Sei sulla pagina 1di 44

SIRCO

MANUALE D'USO
INVERTER DIGITALE
SERIE FOX

Sirco Automazione

Sirco Automazione

INDICE
CONTENUTO

Pag.

PRESENTAZIONE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Avvertenze di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Descrizione del prodotto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

CARATTERISTICHE TECNICHE
Guida alla selezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

SCHEMI DI COLLEGAMENTO
Morsettiere di potenza e di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Descrizione terminali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Connessioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

6
7
8

INSTALLAZIONE
Norme per l'installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Cablaggio - Protezioni - Cavi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Messa in servizio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Pannello di controllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Procedura modifica parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

10
11
12
13
15

PARAMETRI DELL'INVERTER
Visualizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
16
Stato I/O digitali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Guida rapida ai parametri (men F, men C) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Men P . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Men b . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

17
18
19
21

Descrizione funzionale:
Riferimento di frequenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Caratteristica tensione/frequenza del motore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Salti di frequenza - Limitazioni della frequenza d'uscita - Jogging . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Frequenza di commutazione - Rampe di accelerazione e decelerazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Impostazione dati del motore - protezione termica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Prevenzione stallo del motore - blocco inverter . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Compensazione scorrimento - Segnalazione sovraccarico istantaneo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Prevenzione buchi di rete - Ripresa del motore in rotazione libera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Boost automatico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ingressi di comando programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ingresso analogico ausiliario - Uscita analogica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ingresso encoder - Uscite digitali programmabili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Frenatura dinamica - Frenatura in corrente continua . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Regolatore PID . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Reset - Autoreset - Protezioni e allarmi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Linea seriale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

23
24
25
25
26
26
27
27
27
28
29
30
31
32
33
34

ACCESSORI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35
Chiave di programazione - Schedino encoder . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
36
Conformit - Normative . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

37

DIMENSIONI E QUOTE DI FORATURA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

38

MODIFICHE INTRODOTTE CON LA VERSIONE SOFTWARE 1.11 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

39

Sirco Automazione

ETICHETTA IDENTIFICATIVA

SIRCO
MODEL
OPTION _

SIRCO AUTOMAZIONE S.r.L.


Vigonovo - VE - Italy
Frequency converter

Potenza del motore:

FOX2M015

_
_
Caratteristiche d'ingresso
Caratteristiche della
tensione d'uscita

Caratteristiche del carico

S/N
INPUT AC 220V -15% / 240V +10%
16A 50/60 Hz 1 PHASE
OUTPUT AC 0 / 220V 7A 0,1 / 480 Hz
LOAD 1,5 kW AC 3Ph MOTOR
IP IP 20
made in Italy

Sirco Automazione

CE

Fasi : M monofase
T trifase

004
008
011
015
015
022
040
055
075
110
150

Tensione : 2 220 V / 240 V


4 380 V / 460 V
Nome della serie

0,37
0,75
1,1
1,5
1,5
2,2
4,0
5,5
7,5
11
15

kW
"
"
"
" formato T1
"
" formato T2
"
" formato T3
"
"

PRESENTAZIONE

Nonostante le dimensioni compatte, linverter FOX possiede notevoli capacit di controllo . Installato tra la rete e il
motore linverter previsto per aumentarne le prestazioni fornendo un lungo servizio continuativo che si tradurr in un risparmio.

FOX

La principale caratteristica dell inverter FOX lefficiente e flessibile controllo della velocit del motore: ci permette
di adattare il motore asincrono ad una pi vasta gamma di applicazioni ottenendo una rotazione pi regolare con una
significativa riduzione del rumore rispetto agli inverter delle precedenti generazioni.
Linverter FOX trova applicazioni non solo in campo industriale: macchine operatrici , nastri trasportatori, ma anche in
campo civile dove le prestazioni elevate unite all'assenza del rumore sono caratteristiche essenziali per il suo impiego.
- Alte coppie a bassi giri
Linverter FOX fornisce alte coppie a bassi giri senza discontinuit grazie allautomatismo che, intervenendo a partire
da 0,1 Hz, garantisce un sicuro avviamento del motore.
- Scomparsa del rumore
Con linverter FOX sono finiti quei fastidiosi rumori caratteristici della precedente generazione di inverter. Grazie ad un
opportuno metodo di costruzione della forma donda della tensione che alimenta il motore, si ottiene un inverter silenzioso.
- Continuit di funzionamento nelle interruzioni di rete
Linverter FOX reagisce ad una momentanea interruzione della rete fermandosi e quindi ripartendo, con il mantenimento
delle caratteristiche di controllo programmate senza che si debba arrestare il motore.
- Facilit duso
Quattro pulsanti, un display a quattro cifre a sette segmenti e tre Led costituiscono il semplice pannello col quale si pu
far funzionare linverter FOX .
Il display ed i pulsanti consentono di variare tutti i parametri dell inverter in modo da adattarlo alle esigenze delle pi diverse
applicazioni.
Il display permette anche la visualizzazione delle grandezze controllate: frequenza o corrente, e mostra anche i codici
relativi agli errori in caso di malfunzionamento.
Oltre che dal pannello linverter FOX pu esser facilmente controllato e programmato a distanza mediante un
collegamento di tipo seriale con relativo protocollo di comunicazione.
In ogni caso le manovre di marcia, arresto, inversione e variazione di velocit vengono attuate collegandosi ad una
morsettiera come si usa abitualmente.

Sirco Automazione

AVVERTENZE

DI

SICUREZZA

Istruzioni generali sulla sicurezza


Nel testo i Simboli di pericolo sottoindicati evidenziano dei paragrafi le cui istruzioni devono
esser lette con attenzione per la salvaguardia della sicurezza individuale:
Richiama lattenzione dellutente sulla presenza di una tensione pericolosa. Segnala che esistono
condizioni di Alta Tensione che possono provocare infortunio grave o la morte.
Indica un avvertimento relativo a un pericolo generico o a note operative importanti.

Avvertenze

Le apparecchiature elettriche possono costituire fonte di rischio per la sicurezza. E pertanto necessario
conoscere a fondo le modalit duso e i dispositivi di controllo dellapparecchiatura prima di iniziare luso
della macchina.

Si prevede perci che la macchina sia utilizzata solo da parte di personale tecnico qualificato che conosca
le norme da seguire per la sua installazione e conduzione in conformit agli standard di sicurezza e protezione
e capace di intendere tutte le indicazioni di pericolo .
I condensatori presenti dentro la macchina si trovano a tensioni pericolosamente elevate. Dopo aver tolto
lalimentazione e quindi necessario attendere almeno 5 minuti prima di poter effettuare qualsiasi intervento.
A motore fermo possono esserci tensioni pericolose su tutta la morsettiera di potenza:
morsetti L1, L2, L3, U, V, W.

In particolari condizioni di programmazione della regolazione, dopo una mancanza di rete, la macchina
potrebbe avviarsi automaticamente.

Garanzia e Note sulla


Responsabilit

Le condizioni di garanzia sono quelle previste al momento dellacquisto.


Viene declinata ogni responsabilit relativamente a danni occorrenti durante il
trasporto o il disimballaggio.

Lapparecchiatura stata prevista per il controllo della velocit dei motori e come tale deve esser usata.
In nessun caso e circostanza il costruttore si ritiene responsabile per danni dovuti ad errato impiego, installazione
o condizioni ambientali inadeguate, nonch per guasti provocati da un funzionamento oltre i valori nominali.
Il costruttore inoltre declina la responsabilit relativamente a danni conseguenti e accidentali.
Non vi sono parti interne alla macchina sulle quali intervenire: per linstallazione si deve rimuovere solo il pannello
coprimorsettiera.
Eventuali manomissioni o limpiego di ricambi o dispositivi supplementari non venduti dal costruttore oltre a rendere
non pi valida la garanzia possono causare danni e/o infortuni gravi.
La garanzia ha la durata di mesi 24 a partire dalla data di messa in servizio, ed in ogni caso non oltre mesi 36 dalla
consegna, fatte salve eventuali durate diverse precisate nelle condizioni di vendita.
I dati tecnici contenuti nel presente manuale sono da ritenersi corretti al momento della stampa. Il costruttore si
riserva in ogni caso la facolt di procedere alla modifica sia del contenuto che dei dati tecnici relativi al prodotto
senza obbligo di preavviso.

Sirco Automazione

DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

Gli inverter FOX sono dei convertitori con circuito intermedio in C.C. che, collegati ad una normale rete monofase o trifase,
producono una tensione A.C., trifase, a frequenza variabile, che pu esser usata per il controllo della velocit di motori asincroni
trifasi.
Il circuito di controllo comprende un microprocessore opportunamente programmato.
Il pannello di comando a tasti di cui dotato permette la comoda e facile introduzione di qualunque parametro sia necessario
per le condizioni di lavoro previste.
La tensione alternata trifase, a frequenza variabile, controllata dal microprocessore, viene fornita al motore mediante un modulo
di potenza che si avvale della pi recente tecnologia a IGBT.
Luso del microprocessore, della tecnologia a IGBT e della programmabilit della frequenza di modulazione producono un
funzionamento particolarmente preciso ed estremamente silenzioso.
Il software appositamente sviluppato per lelettronica di potenza consente di ottenere un controllo preciso e rapido della velocit
del motore, tempi di avvio e di arresto regolabili in modo completamente indipendente oltre ad una serie di altre condizioni di
funzionamento:
Il controllo della velocit in funzione del carico mediante regolazione di corrente che consente ladeguamento
automatico al processo.
Il boost automatico che permette una partenza sicura del motore agendo sulla coppia in funzione del carico. La presenza
di coppie elevate e di uniformit di rotazione anche a fequenze molto basse.
La frenatura in corrente continua, programmabile come durata e valore, che permette un sicuro arresto del motore.
La presenza di un regolatore interno di tipo PID, liberamente configurabile, per il controllo della velocit e / o della coppia
del motore.
La presenza di una linea seriale standard, con modalit di trasmissione impostabili, per programmare e / o comandare
a distanza il convertitore.
Lapparecchiatura inoltre dotata di due uscite a rel e due digitali optoisolate, programmabili, per segnali di allarme
e delle condizioni della macchina, oltre ad una uscita analogica indicatrice, mediante selezione, dellandamento
delle principali grandezze dellinverter.

FOX T1
0,8- 1.5 Kw
220 V - 460 V
mono - trifase
Sirco Automazione

FOX
T2
1,5 - 4,0 Kw
220 V - 460 V
mono - trifase

FOX T3
4 - 11,0 Kw
380V - 460
V
trifase

CARATTERISTICHE TECNICHE

Guida alla selezione

Tensione
d'ingresso

Modello

Vac

kVA

kW

Ohm

1,0

2,2

4,5

0,37

25

100

1,6

4,0

9,0

0,75

45

100

2,2

6,0

12,0

1,1

60

100

2,9

7,0

16,0

1,5

80

50

4,0

10,0

20,0

2,2

100

50

1,0

2,2

2,5

0,37

25

100

1,6

4,0

5,0

0,75

45

100

2,2

6,0

8,0

1,1

60

100

2,9

7,0

9,0

1,5

80

50

4,0

9,5

11,0

2,2

100

50

FOX4T004

1,0

1,3

3,2

0,37

20

50 (*)

FOX4T008

1,6

2,2

3,5

0,75

30

50 (*)

FOX4T011

2,2

2,8

5,1

1,1

40

50 (*)

FOX4T015

2,9

4,0

6,0

1,5

50

50 (*)

4,0

5,5

8,0

2,2

70

50 (*)

6,8

9,0

13,0

4,0

160

50

9,0

12,5

16,0

5,5

230

50

FOX4T075

12,5

17,0

21,0

7,5

300

25 (**)

FOX4T110

15,0

25,0

30,0

11,0

450

25 (**)

FOX4T150

25,7

35,0

40,5

15,0

630

25 (**)

FOX2M004
FOX2M008
FOX2M011
FOX2M015
FOX2M022

220 V - 15%
240 V + 10%
50 / 60 Hz
monofase

FOX2T004
FOX2T008
FOX2T011
FOX2T015
FOX2T022

FOX4T022
FOX4T040
FOX4T055

220 V - 15%
240 V + 10%
50 / 60 Hz
trifase

380 V - 15%
460 V + 10%
50 / 60 Hz

Grado di protezione

Potenza Corrente Corrente Potenza Potenza Resistenza


inverter d'uscita assorbita motore diss. inv. di frenatura
Formato
nominale per fase
minima

T1

T2

T3

IP 20

(*)

si consiglia l'uso di resistenze da 100 Ohm

(**)

si consiglia l'uso di resistenze da 50 Ohm

Sirco Automazione

CARATTERISTICHE TECNICHE

Alimentazione mono e trifase 220/240 V, tolleranza -15%+10%; trifase 380/460 V, tolleranza -15%, +10%.

frequenza

da 47 Hz a 63 Hz.

tensione

Uscita

Condizioni
ambientali

trifase da 0V a V alimentazione.
da 0,1 a 480 Hz; risoluzione 0,1 Hz (0,01 Hz se impostato via linea seriale, o
frequenza con scheda a 16 bit (opzionale)).
di commutazione: da 1kHz a 18 kHz, programmabile.
continuativa d'uscita: pari alla corrente nominale del modello.
corrente
capacit di sovraccarico: fino a 200% per 30" ogni 20' (funzione del modello).
tempo accelerazione da 0,01" a 9999" da morsettiera si possono scegliere fino a
accel./decel. tempo decelerazione da 0,01" a 9999" 4coppie di rampe preprogrammate.
raccordo a " S " da 0,0" a 10,0"
temp. ambiente: da 0C a +40C (si intende: temperatura nelle immediate vicinanze dell'inverter);
temp. immagazzinamento da -20C a +60C
ventilazione: circolazione naturale o forzata in funzione della potenza; senza polveri o gas corrosivi
umidit: da 20% RH a 90% RH, senza condensazione
quota d'installazione: max. 2000 m s.l.d.m. (per quote superiori necessita declassamento)
grado di protezione: IP 20
Digitali
optoisolati
NPN o PNP
Ingressi Line driver

Comandi

start ( marcia in avanti ), direzione ( marcia indietro ).


allarme esterno (con programmabilit dell'azione svolta).
altri 5 selezionabili tra:
reset allarme; selettore di frequenza F1, F2, F3; selettore di
rampa T1, T2; abilitazione inverter; abilitazione frenatura in c.c.;
start frenatura in c.c.; restart con motore in marcia;

Encoder

(con scheda opzionale), accetta 2 canali dell'encoder o una


frequenza, come riferimento di freq., o retroazione di velocit
1)configurabile: 0/10V oppure -10V/+10V con offset e guadagno

Analogici
Collegamenti

Riferimento programmabili.
di
2)configurabile: 0/20 mA o 4/20 mA con offset e guadagno
frequenza
programmabili.
3)ausiliario: 0/10V, la cui funzione selezionabile.

esterni

Rel
Uscite

1)open collector, configurabile:stesse funzioni del rel n.2


"
"
"
"
"
"

Segnalazioni Optoisolate 2)
Analogica

Seriale

RS-485

0/10V: con offset e guadagno programmabili; il valore del


segnale pu essere, con scelta da programma, proporzionale a:
frequenza, tensione, corrente o coppia d'uscita ed inoltre a cos
o potenza d'uscita.
a due fili: Si possono collegare fino a 32 inverter in parallelo;
i parametri di trasmissione sono tutti programmabili;
pu servire come sostituto dei comandi da tastiera.

limiti di: sovracorrente, sovratensione, sottotensione (con soglia programmabile), sovratemperatura


inverter; sovraccarico inverter, motore, e resistenza di frenatura; mancanza di fase (per modelli trifasi),
interruzione fusibile interno, cortocircuito tra fasi e tra fase e massa, errori nei valori memorizzati dei
parametri.

Protezioni
Funzioni
standard

1)contatto di allarme, con rel normalmente eccitato


2)configurabile:indica stato dell'inverter,della frequenza, delle
rampe, dell'encoder, etc.

caratteristica V/F programmabile, compensazione scorrimento, autoreset (tempo d'intervento e numero


di tentativi programmabile), frequenza di salto, limiti di frequenza superiore e inferiore, ripartenza con
motore in moto, prevenzione "buchi" di rete, regolatore PID, prevenzione stallo motore o blocco inverter.

Sirco Automazione

SCHEMI

DI

COLLEGAMENTO

MORSETTIERA DI POTENZA PER


COLLEGAMENTO A 380 V

1
G

2
L1

3
L2

4
L3

5
U

6
V

7
W

8
PE

9
R+

10 11
R -DC

TERRA
R

3-Fase 50 Hz - 60 Hz +/- 2Hz


380 V (-10%) to 480 V (+10%)

RESISTENZA DI
FRENATURA

MORSETTIERA DI POTENZA PER


COLLEGAMENTO A 220 V

1
G
TERRA

2
L1
(L)

3
L2

4
L3

5
U

6
V

7
W

8
PE

9
R+

10 11
R -DC

(N)

Monofase 50 Hz - 60 Hz +/- 2Hz


200 V (-10%) to 240 V (+10%)

RESISTENZA DI
FRENATURA
MORSETTIERA DI CONTROLLO

Reset allarme

A-

B+

O
U
T

Allarme

31 32 33

16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

34 35 36

IN IN IN IN
1
2 3 4
F1 F2 F3 JOG

+10V

Rif. di velocit

INGRESSI
PROGRAMMABILI

USCITA MULTIFUNZIONE
Segnale di motore
in marcia, o.... da
programmare
GND - D +5V
Alimentazione
ausiliaria

RS - 485

Ingressi
Potenziometro
analogici 4,7 kOhm

O
U
T

IN
5

4 / 20 mA

B-

C
O
M
U
N
E

9 10 11 12 13 14 15

G
MASSA

A+

CM IN
+ 24V

0 / +10 V

Uscite programmabili
ENCODER

Allarme esterno

Marcia

Inversione

GND - D

Uscita 0 / 10 V:
proporzionale alla frequenza
di uscita sul motore o ad altre
grandezze programmabili

Sirco Automazione

SCHEMI DI COLLEGAMENTO

COLLEGAMENTI DI POTENZA
TERMINALI
G
L1 (L)
L2 (N)
L3
U
V

FUNZIONE

CONNESSIONE DI TERRA

2
3

ALIMENTAZIONE DI RETE
220 V MONOFASE - 460 V TRIFASE

4
5
6

W
PE
R

N.

