Sei sulla pagina 1di 8

END – Settore Milano A Ottobre 2010

Equipes Notre Dame


Milano A

GIORNALINO DI SETTORE

N° 6 - Ottobre 2010

Editoriale della nuova equipe responsabile resistevano ancora; nel frattempo continuavamo
a riflettere, ognuno per conto suo, poi insieme.
di settore
Infine, come potete vedere, ci siamo arresi anche
Quando Antonella e Giovanni, alla fine del perché ci è sembrato il momento opportuno per
dicembre scorso sono venuti a casa nostra per poter svolgere questo servizio, anche a motivo di
chiederci di diventare responsabili di settore, ci alcuni carichi familiari e professionali diminuiti.
siamo sentiti onorati della proposta, ma anche Soprattutto, però, abbiamo pensato che
dubbiosi, preoccupati: ci chiedevamo non solo dobbiamo fidarci del Signore, che ci ha fin qui
se ce l’avremmo fatta, ma anche e soprattutto se sempre aiutato, anche quando certi problemi
quella richiesta poteva essere un suggerimento sembravano molto difficili da affrontare.
del Signore oppure solo un’indicazione Abbiamo pensato che se il Signore ci chiede
puramente umana. questo servizio ci darà anche le forze e
Così ci siamo presi un po’ di tempo per riflettere soprattutto gli aiuti spirituali per portarlo avanti.
e, soprattutto, per pregare. In fondo noi dobbiamo fare la nostra parte, ma
Dopo un mese avremmo dato una risposta. Lui farà la sua.
Noi, da tempo abbiamo coltivato l’abitudine di Crediamo che essenzialmente Egli ci chieda due
sottoporre al Signore, nella preghiera fatta in qualità: la fiducia in Lui e la disponibilità ad
coppia, le questioni importanti e delicate della offrirgli ciò che siamo, ciò che abbiamo; ci
vita familiare, anche quelle che possono sentiamo un po’ come quel ragazzo che un
apparentemente riguardare uno solo ma che poi, giorno lontano ha offerto agli Apostoli i suoi
si sa, coinvolgono non solo l’altro, ma anche gli cinque pani e due pesci perché con essi
altri componenti della famiglia. sfamassero una moltitudine di persone.
Dobbiamo ammettere con sincerità che il Le nostre capacità sono poca cosa rispetto alla
Signore ci ha sempre risposto, non solo ma missione che ci attende, ma collaborando con i
anche con una certa sollecitudine, chiarendoci le fratelli, il Signore si servirà anche di quei due
idee. pesci e cinque pani che possiamo offrirgli per
Infatti anche questa volta, leggendo la Bibbia costruire il suo regno.
aperta a caso dopo l’invocazione dello Spirito
Santo, ed una adeguata pausa di silenzio, Luisa e Ludovico La Cognata, CRS – Pavia 1
abbiamo letto brani che a nostro giudizio ci
invitavano ad accettare senza troppi indugi;
Il ritiro di Rota Imagna
siamo rimasti colpiti in particolare dal versetto
20 del cap 10 degli Atti degli Apostoli “…. Bruna e Giovanni Sica, della Pavia 2, che
alzati, scendi e và con loro senza esitazione, perché ringraziamo sentitamente, ci hanno gentilmente
io li ho mandati”. fatto pervenire il sunto delle relazioni delle
Addirittura a distanza di qualche giorno, lo giornate di ritiro, le troverete nel file allegato:
stesso testo c’è stato riproposto una seconda Rota_Imagna_2010.
volta, sempre quello, casomai non avessimo
capito. Segnaliamo inoltre che dal sito di settore:
Inoltre abbiamo ricevuto conferme incoraggianti http://endmilano-a.ning.com/
dagli amici, dal consigliere spirituale, ma

