Sei sulla pagina 1di 32

SABATO 15, LUNEDÌ 17 SABATO 22, LUNEDÌ 24,

MARTEDÌ 18 MARTEDÍ 25

PROKOFIEV
ALEKSANDER BERLIOZ
NEVSKIJ NOTTI D’ESTATE
VASILY PETRENKO KAZUSHI ONO
DIRETTORE DIRETTORE
SONIA GANASSI
MEZZOSOPRANO

AUDITORIUM
VENERDÌ 7
MICHELE
CAMPANELLA
SABATO 8 E DOMENICA 9
MARATONA LISZT
GIOVEDÌ 20
EVGENY KISSIN
TH IS MONTH’S H IG H LIG HTS I N E NG LISH I N TH E BAC K PAG ES OF TH E MAGA ZI N E
GENNAIO
2011

DA GIOVEDÌ 20
A DOMENICA 23

GIOVEDÌ 20 LUNEDÌ 24
MARTEDÌ 25
CONTEMPORANEA SABATO 29
DOMENICA 30
“TRANS” LUNEDÌ 31 GENNAIO
MUSICHE DI MARTEDÌ 1 FEBBRAIO
STOCKHAUSEN
E GLASS GENERAZIONE X
BARDO THODOL LA RASSEGNA
“IL LIBRO TIBETANO DEDICATA AI TALENTI
DEI MORTI” DELLA NUOVA
MUSICA ITALIANA
Il calendario potrebbe
subire delle variazioni

GENNAIO
Musica per Roma
FONDAZIONE
2011
Consiglio Bruno Cagli
di amministrazione Presidente - Sovrintendente
Presidente Antonio Pappano
Gianni Borgna Direttore Musicale
SABATO 1 MUSICA GIOVEDÌ 13
Vicepresidente Consiglio Sala Sinopoli ore 21
di amministrazione MUSICA Dialogo MUSICA
Andrea Mondello Bill Frisell, chitarre
Sala Santa Cecilia ore 18 Sala Petrassi ore 21
Presidente Gala Viennese Vinicius Cantuaria voce, chitarra, La Voce
Amministratore delegato Bruno Cagli Orchestra Roma Sinfonietta percussioni Ardecore
Karl Martin, direttore Marivaldo Dos Santos, in concerto
Carlo Fuortes
Alberto Basso pag 12 percussioni pag 13
pag 13
Vice Presidente
Consiglieri DOMENICA 2 VENERDÌ 14
Luigi Abete Consiglieri DOMENICA 9
MUSICA ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Bruno Cagli Sala Santa Cecilia ore 18 ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Sala Sinopoli ore 20.30
Giovanni Alemanno
Antonio Calabrò Gala Viennese Sala Petrassi ore 10.30, ore 16 Solisti dell’Orchestra dell'Accademia
Sindaco di Roma Orchestra Roma Sinfonietta e ore 21 Nazionale di Santa Cecilia
Francesco Gaetano Caltagirone Karl Martin, direttore Maratona Liszt Alexander Lonquich, pianoforte
Luigi Abete
Innocenzo Cipolletta pag 12 I Romantici Mozart, Il Flauto Magico: Ouverture
Giorgio Battistelli pag 5 Mozart, Quintetto K. 452
Giovanni Ferreri
MARTEDÌ 4 Ibert, 3 Pièces brèves
Gianni Letta Paolo Buzzetti
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Roussel, Divertissement op. 6
Giovanni Malagò Giovanni Carli Ballola MUSICA MUSICA PER ROMA Poulenc, Sestetto per pianoforte e fiati
Sala Sinopoli ore 21 Sala Santa Cecilia ore 11 pag 6
Mario Marazziti Fulvio Conti La ChiaraStella Lezioni di musica
Michele Mirabella Azio Corghi I Canti di Natale nelle tradizioni popolari Antonio Pappano MUSICA
Orchestra Popolare Italiana Figure femminili nelle opere di Puccini. Teatro Studio ore 21
Cesare Romiti Vittorio Di Paola Parte II: da La Fanciulla del West a Cantando sotto la storia
dell’Auditorium Parco della Musica
Maurizio Tucci diretta da Ambrogio Sparagna Turandot Genova. “Con quella faccia un po’ così”
Gabriele Galateri
pag 12 pag 5 Se non ci fossero stati i cantautori?
pag 26
Collegio dei revisori Collegio dei revisori EXTRA
dei conti MERCOLEDÌ 5
dei conti Sala Sinopoli ore 11 SABATO 15
MUSICA Lezioni di storia – Album Italiano
Presidente Presidente Sala Sinopoli ore 21 “1917. Il mito di Caporetto” ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Luigi Pezzi Paolo Germani La ChiaraStella con Antonio Gibelli Sala Santa Cecilia ore 18
I Canti di Natale nelle tradizioni popolari pag 25 Orchestra e Coro dell'Accademia di
Andrea Pirrottina Orchestra Popolare Italiana Santa Cecilia
Alessandro Bonura
dell’Auditorium Parco della Musica EXTRA Vasily Petrenko, direttore
Demetrio Minuto Antonio Simeoni diretta da Ambrogio Sparagna Teatro Studio ore 11 Ekaterina Sementchuk, contralto
pag 12 Lezioni di rock Ciajkovskij, Capriccio italiano
Brian Eno Respighi, Vetrate di chiesa
S O C I F O N D A T O R I
“Before and after science” Prokofiev, Aleksander Nevskij
GIOVEDÌ 06 pag 26 pag 7
EXTRA
Sala Sinopoli ore 11 LUNEDÌ 10 MUSICA
Roma. La storia dell’arte Teatro Studio ore 21
Filippo Coarelli ACCADEMIA DI SANTA CECILIA La Voce
“L’ideologia della vittoria. Sala Santa Cecilia ore 21 Franca Masu
L’arte ufficiale romana della media Orchestra dell'Accademia Nazionale di “Almablava”
repubblica” Santa Cecilia pag 24
pag 25 Mahler Sinfonia n. 6 “Tragica”
pag 4 DOMENICA 16
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Sala Santa Cecilia ore 12 EXTRA ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Family concert Sala Sinopoli ore 21 MUSICA PER ROMA
Percussioni dell'Orchestra Processi alla storia Sala Sinopoli ore 11
dell'Accademia di Santa Cecilia “Processo a Cagliostro” Lezioni di Musica
La Macchina del Tempo con Filippo Berselli, Rino Barillari, Alexander Lonquich
pag 4 Antonio Laudati, Umberto Rapetto L'Interpretazione e l'Ascolto Musicale
pag 26 Come sono cambiati nel corso di un
VENERDÌ 7 secolo
L ET T E R AT U R A pag 6
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Teatro Studio ore 21
Sala Sinopoli ore 20.30 Vi racconto un romanzo EXTRA
Michele Campanella pianoforte Otto capolavori del Novecento europeo Sala Petrassi ore 11
Liszt Conversazioni e letture Lezioni di rock
Sancta Dorothea, La lugubre gondola II, a cura di Valerio Magrelli La chitarra rock, il mito e la leggenda
Nuages gris, En Rêve, Bagatelle sans Elia Schilton legge “Alla ricerca del pag 26
tonalité, Ave Maria (Die Glocken von tempo perduto”
Rom), Deuxième Années de pèlerinage: di Marcel Proust EXTRA
Italie Introduce Alberto Beretta Anguissola Teatro Studio ore 11
pag 4 pag 27 Salute: sapere per scegliere
Incontri a cura degli esperti della
SABATO 8 MARTEDÌ 11 Fondazione Veronesi
“Quando la prevenzione comincia a
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA ACCADEMIA DI SANTA CECILIA tavola: la nutrigenomica”
Sala Petrassi ore 10.30, ore 16 Spazio Risonanze ore 17.45 Relatori: Umberto Veronesi,
e ore 21 Dentro la musica – Corso di ascolto Chiara Tonelli e Lucilla Titta
Maratona Liszt musicale pag 27
Le nove Sinfonie di Beethoven
Fornitore ufficiale degli strumenti pag 4 ACCADEMIA DI SANTA CECILIA ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
per Fondazione Musica per Roma Sala Santa Cecilia ore 19.30 Sala Santa Cecilia ore 12
all’Auditorium Parco della Musica ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Orchestra dell'Accademia Nazionale di Family concert
Sala Santa Cecilia ore 18 Santa Cecilia Orchestra e Coro dell'Accademia
Orchestra dell'Accademia Nazionale di Antonio Pappano direttore Nazionale di Santa Cecilia
Santa Cecilia Mahler Sinfonia n. 6 “Tragica” Vasily Petrenko, direttore
Antonio Pappano direttore pag 5 Prokofiev, Aleksander Nevskij
Mahler Sinfonia n. 6 “Tragica” pag 7
pag 5 EXTRA
3
Sala Petrassi ore 21
Io sono Antonello Piroso
incontro
2 pag 28
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA BArt ore 19,30 BArt ore 19 LUNEDÌ 24 EXTRA/MUSICA
Spazio Risonanze ore 16 Aperitivo scientifico Aperitivo Scientifico Teatro Studio ore 21
Tutti a Santa Cecilia Crisi climatica: dalla negazione al Buchi neri, acceleratori e fine del ACCADEMIA DI SANTA CECILIA After Fluxus
Che orecchie grandi che ho! panico? mondo Sala Santa Cecilia ore 10.30 Performance
Spettacolo - età consigliata: 0 - 2 anni Stefano Caserini Gian Francesco Giudice Tutti a Santa Cecilia Metamkine & Martux-m
pag 11 introduce Giovanni Spataro introduce Claudia Di Giorgio Ciak si suona! FLUX-US
pag 17 pag 17 Lezione-concerto - età consigliata: 9 - pag 28
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA 15 anni
Spazio Risonanze ore 18.30 ACCADEMIA DI SANTA CECILIA ACCADEMIA DI SANTA CECILIA pag 11 SABATO 29
Tutti a Santa Cecilia Sala Santa Cecilia ore 20.30 Sala Santa Cecilia ore 18
Ad- Agio Evgeny Kissin, pianoforte Orchestra dell'Accademia Nazionale di ACCADEMIA DI SANTA CECILIA ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Spettacolo - età consigliata: dai 18 anni Liszt Santa Cecilia Sala Santa Cecilia ore 21 Sala Santa Cecilia ore 18
in su Studio trascendentale n. 9, Sonata in si Kazushi Ono, direttore Orchestra dell'Accademia Nazionale di Orchestra dell'Accademia Nazionale di
pag 11 minore, Funerailles, Vallée d'Obermann, Sonia Ganassi, mezzosoprano Santa Cecilia Santa Cecilia
Venezia e Napoli Benjamin, Dance Figures Kazushi Ono, direttore Yuri Temirkanov, direttore
LUNEDÌ 17 pag 8 Berlioz, Nuits d'été Sonia Ganassi, mezzosoprano Vadim Repin, violino
Saint-Saens, Sinfonia n. 3 Benjamin, Dance Figures Rossini, Il barbiere di Siviglia: Sinfonia
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA F EST I VA L D E L L E SC I E N Z E pag 9 Berlioz, Nuits d'été Bruch, Concerto per violino n. 1
Spazio Risonanze ore 10.30 CO N T E M P O R A N E A Saint-Saens, Sinfonia n. 3 Beethoven, Sinfonia n. 3 “Eroica”
Tutti a Santa Cecilia Sala Sinopoli ore 21 DOMENICA 23 pag 9 pag 10
Musica che gran gioco! Trans
Spettacolo - età consigliata: 2 - 3 anni La chiave segreta verso l’immortalità F EST I VA L D E L L E SC I E N Z E MUSICA MUSICA
pag 11 Musiche di Karlheinz Stockhausen e Sala Petrassi ore 11 Teatro Studio ore 21 Sala Sinopoli ore 21
Philip Glass Dialogo Generazione X La Voce
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Bardo Thodol-Il libro tibetano dei morti A quando la fine dell'umanità e come Repubblica Roma Rock Radiodervish
Sala Santa Cecilia ore 21 pag 20 sarà il mondo senza di noi? In apertura L’Insolito Clan, Momo, “Bandervish”
Orchestra e Coro dell'Accademia di Alan Weisman, Willard Wells Raffaele Casarano pag 15
Santa Cecilia VENERDÌ 21 introduce Telmo Pievani guest Paolo Fresu
Vasily Petrenko, direttore pag 16 pag 22 MUSICA
Ekaterina Sementchuk, contralto F EST I VA L D E L L E SC I E N Z E Teatro Studio ore 21
Ciajkovskij, Capriccio italiano Sala Petrassi ore 9.30 EXTRA MARTEDÌ 25 Generazione X
Respighi, Vetrate di chiesa Proiezione film National Geographic Sala Sinopoli ore 11 Fabio Abate
Prokofiev, Aleksander Nevskij Channel per le scuole Roma. La storia dell’arte ACCADEMIA DI SANTA CECILIA guest Carmen Consoli
pag 7 When the Earth Stops Spinning Andrea Giardina Sala Santa Cecilia ore 10.30 in apertura Montecristo
introduce Antonio Meloni “Via dei Fori Imperiali” Tutti a Santa Cecilia pag 22
EXTRA pag 17 pag 25 Ciak si suona!
Sala Petrassi ore 21 Lezione-concerto - età consigliata: 9 - DOMENICA 30
Il tempo di Gustav Mahler Sala Petrassi ore 11 ACCADEMIA DI SANTA CECILIA 15 anni
Regia Massimiliano Finazzer Flory Proiezione film National Geographic Sala Santa Cecilia ore 12 pag 11 EXTRA
pag 29 Channel per le scuole, Family concert Sala Sinopoli ore 11
Betrayed by the Sun Orchestra dell'Accademia Nazionale di ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Lezioni di storia – Album Italiano
L ET T E R AT U R A introduce Mauro Masserotti Santa Cecilia Spazio Risonanze ore 17.45 “1922. L’ambiguità della marcia su
Teatro Studio ore 21 pag 17 Kazushi Ono, direttore Dentro la musica – Corso di ascolto Roma”
Vi Racconto un romanzo Saint-Saens, Sinfonia n. 3 musicale con Salvatore Lupo
Otto capolavori del Novecento europeo Sala Petrassi ore 16 pag 9 pag 25
Conversazioni e letture Dialogo ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
a cura di Valerio Magrelli Guida alla fine del mondo: tutto quello F EST I VA L D E L L E SC I E N Z E Sala Santa Cecilia ore 19.30 ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Ennio Fantastichini legge “Ho servito il che non avreste mai voluto sapere Orchestra dell'Accademia Nazionale di Sala Santa Cecilia ore 12
Re d’Inghilterra” di Bohumil Hrabal Enrico Euli, Bill McGuire Teatro Studio ore 12 Santa Cecilia Family concert
Introduce Giuseppe Dierna introduce Telmo Pievani Incontro Kazushi Ono, direttore Orchestra dell'Accademia Nazionale di
pag 27 pag 16 The North Slope of Alaska: The End of Sonia Ganassi, mezzosoprano Santa Cecilia
the World at the End of the Earth? Benjamin, Dance Figures Yuri Temirkanov direttore
MARTEDÌ 18 Sala Petrassi ore 18 Bill Streever Berlioz, Nuits d'été Beethoven Sinfonia n. 3 “Eroica”
Dialogo introduce Marco Cattaneo Saint-Saens, Sinfonia n. 3 pag 10
MUSICA Il lontano destino finale della Terra (con pag 16 pag 9
Sala Sinopoli ore 20.30 qualche serio rischio nel frattempo) MUSICA
Associazione Casa della Mamma Lisa Randall, Robert Smith, Giovanna Sala Petrassi ore 16 MUSICA Sala Santa Cecilia ore 21
Christmas in jazz and Happy New Year Tinetti, introduce Andrea Bernagozzi Lectio magistralis Teatro Studio ore 21 Franscesco Bearzatti Tinissima Quartet
Lino Patruno Jazz Show pag 16 Epidemie e pandemie: la guerra senza Generazione X X (Suite for Malcolm)
con la partecipazione straordinaria di fine tra l'uomo e i microbi MarteLabel pag 21
Renzo Arbore e Gigi Proietti BArt ore 18,30 Giuseppe Ippolito con Underdog, This Armony, Petramante
pag 29 Aperitivo Scientifico introduce Letizia Gabaglio guest Nobraino MUSICA
Premiazione Concorso “La cattiva pag 16 pag 22 Teatro Studio ore 21
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Scienza in TV” Generazione X
Spazio Risonanze ore 17.45 Claudio Pasqua, Emilio Sassone Corsi, ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Giulia Ananìa
introduce Federico Taddia Sala Santa Cecilia ore 17
MERCOLEDÌ 26
Dentro la musica – Corso di ascolto guest Niccolò Fabi
musicale pag 17 Tutti a Santa Cecilia ACCADEMIA DI SANTA CECILIA con la partecipazione di Filippo Gatti
Ciak si suona! Sala Petrassi ore 10.30 e ore 20.30 in apertura Marta Venturini
ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Sala Sinopoli ore 21 Lezione-concerto - età consigliata: 9 - Tutti a Santa Cecilia pag 23
Sala Santa Cecilia ore 19.30 L’ultima astronave 15 anni Camera per Quattro
Orchestra e Coro dell'Accademia di Spettacolo di e con Stefano Benni pag 11
pag 18
Commedia-concerto - età consigliata: LUNEDÌ 31
Santa Cecilia 13 - 99 anni
Vasily Petrenko, direttore F EST I VA L D E L L E SC I E N Z E pag 11 MUSICA
Ekaterina Sementchuk, contralto SABATO 22 Teatro Studio ore 21
Ciajkovskij, Capriccio italiano Teatro Studio ore 17 Generazione X
Respighi, Vetrate di chiesa F EST I VA L D E L L E SC I E N Z E Lectio Magistralis
GIOVEDÌ 27
Kento
Prokofiev, Aleksander Nevskij Il senso della fine. Come il mondo ACCADEMIA DI SANTA CECILIA guest Assalti Frontali
pag 7 Teatro Studio ore 11 cessò di essere eterno. Sala Petrassi ore 10.30 in apertura Rancore
Lectio Magistralis Remo Bodei Tutti a Santa Cecilia pag 23
MUSICA La “folle corsa” del popolamento introduce Vittorio Bo Camera per Quattro
Teatro Studio ore 21 umano. Sette miliardi, e quanti ancora? pag 16 Commedia-concerto - età consigliata: ACCADEMIA DI SANTA CECILIA
Unovantaluna Massimo Livi Bacci, 13 - 99 anni Sala Santa Cecilia ore 21
Cumpagnia di musica siciliana introduce Telmo Pievani Sala Petrassi ore 18 pag 11 Orchestra dell'Accademia Nazionale di
pag 24 pag 16 Dialogo Santa Cecilia
La fine del Mondo: scienza ed etica ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Yuri Temirkanov, direttore
Sala Petrassi ore 12 dell’estinzione umana
GIOVEDÌ 20 Dialogo Massimiano Bucchi, Brandon Carter,
Teatro Studio ore 17.30 Vadim Repin, violino
Nuovi compositori Rossini, Il barbiere di Siviglia: Sinfonia
F EST I VA L D E L L E SC I E N Z E Terremoti, tsunami, uragani e altre John Leslie Concerto del “Musica Phoenix” Bruch, Concerto per violino n. 1
catastrofi introduce Telmo Pievani Ensemble Beethoven, Sinfonia n. 3 “Eroica”
Sala Petrassi ore 9,30 Mary Comerio, William M. White pag 16 pag 11 pag 10
Proiezione film National Geographic introduce Marco Ferrari
Channel per le scuole pag 16 BArt ore 19 MUSICA
World Without Oil Aperitivo Scientifico Sala Sinopoli ore 21
introduce Ugo Bardi Sala Petrassi ore 16 La vera fine del mondo...dei Maya Solo
pag 17 Dialogo Giovanni Sabato Gonzalo Rubalcaba, pianoforte
Apocalissi del passato: le estinzioni di introduce Giovanni Spataro pag 14
Sala Petrassi ore 11 massa
Michael Benton, Peter Ward
pag 17 DOMENICA 23
Proiezione film National Geographic
Channel per le scuole introduce Telmo Pievani Sala Petrassi ore 21
VENERDÌ 28 Parco Pensile
Population Overload pag 16 Serata National Geographic Channel ACCADEMIA DI SANTA CECILIA dalle ore 10
introduce Giovanni Spataro I Marziani siamo noi Sala Sinopoli ore 20.30 Il mercato di
pag 17 Teatro Studio ore 17 Giovanni Bignami Quartetto di Cremona Campagna Amica
Dialogo introduce Claudia Di Giorgio Alessandro Carbonare, clarinetto
Sala Petrassi ore 19 Decrescita felice o depressione? Quanto pag 18 Colasanti ‘...di tumulti e d’ombre’. Studio
Lectio magistralis la felicità dipende o non dipende dal PIL per Faust Parco Pensile
Blues della fine del mondo Stefano Bartolini, Leonardo Becchetti ACCADEMIA DI SANTA CECILIA Schubert, Quartetto n. 15 D 887 Seminiamo il nostro orto!
Ian McEwan introduce Rossella Panarese Sala Santa Cecilia ore 19.30 Brahms, Quintetto con clarinetto op. 115 ore 10.30:
introduce Vittorio Bo pag 16 La JuniOrchestra per la Clinica Pediatrica pag 6 laboratorio per bambini
pag 16 del Policlinico Umberto I
dai 5 agli 8 anni.
Sala Petrassi ore 18 pag 11 MUSICA
Dialogo ore 12.00:
Sala Petrassi ore 21
Fine del petrolio, fine del mondo? laboratorio per ragazzi
Roberto Gatto Trio
Kjell Aleklett, Ugo Bardi, dai 9 ai 12 anni.
in concerto
introduce Marco Cattaneo pag 15
pag 16 3
Venerdì 7 Sala Sinopoli ore 20.30
A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A