USCITA TRIFASE
(VERSO IL MOTORE)

7
8

TERRA DI POTENZA

RESISTORE DI FRENATURA

10
11

NEGATIVO DEL CIRCUITO IN C.C.

COLLEGAMENTI DI CONTROLLO
TERMINALI

N.

REV
RUN
EXTFLT
IN5
CM-IN
+24 V
GND-D
GND-D
ENC-A+
ENC-A ENC-B+

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11

ENC-B CM-OUT
OUT1
OUT2
EARTH
IN1

12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36

IN2
IN3
IN4
OUT-AN
AUX-V
REF-I
+10V
REF-V
GND-A
LNK+
LN K GND-D
+5 V
FLT-NO
FLT-CM
FLT-NC
OUT3-NO
OUT3-CM
OUT3-NC

Sirco Automazione

TIPO DI SEGNALE

FUNZIONE
Marcia indietro
Inversione
Se b-00=1:
Marcia
Marcia avanti
Allarme proveniente da esterno
Ingresso digitale configurabile
P-43
Comune ingressi digitali
Aliment. ausiliaria per ingressi digitali

Accoppiatori ottici: 24 V, 6 mA

24 V +/- 5%

300 mA

Massa di riferimento per ingressi digitali


Ingressi dal canale A dell'encoder o
da un trasduttore di frequenza

Opzionale

Ingressi dal canale B dell'encoder


Comune uscite digitali
Uscite digitali configurabili

P-44
P-45

Accoppiatori ottici: 50 V, 50 mA

Connessione di terra
Ingressi digitali configurabili con:

P-39
P-40
P-41
P-42
P-48
P-47

Uscita analogica configurabile


Ingresso analogico configurabile
Ingresso rif. in corrente per contr. velocit
Tensione per potenziometro rif. velocit
Ingresso rif. in tensione per contr. velocit
Comune per il circuito di ingresso/uscita analogico

Accoppiatori ottici: 24 V, 6 mA
0 - 10 V Rload min.= 2 kOhm
0 - 10 V Ri = 20 kOhm
0 - 20 mA o 4 - 20 mA Ri = 250 Ohm
10 V +/- 3% 50 mA
0 - 10 V o + / - 10 V Ri = 20 kOhm

Ingressi per linea seriale RS-485


Alimentazione ausiliaria
Rel d'allarme:

5 V +/- 5%
Aperto in allarme
Comune
Chiuso in allarme

Contatti del rel d'uscita configurabile

50 mA

capacita del contatto: 230 Vac


30 Vdc

0,2A
1A

P-46

CONNESSIONI

RESISTENZA DI
FRENATURA
Alimentazione
3-fase 380V
( monofase
220V)

Anelli di
ferrite
FILTRO

SE MANCA, I
COMANDI NON
FUNZIONANO

L1 (L)

Anelli di
ferrite
U

L2 (N)

L3

PE

6 + 24V
5 CM - IN
Inversione
Marcia

Funzioni
preimp.
in
fabbrica

21

OUT
AN

1 REV
2 RUN

Allarme Esterno 3 EXTFLT


GND - A (26)
F1
17 IN1 Selezione
frequenza FLT -NO 31
F2
18 IN2
di
F3
riferimento FLT -NC
33
IN3
19
JOG
32
FLT -CM
20 IN4
Reset Allarme
4 IN5

0 / 10V proporzionale
a frequenza d'uscita
sul motore ( funz. preimp.
in fabbrica )

Rel segnalazione
allarme ( preimp. in
fabbrica con 33=NC
in allarme )

7
8

GND-D

16 G(EARTH)

OUT3-NO

34

OUT3 -NC

36

OUT3 -CM

35

24 +10V
4k7 ohm

Rif. di velocit

25 REF - V

4 / 20 mA

23 REF - I

0 / +10 V

22 AUX-V

Uscita
multifunzione
attiva con motore
in marcia
Uscite multifunzione
Open Collector :

26 GND - A

OUT 2

15

OUT 1

14
13

attiva a velocit
raggiunta

Funzioni
preimpostate
in
fabbrica

attiva con inverter pronto

CM - OUT
RS - 485

ENC

27 LNK +

+5V

28 LNK -

GND-D

11/12 ENC B +/-

9/10 ENC A +/-

30
29

Alimentazione
ausiliaria

Freq. di
riferim.

NB. : I collegamenti indicati per i pulsanti di comando rappresentano


la soluzione pi comune per un comando tipo NPN.
Per altri esempi vedere la pagina successiva.

Sirco Automazione

CONNESSIONI

Collegamenti per comandi di tipo PNP:

6 + 24V
Inversione
Marcia
Allarme
Esterno
F1
F2
Funzioni
preimp.
in
fabbrica

3 EXTFLT
17 IN1

19 IN3

JOG

Selezione
frequenza
di
riferimento

20 IN4

Reset Allarme

2 RUN

18 IN2

F3

SE MANCA, I
COMANDI NON
FUNZIONANO

1 REV

4 IN5
5 CM - IN
7
8

GND-D

Collegamenti per comandi isolati otticamente dall'inverter:

6 + 24V
Inversione
Marcia
Allarme
Esterno
F1

+
24V

F2
Funzioni
preimp.
in
fabbrica

F3
JOG
Reset Allarme

1 REV
2 RUN
3 EXTFLT
17 IN1
18 IN2
19 IN3

Selezione
frequenza
di
riferimento

20 IN4
4 IN5
5 CM - IN
7
8

Sirco Automazione

GND-D

NORME PER L'INSTALLAZIONE


Le esigenze di sicurezza desercizio dellapparecchiatura richiedono che il montaggio e la messa in
servizio sia effettuata da personale competente, in osservanza delle norme generali in materia di
sicurezza valide quando si lavora con correnti e tensioni elevate.

Installazione meccanica

La ventilazione per asportare il calore prodotto dallinverter avviene tramite circolazione naturale dellaria nei
modelli a bassa potenza, tramite ventilatore negli altri casi.
Il montaggio deve prevedere uno spazio di almeno 40 mm lateralmente e 150 mm sopra e sotto l'inverter, tale da garantire
la libera circolazione dellaria di raffreddamento. Nel caso di montaggio sovrapposto di pi unit lasciare almeno 300 mm
verticalmente tra due apparecchi.
Il luogo deve garantire che laria di ventilazione sia priva di polveri o sostanze corrosive, altrimenti bisogner prevedere
un regolare servizio di pulizia delle superfici di raffreddamento. Si deve evitare nel modo pi assoluto la possibilit di
condensazione di liquidi vaporizzati. Lumidit ambientale non dovr superare il 90%.
La temperatura interna dellarmadio non deve superare in condizioni operative i 40 C ; altrimenti necessario o un
declassamento dellapparecchio, pag. 5, o una ventilazione forzata che eviti i ristagni d'aria.
Avvertenza:

in fase di valutazione degli ingombri complessivi opportuno prevedere lo spazio


conseguente alla necessit dellimpiego di filtri antidisturbo.

Installazione elettrica

L'inverter progettato per essere impiegato in ambiente industriale dove vi possono essere alti livelli di disturbi
elettromagnetici (EMI). Di solito le usuali attenzioni in fase di installazione permettono un funzionamento esente da problemi,
tuttavia buona norma dedicare speciale attenzione alla messa a terra del sistema e all'uso dei filtri RFI. I filtri sono necessari
per garantire la riduzione dei disturbi condotti quando l'inverter si trova in ambiente sensibile alla interferenze. Le indicazioni
alla pagina seguente illustrano come deve essere effettuato il cablaggio per uniformarsi alle norme EMC.
Per il collegamento dellinverter necessario togliere il coperchio posto a protezione delle morsettiere di potenza e di
controllo, svitando la vite che si trova, anteriormente, sulla parte superiore del coperchio stesso.
La serie FOX prevista sia per alimentazione monofase o trifase 220/240V ( mod. FOX2M004...2T022) che per
alimentazione trifase 380/460V (mod. FOX4T008...4T110).
Per i cavi di alimentazione consigliabile luso di cavo schermato a due conduttori (fase + terra) o quattro conduttori
(terra + tre fasi), con il cavo di terra esterno alllo schermo e parallelo ad esso, dimensionati secondo la tabella (pag. 11).
Lo stesso tipo di cavo pu esser utilizzato anche per il collegamento del motore; la lunghezza del cavo non dovr
superare i 30 m oltre i quali bisogna prevedere laggiunta di induttanze addizionali, in serie ai cavi, per bilanciarne le capacit
parassite.In tal caso si potr verificare una riduzione della tensione al motore.

Avvertenza:

lalimentazione dellinverter deve esser protetta da fusibili o con un interruttore automatico.


Accertarsi che i cavi siano fissati saldamente ed in particolore che il collegamento di terra sia
ben fissato .
Nel caso di cavi di alimentazione schermati, collegare lo schermo a terra da entrambi i lati.
Mantenere separati i cavi di potenza dai cavi di segnale. Le norme prevedono l'uso di canaline separate.
Per i cavi di controllo usare cavo schermato di sezione almeno 0,5mm2 ; lo schermo deve esser collegato a G (0V, morsetto
16) solo dal lato dellazionamento.
Per il collegamento seriale e per i segnali di riferimento usare cavetti intrecciati.
Predisporre spegniscintilla in parallelo alle bobine di rel, elettrovalvole, teleruttori che si trovino nelle immediate vicinanze
dell'apparecchiatura come consigliato nella tabella seguente:
TIPO TELERUTTORE
O ELETTROVALVOLA
220 V, 240 V
220 V, 240 V
380, 460 V

>30 A
<30 A

CARATTERISTICHE SPEGNISCINTILLA
0,5uF + 100Ohm 1/2 W
0,1uF + 100Ohm 1/2 W
0,5uF + 100Ohm 1/2 W

250 V
250 V
1000 V

Avvertenza: Il circuito di protezione guasti verso terra dellinverter previsto per proteggere SOLO linverter

dai guasti verso terra che possano verificarsi nel cavo motore o nel motore stesso, NON
previsto per proteggere una persona che si trovasse accidentalmente in contatto con il motore
o con il cavo che lo alimenta.
E' Vietato: Collegare dispositivi PFC ai morsetti d'uscita tra l'inverter e il motore,
collegare condensatori tra i morsetti d'uscita o tra i morsetti d'uscita e terra.
Nota:
E' buona norma evitare di collegare teleruttori ai morsetti d'uscita tra l'inverter e il motore salvo che
il loro funzionamento non avvenga con motore fermo ed inverter non in marcia.

10

Sirco Automazione

CABLAGGIO - PROTEZIONI - CAVI


NB.: Nell'effettuare i collegamenti indispensabile attenersi alle indicazioni seguenti:
1 - Per i collegamenti di potenza, la schermatura deve contenere solo i tre conduttori di potenza; il filo di terra,
obbligatorio, deve passare fuori dallo schermo e parallelo ad esso.
2 - La calza deve esser collegata a terra sia dal lato dell'inverter che dal lato del motore e del filtro.
3 - Il toroide deve esser infilato sul cavo dal lato inverter e deve coprire quella porzione di cavo priva di calza.
4 - E' importante tenere separati i cavi di potenza da quellli di controllo; vietato passarli all'interno della stessa
canaletta. E' importante distanziare il cavo motore dal cavo di alimentazione.
5 - Il motore utilizzato deve esser di buona qualit con basse capacit parassite verso terra.
L'inserimento del filtro all'ingresso comporta un inevitabile aumento delle correnti di fuga verso terra; quindi consigliabile
l'utilizzo di interruttori differenziali con correnti di scatto non inferiori a 100 mA .
La figura riporta la disposizione dei collegamenti che consente di soddisfare alle norme dichiarate.
rete
SCHEDA DI
CONTROLLO

Filtro

cavo schermato con calza e


terra collegate da un solo lato

16

1 2 3 4 5 6 7 Morsettiera
di potenza
Toroidi

per lunghezze minori di


20 cm si pu omettere la
schermatura (usare cavi
intrecciati)

PROTEZIONI - SEZIONE CAVI

Modello

Fusibile di linea
Corrente
Consigliato
di linea (non ultraveloce)

FOX2M004
FOX2M008
FOX2M011
FOX2M015
FOX2M022
FOX2T004
FOX2T008
FOX2T011
FOX2T015
FOX2T022
FOX4T008
FOX4T015
FOX4T022
FOX4T040
FOX4T055
FOX4T075
FOX4T110

Sirco Automazione

A
4,5
9,0
12,0
16,0
20,0
2,5
5,0
8,0
9,0
11,0
3,5
6,0
8,0
13,0
16,0
21,0
30,0

A
10
16
20
25
25
6
10
16
16
16
10
10
16
25
25
32
44

Sezione minima
Cavi alimentazione
e cavi motore
mm2
1,5
1,5
3,0
4,0
4,0
1,5
1,5
1,5
2,5
2,5
1,5
1,5
1,5
2,5
4,0
4,0
6,0

Se limpianto dove viene


installato linverter dotato
di salvavita, questultimo deve
esser tarato per una corrente di intervento
non inferiore a 100 mA e per un tempo non
inferiore a 0,1 sec.; deve, inoltre, poter
sopportare disturbi ad alta frequenza.
La sezione dei cavi indicata quella minima
quando la lunghezza non sia superiore a 30
m.
In questo modo si contengono le perdite e le
cadute non superano il 5% della tensione di
alimentazione come specificato dalle norme EN60204-1.

11

MESSA IN SERVIZIO

ATTENZIONE

Prima di accendere l'inverter accertarsi che il coperchio sia ben fissato; dopo ogni
spegnimento lasciare trascorrere almeno 3 minuti prima di procedere all'apertura
dell'apparecchio per permettere ai condensatori di scaricarsi.

Per ragioni di sicurezza, all'atto dell'accensione o dopo un reset per allarme, l'inverter predisposto in fabbrica per non partire
con il comando di marcia attivo: bisogner intenzionalmente agire sul comando stesso portandolo in OFF e quindi in ON
affinch il motore possa avviarsi; (la sicurezza pu esser intenzionalmente annullata con il parametro b-03).

Accensione

L'inverter non provvisto di interruttore di accensione. Si effettua l'operazione mediante l'applicazione della tensione di rete.
Dopo l'applicazione della tensione l'inverter effettua un test il cui risultato, se viene localizzato un qualche errore, produce
sul display l'indicazione C Err
Il display, formato da 4 cifre a 7 segmenti, visualizza sia lettere che numeri. Appena acceso indicher il valore della frequenza
d'uscita ( 00 Hz se il motore fermo).
L'inverter predisposto in fabbrica per poter comandare motori standard funzionanti con tensioni e correnti pari ai valori
corrispondenti alla taglia dell'inverter.

Marcia
1 - Collegare un potenziometro da 4,7 kOhm per il riferimento di velocit (morsetti 24, 25, 26 )
2 - Collegare due contatti per i comandi di marcia e inversione (morsetti 2, 1, e 7/8 ) come indicato nella figura
di pagg. 6/8
3 - Chiudere il contatto di marcia per avviare il motore. Il motore si avvier portandosi alla frequenza
preselezionata con la rampa presettata (5 secondi da 0 Hz a freq. massima).
ATTENZIONE

Se i valori di default (presettati in fabbrica) hanno bisogno di esser modificati per


adattare l'inverter all'applicazione, bisogna agire sul pannello di controllo che permette
di visualizzare i valori attuali, di modificarli e quindi di memorizzare il nuovo valore in
modo permanente.

Arresto

Per arrestare il motore si pu agire cos:


1 - disattivare il comando di marcia; in tal modo si otterr un arresto del motore con la rampa presettata in fabbrica
(5 secondi da freq. massima a 0 Hz).
2 - si pu anche portare a zero il potenziometro di riferimento di velocit, ottenendo cos un controllo manuale
dell'arresto del motore. Attenzione : con questa operazione il motore, anche se fermo, rimarr
comunque sotto tensione.

Se il motore non si avvia

Nel caso che, dopo aver dato il comando di marcia, il motore non si avvii necessario innanzitutto assicurarsi che
siano stati rispettati i collegamenti indicati nella figura di pagg. 6/8, quindi bisogna verificare che i parametri inseriti in fabbrica
soddisfino le caratteristiche del motore.
La verifica dei parametri avviene utilizzando la tastiera: premere il tasto M fino a visualizzare il men P , poi, mediante
l'uso dei tasti , selezionare il codice del parametro del quale si desidera verificare il valore quindi premere il tasto E per
ottenerne il valore. Importanti sono i dati relativi alle caratteristiche di targa del motore che si impostano con i parametri P01, P-02, P-09, P-11, P-12 (pag.19).

