Sei sulla pagina 1di 95

Inverter Sysdrive 3G3EV Manuale dellOperatore

PREFAZIONE
Gentile Cliente La ringraziamo per la preferenza accordataci con lacquisto dellinverter 3G3EV. Linverter 3G3EV nasce, come tutti i prodotti Omron, da una lunga esperienza di progettazione e dalla sofisticata tecnologia Omron nel settore del controllo e dellautomazione industriale. Le ricordiamo che una buona conoscenza degli argomenti trattati, raggiunta attraverso unattenta lettura del manuale, requisito essenziale per un corretto uso del prodotto da Lei acquistato.

Omron Electronics Srl Servizi di Marketing

1997, 1999 Omron Electronics Srl - Viale Certosa 49 - 20149 Milano Tel. 02 - 3268.1 - Fax 325154
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte del manuale pu essere riprodotta o trasmessa con qualsiasi mezzo senza il permesso di Omron Electronics Srl.

ii

INDICE
Capitolo 1. Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1
2 3 1-1 Ricevimento dellinverter . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2 Precauzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Capitolo 2.

Generalit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5
6 8

2-1 Caratteristiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-2 Nomenclatura dellinverter . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Capitolo 3.

Descrizione Tecnica . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
12 12 14 15 15 20 21 22 23

3-1 Installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-1-1 Dimensioni esterne e di montaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-1-2 Condizioni per linstallazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-2 Cablaggio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-2-1 Morsettiere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-2-2 Cablaggio dei morsetti del circuito di controllo . . . . . . . . . . . . . 3-3 Conformit alle direttive EMC . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-3-1 Filtri di ingresso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-3-2 Filtri di uscita (toroidi) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Capitolo 4.

Predisposizione al funzionamento . . . . . 25
26 27 27 28 30 52

4-1 Procedura di predisposizione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2 Console di programmazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2-1 Nomenclatura della console di programmazione . . . . . . . . . . . 4-2-2 Funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2-3 Impostazione parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-3 Test di funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

iii

Capitolo 5.

Funzionamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55
56 60 60 60 61 61 61 62 62 62 62 62 63

5-1 Funzioni di protezione e diagnostica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2 Guasti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-1 Errore di impostazione dei parametri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-2 Il motore non si avvia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-3 Il motore gira nella direzione sbagliata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-4 La decelerazione troppo lunga . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-5 Il circuito di controllo riceve dei disturbi dopo che linverter stato avviato . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-6 Altre apparecchiature ricevono disturbi a radiofrequenza quando linverter in funzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-7 Il dispositivo di protezione verso terra interviene quando viene avviato linverter . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-8 Risonanze del sistema meccanico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-9 Il motore continua la rotazione dopo la disattivazione delluscita dellinverter . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2-10 La frequenza di uscita non raggiunge la frequenza di riferimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-3 Manutenzione e ispezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Capitolo 6.

Caratteristiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 65
66

6-1 Caratteristiche dellunit centrale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Appendice A Modalit duso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69


A-1 Note sulluso dellinverter per i motori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . A-2 Frequenza di riferimento con corrente in ingresso . . . . . . . . . . . . . . . . A-3 Elenco dei modelli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 70 72 74

Appendice B Comunicazione MODBUS . . . . . . . . . . . . . 83


B-1 B-2 B-3 B-4 B-5 B-6 B-7 B-8 Caratteristiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Connessione del tastierino di interfaccia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Cablaggio della rete . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Impostazione dei parametri per la comunicazione . . . . . . . . . . . . . . . . Mappa dei registri Modbus (Holding Register) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Comunicazioni Broadcast . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Accesso ai parametri dellinverter . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Funzioni di sicurezza . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 84 85 87 88 90 92 93 94

iv

1
Capitolo 1 Introduzione
1-1 1-2 Ricevimento dellinverter Precauzioni

Introduzione 1-1 Ricevimento dellinverter


H Verificare il prodotto

Capitolo 1

Al momento della consegna del prodotto accertarsi che sia stato consegnato linverter SYSDRIVE 3G3EV ordinato. Se si verifica qualsiasi problema, contattare immediatamente il rappresentante Omron.

D Targa di riconoscimento
Modello dellinverter Specifiche di ingresso Specifiche di uscita
M-CE

D Identificare il modello 3G3EV-AB004M-CE


Modello Potenza del motore applicabile Classe di alimentazione Nome della serie: Serie 3G3EV

Modello
CE M-CE MA-CUE MA-CUE-S1 Modello standard Modello ad alta funzionalit Modello ad alta funzionalit con protocollo Modbus e console opzionale Modello ad alta funzionalit con protocollo Modbus e console integrata

Potenza massima del motore applicabile


001 002 004 007 015 0,1 kW 0,2 kW (0,37 kW per i modelli a 400V) 0,4 kW (0,55 kW per i modelli a 400V) 0,75 kW (1,1 kW per i modelli a 400V) 1,5 kW (1,5 kW per i modelli a 400V)

Classe di alimentazione
2 B 4 Trifase, 200 Vc.a. (ingresso) Mono/Trifase, 200 Vc.a. (ingresso) Trifase, 400 Vc.a. (ingresso)

D Controllare gli eventuali danni


Accertarsi, controllando lintero apparecchio, che non si siano verificati dei danni e delle graffiature dovuti al trasporto.

Introduzione 1-2 Precauzioni

Capitolo 1

Per garantire un funzionamento sicuro dellinverter 3G3EV, tener conto dei seguenti punti:

H Proteggere il dissipatore durante gli spostamenti


Quando si sposta lInverter 3G3EV, si deve proteggere sempre il dissipatore (parte di alluminio sul retro dellunit).

Dissipatore

H Prestare attenzione alle tensioni residue sui condensatori


Dopo lo spegnimento dellinverter, il condensatore contenuto al suo interno ancora carico. Perci, toccando i morsetti immediatamente dopo lo spegnimento si potrebbe ricevere una scarica elettrica. Quando si deve eseguire unispezione o altri lavori, lasciar trascorrere sempre almeno un minuto dal momento dello spegnimento degli indicatori sul pannello frontale. Questo avvertimento sempre valido quando si esegue un qualsiasi lavoro dopo lo spegnimento del circuito principale.

H Non rimuovere la console di programmazione con il circuito principale sotto tensione


Prima di rimuovere la console di programmazione spegnere il circuito principale. La rimozione della console di programmazione senza aver spento il circuito principale pu danneggiare lapparecchiatura.

H Non effettuare modifiche o controlli ai collegamenti e ai segnali con il circuito principale sotto tensione
Prima di modificare i collegamenti oppure prima di controllare i segnali spegnere il circuito principale. Toccare i morsetti quando il circuito principale sotto tensione pu causare una scarica elettrica e pu danneggiare lapparecchiatura.

H Non eseguire un collaudo dellisolamento dielettrico


Mai eseguire un collaudo del circuito di controllo, perch linverter 3G3EV una apparecchiatura elettronica basata su semiconduttori.

H Modificare correttamente le impostazioni dei parametri


Modificare le impostazioni dei parametri sempre secondo le procedure descritte in questo manuale.

2
Capitolo 2 Generalit
2-1 2-2 Caratteristiche Nomenclatura dellinverter

Generalit 2-1 Caratteristiche

Capitolo 2

H Facilit duso
D Valori dei parametri visualizzati sugli indicatori
I parametri per le operazioni fondamentali, come limpostazione della frequenza e limpostazione del tempo di accelerazione/decelerazione, vengono indicati su appositi LED, perci i relativi valori possono essere confermati facilmente.

H Facilit di installazione
D Piccolo e leggero
Per quanto riguarda volume e peso, linverter 3G3EV la met circa degli inverter 3G3XV. Questo significa un miglioramento per ci che concerne spazio e funzionamento (inclusa una pi facile rimozione).

D Montaggio su guida DIN (disponibile a richiesta)


disponibile un accessorio opzionale (3G3EV PSAT...) che consente il montaggio dellinverter su guida DIN.

H Facilit di collegamento
D Facilit di collegamento senza togliere alcun coperchio
Questo inverter pu essere collegato aprendo semplicemente gli appositi sportelli delle morsettiere.

Generalit
D Morsettiere di ingresso e di uscita separate

Capitolo 2

I morsetti di alimentazione sono situati nella parte superiore, mentre i morsetti di uscita per il motore si trovano nella parte inferiore. In questo modo, le morsettiere di ingresso e di uscita sono separate prevenendo cos errori nelle connessioni.

H Facilit nelle operazioni


D Modo di funzionamento facilmente selezionabile
Dopo una esecuzione di collaudo mediante la Console di Programmazione, si pu facilmente passare al normale funzionamento utilizzando il circuito di controllo (terminali esterni).

D Collaudo facilitato grazie al display e ai LED


La frequenza di uscita, la corrente di uscita e la direzione della rotazione del motore vengono visualizzate sul display della Console di Programmazione, cos il sistema meccanico pu essere controllato facilmente in fase di collaudo. Sul modello avanzato M-CE, inoltre disponibile unuscita analogica multifunzione dove possibile monitorare la frequenza o la corrente di uscita.

H La completa parametrizzazione sui modelli avanzati (M-CE/MA-CUE/MA-CUE-S1) permette di controllare in maniera pi fine il motore
Sono disponibili parametri di messa a punto della curva V/F, di salto della frequenza e di accelerazione e decelerazione con curva ad S e di interfacciamento in rete Modbus.

H Selezione della multivelocit


Si possono avere un massimo di 8 velocit sui modelli avanzati (M-CE/MA-CUE/MA-CUE-S1) altrimenti 2 velocit sul modello base (CE).

H Basso livello di rumore


stato adottato un elemento di potenza del tipo IGBT (Insulated Gate Bipolar Transistor) che consente di eliminare il rumore metallico del motore.

H Funzionamento con coppia elevata anche a bassa velocit


La coppia massima del 150% pu essere raggiunta anche a basse velocit dove la frequenza di uscita di soli 3 Hz. In questo modo i tempi di accelerazione possono essere ridotti.

Generalit 2-2 Nomenclatura dellinverter


H Unit principale

Capitolo 2

Morsettiere del Circuito Principale (Ingresso)


Morsetti di potenza (ingresso) Morsetti di collegamento resistenza di frenatura

B1 B2

LED di Run

Console di programmazione

LED di Allarme

Morsetti del circuito di controllo (uscita)


S2 S3 SC AM AC PA PC MA MB MC SF SR S1 SC FS FR FC

Morsetti del circuito di controllo (ingresso/uscita)

U
Terminale di messa a terra

Morsetti di uscita del motore

Morsettiere del Circuito Principale (Uscita)


Nota: Questo schema mostra la versione avanzata M-CE/MA-CUE/MA-CUE-S1 senza gli sportelli delle morsettiere.

Generalit
H Console di programmazione

Capitolo 2
Sezione visualizzazione dati (display) Indicatori dei parametri di controllo (LED)

Sezione visualizzazione

Tasti di funzionamento Tasto modo

Indicatori dei parametri In-servizio (LED verdi). Questi parametri possono essere visualizzati o impostati anche quando linverter in marcia. Indicatori parametri non in servizio (LED rossi). Questi parametri possono essere impostati soltanto quando linverter in stop. Indicatori parametri impostazione Tasto Enter

Tasto di incremento Tasto di RUN

Tasto di decremento

Tasto STOP/RESET

3
Capitolo 3 Descrizione Tecnica
3-1 Installazione 3-2 Cablaggio 33 Conformit alle direttive EMC

Descrizione Tecnica 3-1 Installazione


3-1-1 Dimensioni esterne e di montaggio
Nota: Tutte le dimensioni sono in mm.

Capitolo 3

H 3G3EV-A2004 (0,4 kW): alimentazione trifase 200 Vc.a. H 3G3EV-AB001...3G3EV-AB002 (0,1... 0,2 kW): alimentazione monotrifase 200 Vc.a.
4,5

Note 1. Per il modello 3G3EV-AB001, al posto del foro di montaggio superiore (4,5 mm) viene fornito un intaglio Mesnager (largo 4,5 mm). 2. Installare linverter con due bulloni M4.

D Modello con alimentazione trifase 200 Vc.a.


Modello 3G3EV A2004 Uscita 0,4 kW 68 W 128 H 110 D 56 W1 118 H1 5 T Peso (kg) Circa 0,9

D Modello con alimentazione mono/trifase 200 Vc.a.


Modello 3G3EV AB001 AB002 Uscita 0,1 kW 0,2 kW 68 W 128 H 75 108 D 56 W1 H1 118 3 5 T Peso (kg) Circa 0,6 Circa 0,9

10

Descrizione Tecnica
H 3G3EV-A2007...3G3EV-A2015 (0,75... 1,5 kW): alimentazione trifase 200 Vc.a. 3G3EV-AB004...3G3EV-AB007 (0,4... 1,5 kW): alimentazione mono/trifase 200 Vc.a. 3G3EV-A4002...3G3EV-A4015 (0,37... 1,5 kW): alimentazione trifase 400 Vc.a.
Due, 4,5

Capitolo 3

Nota:

Installare linverter con quattro bulloni M4.

D Modello con alimentazione trifase 200 Vc.a.


Modello 3G3EV A2007 A2015 Uscita 0,75 kW 1,5 kW 108 W 128 H 130 155 D 96 W1 118 H1 Peso (kg) Circa 1,3 Circa 1,5

D Modello con alimentazione mono/trifase 200 Vc.a.


Modello 3G3EV AB004 AB007 AB015 Uscita 0,4 kW 0,75 kW 1,5 kW 108 130 W 128 128 H 130 170 D 96 118 W1 118 118 H1 Peso (kg) Circa 1,3 Circa 1,3 Circa 2,0

D Modello con alimentazione trifase 400 Vc.a.


Modello 3G3EV A4002 A4004 A4007 A4015 Uscita 0,37 kW 0,55 kW 1,1 kW 1,5 kW 108 W 128 H 83 110 140 170 D 96 W1 118 H1 Peso (kg) Circa 0,8 Circa 1 Circa 1,5 Circa 2,0

130

118

11

Descrizione Tecnica
3-1-2 Condizioni per linstallazione
H Luogo di installazione
Installare linverter rispettando le seguenti condizioni: Temperatura ambiente di funzionamento: da 10C a 50C Umidit relativa: inferiore al 90% o meno (senza condensa)

Capitolo 3

Installare linverter in un luogo pulito privo di olio e di polveri. Altrimenti, racchiudere linverter in pannelli completamente riparati dalla polvere. Quando si installa o si utilizza linverter, fare sempre attenzione che non penetrino polvere metallica, olio, acqua o altre sostanze. Linverter non deve essere installato su pareti infiammabili (ad esempio il legno).

H Metodo di installazione

Installare linverter su una superficie verticale (morsetti di uscita del motore verso il basso).

H Spazio per linstallazione

Quando linverter viene installato, predisporre lo spazio indicato per permettere una normale dissipazione di calore:

W= min. 30 mm Inverter Inverter Inverter

min. 100 mm Aria

Lato min. 100 mm Aria

H Controllo della temperatura ambiente

Per migliorare laffidabilit del funzionamento si consiglia di installare linverter in un ambiente in cui non si verifichino forti sbalzi di temperatura. Se linverter installato in un ambiente chiuso, come ad esempio un armadio elettrico, utilizzare un ventilatore od un condizionatore per mantenere la temperatura sotto i 50C. La temperatura dellinverter pu superare la temperatura ambiente di 30C. Conseguentemente indispensabile isolare dallinverter fili e supporti sensibili al calore.

H Protezione dellinverter da oggetti esterni durante linstallazione

Coprire linverter per evitare che corpi estranei, come la limatura di ferro od i trucioli causati da un trapano, possano penetrare nellinverter durante la fase di installazione. (Assicurarsi, a installazione completata, di rimuovere la copertura. Se la copertura rimane sullinverter, durante il funzionamento, il calore prodotto pu danneggiarlo.)

12

Descrizione Tecnica 3-2 Cablaggio


3-2-1 Morsettiere
H Terminali della versione base (suffisso -CE)
Morsetti del circuito principale (ingresso)
Morsetti di alimentazione Morsetti della resistenza di frenatura

Capitolo 3

Morsetti del circuito di controllo (uscita)

Morsetti del circuito di controllo (ingresso)


MA MB MC SF SR S1 SC FS FR FC

Massa

Morsetti uscita motore

Morsetti del circuito principale (uscita)

13

Descrizione Tecnica
Morsetti del circuito principale (ingresso) Morsetti di Morsetti della alimentazione resistenza di frenatura

Capitolo 3

H Terminali della versione avanzata (suffisso M-CE/MA-CUE/MA-CUE-S1)

B1 B2

Morsetti del circuito di controllo (uscita)


S2 S3 SC AM AC PA PC MA MB MC SF SR S1 SC FS FR FC

Morsetti del circuito di controllo (ingresso/uscita)

U
Massa

Morsetti uscita motore Morsetti del circuito principale (uscita)

Nota:

Questi schemi mostrano gli inverter senza gli sportelli delle morsettiere.

H Morsetti del circuito principale D Morsetti di ingresso (parte superiore)


Simbolo Morsetto R S T Nome e descrizione Morsetti di alimentazione in ingresso Morsetti per ingresso trifase, da 200 a 230 Vc.a. per i modelli 3G3EV-AB/A2, 50/60 Hz. Morsetti per ingresso trifase, da 380 a 460 Vc.a. per i modelli 3G3EV-A4, 50/60 Hz. Se il modello 3G3EV-AB/2jj viene usato in modalit monofase in ingresso, portare lalimentazione tra i morsetti R e S (da 200 a 240 Vc.a., 50/60 Hz). Morsetti per la connessione della resistenza di frenatura (nota) Morsetti per il collegamento di una resistenza di frenatura facoltativa I morsetti per il collegamento della resistenza di frenatura sono provvisti di una piastrina plastica per prevenire errori di cablaggio. Quando viene collegata una resistenza di frenatura, rimuovere tale piastrina.

B1 B2 Nota:

14

Descrizione Tecnica
D Morsetti di uscita (parte inferiore)
Simbolo Morsetto U V W Nome e descrizione Morsetti duscita verso il motore

Capitolo 3

Morsetti per uscita trifase per lalimentazione del motore. (A questi morsetti non si deve mai connettere lalimentazione) Morsetto di terra Terminale di terra (la resistenza di terra deve essere di 100 o inferiore). Assicurarsi di collegare un cavo di terra al terminale FG. Vite della morsettiera (M3,5)

Morsetto capocorda
max. 6,2 mm

H Schema di collegamento versione base -CE


Resistenza di frenatura (opzionale) Alimentazione: Filtro Trifase, da 200... 230 Vc.a., 380... 460 Vc.a.

Teleruttori (MCCB) Avanti marcia/Arresto Indietro marcia/Arresto Ingresso multifunzione Comune Uscita multifunzione (Contatto a) (Contatto b) Comune

Riferimento esterno 2 kW

Nota:

Quando si usa il modello 3G3EV-AB/A2-CE in modalit ingresso monofase portare lalimentazione tra i morsetti R e S. Lalimentazione monofase deve essere da 200 a 240 Vc.a., 50/60 Hz.

15

Descrizione Tecnica
Alimentazione: Trifase, da 200 a 230 Vc.a., 50/60 Hz da 380 a 460 Vc.a.