A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A
Michele Campanella pianoforte
Liszt
Sancta Dorothea
La lugubre gondola II
Nuages gris
En Rêve
Bagatelle sans tonalité
Giovedì 6 Ave Maria (Die Glocken von Rom)
Sala Santa Cecilia Deuxième Années de pèlerinage: Italie
ore 11 introduzione
ore 12 concerto

Percussioni dell’Orchestra
dell’Accademia di Santa Cecilia MICHELE
CAMPANELLA
La Macchina del Tempo

La
macchina
del Tempo
IN COLLABORAZIONE CON SPONSOR TECNICO

Dai riti tribali dell’età della pietra ai


tamburi militari che incitavano alla Franz Liszt è stato senz’altro il più grande pianista di tutti i tempi: è per suo merito che il pianoforte, da strumento
battaglia, gli strumenti a percus- musicale come tutti gli altri, è divenuto un congegno esplosivo capace di contenere un’intera orchestra, e brillare come
sione hanno sempre accompa- un fuoco d’artificio di effetti stupefacenti e innovativi ai limiti dell’eseguibilità. È con Liszt che nasce il virtuoso della
gnato la Storia dell’Umanità, tastiera in senso moderno, il solista che incanta, seduce e strabilia il suo pubblico, poeta, istrione, affabulatore, gioco-
diventando via via sempre più raf- liere… E’ arrivato il 2011, e dunque il bicentenario della sua nascita, e il suo più illustre “ambasciatore” in Italia, il pia-
finati e indispensabili componenti nista Michele Campanella, ha ideato un progetto “kolossal” per celebrare il musicista ungherese, iniziato lo scorso
per dare maggior corpo e colore maggio e che proseguirà fino al prossimo ottobre: sette maratone in cui, ad eccezione delle versioni alternative e delle
al suono di un ensemble o di trascrizioni da altre sue opere, viene eseguita l’integrale dell’opera pianistica di uno dei più prolifici compositori della
un’orchestra sinfonica, special- Storia della Musica (oltre 1.400 numeri d’Opera!). Per buona parte dedicato all’Italia, con brani ispirati a Roma,
mente nel ‘900. A questo scate- Venezia, Dante e Petrarca, è il recital del 7 gennaio che Campanella ha ideato per la seconda tornata di appuntamen-
nato ed esaltante percorso è ti del progetto, abbinato alle maratone di sabato 8 e domenica 9 affidate ad altri solisti di fama che prevede, tra l’al-
dedicato l’ormai tradizionale tro, l’esecuzione integrale della trascrizione lisztiana di tutte le Nove Sinfonie di Beethoven.
Family Concert dell’Epifania: dalle

MARATONA LISZT
marce militari di Philidor al
recentissimo Millennium Bug di
Giovanni Sollima, La Macchina
del Tempo è l’occasione per un Sabato 8 Pianisti, in ordine di apparizione
viaggio veloce e divertente nel Sala Petrassi Sabato 8 Domenica 9 ore 16
ore 10.30 ore 10.30 Costantino Catena
mondo del ritmo insieme ai Maratona Liszt 2
Monica Leone Caterina Toso Carlo Guaitoli
Percussionisti dell’Orchestra Le nove Sinfonie Claudio Curti Gialdino
Roberto Plano Marzia Bisogni
di Beethoven
dell’Accademia di Santa Cecilia Massimiliano Damerini Marina Pellegrino Alessandro De Luca
e per conoscere uno strumento Giovanni Bellucci Marzia Tramma ore 21
Domenica 9 ore 16 Davide Osellame Cristiano Burato
nuovo, il ReacTable: un vero e Sala Petrassi Roberto Prosseda
Paolo Restani Enrica Ruggiero
proprio tavolo, che reagisce agli Fedele Antonicelli Donata D’Annunzio Maurizio Baglini
Maratona Liszt 3 Lombardi (soprano)
spostamenti degli oggetti sul suo Paolo Vergari
I Romantici Mariangela Vacatello
ore 21
ripiano e al cambiamento delle Jacopo Giacopuzzi
Romano Pallottini
luci e delle ombre emettendo Bruno Canino e Daniele Buccio
4 sorprendenti eventi sonori… Antonio Ballista
A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A
PAPPANO
Sabato 8 ore 18
lunedì 10 ore 21
martedì 11 ore 19.30
Sala Santa Cecilia

Orchestra dell’Accademia
Nazionale di Santa Cecilia

MAHLER6
Antonio Pappano direttore

Mahler
Sinfonia n. 6 “Tragica”

T R A G I C A
Gustav Mahler è senz’altro il massimo cantore di una civiltà musicale al tramonto e di un mondo in sfa-
celo del quale ci parlano, ora in toni disperati, ora ironici e grotteschi, ora lirici e nostalgici, tutti i gigante-
schi affreschi delle sue Sinfonie. Tra le nove compiute, sei si concludono, nonostante tutto, in un clima di
trionfale ottimismo, e altre due (la Quarta e la Nona) si spengono serenamente come annegando in un s

oblio di pace crepuscolare. La Sesta, detta non a caso “Tragica”, no. E’ la più cupa e violenta di tutte e pare 12, 14, 15 MARZO
Sinfonia n. 1
addirittura preludere, con il clangore della sua orchestrazione metallica e tagliente, alla tragedia del Primo
Antonio Pappano direttore
Conflitto Mondiale, che quella civiltà e quel mondo spazzerà via per sempre. È la prima composizione della
2, 4, 5 APRILE
Storia della Musica a “suonare” non come le eroiche battaglie di Beethoven, Wagner o Strauss, ma come Sinfonia n. 9
una guerra vera dove di eroico non c’è proprio un bel niente. Eppure fu composta nel 1903, in un perio- Antonio Pappano direttore
do piuttosto felice per Mahler, durante una vacanza estiva nella sua amata oasi montana di Maiernigg. Di 22, 23, 24 OTTOBRE
là da venire erano ancora i tre infarti (l’ultimo gli riuscirà fatale), profetizzati dai tre colpi di martello che Sinfonia n. 8 “dei Mille”
Antonio Pappano direttore
echeggiano sinistri in una Sinfonia il cui accordo finale, un solenne pizzicato degli archi in pianissimo e in
12, 14, 15 NOVEMBRE
tonalità minore, suona lugubre come una manciata di terra lanciata su una tomba.
Sinfonia n. 7
Valery Gergiev direttore

Antonio Pappano Domenica 9


FIGURE FEMMINILI NELLE OPERE DI PUCCINI Sala Santa Cecilia ore 11
Lezioni di Musica
Antonio Pappano, considerato uno dei massimi interpreti pucciniani al mondo, continua e conclude in questo attesissimo incon- Antonio Pappano
tro l’esame dei caratteri femminili immortalati dal compositore lucchese nelle sue opere. Ogni appassionato sa che Puccini FIGURE FEMMINILI NELLE OPERE
seppe mettere in musica l’animo femminile con una profondità e una passione che forse nessun altro musicista ha mai egua- DI PUCCINI.
DALLA FANCIULLA DEL WEST A TURANDOT
gliato: in questo incontro, dedicato alle opere mature del compositore, le figure femminili approfondite hanno nomi che fanno
Biglietti: 8 euro.
sobbalzare il cuore di ogni melomane: Minnie, Magda, Lauretta, Liù, Turandot. Con il suo stile inimitabile e coinvolgente, fatto
Riduzioni: Parco della Musica Card, giovani fino a
di esempi al pianoforte, accenni vocali, parole, ascolti in CD, Pappano sa comunicare all’ascoltatore ogni sfaccettatura dei per- 26 anni, over 65 anni, American Express, Feltrinelli,
sonaggi pucciniani rivelandoci un modo nuovo di ascoltare la grande musica lirica, e di comprendere la segreta unione di paro- Carta Per Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral
convenzionati, Interclub.
le e musica, pensieri ed emozioni che da sempre rende questo genere musicale tanto amato e universale. Abbonameno a tutte le lezioni: 55 euro 5
LONQUICH E I FIATI DI SANTA CECILIA
A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A

Venerdì 14
Sala Sinopoli ore 20.30

Alexander Lonquich
pianoforte Primus inter pares: questa è la formula con cui accade di fre-
Fiati dell’Accademia quente che pianisti di fama mondiale rinuncino alla ribalta del
Nazionale recital solistico per condividere fatica e applausi, ma soprattutto
di Santa Cecilia
la gioia di fare insieme musica, con le prime parti di una delle
Mozart diverse sezioni dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia.
Il Flauto Magico:
Stavolta è Alexander Lonquich, tra i maggiori e più riflessivi
Ouverture
Quintetto K. 452 interpreti di oggi, a “divertirsi”, come suggerisce uno dei brani in
Ibert programma - il Divertissement di Roussel - con gli strumenti a
3 Pièces brèves fiato, per proporre un arrangiamento dell’Ouverture del Flauto
Roussel
Divertissement op. 6 Magico e il Quintetto K 452 per oboe, clarinetto, corno, fagot-
Poulenc to e pianoforte di Mozart, e una seconda parte tutta francese
Sestetto per pianoforte che, oltre all’elegante brano di Roussel, comprende due pezzi di
e fiati
due straordinari “coloristi” come Ibert e Poulenc.

Alexander Lonquich
L’INTERPRETAZIONE E L’ASCOLTO MUSICALE Domenica 16
Sala Sinopoli ore 11
Lezione di straordinario interesse tenuta da uno dei maggiori pianisti dei nostri giorni, Alexander Lonquich. Oltre che un cele-
brato interprete, Lonquich è infatti un apprezzato e raffinato comunicatore ed ama spesso intrattenere gli ascoltatori rivelan-
Lezioni di Musica
do alcuni segreti dell’arte pianistica, o alcuni dettagli nascosti che impreziosiscono un partitura. La Lezione ha un argomen- Alexander Lonquich
to davvero stimolante: Lonquich ci mostrerà infatti il modo in cui interpretazione e fruizione si sono trasformate dall’inizio del
L’INTERPRETAZIONE E L’ASCOLTO MUSICALE.
COME SONO CAMBIATI NEL CORSO DI UN SECOLO
Novecento ad oggi. Le due “direzioni fondamentali” dell’esperienza musicale - cosa vuole comunicare al suo ascoltatore un
Biglietti: 8 euro.
interprete, e che cosa a sua volta l’ascoltatore si aspetta da lui – sono infatti in continua evoluzione e trasformazione, rispon-
Riduzioni: Parco della Musica Card, giovani fino a 26
dono ai bisogni spirituali di una società e di un’epoca. Attraverso esempi dal vivo al pianoforte, ascolti registrati, inserti video, anni, over 65 anni, American Express, Feltrinelli,
il grande pianista ci condurrà alla scoperta di un ramo affascinante e spesso poco esplorato dell’arte musicale in una Lezione Carta Per Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral
convenzionati, Interclub.
da non perdere. Abbonameno a tutte le lezioni: 55 euro

Venerdì 28
Sala Sinopoli ore 20.30

Quartetto di Cremona
Alessandro Carbonare
IL CLARINETTO DI BRAHMS
In un’epoca distratta come la nostra, che ci costringe a perdere tempo
clarinetto imprigionati nel traffico o ci induce in tentazione rubandoci con la tele-
visione e internet ore e ore che potremmo dedicare, quando non al
Colasanti sonno o allo sport, almeno alla lettura o all’ascolto in santa pace (dun-
“...di tumulti e d’ombre” que non con l’iPod nel pieno del caos cittadino) di un ristoratore brano
Studio per Faust, per di musica da camera, l’occasione dell’esecuzione dal vivo del Quintetto
quartetto d'archi per clarinetto e archi di Johannes Brahms è un evento decisamente
Schubert eccezionale e imperdibile. Tra i vertici assoluti di tutta la musica, è un
Quartetto n. 15 D 887 pezzo paragonabile a un dipinto di Giorgione o a un roman-
Brahms zo di Thomas Mann, di quelli che a non conoscerli si com-
Quintetto con clarinetto mette – si fa per dire – peccato mortale. Magnifica se ne pro-
op. 115
spetta l’esecuzione di Alessandro Carbonare, prima parte
solista dell’Orchestra di Santa Cecilia nonché tra i migliori cla-
rinettisti del mondo, insieme al Quartetto di Cremona. Ma
emozionante è anche il resto del programma: l’ultimo, inten-
sissimo Quartetto per archi di Schubert e la prima assoluta
di Di tumulti e d’ombre, commissionato dall’Accademia di
Santa Cecilia alla giovane e già affermatissima compositrice
Silvia Colasanti, che lo ha dedicato al Quartetto di Cremona.
6
Sabato 15 ore 18

A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A
lunedì 17 ore 21
martedì 18 ore 19.30
Sala Santa Cecilia

Orchestra e Coro
dell’Accademia Nazionale
di Santa Cecilia
Vasily Petrenko direttore
Ekaterina Semenchuk contralto

Ciajkovskij
Capriccio Italiano
Respighi
Vetrate di Chiesa
Prokofiev
Aleksander Nevskij