1/8
END – Settore Milano A Giugno 2010
si possono scaricare i file audio con le che ancora oggi non sono risolti tutti i problemi
meditazioni di don Roberto Rossi al ritiro della donna, anzi che ha ancora senso parlare nel
annuale dei settori di Milano svoltosi a Rota 2010 di questione femminile, anche se, nel
Imagna il 18-19 settembre 2010. nostro mondo occidentale si sono fatti passi
avanti in molti campi.
Emblematica, a questo proposito, l’espressione
usata ancora per definire una donna “casalinga”:
si dice che lei “non lavora” nonostante la gran
mole di lavoro domestico che svolge.
È stato bello riflettere insieme sull’esperienza
della maternità, definita “cuore” della vita
familiare, perché di grandissimo valore, ma che
spesso la donna paga in prima persona e in molti
modi, specialmente se e quando deve riprendere
il lavoro esterno, quello socialmente ed
economicamente riconosciuto.
Ci hanno colpito anche alcune considerazioni
emerse sul ruolo della donna nella chiesa: anche
in questo campo, come nella società, c’è ancora
Vita degli Equipier molto cammino da fare perché la donna possa
esprimere il suo vero ruolo, che deve essere
complementare e non in opposizione a quello
RIFLESSIONI IN MONTAGNA dell’uomo.
Si sta comprendendo che l’identità femminile si
Quest’estate siamo stati a Folgaria, in Trentino, realizza specialmente nella relazione ed in modo
perché abbiamo voluto partecipare alla particolare nel cercare di dare alla chiesa un
settimana per le famiglie organizzata dal Settore volto più materno, ricco di amore e di
Adulti dell’Azione Cattolica Pavese sul tema: “ misericordia, capace di accoglienza
Dire donna oggi”. Erano presenti anche incondizionata.
sacerdoti, giovani, ragazzi. La settimana trascorsa è stata anche allietata da
L’atmosfera si è rivelata subito cordiale e uscite, passeggiate e momenti di svago,
coinvolgente, per cui ci siamo sentiti bene anche veramente divertenti, preparati da giovani
se non eravamo tra amici di vecchia data perché educatori e ragazzi che si sono dati molto da fare
abbiamo veramente sentito di appartenere al e hanno comunicato agli adulti la loro voglia di
grande corpo di Cristo che è la Chiesa. Ciò in vivere, di esprimersi e la loro allegria.
parte era anche dovuto alla presenza dell’attuale Dall’intera esperienza di questa vacanza
Vescovo di Pavia, Mons. Giovanni Giudici, che abbiamo tratto impressioni positive perché
ha condiviso con noi giornate intense, ricche di pensiamo che, quando le persone sono aperte e
momenti di spiritualità, ma anche di varia disponibili, il Signore riesce ad utilizzare le
umanità. Per noi due è stato positivo poter poche ricchezze che hanno per metterle a
condividere col vescovo momenti forti, persino disposizione di chiunque lo cerchi.
il suo abbigliamento semplice e secolare ce l’ha
fatto percepire come un “fratello maggiore” in Luisa e Ludovico La Cognata
Cristo che percorre la sua strada con noi.
Abbiamo anche potuto colloquiare con lui per
mettere le basi per una più approfondita
conoscenza del movimento ed una effettiva Ritrovare le fonti
collaborazione con la diocesi, in forma e modi
Continuiamo un recupero di testi ‘storici’ delle
che dovrebbero concretizzarsi in un futuro
END o dell’abbé Caffarel stesso. Ecco il ‘dovere
abbastanza vicino.
di sedersi’ testo recuperato dalla famiglia
Ascoltando le relazioni proposte da Paola
Pignataro, che ringraziamo, dalla lettera
Bignardi, che è stata presidente dell’Azione
mensile END di Torino numero 6 del 1960-1961.
Cattolica dal 1998 al 2005, e partecipando ai
vari dibattiti che sono seguiti, è apparso chiaro
2
END – Settore Milano A Ottobre 2010

