Sei sulla pagina 1di 40

MANUALE D'USO

Strumento ED640

Elettrondata srl
Via del Canaletto 77/79
41042 Spezzano di Fiorano
( Modena ) Italy
Tel. +39 0536 1840500
Fax. +39 0536 1840501
www.elettrondata.it
info@elettrondata.it

Versione 1.0 del 19/03/2010


2 Strumento ED640

Sommario
0
Parte I Introduzione 4
1 Descrizione ...........................................................................................................4

Parte II Caratteristiche tecniche 5


1 Dati tecnici ...........................................................................................................5
2 Utilizzo dello strumento
...........................................................................................................6
3 Messa in funzione ...........................................................................................................6

Parte III Pannelli e tastiera 7

Parte IV Simbologia 8
1 Manutenzione ...........................................................................................................9
2 Smaltimento ...........................................................................................................10

Parte V Installazione 10

Parte VI Connessioni 11

Parte VII Funzioni base 13


1 FUN-0 ...........................................................................................................14
2 FUN-3 ...........................................................................................................15
3 FUN-4 ...........................................................................................................15
4 FUN-5 ...........................................................................................................15
4.1 CAL-1 ........................................................................................................16
4.2 CAL-2 ........................................................................................................17
4.3 CAL-3 ........................................................................................................17
4.4 CAL-4 ........................................................................................................18
4.5 CAL-5 ........................................................................................................18
4.6 CAL-6 ........................................................................................................19
4.7 CAL-7 ........................................................................................................19
4.8 CAL-8 ........................................................................................................19
4.9 CAL-9 ........................................................................................................20
4.10 CAL-A ........................................................................................................20
4.11 CAL-B ........................................................................................................20
4.12 CAL-C ........................................................................................................21
4.13 CAL-D ........................................................................................................21
4.14 CAL-E ........................................................................................................22
4.15 CAL-F ........................................................................................................22
5 FUN-6 ...........................................................................................................23
6 FUN-7 ...........................................................................................................24
7 FUN-8 ...........................................................................................................24
8 FUN-A ...........................................................................................................25
9 FUN-B ...........................................................................................................26
10 FUN-D ...........................................................................................................26

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Sommario 3

11 FUN-E ...........................................................................................................27
11.1 IN ........................................................................................................27
11.2 DEF ........................................................................................................28
11.3 TST ........................................................................................................28
11.4 OUT ........................................................................................................28
11.5 SER ........................................................................................................29
11.6 ETHERN ........................................................................................................30
11.7 RTC ........................................................................................................31
11.8 NOISE ........................................................................................................31

Parte VIII Modi di fuzionamento 32

Parte IX Calibrazione 32
1 Soglie ...........................................................................................................33
2 Tara manuale ...........................................................................................................33
3 Center zero ...........................................................................................................34

Parte X Messaggi 34

Parte XI Dichiarazione di conformità 35

Parte XII Condizioni Generali 36

Parte XIII Assistenza 37

Parte XIV Allegato A 38

Parte XV Allegato B 39

Indice 40

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


4 Strumento ED640

1 Introduzione
Il presente manuale descrive le modalità corrette di installazione, impiego e manutenzione dello
strumento multifunzione ED640.

Il presente strumento è l’espressione della più avanzata tecnologia elettronica applicata al controllo
della quantità di prodotto da dosare, nella centrale di betonaggio per la produzione di calcestruzzo.
Concepito in base alle esperienze maturate in molti anni di produzione di apparecchiature di
controllo, lo strumento è stato progettato per poter risolvere le problematiche che la continua
evoluzione delle tecnologie propone.
La realizzazione dello strumento è conforme al tipo di impiego, considerando l’ambiente gravoso in
cui si opera.
Per consentire questo risultato, ed allo stesso tempo ottenere altissime garanzie di qualità,
affidabilità ed immediato reperimento di ricambi, si è introdotta una nuova concezione di sviluppo
del sistema assolutamente innovativa per questo tipo di applicazione.
In caso di deterioramento o alterazione accidentale dei dati questi possono essere ricaricati in
pochi minuti tramite una procedura di installazione automatica.
Tramite le tecniche sopra descritte è possibile effettuare modifiche al funzionamento dello
strumento, aggiornare il programma con nuove versioni in modo automatico senza dover
intervenire in nessuna parte elettrica dell'impianto.
In tal modo lo strumento può utilizzare programmi di lavoro costantemente aggiornati in funzione
agli sviluppi della tecnologia del settore, senza modificare il modo di operare degli addetti, con
notevole risparmio per acquisizione di nuove metodologie di lavoro.
In considerazione della grande potenzialità dello strumento risulta possibile l’implementazione con
programmi o altra elettromeccanica fornita da terzi.
Lo strumento può essere installato sia su centrali di nuova installazione che in impianti esistenti, in
quest’ultimo caso SENZA alcun intervento nel quadro elettrico.
Inoltre lo strumento è in grado di registrare (a scopo di controllo produzione) tutto quanto è dosato
per il prodotto a cui è collegato.

Nel caso si verifichino discordanze tra il funzionamento ordinario, descritto nel manuale, ed
il funzionamento reale del sistema, si prega di contattare il servizio Assistenza 37 .

ATTENZIONE
Leggere attentamente ed attenersi strettamente alle istruzioni riportate in questo manuale! Solo in
questo modo si può apprendere un uso corretto dello strumento ED640 ed evitare situazioni di
rischio, pertatno attenersi alle norme di sicurezza e tenere sempre questo manuale a portata di
mano.

1.1 Descrizione
Lo strumento ED640 campiona un segnale proveniente:
1. da una cella di carico (ED640/1);
2. da un trasduttore potenziometrico (ED640/2);
3. da una microcella (ED640/3);
4. da un segnale 0-10V (ED640/4);
Inoltre è possibile usare lo strumento in funzionamento contatore (ED640/6).

Il valore campionato è visualizzato secondo i parametri di impostazione e di calibrazione


memorizzati in fase di installazione dello stesso.
Lo strumento è in grado di fornire il valore campionato tramite:
un'uscita analogica proporzionale al valore di fondo scala impostato.
una seriale selezionabile tra RS232 e Rs485.
l'interfaccia Ethernet.
Lo strumento ha due soglie di minimo e di massimo, realizzate tramite due contatti di relè,
programmabili e visualizzate sul pannello anteriore tramite due Led's e ,
Lo strumento fornisce una tensione di 5V ± 1% in grado di alimentare le celle di carico, il
potenziometro, la microcella, prelevabile dai pin 4 (GND) e 3 (+5 Vdc) del connettore femmina 9
poli.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Introduzione 5

La soglia di massimo è utilizzata anche come uscita d’allarme, in queste condizioni:


1. All’accensione il contatto rimane chiuso fino all’inizializzazione dei parametri.
2. Al presentarsi di un'anomalia visualizzata a display con la sigla ERRxx; fare riferimento alla
sezione Messaggi 34 .
3. Entrando nella configurazione che cambia i parametri di connessione con il campo.
Lo strumento ED640 dispone di una pagina principale, quella d'uso corrente, per visualizzare il
valore campionato e di più pagine secondarie per la calibrazione ed impostazione dello strumento.
Alcune di queste sono accessibili solo da personale qualificato in possesso delle parole d'ordine.

2 Caratteristiche tecniche
ATTENZIONE!
LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI EFFETTUARE
QUALSIASI OPERAZIONE DI INSTALLAZIONE, USO O MANUTENZIONE. IL
PRESENTE MANUALE RIPORTA DATI ED INDICAZIONI PER L’USO RIFERITI
ALL’APPARECCHIATURA FORNITA NELLA MASSIMA CONFIGURAZIONE,
PERTANTO RIFERIMENTI A FUNZIONI NON PREVISTE O ACCESSORIE E NON
COMPRESE NELL'APPARECCHIATURA FORNITA DEVONO ESSERE IGNORATI.
NELL'INTENTO DI MIGLIORARE, SOTTO IL PROFILO TECNOLOGICO, LA PROPRIA PRODUZIONE,
L'AZIENDA SI RISERVA DI APPORTARE IN OGNI MOMENTO E SENZA PREAVVISO VARIAZIONI E
MODIFICHE AI PROPRI PRODOTTI ILLUSTRATI DI SEGUITO.

2.1 Dati tecnici

STRUMENTO VISUALIZZATORE PER QUANTITA' DI PRODOTTO.


DIMENSIONI Lunghezza 91 mm; Altezza 44 mm; Profondità 138 mm.
MONTAGGIO a pannello di quadro elettrico atto alla gestione dell'impianto.
FORO A PANNELLO Lunghezza 93 mm; Altezza 46 mm.
TENSIONE DI
110/230 Vac tramite cavo VDE.
ALIMENTAZIONE
ASSORBIMENTO TOTALE 0,05 VA
TENSIONE ALIMENT. 5,000 Vdc ±2% 120mA (max 8 celle da 350 Ohm) con protezione da corto
ANALOGICHE circuito.
3000 per la pesatura metrica, espandibili fino a 100.000 per uso non
DIVISIONI DISPLAY
metrico.
TENSIONE MINIMA PER
0.3 μV (strumento omologato); 0.03 μV (strumento non omologato).
DIVISIONE
1 ingresso cella di carico oppure 1 ingresso potenziometrico oppure 1
INGRESSI ANALOGICI
ingresso 0-10 Vdc.
INGRESSI LOGICI NPN o
2 INGRESSI FOTOACCOPPIATI max 24 Vdc.
PNP
1 uscita a 16bit 0-10 Vdc (2-10 Vdc opzionale) oppure 1 uscita 0-20 mA
USCITE ANALOGICHE
(4-20 mA opzionale).
1 porta bidirezionale RS232/RS485 configurabile per collegamento con
USCITE SERIALI
PC o PLC.
DISPLAY BILANCE 6 CIFRE con display a sette segmenti.
SEGNALAZIONI 6 LED indicatori di stato, comprese le soglie.
INDICAZIONE NEGATIVA Segno -
TASTIERA 5 tasti a cupola.
METODO DI Tramite tastiera o tramite software esterno: mediante TrWin o altro
CALIBRAZIONE software di gestione dell'impianto.
TEMPERATURA DI
da -10°C a +40°C
FUNZIONAMENTO

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


6 Strumento ED640

INTEGRAZIONI ALLE CONFIGURAZIONI


GESTIONE DI UNA INTERFACCIA ETHERNET per colloquio con PC tramite programma per la gestione
dei parametri e dati statistici.
GESTIONE DI UNA ALIBI MEMORY, per la tracciabilità dei dosati per la bilancia associata allo strumento.
GESTIONE DI SISTEMI DI PESATURA con OMOLOGAZIONE METROLOGICA.

2.2 Utilizzo dello strumento

USI NON PREVISTI


NON SI TRATTA DI UNO STRUMENTO DA TAVOLO MA PARTE DI UN SISTEMA A LOGICA
ELETTROMECCANICA ED ELETTRONICA, CONCEPITO PER IL CONTROLLO DI PARTI DI UN
IMPIANTO INDUSTRIALE. E’ DESTINATO AD UN USO PROFESSIONALE.
NON UTILIZZARE LO STRUMENTO PER LA DETERMINAZIONE DEL PESO PER TRANSAZIONI
COMMERCIALI, PER IL CALCOLO DI UN CANONE, PER L’APPLICAZIONE DI DISPOSIZIONI
LEGISLATIVE O REGOLAMENTI, NELLA PRASSI MEDICA, PER LA FABBRICAZIONE DI MEDICINE,
PER LA DETERMINAZIONE DEL PREZZO IN FUNZIONE DELLA MASSA.
NON UTILIZZARE LO STRUMENTO PER IL PILOTAGGIO DIRETTO DI MACCHINE IN MOVIMENTO,
SE NON PROVVISTE DI DISPOSITIVI PROPRI DI EMERGENZA E DI SICUREZZA E SE NON
SOTTOPOSTE A REGOLARI CONTROLLI DEL PERSONALE RESPONSABILE.
NON UTILIZZARE IN ATMOSFERA INFIAMMABILE O ESPLOSIVA.
NON MANOMETTERE LO STRUMENTO: PER LA MANUTENZIONE STRAORDINARIA CONTATTARE
IL FORNITORE O PERSONALE SPECIALIZZATO. IN CASO DI MANOMISSIONE DECADE LA
GARANZIA E IL COSTRUTTORE NON RISPONDE DI EVENTUALI DANNI A COSE O PERSONE O
ANIMALI.
NE E’ COMUNQUE VIETATO L’USO IMPROPRIO: IL COSTRUTTORE DECLINA OGNI
RESPONSABILITÀ IN CASO DI UTILIZZO NON CONFORME ALLE VIGENTI NORME.

TRASPORTO E STOCCAGGIO
Durante il trasporto e lo stoccaggio usare particolare cautela.
L'imballo e lo strumento temono i forti urti.
Non si risponde di eventuali danni causati da incauta movimentazione.
L'imballo e lo strumento temono l'umidità.
Non si risponde di eventuali danni causati da incuria.
L'imballo, se lo strumento non è montato su quadro elettrico, è composto di materiale plastico e
scatola di cartone.
Smaltire secondo le norme vigenti.
Lo strumento deve essere smaltito come da paragrafo: SMALTIMENTO 10 .