Domenica 16
ore 11 introduzione all’ascolto

m) sauro
ore 12 concerto
Sala Santa Cecilia

Prokofiev
Aleksander Nevskij

È in arrivo un’altra delle giovani bacchette in


Vasily Petrenko
Nato 34 anni fa a Leningrado, ascesa sulle quali l’Accademia di Santa RICORDANDO
Vasily Petrenko è stato allievo di Cecilia ha molto puntato nel definire il EISENSTEIN
Mariss Jansons, Yuri Temirkanov a cura di
calendario della stagione sinfonica in corso:
ed Esa-Pekka Salonen. Nel 2006
è stato nominato Direttore princi-
Vasily Petrenko. Russo di nascita, ma
pale della Royal Liverpool Philha- ormai adottato dal pubblico inglese, affron-
rmonic Orchestra, destando im- terà una delle più celebri pagine della lette-
mediata sensazione non solo tra i Per il programma
critici ma anche nel pubblico di
ratura musicale russa, o meglio sovietica: la www.santacecilia.it/eisenstein
www.romacinemafest.org
Liverpool che lo ha praticamente cantata Aleksander Nevskij di Prokofiev,
adottato, tanto che il suo contrat- colonna musicale del primo film sonoro di
to è stato via via rinnovato fino al
Sergej Eisenstein (1898 - 1948), uno dei maestri più rivoluzionari della sto-
prossimo 2015. La sua incisione
del Manfred di Ciajkovskij con la ria del cinema per l’uso innovativo del montaggio. Nel 1938 il pericolo di
RLPO ha vinto nel 2009 il premio un’aggressione nazista era particolarmente avvertito nella Russia di Stalin e la
per la migliore incisione sinfonica
vicenda di Nevskij, principe medievale che sconfisse i Teutoni sulle acque
della rivista inglese Gramophone.
ghiacciate del Lago Peipus, fu per il regista il miglior modo di ingraziarsi il dit-
tatore dopo l’insuccesso del suo precedente lavoro. Gran parte della riuscita
del film, già di per sé magnifico, si deve alla musica di Prokofiev, che mesco-
la l’antico folklore russo ai violenti, percussivi effetti sonori della furibonda bat-
taglia sui ghiacci con risultati altamente spettacolari. Il giovane Petrenko si
cimenterà anche nel Capriccio Italiano di Ciajkovskij e nelle rarissime e
splendide Vetrate di Chiesa di Respighi, mentre domenica mattina alle 12
per il pubblico dei Family Concert dirigerà l’Aleksander Nevskij.
7
A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A

Foto: © Sheila Rock

KISSIN
LISZT
Nell’anno del bicentenario lisztiano non
poteva mancare all’appuntamento uno dei
più grandi funamboli del pianoforte, il gio-
coliere degli 88 tasti, l’ex enfant prodige
battezzato addirittura da Herbert von
Karajan: Evgeny Kissin, 40 anni il prossi-
mo ottobre, ha negli ultimi tempi acquisi-
to uno spessore interpretativo di rara
intensità, che insieme alla sua tecnica stra-
Giovedì 20
biliante lo proietta a buon diritto nell’empi-
Sala Santa Cecilia ore 20.30
reo dei massimi pianisti viventi. Trascendentale, impervio, incantevole il pro-
Evgeny Kissin gramma che offrirà al pubblico dell’Accademia di Santa Cecilia per questo suo
pianoforte attesissimo ritorno a Roma, dopo oltre due anni di assenza. E ritorna, non a
caso, nel nome del pianismo puro e assoluto di Franz Liszt e di una selezione
Liszt
di alcuni fra i più importanti e trascinanti pezzi della sua sterminata produzio-
Studio trascendentale n. 9
Sonata in si minore ne, tra cui quella che è forse il suo capolavoro, nonché temibile ma imprescin-
Funerailles dibile banco di prova per chiunque voglia definirsi vero virtuoso della tastiera:
Vallée d'Obermann la meravigliosa Sonata in si minore… Bentornato, Kissin!
Venezia e Napoli
8
A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A
m) sauro

NOTTI D2ESTATE

KAZUSHI ONO SONIA GANASSI


Così come il refolo di un condizionatore che ci sfiora la pelle nella canicola estiva regala un gradito anche Sabato 22 ore 18
lunedì 24 ore 21
se momentaneo sollievo, altrettanto piacevole può risultare la suggestione, nelle giornate grigie e umide del-
martedì 25 ore 19.30
l’inverno in città, del tepore notturno delle notti d’estate che può venirci da un quadro, da una fotografia, o Sala Santa Cecilia
dall’ascolto di un brano musicale. E’ il caso delle Nuits d’été di Berlioz, a detta di molti la sua composizio-
Orchestra dell’Accademia
ne più alta e perfetta, il primo ciclo di “canzoni” (in tedesco Nazionale di Santa Cecilia
si direbbe Lieder, mentre in francese sono Mélodies) della Kazushi Ono direttore
Storia della Musica, su testi in verità piuttosto tetri del poeta Sonia Ganassi mezzosoprano
Théophile Gautier. Ad eccezione della prima (Villanelle) e
dell’ultima canzone (L’île inconnue), il resto del ciclo parla di Benjamin Dance Figures
Berlioz Nuits d’été
assenza e di morte; ma l’orchestra di Berlioz è così essenzia-
Saint-Saëns Sinfonia n. 3
le da rendere palpabile la sensazione di una asciutta e rare-
fatta notte d’agosto… Sensibilissima interprete ne sarà il
mezzosoprano Sonia Ganassi. Sul podio, un direttore che il
pubblico romano già conosce e ha più volte avuto modo di
Domenica 23
apprezzare, Kazushi Ono. Insieme alle Dance Figures, musica per balletto scritta nel 2004 da George ore 11 introduzione all’ascolto
Benjamin, uno degli allievi favoriti di Messiaen e oggi tra i più eminenti compositori inglesi, il direttore tokyo- ore 12 concerto
Sala Santa Cecilia
ta scalerà le vette della monumentale e spettacolare Sinfonia n.3 “con organo” di Saint-Saëns, che verrà
replicata per grandi e grandicelli nel Family Concert di domenica 23. Kazushi Ono direttore

Saint-Saëns Sinfonia n. 3 9
A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A

TEMIRKANOV
DIRIGE L2EROICA
Sabato 29 ore 18 L'Eroica di Bee-
lunedì 31 ore 21 thoven spazza
martedì 1° febbraio
ore 19.30 via definitiva-
Sala Santa Cecilia mente la tradizio-

Orchestra dell’Accademia nale introduzione


Nazionale di Santa Cecilia lenta all’inizio di una
Yuri Temirkanov direttore Sinfonia ed entra subito in
Vadim Repin violino medias res, enunciando il tema e cominciando la sua eroica
cavalcata di oltre tre quarti d'ora di musica. Entusiasta di Napoleone
Rossini
- nel quale aveva visto appunto “cavalcare lo spirito del mondo” -
Il barbiere di Siviglia: Sinfonia
Bruch Beethoven volle dedicargli la sua Terza e più ambiziosa Sinfonia nota,
Concerto per violino n. 1 appunto, con il nome di Eroica. Con questo capolavoro Beethoven
Beethoven comincia a parlare quel linguaggio grazie al quale è divenuto il più famo-
Sinfonia n. 3 “Eroica”
so compositore di ogni tempo, non a caso raccontandoci - come Omero,
Dante o Michelangelo - dell'Uomo, della sua lotta contro il fato, del suo nobi-
le impegno per realizzare e difendere quanto di più buono e bello c'è al mondo.
Un uomo che è dunque un eroe, da piangersi con una monumentale Marcia Funebre,
Domenica 30
ore 11 introduzione all’ascolto ma anche da glorificare con gli accenti gioiosi e gagliardi delle trombe e dei timpani scatenati
ore 12 concerto nel Finale. Il programma, affidato alla bacchetta del grande Yuri Temirkanov, vede il ritorno del
Sala Santa Cecilia
virtuoso dell'archetto Vadim Repin nel romantico Concerto per violino di Max Bruch. Per
Yuri Temirkanov direttore aprire la scintillante Ouverture dal Barbiere di Siviglia di Rossini. Replica, ma solo dell'Eroica,
e in esclusiva per il pubblico dei Family Concert, la mat-
Beethoven
Sinfonia n. 3 “Eroica” tinata di domenica 30.
P.S. Lotta tra titani: poco prima di dare alle stampe la par-
titura, resosi conto delle ambizioni imperialistiche di
Napoleone, Beethoven non esitò a cancellare la dedica
dal frontespizio dell'Eroica!
SPONSOR UFFICIALE
SERATA 1° FEBBRAIO

10
Giovedì 27

GIOVANI COMPOSITORI Teatro Studio ore 17.30

A C C A D E M I A N A Z I O N A L E D I S A N TA C E C I L I A
Musica Phoenix Ensemble
Ivan Solano
clarinetto
L'ensemble "Musica Phoenix" nasce all'interno della classe di perfeziona- Dominique Delahoche
trombone
mento in Composizione dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Franco Venturini
Raccogliendo un'idea del Maestro Ivan Fedele, cinque allievi decidono di col- pianoforte
laborare ad un progetto artistico nell'ambito del quale ogni componente sia al Cesare Saldicco
elettronica
tempo stesso compositore, esecutore e realizzatore delle musiche prodotte.
MUSICA Da questa idea iniziale nasce e si sviluppa un laboratorio in cui ognuno dei Musiche in prima esecuzione

PHOENI4 partecipanti mette a disposizione la propria esperienza tecnica e strumenta-


le per renderla occasione di crescita collettiva, attraverso l'esplorazione delle
assoluta di
Dominique Delahoche,
Marcello Liverani,
Cesare Saldicco, Ivan Solano,
tecniche strumentali ed un intenso confronto sui processi compositivi orientato al Franco Venturini
miglioramento della qualità dell'interpretazione. Questo stimolante percorso sfocia nel
Ingresso libero
programma di questa sera, concerto di debutto dell'ensemble, in cui il succedersi dei brani
è improntato ad una precisa logica "narrativa" strettamente legata da un filo rosso.

Domenica 16 tare e sentire su un grande tappeto con i musicisti tutti elaborazione immagini a cura di NP Video;
Spazio Risonanze ore 16 intorno. La musica vi attraverserà offrendovi una esperienza trombone solista: Andrea Conti
Concerto di immersione nel suono e di ascolto multisensoriale.
Che orecchie grandi che ho! Partendo dallo straordinario rapporto creativo nato tra il
Spettacolo - età: 0 – 2 anni grande compositore Nino Rota e l’altrettanto grande regista
Sabato 22 Federico Fellini, la Banda Musicale della Guardia di Finanza
Sala Santa Cecilia ore 9 condurrà il pubblico nel mondo della musica e del cinema,
Lunedì 17 Prove d’Ascolto mostrandoci come i loro confini non siano poi così definiti.
Spazio Risonanze ore 10.30 Laboratorio riservato alle Scuole Secondarie. Più di cento strumentisti dedicheranno ai ragazzi le straor-
Concerto A cura di Laura de Mariassevich. dinarie colonne sonore dei film più famosi della storia del
Musica che gran gioco! Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia cinema.
Spettacolo - età: 2 – 3 anni Kazushi Ono, direttore
Sonia Ganassi, mezzosoprano
A cura di Andrea Apostoli; in collaborazione con Aigam Benjamin, Dance Figures Mercoledì 26 ore 10.30 e 20.30
Professori d’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia. Berlioz, Nuits d’été Giovedì 27 ore 10.30
Concerti interattivi ispirati alle innovative teorie di Edwin E. Saint-Saëns, Sinfonia n. 3 Sala Petrassi
Gordon secondo le quali il bambino sviluppa la sua attitu- Camera per quattro
dine musicale già a partire dai primi mesi di vita. Per i L’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia apre le prove di Daniele Ciccolini
genitori che assistono allo spettacolo ci sarà un incontro dei concerti sinfonici ai ragazzi. Un tutor introdurrà le musi- regia di Roberto Braida
preparatorio in cui sarà possibile conoscere e sperimentare che in programma con quiz a premi. musiche di Roberto Granci, Haydn, Mozart, Schubert e
da vicino questa interessante metodologia. Sciostakovic
Professori d’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia.
Domenica 23 ore 17 Con la partecipazione di Pietro De Silva.
Domenica 16 Lunedì 24 e martedì 25 ore 10.30
Spazio Risonanze ore 18.30 Sala Santa Cecilia Commedia musicale messa in scena dai professori
Ad-agio Ciak si suona! D’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia che
Spettacolo - età: 18 anni in su Il cinema e le sue colonne sonore recitano e suonano dal vivo. E’ la storia di un quartetto
Professori d’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia. Lezione-concerto - età consigliata: 9 – 15 anni d’archi che riceve la visita di un grande maestro che
Introduce Andrea Apostoli; in collaborazione con Con la partecipazione della Banda Musicale della Guardia potrebbe aprire loro le porte di una carriera cameristica da
l’Associazione Aigam. di Finanza. sempre sognata. La difficile coabitazione porta i quattro a
Direttore, Magg. Leonardo Laserra Ingrosso scontri e conseguenti riflessioni sulle “cose della vita”.
Un concerto innovativo ed unico nel suo genere da ascol- Presenta Gregorio Mazzarese; pianoforte Claudia Gori;

S O L I DA R I ET À

LA 3UNIORCHESTRA PER I BAMBINI


DEL POLICLINICO UMBERTO I
La Musica come elemento fondamentale della comunicazione e nelle relazioni umane: Domenica 23
su questo si basa il progetto avviato tre anni fa dall’Accademia di Santa Cecilia e dal Sala Santa Cecilia ore 19.30
Policlinico Umberto I di Roma, che il 23 gennaio offrono al pubblico romano un con-
La JuniOrchestra per la
certo il cui ricavato andrà a sostegno del Reparto di Pediatria d’emergenza e terapia Clinica Pediatrica del
intensiva pediatrica del Policlinico. Com’è ormai tradizione, anche quest’anno la Policlinico Umberto I
JuniOrchestra, da quattro anni vivace e stuzzicante realtà del mondo musicale della
JuniOrchestra
Capitale, formata da strumentisti dai 4 ai 18 anni, si esibirà in un grande concerto nella dell’Accademia Nazionale
Sala Santa Cecilia, che si auspica riempita in tutti i suoi 2.800 posti da un pubblico di di Santa Cecilia
appassionati convinti dell’incredibile forza comunicativa della Musica, specialmente per
Musiche di Beethoven, Strauss
i giovanissimi. Il programma spazia da Beethoven ai Valzer di Strauss fino alle brillanti
e Bernstein
sonorità della musica di Bernstein.
11
Biglietti: da 25 a 40 euro. PROGRAMMA
Sabato 1, domenica 2 Gala Viennese
Sala Santa Cecilia ore 18 Riduzioni: Parco della Musica J. Strauss, sen. Marcia Radetzky, op. 228
con Card, giovani fino a 26 anni, over J. Strauss Künstlerleben (Vita d‘artista), valzer op. 316
Orchestra Roma 65 anni, American Express, J. Strauss Leichtes Blut (Sangue leggero), polka op. 319
Sinfonietta Feltrinelli, Carta Per Due, ACI, J. Strauss Geschichten aus dem Wienerwald
Bibliocard, Carta Giovani, Cral (Storie dal bosco viennese), valzer op. 325
Karl Martin direttore convenzionati, Interclub P.I. Ciajkovskij Il lago dei cigni, valzer n. 2
P.I. Ciajkovskij La bella addormentata, valzer n. 5
M. Glinka Ruslan e Ludmila, ouverture
J. Strauss Rosen aus dem Süden (Rose dal Sud),
valzer op. 388

Orchestra Roma J. Strauss


J. Strauss
J. Strauss
Tritsch – Tratsch, polka op. 214
Il barone zingaro, ouverture
An der schönen blauen Donau

Sinfonietta Karl Martin


(Sul bel danubio blu), valzer op. 314
J. Strauss Unter Donner und Blitz (Sotto tuoni e lampi),
polka op. 324
J. Brahms Danza ungherese n. 1
Nino Rota 8 ½ - Passarella
J. Strauss Unter Donner und Blitz (Sotto tuoni e lampi),
polka op. 324

Nella Sala Santa Cecilia, l’Orchestra Roma Sinfonietta diretta da Karl Martin pre-
senta Gala Viennese, una serata speciale con celebri brani della tradizione sinfo-
nica. Oltre ad alcune delle più popolari composizioni di Johann Strauss figlio
(Vienna 1825-1899), il “re dei Walzer” come era solito
essere chiamato nell’Ottocento, il programma include la
“Marcia di Radetzky” di Strauss padre accanto a celebri brani
di Glinka e Ciajkovskij fino a “8 ½” di Nino Rota. L’Orchestra
Roma Sinfonietta si è costituita nel 1993 e ha iniziato una
collaborazione con l’Università di Roma “Tor Vergata” dove
svolge attualmente la propria attività concertistica. È inoltre
regolarmente invitata nelle Stagioni dell’Accademia
Filarmonica Romana, dell’Istituzione Universitaria dei
Concerti di Roma. Da circa 12 anni collabora stabilmente
con Ennio Morricone. Karl Martin ha svolto in Italia e all’e-
stero un’attività intensa e fortunata che lo ha visto dirigere
fra l’altro al Teatro alla Scala di Milano, al Teatro La Fenice di
Venezia, con l’Accademia di Santa Cecilia di Roma e presso
altri importanti teatri ed orchestre.