atmosfera.
« Dovere di sedersi»
 Tu ed io:
Non solo sotto l'aspetto della critica, ma
Ci è giunta eco che a parecchi di voi il « dovere anche da un punto di vista positivo: a cosa
di sedersi» procura un certo numero di bisogna tendere? quali sforzi fare (ciascuno
difficoltà.... e la cosa non ci stupisce! Infatti da parte sua, in coppia)?
questo è, generalmente, il più difficile tra gli
obblighi delle Equipes Notre Dame, e molti, pur  Noi e i figli:
riconoscendone l'importanza, urtano contro A che punto sono? Vi sono dei nuovi
ostacoli che non riescono a superare. Esso esige problemi?
semplicità, trasparenza, umiltà. Quel certo sistema educativo dà buoni
Come spesso si dice anche per la risultati? Ci sono sintomi di crisi?
«compartecipazione», fa cadere la maschera, Esame da farsi prendendo si in
questa volta tra sposi. Ma se esige queste virtù, considerazione i figli, ma senza trascurarne
si può dire che ci esercita a praticarle, e se l'aspetto esame di coscienza degli educatori.
durante i primi mesi ed i primi anni sembra una Agiamo come bisogna agire? Abbiamo
cosa artificiosa, vedrete che poco per volta, con qualche prevenzione nei riguardi di questo o
l'aiuto della grazia, i cuori si apriranno, quel figlio? Vogliamo far trionfare ad ogni
diverranno più semplici e più veri. costo un certo punto di vista?
Ritornate sovente al testo sul «dovere di  Noi e gli altri:
sedersi» che avete letto sul n. 3 della Lettera il prossimo, i familiari, gli amici, i colleghi...
Mensile. E poi leggete qui il paragrafo su Certe attività non soffocano forse le altre
«orientamenti e direttive» e le testimonianze che (professione)?
lo seguono. Certe attività non sono forse trascurate
(cultura personale, certi amici, quella vecchia
Orientamenti e direttive zia sola ... )?
Il Dovere di sedersi è un lungo momento Responsabilità assunte o da assumere sul
passato con calma ogni mese insieme per piano sodale, civico, caritativo ...
eliminare le cause di disunione e per edificare la
 Noi e Dio:
propria famiglia sotto lo sguardo e con l'aiuto di
Tempo dedicato alla preghiera personale, alla
Dio.
preghiera familiare (non sarebbe il caso di
È il passaggio del Signore nella famiglia, un
modificarla?); alla parrocchia, agli impegni
Suo modo particolare per invitarsi, per bussare
apostolici ...
alla porta ed essere invitato dai due sposi, per
entrare in casa loro, per cenare con loro, cioè per  Se occorre, includere un argomento
unirsi a loro (Apoc. 3, 20). particolare:
È un «tempo forte» del sacramento del d'ordine temporale: pensare alle prossime
matrimonio, un momento in cui si torna vacanze, all'anno scolastico;
all'essenza della propria vocazione, e quindi un d'ordine religioso: atteggiamento di fronte a
tempo in cui la grazia del sacramento è più viva questo o quest'altro obbligo della Carta, a
e più attiva che mai. certe virtù (povertà, giustizia, umiltà),
È essenziale prendersi tutto il tempo necessario. ad un 'periodo liturgico (Avvento,
Che si abbia il tempo di dirsi tutto, di ascoltarsi, Quaresima), all'orazione mentale, ecc .. ;
di non lasciare questioni in sospeso.  Riesaminare l'organizzazione del proprio
Bisogna fare un completo giro d'orizzonte sul tempo:
mese passato, fermandosi su uno o l'altro dei il marito, la moglie: il tempo di ciascuno dei
seguenti punti, facendo in modo che non passino due, il tempo comune, gli svaghi.
troppi mesi senza che tutti vengano esaminati  Scambiarsi qualche idea sulle rispettive
almeno, una volta. regole di vita: in funzione delle conclusioni
cui si è giunti, dei precedenti doveri di
 La vita materiale della famiglia: sedersi, degli appunti presi ai ritiri spirituali.
il suo stile, ha la sua cornice, la sua