CONDIZIONI AMBIENTALI D’USO


Per applicazioni industriali: -10 °C a +40 °C. TENERE LONTANO DA FONTI DI CALORE O LUCE
SOLARE DIRETTA
Umidità relativa in assenza di condensa: 20% a 80%. LO STRUMENTO TEME L’UMIDITÀ

2.3 Messa in funzione


Prima di essere completamente operativo, lo strumento ED640 deve essere adattato alle
caratteristiche dell'impianto.
A tale scopo sono previste delle funzioni che consentono di effettuare l'operazione direttamente da
tastiera.
Quindi, è molto importante che la prima volta e in fase di avviamento, sia eseguita la seguente
sequenza di operazioni:

Leggere le "CONDIZIONI GENERALI 36 " di garanzia e responsabilità.


Effettuare i collegamenti elettrici come da schemi allegati al "QUADRO ELETTRICO" o al
paragrafo "CONNESSIONI 11 ".
Effettuare la "CALIBRAZIONE 32 " del tipo di ingresso e dell'uscita analogica.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Caratteristiche tecniche 7

3 Pannelli e tastiera
PANNELLO ANTERIORE

PANNELLO POSTERIORE

DESCRIZIONE LEDS

Indica che il valore è sceso sotto l'impostazione della soglia di minimo.


Indica che il peso misurato è all'interno della programmazione del peso stabile.
Indica che il peso misurato è in prossimità dello zero, compreso nell’intervallo +/-
¼ della divisione.
Indica che il peso visualizzato è un peso netto.
Indica che il valore visualizzato non è un peso.
Indica che il valore ha superato l'impostazione della soglia di massimo.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


8 Strumento ED640

DESCRIZIONE TASTI

Tasto FRECCIA SU, se mantenuto premuto e se esistono le condizioni,


esegue il center zero.

Tasto FRECCIA GIU', se mantenuto premuto e se esistono le condizioni,


esegue la tara manuale

Tasto INVIO, di conferma o se mantenuto premuto permette l'impostazione


della soglia di minimo.

Tasto ESC, di uscita o se mantenuto premuto permette l'impostazione


della soglia di massimo

Tasto nascosto, se mantenuto premuto dall'accensione fino alla fine


dell'inizializzazione dei parametri permette l'ingresso in menu di
configurazione altrimenti nascosti.

4 Simbologia

Leggere attentamente questo manuale, prima di tentare di installare lo strumento ED640

Lo strumento è coperto da 12 mesi di garanzia pertanto NON DEVE ESSERE MANOMESSO per nessun
motivo, ogni tentativo, verificato, sullo strumento annullerà qualsiasi condizione di garanzia. Ogni problema
verificatosi con lo strumento o con il sistema a lui connesso deve essere comunicato al rivenditore o al
fornitore o al centro servizi dove è stato acquistato.
Il presente manuale porta a conoscenza l’utente finale e il tecnico installatore, dei diversi modi di
funzionamento dello strumento, le funzionalita dei tasti e delle indicazioni a display. L'utente finale che trovi
durante la lettura la dicitura:
"RIFER.PERS.TECN."
Sa che si sta descrivendo una funzione avanzata riferita a personale tecnico che sarà approfondita
all'interno del presente manuale.
Questo manuale è stato curato prestando massima attenzione agli errori, eventuali segnalazioni di
imprecisioni sono sempre accettate.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Simbologia 9

4.1 Manutenzione

ATTENZIONE!

NON MANOMETTERE LO STRUMENTO


CONTATTARE IL FORNITORE O CENTRI D'ASSISTENZA, DA LUI CERTIFICATI E ADDESTRATI PER
OPERAZIONI DI MANUTENZIONE. In caso di manomissione decade la "GARANZIA 36 " e l'azienda
costruttrice non risponde di alcun danno a cose o persone o animali.

UTILIZZARE SOLO RICAMBI ORIGINALI


CONTATTARE IL FORNITORE O CENTRI D'ASSISTENZA, DA LUI CERTIFICATI E ADDESTRATI PER
OTTENERE RICAMBI ORIGINALI. Per evitare che si verifichino anomalie e decada la "GARANZIA 36 ", per
cui l'azienda costruttrice non risponde di alcun danno a cose o persone o animali.

TOGLIERE L'ALIMENTAZIONE ALLO STRUMENTO


CONTATTARE IL FORNITORE O CENTRI D'ASSISTENZA, DA LUI CERTIFICATI E ADDESTRATI PRIMA
DI EFFETTUARE OGNI OPERAZIONE DI MANUTENZIONE. Per evitare che si verifichino anomalie e
decada la "GARANZIA 36 ", per cui l'azienda costruttrice non risponde di alcun danno a cose o persone o
animali.

NON PULIRE LA MASCHERINA DELLO STRUMENTO CON AGENTI CHIMICI


UTILIZZARE UN PANNO LEGGERMENTE UMIDIFICATO CON ACQUA. L'azienda fornitrice non risponde
di eventuali danni a cose o persone o animali causati da incuria o da incauta manipolazione o
movimentazione dello strumento.

NON UTILIZZARE OGGETTI APPUNTITI


SUI TASTI O SUI CAVI DI COLLEGAMENTO DELLO STRUMENTO. L'azienda fornitrice non risponde di
eventuali danni a cose o persone o animali causati da incuria o da incauta manipolazione o movimentazione
dello strumento.

VERIFICARE PERIODICAMENTE L’INTEGRITA'


DELLO STRUMENTO E DEI CAVI CONNESSI ALLO STESSO. L'azienda fornitrice non risponde di
eventuali danni a cose o persone o animali causati da incuria o da incauta manipolazione o movimentazione
dello strumento.

NON UTILIZZARE ACQUA PER SPEGNERE INCENDI


EVENTUALMENTE VERIFICATISI NELLE VICINANZE DELLO STRUMENTO. L'azienda fornitrice non
risponde di eventuali danni a cose o persone o animali causati da incuria o da incauta manipolazione o
movimentazione dello strumento.

NON UTILIZZARE FIAMME LIBERE


NELLE VICINANZE DELLO STRUMENTO. L'azienda fornitrice non risponde di eventuali danni a cose o
persone o animali causati da incuria o da incauta manipolazione o movimentazione dello strumento.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


10 Strumento ED640

NON EFFETTUARE MANUTENZIONE A PARTI MECCANICHE


NELLE VICINANZE DELLO STRUMENTO FUNZIONANTE, SENZA TOGLIERE TENSIONE. L'azienda
fornitrice non risponde di eventuali danni a cose o persone o animali causati da incuria o da incauta
manipolazione o movimentazione dello strumento.

ACCERTARSI CHE TUTTE LE ETICHETTE SIANO PRESENTI E LEGGIBILI;


IN CASO CONTRARIO, CONTATTARE IL FORNITORE PER AVERE IL RICAMBIO.

4.2 Smaltimento
MESSA FUORI SERVIZIO

1. Staccare alimentazione al quadro ove risiede lo strumento.


2. Aprire lo sportello del quadro elettrico ove è montato lo strumento.
3. Rimuovere il connettore di alimentazione dello strumento .
4. Rimuovere tutti i connettori ed eventuali memory card, presenti sullo strumento.
5. Smontare lo strumento dal quadro elettrico, tramite apposito utensile.
6. Proteggere con contenitore o coprire con polietilene a bolle d’aria (PLURIBOL) per evitare tagli o graffi al
pannello anteriore.
7. Provvedere al suo smaltimento o riconsegnare all’azienda fornitrice come riportato sotto.

Questo simbolo che appare sul prodotto indica che appartiene alla categoria RAEE, acronimo di Rifiuti da
Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Le AEE sono apparecchiature che per un corretto funzionamento
dipendono dall'energia elettrica, sia come utilizzatrici, sia come generatrici, progettate per funzionare a
tensioni fino a 1000 VAC o 1500 VCC e non devono essere smaltite come rifiuti urbani. Gli utenti devono
provvedere allo smaltimento delle apparecchiature da rottamare portandole al luogo di raccolta indicato per il
riciclaggio di apparecchiature AEE. Come da "Direttiva RAEE": 2002/96/CE e 2003/108/CE e da "Decreto
RAEE": D.Lgs 25 Luglio 2005, n. 151; Per ulteriori informazioni sui punti di raccolta delle apparecchiature da
rottamare, contattare nel proprio comune di residenza, il servizio di smaltimento dei rifiuti locale.

5 Installazione

"RIFER.PERS.TECN."

LE OPERAZIONI DESCRITTE DEVONO ESSERE EFFETTUATE SOLO DA PERSONALE QUALIFICATO.

Fissare lo strumento con gli appositi supporti sulla portella o sul sinottico di un quadro e collegare i
cavi ai connettori in ingresso come da paragrafo "CONNESSIONI 11 ".

PRIMA DELLA MESSA IN OPERA, VERIFICARE LA CONFORMITA’ DEL FUNZIONAMENTO: IL


COSTRUTTORE DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ PER LA MANCATA O ERRATA PRODUZIONE O
ALTRO EVENTUALE MALFUNZIONAMENTO.

ACCERTARSI CHE L’APPARECCHIO SIA CONNESSO AL CAVO DI TERRA DELL’IMPIANTO.


EVITARE LA COMPRESSIONE DEI CAVI CONNESSI ALL’APPARECCHIO.
EVITARE DI AFFIANCARE I CAVI DI SEGNALE AD ALTRI DI POTENZA.
INSTALLARE LO STRUMENTO IN UNA POSIZIONE CHE PERMETTA LA PERFETTA VISIBILITA’
DELL’IMPIANTO AD ESSO COLLEGATO per evitare di avviare il dosaggio in condizioni critiche o di
pericolo.
PREDISPORRE UN ADEGUATO SISTEMA DI VENTILAZIONE E ILLUMINAZIONE.
UTILIZZARE GRUPPI DI CONTINUITA’ COME FILTRO DI RETE SE L’ALIMENTAZIONE PROVIENE DA
GRUPPO ELETTROGENO O RETE CON MOLTE VARIAZIONI DI TENSIONE.
NON INSTALLARE L'APPARECCHIATURA IN PROSSIMITA’ DI INVERTER, AZIONAMENTI OD ALTRO.
Questi comunque dovranno essere provvisti dei filtri di rete necessari.
NELL’EVENTUALITA’ DI FENOMENI DI CONDENSAZIONE ALL’INTERNO DELLE APPARECCHIATURE
E’ CONSIGLIABILE MANTENERLE SEMPRE ALIMENTATE.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Installazione 11

LE PROTEZIONI ELETTRICHE PER GLI STRUMENTI (fusibili, interruttore blocca porta, ecc.) SONO A
CURA DELL’INSTALLATORE DEL QUADRO.

AVVIAMENTO
Lo strumento ha presente il connettore VDE e supporta l'alimentazione da 110 Vac a 230 Vac della
rete elettrica, pertanto alimentare lo strumento tramite cavo VDE standard.

ARRESTO
Togliere tensione tramite protezione elettromeccanica (dispositivo magnetotermico) o staccare il
cavo VDE in ingresso allo strumento.

ATTENZIONE! Apparecchiatura sotto tensione non intervenire se non si è


tecnici qualificati abilitati ad operare su impianti elettrici.

6 Connessioni

I connettori a bordo dello strumento presentano i collegamenti come visualizzato sull'etichetta e


come descritto sotto.

SEGNALI IN INGRESSO
Per connettere le celle di carico a 6 fili (verificare la procedura A allegata) utilizzare i seguenti pin:

PIN 1 SIG-; Segnale negativo della cella di carico.


PIN 2 SIG+; Segnale positivo della cella di carico.
PIN 3 EXC+; Alimentazione positiva della cella di carico.
PIN 4 EXC-; Alimentazione negativa della cella di carico
PIN 5 SENS+; Segnale di SENSE positivo della cella di carico.
PIN 8 SENS-; Segnale di SENSE negativo della cella di carico.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


12 Strumento ED640

Per connettere le celle di carico a 4 fili utilizzare i seguenti pin:

PIN 1 SIG-; Segnale negativo della cella di carico.


PIN 2 SIG+; Segnale positivo della cella di carico.
PIN 3 EXC+; Alimentazione positiva della cella di carico.
PIN 4 EXC-; Alimentazione negativa della cella di carico

Per connettere un trasduttore potenziometrico utilizzare i seguenti pin:

PIN 3 EXC+; Alimentazione positiva del trasduttore potenziometrico.


PIN 4 EXC-; Alimentazione negativa e Segnale negativo del trasduttore potenziometrico.
PIN 9 POT; Segnale positivo del trasduttore potenziometrico.

Per connettere un segnale analogico 0-10V utilizzare i seguenti pin:

PIN 4 EXC-; Segnale negativo dell'ingresso analogico 0-10 Vdc.


PIN 7 0-10V IN; Segnale positivo dell'ingresso analogico 0-10Vdc.

SEGNALI IN USCITA
Per utilizzare l'uscita analogica collegare i seguenti pin:

PIN 4 EXC-; Segnale negativo dell'uscita analogica.