Martedì 4, mercoledì 5
Sala Sinopoli ore 21

“La ChiaraStella” IV Edizione


I Canti di Natale nelle tradizioni popolari
Un progetto originale di Ambrogio Sparagna
per l’Orchestra Popolare Italiana
“La ChiaraStella”
dell’Auditorium Parco della Musica
con la partecipazione del Coro popolare
diretto da Anna Rita Colaianni
(4 gennaio)
e con la partecipazione del Coro di voci bianche
delle scuole elementari di Vittoria e Pontinia
(5 gennaio)

Biglietti: da 15 a 20 euro. Riduzioni: Parco della Musica Card, giova-


ni fino a 26 anni, over 65 anni, American Express, Feltrinelli, Carta
Per Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral convenzionati, Interclub

Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium


Parco della Musica Ambrogio Sparagna
A grande richiesta torna ”La ChiaraStella” con i più famosi canti natalizi della tradizione Tomassi di Cassino (Fr). Il suono degli strumenti a bordone è arricchito dalla presenza
italiana. Particolarità di questa edizione, che cade in occasione del Centocinquantenario delle tante cornamuse tipiche dell’Italia del Nord, affidate a Raffaello Simeoni e dalla
dell’Unità d’Italia, è l'attenzione speciale rivolta ai quei repertori di canti popolari sacri ghironda e dalla “torototela” (violino a tromba) di Erasmo Treglia. Questo grande e ori-
che con la loro pratica diffusa dal Sud a Nord, a partire dagli inizi del XIX secolo, hanno ginalissimo organico strumentale accompagnerà il 4 gennaio un grande Coro popolare
contribuito sensibilmente a favorire l’integrazione dell’Unità nazionale. Una inedita cele- diretto da Anna Rita Colaianni, risultato dei Laboratori realizzati nei mesi di novembre e
brazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia attraverso l’esecuzione di canti popolari di tutte dicembre all’interno delle attività dell’Auditorium Parco della Musica. Il 5 gennaio al
le regioni. Il 4 gennaio una ventina tra giovani voci e strumentisti provenienti da varie posto del coro popolare lo spettacolo si caratterizzerà per la partecipazione speciale di
regioni animeranno l'Orchestra caratterizzandone il repertorio. Tra questi la goriziana uno straordinario Coro di voci bianche composto da circa un centinaio di ragazzi pro-
Gabriella Gabrielli, il napoletano Gianni Aversano, i siciliani Mario Incudine e Eleonora venienti delle scuole elementari di Vittoria (Ragusa) e Pontinia (Latina) che Ambrogio
Bordonaro, il “cuntastorie” abruzzese Antonio Crocetta, i sardi Orlando ed Eliseo Mascia. Sparagna ha selezionato in questi mesi e preparato in collaborazione con il corpo
E ancora le zampogne “melodiche” del molisano Aldo Iezza, quelle “a paro” di Antonio docente di ogni scuola appositamente per la quarta edizione della “ChiaraStella” 2011,
Vasta di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) e le grandi zampogne “giganti” di Marco per dare vita a uno spettacolo improntato anche sui canti infantili della Natività.
12
M USICA
FRISELLCANTUARIA
Acclamato nel suo paese come la quintessenza dei musicisti,
Vinicius Cantuaria si è conquistato il prestigioso posto che oggi
occupa nel panorama artistico brasiliano vestendo i panni del
cantante, del chitarrista e del percussionista, nonché firmando
numerosi brani di successo per Caetano Veloso, Gal Costa, Gilberto
Gil. Cantuaria punta invariabilmente lo sguardo verso
Sabato 8
nuovi orizzonti. Una musica capace di indagare l’attualità Sala Sinopoli ore 21
senza la minima traccia di forzature e distacco emotivo.
Bill Frisell, insieme a John Scofield e Pat Metheny, è tra i Bill Frisell
chitarre
più rappresentativi chitarristi americani della sua generazione. Nei
Vinicius Cantuaria
dischi a suo nome, come nelle collaborazioni con altri musicisti, ha voce, chitarra, percussioni
spaziato tra i più diversi generi e stili. Uniti da grande amicizia e da Marivaldo Dos Santos
un incredibile passione per la musica, questi due leggendari percussioni
chitarristi presentano il loro nuovissimo e acclamato progetto
Biglietti: 20 euro.
“Lágrimas Mexicanas” che fonde perfettamente la bellezza del Riduzioni: Parco della Musica Card,
giovani fino a 26 anni, over 65 anni,
bolero messicano con bossanova brasiliana e jazz. American Express, Feltrinelli, Carta Per
Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani,
Cral convenzionati, Interclub

Giovedì 13

M USICA
Sala Petrassi ore 21

Ardecore
“San Cadoco Tour”

Giampaolo Felici
voce, chitarra elettrica, chitarra
ARDECORE

acustica, mandolino, charango,


pianoforte, sinth, percussioni,
loops
Sarah Dietrich
voce
Ludovica Valori
pianoforte e fisarmonica
Fabiano Marcucci
contrabbasso
Marco Di Gasbarro
batteria e percussioni
A tre anni dall'uscita dell'album “Chimera”, premiato con la Targa Tenco 2007
come “miglior opera prima”, arriva “San Cadoco”, il terzo disco degli Ardecore,
il gruppo che recuperando i temi della tradizione musicale italiana a partire da
Biglietti: 12 euro.
quella dialettale romana e dalle prime incisioni italiane pre-guerra, ampliando- Riduzioni: Parco della Musica Card,
li con composizioni proprie che da queste radici si sono sviluppate, ha intra- giovani fino a 26 anni, over 65 anni,
American Express, Feltrinelli, Carta Per
preso un percorso artistico molto originale. Ardecore è un progetto nato da Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani,
Cral convenzionati, Interclub
un’idea del cantautore folk blues Giampaolo Felici. Un laboratorio in piena
espansione che dal 2005, anno del folgorante esordio omonimo, ha macina-
to musica, chilometri e consensi. È una creatura musicale mutevole all’interno
della quale convivono in armonia molti musicisti di diversa estrazione, tutti
accomunati da una straordinaria creatività. Nei concerti e nei dischi del grup-
po si sono avvicendati nel corso degli anni artisti come il chitarrista statuniten-
se Geoff Farina (ex leader dei Karate), il virtuoso pianista ed arrangiatore Luca
Venitucci, il percussionista Valerio Borgianelli, il chitarrista Manlio Maresca, i
componenti degli ZU (Massimo Pupillo, Luca Mai, Jacopo Battaglia). 13
M USICA

Per il ciclo Solo, che quest’anno dedica


particolare attenzione al pianoforte, non
poteva mancare un caposcuola come
Gonzalo Rubalcaba. Il suo disco
Giovedì 27 “Gonzalo Rubalcaba SOLO” si è
Sala Sinopoli ore 21
aggiudicato due Latin Grammy Award. Il
Gonzalo Rubalcaba suo repertorio spazia dal bop al jazz afro-
cubano, dalle ballate tradizionali ai boleri
Biglietti: 20 euro. cubani e messicani. Di origini cubane e
Riduzioni: Parco della Musica
Card, giovani fino a 26 anni,
proveniente da una famiglia di musicisti,
over 65 anni, American Rubalcaba ha assorbito la cultura e la
Express, Feltrinelli, Carta Per
Due, ACI, Bibliocard, Carta tradizione musicale del suo paese. La sua
Giovani, Cral convenzionati, formazione è essenzialmente classica, si
Interclub
diploma in composizione musicale
all’Istituto di Belle Arti dell’Avana.
Contemporaneamente suona la batteria
e il pianoforte negli hotel dell’Avana e nei
jazz club e inizia presto a suonare in
gruppi jazz come sideman e nel 1984
con il suo Grupo Proyecto esibendosi
anche in Europa, Asia e Africa. Questi
anni sono documentati in una serie di
registrazioni della EGREM Studios of
Havana e dei Messidor Studios di
Francoforte. Rubalcaba scrive anche
musiche per balletto (“Pas de Deux di
Lourdes Ramírez”, “Panorama de la
Musica” di Víctor Cuellar) e per il cinema
(“Letters from the Park” di Tomás
Gutiérrez Alea, “Confessing to Laura” di
Jaime Osorio Gómez). Nel frattempo
incontra nel 1985 a l’Avana Dizzy
Gillespie, Charlie Haden e il presidente
della Blue Note Bruce Lundvall e si
trasferisce nella Repubblica Dominicana
e poi a Miami. Inizia per lui una carriera a
livello internazionale e numerose
registrazioni per Toshiba/EMI e Blue Note
Records che gli fanno ottenere numerose
nomine ai Grammy Award e 4 vittorie in
14 anni. Il suo ultimo progetto si intitola
“Avatar”, una collezione di brani originali
eseguita con il suo New Quintet.

GONZALO
© Clay Patrick McBride

14 RUBALCABA
M USICA
Roberto Gatto, uno tra i più stimati musicisti della scena jazzistica mondiale, Venerdì 28
batterista di grande sensibilità e ottimo organizzatore musicale e band Sala Petrassi ore 21
leader, non esita a mettersi in gioco raccogliendo l'ennesima sfida
Roberto Gatto Trio
attraverso questo nuovo progetto in trio. Coprotagonisti Alessandro Lanzoni
feat . Alessandro Lanzoni
e Gabriele Evangelista, due dei più interessanti nuovi talenti emersi in Italia
e Gabriele Evangelista
negli ultimi anni. Viene spontaneo il riferimento all’impegno e alla
dedizione all’insegnamento da parte di un grande artista che nonostante Roberto Gatto
il successo a livello internazionale continua a spendersi per la formazione batteria
dei giovani. La conoscenza musicale fra i tre è infatti nata durante le lezioni Alessandro Lanzoni
dell'In.Ja.M. - International Jazz Master Program, prestigioso corso biennale piano
Gabriele Evangelista
di alta specializzazione di Siena Jazz. Quando le lezioni vanno oltre la
contrabbasso
semplice trasmissione di nozioni musicali e gli allievi raccolgono questo
messaggio, le barriere si abbattono e si creano i presupposti per
l'affermazione di musicisti completi. A questo punto insegnanti e allievi si Biglietti: da 20 a 25 euro.
ritrovano insieme sul palco, accantonando differenze di età e di Riduzioni: Parco della Musica Card,
giovani fino a 26 anni, over 65 anni,
esperienze, in nome di un progetto condiviso e dell’arricchimento American Express, Feltrinelli, Carta Per
Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani,
reciproco. Le straordinarie doti musicali di Alessandro
Cral convenzionati, Interclub
Lanzoni e Gabriele Evangelista si fondono
perfettamente con l'esperienza e l'eleganza
di un fuoriclasse come Roberto Gatto.

FEAT5ALESSANDRO
LANZONI E GABRIELE
EVANGELISTA

ROBERTO GATTO TRIO


Sabato 29
Sala Sinopoli ore 21

“Bandervish” Tornano i Radiodervish


Radiodervish all’Auditorium Parco
Livio Minafra della Musica per presen-
La Banda di tare il nuovo progetto
Sannicandro di Bari “Bandervish” nel quale le
inconfondibili melodie del
Nabil Salameh
gruppo si mescolano alle
voce
Michele Lobaccaro sonorità tradizionali della
chitarre e basso Banda di Sannicandro di
Alessandro Pipino Bari, composta da ben qua-
pianoforte ranta elementi, trasformando-
si in una sorprendente miscel-
Livio Minafra
lanea di suoni che, a partire
fisarmonica
e pianoforte dalle feste patronali della Puglia,
rimbalza nel Mediterraneo da
Ospiti oriente a occidente con citazioni
Pino Minafra da Ennio Morricone e Oum
flicorno soprano

SH
Kalthoum. “Bandervish” è anche

I
e tromba

RV
un disco, arrangiato da Livio

E
Roberto Ottaviano

D
sax soprano Minafra (premio top jazz 2008

DIO
Gaetano Partipilo come nuovo talento) che contie-

R A
sax contralto ne alcuni tra i brani più noti dei

FRA
LIVIO MINIABARI
Radiodervish, come “Centro del
Biglietti: 18 euro. Mundo”, “L’esigenza” e “L’imma-
Riduzioni: Parco della
Musica Card, giovani fino a
gine di te”, e notissime canzoni
NNICA ND RO D
26 anni, over 65 anni, della tradizione mediorientale

A BANDA DI SA
American Express, Feltrinelli,
Carta Per Due, ACI,
Bibliocard, Carta Giovani,
come “Fogh
“Lamma Badà”.
en Nakhal” e
L
Cral convenzionati, Interclub 15
Una produzione
SCI ENZA

“Don't worry about the world coming to an end


Ogni cultura, nel corso della millenaria storia dell’umani- today. It is already tomorrow in Australia.”
tà, ha rivolto uno speciale interesse alla “fine del (Charles M. Schulz)
mondo”, all’“Apocalisse”, alla catarsi finale. Nei miti, nelle
religioni e nelle diverse espressioni artistiche, sempre e
ovunque gli uomini hanno mostrato segni di una forte
convinzione che un giorno il tempo finirà, spesso
accompagnata dalle incertezze e dalle paure suscitate
da una simile immagine. Oggi questa attrazione per la
 
“Fine” traspare chiaramente dai meccanismi mediatici,
che evidenziano ed esaltano le facili sensazioni connes-
se a questi temi, recuperando e distorcendo antiche Venerdì 21 Sala Petrassi ore 16
profezie, dai cicli del tempo dei Maya ai vaticini di GUIDA ALLA FINE DEL MONDO:
Nostradamus. Sembra dunque esistere nella specie TUTTO QUELLO CHE NON AVRESTE
MAI VOLUTO SAPERE
umana un inconscio e un po’ perverso desiderio di
Enrico Euli *, Bill McGuire
approssimarsi alla catastrofe e di ingigantire il senso Introduce Telmo Pievani
della fine, come se fosse un esito naturale o forse la * (in videoconferenza dall'Isola di Pasqua)
nemesi che viene a riscuotere il prezzo delle nostre
colpe. Ma al di là delle storie e delle suggestioni che tur- Venerdì 21 Sala Petrassi ore 18
bano e invadono l’immaginario collettivo, che cosa sap- IL LONTANO DESTINO FINALE DELLA TERRA
(CON QUALCHE SERIO RISCHIO
piamo realmente della fine della specie umana e del
NEL FRATTEMPO)
pianeta che la ospita? È vicina o lontana da noi? Stiamo Lisa Randall, Robert Smith, Giovanna Tinetti
sottovalutando o sopravvalutando le potenziali cause di Introduce Andrea Bernagozzi
un’estinzione e di una catastrofe? Se fosse davvero vici-
na, sapremmo prevederlo? E soprattutto, quanto Sabato 22 Sala Petrassi ore 12
TERREMOTI, TSUNAMI, URAGANI
dovremmo preoccuparci?
E ALTRE CATASTROFI
Mary Comerio, William M. White
Il Festival delle Scienze di Roma 2011 affronterà il tema Introduce Marco Ferrari
come sempre dalla prospettiva della scienza più avan-
zata, riunendo i grandi nomi della ricerca scientifica ita- Sabato 22 Sala Petrassi ore 16
APOCALISSI DEL PASSATO:
liana e internazionale ma anche filosofi e storici della
LE ESTINZIONI DI MASSA
scienza, osservatori ed esperti per capire e discutere, Michael Benton, Peter Ward
non senza una certa dose di salutare ironia, che cosa Introduce Telmo Pievani
sappiamo davvero del tramonto finale che ci attende.
Sabato 22 Teatro Studio ore 17
DECRESCITA FELICE O DEPRESSIONE?
QUANTO LA FELICITÀ
DIPENDE O NON DIPENDE DAL PIL
Stefano Bartolini, Leonardo Becchetti
Introduce Rossella Panarese

Sabato 22 Sala Petrassi ore 18


FINE DEL PETROLIO, FINE DEL MONDO?
Kjell Aleklett, Ugo Bardi 20 - 23 GENNAIO 2010

   Introduce Marco Cattaneo

Domenica 23 Sala Petrassi ore 11


A QUANDO LA FINE DELL'UMANITÀ
E COME SARÀ IL MONDO SENZA DI NOI?
Giovedì 20 Sala Petrassi ore 19 Alan Weisman, Willard Wells
BLUES DELLA FINE DEL MONDO Introduce Telmo Pievani
Ian McEwan
Introduce Vittorio Bo Domenica 23 Sala Petrassi ore 18
LA FINE DEL MONDO: SCIENZA ED ETICA
Sabato 22 Teatro Studio ore 11 DELL’ESTINZIONE UMANA
LA "FOLLE CORSA" DEL POPOLAMENTO Massimiano Bucchi, Brandon Carter,
UMANO. SETTE MILIARDI, John Leslie
E QUANTI ANCORA? Introduce Telmo Pievani
Massimo Livi Bacci
Introduce Telmo Pievani

Domenica 23 Sala Petrassi ore 16


EPIDEMIE E PANDEMIE: LA GUERRA SENZA FINE
TRA L'UOMO E I MICROBI

Giuseppe Ippolito
Introduce Letizia Gabaglio Domenica 23 Teatro Studio ore 12
IL NORTH SLOPE DELL’ALASKA: LA FINE Ingresso alle Lectio
DEL MONDO ALLA FINE DELLA TERRA? Magistralis e ai
Domenica 23 Teatro Studio ore 17 Dialoghi: 2 euro
IL SENSO DELLA FINE. COME IL MONDO CESSÒ Bill Streever
Introduce Marco Cattaneo Il calendario potrebbe
DI ESSERE ETERNO.
Incontro a cura dell’editore EDT subire delle variazioni.
Remo Bodei
ingresso libero
16 Introduce Vittorio Bo
SCI ENZA
Documentari

L’alba del giorno dopo l


la nuova serie di National Geographic Channel presen-
ta in 4 provocatori episodi scenari catastrofici legati a 4
situazioni limite per il Pianeta illustrando, con il consue-
to rigore scientifico, ma in maniera divulgativa, sempli-
ce da comprendere e soprattutto divertente, le conse-
guenze di questi cambiamenti radicali.
ingresso libero su prenotazione obbligatoria
promozione@musicaperroma.it

Giovedì 20 Sala Petrassi ore 9.30


per le scuole
UN MONDO SENZA PETROLIO
Introduce Ugo Bardi
Il primo episodio della serie illustra come i nostri cieli,
Aperitivi le strade e molto altro, potrebbero essere profonda-
mente ridisegnati nei caotici giorni e mesi seguenti a
scientifici un improvviso esaurimento delle scorte di petrolio,
linfa vitale del mondo moderno.

