Sei sulla pagina 1di 48

06|12

mensile di informazione e cultura musicale

ANNO XXVIII, n. 293 / GIUGNO 2012 € 2,50

PECIALE
CORSI E CONCORSI

Sta per aprirsi la stagione


delle masterclass estive,
e tornano concorsi importantissimi
per chi sta per entrare in carriera:
16 pagine per vivere
la stagione della formazione

Il bello
di imparare

A T T U A L I TÁ
concerti opere festival

C U LT U R E
Per il turista
o per l’arte? 3 t e mi l i b r i d i s c h i

33 42
CLASSICA
In tempo di crisi, gli Debussy è sempre qui Spiritualità di Jormin
investimenti di denaro pubblico Tante uscite di dischi Il contrabbassista racconta
per grandi eventi di richiamo aiutano e partiture festeggiano il nuovo disco per Ecm, con testi
CLASSICA JAZZ
la crescita, ma penalizzano le piccole realtà puntualmente i 150 anni in latino
minate dai tagli agli enti locali dalla nascita di uno dei fondatori di Enrico Bettinello
di Enrico Bettinello della musica moderna

44
di Paolo Cairoli, Andrea Malvano,

5
Don Giovanni Isabella Maria e Emilio Sala Venticinque anni fa
va a Verona Graceland, il big bang
40
WORLD
Per la prima volta l’opera
CLASSICA Gould docet della world music
di Mozart va in scena all’Arena Sony pubblica un memorabile Il capolavoro di Paul Simon, i musicisti
e inaugura il festival: cofanetto dvd con i programmi C L A S S I C A sudafricani, la musica pop e il suo ruolo
regia di Zeffirelli, dirige Oren tv e le interviste nel crollo dell’apartheid
di Anna Barina di Maurizio Giani di Alberto Campo e Marcello Lorrai

Poste Italiane s.p.a. - spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n.46) art. 1, comma 1, DCB MILANO - n. 6 GIUGNO 2012 - IN CASO DI MANCATO RECAPITO INVIARE AL CMP DI MILANO ROSERIO PER LA RESTITUZIONE AL MITTENTE, PREVIO PAGAMENTO RESI
2 | sommario 06|12

AT T U A L I TÀ
concerti opere festival
8 P R O F E S S I O N I
formazione lavoro strumenti

3-4 C L A S S I C A 17-32
L’INCHIESTA: Strani investimenti
di Enrico Bettinello
In tempo di crisi, fino a che punto è logico impiegare i soldi
pubblici per finanziare grandi eventi “popolari e redditizi”,
mentre i tagli colpiscono le piccole realtà culturali che
PECIALE
lavorano “dal basso” e fanno qualità? Il caso del Torino Jazz
Festival e del Tuscan Sun a Firenze CORSI E CONCORSI

9
5
Don Giovanni in Arena di Anna Barina
Il festival dell’Arena di Verona apre con Mozart. Del
cartellone, dal 22 giugno al 2 settembre, parla il neo direttore 16 pagine sulle masterclass
artistico Paolo Gavazzeni
e sulle competizioni più
6 prestigiose dell’estate
Cenerentola è sabauda di Susanna Franchi
Il 3 e il 4 giugno in diretta mondovisione da Torino il
progetto televisivo di Andrea Andermann con la regia di di Monique Ciola, Roberto Del Nista, Mauro Mariani, Silvana Porcu,
Carlo Verdone e l’Osn Rai diretta da Gelmetti Nicolò Pozzi, Franco Soda, Pietro Tola, Elisabetta Torselli

7 28-32 audizioni concorsi corsi


Da Britten a Wedekind di Mauro Mariani
Il Festival di Spoleto apre con Il giro di vite, Bob Wilson porta
in Italia la sua Lulu con musiche di Lou Reed

8
Dal Tibet all’Africa di Andrea Ravagnan
Franco Masotti racconta l’edizione 2012 del Festival di C U LT U R E
Ravenna e i nuovi progetti africani temi libri dischi

9 33 C L A S S I C
Martha e i suoi 41 pianisti di Graziano Ballerini Epidemia contemporanea
A Lugano torna dal 6 al 28 giugno la kermesse di giovani di Paolo Cairoli, Isabella Maria, Andrea Malvano, Emilio Sala
interpreti e star della tastiera chiamati a raccolta da Argerich Durante il suo tempo, Claude Debussy non permetteva
mezze misure: o si era con lui o si era contro di lui; o si era
9 contagiati o si prendevano antidoti. Oggi, nel 150° della
Knussen re di Aldeburgh di Isabella Maria nascita, è sempre più chiaro che la sua idea di musica ha
Il compositore e direttore scozzese è artist in residence di fondato il futuro

11
questa edizione del festival
38
11 POP Musicologi dal mondo, nel tempo della crisi
di Carla Di Lena
Le sensazioni di Van Dyke Parks
Accademia di Santa Cecilia e Auditorium Parco della Musica
di Alessandro Besselva Averame
organizzano a Roma dal 1° al 7 luglio il congresso della
Uno dei maestri nascosti della canzone americana in tour in
in questa pagina, dall’alto: Società Internazionale di Musicologia presieduta da Dinko
Italia per due, rarissime, date
Riccardo Muti prova con l’Orchestra Cherubini Fabris: si ragiona su identità e culture

13-16 cartellone (foto Silvia Lelli)


40
Gould television di Maurizio Giani
Martha Argerich In una prodigiosa collezione di dieci dvd, tutti i programmi
e le interviste televisive del geniale pianista e scrittore: c’è
Van Dyke Parks anche una parodia di Marlon Brando

in copertina: 44 W O R L D
allievi dei corsi di Musica Riva Stato di Grazia di Alberto Campo e Marcello Lorrai
A venticinque anni da Graceland, il capolavoro di Paul Simon
“il giornale della musica” torna in edicola il 1° luglio che contribuì a inventare la world music

www.giornaledellamusica.it
gdm@giornaledellamusica.it

direttore responsabile: Enzo Peruccio distribuzione in edicola: So.di.p. Angelo Patuzzi s.p.a.,
condirettore: Daniele Martino Cinisello Balsamo (MI)‚ tel.02660301
caporedattrice: Susanna Franchi (tel. 0115591804)
redazione: Jacopo Tomatis (tel. 0115591842) il giornale della musica si può anche leggere su iPad al prezzo
collaboratori della redazione: Gabriella Zecchinato (cartellone), di € 2,39 con l’app Ultima Kiosk, scaricabile da iTunes Store
Stefano Cena (audizioni, concorsi, corsi)
editor: Stefano Zenni (jazz), Alberto Campo (pop), il giornale della musica è pubblicato da
Marcello Lorrai (world)
grafica e prepress: Enzo Ciliberti, Ivo Villa via Pianezza 17‚ 10149 Torino
progetto grafico: elyron tel. 0115591811 fax 0112307035
web e IT: Carlo Mario Chierotti (responsabile),
Luca Dario Carità, Marco Verlengia
Registrazione del Tribunale di Torino: n. 3591 del 2/12/85
pubblicità: Antonietta Sortino (responsabile, tel. 0115591828); Conto corrente postale: n. 17853102
pubblicità e marketing: Manuela Menghini (tel. 0115591849)
diffusione, abbonamenti e vendite: Eloisa Bianco
(tel. 0115591831); numeri arretrati: Italia € 5,00;
Unione Europea € 8,00; Paesi extraeuropei € 10,00
il giornale della musica
amministrazione: Silvia Venezia è stampato su carta ecologica riciclata naturale;
produzione: Alberto Capano questa carta ha ottenuto dal Ministero
stampa: Seregni Cernusco s.r.l., Cernusco sul Naviglio (MI) dell’Ambiente Tedesco il marchio “Angelo Blu”
02|10

AA TT TT UUAALLI ITTÁÁ
concerti opere festival

In tempi di crisi, con Città e Regioni


messe in difficoltà dai tagli, fino a che
punto investimenti “turistici” possono
giustificare sostegno di denaro pubblico
per l’organizzazione di eventi di qualità
culturale opinabile? Se i festival vengono
dichiaratamente pensati dagli assessori come
“popolari e redditizi”, perché allora non si
pagano da soli, come succede in altri settori
della musica di consumo?

Strani investimenti
ENRICO BETTINELLO

Che in tempi di crisi gli occhi


siano puntati più che mai
su come vengono utilizzati
i finanziamenti pubblici per i
Stefano Bollani suona sotto
grandi eventi è cosa piuttosto la pioggia al Torino Jazz Festival 2012

comprensibile. Sebbene negli


ultimi due anni si sia registrato a livello nazionale – an- eventi dal vivo open air), vuoi per il cartellone allestito
che a seguito di forti pressioni mediatiche – un parziale dal direttore artistico Dario Salvatori, da più parti – e
reintegro e mantenimento del Fondo Unico per lo Spet- onestamente non a torto – ritenuto qualitativamente non
tacolo (Fus), non sfugge certo a chi voglia farsi un quadro in linea con la vitalità del jazz contemporaneo e soprat-
generale della situazione che la scure dei tagli si è abbat- tutto con i denari spesi.
tuta pesantemente a livello di enti locali, con forti ridi- «Torino è una città che ha un’eccellente offerta musi-
mensionamenti di contributi e sostegni a teatri, rassegne, cale per quanto riguarda la musica colta e quella pop, dal
associazioni e un po’ a tutto il sistema culturale e dello Regio al Traffic, dal Lingotto a Club to Club - ci racconta
spettacolo dal vivo delle nostre città. Sotto i riflettori fini- Braccialarghe pochi giorni dopo la fine del Festival -, ma
scono così inevitabilmente quegli eventi per cui si conti- era da qualche anno che mancava un grande evento le-
nuano a spendere molti quattrini pubblici, eventi spesso gato a jazz e sono davvero contento che, al di là dei nu-
gratuiti e sotto forma di festival, fondamentalmente pen- meri, di avere scorto un vero e proprio desiderio di mu-
sati anche in funzione turistico/promozionale e talvolta sica nei volti delle persone che hanno seguito i concerti,
con cartelloni sul cui reale valore artistico e culturale più la sezione Fringe nei locali, i film e gli incontri letterari
di qualcuno solleva perplessità. che erano in programma». I dati forniti dall’Assessora-
In che termini e in che misura è giusto spendere dena- to sull’affluenza agli eventi, tutti gratuiti, raccontano di
ro pubblico, specialmente in tempi di profonda difficoltà quasi centomila presenze nei cinque giorni del Festival,
in cui a gran parte degli operatori vengono sventolate da ma qualche mugugno lo ha sollevato - ad esempio - Fe-
Città e Regioni desolate tasche vuote (e con un implicito deralberghi sulle presenze turistiche, che sarebbero ad-
invito a “rivolgersi al privato”) per sostenere questo tipo dirittura in leggera flessione rispetto allo stesso periodo
di iniziative? E se molti di questi cartelloni vengono di- dell’anno precedente. «L’anno scorso si festeggiavano
chiaratamente costruiti come “popolari” (si sa, il livello i 150 anni dell’Unità d’Italia e il calendario presentava
culturale del pubblico viene spesso gentilmente sottosti- una concomitanza con la Pasqua - precisa l’Assessore -
mato da chi si prende la briga di curarne il tempo libero), e comunque i dati nazionali sono tutti in flessione. Per
perché non si reggono economicamente da soli, come quanto riguarda il periodo, ho scelto questo proprio con
succede in altri settori della musica di consumo? un occhio al turismo e non volendo sovrappormi a altri
L’abbiamo chiesto per primo all’Assessore alla Cultura eventi cittadini o altri importanti festival jazzistici na-
della Città di Torino del sindaco Piero Fassino (Partito zionali». Il tempo inclemente che ha funestato la serata
Democratico), Maurizio Braccialarghe, che ha suscitato con Carla Bley? Su questo argomento Braccialarghe la
non poche discussioni con il recente Torino Jazz Festival, prende con filosofia: «Una serata di tempesta può ac-
vuoi per la evidente tardiva promozione, vuoi per il pe- SEGUE A PAGINA 4
riodo scelto (meteorologicamente assai incerto per degli »
4 AT T U A L I TÁ | CLASSICA n.293, giugno 2012

INVESTIMENTI E TAGLI
»
SEGUE DA PAGINA 3
cadere anche a luglio, è vero che ci
sono dei maggio piovosi, ma è anche
vero il contrario».
Ma quanto è costato davvero
il Festival? «890.000 euro, di cui il
65% coperto da sponsor privati, per
cui dalle casse comunali il Festival ha
ricevuto circa 325.000 euro» precisa
Braccialarghe, anche se qualcuno ha
fatto notare che uno sponsor come
Iren è comunque partecipato dal
Comune. «Molto ha inciso ovvia-
mente l’aspetto tecnico e logistico, La conferenza stampa del Torino Jazz Festival: da sinistra, Andrea Ciuti di Iren,
così come i compensi artistici, che l’assessore alla cultura Maurizio Braccialarghe, il sindaco Piero Fassino e il direttore
complessivamente rappresentano artistico Dario Salvatori
una metà del budget, per un cachet
medio che va da 15 ai 35.000 euro a concerto» continua sica da camera, che è così importante anche nel percorso
l’Assessore snocciolando con trasparenza numeri che formativo di uno strumentista».
magari qualcuno troverà un po’ eccessivi per artisti ormai «Nel nostro caso i soldi che prendiamo dagli enti lo-
non imperdibili come Billy Cobham o gli Yellowjackets. cali non sono molti, abbiamo il Fus e il contributo del-
Ma lasciando da parte le polemiche e rispondendo al no- l’Ente Cassa di Risparmio, che è stato ridotto, ma speria-
stro quesito principale, Braccialarghe non ha esitazioni: mo venga ristabilito nelle sue dimensioni, ma va anche
«Sono soldi ben spesi e se non li avessi investiti in questa ricordato - concluse Passigli - che siamo la sola società
manifestazione avrei impoverito la città di un evento di concertistica che paga l’affitto al Teatro della Pergola per
questa portata. Abbiamo cercato di coinvolgere quanti i concerti che facciamo».
più operatori locali potevamo e siamo aperti a critiche
costruttive - conclude l’Assessore svelandoci alcune carte Economia dei festival
sul futuro della manifestazione -: certamente la promo- Gli esempi che abbiamo portato – per una ragione di at-
zione partirà molto prima, vorrei che i jazzisti invitati tualità, ma potrebbero essere molti altri – raccontano di
pensassero a dei progetti speciali per il Festival e spero situazioni su cui ciascuno si può formare un’opinione, ma
anche che la sezione Fringe possa aprirsi a tanti nuovi soprattutto sollevano domande che spesso possono tro-
talenti internazionali». vare risposte contraddittorie. Abbiamo provato per que-
Buonissime intenzioni che si registrano molto volen- sto motivo a chiedere a Guido Guerzoni, docente presso
tieri, anche se le parole del direttore artistico Salvatori, l’Università Bocconi e tra i massimi esperti di economia
pubblicate sul settimanale cittadino della “Stampa”, “To- delle arti dal vivo, qualche indicazione in più su buone
rinoSette”, nei giorni di presentazione del Festival e se- pratiche e indicatori, anche a livello europeo. «Anche
condo cui la creatività jazzistica “negli ultimi vent’anni nell’ambito della ricerca accademica non ci sono risposte
non ha partorito granché di nuovo”, non ci sembrano un univoche - ci conferma - sia per quanto riguarda l’aspetto
segnale troppo confortante in una prospettiva di innova- degli indicatori di qualità, sia per la quantificazione delle
zione culturale. ricadute economiche di un festival sul territorio. L’Unione
Europea ha fornito recentemente una serie di indicazioni
Sole toscano proprio sul tema dei festival, che sono ritenuti strategici
Un altro caso su cui non sono mancate perplessità è quel- specialmente per aree territoriali bisognose di un rilancio
lo del Tuscan Sun Festival, il grande appuntamento estivo socio-culturale, ma spesso si tratta di suggerimenti che pur
che per nove edizioni si è svolto a Cortona, in provincia ottimi e condivisibili, hanno necessariamente un carattere
di Arezzo, e che da quest’anno si tiene a Firenze, con un di genericità che si presta a molte interpretazioni».
più che sostanzioso supporto da parte dell’Ente Cassa di Impossibile quindi trovare il bandolo della matassa?
Risparmio e il patrocinio del Comune. Piovono tagli, ma «Le cifre si prestano sempre a letture differenti - continua
si supporta un’iniziativa privata – il patron del Tuscan è il Guerzoni - ma ci sono indubbiamente degli ambiti in cui
milionario impresario americano Barrett Wissman – nel- la riflessione può avere contorni più incisivi, come quello
la stessa città? Abbiamo chiesto qualche delucidazione del turismo: se un grande evento viene pensato con una
a Stefano Passigli, presidente degli Amici della Musica funzione attrattiva di nuovi flussi turistici, dovrebbe ave-
di Firenze, realtà concertistica tra le più antiche e presti- re determinate caratteristiche sia a livello di originalità di
giose in Italia, nonché negli ultimi tempi colpita da un contenuti che di modalità promozionali».
ridimensionamento del finanziamento proprio da parte La partita si gioca così tra chi continua a sostenere la
dello stesso Ente Cassa di Risparmio: strategicità dei grandi eventi nella crescita economica e
«Trovo che ci siano diversi punti deboli in questo pas- culturale delle nostre città – e questi eventi richiedono
saggio del Tuscan da Cortona a Firenze - ci dice Passigli inevitabilmente investimenti molto consistenti – e chi in-
- perché mentre la prima è una bellissima località che vece crede in modelli più sostenibili di sviluppo di questo
per dimensioni, per politica turistica e di valorizzazione settore, favorendo l’incontro tra la produzione dal basso
del territorio trovava nel Festival un elemento di valore, e le possibilità di condivisione creativa a livello continen-
Firenze è una città che già ha nel campo della musica tale, attraverso la formazione del pubblico e la mobilità di
classica un’offerta vastissima, dall’ente lirico all’Orche- artisti e operatori. Posizioni in fondo non completamente
stra Regionale, passando per la nostra Stagione e molte inconciliabili se declinate con linee innovative, ma si sa
altre iniziative. Il Tuscan è poi dichiaratamente l’evento che, quando i posti di lavoro e la stessa sopravvivenza di
di un privato, passerella di un agente musicale che inclu- molte realtà culturali sono a rischio, è ancora più difficile
de nel programma i propri artisti, e risulta un po’ strano fare quadrare il cerchio.
che debba essere sostenuto da denaro pubblico o para-
pubblico, in particolare perché la qualità del programma
proposto, tolto qualche grande nome, non è tale da giu- errata corrige
stificare certe cifre». Nell’articolo a pagina 3 del “giornale della musica” dello
Gli Amici della Musica devono fare i conti con una scorso numero di maggio (“Una legge per tutti”) l’on.
serie di tagli, ma l’argomento spinge Passigli a ulteriori Gabriella Carlucci è stata definita esponente del Popolo
riflessioni: «I tagli non fanno mai piacere, ma al di là del delle Libertà (PdL), mentre dal novembre 2011 fa parte
caso specifico credo che ci sia, a livello nazionale, un pro- dell’Unione di Centro (Udc). Ce ne scusiamo.
blema di sopravvalutazione della lirica rispetto alla mu-
AT T U A L I TÁ | CLASSICA 5

FESTIVAL

Don Giovanni in Arena Da Mozart a Puccini

Il 22 giugno l’opera mozartiana inaugura e debutta open air a Verona I l 90° Festival Lirico all’Arena di Verona (www.arena.it) prende
il via il 22 giugno con il Don Giovanni di Mozart, sei recite fino
al 25 luglio nel nuovo allestimento di Franco Zeffirelli. Il cast
vocale, guidato dalla bacchetta di Daniel Oren, vede nel ruolo del
seduttore libertino i bassi-baritoni Ildebrando D’Arcangelo ed Erwin
Schrott, i bassi Bruno de Simone e Marco Vinco per Leporello, e
al loro debutto in Arena il tenore Saimir Pirgu nel ruolo di Ottavio
e il soprano Anna Samuil come Donna Anna. Aida, sedici recite
dal 23 giugno al 2 settembre con l’allestimento storico del 1913
(la prima verrà trasmessa in diretta sul canale Classica e su Sky
3D), alterna sul podio Daniel Oren, Placido Domingo e Marco
Armiliato impegnati a dirigere quattro diverse compagnie di
cantanti con molti nomi già noti e amati in Arena in questo titolo;
da tenere d’occhio il debutto di Ekaterina Semenchuck nel ruolo
di Amneris. Carmen, tredici recite dal 30 giugno al 31 agosto, è
condotta da Julian Kovatchev per la regia di Zeffirelli e vede il ritorno
dell’acclamato mezzosoprano Anita Rachvelishvili affiancata da
due interpreti come Fiorenza Cedolins e Marcelo Alvarez. Roméo et
Aida in Arena
ANNA BARINA Juliette, quattro recite dal 7 al 26 luglio nel fortunato allestimento
del 2011 di Francesco Micheli, vede riconfermati molti interpreti

L’
Arena di Verona alza il sipa- le più grandi bacchette italiane del Mettere in scena il Don Giovanni tra cui, nel ruolo dei protagonisti, Alexandra Kurzak e Stefano
rio sul 90˚ Festival Lirico e secolo scorso. «Abbiamo una gros- in Arena comporta la necessità di Secco. Turandot, sei recite dal 4 al 30 agosto con la regia sempre
rinnova per cinquanta sera- sa responsabilità perchè il mito di risolvere più di qualche problema di Zeffirelli, è la nuova sfida areniana per la bacchetta veronese di
te, dal 22 giugno al 2 settembre, la Don Giovanni è universale, e se per di adattamento... Andrea Battistoni. Tosca, cinque recite dal 18 agosto al 1° settembre
magia delle notti in musica nel teatro i melomani è un’opera da cui non si «Una delle prime riflessioni è sta- per la regia di Hugo de Ana e la direzione di Marco Armiliato, vede
all’aperto più grande al mondo. Filo prescinde, per il pubblico areniano è ta proprio come risolvere i recitativi il debutto nei ruoli principali del soprano Martina Serafin e del
conduttore delle sei opere in cartel- un’esperienza nuova». in uno spazio enorme e aperto come tenore Aleksandrs Antonenko. a.b.
lone è il tema dell’amore: dalla pas- Come ha accolto la vostra propo- quello areniano. Per questo la scelta
sione erotica di Don Giovanni alla sta Franco Zeffirelli? degli interpreti è caduta su artisti che
scelta sacrificale di Aida, dalla sedu- «Rispondo con le sue stesse paro- possiedono una vocalità importante
zione libertina di Carmen all’unione le: “È una delle sfide più grandi che e generosa, adatta alla difficoltà di
che trascende la morte di Romeo e abbia mai osato affrontare”. Zeffi- cantare in Arena. Mi piace ricordare «Affermare che il sostegno voca- «Avremo una guida speciale, Pla-
Giulietta, dal cuore di ghiaccio della relli ha lavorato con grande entu- una frase che ripete spesso Daniel le non va bene perché non si era mai cido Domingo, testimonial e timone
principessa Turandot all’ardente di- siasmo scegliendo con accuratezza Barenboim, “Amo le cose difficili utilizzato prima trovo sia un modo artistico della Stagione Lirica 2013.
sperazione di Tosca. Ma la vera no- materiali per le scene e tessuti per ma preferisco quelle impossibili”: miope di vedere le cose. Oggi il no- Abbiamo discusso insieme l’ipotesi
vità del 2012 è un’altra: ad aprire la i costumi affinché ogni singolo det- allestire il Don Giovanni in Arena stro udito è cambiato, siamo sopraf- di rappresentare opere wagneriane e
stagione, infatti, è il Don Giovanni di taglio sia visibile anche a distanza. può sembrare irrealizzabile, ma è fatti dal rumore. Il nostro compito è siamo d’accordo che farlo in Arena
Mozart, mai rappresentato sinora in La scenografia è un impianto fisso una sfida che resterà nella storia se fare opera nel miglior modo possi- non è possibile per i problemi insor-
Arena. Una sfida affidata alla mano che si modifica di volta in volta, risulterà vincente». bile ma non possiamo dimenticare montabili di resa musicale e sforzo
esperta di Franco Zeffirelli, che firma chiudendosi nel secondo atto dove A proposito di voci adatte all’Are- che ci rivolgiamo ad un pubblico vocale. La proposta artistica sarà così
regia e scene del nuovo allestimento l’atmosfera diventa più intima. Cre- na. Due anni fa la messa in uso di eterogeneo di 14mila spettatori: chi votata soprattutto a Verdi, a cui sono
open air del capolavoro mozartiano. do molto nel contrasto tra la vastità un sistema di sostegno ambientale paga il biglietto vuole anche sentire dedicati cinque titoli su sei: Aida,
«Una scelta rischiosa ma stimolan- dello spazio areniano e l’intimità di per risolvere la disomogeneità di bene». Nabucco, La Traviata, Il Trovatore,
te», commenta Paolo Gavazzeni, da alcune scene del Don Giovanni, il trasmissione della voce, richiesto Il 2013 sarà non solo il bicentena- Rigoletto. Per Wagner, invece, arriva
marzo in carica come direttore ar- solo di mandolino nel “Deh! vieni proprio da Zeffirelli, sollevò polemi- rio della nascita di Verdi e Wagner, Daniel Harding, che debutterà sul
tistico di Fondazione Arena con un alla finestra” ad esempio: sono cer- che e dibattiti poiché venne inteso ma anche l’anniversario dei primi podio areniano dirigendo un gala
bagaglio di esperienze maturate alla to si creeranno momenti di assoluta come una violazione dello spazio cento anni di opera in Arena. Quali con lo stesso Domingo nel ruolo di
Scala e un nonno, Gianandrea, tra magia». areniano. sono i progetti che avete in serbo? solista».

FESTIVAL IN BREVE

Puccini nella Fortezza del Priamar Firenze: 20 anni di Contempoartensemble


In formazione festosamente ampia, Contempoartensemble festeggia i
suoi vent’anni al Teatro Goldoni (7 giugno) nell’ambito del 75° Maggio
Due opere, Bohème e Don Giovanni, e due concerti per l’Opera Giocosa Musicale Fiorentino, con un concerto in cui proporrà i “suoi” autori con
i pezzi commissionati e da essi dedicati all’ensemble, in questa o in

D
ue opere del grande re- 21,15, replica il 23) con La bohème di (Coro e Orchestra del Carlo Felice) precedenti occasioni, a cui si è aggiunta una novità rilevante, la prima
pertorio per la lirica estiva Puccini in un allestimento prodotto mentre Elisabetta Courir curerà la esecuzione europea della Sonata per violino e pianoforte (Duccio Ceccanti
dell’Opera Giocosa. Come da vari teatri veneti. Sul podio del- regia. Simone Alberghini vestirà i e Matteo Fossi) di Philip Glass (2009), «commissionata al compositore
è ormai tradizione consolidata la l’Orchestra Regionale Filarmonia Ve- panni del libertino protagonista, Iri- americano da un musicofilo che voleva qualcosa “in the Brahms tradition”
monumentale Fortezza del Priamar, neta salirà Stefano Romani, la regia, na Dubrovskaya sarà Donna Anna, per farne un omaggio a sua moglie, e in effetti c’è un magnifico movimento
storica costruzione nella quale fu le scene e i costumi portano la firma con Francesco Marsiglia (Ottavio), centrale dai temi bellissimi», dice Mauro Ceccanti, fondatore e direttore del
anche imprigionato Giuseppe Maz- di Ivan Stefanutti. Nel cast Yolanda Manrico Signorini (il Commendato- Contempoartensemble. Sono novità assolute dedicate a questa ricorrenza
zini, aprirà fra giugno e luglio la sua Auyanet e Gioia Crepaldi (Mimì), re), Anna Maria Chiuri (Donna Elvi- Vingt ans après... per piccolo ensemble di Michele Dall’Ongaro, Curve with
ampia “piazza” esterna per ospitare Gabriella Costa e Novella Bassano ra). Serata sinfonica il 20 luglio con plateaux per violoncello solo (Vittorio Ceccanti) di Jonathan Harvey, Cripta.
un cartellone musicale articolato (Musetta), Giordano Lucà e Javier un programma dedicato al musical: Música para Manuel de Falla (2010-12) per ensemble ed elettronica di
in due appuntamenti operistici e in Fernandez Tomè (Rodolfo), Simone il soprano Silvia Lorenzi sarà accom- Mauricio Sotelo, un tombeau per un compositore molto importante nella
due concerti sinfonici. Un program- Piazzola (Marcello). Il 10 luglio toc- pagnata dall’Orchestra Sinfonica di memoria musicale dello spagnolo. Programmi per altri “lustri futuri”, allora?
ma che riunisce i tre principali enti cherà invece a Don Giovanni. Allesti- Sanremo diretta da Ender Sakpinar. «Visti i tempi, cercare di arrivare ai venticinque anni ! Intanto saremo fra
musicali della Liguria, la Giocosa, la mento della stessa Opera Giocosa Infine, il 31 calerà il sipario con un poco al Roma Europa Festival, e alle Flaneries Musicales di Reims di cui
Fondazione Carlo Felice e la Sinfoni- in coproduzione con il Carlo Felice concerto sinfonico dell’Orchestra del siamo ospiti per la prima volta». e.t.
ca di Sanremo. genovese e il Teatro Sociale di Ro- Carlo Felice.
Inaugurazione il 22 giugno (ore vigo. Dirigerà Giovanni Di Stefano Roberto Iovino
6 AT T U A L I TÁ | CLASSICA n.293, giugno 2012

PIANOFORTE OPERA

Lang Lang and Company Cenerentola è sabauda


Roma: minifestival con il pianista a Santa Cecilia L’opera di Rossini in mondovisione da Torino su Raiuno con la regia di Verdone

GIORGIO CERASOLI SUSANNA FRANCHI

L L
e iniziative dell’Accademia di a locandina, come i kolossal di
Santa Cecilia (www.santaceci- una volta, recita: “120 persone,
lia.it) per questa estate 2012 si 20 telecamere, 20 radiomicro-
aprono col Lang Lang Fest, dal 19 al foni, 55 microfoni, 40 diffusori acu-
22 giugno, dedicato al giovane piani- stici, 300.000 watt di luci”: è Cene-
sta cinese che lo scorso anno è stato rentola, una favola in diretta, l’opera
inserito dalla rivista Time tra le cento di Rossini che verrà trasmessa il 3 e
persone più influenti della terra. Due il 4 giugno in mondovisione su Raiu-
importanti appuntamenti vedranno no. Quarta tappa del progetto ideato
l’artista rispettivamente impegnato in da Andrea Andermann, dopo Tosca a
un recital nel segno di Bach, Schubert Italia. Seduto al suo gran coda - coa- Roma, Traviata a Parigi e Rigoletto a
e Chopin (del quale verranno esegui- diuvato da un altro pianista esperto Mantova, Cenerentola verrà realizzata
ti gli studi dell’op. 25) e come solista - ci sarà Lang Lang, che, insieme agli a Torino nelle ville sabaude: Villa dei
insieme all’orchestra ceciliana, per studenti selezionati, eseguirà, in- Laghi alla Mandria (la casa délabré di
interpretare il Secondo e il Quinto con- terpreterà, darà indicazioni, per poi Cenerentola, 3 giugno alle 20,30), Pa-
certo di Beethoven. Se alta sarà l’at- ricominciare da capo: i brani su cui lazzina di Caccia di Stupinigi (la fe-
trattiva dell’Imperatore beethovenia- giocare saranno la Marcia Militare n. sta del Principe, 3 giugno alle 23,30),
no, di sicuro interesse risulterà anche 1 op. 51 di Franz Schubert e la Danza Palazzo Reale a Torino (il trionfo di
il workshop-concerto nel quale Lang Ungherese n. 5 per pianoforte a quattro Cenerentola, 4 giugno alle 20,30).
Lang rivestirà il ruolo di docente, alle mani di Johannes Brahms. Lang Lang L’Orchesta Sinfonica Nazionale della
prese con cento giovani pianisti – tut- sceglie ancora una volta una perso- Rai sarà diretta da Gianluigi Gelmet-
ti provenienti dal Conservatorio di nalissima via per la diffusione e la ti e suonerà “in casa” all’Auditorium
Santa Cecilia – che saranno seduti in promozione della musica classica, di Rai Toscanini, i cantanti saranno in-
coppia alle tastiere di cinquanta pia- cui è insuperabile fautore, celebran- vece sui vari set e seguiranno diret- Carlo Verdone sul set di Cenerentola
noforti digitali messi a disposizione do con i suoi “allievi” l’amore per la tore e orchestra grazie a ponti radio nella Palazzina di Caccia di Stupinigi
dalla Roland. Un’esperienza collau- musica attraverso il gioco, la divertita terrestri in tecnologia analogica. La
data, nata nel 2009 a Londra, ripresa e divertente sperimentazione, in un regia è affidata a Carlo Verdone al
nel 2010 a Berlino e poi, l’anno scorso caleidoscopio di emozioni che dif- suo secondo Rossini dopo il debutto tola dovrebbe essere il mezzosopra- Racconta Andermann: «La scel-
a san Francisco, Toronto e nella stessa ficilmente lasceranno indifferente il operistico con Il Barbiere di Siviglia a no ucraino Lena Belkina, Edgardo ta di Torino è del tutto arbitraria, a
Cina, che giunge per la prima volta in pubblico romano. Roma nel 1992, la fotografia è affida- Rocha è Don Ramiro, Lorenzo Re- differenza degli altri luoghi che era-
ta a Ennio Guarnieri (storico colla- gazzo è Alidoro, Simone Alberghini no dettati dalle opere stesse, ma qui
boratore di Pasolini, De Sica, Fellini, è Dandini, Ruggero Raimondi (già abbiamo ingaggiato Juvarra come
Zeffirelli). Il cast non è ancora stato Scarpia in Tosca e Sparafucile in Rigo- scenografo... La favola in diretta co-
confermato, ma Angelina/Ceneren- letto) è Don Magnifico. mincia alle 20.30 del 3 giugno nella-
biblioteca di Palazzo Reale a Torino:
un gruppo di studenti fa ricerche,
una ragazza trova un libro e inizia il
film. Da quel libro ad immagini fisse
Una stagione di anniversari parte l’animazione, curata da Anna-
lisa Corsi e Maurizio Forestieri, che
è la cornice che diamo a questa com-
P rima di Cenerentola, il 2 giugno in Piazza San Carlo a Torino,
l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai sarà protagonista del
tradizionale concerto per la Festa della Repubblica: insieme all’Orchestra
media umana. Passando dentro l’Au-
ditorium Rai di Torino, dove suona
del Teatro Regio di Torino, sotto la direzione di Michele Mariotti eseguirà l’Orchestra Sinfonica Nazionale del-
pagine di Rossini e Beethoven. La stagione dell’Osn si conclude in la Rai, viene raccontata l’infanzia fe-
giugno all’Auditorium Rai Toscanini di Torino con tre concerti con il suo lice di Cenerentola. L’Orchestra Rai
direttore principale Juraj Valčuha (21, 22 e 25) e quattro con Semyon è stata nostra compagna di viaggio
Bychkov protagonista di un ciclo Brahms (7 e 8, 14 e 15), mentre sono di tutti e quattro gli appuntamenti:
già in vendita gli abbonamenti per la prossima stagione (dal 18 giugno, mi ha accompagnato e sostenuto
www.osn.rai.it). Sarà Valčuha a inaugurare il cartellone 2012/2013 l’11 sempre. I musicisti sono come degli
ottobre con pagine da Parsifal e Walkiria (e anche la Prima di Mahler) per astronauti che suonano con le cuffie,
festeggiare il 200° anniversario della nascita di Wagner (poi in stagione con il maestro da una parte e il cast
Marc Albrecht proporrà l’ouverture da Rienzi e Kirill Petrenko dirigerà due dall’altra!».
concerti con pagine da Il Crepuscolo degli dei). Mentre all’altro festeggiato Nella scena del ballo, nella Palaz-
del 2013, Giuseppe Verdi, Roberto Abbado dedicherà un concerto zina di Caccia di Stupinigi disegnata
monografico intitolato “Verdi e il potere”. Sul versante anniversari non da Filippo Juvarra, verranno utilizza-
verranno dimenticati Britten (primo centenario della nascita) con Le te anche le musiche del balletto del-
Illuminations con Valčuha e Nocturne con Tate e Sacre du printemps l’Armida di Rossini.
(primo centenario della prima esecuzione). Prosegue il ciclo Brahms con Conclude Verdone: «È una sfida
Valčuha che dirige il Requiem tedesco, Angela Hewitt, solista e direttrice, importante, un lavoro delicatissimo
propone un tutto Bach, mentre per le grandi composizioni sacre c’è Ma noi gente di spettacolo siamo
Hogwood sul podio per La creazione di Haydn, e Dantone per Il Messia attratti dalle paure. Dopo questa
di Haendel. Tra gli altri direttori ospiti, Semyon Bychkov, Tomas Netopil, regia ho già detto che sono in grado
Christian Arming, Andrey Boreyko, Daniele Rustioni, John Axelrod, e tra di girare il prossimo film in quattro
i solisti Gidon Kremer, Sol Gabetta, Vadim Repin, Truls Moerk, Jean-Yves settimane, perché dopo un’esperien-
Thibaudet, Emanuele Arciuli, Nikolai Demidenko, Evgenij Bozhanov. Dopo za come questa sarà una stupidaggi-
il successo di quest’anno ritornano i “Sabati dell’Auditorium”: concerti ne!»
che abbinano video (Il flauto magico di Luzzati, La casa dei suoni di
Abbado, Petruška) a musica dal vivo. s.f.
AT T U A L I TÁ | CLASSICA 7

FESTIVAL IN BREVE

Da Britten a Wedekind Toni Servillo e Roberto Abbado per Berlioz


Dopo il successo ottenuto due anni fa da Sconcerto, spettacolo su testi
di Franco Marcoaldi e musica di Giorgio Battistelli, dal 10 al 12 giugno
Spoleto apre con Il giro di vite. Wilson mette in scena Lulu con musiche di Lou Reed l’Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli diretta da Roberto Abbado,
torna a collaborare con Toni Servillo. L’attore napoletano sarà in scena
MAURO MARIANI come voce recitante in un programma dedicato a due grandi pagine
sinfoniche di Berlioz, la Symphonie Fantastique e Lélio, ou le retour à la vie.

I
l 55° Festival dei 2 Mondi si inau- nella parte dell’istitutrice, un perso-
gurerà il 29 giugno con Il giro di naggio che già altre illustri cantanti Luisa Miller alla Scala
vite di Britten. «Prosegue così - ci prima di lei hanno interpretato in La nuova Luisa Miller in scena a giugno al Teatro alla Scala (dal 6 al 23)
dice Alessio Vlad, consulente musi- una fase avanzata della loro car- vede schierati Gianandrea Noseda sul podio (al suo debutto in questo titolo
cale del festival - l’indagine sul teatro riera. E ho voluto distribuire a due verdiano) e il regista Mario Martone, il cui spettacolo Cavalleria-Pagliacci
musicale del Novecento che Spoleto interpreti diversi il Prologo e Quint, della scorsa stagione ha vinto il Premio Abbiati per la direzione di Daniel
sta conducendo negli ultimi anni. Ed che in genere vengono affidati ad un Harding. È facile immaginare che Martone, regista di prosa, cinema e negli
è anche un’anticipazione del cente- unico cantante». ultimi tempi di un discreto numero di titoli operistici, stia per diventare
nario di Britten, che cade nel 2013. Il programma musicale del festi- una delle figure di riferimento per il teatro, a cui Lissner vorrebbe affidare
Dirigerà Johannes Debus, un giova- val è completato dai tradizionali e almeno un titolo all’anno: per Luisa Miller, il cast chiamato a collaborare
Lulu firmata Bob Wilson
ne in grande ascesa, che torna da noi amatissimi appuntamenti di mez- alle innovative letture di Martone è composto da Elena Mosuc, Marcelo
per il terzo anno consecutivo e nel zogiorno al Teatro Caio Melisso, Álvarez, Daniela Barcellona, Leo Nucci e Kwanchoul Youn. Da segnalare la
frattempo è stato nominato direttore in collaborazione con la Scuola di ha già collaborato nel 1996 per Time presenza del giovane direttore Daniele Rustioni per una sola recita, quella
musicale della Canadian Opera a To- Musica di Fiesole, e da alcuni altri Rocker e nel 2000 per POEtry, a scri- del 21 (in attesa del titolo con cui arriverà ufficialmente in autunno, ossia
ronto. A curare la regia sarà il nostro concerti sparsi in varie sedi. «Voglio vere le musiche per Lulu, che - come Bohème).
direttore artistico Giorgio Ferrara». segnalare - riprende Vlad - almeno il è stato detto dopo la prima berline-
«Per quest’opera - confessa Ferra- recital di Daniela Dessì, con liriche se della scorsa primavera - mettono Cori in Val Pusteria
ra - ho un amore sfrenato. Oltretut- da camera di autori del Novecento qualcosa di viscerale nella perfezio- I suggestivi panorami alpini dell’Alto-Adige ospitano per il quindicesimo
to corrisponde in pieno a quel che italiano, da Puccini a Castelnuovo ne calibratissima dello spettacolo anno consecutivo quella festa variopinta e cosmopolita che è il
penso della messa in scena operi- Tedesco e Santoliquido. E natural- di Wilson. A interpretare le canzo- Festival corale internazionale Alta Pusteria (www.festivalpusteria.org).
stica, che non deve essere realistica mente c’è come ogni anno il grande ni di Reed saranno gli straordinari Nell’arco di cinque giorni, dal 20 al 24 giugno, sono programmati circa
né perdersi nel descrittivismo. Ho concerto di chiusura in piazza del cantanti-attori del gruppo teatrale sessantacinque concerti, sia all’aperto sia nelle sale e nelle chiese dei
sempre pensato come ambientazio- Duomo, diretto questa volta da Tu- tedesco, tra cui Angela Winkler, molti paesi della valle, sconfinando anche nell’austriaco Sillian. Sono
ne ideale del Giro di vite al famoso gan Sokhiev con l’Orchestre du Ca- probabilmente la più grande attrice novanta i cori che partecipano all’edizione 2012, in rappresentanza di
quadro di Böcklin L’isola dei morti, pitol di Tolosa, il 15 luglio». tedesca. diciotto nazioni - tra le quali si aggiungono quest’anno per la prima
che Gianni Quaranta ha ricostruito Sebbene sia uno spettacolo di Il programma della danza è im- volta il Brasile, la Cina e l’isola di Guam – per cinque continenti. Il
tridimensionalmente sul palcosce- prosa, c’è molta musica anche nella perniato su tre grandi compagnie concerto di apertura è in programma la sera del 20 giugno alla Sala
nico del Teatro Nuovo. Mi affasci- Lulu, che Robert Wilson ha ricavato ospiti, Wiener Staatsballett, Pacific Mahler di Dobbiaco, mentre il mattino del giorno successivo, a Plan de
nano inoltre la scrittura orchestrale, dallo Spirito della terra e dal Vaso di Northwest Ballet di Seattle e Semper Corones, ci sarà una Festa di Benvenuto dove interverranno una ventina
che con mezzi ridotti dà un enorme Pandora di Wedekind. Finora è stata Oper Ballett di Dresda. A ognuna di di cori esibendosi con un brano ciascuno. Ogni giornata sarà scandita
svolgimento drammatico alla musi- vista solo a Berlino e Parigi, Spoleto loro Alessandra Ferri, consulente da molteplici concerti, ma ci sarà spazio anche per una lunga notte di
ca, e la presenza dei due bambini in la presenta in esclusiva per l’Italia e del festival per la danza, ha chiesto musica a Villabassa (22 giugno) e la sfilata dei cori partecipanti a San
scena: potrebbero anche costituire anche questo contribuisce a farne non uno spettacolo di repertorio ma Candido (23 giugno). La cerimonia di chiusura è in programma a Sesto
un problema, ma ne abbiamo trova- lo spettacolo forse più atteso del un programma ideato apposta per Pusteria, la mattina del 24.
ti due veramente bravissimi a Lon- festival. «Dopo L’Opera da tre soldi Spoleto. Così i viennesi portano due
dra, dove presso l’English National e Shakespeare Sonette, con Lulu si prime italiane, tra cui Marie Antonet- Terni indaga sul futuro della musica
Opera esiste una scuola che prepara completa - dice Ferrara - la trilogia te, mentre gli americani propongo- “Dalla sala da concerto a YouTube, interrogarsi sul far musica dal vivo
i bambini proprio ad interpretare Il di Wilson e del Berliner Ensemble no una serata dedicata interamente oggi” è il titolo di un concerto e di un convegno organizzato a Terni dalla
giro di vite. Le protagoniste femmi- che ho portato a Spoleto. Come nei a coreografie di Twyla Tharp, tra cui Fondazione Alessandro Casagrande (www.concorsocasagrande.org/ita) il
nili saranno Marie-Adeline Henry, due precedenti spettacoli, anche in Nine Sinatra Songs, e i tedeschi due 15 e 16 giugno, protagonisti Alexander Lonquich e Cristina Barbuti. Al recital
una giovane di grande talento che Lulu la musica ha una grandissima coreografie appositamente commis- del duo, che prevede tra l’altro l’ascolto da un’installazione multimediale,
abbiamo scoperto in un piccolo tea- parte: è quasi un’opera». sionate ad Aaron S. Watkins. seguirà il 16 il convegno “La fruizione musicale oggi”. Come è cambiato il
tro francese, e Marie McLaughlin È stato Lou Reed, che con Wilson rapporto tra musica e ascoltatore? E quello tra musica dal vivo e musica
riprodotta? Quali nuove forme è possibile sperimentare per rinnovare
il rituale del concerto dal vivo? E quale il ruolo delle nuove tecnologie?
FESTIVAL Oltre ad Alexander Lonquich e Cristina Barbuti interverranno come
relatori Antonio Rostagno, musicologo, e Michele Cavallo, psicoterapeuta,
entrambi docenti dell’Università “La Sapienza” di Roma. Il convegno,

Una pianista sul Trasimeno che intende in particolare affrontare il tema spinoso delle prospettive
per i giovani musicisti, prevede inoltre l’intervento di direttori artistici,
responsabili e operatori del settore, e di una rappresentanza di giovani
L’ottava edizione del festival ideato da Angela Hewitt musicisti e studenti dei conservatori.