PIN 6 AOUT; Segnale positivo analogico 0-10 Vdc (2-10 Vdc opzionale) o 0-20 mA (4-20 mA
opzionale). Fare riferimento al paramentro in FUN E per la scelta dell'uscita analogica.

Per utilizzare il collegamento seriale RS232 collegare i seguenti morsetti:

MORSETTO 4 TX/-; Segnale di trasmissione dei dati allo strumento.


MORSETTO 5 RX/+; Segnale di ricezione dei dati dallo strumento.
MORSETTO 6 gnd; Segnale di massa della seriale per lo strumento.

Per utilizzare il collegamento seriale RS485 (verificare la procedura A allegata) collegare i seguenti
morsetti:

MORSETTO 4 TX/-; Segnale negativo o B dello strumento.


MORSETTO 5 RX/+; Segnale positivo o A dello strumento.

Nota: la seriale RS485 deve essere terminata con un Resistenza da 220 Ohm 1/4 W sul
connettore dell’ultimo strumento.

Per utilizzare il collegamento Ethernet collegare un cavo standard nell'apposito connettore


ETHERNET:

1) Cavo patch per il collegamente al PC/PLC tramite lo Switch di rete.


2) Cavo cross per il collegamento diretto tra lo strumento e il PC/PLC.

Per utilizzare le due soglie di minimo e di massimo collegare i seguenti pin:

MORSETTO 1 ; Soglia di minimo dello strumento.


MORSETTO 2 COM; Comune soglie dello strumento.

MORSETTO 3 ; Soglia di massimo dello strumento.


MORSETTO 2 COM; Comune soglie dello strumento.

La soglia di massimo è utilizzabile, collegandola ad un dispositivo sonoro o luminoso, come


segnalazione di anomalie accadute allo strumento.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 13

7 Funzioni base
Con strumento acceso, premendo contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il
tasto (invio) si entra all'interno dei menu funzione, descritti sotto. Pertanto è acceso anche il led F
ad indicazione del fatto che non è visualizzata una grandezza misurata ma un valore numerico
generico. Con il tasto ESC si torna ai menu precedenti senza memorizzare alcun dato variato, fino
a tornare in visualizzazione. Se non si premono i tasti per 5 secondi si torna in visualizzazione. Con
il tasto (invio) si memorizza il dato visualizzato e si torna al menu precedente.

DESCRIZIONE MENU FUNZIONE

FUN-0 IMPOSTAZIONE DEI PARAMETRI PER ALIBI MEMORY.


FUN-1 NON OPERATIVA
FUN-2 NON OPERATIVA
FUN-3 VISUALIZZAZIONE DEL CONTATORE DEGLI ACCESSI NEI MENU PROTETTI.
IMPOSTAZIONE DEL DATO DI TARA MANUALE, sarà visualizzato nel menu FUN-5
FUN-4 - CAL-C.
FUN-5 IMPOSTAZIONE DEI PARAMETRI DI CALIBRAZIONE DELLO STRUMENTO.
FUN-6 IMPOSTAZIONE DEI DATI DI ALLINEAMENTO DELL'USCITA ANALOGICA
FUN-7 IMPOSTAZIONE DEL DATO PER LA SOPPRESSIONE DEI VALORI NEGATIVI.
IMPOSTAZIONE DEL DATO PER L'ADEGUAMENTO DEL VALORE DI
FUN-8 GUADAGNO.
FUN-9 NON OPERATIVA
FUN-A IMPOSTAZIONI DEI DATI PER LA CALIBRAZIONE PARAMETRICA DELLE CELLE.
IMPOSTAZIONI PER EFFETTUARE LA CALIBRAZIONE PARAMETRICA DELLE
FUN-B CELLE.
FUN-C NON OPERATIVA
FUN-D VISUALIZZAZIONE DEL NUMERO SERIALE DELLO STRUMENTO.
FUN-E IMPOSTAZIONI DEI PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO DELLO STRUMENTO
FUN-F NON OPERATIVA

DESCRIZIONE PARAMETRI NEI MENU FUNZIONE


Di seguito sono spiegati tutti i parametri del presente strumento a cui è possibile accedere e
modificare.

"RIFER.PERS.TECN."
Nel caso si volesse entrare nei menu protetti (visualizzati in rosso) dello strumento seguire le
indicazioni sotto:

POWER-ON con il tasto Nascosto premuto.


INSERIRE LA PASSWORD: N=.... Vedere la tabella delle parole d'accesso.
Si entra nei menu PROTETTI TUTTI I MENU IN ROSSO SONO ABILITATI.

NOTA: Per uscire spegnere lo strumento. Il menu per visualizzare il numero di accessi nelle zone
protette è: FUN-3. Non è possibile azzerare questo contatore.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


14 Strumento ED640

7.1 FUN-0
Per impostare i parametri per l'ALIBI MEMORY, dal menu FUN-0 premere il tasto (invio).

FUN-0
READ PERMETTE DI LEGGERE LE MEMORIZZAZIONI DELL'ALIBI MEMORY
REWRITE INSERIRE UN REWRITE VALIDO
ID INSERIRE UN ID VALIDO se non esatto compare NOREC.
Se Rewrite id è corretto
NET PESO NETTO
GROSS PESO LORDO
DATE DATA ACQUISIZIONE (se abilitata)
TIME ORA ACQUISIZIONE (se abilitata)
CONFIG
DATE Memorizzazione della Data e Ora di acquisizione del dato per quella
estrazione.
NODATE Memorizazione SOLO dei valori in peso per quella estrazione.
ERASE

All'interno di questa funzione è possibile visualizzare le memorizzazioni eseguite dall'ALIBI


MEMORY per ogni estrattore che effettua una pesata nella bilancia a cui è associato questo
strumento.
Dal menu READ premendo il tasto (invio) chiede il REWRITE che è di tre cifre ed equivale al
numero di scritture complete della memoria, premendo il tasto (invio) chiede l'ID che è di sei cifre
ed equivale al numero della memorizzazione che si vuole visualizzare. Una volta inserito premere
nuovamente il tasto (invio).
Se il numero non è corretto compare la scritta NOREC, se è corretto si entra all'interno della
memorizzazione e sono visualizzati:
NET, dopo due secondi il valore del PESO NETTO estratto per quella pesata, per proseguire
premere il tasto (invio)
GROSS, dopo due secondi il valore del PESO LORDO estratto per quella pesata, per proseguire
premere il tasto (invio)
DATE, dopo due secondi il valore della DATA in cui è stata fatta la pesata, per proseguire premere
il tasto (invio)
TIME, dopo due secondi il valore dell'ORA in cui è stata fatta la pesata. Per uscire premere il tasto
ESC.

"RIFER.PERS.TECN."
Nel caso si entrasse nei menu dello strumento tramite l'inserimento di una password sono abilitati i
due menu in rosso.

CONFIG permette di impostare il metodo di memorizzazione del dato se comprensivo di data e ora
o solo dei valori di peso.
Le memorizzazioni per l'impostazione NODATE sono 261632.
Le memorizzazioni per l'impostazione DATE sono 174421.

ERASE permette la cancellazione di tutta l'ALIBI MEMORY.

Questa memoria è di tipo circolare pertanto quando sono terminate le registrazioni è incrementato il
valore di REWRITE e le memorizzazioni successive vanno a sovvrascrivere le prime effuate dallo
strumento. Pertanto è fondamentale sapere i valori esatti del REWRITE e dell'ID per poter leggere i
dati corretti.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 15

7.2 FUN-3
Per visualizzare il valore del contatore delle calibrazioni, dal menu FUN-0 con il tasto (freccia
su) cercare FUN-3 e premere il tasto (invio).

FUN-3
nnnn Valore NON modificabile.

In questa funzione è visualizzato un contatore che si incrementa ogni volta che sono modificati i
parametri di calibrazione o di linearizzazione o si esegue un accesso ai menu protetti. Questo
contatore non può essere né modificato né cancellato dall’utente.

7.3 FUN-4
Per impostare i parametri di tara manuale, dal menu FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare
FUN-4 e premere il tasto (invio).

FUN-4
TARA Se esiste la possibilità esegue la tara manuale.
nnnn Inserire il valore tramite tastiera del peso da togliere sulla visualizzazione.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di seguire 2 strade:

a) Si preme immediatamente il tasto (invio) senza aver inserto nessun numero, a questo punto si
accende il led NET.
Se già presente questa tara è annullata, spegnendo il led NET.
b) Con il tasto (su) o il tasto (giù) si imposta il valore del peso da togliere sulla
visualizzazione.
Premendo il tasto (invio) è acquisita la tara impostata.

All’accensione viene azzerata questa tara.


Questa funzione non sposta il fondo scala ma lavora all’interno di esso, visualizzando il valore
negativo fino alla tara impostata con CAL-5.
Il tutto si spegnerà quando il peso scende al valore di zero (tara) impostato con CAL-5, oppure
entrando nuovamente in FUN-4 e seguendo il punto a) descritto sopra. Il tasto ESC fa uscire dalla
funzione senza modificare nulla.

7.4 FUN-5
Per impostare i parametri di calibrazione dello strumento, dal menu FUN-0 con il tasto (freccia
su) cercare FUN-5 e premere il tasto (invio). La funzione CAL-0 non è operativa pertanto se si
preme il tasto (invio) in questa posizione si torna nello stato di visualizzazione. Usare i tasti
(freccia su) e (freccia giù) per selezionare funzioni o parametri da visualizzare o modificare.
N.B.: Una volta programmato correttamente lo strumento si consiglia di trascrivere i parametri
impostati per un facile ripristino degli stessi. Nell'Allegato B 39 è inserita una tabella per riportare i
parametri impostati.

FUN-5
NON
CAL-0 OPERATIVO
CAL-1 FILTRO DA 0 A 5 DEFAULT 0
PUNTO DA XXXXXX A X. DEFAULT XXXX.
CAL-2 DECIMALE XXXXX XX
CAL-3 MOLTIPLICA DA 1 A 5 DEFAULT 1
CAL-4 FONDO SCALA DA 1 A 999999 DEFAULT 50.00
CAL-5 TARA CALIBRAZIONE

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


16 Strumento ED640

STRUMENTO
CALIBRAZIONE
CAL-6 GUADAGNO
STRUMENTO
SOLO
VALORE
CAL-7 CONVERTITORE
VISUALIZZAZIO
NE
ZERO USCITA
CAL-8 ANALOGICA
DA 0 A 4096 DEFAULT 0

MAX USCITA
CAL-9 ANALOGICA
DA 0 A 4096 DEFAULT 4086

INDIRIZZO
CAL-A SERIALE
DA 0 A 32 DEFAULT 0

CAL-B PICCO DA 0 A 1 DEFAULT 0


SOLO SE SETTATA IN
VALORE TARA
CAL-C VISUALIZZAZIO DEFAULT 0
MANUALE
NE
FUN-4
DIVISIONI PESO
CAL-D STABILE
DA 0 A 99 DEFAULT 0

TEMPO PESO
SE DIVISIONI > 0 DA 0 A 99 DEFAULT 0
STABILE
CAL-E DERIVA DA 0 A 99 DEFAULT 0
LINEARITA' 1
DA 0 A FONDO
CAL-F SCALA DI
SCALA
DEFAULT 0
MISURA
LINEARITA' 2 DA LINEARITA' 1
SE LINEARITA' 1
SCALA DI A FONDO DEFAULT 0
>0
MISURA SCALA
LINEARITA' 3 DA LINEARITA' 2
SE LINEARITA' 2
SCALA DI A FONDO DEFAULT 0
>0
MISURA SCALA
LINEARITA' 4 DA LINEARITA' 3
SE LINEARITA' 3
SCALA DI A FONDO DEFAULT 0
>0
MISURA SCALA

DESCRIZIONE PARAMETRI CALIBRAZIONE STRUMENTO


Di seguito sono spiegati i parametri di calibrazione del presente strumento a cui è possibile
accedere e modificare.

"RIFER.PERS.TECN."
Nel caso si volesse entrare nei menu protetti (visualizzati in rosso) dello strumento seguire la
procedura in FUNZIONI BASE 13 .

7.4.1 CAL-1
FILTRO
Il parametro FILTRO ha lo scopo di stabilizzare l’indicazione letta in ingresso sul connettore 9 poli.

La stabilizzazione si ottiene aumentando il numero di campioni da mediare prima di renderli


disponibili su display, sull'uscita analogica, sulla seriale e su ethernet.

I valori impostabili sono compresi tra 1 e 6. Impostato il valore N è eseguita la media di 4x2E
(N-1) valori.

Esempio: impostando il valore 6, lo strumento esegue la media di 32 campionamenti prima di


rendere disponibile il valore.

Per accedere al parametro FILTRO premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e


(freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e
© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.
Funzioni base 17

premere il tasto (invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-1 e premere il
tasto (invio). Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il valore di filtro desiderato e
premere il tasto (invio). Si torna in CAL-0, premere il tasto ESC per uscire dal menu oppure
premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro di calibrazione.

NB: Aumentando il filtro si ottiene sia la stabilizzazione dell’indicazione, sia il rallentamento


nell’aggiornamento del valore letto.