Giovedì 20 Sala Petrassi ore 11


Giovedì 20 BArt ore 19.30
per le scuole
ingresso libero
SOVRAPPOPOLAMENTO
CRISI CLIMATICA: DALLA NEGAZIONE AL PANICO?
Introduce Giovanni Spataro
Stefano Caserini
Il secondo episodio risponde alla questione su come il
Introduce Giovanni Spataro
mondo, così come lo conosciamo, potrebbe essere
In collaborazione con Le Scienze
messo a dura prova se la popolazione dovesse rad-
doppiare da un giorno all'altro.
Venerdì 21 BArt ore 18.30
ingresso libero Venerdì 21 Sala Petrassi ore 9.30
PREMIAZIONE DEL CONCORSO per le scuole
“LA CATTIVA SCIENZA IN TV” QUANDO LA TERRA SMETTE DI GIRARE
Claudio Pasqua, Emilio Sassone Corsi Introduce Antonio Meloni
Introduce Federico Taddia Il terzo episodio prefigura un tempo nel quale gli emi-
sferi terrestri sono esposti alla luce o al buio per 6 mesi
Sabato 22 BArt ore 19 continui e una diminuzione dell’atmosfera rende solo
ingresso libero alcuni posti del Pianeta adatti a ospitare la vita
BUCHI NERI, ACCELERATORI E FINE DEL MONDO
Gian Francesco Giudice Venerdì 21 Sala Petrassi ore 11
Introduce Claudia Di Giorgio per le scuole
In collaborazione con Le Scienze TRADITI DAL SOLE
Introduce Mauro Masserotti
Domenica 23 BArt ore 19 L'ultimo episodio della serie esamina l’apocalittico sce-
ingresso libero nario delle roventi temperature e della mega tempeste
LA VERA FINE DEL MONDO...DEI MAYA che investirebbero il nostro pianeta all’aumentare delle
Giovanni Sabato dimensioni del sole.
Introduce Giovanni Spataro
In collaborazione con Le Scienze

Corner Radio 3
In collaborazione con Radio3 Scienza
Dal 20 al 23 gennaio Radio3 Scienza racconterà in
diretta dall’Auditorium gli eventi del Festival, con inter-
viste ai suoi ospiti più prestigiosi e i commenti quoti-
diani sugli incontri più significativi con i seguenti orari:
giovedì 20 e venerdì 21 gennaio ore 11-11.30.
Sabato 22 e domenica 23 gennaio ore 10.50-11.20.

17
SCI ENZA

Eventi
Serali
I Marziani
siamo noi
giovanni bignami
l’Ultima
Astronave
Spettacolo di e con
Stefano Benni Domenica 23 Sala Petrassi ore 21

I MARZIANI SIAMO NOI

Giovanni Bignami
Introduce Claudia Di Giorgio

Biglietti: 5 euro.

Venerdì 21 Sala Sinopoli ore 21

L'ULTIMA ASTRONAVE

Stefano Benni testi e voce recitante


Umberto Petrin pianoforte e musiche
Fabio Vignaroli allestimento scenico e suono
Sandro Sussi disegno luci
Una produzione Marangoni spettacolo

Biglietti: 20 euro. Riduzioni: Parco della Musica Card,


giovani fino a 26 anni, over 65 anni, American
Express, Feltrinelli, Carta Per Due, ACI, Bibliocard,
Carta Giovani, Cral convenzionati, Interclub

Cosa mettere su un’astronave che partirà per gli


spazi siderali, una volta che la razza umana sarà
estinta? Codici e invenzioni non bastano. Ci
vuole la prova della capacità artistica dell’uomo,
il suo sogno e il concreto desiderio di comunica-
re agli altri. Il meglio, forse, della sua storia. Una
storia del mondo con in mezzo due scienziati
pazzi, un dicitore e un pianoforte, e uno scher- Si parte dal Big Bang , si passa attraverso la crea-
mo dove appaiono quadri famosi e inattese sor- zione di luce e materia, fino al nostro sistema pla-
prese. Dai graffiti paleolitici a Leonardo, dai netario che cerchiamo di capire grazie ad un
mostri di Bosch a Velasquez, dalla sfida di Van nuovo tipo di astronomia, la "astronomia di con-
Gogh a Twombly, attraversando Walt Disney, le tatto". È l'Universo che viene a trovarci: ogni anno
ninfee, la restauration art, Klee e Bacon. Le paro- cadono sulla Terra 40.000 tonnellate di materia
le degli artisti e altre parole scritte e reinventate. extraterrestre, con materiale organico molto simi-
Il sorriso e il grido in letteratura, in musica e in le a quello del quale sono fatti gli esseri umani.
pittura. Un viaggio ironico e crudele, in ciò che di Di tutto questo materiale, 400 chili all'anno ven-
meglio e peggio l’uomo ha da mostrare all’uni- gono direttamente da Marte. Chissà se, quindi, i
verso, nel caso vicino o lontano che debba Marziani non siamo davvero noi, alla fine... In
scomparire. scena, oltre all’autore, un sasso marziano.
18
SCI ENZA
Exhibit

CATASTROFI NATURALI:
LEGGERE ATTENTAMENTE
LE AVVERTENZE
Mostra tematica interattiva a cura di
INGV, Hic ad Hoc, ScienzAttiva

Dei vari processi ed eventi predestinati ad essere la


causa della fine del mondo alcuni sono basati su eventi

telecom concreti e scientificamente osservabili, come terremoti,


eruzioni vulcaniche, maremoti, glaciazioni, che hanno
origine direttamente dalla energia e dinamica del nostro

Italia Pianeta...
1. Macchina del Tempo: exhibit che illustra l’evoluzione

Future Lab geodinamica del Mediterraneo.


2. Vulcani: a partire dalla suggestiva proiezione in 3D di
una esplosione vulcanica vengono descritti due grandi
eventi vulcanici dell’area mediterranea.
3. Terremoti: una tavola vibrante che simula un terre-
moto.
4. È scoccata l’ora?: exhibit che mette in relazione la
crescita demografica della Terra, con la “finibilità” delle
la casa del futuro: risorse.
tecnologia che aiuta a vivere
meglio e contribuisce al CATASTROFI NATURALI:
risparmio energetico! COME TI COMPORTERESTI?
A cura di Hic ad Hoc
Dal 20 al 23 Foyer Auditorium
ingresso libero Per muovere emozioni e indurre azioni è talvolta più
efficace partire da ciò che non è, ma potrebbe essere:
Fino a pochi anni fa leggevamo con stupore i libri giocando con le scene di noti film “catastrofici”, lo spet-
di fantascienza, poi abbiamo visto qualche film tatore si troverà in situazioni di ‘problem solving’ dove la
interessante, dove le frontiere della tecnologia dimensione ludica diventerà veicolo di riflessione.
diventavano reali, talmente reali da essere stru- 1. Al lupo, al lupo! Film catastrofici: spettacolo o real-
mento di connessione con altre vite, altre dimen- tà?
sioni. Ma come spesso accade la creatività, lettera- Di fronte alle situazioni critiche presentate dal film il visi-
ria o cinematografica, anticipa ciò che, basta tatore dovrà decidere rapidamente l'azione da intrapren-
pazientare qualche anno, diventa di uso comune. dere, gli strumenti da utilizzare e i compagni con cui col-
Una cucina che, quando rientriamo a casa, ci rico- laborare...
nosce e comincia a preparare il pranzo o la cena 2. Buona la prima! Sai controllare le emozioni nei
momenti critici?
semplicemente con qualche tocco o con qualche
Il visitatore dovrà doppiare gli interpreti di situazioni
segnale vocale: il sogno di tutti. Un soggiorno, una
drammatiche cercando di utilizzare il tono e l'intensità
zona lettura o la camera da letto che, a seconda
comunicativa più convincente...
del nostro diverso umore o della situazione che
vogliamo creare con i nostri ospiti, modulano la
luce, la musica, il profumo con delle minime inte- FINE DEL MONDO,
razioni con il computer di casa, o con il computer
dell’auto mentre stiamo tornando a casa dopo una GLI ASTROFISICI RISPONDONO
giornata all'aria aperta? Non sono cose impossibili A cura di INAF Istituto Nazionale di Astrofisica
e nemmeno sogni: la Rete consente alle nuove
Quando si parla di fine del mondo, gli argomenti più
tecnologie di fare questo e molto altro. Gli ospiti discussi sono spesso di carattere astronomico: grazie a
del Telecom Italia Future Lab dedicato alla domoti- una postazione multimediale il pubblico potrà scoprire la
ca, potranno interagire direttamente con questa ricerca di frontiera nell’ambito dei Pianeti Extrasolari...
casa del futuro. Non si tratta di una semplice
mostra ma di ambienti da vivere e con i quali gio-
care, che il pubblico potrà veder cambiare sotto i
propri occhi in base alle indicazioni che ognuno
LE PATAMACCHINE
Ovvero come accadde che telefonando a Gigi
fornirà alle diverse applicazioni. Un modo per
prendere coscienza direttamente di quanto la fan-
tascienza e l'immaginazione oggi sono sempre più
gli toccai un brufolo
A cura di Associazione La luna al guinzaglio Scuole
vicine alla realtà e di quanto la rete di Telecom Allestimento interattivo che conta ad oggi 10 opere rea-
Italia sia funzionale a farci vivere meglio, a rispar- lizzate presso il Salone dei Rifiutati di Potenza, ispirate
miare energia e a metterci in contatto oggi con il alle macchine inutili di Tinguely e ai principi della
nostro prossimo futuro. Patafisica di Jarry, ovvero la “Scienza delle soluzioni Anche quest’anno il festival delle Scienze dedica
immaginarie”. Le Patamacchine sono oggetti meccanici un’attenzione particolare alle scuole proponendo
interamente costruiti con materiale di scarto o usato, conferenze e percorsi guidati agli exhibit in pro-
ambasciatrici di un tema fondamentale: il futuro del gramma. Orari: 9 – 13;
nostro ambiente dipende dal modo in cui lo viviamo. info e prenotazioni: promozione@musicaperroma.it
19
in collaborazione con
Una produzione

Monastero Tibetano
di Drepung

Trans la chiave segreta verso l’immortalità


musiche di Karlheinz Stockhausen e Philip glass
Bardo Thodol IL LIBRO TIBETANO DEI MORTI
Giovedì 20
Sala Sinopoli ore 21

TRANS – la chiave segreta verso l’immortalità


Musiche di Karlheinz Stockhausen e Philip Glass
con la partecipazione straordinaria del Tashi Lama
Maestro Cantore ufficiale del Dalai Lama

PHILIP GLASS
Sand Mandala prima esecuzione assoluta
“BARDO THODOL” - Il Libro Tibetano dei Morti
PHILIP GLASS
Escape to India prima esecuzione assoluta
KARLHEINZ STOCKHAUSEN
m) sauro

Trans

Monaci del Monastero Tibetano Drepung

© Archive of the Stockhausen Foundation for Music, Kürten, Germany.


Cover of the CD and score of TRANS which may be ordered directly
Orchestra e Coro da camera
del Conservatorio di Santa Cecilia
Solisti del PMCE Parco della Musica

from the Stockhausen-Verlag (www.stockhausen.org)


Contemporanea Ensemble
Tonino Battista direttore
Regia del suono a cura dell’Emufest

Biglietti: 15 euro.
Riduzioni: Parco della Musica Card, giovani fino a 26 anni, over 65 anni,
American Express, Feltrinelli, Carta Per Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral
convenzionati, Interclub

“Trans”, una delle opere magistrali di Karlheinz Stockhausen, è basata


su un suo sogno durante la notte tra il 9 e il 10 dicembre 1970

«... Mentre io ero occupato a scrivere altre opere, del tutto inaspet-
tatamente ne ho sognata un'altra. La mattina dopo dovendo
andare ad un appuntamento ho avuto solo poco tempo per scri-
vere velocemente qualche appunto su quel sogno. Ho sognato
due file di archi da sinistra a destra, la seconda un poco sopra la
prima. Suonavano in sincrono in maniera estremamente lenta e
forte, un vero muro di suono cromaticamente denso e compatto.
Nello stesso tempo sentivo il suono di macchine in legno per tes-
Sappiamo che Stockhausen ha sempre preso sul serio i propri sogni e il ricordo del suo secon-
sere in movimento, o forse rumore di treni, Dio sa come sono arri-
do sogno è ancora vibrante nei cieli di Roma, l’”Helicopter Quartet”. Per questa ragione, dopo
vato a questa idea! Forse risale alla mia infanzia, forse a miei viag-
trenta anni di assenza in Italia viene presentato nuovamente “Trans”, il capolavoro onirico del
gi in estremo oriente proprio in quegli anni, questi suoni laceran-
Maestro tedesco in una nuova versione curata dall’Or-chestra del Conservatorio di Santa
ti periodicamente squarciavano l’aria con il loro movimento. E poi
Cecilia, il PMCE, lo staff scientifico dell’Emufest sotto la direzione di Tonino Battista. Uno spet-
una tenda davanti all’orchestra, che strano… e l’orchestra appari-
tacolo che raramente avrà repliche nel futuro. Il titolo iniziale di “Trans”, “Musica per il prossi-
re in una nebbia di colore rosso-violetto. E poi ho capito che era mo a morire”, è pensato da Stockhausen come un aiuto e guida al viaggio dei nuovi defunti
la stessa luce che ho visto più volte in meditazione quando chiu- di chiara derivazione buddista e ci introduce alla prima parte del concerto: l’ascolto di una
do gli occhi e allontano tutti i pensieri». Karlheinz Stockhausen parte dell’opera fondamentale del Buddismo tibetano “Il libro Tibetano dei Morti” (Bardo
Todhol). Per la prima volta in Europa avremo la possibilità di ascoltare la voce del Venerabile
Il libro tibetano dei morti. Lo lessi all'inizio Ngawang Tashi Bapu (Lama Tashi) Tashi Lama, primo cantore ufficiale del Monastero di
degli anni Settanta. La prima volta fu un'e-
Drepung del Dalai Lama. Nominato nel 2005 al Grammy Awards per le sue incisioni ha col-
sperienza traumatica, perché stavo attraver-
sando un periodo molto delicato. Non riuscii laborato con grandi artisti quali Michael Stipe dei R.E.M., Patti Smith, Ben Harper, Billy Corgan
ad arrivare in fondo, non potevo neanche dei Smashing Pumpkins, Sheryl Crow e Philip Glass. E proprio un evento nell’evento sarà la
tenerlo sul comodino. La seconda volta lo prima esecuzione in pubblico delle famose musiche scritte da Glass per il celebre film
lessi con maggiore padronanza. La terza mi “Kundun” di Martin Scorsese, dedicate al Tibet e scritte per il Tashi Lama.
20 ha fulminato. Franco Battiato
Domenica 30

M USICA
Sala Santa Cecilia ore 21

CONCERTO STRAORDINARIO
Francesco Bearzatti
Tinissima 4et
presenta “X (Suite for Malcolm)”
con proiezioni dal vivo delle illu-
strazioni di Francesco Chiacchio
a cura di Antonio Vanni
Francesco Bearzatti
sassofoni, clarinetto,
xaphoon, electronics
Giovanni Falzone
tromba, human effects
Danilo Gallo
basso elettrico
Zeno De Rossi
batteria e percussioni

Biglietto a prezzo speciale: 2 euro

Malcolm)
(Suite for
X
ima 4et
tti Tiniss
o Bearza
Franceposcleon Maddox
Feat. Na

) lm
for Malco
X (Suite

0
ZZ 201 nno”
TOP JA disco dell’a
ig lio r o lm )
“m alc
e for M
X (Suit 0
ZZ 201 ’anno”
TOP JA gruppo dell
m ig lior a tti
“ arz
sco Be
France
a 4tet

FRANCESCO
Tin is sim di
ritica
m io della C 2010
Pre chi
a e Dis
Music
Un concerto straordinario per celebrare il io n e jazz
sez
successo di “X (Suite for Malcolm)”, il

BEARZATTI
nuovo progetto del Francesco Bearzatti
Tinissima Quartet. Il nuovo lavoro di
Francesco Bearzatti scritto per il suo
Tinissima Quartet è un concept album

TINISSIMA 4ET
dedicato al leader afroamericano,
prodotto dalla Parco della Musica Records
e pensato per il live come progetto
multimediale con proiezioni dal vivo,
curate da Antonio Vanni, delle illustrazioni
di Francesco Chiacchio, realizzate sulle musiche originali di questa Suite. È un caleidoscopio di idee e di
accenti, che muta continuamente dalle atmosfere più liriche e raccolte alle sonorità più rock, dance, hip
hop, composto e arrangiato per esaltare le possibilità espressive di quattro fra i musicisti più ispirati e
versatili del panorama internazionale. “X (Suite for Malcolm)” è un tributo all’uomo che con la sua azione
e il suo pensiero ha contribuito a imprimere un cambiamento radicale nel rapporto fra cittadini bianchi e
di colore negli Stati Uniti. Il suo messaggio di libertà e dignità è andato ben oltre la difesa dei diritti degli
afroamericani contro il segregazionismo in America, nonostante le numerose manipolazioni e le
interpretazioni riduttive che ne sono state date. Tutto questo è tradotto in una musica intensa e incalzante,
fatta di melodie struggenti e di accelerazioni improvvise, nel segno di una fortissima tensione.
21
M USICA

