Sei sulla pagina 1di 52

-TRX IL:20/12/11 01.

19-NOTE:RCITTA
-MSGR - 20 CITTA - 1 - 20/12/11-N:RCITTA
7 Abbinamenti facoltativi (da aggiungere al prezzo del quotidiano). 7 Prezzi promozionali: nella provincia di Macerata q 0,70. Nelle restanti province delle Marche q 0,50.
7 Tandem con altri quotidiani (non acquistabili separatamente): nelle province di Brindisi e Lecce e Taranto Il Messaggero + Quotidiano q 1,00, la domenica con Tutto Mercato q 1,20. In Umbria e Abruzzo Il Messaggero + Corriere dello Sport-Stadio q 1,00
Nel Molise: Il Messaggero + Il Quotidiano del Molise q 1,00. Nella province di Reggio Calabria e Cosenza Il Messaggero + La Gazzetta del Sud q 1,00
ANNO 133 - N 346 e 1,00 Italia IL GIORNALE DEL MATTINO MARTED 20 DICEMBRE 2011 - S. LIBERATO
INTERNET: www.ilmessaggero.it
Sped. Abb. Post. legge 662/96 art. 2/19 Roma
di RICCARDO DE PALO
I
BIOGRAFI ufficiali
sostenevanochelana-
scita di KimJong-il fos-
se stata annunciata da
una rondine e salutata
da due arcobaleni e da
una nuova stella nel cie-
lo. Unamica della ma-
dre, Lee Min, raccont
cheil bambino, gi gras-
sottello e predestinato
alla dittatura, giocava
sempre con un fucile di
legno e, quando era con
i suoi compagni, voleva
essere per forza il co-
mandante. Un episodio
di quellinfanzia ovatta-
ta non fu mai chiarito.
ROMA K La Porta
Santa della chiesa di
SantaMariaMaggio-
re, allEsquilino, ha
subito seri danni a
causa dellazione di
un vandalo, un uo-
modi nazionalitro-
mena fermato dalla
polizia. Non ancora
chiaro il motivo del
gesto, che potrebbe
in realt nascondere
unmaldestrotentati-
vo di furto.
U
NO 007. Di quelli abituati a
vivere sottocopertura, inten-
sione continua, allestero e affron-
tandorischi elevatissimi. Che per
quellaseradi tardapri-
mavera, secondogli in-
quirenti che lo hanno
indagato, perse la te-
sta. Per il piordinario
dei motivi: lagelosia. E
forse la rabbia per il
corteggiamento che la
suadonnadovevasubi-
re da una persona mol-
to pi anziana di lei.
Sarebbe andata cos la sera del 13
giugno scorso in via Lanciani. Un
agente segreto del controspionag-
gio italiano, nome di battesimo
Giulio, avrebbe aspettato Raphael
Cohen(nellafoto) nellandrone del
palazzo al quartiere Nomentano.
Probabilmente lo ha insultato, for-
seharicevutounarispo-
stainsolente. Standoal-
laccusa, allafinehafat-
to quello che aveva in
testa da giorni: uccide-
re il commerciante del-
la comunit ebraica
che era diventato trop-
po insistente con una
delle dipendenti, che
eralasuafidanzata. Per
poi eludere le indagini con laiuto
di una donna. Forse una collega,
oppure semplicemente unamica.
Anche lei indagata per il delitto.
di MARIO AJELLO
L
IMUnon statainventata da Calde-
roli? Certo che s. Ma siccome la
Lega, da quando esiste questo partito,
almeno una volta allanno - o tre o quat-
tro, quando non al governo - annuncia
uno sciopero fiscale, adesso ci risiamo.
Come prima, quando lobiettivo era il
sanguisuga Prodi. Peggio di prima,
quando almeno insieme a Bossi anche
Berlusconi, ora defilato, gridava in brian-
zolo: No taxation without representa-
tion. Una volta (anzi, dieci) lotta contro
il canone Rai, poi puntualmente disattesa
dai padani che sinfischianodellaPadania.
B
UONGIORNO, Acqua-
rio! Conoscendo la vo-
stra sensibilit, suscettibili-
t e permalosit, necessa-
rio avvertirvi che lingresso
di Venere nel segno, questa
sera, sardisturbatodallac-
coppiata Luna-Scorpione.
Sarete provocati inamore e
infamiglia, mapotete sfug-
gire le inutili tempeste ver-
bali conla presenzadi ami-
ci in casa vostra o fuori.
Sorprendente giorno invece
per le persone sole: inarrivo
incontri passionali. Notevo-
le aumento delle possibilit
professionali, lerbadel vici-
no non sar pi verde della
vostra. Auguri!
RIPRODUZIONE RISERVATA
Sfidavincente
perlAcquario
CoreadelNord, mortoildittatorecomunistaKimJong-il
Lafinedel caroleader
ROMA KScontro sullar-
ticolo 18 tra i sindacati e il
ministro del Welfare Elsa
Fornero. Il governocercail
dialogo ma la controparte
vaallattacco: nessunamo-
difica. Ma la norma che
regola i licenziamenti, nel-
lopinione del ministro,
nonpu essere untabper
nessuno: Il mio era un
invitoal dialogo. Leparo-
le di chiusura dei leader
sindacali Bonanni, Camus-
soeAngeletti preoccupano
la Fornero non sul piano
personale ma soprattutto
per le implicazioni per il
Paese. Intantoil presiden-
te della Bce, Mario Dra-
ghi, parlando allEuropar-
lamento ha assicurato:
Continueremo a garanti-
re liquidit alle banche. Continua a pag. 18
D
ICIASSETTE arrestati, tra
cui anche calciatori di fama,
chevestironolazzurro, per il calcio
scommesse, epicentro Bergamo e
Cristiano Doni, link Singapore.
Loperazione di polizia, che il
secondotempo di quella dello scor-
so giugno, lhanno chiamata, con
ironia, last bet: lultimascommes-
sa. Non sar lultima scommessa,
perch, come ha detto il procurato-
re della Repubblica che si sta occu-
pando del caso, la manipolazione
delle partite continua. E anche in
questo momento, in qualche par-
te del mondo, su di un campo
qualunque, pu esserci una parti-
ta da poter addomesticare: la
perversione della globalizzazione.
ILDOVEREDELLAVERIT
Continua a pag. 18
ROMA K Hanno rapina-
to la banca in pieno pome-
riggio in piazza di Spagna,
travestiti da vigili urbani,
in barba ai sistemi di sicu-
rezzarafforzati per loshop-
ping natalizio. Poi con tut-
ta calma hanno riempito
alcuni piccoli trolley con il
bottino - pi di 250 mila
euro - e se ne sono andati
come tranquilli turisti ver-
so la fermata della metro-
politana, facendo perdere
le tracce e quasi certamen-
te salendo su uno dei con-
vogli. I quattro banditi (un
quinto era rimasto fuori)
che hanno fatto irruzione
nella filiale della banca
Unicredit, quella accanto
avicolodel Bottino, hanno
minacciato clienti e perso-
nalearmi inpugnoehanno
spintonato un cassiere. In
unaltrarapina aTaranto
stato ucciso un vigilante.
Continua a pag. 18
NonpagarelImu
lasolitaLega
LOMBARDI E VUOLO
A PAG. 11 ANGELONI, GUASCO E SPINI ALLE PAG. 8 E 9
Maxiblitz,Donitragliarrestati
Compravanoancorapartite
di SARA MENAFRA
CONTINUA A PAG. 18
Lippera a pag. 17
Draghi allEuroparlamento: continueremoagarantireliquiditallebanche
Scontrogoverno-sindacati
Articolo18, Forneroaccusa: sudi meparolepreoccupanti
CONTINUA A PAG. 13
CIMINI A PAG. 19 Loroscopo a pag. 27
CACACE, CARRETTA, CONTI, FRANZESE, GENTILI, LAMA, MAFFEO,
MANCINI, MARAZZA, PEZZINI E RIZZI DA PAG. 2 A PAG. 7
di GIORGIO ISRAEL
C
OSApufareil gover-
no Monti in tema di
politica dellistruzione en-
trolorizzontedi unannoe
mezzo? In sintesi: chiude-
re i dossier aperti pi ur-
genti e adottare sulle que-
stioni pi delicate una li-
nea mediana e prudente.
Tra i dossier aperti il pri-
mo della lista lo sblocco
della formazione dei nuo-
vi insegnanti. Nonostante
da tre anni sia pronto un
nuovo regolamento per la
formazione, tutto fermo
da allora.
uninterruzione in-
concepibile per un Paese
avanzato, che riduce lap-
pello quotidiano apriamo
le porte ai giovani a un
insopportabile esercizio di
retorica. Il pretesto princi-
pale per la paralisi la ri-
chiesta di vincolare la for-
mazione al reclutamento.
Da questo punto di vista,
vasalutatoconmoltofavo-
re il proponimento espres-
sodal ministroProfumo di
riavviare i concorsi per le
scuole di ogni ordine e gra-
do. Questapuesserelavia
per tagliare il nodo gordia-
no. Tantopioccorreevita-
re a tutti i costi che i ritardi
del ministero blocchino il
nuovo processo di forma-
zione per un quarto anno,
anche perch si rischiereb-
bedi creare materiadi con-
tenzioso sui concorsi.
Unaltrodossier impor-
tante quellodellariforma
universitaria. urgenteav-
viare un meccanismo di
reclutamento che fronteg-
gi le massicce ondate di
pensionamenti. La rifor-
ma universitaria, per di-
ventare operativa, richie-
demolti decreti attuativi e,
inparticolare, la definizio-
ne dei criteri di valutazio-
neperlabilitazionescienti-
fica nazionale. noto che
lAnvur(Agenziadi valuta-
zione delluniversit e del-
la ricerca) e il Cun (Consi-
glio universitario naziona-
le) hannoespressoinmate-
ria opinioni divergenti. In
attesa di conoscere la scel-
tafinale opportunoricor-
dareche il principioispira-
tore della riforma che pi
ha ottenuto consensi era
ispirato a unidea liberale.
Lepriorit
UNIVERSIT
ESCUOLA
LAGENDA
DELMERITO
Continua a pag. 19
SelaChiesaparlaal mondo
conlavocedi chi soffreincarcere
Sfregiata
SantaMaria
Maggiore
Assaltoinbanca,bottinodi250milaeuro.UnaltrocolpoaTaranto:uccisovigilante
Rapinainpiazzadi Spagna
banditi travestiti davigili urbani
CALCIOSCOMMESSE
Lex capitano dellAtalanta, Cristiano Doni,
nellimmagine a fianco al momento
dellarresto. Secondo laccusa il giocatore
avrebbe tentato di fuggire
RIFLESSIONI
OmicidioCohen, indagatouno007
IL GIALLO
di PIERO MEI
di ANGELO SCELZO
T
RA i grandi pelle-
grinaggi ai quattro
angoli del mondo, pu
accaderecheil pigran-
de sia, forse, un viaggio
appenafuori porta, i po-
chi chilometri di distan-
za tra il Vaticano e Re-
bibbia. Oltre che alle
altre visite nei peniten-
ziari romani K come
dimenticare lo splendi-
doesordio, nel dicem-
bre del 58, a Regina
Coeli, appena un mese
dopo lelezione, di Gio-
vanniXXIII?Klincon-
tro di Papa Benedetto
ha ricordato quel lungo
viaggio nella storia
compiuto, 25 anni fa,
da Giovanni Paolo II.
-TRX IL:20/12/11 01.18-NOTE:RCITTA
-MSGR - 20 CITTA - 2 - 20/12/11-N:RCITTA
2
PRIMO
PIANO
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
di MARCO MARAZZA
ROMA - La proposta del contratto unico sul tavolo,
ma oltre alla ferma opposizione di alcuni sindacati restano
ancora da affrontare dettagli importanti. E da chiarire
quanto pesa il divieto di utilizzo dei contratti flessibili e
quale lentit del trattamento di disoccupazione che le
aziende dovrebbero integrare nei tre anni successivi al
licenziamento senza art. 18. Chi teme che non sia facile
trovareuncompromessoproponelesclusionedei contratti
flessibili soloperchi haredditi troppobassi edunincremen-
to dei costi contributivi della flessibilit, con un bilancia-
mento per la produttivit differenziato tra piccole e grandi
imprese.
Per le grandi imprese si ipotizza una semplificazione
delle procedure di ristrutturazione a
parit di regime sanzionatorio, con la
finalitdi offrirepicertezzeai proces-
si di adeguamento delle aziende alle
forti oscillazioni del mercato. Per il
tessutodelle piccole imprese si ragiona
invece sullinnalzamento della soglia
di applicazione dellart. 18.
Con lattuale regime beneficiano
dellart. 18circa7,6milioni di lavorato-
ri, mentreper 4,2milioni di dipendenti
occupati in imprese con meno di 15
dipendenti in caso di licenziamento illegittimo opera solo
unatuteladi tiporisarcitorio, compresatra2,5e6mensilit
di retribuzione. Se si escludesse lart. 18 anche per le
aziende con pi di 15 dipendenti ma meno di 30 si
inciderebbesu1,1milionedi lavoratori per i quali potrebbe
trovare applicazione un regime risarcitorio rafforzato, ad
esempio compreso tra 6 e 12 mensilit di retribuzione di
risarcimento. I dueblocchi pisignificativi di questaplatea
di lavoratori occupati in imprese con pi di 15 dipendenti
ma meno di 30 sono concentrati nella metalmeccanica
(circa 200.000) e nel commercio (circa 270.000). Altres
rilevanti sono i dati degli addetti alle costruzioni speciali,
che superano la soglia degli 80 mila. Il resto, circa 550 mila
lavoratori, sono distribuiti tra tutti i settori produttivi pur
emergendounasostanzialeassenzadi piccoleimpresenella
chimicae farmaceutica, nei servizi finanziari edassicurati-
vi, nella fornituradi energia. Si raggiungerebbe lasoglia dei
30mila addetti solonellindustria alimentare, nelledilizia,
nei trasporti terrestri e nei servizi agli immobili.
Ci sono valide ragioni per ritenere che sia un buon
incentivo per una maggiore occupazione di qualit. Del
resto si tratta di una misura gi condivisa da Cisl e Uil nel
luglio 2002, quando conil pattoper lItalia si proponeva di
azionare in via sperimentale proprio questa leva a soste-
gnodellaoccupazione regolare e dellacrescitadimensiona-
le delle imprese
RIPRODUZIONE RISERVATA.
di GIUSY FRANZESE
ROMA- Previsioni conferma-
te: sullariformadel mercatodel
lavoro scontrodurotragover-
no e sindacati. E bastato che il
ministro del Welfare, Elsa For-
nero, evocas-
se larticolo
18delloStatu-
to dei lavora-
tori (quello
che vieta nel-
leaziendecon
pi di 15 di-
pendenti il li-
cenziamento
senza giusta
causa)persca-
tenare un ve-
ro e proprio
putiferio.
Con tanto di
accuse anche
personali. Co-
me quelle del
leader della
Cisl, Raffaele
Bonanni: La
smetta di fare
la maestri-
na. Durissi-
ma la leader
della Cgil, Su-
sannaCamus-
so: Questo
governo scen-
da dallEmpi-
reo e venga
nel mondove-
ro. Larticolo
18 una nor-
ma di civilt
che dice che
nessun im-
prenditore e
nessundatore
di lavoro pu
licenziare un
dipendente
perchgli staantipatico, fapoli-
tica o il sindacalista. E cos
Luigi Angeletti, leader Uil, che
allarga il discorso alla mano-
vra: Il governo molto abile
nellusare la crisi per togliere i
soldi dalle tasche dei lavorato-
ri. Diverso quando si tratta di
mettere le mani nelle tasche
delle persone influenti.
Che in Italia bastasse solo
pronunciarlo quel numero per
rischiare di bruciarsi la lingua,
era noto. Accade cos da anni.
Eppureil ministroForneronon
si aspettava reazioni tanto for-
ti. E lei stessa a dirlo: Sono
rimasta dispiaciuta e sorpresa
per un linguaggio che pensavo
appartenesse al passato. Non
capisco questa reazione e devo
dire che mi preoccupa. Le sue
parole - precisa la Fornero -
volevanoesseresemplicemen-
teunoffertadi dialogo. Il con-
fronto con le parti sociali, riba-
disce, ci sar. Quando?Possia-
mo vederci a gennaio, ma an-
che prima; per quanto mi ri-
guarda non ho preclusioni di-
ce. Auna condizione, per: che
anchealtrinonabbianopre-
clusioni.
E naturalmente il punto
tuttoqui. Perchil frontesinda-
cale di questo argomento pro-
prio non vuol sentir parlare.
Larticolo 18 non si tocca e
basta. Ha un potere deterren-
te. Unpaesedemocraticoecivi-
lenonpurinunciarviammo-
nisce Susanna Camusso. E Bo-
nanni, replicandoallaFornero:
Ad essere preoccupati siamo
noi. Seil governovaavanti cos
si apre una rottura prima di
arrivare alla discussione.
Ovviamentediversolatteg-
giamento della Confindustria.
Basta tab sullarticolo 18
dice il presidente, Emma Mar-
cegaglia. La quale, comunque,
riconosce che lItalia soffre an-
che di troppi contratti atipici e
atempo, cherendonoeccessiva
la precariet. E apre: Siamo
disponibili a ragionare su alcu-
ne riduzioni della flessibilit in
entrata. Poi un appello: Af-
frontiamolariformadel merca-
to del lavoro, che palesemente
nonfunziona, conserietesen-
zaideologia. Il clima di scontro
non aiuta.
Largomento cos spinoso
e delicato da creare contrappo-
sizioni anche nel Pd. La crisi
dura e la riforma dell'articolo
18 non una priorit dice lex
ministrodel Lavoro, CesareDa-
miano. Non tempo di licen-
ziamentigli faecoRosi Bindi.
Ma dallaltra parte non manca
chi appoggia il disegno di legge
del senatore Pietro Ichino che
sostienelaflexsecurityallascan-
dinava e di fatto abolisce larti-
colo 18 per i nuovi assunti.
Tanto che Bersani consiglia:
Ora facciamoci il Natale. E
lasciamo stare larticolo 18. Mi
pare che c gi da digerire
qualcosa. Sul lavoro si pu ra-
gionare con calma, facciamolo
senza patemi.
Nonettoatoccare larticolo
18 da parte, invece, della sini-
stra di Vendola e dellItalia dei
Valori. Sul fronte opposto il
Pdl. E la Ue
che ci chiede
di rendere il
lavoropifles-
sibile ricor-
da Fabrizio
Cicchitto, ca-
pogruppo alla
Camera. Per
il leader del-
lUdc, Pier
Ferdinando
Casini, rifor-
mare lartico-
lo 18 non le-
samaest, ma
non vogliamo
scontriideolo-
gici. Per man-
daregileme-
dicine amare
ogni tantoser-
ve un po di dolcificante. An-
che per Gianfranco Fini, presi-
dente della Camera e leader di
Fli, intervenire sul mercato del
lavoroindispensabile, soprat-
tuttobisognalimitareal massi-
mo i contratti a termine.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ABCD Fondato nel 1878
Direttore Responsabile:
Vicedirettori:
Redattori Capo Centrali:
MARIO ORFEO
STEFANO BARIGELLI (Vicario)
ALESSANDRO BARBANO
GIANCARLO MINICUCCI
STEFANO CAPPELLINI (Responsabile)
RAFFAELE ALLIEGRO
ALESSANDRO DI LELLIS
ANGELA PADRONE
MASSIMO PEDRETTI
LUCIA POZZI
Presidente:
Vicepresidente:
Amministratore Delegato:
Consiglieri:
Direttore Generale:
FRANCESCO G. CALTAGIRONE
GAETANO CALTAGIRONE
ALBINO MAJORE
ALESSANDRO CALTAGIRONE
AZZURRA CALTAGIRONE
CARLO CARLEVARIS
MARIO DELFINI
ALVISE ZANARDI
Il Messaggero S.p.A.
Sede legale Via del Tritone, 152 - 00187 Roma - Tel. 0647201
GCopyright Il Messaggero S.p.A. - Tutti i diritti sono riservati.
Piemme S.p.A. - Concessionaria di pubblicit
Via Montello, 10 - 00195 Roma - Tel. 06377081
Registrazione R.S. Tribunale di Roma n. 164 del 19/6/1948
Stabilimenti stampa de Il Messaggero:
Il Messaggero S.p.A., viale di Torre Maura 140, Roma;
Litosud - Centro Stampa di Pessano con Bornago (MI);
Gazzetta del Sud Calabria S.p.A., Rende (CS) localit Lecco;
Unione Sarda S.p.A., 09100 Cagliari viale Elmas;
S.E.S. Societ Editrice Siciliana S.p.A., Messina via Bonino 15c.
La tiratura di luned
19 dicembre 2011
stata di 272.900 copie
Certificato ADS
N. 7233 del
14-12-2011
Unaltromilione
di addetti
inaziendefino
a30dipendenti
Il ministro:
sudi meunbrutto
linguaggio
del passato
ROMAKSenatoreGiorgioToni-
ni, che fare con lart.18?
Bisogna cambiarlo senza totem
n tab come dice il ministro
Fornero. Larticolo18, conlobbli-
godel reintegro, unqualcosache
non esiste in Europa.
Ma chi glielo va a dire ai sinda-
cati, gi sul piede di guerra?
Discutendo, con la concertazio-
netraleparti, tuttaviail momen-
to di cambiare. Larticolo 18 un
meccanismochefasoffrirelavora-
tori e imprese.
Larticolo18fasoffrire i lavora-
tori?
S, basato su uno scambio per-
verso: eccessodi rigiditconbassi
salari.
E le imprese?
S, pure loro: leccessodi rigidit
si combina conla scarsa produtti-
vit. Un sistema ingessato.
La proposta di quella parte del
Pdche nonvuole farele barrica-
te sullarticolo 18?
ClapropostaIchinochepreve-
de: contratto a tempo indetermi-
nato per i nuovi lavoratori, una
specie di miraggio nella situazio-
ne odierna.
Gli altri aspetti della Ichino?
Limprenditore pu unilateral-
mente rescindere il contratto, ma
con un consistente indennizzo:
un altro mese di salario per ogni
anno di lavoro, una sorta di dop-
pioTfr. Altragaranzia: il lavorato-
re licenziato
non finisce su
una strada, ma
avrebbe una tu-
tela del reddito,
decrescente per
treanni, incam-
biodi unproget-
to di riqualifica-
zione professio-
nale finalizzato
atrovareabreve
un altro lavoro.
I costi?
Una parte importante a carico
delle imprese, unaltra a carico
delloStato. Si avrebbeinsostanza
un lavoratore tutelato non tanto
sul posto di lavoro, quanto sul
mercato del lavoro.
N.B.M.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lavoro, sindacati allattacco
Fornero: parolepreoccupanti
TensionenelPd,ilsegretario:lasciamostarelart.18.Marcegaglia:nessuntab
ROMAKSenatore Nerozzi, lei
un esponente del Pd con una
lunga militanza nella Cgil. Co-
megiudicaloscontrosullarifor-
ma del mercato del lavoro fra il
ministro Fornero e il segretario
Camusso?
Per come la vedo io nonmi pare
che larticolo 18 oggi come oggi
sia unemergenza n sul fronte
delle crescita n
tantomeno su
quellodel risana-
mento dei conti
pubblici.
Beh,lasempli-
ficazione del
mercatodel la-
voro e nuovi
aiuti per i gio-
vani eranodue
cardini della famosa lettera sul-
le riforme da fare inviata que-
stestate dalla Bce al governo
italiano.
E infatti non ho nulla in contra-
rio a combattere la precariet.
Anzi.
Gi ma come?
Sul tavoloesistonomolte propo-
ste. Quella del Pd che punta a far
costare di pi il lavoro a tempo e
nella quale mi riconosco; quella
di Boeri e Garibaldi; quella di
Cesare Damiano che suggerisce
di allungare a tre anni il periodo
di prova. Insomma non che
leliminazione dellarticolo 18 sia
lunica strada percorribile per le
riforme. E poi....
E poi?
Beh, c un versante politico di
cui bisogna tenere conto. Un go-
verno tecnico come questo de-
ve per forza di cose puntare a
tenere assieme il Paese. Sarebbe
assurdo se puntasse a dividere le
forze sociali oppure se finisse per
generareunoscontrogeneraziona-
le.
Lei davvero crede che il governo
Monti possaprefigurareunapo-
liticadi divisione, comeladefini-
sce lei?
No. Penso che le parole della
Fornero riferibili allarticolo 18
siano una sorta di incidente di
percorso, non ho alcun problema
nel riconoscerle la buona fede. In
futuropensochelesarutilericor-
rere ad una maggiore accortezza
politica.
D.Pir.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Raffaele Bonanni, Luigi Angeletti e Susanna Camusso ieri davanti a Montecitorio
LAPOLITICA
Sonosenzatutela
4,2milioni di lavoratori
Giorgio Tonini
LA POLEMICA
LE INTERVISTE
Tonini: Sistemabloccato
lanormavacambiata
ROMA - Decine di migliaia di lavoratori
della pubblica amministrazione sono sce-
si ieri inpiazza per chiedere al Governodi
modificare lamanovra correttiva. I sinda-
cati hanno parlato di alta adesione allo
sciopero proclamato unitariamente per
ieri mentre il ministero della Funzione
pubblica ha diffuso dati di poco superiori
all8,7%.
I sindacati non hanno diffuso cifre ma
hanno sottolineato che disagi ci sono stati
soprattuttoper il rinviodellevisite specia-
listicheedegli interventi programmati ma
anchenegli uffici. Sonostati inveceesegui-
ti - ha spiegato il segretario generale della
Fp-Cgil Rossana Dettori - tutti gli inter-
venti urgenti e sono stati garantiti tutti i
servizi essenziali come gli interventi dei
vigili urbani. Disagi ci sono stati nei servi-
zi non urgenti (richiesta di certificati ecc)
mentre nella scuola si sono limitati al
minimodatoche losciopero statodi una
sola ora. A sostegno dello sciopero sono
scesi in piazza davanti a Montecitorio i
leader di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camus-
so, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti.
Pubblicoimpiego fermo, Cgil-Cisl-Uil inpiazza
Paolo Nerozzi
Mario Monti con Elsa Fornero e Antonio Catrical
LEQUESTIONI APERTE
Camusso: normadi civilt. Bonanni: quelli preoccupati siamonoi
ANSA-CENTIMETRI
L'articolo 18
COSA PREVEDE LA NORMA
I TENTATIVI DI MODIFICA
Obbligo di reintegro del lavoratore
licenziato senza giusta causa
Si applica alle aziende
con pi di 15 dipendenti
Il lavoratore licenziato pu appellarsi al giudice
e ottenere il reintegro nel posto di lavoro
Referendum abrogativo.
Non raggiunge il quorum
21 maggio 2000
Referendum sull'abrogazione
delle norme che stabiliscono limiti
numerici ed esenzioni
per l'applicazione dell'art. 18.
Non raggiunge il quorum
15 e 16 giugno 2003
Proposta del giuslavorista e senatore
del Pd, Pietro Ichino. Prevede
la protezione dal licenziamento
secondo le regole previste all'articolo
18 per i licenziamenti disciplinari
o discriminatori e maggiore libert
per le aziende per i licenziamenti
dettati da motivi economici con forme
di indennizzo crescenti con l'anzianit
di servizio
2008
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
2011
LICENZIAMENTI
Nerozzi: Bastaforzature
cos il governodivide
-TRX IL:20/12/11 01.18-NOTE:RCITTA
-MSGR - 20 CITTA - 3 - 20/12/11-N:RCITTA
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
PRIMO 3
PIANO 33
di UMBERTO MANCINI
ROMA- Chiamato da Italiadecide, lassociazione promossa
da Carlo Azeglio Ciampi e presieduta da Luciano Violante e
Giuliano Amato, Corrado Passera spiega ai ragazzi della
Scuola per le Politiche pubbliche cosa intende per senso dello
Stato. Cosa significa per lui impegno, bene comune, capacit
di scegliere. Lo fa partendo da lontano. Dallesperienza alle
Poste. Che il ministro definisce come la pi coinvolgente e
intensa mai vissuta sia umanamente che professionalmente
Lofaillustrandocome13anni fa, dagiovanemanager, riusc,
grazieallappoggiodellesecutivodi allora, acambiarepellead
una macchina sonnacchiosa, impolverata e inefficiente.
Schiacciata dai partiti e bloccata dai
veti incrociati. Consideratadatutti su
unbinariomorto. Einvece- spiegail
ministro - siamo riusciti a rimettere
sulla rotta giusta questa grande nave,
puntandosullinnovazione, sumecca-
nismi decisionalitrasparenti, sullade-
finizione di obiettivi e strategie credi-
bili, su un progetto chiaro. Certo,
ammette, non stato facile. Poi per,
dopo 4 anni, si riusciti a restituire
digniteorgoglioai200milalavorato-
ri dellazienda. A realizzare un pro-
getto per ammodernare il Paese, con
laiuto dei sindacati, con il coinvolgi-
mento del personale, il sostegno e lo stimolo di Ciampi,
Maccanico, Draghi, Grilli, Ciaccia e Catrical. Di cui oggi, e
non lo avrebbe mai potuto prevedere, diventato collega.
La metamorfosi delle Poste quello che il ministro si
augura anche per lItalia. Di riuscire cio a replicare ora, da
ministro del governo Monti, quello che nessuno credeva
allepoca possibile per un azienda decotta e che adesso
ritornataacorrere come le Poste. Passerabatte sullanecessit
di sbloccare meccanismi decisionali lenti e bizantini. Critica
lafalsaconcertazione chenonportaanulla. RipetechelItalia
in una situazione difficile, stretta tra recessione e bassa
crescita. E mancatonegli ultimi anni - sillaba- unpianoperil
Paese, per dare competitivit, rilanciare le infrastrutture, la
pubblica amministrazione, la riforma della giustizia. Ea chi
gli chiede dalla platea da dove ripartire, risponde che tuttoil
sistema va rimesso in moto. Non entra nel merito. Ma si
capisce che il sostegno alle pmi deve andare di pari passo con
losbloccodellegrandi opere, lalottaallevasione, lameritocra-
zia, le liberalizzazioni. Poi aggiunge che il trasporto pubblico
locale un disastro, che servirebbe una razionalizzazione. La
lezione per finita. Ela sfida resta aperta. Il lavoro da fare
per il Paese - conclude - moltissimo. Rimettere in sesto le
Poste forse stata solo una passeggiata.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ROMA- Lamanovrasalva-Ita-
lia (34,9 miliardi il valore lor-
do al 2014) si avvia blindata
ad una conversione in tempi
record. Liternellecommissio-
ni del Senato cominciato, e il
via libera atteso per gioved
(oal massimovenerd) inaula.
Dove potrebbe svolgersi un
nuovo voto di fiducia. Ormai
scontatoil testocontroil quale
anche ieri i sindacati hanno
protestato, si guardaallacosid-
detta fase due, cio alle misure
perlacrescitainattesadi cono-
scere il dato sul Pil dellultimo
trimestre dellanno che - dico-
no gli osservatori - sarebbe
negativo: ovvero potrebbe se-
gnare linizio della recessione
(-1,6percentoprevedeConfin-
dustria nel 2012).
Tra le misure qualche sor-
presaoanticipo, oppure corre-
zionedellamanovra, potrebbe
comunque gi arrivare con il
decretoMilleproroghe, chetra-
dizionalmentericeveil vialibe-
ra a fine anno. Sono molti
infatti gli impegni assunti dal
governo attraverso gli ordini
del giornoaccolti aMontecito-
rio: a partire dallasta per le
frequenze tv, fino a minori
penalizzazioni per chi va in
pensione prima, passando per
lImuallaChiesa. Maunostop
sullastadellefrequenze arriva
subito dal capogruppo del Pdl
alla Camera, Fabrizio Cicchit-
to: Nessuno pensi ad opera-
zioni unilaterali sul decreto
Milleproroghe che riguarda
lordinariaamministrazione.
Mentre il capogruppo al Sena-
to, Maurizio Gasparri, chiede
unconfrontopreventivosucre-
scita e liberalizzazioni. Ci su
cui oralesecutivosembrapun-
tare con maggior decisione so-
noappuntole liberalizzazioni,
di fatto solo accennate finora
(per quantoriguarda gli edico-
lanti inparticolare), edanche
lo sviluppo che - annuncia il
ministro per gli Affari europei
Enzo Moavero - arriveranno
dagennaioeverrannoadotta-
te non necessariamente in un
unico pacchetto ma in una
progressione di diversi inter-
venti.
Intanto - ribadisce il mini-
stro per la Coesione territoria-
le Fabrizio Barca - sulle libera-
lizzazioni di taxi efarmaciele
resistenze incontrate finora
non impediranno al governo
di tornare alla carica. Andre-
mo avanti. Ma continuano a
fioccarepolemiche: Conque-
sta ulteriore deregulation del
governo Monti - dice Marco
Venturi, presidente di Confe-
sercenti, riferendosi agli orari
dei negozi - si vuole fare un
favore alla grande distribuzio-
ne. E sui tagli ai costi della
politica(accennati nellamano-
vra e poi ritirati) interviene il
presidente della Camera,
Gianfranco Fini: La prossi-
ma settimana ci occuperemo
delle indennit dei parlamen-
tari.
Lex premier Silvio Berlu-
sconi parladi manovrareces-
siva e paventa la necessit
che se ne debba fare unaltra.
Anche se gi il governo Monti
ha smentito lipotesi di nuovi
interventi sui conti. Einfatti il
segretariodel Pdl AngelinoAl-
fano commenta: Se ci fosse
necessit immediata di una
manovracorrettiva, ci sorpren-
deremmo molto. Ma in realt
proprio ieri il ministro dello
Sviluppo ha detto che non c
unaltra manovra alle porte.
Il Carroccio nel frattempo si
mette decisamente di traver-
so. Molti esponenti annuncia-
nochenonpagherannolImue
il giudizio complessivo sulla
manovra resta pessimo. Ma
nonsi contrasterinParlamen-
to, spiega Roberto Maroni,
piuttosto sul territorio. Anche
perch nelle commissioni del
Senato(Bilancioe Finanze) gli
esponenti leghisti sono solo
quattro. N problemi partico-
lari dovrebbero creare i due
esponenti dellIdv, ancheseDi
Pietro annuncia che presente-
r un emendamento sullasta
televisiva.
Ieri, a palazzo Koch, s
svoltaancheunimportanteco-
lazione di lavoro fra il premier
Monti, il governatore della
Banca dItalia IgnazioVisco, e
i membri del Direttorio di via
Nazionale. Il presidente del
Consiglio, si legge inuna nota,
hamanifestatoapprezzamen-
toper laproficuacollaborazio-
ne stabilitasi con la Banca
dItalia.
M.A.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Entro venerd
laula del
Senato voter
la manovra
economica (gi
approvata
dalla Camera)
in via definitiva
Il Consiglio
deve
licenziare il
decreto
Milleproroghe
entro fine
anno. Ci sar
polemica
Il primo
Consiglio dei
ministri del
nuovo anno
comincer ad
affrontare il
tema delle
liberalizzazioni
Laflessibilit
sarbilanciata
allafineandr
beneancheavoi
Manovraindiritturadarrivo
mascontrosul Milleproroghe
Il Pdl: noaoperazioni unilaterali, consultarei partiti. Il premier daVisco
di ALBERTO GENTILI
ROMA - Condivisione e con-
senso. In queste due parole si
condensa la strategia di Mario
Monti sul fronte infuocato della
riforma del mercato del lavoro.
Dueparolecheper averesensoil
premier accompagna con unin-
dicazione di timing: Non c
alcuna urgenza. Questa cosa va
fatta bene, concalma, mettendo
al bando la fretta. Lapprodo
probabile: febbraio. Nonprima.
Monti - allarmatodalloscon-
trotrail ministroElsaForneroei
sindacati tornati compatti - non
ha alcuna intenzione di mettere
in difficolt Pier Luigi Bersani,
unodei treazionisti del governo.
Enonper cortesia. Maperchsa
bene che un Pd sotto il fuoco
incrociato di Cgil, Antonio Di
Pietro e Nichi Vendola, difficil-
mentepotrebbedareil vialibera
aunariformanecessaria, solle-
citata anche da Bruxelles.
Il premier, in una serie di
contatti conBersani e il suo vice
EnricoLetta, haillustratolaroad
map che seguir dintesa con la
Fornero.Lhafattoconundiscor-
so che suona pi o meno cos:
nessunohaintenzionedi comin-
ciaredallarevisionedellarticolo
18 dello Statuto dei lavoratori e
la flessibilit in uscita sar lulti-
mapartediunariformacomples-
siva in cui verr dato grande
peso alle tutele. La flex-securi-
ty, insomma, sar declinata
dandopipesoallasicurezzaper
i lavoratori e meno flessibilit.
