Sei sulla pagina 1di 3

Verifica su Cartesio

1M2
Alla fine della suo ragionamento deduttivo Cartesio arriva alle seguenti conclusioni:
1 * Io esisto
2 * Dio esiste
3 * Il mondo esiste
4 Io esisto, ma solo come "res cogitans"

2S1
Cartesio considera ogni corpo celeste come un vortice di particelle, separato dagli altri dal vuoto in-
tracosmico.
1 * FALSO
2 VERO

3S2
Che ruolo ha la fede in Cartesio?
1 * La fede non ha nessun ruolo nel percorso di ricostruzione della conoscenza, che Cartesio com-
pie in modo assolutamente per via razionale.
2 La fede è il presupposto della ragione che quindi ha bisogno del suo supporto per raggiungere la
verità. Come in Agostino "credo ut intelligam" Cartesio ripone un valore assoluto su un atto di fede
iniziale.
3 Cartesio propone un metodo razionale per arrivare alla verità, ma sostiene che la fede sia comun-
que indispensabile, in quanto proprio il cercare di dimostrare l'esistenza di Dio presuppone la fede
nel creatore.

4T3
Descrivi il rapporto tra distruzione delle certezze e morale provvisoria
(max 100 parole)

5S1
Il metodo dell'evidenza si basa su verità attestate in modo chiaro e distinto dai sensi
1 * FALSO
2 VERO

6S2
In che cosa consiste il metodo di indagine di Cartesio?
1 * Mediante il procedimento matematico Cartesio propone un metodo che può guidare nella ricer-
ca. Propone questo metodo come procedimento che per lui ha funzionato, senza volerlo imporre co-
me unico sistema di studio. Si basa sulle idee di evidenza, cioè che appare chiaro e distinto
2 Prendendo come esempio il procedimento della matematica Cartesio costruisce un metodo che
consenta un calcolo preciso e quantitativo dei fenomeni naturali. Tramite questo metodo la scienza
procede per evidenza, analisi, comparazione e enumerazione.
3 Mediante il procedimento matematico Cartesio propone un metodo che può guidare nella ricerca.
Sostiene che questo metodo è assolutamente sicuro e debba venire utilizzato per qualsiasi discipli-
na.

7S2
In che modo Cartesio riesce a dimostrare l'esistenza di Dio?
1 * Dopo il "cogito ergo sum" Cartesio riesce a dimostrare la propria esistenza come res cogitans.
Ma la res cogitans è fatta di idee, tra queste idee ci sono le idee innate e tra queste l'idea di Dio. Tra-
mite le prove dell'esistenza di Dio Cartesio riesce a dimostrare l'esistenza di quest'ultimo.
2 Dio interviene autonomamente: essendo bontà assoluta non può permettere che l'uomo si inganni
e quindi salva Cartesio dal vortice del dubbio che, tramite la fede, riesce a superare lo scoglio del
dubbio iperbolico.
3 Dopo il "cogito ergo sum" Cartesio riesce a dimostrare la propria esistenza come res cogitans.
Ma la res cogitans è fatta di idee, e tra queste ci sono le idee fattizie. Il fatto che siano idee prodotte
dal nostro spirito rende automaticamente chiara ed evidente l'esistenza di Dio che è appunto spiri-
tualità pura.

8T3
In che modo il dubbio metodico cartesiano differisce dal dubbio della filosofia scettica?
(max 100 parole)

9T3
L'immagine rappresenta l'anatra digeritrice (in francese Le Canard Digérateur) che era un automa
meccanico con le sembianze di un'anatra progettato da Jacques de Vaucanson nel 1739. Quali sono
le connessioni di tale oggetto con la filosofia di Cartesio? (max 100 parole).

10 T 3
L'immagine rappresenta una tavola tratta dagli studi di A. Borrelli, che aveva inaugurato un corso di
studi finalizzato alla ricerca fisiologica chiamato iatromeccanica. Questo movimento postula l'appli-
cazione delle leggi fisiche per l'interpretazione di particolari fenomeni.
Quali sono le connessioni di tale oggetto con la filosofia di Cartesio? (max 100 parole)

11 S 1
La certezza di sè come sostanza pensante conduce Cartesio a iniziare la propria ricerca dall'analisi
delle idee. In questa prospettiva Cartesio sostiene che l'argomento ontologico per dimostrare l'esi-
stenza di Dio è valido
1 * VERO
2 FALSO

12 S 1
La certezza iniziale è l'esistenza di sè come sostanza composta di anima e corpo
1 * FALSO
2 VERO

13 M 2
Per Cartesio i principi che costituiscono l'universo sono:
(scegli più risposte)
1 * estensione
2 * movimento
3 vuoto
4 atomi

14 S 2
Quale è il ruolo del dubbio nel percorso di ricostruzione della conoscenza effettuato da Cartesio?
1 * Il dubbio in Cartesio assume carattere di metodicità. In questo senso è utilizzato come strumento
per arrivare alla verità. Deve coinvolgere tutto, anche la matematica. In questo senso diventa dubbio
iperbolico.
2 La ricerca dell'evidenza porta Cartesio a sostenere che tramite il metodo del dubbio possiamo gra-
dualmente arrivare ad una conoscenza sicura: si deve dubitare solamente dei fenomeni che sono sot-
to osservazione e mediante la certezza dei procedimenti scientifici si può dissolvere il dubbio.
3 Il dubbio in Cartesio assume carattere di metodicità. In questo senso è utilizzato come strumento
per arrivare alla verità. Deve coinvolgere tutto, tranne la matematica. Diventa così iperbolico nel
senso che non può appunto intaccare le funzioni geometriche.