Sei sulla pagina 1di 6

END – Settore Milano A Dicembre 2009

Equipes Notre Dame


Milano A

GIORNALINO DI SETTORE

N° 5 - Dicembre 2009

“E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi” : E’ NATALE

Cari Equipier, persona di Cristo immanenza e trascendenza, materia e


Il tempo del Natale, è un tempo privilegiato di Spirito, Dio e uomo sono posti sullo stesso piano, e
inserimento del tempo sottile di Dio nella nostra questa identità degli opposti, se vissuta dall'umana
coscienza, conduce al miracolo della redenzione per cui
esperienza quotidiana. l'innocente espia per il peccatore e lo Spirito purissimo
agonizza nella materia.
Vi proponiamo su questo tema parte di un testo (Giovanni Vannucci - Risveglio della Coscienza - 1984,
di Padre Giovanni Vannucci (1913-1984), monaco Ed. Cens )
dell’ordine dei Servi di Maria, confratello e
compagno di David M. Turoldo, e un versetto del E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo
Prologo del Vangelo di Giovanni. a noi; e noi vedemmo la sua gloria, gloria come di
unigenito dal Padre, pieno di grazia e di verità.
L'Avvento, tempo qualitativo di preparazione alla nascita (Vangelo di Giovanni 1,14)
in noi della Parola Eterna, si apre con le parole gravi e
ammonitrici di Cristo: il diluvio era imminente, mille
segni lo preannunciavano, gli uomini continuavano a
vivere la loro distratta esistenza, solo Noè e i suoi figli
furono attenti e si salvarono. Siate svegli, il Figlio
dell'Uomo verrà inaspettatamente, salverà chi ha gli
occhi aperti ai segni che lo annunceranno (Mt 24, 44).
Siate svegli! è la ricorrente parola della predicazione di
Cristo. Da quale sonno dobbiamo svegliarci?
Vari sono i generi di sonno, e vari i modi del
risveglio. Vi è il sonno corporeo che conclude una
giornata laboriosa e, nel riposo, ristora le forze
necessarie alla continuazione della vita. Vi è il sonno
dell'abulia, dell'inerzia di chi si lascia vivere trascinato
dalla corrente della vita come una pagliuzza. Vi è
l'assopimento che accompagna la crisi che deciderà
l'esito di una malattia grave. Ognuno di essi è seguito
da un correlativo risveglio, ma non ad essi allude il
comando di Cristo: Siate svegli! Egli addita un sonno
sottile in cui può essere immerso l'uomo più attivo e
operoso, il sonno della mente e del cuore, il sonno in cui
viene a trovarsi la maggioranza delle coscienze umane,
che impedisce la chiara presa di coscienza del destino
eterno e divino di ognuno, e che assopisce ogni nobile
anelito all'ascesa e all'elevazione.
Siate svegli! nell'esperienza cristiana vuol dire: aprite 1440 - Beato Angelico
gli occhi alla qualità divino-umana apparsa
nell'archetipo dell'uomo, nel Figlio dell'Uomo: Gesù Auguri di Buon Natale 2009
Cristo; aprendo gli occhi, incamminatevi decisamente a e SERENO 2010
raggiungere la sua statura. Gesù Cristo, unione
sostanziale della natura eterna del Divino e della peri-
bile natura del mortale, non si differenzia né da Dio né Antonella e Giovanni Grasso
dall'uomo, ma è insieme uomo e Dio, Dio e uomo. «Chi e l’Equipe di Settore
vede me vede il Padre, chi accoglie voi accoglie me, chi
accoglie me accoglie Colui che mi ha inviato». Nella

