Sei sulla pagina 1di 16

CAMPIONATO DI CALCIO A 5 – STAGIONE 2010/2011

SERIE D – GIRONE E

02/04/2011 Serie D – Girone E - 22^ Giornata

Team Soccer Meda C5 – Larius 2006 3-2 (pt 1-0)


Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell'Orto, Perosin, Gallo, Felice, Scuderi, Menegaldo, Confalonieri,
Tumminello, Rebosio, All. Scroccaro
Formazione Larius 2006: M. Gandola, Benassè, Raimondi, Polti, Valerio, A. Gandola, Posca, Minoretti, all.
Danelli
Marcatori: 21’ Felice (TSM), 31’-55’ Gandola (L), 32’ Dell’Orto (TSM), 57’ Confalonieri (TSM).
Ammoniti: 11’ Benassè (L), 36’ Posca (L)

La TS Meda chiude la regular season battendo al PalaExtra la coriacea formazione della Larius 2006.
Per la formazione di Scroccaro non sono bastati i 54 punti fatti, con uno score di 17 vittorie, 3
pareggi e 2 sconfitte, per accedere direttamente alla C2.
Merito del San Fermo che, forte della vittoria nello scontro diretto di sette giorni fa, sbanca il campo del Livigno
e mantiene un punto di vantaggio in classifica sui medesi.
Il secondo posto garantisce comunque l’accesso ai play off, ove la TS Meda C5 se la giocherà con
Campodolcino, Morbegno e Livigno.
L’incontro con la Larius, che si giocavano l’ultima chance di accedere alla fase finale, è stato più intenso che
bello, con gli ospiti determinati a provarci, ma troppo evanescenti in fase conclusiva anche per le importanti
assenze in rosa.
Nei primi venti minuti poco da segnalare, salvo un paio di buone parate da parte di Balzano e Gandola, oltre ad
un’occasione da goal incredibilmente divorata da Menegaldo.
Al minuto 21 i padroni di casa passano.
Felice recupera palla a centrocampo, scarta in progressione un difensore ed il portiere
e deposita la palla in rete.
I lariani provano subito a reagire, con Posca e Gandola pericolosi, ma Balzano si
oppone da campione.
Nel secondo tempo gli ospiti partono all´arrembaggio e al primo minuto A. Gandola
trova un varco sulla destra e mette la palla nell´angolino opposto con un gran
diagonale.
Per i bellagini l’illusione dura però meno di un minuto; palla al centro, Dell´Orto si
inserisce e con un missile dagli otto metri riporta avanti i padroni di casa.
Gli uomini di Danelli tornano immediatamente a premere, approfittando anche delle rotazioni attuate da
Scroccaro, che dà meritatamente spazio a tutti i ragazzi in panchina, ma la scarsa lucidità in fase conclusiva
permette all’esperienza di Balzano di prevalere.
Al 55’ A. Gandola riesce comunque ad approfittare di uno svarione difensivo dei medesi per riaprire le speranze
dei suoi.
Le energie rimaste però sono ormai poche.
Menegaldo con mestiere costringe il proprio marcatore al sesto fallo e bomber Confalonieri, sul conseguente tiro
libero, realizza la sua 51^ rete stagionale.
Finisce 3-2 per la TS Meda che nel primo turno dei play off se la vedrà con il Livigno.

*Foto di Mattia Dell’Orto, autore di un'ottima prestazione.

Giorgio Pellagatti

Serie D – Girone E - 21^ Giornata

San Fermo - Team Soccer Meda C5 5 - 3 (pt 3-2)


Formazione San Fermo: Ratti, Valsecchi, Bonomi, Colombo, De Rocchi, A. Stefanoni, Rusconi, Castagna,
Frigerio, G. Stefanoni, Giunchi, Pulli, all. Castelnuovo
Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell'Orto, Menegaldo, Gallo, Felice, Scuderi, Confalonieri, Mariani, Frigerio,
Rebosio, Asnaghi , all. Scroccaro
Marcatori: Giunchi (SF) 10’-19’-45’, Rusconi (SF), Confalonieri (TSM) 22’-25’, Gallo (TSM) 33’, Valsecchi (SF)
47’

Esce il segno uno nel big match di Annone e la TS Meda vede così sfumare alla penultima giornata il sogno del
passaggio diretto in C2.
Merito di un ottimo San Fermo e, principalmente del suo leader, Marco Giunchi, giocatore di evidente caratura
superiore e che, non a caso, sino a pochi mesi fa era titolare in una formazione di serie B.
I ragazzi di Scroccaro hanno fatto il possibile per vincere, riuscendo a rimontare tre reti di svantaggio e
profondendo ogni energia fino al triplice fischio, ma non è bastato.
Il palazzetto di Annone ha offerto una cornice impressionante, oltre 100 spettatori con un nutrito gruppo di
ultras che hanno sostenuto la squadra dei “torelli” cesanesi con tamburi e campanacci dal primo all’ultimo
minuto.
In campo due arbitri provenienti dalla C1, che hanno avuto vita facile grazie all’estrema correttezza delle due
formazioni nonostante l’importanza della posta in palio, una vera festa di sport.
Pronti via e il San Fermo parte subito all’assalto.
I medesi faticano ad uscire dalla propria metà campo, ma i padroni di casa non riescono a trovare il varco
giusto.
Al 10’ ci pensa Giunchi a sbloccare il risultato; assist di A. Stefanoni e sinistro di controbalzo che manda la sfera
sotto l’incrocio dei pali.
I ragazzi di Scroccaro reagiscono, ma Ratti fa buona guardia su due conclusioni di Confalonieri (14’ e 17’).
Al 18’ il San Fermo raddoppia con Rusconi, lesto al tap-in sulla respinta di Balzano che si era opposto ad una
conclusione da fuori di Castagna.
Gli ospiti accusano il colpo e al 19’ Giunchi ne approfitta, saltando Mariani e calando il tris con un’altra gran
conclusione da fuori area.
La TS Meda sembra al tappeto, ma la panchina chiama il time out e la partita cambia.
Al 22’ Confalonieri, capocannoniere del girone, accorcia le distanze su azione partita da calcio d’angolo.
Due minuti più tardi Giunchi è costretto a lasciare il campo per un infortunio al ginocchio destro che desta
preoccupazioni e le cose si mettono subito male per i cesanesi.
Valsecchi perde palla in attacco, ripartenza veloce dei medesi e goal del 3 a 2 ancora di Confalonieri.
Al 26’ De Rocchi approfitta di un rimpallo e centra il palo, poi più nulla fino al riposo.
La ripresa si apre con la TS Meda all’assalto.
Già al primo minuto Ratti sventa una conclusione di Frigerio, ma nulla può al 33’ sulla botta da fuori di Gallo che
pareggia i conti.
La situazione sembra precipitare per i padroni di casa, che faticano a reggere l’urto
degli ospiti.
Al 38’ altra conclusione di Gallo dalla distanza che si stampa sulla traversa, e nel
minuto successivo due tiri di Tumminello escono di poco a lato.
Al 40’ però torna sul terreno Giunchi ed il San Fermo guadagna progressivamente
campo.
Balzano al 42’ è protagonista di un doppio intervento su Valsecchi e Giunchi,
ripetendosi al 44’ su Rusconi, ma al 45’ il bomber cesanese si libera con una magia
di Scuderi e lascia partire una fantastica conclusione incrociata che riporta in
vantaggio i suoi.
I ragazzi di Scroccaro non demordono, ma al 47’ hanno l’unica vera amnesia difensiva permettendo a Valsecchi
di penetrare centralmente ed andare alla conclusione da sei metri senza alcuna opposizione.
Il rasoterra si insacca a fil di palo e la partita si chiude.
Gli ospiti ci provano fino alla fine, ma con troppa frenesia e troppe conclusioni velleitarie da fuori.
Il San Fermo sfiora più volte la marcatura in contropiede, ma le perfette chiusure di Gallo (ottima la sua partita)
e l’esperienza di Balzano, che si supera in un paio di occasioni, fanno sì che il risultato non cambi.
Alla fine è festa grande per i biancoblù e per i loro tifosi, ma per completare l’opera dovranno vincere anche
mercoledì a Livigno.
La TS Meda esce comunque a testa alta, pronta a giocare le proprie carte nei play off.

