Sei sulla pagina 1di 18

GRAMMATICA EXPERTOS

UNITÀ 1

COSTRUZIONI DI FRASI PASSIVE E IMPERSONALI


Ser + participio (+por+complemento agente) → il participio concorda con genere e numero del soggetto
che subisce l’azione (paziente).
Se impersonal → se + 3a persona del singolare o plurale per parlare di un’azione senza rifersi a chi la
compie. Il verbo concorda con l’oggetto o la persona che riceve l’azione.
Questa costruzione si utilizza anche nel caso in cui non vengono specificati l’oggetto o la persione che
riceve l’azione.

DESCRIZIONI DI POSTI E COMPITI (PUESTO Y TAREAS)


FUTURO SEMPLICE
Nei testi amministrativi è frequente l’uso del futuro semplice per discrivere posti di lavoro, responsabilità
e processi che si svilupperanno in futuro.
Si usa anche per fare predizioni sul futuro.

ALTRE FORME DEL FUTURO


Presente indicativo → presentiamo qualcosa come un fatto sicuro, una decisione ferma.
Ir a + indicativo –> decisioni o piani futuri che consideriamo evidenti.
Futuro semplice → si forma aggiungendo all’infinito del verbo le desinenze del futuro:

é
hablar ás
comer + á
escribir emos
éis
án

VERBI IRREGOLARI

decir → dir- hacer → har- poner → pondr- tener → tendr-


haber → habr- querer → querr- poder → podr- salir –→ saldr-
venir → vendr-

MARCATORI TEMPORALI DEL FUTURO

esta mañana/tarde/noche el domingo/jueves


mañana el fin de semana/este fin de semana
pasado mañana este fin de semana/mes/año

NOMINALIZZAZIONE
È frequente nei testi sintetici, come i periodici o i testi amministrativi.
I sostantivi utilizzati in questo tipo di costruzione possono provenire da verbi o aggettivi.
Dai verbi:
-ción/-cción/-sión -ado/-ada/-ido/-ida miento (maschile)
Dagli aggettivi:
-ez/eza (femminile) -idad (femminile)
Queste strutture nominali possono obbligare l’uso di una preposizione determinata.
Elaborar informes → elaboración de
Realizar tareas → realización de
Incorporarse al puesto de trabajo → incorporación
Renunciar → renuncia

L’IMPERATIVO
L’imperativo ha solo quattro forme: le seconde persone singolari e plurali e le terze persone singolari e
plurali (tú, vosotros, usted, ustedes).
Le uniche forme genuine sono quelle delle seconde persone singolari e plurali dell’imperativo affermativo.
La forma corrispondente del tú è uguale a quelle del presente del congiuntivo:

cierras → cierra pierdes → pierde vives → vive

Quella del vosotros si forma sostituendo la -r finale dell’infinito con una -d:

cerrar → cerrad perder → perded vivir → vivid

CONIUGAZIONE IMPERATIVO AFFERMATIVO

-ar -er/-ir
EVITAR RESPONDER
tú evita responde
usted evite responda
vosotros/as evitad responded
ustedes eviten respondan

Esistono alcuni verbi con una irregolarità solo alla persona del tú

poner → pon salir → sal venir → ven hacer → haz


tener → ten ser → sé decir → di ir → ve

CONIUGAZIONE IMPERATIVO NEGATIVO

-ar -er/-ir
USAR ESCRIBIR
tú no uses no escribas
usted no use no escriba
vosotros/as no uséis no escribáis
ustedes no usen no escriba

Con l’imperativo affermativo, i pronomi si collocano dopo il verbo, formando un’unica parola.
Con l’imperativo negativo i pronomi si collocano sempre prima del verbo.
Usiamo l’imperativo per dare consigli, suggerimenti, stabilire regole, norme o probizioni, dare ordini, etc.
L’utilizzo dell’imperativo implica un alto grado di confidenza o una gerarchia ben marcata. Per questo
motivo è frequente attenuare la forza dell’imperativo giustificandosi o introducendo formule di cortesie.

UNITÀ 2

PRESENTE DEL CONGIUNTIVO (PRESENTE SUBJUNTIVO)


VERBI REGOLARI
Il presente del congiuntivo ha tutte le terminazioni uguali sia per tutte e 3 le coniugazioni (-ar, -er, -ir).