7.4.2 CAL-2
PUNTO DECIMALE
Questo parametro consente di impostare l’indicazione a display in funzione dell’unità di misura e
della precisione richiesta dal sistema.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro PUNTO DECIMALE, occorre entrare nei menu protetti tramite la
corretta procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il
tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto
(invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-2 e premere il tasto (invio). Lo
strumento visualizza "------", con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il punto decimale
desiderato e premere il tasto (invio). Si torna in CAL-0, premere il tasto ESC per uscire dal menu
oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro di
calibrazione.

Nel caso siano state già effettuate delle memorizzazioni con l'ALIBI MEMORY compare la
scritta FULL e si è portati all'interno del menu FUN-0, compare la scritta READ, se si intende
cambiare il punto decimale BISOGNA prima cancellare le memorizzazioni fatte. Per questo
con i tasti (freccia su) e (freccia giù) cercare ERASE e premere il tasto (invio).
Tornare all'interno di CAL-2 tramite la procedura sopra e impostare il punto decimale
desiderato.

7.4.3 CAL-3
MOLTIPLICA
Questo parametro definisce il numero di divisioni di incremento e decremento del valore in
visualizzazione come da tabella:

COS=1 incrementa/decrementa di 1 divisione in 1 divisione


COS=2 incrementa/decrementa di 2 divisioni in 2 divisioni
COS=3 incrementa/decrementa di 10 divisioni in 10 divisioni
COS=4 incrementa/decrementa di 20 divisioni in 20 divisioni
COS=5 incrementa/decrementa di 5 divisioni in 5 divisioni

Esempio: Se divisioni 3000, fondo scala 5000 e moltiplica 5 il valore visualizzato aumenterà o
diminuirà di tre cifre alla volta.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro MOLTIPLICA, occorre entrare nei menu protetti tramite la corretta
procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il tasto
(invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto (invio), si
entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-3 e premere il tasto (invio). Con i tasti
(freccia su) e (freccia giù) impostare la moltiplica desiderata e premere il tasto (invio). Si torna
in CAL-0, premere il tasto ESC per uscire dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e
(freccia giù) per selezionare un'altro parametro di calibrazione.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


18 Strumento ED640

N.B.: non si tenti di modificare questo parametro a calibrazione avvenuta perché


provocherebbe una modifica automatica dell’scursione del segnale; se ciò dovesse
succedere si consiglia di rieseguire la calibrazione.

7.4.4 CAL-4
FONDO SCALA
Impostazione della massima visualizzazione dello strumento oltre la quale non incrementa ma il
valore a display rimane lampeggiante.

Solitamente questo valore coincide con il massimo valore della grandezza d’ingresso, funzione
dell’unità di misura e della precisione richiesta dal sistema. L’uscita analogica fornisce un segnale
0-10Vdc variabile tra la TARA, a cui corrisponde l’indicazione di 0 (0 Vdc), ed il valore di Fondo
Scala (+10Vdc).

Esempio: Impostando F.S. = 50.00, quando lo strumento raggiunge e supera tale valore, a display
rimane l'indicazione "50.00" lampeggiante e l’uscita analogica si porta a +10 Vdc.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro FONDO SCALA, occorre entrare nei menu protetti tramite la corretta
procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il tasto
(invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto (invio), si
entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-4 e premere il tasto (invio). Con i tasti
(freccia su) e (freccia giù) impostare il fondo scala desiderato e premere il tasto (invio). Se non
si verificano errori si torna in CAL-0, in caso contrario consultare i "MESSAGGI 34 ". Premere il
tasto ESC per uscire dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per
selezionare un'altro parametro di calibrazione.
N.B.: non si tenti di modificare questo parametro a calibrazione avvenuta perché
provocherebbe una modifica automatica dell’scursione del segnale; se ciò dovesse
succedere si consiglia di rieseguire la calibrazione.

7.4.5 CAL-5
TARA
Questo parametro, unitamente al parametro GUADAGNO, rappresenta la calibrazione vera e
propria dello strumento dove si definiscono i riferimenti di VUOTO o valore 0 (in questo parametro)
e di PIENO o valore di fondo scala (nel parametro guadagno). Vanno eseguite entrambe nella
sequenza:
1) TARA
2) GUADAGNO.

Si consiglia di eseguire la sequenza di calibrazione dopo 15 - 20 minuti che lo strumento è


acceso, in modo da consentire ai componenti elettronici di raggiungere l’equilibrio termico.

Tenere presente quest’osservazione anche quando, a calibrazione avvenuta, si dovesse notare un


leggero scostamento dell’indicazione tra lo spegnimento e l’accensione dello strumento.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro TARA, occorre entrare nei menu protetti tramite la corretta procedura
poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra
in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto (invio), si entra in CAL-0
con il tasto (freccia su) cercare CAL-5 e premere il tasto (invio). Compare la scritta "TARA",
premere il tasto (invio) appare la scritta "DONE" e se non si verificano errori si torna in CAL-0, in
caso contrario consultare i "MESSAGGI 34 ". Premere il tasto ESC per uscire dal menu oppure

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 19

premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro di calibrazione.
N.B.: non si tenti di modificare questo parametro a calibrazione avvenuta perché
provocherebbe una modifica automatica dell’escursione del segnale; se ciò dovesse
succedere si consiglia di rieseguire la calibrazione.

7.4.6 CAL-6
GUADAGNO
Questo parametro, unitamente al parametro TARA, rappresenta la calibrazione vera e propria dello
strumento dove si definiscono i riferimenti di VUOTO o valore 0 (nel parametro tara) e di PIENO o
valore di fondo scala (in questo parametro). Vanno eseguite entrambe nella sequenza:
1) TARA
2) GUADAGNO.

Si consiglia di eseguire la sequenza di calibrazione dopo 15 - 20 minuti che lo strumento è


acceso, in modo da consentire ai componenti elettronici di raggiungere l’equilibrio termico.

Tenere presente quest’osservazione anche quando, a calibrazione avvenuta, si dovesse notare un


leggero scostamento dell’indicazione tra lo spegnimento e l’accensione dello strumento.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro GUADAGNO, occorre entrare nei menu protetti tramite la corretta
procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il tasto
(invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto (invio), si
entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-6 e premere il tasto (invio). Lo strumento
visualizza "000000", con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il valore di guadagno e
premere il tasto (invio). Se non si verificano errori si torna in CAL-0, in caso contrario consultare i
"MESSAGGI 34 ". Premere il tasto ESC per uscire dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e
(freccia giù) per selezionare un'altro parametro di calibrazione.
N.B.: non si tenti di modificare questo parametro a calibrazione avvenuta perché
provocherebbe una modifica automatica dell’escursione del segnale; se ciò dovesse
succedere si consiglia di rieseguire la calibrazione.

7.4.7 CAL-7
VALORE CONVERTITORE
Il parametro VALORE CONVERTITORE è solo di visualizzazione e ha lo scopo di verificare
l’indicazione letta in ingresso sul connettore 9 poli.
Questa indicazione rimane fino a quando non si preme ESC, rimane acceso anche il led F ad
indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico generico.

Per accedere al parametro VALORE CONVERTITORE premere contemporaneamente i tasti


(freccia su) e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare
FUN-5 e premere il tasto (invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-7 e
premere il tasto (invio). Premere il tasto ESC per tornare a CAL-0, premere il tasto ESC
nuovamente per uscire dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per
selezionare un'altro parametro di calibrazione.

7.4.8 CAL-8
SET ZERO ANALOGICA
Questa funzione serve impostare il valore dell’uscita analogica riferita al valore di zero (Tara) dello
strumento.
Di default viene impostato a zero, però è possibile alzarlo fino a 4096 divisioni (+10 Vdc).

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


20 Strumento ED640

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro ZERO ANALOGICA, occorre entrare nei menu protetti tramite la
corretta procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il
tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto
(invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-8 e premere il tasto (invio). Lo
strumento visualizza "000000", con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il valore di
zero analogica desiderato e premere il tasto (invio). Si torna in CAL-0, premere il tasto ESC per
uscire dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro
parametro di calibrazione.

7.4.9 CAL-9
SET F.S. ANALOGICA
Questa funzione serve impostare il valore dell’uscita analogica riferita al valore massimo (Fondo
scala) dello strumento.
Di default viene impostato a 4086, però è possibile alzarlo fino a 4095 (+10 Vdc).

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro F.S. ANALOGICA, occorre entrare nei menu protetti tramite la corretta
procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il tasto
(invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto (invio), si
entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-9 e premere il tasto (invio). Lo strumento
visualizza "004086", con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il valore di fondo scala
analogica desiderato e premere il tasto (invio). Si torna in CAL-0, premere il tasto ESC per uscire
dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro
di calibrazione.

7.4.10 CAL-A
INDIRIZZO SERIALE
Per il funzionamento dello strumento in seriale occorre assegnare allo strumento un numero di
identificazione o indirizzo seriale univoco. Ad un solo strumento, collegato alla linea seriale, sarà
dato il numero 01, se gli strumenti sono più di uno, la numerazione verrà assegnata
progressivamente partendo da quel numero.

Non è possibile far coesistere strumenti con numeri uguali sulla stessa linea seriale.

Per i collegamenti si rimanda alle "CONNESIONI 11 ".

Per accedere al parametro INDIRIZZO SERIALE premere contemporaneamente i tasti (freccia


su) e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e
premere il tasto (invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-A e premere il
tasto (invio). Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il valore di indirizzo seriale
desiderato e premere il tasto (invio). Si torna in CAL-0, premere il tasto ESC per uscire dal menu
oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro di
calibrazione.

"RIFER.PERS.TECN."
I parametri della seriale sono programmabili, entrando nei menu protetti tramite la corretta
procedura, nel menu FUN-E per l'impostazione dello strumento.

7.4.11 CAL-B
PICCO
La funzione di picco consente di visualizzare a display il valore più grande raggiunto fino a quel

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 21

momento dalla grandezza presente all’ingresso dello strumento. Entrando in questo parametro
viene attivata la soglia di massimo . In ogni istante è possibile azzerare il picco raggiunto
agendo sul tasto ESC. In questa condizione l’indicazione si porta al valore attualmente presente
all’ingresso. Con la funzione di picco attiva è disponibile SOLO la soglia di minimo la quale è
strettamente legata all’indicazione fornita dallo strumento. Se il valore visualizzato supera il valore
di soglia di minimo impostato, il led si accende ed il contatto del relè si chiude, se, al contrario,
la visualizzazione dovesse portarsi ad un valore inferiore al valore di soglia impostato (ad es. a
causa di un annullamento con tasto ESC), il led si spegne ed il contatto si riapre. Se la
grandezza misurata scende al di sotto del valore di tara la soglia viene disattivata
indipendentemente dall’indicazione presente a display. Qualora si azzeri un picco con segnale in
ingresso al di sotto del valore di tara, la visualizzazione rimane "000000", cioè non sono più
visualizzati i pesi negativi. Se durante il funzionamento dovesse venire a meno l’alimentazione, al
ripristino lo strumento visualizza il valore della grandezza misurata presente in quel momento
all’ingresso. Si tenga presente che anche l’uscita analogica è strettamente legata all’indicazione (e
quindi al picco) e non al valore attualmente presente all’ingresso. Finchè rimane attiva la funzione
di picco rimane acceso anche il led F ad indicazione del fatto che non è una grandezza misurata
ma un valore numerico generico.

Per accedere al parametro PICCO, premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e


(freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e
premere il tasto (invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-B e premere il
tasto (invio). L’attivazione del picco è ottenuta impostando PIC=01 e la disattivazione
impostando PIC=00. Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) abilitare o disabilitare il picco e
premere il tasto (invio). Si torna in CAL-0, premere il tasto ESC per uscire dal menu oppure
premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro di calibrazione.

7.4.12 CAL-C
VALORE TARA MANUALE
Il parametro VALORE TARA MANUALE è solo di visualizzazione e ha lo scopo di verificare
l’indicazione di tara inserita tramite la pressione del tasto TARE (freccia su) per tre secondi o
tramite FUN-4 15 . Se non è stata impostata nessuna tara manuale lo strumento visualizza "0".
L'indicazione varia a seconda dell'impostazione del punto decimale.
Questa indicazione rimane fino a quando non si preme ESC, rimane acceso anche il led F ad
indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico generico.

Per accedere al parametro VALORE TARA MANUALE premere contemporaneamente i tasti


(freccia su) e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare
FUN-5 e premere il tasto (invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-C e
premere il tasto (invio). Premere il tasto ESC per tornare a CAL-0, premere il tasto ESC
nuovamente per uscire dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per
selezionare un'altro parametro di calibrazione.

7.4.13 CAL-D
PESO STABILE
Per la funzione PESO STABILE esistono due parametri che definiscono un intervallo entro il quale
una variazione di lettura, in ingresso sul connettore 9 poli, non deve essere considerata una
variazione di peso ma una instabilità del sistema che si stà valutando. Per ottenere quanto sopra, si
definisce un intervallo massimo di divisioni "di" (numerico da 0 a 99, con "0" è disattivata questa
funzione) e un intervallo di tempo "te" (in decimi di Secondo da 0 a 99) tali per cui se si hanno
variazioni di lettura, inferiori all’intervallo di divisioni per un tempo inferiore a quello definito, tali
variazioni non saranno visualizzate.

