Sei sulla pagina 1di 4

Radiologia muscoloscheletrica

Parte iniziale

1. Introduzione
La radiologia muscoloscheletrica coinvolge tutti gli aspetti dell'imaging che forniscono informazioni su
anatomia, funzione, patologie e aspetti di radiologia interventistica o di terapie mini-invasive che si
riferiscono all'apparato muscoloscheletrico. Questo coinvolge l'imaging in ortopedia, trauma, reumatologia,
malattie endocrine e metaboliche, oltre agli aspetti pediatrici e oncologici. L'imaging della colonna viene
incluso sia in radiologia muscoloscheletrica che in neuroradiologia. E' da sottolineare che elementi di
radiologia muscoloscheletrica sono compresi anche in radiologia pediatrica, in radiologia di emergenza e, in
grado minore, in radiologia oncologica.

2. Conoscenze fondamentali
- Conoscenze di base, mediche, chirurgiche, anatomo patologiche e fisiopatologiche del sistema
muscoloscheletrico
- Conoscenza della buona pratica clinica
- Conoscenza delle indicazioni, controindicazioni e rischi potenziali (specie da radiazioni) delle
procedure e tecniche in imaging muscoloscheletrico e nei traumatizzati
- Conoscenza e capacità di gestione delle complicanze procedurali
- Conoscenza dell'anatomia muscoloscheletrica nella pratica clinica della radiologia
muscoloscheletrica
- Conoscenza delle varianti scheletriche normali che possono mimare una patologia
- Conoscenza delle manifestazioni delle malattie muscoloscheletriche e dei traumi (vedi lista
seguente) alla radiologia convenzionale, TC, RM, Artrografia, Medicina nucleare ed ecografia
- Conoscenza delle diagnosi differenziali riguardanti la presentazione clinica e gli aspetti radiologici
delle malattie muscoloscheletriche e dei traumi

Durante la specializzazione in radiologia dovranno essere affrontati i seguenti argomenti di radiologia


muscoloscheletrica e traumatica. L'insegnamento dovrà essere sia formale che pratico su casi clinici:

2.1. Trauma (acuto e cronico)


2.1.1. Fratture e lussazioni
- Tipi e classificazione generale
- Aspetti nello scheletro adulto
- Aspetti nello scheletro immaturo (inclusi gli aspetti normali durante lo sviluppo)
- Articolari (condrali e osteocondrali), inclusa l'osteocondrite dissecante
- Processi di guarigione e complicanze
- ritardata unione, pseudoartrosi
- necrosi avascolare
- algodistrofia simpatica
- miosite ossificante
- Da stress (da fatica, da insufficienza)
- Avulsioni
- Patologiche
- Lesioni non-accidentali
2.1.2. Lesioni ossee/articolari specifiche
- Fratture craniche e faciali
- Fratture spinali (incluse le spondilolisi)
- Fratture del cingolo scapolare
- Lussazioni sternoclavicolari e acromioclaveari
- Fratture clavicolari
- Fratture scapolari
- Lussazione/instabilità di spalla
- Arto superiore
- Fratture omerali
- Fratture/lussazioni del gomito
- Fratture/lussazioni dell'avambraccio prossimale e distale
- Fratture/lussazioni del polso
- Fratture/lussazioni della mano
- Fratture/lussazioni pelviche (incluse le associale lesioni dei tessuti molli)
- Arto inferiore
- Fratture (lussazioni di anca)
- Fratture del femore
- Fratture di tibia e perone (inclusa l'articolazione della caviglia)
- Fratture del piede
- Fratture/lussazioni tarso-metatarsali
- Fratture/lussazioni dell'avampiede
2.1.3. Tessuti molli
- Spalla
- Cuffia dei rotatori, glenoide, tendine del capo lungo del bicipite
- Polso
- Complesso della cartilagine triangolare
- Ginocchio
- Menischi, legamenti crociati, legamenti collaterali
- Caviglia
- Principali tendini e ligamenti

2.2. Infezioni
- Osteomielite acuta, subacuta e cronica
- colonna
- arti
- Osteomielite traumatica
- Tubercolosi
- colonna
- arti
- Infezioni rare (lebbra, brucellosi - solo manifestazioni principali)
- Parassitosi comuni (cisti idatidee)
- Infezioni dei tessuti molli
- Infezioni in HIV