TRABAJAR APRENDER ESCRIBIR


yo trabaje aprenda escriba
tú trabajes aprendas escribas
él/ella usted trabaje aprenda escriba
nosostros/as trabajemos aprendamos escribamos
vosotros/as trabajéis aprendais escribais
ellos/ellas/ustedes trabajen aprendan escriban

VOCALE TEMATICA
- ar → a => e (I verbi finiti in -ar formano il presente congiuntivo in e)
- er/ir → er/ir => a (I verbi finiti in -er/ir formano il presente congiuntivo in a)

VERBI IRREGOLARI
Verbi con cambio vocalico e → i/o → ue nel presente indicativo presentano gli stessi cambi nel presente
del congiuntivo

EMPEZAR ENCONTRAR
yo empiece encuentre
tú empieces encuentres
él/ella usted empiece encuentre
nosostros/as empecemos encontremos
vosotros/as empecéis encontréis
ellos/ellas/ustedes empiece encuentren

Verbi irregolari nella prima persona del presente indicativo hanno la stessa irregolarità in tutte le persone
del presente del congiuntivo

hacer → hag- venir → veng-


conocer → conozc- decir → dig-
tener → teng- oír → oig-
poner → pong- pedir → pid-
traer → traig- salir → salg-
Alcuni verbi presentano una radice totalmente irregolare

HABER IR SABER SER


yo haya vaya sepa sea
tú hayas vayas sepas seas
él/ella usted haya vaya sepa sea
nosostros/as hayamos vayamos sepamos seamos
vosotros/as hayáis vayáis sepáis seáis
ellos/ellas/ustedes hayan vayan sepan sean

ESPRIMERE OPINIONI
Parecer que + indicativo
No parecer que + congiuntivo
Considerar/pensar/creer que + indicativo
No considerar/pensar/creer que + congiuntivo
(No) Dudar que + congiuntivo
(No) Confiar en que + congiuntivo
Altre espresioni + que + congiuntivo
ESPRIMERE OPINIONI CON ESPRESSIONI IMPERSONALI
Es + aggettivo/sostantivo + que + congiuntivo
Con alcune strutture che esprimono evidenze o sicurezza si usa l’indicativo:
Es + aggettivo/sostantivo + que + indicativo

ESPRIMERE CONDIZIONI
Le condizioni si esprimono con il congiuntivo.

UNITÀ 3

CONDIZIONALE (EL CONDICIONAL SIMPLE)


Si forma aggiungendo all’infinito del verbo le desinenze del futuro

ía
hablar ías
comer + ía
escribir íamos
íais
ían

VERBI REGOLARI

ALQUILAR OFRECER DISCUTIR


yo alquilaría ofrecería discutiría
tú alquilarías ofrecerías discutirías
él/ella usted alquilaría ofrecería discutiría
nosostros/as alquilaríamos ofreceríamos discutiríamos
vosotros/as alquilaríais ofreceríais discutiríais
ellos/ellas/ustedes alquilarían ofrecerían discutirían
VERBI IRREGOLARI
I verbi irregolari nel condizionale hanno sempre la stessa radice irregolare come il futuro semplice:

caber → cabr- decir → dir- haber → habr- hacer → har-


poder → podr- poner → pondr- querer → querr- saber → sabr-
salir → saldr- tener → tendr- valer → valdr- venir → vendr-

Il condizionale si usa per:


• dare consigli, suggerire, proporre soluzioni;
• per chiedere consigli;;
• opinare su azioni e i comportamenti;
• evocare situazioni immaginarie o ipotetiche
• per esprimere desideri;
• per fare richieste;
• per parlare di condizioni.
Per dare consigli nella 2a persona usiamo poder, deber, tener que al condizionale.

IMPERFETTO DEL CONGIUNTIVO (IMPERFECTO DE SUBJUNTIVO)


L’imperfetto del congiuntivo si forma a partire dalla 3a persona del plurale del preterito indefinito (o
preterito perfetto semplice):

viajar → viajaron deber → debieron vivir → vivieron


estar → estuvieron saber → supieron decir → dijeron

Le desinenze sono ugali per tutti i verbi.

CONIUGAZIONE IMPERFETTO CONGIUNTIVO

PRESENTA DUE FORME:

VIAJAR DEBER DECIR


yo viajara debera dijera
tú viajaras deberas dijeras
él/ella usted viaja debera dijera
nosostros/as viajaramos deberamos dijeramos
vosotros/as viajarais deberais dijerais
ellos/ellas/ustedes viajaran deberan dijeran

Forma totalmente equivalente con la desinenza -se.