*Foto di Filippo Gallo, autore di un'ottima prestazione.


Giorgio Pellagatti

Serie D – Girone E - 20^ Giornata

Team Soccer Meda C5 – Pontese 10-5 (pt 4-5)

Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell'Orto, Gallo, Felice, Scuderi, Confalonieri, Mariani, Tumminello,
Frigerio, Perosin, Rebosio, Asnaghi , All. Scroccaro
Formazione Pontese: Spini, Bagassi, De Giorgi, Bonomo, Paruscio, Zen, Togni, All. Marchi
Marcatori: 3’-10’ De Giorgi (P), 4’-55’ Scuderi (TSM), 11’-30’-31’-56’ Confalonieri (TSM), 13’ Zen (P), 18’-22’
Paruscio (P), 25’ Mariani (TSM), 40’-57’ Tumminello (TSM), 42’ Frigerio (TSM).

Obiettivo raggiunto. Venerdì prossimo, nel match che probabilmente deciderà chi vincerà il campionato, la TS
Meda C5 si presenta al cospetto del San Fermo con due punti di vantaggio.
I ragazzi di Scroccaro, al termine di una partita molto intensa, hanno avuto la meglio su un’eccellente Pontese,
scesa al PalaExtra decisa a giocare tutte le proprie carte per provare a restare aggrappata alla zona play-off.
Partono forte i valtellinesi, e al 3’ De Giorgi elude la marcatura di Gallo e si fa trovare pronto sul secondo palo
ad appoggiare in rete il passaggio di Paruscio.
I padroni di casa appaiono un po’ svagati in fase difensiva, ma davanti la coppia Scuderi-Confalonieri si rivela
efficace.
Passa un minuto ed il primo pareggia, ribadendo in rete di testa una conclusione del secondo deviata dal
portiere.
La Pontese è squadra solida, con un gioco fluido e collaudato, e al 10’ beffa nuovamente i medesi nello stesso
modo.
Gallo va in confusione, perde De Giorgi e quest’ultimo infila ancora Balzano su passaggio diagonale di un
compagno.
Il vantaggio degli ospiti dura ancora solo sessanta secondi, il tempo necessario a Confalonieri per incunearsi in
dribbling nelle maglie difensive avversarie e superare Spini.
Dall’11’ al 22’ è show Pontese.
Al 13’ Paruscio si procura una punizione dal limite; Zen calcia forte su Balzano ed è prontissimo sulla ribattuta
ad infilare di prepotenza.
Minuto 18’, Gallo e Felice si portano al contrasto su Bonomo, serie di rimpalli, ed il pallone arriva a Paruscio che
si fionda da solo verso Balzano, lo dribbla e mette nel sacco.
Passano quattro minuti e il bomber valtellinese fa doppietta, parte sull’out mancino, protegge palla su Gallo, e
giunto ai cinque metri scaglia un sinistro preciso nell’angolo alto, gettando nello sconforto la panchina medese.
Scroccaro decide di cambiare l’atteggiamento tattico della squadra, inserendo sulle fasce l’esperto e caparbio
capitan Mariani oltre al velocissimo Tumminello.
La scelta si rivela azzeccata.
Al 25’ è proprio il capitano a dare la scossa, con una volee da centro area che non
dà scampo a Spini, e proprio a fil di sirena il bomber Confalonieri sfrutta una
ripartenza per accorciare ulteriormente le distanze, battendo di precisione
nell’angolo basso.
L’intervallo serve ai padroni di casa per riacquistare energie ed entusiasmo, mentre
la Pontese perde e non ritrova più il bandolo del gioco.
Tumminello appare da subito il più determinato, ruba palla in fascia e serve al
centro Confalonieri che pareggia i conti dopo solo un minuto.
La TS Meda spinge, Mariani si batte con forza e Gallo appare trasformato, non
facendo più passare nessuno dalle sue parti.
Scroccaro dà fiato a Confalonieri inserendo l’ariete Frigerio, che nel giro di tre
minuti scalda ripetutamente le mani all’attento Spini.
Al 40’ i medesi si portano in vantaggio con un goal capolavoro di Tumminello, abile a trovare una traiettoria
impossibile dalla linea di fondo.
Minuto 42’, Frigerio si procura e calcia una punizione dal limite; la sua bordata piega le mani al portiere e si
infila in rete.
La Pontese ha un sussulto d’orgoglio, si riporta in avanti e prova a mettere pressione ai brianzoli, ma Paruscio e
compagni appaiono ormai stanchi e Balzano non corre grandi pericoli.
Scroccaro capisce che è il momento propizio per chiudere l’incontro e mette due esterni veloci a supporto del
bomber Confalonieri.
I valtellinesi cedono di schianto e tra il 55’ ed il 57’ subiscono tre reti con Tumminello e Scuderi, che fanno
doppietta e Confalonieri che fa poker.
Venerdì sera ad Annone il match verità tra le due formazioni che hanno dominato la stagione.
Che vinca la migliore.

