Sei sulla pagina 1di 16

GAETANO

e-mail:lattualita@yahoo.it
SALVEMINI www.movimentosalvemini.blogspot.it
una vita per la libertà

EPULONI E LAZZARI GRANDE SUCCESSO DEL SITO WEB


Il crollo del ponte Morandi (Genova, 14 agosto 2018) mi appare come un Navigando in Rete e digitando
tipico esempio di crimine provocato dal capitalismo selvaggio. Quella tra-
gedia mi ha dato lo spunto per scrivere il libro “Epuloni e Lazzari” che sarà www.movimentosalvemini.blogspot.it
presentato prossimamente.La Storia insegna che molti disastri sono provo- potete documentarvi sulle proposte
cati dalla colpevole inerzia di coloro che dovevano prevenirli. Ho analizzato
le strutture giuridico-economiche che determinano gravi squilibri sociali e di riforma istituzionale avanzate dal
che minacciano la pace nel mondo. Basti considerare che il 30% degli umani Movimento Salvemini. Il sito,
possiede l’88% della ricchezza mondiale. Tale squilibrio è moralmente inac- quotidianamente aggiornato, è una
cettabile. Chi ne è responsabile? Certamente i legislatori ed i governanti, ma
sono responsabili anche coloro che danno il voto alle forze politiche che mini-enciclopedia di Scienze politiche,
rafforzano le disuguaglianze economiche tra le classi sociali. A chi altri, se economiche, sociali, religiose, letterarie e
non agli intellettuali e alle associazioni culturali, spetta il compito di de- artistiche: oltre 20.000 temi. Potete anche
nunciare gli squilibri sociali e di proporre la soluzione del problema? Nel-
l’assolvere questo compito non si è mai tirato indietro il Movimento esprimere via e-mail le vostre opinioni.
Salvemini, che mi onoro di rappresentare da oltre trent’anni. Il suo impegno Il sito ha registrato
culturale si è sempre ispirato al motto “Non mollare!”. Ha sempre soste-
nuto il blocco maggioritario dei galantuomini per neutralizzare il blocco finora circa 136.000 contatti.
minoritario delle canaglie. Lottare contro l’arroganza dei prepotenti è un
imprescindibile dovere morale. Posso accettare le disuguaglianze econo-
miche determinate dalla diversità tra i talenti naturali ma
non posso giustificare un mondo squilibrato a tal punto da
FESTA DELLA POLIZIA…
consentire a pochissimi Epuloni di restare indifferenti di
fronte alle sofferenze di moltissimi Lazzari.
“NON MOLLARE” ONORE AI CADUTI
Cosmo G. Sallustio Salvemini È IL NOSTRO MOTTO La Polizia di Stato celebra il 167° anniversario dalla fonda-
zione, alla presenza delle più alte cariche dello Stato. E’ stata la
“Chi si mette all‘aratro e poi si volta indietro non è adatto per il
regno di Dio”. A questo monito evangelico si contrappone, sto- splendida “Terrazza del Pincio”, a Roma, ad ospitare l’evento,
IL MANIFESTO DELLA nando, la sparata del libertino, cinico, dissacrante, smargiasso
Duca di Mantova: “La costanza tiranna del core detestiamo qual
che si è svolto il 10 aprile, data di pubblicazione in Gazzetta Uf-
ficiale della Legge n. 121 del 1981 che ha delineato l’organizza-
COMUNICAZIONE NON OSTILE
Il tempo della comunicazione non ostile, è di attualità più che
morbo crudele” esibita con l’aria: “Questa o quella per me pari
sono”. L’atteggiamento che la sottende, dalla Klein indicato con
zione ed i compiti della Polizia di Stato. Durante la cerimonia
sono state consegnate le onorificenze e le ricompense ai Poliziotti
caduti in servizio, a quelli che hanno portato a termine importanti
la triade “trionfo, dominio, disprezzo”, è emblematico e lo si può
mai. E’ nato in rete ed è per la rete. Ma lo è per tutti noi - addetti riconoscere nella cantata dei legionari-miliziani fascisti: “Ce ne attività operative, nonché agli sportivi olimpici del Gruppo
e non addetti - e semplici utenti del web. È una carta che elenca fregammo un dì della galera”. Le loro imprese che imperversa- Fiamme Oro che hanno conseguito importanti risultati sportivi
dieci princìpi di stile utili a migliorare lo stile e il comportamento vano nel Ventennio sono tra quelle più puntualmente raccontate nel corso dell’anno. Quest’anno, inoltre, in occasione del cente-
di chi sta in Rete, di chi scrive e di chi è vittima dell’odio sociale. in questo (pregnante) volume che offre al lettore un’accurata e simo anniversario dell’Aquila, emblema della Polizia di Stato che
Il Manifesto della comunicazione non ostile è un impegno di re- documentata rassegna dei numerosissimi tentativi di quanti, a di- accompagna l’istituzione sin dal 1919, con il suo portato di sto-
sponsabilità condivisa. Vuole favorire comportamenti rispettosi fesa di legittimi diritti, rischiarono tremende conseguenze a costo ria, valori, tradizione, sacrificio e abnegazione, è stata realizzata
e civili. Di tutti a favore di tutti. Vuole che la Rete sia un luogo di dolorosi sacrifici, non mollando neanche di fronte alle violenze una medaglia commemorativa, raffigurante l’aquila dorata dalle
accogliente e sicuro per ognuno di noi. Vuole che ognuno di noi squadriste. Il clima mantenuto dalle squadracce che, come un’in- ali spiegate. In tribuna presenti anche una rappresentanza di Fun-
rifletta e scriva in maniera non ostile su quei tasti dello smar- combente tsunami alimentava un angosciante presagio dello zionari della Polizia di Stato che ha indossato, sugli abiti civili, la
tphone e del tablet. Ormai finestra sul “mondo reale” attraverso scoppio di una guerra civile, manteneva in una condizione di ri- sciarpa tricolore quale simbolo della esclusiva missione del Fun-
la rete digitale. Sono dieci i principi fondamentali di stile e un catto anche il Re (che, pur protestando contro le proposte sempre zionario di Pubblica Sicurezza, chiamato a garantire la salva-
impegno da assumere per tutti noi. Leggete qui e riflettete. Il più pretenziose e imbarazzanti del Duce, finì per firmarle, rasse- guardia delle Istituzioni democratiche e il sereno e ordinato
primo: virtuale è reale, per cui scrivo in rete solo cose che ho il co- gnandosi a subire le conseguenze svolgimento della convivenza civile per l’esercizio delle libertà
raggio di dire di persona. Secondo: si è ciò che si comunica, per erosive del suo potere di so- (segue a pag. 2) Pier Luigi Lando costituzionali e dei diritti dei cit-
questo scelgo le parole che raccontano la persona che io sono e mi tadini. Il Presidente della Repub- (segue a pag. 2) Raffaele Vacca
rappresentano. Terzo: le parole danno forma al mio pensiero, per
cui mi prendo tutto il tempo ne-
cessario per esprimere al meglio (segue a pag. 2) Lisa Biasci
28ANNI DI LIBERTÀ D’OPINIONE CONGRESSO DELLE FAMIGLIE Centocinquanta speaker da tutto il mondo hanno preso parte alla
CRIMEA, RUSSIA, ISIS: Nello scorso mese di marzo si è ricordato il 28esimo anniversa-
rio de "L'Attualità". Un anniversario che segna sicuramente una
bella tappa, soprattutto per un periodico al cui progetto iniziale
tre giorni nel Palazzo della Gran Guardia. Il primo Congresso
mondiale delle famiglie si è svolto a Praga nel 1977, ma da allora

ILTRIANGOLO DI SEBASTOPOLI non venne dato molto credito. Fortunatamente, però, quello scet-
ticismo decadde abbastanza velocemente. Il merito di aver cre-
duto in una tale impresa lo possiamo attribuire quasi tutto al Prof.
le cose sono cambiate. Nata dalla saldatura di gruppi della destra
religiosa statunitense che si opponeva all’aborto, al divorzio e al-
l’omosessualità, il Congresso mondiale delle famiglie ha finito
per assumere un ruolo sempre più politico. Alla XIII edizione ita-
Se l’Ucraina è considerata zona strategicamente importante a Sallustio Salvemini che, con tanta buona volontà e avvedutezza,
causa della sua posizione di confine tra l’Europa e la Russia, la è riuscito a mettere in pratica quel suo "utopico" progetto. Questi liana del Congresso hanno partecipato associazioni, capi di stato
Crimea è ancora più rilevante: situata nel centro del Mar Nero, è - proprio sul numero di marzo -, rievocandone i primordi ha detto: ed esponenti politici della destra radicale, cristiana ed integralista
un perfetto epicentro tra Russia, Ucraina, Europa e, attraverso la "(...) Credevo fermamente nell'opportunità di dotarci di un gior- da tutto il mondo ma anche tre ministri del governo italiano. Fa-
Turchia, fino in Siria. Un pò come l’Afghanistan, importante nale che ospitasse le libere opinioni di tutti...". E così è stato. miglia oltre le polemiche, oltre le ideologie, oltre le strumenta-
anche perché situato al centro tra Iran, Pakistan, Turkmenistan, Oggi, dopo tanti anni, "L'Attualità", come possiamo puntualmente lizzazioni: una riflessione serena, aperta, non univoca, sulle tante
Uzbekistan e Tajikistan. Questo la rende importante anche per i ben vedere tutti i mesi, è rimasta infatti fedelissima al quel suo declinazioni legate a” far famiglia”. Il presidente del Congresso,
movimenti delle milizie dell’ISIS e per i vari gruppi vecchio proposito, Possiamo dunque dire che la scommessa è Toni Brandi, ha dichiarato che” è stato un incontro per i diritti ,
fondamentalisti, Già nel 2015 Ruslan Saitvaliev, mufti del Ta- stata vinta, ed anche alla grande. Tra i tanti lati positivi di questo la salute, la dignità delle persone coinvolte nell’impegno fami-
vrida Muftiate in Crimea, in base a informazioni in suo possesso giornale, due sono i fattori principali che lo rendono assai ap- liare, madri, padri, figli. Durante la conferenza stampa, è stato af-
dichiarò come “Dalla Crimea queste due sette (Wahhabiti ed prezzabile: la libertà e l'indi- frontato anche il problema dei
esponenti dell‘Hezb al-Tahrir, ndr) hanno mandato i loro mili- pendenza. Ai giorni nostri non (segue a pag. 2) Luciano Masolini finanziamenti. Chi sostiene l’im- (segue a pag. 2) Maria Rosa Nicastri
tanti in Siria, dove sono stati poi integrati tra i miliziani
dell’ISIS“.
Collegata all’Ucraina via terraferma, separata dalla Russia dal
solo stretto di Kerč (solo formalmente, dal momento che ora c’è
IGOR MAJ: UNA VITTIMA DEL BLACKOUT CHALLENGE
il famoso ponte), la Crimea ha sempre rivestito un’importanza Dopo mesi di indagini arriva la svolta. C’è un indagato come atto dovuto nell’inchiesta per istigazione al suicidio in merito alla morte
fondamentale anche per il Cremlino, ma anche per l’Ucraina e di Igor, il figlio dello scalatore Ramon Maj che lo scorso settembre è stato trovato nella sua cameretta appeso con una corda da mon-
per l’Europa. Un ruolo geopolitico che gira soprattutto intorno al- tagna al letto a castello. Si tratta di un 24enne di origine indiana che, stando alle indagini della Polizia Postale coordinate dal pm Cri-
l’importanza del porto di Sebastopoli, che tra l’altro ospita una stian Barilli, sarebbe l’autore dell’ormai noto video da quasi un milione di visualizzazioni su Youtube su “cinque sfide
flotta russa sin dal 1783 ed è strategico anche per la sua posizione pericolosissime”, tra cui l’auto-soffocamento (detto “Blackout Challenge“), guardato dal giovane arrampicatore poco prima di mo-
geografica nei confronti del Caucaso, altra regione di fondamen- rire. Il ragazzo, già ascoltato, si è difeso spiegando che nel suo filmato viene altamente sconsigliato di mettere in pratica indistinta-
tale importanza per il Cremlino, e del porto di Tarso, a 25 km dal mente tutte le sfide, compresa quella che non ha lasciato scampo ad Igor e che, conosciuta anche con i nomi di “Pass-out Challenge”
confine tra Siria e Libano, in una zona che fa da perfetto tramite e “Choking Game“ da ormai oltre un decennio, induce gli effetti di una momentanea e volontaria deprivazione di ossigeno (soli o chie-
tra Europa e Asia. A Tarso, poi, si trova ancora oggi un’installa- dendo aiuto a qualcuno). Ciò non toglie che nel video in questione le cosiddette sfide vengano presentate in modo alquanto beffardo
zione navale di approvvigionamento e manutenzione sin dal- e soprattutto come molto in voga tra i teenager, fornendone per di più tutti i dettagli. Motivo questo che ha spinto gli inquirenti, co-
l’epoca della Guerra Fredda, quando fu creata come supporto alla ordinati dall’aggiunto del pool “fasce deboli”, Maria Letizia Mannella, a convincersi del fatto che quello di Igor non è stato un sui-
Marina sovietica nel Mediterraneo, ora gestita da personale della cidio come si era ipotizzato in un primo momento ma che ad ucciderlo è stato il “Blackout Challenge”: quella mattina il 14enne ha
Marina russa e ufficialmente utilizzata come avamposto contro tentato lo stesso gioco pericoloso emulato dal video, chiarisce il procuratore aggiunto, ma una volta svenuto per la mancanza di os-
l’ISIS. Per la Russia, l’importanza strategica di Sebastopoli è sigeno, non è riuscito più a riprendersi e il peso del corpo lo ha strangolato. Ora resta da valutare se al 24enne che ha caricato il video
anche legata alle importazioni delle rotte mercantili nel Mar Nero: su Youtube sia o meno contestabile l’istigazione al suicidio. Come spiegano il procuratore aggiunto di Milano Tiziana Siciliano e il
lo stretto di Kerč è una delle rotte principali per l’esportazione di pm Letizia Mocciaro, infatti, se è vero che è di fondamentale importanza capire se Igor è stato o meno indotto psicologicamente a
grano russo e ucraino (diretto in Turchia), petrolio, minerali e le- provare la pericolosa sfida, è altrettanto vero che se non fosse stato diffuso quel video forse il 14enne sarebbe ancora vivo. È di fatto
gname dai porti di Rostov Sul Don, Berdyansk e Mariupol. Anche evidente che i tutorial e i video che circolano in rete sul “Blackout“ e sulle altre challenges portano ad una diffusione incontrollata
per questo l’Ucraina considera la presenza russa a Sebastopoli del fenomeno, rappresentando altresì una rischiosa tentazione e al contempo un reale pericolo per i giovani adolescenti. Motivo per
come un ostacolo alla sua econo- (segue a pag. 4) Emiliano F. Caruso il quale, in attesa degli esiti dell’autopsia e delle relazioni degli investigatori sugli accertamenti ef-
mia: secondo Kiev, gli archi del fettuati sullo smartphone del ragazzino, i pm hanno ordinato il sequestro preventivo d’urgenza del (segue a pag. 4) F. Sciorilli Borrelli
L’ATTUALITÀ, pag. 2 N. 5 - MAGGIO 2019
(segue da pag. 1) Festa della Polizia... onore ai caduti
LETTERE AL DIRETTORE blica ha concesso, quest’anno, la Medaglia d’Oro al Merito Civile
Caro Prof. Salvemini,
alla Bandiera della Polizia di Stato, per le attività svolte dalla Pre-
venzione e dalle D.I.G.O.S. che, con eccezionale valore e senso INFORMAZIONIAI LETTORI
ho seguito con molta attenzione alla tv quanto da Lei detto sulla del dovere, hanno profuso ogni energia nella lotta al terrorismo e Quote associative annuali. Ordinaria: euro 60,00 (solo per recapito a
randomcrazia. Queste le mie schiette osservazioni in merito: 1) all’ eversione dell’ordine democratico, per la difesa dei valori e
troppo breve il tempo concesso nell’ illustrare il progetto del Mo- delle Istituzioni della Repubblica.
domicilio). Simpatizzante: euro 100,00 (per pubblicare un articolo per
vimento Salvemini per togliere l'Italia dalle sabbie mobili dell'at- Ricorre quest’anno anche il 60° anno dall’istituzione dell’allora numero). Benemerita: euro 180,00 (due articoli per numero). Sosteni-
tuale immobilismo e clientelismo politico dove non eterna ma Corpo di Polizia Femminile, che ha dato possibilità alle donne di trice: euro 360,00 (quattro o più articoli per numero).
immutabile è l'anima che li condiziona dietro la diversità dei nomi far parte della Polizia di Stato, ricoprendo a pieno titolo e a tutti Il versamento va effettuato tramite bollettino di c/c postale n°.
e fisionomie individuali; 2) la RAI in tal modo conferma ancora i livelli un ruolo fondamentale. 1032746719 intestato a Movimento Gaetano Salvemini, Fonte Nuova
una volta la sua impostazione in modo ben poco consono alla sua Ora, come di consueto, ripercorriamo il passato e apriamo il (Roma).
funzione di servizio pubblico; 3) se a Lei è stato concesso ben mondo dei ricordi nei confronti di benemeriti appartenenti alla Consigli utili: 1) rileggere attentamente gli articoli prima di inviarli alla
poco spazio, ne sarebbe concesso a me la metà di suddetto poco gloriosa Istituzione…con i quali anche se taluni personalmente Direzione entro il 15 di ogni mese. 2) Gli articoli non devono superare
spazio per parlare del Fronte Culturale Nazionale di Opposizione non conosciuti, abbiamo però percorso le stesse strade in parti-
e relative motivazioni? Un cordiale saluto. colare nella Roma degli anni di piombo…
le 30 righe dattiloscritte e devono osservare la classica regola del Labo-
Treviso, 20.4.2019 Eugenio Morelli E così, il 21 ottobre di ogni anno, il Questore di Roma depone ratorio di Giornalismo sui cinque interrogativi: chi, come, dove, quando
una corona di alloro sulla Lapide collocata in località Ponte La- e perchè. 3) confrontare il testo originario dei propri articoli con quello
N.B. Conto di parlare della randomcrazia come coinvolgimento drone, ad Acilia, in memoria del Capitano del disciolto Corpo poi pubblicato con le necessarie correzioni e abbreviazioni, al fine di
diretto degli elettori e non "mediato" nell'elezione dei veri rap- delle Guardie di P.S. (oggi Polizia di Stato) Francesco Straullu non ripetere errori e prolissità negli articoli inviati successivamente. 4)
presentanti della nostra nazione in un prossimo mio intervento ra- e dell’ Appuntato Ciriaco Di Roma. Furono barbaramente tru- pubblicare almeno 80 articoli in 24 mesi consecutivi per chi vuole iscri-
diofonico nella rubrica “L'altra faccia della realtà” che viene cidati da un commando composto da quattro giovani appartenenti versi all’Albo dei Pubblicisti. 5) rivolgersi al consulente Patrizio Ales-
trasmessa da Radio Conegliano il mercoledì mattina, poco dopo al gruppo eversivo dei Nuclei Armati Rivoluzionari (NAR), del- sandrini (via Monte Senario 14, Roma. Tel. 06.87195452) per far
le 10. E.M. l’ultadestra... Le indagini consentirono di individuare e catturare calcolare le ritenute d’acconto da versare ogni quadrimestre all’Agenzia
tutti i componenti del gruppo criminale, che vennero poi con- delle Entrate. 6) Conservare ogni copia del giornale per poter compilare
Caro Dott. Morelli, condivido le Sue argute osservazioni e La rin- dannati all’ergastolo.
grazio per la Sua attiva collaborazione. Restando sempre fedeli Così fu ucciso il Capitano di Polizia Straullu, un ragazzo nuorese l’elenco degli 80 articoli da consegnare all’Ordine. 7) Presentare al-
al motto “Non mollare!”, le auguro ogni bene e ricambio cor- di nome Francesco, di appena ventisei anni, “aggregato”, fatto l’Ordine la domanda d’iscrizione all’Albo firmata dal Direttore della te-
diali saluti. inedito all’epoca (in quanto Ufficiale del disciolto “benemerito” stata. 8) Sono accettati solo testi dattiloscritti composti in RTF oppure
Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza, prima della riforma WORD 4/5 e inviati per E-mail: lattualita@yahoo.it. Coloro che
********** del 1981 che smilitarizzò la Polizia), alla Digos della Questura di entro il 20 di ogni mese non ricevono via mail la conferma di avve-
Roma. Il suo superiore diretto era il Commissario Capo Minozzi, nuta ricezione in Redazione sono tenuti a reinviare gli articoli entro
Gentile Direttore, sono onorata di collaborare con il pregevole che trattava il terrorismo di destra, autore di un importante rap- il 21 di ogni mese.
giornale “L’Attualità”. Sono una cantante lirica (mezzosoprano), porto all’Autorità Giudiziaria del novembre 1979 sull’eversione
diplomata presso il Conservatorio “Tommaso Ludovico da Vic- nera romana, ma vanno ricordati anche altri funzionari di quel-
Anche dopo l’iscrizione all’Albo è opportuno pubblicare almeno un ar-
toria” di Roma. Sono laureata in Giurisprudenza ed ho conseguito l’Ufficio, quali il valoroso Nicola Simone, nel 1982 scampato, ticolo su ogni numero e rinnovare la quota associativa annuale simpa-
l’abilitazione alla professione forense presso la Corte d’Appello benchè gravemente ferito, ad agguato di elementi delle BR, pre- tizzante.
di Roma. Lavoro al Ministero degli Affari Esteri. Ho cantato in sentatisi come “postini” nella sua abitazione romana di Piazza Il giornalismo non è solo arte; è anche passione vissuta con entusiasmo
molti Enti lirici in tutto il mondo (con Katia Ricciarelli, Josè Car- Bologna; Ansuino Andreassi, figura di grande prestigio nel- e con rettitudine morale. Il piombo, più che l’oro, ha modificato la Sto-
reras, Cecilia Gasdia, Magda Olivero, Raina Kabajvanska). l’ambito della Polizia Politica di quegli anni; ma soprattutto lo ria. E più che il piombo dei fucili, quello dei tipografi.
Anche quest’anno parteciperò al concerto lirico del Maggio Unia- stesso Dirigente della Digos, l’irpino Vice Questore Alfredo
cense presso l’Auditorium della Banca d’Italia. Con grande pia- Lazzarini (tutti da me ben conosciuti).
cere darò il mio contributo personale ed artistico all’UN.I.A.C., La lotta al Terrorismo di destra, sino alla Strage di Bologna del 2
stupenda federazione di Associazioni culturali, il cui motto è
“Unire gli Artisti per affratellare i popoli”. Cordiali saluti.
agosto 1980, nel panorama dei terrorismi nazionali, era stato col- AVVISO AI COLLABORATORI
pevolmente trascurato. Proseguendo questa cronaca di morte che
Roma, 22.4.2019 Caterina Novak merita il massimo rispetto, soprattutto dalla Politica ingrata e pa- Gli articoli che superano le 30 righe dattiloscritte
E mail: marina.lepore@esteri.it rolaia, come non ricordare, ancora, quel che accadde il 3 mag- non vengono presi in considerazione
gio 1979 quando un gruppo di fuoco delle Brigate Rosse assalì
St.ma Dr.ssa Novak, apprendo con piacere che anche quest’anno “more militari” a Piazza Nicosia gli uffici regionali della Demo- per ovvie ragioni di spazio.
Lei parteciperà al concerto lirico del Maggio Uniacense. Ho letto crazia Cristiana romana, in cui perirono il Brigadiere Antonio
il Suo pregevole curriculum artistico su Google e su Wikipedia. Mea e l’Agente Pierino Ollanu, mentre un terzo Agente, Vin-
Vivissime congratulazioni per i successi conseguiti e per il Ca- (segue da pag. 1) Il manifesto della comunicazione non ostile
cenzo Ammirato, rimase ferito? Erano tutti del 1° Distretto di
valierato al merito della Repubblica. Credo che la pace nel Polizia di Piazza del Collegio Romano. Come non ricordare, an- ciò che penso. Quarto: prima di parlare bisogna ascoltare, e ri-
mondo potrà essere efficacemente tutelata da Artisti, come Lei, cora, quel tragico 13 luglio 1979, quando le famigerate BR ucci- cordarsi che nessuno ha sempre ragione, neanche io. Serve sem-
capaci di scavalcare le infauste frontiere nazionali e di far evol- sero il valorosissimo Ten. Colonnello dei pre ascoltare con onestà e apertura. Quinto: le parole sono un
vere moralmente l’intera famiglia umana. Ricambio cordiali sa- Carabinieri Antonio Varisco, Comandante del Reparto Servizi ponte, per cui scelgo sempre le parole per comprendere, farmi ca-
luti e Le auguro ulteriori brillanti successi. Magistratura (per il quale recentemente è stato pubblicato un in- pire, avvicinarmi agli altri. Sesto: le parole hanno conseguenze,
(segue da pag. 1) “Non mollare” è il nostro motto teressante libro della bravissima scrittrice Anna Maria Turi: “l’ag- e so che ogni parola può avere conseguenze piccole e grandi. Set-
guato sul lungotevere” Edizioni Segno, che invito a leggere..), e timo: condividere è una responsabilità, per cui condivido testi ed
vrano). Per analoga condizione ricattatoria, il successore Umberto successivamente, a seguire, i Marescialli Romiti, Traversa e immagini dopo averli letti, valutati e compresi. Ottovo: le idee si
II rinunciò perfino alla residenza in Patria, andando in esilio. Per l’Agente Granato, tutti della Polizia romana; mentre i neofa- possono discutere e le persone si devono rispettare. Perciò, non
inciso: che amaro destino per questi ultimi Savoia che pare scisti dei NAR l’Agente di PS Arnesano di servizio presso trasformo chi sostiene opinioni che non condivido in un nemico
siano divenuti bersaglio di una Nemesi storica!... Per i soprusi un’Ambasciata nei pressi di Piazza Mazzini e l’ Appuntato della da annientare. Nono: gli insulti non sono argomenti, per cui non
perpetrati specialmente nel Regno delle Due Sicilie? Tra l’altro, Polfer Rapesta, alla Stazione ferroviaria di San Pietro? Tornando accetto insulti e aggressività, nemmeno a favore della mia tesi.
dovettero fronteggiare tutta una serie di soverchianti eventi sto- a Straullu, la scena che si vide subito dopo l’attentato, nei pressi Decimo: anche il silenzio comunica, per cui scelgo di tacere per-
rici, tra cui quello in coda al loro potere: l’occupazione da parte di Acilia, fu certamente impressionante. Il povero ché questa -talvolta- è la scelta migliore. Eccolo qua. Tutto da
dei militari nazisti che spadroneggiavano in modo incontrasta- “ragazzo” aveva il cranio letteralmente esploso da proiettili di leggere e condividere. Il manifesto ci ricorda che le parole hanno
bile. Per il rischio di finire così nei campi di sterminio, come la FAL cal.7,62 NATO, arma in dotazione alle Forze Armate, sparati un peso e un valore. Nelle relazioni interpersonali - tra l’altro -
figlia-sorella Iolanda abbandonarono precipitosamente Roma. a distanza ravvicinata, proprio nel momento in cui l’auto, guidata non ce lo ricordiamo mai abbastanza. L’associazione no pro-
Che soddisfazione sarebbe stata per Hitler avere prigioniero il di- dall’ Agente Di Roma, rallentava per immettersi nel tunnel de- fit “Parole O Stili”, nata a Trieste nel luglio 2017, ha
sprezzatissimo piccolo Re! Il lettore potrà trovare di attuale inte- nominato Ponte Ladrone. creato questo Manifesto con l’idea di sensibilizzare,
resse ciò che l’Autore racconta circa i diversi tentativi intrapresi, Quale la colpa? Aver collaborato con il PM Mario Amato e, suc- responsabilizzare ed educare gli utenti della Rete
specialmente dopo l’orrendo delitto di Matteotti, che vedono il cessivamente, dopo l’assassinio di questi da parte dei NAR, il a praticare forme di comunicazione non ostile, ri-
Duce, in fondo deciso a ogni costo ad affermarsi come assoluto pool di Pubblici Ministeri (finalmente costituito, all’italiana ma- volgendosi a tutti i cittadini consapevoli del fatto
dominatore, barcamenarsi con promesse che vanno da quelle delle niera, “post mortem”!) capeggiato dal Magistrato Loris D’Am- che “virtuale è reale”. E che l’ostilità espressa in
più severe misure giudiziarie contro i responsabili dell’uccisione brosio, divenuto molti anni dopo Consigliere Giuridico del Rete può avere conseguenze concrete e perma-
di Matteotti, al suo proposito di inserire il Fascismo nell’orbita Presidente della Repubblica Napolitano. Tra gli autori dell’atten- nenti nella vita delle persone. Condividiamolo pre-
della Costituzione, facendo funzionare nobilmente l’istituto par- tato a Straullu, anche Francesca Mambro; lei, figlia di un bravo sto e bene e contribuiamo tutti noi a far sì che la Rete
lamentare e reprimendo i superstiti illegalismi ai margini del par- Maresciallo di Polizia; lei, Francesca Mambro, che aveva visto diventi un luogo migliore, meno violento, più rispettoso e civile.
tito. La vittoria di Mussolini, da Gaetano Salvemini venne la Divisa del Padre chissà quante volte, e avrà sentito discorsi Info: carmela.scala@rutgers.edu Lisa Biasci
percepita come sconfitta personale, nonché come rischio di an- sulla legalità e il rispetto dell’ altrui bene, proprio lei uccise un
nientamento di 25 anni di lavoro contro l’incombente dittatura fa- rappresentante della stessa Polizia nella quale aveva, per lunghi
anni, militato il Padre! Ma la Mambro, non solo su Straullu levò (segue da pag. 1) Congresso delle famiglie
scista. Due anni dopo la marcia su Roma, nasce l’Associazione
Italia Libera e viene stampato il “Non Mollare” che costò l’ar- la mano assassina e fratricida, ma anche contro l’appena ventenne pegno finanziario dell’organizzazione? Nei giorni scorsi, fra le
resto in carcere di Gaetano Salvemini (fortunatamente soltanto di Agente Arnesano, prima citato e l’Appuntato Evangelista, detto tante voci che circolano intorno a questo evento contestato, era
qualche mese, grazie a un’amnistia). Sugli eventi storici di que- “Serpico”, del Commissariato PS Porta Pia, davanti al Liceo stato detto che risorse cospicue sarebbero state promesse dall’in-
sto travagliatissimo periodo storico egli giganteggia da Ti- “Giulio Cesare”. ternazionale sovranista dell’Est. Ma Toni Brandi ha risolto il pro-
tano, non mollando neanche quando, profondamente disgustato Diamo un’occhiata più allargata a quel che accade oggi nel pia- blema. Gli oneri più impegnativi, circa 200 mila euro, arrivano da
dall’esperienza parlamentare, deluso e amareggiato per il com- neta sicurezza, a favore o contro di esso. un benefattore che ha attinto dai suoi risparmi personali. “Un ita-
portamento di tanti socialisti (non sintonizzati con le sue finalità Quel che si evince da questo e da altri gravi episodi, ravviva il ri- liano, un russo, un americano? Non posso dirlo”, ha tagliato corto
ideali), decise di uscire dal partito, ma mantenendosi “accanto” e cordo di anni molto lontani quando l’Ordine Pubblico nella Ca- Brandi perché nel Vangelo si legge - non sappia la tua destra
continuando a operare, anche dall’Inghilterra, per il risveglio delle pitale era gestito molto bene da Funzionari di Polizia di altissimo quello che fa la sinistra.
coscienze. L’intento salveminiano del “non mollare”, con l’omo- spessore. E poi questo benefattore ha chiesto l’anonimato. “Il sindaco di
nimo Movimento, permane a tutt’oggi. In definitiva poiché la Per tutti, cito i Vice Questori Zampano, Epifanio, Francesco Pa- Verona ha dichiarato che questo Congresso è stata l’occasione per
messe di conoscenze, sempre accuratamente docu- sanisi, Salvatore Luongo e Felice Vecchione, Renato Sangiorgio, ribadire valori come la centralità delle famiglia all’interno del
mentate, è tale che non è possibile, nello spazio Aldo Luzzi, Corrias e Raffaele Stella, eppoi De meo, tessuto sociale, ma anche per riflettere su azioni a sostegno della
di una recensione, rendere un’idea più adeguata Vitale, Secchi, isidoro Adornato, ed altri ancora… famiglia. Il futuro si costruisce partendo da questa cellula fon-
(esauriente?), si consiglia la lettura di que- I Funzionari in questione erano poi affiancati da dante che non va più messa ai margini delle politiche. Le sette
st’ennesimo lavoro, in vero avvincente, del eccellenti Ufficiali dell’Arma territoriale, quali personalità che hanno presieduto la conferenza stampa, hanno
pronipote di Gaetano Salvemini. Per quel che il Comandante del Gruppo Roma I, Colonnello parlato di vita, famiglia e fertilità, difesa della famiglia tradizio-
riguarda i rapporti conflittuali con il mondo Giuseppe Richero, per proseguire con i Capi- nale, difesa dei diritti della donna che spesso devono sce-
accademico divenuto catastrofico bersaglio tani Comandanti di Compagnia Nazzareno gliere tra lavoro e famiglia. Ma si è anche parlato di
delle leggi razziali, si consiglia pure la lettura Volpe, Prospero Prosperi, Giancarlo Servolini, chi trama contro la vita nascente, la famiglia: i pe-
di: “un’ipotetica “patogenesi”: la shoah avrebbe Luigi Nobili, Giorgio Castellani, Giuseppe Vec- dofili, i pedopornografici, chi commette abusi sui
motivazioni inconfessabili” (v. sul sito www.pierlui- chio, Giuseppe Jannece, Romeo Martorelli, ed altri bambini. “Sono convinto che la famiglia è la
gilando.net). Pier Luigi Lando ancora. Raffaele Vacca forza che guida la società” ha detto il Ministro
Fontana. “E che l’attuale crisi economica non
può essere risolta senza un ritorno ai valori umani
AVVISO AI POLITICANTI e cristiani che la famiglia salvaguarda e trasmette da