Traduzione: pi fondi per gli
ammortizzatori sociali in modo
da garantire un salario minimo
neiprimi12-18mesi,achidoves-
se essere licenziato, non troppo
distantedallostipendio. Pifon-
di per spingere le imprese ad
assumere i precari e per corsi di
formazioneperchihapersolim-
piego. Ma anche flessibilit in
uscitaperilavoratoricheverran-
nostabilizzatigrazieauncon-
tratto a tempo indeterminato.
Piomenolapropostadel depu-
tato pd e giuslavorista, Pietro
Ichino.
Il problema, come al solito,
sonoi soldi. Per confezionareun
pacchetto dove al sacrificio
dei licenziamenti corrisponda-
no pi assunzioni e soprattutto
unredditominimoadeguatoper
chi perdesse il lavoro, Monti ha
bisogno di riempire di risorse il
fondo security sollecitato dal-
laFornero. Equi si allacciano, in
una logica di bilanciamento ed
equit,laquestionedellavendi-
tadellefrequenzetv(quellecheil
governoBerlusconiavevaregala-
toaRaieMediaset)esoprattutto
un nuovo giro di vite contro gli
evasori. Compresoil tentativodi
negoziareconlaSvizzeralatassa-
zionedei capitali di cittadini ita-
lianidepositatinellebancheelve-
tiche. Altre risorse potrebbero
arrivare dalla due diligence
condottadalministroPieroGiar-
dasulle spesedellapubblicaam-
ministrazione.
Sullo sfondo, poi, c la que-
stione della tenuta della maggio-
ranza. Il professore guarda con
favoreallapropostadiPierFerdi-
nando Casini di un patto tra
Pdl, Pde Terzo Polo. Obiettivo:
stabilizzare lappoggio al gover-
no. E accoglie con un sospiro di
sollievo limpegno di Angelino
Alfano a portare lesecutivo fino
alla primavera del 2013. Non
perchil premier ci credafinoin
fondo. Maperchquesteparole
significano che si compreso il
rischio che certe sortite compor-
tano. Il pericolo un nuovo
assaltodeimercati, prontiamor-
dere i Paesi con governi trabal-
lanti, indeficit di credibilit. Ci
che potrebbe rendere necessaria
una nuova manovra correttiva.
Unipotesi che Monti nonvuole
prendere neppure in considera-
zione.Maserveserieterespon-
sabilit.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LAPOLITICA
Il Consiglio dei ministri
Monti chiama Bersani: niente fretta
emassimaattenzionealletutele
Corrado Passera
MILLEPROROGHE
LIBERALIZZAZIONI
LE MISURE
LEQUESTIONI APERTE
IL RETROSCENA
Passera: rilanciare il Paese
stopai veti incrociati
Vialiberadefinitivodel Senatoentrovenerd. Il nodoliberalizzazioni
DECRETOANTICRISI
-TRX IL:19/12/11 22.45-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 4 - 20/12/11-N:
4
PRIMO
PIANO
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
di ROSSELLA LAMA
ROMAKDalleurononsi
torna indietro. Nonhodubbi
sullasuaforza, sullasuaperma-
nenza e sulla sua
irreversibilit, dice Mario
Draghi al parlamento europeo
nella sua prima audizione da
presidente della Bce. Ha spie-
gato, Draghi
quellochelEuro-
tower sta facen-
do per evitare
chelacrisi siaag-
gravata dal ta-
glio del credito
alleconomia da
parte delle ban-
che in crisi di li-
quidit. Inter-
venti compatibi-
li coni Trattati, chevietanoil
finanziamento diretto ai pae-
si.
Draghi ha sottolineato che
lausterit necessaria, ma de-
veessereaccompagnatadami-
sureperlacrescita, perimpedi-
rechelainevitabilecontrazio-
ne a breve termine si trasfor-
mi in recessione a medio ter-
mine. Il Pattodi bilanciocon-
cordato dal vertice europeo di
dieci giorni fa un segnale
essenziale per il futuro di Eu-
rolandia. Un maggior rigore
nei conti e una sorveglianza
rafforzatasuchi nonrispettale
regole sui conti. Laccordo del
consiglio Ue un primo pas-
so, che puessere migliorato,
ma va nella giusta direzione,
ha detto il presidente.
A chi gli chiedeva se gli
eurobondnonpotrebberoesse-
re la soluzione della crisi Dra-
ghi ha risposto che senza
lUnione di bilancio, secondo
Draghi, nonci possonoessere
emissioni comuni perch
impensabile che ci sia una
garanzia reciproca, quando i
paesi spendono separatamen-
te e tassano separatamente.
In uno scenario diverso le eu-
ro-obbligazioni potranno di-
ventarerealt, maal momento
sono premature.
Draghi stato duro con le
agenzie di rating. importan-
te anche assicurare la traspa-
renza delle procedure delle lo-
ro analisi. E comunque il ra-
tingdovrebbe essere solouno
di molti input per gli investito-
ri. Perchleagenzienonsono
infallibili, anzi: tanto che in
risposta ad un parlamentare
ha osservato come il rischio
paesi, per anni sottovalutato,
ora sopravvalutato. Da
quando nato leuro le diffe-
renze di crescita,
competitivit e rigore dei con-
ti, chepureesistevanotrai vari
paesi sono state sottovalutate
comeselamonetaunicapotes-
secancellarle, hadettoDraghi.
Dopo il fallimento della Leh-
mann Brothers, invece sono
state sopravvalutate. Co-
munque non torneremo pi
agli spread di prima della cri-
si.
La Bce sta facendo tuttoil
possibile per far recuperare
fiducia ai mercati ed evitare
restrizioni al creditochecolpi-
rebberosoprattuttolepiccolee
medie imprese e le famiglie.
Non lo fa stampando carta
moneta come la Fed america-
na che ha un mandato pi
ampiodella Bce, ma aprendo
lineedi creditoallebanche. Da
mercoled prossimo, partiran-
no i prestiti a tre anni a tasso
fisso. Il finanziamentomone-
tario agli Stati invece vieta-
to dai Trattati, ha ricordato
Draghi, e danneggerebbe la
credibilitdellaBancacentra-
le.
Con i nuovi prestiti Bce le
banche, che nellEurozona
rappresentanol80%dellefon-
ti di finanziamento per fami-
glieeimprese, sarannorassi-
curatesulla possibilit di rifi-
nanziarsi a lungo termine.
Per le banche la necessit
di ricapitalizzarsi inevitabile
anche se diventato adesso
pi difficile, anche perch il
2012sarunaltroannoproble-
matico. Draghi haperinsisti-
tosul fattochelautoritbanca-
riaeuropea(Eba) haannuncia-
to che nei prossimi stress test
non ripeter lesercizio del
marktomarket che hasuscita-
tolecritichedellebancheitalia-
ne. Le banche quindi potran-
noprocedereallaricapitalizza-
zione ma senza lincubo
degli stress test straordinari
cheinautunnohannovalutato
a prezzi di mercato e non a
valore nominale i titoli di Sta-
to.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Draghi: lasituazionedifficile
madalleurononsi tornaindietro
Le banche si ricapitalizzino, niente tagli di creditoalleconomia
di PAOLO CACACE
ROMA - LItalia far la sua
parteper usciredallatempesta
economico-finanziaria che ha
colpito lEuropa e insieme ai
partner dellUe ha gi indivi-
duato i passi essenziali per
disinnescare la crisi, ma il per-
corso che porta al suo supera-
mentoeuropeoesovranazio-
nale. Giorgio Napolitano par-
la agli amba-
sciatori con-
venuti al Qui-
rinale per la
cerimoniade-
gli auguri na-
talizi e non
esitaadedica-
re unampia
parte del suo intervento alle
scosse che hanno dominato
lascenainternazionaletoccan-
do da vicino lItalia. La crisi
fiscale e finanziaria dellarea
euro, spiega il capo dello Sta-
to, ha una portata destabiliz-
zantedi cui difficilemisurare
i limiti. Ma non bisogna ab-
bandonarsi al pessimismo. Al
contrario, Napolitano espri-
me una fiducia giustificata
dai fatti e la chiede ai rappre-
sentanti dei paesi stranieri poi-
ch - ricorda - lEuropa ha
intrapreso larduo cammi-
no per uscire dalla crisi. Cita
le misure dellultimo Consi-
glio Ue, alla cui credibilit ha
datouncontributononindif-
ferentelamanovravaratadal
governo Monti col sacrificio
di tutti. Abbattimento del
debitopubblicoeriformestrut-
turali - sottolinea Napolitano -
potranno liberare nuove ener-
gie dimprenditoriali e di in-
novazione, ridare impeto alla
crescita produttiva e alloccu-
pazione nel nostro paese.
Ma lottica presidenziale
piampia. Limpattodellacri-
si va oltre i confini dei 17o dei
28, le ricadute interessano il
mondointero. ServeunEuro-
pa piintegrata. Ogni fantasia
di scorciatoie nazionali pura
illusione, avverte Napolita-
no. Esuunpunto nonsi devo-
no avere dubbi:
lirrinunciabilit delleuro e
ladeterminazionedi difender-
lo. Tuttavia, lanostravisione
del progetto europeo non pu
limitarsi alla sua dimensione
monetaria, finanziaria edeco-
nomica. Napolitano pensa ad
esempioallapoliticaesteraco-
mune. E avverte: LEuropa
rimaneuna; immaginarnedue
o ancor di pi significherebbe
scivolaresuunpianoinclinato
al fondo del quale non rimar-
rebbealcunaEuropa.Il richia-
mofinaleallItaliache, conle
celebrazioni dei 150 anni, ha
riscopertounacoscienzaunita-
ria. Quindi sapr vincere le
sfide che ci stanno davanti.Il
messaggio al corpo diplomati-
co lanticipo di quello che
oggi pomerig-
gio lo stesso
Napolitano
indirizzeral-
le alte cariche
dello Stato.
Un interven-
todiampiore-
spiro, cui ha
lavoratofinoallultimoliman-
donei passaggi-chiave. Lapar-
teinizialesardedicataallEu-
ropa, mail nucleosar rappre-
sentatodalla spiegazione della
fase di non facile gestione
avvenuta nel nostro paese con
le dimissioni di Berlusconi e
lincarico a Monti. Conil Qui-
rinale in trincea. Unazione
chehaindottononpochi costi-
tuzionalisti ad interrogarsi sui
poteri del capo dello Stato. E
presumibile che lo stesso Na-
politanononmancherdi spie-
gare il proprio operato.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ANSA-CENTIMETRI *prime settimane di presidenza Draghi
Cifre in miliardi di euro Lo shopping della Bce
agosto settembre ottobre dicembre novembre*
3,36
8,58
0,635
2,31 2,24
22,0
14,3
6,65
13,3
13,9
9,97
3,95 3,79
4,49 4,0
9,52
4,48
7,99
3,66
138,7
211,2
Acquisti settimanali
della Banca centrale europea
da agosto,
quando sono iniziati gli interventi
soprattutto su Btp italiani
e Bonos spagnoli
totale degli acquisti
di bond statali
da maggio 2010
dal nostro corrispondente
JOSTO MAFFEO
MADRID - Una manovra da sedici mi-
liardi e mezzodi euro, quella annunciata
ieri da Mariano Rajoy, il leader del
partito popolare che riporta il centrode-
stra al timone della Spagna dopo sette
anni di zapaterismo. Forte di una
schiacciante maggioranza assoluta, il
nuovo premier, che ieri si presentato
alla Camera, prima del voto dinvestitu-
ra, con la linea delle sue pi immediate
iniziative, ha parlato di sangue, sudore e
lacrime, ma non pi del necessario.
Per conseguire lobiettivo promesso
in campagna eletto-
rale e ribadito ieri -
lariduzione del defi-
cit fino a portarlo al
4,4%nel 2012 - ope-
rer su diversi fron-
ti, ma non toccher
le pensioni. Anzi,
queste saranno ade-
guateallincremento
dellinflazione. An-
che let del pensio-
namentorimarrco-
me dallultima riforma: 67 anni.
I tagli alle spese correnti della pubbli-
ca amministrazione Rajoy li effettuer
con una batteria di misure che vanno
dallasoppressionedel turnovernei servi-
zi di base fino alla cancellazione dei
pensionamenti incentivati, passandoper
leliminazione di organismi e agenzie
pubbliche nonessenziali.Tra le decisioni
che pi colpiranno nel costume spagno-
lo, ma che nelle intenzioni del prossimo
premier alleggerir i costi pubblici e far
respirare leconomia, c la soppressione
dei ponti festivi. Le ricorrenze pi tradi-
zionali si manterranno, lealtreinfrasetti-
manali passeranno al luned pi prossi-
mo.
Quelle di ieri sono le prime azioni di
ungovernoche, superatoliterparlamen-
tare, terr il primo consiglio dei ministri
venerd 23 dicembre. Con il varo di
alcune delle misure annunciate da Rajoy
per tempi duri. Il leader socialista
AlfredoPrezRubalcabahaoffertocolla-
borazione, ma ha detto che sar contra-
rio e con belligeranza a tutto ci che
possa significare tagli allo stato sociale.
RIPRODUZIONE RISERVATA
I NODI DELLECONOMIA
Nontorneremo
piavedere
gli spreadchecerano
primadellacrisi
LA BCE
Napolitano: lItaliafarlasuaparte
malarispostaallacrisi europea
Il presidente
Napolitano
ha incontrato
il corpo
diplomatico
per gli auguri
di Natale
Mariano Rajoy
LACRISI
InSpagnastretta
sugli statali
Al Parlamentoeuropeoil presidenteinsiste: troppadipendenzadalleagenziedi rating
Il presidente
della Banca
centrale
europea
Mario Draghi
LINTERVENTO
-TRX IL:19/12/11 22.46-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 5 - 20/12/11-N:
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
PRIMO 5
PIANO 55
di DAVID CARRETTA
BRUXELLES - Doveva esse-
reunabreveriunionetelefoni-
caperformalizzarealcuni det-
tagli del piano promesso dal
Verticeeuropeoil 9dicembre:
unprestitoda200miliardi dei
ventisettepaesi europei al Fon-
do Monetario Internazionale
e regole pi flessibili per il
nuovoFondosalva-stati. Inve-
ce, a causa di un altro no
britannico, lEurogruppodi ie-
ri arrivato a unaccordo al di
sotto delle aspettative, che
spacca ulteriormente lUnio-
ne europea.
Al termine di una telecon-
ferenzapilungadel previsto,
i ministri delle Finanze della
zona euro hanno annunciato
limpegno a versare al Fmi
solo 150 miliardi. La quota
che lItalia dovr versare al-
listituzione di Washington
di 23,48 miliardi. Ma manca-
no 50 miliardi, quelli promes-
si dai paesi europei fuori dal-
lunione monetaria: il Regno
Unitoharifiutatodi partecipa-
reealtrecapitali hannoespres-
so perplessit. Sul Fondo sal-
va-stati permanente, che do-
vrebbe entrare in funzione a
met2012, tuttorinviato. La
Finlandia minaccia di sbatte-
re la porta e andarsene, se non
verr mantenuta la regola del-
lunanimitper deciderefutu-
ri salvataggi, anzich il voto a
maggioranza del 85per cento,
che garantirebbe il diritto di
veto solo ai grandi paesi.
Le capacit attuali del Fmi
ammontano a 290 miliardi,
menodi quantosarebbeneces-
sario a proteggere Italia e Spa-
gnasui mercati nel 2012. Cos,
il 9 dicembre, i leader dei
Ventisette si erano dati dieci
giorni di tempo per annuncia-
re lammontare esattodei pre-
stiti bilaterali al Fmi, da effet-
tuareattraversolebanchecen-
trali nazionali. Lobiettivofis-
satonelle conclusioni del Ver-
tice era di 200 miliardi: 150
dai paesi della zona euro e 50
dai paesi europei fuori dal-
lunione monetaria. Ma ieri il
ministrodelle Finanze britan-
nico, George Osborne, ha in-
formato i colleghi che non in-
tendeva versare i 30 miliardi
che spetterebbero al Regno
Unito.
Il governo di Londra ha
spiegato che sarebbe ancora
pronto contribuire, ma solo a
livello di G20 e a determinate
condizioni: la zona euro deve
rafforzare il Fondo salva-stati
e il prestito al Fmi non deve
essere destinato a linee di cre-
ditoesclusiveper lEuropa. Il
Regno Unito definir il suo
contributoalliniziodel prossi-
mo anno nellambito del
G20, dicono le conclusioni
dellEurogruppo. Tra i paesi
fuori dalla zona euro, Svezia,
Danimarca, Repubblica ceca
e Polonia hanno indicato la
volont di partecipare, ma
sonopreoccupatedei costi. Co-
s, per lasecondavoltaindieci
giorni, si giunti a unaccordo
limitatoai diciassette membri
della zona euro, invece che tra
i ventisette paesi dellUe.
In realt, anche dentro la
zona euro ci sono resistenze
sul prestitoal Fmi. Peralcuni
stati membri gli impegni sa-
ranno soggetti allapprovazio-
ne parlamentare, ricorda
lEurogruppo. InGermania, il
Bundestagnonhaancoradato
il vialiberaallaconcessione di
41,5miliardi. Il presidentedel-
la Bundesbank, Jens Weid-
mann, ha chiesto che i fondi
non siano riservati alla zona
euroe cheai prestiti partecipi-
no anche paesi extra-europei:
finora solo la Russia ha ripo-
sto positivamente. Grecia, Ir-
landaePortogallo, chegirice-
vono aiuti finanziari dal Fmi,
sono rimaste fuori, aggravan-
doil costoper gli altri quattor-
dici.
Ci che accade inEuropa
una preoccupazione per tut-
ti, ha avvertito la direttrice
del Fmi, Christine Lagarde:
la severit della crisi e la
difficolt degli europei hanno
uneffettodi contagioper tutte
le economie del mondo. Le
ulteriori incertezze hannoraf-
freddato le borse europee, che
in chiusura hanno annullato i
timidi rialzi di giornata. Mila-
no ha perso lo 0,16 per cento.
Il rendimento dei Btp decen-
nali tornatoasalire (6,84per
cento): lo spread con i Bund
tedeschi hasuperatoi 500pun-
ti, prima di assestarsi a 495,6.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ANSA-CENTIMETRI
Aspettative per Eurolandia
Previsioni medie, calcolate sulle forchette presentate dagli esperti della Bce
2011 2012 2011 2012
stime di settembre
stime attuali
Crescita pil
1,8
1,6
1,4
1,7
1,5 1,6
2,2
1,3
0,4
1,0
-0,4
0,2
Inflazione
2,7
2,6 2,5
2,8
2,6 2,7
2,2
1,7
1,2
2,5
1,5
2,0
Cifre in %
Accordoal ribassonellaUe:
allFmi prestiti per 150miliardi
Londrasi tirafuori, dubbi daaltri Paesi esterni allamonetaunica
LaquotachelItalia
dovrversare
aWashington
di 23,48miliardi
ROMAKLeuro nonrischia di disintegrarsi e lEuropa,
nonostante la crisi, non ha un piano B ma, pragmatica-
mente, trover gli aggiustamenti necessari per affrontare
al megliolacongiunturaeguardareavanti. Il ministroper
gli Affari europei Enzo Moavero Milanesi ottimista
sulleprospettivedellUnioneesullacapacitdellItaliadi
mettere in sicurezza i propri conti per diventare
sempre pi interattiva con l'Europa e con le istanze
internazionali grazie alla sua affidabilita.
L'occasione per fare il punto sui delicati passaggi che
sono di fronte allUnione europea ma anche sulla mano-
vra, chepermetterallItaliadi riallacciare, consolidare,
intensificare i rapporti con gli Stati e con le istituzioni
europei, la presentazione, alla rappresentanza in Italia
dellaCommissione europea, di unindagine sul'Europa
e l'agenda di riforme, voluto tra gli altri dallUniversit
Bocconi. La fiducia degli imprenditori nell'Ue un
patrimonio da non disperdere secondo la presidente di
Confindustria Emma Marcegaglia che invita ad evitare
che prendano spazio gli atteggiamenti antieuropeisti
e demagogici.
I NODI DELLECONOMIA
Dal verticetelefonicorisultatodeludente. Rinvioper il fondosalva-Stati LEUROGRUPPO
LACRISI
Moavero: nessunpianoB
leurononscomparir
Assistenza Mercedes-Benz.
Professionalit al tuo servizio.
Il mio Service
www.mercedes-benz.it/originalservice
Una squadra vincente
Scopri la nuova app iPhone My Mercedes-Benz.
Il modo pi semplice per rimanere in contatto. Sempre e ovunque.
M
e
r
c
e
d
e
s
-
B
e
n
z


u
n

m
a
r
c
h
i
o

D
a
i
m
l
e
r
.
-TRX IL:19/12/11 22.13-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 6 - 20/12/11-N:
6
PRIMO
PIANO
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
Calderoli: se ne parleral parlamentopadano. Il Pd: unatassache avete inventatovoi
Militanti
leghisti al
parlamento
padano
Imu, larivoltadellaLega
Disobbedienzafiscale
Buferasul Carroccio. Alfano: inquestamaterianoncobiezione
di MARCO CONTI
ROMA- Sindaco Alemanno, ha sentito, gra-
zie alla Lega potrebbe non esserci lImu in
molti comuni della Padania?
UnadoppiaassurditperchlImuuninven-
zione dei ministri Tremonti e Calderoli in
pieno governo Berlusconi. Ricordo ancora che
Calderoli chiam noi sindaci per dirci che
sarebbe sparita del tutto lIci e che al suo posto
sarebbe arrivata lImu. Lunico dubbio era se
introdurlaquestannooil prossimo. OralaLega
tenta di scaricare la responsabilit, ma linven-
zione fiscale tutta loro.
La seconda assurdit?
Non pagare un reato, non ci sono dubbi, e
come tale andr perseguito. Comunque spero
inunripensamentoperch cunlimite atutto.
Anche alla demagogia, se poi andranno su
questa strada sino in fondo pongono si porran-
no su un livello inaccettabile per uno Stato di
diritto. Inoltre mi chiedo come i miei colleghi
della Lega pensano di assicurare i servizi nei
loro comuni, visto che i trasferimenti statali
calano.
A Roma verr applicata al massimo?
Dobbiamoancoravalutare laliquota, maten-
teremo di applicare la pi bassa. Sottolineo
per che io avrei preferito una patrimoniale
progressiva. Non sono
mai stato favorevole al-
lintroduzione di una
tassa sulla prima abita-
zione. Non c dubbio
che sarebbe stato me-
glio colpire i patrimoni
e lo dico sapendo che il
mio partito non dac-
cordo. Detto questo
non mi metter a sobil-
lare la disubbidienza ci-
vile. Condurr la mia
battaglia, ma senza ille-
galit.
LaLega di protesta la
preoccupa?
E gravefaccianosimili proposteinunmomen-
to difficile come questo, ma penso che - cono-
scendo la Lega - alla fine si risolver tutto in
unenorme bolla di sapone e, per uscirne, ne
inventeranno altre.
Il Pdl sarancoraalleatodellaLeganel 2013?
Non vedo rapporti possibili con la Lega.
Anche perch il Carroccio si trova in una fase
delicataperchsi apertalaguerradi successio-
ne a Umberto Bossi. Solitamente, in stagioni
simili, i partiti carismatici tendonoarinchiuder-
si. Sino a quando questa transizione non sar
conclusa, dalla lega dovremmo aspettarci il
peggio. E per questo che sostengo sia meglio
tenerli a distanza e immaginare alleanze, in
vista del 2013, senza la Lega.
Nessuna intesa anche alle amministrative?
No, quelle sono un caso particolare che va
valutato di volta in volta e di comune in
comune.
Con lImu e la manovra le amministrazioni
locali riprendono fiato?
Il problema grosso e ancora irrisolto, quello
del trasporto pubblico locale. Domani ci sar
un incontro tra il governo e le regioni per
affrontare questo tema. Se ci daranno delle
risorse, bene. Altrimenti dovremmo interveni-
re non solo alzando lImu, ma anche sul fronte
delletariffe. Siamoalle solite, loStatotagliae ci
costringe a fare gli esattori.
Lei avrebbe votato in Parlamento la manovra
del governo Monti?
Tappandomi il naso. Questamanovra accet-
tabile solo se prelude adinterventi sullo svilup-
poe riforme strutturali. Se invece il governosta
fermo, tra sei mesi si scoprir che sar necessa-
rio un altro intervento.
E che dovrebbe fare il Pdl?
Unaltra manovra nel giro di poche settimane
vuol dire che il governo fuori strada. Aquesto
punto meglio staccare la spina.
Che cos un ultimatum?
No, sospendo il giudizio per due o tre mesi. A
febbraio vedremo se saranno arrivate riforme
giuste per favorire lo sviluppo e la crescita.
Altrimenti anche io mi troverei a disagio nel
sostenere questo gover-
no.
Quindi se ci sono le
liberalizzazioni le ap-
pogger?
Le liberalizzazioni
non possono essere un
pacchetto ma andran-
no valutate una per
una.
Tassisti compresi?
Le liberalizzazioni sui
tassisti e sui noleggi con
conducente, come ven-
gono immaginate da
questogoverno, riversa-
no i costi sulle spalle dei comuni e dei cittadini.
Se un tassista di Bagnara Calabra o di altro
comunevieneaRoma, usalestradeei servizi di
Roma ma paga le tasse al suo comune. Questo
non possibile e non accettabile.
Quali liberalizzazioni farebbe?
Quellecontroi poteri forti. Inquestamanovra
cdi buonoquellasul prezzodellabenzina. Ma
bisognacontinuareconlebanche, leassicurazio-
ni. Sui grandi poteri. Quando si scende sul ceto
medio, come professioni e tassisti, occorre
essere cauti e valutare con estrema attenzione
chi si colpisce.
Dopolacondannadi Crespi per bancarottac
chi leconsigliadi scegliersi meglioi collabora-
tori. Ci prover?
Crespi stato vittima di una brutta storia e la
mia fiducia nei suoi confronti non diminuita
dopo la sentenza di primo grado. Vedremo
come andr il processo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
B
di RENATO PEZZINI
MILANO - In perfetto clima
natalizio la Lega riserva ogni
giornouna sorpresa. Lultima,
in ordine di tempo, arriva da
unpaiodi sin-
daci del
nord-est affi-
liatial Carroc-
cio, Giampa-
olo Gobbo di
TrevisoeGia-
nantonio Da
Re di Vitto-
rio Veneto.
Nel presepe
padanosi tra-
vestono da rivoluzionari pro-
ponendo una ribellione collet-
tivasullImu, latassacomuna-
le di stampo federalista che il
governo Monti vuole incre-
mentare con il ripristino del
prelievo sulla prima casa, la
vecchia Ici: Studieremo una
forma di obiezione di coscien-
za per non farla pagare ai no-
stri cittadini annunciano
Gobbo e Da Re.
In realt pi che di obie-
zione di coscienza dovrebbe
trattarsi di una specie di di-
sobbedienzacivileodi rivol-
ta fiscale. Ma non il caso di
andare per il sottile poich la
sostanza chiara. Cos chiara
che il partito di Umberto Bos-
si, allaffannosaricercadi qual-
cosa- qualsiasi cosa- che sia in
grado di metterlo al centro
dellattenzione, hagicavalca-
toquellache alliniziosembra-
va una trovata estemporanea
di due sindaci bisognosi di
visibilit. La metteremo al-
lordine del giorno del parla-
mento padano il prossimo 28
gennaio annuncia Calderoli,
come a voler far credere che la
cosa sia seria.
Il piscatenatoadifendere
liniziativa Da Re, primo
cittadino di Vittorio Veneto, a
cui non par vero di essere im-
provvisamente investito da
tanta notoriet: Se il gover-
no-sanguisugavuoletassareul-
teriormente la casa frutto di
sacrifici faccia da solo tuona
fieramente. In realt la sua
parepichealtrounadichiara-
zionedintenti senzapossibili-
t di applicazione come gli fa
notare il presidente dellAnci,
Graziano Del Rio: Strano
che proprio adesso la Lega ora
siacontrariaallImu, unatassa
voluta fortemente dal partito
nordista.
LostessoSilvioBerlusconi,
pur in apprensione per latte-
nuarsi del legame col Carroc-
cio, fa spallucce alla proposta
leghista: Se nonsbaglio lImu
eraprevistanellipotesi di fede-
ralismo. Alfano la butta sul-
lironico: Lobiezione di co-
scienza si fa sulle questioni di
coscienza, e dunque non capi-
sco di cosa si stia parlando.
Meno sarcastici e molto pi
indignati i commenti nella zo-
nadel Pd. RosyBindi addirit-
tura allarmistica: Leversio-
ne sempre pericolosa. Quan-
doviene da forze politiche che
sono una delle cause della si-
tuazioneincui versail Paese,
diabolica. E il centrista Ro-
berto Rao: Questa strisciante
istigazione allevasione fiscale
non pu essere tollerata, un
altroschiaffoai contribuenti.
Maperfinountipopruden-
te come Bobo Maroni strizza
locchiolino ai due sindaci ve-
neti: Larabbiacontroi conte-
nuti dellamanovragiustifica-
ta e comprensibile. Lidea di
boicottare lImupu essere in-
teressante, del resto la nostra
forzadi opposizionevienepro-
priodal territorio. Epure To-
si (sindaco di Verona) e Zaia
(governatoreveneto) elargisco-
no parole dappoggio.
Il solo che nutre qualche
dubbio Attilio Fontana, sin-
daco di Varese notoriamente
refrattarioai pregiudizi ideolo-
gici. Lidea suggestiva, ma
come conseguenza avrebbe
quella di privare i Comuni di
risorseutili afinanziarei servi-
zi ai cittadini, e quindi per me
inattuabile.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Se fossi inParlamento
pervotarequesta
manovra
dovrei turarmi il naso
IL CASO
B
Si aperta
lasuccessioneaBossi
durantelatransizione
aspettiamoci il peggio
Umberto Bossi alla Camera
Roberto Calderoli
Vittorio Grilli
LAPOLITICA
Rao(Udc)
Strisciante
istigazione
allevasione
Gianni Alemanno
LEQUESTIONI APERTE
Alemanno: protesta inaccettabile
coni lumbardalleanzachiusa
LINTERVISTA
COMUNE DI PESARO
AVVISO PER ESTRATTO DI BANDO DI GARA
Ente appaltante: Comune di Pesaro, Piazza del Popolo n.1, 61121 Pe-
saro. Oggetto dellappalto: Servizio di gestione del procedimento san-
zionatorio delle violazioni delle norme del codice della strada e di polizia
amministrativa di competenza della polizia locale del Comune di Pesaro
dal 01.07.2012 al 30.06.2015. Criterio di aggiudicazione: Procedura
Aperta ai sensi dellart. 55 del D.Lgs. 163/2006, con le modalit stabilite
dallart. 25 del Regolamento dei Contratti del Comune di Pesaro e con il
criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa ai sensi dellart. 83
del D.Lgs. 163/2006. Valore presunto complessivo pari a Euro
481.554,00 IVA esclusa. Non sono ammesse offerte in aumento. Ter-
mine di ricevimento delle offerte: 06/02/2012 ore 13,00; Vedere Bando
integrale di gara e Disciplinare di Gara per modalit e termini presenta-
zione dichiarazioni e offerte. Modalit di apertura delle offerte:
08/02/2012 ore 10,00 Civica Residenza. Cauzioni e garanzie: cauzione
provvisoria come prescritto nel bando integrale di gara e nel Disciplinare
di Gara. Cauzione definitiva: si veda Disciplinare di Gara. Estremi di
pubblicazione del bando integrale di gara: Gazzetta Ufficiale della Re-
pubblica Italiana 5^ Serie Speciale n. 148 del 16.12.2011. Il bando in-
tegrale di gara stato inviato allUfficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle
Comunit Europee in data 06/12/2011. Informazioni Complementari:
Tassa gare: si veda il Bando integrale di gara e il Disciplinare di Gara. Si
proceder allaggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida.
Il Bando integrale di gara, il Disciplinare di gara, i Capitolati dOneri e la
documentazione complementare sono disponibili sul sito Internet del Co-
mune di Pesaro: www.comune.pesaro.pu.it. Ulteriori informazioni pos-
sono essere richieste al tel. 0721/387801 Fax 0721/387814. Avvio
procedura con determinazione dirigenziale n. 1972 del 29.11.2011. Re-
sponsabile del procedimento: Responsabile Servizio Polizia Munici-
pale Dott. Gianni Galdenzi.
IL RESPONSABILE SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE
Dott. Gianni GALDENZI
MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI
DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI,
LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI
DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE
DIVISIONE 4
ESTRATTO DELLAVVISO DI AGGIUDICAZIONE
Questa Amministrazione in data 16 novembre 2011 ha
aggiudicato la gara di appalto indetta ai sensi del D.Lgs. 12
aprile 2006, n. 163 e successive modificazioni e integrazio-
ni, per la fornitura, con posa in opera di 2 (due) banchi prova
freni per 2 ruote, 5 (cinque) banchi prova velocit per 2-3-4
ruote e quad, 5 (cinque) banchi prova freni per veicoli legge-
ri e 2 (due) banchi prova freni per veicoli leggeri, per 2-3-4
ruote e quad presso alcuni Uffici della Motorizzazione Civile.
C.I.G.: 302416216Eallimpresa Simpesfaip S.p.A., con sede
in Via Dinazzano, n. 4 - 42015 Prato di Correggio (RE) per
limporto di Euro =227.135,45=, I.V.A. esclusa, compreso il
costo degli oneri per la sicurezza non soggetto a ribasso pari
a Euro =2.925,00=. Lintegrale Avviso relativo agli appalti
aggiudicati stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale delle
Comunit Europee in data 10/12/2011 con il numero 2011/S
238-383453 e sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica
Italiana n. 149, V serie speciale, del 19/12/2011.
IL DIRIGENTE (Dott. Ing. StefanoBACCARINI)
REGIONE CAMPANIA - ASL CASERTA
VIA UNIT ITALIANA, 28 - 81100 CASERTA
SERVIZIO PROVVEDITORATO
TEL. 0823/445186-9 - FAX 0823/279581
AVVISO DI GARA
CIG: 366009451D - Questa ASL di Caserta indice
procedura aperta per laffidamento triennale del
Servizio di Pulizia delle strutture della A.S.L. di Ca-
serta, con il criterio di aggiudicazione ai sensi del-
lart. 83 D.Lgs. 163/06, a lotto unico, a favore del-
lofferta economicamente pi vantaggiosa. Il valore
economico complessivo presunto triennale pari a
Euro 24.600.000,00 I.V.A. esclusa. La scadenza per
la presentazione delle offerte fissata per le ore
12.00 del giorno 13/02/2012. La seduta pubblica per
lapertura delle offerte fissata per le ore 10.00 del
giorno 20/02/2012.
IL DIRIGENTE SERVIZIO PROVVEDITORATO Dr. Giuseppe Gasparin
B
X
410922
MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI
DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE
ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI
DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE
DIVISIONE 4
ESTRATTO DELLAVVISO DI AGGIUDICAZIONE
Questa Amministrazione in data 25 novembre 2011 ha
aggiudicato la gara di appalto indetta ai sensi del D.Lgs. 12
aprile 2006, n. 163 e successive modificazioni e integrazioni,
per la fornitura, con posa in opera, di 18 (diciotto) ponti
sollevatori per veicoli leggeri muniti di banchi prova organi di
sterzo, di cui sedici incassati eduenonincassati pressoalcuni
Uffici della Motorizzazione Civile, C.I.G.: 3058293737
allImpresa Simpesfaip S.p.A., con sede in Via Dinazzano, n.
4 - 42015 Prato di Correggio (RE) per limporto di
Euro=182.830,50=, I.V.A. esclusa, compreso il costo degli
oneri per la sicurezza non soggetto a ribasso pari a Euro =
5.850,00=. Lintegrale Avvisorelativoagli appalti aggiudicati
stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale delle Comunit
Europee in data 13/12/2011 con il numero 2011/S 239-
386185 e sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.
149, V serie speciale, del 29/12/2011.
IL DIRIGENTE: (Dott. Ing. Stefano BACCARINI)
ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA
DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI
La Fondazione E.N.P.A.M., Ente Nazionale di Previdenza ed Assi-
stenza dei Medici e degli Odontoiatri, con sede in Roma - via Tori-
no 38, intende individuare opportunit di investimento in quote di
fondi immobiliari con profilo core/core plus, sia di diritto italiano che
estero, che investano in immobili a destinazione non residenziale e
non alberghiera. Detta individuazione funzionale alleventuale av-
vio di trattative per possibili successive sottoscrizioni o acquisti di
quote da effettuarsi nel corso del 2012. Gli interessati potranno far
pervenire la documentazione descrittiva di una o pi opportunit din-
vestimento allattenzione del Presidente della Fondazione, Prof. Eo-
lo G. Parodi, preferibilmente entro il 15/02/2012 ed esclusivamen-
te con le modalit indicate sul sito internet della Fondazione allin-
dirizzo www.enpam.it - Sezione Patrimonio Immobiliare. La pre-
sentazione della suddetta documentazione non determina in capo
a Fondazione E.N.P.A.M. alcun obbligo e/o vincolo anche di natu-
ra precontrattuale. In ogni caso non sar riconosciuto agli interes-
sati e/o a terzi alcun rimborso o remunerazione.