1
END – Settore Milano A Dicembre 2009
che compongono la nostra équipe. Non
Vita del Settore rappresentiamo un’entità astratta ma volti, storie che
si evolvono, che con tragiche chiusure e gioie
improvvise, stanchezza e amore, morte e nascite...in
Incontro con le CRE altre parole la vita.
Coppie Responsabili Equipe Nelle riunioni a cui partecipo ascolto parole, nudi
(S.Maria delle Grazie 10/10/2009) dati statistici, cronache impietose e programmi.
Percepisco emozioni, che spesso sono negative
Riportiamo l’intervento di Fra Andrea Bello (tensioni, stanchezza, confusione e senso
(SCS di Settore) all’incontro con le CRE d’impotenza...) meno la consapevolezza di realizzare,
nonostante i nostri limiti, qualcosa di buono, di essere
umili strumenti per l’edificazione del Regno di Dio.
Benvenuti!
Perché per me, e ne sono convinto, il Movimento END
Come la S. Messa inizia con il preparasi per
e un dono di Grazia.
andare in chiesa, anche noi abbiamo iniziato questo
nostro incontro a casa: Quando partecipiamo ai nostri incontri (preferisco
- nel cercare di fare mente locale, dopo una questo termine a riunioni, scusate) non possiamo
mattinata intensa coronamento di una settimana spogliarci dei nostri preconcetti, siamo soggetti al
piena di impegni; nostro temperamento come all’orologio (anche
- nel mettere insieme il materiale sparso e biologico) e la nostra storia di donne e uomini (come
recuperando il file con le indicazioni per la mia timidezza) e di battezzati ci sopravanza; quindi,
raggiungere il luogo dell’incontro; ammettiamolo, facciamo fatica a sintonizzarci.
- il tutto frammezzato da lamentele: per
l’andamento scolastico del figlio, le inadempienze Sono convinto che sarebbe bello se riuscissimo a
del coniuge e ... questo tempo sottratto alla riappropriarci di questo tempo per donarlo a ciascuno
famiglia con l’ennesima riunione dei presenti. È quello che cerco di fare quando
- nonostante questo, come il chiesa incontreremo il partecipo agli incontri delle mie équipe. Me lo ripeto
Signore che con infinita pazienza e misericordia ci ogni volta: “sono qui per voi, con voi e non importa se
accoglie sempre e si “accontenta” delle nostre non sarà una riunione memorabile, solo Dio potrà
briciole di tempo e attenzione, BENVENUTI QUI! valutare quanto saremo avanzati”.
ve lo dico di cuore. Ciò, ovviamente, non mi esime dal pregare, dal
pensare cosa dire (ed essendo un emotivo soprattutto
Tempo e attenzione rappresentano il dono più “come”) e prepararmi perché anche il tuo tempo, il
ricco che possiamo fare al prossimo, consapevoli che vostro tempo mi è prezioso e vi sono grato per questo
tra noi è presente il Signore. dono.
Ancor più se saremo capaci di metterci il cuore.
Siamo qui, non perché attentamente selezionati, Diceva san Tommaso, mio confratello, che il “bene
più formati e pagati per questa attività, ma perché possibile e compiere il proprio dovere con amore”: se
abbiamo colto l’invito al “servizio” come una eseguo il mio dovere sono un buon cittadino, ma come
vocazione, pertanto un mistero che ci trascende e che, cristiano sono tenuto a un di più non quantificabile
come ci mostrano tanti esempi biblici, non tiene conto (non monetizzabile) ma qualitativamente diverso.
delle nostre qualità... almeno non di quelle che noi A volte ho l’impressione che ai nostri incontri
riteniamo indispensabili per un compito di partecipino più ottimi cittadini che buoni fratelli. In
responsabilità. altre parole più attenti al risultato, una bella
discussione fa sempre piacere, che al realizzare quello
Il testo che parla del ruolo della Coppia di che in termini tecnico si dice una sinergia. Non che la
Collegamento (CC), realizzato dalla END Italia del sensazione di aver passato una bella serata sia da
2004, mi sembra esaustivo e ben comprensibile per esecrare, tutt’altro, è bello stare insieme. Voler
cui, non sapendo fare di meglio, non vi parlerò ottimizzare i tempi è doveroso. Ma la sottile tentazione
dell’onore e dei diritti che vi competono ma come io e di pretendere di esaurire l’argomento o di essere
voi, rappresentanti delle vostre equipe, potremmo riusciti a difendere il proprio punto di vista, farsi
vivere questo momento ( e tutti i gli altri). un’opinione più solida o essere riuscito a convincere
te, discutendo molto civilmente, per avere una riprova
Siamo in équipe, siamo insieme, non siamo
del successo della serata, può far capolino. Nel nostro
chiamati ad annullarci nel tutto come fruitori passivi,
caso di aver trovato soluzioni soddisfacenti anche solo
e neppure viviamo questo momento come singoli e
un problema del “settore”.
come coppie isolate. Portiamo non solo le esigenze ma
Ma anche quando non si riesce a “quagliare”,
anche l’anima della nostra famiglia e delle famiglie
secondo me, è più importante partecipare con il