Finchè resteranno in vigore gli attuali farraginosi meccanismi


Caro lettore, ricordati di rinnovare migliaia da anni”. Maria Rosa Nicastri

elettorali, quasi sempre inquinati dal voto di scambio e dal


vile mercato delle poltrone, l’Italia resterà ingovernabile. Le
la quota associativa a questo periodico (segue da pag. 1) 28 anni di libertà d’opinione
si incontrano facilmente periodici di tali fattezze. "L'Attualità" è
lobby che finanziano le campagne elettorali continueranno ad che, essendo “super partes”, davvero in mano ai suoi lettori, i soli a contribuire al suo mante-
nimento, alla sua diffusione. Mi piace ringraziare tutti i collabo-
influenzare i politici ed a condizionare la funzione legislativa.
La democrazia non deve degenerare in plutocrazia. intende restare un libero organo di stampa. ratori, i lettori e l'abilissimo direttore che hanno permesso (e
permettono) tutto questo. Augurando a "L'Attualità", che così
bene raffigura quell'elevato spirito salveminiano, un'altra lun-
ghissima e proficua stagione. Luciano Masolini
N. 5 - MAGGIO 2019 TEMATICHE INTERNAZIONALI E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 3

UNIONE MONDIALE DEGLI STATI


SOLIDARIETÀ
Ti do la mia incondizionata/ solidarietà/ nel rovesciare/ vanità e
pigrizia./ La vita è un labirinto/ di sorprese./ Alle cattive notizie/
è meglio rispondere/ con la determinazione/ di essere più forte/
Governatore: S. E. Sen. Pietro Fratantaro Divertititi/ l'amore della gente/ t'interessa e il tempo libero/ puoi
avere ora/ Sii sicura della mia solidarietà!/ È quasi primavera.
Teresinka Pereira (Trad. di Giovanna Guzzardi)
Vice Governatore: Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini PAURA
Senza luce/ senza sole/ senza speranza,/ la parola/ tira fuori la
IL RUOLO DELLE DONNE IN LIBIA INTERVENGA L'O.N.U. paura/ dall'anima./ Col tempo,/ umiltà/ porta ragione:/ non c'è ra-
gione/ di avere paura.
NEI PROCESSI DI PACE Tutti sanno che gli africani, che desiderano imigrare in Europa,
Teresinka Pereira (Trad. di Giovanna Guzzardi)
METEORITI
La risoluzione 1325, approvata dall’ONU sul finire dell’anno raggiungano la Libia e qui vengono rinchiusi in locali non igie- Siamo meteoriti/ infinitamente piccoli, fragili,/ quali sono stati/
2000, invocava una maggiore presenza rappresentativa delle nici e dove vengono bastinati e le donne vuilentate. Pertanto à arenati sulla Terra./ Abbiamo la forma umana/ in carne e ossa,/
donne nelle decisioni attinenti i processi di pace nonché nelle at- mecessario, anzi è urgente che le Nazioni Unite intervengano per e noi siamo più preziosi/ di oro, cristallo o rosa./ Perché siamo
tività di prevenzione e soluzione dei conflitti. Tale risoluzione poter controllare i locali dove vivono gli emigranti in attesa di venuti/ dal cielo,/ un giorno torneremo/ per l'universo/ splendidi
chiedeva inoltre che le donne fossero protette dalla violenza in poter raggiungere l'Europa. E' necessario anche che il Governo e potenti/ come ricostruiti/ meteoriti.
situazioni di guerra e che potessero partecipare attivamente come italiano abbia rapporti con gli Stati africani da cui partono gli im- Teresinka Pereira (Trad. di Giovanna Guzzardi)
agenti di cambiamento in un’ottica di pace duratura. Lo stesso migrati così gli emigranti, che si comportano male possano rin-
tema è stato riproposto, il 12 aprile scorso a New York, da Ber- viati al loro Paese. Gli Stati poù ricchi dovrebbero intervenire nel
continente africano per creaare lavoro in modo che i loro citta-
NELLO SPECCHIO
nardito Auza, Osservatore permanente della Santa Sede presso Arriva la luce/da uno specchio acuto/ che riflette/
le Nazioni Unite. Intervenendo al dibattito intitolato “Women in dini, avendo il lavoro, non avrebbero più la necessità di espatriare. la dimensione del silenzio./ All'improvviso una
Peacekeeping”, l’arcivescovo Auza ha spiegato quanto sia im- E' vergognoso assistere talvolta a constatare che si bettono alla tempesta/ invade il tempo/ e le immagini/ diven-
portante il contributo delle donne, sia nelle missioni di pace, sia berlina dei giovani soltanto perchè hanno la pelle nera. Queste tano una processione/ di versi tra/ le linee del
nella “ricostruzione della fiducia” per favorire una riconciliazione persone razziste non sanno che esiste una sola razza, la razza collo:/ realtà latente!
duratura. A tale proposito, monsignor Auza ha citato la testimo- umana. Le persone vanno giudicate in relazione al loro compor- Teresinka Pereira (Trad. di Giovanna Guzzardi)
nianza del Segretario generale aggiunto dell’ONU, Jean-Pierre tamento e non dal colore della pelle. Speriamo che nel futuro non
Lacroix, secondo il quale il mantenimento della pace funziona dobbiamo èiù assistere ai vari trattamenti inumani molte persone
efficacemente quando le donne svolgono ruoli significativi e sono solo perchè hanno la pelle nera. Mario Coletti
direttamente impegnate nelle comunità interessate. Il loro numero
è in aumento, ha detto Auza: si tratta di “figlie, sorelle, mogli e
GLI ELETTI REALIZZINO
madri” che uniscono alla professionalità “una sensibilità speciale”
che permette loro di valutare le reali necessità sul campo. Un altro
“PAROLE E CALLIGRAFIE L'UNITÀ POLITICA DELL'EUROPA
aspetto sottolineato dall’Osservatore permanente, con particolare
riferimento alle donne che hanno sperimentato di persona il
PER RACCONTARE LA CINA” Il 26 c.m. i cittadini dei 27 Stati europei voteranno per rinnovare
trauma della guerra, è il “ruolo essenziale” da esse svolto ai fini il Parlamento europeo. Ci si lamenta, perchè molte cose sono da
“Le persone che ho accanto, l’odore delle mie città mi fanno cambiare e, a mio avviso, è necessario che dopo la realizzazione
della ricostruzione del clima di fiducia necessario alla riconcilia- capire che la vita è bella. Vorrei lastricare di parole il sentiero dell'Unione economica dell'Europa si realizzi l'unità politica, così
zione. È incoraggiante constatare – ha aggiunto monsignor Auza che mi condurrà alla destinazione finale. E, forse, ai bordi i 27 Stati saranno amministrati meglio e cin più uguaglianza. Nel
– che un crescente numero di donne prende parte ai “processi de- della strada, sbocceranno dei fiorellini, vorrei che fossero dei 1957 si realizzò a Roma il primo passo dell'U.E., ora è necessa-
mocratici emergenti”, per rafforzare lo Stato di diritto e “dare semplici fiorellini rosa, fragranti e delicati”. Presentiamo con rio realizzare gli Stati Uniti d'Europa come gli Stati Uniti d'Ame-
voce a chi non ha voce”. Si tratta di donne che hanno visto la loro queste parole di Hu Lanbo, intellettuale cinese, artista, edi- rica. Alcuni anni fa lo scrivente fece presente ad Angela Merkel,
dignità violata e che hanno vissuto la distruzione delle loro fami- trice, il suo ultimo libro intitolato: “La primavera di Pechino”. Capo della Germania, la necessità della realizzazione dell'Unità
glie, delle loro comunità e delle loro case, ma, nonostante tutto, L’opera è forte e sensibile come la sua autrice e potrebbe es- politica dell'Europa e lei mi rispose affermando che è la meta da
hanno la capacità di “seminare speranza e riunire le persone”: la sere simboleggiata con i fiori di una pianta originaria della raggiungere fra alcunu anni.. Ora sono trascorsi tanti anni,quindi
loro presenza nelle varie fasi dei processi di pace è “un beneficio Cina: il pesco, che è tra i primi alberi a sfidare il freddo ed an- è necessario che si realizzi l'Unione politica dell'Europa, che ren-
inestimabile”. Monsignor Auza ha quindi concluso evidenziando derà meglio la vita dei cittadini europei. Ha un certo valore, per-
il ruolo delle donne che operano nelle realtà d’ispirazione reli- nuciare la rinascita della natura. Il libro contiene una serie di
giosa, che, in situazioni di crisi, eccellono nel “cammino del dia- emozioni, ricordi, frammenti di vita che l’autrice ha voluto chè è unito ad altri 26 Stati, mentre da solo avrebbe pova
logo, della collaborazione e della non violenza”. Un contributo condividere con il lettore per condurlo dolcemente alla com- importanza, quindi lo Stato europeo che lascia l'Europa compie un
particolarmente importante soprattutto laddove la religione viene prensione di un universo lontano e vicino nello stesso tempo: vero suicidio politico. Ci auguriamo che il nuovo Parlamento eu-
manipolata per incitare alla divisione o impedire il successo dei quello cinese. Tutto questo attraverso un testo dallo stile li- ropeo realizzi la Federazione dei in modo che i cittadini europei
negoziati di pace. Carmen Galoppo neare, elegante, che trasmette con immediatezza il risveglio si sentano tutti uguali. Mario Coletti
del gigante asiatico facendone intuire le atmosfere, le am-

ILCORAGGIODIRACCONTARELAVERITÀ
bientazioni. Nello stesso tempo l’opera contiene una serie di
poesie dell’autrice che ne rivelano la delicatezza unita ad una
grande forza interiore, la stessa necessaria per affrontare i ri-
gidi inverni che possono attraversare la propria esistenza.
IL RAZZISMO È INCIVILTÀ
Un’altra caratteristica del libro è quella di essere bilingue, con- Da alcuni anni gli stranieri immigrati in Italia sono attaccati non
Mentre in molte parti del mondo crescono le minacce alla libertà solo con parole offensive ma anche con pughi e calci e talvolta
di stampa, è importante ricordare la figura di una donna, Marie sentendo un utile esercizio per coloro che volessero imparare con le armi. Devono sapere questi italiani ,che si comportano
Colvin, reporter di guerra presso il “Sunday Times” dal 1985 al il cinese. Accanto ai precedenti elementi il testo racchiude male e da incivili, che soprattutto nel secolo scorso milioni di ita-
2012, anno in cui fu uccisa durante un raid ad Homs (Siria). Il anche delle pregevoli immagini di una fine artista ed una delle liani sono emigrati in Argentina, Brasile, negli U.S.A., in Francia,
film “A Private War” di Matthew Heineman racconta l’ultimo de- più famose docenti di calligrafia: Bibi Trabucci. Il suo tratto in Germania, Belgio ed Olanda. Anche in qursto secolo molti ita-
cennio di vita della giornalista, facendo rivivere la forza e la de- sulla carta evidenzia perfettamente uno dei principali scopi di liani, soprattutto professionisti, emigrano in Germania, Francia,
terminazione di Marie Colvin. In un mondo gravido di menzogne, una elegante rappresentazione della scrittura che non è la sem- nel Regno Unito. Pertanto gli immigrati, che si comportano bene
chiunque osa dire la verità diventa una minaccia, un nemico da plice trasmissione di una comunicazione, bensì è una raffinata vanno rispettati, però gli immigrati vanno sistemati in tutti i 27
abbattere. «Chi vuole fare questo lavoro non può cedere alla tecnica per riflettere i sentimenti di un’ artista ed esternare il Paesi europei. Gli immigrati sono utili sia per i lavori, che non
paura. La paura arriva quando tutto è finito», afferma la giornali- suo senso estetico. fanno più gli italiani,ma anche perchè fanno aumentare la natalità,
sta nelle prime scene del film. Marie Colvin non era interessata Si tratta di elementi non agevoli da comprendere nella loro dif- che è bassissima in Italia, che è all'ultimo posto in Europa. Per
alle strategie belliche, ma a descrivere i drammi umani delle vit- ficoltà per coloro che sono abituati alle penne a sfera. A tal fare ridurre il numero degli immigrati occorre che gli Stati più
time della guerra. Per perseguire questo obiettivo, trasformò la proposito si provi, ad esempio, ad immaginare di dover scri- ricchi intervengano in Africa per crearvi moltissimi posti di la-
sua professione giornalistica in una vera e propria missione. Si voro . Se si realizzasse questo progetto gli africani non sentireb-
recò nei luoghi più violenti del mondo per testimoniare la cru- vere una frase con penna e calamaio, operazione tutt’altro che
semplice da apprendere ed eseguire, come i nostri avi hanno bero più la necessità di lasciare la loro amata Patria. E' da
deltà dell’uomo sull’uomo. Paul Conroy, fotoreporter britannico biasimare quel Professore, che ha additato agli studenti bianchi
che era con lei quando fu uccisa, la ricorda nel libro “Confesso ben sperimentato. In altri termini, il libro è un’originale lavoro
frutto di una intensa amicizia, che lega due donne in un pro- lo studente nero mettendo in risalto il colore nero della sua pelle.
che sono stata uccisa” (Edizioni Newton Compton). «Era soprat- Quel Professore dovrebbe sapere che esiste una sola razza, la
tutto spinta da una profonda indignazione morale di fronte alle fondo legame che raccontano emozioni e sensazioni che tra-
valicano i confini geografici e quelli mentali. razza umana, che è di vari colori. Le persone vanno giudicate dal
sofferenze dei civili che vengono inevitabilmente coinvolti in tutti loro comportamento e non dal colore della pelle. Speriamo che
i sanguinosi conflitti del pianeta», scrive Conroy. Fiorella Ialongo nel futuro non si parli pià di razzismo. Mario Coletti
«Era convinta che il giornalismo di guerra fosse un modo di rac-
contare verità scomode, di costringere i governi a giustificare la Intervista a Michele Giacinto Bianchi sulla funzione pedagogica della giustizia nel Nuovo Processo Penale Minorile.
loro condotta di fronte all’opinione pubblica».
Marie Colvin odiava trovarsi nelle zone di guerra, ma si sentiva La Repubblica italiana contro la retorica del sostegno,
costretta ad esserci, per poter raccontare le drammatiche condi- maschera grottesca del darwinismo sociale: una lettura dell’articolo 31 della Costituzione
zioni sanitarie della popolazione, la morte dilagante negli ospedali
improvvisati, la fame e i proiettili vaganti che colpiscono i ci- (21° parte) Un’attenzione al campo del diritto minorile non può chiudere gli occhi sul tentativo in corso in Occidente – in modo organizzato dal do-
vili… spesso bambini. Attraverso il film, le parole, la vita e il co- poguerra ad oggi - di ridurre la solidarietà sociale a mero assistenzialismo, che rendendo anemica la comunità, della prima ne costituisce la spet-
raggio di Marie Colvin tornano a far riflettere. Perché la guerra è trale controfigura. Mi sembra di poter sintetizzare così il complesso discorso sul «sostegno» ai processi educativi in atto nel soggetto minorenne
un omicidio perpetrato ai danni dell’umanità che, dopo i due con- presente nel saggio del 1996 Giustizia minorile e servizi socio-sanitari che lei ha elaborato all’interno del gruppo di Gaetano De Leo. La psicope-
flitti mondiali che hanno insanguinato il Novecento, continua an- dagogia “del taglione” si fonda su uno spirito d’adattamento alla realtà che Alfredo Carlo Moro denuncia come darwinismo sociale del grottesco,
anche se nella parte del manuale che nel 2002, alla sua quarta edizione, intitola Un diritto per i minori non sembra egli del tutto consapevole del
cora oggi in uno scenario di “guerra combattuta a pezzi”, secondo fondamento vero dei paradigmi sociopsicopedagogici più influenti, e del suo influsso distruttivo nel campo del diritto minorile e non solo in tale
la definizione di Papa Francesco. Silvia Iovine campo. Essi non possono che ridurre, progressivamente, lo Stato sociale a Stato assistenziale, proprio per la strutturazione logica della mente umana
in termini di autonomia, e addirittura di diritto all’autonomia, che quei modelli presuppongono. Non sembra ben precisato a quale principio “spe-
ranza” Moro faccia appello nell’avanzare il suo discorso sulle reti protettive necessarie per adempiere l’articolo 31 della Costituzione, secondo il
L’ITALIA CHE INVECCHIA quale la Repubblica protegge l’infanzia e la gioventù – e in ordine di apparizione la maternità - favorendo gli istituti necessari a tale scopo. Egli, in
fondo, ricollega quell’articolo ai primissimi sullo sviluppo dell’uomo più in generale, tra pari opportunità e diritti dell’uomo situati sul fondamento
di un atto solidaristico. E la Repubblica non è certo per lui il Grande Leviatano, il grande organismo dello Stato al quale sacrificare al principio del-
Scoraggianti i dati Istat dell’ultimo trimestre che ci dipingono l’utile il singolo e la marginalità costitutiva che lo innerva, perché ogni volta da vincere, perché mai vinta una volta per tutte. Moro è comunque il-
i meno fertili d’Europa, addirittura gli over 75 sarebbero 168 luminante quando precisa, a suo modo, la questione – cruciale - del sostegno:
ogni 100 giovani con meno di quindici anni. A monte le crisi «Non è vero, come qualcuno ha detto, che interventi di sostegno non abbiano senso in una società adulta in cui tutti debbono essere pienamente re-
delle nascite in una tendenza che da tempo non si è mai in- sponsabili e quindi autonomi. Se Stato sociale significa non Stato assistenziale — che ne costruisce solamente una grottesca controfigura — ma si-
gnifica Stato attento alle difficoltà oggettive dei singoli consociati, per svilupparne le potenzialità positive ed eliminare ostacoli che di fatto rendono
vertita. Italia ultima in Europa insieme alla Spagna, con un difficile il pieno esplicarsi della persona umana, non può negarsi che i molti deboli che vivono nella nostra società hanno un estremo bisogno d’ade-
tasso di fecondità che si attesta su una media di 1,32 figli per guate reti protettive per non soccombere. Se non si vuole accettare la tesi di un sostanziale darwinismo sociale, per cui è bene che il debole scom-
donna, pochi, troppo pochi per garantire il ricambio genera- paia in quanto non utile all’organismo sociale, e se si vuole restare fedeli al principio che ogni persona è un valore che va recuperato e non vanificato,
zionale. lo Stato sociale, ed il principio della solidarietà, non solo non appare superato ma è oggi più che mai indispensabile perché una società complessa
Primo figlio a quasi 32 anni: le mamme più giovani si trovano e tecnologica crea sempre nuovi “poveri” — nel senso di “senza potere” — e perché vanno accentuandosi malattie sociali che provocano sempre
al sud, si divorzia di meno, del resto ci si sposa anche di meno, nuove vittime. In questo quadro di riferimento costituzionale l’assistenza non può essere più ridotta a beneficienza — e cioè a graziosa, caritativa
ci sono 3,2 matrimoni ogni 1000 abitanti, il divario nord sud e discrezionale elargizione di qualcosa a un soggetto materialmente bisognoso — ma costituisce un diritto della persona; non può ridursi a mera
prestazione di provvedimenti tampone per superare le più vistose difficoltà della persona ma deve radicarsi su un impegno di autentica promozione
si fa sentire nell’assetto economico delle famiglie conside- della persona; non può essere funzionale a consentire un mero controllo sociale e ad attuare una profilassi dai pericoli di devianza ma deve costi-
rando che il 7 per cento di esse riversa in una situazione di po- tuire lo strumento indispensabile per attuare quel diritto allo sviluppo umano di cui è titolare ogni persona in virtù degli art. 2 e 3 della nostra Carta
vertà assoluta, in particolare nel mezzogiorno. Rimane stabile costituzionale. Nasce dalla Costituzione un sistema integrato e programmato di assistenza potenzialmente capace di rispondere a tutte le situazioni
la speranza di vita alla nascita sia per gli uomini (80,8) che per di bisogno della persona. L’accostamento che la Costituzione fa tra diritto all’assistenza e diritto alle erogazioni previdenziali comporta di neces-
le donne (85,2) ma anche in questo caso fa la sua parte il ter- sità una vera e propria mutazione qualitativa del vecchio concetto di assistenza, nel senso che, almeno potenzialmente, viene eliminata ogni di-
ritorio, è a nord infatti che si vive più a lungo. La soluzione screzionalità degli Enti erogatori garantendo a chiunque sia in condizioni di seria difficoltà un sistema di protezione e di sostegno certo e sicuro.
come ci suggerisce la Francia è investire sulla famiglia tante ri- L’assistenza viene così ad essere organicamente inserita nel più vasto sistema di sicurezza e protezione sociale: essa diviene funzionale non solo
all’ottenimento dei mezzi idonei a soddisfare il minimo di esigenze vitali ma anche a poter usufruire di sostegni per essere posti in grado di supe-
sorse in modo da avere dei buoni risultati nel lungo termine e rare i principali rischi dei quali possono essere colpiti nella vita sociale i soggetti deboli» (A.C. Moro, Ib., pp. 17-8).
non essere più i nonni d’Europa. Arianna Paolucci Michelangelo Abbate Trovato
L’ATTUALITÀ, pag. 4 TEMATICHE ETICO-SOCIALI N. 5 - MAGGIO 2019