*Foto del capitano Marco Mariani

Giorgio Pellagatti

Serie D - Girone E - 19^ giornata

Venerdì 11 marzo 2011. Xenia - TS Meda C5 - 5-7 (1t 3-5)

Marcatori Xenia: 6' Nespoli, 15’ T. Frigerio, 25’ I. Frigerio, 35’ Ballabio, 58’ aut. Scuderi
Marcatori TS Meda C5: 1’-4’-12’ Frigerio, 14'-18'-32’-52’ Confalonieri
Ammoniti:41' Zerolin (Xe), 48' Gallo (TS).
Formazione Xenia: Casartelli, T. Frigerio, Brenna, Nespoli, Ballabio, I. Frigerio, Zerolin, all. Bodeo
Formazione TS Meda C5:Balzano, Menegaldo, Gallo, Felice, Tumminello, Confalonieri, Scuderi, Mariani,
Frigerio, Perosin, Rebosio, Asnaghi, all. Scroccaro

Il derby del PalaExtra va, come da pronostico, alla TS Meda, ma la conquista dei tre punti è stata
sofferta, merito di uno Xenia che non ha mai mollato.
Il match si apre in modo decisamente favorevole per i medesi, con Frigerio molto ispirato al tiro, tanto da
battere due volte dalla distanza, al 1’ ed al 4’, un incerto Casartelli.
I ragazzi di Bodeo appaiono frastornati, ma un briciolo di fortuna e la disattenzione di Balzano li riportano in
partita già al 6’.
Nespoli porta palla sul fronte destro, varca la metà del campo e, senza alcun contrasto, calcia forte da 12 metri,
sorprendendo nell’angolo basso il portiere ospite che si aspettava un passaggio al centro.
La TS Meda fatica a recuperare il bandolo del gioco, con un Felice, solitamente dirompente in fascia, che soffre
il ruolo di ultimo assegnatogli dal mister, ed i laterali Menegaldo e Mariani che, per caratteristiche proprie, non
riescono a dare velocità alla manovra.
Frigerio si conferma però ispirato e al 12’ ripristina il doppio vantaggio, sfruttando l’ennesima indecisione di
Casartelli che si fa superare di testa uscendo a vuoto su un lungo lancio dalla difesa.
Passano due minuti e Confalonieri, subentrato a Frigerio, gira al volo in rete da centro area un rinvio di Felice.
Sull’1-4 il match sembra chiuso, ma Bodeo fa una scelta decisiva, preferendo sacrificare Brenna, uno dei suoi
giocatori di movimento, per dare il cambio al frastornato Casartelli.
I medesi, vedendo arrivare in porta un portiere non di ruolo, si rilassano un po’ troppo e vengono subito
castigati da T. Frigerio, che buca dalla distanza un Balzano ancora poco reattivo.
Per fortuna degli ospiti il bomber Confalonieri è invece molto sveglio e al 18’ riporta a tre le distanze, con un
diagonale che non dà scampo a Brenna.
Negli ultimi dieci minuti della prima frazione l’improvvisato portiere dei padroni di casa si dimostra più che
all’altezza, neutralizzando un paio di conclusioni velenose di Mariani e Felice ed un missile di Rebosio indirizzato
nel sette.
Al 25’ lo Xenia accorcia nuovamente le distanze con un gran goal di I. Frigerio, abile nell’infilarsi in area,
mettere a sedere Balzano, ed infilare sotto la traversa della porta nonostante l’estremo tentativo di ostacolo
posto da Felice e Mariani portatisi sulla linea di porta.
Nella seconda frazione le squadre tornano a misurarsi a viso aperto, con Scroccaro che, per dare maggiore
equilibrio ai suoi, inserisce Gallo al centro della difesa.
Al 32’ grande ripartenza di Felice e perfetto passaggio in diagonale per Confalonieri che segna il suo terzo goal
e ringrazia il compagno per l’assist.
I padroni di casa però non mollano, danno intensità alla manovra, e al 35’ si riportano
a meno due con un missile di Ballabio su punizione calciata da sette metri che si infila
nel sette.
Il match si fa più nervoso e a farne le spese sono Zerolin e Gallo che vengono
ammoniti.
Le occasioni fioccano su entrambi i fronti, ma è soprattutto Balzano a dover dare il
meglio di sé per neutralizzare le conclusioni degli attaccanti avversari che, soprattutto
sul fronte destro, entrano con troppa facilità.
A togliere le castagne dal fuoco ci pensa però ancora una volta Confalonieri,
penetrando da sinistra e battendo Brenna nell’angolo opposto.
Lo Xenia ha il merito di provarci fino alla fine, ma Balzano fa buona guardia, superato solo al 58’ dallo
sfortunato rimpallo con il quale Scuderi, entrato da due minuti per verificare la sua tenuta dopo l’uscita in
barella di una settimana prima, firma la più classica delle autoreti.

* Foto di Ricky Confalonieri, autore di un poker e capocannoniere del girone.

Giorgio Pellagatti

Serie D – Girone E - 18^ Giornata

Team Soccer Meda C5 – Alta Vallassina 4-1 (pt 4-1)

Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell'Orto, Menegaldo, Gallo, Felice, Scuderi, Confalonieri, Mariani, Frigerio,
Rebosio, Asnaghi , All. Scroccaro
Formazione Alta Vallassina: Angiolicchio, Vigo, Invernizzi, Binda, Battistol, Caminada, Bordoli, Fioroni,
Raineri, Abaterusso, All. Bortolotto.
Marcatori: 14’ Invernizzi (AV), 16’ Confalonieri (TSM), 22’-30’ Felice (TSM), 28’ Gallo (TSM).