3/8
END – Settore Milano A Giugno 2010
Il «dovere di sedersi » è un passaggio del per una naturale predisposizione del mio senso
Signore. « Se due o tre sono riuniti nel nome d'ordine; Francesca è contraria a questi formalismi e
mio, io sono in mezzo a loro ». preferisce una discussione senza piano prestabilito. Il
Bisogna quindi che marito e moglie si risultato è che, salvo rare eccezioni, praticamente è
riuniscano nel nome del Signore. Perciò ogni sempre il mio programma che forma l'oggetto del
dovere di sedersi, dato che Francesca non ne presenta
dovere di sedersi deve comportare un certo alcuno. Occorre però aggiungere che sovente
tempo consacrato al raccoglimento e alla abbiamo dei problemi comuni sui quali si è
preghiera. convenuto implicitamente di discutere nel prossimo
All'inizio si chiederà l'aiuto dello Spirito Santo e dovere di sedersi. Ciò nonostante, penso che sarebbe
si manterrà il silenzio per un breve momento, preferibile che anche Francesca lo preparasse,
non fosse che per segnare una frattura con le Bisogna preparare nel proprio cuore, fin dall'inizio,
precedenti occupazioni. Ciascuna coppia dovrà un'atmosfera al tempo stesso spirituale e distesa, Ma
adottare la forma di preghiera che più le è anche qui è necessario evitare l'artificiosità»,
congeniale, e forse una lettura (Vecchio o «Il nostro dovere di sedersi non dura mai più di
Nuovo Testamento, Messa del giorno, editoriale un'ora e mezza, qualche volta anche soltanto un'ora.
della Lettera Mensile) potrà favorire un buon Ci è capitato di farlo una o due volte mentre eravamo
stanchi, « per rispettare l'obbligo »; ma non siamo
«dovere di sedersi ». affatto convinti che l'obbedienza alla regola sia stata
Si cercherà umilmente di scoprire la volontà di in questo caso felice, dato che troppo facilmente in
Dio sulla coppia. Si accetterà di essere « tale condizione ci si lascia vincere dal nervosismo e
sconcertati », e sarà la prova migliore che ci si non si raggiunge alcun risultato, Forse sarebbe
vuol sottomettere e si vuol rinunciare alla meglio rimandare di uno o due giorni »,
«Bisogna presentarsi al dovere di sedersi non come
propria volontà.
ad un tavolo di lavoro, ma come ad un appuntamento
di fidanzati, con tutto il mistero delle future scoperte,
TESTIMONIANZE ma anche. con tutto il patrimonio di ricchezze segrete
che l'essere amato ci invita a spartire. Occorre una
« Noi abbiamo una cartella intitolata «Per sedersi ». certa tenerezza, o meglio una tenerezza certa,
La teniamo in un cassetto della nostra camera, a Ogni volta cominciamo con la revisione della nostra
portata di mano. Quando nel corso del mese ci viene regola di vita; il modo in cui l'abbiamo osservata,
un'idea, infiliamo in questa cartella una breve concreti incoraggiamenti ad esserle più fedeli:
annotazione. Questo ci permette di non soprattutto cerchiamo di essere severi l'uno verso
dimenticarcene, e di comprenderla così nell'abituale l'altro, o meglio esigenti. Di tanto in tanto
rassegna dei problemi familiari. applichiamo quest'esame di coscienza al modo in cui
Dopo aver recitato insieme una preghiera ed aver osserviamo i nostri obblighi verso la équipe e le
rinnovato la nostra consacrazione alla Vergine, ci coppie che la compongono (lettera e spirito): questo
chiediamo l'un l'altro su quale punto ci pare di dover ci ha sempre aiutato li fare un nuovo sforzo di
fare uno sforzo particolare. Non si tratta di un esame comprensione e di serietà,
di coscienza in piena regola,. ma di un ragguaglio su
quanto ciascuno dei due può avere da rimproverare Preferiamo dedicarci ad un solo argomento generale
all'altro. È il momento delicato dell'incontro, che. piuttosto che a diversi argomenti; ogni volta che
spesso ha il torto di concludersi in un concerto di abbiamo esaminato troppi argomenti abbiamo
reciproca ammirazione. Questo scambio, fatto con provato come una sensazione di dispersione e di
amore, ci serve tuttavia dopo, per il nostro esame di mancanza di .profondità; credo che si debba cercar di
coscienza personale. È qui che si rivela anche l'utilità evitare il più possibile le «inezie », ..
della cartella. Quando uno dei due ha
un'osservazione da fare all'altro, è talvolta più facile Ecco qualche esempio degli argomenti trattati
cominciare dicendo: « L'altro giorno avevo annotato durante i nostri doveri di sedersi: vacanze, spirito di
... ». povertà, educazione dei figli (parecchie volte), vari
(Non bisognerebbe prendere come regola questo problemi di ospitalità, il nostro apostolato, vita di
modo di cominciare: certi caratteri non vi si famiglia e amici, anniversario del matrimonio, azione
adatterebbero facilmente. Se si ha la sensazione che parrocchiale, i nostri difetti, vita professionale,
l'atmosfera non va, bisogna evitare ad ogni costo gli persone di servizio e vari problemi che ne derivano,
argomenti di contrasto, cercando invece tenacemente preparazione particolare di certi periodi liturgici
quelli di unione). (quaresima, per esempio), nostro impegno in équipe,
« Personalmente io segno su dei foglietti le cose che preparazione del battesimo di un bimbo ... ».
mi sembrano interessanti (letture, piccoli
avvenimenti, argomenti per il futuro), senza dubbio
4
END – Settore Milano A Ottobre 2010