24, 25, 29, 30, 31 gennaio


e 1 febbraio

Repubblica
Lunedì 24 gennaio
Teatro Studio ore 21 Teatro Studio ore 21
Fondazione Musica per Roma In apertura
presenta
Generazione X VI Edizione L’insolito Clan
in collaborazione con
Roma Rock
Lunedì 24 gennaio "Repubblica Roma Rock" è una serata spe-
“La vostra musica”
Repubblica Roma Rock + Paolo Fresu di Roma Repubblica.it ciale, una piccola "Woodstock" della musi-
Martedì 25 gennaio ca italiana organizzata in collaborazione
MArteLive presenta MArteLabel + Nobraino Momo con il quotidiano la Repubblica. Vi parteci-
pano band scelte tra i musicisti che hanno
Sabato 29 gennaio
Fabio Abate + Carmen Consoli
Raffaele Casarano inviato un file-audio al sito di Repubblica
“La Vostra Musica” e grandi nomi della
Domenica 30 gennaio musica italiana nello spirito di uno scambio
Guest
Giulia Ananìa + Niccolò Fabi di esperienze tra diverse generazioni di
Paolo Fresu artisti. La scelta tra centinaia di file audio
Lunedì 31 gennaio spediti dai giovani emergenti a questo sito
Kento + Assalti Frontali vuole rappresentare uno spaccato della
Martedì 1 febbraio nuova scena della musica italiana.
Dieciunitàsonanti + Samuele Bersani

Biglietti: 15 euro.
Riduzione del 20% per la serata MArteLive,
per i possessori tessera MArteCard.
Abbonamento alle 4 ultime serate a 40 euro. Martedì 25 gennaio Teatro Studio ore 21
Riduzioni: Parco della Musica Card, giovani fino a 26 anni,
over 65 anni, American Express, Feltrinelli, Carta Per Due,

MArteLive
ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral convenzionati, Interclub

Nata dalla passione di Maurizio Viola, presenta


Generazione X è la rassegna dedicata ai talenti
della nuova musica italiana che hanno l’opportu-
nità di esibirsi insieme ad ospiti d’eccezione. Con
la direzione artistica di Paolo Cobianchi, il labora-
torio di Generazione X anche quest’anno ripren-
de la sua attività, proponendo nel corso dei sei
appuntamenti in programma atmosfere e generi Con
diversi, dall’indie rock al rap passando per il pop
più sperimentale. L’obiettivo è quello di valorizza- Underdog
re la creatività giovanile, straordinaria forza di rin-
novamento sociale, offrendo un importante
This Armony
trampolino di lancio. Petramante
Si ringraziano Stefano e Simona Viola per il sup-
Guest
porto nell’organizzazione.
Nobraino
MOSTRA In occasione della nuova edizione di
Uno dei fenomeni più importanti della scena musicale degli ultimi anni. MArteLabel
Generazione X lungo il corridoio che porta alla sala
nasce sul finire del 2008 come naturale evoluzione del progetto ScuderieMArteLive
Teatro Studio verrà allestita la mostra “Storie di
su iniziativa di Giuseppe Casa, direttore artistico e fondatore di MArteLive.
Musica: le immagini di Maurizio Viola”, una raccolta
MArteLabel rappresenta la costola produttiva del festival e seleziona il meglio della
dei migliori scatti ai protagonisti della scena musica-
nuova musica emergente scoperta attraverso il festival per iniziare un percorso di
le nazionale e internazionale del fotografo e ideato-
produzione, management e booking innovativi su tutto il territorio italiano e non solo.
re della rassegna Maurizio Viola.

M A I N S P O N S O R

Sabato 29 gennaio La cantantessa Carmen Consoli presenta il giovane


SERVIZI PER L’ELETTRONICA
Teatro Studio ore 21 cantautore Fabio Abate. Cresciuto in una famiglia di
musicisti, Abate studia canto e la chitarra orientan-
In apertura dosi verso il blues, il jazz e il rock prima di intrapren-
dere un percorso cantautorale. Nel 2003 conosce
Montecristo Carmen Consoli e da questo incontro nasce l’idea
in collaborazione con di un progetto discografico per l’etichetta dell’artista
“La vostra musica” catanese, la Narciso Records. Il suo primo album,
di Roma Repubblica.it “Itinerario Precario”, esce nell’aprile 2010. Il brano
“Senza farsi male” viene inserito nella colonna
sonora del film “L’uomo che ama” di Maria Sole

FABIO ABATE
Guest
Tognazzi e ha ricevuto una candidatura ai David di
Donatello. Il primo singolo “Angela” è un biglietto da
visita molto rappresentativo, che mette in luce la
sua musica multisapore: mediterranea, teatrale,
Carmen Consoli bohemienne.

22
M USICA
Domenica 30 gennaio Teatro Studio ore 21

In apertura

Marta Venturini
in collaborazione con
“La vostra musica”
di Roma Repubblica.it

GIULIA ANANÌA
Guest
Niccolò Fabi
con la partecipazione di Filippo Gatti
scenografia Alessandro Gorla
Niccolò Fabi e Filippo Gatti, tra i cantautori più affermati provenienti dalla scena roma-
na presentano la cantautrice e poetessa romana Giulia Anania. La sua musica è fatta
di melodie dirette e popolari interpretate con una vena rock graffiante. La passione
musicale di Giulia nasce da un amore smisurato per la voce e lo spirito di Gabriella
Ferri. Nei suoi brani racconta con un lirismo cinematografico l' Italia di oggi e di ieri, la
sua bellezza e le sue contraddizioni, l' amore, i paesaggi urbani, i sogni e le disillusio-
ni della generazione Anni Zero. La sua band è composta da: Marta Venturini alla chi-
tarra elettrica, Filippo Schininà alla batteria e percussioni, Andrea Ruggiero al violino
elettrico, Leonardo Milani ai sinth e al piano rhodes".

Lunedì 31 gennaio Gli Assalti Frontali presentano il rap


Teatro Studio ore 21 trascinante di Kento che crea uno
stile molto personale unendo Rap,
In apertura Hip Hop, Reggae, musica d’autore ita-

Rancore liana e passione per il cinema. Nato e


cresciuto all’estrema periferia di
in collaborazione con Reggio Calabria, Francesco “Kento”
“La vostra musica” Carlo ha mosso i primi passi negli
di Roma Repubblica.it
anni delle guerre di ‘ndrangheta ma
anche delle ultime grandi lotte sociali
condotte dal PCI nei quartieri popola-

KENTO
Guest
ri della città. “Sacco o Vanzetti”, album
d’esordio solista ispirato dalle vicende
dei due anarchici italiani giustiziati
negli Stati Uniti, raccoglie l’esperienza
Assalti di molti anni sui palchi e le condensa
Frontali in 17 tracce dedicate all’impegno
sociale ma anche alla dimensione
personale, ispirate sia dall’hiphop
degli anni ‘80 e ‘90 sia da cantautori
italiani come Guccini e De André.

DIECIUNITÀSONANTI
Martedì 1 febbario
Teatro Studio ore 21

Guest In apertura

Samuele Bersani Don Juan &


L’edizione 2011 di Generazione X chiude con the Saguaros
Dieciunitàsonanti che presenteranno il loro primo album in collaborazione con
“Manuale d’Ascesa e Caduta”. A fare da padrino sarà un “La vostra musica”
cantautore molto amato, Samuele Bersani. “Manuale di Roma Repubblica.it
d’Ascesa e Caduta”, uscito nell’ottobre 2010, è una raccol-
ta di storie “esemplari” e un affresco del nostro tempo e del
mondo in cui viviamo. E’ un “manuale” perché questo
intento ambizioso vuole essere stemperato da un’ironia
che è anche distacco dall’oggetto del racconto. Ascese e
cadute sono il filo conduttore di tutto il disco, i cui brani
oscillano tra l’ansia del successo e lo sguardo di chi perde,
la voglia di riscatto e la paura di perdere tutto in un colpo.
Sono canzoni che parlano di tutti e a tutti, civili nel senso
stretto del termine.
23
M USICA

Sabato 15
Teatro Studio ore 21
Franca Masu
Almablava
Alessandro Girotto Ritorna all’Auditorium una delle voci più mediterranee di oggi FRANCA
MASU
chitarra Franca Masu. Figlia d’arte e insegnante di lettere riconvertita a
Fausto Beccalossi cantante appassionata, Franca Masu è l’esponente più inter-
accordeon
Salvatore Maltana nazionale della lingua e dell’antica cultura catalana che anco-
contrabbasso ra vive nel piccolo centro marinaro di Alghero, città di soli
Roger Soler 50.000 abitanti nella felice isola della Sardegna, terra che
percussioni
conserva ancora l’eredità dello splendore medievale della
Corona catalano-aragonese. Con Almablava presenterà le sue
composizioni più suggestive in lingua catalana, sarda e casti-
Biglietti: 12 euro.
Riduzioni: Parco della Musica gliana. Si tratta di interpretazioni particolari, confermate nella loro valenza da un prezioso
Card, giovani fino a 26 anni, quartetto scelto dalla “Voce catalana di Sardegna” per affrontare questo viaggio d’amore per
over 65 anni, American
Express, Feltrinelli, Carta Per mare su territori sonori che si ispirano al jazz ma dove riecheggiano riferimenti andalusi, fadi-
Due, ACI, Bibliocard, Carta sti e talvolta tangueri, pur conservando il senso predominante della tradizione. Dal jazz al
Giovani, Cral convenzionati,
canto tradizionale mediterraneo, dal fado al tango, la cantante sarda si è costruita disco dopo
Interclub
disco una sua originalissima identità artistica che l’ha fatta apprezzare dalla critica internazio-

Foto: J. Tomàs
nale e l’ha portata ad esibirsi in festival e rassegne in tutto il mondo.

Martedì 18
M USICA

Il gruppo siciliano degli Unavantaluna propone uno dei suoi concerti/spettacoli di maggiore Teatro Studio ore 21
impatto. Una splendida occasione per presentare l’ultimo album “Novi Jorna Novi Misi”. Unavantaluna
Un’onda di energia musicale e di vitalità umana che entra nelle ossa e penetra nell’anima e Cumpagnia di musica siciliana
Roberto Cecchetto, uno dei chitarristi
nella memoria. Unavantaluna, cumpagnia di musica siciliana, è un ensemble di musicisti Pietro Cernuto
più innovativi
zampogna, e originali
fiscalettidella
e vocescena
uniti dalle comuni origini siciliane e dalla passione per le arti e le tradizioni popolari della loro
musicaleCarmelo
italiana, Cacciola
presenta “Mantra”, il
terra. Sin dalla nascita del gruppo, sono forti la necessità di unire il passato con il presente suo ultimo lauto cretese
lavoro e vocedalla Parco
pubblicato
e il desiderio di ricercare un possibile equilibrio fra tradizione e innovazione musicale. della Musica Luca Centamore
Records. «Non capita
Un’onda di energia musicale e di vitalità umana che entra nelle ossa e sovente chitarra di rimanere e voce
rapiti dall’ascolto di
Francesco Salvatore
penetra nell’anima e nella memoria. Negli ultimi due un nuovo cd. Avviene con “Mantra”
(voce, marranzano e tamburello)
anni, con l'inserimento in organico dei due percus- quando questo è ancora una demo
Andreae Piccioni percussioni
risalee avoce
sionisti, Andrea Piccioni e Arnaldo Vacca, le sono- senza nome Arnaldo
l’accadimento
Vacca
diversi mesi prima chepercussioni e voce
il disco diventi
rità del vicino e lontano Oriente si uniscono
effettivamente “reale”.
Biglietti: 15 euro. Come per tutti i
alle più recenti tendenze e arrangia- work in progress
Riduzioni: la nuova
Parco dellaopera
Musicasonora
Card, gio-
menti della musica internazionale. di Roberto vaniCecchetto
fino a 26 anni,
è un over 65 inani-
master anni,
American Express, Feltrinelli, Carta Per
mato scaldato solo dai suoni che lo abi-
Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral
tano. Nelconvenzionati,
nudo cd nonInterclub
un’ informazione
sulla musica che sentiamo… non una
info sui quattro musicisti che fanno parte del progetto… Solo un precario suggerimento sull’au-

UNAVANTALUNA
tore principale dell’opera che, evidentemente, aveva dato quel cd chissà dove. Il sentire è quello routinante della
giornata ma già dalla metà del primo brano scatta una curiosità morbosa che porta ad ascoltarlo tutto con un crescente interesse e
poi a riascoltarlo ancora. Perché in questo “Mantra” c’è una catarsi dettata dal ribollire di un pensiero filosofico e creativo (mistico?) fatto di
calma apparente e tensione emotiva. Molta di quella musica è completamente improvvisata o quasi. Comprendiamo lo spirito. Ci piace molto
M USICA

Fondazione Musica per Roma


Lezioni di Ascolto è la nuova rassegna
in collaborazione con
della Fondazione Musica per Roma in
Audiogamma
collaborazione con Audiogamma che
condurrà il pubblico alla scoperta dell’af-
LEZIONI DI ASCOLTO fascinante mondo della riproduzione
Dal vinile all’MP3, dalla cuffia al
sonora attraverso una serie di incontri
diffusore, viaggio intorno all’ascol-
to della musica che ne illustreranno la storia e i diversi
aspetti con ascolti dal vivo cercando di
Con
approfondire la conoscenza delle tecno-
Paolo Corciulo
logie del passato e del futuro. Verranno
direttore SUONO e DJMag Italia
fatti ascoltare brani musicali compressi in
Giancarlo Valletta
direttore marketing Audiogamma varie forme, dall’MP3 64 kb/s, fino a 128
kb/s, Apple Losless, AIFF, WAV e, infine, il
Martedì 18
supporto in vinile. Ogni ascolto verrà
Spazio Ascolto ore 21
commentato, spiegando tutti gli standard di compressione e le loro differenze. Verranno poi fatti
“Sorgenti” prima parte sentire brani in alta risoluzione 96/24 e spiegata la differenza tra ascolto con i diffusori e quello
Lunedì 31 con le cuffie, addentrandosi nello specifico di queste ultime, oggi mezzo molto utilizzato per la frui-
Spazio Ascolto ore 21 zione della musica. Per quanto possibile si faranno anche degli ascolti con cuffie a padiglione. Gli
“Amplificazione” prima parte ascolti verranno fatti su impianto hi-hend con elettroniche Classè e speaker B&W integrando di
volta in volta con ulteriori sorgenti elettroniche e diffusori di pari livello. Un vero e proprio viaggio

24 Biglietti: 5 euro. nel suono che si articola su tre focus: Sorgenti - Amplificazione - Diffusori.
EXTRA
A Roma le meraviglie dei luoghi svelano un Roma.

© Archivio fotografico
dei Musei Capitolini
FILIPPO COARELLI universo di stili unico al mondo; passeggiare La storia dell’arte.
Lezioni di arte
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA per le sue vie e le sue piazze è come sfoglia- sul museo a cielo
re il più ricco manuale della storia dell'arte aperto di Roma.
occidentale: archi e scalinate, colonne e obe-
L’ideologia della vittoria lischi, ville e giardini, palazzi e chiese, fontane Giovedì 6
L’arte ufficiale romana della e monumenti, riflessi della gloria di imperato- Sala Sinopoli ore 11
media repubblica ri, principi e papi, testimoni del genio di artisti Filippo Coarelli
raccontano in filigrana storie e avventure di L’ideologia
una capitale. Sarebbe troppo pretendere così della vittoria
di imprigionare la città eterna in un unico Domenica 23
ritratto, per esauriente e acuto che sia, se non Sala Sinopoli ore 11
ANDREA GIARDINA in un insieme di segni che offrono sempre Andrea Giardina
ISTITUTO ITALIANO DI SCIENZE UMANE nuove possibilità di lettura. Sì è preferito dun- Via dei Fori Imperiali
que proporre una serie di percorsi di appro-

Via dei Fori Imperiali fondimento, attraverso un ventaglio di lezioni Biglietti: intero 8 euro; abbona-
affidate a studiosi italiani importanti, noti in mento a tutte le lezioni a 30
euro. Riduzioni: Parco della
ambito internazionale e impegnati in diversi Musica Card, giovani fino a 26
anni, over 65 anni, American
campi della ricerca, a comporre uno straordi- Express, Feltrinelli, Carta Per
nario mosaico di cultura: perché i cittadini Due, ACI, Bibliocard, Carta
Giovani, Cral convenzionati,
siano messi nella condizione di aspirare alla Interclub
bellezza, invitati ancora al piacere della sco-
perta, alla dolcezza del vivere.
© Archivio fotografico della Sovraintendenza ai Beni
Culturali del Comune di Roma, Mercati di Traiano

In collaborazione con M A I N S P O N S O R S P O N S O R

EXTRA
Domenica 9
Antonio Gibelli. Sala Sinopoli ore 11
Antonio Gibelli
1917. Il mito di Caporetto. 1917. Il mito di Caporetto

Località Caporetto (Kobarid), oggi in territorio sloveno, fine dell’ottobre 1917. Le truppe austro-tedesche sfondano il Domenica 30
fronte italiano. È l’inizio di una disastrosa ritirata che tiene il Paese col fiato sospeso e si ferma solo sul Piave. La vicen- Sala Sinopoli ore 11
da ha un enorme rilievo non solo sul piano militare ma anche su quello politico, dà luogo a interpretazioni fantasio- Salvatore Lupo
se e mitiche, è vista ora come la rivelazione delle fragilità nazionali ora come le premessa della riscossa. Provoca la 1922. L’ambiguità della
caduta del governo e la destituzione del comandante supremo Cadorna e suscita vastissime emozioni e pulsioni auto- marcia su Roma
ritarie destinate a svilupparsi nel dopoguerra. In tutti i sensi, Caporetto è un autentico spartiacque reale e simbolico
nella storia d’Italia.