12

Sirco Automazione

PANNELLO DI CONTROLLO

Accesso al connettore per

chiave di programmazione esterna

NB.:
Premendo contemporaneamente
, si ottiene il reset dell'alarme.

Led Verde:

marcia in avanti (*)

Led Verde:

FWD

marcia indietro (*)

REV

Led Giallo :

PRG

Se lampeggia
la modifica non
stata memorizzata

Tasto Incrementa:

Seleziona Parametro
Aumenta Valore Parametro

Tasto Decrementa:

Seleziona Parametro
Diminuisce Valore Parametro

Tasto Enter:
accede al Parametro Selezionato /

Conferma

Tasto Selezione Men:


Permette di spostarsi tra i gruppi di
parametri: d-xx, F-xx, P-xx, b-xx, C-xx

Attenzione: le modifiche operate sui valori dei parametri, pur entrando in azione
immediatamente, non vengono memorizzate in modo automatico ma richiedono una azione
specifica di memorizzazione che si ottiene mediante il comando C- 00.
(*) NB.: Se i Led Verdi lampeggiano significa che stanno intervenendo le funzioni di
prevenzione dello stallo motore o del blocco inverter

Il display viene usato per rappresentare sia lettere che numeri, ad es.:
P-xx significa:
xxx.x significa:

P = lettera che indica il tipo di men scelto


xx = codice numerico indicante il N. progressivo del parametro
numero , anche decimale, che rappresenta il valore del parametro selezionato

I gruppi di parametri, o MENU hanno il seguente significato:


d-xx menu dei parametri di sola lettura ( visualizzazione )
F-xx menu dei parametri di lettura / scrittura delle frequenze selezionabili da morsettiera
P-xx menu dei parametri di lettura / scrittura
b-xx menu dei parametri di lettura / scrittura di tipo ON/OFF ( modificabili solo a motore fermo )
C-xx menu dei parametri di tipo comando

Sirco Automazione

13

PANNELLO DI CONTROLLO
All' ACCENSIONE il pannello di controllo si predispone in modo MONITOR consentendo cos di leggere i valori
assunti dai parametri d, F, P, b, C. Il diagramma che segue mostra come passare da un men o parametro ad un
altro
ACCENSIONE
MODO MONITOR

PREMENDO M

SI PASSA DA UN PARAMETRO
ALL'ALTRO DI d MEDIANTE I TASTI
(IL VALORE DEL PARAMETRO APPARE
DOPO CIRCA
1" DAL RILASCIO DEL TASTO )

VISUALIZZA
SUBITO UNO
DEI PARAMETRI
DEL MENU d
SI PASSA DA d A
UN ALTRO MENU:
FPbCd

QUINDI CON I TASTI SI SELEZIONA


IL CODICE CHE CORRISPONDE AL
PARAMETRO DESIDERATO

Per MODIFICARE il valore di un parametro: bisogna VISUALIZZARE il codice che lo identifica, quindi
confermare con il tasto E, come indica il grafico seguente:

MODO MODIFICA

SI CONFERMA IL
PARAMETRO
SELEZIONATO,
QUINDI APPARE IL
SUO VALORE ATTUALE

PREMENDO E

PER MODIFICARE I VALORI


PREMERE I TASTI . (LA VELOCITA'
DI SCANSIONE AUMENTA
MANTENENDO PREMUTI I TASTI)

PREMENDO E

CONFERMA IL VALORE SCELTO CON I TASTI ;


AGGIORNA IL VALORE DEL PARAMETRO ;
IL CODICE DEL PARAMETRO RIAPPARE

IL LED LAMPEGGIANTE
SIGNIFICA CHE IL VALORE E'
STATO MODIFICATO MA NON
MEMORIZZATO
PERMANENTEMENTE

SE IL LED GIALLO
RIMANE ACCESO
IL PARAMETRO PUO'
ESSERE MODIFICATO

PREMENDO M

ESCE DAL MODO


MODIFICA E RITORNA AL
CODICE DEL PARAMETRO

Per MEMORIZZARE permanentemente le modifiche apportate seguire la procedura che segue:

MODO
MEMORIZZAZIONE

PREMENDO M

ANDARE AL MENU' C

USANDO I TASTI ,
ANDARE AL CODICE "C-00"
E PREMERE E

USANDO I TASTI ,
SCEGLIERE LA CIFRA 7
E PREMERE E

14

SE IL LED GIALLO E' ACCESO


L'OPERAZIONE DI
MEMORIZZAZIONE E' PERMESSA

APPARE "runn" PER INDICARE CHE IL


COMANDO E' STATO ACCETTATO.
QUINDI APPARE "done" , PER 2", PER
INDICARE CHE L'OPERAZIONE E' CONCLUSA.

Sirco Automazione

MODIFICA PARAMETRI

Procedura per la modifica di un parametro:

Supponiamo di aver acceso l'inverter e di voler modificare il valore della frequenza massima di funzionamento da 50 Hz (valore
prefissato in fabbrica) a 100 Hz.

...........................................................................................................

INDICAZIONE
DISPLAY

1-

Premere pi volte M fino a visualizzare il men P: ........................................................

INDICAZIONE
DISPLAY

P-0

2-

Con i tasti , selezionare il codice 01 ...................................................................


e premere E;
apparir il valore del parametro P-01 (frequenza massima di funzionamento) .................

INDICAZIONE
DISPLAY

P-1

INDICAZIONE
DISPLAY

50

INDICAZIONE
DISPLAY

100

INDICAZIONE
DISPLAY

P-01

INDICAZIONE
DISPLAY

C-00

INDICAZIONE
DISPLAY

INDICAZIONE
DISPLAY

done

All'accensione:

3 - Osservare lo stato del LED PRG (pag.13): se acceso in modo permanente allora la
modifica del parametro possibile. Premere per aumentare il numero, per diminuirlo;
( mantenendo premuto il tasto la velocit di scansione delle cifre aumenta).
Premere finch sul display appaia 100.0 ..................................................................
Premere E per confermare e attivare il valore;
(riappare il codice del parametro) ..............................................................................
NB: in tal modo il valore della frequenza massima stato cambiato, ma non
memorizzato in modo permanente (il LED Giallo lampeggiante).
4-

Premere M fino a visualizzare il men C ; con i tasti , selezionare il codice 00; .......
premere E per confermare la scelta ;
il LED PRG, se acceso in modo permanente, indica il consenso a memorizzare.
Con i tasti , inserire la cifra 7 ..............................................................................
Premere E per confermare e attivare il valore;
appare il messaggio " done" per 2 secondi a conferma dell'operazione.........................
La memorizzazione stata effettuata.

Sirco Automazione

15

PARAMETRI DELL'INVERTER
VISUALIZZAZIONE:
All'accensione l'inverter si predispone in modo monitor: attivo il MENU d, che consente la lettura dei valori assunti dai vari parametri come indicato in tabella; inizialmente apparir il parametro relativo alla frequenza d'uscita. Si pu ottenere la stessa cosa
selezionando il MENU' d con il tasto M .
Per semplificare la messa in servizio, i parametri modificabili sono suddivisi in tre gruppi o livelli. La possibilit di intervenire o
meno sui parametri di un determinato livello (accessibilit) viene stabilito dalla predisposizione del parametro P-20:
P-20=1
1 livello (impostazione di fabbrica)
P-20=2
2 livello
P-20=3
3 livello

CODICE

DESCRIZIONE

CAMPO DI VARIAZIONE

d - 0 0 frequenza di uscita

UNIT DI
MISURA

0.1

Hz

d - 0 1 frequenza di riferimento

da Fmin. a Fmax. 0.1

Hz

d - 0 2 corrente di uscita (rms)

0.1

d - 0 3 tensione di uscita (rms)

d - 0 4 tensione continua (dc)

d - 0 5 velocita' di uscita

(d-00)*(P-16)

0.01 / 1

d - 0 6 velocita' di riferimento

(d-01)*(P-16)

0.01 / 1

d - 0 7 cos

0.01

d - 0 8 potenza

0.01 Kw

d - 0 9 sovraccarico inverter (100% = soglia di allarme)

0.1

d - 1 0 sovraccarico motore (100% = soglia di allarme)

0.1

d - 1 1 sovraccarico resistenza frenatura (100% = soglia allarme)

0.1

VALORE IMPOSTATO

d - 1 2 memoria ultimo allarme


d - 1 3 memoria penultimo allarme

gli allarmi possono essere azzerati

d - 1 4 memoria terzultimo allarme

utilizzando il comando C-03

d - 1 5 memoria quartultimo allarme


d - 1 6 stato ingressi digitali

# # # #

d - 1 7 stato uscite digitali

d - 1 8 stato porta parallela 16bit

ad ogni segmento verticale


associato lo stato di un
ingresso o di una uscita come
indicato nella pag. seguente

d - 1 9 numero impulsi encoder (per periodo di campionamento)

1 / 100

d - 2 0 frequenza encoder

0,1

d - 2 1 velocita' encoder

(d-00)*(P-16)

Hz

0.01 / 1

d - 2 2 riferimento pid

0,1

d - 2 3 feedback pid

0,1

d - 2 4 errore pid

0,1

d - 2 5 componente integrale pid

0,1

d - 2 6 uscita pid

0,1

d - 2 7 corrente nominale inverter

0,1

d - 2 8 versione software

xx.xx

d - 2 9 codice di identificazione

xxxx

d - 3 0 prova del display

16

accensione di tutti i segmenti

Sirco Automazione

STATO DEGLI I/O DIGITALI

NB.: I segmenti accesi indicano che l'ingresso o l'uscita sono attivi

- Ingressi:


REV
RUN
EXTFLT
IN 5

IN 4
IN 3

IN 2
IN 1

- Uscite:


OUT 2
OUT 1

FAULT
OUT 3

- Ingresso a 16 bit:

BIT 14
BIT 15

BIT 12
BIT 13

BIT 11
BIT 10

BIT 9
BIT 8


BIT 7
BIT 6
BIT 5
BIT 4

Sirco Automazione

BIT 2
BIT 3

BIT 0
BIT 1

17

PARAMETRI DELL'INVERTER

MENU' F: imposta e/o legge le frequenze che possono esser selezionate da morsettiera

CODICE

DESCRIZIONE

F - 0 0 Frequenza di riferimento 0

CAMPO DI VARIAZIONE

0,0 / 480,0

UNIT

VALORE IMPOSTATO

0,1 Hz

PAG

0,0

23

F - 0 1 Frequenza di riferimento 1

"

"

"

"

"

"

"

F - 0 2 Frequenza di riferimento 2

"

"

"

"

"

"

"

F - 0 3 Frequenza di riferimento 3

"

"

"

"

"

"

"

F - 0 4 Frequenza di riferimento 4

"

"

"

"

"

"

"

F - 0 5 Frequenza di riferimento 5

"

"

"

"

"

"

"

F - 0 6 Frequenza di riferimento 6

"

"

"

"

"

"

"

F - 0 7 Frequenza di riferimento 7

"

"

"

"

"

"

"

F - 0 8 Frequenza di jogging

"

"

"

"

1.0

25

MENU' C: imposta ed esegue alcuni comandi: la loro esecuzione avviene selezionando il valore 7
e confermando con E

CODICE

AZIONE ESEGUITA

C - 0 0 Memorizza in modo permanente tutti i parametri


C-01

(*)

Richiama i parametri memorizzati in precedenza (sostituzione dei parametri


momentaneamente in uso con quelli precedentemente memorizzati)

(*)

C - 0 2 Richiamo dei parametri di fabbrica (la memorizzazione a discrezione dell'operatore)


C - 0 3 Azzeramento della memoria allarmi

(*)

CRichiamo e memorizzazione dei parametri contenuti nella chiave di programmazione esterna


0
4
C - 0 5 Memorizzazione dei parametri dell'inverter nella chiave di programmazione esterna

(*)

C06

Misura della resistenza di fase del motore e relativa inizializzazione del parametro P - 12 (pag.24)

(*)

Attenzione: possibile proteggere da scrittura tutti o parte dei parametri mediante l'uso del param. P - 19;
la lettura non ne viene influenzata. Il tentativo di modifica non autorizzato oppure con motore in moto
quando non permesso, provoca la visualizzazione del messaggio: Prot.
NB.: Tutti i parametri non compresi nelle tabelle sono riservati per futuri sviluppi,
di conseguenza devono esser sempre settati a 0.
PARAMETRO

P-19=0
P-19=1
P-19=2
P-19=3

AZIONE ESEGUITA

nessuna protezione
parametri F non protetti, gli altri rimangono protetti
tutti i parametri sono protetti
nessuna protezione e, sconsigliato, possibilit di memorizzazione anche con motore in moto

NB.: Il simbolo (*) significa che i comandi non sono eseguibili con motore in marcia

18

Sirco Automazione

PARAMETRI DELL' INVERTER


MENU' P: imposta tutti i valori dei parametri che caratterizzano l'inverter; sono distinti in tre gruppi, o LIVELLI, la cui
accessibilit dipende dal codice ( 1, 2, 3 ) impostato con il parametro P - 20.
CODICE

DESCRIZIONE

CAMPO DI VARIAZIONE

Livello 1
P - 0 0 impostazione riferimento
P - 0 1 frequenza massima
P - 0 2 tensione massima d'uscita
P - 0 3 tipo di caratteristica V/F
P - 0 4 incremento di coppia ai bassi giri (boost)
P - 0 5 tempo di accelerazione 1
P - 0 6 tempo di decelerazione 1
P - 0 7 raccordo ad esse ( S )
P - 0 8 frequenza di modulazione
P - 0 9 corrente nominale del motore
P - 1 0 costante termica motore
P - 1 1 valore di targa del cos del motore
P - 1 2 resistenza statorica del motore
P - 1 3 rendimento del motore
P - 1 4 freq. minima (offset) per il rif. analogico di frequenza
P - 1 5 guadagno per il rif. analogico di frequenza
( *** )
P - 1 6 costante di conversione
P - 1 7 imposta indicazione display all'accens. (valore di d-xx)
P - 1 9 codice di protezione parametri
P - 2 0 livello di programmazione
P - 2 1 tempo di accelerazione 2

Livello 2

P - 2 2 tempo di decelerazione 2
P - 2 3 tempo di accelerazione 3
P - 2 4 tempo di decelerazione 3
P - 2 5 tempo di accelerazione 4 / tempo di accel. in jogging
P - 2 6 tempo di decelerazione 4 / tempo di decel. in jogging
P - 2 7 risoluzione per le rampe di accelerazione / decelerazione
P - 2 8 livello di frenatura DC
P - 2 9 frequenza di attivazione frenatura DC
P - 3 0 tempo di frenatura DC allo start
P - 3 1 tempo di frenatura DC allo stop
P - 3 2 compensazione di scorrimento
P - 3 3 costante di tempo della compensazione di scorrimento
P - 3 4 frequenza di salto 1
P - 3 5 frequenza di salto 2
P - 3 6 ampiezza di salto
P - 3 7 limite superiore della frequenza d'uscita
P - 3 8 limite inferiore della frequenza d'uscita
P - 3 9 configurazione dell'ingresso IN1
P - 4 0 configurazione dell'ingresso IN2
P - 4 1 configurazione dell'ingresso IN3
P - 4 2 configurazione dell'ingresso IN4
P - 4 3 configurazione dell'ingresso IN5

UNIT DI VARIAZIONE

VALORE

E UNIT DI MISURA

IMPOSTATO

0-8

50,0 - 480,0

0,1 Hz

(P-72) - (**)

1V

(**)

(*)

24

0-4

(*)

"

0 - 30

1% di (P-02)

"

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

5,0

25

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

5,0

"

0,0 - 10,0

0,1 s

0,0

"

23

50,0 (*)

"

0-7

(20% -150%)Inom

0,1 A

Inom

26

1 - 120

1 min.