Capitolo 3

H Schema di collegamento versionI avanzate M-CE/MA-CUE/MA-CUE-S1


Filtro B1 R S T
Teleruttori (MCCB) Avanti marcia/Arresto Indietro marcia/Arresto
Ingresso multifunz. 1 Ingresso multifunz. 2 Ingresso multifunz. 3

Resistenza di frenatura (opzionale)

B2

U V W MA Uscita multifunzione
(contatto a)

SF SR S1 S2 S3 SC FS (+12 V)

MB MC PA PC

(Contatto b) Comune Uscita mulfunzione Uscita multifunzione (comune)

Comune

AM Uscita analogica multifunzione AC


Voltmetro Uscita analogica multifunzione (comune)

Riferimento esterno

FR FC

2 kW

Nota:

Quando si usa il modello 3G3EV-AB/A2j in modalit ingresso monofase portare lalimentazione tra i morsetti R e S. Lalimentazione monofase deve essere da 200 a 240 Vc.a., 50/60 Hz.

H Schema di collegamento del circuito di controllo con logica PNP o NPN


E possibile selezionare la logica di funzionamento degli ingressi digitali (PNP o NPN), agendo sul selettore rotativo SW2 accessibile rimuovendo la console di programmazione.

SW2

NPN

PNP

Selettore rotativo

Impostazione di fabbrica Connettore console Selettore rotativo

SW2

Nota:

Attenzione! Riaccendere linverter solamente dopo aver impostato il selettore rotativo e dopo aver riposizionato la console di programmazione o il coperchio.

PNP

NPN

16

Descrizione Tecnica
Esempio di collegamento in logica PNP
Marcia avanti SF

Capitolo 3

= = = = =
SW2 NPN + 24V

Alimentazione esterna + 24 Vc.c.

Marcia indietro Ripristino guasto

SR

S1

Impostazione di fabbrica

Guasto esterno

(disponibile solo su M-CE)

S2

Multivelocit 1

(disponibile solo su M-CE)

S3

SC SC

PNP

3G3EV

Esempio di collegamento in logica NPN


SF Marcia avanti SR Marcia indietro S1 Ripristino guasto (disponibile solo su M-CE) Impostazione di fabbrica Guasto esterno (disponibile solo su M-CE) S3 SW2 NPN + 24V SC SC PNP S2

= = = = =

Multivelocit 1

3G3EV

17

Descrizione Tecnica
H Messa a terra
Mettere a terra il telaio 3G3EV usando lapposito terminale G (E).
La resistenza verso terra deve essere uguale o inferiore a 100 .

Capitolo 3

Non mettere mai la terra del 3G3EV in comune con saldatrici, motori e altre apparecchiature ad elevato assorbimento, oppure con lo stesso polo di messa a terra. La terra dellinverter deve essere installata in una canalizzazione separata da altri cavi di apparecchiature ad elevato assorbimento. Usare cavi di terra conformi agli standard AWG. Nel caso vengano usati molti inverter 3G3EV affiancati, tutte le singole unit devono essere messe a terra direttamente ai poli di messa a terra. possibile comunque collegare tutti i terminali di terra 3G3EV mettendone a terra solo uno (Fig.3). Fare tuttavia attenzione a non formare un circuito chiuso tra tutti i cavi di terra.

1,25 mm2 min.

5 m max. Nota Ridurre la lunghezza totale (5 m o meno) tra lelettrodo di terra ed il morsetto di terra, ed usare un cavo spesso (> od = a 1,25 mmq). NellInverter fluisce una corrente di dispersione. Perci se la distanza tra lelettrodo di terra ed il morsetto di terra troppo grande, il potenziale al morsetto di terra dellInverter diventer instabile.

3-2-2 Cablaggio dei morsetti del circuito di controllo


La linea dei segnali di controllo deve essere di lunghezza uguale od inferiore a 50 m. e deve essere tenuta separata dalla linea di alimentazione. Per i segnali della frequenza di riferimento, utilizzare un cavo schermato a coppie intrecciate.

H Cablaggio dei morsetti di ingresso/uscita digitale


Collegare i morsetti di ingresso (SF, SR, da S1 a S3 ed SC), i morsetti di uscita multifunzione (MA, MB e MC) e i morsetti di uscita del fotoaccoppiatore multifunzione come successivamente descritto.

D Conduttori da utilizzare
Per prevenire malfunzionamenti causati da disturbi, utilizzare sempre cavi schermati.
Tipo di conduttore Conduttore unifilare Conduttore multifilare Sezione da 0,5 a 1,25 mm2 da 0,5 a 1,25 mm2 Conduttori da Utilizzare Conduttore per strumentazione con isolamento in polietilene (schermato)

18

Descrizione Tecnica
Cacciavite Morsettiera del circuito di controllo Lunghezza della parte non protetta: X5,5 mm Cavo Non eseguire saldature su questa parte.

Capitolo 3

Tenere sempre separata la linea dei segnali di controllo dai cavi del circuito principale e dai cavi di alimentazione.

H Cablaggio dei morsetti di ingresso analogico


Se la frequenza di riferimento in ingresso viene fornita per mezzo di una unit D/A (convertitore digitale/analogico) oppure per mezzo di un alimentatore esterno, collegare i morsetti di ingresso analogico (FR e FC), come descritto di seguito.

D Conduttori da utilizzare
Per prevenire malfunzionamenti causati da disturbi, utilizzare sempre cavi schermati.
Tipo di conduttore Conduttore unifilare Conduttore multifilare Sezione da 0,5 a 1,25 mm2 da 0,5 a 1,25 mm2 Conduttori da Utilizzare Conduttore per strumentazione con isolamento in polietilene (schermato)

D Metodo di cablaggio

La procedura di cablaggio identica a quella descritta per i morsetti di ingresso/uscita digitale. Tenere sempre separati i cavi per lingresso analogico dai cavi del circuito principale e dagli altri cavi di alimentazione. Collegare lo schermo al morsetto di terra dellinverter. Non collegarlo invece al circuito di controllo.

3-3 Conformit alle direttive EMC


Per essere conformi alle direttive EMC, devono essere applicate delle norme di installazione ben precise che regolano la posizione dellinverter, dei filtri di ingresso/uscita e la schermatura dei cavi. Nei paragrafi che seguono sono enunciate alcune delle regole da seguire. Il filtro antidisturbo posto sullingresso deve essere installato sulla stessa piastra metallica (o telaio metallico) dellinverter. Il filtro deve essere installato il pi vicino possibile allinverter (compatibilmente con larea di montaggio). Si tengano i cavi il pi corti possibile (40 cm max.). La piastra o il telaio di montaggio devono essere collegati ad un circuito di terra efficiente. La terra del filtro e quella dellinverter devono essere collegate alla piastra di montaggio su unarea il pi vasta possibile (rimuovendo la vernice dalla piastra e dalla zona di montaggio dellinverter). Per il cavo di ingresso, si consiglia di utilizzare un cavo schermato almeno tra il filtro ed il pannello di controllo. La schermatura del cavo deve essere collegata ad un circuito di terra efficiente. Per il cavo del motore, si utilizzi un cavo schermato (25 m max. per ambienti civili e 100 m max. per ambienti industriali) e la calza di schermatura deve essere collegata ad un efficiente circuito di terra ad entrambe le estremit con un collegamento il pi corto possibile e con una superficie il pi ampia possibile. Le tabelle che seguono elencano i filtri utilizzabili per la conformit EMC.
19

Descrizione Tecnica
3-3-1 Filtri di ingresso
Classificazione Inverter alimentati a 220Vc.a. 3G3EV-ABVVVV Specifiche 0,1... 0,2 kW [FP] 0,4... 0,7 kW [FP] 1,5 kW [FP] 0,4 kW [STD] Inverter alimentati a 220Vc.a. trifase 3G3EV-A2VVVV 0,7... 1,5 kW [STD] [FP] Inverter alimentati a 220Vc.a. monofase 0,4 kW 3G3EV-A2VVVV 0,7...1,5 kW [FP] 0,37... 1,1 kW [FP] Inverter alimentati a 400Vc.a. 3G3EV-A4VVVV 1,5 kW [FP]

Capitolo 3

Modello 3G3EV-PFI1010-E(N) 3G3EV-PFI1015-E(N) 3G3EV-PFI1020-E 3G3EV-PFI3006-E 3G3EV-PFI3008-E 3G3EV-PFI1010-E(N) 3G3EV-PFI1015-E(N) 3G3EV-PFI3006-E 3G3EV-PFI3008-E

Note 1. Per installazione FP si intende il montaggio del filtro sotto linverter (filtro ed inverter hanno le stesse dimensioni e sono predisposti per essere collegati meccanicamente). Per montaggio STD (standard) si intende che il filtro deve essere installato separato dallinverter. 2. La dispersione di corrente verso terra con le tre fasi alimentate circa 1 mA; durante lavviamento o un guasto la dispersione di una delle fasi pu diventare 70 mA.

H Dimensioni dei filtri

X L H

Modelli footprint 3G3EVPFI1010E(N) 3G3EVPFI1015E(N) 3G3EVPFI1020E 3G3EVPFI3006E 3G3EVPFI3008E

Corrente nominale [A] 10 15 20 6 8

L 162

Dimensioni [mm] W H X 72 41 149 111 134 42 148 112 134

Y 51 91

Filetto viti M5

20

Descrizione Tecnica
3-3-2 Filtri di uscita (toroidi)
Descrizione Toroidi di uscita (in funzione del diametro dei cavi) Diametro del foro 21 mm 28,5 mm 50 mm 60 mm

Capitolo 3

Modelli 3G3IVPFO OC/1 3G3IVPFO OC/2 3G3IVPFO OC/3 3G3IVPFO OC/4

H Modalit di collegamento
Motore Inverter Alimentazione Filtro (FP) Anello di ferrite Cavo schermato

21

Descrizione Tecnica

Capitolo 3

22

4
Capitolo 4 Predisposizione al funzionamento
4-1 4-2 4-3 Procedura di predisposizione Console di programmazione Test di funzionamento

Predisposizione al Funzionamento 4-1 Procedura di predisposizione


1. Installazione:

Capitolo 4

Installare linverter seguendo le condizioni di installazione. Fare riferimento alla pag. 10. Controllare che le condizioni di installazione siano state correttamente osservate. 2. Cablaggio: Collegare linverter allalimentazione ed ai dispositivi periferici. Fare riferimento alla pag. 13. Selezionare i dispositivi periferici che corrispondono alle specifiche e collegarli correttamente. 3. Accensione: Controllare gli elementi necessari ed alimentare il sistema. Verificare che la tensione di alimentazione sia corretta e che i morsetti di alimentazione in ingresso (R, S, e T) siano correttamente connessi. S Tensione di alimentazione Monofase/Trifase, 200... 230 Vc.a. a 50/60 Hz (modelli 3G3EV-AB/A2) tirfase, 380... 460 Vc.a. a 50/60 Hz (modelli 3G3EV-A4.) Quando un modello 3G3EV viene utilizzato con modalit dingresso monofase, la tensione di alimentazione deve essere monofase da 200 a 240 Vc.a., 50/60 Hz (collegarsi ai morsetti R e S) Quando un modello 3G3EV-A2 viene utilizzato con modalit dingresso monofase bisogna considerare un declassamento di circa il 20% dellinverter Verificare che i morsetti di uscita per il motore (U, V, e W) ed il motore, siano connessi in modo corretto. Controllare che i morsetti del circuito di controllo siano correttamente collegati. 4. Controllare le condizioni del display e dei LED sulla console di programmazione: Quando si d tensione e non ci sono errori, i LED daranno le seguenti informazioni: S LED RUN: Lampeggiante S LED ALARM: Spento S LED dei parametri: sono illuminati FREF, o FOUT, o IOUT. S Display: viene visualizzato il dato corrispondente al LED illuminato. Se si verifica un errore il LED ALARM si illumina. In questo caso occorre seguire le istruzioni descritte nel Capitolo 5 Funzionamento. 5. Impostazione dei parametri: Utilizzare la Console di Programmazione per impostare i parametri indispensabili al funzionamento. Fare riferimento alla pagina 26. Definire ogni parametro seguendo le indicazioni del manuale. 6. Test di funzionamento: Eseguire una prova senza carico ed una prova con carico per verificare che il motore ed i dispositivi periferici funzionino correttamente. Fare riferimento al paragrafo 4-24. Verificare il senso di rotazione del motore e verificare che eventuali finecorsa funzionino normalmente. Far funzionare linverter, inizialmente mediante la console di programmazione, poi con il circuito di controllo. 7. Production Run: Linverter pronto per operare. Qualsiasi malfunzionamento dovesse verificarsi, fare riferimento al Capitolo 5 Funzionamento.

25

Predisposizione al Funzionamento 4-2 Console di programmazione

Capitolo 4

4-2-1 Nomenclatura della console di programmazione


Display

Indicatori dei parametri di controllo Visualizzazione Indicatori dei parametri in servizio (LED verdi). Questi parametri possono essere visualizzati o impostati anche quando linverter in RUN.

Tasti operativi

Indicatori parametri non in servizio (LED rossi). Questi parametri possono essere impostati solo con inverter in STOP. Indicatori parametri

Tasto Modo

Tasto Enter

Tasto di incremento Tasto RUN

Tasto di Decremento Tasto STOP/RESET

H Descrizione
D Sezioni di visualizzazione
Display Vengono qui visualizzati i valori della frequenza di riferimento, i valori della frequenza di uscita, i valori di corrente in uscita, le impostazioni dei parametri ed i codici di errore. Quando questo LED acceso, sul display viene visualizzato il valore della frequenza di uscita [Hz]. Quando questo LED acceso viene visualizzato sul display il valore della corrente in uscita (corrente reale: A). I valori dei parametri impostati, corrispondenti ai LED accesi vengono visualizzati sul display permettendo cos di impostare un nuovo valore.

Indicatori dei parametri in lettura

Indicatori dei parametri in scrittura Nota

I parametri indicati dai LED verdi possono essere monitorati oppure modificati anche durante il funzionamento (inverter in RUN). I parametri indicati dai LED rossi possono essere impostati a condizione che linverter sia in STOP. Con questi LED, viene inoltre visualizzato il senso di rotazione del motore durante il suo funzionamento.

26

Predisposizione al Funzionamento
D Descrizione tasti
Tasto Modo Tasto Enter

Capitolo 4

Premere questo tasto per selezionare i parametri da monitorare od impostare. Premere questo tasto per registrare il valore impostato in un parametro.

Tasto Incremento

Premere questo tasto per incrementare il numero del parametro da selezionare o il valore del parametro selezionato. Premere questo tasto per decrementare il numero del parametro da selezionare o il valore del parametro selezionato. Premere questo tasto per avviare linverter (questo tasto valido unicamente quando stata selezionata la modalit di controllo da Console di Programmazione e tutti i LED rossi sono spenti). Premere questo tasto per fermare linverter. Inoltre, occorre premere questo tasto per ripristinare lInverter in caso di errore.

Tasto Decremento Tasto RUN

Tasto STOP/RESET

Premere contemporanea- Premere contemporaneamente questi tasti per accedere ai parametri da mente Modo ed Enter (solo selezionare o da impostare. MA-CUE, MA-CUE-S1)

4-2-2 Funzionamento
H Selezione dei parametri con inverter avviato
Premere il tasto Modo per selezionare il parametro desiderato. Con linverter in RUN, possono essere visualizzati solo i parametri indicati dai LED verdi e possono essere impostati i valori per questi parametri tranne che per i parametri associati al LED FOUT ed al LED IOUT i quali sono in sola lettura. Esempio display 60.0 LED Descrizione Frequenza di riferimento [Hz]

60.0

Visualizzazione della frequenza di uscita [Hz]

0.2

Visualizzazione della corrente di uscita (corrente effettiva: A)

10.0

Tempo di accelerazione impostato [s]

10.0

Tempo di decelerazione impostato [s]

for

Selezione del senso di rotazione Avanti/Indietro for: reU: Rotazione avanti Rotazione indietro

27

Predisposizione al Funzionamento
H Selezione dei parametri con inverter fermo
Premere il tasto Modo per selezionare il parametro desiderato. Esempio display LED 0.0 0.0 10.0 10.0 f%r 60.0 200 60.0 0.6 1 n01 60.0 Descrizione Visualizzazione della frequenza di uscita [Hz] Visualizzazione della corrente di uscita (corrente effettiva: A) Tempo di accelerazione impostato [s] Tempo di decelerazione impostato [s] Senso di rotazione Avanti/Indietro for: Rotazione avanti reU: Rotazione indietro

Capitolo 4

Frequenza massima impostata [Hz] Tensione massima impostata [V] Frequenza base impostata [Hz] Corrente di riferimento per protezione termica elettronica [A] Seleziona modalit funzionamento N. parametro Frequenza di riferimento [Hz]

Esempio display n02 n04

LED

H Monitoraggio
Il 3G3EV permette allutente di monitorare la frequenza di riferimento, la frequenza in uscita, la corrente in uscita ed il senso di rotazione.

D Metodo di funzionamento
Tasto LED Esempio dati visualizzati 60.0 60.0 0.2 Nota Descrizione Premendo il tasto Modo fino a che il LED FREF si illumina si visualizza la frequenza di riferimento [Hz]. Premendo nuovamente il tasto Modo viene visualizzata la frequenza in uscita [Hz] (parametro in sola lettura) Premendo il tasto Modo viene visualizzato il valore della corrente in uscita [A] (corrente effettiva) (parametro in sola lettura)

Con linverter in RUN viene sempre visualizzato il senso di rotazione del motore indicato dai LED rossi i quali lampeggiano in una determinata sequenza indicando il senso di rotazione. La velocit di lampeggio dei LED varia in funzione della frequenza di uscita. I LED lampeggiano in senso antiorario quando si ha la rotazione avanti.

Sequenza accensione LED durante la rotazione in avanti

28

Predisposizione al Funzionamento 4-2-3 Impostazione parametri

Capitolo 4

Il 3G3EV permette allutente di impostare 18 parametri per il modello base e 60 parametri per il modello ad alta funzionalit. I parametri per le operazioni fondamentali sono abbinati a LED dedicati, affinch lutente non debba far riferimento ad alcun numero di parametro. I parametri abbinati ai LED possono anche essere impostati selezionando il LED PRGM seguito dallapposito numero di parametro. Si noti che le operazioni eseguite selezionando PRGM sono diverse rispetto a quelle eseguite selezionando i LED dedicati. Nota Nella versione MA-CUE/MA-CUE-S1, possibile accedere ai parametri premendo contemporanea. Questo lunico modo per accedere ai parametri (oltre a quelllo tramite LED) nel mente i tasti caso si imposti 2 nel parametro n01.

H Impostazione parametri
D Impostazione parametri utilizzando il LED dedicato
Esempio: Modifica del tempo di accelerazione da 10 a 50 secondi. Tasto LED Esempio dati visualizzati 10.0 Lampeggiante 10.1 Lampeggiante 50.0 50.0 Descrizione Premere il tasto Modo fino a che non si seleziona il LED ACC. Premere il tasto Incremento. Il valore visualizzato sul display lampeggia (indicando che il dato deve essere ancora registrato) Premere il tasto Incremento fino a che sul display dei dati non compare il valore 50.0. Tenendo premuto il tasto i valori cambiano rapidamente. Premere il tasto Enter per completare la procedura di impostazione registrando il dato. Lampeggiante 10.0 50.0 50.0

Nota

Anzich premere il tasto Enter premere il tasto Modo qualora il nuovo dato non sia da registrare. Il nuovo dato viene cancellato e viene ripristinato il precedente.