Esempio: Se divisioni "di" uguale a 03 e tempo "te" uguale a 10, il valore visualizzato aumenterà o
diminuirà se la variazione di lettura, in ingresso sul connettore 9 poli, supererà di tre divisioni il
valore precedente per almeno un secondo, altrimenti lo strumento interpreterà la variazione come
instabilità e non cambierà la visualizzazione a display.

Per accedere al parametro PESO STABILE premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


22 Strumento ED640

(freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e
premere il tasto (invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-D e premere il
tasto (invio). Compare la scritta di, premere il tasto (invio) e con i tasti (freccia su) e
(freccia giù) abilitare o disabilitare il peso stabile inserendo un numero di divisioni da 0 a 99. P
remere il tasto (invio), per tornare a "di" con i tasti (freccia su) e (freccia giù) cercare "te",
premere il tasto (invio) e con i tasti (freccia su) e (freccia giù) abilitare o disabilitare il peso
stabile inserendo un tempo in decimi di secondo. Premere il tasto (invio), per tornare a "di" e p
remere il tasto ESC per tornare a CAL-0, premere il tasto ESC nuovamente per uscire dal menu
oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro di
calibrazione.

7.4.14 CAL-E
DERIVA
La funzione DERIVA, è una funzione di stabilizzazione della tara, dove si definisce un intervallo di
divisioni (numerico da 0 a 99, con "0" è disattivata questa funzione) che servono per fare l’autotara
del sistema che si stà valutando. Se non si ha una quantità in incremento veloce e la variazione è
all’interno del valore impostato, tende ad azzerare la visualizzazione prendendo il valore attuale
come tara e contemporaneamente viene spostata tutta la curva. Questa funzione è controllata in un
tempo di 3 secondi sulla media dei valori letti. Il valore di deriva non è memorizzato, ossia
all’accensione è presentato il valore raggiunto dal sistema rispetto alla tara a cui è stato calibrato lo
strumento. La funzione deriva è attiva anche se non è impostata la funzione di peso stabile.

Esempio: Se numero divisioni uguale a 03 il valore visualizzato sarà azzerato se la variazione di


lettura, in ingresso sul connettore 9 poli, è inferiore o uguale a tre divisioni rispetto il valore
precedente per almeno tre secondi, altrimenti lo strumento interpreterà la variazione come
incremento di quantità e cambierà la visualizzazione a display.

Per accedere al parametro DERIVA premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e


(freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e
premere il tasto (invio), si entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-E e premere il
tasto (invio). Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) abilitare o disabilitare la deriva inserendo
un numero di divisioni da 0 a 99 e premere il tasto (invio), per confermare. Si torna in CAL-0,
premere il tasto ESC per uscire dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù)
per selezionare un'altro parametro di calibrazione.

7.4.15 CAL-F
PUNTI DI LINEARIZZAZIONE
Si possono inserire 4 PUNTI DI LINEARIZZAZIONE all'interno della curva di calibrazione dello
strumento, nel caso il segnale d’ingresso non corrisponda al valore dato dal sistema da valutare, se
il primo valore è impostato a 0 si mantiene la curva originale. Entrando in questo parametro viene
attivata la soglia di massimo . Se già presente una linearizzazione la si potrà visualizzare nel
menu "READ". La linearizzazione si ottiene eseguendo operazioni di calibrazione in posizione
intermedia fra tara e fondo scala. L’utente seleziona uno dei coefficienti di linearizzazione e procede
come per la calibrazione di guadagno. L’unico vincolo imposto dallo strumento è che la sequenza
dei valori deve essere uniforme, ossia:
Il valore per LIN1 deve essere compreso tra quello di TARA e quello di LIN2
Il valore per LIN2 deve essere compreso tra quello di LIN1 e quello di LIN3
Il valore per LIN3 deve essere compreso tra quello di LIN2 e quello di LIN4
Il valore per LIN4 deve essere compreso tra quello di LIN3 e quello usato per il FONDO SCALA.
Rimangono inalterati i valori di tara e fondo scala. Se un coefficiente di linearizzazione è impostato a
"0", è disabilitato e non si possono aggiungere altri valori dopo. Per eseguire una corretta
linearizzazione è necessario conoscere i punti della curva da cambiare ed eventualmente l'ingresso
analogico a cui sono associati.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 23

Per accedere ai parametri di linearizzazione, occorre entrare nei menu protetti tramite la corretta
procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il tasto
(invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-5 e premere il tasto (invio), si
entra in CAL-0 con il tasto (freccia su) cercare CAL-F e premere il tasto (invio). Lo strumento
visualizza "SET", con i tasti (freccia su) e (freccia giù) selezionare la programmazione "SET" o
la lettura dei dati impostati "READ" e premere il tasto (invio) per confermare. Entrando nella menu
"SET" è visualizzato il primo punto di linearizzazione disponibile, avendo a disposizione le quantità
campione od una quantità equivalente a quella da variare posizionarla sul sistema da valutare, e
procedere al cambio assegnando il nuovo valore. Nel caso si fossero inseriti dei punti in precedenza
lo strumento permette di selezionarli per modificarli, oppure esiste anche la funzione “CLEAR“ per
cancellare gli eventuali dati impostati. Se i punti da modificare sono più di uno si procede nello
stesso modo descritto precedentemente. Un volta fatto ciò verificare la nuova curva. Se viene scelta
la funzione "READ" vengono proposti i 4 punti di linearizzazione con la possibilità di visualizzare (IN
) il dato che era visualizzato prima della modifica del punto e quello corrispondente modificato nel
parametro in uscita (OUT). Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) selezionare il punto da
verificare e premere il tasto (invio) per visualizzare il valore. Premere il tasto (invio), per tornare
a "SET" e premere il tasto ESC per tornare a CAL-0, premere il tasto ESC nuovamente per uscire
dal menu oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro parametro
di calibrazione.

Input

Lineare

Curva
linearizzata

Output

7.5 FUN-6
Per impostare i parametri di allineamento analogica, dal menu FUN-0 con il tasto (freccia su)
cercare FUN-6 e premere il tasto (invio).

FUN-6
Esiste la possibilità di inserire una quantità fittizia per l'allineamento
ALIN
con altri sistemi.
Inserire il valore tramite tastiera della quantità da simulare
nnnn
sull'uscita analogica.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di allineare l’uscita analogica di questo strumento con
uno in cascata, utilizzando il valore visualizzato senza dover inserire delle quantità campione sul
sistema da valutare. Per fare questo è necessario seguire i passi descritti sotto. Si ricorda che lo
strumento deve necessariamente esser prima impostato e calibrato per il sistema da valutare.
Entrando in questo parametro viene attivata la soglia di massimo . Questa indicazione rimane
fino a quando non si preme ESC, rimane acceso anche il led F ad indicazione del fatto che non è
una grandezza misurata ma un valore numerico generico.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


24 Strumento ED640

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro ALLINEAMENTO USCITA ANALOGICA, occorre entrare nei menu
protetti tramite la corretta procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su) e
(freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-6 e
premere il tasto (invio). Lo strumento richiede una password "PAS-0", impostare "E" e premere il
tasto (invio). Lo strumento visualizza "ALIN", dopo due secondi sarà visualizzato "000000",
l'indicazione varia a seconda dell'impostazione del punto decimale. Con i tasti (freccia su) e
(freccia giù) impostare una quantità fittizia, anche uguale al fondo scala, e premere il tasto (invio).
L'indicazione così modificata rimarrà fino alla pressione del tasto (invio). Nello stesso momento
anche l'uscita analogica sarà variata di conseguenza al dato visualizzato. Durante l'impostazione
della quantità fittizia, se non si premono i tasti per 5 secondi si torna al valore precedente ma si
rimane all'interno menu, premendo il tasto (invio) si ritorna all'impostazione della quantità fittizia.
Si torna in visualizzazione, con la pressione del tasto ESC oppure se avviene un incremento del
valore in ingresso, sul connettore 9 poli, di almeno 100 divisioni.

7.6 FUN-7
Per impostare i parametri di SOPPRESSIONE DEI VALORI NEGATIVI, dal menu FUN-0 con il
tasto (freccia su) cercare FUN-7 e premere il tasto (invio).

FUN-7
Esiste la possibilità di inserire una quantità fittizia per la
PESO
soppressione dei valori negativi.
Inserire il valore tramite tastiera della quantità da simulare a display
nnnn
e sull'uscita analogica.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di sopprimere i valori negativi di questo strumento,


utilizzando un valore impostato tramite la tastiera simulando l’aggiunta di una quantità, senza
dover inserire delle quantità campione sul sistema da valutare. Questo si rende necessario quando
i valori negativi riportati dallo strumento possono creare dei problemi ai sistemi in cascata. Per fare
questo è necessario seguire i passi descritti sotto. Si ricorda che lo strumento deve
necessariamente esser prima impostato e calibrato per il sistema da valutare. Rimane acceso
anche il led F ad indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico
generico.

Per accedere al parametro SOPPRESSIONE DEI VALORI NEGATIVI, premere


contemporaneamente i tasti (freccia su) e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0
con il tasto (freccia su) cercare FUN-7 e premere il tasto (invio). Lo strumento richiede una
password "PAS-0", impostare "E" e premere il tasto (invio). Lo strumento visualizza "PESO",
dopo due secondi sarà visualizzato "000". Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare una
quantità fittizia di massimo tre cifre e premere il tasto (invio). Questo valore viene aggiunto al
peso reale. Nello stesso momento anche l'uscita analogica sarà variata di conseguenza al dato
visualizzato. Durante l'impostazione della quantità fittizia, se non si premono i tasti per 5 secondi si
torna in visualizzazione. Quando viene rieseguita una taratura dello strumento questo valore viene
azzerato ed è necessario reinserirlo.

7.7 FUN-8
Per impostare i parametri per l'ADEGUAMENTO DEL VALORE DI GUADAGNO, dal menu FUN-0 con
il tasto (freccia su) cercare FUN-8 e premere il tasto (invio).

FUN-8
Esiste la possibilità di inserire una quantità fittizia per adeguare il
SPAN
valore del guadagno.
Inserire il valore tramite tastiera del fondo scala da simulare a
nnnn
display e sull'uscita analogica.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 25

All'interno di questo menu vi è la possibilità di aggiustare il peso inserito nella funzione Guadagno
di questo strumento, utilizzando un valore impostato tramite la tastiera simulando il segnale di una
quantità letto in ingresso sul connettore 9 poli, senza dover inserire delle quantità campione sul
sistema da valutare. Questo permette di poter aggiustare il guadagno in strumenti dove non sia
possibile ripesare il materiale (quantità elevata) e non siano disponibili quantità campione. Per fare
questo è necessario seguire i passi descritti sotto. Si ricorda che lo strumento deve
necessariamente esser prima impostato e calibrato per il sistema da valutare. Rimane acceso
anche il led F ad indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico
generico.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro ADEGUAMENTO DEL VALORE DI GUADAGNO, occorre entrare nei
menu protetti tramite la corretta procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su)
e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-8 e
premere il tasto (invio). Lo strumento richiede una password "PAS-0", impostare "E" e premere il
tasto (invio). Lo strumento visualizza "SPAN", dopo due secondi sarà visualizzato il valore di
fondo scala dello strumento. Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare una quantità
fittizia e premere il tasto (invio). Questo numero sostituisce il valore attuale di fondo scala a parità
di valore letto in ingresso sul connettore 9 poli. Nello stesso momento anche l'uscita analogica sarà
variata di conseguenza al dato visualizzato. Durante l'impostazione della quantità fittizia, se non si
premono i tasti per 5 secondi si torna al valore precedente ma si rimane all'interno menu,
premendo il tasto (invio) si ritorna all'impostazione della quantità fittizia. Si torna in
visualizzazione, con la pressione del tasto ESC.

7.8 FUN-A
Per impostare i parametri per la CALIBRAZIONE PARAMETRICA DELLE CELLE, dal menu FUN-0
con il tasto (freccia giù) cercare FUN-A e premere il tasto (invio). Se lo strumento non è
impostato ingresso cella (ED340/1) sarà visualizzato ERR-7.