TARRO: SCIENZA, MOLESTIE SESSUALI NELMONDO DEI MEDIA: GRETA THUNBERG,


CONOSCENZA E UMILTÀ VITTIMAL’85 % DELLE GIORNALISTE NUOVA LINFA PER IL PIANETA
Un pomeriggio col professor Alla rilevazione, condotta in maniera da garantire l’assoluta ri- “Sono sul treno
Giulio Tarro (nella foto), viro- servatezza delle persone coinvolte, hanno risposto 1132 donne, per il parla-
logo di fama mondiale, pluri- pari al 42% del campione 08 aprile 2019 l‘85 per cento delle gior- mento europeo,
candidato al Nobel, è naliste dichiara di aver subito molestie sessuali almeno una volta il Senato ita-
un’esperienza indimenticabile. nel corso della vita professionale. Oltre il 66 per cento negli ul- liano, il Vati-
timi 5 anni. Il 42 per cento è stata vittima di una qualche forma cano e la
Per la saggezza, la profondità, di molestia nell’ultimo anno. Sono solo alcuni dei dati emersi
l’acume e l’enorme prepara- Camera dei de-
dalla prima indagine sulle molestie sessuali nel mondo dei media putati durante
zione scientifica di un medico - condotta dalla Commissione Pari Opportunità della Fnsi in col-
nato a Messina nel 1938, allievo le feste di Pa-
laborazione con Casagit, Inpgi, Usigrai, Ordine dei giornalisti e squa. E venerdì
di Sabin e dal curriculum inter- Agcom e con la consulenza della statistica Linda Laura Sabba-
nazionale lungo chilometri- che parteciperò
dini. I risultati sono stati presentati nella sede del sindacato dalla allo sciopero
è un autentico vanto per l’Italia. presidente uscente Alessandra Mancuso e dalla neoeletta presi-
Il suo ultimo libro “10 cose da scolastico di
dente della Cpo, Mimma Caligaris. “I dati ci dicono che si tratta Roma. Lo so
sapere sui vaccini”, sottotitolo di un fenomeno diventato quasi strutturale. Che alle molestie ses- che è vacanza,
“Tutta la verità, un libro indi- suali sui luoghi di lavori si è fatta in qualche modo l’abitudine, ma la crisi climatica non va in vacanza e nemmeno noi”. Lo
spensabile per genitori consape- come se fosse normale. Un clima che si è consolidato nel tempo, scrive su Twitter Greta Thunberg, (nella foto) la giovane atti-
voli” (Newton Compton Editori) è stato presentato alla libreria contro il quale è necessario un cambio di mentalità”, è stato il vista svedese diventata simbolo della lotta ai cambiamenti cli-
Horafelix di Roma, in via Reggio Emilia, dietro Porta Pia, giovedì primo commento di Linda Laura Sabbadini. Nell’indagine sono matici, postando una foto di sé sulla banchina di una stazione
7 marzo. Il professor Tarro è anche presidente della prestigiosa state coinvolte le giornaliste dipendenti che lavorano nei quoti- ferroviaria. Candidata al premio nobel per la pace, simbolo di una
Norman Academy, che promuove lo scambio culturale e artistico diani, nelle tv e nelle agenzie di stampa (esclusi i periodici). Alla generazione che dà speranza e nuova linfa alle nostre coscienze
a livello internazionale, con finalità filantropiche e umanitarie. + rilevazione, condotta in maniera da garantire l’assoluta riserva- sopite da tempo, la giovane attivista svedese, attraverso il suo
Il bagaglio etico, culturale e professionale di ogni accademico tezza delle giornaliste coinvolte, hanno risposto 1132 donne, pari operato, mette in luce come l’economia globale e l’interesse per-
viene condiviso con gli altri, secondo i principii dell’Accademia al 42% del campione. Gli episodi di molestie hanno riguardano sonale stiano distruggendo il nostro pianeta.
di nobiltà e altruismo. Per questo con il professor Tarro, a Hora- persone di tutte le età. Battute a sfondo sessuale, insulti e svalu- Perfino il Protocollo di Kyoto e tutti gli Accordi per la salva-
felix, era presente anche il Gran Priore della Norman Academy, tazione sono la più diffusa forma di molestia. Metà delle intervi- guardia del clima sono stati calpestati da tutti i governi firmatari
Don Riccardo Giordani di Willemburg. Per due ore lo scien- state ha subito almeno una volta nella vita pressioni, avances o è del mondo. Si guardi ad esempio i soli OGM. Essi, in pochi anni,
ziato Giulio Tarro ha parlato dei vaccini, di fronte a un pubblico stata seguita o controllata. In un caso su tre le giornaliste hanno hanno contaminato in America tutte le coltivazioni, anche quelle
che poi ha fatto la fila per comprare il suo libro e avere la sua de- dichiarato di aver subito ricatti sessuali. “Molto grave che nel 20 biologiche che, pertanto, sono “mutate” e diventate anch’esse
dica. Mai un momento di stanchezza, di distrazione da parte delle per cento dei casi il ricatto sia arrivato nel momento in cui la gior- OGM. I pesticidi, gli erbicidi, ossia i veleni agricoli che hanno
persone che hanno affollato la libreria romana, piena fino all’in- nalista era alla ricerca di lavoro”, ha rimarcato Sabbadini, evi- causato il cosiddetto “CoDiRo” (Complesso del Disseccamento
verosimile e diventata in pochi mesi un cenacolo culturale della denziando che “per quanto i risultati siano orientativi, e vadano rapido degli Olivi). Albert Einstein affermò :“Il mondo non sarà
Capitale. Un pubblico ansioso di sapere, di conoscere la verità su presi con cautela, identificano comune una situazione di forte di- distrutto da coloro che fanno il male, ma da coloro che lo guar-
un decreto -quello dell’ex ministro della Salute Lorenzin sul- sagio”. Ancora: gesti osceni, telefonate oscene, commenti ses- dano senza fare nulla”, tutti noi siamo Greta Thumberrg, ma non
l’obbligatorietà di 10 vaccini nel primo anno di vita di ogni bam- suali, minacce di violenza e violenze tentate, minacce di dobbiamo salire su di un treno o parlare con il Papa, dobbiamo
bino- che tanto scalpore ha suscitato in tutta Italia. diffondere immagini o video intimi. Tutti abusi perpetrati in 3 agire lontano dai riflettori, nelle nostre case, nei nostri gesti quo-
Il professor Tarro non si schiera, non prende posizione. Espone casi su 4 dentro le redazioni, alla presenza di altri colleghi o in una tidiani: riciclare, non sprecare cibo, abbassare la temperatura del
solo i pro e i contro, quelli a volte trascurati dagli stessi medici stanza chiusa. Chi molesta ha più di 45 anni ed è in genere un su- termosifone, solo qualche esempio su come possiamo iniziare a
vaccinatori e da chi dovrebbe raccogliere il rischio di reazioni av- periore, a testimoniare che spesso la molestia è anche un modo salvare il Pianeta, rieducandoci a rispettare ciò che abbiamo di-
verse. Si parte da un dato di fatto: i vaccini sono fondamentali, per affermare la presunta superiorità di chi le commette, e dunque menticato sia essere per noi fondamentale: la Vita.
hanno salvato vite e sono un enorme progresso medico-scienti- una presunta inferiorità della donna lavoratrice. Mary Mazza Daisy Alessio
fico. Perché dunque l’obbligatorietà di 10 vaccini nei neonati -
difterite, epatite B, meningite, morbillo, parotite (più comune- Intervista a Michele Giacinto Bianchi sulla funzione pedagogica della giustizia nel Nuovo Processo Penale Minorile.
mente “orecchioni”), pertosse, poliomelite, rosolia, tetano, vari- UNA LETTURA DELL’ART. 31 DELLA COSTITUZIONE. ULTERIORI CONSIDERAZIONI
cella - ha provocato tanto clamore? Il professor Tarro porta studi,
fonti, ricerche internazionali e dimostra che l’obbligatorietà non (22° parte) A questo punto leggiamolo interamente l’art. 31 della nostra Costituzione: «La Repubblica agevola con misure economiche e altre prov-
è mai un buon sistema: quello che conta è un’adeguata campa- videnze la formazione della famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose. Protegge la maternità,
gna di informazione, imparziale, in modo che la gente aderisca l’infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo». M. Bianchi: Trovo molto interessante il suo tentativo di interpretare, in uno,
di propria volontà e non per coercizione. questi articoli della Costituzione insieme al discorso di Moro. Mi sembra che il grande giurista italiano, nell’affrontare il tema della solidarietà inol-
Non vanno radiati i medici che espongono perplessità, ma vanno trandosi negli articoli più difficili, voglia evitare una lettura “socialista”, e al contempo il suo rovescio grottesto, capitalistico-aggressivo. Mi sem-
ascoltati. Non bisogna penalizzare le famiglie, con multe e san- bra altresì che, nella luce di quanto stiamo avanzando insieme, si cominci a potere interpretare più liberamente il senso di quella parola, “maternità”,
che anticipa “infanzia” e “gioventù” nell’art. 31 comma 2, e che proporrei di riscrivere “infanzia-gioventù”. Nella sedicesima parte della nostra con-
zioni, ma fornire loro tutti gli strumenti necessari per valutare. versazione, parte intitolata: Il ritorno ideologico del precostituzionale, ovvero l’invenzione dell’adolescente femminista, tentavamo una analitica del
Ovvio, che, se si instaura un sistema coercitivo, ci sarà sempre diritto minorile mostrando come la falsa scienza delle “cure materne” – che all’interno di schema provvisorio chiamavamo il lato madre dell’ideo-
qualcuno pronto a sospettare un conflitto di interessi. logia “del taglione” – fosse connessa alla retorica “femminismo tradizionale” - il lato donna dell’ideologia. E nondimeno restava importante ve-
Ovvero che l’industria farmaceutica condizioni le politiche sani- dere una differenza interna a quel “materno” che vediamo anteposto sia ad “infanzia” sia a “gioventù”. Dobbiamo intendere tutto ciò
tarie di governi e le scelte didattiche di università e centri di ri- “naturalisticamente”, “darwinianamente”? Mi sembra che il discorso di Moro stesso ce ne faccia divieto. E nondimeno in lui sono presenti delle in-
cerca. certezze, gravi, quando si tratta di “psicologia”. M. Abbate Trovato: Sì, vedo anche io lo stesso. Almeno mi sembra. Nel quadro di riferimento di-
segnato da Moro, appare chiaro come la Carta abbia dato un fortissimo impulso ad una attenzione al minore e ai suoi bisogni reale, e cioè al sostegno
Bisogna leggere il libro del professor Tarro, riga per riga, capire. della famiglia stessa (la “maternità”?), ovvero allo sviluppo di un sistema speciale di protezione e promozione della personalità in crescita. Cioè non
Magari ascoltare chi chiede di rivedere il calendario vaccinale in si tratta solo di un impegno di tipo assistenziale-riparativo quello che troviamo nella Carta.
uso e di valutare i rischi di vaccini somministrati in neonati dal Si tratta di un impegno di promozione. Moro descrive l’abisso presente tra questi articoli costituzionali e lo Statuto Albertino. Si tratta allora di leg-
sistema immunitario ancora immaturo e quindi facilmente squi- gere nella Carta stessa le particolari situazioni minorili che devono essere garantite. Moro le ordina sottolineando come in sede costituente fu pro-
librabile. Il professor Tarro ricorda a tutti un principio fonda- posto da alcuni onorevoli tra cui Gian Carlo Pajetta un articolo aggiuntivo del seguente tenore: «La Repubblica cura lo sviluppo fisico della gioventù,
mentale, il medico non può essere un semplice esecutore di linee ne promuove l’elevazione economica, morale, culturale. La legge dispone a tal fine l’istituzione di appositi organi ed assicura l’assistenza morale
e materiale dello Stato alle libere associazioni giovanili». Tale articolo non fu approvato solo perché Umberto Tupini mostrò all’assemblea che
guida, di protocolli. l’esigenza da esso rappresentata era già soddisfatta dal testo predisposto. La disposizione dell’art. 31 comma 2 impegna la Repubblica a proteggere
Deve valutare i pazienti “in scienza e coscienza”, non può curare la maternità, l’infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo: un impegno di protezione che inserisce l’intervento a favore del
secondo schemi predefiniti indipendentemente dalla persona. ragazzo in un più ampio intervento anche nei confronti del suo nucleo familiare. Così: «favor minoris e favor familiae vengono ad essere stretta-
Deve sempre porre al centro il paziente e la sua storia. mente connessi e costituiscono materia di uno stesso progetto; un impegno di promozione che non si esaurisce in un impegno di tipo riparativo ma
Barbara Pavarotti impone anche una promozione sia attraverso interventi legislativi e amministrativi sia attraverso la costituzione di adeguate strutture — assisten-
(Caffè letterario Hora Felix di Roma) ziali, di tempo libero, di associazionismo, di informazione e formazione permanente — che consentano al giovane di sviluppare la sua identità in-
dividuale e sociale» (A.C. Moro, Ib., p. 18).
Leggiamo ora il primo comma dell’art. 30: «È dovere e diritto dei genitori mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimo-
nio». Moro sottolinea come i genitori, quanto all’educazione, hanno prima un dovere e solo poi un diritto. In tal modo la Costituzione Italiana ri-
VETRINA LIBRARIA conosce alla gioventù un vero diritto, e non una semplice aspettativa allo svolgimento di una funzione che per essi sarebbe essenziale sul piano
meramente naturalistico (sul piano della sopravvivenza “darwiniana”). Viene così sancito che i diritti dei genitori non sono diritti sul figlio ma per
il figlio, ed è in questo senso che essi sono funzionali allo sviluppo “umano” della sua personalità. Il comma 1 dell’art 30, del resto, afferma un prin-
cipio di portata ancor più generale con l’inaccettabilità di ogni discriminazione tra figli, sollecitando il dovere dei genitori di mantenere, educare ed
istruire i figli anche se nati fuori del matrimonio. Il comma 1 dell’art 31 mostra il volto “genitoriale” della Repubblica, impegnata ad agevolare con
misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, imponendo costituzionalmente un si-
stema di assistenza alla famiglia funzionale proprio all’adempimento dei suoi compiti, tra cui ovviamente primario è quello dello sviluppo dei figli.
Michelangelo Abbate Trovato
(segue da pag. 1) Igor Maj: una vittima del blackout ghallenge
LIBERI DI video che è ora visibile su Youtube solo agli utenti maggiorenni. Contestualmente è stata richiesta
anche la deindicizzazione degli stessi motori di ricerca Google e Microsoft, nonché il blocco dei do-
SCEGLIERE MA... mini internet a tutti coloro che chiedono la connessione con la conseguente inibizione dell’accesso
a tali siti. Ma quali sono le ragioni che spingono gli adolescenti a partecipare a queste sfide virali?
Ogni umano cammina tra Molti lo fanno per dimostrare a se stessi di essere dei veri duri, altri considerano queste sfide dei
due campi di gravitazione: riti di passaggio e che scelgono di provare per sentirsi parte di un gruppo, mentre in altri casi que-
il Bene e il Male, l’Amore ste sfide virali sono legate al “Fainting Game” e diventano quindi un modo per provare il brivido e
e l’Odio. per sballarsi a costo zero. Dalla “Blue Whale” alla “Tide Pods Challenge”, passando per la “Con-
È libero di scegliere il dom Snorting Challenge” fino alla “Blackout Challenge”, la verità è che sono tutte sfide in conti-
campo dal quale vuole es- nua evoluzione e che gli adolescenti che decidono di lasciarsi tentare sono molti. Lo stesso discorso
sere attratto. Ma un giorno vale anche per tutte le altre pratiche estreme come ad esempio la “Balconing” (è un’attività che
sarà interrogato dal Su- consiste nel gettarsi da un balcone oppure da una finestra posti ad un piano elevato direttamente al-
Esaurita la prima edizione di questi libri. l’interno di una piscina o di un altro balcone) o ancora la moda dei selfie sui binari del treno o sulla
È in corso di stampa la seconda edizione
premo Giudice in base alla
sue libere scelte. strada. Con il sempre più diffuso utilizzo di smartphone, chat e social e l’avvento di canali come
Per prenotazioni rivolgersi al cell. 347.0333846 Youtube, queste follie virali sono alla portata di tutti con la devastante conseguenza che le giovani
vittime sono sempre in aumento. Basti pensare che il “Blackout Challenge” prima di Igor ha fatto
(segue da pag. 1) Crimea, Russia, Isis: il triangolo di Sebastopoli in un anno 82 morti solo negli Stati Uniti, mentre in Italia lo scorso febbraio un altro minore, di Ti-
voli, è stato trovato in fin di vita strangolato dal cavo della sua Playstation e poi è morto qualche
famoso ponte di Crimea sarebbero stati progettati dal Cremlino appositamente per non far passare giorno dopo all‘ospedale Gemelli di Roma. Il vero problema è che, molto conosciute tra i giova-
le navi mercantili ucraine. Anche nella Libia controllata da Gheddafi il Cremlino aveva una sua nissimi, le sfide virali sono invece una realtà del tutto ignorata dagli adulti (genitori in testa ma
base a Bengasi, di importanza strategica fondamentale per permettere alla flotta russa di operare nel anche insegnanti). «Gli avevamo parlato di alcool, droga, motorini, salti pericolosi e tutto ciò che
Mar Nero e in teoria concessa a tempo indefinito, ma dopo la caduta del dittatore il governo libico conoscevamo. Ma di questo no, era proprio fuori dalla nostra immaginazione», spiega Ramon Maj.
tolse subito alla Russia la concessione. E poi con tutta la disperazione di un genitore che ha perso un figlio si rivolge ai geni-
Sulle coste del Mar Nero, tra l’altro, la Russia ha ancora diverse centinaia di km di tori dei giovani adolescenti che potrebbero seguire le orme di Igor. «È una scelta
costa disponibili, ma l’unica città ad avere un porto funzionante è Novorossiysk, che di vita, sai che c’è un pericolo, è meglio informarlo e dire ‘guarda i rischi sono
però è solo commerciale, non militare. L’ultima e preziosissima base strategica questi, puoi morire’, oppure nasconderlo e far finta che non c’è? Io penso sia me-
ancora disponibile per la Russia è quindi il porto di Sebastopoli, senza il quale il glio sapere e informare, perché i ragazzi comunque non è che vogliono morire»:
Cremlino sarebbe costretto a tenersi fuori dal Mediterrane, oltre che a rinunciare continua Ramon che, se fosse stato a conoscenza di quel mondo fatto di sfide vi-
al controllo dei giacimenti di idrocarburi nel nostro mare e dei vari gasdotti. rali online, avrebbe certamente parlato con Igor e forse sarebbe anche riuscito ad
In verità si potrebbe anche convertire quello commerciale di Novorossiysk in un evitare la tragedia. Ora sta a noi. Il “Blackout Game“ e tutte le altre pericolosis-
porto militare, ma servirebbero anni di lavoro e una decina di miliardi di rubli, sime sfide sono ormai una realtà con cui dobbiamo fare i conti e non si tratta pur-
mentre a Sebastopoli ci sono tutte già infrastrutture, cantieri, munizioni, mezzi, troppo neanche di un fenomeno destinato a scomparire a breve. Basta scrivere sul web
bunker antiatomici, edifici militari. Tutto questo già disponibile per la Russia, ancora di più dopo “Blackout Challenge” e ci sono tantissimi video che ritraggono giovani di ogni età e di ogni Paese
la costruzione del ponte di Crimea. Emiliano Federico Caruso intenti a superare questa folle sfida. Federica Sciorilli Borrelli
N. 5 - MAGGIO 2019 INIZIATIVE CULTURALI L’ATTUALITÀ, pag. 5

PATROCINIO MORALE DELL’UNIONE MONDIALE DEGLI STATI, DEL MOVIMENTO


SALVEMINI, DEL PERIODICO L’ATTUALITÀ E DELL’UNIONE ITALIANA ASSOCIAZIONI CULTURALI

MAGGIO UNIACENSE-XXII Edizione-“UNIREGLIARTISTIPERAFFRATELLAREIPOPOLI”


Presidente onorario: Giorgio Bosco. Presidente: Cosmo G. Sallustio Salvemini. Coordinatrice: Florinda Battiloro. Direttrice artistica: Liana Botticelli.
Segretario generale: Leonardo Zonno Capo Ufficio Stampa: Antonio Bartalotta.
PROGRAMMA
L’Unione Italiana tra le Associazioni Culturali non ha fini di lucro.
DEGLI EVENTI CULTURALI Opera allo scopo di tutelare giuridicamente e valorizzare moralmente gli artisti,
gli operatori culturali e sportivi, i volontari dell’assistenza sociale e risolvere le
problematiche relative alla donna, al minore e al disabile. Le Assocazioni ade-
“Fatti non foste a viver come bruti,
ma per seguir virtute e conoscenza”.
INGRESSO LIBERO renti non versano quote nè contributi di alcun genere. Il Maggio Uniacense si
svolge all’insegna della totale gratuità. Gli artisti si esibiscono gratis e il pubblico
Dante Alighieri (Eventuali diritti spettanti alla S.I.A.E. sono a cura assiste alle manifestazioni con ingresso libero.
e a carico dei singoli Artisti partecipanti)

4 maggio (sabato), ore 18,30. Galleria d’Arte, Corso Sempione 8, Roma. Inaugurazione della Mostra personale di Gene Pompa, con Ospite d’Onore. Aperta fino
al 12 maggio.

6 maggio (lunedì), ore 17,30. Evento organizzato dall’Associazione culturale “Caffè dell’Artista” presso la sala-convegni dell’Ente Provinciale Turismo, via Velia
15, Salerno. La Prof. Florinda Battiloro presenterà la silloge poetica “La Nuvola” di Gerardo Moscariello e il libro “Giro turistico per Salerno” di Romano Zega.
Saranno presenti gli Autori.

10 maggio (venerdì), ore18,00. Galleria d’Arte, Corso Sempione 8, Roma. Serata dedicata alla Poesia. Recitano Massimo Corvo e Monica Osnato.

13 maggio (lunedì), ore 18,00. Evento organizzato da Caffè dell’Artista, Antea, Winner ed altre Associazioni presso l’Istituto Genovesi di Salerno. La prof. Lia
Persiano presenterà il libro “Incontri con Pasolini ed altri” di Laura Efrikian. Sarà presente l’Autrice

16 maggio (giovedì), ore 18,30. Galleria d’Arte, Corso Sempione 8, Roma. Inaugurazione della Mostra personale di Ezio Farinelli. Ospite d’Onore Ennio Cala-
bria. Aperta fino al 26 maggio.
.
17 maggio (venerdì), ore 10,00. Salone dell’ipogeo della Basilica “Incoronata Madre del Buon Consiglio”, via Capodimonte 13, Torre del Greco (Napoli). Con-
vegno sul tema “Comunicare l’economia sociale e il pensiero di Giuseppe Toniolo” organizzato dalla Fondazione Nazionale di Studi Toniolani della Campania,
sotto l’egida della Presidenza nazionale retta dal Prof. Romano Molesti, in collaborazione con l’Associazione culturale “Prometeo” presieduta dal dott. France-
sco Manca. Verranno anche premiati i vincitori del Premio Giuseppe Toniolo (seconda edizione) riservato agli studenti delle Scuole secondarie di primo grado e
degli ultimi tre anni degli istituti scolastici di secondo grado della Città Metropolitana di Napoli. Una borsa di studio è riservata agli studenti delle Facoltà univer-
sitarie della Campania.
Al convegno, dopo i saluti di Francesco Manca, responsabile della Fondazione di Studi Tonioliani per la Campania e il Sud Italia; Felicio Izzo, coordinatore della
segreteria organizzativa del Premio “Giuseppe Toniolo”; mons. Nicola Longobardo, rettore della Basilica “Incoronata Madre del Buon Consiglio” – Capodi-
monte, Napoli e assistente ecclesiastico della Fondazione di Studi Tonioliani Campania; intervengono: Mauro Ascione, presidente Banca di Credito Popolare Torre
del Greco; Giuseppe Blasi, presidente dell’UCSI (Unione Cattolica Stampa Italiana) Campania; Stefania Brancaccio, presidente UCID (Unione Cristiana Im-
prenditori Dirigenti) Campania e vice presidente COLEMO; Antonio D’Amato, procuratore della Repubblica aggiunto Procura di S. Maria Capua Vetere; Diego
Guida, presidente UCID Napoli; Antonio Iodice, presidente emerito dell’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”; Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Gior-
nalisti della Campania; Romano Molesti, presidente della Fondazione Nazionale di Studi Tonioliani; don Tonino Palmese, vicario episcopale per la Carità e la
Giustizia dell’Arcidiocesi di Napoli; Stefano Zamagni, ordinario di Economia all’Università di Bologna e presidente dell’Accademia Pontificia di Scienze Sociali.

17 maggio (venerdì), ore 17,30. Evento organizzato dall’Associazione culturale “Caffè dell’Artista” , dal Centro Artisti Salernitani ed altre Associazioni presso Villa
Carrara, via Posidonia 160, Salerno. Il prof. Francesco D’Episcopo presenterà il libro “Incontri con Pasolini ed altri” di Laura Efrikian, ex moglie di Gianni
Morandi. Sarà presente l’Autrice.

20 maggio (lunedì), ore 18,00. Galleria d’Arte, Corso Sempione 8, Roma. Serata Nutrigenetica e Bio.

24 maggio (venerdì), ore 18,00. Galleria d‘Arte, Corso Sempione 8, Roma. Presentazione del libro di Leopoldo Attolico.

24 maggio (venerdì). ore 19,30 Conferenza dell'artista Pietro Sarandrea sul tema “Il bello e l'arte”' presso la BIBLIOTHÈ GALLERY Via Celsa 4/5, Roma -
. Info: 06/6781427. ''Da Platone all’astrattismo contemporaneo. L’artista Pietro Sarandrea ci guiderà ad un’analisi dell’arte che ha influenzato il suo cammino. Fi-
losofia, geometria e meditazione saranno il tema dell’incontro. Seguirà cena vegana. Omaggio artistico.

25 maggio (sabato), ore18,00. Galleria d’Arte, Corso Sempione 8 , Roma. Presentazione del romanzo pedagogico “Un giorno capirai…” (Edizioni Pugliesi) di An-
tonio Lerario. Relatore: Gian Federico Brocco. Moderatore: Cosmo G. Sallustio Salvemini.

30 maggio (giovedì), ore 16,45. Auditorio del CASC della Banca d’Italia, via del Mandrione 190, Roma. Concerto di musica lirico-classica con la partecipazione
di Licia Falcone (soprano), Caterina Novak (mezzosoprano), Filippo Puglisi (tenore), Tonin Xhalxhafili (violinista), accompagnati al pianoforte dal Maestro
concertatore Hiroko Sato. Repertorio dei brani musicali: J. Massenet (Meditazione da Thais), F. P. Tosti (Ideale), F. Lehar (Tu che m’hai preso il cuor, da Il Paese
del Sorriso), C. Saint Saens (Mon coeur s’ouvre a ta voix, da Sansone e Dalila), E. Monti (Czardas), N. Bixio (La canzone dell’amore), V. Bellini (Casta diva, da
Norma), F. Cilea (Il lamento di Federico, da L’Arlesiana), G. Verdi (O don fatale, da Don Carlo). Intervallo con i seguenti brani: E. Moricone (C’era una volta il
west), G. Bizet (Duetto: C’est toi! C’est moi!, da Carmen), Larionov (Kalinka, Danza popolare russa), F. Poulanc (Le chemins de l’amour), G. Verdi (Duetto: La
fatal pietra, da Aida).

9 giugno (domenica). Roma. Premiazione degli Artisti presso la Villa di Boccea al n°1200 (girare al consorsio Belvedere, poi la seconda a destra, via Cortiglione
15). L'appuntamento è davanti alla Chiesa di San Giuseppe all'Aurelio alle ore 12,00 per poi proseguire a destinazione. Info: 3394934678.
,
L’ATTUALITÀ, pag. 6 LETTERATURA E ATTUALITA VARIE N. 5 - MAGGIO 2019

AUTOIRONIA ITALICA EVENTI DI ATTUALITÀ


EDITO-INEDITO Non ci sono dubbi che il futuro dell'Italia sia nelle nostre mani e
cio' per una semplicissima ragione: l'uso del cellulare nel quale (a cura di Alessandro Massimi)
(a cura di Gianfederico Brocco) sono riposte le attenzioni ed aspirazioni di ogni giorno!
Eugenio Morelli (Fronte culturale nazionale di opposizione)
Affezionati lettori, anche maggio sarà un mese pieno di eventi in-
teressanti e divertenti.
Michel De Montaigne - Breviario - (Rusconi Editore)
A cura di Remigio Allegri questo ben costruito libro di citazioni
LA DENUNCIA
È squallido e vile che dopo una giornata di lavoro il popolo ita-
Prima di tutto vogliamo ricordare l’evento a nostro avviso più im-
portante in assoluto, ossia le Elezioni per il Rinnovo del Parla-
dai “Saggi” e dal “Diario di viaggio in Italia”: Raccomandabile liano adagi le proprie chiappe nel sciropparsi devastante pubbli- mento Europeo, domenica 26 maggio. Qualcuno si chiederà come
a tutti come introduzione ai ponderosi “Saggi”. Remigio Allegri cità, violenza, sesso e notizie imposte da un sistema mai introduciamo tale ricorrenza all’interno di una rubrica gene-
ha scelto brani di particolare significato e li ha raccolti per te- politico-istituzionale che bara con la democrazia spacciando per ralmente dedicata allattualita, al costume ed alla cultura. Rite-
matiche quali “Autoritratto”, “L’amicizia”, “La virtù”, “L’uomo pubblico ciò che è privato e venduto ai giochi di potere che fa niamo che tale evento sia fondamentale per la vita sociale di tutti
e la sua natura”…che permettono non certo per sapere come la quadrato su se stesso dichiarando quotidianamente guerra ai di- noi. Il voto è un diritto, conquistato con tante fatica e tante batta-
pensava un certo Montaigne, ma di dialogare con lui e con noi ritti ed al pudore di chi desidera finire la serata in modo sereno glie dai nostri avi, e sarebbe veramente un peccato non eserci-
stessi sulla verità, sulla capacità e volontà di svelamento che ab- senza disagio ed irritazione? Inseguimenti di auto, scazzotate e tarlo. Ovviamente ciascuno voti per chi desidera purché si rechi
biamo, insomma quel sempre meglio definire i limiti e i modi del sparatorie preparano tragicamente la psiche di milioni di bam- al seggio. Per evitare che qualche altro elettore voti per lui, o
nostro essere umani. Montaigne ci offre le sue riflessioni perché bini, ragazzi e giovani che dovranno tra un po' salvare l'Italia! ancor peggio che per noi “voti” qualche lobby o multinazionale
divengano riflessioni per ognuno di noi, magari diverse, magari Eugenio Morelli (Fronte culturale nazionale di opposizione) in maniera più o meno ufficiosa. Il più grave errore nella politica
anche opposte,ma almeno meditate. Un Maestro nella via del è pensare che il nostro voto non cambierà comunque nulla nella
“Conosci te stesso”. Segnalo che nell'ultimo dei miei 86 interventi a Radio Conegliano realtà, ed il secondo errore madornale è quello di pensare che il
nella rubrica settimanale “L'altra faccia della realtà” che viene nostro voto è unitario e che quindi sicuramente non servirà per
Antonio Socci - La guerra contro Gesù - (Rizzoli Editore) trasmessa il mercoledì mattina poco dopo le ore 10, ho protestato fare la differenza .... beh, se tutti pensassero alla stessa maniera la
Antonio Socci è innanzitutto, prima che giornalista e scrittore, pubblicamente contro la classe politica, in quanto non opponen- differenza di consenso o diniego del consenso sarebbe immensa.
una voce profetica nella Chiesa d’oggi, dove un’alta marea inau- dosi all'attuale, demenziale e selvaggia pubblicità televisiva ed a Urne aperte dalle 7 alle 23.
dita sta per sommergere (quasi) tutto. Dopo questa doverosa pre- proiezioni cinematografiche e televisive dove la violenza è l'unico Per gli amanti dell’arte ricordiamo anzitutto la mostra “Salvador
messa dobbiamo precisare che è ottimo scrittore che riesce rimedio ai problemi individuali e sociali, si rende complice di una Dali - La Persistenza degli Opposti” presso il complesso rupestre
sempre a rendere appassionanti i temi trattati. Oggi leggiamo “La pericolosa schizofrenia partitocratica dove primeggiano solo le Madonna della Virtù. Quale migliore occasione per visitare una
guerra contro Gesù”, ben documentato saggio dei guasti che problematiche finanziarie relegando l'essere umano all'unico città splendida come Matera ... che è anche la capitale europea
pseudo storici accecati da false ideologie arrecano alla verità e ruolo di compartecipazione numerica nella stesura dei bilanci ed della cultura per l’anno 2019, quindi doppia opportunità, per un
ovviamente ai lettori che fiduciosamente dan loro credito. Leg- ignorandolo completamente nelle sue componenti mentali e psi- viaggio che vale per un intero fine settimana, almeno.
getelo e mi darete ragione. cologiche secondo la sua reale natura. Il sottoscritto Eugenio Mo- Come non ricordare poi, a Venezia, dall’11 maggio al 24 no-
relli, da parte del Fronte Culturale Nazionale di Opposizione, vembre ci sarà la consueta Esposizione Internazionale d’Arte ,
RIVISTE RICEVUTE invita i lettori di questo periodico ad unirsi alla protesta in tutti i meglio nota come mostra biennnale di Venezia. Come si potrebbe
modi possibili nello spirito di non violenza e nel rispetto della mancare ?
*Nuova Impronta, Direttore Filippo Chillemi, casella post. 7-233, legge affinchè L'Italia possa ancora contare su uomini e donne Sul fronte dei concerti c’è il Concertone del primo maggio a
- (00162) Roma. *Il Symposiacus, dir. resp. Pantaleo Mastrodo- vere e non su marionette con il cervello lavato e proteso verso la Roma, piazza San Giovanni Laterano. Invito i lettori a non valu-
nato, via La Marina 51, 70052 Bisceglie (Bt) *Bacherontius, Dir. demenza senile. Eugenio Morelli tare alcuna implicazione politica relativamente a tale concerto per
Marco Delpino. via Belvedere 5, 16038 S.Margherita Ligure (Ge- chi ha solo voglia, magari, di godere di buona musica difficil-
nova) tel. 0185.286167. *Presenza, diretta da Luigi Pumpo, via mente riproducibile dal vivo in altre occasioni. Ospite di ecce-
Palma 89, 80040 Striano (Na). *Poeti nella Società, presidente Pa-
squale Francischetti via F. Parrillo 7, 80146 Napoli cell.
347.5536446, email: francischetti@libero.it. *Verso il futuro, di-
MESSAGGIO AUGURALE zione sarà Noel Gallagher, ex membro degli indimenticabili
Oasis, ed anche gli ospiti italiani sono di rilievo, basti citare ad
esempio: Subsonica, Negrita, Daniele Silvestri ed altri, per tutti
retto da Nunzio Menna, via Scandone 16, Avellino, tel.
0825.38269. *Il Convivio, diretto da A. Manitta, via Pietramarina
DELLA FONDAZIONE TONIOLO i gusti.
Per lo sport ricordiamo gli Internazionali di Tennis di Roma dal
Verzella 66 95012 Castiglione di Sicilia. (Ct) *Fiorisce un Cena- Caro Signor Francesco Manca, 6 al 19 maggio, che dire di più, oggi poi, dopo la splendida vitto-
colo, fondato da Carmine Manzi 84085, Mercato S. Severino (Sa). sono tutte efficienti le Sedi Succursali della nostra Fondazione, ria del tennista italiano Fabio Fognini al torneo di Montecarlo il
*Primo Piano, dir. resp. Andrea Italiano, via Madonna del Lume 20 aprile scorso.
5 - 98057 Milazzo (Messina). *Emozioni 15 Via Doria 5 - 18100 ma quella della Campania e Sud Italia da lei presieduta, merita Sempre per i concerti, a maggio ricordiamo Patti Pravo, una data
Imperia (cell. 329.4905854 - e.mail: gdonaudi@yahoo.it) un apprezzamento particolare del Consiglio di Presidenza che a Mestre ed una a Roma. In giro per l’Italia anche: Loredana
quindi le rivolgo ufficialmente, per il concorso del Premio Giu- Bertè, Ultimo, Giorgia. Per gli stranieri ricordiamo i Tokyo
seppe Toniolo 2019. Approfitto della circostanza per formulare a Hotel, boy band tedesca di grande successo da oltre 10 anni, a
lei e a tutti i suoi collaboratori l'augurio più cordiale per il pros- Roma Bologna e Milano, ed infine i Metallica, 8 maggio a Mi-
VOLETE INVESTIRE I RISPARMI simo Triduo Pasquale. Mons. Danilo D'Angiolo lano. Buon divertimento, e buon voto, a tutti.