Ancona Tel. 071 2149811 Fax 071 45020
Ascoli Piceno Tel. 0736263443 Fax 0736245399
Bari Tel. 0805486888 Fax 080529302
Brindisi Tel. 0831529677 Fax 0831529815
Caserta Tel. 0823462201 Fax 0823279038
Catania Tel. 095433457 Fax 0950930770
Frosinone Tel. 0775210140 Fax 0775251293
Latina Tel. 0773668518 Fax 0773668549
Lecce Tel. 08322781 Fax 0832278222
LAquila Tel. 08622411338 Fax 0862410164
Macerata Tel. 0733261755 Fax 0733269328
Milano Tel. 02757091 Fax 0275709244
Napoli Tel. 0812473111 Fax 0812473220
Perugia Tel. 0755056318 Fax 0755056326
Pesaro Tel. 0721377399 Fax 0721372072
Pescara Tel. 0854222966 Fax 0854213213
Rieti Tel. 0746270133 Fax 0761344833
Roma Tel. 0637708493 Fax 0637708415
Salerno Tel. 0892571501 Fax 089236227
Terni Tel. 0744425970 Fax 0744425970
Viterbo Tel. 0761303320 Fax 0761344833
-TRX IL:19/12/11 22.13-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 7 - 20/12/11-N:
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
PRIMO 7
PIANO 77
di FABRIZIO RIZZI
ROMA- Nonho mai parlato
di staccare la spina. Silvio
Berlusconi conferma lappog-
gio del Pdl al governo Monti,
malgrado i segnali di un disa-
gio diffuso tra i parlamentari,
che si manifestato con le
assenzeallaCameraper il voto
di fiducia sul-
la manovra.
Non fa co-
munque pre-
visioni sulla
durata del-
lesecutivo:
Cungover-
no,tantiaugu-
ri. Facciamo-
lo lavorare.
Non credo ci
sia nessuno
che possa fa-
re una previ-
sione su
quanta vita
possa avere.
Per Angelino
Alfano, unipotesi ordina-
ria che lesecutivo arrivi a
fine legislatura.
Nonostante il sostegno a
Monti, Berlusconi esprimecri-
tiche e lancia frecciate sulla
manovra. Non esclude che ce
ne possa essere unaltra, nel
breve periodo. Pu darsi che
si debba arrivare a una nuo-
va. Sugli effetti del decreto
non ottimista: Le manovre
inducono alla recessione. Se-
condoil Cavaliere, il suogover-
nostatomiglioredellattuale.
Siamoriusciti a tenere i conti
inordinesenzaimporrenuove
tasse - ricorda - soltanto con il
tagliodellespese. Qui si cam-
biata strada, si sono tagliate
poche spese e si proceduto
nellimposizione di nuove tas-
seenellincrementodellapres-
sione fiscale.
Berlusconi nonsembrama-
nifestare particolari preoccu-
pazioni seGiulioTremonti fa-
r un gruppo autonomo, gli
invia un freddo messaggio di
auguri. Non vuole nemme-
no esprimersi sui rapporti con
laLega, arrivati aunlivellotra
i pi bassi, negli ultimi anni.
Lalleanza a rischio. Lasta
delle frequenze e la tassa sulle
case, lImu, dividono lex pre-
mier dai lumbard. ConBossi il
rapporto sempre vivo, resta-
no ottimi rapporti sul piano
personale. Ma nonhaconfer-
mato un incontro con il capo
del Carroccio, ieri seraadArco-
re. Si giustificato cos: Ci
sono obiettive ragioni che im-
pongono il silenzio, su queste
cose devo fare il politico....
Quanto allasta delle frequen-
ze, il Cavaliere sostiene che
noncnessunointeressatoal-
linvestimento per ottenere
una frequenza, tantoche non
ne ha mai parlato, assicura,
conqualcunoa Mediaset oin
Rai. Per di pi, Sky ha detto
di non essere interessata. In-
somma, pensa che non possa-
no fruttare denari alle casse
dello Stato. Prevedo che non
ci sia nessuno che possa porta-
re dei fondi importanti, sono
un bene che non ha mercato,
in tutta Europa cos, non
sono sottoposte a pagamen-
to. Una posizione che si
scontrataconRobertoMaroni
per il quale lasta una misu-
ra equa perch chi ha di pi
deve pagare. Lex titolare del
Viminale ha ringraziato il mi-
nistro Passera e il governo in
generale che hannoaccoltola
nostra richiesta. Perch con
lasta si potrebbero recupera-
re miliardi per diminuire le
tasse sui cittadini e ridurre i
tagli alle pensioni. Controre-
plica di Berlusconi alla Lega,
sullabattagliaannunciatacon-
tro lImu: Mi sembra strano -
esclama - perch la tassa era
prevista nel federalismo.
Nonvorrebbemai, lexpre-
mier, che sua figlia Marina si
lanciasse in politica. La leve-
rei dalla successione, taglia
corto. Nonpreoccupatodella
tenuta del Pdl. Chiede rifor-
me istituzionali per il Paese:
Magari si intervenisse con il
presidenzialismo: al governoe
al capo del governo devono
essereattribuiti poteri cheoggi
nonesistono. Senonsi arrivaa
cambiare larchitettura istitu-
zionale, questo Paese e resta
ingovernabile. E a questo
punto sferra un nuovo attacco
a Magistratura democratica
(malgradosi trovi al Palazzodi
giustizia di Milano per il pro-
cesso Mills: Una perdita di
tempo, sonoindignato, mapi
indignati di me dovrebbero
essere i contribuenti): se una
legge nonpiace, osserva, inter-
viene Md per farla abrogare.
La sovranit non spetta al
popolo, chelatrasmetteal Par-
lamento, ma la sovranit ge-
stitadaMagistraturademocra-
tica. Per ultimo, un elogio a
don Verz, una persona stra-
ordinaria, rara, un uomo di
fede, noncredoassolutamente
sia implicato in quei fatti.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO - Per la prima volta
Silvio Berlusconi incontra il
suoexcoimputatoDavidMills
inunauladi giustizia. Elofain
videoconferenzadaLondrado-
ve, tramite uno schermo tv e
laiuto di uninterprete, il lega-
le ha confermato la ritrattazio-
ne dellinterrogatorio con cui,
nel luglio del 2004, ai pm di
Milano aveva parlato di 600
mila dollari ricevuti in regala
dallex premier, tramite Carlo
Bernasconi, il manager Finin-
vest morto anni fa, perch era
riuscito a proteggerlo dalle
inchiestegiudiziarie. Dichiara-
zioni sucui ancheieri lavvoca-
toinglesehafattomarciaindie-
tro: quei soldi, il fulcro dellac-
cusa, li haricevuti dallarmato-
re Diego Attanasio, uno dei
suoi clienti.
Finalmente nel processo in
cui Berlusconi figura come im-
putato di corruzione in atti
giudiziari per aver compra-
to, come recita laccusa, la
testimonianza di Mills, il lega-
le londinese, seppur via etere,
si materializzato. Dopoche il
tribunalehadecisocheandava
sentito come teste assistito e
con lobbligo di ripondere alle
domande e dire la verit, lav-
vocatodaffari haraccontatola
sua versione pur cercando di
farequalchepiccoloslalomdet-
tato dal timore di essere di
nuovoincriminato. Timoreve-
nutoagallainparticolarequan-
do ha affermato di non volere
rispondere alla domanda sul
cosidetto divendo Horizon,
ossia di quei 10 miliardi di
lire che sarebbero stati creati
anche attraverso la costituzio-
ne delle societ off-shore del
gruppoFininvest, di cui Mills
ritenuto larchitetto. Ma dopo
le rassicurazioni del giudice
Francesca Vitale, presidente
del collegio, lesame del testi-
monepiimportantedellinte-
ro processo proseguito.
Con Berlusconi seduto in
prima fila, a fianco dei suoi
difensori, adascoltare anchese
di tantointantoparevaassopi-
to. Si ritorna sul fondo Hori-
zonper passareallarichiestadi
creare due trust a beneficio
dei figli di primomatrimonio
dellallora presidente di Finin-
vest (Pier Silvio e Marina,
ndr). Unprogetto di cui par-
l in un appartamento priva-
to a Milano che credo fosse la
casadi SilvioBerlusconieche
si tradottoinnulla. Eal pm
che gli ha chiesto chi fosse il
beneficiario delle societ del
gruppo B della Fininvest, il
cosiddettocompartoriservato,
Mills ha risposto: Venivano
gestite nellinteressedegli azio-
nisti e presumo che Berlusconi
fosse uno dei principali.
Di domandaindomanda, a
un certo punto il legale, si
rivoltoal pmDePasquale: Mi
vuole chiedere da dove vengo-
no il 600 mila dollari? Sarei
lieto di rispondere. E cos la
conferma della versione ritrat-
tata: quei soldi, finiti nel 97sul
suo conto a Ginevra, proveni-
vano da Diego Attanasio ed
eranounapartedellaripartizio-
ne dei proventi (una decina di
milioni di dollari di cui aveva
ricevuto lautorizzazione alla
gestione) frutto di una vendita
di navi. Denaro, ha proseguito
Mills, che era stato in parte
classificato come prestito, in
parte come spese, in parte co-
me regalo. Soddisfatto Berlu-
sconi per le parole di Mills,
meno invece per la raffica di
udienze fissate dal Tribunale,
che oltre a quelladel 22dicem-
bre, a partire dal 9 gennaio
sfiorano quota otto.
Berlusconi: staccare la spina
sarebbedairresponsabili
Frequenze, nonvedointeresseainvestire. ScontroconMaroni
LAPOLITICA
ProcessoMills, il legaleinglese:
soldi daAttanasionondal Cavaliere
David Mills
SeMarinasi candidaladiseredo. GiallosullincontroconBossi IL CENTRODESTRA
LEQUESTIONI APERTE
Silvio Berlusconi ieri nellaula del tribunale di Milano
Silvio
Berlusconi ieri
al suo arrivo in
tribunale
-TRX IL:20/12/11 01.05-NOTE:RCITTA
-MSGR - 20 CITTA - 8 - 20/12/11-N:RCITTA
8
PRIMO
PIANO
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
dal nostro inviato
CLAUDIA GUASCO
CREMONA- ConaddossolamagliadellAtalan-
ta, amava dire, si sentiva Superman. Ieri mattina
allalbail supereroe finitonellapolvere, arresta-
to dalla polizia mentre tentava di scappare in
macchina infilandosi nel garage di casa. Cristia-
no Doni, 38 anni, gi capitano della squadra
bergamasca, uno
dei nove arrestati
(diciassette intutto
le ordinanze di cu-
stodia cautelare)
nel secondo tempo
dellinchiesta della
procura di Cremo-
na sul calcioscom-
messe.
Pericolo di in-
quinamento delle
prove, laccusa che ha fatto scattare le manette
ai polsi del centrocampista, gi sospeso tre anni e
mezzo dalla giustizia sportiva. Tre le partite che,
secondo laccusa, lui i suoi sodali del gruppo di
Cerviaavrebberotentatodi condizionare. Svaria-
ti incontri del campionato 2010-2011 di serie Be
5 di serie A, invece, quelli finiti nel raggio
dazionedel cartel-
lo criminale tran-
snazionale con epi-
centro a Singapo-
re guidato da Tan
Set Eng. Enel cono
dombra c anche
Lecce-Lazio del 22
maggio2011, vinta
dai biancocelesti 4
a 2.
Gli uomini del
Far east sono la
mentedellorganiz-
zazione, gli zingari
guidati da Almir
Gegic il loro brac-
cio armato. Allog-
giano negli alber-
ghi frequentati dal-
le squadre, contat-
tano i giocatori da
corrompere, man-
dano unloro uomo
a bordo campo per
ridurre al minimo i
margini di rischio
delle scommesse,
tutte in tempo rea-
le. Nellaretesonorimasti impigliati gli exgiocato-
ri Luigi Sartor - nome storico di Parma, Vicenza,
Inter e Roma - e Alessandro Zamperini (serie B,
LegaPro), ora incarcere a Cremona conaltri due
calciatori ancora in attivit: Carlo Gervasoni del
Piacenza, attualmente sospeso, e Filippo Carob-
bio dello Spezia.
Lattivit era collaudata e il giro daffari
florido: il normale
beneficiodi unma-
tchfixing, spiegain
un interrogatorio
lindagatoPerumal
Wilson, si aggira
tra i 500 mila e il
milione e mezzo di
euro, negli ultimi
tre anni i ricavi
complessivi del si-
stema ammontano
a cinque, sei milio-
ni di euro. E sem-
prePerumal ariferi-
re delle numerose
partite che sareb-
bero state alterate
nel campionato
maggiore fra il
2010 e questanno.
Eng TanSeet ave-
va certamente ma-
nipolato Brescia-Bari del 6 febbraio 2011, termi-
nataconil risultatodi 2-0emoltoprobabilmen-
te il 30 gennaio 2011 Brescia-Chievo (0-3) o
Napoli-Sampdoria (4-0). Questo sospetto, spie-
ga, troverebbe conferma dai compensi ricevuti.
Dopo la partita Brescia-Bari, Eng mi chiam
dicendo che il mio guadagno sarebbe stato di 60
milaeuro. Iopensoche significa che si trattavadi
una partita manipolata. Eng era furioso perch i
calciatori avevano consentito a perdere 2-0 inve-
ce che 3-0. Con il risultato di 3-0 la scommessa
avrebbeportatobenefici moltopigrandi. Chiu-
dono lelenco dei sospetti Brescia-Lecce del 27
febbraio, finita 2 a 2, e lincontro di Coppa Italia
Cesena-Gubbio del 30 novembre 2011.
Epoi cunaltrapartitasottoesame. Alessan-
dro Zamperini, considerato dagliinvestigatori il
reclutatore di calciatori da arruolare per mani-
polare gli incontri, pochi giorni prima della
partita Lecce-Lazio, si legge nellordinanza fir-
mata dal gip Guido Salvini, ha preso una stanza
nello stesso albergo dove poi ha alloggiato la
squadrasalentina, conevidenti finalitcorrutti-
ve. Quanto alla serie B, sono almeno tre le
partite disputate dallAtalanta nello scorso cam-
pionato che sarebbero state combinate grazie
allintervento dellex capitano Cristiano Doni -
cheavrebbeagitoancheper contodi imprecisati
dirigenti dellasquadracheaspiravanoallapromo-
zione in serie A - e dei suoi complici Antonio
Benfenati e Nicola Santoni. Si tratta di Atalan-
ta-Piacenzadel 19marzo2011, Padova-Atalanta
del 26marzo2011eAscoli-Atalantadel 12marzo
2011. Nei campionati di B del 2009-2010 e del
2010-2011, invece, in base a quanto accertato
dagli inquirenti sarebberostati artefatti i risultati
di Cittadella-Mantova del 24 aprile 2010, di
Ancona-Grosseto del 30 aprile 2010, Bre-
scia-Mantova del 2 aprile 2010, Grosseto-Reggi-
nadel 23maggio2010edEmpoli-Grossetodel 30
maggio 2010. Ancora: Padova-Mantova del
2009, Siena-Piacenzadel febbraio2011ePiacen-
za-Pescaradellaprilescorso. Oggi cominceranno
gli interrogatori di garanzia, i primi a essere
ascoltati saranno Zamperini e Carobbio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Calcioscommesse, 17 arresti
Doni hatentatodi fuggire
IncarcerelexcapitanodellAtalanta. Sospetti su5garedi A
LINCHIESTA Nel mirinomoltepartitedi B. Il gip: manipolazioni ancorainatto
Quelsindacomancato
dicuiBergamononsifidapi
Finalitcorruttive
secondoi pmanche
versoil Lecceprima
del matchconlaLazio
NUOVABUFERA CALCIO
ROMA- Le indagini sportive sul calcioscomes-
se avranno un processo bis. Il procuratore
federale Stefano Palazzi infatti al lavoro sul
nuovo capitolo dello scandalo che ha portato a
17 arresti, tra cui quello di Cristiano Doni.
Palazzi quando chiuse linchiesta sul primo
filone aveva aperto un fascicolo bis in attesa di
ulteriori sviluppi e ora ha chiesto la copia degli
atti utili ai fini dellinchiesta sportiva. Ci sono
anche incontri del campionato di serie A
2010-2011 tra le partite che sarebbero state
alterate dallorganizzazione scoperta dallapoli-
zia. Secondoleindagini si trattadi Brescia-Bari,
Brescia-Lecce e Napoli-Sampdoria, sucui sono
in corso ulteriori accertamenti.
Guardiamo a queste vicende con grande
preoccupazione - ha commentato il presidente
della Lega di A Maurizio Beretta - perch il
nostroobiettivoedifendereintutti i modi e con
determinazione la credibilit del calcio, il suo
prestigioelasuatrasparenza. Poi, haaggiunto.
chiaronel casofosseroaccertatedellerespon-
sabilit servono sanzioni molto pesanti.
Quelle delle partite truccate une delle
principali preoccupazioni dellUefa, fannosa-
pere gli uomini del presidente Platini. Abbia-
mounsistemadi allertaeorganizziamotrasmis-
sione delle informazioni con le federazioni.
Infine Giancarlo Abete, presidente della
Figc. Sapevamoche linchiesta stavaandando
avanti, ci era stata preannunciata. Sullipotesi
di nuove penalizzazioni contro le societ, il
numero uno della Federcalcio ha fatto capire
che ovviamente si dovr attendere le risultan-
ze dellindagine. Secondo Abete comunque
importante evidenziare lo stretto rapporto fra
laProcurafederale e laProcura della Repubbli-
ca di Cremona.
Lex capitano e bandiera dellAtalanta Cristiano Doni
La nuova tranche della vicenda calcioscommesse
ANSA-CENTIMETRI
Il giro delle scommesse illecite
17
I provvedimenti
di custodia cautelare
in carcere.
Tra questi, 5
calciatori ed ex
LACCUSA
Associazione
a delinquere finalizzata
alla truffa e frode
sportiva
PERCH GLI ARRESTI
Forte rischio
di inquinamento
delle prove
e manipolazione
delle partite ancora
in atto
CALCIATORI ARRESTATI
Filippo Carobbio
Spezia
Carlo Gervasoni
Piacenza
(ora sospeso)
Alessandro Zamperini
ex serie B, Lega Pro
Luigi Sartor
ex Parma, Vicenza,
Inter, Roma
Cristiano Doni
Atalanta
(ora squalificato)
LA RETE
SINGAPORE 1
Croazia
Germania
Turchia
Ungheria
Finlandia
Grecia
Le basi operative.
Si attivavano,
insediandosi negli hotel
dove alloggiavano
le squadre, per prendere
i contatti necessari
per condizionare
gli incontri
EUROPA EST 2
Vertice
dell'organizzazione
guidata da tale Eng Tan
Seet detto "Dan"
SITI INTERNET ASIATICI 3
Utilizzati per le scommesse sulle
partite combinate. Le puntate
andavano da 500 mila a 1,5 mln
ITALIA 4
4
2
1
3
LaFigcalcontrattacco
apertalinchiestabis
Abete:celoaspettavamo
IL PERSONAGGIO
di MATTEO SPINI
BERGAMO- CeranounavoltaDoni e
lAtalanta. Naturalmente e meraviglio-
samenteinsieme, impossibili dastacca-
re luno dallaltra, perch lui non aveva
mai toccato certi livelli fuori da Berga-
mo. Doni sindaco, recitavauncartel-
lonevistocentinaiadi volteincurva: un
paradosso, ma neanche troppo, dato
che lui, tre anni fa, era stato in effetti
nominatocittadinobenemeritodal sin-
daco in persona, come solo le grandi
personalit.
Ceravamo tanto amati, ma davve-
ro tanto. Perch Doni e lAtalanta non
eranounbinomioesclusivamentecalci-
stico, ma qualcosa di pi, che andava
avanti fuori dal campodi giocoecheera
destinato a proseguire anche una volta
appese le scarpette al chiodo. Una ban-
diera diversa dalle altre: un non berga-
masco cresciuto altrove e che, ad un
certo punto, aveva anche abbandonato
quella maglia, ma che poi era tornato a
casa, la sua nuova casa, sentendone la
malinconia.
E dire che su un amore del genere
nonavrebbe scommesso (pardon, visto
il contestomeglioevitarecerteparole)
nessuno: sulla carta, troppo diversi per
stare bene insieme. Quando, nellestate
del 98, quel ragazzone con i capelli
lunghi arriv a Bergamo, nessuno lo
conosceva, ma le credenziali nonerano
dalla sua, pensando ad una tifoseria
focosa ma anche conservatrice come
quella nerazzurra, che non ama troppo
Roma e i romani e, tantomeno, gli ex
bresciani. Ebbene, gli almanacchi parla-
no di un Doni nato nella capitale (in
realt, solo nato, avendo trascorso lin-
fanzia in altri lidi) e transitato proprio
dallaltrapartedellOglioprimadi vesti-
re il nerazzurro. Una simbiosi con i
tifosi, sempre e comunque dalla sua
parte, come in quella famosa inchiesta
sulle scommesse di undici anni fa, che
in molti avrebbero dimenticato troppo
alla svelta. Tutti con lui, a testa alta,
come quella sua famosa esultanza.
Ma, di fronte allevidenza dellarre-
stodi ieri, sembrachequalcosadefiniti-
vamente si sia rotto: in attesa di vedere
come si comporter la curva domani,
gi nelle prime ore dopo la notizia, sui
forum dei tifosi, non sono in pochi
quelli che si sono discostati dallex ido-
lo. Qualcosa di significativo? Chiss se
il caso di ammainare quella bandiera,
troppo strana per essere vera.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Luigi Sartor nel 2003
Larrivo in Questura di Doni dopo larresto
-TRX IL:20/12/11 01.05-NOTE:RCITTA
-MSGR - 20 CITTA - 9 - 20/12/11-N:RCITTA
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
PRIMO 9
PIANO 99
dal nostro inviato
CREMONA - In gergo parla-
no di paprika e viagra. Sala
ha portato quatto-cinque pa-
sticche, dice a telefono Alir
Gegic, punto di riferimento
degli zigari. In realt si riferi-
sconoai soldi, quelli cheservo-
no per corrompere i giocatori
compiacenti e portare a casa il
risultato.
La valigia misteriosa. Il de-
naro per falsare le scommesse
viaggia in contanti, contenuti
in pratici trolley. Il 4 novem-
bre scorso, alle 5.45 sbarca
allaeroportodi Malpensapro-
veniente dal sud est asiatico
Huat Choo Beng,
braccio destro del
capodellorganizza-
zioneEngTanSeet.
Luomo, scrive il
gip, hafattodiver-
se telefonate allin-
terno dello scalo ed
stato rilevato da
un componente,
probabilmente ita-
liano, dellorganiz-
zazione che lo ha
accompagnato al-
lHotel Sheraton,
sempre internoalloscalo, do-
ve ha chiesto una camera e si
trattenuto per meno di tre ore,
ripartendo per Singapore con
il volodelle 12.15. Una visita
lampo che non passata inos-
servata. Allimbarco a Singa-
pore il trolley che Huat Choo
Beng aveva con s pesava 9 kg
mentre al momento del reim-
barcoaMilanoMalpensapesa-
va solo 8 kg. E quindi pres-
soch certo che Choo Beng sia
giunto in Italia solo per conse-
gnare qualcosa, per conto del-
lorganizzazione, allemissario
che si incontrato con lui.
Cosa? Molto probabilmente,
insieme ad informazioni, una
somma di denaro celata in
qualche contenitore, somma
destinataa finanziare le attivi-
t illecite.
Il fratellodi Gattuso. Avol-
te il passaparola gioca brutti
scherzi. Domanda degli inqui-
renti a Wilson Perumal: Co-
nosce nomi o sa qualcosa su
calciatori italiani che abbiano
partecipato alla manipolazio-
ne di partite?
Perumal: Non conosco
nessun nome di calciatore ita-
liano.
Inquirenti: Sa qualcosa
sul ruolodel fratellodi Genna-
ro Gattuso nella manipolazio-
ne di partite in Italia?
P.: Il fratello di Gattuso
mantiene contatti con Suljic e
Lalic. Il fratello di Gattuso ha
contatti concalciatori di diver-
se squadre in Italia ma non
conosco nomi.
Le preliminari verifiche,
scrive il gip nellordinanza,
hanno consentito di accertare
che Gennaro Ivan Gattuso
non ha fratelli.
Rapporti in crisi. Cristiano
Doni nervoso. Teme che Ni-
cola Santoni, gi preparatore
Atletico del Ravenna Calcio
possa mandare allaria i piani
del gruppo di Cervia. Ne
parlail 4agosto2011conAles-
sandro Ettori.
Doni: S per digli a tutti
di stare tranquilli...di stare
tranquilli perch... peggio ca-
pito?.
Ettori:. Eh poi per il resto
hai delle novit qualcosa per-
ch....
D.: C uno che rompe,
deve stare tranquillo...perch
andiamonei casini tutti secon-
tinuano a fare quello che stan-
no facendo.
Un concetto che ribadisce
con Antonio Benfenati, nella
conversazione del 16 agosto
scorso.
Doni: Devestaretranquil-
lo lui, non deve fare c...Lui ha
fatto delle c...quindi se me ne
fa unaltra, vado la e gli met-
to...epoi le prendo, mavadola
e lo...lo tiro su per il collo, io!
ok? Perch adesso basta, fate-
gli arrivare il messaggino, per-
ch....
Benfenati: Va bene.
D.: Iomi sonofattounc...
cos! perchenonfacciac... lui
capito? Perch dopo divento
cattivo, lo sai come sono eh?
dopo divento cattivo, quindi
voi che gli siete vicino....
Doni eliPhone. Linquina-
mento probatorio messo inat-
todallexcapitanodellAtalan-
ta, scrive il gip, consiste nel
tentativo di modificare la pas-
sworddel telefonosequestrato
a Santoni, per impedire alla
polizia postale di accedere ai
contenuti. I due ne parlano in
una conversazione intercetta-
ta il 15 novembre scorso.
Santoni: Ol.
Doni: Santoni?
S.: S pronto.
D.: Fantozzi lei?
S.: Ah...tutto a posto.
D.: Tutto bene....
S.: Come sito?.
D.: Sonoconil fissoeh..pe-
r...ascolta eh... cos quella
password l?.
S.: Eh...praticamente....
D.: ...Fai il falsetto(camuf-
fando la voce).
S.: camuffandoanche lui la
voce) ... Eh praticamente.
D.: Ma chi te lha detta
questa boiata qua? E vera?.
S.: E no... provaacambia-
re il passwordino.
Doni fa tacere Santoni.
Obiettivodellexbandieradel-
lAtalanta, secondo gli inqui-
renti, era evitare che lamico
Santoni svelasse il sistema di
scommesse. Perci paga di ta-
scapropriapartedellaparcella
dellavvocato. E lostessoSan-
toni a parlarne con la fidanza-
ta Valentina.
Santoni: Adesso vediamo
quello che si pu salvare. Mi
haportatodei soldi cheiopoi li
porto allavvocato.
C.Gu.
AltelefonoconlavocediFantozzi
isoldidiventanopaprikaoviagra
Glistratagemmieilcodiceusatidagliarrestatipercomunicare
LE INTERCETTAZIONI I contanti arrivavanodaSingaporedentroi trolleydegli emissari
Riva: il calciodei furbi
mi aspettopenesevere
di ALESSANDRO ANGELONI
ROMA - Fa sempre un certo effet-
to sapere di calciatori arrestati, fu
cos anchenei primi anni 80, quan-
doscattaronole manette per alcuni
big della serie A. Ragazzi che han-
no fatto divertire i propri tifosi e
ora piangono la loro decadenza.
Successe allepoca, si ripropone og-
gi, con la stessa risonanza mediati-
ca. Uno che non mai decaduto
Gigi Riva,
che il calcio
lo ha giocato
quaranta an-
ni fa e che og-
gi lo vive da
dirigente del-
la Figc. Ruoli
diversi ma di
lui restaintat-
ta quellim-
magine pura
che si porta
dietrodasem-
pre. Oggi in
azzurro fa un po da pap di tutti i
convocati azzurri da Azeglio Vici-
ni a Cesare Prandelli. E cos sar
ancheoltre. successocheinnazio-
nale, Riva abbia conosciuto anche
Doni e Sartor, due dei diciassette
arrestati.
Riva, che effetto le ha fatto sape-
re di questi arresti?
Doni stato con noi in nazionale
per un bel po, Sartor molto meno,
ha fatto solo qualche apparizione.
Cristianohafattounottimacarrie-
ra, hatoccatolapiceconil mondia-
le in Corea e Giappone, sincera-
mente mi dispiace per il ragazzo,
umanamente. Sono cose spiacevo-
li, anche se non mi piace dare
sentenze.
Il calcio sempre pi ridotto
male.
Cos come sempre pi ridotto
male il nostro paese. Ogni giorno
su pi fronti ci sono degli arresti,
dalla criminalit organizzata alle
storie di tutti i giorni. Senatori,
onorevoli si sonoimbattuti inscan-
dali. tutto cos ormai. Il calcio
non un isola a parte, solo lo
specchio della nostra societ.
strano grave vedere i calciatori,
che in genere guadagnano bene,
cadere in certi errori.
vero, ma inBsi guadagna meno
e molte societ non pagano gli
stipendi con regolarit. Magari
pi facile che emergano casi di
scommes-
se clande-
stine, per i
giocatori
u modo per
guadagna-
re di pi.
Il fatto di
guadagnare
di meno non
una giustifi-
cazione. Chi
sbaglia, a
qualsiasi li-
vello, devepa-
gare seria-
mente. lunico modo per dare un
esempio. E poi anche in A, in
passato, ci sono stati casi di questo
tipo. Ricordiamo tutti lo scandalo
degli anni 80.
Ai suoi tempi succedeva?
Noi scommettevamo una cena.
Punto. Quello era un calcio pi
genuino, a misura duomo. Oggi
completamente diverso.
In cosa?
Si d spazio ai furbi. Oggi si
portati a pensare che sia pi facile
viveresesi provaafregarequalcu-
no. Ma una scelta sbagliata.
Comunque il calcio ne esce male.
Ora il momento delle riflessioni
comuni e tutto sembra da buttare.
Ma come sempre troveremo il mo-
do per uscirne. Il calcio non muore
mai, anche se certe vicende sono
spiacevoli. Non bisogna essere te-
neri, chi ha sbagliato deve pagare.
Questo deve essere il punto di
partenza.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A
NUOVABUFERA
Simone Farina
terzino
del Gubbio
BRESCIA-BARI
BANCONOTEINPILLOLE
ILPARENTEINESISTENTE
LECCE-LAZIO
CALCIO
NAPOLI-SAMP
Tra le gare nel mirino c anche Brescia-Bari del 6
febbraio 2011: vinse la squadra di casa 2-0
GUBBIO - Svegliarsi nel mezzo della nuova bufera sul
calcio scommesse. Perch tutto parte dalla denuncia di
Simone Farina, terzino sinistro al quinto anno di Gubbio.
Il biondo difensore ha svelato di essere stato contattato a
fine settembre da Alessandro Zamperini, compagno ai
tempi della Roma: 200 mila euro per tentare di truccare
Cesena-Gubbiodel 30novembre, CoppaItalia. Zamperini
avrebbe promesso a Farina anche un aiuto per aiutare il
Gubbio a salvarsi in serie B. Farina avrebbe dovuto
convincere il portiere e i due difensori centrali. Il giocatore
ne ha parlato subito con il direttore sportivo Stefano
Giammarioli equindi si messainmotolagiustizia. Sono
stati dimostrati laseriete lostile dellanostra societdice
lo stesso Giammarioli. Mentre il club sottolinea come il
Gubbiosarsempreinprimalineaperdenunciarecompor-
tamenti illeciti. Chiusura con lallenatore Gigi Simoni.
Si tratta di cose squallide e vergognose.
B
Luigi Riva
Napoli-Sampdoria del 30 gennaio scorso, finita 4-0,
tra le cinque partite sospettate dagli investigatori
Zamperini soggiorn nellhotel dei giocatori del Lecce
prima della partita contro la Lazio del 22 maggio 2011
Salahaportato
quattro-cinque
pasticche,
diceAlir Gegic
LINTERVISTA
Tuttopartedalladenunciadel Gubbio
rifiutati daFarinai 200milaeuroofferti
Noi pigenuini
al massimo
ci giocavamo
unacena
Il fratellodi Gattuso
mantienei contatti
conduezingari
maRino figliounico

Prenota entro la mezzanotte del 22.12.11. Viaggia da Gennaio a Marzo. Tasse e spese incluse. Offerta valida per viaggiare dal Luned al Gioved. Soggetto a disponibilit, termini e condizioni. Per ulteriori informazioni e per conoscere i giorni in cui i voli sono operativi visita Ryanair.com. Spese opzionali escluse. Partenze da Roma (Ciampino).
Citt romantiche, momenti spumeggianti. quanto promettono le sei citt storiche di Treviri, Coblenza, Magonza,
Spirae Worms e Kaiserslautern nella Germania occidentale, non lontane dal Reno e dalla Mosella.
Qui si trovano tre dei quattro siti della Renania-Palatinato facenti parte del patrimonio dellumanit dellUnesco: i
monumenti romani, il duomo e la chiesa di Nostra Signora a Treviri, la valle superiore del medio Reno nelle vicinanze
di Coblenza e il duomo di Spira. Monumenti, edifici e paesaggi che vi affascineranno! Lo scenario perfetto per un fine
settimana romantico in unambientazione storica. www.romantic-cities.com
FRANCOFORTE(HAHN)
17, 99
SOLO
ANDATA,
DA
CITT ROMANTICHE STORIA DA VIVERE
-TRX IL:19/12/11 20.24-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 10 - 20/12/11-N:
10
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
-TRX IL:20/12/11 01.04-NOTE:RCITTA
-MSGR - 20 CITTA - 11 - 20/12/11-N:RCITTA
CRONACHE
fax: 06 4720676
di PAOLA VUOLO
ROMA- Colpogrossodi Natale
a piazza di Spagna, in unagen-
zia della Unicredit, dove cin-
que banditi, tre indossavano i
fratini dellapoliziamunicipale,
hannorapinatoieri 250.000eu-
ro in contanti: gli incassi del
fine settimana depositati da
molti dei negozi delle vie dello
shopping. Una rapina studiata
grazie ad informazioni molto
precise, i rapinatori sapevano
quandoi soldi sarebberoarriva-
ti nella cassaforte della banca, e
sapevano pure che entrare in
quella banca, anche armati, era
abbastanza facile: allingresso
non c il metal detector e nep-
pure una guardia giurata, le
mazzette dei soldi sono senza il
security pack, che esplode mac-
chiando di vernice indelebile le
banconote, e si trovavano in
due cassaforti senza la chiusura
a tempo, invece che nel caveau.
Sono le 16 quando i tre finti
vigili urbani entrano nellagen-
zia a due passi da Trinit dei
Monti, gli altri due complici
sonofuori a fare dapalo: hanno
i fratini dei vigili urbani, ma
cercano di camuffare anche il
viso, chi indossando uno zuc-
chetto, chi un cappello a falde
larghe, chi una parrucca. Entra-
no nellagenzia trascinandosi
dietro un trolley e subito, con
accento romanesco, dicono ai
tre dipendenti di stare calmi,
non vi facciamo nulla, aprite
la cassaforte. Fanno sedere i
clienti tutti per terra e rinchiu-
dono due impiegati in unaltra
stanza.
Per fortuna non ci hanno
mai puntato contro la pistola -
dice unimpiegata - altrimenti
sarei morta di paura, uno dei
banditi la mostrava soltanto,
ma lha sempre tenuta abbassa-
ta.
I rapinatori prendono in
ostaggio il cassiere e si fanno
aprire la prima cassaforte, la
fannosvuotaredallimpiegatoe
passanoallaseconda cassablin-
data, il cassiere temporeggia,
loro lo minacciano, riempi
questoc... di trolley, gli urlano.
Mi hanno preso per il collo e
minacciato - dice il cassiere -
hanno detto che se non facevo
in fretta li avrei costretti a fare
del male anche agli altri.
La banca ha anche un cave-
au, ma i rapinatori sanno che ci
vorrebbe troppo tempo per
aprirlo, escono con la valigia
piena di soldi, senza che fuori,
nessuno si sia accorto di nulla.
Gli impiegati e i clienti si affac-
cianoeli vedonoandareviacon
gli altri due complici, si dirigo-
no verso via Condotti, qualcu-
no dei testimoni dice che forse
unpaiodi banditi si sonodiretti
verso la metropolitana, nella
stradina che costeggia la banca,
e che, sembra uno scherzo della
sorte, si chiamavicolodel Botti-
no.