2
END – Settore Milano A Dicembre 2009

desiderio e disponibilità di essere, a fine serata, una Grazie Signore per averci donato la Speranza che
persona un pochino migliore di prima. Di essere cambia l'oggi in messaggio d'amore, che non
cresciuto un po’ insieme a voi, di aver contribuito a possiamo fare a meno di condividere con gli altri.
rendere voi migliori. Se crediamo che il Signore ha
aderito all’invito di partecipare al nostro incontro, Signore aiutaci a non disperdere le nostre energie
questa opportunità è più che un auspicio, solo Lui può nella ricerca dei miracoli, della sapienza, delle
valutarlo. sicurezze, ma sostienici nella scoperta della
Avendo mantenuto un clima di preghiera non sarà relazione con Te.
comunque tempo perso.
La speranza è non arrendersi mai! Vedere sempre
Grazie dunque per essere qui. anche nei momenti più difficili la "Luce".
Ringraziamo il Signore.
Signore ti prego di aiutarmi a non sentirmi
Fra Andrea Bello - SCS Equipe Milano 9 e 12 soffocata dalle paure di questo periodo che sta
vivendo il mondo, ma creda nella speranza di un
Dopo la preghiera e la riflessione di Fra Andrea mondo migliore.
è seguita la condivisione con le CRE sulla vita Rafforza la mia fede nel tuo amore e nell’amore
delle equipe di base. L’incontro si è concluso verso gli altri.
con la cena. Un bel momento di vita di settore.
Sia resa gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo
da chi si fa umile servo della volontà del Padre, dà
La Speranza carne e resta con il Figlio sotto la croce ed è tempio
(Giornata di settore di Cormano 8/11/2009) dello spirito santo. Sia resa gloria a Dio e alla sua
misericordia e giustizia dal nostro riconoscere e
Suor Lydia Cramarossa (CS Milano 2) ci ha detestare il peccato, convertendo a Dio il nostro
proposto una riflessione sulla Speranza: agire. Come era in principio e nei secoli dei secoli
partendo dalla constatazione che oggi si ha Amen.
paura del presente e che quindi il mondo Signore in un mondo deluso, pauroso e triste,
sembra privo di speranza, ha ripercorso la aiutaci ad essere portatori di speranza (in famiglia,
storia biblica cominciando dal mettersi in nel lavoro ed in ogni luogo) nella certezza del Tuo
cammino di Abramo verso una promessa…fino amore misericordioso.
all’esortazione di Paolo: si possono sopportare
le tribolazioni attuali con pazienza, virtù Signore aiutaci a riconoscere i piccoli segni di
provata, con la fermezza della meta perché la speranza già presenti nella nostra vita di coppia e
speranza non delude… di famiglia. Donaci occhi nuovi per non vedere
E’ stato poi raccolto l’invito a comporre delle solo il bicchiere mezzo vuoto, ma soprattutto il
preghiere personali che seguono: mezzo pieno. E nei momenti in cui il bicchiere è
vuoto, aiutaci a guardare la “caraffa” che presto
Preghiere sulla Speranza: riempirà di nuovo il bicchiere.
Signore la nostra “caraffa” sei Tu.
Signore Ti prego, Insisti!
Lavora come la goccia sulla pietra Donaci Signore di poter vivere quotidianamente
per innestare in tutti i cuori alla ricerca del tuo volto, nella speranza di poter
la scintilla che ci aiuti a credere un giorno sperimentare la piena comunione con te,
che sperare di essere pienamente amati amore infinito, Giustificazione di ogni nostra
non è una illusione. Speranza.