D Impostazione parametri selezionando PRGM


Esempio: Portare a 2 il valore del parametro numero 02. (selezione modalit operativa) Tasto LED Esempio dati visualizzati n01 n02 0 Lampeggiante 2 Descrizione Premere il tasto Modo fino a che non si illumina il LED PRGM. Premere il tasto Incremento finch appare n02 sul display. Premendo il tasto Enter viene visualizzato il valore del parametro numero 02. Premendo il tasto Incremento portare il valore a 2. Il nuovo dato lampeggia sul display (indicando che il valore deve essere ancora registrato).

29

Predisposizione al Funzionamento
Tasto LED Esempio dati visualizzati 2 n02 Descrizione

Capitolo 4

Premendo il tasto Enter il valore che compare sul display smette di lampeggiare ed il dato viene registrato. Allincirca dopo 0,5 [s] sul display verr nuovamente indicato il numero del parametro (n02). Lampeggiante 0 2 2 n02

n01

n02

Dopo 0,5 [s] Note: 1. Se i nuovi dati non devono essere registrati, premere il tasto Modo invece del tasto Enter. I nuovi dati non sono pi validi e riappare il parametro n02.

2. I dati si modificano rapidamente se si mantengono premuti o il tasto Incremento od il tasto Decremento.

H Parametri disponibili nella versione base -CE


Parametro n01 n02 n03 n04 n06 n09 n11 n12 n20 n21 n24 n25 n26 n31 n33 n36 n37 n39 n40 n68 Note: 1. LED dedicato Descrizione Parametro inibizione scrittura/inizializzazione parametri Selezione modalit operativa Range di impostazione 0, 1, 8, 9 da 0 a 5 Impostazione di fabbrica 1 0 0 For 1 1 6,0 [Hz] 0,0 [Hz] 10,0 [s] 10,0 [s] 60,0 [Hz] 200 [V] 400 [V] 60,0 [Hz] Nota 1 0 0

Selezione modalit di fermata 0, 1 Seleziona il senso di rotazione (avanti)/(indietro) For, rEv Selezione ingresso multifunzione Selezione uscita multifunzione Frequenza di riferimento 1 Frequenza di riferimento 2 Tempo di accelerazione Tempo di decelerazione Frequenza max. Tensione max. modelli a 200 V Tensione max. modelli a 400 V Frequenza alla max. tensione (frequenza base) Protezione termica elettronica Prevenzione di stallo durante la decelerazione Modalit operativa dopo un ripristino per mancanza di tensione Frequenza di modulazione Guadagno della frequenza di riferimento Polarizzazione sulla frequenza di riferimento Archivio errori da 0 a 4 0, 1, 2 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 999 da 0,0 a 999 da 50,0 a 400 da 1 a 255 da 2 a 510 da 1,6 a 400 da 0,0 a nota 1 0, 1 0, 1, 2

1, 2, 3, 4 4 da 0,10 a 2,00 1,00 da 99 a 99 0 (%) (Sola visualizzazione)

Il range di impostazione e limpostazione di fabbrica per il parametro numero 31 (protezione termica elettronica) sono in funzione del modello di Inverter. Per dettagli fare riferimento alla pagina 40. Normalmente impostare nel parametro numero 31 la corrente nominale di targa del motore.

2. Visualizzando il numero di un parametro corrispondente ad un LED nella colonna dei LED dedicati si provoca laccensione del relativo LED. 3. I parametri successivi al primo possono essere impostati a condizione che il parametro numero 1 (n01) sia impostato ad 1.

30

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

H Parametri disponibili nella versione ad alta funzionalit M-CE/MA-CUE/MA-CUE-S1


Parametro n01 n02 n03 n04 n05 n06 n07 n08 n09 n10 n11 n12 n13 n14 n15 n16 n17 n18 n19 n20 n21 n22 n23 n24 n25 n26 n27 n28 LED dedicato Descrizione Parametro inibizione scrittura/inizializzazione parametri Selezione modalit operativa Selezione modalit di fermata Selezione il senso di rotazione (avanti)/(indietro) Selezione inibizione rotazione inversa Selezione ingresso multifunzione 1 (S1) Selezione ingresso multifunzione 2 (S2) Selezione ingresso multifunzione 3 (S3) Selezione uscita multifunzione 1 (MA, MB) Selezione uscita multifunzione 2 (PA) Frequenza di riferimento 1 Frequenza di riferimento 2 Frequenza di riferimento 3 Frequenza di riferimento 4 Frequenza di riferimento 5 Frequenza di riferimento 6 Frequenza di riferimento 7 Frequenza di riferimento 8 Frequenza di jog Tempo di accelerazione 1 Tempo di decelerazione 1 Tempo di accelerazione 2 Tempo di decelerazione 2 Frequenza massima Tensione max. modelli a 200 V Tensione max. modelli a 400 V Frequenza alla massima tensione (frequenza base) Frequenza di uscita intermedia Tensione alla frequenza di uscita intermedia modelli a 200 V Tensione alla frequenza di uscita intermedia modelli a 400 V Frequenza di uscita minima Tensione alla frequenza di uscita minima Protezione termica elettronica Caratteristica della protezione termica elettronica Prevenzione di stallo durante la decelerazione Range di Impostazione 0, 1, 2, 8, 9 da 0 a 11 0, 1 For, rEv 0, 1 da 0 a 14 da 1 a 14 da 1 a 15 da 0 a 12 da 0 a 12 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 999 da 0,0 a 999 da 0,0 a 999 da 0,0 a 999 da 50,0 a 400 da 1 a 255 da 2 a 510 da 0,6 a 400 da 0,5 a 399 da 1 a 255 da 1 a 510 Impostazione di fabbrica 1 0 0 For 0 1 2 4 1 0 6,0 [Hz] 0,0 [Hz] 0,0 [Hz] 0,0 [Hz] 0,0 [Hz] 0,0 [Hz] 0,0 [Hz] 0,0 [Hz] 6,0 [Hz] 10,0 [s] 10,0 [s] 10,0 [s] 10,0 [s] 60,0 [Hz] 200 [V] 400 [V] 60,0 [Hz] 1,5 [Hz] 12 [V] 12 [V]

n29 n30 n31 n32 n33

da 0,5 a 10,0 1,5 [Hz] da 1 a 50 12 [V] da 0,0 a nota 1 Nota 1 da 0 a 4 0, 1 0 0

31

Predisposizione al Funzionamento
Parametro n34 n35 n36 n37 n38 n39 n40 n41 n42 n43 n44 n45 n46 n47 n48 n49 n50 n51 n52 n53 n54 n55 n56 n57 n58 n59 n60 n65 n66 n68 n69 n71 n74 n78 n82 n83 Note: 1. LED dedicato Descrizione Livello di prevenzione di stallo durante laccelerazione Livello di prevenzione di stallo durante il funzionamento Modalit operativa dopo un ripristino da una mancanza di tensione Frequenza di modulazione Boost automatico di coppia Guadagno frequenza di riferimento Polarizzazione sulla frequenza di riferimento Limite superiore frequenza di riferimento Limite inferiore frequenza di riferimento Selezione funzionamento di ingresso frequenza di riferimento Uscita analogica multifunzione Guadagno uscita analogica multifunzione Iniezione di c.c. Tempo di iniezione c.c. Tempo di iniezione c.c. allavviamento Accelerazione e decelerazione a curva a S Rilevamento sovracoppia Livello di rilevamento sovracoppia Tempo di rilevamento sovracoppia Livello di rilevamento frequenza Guadagno compensazione scorrimento Corrente a vuoto motore Salto di frequenza 1 Salto di frequenza 2 Salto di frequenza 3 Ampiezza salto Numero di tentativi di ripartenza in caso di errore Unit di misura monitor frequenza di riferimento Selezione modalit di stop in caso di Time Over Archivio errori Numero PROM (riferimento produttore) Selezione del Baud Rate Selezione Parit Tempo di attesa per linvio del comando Modo di trasmissione per JVOP-122 Indirizzo di Slave

Capitolo 4
Range di Impostazione da 30 a 200 da 30 a 200 0, 1, 2 1, 2, 3, 4 da 0,0 a 3.0 da 0,10 a 2.00 da 99 a 99 da 0 a 110 da 0 a 110 0, 1 0, 1 da 0,00 a 2,00 da 0 a 100 da 0,0 a 5,0 da 0,0 a 5,0 da 0 a 3 da 0 a 4 da 30 a 200 da 0,1 a 10,0 da 0,0 a 400 da 0,0 a 9,9 da 0 a 99 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 400 da 0,0 a 25,5 da 0 a 10 Impostazione di fabbrica 170 (%) 160 (%) 0 4 1,0 1,00 (volte) 0 (%) 100 (%) 0 (%) 0 0 0,30 50 (%) 0,5 (secondi) 0,0 (secondi) 0 0 160 (%) 0,1 (secondi) 0,0 (Hz) 0,0 (%) 40 (%) 0,0 (Hz) 0,0 (Hz) 0,0 (Hz) 1,0 (Hz) 0 (volte)

0, 1, 2, 3 0 0, 1, 2 0 (Sola visualizzazione) (Sola visualizzazione) 0, 1, 2, 3 2 0, 1, 2 0 da 5 a 40 5 (msec) 0, 1, 2 0 da 0 a 31 0

Il range di impostazione e limpostazione di fabbrica per il parametro numero 31 (protezione termica elettronica) sono in funzione del modello di Inverter. Per dettagli fare riferimento alla pagina 40. Normalmente impostare nel parametro numero 31 la corrente nominale di targa del motore.

2. Visualizzando il numero di un parametro corrispondente ad un LED nella colonna dei LED dedicati si provoca laccensione del relativo LED. 3. I parametri successivi al primo possono essere impostati a condizione che il parametro numero 1 (n01) sia impostato ad 1.

32

Predisposizione al Funzionamento
H Descrizione delle funzioni dei parametri
n01 Range di impostazione

Capitolo 4

Parametro inibizione scrittura/inizializzazione parametri 0, 1, 2, 8, 9 Impostazione di fabbrica 1

Pu essere scelto uno dei seguenti valori: Valore 0 1 2* Descrizione Si pu impostare solo il parametro n01. Tutti i parametri possono essere visualizzati ed impostati (solo in STOP). Come 1, ma i parametri n04, 11-23, 38-40, 45, 54 possono essere visualizzati ed impostati in RUN. Attenzione Con questa impostazione, per poter accedere ai parametri necessario premere contemporaneamente i tasti 8 Tutti i parametri sono riportati allimpostazione di fabbrica (2 fili). 9 LInverter viene inizializzato in modalit sequenza a tre fili. * Funzione disponibile sul modello MA-CUE/MA-CUE-S1 Nota Qualora i parametri debbano essere impostati indispensabile che il parametro numero 01 sia impostato ad 1. I parametri con i LED dedicati possono essere impostati indipendentemente dal parametro n01.

Esempio di modalit sequenza a tre fili Switch Stop Switch Run Comando di marcia (marcia quando chiuso) Comando di arresto (arresto quando aperto) Selezione marcia avanti/indietro (marcia avanti quando aperto; marcia indietro quando chiuso) Comune

Esempio di funzionamento Marcia avanti Funzionamento motore Marcia indietro Comando di Run Comando di Stop Comando marcia avanti/indietro

33

Predisposizione al Funzionamento
n02 Range di impostazione da 0 a 11 Seleziona Modalit di Funzionamento Impostazione di fabbrica 0

Capitolo 4

Questo parametro viene utilizzato per specificare se lInverter deve essere gestito mediante la Console di Programmazione oppure mediante segnali esterni. Valore Comando Run Frequenza di riferimento 0 Console Console di programmazione (n11) 1 Circuito di controllo Console di programmazione (n11) 2 Console Circuito di controllo (ingresso in tensione) 3 Circuito di controllo Circuito di controllo (ingresso in tensione) 4 Console Circuito di controllo (ingresso in corrente) 5 Circuito di controllo Circuito di controllo (ingresso in corrente) 6* Console Comunicazione 7* Circuito di controllo Comunicazione 8* Comunicazione Console di programmazione (n11) 9* Comunicazione Circuito di controllo (ingresso in tensione) 10* Comunicazione Circuito di controllo (ingresso in corrente) 11* Comunicazione Comunicazione * Funzioni disponibili sul modello MA-CUE/MA-CUE-S1 Impostazione DIP switch OFF OFF OFF OFF ON ON OFF OFF OFF OFF ON OFF

Note: 1. Le impostazioni elencate in precedenza possono essere effettuate selezionando il parametro numero 02. Questa operazione inoltre possibile selezionando il LED dedicato MODE. 2. Il DIP switch si trova allinterno dellInverter. Occorre impostare opportunamente questo switch quando linverter deve essere gestito con il riferimento in corrente (da 4 a 20 mA). Per maggiori dettagli fare riferimento al Capitolo 72 Frequenza di Riferimento con Corrente in Ingresso. Se il riferimento in ingresso in tensione, non impostare mai il DIP switch ad ON. Lapparecchiatura potrebbe danneggiarsi. 3. Se le frequenze di riferimento (da impostare a 2, 3, 4 o 5) vengono impostate mediante i circuiti di controllo, il comando analogico verr considerato come frequenza di riferimento 1. Se viene utilizzato un comando di multivelocit per lingresso multifunzione, sono disponibili le frequenze di riferimento da 2 a 8. n03 Range di impostazione Seleziona Modalit di Fermata Impostazione di fabbrica

0, 1

Questo parametro viene utilizzato per specificare la modalit di arresto quando si preme il tasto STOP/RESET o quando il comando di RUN viene tolto. Valore 0 1 Arresto con rampa Arresto per inerzia Descrizione

Esempio di arresto con rampa Tempo di decelerazione 1 Frequenza di uscita minima determinata con il (n21) valore impostato nel parametro n29: impostazione di fabbrica a 1,5 kHz Tempo Marcia avanti (Marcia indietro) Comando di funzionamento Tempo di controllo interruzione CC determinato con il valore impostato nel parametro n47: impostazione di fabbrica a 0,5 secondi

Frequenza di uscita

ON OFF

34

Predisposizione al Funzionamento
Esempio di arresto per inerzia Frequenza di uscita Inerzia del motore

Capitolo 4

Tempo Marcia avanti (Marcia indietro) Comando di funzionamento n04 Range di impostazione for, reU

ON OFF Seleziona Senso Rotazione (avanti/indietro) impostazione di fabbrica for (rotazione avanti)

Questo parametro utilizzato per specificare il senso di rotazione del motore quando lInverter viene gestito con la Console di Programmazione. Valore for reU Note: 1. Rotazione avanti Rotazione indietro Gestendo lInverter mediante la Console di Programmazione, il senso di rotazione del motore pu essere invertito selezionando il LED F/R mediante il tasto Modo, seguito dal tasto Incremento o Decremento per modificarne limpostazione che deve essere confermata premendo il tasto Enter. Descrizione

2. Il senso di rotazione del motore, (avanti/indietro), dipende dal modello di motore utilizzato. Riferirsi al manuale istruzioni del motore. n05 Seleziona Inibizione Rotazione Indietro (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione 0, 1 Impostazione di fabbrica 0 Questo parametro utilizzato per specificare se abilitare o disabilitare il comando di rotazione indietro inviato allinverter dal circuito di controllo o dalla console. Se il parametro viene impostato su rotazione inversa non abilitata, linverter non accetta alcun comando di rotazione indietro. Il parametro deve essere impostato su rotazione inversa non abilitata quando linverter viene applicato a sistemi che proibiscono la rotazione indietro. Valore 0 1 Rotazione inversa abilitata Rotazione inversa non abilitata Descrizione

n06 Selezione Ingresso Multifunzione 1 Range di impostazione da 0 a 14

Impostazione di fabbrica

1 (ripristino guasto)

n07 Selezione Ingresso Multifunzione 2 (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 14 Impostazione di fabbrica 2 (guasto esterno: contatto a) n08 Selezione Ingresso Multifunzione 3 (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 15 Impostazione di fabbrica 4 (comando di multivelocit 1) Per impostare i parametri di ingresso multifunzione n06, n07 ed n08 si selezioni uno dei seguenti valori. Valore 0 1 2 3 4 5* Descrizione Comando di marcia avanti/indietro (sequenza a 3 fili) Ripristino allarme (ripristino allarme quando ON) Guasto esterno (contatto a: guasto esterno quando ON) Guasto esterno (contatto b: guasto esterno quando OFF) Comando multivelocit 1 Comando multivelocit 2

35

Predisposizione al Funzionamento
Valore 6*

Capitolo 4

Descrizione Comando multivelocit 3 (utilizzato anche come comando di attivazione del tempo di accelerazione e decelerazione 2) 7* Comando di jog 8* Comando di attivazione del tempo di accelerazione e decelerazione 2 (tempo di accelerazione e decelerazione 2 quando ON) 9* Comando di blocco delle basi esterno (blocco delle basi quando ON) 10* Comando di blocco delle basi esterno (blocco delle basi quando OFF) 11* Comando di ricerca velocit (la ricerca inizia dalla frequenza massima) 12* Comando di ricerca velocit (la ricerca inizia dalla frequenza prestabilita) 13* Comando di inibizione accelerazione/decelerazione (ON: mantiene la frequenza di uscita senza controllo di accelerazione o decelerazione) 14* Selezione locale o remota (nota 2) 15* Comando UpDown (impostato solo con n08) (nota 3) 16** Stop di emergenza e segnalazione di errore (contatto di ingresso NA) 17** Stop di emergenza e nessuna segnalazione di errore (contatto di ingresso NA) 18** Stop di emergenza e segnalazione di errore (contatto di ingresso NC) 19** Stop di emergenza e nessuna segnalazione di errore (contatto di ingresso NC) 20**, 21** Non disponibile 22** LED mostra lo stato di trasmissione Tx/Rx 23** Modalit AutoText * Funzioni disponibili sul modello M-CE/MA-CUE ** Funzioni disponibili sul modello MA-CUE Note: 1. Ognuno dei valori sopra indicati pu essere utilizzato per un solo parametro di ingresso multifunzione. 2. Se il parametro di ingresso multifunzione viene impostato a 14 (selezione locale o remota), utilizzando un segnale esterno possibile selezionare per la gestione dellinverter la console o il circuito di controllo. La console o il circuito di controllo possono essere tuttavia selezionati solo quando linverter non in marcia. OFF: linverter viene reso operativo secondo nella Run impostata nel parametro n02. ON: linverter viene controllato con la console. 3. Se si imposta il parametro n08 sul valore 15, il valore impostato nel parametro n07 non valido. In questo caso, lingresso multifunzione 2 (S2) accetta il comando Incrementa (Up) e lingresso multifunzione 3 (S3) accetta il comando Decrementa (Down). Circuito di controllo S2 Circuito di controllo S3 Condizione di marcia ON OFF Incrementa OFF ON Decrementa OFF ON OFF ON Mantenimento Mantenimento

S Se viene scelta una frequenza inferiore alla frequenza minima, viene utilizzata la frequenza minima; se viene invece scelta una frequenza superiore alla frequenza massima, viene utilizzata la frequenza massima. S Il ritmo dellaccelerazione e della decelerazione con il comando UpDown si adatta ai valori impostati nei parametri compresi tra ln21 e ln24 per il tempo di accelerazione e decelerazione. S Se, mentre linverter sta incrementando o diminuendo la propria frequenza di uscita, viene inviato un comando multivelocit o di jog, linverter d priorit a tale comando. 4. Se i parametri compresi n06, n07 ed n08 vengono impostati rispettivamente sui valori 4, 5 e 6, linverter pu operare con 8 multivelocit. Comando frequenza selezionato = 1 + (comando multivelocit 1) + (comando multivelocit 2) x 2 + (comando multivelocit 3) x 4 I comandi multivelocit sopra menzionati vengono impostati a 1 quando il comando multivelocit ON e a 0 quando OFF.