I carabinieri stanno visio-
nando le immagini girate dal
sistema di videosorveglianza,
sembra che dai filmati possano
emergereindizi utili perleinda-
gini. I rapinatori hanno agito a
voltoscoperto, egli esperti della
squadra rilievi stanno lavoran-
do per ingrandire e definire le
immagini. Al vaglio anche i fil-
mati delle telecamere installate
nellealtre vie del centrostorico,
probabile che qualcuna abbia
registrato la fuga dei falsi vigili
urbani.
I rapinatori hanno agito in
frettaesonoriusciti adileguarsi
ma secondo chi indaga non si
tratterebbe di veri professioni-
sti, avendolasciatounbel po di
tracce.
RIPRODUZIONE RISERVATA
I DUE FALSI DIPLOMATICI
Nellottobre 2010 due arabi, fingendosi diplomatici,
mettono a segno un colpo da Cartier, in via Condotti
(nella foto, i sopralluoghi) rubando un anello da 500
mila euro. Uno dei due ladri, arrestato in Marocco ed
estradato in Italia, di nuovo in libert. Nessuna
notizia, invece, del complice e del prezioso anello
I PRECEDENTI
di MARIA LOMBARDI
ROMA - La rapina delle beffe.
Di fronte alla banca svaligiata
c una fatina bionda vestita di
bianco. Turisti e romani fanno
la fila per uninquadradura ac-
cantoalei, basta pronunciarela
formula magica davanti alla te-
lecamera ed ecco comparire sul
grande schermo limmagine di
unavvenente modella con le
spallenudeeleali. Hannosfida-
to anche la folla intorno allo
stand di Roma si mette in
luce, i rapinatori travestiti da
vigili urbani. Sono apparsi e
scomparsi come la fatina. Si
sono presi gioco della piazza
vetrina e dello shopping natali-
zio, dei vigili urbani veri tra
laltro pinumerosi in tempi di
compere. Hanno burlato pas-
santi enegozianti sfilandoconil
bottinonascostoinuntrolleysu
questo palcoscenico di lusso e
storia. Hanno ferito il salotto
buono nei giorni di festa, quelli
che valgono lincasso di mesi,
rivelandone la fragilit.
Salotto buono? Forse lo
era, oranonpi, Toni Porcel-
lail presidentedellassociazio-
ne commercianti di piazza di
Spagna. Nel suostudio, la galle-
ria Ca doro, arriva la voce dei
tenori dellOperachesi esibisco-
no sotto la scalinata. Questa
piazzaviene quasi ignoratadal-
le autorit, forse lunica senza
illuminazione natalizia.
Lelenco lungo: indecoroso
il fioraio di fronte alla banca
rapinata, vende tutto tranne
che fiori, e triste il parcheg-
gio delle bici senza nemmeno
una bici, forse le avranno ruba-
te, e desolante lo spettacolo
gli ambulanti chefannodi que-
stameravigliosapiazzaunaspe-
cie di suk. Il salotto buono non
merita questo trattamento.
I controlli, una lunga batta-
glia. Lassociazione commer-
cianti si sgolata in tutti i modi
per chiedere un argine allasse-
dio degli ambulanti. Abbiamo
ottenuto dei risultati: i vigili
urbani da qualche settimana
sono pi presenti. Anche se ci
vorrebbe una schiera di uomini
in divisa per controllare una
piazza cos grande. Dalle 6,48
del mattinofinoallunadi notte
c comunque un presidio. Il
numerodei vigili impegnati nel
servizio varia a secondo della
fascia oraria: si va da un massi-
mo di 10 a un minimo di due,
alcuni in borghese, spiega Ste-
fano Napoli, comandante del
primo gruppo della Municipa-
le. Da unmese i controlli sono
sensibilmente intensificati an-
che in coincidenza delle feste.
Non basta ancora, almeno
non in giorni cos caotici. C
da meravigliarsi che ci sia stata
una sola rapina, scherza con
amarezza un commerciante e
racconta dei 35
borseggi messi a
segno in un solo
giorno, proprio
nellapiazzaesot-
to le feste. Ave-
vamopropostoal-
lamministrazio-
nedi pagareano-
stre spese un ser-
vizio di sorve-
glianza. Ci han-
no risposto che
nonerapossibile, GiorgioSer-
moneta vende guanti dal 1964.
Servivoattrici eattori, alloras
questo era un salotto. Adesso
mi si stringe il cuore quando
alluscita della metro sento gli
altoparlanti avvisare: attenzio-
neai borseggi. Devoammettere
per che le nostre proteste sono
state ascoltate e lamministra-
zione ultimamente ci venuta
incontro.
Ece ne vorrebbe ancora pi
sorveglianza, per Chiara Bedi-
ni, proprietaria di Babingtons
evicepresidentedellassociazio-
ne commercianti della piazza.
Chiediamo il ripristino della
legalit. I venditori abusivi na-
scondonolemerci nei tombini e
nei cantieri, nei giardini gira
droga e si spaccia. La sera, alla
chiusura dei negozi, questa di-
venta terra di nessuno. Non
possibile che la piazza pi bella
del mondosiabistrattatainque-
sto modo.
Ne approfittano i banditi
che negli ultimi tempi hanno
messo a segno un colpo dietro
laltro nel triangolo dellelegan-
za. Il 4luglioscorsounrapinato-
re camuffato da prete ha seque-
stratola direttrice della gioielle-
ria Eleuteri per poi scappare
conpietre e oroper unvalore di
500milaeuro. Duefinti ricconi,
con laria da diplomatici, il 19
ottobre del 2010 riuscirono a
portarviadaCartierundiaman-
tedamezzomilione. Esageraro-
no un po i due rapinatori che il
3 maggio del 2006 cercarono di
sfondareconuncarroattrezzi la
vetrinadi Bulgari inviaCondot-
ti, fallirono. Mica scaltri come
quelli della banda dei vigili ur-
bani. RIPRODUZIONE RISERVATA
IL FINTO PRETE
Nel luglio di questanno un ladro travestito da prete
svaligia la gioielleria Eleuteri in via Condotti. La foto
mostra il finto prete che si allontana dopo il colpo,
ripreso dalle videocamere di un negozio. Pochi giorni
dopo il colpo, fruttato 500.000 euro, il ladro stato
arrestato. Si tratta di un pregiudicato romano di 38
anni ben conosciuto dalle Forze dellOrdine
IL BLITZ
Questestrade
sonoormai unsuk
pochi controlli
e troppi ambulanti
Lingresso
della banca in
Piazza
di Spagna
luogo
della rapina
I malviventi
si sono
mescolati
tra la folla dello
shopping
natalizio e si
sono dileguati
ColpodarecordnellaCapitale, cinquericercati. Avevanolaccentoromanoederanoarmati
Rapinainpiazzadi Spagna
i ladri travestiti davigili urbani
Bottinodi 250milaeuro, lafugatraleviedelloshopping
LE REAZIONI
Larabbiadeicommercianti
Ilsalottobuonononcpi
-TRX IL:19/12/11 20.24-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 12 - 20/12/11-N:
12
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
-TRX IL:19/12/11 22.36-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 13 - 20/12/11-N:
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011 CRONACHE 13 13
Roma, il commercianteavrebbecorteggiatolasuafidanzata
TARANTO- Avevaappenafinitodi prele-
vare il denaro dalla banca quando due
banditi, armati e con il volto coperto da
passamontagna lo hanno bloccato sull'
usciodell'istituto di credito: l'intimazione
di consegnareil sacco, unprobabileabboz-
zo di reazione e un colpo di pistola che lo
uccide quasi all'istante. Cos nel primo
pomeriggio di ieri morto a Taranto
FrancescoMalcore, 35anni, guardiagiura-
ta.
Lavorava da una decina d'anni alle
dipendenze dell'istituto di vigilanza Vis;
lascia la moglie e due bambini. I banditi
sonofuggiti conunbottino di 30mila euro
e da ore carabinieri e poliziotti stanno
dando loro la caccia. La rapina finita in
tragediasi consumataversole15dinanzi
allafilialeUnicredit-Ban-
ca di Roma invia Orsini,
nel popolare rione Tam-
buri, lo stesso nel quale
viveva anche Malcore.
La guardia giurata arri-
vataconuncollegadinan-
zi alla banca a bordo di
un furgone per prelevare
il denaro, un'operazione
fatta chiss quante volte
in questi dieci anni.
Ma all'uscita, con il
saccodi banconoteinma-
no, Malcore stato bloc-
cato dai rapinatori. I due banditi pare
siano sbucati da una stradina laterale,
dopo aver atteso l'arrivo del furgone e
l'espletamentodelle procedure per il ritiro
del denaro da parte dei vigilanti.
I malfattori, secondo una prima rico-
struzione fatta dagli inquirenti, hanno
intimato alla guardia giurata di consegna-
re il sacco. Malcore forse ha abbozzato
istintivamenteuntentativodi reazioneeil
bandito armato non ha avuto esitazioni:
hasparatounsolocolpodi pistola, centran-
do alla fronte la guardia giurata che
crollata a terra. I rapinatori hannopreso il
sacco con i soldi e sono fuggiti. Non
esclusocheadattenderli ci fosseuncompli-
ce, mentre nelle adiacenze della banca gli
investigatori hanno trovato e sequestrato
una Fiat 500 vecchio tipo risultata rubata
che i banditi potrebbero aver usato per
raggiungere l'istituto di credito.
di SARA MENAFRA
Il nome dellagente in servi-
zio allAise, il servizio di con-
trospionaggio militare,
iscritto al registro degli inda-
gati gi da luglio. E da subito
con laccusa di omicidio vo-
lontario. Ma quello che ha
pi imbarazzato i vertici del
Servizio, che hanno deciso di
nonsospenderlofinoallacon-
clusione delle indagini, che
la scorsa estate, in pieno ago-
sto, gli uomini del Nucleo
investigativo dei Carabinieri
si sono presentati addirittura
nella sede di Forte Braschi,
quartiere generale dei nostri
007. E, allapresenzadi funzio-
nari dellaPresidenzadel Con-
siglio e di un alto ufficiale del
Servizio, hanno perquisito la
scrivania e i cassetti blindati
dellagente.
Inquesti giorni gli investi-
gatori dellArma, la pm Bar-
bara Sargenti e il procuratore
aggiunto Pierfilippo Laviani
stannoconcludendoleultime
verifichedi uncasocheormai
viene considerato risolto.
Cohen, 74 anni e una vita
passata in prima fila nella
comunit ebraica romana,
proprietario di alcuni negozi
del centro di Roma, in passa-
to aveva gi ricevuto una de-
nunciapermolestie. E, secon-
dolaricostruzione degli inve-
stigatori, avrebbe fatto alcu-
ne avances alla fidanzata del-
lagenteAise, unadipendente
di uno dei negozi che Cohen
gestisce assieme alla moglie.
La commessa, una bella don-
na di poco meno di qua-
rantanni, haraccontatotutto
al fidanzato, che ha reagito
distinto. La sera del 13 giu-
gnoscorsohaaspettatonasco-
sto nella guardiola in disuso
del palazzodi via Lanciani in
cui abitava il commerciante
della comunit ebraica. Poi,
quando lha visto arrivare,
lha affrontato in maniera di-
retta, utilizzan-
do larma che
aveva portato
con s. Lha col-
pitoconunacol-
tellata dritta al
cuore. Un solo
fendentedal bas-
so verso lalto,
questos, dapro-
fessionista.
Le verifiche
degli ultimi mesi si sono con-
centrate soprattutto su una
donna, diversa dalla fidanza-
ta, forse anche lei membro
del servizio segreto militare,
che avrebbe aiutato lassassi-
no gi la notte dellaggressio-
ne. Probabilmente accompa-
gnandoloinmacchinasul luo-
godellomicidio, avvenutoal-
le 20, in una strada molto
trafficata e per di pi non
lontano da una fermata del-
lautobus. Come unica accor-
tezza, i due avrebbero comu-
nicato in tutto questo tempo
utilizzandoWhatsApp, unsi-
stemadi messaggisticaritenu-
to non intercettabile che pu
essere attivato anche sul tele-
fonino. E proprio quelle con-
versazioni, chegli investigato-
ri sono comunque riusciti a
captare, proverebbero la sua
responsabilit.
Gli elementi indiziari a
carico dellagente sono molti.
Anche perch adispettodella
carriera di uomo sotto coper-
tura, lui stesso non si preoc-
cupato di nascondere troppo
le prove che ora rischiano di
incastrarlo. Al momento del-
lagguato non si neppure
preoccupato di simulare una
rapina, lasciando addosso a
RafiCohensiail portafogli
sia i 300 euro che aveva con
se. Giulio sa di essere indaga-
toalmenodalloscorso26ago-
sto, quando, dopo aver per-
quisito la sua abitazione, i
Carabinieri hanno chiesto e
ottenutodi aprirei suoi casset-
ti sotto chiave anche a Forte
Braschi. Finora, la pmtitola-
re del fascicolo Barbara Sar-
genti e laggiunto Pierfilippo
Laviani, hanno preferito evi-
tare larresto. Anche perch
luomo effettivamente con-
trollatissimo. Unaccordopra-
ticamenteblindatoconlostes-
so Aise fa s che ogni sua
mossa, in particolare ogni
eventuale tentativodi fuggire
allestero, siaimmediatamen-
tesegnalatoallaprocuradella
repubblica, che procedereb-
be allarresto seduta stante.
Ormai, per, lindaginevici-
na alla svolta finale. Ed
probabile che nei prossimi
giorni i familiari di Raphael
Cohen potranno finalmente
conoscereil voltodellassassi-
no.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Cohenuccisopergelosia
Ilpmaccusauno007
PerquisitoaForteBraschilufficiodiunagentedellAise
LINCHIESTA
LASSALTO
La banca assaltata
Taranto, rapinatori
freddano
unaguardiagiurata
Ancheunadonna
coinvoltanel delitto
forseaiutil killer
aeluderelindagine
Raphael
Cohen
e a sinistra
uno dei suoi
negozi
a Roma in via
dei Giubbonari
Il peschereccio soccorso in mare
TERMOLI - Maltempo assas-
sinoal centro sud: ieri mattina
a Termoli, al largo della costa
nord della citt, un piccolo
pescherecciosi ribaltatomen-
tre i marittimi a bordo, di
nazionalittunisina, eranoim-
pegnati a ritirare le reti che
eranostatecalateinmarenella
nottata. Il proprietario del na-
tante, Fathi MBaya, tunisino,
noto a Termoli come Franco
caduto in mare insieme ad un
altro connazionale ritrovato
qualcheoradopo, dallaCapita-
neria di Porto, vicino alla sco-
gliera, ormai cadavere.
Il corpo di Mohammed
Abwelhed, 45 anni, residente
nel centro adriatico da nume-
rosi anni, chiamato dai pesca-
tori Mimmo stato composto
presso lobitorio dellospedale
cittadino, mentrelaltromarit-
timo tuttora disperso nono-
stantelinteragiornatadi ricer-
checondottedallaGuardiaco-
stiera con pi mezzi navali, e
dai sommozzatori dei Vigili
del Fuoco di Teramo, con il
supporto di un elicottero dei
pompieri giuntoda Pescara ed
altri mezzi navali della Guar-
diadi Finanza, usciti inmarea
dare man forte. Salvo unterzo
marinaioper cui si eratemuto:
questa mattina era rimasto a
casa.
Ma c unaltra vittima in
Italia a causa del maltempo,
freddo e ghiaccio: si tratta di
un senzatetto di 52 anni, di
nazionalit romena, Stefan
Smolei, che mortoassiderato
durante la notte a Ghilarza
(Oristano)inunacasaincostru-
zione nella quale aveva trova-
to rifugio.
MaltempoalSud
peschereccio
siribaltaaTermoli
duelevittime
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
La moglie, il figlio, la nuora, i nipotini, i
cognati e cognate comunicano la
scomparsa del loro caro
Gen.
SERGIO DE ANGELIS
Cerveteri, 18 dicembre 2011
F.lli MEZZOPANE Srl - Tel. 069943583
SILVIA EPIFANI e i figli DARIO, LUCIA e
ANITA DE CESARIS annunciano sconvolti
la precoce scomparsa del figlio e fratello
LUIGI DE CESARIS
restauratore e grande artista
I funerali si svolgeranno a Roma nella
Chiesa di San Luigi dei Francesi giovedi 22
Dicembre 2011 ore 9.
Milano-Roma, 19 dicembre 2011
VINCENZO e OLGA FASANI partecipano al
dolore per la scomparsa prematura del
caro
LUIGI
Roma, 19 dicembre 2011
Lascia un vuoto incolmabile la scomparsa
prematura di
LUIGI DE CESARIS
alla moglie FRANCESCA FASANI e al
piccolo MASSIMO ANTONIO.
Roma, 19 dicembre 2011
BENEDETTO e CAROLINA, uniti alla loro
mamma ELENA TOMMASI FERRONI,
piangono disperati la scomparsa del loro
amato padre
LUIGI DE CESARIS
Roma, 19 dicembre 2011
ALBERTO ed EMILIANO piangono
limprovvisa scomparsa del loro carissimo
amico e maestro
LUIGI DE CESARIS
compagno di venti anni di lavoro e di
avventure insieme.
Roma, 20 dicembre 2011
LUCIO, SIMONA, DARIO e tutti gli amici
dell Arcobaleno Tre sono vicini a
GIANFRANCO per la scomparsa della sua
adorata sorella
MARIELLA GALLO
Roma, 20 dicembre 2011
Dopo una vita dedicata al lavoro, alle
istituzioni europee, al bene della famiglia,
circondato dai suoi affetti, ci ha lasciati
con un caro ricordo nel cuore
Senatore Professore
ENRICO JACCHIA
Lo annunciano con grande dolore la
moglie PATRICIA, il figlio ALESSANDRO,
la nuora KATYNA, le nipoti ARIANNA e
ALLEGRA.
Una cerimonia di saluto avra luogo presso
il Tempietto Egizio del cimitero Verano
mercoledi 21 alle ore 11,00.
Roma, 20 dicembre 2011
La Albatross Entertainment S.p.A. si
unisce al dolore di ALESSANDRO
JACCHIA per la scomparsa del padre
ENRICO
Roma, 20 dicembre 2011
DANIELA, LUDOVICA e MAURIZIO MOMI
sono vicini in questo triste momento ad
ALESSANDRO JACCHIA e alla sua
famiglia per la perdita delladorato papa
ENRICO
Roma, 20 dicembre 2011
Il Prof. FERNANDO FERRONI Presidente
dell Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
partecipa con profondo cordoglio al
dolore della famiglia per la scomparsa di
FERNANDO PACCIANI
e ne ricorda la profonda conoscenza dell
Istituto, la passione e la capacita di
adeguare efficacemente lazione ammini-
strativa ai nuovi modelli di gestione. L
I.N.F.N. perde con lui un esempio di
competenza e di integrita che ha
costituito un sicuro e costante riferimento
per la Dirigenza dellIstituto.
Consiglio Direttivo, Giunta Esecutiva e
Personale tutto dell I.N.F.N. si associano
alla famiglia nel ricordo.
Roma, 20 dicembre 2011
Il Presidente, il Consiglio di Amministra-
zione, il Collegio Sindacale, il Comitato
Tecnico Scientifico, il Direttore e tutto lo
Staff del Consortium Garr partecipano
sentitamente al lutto della famiglia del
Rag.
FERNANDO PACCIANI
Presidente del Collegio Sindacale Garr
Con profonda stima e sincero affetto
ricordano le sue qualita professionali e
lindulgente caparbieta che hanno fatto di
lui un punto di riferimento per lattivita
amministrativa del Garr.
Roma, 20 dicembre 2011

Il giorno 18 Dicembre 2011 e mancata


allaffetto dei suoi cari
GIULIA PIPERNO SONNINO
Con immenso dolore ne danno il triste
annuncio i figli SARA e LEO con CINO ed
ELISABETTA.
I funerali avranno luogo oggi 20 Dicembre
alle ore 11 presso il cimitero israelitico del
Verano.
Roma, 18 dicembre 2011
Bousquet dal 1917 06.863.222.83

I nipoti ARMANDO e BARBARA, ALESSIA


ed ANDREA, con SIMONA, DAVIDE,
ALESSANDRO e BEATRICE piangono
limprovvisa scomparsa delladorata
Nonna GIULIA
Roma, 18 dicembre 2011
Bousquet dal 1917

I pronipoti BENEDETTA, GABRIELE e


LUDOVICA ricordano la loro dolcissima
Nonna GIULIA
Roma, 18 dicembre 2011
Bousquet dal 1917
GIORGIO e MARISA ricordano con tanto
affetto
GIULIA
Roma, 18 dicembre 2011
Bousquet dal 1917

LIDA, BRUNO e LETIZIA PONTECORVO


con ARMANDO, SANDRO e DANIELE si
stringono forte a SARA e LEO angosciati
per la scomparsa delladorata
MAMMA
Roma, 20 dicembre 2011
Il Presidente, il Vicepresidente e i
componenti del Collegio sindacale della
Aled Spa partecipano al dolore dellA.D.
LEONE SONNINO per la perdita della cara
mamma
GIULIA PIPERNO
Roma, 20 dicembre 2011
Gli amici della Aled Spa sono vicini nel
dolore a LEONE SONNINO per la
scomparsa della cara mamma
GIULIA PIPERNO
Roma, 20 dicembre 2011
Il giorno 18.12.2011 e venuta a mancare
allaffetto dei suoi cari
STEFANIA SIVIERO
Ne da il triste annuncio la Famiglia Tutta.
I funerali avranno luogo il giorno 21 c.m.
alle ore 12.00 presso la Parrocchia del Pre-
ziosissimo Sangue di Gesu (via Flaminia
Vecchia).
Roma, 19 dicembre 2011
OO.FF. Universal Tel. 06.43.83.222
Il Tuo Cuore lo porto con me, lo porto nel
mio
Ciao
MAMMA
GIADA e CAROLINA
Si uniscono stretti nellabbraccio MAURO
e i tuoi nipotini SIMONE e DILETTA
Roma, 19 dicembre 2011
Mia Cara
STEFI
in questi anni mi sei mancata moltissimo
ed ora che non potro piu vederti e stare
con Te mi mancherai ancora di piu.
Sarai sempre nei miei pensieri e nel mio
cuore con infinito amore Tua sorella
ROBERTA
Roma, 19 dicembre 2011
La sorella ROBERTA con CLAUDIO e i
nipoti ALESSIA con FRANCESCO,
ANDREA con JENNI, profondamente
addolorati annunciano la scomparsa di
STEFANIA SIVIERO
e sono vicini con tutto il loro amore a
GIADA, MAURO, CAROLINA e i piccoli
SIMONE e DILETTA.
Roma, 19 dicembre 2011
La mamma MARIA SAVASTANO con
EMILIO, VANESSA, GIOVANNI, BEATRICE
e GAIA piangono con infinito Amore
STEFANIA SIVIERO
Roma, 19 dicembre 2011
CARLO, LUCIA, FRANCESCA, LUCA sono
vicini con tanto affetto al dolore di MARIA,
ROBERTA, EMILIO, GIADA e CAROLINA
per la scomparsa di
STEFANIA SIVIERO
Roma, 19 dicembre 2011
Si e spento
MARCO VENTURINI
Presidente dellAssociazione Italiana di
Oncologia Medica (A.I.O.M.).
MARCO VENTURINI ha coniugato
felicemente nella sua vita impegno
scientifico, morale e professionale, senza
dimenticare mai lironia, lumanita e
lamore per i suoi figli. La sua attivita con
l A.I.O.M. ha favorito lo sviluppo di una
moderna Oncologia Medica in tutto il
Paese.
LOncologia Medica Italiana, che onora
oggi uno dei suoi piu illustri esponenti,
continuera la sua attivita ed i suoi
progetti.
LAssociazione Italiana di Oncologia
Medica.
Milano, 19 dicembre 2011
Il Consiglio Direttivo dell A.I.O.M. Sezione
Regionale Lombardia esprime il cordoglio
di tutti i Soci lombardi ed e vicino ai
familiari nel momento della perdita del
caro
MARCO
Milano, 19 dicembre 2011
E mancato allaffetto dei suoi cari il
Conte
FRANCESCO VINCENTI
MARERI
Ambasciatore dItalia
Cavaliere donore e devozione del
S.M.O.M.
Cavaliere della Lgion dhonneur
Medaglia dargento al valore civile
Lo ricordano con infinito rimpianto la
moglie GERMANA ZIRIO, il figlio IPPOLITO
con la moglie VITTORIA PREMOLI e le
figlie GAITA e ISABELLA, la figlia LAVINIA
con il marito GIOVANNI PAOLUZI e i figli
TOMMASO con la moglie GIORGIA e
FRANCESCA con il marito OLINDO, i
nipoti tutti.
Giovedi 22 Dicembre alle ore 11,00 sara
celebrata la funzione religiosa officiata dal
Vescovo di Rieti nella Cattedrale di Santa
Maria in Rieti.
Roma, 20 dicembre 2011
ALESSANDRO KICHELMACHER annuncia
con immenso dolore la scomparsa
improvvisa della compagna
ELENA ZAGHIS
Roma, 20 dicembre 2011
Cara
ELENA
ti salutiamo con immensa gratitudine
JENNY, MARZIA, MARCO, ALESSIA,
YURG, FRANCO, nipoti tutti.
Roma, 20 dicembre 2011
RINGRAZIAMENTI
TIZIANA, RICCARDO e MICHELE
ringraziano tutti gli amici per la partecipa-
zione al dolore per la scomparsa
dellamato
CARLO ROMANO
Venerdi 23 Dicembre alle 15,00 Messa di
commemorazione nel Santuario della
Madonna del Monte a Marta (Viterbo).
Roma, 20 dicembre 2011
TRIGESIMI
e
ANNIVERSARI
20 - 12 - 2001 20 - 12 - 2011
Nel decimo anniversario la moglie LYA DE
BARBERIIS ricorda con immutato dolore il
marito
Dott.
ENRICO BELFIORE
Roma, 20 dicembre 2011
BIANCA e DOLLY ricordano con amore
MASSIMO e GASTONE
BRUSABELLI
Una Messa sara celebrata domani 21 alle
ore 19 al SantEugenio.
Roma, 20 dicembre 2011
20 Dicembre 2000 20 Dicembre 2011
A 11 anni dalla scomparsa di
VITTORIO PARRINI
la moglie PUCCI, i figli RAFFAELLA,
PRIMO con STEFANIA, LORENZO ed i
nipoti tutti, lo ricordano con affetto e
nostalgia.
Roma, 20 dicembre 2011
20 - 12 - 2010 20 - 12 - 2011
DEBORAH PIPERNO
Il tuo sorriso e sempre con noi.
Ci manchi immensamente.
MANUEL, SABRINA, MILLA, GAETANO.
21 - 12 - 2010 21 - 12 - 2011
Con amore e rimpianto infinito
GIORGIO ZELONI
vive ancora nel cuore dei suoi cari.
Una Messa verra celebrata domani 21
Dicembre alle ore 18.00 nella Chiesa della
SS. Trinit in Viale Arrigo Boito.
Roma, 20 dicembre 2011
-TRX IL:19/12/11 20.24-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 14 - 20/12/11-N:
14
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
-TRX IL:19/12/11 22.18-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 15 - 20/12/11-N:
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011 CRONACHE 15 15
ROMA- Il consigliere di Cassazione Stefania
Di Tomassi il nuovo capo degli ispettori del
ministerodellaGiustizia; lohadecisoil Guar-
dasigilli Paola Severino, che ieri ha chiesto al
Csmdi mettere fuori ruolo la Di Tomassi per
il periodo dellincarico. Lo stesso ministro
della Giustizia ha confermato Augusta Ianni-
ni a capo dell'Ufficio legislativo e anche il suo
vice, Gabriele Iuzzolino. Nuova nomina an-
cheall'Ufficiodi coordinamentodelle attivit
internazionali che sar guidato da Eugenio
Selvaggi, sostituto Pg in Cassazione.
L'AQUILA- Laprocuraantimafiadell'Aquila
hamessoasegnoil primocolpocontrolemafie
interessate al grande affare della ricostruzione
post terremoto: quattro persone sono state
arrestate ieri con l'accusa di aver assicurato le
basi logistiche e societarie per l'ingresso nei
milionari appalti privati, quelli senza gara e
senza l'obbligo dei certificati antimafia, di
aziende vicine alla 'ndrangheta: sono tre im-
prenditori legati allacoscaCaridi-Zincato-Bor-
ghetto e il 34enne aquilano Stefano Biasini.
ROMA - Se state pregustando le abbuffate di
Natale, ricordate che una dieta povera di
calorie mantiene il cervello sempreverde, gra-
zie a una molecola chiave, attivata proprio da
una alimentazione moderata (dieta ipocalori-
ca o restrizione calorica). Pubblicata sulla
rivista Pnas, la scoperta italiana di un team
dell'universit Cattolica di Roma. La moleco-
lasi chiamaCreb1esi attivaquandosi mangia
poco, proteggendo in vari modi il cervello e
oleandone le sinapsi (collegamenti tra neu-
roni) per mantenerle giovani e scattanti.
Esultail Pd
mentrelaLega
chiedeprof espressi
dal territorio
Cos la dieta aiuta il cervello
una scoperta della Cattolica
di ALESSANDRA MIGLIOZZI
ROMA - Nella scuola devono
ripartire al pi presto i con-
corsi per dare una possibilit
ai giovani, ai neo laureati, di
salire in cattedra e svecchiare
il corpo docenti. uno degli
obiettivi a cui sta lavorando il
ministro Francesco Profumo.
L'ultima selezione risale al
1999. I potenziali interessati
sono circa 300mila: i 240mila
iscritti nelle graduatorie (i pre-
cari storici), i 20mila abilitati
mai entrati nelle graduatorie
perch dal 2007 sono chiuse,
gli oltre 20mila abilitandi che
a marzo entreranno nel tiroci-
nio che li porter al titolo.
Proprio per attendere que-
sti ultimi i tempi dell'operazio-
ne non saranno rapidissimi:
prima del 2013 la selezione
nonpotr essere espletata. Nel
2012 si potr mettere a punto
la procedura. Ma per le prove
bisogner aspettare che i do-
centi che a primavera entrano
nei tirocini formativi, lenuove
abilitazioni targate Mariastel-
la Gelmini, le prime dal 2008
perlascuolasecondaria, arrivi-
no in fondo al percorso. Nei
prossimi giorni Profumo do-
vrinnanzituttodefinirequan-
ti posti mettere a bando per
queste abilitazioni. La Gelmi-
ni ne aveva proposti 23mila.
Quando le nuove leve, i giova-
nisucui puntaProfumo, saran-
noformatescatterl'operazio-
ne concorso: i posti messi sul
piatto saranno decisi in base
al fabbisogno, spiegano fonti
di viale Trastevere. Chi vince-
r il concorso sar assunto,
non ci saranno altre code. Chi
non passa dovr ritentare. Ai
vincitori andr il 50% delle
assunzioni totali di ogni anno.
L'altro 50% andr a chi in
graduatoria, comeprevistodal-
la legge. Ogni anno vanno in
pensione circa 25mila prof: se
tutte le cattedre vacanti saran-
no coperte ogni volta, per chi
partecipa ai concorsi ci saran-
nofinoa 12.500 posti inpalio.
Ma per il contingente effettivo
bisogner attendere gli effetti
della manovra del governo sui
pensionamenti.
Quanto al metodo di azio-
ne, Profumo vorrebbe agire
con i suoi tecnici, preparare al
ministero il provvedimento
per far ripartire la macchina
concorsuale. Cautol'apprezza-
mento dei sindacati che sono
stati convocati per il 22. Il
segretario generale della
Flc-Cgil, MimmoPantaleo, ri-
corda che il nuovo meccani-
smosullepensioni allontanale
uscite dal lavoro e prosegue:
Bisognerebbe fare una rico-
gnizione sui posti disponibili.
Ho l'impressione che non ce
ne siano n per i precari n per
gli altri. Meglio non illudere i
giovani. La Uil Scuola guida-
tadaMassimoDi Mennachie-
de di attivare subito le proce-
dure per coprire i posti per le
materie dove sono esaurite le
graduatorie. Sul reclutamen-
to dei docenti occorre muo-
versi conequilibrioe condeci-
sione. Si devetener contodelle
attese e dei diritti di chi oggi
nelle graduatorie aesaurimen-
to, ma nello stesso tempo van-
nodateopportunitdi accesso
all'insegnamentoancheallele-
ve pi giovani commenta il
segretario della Cisl scuola,
Francesco Scrima. Tutti chie-
dono il confronto.
Sul fronte politico il Pd
esulta ( necessario riaprire i
concorsi, dice laresponsabile
Scuola Francesca Puglisi),
mentre la Lega frena (voglia-
mouncorpoinsegnanti chesia
espressione del territorio, vigi-
leremo).
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il maxibandosarvaratoil prossimoanno. Cauti i sindacati
unmagistratodonna
il nuovo capo degli ispettori
Ricostruzione e ndrangheta
quattroarresti allAquila
Scuola,concorsonenel2013
per300milagiovanieprecari
IlministroProfumo:ipostidecisiinbasealfabbisogno
GIUSTIZIA
TERREMOTO
SALUTE
Il ministro
dellistruzione
Francesco
Profumo
Televisione,nominainEuronews
perilpresidenteRaiGarimberti
LANNUNCIO IN BREVE
Il presidente
della Rai
Paolo
Garimberti
ROMA - Paolo Garimberti
statonominatopresidente
del Consiglio di Sorveglian-
za di Euronews. Lo rende
notoil canaledi informazio-
ne europeo in una nota.
Il presidente della Rai
succede nella carica a Pier
Luigi Malesani. Il Consiglio
di Sorveglianza dell'emit-
tente ha inoltre designato
come nuovo presidente del
Comitato di Direzione Mi-
chael Peters, finora diretto-
re generale di Euronews,
che succede a Philippe Cay-
la. Pier Luigi Malesani resta
membro del Consiglio di
Sorveglianza.
Grazie a questa presti-
giosa nomina la nostra
azienda si conferma prota-
gonistanel panoramatelevi-
sivointernazionale. Cos il
direttore generale della Rai
Lorenza Lei ha commenta-
to la nomina.
I numeri dei docenti in Italia
701.305 a tempo indeterminato
141.735 a tempo determinato
I NUMERI DEI PRECARI
240mila
inseriti
in graduatoria
20mila
abilitati ma fuori dalle
graduatorie 23mila abilitandi
nei tirocini formativi
Et media
dei docenti
Nord Ovest
156.983
38.472
Nord Est
103.574
26.318
Centro
130.079
27.913
Sud
195.483
28.619
Isole
98.223
18.099
48,8
50 50,9
50
48,7
ITALIA
49,8
-TRX IL:19/12/11 20.24-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 16 - 20/12/11-N:
16
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
-TRX IL:19/12/11 22.11-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 17 - 20/12/11-N:
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011 CRONACHE 17 17
di GIACOMO A. DENTE
U
NAMaremmasenzabri-
ganti, butteri efacili cin-
ghiali. Niente concessioni ai
folklori locali, con totem co-
me le foto del terribile Tibur-
zi, redel Lamone, inmezzoai
regi carabinieri alla stregua
di un infausto Che Guevara
ante litteramcostretto a con-
templare pappardelle col su-
go di caccia dalle pareti di
qualche trattoria, insomma.
Basta invece arrampicar-
si fino a Magliano, borgo tur-
rito di fascinosa bellezza, per
trovare una risposta cucina-
ria coerente e convincente
che racconta una cucina mo-
derna che fa onore alle sue
radici.Alla vena greve dei
pi, risponde da Aurora un
intelligenteprogettosui sapo-
ri. Chiave di volta del proget-
to la complicit, nella vita e
in cucina, tra Lucio e Paola
Gnani. I ruoli sono chiari:
Lucio spadroneggia in sala
con racconti di vini e di Ma-
remma, curandotutte le filie-
re di prodotti che arrivano
nella sua luminosa trattoria,
mentre a Paola affidato il
compito di dare senso alla
sua eccezionale materia pri-
ma. Ovvio che il risultato
non possa essere altro che
felice.