Forse la nostra speranza scarseggia, perché non ci Signore grazie perché non devo contare solo su me
appoggiamo sufficientemente a Te, crediamo di stessa, ma tu mi dai la speranza di poter contare su
risolvere ogni problema da soli, poi quando tutto di Te.
sembra andare a picco, ecco Tu o Padre riversi nei Signore grazie per averci promesso di darci la vita
nostri cuori il Tuo amore. E ancora una volta la eterna, di salvare ciò che di me è unico e più bello.
speranza non delude e, ricolmi del tuo spirito,
riprendiamo il nostro cammino. Ti chiediamo di Signore il mio cammino verso Te è pieno di
aiutarci ad avere per il nostro prossimo la stessa speranze. Questo cammino è già un incontro con
pazienza che tu hai sempre per noi.

3
END – Settore Milano A Dicembre 2009
Te adesso. Quando incontro una persona che ha
bisogno, incontro Te. Se rispondo a lei, rispondo a Vita degli Equipier
Te. Io sono un uomo, Ti chiedo farmi vedere la
persona, Ti chiedo di fermarmi a rispondere e a Diocesi di Milano e
non tirare dritto. Ti chiedo di saperla accogliere, Pastorale familiare 2009/10
di soddisfare le sue richieste. Io ho speranza in Te,
della Tua presenza nel mio difficile compito di
rispondere a Te tramite queste persone che hanno “…con noi tutte le coppie (della pastorale
bisogno. familiare) sono invitate a prendere
consapevolezza del ministero che possono
Signore rendici consapevoli delle grandi cose che esercitare in forza del sacramento ricevuto, che
hai realizzato per noi e attraverso noi e fa che le abilita realmente alla costruzione della
sentiamo sempre che tu ci sei vicino e che ci comunità cristiana…” a parlare sono Alfonso e
aiuterai là dove noi ci sentiamo incapaci.
Francesca Colzani, i nuovi responsabili della
In questo momento per me la speranza è che il
pastorale familiare della diocesi, che il 19
Signore arrivi là dove noi genitori siamo incapaci.
settembre hanno presentato il programma per
Dio desidero essere amata da Te l’anno 2009-2010.
Desidero amarti E’ la prima volta che una coppia è chiamata a
Desidero che ami tutte le persone a me care, ricoprire un ruolo di responsabilità nella Chiesa,
quelle a me odiose e quelle che non conosco. non solo in virtù della propria generosità e
Sono certa che tu già sai tutto questo, ma ti prego formazione, ma anche in virtù del proprio
fa che io non dica di no quando il desiderarti matrimonio, segno dell’amore di Dio tra gli
costerà sacrificio e frustrazione. uomini, dato per il bene della Chiesa.
Francesca ci ha raccontato che quando aveva