La Team Soccer Meda, complice il pareggio del San Fermo sull’ostico campo del Morbegno, recupera la vetta
solitaria della classifica piegando l’Alta Vallassina.
Partita piuttosto opaca degli uomini di Scroccaro, che riescono a concretizzare la propria superiorità solo nella
seconda parte del primo tempo quando, con quattro reti, chiudono l’incontro.
Il parziale di 0-0 nel secondo tempo la dice lunga sulla qualità dello spettacolo offerto dalle due formazioni che,
sicuramente, sono state condizionate dai due gravi incidenti capitati quasi in contemporanea a Scuderi e
Caminada, che hanno richiesto l’intervento di due ambulanze ed il conseguente stop per quasi 40 minuti del
match.
Avvio lento da parte delle squadre, con tentativi di giocate in profondità che non impensieriscono le rispettive
retroguardie.
Al 14’ prima occasione utile per gli ospiti e Invernizzi fulmina Balzano in diagonale con un secco rasoterra
mancino.
I brianzoli si scuotono dal torpore, accelerano la manovra, e nel giro di due minuti
trovano il pareggio.
Confalonieri controlla palla al limite dell’area, scarta verso il centro e mira l’angolo
basso; Angiolicchio ci arriva, ma la sfera rotola lentamente in rete.
I padroni di casa premono e gli uomini di Bortolotto faticano a contenerli.
Al 22’ Felice cerca l’uno-due con Mariani e sull’uscita del portiere lo supera con un
delizioso pallonetto, portando in vantaggio i suoi.
Il momento è propizio per i medesi.
Al 25’ Confalonieri coglie la base del palo, girando di testa un pallone vagante finito
in area, e al 28’ Gallo porta a tre le marcature, guidando una ripartenza e
chiudendo con un gran tiro la successiva triangolazione con Frigerio.
In pieno recupero la capolista chiude virtualmente il match con Felice, micidiale nel coast-to coast che lo porta a
tu per tu con Angiolicchio.
Nella ripresa la TS Meda torna a giocare su ritmi blandi, cercando solo la potenza di Frigerio e controllando gli
avversari, le cui conclusioni trovano sempre attento l’esperto Balzano.
Al 12’ ed al 14’ i gravi incidenti a Scuderi (TSM) e Caminada (AV) di cui si è detto, a seguito di normali contrasti
di gioco, che richiedono l’arrivo di due ambulanze.
Il fatto e la lunga interruzione condizionano inevitabilmente lo spirito delle due squadre nell’ultimo quarto
dell’incontro, durante il quale manca su entrambi fronti la serenità e la determinatezza per concretizzare le
occasioni che si vengono a creare.
*Foto di Claudio Scuderi, uscito in barella per un trauma al ginocchio ed al quale auguriamo un rapido recupero.

Giorgio Pellagatti

Serie D – Girone E - 17^ Giornata

Villa Albese - Team Soccer Meda C5 5 - 10 (pt 2-4)

Formazione Villa Albese: Castiglioni, Scarpitta, Mattia, Molteni, Tontini, Cerea, Colmegna, Calligari, Brenna,
Trezzi, All. Bressan.
Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell'Orto, Menegaldo, Gallo, Felice, Scuderi, Confalonieri, Mariani, Frigerio,
Rebosio, Asnaghi , All. Scroccaro
Marcatori: 1'-51’-58’ Confalonieri (TSM), 11'-37’ Colmegna (VA), 13'-15'-26’-55’ Felice (TSM), 17'-59’ Brenna
(VA), 32' Mariani (TSM), 39'-40' Frigerio (TSM), 45' Trezzi (VA)
Ammoniti: Trezzi (VA), Gallo (TSM)

La Team Soccer Meda espugna il "fortino" di Albavilla, uno dei campi più insidiosi del girone, e
consolida il suo primato in classifica in coabitazione con il San Fermo.
Di fronte alla squadra di casa, dotata di un buon impianto di gioco e supportata dall’estro del bomber Brenna,
mister Scroccaro schiera subito il quintetto base, che con grande lucidità e caparbietà limita le giocate dei
ragazzi di Bressan per colpire in maniera chirurgica e ferale.
Il rombo di partenza tiene bene, con l'ottimo Gallo a frenare le iniziative di Brenna, aiutato in raddoppio di
marcatura da Felice, che riesce anche a presidiare la sua fascia e proporsi per le ripartenze.
Molto attento e in alcune occasioni decisivo Balzano, autore di vari pregevoli interventi nel corso dell'incontro.
Bene anche gli esterni, in particolare Scuderi e Mariani, sempre efficaci sia nelle fasi di possesso che di non
possesso della palla.
Davanti il "solito" Confalonieri ha fatto il suo dovere quando è stato chiamato in causa.
Nota di merito per Frigerio che, oltre ai gol, si è battuto come un leone, incarnando lo spirito che alberga nella
squadra dall'inizio del campionato.
Cronaca.
Non passa un minuto che Confalonieri inquadra subito la porta con uno dei suoi tiri micidiali dalla distanza, ma
all’11’, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Colmegna centra il bersaglio riportando in parità la partita.
Ritmo sostenuto e rapida rotazione di palla: così i medesi controllano ed offendono e in due minuti la doppietta
di Felice permette alla capolista di indirizzare il corso del match.
La prima rete in collaborazione con Confalonieri, la seconda con una spettacolare azione tutta di prima
all'interno dell'area di rigore con Scuderi.
Al 17' è bravo Brenna a riportare i suoi in partita, mettendo la sfera nel fatidico"sette" dal limite della lunetta,
ma prima del fischio di metà incontro è ancora lo straripante Felice ad inventarsi una magistrale realizzazione,
raccogliendo una respinta e mettendo la palla in rete dalla bandierina.
Nel secondo tempo, gli ospiti non abbassano la guardia e capitan Mariani, servito lateralmente da Felice, segna
il quinto gol al 32'.
Colmegna accorcia nuovamente le distanze per i padroni di casa al 37', sfruttando una respinta corta della
difesa, ma quando entra Frigerio in due minuti (39’ e 40’) confeziona altrettante perle che permettono alla TS
Meda di mettere in ghiaccio il risultato.
La prima con una bomba mancina che toglie il ragnetto appisolato sotto l'incrocio,
e la seconda con una puntata a sorpresa che non lascia scampo a Castiglioni.
I padroni di casa hanno il merito di non mollare e al 45’ Trezzi, con una bella
percussione centrale, porta il risultato sul 4-7, ma non è ancora finita perché gli
ultimi dieci minuti regalano ancora momenti intensi.
Al 51’ Confalonieri mette il suo secondo sigillo con una gran bordata su punizione
dagli otto metri, e Felice spegne ogni residua speranza degli avversari al 55’,
chiudendo la serata da “man of the match” firmando la quarta rete personale in
contropiede.
Prima del triplice fischio arrivano altre due marcature, entrambe su tiro libero, che consentono ai due bomber
del girone, Confalonieri e Brenna, di rimpinguare il bottino personale.