36

Predisposizione al Funzionamento
Esempio di funzionamento con multivelocit Frequenza in uscita

Capitolo 4

Multivelocit 1 Multivelocit 2 Multivelocit 3 Multivelocit 4

Comando di marcia Comando multivelocit 1 Comando multivelocit 2 Nota Il comando multivelocit 3 viene utilizzato anche come comando di cambio accelerazione/decelerazione.

Selezione Uscita Multifunzione 1 (MA ed MB) n09 Range di impostazione da 0 a 13 Impostazione di fabbrica

1 (funzionamento in corso)

n10 Selezione Uscita Multifunzione 2 (PA) (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 13 Impostazione di fabbrica 0 (presenza guasto) Per luscita contatto multifunzione (MA ed MB) e luscita fotoaccoppiatore multfunzione (PA) possibile specificare uno dei seguenti valori. Descrizione Presenza guasto (presenza guasto quando ON) Inverter in marcia (frequenza di riferimento in uscita) Rilevamento frequenza (nota 1) Funzionamento a vuoto Rilevamento frequenza (la frequenza in uscita uguale o maggiore del livello di frequenza determinato con il valore impostato nel parametro n53). 5* Rilevamento frequenza (la frequenza in uscita uguale o inferiore al livello di frequenza determinato con il valore impostato nel parametro n53). 6* Rilevamento sovracoppia 7* Blocco delle basi in corso 8* UV in corso (rilevamento tensione insufficiente) 9* Ricerca velocit in corso 10* Modalit Run (nota 2) 11** Funzionamento normale (presenza di guasto quando OFF) 12** Ready 13** Uscita impostata da trasmissione * Funzioni disponibili sul modello M-CUE/MA-CUE ** Funzioni disponibili sul modello MA-CUE Valore 0 1 2 3* 4* Note 1. Luscita ON quando la differenza tra la frequenza di riferimento e la frequenza di uscita rientra entro i 2 Hz. Se la differenza 4 Hz o superiore, luscita OFF. 2. Luscita ON quando si seleziona LOCAL dalla console. n11 Frequenza di riferimento 1 da 0,0 a 400 (Hz) Impostazione di fabbrica 6,0 (Hz)

Range di impostazione n12 ... n18

Frequenza di riferimento 2 ... 8 (i parametri dal n13 al n18 sono disponibili sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,0 a 400 (Hz) Impostazione di fabbrica 0,0 (Hz)

37

Predisposizione al Funzionamento
Lunit di impostazione la seguente: da 0,0 a 99.9 (Hz): 0,1 (Hz) da 100 a 400 (Hz): 1 (Hz)

Capitolo 4

Per impostare i valori delle frequenze di riferimento vengono utilizzati i seguenti parametri.

Il valore della frequenza di riferimento pu essere modificato anche durante la marcia. Per modificarlo, selezionare innanzitutto il LED FREF con il tasto Modo, poi premere il tasto Incremento o Decremento e infine premere il tasto Enter. Per modificare i parametri dalln12 alln18 durante la marcia, selezionare la frequenza di riferimento desiderata con il comando multivelocit e poi eseguire loperazione sopra descritta. Per utilizzare i parametri n11 (frequenza di riferimento 1) e n12 (frequenza di riferimento 2), impostare il valore 4 (comando multivelocit 1) in uno dei parametri tra ln06 e ln08 (selezione ingressi multifunzione). Per utilizzare i parametri dalln11 alln14 (frequenze di riferimento da 1 a 4), impostare il valore 4 (comando multivelocit 1) e il valore 5 (comando multivelocit 2) in due dei parametri tra ln06 e l08 (selezione ingressi multifunzione). Per utilizzare i parametri dalln11 alln18 (frequenze di riferimento da 1 a 8), impostare il valore 4 (comando multivelocit 1), il valore 5 (comando multivelocit 2) e il valore 6 (comando multivelocit 3) nei parametri dalln06 alln08 (selezione ingressi multifunzione). n19 Frequenza di jog (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,0 a 400 (Hz) Impostazione di fabbrica

6,0 (Hz)

Questo parametro efficace quando lingresso multifunzione viene configurato come comando di jog. Quando viene inviato il comando di marcia mentre il comando frequenza di jog ON, il motore funziona alla frequenza di jog preimpostata. n20 Tempo di accelerazione 1 da 0,0 a 999 (secondi) Impostazione di fabbrica 10,0 (secondi)

Range di impostazione n21

Tempo di decelerazione 1 da 0,0 a 999 (secondi) Impostazione di fabbrica 10,0 (secondi)

Range di impostazione n22

Tempo di accelerazione 2 (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) da 0,0 a 999 (secondi) Impostazione di fabbrica 10,0 (secondi)

Range di impostazione n23

Tempo di decelerazione 2 (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) da 0,0 a 999 (secondi) Impostazione di fabbrica 10,0 (secondi)

Range di impostazione

Questi parametri possono essere utilizzati per impostare il tempo di accelerazione (richiesto per aumentare la frequenza di uscita dallo stato di arresto alla frequenza massima) e il tempo di decelerazione (richiesto per diminuire la frequenza di uscita dalla frequenza massima allo stato di arresto). (Impostare la frequenza massima nel parametro n24.) Lunit di impostazione la seguente: da 0,0 a 99,9 (secondi): 0,1 (secondi) da 100 a 999 (secondi): 1 (secondi) I tempi di accelerazione e decelerazione possono essere modificati anche durante la marcia. Se, ad esempio, si vuole modificare il tempo di accelerazione, selezionare il LED ACC con il tasto Modo, poi premere il tasto Incremento o Decremento per modificare il valore e infine premere il tasto Enter. Allo stesso modo possibile modificare il tempo di decelerazione (prima di modificare il tempo di decelerazione, selezionare il LED DEC). Queste impostazioni dei parametri sono sempre valide, a prescindere dal fatto che linverter sia reso operativo dalla console o dal circuito di controllo.

38

Predisposizione al Funzionamento
Esempio delle impostazioni dei parametri n20, n21, n22 ed n23 Frequenza di uscita

Capitolo 4

Iniezione di c.c. (50% del valore di n31) Frequenza massima 0,5 secondi

Tempo Tempo di accelerazione n24 Range di impostazione Unit di impostazione n25 Range di impostazione Unit di impostazione n26 Range di impostazione Unit di impostazione Tempo di decelerazione

Frequenza Massima da 50,0 a 400 [Hz] Impostazione di fabbrica da 50,0 a 99,9 [Hz] : 0,1 [Hz] da 100 a 400 [Hz] : 1 [Hz] Tensione Massima da 1 a 255 [V] (mod. a 200 V) Impostazione di fabbrica da 2 a 510 [V] (mod. a 400 V) Impostazione di fabbrica 1 [V] 200 [V] (mod. a 200 V) 400 [V] (mod. a 400 V) 60,0 [Hz]

Frequenza per Tensione Massima (Frequenza Base) da 1,6 a 400 [Hz] Impostazione di fabbrica da 1,6 a 99,9 [Hz] : 0,1 [Hz] da 100 a 400 [Hz] : 1 [Hz] 60,0 [Hz]

Questi tre parametri vengono utilizzati per impostare la curva V/f. Verificare le specifiche del motore ed impostare ogni parametro come segue : n24: Frequenza massima n25: Tensione massima n26: Frequenza per tensione massima (frequenza base) Il valore impostato in n24 (frequenza massima) deve essere maggiore od uguale al valore impostato in n26 (frequenza base), altrimenti verr segnalato un errore. Esempio dei parametri n24, n25 ed n26 Tensione in uscita [V] Tensione massima

Frequenza in uscita [Hz] Frequenza per tensione massima (frequenza base) Frequenza massima

39

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

n27 Frequenza di uscita intermedia (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,5 a 399 (Hz) Impostazione di fabbrica 1,5 (Hz) Unit di impostazione da 0,5 a 99.9 (Hz) : 0.1 (Hz) da 100 a 399 (Hz) : 1 (Hz) n28 Tensione frequenza di uscita intermedia (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 1 a 255 (V) (mod. a 200 V) Impostazione di fabbrica 12 (V) da 1 a 510 (V) (mod. a 400 V) Impostazione di fabbrica 12 (V) Unit di impostazione 1 (V) n29 Frequenza di uscita minima (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,5 a 10,0 (Hz) Impostazione di fabbrica 1,5 (Hz) Unit di impostazione 0,1 (Hz) n30 Tensione frequenza di uscita minima (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 1 a 50 (V) Impostazione di fabbrica 12 (V) Unit di impostazione 1 (V) Questi parametri servono a controllare tutte le macchine le cui caratteristiche di carico cambiano con la rotazione del motore incorporato nella macchina stessa, quali le ventole e pompe. Impostare la curva V/f in modo che si adegui alle caratteristiche di coppia e di frequenza del motore. Questi parametri devono soddisfare la condizione seguente, altrimenti si verifica un errore: n29 n27 < n26 n24 Se il valore impostato nel parametro n29 e quello impostato nel parametro n27 sono uguali, il valore impostato nel parametro n28 viene ignorato. Esempio dei parametri n27, n28, n29 e n30 Tensione in uscita (V) Tensione massima n29 x n27 t n26 x n24

Frequenza in uscita (Hz)

n31 Range di impostazione Unit di impostazione

Protezione Termica Elettronica da 0,0 a (nota 1) [A] 0,1 [A] Impostazione di fabbrica Vedi nota 2

Questo parametro viene utilizzato per definire il valore di corrente di riferimento utilizzato per il calcolo della protezione termica elettronica consentendo di proteggere il motore da eventuali surriscaldamenti. Impostare questo parametro con la corrente di targa del motore. Se in questo parametro viene definito il valore 0,0, viene disabilitata la protezione termica elettronica. Il range di impostazione e limpostazione di fabbrica per questo parametro sono i seguenti: 3G3EVAB001 AB002 A2004/AB004 A2007/AB007 A2015/AB015 Massima potenza applicabile al motore 0,1 [kW] 0,2 [kW] 0,4 [kW] 0,75 [kW] 1,5 [kW] Range di impostazione (limite superiore) 0,9 [A] 1,8 [A] 3,6 [A] 6,0 [A] 8,4 [A] Impostazione di fabbrica 0,6 [A] 1,1 [A] 1,9 [A] 3,3 [A] 6,2 [A]

40

Predisposizione al Funzionamento
3G3EVA4002 A4004 A4007 A4015 Massima potenza applicabile al motore 0,37 [kW] 0,55 [kW] 1,1 [kW] 1,5 [kW] Range di impostazione (limite superiore) da 0 a 120 % della corrente nominale del motore

Capitolo 4
Impostazione di fabbrica 0,6 [A] 1 [A] 1,6 [A] 3,1 [A]

n32 Abilitazione protezione Termica Elettronica (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 4 Impostazione di fabbrica 0 Questo parametro viene utilizzato per abilitare una protezione termica elettronica. Impostando il parametro a 4, viene disabilitata la protezione termica elettronica e non viene quindi rilevato leventuale sovraccarico del motore. Valore 0 1 2 3 4 Nota Descrizione Motore standard con tempo di intervento standard Motore standard con tempo di intervento breve Motore dedicato con tempo di intervento standard Motore dedicato con tempo di intervento breve Nessuna protezione termica

Se si utilizza un unico inverter per far funzionare pi di un motore, si deve impostare il parametro n32 a 4 oppure il parametro n31 a 0,0 e si deve collegare il rel termico a ognuno dei motori. Prevenzione di Stallo in Decelerazione impostazione di fabbrica 0

n33 Range di impostazione

0, 1

Quando lenergia rigenerata del motore provoca un aumento della tensione in c.c. la decelerazione viene interrotta. Ci previene interventi della protezione contro la sovratensione. Quando la tensione c.c. diminuisce, riprende la decelerazione fino al valore impostato. Valore 0 1 Nota Descrizione Prevenzione di stallo in decelerazione abilitata Prevenzione di stallo in decelerazione disabilitata

Se deve essere collegata una resistenza di frenatura, questo parametro (n 33) dovr sempre essere impostato al valore 1 (prevenzione di stallo in decelerazione disabilitata).

Esempio di stallo in fase di decelerazione Frequenza di uscita Il tempo di decelerazione tenuto sotto controllo per prevenire sovratensioni

Tempo (Impostato) Tempo di decelerazione

41

Predisposizione al Funzionamento
n34

Capitolo 4

Livello di Prevenzione di Stallo in Fase di Accelerazione (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 30 a 200 (%) Impostazione di fabbrica 170 (%) Unit di impsotazione 1 (%) Livello di Prevenzione di Stallo Durante il Funzionamento (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 30 a 200 (%) Impostazione di fabbrica 160 (%) Unit di impostazione 1 (%) Questi parametri servono a diminuire la frequenza in uscita in modo che linverter continui a funzionare senza andare in stallo. Impostare i parametri in percentuale riferendosi alla corrente nominale dellinverter. Esempio di prevenzione di stallo in fase di accelerazione Corrente in uscita n35

Tempo Frequenza in uscita

La frequenza in uscita controllata in modo che linverter non vada in stallo. Tempo Esempio di prevenzione di stallo durante la marcia Corrente in uscita

Tempo Frequenza in uscita

La frequenza in uscita controllata in modo che linverter non vada in stallo. Tempo

42

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

n36 Modalit operativa dopo un ripristino da una mancanza di tensione Range di impostazione 0, 1, 2 impostazione di fabbrica 0 Questo parametro viene usato per definire il comportamento dellinverter dopo il ripristino a seguito di una temporanea caduta di tensione. Valore 0 1 2 Nota Descrizione Arresto inverter. Linverter riprende la marcia a condizione che linterruzione non superi i 0,5 secondi. Linverter riprende la marcia incondizionatamente (nessuna segnalazione di errore). Se nel parametro n 36 vengono selezionati i valori 1 o 2, lInverter ricerca automaticamente la velocit del motore (anche quando il motore gira liberamente per inerzia) riprendendo la marcia in modo scorrevole. Questa funzione viene definita ricerca velocit.

Funzione ricerca velocit Velocit motore Motore libero LInverter riprende la marcia Tempo n37 Range di impostazione Frequenza di modulazione impostazione di fabbrica

1, 2, 3, 4

4 (10 kHz)

Questo parametro viene utilizzato per definire la frequenza portante per luscita PWM. Valore 1 2 3 4 Nota 2,5 (kHz) 5 (kHz) 7,5 (kHz) 10 (kHz) Unelevata frequenza di modulazione garantisce unottima linearit del motore e un basso rumore metallico del motore stesso. Per contro, per, unelevata frequenza di modulazione pu generare dei disturbi a radiofrequenza i quali potrebbero influenzare i dispositivi esterni. Tali disturbi aumentano proporzionalmente alla lunghezza del cavo. Per ovviare a questo inconveniente occorre impostare la frequenza di modulazione come descritto di seguito. S Per cavi di lunghezza non superiore ai 50 metri: 10 kHz o meno S Per cavi di lunghezza compresa fra i 50 ed i 100 metri: 5 kHz o meno n38 Boost Automatico di Coppia (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,0 a 3,0 Impostazione di fabbrica 1,0 Unit di impostazione 0,1 Durante il normale funzionamento dellinverter non necessario impostare questo parametro. Se la distanza del cablaggio tra il motore e linverter notevole, impostare un valore elevato. Se il motore vibra, impostare un valore ridotto. n39 Range di impostazione Unit di impostazione Guadagno della frequenza di riferimento da 0,10 a 2,00 impostazione di fabbrica 1,00 0,01 (volte) Frequenza di modulazione

43

Predisposizione al Funzionamento
n40 Range di impostazione Unit di impostazione Polarizzazione della frequenza di riferimento (BIAS) da 99 a 99 (%) impostazione di fabbrica 0 (%) 1 (%)

Capitolo 4

Questi parametri vengono utilizzati per impostare una relazione fra lingresso analogico di riferimento presente tra i morsetti FR e FC e la frequenza di uscita dellinverter. Polarizzazione e guadagno della frequenza di riferimento Frequenza di riferimento Frequenza massima n39 + b 10 n40 + a n24

100

Valore desiderato a[Hz] 0V Valore desiderato b[V] 10 V

Tensione in ingresso

n41 Limite Superiore Frequenza di Riferimento (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 110 (%) Impostazione di fabbrica 100 (%) Unit di impostazione 1 (%) n42 Limite Inferiore Frequenza di Riferimento (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 110 (%) Impostazione di fabbrica 0 (%) Unit di impostazione 1 (%) I valori nei parametri n41 e n42 si riferiscono al valore impostato nel parametro n24 (frequenza massima). Se i parametri n41 e n42 vengono impostati a 0, linverter continua a funzionare con il valore impostato nel parametro n42. Se il valore impostato nel parametro n42 inferiore a quello definito nel parametro n29 per la frequenza minima in uscita, linverter non funziona. Esempio di limite superiore e di limite inferiore della frequenza di riferimento Frequenza massima Limite superiore frequenza di riferimento Limite inferiore frequenza di riferimento Frequenza di riferimento prestabilita Morsetto di Ingresso Frequenza di Riferimento (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) n43 Range di impostazione 0, 1 Impostazione di fabbrica 0 Se non si utilizza il potenziometro, il morsetto FR pu essere programmato come ripristino guasto se gli altri ingressi multifunzione sono configurati in altra modalit. Valore 0 1 n43 = 0 FS Valore frequenza di riferimento FR FC Ripristino guasti FC Descrizione Abilita il morsetto FR a funzionare come morsetto di ingresso frequenza di riferimento. Abilita il morsetto FR a funzionare come morsetto di ingresso ripristino guasti. n43 = 1 FS FR

44

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

n44 Uscita Analogica Multifunzione (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione 0, 1 Impostazione di fabbrica 0 Questo parametro viene utilizzato per selezionare la modalit di funzionamento delluscita analogica multifunzione (AM e AC). Valore 0 1 Frequenza in uscita Corrente in uscita Descrizione

n45 Guadagno di Uscita Analogica Multifunzione (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,00 a 2,00 Impostazione di fabbrica 0,30 Unit di impostazione 0,01 Questo parametro viene utilizzato per impostare un fattore di scala tra la tensione analogica in uscita e la frequenza in uscita (o la corrente in uscita). Rapporto tra la tensione analogica in uscita e la frequenza in uscita (corrente in uscita) Impostazione di fabbrica Frequenza massima (o corrente) (n45 = 0.30) in percentuale 100 % n45 = 1,00

3V

10 V

Tensione analogica in uscita

Iniezione di c.c. allarresto (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) n46 Range di impostazione da 0 a 100 (%) Impostazione di fabbrica 50 (%) Unit di impostazione 1 (%) n47 Tempo di iniezione di c.c. allarresto (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,0 a 5.0 (secondi) Impostazione di fabbrica 0,5 (secondi) Unit di impostazione 0,1 (secondi) Questi parametri sono attivi quando il parametro n03 viene impostato a 0. Il valore definito nel parametro n46 si riferisce alla corrente nominale dellinverter. Frequenza in uscita Frequenza in uscita minima determinata con il parametro n29 Tempo Tempo di iniezione c.c. determinato con il parametro n47 Tempo di iniezione c.c. alla partenza (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) n48 Range di impostazione a0,0 a 5,0 (secondi) Impostazione di fabbrica 0,0 (secondi) Unit di impostazione 0,1 (secondi) Se il parametro n48 viene impostato a 0, non c corrente c.c. Frequenza in uscita Frequenza in uscita minima determinata con il parametro n29 Tempo Tempo di iniezione della corrente c.c. per la partenza determinata con il parametro n48

45

Predisposizione al Funzionamento
n49

Capitolo 4

Caratteristica Accelerazione e Decelerazione a S (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 3 Impostazione di fabbrica 0 (Nessuna accelerazione o decelerazione a S) Questo parametro viene utilizzato per laccelerazione e la decelerazione a S dellinverter per diminuire movimenti bruschi sulla macchina in fase di avvio e di arresto. Valore 0 1 2 3 Nota Descrizione Nessuna accelerazione e decelerazione a S Tempo caratteristica a S impostato a 0,2 secondi Tempo caratteristica a S impostato a 0,5 secondi Tempo caratteristica a S impostato a 1,0 second

Se il parametro viene impostato a 1, 2 o 3, il tempo di accelerazione o decelerazione aumenta rispettivamente di 0,2, 0,5 o 1,0 secondi. Frequenza in uscita Nessuna accelerazione o decelerazione a S

S: Tempo caratteristica a S S S Tempo

Selezione Funzione Rilevamento Sovracoppia (disponibile sul modello M-CE/MACUE) n50 Range di impostazione da 0 a 4 Impostazione di fabbrica 0 n51 Livello di Rilevamento Sovracoppia (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 30 a 200 (%) Impostazione di fabbrica 160 (%) Unit di impostazione 1 (%) n52 Tempo di Rilevamento Sovracoppia (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione a 0,1 a 10 (secondi) Impostazione di fabbrica 0,1 (secondi) Unit di impostazione 0,1 (secondi) Quando viene applicato un carico eccessivo al sistema, linverter rileva laumento della corrente in uscita e visualizza un allarme in funzione delle impostazioni dei parametri n09 e n10 (selezione uscita multifunzione). Il parametro n50 viene utilizzato per specificare se la sovracoppia deve essere controllata e per definire lazione da intraprendere. Valori n50 0 1 Descrizione Linverter non controlla la sovracoppia. Linverter controlla la sovracoppia solo quando la velocit coincide con quella impostata. Linverter continua a funzionare, anche dopo che la sovracoppia stata rilevata, segnalando lallarme. Linverter controlla la sovracoppia solo quando la velocit coincide con quella impostata. Quando viene rilevata la sovracoppia, linverter si arresta, segnalando lerrore. Linverter controlla sempre la sovracoppia durante la marcia. Quando viene rilevata la sovracoppia, linverter continua a funzionare segnalando un allarme. Linverter controlla sempre la sovracoppia durante la marcia. Quando viene rilevata la sovracoppia, linverter si arresta segnalando lerrore.