VIAJAR DEBER DECIR


yo viajase debiese dijese
tú viajases debieses dijeses
él/ella usted viajase debiese dijese
nosostros/as viajasemos debiésemos dijesémos
vosotros/as viajáseis debieseis dijeseis
ellos/ellas/ustedes viajasen debiesen dijesen

USO DEL CONGIUNTIVO CON ESPRESSIONI TEMPORALI DEL FUTURO


Molte espressioni temporali riferite al futuro esigono l’uso del congiuntivo:
cuando quieras + congiuntivo
simpre que necesite + congiuntivo
una vez...tenga + congiuntivo
en cuanto tengamos + congiuntivo
tan pronto como llegues + congiuntivo
el momento..que termine + congiuntivo

ESPRIMERE CONDIZIONI
Esistono vari modo per esprimere condizioni. Alcune sono temporali che dipendono dal contesto:
(solo) si ofrecen + indicativo
siempre que seas + congiuntivo
para debes/deberás/deberías + indicativo/condizionale
en el caso de que...esté + congiuntivo
cuando….lo exigan + congiuntivo
a no ser que llueva + congiuntivo

USO DEL CONGIUNTIVO PER DARE CONSIGLI


Esistono varie espressioni per dare consigli che possono richiedere l’uso del congiuntivo:
ser + aggettivo/sostantivo + que + congiuntivo
altre espressioni + que + congiuntivo
verbi che esprimo raccomandazioni + que + congiuntivo
Nelle frasi se il verbo della frase principale è al condizionale, il verbo della subordinata deve essere
all’imperfetto del congiuntivo.

UNITÀ 4

PRONOMI OGGETTO DIRETTO (OD) E OGGETTO INDIRETTO (OI)

PRONOMI OD PRONOMI OI
yo me me
tú te te
él/ella/usted lo/le/la le (se)
nosotros/aas nos nos
vosotros/as os os
ellos/ellas los les (se)
ustedes las les (se)

L’OD è la parte della frase – un sostantivo o un pronome - che riceve direttamente l’azione del verbo
(destinataria finale dell’azione del verbo). Può essere una cosa o una persona. Per evitare la ripetizione del
sostantivo al posto dell’OD usiamo il pronome di OD.
Il pronome personale lo può riferirsi anche a una parte del discorso o un pronome neutro (eso, aquello,
algo, etc). Può inoltre sostituirsi a aggettivo che completano i verbi come ser, estar o parecer.
Es. Louis es bastante eficiente, no? → Si, lo es, y muy responsable.
Per riferirsi a persone, si può utilizzare il pronome le invece di lo (maschile singolare).
L’OI, invece, è la parte della frase – un sostantivo o un pronome – che riceve indirettamente l’azione del
verbo (di solito preceduta dalla preposizione a). Per evitare la ripetizione dei sostantivi in posizione di OI
usiamo i pronomi di OI.

COMBINAZIONE, COLLOCAZIONE E USO DEL PRONOME


Quando si combinano i pronomi OD e OI si ordinano così → OI – OD.
Quando ai pronomi OI li segue un OD di 3a persona (sia plurale sia singolare), il primo si converte in se.
I pronomi personali si trovano generalmente davanti le forme coniugate del verbo, però si mettono dopo il
verbo quando questo va all’imperativo affermativo, infinito o gerundio, formando un’unica parola con él.
Quando i pronomi accompagnano perifrasi verbali, si possono collocare dopo la forma non coniugata o
prima della forma coniugata.
Quando l’OD si nomina prima del verbo si ripete in forma di pronome.
Quando l’OI si nomina prima del verbo, appare in forma di pronome. Con frequenza, il pronome appare
anche quando l’OI va dopo il verbo. Questa ripetizione è obbligatoria con verbi di sentimento, sensazione,
impressione, ecc.
Es. A nuestro asesor le hemos pedido un estudio detallado.

MEZZI PER ELABORARE INFROMAZIONI


Quando elaboriamo informazioni e altri testi completi, di solito utilizziamo espressioni come le seguenti
per connettere il testo.