M
etti insieme una pianista Sofie von Otter («Siamo felici di preceduti dalla sinfonia dell’Italiana Fiesole per la viola da gamba
canadese, Angela Hewitt averla!» sottolinea Angela Hewitt), in Algeri di Rossini. Raduno, piattaforma, lezione, fiera e festa al contempo; così la
– grande interprete ba- al direttore sudafricano Gérard Kor- «Per la prima volta proponiamo coordinatrice, Bettina Hoffmann, gambista di Modo Antiquo fin dalla
chiana – e la fascinazione per la bella sten, dal Quartetto di Cremona al un concerto al Teatro Pavone di fondazione e docente alla Scuola di Musica di Fiesole, definisce la Giornata
Italia comune a tanti stranieri, ed è violinista finlandese Pekka Kuusi- Perugia, il 4 luglio. Sarà un piacere della Viola da Gamba a Villa La Torraccia (http://giornatadellavioladagam
nato un altro festival: il Trasimeno sto, «musicista che eccelle sia nella far conoscere ai tanti stranieri que- ba.wordpress.com. Una Giornata, organizzata dal dipartimento di musica
Music Festival, a Magione, paese classica che nel jazz, ma anche nella sto palcoscenico. Sono certa che lo antica della Scuola, che raddoppia dopo il successo della prima edizione
sulle colline del lago. musica folk del suo Paese», come ameranno», conclude la direttrice 2011, e infatti si sdoppia in due (2 e 3 giugno) anche per ospitare una
Questo anno, la manifestazione lo descrive Angela Hewitt, che artistica. Chiude il festival un reci- prestigiosa masterclass, quella di Wieland Kuijken. Ma non sono solo gli
celebra l’ottava edizione (30 giugno continua: «È bello sentir dire dalla tal della stessa Hewitt con musiche strumentisti - maestri e allievi, grandi e piccoli, docenti di conservatorio e
- 6 luglio). Caratteristica del festival gente che questo anno il program- di Couperin, Bach, Brahms, Fauré giovani promesse - ad essere convocati per suonare da solisti e in ensemble
è il confronto: il dialogo tra artisti di ma sembra essere il migliore!». Si ed un pezzo di bravura, Ile Joyeyse e per parlare del loro amato strumento: ci saranno “stanze della prima
gran prestigio con giovani di talento alterneranno concerti di musica da di Claude Debussy, ad alto tasso di vista” per conoscere musiche non note e suonarle con nuovi colleghi, e
in un’atmosfera easy che il pubblico camera, recital e sinfonici, quando virtuosismo, a festeggiare il 150° an- l’invito e aperto a storici, eruditi, liutisti, archettai. Informazioni: Scuola di
internazionale mostra di apprezzare. - il 1° luglio - l’Orchestra della To- niversario della nascita. Musica di Fiesole, tel 055597851.
Molti i nomi delle star in cartello- scana proporrà i Concerti per piano Franco Soda
ne: dal mezzosoprano svedese Anne n. 5 di Beethoven e K491 di Mozart,
8 AT T U A L I TÁ | CLASSICA n.293, giugno 2012

IN BREVE FESTIVAL

Napoli in festival
The Makropulos Case di Bob Wilson e The Suit di Peter Brook, rielaborazione
di Le Costume, sono i due spettacoli musicali che spiccano nel programma
Dall’Africa al Tibet
del Napoli Teatro Festival, la cui quinta edizione si terrà dal 7 al 24 Il Ravenna Festival dal 9 giugno al 15 luglio. Intervista a Franco Masotti
giugno e dal 25 al 30 settembre in diversi teatri del capoluogo campano.
Il festival dedicherà una speciale attenzione alla danza israeliana, nella ANDREA RAVAGNAN
sua mescolanza di tecniche provenienti dall’est europeo e dai paesi arabi.

T
Dal 19 al 23 giugno sarà in scena la Vertigo Dance Company con Birth of alent scout dei giovani artisti La piattaforma è pensata per mette- di dar vita a produzioni africane, da
the Phoenix, uno spettacolo sul dialogo tra uomo e ambiente e con Null, africani. Ravenna Festival si re in relazione Ravenna Festival e le far arrivare poi qui al Festival».
performance in cui il pubblico assisterà a una sorta di mistero ritualistico ritaglia un ruolo, nuovo, cer- realtà locali: il Festival di Maputo, il E noi invece cosa impariamo?
in un contesto contemporaneo. La Kibbutz Contemporary Dance Company tamente, eppur sul solco di una vo- Théâtre du Chocolat che promuove «In Africa c’è un’incredibile vi-
presenterà Bein Kodesh Le’Hol (Sacred and Profane) mentre la ballerina- cazione verso l’altro che ha fatto, da in Camerun quello che noi definirem- talità. Il vantaggio che noi europei
coreografa Dafi Altabed e il suo Dafi Dance Group, su commissione un lato, delle Vie dell’Amicizia con mo teatro-ragazzi, e l’associazione possiamo trarre da esperienze come
del Festival, porterà in prima assoluta a Napoli Higher Expectations, Riccardo Muti uno dei grandi sim- senegalese Takku Ligey, la cui storia, queste è quello di rivitalizzarci, di
performance costruita su arie di opere italiane. boli di pace nel mondo, e, dall’altro carica di speranze avverate, merita risollevarci da quella stanchezza che
lato, del programma del Festival uno d’esser raccontata. Abbiamo ritrova- caratterizza i nostri tempi. E poi c’è
Pisa: Musica sotto la Torre dei luoghi sicuri dove le musiche del to infatti come partner in loco, l’at- questa centralità del corpo che noi
Si apre il 22 giugno nel Chiostro del Museo dell’Opera del Duomo di mondo potessero sempre trovare ri- tore Mandiaye Ndiaye, senegalese abbiamo di fatto accantonato...».
Pisa l’undicesima edizione di Musica sotto la Torre, sei serate di classica fugio. immigrato ragazzo nel 1988 per fare Un percorso che parte da lontano,
e jazz organizzate dall’Opera della Primaziale Pisana. L’inaugurazione è Ora questo cammino sembra il venditore ambulante a Ravenna, e si diceva, un ulteriore segnale d’aper-
affidata all’Italian Melodies in Jazz, il 25 giugno suonano Maurizio Baglini spinto da un’ulteriore e netta acce- qui scoperto dal Teatro delle Albe: tura verso quell’insieme indefinito
(pianoforte), Amanda Favier (violino), Lorenzo Corti (viola), Silvia Chiesa lerazione, e le prospettive si fanno beh, oggi Mandiaye Ndiaye è invece – o, meglio, eurocentricamente defi-
(violoncello). Il 28 giugno tutto Mozart con i solisti dell’Orchestra da camera fin da subito concrete. Ce le raccon- il nostro riferimento per questo pro- nito – delle musiche dal mondo, che
Luigi Boccherini. Il programma completo su www.opapisa.it ta, quasi dalla scaletta di quell’aereo getto nella sua terra d’origine». anche nel 2012 saranno protagoniste
con cui è appena rientrato in Italia E quale ruolo avrà quindi Raven- a Ravenna.
I giardini di luglio dal viaggio a Maputo, capitale del na Festival in questa promozione Quest’anno è il tema del mona-
«Quello che mi preme sottolineare è l’obiettivo di far rivivere il luogo (i Mozambico, Franco Masotti, co-di- dei talenti africani? chesimo a costituire l’ossatura di un
giardini, il parco, la Sala Casella, quella degli Affreschi), di farlo riscoprire ai rettore artistico assieme a Cristina «Oltre a un ruolo di selezionatori, programma come sempre molto va-
romani, di far capire come si sta bene in questo sito che ha cinque secoli di Mazzavillani Muti e Angelo Nica- che porteremo naturalmente avanti sto e articolato (per fare due nomi,
storia». Sandro Cappelletto, direttore artistico dell’Accademia Filarmonica stro, : «Abbiamo vinto un bando con i nostri collaboratori, noi do- quelli di Steve Reich e Arvo Pärt che
Romana (www.filarmonicaromana.org), mette in evidenza come la stagione europeo per un progetto di ampio vremmo portare anche – mi si passi si incroceranno a Ravenna negli stes-
estiva, I giardini di luglio, punti anche sul luogo: un’oasi nel cuore di respiro sull’Africa, con l’obiettivo di un’espressione che detesto – un know si giorni attorno alla metà di giugno):
Roma dove arte e natura si sposano felicemente. Nutrito il programma: aiutare ad emergere i loro giovani ta- how organizzativo-manageriale: un quali le declinazioni? «Penso che il
dalle due giornate dedicate a John Cage, con cui si aprirà il 25 giugno, alle lenti, in particolare nell’ambito della potenziale artistico molto alto si tro- tema dell’ascetismo sia di grande
manifestazioni dedicate alle “Nazioni del mondo”, quest’anno Norvegia, musica, del teatro e della danza. Tre i va infatti in contesto di grande diffi- attualità. Se vogliamo, ne troviamo
Armenia, Burkina Faso, Austria e Iran. Musica, danza, mostre, giochi, paesi africani coinvolti, il Mozambi- coltà, e noi cercheremo di portare il conferma nel volume recente di
incontri e proiezioni per una programmazione che comprenderà anche la co, appunto, il Camerun e il Senegal. nostro aiuto. L’idea centrale è quella Giorgio Agamben, Altissima povertà.
prima assoluta di Bonn, “patacca” beethoveniana per violino solo donata nel Regole monastiche e forma di vita. Ma
1927 da Mussolini alla Filarmonica. c’è anche un versante musicale di
OPERA questa riflessione filosofica, ed è at-
Cage in Toscana traversato da quell’idea di riduzione
Cage e i funghi, ma anche concerti, conferenze e incontri nell’omaggio della quantità sonora e di una dedi-
che Dello Scompiglio 2012 dedica al centenario di John Cage. La Torino: il Regio dall’Europa a Wagner zione verso il silenzio».
rassegna, che si tiene nella Tenuta dello Scompiglio sulle colline di Quale simbolo più forte dei mo-
Vorno in provincia di Lucca, si apre il 2 giugno con due giorni dedicati
al compositore: “4’ 33” Lezione di funghi”, un itinerario di concerti e
performanze con la direzione artistica di Antonio Caggiano, tra giugno
U n Ballo in maschera con Gregory Kunde e Oksana Dyka (Palumbo
sul podio, regia di Mariani) conclude la stagione del Teatro Regio
di Torino (diretta su Radio3 per la prima del 19 giugno, diretta su Rai5
naci tibetani...
«È sempre stato il mio sogno quel-
lo di curare un progetto sul Tibet. In
e dicembre, coinvolgerà anche il Festival Opera Barga e Lucca. Info su per la recita del 21 giugno). Il 22 giugno il Regio, in collaborazione questi sette giorni con i monaci di
www.delloscompiglio.org. con Opera Europa e As.Li.Co., ospita una “Giornata di Incontro” per Drepung Loseling (monastero fonda-
mettere a confronto le esperienze di vari teatri europei, discutere di to agli inizi del Quattrocento e oggi
Milano Musica per Castiglioni finanziamenti e coproduzioni. A “Opera Europa incontra i teatri italiani” forzatamente “emigrato” nel sud del-
Dal 4 giugno al 6 luglio saranno in vendita gli abbonamenti per la partecipano i rappresentanti del Teatro Real di Madrid, Royal Opera l’India), realizzati con la consulenza
ventunesima edizione del Festival Milano Musica che si svolgerà dal 7 House di Londra, Festival di Aix-en-Provence, Monnaie di Bruxelles, di Günter Cologna, ascolteremo la
ottobre al 12 novembre. La sezione monografica sarà dedicata a Niccolò Opera di Oslo, Liceu di Barcellona, Châtelet di Parigi, Staatstheater tradizione più pura, nuove commi-
Castiglioni accanto ai tradizionali “Percorsi di musica d’oggi”: in programma di Stoccarda e di numerosi teatri italiani. Intanto il teatro torinese ha stioni come Tibetan Monks Inside
otto prime esecuzioni assolute. Inaugurazione il 7 ottobre al Teatro alla Scala presentato la prossima stagione 2012/2013 con dodici titoli in cartellone, Electronics (con Marcus Stockhausen)
con Andrea Pestalozza sul podio dello Scharoun Ensemble per pagine di da Der fliegende Hollander di Wagner che inaugurerà la stagione il 12 e ricreeremo quel contesto rituale – a
Dallapiccola, Castiglioni, Sciarrino, Schubert. L’8 novembre all’Auditorium ottobre a L’elisir d’amore che la chiuderà il 21 giugno 2013. I rinnovi cui abbiamo accennato prima – fa-
di Milano l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi presenta la prima degli abbonamenti si possono effettuare fino al 20 luglio, i nuovi cendo la massima attenzione a non
assoluta del Concerto per tre pianoforti e orchestra di Castiglioni, dirige abbonamenti si prenotano dal 6 giugno al 20 luglio. Il titolo wagneriano fare di una presenza così importante
Pestalozza, suonano Alberti, Lusa e Piemonti. inaugurale (per il 200° anniversario della nascita del compositore) vedrà come quella dei monaci un semplice
il direttore musicale Gianandrea Noseda sul podio in un allestimento elemento di colore».
Giocare con la musica e il Divertimento Ensemble dell’Opéra di Parigi firmato da Willy Decker, di Calixto Bieito è la regia di Il festival apre il 9 giugno (incon-
Il 10 giugno alle 18 all’Auditorium Gruppo 24 Ore di Milano si terrà il Carmen, coprodotta dal Regio con il Massimo di Palermo, che ha appena tro con Alessandro Barban, priore
concerto conclusivo della stagione di Divertimento Ensemble (www. vinto il Premio Abbiati, poi uno spettacolo affidato al Béjart Ballet generale dei Monaci Camaldolesi,
divertimentoensemble.it). Al concerto del Divertimento Ensemble Lausanne, La bohème, Don Giovanni, La traviata, Il matrimonio segreto, Vespro della Beata Vergine di Orazio
diretto da Sandro Gorli con la partecipazione di Alda Caiello (soprano) e Don Carlo (in scena il 10 aprile, data in cui si festeggiano i quarant’anni Tarditi con La Stagione Armonica,
Elena Gorna (arpa) partecipano anche i bambini della terza elementare dall’inaugurazione del nuovo Regio) Evgenij Onegin, L’Italiana in La via dolorosa con i Fratelli Mancu-
che hanno seguito per tutto l’anno il progetto Giocare con la musica. Algeri e L’elisir d’amore. Sul podio, oltre a Noseda impegnato in tre so) e chiude il 15 luglio: ci sono l’Or-
In programma la Sequenza per arpa di Berio e, in prima esecuzione titoli, si alterneranno Yutaka Sado, Corrado Rovaris, Renato Palumbo, chestra Giovanile Luigi Cherubini
assoluta: Maje di Marco Di Bari , Canzoni popolari di Manuel de Falla nella Christopher Hogwood, Daniele Rustioni, Giampaolo Bisanti, Francesco diretta da Muti per Sancta Susanna
trascrizione di Ruggero Laganà, Quaderno di sabbia di Federico Gardella e Pasqualetti; tra i cantanti in cartellone Marcelo Alvarez, Carmela di Hindemith con la regia di Chiara
Itaca di Daniele Ghisi. Remigio, Ludovic Tézier, Ramon Vargas, Anita Rachvelishvili, Nino Muti, da Taiwan la Evergreen Sym-
Surguladze, Desirée Rancatore, Barbara Frittoli, Ildar Abdrazakov. phony Orchestra, Peppe Servillo e Le
s.f. memorie di Adriano (Celentano)...
AT T U A L I TÁ | CLASSICA 9

FESTIVAL IN BREVE
Martha Argerich (foto Klaus Rudolph)
Filarmonica della Scala a Bonn, Dresda e San Pietroburgo
La Filarmonica della Scala chiude la festa per i suoi primi 30 anni di
attività con cinque concerti all’estero in quattro città dal 2 giugno al
1°luglio, diretta da Daniel Harding, Valery Gergiev e Fabio Luisi, da poco
nominato direttore principale del Metropolitan, che esordisce solo
quest’anno alla Scala. I solisti saranno Christine Schäfer, Yuja Wang, Rafał
Blechacz e Hélène Grimaud. Si comincia il 2 e 3 giugno con due concerti
a Bonn e Dresda. Il 27 e 28 giugno Valery Gergiev riporta l’orchestra al
Festival delle Notti Bianche di San Pietroburgo per due concerti, uno dei
quali sarà affidato alla bacchetta di Fabio Luisi, chiude proprio Luisi il 1°
luglio a Baden Baden. I concerti di San Pietroburgo sono realizzati grazie

Martha e i suoi 41 pianisti al sostegno del Main Partner UniCredit e di Pirelli.

Versailles è la corte di Haendel


A Lugano torna la kermesse di giovani interpreti e star della tastiera Sta per aprirsi il festival “Le Triomphe d’Händel” (8 giugno – 13 luglio),
che celebra i successi londinesi del compositore in due sezioni: ‘La
Conquista di Londra’ dal 1717 (Water Music, Esther) al 1727 (Coronation
GRAZIANO BALLERINI Anthems) passando per le grandi opere (Giulio Cesare e Tamerlano);
e ‘Dall’Opera all’Oratorio’ (1733 – 1749) con le opere della maturità

D
al 6 al 28 giugno a Lugano con un partner essendo per lei la mu- C’è pure la novità di una master- (Orlando, Alcina, Serse), gli oratori (Saul, Israel in Egypt, Messiah,
ecco l’undicesimo Progetto sica una condivisione: con Maria Joao class e concerto finale dei parteci- Solomon) e il sigillo spettacolare della Music for Royal Fireworks, occasione
Martha Argerich. 17 concer- Pires nella Sonata K 381 di Mozart, panti. Prelude a un maggior impegno per uno spettacolo indimenticabile sul Grand Canal. Gli interpreti?
ti sparsi in vari luoghi della città e affi- con Mauricio Vallina nell’Andante e didattico della grande pianista? Marc Minkowski, Jordi Savall, Jean-Christophe Spinosi, Cecilia Bartoli,
dati a una sessantina di artisti: 41 pia- Variazioni op. 46 di Schumann, con «Martha non si considera un Christophe Rousset, Max Emanuel Cencic, Alan Curtis Emmanuelle Haim,
nisti, integrati con violinisti, violisti, Renaud Capuçon nella Sonata op. 94 “maestro”, ma è consapevole del- Paul McCreesh, Robert King...
violoncellisti (più clarinetto, chitarra, di Prokof’ev, ecc.» l’importanza della formazione. In Franco Soda
contrabbasso, canto, percussioni), di Quest’anno il filo conduttore è la questo caso ha selezionato alcuni
fama e soprattutto giovani talenti. Il rielaborazione di temi altrui in for- giovani pianisti argentini offrendo Neumond di Lucia Ronchetti, fatto per i giovani
repertorio segue come di consueto la ma di Variazione, Parafrasi, Fanta- loro la possibilità di seguire il festival Neumond (Novilunio) è la nuova opera da camera “per un pubblico
strada della ricerca: autori e brani di sia, ecc.. Quali i punti salienti della e di beneficiare dei corsi di alcuni pia- giovane” che Lucia Ronchetti ha composto per la Mannheimer
rara esecuzione accanto a capolavori proposta? nisti partecipanti (Lylia Zilberstein, Mozartsommer. Nelle parole della compositrice romana «Neumond è
ricorrenti. Facciamo parlare del Pro- «Innanzitutto le Variazioni su un Jura Margulis, Daniel Rivera, Alan una esplorazione drammaturgica dell’adolescenza e in particolare dei
getto il suo direttore artistico Carlo tema di Haydn di Brahms (con Martha Weiss)». dubbi, sogni, attese e dolori della giovanissima Muriel, doppio operatico
Piccardi: Argerich e Nicholas Angelich), ma Il concerto finale del 27 giugno, con della Pamina del Flauto magico, divisa tra ubbidienza e ribellione».
Undicesima edizione, la stan- anche le Variazioni e fuga su un tema l’Orchestra della Svizzera italiana di- Il librettista è Kristo Šagor, pluripremiato per i suoi lavori dedicati
chezza sembra proprio bandita: di Mozart di Max Reger, l’Improvvisa- retta da Alexander Vedernikov, vedrà specialmente al pubblico più giovane. La direzione musicale è affidata a
programma intrigante come in po- zione su un corale di Bach di Busoni, il Martha Argerich e Mischa Maisky in- Joseph Trafton, la regia a Christian Pade e scene e costumi a Alexander
che rassegne del genere; in tutto Duo concertante su un tema di Weber di terpretare il Doppio Concerto “Romantic Lintl. Accanto a Sophie Sauter (Muriel), Benedikt Nawrath (Jasper) e Antje
questo quanta parte ha la pianista Moscheles-Mendelssohn, tutti per 2 Offering” a loro dedicato da Rodion Bitterlich (Magdalind). Dal 1° al 4 luglio allo Studio del Nationaltheater di
Argerich ? pianoforti, senza dimenticare la Suite Scedrin, la cui prima esecuzione è av- Mannheim. Stefano Nardelli
«Per Martha suonare è la vita stes- italienne di Stravinskij (da Pulcinella su venuta l’anno scorso a Lucerna.
sa, per cui instancabilmente è presen- temi settecenteschi italiani) che Mar-
te in ogni concerto, sempre in coppia tha suonerà con Mischa Maisky».

FESTIVAL

Knussen re di Aldeburgh
Il compositore e direttore scozzese è artist in residence di questa edizione

C
on la sua figura da orso buo- artistico per un quindicennio. Non ti, Jordi Savall con il suo Hesperion
no, l’aria un po’ trasandata stupisce dunque che per l’edizione n. XXI, il Monteverdi Choir con Sir
e l’inesausta capacità di la- 65 del Festival (dall’8 al 24 giugno), John Eliot Gardiner, Ian Bostridge,
voro, Oliver Knussen (nella foto) è l’imaginifico Pierre-Laurent Aimard, Gabriela Montero, Alfred Brendel, lo
da tempo immemore uno dei numi direttore artistico attuale, abbia stesso Aimard che si prodiga gene-
tutelari del Festival di Aldeburgh. scelto proprio Knussen come Artist rosamente tra recital e concerti. Im-
La sua musica robusta e magistral- in Residence: un omaggio alla tradi- portante come sempre il programma
mente costruita, sempre di piacevo- zione, ma anche la capacità di scom- didattico, con masterclass tenute da
le ascolto, si va facendo persino più mettere against all odds, trovando il Dawn Upshaw, Aimard, Menhaem
chiara e trasparente con il passare del nuovo in quel che tanto nuovo non Pressler.
tempo, e per quanto non ricordi qua- sembra… Perché Aldeburgh resta Isabella Maria
si affatto quella di Benjamin Britten un festival-laboratorio, una vetrina
(se non forse per un certo modo di per la contemporanea (e non solo)
intendere la vocalità), pare sia riu- che attrae ugualmente il pubblico
scita a catturarne in qualche misura locale e il jet-set internazionale della
lo spirito e l’atmosfera. La sua noto- musica. Il programma di quest’an-
rietà come direttore è peraltro pari no, appena leggermente sottotono,
o superiore a quella di compositore propone tra l’altro omaggi e prime
ed è la sua sagoma imponente sul esecuzioni di opere di Lachenmann,
podio di Snape Maltings l’immagine Jonathan Dove, George Ives (del
che forse meglio di tutte rappresen- quale si ascolterà in prima esecuzio-
ta lui e il suo legame profondo con ne europea la monumentale Universe
il Festival, di cui è stato ospite fisso Symphony). Tra gli interpreti, l’En-
per tutta la vita, oltre che direttore semble Modern, il Quartetto Ardit-
10 AT T U A L I TÁ | CLASSICA n.293, giugno 2012

SALE DA CONCERTO
Trimestrale di cultura
e pedagogia musicale a cura della SIEM
(Società Italiana per l’Educazione Musicale) Lo spazio di Boston
La nuova Calderwood Hall disegnata da Renzo Piano

SILVANA PORCU

C’
è un pezzetto d’Italia in e ispirato al Palazzo Barbaro di Ve-
più a Boston. Ed è con- nezia. Fra le mura di quella che era la
sacrato alla musica. La Tapestry Room si sono esibiti alcuni
è uscito il n. 163
3 nuova Calderwood Hall, inaugurata artisti contemporanei diventati stel-
un numero: € 5,00 0 a fine gennaio, è diventata immedia- le internazionali. A inaugurarla, più
abbonamento: o:
Italia € 18,00
0 tamente il fiore all’occhiello dell’Isa- di un secolo fa, ci fu una selezione
estero € 22,000 bella Stewart Gardner Museum, in della Boston Symphony Orchestra.
Massachussets. Uno scrigno sonoro La programmazione ospita da anni,
di vetro e bronzo che porta la fir- ogni settimana, concerti di musi-
ma di Renzo Piano. L’architetto ha ca classica, jazz e contemporanea.
realizzato un teatro di 296 posti. Il L’acustica però era sempre rimasta
palco, al centro della sala, è circon- un grosso problema per musicisti e
La Calderwood Hall all’interno
dato da due file di poltrone, che con- pubblico. Per mostrare l’evoluzio- dell’Isabella Stewart Gardner Museum
in questo numero: sentono allo spettatore di avere una ne sonora di questo nuovo spazio,
Memorie sonore e teatro musicale visuale completa sullo spettacolo. Scott Nickrenz, responsabile degli
Ma è soprattutto in verticale che si eventi musicali del museo, ha voluto aveva provato a Venezia, per la pri-
Improvvisare con gli occhi estende lo spazio: anche la galleria, inaugurare la Calderwood Hall con ma esecuzione del Prometeo di Luigi
Popular music brasiliana con file da sessanta posti, elimina un programma che comprendeva Nono. Il progetto realizzato a Bo-
Music Animation Machine ogni ostacolo dalla vista. L’idea di musiche di Bach, Strauss e Luciano ston è differente da entrambi, come
Educazione affettiva Renzo Piano è stata quella di sfrut- Berio. Quasi un omaggio allo stesso rivela lo stesso Renzo Piano al ma-
tare l’andamento verticale del suono Renzo Piano, che proprio con Berio gazine americano ArtInfo: a Parigi era
e di estendere così verso l’alto il suo aveva lavorato al suo primo edificio stato semplicemente «un tentativo di
per contatti con la redazione:
progetto (costato oltre cento milioni pensato per il suono: l’Ircam di Pari- giocare con il suono», mentre questa
musicadomani@libero.it
di dollari). L’acustica, a detta dei criti- gi (Istituto per la ricerca e il coordi- volta «la distanza fisica è ristretta. Si
per abbonamenti, pubblicità, diffusione: ci americani, è mozzafiato. namento acustico-musicale), voluto riesce a sentire il suono fisico di uno
edt.it/musica/musicadomani La musica non è soltanto un vez- dal presidente George Pompidou e strumento».
zo per il Gardner Museum, aperto inaugurato 35 anni fa. A guidarlo
www.edt.it nel 1903 dalla collezionista di arte c’erano, tra gli altri, Berio e Pier-
americana Isabella Stewart Gardner re Boulez. Più avanti l’architetto ci

IN BREVE

Boesmans orchestra Monteverdi a Madrid Biller, in carica dal 1992. Partecipano interpreti di
È ancora da una prospettiva e da una sensibilità fama internazionale come la Gewandhausorchester
contemporanea che Gerard Mortier ha voluto partire di Lipsia, l’ Orchestra of the Age of Enlightenment, la
per l’allestimento di Poppea e Nerone (L’Incoronazione Amsterdam Baroque Orchestra sotto la guida di Ton
di Poppea) proposto al Teatro Real di Madrid (11 recite Koopman, Vocalconsort Berlin con Marcus Creed, il
dal 14 al 30 giugno). Al compositore belga Philippe soprano Simone Kermes e il pianista Nikolai Tokarev.
Boesmans viene nuovamente affidato il compito di Quest’anno il festival vede anche la prima edizione del
orchestrare l’opera monteverdiana (la prima volta venne suo programma per ragazzi e famiglie, “b@ch für uns”
proposta nell’89 per il Teatro Le Monnaie). L’organico (b@ch per noi). Per festeggiare i cinquant’anni del
di strumenti moderni - ci sono anche clarinetto, piano, gemellaggio tra Lipsia e Bologna suoneranno insieme
armonium, sintetizzatore - e di strumenti antichi, studenti della scuola di musica “Johann Sebastian Bach”
affidato a un ensemble, come il Klangforum Wien, sarà e del Conservatorio di Musica “Giovan Battista Martini”.
diretto da Sylvain Cambreling. Regia affidata all’estroso Corina Kolbe
e discusso regista polacco Krzysztof Warlikowski.
Nei ruoli principali le voci saranno quelle di Nadja Francia: l’Orchestra dell’Île de France a rischio
Michael e Sofia Soloviy (Poppea), Charles Castronovo L’Orchestre National de l’Île de France è in pericolo
(Nerone), Maria Riccarda Wesseling (Ottavia), William di sopravvivenza. Fondata nel 1974 per iniziativa di
Towers (Ottone), Williard White (Seneca), Ekaterina Marcel Landowski, direttore del Dipartimento Musica
Siurina (Drusilla), Lyubov Petrova (Virtù/Palas), Elena del Ministero degli Affari Culturali sotto la direzione di
Tsallagova (Fortuna/Dama)e Serge Kakudji (Amore). André Malraux, ha oggi un organico di 117 elementi, di
Fabio Zannoni cui 95 musicisti. L’orchestra è co-finanziata dal Consiglio
regionale dell’Île de France e dallo Stato. L’anno scorso
Bachfest a Lipsia è stata nominata direttrice generale Fabienne Voisin,
Dal 7 al 17 giugno la Bachfest a Lipsia ricorda gli 800 che ha scelto Enrique Mazzola come direttore musicale.
anni dalla fondazione del Coro e della Scuola di S. Il 4 ottobre l’annuncio inaspettato della riduzione della
Tommaso, strettamente legati all’omonima chiesa sovvenzione statale, che scenderà di qui al 2015 dagli
nel centro della città. La musica di Johann Sebastian attuali 700.000 euro a 125.000.
Bach, che nel Settecento fu direttore artistico del Franco Soda
celebre coro di ragazzi, sarà affiancata a opere di altri
compositori dal Rinascimento fino ad oggi. Si eseguono
anche composizioni di diversi direttori musicali del
coro, tra cui l’attuale Thomaskantor Georg Christoph
AT T U A L I TÁ | POP 11

TOUR

Foto Skyler Skjelset

Le sensazioni di Van Dyke Parks


Uno dei maestri più nascosti della canzone americana, alla soglia dei settant’anni, sarà in Italia il 19 e il 20 giugno. Un percorso fra le canzoni
scritte per altri e per i suoi album, recentemente ristampati; sui quali - dice - di non avere opinioni: «Le sensazioni sono molto più istruttive»

ALESSANDRO BESSELVA AVERAME

A
rtigiano d’altri tempi e mente ripensando a quei lavori ne saltano duro. Ho cercato di avere successo e
trasversale, complice di Brian fuori parecchie. Lavorando allo spet- di essere in qualche modo consola-
Wilson nella sfortunata lavo- tacolo londinese, in occasione del torio, ma con una adeguata percen-
razione di Smile, leggendario disco quale sarò accompagnato da una or- tuale di scetticismo. Diciamo che ho
perduto dei Beach Boys recentemen- chestra [il 23 giugno al Barbican, con sempre privilegiato un ottimismo
te disseppellito, songwriter di culto e la Britten Sinfonia], ho ripreso le can- avvertito: conosco gli aspetti negati-
arrangiatore dallo stile peculiare (dal zoni del mio primo disco, Song Cycle. vi della realtà ma cerco di raccontarli
Tim Buckley degli esordi al sodalizio Ho riascoltato Vine Street, scritta e indossando guanti di velluto, chie-
con Joanna Newsom in Ys), autore di arrangiata per quel lavoro da un gio- dendomi come diventare parte della
tre brillanti album appena ristampati, vanissimo Randy Newman, mi sono soluzione anziché del problema. In
Van Dyke Parks è in Italia per un paio rimesso al piano a suonarla per la pri- Texas quelli come me li chiamano
di date: il 19 giugno a Milano, al Tea- ma volta dopo quarant’anni, lo stesso maverick [letteralmente, “vitello non
tro dei Martinitt e il 20 a Roma, alla ho fatto con Palm Desert. Mi preoccu- marchiato”]. Ho capito fin dall’inizio
Chiesa di San Paolo entro le Mura. pava l’idea di avvicinarmi, dopo tan- che avrei dovuto seguire la mia follia
Che tipo di esibizioni saranno? to tempo, a brani che all’epoca erano per vedere dove mi avrebbe portato,
«Inevitabilmente autobiografiche, stati giudicati quantomeno contro- nella speranza di creare dei beni du-
andranno a coprire la mia intera esi- versi. Ecco, sono felice di poterlo raturi. Non è facile fare la cosa giusta,
stenza. Sto per compiere settant’an- dire: quella musica mi è sembrata per riuscirci bisogna non desiderare
ni e dunque la scelta è ampia. Mi esi- eccellente. L’ho ripresa con immenso la popolarità, ma è una scelta che ha

A w GR
su SEG
C
bisco in spazi piccoli, con il minimo piacere, mi sono reso conto che ad reso la mia vita molto più limpida: la
O

cq w A
N

w NA

ui .ed TU
indispensabile: pianoforte, basso e appena ventiquattro anni ero riuscito coscienza è meno travagliata e allo Elijah Wald

st t.i IT
percussioni». a fare già molto. È musica che mostra stesso tempo si riesce ad esplorare la

a t A
Nell’ultimo decennio hai lavo-
rato soprattutto come arrangiatore
ancora segni di vita, che continua a
comunicare con il mondo».
realtà andando al di là delle opinio-
ni. E a volte la musica diventa rive-
Blues
per conto terzi. Che cosa ti ha spin- La matrice popular, nei tuoi di- lazione, conducendoti in luoghi che Una breve introduzione
to a salire sul palco? schi, non si è mai tradotta in suc- non avresti mai immaginato di poter
«Mi sono esibito di tanto in tanto cesso di massa, ma è sempre stata visitare. Musicalmente parlando, mi
in Europa e Giappone in passato, a ben presente. Hai sempre cercarto considero un apolide».
volte negli Stati Uniti, diciamo una di divulgare, di raccontare epoche e Lo scorso anno sei tornato a pub-
volta ogni cinque anni. Il concerto è culture con il piglio del romanziere blicare musica tramite la tua eti-
un ottimo mezzo di autoverifica per- o dell’antropologo... chetta personale, Bananastan: sei
12,50
50

sonale, e arrivato a questa età voglio «Mi viene in mente il vostro Pao- 45 giri, illustrati da vari artisti...
168, € 12

sperimentare la gioia dell’apparire lo Conte, la cui opera conferma una «Entrando nel mio settantesimo
in prima persona, una dimensione mia convinzione: la canzone può anno ho deciso che mi sarebbe pia-
pp. 168,
168

che ho sempre frequentato poco. Ho davvero essere la short story defi- ciuto uscire di scena ricordando il
ze, pp.

iniziato a farlo lo scorso anno e ora nitiva. Può contenere del teatro di mio primo contatto con la musica
a Risonanze,
nanze

ho anche un agente che mi trova gli alto livello, una forza politica, degli registrata, ecco perché ho scelto il
Risonan

ingaggi! È molto, molto diverso dal- ideali romantici, del piacere fisico e vinile, lo standard audio più eleva-
Riso

lo stare dietro le quinte, arrangiando una forza poetica di vasta portata. to. Questa non è più l’epoca del long
musica per altri». Sono pochi, credo, gli autori in grado playing, mentre i singoli non richie-
lana
Collana
Collan

Sono appena stati ristampati da di prendersi il tempo necessario per dono troppo tempo all’ascoltatore
Col

Bella Union i tuoi primi tre dischi condensare adeguatamente pensie- casuale. Li puoi toccare, guardare,
per la Warner, Song Cycle, Discover ri ed emozioni in un singolo brano. annusare e ascoltare, e spero venga-
America e Clang Of The Yankee Rea- La forma canzone è sempre stata no considerati dei veri e propri object La storia
oria e le diverse espressioni della
dell
per, pubblicati tra il 1968 e il 1976. limitata all’intrattenimento, proprio d’art. Magari più belli da vedere che musica
ca blues,
blues dai canti di preghiera della
d
Qual è la tua opinione su quei tre come l’informazione dei grandi me- da ascoltare, anche se spero non sia popolazione nera del Delta del Mississippi
album, a distanza di anni? dia. È quello che noi americani de- così: ci ho messo il cuore e mi sento
«Non credo nelle opinioni, le sen- finiamo softball, una disciplina che all’apice delle forze come composi-
sazioni sono molto più istruttive, e non mi interessa: a me piace il gioco tore e arrangiatore».
AT T U A L I TÁ | 13

ogni giorno leggi on line su

cartellone
CARTELLONE e RECENSIONI
LEGENDA
A = contralto; all. = allestimento; B = basso; bat = batteria; Br = baritono; c = coro; cdb = corpo di ballo; cfag = controfagotto; chit = chitarra; cl = clarinetto; clav = clavicembalo; cl b = clarinetto basso; comp = compagnia;
cor = coreografia; cost = costumi; cT = controtenore; ctb = contrabbasso; def. = definire; dir = direttore; fag = fagotto; fisar = fisarmonica; f l = flauto; int = interpreti; m = matiné; mand = mandolino;
mc = maestro del coro; Ms = mezzosoprano; mus = musica; ob = oboe; orch = orchestra; org = organo; ott = ottavino; perc = percussioni; pf = pianoforte; prog. = programma; r = regia; rec = recitante;
S = soprano; s = soirée; sax = sassofono;sc = scene; T = tenore; tim = timpani; tr = tromba; trbn = trombone; v = voce; vl = violino; vla = viola; vlc = violoncello; xil = xilofono.