2 3 4

Il parametro n51 viene utilizzato per impostare il livello di rilevamento della sovracoppia. Specificare il valore in percentuale della corrente nominale in uscita. Il parametro n52 viene utilizzato per impostare il tempo di rilevamento della sovracoppia (in secondi).

46

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

n53 Livello di Rilevamento Frequenza (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,4 a 400 (Hz) Impostazione di fabbrica 0,0 (Hz) Unit di impostazione da 0,0 a 99,9 (Hz): 0.1(Hz) da 100 a 400 (Hz): 1 (Hz) Quando la frequenza in uscita inferiore o superiore al valore impostato nel parametro n53, linverter visualizza un allarme in base alle impostazioni dei parametri n09 e n10 (selezione uscita multifunzione). Per utilizzare la funzione di rilevamento frequenza, impostare sempre i parametri n09 ed n10 (selezione uscita multifunzione) a 4 (la frequenza di uscita il livello di rilevamento della frequenza impostato nel parametro n53) o a 5 (la frequenza di uscita il livello di rilevamento della frequenza impostato nel parametro n53). n54 Guadagno Compensazione Scorrimento (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,0 a 9,9 (%) Impostazione di fabbrica 0,0 (%) Unit di impostazione 0,1 (%) n55 Corrente Motore a vuoto (disponibile sul modello M-CE/MACUE) Range di impostazione 0 to 99 (%) Impostazione di fabbrica 40 (%) Unit di impostazione 1 (%) La funzione di compensazione dello scorrimento mantiene la velocit di rotazione del motore costante al variare del carico. Senza questa funzione, se il carico aumenta, lo scorrimento aumenta e la velocit di rotazione del motore diminuisce. Per ottenere i valori da impostare nei parametri n54 ed n55 fare riferimento alle seguenti formule. n54 = (Velocit di sincronismo giri nominali del motore)/velocit di sincronismo x 100 Velocit di sincronismo = 120/P f P: N. poli f: Frequenza nominale n55 = (Corrente di uscita a vuoto/corrente nominale del motore) x 100 La frequenza di compensazione (fc) pu essere ottenuta nel modo seguente. Se la frequenza in uscita inferiore al valore impostato nel parametro n26 (frequenza alla massima tensione). fc = n26 x n54 x [corrente in uscita (n31 x n55/100)]/[n31 (n31 x n55/100)] Se la frequenza in uscita uguale o superiore al valore impostato nel parametro n26. fc = frequenza in uscita x n54 x [corrente in uscita (n31 x n55/100)/[n31 (n31 x n55/100) n26: Frequenza tensione massima (Hz) n31: Corrente (di riferimento) protezione termica elettronica (A) Note 1. La funzione di compensazione dello scorrimento non funziona se la frequenza in uscita inferiore al valore impostato nel parametro n29 (frequenza minima). 2. La funzione di compensazione dello scorrimento non funziona se linverter in frenata. 3. La funzione di compensazione dello scorrimento non funziona se la protezione termica elettronica viene impostata a 0,0.

47

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

n56 ... n58 Salti di frequenza da 1 a 3 (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,0 a 400 (Hz) Impostazione di fabbrica 0.0 (Hz) Unit di impostazione da 0,0 a 99,9 (Hz): 0,1 (Hz) da 100 a 400 (Hz): 1 (Hz) n59 Ampiezza Salto (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0,0 a 25,5 (Hz) Impostazione di fabbrica Unit di impostazione 0,1 (Hz)

1,0 (Hz)

Questi parametri vengono utilizzati per modificare la frequenza in uscita per evitare risonanze del sistema meccanico collegato al motore. I parametri servono per creare la banda non utilizzabile di una frequenza di riferimento. I parametri devono soddisfare la condizione seguente, altrimenti si verifica un errore: n56 n57 n58 Nel valore del parametro n59 deve essere impostata lampiezza del salto. Esempio della funzione di salto frequenza Frequenza in uscita

Frequenza di riferimento Numero di Tentativi di Ripartenza in caso di Errore (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 10 (volte) Impostazione di fabbrica 0 (volte) n60 Abilita linverter al riavvio automatico dopo uninterruzione operativa dovuta a errori esterni. La funzione pu essere utilizzata solo se lutente non vuole interrompere il sistema meccanico. Impostare il numero di tentativi desiderati. La funzione di riavvio automatico rileva soltanto gli errori dovuti a sovracorrente e sovratensione. Se linverter incorre in altri tipi di errore, la funzione non operativa. Al suo posto, scatta immediatamente il meccanismo di protezione. Il numero di tentativi viene annullato nei casi seguenti. 1. Se linverter funziona in modo normale per 10 minuti dopo il riavvio. 2. Se, dopo che si verificato un qualsiasi errore, linverter viene ripristinato, viene attivato il meccanismo di protezione e la causa dellerrore viene rimossa. 3. Se linverter viene spento e poi riacceso.

48

Predisposizione al Funzionamento
n65

Capitolo 4

Unit di misura monitor della frequenza di riferimento (disponibile sul modello M-CE/MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 3 Impostazione di fabbrica 0 (0,1 Hz) Questo parametro viene utilizzato per determinare lunit di misura per la visualizzazione della frequenza di riferimento. Valore Descrizione 0* 0,1 Hz 1* 0,01 Hz 2** 30.000/100% (il 100% riferito alla frequenza max.) 3** 0,1% (rispetto alla frequenza max.) * Funzioni disponibili sul modello M-CUE/MA-CUE ** Funzioni disponibili sul modello MA-CUE Selezione della modalit di STOP in caso di Time Over (disponibile sul modello MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 2 Impostazione di fabbrica 0 (arresto per inerzia) Questo parametro consente di impostare la modalit di STOP dellinverter in caso di Time Over della comunicazione Modbus. Il Time Over intercorre in caso di mancanza di comunicazione per pi di 2 secondi. Valore 0 1 2 Descrizione Fermata per inerzia Nessuna modalit Stop con rampa a decelerazione decel 2 (par. n23) n66

n68 Archivio Errori Questo parametro pu solamente essere visualizzato, non pu essere impostato. In questo parametro vengono memorizzate le informazioni relative allultimo errore avvenuto in ordine di tempo. Queste informazioni possono essere utilizzate per lindividuazione dei guasti. Vengono memorizzati sia i guasti dellInverter sia gli errori in grado di mandare linverter in protezione. Le segnalazioni di attenzione (ripristinate automaticamente) non vengono memorizzate. Se non si verificano errori, lapposito LED non si accende. Segue lelenco dei codici errore Codice errore OC OV uU1 uU2 OH OL1 OL2 OL3 ef1 f00 f01 f04 f05 f06 Descrizione Categoria errore Errori che mandano linverter in protezione Sovracorrente (OC) Sovratensione circuito principale (OV) Bassa tensione nel circuito principale (UV1) Guasto sullalimentatore di controllo (UV2) Surriscaldamento del dissipatore (OH) Sovraccarico motore (OL1) Sovraccarico Inverter (OL2) Sovracoppia (OL3) Guasto esterno (EF1) Guasti dellinverter Errore di memoria iniziale Errore ROM Errore parametro Errore convertitore A/D Errore opzione ---

n69 Numero PROM (riferimento produttore) Questo parametro pu solamente essere visualizzato, non pu essere impostato.

49

Predisposizione al Funzionamento
n71 Selezione del baud rate (disponibile sul modello MA-CUE) Range di impostazione da 2400 a 19200 bps Impostazione di fabbrica

Capitolo 4
9600 bps

Questo parametro consente di impostare il baud rate (n. bit/secondo) della comunicazione Modbus con linverter. Valore 0 1 2 3 2400 bps 4800 bps 9600 bps 19200 bps Descrizione

n74 Selezione parit (disponibile sul modello MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 2 Impostazione di fabbrica

0 (pari)

Questo parametro consente di impostare il tipo di parit per la comunicazione Modbus con linverter. Valore 0 1 2 parit pari parit dispari nessuna parit Descrizione

n78 Tempo di attesa per linvio del comando (disponibile sul modello MA-CUE) Range di impostazione da 5 a 40 Impostazione di fabbrica 5 (msec) Questo parametro consente di impostare il tempo di attesa tra lesecuzione del comando e linvio della risposta. n82 Modo di trasmissione per PJVOP-122A (disponibile sul modello MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 2 Impostazione di fabbrica 0 (accesso alla memoria) Questo parametro consente di impostare il tipo di trasmissione per ladattatore RS232-C per tastiera remota PJVOP-122A. Valore 0 1 2 Descrizione Accesso alla memoria Comunicazione Modbus Comunicazione Modbus con funzione LED (vedi limpostazione 22 del param. n08)

n83 Indirizzo di slave (disponibile sul modello MA-CUE) Range di impostazione da 0 a 31 Impostazione di fabbrica

Questo parametro consente di impostare in decimale il n. di unit slave corrispondente allinverter, per la comunicazione Modbus.

50

Predisposizione al Funzionamento 4-3 Test di funzionamento

Capitolo 4

Terminate le connessioni indispensabile provare lInverter secondo le seguenti modalit. Far partire il motore mediante la Console di Programmazione senza collegare il motore al sistema meccanico. Collegare il motore al sistema meccanico ed eseguire una prova. Provare il circuito di controllo per essere sicuri che la successione delle operazioni sia corretta. Questo capitolo descrive solamente come eseguire il test di funzionamento utilizzando la Console di Programmazione. 1 Controllo delle connessioni

Verificare che i morsetti R, S e T siano collegati correttamente allalimentazione. Ingresso trifase: da 200 a 230 Vc.a., 50/60 Hz Ingresso monofase: da 200 a 240 Vc.a., 50/60 Hz (morsetti R e S) (Lingresso monofase applicabile unicamente al modello 3G3EV-ABjjjM.) Verificare che i morsetti U, V, e W siano correttamente collegati ai cavi del motore. Non collegare il sistema meccanico al motore. (Il motore deve essere privo di carico.) Porre ad OFF eventuali segnali connessi ai morsetti SF e SR del circuito di controllo. 2 Accensione e controllo del display e dei LED

Verificare che il LED ALARM sia spento. Verificare che il LED RUN lampeggi. 3 Inizializzazione dei parametri n01

Definire il parametro numero 01 ad 8 o 9 (modalit sequenza a tre fili) per inizializzare i parametri (impostazione di fabbrica). 4 Impostare una curva V/f

Impostare la frequenza massima (FMAX o il parametro n24), la tensione massima (VMAX o il parametro n25), e la frequenza base (FBAS o il parametro n26) in accordo con le condizioni di funzionamento. 5 Definizione corrente nominale del motore

Impostare la corrente nominale (corrente di targa) del motore nel parametro n31 oppure selezionando il LED THR (protezione termica elettronica). 6 Impostazione della frequenza di riferimento

Impostare la frequenza di riferimento nel parametro n11 (frequenza di riferimento 1) o selezionando il LED FREF. 7 Gestione dellinverter mediante la Console di Programmazione

Premere il tasto RUN per avviare la rotazione del motore in avanti . Se acceso uno dei LED rossi, il comando di RUN non sar accettato. Verificare che il senso di rotazione sia quello desiderato. Verificare che il motore giri linearmente senza produrre rumore. 8 Verifica della frequenza e della corrente di uscita

Selezionare il LED FOUT (visualizzazione della frequenza di uscita) ed accertarsi che il valore visualizzato sia uguale alla frequenza di riferimento. Selezionare il LED IOUT (visualizzazione della corrente di uscita) e verificare che non si presentino sovracorrenti. 9 Verifica del funzionamento durante la rotazione inversa

51

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

Invertire il senso di rotazione del motore selezionando il LED F/R impostandovi REV ed eseguire nuovamente le precedenti verifiche. 10 Verifica del funzionamento con il sistema meccanico connesso

Premere il tasto STOP/RESET per fermare il motore. Collegare il sistema meccanico al motore ed eseguire nuovamente le precedenti verifiche. 11 Verifica del funzionamento del circuito di controllo

Selezionare il LED Mode ed impostare la modalit funzionamento opportuna. Gestire lInverter con il circuito di controllo, e verificare che la sequenza delle operazioni sia corretta.

52

Predisposizione al Funzionamento

Capitolo 4

53

5
Capitolo 5 Funzionamento
5-1 5-2 5-3 Funzioni di protezione e diagnostica Guasti Manutenzione e ispezione

Funzionamento 5-1 Funzioni di protezione e diagnostica

Capitolo 5

I LED RUN ed ALARM sul pannello frontale forniscono in tempo reale lo stato attuale dellinverter, mentre il display visualizza le informazioni relative ad eventuali errori verificatisi.

H Elenco dei codici di errore


Inverter Funzionamento Normale Segnalazione di Attenzione RUN Lampeggia Acceso Lampeggia Acceso LED ALARM Spento Spento Lampeggia Lampeggia ----ef uU OV OH stp OL3 bb ser OC OV uU1 uU2 OH OL1 OL2 OL3 ef1 f00 f01 f04 f05 f06 (Spento) Display Descrizione Pronto a funzionare (inverter in stop) Normale funzionamento in atto (inverter in run) Comandi di avviamento sia in un senso che nellaltro forniti contemporaneamente in ingresso Tensione insufficiente al circuito principale (UV) Tensione in eccesso al circuito principale (OV) Surriscaldamento del dissipatore (OH) Stop da Console di Programmazione (STP) Sovracoppia (OL3) Blocco basi esterno in corso (bb) Errore sequenza (SEr) Protezione da sovracorrente (OC) Protezione da sovratensione (OV) Tensione insufficiente sul circuito principale (UV1) Guasto alimentatore di controllo (UV2) Surriscaldamento del dissipatore (OH) Sovraccarico al motore (OL1) Sovraccarico allinverter (OL2) Sovracoppia (OL3) Guasto esterno (EF1) Errore iniziale di memoria Errore ROM Errore parametro Errore convertitore a/c Errore opzione Inverter guasto

Funzioni di protezione

Spento

Acceso

Guasto inverter

Spento

Acceso

Spento Nota

Spento

Se sullingresso multifunzione 2 o 3 viene inviato un errore esterno, viene visualizzato EF2 o EF3.

55

Funzionamento

Capitolo 5

H Azioni da intraprendere al verificarsi di segnalazioni di attenzione


Il LED ALARM lampeggia e sul display viene indicato un codice lampeggiante quando si verifica una segnalazione di attenzione. Quando si verifica una segnalazione di attenzione non viene registrato nessun codice di errore. Eliminando la causa, automaticamente si ripristina il funzionamento del sistema. Display lampeggia Descrizione Comandi di avviamento avanti e indietro forniti contemporaneamente in ingresso Sono stati forniti in ingresso contemporaneamente due comandi di senso opposto per un tempo maggiore od uguale a 0,55. Tensione insufficiente al circuito principale (UV) Azione Rivedere la sequenza.

Controllare la tensione di alimentazione.

lampeggia

La tensione c.c. del circuito principale scesa Verificare che la linea di alimentazione in al disotto del livello di rilevamento di tensione ingresso non sia scollegata. insufficiente ad inverter in stop. Verificare che le viti della morsettiera non si siano allentate. Sovratensione al circuito principale (OV) Controllare la tensione di alimentazione. La tensione c.c. del circuito principale ha superato il livello per il rilevamento di sovratensione ad inverter in stop. Surriscaldamento del dissipatore (OH) Si verificato un surriscaldamento del dissipatore ad inverter in stop. Stop da Console di Programmazione (STP)

lampeggia

Verificare la temperatura ambiente. Installare un ventilatore di raffreddamento oppure un condizionatore nel quadro elettrico. Aprire sia SF sia SR.

lampeggia

lampeggia (vedi nota)

lampeggia

lampeggia

lampeggia Nota

stato premuto il tasto di STOP/RESET della Console di Programmazione mentre linverter era avviato e comandato dai morsetti del circuito di controllo SF e SR. Sovracoppia (OL3) Assicurarsi che limpostazione dei parametri n51 e n52 sia corretta. Il flusso di corrente ha superato il valore determinato con il valore impostato nel para- Controllare eventuali errori sul sistema metro n51 per un periodo maggiore di quello meccanico ed eliminare la causa dellerdeterminato con il valore impostato nel pararore. metro n52. Blocco basi esterno in corso (bb) Assicurarsi che il circuito di controllo sia collegato correttamente. stato inviato un segnale di blocco delle basi esterno. Errore sequenza (SEr) Assicurarsi che il circuito di controllo sia collegato correttamente. stato inviato un segnale di selezione locale o remota allinverter durante la marcia.

Il metodo di interruzione dellinverter con lerrore EF o STP impostato nel parametro n03.