ANTONIO GIBELLI insegna Storia contemporanea all’Università di Genova Le Lezioni sono introdotte
da Paolo Di Paolo
Al termine di ogni lezione,
“Italia: si gira”. Antologia

Salvatore Lupo. filmata su come la televisione


ha raccontato la storia.
A cura di Luigi Bizzarri
1922. L’ambiguità della marcia su Roma. in collaborazione
con Vanessa Roghi
La marcia su Roma si risolve nella nomina di Benito Mussolini alla guida del governo italiano. Quei giorni saranno cele- Biglietti: intero 8 euro.
brati dagli stessi fascisti come l’evento originario della loro rivoluzione, senza dimenticare nella saga anche battaglie Ridotto over 65 e under 26, 6
euro; ridotto scuole 5 euro.
precedenti (lo squadrismo) e successive (la crisi Matteotti). Nei fatti, la marcia appare uno snodo cruciale, ma tra mille Riduzioni: Parco della Musica Card,
American Express, Feltrinelli, Carta
ambiguità. Possiamo considerarla davvero un’insurrezione? O si tratta di un colpo di stato, messo in opera dalla monar- Per Due, ACI, Bibliocard, Carta
chia, dall’esercito, dalle classi dirigenti? Oppure siamo nella logica dell’impresa eclatante, pseudo-garibaldina e simil- Giovani, Cral convenzionati,
Interclub
dannunziana, del bluff di un grande tattico? A garantirne il successo è comunque il cumulo disorganico di opposte
mitologie, speranze, arroganze, debolezze, paure e incapacità di comprendere le urgenze straordinarie dei tempi che
formava l’Italia di quegli anni.

SALVATORE LUPO insegna Storia contemporanea all’Università di Palermo 25


EXTRA

DOMENICA 9 BEFORE AND AFTER SCIENCE BRIAN ENO


Gino Castaldo e Ernesto Assante racconteranno attraverso suoni, parole e immagini uno dei
dischi più apprezzati di Brian Eno, compositore, produttore e teorico musicale inglese che si
definisce un "musicista non musicista". “Before and after Science” del 1977 esprime tutte le
sfaccettature dell’arte di Eno, l’ironia, l’intelligenza, l’energia e nello stesso tempo la vena
malinconica. Brian Eno è il padre della cosiddetta musica ambient, perfetta come supporto alle
Domenica 9 immagini. Molte le sue musiche utilizzate nel cinema, basti pensare alla colonna sonora del
Teatro Studio ore 11 film “La Stanza del Figlio” di Nanni Moretti e a quella della fortunata serie televisiva “X Files”.
Domenica 16 Ha collaborato tra gli altri con Roxy Music, David Bowie, Robert Fripp, Ultravox, Devo, David
Sala Petrassi ore 11 Byrne, gli U2 e i Coldplay. L’arte di Eno si incontra spesso con lo sviluppo delle tecnologie infor-
matiche e la multimedialità. E’ suo il Microsoft sound, il jingle che si sente all’avvio di Window.
Lezioni di Rock
A cura di Ernesto Assante
e Gino Castaldo
DOMENICA 16 LA CHITARRA ROCK, MITI E LEGGENDA
Lezioni di Rock affronterà in un appuntamento speciale in Sala Petrassi la storia e l’evoluzione
Biglietti: 8 euro.
Riduzioni: Parco della Musica Card, giova-
dello strumento principe del rock: la chitarra. La chitarra continua a essere sicuramente lo stru-
ni fino a 26 anni, over 65 anni, American mento più amato, più suonato di oggi, che ha conosciuto un’evoluzione unica nella storia della
Express, Feltrinelli, Carta Per Due, ACI, musica. I grandi miti del rock hanno utilizzato tutti questo strumento, tanto che ogni leggenda
Bibliocard, Carta Giovani, Cral convenzio-
nati, Interclub del rock è rappresentata dalla sua leggendaria chitarra, ogni rockstar ha trasformato nelle sue
mani lo strumento in un vero e proprio oggetto di culto. Ernesto Assante e Gino Castaldo per-
correranno la storia della chitarra rock attraverso filmati, aneddoti e ascolti, rivelando tutto il
fascino di questo strumento che ha rivoluzionato il mondo della musica.

MAIN SPONSOR
Lunedì 10
EXTRA

Sala Sinopoli ore 21

I Processi alla Storia


a cura di
Stefano Dambruoso
e Massimo Martinelli Cagliostro fu mago, guaritore, alchimista e truffatore. Il più grande di tutti in
Processo a Cagliostro Europa nell'arte di far credere al prossimo quello che voleva lui, almeno a
cavallo del 1700. Fu il simbolo italico dell'estro e della destrezza intellettuale
Presidente della Corte
Filippo Berselli messa al servizio del tornaconto personale. Fu processato, condannato e impri-
Imputato gionato alla fine di un percorso rutilante fatto di frequentazioni altolocate, salot-
Rino Barillari ti e riconoscimenti immeritati. Eppure, per qualcuno, incarna ancora alla perfe-
Pubblico Ministero zione l'immagine dell'uomo costretto a fin-
Antonio Laudati
gersi qualcun altro per riuscire nella vita. Il
Avvocato difensore
Umberto Rapetto senatore e avvocato Filippo Berselli,
Presidente Commissione Giustizia del Senato
Biglietti: 12 euro. e avvocato, sarà il Presidente della Corte, mentre Rino Barillari, giornali-
Riduzioni: Parco della Musica Card, gio-
vani fino a 26 anni, over 65 anni,
American Express, Feltrinelli, Carta Per
sta e fotografo, vestirà i panni dell’Imputato. Antonio Laudati, Procuratore
INNOCENTE
della Repubblica di Bari, e Umberto Rapetto, Colonnello della Guardia di
Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral

COLPEVOLE
convenzionati, Interclub Finanza, Capogruppo Anticrimine Tecnologico, si impegneranno rispetti-
vamente nei ruoli di Pubblico Ministero e Avvocato difensore.

Venerdì 14
EXTRA

Teatro Studio ore 21

CANTANDO SOTTO LA STORIA


Incontri-racconti musicali
sulla canzone

Genova
”Con quella faccia un po’ così”
ovvero Se non ci fossero stati
i cantautori?
GENOVA
Roberta Albanesi voce ”Con quella faccia un po’ così”
Marco Pescosolido violoncello
Luca Bagagli violino
Luigi Tufano viola
ovvero Se non ci fossero stati i cantautori?
Tutto avvenne quasi per caso, nell’arco di due estati, quelle del 1959 e del 1960. Alla Ricordi
Cinzia Gangarella decisero di dar vita anche a una etichetta discografica e affidarono l’avventura a due giovani
pianoforte e arrangiamenti dalle idee anticonformiste: Nanni Ricordi e Franco Crepax. Arrivarono canzoni del tutto diverse
da quelle che fino ad allora avevano tenuto banco: si intitolavano “La gatta”, “Arrivederci”, “Non
Biglietti: 12 euro. arrossire” e sembravano scritte apposta per incontrare i gusti di un pubblico giovanile assetato di novità. L’idea vincente dei due fu
Riduzioni: Parco della Musica Card, giovani quella di affidare agli stessi autori il compito di cantare le loro opere. Così nacquero Paoli, Bindi, Tenco, De André, Lauzi, Endrigo. Fu
fino a 26 anni, over 65 anni, American
un’idea vincente: ad un’Italia profondamente provinciale quei primi cantautori trasmisero una carica di spregiudicatezza; all’Italia dei
Express, Feltrinelli, Carta Per Due, ACI,
Bibliocard, Carta Giovani, Cral convenziona- “favolosi” anni ‘60 queste canzoni nuove diedero una sferzata di verità dando voce al malessere diffuso tra i giovani. Ancora una volta
ti, Interclub una città diventa punto di incontro di poeti e intellettuali. Vivere a Genova era una vera e propria appartenenza culturale.
26 Quell’esperienza ha influenzato tutta la canzone italiana fino ai nostri giorni. E se non ci fossero stati i cantautori?
Ennio Fantastichini

L ET T E R AT U R A
Lunedì 17
legge Teatro Studio ore 21

Ho servito il Re d’Inghilterrra di Bohumil Hrabal


Conversazioni
e letture a cura di
Valerio Magrelli

Bohumil Hrabal nacque a Brno, in Moravia, nel 1914. Più tardi si trasferì a Ennio Fantastichini
Nymburk, non lontano da Praga; dall’amore per quest’ultima città, centro vitale legge “Ho servito il Re
d’Inghilterra”
dell’Impero Austro-Ungarico, scaturirono le appassionate pagine di “Vuol vedere
di Bohumil Hrabal
Praga d'oro?” (1964). Nel 1939, con l’invasione nazista della Cecoslovacchia,
Introduzione
dovette interrompere i suoi studi di legge. Comincia da qui la leggenda dei suoi
di Giuseppe Dierna
infiniti mestieri, da magazziniere a minutante notarile, da telegrafista a capomovi-
mento ferroviario (esperienza narrata nel 1965 in in “Treni strettamente sorvegliati”,
da cui il regista Jìri Menzel trasse la pellicola vincitrice dell’Oscar per il migliore film straniero), Biglietti: 12 euro.
da agente assicurativo a commesso viaggiatore, da operaio a comparsa di teatro, su su fino a Riduzioni: Parco della Musica Card,
giovani fino a 26 anni, over 65
imballatore di carta da macero (professione che nel 1976 gli detterà il romanzo anni, American Express, Feltrinelli,
“Una solitudine troppo rumorosa”). Personalità libera e anarchica di gran bevitore, Carta Per Due, ACI, Bibliocard, Carta
Musacchio&Ianniello

morì a Praga nel 1997 durante un ricovero: secondo i sanitari e alcuni amici, caden- Giovani, Cral convenzionati,
Interclub
do da una finestra dopo essersi sporto troppo per nutrire alcuni colombi; secondo
un’altra versione, suicida. Tra i suoi capolavori, “Inserzione per una casa in cui non
voglio più abitare” (1965) e soprattutto “Ho servito il re d'Inghilterra” (1971).

EXTRA
William Langewiesche
I L G I O R N A L I S M O D ’ I N C H I E S T A Domenica 23
Teatro Studio ore 21
William Langewiesche, autore di straordinari Langewiesche pubblicato in Italia (il primo è William Langewiesche
reportage dal vivo sui soldati di stanza in Iraq, su stato “Lo schianto dell’EgyptAir 990”) è uno dei “Il giornalismo d’inchiesta”
Ground Zero e sugli avvenimenti al confine tra più importanti testi editi intorno al fatidico 11 Biglietti: 8 euro.
USA e Messico, sarà protagonista del secondo settembre 2001. I tre reportage, pubblicati origi- Riduzioni: Parco della Musica Card, gio-
appuntamento della rassegna “Lezioni di nariamente su “The Atlantic Monthly”, rivelano vani fino a 26 anni, over 65 anni,
American Express, Feltrinelli, Carta Per
Giornalismo”. Laureatosi in antropologia alla perché sia stato l’unico cronista al mondo auto- Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral
Stanford University, inizialmente Langewiesche rizzato all’ingresso in Ground Zero. Per sei mesi, convenzionati, Interclub
intraprese la carriera di pilota di aeromobili. Solo sette giorni a settimana, il giornalista americano
a 36 anni di età abbandonò questo mestiere ha percorso i “sei ettari del Cumulo” effettuan- SPONSOR
per dedicarsi alla scrittura, collaborando alla rivi- do “una minuziosa radiografia di un Paese umi-
sta The Atlantic Monthly. Attualmente lavora liato e offeso”da “un’Apocalisse Moderna in una
come corrispondente per Vanity Fair. mattina di settembre”
“American Ground”, il secondo libro di William

A
E TNRZA

Umberto Veronesi
S CEI X

Chiara Tonelli, Lucilla Titta


Domenica 16
Quando la prevenzione comincia a tavola: la nutrigenomica Teatro Studio ore 11
“Quando la prevenzione
La relazione fra cibo e geni, cioè come ciascuno di noi reagisce agli alimenti e come comincia a tavola: la nutri-
genomica”
questi influenzano la comparsa di malattie: è questo il campo di indagine della nutri-
Relatore
genomica, la scienza che indaga come combinare il profilo genetico individuale con i Umberto Veronesi
cibi, per definire un’alimentazione protettiva o addirittura terapeutica. Ne parleranno, Direttore Scientifico Istituto Europeo di
Oncologia
per il terzo appuntamento del ciclo “Salute: sapere per scegliere” Umberto Veronesi,
Chiara Tonelli Professore di Genetica,
CHIARA TONELLI
Chiara Tonelli e Lucilla Titta; moderatore sarà Margherita De Bac de Il Corriere della Dipartimento di Scienze Biomolecolari
e Biotecnologie Università degli Studi
Sera. La nutrigenomica ha l’obiettivo di spiegare perché certi alimenti sono dannosi per
di Milano
un individuo e innocui per altri e viceversa, perché altri alimenti proteggono la salute
Lucilla Titta
di qualcuno ma sono inefficaci per altri. Sappiamo che la risposta è nei geni, meglio, Ricercatrice Ifom-IEO Campus e
nella loro interazione con le sostanze che introduciamo nel nostro organismo. Università degli Studi di Milano

L’obiettivo di questo complesso studio è arrivare a consigliare una dieta personalizzata Moderatore
LUCILLA TITTA Margherita De Bac
per prevenire il tumore, ma anche utilizzare diete arricchite in determinate sostanze Corriere della Sera
come nuovo approccio terapeutico.
Biglietti: 5 euro. 27
PIROSO
EXTRA
"Io sono Antonello Piroso": martedì

IO SONO ANTONELLO
Martedì 11
Sala Petrassi ore 21 11 gennaio primo di una serie di
Una coproduzione appuntamenti per raccontare e rac-
Fondazione Musica per Roma contarci il "chi siamo" nell'Italia di
e FremantleMedia Italia
oggi, senza pregiudizi ideologici, ipo-
“Io sono Antonello Piroso” crisie interessate, omaggi forzati al
"politicamente corretto", ma sicura-
Biglietti: 8 euro.
Riduzioni: Parco della Musica Card, gio-
mente con una buona dose di ironia
vani fino a 26 anni, over 65 anni, al limite del sarcasmo. Il tutto alterna-
American Express, Feltrinelli, Carta Per
Due, ACI, Bibliocard, Carta Giovani, Cral tivamente in forma di monologo per
convenzionati, Interclub
un puro spettacolo di parola, oppure
di intervista faccia-a-faccia, infine di
dibattito a più voci, possibilmente
"fuori dal coro", senza la stanca e
sempre più stucchevole ritualità dei
talk show. Si comincia con un con-
fronto sulle "previsioni" per il 2011 in
politica, nella cultura, nello spettacolo,
nello sport, con protagonisti (perché
no?, "borderline") dell'attualità.
M O ST R E

Dal 28 gennaio
al 13 marzo

AuditoriumArte
dal lunedì al venerdi ore 17 - 21
sabato domenica e festivi:
ore 11 - 21
ingresso libero #04Nam
FLUXUS BIENNIAL
730 giorni hic et nunc
2010-2011
June Paik
a cura di Achille Bonito Oliva
A Nam June Paik (Seoul 1932-Miami 2006), figura chiave non solo
di Fluxus ma di tutta l'arte contemporanea, è dedicata la quarta
MOSTRA
mostra di Fluxus Biennial. Conosciuto come il padre della video-
Nam June Paik
arte è stato un pioniere nell'elaborazione elettronica delle
immagini, influenzando la ricerca artistica fino ad oggi. Le due
opere principali in mostra sono le videoinstallazioni "Homage to
Pythagoras" e "Cage in Cage", la prima un tributo a uno dei padri Nam June Paik
della razionalità occidentale, la seconda un omaggio all'amico John “Pythagoras” -
Fondazione
Cage, genio musicale e sponda di un serrato dialogo culturale tra Mudima, 1989
Oriente e Occidente. Così è Nam June Paik, artista ponte tra
misticismo orientale e concretezza occidentale, uno sciamano del
video che ha saputo trasformare i simboli della cultura orientale in
paradigmi di un mondo lontano oggi riempito dalla una cultura di
massa che tende ad omogenizzare le differenze.

Venerdì 28
Teatro Studio ore 21
AFTER FLUXUS
Metamkine&Martux_m
PERFORMANCE La collaborazione tra Martux_m e i Metamkine è una performance live in divenire.
Metamkine & Martux_m Un incontro tra suono e immagine per costruire una relazione ibrida e inaspettata
FLUX-US tra cinema impuro e architetture sonore. Una performance concepita come pura
Chris Sydney

Biglietti: 5 euro. improvvisazione, dove nulla è già decodificato e dove il gioco dell'incontro - tra
suono, immagini di pellicola e luce - è quella componente dove tutto è possibile,
alla ricerca di quella giocosa “rivoluzione permanente” oltre i confini delle
Metamkine discipline artistiche già caratteristica dei concerti e delle performance Fluxus.
Martux_m La Cellule d’Intervention METAMKINE è un gruppo aperto che include musicisti e
filmmaker che sperimentano la relazione tra l'immagine e il suono. Metamkine è:
Christophe Auger, Xavier Quérel, films e proiettori 16 mm., Jérome Noetinger,
strumenti elettroacustici. Maurizio Martusciello aka Martux_m è percussionista,
compositore, produttore ma soprattutto musicista elettronico e alchimista
elettroacustico tra i più noti e attivi in Italia e all’estero nel campo delle arti
elettroniche digitali che coniugano suono e immagine.