CON BUONI RENDIMENTI ? Intervista a Michele Giacinto Bianchi sulla funzione pedagogica della giustizia nel
ANTICOSTITUZIONALITÀ DEL MALADATTAMENTO?
Il dott. Paolo Maria BONELLA
Promoter Finanziario è a disposizione dei lettori UN MODELLO BIOPSICOSOCIALE DELLO SVILUPPO “UMANO”
del periodico L’ATTUALITÀ per fornire (23° parte) A questo punto mi pare di avere le idee più chiare sull’operazione presente nel testo sul sostegno del 1996 come
lettura del Nuovo Processo Penale Minorile. Se il concetto di “sostegno” non assistenzialistico è presente appieno nella
* Consulenze sul modo più sicuro di investire i risparmi Costituzione allora il modello sociopsicopedagogico che si fonda su una dimensione naturalizzata dello sviluppo è anti-
costituzionale, come è stato da lei sostenuto, l’anno scorso, nella relazione letta al Convegno nazionale di Hermes Uni-
* Consigli sulla previdenza integrativa (Piani Pensione) versity: Sofferenza e marginalità sociale: una ridefinizione dopo il Nuovo Processo Penale Minorile. Anticostituzionale
mi appare ora la stessa logica dell’adattamento, che ha nel concetto di “maladaptation” la sua figura più perspicua. Nella
Per maggiori informazioni telefonare nona parte della nostra conversazione, pubblicata in febbraio con il titolo La politica della prevenzione della devianza e
le due forme dell’igiene mentale, avevo riletto l’ipotesi sollevata dal suo primo gruppo di ricerca in psicologia giuridica:
ai seguenti numeri: 06/684341 - 06/68434360 la logica dell’ospitalismo intrafamiliare, adottata dal sistema “psi” come ipotesi di rischio psicopatologico, deve essere
abbandonata. Essa, soffiando sul fuoco del circuito patologico vigilanza/prevenzione si pone contro i diritti del minore,
contribuendo all’aumento del disagio giovanile. La forma di prima istanza dell’igiene mentale sarebbe inaccettabile in
toto poiché accusa troppo presto la famiglia, deresponsabilizzando l’imputato minorenne, schiacciandolo sul piano del-
l’autoconservazione.
M. Bianchi: In una psicologia giuridica ed in una criminologia avvertite occorre produrre una critica della psicopatolo-
CORSO DI GIORNALISMO INVESTIGATIVO gia evolutiva dell’antisociale.
M. Abbate Trovato: Infatti è proprio questo il problema. Quel tipo di approccio dilaga, e rischia di rendere inoperativo
Disponibile il corso di giornalismo investigativo il campo del diritto minorile in generale e il costrutto del Nuovo Processo Penale Minorile in particolare. Il concetto più
on line a cura della Free Lance International Press, subdolo è quello di “fattore di rischio”. Questo approccio comunque probabilistico ritiene di avere il diritto di conside-
rare il fattore di rischio putativo come un correlato del disturbo detto “psicopatologico”. Per stabilire che un costrutto è
aperto a giornalisti, studenti, lavoratori, operatori un fattore di rischio che porta a un esito negativo, è necessario determinare che il fattore di rischio precede l’emergenza
dell’informazione e a chiunque voglia intrapren- di un esito negativo. In questo senso è importante lo studio degli antecedenti infantili (i primi 5 anni di vita soprattutto).
dere la strada del giornalismo d’inchiesta. Diret- Sicché, per esempio, un disturbo della condotta (DC) o la presenza di un padre alcolista permettono di affermare che un
bambino è ad alto rischio di manifestare, più avanti nello sviluppo, problemi psicopatologici. Il modello biopsicosociale
tore del corso: Emiliano Federico Caruso. dello sviluppo viene considerato particolarmente adatto a studiare i problemi di condotta cronica in adolescenza e dun-
Presidente Free Lance International Press: Virgilio que per sviluppare un piano di prevenzione e politica sanitaria.
Violo. Per maggiori informazioni: Questo modello postula che le disposizioni biologiche e i contesti socioculturali mettono alcuni bambini a rischio nella
prima infanzia, ma che le esperienze di vita con genitori e compagni di scuola per esempio possono modulare questo ri-
Cell. 324/6879903. Sito: http://mediaflip.org schio, oppure aggravarlo: «life experiences with parents, peers, and social institutions increment and mediate this risk»
(cf. capitolo sulle esperienze precoci di vita “Early life experiences” in K. A. Dodge, G. S. Pettit, A biopychosocial model
of the development of chronic conduct problems in adolescence, in “Developmental Psychology” Vol. 39 No. 2, 2003 pp.
349-371). Le influenze reciproche tra disposizioni, contesti ed esperienze di vita portano a iterazioni ricorsive nel tempo
che esacerbano o diminuiscono lo sviluppo antisociale. I processi cognitivi ed emotivi all’interno del bambino, inclusa
PRO LOCO FONTE NUOVA l’acquisizione di conoscenze e schemi di elaborazione delle informazioni sociali, mediano la relazione tra le esperienze
www.prolocofontenuova.com di vita e conducono il problema a soluzione. Nella devianza minorile, proprio come in molte patologie internistiche il mo-
Tel/fax 06.90024555 dello eziopatogenetico comprende molteplici fattori di rischio di natura diversa il cui esito finale sarebbe il comportamento
violento. Tra le esperienze precoci di vita proprio la genitorialità implica l’insieme delle esperienze soggettive e si co-
PROGRAMMA stituisce come un insieme di fattori che eserciterebbero un’influenza nel moderare i dati di costituzione individuale. Su
LUNEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo: ore
cosa si fondano tali considerazioni? Michelangelo Abbate Trovato
17:00.
MARTEDÌ ore 09.30 - Yoga: ore 18.00 - Computer.
MERCOLEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo:
ore 16:30 - Bigiotteria
SENZA SOLDI NON SI... COMPRANO VOTI
GIOVEDÌ ore 17.00 - Corso di pittura acquarello. Se il Movimento Salvemini fosse proprietario di tre canali televisivi potrebbe attuare una campagna elettorale me-
VENERDÌ ore 16:30 - Inglese: ore 18:00 - Ginnastica: diatica finalizzata a ottenere milioni di voti. In termini più espliciti, chi è più ricco può conquistare (cioè acquistare)
Corso di taglio e cucito. più voti. Il Movimento, pertanto, è orgoglioso di essere un potere (finanziariamente) debole ma intellettualmente e
00013 Fonte Nuova (Rm) - Via delle Mimose, 1 moralmente forte. Ecco perchè sta proponendo da alcuni anni l’introduzione nel nostro ordinamento giuridico del
Tel. e Fax 06 90024555 - E-mail: prolocofontenuova@tiscali.it “modello ateniese, imperniato sul metodo Pericle” (oggi denominato “random-crazia” dai docenti della Stanford Uni-
versity di Califonia). L’assegnazione di ogni carica istituzionale mediante sorteggio (tra cittadini professionalmente
Sono aperte le iscrizioni al Corso di Acquerello. Rivolgersi competenti e moralmente irreprensibili) assicurerebbe realmente pari opportunità tra soggetti politici concorrenti.
alla Pro Loco di Fonte Nuova (Roma), via delle Mimose 1
(tel. 06.90024555) ogni giovedì dalle ore 17 alle ore 19. Vale a dire, ricchi e poveri gareggerebbero alla pari avendo eguali probabilità di accedere alle cariche pubbliche.
C.G.S.S.
N. 5 - MAGGIO 2019 LETTERATURA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 7

FERRAROTTI, “LA PAROLA E L’IMMAGINE” PRESENTAZIONE DEL ROMANZO


Questo libro si occupa della crisi della parola e
del trionfo dell’immagine. La parola è essenziale
per il di scorso razionale, intersoggettivo, anali-
PEDAGOGICO DI ANTONIO LERARIO
tico. L’immagine è seducente, sintetica, a volte
ipnotica. Esalta l’emotività. I mezzi di comuni- Sabato 25 maggio 2019 (ore 18,00), presso la Galleria d’Arte di Corso Sem-
cazione elettronica odierni vivono di immagini,
sono fondamentali per il predominio dell’audio- pione 8, Roma, verrà presentato il romano pedagogico del Prof. Antonio
visivo e per l’obsolescenza della lettura.
L’Autore non è un neo-luddista. Non si schiera LERARIO “Un giorno...capirai”. Relatore dott. Gian Federico Brocco.
contro l’innovazione tecnica in quanto tale. Sem- Moderatore prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini. Seguirà dibattito. Drink.
plicemente prende buona nota che i media non
mediano, che adole scenti, giovani e giovani Ingresso libero.
adulti, così appassionatamente devoti ai loro gad-
get elettronici, spesso non sono in grado di pa- Per prenotare una o più copie del libro rivolgersi al cell. 3683260171
droneggiare razionalmente il flusso torrentizio
delle informazioni indiscriminate e di costruirsi
una loro tavola delle priorità. La tentazione, per
i genitori indaffarati fuori casa, per insegnanti de-
motivati e per chiese deserte, è forte: si tende ad
“MORTE DI UN PRESIDENTE”
affidare ai media, eticamente irresponsabili, il
difficile compito della socializzazione primaria. Questa inchiesta si propone di dissolvere le ombre che che avvolgono il più im-
Nessuna meraviglia che le conseguenze, sotto gli
occhi di tutti, siano una gioventù disorientata e portante omicidio politico della storia repubblicana, l'assassinio di Aldo Moro. Per
una società tanto tecnicamente raffinata quanto cogliere quell’“evidenza invisibile” segnalata da Leonardo Sciascia già nell’ago-
umanamente imbarbarita, litigiosa, egocentrica, sto del 1978, Paolo Cucchiarelli ci offre una ricostruzione inedita del caso Moro,
in cui non sono solo tramontate le ideologie glo-
bali; appaiono liquefatti anche gli ideali. (Edi- fondata sull'analisi dei indizi materiali che raccontano un'altra storia rispetto a
zioni Solfanelli) quella narrata dai protagonisti della vicenda: le BR, in- nanzitutto, ma anche i rap-
Info. Cell. 335.64.99.393
E-mail: edizionisolfanelli@yahoo.it presentanti dello Stato, a tutti i livelli e di ognifazione politica. Pochi e apparente-
mente granelli di sabbia depositati sui vestiti che lo inclossava il giorno della sua
STRALCI DESUNTI DALL’EBOOK morte conducono il lettore verso la definizione di una trama complessa, ma in grado
di demolire il castello di bugie e contraddizioni che negli anni ha reso impossibile
“SULLA POESIA E SULL’ARTE” l'accertamento della verità, fuori e dentro le aule dei tribunali.
di SUSANNA PELIZZA
(Amazon.it, costo euro 0,99)
Ciò che fino a oggi sembrava incomprensibile o caotico — le allusioni delle lettere
di Moro della “prigione del popolo», il comportamento paradossale dei suoi car-
Nell’Anacronismo sono i pezzi del museo, i cerieri, le oscillazioni dei politici, il coinvolgimento dei Vaticano, della malavita or-
fantasmi inquietanti del passato che rivivono ganizzata, di Gladio, della P2, dei servizi segreti statunitensi, e sopratto l'identità
nella trasformazione eliminando la loro terribile di chi uccise il presidente della DC — appare finalmente chiaro e dotato di salda-
autorità (R. Bacilli, op. cìt.). l’autorità che pro-
viene dalla storia, dalla tradizione, dalla cultura, tura logica. Morte di un Presidente è un libro destinato a far discutere perché svela
in realtà non è mai terribile: propri o perché il
sapere è Universale la loro trasformazione sarà quel «segreto» del caso Moro che in troppi, a quasi quarant'anni dai fatti, hanno an-
l’emanazione di questo concetto, non terribile, cora interesse a difendere. (Ed. Ponte alle Grazie) Maria Luisa Marcilli
ma ricco dìisignificati sul presente. Non c’è bi-

Q U E L L A C A R E Z Z A M A I D AT A
sogno di scardinare quei fantasmi con gli stracci
dei presente (come nella Venere del Pistoletto)
la loro ricca e non inquietante auctoritas è rap-
presentata nel culturale, attraverso una diversi-
ficazione del particolare, che procede per (racconto)
valorizzare, diversificare affermando [...]. Da:
“Il vero scopo dell’arte”. Una poesia che ci al- Era cominciata con uno schiaffo, quella storia, dopo che il malcapitato si era avvici-
lontana, sempre di più, dai reali problemi della nato troppo a lei che stava mettendo un disco. Lui le aveva afferrato una caviglia, per
massa, una poesia che ruota intorno ai suoi “ec-
cessi di sperimentalismo” in una dimensione attirare la sua attenzione. Poi c’era stata la frequentazione, la partecipazione alle feste
elitaria volta ai dotti (i soli in grado di poterla ed un grande amore da ambedue le parti. Purtroppo erano sorti troppi ostacoli: la di-
comprendere) e lontana e distante dal pubblico,
è quella favorita dalla critica ufficiale... [...]. stanza, l’opposizione dei genitori di lei, gli studi da terminare, il lavoro. Poi, quando
Una poesia che non ci fa vedere meglio la re-
altà, poiché addormenta addomesticando le no- tutto si stava aggiustando, la fine della storia, forse per stanchezza di lui. Lei si era
stre coscienze, viziandoci con i meccanismi laureata, aveva cominciato a lavorare. Poi aveva incontrato un ragazzo di ottima fa-
(peraltro ripetitivi ) sperimentalì [...]. Un lin-
guaggio che ruota su se stesso, sull’assenza di miglia, con un buon lavoro. L’aveva sposato ed aveva avuto due figli me-
un io, sull’impersonalità di una visione, non si ravigliosi. Ma anche questo legame ebbe termine e lei aveva ripreso a
pone il problema di essere capita. L’oscurità di
certi procedimenti ha dominato per anni sul- vivere con grande responsabilità. L’avevano chiamata anche per inca-
l’ignoranza collettiva, favorendo la diseduca- richi politici. Aveva avuto belle soddisfazioni, tanti corteggiatori e
zione alla lettura del genere lirico...
Al pubblico non piace l’eccesso di polisemia, il amici. Ma una cosa le era rimasta in testa: il desiderio di rivedere il
dibattito tra l’io e il simulacro di un’alterità pa- primo amore ancora una volta, fare solo una carezza a lui che, tutto som-
ranoica... non piace il forzare i limiti della pa-
rola ricorrendo a diversi settori della lingua. i mato, le aveva cambiato la vita, le aveva insegnato alcune cose, ma che non le aveva
tecnicismi, i neologismi, i ritmi e le fonie graffianti ecc. e quanto di più, in un dimensione oscura e fatto credere più nelle illusioni dell’Amore. Angela Libertini
anticu1turale... Da: “L’eccesso di sperimentalismo produce il vuoto”. Il suddetto e-book “sulla Poe-
sia e Sull’Arte” di Susanna Pellizza si presenta ad una attenta ed ultimata lettura pregevole non
solo per la presenza delle molte sue lettere, inviate a direttori di molte riviste, vertenti su temi fon-
damentali concernenti la poesia, bensì per la ragione che si basa su una ricognizione della sua poe-
tica nei riguardi dei vari codici linguistici dell’arte, ossia sulla sua fondatezza basata sull’espressione
LECCE MIA
Tu mi hai generata, mi hai impastata di cultura, di mare, di sapori indimenticabili,
dei valori culturali, commisurati fra la tradizione e il vuoto e la dismisura dell’ edonismo del tempo
presente. Il testo è ricco di temi importanti riguardanti l’incidenza o meno del “culturale” nella poe- unici, di profumi inebrianti, di teatri e di chiese antichissime. Nelle tue strade ho sof-
sia e nelle varie espressioni dell’arte. Ci sono piaciuti molti brani riguardanti l’eccesso dello speri- ferto, ho gioito, mi sono entusiasmata, sono diventata la donna che sono. Lecce ma-
mentalismo nella poesia, la cultura nella Transavanguardia, la complicità servile di una certa critica,
le forme narrative e dell’arte confluenti nell’acre spettacolarizzazione di un “io” reso un balenante liarda, sei proprio come una strega, anzi come una fata, con i tuoi profumi di mirto, di
sìmulacro di un potere delirante, ecc. alloro, eucaliptus e pino. Mi fai ubriacare di te e mi fai desiderare di non lasciarti più.
La poesia così viene offerta come un colloquio che fa riflettere contro le bugie gridate, affaristiche
e fuorvianti del carrozzone massmediatico, con il conseguente rinnovarsi della sua sonorità e strut- Non ti dimenticherò mai! Angela Libertini
tura stilistica. Fuori da ogni formalismo delle avanguardie e da qualsivoglia intimismo egocentrico,
la Pelizza, nelle altre pagine dell’e-book , vaglia con acume critico le altre tendenze della poesia e Paolo Cucchiarelli
della pittura, segnate da un inane formalismo spettacolarizzato, che in realtà mira allo stravolgi-
mento continuo delle. nostra umanità. E ciò viene contrastato dall’Autrice con un’elevata passione,
che è anche la ragione di tutti coloro che intendono salvaguardare il nostro futuro e il destino della
nostra vera ed essenziale. Andrea Bonanno
“IL SEGRETO DI PIAZZA FONTANA”
12 dicembre 1969, il nostro venerdì nero. In un Paese che dopo il fascismo e la guerra ci-
vile si credeva innocente, quattro esplosioni lacerano il pomeriggio invernale, una a Mi-
lano e tre a Roa. Per la più grave, alla Banca nazionale dell'Agricoltura di piazza Fontana
STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE a Milano, moriranno in diciassette. I feriti sono in tutto centocinque. Comincia la strate-
gia della tensione, comincia la stagione dei sotterfugi e delle manipolazioni, della corru-
zione e dei soprusi: la stagione che dura cora oggi. Leggete, leggete questo libro. La sua
serietà, la sua passio- ne per la verità — in un Paese in cui questi sono pregi rari —ha por-
Insigni giuristi al vostro servizio. Assistenza e consulenza legale in sede giudiziale tato l’autore a indagare per dieci anni e a penetrare la cortina di acciaio di un segreto col-
e stragiudiziale, nel settore civilistico e penalistico. Lo Studio si occupa di contro- tivato da tutte le parti politiche. Il segreto indicibile delle doppie bombe, piazzate dagli
anarchici e raddoppiate dai fascisti; il segreto delle altre due bombe scomparse e del-
versie negli ambiti del diritto di famiglia e minorile, diritto ambientale, infortuni- l'esplosive utilizzato in quel giorno fatidico; quel che sapeva la DC quel che s peva il PCI,
stica e contrattualistica, diritto fallimentare e commerrciale. quel che sapevano gli USA e la NATO. Un segreto che non salva nessuno. E che spiega
anche la tragica morte di Pinelli, Calabresi, Feltrinelli. Dopo troppe assoluzioni, dopo che
Sedi a Roma, Caserta, Barcellona, Londra e Doha (Qatar). con l’ultima sentenza i parenti. delle vittime sono stati condannati a risarcire le spese pro-
Il team è composto dall’On. Avv. Michelangelo Abbate Trovato (Consigliere Di- cessuali, il nostro Pasticciaccio finalmente si sbroglia, in un libro che riserva tanti colpi di
plomatico dell’Unione Mondiale degli Stati), Info: cell. 3286957269, e dal Prof. scena quante sono le sue pagiine. Un libro che, ci auguriamo e crediamo, contribuirà a ii-
scrivere un pezzo della storia d’Italia: perché l’Italia merita, oggi, una storia migliore. (Ed
Avv. Lorenzo Dimartino, info: cell. 3341297699 Ponte alle Grazie). Maria Luisa Marcilli
L’ATTUALITÀ, pag. 8 MEDICINA E ATTUALITA’ VARIE N. 5 - MAGGIO 2019

LE VIE DELLA DIPENDENZA SONO INFINITE GENITORI SCHIERATI CON I FIGLI CONTRO INSEGNANTI
E ANCHE PARADOSSALI Il capovolgimento del tradizionale atteggiamento dei genitori nei confronti degli insegnanti dei
La spinta a tornare sull’argomento della dipendenza affettiva già affrontata n. di questo periodico propri figli imporrebbe un approfondita ricerca psicosociologica circa i motivi di tale inquietante
del mese scorso (v. pg. 1: drammatiche storie di dipendenza affettiva nella vita e nell’arte) me l’ha fenomeno. Intanto si può avanzare qualche ipotesi: sarà ancora l’effetto della ribellione sessan-
data il più patognomonico dei sintomi di dipendenza affettiva, cioè l’angoscia abbandonica della tottina? Questa potrebbe essere una traccia e, allora, gioverebbe partire da un riesame dei motivi
31/enne infermiera in veste di docente di inglese, che ha reso padre un suo14/enne allievo. La su di detto ribelle schieramento. In effetti difficoltà, quali imbarazzo e resistenze, a confrontarsi con
menzionata condizione psicoemotiva, normalmente, fa parte di quella specie di riedizione del tipo figure del mondo della scuola, erano emerse in genitori che partecipavano ad attività di gioco au-
di legame primario con la madre, comunemente nota come cotta. Tale estremo grado di dipendenza togestito, allorché si prevedeva il coinvolgimento di insegnanti e l’autorizzazione dei dirigenti.
da parte di lei pone la questione (ovviamente senza alcun intento giustificativo) della congruità Reazioni del genere potevano essere indicative di aggressività repressa, magari per torti, o vissuti
delle misure da adottare. In effetti la componente psicopatologica appare talmente preponderante come tali, nei primi anni di vita. Schieramenti con figli trasgressivi e conseguenti reazioni ag-
da ritenere inadatte sia reazioni moralistiche sia giudiziarie. Auspicabile, ma estremamente ardua gressive contro l’insegnante potrebbero essere attribuibili alla più volte chiamata in causa spinta
specialmente per lei, sarebbe la consapevolezza che si tratta di dipendenza affettiva e non di amore. coatta a regolare vecchi conti contro figure che in qualche modo hanno a che fare con quelle ori-
La paradossale connotazione di questa storia appare, appunto, quella della reazione psico-emotiva ginarie della propria infanzia “responsabili” della rabbia repressa. I figli, sia pure a insaputa di
di lei, giacché risulta molto più frequente il fenomeno del mammismo che consiste nell’attacca- tutti implicati in tali dinamiche, sarebbero delegati a gestire fattivamente il represso nella pattu-
mento a un figlio o, più precisamente, il mancato distacco di un figlio da sua madre non in grado miera dell’incoscio dei genitori incappati nel ruolo di “mandanti”. In proposito occorre precisare
di catalizzare lo sviluppo verso l’autonomia del figlio, cioè lo sviluppo di altre valenze relazionali, che non si tratta di colpevolezza dell’una o dell’altra parte, giacché ciascuno è vittima di dinami-
che dà luogo ai cosiddetti bamboccioni. In proposito ricordo come si mostrò abbastanza chiaro il che che avvengono al di là del livello della consapevolezza.
ruolo, sia pure inconsapevole, della madre nella permanenza di un rapporto simbiotico, a propo- In altri termini, questi figli, a insaputa di tutti, delegati dai loro genitori, verrebbero da questi vis-
sito della storia di una bambina che avrebbe dovuto staccarsi fisicamente dalla madre per iniziare suti come parte di sé e ciò potrebbe spiegare il loro deciso schieramento trasgressivo. Alla diversa
la frequenza della scuola: distacco che avveniva (procedeva?) a mano a mano che la madre in- concezione da parte di politici, riguardanti la famiglia, è attribuibile la strumentalizzazione a fini
staurava rapporti amichevoli con altre persone. La più volte citata “fame di mamma” attribuibile alla clientelari-elettorali che certamente non gioverà a favore di un’armonica maturazione della per-
condizione di carenze affettive (nel senso di carenti prestazioni accretive materne) appare come sonalità dei figli, sia per quel che riguarda la loro vita privata sia come futuri cittadini. Ancora una
comune denominatore di queste forme di dipendenza affettiva. Come già rilevato in precedenti volta queste considerazioni inducono a ribadire quanto più volte fatto presente riguardo a una
scritti, una volta che lo stato di dipendenza che si manifesta con la su accennata fame di mamma propedeutica responsabile preparazione di chi intenda mettere su famiglia, per cui sarebbero ne-
si sia cronicizzata, induce il soggetto così dipendente a ricercare qualsiasi altro proprio simile, cessari adeguati servizi territoriali. Pier Luigi e Andrea Lando
cosa, sostanza e perfino un credo una setta ecc come “equivalente materno”. Lo stesso atavico, in-
cancrenito e invano contrastato fenomeno della corruzione, per la Ricerca eco-psicosociale è sot-
teso dalla traduzione della fame di mamma in sacra auri fames. Più comunemente nota è la Intervista a Michele Giacinto Bianchi sulla funzione pedagogica
dipendenza dei genitori dai figli che viene specialmente accentuata da condizioni di carente auto- della giustizia nel Nuovo Processo Penale Minorile.
nomia per acciacchi della vecchiaia espressa nel popolare detto: figli come bastone della propria vec-
chiaia ecc. In definitiva, ancora una volta si rileva che per il determinismo di fenomeni come quelli
affrontati nel predente su citato e in questo siano imputabili impropri metodi educativi (nell’acce-
zione propria del termine). Pertanto occorrerebbe, mirare a uno dei momenti più cruciali per la ma-
CRIMINOLOGIA DEL DEFICIT DI “CURE MATERNE”
turazione della personalità dei figli, cioè a quello in procinto della frequenza della scuola (24° parte) A tre anni dalla stesura della Costituzione Italiana, che è del 1947 e che abbiamo visto
dell’obbligo (v. sul sito www.pierluigilando.net: stiamo ancora rischiando di perdere l’ultimo treno “costruita” sul soggetto minorenne, e su una nozione speciale di “ambiente”, due criminologi ame-
per una tempestiva prevenzione), Quanto appena rilevato induce a ribadire che il più intimo dei rap- ricani di Harvard, Scheldon e Eleanor Glueck, pubblicano Unraveling juvenile delinquency (Com-
porti coniugali si potrà ritenere privato fino a che non sia prolifico, giacché per ogni nuovo futuro monwealth Fund, Cambridge 1950) uno studio pionieristico del 1949 nella ricerca sulla devianza
abitante di questo pianeta anche i metodi secondo cui viene educato potranno avere ricadute anche minorile tra i primi a sostenere scientificamente il peso causale dei fattori ambientali, la dimen-
molto negative su ciascun altro cittadino. A proposito della questione circa la su menzionata con- sione della coesione o della frammentarietà nelle relazioni interpersonali. Molti tra gli adolescenti
gruità di interventi da adottare per tanti casi problematici che attualmente appesantiscono gli or- devianti avevano infatti famiglie gravemente disturbate, il doppio rispetto ai non delinquenti. Fa-
gani giudiziari sino a ostacolare una soddisfacente amministrazione della giustizia, si rileva che un miglie dove l’applicazione di modalità di disciplina fisicamente punitive erano la regola, e dove que-
riconoscimento della natura di una considerevole parte di casi non di competenza giudiziaria gio- sto modo d’essere dell’ambiente sembrava predire futuri problemi comportamentali a chi toccava
verebbe pure per decongestionare il lavoro di detti organi giudiziari, avviando tanti carichi pen- in sorte di crescere in in esso. Gli autori individuarono poi altri elementi di rischio per la vulnera-
denti verso più appropriate competenze. Pier Luigi e Andrea Lando bilità all’antisocialità: una disciplina troppo rigida, intermittente, intimidatoria o eccessivamente
permissiva, una scarsa vigilanza genitoriale sul comportamento dei figli, il rifiuto o l’incapacità di
esprimere affetto con le conseguenti difficoltà nella formazione di solidi legami di attaccamento.
Negli ultimi vent’anni del secolo scorso la validità delle ipotesi dei Glueck sarebbe stata confermata
Sulla neurognatologia dinamica. Conversazioni con il dott. Fausto Sartori. in varie parti del mondo. Un genitore che rinforza, nel figlio di tre/cinque anni, negativamente le
risposte avversive a stimoli avversivi forniti da membri della famiglia, provocherebbero un incre-

CHE COSA È LA NEUROGNATOLOGIA? mento del rischio di sviluppo di disturbi della condotta. Un genitore attiva la richiesta intrusiva al
bambino e il bambino risponde con un comportamento avversivo (scoppi di rabbia, urla ecc.). Il ge-
nitore cede e blocca la richiesta intrusiva? Termina con una certa probabilità il comportamento op-
positivo del bambino. La probabilità contingente di rinforzo dei parenti per il comportamento
(Prima parte) Abbiamo definito la neurognatologia dinamica come quella scienza che antisociale sarebbe allora il fattore di rischio più consistente nell’ambito delle esperienze di vita.
deve produrre ipotesi sulla realtà clinica di dati fenomenici di alleggerimento non sem- Cosa può aggiungere professore?
plicemente reattivo del peso corporeo. Abbiamo anche detto che si tratta di una scienza M. Bianchi: Nel 1944, Nell“International Journal of Psychonalysis” prima, poi nel 1946 come mo-
del conflitto soggettivo – aggiungerò ora: una posturologia strutturata come una stra- nografia per Baillière Tindall & Cox di Londra, e ancora nel 1946 in “The Journal of Abnormal and
Social Psychology” esce Quarantaquattro giovani ladri: i loro caratteri e la loro esperienza in fa-
nissima forma anti-intuitiva di desiderio, una melanconia alla rovescia che si rifiuta al miglia. Ricorda l’autore:
ritorno proprio perché ha nostalgia di lasciar tutto e mettersi per così dire al più presto «Il mio interesse per gli effetti di differenti forme di esperienze familiari sullo sviluppo del bam-
in cammino - che si disgiunge dalla visione dell’apparato stomatognatico inteso quale bino sorse nel 1929, quando lavorai per sei mesi in quella che oggi potrebbe essere definita una
organo devoluto in primis alla funzione masticatoria. C’è dunque uno slittamento di po- scuola per bambini disadattati. Dieci anni più tardi, completato il mio training psichiatrico e psi-
coanalitico e dopo aver lavorato per tre anni presso la London Child Guidance Clinic, esposi alcune
sizione, un decentramento che ci sbilancia sul versante neurosensoriale finalizzato al mie osservazioni in un saggio intitolato The influence of Early Environment on the Development of
montaggio dell’ipotesi “spazio” e, come tale, al controllo degli ingressi alimentari non- Neurosis and Neurotic Character (1940); stavo inoltre raccogliendo materiale per una monografia
ché al rapporto corporeo con l’ambiente fisico-relazionale circostante, all’allineamento Forty-Four Juvenile Thieves. Dopo la guerra, per molte ragioni, scelti come campo di studio spe-
in funzione antigravitaria per il guadagno di un nuovo spazio. La bocca si evolve con cifico il trasferimento di un bambino dall’ambiente familiare a un asilo residenziale o ad un ospe-
la doppia serie di eruzioni dentarie dove può essere descritta una funzione spaziale di dale, e non più il vasto campo dell’interazione genitore-figlio» (J. Bowlby, Costruzione e rottura
dei legami affettivi, Cortina, Milano 1982, p. VIII).
terzo livello che viene ad assumere l’apparato stomatognatico. Tale apparato costitui- Nell’anno in cui i Glueck si inoltrano nella loro ricerca che sfocierà nelle delucidazioni intorno alla
sce un vero e proprio sesto senso volto a controllare l’allineamento posturale col tronco delinquenza giovanile la rivista “The Magistrate” pubblica uno studio bowlbiano sulla relazione
della piattaforma mobile. Cosa puoi aggiungere, Fausto? tra l’approccio terapeutico e l’approccio legale alla delinquenza giovanile: The relation between
F. Sartori: Nel mio studio del 1992 Filogenesi ed ontogenesi della funzione stomato- the therapeutic approach and the legal approach to juvenile delinquency. Siamo dunque nel 1949.
In ottobre una conferenza al Royal Institution di London, pubblicata poi dal National Association
gnatica definivo in chiave neurosensoriale l’apparato stomatognatico quale sincroniz- for Mental Health, porta questo titolo: Why Delinquency? The Case for Operational Research.
zatore della statocinematica dell’asse testa-tronco: un sistema sensibilissimo per il L’anno seguente, nel 1950 nel “British Medical Journal” esce Research into the origins of delinquent
controllo dell’allineamento posturale. È interessante oggi tornare alla mia “premessa behaviour, e finalmente nel 1951 il libro dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Maternal care
epistemologica”, e magari provare a farla reagire con in tuoi studi di quegli anni sulla and mental health. Il padre della Teoria dell’Attaccamento nasce criminologo, e non a caso. Quando
posizione melanconica del soggetto, e con le suggestioni che ho appena ascoltate. Mi la sua teoria avrà piena maturazione, negli anni Sessanta, l’ipotesi della carenza del “calore” – ov-
vero della “cura” - tra genitore e bambino come fattore protettivo avrà ampia validazione empirica,
limiterò però ad inoltrarmi nel campo neurognatologico cercando di evitare, almeno per ma rimarrà in piedi, sempre, la difficoltà di misurare quel fattore. Il “calore materno” (la coerenza
il momento, la diretta caratterizzazione “dinamica” che comunque abbiamo deciso di delle relazioni familiari) si sarebbe nondimeno rivelato un costrutto importante per gli esiti a lungo
dare a questa scienza. Non potrò comunque evitare di portare il ragionamento su que- termine e per la valenza protettiva d’esperienze psicosociali avverse. È stato evidenziato come esso
sto piano, che è presente fin dall’inizio nella mia impostazione e che tu hai ricono- costituisca il fattore più potente di mediazione affinché le iniziative genitoriali ottengano i migliori
risultati nell’insegnamento e nell’educazione dei valori. Quest’ultimo aspetto è stato oggetto di in-
sciuto attraverso una chiave interpretativa psicoanalitica ed estetica. Da tempo viene teressanti indagini dei ricercatori più coinvolti nella valutazione dei fattori sociali e interpersonali,
comunemente accettato che l’organismo dei viventi sia strutturato secondo una coe- i quali hanno misurato la dimensione del “teaching behaviour”, che amplia il significato puramente
renza meccanica globale. Anche il rapporto tra soma e funzione viene da tempo assunto affettivo dello scambio genitore-bambino, includendo il fornire opportunità per l’acquisizione di abi-
per scontato. Quello che non è stato indagato a fondo, è il legame che unisce questi due lità sociali e il coinvolgimento del genitore nell’intera vita sociorelazionale del bambino. Diversi
concetti, e che l’analisi biomeccanica rapportata alle strutture non abbia condotto ad studi hanno confermato che l’insegnamento proattivo di abilità sociali da parte dei genitori nella
prima infanzia si rivela fattore protettivo (nel senso che predirebbe un livello più basso di problemi
una ricerca sull’adattamento funzionale delle stesse. Forse ciò potrebbe essere dovuto comportamentali nella seconda infanzia e nell’ingresso in adolescenza). Cosa comporta tutto que-
al fatto che ammettendo scelte funzionali individuali ed evolutive ci si troverebbe in- sto per il campo del diritto in generale, e del diritto minorile in particolare?
canalati in una logica volta a considerare come inadeguate le stereotipate formule dia- Michelangelo Abbate Trovato
gnostico-terapeutiche sinora utilizzate. È, infatti, molto più rassicurante il rifugiarsi
nelle certezze di illustri predecessori, che mettersi a pensare e trovarsi in possesso di
risposte solo parziali. In tal senso, lo scienziato di prestigio è volte più necessario per
il benessere psicologico della collettività scientifica che non per la scienza in sé, as-
AVVISO VETRINA LIBRARIA
surgendo così alla funzione di mito, in quanto portatore di tranquillizzanti certezze,
che mettono al riparo dalla inquietante complessità dei problemi reali. È un bisogno UTILE
umano profondo quello di dare risposta agli interrogativi più angosciosi; la stessa
scienza non fa altro che sostituirsi in questa funzione ai miti magici del passato. Però Vuoi che il tuo
quando una sistematizzazione delle risposte entra in collisione come l’evidenza feno- messaggio
menologica, non adempie più alle sue finalità e viene inevitabilmente so- culturale o
stituita, dopo strenui tentativi dei suoi devoti di difenderla e commerciale
reinterpretarla. Il castello della gnatologia classica stava in quegli anni venga letto
Novanta scricchiolando sotto il peso dei quesiti posti dalle cosiddette
sindromi algico-disfunzionali delle articolazioni temporomandibolari da oltre 130.000
(SADATM). Tali sindromi costituiscono il terreno su cui convergono, persone?
sovrapponendosi, sintomatologie e competenze cliniche eterogenee, con
frequente scacco delle terapie basate su di una visione settoriale, o peggio Chiama il cell.
su di una violenza imposta alla realtà biologica per adattarla ai principi del terapeuta. Esaurita la prima edizione di questi libri. È in corso di stampa
Michele G. Bianchi la seconda edizione Per prenotazioni rivolgersi al cell. 347.0333846
N. 5 - MAGGIO 2019 ARTI FIGURATIVE E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 9