Invochiamo lo Spirito Santo perché riversi in noi
continuamente l'amore di Dio che ci renda capaci espresso perplessità di riuscire a conciliare il suo
di amare come Gesù, di essere tramite la nuovo ruolo con quello di moglie, madre di 4
preghiera, l'Eucaristia, e la Carità in intima unione figli e insegnante, il Cardinale le aveva risposto:
con Dio e vivere anche le difficoltà come “ogni giorno quando ti occuperai delle tue attività
opportunità per far crescere le virtù che contribuirai alla costruzione della comunità cristiana
alimentano la speranza di vederlo un giorno esattamente come quando sarai a lavorare nell’Ufficio
faccia a faccia. Famiglia”.
Aiutaci Signore a comunicare nella gioia, la nostra In linea con questi pensieri, abbiamo ascoltato
speranza cristiana. sabato da Mons. Eros Monti, un vero e proprio
appello alla sobrietà pastorale, un invito a
Signore aiutami ad avere più Speranza, a superare riscoprire il valore della pastorale ordinaria,
le mie paure. Rendimi non solo tuo amico, ma tuo vissuta con cura, intelligenza e amore.
familiare fa in modo che mi senta per questo
Nella sua lettera a tutti i fedeli della Chiesa
giustificato, che possa sentire di essere titolare di
ambrosiana “Pietre vive”, l’Arcivescovo
più diritti e doveri nei tuoi confronti perché possa
approfondisce questo pensiero auspicando che,
davvero essere tuo testimone d’amore e speranza.
dopo i tre anni incentrati sul tema della famiglia
La Speranza? e le numerose iniziative messe in cantiere,
I figli che crescono?, Il lavoro non va? Non mi questo anno pastorale sia “una sosta
capisco con mia moglie per via dei fattori negativi contemplativa rigenerante, un tempo di grazia e di
in famiglia? Ecc Ecco so di non essere solo, so che lode affinché prima di immaginare altri passi da
è una prova difficile, ma pur sempre una prova e compiere e altre iniziative da realizzare, possiamo
in fondo ha qualcosa da offrire a Dio. innanzitutto e insieme riconoscere i grandi doni con i
quali Dio ci raggiunge…”.
Ringraziamo Dio perché ci da la possibilità di
essere sereni e quindi di affrontare le avversità Fare meno, Fare meglio, Fare insieme
con coraggio le pazienza. Chiediamo di rafforzarci
sempre nella nostra adesione a Lui e di renderci sono un chiaro invito a individuare le priorità, a
testimoni nel mondo attraverso l’amore verso puntare sulla qualità evangelica delle proposte
l’altro. che scegliamo e sulla loro efficacia spirituale: “si
dovrebbe tornare a casa dopo ogni attività pastorale
Marinella e Idilio Baitieri (Coppia Referente Cultura)