FUN-A
Esiste la possibilità di inserire la sensibilità fino a due decimali delle celle in
n.nn
mV/V.
nn Inserire il numero delle celle presenti nel sistema da valutare.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di programmare lo strumento senza utilizzare quantità


campione, passando delle informazioni allo stesso che gli permettano di ricrearsi la curva di
ingresso. Naturalmente è necessario che le celle siano di precisione e tutte uguali e provenienti
dallo stesso fornitore. Lo strumento richiede fino alla seconda cifra decimale per la sensibilità. Per
fare questo è necessario seguire i passi descritti sotto. Entrando in questo parametro viene attivata
la soglia di massimo . Rimane acceso anche il led F ad indicazione del fatto che non è una
grandezza misurata ma due valori numerici generici.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro CALIBRAZIONE PARAMETRICA DELLE CELLE, occorre entrare nei
menu protetti tramite la corretta procedura poi premere contemporaneamente i tasti (freccia su)
e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-A e
premere il tasto (invio). Lo strumento visualizza "0.00", con i tasti (freccia su) e (freccia giù)
impostare la sensibilità fino a due decimali delle celle in mV/V e premere il tasto (invio). Lo
strumento visualizza "00", con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il numero di celle
presenti nel sistema da valutare. Durante l'impostazione dei parametri, se non si premono i tasti
per 5 secondi si torna in visualizzazione.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


26 Strumento ED640

7.9 FUN-B
Per impostare i parametri per la PRECALIBRAZIONE DELLE CELLE DI CARICO, dal menu
FUN-0 con il tasto (freccia giù) cercare FUN-B e premere il tasto (invio).

FUN-B
Esiste la possibilità di programmare una precalibrazione dello zero dell'ingresso
ZERO
IN-D.
Esiste la possibilità di programmare una precalibrazione del fondo scala
IN-D
dell'ingresso IN-D.
Esiste la possibilità di programmare una precalibrazione dello zero dell'ingresso
ZERO
IN-E.
Esiste la possibilità di programmare una precalibrazione del fondo scala
IN-E
dell'ingresso IN-E.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di programmare lo strumento utilizzando il simulatore


di celle di carico, che gli permetta di ricrearsi la curva di ingresso. Per fare questo è necessario
seguire i passi descritti sotto. Rimane acceso anche il led F ad indicazione del fatto che non è
una grandezza misurata ma due valori numerici generici.

Si consiglia di eseguire la sequenza di calibrazione dopo 15 - 20 minuti che lo strumento è


acceso, in modo da consentire ai componenti elettronici di raggiungere l’equilibrio
termico.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere ai parametri per la PRECALIBRAZIONE DELLE CELLE DI CARICO, occorre
entrare nei menu protetti tramite la corretta procedura poi premere contemporaneamente i tasti
(freccia su) e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su)
cercare FUN-B e premere il tasto (invio). Lo strumento richiede una password "00000",
impostare "12345" e premere il tasto (invio). Lo strumento visualizza "ZERO", sul simulatore
posizionarsi su 0 e premere il tasto (invio). Lo strumento dopo un'analisi del dato in ingresso
visualizza il valore del convertitore, se è corretto premere il tasto (invio). Lo strumento
visualizza "IN-D", sul simulatore posizionarsi su 1 e premere il tasto (invio). Lo strumento dopo
un'analisi del dato in ingresso visualizza il valore del convertitore, se è corretto premere il tasto
(invio). Lo strumento visualizza "ZERO", sul simulatore posizionarsi su 2 e premere il tasto
(invio). Lo strumento dopo un'analisi del dato in ingresso visualizza il valore del convertitore, se è
corretto premere il tasto (invio). Lo strumento visualizza "IN-E", sul simulatore posizionarsi su 3
e premere il tasto (invio). Lo strumento dopo un'analisi del dato in ingresso visualizza il valore
del convertitore, se è corretto premere il tasto (invio).Se non si verificano errori, lo strumento
visualizza "DONE" e si torna in visualizzazione.

7.10 FUN-D
Per visualizzare il NUMERO SERIALE dello strumento, dal menu FUN-0 con il tasto (freccia
giù) cercare FUN-D e premere il tasto (invio).

FUN-D
nnnnnn Esiste la possibilità di visualizzare il numero di serie dello strumento.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di visualizzare il numero seriale dello strumento,


necessario per ottenere un'eventuale Assistenza 37 . Rimane acceso anche il led F ad indicazione
del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico generico.

Per accedere al parametro NUMERO SERIALE, premere contemporaneamente i tasti (freccia

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 27

su) e (freccia giù) e il tasto (invio) si entra in FUN-0 con il tasto (freccia su) cercare FUN-7 e
premere il tasto (invio). Si torna in visualizzazione, con la pressione del tasto ESC, o se non si
preme alcun tasto entro 5 secondi.

7.11 FUN-E
Per impostare i parametri di funzionamento dello strumento, dal menu FUN-0 con il tasto
(freccia giù) cercare FUN-E e premere il tasto (invio). Lo strumento richiede una password "PAS-
0", impostare "E" e premere il tasto (invio).
N.B.: Una volta programmato correttamente lo strumento si consiglia di trascrivere i parametri
impostati per un facile ripristino degli stessi. Nell'Allegato B 39 è inserita una tabella per riportare i
parametri impostati.

IN SELEZIONE DEL TIPO DI INGRESSO. DA 0 A F DEFAULT E


DEF IMPOSTA I DATI DI DEFAULT. DA 0 A 2 DEFAULT 0
TST ESEGUE LA VERIFICA DEI LEDS, DEL DISPLAY E DEGLI INGRESSI DIGITALI.
SELEZIONE DEL TIPO DI USCITA
OUT DA 0 A 1 DEFAULT 0
ANALOGICA.
IMPOSTA I DATI DELLA LINEA VEDERE SER DEFAULT 9600, N, 8, 1,
SER
SERIALE. 29 TRA=2, PRT=0
ETHE IMPOSTA I DATI DEL VEDERE DEFAULT ETH-0
RN COLLEGAMENTO ETHERNET. ETHERN 30 DISABILITATA
IMPOSTA I DATI DELL'OROLOGIO PER MEMORIZZARE
RTC VEDERE RTC 31
LE PESATE.
VISUALIZZA I VALORI DI RUMORE DELL'INGRESSO
NOISE VEDERE NOISE 31
ANALOGICO.

DESCRIZIONE PARAMETRI DI FUNZIONAMENTO STRUMENTO


Di seguito sono spiegati i parametri di funzionamento del presente strumento a cui è possibile
accedere e modificare.

"RIFER.PERS.TECN."
Nel caso si volesse entrare nei menu protetti (visualizzati in rosso) dello strumento seguire la
procedura in FUNZIONI BASE 13 .

7.11.1 IN
Per impostare i parametri per la selezione del TIPO DI INGRESSO dello strumento, dal menu IN
premere il tasto (invio).

IN
IN-x Esiste la possibilità di selezionare il tipo di ingresso dello strumento.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di selezionare il TIPO DI INGRESSO, necessario al


buon funzionamento dello strumento. Entrando in questo parametro viene attivata la soglia di
massimo . Rimane acceso anche il led F ad indicazione del fatto che non è una grandezza
misurata ma un valore numerico generico.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro TIPO INGRESSO dello strumento, occorre entrare nei menu protetti
tramite la corretta procedura
per la selezione del tipo di ingresso da utilizzare per il sistema da valutare fare riferimento a MODI
DI FUNZIONAMENTO 32 .

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


28 Strumento ED640

7.11.2 DEF
Per impostare i VALORI DI DEFAULT dello strumento, dal menu IN, con il tasto (freccia su)
cercare DEF e premere il tasto (invio).

DEF
DEF-x Esiste la possibilità di impostare i valori di default dello strumento.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di impostare i VALORI DI DEFAULT, necessari al


buon funzionamento dello strumento. Entrando in questo parametro viene attivata la soglia di
massimo . Rimane acceso anche il led F ad indicazione del fatto che non è una grandezza
misurata ma un valore numerico generico.

Se non si entra nei menu tramite password, non si può accedere a questo parametro, si viene
riportati a CAL-0.

"RIFER.PERS.TECN."
Per accedere al parametro VALORI DI DEFAULT dello strumento, occorre entrare nei menu
protetti tramite la corretta procedura. Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare "DEF-1"
per ripristinare i parametri relativi allo strumento ED640/2 (ingresso potenziometrico). Oppure con i
tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare "DEF-2" per ripristinare i parametri relativi allo
strumento ED640/1 (ingresso celle di carico). Qualunque tipo di parametri saranno ripristinati una
volta premuto il tasto (invio) di conferma lo strumento effettua un riavvio automatico. Si ricorda di
reimpostare tutti i dati e rieseguire le calibrazioni in quanto prima di essere completamente
operativo, lo strumento ED640 deve essere adattato alle caratteristiche del sistema da valutare.
L'azienda fornitrice non risponde di eventuali danni a cose o persone o animali causati da incuria o
da incauta manipolazione o movimentazione dello strumento.

7.11.3 TST
Per effettuare la VERIFICA DELL'HARDWARE dello strumento, dal menu IN, con il tasto
(freccia su) cercare TST premere il tasto (invio).

TST
Esiste la possibilità di verificare il funzionamento dell'hardware dello
TST
strumento

All'interno di questo menu vi è la possibilità di VERIFICA DELL'HARDWARE, necessario al buon


funzionamento dello strumento. Alla pressione del tasto (invio) è eseguita la verifica dei Leds e
del display, successivamente lo strumento visualizza "INPUTS". Munirsi di alimentatore che
fornisca 24VDC, collegare il GND al morsetto 2 dello strumento e con il cavo +24VDC toccare
prima il morsetto 7 dello strumento, deve accendersi la soglia di minimo e successivamente
toccare il morsetto 8 dello strumento, deve accendersi la soglia di massimo . Si torna in
visualizzazione, con la pressione di un qualsiasi tasto. Queste verifiche non modificano i valori
impostati, all’uscita dal test lo strumento funziona come in precedenza.

7.11.4 OUT
Per impostare il TIPO DI USCITA ANALOGICA dello strumento, dal menu IN, con il tasto
(freccia su) cercare OUT e premere il tasto (invio).

OUT
Esiste la possibilità di impostare il tipo di uscita analogica dello
OUT-x
strumento.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di impostare il TIPO DI USCITA ANALOGICA,


necessaria allo strumento per essere adattato alle caratteristiche del sistema da valutare.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 29

Entrando in questo parametro viene attivata la soglia di massimo . Rimane acceso anche il led
F ad indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico generico.

Per modificare il parametro TIPO DI USCITA ANALOGICA dello strumento, con i tasti (freccia
su) e (freccia giù) impostare l'opzione "OUT-0" per selezionare l'uscita 0-10V o 0-20mA oppure
l'opzione "OUT-1" per selezionare l'uscita 2-10V o 4-20mA. Qualunque tipo di parametro sarà
selezionato una volta premuto il tasto (invio) di conferma lo strumento adatterà l'uscita analogica
di conseguenza.

"RIFER.PERS.TECN."
Per ottenere le due uscite in corrente fare riferimento all'Allegato A 38 .

7.11.5 SER
Per impostare i parametri per la LINEA SERIALE dello strumento, dal menu IN, con il tasto
(freccia giù) cercare SER e premere il tasto (invio).

SER
Esiste la possibilità di impostare i parametri per la linea seriale dello
SER
strumento.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di impostare i parametri per la LINEA SERIALE dello
strumento, necessari allo strumento per essere adattato alle caratteristiche del sistema da
valutare. Entrando in questo parametro viene attivata la soglia di massimo . Rimane acceso
anche il led F ad indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico
generico.

Alla pressione del tasto (invio) sono visualizzati i seguenti parametri:

DEFAULT
SER VELOCITA' SERIALE DA 1200 A 19200
9600
BIT SERIALE DA 7 A 8 DEFAULT 7
PARITA' SERIALE EVEN, ODD, NONE DEFAULT E
BIT STOP SERIALE DA 1 A 2 DEFAULT 2
TRASMISSIONE
TRA DA 0 A 2 DEFAULT 2
SERIALE
PROTOCOLLO
PRT DA 0 A 1 DEFAULT 0
SERIALE
START PROTOCOLLO DEFAULT 01
SE PROTOCOLLO > 0 DA 0 A 255
SERIALE (SOH)
STOP PROTOCOLLO DEFAULT 04
DA 0 A 255
SERIALE (EOT)

Di seguito sono descritti i parametri TRA e PRT.

La trasmissione seriale (TRA) può essere disabilitata impostando con i tasti (freccia su) e
(freccia giù) TRA=0 oppure monodirezionale impostando con i tasti (freccia su) e (freccia giù)
TRA=1 in questo caso lo strumento trasmette di continuo il dato visualizzato con un tempo
impostabile da 0.1 a 9.9 secondi oppure impostando con i tasti (freccia su) e (freccia giù)
TRA=2 si abilita la trasmissione bidirezionale cioè lo strumento trasmette il dato visualizzato su
interrrogazione.
Il protocollo seriale (PRT) può essere modificato impostando con i tasti (freccia su) e (freccia
giù) PRT=0 protocollo ELETTRONDATA, lo stesso usato per i nostri strumenti, oppure PRT=1
protocollo standard con la selezione di un Carattere di Start (da 0 a 255 equivalente ad un Char in
ASCII) che sostituisce il carattere “*”, poi un Carattere di stop (da 0 a 255) che sostituisce il “CR”.
La trasmissione sarà così composta <Start> <Address mittente> <Address strumento> <comando>
<dati> <stop>.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


30 Strumento ED640

Esistono due possibilità di interfaccia seriale RS232 e RS485 da specificare all’ordine dello
strumento.

"RIFER.PERS.TECN."
Per ottenere l'opzione RS485 fare riferimento all'Allegato A 38 .