Domenica 3 aprile 2011


Recensione di “Il mistero di Maria”
(in più luoghi della Diocesi)
di Irigaray Luce, Paoline 2010 APPUNTAMENTI DIOCESANI:
Sabato 13 novembre 2010
VEGLIA PER LA VITA NASCENTE
- Celebrazione eucaristica in Duomo presieduta
dall’Arcivescovo
- Incontri di preghiera sul territorio
Sabato 27 novembre 2010
VEGLIA PER LA VITA NASCENTE
nelle parrocchie di rito romano
Sabato 22 gennaio 2011
Convegno Famiglia e Associazioni
Milano, via S. Antonio 5

LE QUATTRO GIORNATE
L’intento della filosofa Luce Irigaray, nel pieno
rispetto della parola che la Chiesa pronuncia sulla Domenica 30 gennaio 2011
Madre di Dio, è quello di parlare a tutti, credenti e FESTA DELLA FAMIGLIA
non credenti, per avvicinare il lettore a questa figura
che, proprio perché pienamente umana, è stata in Sabato 5 febbraio 2011
grado di accogliere e dare carne al totalmente divino. Convegno di Anania
Il centro significante del breve scritto è l’umanità sull’affido e l’accoglienza dei minori
piena di Maria, o meglio, la sua femminilità totale e Zona di Varese, al mattino
accolta, il suo essere donna e quindi custode del
soffio generativo, del legame profondo tra essere Domenica 6 febbraio 2011
umano e natura che il peccato originale ha spezzato. GIORNATA PER LA VITA
Una parola “universale”, che si avvale di molteplici
Venerdì 11 febbraio 2011
apporti culturali, nella volontà di svincolare Maria da
una tradizione che il pensiero moderno tende a
GIORNATA MONDIALE DEL MALATO
considerare mortificante nei confronti del femminile. Domenica 13 febbraio 2011
GIORNATA DELLA SOLIDARIETÀ
Diocesi di Milano Sabato 26 marzo 2011
INCONTRO DIOCESANO DEI FIDANZATI
DAL SERVIZIO PER LA FAMIGLIA Mesero, ore 14,45
IL PROGRAMMA DI PASTORALE Domenica 10 aprile 2011
FAMILIARE - ANNO 2010-2011 FESTA DELLE FAMIGLIE AFFIDATARIE E
ADOTTIVE
FORMAZIONE OPERATORI PASTORALI
Mesero
Week End di Formazione per
Incaricati Decanali e Operatori di Pastorale APPUNTAMENTI NAZIONALI
Familiare
Triuggio, Sabato 6 e Domenica 7 novembre 2010 da mercoledì 27 aprile a domenica 1 maggio 2011
dalle 14,30 di sabato 6 alle 16,00 di domenica 7 Settimana di Studi CEI sul rapporto presbiteri-
sposi come fonte di fecondità per la comunità
SPIRITUALITÀ cristiana
Nocera Umbra
Esercizi Spirituali per Coppie di Sposi
Casaglia di Besana in Brianza, da mercoledì 22 giugno a domenica 26 giugno
- da Venerdì 3 dicembre a Domenica 5 dicembre 2011
2010 Settimana Estiva CEI sull’accompagnamento delle
- da Giovedì 2 giugno a Sabato 4 giugno 2011 famiglie che hanno vissuto la separazione
(Luogo da definire)
Giornata di Spiritualità
Riferimento web: http://www.chiesadimilano.it/
per le Famiglie della Diocesi scegliere sezione FAMIGLIA