20

"

0,01 - 1,00

0,01

(**)

"

0,0 - 25,0

0,1 ohm

0,0

"

0 - 100%

100

"

-480 /+480

1 Hz

23

0,00 - 9,99

0,01

1,00

"

0,01 - 99,99

0,01

1,00

16

0 - 30

0-3

1-3

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

5,0

25

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

5,0

"

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

5,0

"

5,0

"

5,0

"

5,0

"

"

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

0,01 - 9999

0,01 / 0,1 / 1 s

0=0,01s 1=0,1s

2=1s

1% di Inom

0 - 100

0,1 Hz

0,0 / 480,0

0,1 s

0,0 - 60,0

0,1 s

0,0 - 60,0

0,1 %

0,0 - 25,0

0,1 s

0,0 - 10,0

0,1 Hz

0,0 / 480,0

0,1 Hz

0,0 / 480,0

0,1 Hz

0,0 - 100,0

1% di (P-01)

(P-38) - 110

1% di (P-01)

0 - (P-37)

0 - 15

0 - 15

0 - 15

0 - 15

(*)

"

31

0,0

"

0,0

"

0,0

"

0,0

27

0,1

"

0,0

25

0,0

"

0,0

"

100

"

"

25/28

"

"

"

"

0 - 15
NB.: ( * ) significa che i comandi sono eseguibili solo con motore
fermo
( ** ) significa che i valori del parametro dipendono dalla taglia dell'inverter
( *** ) il coeff. permette di convertire la freq. visualizzata in d-00 in velocit d'uscita o encoder
Sirco Automazione

PAG

19

PARAMETRI DELL' INVERTER


MENU' P:
CODICE

DESCRIZIONE

Livello 2

P - 4 4 configurazione dell'uscita OUT1


P - 4 5 configurazione dell'uscita OUT2
P - 4 6 configurazione dell'uscita OUT3
P - 4 7 configurazione dell'ingresso analogico ausiliario
P - 4 8 configurazione dell'uscita analogica
P - 4 9 offset dell'uscita analogica
P - 5 0 guadagno dell'uscita analogica
P - 5 1 costante di tempo dell'uscita analogica
P - 5 2 ampiezza mass. della frequenza di offset da AUX-V
P - 5 3 frequenza di segnalazione
P - 5 4 ampiezza dell'isteresi relativa a P-53
P - 5 5 limite di corrente per sovraccarico
P - 5 6 tempo di ritardo per segnalazione sovraccarico
P - 5 7 tempo di autoreset
P - 5 8 numero tentativi di autoreset
P - 5 9 tempo di aggiornamento encoder
P - 6 0 numero impulsi encoder per Hz
P - 6 1 fattore moltiplicativo, relativo a P-60
P - 6 2 valore ohmico della resistenza di frenatura
P - 6 3 potenza della resistenza di frenatura
P - 6 4 costante termica della resistenza di frenatura
P - 6 5 abilitazione gestione degli ingressi da linea seriale
P - 6 6 abilitazione gestione delle uscite da linea seriale
P - 6 7 configurazione della linea seriale
P - 6 8 indirizzo della linea seriale
P - 6 9 tempo di ritardo della risposta in linea seriale
P - 7 0 frequenza base

Livello 3

P - 7 1 frequenza intermedia di V / F
P - 7 2 tensione intermedia di V / F
P - 7 3 frequenza di inizio / fine rampa
P - 7 4 riduzione della tensione d'uscita
P - 7 5 soglia di sottotensione
P - 7 6 tempo massimo del buco di rete
P - 7 7 limite di corrente in accel. per f<f_base
P - 7 8 limite di corrente in accel. per f>f_base
P - 7 9 limite di corrente a velocit costante
P - 8 0 limite di corrente per ripresa motore
P - 8 1 tempo di smagnetizzazione
P - 8 2 velocit di deceler. per prevenire stallo a velocit costante
P - 8 3 tempo di scansione frequenza in ripresa motore
P - 8 4 tempo di ripristino tensione
P - 8 5 tolleranza a velocit costante
P - 8 6 ritardo di fine rampa / velocit costante

CAMPO DI VARIAZIONE

UNIT DI VARIAZIONE

VALORE

E UNIT DI MISURA

IMPOSTATO

0 - 30

PAG

(*)

30
"

0 - 30

(*)

0 - 30

(*)

"

0 - 10

(*)

29

(*)

"

0 - 11

-9,99 / +9,99

0,01 V

0,00

"

-9,99 / +9,99

0,01

1,00

"

0,00 - 2,50

0,01 s

0,00

"

0 - 100

1% di (P-01)

"

0,0 - 480,0

0,1 Hz

0,0

30

0,0 - 100,0

0,1 Hz

0,5

"

20 - 200

1%(mot.)

110

27

0,1 - 25,0

0,1 s

0,1

"

0,1 - 60,0

0,1 s

5,0

33

1 - 250

"

0,0(=0,01) - 25,0

0,1 s

0,1

30

1 - 9999

100

"

0,01 - 99,99

0,01

1,00

"

1 - 250

1 ohm

(**)

31

10 - 2500

10 W

(**)

"

5 - 1250

5s

(**)

"

0 - 255

34

0 - 15

"

0 - 19

"

0 - 99

"

0 - 250

1 ms

"

(P-71) - 480,0

0,1 Hz

50,0

(*)

24

0 - (P-70)

0,1 Hz

25,0

(*)

"

0 - (P-02)

1V

(**)

(*)

"

0 - 25,0

0,1 Hz

0,0

(*)

"

0 - 100

1%(P02)

100

40 - 80

1%(P02)

70

(*)

27

(*)

"

"

0,1 - 25,0

0,1 s

1,0

20 - 200

1%(Inom)

170

26

20 - 200

1%(Inom)

170

"

20 - 200

1%(Inom)

170

"

20 - 200

1%(Inom)

120

27

0,01 - 10,00

0,01 s

(**)

"

0,1 - 25,0

0,1 s

1,0

26

0,1 - 25,0

0,1 s

1,0

27

0,1 - 25,0

0,1 s

0,2

24/27

0,1 - 25,0

0,1 Hz

0,5

26

0,1 - 25,0

0,1 s

1,0

"

NB.: Il simbolo ( * ) significa che i comandi sono eseguibili solo con motore fermo,
il simbolo ( ** ) che i valori del parametro dipendono dalla taglia dell'inverter.

20

Sirco Automazione

PARAMETRI DELL' INVERTER


MENU' P:
CODICE

DESCRIZIONE

P - 9 0 riferimento PID
P - 9 1 massimo errore positivo PID
P - 9 2 massimo errore negativo PID
P - 9 3 tempo di aggiornamento PID
P - 9 4 guadagno termine proporzionale
P - 9 5 tempo dell'azione integrale
P - 9 6 tempo dell'azione derivativa
P - 9 7 guadagno termine proporzionale
P - 9 8 tempo dell'azione integrale
P - 9 9 tempo dell'azione derivativa

Livello 3

set 1

set 2

CAMPO DI VARIAZIONE

UNIT DI VARIAZIONE

VALORE

E UNIT DI MISURA

IMPOSTATO

0,0 - 100,0

0,1 %

0,0

32

0,1 - 100,0

0,1 %

5,0

"

0,1 - 100,0

0,1 %

5,0

"

0,00(=0,005s) - 2,50

0,01 s

0,00

"

0,00 - 99,99

0,01

0,00

"

0,00 - 99,99

0,01

99,99

"

0,00 - 99,99

0,01

0,00

"

0,00 - 99,99

0,01

0,00

"

0,00 - 99,99

0,01

99,99

"

0,00 - 99,99

0,01

0,00

"

PAG

NB.: Il simbolo ( * ) significa che i comandi sono eseguibili solo con motore fermo,
il simbolo ( ** ) che i valori del parametro dipendono dalla taglia dell'inverter.

MENU' b:

serve per impostare i valori dei parametri di tipo ON / OFF; sono distinti in tre gruppi, o LIVELLI, la cui accessibilit
dipende dal codice ( 1, 2, 3 ) impostato con il parametro P-20. La modifica possibile per tutti solo a motore fermo
CODICE

DESCRIZIONE

b - 0 0 configurazione ingressi marcia / inversione


b - 0 1 modalit di arresto
b - 0 2 abilitazione inversione
b - 0 3 sicurezza
b - 0 4 inversione ingressi di riferimento
b - 0 5 ingresso in corrente
b - 0 6 abilitazione protezione sovraccarico motore
b - 0 7 tipo di motore
b - 0 8 configurazione ingresso dell'allarme esterno
b - 0 9 modalit di intervento dell'allarme esterno

CAMPO DI VARIAZIONE

Livello 1

b - 1 0 modalit di rilevazione dell'allarme esterno


Livello 2
b - 1 1 gestione dell'autoreset in caso di allarme esterno
b - 1 2 abilitazione dell'autoreset
b - 1 3 abilitazione limitazione tentativi di autoreset
b - 1 4 abilitazione dell'azzeramento automatico tentativi autoreset
b - 1 5 contatto di allarme durante l'autoreset
b - 1 6 modalit di intervento della riduzione di tensione
b - 1 7 abilitazione controllo del sovraccarico istantaneo
b - 1 8 modalit intervento del controllo del sovraccarico istantaneo
b - 1 9 abilitazione dell'allarme per sovraccarico istantaneo
b - 2 0 abilitazione protezione sovraccarico resistenza frenatura
b - 2 1 abilitazione encoder
b - 2 2 configurazione fasi encoder
b - 2 3 encoder usato per ripresa del motore
b - 2 4 prevenzione dello stallo in accelerazione
b - 2 5 prevenzione dello stallo a velocit costante
b - 2 6 prevenzione dello stallo in decelerazione
b - 2 7 prevenzione della sovratensione
Sirco Automazione

Livello 3

UNIT DI VARIAZIONE

VALORE

E UNIT DI MISURA

IMPOSTATO

PAG

0=RUN/REV

1=FWD/REV

25

0=in rampa

1=per inerzia

28

0=off

1=on

"

0=off

1=on

"

0=off

1=on

23

0=0 / 20 mA

1=4 / 20 mAv

25

0=off

1=on

26

0=standard

1=servoventilato

"

0=NO(nor. aperto)

1=NC(nor.

28

0=allarme/blocco

chiuso)

"

0=sempre

1=disabil. inverter

"

0=off

1=solo in marcia

"

0=off

1=on

28/33

0=off

1=on

33

0=off

1=on

"

0=off

1=on (10 min.)

"

0=sempre

1=on

24

0=off

1=solo a vel. cost.

27

0=sempre

1=on

"

0=off

1=solo a vel. cost.

"

0=off

1=on

31

0=off

1=on

30

0=fase A

1=on

"

0=off

1=fase A e B

27/30

0=off

1=on

26

0=off

1=on

"

0=off

1=on

"

0=off

1=on

"

1=on

21

PARAMETRI DELL' INVERTER


MENU' b:
CAMPO DI VARIAZIONE

DESCRIZIONE

CODICE

Livello 3
0=off
b - 2 8 prevenzione dei buchi di rete
0=off
b - 2 9 abilitazione per ripresa del motore (flying restart)
0=freq. di riferim.
b - 3 0 frequenza d'inizio scansione per comando ripresa
0=off
b - 3 1 ripresa del motore all'accensione
0=off
b - 3 2 regolazione automatica della tensione d'uscita
0=off
b - 3 3 compensazione tempi morti
0=off
b - 3 4 abilitazione boost automatico
0=sinus. normale
b - 3 5 tipo di modulazione
0=off
b - 3 6 abilitazione riduzione freq. di switching sotto 5 Hz
0=off
b - 3 7 abilitazione memorizzazione allarme per sottotensione
b - 3 8 filtraggio ingressi
b - 3 9 abilitazione comandi da morsettiera
b - 4 0 abilitazione regolatore PID
b - 4 1 modalit di intervento del regolatore
b - 4 2 abilitazione sincronismo encoder / PID
b - 4 3 grandezza regolata dal regolatore PID
b - 4 4 inversione del segno dell'errore
b - 4 5 modalit di regolazione
b - 4 6 soppressione dell'uscita positiva del regolatore PID
b - 4 7 soppressione dell'uscita negativa del regolatore PID
b - 4 8 soppressione del termine integrale positivo o negativo
b - 4 9 inizializzazione del termine integrale allo start
b-50
b-51

UNIT DI VARIAZIONE

VALORE

E UNIT DI MISURA

IMPOSTATO

1=on

27

1=on

"

1=freq. massima

"

1=on

"

1=on

24

1=on

25

1=on

27

1=sinus. flat

25

1=on

"
33

1=on

0=normale

1=debole

28

0=off

1=on

28/34

0=off

1=on

32

0=in marcia

1=in marcia vel. cost.

"

0=off

1=on

"

0=frequenza

1=tensione

"

0=off

1=on

"

0=diretta

1=somma(feed/forw.)

"

0=off

1=on

"

0=off

1=on

"

0=off

1=on

"

0=off

1=on

"

"

"

"

"

"

"

selettori dell'ingresso di riferimento PID

vedere tabella sottostante

b-52
b-53
b-54
b-55

vedere tabella sottostante

selettori dell'ingresso di feedback PID

selettori riferimento

selettori feedback

encoder
AUX-V
REF-V
REF-I

corrente
coppia
potenza
fisso a 0

22

b-55 b-54 b-53


0
0
1
0
1
0
0
1
1
0
1
0
1
0
1
0
1
1
1
1
1
0
0
0

PAG

frequenza di rifer.
encoder
AUX-V
REF-V
REF-I
parametro P - 90
freq. dopo gen. rampa

fisso a 0

b - 5 2b - 5 1 b - 5 0
0
0
0
0
0
1
0
1
0
0
1
1
0
0
1
0
1
1
1
0
1
1
1
1

Sirco Automazione

PARAMETRI DELL' INVERTER


DESCRIZIONE FUNZIONALE :
Riferimento di frequenza
PARA
METRO

P00

CAMPO DI VARIAZIONE
[ DEFAULT]
Seleziona il riferi0-8
mento di frequen[0]
za principale

Frequenza massima di funzionamento

P01

VA
LO
RE

FUNZIONE

PARAMETRI

DESCRIZIONE

ASSOCIATI

Ad ogni valore dato al parametro corrisponde un riferimento diverso:


0 ingresso analogico: REF-V (0/10V)
1 ingresso analogico: REF-V (-/+10V) - la polarit determina il senso
di rotazione
2 ingresso analogico: REF-I (0/20mA: [b-05=0] o 4/20mA: [b-05=1])
3 seleziona la frequenza impostata con il parametro F-00
4 ingresso da linea seriale con risoluzione 0,01 Hz
5 ingresso dall'encoder (solo con scheda encoder opzionale)
6
a 8 bit risoluzione (solo con scheda parallelo
ingressi
7
a 12 bit
0,01 Hz
opzionale)
digitali
8
a 16 bit
parallelo

50,0 - 480,0
[ 50,0 ] (Hz)

P-01, P-14
P-15, b04

P-01

Il valore impostato il fondo scala nel caso degli ingressi analogici


e degli ingressi digitali parallelo

Quando si seleziona l'ingresso analogico, la formula che trasforma il segnale di ingresso di riferimento nella frequenza di
alimentazione del motore modificabile mediante l'uso dei seguenti parametri:
P-14
stabilisce la frequenza minima (offset); pu assumere anche valori negativi.
P-15
stabilisce il guadagno.
b-04
abilita l'inversione della formula (a segnale minimo corrisponder frequenza massima).
Esempio: l'ingresso un segnale analogico di tensione del tipo 0/10 V:
Formula diretta: b-04=0

Formula inversa: b-04=1

volt
Frif.=((P-01 - P-14) * ----- * P-15) + P-14
10
P-01

G=2

G=1

P-01

G=0,5

G=2

volt
Frif. = P-01 - (((P-01 - P-14) * ----- * P-15) + P-14)
10
G=1

P-01 G=1

G=0,5

G=2

G=0,5

P-14

P-01 G=1

G=2

G=0,5

P-14
10 V

P-14

10 V

10 V

P-14

10 V

In ogni caso Frif. sar sempre limitata tra P-73 e P-01.


In alternativa al metodo sopraindicato, possibile scegliere il riferimento di frequenza, richiamando delle frequenze
preimpostate con i parametri F, mediante l'uso di contatti da collegare a 3 dei 5 ingressi digitali corrispondenti ai morsetti 17,
18, 19, 20, 4, della morsettiera di controllo, (fig. a pag. 8 e 9).
Per ottenere ci bisogna configurare 3 dei 5 ingressi con i parametri, nell'ordine, P-39, P-40, P-41, P-42, P-43, come selettori
di frequenza di riferimento. Lo stato di questi ingressi dar il risultato indicato dalla tabella:
DESCRIZIONE

INGRESSI

V
A
L
O
R
E

Ix-F3 Ix-F2 Ix-F1


off off off
off off on
off on off
off on on
on off off
on off on
on on off
on on on

NB.:
attivo il modo principale scelto con il parametro P-00
attiva la frequenza F-01 (oppure il riferimento proveniente da AUX-V se P-47=1)
attiva la frequenza F-02
attiva la frequenza F-03
attiva la frequenza F-04
attiva la frequenza F-05
attiva la frequenza F-06
attiva la frequenza F-07

Lo stato " on "


significa con
tatto chiuso; i
contatti di sele
zione non usati
sono conside
rati " off ".