Lericettedel classicospar-
tito del territorio si dilatano
qui infatti lungo nuovi oriz-
zonti di piacere. Allassaggio
convince subito la dolcezza
morbida della cipolla fatta
tortino, resairrequietaegene-
rosa di sfumature dallacco-
stamento con vellutata di ac-
ciughe, del lardo croccante e
una fresca carezza di frittata
alla menta. Una repentina,
corretta salita di sapori la
segnano i primi. Ravioli di
faraona umorosi su una cre-
ma di porri e verdure di sta-
gione, oppure mezzelune di
cavolfiore su salsa di parmi-
gianoevinorossodegnedella
mensadi uncardinale. Anco-
ra forza a caratterizzare i se-
condi, chesi tratti del cinghia-
le (vero) tirato di padella con
le olive nere, ma anche di un
piccione saltato con rape e
accompagnato dallo sforma-
to dei suoi fegatini che regala
il sensodei ritmi antichi della
tavola delle campagne. Una
sensuale parata di dolci chiu-
de in bellezza, magari coi
cannoli di pasta fillo ripieni
di Chantilly e pere ripassate
al vin santo e cannella. E
peccato che ininverno non si
possa godere del giardino se-
greto con pozzo incastrato
tra le antiche mura che si
schiude nella bella stagione,
altrimenti sarebbegioiacom-
pleta.
giacomo.dente@ilmessaggero.it
RIPRODUZIONE RISERVATA
di FABIO TURCHETTI
Sonogli italiani adaver scoperto lAme-
rica, o sar forse vero il
contrario? Oltre a Wine
Spectator, infatti, perio-
dico di riferimento dol-
treoceano, che ha pensa-
to per marzo 2012 di or-
ganizzare la sua prima
degustazione in Europa
coinvolgendo i migliori
cento produttori italiani
(il Verona Grand Ta-
sting), anche laltra im-
portanterivistaamerica-
na, Wine Enthusiast, ha
posto al vertice della sua
Top 100 planetaria il
Chianti RufinaNipozza-
no Riserva 2007 di Fre-
scobaldi, inserendo poi
altresedici nostreetichet-
te nella prestigiosa lista.
Un bellaugurio natali-
zio per il vino italiano,
quindi, al quale brindare
con lIsonzo Friulano di
Feresin(13euro), biancominerale, sapi-
do, fruttato, complesso, dinamico, pro-
fondo. Perfetto per il cenone della vigi-
lia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di LUCA LIPPERA
ROMA K Vandalismo ma
nonsolo. Lassaltodi unrome-
no alla Porta Santa di Santa
Maria Maggiore, allEsquili-
no, potrebbe
nascondere
un tentativo
difurtoscom-
binatissimo
quantosivuo-
le macomun-
que senza
molti prece-
denti. Luo-
mo, trenta-
due anni, di
Bacau, anord
di Bucarest,
stato fermato
dalla polizia
nella notte
tra domenica
eieri dopocheavevasmontato
ben nove formelle dai portali
di bronzo della basilica. Non
so perch lho fatto, ha detto.
Volevo spaccare qualcosa,
ha aggiunto, e in effetti cera
ungrossobuco sulla superficie
di unodegli ingressi dellachie-
sa. Ma il numero dei pezzi
staccati, quasi tutti relativi al-
lAnnuncia-
zione di Ma-
ria, portano
gli investiga-
tori a non
escludere che
limmigrato
volesseporta-
re via il mate-
riale e si sia
fatto passare
per matto
soltanto
quandosivi-
sto scoperto.
Per il pa-
trimonioarti-
sticodellaCa-
pitale e per
Santa Maria
Maggiore,
una delle quattro basiliche di
Roma Kognuna ha una Porta
Santachevieneapertasoloper
il Giubileo ogni venticinque
anni K unattaccoinqualche
misurainusuale. Tre mesi fa,
vero, uncinquantenneconpro-
blemi psichiatrici ha danneg-
giato la Fontana del Moro a
piazzaNavona. Quattroubria-
chi, nel 2007, se la presero con
la Fontana della Barcaccia a
piazza di Spagna. Ma mai nes-
suno aveva scavalcato due se-
rie di cancellate ed era entrato
nel perimetro di una chiesa
simbolo della citt K territo-
rio del Vaticano, tra laltro K
mettendosi asmontarei porta-
li eafarebuchi sui bassorilievi.
Lunico precedente, ma in
quel casofuacclaratolosquili-
briopsichico, del 1972, quan-
dolungherese LazloTothpre-
se a martellate la Piet di Mi-
chelangelo esposta allinterno
di San Pietro. Il romeno di
Santa Maria Maggiore, notato
dai passanti (eraatorsonudo),
fermato in flagranza da una
pattuglia del commissariato
Esquilino, ieri mattina stato
processato per direttissima in
Tribunale a piazzale Clodio.
Luomo, in attesa di capirne
meglio le intenzioni, accusa-
to di danneg-
giamento ag-
gravato. Il giu-
dice lo ha ri-
messo in li-
bert impo-
nendogli lob-
bligo di firma
di qui al pro-
cesso. Giove-
d ci sar
unaltra
udienza ma
litergiudizia-
riorichieder
mesi. Il risar-
cimento dei
danni, con
tuttaprobabi-
lit, resterte-
orico.
Limmigrato ha preso di
miralafacciatadi SantaMaria
Maggiore che guarda verso
piazza Vittorio e San Giovan-
ni in Laterano. Il primo attac-
coallaPortaSanta. Il secondo,
usando come scalpello le for-
melle tirate giconil primo, al
portale centrale della basilica.
Il romeno, allarrivodegli agen-
ti del commissariato, guidato
daRossellaMaterazzo, habut-
tato a qualche metro uno dei
pezzi di bassorilievo parlando
a suo modo di unbisogno irre-
frenabile. Non lo so perch,
ma volevo spaccare qualco-
sa, ha ripetuto pi volte. Un
elemento, ineffetti, fa pensare
che luomo comunque fosse in
preda allira o a unesaltazio-
ne. Qualche ora prima dellin-
gressonel perimetrodellachie-
sa, era stato bloccato e denun-
ciato dai carabinieri per aver
rotto lo specchietto di unauto
in sosta sempre allEsquilino.
Lassalto a una basilica K
tolto, appunto, lepisodiodella
Piet e dellungherese Toth K
non una cosa di tutti i giorni.
Larresto da parte della poli-
zia K afferma il sindaco di
Roma Gianni Alemanno K
dimostra che ci sono reattivit
e controllo del territorio. Ma il
problemadelladifesadel patri-
monio artistico della citt e
delle aree religiose un tema
che resta prioritario. Vedremo
se a Santa Maria Maggiore sia
necessarioincrementare i con-
trolli. Il romeno, ultimodomi-
cilio conosciuto a Torino, a
Roma senza fissa dimora, ha
probabilmenteavutolimpres-
sionedi poter agireindisturba-
to. La piazza, a notte fonda,
era deserta e le due file di
inferriate tra la strada e la
chiesa non hanno avuto evi-
dentemente alcun effetto dis-
suasivo.
Dopo la denuncia dellepi-
sodio, il sovrintendente ai Be-
ni Culturali di Roma, Umber-
to Broccoli, ha costituito un
tavolo tecnico daccordo con
leautoritecclesiasticheelam-
ministrazione capitolina.
stato consultato, in particola-
re, il cardinale Bernard Fran-
cis Law, statunitense, arcive-
scovo di Boston (a suo tempo
fucriticatopernonaverdenun-
ciato alcuni presunti preti pe-
dofili) e arciprete di SantaMa-
riaMaggioredal 2004pervole-
re di Giovanni Paolo II.
Ognunoperlepropriecompe-
tenze Kha precisato Broccoli
Kdobbiamocontribuireami-
gliorarelareaattornoallabasi-
licaper evitareforme di degra-
do.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Maremma sopraffina
ROMA - Una tra le pi sfacciate stata
quella pensionata tedesca che ha provato a
mettereinborsaunframmentodi novechili
preso dal Foro Romano. Con grande non-
chalance pensava di farla franca e portarsi
dietro un pezzo di Roma storica. Una
turista colombiana, invece, si concentrata
sul travertino del Colosseo con lo scopo di
scrivere il nome del suo amore e lasciarlo ai
posteri. Eancora: unolandese ha cercatodi
autografarelaFontanadi Trevi. lunghissi-
mo lelenco dei vandali del patrimonio
archeologicoe monumentale della Capitale
e per quasi tutti stato molto facile farla
franca.
La commissione per riformare gli aspet-
ti penali del codice dei Beni culturali stata
istituita lo scorsoluglio. Perch chi danneg-
gia il nostro patrimo-
nio per ora rischia la
reclusione dasei mesi a
tre anni, da scontare in
lavori socialmente uti-
li. Praticamente nulla.
Liniziativa per rime-
diare al vuoto normati-
vo era partita dal mini-
stro Giancarlo Galan,
cheavevachiestoavari
esperti di pronunciarsi
sulla materia per rivedere la legge. Sono
stati coinvolti nel progetto il generale Pa-
squale Muggeo, comandante del Nucleo
tuteladel patrimonioartisticodei carabinie-
ri, Paolo Giorgio Ferri, pubblico ministero
romano esperto in reati contro il patrimo-
nio artistico, il magistrato amministrativo
PaoloCarpentieri eAugustaIannini, nume-
ro uno dellufficio legislativo del ministero
di Giustizia. Il codice, attualmente, prevede
pene minime per il reato di danneggiamen-
to, che contempla laggravante per gli sfregi
al patrimonio artistico solo dal 98.
Nelle aule di giustizia, comunque, fini-
scono in pochi e se la cavano quasi sempre
con la seminfermit mentale. E la situazio-
ne non cambiata nel tempo, perch gi
accadeva cos sin dal 1969, quando nella
basilica di SanPietro, Hans JosephHubner
hacolpitoamartellatelastatuadi PioVIdel
Canova. Nel 72, LaszloTothhadanneggia-
tola Pietdi Michelangeloconunmartello.
Fino a Pietro Cannata, serial killer di opere
darte: avevasfregiatoil Daviddi Donatello
e due anni dopo era tornato a colpire un
affresco di Filippo Lippi.
C.Man.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Lucio e Paola
Gnani
della trattoria
Aurora
a Magliano
AURORA
Magliano in Toscana
(Grosseto)
Tel. 0564-592030
Chiuso mercoled (sempre aperto
durante le feste)
Prezzo medio: 50-60 euro
VOTO: 8
SI: Maremma senza inutili folklori
NO: Giardino non praticabile
dinverno
LIsonzodi Feresin
per il cenonedel 24
LaParigi di Ducasse
La commissione
del ministero
dovrrendere
lepenepisevere
IL CASO
Unlibroimperdibileperi golosi appassio-
nati, o meglio stregati da Parigi. Come
trovare infatti una guida migliore del pi
stellato degli chef mondiali per scoprire i
luoghi giusti insieme alle golosit della
Ville Lumire?
Paris di Alain Ducasse (LIppocampo
29,90 euro) un repertorio straordina-
rio di trovate. Ci troverete Dome, una
pescheriachelequivalentedi unistituto
di bellezza, e Paul Bert, raffinato bistrot
nel cuore dell11eme. Per gli esteti c
invecelapibellavetrinagolosadi Parigi,
tuttainmosaicoblue bianco, traboccante
pat di selvaggina e pesci affumicati.
I romantici della prima colazione ap-
prezzeranno una sosta al Moulin de la
Viergenel 7eme, che ancheesoprattutto
luogodi pani, quichee dolci di rarabont.
Ea proposito della Parigi dei dolci, ecco i
gelati di Berthillon, le praline di Genin
(che anche la cioccolateria pi trendy
della citt, il posto ideale per sedersi e
godersi una fetta di torta), per arrivare
finoaJusetsudo, luogowabi (ingiappone-
se la raffinatezza sobria) come pochi. Al
volume pieno di foto si unisce un carnet
utilissimo per sentirsi tutta Parigi in una
tasca.
RIPRODUZIONE RISERVATA
TOCCODI CLASSE
Unvandaloallassalto
di SantaMariaMaggiore
Arrestatounromeno: Volevospaccarequalcosa
In basso
da sinistra
la Barcaccia
(danneggiata
nel 2007)
il Pantheon
(nel 2009)
e la Navicella
al Celio (2005)
Luomohastaccatonove
formelledallaPortaSanta
epoi lehascagliatecontro
il portaledellabasilica. Tavolo
tecnicoComune-Vaticano
Adestra
unimmagine
della facciata
di Santa Maria
Maggiore
ANSA-CENTIMETRI
Il danneggiamento
Santa Maria Maggiore
Una delle quattro basiliche
patriarcali di Roma,
fu eretta da papa Sisto III
tra il 432 e il 440
CITT DEL
VATICANO
Foro
Romano
ROMA
Basilica
S.Paolo
San Giovanni
in Laterano
Colosseo Colosseo
San Pietro
Santa Maria
Maggiore
Divelti sei stemmi in bronzo
dalla porta Santa che si
trova nella parte sinistra
dalla facciata della Basilica
Danneggiati alcuni riquadri
della porta centrale
in bronzo, tra cui quello
raffigurante l'Annunciazione
LA LEGGE
Machi danneggia
leoperedarte
rischiapocooniente
ROMA- Bersagli preferiti dei vanda-
li a Romasono sempre state le fonta-
ne: andando a ritroso, nellagosto
2010 stata danneggiata quella dei
Navigatori a piazza del Porto di
Ripetta; nel maggiodel 2007quattro
uomini ubriachi (poi arrestati) han-
nocolpitoconungrossocacciavite la
Barcaccia a piazza di Spagna; nel
settembre2005vienepresaamartel-
late la fontana della Navicella del
Sansovino collocata davanti a Villa
Celimontana. Il danno in questulti-
mo caso fu particolarmente grave
perch i vandali asportarono la prua
della Navicella, a forma di muso di
cinghiale, che venne poi ritrovata in
pezzi pochi giorni dopo. Lultimo
frammento mancante fu recuperato
dai carabinieri nel maggio dellanno
scorso. Ma i vandali se la sono presa
anche conil portone del Pantheon: il
basamento e una colonna sono stati
danneggiati nellaprile del 2009.
DallaBarcacciaallaNavicella
presedi mirasoprattuttolefontane
I PRECEDENTI
-TRX IL:19/12/11 23.10-NOTE:RIBATTE
-MSGR - 20 CITTA - 18 - 20/12/11-N:RIBATTE
18
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
di MAURIZIO COSTANZO
N
EI giorni scorsi, Francesco Azzar,
che era stato rapito nel Darfur il 14
agosto, rientrato in Italia. Azzar era
uncooperantedi EmergencyeGinoStra-
da, fondatore dellAssociazione, ha tra-
scorso settimane e mesi in Sudan per
sbloccare la situazione. Unaltra coope-
rante italiana, insieme a due spagnoli,
nelle mani di un gruppo dissidente di Al
Qaeda. Credo che il nostro ministero
degli Esteri potrebbe, ma forse gi lo fa,
farsi garantire dai governi dove i nostri
volontari operano, una maggiore prote-
zione.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Anni fa, in unintervista, gli
chiesi se preferisse fare il sub o
il morto a galla. Mi rispose: Il
vivo a galla, confermando il
suo gelido sense of humour.
Giulio Andreotti ha novanta-
due anni, per l'anagrafe, ma
solo per l'anagrafe.
Non morir mai e se un
giorno, che gli auguriamo lon-
tano, si congeder dal mondo,
resterlasuaombra. Quell'om-
bra che ha accompagnato per
pidi mezzo secolo la sua vita
politica. Pupillodi DeGasperi
diventatopupillodi sestesso.
Haamatoil poterecomenessu-
no e, come nessuno, ha saputo
conservarlo. passato inden-
ne attraverso tutte le bufere,
anchequellagiudiziaria, chelo
ha tenuto in scacco per dieci
anni. Le accuse erano tante,
malapiassurda, lapiincre-
dibile era quella di aver bacia-
to Toto Riina. Enon di averlo
baciato sulla guancia. No: in
bocca.
Ve lo immaginate il
Belzeb democristiano (e do-
ve avrebbe potuto accasarsi se
non in piazza del Ges, un
redivivo Berlicche?) lingua in
bocca con il boss dei corleone-
si? Eppure questa era la pi
clamorosadelleimputazioni. I
soli a crederci erano i pubblici
ministeri, che non conosceva-
noabbastanzail pluripresiden-
te del Consiglio, che, se ha
baciato intimamente qualcu-
no, stata sololamoglie Livia,
esoloquandositrattdiconce-
pire i tre o quattro figli che da
lei ha avuto.
Cosa pensi Andreotti lo sa
soloGiulio, il suo unicoamico
e confidente. Per gli altri
semprestatounmistero, avvol-
to in una sciarada, un enigma
senza punti esclamativi, ma
solo interrogativi. Depositario
deisegreti, sonomolti piquel-
li che gli hanno attribuito che
quelli realmente custoditi.
un pezzo di storia con le sue
luci e le sue ombre, queste pi
numerose di quelle. E anche
coni suoi scheletri inunarma-
diocheimalignihannoparago-
nato all'ossario di Redipuglia.
Li ha sempre custoditi con cu-
ra e li ha sempre tirati fuori al
momento giusto. Giusto per
lui.
Non c' misfatto che non
gli siastatoattribuito, anchese
non stato lui a commetterlo.
Se ne ha commessi, non ha
lasciato impronte digitali. C'
in lui pi Talleyrand che Bi-
smarck, pi un cardinale di
curia che un curato di campa-
gna. Lasuaaneddoticaalgida
e sterminata. Sa tutto quello
chesi pusapere, mai segreti li
tiene per s e per il suo Diario,
che, semai verrpubblicato, ci
mostreril veroAndreotti. Un
uomo per tutte le stagioni, ma
unuomodi straordinariaabili-
t politica. Non uno statista,
maunformidabileprofessioni-
sta che ha il senso non dello
Stato, ma di unaltroStato ben
pi solido e longevo di quello,
acciaccato e
sgangherato,
che rappre-
sentaedrap-
presentato
dalle nostre
istituzioni: lo
Stato Vatica-
no. Qualcu-
nolohapara-
gonato a Pa-
squino, il beffardo sbertuccia-
toredell'ottocentescaepocapa-
palina. Ogni battuta, un mor-
to. Ogni allusione, un brivido.
Ogni giudizio, un epitaffio.
Nessuno ha governato tan-
to a lungo come Giulio, nessu-
nosifattosentireanchequan-
do non c'era. Anzi, soprattut-
to, quando non c'era. La sua
assenzahaintimoritopidella
suapresenza. Nonhamai fatto
il passopilungodellagamba,
ma non ne ha fatto mai uno
sbagliato, a dispetto del calva-
rio giudiziario da cui uscito,
gobba permettendo, a testa al-
ta. unpadre dellaPatria. Ma
di una Patria particolare. Una
Patria curiale. Il suo cervello
ha sempre fatto i calcoli per il
potere. Il suo cuore ha sempre
battutoperl'oltretevere. Sefos-
se diventato papa sarebbe sta-
to un papa del Rinascimento,
scetticoemachiavellico. Sefos-
se stato cardinale, avrebbe de-
ciso le sorti del conclave.
stato Andreotti: pontefice e
prelato.
I rapporti di Belzeb con il
cinghialone Bettino Craxi
non sono mai
stati facili. In
comune non
avevano nien-
te, senonlavo-
glia e il gusto
del potere, che
tanto diversa-
mente hanno
esercitato.Giu-
lio con passo
felpato e mani giunte; Craxi
conpasso bersaglieresco e ma-
ni strette a pugno. Un pugno
che non batteva solo sul pro-
priotavolo, maanche suquelli
altrui. Non temeva nessuno e
tutti temevano lui. Sapeva co-
mandare e farsi ubbidire. Chi
noneraconlui eracontrodi lui
ma, alla fine, si schierarono
conlui anche i nemici, che nel
Psi nonsonomai stati avversa-
ri. Le sue idee potevano piace-
re o non piacere ma erano
chiareerisolute. Nonblandiva
nessunoesi facevatemere. Era
prepotente, a volte protervo,
mai altezzoso. Aveva di s un
concettotantoaltoquantobas-
so lo aveva dei compagni, de-
mocristiani e comunisti che,
ricambiati, lo odiavano. Era
unverosocialdemocratico, au-
toritarioearrogante, inunPae-
sepavidoecompromissorio. Il
suomerito, il suogrande meri-
to fu quello di spezzare l'osce-
no arco costituzionale usci-
to dalla mente levantina e bi-
zantinadiDeMita, fraipeggio-
risegretaridellaDc, edirompe-
rel'indecentealleanzafrapiaz-
za del Ges e il Bottegone.
Credeva, evoleva, un'Italia
libera dalle tossine clericali,
germinanti nella Dc e nel Pci.
Fu il suo merito, il suo grande
merito, ma anche la sua rovi-
na. Il pateracchio fra gli uomi-
ni di Berlinguer e successori e
quello fra gli uomini di De
Mita, Andreotti e seguaci era
sacro. Guai a chi avesse osato
metterlo in dubbio e combat-
terlo. Bettinoci provelapag
cara.
Nonfuunsanto, npretese
di esserlo. Fu un leader coi
fiocchi e con i corbelli, ma
commiseanchelui degli errori.
Il primo: aver riscossomazzet-
te per finanziare il partito. Co-
me tutti, chi pi chi meno. Lo
ammise in Parlamento, ma la
fellonia dei colleghi ne fece il
capro espiatorio di questa de-
plorevole propensione all'in-
trallazzoeal pizzo. L'hapagata
cara mentre molti, soprattutto
democristianidi sinistra, l'han-
no fatta franca. morto in
esilio, abbandonato da quelli
che pi aveva beneficiato che
gli avevano fatto da zerbino
quandoerail dominusdel par-
tito. I nomi non li facciamo
perchliconoscetetutti.Nessu-
no lo ammetter, conferman-
do la propria vilt e la propria
ingratitudine.
atupertu@ilmessaggero.it
LANALISI
di ANGELO SCELZO
Quasi apochi passi dacasa, sul Lungoteve-
re, Karol Wojtyla fu il primo Pontefice a
varcare la soglia di una Sinagoga. Se
quella visita di Papa Wojtyla segn un
tempo nuovo nel rapporto tra cristiani ed
ebrei, il pellegrinaggiodi PapaRatzingera
Rebibbia parso il punto di svolta per la
naturastessadi unpontificatosempre pi
originale e vivo, tanto da prendere forza
proprio al contatto con realt giudicate
pi ostiche e impegnative. Parlare della
visita alla maggiore delle carceri romane
come di un successo oltre le aspettative
significa affermare una verit, ma allo
stesotempo, limitare il valore di ungesto,
inserendoloinunaspeciedi catalogodelle
sorprese venute da Papa Ratzinger; di
fatto delle smentite, seppure di segno
positivo, a qualcosa che da questo Papa
quasi non era lecito attendersi. Ma oltre
ad essere diventate fin troppo frequenti
per essere definite tali, queste sorprese,
unadopolaltra, stannosemprepideline-
ando il volto non solo del pontificato ma
dellaChiesadei tempi di PapaBenedetto;
unaChiesachesi stascoprendoinprofon-
doenaturaledialogoconil mondo. Prima
di tutto conil mondodei cosiddetti lonta-
ni, e di coloro che pongono domande
difficili, come Nwaihim detenuto beni-
nense del reparto G11 che voleva sapere
dal Papa, perch Dio non li ascolta.
Forse Dio Kha incalzato Kascolta solo i
ricchi e i potenti che invece non hanno
fede?. Nessuna domanda, in Papa Rat-
zinger, trova il silenzio, ma neppure la
risposta fatta per troncare discorsi, cos
che tutto confluisce in quella particolare
forma di dialogo che non si nutre solo di
parole messe a confronto, ma di volont e
di cuori che, talvolta anche inconsapevol-
mente, si cercano.
A Rebibbia, questa naturale sintonia
di mondi apparentemente lontani si
manifestata ancora prima che ai detenuti
fossedatalaparola, per esprimersi davan-
ti al Papa. Ognuno di essi, anche di
nessuna o diversa fede, dava per scontato
unascolto, tantodifficiledaottenerealtro-
ve, quantoriconosciutocomevalorecosti-
tutivo alla Chiesa, cos da poterle affidare
non solo richieste, ma innanzitutto le
proprie emozioni. E Papa Ratzinger,
lumanissimo Papa attorniato dai reclusi,
si cos trovatotrale mani lafotodi Gaia,
un mese di vita, trovando a sua volta
parole tenerissime per pap Alberto (lau-
gurio di poter presto tenere in braccio la
figlia). Il clima di intensa commozione
vissuto a Rebibbia non pu, tuttavia,
avere unsemplice valore emotivo. Nonsi
trattato di un bel gesto di Natale, ma
di un evento che va ad arricchire il patri-
moniospiritualedi unpontificatopassato
attraverso tempi difficili, che non sono
riusciti, tuttavia, adostacolarneil cammi-
no.
Anche sotto questo profilo la visita ai
detenuti stata un simbolo eloquente. A
un sieropositivo che lamentava la ferocia
dei giudizi di chi allesterno, il Papa ha
replicato che anche a lui tocca talvolta la
stessa sorte. E in quel tuttavia andiamo
avanti, con il verbo declinato al plurale,
come compartecipi di una stessa sorte,
lecito vedere un tratto fondamentale del
pontificato: la ricerca dellessenziale, un
albero sempre da scuotere per liberarlo e
alleggerirlodalle foglie morte. Di fronte ai
detenuti mutato solo loggetto della
metafora. Permettici di aggrapparti a te
comeuncavoelettricochecomunichi con
il Signore, ha detto al Papa un detenuto.
E allora, rispondendo a tono, il punto
centrale offerto da Benedetto diventato
quellodi ununicacordatachevaversoil
Signore. Parole da Rebibbia, ma parole
per il mondo e per la Chiesa. Con una
conferma: il magistero pastorale, fatto di
gesti, comequellodellincontroconi reclu-
si, il caposaldo di questo pontificato.
Sulla cattedra di Pietro non siede solo un
grande teologo, ma unilluminato Pastore
danime.
Rebibbiahaavutoil valoreulterioredi
rendere visibilequestotrattodi pontifica-
toche, inuncertosenso, ha varcato, adue
passi da casa e a Roma, sede della sua
Cattedra episcopale, una soglia ancora
pi alta nel cuore dellumanit.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di GIORGIO ISRAEL
Levalutazioni si fannoavallee non
amonte. Inparolepovere: leuniver-
sit assumano autonomamente
nuovi docenti e poi si valuter la
bontdellesceltefatte, premiandoe
penalizzando di conseguenza. Pur-
troppo si fatta avanti la solita
tendenzaallaregolamentazionebu-
rocratica basata su una rete di nor-
me stabilite a priori (e basate su
rigidi e discutibili parametri biblio-
metrici) che trasformerebbero le
commissioni inmeri organi esecuti-
vi, diciamo pure inpassacarte. da
augurarsi che la versione finale del
regolamento concorsuale ci riservi
la gradita sorpresa di un approccio
liberale e alieno da dirigismi.
La problematica della scuola
ancorpidelicataedovrebbeessere
affrontata senza ideologismi. Le
nuove Indicazioni nazionali per i
licei furono ispirate al principio di
fissareleconoscenzeimprescindibi-
li lasciandolamassimalibertmeto-
dologica. il modo di concepire
correttamente lautonomia: il prin-
cipio opposto K propugnato dal
pedagogismo costruttivista K in-
vece il disinteresse per i contenuti e
limposizione di rigide prescrizioni
metodologiche, ovverounaltrafor-
ma di dirigismo dissonante con i
principi di una societ liberale. Sa-
rebbe auspicabile che la revisione
delle Indicazioni nazionali per il
primo ciclo (elementari e medie)
seguisse la stessa impostazione non
ideologica. Preoccupano invece, e
non poco, le nuove linee guida per
gli istituti tecnici eprofessionali che
hanno un ruolo strategico nel rap-
porto tra il mondo della scuola e il
mondo della produzione. Difatti,
esse sono state costruite pesante-
mente sulle idee postmarxiste di
Edgar Morin circa la mente umana
ologrammatica e sistemica; da
cui ladissoluzionedelleripartizioni
disciplinari, che ha prodotto lidea
di accorparescienzedellaterra, bio-
logia, chimicaefisicanellecosiddet-
te scienze integrate. Non qui la
sede per discutere le perplessit che
intanti abbiamocircaquestaimpo-
stazione. Ma va detto che la scuola
non pu essere il continuo terreno
di sperimentazione di teorie peda-
gogiche ispirate a ideologie univer-
sali. Ci pu essere gratificante per
lo sperimentatore ma il terreno di
sperimentazione rischia di esserne
segnato per lungo tempo, come
avvenuto per certe scelte avventate
compiute nella scuola primaria.
Infine anche qui vi il capitolo
valutazione. notalatendenzaaun
ruolocrescentedellInvalsi (Istituto
per la valutazione del sistema del-
listruzione). Ma occorre intender-
si: lInvalsi pu valutare il sistema
nel complesso, essereusatopervalu-
tare gli insegnanti, e addirittura per
valutare gli studenti, sostituendosi
agli insegnanti. Sarebbeauspicabile
che il ministro proceda con i piedi
di piomboperil secondoaspettoesi
astenga assolutamente dal terzo.
Lidea che la prova di terza media
in matematica venga sostituita da
un test Invalsi raccapricciante.
Raccontava un insegnante di aver
sentito dire da un editore: Stiamo
invalsando tutti i nostri libri
(voce del verbo invalsare). Per
favore, ministro Profumo, difenda
la cultura, la scienza, litaliano e il
buon senso. Evitiamo di sostituire
linsegnamento conladdestramen-
to ai test (teaching to the test),
ascoltando le tante voci che si leva-
no allestero contro i pessimi esiti
delle valutazioni automatiche. Evi-
tiamo la solita commedia allitalia-
nadi raccogliere i resti di quelloche
altrove viene scartato dopo averne
sperimentato gli effetti dannosi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di PIERO MEI
Perch la trappola della scommessa
mondiale e mortale per lo sport. Pu
essere un incontro di una serie minore
oun'amichevole, inunPaesecalcistica-
mente poverooinunodi quelli che poi
si giocano le finali. Basta che ci sia un
terminale acceso da qualche parte, for-
se a Singapore, dove se butti unmozzi-
cone per terra ti arrestano per se hai
laccount con un sito di scommesse sei
ben accolto. Non olet.
L'ultimascommessa?Madove?Na-
turalmente a tanti verr in mente di
invocare il massimo rigore e la massi-
matrasparenza: isolarele melemarce
la richiesta anche da parte di chi poi
commercia le cassette. Ricorderemo le
pantere incampo adarrestare campio-
ni quella volta di tanti anni fa, quando
perfino il calcio scommesse era un
affare ruspante che nonviaggiava sulla
banda larga ma nelle osterie. Adesso la
banda anche metaforicamente lar-
ghissima; e basta un clic e si muovono
milioni: unadocciatelematicacheripu-
lisce il denaro sporco. Del resto quan-
do, per citarneuna, allecorse dei caval-
li veri si sostituiscono, per fare incasso,
quelle dei cavalli virtuali c' poco da
pensare ai valori dello sport, i quali,
invece, andrebbero tutelati senza se e
senza ma, giacch hanno il compito
d'insegnare almeno due cose fonda-
mentali nella vita di unuomo: il rispet-
to degli altri e il rispetto delle regole.
Era bello in un weekend di calcio
cos pensare al Barcellona e a Messi, e
al brasilianoNeymar, fenomenoipotiz-
zato, che eracostrettoadire Guardio-
la, prendimi conte. Ea unqualunque
bambino d'una qualunque scuola cal-
cioche magari sognadi diventare Mes-
si, il campione che non ha bisogno per
vivere del condimento d'una velina e
dello scontrino di una scommessa. E
invece rieccoci al calcio scommesse, al
pensiero che gi avanza che, come nel
ciclismo sono tutti dopati, cos nel
calciosonotutti corrotti: il che non
vero, sia nel primo che nel secondo
caso. E' l'immagine, e di questi tempi
l'immagine quasi tutto.
Se Cristiano Doni e compagni di
puntatasonocolpevoli staralleindagi-
ni accertarlo; alla giustizia, ordinaria e
sportiva, spetterstabilirelaveritpro-
cessuale. Staperal mondodellosport,
in questo caso del calcio, interrogarsi
un'ennesima volta, e che sia davvero
l'ultima. La domanda che deve farsi
non come reprimere questa ulteriore
truffa al tifoso, la peggior truffa perch
porta via princpi e sentimenti. La
domanda come prevenirla. E non
riguarda solo lItalia: il mondo delle
scommesse e della tecnologia non ha
confini, meno che mai quello dellone-
st. La preparazione dei calciatori
stata affidata alla farmacologia, il so-
stentamento dei bilanci in rosso ai
trucchi finanziari, il calendariodi cam-
pionati e coppe ai creatori dei palinse-
sti televisivi. Si che s' rotto il giocatto-
lo, ma sta a pezzi anche il giocattolaio.
La parola riforma stata troppe volte
pronunciata per avere ancora un buon
significato. Ma la rassegnazione non
pu prendere il posto in tribuna n
l'abbonamento alla pay-tv. Nontaglia-
teci anche i valori dello sport. Dopo
loperazionedi polizia, rapidaedeffica-
ceaquel chepare, deveesserci quelladi
pulizia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
IL BLITZ
IL COMMENTO
LA VIGNETTA DI MARASSI
di MARIO AJELLO
Unaltra volta (anzi, venti o trenta) lIrpef, odioso
balzello imposto da Romaladrona, o lIsi, o lIci, o altri
strozzinaggi centralisti esudisti, maseguesempresmen-
tita: Abbiamo scherzato. Stavolta dicono di fare sul
serio, e tuttavia le roboanti grida anti-tasse di Bossi e dei
suoi hannoraccoltofinora, comeminimo, unmaval!
perfino nelle valli pi austriacanti o un rispettoso pernac-
chiodi quelli cheil Senatur nonsolobravoaspararema
anche solito ricevere. Dal 1990, albori del Carroccio, non
c insomma dazio o tributo (Gi le mani dalle nostre
belle mucche poppute, il grido dei Cobas nordisti del
latte in guerra contro lurbe, leuro e il mondo) che non
diventi oggetto ovviamente pretestuoso di una crociata di
libert. Di che?
Agli americani bast la tassa sul t come detonatore
dellindipendenza, a Gandhi il sale. Proprio al mahatma
s paragonato Bossi e a queste sue parole: Un perfetto
oppositore civile ignora semplicemente lautorit dello
Stato. Cos, per esempio, pu rifiutare di pagare le tasse.
Gandhi marciunmese, soltantoper giungereadimostra-
re, sulla rive delloceano, che il sale era indiano e non
monopolio coloniale degli inglesi. Ma un conto far
camminare un popolo a piedi scalzi e un altro conto
chiamare alla protesta contro lImu romanesca gente a
bordodi Bmwe di Mercedes, conil cuore nellaziendina e
la testa nella nuova moneta che la propaganda lumbard
vorrebbe coniare in sostituzione delleuro (si chiamer il
calderolo?). Siamoalle comiche finali di unsemi-secessio-
nismodi ritorno, vecchiocometutteleneo-paroledordine
dellaLegatornatadurae pura, maanchele parodie vanno
purtroppo prese sul serio. Pure quando a inventarle un
parlamentoche nonc - quellodellaPadania, che hasede
inunristorantedi Vicenza- edovescorretroppovinbrul.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LasolitaLega
RIFLESSIONI
Il dovere
dellaverit
Andreotti eCraxi 2
Universitescuola
lagendadel merito
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
LaChiesaparlaal mondoconlavocedi chi soffre
Inpolitica
si pumentire
finoauncertopunto
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
-TRX IL:20/12/11 01.14-NOTE:RCITTA
-MSGR - 20 CITTA - 19 - 20/12/11-N:RCITTA
ESTERI
e-mail: esteri@ilmessaggero.it fax: 06 4720629
Lincontro con il leader del Sud, Kim
Dae-jung, il 13 giugno del 2000
KimSong-il da bambino, con il padre
KimIl-sung e la madre Kim Jong Suk
Lincontro tra Kime lallora segretario
di Stato Usa, Albright, undici anni fa
NordCorea, muore KimJong-il
il dittatoredel regnoeremita
Pianti collettivi elanci di missili, il figliodesignatosuccessore
di RICCARDO DE PALO
Un fuoriuscito nordcoreano eb-
be a dire che fuKimaspingere il
fratellino Shura in un laghetto, e
checontinuarideredi gustonel
vederlo annegare.
Verit e leggenda si mescola-
no inevitabilmente, quando si
parla di lui. Ma una cosa certa.
Il caroleader, comelochiama-
vano i nordcoreani, era una spe-
ciedi incrociotraPol Pot, Maoe
Stalin. Un residuato daltri tem-
pi, un vero fossile vivente, con
solo pochi emuli, o specie simili,
ancora al potere nel mondo. Da
suopadre,KimIl-sung-cheanco-
raoggi damortodetienelacarica
dipresidenteeterno-avevaeredi-
tatolapauradi volare, eleasperi-
t di carattere. Celebre era la sua
flotta di treni ufficiali, dotati di
ogni comfort, cheil dittatoreusa-
va per i viaggi in Russia e Cina,
suoi tradizionali alleati. Quei sei
convogli blindati, ciascuno for-
mato da una ventina di vagoni,
partivano tutti dalla stazione co-
struitaappostaperlui,neldistret-
to di Ryongsong. Da l i treni
scortavano Kim lungo una rete
di19localitintuttoil Paese, con
tanto di tunnel per raggiungere
alcuni bunker sotterranei. Undi-
plomaticorussoinviatodaPutin
raccont, congrandescandalo, lo
sfarzo di quella specie di Orient
Express insalsacomunista, dove
era possibile ordinare qualsiasi
specialitdelmondo, doveipran-
zi duravanooreederanoallietati
dasofisticatiintrattenimentimu-
sicali; non mancavano mai vini
di Bordeaux e Borgogna e le ara-
goste vive arrivavano ogni gior-
no via aerea, ancora fresche e
scalpitanti. Difficile nonpensare
a quanti milioni di nordcoreani
soffrano ancora oggi la fame, o
siano morti per denutrizione.
