIONE
A di crescita

 L’EROE GIOVANE E INSESPERTO CON POTENZIALI VIRTU’

 PER INGENUITA’ COMPIE DEGLI ERRORI A CUI BISOGNA RIMEDIARE

 INTERVENGONO FORTUNA E PERSONAGGI (AIUTANTI O OPPOSITORI)

 INTERVENTO MAGICO CHE VA CONTRO LEGGI DELLA NATURA

 LIETO FINE
LE CARATTERISTICHE DELLA FIABA

RIPETITIVITA’ RIDUZIONE DEI


GENERICITA’ PERSONAGGI A «TIPI»

Dello schema narrativo,


Delle determinazioni di Assenza di
dei temi e delle formule
tempo e di luogo approfondimento
psicologico
Le fiabe iniziano con la formula “C’era una volta…”. I luoghi dove si svolgono le fiabe sono -Eroe
Le vicende narrate avvengono perciò in un tempo imprecisati -Antagonista
lontano e indefinibile. Qualche volta gli incantesimi e vaghi: una casetta, un palazzo, un -Aiutante
fermano il tempo persino per cento anni! castello,
un bosco, un villaggio, un lago.
L’ORIGINE DELLA FIABA E
IL GENERE NEL TEMPO

È antichissima e nasce come racconto POPOLARE tramandato ORALMENTE


soprattutto per un pubblico di BAMBINI.

Forse nacque quando gli uomini divennero agricoltori sedentari: le prove a cui
l’eroe deve sottoporsi rappresenterebbero i riti di passaggio compiuti dai ragazzi
per entrare nel mondo degli adulti.

Per FREUD la fiaba riflette i sogni e le paure dell’uomo

Per CALVINO nelle fiabe troviamo una spiegazione generale


Alcune della vita umana: il giovane che si allontana dalla casa paterna,
interpretazioni viene messo alla prova, si sposa
SCHEMA NARRATIVO
UN GIOVANE EROE SI ALLONTANA DA CASA
ATTRAVERSA UNA SERIE DI AVVENTURE
TROVA UN ANTAGONISTA CHE CON UN TRANELLO LO METTE ALLA PROVA
 SUPERAMENTO DELLA PROVA GRAZIE AD AIUTI (PERSONAGGI ED OGGETTI MAGICI)
RITORNO A CASA DELL’EROE CHE VIENE PREMIATO
PUNIZIONE DELL’ANTAGONISTA
I RUOLI DEI PERSONAGGI E LE FUNZIONI DI
PROPP
VLADIMIR PROPP Studioso russo

Ha scoperto che nelle


fiabe

PERSONAG SITUAZION AZIO


GI I NI
Si RIPETONO quasi
sempre
ha trovato quindi 31 funzioni

7 ruoli fissi per i PERSONAGGI per le SITUAZIONI/AZIONI


I
PERSONAGG
I
LE
FUNZIONI
Non sono mai tutte SON Sono le AZIONI dei
presenti in una O 31 personaggi in una fiaba
fiaba

Formano la STRUTTURA della


fiaba
Esempio
ALLONTANAMENTO (Cappuccetto Rosso si allontana da casa)
PROIBIZIONI O DIVIETO (La mamma raccomanda a Cappuccetto Rosso di
non deviare dal sentiero)
INVESTIGAZIONE (Il lupo  chiede a Cappuccetto dove sta andando)
TRANELLO (Il lupo distrae Cappuccetto facendole cogliere i fiorellini)
INFRAZIONE DEL DIVIETO (Cappuccetto si mette a raccogliere i fiori e
disobbedisce alla mamma)
DANNEGGIAMENTO (Il lupo arriva per primo a casa della nonna e la
mangia)
TRANELLO (Il lupo inganna Cappuccetto travestendosi da nonna)
DANNEGGIAMENTO (Il lupo mangia anche Cappuccetto)
LOTTA (tra il cacciatore e il lupo)
VITTORIA (Il cacciatore taglia la pancia al lupo ed escono fuori sane e salve
la nonna e Cappuccetto)
LA FAVOLA
Una riflessione morale
CHE COS’E’ LA
FAVOLA?
La favola è una narrazione piuttosto breve, i cui protagonisti sono sempre
quasi animali. Ha come obiettivo quello di trasmettere una morale. I
personaggi hanno caratteristiche antropomorfe: agiscono e parlano come gli
uomini.
CARATTERISTICHE

A volte troviamo l’ironia


Prevalgono sentimenti quotidiani Viene descritto un mondo
Mancano relazioni affettive (per esempio l’astuzia necessaria antieroico, cioè quello
tra i personaggi per sopravvivere, la cattiveria di tutti i giorni
dei prepotenti…)