- L'ingresso AUX-V consente di sommare o sottrarre al riferimento una frequenza proporzionale al segnale 0/10 V appli
cato al morsetto 22. (vedere dettagli alla voce " ingresso analogico ausiliario " pag. 29
Sirco Automazione 1997

09.97

23

PARAMETRI DELL' INVERTER


Caratteristica V / F
PARA
METRO

P03

PARA
METRO

P70
P71
P72
P02

P04

P73
P74

CAMPO DI VARIAZIONE VA
PARAMETRI
DESCRIZIONE
LO
ASSOCIATI
[ DEFAULT]
RE
0-4
Seleziona la caAd ogni valore dato al parametro corrisponde una
[1]
caratteristica diversa:
ratteristica V / F
applicata al mo0 caratteristica personalizzabile dall'utilizzatore P-02 P-04 P-70 P-71 P-72 Ptore
73 P-74 P-84 b-16 b-32
1 caratteristica lineare per motori a 50 Hz
2 caratteristica lineare per motori a 60 Hz
P-02 P-04 P-73 P-74 P-84
3 caratteristica quadratica per motori a 50 Hz b-16 b-32
4 caratteristica quadratica per motori a 60 Hz
FUNZIONE

CAMPO DI VARIAZIONE
DESCRIZIONE
[ DEFAULT]
Personalizzazione (P-71) - 480,0
[ Seleziona la frequenza base (nominale) del motore; frequenza alla quale viene
della caratteristica:
50,0 ]
(Hz) associata la tensione massima al motore che si imposta mediante P-02.
Seleziona la frequenza intermedia.
modificabili solo se
0 - (P-70)
P-03 = 0
[ 25,0 ]
(Hz)
Seleziona la tensione che viene imposta al motore in corrispondenza alla
0 - (P-02)
[ (**) ]
(V) frequenza intermedia.
Seleziona la tensione (P-72) - (**) (V) Il valore della tensione pu esser reso indipendente da variazioni della
tensione di alimentazione dell'inverter se viene abilitata la funzione di
massima applicata al
[ (**) ]
regolazione automatica della tensione d'uscita ponendo b-32=1. In tal caso
motore.
l'inverter pu venire alimentato con
una tensione maggiore di quella
nominale del motore. Se b-32=0 il valore di P-02
deve
necessariamente
coincidere
con
la
tensione
di
linea
Aumenta la tensione
0 - 30
Il valore della tensione applicata pu essere controllato da morsettiera,
applicata al motore a
[3]
applicando un segnale 0/10 V all'ingresso AUX-V (mors.22) e impostando Pfreq. 0 ( in % di P-02),
47=10. Questa tensione viene sommata alla caratteristica V/F in modo
e aumenta la coppia.
decrescente fino ad annullarsi alla frequenza intermedia (P-71). (fig. A)
Seleziona la frequen0 - 25,0
za applicata al motore [ 0,0 ]
(Hz) E' la frequenza di inizio rampa allo start e quella con cui la rampa termina allo
stop.
allo start.
Limitazione della
0 - 100
La massima tensione d'uscita viene limitata al valore (P-74*P-02)/100; tale
tensione applicata al
[ 100 ]
tensione pu essere regolata da morsettiera con un segnale 0/10 V applicato
motore (% di P-02).
all'ingresso AUX-V (mors.22) e impostando P-47=2
Controlla la riduzione
0=sempre;
di tensione imposta 1=solo a vel. cost. Se b-16=0 la riduzione sempre attiva; se b-16=1 la riduzione non agisce durante
le rampe in modo da avere tutta la coppia disponibile sia in accelerazione che
dal parametro P-74.
[0]
Stabilisce la massi- 0,1 - 25,0
(s) in decelerazione. (fig. B)
Tempo necessario per passare da 0% a 100% di V e viceversa
ma velocit di varia[ 0,2 ]
zione della tensione.
NB. : tempi troppo brevi causano picchi di corrente eccessivi.
FUNZIONE

b16

[ (**) ] = Il valore di default dipende dalla taglia dell'inverter.

P - P-02
84

P-03=1
P-02

P-03=3

P-03=2
V

P-02

P-02

P-03=4

(P-02)/2

(P-02)/2
(P-72)

(P-02)/4

(P-02)/4
25

(P-71)
P-02

25

50 f
(P-70)

50

30

100%

60 f

60 f

30

P-74

P-72

fig.A

P-84

fig.B

P-04

24

09.97

P-71

P-70

Sirco Automazione 1997

PARAMETRI DELL' INVERTER


Salti di freq. - Limitazioni della freq. d'uscita - Jogging - Freq. di commutazione - Rampe di accel./decel.
PARA

FUNZIONE

METRO

P - 3 4 Frequenza di salto

N. 1
P - 3 5 Frequenza di salto
N. 2
Ampiezza f dell'inP - 3 6 tervallo destro e sinistro intorno alla
frequenza saltata

CAMPO DI VARIAZIONE
[ DEFAULT]
0,0 - 480,0
[ 0,0 ]
(Hz)
0,0 - 480,0
[ 0,0 ]
(Hz)
0,0 - 100,0
[ 0,0 ]
(Hz)

DESCRIZIONE
Particolari frequenze prodotte dall'inverter possono indurre vibrazioni meccaniche.
I parametri P-34 e P-35 impostano 2 dei valori di frequenza indesiderati.
A regime tali frequenze non saranno operative; potranno essere prodotte, in
attraversamento, solo in fase di rampa se la rampa prevista le contiene.
Definisce l'ampiezza dell'intervallo di frequenze, destro e sinistro, intorno alla
frequenza saltata. Es.: L'intervallo relativo alla freq. N.1 va da (P-34)-(P-36) fino a (P34)+(P-36). NB.: I due intervalli possono anche sovrapporsi.
Per disabilitare un intervallo porre a 0 Hz il relativo P-34 o P-35
I parametri permettono di limitare la frequenza d'uscita indipendentemente da
quanto scelto con P-01 e P-14.
La frequenza d'uscita pu superare la frequenza massima, P-01, fino a un massimo
del 110% usando la funzione di compensazione dello scorrimento, oppure la
retroazione di velocit con iol regolatore PID interno.

Limite superiore
frequenza
d'uscita (% di P-01)
Limite inferiore delP - 3 8 la frequenza d'usc
ita (% di P-01)

(P-38) - 110
[ 100 ]

Sceglie la modalit
di funzionamento
b - 0 0 dei comandi RUN e
REV in combinazione con l'ingresso da
morsettiera Ix-JOG

0 = off - 1 = on
[0]

JOGGING un comando di marcia per far fare al motore piccoli spostamenti.


La frequenza di lavoro impostata col parametro F-08; le rampe sono impostate con
P-25 e P-26. Non prevista la frenatura in cc in avvio e in arresto.
Quando b-00 = 0: RUN = marcia, REV = inversione; L'ingresso Ix-JOG gestisce il
comando JOGGING da morsettiera. Se RUN e Ix-JOG si attivano contemporaneamente prevale il comando attivato per primo.
Quando b-00 = 1: RUN = marcia avanti, REV = marcia indietro, Ix-JOG abilita il
comando JOGGING (che prevale sul comando di marcia normale).

Seleziona la frequenza di commu(eseguibile


P - 0 8 tazione
solo a motore fermo)

0-7
[5]

0 = 1kHz; 1 = 2 kHz; 2 = 3 kHz; 3 = 6 kHz; 4 = 9 kHz; 5 = 12 kHz; 6 = 15 kHz;


7 = 18 kHz.
Elevati valori della freq. di comm. riducono o eliminano il "rumore elettrico" prodotto
dal motore; bassi valori, invece, forniscono maggior fluidit di rotazione alle basse
velocit, specialmente se sono richieste coppie elevate.
Agisce sui tempi morti della frequenza di commutazione; migliora le prestazioni di
coppia e fluidit di rotazione alle basse velocit
Il valore "0" definisce una modulazione sinusoidale di tipo naturale; il valore
"1"consente una modulazione sinusoidale di tipo flat che permette un minor
riscaldamento dell'inverter con frequenze di commutazione elevate.
Abilita la scelta automatica di una frequenza di commutazione di 3 kHz quando la
frequenza d'uscita sul motore scende sotto i 5 Hz.

P - 3 7 della

b - 3 3 Compensazione
dei tempi morti

b - 3 5 Ottimizzano le pre-

stazioni in presen-

b - 3 6 za di frequenze di
commutazione elevate

P-39
P-40
P - 4 1 Configurano 2 dei 5
P - 4 2 ingressi della morsettiera di controllo
P - 4 3 quali selettori di

0 - (P-37)
[0]

0 = off - 1 = on
[1]
0 = off - 1 = on
[0]
0 = off - 1 = on
[0]
5/6

0,0 = lineare
P-07
0,1s - 10,0 s= raccordo a " S "
Seleziona la forma
delle rampe
rampe

P-27

0 = 0,01 s - 99,99 s
1 = 0,1 s - 999,9 s
Definisce la risolu- 2 = 1s - 9999 s
zione usata per sta[1]
bilire i tempi delle
rampe

5 abilita Ix-T1 come selettore di rampa - 6 abilita Ix-T2 come selettore di rampa
Lo stato degli ingressi associato ai selettori Ix-T1 e Ix-T2 deciso dai contatti collegati
in morsettiera fornisce il risultato indicato in tabella:
DESCRIZIONE

Ix-T2 Ix-T1
rampa
rampa
rampa
rampa

off off
off on
on off
on on

di
di
di
di

accel./decel.
accel./decel.
accel./decel.
accel./decel.

1
2
3
4

(P05
(P21
(P23
(P25

=
=
=
=

tempo
tempo
tempo
tempo

accel.-P06
accel.-P22
accel.-P24
accel.-P26

=
=
=
=

tempo
tempo
tempo
tempo

decel.)
decel.)
decel.)
decel.)

NB: a) on = contatto chiuso; contatti di selezione non usati sono considerati :off
b) Quando attivo il comando di jogging Ix-JOG (pag.28), viene scelta auto
maticamente la coppia di rampe 4. I tempi di accelerazione e decelera
zione sono quelli necessari per passare da zero Hz alla frequenza massi
ma, (P-01), e viceversa.
c) Quando si agisce su P-27 bisogna controllare che: i valori su P-01, P-02,
P-21, P-22, P-23, P-24, P-25, P-26 non siano stati influenzati.
d) Collegando all'ingresso AUX-V un segnale 0/10 V le rampe si possono
allungare in proporzione al segnale, con modalit fissata da P-47; es.
per
una rampa di 2 sec. e 8 V di segnale: 2(s) x 8(v) = 16 s di allungamento.
e) Se le funzioni di prevenzione stallo motore o blocco inverter, sono
abilitate, possono allungare le rampe. L'intervento segnalato dal
lampeggio del LED verde e in morsettiera programmando OUT1/2/3.
f

P-07

P-07

P-07

P-07

Rampe lineari e rampe con l'intervento della


funzione di raccordo a " S "
T.acc.
Sirco Automazione 1997

T.dec.

t
09.97

25

PARAMETRI DELL' INVERTER


Impostazione dati del motore - Protezione termica - Prevenzione stallo motore / Blocco inverter
PARA
METRO

P09
P10
P11

FUNZIONE
Inom. del motore (dai
dati di targa)
Costante termica del
motore
Cos del motore (dai
dati di targa)
Resistenza statorica
equivalente

CAMPO DI VARIAZIONE
[ DEFAULT]
(20% - 150%) Inom.
[ Inom ]
(A)
1 - (120)
[ 20 ]
(min)
0,01 - 1,00
[ (**) ]
0,0 - 25,0
[ 0,0 ] (ohm)

P12

DESCRIZIONE
Impostando, con i parametri indicati, i dati del motore si ottimizzano le prestazioni del sistema inverter/motore.
P-10 calcolabile sperimentalmente, serve solo se si abilita la protezione
termica con b-06. Maggiore il valore impostato, tanto maggiore la capacit del motore di sopportare correnti superiori al valore di targa.
P-12 rappresenta la resistenza di fase per motori colegati a stella, oppure 1/
3 della resistenza di fase se il collegamento a triangolo. Per una corretta
determinazione del parametro disponibile la funzione C-06:
- 1) Con M selezionare il men C ..................................... INDICAZIONE C-00
- 2) Con i tasti , selezionare il codice 06 ..................
premere E:
apparir il valore di C-06 .........................................

DISPLAY:
INDICAZIONE
DISPLAY:
INDICAZIONE
DISPLAY:
INDICAZIONE
DISPLAY:

C-06
0

- 3) Con i tasti , selezionare il codice 07


7
premere E:
automaticamente viene eseguita la misura della resistenza statorica.
Sul display appare la conferma che l'operazione avvenuta. (Per vedere il valore misurato bisogna leggere il valore di P-12, che pu esser modificato manualmente se necessario).
Abilita la protezione
termica del motore

0 = off - 1 = on
[1]

Limitazione di corrente in accelerazione.


Limitazione di corrente a velocit costante.
Limitazione di tensione in decelerazione.
Prevenzione delle sovratensioni.

0 = off - 1 = on
[1]
0 = off - 1 = on
[1]
0 = off - 1 = on
[1]
0 = off - 1 = on
[0]

Impostano le soglie di
corrente in % di Inom

20 - 200
[ 170 ]

b06

b24
b25
b26
b27
P77
P78
P79
P82

Imposta la rampa di
decelerazione quando attivo b-25

Imposta il Df del riferimento oltre il quale si


ha lo stato di rampa.
Imposta il ritardo dopo
il quale si ha lo stato di
velocit costante.

0,1 - 25
[ 0,5 ]
( Hz )
0,1 - 25
[1]
(s)

Inom
(P-09)

0 = motore non servoventilato, (a bassi giri non sopporta la corrente nominale: declassamento), la corrente continuativa di frenatura in c.c. viene ridotta
del 50% (il motore in grado di sopportare una corrente continuativa pari al
50% del valore di targa)
1 = motore servoventilato; bisogna anche precisare il tipo di motore con b-07
Il livello raggiunto dalla protezione pu esser letto in d-10 espresso in % del
massimo sovraccarico termico ammesso per il motore. Quando questo livello raggiunge il 100%, scatta la protezione con conseguente blocco dell'inverter.
Valori eccessivi di corrente o di tensione possono provocare l'intervento delle
protezioni e quindi stallo del motore o blocco dell'inverter: lo scopo dei
parametri di stabilire delle soglie che, se superate, fanno intervenire opportune limitazioni:
b-24: superando la soglia programmata con P-77 (in fase di accelerazione e
per f<P-70, zona a coppia costante), o con P-78 (in fase di accelerazione e
per f>P-70, zona a potenza costante), si interrompe la rampa finch la corrente non ritorna sotto la soglia.
b-25: superando la soglia programmata con P-79 (funzionamento a velocit
costante) viene diminuita la frequenza d'uscita con velocit gestita da P-82;
appena si ritorna sotto la soglia, la frequenza riprende ad aumentare con la
rampa prevista.
b-26: interviene interrompendo la rampa quando la V sui condensatori di filtro
raggiunge la soglia di sovratensione; la rampa riprende appena la V scende
sotto la soglia; se il carico ha molta inerzia, in presenza di rampe corte, la funzione pu non essere sufficiente.
b-27: quando la V sui condensatori di filtro supera la soglia di sovratensione,
la tensione d'uscita viene posta a zero (equivale ad uno stop per inerzia). Non
appena la V scende a livelli di sicurezza, si esegue una ripresa del motore in
rotazione libera e ritorna ad agire la rampa di decelerazione.
N.B.: rampe troppo corte possono sempre produrre blocco per sovratensione.
I parametri permettono di distinguere il passaggio tra gli stati di accelerazione/ decelerazione e di velocit costante: infatti rampe troppo corte rispetto alla
capacit del motore oppure piccole variazioni del riferimento sia volute che
casuali non implicano per forza esecuzione di rampe da parte del motore.
P-85 imposta l'insensibilit alle variazioni del riferimento rispetto alla velocit
costante; P-86, invece, introduce un tempo massimo, dopo la fine della rampa, dopo il quale si intende raggiunto lo stato di velocit costante.

100%

corrente continuativa per un motore


standard ( b-07=0 )

50%

corrente continuativa di frenatura in cc


per motore standard

P85
P26
86

09.97

(P-70)/2

(P-70)

f
Sirco Automazione 1997

PARAMETRI DELL' INVERTER


Compensazione scorrimento - Sovraccarico istantaneo - Prevenzione buchi di rete - Ripresa motore in
rotazione libera - Boost automatico
CAMPO DI VARIAZIONE
[ DEFAULT]
Imposta
lo
scorrimen0,0
- 25,0
P-32
to del motore ( in % )
[ 0,0 ]
0,0 - 10,0
P - 3 3 Costante di tempo della compensazione
[ 0,1 ]
(s)
PARA

FUNZIONE

METRO

b - 1 7 Abilita la rilevazione del

0 = off - 1 = on
sovraccarico.
[0]
b - 1 8 Seleziona quando atti- 0=sempre - 1= a vevare la rilevazione.
locit costante [ 0 ]
b - 1 9 Attiva lo stato di blocco 0 = off - 1 = on
per sovaccarico.
[0]
20 - 200
P - 5 5 Imposta la soglia d'intervento di protezione. [ 110 ]
(%)
0,1 - 25,0
P - 5 6 Imposta durata del sovraccarico prima che
[ 0,1 ]
(s)
intervenga la protezione.
0 = off - 1 = on
dei buchi di rete.
[0]
40 - 80
P - 7 5 Imposta la soglia d'intervento di protezione [ 70 ] (% di P-02)
per sottotensione.
0,1 - 25,0
P - 7 6 Imposta la durata del
buco prima che inter[1]
(s)
venga l'allarme.