Comeunbambinoprepoten-
te, KimJong-il avocava as ogni
piacere, ognibellezzadel mondo,
per negarli sistematicamente ai
suoi concittadini. Celebre era la
sua ossessione per il cinema, e
per le attrici di Hollywood; per
ElizabethTaylor nutriva una ve-
rapassione; e trai suoi ventimila
video e dvd figuravano film co-
me Rambo e Godzilla. Nel 1978
si convinse di dover dotare il suo
Paese di unindustria cinemato-
grafica, e poich nessuno voleva
venire a lavorare nel suo regno
eremita, si risolse a sequestrare il
regista sudcoreano Shin Sang-ok
e sua moglie, lattrice Choi
Eun-hee. La coppia partecip a
diversi film, prima di riuscire a
scappare, otto anni dopo.
Kimeraveramenteundemo-
nio? Dopo essere apparso in
televisione, sono sicuro che han-
no capito che nonho laspetto di
un uomo con le corna sulla te-
sta, disse quandotentil primo
riavvicinamento con lOcciden-
teederadiventatoquasi unastar
in Corea del Sud. Terminato
quel breve periodo di apertura,
che permise a centinaia di sudo-
coreani di poter visitare i propri
congiunti imprigionati dallulti-
ma cortina di ferro del mondo,
Kim tornatoadessere conside-
rato,senonundemonio,unplay-
boy vanesio, con quei capelli pe-
rennemente cotonati e il debole
per lescarpeconil rialzointerno.
I suoi concittadini per ancora
credonochefossecapacediinflui-
re sulla metereologia con i suoi
repentinicambidumore; eanco-
raoggi, compliceil climainfelice,
laCoreadel Nordfamosa per il
suocaldotorridodestate eper le
temperature polari dinverno.
Eppure, i condizionatori e gli
impianti di riscaldamento - co-
me anche le stesse forniture di
elettricit - sono appannaggio
esclusivodellanomenklaturadel
regime e delle sue immediate
propaggini;echidinotteguardas-
se dallo spazio il profilo gibbuto
dellapenisola coreana, vedrebbe
le mille luci di Seul e del Sud
democratico, e un buco oscuro e
spettrale, a Nord del 38 paralle-
lo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
KimJong-un, figlio del dittatore
scomparso e suo successore
di ANTONIA CIMINI
PECHINO - La morte di Kim
Jong-il, 69anni, il figlio-padro-
ne della Corea del Nord, detto
il regno eremita in quanto
uno dei pi inaccessibili e mi-
steriosi regimi dittatoriali del
mondo, arrivata come un
fulmine a ciel sereno. Il caro
leader, come egli si faceva
chiamare in base a unantono-
masia dal sapore quasi religio-
so, si spentosa-
bato scorso alle
8.30 del mattino
nel pienodel pro-
priolavoroal ser-
vizio del popolo.
Kim viaggiava
suuntrenodiret-
to a impartire
istruzioni e gui-
da ai lavoratori
quando linfarto
lo ha colto, per stress fisico e
mentale, hanno fatto sapere i
pochi media ufficiali. Al popo-
lo la notizia arrivata solo due
giorni dopo, dalla voce rotta e
melodrammaticadi unannun-
ciatrice vestita in nero. la
pi grande perdita per il parti-
to e il popolo, ha detto la
donna in lacrime.
Poche sono le notizie che
arrivanodalla Corea del Nord,
un paese chiuso allosservazio-
ne esterna e allindagine dei
giornalisti. Lagenzia di stam-
pa ufficiale ha ieri annunciato
cheil successorestatodesigna-
to nella presone di Kim
Jong-un, il figlio del caro lea-
der. Tutti i membri del Parti-
todei Lavoratori, i militari e la
popolazione seguano fedel-
mente lautorit del compagno
Kim Jong-un si legge nellan-
nuncio che gi fa temere un
difettodi fiduciaversoil giova-
nissimo successore.
La televisione cinese Cctv
ha mostrato scene di isteria
collettivainreazioneallascom-
parsadi quellachevistacome
laguidapoliticaespirituale del
Paese. Donne in agitazione
piangono al cielo per la morte
diKim; uomini inlacrimedico-
no di sentirsi abbandonati e
insicuri; gentedi prostraaterra
perladisperazione. Unareazio-
ne del genere nonsi vedevadai
tempi della morte di Kim pa-
dre, il fondatore della patria
KimIl-sung, andatoaraggiun-
gere Marx, secondoil frasario
comunista, nel 1994.
I funerali si svolgeranno a
Pyongyangil 28dicembre, qua-
si alla fine di un periodo di
lutto fissato di 12 giorni, da
sabato 17 al 29 dicembre. Il
Partito dei lavoratori ha sele-
zionatounComitatoNaziona-
le per i Funerali, guidato dal
nuovo leader KimJong-unper
dirigere le manifestazioni di
doloreecordogliodellapopola-
zione e per officiare cerimonie
in tutto il Paese, allo stesso
momento del funerale. La
stampa ha anche annunciato
che non saranno presenti dele-
gazioni stranieri ai funerali:
laffare sar tutto interno, ora
che il Paese anche chiuso ai
turisti per la stagione inverna-
le.
Al di l del dolore ufficiale,
le notizie che la stampa corea-
na dissidente nel Sud cerca di
raccoglieredallinternodel Pae-
se offrono uno scenario del
tutto diverso al di fuori della
capitalePyongyang. Nellecam-
pagne e zone di frontiera le
fonti raccontano un controllo
sociale a tutto tondo: lesercito
ha fatto irruzione nei mercati
paralleli nellaprovinciasetten-
trionale, ha sgomberato larea
dai piccoli venditori chelaffol-
lano e chiuso il mercato, senza
offrire alcuna spiegazione. La
popolazione sarebbe costretta
a stare nelle case, e la frontiera
con la Cina sarebbe stata chiu-
sa.
Limpatto della morte di
Kim Jong-il avr certamente
anche un impatto al di l del
38mo parallelo. Il governo di
Seul ha convocato una riunio-
ne straordinaria per essere
prontoa fronteggiare qualsia-
si scenarioepostolesercitoin
statodi massima allerta. Gila
televisione sudcoreana annun-
ciava che la Corea del Nord ha
effettuato ieri mattina test di
missili a corto raggio nelle ac-
queorientali del Mar del Giap-
pone.
Sebbene abbia fallito nel-
lassicurare al Paese le condi-
zioni economiche, sociali eper-
sonali di base, Kim Jong-il
riuscito nei 17 anni di regno a
fare della Corea del Nord e dei
suoi 24 milioni di abitanti un
pericoloper il restodel mondo,
grazie alla costruzione di armi
atomiche e ripetuti test milita-
ri accompagnati da una retori-
ca daltri tempi.
Seppur il nuovo
leader complete-
rlatrinitstabi-
lita dalleterno
leader Kim
Il-sung e dal ca-
ro leader Kim
Jong-il, la Corea
del Nord rimar-
r un Paese di-
verso da tutti gli
altri.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ASeul riunione
demergenza
del governo: Pronti
aqualsiasi scenario
IL CASO
Uccisodauninfarto
duranteunviaggio
Il 28dicembre
i solenni funerali
Sotto, scene di
isteria e di
pianto
collettivi a
Pyongyang,
dopo la
diffusione della
notizia della
morte di Kim
Jong-il
ILDISGELO
Il bambinoprepotente
cheavevapauradi volare
LINFANZIA GLI USA LEREDE
Tensionenellaregione, lesercitoprendeil controlloeinvitalapopolazionearestareincasa, chiuselefrontiereconlaCina
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA
-TRX IL:19/12/11 22.03-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 20 - 20/12/11-N:
20ESTERO
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
Marestainaltomare
lasceltadel candidato
presidente. Espunta
loutsiderRonPaul
di DEBORAH AMERI
LONDRA- Unaltropezzettodi vecchia Inghilterrastaper
dissolversi. Eper una volta la causa non la crisi economi-
ca. Innomedellademocraziamodernail vicepremier Nick
Clegg, leader dei liberal-democratici, ha annunciato ieri
una profonda riforma della Camera dei Lord, la Camera
alta del Parlamento britannico composta oggi da 788
membri non eletti dal popolo. un affronto ai principi
della democrazia, un simbo-
lo forte di una societ chiusa,
ha tuonato Clegg durante un
discorso al centro studi De-
mos, dove ha presentatola sua
OpenSocietyindirettocontra-
sto con la Big Society del pri-
mo ministro David Cameron.
Cos dal 2015 il numero dei
Lord verr ridotto a 300 e la
maggior parte di loro dovr
essere regolarmente eletta.
Oggi la Camera dei Pari,
come viene anche chiamata,
affonda le sue radici in secoli
di storiaerappresentai privile-
gi di chi ha ereditato il seggio
dallafamigliaostatonomina-
to lord a vita dal primo ministro per ragioni politiche, di
prestigio o anche di denaro, come ha rivelato la stampa nel
2006, quando scoppiato lo scandalo cash for honours.
Bastava donare somme sostanziose ai partiti per aspettarsi
una nomina a Lord.
Tutto questo deve cambiare, secondo Clegg, che aveva
gi messonel suoprogramma elettorale lariforma dei Pari.
La proposta finita anche nellaccordo della coalizione di
governo con i conservatori, ma si sa che i lib-dem sono
molto pi entusiasti dei Tory quando si tratta di cambia-
menti costituzionali. Stavolta per il vice premier ha
assicuratodi avere lavvallodi Camerone chenel prossimo
tradizionale discorso della regina, per aprire i lavori del
parlamento nel 2012, ci sar anche questa riforma. Spero
di ottenere un appoggio trasversale, ha messo in guardia
Clegg. Ma che non ci siano dubbi. Se si arriver allo
scontro la Camera dei Comuni prevarr. Invocando, di
fatto, il Parliament Act, una legge del 1911 che stabilisce la
supremazia della camera bassa e limita i poteri dei Lord,
che non possono bloccare una legge se questa stata
approvata dai Comuni. Ci significa che volenti o nolenti i
Pari con lermellino dovranno accettare il loro destino.
Dopo il no di Cameron alle nuove regole europee,
fortemente criticato dai lib-dem, Clegg ha deciso di far
sentiredi pilasuavoceeportare avanti il suoprogramma.
La riforma del parlamento solo linizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di ANNA GUAITA
NEWYORK- Fino a soli due
mesi fa ha insistito che non
aveva nessuna intenzione di
tornare in politica. Ma di col-
po, Condoleezza Rice sembra
aver cambiato idea. La donna
che stata al fianco di George
Bushdurante gli otto anni del-
lamministrazione, prima co-
me consigliere della sicurezza
nazionale e poi come segreta-
rio di Stato, starebbe flirtando
conlidea di offrirsi come can-
didata alla vicepresidenza al
fianco del candidato repubbli-
cano. Certo, ancora non sap-
piamochi sarquestocandida-
to: le primarie del partito re-
pubblicanosono state negli ul-
timi quattro mesi un percorso
a ostacoli in cui gli elettori
hannocambiatocavalloripetu-
tamente. Gli ultimi sondaggi
testimonierebbero che anche
lascesa di
Newt Gingri-
ch, lex presi-
dente della
Camera negli
anni Novan-
ta, siafinita, e
che stia co-
minciando la
sua discesa.
Anzi, al livel-
lo nazionale
Gingrich
stato riac-
ciuffato da
Mitt Rom-
ney, e ora i
due navigano
fianco a fianco con il 28 per
cento delle preferenze ciascu-
no.
Laprimaconsultazionedel-
le primarie sar il prossimo 3
gennaio nello Iowa, dove si
tengono i caucus, le assemblee
elettorali. Qui, con sorpresa di
tutti, a condurre il plotone dei
candidati nonnGingrichn
Romney, ma il deputato texa-
noRonPaul, lecui ideeliberta-
rie sono spesso in aperto con-
trastoconladottrina del parti-
torepubblicano. Unasuavitto-
ria potrebbe quindi rimanere
un fatto incidentale, e allora
lattenzione di tutti si sposter
sulle primarie del NewHamp-
shire, rispettivamente il 10 e il
21 gennaio. Dopo queste due
consultazioni, lanebbiadellin-
certezza che circonda questa
competizione dovrebbe dira-
darsi. Ealloraforsesi comince-
r anche a parlare di quale
potrebbe essere il vice ideale
per il candidato da opporre a
Barack Obama il prossimo 6
novembre.
Lideadi scegliereCondole-
ezza, la rosa nera della Casa
Bianca laveva soprannomi-
nata Mohammar Gheddafi,
potrebbe portare al partito re-
pubblicano grandi vantaggi.
Almeno questa la convinzio-
ne degli opinionisti del quoti-
diano Washington Times, il
giornale della capitale che fa
concorrenza da destra al pi
famosoWashingtonPost. Con-
di contribuirebbe a cancellare
laura di razzismo che conti-
nuaaaleggiareintornoal parti-
to, e azzererebbe linfluenza di
Hillary Clinton. I repubblica-
ni sono infatti convinti che
BarackObamacambieril suo
vice, e chieder a Joe Biden di
farsi da parte per lasciare la
vicepresidenza a Hillary. An-
zi, sostengono che questo era
nei patti, quandoBarackeHil-
laryconcluserolabattagliadel-
le primarie nel 2008. Sia Hil-
lary, siaObama, siaBidenhan-
no negato che ci sia un simile
accordo. Ma anche se non ci
fosse, Condi con la sua espe-
rienza di politica estera, e il
fatto di essere donna, avrebbe
comunque leffetto di ammor-
bidire le elettrici di posizione
moderata. Certo, c anche chi
pensa che la Rice non abbia
dato a Bush i consigli giusti, e
nonabbia saputoprevenire gli
attentati dellundici settembre
2001. Ma queste elezioni si
combatteranno sul fronte del-
leconomia, e Condi, pur con i
suoi punti deboli, basterebbea
dare a qualsiasi candidato suf-
ficienti credenziali di politica
estera.
RIPRODUZIONE RISERVATA
I Beefeaters nella Camera dei Lord
Condoleezza, unavice
per i repubblicani
Prontaadaffiancarelosfidantedi Obama
STATI UNITI
Afianco. Condoleezza Rice
Pi a sinistra, i tre repubblicani
che secondo i sondaggi hanno
pi possibilt di ottenere
la candidatura alla Casa Bianca:
dallalto, Mitt Romney
Newt Gingrich e Ron Paul
Cleggallattaccodei Lord
i seggi inParlamento
nonsarannopiereditari
GRAN BRETAGNA
Ladestragioca
lacartaRice
-TRX IL:19/12/11 22.16-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 21 - 20/12/11-N:
ECONOMIA
fax: 06 4720597
Gli industriali:
dal primogennaio
andrascadenza
lintesadel 2008
di LUCIANO COSTANTINI
e ROSARIO DIMITO
ROMA KLa Fiom chiede di
avviare il confronto per un
nuovocontrattonazionale dei
metalmeccanici; Federmecca-
nica risponde conun secco no
e conferma la cessazione dal
prossimogennaiodi ogni effet-
todellaccordo2008. Il bottae
risposta si consuma in venti-
quattro ore attraverso due let-
terecherestanoagli atti di una
battaglia iniziata mesi addie-
tro, che si acuita con luscita
di Fiat da Confindustria e che
destinata ad andare avanti
nel tempo.
La missiva, scritta dal lea-
der delle tute blu della Cgil,
MaurizioLandini, portalada-
ta del 12 dicembre ed stata
inviataancheai segretari gene-
rali di Fim(Giuseppe Farina)
e Uilm (Rocco Palombella).
In essa Landini sottolinea co-
me la Fiom si riconosca nel
contratto firmato il 20 genna-
io2008(noninquellosuccessi-
vo e separato del 2009; n.d.r)
che andrebbe a scadenza il 31
dicembre2011. Ricorda cheil
15 ottobre del 2010 la stessa
Fededermeccanica, Fim e
Uilm hanno sottoscritto un
contratto separato sui nuovi
assetti contrattuali; che il 21
settembre scorso stato ratifi-
cato un accordo interconfede-
rale unitario sulla rappresen-
tanza. Premesse che anticipa-
no una formale richiesta a
verificare, in via preliminare,
tramite apposito incontro da
effettuarsi nei tempi pi rapi-
di possibili...la volont e le
condizioni per giungere alla
possibile stipula di un nuovo
contratto nazionale condiviso
datutteleparti. Uncontratto
che tenga conto di un sistema
di rappresentanza e di regole
certe. Insomma, una richiesta
ufficiale per lapertura di una
trattativa in tempi rapidi.
A ventiquattro ore di di-
stanza arriva la risposta, assai
pi stringata, di Pier Luigi
Ceccardi, presidente di Fe-
dermeccanica: La Vostra or-
ganizzazione, nonessendofir-
mataria del contratto del 15
ottobre 2009 che scadr il 31
dicembre 2012, non avr tito-
lo ai diritti derivanti dal con-
tratto ed a quelli che comun-
que richiedono la condizione
di partedel contratto. Al di l
delledate, chepuresonoogget-
tivamentefondamentali, edel
linguaggioinquasi purosinda-
calese, linvito della Fiomvie-
ne gentilmente respinto in
quanto le tute blu della Cgil
non hanno mai sottoscritto
lintesasul nuovomodellocon-
trattuale e, di conseguenza,
nonhanno lo status per parte-
cipare auntavolodi trattative
per arrivare alla definizione
del nuovo accordo nazionale.
Un tavolo che resta aperto a
Fim e Uilm che hanno, inve-
ce, sottoscritto il pacchetto di
nuovo regole.
Nel caso in questione date
efirmesonodecisive: secondo
Federmeccanica la Fiom che
non ha mai accettato il nuovo
modello contrattuale - quello
appunto, varato il 15 ottobre
2010, daccordo con Fim e
Uilm- nonpuorapretendere
di negoziareil prossimoaccor-
do nazionale. Con quali rego-
le? Le nuove o le vecchie?
Senza considerare - e non
esattamente un dettaglio - che
Fiat, cio la pi grande azien-
da metalmeccanica del Paese,
nel frattempo uscita daCon-
findustria, dunque anche da
Federmeccanica, ha disdetta-
to tutti i contratti vigenti nei
propri impianti eharealizzato
un contratto specifico per il
settore auto.
Il presidente di Federmec-
canica nella lettera di risposta
a Landini conferma che dal
prossimoprimogennaiocesse-
rinequivocabilmenteogni
effetto del contratto del 20
gennaio 2008 (quello ricono-
sciuto dalla Fiom). Una lette-
ra identica stata inviata allo
stessonumerounodella Fiom
dal presidentedellAssociazio-
ne nazionale costruttori im-
pianti, GiuseppeGargano. Co-
me dire, per le tute blu della
Cgil tavoli negoziali alloriz-
zonte non ce ne sono.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Letteradi Landini al presidentedellafederazioneeaFimeUilm
ROMA - Tre banche rilanciano sulla ri-
strutturazione di Sinergia-Imco, le due
holding a monte che possiedono il 20%di
Premafine sonoappesantite da 325 milio-
ni di debiti. Ieri mattina durante la riunio-
ne presso la sede delladvisor Leonardo &
co, secondoquantorisultaaIl Messaggero,
i rappresentanti del Banco Popolare (41
milioni), Bpm(30milioni) eGecapital (21
milioni) avrebbero chiesto che la famiglia
Ligresti facciafronteallatensionefinanzia-
ria ricapitalizzando le due societ a fronte
di un possibile intervento dei creditori. In
pratica gli istituti guidati da Unicredit
espostaper177milioni, ribaltonolapropo-
sta formulata il 5 dicembre scorso che
prevedeva lallungamento dello stand still
di due anni al marzo 2015, limpegno ora
per allora a rinunciare a eventuali pretese
creditorie al nettodelle dismissioni di tutti
gli asset sul modello Tassara - compresa la
quota in Premafin - e
alla concessione di 30
milioni freschi per so-
stenerelagestionecor-
rente.
Lirrigidimento ai
piani alti della catena
societaria del gruppo
nonfacilita il negozia-
to in corso su FonSai
dove ladvisor Gold-
man Sachs ha in fase
di elaborazione lac-
certamento del fabbi-
sogno di capitale ne-
cessarioper tener contodellesollecitazioni
Isvapal finedi ripristinareil coefficientedi
solvibilit sopra al 120%. Oggi sarebbe in
programma lincontro fra Goldman, il top
management della compagnia e i cinque
consiglieri indipendenti indicati dal board
per interfacciarsi con ladvisor sullo stato
di avanzamento del piano che dovrebbe
essere varato venerd dal cda. La ricogni-
zione ancora in corso: emerge, per, che
FonSai abbia bisognodi unrafforzamento
patrimoniale di circa 600 milioni, la stessa
somma indicata nella lettera di qualche
settimana inviata da Mediobanca ai verti-
ci dellasociet, nellasostanzacondivisada
Unicredit. Seledimensioni numerichepi
omeno prendonocorpo, bisogner stabili-
re le modalit per coprire il fabbisogno,
cioseprocedereconunaumentodi capita-
le classico oppure abbinare qualche stru-
mentofinanziariocomeunprestitoconver-
tendo. Il dossier FonSai allesame di
Clessidra e di Sator oltre di un paio di
investitori internazionali. Mediobanca in-
vecevedrebbebenelinterventodi Unipol.
Ieri intantoStefanoCarlino, PaoloLigresti
eCarlodUrsosi sonodimessi daPremafin
adempiendo agli obblighi Isvap.
r. dim.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Fiom: untavolosul contratto
maFedermeccanicadiceno
Ceccardi: nonavetefirmatoil vecchioesietefuori
MILANO - Si aprono spiragli nel
dossier Edison: domani il ministro
per lo Sviluppo Corrado Passera
dovrebbe incontrare i soci italiani
guidati da A2a. Sempre domani
in calendario un consiglio cruciale
per la societ di Foro Buonaparte,
visto che sul piatto c anche la
richiesta dei francesi di varare un
aumentodi capitalefinoa1miliar-
do. Ieri inveceGiulianoZuccoli ha
preso carta e penna scrivendo a
Henri Proglio rilanciando la solu-
zione Edipower italiana.
Qualche giorno fa Passera ave-
va chiarito di non aver ancora
preso posizione nella vicenda e
di esserstatofinoadorasoloinfor-
mato. Se ci sar necessit outili-
t di un mio intervento - aveva
detto -, verr valutato nei prossimi
giorni o settimane. Non escluso
che anche questo incontro abbia
una natura solo informativa, ma
c comunque una certa attesa su
cosa potrebbe emergere dal mini-
strocircail pianoenergeticonazio-
nale e, dallaltra parte del tavolo,
sul ruolo che i soci italiani di Edi-
sonpensanodi potervi svolgere. La
riunioneprevistapressolasededi
A2a.
Il vertice col ministro coincide
con il board Edison, convocato
peresaminareil fabbisognofinan-
ziario della societ, dopo che nel
precedente cda Edf ha buttato sul
piattounpianodi investimenti per
il 2012 di 800 milioni che i soci
italiani (A2a e Iren) hannoinparte
frenato. Se i francesi giudicano
indispensabile una ricapitalizza-
zione, pergli italiani meglioaspet-
tare prima di ogni decisione. Lago
dellabilanciasaralloralaposizio-
ne dei tre consiglieri indipendenti
dellasociet(GianMariaGros-Pie-
tro, Gregorio Gitti e Mario Coc-
chi), gi impegnati a valutare la
situazione assistiti dagli advisor
Goldman Sachs e Rothschild. Do-
po una riunione venerd, i contatti
trai tresonoproseguiti ancheieri, e
un nuovo incontro comunque
attesoprimadel cda, probabilmen-
tedomani, se nonmercoled stesso
nel primomattino. Dopole tensio-
ni dei giorni scorsi e
lo scambio recipro-
co di accuse tra i
soci dOltralpe e
quelli nostrani, la
partita Edison co-
munque non mai
apparsa pi fluida
di cos. Edf e gli ita-
liani dovrebberoes-
sere in attesa della
valutazione delladvisor indipen-
dente Duff & Phelps, la societ di
consulenza assoldata per valutare
il debito Edipower e la sua riparti-
zione. Il responso potrebbe arriva-
re dopo il 30 dicembre quando
scadono i patti.
METALMECCANICI
MILANOKCnh pronta a lanciare unOpa sulla norvegese Kverneland. Lo
ha comunicato Fiat Industrial. Cnh, ja precisato, ha inviato al cda di
Kverneland ASA una dichiarazione di interesse non vincolante per la
possibile presentazione di unofferta volontaria di acquisto del 100% delle
azioni in circolazione della Kverneland ASAad un prezzo per azione di 9,50
corone norvegesi (equivalente ad un ammontare complessivo di 246 milioni
di dollari). La presentazione dellofferta subordinata al
verificarsi di alcune condizioni, incluso lesito positivo
della due diligence.
Intanto, apochi giorni dallentratainvigoredel nuovo
accordo sul modello Pomigliano nelle fabbriche del
gruppo Fiat, la Fiom ha lanciato un nuovo altol. I
delegati del sindacato Cgil parteciperanno alle riunioni
delle Rsu, che vengono convocate in questi giorni negli
stabilimenti Fiat per votare sullaccordo sul contratto, e
chiederanno di attivare la procedura per il referendum
abrogativo. Lohaanticipatoil segretariotorinese, Federi-
coBellono. Larticolo12del regolamentodelleRsuKha
spiegato K prevede che i delegati possano chiedere, a livello di singolo
stabilimento, il referendumabrogativo. La richiesta deve essere fatta entro30
giorni dalla comunicazione dellaccordo. Naturalmente le firme devono
essere certificate e, per questo, bisogna nominare una commissione. Chiedia-
mo che tutti si facciano garanti di ci. La Fiomnominer inoltre, entro fine
anno, le Rsa (le rappresentanze sindacali aziendali che dal primo gennaio
sostituirannole Rsu), ma le far eleggere dai lavoratori.
NEWYORKKSaabgettalaspugna. Dopoaver interrottolaproduzione nove
mesi faper mancanzadi fondi, lacasaautomobilisticasvedese hapresentatola
richiesta di fallimento al tribunale del distretto di Vanersborg, aprendo la
strada alla vendita e alla liquidazione dei propri asset per pagare i 3.400
dipendenti e i propri debiti.
il giornopinerodellamiacarriera, affermalamministratore delegato
Victor Muller, che ha cercato finanziamenti per Saab da
quando stata acquistata nel febbraio 2010 da Spyker
Cars, costruttore olandese di nicchia.
Muller ha avviato trattative con potenziali investitori
cinesi, fra i quali Zhejinag YoungmanLotus Automobile.
Negoziati naufragati anche in seguito allopposizione di
General Motors, lexproprietariadi Saab. Dopoil parere
negativodi Gmsullatransazione, Youngmanhainforma-
toSaabchei finanziamenti per continuareecompletarela
riorganizzazione di Saab non possono essere disponibili.
Il consigliodi amministrazionehaquindi decisochesenza
ulteriori fondi Saab sarebbe stata insolvente e ha optato
per la bancarotta nel miglior interesse dei creditori osserva lamministratore
delegato. A pesare sono state anche le norme sul trasferimento di fondi fuori
dalla Cina. Muller comunque afferma: Anche se la bancarotta sembra la
fine, nonlo necessariamente. Saabha infatti ricevuto oggi - osserva Muller -
due o tre manifestazioni di interesse da potenziali acquirenti e che star agli
amministratori della bancarotta esaminarle. Saab ha asset per 3 miliardi di
corone svedesi (433,5 milioni di dollari) .
Jonella Ligresti
Giuliano Zuccoli
LAdMuller:
il giorno
pibrutto
dellamiavita
Asinistra la
prima pagina
della lettera
della
Federmeccani-
ca
LebancheaLigresti:
ricapitalizzi
SinergiaeImco
VerticetraPasseraeA2a
Zuccoli scriveaProglio(Edf) erilanciaEdipower italiana
FIAT CRISI
ProntalOpadellaCnh
sul grupponorvegeseKvernland
Saabsi arrendeefabancarotta
pesail nodi Gmal partner cinese
14.548,20 15.258,37 17.288,72 9.156,79
Euro/Dollaro Euro/Sterlina Euro/Franco Euro/Yen
-0,19%
-0,16% -0,19% -0,58% -0,36%
1,3039 1 0,8398 1 1,2190 1 101,52 1
15143
15710
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
1,290
1,315
1,340
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
0,830
0,845
0,860
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
1,210
1,225
1,240
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
101,290001
102,209999
103,129997
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
14383
14944
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
17218
18071
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
9139
9248
19/12 16/12 15/12 14/12 13/12 12/12
-0,48% -0,18% -0,09%
Ftse Mib Ftse Italia All Share Ftse Italia Mid Cap Ftse Italia Star
A
N
S
A
-
C
E
N
T
IM
E
T
R
I
Lofferta
valecirca
246milioni
di dollari
EDISON
RIASSETTI
-TRX IL:19/12/11 22.31-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 22 - 20/12/11-N:
22ECONOMIA
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
IN SIDE/1
RINEGOZIAZIONE
IN SIDE/2
La fondazione Mps chiude le trattative col pool guidato da
JpMorgane conMediobanca. Gli accordi, si legge inuna nota,
prevedono la sospensione fino al 15 marzo 2012 del meccani-
smo di integrazione e svincolo delle garanzie prestate dalla
Fondazione inrelazione a detti contratti di finanziamentoe di
derivati. Manca ancora da mettere a punto il contratto
derivato col Credit Suisse. Entro marzo lente definire il piano
per rimborsare i circa 800 milioni di debiti.
BPM
Sottoscritto al 94,02% laumento di capitale da 800 milioni di
Bpm. Si conclusainfatti il 16dicembrescorsoloffertadei diritti
inopzionenonesercitati al terminedel periododi offerta. I diritti,
dicui79.337.750rivenienti dalleazioniordinariee541.621diritti
di opzione del convertendo, riguardanti la sottoscrizione di
487.773.512azioni, per uncontrovalore totaledi 146.332.053,60
euro, sonostati venduti, fattaeccezioneper1.551diritti rivenienti
dal Convertendo, da Bipiemme per il tramite di Mediobanca.
A cura della
Fondazione Mps: accordoal 15marzo
conJpMorgane Mediobanca
INDICI AZIONARI
BORSA ATTUALE VAR.%
Milano (Ftse Italia All Share) 15.258,37 - 0,19
Milano (Ftse/Mib) 14.548,20 - 0,16
Francoforte (Dax) 5.670,71 - 0,54
Londra (Ft 100) 5.364,99 - 0,41
Parigi (Cac 40) 2.974,20 +0,06
Tokyo (Nikkei) 8.296,12 - 0,26
New York (Dow Jones) 11.766,26 - 0,84
New York (Nasdaq) 2.533,14 - 1,26
Sottoscrittoil 94%
della ricapitalizzazione
ROMA - Edoardo Spezzotti lascia
Unicreditnellambitodellariorganiz-
zazione del gruppo legata al nuovo
pianoindustrialeal2015.Nelriasset-
to prevista la soppressione della
direzionedelset-
tore pubblico
comprendente
ancheiservizial-
le ex municipa-
lizzateeleopere
pubbliche.
Spezzotti,se-
condoquantori-
sultaaIlMessag-
gero, dovrebbe
uscire entrofine
anno. Era responsabile delle Ameri-
cheeAsiaconbaseaNewYork. Era
in Unicredit dal 2006 quando fu
ingaggiatodaSergioErmotti,excapo
della divisione cib, uscito a inizio
anno per approdare al timone di
Ubs. Spezzotti in passato srato in
Goldman e Merrill Lynch.