5/8
END – Settore Milano A Giugno 2010
Testi consigliati: Il sussidio preparato dalla diocesi per accompagnare
La lettera pastorale del cardinale Dionigi Tettamanzi Santi per gli operatori pastorali nel nuovo anno ha per titolo In
vocazione (Centro Ambrosiano, pagine 60, euro 1,20) e le linee cammino con San Carlo (Centro Ambrosiano, pagine
guida per operatori pastorali In cammino con san Carlo (Centro 112, euro 5). Dopo l’introduzione del Vicario
Ambrosiano, pagine 112, euro 5) sono i due testi che generale monsignor Carlo Redaelli, il sussidio si apre
accompagnano il cammino della Diocesi ambrosiana per con l’omelia che il cardinale Dionigi Tettamanzi
l’anno 2010-2011. I due volumi quindi non vanno letti e pronuncerà in occasione della solennità della natività
considerati a sé stanti, ma complementari tra loro. Molti della Beata Vergine Maria. A seguire si trovano sette
contenuti sono comuni, ma il linguaggio e la finalità sono “Schede degli impegni del percorso pastorale”.
diverse. La lettera pastorale, sul tema della santità sull’esempio Eccole: carta di comunione per la missione, per
di san Carlo, ha un tono cordiale e di tanto in tanto un’autentica pastorale d’insieme; avvio e rilancio
l’Arcivescovo si lascia andare anche a qualche confidenza; la della fase battesimale dell’iniziazione cristiana; segni
seconda pubblicazione contiene (oltre a due omelie del concreti di carità: dopo il convegno “Farsi
Cardinale) le 7 schede elaborate dal Consiglio episcopale prossimo”; per una rinnovata pastorale vocazionale;
milanese e il documento sull’Iniziazione cristiana. visita alle famiglie; formazione di base dei laici;
iniziative complementari. Il volume si conclude con
il capitolo “Verso la pienezza eucaristica: un
documento preparato dal Consiglio episcopale
milanese sul rinnovamento diocesano dell’iniziazione
cristiana” e, in appendice, con l’omelia pronunciata
dal cardinale Dionigi Tettamanzi in occasione del
Pontificale in Duomo per la festa di San Carlo del 4
novembre 2002, nell’anno del suo ingresso come
Arcivescovo di Milano.

DDa
a n
noon
n d
diimme
ennt
tiic
caar
ree
L’Anno pastorale iniziato l’8 settembre è nel segno MEMO QUOTE DI DICEMBRE:
della santità di San Carlo Borromeo e dovrà segnare RICORDARSI DI VERSARE LE QUOTE RISPETTANDO I
le comunità ambrosiane con una rinnovata attenzione TEMPI.
alla pastorale vocazionale: Santi per vocazione! CI SONO MOLTE PERSONE CHE LAVORANO LOTTANDO
CON IL TEMPO PER MANTENERE IN PIEDI
(Centro Ambrosiano, pagine 60, euro 1.20), così
L’ORGANIZZAZIONE DEL MOVIMENTO E UN RITARDO
s’intitola la lettera che l’Arcivescovo ha scritto ai RICADE SUL LAVORO DI TUTTI."
fedeli presentando il nuovo anno.
La lettera, che si apre con l’invito alla santità quale T
TEEMMII D DI
I S
STTU
UDDI
IOO
espressione matura del cristianesimo sull’esempio di
San Carlo, si sviluppa in quattro capitoli. Il primo, L’elenco dei temi di studio proposti dal
introduttivo, “Da Gerusalemme a Gerico”, riprende movimento è disponibile sul sito nazionale al
la parabola del Buon Samaritano quale metafora del seguente indirizzo:
cammino nel mistero di Dio e nell’amore per il www.equipes-notre-dame.it/html_main/main_temistudio.htm
prossimo. Gli altri tre - “San Carlo e la croce di L’elenco comprende sia temi scritti
Cristo”, “San Carlo e la santità della Chiesa”, “San appositamente in vista degli incontri di équipe
Carlo e la vocazione del cristiano” - rileggono la sia testi in commercio; questi ultimi sono
parabola nella filigrana della vita e della santità del accompagnati da una scheda di lavoro che ne
grande Borromeo e si chiudono ciascuno con aiuta l’utilizzo negli incontri (una divisione in
proposte pastorali (“Va’ e fa’ anche tu così”) capitoli, domande guida per la riflessione di
suggerite dall’Arcivescovo. coppia e di gruppo...).
C
Coon
nttr
riib
buut
tii a
all g
giio
orrn
naal
liin
noo
Fate avere i vostri contributi, segnalazioni, idee
alla CRS (coppia responsabile di settore Milano
A) Luisa e Ludovico La Cognata
ludoluisa@hotmail.com o alla CRC (coppia
responsabile cultura) Marinella e Idilio Baitieri
idilio.baitieri@unimi.it . Li aspettiamo.