AFFETTUOSIAUGURI, MANUEL IL GENIO ARTISTICO MOSTRA DI BENEFICENZA


Il 27 marzo 2019, il DI LIANA BOTTICELLI AL PALAZZO DELLA CANCELLERIA
Il giorno 6 si è aperta una importante mostra a Roma, a
Maestro Manuel beneficio delle Suore Comboniane che dirigono l’ospe-
Campus, pittore e dale di Karak in Giordania, sono un autentico segno di
testimonianza evangelica e di dialogo tra cristiani e mu-
scultore della "Non sulmani che lavorano fianco a fianco, le Suore Combo-
Violenza", ha com- niane servono la popolazione senza distinzione di etnia e
piuto i suoi primi di religione.
Il loro servizio è per la gente più povera e disagiata spe-
91 anni. Tanti, tan- cialmente, Gorani, e Beduini, che vivono nella zona del
tissimi auguri di Mar Morto, Curdi e Irakeni, Palestinesi, Egiziani, Paki-
stani, ecc… e per quanti sono privi dell’assistenza sani-
buon compleanno taria nazionale.
da tutti gli amici e Questa mostra è stata fatta anche in collaborazione con
un grande affettuoso abbraccio. l’Ospedale del Bambino Gesù di Roma e anche della
Terra Santa, un grande pittore (Mons. Amerigo Ciani)
(Francesca Ferrara) ha donato una infinità di opere, quattro sale con esposi-
zione delle sue opere, dalle sanguigne, agli acquarelli, ed
altro.
Alle ore 18 nella sala convegni (Sua Eminenza Card.
PREMIO “CENTO TORRI” “Composizione floreale”
Olio su tela
Pietro Parolin, Segretario di Stato Del Vaticano), ha
aperto una conferenza, mostrando, anche con filmini il
Il 31 marzo 2019, presso la Sala dei Savi di Palazzo dei Capitani Per infomazioni: fabbisogno degli ospedali, che c’è in quelle
ad Ascoli, c’è stata la proclamazione dei vincitori della 27° Edi- Tel. 06.66200020 - Cell. 339.4934678 Nazioni.
zione del Premio “CENTO TORRI”, organizzato dalla Corale Po- La sala, colma, con moltissime persone
lifonica di Ascoli Piceno e Fermo. Sono state presentate dai vari anche in piedi, molte personalità anche
alunni di questi paesi, 120 poesie, fra queste ha vinto il 3° Premio del Vaticano, poi il pubblico si è tra-
la poesia composta da Sofia Firmani che abita, da tre anni, nelle
casette dei terremotati di pretare con mamma Elvira e papà Sal-
vatore, frequenta la terza media della Scuola “Angelo Ruffini” a
MONET A TORINO: sferito nelle sale della mostra, acqui-
stando a pochissimo prezzo le preziose
Borgo di Arquata del Tronto e compirà 14 anni il 10 aprile 2019.
Ecco una pagina del suo diario e la poesia vincitrice numero tre.
LA MOSTRA MULTIMEDIALE opere, donate con amore da questo cele-
bre pittore. La mostra resterà aperta al pub-
Caro diario, ti volevo parlare della mia vecchia casetta. La chiamo Partirà dell’11 Maggio l’attesissima mostra dedicata a Monet dal blico fino al giorno 13/4/2019. Liana Botticelli
così perché non era molto grande ma, per me era un tesoro, una titolo: Claude Monet – The immersive experience. La mostra è
grande ricchezza, luogo di riparo e un rifugio per la mia mente ed una mostra multimediale che è ospitata la nella Citroniera di Po-
i miei problemi, A causa del terremoto non possiamo più vivere nente della Palazzina di Caccia di Stupinigi (Torino). L’esposi-
li e non si sa se mai potremo tornarci. Io ci soffro molto e spero
a tutti i costi che il comune e chi di dovere realizzerà il mio
sogno: quello che io e la mia famiglia potremmo continuare a fare
zione è un vero e proprio viaggio che fa immergere il visitatore
nell’opera di Monet, originalità, sensibilità e storia di una pittura
impressionista che ha la capacità di rimanere fissata indelebil-
ORIGINALI PITTO-SCULTURE
la vita di prima, una vita banale, ma felice. Intanto ti voglio far
leggere una poesia che ho scritto per lei.
C’è una macchia lontana,/ sbiadita e stanca, annebbiata dal nero/
mente nelle persone. A sostegno di un’esperienza artistica bellis-
sima e interattiva c’è la tecnologia, ossia un innovativo sistema
di proiezioni 3D mapping. È possibile fruire della mostra fino al
DI TULLIO DALLAPICCOLA
mese di settembre. Atanasia Fabbricatore
dei calcinacci e dalle rosse tegole/ cadute./ Se ne sta da sola li./ “Il campanile”
Attende invano la salvezza di/ qualcuno, ignorando la verità./
Continua a sperare, a sperare,/ a sperare, ma inutile!/ E’ disastrata
quella che/ prima/ era una dolce e allegra/ casetta, contenta di
poter/ tenere al calduccio/ una famiglia in inverno,/ o al freschetto
nella/ calda estate./ Si potrebbe chiamar/ vecchiaia, ma la causa/
L’ARTE RAFFINATA Studio d’Arte:
non è, purtroppo, quella…/ La nostra umil casa,/ soffre, come noi Via Due Laghi,
tutti,/ per colpa di un mostro,/ colui che il cuor/ di ognuno ha di-
strutto e/ spezzato./ La terra ha tremato! Sofia Firmani DI PIETRO SARANDREA 338042
Baselga di Pinè
Sulla neurognatologia dinamica. “Scalinata
Conversazioni con il dott. Fausto Sartori.
(TN)
S. Maria”
PER UNA ORTODONZIA COME SCIENZA Tel. 0461.557139
DI PROCESSO ANZICHÉ DI STATO Studio: Cell.
(Seconda parte) La premessa epistemologica al saggio sulla fun- Via Salvatore 339.1259386
zione stomatognatica terminava con l’indicazione al lettore che
la multidisciplinarietà dell’esposizione, lungi dalla volontà di Negretti, 50
abbandonare il campo della coerenza e della chiarezza razionale,
sarebbe necessaria proprio dar conto di una ortodonzia come
scienza di processo anziché di stato, per dare conto cioè di un di-
slocamento, perché ora si è costretti a spaziare per campi che
00062 - Bracciano
(Roma)
PORTRAITS:
apparentemente nulla hanno a che fare con l’ortodonzia. Ti ap-
poggiavi a due scienziati. Tel. 335 6162835
UNA MOSTRA DI A. KURAKINA
Un odontoiatra, M.M. Marmasse: «Durante tutta la mia vita ho In questo breve articolo vo-
sempre affermato che, a partire da un certo di conoscenze, si gliamo recensire la mostra della
progredisca nella propria confessione penetrando quella degli pittrice Anastasia Kurakina
altri». E-mail: pietrosarandrea@gmail.com (nella foto), intitolata “Por-
E un fisico, N. Bohr: «Benché una necessità puramente pratica traits” presso la galleria d’arte
costringa la maggior parte degli scienziati a concentrare i loro “Mizar” (Piazza di Spagna,
sforzi in particolari campi della ricerca, la scienza, in confor- Roma) inaugurata lunedì 18
mità col suo scopo che è quello di accrescere la conoscenza
umana, è essenzialmente una unità. Sebbene i periodi in cui la COMUNICATO STAMPA marzo scorso. La mostra si è
conclusa il trenta marzo. L’arti-
scienza avanza nell’esplorazione di nuovi campi dell’esperienza sta russa (classe 1987) ha realiz-
rivelino spesso anche una temporanea rinuncia alla compren- Conferenza dell'artista Pietro Sarandrea sul tema “Il bello zato opere esposte in tutto il
sione della situazione, in ogni momento la storia della scienza ci e l'arte”' presso la BIBLIOTHÈ GALLERY Via Celsa mondo, che sono presenti in
insegna come l’estensione della nostra conoscenza conduca al ri- 4/5, Roma - venerdì 24 maggio 2019 ore 19,30. Info: molte collezioni. Qui, però, vo-
conoscimento di relazioni fra gruppi di fenomeni tra i quali non 06/6781427 gliamo concentrare la nostra at-
si ammetteva in precedenza alcun rapporto; la loro sintesi ri- ''Da Platone all’astrattismo contemporaneo. L’artista Pietro tenzione solo sugli acquerelli su
chiede una nuova revisione dei presupposti… Questo ci dimo- Sarandrea ci guiderà ad un’analisi dell’arte che ha influen- carta esposti alla Galleria Mizar.
stra non solo l’unità di tutte le scienze che mirano alla zato il suo cammino. Filosofia, geometria e meditazione sa- Guardando le sue opere subito
descrizione del mondo esterno, ma soprattutto l’inseparabilità ranno il tema dell’incontro. emerge un felice contrasto tra la carnalità delle donne ritratte dalla
dell’analisi epistemologica dall’analisi psicologica». Kurakina e la leggerezza ed impalpabilità dell’acquerello. Questo
F. Sartori: Quando si comincia ad indagare sulle caratteristiche
Seguirà cena vegana. Omaggio artistico. dissidio, che l’artista con maestria rende percepibile, spoglia que-
ste figure femminili della loro ‘carica erotica’ mostrandocele in
motorie del paziente, ci si rende conto che non si può definire la una nudità che solo in un primo momento può sembrare voler se-
funzione pensando di poterla conoscere per intero, e quindi una durre lo spettatore. Non un corpo nudo, quindi; bensì un ‘nudo
volta per tutte. È in pratica un problema di amplificazione dei dettagli: man mano che si dispone di strumenti sempre più precisi corpo’ che si mostra nella sua fragilità e che si espone alla rap-
che consentono di spingere le indagini fin nelle più recondite minuzie, constatiamo che ogni apparato si dirama in una serie di rap- presentazione senza perdere con ciò il suo pudore.
porti funzionali con altri, con individuazione di un nuovo insieme di problemi patologici: quello derivante da carenze di sinergia L’acquerello rende bene al tatto e non solo alla vista questa carne
funzionale. E l’incontro con questa famiglia di sotto problemi, genera al momento più interrogativi che risposte. Ciò potrebbe tremula quasi trasfigurata da una luce acquorea. Da queste poz-
forse ingenerare un certo disorientamento, dovuto allo sgretolamento delle lineari nozioni della tradizione fisiologico-odontoia- zanghere fatte di acqua sporca emerge senza venire del tutto a
trica, mentre modelli sostitutivi, altrettanto semplici e collaudati nel tempo, non sembrano reperibili, e non lo saranno probabil- rappresentazione una stanchezza ed una svogliatezza così malin-
mente neanche in futuro. In più, tutte le indagini spinte profondità richiedono l’intervento manipolatorio dello sperimentatore, coniche, quelle che restano al corpo dopo l’atto dell’aver consu-
onde filtrarne gli artefatti, i rumori e le prove spurie, per cui sono ben lungi dal fornire dati oggettivati, ed inoltre inevitabili pic- mato l’amore. Sono carni umide, ancora irrorate dagli umori del
coli errori di misurazione non sempre conducono proporzionali errori di previsione. sesso – fiori sgualciti che sono tutto quello che resta dopo l’am-
Cionondimeno non è più possibile rimanere ancorati a tranquillizzanti schemi nozionistici e statici nello studio di problemi bio- plesso. Eppure l’artista sente il bisogno di collocare all’interno
logici, poiché questi non si piegano alle esigenze dell’esaminatore… bisognerebbe oggidì imparare a convivere serenamente con dello spazio della galleria uno dei suoi nudi di donna nel luogo
l’insicurezza. E non si può pensare di adottare i nuovi concetti per intrappolarli in una ragnatela di regole assolute e di valori ideali: che nelle case russe si chiama l’angoletto bello, ovvero il luogo
l’equilibrio biologico è dinamico ed individuale, e costituisce un complesso sistema ad interazione globale, in cui ogni settore in- dove viene appesa la sacra icona, con ciò ripetendo, non sappiamo
teragisce con gli altri e viceversa. quanto consapevolmente, il gesto di Malevic, il quale proprio lì
L’evoluzione gnatologica conduce a constatare l’impossibilità di poter operare un corretto piano di trattamento riabilitativo pre- collocò il suo Quadrato nero su fondo bianco, opera che lui stesso
scindendo dall’analisi delle componenti funzionali che legano dinamicamente la sfera stomatognatica al resto dell’organismo, e aveva definito l’icona del nostro tempo. Se così stanno le cose, al-
quindi come in tale contesto sia insidioso l’utilizzo dell’abituale rapporto mandibolo-cranico del paziente, in quanto dettato da lora questi corpi sgualciti e così persi nelle fantasie dell’amore
un’occlusione assunta per patologica. Da cui l’interrogativo si sta incentrando sul significato fisiologico e fisiopatologico di tale sembrano (forse) aprirsi a qualcosa d’altro che per pudore non
rapporto. Michele G. Bianchi vogliamo qui nominare. Stefano Valente
L’ATTUALITÀ, pag. 10 CINEMA, MODA E VARIE N. 5 - MAGGIO 2019

MUHAMMAD ALÌ AL TEATRO MODA E… NON SOLO LE PARANOIE DI CRISTICCHI


DE SIMONE DI BENEVENTO (a cura di Lucilla Petrelli)
Lucille, style coach!
(In tournee nei teatri italiani)
Per la rassegna “Città Spettacolo “Manuale di volo per
Teatro”, organizzata dal direttore uomo”, il nuovo
artistico Renato Giordano, al MEN’S FASHION spettacolo di Simone
Teatro De Simone di Benevento, Lo stile secondo lui! Questa volta, uno sguardo sull’eleganza Cristicchi (nella
il 31 marzo 2019, è andato in maschile. Linea sportiva o raffinata, informale o classica, foto) andato in scena
scena lo spettacolo interpretato tanti stili per l’uomo che da sempre vuole quella libertà di in- dal 9 al 20 aprile al
da Francesco Di Leva (nella terpretare la moda come più desidera. Si parte da quattro must teatro Sala Umberto
di Roma. Simone
foto), “Muhammad Alì”, per la importanti che sono la base dell’eleganza maschile. Un clas- Cristicchi continua a
regia di Pino Carbone. La ker- sico che si rinnova è il Denim con giacca. Jeans in denim con stupire il pubblico
messe ha rievocato la leggenda- giacche abbinate a monopetto di stagione in varie tonalità, dal teatrale con una
ria figura del celebre pugile classico principe di Galles doppiopetto agli spezzati con ca- nuova Invenzione
statunitense (Louisville, 1942 – micie fantasie abbinati agli accessori in pelle bicolore. I jeans drammaturgica: una
Scottsdale, 2016), considerato il in denim stretch arrotolati indossati con gli stivaletti dalla surreale favola me-
migliore di tutti i tempi, che di- punta squadrata, un po’ alla cowboy. L’outfit casual ma ricer- tropolitana ricca di
ceva: “Cassius Clay è un nome cato per eccellenza è il soprabito khaki, t-shirt, blue jeans e emozioni e poesia.
da schiavo. Io non l’ho scelto e sneakers. L’Abito colorato. Il tradizionale completo giacca e Cos’è che ci impedi-
non lo voglio. Io sono Muham- sce di spiccare il volo? Che senso ha la sofferenza? Cosa vuol dire la
mad Ali, un nome libero. Vuol
pantalone per la primavera in multicolor. Le tinte dalle nuance parola “amore”? Nello spettacolo “Manuale di Volo per Uomo”, Cri-
dire amato da Dio. Voglio che la pastello dell’azzurro e del corallo, fino alle tonalità accese, sticchi interpreta Raffaello, un quarantenne rimasto bambino, che
gente lo usi quando mi parla e come il verde smeraldo e il blu elettrico. Giacche a doppio- possiede dei poteri speciali: la sua mente fotografica è dotata di una
parla di me”. In scena è stato rin- petto o a due bottoni, da indossare su una camicia alla coreana lente di ingrandimento che mette a fuoco i particolari, cose apparen-
corso, il suo personaggio, la sua o su una t-shirt dai toni neutri. Lo stile Cargo Mania. Molto temente insignificanti che nascondono un’infinita bellezza. Nel rac-
importanza, le sue parole irrive- di tendenza e già visto in passerella da Prada, Mc Queen e conto poetico e surreale del suo microcosmo, Raffaello descrive
renti, veloci, in rima, pesanti, Vuitton, lo stile più casual, ideale per il weekend e il tempo vicende minime ed universali, mettendo in scena davanti ad una
libero. Giacca maxi con tante tasche, un paio di jeans dalla madre ritrovata, il suo drammatico percorso di vita, sublimandolo at-
leggere, fondamentali. E’stata rincorsa la sua vita, il suo carisma, traverso la poesia, la tenerezza e l’arte . In una sorta di catarsi emo-
la sua sicurezza, con la quale affermava: “Se la mia mente può gamba ampia con sneakers in tinta. Lo stile Look Dandy. Di tiva, si lascerà alle spalle le pesanti zavorre del passato, e
concepirlo e il mio cuore può crederlo, allora io posso com- gran moda lo stile anni ’60 il “Look Dandy”, quella patina comprenderà di aver costruito il suo personale “Manuale di Volo”.
pierlo”. E poi ancora: “Impossibile è solo una parola pronunciata rètro nell’armadio maschile ma anche femminile. Blazer dop- Forse “volare” significa non sentirsi soli, avere il coraggio di buttarsi
da piccoli uomini che trovano più facile vivere nel mondo che gli piopetto con bottoni dorati, scarpe Oxford in pelle invecchiate, dentro la vita, mantenendo intatta la purezza del bambino dentro di
è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo. ma anche pantaloni in colori neutri come il bianco e il beige noi. E soprattutto non lasciarsi sfuggire la bellezza del mondo che ci
Impossibile non è un dato di fatto, è un’opinione. Impossibile non e maxi camicie in lino. Accessori classici come cinture in- circonda, perché “niente è più grande delle piccole cose!” Cantau-
è una regola, è una sfida. Impossibile non è uguale per tutti. Im- trecciate e fazzolettini da taschino. Tessuto tecnico per le tore, attore teatrale e scrittore, ma la musica a Cristicchi non entra
possibile non è per sempre”. È stato immaginato di scomporre il felpe, giacche impermeabili, colori vivaci e le immancabili nella sua vita da giovanissimo, infatti prima di diventare cantante
suo corpo, pezzo per pezzo, con la stessa attenzione che richiede sneakers in pelle. Con la nuova stagione si apre una rinnovata presta servizio prima come obiettore di coscienza e poi da volonta-
l’osservazione dell’avversario prima di un incontro. Con lo stesso voglia di semplicità. Le idee da rubare sono tante, come il rio in un centro d’igiene mentale. Esperienza, questa che lo colpirà e
interesse che merita il vincitore dopo un incontro, accostando ad foulard, tornato prepotentemente di moda come accessorio lo porterà ad approfondire i temi della malattia mentale e dei mani-
ogni pezzo del suo corpo un aspetto della sua personalità. Ad ogni comi. Dopo qualche delusione come quella di essere
simbolo dell’eleganza maschile. Il piccolo drappo in seta si stato scartato al Festival di Sanremo e successiva-
pezzo del suo corpo una sfida. Memorabile questa sua dichiara- porta legato con nonchalance, abbinato a capi classici ma
zione: “Sono il re del mondo, sono carino, sono cattivo. Ho mente bocciato nel 2003 da Tony Renis, direttore
anche su camicie morbide dall’effetto oversize, a bandana o a artistico di quella edizione, Cristicchi ci riprova
scosso il mondo, ho scosso il mondo, ho scosso il mondo”. losanga stampato a motivo logo o a tinta unita. Un tocco vin- dopo tre anni conquistando il secondo posto nella
Vincenzo Maio (cell. 347-3173288) tage ma capace di esaltare anche il più semplice abbiglia- categoria Giovani con il brano “Che bella gente”
mento. Indimenticabile il foulard al collo di Cary Grant nel e l’anno dopo vince la 57° edizione nella catego-
film “Caccia al Ladro”, mai come in questo caso, la moda, ria Campioni con il brano “Ti regalerò una rosa”.
BULGARI, LO STILE ha sempre un ritorno felice! Dopo la vittoria dell’Ariston il cantautore romano si
sperimenta con nuovi ruoli, come quello di scrittore e
conduttore radiofonico, allontanandosi per un po’ dalla musica e de-
DEL GIOIELLO ITALIANO NEWS NEWS
Fashion News. Borse. Novità in casa Issay Miyake con la
nuova linea di borse “Bao Bao”, dalla trama tridimensionale
dicarsi maggiormente al teatro e cinema. Mary Mazza

Roma 1884. Sotirios Boulgaris, greco e figlio di argentieri ap- con linee fitte e incrociate ad effetto in 3D. I modelli sono in Sulla neurognatologia dinamica.
proda a Roma e in Via Sistina apre il suo negozio di argenteria. varie combinazioni di colori. Novità per chi viaggia, con i Conversazioni con il dott. Fausto Sartori.
L’insegna “S.Bulgari” nel 1932, quando i figli Costantino e Gior- nuovi trolley di Mandarina Duck in collaborazione con “The
gio ristrutturarono il negozio, verrà italianizzata, sostituendo la
U con la V dell’epigrafia romana. Parigi è meta di ogni idea crea- Blondew Salad”, la piattaforma on line fondata da Chiara
Ferragni. Scocca trasparente personalizzata con gli adesivi
ILPERTURBAMENTO DELL’ALTRO ÈANCHE QUESTA
tiva e il figlio Giorgio propone creazioni che richiamano lo stile
del momento quello a “Ghirlanda” con diamanti, perle e decora-
zioni floreali. A seguire negli anni, i gioielli saranno colorati e
di Los Angeles, Londra, Milano, New York e Parigi. Bijoux
come tatuaggio. I nuovi bijoux di “Maje”, il marchio fran- DOMANDA: PERCHÉFACCIAMO ORTODONZIA?
geometrici ispirati all’Art Decò, tenendosi al passo con tendenze cese che interpreta i tatuaggi dei marinai degli anni ’50, i (Terza parte) La tesi della neurognatologia dinamica – in questo se-
della moda parigina. In questo periodo Bulgari cominciò ad uti- nuovi medaglioni sentimentali della collezione di 9 esemplari. guiamo Marmasse e Bohr - comporta la considerazione del pertur-
lizzare pietre preziose a taglio cabochon di grandi dimensioni e Orologi. Il nuovo orologio di tendenza si chiama “Big Bang bamento dell’altro, come un’esperienza soggettiva non
colorate, sganciandosi dai canoni francesi proponendo colliers in One Clock Mark Ferrero” di Hublot creato in collabora- semplicemente registrabile da un protocollo, quindi, paradossal-
diamanti con pietre grandi di vario taglio dalle linee morbide e zione con il pittore Marc Ferrero. Il modello è un tributo alla mente, non relativistica (perché qualcosa sia relativo ad altro occorre
chiusure bellissime. Dopo la guerra negli anni ‘40 propone una donna, solo 50 pezzi in rosso e turchese con la lunetta deco- un punto di vista terzo che registi questo rapporto, cosa che nella neu-
maglia tubolare e flessibile senza saldature, il Tubogas un vero e rata da 42 gemme, cinturino in pelle coccodrillato. rognatologia dinamica è tendenzialmente sospeso). Scrivevamo al-
proprio marchio di fabbrica, utilizzato negli anni Quaranta e ri- tresì, su queste pagine (numero di aprile) che lo spazio antropico è
preso negli anni ’80. Negli anni ’50 e ’60 Bulgari prende sempre ANNIVERSARY BULGARI una costruzione non semplicemente ipotetica che apprendiamo a rea-
di più le distanze dall’influenza francese, comincia ad avere uno B.Zero 1 è ancora la creazione Bulgari più amata al mondo. lizzare a partire dalle afferenze sensoriali. Si tratta di costruzioni spa-
stile unico e particolare. Alle forme spigolose e aguzze e tagli di Un pezzo che unisce il mondo dell’arte, della gioielleria e ziali basate su accertamenti individuali, psicologico-neurosensoriali,
pietre asimmetriche, l’italiano Bulgari usa uno stile semplice,li- che non possono che apparire non invarianti da un punto di vista
quindi della moda. Un anello dal design dal fascino univer- esterno. Spazio e tempo non sono neutrali ed assoluti, posti fuori dal-
neare, arrotondato, superfici lisce e contorni levigati, i volumi sale, un vero vezzo della donna contemporanea. Nasce nel ’99
vengono sottolineati da pietre a cabochon colorati messi in risalto l’uomo (sempre nel senso dell’osservatore ideale esterno), ma loops
e festeggia 20 anni dal suo debutto. E’ la creazione di Bulgari neuronali di sintesi tra svariati canali recettoriali afferenti con, in più,
da diamanti e castoni rotondi e smussati. Si definisce lo “stile Bul- più amata nel mondo. La forma dell’anello è una fascia cen- il perturbamento dell’emotività, contingenza e valenze simboliche.
gari”, inconfondibile in tutto il mondo,anelli,collane d’ispirazione trale con movimento a spirale e che Bulgari introdusse in gio- F. Sartori: Indagando sulle dinamiche craniomandibolari, le espe-
indiana con gemme dai colori contrastanti e dalla rifinitura del ielleria già negli anni ’40. Per celebrare l’evento la Maison rienze cliniche e strumentali hanno evidenziato (in pieno accordo con
rovescio del gioiello a lamina traforata. L’influenza della mostra propone una nuova edizione, caratterizzata da una spirale in i dettami della fisica moderna) che ogni dinamica complessa e/o non
allestita al British Museum di 55 oggetti provenienti dai tesori di oro bianco a cinque bande, interamente incastonata con uno lineare (le dinamiche biologiche possiedono entrambe queste carat-
Tutankhamon nel 1972 influenzò la produzione con colori forti e teristiche) presenta sue proprie caratteristiche di individualità ed ir-
contrastanti, vengono utilizzati materiali come l’onice nera, il co- scintillante pavè di diamanti. L‘anello dell’anniversario è di-
sponibile in oro giallo e oro bianco come la versione originale ripetibilità, ancorché in affinità con altre sviluppate dallo stesso
rallo, turchesi e ametiste. Negli anni ’70 e ’80 Bulgari realizza sistema in circostanze analoghe. Per cui non si può più parlare di rest
gioielli con grandi catene a gourmette in oro giallo incastonando del ’99 e per la prima volta in oro rosa. Tutti e quattro i mo-
delli presentano l’incisione “XX Anniversary” sulla parte in- position e di traiettoria come ad un qualcosa di predeterminato e de-
monete antiche d’epoca, gioielli floreali geometrici con diamanti terminabile in modo assoluto essendo le traiettorie iterative simili,
incolore e colorati con montature invisibili en tremblant che oscil- terna. Veri oggetti da collezione. non uguali tra loro. Quando si comincia ad indagare sulle caratteri-
lano con il movimento del corpo, inventando una serie di solu- stiche motorie del paziente, ci si rende conto che non si può definire
zioni moderne tipo montare pietre preziose semplicemente a BEAUTY la funzione pensando di poterla conoscere per intero, e quindi una
cordoni di seta di vari colori cosi per poterli abbinare a qualsiasi News, 5 prodotti irrinunciabili. Nuovo rossetto Rouge G di volta per tutte: l’equilibrio biologico è dinamico ed individuale, e co-
abbigliamento. La fa da padrone la collezione “Parentesi”, un mo- Guerlain nella tonalità oro-bronzo n. 93 con il porta rossetto stituisce un complesso sistema ad interazione globale, in cui ogni set-
dulo, una “parentesi” che si ripete in serie formando varie com- in pelle martellata metallizzata, un gioiellino! Riflessi dorati tore interagisce con gli altri e viceversa. Deriva da ciò che anche la
binazioni e assemblata tramite un meccanismo ad intreccio, per il Blush di Dior “Midnight Wish Rouge” , una polvere morfologia, lungi dal corrispondere alla statica ricerca di formule
gioielli che si adattano semplicemente aggiungendo o sottraendo compatta dai riflessi dorati anche per il dècolletè. Tocco ma- strutturali, dovrebbe dare un’immagine di plasticità funzionale che
una combinazione di forme semplici ma di grande effetto. Gli gico con la penna “Touche Eclat Gold Attraction” di Yves conduce le forme a concatenarsi in equilibrio tra loro nel corso del
anni ‘90 oro giallo, volumi, colori audaci, linee pulite,decori sti- Saint Laurent, una texture per illuminare zigomi e arcata so- tempo. Invece, la media statistica di particolari misure morfologiche
lizzati e pietre preziose sono accostate ad altre di minor pregio. La pracciliare. Infine un inno alla rosa, una fragranza pereziosa di una popolazione, non solo non vale per le altre popolazioni, ma
collezione Naturalia si presenta con forme stilizzate di pesci o “Rose d’Arabie” della collezione Armani Privè, un flacone non può in nessun modo fornire un valido indice funzionale del sin-
conchiglie mentre la collezione Chandra è in porcellana bianca nero impreziosito da una patina di oro anticata. Un profumo golo individuo, ancorché afferente al gruppo di ancorché apparte-
modellata in forme sferiche e arrotondate impreziosite da motivi nente al gruppo di riferimento. Qual è per esempio l’altezza ideale?
fantastico! E quale senso avrebbe? Alcune postazioni ortodontiche fanno venire
in rilievo. Per gli anni a seguire, la maison ha creato innumerevoli
collezioni con vivacissime armonie e variazioni cromatiche. Oggi in mente il letto di Procuste, sul quale i malcapitati che vi venivano
stesi, venivano allungati se risultavano più corti dello stesso, e segati
le creazioni sono bidimensionali, flessibili e traforati, quasi un
tessuto prezioso alla ricerca del gusto contemporaneo pur re-
stando fedele ai materiali e alle tecniche della sua tradizione. Bul-
URGE TAGLIARE LE RADICI nel caso opposto. La sessualità esiste, invece, proprio per evitare la
norma in biologia. Si può certo dire che qualunque popolazione di
gari è lo stile del gioiello italiano sinonimo di creatività,
imprenditorialità e passione. Maurizio Guerra
DELLA CORRUZIONE qualunque epoca abbia estrinsecato degli ideali di bellezza, per cui
l’impatto coercitore delle forme può rispondere ad esigenze di inte-
grazione sociale. Solo che però sinora le procedure orientate in tal
Il nostro sistema elettorale è un guazzabuglio che incoraggia il senso rientravano tra i riti iniziatori di appartenenza ad un gruppo, sia
voto di scambio e brogli di vario genere. E’ fonte di corruzione etnico che socio-culturale. Talvolta assistiamo ora invece alla pretesa
generalizzata. L’unico rimedio potrebbe consistere nell’introdu- di spersonalizzanti ideali estetici universali, basati su scarni rilievi
zione nell’ordinamento giuridico del “modello ateniese” del- metri, in attendibili sul piano della comunicativa sociale non verbale
l’epoca di Pericle, opportunamente adattato ai tempi moderni. ed esportati a soppiantare i valori autoctoni delle più disparate co-
munità. La media dei dati rilevati in seno ad una comunità egemone
L’attribuzione dei seggi parlamentari e locali di una nazione egemone sotto il profilo socio-economico-militare
mediante sorteggio taglierebbe le radici della corruzione e del verrebbe in tal caso propugnata quale direttiva morfofunzionale in-
vile mercato delle poltrone. Attuerebbe il principio delle Pari Op- dividuale a livello mondiale! Potrebbe forse derivare dall’inconscia
percezione dei limiti di questa impostazione il fatto che molti ripon-
portunità tra Agiati e Disagiati. In ciò consiste la Democrazia au- gono un’ossessiva cura nell’esecuzione di marginali dettagli esecu-
tentica. Non può esistere la Democrazia senza Pari Opportunità tivi, cercando in tal modo di mettere in ombra una domanda
tra i cittadini. C.G.S.S. angosciosa: Perché facciamo ortodonzia? Michele G. Bianchi
N. 5 - MAGGIO 2019 POESIA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 11