La revisione delle attivit sar
incisivainItaliadoveFedericoGhiz-
zoni intende utilizzare il ricavato
dellaumento per risollevare la
redditivit.Tralemodifichecisareb-
be la rivisitazio-
ne della direzio-
ne settore pub-
blico.Dallaban-
ca fanno sapere
che le attivit
confluiranno
nel network Ita-
lia e nel project
financing. Ieri
intantolaCrt ha
decisodiinvesti-
re316miliardi nellaricapitalizzazio-
ne: in pratica sottoscriver la sua
quotadel 3,3%el80%dei cashes. E
rientrata lapossibilit di coprire una
parte dellinoptatoincrementando il
pacchetto.
r. dim.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A A.S. Roma b 0,467 3,23 0,444 1,256 64918
A2A b 0,699 0,65 0,697 1,182 6223677
Acea c 4,654 -7,29 4,659 8,591 229272
Acegas-APS c 3,246 -1,64 3,145 4,573 7050
Acotel Group b 21,000 2,44 19,916 43,943 11396
Acque Potabili Torino b 0,695 2,21 0,645 1,466 5228
Acsm-Agam b 0,665 1,84 0,623 1,183 3
AdF - Aeroporto di Firenze 8,600 0,00 8,555 12,370 51
Aedes b 0,062 0,49 0,051 0,228 56924
Aeffe b 0,554 1,28 0,485 1,463 50336
Aicon 0,122 0,00 0,119 0,269 0
Alerion Clean Power b 3,990 0,25 3,263 5,886 54324
Amplifon c 3,090 -0,64 3,072 4,532 432140
Ansaldo Sts c 6,965 -3,33 5,463 9,606 486563
Antichi Pellettieri c 0,200 -0,45 0,197 0,600 400
Apulia Prontop b 0,230 6,68 0,170 0,377 240747
Arena c 0,004 -8,70 0,004 0,029 37510505
Arkimedica c 0,085 -0,58 0,075 0,461 290227
Ascopiave b 1,296 2,45 1,237 1,719 27377
Astaldi c 4,640 -0,94 3,619 5,957 288450
Atlantia c 11,620 -0,85 9,362 16,090 1616956
Autogrill c 7,235 -2,03 7,206 10,956 411614
Autostrada To-Mi b 7,045 1,66 6,614 11,380 129234
Autostrade Meridionali b 16,890 0,84 16,455 24,442 581
Azimut Holding b 5,935 3,85 4,369 8,468 358122
B B&C Speakers c 2,806 -3,04 2,510 3,997 585
Banca Carige b 1,325 0,61 1,270 1,805 484957
Banca Carige risparmio b 2,000 3,09 1,907 2,774 2000
Banca Finnat c 0,265 -0,97 0,258 0,524 41107
Banca Generali c 7,000 -1,41 6,311 11,529 100751
Banca Ifis b 3,990 0,25 3,914 5,588 87360
Banca Pop. dell'E. Romagna c 6,050 -3,82 4,549 9,846 1708484
Banca Pop. dell'Etruria e Lazio b 1,205 0,50 1,074 3,206 45566
Banca Pop. di Milano c 0,292 -2,99 0,258 1,032 69336819
Banca Pop. di Sondrio c 6,165 -1,44 5,028 6,645 257828
Banca Pop. di Spoleto c 1,828 -4,79 1,783 3,451 730
Banca Profilo c 0,248 -0,60 0,243 0,441 582955
Banco di Desio e della Brianza c 2,900 -1,02 2,740 4,096 12381
B.co Desio e Brianza rnc c 2,288 -0,52 2,200 3,724 2001
Banco di Sardegna rnc b 5,235 10,49 3,223 9,891 16008
Banco Popolare b 1,029 1,28 0,810 2,722 11280701
Basicnet c 2,090 -2,52 1,862 3,068 10828
Bastogi b 1,050 5,00 0,905 1,693 3764
BB Biotech b 48,350 1,13 39,719 55,079 611
Bca Pop.Ital. warr 2010 0,000 0,00 0,000 0,000 0
Bco Santander C.Hispano 5,525 0,00 5,209 9,281 0
Bee Team b 0,294 4,78 0,251 0,555 2510
Beghelli ord c 0,413 -1,67 0,415 0,729 22596
Benetton Group b 2,862 1,13 2,806 5,709 240695
Beni Stabili b 0,298 2,05 0,293 0,764 1761634
Best Union Company b 0,990 9,94 0,901 1,441 1498
Bialetti Industrie c 0,253 -6,19 0,237 0,420 10838
Biancamano b 1,286 1,26 1,275 2,026 244234
Biesse b 2,880 0,98 2,313 7,879 28515
Bim c 3,000 -1,90 2,779 4,371 6210
Bioera b 0,420 5,53 0,371 1,012 5000
Boero Bartolomeo 21,000 0,00 20,000 21,000 0
Bolzoni b 1,880 1,79 1,536 2,344 15322
Bonifiche Ferraresi b 19,000 1,33 18,861 31,311 3612
Borgosesia 0,928 0,00 0,802 1,325 0
Borgosesia rnc 1,318 0,00 1,250 1,415 0
Brembo ord c 6,345 -0,47 6,131 10,258 135162
Brioschi c 0,071 -0,28 0,069 0,171 408336
Buongiorno 0,880 0,00 0,731 1,455 388015
Buzzi Unicem b 6,390 0,39 5,643 10,820 559208
Buzzi Unicem rnc b 3,210 0,38 2,974 6,072 126920
C Cad It c 2,850 -1,72 2,764 4,325 1544
Cairo Communication c 2,780 -0,36 2,408 3,275 79752
Caleffi 1,525 0,00 1,143 1,536 22371
Caltagirone 1,421 0,00 1,256 2,094 0
Caltagirone Editore 1,000 0,00 0,979 1,948 2639
Cam-Fin c 0,220 -4,35 0,228 0,425 498513
Camfin 09-11 warr. 0,000 0,00 0,000 0,083 0
Campari b 5,140 0,69 4,427 5,909 700176
Cape Live b 0,066 4,09 0,036 0,428 260500
Carraro c 1,625 -3,16 1,626 4,450 75044
Cattolica Assicurazione c 14,710 -1,41 13,842 20,331 137227
Cdc c 0,926 -4,73 0,918 1,880 3296
Cell Therapeutics b 0,818 3,48 0,749 1,948 1210420
Cembre c 5,140 -0,19 5,126 8,731 1000
Cementir c 1,710 -0,29 1,310 2,327 51389
Centrale LatteTorino c 1,710 -1,04 1,673 4,080 6490
Ceramiche Ricchetti c 0,166 -0,60 0,144 0,311 1348
CHL c 0,080 -4,44 0,067 0,152 1184239
Ciccolella b 0,310 1,57 0,309 0,760 5451
Cir c 1,212 -0,16 1,154 1,766 322642
Class Editori(ex scis.) b 0,257 2,64 0,249 0,500 23542
Cobra b 0,305 0,79 0,300 0,996 683444
Cofide b 0,538 1,32 0,524 0,780 230430
Cogeme Set c 0,057 -4,49 0,034 0,377 438747
Compagnia Immobiliare Az. c 0,254 -1,13 0,238 0,350 4500
Conafi Prestito' b 0,586 1,03 0,572 1,069 4012
Cred. Bergamasco c 19,400 -0,46 18,038 24,744 800
Cred. Emiliano c 2,800 -0,14 2,659 5,398 60581
Cred. Valtellinese b 1,807 0,67 1,643 3,691 125735
Credito Artigiano b 0,838 1,64 0,677 1,499 47519
Crespi c 0,029 -1,34 0,028 0,221 106001
Csp c 0,760 -3,74 0,688 1,295 25639
D D'Amico c 0,450 -0,44 0,419 1,004 89552
Dada c 2,090 -0,48 1,918 4,894 4706
Damiani b 0,897 0,17 0,837 1,246 5390
Danieli c 15,630 -0,82 14,350 24,635 221238
Danieli rnc c 8,020 -1,05 7,674 13,658 118736
Datalogic b 5,865 0,95 5,381 6,544 1853
De' Longhi c 7,180 -3,62 5,810 9,239 124926
Dea Capital c 1,210 -2,02 1,123 1,594 88747
Diasorin b 19,290 0,05 18,988 35,893 221283
Digital Bros c 1,260 -1,56 0,909 1,579 2501
Dmail Gr. b 1,340 14,53 0,987 3,215 27443
DMT-Digital Mult.Tech c 15,830 -4,06 14,610 23,286 24372
E Edison c 0,751 -0,60 0,744 0,955 3260127
Edison risparmio c 0,710 -3,86 0,711 1,281 42285
Editoriale L'Espresso b 1,076 0,94 1,078 2,104 198994
EEMS b 0,602 2,91 0,558 1,543 191988
El.En b 9,560 3,46 8,502 15,099 402
Elica b 0,817 4,41 0,773 1,798 143355
Emak b 0,465 1,93 0,451 1,481 139340
Enel c 3,010 -0,20 2,834 4,828 31634631
Enel Green Power c 1,565 -0,89 1,489 2,050 3135940
Enervit 1,901 0,00 1,240 2,301 100
Engineering b 23,150 1,67 19,243 24,392 2490
Eni b 15,130 0,27 12,278 18,428 11247761
Erg c 8,715 -0,97 7,886 10,454 116841
Ergy Capital b 0,280 3,63 0,268 0,501 5319
ErgyCapital w 16 0,090 0,00 0,070 0,143 0
Esprinet c 2,434 -0,65 2,272 6,285 24369
Eurotech c 1,351 -4,46 1,382 2,501 92431
Exor b 14,310 0,42 13,638 25,701 396031
Exor prv c 13,060 -0,46 12,429 21,275 36557
Exor risp c 12,000 -0,83 10,906 20,231 5822
Exprivia c 0,630 -0,24 0,555 1,123 11731
F Falck Renewables c 0,810 -1,52 0,688 1,747 252973
Fiat c 3,360 -2,10 3,356 8,084 27662700
Fiat Industrial b 6,220 0,57 4,950 10,443 6181383
Fiat Industrial prv b 4,300 1,32 2,663 7,304 465186
Fiat Industrial r b 4,476 0,40 2,726 7,250 426484
Fiat prv c 2,930 -1,81 2,532 6,418 470786
Fiat rnc c 3,130 -3,40 2,590 6,399 376237
Fidia c 2,698 -0,81 2,455 3,996 7560
Fiera Milano c 3,550 -0,50 3,420 4,907 3085
Finarte Casa D'Aste 0,000 0,00 0,000 0,000 0
Finmeccanica c 2,620 -2,02 2,643 9,808 6535144
FNM c 0,312 -0,10 0,302 0,524 67901
Fondiaria-Sai b 0,789 5,13 0,732 4,294 5964804
Fondiaria-Sai rnc b 0,369 4,48 0,346 2,866 2072466
Fullsix c 2,088 -0,10 1,062 3,240 1700
G Gabetti 09/13 warr. 0,016 0,00 0,014 0,098 0
Gabetti Property Solutions b 0,052 3,40 0,049 0,246 97861
Gas Plus b 5,400 1,69 2,250 6,862 9371
Gefran ord b 2,820 4,37 2,652 5,277 10289
Gemina c 0,607 -0,16 0,539 0,758 1174091
Gemina rnc 0,845 0,00 0,799 1,155 0
Generali c 11,110 -0,80 10,665 16,911 5213148
Geox S.p.A. c 2,164 -0,28 2,128 4,911 510464
Gr. Minerali Maffei b 4,070 1,75 2,848 4,490 1610
Greenvision c 5,700 -0,87 4,253 5,958 13105
H Hera c 1,011 -0,88 1,018 1,756 918036
I I Grandi Viaggi 0,710 0,00 0,623 1,085 0
IGD-Imm. Grande Distrib. b 0,731 1,53 0,711 1,735 336440
Ima c 12,930 -0,69 12,785 15,186 4200
Immsi 0,540 0,00 0,541 0,911 347121
Impregilo b 2,284 1,51 1,522 2,442 5092474
Impregilo rnc c 7,700 -1,28 7,050 8,220 1000
Indesit c 3,426 -0,12 3,276 8,979 1122312
Indesit rnc 3,580 0,00 3,355 7,378 486
Industria e Innovazione c 1,700 -5,56 1,667 2,800 4392
Intek b 0,350 0,89 0,267 0,533 43360
Intek risp c 0,715 -2,72 0,639 0,825 31521
Interpump b 5,195 0,29 3,812 6,158 221079
Interpump 09/12 warrant 0,430 0,00 0,360 0,874 0
Intesa Sanpaolo ord b 1,220 0,33 0,898 2,424 185389774
Intesa Sanpaolo rnc b 0,979 1,56 0,781 2,084 6999571
Invest e Sviluppo b 0,381 0,69 0,377 2,110 36371
Inv. e Svil. warr 2009 0,002 0,00 0,002 0,007 0
Irce b 1,717 2,14 1,560 2,663 587
Iren c 0,660 -2,51 0,676 1,407 2595603
Isagro b 2,546 3,08 2,267 4,005 31859
IT WAY c 1,201 -2,99 1,085 2,695 454
Italcementi c 4,564 -2,35 4,081 7,647 100804
Italcementi rnc c 1,888 -0,74 1,718 3,890 15296
Italmobiliare b 13,250 2,71 13,108 29,961 6972
Italmobiliare rnc b 9,110 0,39 9,159 19,590 20523
Italy1 Investment c 9,400 -0,53 8,768 10,107 38101
J Juventus FC b 0,272 19,94 0,204 0,410 215697
K K.R.Energy (ex Kaitech) 0,018 0,00 0,018 0,064 1025587
Kerself b 1,520 9,99 1,255 3,664 176441
Kinexia b 1,079 0,75 1,016 2,115 5959
KME Group c 0,288 -2,11 0,246 0,381 106079
KME Group rnc c 0,499 -1,69 0,483 0,720 155591
L La Doria 1,650 0,00 1,445 2,089 2005
Landi Renzo c 1,101 -1,70 1,018 2,992 62386
Lazio c 0,528 -4,00 0,410 0,904 187623
Le Buone Societ c 0,260 -6,81 0,259 0,735 31969
Lottomatica(ex NewGame) c 10,970 -0,45 9,002 15,381 450714
Luxottica c 20,480 -0,10 18,627 23,486 587456
M M & C b 0,198 1,12 0,195 0,230 10109
Maire Tecnimont c 0,935 -3,66 0,562 3,591 1049384
Marcolin c 3,512 -0,73 3,197 5,488 24213
MARR b 6,620 1,69 6,582 9,437 58755
Mediacontech c 1,499 -0,66 1,335 2,426 170
Mediaset ord. c 1,977 -3,18 1,883 4,930 6316872
Mediobanca b 4,602 1,86 4,371 8,009 2046408
Mediolanum c 2,886 -0,89 2,244 4,035 1312080
Meridiana Fly c 7,440 -8,71 7,784 22,050 677
Meridie b 0,080 2,98 0,071 0,353 31914
Meridie warr 2011 0,000 0,00 0,000 0,018 0
Mid Industry Cap c 9,350 -7,43 9,049 10,442 1350
Milano Assicurazioni c 0,213 -0,09 0,212 0,887 2488463
Milano Assicurazioni rnc c 0,172 -4,35 0,178 0,890 426935
Mirato 0,000 0,00 0,000 0,000 0
Mittel b 1,505 2,17 1,484 3,181 5065
MolMed c 0,465 -1,98 0,384 0,763 121820
Mondadori c 1,324 -1,78 1,237 2,857 236534
Mondo Tv c 2,718 -1,31 2,112 7,415 25011
Monrif b 0,305 1,67 0,282 0,462 1612
Monte Paschi Siena c 0,254 -2,00 0,236 0,859 51808609
Montefibre c 0,109 -0,82 0,102 0,179 8127
Montefibre rnc 0,201 0,00 0,184 0,328 0
Monti Ascensori 0,202 0,00 0,194 0,844 0
Moviemax b 0,469 3,51 0,157 0,720 46228
Mutuionline 3,370 0,00 3,351 5,543 63198
N Nice b 2,520 0,72 2,385 3,394 4700
Noemalife c 5,340 -1,66 5,194 6,291 501
Novare 1,090 0,00 1,090 1,175 0
O Olidata b 0,305 1,64 0,284 0,638 35900
P Panariagroup Ind.Ceram. b 0,960 1,21 0,915 1,614 102
Parmalat SpA c 1,401 -0,50 1,386 2,638 720883
Parmalat warrant 2015 0,399 0,00 0,393 1,554 0
Piaggio c 1,709 -2,95 1,750 3,020 1791684
Pierrel 0,900 0,00 0,865 3,841 29485
Pierrel 2008/2012 warrant 0,044 0,00 0,040 0,245 0
Pininfarina b 3,244 5,74 2,269 7,378 91989
Piquadro b 1,648 1,85 1,595 2,927 42545
Pirelli & C. c 6,265 -0,56 4,956 7,654 4718462
Pirelli & C. rnc 4,510 0,00 3,924 6,274 5015
Poligrafica S.Faustino c 4,140 -4,17 3,958 9,851 269
Poligrafici Editoriale b 0,319 1,37 0,291 0,490 2000
Poltrona Frau b 0,880 0,80 0,772 1,451 7100
Pop Emilia 01/07 0,000 0,00 0,000 0,000 0
Pramac b 0,790 0,51 0,694 1,277 17265
Prelios c 0,091 -1,19 0,080 0,586 5845654
Premafin Finanziaria b 0,135 0,75 0,126 0,798 27349
Premuda b 0,430 5,42 0,351 0,769 16450
Prima Industrie b 6,500 0,54 5,848 9,738 4224
Prima Industrie 2009/2013 warrant 1,260 0,00 0,981 2,973
0
Prysmian c 9,600 -2,54 9,291 16,037 1832605
R Ratti c 1,614 -0,98 1,600 2,395 3333
RCF 0,608 0,00 0,599 0,873 1966
Rcs MediaGroup c 0,705 -2,08 0,636 1,347 126214
Rcs MediaGroup rnc c 0,501 -4,57 0,499 0,880 5273
RDB c 0,299 -0,33 0,269 2,062 15722
Recordati b 5,505 1,57 5,340 7,733 177859
Reno de Medici c 0,143 -1,11 0,136 0,248 4065
Reply 16,090 0,00 14,713 21,402 13132
Retelit c 0,320 -2,35 0,279 0,612 257835
Retelit 08/11 warr 0,075 0,00 0,031 0,183 0
Richard Ginori 1735 c 0,242 -5,22 0,220 0,604 22112
Richard Ginori 2011 warr. 0,005 0,00 0,005 0,027 0
Risanamento c 0,085 -1,17 0,085 0,290 81017
Rosss 0,850 0,00 0,740 1,410 0
S Sabaf S.p.a. c 12,010 -0,33 11,868 25,242 1043
Sadi b 0,319 0,60 0,230 0,402 34823
Saes c 6,235 -2,96 5,281 8,731 5126
Saes rnc c 3,878 -0,05 3,640 6,106 14581
Safilo Group b 4,708 0,43 4,433 13,672 198109
Saipem c 31,170 -1,20 23,771 38,607 1070903
Saipem risp (old rnc) 30,000 0,00 30,000 39,250 0
Salvatore Ferragamo c 9,850 -1,60 8,589 13,586 349129
SARAS c 0,908 -4,22 0,858 2,006 3290733
Sat 8,845 0,00 8,844 10,832 0
Save b 6,280 4,32 6,081 8,129 2673
Screen Service c 0,345 -1,43 0,286 0,635 125776
Seat Pagine Gialle c 0,028 -3,51 0,028 0,091 6861885
Seat Pagine Gialle risp b 0,955 3,19 0,725 1,700 11000
Servizi Italia c 4,050 -3,02 4,052 7,328 20618
Seteco International 0,299 0,00 0,297 0,299 0
SIAS b 5,405 0,37 5,002 8,760 121569
Sintesi c 1,075 -5,70 1,052 5,350 4840
Snai b 1,590 3,92 1,495 2,739 70432
Snam Rete Gas b 3,336 1,21 3,173 4,285 5703645
Sogefi c 1,869 -1,42 1,876 2,931 129045
Sol b 3,968 3,98 3,627 6,039 10980
Sole 24 Ore c 0,770 -3,14 0,756 1,494 46628
Sopaf c 0,020 -1,49 0,020 0,099 2936091
Sorin c 1,192 -0,67 1,191 2,102 1870703
Stefanel b 0,322 0,66 0,296 0,663 239347
Stefanel risp. 167,500 0,00 166,700 167,500 0
STMicroelectronics N.V. c 4,182 -1,51 4,065 9,596 1710020
T Tamburi c 1,400 -2,10 1,392 1,580 53709
TAS 0,530 0,00 0,362 1,490 0
Telecom Italia Media b 0,162 1,37 0,144 0,238 1758040
Telecom Italia Media rnc c 0,170 -2,86 0,168 0,400 349
Telecom Italia rnc c 0,666 -2,49 0,656 1,014 8220814
Telecom Italia(gi Olivetti) c 0,798 -0,99 0,728 1,144 31170391
Tenaris b 13,510 0,37 9,020 18,734 1419441
Terna b 2,540 0,87 2,402 3,463 5614029
TerniEnergia b 2,390 2,93 2,087 3,781 45782
Tesmec c 0,330 -6,95 0,337 0,708 594002
Tiscali c 0,035 -1,99 0,035 0,092 10165980
Tiscali 09/14 w 0,001 0,00 0,001 0,003 0
Tod's c 61,000 -0,65 61,125 96,373 136908
Toscana Finanza 1,100 0,00 1,100 1,720 4660
Trevi Finanziaria Industriale c 4,808 -2,47 4,937 11,358 269891
TXT b 8,970 1,70 3,862 10,173 46060
U UBI Banca c 3,142 -1,01 2,236 7,352 3257326
Uni Land 0,504 0,00 0,493 0,525 0
UniCredit b 0,696 2,20 0,666 1,990 168896341
UniCredit rnc b 1,038 1,57 1,018 2,142 19800
Unipol b 0,250 1,34 0,241 0,550 897960
Unipol priv b 0,173 0,64 0,172 0,417 2158288
V Valsoia 4,050 0,00 3,922 4,789 5
Vianini Industria b 1,255 0,08 1,142 1,501 300
Vianini Lavori c 3,370 -0,82 3,194 4,627 1625
Vittoria Assicurazioni b 3,050 1,67 2,590 4,113 14959
WW Cr Val 2014 0,068 0,00 0,061 0,281 0
W Unipol 2013 0,008 0,00 0,007 0,024 0
W Unipol Prv 2013 0,008 0,00 0,007 0,025 0
Warr Aedes 14 0,010 0,00 0,007 0,049 0
Warr BPM 09-13 0,152 0,00 0,140 1,255 0
Warr Intek 08/11 0,000 0,00 0,000 0,029 0
Warr KME Group 06-11 0,000 0,00 0,000 0,021 0
Warr KME Group 09-11 0,000 0,00 0,000 0,017 0
Warr Kre 09/12 0,003 0,00 0,003 0,024 0
Y Yoox 9,000 0,00 8,098 13,274 232328
Z Zignago Vetro c 4,376 -0,59 4,302 5,678 28852
Zucchi c 0,114 -3,39 0,109 0,391 2303133
Zucchi rnc b 0,265 0,53 0,077 0,288 88111
ROMA- La delegazione di Shan-
dong Heary Industry Group
(Shig) atterra a Milano e deposita
lofferta definitiva per rilevare gli
yacht Ferretti.
Ieri sarebbesta-
ta consegnata
al presidente
Norberto Fer-
retti la propo-
sta molto arti-
colata in quan-
to il salvatag-
gio della socie-
t dovr avve-
nire con la cor-
nice dellart.
182 bis della legge fallimentare.
Nellofferta previsto che le ban-
che - Rbs, Oaktree, Strategic Va-
lue partners - concedano40milio-
ni di finanza ponte per far fronte
allemergenza come consentito
dalle procedura fallimentare.
Quanto agli altri 690 milioni di
debiti, 90milioni vannoconverti-
ti in capitale e 600 milioni cancel-
lati mediante write-off. Quindi
con lomologa della procedura il
gruppo Ferret-
ti verr ricapi-
talizzato per
cassa per 203
milioni, di cui
177 milioni a
carico di Shig e
26 milioni del-
le banche. Infi-
neunaltraban-
ca non ancora
precisata do-
vrebbe conce-
dere 80 milioni di nuova finanza
persostenereil rilanciodellasocie-
t costruttrici di panfili. Lofferta
sar esaminata dalla Ferretti hol-
dingcheriunir abreveil cda, con
lausilio dei legali Antonio Scala e
Cleary Gottlieb mentre i cinesi
sono affiancati da Bonelli Erede
Pappalardo.
AZIONI prezzo diff. min. max
rifer. % anno anno quantit
AZIONI prezzo diff. min. max
rifer. % anno anno quantit
AZIONI prezzo diff. min. max
rifer. % anno anno quantit
AZIONI prezzo diff. min. max
rifer. % anno anno quantit
OBBLIGAZIONI
TITOLO Cedola Prezzo rend. Prezzo
in cor. d'asta effett. sottosc.
ABN AMRO 04/07/10-42 3,25 118,16 2,03 118,16
ABN AMRO 13/01/09-12 2,00 100,29 0,00 100,30
ABN AMRO 28/01/09-14 2,38 102,36 0,99 102,28
CCT
TITOLO Cedola Prezzo rend. Prezzo
in cor. d'asta effett. sottosc.
Cct 01/03/05-12 S 1,20 99,85 2,86 99,86
Cct 01/11/05-12 S 1,92 99,25 4,39 99,30
Cct 31/08/10-12 A 0,00 97,11 4,09 97,10
Cct 03/01/11-12 A 0,00 95,69 3,99 95,84
Cct 01/07/06-13 S 1,14 96,09 6,36 96,02
Cct 02/05/07-14 S 1,22 92,72 7,18 92,55
Cct 01/12/07-14 S 3,40 93,04 6,70 93,00
Cct 01/09/08-15 S 1,22 88,52 7,17 88,59
Cct 15/06/10-15 S 1,26 84,78 6,70 84,69
Cct 01/07/09-16 S 1,14 86,57 7,17 86,28
Cct 01/03/10-17 S 1,22 84,63 7,18 84,65
Cct 15/10/10-17 S 1,31 79,39 6,61 79,26
Cct 02/05/11-18 S 1,41 78,95 6,56 79,12
BTP
TITOLO Tasso Prezzo rend. Prezzo
in cor. d'asta effett. sottosc.
Btp 01/11/99-31 S 6,00 87,82 6,45 88,33
Btp 18/03/02-33 S 5,75 84,53 6,47 85,36
Btp 01/08/03-34 S 5,00 78,32 6,25 78,90
Btp 15/09/04-35 S 2,35 68,86 7,00 68,55
Btp 01/08/05-37 S 4,00 69,41 5,91 69,92
Btp 01/08/07-39 S 5,00 77,85 6,12 78,32
Btp 16/09/09-40 S 5,00 77,91 6,08 78,33
Btp 28/10/00-41 S 2,55 68,49 7,00 69,04
Btp 01/08/01-12 S 5,00 100,26 1,91 100,28
Btp 30/03/07-12 S 1,85 98,56 4,49 98,80
Btp 17/04/07-12 S 4,00 100,17 2,86 100,17
Btp 15/10/07-12 S 4,25 100,07 3,62 100,08
Btp 02/03/09-12 S 3,00 99,97 2,75 99,96
Btp 01/07/09-12 S 2,50 99,41 3,31 99,48
Btp 04/01/10-12 S 2,00 97,96 3,87 98,05
Btp 01/08/02-13 S 4,75 100,08 4,10 100,08
Btp 01/02/03-13 S 4,25 99,20 4,28 99,10
Btp 15/04/08-13 S 4,25 99,44 4,19 99,35
Btp 15/12/08-13 S 3,75 97,70 4,53 97,53
Btp 01/06/10-13 S 2,00 96,21 4,48 96,24
Btp 01/11/10-13 S 2,25 95,32 4,66 95,12
Btp 02/02/04-14 S 4,25 97,79 4,67 97,75
Btp 18/02/04-14 S 2,15 91,62 7,29 91,98
Btp 15/06/09-14 S 3,50 96,24 4,75 96,12
Btp 01/04/11-14 S 3,00 95,56 4,73 95,54
Btp 01/08/11-14 S 4,25 97,77 4,66 97,74
Btp 01/12/11-14 S 6,00 101,21 4,66 101,13
Btp 01/09/04-15 S 4,25 96,87 4,86 96,80
Btp 02/05/05-15 S 3,75 93,80 5,24 93,81
Btp 15/01/10-15 S 3,00 92,45 5,19 92,43
Btp 15/06/10-15 S 3,00 92,08 5,20 91,92
Btp 01/11/10-15 S 3,00 90,95 5,28 90,90
Btp 01/03/06-16 S 3,75 91,27 5,52 91,35
Btp 31/01/11-16 S 2,10 85,11 8,17 85,50
Btp 18/04/11-16 S 3,75 92,52 5,30 92,40
Btp 15/09/11-16 S 4,75 94,77 5,41 94,92
Btp 01/02/02-17 S 5,25 95,68 5,56 95,59
Btp 15/03/06-17 S 2,10 82,02 8,16 82,00
Btp 02/01/07-17 S 4,00 91,28 5,54 91,13
Btp 03/09/07-18 S 4,50 91,51 5,67 91,32
Btp 02/05/08-18 S 4,50 90,55 5,74 90,60
Btp 01/02/03-19 S 4,25 88,75 5,73 88,83
Btp 23/05/08-19 S 2,35 80,52 7,89 80,60
Btp 03/11/08-19 S 4,50 89,71 5,73 89,64
Btp 04/05/09-19 S 4,25 87,61 5,80 87,41
Btp 01/02/04-20 S 4,50 88,26 5,84 88,52
Btp 01/10/09-20 S 4,25 87,51 5,72 87,45
Btp 01/03/10-20 S 4,00 84,68 5,84 84,79
Btp 01/02/06-21 S 3,75 81,91 5,83 82,15
Btp 23/04/10-21 S 2,10 74,14 8,07 74,58
Btp 01/09/10-21 S 3,75 83,39 5,69 83,40
Btp 01/03/11-21 S 4,75 88,80 5,74 88,96
Btp 01/09/11-22 S 3,63 103,38 0,00 103,53
Btp 01/11/93-23 S 9,00 111,51 6,57 111,58
Btp 22/12/93-23 S 8,50 146,00 0,00 146,00
Btp 15/03/07-23 S 2,60 75,31 7,90 75,22
Btp 11/04/08-23 S 4,75 84,12 6,17 84,13
Btp 01/03/09-25 S 5,00 84,19 6,22 84,44
Btp 01/11/96-26 S 7,25 102,67 6,15 102,75
Btp 24/09/10-26 S 4,50 79,57 6,20 80,04
Btp 15/03/11-26 S 3,10 76,93 7,82 76,37
Btp 01/11/97-27 S 6,50 93,49 6,44 94,10
Btp 01/11/98-29 S 5,25 82,16 6,36 82,72
AZIONI prezzo diff. min. max
rifer. % anno anno quantit
Le tabelle con le quotazioni dei fondi di investimento,
del mercato azionario e del reddito fisso
sono consultabili gratuitamente allindirizzo internet
www.ilmessaggero.it/borsa
BOT/MERCATO TELEMATICO
Giorni rendim.
SCADENZA vita res. prezzo netto
BOT 16/01/12 26 99,898 0,000
BOT 15/02/12 56 99,758 1,350
BOT 15/03/12 85 99,465 2,040
BOT 16/04/12 117 99,078 2,650
BOT 15/05/12 146 98,628 3,210
BOT 15/06/12 177 98,310 3,270
BOT 16/07/12 208 97,885 3,320
BOT 15/08/12 238 97,515 3,510
BOT 14/09/12 268 97,122 3,500
BOT 15/10/12 299 96,865 3,490
BOT 15/11/12 330 96,648 3,060
BOT 14/12/12 359 96,111 3,350
MERCATI AZIONARI
REDDITOFISSO
ECO FLASH
METALLI (in Euro)
Domanda offerta
Oro fino (per gr.) 37,130 39,350
Argento (per kg.) 609,420 717,820
Sterlina (v.c) 301,090 334,660
Sterlina (n.c) 301,130 335,650
Sterlina (post.74) 301,130 335,650
VALUTE
QUOTAZIONI INDICATIVE
Ieri Prec. Lire
Dollaro Usa c 1,303 1,306 1.484,983
Sterlina Inglese c 0,839 0,840 2.305,632
Franco Svizzero c 1,219 1,224 1.588,408
Yen Giapponese c 101,520 101,700 19,072
Corona Danese c 7,431 7,433 260,538
Corona Svedese c 8,989 9,033 215,385
Corona Norvegese c 7,747 7,781 249,921
Corona Ceca c 25,292 25,343 76,556
Fiorino Ungherese c 303,230 303,380 6,385
Zloty Polacco c 4,488 4,489 431,432
Shekel Israeliano b 4,945 4,944 391,561
Dollaro Canadese b 1,350 1,349 1.433,743
Dollaro Neozelandese b 1,711 1,710 1.131,329
Dollaro Australiano b 1,308 1,306 1.479,650
Rand Sudafricano b 10,937 10,918 177,032
Crt investe
316milioni
nel rafforzamento
patrimoniale
Edoardo Spezzotti Uno Yacht Ferretti
ShigdepositaloffertasuFerretti
aumentoper cassadi 203milioni
Previstaanche
conversione-
rinuncia
di 690milioni
Spezzotti abbandonaUnicredit
cheabolisceil settorepubblico
-TRX IL:19/12/11 21.27-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 23 - 20/12/11-N:
CULTURA&SPETTACOLI
e-mail: cultura@ilmessaggero.it fax: 06 4720462
Lafavolasi faindue
Tornainunlibroil capolavorodi HoffmanninsiemeallaversioneriscrittadaDumaseaRomatrionfail balletto
di MATTEO NUCCI
F
Uuno dei massimi rappre-
sentanti del romanticismo
tedesco. Influenz Poe, Gogol,
Dickens, Baudelaire, Kafka.
Ma il suo Schiaccianoci ha
girato il mondo ricordandolo
appena. Il nome di Ernst Theo-
dor WilhelmHoffmann echeg-
giadalontanoquandosuonano
le celebri musiche di Ciajko-
vskij. Limmensa popolarit
del balletto e le innumerevoli
compagnie che hanno voluto
interpretarlospingonosemmai
a parlare delle versioni pi me-
morabili o dei grandi coreogra-
fi, da Ashtona Balanchine fino
a Nureyev. A volte, semmai,
torna il nome di Walt Disney e
vediamo volteggiare fiocchi di
neve, soldatini, topi malvagi.
Le atmosfere natalizie si porta-
no via ogni cosa, e prima di
tutto la storia complessa di una
favola altrettanto complessa.
Cos dobbiamo ringraziare un
libro prezioso se quella storia
oggi riprende vita. Lo Schiac-
cianoci. Una fiaba di Natale
(Donzelli, 253 pagine, 23,90
euro, illustrazioni di A. Fronty)
un libro che pu accompa-
gnarci in un viaggio a ritroso
nella letteratura del XIX seco-
lo. Perch gi quando nel 1891
Ciajkovskij si mise al lavoro su
uno dei suoi ultimi capolavori,
il nome di Hoffmann era nelle
retrovie rispetto a quello di
AlexandreDumaselafiabache
Ciajkovskij leggeva sintitola-
va Storia di uno schiacciano-
ci, era stata pubblicata dal
granderomanzierefrancesenel
1845enoneracheunariscrittu-
racui Dumas avevalavoratosu
Schiaccianoci e il re dei topi,
pubblicata da Hoffmann nel
1816. Oggi ci finalmente pos-
sibile leggerle assieme, le due
versioni dellastoria, eil piacere
immenso. Del resto, solonella
conclusione suonano esatta-
mente le stesse parole. I due
narratori ci parlano di boschi
natalizi, castelli di marzapanee
le cose pi splendide e meravi-
gliose sempre che si abbiano
gli occhi per vederle. Ma gli
occhi concui hannoguardatoal
fantasticononpotrebberoesse-
repidiversi. Gli occhi di Hoff-
mannsonoquelli di unvisiona-
rio, a tratti cupo, atratti capace
di lampi accecanti, che quando
racconta la realt sembra cade-
reingorghi oscuri dacui sfuggi-
reequandoraccontail fantasti-
co affonda in aeree levit. Il
discreditodel mondoadultoe
maturo lancia risate diaboli-
che che minaccianola piatro-
ce delle morti; la guerra senza
frontiere del mondo fantastico
permette di spaziare alla con-
quista dei propri sogni. Gli oc-
chi di Dumas invecesonoquel-
li di un narratore che vorrebbe
seguire ogni storia sprofondan-
donellintrecciodi eventi, coin-
cidenze, imprevisti con la stes-
sa frenetica causalit, che essa
riguardi il reale o lonirico. E
non un caso che la differenza
pi evidente fra le due versioni
della fiaba siano tutte gi nelle
pagineintroduttivecheDumas
compose. Il racconto di se stes-
so a una festa per bambini, del
suo girovagare annoiato, della
scoperta di una stanza dove
riposare, e del suorisvegliosot-
tounatormadi ragazzini dispo-
sti a non mollarlo finch non
avesse regalatolorouna favola.
Chiedetemi lIliade, lEneide
o la Gerusalemme liberata, e
potr raccontarvele. Ma una
favola!. Lalter ego di Dumas
appare terrorizzato. E non pu
che ricorrere allora allamato
Hoffmann. Quel che segue la
vita di un omino perfetto che
se ne stava l zitto e buono,
testa sproporzionata rispetto al
corpo, duefiledi dentini aguzzi
nella bocca apribile sollevando
il mantellodi legno. Unoschiac-
cianoci. Avoltesi sentedireche
Dumasparlaai bambini eHoff-
mann agli adulti. Eppure si ha
anchelimpressionechesoltan-
to unbambino potrebbe varca-
re la soglia controllata da Hoff-
mann. Oforse soltanto parti di
noi cheteniamospessosegrega-
te. Ma su questa strada non
basta pi la fiaba. Serve sem-
mai il saggio che Freud scrisse
su Hoffmann, intitolato non a
caso Il perturbante.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di DONATELLA BERTOZZI
P
ERtutta la giornata del
24 dicembre i bambini
dellufficiale sanitario Stahl-
baum non avevano avuto il
permesso di entrare nel sog-
giorno, etantomenonel salone
attiguo....
Comincia cos, conla chia-
ra evocazione di un divieto
amatissimo dai
bambini di mez-
zo mondo - il di-
vieto a metter
piede in salotto
la sera della vigi-
lia di Natale - il
racconto di T. E.
A. Hoffmann
Schiaccianoci e
il re dei topi. Storia bella,
complessa, riccadi inquietanti
chiaroscuri. Che ha raggiunto
nel mondo una fortuna assai
superiore a quella che il suo
autoreavrebbemai potutospe-
rareessendodivenutalapietra
angolaredi unballettosumusi-
ca impareggiabile di Ciajko-
vskij fra i pi amati e rappre-
sentati di tutta la storia della
danzateatrale: Loschiacciano-
ci.
Anchequestanno, allavvi-
cinarsi del Natale, si moltipli-
cano, nei teatri di mezzo mon-
do, le repliche di questo titolo
popolarissimo: da Londra a
New York, da Tokyo fino a
Cittdel Capo- dove ne andr
inscena anche una spettacola-
re versione su ghiaccio - non
c capitale che rinunci a pro-
porne, in questa stagione, una
sua speciale edizione.
Romanonfaeccezione: fra
Natale e lEpifania, se ne po-
tranno ammirare ben quattro
versioni: quellanuovadi zecca
in scena da stasera allOpera,
con una coreografia curata da
Slawa Muchamedow, matre
de ballet al Teatro Nazionale
Ungherese. Quella, di gusto
tradizionale, del TeatroMuni-
cipale di Kiev, in scena la sera
dellantivigilia di Natale al
Quirino. Lamodernaversione
dark - un clamoroso successo,
dabensei stagioni consecutive
- firmata da Mario Piazza per
il Balletto di Roma, in scena
(dal 4 al 7 gennaio) allAudito-
riumConciliazione. Infine, in
diretta via satellite da Amster-
dam, il 30 dicembre, in un
raffinato cinema della cintura
extraurbana, il Piccolissimodi
Ciampino, laversioneeccentri-
ca di Toer vanShayk e Wayne
EaglingperlHet National Bal-
let, ambientata fra i canali del-
la capitale olandese.
Vecchiodi oltre centanni -
la versione originale di Lev
Ivanov, su libretto di Marius
Petipa, debutt al Mariinskij
di SanPietroburgoil 18dicem-
bre del 1892 - Schiaccianoci
unballettoche il pubblico non
si stanca mai di rivedere. Che
si ispiri al racconto di Hoff-
mann, Schiaccianoci e il re
dei topi o alla versione pi
fiabescae luminosa di Alexan-
dre Dumas, Storia di uno
schiaccianoci, il balletto - o
meglio i diversi balletti che
vanno sotto il titolo di Schiac-
cianoci - raccoglie e soddisfa
ogni anno milioni di spettato-
ri.
Il pubblico non vuole ri-
nunciareaSchiaccianoci - dice
il coreografo Luciano Canni-
to, che ne ha appena firmata
unasuaversioneper lacompa-
gnia del Massimo di Palermo,
da lui diretta - perch questo
ballettolultimobaluardodel-
la tradizione del Natale, che
noi tutti vogliamo che resista.
Unpo per noi stessi, perch ci
piacerebbe sotto sotto restare
bambini, un po per i nostri
figli, perch ci dispiacerebbe
tanto se non sapessero e non
provassero pi quella magica
eccitazione del Natale che si
avvicina.