6
END – Settore Milano A Ottobre 2010

Calendario attività regionali e nazionali – 2010-2011


09/10/2010 INCONTRO CON LE C.R.E. della CORMANO
10/10/2010 TERMINE ISCRIZIONE MINI SESSIONE SULLA D.I.P. A TRIUGGIO
15/10/2010 TERMINE SONDAGGIO
17/10/2010 INCONTRO CON LE C.R.E. DELLA PAVIA 01 / 02 / 03
22/10/2010 TERMINE ISCRIZIONE SESSIONE NAZIONALE SACERDOTI
30/10/2010 INCONTRO CON LE CRE DI MILANO 02/10/11
30/10/2010 INCONTRO CON LE CRE DI MILANO 09/12/14/CORMANO 05
07/11/2010 GIORNATA DI SETTORE A CORMANO
07/11/2010 RIUNIONE EQUIPE SETTORE
08-09/11/2010 SESSIONE NAZIONALE SACERDOTI A SASSONE
13-14/11/2010 MINI SESSIONE TRIUGGIO SULLA D.I.P.
NATALE AUGURI DI NATALE CON MOMENTO DI PREGHIERA O MESSA PIÚ CENA
15/01/2011 RIUNIONE EQUIPE SETTORE
20/03/2011 RITIRO DI QUARESIMA A MONZA CON MILANO B
02/04/2011 RIUNIONE EQUIPE SETTORE
02/04/2011 EQUIPE MISTE
26-30/04/2011 SESSIONE NAZIONALE PRIMAVERILE A SASSONE
12/06/2011 GIORNATA DI SETTORE A PAVIA
25/06/2011 RIUNIONE EQUIPE SETTORE
17-21/08/2011 SESSIONE NAZIONALE ESTIVA A NOCERA UMBRA
10-11/09/2011 RITIRO ROTA D'IMAGNA
Dopo la presentazione, Ludovico e Luisa hanno
Alleghiamo anche, per far sentire meglio lo proposto il programma che si intende svolgere
spirito di settore, il per il triennio, basato sulla tematica del “tempo”
VERBALE DELLA RIUNIONE e tutti hanno approvato la scelta.
DELL’EQUIPE DI SETTORE Si è passati a parlare dei prossimi incontri con le
DEL 3/10/2010 A CASA FERRO C.R.E., in 3 date diverse perché si pensa di dare
un input alla partecipazione alla vita del
movimento anche attraverso una migliore e più
Eravamo tutti presenti, tranne gli Alberti e il approfondita conoscenza reciproca.
consigliere spirituale che ci manca ancora. Si è discusso anche dell’opportunità di invitare
Si discuteva sui seguenti punti dell’O.D.G.: alla riunione con le C.R.E. anche i consiglieri
spirituali ed è stato riferito che lo scorso anno la
1) Presentazione programma settore. loro partecipazione è stata esigua, per cui alla
2) Preparazione dell’incontro delle C.R.E. + fine si è deciso che per il momento
sacerdoti. soprassediamo e vedremo cosa fare l’anno
3) Definire il ritiro di Settore del 7 novembre a prossimo.
Cormano. Ne parleremo anche con il consigliere spirituale
4) Proposte sull’equipe Dip. di settore quando l’avremo trovato.
5) Fissare il calendario degli incontri. A tale proposito Ludovico e Luisa hanno riferito
6) Valutazione ritiro a Rota Imagna e sessione di aver contattato suor Lidia Cramarossa,
nazionale CRS a Sassone. attualmente C.S. dell’equipe Milano 2, la quale
7) Varie ed eventuali (distribuire moduli per la non ha ancora dato una risposta: naturalmente
sessione nazionale per sacerdoti; servizio sono emerse perplessità da parte degli altri
baby-sitter; verificare costi Rota Imagna; equipiers per il fatto che è una suora anziché un
situazione equipes; comunicazione coppie sacerdote e i la Cognata hanno detto che si
nuove; iscrizione per Triuggio entro il 10 informeranno bene, leggendo tutti i documenti,
ottobre; collegare la Milano 14, verificare per vedere se sarà possibile.
indirizzario,sondare coppie per servizio). Ludovico ha parlato del calendario annuale
degli incontri, ricordando le scadenze più
urgenti: entro il 10 ottobre si chiuderanno le
7/8
END – Settore Milano A Giugno 2010
