Sei sulla pagina 1di 10

75

Suoni la tromba e intrepido


dall' Opera ;ttf Purtani v Vast)
Parolc CARLO di Musica, d

1 I
=
PEPOLI

V. Bellini

Allegro

) =Lsz

p
Suo ni la tromba_e_in - tre pi-do

tpo66t

GIOR,GIO

bel-lo affrontar

d pa - tria-im- pa

GIORGIO

ter-ga-i bei

*2
Al-l'al

r-q
pian - ti la pie

AU'al
A

Bel-loj..iaffrontar

la

la tromba3e_in- tre

pu - g'nera,i-

da--

bel-lqgffrontar

la

78
RICCAN,DO

_r !

- mor dipa-tria

im - pa

vido

R,ICCAN,DO

sang:uig'ni_al _ lo

poi

ter-gaj bei

R,ICCARDO

f'
rt

pian-ti la

pre

All'al A

Al'l'al

ba!

;n
rj
.t t
a g !

u
RICCARDO

{
f

:#
l !{ tf

r_J lr

3 /rl

iil
lil

ifr

Bel - loaffrontar

la

mor

te

g'ri-dan

do:li - ber:A

/-->--

iit
lfl u
i.{

iI

il
'l il
!{

ri

L20681

RICOARDO

-t!
GION,OIO

la,

trom - b", la tromba,

io
>

pu-gnero
>>

da -\-

N,IGCARDO

For - se dell'al

ba-;nlsor

g'e_re

for - te,daforte.

AII'al - ba!

R,ICCAB,DO

- r,?
GIORGIO

80
R,ICOARD O

ni

la trom,ba3_in - tre

pi-do

[lor
t--

te

gri - dan
? -

do:li - ber-.

?..

-....->---

A - mcr di pa - tria_irn - pa

vi_do

sangui-gni_al _-

ter-gaj bei

.f.
All'al Bet-lo_e_af-frontar la

fa
pian - ti la All'al Bel-lo-"af-frontar

la

te

gri- dan

do:li - ber_t!

t,er-ror-

pa

----.

-----:

ce di

ter-ror----

vit - to

GIOR,GIO

-nor!

GIUSEPPE MAZZINI.
Dal ritratto a rnatita, disegnato dal pittore U. Borzino ed esistente nel Museo del Risorgimento di Milano.

Giuseppe Mazzini fu, tra i grandi uonrini del nostro Risorgimento, quello che piri di tutti conobbe e am la musica; noto che suonava il pianoforte e la chitarra, e tutti conoscono le magnifiche pagine che egli scrisse per esaltare nella musica I'arte pi potente come strutneuto di elevazione individuale e collettiva. Epp,rre abbiamo cercato invano in tutti gli Archivi d'ltalia un solo canto, una sola pagina di musica a lui dedicata, o da lui inspirata, mentre innuurerevoli sono quelle inspirate da Vittorio Emanuele II, da Garibaldi, da Cavour, da Pio IX e cla altri personaggi. Perch? Noi pensiamo che la spiegazione possa essere la stessa per cui non pot essere mai veramente diffusa la filosofia mazzriana, cos nobile e cos alta, ma cos lorrtarta dalla liruitata intelligenza dell'anima popolare. Abbiamo per pensato che in un'opera clte, cottre questa, intende ricercare ed esaltare l'anima rnusicale della Patria, non potesse mancare l:t parol:r di Mazzini, che pi di ogni altro italiano comprese 1'alto valore spirituale della musica. Perci riproduciamo qui alla data del r836 momento di apparente fallimento di ogni aspirazione alcuni brani tolti dal magnifico scritto di Mazzini strlla Filosof.a della rntsitu lratriottica pubblicato appunto nel r 836.

.. Chi scrive non sa di musica, se non quando gl'insegna il cuore, o poco pi: trtalia, ove la musica ha patria, e la natura un concento, e I'armonia s'insinua

ma nato in nell' anima e scrive finora,

colla prima canzone che le madri cantano alla culla dei figti, egli sente il suo diritto, senza studio, come il core gli detta, quelle cose che a lui paiono vere e non avvertite pure urgenti a far s che la musica e il dramma d'imitazione ove ilgenios'aggira musicale si levino a nuova vita

dal cerchio

in oggi costretto, inceppatodai maestri e dai trafficatoridi note.... sono per essi. influenza ridotta che a sentono il ministero, e intendono

E i maestri e i trafficatori di note s'astengano da queste sue pagine. Non Sono per pochi che nell'Arte la immensa non s'eserciterebbe per essa sulla Societ, se la pedanteria e la venalit meccanismo servile e a trastullo di ricchi svogliati : *

I'avessero

per chi v'intravvede

pi che non

una

sterile combinazione di suoni, senza intento, senza unit, senza concetto morale : telletti, se pur ve n'ha, che non hanno rinnegato il PENSIERO la forma, e sdnno che v' delf intima una filosofia per la musica, vita, e degli affetti che la governano : pel materialismo, le altre

per gl'inI'IDEA per

come per tutte

espressioni

per le anime vergini che sperano ed amano, pensiero di -

che s'accostano venerando alle opere de' grandi davvero, che gemono sull'ultimo quando hanno I'anima in pianto, e un conforto, una fede quando I'ispirazione,

Weber, che fremono al duetto tra Faliero e Israelo Bertucci, che cercano un rifugio nell'armonia il dubbio le preme: scrivo, al giovine ignoto, che forse in qualche angolo del nostro terreno s'agita, e ravvolge dentro s il secreto d'un'epoca musicale.

mentr'io

sotto

.... La Musica italiana in sommo grado MELODICA.

Fin

da quando Palestrina tradusse

il cristianesimo in note, e inizi colle sue melodie la scuola italiana, essa assunse questo carattere e lo conserv. L'anima del Medio Evo spira in essa e la susci ta. L'INDIVIDUT\LITA, ebbe in tutte musica, tema,

elemento del tempo di mezzo, che in ltalia pi che altrove

le cose espressione nostra e la

profondamente sentita ed energica, ha ispirata, generalmente parlando, la

domina tuttavia. L' IO v' re : re despota e solo. S'abbandona a tutti i capricci ; segue I'arbitrio d'una volont che non ha contrasto I va come pu e dove spronano i desiderii.

.... E venne Rossini. Rossini un titano. Titano di potenza e d' audacia. Rossini in letteratura. Ha sancito I' indipendenza musicaie : negato il inetti a creare volevano imporre a chi crea, e dichiarata venne, le vecchie regole pesavano sul cranio il Napoleone di un'epoca

musicale. Rossini, a chi ben guarda, ha compto nella musica ci che il romanticismo ha compto principio d' autorit del genio. che i mille

I' onnipotenza

all' artista, come le teoriche

d'imitazione,

Quand'egli e l9 di scrivere d'emanci-

viete unit aristoteliche del classicismo inceppavan la mano a qualunque s'attentava drammi o poemi. Ed egli si pose vendicatore di quanti gemevano, ma non parsene, di quella tirannide; grid rivolta, e os.... ,, osavano

G. MAZZINI