classica Italia
blioteca Classense, 17: Trio Mediæval, tr giugno, 5: Attila, Verdi; int Abdrazakov, Brescia Torino
CAMPANIA Henriksen (Musica dalla Norvegia). Teatro Alaimo, Serjan, Borras, Ceron, Dall’Ami-
Festival Pianistico Internazionale di Concerto per la 66ª Festa della Re-
Alighieri, 21: Evergreen Symphony Or- co, r sc e cost Pizzi, dir Muti (nuovo all.).
Brescia e Bergamo - “Brahms, il conser- pubblica (www.osn.rai.it), Piazza San
Napoli chestra, dir Schmalfuss (brani del folklo- 19, 21, 23, 24m, 26: A Midsummer Ni-
vatore progressista” (030293022, www. Carlo, 2 giugno (ore 21.00): Orchestra
re internazionale arrangiati da composi- ght’s Dream, Britten; int Zazzo, Boyle,
Teatro di San Carlo (0817972331, festivalpianistico.it), Teatro Grande, 2 Sinfonica Nazionale della Rai, Orchestra
tori taiwanesi, Wagner, Dvořàk). Palazzo Mathey, Dehn, Petrinsky, Rose, Griffey,
www.teatrosancarlo.it), Teatro di San giugno: pf Bronfman (Haydn, Brahms, del Teatro Regio di Torino, dir Mariotti
Mauro De André, 23: Chicago Children’s Mosley, r Curran, sc e cost Knight, luci
Carlo, 10 giugno, 12: Orchestra del Prokof’ev). 7: Brescia Orchestra, dir (Rossini, Beethoven; in diretta su Radio3
Choir, dir Lee (Dal Gospel a Michael Jack- Jacques, dir Conlon (nuovo all.).
Teatro di San Carlo, dir R. Abbado, v Rojatti, pf Kim (Respighi, Brahms). 10: e in differita su Rai5 alle ore 23.35)
son). Basilica di Sant’Apollinare in Classe,
rec T. Servillo (Berlioz). Teatro di San vl Ughi, pf Bellucci (Brahms, Franck, Orchestra Filarmonica di Torino
25: Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, Sermoneta (LT)
Carlo, 11: Eduardo Decrescenzo (Essenze Ravel). 12: vlc M. Maisky, pf L. Maisky (011533387, www.oft.it), Conservatorio
Chicago Children’s Choir, dir Borgono-
Jazztour 2012). Giardini di Palazzo Reale, Festival Pontino (Campus Interna- (Brahms, Granados, Sarasate, Albéniz, G. Verdi, 10 giugno (ore 17), 12 (ore
vo, A Giovannini (Schubert, Bernstein).
21: Orchestra da Camera del Teatro di zionale di Musica 0773605551, www. Cassadó, Falla). 21): Orchestra Filarmonica di Torino, dir
Chiostro Biblioteca Classense, 26: Elo-
San Carlo (Festa della musica). Teatro di campusmusica.it), Sermoneta, Castello Benda, pf Kadouch (Mozart, Haydn).
qventia (Chominciamento di gioia. La mu-
San Carlo, 23: Orchestra del Teatro di Caetani, 23 giugno: pf Virsaladze (Mo- Milano Orchestra Sinfonica Nazionale della
sica virtuosistica per il ballo nel Medioevo).
San Carlo, dir Piersanti, v rec N. Moretti zart, Brahms, Haydn). 30: vl Von Arx, pf Rai (0118104653, www.osn.rai.it), Audi-
Rocca Brancaleone, 28: v P. Servillo, sax Rondò 2012 - Divertimento Ensemble
(Concerto Moretti, Piovani). Teatro di San Canino (Grieg, Pärt, Beethoven). torium Rai A. Toscanini, 7 giugno, 8:
Girotto, tr Bosso, ctb Di Castri, pf Mar- (0249434973, www.divertimentoensem-
Carlo, 27: pf Lang Lang (recital). cotulli, batt Barbieri (Memorie di Adriano. ble.org), Auditorium Gruppo 24 Ore, 10 Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai,
Le canzoni del Clan di Adriano Celentano). LIGURIA giugno (ore 18.00): Divertimento En- dir Bychkov, Br Goerne, Coro del Teatro
Chiostro Biblioteca Classense, 29: Il semble, dir Gorli, S Caiello, arpa Gorna Regio, mc Fenoglio (Brahms, Brahms/
EMILIA ROMAGNA Glanert). 14, 15: Orchestra Sinfonica Na-
Suonar Parlante Orchestra, dir e vla da (Di Bari, Falla/Laganà, Berio, Gardella,
gamba Ghielmi, S Gibelli, fl Oberlinge,
Genova
Ghisi; partecipano i bambini del proget- zionale della Rai, dir Bychkov, pf Ger-
Bologna cymbalon Comendant (Bellezza barbari- Teatro Carlo Felice (010589329, www. to “Giocare con la musica”). stein (Schubert, Schumann, Brahms). 21,
ca. Il concerto barocco e la tradizione dell’Est carlofelice.it), 10 giugno, 12: Turandot, Teatro alla Scala (0272003744, 02860 22: Orchestra Sinfonica Nazionale della
Bologna Festival 2012 (0516493397, Rai, dir Valčuha, pf Buniatishvili (Smeta-
europeo). Chiostro Biblioteca Classense, Puccini; int Serafin, La Guardia, Guer- 775 , www.teatroallascala.org), 3 giu-
www.bolognafestival.it), TALENTI: Orato- na, Grieg, Beethoven). 25: Orchestra Sin-
30: chit Bonaguri (Omaggio a Segovia nel zoni, Palombi, D’Annunzio Lombardi, gno: solisti dell’Accademia di Perfezio-
rio San Filippo Neri, 7 giugno: pf Pierdo- fonica Nazionale della Rai, dir Valčuha
25° della scomparsa). Verna, Salsi, Pierattelli, Beggi, Manna- namento per Cantanti Lirici del Teatro
menico (Liszt, Bartók, Ligeti, Chopin). (Rossini, Respighi, Berlioz, J. Strauss,
rino/Graziano, Cecchini, Pasino, r G. alla Scala, Orchestra dell’Accademia
Concerto per la 66ª Festa della Re-
Montaldo, sc Ricceri, cost E. Montaldo, del Teatro alla Scala, dir Angius. 4: Ms Puccini, Čajkovskij, Ponchielli).
pubblica, Teatro Comunale, 2 giugno LAZIO Teatro Regio ( 0118815241, www.
luci Novelli, cor Di Cicco, dir Zambelli, Garanča, pf Vignoles (Schumann, Berg,
(ore 20.30): Orchestra del Teatro Comu- teatroregio.torino.it), 19 giugno, 20, 21,
mc Balderi, Tanasini. R. Strauss). 5, 7: Peter Grimes, Britten; int
nale di Bologna, dir R. Abbado (Bellini, 23m, 26m, 27, 28, 30, 1m luglio: Un ballo
Roma Graham-Hall, Gritton, Purves, Palmer,
Mendelssohn, Verdi, Rossini). in maschera, Verdi; int Kunde/Monsalve,
Noli (SV) Falk Winland, Mihai, Hoare, Okulitch,
Orchestra Mozart (051223141, www. Accademia Nazionale di Santa Ce-
Wyn-Rogers, Gillett, Von Bergen, Ri- Viviani/Di Felice, Dyka/Pirozzi/Lokar,
orchestramozart.com), Teatro Manzoni, cilia (c/o Parco della Musica 068082058, Nolimusicafestival ( 0197485159 , Cornetti/Fiorillo, Gamberoni/Bargnesi,
chardson, Di Gioia, Forlani, r Jones, sc
2 giugno: Orchestra Mozart, dir Abba- www.santacecilia.it), Auditorium Parco www.comune.noli.sv.it), 30 giugno: La Camastra, Barbagallo, Sagona, Casalin,
e cost Laing, luci Sherin, cor Fahie, dir
do, pf Pires (Beethoven, Mozart). 11: della Musica, Sala Santa Cecilia, 3 giu- notte dei concerti - Chiesa di San Paragorio: Prola/Escobar, r Mariani, sc Balò, cost
Ticciati (nuova produzione). 6, 8, 9, 11,
Orchestra Mozart, dir Abbado, S Harni- gno, 4, 5: Orchestra dell’Accademia Na- pf Zincone, Davite (Rossini, Čajkovskij, Millenotti, cor Marini, Orchestra e Co-
12, 15, 18, 21, 23: Luisa Miller, Verdi; int
sch, A Mingardo, T Camarena, Fanale, B zionale di Santa Cecilia, dir Matheuz, Strauss, Brahms, Liszt); Chiesa di San ro del Teatro Regio, dir Palumbo, mc
Kowaljow/Anastassov, M. Álvarez/Pretti,
Esposito (Mozart, Schubert). vl Znaider (Gala Cajkovskij). Sala Santa Pietro: fl Ciccarese, chit Landroni (Bar- Fenoglio.
Barcellona/Di Castri, Youn/Spotti, Nuc-
Teatro Comunale di Bologna (051 Cecilia, 9, 13, 14: Orchestra e Coro del- tók, Pessard, Granados, Ravel, Villa Lo- Unione Musicale (0115669811, www.
ci/Bilyy, Mosuc/Iveri, Tornatore, Shin, r
529019, www.tcbo.it), 17 giugno, 19, 21, l’Accademia Nazionale di Santa Ceci- bos, Milhaud, Piazzolla); Antico Mona- unionemusicale.it), Lingotto, Audito-
Martone, sc Tramonti, cost Patzak, dir
24m, 26, 28: Le nozze di Figaro, Mozart; lia, dir Harding, pf Bollani (R. Strauss, stero fuori le mura: vl Sardo, fisar Scap- rium G. Agnelli, 6 giugno: Coro del-
Noseda/Rustioni (nuova produzione).
int Alberghini, Remigio, Forte, Ulivieri, Ravel). Sala Santa Cecilia, 19: pf Lang pini (Bizet, Scappini, Piazzolla, Rota). l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia,
10m: Cameristi della Scala, dir Ferra-
Comparato, Praticò, Tramonti, Arcari, Lang (Lang Lang Fest, Bach, Schubert, dir e pf Lucchesini, S Marianelli, Ms
ri, fag Zucchiatti (Mozart, Villa Lobos,
Ceriani, Bambi, Calzavara, Sassi, r Mar- Chopin). Sala Santa Cecilia, 21: Orche- Savona Bonitatibus, T Zanfardino, B Patucelli,
Saint-Saëns). 19, 22, 25, 29, 2 luglio,
tone, sc Tramonti, cost Patzak, luci Mari, stra dell’Accademia Nazionale di Santa pf Carcano, harmonium Siringo (Petite
Teatro dell’Opera Giocosa (01984 5, 7: Manon, Massenet; int Netrebko/
cor Redi, dir Mariotti, mc Fratini. Cecilia, dir Rizzari, pf Lang Lang (Lang messe solennelle, Rossini).
85974, www.operagiocosa.it), Fortezza Jaho, Mihai, Innes, Patterson, Polenza-
Lang Fest, Beethoven). Sala Santa Ceci-
del Priamar, 22 giugno, 23: La bohème, ni, Braun, Lafont, Mortagne, Shimell, r
Ravenna lia, 22: Lang Lang incontra 100 giovani
Puccini; int Auyanet/Crepaldi, Costa/ e cost Pelly, sc Thomas, dir Luisi (nuova TOSCANA
pianisti (workshop-concerto nell’ambito
Ravenna Festival 2012 - “Nobilissi- Bassano, Lucà/Tomè, Piazzola, Di Gioia, produzione). 24 giugno: Orchestra della
del Lang Lang Fest).
ma visione” (0544249244, www.raven- Nicodemo, Cosotti, r sc e cost Stefanutti, Svizzera Italiana, dir Rustioni, vl Accardo
Rome Chamber Music Festival (0632
nafestival.org), Tra gli eventi: Sant’Apol- Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, (Rossini, Paganini, Mendedlssohn). 30, Firenze
650719 , www.romechamberfestival.
linare Nuovo, 9 giugno: La Stagione Ar- dir Romani. 3 luglio, 4, 6, 9, 10, 12, 13, 14: Don Pa- Maggio Musicale Fiorentino (Teatro
org), Palazzo Barberini, Salone Pietro da
monica, dir Balestracci (Vespro della Beata squale, Donizetti; int Pertusi/Lim, Senn/ Comunale 0552779350, www.maggiofio-
Cortona, 10 giugno, 11: vl McDuffie,
Vergine Maria, Tarditi). Palazzo Mauro Polinelli/Vitale, Cortellazzi, Yende/Hyun rentino.com), Nuovo Teatro dell’Opera
vla Dutton, vlc Albers (Beethoven); vl LOMBARDIA
De André, 10: Orchestra Giovanile Lui- Yeo/Vitelaru, Kiria, r Miller, sc Bywater, di Firenze, 2 giugno: sax Marraffa (Ballad
Schwartz Moretti, Jung Lee, Wang, Skin-
gi Cherubini, dir Russell Davies, pf Na- cost Morandi, dir Mazzola. (for a tree), Bartolini). Teatro Comunale,
ner, ctb Ceccarelli, cajon Moretti (Piaz-
mekawa, Melodi Cantores, mc Sartori Bergamo 3m, 5: Il Mandarino meraviglioso / Il castello
zolla); vl McDuffie, Schwartz Moretti,
(Pärt, Holst). Basilica di Sant’Apollinare Fellows, pf McDermott, vla Dutton, vlc Festival Pianistico Internazionale di PIEMONTE del duca Barbablù, Bartók; int Goerne, Ka-
in Classe, 11: Cantores Minores della Albers (Chausson). 12: pf Pridgen, vl Brescia e Bergamo - “Brahms, il conser- ranas, Palerdi, r e cor Kanamori, sc Tane,
Cattedrale di Helsinki, dir Norjanen, org Schwartz Moretti, vlc Albers (Prokof’ev, vatore progressita” (035240140, www. Ghotmen, Dorell, cost Nakashima, lu-
Malmgren (Musica finlandese dal Medioevo Monforte d’Alba (CN) ci Ito, Kanamori, Orchestra e Coro del
Schubert); pf Matteucci, vl McDuffie, festivalpianistico.it), Teatro Donizetti, 3
agli autori contemporanei). Palazzo Mauro vla Dutton, vlc Albers (Brahms). 13: fl giugno: pf Bronfman (Haydn, Brahms, Festival Internazionale di Musica Maggio Musicale Fiorentino, dir Hamar,
De André, 13: PMCE Parco della Musica Pratola, vl Fellows, vla Bloise, vlc An- Prokof’ev). Teatro Donizetti, 6: Brescia “Cambi di Stagione” (Fondazione Bot- Noism Dance Company, MaggioDanza
Contemporanea Ensemble, dir Battista, thony (Mozart); vl Revich, Wang, vla Orchestra, dir Rojatti, pf Kim (Respighi, tari Lattes 0173789282, www.fondazio- (nuovo all.). Chiostro San Lorenzo, 4:
Ruggeri, r del suono Reich (Omaggio a Brandenburg, vlc Casadei (Beethoven). Brahms). Teatro Donizetti, 9: vl Ughi, nebottarilattes.it), Auditorium della Fon- Cameristi del Maggio Musicale Fiorenti-
Steve Reich). Chiostro Biblioteca Clas- 14: vl Jung Lee, vla Pickersgill, vlc M. pf Bellucci (Brahms, Franck, Ravel). Tea- dazione Bottari Lattes, 16 giugno: Aron no, dir Pierini (Bartók, R. Strauss). Nuovo
sense, 14: Munajat Yulchieva (Ghazal, Tabbia (Dohnányi); vl Brandeleer-Ligier, tro Donizetti, 11: vlc M. Maisky, pf L. Quartett, pf Bianchi (Voci d’archi, Haydn, Teatro dell’Opera di Firenze, 6: Orche-
il canto mistico sufi dall’Uzbekistan). Teatro Skinner, vla Di Giovanni, Forde, vlc Maisky (Brahms, Granados, Sarasate, Al- Ravel, Franck). 17: pf Canino, cl Trava- stra della Toscana, dir Kawka, Br Melrose
Alighieri, 15: Coro della Società degli Shyti, Jo-Chan Lin (Čajkovskij). béniz, Cassadó, Falla). Teatro Sociale, 13: glini, vl Pieranunzi, rec Maio (Histoire du (Rihm, Schoenberg). Teatro Goldoni, 7:
Alpinisti Tridentini (Coro SAT), dir Pe- Teatro dell’Opera (064817003, www. v rec Spaak, pf Albanese, vla Arzilli, arpa soldat, Stravinskij); vl Grimal, pf Lampo Contempoartensemble, dir M. Ceccan-
drotti (La musica delle vette). Chiostro Bi- operaroma.it), Teatro dell’Opera, 3m Sanzin (Omaggio a Claude Debussy). (Architetture sonore da Bach e Franck). ti, elettronica Sotelo (1992-2012 Concerto
AT T U A L I TÁ | 15

per i venti anni del Contempoartensemble, lizzate con la collaborazione di Lavia e UMBRIA VENETO Arts Florissants (Terzo libro dei madriga-
Pousser, Bussotti, Dall’Ongaro, Harvey, Scaparro; tra gli ospiti Tony Bennett). li a cinque voci, Monteverdi). Chiesa di
Sotelo). Piccolo Teatro, 8: Orchestra del San Salvador, 17: Ensemble In Alto (Le-
Maggio Musicale Fiorentino, dir Ruffini, Montecatini Terme (PT) Magione (PG) Este (PD) grenzi, Cavalli, Merula, Bertoli, Rigatti,
chit Del Vescovo, clav Giannetti, v rec Rosenmüller, Vivaldi, Caldara). Audito-
Estate Regina (3474138208, www. Trasimeno Music Festival (347862 Incontri Internazionali di Musica
Lombardi (Die Lange Nacht. Concerto con rium Santa Margherita, 30: Coro e Or-
estateregina.it), Terme Tettuccio, 1 giu- 4957 , www.trasimenomusicfestival. da Camera Cittá di Este (c/o Comune
voce recitante e Musik-Film, Dallapiccola, chestra della Haute Ecole de Musique de
gno: Ensemble del Maggio Musicale Fio- com), Magione, Castello dei Cavalieri 0429600462, www.aurynquartet.com),
Mozart, Boccherini, Prosperi, Bach). Genève, dir Garrido (Willaert, Gabrieli,
rentino (Da Strauss a Strauss, R. Strauss, di Malta, 30 giugno: pf Hewitt (Bach, Chiesa di San Martino, 2 giugno: Auryn
Teatro Comunale, 9m: La fabbrica del Monteverdi).
cioccolato, cor Ventriglia, mus Palmieri, Verdi, J. Strauss). Terme Tettuccio, 17: Beethoven). Gubbio, Chiesa di San Quartet (Haydn, Debussy, Schubert). 3:
MaggioDanza (nuova creazione). Teatro v rec Lombardi, Ensemble del Maggio Domenico, 1 luglio: Orchestra della To- pf Orth, Auryn Quartet (Debussy, Schu-
scana, dir Korsten, pf Hewitt (Rossini, bert, Franck). 5: pf D. & S. Schemann Verona
della Pergola, 9, 10m: Massimo Ranieri Musicale Fiorentino (Pascoli Melodies,
in Viviani varietà. Nuovo Teatro dell’Ope- Debussy, Honnegger, Puccini, Ravel, Mozart, Beethoven). Magione, Castello (Mozart, Schubert, Debussy, Brahms). 6: Arena di Verona - 90° Festival Lirico
ra di Firenze, 10: Orchestra e Coro del testi Pascoli). Sala Regina, 22: S Mei, pf dei Cavalieri di Malta, 2: vl Kuusisto, vlc Poltera, vl Lingenfelder, Auryn Quar- (0458005151, www.arena.it), 22 giugno,
Maggio Musicale Fiorentino, dir Biondi, Severi (Verdi). pf Hewitt (Bach). Magione, Castello tet (Bach, Ravel, Schubert). 8: vl Sokolov, 29: Don Giovanni, Mozart; int D’Arcan-
S Ruiten, Nocentini, A Prina, T Christen- dei Cavalieri di Malta, 3: Ms Von Otter, vlc Poltera, pf Orth (Kreisler, Debussy, gelo, Oskarsson, Samuil, Pirgu, Giannat-
sen, B Guagliardo, Senn (Israel in Egypt, Pisa Quartetto di Cremona, Australian String Schubert). 9: vl Sokolov, vlc Poltera, pf tasio, De Simone, Taormina, Chauvet, r e
Haendel). Quartet (Respighi, Čajkovskij, Mendels- Orth, Auryn Quartet (Haydn, Debussy, sc Zeffirelli, cost Millenotti, cor Garofoli,
Tuscan Sun Festival (0557476610, Musica sotto la Torre 2012 - Ope- sohn). Magione, Castello dei Cavalieri Schubert). luci Mazzon, dir Oren (nuovo all.). 23,
www.tuscansunfestival.com), Teatro ra della Primaziale Pisana (050835029, di Malta, 5: Ms Von Otter, pf Hewitt 28: Aida, Verdi; int Ellero D’Artegna/
della Pergola, 11 giugno: Orchestra del- www.opapisa.it), Chiostro del Museo (Sibelius, Fauré). Magione, Castello dei Venezia Macco, Ulbrich, Hui He, Berti, Prestia,
la Toscana, dir e vl Vengerov, fl Galway dell’Opera del Duomo di Pisa, 22 giu- Cavalieri di Malta, 6: pf Hewitt (Cou- Maestri/López Linares, Ceron, Trevisan, r
gno: Italian Melodies in Jazz. 25: pf perin, Bach, Brahms, Debussy, Fauré, Archivio Musicale Guido Alberto
(Mozart). 12: Giardino della Gherarde- Fano - “Scenari della lontananza (dedi- De Bosio, cor Egri, dir Oren. 30: Carmen,
sca, Four Seasons Hotel Firenze (ore Baglini, vl Favier, vla Corti, vlc Chiesa Debussy). Bizet; int Rachvelishvili, Cedolins, Mica-
(Fauré, Brahms). 28: Orchestra da Ca- cati a Giovanni Morelli)” (0415220678,
19.30): Orchestra della Scuola di Musica www.archiviofano.it), Teatro La Fenice, relli, Melis, M. Álvarez, Sgura, Previati,
di Fiesole, dir Rosadini (Telemann, Mo- mera Luigi Boccherini (Mozart). Spoleto (PG) Bosi, Breda, Montresor, r e sc Zeffirelli,
Sale Apollinee, 10 giugno: pf Prosseda
zart, Boccherini, Čajkovskij, J. Strauss); Spoleto 55 Festival dei Due Mondi cost Anni, dir Kovatchev.
(Ravel, Fano, Beethoven, Ravel, Cho-
Nuovo Teatro dell’Opera di Firenze (ore Vorno - Capannori (LU) ( 0743776444 , www.festivaldispoleto. pin). 15: vlc Filippini, pf Bacchetti (De-
20.30): Orchestra del Maggio Musicale com), Teatro Nuovo Gian Carlo Me- Vicenza
Dello Scompiglio 2012 - “John Cage: bussy, Dvořák, Fano, Fauré, Saint-Saëns,
Fiorentino, dir Kohn, S Gheorghiu, T notti, 29 giugno, 30m, 1m luglio: The
4’33’’ Lezione sui funghi” (0583971475, Falla). Settimane Musicali al Teatro Olimpi-
Pirgu (Concerto di gala con Angela Gheor- Turn of the Screw, Britten; int Mille, Hen-
ghiu). Teatro della Pergola, 13: Orchestra www.delloscompiglio.org), Capannori, Fondazione Teatro La Fenice (041 co - “Ambasciatori di note - Terza tappa:
loc. Vorno, Tenuta Dello Scompiglio, 2 ry, Copeland, Lomas, McLaughlin, Ca- 2424, www.teatrolafenice.it), Teatro Ma- Vienna” (0444324442, www.olimpico.vi-
da Camera Fiorentina, dir Lanzetta, pf palbo, Righter, r Ferrara, sc Quaranta,
Lisitsa, tr Nakariakov (Mozart, Haydn, giugno, 3: v Clementi, arpa Bova, perc libran, 8 giugno, 9: Orchestra del Teatro cenza.it), Tra i concerti: Teatro Olimpico,
Ars Ludi, dir Caggiano (Child of Tree - cost Galante, luci Nannuzzi, Orchestra La Fenice, dir Wellber (Schubert, Beetho- 1 giugno: vlc Brunello (Bach). Palazzo
Vitali, Šostakovič). Teatro della Pergola, Sinfonica di Milano G. Verdi, dir Debus
14: Orchestra della Toscana, dir De la Interferences, mus Cage, testi Cage tratti ven). Teatro La Fenice, 21, 22,23, 24m, Leoni Montanari, 2 (ore 17): vlc Cicche-
da Silence; concerti e performance per il (nuovo all.). 26, 27, 28, 29, 30m, 1 luglio, 7, 10, 12: se (Offenbach, Bach, Cassadó, Sollima).
Parra, pf Pogorelich, vlc Kotova (Beetho-
ven, Chopin, Saint-Saëns). Teatro della centenario di Cage). Lucca, Lu.C.C.A. Carmen, Bizet; int Uria-Monzon/Giotas, Teatro Olimpico, 3: vl Tchakerian (Bach).
- Lucca Center of Contemporary Art, 15: Terni Secco/Lombardo, Bakanova/Wagner, Teatro Olimpico, 4: pedal piano Prosse-
Pergola, 15: Ms Graham, pf Martineau
(Purcell, Berlioz, Schubert, Schumann, Percussionisti della PMCE - Parco della Fondazione Alessandro e Adriana Ciani, Fracasso, Vinogradov/Szemere- da (Schumann, Gounod, Boëly, Alkan).
Liszt, Čajkovskij, Duparc, Wolf, Ho- Musica Contemporanea Ensemble di Casagrande (0744549713, www.concor- dy, Dudziak, Briand, r Bieito, sc Flores, Odeo del Teatro Olimpico, 6: fl Ancil-
rovitz, Poulenc, Messager, Porter, Son- Roma (Tributo a John Cage). Capannori, socasagrande.org), Teatro Secci, 15 giu- cost Paloma, dir Wellber, mc Moretti, lotti, claviorgano Brizi (Bach). Teatro
dheim, Moore). Teatro della Pergola, loc. Vorno, Tenuta Dello Scompiglio, gno: pf Lonquich, Barbuti (Dalla sala da D’Alessio (nuovo all.). Olimpico, 7: pf Bacchetti, cl Sobrino, vl
16: vl Kennedy (Bach PLUS Fats Waller). 16, 17: Percussionisti della PMCE - Parco concerto a YouTube, interrogarsi sul far musica Venetian Centre for Baroque Music Tchakerian, Ghidoni, vla Zaltron, vlc e
Teatro della Pergola, 17: John Malkovi- della Musica Contemporanea Ensemble dal vivo oggi; il 16 nella Sala dell’Orologio “Festival Monteverdi Vivaldi 2012 - I arpeggione Piovano (Mozart, Schubert,
ch & Technobohemians (Glass, Iglesias, di Roma (Lab in time - Laboratorio di stru- il convegno “La fruizione musicale oggi”, Furori della gioventù” ( 0413093379 , Brahms). Teatro Olimpico, 9: Orchestra
Čajkovskij). Teatro della Pergola, 18: The menti a percussione sul tempo, Cage, Reich, relatori Rostagno e Cavallo dell’Univer- www.vcbm.it), Hotel Monaco & Grand del Teatro Olimpico, dir e vl Tchakerian
24 Hour Plays, (brevi opere teatrali rea- Toch, Shinstine). sità La Sapienza di Roma). Canal, Sala del Ridotto, 16 giugno: Les (Le quattro stagioni, Vivaldi).

classica estero
opera festival Shin-Heae Kang (Schubert, Schumann, guoli, Stella (Debussy); pf Hubert, vla plesso Barocco, dir Curtis (vers. concer-
Brahms, Liszt); v Chen Chen, pf Shin- Romanoff-Schwarzberg, vl Schwarzberg, to). Opéra Royal, 12: Alcina, Haendel;
Heae Kang (Bellini, Tosti, Cilea, Leon- Hall, vla Chen, vlc Bosso (Turina); pf L. int Gauvin, Hallenberg, Galou, Piccini-
PARIGI LUGANO cavallo). Palazzo dei Congressi, 15 (ore Maisky, vl S. Maisky, vla Chen, vlc M. ni, Gonzalez-Toro, Lallouette, Escriba,
20.20): Orchestra della Svizzera Italiana, Maisky (Mahler); pf Gurning, vl Schwar- Les Talens Lyriques, dir Rousset (vers.
Opéra National de Paris (00331722 Lugano Festival ( 0041588668240 , dir Kaspszyk, pf Montero (Montero); zberg, vla Romanoff-Schwarzberg, vlc concerto). Galerie des Glaces, 13: Ms
93535, 0033892899090, www.operade- www.luganofestival.ch/), Palazzo dei Orchestra della Svizzera Italiana, dir Ka- Bosso, ctb Fagone (Vaughan Williams). Bartoli, Il Giardino Armonico, dir Anto-
paris.fr), Opéra Bastille, 1 giugno, 4, 6, Congressi, 5 giugno: Orchestra della spszyk, pf Weiss (Rubinstein); Orchestra Auditorio RSI, 25 (ore 20.30): pf Rivera, nini (Héroïnes Haendéliennes). Opéra Ro-
10m, 13, 16, 19, 22, 25, 28, 2 luglio: Il Svizzera Italiana, dir M. Jurowski, vl della Svizzera Italiana, dir Kaspszyk, vl Coria (Moscheles); vlc G. Capuçon, pf yal, 14: Giulio Cesare, Haendel; int Prina,
barbiere di Siviglia, Rossini; int Siragusa, Hope (Dvořák, Bruch, Stravinskij). Margulis, Gitlis, Guttman, Gringolts Argerich (Schumann); vl Schwarzberg, Schiavo, Mineccia, Lopez, De Liso, Fo-
Muraro, Deshayes, Christoyannis, Ci- Progetto Martha Argerich - Lugano (Vivaldi); Orchestra della Svizzera Ita- pf Lisitsian (Frolov); pf Pires, Argerich resti, Mazzucato, Esposito, Accademia
gni, Kapshuk, Fischer, Prete, r Serreau, sc Festival (0041588668240, www.rsi.ch/ liana, dir Kaspszyk, pf Argerich (Mo- (Mozart); vlc M. Maisky, pf L. Maisky Bizantina, dir Dantone (vers. concerto).
Stehlé, Fontaine, cost Pavanel, luci Sou- argerich/), Chiesa Evangelica, 6 giugno zart); Orchestra della Svizzera Italiana, (Beethoven). Chiesa Evangelica, 26 Grand Trianon, 19: Collegium 1704, dir
birou, Orchestre et Choeurs de l’Opéra (ore 18.30): Isas-Kwiek Duo (Schumann, dir Kaspszyk, vl Gringolts, pf Leschenko (ore 18.30): pf Onishchenko (Scarlatti, Luks, cT Cencic, Wey, Sabata, Yi (Ga-
National de Paris, dir Armiliato, mc Di Guastavino, Castro, Ugarte). Auditorio (Mendelssohn). Auditorio RSI, 16 (ore Mozart, Mendelssohn, Chopin, Skrja- la des 4 contre tenors). Chapelle Royale,
Stefano. Palais Garnier, 9 giugno, 13, RSI, 8 (ore 20.30): pf Goerner, Alavidze 20.30): pf Delahunt, Hubert (Mozart); bin, Busoni, Skoryk); pf Onishchenko, 20: S Hamilton, Lochhead, T Murray, B
17m, 19, 22, 24, 27, 29, 1 luglio, 4, 7, 9: (Martucci); vl R. Capuçon, pf Argerich pf Pietri, vl A. Margulis, vlc Zhao (Schu- vl Mahaffy (Chausson). Palazzo dei
(Prokof’ev); vl R. Capuçon, pf Bunia- Brook, cT Blaze, T Hobbs, Davoren, Du-
Hippolyte et Aricie, Rameau; int Connolly, bert); pf Tiempo, Lechner (Čajkovskij); Congressi, 27 (ore 20.20): Orchestra nedin Consort & Players, dir Butt (Esther,
Gillet, Hill, Azzaretti, Haller, Mauillon, tishvili (Enescu); pf Mangova, vl Margu- vl A. Margulis, pf J. Margulis (Hubay); della Svizzera Italiana, dir Vedernikov,
lis, vlc Knyazev, perc Krasovsky, Perru- Haendel). Chapelle Royale, 21: Dunedin
Legay, Lehtipuu, Degout, Lis, Lefèvre, pf Argerich, Vallina (Busoni). Grand vlc G. Capuçon (Čajkovskij, Bernstein); Consort & Players, dir Butt, S Hamilton,
Nuñez Camelino, Varnier, r Alexandre, chon, Pushkarev (Šostakovič). Auditorio Hôtel Villa Castagnola, 17 (ore 18.00): Orchestra della Svizzera Italiana, dir Ve-
RSI, 8 (ore 17.30): pf Kovacevich(Bach); A Oitzinger, T Hobbs, B Brook (Mes-
sc Fontaine, cost Vuillermoz, luci Gary, vla Chen, pf Lisitsian (Schumann); vl dernikov, pf Pires (Mozart); Orchestra
vl Gringolts, vla Braude, vlc Thedéen siah, Haendel). Galerie des Batailles, 22:
cor Van Parys, Orchestre et Choeur du Schwarzberg, pf Delahunt (Schnittke); pf della Svizzera Italiana, dir Vedernikov,
(Bach). Auditorio RSI, 11 (ore 20.30): Académie des 24 Violons du Roi, dir e
Concert d’Astrée, dir Haïm. Opéra Ba- Argerich, Marton (Ravel); vl Guttman, pf pf Baldocci, Falzone (Moscheles/Men-
pf Argerich, Angelich (Brahms); pf Ku- vl Cohën-Akenine (Lully, Desmarest,
stille, 14 giugno, 17m, 20, 24m, 27, 30, Piemontesi (Bloch). Chiesa Evangelica, delssohn); Orchestra della Svizzera Ita-
roiwa, Sakai (Reinecke); vl A. Margulis, 18 (ore 18.30): pf Reyes (Chopin, Schu- Lalande, Campra, Marais). Opéra Ro-
4 luglio, 7, 10: Arabella, R. Strauss; int liana, dir Vedernikov, pf Argerich, vlc M. yal, 24, 25: Orphée et Eurydice, Gluck; int
pf J. Margulis (Castelnuovo-Tedesco); pf bert/Liszt, Liszt, Bacri, Debussy); cl De- Maisky (Ščedrin).
Rydl, Soffel, Fleming, Kleiter/Kühmeier, Abrahamyan, Perruche, De Villoutreys,
Delahunt, vl A. Margulis, vla Chen, vlc nemark, vla Chen, pf Reyes (Schumann).
Volle, Kaiser, Huchet, Crossley Mercer, Folio-Perez, Grillon, r e cor Flamand, sc
Knyazev (Schnittke); pf Vallina, Rivera Chiesa Evangelica, 19 (ore 18.30): pf A.
Dear, Martinez, Friedli, Staskiewicz, (Busoni); pf Delahunt, Hubert (Mozart);
VERSAILLES e cost Op de Beeck, luci Blayo, Orche-
& D. Gerzenberg (Glinka, Rubinstein,
Marie, r e sc Marelli, cost Niefind, luci chit Sungho (Giuliani); pf Goerner, Mogi- stre Symphonique Saint-Étienne Loire,
Rachmaninov). Auditorio RSI, 20 (ore Versailles Festival - “Le Triomphe
Eggert, Orchestre et Choeurs de l’Opéra lewsky (Godowsky); pf Montero (Mon- de Haendel” (0033130837889, www. dir Grazioli, Choeur Aedes, mc Romano,
20.30): pf Marton, vl Hall, vla Chen, vlc
National de Paris, dir Jordan, mc Aubert. tero). Chiesa Evangelica, 12 (ore 18.30): Zhao (Beethoven); pf Argerich, Petrasso chateauversailles-spectacles.fr) Château Ballet National de Marseille. Chapelle
Opéra Bastille, 23 giugno, 26, 29, 3 lu- pf Montero (Brahms, Bach/Busoni); Br (Mores, Padula); pf Piemontesi, J. Mar- de Versailles, Chapelle Royale, 8 giu- Royale, 25: The Sixteen Choir & Or-
glio, 6, 9, 11, 13: L’Amour des trois oran- McElroy, pf Montero (Vaughan Wil- gulis (Reger); pf Zilberstein, vl Schwar- gno: The Academy of Ancient Music, chestra, dir Christophers (Israel in Egypt,
ges, Prokof’ev; int Vernhes, Workman, liams); pf Montero (Montero). Auditorio zberg, Hall, vla Romanoff-Schwarzberg, dir Egarr (Haendel: Musiques pour les Fastes Haendel). Chapelle Royale, 26: Gabrieli
Fernande, Cavallier, Conrad, Gnidii, Le RSI, 13 (ore 20.30): pf Argerich, Vallina vlc Zhao (Medtner); pf Argerich, Zilber- Royaux). Chapelle Royale, 10: The Mon- Consort & Players, dir MacCreesh, so-
Texier, Todorovitch, Le Saux, Kolosova, (Schumann); pf Leschenko, vl Gringol- stein, A. Gerzenberg, D. Gerzenberg teverdi Choir, dir Gardiner (L’âge d’Or de listi Davies, Webster, Tynan, Ovenden,
Brahim-Djelloul, Von Halem, Garcin, ts, vla Braude, vlc Thedéen (Dvořák); pf (Smetana). Chiesa Evangelica, 22 (ore la Polyphonie à la fin de la Renaissance, Tal- Harvey (Solomon, Haendel). Opéra Ro-
Cirillo, Duhamel, r Deflo, sc e cost Or- Kovacevich, vl Margulis (Beethoven); pf 18.30): pf Petrasso (Piano solo, solo tango lis, Byrd, Josquin, Clemens, Lassus, Pa- yal, 1 luglio: Xerxès, Haendel; int Ern-
landi, luci Hourbeigt, cor Ferri, Orche- Mogilewsky, vl Guttman, A. Margulis, - Alejandro Petrasso Transcriptions). Audito- lestrina, Monteverdi). Opéra Royal, 11: man, Kucerova, De Donato, DQ Lee,
stre et Choeurs de l’Opéra National de vla Chen, vlc Drobinsky (Saint-Saëns). rio RSI, 23 (ore 20.30): vlc M. Maisky, Orlando, Haendel; int Davies, Mameli, Cangemi, Taddia, Murrihy, Ensemble
Paris, dir Altinoglu, mc Di Stefano. Chiesa Evangelica, 14 (ore 18.30): pf pf Argerich (Stravinskij); pf Tomassi, Gri- Hammarstrom, Barath, Abadie, Il Com- Mattheus, dir Spinosi (vers. concerto).
16 AT T U A L I TÁ | n.293, giugno 2012

jazz_pop_world
jazz “Avenir”. San Giorgio di Nogaro, Villa FatBoy Slim, Flying Lotus, Friendly Fires,
Dora, 21: Matteo Sacilotto 4et “Tribute Hot Chip, James Blake, James Murphy,
to Nino Rota”. 22: Palmanova, Piazza Kode9, Lana Del Rey, Laurent Garnier
JAZZ ASCONA Grande: Graziella Vendramin 7et “Regre- presents L.B.S., Luciano, Modeselektor,
Ascona (CH), www.jazzascona.ch, 21
giugno - 1 luglio: con Alexia Gardner &
so al Sur” feat. Maurizio Cepparo; Udi-
ne, Parco del Cormor: Démodé/Mole 21 - 1
giugno luglio
Mouse On Mars, New Order, Nicolas
Jaar, Richie Hawtin, Simian Mobile Di- 25 - 2
giugno agosto
and the Moonwalket/Quintorigo. Faga- sco, Squarepusher, Supersilent feat. John
Offbeat Trio, Carling Family, Ceux Qui gna, Castello di Villalta, 24: Francesco Paul Jones, The Roots e altri.
Marchent Debout, Champian Fulton Bertolini 5et special guest Ellade Bandi- LUGLIO
Trio feat. Fukushi Tainaka, Charly Anto- ni “Los dias del Viaje”. Udine, Piazzale JAZZASCONA TRAFFIC FREE FESTIVAL 2012 SUONA BENE
lini & the Jazz Ladies, Creole Clarinets & del Castello, 25: Chris Cornell, opening
Trio Perigoso, Davina and the Vagabon- Paul Freeman. Piazzale del Castello, 26: Sotto il motto “Sophisticated Lady”, Torino, www.trafficfestival.com, 7
ds, Irma Thomas, Jérôme Etcheberry & - 9 giugno. Molo Diciotto, 7 giugno: La stagione estiva nella cavea
Bruno Cesselli, Massimo De Mattia; e devoto quest’anno all’universo
the Swingberries, Larry Franco 4tet with Mohko, Iori’s Eyes, Tim Exile. Piazza dell’Auditorium Parco della Musica
Claudio Cojaniz Red Devils Orchestra. femminile, torna per la ventottesima
Antonella Mazza & Anna Korbinska, Le San Carlo, 8: Foxhound, James Blake, di Roma punta sui grandi nomi del
Piazzale del Castello, 27: Enzo Favata volta Jazzascona, “dama sofisticata”
Sorelle Marinetti & l’Orchestra Mani- The xx. Piazza San Carlo, 9: Drink To circuito italiano e internazionale per
e Banda Garibaldina di Monte Surdu; dei festival pre-estivi, attento agli stili
scalchi, Lillian Boutté’s Gumbo Zaire Me, Mount Kimbie, Orbital. la stagione del decennale: in ordine
Dhafer Youssef 4et. Piazzale del Castel- più classici del jazz, allo swing, alle
feat. Pee Wee Ellis, Mark Brooks Quartet sparso, la nuova collaborazione fra
lo, 28: Francesco Bearzatti Tinissima 4et grandi voci: in cartellone circa duecento
with the New Orleans Ladies, Maryland Bruce Springsteen: 7 giugno Milano, Francesco De Gregori e l’Orchestra
“Monk’n Roll”. Corte Palazzo Morpurgo, appuntamenti, fra i nomi citiamo Irma
Jazzband of Cologne, Nawlinz Lagniap- Stadio di San Siro; 10 Firenze, Stadio Ar- Popolare Italiana di Ambrogio
29: Aleksander Ipavec 4et Extra World; Thomas, Rhoda Scott, Champian
pe & Caroline Mhlanga, New Orleans temio Franchi; 11 Trieste, Stadio Nereo Sparagna, Joan Baez, Morrisey, Bobby
Pharoah Sanders 4et. Fulton, Till Brönner...
Legacy Band, Niki Haris Quartet, Nina Rocco. McFerrin, Pat Metheny, Patti Smith,
Attal, Norbert Susemihl’s “A Night on Il Teatro degli Orrori: 2 giugno Ca- Gilberto Gil, Alanis Morrissette, il trio
VERONA JAZZ di Keith Jarrett e altri ancora.
Frenchmen Street” feat. Erika Lewis & merota (SA), Meeting del Mare; 9 Prato,
Shaye Cohn, Oriental Jazzband, Paddy Verona, www.estateteatraleveronese. Black Out Festival; 16 Padova, Radio
Sherlock Quartet & special guest Ellen it, Teatro Romano, 28 giugno: Sbibu e Sherwood; 20 Bologna, Draft; 21 Segrate
Birath, ReGeneration Of New Orleans Zeno Fatti Duo; Chris Cornell. 29: Shai (MI), Magnolia; 22 Cuneo, Nuvolari Fe-
Brass Band, Rhoda Scott & Lady Quar- Maestro Trio; Gino Paoli “Un incontro stival; 23 Cesena; 24 Roma, La Tempesta world
tet, Silvia Manco “Old Fashioned” 5tet, in Jazz”. 30: Mattia Cigalini; Maria Gadù Gemella.
Stanford University Jazz Orchestra, dir and Band. Patrick Wolf: 21 giugno Sesto San AFRODISIA
Fredrick Berry feat. Jon Faddis, Sherrita Irma Thomas Giovanni (MI), Carroponte; 22 Sestri Le-
SUMMER@CARROPONTE
Duran Gospel Ensemble, Sugarpie & vante (GE), Anfiteatro Conchiglia (Mojo-
The Candymen, Swing Power, The Au- pop tic Festival); 23 Ancona, Corte Mole Van- Sesto San Giovanni (MI), www.
Fast Animals And Slow Kids, I Treni al-
stralians feat. Emma Pask, Till Brönner vitelliana (Spilla 2012). carroponte.org, Carroponte, 27 giugno:
l’Alba, Polar for the masses, Mojomatics,
Quintet, Tricia Evy Quintet, Wycliffe Portishead: 26 giugno Villafranca di Fatoumata Diawara. 17 luglio: Baba
Movie Star Junkies, Hot Gossip, Cosme-
Gordon Quartet. FUTURFESTIVAL Verona (VR), Castello Scaligero (Villafran- Sissoko.
tic, Soviet Soviet, Foxhound, Verily So,
ca Festival); 27 Roma, Ippodromo delle
Torino, www.futurfestival.com, Par- The Please, Albedo, Did, Drink to me,
NOVARA JAZZ Capannelle (Rock In Roma). LATINOAMERICANDO EXPO 2012
co Dora, 30 giugno: Carl Cox, Davide Appaloosa, Boxeur the Coeur, m+a,
Radiohead: 30 giugno Roma, Ippo-
Novara, www.novarajazz.org, 1 giu- Squillace, FatBoy Slim, John Digweed, Mouth, Olimpia Zagnoli, Gianluca Co- 22ª edizione - Assago (MI), www.
dromo delle Capannelle (Rock In Roma);
gno: Castello: Goldberg-Brown-Ander- Mathew Jonson, Matthias Tanzmann, stantini, Giuseppe Palumbo. 17: Brunori latinoamericando.it, Forum di Assago,
1 luglio Firenze, Parco delle Cascine; 3
son; Broletto: Italian Instabile Orchestra. Motor City Drum Ensemble, Reset!, Ago- Sas, Offlaga Disco Pax, Ronin, Lo Stato 21 giugno - 27 agosto: tra gli ospiti Juan
Bologna, Piazza Maggiore; 4 Udine, Villa
2: La Ca Vallotta: Simona Severini Trio; ria. 1 luglio: (AllMyFriendzAre)DEAD, Sociale, Amycanbe, Vincenzo Fasano, Luis Guerra (28/6), Maná (7/7).
Manin.
Broletto: Ricardo Gallo. Cortile della Deadmau5, Lollino, Federico Buratti, The Gentlemen’s Agreement, A Classic
Spiritualized: 30 giugno Roma, Roma
Soprintendenza, 3: Guido Testa’s Dou- Old and Young, Marcelo Tag, Gandalf, Education, Porcelain Raft, Vadoinmessi-
Vintage.
ble Tandem. Auditorium Conservatorio Rudemates, The Original Fakes, XXX, co, Fabrizio Cammarata & The Second
The Afghan Whigs: 4 giugno Milano, oltre
Cantelli, 7: Dans Les Arbres. 8: BasexAl- Wood Step, Rills. Grace, Grimoon, Il Triangolo, Lava La-
Milano Fiera; 5 Bologna, Estragon; 7 Ro-
tezza: Marco Fusi; Broletto di Novara: va Love, Man On Wire, I Gatti Mezzi,
ma, Ippodromo delle Capannelle (Rock
Fanga. 9: Casa Bossi: Installazione John MI AMI 2012 Paletti, Chiara Fazi, Matteo Giuntini, JAZZ:RE:FOUND
In Roma).
Cage di Michele Del Prete - ensemBle Magda Guidi.
Milano, www.circolomagnolia.it, The Hives: 13 giugno Sesto San Gio- V edizione - Vercelli, www.jazzre-
baBel: Homage to John Cage; Casalbeltra- vanni, Carroponte (Rock In Idrho).
me, Cascinale dei Nobili: ensemBle ba- Idroscalo, 15 giugno: Calibro 35, Aucan, found.it, Piazzale Cascina Borghetto, 21
Amor Fou, BadLoveExperience, Kramers, MIT - MEET IN TOWN Van Dyke Parks: 19 giugno, Milano, giugno: Alice Russell, Machinedrum,
Bel: Homage to John Cage; Broletto: Nick Teatro Martinitt; 20 giugno, Roma, Chie-
Pride and the Pimptones feat. Snowboy. Il Pan del Diavolo, Umberto Palazzo, Sa- III edizione “Let’s Stay Together” Onra, Portico Quartet, Dego “4Hero”.
luti da Saturno, Nicolò Carnesi, Thony, - Roma, www.meetintown.com, Audito- sa San Paolo entro le Mura. 22: Four Tet, Emika, Rocketnumbernine,
Oleggio, Parco Beldì, 10: ensemBle ba-
Bel: Homage to John Cage. Le Case del Futuro, Intercity, Aquadrop, rium Parco della Musica, 8 giugno: Lin- O, Move D. 23: De La Soul, Claudio
The Golden Toyz, Ensi, Rocco Hunt, dstrøm, Dâm Funk, Com Truise, Brandt Coccoluto, Sir Joe Quarterman, Mucho
Baby K, CaneSecco, Dj Myke, Men in Brauer Frick. 9: Afrika Bambaataa, Ja- Muchacho & Cookin’ Soul. 24: Alessio
UDIN&JAZZ
Skratch, Rancore, Pigro On Sofa, Digi mes Blake, Brandt Brauer Frick, Theo Bertallot, Carlot-ta, The Sweet Life So-
Udine e provincia, www.euritmica, G’Alessio, Matteo Guarnaccia, Bianca Parrish b2b Marcellus Pittman, Herva, ciety, Gino Grasso & Luca Trevisi.
Cervignano del Friuli, Piazza Indipen- Bagnarelli, Nicolò Pellizzon. 16: Bugo, Thundercat, Squarepusher, Frank Sent
denza, 20 giugno: Claudio Fasoli Four Persiana Jones, Peawees, Mr. T-Bone, Us, Breton, Mouse On Mars, Ghostpoet,
SpinOFF, Dukwa, Squarepusher, Rocket-
7giugno
-9 PARCO DELLA MUSICA
Roma, www.auditorium.com, Audi-
numbernine, Atlas Sound, Sébastien Tel- torium Parco della Musica, 1 - 5 giugno:
lier, Frank Sent Us, Machinedrum. FESTIVAL FRANCO-ITALIANO DI JAZZ E MUSICHE
TRAFFIC TORINO IMPROVVISATE: 1: Riccardo Del Fra Ensem-
OPTIMUS PRIMAVERA SOUND FREE FESTIVAL ble invite Alessandro Patarnesi; Danilo
Oporto (P), www.primaverasound. Rea, Baptiste Trotignon. 2: Paris-Rome
com, Tra i concerti: 7 giugno: Suede, Il free festival torinese, anticipato in Workshop Ensemble; Chiara Caselli &
Explosions In The Sky, The Rapture, giugno, risponde alla crisi riducendo a Rita Marcotulli. 3: Roberto Gatto invite
I INTERNATIONAL CELLO FESTIVAL Yann Tiersen. 8: The Flaming Lips, Wil- due le serate sul main stage di piazza Emmanuel Bex; Daniel Mille Quintet.
co, Rufus Wainwright, M83, The Walk- San Carlo ma tenendo alta la qualità 4: Journal Time, Louis Sclavis “Atlas”
BIELLA men. 9: The xx, Death Cab For Cutie, dell’offerta: l’8 giugno si dividono il Trio. 5: Magic Malik Duo; Benni legge
BORGO STORICO DEL PIAZZO The Weeknd, The Afghan Whigs. 10: programma due fra i migliori talenti Queneau. 25 giugno - 1 agosto: LUGLIO
Jeff Mangum (Neutral Milk Hotel), The emersi nel nuovo decennio, James SUONA BENE: 25 giugno, 26: Giorgia.
dal 22 al 26 luglio 2012 Blake e The xx; il 9 Orbital, di spalla 28: Francesco Renga. 29: Orchestra “La
Olivia Tremor Control.
Mount Kimbie. Notte della Taranta” diretta da Ludovico
LABORATORIO FORMATIVO Einaudi. 30: Orchestra Popolare Italiana
sulla preparazione di giovani strumentisti POSTEPAY ROCK IN ROMA
dell’Auditorium Parco della Musica di
alle audizioni e concorsi per le orchestre Roma, www.rockinroma.com, Ip- Roma diretta da Ambrogio Sparagna e
sinfoniche e liriche. podromo delle Capannelle, 7 giugno - 2 Francesco de Gregori “Vola Vola Vola”.
Docenti agosto. 7 giugno: Afterhours, Afghan 2 luglio: Cranberries. 6: Joan Baez. 7:
Whigs. 25: Incubus. 26: Cypress Hill. Morrissey. 8: Bobby McFerrin. 9: Emeli
Pierpaolo Toso - Sergio Patria 27: Portishead. 30: Radiohead. 2 luglio: Sandé.
Deadmau5.
Umberto Clerici SHERWOOD FESTIVAL 2012
SÓNAR 2012 Padova, www.sherwood.it, Parcheg-
INFORMAZIONI
N.I.S.I. ArteMusica 19° Festival Internacional de Música gio Nord Stadio Euganeo, 15 giugno:
Tel. e fax +39 015 20523 cell. 338/7294638 Avanzada y New Media Art de Barcelo- Zen Circus. 16: Teatro degli Orrori. 22:
segreteria@nuovoisi.it - www.musicasullago.org na - Barcellona, www.sonar.es, 14, 15, Subsonica. 25: Manu Chao. 27: Cypress
www.facebook.com/internationalcellofestival 16 giugno: Amon Tobin - ISAM, Azari Hill. 29: Caparezza. 30: Josh Wink. 4
James Blake luglio: Tre Allegri Ragazzi Morti.
& III, Dago, Deadmau5, Die Antwoord,
PECIALE CORSI E CONCORSI
06|12