stezze della vita,/ ripenso ar il coraggio di aprirla./ Inaspet-


L’ANGOLO DELLA POESIA
S U L L’ A R G I N E D E L F I U M E
sogno! Pensanno che quar- tatamente poi sei giunto tu/ e
cuno/ me vò bene,me dà tanta l’hai fatto per me./ Ti ringra-
pe venì da te,/ tutto er monno felicità! Liana Botticelli zio./ Ora, nel pomeriggio,/ in-
vò arivà, sulla luna, pe venitte sieme, appoggiati/ al verone,/
a trovà / alle notti buie, tu je il- RICORDI perdiamo il nostro sguardo/ nel Ramingo, pellegrino, giro il mondo senza meta. Il ponte è la mia
lumini er manto de’ stelle/ li Ricordi sbiaditi Ricordi mai fi- paesaggio di fiaba/ che ci esta- casa; l’arredo è il mio fardello. La luna è amica mia. Canticchio
semetti della terra cresceno in- niti,/ Ricordi di terre lontane,/ sia.../ Io non la richiuderò, sta una canzone... La fermo a mezza via. Poetico mi sento. I miei
sieme a te,/ quanno er conta- Tradizioni,/ Costumi, usanze/ certo,/ se non il giorno che tu te pensieri, li mando via col vento. Guardo la città... con tanta poe-
dino, li pianta a luna Che appaiono a noi così ne andrai./ E, per me, sarà di sia. Silenziosa dorme. Deserta è ogni via. La luce è fioca fioca.
crescente./ Le donne partori- strane,/ Deserti di sabbia,/ nuovo buio. Tutto tace... Risplende la mia ombra, tra le antiche mura. Mi af-
scheno quanno, te dai, er cam- Cammelli, Dromedari./ Un Maria Luisa Marcilli fascina Trilussa . La sua piazzetta assai remota, di tutti è vita e
bio/ tutto er monno dipenne da tutt‘uno con la terra e i mari,/ meta. Assorto, chiudo gli occhi. Mi sento anch’io poeta. Mi burla
te,/ chissà quante cose sai e fai, sconvolgono la mente all’ap- PIAZZALE AQUILEA la luna, non conto mai le ore. Abbraccio tutta
che noi nun sapemo,/ sei come parire,/ e se ne vanno/ all‘im- “a buon rendere” Un giova- Roma... la stringo forte al cuore. Assorto
l’universo, ogni scenziato te brunire! Francesca Pagano notto ben aitante fermò un verso il cielo, stò a sperar... Son certo, che
studia e scopre sempre quar- ricco “signore”: “ho fame, son una stella dal cielo poi cadrà. Oh stella d’ar-
cosa de novo e de bello / di- VORREI FERMARE barcollante, mi dia un aiuto, gento! Ti voglio esprimere il mio sentimento.
ONDE cenno che tutto dipenne da te/ IL TEMPO per favore!”/ Sono pur senza Ti prego! porta via questo fardello... Sono la-
Cavalli impetuosi le onde/ si che, sei la luce, e la regina der Vorrei fermare il tempo/ fer- una lira! senza una fissa di- crime rubate a questo e quello. Non voglio
lanciano sulla sabbia/ in cerca celo,/ che, illumina er monno. mare gli anni miei già stanchi mora!” L’altro frernè per l’ira, veder la gente, soffrire più. Disperdi nel
di prodezze/ avventure nasco- Liana Botticelli godere ogni momento/ che mi poi gli sbottò: “Lavora!”/ cielo, in una nuvola blu, una radiosa via
ste/ conducono ad altri lidi/ avanza del mio mondo. Vorrei “Esco or da San Vittore ... chè d’amore. Conduce nella nostra gioventù.
onde rincorse/ luccichii, mi- ER SOGNO D’AMORE scaldarmi al sole/ sorridere e scippai una borsetta ... La Spunta l’alba; mi addormento. Sveglia è la
raggi/ e criniere al vento / scal- C’è n segreto che rimane ballare/ adorare un fiore la- fame, per quest’errore, nessun città. Con i suoi fiori, mi sveglierà la luna.
pitii frenetici/ in spumeggianti drento ar core,/ quanno de sciarmi libero andare e persino mai mi darà retta ...”/ “Stando Se pur ramingo sono, riabbraccio tutta
incontri/ fate morgane/ nel notte dormi,/ tra li pensieri ,af- viziare. Vorrei passeggiare so- così le cose, t’aiuto“ disse ed Roma. Mi sento un gran signore. Elena Andreoli Grasso
cuor che declina/ col tramontar fiora intorno a te,/ un ber giar- litario nei boschi/ scrivere poe- un deca gli tese,/ lui ringraziò,
del sole/ narici che Nettun dino, coperto da li fiori,/ più sie/ per essere me stesso/ vorrei poi un saluto ed il suo cammin
fronteggia/ all’imperversar belli e granni, da lo sguardo/ riposare vorrei tanto amare/ riprese .../ Il ricco riflettè: “mi-
tempestoso di scirocco. che sto monno te po’ da./ Un amare ancor di più. Vorrei par- glior amico far non potea.”
Florinda Battiloro giovine bello come er sole,/ lare al cuore ogni giorno/ a tu Fece centro! Entrambi sono, 80 ANNI (26 MAGGIO 2019)
“un cherubino” co le violette in per tu ascoltare il mare/ la voce ove non dico, ove fu l’incontro,
LA LUNA mano/ Me viè in contro e me le del Signore,/ vorrei guardar le ma di dentro! Auguri! Buon Compleanno, Lino!
Le mille poesie decantate dai vo dona,/ er granne amore de stelle/ sognare il firmamento/ Gerardo Moscariello
poeti,/ hanno parlato de te, sei quello sguardo/ solo tu lo poi vorrei fermare il tempo/ cosi Ottanta anni vissuti con grinta
unica ar monno,/ Sei come er provà,/ er sangue me se me- semplicemente vorrei, ma non SEI TU e determinazione. Sei stato e
sole ma brilli de sera,/ Sotto un scola ner core,/ ma er trillo der si può. Vittorio Pesca C’era una bimba vestita di sei ancora un valente ed
manto de stelle illumini er telefono!- me fa sveja,/ tutto luna,/ c’era una bimba vestita esperto professionista del be-
celo/ Sei la luce dell’innamo- scompare, er profumo de li FORMATO LENZUOLO in cambrì./ / Che strana bimba nessere, un ginnasta pronto e
rati li guardi!/ Mentre avvorti, fiori!/ Le violette! Er cheru- Oh vecchio e caro formato len- monella, che eri!/ /nei miei ri- disponibile ad aiutare risolvere
se baciano sotto de te/ E tu, bino ch’era/ Avanti a me, sor- zuolo, vorremmo salutarti.../ cordi rimasta così./ C’era una i problemi dei tuoi allievi, che
estasiata godi co loro./ Sei tanto er sogno mè rimasto/ Tu ci sembravi come un gran bimba che tirava i sassi/ sfi- ti acioranci ascoltano e ti sti-
amata da tutto er monno/ li Drento ar core, e nu lo vogljo filosofo... sì, dell’antichità:/ dando a gara/ anche i maschi mano. Io, tua moglie Anto-
Scenziati hanno fatto miracoli più scorda./ Guardanno le tri- modesto e maestoso nella sem- gradassi./ C’è una signora ve- nietta, tuo figlio Ivan e sua
plicità./ Come ad ogni persona stita di seta/ coi tacchi a spillo/ moglie Carla, la tua amatis-
o cosa buona che ci farà rosa e i capelli all’insù./ E’ strano a sima nipotina Flaminia e tutta
un pochino la vita, or noi ti sa- dirlo ma quella signora,/ mia la tua cara famiglia, siamo ac-
ARGUZIE POETICHE lutiamo/ oh formato lenzuolo!/
Or noi ti salutiamo/ come ad
cara amica,/ sei proprio tu.
Grazia Maria Tordi
canto a te in questo momento
gioiso e augurale. Siamo tutti
sicuri che ancora per molti
ogni persona o cosa buona/ che
A GRAZIA DELEDDA a un certo punto ci viene a anni la nostra vita.
Naturalmente consapevole, in convergenza della sua vita parte- mancare. Adesso tu ci appari INDIFFERENZA Auguri, Auguri ti vogliamo un
cipante alle “cose” del mondo, con qualità poetica di linguaggio modernissimo,/ poeta d’oggidì. Sfido la tua ombra che m’inse- mondo. Un fortissimo abbrac-
metafisico referenziale, tra razza padrona e razza serva (la via del ../ sbarbato e con gli occhiali e gue vaga/ tra onde intenerite e cio pieno d’amore. La tua Antonietta!
male) è divenuta “fabula” nel paesaggio autobiografico caratte- sempre più dinamico./ Oh vec- stanche./ Lapislazzuli vuoti, Antonietta Del-Bue Prencipe
rizzato da tratti antropologici del Sardus Pater…metafora in pro- chio e caro formato lenzuolo,/ cristalli opachi,/ trasparenze
cesso linguistico della retorica tradizionale, con rapporto ti abbiamo detto: “Addio”... antiche./ Malattie interne mai Il Direttore Salvemini e i redattori di questo periodico for-
analogico, forza attiva di arricchimento espressivo, figurativo, Velio Cilano risolte,/ pianti inutili,/ indiffe- mulano i più affettuosi auguri.
stilistico, allegorico (Il vecchio della montagna,L’incendio nel- (Riferimento alla Rivista inter- renza di anime/ spezzate, tre-
l’uliveto, Il fanciullo nascosto) tra artisti scultori di Nuoro, Sas- nazionale Musica & Dischi) manti. Leda Panzone Natale
sari, Cagliari, mantenendo autonoma posizione (Il Paese del
vento). Legge esterna violenta e fatale, principio profondo intro- CRISTALLI INFRANTI IMMENSITÀ
iettato nell’isola tirrenica, distaccata dal modernismo-simboli-
smo, scavalcata da Scienza tecnologica. Caos risolvibile nel
Come cristalli infranti ci riflet-
tiamo/ dentro sprazzi di oriz-
Solo l’uno davanti all’immen-
sità di tanto mare./ Immemore
SONO 90!
regime di libertà (La danza della collana). Problema economico zonte/ nel tormentoso oceano di tempi ormai sconfitti/ calmo Ho tanta gioia nel cuore nel festeggiare il 90° compleanno in
di fondamentale importanza etica. Internazionalità industriale dell’esistenza ./ Nei frammenti nell’incedere del suo passo famiglia, parenti e amici con amore. Ringrazio Dio, Gesù e
priva di guerre. Mariannina Sponzilli di luce/ attimi di chimera/ ali- stanco./ Tanti secoli sono pas- la Madre dell'umanità per la lunga vita che mi concedono
mentano ondate di speranza/ sati sotto il sorriso/ Tanta oscu- per essere vero cristiano con sincerità. Ho lavorato con se-
TRA MILITANTI AB AETERNO perché l’essere,/ bramoso di rità. Vorrei essere un uccello/ rietà ed onestà e sono stato fedele alla mia donna, cui molte
Benda, La trahison des clers (1927), testo acquistato in Bari e elevarsi,/ risplende anche/ in del cielo, un fiore di cristallo/ mie poesie ho dedicato con sincerità. Nel bel e profumato
poi scomparso in casa. Clergyman: vestito nero o grigio, calzoni un chicco di frumento. del mio giardino./ Goccia dopo mese mariano, ricco di policromi fiori e di frutti i veri fedeli
e giacca, colletto chiuso, degli ecclesiastici tedeschi, anglosas- Marcella Croce de Grandis goccia e rompe immortale/ lo pregano Maria e l'amano. La Regina celeste e materna, che
soni e italiani dal 1964, su permesso vescovile. Clerici vagantes: scintillio di una tempesta sa- accoglie le nostre preghiere, ci assicura felicità e vita eterna.
goliardi del 12° e del 13° secolo che si spostavano da una Uni- UNA FINESTRA APERTA lata/ di suoni lontani. Solo Dopo un ottimo pranzo gustato in un elegante ed artistico
versità all’altra, spinti da pratiche di guadagno, da insofferenza di Da anni una finestra restava l’uno rimane. ristorante con il gruppo familiare da me amato, una squisita
rigida disciplina, con spirito d’avventura. Kleros: porzione di chiusa./ Non avevo mai avuto Marina Giudicissi torta assaporiamo e con sincera gioia tutti esclamiamo:
terra nell’antica Grecia dato a ciascun membro della comunità “Buon compleanno, Mario, tanto ti amiamo. W la vita! W la
nel territorio colonizzato. Porzione di eredità riferita al popolo Triade celeste!” Mario Coletti
cristiano, poi al vero popolo di Dio e poi al popolo addetto al
culto. Potrebbe indicare la totalità degli ecclesiastici, secondo la
forma di vita ed i voti professati. Alto clero e basso clero. Clero SPONZILLI,
regolare appartenente ad un Ordine monastico. Clero secolare o
diocesano, costituito da sacerdoti che vivono nel secolo, senza “CIRCOSTANZE VETRINA LIBRARIA
sottoporsi a regole particolari (Reminiscenze universitarie, con
riferimento al prof. Zonini e al prof. Corallo, entrambi trasferiti
in Sicilia). Mariannina Sponzilli DI UNA ROSA”
LEGIONARI Un intimo fenomeno vitale regge le
“Or più fiera si fa l’orrenda guerra (Berni). “Vidi in un punto sol sorti di questa poesia, e senz’altro il ra-
i venti e il mare con sì crucciosa fonte a guerra insieme” (L. Ala- refatto verso breve. In esso si legge un
manni). “In quanta guerra di pensier mi pone” (Giusti). “Tempi ondoso movimento di situazioni emo-
torbidi r continuamente guerreggevole” (Botta). “Si posero in- tive leggere, fluenti, terse; ogni cesura
contro a loro per guerreggiarli” (G. Villani). “Diede un guizzo lascia cadere il tempo come da una
d’indignazione vedendomi nel salotto contro i suoi precisi ordi- clessidra complice; e gli stessi occhi di
namenti” (Nievo). “Gufi dottissimi che predicate e al vostro si- chi lo scrive slittano con immediatezza
mile nulla insegnate” (Giusti). “Ruine che giornalmente vengono in un’acqua pura (non senza perfidi gi-
a luce” (Vasari). “Vendette il cavallo e diverse giornate di prato” rini ed ambivalenti minime sabbie).
(Pavese). “Infilando la giornea d’avvocato e di notaio” (Giusti). Domenico Cara
Mariannina Sponzilli
TRA ALTIMETRIA E BATIMETRIA
Coste italiane con “trabucchi”, nome geografico locale, a scom-
parsa di cablografie nella valle del Lamone, presso Brisighella
(Ravenna). Indicano voragini carsiche scavate nei gessi in cui Esaurita la prima edizione di questi libri.
precipitano e si disperdono i corsi d’acqua superficiali. La rete È in corso di stampa la seconda edizione
con tradizione verticale viene usata lungo le coste marchigiane, Per prenotazioni rivolgersi al cell. 347.0333846
abruzzesi, pugliesi; è di rorma quadrangolare, sospesa per i ver-
tici a una crociera di pertiche portata da una antenna che sporge
da un pontile, manovrata con argani e calata la sera in posizione
obliqua, con lato verso terra affiorante e quello esterno a profon-
dità maggiore, illuminata dai raggi dei fari. La tradizionale car-
LENTEZZA DEL SERVIZIO POSTALE
tografia non li indica per non contestualizzare le problematiche Il Movimento Salvemini denuncia energicamente l’esasperante len-
ambientali. Mariannina Sponzilli tezza con la quale Poste Italiane consegnano il Periodico “L’Attua-
FARO-SICUREZZA lità” al domicilio dei Soci. Il ritardo lamentato da mesi dai Soci di
Essenza cartografica senza ombre di natura; valenza metafisica Roma e di numerose altre città è dell’ordine di 25-30 giorni! Chiede,
sui mari in cui la Terra scivola nella continua tensione che è ga- pertanto, ai Dirigenti di Poste Italiane di spiegare al più presto le ra-
ranzia di equilibrio di coste, dentro luci e ombre di un lungo tratto
militare-commerciale, protagonista teorico e difensore, disve- gioni di tale inammissibile ritardo.
lando le luci della sicurezza. Mariannina Sponzilli Opera della Prof. Mariannina Sponzilli, artisticamente Anna.
L’ATTUALITÀ, pag. 12 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI N. 5 - MAGGIO 2019

CONGRESSO MONDIALE UN POMERIGGIO AL CAFFÈ LETTERARIO SALAI, FEDELE COMPAGNO


SULLA FAMIGLIA HORA FELIX DI ROMA DI LEONARDO
Alla fine del mese di marzo del c.a. si è svolto il Congresso mon-
diale sulla famiglia nella bella ed artistica città di Verona. Si è ri-
CON LO SCIENZIATO GIULIO TARRO In occasione del cinquantenario
della morte di Leonardo Da
badito che la vera famiglia è quella costituita da un uomo, da una Il professor Tarro non si schiera, non prende posizione. Vinci mi preme ricordare l’al-
donna e dai figli biologici o adottivi. I bambini hanno bisogno Espone solo i pro e i contro, quelli a volte trascurati dagli lievo prediletto Gian Giacomo
della presenza del padre e della mamma. Le unioni di due uomini stessi medici vaccinatori e da chi dovrebbe raccogliere il ri- Caprotti, l’unico a rimanere vi-
o di due donne sono unioni, ma non famiglie. Addirittura queste schio di reazioni avverse. Si parte da un dato di fatto: i vac- cino al maestro quasi per tutta la
unioni pretendono di avere figli adottati e tale pretesa non può es- vita, a seguirne il peregrinare fra
sere accolta. Il Ministro della Famiglia, Sen. Fontana ha detto cini sono fondamentali, hanno salvato vite e sono un enorme
progresso medico-scientifico. Perché dunque l’obbligatorietà le corti rinascimentali, a strin-
anche che occorrono più asilinido per andare incontro alle esi- gere in modo indissolubile il
genze delle donne che lavorano. di 10 vaccini nei neonati -difterite, epatite B, meningite, mor-
billo, parotite (più comunemente “orecchioni”) , pertosse, po- proprio destino a quello di Leo-
Gli aborti, veri omicidi, non dovrebbero più verificarsi se le nardo, del quale fu fedele com-
donne,che non hanno la possibilità di allevare un bambino,venis- liomelite, rosolia, tetano, varicella- ha provocato tanto pagno. Il maestro aveva
sero informate che possono partorire negli ospedali gratuitamente clamore? soprannominato Gian Giacomo
e possono lasciare il nascituro nello stesso ospe- Il professor Tarro porta studi, fonti, ricerche internazionali e il Salai "piccolo diavoletto" a
dale, che poi provvederà a collocarlo negli ap- dimostra che l’obbligatorietà non è mai un buon sistema: causa del carattere irrequieto. Il
positi istituti addetti alle adozioni. Purtroppo quello che conta è un’adeguata campagna di informazione, Salai una figura predominante
spesso si trovano bambini vivi e morti nei cas- imparziale, in modo che la gente aderisca di propria volontà nell’esistenza del più grande
sonetti del servizio nettezza urbana. In Italia e non per coercizione. Non vanno radiati i medici che espon- genio del rinascimento, figlio
nascono pochi bambini per la carenza di la- gono perplessità, ma vanno ascoltati. Non bisogna penaliz- adottivo, discepolo prediletto,
voro in quanto i giovani disoccupati non pos- zare le famiglie, con multe e sanzioni, ma fornire loro tutti gli compagno, quale fu il suo vero
sono permettersi di mettere al mondo dei figli strumenti necessari per valutare. Ovvio, che, se si instaura un ruolo? Gian Giacomo Caprotti,
quando non hanno nemmeno per loro il minimo Leonardo da Vinci:
sistema coercitivo, ci sarà sempre qualcuno pronto a sospet- a soli 10 anni lasciò il borgo di ritratto di Gian Giacomo Caprotti
per sopravvivere. Speriamo che si riesca a creare Oreno, ed entrò come garzone
lavoro così avremo più bambini. Mario Coletti tare un conflitto di interessi. Ovvero che l’industria farma-
ceutica condizioni le politiche sanitarie di governi e le scelte nello studio milanese di Leo-
didattiche di università e centri di ricerca. Del resto, come è nardo da Vinci, di fronte al Duomo. Era il 22 luglio del 1490, da
VETRINA LIBRARIA riportato nel libro, il British Medical Journal, scrive: “nel
condurre gli studi i ricercatori sono finanziati dalle ditte far-
quel giorno la vita dell’artista e quella del suo giovane garzone si
saldarono in modo indissolubile conquistando il bene e la fiducia
del maestro fino a diventare l’insostituibile allievo. Ogni sposta-
maceutiche e questo condiziona le conclusioni degli studi nel mento li vide uno accanto all’altro, seppure non mancarono mai
90 per cento dei casi”. E ancora: “quei vaccini che non di- i litigi. Gian Giacomo cominciò ad eseguire i suoi primi ritratti co-
fendono da minacce imminenti o credibili dovrebbero essere minciava ad essere anche un artista. L’allievo prediletto posò
gradualmente eliminati o ritardati. Infine tutti gli aspetti della come modello per alcuni delle più celebri figure leonardesche e
vaccinazione dovrebbero essere monitorati e valutati da studi continuò a seguire il maestro nei suoi spostamenti.
indipendenti” (British Medical Journal 2016). Il dipinto della per lo storico dell’arte Silvano Vinceti sostiene
Il tema è troppo complesso per essere condensato in un arti- che l’opera d’arte sia stata realizzata basandosi su due modelli: la
colo. Bisogna leggere il libro del professor Tarro, riga per riga, moglie di un ricco mercante fiorentino, Lisa Gherardini, e l’ap-
capire. Magari ascoltare chi chiede di rivedere il calendario prendista di Leonardo da Vinci, Gian Giacomo Caprotti, che era
vaccinale in uso e di valutare i rischi di vaccini somministrati anche notoriamente il suo amante. “La Gioconda è androgino –
in neonati dal sistema immunitario ancora immaturo e metà uomo e metà donna”, ha dichiarato lo storico d’arte Silvano
quindi facilmente squilibrabile. Molti studi dimostrano che, Vinceti al quotidiano inglese The Telegraph, spiegando che ha
se le vaccinazioni venissero posticipate a un’età maggiore di studiato altri dipinti che ritraggono l’allievo di Leonardo Da Vinci
due-tre mesi di vita, si ridurrebbe il rischio di reazioni av- e trovato molte somiglianze. “Si vede particolarmente nel naso
verse. Di iniziarle, quindi, almeno nel secondo semestre di di Mona Lisa, nella fronte e nel suo sorriso”.
A provare la loro relazione amorosa è un disegno contenuto nel
vita. “Codice Atlantico”, dove, schizzati dalla mano di qualche gar-
Nel suo libro, il professor Tarro riporta tutte le opinioni, per zone, compaiono due membri virili in erezione, dotati di gambe
questo è “uno strumento indispensabile per genitori consape- e coda, che marciano verso un orifizio anale sopra il quale sta
voli”. Ricorda che i pediatri, prima della vaccinazione, do- scritta una sola parola: “Salaj”. Gian Giacomo non seguì il padre
vrebbero raccogliere l’anamnesi familiare, comportamentale, adottivo nel suo ultimo viaggio in Francia, a Clos-Lucé, dove il
Esaurita la prima edizione di questi libri. ambientale. I genitori dovrebbero ricevere dal vaccinatore le maestro era ospite del Re. Morto Leonardo e tornato a Milano,
schede tecniche dei vaccini per conoscerne proprietà, con- Salai nel 1523 convolò a nozze con Bianca Caldiroli di Annono,
È in corso di stampa la seconda edizione troindicazioni, componenti. Non solo, una campagna per la donna di rango superiore, ma il matrimonio fu breve, poiché solo
Per prenotazioni rivolgersi al cell. 347.0333846 corretta igiene è la più importante azione di prevenzione. An- sette mesi dopo, precisamente il 19 gennaio 1524, la vita di Gian
cora: i genitori hanno il diritto e il dovere di essere informati Giacomo si spense. Maurizio Guerra
-in base alla legge 210 del 1992- sulle modalità per ottenere
l’indennizzo per i danni vaccinali, in capo non più alle case
farmaceutiche, ma allo Stato. Questa legge dovrebbe essere
ben esposta in tutti i servizi di igiene e immunoprofilassi.
Soprattutto, il professor Tarro ricorda a tutti un principio fon-
damentale, ben in linea con gli scopi della Norman Academy:
il medico non può essere un semplice esecutore di linee guida,
WHITE RADIO È UNA WEB RADIO
di protocolli. Deve valutare i pazienti “in scienza e co- Si può ascoltare con un personal computer collegandosi
scienza”, non può curare secondo schemi predefiniti indipen-
dentemente dalla persona. Deve sempre porre al centro il al sito: www.whiteradio.it - http://www.whiteradio.it
paziente e la sua storia. E deve essere a tutti sempre ben pre- cliccando su “ON AIR” oppure con il proprio smar-
sente il principio di precauzione ribadito dal Consiglio di
Stato: evitare che si consideri la specie umana come un in- tphone scaricando l’applicazione gratuita per Apple e
sieme di cavie sulle quali saggiare tutto quanto è capace di Android “White Radio”.
inventare il progresso tecnologico.
Da uno scienziato che ha dedicato la sua vita alla cura degli La trasmissione “TONI & motivi” è condotta da
altri e alle scoperte scientifiche, è arrivata, quel pomeriggio di Antonio Bartalotta e va in onda ogni lunedì dalle 19,00
marzo 2019 a Horafelix, una grande lezione di umiltà e di
ascolto. Doti che solo i Grandi sanno avere. Per questo gli ap- alle 21,00.
plausi del pubblico non finivano mai, per questo la Norman
Academy si pregia di avere il professor Tarro come suo pre-
sidente. Quando uno scienziato lavora col cuore i risultati li
ottiene. Sempre. E i risultati sono affetto, stima e credibilità.
E tanta riconoscenza per l’immenso lavoro.
Barbara Pavarotti
AVVISO UTILE PER FAMIGLIE E AZIENDE
Caffè letterario Hora Felix, Via Reggio Emilia, 89 Roma * Ristrutturazione di appartamenti.
* Manutenzione straordinaria di edifici.
VETRINA LIBRARIA * Progetto e calcolo di strutture di nuova realizzazione.
* Valutazione della vulnerabilità di strutture esistenti.
* Progetto di impianti fotovoltaici (pannelli solari per produrre
energia elettrica a basso costo, usufruendo di incentivi statali)
* Certificazione energetica di edifici. Per informazioni:
Ing. Valentina Cerenza e-mail: vcerenza@unisa.it
Cell. 345. 8843131 - Tel.-fax: 089.2967454

Esaurita la prima edizione di questi libri.


È in corso di stampa la seconda edizione
Per prenotazioni rivolgersi al cell. 347.0333846
N. 5 - MAGGIO 2019 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI L’ATTUALITÀ, pag. 13

LE GIORNATE FAI PER NON DIMENTICARE...