28
Domenica 23

EXTRA
Auditorium
Parco Pensile
dalle ore 10

A cura di
Il Mercato di Campagna Amica torna Coldiretti Lazio

all’Auditorium Parco della Musica con Agrimercato Lazio


Associazione per la Gestione
i prodotti a Km Zero. dei Mercati dei Produttori
Agricoli in Vendita Diretta
Si rinnova l’appuntamento con la filiera corta tra i consumatori romani e le
imprese agricole laziali. Il 23 gennaio sarà possibile degustare e acquistare i Il Mercato di
prodotti freschi, stagionali, tipici e tradizionali provenienti un po’ da tutto il Campagna Amica
Lazio, in grado di offrire le migliori garanzie in termini di qualità, di sicurezza Una filiera agricola tutta
e di un legame stretto con il territorio e le tradizioni locali. L’iniziativa si collo- italiana e firmata dagli
ca nell’ambito del progetto “UNA FILIERA AGRICOLA TUTTA ITALIANA E FIR- il MERCATO di agricoltori
MATA DAGLI AGRICOLTORI”. Una filiera TUTTA AGRICOLA, in quanto gestita
per una parte sempre più importante direttamente dagli agricoltori; ITALIA-
NA, in grado di trasferire i valori distintivi del vero Made in Italy fino al con- CAMPAGNA
sumatore; FIRMATA, nel senso che renda visibile e riconoscibile “l’italianità”
al consumatore tramite la creazione di una “firma” che distingua l’intero pro-
dotto agricolo autenticamente Made in Italy, basandosi sulla trasparenza
AMICA
della filiera, sull’indicazione dell’origine in etichetta e sul legame del prodot-
to con il territorio che lo esprime.

EXTRA
Associazione

Martedì 18
Sala Sinopoli ore 20.30
Christmas in Jazz
Una grande serata a sostegno dell’Associazione Casa della mamma con and Happy New Year
Lino Patruno, uno dei personaggi storici del jazz italiano e la partecipa- Lino Patruno Jazz Show
zione straordinaria di Renzo Arbore e Gigi Proietti. In programma un con la partecipazione straordinaria di
repertorio legato ai grandi nomi della storia del jazz: Louis Armstrong, Bix Renzo Arbore e Gigi Proietti
Beiderbecke, Benny Goodman, Joe Venuti, Eddie Lang, Eddie Condon,
Lino Patruno Jazz Show
Jack Teagarden ... con gioia, allegria e tanto swing. La Casa della Mamma Lino Patruno chitarra
è un’associazione nata nel 1969, con lo scopo di aiutare le ragazze Michael Supnick cornetta
madri spesso allontanate dai loro familiari, in condizioni di grave disagio Alberto Collatina trombone
Gianni Sanjust clarinetto

LINO PATRUNO sociale. La casa si pone come guida per la neomamma, per farle acqui-
sire consapevolezza del proprio ruolo, insegnandole tutto ciò che è
necessario per la cura di se stessa, del proprio figlio, dell’ambiente che
Giancarlo Colangelo sax basso
Adriano Urso pianoforte
Guido Giacomini contrabbasso

JAZZ SHOW la circonda, con l’ obiettivo di far crescere il bambino in un ambiente


protetto e sereno, educandolo e preparandolo alla vita futura.
Riccardo Colasante batteria
Mauro Carpi violino
Clive Riche voce

Spettacolo di beneficenza
SOSTIENI LA CASA DELLA MAMMA Info e modalità di ingresso:
Associazione Casa della Mamma
06/44231210; 347/1297876

Dopo il debutto-anteprima al Festival dei Due Mondi di Spoleto, va in Lunedì 17 A


EEXXTTRRA
scena all'Auditorium Parco della Musica “Il tempo di Gustav Mahler”. Sala Petrassi ore 21
Interpretato e diretto da Massimiliano Finazzer Flory, lo spettacolo Il tempo di Gustav Mahler
fa parte della rassegna “Il gioco serio dell’Arte” promossa da Il
Gioco del Lotto – Lottomatica. “In occasione dei 100 anni dalla
Regia
morte – spiega Finazzer Flory – Il tempo di Gustav Mahler ruota Massimiliano Finazzer Flory
intorno a due figure alla ricerca della Natura: un uomo solitario
Interpreti
che vaga per l’universo e il bambino abbandonato in attesa Gianni Dallaturca,
del padre”. La rappresentazione, con la partecipazione del Massimiliano Finazzer Flory,
filosofo della musica Quirino Principe, ripercorre la biografia Gilda Gelati, Quirino Principe

I
del compositore attraverso il corpus delle lettere e altri Testi Alma e Gustav Mahler

MPO D scritti soffermandosi sui temi dell’eros, della morte, della


religione, della crisi di Vienna e del mondo
Musiche Gustav Mahler
Coreografie Gilda Gelati

IL TE mitteleuropeo, del rapporto tra la musica e la filosofia

LER
del tempo in uno dei periodi più decisivi e complessi Ingresso gratuito previo ritiro voucher
presso il guardaroba Sala Petrassi

H
della nascente modernità. L’originale antologia

A
a partire dalle ore 20 fino
prevede la lettura di poesie e lettere dello stesso

M
ad esaurimento posti disponibili.

V
Mahler accompagnata da suggestioni tratte dalle Info: “Il gioco serio dell’Arte”

TA
tel. 392.8159509

GUS
sinfonie e dai lieder, sulle quali prenderanno forma le
coreografie di Gilda Gelati, prima ballerina del Corpo di Ballo del www.finazzerflory.it – www.lottomatica.it
Teatro alla Scala. Alle atmosfere musicali al pianoforte si Ufficio stampa: Verena Merli
accompagnano le esecuzioni alla tromba di Gianni Dallaturca. tel. 347.2266935
stampa@finazzerflory.it

29
nth at the
This mo
ITORIUM UARY
AUD JAN
5 / PETRENKO CONDUCTS PROKOFIEV'S ALEXANDER NEVSKY 35-year-old Vasily Petrenko made his conduct-
ing debut in 2004 with the Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, becoming the orchestra’s youngest-ever principal
conductor. Since then, he has worked with a number of different orchestras, becoming one of the top conductors in
the international scene. On 15 January, Petrenko will be at the Auditorium to lead the Santa Cecilia Orchestra and
choir in a new musical adventure, beginning with Tchaikovsky’s “Italian Capriccio” and Respighi’s “Vetrate di Chiesa”
and ending with one of the most renowned musical masterpieces of the 20th century, Prokofiev’s “Alexander Nevsky”.
The music was initially composed for Eisenstein’s 1938 film “Alexander Nevsky”, the Russian hero and key figure of
Medieval Russia who rose to legendary status for defeating the German and Swedish invaders. The movie score was
created as a 21-section soundtrack but was later rearranged in the form of a cantata for mezzo soprano, choir and
orchestra. Different compositional styles and orchestral sections represent different images, with brass instruments
evoking the enemy and the folk-like music expressing the arrival of Nevsky’s victorious Russian army. The result is a
powerful and breathtaking work expressing both Russia’s ancient splendor and the national pride of Russian artists
and musicians in the early 1900s.

7, 8, 9 AND 20 / LISZT ACCORDING TO CAMPANELLA AND KISSIN Said by his contemporaries to have been
the most technically advanced pianist of his age and considered today among the greatest of all time, romantic com-
poser Franz Liszt anticipated many 20th-century ideas and invented the symphonic poem, an orchestral composition
that musically develops an idea inspired by a literary work: different musical passages, pitches and colors clearly
express the images the composer wishes to convey, and the result is a veritable poem in music. This year, the immor-
tal Hungarian composer turns 200, and the Accademia Santa Cecilia celebrates this important anniversary with a num-
ber of exceptional concerts. On 7, 8 and 9 January, catch one of the world's top Liszt performers, Michele Campanella.
His repertoire includes 137 Liszt works, performed in public at least 2950 times, and his program this month includes
pieces that Liszt dedicated to his beloved Italy, such as the “Ave Maria” (“Die Glocken von Rom”) and the “Deuxième
Années de pèlerinage: Italie”. On 20 January, get ready for Russian prodigy Evgeny Kissin, who will hit the stage with
the “Etudes Transcendentale”s and the “Sonata in B Minor”. Praised by The Times for his “rich, sonorous tone, daz-
zling fingerwork and, above all, inspired fantasy”, Kissin never fails to impress his audience, so do not miss this fabu-
lous event.

20 - 23 / SCIENCE FESTIVAL 2011 The “End of the World” is the theme for the 2011 Science Festival of Rome,
hosted by the Auditorium this month. The Apocalypse is a subject that has fascinated humanity throughout history
in every culture. Through religion, myth and art, man has always expressed a strong conviction that the world, as we
know it, will one day end. The Festival will aim to respond –with the most advanced scientific theories– to some of
the commonly asked questions: Is the end near? Are we under- or over-estimating the potential causes of a catastro-
phe? If the end were truly near, would we be able to foresee it? And above all, how worried should we be? Some of
the biggest names in scientific research, Italian and international, as well as literature, philosophy and history experts,
will be gathered to discuss and debate –not without a healthy dose of irony– what we truly know about the final sun-
set that awaits us. The fascinating discussions and provocative reflections will be led by Brandon Carter, Robert Smith,
Lisa Randall, Colin Campbell, Giovanna Tinetti and Bill McGuire, among other esteemed guests.

24 - 31 /GENERATION X Created from the passion of Maurizio Viola, Generation X is an event dedicated to the
emerging new talents of Italian music, giving young musicians the opportunity to perform alongside important guests
on the stage of Teatro Studio. Under artistic director Paolo Cobianchi, the Generation X workshop is back this year,
presenting, over the course of six performances, programs of varying genres, from indie rock to rap, from pop to exper-
imental. The goal is to value young creativity, which brings with it extraordinary strength of social renewal, thereby
jumpstarting the careers of talented young artists. Workshops in previous years have instigated the ascension of many
new talents including Giovanni Allevi, Mannarino, Bud Spencer Blues Explosion, and The Niro. Among the artists and
guests who will be participating this year are Fabio Abate, Giulia Anania, Dieciunitàsonanti, Kento, Carmen Consoli,
Niccolò Fabi, Samuele Bersani, and Assalti Frontali. An incredible opportunity to be able to say you saw them before
they became stars.

Auditorium Parco della Musica • viale Pietro de Coubertin • Rome Page provided by
www.auditorium.com • Infoline Musica per Roma: 06 802.41.281 Tickets and bookings: Tel. 892.982 (toll service)
www.santacecilia.it • Infoline Santa Cecilia: 06 80.82.058

30 M A Line Flaminio Station + N° 2 tram; M line bus from Termini Station (from 5 p.m.)
GENNAIO 2011 SERVIZI
ACCADEMIA MUSICA
NAZIONALE DI PER ROMA
SANTA CECILIA SPONSOR
SOCI FONDATORI

L’Auditorium Parco della Musica Bibliomediateca

FEBBRAIO 2011
ISTITUZIONALI ISTITUZIONALI
è aperto tutti i giorni dalle 11 La più moderna biblioteca
alle 18; domenica e festivi dalle musicale di Roma. Postazioni
10 alle 18; il 1° gennaio dalle multimediali per l’ascolto dei
12 alle 18.
concerti dell’Accademia di
VISITE GUIDATE Santa Cecilia e accesso alle
teche RAI. Aperta dal lunedì al
Stato Italiano
FONDAZIONE MUSICA PER ROMA Giorni feriali
Visite architettoniche solo su venerdì dalle 11 alle 17,
prenotazione per gruppi da min. ingresso libero.
SETTIMA EDIZIONE 10 persone. tel. 06 80242332
www.santacecilia.it
Sabato, domenica e festivi
Partenze ogni 60 minuti MUSA Museo degli
dalle 11.30 alle 16.30. Strumenti Musicali
Altri turni solo su prenotazione dell’Accademia Nazionale
per scuole e gruppi da 10 a 40 di Santa Cecilia
persone.
da martedì 1 a domenica 27 Aperto tutti i giorni dalle ore
Il 1° gennaio le visite guidate 11 alle 18. Chiuso il mercole-
sono sospese. dì. Info e prenotazioni:
Dal 2 al 6 gennaio partenze tel. 06 80242382 - 332
ogni 60 minuti http://museo.santacecilia.it
FONDAZIONE MUSICA PER ROMA dalle 11.30 alle 16.30. museo@santacecilia.it
Ingresso gratuito
LIGABUE Percorso
Sala Santa Cecilia, Sala Sinopoli,
Sala Petrassi, Cavea, Foyer,
TEATRI 2011 – Quasi Acustico Parco Pensile.
Per esigenze tecnico -
PARCHEGGIO
TARIFFE PARCHEGGI
AUDITORIUM (parcheggio a raso
mercoledì 2 artistiche non tutte le sale
con accesso da Viale de
potrebbero essere accessibili
Coubertin e parcheggio P A R T N E R
e le visite guidate potrebbero
multipiano con accesso da Viale
essere annullate, anche con de Coubertin e/o viale
breve preavviso, in caso di
FONDAZIONE MUSICA PER ROMA spettacoli, prove o altri
Marescialllo Pilsudski).
Carnet di ticket prepagati con
avvenimenti. posto non assicurato.

PRIVATI
CONTEMPORANEA Biglietti
Visita guidata: intero 9 euro;
Da 5 ticket: 10 euro;
da 10 ticket: 20 euro. CARTA DI CREDITO UFFICIALE

“YELLOW SHARK” ridotto per gruppi da 10 a 40


persone e over 65: 7 euro;
Ticket prepagati singoli con
posto assicurato.
Costo ticket 3 euro.
(GET READY TO ZAPPA) fino a 26 anni, studenti, gruppi
scolastici organizzati: 5 euro Info: www.atac.roma.it
Call Center:
L’opera di addio Informazioni ATAC Parcheggi 06 57118333
del grande artista americano Tel. 06 802.41.281 dal lunedì al venerdì
dalle 9 alle 17
prima italiana visiteguidate@musicaperroma.it
www.auditorium.com Note Book
venerdì 4 Nel bookshop dell’Auditorium è
disponibile un ampio
AUDITORIUM assortimento di libri, CD, DVD,
PARCO DELLA MUSICA spartiti. Un luogo dove leggere
e/o ascoltare, oppure acquistare
ORCHESTRA E CORO DELL’ACCADEMIA Viale Pietro de Coubertin
00196 Roma il merchandise dell’Auditorium.
T E C N I C I

NAZIONALE DI SANTA CECILIA Biglietteria: aperta tutti i


Orario: tutto il giorno fino a
tarda sera. Tel. 06 80693461
giorni dalle 11 alle 20.
YURI TEMIRKANOV direttore Nei giorni di spettacolo la
ReD
È un innovativo ristorante - show
biglietteria chiude a inizio
VERDI • REQUIEM
room, aperto da pranzo fino a
evento. tarda notte.Tel. 06 80691630
www.redrestaurant.roma.it
Acquisti telefonici:
sabato 5, lunedì 7 e mercoledì 9 Tel. 892.982 CREDITS MUSICA PER ROMA
(servizio a pagamento) Redazione a cura
dal lunedì al sabato: Ufficio Comunicazione
ore 10 - 13; 14 - 18. di Musica per Roma
ORCHESTRA DELL’ACCADEMIA Tel. 06.06.08 Responsabile
NAZIONALE DI SANTA CECILIA Comune di Roma José Manuel Irigoyen
Ricevitorie Lottomatica Testi di

OMAGGIO A NINO ROTA abilitate


Tutte le riduzioni previste
Noemi Di Muro
Paolina Baruchello
Giorgio Enea
“IL GATTOPARDO” E “LA STRADA” sono applicabili soltanto
presso la biglietteria
Elena Fiorà
Marta Fontana
dell’Auditorium.
sabato 12, lunedì 14, martedì 15 Massimo Pasquini
Teodora Cosmidis
www.auditorium.com Andrea Figus
Infoline Musica per Roma:
06 802.41.281 CREDITS ACCADEMIA
(dalle ore 11 alle ore 18) NAZIONALE DI SANTA CECILIA
ORCHESTRA DELL’ACCADEMIA Redazione a cura
www.santacecilia.it
NAZIONALE DI SANTA CECILIA Infoline Santa Cecilia:
Ufficio Stampa Accademia
Nazionale di Santa Cecilia
06 80.82.058
MARTHA ARGERICH pianoforte BIGLIETTI MUSICA PER
Responsabile
Paola Fontecedro
ROMA A DOMICILIO. Daniele Battaglia
S P O N SO R I ST I T U Z I O N A L E
YANNICK NÉZET-SÉGUIN direttore Per tutti gli eventi programmati
è attivo il servizio di spedizione
Leandro Giori
M EDIA
Testi di
musiche di Prokofiev e Ravel a casa dei biglietti acquistati via Anton Giulio Onofri
internet, al costo di 12 euro su Foto di
sab. 26, lun. 28 e mart.1° marzo tutto il territorio nazionale. Riccardo Musacchio
e Flavio Ianniello
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
Progetto grafico e impaginazione
M E D I A S P O N SO R Marco Sauro
Nel rispetto dell’ambiente questo
numero è stampato su carta Stampa
Marchesi Grafiche Editoriali