Musica Riva Festival


Riva del Garda

Amici della Musica


Firenze

Accademia Chigiana
Siena
18 giugno 2012

FORT WORTH

Van Cliburn: un pianoforte senza confini


Il concorso americano dedicato al pianista che vinse in Russia compie 50 anni. Una formula vincente che coinvolge tutta la città

talentuoso musicista americano aveva dimostrato in


terra straniera che i conflitti internazionali potevano es-
sere superati con altri mezzi: la cortina di ferro, nel suo
caso, si era sciolta di fronte alla sua musica. Non che
fosse stata una decisione indolore per gli organizzatori:
alla base della competizione c’era l’intenzione di dimo-
strare al mondo che l’Unione Sovietica non avesse rivali
in campo musicale. Fu per questo che, quando il pub-
blico reagì con una standing ovation di otto minuti alla
performance di Van Cliburn, la giuria si trovò di fronte
a uno scenario inaspettato: la possibilità di dichiarare
vincitore un americano. Alla fine la decisione presa fu
proprio questa, ma ci volle l’autorizzazione esplicita da
parte di Kruscev. Evidentemente il leader sovietico non
lo ritenne poi un grande pericolo.
Al suo rientro negli Stati Uniti, il pianista venne ac-
colto non solo come un vincitore ma come un grande
eroe. Prima ancora di raggiungere il Texas, fu New York
a celebrarlo in grande stile: «Ricordo bene la parata di
New York City, con i coriandoli lanciati dai palazzi!»
è la reazione entusiasta di Sampson alla richiesta di
raccontare quelle giornate. «C’era enorme orgoglio per
questo nostro eroe americano. In Texas si parlò a lungo
di ciò che aveva conquistato. Portò un po’ di serenità in
un periodo di forte tensione fra l’Est e l’Ovest del mon-
do. Ci fu anche la corsa all’acquisto del suo disco: la
registrazione di quel concerto vinse prima il disco d’oro
L’estrazione per l’ordine di esibizione dei concorrenti nella prima edizione
del Concorso Van Cliburn nel 1962 (foto Van Cliburn Foundation - Gene Gordon)
e poi quello di platino». Questa zona del Texas sembra-
va destinata a segnare un punto di svolta. A dirla tutta,
Van Cliburn era nato in Louisiana, ma a sei anni si era
SILVANA PORCU trasferito con la madre (pianista a sua volta, cresciuta
con le lezioni di Arthur Friedheim, allievo di Liszt) nella

F
ort Worth è una cittadina del Texas che ogni quat- ca classica. «L’intera comunità di Fort Worth – dice Alann terra che da allora in poi lo ha sempre considerato un
tro anni si riempie di giovanissimi da ogni parte Bedford Sampson, direttrice generale e presidente ad inte- proprio figlio adottivo.
del mondo. Sono i talenti scelti per il Concorso rim della Fondazione – si ritrova per preparare il concor-
internazionale di pianoforte organizzato dalla Fondazio- so, che unisce le persone attorno a una causa comune e Cinquant’anni di storia
ne Van Cliburn, un evento che si prepara a celebrare i crea un meraviglioso spirito comunitario. La musica è un Poco dopo il rientro di Van Cliburn fu istituita la Fon-
cinquant’anni di storia. La data fatidica sarà il 24 settem- linguaggio che oltrepassa ogni confine. Qui lega la gente dazione a suo nome grazie ad alcuni appassionati e do-
bre 2012. Per tutto l’anno, fino a dicembre, la comunità di Fort Worth ai giovani di tutto il mondo». Ci pensa la centi di musica, e gli abitanti della zona furono subito
continuerà a festeggiare con decine di eventi e concerti. giuria a scovarli: tutti i partecipanti vengono selezionati chiamati in causa. «Era entusiasmante essere coinvolti
Perché in quello che in mezzo secolo è diventato uno dei attraverso audizioni dal vivo (in Asia, Europa, a New York in un evento di portata internazionale a Fort Worth.
più prestigiosi concorsi pianistici al mondo, tutto sembra e a Fort Worth) da parte degli stessi cinque membri della Suonavo ancora il piano in quel periodo e non vede-
partire (e ritornare) dalle persone. giuria che poi li ascolteranno nel concorso. «Questo tipo di vo l’ora di sentire i concorrenti: erano miei coetanei».
selezione – spiega John Giordano, presidente della giuria Alann Bedford Sampson era solo una ragazzina allora,
Il concorso dal 1973 – esiste solo nel concorso Van Cliburn e assicura e dava una mano come volontaria alla prima edizione
Il mondo che si muove attorno al pianoforte stilizzato che che ci sia identica attenzione per tutti i concorrenti». del concorso, nel 1962. I cinquant’anni di questa storia
è da tempo il logo della Fondazione non si limita a mu- Dopo essere stati scelti nei vari continenti, i ragazzi sono un po’ la sua storia, dato che oggi è a capo del-
sicisti, giurati, concerti e composizioni complesse. Anzi, vengono ospitati dalle famiglie di volontari in città. Una la fondazione. La sua sintesi di questo mezzo secolo è
anno dopo anno prende forma sotto decine di aspetti: soluzione che sembrerebbe tipica di un evento minore, forse la più chiara: «La dedizione, la volontà e la passio-
le esecuzioni e la competizione vera e propria ne sono il magari provinciale. Ma non è questo il caso: è proprio lo ne dei giovani concorrenti non sono mai cambiate. La
cuore, attorno a cui pulsano tournée internazionali per i spirito comunitario a spingere verso una scelta del gene- Fondazione ha cercato di tenersi al passo con i tempi,
vincitori, documentari che fanno incetta di premi, archivi re, dato che i fondi non mancano e i premi per i vincitori con culture e tecnologie che si trasformano. L’imposta-
online, competizioni per i non professionisti, programmi sono di quelli da far girare la testa: il primo classificato si zione del concorso però è rimasta sostanzialmente la
radiofonici e rassegne per chi voglia avvicinarsi alla musi- aggiudica – tra le altre cose – 50 mila dollari e un mana- stessa, così come il programma di management riserva-
gement internazionale che lo porterà in tournée in ogni to ai vincitori. È stata la sua portata, invece, a cambiare
angolo del globo per i tre anni successivi. Ma anche un radicalmente: dalle lettere che viaggiavano attraverso
5o corso estivo internazzionale Jaques-Dalcroze secondo posto può cambiare la vita, con 20 mila dollari l’Oceano ai contatti digitali e alle trasmissioni del con-
21-26 agosto 2012 Chiusi (Siena) e tre anni di tour organizzato. Tra i riconoscimenti per corso via internet».
i semifinalisti, i premi speciali della giuria e gli anni di Cinquant’anni che presto troveranno spazio in un li-
Docenti: Louisa Di Segni-Jaffé, Ruth
R Gianadda, Karin Greenhead, concerti in America garantiti per tutti gli altri finalisti, si bro. A firmarlo, l’ex responsabile della sezione musicale
Paul Hille, Ava Loiacono-Husain, Susanne Martinet, Sabine Oetterli arriva a cifre piuttosto elevate. Quello che oggi sembra del “Boston Globe”, e giurato al concorso dal 2001, Ri-
un investimento sui giovani musicisti è iniziato in realtà chard Dyer. È lui a spiegare come, attraverso una parte-
Partendo dai movimenti/ritmi naturali del corpo, il con una celebrazione. Il festeggiato era un pianista altret- cipazione dei cittadini che definisce «unica», il concorso
metodo consente di avviciinarsi alla musica in modo tanto giovane, Harvey Lavan Van Cliburn Jr., diventato abbia contribuito non solo a premiare grandi talenti, ma
creativo e globale e di viverla attivamente a tutti i livelli. un emblema del cambiamento con una clamorosa vitto- anche a creare una forte attenzione all’ascolto nella pro-
ria in Russia. pria comunità «Sia il concorso che le altre attività della
Si rivolge sia a coloro che dessiderino avvicinarsi al metodo,
sia a coloro che ne vogliano approfondire la conoscenza Fondazione – sottolinea Dyer – hanno sicuramente fat-
Un americano a Mosca to aumentare il pubblico che va ai concerti e in partico-
È STATO RICHIESTO IL RICO
ONOSCIMENTO MINISTERIALE Era il 1958. A soli 23 anni Van Cliburn aveva vinto a lare a quelli pianistici: mentre cresceva numericamente,
Mosca il primo concorso internazionale di pianoforte poi, il pubblico è cresciuto anche in esperienza e capa-
info@dalcroze.it www.dalcroze.it
intitolato a Čajkovskij. In piena guerra fredda, questo cità di ascolto critico. A livello locale, e in termi- »
PECIALE CORSI E CONCORSI 19

» ni più pratici, le attività della Fondazione hanno


contribuito allo sviluppo della Fort Worth Symphony
Orchestra e sono state una delle forze trainanti per la
costruzione di una nuova sala concerti e di un teatro
lirico per la comunità».

Italian style
Anche se diversi italiani hanno avuto piazzamenti im-
portanti nel concorso per professionisti (nell’ultima edi-
zione tra i finalisti c’è stata Mariangela Vaccatello, che a
luglio affronterà una lunga tournée in Cina), l’unico ad
avere portato a casa la medaglia d’oro è stato Simone Pe-
droni, che a 24 anni è stato catapultato verso una carriera
internazionale. Ha voluto muoversi con cautela, come
racconta lui stesso, sin dal suo arrivo nella primavera del
1993: «Ricordo che la cosa più sorprendente – dice – fu la
proverbiale ospitalità texana: ognuno di noi era ospitato
da una famiglia e la Steinway aveva messo a disposizio-
ne di ognuno dei concorrenti un mezza-coda. Ci porta-
rono a vedere il rodeo e visitare i dintorni di Fort Worth.
Sin dal primo momento avevo adottato una forma mentis
che mi aiutò moltissimo: avevo deciso di non pensare al
concorso e di non ascoltare gli altri concorrenti alla radio.
Pensavo: ho una mini-tournée di tre o quattro concerti, Simone Pedroni, vincitore nel 1993
li voglio godere non pensando di dover dare il massimo,
ma di essere semplicemente me stesso, anche perché il
repertorio era totalmente libero. Uno dei motivi per cui le, sembra che anche i non professionisti siano in grado
avevo scelto questo concorso era che doveva essere l’ul- di offrire spettacoli grandiosi. Una di loro, Nazeli Atayan
timo. Non era usuale presentare Bach, Hindemith, Wa- Rohman-Flynn, è una casalinga armena che da ragazzina
gner-Liszt, Rachmaninov e Mussorgsky e il quintetto di era andata ad ascoltare dal vivo proprio Van Cliburn, e
Franck». che a 62 anni si è ritrovata a suonare per la fondazione
Una scelta ponderata che l’ha portato alla vittoria. che porta il suo nome.
Ma anche in questo caso Pedroni ci è andato con i pie- Storie come questa sono state raccontate in They came
di di piombo: «Sentivo che non avrei voluto mai essere to play (Sono venuti per suonare), il lungo documentario
un globetrotter del pianoforte. Mi presentarono una lista che parla di avvocati, dottori, impiegati e massaie che si
impressionante di concerti premio e, con grande stupo- confrontano a Fort Worth ogni quattro anni (in annate
re degli organizzatori, scelsi di diluirli il più possibile ri- differenti rispetto ai professionisti). Durante l’edizione
mandando di un anno e mezzo il debutto alla Carnegie del 2011 anche il “New York Times” ha voluto occu-
Hall. Questa decisione si rivelò vincente. Se penso che parsi di questo evento con un lungo articolo di Douglas
i migliori ingaggi con direttori come Chailly, Slatkin o McLennan, impegnato nella giuria stampa. «Questi pia-
Askenazy sono venuti dopo il 2002, cioè ben dopo che nisti avrebbero potuto competere a livello professionale?
il concorso aveva cessato di essere l’agente principale, – si chiede dalle colonne del quotidiano – Molti di loro
significa che la vittoria non fu mai per me un punto di ar- no. Aveva qualche importanza? Non proprio. Lo scopo
rivo, ma un punto di partenza». Per tanti altri concorrenti della maggior parte di questi concorrenti non era una
decisamente più attempati, invece, la sola partecipazio- carriera: quella l’hanno già in altri campi». Spesso sono
ne è stata un punto di ri-partenza. E non tra i talenti della ex studenti che hanno abbandonato i sogni di gloria per
competizione vera e propria, bensì in uno degli eventi mantenersi con altri impieghi, salvo poi rimettere le mani
più sorprendenti nati sotto l’ala della Fondazione Van sulla tastiera qualche anno dopo senza il pensiero di do-
Cliburn: il concorso per non professionisti. verci pagare le bollette. McLennan fa notare che alcuni
hanno davvero qualcosa in più, e che se è vero che non è
Solo per suonare in gioco la carriera di nessuno, è anche vero che è questo
L’unico limite è quello dell’età: 35 anni, almeno. Pur non ad aggiungere autenticità alle performance. E a riportare
essendo giovanissimi come i pianisti del concorso ufficia- sia l’esecuzione che l’ascolto a uno dei volti più luminosi
che la musica possa avere: vivere un’esperienza.
È questo che la Fondazione Van Cliburn continua a
cercare di anno in anno, con le guide all’ascolto, le rasse-
gne, i concorsi. Per capirlo un po’ più a fondo basta met-
tere le cose in prospettiva. A qualche anno dalla vittoria,
l’impresa di Van Cliburn si caricò di significati ancora più
alti per la comunità locale, quando il mondo intero vide
scomparire sotto i propri occhi uno dei più grandi simboli
che l’America avesse mai avuto. È in questa cittadina del
Texas che, sotto una pioggerellina sottile, John Fitzge-
rald Kennedy tenne il suo ultimo discorso pubblico nella
mattina del 22 novembre del 1963. Un saluto alla folla e
poi di corsa all’aeroporto insieme a Jacqueline Kennedy
per volare a Dallas, dove alle 12:30, mentre percorreva
Dealy Plaza a bordo della limousine, il presidente degli
Stati Uniti fu ucciso da alcuni colpi di fucile. A confronto
con un assassinio che ha rimescolato le carte politiche
del pianeta, un concorso di musica classica può sembrare
poca cosa. Lo è, nei fatti. Ma ha contribuito a costruire
un percorso nato proprio sulla volontà di oltrepassare i
confini – e i conflitti – grazie alla musica.

Van Cliburn con Kruscev


20 giugno 2012

BARDONECCHIA
A lezione con tipologie di concerto a seconda delle la tradizione forse unica nel nostro
Andrea Lucchesini diverse parti della giornata: nel tardo Paese di Elio Battaglia, proponendo
pomeriggio ci sono gli appuntamenti anche durante l’anno all’Accademia
nella piazzetta alle 17.30, dove dispo- di Pinerolo un corso di perfeziona-
niamo di un pianoforte a coda e di mento riservato a questo prezioso
una capienza per duecento spettatori, repertorio. Il secondo è tenuto da
oppure in Chiesa alle 18 tutti i gior- Giorgio Pugliaro e si tratta di un se-
ni. Poi alla sera c’è il Festival Musica minario aperto a tutti gli iscritti, sia
d’Estate al Palazzo delle Feste, con effettivi sia uditori, rivolto all’appro-
sei date in calendario tra esibizioni fondimento dell’aspetto storico ma
di docenti e concerti dell’Orchestra anche di quello performativo. «Sono
da Camera Accademia». L’orchestra, i ragazzi stessi – spiega Richaud - a
nata nel 2008 e curata dal violinista decidere i temi di queste lezioni,
Adrian Pinzaru, è formata dagli al- che vengono poi dipanati dal docen-
lievi dell’Accademia di Pinerolo, che te. Si affrontano diversi argomenti,
si esibiranno anche in formazioni dall’uscita sul palcoscenico a come

Accademia di montagna cameristiche ridotte nelle consuete


“passeggiate musicali” che ogni anno
si svolgono nell’ultima domenica di
comportarsi ad un concorso, dall’au-
tore che stanno lavorando alle forme
della musica. Un momento interes-
La sezione estiva dei corsi di Pinerolo. Parla la direttrice artistica Richaud luglio nei luoghi storico-artistici del sante e piacevole, da fare assieme
territorio. agli studenti di tutti i corsi, magari
Accanto all’offerta tradizionale su un prato all’aperto». Anche perché
MONIQUE CIOLA del perfezionamento estivo, spiccano a Bardonecchia, d’estate, ci racconta
a Bardonecchia due corsi particolari, Laura Richaud, tra il fresco del luogo

L’
appuntamento estivo con i Scala) e quelli ospiti, come Pavel Gi- Richaud, direttore artistico dell’Ac- quello di liederistica e quello musico- e la serena condivisione tra docenti e
corsi dell’Accademia di Pi- lilov e Roberto Cappello. A seguire il cademia di Pinerolo e degli stessi logico. Il primo è rivolto sia ai cantan- allievi, c’è quel clima gradevole per
nerolo si rinnova anche per violoncello, il violino, la viola, la mu- corsi estivi a Bardonecchia, nonché ti sia ai pianisti, con Valentina Valen- poter studiare, l’ideale per prepararsi
il 2012 a Bardonecchia, in Alta Valle sica da camera e la chitarra: l’elenco docente di pianoforte. «Abbiamo tre te ed Erik Battaglia che proseguono a concorsi ed esami.
Susa, proponendo quasi una ventina completo dei corsi e dei docenti è su
di corsi di perfezionamento che si www.accademiadimusica.it
concentrano nelle due settimane che In queste due settimane gli allievi IN BREVE
vanno dal 24 luglio al 7 agosto. Prin- hanno molteplici occasioni di esibirsi
cipe dell’offerta didattica è il piano- in concerti pubblici, parte integrante
forte, per il quale sono a disposizione di una concreta formazione artisti- Concorso Pittaluga Concorso 2012 è ancora aperto alle iscrizioni per
ben sei docenti tra quelli provenienti ca. «Abbiamo concerti praticamente Scadenza iscrizioni: 31 agosto la sezione pianoforte (chiuse il 3 maggio quelle per
dall’Accademia (Laura Richaud, En- tutti i giorni, per un totale di trenta- www.pittaluga.org violino e orchestra) e ha già incoronato due vincitrici,
rico Pace, Andrea Lucchesini, Franco cinque appuntamenti» spiega Laura Il 45° Concorso Internazionale di chitarra classica l’italiana Giulia Rosa e la russa Anastasia Astafyeva,
“Premio Città di Alessandria” intitolato a Michele per il Premio juniores Monterosa Kawai riservato a
Pittaluga, per decenni punto di riferimento sulla pianoforte, pianoforte digitale e archi (premio assoluto
scena musicale alessandrina, avrà luogo dal 24 al non assegnato). I corsi (18-30 agosto) saranno tenuti da
29 settembre. Quest’anno ai finalisti (massimo tre) Vincenzo Balzani, Catia Iglesias e Antonio Tarallo per il
spetterà un premio speciale oltre a quelli previsti dal pianoforte e da Gabriele Gallotta per il flauto.
regolamento: la possibilità di una trasferta in Canada
per registrare un cd con l’etichetta Naxos entro marzo Corso I.S.O.
2013. Nella serata finale, il 29 settembre, si terrà anche Da 1° al 15 agosto
la premiazione del 10° Concorso di composizione per www.iso.or.at
chitarra classica, organizzato dallo stesso Comitato È in calendario dal 1° al 15 agosto il corso internazionale
promotore. Iscrizioni entro il 31 agosto. estivo organizzato dall’Accademia del Bel Canto I.S.O.
a Deutschlandsberg, in Austria, poco lontano da
Concorso Viotti Graz. Anche per questa ventunesima edizione il ruolo
Scadenza iscrizioni: 20 luglio di insegnante sarà ricoperto da Vittorio Terranova,
www.concorsoviotti docente di canto lirico al Conservatorio Giuseppe
La Società del Quartetto di Vercelli rinnova Verdi di Milano. Oltre alle lezioni (sei ore al giorno
l’appuntamento con il Concorso internazionale di per due intense settimane) gli allievi avranno modo
canto “Gian Battista Viotti”, in programma dal 20 al 27 di tenere concerti nella cornice delle chiese di Graz,
ottobre. Istituito nel 1950 da Joseph Robbone, musicista Deutschlandsberg e Preding; sono previsti inoltre
e compositore vercellese, il concorso ha dato spazio, incontri con artisti di fama internazionale. Al termine
nel corso degli anni, a diverse sezioni e discipline dei corsi i più meritevoli otterranno una borsa di studio.
(violino, musica da camera, oboe, chitarra, fagotto, Il comitato organizzatore patrocina anche il concorso
tromba, danza, composizione); dal 2006 il regolamento internazionale di canto lirico “Ferruccio Tagliavini“,
prevede l’alternanza regolare del canto e del pianoforte. tenutosi lo scorso aprile. Iscrizioni entro il 9 luglio.
Il concorso Viotti, appartenente al ristretto novero dei
fondatori della Federazione Mondiale dei Concorsi Manchester per Beethoven
di Musica di Ginevra, può vantare fra gli ospiti delle Dal 25 al 27 giugno
passate edizioni musicisti di eccellenza come Daniel www.arts.manchester.ac.uk/subjectareas/music/research/
Baremboim, Claudio Abbado, Salvatore Accardo, Mirella beethoven/call.htm
Freni, Luciano Pavarotti. Iscrizioni entro il 20 luglio. Dal 25 al 27 giugno 2012 l’Università di Manchester
organizza presso il Martin Harris Centre una conferenza
internazionale su Beethoven, voluta dal celebre studioso
Valsesia Musica Barry Cooper, insieme a Erica Buurman, Siân Derry e
Dal 18 al 30 agosto Matthew Pilcher. Si alterneranno relazioni da 20 e da 50
www.valsesiamusica.com minuti, seguite da breve discussione. I temi privilegiati
Si profila un agosto musicale molto intenso a Varallo, saranno: interpretare Beethoven, l’anno 1812, schizzi e
la cittadina del Vercellese in cui ha sede l’Associazione revisioni, Beethoven come figura culturale del XIX secolo,
Valsesia Musica, attivissima organizzatrice di concorsi la traduzione di documenti beethoveniani, e lo studio del
e corsi di perfezionamento e di interpretazione. Il compositore nel suo contesto storico e sociale.
PECIALE CORSI E CONCORSI 21

SIENA IN BREVE
Giorgio Battistelli (foto Mauro Fermariello)
Concorso Busoni
Fasi preliminari dal 21 al 31 agosto
www.concorsobusoni.it
Nell’anno in cui si svolgono solamente le fasi preliminari della
competizione (a Bolzano dal 21 al 31 agosto), ormai biennalizzata da
tempo, il Concorso Pianistico Internazionale “Busoni” si presenta
rinnovato nel suo regolamento sotto diversi aspetti, a partire dalla novità
tecnico-organizzativa dell’iscrizione esclusivamente online. Tutte le prove
solistiche, dalla preliminare alla finale, riducono i tempi massimi di 10
minuti. Diminuiscono anche i pezzi obbligatori per ogni prova all’insegna
di una maggiore libertà per i candidati nella composizione del loro
programma. Nella semifinale solistica rimane obbligatorio solamente il
brano di Busoni, dal cui elenco sparisce però la gettonatissima Sonatina
“super Carmen”. Nella finale solistica cade l’esclusione delle Sonatine op.49
di Beethoven e in quella con l’orchestra si aggiunge il concerto di Ligeti.
Tornano nella semifinale con l’orchestra i concerti mozartiani. L’opera
contemporanea obbligatoria verrà commissionata a Rebecca Saunders.

Concorso di Musica Antica


Dal 14 al 16 luglio
www.consaq.it
Si terrà a L’Aquila, dal 14 al 16 luglio, presso l’Auditorium del Conservatorio
“A. Casella”, la seconda edizione del Concorso Internazionale di Musica
Antica dedicato alla memoria di Maurizio Pratola (liutista e bibliotecario
presso il Conservatorio aquilano scomparso due anni fa), e organizzato

Per soldi
dalle più importanti istituzioni musicali abruzzesi.Il Concorso presieduto
anche quest’anno dal liutista Paul O’Dette, è suddiviso in due sezioni: la
prima dedicata ai Liutisti nati dopo il 1° gennaio 1977 (il liuto inteso in tutte

o per amore?
le sue declinazioni storiche, dalla vihuela de mano alla chitarra barocca); la
seconda, dedicata a Formazioni da camera. Iscrizioni entro il 30 giugno.

Campus Festival Pontino


Dal 23 giugno al 28 luglio
A Siena Battistelli e Gindt docenti di teatro musicale con un tema dato www.campusmusica.it
Verrà inaugurato nella sede storica del Castello Caetani il 48° Festival
Pontino di Musica (23 giugno-28 luglio): ad aprire la manifestazione un
FRANCO SODA concerto della pianista Ellissò Virsaladze, da anni docente dei corsi del
Campus. Quest’anno sono previste tre novità: la classe di canto tenuta

N
ovità della 81ª Estate Chi- significati di sentimenti che possono «Si hanno declinazioni diverse a da Claudio Desderi, un seminario sul “Filmare la musica” con Bruno
giana è il “Progetto Opera”, perfino nascere in una banca. Credo seconda dei Paesi: in Germania, il Monsaingeon e un corso-laboratorio orchestrale dedicato agli studenti dei
corso di composizione te- sia interessante confrontarsi su un drammaturgo è l’autore del libretto; licei musicali, con Mirela Vedeva come docente e Franco Petracchi in veste
nuto da Giorgio Battistelli e Antoine soggetto comune a tutti ma spostare in Francia, è piuttosto qualcuno che di curatore.
Gindt, co-docente per la drammatur- continuamente l’angolatura, quindi aiuta il regista a trovare delle inter-
gia (www.chigiana.it). l’osservazione. pretazioni nel testo per realizzare la
Originale l’approccio: Battistelli Sarà interessante in futuro anche messa in scena... Io mi soffermo so-
ripete il format, che aveva già spe- andare su opere già storicizzate. La prattutto sulla questione dell’analisi
rimentato al Festival di Aldeburgh tentazione che avevo era di vedere, dei libretti e delle problematiche e di
qualche anno fa. Sentiamolo dalle che so, Otello ma da angolazioni dif- come metterli in scena, di trovare i XXIII ORSARA JAZZ FESTIVAL
sue parole: «È un corso particolare ferenti: secondo Desdemona, Jago, modi di realizzarlo al livello attoriale IX SEMINARI INTERNAZIONALI
perché non si rivolge solo a composi- Otello... Come ognuno di loro rac- in una situazione scenica possibile. DI MUSICA JAZZ
tori ma anche a scenografi, dramma- conta e vive il dramma o la storia, L’obbiettivo è aiutare i giovani arti- IX ORSARA JAZZ SUMMER CAMP
turghi, registi, librettisti, attori... Per- perché mi piace l’idea che un dram- sti. Constato che spesso i composi- XXIII ORSARA JAZZ FESTIVAL
sone che hanno a che fare in senso maturgo possa farla finire bene. È un tori non sono troppo a dentro delle IX SEMINARI INTERNAZIONALI
DI MUSICA JAZZ
lato con il teatro musicale. L’idea è far modo di scavare dentro una storia, questioni teatrali come i librettisti IX ORSARA JAZZ SUMMER CAMP
incontrare un numero di compositori appunto in un lavoro drammaturgi- non sono spesso molto comprensi-
ed un numero di drammaturghi e far- co. Un modo diverso di esprimere... vi rispetto alle questioni musicali. Orsara
li lavorare su un unico soggetto, una Poi, i compositori saranno diversi. Mi aspetto che si possa trovare un
Jazz tasti
tassti

appoggia
a dito

Workshop
traccia drammaturgica che dovranno È interessante vedere come ognuno terreno comune e di riflessione di
sviluppare. Il corso dura 3 settimane. tratterà il tema in maniera differente come si posa affrontare in modo col- Sax
Sax cannello
o terzo pi
pistone
istone
campana

JERRY BERGONZI (Usa)


Il primo giorno combinerò matrimo- sia dal punto di vista armonico che laborativi e produttiva la questione JERRY (Usa)
primo
o pistonee
secondo
se
econdo p
pistone
istone
chiave scarico acqua

ni: ad ogni compositore verrà affian- di presenza vera e propria dello stru- della scrittura del teatro musicale e Batteria/Drums linea di piega 1

Batteria/Drums
GREG HUTCHINSON
GREG (Usa) Piano
HUTCHINSON(Usa)
ANTONIO
ANTONIO CIACCA
CIACCA (Usa)
(Usa)
cato un drammaturgo ed un libretti- mento a fronte di un organico fisso». dell’opera».
sta. Il soggetto è una storia d’amore Antoine Gint si occuperà piutto- A corollario, 10 seminari tenuti da Comune di Orsara

tra un funzionario del Monte dei Pa- sto di drammaturgia e messa in sce- Mario Martone Aida Caiello, Peppe
schi ed un cliente. Soggetto atipico. na: «Due saranno i momenti impor- Servillo, Paolo Rosa, Franco Mar- Canto Jazz/Vocal
RACHEL
Jazz/Vocal
GOULD (Usa)
RACHEL GOULD Chitarra/Guitar
LUCIO FERRARA
Le 10 storie d’amore saranno tutte le tanti. Da una parte, un escursus sulla coaldi e Gaston Fournier. LUCIO FERRARA (Ita) Contrabbasso/Bass
Contrabbasso/Bass
STEVE KIRBY (Usa --Canada)
Canada)
varianti possibili: funzionario uomo storia dell’opera contemporanea de Provincia di Foggia

e cliente donna o il viceversa, oppu- XX secolo e dell’inizio del XXI, piut-


re uomo-uomo o donna-donna, una tosto un percorso di scoperta e di
storia a lieto fine o che finisca male comprensione delle problematiche.
o drammaticamente... Comunque E poi seguirà una parte pratica: la LEZIONI DI STRUMENTO, COMBOS, MASTERCLASS, CONCERTI,
JAM SESSION, STUDENT PERFORMANCE.
Composition
Composition and
Jazz
and
Jazz Arrangement
MICHELE CORCELLA (Ita)
è sempre il rapporto tra denaro (la composizione di una scena abba- LUCKY Seconda edizione del premio Lucky Award
MICHELE CORCELLA
AWARD:
30 Luglio_July
per gli allievi arrangiatori
funzione della banca oggi) e il cliente stanza corta che sarà realizzata dai
BORSE Concerti, esperienze all’estero
che si relaziona con la dimensione partecipanti al corso».
4 Agosto_Aug 2012
DI (concerti presso Cantina Bentivoglio, Non solo Jazz,
STUDIO: Manitoba Jazz Camp in Canada, Italian Jazz Day di New York)

dell’ufficio, della banca come depo- Ha detto che insegnerà dramma- INFO: INFO DIDATTICA: 347 3028534 Masterclass con
con
WWW.ORSARAMUSICA.IT
INFO ISCRIZIONI: seminari@orsaramusica.it
sito non solo di denaro ma anche di turgia e messa in scena. In Italia il INFO SUL POSTO, VITTO E ALLOGGIO: 328 4815505,
in alternativa n.verde 800106822 (gratuito)
ALCESTE AYROLDI:
ALCESTE
L’
AYROLDI:
evoluzionedegli
L’evoluzione degliStandards
Standards
sogni, e di incontri, proiezioni, di
da lunedì a venerdì ore ufficio
“dramaturg” praticamente non c’è...
30 L li J l
22 giugno 2012

FIESOLE

La legge dell’ensemble
Andrea Lucchesini racconta le novità su corsi e docenti alla Scuola di Musica

ELISABETTA TORSELLI

C
i rivolgiamo ad Andrea Luc- almeno fra le acquisizioni recenti in cui le lezioni del Trio di Parma e
chesini, direttore della Scuo- Elisso Virsaladze, concertista e gran- di Bruno Canino non costituiranno
la di Musica di Fiesole oltre de didatta che ha insegnato per molti più due corsi separati ma si intrecce-
che concertista, per capire come si anni all’Hochschule di Monaco por- ranno con la mia classe e con quelle
bilanciano continuità e cambiamen- tando i suoi allievi ad ottimi risultati di Pavel Vernikov e Natalia Gutman
to nel pensare, organizzare e gestire nei concorsi, e che affianca De Ma- (violino e violoncello). La finalità na-
qualcosa che alla Torraccia (www. ria e Lucchesini nei corsi speciali di turalmente è quella di far nascere più
scuolamusica.fiesole.fi.it) si fa ora- pianoforte. Ma quel che certamente gruppi direttamente dall’intero dei
mai da tanti anni, come i corsi di non cambia è l’aura regola fiesolana: nostri corsi». Anche quest’anno ci
perfezionamento, i “corsi speciali” il primato della musica da camera. sarà il corso speciale per violino di
che rappresentano nella vita della «Infatti, però ci sono delle novità spalla di Lorenza Borrani. «L’aveva-
Scuola un elemento di grande richia- rilevanti proprio nella musica da ca- mo già fatto anni fa con Franzetti, e
mo: pensiamo a Pavel Vernikov, for- mera» dice Lucchesini. «Negli ultimi l’abbiamo rilanciato perché mi sem-
midabile trainer per la preparazione anni qui da noi abbiamo visto meno brava un delitto non valorizzare una
dei concorsi violinistici internazio- gruppi, e si può capire il perché: i musicista di formazione totalmente
nali; al suo corso, ricorda Lucchesini, ragazzi inseguono sempre più le oc- fiesolana come Lorenza Borrani, che
arrivano davvero da tutto il mondo. casioni di lavoro, vogliono fare espe- oggi è tanto apprezzata dai direttori,
Con questi corsi, con le masterclass rienze e studi anche fuori d’Italia, e sia come concertista che come spal-
(come quelle di Accardo, Cassone, seguire un corso lungo dedicandosi la. È vero che il carisma della spal-
Pierobon, Postinghel), con l’Orche- anima a corpo ad un gruppo fisso, la non si insegna, ma ci sono tante
stra Giovanile Italiana, Fiesole è un tanto più ad un quartetto, spesso è altre cose che si possono insegnare.
osservatorio indubbiamente mol- difficile; e allora abbiamo pensato di Naturalmente i due violini di spalla
to importante per vedere come sta proporre qualcosa d’altro. Ad esem- dell’Orchestra Giovanile Italiana lo
cambiando l’approccio alla profes- pio, il corso di quartetto resta affida- frequenteranno».
sione per i giovani musicisti usciti to a Andrea Nannoni ma al suo in-
dagli studi accademici. Resta prati- terno verranno inserite delle singole
camente invariato il corpo docenti masterclass importanti, con il Quar-
anche per il 2012/2013, dal veterano tetto Casals, il Quartetto di Cremo-
Desderi per il laboratorio d’opera a na, il Quartetto Kuss. Ancora più in-
tanti altri maestri storici, come Nata- novativa la reimpostazione del corso
lia Gutman, violoncello, ma citiamo di musica da camera con pianoforte

FIRENZE

Dal concerto alla masterclass


A Firenze i corsi organizzati dagli Amici della Musica: parla il curatore Paolo Antuono

P
aolo Antuono cura le master- professionisti e i giovani che si pre- Certo l’ideale sarebbe chiudere il
class degli Amici della Musica, parano ai concorsi alle audizioni a cerchio e concludere la masterclass
l’associazione concertistica segnalarcelo come grande didatta con un bel concerto pubblico.
punto di riferimento della musica e a chiedercelo. È con noi da molti «Ci siamo riusciti qualche anno
da camera a Firenze. In questo caso anni anche Judith Liber, ex prima fa con la masterclass di Peter Phillips
l’idea originaria era che un concer- arpa della Filarmonica d’Israele e conclusa da un concerto dei Tallis
tista potesse essere disponibile ad presidentessa della giuria del concor- Scholars e degli allievi per la stagio-
effettuare una masterclass in conco- so di Tel Aviv; tornerà nel febbraio ne di musica sacra O flos colende in
mitanza con il suo concerto, com’è del 2013, e nel 2013 avremo anche Duomo».
successo recentemente, ad aprile, la masterclass di corno di Radovan La masterclass di Alexander Lon-
con Alessandro Carbonare. Ma non Vlatkovic, e tornerà Jill Feldman, la quich a fine novembre è in collabo-
è detto che ci sia coincidenza fra con- nostra storica docente di canto ba- razione con l’Accademia Bartolo-
certisti e didatti: questa dimensione rocco, due habitué dei nostri corsi». meo Cristofori e si svolgerà lì.
dell’attività degli Amici della Musica Infatti a scorrere il calendario «Sì, perché in quel caso il valore
ha finito per avere uno sviluppo au- delle masterclass, anno dopo anno, aggiunto per gli allievi è dato dalla
tonomo, e una sede propria, quella si nota molta stabilità nei docenti. grande varietà, adatta a tutto il re-
centralissima ma tranquilla, e assai «Sì, e anche degli allievi, che ten- pertorio, di fortepiani, pianoforti
bella, di Palazzo Budini Gattai (tel dono a ritornare con fedeltà: come romantici delle diverse epoche, pia-
055607440, www.amicimusica.fi.it). dice Bruno Canino, è più sensato fare noforti moderni, di cui l’ABC ha una
«A giugno abbiamo la master- un percorso con un maestro da cui ti collezione veramente unica».
class di Faye Nepon, canto jazz, mu- fai sentire una, due volte l’anno che Qualche new entry fra i docen-
sical e musica klezmer, a novembre saltabeccare da un docente all’altro e ti?
avremo la masterclass di tromba di finire per non capirci niente. Un altro «Ottavio Dantone per una master-
Stephen Burns, già membro dell’or- nostro maestro che ritorna periodi- class dedicata alla musica da camera
chestra di Chicago e ora concertista camente è il pianista liederista Irwin barocca, ma ci fa piacere anche il ri-
e organizzatore di stagioni musicali Gage, che afferma che Palazzo Budi- torno a novembre 2013, dopo qual-
in proprio» spiega Antuono. «Burns ni Gattai sarebbe l’ideale per qualche che anno che mancava, del grande
tiene queste masterclass per gli Ami- bella Liederabend, chissà se prima o fagottista Milan Turkovic». e.t.
ci da sette anni, e furono proprio i poi riusciremo a realizzarla...».
PECIALE CORSI E CONCORSI 23

RIVA

A lezione in Riva al Lago


Dal 17 luglio al 2 agosto i corsi con la direzione artistica di Mietta Sighele

MONIQUE CIOLA

I
corsi di alto perfezionamento
che da anni vengono proposti in
estate sulle sponde trentine del
Lago di Garda, a Riva, (www.mu-
sicarivafestival.com) si svolgeranno
anche quest’anno dal 17 luglio al 2
agosto, proseguendo nella tradizio-
ne di chi da decenni si dedica con
passione all’avviamento dei giovani
talenti alla carriera musicale. Nono-
stante il grave lutto che ha colpito in
aprile il mondo musicale italiano ed
in primis l’associazione Musica Riva,
con la scomparsa improvvisa del te-
nore Veriano Luchetti, la direttrice
artistica Mietta Sighele ha deciso di
Un allievo dei corsi di Riva del Garda
proseguire in quello che ha sempre
vissuto come una missione nei con-
fronti dei tanti giovani che vogliono maggior parte dei docenti accetta trovare la sua strada ed ora studia a
intraprendere la difficile ed impegna- un programma di studio libero, altri Parigi con Ciccolini. Perché Musica
tiva strada della professione di musi- propongono un tema su cui lavorare. Riva vuole essere proprio questo:
cista. I corsi si svolgeranno nelle aule Così avviene per il corso di canto te- un trampolino di lancio per i talen-
della Scuola Musicale Alto Garda nuto da Mietta Sighele, dedicato al ti, un luogo d’incontri dove i giovani
e tra i docenti ospitati ritroviamo melodramma mozartiano e all’opera possono ricevere dai grandi maestri
nomi di prestigio ormai affezionati dall’Ottocento al Novecento storico. dei consigli preziosi sulla strada da
all’appuntamento rivano, come Aldo E anche per la direzione d’orchestra, intraprendere, scoprendo le singole
Ciccolini (corso di pianoforte), che se l’anno passato aveva omaggiato predisposizioni. Oltre ai concerti di
darà l’avvio alle masterclass, ed Isaac l’anniversario lisztiano, quest’anno docenti ed allievi che scandiscono le
Karabtchevsky (corso di direzione Karabtchevsky ha scelto di concen- settimane di lezione a Riva del Garda
d’orchestra), che chiuderà l’edizione trare lo studio su Čaikovskij, affron- all’interno di un più ampio Festival,
il 2 agosto con un grande concerto tando Romeo e Giulietta, la Quinta Sin- Musica Riva continua ad occuparsi,
sinfonico assieme alla World Youth fonia e il Primo concerto per pianoforte anche dopo l’estate, di questi giovani
Orchestra. Il 24 luglio iniziano le le- e orchestra. Interprete di quest’ultimo che giungono da tutto il mondo, non
zioni per accompagnatori pianistici sarà Francesco Maria Moncher, un mancando di segnalare i più dotati a
tenute da Marco Boemi ed il giorno giovane trentino che proprio grazie teatri e direttori artistici.
successivo tutti gli altri corsi. Se la ai corsi di Musica Riva è riuscito a

PERUGIA

Comporre per il sacro


La Sagra Musicale Umbra bandisce un concorso nel nome di Francesco Siciliani

N
on era mai successo che un un abbassamento della musica che si quindici minuti, non c’è limite d’età
concorso di composizione ascolta in chiesa. Credo che la mu- per i concorrenti. La scadenza per
avesse il patrocinio del Pon- sica devozionale debba essere libera la presentazione delle partiture è il
tificio Consiglio della Cultura: que- - quindi vanno benissimo le chitar- 20 luglio. Poiché non si vive di solo
st’onore tocca ora al Concorso in- re degli scout sui prati - ma che in spirito, è previsto un primo premio
ternazionale per un’opera di musica chiesa la qualità della musica debba di cinquemila euro, ma la soddisfa-
sacra intitolato a Francesco Siciliani essere all’altezza della sacralità del zione maggiore il vincitore l’avrà con
e bandito dalla Fondazione Perugia rituale». l’esecuzione del suo pezzo alla Sagra
Classica - Sagra Musicale Umbra. Il Cardinal Ravasi è stato ancora Umbra il 14 settembre e a Firenze il
«L’idea - racconta Alberto Batisti, più duro sulla condizione attuale giorno dopo. Si pensa anche ad un
direttore artistico della Sagra - nasce della musica sacra, e per descrive- impiego della composizione vincitri-
dal convegno “Musica e Fede” svol- re «quello che talvolta accade nelle ce nell’ambito dell’Anno della Fede,
tosi durante la Sagra del 2011, che nostre liturgie» ha usato una frase che inizierà il prossimo ottobre. Pro-
venne aperto dal Cardinal Ravasi di Flaubert: «Noi spesso battiamo prio per scegliere una musica che non
con una relazione molto ricca e af- su una caldaia incrinata una musica presenti insormontabili problemi di
fascinante. In quell’occasione propo- da far ballare gli orsi e invece vor- esecuzione all’interno della liturgia,
nemmo come esito di quest’incontro remmo commuovere le stelle!». È si è scelta una giuria presieduta da
tra la chiesa e i musicisti un concor- stato Ravasi stesso a suggerire come un compositore, Giya Kancheli, ma
so di composizione, per stimolare testo obbligatorio per il concorso il per il resto formata interamente da
la rinascita di una musica sacra che Credo degli Apostoli. Per il resto si è maestri del coro, più Batisti stesso e
abbia una elevata qualità artistica lasciata ai partecipanti la massima Marcello Filotei in qualità di segreta-
ma che allo stesso tempo sia effet- libertà: il numero delle voci del coro rio artistico.
tivamente utilizzabile nella liturgia, non è indicato, l’organo è ad libitum, Mauro Mariani
perché è innegabile che ci sia stato la durata può spaziare da cinque a
24 giugno 2012

LUCCA

Una Sinfonia per docenti


La scuola di Lucca organizza anche corsi di perfezionamento estivi e un festival di musica da camera.
Ne parlano il direttore Giorgio Fazzi e uno degli insegnanti, il violinista Pavel Vernikov

