Sei sulla pagina 1di 9

Appunti di Storia

Espe III

LA RIVOLUZIONE RUSSA
(1917-1924)
(lintero capitolo P3)

Cronologia della Rivoluzione:


1905: Prima Rivoluzione Russa nascita del primo Soviet 1917: Rivoluzione di Febbraio; Rivoluzione dOttobre 1918-21: Guerra civile e comunismo di guerra; III Internazionale (Comintern) 1921-28: Nuova Politica Economica (NEP) 1924: morte di Lenin 1927: potere assoluto a Stalin 1928: inizio dei piani quinquennali 1953: morte di Stalin 1956: XX Congresso del PCUS (Partito comunista dellUnione Sovietica); Krushev inizia la destalinizzazione

Glossario fondamentale:
A) Partiti e strutture politiche B) Luoghi C) Personaggi e mezzi di comunicazione

A) Partiti e strutture politiche


Partito bolscevico - bols = +, maggioritario - il gruppo socialista di maggioranza del Partito operaio socialdemocratico russo (POSDR, fondato nel 1898) - 1905: il gruppo bolscevico stato sciolto e perseguitato dalla polizia zarista, diviene gruppo di minoranza fino al 1917 - 1918: da questa data il gruppo bolscevico si chiamer PCUS Partito menscevico - mens = -, minoritario - il gruppo di minoranza del POSDR, ha riferimenti anche nella borghesia 1903: il POSDR si scinde in due componenti: - maggioranza: bolscevichi - minoranza: menscevichi 1905: I Rivoluzione Russa determina luscita di scena dei bolscevichi (Siberia, esilio), i menscevichi diventano la maggioranza, questa situazione dura fino al 1917

Appunti di Storia

Espe III

II

Partito socialista rivoluzionario (SR) - il centro del POSDR - si forma nel 1905, durante la I Rivoluzione russa - meno rivoluzionario del partito bolscevico - i bolscevichi si rivolgono alla massa operaia urbana - i SR: elettorato nella grande massa contadina russa POSDR = Bols + Mens + SR Partito cadetto - abbreviazione di partito costituzionale democratico (KD) - lunico vero partito che si oppone ai socialisti - di posizione liberale La Duma il parlamento russo riconvocato dallo zar nel 1905, in seguito di nuovo sciolto 1905: nobilt e liberali 1917 (fino ad ottobre): cadetti e menscevichi viene sciolta nel 1917 quando i bolscevichi prendono il potere

Il Governo - deriva dalla Duma - nel 1917 viene chiamato Governo provvisorio (GP), poich in attesa della Costituzione (che non verr mai scritta) - da marzo a novembre del 1917 formato principalmente dai moderati - I capo: il liberale Lvov - il capo pi importante: il menscevico Kerenskij Politburo (PB) - abbreviazione di comitato centrale - significa letteralmente ufficio politico Soviet ufficialmente: assemblea spontanea dei rappresentanti degli operai, dei soldati e dei contadini russi ogni localit ha il proprio soviet allinterno dei soviet cera un politburo

Soviet di Pietrogrado - il principale, dirige la nazione - dove operano i principali esponenti del partito bolscevico - nasce nel 1905, in seguito viene indebolito ed ha una funzione relativa - rinasce nel 1917 - lo strumento dei bolscevichi per prendere il potere

Appunti di Storia

Espe III

III

per la presenza di una Duma e di un Soviet si pu parlare, fino allottobre 1917, di DUALISMO DI POTERE (esistono contemporaneamente due poteri) Duma e GP: strutture politiche ufficiali, ma non riconosciute dal popolo Soviet e PB: strutture politiche riconosciute dal popolo, ma non ufficiali

B) Luoghi
Palazzo dInverno - palazzo imperiale a Pietrogrado - dal marzo 1917 diventer la sede della Duma e del GP - ottobre 1917: viene assaltato dai bolscevichi - oggi: Museo dellHermitage Palazzo Smolnij - era un monastero femminile, in seguito smonacato - sede del soviet di Pietrogrado Pietrogrado - nome dato alla citt di San Pietroburgo (1916-1926) - dal 1926 al 1991: Leningrado - oggi: San Pietroburgo Mosca fondata dallo zar Ivan II il Terribile dal 1918 torna ad essere la capitale dellURSS, per motivi difensivi ( pi accentrata)