OPPORRE UNA INFORMAZIONE A UN’ALTRA


ahora bien en cambio no obstante
sin embargo no solo...sino (también) minetras que + indicativo

CONCEDERE
a pesar de que aunque a pesar de + infinito
pese a + nome por más/mucho que + congiuntivo

ESPRIMERE FINALITÀ
a fin de + infinito para + infinito con el objeto de + infinito
con la intención/finalidad de + infinito para que + congiuntivo a fine de que + congiuntivo
con tal de que + congiuntivo

ESENTARE
excepto + sostantivo salvo + sostantivo excepto en el caso de + infin.
salvo en el caso de que + congiuntivo excepto que + congiun. salvo que + congiuntivo

INCLUDERE
incluso incluyendo
CONTRAPPORRE
por un lado...y/pero por otro + sostantivo por una parte...y/pero por otra + sostantivo

SPIEGARE
de manera que + indicativo es decir + indicativo es problema es que + indicativo
o sea + indicativo esto es + indicativo

ESPRIMERE CAUSA
a causa de + sostantivo debido a + sostantivo gracias a + sostantivo
por culpa de + sostantivo porque + indicativo ya que + indicativo
puesto que + indicativo

ESPRIMERE CONSEGUENZE
así pues + indicativo así que + indicativo por consiguiente + indicativo
esto supone que + indicativo por lo tanto + indicativo de ahí que + congiuntivo

RIFERIRSI A CERTI ASPETTI


con respecto a + sostantivo en lo riferido a + sostantivo
en cuanto a + sostantivo por lo que respecta a + sostantivo

GENERALIZZARE
con frequencia en conjunto por lo general
en general por lo común normalmente

UNITÀ 5

RACCONTARE NEL PASSATO

PRETERITO INDEFINITO (PASSATO REMOTO)


Serve per riferirsi ad azioni passate presentandole come terminate. Esprime che l’azione è iniziata ed è
terminata nel passato.

PRETERITO IMPERFETTO
Serve per riferirsi ad azioni o circostanze passate presentandole nel loro sviluppo.
Si usa solitamente nella descrizione di circostanze attorno a un avvenimento, delle caratteristiche passate
di qualcosa o per parlare di fatti abituali nel passato.

COMBINARE IL PRETERITO INDEFINITO E IMPERFETTO IN UN RACCONTO


Nella maggior parte delle narrazioni di fatti passati si combinano entrambi i tempo. Il preterito indefinito
produce l’effetto di <<fare avanzare il racconto>>; con il preterito imperfetto fermiamo il racconto e
descriviamo le circostanze o fatti che circondano ai fatti presentati nell’indefinito.

PRETERITO PERFECTO (PASSATO PROSSIMO)


Si utilizza per presentare azioni passate senza segnalare o specificare in quale momento del passato si
sono prodotte.
Lo utilizziamo anche per presentare azioni che si sono sviluppate una o più volte fino al momento attuale.
Si forma con il presento del verbo haber + particpio passato del verbo.

PRESENTE DEL VERBO + PARTICIPIO PASSATO


HABER
yo he
tú has vivido
él/ella/usted ha estado
nosotros/aas hemos tenido
vosotros/as habéis
ellos/ellas/ustedes han

PARTICIPI IRREGOLARI

abrir → abierto volver → vuelto decir → dicho


hacer → hecho ir → ido ser → sido
leer → leído poner → puesto romper → roto
ver → visto escribir → escrito

Si accompagna attraverso marcatori temporali quali:


• hasta hoy/ hasta ahora/ hasta el día de hoy;
• siempre;
• a mediodía
• alguna vez/una vez/muchas veces
• últimamente;
• recientemente;
• en los últimos años;
• en estos meses, desde que..;
• nunca
• etc.
Il preterito perfetto si utilizza anche quando pariamo di esperienze verificatesi in momenti che
relazionamo col presente. In questo caso, si accompagna con marcatori temporali che indicano questa
relazione, quali:
• hoy;
• esta mañana;
• estos días;
• esta semana;
• este mes;
• este año;
• etc.

Frasi negative → todavia/aún (ancora)


Frasi positive → ya (già)
PRETERITO PIUCCHEPERFETTO (TRAPASSATO PROSSIMO)
Si forma col il preterito imperfetto del verbo haber + il participio passato del verbo

IMPERFFECTO DEL VERBO + PARTICIPIO PASSATO


HABER
yo había
tú habías vivido
él/ella/usted había estado
nosotros/aas habíamos tenido
vosotros/as habíais
ellos/ellas/ustedes habían

Il preterito piuccheperfetto si usa per presentare un’azione passata facendo notare che questa sia
antecedente a un’altra azione anch’essa passata. Può essere accompagnato da marcatori temporali che
riflettono questa anteriorità:
• antes;
• hasta entonces;
• nunca;
• ya;
• etc.
Possiamo utilizzare il piuccheperfetto nelle frasi negative per esprimere che qualcosa si è prodotto per la
prima volta in un certo momento.