ROBERTO DEL NISTA

C
orsi di perfezionamento la Sinfonia. «Lo scorso anno abbiamo dinari e come partecipazione di del 150° anniversario
estivi e anche un Festival ospitato diciassette docenti di livello allievi? dell’unità d’Italia con
di Musica da Camera, que- internazionale quasi totalmente con- «Abbiamo modificato alcune im- la presenza della no-
st’ultimo giunto alla dodicesima fermati nel gruppo di quest’anno: Pa- postazioni soprattutto relativamente stra Orchestra dei
edizione, sono i prestigiosi risultati vel Vernikov, Igor Volochine, Gyula ai corsi di formazione di base; nel Ragazzi (centosei
che la Scuola di musica Sinfonia di Stuller, Svetlana Makarova, Cristia- 2006 abbiamo avviato un’importan- elementi dai cin-
Lucca produce sin dal 1996, l’anno no Rossi, Alina Company, Alexan- te riflessione di revisione del vecchio que ai vent’anni) in
successivo alla nascita della scuola der Zemtsov, Antonello Farulli, Mi- corso di solfeggio lavorando sotto il occasioni delle ce-
stessa. Come tutte le neonate ini- chael Flaksman, Jelena Ocic, Andrea coordinamento di un grandissimo lebrazioni ufficiali
ziative, i primi corsi di perfeziona- Nannoni, Gabriele Ragghianti, Pier della didattica italiana come Carlo in Provincia il 16
mento erano numericamente molto Narciso Masi, Aquiles delle Vigne, Delfrati. La partecipazione degli al- marzo dello scorso
ridotti, ma già molto curati dal punto Konstantin Bogino, Mario Ancillotti lievi è sempre aumentata perché la anno e l’intervento
di vista qualitativo; basti ricordare i e Laura Niculescu. Inoltre, collegato qualità dell’insegnamento offerta di un coro di trecen-
primi docenti: Cristiano Rossi, Ma- ai corsi di perfezionamento, c’è un dalla Scuola di Musica Sinfonia è tocinquanta bambini
rio Ancillotti e Pier Narciso Masi. In Festival di Musica da Camera giunto molto alta». realizzato con gli
un continuo crescendo, e grazie alla alla dodicesima edizione che, l’anno Accade che i teatri o altre istitu- alunni delle scuole
sensibilità collaborativa della Provin- scorso, ha visto la realizzazione di zioni attingano tra gli allievi della elementari che par-
cia, del Comune e della Fondazione ben trentaquattro concerti nell’arco Sinfonia per le proprie produzioni? tecipano al progetto
Cassa di Risparmio, i corsi hanno di venti giorni». «Più che teatri sono soprattutto gli nelle scuole in occa-
raggiunto dimensioni e qualità di Quanti allievi partecipano ai cor- enti pubblici (Provincia e Comune) o sione della comme-
tutto rispetto. si estivi? associazioni musicali che chiedono morazione ufficiale
«Da due anni, poi, si è realizza- «Nell’edizione 2011 abbiamo la nostra collaborazione per realiz- in Comune il giorno successivo. È bliche sono, in genere, poco sen- candom
to un ulteriore salto di qualità con la avuto 239 iscritti». zare spettacoli e interventi musicali stata la più grande dimostrazione di sibili all’apprendimento ed alla di- princip
collaborazione dell’IMP “Boccheri- Dopo l’entrata in vigore della di vario tipo. Mi piace ricordare l’in- quello che questa scuola può fare e vulgazione della cultura musicale. nosciut
ni» spiega Giorgio Fazzi, docente di Legge 508/99, vi sono stati cam- tervento della Scuola di Musica Sin- può dare alla città». Per questo chi voglia fare musica al caro
Conservatorio e direttore della Scuo- biamenti di rilievo per i corsi or- fonia nell’ambito dei festeggiamenti Tra i vari docenti dei corsi di si deve “arrangiare” privatamente città di
perfezionamento estivi, abbiamo o come meglio può. È il caso della anche
raggiunto Pavel Vernikov, violinista Scuola Sinfonia di Lucca». certo, l
che svolge un’intensissima attività Questa scarsità o diversità di tament
didattica. preparazione è imputabile ai con- estere,
Lei tiene masterclass in ogni servatori? e l’acc
Paese. Trova notevoli diff erenze di «Ci sono molti buoni professori miglior
preparazione tra gli allievi delle va- nei conservatori italiani. Purtroppo person
rie nazionalità? Se sì, a cosa sono è come se fossero abbandonati a se Fazzi.
dovute queste diff erenze? stessi, lasciando quasi alle loro ini- di ques
«Io non tengo solo masterclass, ziative personali i programmi. Inol- a tener
sono anche professore all’Università tre, c’è poca selettività tra i docenti mio im
di Vienna ed a Losanna. Tra le varie stessi, contrariamente a quanto av- chestra
aree geografiche si nota una certa viene nel resto d’Europa: in Italia si Scuola
differenza. Ad esempio. Ogni anno formano graduatorie ma, secondo allievi,
faccio masterclass in Giappone; e me, le graduatorie vanno bene per Paesi, a
proprio là, dove si è verificata quella altri mestieri, non per selezionare no mol
tremenda disgrazia nucleare, le isti- un insegnante di livello che dovreb- Cos
tuzioni riescono a trovare soldi e fi- be superare un esame molto serio ne itali
nanziamenti per la cultura musicale. per accedere ad una cattedra statale. dere la
Cioè, l’attenzione alla cultura ed alla Io stesso, a quasi cinquant’anni di «Più
musica nei paesi orientali, da parte età, non ho avuto difficoltà a pre- rivolge
dello Stato, è molto pronunciata ed sentarmi a Vienna per sostenere e Trovan
attiva; in Italia, questo, non avviene superare l’esame per ottenere l’in- rebbe o
più da molto tempo». segnamento; esame sostenuto di italiani
Quindi come collocherebbe, in fronte ad una commissione molto delle st
un’ipotetica classifica, la prepara- severa ed altamente preparata. La gli stud
zione musicale italiana? situazione italiana di reclutamento si euro
«Sono più di venti anni che in- insegnanti, così com’è, non può molto
segno in Italia, un Paese che amo funzionare. Infatti, molti miei colle- fornisc
moltissimo e nel quale mi piace ghi insegnanti in Italia sono andati esperie
stare. E debbo riconoscere che in all’estero». fare no
Italia ci siano anche molti talenti; Come si trova con gli allievi ita- ro: a q
purtroppo il livello di preparazione liani e, in particolar modo, con istituzi
si è abbassato e continua ad abbas- quelli della Scuola Sinfonia o con italiani
sarsi. Questo, presumo, sia dovuto l’ambiente musicale lucchese? zera; m
alla chiusura delle orchestre ed alla «Per molti anni sono stato diret- ti euro
situazione non felice presente nei tore artistico e docente ai corsi di trovare
conservatori; pertanto il livello di Portogruaro, incarico in seguito ab- anche p
preparazione è inferiore a quello bandonato causa malfunzionamen- stre att
di Paesi come Francia, Germania ti della struttura. Ciò mi provocò Paesi, a
ed Austria, per fare degli esempi. profonda amarezza e l’intenzione conosc
E questo perché le istituzioni pub- di non tenere più corsi in Italia dedi- Italia, in
PECIALE CORSI E CONCORSI 25

IN BREVE
Il Trio Čajkovskij: Konstantin Bogino, pianoforte, Pavel
Vernikov, violino, Sergej Slovachevsky, violoncello Corsi a Città di Castello dai migliori allievi del corso, lavorerà sulla musica alla corte di
Scadenza iscrizioni: 30 luglio Dresda nel Settecento.
www.festivalnazioni.com
Dal 20 agosto all’8 settembre si svolge la quarantesima Festival Portogruaro
edizione dei corsi di perfezionamento musicale “Luigi Scadenza iscrizioni: 14 luglio
Angelini” a Città di Castello. In concomitanza del Festival www.festivalportogruaro.it
delle Nazioni, che quest’anno sceglie l’Ungheria quale La Fondazione Musicale Santa Cecilia, fondata nel 1838,
tema comune dei programmi musicali, tornano le lezioni rinnova l’appuntamento con le masterclass internazionali
nelle consuete otto discipline tra archi fiati e pianoforte, in programma dal 17 agosto al 3 settembre, nel contesto
riconfermando i docenti che da anni tornano in Umbria. del Festival di Musica di Portogruaro. Questa trentesima
L’unica variazione rispetto all’anno precedente riguarda il edizione, diretta da Enrico Bronzi come le cinque precedenti,
corso di corno, tenuto quest’anno da Guido Corti. È possibile sarà dedicata alla Notte: “Serenata notturna”, “Notturno
iscriversi entro il 30 luglio, anche online. Possono farlo i pianistico”, “Metamorfosi notturna”, “Trasfigurazione
musicisti in possesso di un diploma, italiano o straniero, e espressionistica” sono alcuni dei temi che verranno affrontati
gli allievi degli ultimi due anni dei corsi accademici attivati nel corso di lezioni, concerti di studenti e di docenti e
nei conservatori e negli Istituti di Alta Formazione Musicale laboratori a tema. Fra gli insegnanti, oltre a Bronzi, è prevista
riconosciuti. Il programma per l’esame di ammissione e per il la presenza di Ivan Rabaglia, Alberto Miodini, Claudio Desderi
corso stesso sono perlopiù liberi. e del Trio di Parma. Iscrizioni entro il 14 luglio.

Corsi di Musica Antica Corsi a Bertinoro


Dal 20 al 29 luglio Agosto- settembre
www.fima-online.org www.bertinoromusica.it
Sono aperti ad allievi professionisti e dilettanti i corsi di Edizione numero venti per i corsi estivi di alto
musica antica di Urbino, in programma dal 20 al 29 luglio perfezionamento organizzati dalla Scuola Musicale “Dante
nell’ambito del Festival Urbino Musica Antica. Ai corsi di Alighieri” a Bertinoro (FC). La struttura dei corsi è articolata in
flauto dolce (docenti Antonio Carrilho, Stefano Bagliano tre aree tematiche distinte. La sezione classica ha fra i docenti
e Michael Form) e di clavicembalo (Enrico Baiano) si Olga Arzilli, Marianne Chen, Paolo Chiavacci, Giuseppe
aggiungono per questa quarantaquattresima edizione una Ettorre, Paola Fre, Franca Mattiucci, Michele Marasco,
masterclass di violino barocco tenuta da Stefano Montanari e Lyubov Kuzma, Alessandro Serra e Denis Zanchetta; i corsi di
una sulla monodia secentesca con Furio Zanasi. Ampia anche musica jazz e moderna saranno tenuti da Paolo Ghetti, Gian
mi al Mozarteum e a Vienna, partecipa al Grande Fratello. È un fat- l’offerta di seminari: fagotto (Jéremie Papasergio), organo Marco Gualandi e Fabio Petretti; completano l’offerta i corsi
palmente. Finché non ho co- to molto spiacevole, perché io adoro (Luca Guglielmi), flauto romantico (Enrico Casularo), chitarra di musica antica con Luisa Baldassarri, Luca Giardini, Patxi
to l’ambiente lucchese grazie il vostro Paese!». romantica (Andrea Damiani). L’orchestra del Festival, formata Montero, Monica Piccinini e Francesca Torelli.
o amico e collega Bogino. La Un suo sogno?
i Lucca mi è piaciuta subito, «Vivere in Toscana e fondare in
per la buona cucina toscana; questa splendida regione una scuo-
a situazione economica è net- la di alto perfezionamento. E non è
te inferiore rispetto le realtà solo un sogno mio, ma anche di mol-
ma le persone, la vivibilità ti miei allievi italiani e di altri miei
coglienza sono decisamente illustri colleghi. In Italia ci sono tante
ri. Soprattutto, ho conosciuto bellissime, piccole realtà, invidia-
e oneste e serie come Giorgio te da tutto il mondo; ma ognuna di
Proprio per le caratteristiche queste coltiva il proprio piccolo giar-
sta realtà ho deciso di tornare dino. A me piacerebbe che tutti que-
re i miei corsi a Lucca, unico sti piccoli giardini si trasformassero
mpegno italiano oltre ad un’or- in un grande ed unico parco, dove
a di bambini in Friuli ed alla poter lavorare e collaborare tutti in-
di Fiesole. Ai corsi a Lucca gli sieme».
provenienti da circa quaranta
anche dal Giappone, si trova-
lto bene».
a consiglierebbe ad un giova- Il soprano Laura Niculescu,
iano desideroso di intrapren- docente di canto a Lucca
carriera di violinista?
ù che ai giovani studenti vorrei
re un appello alle istituzioni.
ndoci in ambito europeo, sa-
opportuno che anche gli allievi
godessero degli stessi diritti e
tesse attenzioni di cui godono
denti di musica negli altri Pae-
pei. Agli allievi italiani, anche
bravi, iscritti ai miei corsi, io
o tutto il mio aiuto e la mia
enza, però per quanto io possa
on posso aiutarli nel loro futu-
questo dovrebbero pensare le
ioni. Ho portato molti allievi
a suonare a Vienna, in Sviz-
ma si parla sempre di altri sta-
pei. In Italia è molto difficile
e un’adeguata collocazione,
perché il numero delle orche-
tive si è molto ridotto. In altri
alcuni allievi fantastici che ho
iuto sarebbero delle star; in
nvece, si diviene star solo se si
26 giugno 2012

NUORO
sorta di ecosistema alla base del qua-

Conduzione familiare le c’è la passione per il jazz, che fa


da colonna sonora anche ai momenti
più “normali” della vita quotidiana;
I seminari sardi di Paolo Fresu dal 22 agosto al 1° settembre credo che questo sistema permetta
di assimilare veramente la musica e
PIETRO TOLA non di vederla come un momento di
studio separato dallo svago e dalla

I
seminari di Nuoro Jazz, idea- al 30 agosto) e del chitarrista Paolo per le tecniche della fotografia jazz). quotidianità della vita reale».
ti da Paolo Fresu nel lontano Angeli (il 30 agosto per una master- Abbiamo chiesto proprio ad uno dei Quali le proposte e le novità del-
1989, sono ormai una delle class sulla musica di tradizione po- coordinatori “storici” del seminario, l’edizione di quest’anno?
realtà didattiche più importanti del polare). L’intensa attività didattica, Giovanni Agostino Frassetto, flau- «Le ultime innovazioni risalgono
panorama italiano: l’edizione nu- promossa da un corpo insegnanti tista, pianista, compositore, didatta all’anno scorso: è stato avviato il cor-
mero ventiquattro, in programma di grande esperienza e qualità (da nonché tra i direttori dell’Orchestra so di arpa jazz, tenuto da Marcella
dal 22 agosto al 1° settembre nel Giovanni Agostino Frassetto per le Jazz della Sardegna, un sintetico bi- Carboni, che ha riscosso un successo
capoluogo barbaricino, si arricchirà tecniche d’improvvisazione a Maria lancio e qualche anticipazione sulle notevole; Bruno Tommaso è diventa-
della presenza di musicisti/docenti Pia De Vito per il canto, da Luca Bra- novità per l’edizione di quest’anno. to un componente stabile dello staff
come Arild Andersen (contrabbassi- galini per la Storia del Jazz a Bruno Giunti alla ventiquattresima edi- e regala agli allievi delle interessan-
sta che terrà una masterclass dal 28 Tommaso per l’armonia a Pino Ninfa zione dei seminari, i primi in Sarde- tissime lezioni di storia in tandem
gna, si potrebbe fare un sintetico con Luca Bragalini e dei colloqui in-
bilancio? Cosa ha reso diff erente l’approc- dividuali che affrontano a 360 gradi
«I seminari sono cresciuti e nel cio di Nuoro alla didattica del jazz le problematiche dei musicisti, dimo-
tempo hanno ampliato considere- rispetto alle altre realtà italiane? strandosi ancora una volta un vero
volmente il corpo docente e perfe- «La mia impressione è che i semi- “guru” del jazz italiano. Da qualche
zionato le modalità didattiche e le nari di Nuoro trovino il loro punto di anno poi i seminari si sono aperti an-
modalità di gestione dell’attività ex- forza in quella che potremmo defini- che verso altre arti: la danza con il cor-
tra didattica (jam session, concerti, re una “conduzione familiare”: già in so di flamenco tenuto da Elena Vicini
eventi esterni al seminario). Penso origine il corpo docente era formato e Ada Grifoni, la fotografia con Pino
che comunque in Sardegna ricopra- dal quintetto di Paolo Fresu, ragion Ninfa e il giornalismo con Luigi Ono-
no un ruolo assolutamente indispen- per cui godeva di un affiatamento di- ri e Silvana Porcu. Quest’anno sono
sabile per lo studio, la divulgazione verso rispetto a quelli delle altre real- molto contento del lavoro del nostro
e la diffusione della musica jazz e tà italiane; anche ora che l’organico corpo docente, nonostante la crisi: si
siano un punto di riferimento per si è più che raddoppiato, tra tutti i lavora con risorse ulteriormente limi-
tutti coloro che si vogliono avvicina- docenti regna un clima di amicizia tate rispetto alle predecenti edizioni,
re alla musica. I risultati si possono e complicità, condiviso anche dallo e gli stessi allievi probabilmente non
vedere già nella rassegna di concerti staff degli organizzatori, e questo si hanno più la disponibilità economica
che quotidianamente si affiancano ai riflette anche sugli allievi, che perce- che permetteva loro di iscriversi sia ai
corsi, con ex allievi che, nonostante piscono un’atmosfera rilassata e di- seminari invernali che a quelli estivi,
la giovane età, sono ormai profes- vertita; forse c’è un po’ meno rigore anche per più anni consecutivi».
sionisti affermati. In quest’edizione rispetto ad altre scuole, ma sicura-
vedremo esibirsi il contrabbassista mente l’approccio alla musica è ot-
Sebastiano Dessanay, il trombettista timo: durante i dieci giorni del corso
Fulvio Sigurtà, vincitore del Top Jazz gli insegnanti e gli allievi trascorrono nella foto: il manifesto della prima
Giovani di Musica Jazz». l’intera giornata insieme, si crea una edizione di Nuoro Jazz

IN BREVE

Seminari estivi di Siena Jazz Orsara Jazz Workshop


Dal 24 luglio al 7 agosto Da 30 luglio al 4 agosto
sienajazz.it www.orsaramusica.it
L’alta formazione di Siena Jazz – anche in virtù La piccola Orsara, circa tremila abitanti sulle pendici
della recente “promozione” ufficiale a Università dei monti Dauni, in provincia di Foggia, grazie alla
– rappresenta un unicum nel panorama formativo longevità del suo festival ha saputo negli ultimi
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÁ CULTURALI REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA italiano: i corsi estivi di perfezionamento musicale non anni consolidarsi come una delle maggiori realtà
PROVINCIA DI PORDENONE COMUNE DI PORCIA FRIULADRIA CRÉDIT AGRICOLE
FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI UDINE E PORDENONE si sottraggono a questa regola. Intanto, per l’alto livello nell’offerta didattica estiva per quanto riguarda il jazz
ASSOCIAZIONE AMICI DELLA MUSICA “SALVADOR GANDINO” PORCIA
con il patrocinio di: COMUNE DI PORDENONE richiesto agli allievi (diploma di Conservatorio, in jazz o - e leader nel sud Italia - grazie a un cast di docenti di
classica e/o documentazione di attività concertistica), livello internazionale. L’edizione 2012 - sempre con la
23° CONCORSO INTERNAZIONALE poi per l’altissimo livello dei docenti, metà italiani e direzione di Lucio Ferrara - offre una masterclass di Jerry
metà internazionali: fra i molti, Avishai Cohen, Marco Bergonzi (“Inside improvvisation”) e altre con Antonio
“CITTÀ DI PORCIA”
Tamburini, Jeremy Pelt, Achille Succi, Greg Osby, Ciacca, Rachel Gould (per il canto), Steve Kirby e Greg
5 10 Novembre 2012 Maurizio Giammarco, Pietro Tonolo, Stefano Battaglia, Hutchinson (su ritmica e interplay). Prima edizione per
Franco D’Andrea, John Taylor, Lionel Loueke, Steve il corso di composizione e arrangiamento di Michele

TUBA Cardenas, Furio Di Castri, Anders Jormin. E infine per


l’impostazione didattica: ogni giorno il “menù” prevede
Corcella. Buone le opportunità per gli allievi migliori:
la New York Experience permetterà ad alcuni di essi
Membro della F.M.C.I.M. due lezioni di musica d’insieme e due di tecniche di esibirsi nella big apple nell’ambito degli Italian Jazz
Direzione Artistica: Giampaolo Doro
dell’improvvisazione applicate al proprio strumento. In Days 2012 (in autunno); la partnership con la canadese
Possono partecipare i nati dopo il 01.01.1980. più, Armonia (con Tomaso Lama), Analisi delle forme Manitoba University vale invece due borse di studio per
Le domande di iscrizione devono pervenire entro il 22 Settembre 2012.
(con Stefano Zenni) e Storia del jazz (con Francesco l’estate 2013. Prevista anche la Borsa di Studio Cantina
Martinelli), per la parte teorica. L’organizzazione ormai Bentivoglio 2013, che consentirà ad un gruppo di allievi
Per informazioni scrivere o telefonare a: rodata consente di formare ben 68 gruppi di musica di esibirsi nella primavera 2013 in tre concerti con
Associazione Amici della Musica “Salvador Gandino” d’insieme, 34 per ogni settimana di corso, permettendo ingaggio nel prestigioso jazz club bolognese.
via Cartiera 20 33080 Porcia (PN) ad ogni studente (i posti disponibili sono 120), di
tel./fax +39 0434 590356 cell. +39 335 7814656 partecipare a quattro gruppi diversi.
ass.gandino@iol.it www.musicaporcia.it
PECIALE CORSI E CONCORSI 27

CHIETI IN BREVE
Il concerto finale
dell’edizione 2010 Due Laghi Jazz Workshop
(Camerastylo photo) Dal 25 al 29 agosto
www.jazzfest.it/workshop
Anno undici per il workshop valsusino, organizzato da Arsis e dal
Jazz Club Torino, cresciuto anche grazie a importanti partnership
transnazionali (la Swiss Jazz School di Berna, la Haute École de Jazz de
Suisse Romande di Losanna e il Dipartimento di Jazz dell’Universität für
Musik di Graz). L’edizione 2012 conferma il corso di ensemble e aggiunge
all’offerta il corso di vibrafono, tenuto da Thomas Dobler. Fra i docenti,
Tiziana Ghiglioni, Robert Bonisolo, Aldo Zunino, Sangoma Everett,
Valerio Signetto. I corsi di musica d’assieme saranno coordinati da Luigi
Tessarollo.

Far pratica in bottega Umbria Jazz Clinics


Dal 3 al 15 luglio
I corsi organizzati dalla SIdMA si concentrano sul fare musica umbriajazzclinics.it
Confermano la loro formula – dopo la riduzione dei posti disponibili dello
scorso anno: 210 – le Clinics di Umbria Jazz dirette da Giovanni Tommaso,
NICOLÒ POZZI sempre con il Berklee College of Music (che anche quest’anno stanzierà
cinquantamila euro per borse di studio). Sei le classi (batteria, chitarra,

G
iunti all’ottava edizione, i seminari di Chieti in riunisce e si comincia subito a provare con l’orchestra, contrabbasso/basso elettrico, piano, sax, tromba, voce e songwriting),
Jazz, promossi dalla SIdMA (Società Italiana di la SIdMA Jazz Orchestra, una vera e propria big band 460 euro il costo.
Musicologia Afro-Americana) e finanziati dalla costituita ogni anno da elementi stabili e dagli allievi del
Fondazione Carichieti, si stanno affermando come una corso orchestrale. L’orchestra è di livello professionale e Mitteleuropean Jazz Academy
delle realtà più interessanti nel panorama della didattica chi si iscrive al corso ha occasione di poter lavorare su Merano, dall’11 al 15 luglio
jazz in Italia. Merito di un’impostazione originale che pri- tutto ciò che riguarda la pratica d’orchestra: dalla lettura www.meranojazz.it
vilegia l’acquisizione di competenze pragmatiche, mirate a prima vista allo sviluppo del senso dinamico e timbri- Undicesima edizione per i corsi diretti da Franco D’Andrea, con un corpo
alla realizzazione e all’esecuzione di lavori completi, piut- co, dai rapporti tra solista e organico, sino alla capacità docente misto italiano e germanofono con, fra gli altri, Bernd Hess,
tosto che il concentrarsi su nozioni di carattere teorico. di seguire e riprodurre le intenzioni di un direttore. Si Roman Hinteregger, Helga Plankensteiner, Martin Ohrwalder, Franta
Nessun corso di strumento: i seminari - in programma dal lavora intensamente, anche sette ore al giorno, perché il Uhlir, Adrian Mears, Michl Lösch, Robert Bonisolo e Riccardo Zegna
27 al 30 settembre e dal 18 al 21 ottobre - prevedono, in- tutto è mirato ad una produzione effettiva, al concerto (questi ultimi due new entries). Perla dell’edizione 2012 è la presenza
vece, tre percorsi specifici: un corso di Arrangiamento e finale che si tiene nei teatri di Chieti». come resident artist del batterista Bobby Previte. Lo stesso D’Andrea sarà
Composizione Jazz, uno di Formazione orchestrale e uno C’è poi il corso di Musicologia e Giornalismo Jazz. protagonista di una masterclass per allievi diplomati – o comunque esperti
di Musicologia e Giornalismo jazz. «La nostra intenzio- «Sì, tenuto da Stefano Zenni e Luca Bragalini. È un – dedicata agli “Elementi tematici nell’improvvisazione”. Confermata dopo
ne - dichiara Roberto Spadoni, docente, insieme a Bruno corso unico nel suo genere perché si concentra sul reper- il successo dell’anno passata l’esperienza del “Teens’ corner”, musica
Tommaso, del corso di Arrangiamento e Composizione e torio afroamericano, sviluppando argomenti che vanno d’assieme per giovanissimi, dai dieci anni in su.
del corso di Formazione orchestrale - era di costruire un dalle tecniche di scrittura di una recensione, all’organiz-
seminario diverso dalla norma, e per quanto ne sappiamo zazione e attuazione di una conferenza, fino alla compi- Premio internazionale Lucca Jazz Donna
è unico in Italia e forse anche in Europa. Non proponiamo lazione o consultazione ragionata di una discografia». Entro il 14 luglio
lezioni teoriche di tecnica di composizione o arrangia- A chi sono diretti i corsi? www.luccajazzdonna.it.
mento, come quelle che si possono fare in Conservatorio. «Sono di livello medio-alto, per cui sono diretti a per- Si chiudono il 14 luglio le iscrizioni alla quinta edizione del Premio
L’idea era quella di lavorare in una sorta di bottega arti- sone che hanno già capacità di scrittura musicale o di internazionale Lucca Jazz Donna per la migliore formazione esordiente
giana seguendo gli studenti passo a passo nella stesura di scrittura di saggi o articoli. Molta dell’utenza proviene di jazz al femminile, nell’ambito del Festival Lucca Jazz Donna. Il
partiture per grande orchestra o per combo allargato». da conservatori o dai Dams sparsi in Italia. Inoltre i corsi contest è riservato a formazioni jazz il cui leader sia una donna. La
Come è organizzato il seminario? sono riconosciuti da numerosi conservatori e università e formazione può prevedere musicisti uomini, anche se verranno comunque
«Il seminario è diviso in due tranche. Nel primo in- valgono come crediti formativi universitari». privilegiate formazioni prevalentemente femminili. Per partecipare alle
contro vengono pianificati i lavori dei singoli partecipan- Oltre ai corsi sono previste attività collaterali? selezioni, occorre inviare un demo: la giuria sceglierà cinque finalisti. Alla
ti e si procede ad una prima stesura. I lavori sono poi «Ogni anno alle lezioni vengono accostati concerti e formazione vincitrice, la pubblicazione del cd.
ultimati durante le tre settimane di sospensione, con la masterclass. Quest’anno sarà la volta di Bruno Tomma-
possibiltà di essere seguiti dai docenti via mail o via te- so, al quale è stata commisionata anche un’opera origi-
lefono per risolvere eventuali nodi. Dopo la pausa ci si nale che verrà eseguita in prima assoluta».
28 giugno 2012

concorsi corsi
CANTO del mare” ad Ancona, luglio 2012. Info: PIANOFORTE ARCHI Fiesole (FI), A.A. 2012-2013. Scuola di
Associazione Adriatico Mediterraneo, Musica di Fiesole, Corsi speciali. Violino:
www.adriaticomediterraneo.eu Cusano; violino, concorsi internaziona-
8-10/6/2012. 18° Concorso per can- 20/7/2012. Concorso internazionale 30/6/2012. 1° Concorso pianistico Atri (TE), agosto 2012. 13° Festival li: Vernikov, Makarova; violino di spalla:
tanti lirici “Giulietta Simionato” e Pre- di composizione “Francesco Siciliani” a internazionale “Torre Ratti” a Borghetto Internazionale dei Duchi d’Acquaviva, Borrani; viola: Farulli; violoncello: Gut-
mio Metropolitan per il miglior cantan- Perugia. Aperto a composizioni per coro di Borbera (AL), luglio 2012. Info: L.A. Masterclass. Violino: Rogliano (8-13/8), man; contrabbasso: Bocini; masterclass
te italiano ad Alice Bel Colle (AL). Info: con o senza organo, su testo obbligato. School of Arts, www.laschool.it Bieler (24-31/8); Violoncello: Kliegel di violino: Accardo; quartetto d’archi:
mkessick@libero.it Info: Fondazione Perugia Musica Clas- 6/8/2012. 28° Concorso internazio- (24-31/8). Info: 0858709399, www. Nannoni; masterclass di quartetto d’ar-
15/7/2012. 17° Concorso internazio- sica, 0755722271, www.perugiamusica nale “Valsesia Musica”, sezione piano- amicidellamusica2000.it chi: Quartetto Casals, Quartetto di Cre-
nale per cantanti lirici “Spazio Musica” a classica.com forte, a Varallo (VC), 3-9/9/2012. Info: Biella, 22-26/7/2012. International mona, Quartetto Kuss. Info: 055597851,
Orvieto (TR), 21-23/7/2012. Info: www. 31/7/2012. 10° Concorso interna- Associazione Culturale Valsesia Musica, Cello Festival, Laboratorio formativo www.scuolamusica.fiesole.fi.it
spaziomusica.org zionale di composizione “Romualdo 0163560020, www.valsesiamusica.com sulla preparazione di giovani strumen- Gualdo Tadino (PG), 8-14/7/2012.
20/7/2012. 63° Concorso internazio- Marenco” a Novi Ligure (AL). Aperto a 5/10/2012. 16° Premio pianistico tisti alle audizioni e ai concorsi per le Accademia Musicale Sherazade, Cam-
nale di canto lirico “Gian Battista Viotti” composizioni per banda e per quartetto internazionale “Stefano Marizza” a Trie- orchestre sinfoniche e liriche. Docenti: pus estivi per bambini e ragazzi. Violi-
a Vercelli, 20-27/10/2012. Info: Segrete- di sassofoni. Info: 014376246, www.co ste, 22-24/2012. Info: Università Popo- Toso, Patria, Clerici. Info: www.musica no: Fabiani; violoncello: Lee; violoncello,
ria del Concorso, Società del Quartetto munenoviligure.gov.it lare di Trieste, 0406705206, cultura@ sullago.org metodo Suzuki: Brand. Masterclass, vio-
di Vercelli, 0161255575, www.concorso ottobre 2012. 8° Concorso naziona- unipoptrieste.it Bodio Lomnago (VA), 6-24/7/2012. lino: Volochine, Fabiani, Parazzoli; vio-
viotti.it le di composizione di musica per im- 30/7/2012. 3° Premio Franz Liszt per United Europe Chamber Orchestra, la: Briatore; violoncello: Pasceri, Chen,
magini “Lavagnino 2012” a Gavi (AL). pianisti-compositori a Bellagio (CO), 29- Corsi internazionali di alto perfezio- Lee; viola da gamba: Vazquez. Info:
Info: Orchestra Classica di Alessandria, 31/8/2012. Info: Festival di Bellagio e del namento. Violino: S. Mullaj, G. Mullaj. 0670613372, www.amsherazade.it
CHITARRA Lago di Como, www.festivaldibellagio.
3478006826, www.lavagninofestival.it Info: www.uecoimc.com Livorno, 26/8-8/9/2012. Livorno
com Brisighella (RA), luglio 2012. “La Music Festival, Masterclass. Violino:
31/8/2012. 45° Concorso internazio- Magia del Borgo. Chitarra e altro...”, Ceccanti, Berman; violino e preparazio-
nale di chitarra classica “Michele Pitta- JAZZ Masterclass e seminari. Violino: Rossi;
VARI ne audizioni per orchestra: Dinca; viola
luga - Premio Città di Alessandria”, 24- violino e musica da camera: Visentin; e preparazione audizioni per orchestra:
29/9/2012. Info: www.pittaluga.org 14/7/2012. Premio “Lucca Jazz Don- violoncello e musica da camera: Tenan. Mallozzi; violoncello: Ceccanti. Info:
na” per band emergenti a Lucca, ottobre 15/6/2012. 2° Concorso naziona- Info: 3335041116 www.livornomusicfestival.com
2012. Info: www.luccajazzdonna.it le di esecuzione musicale “Festival di Brunico (BZ), 15-24/7/2012. Acca- Lucca, agosto-settembre 2012.
CLAVICEMBALO
Bellagio”, 23-27/6/2012. Info: Festival demia di Musica Antica, “Musica alla Lucca Estate, Corsi internazionali di
di Bellagio e del Lago di Como, www. Corte di Dresda”. Violino barocco: perfezionamento musicale. Violino:
14/6/2012. 5° Concorso nazionale di ORGANO festivaldibellagio.com Ritchie, Dean; violoncello barocco: Vernikov (22-31/8), Volochine (2-9/9),
clavicembalo “Terzo Musica - Valle Bor- 28/6-4/7/2012. 10° Concorso inter- Veggetti. Info: 3489283941, www.alte- Makarova (2-9/9), Stuller (2-9/9), Ke-
mida” ad Acqui Terme (AL), 14/9/2012. 31/7/2012. 9° Concorso nazionale di nazionale per solisti e orchestra “Premio musik-bruneck.it selman (2-9/9), Company (2-9/9), Ros-
Info: www.terzomusica.it organo “San Guido d’Aquesana” ad Acqui Città di Padova”. Info: Agimus Padova, Castelnovo ne’ Monti (RE), 27/8- si (2-9/9); viola: Zemtsov (25-31/8),
Terme (AL), 5-7/9/2012. Info: www.terzo 3404254870, www.agimuspadova.com 11/9/2012. Istituto Studi Musicali Farulli (2-9/9); violoncello: Flaksman e
musica.it 30/6/2011. 2° Concorso nazionale Reggio Emilia, Summer School 2012. Ocic (23-30/8), Nannoni (3-10/9); con-
COMPOSIZIONE di musica antica “Maurizio Pratola” a Violino: Manara. Info: www.istituto trabbasso: Ragghianti (1°-8/9); Campus
L’Aquila, 14-16/7/2012. Info: Conser- peri.com estivo per giovani violinisti: Keselman,
20/6/2012. 3° Concorso internazio- OTTONI vatorio Alfredo Casella 3282950390, Cava de’ Tirreni (SA), agosto 2012 Mason (24-31/8). Info: 0583312052,
nale di composizione per orchestra gio- www.consaq.it (iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo www.scuolasinfonia.it
vanile “Bruno Maderna” a Treviso. Info: 22/9/2012. 23° Concorso interna- 30/7/2012. 5° Concorso internazio- Napoli, Corsi internazionali di perfezio- Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012. Ti-
CIDIM, 0668190648, www.cidim.it zionale “Città di Porcia”, sezione tuba, nale per direttori d’opera “Luigi Manci- namento musicale. Violino: Fiorini (17- cino Musica, Masterclass. Violino: Rizzi;
20/6/2012. Concorso di composi- 5-10/11/2012. Info: Ass. “Salvador Gandi- nelli” a Orvieto (TR), 17-19/8/2012. Info: 23/8), Tchakerian (19-22/8), Canci (24- viola: Schlichtig; violoncello: J. Goritzki.
zione per ensemble d’archi “Le musiche no” di Porcia (PN), www.musicaporcia.it www.spaziomusica.org 30/8), Grasso (24-30/8); viola: Mallozzi Info: www.ticinomusica.com
(17-23/8), Fiore (24-30/8); violoncello: Lugano (Svizzera), A.A. 2012-2013.
Noferini (17-23/8), Giganti (24-30/8); Conservatorio della Svizzera Italiana,
contrabbasso: Gaudiano (24-30/8). Info: nuove classi di violino. Docenti: Berman,

audizioni www.jacoponapoli.it
Città di Castello (PG), agosto-set-
tembre 2012. Corsi di perfezionamen-
Krylov, Sahatci. Info: www.conservato
rio.ch
Montepulciano (SI), giugno-ottobre
to musicale “Luigi Angelini”. Violino: 2012. Palazzo Ricci, Masterclass inter-
Chiarappa (31/8-7/9); viola: Rossi (20- nazionali. Violino: Mitchell, Urushihara;
26/8); violoncello: Persichilli (20-26/8). violoncello: Müller,-Hornbach, Rousi;
ARCHI OTTONI VARI Info: www.festivalnazioni.com contrabbasso: Engels, Barbé. Info: www.
Desenzano del Garda (BS), 2- palazzoricci.com
3-4/9/2012. Audizioni dell’Orche- 10-11/9/2012. Audizioni dell’Orche- ottobre 2012. Audizioni della Fonda- 8/7/2012 (iscr. entro 10/7). Master Monterubbiano (FM), 2-8/7 e 2-
stra della Svizzera Italiana per il ruo- stra della Svizzera Italiana per il ruolo di zione Arturo Toscanini per prima viola internazionale di alto perfezionamento 9/9/2012. Associazione Culturale Ite-
lo di violino di spalla. Iscrizioni entro primo corno 50% più fila da concordare. con obbligo della fila e terzo corno con musicale. Violino: Bron; viola: Ranieri, rkléos, Corsi musicali estivi. Violino:
11/6/2012. Info: www.orchestradella Iscrizioni entro 11/6/2012. Info: www. obbligo del primo corno e della fila. In- Balashov; violoncello: Monighetti. Info: Durante; violoncello: De Felice. Info:
svizzeraitaliana.ch orchestradellasvizzeraitaliana.ch fo: www.fondazionetoscanini.it www.associazioneintempo.com www.pianotrio.it

siamo
social &
mobile
il giornale della musica è anch
anche
he su twitter:
tter:
er: segui i n
nostrii tweet
eet
et ogni
og
og
gni
giorno. La nostra pagina fan su facebook ti permette di rimanere sempre aggiornatissimo,
issimo
iimo,
anche con il tuo smart phone, sui nuovi post del nostro sito giornaledellamusica.itusica
sica.it
(NEWS, BLOG, RECENSIONI...). Se sei un nostro abbonato e hai un tab ttablet
blet
goditi il giornale in PDF: non hai mai visto colori così belli e foto così nitide! de!
PECIALE CORSI E CONCORSI 29

Ortona (CH), agosto 2012. Abruzzo Ortona (CH), 30/7-5/8/2012. Abruz- Serra. Info: www.ticinomusica.com Cava de’ Tirreni (SA), 24-30/8/2012 DIREZIONE D’ORCHESTRA
Musica, Corsi estivi di perfezionamento. zo Musica, Corsi estivi di perfeziona- Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012. (iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo
Violino: Barrale (6-12/8), Spadano (8- mento. Arpa: Pierre. Info: www.abruzzo Ticino Musica, Opera studio internazio- Napoli, Corsi internazionali di perfe-
12/8); viola: Ranieri (6-12/8); violoncello: musica.it nale “Silvio Varvisio” su L’occasione fa il zionamento musicale. Chitarra: Cate- Atri (TE), 8-14/8/2012. 13° Festival
Berthold (9-13/8). Info: www.abruzzo Orvieto (TR), 19-31/8/2012. Spazio ladro di G. Rossini. Info: www.ticinomu mario. Info: www.jacoponapoli.it Internazionale dei Duchi d’Acquaviva,
musica.it Musica, Stages internazionali estivi. Ar- sica.com Fiesole (FI), A.A. 2012-2013. Scuola Masterclass. Direzione d’orchestra:
Portogruaro (VE), agosto 2012 (iscr. pa: Tironi. Info: www.spaziomusica.org Montepulciano (SI), giugno-ottobre di Musica di Fiesole, Corsi speciali. Chi- Rouits. Info: 0858709399, www.amici-
entro 14/7). Fondazione Santa Cecilia, Portogruaro (VE), 24-31/8/2012 (iscr. 2012. Palazzo Ricci, Masterclass interna- tarra: Borghese. Info: 055597851, www. dellamusica2000.it
Masterclass internazionali. Violino: entro 14/7). Fondazione Santa Cecilia, zionali. Canto: Kelling, Fassbender, Heyer, scuolamusica.fiesole.fi.it Montepulciano (SI), giugno-ottobre
Ganz, Grubert, Rabaglia (20-26/8); vio- Masterclass internazionali. Arpa: Sanzin. Branisteanu, Favaro-Reuter, Moser; arte Gualdo Tadino (PG), 8-14/7/2012. 2012. Palazzo Ricci, Masterclass interna-
la: Briatore (22-30/8); violoncello: Bronzi Info: www.festivalportogruaro.it scenica: Hampe, Uecker, Veh. Info: www. Accademia Musicale Sherazade, Cam- zionali. Direzione d’orchestra: Luig. Info:
(17-28/8), Gnocchi (24-31/8); contrab- palazzoricci.com pus estivi per bambini e ragazzi. Chitar- www.palazzoricci.com
basso: Hoock (23-30/8). Info: www.fe Montepulciano (SI), 25/7-5/8/2012. ra e orchestra di chitarre: Zucchetti. Info: Riva del Garda (TN), 28/7-2/8/
CANTO
stivalportogruaro.it Corso d’Opera a Palazzo Contucci. Tecni- 0670613372, www.amsherazade.it 2012. Musica Riva Festival, Masterclass.
Riva del Garda (TN), 25/7-1°/8/ ca vocale: Gimenez, Zajick; interpretazio- Livorno, 26/8-8/9/2012. Livorno Mu- Direzione d’orchestra: Karabtchevsky.
2012. Musica Riva Festival, Masterclass. Bologna, primavera-estate 2012. At- ne: Bartoletti; recitazione teatrale, tecni- sic Festival, Masterclass. Chitarra: Dyens. Info: www.musicarivafestival.com
Violino: Quarta. Info: www.musicariva- tività della Scuola dell’Opera Italiana: che del corpo e della maschera: Sparvoli. Info: www.livornomusicfestival.com Siena, luglio-agosto 2012. Accade-
festival.com bando di selezione per la preparazio- Info: 055214705, www.contucci.it Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012. mia Musicale Chigiana, Corsi estivi. Di-
Roma, ottobre 2012-giugno 2013. ne di ruoli per l’opera L’Olimpiade di J. Ortona (CH), 30/7-5/8/2012. Abruz- Ticino Musica, Masterclass. Chitarra: rezione d’orchestra: Gelmetti (periodo A
Accademia Internazionale Musicale di Mysliveček; masterclass in canto lirico; zo Musica, Corsi estivi di perfeziona- Micheli. Info: www.ticinomusica.com 27/7-7/8, periodo B 8-30/8). Info: www.
Roma, Corsi annuali di alto perfezio- Summer School per cantanti lirici, cor- mento. Canto lirico: Trombetta. Info: Portogruaro (VE), 26-31/8/2012 (iscr. chigiana.it
namento musicale. Violino: Fiorentini; si accademici, corsi on demand. Info: www.abruzzomusica.it entro 14/7). Fondazione Santa Cecilia,
violoncello: Očič. Info: www.aimroma. www.scuolaoperaitaliana.it Orvieto (TR), 18/8-1°/9/2012. Spa- Masterclass internazionali. Chitarra: Ban-
com Brisighella (RA), luglio 2012. “La zio Musica, Stages internazionali estivi. dini. Info: www.festivalportogruaro.it FISARMONICA
San Donato in Poggio (FI), 28/7- Magia del Borgo. Chitarra e altro...”, Canto lirico: Ravazzi. Info: www.spa- Siena, 4-28/7/2012. Accademia Mu-
4/8/2012. Chianti in Musica. Violino: Masterclass e seminari. Vocalità natu- ziomusica.org sicale Chigiana, Corsi estivi. Chitarra e
musica da camera: Ghiglia. Info: www. Atri (TE), 16-20/8/2012. 13° Festival
De Martini; viola: Ronchini; violoncello: rale, canto rinascimentale: Fusco. Info: Portogruaro (VE), 20-28/8/2012
Rudic. Info: www.chiantinmusica.it chigiana.it Internazionale dei Duchi d’Acquaviva,
3335041116 (iscr. entro 14/7). Fondazione Santa
Sermoneta (LT), luglio 2012. Cam- Masterclass. Fisarmonica: Anzellotti.
Brunico (BZ), 15-24/7/2012. “Musi- Cecilia, Masterclass internazionali. La-
pus Internazionale di Musica, Corsi Info: 0858709399, www.amicidellamu
ca alla Corte di Dresda”. Canto barocco: boratorio di canto: Desderi. Info: www.
di perfezionamento e interpretazione
COMPOSIZIONE sica2000.it
Podger; respiro e postura: Barknowitz. festivalportogruaro.it
musicale. Violino: Sirbu (5-14/7); con- Cava de’ Tirreni (SA), 17-23/8/2012
Info: 3489283941, www.alte-musik-bru Riva del Garda (TN), 25/7-2/8/2012.
trabbasso: Petracchi (9-21/7); tecnica (iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo
neck.it Musica Riva Festival, Masterclass. Canto: Livorno, 26/8-8/9/2012. Livorno
del contrabbasso: Vedeva (9-21/7); vio- Napoli, Corsi internazionali di perfezio-
Castelnovo ne’ Monti (RE), 27/8- Sighele. Info: www.musicarivafestival. Music Festival, Masterclass. Composi-
loncello e musica da camera: Filippini 11/9/2012. Istituto Studi Musicali Reg- namento musicale. Fisarmonica e ban-
com zione: Davies. Info: www.livornomusi-
(9-21/7); viola: Giuranna (15-23/7). Info: gio Emilia, Summer School 2012. Canto: doneon: Centazzo. Info: www.jacopo
Sermoneta (LT), 24-29/7/2012. cfestival.com napoli.it
www.campusmusica.it Bruson. Info: www.istitutoperi.com Campus Internazionale di Musica, Cor- Montepulciano (SI), giugno-ottobre
Siena, luglio-agosto 2012. Accade- Gualdo Tadino (PG), 8-14/7/2012.
Cava de’ Tirreni (SA), agosto 2012 si di perfezionamento e interpretazione 2012. Palazzo Ricci, Masterclass inter-
mia Musicale Chigiana, Corsi estivi. Violi- (iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo Accademia Musicale Sherazade, Ma-
musicale. Canto: Desderi. Info: www. nazionali. Laboratorio di composizione:
no: Belkin (19/7-10/8), Accardo (13-31/8); Napoli, Corsi internazionali di perfezio- sterclass. Fisarmonica: Fuccelli. Info:
campusmusica.it Trojahn. Info: www.palazzoricci.com
viola: Bashmet (9-21/7); viola e musica da namento musicale. Canto: Hadama (17- 0670613372, www.amsherazade.it
Siena, luglio-agosto 2012. Acca- Sermoneta (LT), 30/6-15/7/2012.
camera: Giuranna (13-31/8); violoncello: 23/8), Di Matteo (24-30/8); formazione demia Musicale Chigiana, Corsi estivi. Campus Internazionale di Musica, Cor-
Meneses (23/7-11/8), Geringas (17-31/8); al teatro lirico: Petrozziello (17-23/8). Canto: Kabaivanska (25/7-11/8), Bruson si di perfezionamento e interpretazione JAZZ
contrabbasso: Petracchi (8-23/8); quar- Info: www.jacoponapoli.it (17-31/8). Info: www.chigiana.it musicale. Composizione: Solbiati. Info:
tetto d’archi e musica da camera: Pichler Fiesole (FI), A.A. 2012-2013. Scuola di Stresa (VB), 27/8-6/9/2012. “Gio- www.campusmusica.it
(3-16/7). Info: www.chigiana.it Musica di Fiesole, Corsi speciali. Opera vani all’Opera”, Accademia di canto su Il Siena, 11-31/7/2012. Accademia Chioggia, 15-22/7/2012. Summer
Urbino, 20-29/7/2012. Corso inter- workshop: Desderi. Info: 055597851, barbiere di Siviglia di G. Rossini. Docente: Musicale Chigiana, Corsi estivi. Com- Jazz Workshop. Chitarra: Stuart; voce:
nazionale di musica antica. Archi: Scholz, www.scuolamusica.fiesole.fi.it De Carolis. Info: 032331095, www.stresa posizione Progetto Opera: Battiastelli, London; pianoforte: Holzman; batteria:
Montanari, Nasillo, Pandolfo, Chemin. Firenze, giugno-dicembre 2012. festival.eu Gindt. Info: www.chigiana.it Hirshfield; tromba: Lee; sassofono: El-
Info: www.fima-online.org Amici della Musica Firenze, Masterclass. Torino, 27/7-1°/8/2012. Europa lis; basso: Senni; teoria: De Palma. Info:
Canto musical, etnico, jazz: Nepon (15- Cantat, Festival di voci, atelier di diver- www.venetojazz.com
19/6); canto barocco: Feldman (30/11- si generi musicali, canto aperto e canto CORO Nuoro, 22/8-1°/9/2012. Seminari
ARPA
2/12). Info: amicimusica.fi.it libero. Info: 0115215808, www.ectorino estivi Nuoro Jazz. Contrabbasso: An-
Gualdo Tadino (PG), 8-14/7/2012. 2012.it dersen; musica popolare tradizionale:
Accademia Musicale Sherazade, Ma- Gualdo Tadino (PG), 8-14/7/2012. Angeli; tromba e flicorno: Fresu; canto
Cava de’ Tirreni (SA), 17-23/8/2012 Urbino, 20-29/7/2012. Corso in-
sterclass. Canto: Scicolone; officina vo- Accademia Musicale Sherazade, Campus jazz, laboratorio vocale e musica d’in-
(iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo ternazionale di musica antica. Canto:
estivi per bambini e ragazzi. Coro voci sieme: De Vito; canto jazz e laboratorio
Napoli, Corsi internazionali di perfe- cale: Galasso. Info: 0670613372, www. Quarta, Bertotti, Zanasi. Info: www.fi
bianche, giovani, adulti: Montes. Info:
zionamento musicale. Arpa e musica da amsherazade.it ma-online.org vocale: Antonini; sassofono e musica
0670613372, www.amsherazade.it
camera con arpa: Di Sapio, Simari. Info: Livorno, 26/8-8/9/2012. Livorno Mu- d’insieme: Tracanna; pianoforte, tastie-
www.jacoponapoli.it sic Festival, Masterclass. Canto: Custer. re e musica d’insieme: Cipelli; chitarra
CHITARRA
Montecatini Terme (PT), 4-14/7/ Info: www.livornomusicfestival.com DANZA e musica d’insieme: Lama; basso, con-
2012. Masterclass “Tuscan 2012”. Arpa: Lucca, 7-12/9/2012. Lucca Estate, trabbasso e musica d’insieme: Zanchi;
Turoni. Info: masterclass2012@libero.it Corsi internazionali di perfezionamen- Atri (TE), 17-23/8/2012. 13° Festival batteria, percussioni e musica d’insie-
Montepulciano (SI), giugno-ottobre to musicale. Canto: Niculescu. Info: Internazionale dei Duchi d’Acquaviva, Urbino, 20-29/7/2012. Corso inter- me: Fioravanti; tecnica Alexander e
2012. Palazzo Ricci, Masterclass inter- 0583312052, www.scuolasinfonia.it Masterclass. Chitarra: Battisti D’Ama- nazionale di musica antica. Danza: Spar- flauto: Parrucci; flauto, armonia e tec-
nazionali. Arpa: O’Brien. Info: www. Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012. Ti- rio. Info: 0858709399, www.amicidella ti, Baert, Gracio Moura, Della Camera. nica dell’improvvisazione: Frassetto;
palazzoricci.com cino Musica, Masterclass. Canto: Canetti, musica2000.it Info: www.fima-online.org arpa jazz e musica d’insieme: Carboni;
30 giugno 2012