DESCRIZIONE
I parametri indicati compensano la diminuzione di velocit all'aumentare del
carico (scorrimento) modificando la frequenza d'uscita dell'inverter in modo
proporzionale al carico applicato. N.B.: un tempo P-33 troppo breve pu provocare oscillazioni della frequenza d'uscita; per una efficace compensazione, se la freq. rif. circa = alla freq. massima consigliabile impostare su
P-37 un valore superiore al 100% e impostare con accuratezza P-09, P-11,
P-12.
I parametri permettono di intervenire, per evitare sforzi eccessivi sul carico,
provocando il blocco istantaneo dell'inverter e relativa segnalazione d'allarme.
La soglia definita da P-55 in % del carico nominale del motore ricavato dai
parametri P-09, P-11.
Il superamento della soglia pu essere segnalato in morsettiera configurando l'uscita Ox-GTT.
P-12 deve essere impostato con precisione.
P-56 ritarda l'intervento della segnalazione ed eventuale blocco dell'inverter
dopo il superamento della soglia d'intervento.

b - 2 8 Abilita la prevenzione

b - 2 9 Abilita l'operazione di

0 = off - 1 = on
ripresa del motore.
[0]
Seleziona
il
tipo
di
fre0=freq.
di riferim.
b-30
quenza d'inizio scan- 1=freq. massima
sione.
[0]
b - 3 1 Abilita la funzione col 0 = off - 1 = on
1comando di marcia
[0]
dopo l'accensione.
20 - 200
P - 8 0 Imposta la soglia di I
da non superare in [ 120 ] (% di Inom)
fase di ripresa.
0,01 - 10,00
P - 8 1 Ritardo attivazione della funzione di ripresa.
[ ** ]
(s)
0,1 - 25,0
P - 8 3 Imposta tempo scansione della frequenza
[1]
(s)
per ricerca aggancio.
0,1 - 25,0
P - 8 4 Stabilisce la massima velocit di ripristi[ 0,2 ]
(s)
no della tensione.
b - 2 3 Abilita l'uso di un en- 0 = off - 1 = on
[0]
coder per la funzione.

b - 3 4 Attiva il boost automatico.

Sirco Automazione 1997

0 = off - 1 = on
[0]

I parametri prevengono il blocco dell'inverter in occasione di brevi interruzioni di rete che vengono segnalate sia sul display che in morsettiera configurando una delle uscite OUT1, OUT2, OUT3.
N.B.: per inverter monofasi, opportuno diminuire il valore di P-75 fino al
minimo consentito per evitare che elevate correnti di spunto possano causare allarmi, con conseguente blocco, per sottotensione.
L'allarme per sottotensione controllato da P-76 viene in ogni caso attivato
se la tensione scende sotto un valore prefissato che dipende dalla taglia
dell'inverter.
Funzionamento: l'intervento della protezione comporta l'azzeramento della
tensione d'uscita (stop per inerzia). In tal modo non si scaricano completamente i condensatori di filtro mantenendo attiva la logica di controllo. Non appena la tensione risale oltre la soglia (isteresi del 6%), viene eseguita una
fase di ripre sa motore in rotazione libera ritornando alla velocit precedente
l'intervento.
La funzione di ripresa del motore in rotazione libera serve per ovviare alla
possibile alta corrente di spunto che nasce quando, per qualche motivo, viene
tolta tensione al motore e poi un successivo comando di marcia fa ripartire
l'inverter con il motore ancora in rotazione.
Essa agisce generando una frequenza iniziale, b-30, pari o superiore a quella
a cui sta girando il motore; aumentando gradatamente con velocit stabilita da
P-84 la tensione d'uscita fino al 100%, e controllando che la corrente non superi
una soglia fissata con P-80, (conviene che la soglia sia di poco superiore alla
corrente assorbita dal motore) altrimenti verrebbe ridotta la frequenza d'uscita
e limitata la tensione.
Si pu ritardare l'inizio della funzione di ripresa del motore rispetto a quando viene
a mancare la tensione al motore con P-81 (tempo di smagnetizzazione).
Il motore si considera agganciato quando si raggiunge una frequenza tale che,
a piena tensione, la corrente sia sotto la soglia, dopodiche il motore pu essere
accelerato o decelerato fino al raggiungimento del riferimento.
b-23 abilita l'uso di un encoder quale generatore della frequenza iniziale per
la ripresa del motore.
La funzione di ripresa del motore pu esser abilitata da morsettiera configurando
uno degli ingressi come ingresso Ix-FLY: se l'ingresso Ix-FLY attivo ad ogni
comando di marcia viene eseguita la ripresa del motore

La funzione alternativa all'aumento di tensione (e conseguentemente di


coppia) che si ottiene con P-04 (pag. 24).: la tensione d'uscita aumenta in
maniera automatica in relazione alle caratteristiche del motore e del carico.
L'efficacia dipende dalla precisione di impostazione dei parametri P-09, P11, P-12.
09.97

27

PARAMETRI DELL' INVERTER


Ingressi di comando programmabili
INGRESSO NOME
FUNZIONE
MORS.N.
1
REV Se b-00=0 Inversione di marcia Se b-00=1 Marcia indietro
Marcia avanti
Marcia
2
RUN
3
EXTFLT Allarme proveniente dall'esterno
4
IN5
17
IN1
Ingressi digitali configurabili
18
IN2
19
IN3
20
IN4

DESCRIZIONE
Ai morsetti 1, 2, 3, corrispondono delle funzioni gi
definite.; gli altri sono liberamente configurabili con
i parametri P-39, P-40, P-41, P-42, P-43.
Nota: l'attivazione simultanea di Marcia avanti e
indietro (b-00=1) produce l'effetto di un comando di
arresto: l'inversione della rotazione avviene decelerando con la rampa selezionata fino a freq. zero,
quindi accelerando fino alla freq. impostata.

Configurazione dei parametri P-39, P-40, P-41, P-42, P-43 :

VALORE
PARAMETRO
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15

[STATO DI DEFAULT
DEL COMANDO]
Non Attivo
I X-RES
"
I X-F1
"
I X-F2
"
I X-F3
"
I X-JOG
"
I X-T1
"
I X-T2
Attivo
I X-DE
Non Attivo
I X-DD
I X-ENB
Attivo
I X-DCB
Non Attivo
I X-FLY
Non Attivo
I X-INC
Attivo
I X-DEC
Non Attivo
I X-PID
Attivo
I X-P12
Non Attivo
NOME

AZIONE ESEGUITA
Esegue il reset degli allarmi ( default per P-43 sull'ingresso IN 5 )
Selettori della frequenza di riferimento fissata da F-xx (pg. 18)
Comando di Jogging ( default per P-42 sull'ingresso IN 4 )
Selettori delle rampe di accelerazione /decelerazione (pg. 25)

NB.:

I comandi assumono automaticamente lo stato di default


se nessun ingresso viene esplicitamente configurato
per attivare/disattivare un comando.

Abilita l'uscita motore (produce un arresto per inerzia se non attivo)


Disabilita l'uscita motore (produce un arresto per inerzia se attivo)
Abilita la frenatura in corrente continua
Comando di frenatura in corrente continua
La x nella colonna
Abilita la funzione di ripresa del motore in rotazione libera(flying rest.)
Nome rappresenta
Abilita l'esecuzione della rampa
il N. dell'ingresso
Abilita la decelerazione in rampa fino a zero Hz
usato: 4 oppure 5
Abilita il regolatore PID
Selettore dei coefficienti del regolatore PID

Parametri associati, relativi ai singoli comandi, che intervengono con le azioni indicate nella tabella :
PARA
METRO

b01
b02
b03
b08
b09
b10
b11
b38

28

b39

VALORE
[ DEFAULT]
Modalit di arre- 0
1 [0]
sto
Abilitazione inver- 0
1 [1]
sione
0
Sicurezza
1 [1]
Configura stato 0
IN allar. esterno 1 [ 0 ]
Modalit interven- 0
1 [0]
to all. esterno
0
Modalit rilevazione all. esterno 1 [ 0 ]
0
Gestione reset
per allar. esterno 1 [ 0 ]
Filtraggio ingres- 0
1 [0]
si
0
Abilita il controllo 1 [ 1 ]
FUNZIONE

da morsettiera

09.97

DESCRIZIONE
L'arresto comporta un rallentamento in rampa fino a frequenza zero (*) Per poter partire
L'arresto toglie tensione al motore che si fermer per inerzia
l'inverter deve rilevare un
Disabilita il comando di inversione della rotazione del motore
passaggio dallo stato
Abilita il comando di inversione della rotazione del motore
non attivo allo stato attivo
Il controllo di sicurezza per il comando di marcia disattivato
del comando di marcia
Attiva il controllo di sicurezza per il comando di marcia (*)
L'ingresso configurato normalmente aperto, N.O. Chiudendo il contatto si ha l'allarme
L'ingresso configurato normalmente chiuso, N.C.. Aprendo il contatto si ha l'allarme
L'allarme dovuto a EXTFLT provoca il blocco dell'inverter da cui si esce solo con un reset
L'allarme dovuto a EXTFLT disattiva il motore per tutta la durata del comando
Abilita l'inverter a rilevare l'allarme esterno in qualsiasi momento
Abilita l'inverter a rilevare l'allarme esterno solo se il motore in marcia
Se EXTFLT causa il blocco dell'inverter, si pu effettuare solo un reset manuale
Se EXTFLT causa il blocco dell'inverter, si pu effettuare un reset automatico se il b-12=1
Un comando accettato se agisce per un tempo maggiore a 10 ms.
Un comando accettato se agisce per 5 ms. (N.B.:la sensibilit ai disturbi aumenta)
Ignora i comandi provenienti da morsettiera (tranne EXTFLT, Ix-DE, Ix-DD)
Abillita i comandi provenienti da morsettiera

Sirco Automazione 1997

PARAMETRI DELL' INVERTER


Ingresso analogico ausiliario ( AUX-V ) - Uscita analogica (OUT-AN )
VALORE
P-47
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
f ref.

AZIONE ESEGUITA
Nessuna azione
Riferimento di frequenza (sar attivo se Ix-F1=on, Ix-F2=off, Ix-F3=off);
la frequenza varia linearmente tra 0 Hz e P-01.
Regola la riduzione della tensione d'uscita di una quantit proporzionale compresa tra 20% e
P-74.
Regola la corrente continua di frenatura il cui livello varier in modo proporzionale tra 0 e P-28. NB.:
L'azione esplicata
Imposta la soglia di coppia; il valore della soglia varier in modo proporzionale tra 20 e P-55. dalla tensione analogica applicata al
Fattore di allungamento delle rampe di accelerazione / decelerazione; varia proporzionalmente morsetto 22 diversa in funzione del
tra 1 e 10.
Fattore di allungamento delle sole rampe di accelerazione; varia proporzionalmente tra 1 e 10. valore assegnato al
Fattore di allungamento delle sole rampe di decelerazione; varia proporzionalmente tra 1 e 10. parametro P-47
Varia, solo in modo positivo, il riferimento di frequenza: al riferimento viene sommata una freq.
che varia proporzionalmente tra 0 e P-52.
Varia il riferimento di frequenza: al riferimento viene sommata una freq. che varia
proporzionalmente tra -P-52 e +P-52.
Regola il livellodi boost; il livello varia in modo proporzionale tra 0 e P-04.

P-47=1

I nom.%

P-47=3

t acc./dec.

P-28

P-01

P-47=5,6,7

Df

10x

P-47=9

+P-52

1x
10 V
V rel.%
P-74

P-47=2

T sgl.%

P-47=4

Df

P-47=8

P-52

P-55

20%

10 V

10 V

boost
P-04

5 V 10 V
P-47=10
-(P-52)

20%
10 V

10 V

10 V

10 V

P-48
NOTE
TIPO E SIGNIFICATO DELL'USCITA ANALOGICA
VALORE
Tensione proporzionale alla frequenza d'uscita; fondo scala fissato da P-01 Al morsetto 21 della morsettiera di con0
Onda quadra di ampiezza 10 V e frequenza pari alla frequenza d'uscita
1
trollo si ha una tensione variabile tra 0 e
Onda quadra di ampiezza 10 V e frequenza pari al doppio della frequenza
2
10 V il cui significato dipende dal valore
d'uscita
assunto da P-48. Questa tensione pu
Tensione proporzionale alla corrente d'uscita; fondo scala pari al doppio dellaesser modificato agendo sui valori asse3
I nominale
gnati ai parametri P-49, P-50, P-51.
Tensione proporzionale alla tensione d'uscita; fondo scala fissato da P-02
4
Vout
Tensione proporzionale alla coppia d'uscita (solo positiva); fondo scala pari
5
al doppio della T nominale
10V
6
Tensione proporzionale alla coppia d'uscita (valore assoluto); il segno si pu
ottenere da una delle uscite digitali
1
7
Tensione proporzionale alla potenza d'uscita (solo positiva); fondo scala pari
4
3V 2
al doppio della P nominale del motore
8
Tensione proporzionale alla potenza d'uscita (valore assoluto); il segno si pu
ottenere da una delle uscite digitali; fondo scala pari al doppio della Pnom.
Vinterna
3
5
9
Tensione proporzionale al cos j d'uscita (solo positiva); fondo scala pari a 1
10 Tensione proporzionale al cos j d'uscita (valore assoluto); il segno si pu ot- -5V
tenere da una delle uscite digitali
11 Tensione proporzionale alla frequenza misurata all'ingresso dell'encoder;
-10V
fondo scala fissato da P-01
VALORE
PARA
1: offset (P-49) = 3; gain (P-50) = 1
FUNZIONE
[ DEFAULT]
METRO
2: offset (P-49) = 0; gain (P-50) = 1
- 9,99 / +9,99
3: offset (P-49) = -5; gain (P-50) = 1
P - 4 9 Aggiunge un offset variabile al segnale scelto da P-48
[ 0,00 ]
(V)
4: offset (P-49) = 10; gain (P-50) = -1
- 9,99 / +9,99
5: offset (P-49) = 10; gain (P-50) = -2
P - 5 0 Controlla il guadagno dell'uscita analogica
[ 1,00 ]
Sint (P-50)+(P-49) ]
0,00 / 2,50
Vout= 10 [ ( -----P - 5 1 Modifica la costante di tempo del filtro dell'uscita analogica
Sfsc
[ 0,00 ]
(s)
Sirco Automazione 1997

09.97

29

PARAMETRI DELL' INVERTER


Uscite digitali programmabili - Ingresso encoder
P-44

NOME
NOTE
EVENTO SEGNALATO DALL'USCITA DIGITALE ( USCITA ATTIVA )
VALORE FUNZIONE
Ox-OK L'inverter in stato di pronto
0
Le uscite disponibili
Ox-AL
1
"
" di allarme
sono di due tipi :
Ox-RUN Il motore in marcia
2
a collettore aperto
Ox-STP Il motore non in marcia
3
(OUT1, OUT2),
Ox-REV La rotazione antioraria (l'uscita non attiva nel caso opposto)
4
mors.: 13, 14, 15
Ox-STD L'inverter a regime (fine della rampa)
5
a rel (OUT3)
Ox-RMP L'inverter sta eseguendo la rampa
6
mors.: 34, 35, 36;
Ox-EQF La frequenza d'uscita = frequenza programmata P-53, con isteresi P-54
7
sono configurabili, con
Ox-NEF La frequenza d'uscita frequenza programmata P-53, con isteresi P-54
8
i significti indicati in taOx-GTF La frequenza d'uscita > frequenza programmata P-53, con isteresi P-54
9
bella, mediante i paraOx-LTF La frequenza d'uscita < frequenza programmata P-53, con isteresi P-54
10
metri
Ox-RN1 Siamo a fine rampa (si disattiva se la freq. d'uscita < freq. programmata P-53)
11
Ox-RN2 La frequenza d'uscita < frequenza programmata P-53 (si disattiva a fine rampa)
12
P-44 per
OUT1
Ox-UV Sottotensione con motore in marcia (non dipende dalla funz. prevenzione buchi rete) P-45 per
13
OUT2
Ox-GTT La coppia d'uscita > della coppia programmata con P-55 (e con AUX-V se attivato) P-46 per
14
OUT3
Ox-IL
15
corrente
Ox-VL In caso di allungamento delle rampe per limitazione di
tensione
16
Le uscite diventano atOx-IVL
17
corrente o tensione
tive quando accade
Ox-FLY Quando avviene la ripresa del motore
18
l'evento segnalato.
Ox-BRK Il circuito di frenatura dinamica guasto
19
Ox-CFI Il segno del cos j negativo
20
(*) in questi casi l'usciOx-ERP
21
>(P-91) e < -(P-92)
ta non attiva durante
Ox-EPP l'errore del regolatore PID
> (P-91)
espresso in % del fondo il transitorio di avvio:
22
Ox-EPN scala
23
non prima che l'errore
Ox-ERP(*)
< -(P-92)
24
del regolatore entri alOx-EPP(*)
>(P-91) e < -(P-92)
25
meno per una volta nelOx-EPN(*) l'errore del regolatore PID
> (P-91)
espresso in % del fondo la fascia di tolleranza.
26
Ox-ERV scala
27
Ox-EFW
< -(P-92)
28
La "x" nella colonna
Ox-EST La rotazione dell'encoder antioraria; (l'uscita disattiva se la rotazione oraria) "Nome" st ad indicare
29
Ox-ERN La rotazione dell'encoder oraria; (l'uscita disattiva se la rotazione antioraria) il numero dell'uscita se30
L'encoder fermo
lezionata
PARA
VALORE
in movimento
FUNZIONE L'encoder
DESCRIZIONE
METRO
[ DEFAULT]
0
= off - 1 = on Se presente l'opzione encoder i parametri permettono di usare l'ingresso per collegare
Abilita
la
misubun encoder oppure un generico segnale di frequenza quale riferimento di frequenza o
[0]
ra di frequenza
21
Encoder a 2 ca- 0 = no - 1 = si retroazione di velocit; b-22=1 consente l'uso di encoder a 2 canali: si ottiene un aumento
di precisione in quanto gli impulsi rilevati sono moltiplicati per 4 e viene anche rilevato il
[0]
nali o solo A
bverso di rotazione. (La scelta viene resa valida solo se b-21=1). Per encoder a canale unico
Abilita l'uso del 0 = off - 1 = on
22
o ruota fonica l'ingresso da usare A (mors. 9/10).
la f-encoder
[0]
b-23=1 consente che la freq. prodotta dall'encoder sia usata quale freq. iniziale per la
Tempo rilievo 0,0(=0,01)-25,0 ripresa del motore in rotazione libera.
b[1]
( s ) P-59 imposta il periodo di conteggio degli impulsi; condiziona sia la precisione della
imp. encoder
23
1 - 9999
Imp. encoder
misura che la velocit di aggiornamento della lettura. Il valore deve essere tale che alla
massima velocit il n.ro di impulsi contati non superi 65536, tenendo presente che se
[
100
]
per
coppia
poli
P0,01 - 99,99 si usano entrambi i canali il numero di impulsi contati 4 volte rispetto a quello relativo
Fattore corre59
a un solo canale. (Il valore impostato viene attivato solo se b-21=1).
zione per P-60
[ 1,00 ]
N.B.:
P - Se il periodo di conteggio impostato in P-59 supera il secondo, la risoluzione di un secondo anche se il valore letto sul display
6 0 indica anche i decimi.
1
N-imp = numero di impulsi misurato nel periodo P-59 sul display: d19
Pf-encoder
= N-imp * -------------------------------* Cm
Cm = 1 se b-22=0
61
(P-59) * (P-60) * (P61)
Cm = 1/4 se b-22=1
La precisione di f-encoder dipende dal numero di impulsi contati e vale 1/N-imp; a basse velocit ci si pu attendere una diminuzione
della precisione.
La f-encoder utilizzabile come riferimento di frequenza ponendo P-00=5, o come ingresso di riferimento o di feedback del regolatore
PID.
Il valore di f-encoder visualizzato dal display in posizione d-20 come frequenza e in d-21 come velocit; il valore di f-encoder
disponibile in morsettiera, come segnale analogico 0/10 V, predisponendo l'uscita analogica relativa: P-48=11 (pag.29).
Configurando le uscite digitali possibile avere disponibile in morsettiera la segnalazione del verso di rotazione (in logica positiva
o negativa), la segnalazione di encoder fermo (nessun impulso nel periodo P-59) o in rotazione, .
- Alimentazione encoder.
L'encoder pu essere alimentato dall'inverter sia a +5V (pin 30) che a +24V (pin 6). L'inverter con l'opzione encoder predisposto
per accettare encoder alimentati a +24V; se si prevede di usare un encoder a +5V, si pu precisare nell'ordine che si intende usare
i +5V; altrimenti, togliendo il coperchio dell'inverter, si accede allo schedino 9519/A, sulla parte inferiore dello schedino si trovano
2 30
microinterruttori posizionati verso il basso (+24V); per l'uso di un encoder a +5V bisogna spostarli verso l'alto.
09.97