*Foto di Daniele Balzano, la "saracinesca" della TS Meda C5

Giorgio Pellagatti

Serie D – Girone E - 16^ Giornata


Team Soccer Meda C5 - Talamonese 6-1 (pt 4-0)

Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell'Orto, Menegaldo, Gallo, Felice, Scuderi, Confalonieri, Mariani, Frigerio,
Rebosio, Asnaghi , All. Scroccaro
Formazione Talamonese: Salini, S. Cerri, Del Nero, Ciapponi, Mazzoni, M. Cerri, Vola, Adoni, All. Del Nero.
Marcatori: 7'-11’-56’ Confalonieri (TSM), 9’-20’ Felice (TSM), 42' Frigerio (TSM), 58' Ciapponi (TA).

La Team Soccer Meda piega sul terreno amico un’opaca Talamonese e mantiene il primato in
coabitazione con il San Fermo.
Il divario tecnico ed atletico tra le due formazioni è evidente già dalle prime battute, anche se i brianzoli
peccano di lucidità in fase conclusiva.
Scuderi appare il più incisivo ed al 5’ coglie la base del palo, deviando al volo un pallone messo al centro da
Confalonieri, che due minuti più tardi porta in vantaggio i suoi.
Ancora Scuderi colpisce la traversa con un tiro secco da sei metri ed il bomber medese è prontissimo al tap in
vincente.
Forti del vantaggio, i padroni di casa cercano di approfittare delle difficoltà degli ospiti, spesso impacciati nei
disimpegni, andando a pressare il portatore di palla.
Al 9’ Gallo calcia al volo dagli otto metri su passaggio diretto dal corner, Salini respinge in tuffo, ma Felice, ben
appostato al limite dell’area, infila con un sinistro preciso.
I valtellinesi provano a reagire, ma Balzano si fa trovare pronto su un paio di conclusioni e all’11 Confalonieri,
con una deviazione su angolo di Scuderi, realizza il meritato 3-0.
I ragazzi di Scroccaro rallentano un po’ il ritmo, cercando di evitare rischi inutili, ma al 20’ Felice parte in
velocità, salta due avversari, e fulmina da tre metri uno sconsolato Salini.
Prima della chiusura della frazione, oltre ad un ottimo intervento di Balzano in
chiusura su un attaccante avversario lasciato colpevolmente solo davanti alla porta,
merita una segnalazione la splendida incursione centrale di Gallo, conclusa con un
tiro di punta a sorprendere il portiere che, però, si stampa sul palo.
Nel secondo tempo il match scorre senza particolari sussulti, anche se la
Talamonese prova in tutti i modi ad impensierire i brianzoli.
Grande fair play su entrambi i fronti, con palloni correttamente restituiti in
occasione dei molti errori (veniali) di valutazione dell’arbitro che, stante la
correttezza di tutti, avrebbe anche potuto stare a casa.
A cercare maggiormente il goal sul fronte medese è Frigerio che, supportato dagli esterni Mariani e Rebosio,
prova più volte ad impensierire Salini.
La sua caparbietà è premiata al 42’, quando scarica da dieci metri una saetta imprendibile nell’angolo alla
sinistra del numero uno valtellinese.
Al 48’ grossa occasione per Mariani che, liberatosi superbamente dalla marcatura, si porta a tu per tu con Salini
che, però, compie il miracolo.
Nel finale, a squadre allungate, le opportunità per segnare si moltiplicano, ma entrambi i portieri si dimostrano
reattivi.
Nonostante ciò, al 56’ c’è ancora spazio per la rete di Confalonieri, dribbling a rientrare e botta dai cinque metri
sotto la traversa, e per il goal della bandiera di Ciapponi, con un tiro forte e preciso dalla distanza che
sorprende Balzano, la cui visuale era coperta dalla selva di giocatori assembrati in area.

*Foto di Filippo Gallo, autore di un'ottima prestazione.

Giorgio Pellagatti

Serie D – Girone E - 15^ Giornata

REAL MEZZOLA - TEAM SOCCER MEDA C5 3-8 (1t 1-3)

Real Mezzola: Barona, Borzi, Citrini, Sala, Nonini, Pedroncelli, Colzada, Zuccoli, All. Citrini
TS Meda C5: Balzano, Pellagatti, M. Scroccaro, Felice, Gallo, Scuderi, Confalonieri, Frigerio, Rebosio, Asnaghi,
All. F. Scroccaro.
Marcatori: 3’-5’ Scuderi (TSM), 12’ Citrini (RM), 15’ Rebosio (TSM), 35’-36’ Confalonieri (TSM), 39’-43’ Frigerio
(TSM), 51’ Citrini (RM), 55’ Colzada (RM), 58’ Felice (TSM).
Ammoniti/Espulsi: nessuno

La TS Meda onora l’impegno in Valchiavenna contro il fanalino di coda Real Mezzola, nonostante la
vittoria non porti punti ai fini della classifica.
Mister Scroccaro approfitta dell’occasione per dare spazio ai giocatori sinora meno utilizzati, ma sicuramente
fondamentali in vista del finale della “regular season”, che si prospetta intenso ed in cui i brianzoli proveranno a
dare filo da torcere al favorito San Fermo, con cui condividono il primato.
Inizio arrembante degli ospiti, che in cinque minuti trovano due volte la via della rete con
Scuderi, il quale al 6’ viene toccato duro ad un ginocchio e va ad allungare la già lunga
lista degli acciaccati del team medese.
La necessità di non rischiare ulteriori infortuni o inutili ammonizioni, frena un po’ la TS
Meda, che si limita a controllare l’incontro e, pur costruendo qualche buona occasione, si
dimostra poco determinata in fase conclusiva.
Al 12’ i novatesi approfittano di una indecisione della retroguardia avversaria e
accorciano le distanze con Citrini, che batte da distanza ravvicinata l’incolpevole Balzano.
I medesi tornano immediatamente a spingere, e Gallo sfiora per due volte il goal poco
prima che Rebosio, con un missile rasoterra da 10 metri, ripristini al 15’ il doppio vantaggio.
La seconda parte della prima frazione non offre ulteriori spunti, mentre più scoppiettante si rivela l’inizio della
ripresa, con gli ospiti che impongono la propria supremazia, trovando la via della rete per quattro volte e
sprecando altrettante facili occasioni.
Al 35’ e 36’ è il bomber Confalonieri a siglare la personale doppietta con due marcature di buona fattura
tecnica, cui fanno seguito tra il 39’ ed il 43’ i goal di Frigerio, che sfrutta adeguatamente la propria potenza al
tiro.
I medesi potrebbero dilagare, con le occasioni capitate sui piedi di capitan Scroccaro e Pellagatti, ma Barona si
dimostra reattivo in entrambe le circostanze ed efficace nel chiudere lo specchio della propria porta in uscita
sulle incursioni di Frigerio e Rebosio.
Nel finale i brianzoli allargano un po’ le maglie della difesa e Citrini e Colzada ne approfittano per ridurre il
divario con due reti da sottomisura.
Al 55’ Balzano, tra gli applausi della propria panchina, passa il testimone ad Asnaghi, che opera così il debutto
tra i pali.
Prima del triplice fischio, Felice fissa definitivamente il risultato sull’8 a 3, chiudendo da posizione centrale un
perfetto triangolo con Confalonieri.