Alla vigilia del debutto lo
Schiaccianoci di Cannito regi-
stra gi il tutto esaurito.
RIPRODUZIONE RISERVATA
CLASSICI
DANZA
Accanto, una delle illustrazioni
di Aurlia Fronty
per Lo Schiaccianoci edito
da Donzelli. In alto,
il balletto del Teatro dellOpera
di Roma in scena stasera
Schiaccianoci
Unanuovaversione
al TeatrodellOpera
ItaloSvevocelebratoaTrie-
ste. Nellacittdoveloscrit-
torenacqueil 19novembre
di 150 anni fa, ieri sono
iniziate le manifestazioni
in sua memoria.
La prima delle mostre
allestite Ultima sigaret-
ta. Italo Svevo e il buon
proposito e nasce dallos-
sessione del fumo del gran-
de autore letterario. Divisa
in cinque sezioni racconta,
attraversomanifesti escrit-
ti lintenzione di smettere
di fumare di Svevo (vero
nome AaronEttore Schmi-
tz). Vizio legato al protago-
nista del suo capolavoro,
La coscienza di Zeno. Il
curatore del Museo svevia-
no, RiccardoCepach, ricor-
dacheSvevolegavail fumo
alla nevrastenia, cos come
indicato dalla seconda me-
tdellOttocentolamedici-
naufficiale. InrealtSvevo
era convinto che se avesse
smesso con le sigarette, sa-
rebbe stato pi calmo e
tranquillo e la gelosia non
loavrebbepitormentato.
Oltre al capitolo tabac-
co, al Museo Revoltella
stata inaugurata unaltra
mostra che accoglie quadri
di artisti amici delloscritto-
re. E ieri sera, nello stesso
museo, stato messo in
scena lo spettacolo Italo
Svevo genero letterario di
Tullio Kezich. Inoltre, dai
primi di gennaiolecelebra-
zioni prevedono il Con-
corso letterario Il povero
Alfonso, il caro Emilio,
legregioZeno, incollabo-
razione con lUniversit di
Trieste. E poi, conferenze,
presentazioni, letture, tavo-
le rotonde.
Trieste
celebra
ItaloSvevo
di Antonio e Dino
Specialit regionali - Pizzeria
Sala per banchetti - Ampio giardino
Parcheggio interno
LUNED RIPOSO
LA LLLLLAA LLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLAAAAAAAA LLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLAAAAAAAA LLLLLLLLLLLLLLLLAAAAAA MOLISE MM e MO e MO O e eee
SCOPRI ORA IL NOSTRO PORTAFOGLIO IMMOBILIARE
I fondi Diomira, Patrimonio Uffici e Portafogli Misti
gestiti da Prelios SGR offrono oltre 2.000 opportunit
di investimento immobiliare in diversi settori, dalle
abitazioni ai negozi.
I NOSTRI IMMOBILI,
LA TUA OPPORTUNIT
DI INVESTIMENTO
DISCOVER
OUR PORTFOLIO
Scopri tutti gli immobili
www.preliossgr.com
T 06.5145.8105
PROVINCE
444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444444
1.800 mq
NEGOZI
330 mq
UFFICI
7.120 mq
DI SUPERFICIE IN VENDITA
49
UNIT
IMMOBILIARI
RM
FR
LT CB
THE REAL POTENTIAL OF REAL ESTATE.
di Antonio e Dino
Roma Via Piteglio, 19
Tel. 06.8805131
Cell. 380.3670562 - 380.3658717
www.ristoranteamatrice.it
-TRX IL:19/12/11 20.23-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 24 - 20/12/11-N:
24
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
Massimiliano Podest
Area Manager
tel. 3394214841
Se abiti a Roma e vuoi valutare lopportunit di vendere la
Nuda Propriet della tua casa puoi contattare direttamente:
Viager Sr.l. dal 2009 la prima agenzia italiana specializzata
nella vendita e nella consulenza in tema di nude propriet e di inno-
vative forme di transazione immobiliare. La sede a Torino e il
fondatore, che ha importato dalla Francia il viager e la cultura del
mercato della nuda propriet, Roberto Trevisio.
Perch rivolgersi a Viager s.r.l. per la consulenza, la vendita o
l'acquisto di nude propriet?
Noi siamo specializzati. Per le agenzie immobiliari tradizionali,
anche quelle pi note e qualificate, si tratta di pratiche rare che
vengono trattate insieme a tutte le altre, mentre, per noi, rappresen-
tano il core businness della nostra attivit e ne conosciamo perfetta-
mente tutti gli aspetti contrattuali e di mercato. La mission principa-
consapevoli di avere anche una responsabilit di ordine etico.
Linvestimento nella nuda propriet presenta aspetti di grande
convenienza per lacquirente senza alcun bisogno di voler approfit-
tare della situazione. Come politica aziendale Viager S.r.l. ha deciso
di offrire un servizio di consulenza in materia favorito, tra laltro, da
un numero di telefono gratuito a disposizione di chi desidera avere
informazioni. A differenza della maggior parte delle agenzie immo-
biliari tradizionali, la politica commerciale di Viager non mirata
allacquisizione del maggior numero possibile di mandati con
valutazioni generose quanto improbabili. Chi si rivolge a Viager per
vendere la nuda propriet deve poter contare su una struttura che
lavora per conseguire il risultato migliore e in tempi ragionevoli
senza per creare false illusioni. Anche per questo motivo il rapporto
contrattuale che lega il venditore che incarica Viager per la vendita
della nuda propriet del proprio immobile presenta alcune qualifi-
canti peculiarit. Viager S.r.l., tra laltro, assume solo mandati di
vendita in esclusiva e cura tutte le fasi della vendita fino allatto.
Collaborate con altre agenzie?
Abbiamo gi alcune collaborazioni di partnership attraverso
le quali operiamo su Milano e Roma e dal prossimo anno
lanceremo il
Viager NetWork Partnership,
una forma di stretta collaborazione con alcuni selezionati
professionisti (anche non immobiliari) al fine di allargare il
nostro servizio e, contemporaneamente, introdurre i nostri
partners, anche attraverso specifici corsi di formazione che
verrano loro offerti, ad un corretto e professionale approccio
in questo segmento di mercato in grande crescita. Potremo
cos offrire ai venditori e agli investitori un servizio adegua-
to anche in aree ove attualmente non operiamo.
Viager: gli specialisti per la Nuda Propriet
le di Viager quella di far ottenere
nella vendita le migliori condizioni
contrattuali e di prezzo per il venditore
che si rivolge alla societ offrendo nel
contempo un investimento interessan-
te e corretto allacquirente. La vendita
della nuda propriet attuata, nella
maggior parte dei casi, da persone
anziane in difficolt economiche e,
anche per questo, molto importante,
nel prestare il proprio servizio, essere
Viager S.r.l. opera anche in Costa Azzurra: chi si rivolge invece
l'investimento in Costa Azzurra?
Ci rivolgiamo a chi vuole diversificare il portafoglio dei propri
investimenti. Oggi sempre pi difficile, per chi dispone di un patri-
monio liquido, trovare forme di impiego che possano garantire la
sicurezza e, nel contempo un adeguato incremento di valore nel
tempo rispetto al costo della vita. Il viager un oculato investi-
mento immobiliare con contenuti di alea che possono contribuire, in
alcuni casi, anche ad ottenere interessanti performance. La Costa
Azzurra offre la qualit di un mercato immobiliare di respiro interna-
zionale sempre florido, inoltre il viager molto diffuso da anni e
quindi la piazza migliore su cui investire. Molti investitori tra i
nostri clienti hanno recepito la validit di questa forma di impiego a
medio termine e acquistano diversi immobili di piccolo taglio
anzich uno solo dal valore importante. Infatti in questo modo
possibile aumentare le possibilit che lelemento di alea sia a favore
dellacquirente.
Roberto Trevisio ha fondato Viager S.r.l
nel 2009 a Torino e ora sta lanciando il
Viager NetWork Partnership in tutta
VIAGER
SOLO NUDE PROPRIETA
Viager S.r.l. la prima Societ italiana specializzata nella Nuda
Propriet. Offre preventivi gratuiti e assistenza per la vendita e
lacquisto fornendo le pi adeguate formule contrattuali.
NUDA PROPRIETA
CI HAI MAI PENSATO?
La Nuda Propriet:
E un investimento immobiliare con un prezzo
dacquisto notevolmente pi basso
del valore di mercato.
.
Le imposte da pagare allatto dellacquisto
sono inferiori.
.
Le spese e le tasse che gravano sullimmobile,
con leccezione delle eventuali spese straordinarie,
restano a carico delloccupante il bene.
.
Lo sconto sul prezzo analogo al
reddito locativo, ma non tassato.
.
Si pu sempre rivendere con un doppio vantaggio:
la rivalutazione dellimmobile e il valore della
nuda propriet che cresce annualmente.
VIAGER RISERVATO - Rif. VR 22CA42
Cannes: Av. Lattre de Tassyigny, ultimo piano
di stabile con giardino condominiale, apparta-
mento dangolo con scorcio sul mare. Climatiz-
zazione, serrande e tende elettriche. Terrazzo
di 19 mq. Garage e cantina
Valore del bene 400.000
Bouquet (Caparra) 145.000
Vitalizio mensile indicizzato 1.400
Et Venditrice F 87 anni
VIAGER RISERVATO - Rif. VR 60NI41
Nizza: Av Geroges Clmenceau, in pieno
centro citt, appartamento di 2 vani al 5 piano
con ascensore di un immobile depoca , di buon
balconi. Una cantina.
Valore del bene 185.000
Bouquet (Caparra) 72.500
Vitalizio mensile indicizzato 463
Et Venditori M91 F 84 anni
VIAGER LIBERO - Rif. VL 83JP41
Juan les Pins: grazioso studio a 100 mt. dalle
spiagge, con scorcio sul mare situato al 2
31,58 mq. Una cantina. Parcheggio pubblico
gratuito davanti allimmobile.
Valore del bene 140.000
Bouquet (Caparra) 47.000
Vitalizio mensile indicizzato 700
Et Venditore M 77 anni
VIAGER RISERVATO - Rif. VR 24AN41
Antibes: bellappartamento traversant di tre
vani, 66 mq calpestabili e terrazzo di 23 mq, al
4 e ultimo piano con ascensore di un immobile
sorvegliato con bel parco alberato. Garage
sotterraneo e parcheggio esterno privato.
Valore del bene 340.000
Bouquet (Caparra) 120.000
Vitalizio mensile indicizzato 1.350
Et Venditori M 89 F 90 anni
NUDA PROPRIETA rif. NP 1005
CON PAGAMENTO A TERMINE
Tarquinia : a meno di 1 ora da Roma ed a soli 5
kmdal mare, splendido villino su 3 livelli di 190
mq circa con grazioso giardino di 250 mq c.a.
Valore del bene: 495.000
Valore Nuda Propriet: 250.000
+120 rate mensili: 1.015
oppure saldo allatto 355.000
Et Venditori: M81 F 81 anni
NUDA PROPRIETA
CON PAGAMENTO A TERMINE rif. 2204
San Martino al Cimino: a meno di 1 ora da
a vista, ottima esposizione. Box di 20 mq.
Valore del bene: 175.000
Bouquet (caparra): 55.000
+60 rate mensili: 1350
oppure saldo allatto 130.000
Et Venditore: M81 anni
VENDITA A TERMINE rif. NP 3105
LIBERO IN 5 ANNI
Via Anagnina, Grottaferrata: prestigiosa
villa monofamigliare di 3 livelli fuori terra, 500
mq interni + 800 mq di giardino, immersa nel
verde a soli 5 km dal GRA e dalla Metro.
Valore del bene: 1.200.000
Bouquet (caparra): 750.000
+60 rate mensili: 4.000
oppure saldo allatto 950.000
NUDA PROPRIETA rif. NP 2106
San Felice del Circeo: a pochi metri dal celebre
mare e circondata dalla folta vegetazione a
macchia mediterranea.
Valore del bene: 1.530.000
Valore Nuda Propriet: 800.000
+60 rate mensili: 5.500
Et Venditore: M81 anni
oppure saldo allatto 1.100.000
tempo per cui ci si riserva il godimen-
to del bene. In pratica: chi vende
incassa una parte del valore della casa
e continua ad abitarci. Vendendo la
nuda propriet, anche possibile,
volendo, destinare anticipatamente
un'eredit a favore di eventuali
discendenti aiutandoli subito a
risolvere un problema con la soddisfa-
zione di poter assistere alla realizza-
zione un progetto importante per la
loro vita grazie al tuo aiuto.
Vendere la nuda propriet una opportunit che consente di incassa-
re denaro liquido senza dover lasciare la propria abitazione. In molti
casi pu essere davvero una soluzione intelligente per monetizzare
il frutto del lavoro di una vita, la tua casa, senza dover rinunciare
alle abitudini di sempre e con la tranquillit di una maggiore dispo-
nibilit economica. Il valore della Nuda Propriet dipende dal
Con una maggiore disponibilit
economica potrai permetterti anche di
progettare qualche meritata vacanza.
serenit al venditore e offre, nel contem-
po, una interessante opportunit di
investimento per lacquirente. Il
viager pu essere riservato, ovvero
occupato dal o dai venditori oppure
libero, cio immediatamente disponibi-
le. A volte limmobile pu anche essere
offerto a termine, ovvero occupato fino
ad un termine definito in anticipo
oppure con pagamento a termine, cio
con un pagamento definito in un certo
numero di rate mensili indicizzate.
Cosa vuol dire viager?
Il termine viager, in francese, significa vitalizio e indica una
tipologia di vendita di beni immobili molto diffusa in Francia che
consiste nel trasformare una parte del prezzo pattuito in rendita
vitalizia a beneficio del venditore. Si tratta di un contratto giuridica-
mente definito aleatorio: lobbligo al pagamento termina al
decesso del o dei beneficiari. Questo sistema da un lato garantisce
Viager e Nuda propriet consentono la
creazione di un diversificato patrimonio
immobiliare che si rivaluta senza rischi
Con una nuda propriet acquistata oggi
in modo conveniente domani tuo figlio
potr avere una casa di propriet.
costi fissi (spese di manutenzione e
imposte) ed al rischio locativo, ovvero
quello che linquilino non paghi
regolarmente o per nulla, laffitto, con
tutte le conseguenze del caso. Anche
alla luce dellinstabilit ed i rischi
connessi agli investimenti di tipo
finanziario, come la storia recente ci
ha purtroppo dimostrato, la nuda
propriet, si profila come uno degli
investimenti pi oculati per un buon
padre di famiglia che pensa al futuro
Lacquisto di una nuda propriet un modo sicuro per impiegare in
modo intelligente una somma di denaro in alternativa ad impieghi
di tipo finanziario a medio e lungo termine. Rispetto al classico
investimento immobiliare da reddito la nuda propriet pi
conveniente. Infatti chi acquista un immobile per affittarlo e ottene-
re cos un reddito locativo proporzionato al suo valore, si espone a
Pensa al Futuro
Al cune proposte di i nvesti mento
i n Cost a Azzurra
Al cune proposte di i nvesti mento
i n Centro Ital i a
La Legge ti consente di vendere la tua casa continuando a viverci per tutta la vita.
Network
La Nuda Propriet rappresenta un segmento del
mercato immobiliare che negli ultimi tempi sta
crescendo molto. Per trattare la nuda propriet non
ci si pu improvvisare perch un tema delicato e
contiene molte implicazioni di carattere giuridico
che non possono e non devono essere trascurate .
Molti pensano che basti semplicemente rivolgersi ad
una qualsiasi Agenzia Immobiliare ed a un buon
Notaio, ma in realt non esattamente cos. contattaci
www.viager.it
Massimiliano Podest
Area Manager
tel. 3394214841
Se abiti a Roma e vuoi valutare loppo rtunit di vendere la
Nuda Propriet della tua casa puoi contattare direttamente:
Viage VV r Sr.l. rr dal 2009 la prima agenzia italiana specializzata
nella vendita e nella consulenza in tema di nude propriet e di inno-
vative forme di transazione immobiliare. La sede a Torino TT e il
fondatore, che ha importato dalla Francia il viager e la cultura del
mercato della nuda propriet, Roberto Trevisio. T
Perch rivolgersi a Viage VV r s.r.l. rr per la consulenza, la vendita o
l'acquisto di nude propriet?
Noi siamo specializzati. Per le agenzie immobiliari tradizionali,
anche quelle pi note e qualificate, si tratta di pratiche rare che
vengono trattate insieme a tutte le altre, mentre, per noi, rappresen-
tano il core rr businness della nostra attivit e ne conosciamo perfetta-
mente tutti gli aspetti contrattuali e di mercato. La mission principa-
consapevoli di avere anche una responsabilit di ordine etico.
Linvestimento nella nuda propriet presenta aspetti di grande
convenienza per lacquirente senza alcun bisogno di voler approfit-
tare della situazione. Come politica aziendale Viager VV S.r.l. ha deciso
di offrire ff un servizio di consulenza in materia favorito, tra laltro, da
un numero di telefono gratuito a disposizione di chi desidera avere
informazioni. Adiff ff e ff renza della maggior parte delle agenzie immo-
biliari tradizionali, la politica commerciale di Via VV ger non mirata
allacquisizione del maggior numero possibile di mandati con
valutazioni generose quanto improbabili. Chi si rivolge a Viage VV r per
vendere la nuda propriet deve poter contare su una struttur tt a che
lavora per conseguire il risultato migliore e in tempi ragionevoli
senza per creare fal ff se illusioni. Anche per questo motivo il rappor aa to
contrattuale che lega il venditore che incarica Viage VV r per la vendita
della nuda propriet del proprio immobile presenta alcune qualifi ff -
canti peculiarit. Via VV ger S.r.l., tra laltro, assume solo mandati di
vendita in esclusiva e cura tutte le fa ff si della vendita fi ff no allatto.
Collaborate con altre agenzie?
Abbiamo gi alcune collab a orazioni di partnership attraverso
le quali operiamo su Milano e Roma e dal prossimo anno
lanceremo il
Vi VV ager N r etWor WW k Partnership,
una forma di stretta collaborazione con alcuni selezionati
profe ff ssionisti (anche non immobiliari) al fi ff ne di allargare il
nostro servizio e, contemporaneamente, introdurr dd e i nostri
partners, anche attraverso specifici ff corsi di formazione che
verrano loro off ff e ff rti, ad un corretto e profe ff ssionale appr aa occio
in questo segmento di mercato in grande crescita. Potremo
cos offr ff ire ai venditori e agli investitori un servizio adegua-
to anche in aree ove attualmente non operiamo.
le di Viager VV quella di far ottenere
nella vendita le migliori condizioni
contrattuali e di prezzo per il venditore
che si rivolge alla societ offrendo nel ff
contempo un investimento interessan-
te e corretto allacquirente. La vendita
della nuda propriet attuata, nella
maggior parte dei casi, da persone
anziane in difficolt ff economiche e,
anche per questo, molto importante,
nel prestare il proprio servizio, essere
Viage VV r S.r.l. rr opera anche in Costa Azzurra: chi si rivolge invece
l'investimento in Costa Azzurra?
Ci rivolgiamo a chi vuole diversifica ff re il portafoglio dei propri
investimenti. Oggi sempre pi diff ff icile, ff per chi dispone di un patri-
monio liquido, trovare forme di impiego che possano garantire la
sicurezza e, nel contempo un adeguato incremento di valore nel
tempo rispetto al costo della vita. Il viager un oculato investi-
mento immobiliare con contenuti di alea che possono contribuire, in
alcuni casi, anche ad ottenere interessanti performance. La Costa
Azzurra offre ff la qualit di un mercato immobiliare di respiro interna-
zionale sempre florido, inoltre il viager molto diffuso ff da anni e
quindi la piazza migliore su cui investire. Molti investitori tra i
nostri clienti hanno recepito la validit di questa forma di impiego a
medio termine e acquistano diversi immobili di piccolo taglio
anzich uno solo dal valore importante. Infatti in questo modo
possibile aumentare le possibilit che lelemento di alea sia a favore
dellacquirente.
Roberto Tr TT evisio ha fondato Viager VV S.r.l rr
nel 2009 a Torino TT e ora rr sta lanciando il
Viager VV NetWork WW Pa P rtnership in tutta
OPRIE SOLO NUDE PRO TAA TT
VViage iagerr SS.rr l .l. rrr la la ppri rimmaa SSocie ociet t iita tali lian anaa sp specializz ecializzat ataa nnella a ella Nuda
Propriet. Offr ff e preventivi gratuiti e assistenza per la vendita e
lacquisto for ff nendo le pi adeguate formule contra r ttuali.
CI HAI MAI PENSAT AA O?
La Nuda Propriet: i
E un investimento immobiliare con un prezzo
dacquisto notevolmente pi basso
del valore di mercato.
.
Le imposte da pagare allatto dellacquisto
sono inferiori.
.
Le spese e le tasse che gravano sullimmobile,
con leccezione delle eventuali spese straordinariee,
restano a carico delloccupante il bene.
.
Lo sconto sul prezzo analogo al
reddito locativo, ma non tassato.
.
Si pu sempre rivender o: e con un doppio vantaggio
la rivalutazione dellimmobile e il valore della
nuda propriet che cresce annualmente.
i ?
VIAGER RISERVA VV T AA O - Rif. ff VR 60NI41
Nizza: Av Geroges Clmenceau, in pieno
centro citt, appartamento di 2 vani al 5 piano
con ascensore di un immobile depo ca , di buon
VIAGER RISERVA VV T AA O - Rif. ff VR 22CA42
Cannes: Av. Lattre de Tassyig TT ny, yy ultimo piano
di stabile con giardino condominial
yy y
e, apparta-
mento dangolo
gg
con scorcio sul mare. Climatiz-
zazione, serrande e tende elettriche. Ter TT razzo
di 19 mq. Garage e cantina
Valore del bene 400.000
Bouquet (Caparra) 145.000
Vitalizio mensile indicizzato 1.400
Et Venditrice F 87 anni
balconi. Una cantina.
Valo V re del bene 185.000
Bouquet (Caparra) 72.500
Vitalizio mensile indicizzato 463
Et Venditori M91 F 84 anni
VIAGER LIBERO - Rif. ff VL 83JP41
Juan les Pins: grazioso studio a 100 mt. dalle
spiagge, con scorcio sul mare situato al 2
31,58 mq. Una cantina. Parcheggio pubblico
gratuito davanti allimmobile.
Valo VV re del bene 140.000
Bouquet (Caparra) 47.000
Vitalizio mensile indicizzato 700
Et Venditore M 77 anni
VIAGER RISERVA VV T AA O - Rif. ff VR 24AN41
Antibes: bellappartamento traversant di tre
vani, 66 mq calpestabili e terrazzo di 23 mq, al
4 e ultimo piano con ascensore di un immobile
sorvegliato con bel parco alberato. Garage
sotterraneo e parcheggio esterno privato.
Valo VV re del bene 340.000
Bouquet (Caparra) 120.000
Vitalizio mensile indicizzato 1.350
Et Venditori M89 F 90 anni
NUDA PROPRIETA TT AA ri f. NP 1005 ff
CON PA PP GAMENTO A TERMINE
Ta TT rquinia : a meno di 1 ora da Roma ed a soli 5
kmdal mare, splendido villino su 3 livelli di 190
mq circa con grazioso giardino di 250 mq c.a.
Valore del bene: 495.000
Valore Nuda Propriet: 250.000
+120 rate mensili: 1.015
oppure saldo alla tto 355.000
Et Venditori: M81 F 81 anni
NUDA PROPRIETA TT AA
CON PA PP GAMENTO A TERMINE rif. 2204 ff
San Martino al Cimino: a meno di 1 ora da
a vista, ottima esposizione. Box di 20 mq.
Valo VV re del bene: 175.000
Bouquet (caparra): 55.000
+60 rate mensili: 1350
oppure saldo alla tto 130.000
Et Venditore: M81 anni
VENDITA A TT TERMINE rif. NP 3105 ff
LIBERO IN 5 ANNI
Via Anagnina, Grottaferr ff ata: prestigiosa
villa monofamiglia
g
re di 3 livelli fuori
p
terra, 500
mq interni + 800 mq di giardino, immersa nel
verde a soli 5 kmdal GRA e dalla Met
g
ro.
Valo V re del bene: 1.200.000
Bouquet (caparra): 750.000
+60 rate mensili: 4.000
oppure saldo alla tto 950.000
NUDA PROPRIETA TT AA ri f. NP 2106 ff
San Felice del Circeo: a pochi metri dal celebre
mare e circondata dalla folta ff vegetazione a
macchia mediterranea.
Valore del bene: 1.530.000
Valore Nuda Propriet: 800.000
+60 rate mensili: 5.500
Et Venditore: M81 anni
oppure saldo alla tto 1.100.000
tempo per cui ci si riserva il godimen-
to del bene. In pratica: chi vende
incassa una parte del valore della casa
e continua ad abitarci. Vendendo VV la
nuda propriet, anche possibile,
volendo, destinare anticipatamente
un'eredit a favore di eventuali
discendenti aiutandoli subito a
risolvere un problema con la soddisfa-
zione di poter assistere alla realizza-
zione un progetto importante per la
loro vita grazie al tuo aiuto.
Vendere VV la nuda propriet una opportunit che consente di incassa-
re denaro liquido senza dover lasciare la propria abitazione. In molti
casi pu essere davvero una soluzione intelligente per monetizzare
il frutto del lavoro di una vita, la tua casa, senza dover rinunciare
alle abitudini di sempre e con la tranquillit di una maggiore dispo-
nibilit economica. Il valore della Nuda Propriet dipende dal
Con una maggiore disponibilit
economica potrai permetterti anche di
progettare qualche meritata vacanza.
serenit al venditore e offre, ff nel contem-
po, una interessante opportunit di
investimento per lacquirente. Il
viager pu essere riservato, ovvero
occupato dal o dai venditori oppure
libero, cio immediatamente disponibi-
le. A volte limmobile pu anche essere
offerto ff a termine, ovvero occupato fino
ad un termine definito in anticipo
oppure con pagamento a termine, cio
con un pagamento definito in un certo
numero di rate mensili indicizzate.
Cosa vuol dire viager?
Il termine viager, in francese, significa vitalizio e indica una
tipologia di vendita di beni immobili molto diffusa ff in Francia che
consiste nel trasformare una parte del prezzo pattuito in rendita
vitalizia a beneficio del venditore. Si tratta di un contratto giuridica-
mente definito aleatorio: lobbligo al pagamento termina al
decesso del o dei beneficiari. Questo sistema da un lato garantisce
Viager VV e Nuda propriet consentono la
creazione di un diversificato patrimonio
immobiliare che si rivaluta senza rischi
Con una nuda propriet acquistata oggi
in modo conveniente domani tuo figlio
potr avere una casa di propriet.
costi fissi (spese di manutenzione e
imposte) ed al rischio locativo, ovvero
quello che linquilino non paghi
regolarmente o per nulla, laffitto, ff con
tutte le conseguenze del caso. Anche
alla luce dellinstabilit ed i rischi
connessi agli investimenti di tipo
finanziario, come la storia recente ci
ha purtroppo dimostrato, la nuda
propriet, si profila come uno degli
investimenti pi oculati per un buon
padre di famiglia che pensa al futuro
Lacquisto di una nuda propriet un modo sicuro per impiegare in
modo intelligente una somma di denaro in alternativa ad impieghi
di tipo finanziario a medio e lungo termine. Rispetto al classico
investimento immobiliare da reddito la nuda propriet pi
conveniente. Infatti chi acquista un immobile per affittarlo ff e ottene-
re cos un reddito locativo proporzionato al suo valore, si espone a
Pensa al Futuro
Al cune proposte di i nvesti mento
i n Costa Azzurra
Al cune proposte di i nvesti mento
i n Centro Ital i a
La Legge ti consente di vendere la tua casa continuando a viverci per tutta la vita. r
orkk
La Nuda Propriet rappresenta un segmento del
mercato immobiliare che negli ultimi tempi sta
crescendo molto. Per trattare la nuda propriet non
ci si pu improvvisare perch un tema delicato e
contiene molte implicazioni di carattere giuridico
che non possono e non devono essere trascurate .
Molti pensano che basti semplicemente rivolgersi ad
una qualsiasi Agenzia Immobiliare ed a un buon
Notaio, ma in realt non esattamente cos. contattaci
Netwo
Se sei un professionista
in campo immobiliare o creditizio e vuoi entrare nel:
La vendita della Nuda Propriet non una semplice
transazione immobiliare ma un contratto nel quale,
viene trascritto un Diritto Reale di Godimento a
beneficio di chi vende e tra le parti viene a instau-
rarsi una sorta di legame, perci essenziale che il
contratto preliminare tenga conto di tutti i minimi
dettagli in modo che entrambi i contraenti siano ben
tutelati per il futuro. Per questo fondamentale
rivolgersi sempre a specialisti esperti e preparati.
LIGURIA
Eredita da te stesso!
MILANO TORINO COSTAAZZURRA ROMA
-TRX IL:19/12/11 21.21-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 25 - 20/12/11-N:
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
CULTURA 25
& SPETTACOLI 25 25
Lecommedie
italiane di Natale
cedonoil passo
ai filmamericani
ROMA- Festival di Roma, oggi si riuni-
sce il collegio dei soci fodatori Musica
per Roma, Comune, Provincia, Regio-
ne, Camera di Commercio. In gioco il
futuro della cinerassegna. Tutti a casa, a
favore di un nuovo presidente e una
nuova squadra? Oppure Rondi, Detas-
sis, Via & Co, forti dellottima edizione
(la sesta) organizzata a dispetto della
crisi e degli attacchi del ministro Galan,
verrannoconfermati inmododacomin-
ciare subito a lavorare
per ottobre 2012?
Il mondo del cine-
masinterroga, traboa-
toseconciliaboli frene-
tici, alla luce di due
fatti contingenti: il de-
ficit di un milione e
350mila euro spunta-
to nel bilancio della
rassegna e larrivo di
MarcoMllersul mer-
cato dopo la riconfer-
ma di Paolo Baratta
alla presidenza della
Biennale. Fra i due i
rapporti nonsonoidil-
liaci e il direttore della
Mostra avrebbe rice-
vutoofferte daaltri festival, come quello
di San Pietroburgo, ma non ha mai
nascostoil desideriodi sbarcareaRoma.
Cos, nel risiko delle cinepoltrone, per
Venezia il candidato pi forte appare
attualmente Alberto Barbera, direttore
del Museo del cinema di Torino e nel
passato gi alla guida della Mostra.
Che aRoma il disavanzoesistesse, lo
avevano del resto gi segnalato i vertici
del Festival: il direttore generale France-
sca Via, che a settembre scorso aveva
avvertito il cda, e il presidente Gian
Luigi Rondi che laltra settimana ha
scrittoai soci fondatori persollecitareun
incontro. Via dice: Il bilancio definiti-
vosi conoscersoloadaprileenoi siamo
fiduciosi di poter recuperare una parte
del deficit. In questanno di grave crisi,
con il contributo ridotto degli sponsor,
siamo comunque riusciti a contenere i
costi da 17 a 12 milioni. E non va
dimenticato che il Festival produce sul
territoriounaricadutaeconomicadi 200
milioni. Non a caso unindagine della
Lumsa conferma la validit dalla rasse-
gnachehaallattivolamassicciarisposta
popolare, la qualit dei film e lefficacia
della comunicazione: il 75 per cento del
pubblico reclama una nuova edizione,
mentre l85 per cento degli addetti ai
lavori promuove il Mercato.
Piera Detassis, in scadenza il 31
dicembre (il mandato di Rondi, invece,
si conclude a giugno
prossimo) afferma:
Mi sento tranquilla,
so di aver lavorato be-
ne sul piano che mi
compete, quelloartisti-
co. Sono un tecnico,
nonentronel giocodel-
le poltrone e tantome-
no in quello politico.
Qualunque decisione
vengapresa, mi auguro
che sia per il bene del
Festival. Chiunque lo
guider, deve essere
messoincondizione di
lavorareal pipresto.
Uneventuale sosti-
tuto di Rondi? Qual-
che nome circolato, dallex assessore
Umberto Croppi a Pupi Avati. E dal
mondodel cinema uscita lindicazione
di Paolo Ferrari, ex numero uno sia di
Warner sia dellAnica. Oggi Angelo Bar-
bagallo, presidente dei produttori, pro-
muove senza riserve loperato di Detas-
sis & Co. Hanno lavorato benissimo.
Con loro il Festival cresciuto e ha
consolidato il rapporto con la citt. Non
vedo ragioni per rimpiazzarli.
Sullo stesso tono Giampalo Letta,
capodi Medusa: Nonconoscoi proble-
mi gestionali, ma dal punto vista artisti-
co il mio giudizio su Rondi e Detassis
totalmente positivo. Hanno ottenuto ri-
sultati ottimi...Ora, alla luce di qualsiasi
decisione, doverosopotenziare alungo
termine il Festival. Non importante
soloper Roma, maanche alivellonazio-
nale.
Gl. S.
RIPRODUZIONE RISERVATA
di GLORIA SATTA
ROMA- ControSherlockHol-
mes nonclottae i cinepanet-
toni devono cedere il passo al
grandespetta-
colo hollywo-
odiano. La
battaglia di
Natale en-
trata nel vivo
e in cima al
boxoffice, do-
po il primo
week end,
schizza il se-
condocapito-
lodelleavven-
turedel detec-
tive creato da
Conan Doyle
e interpretato dalle superstar
Robert Downey Junior e Jude
Law: in tre giorni, Sherlock
Holmes - Gioco di ombre ha
incassato quasi tre milioni e
mezzo di euro.
Al secondo posto c un
altro hit per famiglie, il carto-
on Il gatto con gli stivali
doppiato da Antonio Bande-
ras e solo al terzo si piazza uno
degli sfidanti made in Italy:
LeonardoPieraccioni conFi-
nalmente la felicit. Chri-
stianDe Sica e Sabrina Ferilli,
coppiadorodel nuovocinepa-
nettoneFilmauroVacanzedi
Natale a Cortina, sebbene a
unincollatura devono accon-
tentarsi della quarta posizione
(ma a Roma il film terzo e
Pieraccionisolosesto). Losbar-
co in sala delle corazzate di
Natale fa poi rotolare verso il
fondo della classifica film che
finoaieri eranoandati piche
dignitosamente come Il gior-
no in pi con Fabio Volo e la
nuova impresa di Ficarra &
Picone Anche se amore non
si vede.
SherlockHol-
mes doppia, da
solo e con meno
copie, i campio-
ni italiani: siamo
in presenza di
una svolta? Il
pubblico, dopo
un anno martel-
lante di comme-
die, si stancato
di ridere o pre-
maturoparlaredella mortedel
cinepanettone vistoche la bat-
tagliadi Natalesi chiudesoloa
Santo Stefano? Nessun calo,
ribattono Aurelio e Luigi De
Laurentiis che questanno, in
nome del rinnovamento, ave-
vanoaffiancatoCarloeEnrico
Vanzinanel ruolodi sceneggia-
tori a Neri Parenti, regista sto-
ricodellasaga, conunrisultato
indiscutibile quanto a ritmo e
freschezza. Vacanze di Nata-
le a Cortina gode di unfavore-
vole passaparola del pubbli-
co, dicono i due produttori.
Da sempre i migliori risultati
li abbiamoraggiunti nei giorni
canonici delle feste. Ci aspet-
tiamo che dal prossimo week
end il film raccolga i consensi
del grande pubblico che da
sempre affezionato alle no-
stre proposte natalizie.
Il box office, nel bene e nel
male, pu essere imprevedibi-
le. Non era mai successo che il
cinepanettone non balzasse in
testa nel primo week end. Ed
altrettanto sorprendente il fat-
to che bellissimi filmacclama-
ti dalla criticainternazionale e
premiati ai festival come The
Artist e Le idi di marzo, al
botteghinosi sianofinorarive-
lati unadelusione. Maper con-
tare vincitori e vinti c tempo
fino a Santo Stefano.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Piera Detassis e Gian Luigi Rondi
Pieraccioni e cinepanettone
battuti daSherlockHolmes
DeLaurentiis: ci rifaremoconil passaparola
Tradeficit etoto-nomine
oggi si decide
il futurodel Festival di Roma
Secondoposto
al botteghino
perIl gatto
congli stivali
Sotto: Jude Law
e Robert Downey jr
in una scena
di Sherlock Holmes
Gioco di ombre
primo al box office
Sabrina Ferilli
e Christian
De Sica
in Vacanze
di Natale
a Cortina
di Neri
Parenti
CINEMA
IL CASO
-TRX IL:19/12/11 20.23-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 26 - 20/12/11-N:
26
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
-TRX IL:19/12/11 21.21-NOTE:
-MSGR - 20 CITTA - 27 - 20/12/11-N:
IL MESSAGGERO
MARTED
20 DICEMBRE 2011
CULTURA 27
& SPETTACOL