FRASI RELATIVE CON CONGIUNTIVO


Le frasi relative con l’indicativo si riferiscono a cose o persone che il parlante conosce o che sa che
esistono.
Con il congiuntivo, si riferiscono a cose o persone che il parlante non conosce e che descrive senza sapere
se realmente esistono, o meglio negando la loro esistenza.

CONNETTERE CON STRUTTURE RELATIVE


Le forme relative come donde o la forma relativa neutra lo que, a volte combinate con preposizioni, si
utilizzano con molta frequenza per dare coesione ai testi.

PERIFRASI VERBALI
Una perifrasi verbale è l’unione di due o più forme verbali che funzionano come un’unità. Sono composte
da un verbo coniugato, una preposizione o congiunzione, che può apparire o meno, e il verbo, che porta il
significato fondamentale e van nella forma non personale.

PERIFRASI DELL’INFINITO
• ir + a + infinito → intenzione di fare qualcosa o un’idea nel futuro immediato;
• empezar a + infinito → inizio di un’azione;
• volver a + infinito → ripetizione;
• acabar de + infinito → azione realizzata recentemente;
• tener que + infinito → obbligazione o consenso;
• deber + infinito → obbligazione o consenso;
• haber (en forma impersonal) + que + infinito → obbligazione o consenso;
• poder + infinito → possibilità.

PERIFRASI DEL GERUNDIO


• estar + gerundio → azione in sviluppo
• llevar + gerundio → azione che perdura (necessita di un quantificatore temporale)
• seguir + gerundio → continuità

PERIFRASI DEL PARTICIPIO


• tener + participio → realizzazione dell’azione con enfasi sul risultato;
• llevar + participio → realizzazione dell’azione con enfasi sul processo (necessità un
quantificatore).

UNITÀ 6

PERCENTUALI
In spagnolo le percentuali si esprimono precedute dall’articolo determinativo el o dall’articolo
indeterminativo un.
Quando il sostantivo che segue la percentuale è singolare concorda con gli altri elementi della frase al
singolare.
Quando quel sostantivo è al plurale, può concordare con gli altri elementi della frase al singolare o al
plurale.

ALCUNI COMPARATIVI SPECIALI


In spagnolo esistono alcuni comparativi speciali:
• mayor (que) [aggettivo] → más grande (que)
• menor (que) [aggettivo] → más pequeño (que)
• superior* (a) [aggettivo] → más alto (que)
• inferior* (a) [aggettivo] → más bajo (que)
* questi due aggettivi possono usarsi solo per parlare di elevazione, di grado e di categoria, però non si
riferiscono alla statura.
• mejor (que) [aggettivo] → más bueno (que)*
• peor (que) [aggettivo] → más malo (que)*
• mejor (que) y peor (que) [avverbi]*
* la forma más bueno (que) e más malo (que) sono incorrette per parlare di qualità; le forme más
bien e más mal osno sempre incorrette.

IL DISCORSO RIFERITO
Quando trasmettiamo le parole degli altri, usiamo differenti stili e mezzi, quasi sempre combinandoli.
Lo stile diretto consiste nel riprodurre testualmente, senza modificazione, le parole dell’altro, introdotte
da verbi come decir, preguntar, responder, etc.
Nello stile indiretto, non utilizziamo più la voce dell’altro ma piuttosto facciamo una serie di
modificazioni per trasmettere le parole di qualcuno in base alla nostra prospettiva personale, temporale,
spaziale, ecc (riportare le parole dette da qualcuno in precedenza). Per queste parole utilizzamo verbi
come decir, preguntarm responder, ecc, seguiti dalle particelle que o si.
Tutte queste modificazioni dipendono dal nostro punto di vista e dal momento e dal luogo in cui le
incontriamo.
I cambi che riguardano i tempo verbali dipendono anche dal nostro punto di vista.:
• presente indicicativo → preterito imperfetto
• futuro → condizionale
• preterito indefinito → preterito piuccheperfetto
• preterito imperfetto → preterito piuccheperfetto
• condizionale → condizionale
• imperativo → preferito imperfetto congiuntivo
• presente congiuntivo → preterito imperfetto congiuntivo
In molti casi, è il parlante che decide se cambiare i tempi verbali o no.