Foto di Andrea Frigerio, autore di due reti

Giorgio Pellagatti

Serie D - Girone E - 14^ giornata

TS Meda C5 – Livigno 7-2 (1t 2-2)

Marcatori TS Meda C5: 4’ - 46’ Scuderi, 8’ - 33’ - 37’ Confalonieri, 34’ Gallo, 45’ Mariani
Marcatori Livigno: 10’ – 21’ Cavassi
Ammoniti: Cavassi (L)
Espulsi: Cavassi (L), Labouh (L)
Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell’Orto, Menegaldo, Gallo, Confalonieri, Scuderi, Frigerio, Mariani,
Rebosio, Asnaghi, all. Scroccaro
Formazione Livigno: Bormolini, Cusini, Trameri, Labouh, Zini, Garavatti, Ferreri, Cavassi, all. Bassola

A dispetto delle attese, vittoria piuttosto agevole della TS Meda C5 contro il Livigno, quarta forza del
campionato.
Ritmi lenti in apertura, con superiorità territoriale dei brianzoli che al 4’ passano in vantaggio con Scuderi.
I livignaschi faticano a reagire, ma al 7’ sfiorano il pari con una secca conclusione di Garavatti che si stampa
sulla traversa.
Il gioco dei padroni di casa appare meno brillante del solito, ma all’8 trovano una buona accelerazione e vanno
nuovamente in goal.
Scuderi si libera del proprio marcatore e lancia in velocità Confalonieri, che sfrutta a dovere l’occasione
battendo Bormolini.
Il match appare in discesa, ma i valtellinesi dispongono di giocatori esperti e pronti ad approfittare di tutti i
varchi.
Al 10’ Cavassi trova un corridoio centrale lasciato colpevolmente aperto dalla retroguardia medese e vi si
incunea fino ad arrivare a quattro metri da Balzano, che nulla può sulla conclusione forte e precisa.
La TS Meda, pur controllando le iniziative degli ospiti, appare troppo nervosa in fase di possesso palla e passano
nove minuti prima di rivedere una sua iniziativa pericolosa, con Scuderi che conclude sul palo una azione nata
da una ripartenza.
I valtellinesi tessono trame elementari, ma precise, ed al 21’ Cavassi, servito con precisione, pareggia con una
rasoiata nell’angolo più vicino.
Prima dell’intervallo i ragazzi di Scroccaro potrebbero riportarsi avanti, ma il tiro di Confalonieri si stampa sulla
traversa.
La pausa permette ai padroni di casa di riordinare le idee e nel secondo tempo si gioca praticamente ad una
porta sola.
Il Livigno appare da subito lento e rinunciatario, facilitando la chiusura degli spazi da parte dei giocatori medesi,
che concedono solo innocui tiri dalla distanza.
L’asse Frigerio-Confalonieri in avanti funziona a meraviglia, consentendo anche gli inserimenti a turno di Gallo e
Mariani.
I brianzoli capiscono che è il momento di spingere ed il risultato è devastante, con tre marcature in 4 minuti.
Al 33’ apre le danze Confalonieri il quale, liberatosi sulla destra, batte Bormolini sul secondo palo con un tiro
rasoterra ad incrociare.
Passa un minuto e Gallo pone il sigillo ad una partita quasi perfetta facendo esplodere le tribune con un coast to
coast nel quale vince due contrasti e beffa l’incolpevole numero uno livignasco con una conclusione di punta
nell’angolo basso.
Altri centoventi secondi e Confalonieri fa tripletta alla sua maniera, deponendo il pallone in rete dopo uno
slalom irresistibile.
Gli ospiti accennano ad una reazione d’orgoglio, ma non riescono mai ad impensierire l’attento Balzano, grazie
anche alle puntuali chiusure di Gallo.
A metà tempo il match si chiude: al 45’ è Scuderi a realizzare, finalizzando una splendida azione corale, e un
minuto dopo capitan Mariani, efficace e grintoso come sempre nonostante un piede dolorante, sfrutta l’appoggio
di un compagno a tagliare la difesa per concludere di potenza dove Bormolini non può arrivare.
Nell’ultimo quarto i padroni di casa non affondano e cercano di controllare l’incontro con la sola circolazione di
palla.
Da segnalare con rammarico, stante la correttezza dell’incontro e la totale assenza di interventi cattivi, due falli
inspiegabili a gioco fermo (o quasi) compiuti da Cavassi e Labouh ai danni rispettivamente di Scuderi e Gallo.
Rosso diretto ad entrambi dall’arbitro e scuse al team medese rivolte subito al termine del match dal
correttissimo capitano Cusini.
Giorgio Pellagatti

Serie D - Girone E - 13^ giornata

TS Meda C5 – Morbegno 1908 6-6 (1t 3-3)

Marcatori TS Meda C5: 1’-10’ Confalonieri, 24’- 45’ Felice, 32’ Dell’Orto, 55’ aut Martinalli
Marcatori Morbegno: 4’- 47’-57’ Mazzoni, 12’ Fabani, 23’ Lombella, 34’ Cornaggia
Ammoniti: Scuderi (TS), Martinalli (M), Cornaggia (M), Mazzoni (M).
Formazione TS Meda C5: Balzano, Dell’Orto, Felice, Gallo, Confalonieri, Scuderi, Frigerio, Mariani, Rebosio,
Asnaghi, all. Scroccaro
Formazione Morbegno: Camero, Cornaggia, Fabani, Martinalli, Lombella, Bax, Mazzoni, Taeggi, Bigiotti, all.
Tarabini

