Sei sulla pagina 1di 34

Corso integrato di

“Fisiopatologia generale e discipline medico-chirurgiche”


Insegnamento di
“Malattie dell’apparato Locomotore”
Docente Antonio Ammendolia

Programma anno accademico 2006/2007

• Generalità sulle fratture

• meccanismo di guarigione delle fratture e complicanze

• distorsione di ginocchio e caviglia

• lussazione scapolo-omerale
FRATTURA

Interruzione della
continuità di un osso
(traumatica, patologica, chirurgica)
Fratture di origine traumatica
Trauma diretto Trauma indiretto
Fratture per trauma indiretto

Flessione Torsione Strappamento Compressione


Fratture patologiche
Classificazione per integrità del
mantello cutaneo
Frattura chiusa Frattura esposta
Classificazione per localizzazione
della rima di frattura

Intrarticolare Extrarticolare
Diafisaria Metafisaria Epifisaria
Classificazione in base all’entità del
danno scheletrico

1 Fratture complete

2 Fratture incomplete
Fratture complete
Semplici Pluriframmentarie

Trasversale Obliqua Spiroide Complessa Comminuta


Fratture complete

b) Scomposte

a) Composte
Fratture complete con spostamento

Trasversale Longitudinale Angolare Rotatorio


(ad latus)
Fratture incomplete
a) Frattura a legno verde

b) Infrazione c) infossamento
Fratture da durata (stress fractures)

Fratture conseguenti
a microtraumi
ripetuti (solitamente
agli arti inferiori):
1) Frattura da durata
del III metatarso;
2) Frattura da durata
della diafisi tibiale;
3) Frattura da durata
del collo del femore
Quadro clinico

Segni di certezza Segni di probabilità

¾ Crepitazione ¾ Atteggiamento di difesa

¾ Mobilità preternaturale ¾ Deformità


¾ Dolore spontaneo
¾ Ecchimosi
La diagnosi è ¾ Tumefazione locale
radiologica!
¾ Impotenza funzionale
Classificazione delle complicanze
Generali
Sede:
Locali

Immediate
Tempo: Precoci
Tardive
Classificazione delle complicanze
Immediate: shock traumatico

Generali Precoci: embolia adiposa


tromboflebite tromboembolia

Tardive: cistopielite, broncopolmonite


piaghe da decubito
Classificazione delle complicanze
Immediate: lesioni nervose, vascolari, viscerali,
cutanee;
associazione con lussazione

Locali Precoci: sindrome compartimentale (di


Volkmann)

Tardive: ritardi di consolidazione, pseudoartrosi,


viziosa consolidazione,
necrosi asettica,
artrosi post-traumatica
Complicanze nervose (Immediate)

Frattura della diafisi Frattura del collo


omerale: n. radiale perone: n. sciatico
popliteo esterno

Frattura sovracondiloidea
dell’omero: n. mediano, n.
radiale

Frattura e lussazione
dell’acetabolo: n. sciatico
comune
Complicanze nervose (Immediate)

Frattura-lussazione della testa


dell’omero: n. ascellare.

Frattura di clavicola: lesione del


plesso brachiale.
Complicanze vascolari (Immediate)
1) Frattura di clavicola: v. succlavia
2) Frattura sovracondiloidea di omero: arteria
omerale
3) Frattura sovracondiloidea dell’omero: arteria
brachiale
4) Frattura sovracondiloidea del femore: arteria
poplitea
5) Frattura prossimale di tibia: bifocazione
dell’arteria poplitea
6) Lesione da schiacciamento del piede (edema
massivo): occlusione dei vasi intrinseci del
piede
Complicanze viscerali (Immediate)

1) Rottura della
vescica

2) Lacerazione o
perforazione del
colon o retto

3) Rottura dell’uretra
Complicanze cutanee (Immediate)

Esposizione
della frattura
Associazione con lussazione
(Immediate)
Sindrome compartimentale
(Complicanze Precoci)
Sindrome compartimentale
(Complicanze Precoci)

Esiti
Pseudoartrosi
(Complicanze Tardive)

Pseudoartrosi serrata Pseudoartrosi lassa


Necrosi ossea:
(Complicanze Tardive)

1) Deformazione profilo
testa (schiacciamento)
2) Aumento radiopacità
3) Cavità geodica
Vizi di consolidazione
(Complicanze Tardive)
Angolare Accorciamento Rotazione

a) In varismo
b) In valgismo
c) In recurvato
d) In procurvato
Terapia
Primo soccorso

1) Prevenzione delle complicanze immediate

2) Immobilizzazione in emergenza
Terapia
Definitiva

Riduzione

Immobilizzazione
Riduzione (Terapia incruenta)

Manuale

Cutanea

Trazione

Scheletrica
Immobilizzazione (Terapia incruenta)
Apparecchi Tutori
gessati
Confezione apparecchio gessato
Riduzione ed Immobilizzazione
(Terapia cruenta)