MOTORI DI ATTUALITÀ
(a cura di Alessandro Massimi)
l 23 - 24 marzo ci sono state
le giornate Fai di Primavera.
Luoghi suggestivi chiusi al
pubblico sono stati aperti
DI LEGGERE !
(a cura di Vincenzo Calò)
dal Fai in tutta Italia e mo-
Le gare automobilistiche, prima ancora che eventi di spetta- strati al pubblico, gioielli re-
colo sono sempre stati banchi di prova di nuove tecnologie da staurati, perle di cultura Antonio Di Lena – Rabbia, veleni e altre eresie…: Versi al-
trasferire in tempi brevi più o meno brevi alla produzione di italiana rinati nella loro in- ternativi (pubblicati dalla Mama Dunia Edizioni), distanti
massa. Ricordiamo ad esempio nel 1989 il progettista della terezza e bellezza. Io vorrei dall’armonizzazione di un’esaltazione o di un cordoglio. Il
Ferrari di Formula1 Christian Barnard introdusse il cambio parlarvi di Villa Gregoriana poeta in questione s’inabissa nelle attuali traversie indicando
automatico con i comandi a bilanciere dietro al volante, e da sita a Tivoli (Roma). Il le tante ambiguità serpeggianti sulle condivisioni, la putre-
lì in poi nell’arco di pochi anni tale tecnologia, oltre a diven- Parco di Villa Gregoriana dine galoppante per indole terrena, ma non perdendo tempo
tare univoca per tutte le vetture di Formula1 (ancora oggi uti- posto tra le meraviglie di Ti- ad ammonire tendenziosamente. Il testo di Di Lena vale un
lizzata) è stata trasferita alla produzione di massa, al punto che voli nel Lazio. Boschi, sen- arnese da utilizzare nella società in modo impeccabile, af-
tutte le vetture di serie dotate di cambio automatico hanno tieri, antichi ruderi, grotte finché si possa condannare la gente telecomandata da bene-
anche tali bilancieri al volante per il cambio manuale delle naturali, un fiume che scorre meriti ipocriti. Leggendo ti fermi a una terminologia che
marce. Quello sopra riportato è solo uno dei tanti esempi di nella roccia, e una meravi- volge all’asprezza del privato, con voluta ironia, non essen-
gliosa cascata. posta poco doci cose né persone che possono scamparsela, dovendo tutti
come le gare automobilistiche rappresentano davvero l’avan- distante da Roma, al centro
guardia della tecnica automobilistica e motociclistica. fare i conti con la verità che incarniamo. Per distendersi tra
dei templi romani di Tivoli. queste poesie occorre parsimonia, una volta stritolati dai si-
Tra le corse automobilistiche fino ad oggi la Formula1 ha sem- Villa Gregoriana è un parco
pre avuto un ruolo da padrone in tutto il mondo ed il suo pri- gnificati, o saputo d’essere delle vittime con tenerezza ma-
romantico voluto da Papa gari, pur sempre per avere di che rivendicare… sospinti a
mato rimane, anche per via della partecipazione del team Gregorio XVI nella prima metà dell'ottocento, meta di viaggia-
Ferrari, che ricordiamo essere il brand più conosciuto ed ap- scandire i giorni, per cui ci vuol coraggio, scrutando aperta-
tori, Re, Imperatori, Artisti, che hanno lasciato la loro impronta. mente delle ambizioni, con la giustizia da ricaricare con pro-
prezzato al mondo in assoluto, più ancora di Apple e di Coca La valle del fiume Aniene ha attratto sin dal rinascimento nume-
Cola, per esempio. rosi visitatori, che vi giunsero attirati dal panorama mozzafiato,
iettili di sacrificio per attivarsi, per un qualcosa
Dietro alla Formula1 ci sono i campionati Rallie (WRC) che dal verde, dai resti archeologici, dalle bellezze mozzafiato. Pittori d’indispensabile da fare. La raccolta presenta diverse tema-
però ha perso buona parte del suo fascino alla fine degli anni famosi e scrittori illustri come Goethe l'hanno descritta e ritratta tiche, si passa dalle rinnovabili idee di salvezza al rispetto
80 da quando per motivi di sicurezza sono state eliminate le nelle loro opere. Storicamente ci descrive Plinio il giovane, che per chi migra, in una condizione di salute assurda per quan-
vetture prototipo Gruppo B, forse troppo performante e peri- il corso del fiume Aniene chiuso dalle Ville che ne ostruivano il t’è precaria, come se percossi da emozioni da provare e ri-
colose per gare su strada normale, i campionati in pista, e le corso, irruppe e travolse le Selve, screpolò i monti, abbattè le provare, raggiungendo delle mete con una creatività da
gare avventure tipo Parigi Dakar. cose, si scatenò la sciagura, le Ville franarono e i monumenti cad- diversificare.
Dal 2014 ha preso il via un altro importante campionato mo- dero nel 105 d.C.. Le violente devastazioni del fiume continua- La vita viene qui poetata tra la banalità di una dedica
noposto, frutto delle nuove incalzanti tecnologie automobiliste, rono nell'arco dei secoli , numerosi interventi sin dal 500 non ne d’amore, tanto dolce quanto popolare, e l’amaro far niente
la Formula-E, con vetture monoposto a propulsione totalmente fermarono la furia. Nel giugno del 1832 Papa Gregorio firmò l'or- quando si ha d’aspettare il secondo tempo di una commedia
elettrica. Tale Formula condivide una unica tecnologia con n. dine di esecuzione dei lavori della grande opera di ingegneria di brillante, in mezzo al pubblico… soffrendo nel lungo viaggio
11 team partecipanti nel presente campionato, che hanno tutti Clementi Foschi, ma anche la sistemazione di tutta la grande area di ritorno da una sconfitta chissà se come tante. “Scontata
la stessa vettura con telaio italiano progettato e prodotto dalla archeologica, al fine di creare un parco pubblico pensato e co- come un pensiero carino in un cioccolatino famoso, noiosa
struito in funzione della situazione idrogeologica esistente. I la- come l’attesa durante una pausa in un cinema d’autore, fa-
celebre azienda emiliana Dallara Automobili. Altro vanto della vori si conclusero nel 1835 con una grande inaugurazione. L' ticosa come una trasferta persa…” . Di Lena non si dimen-
produzione italiana sono i freni Brembo, anch’esso fornitore insieme della Valle dell'inferno che oggi costituisce Villa Grego- tica di chi in fondo non si sporca le mani toccando la massa,
unico per tutte le 22 vetture. Parimenti, i motori e le batterie, riana. E' un baratro profondo 120 metri, dove il potente getto della e se lo fa è per iniziare a legittimare un potere ignobile, anche
come pure i pneumatici sono forniti da un unico produttore, cascata, attorniata da cascatelle naturali, precipita se probabilmente l’alternanza in vetta si sta per ricreare. Poe-
così da non creare divari eccessivi tra le singole scuderie ed au- dopo un salto spettacolare. Nel 2002, dopo aver tando, Antonio riesce ad annusare il proibito, ma per giusti-
mentare il livello di competizione e di spettacolo. ricevuto la concessione dal demanio. Il Fai ha ficarlo servirebbero centri di sperimentazione tali da
Altra prerogativa che favorisce l’interesse e la diffusione di avviato il recupero ambientale e paesaggistico musicare la ragione e raccontare così più vite possibili… sag-
questo campionato è costituita dal fatto che tutte le corse si di Villa Gregoriana, in stato di abbandono to- giamente, come lo si faceva un tempo.
percorrono in circuiti cittadini e non in autodromi, così è più tale e divenuta discarica a cielo aperto dalla se- La memoria ritempra in modalità underground un uomo che
stretto il contatto con le persone, che possono veder l corse conda metà del 900. Oggi il parco è rinato si è formato senza chiedere aiuto, e difatti Di Lena si sente in
nelle loro città e non in lontani autodromi comdi spesso ac- grazie a questa grande opera e mostra al mondo debito con nessun individuo per aver realizzato tutto ciò che
cade in F1. la sua bellezza. Descriverla nei dettagli è singolare, desidera, rialzando quindi la testa dal basso di ciò che si pat-
E dato che le corse sono il banco di prova della tecnologia au- ma vederla e viverla dal vivo è un emozione eccezio- tuisce in certi posti del sud Italia. I versi appartengono a una
tomobilistia e motociclistica futura, al momento nessuna altro nale! Francesca Pagano veste esistenziale che si apre o si chiude pian piano, rifiu-
campionato di competizioni motoristiche rappresenta la vici- tando delle consulenze altisonanti se la verità volge altrove
nanza con le imminenti tecnologie come proprio la Formula- con storie di una povertà isolatasi, di una desolazione da ag-
E. Basti al riguardo pensare che le squadre in competizione
sono rappresentate dalle più importanti fabbriche automobili- IL MORMONISMO giornare.
Se la Storia presenta il suo conto al maligno, in un’atmosfera
stiche mondiali, tra cui possiamo citare: Audi, Mahindra, Ja- Nel numero di marzo abbiamo trattato dell’inaugurazione del tempio di rivalsa, allora Antonio pretende d’essere ricordato in sua
guar, Citroen-DS, BMW, Nissan, ... mormone a Roma, descrivendo il maestoso e sfarzoso complesso edifi- assenza tenendo conto di una dignità, la sua, troppo spesso
Nel campionato in corso si disputeranno ben n. 13 gran premi, cato in zona Porta di Roma in poco tempo e rimandando proprio ad un
successivo approfondimento per spiegare meglio suddetta religione. oltraggiata quando c’è da confrontarsi. “Cosa ti è mancato di
tutti su circuiti cittadini, dall’Arabia Saudita al nord Africa , al- Anzitutto precisiamo che “Mormonismo” è un nome di comodo che si tanto tenero da divenire atroce? Cosa non ho fatto di tanto
l’Europa, agli Stati Uniti, Messico e Cina. Dal 2018 nel mese utilizza per descrivere in una sola parola quella che ufficialmente si de- importante da non capire il tuo malessere? È l’esempio che
di aprile si disputa anche a Roma in zona Eur in un circuito finisce “Chiesa di Gesù Cristo e dei Santi degli ultimi giorni”. ha generato un mostro o la tua voglia di non ascoltare che ha
che negli anni ‘80 era stato progettato per poter ospitare un Il termine Mormonismo deriva invece da Mormon: il profeta che avrebbe abbandonato per primo te stesso?”. “… in ginocchio non
gran premio di Formula 1 poi rinunciato per evidenti disturbi ispirato l’omonimo “Libro di Mormon”, che un americano - Joseph supplichi ma comandi, i tuoi occhi sono profondi e spenti…”.
alla quiete cittadina, posto che a Roma non è una città come Smith - dello stato del Vermont (nel nord est degli Stati Uniti) pubblicò
nel marzo del 1830 dopo aver tradotto in inglese alcune tavole d’oro Fidatevi: Antonio se estremizza lo fa per delle giuste cause.
Montecarlo. Il gran premio elettrico ha permesso di vivere così scritte in una sconosciuta lingua che egli stesso definì egiziano riformato, La verità sta nello sradicare da un luogo d’origine sentimenti
una corsa cittadina di rilevanza internazionale nella città donategli dal figlio del profeta Mormon, che era un angelo e si chiamava che si complesseranno da sé, un’amara riflessione che ap-
eterna, ed il circuito di Roma é concordemente ritenuto il più Moroni. Mormon prima di morire lasciò le tavole d’oro a suo figlio e pare e scompare spesso leggendo questa raccolta, con l’au-
tecnico è difficile tra tutti, ricco di curve, tratti in accelera- l’angelo, risorto nel 1823 rivelò i dettami del padre a Joseph Smith e nel spicio di rifarsi tenendo a bada un talento, e magari artistico,
zione, salite, discese ed addirittura un punto in cui sovente le 1827 gli consegnò le tavole, che vennero proprio da lui tradotte, per poi come quello di Di Lena… a dimostrazione che il silenzio an-
vetture si staccano da terra sulle 4 ruote al termine di una sa- riprendersele nel 1830 alla fine della traduzione. Joseph Smith era un drebbe tradotto in poesia più spesso, piacevolmente.
massone e praticò la poligamia, di cui parleremo nelle prossime righe al-
lita, ad aumentare lo spettacolo è l’adrenalina negli spettatori l’interno di questa religione. La figura dell’Angelo Moroni è presente al
tento quanto nei piloti. culmine di ogni tempio mormone, realizzata in materiale dorato, proprio
Chi vi scrive ha potuto asssitere ad entrambi i gran premi di - per intenderci - come la Madonnina del Duomo di Milano, raffigurato
Roma e vi può garantire che è veramente bello poter vedere
vetture velocissime che sfilano in silenzio assoluto, accompa-
mentre suona una tromba, rivolto verso oriente, ad annunciare proprio da
lì l’arrivo del Salvatore. I Mormoni credono quindi in Gesù Cristo, come LA TEMPERATURA
gnate da un leggero sibilo di potenza (l’unico rumore che
emette il potente motore elettrico) e senza produrre neppure
è ben definito nel nome ufficiale della loro chiesa, e sostengono che la
Bibbia non rappresenti una corretta trasmissione del Cristianesimo, men-
tre il Libro di Mormon rappresenterebbe la perfetta sintesi del messag-
DELLA TERRA
un grammo di anidride carbonica .. un gran premio sinlenzioso gio di Cristo. In tale opera si sostiene che Gesù visitò i nativi americani, Circa 717 milioni di anni fa la Terra era una palla ghiacciata. Par-
e performante, poiché le vetture elettriche garantiscono dav- ossia gli abitanti dell’America pre-colombiana - dopo la sua resurrezione,
liamo della seconda parte del periodo Cryogeniano. Si è scoperto
vero prestazioni entusiasmanti, dal momento che i loro motori per questo la loro visione sarebbe appunto perfetta. I Mormoni non cre-
dono del dogma trinitario. Attribuiscono al Padre e al Figlio una perso- grazie ad alcune rocce rinvenute in Etiopia che possono essersi
hanno accelerazioni e sviluppo della curva di potenza molto nalità in carne ed ossa, e la loro unione in una volontà comune, detta formate solo diretto un’intensa attività glaciale. Il clima poi cam-
più forti ed immediate dei motori termici, i quali, invece, per Spirito Santo, il quale non ha forma umana. biò in un arco di tempo relativamente breve, un periodo compreso
poter esprimere potenza, necessitano di raggiungere regimi di Dio Padre è per loro un ex uomo che ha ottenuto perfezione divina e si tra i mille e i centomila anni, trasformando la Terra da deserto di
rotazione molto elevati. sarebbe stabilito presso un pianeta dello Kolob. Analogamente i Mor- ghiaccio a paradiso tropicale. L’ultima glaciazione, quella di
La tecnologia delle vetture della Formula-E è già progredita moni rifiutano il dogma del peccato originale e la Rivelazione di Dio Wurm, è terminata 10.000 anni fa. Marina Giudicissi
di molto nei quattro anni di competizion, giungendo al rad- rappresenta un processo continuo, avviato da Joseph Smitche, che si con-
doppio della autonomia ed anche al raddoppio della potenza, cluderà con il ritorno del Regno di Dio sulla terra, e ciò avverrà per loro
nel continente americano, per cui le chiese mormone tendono a concen-
il tutto senza considerare che il motore elettrico, al contrario di
quello termico, no ha limite di potenza, e quindi in un futuro
piuttosto vicino le vetture di F-E potranno superare anche in
trarsi nelle zone ipoteticamente previste per questo ritorno, ed in parti-
colare nei pressi di Salt Lake City e nel Missouri. Essi praticato il
battesimo non prima dell’età di otto anni affinché il battezzato possa
CAFFETTERIA
potenza e velocità assoluta quelle della F1 che viaggiano dal
1950.
L’interesse economico che ruota intorno a questo campionato
è costantemente crescente, e lo dimostrano non solo le scude-
avere voce in capitolo per entrare nella chiesa, e si svolge tramite una
cerimonia per completa immersione in acqua, per cui non deve rimanere
fuori nulla, neppure la punta di un capello, così come l’ordine, ossia il sa-
cerdozio, che nella loro chiesa diventa parte del cammino religioso di
DANIEL’S
ogni fedele di sesso maschile, e si svolge secondo diversi gradi, tra cui
rie che vi partecipano, tra le principali case automobilistiche ai più elevati si arriva per cooptazione. Il sacramento più interessante
mondiali, ma anche gli sponsor sono di assoluto livello, mul- che somministrano i Mormoni è il matrimonio, da loro definito Suggel-
tinazionali come ad esempio la Michelin, la ABB, ed anche in lamento. Esso è celebrato nel tempio, cui possono accedere solo i mor-
moni ed è per loro indissolubile perché lega gli sposi per tuta l’eternità,
Disco-Pub
questo settore l’Italia è molto ben rappresentate, dalla Geox, infatti per loro il paradiso è un posto cui si accede in gruppi a livello fa-
che oltre ad essere sponsor è anche titolare di una scuderia e
dall’Enel come principale fornitore di energia elettrica, non
miliare e non individuale. Happy Hour
Quest’ultimo aspetto del legame familiare che permette l’accesso al pa-
solo in Italia. radiso rappresenta un punto molto importante della loro religione, poiché
La corsa di quest’anno a Roma è stata molto avvincente, con così come non esiste per questi il peccato originale, analogamente la giu-
sorpassi al cardiopalmo e velocità entusiasmanti. stizia divina no potrebbe condannare un’anima all’infermo solo per es-
sersi incarnata sulla terra in tempi e luoghi tali da non poter conoscere
Partite di Serie A in diretta TV
Il gran premio di Roma sta diventando uno dei principali ap-
punantenti mondiali per questa formula e ci auguriamo che di- Cristo. Ed ecco che spunta una novità assoluta a livello religioso, ossia
la possibilità di somministrare i sacramenti del battesimo e del matri-
Catering a domicilio su richiesta.
venterà una classica assoluta, così come il gran premio di monio anche ai defunti. Per tale motivo i Mormoni hanno assunto su di Cortesia e qualità al servizio dei clienti.
amontecerlo lo é per la Formula 1. loro un importante compito di risalire alle più lontane genealogie possi-
Arrivederci al 2020 con un’altra avvincente corsa elettrica che bile, ricostruendo infiniti archivi storici genealogici e permettere così - Via Nomentana 694
rappresenta il futuro, nella città eterna. secondo loro - di poter salvare tutti … stavolta però senza immersione to-
tale in acqua. … Il matrimonio dei defunti non mormoni si celebra “per Fonte Nuova (Roma)
E l’anno prossimo ci saranno in gara anche Porsche e Merce- procura”, ossia tali defunti vengono impersonificati da coppie di mor-
des .. e chissà quando potremo vedere Ferrari o una Alfa moni viventi durante appositi riti di suggellamento. (continua sul pros- Tel. 06.9056588
Romeo elettrica ? simo numero) Alessandro Massimi
,
L’ATTUALITÀ, pag. 14 EVENTI DI ATTUALITA N. 5 - MAGGIO 2019

IL REIKI E LA SCIENZA IL CUORE NELLA GIOIELLERIA IO E I PIANETI DELLO ZODIACO


MODERNA In gioielleria la forma del cuore vanta una lunga storia che risale
ai miti e alle leggende di popolazioni antiche. Presso gli egizi il
(a cura di Isabella M. Affinito)
cuore era il luogo dell’intelletto, della volontà e del sentimento, Interpretazione del tema natale di Marina Caracciolo,
in India il cuore è considerato la sede del riflessi dell’assoluto nata il 29-10-1962 a Milano, alle ore 18,45
nell’uomo, per le popolazioni islamiche il cuore è la rappresen-
tazione fisica della contemplazione e della spiritualità. In quanto Da una prima occhiata al grafico, dato che il maggior numero dei
alla forma, il cuore presenta due tipologie principali, alle quali pianeti abbonda sotto la linea d’orizzonte, si potrebbe dire che il
ancora una volta si leggono direttamente sfumature diverse di si- soggetto s’accontenti o prediliga di vivere intensamente il pro-
gnificati, il cuore di bilobato carezzevole e sensuale grazie alla prio didentro, ma l’Ascendente in Gemelli ribalta la tradizione
duplice curva e il cuore non bilobato più aggressivo nell'unica per cui riconosciamo una persona alquanto versatile nel sociale,
punta simile a un’arma. Nella storia del gioiello sono state molte diretta ad esternarsi di continuo per gli altri, con gli altri, immer-
le donne che hanno indossato gioielli a forma di cuore, sia nei se- gendosi sempre in situazioni dove il gioco dialettico è la sfida
coli passati sia nei tempi più recenti: dalla regina Vittoria, alla quotidiana. Grande interlocutrice con la mente mai a riposo in
Contessa Castiglione, dalla principessa Diana a Sofia Loren. Non quelle che sono le attività preferite caratterizzate da spostamenti
Le scoperte della fisica del XX secolo hanno profondamente cam- sono state immuni al suo fascino nemmeno il premio Nobel Rita
biato la visione della realtà naturale. La teoria della relatività di Levi Montalcini e Liz Taylor, convinta a unirsi per la seconda da un luogo all’altro, scambi intellettuali, risultando adatta per il
Einstein ha dimostrato che la materia è una forma di energia e la volta in matrimonio con Richard Burton grazie all'aiuto di un dia- giornalismo, l’editoria, le pubbliche relazioni in generale. La
meccanica quantistica ne ha evidenziato la natura “ondulatoria”. mante a cuore di quasi sessanta carati montato in platino. In un Casa Prima in Gemelli senza pianeti fa sì che si tratti « […] in-
L’atomo ad esempio, può essere descritto come un sistema for- gioiello a forma di cuore si realizza l'identificazione fra il dato fatti di persone molto loquaci e comunicative che inoltre non co-
mato da onde recanti energia ed “informazione”. Oggi sappiamo materiale e il messaggio che ti desidera trasmettere, un monile a noscono freni nel confidare agli estranei tutto quello che li
che l’attività mentale è dovuta a processi chimici e fisici che av- forma di cuore esprime inevitabilmente il significato di dono della tormenta. Posseggono per lo più la capacità di chiaro giudizio su
vengono nel cervello e nel sistema nervoso, a livello molecolare, propria devozione e del proprio amore. cose e persone e un dono d’osservazione non meno spiccato. »
atomico e forse anche subatomico, cioè a livelli descritti dalla Questo spiega la ragione di tanti anelli, da fidanzamento ho cele- (Dal libro Astrologia-Trattato completo teorico-pratico, N.Se-
meccanica quantistica. Le teorie più recenti della fisica intendono brativi di un anniversario di matrimonio, con pietre a forma di mentovsky-Kurilo, Hoepli Editore Milano, Anno 1986, a
dimostrare che le quattro forze fondamentali (gravitazionale, elet- cuore. E quando i cuori sono due, tenuti insieme da un nastro av- pag.336). Marte in Casa Terza in Leone è la posizione del corag-
tromagnetica, nucleare forte e nucleare debole) sono aspetti di un volgente, realizzate in pavè di pietre preziose, come nel caso della gioso, battagliero, colui che lotta per le grandi cause, ma atten-
solo “campo unificato”, come era già stato ipotizzato da Einstein. spilla Tiffany & Co dei primi anni del 900, allora il dono è fra i zione ai piccoli scontri con l’ambiente di tutti i giorni, dal
Quindi è ragionevole cercare la relazione tra la mente dell’uomo più belli che una donna possa augurarsi. capoufficio al cassiere del supermercato, agli impiegati di spor-
ed il campo unificato, che è l’ambito fondamentale in cui avven- Soprattutto nell'Ottocento, nelle spille spesso il cuore o i cuori tello, alle persone che entrano a far parte del microcircolo. Urano
gono i fenomeni quantistici. Il corpo umano - inteso in senso oli- buoni sono attraversati da una o più frecce, a ricordare che uno e Plutone in Casa Quarta in Vergine sono testimoni di un’indi-
stico come un tutt’uno costituito da corpo e mente - è raffigurabile strale improvviso d'amore ha colpito i due amanti, colui che fa il pendenza personale che è stata raggiunta molto presto col conse-
- e comprensibile - come un insieme di energie con frequenze vi- dono e colei che lo riceve. Molto popolari sono anche gli charms guente allontanamento dalla casa d’origine, perché Urano in
brazionali ben precise e “funziona” in maniera normale e fisiolo- a forma di cuore, sui bracciali che fanno tintinnare un ciondolo questa posizione vuole cambiare di frequente abitazione, arre-
gica, fino a quando l’interscambio di informazioni tra le diverse contro l'altro a ogni movimento, quasi che la donna che indossa darla in maniera inusuale, fuori dagli stili convenzionali, bensì
frequenze vibrazionali resta invariato nel suo contesto naturale. Il voglia richiamare l'attenzione su quanti cuori sono caduti vittime secondo la personale inclinazione alla motilità sotto tutti i punti
Reiki si ispira al modello energetico della fisica quantistica che del suo fascino. Quando, negli anni Ottanta l'orologio ha com- di vista. C’è qualcosa che riguarda la contestazione generazio-
considera il corpo non solo nella sua materialità fisica o chimica, pletato la sua trasformazione da oggetto funzionale a ornamento nale nei rapporti familiari, comunque il senso critico è sviluppa-
ma come Energia Vitale che si esprime biologicamente nelle rea- vero e proprio, anche i quadranti, colorati e ornati di pietre pre- tissimo. Mercurio in Casa Quinta in Bilancia fa sì che l’amore
zione biochimiche e biofisiche che avvengono nelle cellule. Nella ziose, hanno cominciato da assumere in alcuni casi la forma del sia sostenuto soprattutto dalla vena amicale, il partner può essere
tecnica del Reiki, poiché siamo esseri energetici in un universo cuore, un invito a ricordare in qualsiasi momento della giornata più giovane, si prediligono svaghi coinvolgenti l’impegno men-
fatto di energia, l’operatore Reiki capta le onde elettromagnetiche la persona amata. Maurizio Guerra tale, quelle che Johann W. Goethe chiamava Affinità elettive si
presenti nell’aria e le trasforma nella frequenza più affine a quella trasformano in affinità intellettive ovvero il soggetto si innamora
umana, adatta cioè ad essere assimilata. Le mani di un operatore del possibile acume intellettuale dell’altro, tralasciando la bel-
Reiki irradiano infrarossi in quantità maggiore rispetto a un “non
operatore Reiki”: non si vedrà sulle mani luce visibile, ma ver- NOTRE DAME lezza fisica o altre doti. In Casa Sesta sussiste un vero e proprio
straordinario ammasso di pianeti, stellium, con Venere Luna Net-
tuno e Sole tutti in Scorpione: c’è una cura speciale per la propria
ranno percepiti sotto forma di calore dalla persona “trattata”.
Aprendo una parentesi sugli infrarossi possiamo ricordare che in
occidente da decenni, “la luce che cura” è alla base delle terapie
SFREGIATA DALLE FIAMME persona, sdoppiamento di atteggiamenti tra il bianco e il nero, si
può essere diavolo e angelo allo stesso tempo con risorse ina-
fisioterapiche ad infrarossi che utilizzano vari tipi di macchinari La profezia di Victor Hugo spettate, ritmi quasi difficili da sostenere, magnetismo ed intui-
radianti raggi infrarossi alla frequenza adatta al corpo umano, zione che perfora qualsiasi superficie umana, predilezione per gli
quindi facilmente assimilabili e direzionabili. I primi impieghi si Brucia Notre Dame nel cuore di Parigi, la cattedrale in stile ambienti marini. L’amore parte quasi sempre dal cervello, si può
sono visti con successo sull’apparato scheletrico e muscolare, per gotico nel pomeriggio del 15 aprile è travolta da un incendio. amare molto o si può rifiutare di viverlo perché qui Venere è cir-
facilitare il saldarsi di fratture e micro-lesioni che non trovavano Patrimonio dell’Unesco dal 1991, edificata a partire dall’epi- condata dai dubbi, dalle complicanze, dal senso esclusivista, dalla
altra soluzione attraverso le terapie convenzionali o come terapia scopato di Maurice de Sully fu completata dopo 125 anni e segretezza scorpionica. Attività professionale legata alle valenze
del dolore e delle infiammazioni. Ad oggi, non ci sono ospedali successivamente sempre oggetto di modifiche. Le fiamme di tutti e quattro i pianeti che occupano la Casa Sesta, quindi nella
o centri riabilitativi che non pratichino la terapia ad infrarossi. senza limite hanno devastato un simbolo fondamentale della musica, con la partecipazione principale di un pubblico femmi-
L’energia calda degli infrarossi può essere “fotografata” e regi- Francia e di tutta l’Europa che attonita, sconcertata in silenzio nile, i luoghi aperti alla collettività dove spiccano personaggi im-
strata dalle più moderne strumentazioni mediche utilizzate in contemplava la grande perdita. Stando ai vigili del fuoco le portanti, dove c’è qualcosa di bianco (la carta dell’editoria),
campo diagnostico per capire dove e se esista una disfunzione: cause del sinistro sarebbero legate forse ai lavori in corso, un professione in qualità di spettacolo dove avvengono le necessa-
gli apparecchi rilevatori di infrarossi indicano, ad esempio, una corto circuito nella struttura montata per il restauro e si scopre rie metamorfosi e l’espansione dell’Io. Saturno in Casa Nona in
cattiva circolazione del sangue. Gli apparecchi scientifici emetti- che la chiesa non fosse assicurata. Il tetto e la guglia crollate Acquario dona ascetismo e profondità anche grazie a pochi amici
tori di infrarossi a scopo terapeutico fanno quello che l’operatore dopo ore di vampe, circa 500 vigili del fuoco coinvolti, co- saggi, poco coinvolgimento emotivo nelle circostanze che si pre-
Reiki fa con le sue mani, cioè trasformano l’energia (elettrica per centi le fiamme incontrollate illuminavamo il cielo di rosso sentano. Giove in Casa Decima in Pesci conferisce successo si-
le macchine) in raggi infrarossi. della capitale francese. La struttura principale è salva, ma ci si curo nella piena maturità, stesso aspetto che aveva Indro
Angela Chiumenti – Reiki Master deve assicurare la stabilità di tutte le parti. Il presidente Ma- Montanelli per il giornalismo e gli scritti di carattere storico, e
cron assicura la ricostruzione della architettura gotica in cin- Sigmund Freud per la medicina della psicoanalisi.
que anni annunciando un concorso internazionale per la (Chiunque desideri conoscere gratuitamente il proprio tema
LIBERARE L’INFORMAZIONE ricostruzione della guglia. Parallelamente una colletta milio-
naria investe personaggi come Francois Pinault, Bernard Ar-
natale, può scrivere rivolgendosi a Isabella Michela Affinito,
a questo indirizzo e-mail: anastasia22n@libero.it)
naud, Fendi, Bulgari, Dior, Louis Vuitton colossi del lusso
DAGLI USURPATORI hanno annunciato contributi milionari per la ricostruzione. Per
Il periodico “L’Attualità” dà voce a coloro che non hanno
voce. Denuncia “apertis verbis” le potenti lobby che ma-
nipolano l’Informazione. Applica lo stile salveminiano nel
il restauro ci vorranno anni, lo conferma il ministro francese
della Cultura Franck Riester, intanto le squadre del ministero
sono sul posto per valutare i danni e in che modo possono con-
servarli in luoghi appropriati per iniziare il restauro.
GRANDE SUCCESSO PER L’AIDA
riferire gli eventi della Storia, antica e moderna. Tutte le opere d’arte e quelle del Tesoro della cattedrale sono Il giorno 9/4/2019 nell’elegante Auditorium del cast della
state salvate, tra cui la Sacra Corona di Spine, un pezzo della Banca d’Italia in Roma è stata eseguita, l’Opera Aida il grande
Chiede l’abolizione della legge che, in sostanza, ha affi- Croce e un chiodo della Passione di Cristo. capolavoro Verdiano, avvalendosi di interpreti di elevata pro-
dato la gestione della RAI (azienda pubblica) ai partiti po- Sorprendente è la descrizione dello scrittore francese Victor fessionalità, sia per qualità vocali prettamente Verdiane che
litici (associazioni private), escludendo tutte le altre Hugo nel suo romanzo «Notre Dame de Paris» (1831), de- interpretative.
formazioni sociali. C.G.S.S. scritto con l'incipit: «Il clamore era straziante». «Tutti gli occhi Una saliente presentazione da parte del Dott. Vincenzo sui
si erano alzati verso il sommo della chiesa, ciò che vedevano temi e caratteri fondamentali dell’opera, composta in occa-
era straordinario. In cima alla galleria più elevata, più in alto sione dell’apertura dell’Istimo di Suez e rappresentata suc-
del rosone centrale, c'era una grande fiamma che montava tra cessivamente al Teatro dell’Opera del Cairo nel 1871, anni
i due campanili, con turbini di scintille, una grande fiamma della così detta maturità artistica di G. Verdi, per avere rag-
disordinata e furiosa di cui il vento a tratti portava via un limbo giunto un ammirevole equilibrio tra i fattori dell’espressione
nel fumo». Lo scrittore francese criticava aspramente lo stato vocalistica e della strumentale. Gli interpreti si sono cimen-
di degrado della cattedrale di Parigi, un monito ad essere at- tati nelle famose singole arie e nei duetti, versetti e concertati
tenti quando si opera per il restauro e mettere le impalcature in dimostrando quale arte eccelsa è il canto, come la protagoni-
sicurezza. Maurizio Guerra sta Aida il soprano drammatico Licia Falcone per voce calda,
omogenea e di ampia tessitura, il Tenore Filippo Puglisi nel
ruolo di Radames, per voce squillante ed aulica, il mezzo So-
RIAPRE LA SCALA SANTA prano Caterina Novak, nel ruolo di Amneris, incisivo e nello
stesso tempo dai toni morbidi e passionali, il Baritono Ladi-
DOPO 300 ANNI slavo Ruiz nel ruolo di Amonasro possente e drammatico, il
Basso Carlo Alberto Gioya nel ruolo di Ramfis, con voce
calda e suadente e infine tutti gli altri bravissimi e competi-
Fino al 9 giugno riapre al pubblico in via straordinaria, la tivi, la Sacerdotessa Barbara Salles precisa ed efficace, il Re
Scala Santa del Pontificio Santuario a piazza San Giovanni in Vincenzo Donadio e il messaggero Alessio Ferrucci. Valido
Laterano a Roma, chiusa per restauri dall’estate scorsa. ed esperto il M° Pianista Hiroko Sato, capace nella concerta-
La scalinata, che la tradizione cristiana vuole sia la stessa che zione di un’opera cosi complessa e sublime. Molti gli applausi,
Gesù salì nel palazzo di Ponzio Pilato a Gerusalemme il giorno spesso intercalati durante l’esecuzione da parte del pubblico
in cui venne condannato a morte, e che Sant’Elena fece tra- intervenuto, la cui partecipazione è stata attenta ed entusiasta.
sportare a Roma nel 326, sarà accessibile ai fedeli e visitatori Liana Botticelli
nel suo stato originario, ossia con l’antico marmo consumato
dal passaggio dei pellegrini. Il più usurato è l’undicesimo gra-
dino, quello in cui secondo la tradizione cristiana Gesù cadde
incrinando il marmo col ginocchio e lasciando una traccia di Caro lettore, ricordati di rinnovare
sangue. I restauratori hanno portato alla luce il marmo antico, la quota associativa a questo periodico che,
raccogliendo sotto la copertura di legno una moltitudine di bi-
glietti manoscritti, ex voto, monete e foto lasciati dai fedeli, e essendo “super partes”, intende restare un
ora conservati dai Padri Passionisti che dal 1853 custodiscono
il Santuario per volere di Pio IX. Dopo questo temporaneo ri- libero organo di stampa.
porto all’originale, a giugno sulla Scala sarà riposizionata la
copertura di assi di noce. Arianna Paolucci
,
N. 5 - MAGGIO 2019 PROBLEMATICHE RELIGIOSE E DI ATTUALITA L’ATTUALITÀ, pag. 15