4
END – Settore Milano A Dicembre 2009

abbondantemente nutriti di Vangelo e arricchiti dei


Un dovere di sedersi in trasferta
frutti dello Spirito” .
Per noi dell’Equipe Notre Dame potrebbe essere
un invito ad utilizzare di più e meglio la Regola Come ormai facciamo da molti anni, durante il
di Vita, perché ci aiuti a fare discernimento mese di Ottobre io e Daniela ci ritagliamo un
sulle priorità per la nostra coppia e per la nostra paio di giorni da dedicare a noi due, un week-
famiglia, e a vivere la nostra riunione mensile end lungo che trascorriamo all'eremo di
con più impegno e desiderio di progredire nella Porziano: questo luogo si trova in un minuscolo
vita spirituale. paese a una dozzina di chilometri da Assisi, ha
aperto le sue porte a metà del 2003 e, fin da
Biagio ed io abbiamo partecipato all’incontro in allora, è gestito da una nostra carissima amica,
quanto coordinatori del “Gruppo per la Barbara. La quale, sostenuta da don Antonio
pastorale dei separati, divorziati e risposati”. Mazzi, è partita con un progetto in mente:
Era la prima volta che questo gruppo, nato nel rendere la casa aperta a tutti coloro che cercano
2007 su iniziativa di don Silvano, ufficializzava uno spazio di accoglienza, di condivisione, di
la sua presenza in diocesi. silenzio. L'Eremo nasce appunto come ambiente
Il suo obbiettivo per quest’anno è che in ognuna di riflessione e di spiritualità, rivolto in primis ai
della 7 zone diocesane venga offerto uno spazio ragazzi delle sedi di Exodus, ma che poi si
che esprima un segno di attenzione della allarga verso chiunque necessiti di uno spazio di
comunità ecclesiale a chi sta vivendo una amicizia e di comunione.
situazione di separazione. Uno spazio di Il luogo naturalmente favorisce questo aspetto,
incontro nella fede ove iniziare o riprendere un dato che è immerso nella bellezza della
cammino spirituale insieme ad altri fratelli e campagna e nel silenzio fatto di pietra nuda, e
sorella nella stessa situazione, per poi reinserirsi chi vi ha trascorso anche solo pochi giorni ha
con serenità nella comunità parrocchiale. certamente gustato questa atmosfera: oltre che
Questo spazio di incontro nella fede è destinato come coppia noi abbiamo avuto la fortuna di
a colmare un vuoto nella nostra azione condividere alcuni giorni con altre famiglie
pastorale. Per i 200.000 separati in diocesi ci della nostra parrocchia, insieme alla nostra
sono avvocati, psicologi, mediatori, i genitori, i Equipe, e anche con alcuni ragazzi della
suoceri e gli amici, ma chi si occupa di un comunità di Cassino. Forse questa è l'esperienza
sostegno spirituale per iniziare o riprendere un che ricordiamo con maggior piacere,
cammino di fede con altri fratelli? Alla fine probabilmente per l'iniziale imbarazzo che
dell’anno gli animatori del gruppo di Varese si sentivamo, ma che poi è completamente
sono sentiti chiedere di non essere lasciati soli, scomparso una volta che abbiamo condiviso
che l’iniziativa doveva continuare. insieme gli spazi della casa, la cena, una
schitarrata sotto le stelle.
La diocesi organizzerà nel corso dell’anno un Come Barbara ha scritto "qui c'è spazio per
percorso formativo per futuri operatori ma riassaporare il gusto dell'interiorità di
anche per persone che desiderino approfondire incontrarsi, di condividere, di continuare a
le tematiche relative alla separazione, senza cercare dove non c'è distinzione tra disagio e
avere a breve obiettivi di servizio in questo normalità, dove è possibile fermarsi, qualche
settore. Indicativamente si articolerà in 4 o 5 giorno, per lasciare emergere le grandi
sabati pomeriggio e servirà per fornire gli domande che ognuno di noi porta dentro e
strumenti che servono ad integrare la buona condividerle in uno spazio di fraternità semplice
volontà e a creare una sensibilità comune sia tra ed essenziale." Porziano ha raccolto in questi
operatori laici che tra sacerdoti. Il percorso è anni tanti volti e tante storie, alcune molto belle,
aperto anche a membri di associazioni e altre drammatiche, ma tutte assolutamente vere,
movimenti e gli amici dell’equipe notre dame, alternando senza differenze giovani provenienti
naturalmente, sono tra i più attesi! dalla tossicodipendenza, dalla strada, da
Buon anno a tutti! situazioni di disagio familiare, da varie
associazioni e da gruppi di famiglie, dagli
Marina e Biagio Savaré - Milano 10 oratori, dalle università.