Sirco Automazione 1997

PARAMETRI DELL' INVERTER


Frenatura dinamica - Frenatura in corrente continua
VALORE
DESCRIZIONE
[ DEFAULT]
Abilita la protezione dal 0 = off 1 = on b-20=1 attiva la protezione termica della resistenza di frenatura dinamica .
bsovraccarico per la
[0]
L'efficacia della protezione dipende dalla precisione con cui vengono forniti i valori
20
res. di frenatura.
relativi ai parametri P-62, P-63, P-64.
Valore ohmico della
1 - 250
Il livello raggiunto dalla protezione pu esser visualizzato mediante d-11, espresso in
res. di frenatura
[ (**) ]
%; al raggiungimento del 100% la protezione interviene bloccando l'inverter.
P()
10 - 2500
L'eventuale rottura del dispositivo interno di frenatura pu essere segnalata in
62
Potenza della resi[ (**) ]
morsettiera configurando l'uscita Ox-BRK, in tal caso l'unica azione possibile consiste
stenza di frenatura
5 - 1250
nel togliere tensione all'inverter.
P(W)
[ (**) ]
NB.: I morsetti di collegamento della resistenza di frenatura NON
63
Costante termica delsono protetti dal cortocircuito o dall'uso di resistenze con
la resistenza di frenavalore inferiore al minimo previsto: nei due casi l'inverter
Ptura
verrebbe gravemente danneggiato.
64
(s)
VALORE
PARA
DESCRIZIONE
FUNZIONE
[ DEFAULT]
METRO
P - Livello di frenatura in 0 - 100 Definisce il valore della tensione , in % di P-02, da cui La funzione forza in una fase del
dipende il valore della corrente di frenatura
[0]
2 8 corr. cont. (% di P-09)
motore (fase U) una corrente contiFreq.limite per attiva- 0,0 / 480,0 Stabilisce la freq. sotto la quale viene bloccata la rampa nua dipendente dal valore di tensioP - re la frenatura in corr. [ 0,0 ] e forzata la corr. di frenatura; la Vout viene posta a zero ne fissato con P-28 e dalle caratteper il tempo definito da P-81 (tempo di smagnetiz.) ristiche elettriche del motore.
(Hz)
2 9 cont.
Durata frenatura in 0,0 / 60,0 Stabilisce la durata della frenatura in fase di avvio;
Lo scopo della frenatura in c.c. confase di avvio (s)
[ 0,0 ] P-30 = 0 nessuna frentura in fase di avvio.
siste nel tenere bloccato il motore in
P - Durata frenatura in 0,0 / 60,0 Stabilisce la durata della frenatura in fase di arresto; una posizione fissa, non una alter3 0 fase di arresto (s)
nativa alla decelerazione in rampa.
[ 0,0 ] P-31 = 0 nessuna frentura in fase di arresto.
Il tempo di decelerazione inferiore
Prispetto all'arresto per inerzia.Si pu
31
usare per tenere fermo il motore, in
fase di avvio, per un tempo prefissaI, f
P-30
P-81
P-31
to prima di iniziare la rampa.
Se P-47=3 si pu regolare l'intensit
della corrente di frenatura con un
P-28
P-28
P-29
segnale 0/10 V applicato in AUX-V:
t
RUN
la corrente varier tra 0 e il valore di
t
P-28.
Ox-RUN
t
Pu essere abilitata, disabilitata, da
morsettiera configurando uno degli
f
P-81
ingressi programmabili come Ixref
ENB.
Si pu in qualsiasi istante, e indiP-28
pendentemente dai parametri fist
sati, forzare, da morsettiera, una c.
RUN
t
c. sul motore se si configura uno
Ix-DCB
t
degli ingressi programmabili come
Ox-RUN
t
Ix-DCB.
Durante la frenatura il display, al
parametro d-00, visualizza il
messaggio " dcb " al posto della
frequenza.
PARA

METRO

FUNZIONE

Sirco Automazione 1997

09.97

31

PARAMETRI DELL' INVERTER


Regolatore PID
PARA

VALORE
[ DEFAULT]
b - 4 0 Abilitazione del rego- 0 = off 1 = on
latore PID
[0]
1=on
b - 4 1 Disabilita il regolatore 0=off
in fase di rampa
[0]
b - 4 2 Aggancia encoder a 0 = off 1 = on
[0]
tempo aggiornamento
0=frequenza
Sceglie
la
grandezza
b-43
1=tensione [ 0 ]
controllata
b - 4 4 Inversione del segno 0 = off 1 = on
[0]
dell'errore
b - 4 5 Modalit di regolazio- 0=diretta 1=somma (feed/forw) [ 0 ]
ne
1 = on
b - 4 6 Sopprime l'uscita po- 0 = off
[0]
sitiva
1 = on
b - 4 7 Sopprime l'uscita ne- 0 = off
[0]
gativa
1 = on
b - 4 8 Soppressione del ter- 0 = off
[0]
mine integrale
1 = on
b - 4 9 Inizializzazione del ter- 0 = off
[0]
mine integrale allo start
0,0 - 100,0
P - 9 0 Riferimento PID
[ 0,0 ]
(%)
0,1 - 100,0
P - 9 1 Massimo errore posi[ 5,0 ]
tivo PID
(%)
0,1 - 100,0
P - 9 2 Massimo errore nega[ 5,0 ]
tivo PID
(%)
P - 9 3 Tempo di aggiorna- 0,00(=0,005s) 2,50
[ 0,00 ]
mento PID (s)
0,00
99,99
Guadagno
termine
P-94
[ 0,00 ]
proporzionale Kp1
0,00 - 99,99
P - 9 5 Tempo dell'azione in[ 99,99 ]
tegrale
Ti1
0,00
99,99
Tempo
dell'azione
deP-96
[ 0,00 ]
rivativa
Td1
0,00 - 99,99
P - 9 7 Guadagno termine
[0,00 ]
proporzionale Kp2
0,00 - 99,99
P - 9 8 Tempo dell'azione in[ 99,99 ]
tegrale
Ti2
0,00 - 99,99
P - 9 9 Tempo dell'azione de[ 0,00 ]
rivativa
Td2
METRO

selettori feedback
b-55 b-54 b-53
fisso a 0
freq. da ingresso.enc.
AUX-V
REF-V
REF-I
I out (10V=2*Inom)
T out (10V=2*Tnom)
P out (10V=2*Pnom)

0
0
0
0
1
1
1
1

0
0
1
1
0
0
1
1

0
1
0
1
0
1
0
1

selettori riferimento
b-52 b-51 b-50
frequenza di rifer
freq. da ingresso enc.
AUX-V
REF-V
REF-I
parametro P - 90
freq. dopo gen.rampa
fisso a 0

32

DESCRIZIONE

FUNZIONE

09.97

0
0
0
0
1
1
1
1

0
0
1
1
0
0
1
1

0
1
0
1
0
1
0
1

Il regolatore attivo solo con il motore in marcia.


ll valore 1 sospende l'azione di regolazione in fase di rampa
Il periodo di aggiornamento dell'uscita del regolatore viene agganciato a quello
dell'encoder (P-59), se l'encoder usato come segnale di riferimento o di feedback
0 : Il regolatore controlla la frequenza d'uscita, il fondo scala definito da P-01;
1 : Il regolatore controlla la tensione d'uscita, il fondo scala definito da P-02;
Inverte il segno del segnale d'errore tra riferimento e feedback (e quindi anche
l'effetto della regolazione).
1 : L'uscita del regolatore si somma al valore di riferimento di frequenza o al valore
della tensione calcolato in base alla caratteristica V/F impostata;
Limita l'uscita del regolatore nel verso positivo; il valore 0 consente che l'uscita
assuma anche valori positivi.
Limita l'uscita del regolatore nel verso negativo; il valore 0 consente che l'uscita
assuma anche valori negativi.
Consente che anche il termine integrale subisca le limitazioni imposte all'uscita
da b-46 e b-47.
Consente che il comando di marcia inizializzi il termine integrale ; NB.: ci pu
provocare una risposta molto lenta del regolatore anche con elevati guadagni.
Il riferimento viene determinato dall'impostazione dei parametri selettori indicati
nella tabella sottostante
Stabilisce la massima escursione positiva dell'errore del regolatore espressa
come % del valore del fondo scala.
Stabilisce la massima escursione negativa dell'errore del regolatore espressa
come % del valore del fondo scala.
Definisce il periodo di aggiornamento del regolatore

set
N. 1

set
N. 2

L'abilitazione del regolatore e la scelta del set di coefficienti si pu fare da


morsettiera configurando gli ingressi digitali come Ix-PID e Ix-P12:
Ix-PID = 1 attiva da morsettiera il regolatore
Ix-P12 = 1 seleziona il set di coefficienti N. 1; 0 set N. 2
Quando si abilita il regolatore o si cambia il set di coefficienti, il termine
integrale viene inizializzato in funzione dell'uscita e dei coefficienti attuali,
tenendo conto delle eventuali limitazioni impostate in modo da evitare
brusche variazioni dell'uscita stessa (funzione "bumpless").
Se si cambiano i coefficienti mentre l'errore significativo, la velocit di
risposta del sistema dipende dall'azione integrale, perch i pesi del
termine proporzionale e derivativo sono compensati dal termine integrale.
Per l'errore possibile definire un intervallo di tolleranza massimo oltre
il quale scatta una segnalazione disponibile in morsettiera configurando
opportunamente una delle uscite digitali : OUT1, OUT2, OUT3.
Il controllo della tolleranza dell'errore si attiva solo a partire dal momento
in cui l'errore rientra per la prima volta nell'intervallo prefissato (valore dei
parametri di controllo delle uscite: 21, 22, 23).Durante il transitorio d'avvio,
ossia non prima che l'errore del regolatore entri almeno per una volta nellla
fascia di tolleranza, possibile disabilitare le uscite ponendo il valore di P44 a :24, 25, 26. L'eventuale inversione del segno attivata ponendo b-44=1,
irrilevante ai fini del controllo della tolleranza.
La segnalazione di fuori tolleranza pu esser attivata sia se si supera uno
dei due limiti (Ox-ERP), oppure solo per il limite positivo (Ox-EPP), o per
quello negativo (Ox-EPN).
Il display facilita l'impostazione dei parametri visualizzando:
il segnale di riferimento:
codice d-22 del display,
il segnale di feedback:
codice d-23 "
l'errore:
codice d-24 "
la componente integrale: codice d-25 "
l'uscita:
codice d-26 ".
NB.: Il termine integrale viene azzerato se il tempo dell'azione integrale
posto al valore massimo: 99,99; il termine derivativo nullo se il tempo
dell'azione derivativa posto a zero.
Sirco Automazione 1997

PARAMETRI DELL' INVERTER


Reset - Autoreset - Protezioni e allarmi
DESCRIZIONE

FUNZIONE

La funzione si utilizza quando l'inverter si trova in stato di allarme, tre sono le azioini possibili:
a) reset da tastiera:
premere contemporaneamente i tasti e ; l'azione viene attivata al rilascio dei tasti
Reset

b) reset da morsettiera:
pu avvenire solo se si configurato uno degli ingressi di comando programmabili come Ix-RES. In tal caso
l'azione di reset viene attivata in corrispondenza della transizione da comando attivo a comando disattivo.
c)

togliere l'alimentazione all'inverter, aspettare lo spegnimento completo dell'inverter, ridare l'alimentazione.

In alternativa al reset manuale la funzione permette il riavvio automatico in caso di blocco per intervento delle protezioni.
Autore- La sua attivazione possibile solo se il blocco dovuto a: sovracorrente, sovratensione, sottotensione, sovraccarico
set
istantaneo, allarme esterno (b-11) ed controllata dai parametri seguenti:
PARA
METRO

b-12
b-13
b-14
b-15
P-57
P-58
CODICE SUL
DISPLAY

VALORE
[ DEFAULT]
1 = on
Abilitazione dell'auto- 0 = off
[0]
reset
1 = on
Abilita limitazione ai 0 = off
[0]
tentativi di autoreset
0 = off
Abilita l'azzeramento
automatico tentativi 1 = on (10min.)
[0]
autoreset
1 = on
Stato contatto allar- 0 = off
[1]
me durante autoreset.
0,1 - 60,0
[5]
Ritardo attivazione
1 - 250
autoreset
(s)
[1]
Numero tentativi riavvio
FUNZIONE
FUNZIONE

C.Err
P.Err

Blocco totale

EF
OC
OU
UU
OH

OLi
OLm
OLr

Blocco resettabile
( attivazione del
contatto di allarme; memorizzazione del tipo
di allarme, con
visualizzazione
intermittente )

OT
PH
FU
Sirco Automazione 1997

DESCRIZIONE
Riavvia automaticamente l'inverter in caso di blocco.
Attiva la limitazione del numero di volte che l'inverter tenta di effettuare l'autoreset.
Azzera il conteggio del numero di tentativi effettuati se per 10 min non si verificano
ulteriori blocchi.
Durante l'attivazione dell'autoreset disabilita l'attivazione del contatto di
segnalazione blocco in morsettiera se stato programmato per la funzione
allarme.
Definisce il tempo, rispetto all'istante di attivazione del blocco, dopo il quale si
attiva l'autoreset (ritardo al riavvio).
Imposta il numero massimo di tentativi di riavvio dopodich l'inverter rimane
nello stato di blocco. Per ripartire necessario un reset manuale.
CODESCRIZIONE
DICE