orchestra laboratorio: Guarino; armo- Masterclass e seminari. Flauto: Valenti- Lucca, 3-10/9/2012. Lucca Estate, MUSICA DA CAMERA Desenzano del Garda (BS), 2-
nia jazz e corso monografico “Il jazz e ni; flauto dolce e traversiere: Columbro. Corsi internazionali di perfezionamen- 8/7/2012 (iscr. entro 10/7). Master
il Muro di Berlino”: Tommaso; storia Info: 3335041116 to musicale. Flauto: Ancillotti. Info: internazionale di alto perfezionamento
della musica jazz e corso monografico Brunico (BZ), 15-24/7/2012. Accade- 0583312052, www.scuolasinfonia.it Desenzano del Garda (BS), 2- musicale. Tromba: Rossi. Info: www.
“Tra popular music e jazz viaggiando mia di Musica Antica, “Musica alla Corte Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012. 8/7/2012 (iscr. entro 10/7). Master associazioneintempo.com
in treno”: Bragalini; seminario sul baile di Dresda”. Fagotto barocco: Agrell; oboe Ticino Musica, Masterclass. Flauto: internazionale di alto perfezionamento Fiesole (FI), A.A. 2012-2013. Scuo-
flamenco: Vicini, Grifoni; seminario di barocco: Helm; traversiere: Hantaï; flau- Bálint; oboe: I. Goritzki, Kwak; clarinet- musicale. Musica da camera: Quartetto la di Musica di Fiesole, Corsi speciali
fotografia jazz: Ninfa. Info: www.ente to dolce: Cavasanti. Info: 3489283941, to: Leister; fagotto: Meszaros. Info: www. di Cremona. Info: www.associazionein 2012-2013. Corno: Corti; masterclass
musicalenuoro.it www.alte-musik-bruneck.it ticinomusica.com tempo.com di tromba: Pierobon; masterclass di
Orsara (FG), 30/7-4/8/2012. Orsara Castelnovo ne’ Monti (RE), 27/8- Montecatini Terme (PT), 4-14/7/2012. Livorno, 26/8-8/9/2012. Livorno tromba e tromba barocca: Cassone.
jazz Workshop, Seminari internaziona- 11/9/2012. Istituto Studi Musicali Masterclass “Tuscan 2012”. Flauto: Rug- Music Festival, Masterclass. Musica da Info: 055597851, www.scuolamusica.
li di musica jazz. Sax: Bergonzi; canto Reggio Emilia, Summer School 2012. gieri. Info: masterclass2012@libero.it camera: Quartetto Klimt. Info: www. fiesole.fi.it
jazz: Gould; batteria: Hutchinson; chi- Flauto: Grossi; clarinetto: Meloni. Info: Montepulciano (SI), giugno-ottobre livornomusicfestival.com Firenze, 15-19/11/2012. Amici della
tarra: Ferrara; pianoforte: Ciacca; con- www.istitutoperi.com 2012. Palazzo Ricci, Masterclass inter- Lucca, agosto-settembre 2012. Musica Firenze, Masterclass. Tromba:
trabbasso: Kirby; composizione e arran- Cava de’ Tirreni (SA), agosto 2012 nazionali. Fagotto: Klütsch. Info: www. Lucca Estate, Corsi internazionali di Burns. Info: amicimusica.fi.it
giamento jazz: Corcella; masterclass su (iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo palazzoricci.com perfezionamento musicale. Musica da Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012.
“L’evoluzione degli standards: Ayroldi. Napoli, Corsi internazionali di perfezio- Monterubbiano (FM), 2-8/7 e 2- camera: Trio Tchaikowsky (23-31/8), Ticino Musica, Masterclass. Corno: Dall-
Info: www.orsaramusica.it namento musicale. Flauto e musica d’in- 9/9/2012. Associazione Culturale Masi (2-10/9). Info: 0583312052, www. mann; tromba: Läubin; tuba e pedagogia
Ortona (CH), 1°-5/8/2012. Abruzzo sieme con flauto: Kruzansky, Albanese Iterkléos, Corsi musicali estivi. Flauto: scuolasinfonia.it degli ottoni: Martin; ottoni bassi: Mar-
Musica, Corsi estivi di perfezionamen- (17-23/8); clarinetto: Arbonelli (24-30/8). D’Hollander, Flenghi; clarinetto: Scara- Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012. tin, Conti, Munnecom, Ghirlanda. Info:
to. Chitarra jazz, tecniche dell’improv- Info: www.jacoponapoli.it no. Info: www.pianotrio.it Ticino Musica, Masterclass. Musica da www.ticinomusica.com
visazione: Lama. Info: www.abruzzo Città di Castello (PG), agosto-set-
Ortona (CH), luglio-agosto 2012. camera con pianoforte: Koella. Info: Ortona (CH), 30/7-5/8/2012. Abruz-
musica.it Abruzzo Musica, Corsi estivi di perfe- www.ticinomusica.com zo Musica, Corsi estivi di perfeziona-
tembre 2012. Corsi di perfezionamen-
zionamento. Clarinetto: Travaglini (30/7- Montepulciano (SI), giugno-ottobre mento. Corno: Corti; sassofono: Di Bac-
Siena, luglio-agosto 2012. Seminari to musicale “Luigi Angelini”. Clarinetto:
5/8); flauto: Amenduni (31/7-6/8); labo- 2012. Palazzo Ricci, Masterclass inter- co. Info: www.abruzzomusica.it
estivi di Siena Jazz. Docenti: Cohen, Giuffredi (30/8-6/9); flauto: Marasco
ratorio ensemble di flauti: Rulli (2-5/8). nazionali. Musica da camera: Wiek, Leu- Riva del Garda (TN), 25/7-1°/8/
Pelt, Frahm, Giammarco, Zenon, Negri, (27/8-2/9). Info: www.festivalnazioni.
Info: www.abruzzomusica.it schner, Rousi, Urushihara. Info: www. 2012. Musica Riva Festival, Masterclass.
Loueke, Cecchetto, Lindner, Battaglia, com Orvieto (TR), 23-28/7/2012. Spa- palazzoricci.com Tromba: Pierobon. Info: www.musicari-
Rogers, Di Castri, Nemeth, Manzi, Desenzano del Garda (BS), 2-8/7/2012 zio Musica, Stages internazionali estivi. Monterubbiano (FM), 2-8/7 e 2- vafestival.com
Avital, Fioravanti, Martinelli, Lama (26- (iscr. entro 10/7). Master internazionale Flauto traverso barocco e classico: Rosso. 9/9/2012. Associazione Culturale Ite- Sermoneta (LT), 16-23/7/2012. Cam-
31/7); Tamburini, Blake, Tonolo, Osby, di alto perfezionamento musicale. Oboe: Info: www.spaziomusica.org rkléos, Corsi musicali . Musica da camera: pus Internazionale di Musica, Corsi di
Succi, Cardenas, Condorelli, Taylor, Romano; clarinetto: Beltramini. Info:
D’Andrea, Jormin, Dalla Porta, Harland,
Riva del Garda (TN), 25/7-1°/8/ Trio Dmitrij. Info: www.pianotrio.it perfezionamento e interpretazione mu-
www.associazioneintempo.com 2012. Musica Riva Festival, Masterclass.
Gatto, Leveratto, Fasoli, Zenni (2-7/8). Portogruaro (VE), 26-30/8/2012 sicale. Flauto: Graf. Info: www.campus
Fiesole (FI), A.A. 2012-2013. Scuola Flauto: Taballione; clarinetto: Palermo. (iscr. entro 14/7). Fondazione Santa Ce- musica.it
Info: www.sienajazz.it di Musica di Fiesole, Corsi speciali. Flau- Info: www.musicarivafestival.com cilia, Masterclass internazionali. Musica
to: Tonelli; oboe: Indermühle; clarinetto: Sermoneta (LT), 16-23/7/2012. Cam- da camera: Trio di Parma. Info: www.
LEGNI Riccucci. Info: 055597851, www.scuola pus Internazionale di Musica, Corsi di festivalportogruaro.it PIANOFORTE
musica.fiesole.fi.it perfezionamento musicale. Flauto: Graf. Roma, ottobre 2012-giugno 2013.
Gualdo Tadino (PG), 8-14/7/2012. Info: www.campusmusica.it Accademia Internazionale Musicale di
Atri (TE), agosto 2012. 13° Festival Accademia Musicale Sherazade, Ma- Siena, luglio-agosto 2012. Accade- Atri (TE), agosto 2012. 13° Festival
Roma, Corsi annuali di alto perfeziona- Internazionale dei Duchi d’Acquaviva,
Internazionale dei Duchi d’Acquaviva, sterclass. Flauto: Lombardi; clarinet- mia Musicale Chigiana, Corsi estivi. mento musicale. Musica da camera: Ars
Masterclass. Flauto: Persichilli (17-23/8); to: Di Tullio; oboe: Marino. Info: Clarinetto: Carbonare (3-21/7); flauto: Masterclass. Pianoforte: Indjic (8-13/8),
Trio di Roma. Info: www.aimroma.com
oboe: Zoboli (14-18/8); clarinetto: Ro- 0670613372, www.amsherazade.it Gallois (16-28/7). Info: www.chigiana.it Cappello (19-22/8), Iannone (20-25/8).
Sermoneta (LT), 25-30/6/2012. Cam-
denhäuser (8-14/8); fagotto: Zucchiatti Livorno, 26/8-8/9/2012. Livorno Mu- Urbino, 20-29/7/2012. Corso inter- Info: 0858709399,www.amicidellamu
pus Internazionale di Musica, Corsi di
(23-27/8). Info: 0858709399, www.amici sic Festival, Masterclass. Flauto: Larrieu; nazionale di musica antica. Fiati: Bernar- sica2000.it
perfezionamento e interpretazione mu-
dellamusica2000.it clarinetto e preparazione audizioni per dini, Marsh, Bagliano, Carrilho, Scoppola, Bodio Lomnago (VA), 6-24/7/2012.
sicale. Musica da camera con pianoforte:
Brisighella (RA), luglio 2012. “La orchestra: Riccucci. Info: www.livorno Form, Gatti, Melendez, Toet, Papasergio. United Europe Chamber Orchestra,
Canino. Info: www.campusmusica.it
Magia del Borgo. Chitarra e altro...”, musicfestival.com Info: www.fima-online.org Corsi internazionali di alto perfezio-
Sion (Svizzera), 11/7-15/8/2012
namento. Pianoforte: Palumbo. Info:
(iscr. entro 15/3). Accademia Tibor Var-
www.uecoimc.com
ga, Masterclass. Musica da camera: Quar-
Cava de’ Tirreni (SA), agosto 2012
tetto Michelangelo. Info: 0041273226652,
(iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo
su NSE
A w A

www.amsion.ch
C

Napoli, Corsi internazionali di per-


O

cq w GRA
w GN

Trieste, A.A. 2012-2013 (iscr. entro


fezionamento musicale. Pianoforte:
ui .ed TU

31/8). Corsi di musica da camera della


st t. ITA

Scuola internazionale del Trio di Trieste. Margarius (17-23/8), Bellucci (27-30/8);


a it

Charles Rosen Pianoforte: De Rosa, Miodini; violino: musica da camera con pianoforte: Masi
(17-23/8). Info: www.jacoponapoli.it
Zanettovich, Rabaglia; violoncello: Bron-
Le forme-sonata zi. Info: www.uwcad.it
Urbino, 20-29/7/2012. Corso inter-
nazionale di musica antica. Musica da ca-
Città di Castello (PG), 23-29/8/2012.
Corsi di perfezionamento musicale “Lui-
gi Angelini”. Pianoforte: Risaliti. Info:
mera: Quarta, Bernardini, Gatti, Nasillo, www.festivalnazioni.com
Form, Bagliano, Carrilho, Baiano, Togni, Fiesole (FI), A.A. 2012-2013. Scuo-
Vrenna. Info: www.fima-online.org la di Musica di Fiesole, Corsi speciali.
Pianoforte: De Maria, Lucchesini, Virsa-
ladze; musica da camera con pianofor-
ORGANO te: Canino, Gutman, Lucchesini, Trio
di Parma, Vernikov. Info: 055597851,
www.scuolamusica.fiesole.fi.it
Sion (Svizzera), 11/7-15/8/2012 Firenze, novembre 2012. Amici della
(iscr. entro 15/5). Accademia Tibor Var- Musica Firenze, Masterclass. Pianoforte:
ga, Masterclass. Organo: Phillips. Info: Lonquich (23-25/11). Info: www.amici
0041273226652, www.amsion.ch musica.fi.it
Gualdo Tadino (PG), 8-14/7/2012.
25,00
00

OTTONI Accademia Musicale Sherazade, Cam-


472, € 25

pus estivi per bambini e ragazzi. Piano-


forte, primi passi sulla tastiera: Merico.
pp. 472,
472

Atri (TE), 17-23/8/2012. 13° Festival Masterclass, pianoforte: Marini, Carbo-


Internazionale dei Duchi d’Acquaviva, nara; pianoforte e musica da camera:
i pp.

Masterclass. Corno: Hoeltzel (17-23/8). Mealli. Info: 0670613372, www.amshe


ti,
olllana Contrappunti,

Info: 0858709399, www.amicidellamu razade.it


Contrappun

sica2000.it Livorno, 26/8-8/9/2012. Livorno


Castelnovo ne’ Monti (RE), 27/8- Music Festival, Masterclass. Pianoforte:
11/9/2012. Istituto Studi Musicali Campanella. Info: www.livornomusicfe
Reggio Emilia, Summer School 2012. stival.com
Collana C

Ottoni e complessi bandistici: Pierobon. Lucca, agosto-settembre 2012. Luc-


Info: www.istitutoperi.com ca Estate, Corsi internazionali di perfe-
Col

Cava de’ Tirreni (SA), agosto 2012 zionamento musicale. Pianoforte: Bogi-
(iscr. entro 30/6). Accademia Jacopo no (23/8-1°/9), Delle Vigne (2-9/9). Info:
Napoli, Corsi internazionali di perfe- 0583312052, www.scuolasinfonia.it
zionamento musicale. Corno: Stagni Lugano (Svizzera), 15-28/7/2012.
Un grande classico dedicato a una delle strutture form
formali (17-23/8); sassofono: Salime (24-30/8); Ticino Musica, Masterclass. Pianoforte
fondamentali
ali della musica classica, in edizione comp
completamente tromba: Salza (24-30/8). Info: www.ja per accompagnatori: Koella. Info: www.
riveduta nel
el testo e nella traduzione. coponapoli.it ticinomusica.com
Città di Castello (PG), agosto-set- Lugano (Svizzera), 14-20/8/2012.
tembre 2012. Corsi di perfezionamento Accademia di Musica Frederic Chopin,
musicale “Luigi Angelini”. Sassofono: Corso internazionale di perfezionamen-
Mondelci (24/8-31/9); corno: Corti (2- to pianistico. Docenti: Longato, Balducci.
8/9). Info: www.festivalnazioni.com Info: www.filippobalducci.info
PECIALE CORSI E CONCORSI 31

Monterubbiano (FM), 2-8/7 e 2- relli, Corsi accademici di canto lirico,


9/9/2012. Associazione Culturale accompagnatore al pianoforte, canto
Iterkléos, Corsi musicali estivi. Piano- moderno, jazz, foniatria artistica, trucco
forte: Sampaolesi, Cervino. Info: www. teatrale, giornalismo. Docenti: Riccia-
pianotrio.it relli, Zingariello, Zappa, Jurman, Rea,
Ortona (CH), luglio-agosto 2012. Fussi, Dalla Palma, Bartoletti, Dessì. In-
Abruzzo Musica, Corsi estivi di perfe- fo: www.accademiainternazionaledello
zionamento. Pianoforte: De Berardinis spettacolo.org
(30/7-5/8), Capurso (7-12/8). Info: www. Magnano (BI), 9-17/8/2012. Corsi di
abruzzomusica.it musica antica a Magnano. Clavicordo e
Orvieto (TR), 28/7-3/8/2012. Spa- fortepiano: Brauchli; clavicembalo: Er-
zio Musica, Stages internazionali estivi. das; organo e continuo: Scandali; flauto
Pianoforte: Damerini. Info: www.spazio dolce: Démétriadès; violoncello barocco
musica.org e archi: Taccardi; canto e coro: Kiss; ghi-
Portogruaro (VE), agosto-settem- ronda: Karlen; musicologia e organolo-
bre 2012 (iscr. entro 14/7). Fondazione gia: Galazzo. Info: 3459108561, www.
Santa Cecilia, Masterclass internazionali. musicaanticamagnano.com
Pianoforte: Gamba (28/8-3/9), Lovato (18- Marina di Pietrasanta (LU), 20-
24/8), Miodini (20-25/8), Plano (21-28/8). 25/8/2012. Associazione Italiana Ko-
Info: www.festivalportogruaro.it dály per l’Educazione Musicale, Corsi
Riva del Garda (TN), 17-23/7/2012. su “La pedagogia della musica secondo
Musica Riva Festival, Masterclass. Piano- Z. Kodály”. Il solfeggio nella conce-
forte: Ciccolini. Info: www.musicarivafe zione kodályana: Nemes; metodologia
stival.com della didattica musicale: Bovero, Sap-
Rivoli (TO), 20-22/7/2012. “Pia- pa; principi di direzione corale: Sappa;
nisti e compositori a confronto”, Se- ascoltare, analizzare, elaborare, esegui-
minario con Emanuele Arciuli e An- re: Basevi; la danza a scuola: Baccan;
drea Rebaudengo. Info: 0119565213, repertorio per l’infanzia: Barbieri. Info:
educa@castellodirivoli.org www.aikem.it
Roma, ottobre 2012-giugno 2013. Ortona (CH), 30/7-5/8/2012. Abruz-
Accademia Internazionale Musicale di zo Musica, Corsi estivi di perfezionamen-
Roma, Corsi annuali di alto perfeziona- to. Seminario “Dal segno al suono”: De
mento musicale. Pianoforte: Bogino. Info: Berardinis (3 e 7/8); laboratorio di musica
www.aimroma.com contemporanea: Capurso (9-12/8). Info:
Roma, dicembre 2012-maggio www.abruzzomusica.it
2013. Scuola Popolare di Musica Donna Orvieto (TR), luglio-agosto 2012.
Olimpia, 17° Corso nazionale di didat- Spazio musica, Laboratori lirici per diret-
tica pianistica. Direttore: Fischetti. Info: tori d’orchestra, cantanti, registi, maestri
0658202369, www.donnaolimpia.it collaboratori. Opere allo studio: Così fan
San Donato in Poggio (FI), 28/7- tutte di W.A. Mozart e La Traviata di G.
4/8/2012. Chianti in Musica. Pianoforte Verdi. Info: www.spaziomusica.org
e musica vocale da camera: Cottica. Info: Portogruaro (VE), 27-30/8/2012
www.chiantinmusica.it (iscr. entro 14/7). Fondazione Santa
Sermoneta (LT), 24-30/6/2012. Cecilia, Masterclass internazionali. Pe-
Campus Internazionale di Musica, Cor- dagogia musicale: Vila. Info: www.festi-
si di perfezionamento e interpretazione valportogruaro.it
musicale. Pianoforte: Virsaladze. Info: Roma, 9-11/7/2012. “La didattica
www.campusmusica.it strumentale secondo la Music Learning
Siena, luglio-agosto 2012. Accademia Theory di Edwin E. Gordon”, Corso di
Musicale Chigiana, Corsi estivi. Piano- formazione per musicisti e insegnanti di
forte: Zilberstein (1°-14/8); pianoforte e musica e di strumento. Docenti: Alexan-
musica da camera con pianoforte: Lon- der, Apostoli, Borsacchi. Info: www.
quich (17-28/7). Info: www.chigiana.it aigam.org
Urbino, 20-29/7/2012. Corso in- Roma, ottobre 2012-aprile 2013.
ternazionale di musica antica. Tastiere: Scuola Popolare di Musica Donna Olim-
Baiano, Togni, Guglielmi. Info: www. pia, 21° Corso nazionale sulla metodo-
fima-online.org logia e pratica dell’Orff-Schulwerk. Do-
cente: Piazza. Info: 0658202369, www.
donnaolimpia.it
VARI
Roma, novembre 2012-maggio 2013.
Scuola Popolare di Musica Donna Olim-
Assisi, 15-28/7/2012. Pro Civitate pia, 10° Corso nazionale di musica in cul-
Christiana, Corso di musicoterapia. la. Direttore: Anselmi. Info: 0658202369,
Info: 075812288, http://musicotera www.donnaolimpia.it
piassisi.it Sermoneta (LT), 23-27/7/2012. Cam-
Bertinoro (RA), agosto-settembre pus internazionale di Musica, Corso-la-
2012. Scuola Musicale Dante Alighie- boratorio orchestrale per studenti dei
ri, Corsi estivi di alto perfezionamento. Licei Musicali. Docente: Vedeva. Info:
Docenti: Chen, Chiavacci, Ettorre, Fre, www.campusmusica.it
Kuzma, Marasco, Marta, Serra, Zanchet- Terni, 2-7/7-2012. Scuola Popolare
ta (musica classica); Baldassarri, Giardini, di Musica Donna Olimpia, “All’ombra
Montero, Piccinini, Torelli (musica anti- dell’Orff”, Corso estivo residenziale sulla
ca); Ghetti, Gualandi, Petretti (musica metodologia Orff-Schulwerk. Docenti:
jazz e moderna). Info: www.bertinoro Piazza, Paduano, Angeli, Camporea-
musica.it le, Dionisi, Galletti. Info: 0658202369,
Bolzano, 9-30/9/2012. Fondazione www.donnaolimpia.it
Gustav Mahler, Corsi di alto perfezio- Urbino, 20-29/7/2012. Corso in-
namento musicale. Info: 0471301712, ternazionale di musica antica. Musica
www.digitalmahleracademy.com medievale e rinascimentale: C. Caffagni,
Chiusi (SI), 21-26/8/2012. 5° Corso L. Caffagni, Fratelli; strumenti a pizzico:
estivo internazionale Jaques-Dalcroze. O’Dette, Squillante. Info: www.fima-
Docenti: Di Segni-Jaffé, Greenhead, Hil- online.org
le, Martinet, Oetterli, Gianadda, Loiaco- Varallo (VC), 21/8-1°/9/2012 (iscr.
no. Info: www.dalcroze.it entro 26/7). Valsesia Musica, Corsi di
Fiesole (FI), giugno-luglio 2012. alto perfezionamento musicale. Do-
Scuola di Musica di Fiesole, Laboratori centi: Balzani, Gallotta, Tarallo. Info:
estivi per bambini e ragazzi dai 5 ai 13 0163560020, www.valsesiamusica.
anni. Primo periodo 11-15/6, secondo 25- com
29/6, terzo 2-6/7/2012. Info: 055597851, Venaus (TO), 16-19/7/2012 (iscr. en-
www.scuolamusica.fiesole.fi.it tro 1°/7). Valsusa Musica, Corso base e
Latina, 25/7-2/8/2012 (iscr. entro di perfezionamento strumentale per fia-
6/7). Centro Musicale e Culturale, ti e campus per orchestra di fiati. Flauto:
Campus estivo Musica & Mare, Corso Manco; oboe: Finetto; clarinetto: Picat-
di formazione per giovani musicisti. In- to; sax: Bordini; tromba: Angotti; trom-
fo: www.cmclatina.blogspot.com bone: Viola; tuba: Smith; percussioni:
Lugnano in Teverina (TR), A.A. 2012- Paluselli; musica d’insieme: Bolciaghi.
2013. Accademia Internazionale dello Masterclass di clarinetto, docente: Stol-
Spettacolo - Fondazione Katia Riccia- tzman. Info: 0122505001.
03|10

C U LT U R E
t e mi l ib r i d i s c hi

Epidemia
contemporanea
Durante il suo tempo, Claude Debussy
non permetteva mezze misure: o si era
con lui o si era contro di lui; o si era
contagiati o si prendevano antidoti.
Oggi, nel 150° della nascita (era nato
il 22 agosto 1862), è sempre più chiaro che
la sua idea di musica ha fondato il futuro

Claude Debussy

ANDREA MALVANO

La storia di Claude Debussy Dopo la morte di Debussy, nel 1918, la Francia reagì
all’epidemia. Cocteau e il gruppo dei Six indicarono una
nel corso del Novecento è so- strada nuova, lastricata però di elementi tradizionali, e
l’avanzata della debussyste si placò per qualche tempo.
stanzialmente la storia di una Era quello il momento di sconfinare, di raggiungere nuovi
pubblici: esemplare il caso della Mer, che nel 1921 sbar-
malattia. Fu nella Parigi di ini- cava in Svezia e nel 1927 conquistava addirittura Tokyo.
zio secolo, difatti, che si diffu- Anche l’Italia entrava in contatto con il virus: basti pen-
sare all’apprezzamento di Arturo Toscanini per Debussy,
se l’incurabile morbo chiamato o al primato di Andrea Della Corte, che nel 1921 dalle
colonne della “Stampa” batteva anche le testate francesi
debussyste. C’erano degli untori, i cosiddetti pelléastres, nel recensire la prima edizione del Monsieur Croche.
e degli ascoltatori sani, che scongiuravano il malanno La vera propagazione della debussyste, però, avvenne
assumendo dosi massicce di Chabrier e Charpentier. In soprattutto nella seconda metà del Novecento. Tutti vi
mezzo niente: perché una malattia, o ce l’hai o non ce trovavano qualcosa capace di testimoniare l’avviamen-
l’hai. to di un nuovo percorso. Olivier Messiaen leggeva in
La prima conseguenza della debussyste era la specu- Debussy un modo inesplorato di trattare la modalità,
lazione intellettuale. Nel 1902 alla prima del Pelléas et Boulez sentiva in Jeux la prima concezione moderna del
Mélisande la platea si trasformò in una bolgia: risate bef- tempo musicale, Jean Barraqué individuava nella Mer
farde e ingiurie in platea, presso quella cerchia di ascol- la «nascita delle forme aperte», e decine di musicologi
tatori che non aveva voglia di iniziare un nuovo secolo; si spaccavano la testa per trovare il segreto di quelle ar-
applausi ed entusiasmo in galleria, dove c’erano i critici monie così dolci e insieme dissonanti. Il morbo aveva
più sensibili, quelli che avevano visto nella scrittura tutta infettato le scrivanie dei compositori e degli studiosi, che
parole non dette di Debussy la giusta reazione all’egemo- continuavano ad ammalarsi per analizzare un repertorio
nia del teatro wagneriano. La stessa situazione si verificò pieno di enigmi.
nel 1905 con La Mer: gli apprezzamenti vennero da chi Intorno alla fine del Novecento sono venute fuori le
era pronto per una musica che preferiva suggerire invece grandi operazioni musicologiche: nel 1985 il progetto,
che dire, mentre gli altri rimasero nascosti dietro al lapi- ancora in corso, di realizzare l’edizione critica dell’inte-
dario commento di Pierre Lalo (il critico del “Temps”): ro corpus debussysta per Durand-Salabert, la raccolta in
«Non vedo, non sento il mare». Ma il punto è che la SEGUE A PAGINA 34
gente, da subito, ne parlava; e ne parlava tanto. »
34 C U LT U R E | CLASSICA n.293, giugno 2012

DEBUSSY
» è fatta scappare l’occasione di riproporre il Pelléas con
SEGUE DA PAGINA 33 la direzione di Philippe Jordan, la Salle Pleyel ha affida-
un solo volume, completata solo nel 2005 per Gallimard, to una celebrazione a Myung-Whun Chung, e il Centre
di tutta la corrispondenza generale, e la fondazione nel “Claude Debussy” ha messo in piedi, all’inizio di feb-
1972 del Centre de Documentation “Claude Debussy”, braio, un convegno monografico a cui hanno partecipa-
dedito a sviluppare gli studi di settore. Tutte iniziative to studiosi da tutto il mondo. Anche altrove sono nate
dietro alle quali c’era lo zampino di François Lesure, il iniziative importanti: un convegno dedicato all’eredità
musicologo che ha dedicato tutta la sua vita a studiare un di Debussy all’Università di Montréal, diverse integrali
compositore all’apice del canone occidentale. dell’opera pianistica di Debussy (a Toulouse e Liegi, ad
Oggi è tempo di festeggiamenti. Centocinquant’anni esempio), e un disco davvero interessante, con Nathalie
meritano una bella festa. Ma tutto, naturalmente, si sta Dessay, che prevede addirittura quattro mélodies inedi-
svolgendo all’insegna della moderazione: senza tappeti te. Senza dimenticare, ovviamente, le proposte italiane,
rossi e squilli di trombe. Debussy, che nel 1903 aveva ri- come l’omaggio di Santa Cecilia (13 aprile), la maratona
fiutato di comparire sulla copertina del “Monde Musical” del Maggio Musicale Fiorentino, i 25 appuntamenti di
per garantirsi il privilegio di andare in giro senza essere MITO a lui dedicati in settembre a Torino e a Milano o
riconosciuto, probabilmente apprezzerebbe. l’integrale pianistica organizzata dal Teatro alla Scala in
Parigi è senza dubbio in prima linea: alla Cité de la dicembre...I medici ne sono certi: qualche ricaduta delle
Musique è già andata in scena un’interessante produzio- debussyste sarà inevitabile.
ne del Martyre de Saint-Sébastien, l’Opéra Bastille non si

DISCHI

Blechacz da Chopin a Estampes Alexei e Juliana

L e molte uscite discografiche del 150° (che vanno


dalla prestigiosa Debussy Edition della DG in 18 cd
alla riproposta di brani meno frequentati del repertorio)
suggeriscono interessanti, talvolta inediti percorsi
d’ascolto. Come quello volto a indagare le qualità
seminali dell’opera del compositore francese, l’apertura
di nuove strade nel vasto reame del timbro, nella
concezione del ritmo e del tempo, che le varie correnti
della musica d’arte dopo di lui percorreranno fino
Rafal Blechacz
in fondo giungendo spesso a esiti opposti. Debussy
(foto Alex Broede | DG)
come una specie di prisma, insomma, attraverso il
quale il grande corpus della tradizione occidentale

C on il suo successo al Concorso Chopin di


Varsavia nel 2005 Rafał Blechacz da un giorno
all’altro si è affermato come interprete ideale del
si scompone in tanti raggi coerentemente puntati in
direzioni divergenti. Si prestano a una lettura di questo
genere due nuove edizioni pubblicate nelle settimane
suo famoso connazionale. A tutt’oggi il pianista scorse: l’integrale dei Préludes di Alexei Lubimov per
26enne mantiene uno stretto legame con Chopin, Ecm e Hommage à Debussy (I vol., contenente Suite
evitando tuttavia di metterlo sempre al centro dei bergamasque, Pour le piano, Images I e II) eseguito da
suoi programmi. Per trovare il tempo necessario di Juliana Steinbach per la Genuin di Lipsia. Lubimov,
approfondire un ampio repertorio che va ben oltre oltre ai due libri dei Preludi propone (insieme all’allievo
il romanticismo evita di andare continuamente Alexei Zuev) la trascrizione per due pianoforti dei
in tournée: «Non vorrei dare più di quaranta o Tre notturni, firmata da Ravel, e del Prélude à l’après-
cinquanta concerti all’anno», dice Blechacz. Il suo midi d’un faune realizzata dallo stesso Debussy.
nuovo cd con interpretazioni brillanti di opere Con l’intento di «ricreare lo spirito libero dell’arte
di Claude Debussy e Karol Szymanowski, uscito debussyana, la sua natura di musica da eseguire
recentemente per l’etichetta Deutsche Grammophon, all’aria aperta», Lubimov ha cercato a lungo un
dimostra che si sta muovendo nella direzione giusta. suono speciale, trovando infine in due pianoforti (un
«La mia avventura con Debussy, di cui quest’anno Bechstein del 1925, dal suono trasparente e leggero,
festeggiamo i centocinquanta anni dalla nascita, e uno Steinway del 1913, risonante e sostenuto nei
è iniziata già molto tempo prima del Concorso pianissimi) i partner ideali. Anche il secondo progetto
Chopin. Mi ha reso più sensibile ai colori e alle nasce nll’ambito delle celebrazioni debussyane, e con
sfumature del suono. Anche Chopin e Szymanowski un occhio al futuro. La casa costruttrice di pianoforti
ci hanno dedicato molta attenzione». Come gli Blüthner, in segno di omaggio al compositore che
artistici romantici anche Blechacz ha sperimentato il più l’ha resa famosa nel mondo, ha chiesto a quattro
fenomeno della sinestesia che gli apre sempre nuovi giovani concertisti, tutti
orizzonti: «Mi aiuta tanto immaginarmi suoni come premiati dalla Fondazione
se fossero sfumature colorate».Secondo il pianista i Alfred Reinhold di Lipsia, di
colori esprimono non soltanto varie intensità sonore registrarne l’integrale delle
ma anche diversi stati d’animo. Interpretando la suite opere per pianoforte. La prima
Estampes di Debussy che fa anche parte del nuovo uscita è affidata a Juliana
album, Blechacz come un pittore impressionista Steinbach, che suona con
riesce a creare gradazioni cromatiche sottilissime calore e rigore, sostenuta da
grazie a un uso discreto del pedale di risonanza: un senso della struttura e da
«Ogni voce in Jardins sous la pluie ha un altro una capacità analitica che
colore. La tenera melodia argentea suonata dalla non possono non ricordare
mano destra ricorda le gocce di rugiada, mentre quall’intellettuale della musica
la mano sinistra fa nascere suoni completamente che è Pierre-Laurent Aimard,
diversi». del quale non a caso è stata
Corina Kolbe allieva. Isabella Maria
C U LT U R E | CLASSICA 35

Mistero, silenzio, Martyre Qualche partitura da scoprire

Nella collaborazione esemplare del 1911 con Gabriele D’Annunzio, il progetto Claude Debussy
di una parola e di una musica autonome, e insieme intimamente connesse Klavierwerke
Band I, II e III, Urtext
EMILIO SALA G. H ENLE VERLAG

N
on si può comprendere il Il legame di D’Annunzio con que- Martyre, le sue teorie «sulla musica di Images
senso di un progetto tea- sto retroterra drammaturgico è stato scena, che deve essere ben diversa dal série 1 e 2, Urtext
trale (ma anche antiteatra- giustamente messo in evidenza (tra vago brusio che accompagna in modo K ASSEL , B ÄRENREITER-VERLAG 2012
le) come quello del Martyre de Saint gli altri) da Silvana Sinisi che sottoli- generico i versi o la prosa, mentre do-
Sébastien di D’Annunzio e Debussy nea la presenza dell’Imaginifico nel- vrebbe far corpo, strettamente, col La fille aux cheveux de lin, extrait des
(1911) se non si tiene presente la la prefazione del Théâtre de l’âme di testo». Tale intima unione di piano Préludes, Premier livre
nuova “drammaturgia del silenzio” Édouard Schuré (1900), dove egli vie- testuale e piano musicale venne an-
(l’espressione è di Arnaud Rykner) ne citato – insieme a Villiers de l’Isle- che ribadita anche da D’Annunzio The little Shepherd, extrait de Children’s
che, soprattutto da Mallarmé in Adam, Péladan e Maeterlinck – come quando nella stessa primavera 1911 Corner
poi, si diffonde nella Parigi simbo- uno dei pochi spiriti eletti già indiriz- scrive al compositore: «Comme Séba- P ARIS , D URAND 2011
lista dei vari Villiers de l’Isle-Adam, zati ad operare nella direzione di un stien cloué à la Cithare [si veda la ter-
Maeterlinck, Péladan, ecc. Contro teatro «profondamente religioso» e za mansione, Le concile des faux dieux],
l’enfasi e l’iperpresenza del teatro
romantico-realista, tutto fondato
per molti versi esoterico. D’altronde
nella biblioteca del Vittoriale si con-
la Musique et le Drame crient: Nous
sommes Un!». Ma non bisogna pensa-
I l 150° anniversario della nascita di
Debussy è l’occasione per molte case
editrici di ripubblicare la sua musica. Tra le
sulla spettacolarità e sugli effetti del serva un esemplare di De l’androgyne re a un’unione fondata sulla fusione, proposte più interessanti, gli opera omnia
“grande attore”, in cui la musica di di Joséphin Péladan (1910) che D’An- bensì sul principio dell’autonomia reci- per pianoforte in tre volumi della Henle. I
scena funge da intensificatore emo- nunzio studiò attentamente durante proca fra gli elementi. Così, a parte le brani, ordinati in ordine cronologico, sono
tivo e da sismografo degli “eccessi”, la gestazione del Martyre e che contri- numerose discrasie e le discordanze preceduti da brevi presentazioni curate
il movimento simbolista vagheggia buì certo ad arricchire le connotazio- tra testo letterario e partitura, l’indi- in gran parte dal biografo di Debussy, François Lesure. Il primo volume si
un teatro diverso, fatto di assenza, ni efebiche del Santo interpretato en pendenza tra il discorso declamato apre con la Danse bohémienne, il più vecchio lavoro pianistico di Debussy,
di ombre, di mistero. Un teatro che travesti dalla “scandalosa” Ida Rubin- e quello orchestrale, emerge chiara- scritto a Firenze nel 1880 durante il suo primo soggiorno presso Madame
sia finalmente «ciò che deve essere, stein. Appare evidente che il “miste- mente nei brani che prevedono la so- von Meck; il terzo si chiude con i Douze Études, corredati da preziose
un prétexte au rêve» (così Pierre Quil- ro” dannunziano non nasce solo da vrapposizione di recitazione e musica indicazioni sull’esecuzione, seguiti da una breve pezzo di circostanza
lard nel 1891). Ecco allora la famosa un celebratissimo fantasma privato (a mo’ di mélodrame). In questi brani del 1915: Elégie. Particolarmente interessante la scoperta di pagine poco
messinscena del Pelléas et Mélisande («a 19 anni quando Febea [la giorna- Debussy indica soltanto il punto d’at- note come il Prélude aus “La Damoiselle élue”, che unisce le prime 47
di Maeterlinck che, realizzata da Lu- lista Olga Ossani] vedendomi nudo al tacco della recitazione che procede misure della cantata composta nel 1884, con la sezione finale dell’opera:
gné-Poe nel 1893, oltre ad aprire la tronco di un albero, nella selvetta pen- poi in modo del tutto libero e “paral- passaggi in origine puramente orchestrali, estratti dalla versione per canto
strada al celebre Théâtre de l’Œuvre, sile della Villa Medici, fra terrazza e lelamente” alla musica. La relazione e pianoforte. Poco conosciute anche le tre Images del 1894, che Debussy
dimostrò inscenabile una pièce con- Belvedere, esclamò: San Sebastiano!»), che si crea tra la parola e la musica non volle pubblicare e che precedono le due celebri serie di Images.
siderata da tutti “injouable”. Dunque ma affonda le sue radici nell’imma- è più simbolica che mimetica. Non Bärenreiter pubblica invece proprio le due serie di Images, in una
il “teatro ideale”, per dirla con Do- ginario teatrale simbolista e décadent a caso i “grandi gesti” o i clous dram- versione basata sulle più recenti analisi delle fonti e con una diteggiatura
rothy Knowles (si veda La réaction che ebbe in Parigi il suo principale matici, come Sebastiano che scocca la particolarmente raffinata, curata da Tamara Stefanovich, che sembra
idéaliste au théâtre depuis 1890), si luogo di formazione. Così, quando freccia nella Cour de lys o che scaglia tracciare indicazioni interpretative attraverso il diteggio, con una
poteva tentare: «Questo epiteto di D’Annunzio riparò a Parigi – prima- la Vittoria contro il mosaico lucente maniacale attenzione al legato tra accordi.
injouable aveva la sua origine nel vera 1910 – in fuga dai suoi creditori, nella terza mansione, non sono con- Infine Durand, storico editore di Debussy, propone dei comodi estratti
fatto che la pièce di Maeterlinck era il Saint Sébastien era in un certo senso trassegnati musicalmente (cosa assur- dall’opera completa. Anche se lo scopo non è didattico – in ottemperanza
completamente diversa da ciò che si lì ad aspettarlo. E benché il Vate giun- da in una logica “spettacolare”). Nel al dettato del compositore non ci sono diteggiature - le pagine più celebri
era abituati a vedere a teatro». Allo se a Debussy tardi (novembre 1910), Martyre, la musica non si interessa più e tecnicamente più semplici, come La fille aux cheveux de lin o The Little
stesso modo dovette pensarla De- dopo il rifiuto di Roger-Ducasse, di che tanto né della mise en scène né del Shepherd, possono essere acquistate singolarmente dai principianti che
bussy che, presente a quella celebre certo egli trovò nel Magister Claudius testo verbale: «La realité musicale est vogliono avvicinarsi poco alla volta al linguaggio di Debussy.
première, avrebbe fatto del Pelléas et un collaboratore ideale. toujours ailleurs», come ha scritto un Paolo Cairoli
Mélisande, nove anni dopo, un punto Si cita spesso il passo in cui De- grande esegeta di Debussy (Vladimir
di svolta anche del teatro lirico. bussy afferma di aver realizzato, nel Jankélévitch).
su NSE
A w AG
C
O

cq w RA

Collana i Diapason
w GN

ui .ed TU
st t. ITA
a it

Madeline Bruser
Ma
L’arte di esercitarsi
L’
Gu
Guida per fare musica dal cuore Lorenzo Ferrero
L
pp. 224, € 22,00
pp M
Manuale
Carlo Delfrati
Fondamenti d
di scrittura
Il libro
l che ha cambiato a
di pedagogia m
musicale
modo di pensare
il m musicale pp. 256, € 23,00
Novità
p
l’apprendimento della
l’a
tecnica musicale di migliaia
tec pp. 440, € 20,00
di studenti in tutto il mondo.
36 C U LT U R E | CLASSICA n.293, giugno 2012