5
END – Settore Milano A Dicembre 2009

Abbiamo desiderato parlarne a tutti voi perchè Notizie dal Settore


vivere ogni tanto qualche giorno di pausa e di
"ricarica", spesso con l'aiuto di questa nostra I
Ill s
seet
ttto
orre
e (
(nno
ovv.
.’’0
099)
)
amica, è sempre un'occasione molto preziosa,
specie quando si ha la possibilità di guardare Equipe 12
alla propria vita in un modo più profondo, più Equipe in pilotaggio 1
autentico, più sereno. Coppie totali 63
Consiglieri Spirituali 9
Estendiamo allora l'invito di Barbara stessa con
altre sue parole, che ben riassumono lo spirito Con dispiacere comunichiamo che dal mese di
dell'eremo di Porziano: "Accogliere è fare posto settembre si è sciolta l’Equipe Cormano 2. Prosegue
dentro di sé alle persone che si incontrano, è il cammino di pilotaggio della nuova equipe di
fare posto nel mio cuore ai volti, a tutti i volti, Milano (zona Barona), che contiamo di accogliere
anche quelli segnati dalla fatica di vivere". Un ufficialmente nella giornata di settore del 13 Giugno
aspetto che è certamente vero anche per la a Pavia. Affidiamo alle preghiere di tutti gli equipier
nostra vita di coppia. queste coppie.
Q
Quuo
otte
e a
annn
nuua
alli
i
Daniela e Luca Zaninello - Milano 12
Vi ricordiamo che nel mese di dicembre si
Per chi desiderasse ulteriori informazioni può raccolgono le quote annuali.
scrivere a: assisi@exodus.it oppure telefonare al
numero 075/802420 D
Daa n
noon
n d
diim
meen
ntti
icca
arre
e

Attività di Settore – 2010


Auguri 28 Febbraio Giornata di Settore (Monza)
24 Aprile Equipe Miste
Con gioia facciamo gli auguri a Don 13 Giugno Giornata di Settore (Pavia)
Alessandro Villa (Consigliere Spirituale della 18/19 Sett. Ritiro di Settore (Rota Imagna – BG)
Milano 10) per la sua nomina a Monsignore, che
verrà solennizzata il 6 Gennaio 2010 presso la Vi ricordiamo anche i momenti organizzati dal Servizio
per la Famiglia della Diocesi di Milano :
Basilica di Sant’Ambrogio alle ore 11:00. 31 Gennaio ‘10 : Festa della Famiglia
20 Marzo ‘10 : Giornata della Vita (Mesero)
Breve cronologia: Don Alessandro ( Sandro ) Villa: 11 Aprile ‘10 : Festa Famiglie Affidatarie (Mesero)
È nato a Milano il 26 giugno1940
Ordinato Sacerdote il 27 giugno1964.
E’ Consigliere spirituale di Equipe dal Notizie dal Movimento
1973.
Dal 1964 al 1972 è Vicario parrocchiale a D
Daa n
noon
n d
diim
meen
ntti
icca
arre
e
Buon Gesù di Olgiate Olona (VA).
Attività Regionali e Nazionali – 2010
Dal 1972 al 1982 è Vicario parrocchiale a
28 Apr/2 Mag Sessione nazionale primaverile
Milano : Parrocchia S. Leonardo da Porto
(Sassone)
Maurizio ( Quartiere Gallaratese). 18/22 Agosto Sessione nazionale estiva
Dal 1983 al 1992 è Parroco a Milano : (Nocera Umbra)
Parrocchia Sacro Volto.
Dal 1992 al 2009 è Cappellano - Parroco a Sabato 23 Gennaio Equipe Italia sarà a Monza ospite del
settore Milano B. L’Equipe di Settore è invitata
Monza Parrocchia S.Gerardo dei Tintori
nell'ospedale omonimo. C
Coon
nttr
riib
buut
tii a
all g
giio
orrn
naal
liin
noo
Dal 2009 ad oggi è Cappellano a Milano :
Cappellania S.Giovanni di Dio all'Ospedale Fate avere i vostri contributi, segnalazioni, idee
"Fatebenefratelli". alla CRS (coppia responsabile di settore Milano
A) Antonella e Giovanni Grasso
Il 22 ottobre 2009 è nominato Canonico
agegrasso@inwind.it o alla CRC (coppia
Maggiore Effettivo del Capitolo di S. responsabile cultura) Marinella e Idilio Baitieri
Ambrogio di Milano (e conseguentemente idilio.baitieri@unimi.it . Li aspettiamo.
Monsignore).

Potrebbero piacerti anche