C) Personaggi e mezzi di comunicazione


Vladimir Ilic Uljanov: Lenin (1870-1924) - etnia caucasica - famiglia borghese - avvocato - padre del comunismo sovietico, ispirato da Marx, ma modellato secondo gli elementi caratteristici russi - fondatore del POSDR e del gruppo bolscevico - esule in CH, parte nel marzo del 1917 da Zurigo (viaggia attraverso la Germania in un vagone blindato) - ispiratore della presa del potere - sostenitore della rivoluzione mondiale Lev Davidovic Bronstein: Trotzkij (1879-1940) - ucraino - kulaki (contadino agiato) - attivista politico - sempre amico e consigliere di Lenin (gi dal 1905)

Appunti di Storia -

Espe III

IV

viene deportato in Siberia, riesce a scappare negli USA diventa primo presidente del soviet di Pietrogrado poi membro del Politburo e commissario degli esteri (firmer la pace con la Germania alla fine della I GM) 1919: durante la guerra civile organizza lArmata rossa (lesercito bolscevico) ideologia: sostenitore della rivoluzione permanente e mondiale con Lenin (esportazione delle idee bolsceviche nel resto del mondo) si scontra con Stalin e viene espulso dallURSS, va in Messico malgrado lesilio Stalin teme Trotzkij: viene ucciso da un sicario stalinista a Citt del Messico lassassino us una piccozza per ucciderlo: sebbene riusc a colpirlo al cervello, la morte fu lenta ed estremamente dolorosa

Josif Vissarionovic Dzugasvili: Stalin (= uomo dacciaio) (1879- 1953) - georgiano (caucasico) - famiglia mugica (contadini poveri) - attivista politico - membro del POSDR - fu deportato in Siberia (1913-1918) - 1918: diviene commissario delle nazionalit - 1922: segretario personale di Lenin - in seguito: segretario generale del PCUS - fu fautore e sostenitore del comunismo in un unico paese - 1927: inizia la sua dittatura, stroncando lopposizione interna e avviando dopo la II GM il cosiddetto Imperialismo Sovietico Kamenev - Mosca 1883 - Mosca 1936 - bolscevico, ministro delleconomia dal 18 al 24 - sostiene Stalin alla presa del potere ma viene poi da lui epurato Zinoviev - Mosca 1883 - Mosca 1936 - bolscevico, presidente del Comintern (Terza Internazionale) - sostiene Stalin alla presa del potere ma viene poi da lui epurato Pravda (= verit) - giornale quotidiano - fondato pochi giorni prima della Rivoluzione dOttobre - organo ufficiale del partito bolscevico e poi del PCUS Iskra (=scintilla) - rivista di politica fondata in esilio in CH da Lenin - sar la portavoce del marxismo leninismo e poi delle idee di Stalin

Appunti di Storia

Espe III

Crisi:
-

rivolta operaia insubordinazione dei soldati intervento delle donne: mancanza del pane

sfociano nelle giornate di febbraio Il ritorno di Lenin (e le sue pretese): - il capo lui - i bolscevichi devono sostenere irrevocabilmente le tesi che aveva gi proposto a Kienthal - le tesi vengono espresse e ribadite in un documento, interno ai bolscevichi (un ordine interno), che diventer il programma della Rivoluzione bolscevica: Tesi di Aprile I contadini daranno sempre problemi nonostante lalleanza con gli operai. - Direttive di Lenin segrete date al suo arrivo a Pietrogrado - Intervento: democratico attraverso la Costituente o radicale - Governo: commissari politici (sistema dei) commissario della guerra commissario delle nazionalit * commissario degli affari esteri * gi al tempo degli zar la Russia aveva sottomesso diverse etnie (georgiani, kazaki, siberiani,); ognuna di queste popolazioni avrebbe voluto lautonomia. Promessa dei bolscevichi: autodeterminazione (creazione di un ministero di controllo di queste etnie) Occorre dimostrare di essere democratici: i bolscevichi indicono unelezione dellAssemblea Costituente (novembre-dicembre 17) - vincono i socialisti rivoluzionari - uno smacco per Lenin - le votazioni vengono annullate - i bolscevichi annullano lAssemblea Costituente e prendono il potere Filmato: Rivoluzione Russa e Comunismo - 2 milioni di soldati russi morti durante la I Guerra Mondiale - contadini russi: 80% della popolazione - promessa di un futuro felice senza classi sociali - idea di giustizia e di uguaglianza - dopo la rivoluzione Mosca divent la capitale - propaganda massiccia del comunismo (futuro radioso) - efficiente polizia segreta (organizzata da Lenin) - tutti i russi dovevano saper scrivere e leggere (obbligo e campagna di alfabetizzazione): apertura di nuove possibilit - stessi diritti tra uomo e donna (es.: stesso stipendio) - Lenin: direttore che dirige tutto, partito unico, ideologia di stato e complicato sistema di controllo