ENCICLOPEDIE
Città di Imola
Assessorato alla cultura

Imola
Imola Summer Piano
ACADEMY&FESTIVAL
I E D I T I O N
ACCADEMIA PIANISTICA

INCONTRI COL MAESTRO


Pitagora, Ligeti e Varèse
Franco Scala
Suoni, forme, parole in una prospettiva matematica

La matematica, volume III


Suoni, forme, parole
Stefano Fiuzzi Leonid Margarius

Torino, Einaudi 2011, XXX-866 pp., € 110,00

R
imarrebbe deluso il lettore che, nell’affrontare
Jin Ju Boris Petrushansky le oltre ottocento pagine del terzo volume del-
l’opera enciclopedica La matematica. Suoni, forme,
parole, cercasse l’ennesima riproposizione del concetto
formalistico di armonia come criterio estetico unificante
Enrico Pace Vovka Ashkenazy il sapere matematico e il mondo dell’arte. In questo ricco
July 18 - 30, 2012 volume sui rapporti tra creatività artistica e matematica,
Boris Petrushansky
le tracce della fusione pitagorico–platonica dei concetti
di anima del mondo, regolarità del cosmo, armonia del
Anna Kravtchenko Piero Rattalino
mondo e anima dell’uomo sfumano in una visione com- tassellazioni di Chaim Goodman-Strauss ci porta dal re-
Vovka Ashkenazy
plessa del sapere: ordine, regole, simmetria, invarianze, gno apollineo dei poligoni regolari agli scenari dionisiaci
Vladimir Ashkenazy
bellezza non sono mete prefissate, ideali definiti ma il della indecidibilità.
SIGN UP! Special Guest Artist
Honorary President of Imola Piano Academy
frutto di una faticosa elaborazione teorico sperimenta- Rivolgo al lettore l’invito a una lettura completa: que-
www.accademiapianistica.org le che adattata, aggira, innova, intreccia i modelli della sto volume è un’occasione per avvicinarsi ai molteplici
Marco Boni DEADLINE June 15, 2012 Riccardo Risaliti
tradizione con pratiche, mezzi, tecnologie, saperi pro- interessi e alle aperture che le matematiche dimostrano
Presidente _ Fabio Roversi Monaco Direttore _ Franco Scala venienti dai campi più diversi e lontani: un bricolage verso la creatività in senso lato, dalle arti plastiche alle
Vice Direttore _ Stefano Fiuzzi Responsabile Progetto Cina _ Jin Ju Direttore Artistico _ Angela Maria Gidaro evolutivo che assimila, memorizza e scinde di continuo strategie del gioco degli scacchi.
formalizzazioni matematiche, processi creativi e inter- Angelo Orcalli
pretazioni critiche.
L’impresa editoriale curata da Claudio Bartocchi e
Piergiorgio Oddifreddi dà la misura della complessità del
nostro sapere attuale, e presenta in questa prospettiva di ESTETICHE
complessità anche le conoscenze acquisite del passato.
Il volume spazia dalla musica all’architettura, dalla let- Il sistema frammentario di Schoenberg
teratura medioevale alla matematica del linguaggio. Già
nel primo articolo, Musica e matematica dal Medioevo al Arnold Schoenberg
Rinascimento di Anna Maria Busser Berger, il mito del Ti- Il pensiero musicale
meo subisce uno scossone: la concezione boeziana delle ed. ted. Hartmut Krones & Nikolaus Urbanek,
proporzioni sembra essere stata meno significativa per la ed. e trad. it. Francesco Finocchiaro,
teoria musicale di quanto non lo siano stati i sistemi di prefazione di Maurizio Giani
misura e dell’aritmetica commerciale. La scelta di trattare R OMA , L’A STROLABIO 2011, 340 PP ., € 32,00
in ordine storico la parte dedicata alla musica è però for-
se troppo ambiziosa. È pressoché ignorata la teoria musi-
cale antica; l’articolo di Catherine Nolan, inoltre, polariz-
zato sostanzialmente sulle teorie armoniche di Rameau,
non offre al lettore un quadro articolato delle relazioni
tra acustica musicale, teoria di Fourier, analisi spettrale
dei corpi vibranti ed elettrologia, assi portanti dell’allean-
za tra musica e fisica-matematica di Otto e Novecento,
sviluppati nei grandi trattati di fisica (H. Helmholtz, D.
C. Miller, Lord Rayleigh, H. Bouasse) e nei manuali di
strumentazione, orchestrazione e di organologia e, per
il Novecento, l’articolo di Massimiliano Loncanto, indu-
giando sul ritornello della musica seriale (matematica-
mente marginale), manca l’occasione di dar conto della Dopo la Harmonielehre (1911), Schoenberg mise mano a più
vera irruzione delle matematiche nella musica operata da riprese a un vasto progetto sistematico che nelle sue inten-
zioni doveva indagare le leggi della composizione musicale,
Iannis Xenakis e assimilata poi da altri compositori (pro-
l’idea di pensiero musicale e i modi della sua presentazione.
cessi stocastici, teoria degli insiemi, algebra dei gruppi, Largamente manoscritto con una sezione dattiloscritta, que-
teoria dei giochi). Il lettore può trovare informazioni sulla sto “gigantesco frammento” è composto da quattro scritti
nozione di frattalità nelle composizioni di György Ligeti abbastanza rifiniti, oltre ad appunti e liste (come gli Appunti
o sull’influenza dei concetti architettonici di iperspazio per un lemmario). A parte l’edizione inglese (P. Carpenter &
S. Neff, Columbia University Press 1995) che non rispetta
in Edgar Varèse, benché appena accennate, nell’articolo la forma originaria dei contenuti schoenberghiani, in ante-
di Michael Frame sulle simmetrie di scala o in quello di prima l’Astrolabio dà alle stampe l’edizione critica del testo
Linda Dalrymple Henderson sulla quarta dimensione. I tedesco curata da Hartmut Krones e Nikolaus Urbanek con
punti di forza della parte musicale sono invece la sintesi l’edizione italiana a fronte, annotata, di Francesco Finoc-
chiaro. Il curatore italiano offre nell’introduzione un dotto
esemplare sul ruolo dei sistemi di elaborazione informa-
viatico al districamento delle questioni che pone l’opera: a
tica dei segnali audio data da Jean-Claude Risset, prota- partire da come si debba intendere il musikalischer Gedanke.
gonista in musica di una sperimentazione che dagli anni Avere a disposizione una fonte dell’estetica musicale di tale
Settanta ha investito ogni settore della ricerca artistica rilievo (come scrive Giani, anche se frammentaria, diffi-
audio-visiva, mutando profondamente l’ordine del sen- cilmente sopravvalutabile), frutto del lavoro di squadra di
diverse istituzioni italiane e straniere, è un’importante con-
sibile, e il contributo di Guerino Mazzola per una teoria quista.
topologica del gesto musicale, dove la padronanza del
formalismo matematico permette di scorgere intersezio- Benedetta Saglietti
ni (non vuote) con l’interpretazione esecutiva della musi-
ca. Se i paradossi acustici di Risset hanno inferto il colpo
di grazia alla mistica dei numeri armonici, il saggio sulle
Incontro Internazionale Di Giovani Musicisti
International Meeting Of Young Musicians
XXIX Edizione

“La natura “
della musica

d ; Tn
17
R va
Riv de
del Ga
g io ; 2 agos
17 lugl o to
G rda
t 2012
T
MASTERCLASSES
canto
singing MIETTA SIGHELE 25/07 ; 02/08/2012
canto
singing VERIANO LUCHETTI 25/07 ; 02/08/2012
pianoforte
piano ALDO CICCOLINI 17/07 ; 23/07/2012
violino
violin MASSIMO QUARTA 25/07 ; 01/08/2012
flauto
flute PAOLO TABALLIONE 25/07 ; 01/08/2012
clarinetto
clarinet CALOGERO PALERMO 25/07 ; 01/08/2012
tromba
trumpet MARCO PIEROBON 25/07 ; 01/08/2012
pianisti accompagnatori
piano accompanists MARCO BOEMI 24/07 ; 28/07/2012
direzione d’orchestra
orchestral conducting ISAAC KARABTCHEVSKY 28/07 ; 02/08/2012

WWW
WW.MUSICARIVAF
V ESTIVAL
V .COM
C

Provincia Regione Autonoma Comune


Autonoma di Trento Trentino-Alto Adige di Riva del Garda
38 C U LT U R E | CLASSICA n.293, giugno 2012

CONVEGNI

Musicologi dal mondo, nel tempo della crisi


Accademia di Santa Cecilia e Auditorium Parco della Musica organizzano a Roma dal 1° al 7 luglio il congresso dell’IMS, la Società Internazionale
di Musicologia, presieduta da Dinko Fabris: si resiste ai tagli finanziari nelle Università e si ragiona su indentità e culture

CARLA DI LENA

P
iù di un migliaio di parteci- ai canonici 5 anni ma è stato fatto da Brasile, Francia, Hong-Kong, Russia, di Chicago (“Rabindranath Tagore: ro congresso. E il problema dei costi
panti, dieci sessioni di lavoro tutti uno straordinario lavoro». Serbia e a scalare di seguito le altre Subversive songs for a transcultural riguarda anche gli studiosi che par-
parallele al giorno per un to- Per una volta una sede non uni- nazionalità con una esigua rappre- ‘Religion of Humanity’”). Due prolu- tecipano attivamente. Spiega Della
tale di 600 interventi: questi alcuni versitaria per il congresso. Abbiamo sentanza dei Paesi arabi. Ma su quale sioni nella cerimonia di apertura tra- Seta: «Il congresso si autofinanzia
numeri del 19° Congresso della So- chiesto ad Annalisa Bini, presidente tema si confronteranno i musicologi dizionalmente affidate a studiosi di interamente, il costo delle strutture
cietà Internazionale di Musicologia, del comitato organizzativo quale sia di tutto il mondo? Ci spiega Fabrizio altre discipline per aprire il dibattito è elevato, non è facile trovare degli
che si terrà a Roma al Parco della il ruolo dell’Accademia di Santa Ce- Della Seta, presidente del Comitato a tutto campo. Dopo di che hanno sponsor e le Università hanno meno
Musica dal 1 al 7 luglio 2012. L’ulti- cilia. Scientifico Internazionale: inizio dalla mattina del 2 luglio le mezzi per finanziare gli studiosi. In
ma volta in Italia era stata nel 1987, «L’Accademia, oltre ad essere un «È tradizione che il congresso dieci sessioni di lavoro parallele al un momento difficile come questo
a Bologna: ente di produzione musicale, è un sia incentrato su un tema principa- giorno: «Ci sono tre tipi di proposte, abbiamo avuto purtroppo delle ri-
«In quegli anni per la musicologia centro di ricerca, abbiamo in corso le necessariamente molto ampio e spiega Della Seta: tavole rotonde nunce».
eravamo considerati nazione emer- diversi progetti europei e l’attività generico per dare possibilità di es- con un panel di relatori che per mez- «Il Parco della Musica è una strut-
gente» ci spiega Dinko Fabris, da musicologica fa parte della nostra sere sviluppato in diverse direzioni. za giornata discute intorno ad un tura splendida che siamo lieti di far
quest’anno fino al 2017 presidente tradizione. Siamo ben felici di ospi- “Musics, Cultures, Identities” è il argomento attinente al tema princi- conoscere ai musicologi di tutto il
della Società Internazionale di Mu- tare il congresso, in collaborazione titolo nato da una mia idea iniziale pale; poi le “study session”, relazioni mondo – aggiunge Annalisa Bini
sicologia. «Oggi i musicologi italiani con Musica per Roma». e condiviso dal comitato scientifico. correlate tra di loro su un argomento – ma è una sede con costi elevati.
sono sparsi un po’ in tutto il mondo. Sulle novità di questa edizione Leggendo i libri di Francesco Remotti comune non necessariamente col- Abbiamo fatto di tutto per agevolare
È come se ci fossero due musicolo- 2012 Fabris sottolinea l’apertura a in cui viene lanciata l’idea controcor- legato al tema del congresso e poi i gli studiosi provenienti da zone disa-
gie italiane, quella interna bloccata musicologie minoritarie di grande rente di contestare la necessità del “free paper” proposti singolarmen- giate attraverso contributi di viaggio,
dalla burocrazia e quella che emi- interesse. concetto di identità, mi è sembra- te al comitato e raggruppati da noi sono previste borse di studio per stu-
gra all’estero e che quasi sempre si «Nel congresso avremo un inte- to interessante cogliere la sfida nel in modo omogeneo». Un ventaglio denti, convenzioni con le Università
afferma per grande qualità. Avere a ressante apporto dai Paesi dell’Ame- campo musicologico in cui questo molto variegato che ai molti aspet- e altro ancora. Certo la congiuntura
Roma il congresso internazionale è rica Latina, che si aggiunge ad una tema è molto sentito. Basti pensare ti legati al tema principale affianca che stiamo vivendo non ci ha aiuta-
una grande opportunità per la musi- significativa presenza dei Paesi del- agli studi sull’identità di genere o argomenti diversi. Dalla storiogra- to».
cologia italiana». l’Est europeo e dell’estremo Oriente, che rivendicano identità trascurate fia all’organologia e all’iconografia, Fra le attività collaterali la pre-
Una conseguenza della sua nomi- grazie all’opera del mio predecessore come quelle di tutta la musica che dallo studio della performance alle sentazione dell’edizione critica delle
na a presidente? Tilman Seebass». non appartiene alla tradizione d’arte problematiche della didattica, dalla opere di Francesco Cavalli edita da
«No, le due cose non sono col- Un po’ di cifre indicative: Italia e europea». etnomusicologia con focus su varie Baerenreiter e alcuni concerti offerti
legate. La candidatura dell’Italia è Stati Uniti sono in testa con circa un Ed è infatti proprio con l’inter- parti del mondo alla popular music. dall’Accademia di Santa Cecilia, da
stata presentata nel 2009 dopo la ri- centinaio di relatori ciascuna, Regno vento di Remotti “Le barriere delle Ma le sessioni del congresso, che si Musica per Roma, dal Conservato-
nuncia del Sud Africa, la proposta è Unito e Spagna con circa la metà, una identità e le reti delle somiglianze” svolgeranno prevalentemente in lin- rio di Santa Cecilia e dalle istituzioni
venuta da alcuni di noi coinvolgendo trentina dalla Germania, una ventina che si apre il congresso il 1° luglio, gua inglese, sono aperte al pubblico? culturali estere.
l’Accademia di Santa Cecilia e le tre da Argentina, Australia, Canada, affiancato da una studiosa di filosofia È previsto un biglietto d’ingresso ma
università romane. Abbiamo avuto Giappone; poco meno da Portogal- molto nota in tutto il mondo come il prezzo è molto elevato, dagli 80
meno tempo per preparare rispetto lo e Svizzera, una decina da Belgio, Martha C. Nussbaum dell’Università euro per un giorno ai 310 per l’inte-

abbonarsi a abbonamenti@edt.it | tel. 0115591831 (dal lunedì al venerdì 8,30-15,00)


tab_gdm_293
SÌ, SOTTOSCRIVO UN ABBONAMENTO
DATI PERSONALI DESIDERO INOLTRE RICEVERE:
ITALIA cognome e nome/rag. sociale* via e-mail la newsletter del “giornale della musica” con

via Pianezza 17, 10149 | TORINO fax 011 2307035


l’anteprima del numero in edicola
abbonamento postale 1 anno* € 14,00 indirizzo*
(CARTA+PDF) cap* località* prov.* via posta la newsletter con le novità musicali EDT
tel.
ESTERO La mia e-mail è* In qualità di nostro abbonato avrà la possibilità di usufruire
solo PDF online € 14,00 di un buono sconto del 15% su tutto il catalogo EDT. Per
professione*
Unione Europea 1 anno (CARTA+PDF) € 62,00 poter ricevere il suo codice promozionale da utilizzare sul
titolo di studio* nostro shop online (www.edt.it o www.lonelyplanetitalia.it)
resto del mondo (CARTA+PDF) € 77,00
data di nascita* la preghiamo di inserire il suo indirizzo e-mail in questo form.
Il codice promozionale le verrà inviato all’e-mail da lei segnalata.
sesso*
PAGAMENTO * dati obbligatori
La cedola compilata va inviata via posta o fax a:

Sezioni più lette nel giornale della musica:


allego assegno non trasferibile intestato a EDT srl voglio regalare questo abbonamento a:
CLASSICA JAZZ POP WORLD
allego fotocopia della ricevuta del versamento nome/cognome
sul ccp 17853102 intestato a “il giornale della musica” Pagine più lette nel giornale della musica: indirizzo
ATTUALITÀ PROFESSIONI CULTURA cap località prov.
pago con carta di credito e-mail
CartaSì Visa MasterCard IN QUALITÀ DI ABBONATO, HO DIRITTO
A 1 BOLLETTINO VIA E-MAIL:
n. Informativa Privacy - D.Lgs. n. 196/2003
Audizioni Cartellone Estero festival I suoi dati personali potranno essere utilizzati esclusivamente da EDT s.r.l. al solo scopo di
scad. informarla in futuro sulle novità editoriali e sulle relative iniziative commerciali utilizzando
L’abbonamento verrà attivato dal primo numero utile Concorsi di pianoforte Cartellone Estero lirica l’invio di documentazione elettronica e/o cartacee. Useremo a tal fine solo calcolatori
successivo dalla data di sottoscrizione della richiesta Concorsi di composizione Cartellone Italia elettronici e/o archivi cartacei affidati ad incaricati preposti alle operazioni di trattamento
finalizzate alla elaborazione e gestione dei dati. Il conferimento dei dati personali è
necessario per evadere la presente richiesta. Titolare del trattamento è EDT s.r.l. Via
Pianezza 17, 10149 Torino, tel 011.5591811 ovvero privacy@edt.it al quale, come prescritto
desidero fattura quietanzata TIMBRO e FIRMA L’abbonamento cartaceo a “il giornale della dall’art. 7, D.L. 196/2003, potrà scrivere per esercitare i suoi diritti, modificare ed even-
(riservato a enti e persone giuridiche) musica” dà diritto anche al gdmonline, tualmente cancellare suoi dati od opporsi al loro trattamento.
ovvero al giornale in formato PDF. Basta
P. IVA utilizzare il codice numerico che si trova DO IL CONSENSO NEGO IL CONSENSO

codice fiscale sull’etichetta postale e l’indirizzo e-mail


fornito all’atto della sottoscrizione. Per presa visione dell’informativa
(indicare anche se uguale alla P.IVA)
(firma)
C U LT U R E | CLASSICA 39

DIDATTICA
La musica proposta all’intelligenza dei piccoli

Christine H. Barden, Gayle Kowalchyk, E.L. Lancaster


Musica per piccoli Mozart
M ILANO , VOLONTÉ & C O S. R. L . 2011
G UIDA PER L ’ INSEGNANTE , 48 PP ., € 8,90
L IBRO DELLE L EZIONI 1° LIVELLO , 48 PP ., € 11,50
L IBRO DEI C OMPITI 1° LIVELLO , 48 PP ., € 11,50
L IBRO D ISCOVERY 1° LIVELLO , 48 PP . CON CD ALLEGATO ,€ 14,90
L IBRO DELLE L EZIONI 2° LIVELLO , 48 PP ., € 11,50
L IBRO DEI C OMPITI 2° LIVELLO , 48 PP ., € 11,50
L IBRO D ISCOVERY 2° LIVELLO , 48 PP . CON CD ALLEGATO , € 14,90

Si inizia consultando la Guida per l’insegnante e ci si accorge nitori di prendere parte alle lezioni e partecipare attivamente
subito della serietà e attualità dell’impianto didattico-meto- al processo di apprendimento.
dologico che sostiene tutta l’opera. Musica per piccoli Mozart è Con il Libro Discovery e nel cd ad esso allegato si ascolta,
direttamente importata dagli States e mette in luce i risultati si canta, si balla. In sostanza si muovono cervello e corpo
di anni di ricerca nel campo dell’insegnamento e, soprattutto, al ritmo delle musiche proposte: canzoncine di origine an-
dell’apprendimento della musica. Il sottotitolo è indicativo: glosassone – a dire il vero un po’ troppo conosciute e non
Giochi e avventure al pianoforte – e fin qui tutto normale – per sempre musicalmente interessanti – alternate ad ascolti su-
far emergere la musica in ogni bambino – qui sta il punto. Que- perfamosi quali l’incipit della Quinta di Beethoven piuttosto
st’ultima importante affermazione trova le sue profonde ra- che un Minuetto di Mozart. Ma questi due compositori sono
dici negli studi specialistici compiuti – soprattutto in America stati scelti per impersonare i simpatici protagonisti di tutto il
– da Jerome Bruner, psicologo cognitivo, Abraham Maslow, metodo ed è giusto dare loro lo spazio che si meritano. Nel
umanista e Howard Gardner, teorizzatore delle intelligenze secondo livello – anch’esso composto da tre libri – si per-
multiple e del pensiero musicale. Il confronto con le linee viene alla lettura delle note sul pentagramma e appaiono i
pedagogiche ed educative americane non può che costituire primi brani a tre parti: un pentagramma per l’allievo e due
un’irrinunciabile risorsa per svecchiare passate metodologie per il maestro. Anche le proposte musicali diventano più in-
e avvicinarsi a nuove realtà di apprendimento nelle quali teressanti: il Libro Discovery racchiude veramente un pozzo
anche i bambini italiani sono, per loro fortuna, immersi. di canzoni anche strutturalmente interessanti e nuovi autori
Nella guida si leggono all’inizio interessanti considerazioni classici, Bach, Schumann, Saint-Saëns.
sull’importanza della musica nella prima infanzia, sulle ca- Ogni livello può essere completato in 18-22 settimane per
ratteristiche evolutive dei bambini in età compresa dai 4 ai 6 cui, tenendo conto delle giuste interruzioni per le meritate va-
anni, sul ruolo dell’insegnante e dei genitori; si parla di ascol- canze, in circa un anno e mezzo di studio il novello pianista
to guidato e di abilità musicali: di intonazione, di canto, di potrà esser certo di possedere le capacità musicali essenziali
ritmo e movimento e anche… di tecnica alla tastiera. Sinora per soddisfare la sua esigenza di vivere la musica, soprattutto
sono stati pubblicati da Volonté & Co due livelli di studio. le competenze importantissime legate alla pratica di ascolto.
Ogni livello prevede 3 libri. Il Libro delle Lezioni rappresenta In seguito, potrà intraprendere gli studi conservatoriali o an-
un po’ il vecchio metodo classico: contiene i concetti musi- che semplicemente potrà comprendere meglio, mediante lo
cali di base esposti secondo un approccio molto tradizionale. sviluppo coerente del suo pensiero musicale, ciò che ascolta, le
Il tutto, però, è arricchito e attualizzato, oltre che da accatti- emozioni suscitate, l’importanza della musica nella società.
vanti disegni dei due simpatici personaggi che accompagna- L’ottimo lavoro d’équipe delle traduttrici ha italianizzato i testi

A
su SEG
C
no i bimbi nella loro avventura pianistica – Orso Beethoven con uno stile attuale e originalmente stuzzicante, rendendoli

cq w RA
N

w NA
e Topo Mozart – da accorgimenti didattici utili: il canto per veramente a portata dei bambini e di comoda consultazione

ui .ed TU
w G
sperimentare l’altezza dei suoni, proposte di accompagna- da parte di insegnanti e genitori e ha permesso di conservare

st t.i IT
a t A
mento pianistico, non banale, per tutti i brevi brani proposti, la forza espressiva nei testi ritmici della tante canzoni.
attenzione da subito all’indipendenza delle due mani. Henry-Louis de La Grange
Il Libro dei compiti se lo porta a casa il bambino, per lavo- Paolo Salomone
rarci e rafforzare i concetti presentati nel libro delle lezioni. Il
rinforzo avviene, non a caso, attraverso l’ascolto, la ripetizio-
Gustav Mahler
ne e tanti disegni da colorare, sempre in riferimento ai suoni La vita, le opere
ascoltati. Un po’ come nel famosissimo metodo Suzuki, an-
che qui il ruolo dei genitori – di chi si occupa del bambino a
casa – diventa fondamentale: gli autori raccomandano ai ge-

PARTITURE

Tutte le arie di Haendel


29,00
544, € 29 00

Georg Friedrich Händel


Arienalbum
544,
pp. 544

5 voll., a cura di Donald Burrows


ti, pp.

K ASSEL , B ÄRENREITER 2010, € 24,95


Contrappunti,
ontrappunti

Tutti i cantanti possiedono le classiche antologie di arie di


t

Puccini, Verdi o Mozart. Molto più rare sono quelle dedicate


lana C

a musicisti barocchi, penalizzati in partenza dalla difficoltà


Collana

di reperimento delle opere complete. Ma Haendel è ormai


divenuto un operista di repertorio a pieno titolo e una intera
Coll
Col

collana di arie tratte dalle sue opere non stupisce oggi più.
I cinque volumi curati da Donald Burrows si distinguono in
arie per Basso, Tenore, Contralto, Soprano in abiti maschili,
Soprano in abito femminili, e spaziano fra i titoli oggi più La vita, la
la carriera e l’instancabile attività
rappresentati (Rinaldo, Serse, Giulio Cesare, Ariodante, Ta- creativa
eativa di Gustav Mahler, il compositore
merlano) con l’aggiunta di qualche aria meno scontata. Ogni anche sul medesimo pentagramma. La prefazione, in inglese che
e più di ogni altro ha inciso sull’avvenire
volume contiene una ventina di arie, precedute quando pos- e tedesco, è dedicata inquadrare storicamente le singole ope-
sibile dal relativo recitativo. La parte pianistica (preparata da re prese in esame e a collocare drammaturgicamente la varie della musica moderna.
diversi collaboratori) pone una netta distinzione fra le parti arie, di cui si offre a parte il testo italiano affiancato dalla
orchestrali ridotte sulla tastiera (in note grandi) e i ripieni del doppia traduzione.
continuo (in note piccole), con minuziosa distinzione grafica Marco Beghelli
40 C U LT U R E | CLASSICA n.293, giugno 2012

DIVULGATORI

Gould television
In una prodigiosa collezione di 10 dvd, tutti i programmi e le interviste televisive del geniale pianista: c’è anche una parodia di Marlon Brando

Glenn Gould on Television

The Complete CBC Broadcasts 1954-1977


Sony (10 dvd)

T
ra il 1954 e il 1977 Glenn a coronamento prodotto da Gould caso assolutamente irrinunciabile: Tra le esecuzioni complete spic-
Gould comparve con rego- della monumen- con la collabora- perché ci fa capire, tra l’altro, come cano varie Sonate di Beethoven, il
larità negli studi televisivi di tale Glenn Gould zione di Judith Gould fosse un maestro del linguag- Concerto “Imperatore” (con Karel An-
Toronto: aveva esordito sul piccolo Edition su cd, ha Pearlman; negli gio verbale non meno che di quello cerl, per il centenario beethovenia-
schermo, ventiduenne, il 16 dicem- finalmente deciso altri dvd le esecu- musicale. Scrittore finissimo – ben lo no), emozionanti letture del Quintetto
bre 1954, suonando l’Allegro con brio di pubblicare nel- zioni trasmesse sa chi conosca il suo L’ala del turbine di Šostakovič, della Settima Sonata di
dal Concerto n.1 di Beethoven, un la sua integralità sono in molti casi intelligente – in questi documenti lo Prokof’ev, della Fantasia di Schoen-
anno prima che la ormai leggendaria in 10 dvd. Giova antologiche, inte- ascoltiamo dispensare rivelazioni an- berg con Yehudi Menuhin partner
registrazione delle Variazioni Gold- avvertire i lettori se come esempi che quando, sempre parlando a brac- d’eccezione, della Burleske di Richard
berg rivelasse al mondo il suo genio che non c’è solo offerti nel corso cio e sempre come un libro stampato Strauss, che Gould giudicava il mag-
e cambiasse radicalmente il modo di musica in questa delle conversazio- (avvertenza n. 2: i dvd sono solo in gior compositore del Novecento, con
pensare Bach alla tastiera; in seguito raccolta: due vo- ni (frammenti di inglese, senza sottotitoli), tratteggia la solita disarmante sincerità che gli
fu ospite fisso in varie trasmissioni, lumi sono dedicati Bach, Beethoven, con avvincente lucidità le tappe sa- aveva fatto affermare di non essere
e infine protagonista dei cicli Festival prevalentemente a interviste al pia- Schoenberg, Webern, Hindemith, lienti della musica moderna, ne de- interessato alla musica per pianoforte
e Musicamera, da lui ideati intorno nista canadese curate da Humphrey Casella, Richard Strauss), quando scrive le forme o sintetizza in poche (coerentemente, nel dvd n.9 esegue
a temi storico-musicali di rilievo (lo Burton, un terzo contiene il singolare non affidate ad altri interpreti in bra- limpidissime parole il valore estetico una propria trascrizione della Valse
sviluppo della variazione, l’anatomia film The Idea of North – ricostruzione ni che non prevedono in organico il delle opere più complesse; in coda raveliana, dopo aver spiegato la sua
della fuga, medaglioni su Beethoven e allegorica di un viaggio in treno da pianoforte (spigolando, troviamo tra alla sua “arte della parola” non si insoddisfazione per le versioni origi-
Richard Strauss, la musica da camera Winnipeg sino alla Baia di Hudson tanti il violinista Oscar Shumsky, an- possono non ricordare le sporadi- nali). Ma se dovessi sceglierne una, da
in Urss e nel Novecento europeo). Si fatto nel 1965, pretesto per incontri che direttore nel Bourgeois gentilhom- che esibizioni di Gould come attore: citare come esempio di un’arte piani-
tratta di 19 ore di materiale registra- con vari personaggi dei luoghi visi- me straussiano, il Canadian String eccolo voce recitante in Façade di stica incomparabile, non esiterei a in-
to, in pratica mai più visto dai tem- tati e riflessioni sugli scenari e sulla Quartet, il clarinettista James Cam- Walton, oppure mattatore, con esiti dicare la prima delle due registrazioni
pi della messa in onda, che la Sony, vita nel Nordest canadese –, scritto e pbell). Ma il cofanetto Sony è in ogni esilaranti, nei gioiellini pubblicitari complete della beethoveniana Sonata
escogitati per Musicamera (impagabi- “La Tempesta”, datata 1960 (dvd n.1;
le su tutte la gag dedicata a Marlon l’altra è del 1967, dvd n.7). Qui non
Brando, ribattezzato Myron Chianti: vi è traccia del graffiante dissacra-
Gould/Brando entra in scena vestito tore dell’Appassionata: l’immedesi-
come in Fronte del porto, dialoga con mazione e la sincerità sono totali, e

le tue musiche Gould/Gould e se ne va sulle note del


Padrino, citazione doverosa essendo
lo spot del 1974). E su un altro fron-
all’Adagio viene finalmente restituita
tutta la carica utopica che Theodor
W. Adorno vi aveva colto in una pa-

ogni giorno te, abbiamo la possibilità di vederlo


nel dvd n.1 dirigere con inquietante
autorevolezza il quarto movimento
della Seconda Sinfonia di Mahler (con
il contralto Maureen Forrester, tra-
smissione del febbraio 1957).
gina memorabile: a mio sapere, un
unicum nella storia discografica della
Sonata, che nella versione più matu-
ra Gould, come prendendo distanza
dall’eruzione giovanile, non vorrà o
non saprà pareggiare.
Maurizio Giani

La panchina-statua commissionata allo scultore


Ruth Abernethy dalla Glenn Gould Foundation
nel 1998 (Toronto, studi della televisione
pubblica canadese Cbc)

IN ABBONAMENTO 14 € (CARTA+PDF)*

IN EDICOLA e nelle librerie 2,50 €

NELL’EDICOLA DIGITALE ULTIMA KIOSK 2,39 €


*compila la cedola a pagina 38

mensile di informazione e cultura musicale


www.giornaledellamusica.it | abbonamenti@edt.it
C U LT U R E | CLASSICA 41

ANTICA

Bach in casa Gardiner

Johann Sebastian Bach


Cantatas
vol.2: Paris/Zürich (seconda e terza domenica dopo la Trinità); vol. 11: Genova / Greenwich (ventesima e
ventunesima domenica); vol. 18: Weimar /Leipzig / Hambourg (Natale, Epifania e prima domenica dopo
Epifania); The Monteverdi Choir; The English Baroque Soloists, dir Gardiner
S OLI D EO G LORIA

Negli anni Settanta del Novecento ta di adeguarsi allo sfondo armonioso giorno di Natale BWV 63 e il successivo
la Telefunken avviava la storica se- creato dagli organismi stabili di Gar- magico duetto per soprano e basso con
rie delle Cantate di Bach interpretate diner, oppure perché a tratti scopria- un meraviglioso oboe obbligato, per
con strumenti storici da Harnoncourt mo minime varianti nella pronuncia e convincere l’ascoltatore che siamo di
e Leonhardt, che doveva sostituire la nello stile dei non tedeschi. Forse quel fronte a una delle imprese discografiche
pionieristica impresa di Richter e che che segna la differenza è l’abitudine di più riuscite del primo decennio del nuo-
divenne una delle più significative ascolto creata dai tempi di Harnoncourt vo millennio.
realizzazioni dell’Early Music Revival e Leonhardt all’esecuzione da parte di Dinko Fabris
in Europa. Una nuova integrale delle voci bianche virtuose, mentre i ragaz-
cantate bachiane fu intrapresa dopo zini sono assenti – anche per questioni
quasi vent’anni da Ton Koopman con pratiche – dal pellegrinaggio estremo
Amsterdam Baroque, completata nel di questa integrale. Ricordiamo del re-
2005 e infine nell’anno 2000 si arrivò sto che lo stesso Gardiner ha chiarito
al progetto più ambizioso e mozza- che la registrazione di questa nuova
fiato, presentato da Sir John Eliot Gar- integrale bachiana non era il fine del
diner come Bach Cantata Pilgrimage: progetto ma la sua documentazione e
interpretare ogni settimana, per le 52 che il pellegrinaggio nel tempo e nello
settimane dell’anno, tutte le cantate spazio costituisce tutto il senso profon-
bachiane superstiti nel giorno liturgico do della operazione. Ma basti l’avvita-
per il quale furono composte, in chiese mento mozzafiato della Cantata per il
e sale da concerto europee e statuniten-
si, compresi alcuni dei luoghi dove fu
attivo lo stesso Bach. Questo proget-
to è stato integralmente registrato dal
vivo nelle diverse città del “Pilgrimage”
ed è oggi disponibile in una serie di
CONTEMPORANEA
27 cofanetti di 2 cd ciascuno editi con
raffinato gusto grafico dalla Soli Deo
Gloria, la casa discografica autogestita L’elegia del clarinetto
dallo stesso direttore Gardiner con la
sua seconda moglie Isabella De Sabata
(nipote del grande direttore novecente- Jörg Widmann
sco). Numerosi solisti vocali si alterna- Messe
no nelle diverse incisioni accompagnati Fünf Bruchstücke
dalle solide realtà fondate e dirette da Elegie
Gardiner: The Monteverdi Choir e The
cl Jörg Widmann, pf Holliger;
English Baroque Soloists. La qualità
delle registrazioni, nonostante la va- Deutsche Radio Philharmonie, dir Poppen
rietà continua dei luoghi e delle situa- E CM
zioni e la ripresa “live” è altissima. Nei
cofanetti che abbiamo preso in consi-
derazione come esempi della colossa-
le impresa, sono riportate cantate per
diversi periodi dell’anno liturgico, dalle Allievo di Henze, Goebbels e Rihm, Jörg Widmann è da anni alla ribalta interna-
prime domeniche dopo la Trinità (una zionale come compositore, attesissimo al varco della sua nuova opera, Babylon,
delle feste principali del calendario lu- che andrà in scena a Monaco nell’ottobre del 2012. Widmann non ha tuttavia
terano, che cade una settimana dopo abbandonato la sua carriera di virtuoso del clarinetto, e nella sua doppia veste
la Pentecoste) al periodo tra il Natale e di compositore e interprete lo si può ammirare in questo cd. Nei 5 Bruchstücke
l’Epifania. La lettura di Gardiner – che (miniature) per clarinetto e pianoforte, lavoro sperimentale scritto nel 1997, quan-
dimostra nelle sue note introduttive do aveva 22 anni, era evidentemente ansioso di esplorare le possibilità estreme
una profonda cultura ed una prepara- del suo strumento (in questa esecuzione Widmann è accompagnato da un altro
zione anche musicologica aggiornata – celebre compositore-interprete, Heinz Holliger, che dimostra di saperci fare an-
è sempre razionale e limpida ma senza che col pianoforte). La sua attenzione sembra invece concentrarsi sulle qualità
risultare per questo fredda o asettica. Il espressive del clarinetto in Elegie, pezzo per clarinetto e orchestra del 2006 che dà
suo Coro Monteverdi è una certezza il titolo al cd. Come in altre composizioni recenti, Widmann tende a imprimere
da decenni e la maniera con cui la sua una certa linearità narrativa alla struttura formale, costruendo il pezzo come un
orchestra asseconda il gesto cristallino singolo, ampio movimento, un grande lamento che si dipana intorno alla variegata
rende sorprendenti pagine che rite- linea del clarinetto. Anche la scrittura orchestrale appare come depurata, ridotta
nevamo ormai consacrate dalle citate all’essenziale, anche se timbricamente sempre ricercata. Lo stesso vale per Messe,
interpretazioni storiche. Le voci dei lavoro per grande orchestra del 2005, concepito come una “messa senza parole”
solisti (citiamo tra gli altri i nomi noti dalla forte carica evocativa. Una partitura assai sviluppata ma basata su elementi
di Magdalena Kožena, Bernarda Fink, semplici: rarefatte plaghe timbriche, solenni (e ingenue) progressioni, lunghe se-
Michael Chance, Paul Agnew, Vernon zioni monodiche (come la sequenza ad una voce che apre l’ampio Kyrie), brevi
Kirk, Jonathan Brown) appaiono in interludi e contrappunti che separano le diverse sezioni, un inesorabile crescendo
questo quadro a volte un elemento di nel Resurrexit finale.
difficile collocazione, sia perché la loro Gianluigi Mattietti
personalità diversa non sempre accet-
42 C U LT U R E | JAZZ n.293, giugno 2012

SVEZIA NEW YORK


l’umanità ha sentito di comunicare. hanno avuto come unica indicazione
Spiritualità globale Quasi una fonte senza tempo di sil-
labe e parole da condividere global-
il titolo. «Nella mia musica - spiega
il contrabbassista - c’è sempre una
Piano Solo Avant

Kris Davis
Il contrabbassista racconta il nuovo lavoro per Ecm mente. Così, il senso di eternità e vicinanza naturale e semplice tra Aeriol Piano
mistero di questa antica lingua si con- l’improvvisazione e la composizio- C LEAN F EED
giunge con la presenza istantanea e la ne. Come musicisti usiamo ogni
Anders Jormin stesso spazioso e ricco di creatività dell’improvvisatore diventa strumento strutturale e parametro
Ad lucem dettagli ed è in sostanza la cornice l’ispirazione che consente compositivo quando improvvisia-
Ecm, distr. Ducale un ciclo di canzoni i cui alle composizioni di prendere vita. mo e cerchiamo sempre, attraverso
testi – brevi poemetti, Non ho mai studiato latino a scuola, l’espressione di un momento, di dare Dal Canada a New York con in mezzo

C
hi conosce la quasi degli haïku, di ca- ma mi sono incuriosito sempre più vita a una composizione così come anni di studio e di collaborazioni per
la pianista Kris Davis, su tutte quella
sensibilità del rattere naturalistico o spi- anno dopo anno e grazie all’interesse viene eseguita. Improvvisiamo quan-
con Tony Malaby proseguita di recente
contrabbassista rituale, scritti dallo stesso a qualche buon libro ho scritto i te- do componiamo e viceversa, non ho con la riscrittura degli arrangiamenti di
svedese Anders Jormin (importan- Jormin – hanno la particolarità di es- sti di queste composizioni». Colpisce mai trovato alcuna contraddizio- Novela, nuovo album del sassofonista.
te elemento in passato per i gruppi sere in latino. «Il latino non viene più nel disco l’impasto delle voci di Ma- ne in questo e anche nel mio disco Oggi, negli ambienti della downtown,
di Tomasz Stanko, Bobo Stenson parlato dal quinto secolo, ma è rima- riam Wallentin e Erika Agnell, quasi precedente, In Winds, In Light, puoi la Davis è considerata fra le artiste più
interessanti. Qui, in piano solo, si ci-
o Charles Lloyd) non troverà parti- sto passando attraverso il Medioevo due presenze “angeliche”: «Ad Lucem trovare la stessa vicinanza tra musica menta in otto composizioni originali
colarmente strano che il suo nuovo come lingua franca per il commercio è stato composto direttamente aven- accuratamente scritta e passaggi to- in cui rivela il suo layout jazzistico. In
disco per la Ecm unisca evocativi- e ancora oggi come lingua globale in do in mente i musicisti coinvolti nel talmente liberi. Una condizione per apertura viene affrontato il classico di
tà e avventura. Per l’occasione, ha ambito scientifico e medico» ci rac- progetto e mettere assieme queste cui questo approccio sia raggiunto è Jerome Kern “All The Things You Are”
aggirandone il tema, per buona parte
voluto accanto a sé due voci come conta Jormin. «La trovo una lingua due fantastiche cantanti era un’idea la scelta dei musicisti giusti, di artisti
dell’intro, attraverso l’improvvisazione.
quelle di Mariam Wallentin (metà essenziale, anche nell’uso contrad- che covavo da tempo e per quanto della cui abilità creativa ti fidi». A tratti sembra convergerci per poi sco-
della “mela” Wildbirds&Peacedrums) dittorio che la Chiesa europea ne ha sembri strano, non avevo mai colla- Tra le passate collaborazioni di starsene, per celebrarne solo nel finale
e Erika Agnell, così come la batteria fatto sia come strumento di potere e borato con loro singolarmente e loro Jormin c’è quella con Don Cherry, l’intera essenza. Il suo rapporto con lo
del giovane Jon Fält e le ance di quel repressione che di diffusione spiritua- stesse non avevano mai cantato as- con cui ha inciso il disco Dona No- strumento diventa totale in “Saturn Re-
turn”, in cui dispensa piccoli frammenti
Fredrik Ljungkvist che con gli Atomic le. Credo che il latino porti con sé una sieme prima che questa musica pren- stra nel 1993, e che si può facilmente melodici incastonati in una struttura
frequenta atmosfere ben più incande- capacità quasi magica di abbracciare desse vita. Hanno messo molto della immaginare costituisce un punto di minimalista. La Davis esplora gli angoli
scenti. Il lavoro, Ad Lucem, è al tempo e esprimere qualsiasi sentimento loro creatività e poetica nel “come” riferimento anche dal punto di vista più nascosti dell’inconsueta espressivi-
interpreatre le mie canzoni, tanto che spirituale. «Le esperienze con Cherry tà di un pianoforte preparato, e il brano
fluisce su versanti di sonorità ricercate
l’esito affascinante non si deve solo al sono state molte e le ricorderò sem-
che si incastrano ritmicamente in un ci-
mio lavoro compositivo, ma alla vita pre e la cosa più importante che ho clico giro armonico. Il resto è un’oasi di
e originalità che Mariam e Erika vi imparato da lui è stata la sua ferma intimità a volte tenera altre volte nervo-
hanno apportato». e contagiosa convinzione che la gioia sa: armonie sussurrate, atmosfere rare-
Il clima del disco è prevalentemen- sia un parametro della musica più fatte, echi di Glass, frenesie tayloriane e
improvvisati contrappunti. Il piano solo
te calmo e evocativo, ma a un certo profonda. Ho poi scoperto un giorno nella sua accezione più avant.
punto il gruppo esplode in una libera che anche il Dalai Lama la pensa più Giuseppe Mavilla
improvvisazione molto interessante, o meno alla stessa maniera...».
“Vigor”, brano nel quale i musicisti Enrico Bettinello