56

Funzionamento
H Azioni da effettuare quando linverter va in protezione

Capitolo 5

Il LED ALARM si accende nel momento in cui linverter va in protezione. In questo caso si interrompono i segnali in uscita dallinverter ed il motore gira liberamente per inerzia fino a fermarsi. Controllare la causa dellerrore, prendere le necessarie contromisure ed eseguire un ripristino. Se non vengono riscontrati errori spegnere e riaccendere lapparecchio. Display Descrizione Sovracorrente (OC) Istantaneamente la corrente in uscita dallinverter supera del 250% la corrente nominale. Causa e Azione Luscita dellinverter in corto circuito oppure a massa. Linerzia del carico eccessiva. I tempi di accelerazione e decelerazione impostati sono troppo brevi. stato utilizzato un motore particolare. Il motore stato fatto partire mentre procedeva per inerzia. Determinare la causa dellerrore, correggerlo e ripristinare il sistema. Il tempo di decelerazione impostato troppo corto. Aumentare il tempo di decelerazione. Collegare una resistenza di frenatura (oppure un circuito di frenatura). Manca tensione di alimentazione in ingresso.

Sovratensione sul circuito principale (OV) Causa un eccesso di energia rigenerata dal motore la tensione c.c. del circuito principale supera approssimativamente i 410 V.

Tensione insufficiente sul circuito principale (UV1)

La tensione c.c. del circuito principale caduta Manca una fase. al disotto del livello specificato. Si verificata una mancanza di tensione 3G3EV-A2jjjM: Approssimativamente istantanea. inferiore od uguale a 200 V 3G3EV-ABjjjM: Approssivamente uguale Verificare la tensione di alimentazione. od inferiore a 160 V. Verificare che la linea di alimentazione in ingresso non sia scollegata. Controllare che le viti della morsettiera di ingresso non si siano allentate. Spegnere e riaccendere. Se linconveniente persiste sostituire linverter. Il carico eccessivo. Ridurre il carico. La curva V/f non appropriata. Reimpostare i parametri dal numero 24 al numero 26. Il tempo di accelerazione/decelerazione od il tempo di ciclo sono troppo brevi. Aumentare i tempi di accelerazione/decelerazione oppure il tempo di ciclo. La temperatura ambiente troppo elevata. Installare un ventilatore od un condizionatore.

Guasto allalimentatore di controllo (UV2) Si verificato un guasto alla tensione dellalimentatore di controllo. Surriscaldamento del dissipatore (OH) Si verificato un surriscaldamento del dissipatore dovuto ad un aumento della temperatura ambiente oppure dovuto ad un aumento della temperatura dellinverter per un sovraccarico.

57

Funzionamento
Display Descrizione Sovraccarico motore (OL1) La protezione termica elettronica rileva il sovraccarico del motore.

Capitolo 5
Causa e Azione Rivedere le dimensioni del carico, le caratteristiche V/f, il tempo di accelerazione/ decelerazione ed il tempo di ciclo. Controllare che nel parametro numero 31 sia riportata la corrente di targa del motore (corrente di riferimento per la protezione termica elettronica). Rivedere le dimensioni del carico, le caratteristiche V/f, il tempo di accelerazione/ decelerazione ed il tempo di ciclo. Rivedere la potenza dellinverter. Assicurarsi che le impostazioni dei parametri n51 e n52 siano giuste.

Sovraccarico inverter (OL2) Luscita dellinverter viene interrotta per il sovraccarico dellinverter. Sovracoppia (OL3)

C stato un flusso di corrente superiore al valore impostato nel parametro n51 per un Controllare lo stato della macchina ed eliperiodo di tempo superiore a quello definito nel minare la causa del problema. parametro n52. Guasto esterno (EF1) Rivedere il circuito di controllo. Linverter ha ricevuto dal circuito di controllo il segnale di guasto esterno. Rivedere i comandi esterni.

Controllare che le linee che portano i segnali allingresso siano correttamente collegate.

H Azioni da intraprendere quando si verifica un guasto nellinverter


Quando si verifica un guasto nellinverter il primo carattere del codice errore sempre uguale ad F (comunque, quando si verifica un errore sulla scheda di controllo tutti gli indicatori sono spenti.) Se si verifica un guasto sullinverter, occorre spegnere e riaccendere. Se il problema persiste sostituire lUnit. Display Descrizione Errore iniziale di memoria Errore ROM Errore sui parametri Azione Spegnere e riaccendere. Se il problema persiste sostituire lUnit. Annullare le impostazioni effettuate sui parametri, inizializzare nuovamente i parametri e ripristinarli. Spegnere e riaccendere. Errore del convertitore a/c Errore opzione La Console di Programmazione presenta un errore, oppure c un contatto guasto. (Spento) Errore sulla scheda di controllo Si verificato un errore sullalimentazione della scheda di controllo oppure nellhardware. Se il problema persiste, sostituire lUnit. Spegnere e riaccendere. Se il problema persiste, sostituire lUnit. Spegnere, quindi riinstallare la Console di Programmazione. Se il problema persiste, sostituire lUnit. Controllare i cavi di alimentazione. Sostituire lUnit.

58

Funzionamento 5-2 Guasti

Capitolo 5

Se linverter od il motore non funzionano correttamente, ci possono essere o delle impostazioni errate nei parametri oppure errori di cablaggio. In questo caso occorre prendere le opportune contromisure, come indicato di seguito (Se viene visualizzato un codice errore, fare riferimento al paragrafo 5-1 Funzioni di Protezione e Diagnostica).

5-2-1

Errore di impostazione dei parametri

H Non possiblie accedere ai parametri (solo MA-CUE/MA-CUE-S1).

Nel parametro n01 stato inserito il valore 2. Se limpostazione di n01 non corretta, per accedere ai parametri . premere contemporaneamente i tasti

H err Viene visualizzato sul display.

Se si cerca di impostare un valore al di fuori di quelli consentiti viene visualizzato err sul display. Il valore che si sta cercando di impostare viene annullato e sul display viene visualizzato nuovamente il valore originale. Questo tipo di errore, ad esempio, si presenta quando: S si cerca di impostare una frequenza maggiore della frequenza massima impostabile (400 Hz); S il rapporto tra il valore impostato nel parametro n29 per la frequenza di uscita minima, quello nel parametro n27 per la frequenza di uscita , quello nel parametro n26 per la frequenza della tensione massima e quello nel parametro n24 per la frequenza massima non corretto; S il rapporto tra le frequenze di salto comprese tra 1 e 3, determinate con i parametri compresi tra n56 ed n58, non corretto. Verificare il range di impostazione consentito ed impostare correttamente il parametro.

H Il display non modifica il dato quando si preme il tasto incremento od il tasto decremento.
stato impostato il valore 0 nel parametro n01 (scrittura inibita) Impostare 1 in n01. La Console di Programmazione non correttamente connessa. Dopo aver spento linverter, rimuovere la Console di Programmazione e reinstallarla.

5-2-2

Il motore non si avvia

H Quando viene premuto il tasto RUN sulla Console di Programmazione il motore non si avvia.
Nel parametro n02 (modalit operativa) sono stati impostati i valori 1, 3 o 5 (inverter gestito dal circuito di controllo). La frequenza di riferimento troppo bassa. Quando la frequenza di riferimento inferiore alla frequenza di uscita minima determinata con il valore impostato nel parametro n29, linverter non funziona. In questo caso, modificare la frequenza di riferimento in modo che equivalga o sia maggiore alla frequenza di uscita minima.

H Il motore non si avvia quando viene fornito il segnale esterno di RUN.

Nel parametro n02 (modalit operativa) sono stati impostati i valori 0, 2. o 4 (inverter gestito da console). La frequenza di riferimento troppo bassa. Quando la frequenza di riferimento inferiore alla frequenza di uscita minima determinata con il valore impostato nel parametro n29, linverter non funziona. In questo caso, modificare la frequenza di riferimento in modo che equivalga o sia maggiore alla frequenza di uscita minima.

59

Funzionamento

Capitolo 5

H Il motore si arresta in fase di accelerazione o quando viene connesso ad un carico.


Il carico troppo elevato. Per prevenire situazioni del genere occorre aumentare il tempo di accelerazione oppure ridurre il carico. Rivedere eventualmente il dimensionamento del motore.

H Il motore gira in sola direzione

Se il parametro n05 viene impostato a 1 (marcia indietro inibita), non vengono accettati comandi di marcia indietro. In questo caso impostare il parametro n05 a 0.

5-2-3

Il motore gira nella direzione sbagliata

Le uscite del motore sono collegate in modo errato. Per invertire il senso di rotazione sufficiente scambiare i fili di due fasi U, V, W come illustrato di seguito. Inverter Motore

Marcia avanti Marcia indietro

5-2-4

La decelerazione troppo lunga

H Il tempo di decelerazione troppo lungo nonostante sia stata collegata una resistenza di frenatura
stato impostato il valore 0 nel parametro n33 (prevenzione di stallo in decelerazione abilitata). Quando viene installata una resistenza di frenatura indispensabile impostare n33 al valore 1 (prevenzione di stallo in decelerazione disabilitata). Il tempo di decelerazione impostato nel parametro n21 troppo lungo. Verificare il tempo di decelerazione impostato. La coppia del motore insufficiente. Se le impostazioni dei parametri sono state applicate in modo corretto e non si verificata una sovratensione, significa che la potenza del motore insufficiente. Rivedere il dimensionamento del motore.

5-2-5

Il circuito di controllo riceve dei disturbi dopo che linverter stato avviato

I disturbi sono generati dalle commutazioni dellIGBT contenuto nellinverter. Per prevenire i disturbi comportarsi come segue: S Ridurre la frequenza di modulazione dellinverter. S Installare un filtro antidisturbi sullalimentazione in ingresso. S Installare un filtro antidisturbi in uscita. S Utilizzare una alimentazione separata per il circuito di controllo ed utilizzare dei cavi schermati.

60

Funzionamento
5-2-6

Capitolo 5

Altre apparecchiature ricevono disturbi a radiofrequenza quando linverter in funzione

S Ridurre la frequenza di modulazione dellinverter. S Installare un filtro antidisturbi sullalimentazione in ingresso. S Installare un filtro antidisturbo in uscita. S Isolare lnverter in una struttura metallica (acciaio) per prevenire la propagazione di disturbi a radiofrequenza emessi dallinverter.

5-2-7

Il dispositivo di protezione verso terra interviene quando viene avviato linverter

Le commutazioni dellIGBT generano delle correnti di fuga che possono far intervenire il dispositivo di protezione verso terra. Utilizzare un dispositivo di protezione verso terra con un valore di detenzione di corrente pi elevato (superiore o uguale a 200 mA con un tempo operativo superiore od uguale a 0,1 secondi), oppure insensibile alle alte frequenze (per linverter). possibile ridurre la corrente di fuga abbassando la frequenza di modulazione. Da notare inoltre che la corrente di fuga aumenta proporzionalmente alla lunghezza del cavo. Normalmente viene generata una corrente di fuga di circa 5 mA per ogni metro (lunghezza del cavo).

5-2-8

Risonanze del sistema meccanico

La frequenza portante e la frequenza naturale del sistema meccanico vanno in risonanza. Procedere come segue: S Adattare la frequenza portante. Ladattamento della frequenza di risonanza (n37) pu prevenire il verificarsi della risonanza. S Installare gomma smorza vibrazioni.

5-2-9

Il motore continua la rotazione dopo la disattivazione delluscita dellinverter

Iniezione c.c. insufficiente Quando la decelerazione dellinverter viene arrestata, il motore pu continuare la rotazione a bassa velocit se liniezione di c.c. dellinverter insufficiente. In questi casi, regolare liniezione c.c. come sotto descritto. S Aumentare il valore impostato nel parametro n46 portandolo a un valore maggiore. S Impostare il valore del tempo di iniezione c.c. nel parametro n47 a un valore maggiore.

5-2-10 La frequenza di uscita non raggiunge la frequenza di riferimento


La frequenza di riferimento rientra nella frequenza di salto. Se viene utilizzata la funzione di salto, la frequenza di uscita rientra nella frequenza di salto. Assicurarsi che le frequenze di salto comprese tra 1 e 3 determinate con i parametri da n56 a n58 e il parametro n59 relativo allampiezza di salto siano corrette. La frequenza di uscita predefinita supera la frequenza massima. La frequenza massima pu essere ottenuta dalla formula seguente. [Frequenza massima determinata con il valore impostato nel parametro n24] x [frequenza di riferimento massima determinata con il valore impostato nel parametro n41]/[100 (Hz)] Assicurarsi che i valori impostati nei parametri n24 e n41 siano giusti.

61

Funzionamento 5-3 Manutenzione e ispezione


H Ispezione giornaliera
Verificare eventuali emissioni di disturbi. Verificare che non avvengano surriscaldamenti del motore. Verificare che la temperatura ambiente sia nella gamma dei valori consentiti. Verificare sul display che la corrente in uscita non indichi valori superiori a quelli usuali.

Capitolo 5

H Manutenzione periodica
Prima di iniziare lispezione occorre togliere lalimentazione ed attendere almeno un minuto dopo che tutti gli indicatori presenti sulla console si siano spenti. estremamente pericoloso toccare i morsetti immediatamente dopo aver spento il sistema. Verificare che le viti non siano allentate. Pulire i morsetti da eventuali depositi di polvere e olio. Pulire il dissipatore (piastra di alluminio sul retro dellunit) da polveri e olio. Accertarsi che non ci siano depositi di polvere sulle aperture di ventilazione.

62

6
Capitolo 6 Caratteristiche
6-1 Caratteristiche dellunit centrale

Caratteristiche 6-1 Caratteristiche dellunit centrale


H Dati generali
Tipo di installazione Posizione di installazione Temperatura di funzionamento Umidit Temperatura di immagazzinamento Altitudine Resistenza alle vibrazioni Lunghezza del cavo fra inverter e motore

Capitolo 6

Montaggio a pannello Interno (privo di gas corrosivi e di polveri) da 10 a 50C minore od uguale al 90% (senza condensa) da 20 a 60C 1.000 m max. Fino a 1G a meno di 20 Hz Fino a 0,2G da 20 a 50 Hz 100 m max.

H Dati nominali inverter a 400 V


3G3EV Ingresso Trifase Massima potenza applicabile al motore [kW] Uscita Potenza nominale di uscita [kVA] nominale Corrente nominale di uscita [A] Tensione nominale di uscita [V] Frequenza massima [Hz] AlimenFrequenza e tensione nominali tazione Fluttuazione di tensione max. Fluttuazione di frequenza max. Metodo di raffreddamento A4002 A4004 A4007 A4015 0,37 0,55 1,1 1,5 0,9 1,4 2,6 3,7 1,2 1,8 3,4 4,8 Trifase 380... 460 V, 50/60 Hz (proporzionale allingresso) 400 Hz (definito nel parametro No. 24) Trifase 380... 460 V, 50/60 Hz da 15% / +10% 5% Autoventilazione

H Dati nominali inverter a 200 V


3G3EV Ingresso Trifase A2004 A2007 A2015 Ingresso Mono/Trifase Massima potenza applicabile al motore [kW] Uscita Potenza nominale di uscita [kVA] nominale Corrente nominale di uscita [A] Tensione nominale di uscita [V] Frequenza massima [Hz] Alimenta- Frequenza e tensione nominali zione AB001 AB002 AB004 AB007 AB015 0,1 0,2 0,4 0,75 1,5 0,3 0,6 1,1 1,9 2,6 0,8 1,5 3,0 5,0 7,0 Trifase da 200 a 230 V (in funzione della tensione di ingresso) 400 Hz (definito nel parametro No. 24) 3G3EV-A2jjj (ingresso trifase): se i modelli 3G3EV-A2 vengono alimentati in monofase declassate linverter di circa il 20% Trifase, da 200 a 230 Vc.a., 50/60 Hz 3G3EV-ABjjj (ingresso trifase): Trifase, da 200 a 230 Vc.a., 50/60 Hz 3G3EV-ABjjj (ingresso monofase): Monofase, da 200 a 240 Vc.a., 50/60 Hz da 15% a +10% 5% Auto ventilazione

Fluttuazione di tensione max. Fluttuazione di frequenza max. Metodo di raffreddamento

64

Caratteristiche
H Caratteristiche di controllo
Metodo di controllo Campo di controllo della frequenza Precisione di frequenza (variazioni di temperatura) Risoluzione della frequenza di riferimento Risoluzione della frequenza in uscita Capacit di sovraccarico Segnale di riferimento Tempo di accelerazione/ decelerazione Coppia frenante Metodo PWM sinusoidale (boost automatico di coppia) da 0,5 a 400 Hz (1,5 Hz min. per versione base) Comando digitale: "0.01% (da 10C a 50C) Comando analogico: "1% (25 "10C) Comando digitale: 0,1 Hz ( 100 Hz), 1 Hz ( 100 Hz) Comando analogico: 0,06 Hz [60 Hz] 0,1 Hz

Capitolo 6

Caratteristiche tensione/ frequenza * Impostando una frequenza base inferiore a 30 Hz con tensioni basse (es. 1,5 V) si rischia di danneggiare linverter.

150% per 1 minuto da 0 a 10 Vc.c. (20 k) o da 4 a 20 mA (250 ) Nota Questa impostazione selezionata tramite DIP switch interno. da 0,0 a 999 secondi (i tempi di accelerazione e decelerazione devono essere impostati separatamente) Approssimativamente il 20% Nota da 125% al 220% quando viene installata esternamente la resistenza di frenatura. Libera impostazione della curva V/f*

H Funzioni di protezione
Protezione motore Protezione da sovracorrente istantanea Protezione da sovraccarichi Protezione da sovratensione Protezione da cadute di tensione Protezione termica elettronica Quando si supera il 250% della corrente nominale di uscita Quando si supera il 150% della corrente nominale duscita per un minuto Blocca il sistema quando la tensione c.c. del circuito principale approssimativamente supera i 410 V per i modelli a 220 V e 820 V per i modelli a 380 V 3G3EV-A2jjj-CE: Blocca il sistema quando la tensione cade approssimativamente al disotto dei 200 V 3G3EV-ABjjj-CE: Blocca il sistema quando la tensione cade approssimativamente al disotto dei 160 V 3G3EV-A4jjj-CE: Blocca il sistema quando la tensione cade approssimativamente al disotto dei 400 V Blocca il sistema quando la caduta di tensione ha una durata di almeno 15 ms. Il funzionamento pu cambiare impostando il parametro 36 come segue: Il funzionamento non si interrompe se la caduta di tensione non supera in tempo i 0,5 s. Linverter continua a funzionare incondizionatamente quando torna tensione. Protezione contro il surriRileva quando il dissipatore di 110C con una tolleranza del "10C scaldamento del dissipatore Protezione di terra Protezione livello di extracorrente

Protezione contro le cadute di tensione istantanee

65

Caratteristiche
H Specifiche di funzionamento
Segnali di ingresso Morsetti di ingresso (24 Vc.c., 8 mA) w Avanti/stop [SF] w Indietro/stop [SR]

Capitolo 6

w Ingresso multifunzione [S1] (impostato nel parametro N06) w Ingresso multifunzione [S2] (impostato nel parametro N07) w Ingresso multifunzione [S3] (impostato nel parametro N08) Nota Quando si seleziona la modalit con sequenza a tre fili (parametro n01 = 9), i morsetti diventano: w Comando Run [SF] w Comando Stop [SR] Comando marcia avanti/indietro [S1] Morsetto per ingresso analogico (da 0 a 10 Vc.c. o da 4 a 20 mA) Segnali di uscita Ingresso frequenza di riferimento [tra FC e FR] Morsetto in uscita a rel SPDT [MA, MB] (30 Vc.c. 1A; 250 Va.c. e 1A) Impostato nel parametro N09 Morsetto di ingresso [PA] (48 Vc.c, 50 mA) Uscita analogica Impostato nel parametro N10 Uscita tensione analogica [AM] (da 0 a 10 Vc.c., 2 mA) Il parametro N44 viene utilizzato per impostare la funzione, il parametro N45 viene utilizzato per impostare il fattore di moltiplicazione. La frequenza di uscita o la corrente di uscita pu essere controllata. Linverter viene impostato in fabbrica sul controllo della frequenza di uscita.