I VERBI DI TRASMISSIONE DI INFORMAZIONE


Per trasmettere le parole di altri, esistono una serie di verbi neutri di uso molto frequente:

decir que preguntar si


responder que preguntar qué/dónde

Altri verbi introducono alcune sfumature che, in una certo modo, interpretano l’azione del parlante:

recordar que afirmare que anunciar que


declarar que destacar que asegurar que
reconocer que comentar que señalar que
apuntar que prometer que replicar que
confesar que reiterar que repetir que
negar que*

* Il verbo negar obbliga l’uso del congiuntivo nella frase che la segue.
Altri verbi esprimono una volontà di influire nelle azioni degli altri e vanno accompagnati da frasi in
congiuntivo:
pedir que recomander que
sugerir que aconsejar que

Molti verbi di trasmissione di informazioni possono utilizzarsi seguiti da sostantivi per riassumere
l’informazione.

UNITÀ 7

FRASI TEMPORALI
Per situare un’azione nel tempo possiamo utilizzare frasi temporali, che si costruiscono in distinte maniere
secondo l’espressione temporale che si usa e il tempo a cui ci riferiamo.

FRASI REFERITE AL PASSATO


• cuando + indicativo
• en cuanto/tan pronto + indicativo
• una vez + indicativo
• mientras + indicativo
• antes de + infinito (quando i soggetti sono gli stessi)
• antes de que + congiuntivo (quando i soggetti sono differenti)
• después de + infinito (quando i soggetti sono gli stessi)
• después de que + congiuntivo (quando i soggetti sono differenti)

FRASI RIFERITE AL PRESENTE ABITUALE


• cuando + indicativo
• en cuanto/tan pronto + indicativo
• una vez + indicativo
• mientras + indicativo
• antes de + infinito (quando i soggetti sono gli stessi)
• antes de que + congiuntivo (quando i soggetti sono differenti)
• después de + infinito (quando i soggetti sono gli stessi)
• después de que + congiuntivo (quando i soggetti sono differenti)

FRASI RIFERITE AL FUTURO


• cuando + congiuntivo
• en cuanto/tan pronto + congiuntivo
• una vez + congiuntivo
• mientras + congiuntivo
• antes de + infinito (quando i soggetti sono gli stessi)
• antes de que + congiuntivo (quando i soggetti sono differenti)
• después de + infinito (quando i soggetti sono gli stessi)
• después de que + congiuntivo (quando i soggetti sono differenti)

LA CONCORDANZA TEMPORALI NELLE FRASI SUBORDINATE


Molte frasi subordinate riferite al presente o al futuro hanno il verbo al presente congiuntivo.
Quando queste frasi si riferiscono al passato, i verbi di solito sono all’imperfetto del congiuntivo.

FRASI RELATIVE RIFERITE A PERSONE O A COSE NON IDENTIFICATE O INESISTENTI


• quiera (presente congiuntivo)
• que quiera (presente congiuntivo)
• quisiera (imperfetto congiuntivo)

FRASI SUBORDINATE SEGUITE DA UN VERBO CHE IMPLICA INFLUENZA SUGLI ALTRI


VERBI
• escriba (presente congiuntivo)
• escribiera (imperfetto del congiuntivo)

FRASI SUBORDINATE SEGUITE DA UN VERBO DI GUSTO, SENSAZIONE O SENTIMENTO


• aporten (presente congiuntivo)
• aportaran (imperfetto congiuntivo)

FRASI SUBORDINATE CON PREPOSIZIONE


• para que podamos (presente congiuntivo)
• para que pudiéramos (imperfetto congiuntivo)

COSTRUZIONI CON CONDIZIONALI


Questa concordanza temporale si verifica anche nelle costruzioni condizionali: quando la frase principale
ha il verbo al condizioanle, la subordinata va all’imperfetto del congiuntivo.

VERBI PRONOMINALI
In spagnolo, molti verbi si costruiscono con la serie di pronomi me, te, se, nos, os, se.
In questo caso, il loro significato differisce dal significato del verbo senza quei pronomi, e i complementi
del verbo si costruiscono anch’essi in maniera differente:
• asegurarse de algo → obtener la seguirad de que algo es de cierta manera;
• asegurarle algo a alguien → darle a alguien la seguirdad sobra algo;
• negarse a hacer algo → decir alguien que no hará algo;
• negarle algo a alguien → no darle algo a alguien.