Finisce in parità il big match della seconda di ritorno tra TS Meda C5 e Morbegno 1908.
I brianzoli mantengono il primato in classifica, ma non riescono ad ampliare il vantaggio sugli
inseguitori, tra i quali si distingue il San Fermo che vince a Talamona.
I ragazzi di Scroccaro, orfani di diverse pedine importanti per gravi infortuni (stagione finita per il bomber
Grassi ed il portiere Cappelli vittime di lesioni ai legamenti del ginocchio e lungo stop per capitan Berton uscito
malconcio dal recente match a Campodolcino), fanno il possibile per vendicare la sconfitta dell’andata, l’unica
sinora patita, ma i tenaci valtellinesi sopperiscono con grinta, determinazione e una certa dose di buona sorte al
divario tecnico visto in campo.
Avvio deciso dei medesi, che cercano di imporre un ritmo elevato all’incontro, e Confalonieri già al primo minuto
sorprende Camero con una conclusione precisa dai sei metri.
Il Morbegno, che predilige i ritmi bassi, fatica a costruire gioco ma, essendo squadra esperta, sa come
approfittare delle palle ferme e al 4’ pareggia su azione partita da calcio d’angolo.
Palla fuori sul laterale, che calcia forte verso la porta, trovando sulla traiettoria la deviazione involontaria e
fortunata di Mazzoni, che spiazza Balzano.
Al 10’ padroni di casa ancora avanti; rilancio lungo su Confalonieri, che sorprende il proprio marcatore con una
finta, aggancia splendidamente e supera da campione con un pallonetto Camero, uscito alla disperata.
Il vantaggio della TS Meda dura pochissimo.
Al 12’ l’arbitro, immotivatamente permaloso (4 ammonizioni, tutte per proteste) e decisamente non all’altezza
di una partita così importante, concede al Morbegno una punizione da otto metri.
La posizione non pare delle più pericolose, ma Fabani è bravo a cogliere un varco nella barriera e piazzare
nell’angolo, approfittando del velo di un compagno che copre per un istante la visuale a Balzano.
I medesi accusano il colpo, si fanno un po’ innervosire da alcune discutibili decisioni arbitrali, e cercano troppo
spesso l’iniziativa personale, regalando pericolose ripartenze agli ospiti, che ne approfittano al 23’, dopo che
una prima occasione era finita sul palo.
Inserimento centrale, appoggio sul laterale Lombella e gran tiro in diagonale di quest’ultimo che si infila appena
sotto il sette.
I ragazzi di Scroccaro non ci stanno ed in meno di un minuto ritrovano il pareggio, grazie ad un doppio scambio
in velocità tra Felice e Confalonieri , che taglia fuori anche il portiere e consente al primo di appoggiare in rete
da un metro.
Gli ultimi 5 minuti del tempo vedono i valtellinesi in sofferenza, Frigerio apre spazi in avanti per gli inserimenti
dalle retrovie di Felice e Gallo, che arrivano più volte a concludere.
Proprio allo scadere Gallo si incunea centralmente, giunge a tu per tu con Camero e lo supera, ma la sua
conclusione si stampa sulla traversa.
Nella ripresa, padroni di casa subito avanti con Dell’Orto, che al 32’ sfrutta una disattenzione difensiva su calcio
d’angolo per inserirsi e calciare indisturbato nell’angolo più lontano.
Centoventi secondi dopo si ha la riprova che la dea bendata non protegge la capolista.
Frigerio difende palla dal pressing di Cornaggia sull’out di destra poco dietro la linea della propria metà campo,
decide di calciare in avanti, e dal contrasto con il piedone del laterale valtellinese nasce una parabola
velenosissima.
La palla scavalca l’attonito Balzano, che stazionava rilassato a tre quarti della sua area, e si infila beffarda nel
sette alla sua destra.
Nonostante la mala sorte i medesi riprendono a macinare gioco, creando alcune occasioni con il caparbio
capitan Mariani che lotta su ogni pallone.
Al 45’, da una sua percussione sulla sinistra nasce il nuovo vantaggio della TS Meda; al momento di entrare in
area Martinalli lo tocca fallosamente e Felice trasforma con sicurezza il penalty concesso dall’arbitro.
Anche questa volta il divario viene colmato in un paio di minuti, grazie ad un efficace allungo del laterale di
destra degli ospiti che, giunto a quattro metri dal fondo, calcia verso il palo lontano e trova il puntuale
inserimento di Mazzoni, lasciato colpevolmente solo.
Nei dieci minuti finali il match sale di intensità agonistica, senza assolutamente
diventare cattivo, con l’arbitro che commina tre cartellini gialli ai valtellinesi per alcune
timide proteste, in un paio di casi assolutamente giustificate.
Al 55’ ancora Mariani in cattedra.
Il capitano si incunea caparbiamente in area e calcia verso la porta di Camero;
l’estremo difensore è bravo a respingere, ma la palla picchia su uno stinco di Martinalli
in recupero e carambola in porta.
Potrebbe essere il vantaggio decisivo, ma al 58’ Mazzoni, servito su rimessa laterale, difende palla al limite
dell’area, si gira rapidamente e fulmina Balzano con una secca conclusione rasoterra.
Negli ultimi quattro minuti (due di recupero concessi) i medesi schiacciano gli avversari, ma lo fanno in maniera
scomposta, cercando soluzioni personali, e non trovano il modo di impensierire Camero.
Venerdì prossimo al PalaExtra di Mariano Comense, con inizio alle 21.30, altra sfida ad alta tensione.
Di scena il Livigno che, reduce dalla sconfitta casalinga con il Campodolcino, si gioca probabilmente le residue
speranze di lottare per il primato.

Nella foto Gianluca Felice, autore di una doppietta.