66

A
Appendice A Modalit duso
A-1 Note sulluso dellinverter per i motori A-2 Frequenza di riferimento con corrente in ingresso A-3 Elenco dei modelli

Modalit duso A-1 Note sulluso dellinverter per i motori


H Applicazioni dellinverter per motori esistenti H Utilizzo dellinverter con motori standard

Appendice A

Un motore alimentato da inverter fornisce una potenza leggermente inferiore rispetto a un motore collegato direttamente alla rete di alimentazione. Bisogna porre attenzione ad eventuali surriscaldamenti del motore quando la velocit di rotazione diventa relativamente bassa. Per garantire un regolare funzionamento del motore necessario decrescere la coppia di carico alle basse velocit. Le curve di funzionamento di un motore in relazione alla velocit, sono mostrate nella figura sotto. Nel caso di coppia continuativa del 100% richiesta a basse velocit, utilizzare un motore appositamente studiato. Curve caratteristiche di un motore standard 25% ED (o 15 minuti) 40% ED (o 20 minuti) 60% ED (o 40 minuti)

Coppia (%)

In continuo

Frequenza (Hz)

D Funzionamento ad alta velocit


Quando la frequenza di uscita dellinverter sale oltre i 60 Hz, assicurarsi che la meccanica del motore sia adeguata alle alte velocit.

D Vibrazioni
Grazie alla elevata frequenza di modulazione del Sysdrive 3G3EV, le vibrazioni e i rumori meccanici sul motore sono stati drasticamente ridotti. Tuttavia eventuali vibrazioni potrebbero essere presenti in caso di: Sistema meccanico risonante alla frequanza di lavoro dellinverter. Problema dovuto al continuo variare della velocit del motore (utilizzare dei supporti in gomma per assorbire le eventuali vibrazioni). Rotore non bilanciato (porre particolare attenzione a non superare la soglia critica dei 60Hz).

H Uso dellinverter per motori speciali


D Motore a poli variabili
Selezionare un inverter con potenza maggiore rispetto al motore. La variazione dei poli deve essere fatta a inverter fermo; in caso contrario interverranno le protezioni di sovraccarico e sovratensione.

68

Modalit duso
D Motore sommerso

Appendice A

Selezionare uninverter con potenza maggiore rispetto al motore. Se la distanza tra motore ed inverter elevata usare cavi di diametro superiore allo standard.

D Motore anti deflagrante


Linverter non antideflagrante, quindi deve essere collocato lontano da ambienti pericolosi in cui invece il motore trova applicazione.

D Motoriduttore
Per non rovinare irreparabilmente la meccanica interna del motoriduttore, doveroso consultare il fornitore sulla capacit dello stesso di raggiungere velocit superiori ai 60 Hz.

D Motori sincroni
Questi motori non possono essere controllati da un inverter.

D Motori monofase
Questi motori non possono essere controllati da un inverter.

H Meccanismi per la trasmissione del moto (riduttori di velocit, cinghie, catene e cos via)
Se si opera continuamente a bassa velocit o ad alta frequenza (sopra 60 Hz) in presenza di riduttori a bagno dolio, ci possono essere col tempo problemi di scarsa lubrificazione che ridurrebbero la vita degli organi meccanici.

69

Modalit duso

Appendice A

A-2 Frequenza di riferimento con corrente in ingresso


Le frequenze di riferimento possono essere fornite in corrente (da 4 a 20 mA) modificando limpostazione del DIP switch allinterno dellinverter.

H Uso del DIP switch


1. Modifica delle impostazioni dei parametri Impostare sempre i valori 4 o 5 nel parametro numero 02 (modalit operativa). Nota: n02 = 4: il comando di RUN dato mediante la Console di Programmazione, e la frequenza di riferimento gestita dal circuito di controllo. n02 = 5: sia il comando di RUN sia la frequenza di riferimento sono gestiti dal circuito di controllo.

2. Spegnimento Togliere tensione, attendere almeno un minuto dopo che tutti gli indicatori del pannelo frontale si saranno spenti, quindi eseguire la seguente procedura. 3. Rimozione della Console di Programmazione S Rimuovere la Console di Programmazione come indicato nelle seguenti figure:

70

Modalit duso
4. Controllo dellimpostazione del DIP switch Il DIP switch si trova nella parte in basso della sezione incassata ed il simbolo * SW1 stampigliato vicino al DIP switch.

Appendice A

Indicatore DIP switch V: Ingresso tensione I: Ingresso corrente DIP switch

5. Modifica impostazione DIP switch Per utilizzare la modalit ingresso in corrente, portare ad ON il DIP switch facendolo scorrere verso destra.

(impostazione di fabbrica) 6. Reinstallazione della Console di Programmazione Dopo aver impostato il DIP switch, riinstallare la Console di Programmazione, applicando in senso inverso i passi della procedura utilizzata per la sua rimozione. Assicurarsi che la Console di Programmazione si incastri correttamente nel connettore. Attenzione: se le frequenze di riferimento sono in tensione, non modificare mai le impostazioni del DIP switch (OFF). Se c tensione in ingresso quando il DIP switch viene posto ad ON, la resistenza pu bruciare danneggiando lapparecchiatura.

71

Modalit duso A-3 Elenco dei modelli


H Inverter
Modelli -CE= versione base M-CE versione ad alta funzionalit MA-CUE versione avanzata con Modbus e console opzionale Trifase 380 Vc.a. in ingresso MA-CUE-S1 versione avanzata con Modbus e console integrata Specifiche Trifase 200 Vc.a. in ingresso 0,4 kW 0,75 kW 1,5 kW 0,1 kW 0,2 kW 0,4 kW 0,75 kW 1,5 kW 0,2 kW 0,4 kW 0,75 kW 1,5 kW

Appendice A

Modelli 3G3EV-A2004V-CE 3G3EV-A2007V-CE 3G3EV-A2015V-CE 3G3EV-AB001V-CE 3G3EV-AB002V-CE 3G3EV-AB004V-CE 3G3EV-AB007V-CE 3G3EV-AB015V-CE 3G3EV-A4002V-CE 3G3EV-A4004V-CE 3G3EV-A4007V-CE 3G3EV-A4015V-CE

Mono/Trifase 200 Vc.a. in ingresso

H Resistenze di frenatura
D Resistenze di frenatura per modelli a 200 V
Aspetto
170 44 150 182

Specifiche 200 150 W

Modelli 3G3IV-PERF150WJ201

Inverter con potenza inferiore o uguale a 0,75 kW Inverter con potenza di 1,5 kW

13

100 150 W

3G3IV-PERF150WJ101

D Resistenze di frenatura per modelli a 400 V


Aspetto
170 44 150 182

Specifiche 750 150 W

Modelli 3G3IV-PERF150WJ751

Inverter con potenza inferiore o uguale a 1,1 kW Inverter con potenza di 1,5 kW

13

400 150 W

3G3IV-PERF150WJ401

H Reattanza dingresso
0,4 kW 0,75 kW 1,5 kW Specifiche 2,5 A/4,2 mH 5 A/2,1 mH 10 A/1,1 mH

72

Modalit duso
Specifiche 6A 8A

Appendice A
Modelli 3G3IV-PFI-3006-E 3G3IV-PFI-3008-E

H Filtro antidisturbo in ingresso (per modelli trifase a 220 V)


0,4 kW 0,75 kW a 1,5 kW

H Filtro antidisturbo in ingresso installabile su dissipatore (per modelli monofase/trifase)


da 0,1 a 0,2 kW 0,4 kW a 0,75 kW Specifiche 5A 15 A Modelli 3G3EV-PFI-1010-E(N) 3G3EV-PFI-1015-E(N)

H Filtro antidisturbo in ingresso installabile su dissipatore (per modelli trifase a 400 V)


da 0,37 a 1,1 kW 1,5 kW Specifiche 6A 8A Modelli 3G3EV-PFI-3006-E 3G3EV-PFI-3008-E Modelli base Definizione

Elenco dei parametri utilizzati con 3G3EV - Versione base Numero parametro n01 LED Descrizione Parametro scrittura inibita/inizializzazione parametri Gamma applicazione 0: Pu essere impostato solo n01. 1: Tutti i parametri possono essere impostati. 8: Reset generale (impostazione di fabbrica 2 fili). 9: Linverter inizializzato in modalit sequenza a tre fili. Comando Run Frequenza di riferimento 0 Console Prog. Console Prog. 1 Morsetto di Console Prog. controllo 2 Console Prog. Morsetto di controllo (ingresso in tensione) 3 Morsetto di Morsetto di controllo controllo (ingresso in tensione) 4 Console Prog. Morsetto di controllo (ingresso in corrente) 5 Morsetto di Morsetto di controllo controllo (ingresso in corrente) for: senso rotazione avanti reU: senso rotazione indietro 0: Comando rotazione avanti/indietro 1: Ripristino guasto 2: Guasto esterno quando ON 3: Guasto esterno quando OFF 4: Comando multivelocit n09 Sceglie uscita multifunzione 0: Presenza di guasto 1: Funzionamento in atto 2: Frequenze coincidenti

n02

Sceglie modalit funzionamento

n04

Sceglie rotazione Avanti/Indietro Sceglie ingresso multifunzione

n06

73

Modalit duso
Numero parametro n11 n12 n20 n21 n24 n25 LED Descrizione Frequenza di riferimento 1 Frequenza di riferimento 2 Tempo di accelerazione Gamma applicazione da 0,0 a 400 (Hz) [6,0] da 0,0 a 400 (Hz) [0,0] da 0,0 a 999 [10,0]

Appendice A
Definizione

Tempo di decelerazione da 0,0 a 999 [10,0] Frequenza massima Tensione massima (modelli a 200 V) Tensione massima (modelli a 400 V) Frequenza alla massima tensione (frequenza base) Protezione termica elettronica Prevenzione di stallo in decelerazione Funzionamento dopo ripristino da mancanza tensione da 50,0 a 400 (Hz) [60,0] 1... 255 (V) [200] 2... 520 (V) [400] 1,6... 400 (Hz) [60,0]

n26

n31

n33 n36

0,0... 120% della corrente nominale dellinverter Indicare la corrente nominale del motore. 0: Prevenzione stallo 1: Nessuna prevenzione 1: Il funzionamento continua a condizione che linterruzione di tensione sia contenuta in 0,5 secondi. 2: Il funzionamento continua incondizionatamente. 1: 2,5 (kHz) 2: 5 (kHz) 3: 7,5 (kHz) 4: 10 (kHz)

n37

Frequenza di modulazione

n39 n40

Guadagno frequenza di riferimento Bias su frequenza di riferimento

0,10... 2,00 (volte) [1,00] 99... 99 (%) [0]

Nota:

I valori nelle parti ombreggiate o fra parentesi sono i valori di predefinizione. Modello multifunzione Definizione

Elenco dei parametri utilizzati con 3G3EV - Versione ad alta funzionalit Numero parametro n01 LED Descrizione Gamma applicazione

Parametro scrittura 0: Pu essere impostato solo n01. inibita/inizializzazione 1: Tutti i parametri possono essere impostati (solo parametri in STOP). 2: Come al punto 1 ma i parametri n04, 11-23, 38-40, 45, 54 possono essere impostati anche in RUN (solo MA-CUE/MA-CUE-S1)(nota) 8: Reset generale (impostazione di fabbrica 2 fili). 9: Linverter inizializzato in modalit sequenza a tre fili.

Nota

Impostando il valore 2 nel parametro n01, per poter nuovamente accedere ai parametri necessario . premere contemporaneamente i tasti

74

Modalit duso
Numero parametro n02 LED Descrizione Sceglie modalit funzionamento Gamma applicazione

Appendice A
Definizione

n03 n04

Sceglie modalit di fermata Sceglie rotazione Avanti/Indietro Sceglie inizibizione rotazione indietro

Frequenza di riferimento 0 Console Prog. Console Prog. 1 Morsetto di controllo Console Prog. 2 Console Prog. Morsetto di controllo (ingresso in tensione) 3 Morsetto di controllo Morsetto di controllo (ingresso in tensione) 4 Console Prog. Morsetto di controllo (ingresso in corrente) 5 Morsetto di controllo Morsetto di controllo (ingresso in corrente) 6* Console Prog. Comunicazione 7* Morsetto di controllo Comunicazione 8* Comunicazione Console Prog. 9* Comunicazione Morsetto di controllo (terminale in tensione) 10* Comunicazione Morsetto di controllo (terminale in corrente) 11* Comunicazione Comunicazione * Funzioni disponibili solo su MA-CUE 0: Decelerazione e fermata 1: Marcia per inerzia for: senso rotazione avanti reU: senso rotazione indietro

Comando Run

n05 n06

n07

0: Accetta 1: Rifiuta Sceglie ingresso mul- 0: Comando rotazione avanti/indietro tifunzione 1 1: Ripristino guasto 2: Guasto esterno quando ON 3: Guasto esterno quando OFF 4: Comando multivelocit 1 5: Comando multivelocit 2 6: Comando multivelocit 3 7: Comando frequenza lenta 8: Comando passaggio tra tempo accelerazione e decelerazione 9: Comando blocco basi esterno quando ON) 10:Comando blocco basi esterno quando OFF 11: Comando ricerca da frequenza massima 12:Comando ricerca da frequenza prestabilita 13:Comando inibizione accelerazione/decelerazione 14:Comando passaggio locale/remoto Sceglie ingresso mul- da 1 a 14: uguale a n06 [2] non valido se n08 = 15 tifunzione 2

75

Modalit duso
Numero parametro n08 LED Descrizione Gamma applicazione

Appendice A
Definizione

Sceglie ingresso mul- da 1 a 14: uguale a n06 [4] tifunzione 3 15: comando UP/DOWN 16*: Stop di emergenza e segnalazione di errore (contatto di ingresso NA) 17*: Stop di emergenza e nessuna segnalazione di errore (contatto di ingresso NA) 18*: Stop di emergenza e segnalazione di errore (contatto di ingresso NC) 19*: Stop di emergenza e nessuna segnalazione di errore (contatto di ingresso NC) 20,21: non disponibile 22*: LED mostra lo stato di trasmissione Tx/Rx solo MA-CUE 23*: modalit Auto test * Funzioni disponibili solo sul modello MA-CUE n09 0: Presenza di guasto Sceglie uscita multifunzione 1 (MA, MB) 1: Funzionamento in corso 2: Frequenze coincidenti 3: Funzionamento a vuoto 4: Rilevamento frequenza Frequenza di uscita livello rilevamento frequenza determinato dal valore impostato nel parametro n53 5: Rilevamento frequenza Frequenza di uscita livello rilevamento frequenza determinato dal valore impostato nel parametro n53 6: Rilevamento sovracoppia 7: Blocco basi in corso 8: Rilevamento tensione (UV) 9: Ricerca velocit 10: Modalit Run 11: Funzionamento normale (presenza di guasto quando OFF) solo MA-CUE 12: Ready (solo MA-CUE) 13: Uscita impostata da trasmissione (solo MACUE) n10 Sceglie uscita multida 0 a 13: uguale a n09 [0] funzione 2 (PA) n11 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [6,0] mento 1 n12 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [0,0] mento 2 n13 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [0,0] mento 3 n14 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [0,0] mento 4 n15 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [0,0] mento 5 n16 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [0,0] mento 6 n17 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [0,0] mento 7 n18 Frequenza di riferida 0,0 a 400 (Hz) [0,0] mento 8

76

Modalit duso
Numero parametro n19 n20 n21 n22 n23 n24 n25 n26 LED Descrizione Frequenza di jog Tempo di accelerazione 1 Tempo di decelerazione 1 Tempo di accelerazione 2 Tempo di decelerazione 2 Frequenza massima Tensione massima Frequenza alla massima tensione (frequenza base) Frequenza di uscita intermedia Tensione alla frequenza di uscita intermedia Frequenza di uscita minima Tensione alla frequenza di uscita minima Protezione termica elettronica Caratteristica della protezione termica elettronica Gamma applicazione da 0,0 a 400 (Hz) da 0,0 a 999 (secondi) da 0,0 a 999 (secondi) da 0,0 a 999 (secondi) da 0,0 a 999 (secondi) da 50,0 a 400 (Hz) da 1 a 255 (V) da 0,6 a 400 (Hz)

Appendice A
Definizione [6,0] [10,0] [10,0] [10,0] [10,0] [60,0] [200] [60,0]

n27 n28

da 0,5 a 399 (Hz) da 1 a 255 (V)

[1,5] [12]

n29 n30

da 0,5 a 10.0 (Hz) da 1 a 50 (V)

[1,5] [12]

n31 n32

n33 n34

n35

n36

n37

n38

da 0,0 a 120% della corrente nominale dellinverter Indicare la corrente nominale del motore. 0: Motore standard con tempo di intervento standard 1: Motore standard con tempo di intervento breve 2: Motore dedicato con tempo di intervento standard 3: Motore dedicato con tempo di intervento breve 4: Nessuna protezione termica Prevenzione di stallo 0: Prevenzione stallo in decelerazione 1: Nessuna prevenzione Livello prevenzione di da 30 a 200 (%) [170] (basato sulla corrente dellinverter nominale constallo in decelerasiderata come 100 percento) zione Livello prevenzione di da 30 a 200 (%) [160] (basato sulla corrente dellinverter nominale constallo in decelerasiderata come 100 percento) zione Funzionamento dopo 0: Funzionamento interrotto. ripristino da man1: Il funzionamento continua a condizione che canza tensione linterruzione di tensione sia contenuta in 0,5 secondi. 2: Il funzionamento continua incondizionatamente Frequenza di modu 1: 2,5 (kHz) lazione 2: 5 (kHz) 3: 7,5 (kHz) 4: 10 (kHz) Boost automatico di da 0,0 a 3,0 [1,0] coppia

77

Modalit duso
Numero parametro n39 n40 LED Descrizione Guadagno frequenza di riferimento Polarizzazione sulla frequenza di riferimento Limite superiore frequenza di riferimento Limite inferiore frequenza di riferimento Selezione funzionamento di ingresso frequenza di riferimento Uscita analogica multifunzione Gamma applicazione da 0,10 a 2,00 (volte) da 99 a 99 (%)

Appendice A
Definizione [1,00] [0]

n41 n42 n43

da 0 a 110 (%) da 0 a 110 (%) 0: Frequenza di riferimento 1: Ripristino errore

[100] [0]

n44 n45 n46 n47 n48 n49

n50

n51 n52 n53 n54 n55 n56 n57 n58

0: Frequenza di uscita 1: Corrente di uscita Guadagno uscita ana- da 0,00 a 2,00 [0,30] logica multifunzione Iniezione di c.c. da 0 a 100 (%) [50] Tempo di iniezione da 0,0 a 5,0 (secondi) [0,5] c.c. Tempo di iniezione da 0,0 a 5,0 (secondi) [0,0] c.c. di avviamento Accelerazione e 0: Nessuna accelerazione e decelerazione a decelerazione a forma di S curva a S 1: Tempo caratteristica a forma di S impostato a 0,2 secondi 2: Tempo caratteristica a forma di S impostato a 0,5 secondi 3: Tempo caratteristica a forma di S impostato a 1,0 secondi Funzione sovracop0: Linverter non controlla la sovracoppia. pia 1: Linverter controlla la sovracoppia solo quando la velocit corrisponde. Continua a funzionare anche quando viene rilevata la sovracoppia. 2: Linverter controlla la sovracoppia solo quando la velocit corrisponde. Continua a funzionare anche quando viene rilevata la sovracoppia. 3: Linverter controlla sempre la sovracoppia durante il funzionamento. Continua a funzionare anche quando viene rilevata la sovracoppia. 4: Linverter controlla sempre la sovracoppia dutante il funzionamento. Continua a funzionare anche quando viene rilevata la sovracoppia. Livello rilevamento da 30 a 200 (%) [160] sovracoppia Livello rilevamento da 0,1 a 10.0 (secondi) [0,1] sovracoppia Livello rilevamento da 0,0 a 400 (Hz) [0,0] frequenza Guadagno compenda 0,0 a 9,9 (%) [0,0] sazione scorrimento Corrente a vuoto da 0 a 99 (%) [40] motore Salto di frequenza 1 da 0,0 a 400 (Hz) [0,0] Salto di frequenza 2 da 0,0 a 400 (Hz) [0,0] Salto di frequenza 3 da 0,0 a 400 (Hz) [0,0]

78

Modalit duso
Numero parametro n59 n60 LED Descrizione Ampiezza salto Numero di tentativi di ripartenza in caso di errore Unit di misura monitor frequenza di riferimento Gamma applicazione da 0,0 a 25,5 (Hz) da 0 a 10 (volte)

Appendice A
Definizione [1,0] [0]

n65

n66

Selezione modalit di STOP in caso di Time 1: Nessuna modalit Over della comunica2: STOP con rampa a decelerazione decel 2 (n23) zione (pi di 2 sec) Selezione del Baud rate 0: 2400 bps 1: 4800 bps 2: 9600 bps 3: 19200 bps 0: Pari 1: Dispari 2: Nessuna da 5 a 40 (msec)

0: 0,1 Hz 1: 0,01 Hz 2: 30000/100% (il 100% riferito alla freq. max.) 3: 0,1% (rispetto alla freq. max.) 0: Fermata per inerzia

n71

n74

Selezione Parit

n78 n82

Tempo di attesa per linvio del comando Modo di trasmissione per JVOP-122 Indirizzo di Slave

[5]

n83

0: Accesso alla memoria 1: Comunicazione Modbus 2: Comunicazione Modbus con funzione LED da 0 a 31 [0] unit: 1 (decimale)

Nota

I valori nelle parti ombreggiate o tra parentesi sono i valori predefiniti.