Appunti di Storia

Espe III

VI

Guerra civile:
i filozaristi con una parte della popolazione russa (conservatori) e sostenuti anche dalle nazioni europee si ribellano ai bolscevichi le nazioni europee vedono lURSS come un pericolo mortale bolscevichi: rossi ribelli: bianchi (per via del colore delle casacche) le nazioni europee organizzano anche una cintura sanitaria contro la diffusione del morbo comunista, cio una striscia di territori che dovevano fare da cuscinetto tra Russia e nazioni europee Lo Stato bolscevico viene assediato in un primo mento le nazioni europee hanno un leggero sopravvento poi avviene il miracolo comunista Trockij ottiene il commissariato di guerra oltre a quello degli affari esteri e organizza lArmata rossa e viene instaurato il comunismo di guerra: lorganizzazione economica e sociale tra il 1918 e il 1921 un regime molto duro improntato alla difesa del paese tutto deve essere rivolto alla produzione militare (a scapito della produzione agricola) tutta la produzione alimentare rivolta allesercito e le citt; ci comporta la requisizione forzata di tutte le produzioni agricole e punizioni (fucilazione) a chi non collabora questo causa una gravissima crisi alimentare, carestia, nel mondo contadino (vendetta personale di Lenin?) i comunisti riescono a recuperare tutti i territori persi i bianchi vengono sconfitti e i loro capi fuggono allestero gli eserciti stranieri abbandonano larea e instaurano una neutralit fino al riconoscimento e allaccettazione dellURSS nella Societ delle Nazioni (1934), ma verr poi espulsa nel 1939

NEP (NPE): Nuova Politica Economica


Poich si sono chiesti cos tanti sacrifici ai contadini, i comunisti passano ad una sorta di democrazia agraria (possibilit di vendere una piccola parte raccolto al mercato), comunque dura pochissimo, fino al 1927 Marzo 1919: Lenin promuove la fondazione della Terza Internazionale - propone lidea di una rivoluzione mondiale - la parola dordine rivoluzione comunista permanete e universale

Appunti di Storia

Espe III

VII

Gli Anni 20:


Dalla Fine della Prima Guerra Mondiale alla Crisi Americana del 29
(capitolo P2: pagine 111 (Wilson), 114-116 (paragrafi 2.10, 2.11)) 03.01.1918: il presidente degli Usa Woodrow Wilson propone unidea della futura Europa in una lettera divisa in 14 punti (I 14 punti di Wilson) che definiscono la futura Europa del dopoguerra, tenendo conto della vittoria dellIntesa Dopo alcuni mesi gli Imperi centrali crollano e i paesi dellIntesa si incontrano Nazioni vincitrici: USA, Francia, Gran Bretagna, Italia (lURSS viene considerata traditrice dei paesi dellIntesa a causa della sua guerra civile) USA Th. W. Wilson, presidente (1912-1920), democratico F G. Clemenceau, presidente del consiglio dei ministri (1917-1920), liberale GB David Lloyd-George, primo ministro (1918-1922), conservatore (tory) I Vittorio Emanuele Orlando, primo ministro e presidente del consiglio (1918-1919), liberale I trattati di pace diventano unimposizione alle nazioni sconfitte (i tedeschi chiameranno il Trattato di Versailles Diktat)

Trattati di pace: Germania: Austria: Bulgaria : Turchia : Ungheria : Versailles (28.06.1919) Saint Germain-en-Laye (10.09.1919) Neuilly sur Seine (27.09.1919) Svres (10.08.1920) Trianon (giugno 1920)

Tutti gli sconfitti devono accettare la presenza nel loro territorio di una repubblica, annullando le monarchie. Questi trattati sono di carattere geopolitico, ma quello di Versailles comprende anche altri aspetti.