2.3. Tumori e lesioni simil-tumorali


2.3.1. Osso
- Principi di caratterizzazione dei tumori e di stadiazione
- Osteogenici
- Osteoma e isole di compatta
- Osteoma osteoide e osteoblastoma
- Osteosarcoma (convenzionale e principali varianti)
- Cartilaginei
- Osteocondroma
- Encondroma
- Condroblaastoma
- Fibroma condromixoide
- Condrosarcoma (centrale e periferico)
- Fibrosi
- Difetto corticale fibroso/fibroma non-ossificante
- Displasia fibrosa
- Fibrosarcoma/istiocitoma fibroso maligno
- Ematopoietici e reticoloendoteliali
- Tumore a cellule giganti
- Istiocitosi a cellule di Langerhans
- Maligno a cellule rotonde (Sarcoma di Ewing, linfoma, leucemia)
- Mieloma e plasmocitoma
- Similtumorali
- Cisti ossea semplice
- Cisti ossea aneurismatica
- Metastasi
- Altri
- Cordoma
- Adamantinoma

2.3.2. Tessuti molli


- Origine adiposa
- Lipoma
- Liposarcoma
- Origine neurale
- Neurofibroma
- Schwannoma
- Origine vascolare
- Angioma
- Sarcomi dei tessuti molli

2.4. Disordini ematologici


- Emoglobinopatie
- sickle cell disease
- talassiemia
- Mielofibrosi

2.5. Disordini metabolici, endocrini e tossici


- Rachitismo e osteomalacia
- Iperparatiroidismo primitivo e secondario (inclusa l'insufficienza renale cronica)
- Osteoporosi (inclusi concetti base di densitometria ossea)
- Fluorosi

2.6. Articolazioni
- Malattie degenerative articolari
- Colonna (inclusi i dischi intervertebrali e le faccette articolari)
- Articolazioni periferiche
- Malattie infiammatorie
- Artrite reumatoide
- Artrite reumatoide giovanile
- Spondilite anchilopoietica
- Artrite psoriasica
- Artropatie eteropatiche
- Infezioni (piogeniche e tubercolosi)
- Artropatie da cristalli
- Artropatia da pirofosfati
- Malattia da deposizione di idrossiapatite
- Gotta
- Masse
- Gangli
- Condromatosi sinoviale
- Sinovite pigmentosa villonodulare
- Neuroartropatie
- Piede diabetico
- Malattia di Charcot
- Pseudo-Charcot (da cortisonici)
- Complicanze da protesi articolari (anca e ginocchio)
2.7. Congenite, dello sviluppo e pediatriche
- Colonna
- Scoliosi (congenita e idiopatica)
- Disrafismo
- Spalla
- Deformità di Sprengel
- Mano e polso
- Deformità di Madelung (idiopatica e da altre cause)
- Anca
- Displasia
- Anca irritabile
- Malattia di Perthes
- Epifisiolisi
- Displasie ossee
- Displasia epifisaria multipla
- Acondroplasia
- Osteogenesi imperfecta
- Malattie sclerosanti (osteopetrosi, meloreostosi, e osteopoichilosi)
- Similtumorali (aplasia diafisaria e malattia di Ollier)
- Neurofibromatosi

2.8. Miscellanea
- Malattia di Paget
- Sarcoidosi
- Osteoartropatia ipertrofizzante
- Osteoporosi transiente o migrante
- Osteonecrosi
- Caratterizzazione delle cacificazioni/ossificazioni dei tessuti molli

3- Capacità tecniche, di comunicazione e gestionali

3.1. Nucleo delle capacità


- Supervisionare l'esecuzione e refertare radiogrammi diretti relativi alle patologie
dell'apparato muscoloscheletrico e dei traumi
- Supervisionare l'esecuzione e refertare esami TC dell'apparato muscoloscheletrico, traumi
inclusi
- Supervisionare l'esecuzione e refertare esami RM dell'apparato muscoloscheletrico, traumi
inclusi
- Eseguire e refertare esami ecografici dell'apparato muscoloscheletrico, traumi inclusi
- Supervisionare l'esecuzione e refertare esami TC e RM dei pazienti traumatizzati,
incluso servizio in pronto soccorso
- Comunicare col paziente e fare un'anamnesi relativa al problema in esame
- Usare tutti i dati disponibili per arrivare ad una diagnosi finale o a una diagnosi
differenziale

3.2. Nucleo dell'esperienza


- Esperienza di esami contrastografici specifici alla radiologia muscoloscheletrica (ad es. artrografia)

Esperienze opzionali
- Refertare esami di medicina nucleare, specie scintigrafie scheletriche
- Conoscenza del ruolo e, dove possibile, osservazione di esami di discografia e
- vertebroplastiche
- Osservazione di biopsie imaging—guidate e drenaggi di patologie muscoloscheletriche
- Interpretazione di esami di densitometria ossea
- Familiarità con le applicazioni dell'angiografia all'apparato muscoloscheletrico