79

B
Appendice B Comunicazione MODBUS
B-1 B-2 B-3 B-4 B-5 B-6 Caratteristiche Connessione del tastierino di interfaccia Cablaggio della rete Impostazione dei parametri di comunicazione Comandi Mappa dei registri Modbus (Holding Register) B-7 Comunicazioni Broadcast B-8 Accesso ai parametri dellinverter B-9 Funzioni di sicurezza

Comunicazione MODBUS B-1 Caratteristiche


H Il protocollo Modbus

Appendice B

E un protocollo di comunicazione messo a punto dalla MODICON per i collegamenti seriali con i propri PLC. La comunicazione avviene tra ununit master e pi slaves (fino a 247); solo il master pu iniziare la trasmissione, slave rispondono solo alle richieste del master. Lo scambio di dati si realizza tramite messaggi strutturati in frame la cui struttura dipende in parte dal comando. La struttura di base della comunicazione Modbus la seguente:
Richiesta dal master
Indirizzo del dispositivo Codice funzione Dati CRC Indirizzo del dispositivo Codice funzione Dati CRC

Risposta dello slave

Nella presente implementazione viene usato il modo RTU (Remote Terminal Unit) in cui i dati vengono trasmessi come byte. Indirizzo e codice funzione occupano un byte ciascuno mentre il CRC costituito da 2 byte. Ogni slave dotato di un proprio indirizzo (da 1 a 247), lindirizzo 0 riservato alle comunicazioni Broadcast (trasmissione simultanea a tutti gli slave) per la quale non prevista una risposta da parte dello slave; le funzioni di lettura non possono essere eseguite in broadcast. Il CRC un particolare codice di controllo che consente di verificare lintegrit del frame. Per il calcolo del CRC (Cyclic Redundancy Check) esistono diversi algoritmi basati sulla manipolazione dei caratteri che costituiscono il messaggio.

D Algoritmo di calcolo del CRC


Lalgoritmo utilizzato per il calcolo del CRC di tipo tabellare; vengono utilizzate due tabelle (una HI e laltra LO) di 256 byte luna, memorizzate in una serie di DM. Lalgoritmo di calcolo il seguente: Inizializzazione del CRC con il valore &HFF in due DM successivi (CRC_HI e CRC_LO); XOR fra CRC_HI e primo byte del messaggio per la creazione di un INDICE di posizione usato internamente alle tabelle; XOR fra CRC_LO e valore della tabella HI alla posizione INDICE, posto in CRC_HI; CRC_LO posto uguale al valore della tabella LO alla posizione INDICE; Ripetere i passi 2, 3, e 4 per tutti i byte del messaggio da trasmettere. Linverter 3G3EV-xxxxx-MA-CUE versione Modbus amplia le potenzialit del prodotto con la possibilit di avere una comunicazione seriale in rete RS485 con protocollo Modbus. Per utilizzare la rete Modbus necessario installare linterfaccia remota 3G3EVPJVOP485 che viene inserita al posto del tastierino per la comunicazione. Prima di inserire linterfaccia contenente la porta per la comunicazione, necessario modificare, con lausilio del tastierino standard, i parametri che impostano il protocollo di trasmissione e lindirizzo dello slave. Di seguito presente una lista dei parametri aggiunti alla versione avanzata dellinverter 3G3EV per impostare i valori necessari alla comunicazione. Una volta modificati i parametri per la comunicazione spegnere linverter e, ad inverter completamente spento, sostituire il tastierino standard con il tastierino interfaccia seriale. Per le connessioni relative allinterfaccia di comunicazione Modbus riferirsi alle indicazioni seguenti.

82

Comunicazione MODBUS

Appendice B

B-2 Connessione del tastierino di interfaccia


H Connessione: Seriale Modbus RS485 3G3EV-PJVOP485

.....
1 2 3 4 5 1: S/R 2: S/R+ 3: SG 4: S/R 5: S/R+

H Resistenza di terminazione
Retro della console di interfaccia

OMRON ON Resistenza OFF sw

H Comandi
D Comandi Modbus
Codice comando 03hex 10hex Funzione Lettura Holding Register Scrittura Holding Register N. max. di registri di lettura/scrittura 16 (32 byte) 16 (32 byte)

Funzione 03H, lettura multipla degli Holding Register Consente la lettura di uno o pi registri ritentivi a 16 bit. Es: lettura dei registri 32,33,34,35 dallo slave 2. Messaggio lato Master Indirizzo Slave Codice comando 1 registro da leggere N registri da leggere CRC 02H 03H 00H 20H 00H 04H 45H F0H Byte pi significativo (Hi) Byte meno significativo (Lo) Byte Hi Byte Lo

83

Comunicazione MODBUS
Risposta dello Slave Indirizzo Slave Codice Comando N di byte letti Contenuto del 1 registro Contenuto del 2 registro Contenuto del 3 registro Contenuto del 4 registro CRC 02H 03H 08H 00H 85H 00H 00H 00H 00H 13H 88H 43H 0DH Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo

Appendice B

Se si cerca di leggere un registro inesistente o un numero di registri superiore al consentito viene generato un frame di errore. Funzione 10H, scrittura multipla degli Holding Registers Consente la scrittura di uno o pi registri ritentivi di 16 bit. Es: scrittura dei valori 0001H e 7530H nei registri 1 e 2 dello slave 1. Messaggio lato Master Indirizzo Slave Codice comando 1 registro N registri scrivere N di byte Dati per il 1 registro Dati per il 2 registro CRC 01H 10H 00H 01H 00H 02H 04H 00H 01H 75H 30H 45H 27H Risposta dello Slave Indirizzo Slave Codice Comando Indirizzo del 1 registro N registri scritti CRC 01H 10H 00H 01H 00H 02H 10H 08H Se si cerca di leggere un registro inesistente o un numero di registri superiore al consentito viene generato un frame di errore. Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo Byte Hi Byte Lo

84

Comunicazione MODBUS B-3 Cablaggio della rete

Appendice B

Di seguito e nelle pagine seguenti vengono mostrati alcuni esempi di cablaggio con i convertirori seriali OMRON. Per la comunicazione in RS485 sufficiente un doppino intrecciato. Per aumentare limmunit ai disturbi, si pu ricorrere alla schermatura dei cavi attuando le dovute precauzioni al fine di non creare anelli di terra. Collegare la calza dello schermo solo sul convertitore ad un buon punto di terra.

H Collegamento in rete RS485 con SYS-AL007-OEE-I


Il convertirore SYS AL007 effettua la conversione da RS232 a RS485 in modo totalmente automatico, non necessaria la gestione del segnale di RTS per stabilire la direzione della comunicazione. Questo convertitore per poter funzionare richiede limpostazione della velocit di comunicazione e del formato dei dati. Per i dettagli sulla sua configurazione consultare il foglio di istruzioni accluso al prodotto.

H Collegamento PLC/convertitore
PLC/ASC02 2 3 4 5 9 TX RX RTS CTS GND RS232 SYS AL007 TX RX GND Alimentazione +24 Vcc GND 5 6 3 2 1

Per i PLC il ponticello tra 4 e 5 non necessario.

H Collegamento convertitore/inverter
SYS AL007 2 3 1 + GND RS485 Inverter 1 S+ S R+ R Inverter 2 S+ S R+ R

Inserire le resistenze di terminazione sul convertitore (jumper J3 inserito) e sullultimo inverter della rete.

H Collegamento con C200HW-COM06-E/Inverter


C200HW-COM06-E 2 3 + Inverter 1 S S+ R R+ Inverter 2 S S+ R R+
Inserire le resistenze di terminazione sulla scheda C200HW-COM06-E (DIP switch SW2 a ON) e sullultimo inverter della rete.

85

Comunicazione MODBUS

Appendice B

B-4 Impostazione dei parametri per la comunicazione


N. 02 Parametro Mode: modalit di funzionamento Descrizione Valore Run F. ref 0 Tastierino Tastierino (n.11) 1 Terminali Tastierino (n.11) 2 Tastierino Terminali (tensione) 3 Terminali Terminali (tensione) 4 Tastierino Terminali (corrente) 5 Terminali Terminali (corrente) 6 Tastierino Comunicazione (0002H) 7 Terminali Comunicazione (0002H) 8 Comunicazione Tastierino (n.11) 9 Comunicazione Terminali (tensione) 10 Comunicazione Terminali (corrente) 11 Comunicazione Comunicazione (0002H) 0-15: Come da scheda standard 16: Stop di emergenza e segnalazione di errore (contatto di ingresso NA) 17: Stop di emergenza e nessuna segnalazione di errore (contatto di ingresso NA) 18: Stop di emergenza e segnalazione di errore (contatto di ingresso NC) 19: Stop di emergenza e nessuna segnalazione di errore (contatto di ingresso NC) 20: Non disponibile 21: Non disponibile 22: LED mostra lo stato di trasmissione Tx/Rx 23: Modalit self-test 0-10: 11: 12: 13: 0-13: 0: 1: 2: 3: 0: 1: 2: Come da scheda standard Condizioni normali (NC uscita di errore) Ready Uscita impostata da trasmissione Come il parametro n.9 0,0 Hz 0,01 Hz 30000/100% 0,1% Disponibile (arresto per inerzia) Non disponibile Disponibile (arresto a rampa Decel: n.23) Impostazione di fabbrica 11

08

Sel. ingresso 3

09

Sel. uscita MA

10 65

Sel. uscita PA Frequenza di riferimento: selezione dellunit di misura nel monitoraggio

0 0

66

71

Selezione Time Over Detection: verifica della comunicazione. Si arrester linverter in caso di mancanza di comunicazione per pi di 2 s. Selezione Baud Rate 0: 1: 2: 3:

2400 bps 4800 bps 9600 bps 19200 bps

86

Comunicazione MODBUS
N. 74 Parametro Selezione Parit Descrizione 0: Pari 1: Dispari 2: Nessuna Range: 5...40 ms Unit: 1 ms Range: 0...31 Unit: 1 (decimale)

Appendice B
Impostazione di fabbrica 0

78 83

Tempo di attesa per la risposta (nota) Indirizzo Slave

5 0

Nota

Permette di impostare il tempo di attesa tra lesecuzione di un comando e linvio della risposta. Il tempo pu essere impostato tra 5 ms e 50 ms in unit di 1 ms (limpostazione di fabbrica 5 ms).

87

Comunicazione MODBUS

Appendice B

B-5 Mappa dei registri Modbus (Holding Register)


Elenco degli Holding Register Indirizzo 0000h 0001h Descrizione Riservato Registro di comando Bit Funzione 0 RUN 0 = STOP 1 = RUN 1 Reverse RUN 0 = Forward 1 = Reverse 2 Guasto esterno 3 Ripristino 4 Ingresso multifunzione 1 5 Ingresso multifunzione 2 6 Ingresso multifunzione 3 7-15 Riservati Frequenza di riferimento Guadagno V/f (1000/100%) Riservati Multifunzioni Bit Funzione 0 Uscita multifunzione 1 1 Uscita multifunzione 2 2-15 Riservati Riservati Registro di stato Bit Funzione 0 Inverter in RUN 1 Inverter in reverse RUN 2 Inverter pronto 3 Inverter guasto 4 Errore nellimpostazione dei dati 5 Stato delluscita multifunzione 1 6 Stato delluscita multifunzione 2 7-15 Non utilizzati Tipo di errore Bit Funzione 0 Sovracorrente 1 Sovratensione 2 Inverter sovraccarico 3 Surriscaldamento 4 5 6 7 Guasto esterno 8 Guasto hardware 9 Motore sovraccarico 10 Coppia eccessiva 11 12 Perdita di alimentazione 13 Guasto alimentazione scheda di controllo 14 Errore di comunicazione 15 Stato della comunicazione Accesso R/W

0002h 0003h 0004h-0008h 0009h

R/W R/W R/W

000Ah-001Fh 0020h

RO

021h

RO

021h (cont.) 0022h

RO RO

88

Comunicazione MODBUS
Indirizzo

Appendice B
Accesso

0023h 0024h 0025h-0026h 0027h 0028h 0029h-002Ah 002Bh 002Ch

002Dh 002Eh-0030h 031h 0032h-003Ch 003Dh

003E-00FFh

Descrizione Bit Funzione 0 Scrittura dati 1 2 3 Dato fuori limite 4 Errore di consistenza 5-15 Non utilizzati Frequenza di riferimento Frequenza di uscita Riservati Corrente di uscita 10/A Riferimento della tensione di uscita (V) Riservati Stato degli ingressi multifunzione Stato dellinverter Bit Funzione 0 Inverter in RUN 1 Frequenza 0 2 Frequenza raggiunta 3 4 Frequenza di uscita n53 5 Frequenza di uscita n53 6 Inverter pronto 7 Tensione Bassa 8 Uscita spenta 9 Ingresso frequenza di riferimento (1 = tastiera 0 = Modbus) 10 Ingresso comando di RUN (1 = tastiera 0 = Modbus) 11 Sovracoppia 12 13 14 Inverter guasto 15 Errore di comunicazione Stato delle uscite multifunzione Riservati Tensione continua del circuito principale (V) Riservati Errori di comunicazione Bit Funzione 0 Errore sul CRC 1 Lunghezza dati errata 2 3 Errore di parit 4 Buffer overrun 5 Frame errata 6 Tempo scaduto 7-15 Non utilizzati Riservati

RO RO RO RO RO RO RO RO RO

RO RO RO RO

Legenda: R/W = lettura/scrittura, RO = sola lettura, WO = sola scrittura

89

Comunicazione MODBUS B-6 Comunicazioni Broadcast

Appendice B

Nella comunicazione Broadcast, trasmissione simultanea a tutti gli inverter, sono accessibili solo i registri 1 e 2 che assumono la seguente configurazione. Indirizzo 001h Descrizione Accesso WO Errori di comunicazione Bit Funzione 0 RUN 0 = STOP 1 = RUN 1 Reverse RUN 0 = Forward 1 = Reverse 2 3 4 Guasto esterno 5 Ripristino 6-15 Non utilizzati Frequenza di riferimento (unit fissa 30000/100%) WO

002h

Legenda: R/W = lettura/scrittura, RO = sola lettura, WO = sola scrittura

90

Comunicazione MODBUS B-7 Accesso ai parametri dellinverter

Appendice B

Tutti i parametri dellinverter hanno un corrispondente indirizzo Modbus; lindirizzo si ottiene sommando 256 (100h) al numero del parametro e convertendo poi il risultato in notazione esadecimale. Esempio: Lindirizzo Modbus del parametro n20, tempo di accelerazione 1, si ottiene nel modo seguente: 0 + 256 = 276 (in esadecimale sar 0114h) La scrittura dei parametri in EEPROM avviene scrivendo il comando Modbus di ENTER. Si scrive il valore 1 nel registro Modbus 900h. Note 1. I limiti e le modalit di accesso ai parametri sono gli stessi esistenti per il tastierino. 2. Tutti i valori sono rappresentati in notazione esadecimale.

91

Comunicazione MODBUS B-8 Funzioni di sicurezza

Appendice B

Linverter possiede una funzione che consente di verificare la presenza o meno della comunicazione. Questa funzione pu essere utilizzata per provocare larresto di emergenza dellinverter in caso di perdita di collegamento: PLC fermo o guasto, interruzione dei cavi di comunicazione, ecc. Per attivare questa modalit procedere come segue: Note 1. Impostare il parametro n66. 2. Se il valore impostato nel parametro n66 2, si ottiene uno stop con decelerazione, se 0, si ottiene lo stop a motore libero. Per ripristinare il funzionamento originale dopo un errore di comunicazione sufficiente scrivere 8 nel registro Modbus 001h dellinverter, oppure spegnere e riaccendere linverter. Nota Quando si attiva la verifica della comunicazione, il dispositivo deve essere interrogato almeno una volta ogni due secondi. Le pause superiori a due secondi vengono interpretate come assenza di comunicazione. Occorre sempre portare i fili per lo stop di emergenza degli inverter. La comunicazione Modbus non garantisce una sicurezza e rapidit di intervento sufficienti.

Attenzione:

92

Storia delle revisioni


Un codice di revisione del manuale viene aggiunto come suffisso al numero di catalogo del manuale.

Cat. N. OMI013I11B
Codice di revisione La tabella seguente mostra le modifiche apportate al manuale in ciascuna revisione. I numeri di pagina si riferiscono alla versione precedente.
Codice di revisione 1 1A Data Gennaio 1997 Gennaio 1998 Contenuto revisionato Produzione originale in lingua italiana La presente versione stata aggiornata per fornire informazioni su: compatibilit EMC elenco e caratteristiche dei filtri di ingresso e di uscita modelli, caratteristiche e parametri di funzionamento dei modelli a 400 Vc.c. Aggiunta modelli MA-CUE e Modbus

1B

Aprile 1999

Il presente manuale stato prodotto partendo dalloriginale in lingua inglese:

Cat. N. I013E11
Codice di revisione

93

Potrebbero piacerti anche