Appunti di Storia

Espe III

VIII

Conseguenze geopolitiche:
Germania: - a occidente perde lAlsazia, la Lorena e la Saar, che vanno alla Francia - la Saar viene attribuita alla Francia su mandato internazionale, con la clausola che dopo 15 anni ci sarebbe stato un referendum: nel 1935 un plebiscito fa tornare la Saar alla Germania - la Francia (e anche il Belgio) occuper la regione della Ruhr dal 1923 al 1925, perch la Germania non rimborsa i debiti di guerra - a oriente viene ridotta la Prussia orientale e separata dal corridoio di Danzica - (le nazioni baltiche derivano dalla disgregazione della Russia e fungono da nazioni cuscinetto) - la Germania perde le colonie in Africa, che vanno alla Francia e alla Gran Bretagna - le colonie tedesche in Oceania vanno alla Francia e agli USA Austria Ungheria: - abolizione dellImpero - nascita di numerose nazioni in base allautodeterminazione dei popoli (nazioni omogenee): Austria (parte tedesca dellex-Impero) Ungheria Trentino Alto Adige e Trieste (vanno allItalia) Cecoslovacchia (parte slava settentrionale dellex-Impero) nazioni Romania (si ingrandisce) cuscinetto Polonia (si ingrandisce assorbendo una parte del ex-impero) Jugoslavia (comprende Serbia, Bosnia, Croazia, Kosovo, Slovenia, Macedonia; sarebbe stata un regalo di Wilson e Clemenceau alla Serbia) Turchia: - si dissolve come lAustria Ungheria - 1921: cade lultimo sultano - la Turchia diventa una repubblica con capitale ad Ankara - il resto viene preso da Francia e Gran Bretagna - Francia: Siria e Libano - Gran Bretagna: Iraq, Palestina, Egitto - questi paesi (Iraq, Siria,) diventano dei mandati ( protettorati): F e GB ne erano responsabili e il controllo serviva a portare allindipendenza

(nota: il cordone (o cintura) sanitario, che andava dal Mar baltico al mediterraneo, impediva qualsiasi contatto tra Russia e Occidente)

Appunti di Storia

Espe III

IX

Trattato di Versailles: - condizioni geopolitiche; (vedi sopra) - condizioni militari; (*) - condizioni economiche (per le riparazioni di guerra); (le vedremo in seguito)
La Germania considerata unica responsabile della Prima Guerra Mondiale e come tale deve subire delle conseguenze pi dure: (*): lesercito tedesco limitato a 115'000 uomini e 4'000 ufficiali con compiti di polizia viene abolita laviazione (fino al 34) viene limitata la marina (niente corazzate n portaerei, gli U-boat vengono ridotti) restrizioni sulla fabbriche darmi e munizioni imposto il divieto di insegnare scienze militari il controllo in mano a commissari internazionali della Societ delle Nazioni

Societ delle Nazioni:


nasce il 10 gennaio 1920 sede: Ginevra (Palais Wilson) fu voluta da Wilson, ma rifiutata dagli USA scopo: riunire tutte le nazioni in unassemblea fin dallinizio sorgono dei problemi: mancano le grandi sconfitte della I Guerra Mondiale: Germania (esclusa fino al 1926) e URSS (considerata traditrice, entra nel 34 ed esce nel 39) mancano gli USA, i quali vedevano in Wilson lideatore di questa societ, ma nel 1920 iniziano una politica di isolazionismo; nel novembre 1919 il senato americano respinge il Trattato di Versailles queste assenze indeboliscono la Societ delle Nazioni sebbene Gran Bretagna e Francia fossero presenti, la societ rimaneva debole la Societ delle nazioni comprende solo nazioni europee (anche la Svizzera) e il Giappone (che esce nel 31) strumenti della SdN: strumenti economici: sanzioni sanzioni: obblighi o divieti di tipo commerciale che venivano imposti alle nazioni non in regola (non influiscono molto le decisioni delle nazioni) 1931: il Giappone, di fronte alle sanzioni economiche imposte dopo loccupazione del nord-est della Cina, esce dalla SdN 1935: lItalia fascista attacca lEtiopia indipendente e ,dopo aver ricevuto le sanzioni, esce dalla SdN La Societ delle Nazioni si scioglier nel 1946, con la nascita dellONU