DIALOGO ECUMENICO GLI ANGELI SONO L A R U B R I C A D E L PA D R E


(a cura di Pierluigi Vignola)
(a cura di Aurora Simone Massimi)
SEMPRE CON NOI IN CAMMINO CON IL SIGNORE
L’ESORTAZIONE APOSTOLICA “CHRISTUS VIVIT” Natuzza Evolo la Mistica che parlava con gli angeli e la Ma-
donna. Morta da pochi anni viveva a Paravati , in Calabria do-
La porta d’ingresso nella Settimana Santa è stata la Domenica
delle Palme, che ci ha messo in presenza dell’evento della nostra
salvezza. Non è una storia come le altre ma la storia che cambia
«Cristo vive. Egli è la nostra speranza e la più bella giovinezza di que- tata di poteri di guaritrice, lei raccontò, al suo intervistatore
sto mondo. Tutto ciò che Lui tocca diventa giovane, diventa nuovo, si della televisione, prima di morire:- di vedere gli angeli custodi il corso della storia. Le prime due letture della santa Messa con-
riempie di vita. Perciò, le prime parole che voglio rivolgere a ciascun dei suoi visitatori. Domanda? “È vero che può vedere l’angelo tengono la chiave per capire il mistero pasquale e quindi: entrare
giovane cristiano sono: Lui vive e ti vuole vivo!». vicino alle persone?” “Si, si, accanto a loro, però non a tutte” nel mistero che stiamo celebrando.“Come Dio “ e “Come uomo”.
Con queste parole il Santo Padre ha iniziato l’Esortazione Apostolica ma… quasi a tutte Soltanto le persone vive hanno l’angelo? Si Son certo che l’autore dell’inno della lettera ai Filippesi aveva in
postsinodale “Christus vivit”, firmata lunedì 25 marzo 2019 nella Santa solo quelle vive, ma Natuzza vedeva anche i morti! E l’angelo testa il cap. 3 della Genesi e i testi di Isaia (48, 50,52,53). Tutto
Casa di Loreto e indirizzata «ai giovani e a tutto il popolo di Dio». Il dove stà rispetto alla persona? Alla destra, ai Sacerdoti invece il testo si gioca su “essere come Dio” e “essere come uomo”. Cri-
documento, composto da nove capitoli divisi in 299 paragrafi, si ispira a sinistra, a volte capita che viene un sacerdote in borghese e io sto fa la strada esattamente al contrario di come la voleva fare
alle riflessioni e ai dialoghi del Sinodo dello scorso ottobre 2018. me ne accorgo dal suo angelo a sinistra e io le bacio la mano. Adamo. Dio è accusato di voler custodire gelosamente la sua con-
Papa Francesco si propone, con questa Esortazione, come promotore dei Oggi si aspetta la Santificazione della guaritrice Santuzza dizione divina, di non voler parteciparla. Cristo, in partenza,
giovani perché sono loro i nuovi germogli carichi di speranza. È bene “nella sua condizione divina” smentisce questa gelosia “facen-
quindi lasciare spazio alle generazioni più giovani e farsi ispirare dalla dosi come uomo”. Ma essere uomo non è soltanto avere delle
loro freschezza. “Christus vivit” non si presenta come uno strumento di LA SUA IMPRONTA SULL’ANIMA
La cappuccina catalana Maria Angela Astorch (1592 -1662) braccia e delle gambe ma accettare la condizione integrale del-
passi da seguire, ma vuole essere un messaggio di vicinanza e si pro- l’umanità che comprende anche la possibilità di perdere un giorno
pone come un nuovo stile da seguire: non più i giovani dietro gli adulti, descrive cosi le sensazioni che provò allorchè vide per la prima
ma in cammino accanto a loro affinché si favorisca un dialogo che mette volta il suo angelo custode. Non appena percepii la presenza, questa condizione con la morte e la possibilità di essere rigettato,
le generazioni in dialogo. avvenne un tale cambiamento, nel mio spirito, che si può dire vi- umiliato e scartato. Cristo va fino in fondo a questa condizione
I 9 capitoli che compongono l’esortazione Apostolica seguono un itine- vessi in me stessa e allo stesso tempo fuori dal mio corpo. Infuse umana. Cristo manifesta la non gelosia di Dio: “Svuotò se stesso”
rario ben preciso, a partire dalle Sacre Scritture. una grande nobiltà alle mie percezioni, il mio cuore si riempi di e prese la condizione di servo. È esattamente il contrario del pec-
Nel primo capitolo, infatti, Papa Francesco recupera dall’Antico e dal una dolce sensazione di conforto e con una minuziosa opera- cato descritto dalla Genesi. Disobbedienza e obbedienza. La ge-
Nuovo Testamento i diversi momenti in cui si parla dei giovani e di come zione fortificò tutto il mio spirito. Lascio in me una tale im- losia aveva condotto Adamo alla disobbedienza che è il risultato
il Signore va incontro a loro. Ed è proprio «in un’epoca in cui i giovani pronta, una gratitudine cosi umile e dolce che non conoscevo della sfiducia. La controgelosia di Cristo conduce all’obbedienza.
contavano poco, alcuni testi mostrano che Dio guarda con altri occhi. più poiché tutte le passioni erano scomparse; provai una tale pu- Obbedienza a Chi? Prima di tutto alla condizione umana: “spogliò
Nell’Antico Testamento, vediamo Giuseppe che era il più piccolo della se stesso”; obbedienza alla volontà degli uomini: “non ho oppo-
famiglia di Giacobbe (Gen 37,2-3). Tuttavia, Dio gli comunicò grandi rezza di coscienza e una tale mortificazione dei sensi, che non
dovevo più combattere con essi, grazie alla potenza di quella sto resistenza, non mi son tirato indietro”; obbedienza alla Scrit-
cose in sogno ed egli superò tutti i suoi fratelli in incarichi importanti tura: il Cristo si conforma al programma del Servo, e infine
quando aveva circa vent’anni (Gen 37-47)». misericordia” (“Vida de la venerabile Mari Angela Astorch” di
Il Papa ricorda anche la figura di Gedeone in cui riconosce la sincerità G. Roxo, Madrid 1733, citato da Vincent Lee) l’obbedienza a Dio. E qui tocchiamo l’indicibile: perché l’obbe-
dei giovani, Samuele, un giovane insicuro e ancora il Re Davide, Salo- dienza umana del Cristo non è che il riflesso della sua uguaglianza
mone ed infine la giovane Rut. Papa Francesco passa poi al Nuovo Te- ANGELI PER LA STRADA col Padre. La sua volontà non può differire da quella del Padre.
stamento e ricorda come Gesù, l’eternamente giovane, vuole donarci un A raccontare questo episodio e la Dott.ssa Dede Riva, da anni Perché: cosa vuole il Padre? Che nulla sia perduto di ciò che gli
cuore sempre giovane e insegna come, anche allo stesso Gesù «non pia- dedita all’insegnamento della psicodinamica presso un centro ha dato. (Gv 6, 37-40). La volontà di Dio è di condividere in Cri-
ceva il fatto che gli adulti guardassero con disprezzo i più giovani o li te- Milanese dove tiene corsi e seminari. Qualche anno fa seppi che sto, tutte la debolezze dell’uomo per salvarlo. Gesù prende l’at-
nessero al loro servizio in modo dispotico. Al contrario, chiedeva: Chi una mia cara amica aveva un tumore al fegato, cosi, la condussi teggiamento opposto da quello dei dominatori (rivestendo il
tra voi è più grande diventi come il più giovane (Lc 22,26). Per Lui, l’età da un’altra amica pranoterapeuta. Facemmo una lunga seduta personaggio del servitore). Facendo questo Dio è rivelato esatta-
non stabiliva privilegi, e che qualcuno avesse meno anni non significava e, malgrado la tensione del momento, ci sentimmo inspiegabil- mente come il contrario del dominatore. Ecco il vero punto di in-
che valesse di meno o che avesse meno dignità». contro. Il nostro problema è di essere come Dio perché per questo
Nel secondo capitolo Papa Francesco fa rivivere gli anni della giovi- mente euforiche. Uscendo, più tardi, incontrammo due uomini
piuttosto alti. Uno aveva i lineamenti un pò slavi, l’altro un siamo stati creati a sua immagine e somiglianza. Ma essere come
nezza di Gesù e ce lo descrive come un ragazzo pienamente integrato nel Dio non si accaparra con la disobbedienza (questo è il peccato)
suo villaggio. Infatti, dice il Santo Padre, «non dobbiamo pensare che tratto fine. Parlavano in perfetto Italiano, ma con una strana ca-
Gesù fosse un adolescente solitario e ripiegato su se stesso, ed il suo rap- denza. Incrociandoci ci chiesero di indicare loro una certa non può essere ricevuto che come un dono. L’uomo, Adamo, ha
porto con la gente era quello di un giovane che condivideva tutta la vita strada, che però, non conoscevamo non essendo del posto ci scelto il peccato. Ora il peccato è mortale perché rompe la possi-
di una famiglia ben integrata nel villaggio. Aveva inoltre imparato il la- girammo e erano spariti esclamammo all’unisono “Ma quei due bilità dell’amore ed è l’amore, il dono che ci fa vivere. Dio non
voro del padre e a volte lo sostituì come falegname». Bisogna dunque erano angeli!” Non so cosa ci diede quell’improvvisa certezza, rinuncia all’identità dell’uomo con Lui. Anzi si identifica con
farsi illuminare dalla giovinezza di Gesù, perché come spiega il Papa so solo che la mia amica a cui erano stati diagnosticati solo due l’uomo. La disobbedienza di Adamo lo conduce alla morte; anche
«Questi aspetti della vita di Gesù possono costituire un’ispirazione per mesi di vita, è oggi perfettamente guarita e del tumore non è più l’obbedienza di Cristo conduce alla morte. È in questa morte che
ogni giovane che cresce e si prepara a compiere la sua missione». stata riscontrata la minima traccia. Liana Botticelli Dio è come l’uomo e l’uomo come Dio. Ma non è finita. È il
Il terzo capitolo dell’Esortazione Apostolica intitolato “Voi siete primo tempo. Paolo dirà che Cristo si è fatto peccato. Sulla croce
l’adesso di Dio”, Papa Francesco afferma che «i giovani sono il futuro è l’immagine stessa di come siamo noi. E nello stesso tempo ri-
del mondo: sono il presente, lo stanno arricchendo con il loro contri- vela a noi Dio che è amore.
buto». Per questo bisogna ascoltarli anche se «prevale talora la tendenza
a fornire risposte preconfezionate e ricette pronte, senza lasciar emer-
gere le domande giovanili nella loro novità e coglierne la provocazione».
“OGGI PER LA TUA CASA COME VIENE LA SALVEZZA?
È la, davanti a Lui, davanti a Gesù una donna presa in flagrante
Oggi noi adulti, continua il Santo Padre, «corriamo il rischio di fare una
lista di disastri, di difetti della gioventù del nostro tempo. Alcuni forse
ci applaudiranno perché sembriamo esperti nell’individuare aspetti ne-
gativi e pericoli. Ma quale sarebbe il risultato di questo atteggiamento?
È VENUTA LA SALVEZZA” adulterio. Intorno a lei fanno cerchio i suoi accusatori, i suoi giu-
dici: “Maestro, questa donna è stata presa in flagrante adulterio.
La legge di Mosè ci ordina di lapidare donne così”. Questi uo-
Una distanza sempre maggiore, meno vicinanza, meno aiuto reciproco». Tra il 5 ed il 7 aprile 2019 si è svolta presso la Fiera di Rimini la mini accusano la donna. Ma lei non è sola. Il suo complice dov’è?
L’Esortazione si sofferma poi sul tema del Digitale, che ha creato «un 42° Convocazione Nazionale dei Gruppi e delle Comunità del È Gesù. Loro fanno il cerchio per accusare Gesù. È Gesù al cen-
nuovo modo di comunicare» e che «può facilitare la circolazione di in- Rinnovamento nello Spirito Santo, intitolata: “Oggi per la tua tro delle loro preoccupazioni, è lui l’oggetto del loro giudizio,
formazione indipendente». In molti Paesi, il web e i social network sono casa è venuta la salvezza (Luca 19,9a) – a Gesù il potere di sal- della loro accusa, meglio, della loro condanna. Il Vangelo lo dice
«ormai un luogo irrinunciabile per raggiungere e coinvolgere i giovani, vare. All’uomo la gioia di servire”. chiaramente: “Parlavano così per metterlo alla prova, per poterlo
ma è anche un territorio di solitudine, manipolazione, sfruttamento e Il tema della Convocazione – come si sarà capito dalla citazione accusare”. In questo fatto vediamo Gesù all’opera: Gesù viene ad
violenza, fino al caso estremo del dark web». evangelica – è l’episodio di Zaccheo, l’arci-pubblicano che, salito incontrare il peccatore e lo cerca bloccato nel suo peccato, pri-
Il quarto capitolo racchiude un grande annuncio per tutti i giovani. Tre su di un sicomoro per vedere senza essere visto il Messia passare, gioniero della sua colpevolezza, prigioniero degli sguardi posati
sono infatti le verità enunciate da Papa Francesco: un «Dio che è amore, viene fissato con uno sguardo d’amore da Gesù che addirittura su di lui. Gesù è venuto ad incontrare l’uomo peccatore correndo
Dio ti ama, non dubitarne mai» e puoi «gettarti in tutta sicurezza nelle vuole (il vangelo dice: “deve”) fermarsi a casa sua; gesto che con-
braccia di tuo Padre divino». La seconda verità è che «Cristo ti salva». il rischio di prendere l’accusa su di se. Gesù è venuto ad incon-
Infatti «Non dimenticare mai che Egli perdona settanta volte sette. Torna verte a tal punto Zaccheo, il quale dona metà dei suoi averi ai po- trare anche i giusti o coloro che si ritengono tali per rivelare loro
a caricarci sulle sue spalle una volta dopo l’altra». La terza verità è che veri e a chi ha frodato restituisce quattro volte tanto. Il tema della che non sono meglio degli altri, che anche loro sono dei peccatori.
«Egli vive!». «Occorre ricordarlo, perché corriamo il rischio di prendere Convocazione – ha affermato Salvatore Martinez, Presidente Due volte Gesù si è piegato al suolo e si raddrizza, come per sim-
Gesù Cristo solo come un buon esempio del passato, come un ricordo, Nazionale del Rinnovamento nello Spirito – mostra una straordi- bolizzare la morte e la resurrezione. Due volte traccia dei segni
come qualcuno che ci ha salvato duemila anni fa». naria attualità: nell’incontro di Gesù con Zaccheo, e nella propo- misteriosi sul suolo. Perché due volte? Che cosa ha scritto sulla
Nel quinto capitolo Papa Francesco descrive i percorsi di gioventù spie- sta di Gesù di essere accolto nella vita di quest’uomo, è la terra? “Colui che è senza peccato scagli la prima pietra” disse
gando come «L’amore di Dio e il nostro rapporto con Cristo vivo non ci “chiave” di lettura del nostro tempo, che continua a generare po- dopo essersi rialzato la prima volta. Uno dopo l’altro se ne anda-
impediscono di sognare, non ci chiedono di restringere i nostri orizzonti. vertà, ingiustizie, sofferenze, ribellioni. Chi vive senza Dio – ha rono. Può essere che sulla sabbia abbia scritto: “Giustizia”. Gesù,
Al contrario, questo amore ci sprona, ci stimola, ci proietta verso una continuato Martinez – diviene nemico degli uomini e in definitiva dopo che se ne erano andati, rimasto solo con la donna gli dice
vita migliore e più bella. La parola inquietudine riassume molte delle di se stesso. “Neppure io ti condanno. Va e non peccare più”. Si abbassa di
aspirazioni dei cuori dei giovani». Il Santo Padre ricorda inoltre che Ecco perché occorre che Gesù sia incontrato, esperimentato, co- nuovo e può essere che abbia scritto: “Perdono” “Misericordia”.
«così come ti preoccupi di non perdere la connessione a Internet, assi- nosciuto, amato: l’amore per Lui diviene sempre vero amore di
curati che sia attiva la tua connessione con il Signore, e questo significa Questa è l’opera di Gesù: Giustizia e perdono; giustizia e miseri-
non interrompere il dialogo, ascoltarlo, raccontargli le tue cose». noi stessi e vero amore per gli altri. cordia. Gesù fa comprendere a quelli che si pretendono giusti
Nel sesto capitolo il Santo Padre esprime il suo rammarico nel vedere In questa sede non possiamo non sottolineare la presenza del Pre- saggi e liberi che son legati al loro peccato, prigionieri spesso
«che alcuni propongono ai giovani di costruire un futuro senza radici, sidente della CEI, Card. Gualtiero Bassetti, il quale ha conse- della loro propria giustizia. Gesù aiuta coloro che sono nella sof-
come se il mondo iniziasse adesso». Ma sono proprio le radici che ci gnato a nome di tutti i Vescovi Italiani lo Statuto aggiornato di ferenza e nel peccato a trovare la strada della vita, della giustizia
permettono di sapere chi siamo e da dove veniamo. Il Papa continua so- questo Movimento Ecclesiale post-Conciliare in vista dei rinnovi e dell’avvenire. Quali sono questi cerchi che ci chiudono e ci proi-
stenendo di diffidare dai manipolatori che influenzano le menti giovani di tutti i suoi Organi pastorali che resteranno in carica per il pros- biscono di prendere la strada della libertà, del bene e dell’amore?
e riferendosi ai ragazzi dice loro: «Cari giovani, non permettete che simo quadriennio. Sono le nostre passioni.
usino la vostra giovinezza per favorire una vita superficiale, che con- A questa Convocazione hanno aderito più di 15.000 persone che, Lungi da ogni ambiguità simbolica il gesto di Cristo significa
fonde la bellezza con l’apparenza». ciascuno facendo la propria parte, hanno risposto all’invito dello molte cose:
Nel settimo capitolo il Papa spiega che la pastorale giovanile ha subito Spirito Santo pregando, preparando e partecipando. 1) Che ogni essere umano, immagine di Dio è terra santa davanti
l’assalto dei cambiamenti sociali e culturali e «i giovani, nelle strutture Stefano Valente alla quale devo inchinarmi;
consuete, spesso non trovano risposte alle loro inquietudini, alle loro
esigenze, alle loro problematiche e alle loro ferite». Va privilegiato «il 2) Siamo invitati a metterci a servizio gli uni degli altri;
linguaggio della vicinanza, il linguaggio dell’amore disinteressato, re- 3) Nelle relazioni, meglio guardare gli esseri dal basso che dal-
lazionale, esistenziale, che tocca il cuore, avvicinandosi ai giovani con
la grammatica dell’amore, non con il proselitismo».
PAPA FRANCESCO l’alto perché la prospettiva sia sempre verso l’alto, verso la di-
gnità.
Dunque, avvicinandosi alla conclusione dell’Esortazione Apostolica, il
Santo Padre, nell’Ottavo capitolo tocca il tema della Vocazione spie-
gando che «la cosa fondamentale è discernere e scoprire che ciò che
RIFIUTA IL BACIAMANO Gesù ha introdotto nella nostra storia un capovolgimento di va-
lori. La grandezza non è di dominare ma di donare. La grandezza
non si situa nella linea del dominio ma della generosità. Ecco per-
vuole Gesù da ogni giovane è prima di tutto la sua amicizia». La voca- Da molto tempo Papa Bergoglio allontana i fedeli che pro- ché Gesù in ginocchio attesta la vera grandezza, quella del dono,
zione è una chiamata al servizio missionario verso gli altri, «perché la vano a salutarlo baciandogli l’anello, a Loreto il video che lo quella dell’amore, l’unica che conviene a Dio.
nostra vita sulla terra raggiunge la sua pienezza quando si trasforma in dimostra è stato girato durante la visita al Santuario e ha fatto
offerta».
Infine nel nono capitolo il Papa ricorda che «senza la sapienza del di- il giro di tutti i social, un video quasi comico che però ha die-
scernimento possiamo trasformarci facilmente in burattini alla mercé tro un nobile pensiero, cioè il fatto che il bacio all’anello è di
delle tendenze del momento». A chi aiuta i giovani nel discernimento fatto una sottomissione ad una autorità e non va fatto. È acca-
sono richieste tre sensibilità. La prima è l’attenzione alla persona: «si duto anche con il presidente del Perù che è stato bloccato ce-
tratta di ascoltare l’altro che ci sta dando sé stesso nelle sue parole». La lermente con un brusco movimento.
seconda consiste nel discernere, cioè «si tratta di cogliere il punto giu- L’anello del pescatore è una delle insegne del papa che egli ri-
sto in cui si discerne la grazia dalla tentazione». La terza consiste «nel- ceve simbolicamente dal suo predecessore ma che di fatto è
l’ascoltare gli impulsi che l’altro sperimenta in avanti. È l’ascolto
profondo di dove vuole andare veramente l’altro». nuovo perché porta il nome del pontefice sull’incisione, la fi-
Papa Francesco conclude l’Esortazione con un desiderio: gura ritrae San Pietro su una barca. La storia vuole che Gesù
«Cari giovani, sarò felice nel vedervi correre più velocemente di chi è durante una battuta di pesca poco prolifica permette miraco-
lento e timoroso. Correte attratti da quel Volto tanto amato, che adoriamo losamente a Pietro di riempire le reti di pesci e che di seguito
nella santa Eucaristia e riconosciamo nella carne del fratello sofferente. lo stesso lo investa a “pescatore di uomini”. Dal 1842 l’anello
La Chiesa ha bisogno del vostro slancio, delle vostre intuizioni, della è usato per sigillare i documenti papali. Alla fine del pontifi-
vostra fede. E quando arriverete dove noi non siamo ancora giunti, ab- cato viene rotto e depositato nei musei vaticani.
biate la pazienza di aspettarci».
Arianna Paolucci
L’ATTUALITÀ, pag. 16 N. 5 - MAGGIO 2019

L’ATTUALITÁ Comitato d’Onore


Editore: Movimento G. Salvemini, fondato nel 1962
Direzione: Via Lorenzo il Magnifico 25
00013 Fonte Nuova (Roma)
del periodico “L’Attualità”
(in ordine alfabetico)
Direttore responsabile Dott. Antonietta Anzalone (pubblicista); On. Alfredo Ar-
Sen. Prof. C. G. S. Salvemini paia (Presidente Lega Italiana Diritti dell’Uomo); Prof.
Giuseppe Bellisario (cardiologo); Prof. Giorgio Bosco
(Vice Governatore (Ambasciatore); Dott. Liana Botticelli (Dama Comm. S.
dell’Unione Mondiale degli Stati) Sepolcro); Dott. Filippo Chillemi (Dir. “Nuova Impronta”);
(cell. 347.0333846) Prof. Ferruccio Ciavatta (Docente universitario); Conte
Prof. Fernando Crociani Baglioni; Prof. Francesco D’Epi-
Condirettore scopo (Doc. Università Federico II, Napoli); Prof. Claudio
Sen. Prof. Florinda Battiloro De Rose (Presidente Emerito Corte dei Conti); Prof. Fran-
(Unione Mondiale degli Stati) cesca Ferragine (psichiatra-psicoterapeuta); Prof. Franco
Ferrarotti (sociologo); Sen. Pietro Fratantaro (Governatore
Vice direttori: dell’U.M.S.); Sen. Diego Gattuccio; Don Riccardo Gior-
Adalgisa Biondi, dani (Duca di Willemburg); Prof. Pierluigi Lando (psi-
Emiliano F. Caruso chiatra); Amm. Stefano Madonna; Prof. Alessandro
Paolo Macali, Massimi (Doc. Dottrine giuridico-economiche); Sen. Col.
Liliana Speranza Giancarlo Martini; Dott. Carmelo Monello di Borsod (pub-
blicista); Dott. Eugenio Morelli (scrittore); Sen. Gen. Prof.
Capo redattore: Stefano Murace (Marchese di Costaviola della Magna Gre-
Enrico Forlani cia); Gen. Enrico Muzi (Guardia di Finanza); Gen. C. A.
COMITATO DI REDAZIONE Rocco Panunzi; Comm. Dott. Rodolfo Ricottini (medico
Elena Andreoli, Antonio Bartalotta, chirurgo); Prof. Tito Lucrezio Rizzo (Consigliere Capo
Lisa Biasci, Liana Botticelli, Gianfederi- Servizi del Quirinale); Prof. Natale Santucci (neurochi-
co Brocco, Emiliano Caruso, Valentina rurgo); Comm. Giancarlo Serafini (Lions Roma Palati-
Cerenza, Mario Coletti, Antonietta Del- num); Sen. Prof. Giustino Setteducati (U.M.S.); Gen. C.A.
Bue Prencipe, Nicoletta Di Bello, Bruno Simeone; Prof. Aurora Simone Massimi (Cavaliere
Michele Forte, Diego e Ignazio Gattuc-
cio, Marina Giudicissi, Fiorella Ialongo,
Andrea Lando, Antonluca Lando, Pier
Luigi Lando, Giovanni Maggi, Alessan-
O.M.R.I. e giornalista); Prof. Giulio Tarro (Scienziato,
PhD-Md); Gen. CC. Raffaele Vacca; Dott. Salvatore Veltri
(Direttore Attualita.it).
SCISSIONE PARTENOPEA-LIGURE
Maggio 1982: due tifoserie calde e passionali, divise da chilometri di distanza ma unite dalla pas-
dro Massimi, Eugenio Morelli, Maria sione calcistica, decisero di fondere i loro ideali per portare avanti una stessa causa. Genova sponda
Rosa Nicastri, Lucilla Petrelli, Aurora rossoblu e Napoli hanno scisso, dopo trentasette anni, il loro storico gemellaggio per incompren-
Simone Massimi, Liliana Speranza,
Stefano Valente, Nico Valerio, Caterina
Zonno, Leonardo Zonno.
LA RUBRICA DELLA SALUTE sioni di mentalità, proprio quella mentalità che aveva unito le due compagini per anni. Alla base del
dissapore dinamiche che esulano dal mero gioco del calcio.
A dare il via all’elisione di questa fratellanza sono stati i tifosi partenopei tramite un comunicato,
LA SCAROLA APPETITOSA senza elementi d’odio ma portando quel rispetto dovuto a chi si è accompagnato per decenni. Adesso
Collaboratori Regionali Un bel cespo di scarola anche se è molto scura va bene ugual- verranno prese strade diverse, sperando che quel legame intrinseco non verrà mai sciolto del tutto,
Lombardia: Ferruccio Ciavatta. mente, togliete il torsolo e fatene tante foglie che laverete molto perché con la famiglia si litiga ma ci si vuole sempre bene in fondo. Ognuno per la sua strada, ma
Piemonte: Nino Nemo. bene sbollentatela nell’acqua e scolatela bene in una padella met- con il cuore vicino. Bruno Bertucci
Valle D’Aosta: Pietro Buttiglieri. tete dell’olio extra vergine scaldatelo aggiungete uno spicchio di
Trentino-Alto Adige:Tullio Dalla Piccola aglio che poi leverete dal tubetto di crema di alici mettetene un pò
Friuli-Venezia Giulia: Pietro Jacono
Veneto: Eugenio Morelli.
Liguria:Andrea Monteverde
nella padella e fatelo sciogliere, versatevi le scarole strizzate e
aggiungete una manciata di capperi, lavati dal suo sale aggiungete
anche delle olive a vostro piacere, dolcemente fate insaporire il
BUON COMPLEANNO, ARIETE !
Emilia Romagna:Maurizio Bellavista tutto, a chi piace può aggiungere del peperoncino, se serve ag- L’Ariete forgia persone molto sincere, coraggiose nelle loro iniziative spinte continuamente a
Toscana: Grazia M. Tordi giungete il sale. cercare continuamente condizioni di autonomia e indipendenza, soprattutto nell’ambito del la-
Marche: Daisy Alessio voro. Si adattano meglio nel ruolo di capo, di comandante o di organizzatore dell’attività altrui
Umbria: Cosimo Roberto Vento IL POMODORO AMICO DELLA NOSTRA CUCINA che non in grado di subalterno o dipendente. Non sono molto costanti in ciò che fanno. Inizial-
Lazio: Lucilla Petrelli, Antonio Bartalotta. Fa parte della (famiglia delle solanacee) Pianta originaria del- mente si lasciano trascinare da grandi enusiami per le diverse situazioni e le persone con le quali
Campania: Florinda Battiloro. l’america meridionale, i cui frutti sono consumati freschi, e sec- si appestano a collaborare, ma al primo ostacolo la loro frenesia si spegne molto rapidamente. Non
Abruzzo: Maria Assunta dé Frassine. chi, e in conserva. Proprietà curative: il pomodoro è nutritivo, è tagliato per la vita monotona e sedentaria ha un bisogno fisico di moto. Marina Giudicissi
Molise: Leda Panzone Natale digestivo, eupeptico, ricco di vitamine, utile a chi soffre di di-
Puglia:Mariannina Sponzilli. sturbi di fegato, e di emorroidi. Diuretico e lassativo, facilita l’eli-
Basilicata: Giustino Setteducati. minazione dell’acido urico. La decozione delle foglie, bevuta
Calabria:Antonio Bartalotta, Michele Biafora.
Sicilia: Giuseppe Canale.
Sardegna: Annamaria Chirigoni.
sovente, purifica i reni e la vescica. Il decotto di foglie secche
(due manciate bollite, in due tazze di acqua, fino a ridurre di metà
liquido) va bevuto durante la giornata, è uno dei più antichi ri- LA VERA RICCHEZZA UN’ARTISTA D’ECCEZIONE
CORRISPONDENTI DALL’ESTERO medi popolari, contro la calcolosi renale, ed ecco un unguento Ho conosciuto Annunziata Albonetti (Firenze il
Albania: Aubert Cecchini contro le emorroidi: cuocere lentamente pomodori e grasso di
maiale in parti uguali fino alla quasi totale evapora-
La vera ricchezza è di 20/5/1938) nel febbraio di quest’anno. Trasferitasi a Ca-
stegandolfo dove ha il suo atelier d’arte “Cara Annunziata”.
Argentina: Rosa Cecconi
Belgio:Francis e Richard Dessart, Francoise Vercruysse zione del liquido; aggiungere altri pomodori fre- natura morale, non Com’è iniziato il tuo processo artistico? “Ero piccola e
schi nella quantità di prima e far cuocere fino ho frequentao la scuola d’arte di Faenza. Nella scuola si fa-
Canada: Susan Ye
Costarica: Olga Coll all’eliminazione del liquido; poi filtrare. Consi- pecuniaria. ceva ceramica e scultura.
gliabile è la somministrazione del succo di po- La prima mostra fu fatta al comune di Faenza dove fui pre-
Croazia: Sania Mihalina
Federazione Russa e C.S.I.: Franco Pichi modoro (5-6 cucchiaini al giorno diluiti in acqua Pertanto, meritano più miata per il ritratto della Primavera di Botticelli, dopo que-
Francia: Franco Pichi, Jean Claude Leroy zuccherata) ai bambini allevati artificialmente in stima i poveri Lazzari sta premiazione fui chiamata in Campidoglio per una
Germania: Giancarlo Sordon questo modo si somministrano vitamine, idrati di mostra (nel 1977), vinsi il premio internazionale Trofeo
Gran Bretagna: E. Caprarella, C. Di Massimo carbonio, acidi vegetali, ferro e fosforo in una cura
ricostituente e calciofissatrice naturale. Liana Botticelli
onesti che i ricchi Epuloni “La stanza letteraria”. Una seconda volta sempre in Cam-
Moldavia: Aubert Cecchini pidoglio nel ’78 eseguii il ritratto di Gordon Mitcol, attore
Olanda: Teresa Van Der Hallen, Tosca Poggialini disonesti. amercano, l’evento fu presentato dall’attore Silvio Noto.
Portogallo: Maria Rego Successivamente feci una mostra al castello di San Leo
Romania: Giovanni Maggi nelle Marche”. Marina Giudicissi
Serbia: Dubravka Stegnjaic
Spagna: Maria Josè Vidal Vidal
Thailandia:Alessandro Marmello Qualità e cortesia
Ucraina: Nataliya Kudryk
Usa: Teresinka Pereira
Stampa:
al servizio
digitaledigitale srl
Via Emilio Salgari 14/16 - Roma
dei clienti
Attività editoriale di natura
non commerciale
(art. 4, D.P.R. 26/10/72,
n 633 e successive modifiche)

Gli articoli firmati e le foto, inediti ed esenti


da vincoli editoriali, esprimono le opinioni
personali degli autori che ne assumono diret-
tamente la responsabilità. La Direzione, in
base agli spazi disponibili, si riserva la facoltà
di selezionare ed abbreviare gli articoli perve-
nuti. In linea di massima la collaborazione è a
ANCHE SERVIZIO A DOMICILIO
titolo gratuito. È prevista una retribuzione
solo per i praticanti pubblicisti e per i corri-
spondenti dall’estero. Punto di distribuzione del periodico
Tiratura programmata: L’Attualità
100.000 copie

LEZIONI
PRIVATE
Paola Lamonica laureata in
lettere (indirizzo Archeolo-
gia vicino Oriente) da oltre
AVVISO UTILE
trent'anni si occupa d'arte,è Il periodico “L’Attualità”,
iscritta all'albo per l'exper- fin dal primo numero pub-
tice,che esegue da anni su blicato nel 1992, è consul-
quadri, sculture e oggetti sia tabile presso la Biblioteca
antichi che moderni .Orga-
nizza mostre, corsi e semi- Nazionale di Roma (viale
nari,insegna privatamente Castro Pretorio), presso la
materie letterarie per ra- Biblioteca Universitaria
gazzi; aiuto compiti per i Alessandrina di Roma “La
più piccoli. Scrive articoli Sapienza” e presso la Bi-
culturali.
Per contatti 340/ 8909257 blioteca Nazionale di Fi-
renze.