Errore della memoria di configurazione. Si attiva all'accensione dell'inverter Per uscirne provare a
spegnere l'inverter e riaccendere dopo qualche minuto.
Errore della memoria dei parametri. Si attiva se i parametri contenuti nella memoria non sono
congruenti. Cause: perdita accidentale dei parametri (spegnimento in fase di memorizazione),
guasto della memoria. Nel caso di perdita accidentale: spegnere l'inverter e riaccendere dopo
qualche minuto: verranno memorizzati i parametri di fabbrica.
Protezione esterna: attivata dall'ingresso in morsettiera EXTFLT. L'autoreset attivabile solo se
1
il parametro b-11=1.
Protezione di sovracorrente: attiva quando la corrente d'uscita supera, anche istantaneamente, la
soglia massima allo scopo di proteggere l'inverter; segnala anche corti tra fasi e verso massa. 2
Protezione di sovratensione: attivata quando la tensione ai capi dei condensatori di filtro supera
3
la soglia massima programmata, allo scopo di proteggere l'inverter.
Protezione di sottotensione: attivata quando la tensione ai capi dei condensatori di filtro scende
sotto la soglia minima programmata, allo scopo di prevenire malfunzionamenti dovuti a riduzione 4
di coppia. L'autoreset possibile. Ponendo b-37=0 si disabilita la memorizzazione dell'allarme.
Protezione di sovratemperatura: attivata quando la temperatura del dissipatore supera la soglia 5
massima programmata, allo scopo di proteggere l'inverter. L'autoreset non possibile.
Protezione di sovraccarico inverter: attivata quando la corrente continuativa supera la soglia 6
massima per il tempo massimo consentito (IxT). L'autoreset non possibile.
Protezione di sovraccarico motore: attivata quando la corrente continuativa supera la soglia 7
massima per il tempo masssimo consentito (I2xT), allo scopo di proteggere il motore. Livelli e tempi
dipendono dalla impostazione dei dati caratteristici del motore. L'autoreset non possibile.
Protezione di sovraccarico resistenza di frenatura: attivata quando la potenza dissipata dalla 8
resistenza di frenatura supera la soglia massima per il tempo massimo consentito. Livelli e tempi
dipendono dalla impostazione dei dati caratteristici della resistenza. L'autoreset non possibile.
Protezione di sovraccarico istantaneo motore: attivata, previa abilitazione (b-17=1), quando la
9
coppia erogata dal motore supera il livello programmato per il tempo programmato, allo scopo di
proteggere gli organi meccanici collegati, o il materiale in lavorazione.
Protezione per mancanza fase alimentazione (valida solo per alim. trifase): attiva dopo 30 s dallo
10
scollegamento di una delle fasi dell'alimentazione. L'autoreset non possibile.
Protezione per rottura fusibile: attivata in caso di interruzione del fusibile interno. L'autoreset non
11
possibile.
09.97

33

PARAMETRI DELL' INVERTER


Linea seriale
DESCRIZIONE
L'inverter pu comunicare con un controllore remoto mediante linea seriale del tipo RS-485 a due fili. In tal caso l'inverter si comporta
come " slave " cio risponde solo su specifica richiesta del controllore (master). Si possono collegare in parallelo fino a 32 inverter
con indirizzo compreso tra 1 e 99 (P - 68).
L'indirizzo 99 un indirizzo specializzato in quanto previsto che venga usato quando si vuole inviare un codice a tutti gli azionamenti
indistintamente; in tal caso mentre la ricezione del codice garantita per tutti gli azionamenti indipendentemente dall'effettivo indirizzo
individuale, la risposta di conferma della ricezione sar effettuata solo dall'azionamento con l'indirizzo 99.
Con la linea seriale si possono leggere e scrivere tutti i parametri, forzare i vari comandi in sostituzione della tastiera o della
morsettiera e forzare gli ingressi e le uscite come in un PLC. I parametri interessati sono:
VALORE
PARA
DESCRIZIONE
FUNZIONE
[ DEFAULT]
METRO
0 - 255
Il valore del parametro l'equivalente decimale del contenuto del registro a 8 bit
P - 6 5 Abilita gestione in[0]
gressi da seriale
che mappa gli ingressi in morsettiera e i bit del registro (vedere protocollo
0 - 15
seriale)
P - 6 6 Abilita gestione usci[0]
te da seriale
Il valore del parametro l'equivalente decimale del contenuto del registro a 8 bit
0
19
Definisce
i
parametri
che mappa le 4 uscite in morsettiera e i bit del registro (vedere protocollo seriale)
P-67
[1]
di trasmissione
Vedere la tabella sottostante
0 - 99
P - 6 8 Imposta l'indirizzo di
[0]
ogni singolo inverter
Associa ad ogni inverter un indirizzo univoco compreso entro la gamma di valori
0
- 250
Imposta
il
ritardo
con
0 - 99
P-69
[ 1 ] ( ms )
cui rispondere
Tempo di ritardo con cui viene fornita la risposta ad un comando
b - 3 9 Attiva il controllo da 0 = off 1 = on
[1]
morsettiera
Serve per disabilitare il controllo dell'inverter da morsettiera quando si usa il
controllo via linea seriale
BIT PER
CARATTERE

PARIT

9600

pari

P67

9600

dispari

P-67

34

09.97

VELOCIT

BIT

BAUD

VALORE DI

STOP

VELOCIT
BAUD

BIT PER
CARATTERE

PARIT

BIT DI
STOP

10

2400

nessuna

11

2400

nessuna

DI VALORE DI

9600

nessuna

12

1200

pari

9600

nessuna

13

1200

dispari

4800

pari

14

1200

nessuna

4800

dispari

15

1200

nessuna

4800

nessuna

16

19200

pari

4800

nessuna

17

19200

dispari

18

19200

nessuna

19

19200

nessuna

2400

pari

2400

dispari

Sirco Automazione 1997

ACCESSORI
TASTIERA AUSILIARIA

[ codice FOXTST ]

105
90

1
1

5,5

REV

FWD

PRG

121

110

Hz

RESET

SIRCO AUTOMAZIONE

1 2

FOXTST

La Tastiera Ausiliaria sostituisce in tutto e per tutto la tastiera a bordo degli


inverter FOX quando, per ragioni di montaggio, la loro posizione rende difficile
o pericoloso raggiungere il pannello anteriore.
Come nella tastiera standard sono presenti:
- 4 tasti: Enter, Men, , (premendo contemporaneamente
e si ottiene il reset dell'allarme)
- 4 display a sette segmenti per visualizzare tutti i parametri.
- 3 Led che segnalano: marcia avanti, marcia indietro, condizione di program
mazione.
- ulteriori 3 Led indicanti l'unit di misura della grandezza che appare sul
display.
Per l'uso la Tastiera Ausiliaria dotata di un cavo a 6 conduttori, di lunghezza
massima pari a 2 m. Tale cavo deve esser inserito: da un lato nel connettore
che si trova sulla scheda di controllo alla sinistra della morsettiera, dall'altro
nel connettore che si trova nella parte anteriore della Tastiera Ausiliaria. Non
occorrono altre operazioni.

34 56

TERMINALE REMOTO

[ codice FOXREM ]

foro per regolazione contrasto display LCD


Il Terminale Remoto permette il collegamento agli inverter SIRCO serie FOX
mediante una linea seriale con standard RS 485 a 2 fili con Baud Rate
programmabile.
Il collegamento seriale permette di controllare con un solo Terminale Remoto
pi inverter (normalmente non pi di 32).
L'alimentazione del Terminale Remoto richiede +8/+24 Vdc che la serie FOX
fornisce normalmente.
L'interfaccia con l'operatore consiste in:
- display LCD a 16 caratteri alfanumerici, eventualmente retroilluminato.
- 8 tasti per la programmazione e i comandi. I tasti STOP, FWD, JOG,
e REW consentono di comandare direttamente dal Terminale Remoto
la marcia o l'arresto di un inverter che sia stato predisposto per lo scopo.
- 4 Led di segnalazione.
Per il collegamento del Terminale Remoto presente una comoda morsettiera a 4 vie.
Le dimensioni sono uguali a quelle della Tastiera Ausiliaria.
(Per le istruzioni dettagliate vedere il manuale apposito)

24Vdc
LNK+
LNKGND

1 2 3 4

- Collegamenti del Terminale Remoto:


Corrispondenza tra i morsetti del Terminale Remoto e quelli della morsettiera di controllo dell'inverter:
Terminale Remoto
24 Vdc
LNK+
LNKGND

1
2
3
4

schermo

Morsetti Inverter
1

12

6
27
28
29

I parametri di default dell'inverter e del Terminale Remoto sono tali da assicurare il corretto funzionamento del
collegamento.
Sirco Automazione 1997

09.97

35

ACCESSORI
CHIAVE DI PROGRAMMAZIONE [ codice FOXPRG ]

La Chiave di Programmazione un dispositivo che serve per duplicare le impostazioni


parametri tra due o pi inverter FOX.
La memorizzazione dei dati avviene in una memoria del tipo E2PROM perci non sono
cessarie batterie per il mantenimento dei dati .
L'interruttore posto sulla parte superiore della chiave provvede alla protezione da scrittura
dei dati in memoria.
Per copiare i dati impostati in un inverter o per trasferire i dati dalla chiave all'inverter si
i tasti della tastiera principale.

dei
ne

usano

CHIAVE DI PROGRAMMAZIONE: Istruzioni operative


- Trasferimento parametri dalla chiave all'inverter:
- inserire la chiave nell'apposito foro sul lato sinistro, in alto, della tastiera integrata
- selezionare da tastiera il parametro C - 04, scegliere la cifra 7 e premere E
Se la chiave contiene parametri non corretti, verranno caricati i parametri di fabbrica e visualizzato per 4 sec. " Err", altrimenti si
avr la memorizzazione dei dati contenuti nella chiave e apparir la scritta " done" per 2 sec. a conferma del successo dell'operazione.
- Trasferimento parametri dall'inverter alla chiave:
- inserire la chiave nell'apposito foro sul lato sinistro, in alto, della tastiera integrata
- selezionare da tastiera il parametro C - 05, scegliere la cifra 7 e premere E
Se la chiave protetta da scrittura viene interrotto il comando e visualizzato " off" per 4 sec., altrimenti si avr la memorizzazione dei parametri nella chiave e apparir la scritta " done" per 2 sec. a conferma del successo dell'operazione.
SCHEDINO ENCODER [ codice FOXENC ]
L'opzione Encoder consiste in uno schedino che viene applicato a lato della tastiera integrata tramite due miniconnettori;
la posizione di inserimento obbligata: i due microswitch che si trovano sullo schedino devono essere rivolti verso la
morsettiera. Normalmente lo schedino inserito in fabbrica se all'atto dell'ordine si precisa che si intende usare l'opzione
encoder; diversamente possibile ordinarlo a parte se si dispone di personale esperto che si assuma la responsabilit di
aprire l'inverter e montare lo schedino senza danneggiare l'apparecchiatura.
Per l'uso si rimanda alle istruzioni a pag. 30 del manuale.

36

09.97

Sirco Automazione 1997

CONFORMITA' - NORMATIVE
I convertitori della serie FOX sono stati progettati per soddisfare ai requisiti richiesti dalla Direttiva Compatibilit 89 / 336 / EEC
per la marcatura C E.
Lo scopo della normativa limitare l'emissione di disturbi dannosi e garantire l'immunit del prodotto da disturbi elettromagnetici.
Le norme si basano sulla prevenzione delle interferenze a radio e telecomunicazioni oltre che a malfunzionamenti indotti in apparecchiature poste vicino al prodotto stesso.
I convertitori della serie FOX sono apparecchi elettrici previsti per il controllo della variazione della velocit di motori A.C. e possono essere sia installati in appositi armadi che integrati con altri componenti formanti una macchina che inseriti in una macchina.
Il funzionamento possibile con collegamento a reti di alimentazione sia di tipo industriale che domestico.Tuttavia gli inverter
non sono da considerarsi come apparecchiature civili che possano esser montate nelle immediate vicinanze di altre apparecchiature di tipo domestico.
L'utente finale responsabile del rispetto delle direttive EMC quando applica un inverter ad una macchina.
Se le misure di prevenzione indicate vengono rispettate l'inverter, normalmente, non produce problemi causati da EMC nell'impiego nelle macchine.
Norme a cui soddisfano gli inverter della serie FOX:
- IMMUNITA'
IEC 801 - 2
V/m
kV

IEC 801 - 4

200 A/m
IEC 801 - 4

scariche elettrostatiche
burst sui cavi di alimentazione
burst sui cavi di segnale

8 kV a contatto
14 kVin aria
4 kV 5 kHz
2 kV 5 kHz

IEC 1000 - 4 - 3
IEC 1000 - 4 - 5
IEC 1000 - 4 - 8

campi elettromagnetici alta freq. 10


surge fase - fase
.......... 1 kV
surge fase - terra ...

campo magnetico a 50 Hz

(accoppiamento capacitivo)
burst sui cavi di collegamento 2 kV 5 kHz
tastiere FOXTST, FOXREM
(accoppiamento capacitivo)

- EMISSIONI IN BASSA FREQUENZA


In accordo con le norme la documentazione relativa disponibile a richiesta.
- EMISSIONI IN ALTA FREQUENZA
- Tensione di disturbo sui cavi di alimentazione:
Gli inverter FOX sono costruiti in base alla normativa EN 55011 (CISPR11) classe B nella gamma di frequenze 150 kHz 30
MHz.
La conformit alla normativa indicata richiede :
a) l'utilizzo di un filtro esterno in serie ai cavi di alimentazione
b) l'utilizzo di cavi schermati di collegamento inverter - motore e inverter - alimentazione
c) la presenza di un toroide infilato su ogni cavo
- Disturbo elettromagnetico irradiato:
Relativamente a questo parametro, le apparecchiature rispondono alla normativa EN 55011 (CISPR11) gruppo 1 classe B nella
gamma di frequenze: 30 Modello
MHz, 1 GHz.
Filtro
Ferrite sui cavi
823.008.V (FIN)
FOX2M004, FOX2M008
R 34/12.5 N30 (Siemens)
La tabella che segue precisa i filtri e i toroidi provati
e che si consigliano
F.LL.E2.012A.AN.I2
(ARC) (in grassetto) oltre ad altri che, pur presentando caratteristiche che possono
soddisfare, sono ancora
in via di(FIN)
verifica.
832.005.V
FOX2T004
"
F.LL.D3.008A.AN.I1 (ARC)
FOX2T008
"
FIN = FINMOTOR
832.005.V (FIN)
ARC = ARCOTRONICS
823.024.V (FIN)
FOX2M015
"
F.LL.D3.016A.AN.I1 (ARC)
F.LL.D3.008A.AN.I1 (ARC)
FOX2T015, FOX4T008,
"
FOX4T015, FOX4T022
823.024.V (FIN)
FOX2M022
"
F.LL.D3.016A.AN.I1 (ARC)
FOX2T022, FOX4T040
"
832.030.V (FIN)
FOX4T055, FOX4T075
"
Sirco Automazione 1997

09.97

37

DIMENSIONI E QUOTE DI FORATURA

A D

E
B

H
C

Dimensioni (mm)
MODELLO
T1

A
B C D E H G
203 141 124 192 121 37 180

T2

269 170 163 253 147 68 240

T3

363 206 172 351 181 87 334

I MODELLI T2 E T3 POSSONO ANCHE ESSERE INSERITI ATTRAVERSO UN FORO NEL RETROQUADRO


RUOTANDO I
SUPPORTI DI FISSAGGIO COME INDICATO NELLE FIGURE SOTTOSTANTI:

38

09.97

Sirco Automazione 1997

MODIFICHE INTRODOTTE CON LA VERSIONE SOFTWARE 1.11


MODIFICHE AI PARAMETRI (annullamento della funzione):
- Par b-35 [ TIPO DI MODULAZIONE ] pag. 22 e 25: il parametro non pi utilizzato; la modulazione non pu pi essere
scelta dallutente.
- Par b-38 [ FILTRAGGIO INGRESSI ] pag. 22 e 28: il tempo per laccettazione di un comando viene fissato a 1 ms
con verifica sugli ultimi tre valori letti; il parametro b-38 non viene pi utilizzato per la funzione di filtraggio.
PARAMETRI E / O FUNZIONI AGGIUNTE:
Aumento coppia :
- Par b-38 [ SOVRAMODULAZIONE ] (Nuova funzione) Serve ad introdurre una modulazione che fornisce un
aumento della tensione duscita per frequenze superiori a f base ; in tal modo si ottiene un aumento della coppia
duscita.
Compensazione della corrente magnetizzante:
- Par P-87Functione : guadagno ; Campo di variazione :0 - 100 ;
- Par P-88
costante di tempo

0-3
Gestione della seriale:
- Par P-89

time-out ricezione

0,0 - 25,0 sec. [0,0 = default; funz. disabilitata]

Motopotenziometro:
- Par P-00
Viene aggiunto il valore 9 con funzione di : riferimento da motopotenziometro ( pag. 19 e 23 ).
- Par P-39......P-43 Vengono aggiunti i valori : 16 con funzione di : incrementa motopotenziometro ( pag. 28 )
17

: decrementa motopotenziometro ( pag. 28 )


Nota: lultimo valore (posizione) del riferimento viene sempre memorizzato.
Ingresso analogico ausiliario AUX-V: ( pag. 29 )
- Par P-47 Viene aggiunto il valore 11 con funzione di : guadagno del riferimento principale ( REF-V )
Uscita analogica OUT-AN : ( pag. 29 )
- Par P-48 Vengono aggiunti i valori : 12 con funzione di : tensione proporzionale a: frequenza di riferimento
13

corrente
Iu
14

corrente
Iv
15

corrente
Iw
16

corrente di carico Icosj


17

corrente magnetizzante Isenj


Uscite digitali programmabili: ( pag. 30 )
- Par P-44...P-46

NOTA

Vengono aggiunti i valori :

31 con funzione di : segnala intervento allarme esterno


32

valore negato delluscita 31


33

segnala il segno di Iu
34

il segno di Iv
35

il segno di Iw

I DATI SALVATI SULLE CHIAVETTE CON I FOX VERSIONE 1.05 NON SONO COMPLETAMENTE COMPATIBILI CON LA VERSIONE 1.11 => USARE UNA NUOVA CHIAVETTA
PER I NUOVI DATI O RIPROGRAMMARNE UNA ESISTENTE.

Sirco Automazione 1997

09.97

39

distribuuito da:

Tel :
+39 - 0499800318
Fax :
+39 - 0499800319
E-MAIL : sirco @ gpnet.it
SIRCO Automazione S.r.l.
Via dell'Artigianato, 37
VIGONOVO - 30030 (VE) Italy

40

09.97

Sirco Automazione 1997