UNITÀ 8

PRETERITO PIUCCHEPERFETTO DEL CONGIUNTIVO E IL CONDIZIONALE COMPOSTO

PRETERITO PIUCCHEPERFETTO DEL CONGIUNTIVO

PRET. IMP. CONGIUNTIVO + PARTICIPIO PASSATO


DEL VERBO HABER
yo hubieria (-se)
tú hubierias (-ses) vivido
él/ella/usted hubieria (-se) estado
nosotros/aas hubiéramos (-semos) tenido
vosotros/as hubierais (-seis)
ellos/ellas/ustedes hubieran (-sen)

Le forme con -se sono equivalenti a quelle con -ra.


Questo tempo si usa per esprimere una condizione che non si è realizzata nel passato ed è anche una
conseguenza non realizzata nel passato.
Nel secondo caso, per esprimere la conseguenza non realizzata nel passato, si può utilizzare anche il
condizionale composto, anche se il suo uso è meno frequente.
CONDIZIONALE COMPOSTO

CONDIZIONALE DI + PARTICIPIO PASSATO


HABER
yo habría
tú habrías vivido
él/ella/usted habría estado
nosotros/aas habríamos tenido
vosotros/as habríais
ellos/ellas/ustedes habrían

FRASI CONDIZIONALI RIFERITE AL PRESENTE, AL FUTURO E AL PASSATO


Esistono varie combinazioni di cause e conseguenze secondo cui riferiamo al presente, al futuro e al
passato.

CONDIZIONI RIFERITE AL PRESENTE E AL FUTURO


Le condizioni riferite al presente o al futuro che vogliamo presentare come impossibile o poco possibili si
esprimono, generalmente, mediante l’uso dell’imperfetto del congiuntivo.
Le conseguenze possono riferirsi al presente o al futuro – e mettere il condizionale – o, più raramente, al
passato, e mettere il piuccheperfetto del congiuntivo.

CONDIZIONI RIFERITE AL PASSATO


Le condizioni riferite al passato e non complete si esprimono generalmente mediante il piuccheperfetto
del congiuntivo. Le conseguenze possono riferirsi al presente o al futuro – e mettere il condizionale – o al
passato, e mettere il piuccheperfetto del congiuntivo.
Quando in una frase appare solo la conseguenza nel passato – in piuccheperfetto del congiuntivo o
condizionale composto – si intende che nel contesto c’è una condizione che non c’è bisogno di esplicitare.
Molte volte, soprattutto con frasi negative o con verbi come deber, poder, o tener que, questo di frase
esprimono sorpresa, rimprovero o lamento.

CONNETTERE CON STRUTTURE RELATIVE


Le frasi relative possono essere specificative o esplicative. Le specifictative non vanno tra le virgole e
distinguono una parte degli elementi menzionati dalla precente.
Le esplicative vanno tra le virgole e si riferisocno a tutti gli elementi menzionati dalla frase antecedente.
Le forme el cual/la cual/los cuales/las cuales possono sostituire que nelle frasi relative esplicative.
Quando, nelle frasi relative, el cual/la cual/los cuales/las cuales fanno una funzione che richiede l’uso di
una preposizione, questa si colloca prima di quelle forme.
La forma lo cual può sostituire lo que nelle frasi relative esplicative. In questo caso, l’antecedente di lo
cual/lo que è una frase.

FRASI RELATIVE CON I VERBI SER E ESTAR


In testi di registro elevato, le frasi relative esplicative con i verbi ser e estar possono essere sostituite da
costruzioni senza forme relative e senza verbo.

ESPRIMERE LA COMPOSIZIONE
Ci sono molti verbi che esprimono composizione in differenti modi: formar, conformar, configurar,
componer, constituir, completar, incluir, etc.
USI DEI TEMPI VERBALI

PRÉTERITO PERFECTO → hablar de acciones desarrolladas hasta el momento actual, sin especificar ni
marcar cuándo tuvieron lugar (parlare di azioni sviluppatesi sino ad ora senza specificare ne segnalare
quando hanno avuto luogo).