iscrizioni alla mini sessione di Triuggio sulla Si era già avuta in precedenza l’idea dei
DIP, il 20 ottobre invece sarà l’ultimo giorno volantini pieghevoli da distribuire in fondo alle
per presentare l’iscrizione dei consiglieri chiese come opuscoli da mettere a disposizione:
Spirituali alla sessione nazionale di Sassone. si pensa di tenere un modello già utilizzato per la
Si è poi parlato del ritiro di settore a Cormano festa della famiglia con qualche lieve modifica.
fissato per il 7 Novembre. Il relatore sarà don Per la diocesi di Pavia è stato fatto da Ludovico
Claudio Dell’Orto. e Luisa un incontro con l’attuale vescovo
I Baitieri, parlando del giornalino di settore Monsignor Giudici, che si è mostrato disponibile
hanno riferito che gli articoli inviati per a conoscerci meglio e a collaborare con noi e
realizzarlo sono scarsi e hanno suggerito di far potrebbe essere presente a un incontro con le tre
passare nelle equipes di base l’idea che il equipes di Pavia che dovrebbe essere
giornalino non deve necessariamente essere successivamente organizzato, magari in
composto da articoli corposi, può invece essere occasione del Natale o della Pasqua.
utile inviare piccoli contributi concreti e
semplici, basati sulle esperienze vissute in Si decide che i La Cognata invieranno il
vacanza o nella quotidianità, che ci offrono calendario per ricevere eventuali osservazioni.
comunque qualche spunto di riflessione. Dato il protrarsi della riunione i Baitieri e gli
Probabilmente si potrebbe ricordarlo inviando Zaninello hanno dovuto tornare a casa prima per
anche una semplice e-mail a tutti gli equipiers. impegni familiari e purtroppo non è stato
La corresponsabilità nella costruzione del possibile affrontare collegialmente altri punti
giornalino è comunque una delle tante facce di all’ODG.
un problema più ampio, cioè la fatica a trovare Si è deciso pertanto di rimandarli alla prossima
persone che si assumono incarichi nel riunione di settore.
movimento:
se n’è discusso a lungo, ma pare che questo Luisa e Ludovico
clima di rilassamento sia dovuto molte volte alla
non chiarezza con cui si avvicinano le persone Pavia 13/10/2010
che faranno nuovi servizi: tante volte si dice
solo una parte di verità, non tutta, per non
“spaventarli” con il risultato che si hanno coppie
che vivono il movimento come uno dei tanti
momenti della propria vita ecclesiale, non certo
come un momento da privilegiare per la propria
crescita di coppia.

Spesso si è partiti in questo modo già con il


pilotaggio (non insistendo sulla vita del
movimento) e le nuove equipes non hanno idea
della ricchezza che deriva dalla partecipazione
agli incontri allargati proposti dalle END.
Anche i questionari di quest’estate non sono
ancora stati raccolti tutti.
Luisa e Ludovico hanno comunicato che ci sono
attualmente 6 coppie che desiderano iniziare con
il pilotaggio; per le due coppie che abitano nelle
vicinanze di Pavia, i Torriani hanno accettato di
essere coppia pilota, mentre per le altre 4 coppie
più il sacerdote dovranno ancora attendere
perché attualmente non siamo ancora in grado di
dire chi sarà la loro coppia pilota.
Si dovrà anche a breve parlare della DIP:
attualmente non c’è una equipe DIP, ma si spera
di formarla e sono state contattate alcune coppie,
anche se il lavoro è tutto da impostare.
8