Giorgio Pellagatti

Serie D - Girone E - 2^ giornata

Morbegno - TS Meda 9-2

MORBEGNO 1908: Camero, Fabani, Tarabini, Cornaggia, Bacomo, Martinalli, Piazzi, Bax, Taeggi, Tarabini,
Bigiotti.
T.S. MEDA C5: Cappelli, Dell'Orto, Felice, Scuderi, Scroccaro Massimo, Mariani, Frigerio, Balzano. Allenatore:
Scroccaro Fabio.
Marcatori: 14', 55', 56', 57', 59' Taeggi (MO); 36', 20', Fabani (MO); 39', 54' Bax (MO); 18' Frigerio (ME); 21'
Mariani (ME).
Morbegno.
Prima trasferta in terra valtellinese e primo ko della stagione per la formazione medese che priva di
alcuni elementi cardine lascia i tre punti al Palasport E. Mattei di Morbegno.
Contro una valida formazione composta da giocatori dotati d'esperienza, su tutti il portiere Camero (anno di
nascita1964), il team guidato da Fabio Scroccaro si contrappone con il quintetto base composto da Cappelli in
porta, il centrale Felice, laterale Dell'Orto e l'esterno Scuderi con Mariani in attacco. Campo ridotto, fondo in
parquet e gioco veloce ma le due contendenti non si risparmiano e sono proprio i medesi i primi ad avvicinarsi
alla porta avversaria con una punizione di Dell'Orto (2') con tap-in di Mariani a lato di poco.
Ancora la punta ospite in evidenza al 7' con un tiro parato da Camero.
Bisogna aspettare il 14' per vedere in azione il Morbegno che con un contropiede rapido portato da Taeggi si
porta in vantaggio. Cappelli in stato di grazia si esibisce in altri interventi risolutivi nei minuti successivi sugli
attaccanti locali ma il Meda non demorde e al 18'
Frigerio su punizione diretta lascia partire dalla lunetta una "bomba"
sul secondo palo che si insacca alle spalle del numero uno. La difesa tiene e allora ci pensa Mariani al 21' con
una delle sue iniziative personali a inventarsi il gol del vantaggio con una splendida azione nella metà campo
avversaria. La seconda frazione vede il Meda appannato e privo di idee ma con i pochi cambi a disposizione,
mister Scoccaro tenta di reggere l'urto facendo ruotare tutti i giocatori a sua disposizione ma serve poco poichè
gli avanti valtellinesi, in particolare Taeggi, autore di ben cinque marcature, mettono la parola fine all'incontro
dopo i primi quindici minuti di gioco. Dell'Orto potrebbe riaprire la gara intorno al 18' ma il calcio di rigore si
perde tra le braccia di Camero. Il Meda accusa il colpo e le sue giocate non piu' fluide ed efficaci, vengono
bloccate dalla retroguardia avversaria che poi rilancia per gli avanti che di fronte a Cappelli non si fermeranno
fino al fischio finale dell'arbitro.

Redatto da Daniele Galimberti

Serie D - Girone E - 1^ giornata

TS Meda C5 - Campodolcino 7-3 (1t 4-2)

Marcatori TS Meda: 5'- 50' Scuderi, 12' Felice, 17'-56' Confalonieri, 26'- 57' Mariani
Marcatori Campodolcino: 20'- 33' Fanetti, 23' Cameroni

Formazione TS Meda C5: Balzano, Berton, Menegaldo, Felice, Dell'Orto, Scuderi, Confalonieri, Perosin, Grassi,
Frigerio, Mariani, Cappelli, All. Scroccaro
Formazione Campodolcino: Ambrosini, Della Morte S., Della Morte M., Buzzetti C., Cameroni, Fanetti, Buzzetti
G., Franzetti, All. Gatti

Esordio vincente in campionato per la TS Meda, che sconfigge nettamente sul campo amico il
Campodolcino, squadra che nella scorsa stagione era arrivata ai play off, che si presenta al
PalaExtra orfano di un paio di pedine fondamentali.
Avvio lento del match, con le due formazioni che faticano a costruire gioco e portieri sostanzialmente inoperosi.
I padroni di casa appaiono comunque più tonici, e con il passare del tempo impongono la propria supremazia
tecnica.
Al 5' Scuderi rompe l'equilibrio, trovando il varco giusto da centro area su ribattuta corta della difesa. I medesi
acquisiscono sicurezza e premono con maggior convinzione, aprendo corridoi per gli inserimenti dei laterali, che
arrivano a concludere con pericolosità.
Al 12' Felice sfrutta lo spazio creatogli dal movimento di Confalonieri, penetra centralmente ed a tu per tu con il
portiere non sbaglia.
Il Campodolcino, cercando di reagire, sbanda ulteriormente ed al 17'
Confalonieri, probabilmente il migliore tra i suoi, salta il marcatore diretto e dal limite scarica un bolide che si
insacca sotto l'incrocio dei pali.
La partita sembra ormai in discesa per i ragazzi di mister Scroccaro, che commettono l'errore di rilassarsi e
lasciare l'iniziativa agli avversari.
Bastano due leggerezze difensive per permettere agli ospiti di rientrare in partita, grazie alle marcature di
Fanetti al 20', lasciato colpevolmente solo sulla fascia sinistra, e Cameroni tre minuti dopo, che da due metri
supera l'incolpevole Balzano senza subire la pressione dei difensori di casa. La seconda rete subita dà la scossa
alla TS Meda, che torna a schiacciare i ragazzi di Galli e ristabilisce il doppio vantaggio con Mariani, lesto ad
avventarsi di testa su una palla respinta affannosamente da Albertini.
Al 28' i medesi commettono il sesto fallo e consentono a Della Morte di calciare un tiro libero che Balzano,
portiere di grande esperienza, neutralizza senza scomporsi.
Nella ripresa il Campodolcino alza il ritmo della manovra, e nel primo quarto d'ora mette alla frusta i padroni di
casa, che faticano a trovare l'assetto in campo e nelle ripartenze peccano spesso di egoismo, concedendo
pericolosi break agli avversari.
Al 23' Fanetti sfrutta la libertà concessagli per battere nuovamente Balzano, che chiama i compagni ad una fase
difensiva più attenta.
Occorre però attendere il time out chiesto da Scroccaro a metà tempo per rivedere una TS Meda nuovamente
ordinata ed in partita. Il Campodolcino torna a soffrire ed è costretto a caricarsi di falli.
Al 50' Scuderi, un minuto dopo essersi divorato un goal clamoroso a tre metri dalla porta vuota, sfrutta con
freddezza una corta respinta della difesa e batte Albertini.
Negli ultimi dieci minuti i padroni di casa dilagano e, pur sprecando tre tiri liberi, vanno a segno altre due volte.
Al 56' Confalonieri finalizza una splendida azione corale e sessanta secondi dopo Mariani chiude definitivamente
il match, sfruttando l'ennesima affannata ribattuta della difesa ospite.

G. Pellagatti