7.11.6 ETHERN
Per impostare i parametri per il COLLEGAMENTO ETHERNET dello strumento, dal menu IN, con il
tasto (freccia giù) cercare ETHERN e premere il tasto (invio).

ETHERN
Esiste la possibilità di impostare i parametri per il collegamento
ETH-x
Ethernet dello strumento.

All'interno di questo menu vi è la possibilità di impostare i parametri per il COLLEGAMENTO


ETHERNET dello strumento, necessari allo strumento per essere adattato alle caratteristiche del
sistema da valutare. Entrando in questo parametro viene attivata la soglia di massimo . Rimane
acceso anche il led F ad indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore
numerico generico.

Alla pressione del tasto (invio) è visualizzato il parametro ETH-x, che permette tramite i tasti
(freccia su) e (freccia giù) di abilitare con 1 o disabilitare con 0 il collegamento Ethernet. P
remere il tasto (invio) per confermare. Se si abilita, sono mostrati i parametri come mostrato in
tabella sotto, ad ogni pressione del tasto (invio) si conferma il dato precedente e si entra in
quello successivo. L'ultima conferma fa uscire dal menu ETHERN e riporta al menu IN.

SE ETH-
IP INDIRIZZO IP ASSEGNATO ALLO STRUMENTO.
1
DEF
PRIME TRE CIFRE DELL'INDIRIZZO IP
000
DEF
SECONDE TRE CIFRE DELL'INDIRIZZO IP
000
DEF
ULTIME TRE CIFRE DELL'INDIRIZZO IP
000
MASH MASCHERA DELLA RETE A CUI E CONNESSO LO STRUMENTO.
DEF
PRIME TRE CIFRE DELLA MASCHERA DI RETE
000
DEF
SECONDE TRE CIFRE DELLA MASCHERA DI RETE
000
DEF
ULTIME TRE CIFRE DELLA MASCHERA DI RETE
000
GATEU GATEWAY A CUI SI CONNETTE LO STRUMENTO.
DEF
PRIME TRE CIFRE DELL'INDIRIZZO GATEWAY
000
DEF
SECONDE TRE CIFRE DELL'INDIRIZZO GATEWAY
000
DEF
ULTIME TRE CIFRE DELL'INDIRIZZO GATEWAY
000
MAC MAC ADDRESS ASSEGNATO ALLO STRUMENTO.
PRIMA COPPIA DI CIFRE DEL MAC ADDRESS DEF 00
SECONDA COPPIA DI CIFRE DEL MAC ADDRESS DEF 00
TERZA COPPIA DI CIFRE DEL MAC ADDRESS DEF 00

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Funzioni base 31

QUARTA COPPIA DI CIFRE DEL MAC ADDRESS DEF 00


QUINTA COPPIA DI CIFRE DEL MAC ADDRESS DEF 00
SESTA COPPIA DI CIFRE DEL MAC ADDRESS DEF 00

"RIFER.PERS.TECN."
Per ottenere i dati da inserire in questo menu fare riferimento all'informatico dell'impianto, se non
fornito da ELETTRONDATA.

7.11.7 RTC
Per impostare la DATA e l'ORA del datario e dell'orologio nello strumento, dal menu IN, con il tasto
(freccia giù) cercare RTC e premere il tasto (invio).

RTC
Esiste la possibilità di impostare il giorno il mese e l'anno del datario
GGMMAA
nello strumento.
Esiste la possibilità di impostare le ore e i minuti dell'orologio nello
HHMM
strumento

All'interno di questo menu vi è la possibilità di impostare la DATA e l'ORA del datario e


dell'orologio, necessarie allo strumento per eseguire le memorizzazioni eseguite dall'ALIBI
MEMORY per ogni estrattore che effettua una pesata nella bilancia. Rimane acceso anche il led F
ad indicazione del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico generico.

Alla pressione del tasto (invio) è visualizzato il parametro GGMMAA, che permette tramite i tasti
(freccia su) e (freccia giù) di impostare la DATA, dopo due secondi sarà visualizzato il valore
corrente del giorno, del mese e dell'anno. Con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare
una data valida e premere il tasto (invio). Lo strumento visualizza il parametro HHMM, che
permette tramite i tasti (freccia su) e (freccia giù) di impostare l'ORA, dopo due secondi sarà
visualizzato il valore corrente delle ore e dei minuti. Con i tasti (freccia su) e (freccia giù)
impostare un orario valido e premere il tasto (invio). L'ultima conferma fa uscire dal menu RTC e
riporta al menu IN.

7.11.8 NOISE
Per visualizzare i valori di RUMORE DELL'INGRESSO ANALOGICO dello strumento, dal menu IN,
con il tasto (freccia giù) cercare NOISE e premere il tasto (invio).

NOISE
Esiste la possibilità di visualizzare il valore RSM del rumore
nnn
dell'ingresso analogico.
Esiste la possibilità di visualizzare il valore Picco-picco del rumore
nnn
dell'ingresso analogico

All'interno di questo menu vi è la possibilità di visualizzare i valori di RUMORE DELL'INGRESSO


ANALOGICO letto in ingresso sul connettore 9 poli. Rimane acceso anche il led F ad indicazione
del fatto che non è una grandezza misurata ma un valore numerico generico.

Alla pressione del tasto (invio) è visualizzato il parametro RSM, premere il tasto (invio). Lo
strumento visualizza il parametro PICCO-PICCO, premere il tasto (invio). La pressione del tasto
ESC riporta al menu IN. Premere nuovamente il tasto ESC per uscire dai parametri di
funzionamento oppure premere i tasti (freccia su) e (freccia giù) per selezionare un'altro
parametro di funzionamento.

"RIFER.PERS.TECN."
Si ricorda che più questi valori sono bassi più il sistema risulta immune alle interferenze esterne.
Nel caso questi valori siano rilevanti si consiglia di verificare i passi in INSTALLAZIONE 10 .

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


32 Strumento ED640

8 Modi di fuzionamento
Per impostare il parametro di funzionamento dello strumento TIPO di INGRESSO, dal menu FUN-
0 con il tasto (freccia giù) cercare FUN-E e premere il tasto (invio). Lo strumento richiede una
password "PAS-0", impostare "E" e premere il tasto (invio). Dal menu IN premere il tasto (invio)
. Di seguito sono spiegati i parametri di funzionamento del presente strumento a cui è possibile
accedere e modificare.

- FUN=E TIPO DI INGRESSO STRUMENTO PAS = E IN IN = X


Sostituendo a X i valori compresi tra 0 e F si ottengono le seguenti configurazioni:

0 1 2 3 4 5 6 7
POT. 0-10V 0-5V 0-2.5V 0-1.25V 0-750mV 0-300mV 0-150mV
8 9 A B C D E F
COUNTE
0-75mV ? 0-800mV 0-400mV 0-200mV 0-55mV 0-25mV
R

Nota Bene:
Il valore 0 si riferisce all'ingresso potenziometrico.
I valori da 1 a 4 si riferiscono ad ingressi in tensione.
I valori da 5 a 8 si riferiscono a celle di carico con 6 fili cioè con riferimento.
I valori da A a E si riferiscono a celle con 4 fili cioè differenziali.
Il valore F si riferisce ad ingresso contatore in cui sono abilitati gli ingressi digitali.

Una volta programmato correttamente lo strumento si consiglia di trascrivere i parametri impostati


per un facile ripristino degli stessi. Nell'Allegato B 39 è inserita una tabella per riportare i
parametri impostati.

"RIFER.PERS.TECN."
Nel caso si volesse entrare nei menu protetti (visualizzati in rosso) dello strumento seguire la
procedura in FUNZIONI BASE 13 .

9 Calibrazione
PROCEDURA PER ESEGUIRE LA TARATURA DELLO STRUMENTO

Si consiglia di eseguire la sequenza di calibrazione dopo 15-20 minuti che lo strumento è


acceso, così da consentire ai componenti elettronici di raggiungere l’equilibrio termico.

TARA
Assicurarsi che il sistema da valutare sia vuoto e siano stati impostati nello strumento fondo
scala e punto decimale.
Procedere come segue:
- accedere alla funzione CAL-5 e premere il tasto (invio).
- compare la scritta TARA; premere il tasto (invio), per memorizzare la condizione di vuoto.
Si torna in CAL-0. Premere ESC per uscire dalle funzioni; premere il tasto (freccia su) per
selezionare un'altra funzione.
Nota Bene: Nella condizione in cui si voglia ritoccare la tara per la presenza, ad esempio, di
residui fissi di materiale nel sistema da valutare, è possibile rieseguire la funzione di TARA
tenendo presente che questa non fa che spostare tutto il range di calibrazione in funzione del
nuovo valore (la ‘retta di calibrazione slitta in alto o in basso senza cambiare inclinazione).
Nel caso in cui vengano eseguite modifiche al sistema tali da provocare dei cambiamenti
significativi sul segnale di ingresso (es. sostituzione della cella di carico) è necessario rieseguire
l’intera sequenza di calibrazione (TARA + GUADAGNO).

GUADAGNO

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Calibrazione 33

Consente di calibrare lo strumento con una grandezza campione. Per avere una buona
precisione della calibrazione si consiglia l’utilizzo di una grandezza campione avente valore
prossimo al Fondo Scala impostato. Calibrazioni eseguite con campioni di valore inferiore al 50%
del Fondo Scala producono una degradazione della precisione. In fase di avviamento tale
funzione deve essere eseguita solo dopo aver eseguito la funzione TARA. In un secondo tempo
può essere eseguita singolarmente per eseguire successivi aggiustamenti dell'indicazione,
qualora fossero necessari (modifica dell’inclinazione della retta di calibrazione).
Procedere come segue:
- selezionare la funzione CAL-6 e premere il tasto (invio).
- compare "0.00"
- caricare la grandezza campione
- con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il primo digit e premere il tasto (invio) si
sposta la selezione sul display a destra, fino al completamento dei 6 digit, la successiva
pressione del tasto (invio) conferma il valore impostato. Il tasto ESC sposta la selezione del
digit a sinistra, arrivato al digit unità, la successiva pressione del tasto ESC fa uscire dalla
impostazione senza memorizzazione del dato.
Se non si verifica alcun errore, lo strumento si porta in visualizzazione indicando il valore
campione, in caso contrario consultare i "MESSAGGI 34 " e rieseguire la funzione GUADAGNO.
Nota Bene: a calibrazione avvenuta è possibile stabilizzare l’indicazione agendo sulla funzione
FILTRO.

9.1 Soglie
IMPOSTAZIONE E FUNZIONAMENTO SOGLIE

Sono disponibili due soglie programmabili, una di minimo ed una di massimo. Ad ogni soglia
corrisponde un'indicazione a led ed un contatto a relè in uscita normalmente aperto.
Attenzione! Se attiva la funzione di PICCO, il funzionamento cambia.

SOGLIA DI MINIMO S1 ( )
E' attiva al di sotto del setpoint impostato : led acceso, contatto aperto.
L'indicazione a led , a sinistra nel pannello comandi, è accesa per visualizzazioni inferiori al
valore impostato e spenta per visualizzazioni superiori. Il contatto del relè in uscita ai morsetti 1 -
2 (S1) è chiuso per visualizzazioni superiori al setpoint e aperto per visualizzazioni inferiori.
IMPOSTAZIONE DEL SETPOINT S1
- tenendo premuto il tasto (invio) si visualizza il setpoint S1 relativo alla soglia di minimo e
lampeggia l'indicazione a led .
- con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il valore desiderato.
- rilasciare il tasto (invio) per memorizzare il nuovo valore e tornare in visualizzazione.

SOGLIA DI MASSIMO S2 ( )
E' attiva al di sopra del setpoint impostato : led acceso, contatto aperto.
L'indicazione a led , a destra nel pannello comandi, è accesa per visualizzazioni superiori al
setpoint impostato e spenta per visualizzazioni inferiori. Il contatto del relè in uscita ai morsetti 2 -
3 (S2) è chiuso per visualizzazioni inferiori al setpoint e aperto per visualizzazioni superiori e per
visualizzazione di allarmi o modifiche di impostazioni.
IMPOSTAZIONE DEL SETPOINT S2
- tenendo premuto il tasto ESC si visualizza il setpoint S2 relativo alla soglia di massimo e
lampeggia l'indicazione a led .
- con i tasti (freccia su) e (freccia giù) impostare il valore desiderato.
- rilasciare il tasto ESC per memorizzare il nuovo valore e tornare in visualizzazione.

9.2 Tara manuale


Quando viene premuto, per 3 secondi, il tasto di TARA si accende il led di NET.
Questo pulsante permette abilitare o disabilitare la tara spegnendo ed accendendo il led.
L'eliminazione automatica della tara è implementata quando si scende sotto al 90% della tara
impostata.
Questo valore è visualizzato anche in FUN-5 - CAL-C.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


34 Strumento ED640

9.3 Center zero


La pressione del tasto determina l’azzeramento della quantità con una precisione di un quarto
della divisione minima dello strumento.
Tale azzeramento è soggetto alle seguenti condizioni:
- La quantità deve essere stabile;
- Il valore della quantità deve essere riferito al fondo scala, nel range tra –1% e +3% se metrico
oppure +/-50% se non metrico;
- Non deve essere inserita alcuna tara.
La funzione center-zero si attiva dopo 3 secondi di pressione del tasto visualizzando "|-0-|", è
necessario premere il tasto (invio) per confermarla. Se si preme il tasto (invio) ma non ci
sono le condizioni per attivarlo (non è impostato il peso stabile o siamo al di fuori del range
permesso), la funzione non viene attivata. Se si preme il tasto (invio) e ci sono le condizioni
per accettare il center-zero, appare la scritta "DONE" ad indicare che è stato accettato.