PRÉTERITO INDEFINIDO (PERF. SIMPLE) → Presentar y enumerar acciones pasadas terminadas. La


acción comenzó y acabó en un punto pasado. Se usa para hablar de las acciones terminadas que hacen
avanzar la acción. Con este tiempo, marcamos las etapas del relato (Presentare ed enumerare azioni
passate terminate. La azione è iniziata e terminata in un punto del passato. Produce l’effetto di fare
avanzare la storia o dei racconti con le azioni. Con questo tempo si segnalano, quindi, le tappe del
racconto).

PRÉTERITO IMPERFECTO → Describir situaciones pasadas presentándolas en su desarrollo. Es el


tiempo de la descripción en el pasado; para hablar de hechos habituales. Se usa para hablar de las
circustancias que rodean las acciones pasadas, presentándolas como acciones en progreso o repetidas
(Descrive situazioni passate presentandole nel loro sviluppo. È il tempo della descrizione nel passato; per
paralre di fatti abitudinali. Si usa per parlare delle circostanze atorno alle azioni passate, presentandole
come azioni in progresso o ripetute).

PRÉTERITO PLUSCUAMPERFECTO → Presentar acciones anteiores terminadas. Presentar un accion


pasada indicando que es anterior a otra accion pasada. (Presentare azioni anteriori terminate. Presentare
un’azione passata indicando che è anteriore ad un altra azione passata).

UNITÀ 1
LAS CARTAS DE SOLICITUD DE EMPLEO (LETTERE DI DOMANDE DI LAVORO)

SALUDAR
Muy señor/a mío/a
Distinguido/a Sr./Sra.
Sr./Sra. Director/a de Recursos Humanos

ENVIAR UNA CANDIDATURA ESPONTÁNEA


Me permito dirigirle la presente para
Me tomo la libertad de escribirle para
Me dirijo a usted con el propósito de

HABLAR DE SU EXPERIENCIA
Tengo una amplia experiencia en el campo de
Creo poseer la práctica exigida para
Como podrán ver en mi currículum

DESCRIBIR UNA FUNCIÓN O UN CARGO


Ocupo/He ocupado/Ocupé el empleo de
Desempeño/He desempeñado/desempeñé la función de
Me encargo/encargué de

SOLICITAR UNA ENTREVISTA


Le ruego que considere
Estaría encantado de acudir próximamente a su empresa para
Me gustaría poder hablar con usted sobre todo ello en

DESPERDIRSE
Sin más, quedando a su disposición
Le saluda muy atentamente
Le reitero mi disponibilidad y le saludo muy respetuosamente

UNITÀ 2

MEZZI PER DIBATTITI E NEGOZIAZIONI

ANUNCIAR EL TEMA DEL DEBATE


El tema que tenemos que discutir
La cuestión que vamos a tratar

ALUDIR A TEMAS U OPINIONES


En cuanto a
Eso de que
Por lo que se refiere a
Respecto a

PRESENTAR UNA OPINIÓN Y PEDĺRSELA A LOS DEMÁS


Desde mi punto de vista
Para mí/nosotros
Personalmente
Qué le parece?
Qué piensa?

AÑADIR OTROS ARGUMENTOS


Además
Por otro lado
Por otra parte

PEDIR ACUERDO
No cree que?
No le parece que?

PEDIR, NO CEDER LA PALABRA E INTERRUMPIR


Déjeme decir algo
Déjeme terminar
Perdón
Espere un momento
Perdone que le corte/lo interrumpa
Yo quería decir una cosa

ACLARAR Y PEDIR ACLARACIONES


Dicho de otro modo
Eso decir
Eso quiere decir que
Por lo tanto
Lo que quiere decir que
O sea
A qué se refiere con eso?
Qué quiere decir eso?

EXPRESAR ACUERDO O DESACUERDO


Cieramente
Eso es
No cabe duda
Totalmente de acuerdo
No estoy de acuerdo (+ congiuntivo)
No estoy seguro de que (+ congiuntivo)
Desde luego
No lo creo
No me parece

ATENUAR LA FUERZA DE AFIRMACIONES Y NEGACIONES


A fin de cuentas
En cierto modo
La verdad es que
Al fin y al cabo
En realidad

RESTAR VALOR A LOS ARGUMENTOS DE LOS DEMÁS


Puede ser, pero
Tal vez, pero
Sí, aunque

LLEGAR A CONCLUSIONES
En conclusión
En pocas palabras
Y por eso
En resumen
Para resumir