L’ETICHETTA

Modelli del Gallo Tempo e spazio di Motian

Emanuele
Maniscalco
From Time
to Time: The
music of Paul
Motian
E L G ALLO R OJO
Piero Bittolo Bon Jump the Shark Gallo e la batteria di Federico Scettri
Ohmlaut sgommano tra le curve e le controcurve Può l’omaggio ad un musicista – uscito,
della scrittura del leader, mentre il vi- per coincidenza, nell’imminenza della
brafono di Pasquale Mirra e la chitarra sua scomparsa - risultare originale e ri-
Ja Vigiu Plamja
di Domenico Caliri si occupano degli spettoso senza far risuonare le campane
To Infinity and Beyond dell’epitaffio? Nulla del sussiego regale
spigoli. Ne vien fuori un jazz brulicante
(alla maniera degli Zooid di Threadgill), di un tappeto rosso si distende nel lavoro
Matt Renzi/Stefano Senni/Jimmy vivo e scalciante, sintonizzato (ed è una dedicato a Paul Motian dal giovane Ema-
Weinstein rarità dalla nostre parti) sul qui e ora del- nuele Maniscalco, qui in veste di pianista:
l’improvvisazione globale. Più notturno il progetto, che esiste da ben prima della
4 Stories morte del batterista americano, esprime
e introverso To Infinity and Beyond, opera
E L G ALLO R OJO prima dei Ja Vigiu Plamja: Silvia Donati, un’autonomia espressiva propria, che
Federico Squassabia e Massimiliano Sor- rende From Time to Time il tributo al tem-
Picchiano i martelli e rimbombano le rentini; voce, tastiere e batteria, con il po stesso più sincero e meno compiacen-
incudini nella fucina del Gallo Rojo. Le sax di Francesco Bigoni a “sporcare” più te che Motian potesse augurarsi. Le sue
uscite si moltiplicano e la qualità media di una traccia. Ellington, il Brasile, nenie composizioni sono pagine solitamente
cresce, a conferma di una visione che va futuriste, ballad crepuscolari, un tocco semplici, ma creano terreni di gioco
facendosi sempre più centrata e sempre di Canterbury: il piglio è decisamente apertissimi, dove Emanuele, Giulio Co-
meno legata a certi ingombranti modelli avant, il gusto è irresistibilmente retrò. rini, Francesco Bigoni e Nelide Bandello
(leggi New York). Ohmlaut segna il ritor- E alla voce di Silvia Donati, magnetica ingaggiano partite dagli esiti imprevedi-
no dei Jump the Shark del contraltista presenza, è difficile resistere. Un po’ bili, proprio in virtù di quest’orizzonte
Pietro Bittolo Bon, uno che di ingom- più complicato entrare in sintonia con sconfinato. Le loro mosse echeggiano le
branti modelli ne ha almeno uno: Hen- 4 Stories, disco che fotografa l’incontro dinamiche che furono di Motian: l’arte
ry Threadgill. E l’aggiunta al quintetto estemporaneo tra il sax tenore e il clari- del levare, del togliere; l’organizzazione
già ascoltato in Sugoi Sentai! Gattai!! netto di Matt Renzi, il basso di Stefano dei silenzi prima che dei suoni, dei vuoti
di Gerhard Gschloessl, al sousaphone Senni e la batteria di Jimmy Weinstein. prima che dei pieni, dello spazio prima
e al trombone, non fa che rendere più Senza rete e senza filo, i tre si muovono che del tempo. E quel coltivare una pe-
espliciti gli agganci. Espliciti ma non ca- nei vasti territori dell’improvvisazione. culiare melodicità che quando sboccia,
stranti. Le influenze sono state metabo- Ma quattro cavalcate da un quarto d’ora a tratti del tutto inattesa, nella scabra
lizzate e disciolte in un personalissimo l’una sono un piatto iper-calorico adatto essenzialità dei suoi gesti si rivela miste-
linguaggio. Il contrabbasso di Danilo solo a stomaci robusti. Luca Canini riosamente contagiosa. Luigi Radassao
C U LT U R E | POP 43

MUSICHE ONIRICHE VOGLIA DI VINTAGE NUOVA CANZONE


Neoclassici d’Islanda Sogni d’oro Il cuore di Norah Sontuoso minimalismo La moda dell’indie

Sigur Rós Beach Norah Spiritualized Amor Fou


Valtari House Jones Sweet 100 giorni da
E MI Bloom …Little Heart oggi
B ELLA Broken Sweet Light U NIVERSAL
U NION Hearts D OUBLE
B LUE N OTE S IX /S ELF

Ammesso e non concesso che possa es- In gergo gli intenditori lo definiscono Curiosa carriera quella di Norah Jones. L’incipit è di grande effetto: “Hey Jane”, Ormai definitivamente consacrati i Bau-
sere stato mai considerato un “gruppo dream pop, espressione che riassume i Diventata una star a soli ventitré anni quasi dieci minuti di propulsione os- stelle (cui i milanesi Amor Fou devono
rock” (tutt’al più “post”...), il quartetto moventi da cui prendono spunto mu- con un album (Come Away with Me, sessiva e tormentone melodico, sfocia senz’altro qualcosa), il gruppo di Ales-
islandese si allontana definitivamente siche simili: una certa quale cantabilità 2002) all’insegna di un jazz pop tanto in una coda imponente, un azzeccato sandro Raina si conferma al terzo - otti-
dai canoni del genere col sesto album associata ad atmosfere per l’appunto so- curato quanto commercialmente vin- miscuglio di cori gospel, ripetitività mo - disco come il nuovo gruppo di rife-
in carriera, primo in studio da quattro gnanti. Maestri riconosciuti nel genere cente, ha ormai alle spalle dieci Gram- krautrock, fragore noise ed epica or- rimento in quei territori del pop italiano
anni a questa parte. Dove un tempo sono Victoria Legrand e Alex Scally, duo my, quaranta milioni di copie vendute chestrale. Il resto della scaletta confer- più sincronizzati con quello che succede
c’erano chitarre, ancorché suonate con di Baltimora affermatosi col precedente e un numero impressionante di collabo- ma ossessioni e talento di Jason Pierce, nel mondo dell’indie internazionale. Gli
l’archetto, ora troviamo sintetizzatori e Teen Dream e ora pronto al “grande bal- razioni (da Ray Charles ai Foo Fighters, oscillando tra gli estremi di una carrie- Amor Fou - dopo il successo di I Mora-
pianoforte, mentre di batteria quasi non zo in avanti” col quarto capitolo della dagli OutKast a Ryan Adams). Forte di ra che, con il precedente lavoro, Songs listi, anche finalista al Tenco 2010 - sono
v’è traccia. Piuttosto l’approdo è ades- propria vicenda discografica. Affine al questo enorme successo, la cantautrice In A&E, sembrava essersi assestata su in realtà lontani dall’aver «messo in sof-
so una “neo classica” dal gusto ambient predecessore nelle caratteristiche epi- americana ha deciso di osare e di smar- binari più intimisti e dimessi, seppu- fitta l’album con le figurine dei cantau-
affine a quella di marca Erased Tapes, dermicamente più appariscenti, la voce carsi progressivamente dal ruolo di regi- re marcatamente pop. In Sweet Heart tori», come annuncia il loro comunicato
fra A Winged Victory For The Sullen e alata e diafana di lei che volteggia in un na delle musiche di sottofondo per bar Sweet Light ritroviamo invece un po’ stampa (che chiama in causa anche eso-
Nils Frahm, rispetto a cui fa differenza habitat sonoro creato intrecciando con fighetti che stava finendo per ricoprire. tutte le declinazioni del verbo Spiritua- tismi e influenze afrobeat, francamente
la voce angelicata – e inconfondibile garbo elementi elettrici ed elettronici, Nel 2011 è apparsa in Rome, l’omaggio lized: dalle ballate eleganti, immerse in non così netti). Se Battiato affiora nella
- di Jónsi Birgisson, che moltiplica l’ef- l’album della “fioritura” altro non fa che allo spaghetti western di Daniele Luppi ricordi Sixties, come “Too Late” e “Free- linea vocale del singolo “Alì”, qui e là il
fetto celestiale dei primi cinque brani, perfezionare il modello, rendendolo e del rinomato produttore Brian Burton, dom”, alle propaggini più sperimentali pensiero va al primo Gazzé e agli altri
tra cui svetta “Varúð”, introdotto da appetibile per un mainstream prossi- in arte Danger Mouse. Con quest’ul- e rumoriste, inframmezzate da fiati free romani, o ai citati Baustelle (“Goodbye
obliqui accordi di piano carichi d’eco mo venturo. Esemplare è in quel senso timo, ha realizzato ora …Little Broken jazz, della psichedelica “I Am What I Lenin”), con un sound opportunamente
e indirizzato verso un epico finale che “Other People”, che distilla spleen con Hearts, dodici variazioni sul tema della Am”, passando per le più lineari “Little aggiornato sulle produzioni indie-pop
gronda grandeur sinfonica. Completano misurata eleganza e chiarisce ciò che fine di un amore, composte (e non solo Girl” e “Mary”. “Heading For The Top” più raffinate e più in voga, fra Arcade
l’opera tre episodi strumentali, a tratti in effetti i Beach House rappresentano registrate) in studio. Il jazz lite del passa- replica gli schemi di Hey Jane in manie- Fire, MGMT, M83, Yeasayer e dintorni.
impalpabili nella loro parsimonia stru- oggigiorno: una versione rimodernata to appare dimenticato, anche se i fan di ra probabilmente troppo zelante, ma si Un’ispirazione che tocca tanto le solu-
mentale, come il conclusivo “Fjögur dei britannici Cocteau Twins (assoluti Norah non saranno delusi. In compenso, tratta di un peccato veniale: l’album, nel zioni musicali quanto la “pasta” sonora
Píanó”, che suona come un Notturno pionieri del “pop onirico” di cui sopra). la sua bella voce si muove tra chitarre complesso, raggiunge con disinvoltura del tutto: basta, a titolo di esempio, la
composto sotto l’effetto dell’oppio. Cu- Ma valgono quasi altrettanto l’iniziale (delicatamente) distorte, archi e sintetiz- l’obiettivo dichiarato dell’autore, dare voce nell’iniziale “Gli Zombie nel Video
rioso è semmai che a titolare l’insieme “Myth” e la squisita “The Hours”, men- zatori in un ibrido di suoni pop anni Ses- vita per l’ennesima volta ad una musica di Thriller” (fra gli episodi migliori), ef-
sia il vocabolo che in lingua d’Islanda tre all’epilogo “Irene” sfiora toni epici santa, pizzichi di psichedelia e colonne spirituale e di grande impatto, minima- fettata e missata indietro come raramen-
significa “rullo compressore”. col suo crescendo impercettibile ma sonore di film on the road. Momenti clou: le e sontuosa al tempo stesso. te si sente nei dischi italiani. Modaioli?
Alberto Campo inesorabile. a.c. “She’s 22”, “Out On The Road” e “Mi- Alessandro Besselva Averame Sì, e meno male.
riam”. Paolo Bogo Jacopo Tomatis

TEATRALI ELETTRONICA

A
su SEG
C
O

cq w RA
N

w NA

ui .ed TU
Dal colto al pop Dal pop al colto Avanguardia in paradiso

w G

st t.i IT
A cura di José Sasportes

a t A
Rufus Damon Actress
Wainwright
Out Of The
Albarn
Dr Dee
R.I.P
H ONEST
Storia della danza
Game
D ECCA
P ARLOPHONE J ON ’S ana
italiana
Dalle origini
gini ai giorni nostri

“Il Venerdì di Repubblica” del 6 aprile Chi ricorda Albarn come esponente di A margine del nuovo suono elettronico
gli ha dedicato la copertina: “Ad agosto spicco del pop inglese più tradizionale britannico, Darren Cunningham scrive
mi sposo (con un uomo)”. L’occasione: (e quasi vent’anni come frontman dei con il suo terzo album il capitolo più
l’imminente matrimonio con il produt- Blur ne sono una prova incontestabi- entusiasmante di una storia già memo-
tore teatrale Jörn Weisbrodt, la recente le) dovrà ormai ricredersi: Damon è rabile. Metabolizzati tanto gli sviluppi
nascita della figlia Viva Katherine, avuta ormai diventato un compositore “se- dell’hardcore continuum londinese (quel-
mediante inseminazione artificiale con rio”, a mille miglia dai divertissements lo che ha portato dalla jungle alle nuove
Lorca Cohen (figlia di Leonard), e l’usci- hip hop dei Gorillaz e perfino oltre le generazioni di bass music) quanto le basi
ta del settimo album in studio. Rufus pur sofisticate rivisitazioni etniche del della techno detroitiana, tanto l’approc-
Wainwright non è certo un amante dei progetto Monkey. Dr Dee è un concept cio cerebrale della “Intelligent Dance
toni sommessi. Figlio d’arte (del polie- incentrato sull’emblematica figura di Music” quanto i metodi dell’avanguar-
drico Loudon Wainwright III e della John Dee, eclettico studioso del XVI dia ambient e minimalista, Actress li
cantante folk Kate McGarrigle, morta secolo, che passò dai fasti della corte smonta e li rimonta in maniera del tutto
a inizio 2010), appassionato d’opera, di elisabettiana alla miseria più cupa nella personale. Partendo dal precedente e
teatro e di teatralità, autore di album de- vecchiaia, e già protagonista dell’opera già ottimo Splazsh, ne rivolta gli spigo-
cisamente colti, questa volta ci propone Dr Dee – An English Opera, dello stesso li e le introversioni aprendosi come un
però una raccolta programmaticamente Albarn, debuttata nel 2011 a Manche- fiore, avvolgendo l’ascoltatore in una
pp. 424,, € 32,00

ster. Descritto dall’autore come disco di


,

pop. Dirige il tutto Mark Ronson (ha nebbiolina psichedelica e sognante che
prodotto mezzo Back To Black di Amy “strano folk pastorale”, l’album a tratti pare quasi non aver bisogno dei ritmi, a
Winehouse e il singolo “Cold Shoulder” ricorda in effetti le ballate tradizionali volte come sotterrati, spesso addirittura
di Adele). Tra gli ospiti: Nels Cline (Wil- alla “John Barleycorn” (“Apple Carts”, assenti di fatto (ma non nella percezio-
“Cathedrals”), ma in realtà è soprattutto
pp

co), Sean Lennon, la sorella Martha e la ne). Un effetto delicato e narcotizzante,


band retro-soul Dap-Kings. Il risultato incentrato sulle evoluzioni di un’orche- un senso della melodia inedito, un’ora
(da ascoltare con calma ed empatia) si stra (che a volte funziona molto bene: scarsa di musica a prima vista poco
muove tra pop anni Settanta, soul, R&B “A Man In England”), spesso accom- strutturata e irrisolta, e invece capace
e musical, arrangiamenti (spesso) lussu- pagnata da voci di soprano (per lo più di svelare a ogni ascolto passaggi nuovi
Sei secoli
lii di
di danza teatrale italiana per
reggianti e effervescenti backing vocals stucchevoli). Sono invece rari i casi di dentro punti di riferimento chiari fin dal riaffermare
are il ruolo che il nostro paese ha
femminili. Come un incontro riuscito contaminazione pop, ed è un peccato, principio. Una narrazione che prende svolto nel contesto del balletto europeo.
tra Elton John, Billy Joel, Queen e Burt visto che un brano come “Watching the forma in diretta (a quanto pare ispira-
Bacharach. Da segnalare: “Welcome Fire That Waltzed Away” è il migliore. ta a Il paradiso perduto di Milton) che
To The Ball”, “Bitter Tears” e “Perfect Tutto molto raffinato insomma, ma sistema il suo autore fra i grandi della
Man”. p.b. scusate se rimpiangiamo un po’ i tempi musica contemporanea.
di “Boys & Girls”. Bizarre Andrea Pomini
44 C U LT U R E | WORLD n.293, giugno 2012

ANNIVERSARI

Stato di Grazia
A venticinque anni da Graceland, il capolavoro sudafricano di Paul Simon che fra gli
altri contribuì a affermare il concetto di “world music”, una riedizione speciale con
il documentario Under African Skies, che del disco racconta il travagliato making of

ALBERTO CAMPO

I
n questi giorni, con qualche mese con le relative controversie e il modo che dà visibilità a una cultura e a un
di ritardo, visto che fu pubblica- in cui furono risolte». Allude al capo popolo».
to originariamente nell’agosto d’accusa che gli fu imputato allora: Nel febbraio 1985 il cantauto-
1986, si celebra il venticinquesimo la violazione dell’embargo culturale re statunitense era stato per nove
compleanno di Graceland: album di decretato dalle Nazioni Unite nel giorni a Johannesburg, dove aveva
Paul Simon che ha fatto 1968 contro il Governo di Pre- registrato con artisti del posto le
epoca. Alla riedizione toria che aveva musiche destinate al nuovo album.
dell’opera, rimasteriz- indotto gli uffici E la complicità coi musicisti loca-
zata per l’occasione, è dell’Onu a in- li crebbe nella tournée successiva
allegato il documen- cluderlo in una alla pubblicazione del disco: oltre
tario Under African lista nera di cui ai Ladysmith Black Mambazo, pre-
Skies di Joe Berlinger, già facevano par- senti in Graceland, in scena c’erano
proiettato in antepri- te Frank Sinatra, due assi della scena sudafricana, la
ma a gennaio durante Linda Ronstadt cantante Miriam Makeba e il trom-
il Sundance Film Fe- ed Elton John, col- bettista Hugh Masekela, entrambi
stival: un lungome- pevoli di essersi esuli all’estero per sottrarsi al regime
traggio che racconta esibiti nei lussuosi dell’apartheid. Disse all’epoca Ma- Chi viceversa eccepiva era il re del recarvisi a registrare non è la stessa
l’intera vicenda, dal resort per ricchi sekela a proposito della controversia calypso Harry Belafonte, che pure cosa, né qualcuno aveva stabilito che
making of del disco sino alla tournée razzisti bianchi di in atto: «Sono completamente a fa- aveva incoraggiato inizialmente Si- fosse vietato farlo. E poi ero stato
che ha riportato Simon in Sudafrica Sun City. Simon si era recato in Su- vore del boicottaggio, se impedisce mon a perseguire il progetto: «Credo invitato dai Ladysmith Black Mam-
la scorsa estate. «Il documentario – dafrica spinto da altre motivazioni, agli artisti di esibirsi in Sudafrica, ma che avrebbe dovuto chiarire prima il bazo: volevano che andassi là, e per
dice l’interessato – mi rimette a con- evidentemente, e cercò di spiegarle Paul Simon ha portato la nostra mu- senso di quella iniziativa e mettere una buona ragione: speravano che la
fronto con gli aspetti artistici e politi- in una lettera indirizzata alle Nazio- sica all’orecchio di milioni di perso- così in giusta luce la sua presenza loro musica si diffondesse nel mon-
ci della realizzazione di Graceland, e ni Unite: «Il mio è un gesto d’aiuto, ne: un risultato mai ottenuto prima». in Sudafrica: è stata quella opacità do; un’istanza che un partito politico
a esacerbare gli animi, creando un come l’ANC non avrebbe dovuto
conflitto intorno alla questione. Tut- ignorare. Per quanto combattesse
to questo non sarebbe accaduto se per una causa assolutamente giusta
l’album fosse stato più chiaramente e fosse guidato da uno dei più grandi
su NSE
A w A
C

politico«. Simon replicava a riguar- maestri del XX secolo, Nelson Man-


O

cq w GRA
w GN

ui .ed TU

do: «Il mio lavoro consiste nel pensa- dela, l’ANC era comunque un par-
st t. ITA

Barry Miles re alla musica: di mestiere non faccio tito politico con una sua agenda, e
a it

il filosofo o il politico». parte di quell’agenda era il principio


London Calling L’eco di quella lontana polemica del “dovevi chiedercelo”».
si è riverberata ancora in aprile, du- Dopo aver mostrato già un’incli-
La controcultura
ultura a Londra dal’45 a ogg
oggi rante la conferenza stampa seguita nazione verso le musiche del mon-
a una proiezione londinese di Un- do, reinterpretando nel 1970 insieme
der African Skies. Ha ad Art Garfunkel il classico del
dichiarato Simon: folklore peruviano
«Non ho alcun ram- d’inizio Novecento
marico, visto il lieto “El Condor Pasa” e
fine. Avrei potuto andando a Kingston
fare le cose in modo due anni più tardi a
diverso? Forse. Se registrare con stru-
qualcuno dell’Afri- mentisti giamaicani
Collana La Biblioteca di Ulisse, pp. 532, € 23,00

can National Con- un brano dalla ca-


gress fosse venuto denza reggae quale
da me, durante “Mother and Child
le sedute di regi- Reunion”, Simon si
strazione o nei era invaghito delle
sedici mesi pas- sonorità di estrazione
sati prima della zulu, dai ritmi della
pubblicazione mbaqanga al canto co-
del disco, dicendo “non vogliamo rale isicathàmya, docu-
che tu lo faccia”, oppure “vorremmo mentate - in quello stesso 1985 - dal-
una tua dichiarazione di qualche ge- la compilation The Indestructible Beat
nere a nostro sostegno”, avrei accet- of Soweto. Frutto di tale passione,
tato con piacere. Ma nessuno si fece Graceland sarebbe diventato il suo
vivo, dunque io non ero consapevole maggiore best seller da solista, tota-
di come stessero effettivamente le lizzando oltre quattordici milioni di
cose, anche se ne ero informato ab- copie vendute. Quando uscì, andò al
Il ritratto più preciso
ciso e divertente mai scritto sull’avventura
sull’avventu bastanza da non suonare a Sun City primo posto nell’hit parade di sette
gloriosa e infame e di un’epoca oggi entrata nella leggend
leggenda. in duo con Garfunkel. E c’è una gros- paesi, tra cui il Sudafrica ma non gli
sa differenza: andare in Sudafrica per Stati Uniti, aprendo la strada alla co-
esibirsi di fronte a una platea segre- siddetta “world music”: espressione
gazionista avrebbe significato soste- entrata nel linguaggio corrente pro-
nere il regime dell’apartheid, mentre prio allora e in qualche modo »
C U LT U R E | WORLD 45

Liberate Nelson Mandela


La musica ebbe un ruolo fondamentale nella sconfitta dell’apartheid, da Simon al successo degli Specials con “Free Nelson Mandela”

MARCELLO LORRAI

«S
apevo molto poco di Nel- dall’apartheid, ma Mandela era vivo Simon, malgrado non fosse un al- era ancora nato. Sempre nell’87 Ma-
son Mandela – ha avuto e la scommessa era che vivo uscisse bum esplicitamente politico, suonò sekela lanciò “Mandela (Bring Him
occasione di raccontare di prigione. “Free Nelson Mandela” come un commovente omaggio alla Back Home)”, altro brano assurto
Jerry Dammers - fino a quando non venne adottata in Sudafrica dallo grandezza di un popolo che langui- ad inno antiapartheid. L’apice della
andai ad un concerto anti-apartheid stesso African National Congress, e va in catene. Nelle contraddizioni mobilitazione della musica contro
a Londra nel 1983. Fu lì che mi venne suonata in riunioni dell’organizza- e nei paradossi della mobilitazione l’apartheid fu toccato nel giugno del
l’idea di una canzone». Solo un paio zione. Nel 1985 Little Steven, artista anti-apartheid dell’epoca, polemiche 1988 con le undici ore, trasmesse da
d’anni dopo l’ignoranza di uno come americano su posizioni molto radi- analoghe e quelle a cui si espose Si- televisioni di tutto il mondo spesso in
Dammers non sarebbe stata più con- cali, produsse un album, Sun City, di mon riguardarono persino Johnny diretta, del Birthday Concert per i set-
cepibile né ammissibile. Tanto per notevole qualità. Malgrado una legio- Clegg, nato in Inghilterra ma suda- tant’anni di Nelson Mandela al Wem-
cominciare per merito della canzone ne di partecipazioni di prestigio, non fricano dall’infanzia, lo “zulu bian- bley Stadium di Londra: a tutt’oggi il
scritta proprio da lui ed interpretata sfondò come “Free Nelson Mandela”, co” all’epoca assai popolare anche più riuscito ed efficace esempio di
dal suo gruppo, The Special AKA: ma raccogliendo in un unico Lp per- in Europa, che in un hit come “Asi- evento musicale legato ad una causa,
“Free Nelson Mandela”, uscita nell’84, sonaggi come Joey Ramone, Jimmy bonanga” (compreso nel suo album e un episodio eccezionale di mani- di altri. Un’impresa realizzata grazie
fu un successo internazionale che Cliff, Lou Reed, Jackson Brown, Bob dell’87 Third World Child) chiedeva la festazione di un’opinione pubblica alla determinazione, intelligenza e
Dammers non si era nemmeno lonta- Dylan, Afrika Bambaataa, Ruben liberazione di Mandela. Dopo Grace- globalizzata. Con i suoi seicento mi- capacità diplomatica nel trattare con
namente immaginato. Successo nato Blades, Peter Gabriel, Bruce Spring- land, ad avvicinare ad una sensibilità lioni di telespettatori stimati mostrò le organizzazioni antiaparteid, artisti
dall’incontro di due cose buone: una steen, Keith Richards, Miles Davis, antiapartheid un pubblico più vasto l’isolamento del regime di Pretoria e di prima grandezza e megatelevisioni
buona canzone e una buona causa. diede la misura di quanto ampia contribuì nell’87 la tournée mondiale contribuì ad accelerare la liberazione del produttore Tony Hollingsworth.
La canzone aiutò la causa, ma anche fosse l’indignazione per l’apartheid di Simon, che coinvolse anche due di Mandela e la fine dell’apartheid. La Chi gli aveva dato l’idea? Proprio
il clamoroso exploit del brano dipese e per la detenzione di Mandela e di straordinarie figure della diaspora lista degli artisti partecipanti fa anco- il Jerry Dammers di “Free Nelson
da un’urgenza che era ormai nell’aria tanti altri. Uscito nell’86, operazione musicale causata dall’apartheid, Mi- ra effetto: Sting, Eurythmics, Tracy Mandela”, all’inizio del 1986, e Hol-
e che aspettava soltanto di trovare musicalmente molto raffinata, eccel- riam Makeba e il trombettista Hugh Chapman, Youssou N’Dour, Sim- lingsworth si era preso a cuore il pro-
il proprio inno: nell’80 Peter Gabriel lente esempio di fusione fra musica Masekela, facendoli conoscere ad un ple Minds, Peter Gabriel, Whitney getto. Venti mesi dopo Wembley, nel
aveva pubblicato “Biko”, dedicata popolare del Sud del mondo e pop pubblico che spesso all’epoca dei loro Houston, Stevie Wonder, Dire Straits febbraio del ’90, Mandela era libero.
al militante sudafricano assassinato music del Nord, Graceland di Paul successi Usa degli anni Sessanta non nonché Makeba e Masekela e decine

» essa stessa simbolo delle me- l’establishment culturale angloameri-


desime contraddizioni che hanno se- cano verso quei linguaggi “esotici”
gnato la genesi di quel disco. può essere interpretato sia come
Paul Simon non è l’unico arti- generosa opera di divulgazione di
sta “occidentale” implicato con le tradizioni condannate altrimenti al-
musiche del mondo: dal binomio l’oblio sia come manifestazione di
Wenders/Cooder, responsabile della una sorta di benevolo neocoloniali-
“scoperta” dei veterani di Cuba del smo. Merito e colpa di Graceland e
Buena Vista Social Club, a David del suo autore, in definitiva, è aver
Byrne, che attraverso la sua etichetta evidenziato più di chiunque altro
Luaka Bop ha contribuito al rilancio l’implicita contraddittorietà di quella
del tropicalismo brasiliano, fino a Pe- relazione.
ter Gabriel, massimo sostenitore del
festival multiculturale Womad e poi
fondatore della Real World, canale
discografico che ha dato voce tanto
al “leone di Dakar” Youssou N’Dour
quanto al compianto interprete del nella pagina a lato: Paul Simon e Miriam
qawwali pakistano Nusrat Fateh Alì Makeba; qui sopra: un fotogramma da
Khan. L’interesse di esponenti del- Under African Skies
46 C U LT U R E | WORLD n.293, giugno 2012

PUGLIA

L’Anima Mundi del Salento


L’etichetta otrantina, protagonista del fermento cultural-identitario pugliese, compie dieci anni di attività: nuovi titoli fra tradizione
e innovazione, ma anche world music, Irlanda, e letteratura...

Rivolgendoci alle produzioni disco- l’altra ugola insigne Enza Pagliara,


grafiche più recenti dell’etichetta, contiene undici temi tra tradizione
segnaliamo T’amai del percussioni- e composizioni d’autore. Invece,
sta e cantante Gianluca Paglialunga, Fimmene in dub: canti tradizionali
che costruisce un tessuto sonoro mai salentini per voci femminili investiti
sovrabbondante, imper- da una tempesta tropicale elet-
niato su voce, fisarmoni- tronica prodotta dal
ca, violoncello e tamburi. duo Insintesi: tra gli
Ristampato anche Krifì ospiti, anche Papet
dei Ghetonìa, che - sen- Jali, Mc di Massilia
za infastidire le tarante Sound System. Di
- fanno dialogare canto punta sarà anche il
griko con ritmi balca- disco solista per pia-
nici, prog e jazz. Ci si noforte di uno tra
spinge in mare aperto, i migliori musicisti
invece, con Ready to pugliesi… l’albanese
sail di Antoni O’Breskey, già nei pri- Admir Shkurtaj, fisar-
mi Whisky Trail, quando era ancora monicista dei Ghetonìa, a cavallo tra
Antonio Breschi. Negli anni il com- musica contemporanea, jazz e wor-
positore e pianista, nomade sonoro, ld. Nel suo approccio prevale l’idea di
si propone con una border music che destrutturare i brani della tradizione
accosta pentagrammi irlandesi, ana- o ispirati alla tradizione per rimon-
tolici, andalusi, baschi, andini e di tarli in maniera personale, né manca
matrice afroamericana. Di primissi- Admir di senso drammaturgico nello
mo piano il ritorno di Anna Cinzia sviluppo dei temi popolari della Gre-
Anna Cinzia Villani (foto Tony Rizzo)
Villani, primadonna del nu-folk sa- cìa, del Gargano e dell’Epiro. Come
lentino con Fimmana, mare e focu!. La guarda al futuro Anima Mundi?
CIRO DE ROSA Villani prende spunto dal proverbio «Questo periodo di acuta crisi glo-
“Fimmana, mare e focu, c’è da scher- bale è per noi il momento migliore

A
d Otranto bisogna andarci ciuti e soffocati. Sin dall’inizio è stata nutrimento. Contano la genuinità, zare pocu” per mettere al centro per gettare nel terreno tutti i semi
d’inverno – suggerisce Giu- mia ambizione e motivazione unire la profondità artistica, l’originalità dell’attenzione il punto di vista fem- che abbiamo. Finora, inoltre, Anima
seppe Conoci nel suo scritto questi due aspetti, dapprima distri- delle proposte. Pur partendo dalla minile nella cultura popolare, ancora Mundi è stata conosciuta soprattutto
Il fiore è nudo – quando non porge buendo pubblicazioni autoprodotte tradizione, prediligiamo la ricerca non esplorato a fondo. Cinzia non per quanto riguarda le pubblicazioni
il volto «edonistico ed estroverso di singoli autori o di piccole case verso linguaggi contemporanei. La è solo in veste di esecutrice di canti musicali e per essere veicolo di un
dell’estate», quando «il mare regna editrici e discografiche e, successiva- musica “popolare” è per noi relazio- tradizionali, ma è anche autrice. La ampio catalogo di artisti salentini.
sovrano, assieme al silenzio delle mente, assumendo in prima persona ne con una comunità, rapporto con voce acuta e la naturalezza espressi- Nel prossimo futuro vorremmo che
strade vuote e del vento il rischio editoriale, diventando il passato, indagine del presente e va della bravissima cantante trova- la dimensione letteraria acquistasse
che si infila nei vicoli». casa editrice». Da sguardo al futuro». Tra le scoperte no equilibrio timbrico nell’organico più spazio all’interno delle nostre
Otrantino di nascita, Co- sempre curatissimo musicali di Anima Mundi, senz’altro strumentale della MacuranOrchestra pubblicazioni».
noci torna nella sua città è l’artwork dei cd: vanno annoverati Les Troublamours, che l’accompagna. Bona crianza del-
natale nel 2000, dopo «Così come il suo- Almoraima e Insintesi. Ma ricordia-
quindici anni fiorentini no è determinante mo anche l’ottima Salentorkestra, il
durante i quali, con una nella creazione del- chitarrista e cantante Dario Muci,
bancarella itinerante, l’identità musicale di per non dire del poeta di Ostuni To- RADICI
porta in giro riviste, li- un artista, altrettanto nino Zurlo. Quali i dischi di maggior
bri e cd di world music lo è il modo in cui il successo? «Sicuramente Terra degli
nei mercatini e fiere del packaging di un cd o Officina Zoè, che è ormai un classi- Kurumuny: viva la memoria
consumo critico. Ritornato in Salen- un libro viene realiz- co, ma anche Frunte de luna di Enza
to, prosegue l’attività di venditore zato per l’identità di Pagliara e Salento in dub degli Insin-
itinerante nei festival musicali estivi.
«Conosciuti i musicisti della tradi-
una casa editrice. In
tempi come i nostri,
tesi». Anima Mundi è
anche un’entità aperta
P erpetuare la memoria dei testimoni del
patrimonio sonoro popolare pugliese,
ma anche non dissipare la memoria delle
zione musicale salentina – racconta dove il mercato digi- alle collaborazioni con comunità locali, sono sicuramente tra gli
– ho pensato ad un luogo stabile sia tale prende sempre altre esperienze di ri- intenti capitali delle edizioni Kurumuny, che
da un punto di vista imprenditoriale più il sopravvento cerca o editoriali: «Ab- negli ultimi mesi ha dato alle stampe opere
sia per dare continuità al rapporto sul disco materiale, biamo pubblicato Sulu di forte spessore culturale. Il canto della
con il pubblico. Quale sede migliore puntare su una qua- di Dario Muci con Kuru- terra, co-prodotto con l’Istituto Carpitella, è
se non il centro storico di Otranto? lità grafica e su uno muny, allegato a un libro omaggio in musica e parole a Uccio Aloisi:
E quale nome migliore se non Ani- speciale utilizzo sulla sua figura di canta- «Maestro senza cattedra, sedimento di
ma Mundi?» Trascorsi dieci anni, è della carta rappre- storie, e il docu-film Han- parole e melodie». All’altro emblema vocale del Salento, Uccio Bandello,
tempo di primi bilanci per l’etichetta senta un valore aggiunto per in- na e Violka di Rossella è dedicato La voce della tradizione. Dal Salento al Gargano con i cd Canti
nata sull’onda del fermento musi- centivare l’acquisto». Anima Mundi Piccinno, sul fenomeno delle badanti e suoni della tradizione di Carpino, che raccolgono registrazioni storiche e
cale-identitario locale. «Da un lato è punto di riferimento per chi nel in Italia. Con l’editore Besa abbiamo più recenti dei magistrali materiali sonori locali. Di nuovo in Salento con
Anima Mundi vuol dire raccogliere Salento guarda al patrimonio sonoro prodotto il disco di Daniele Durante gli illustri performer della tradizione registrati per Corimondo. La Strina,
e veicolare tracce di quell’anima del di derivazione orale ma con spirito che ha musicato alcune tra le più bel- suoni e canti di Corigliano d’Otranto, mentre Ricci i tuoi capelli. Arie e canti
mondo che si esprime nella varietà contemporaneo. Su quali basi accor- le poesie di Vittorio Bodini, incluse popolari di Cannole, è un’altra finestra che si apre su motivazioni, modalità
delle differenti tradizioni e culture, date fiducia ad un artista? «Prima di nel libro allegato, con Terra Nuova e repertori del cantare al femminile in Salento.
dall’altro dare espressione ai mondi tutto il sentire. L’ascolto ci deve emo- Edizioni abbiamo collaborato per
dell’interiorità, troppo facilmente ta- zionare, raccontare qualcosa, darci Essere nel fuoco di Arnold Mindell».
C U LT U R E | WORLD 47

AFRICA ITALIANA VOCI ANCESTRALI ROCK D’OC


Reportage world-pop Armonie di gola Pop e popolare

Saba Anda Union Lou Seriol


Life The Wind Maquina
changanyisha Horse enfernala
VERO S OUNDS , H OHHOT A UTOPROD .,
DISTR. E GEA R ECORDS DISTR. E GEA

Italiana di radici etiopi e di nascita so- Sebbene arrivati solo lo scorso anno sui Ormai a buon diritto fuori dal cono
mala, Saba Anglana è world music cer- palcoscenici dei Womad Festival, dove d’ombra dei loro maestri Lou Dalfin,
tificata nel suo dna. La produzione dei hanno mietuto vasti consensi di pub- i Lou Seriol sono arrivati a festeggiare
suoi progetti, curata da Fabio Barovero blico e critica, i dieci musicisti di Anda ben un ventennio di attività: gli esordi
(di origine Mau Mau) ha creato il suo Union hanno all’attivo quasi dodici dello “scoiattolo” (questo significa seriol
stile di canzone sempre di effetto emo- anni di missione rivolta a conservare i in lingua d’oc) sono lontani, la musica
tivo, che vuole attingere all’Africa nelle repertori sonori della Mongolia interna, occitana delle valli del cuneese è cre-
modalità oggi le più corrette possibili: provincia settentrionale della Cina: le sciuta, e che questo disco riesca a suo-
aggiornamento sul campo, ospitalità strabilianti tecniche del canto armoni- nare “di maniera” pur mescolando stru-
di nuovi artisti locali, ascolto delle fon- co e uno strumentario acustico in cui menti tradizionali ed elettrici, batteria e
ti orali contemporanee, impegno in primeggia il cordofono ad arco morin galoubet, e colorandosi di reggae, dub e
progetti come questo dell’Amref, cui huur, che condivide la scena con la sua – naturalmente – rock è segno della sua
Saba dedica il suo nuovo lavoro, Life variante più simile a un basso, il liuto freschezza: non un’operazione intellet-
changanyisha (“La vita ci mescola”), dedi- a manico lungo a due corde tobshur, il tuale, non sperimentazione, ma musica
cato al Kenya: «Sono partita per il Kenya flauto diritto a tre fori maodinchur, lo viva, ben radicata sul territorio in feste
e da Nairobi ho seguito la rotta verso i scacciapensieri e i tamburi . Nei tredici e balli transgenerazionali, per nulla pas-
villaggi e i luoghi che Amref sostiene…». brani i cantanti e le cantanti dell’ensem- satista. Maquina enfernala è sincroniz-
Registrato un po’ a Zanzibar, un po’ a ble sfoggiano le diverse forme di canto zato sui nostri tempi anche nel concept,
Nairobi e un po’ a Torino, con una band di gola xöömiy, con il morin huur e gli al- vagamente ispirato alla società della
che allinea Barovero, Thomas Gobena tri strumenti ad accompagnare o a fare comunicazione e alle sue distorsioni,
dei Gogol Bordello, Luca Vicini dei Sub- da controcanto. Ragguardevoli anche le cui si contrappone idealmente non la
sonica, Federico Sanesi alle tabla, il disco esecuzioni della canzone lunga (urtyn “riscoperta” delle radici culturali, ma la
vede anche i camei di Rajab Suleyman duu), cantata a voce piena e contrad- loro vivacità quotidiana. La produzione
(in “Xamar”), virtuoso del qanoun di distinta da notevoli ornamentazioni. – così come il package – sono insolita-
Zanzibar, e dei gruppi vocali Kayamba Spiccano le parti vocali di “Hooray” per mente pop per un disco occitano: una
Africa e Bismillahi Gargar. A volte Saba la preponderanza delle tecniche nasali scelta coerente con la “popolarità” di
con la sua vocina e la produzione così e gutturali di canto höömiy e un finale questa musica che – unica pecca di un
orecchiabilmente pop sembra Michael in cui il morin huur si ritaglia un primo ottimo disco - allontana la registrazio-
Jackson ai tempi di Bad, e si cercano i rari piano. Possiedono toni più elegiaci “Al- ne dal “tiro” live e dal groove del ballo,
momenti di silenzio, di malinconia, più targana” e l’altrettanto magnifica “The vera anima di questa musica e del suo
notturni, per vedere bene il Kenya negli Girl Who Stole Horses”, dove la voce popolo.
occhi. Daniele Martino femminile vola in alto. Jacopo Tomatis
Ciro De Rosa

L’ETICHETTA

Le donne di Nota che quando esce un cd con l’etichetta infine con la sua voce potente la storia
della casa di Udine è faccenda importan- di tante ottime band del folk revival
Margot te e che riguarda tutti quelli che hanno a centro-settentrionale. Tante, tantissime
cuore le sorti della buona musica. Mu- esperienze, poche testimonianze disco-
Margot sica a cavallo tra contributo d’autore e grafiche a suo nome: pone sonante rime-
tradizione, tra innovazione e memoria, dio questo cd, Io t’invoco, libertà.
dunque, nella più fitta articolazione che L’ago della bussola discografica punta
riusciate a concepire. Di sicuro è del tut- a sud, invece, con Venti buoni motivi di
to “autoriale” (e che autrice!) l’inaspet- Sara Giovinazzi, accompagnata in primis
tato ritorno in sala d’incisione - dopo da Ulrich Sandner (chitarre, mandolino,
tanto tempo passato con le sue amate violino) e dagli Alì’Nghiastre (corde, or-
Donata Pinti marionette - di Margot, a mezzo secolo ganetto, sax soprano) ensemble quanto-
Io t’invoco, esatto dalla gloriosa stagione del Canta- mai preciso e poco invadente, sempre
libertà! cronache a fianco di Sergio Liberovici, un passo dietro l’assertiva voce di Sara.I
Michele Straniero, Emilio Jona, Fausto venti brani sono ripartiti “per elementi”:
Amodei... E a registrare voce appena aria, terra, fuoco, acqua. Succede così di
stropicciata dal tempo e chitarra c’è An- ascoltare la celeberrima ed abusata “Ci-
drea Liberovici, un figlio d’arte diventato cerenella” dal repertorio tradizionale in
a sua volta artista. Aveva visto giusto, una versione fresca ed aggressiva e dav-
come al solito, Italo Calvino, a rintrac- vero terragna, che sembra spazzare via
Sara Giovinazzi ciare già cinquant’anni fa due lati della tutta la polvere del tempo. Ma ci sono
& Alì’Nghiastre medaglia a comporre un’unica moneta, anche brani di Enzo Del Re, Matteo Sal-
Venti buoni per Margot: la barricadiera interprete vatore, Roberto De Simone, qualcosa da
motivi dello sdegno montante, nell’Italia del repertori albanesi, catalani, calabresi, e
boom, la raffinata cesellatrice di ritratti via divagando, il tutto tenuto assieme
intimi di donne colte nella disarmonia di con costruita naturalezza.
una difficile quotidianità. È quanto si ri- Segnalazione doverosa ma non buro-
trova anche qui, anche se lo sdegno ora è cratica, infine, per la gran signora della
Giovanna Marini per i loschi personaggi di una repubblica memoria del canto popolare e di lotta in
& Quartetto che ha cambiato solo numero ordinale, Italia, Giovanna Marini. La registrazione
non abitudini infami. di Canti gloriosi per una Patria che trema è
Urbano È una sorta di “ritorno” anche quello del 2009, e si sente appieno la passione
Canti gloriosi per di Donata Pinti, con un cd (registrazione del testimoniare a un pubblico “altro”, in
una Patria che dal vivo del 2008) dedicato, per usare le Francia (Théâtre de la Ville, Parigi) l’esi-
trema parole del sottotitolo, alla “canzone pie- stenza, appunto, di un’ “altra” Italia, me-
montese dalla tradizione alla protesta”. more nelle canzoni di almeno un secolo
Silvano Boiatti alla chitarra e agli arran- e mezzo di lotte e speranze e costruttiva
N OTA R ECORDS giamenti, ospite Placida “Dina” Staro al utopia libertaria, non succube del Signo-
canto. È un terreno che conosce dagli re del denaro. Voce e chitarra della Mari-
L’etichetta discografica (e relativa casa anni Sessanta, quando ragazza ribel- ni qui agiscono con il supporto prezioso
editrice) fondata da Valter Colle non le e fiera intonava le canzoni militanti del Quartetto Urbano, equamente diviso
sbaglia un colpo: a fronte di tante pro- del Canzoniere del Biellese, entrava in tra voci maschili e femminili.
duzioni che ancora invadono un merca- rapporto con il citato Cantacronache, Guido Festinese
to asfittico e frastornato, ci vorrebbero i approdava alla magnifica esperienza del
mezzi e la forza per far capire ai media Cantovivo con Alberto Cesa, marcava