10 Messaggi
MESSAGGI DI ERRORE

In caso di errori lo strumento porta l’uscita analogica al massimo valore (10Vdc) e abilita la soglia
S2 ( ) e quindi il relativo contatto, ad indicare un'anomalia. Qualora lo strumento visualizzi solo
l’incremento del peso, e non il decremento, verificare che in FUN=5 - CAL=B sia impostato
PIC=0. Se la visualizazzione degli errori descritti non scompare effettuando di nuovo una
calibrazione o un ripristino dei dati di default dello strumento contattare l'ASSISTENZA 37 .

ERRORE CAUSE RISOLUZIONE


Riportare l’impostazione ai valori corretti il
parametro di FONDO SCALA 18 oppure
Fondo Scala troppo alto rispetto il
Err.=1 agire sul parametro di MOLTIPLICA 17
numero di divisioni.
così da adattare il segnale di ingresso al
FONDO SCALA 18 .
Verificare il valore del segnale di ingresso
Poche divisioni rispetto al Fondo o i collegamenti allo strumento. Si
Scala. Il segnale in ingresso potrebbe consiglia di agire sulla funzione di
Err.=2 essere troppo alto per avere un numero
MOLTIPLICA 17 così da adattare il
di divisioni sufficienti a raggiungere il
segnale di ingresso al FONDO SCALA 18
FONDO SCALA.
.
Verificare il valore del segnale di ingresso
Troppe divisioni rispetto al Fondo o i collegamenti allo strumento. Si
Scala. Il segnale in ingresso potrebbe consiglia di agire sulla funzione di
Err.=3 essere troppo basso per avere un
MOLTIPLICA 17 così da adattare il
numero di divisioni adeguato per il
segnale di ingresso al FONDO SCALA 18
FONDO SCALA impostato.
.
Convertitore A/D non risponde alle Provare a spegnere e riaccendere lo
Err.=4 interrogazioni della CPU. In questo strumento, se si ripresenta inviare lo
caso lo strumento è bloccato. strumento in ASSISTENZA 37 .
Provare a spegnere e riaccendere lo
Errore di memorizzazione dei dati di
Err.=5 strumento, se si ripresenta inviare lo
configurazione.
strumento in ASSISTENZA 37 .
Si sta tentando di impostare un parametro
Errore di programmazione di linearizzazione inferiore al precedente.
Err.=6
linearizzazione Premere ESC per uscire dalla funzione ed
inserire un punto corretto.
Si sta tentando di realizzare una
Err.=7 Errore di impostazione calibrazione. calibrazione riservata. Premere ESC per
uscire dalla funzione.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Messaggi 35

11 Dichiarazione di conformità

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


36 Strumento ED640

12 Condizioni Generali

GARANZIA
Di norma 9 mesi dalla messa in marcia e comunque non oltre i 12 mesi dalla consegna, fatto salvo
diverse condizioni pattuite nel contratto di vendita del prodotto. Per garanzia si intende la
sostituzione di pezzi qualora si dimostrassero difettosi, compresa la manodopera per la
riparazione, purché gli apparecchi vengano inviati a Elettrondata in porto franco.
Per eventuali richieste d’intervento in cantiere in garanzia, sono conteggiate le spese di viaggio,
vitto, alloggio e diaria giornaliera, escluso il tempo materiale di riparazione.
Nulla sarà dovuto all’utente per il tempo durante il quale l’impianto sarà rimasto inoperoso né egli,
potrà pretendere risarcimenti o indennizzi per spese e danni diretti o indiretti.
Per produzioni ove anche un breve fermo macchina non può essere tollerato, è indispensabile
munirsi dei necessari ricambi consigliati.
LA GARANZIA DECADE IMMEDIATAMENTE IN CASO DI MANOMISSIONE, TENTATA
RIPARAZIONE, INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE DA PARTE DI PERSONALE NON
AUTORIZZATO DA ELETTRONDATA PER ISCRITTO, NONCHE’ IN CASO DI SCARICHE
ELETTRICHE OD ALTRI EVENTI NON ATTRIBUIBILI A ELETTRONDATA.
Al termine del periodo di garanzia, decade ogni impegno di assistenza o riparazione di quanto
esplicitamente od implicitamente assunto con la fornitura del prodotto. E’ possibile però estendere
in tutto o in parte le condizioni di garanzia o ripristinare gli impegni di assistenza tramite la
stipulazione di corretti contratti con Elettrondata.

RESPONSABILITA’
Il prodotto può essere impiegato esclusivamente ad uso statistico, contabile e controllo interno
all’azienda, in quanto non provvisto delle omologazioni atte a tutelare la fede pubblica (art. 692
CP): ne è dunque vietato l’uso in rapporto con terzi, fatto salvo il contrario se specificato.
Sarà cura dell’utente accertarsi e verificare, prima di confermare l’ordine, che l’idoneità del prodotto
sia confacente alla sua destinazione d’uso. Utilizzando il prodotto nella presente documentazione,
il Cliente accetta il fatto che questo sia un sistema elettronico programmabile intrinsecamente
complesso, che può non essere totalmente esente da errori. Eventuali spese per omologazioni e
certificazioni non previste nel nostro standard saranno comunque a completo carico dell’utente. La
Elettrondata declina pertanto ogni responsabilità per l’uso improprio dei propri prodotti. I programmi
software sono forniti in forma di applicativo, ad eccezione di particolari accordi, e sono concessi in
licenza d’uso dalla Elettrondata nello stato di fatto alla data della consegna. Nessun diritto può
vantare il committente per i programmi in versione sorgente, che restano di proprietà della
Elettrondata, la quale si riserva di apportare agli stessi modifiche e migliorie senza preavviso. La
Elettrondata garantisce comunque a pagamento la fornitura di eventuali aggiornamenti. E’ obbligo
dell’utente adottare tutte le misure necessarie per garantire la segretezza dei programmi e
documenti concessigli in licenza d’uso, nella sua integrità, in conformità alla CEE 91/250 e DPR
518-31/12/1992.
IN NESSUNA CIRCOSTANZA ELETTRONDATA SI ASSUME LA RESPONSABILITÀ PER
QUALSIASI DANNO DIRETTO O CONSEQUENZIALE, IN RELAZIONE ALL’IMPROPRIO USO
DELLO STRUMENTO O DELLA DOCUMENTAZIONE FORNITA.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Assistenza 37

13 Assistenza

Via del Canaletto, 77/79


41042 Spezzano di Fiorano
(Modena) Italia
Tel. : +39 ( 0536 ) 1840500
Fax : +39 ( 0536 ) 1840501

Numero diretto Assistenza tecnica:


Chiamare il numero telefonico indicato sopra,
ascoltare il messaggio vocale, selezionare Assistenza tramite tasto adeguato,
ascoltare il nuovo messaggio vocale e premere il tasto relativo al tipo di Assistenza desiderata.

Web Site: www.elettrondata.it


E-Mail: help&support@elettrondata.it

Il servizio d’assistenza è fornito da ELETTRONDATA o da centri d'assistenza1, da essa,


certificati e addestrati.

L’assistenza telefonica è dovuta solo per la parte tecnica, in base al problema dichiarato.
Il servizio d’assistenza non comprende, ne consulenze sui prodotti, ne su tipologie di impianto.
Al momento della richiesta di assistenza è necessario comunicare
1. Le proprie generalità;
2. I dati di fornitura dell'impianto.
Non sono ammesse richieste anonime o non riconducibili a clienti ELETTRONDATA.
Un intervento presso il cliente o presso ELETTRONDATA, è concordato tramite preventivo su supporto
cartaceo o elettronico. Il servizio di assistenza non sarà fornito, per problemi:
1. Risolvibili con la semplice consultazione della presente documentazione;
2. Derivanti dall’utilizzo di programmi non forniti da ELETTRONDATA.
1 Per la lista dei centri di assistenza autorizzati consultare il sito www.elettrondata.it all'interno del menu SERVICE "Rivenditori - Installatori".

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


38 Strumento ED640

14 Allegato A
Modifica modi di funzionamento dello strumento

Attenzione!!!
Eseguire questa procedura a banco scollegando ogni connettore,
sia VDE di alimentazione, sia connettore 8 poli, sia connettore 9 poli di ingresso
e sia connettore Ethernet se disponibile dallo strumento.
Per accedere ai Jumper svitare le quattro viti poste sul pannello posteriore dello strumento,
estrarre le schede dal contenitore, facendo attenzione a non danneggiare alcun componente
montato sulle stesse. Tenere lo strumento con il connettore 8 poli rivolto verso sinistra e
verificare il corretto inserimento dei jumper.

Quello di fianco ai relè, rettangolo rosso, cambia la seriale da RS232, di default, in RS485,
spostandolo su quello di fronte posizionato a fianco dell'integrato.
Per l’impostazione dei parametri delle seriali fare riferimento a FUNZIONI BASE 13 .
Quello a fianco connettore 9 poli, rettangolo blu, cambia il tipo di uscita analogica da 0-10V, di
default, in 0-20mA, togliendolo.
L’impostazione software, menu OUT=1, permette di avere l’uscita in 4-20mA.
Riassumendo l’uscita analogica può avere quattro modi di funzionamento:
1) jumper di default, OUT=0 uscita analogica 0-10V
2) jumper di default, OUT=1 uscita analogica 2-10V
3) jumper tolto, OUT=0 uscita analogica 0-20mA
4) jumper tolto, OUT=1 uscita analogica 4-20mA
Per poter collegare uno strumento ED640 settato in corrente ad un ingresso in tensione, come un
multimetro digitale, DEVE essere montata una resistenza da 500 Ohm (meglio usare resistenze
499 OHM 1%). NON montare la resistenza direttamente sulla morsettiera del ED640. Dopo aver
effettuato le modifiche ai jumper ripristinare con dovuta attenzione le schede all’interno del
contenitore e riavvitare il pannello posteriore prima di ricollegare i connettori e la presa VDE.

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


Allegato B 39

15 Allegato B

NUMERO SERIALE STRUMENTO


__________

BILANCIA IMPIANTO
__________
PARAMETRI
PARAMETRI DI DEFAULT
IMPIANTO
CELLA DI POTENZIOM INGRESSO
INGRESSO
ED640 CARICO ETRO 0-10V
IN = ___
IN = E IN = 0 IN = 1
FUN-5 CAL-1 FILTRO 2 0 0
FUN-5 CAL-2 PUNTO
xxxxx xxx.xx xxx.xx
DECIMALE
FUN-5 CAL-3
1 1 1
MOLTIPLICA
FUN-5 CAL-4 FONDO
5000 50.00 50.00
SCALA
FUN-5 CAL-8 ZERO
0 0 0
ANALOG.
FUN-5 CAL-9 F.S.
4086 4086 4086
ANALOG.
FUN-5 CAL-A INDIRIZZO
0 0 0
SERIALE
FUN-5 CAL-D DI TE 0 0 0 0 0 0
FUN-5 CAL-E DERIVA 0 0 0
THRESHOLD S1 10 0.10 0.10
THRESHOLD S2 4500 45.00 45.00
FUN-E OUT 0 0 0 0
FUN-E SER 9600 N 8 1 9600 N 8 1 9600 N 8 1 9600 N 8 1
TRA-2 PRT- TRA-2 PRT-
FUN-E SER TRA-2 PRT-0 TRA-2 PRT-0
0 0
FUN-E ETHERN
000.000.000 000.000.000 000.000.000
INDIRIZZO IP
FUN-E ETHERN
000.000.000 000.000.000 000.000.000
MASCHERA DI RETE
FUN-E ETHERN
000.000.000 000.000.000 000.000.000
INDIRIZZO GATEWAY
FUN-E ETHERN MAC 00.00.00.00. 00.00.00.00.0 00.00.00.00.
ADDRESS 00.00 0.00 00.00
DATA COMPILAZIONE ___________
FIRMA COMPILATORE ___________

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.


40 Strumento ED640

Indice

-A-
Allegato A 38
Allegato B 39
Assistenza 37

-C-
Calibrazione 32, 33
Caratteristiche tecniche 5, 6
Center zero 34
Condizioni Generali 36
Connessioni 11

-D-
Dichiarazione di conformità 35

-F-
Funzioni base 13, 14, 15, 23, 24, 25, 26, 27
FUN-5 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22
FUN-E 27, 28, 29, 30, 31

-I-
Installazione 10
Introduzione 4

-M-
Messaggi 34
Modi di fuzionamento 32

-P-
Pannelli e tastiera 7

-S-
Simbologia 8, 9, 10

-T-
Tara manuale 33

© 2010 ELETTRONDATA S.R.L.