Sei sulla pagina 1di 12

Équipes Notre Dame

MILANO
Giornalino di Settore
Anno 19 n° 3 - Ottobre 2000

Il triangolo: lui, lei e...


Conversazione tenuta a Radio Nova - Circuito Marconi il 16 ottobre scorso
Leggiamo al capitolo 1° della Genesi: “Dio creò l’uomo a dalla freschezza ed insieme dalla profondità di questi verset-
sua immagine, a immagine di Dio lo creò, maschio e femmina ti profetici, scritti fra l’altro in un contesto di famiglia
li creò.” Crediamo che in queste tre righe sia sintetizzato il patriarcale, dove la donna non contava nulla, e con una
mistero ed il ministero (scusate il bisticcio di parole) della concezione di Dio come essere inavvicinabile, padrone e
vita di coppia. Dio non è un essere isolato. No. Dio è dialogo, giudice dell’uomo.
Dio è scambio di amore, Dio è Trinità. E l’uomo, ci dice la Siamo freschi reduci dall’incontro mondiale del nostro
Scrittura, è stato creato a immagine di Dio. Sulle prime ci movimento, che si è tenuto a Santiago de Compostela sul
verrebbe di pensare alla libertà, all’intelligenza, alla capacità tema: “La coppia immagine di Dio trinitario”. Abbiamo
di giudizio: in una parola a ascoltato le relazioni di uno psichiatra e di un teologo,
quelle caratteristiche che entrambi laici, ed abbiamo potuto notare la convergenza dei
fanno dell’uomo una crea- fattori necessari per la buona riuscita di un matrimonio e
tura superiore. Ma subito quindi di una famiglia. L’uomo e la donna hanno bisogno
dopo è scritto “maschio e assoluto di un dialogo d’amore.
femmina lì creò”: l’uomo, al E’ un’esigenza psicologica, perché due vite su binari
contrario degli altri anima- paralleli, pur senza scontri ma anche senza momenti di vero
li, pure sessuati, è subito incontro, inaridiscono. Ed é pure un’esigenza spirituale
presentato nella sua entità perché senza momenti di preghiera profondamente condi-
di uomo e di donna, di due visa, senza una riflessione quotidiana, ma profonda, sui
creature complementari, perché della vita, il matrimonio si adagia facilmente sui ritmi
uguali e diverse, chiamate blandi e comodi suggeriti dal mondo che ci circonda. E senza
al dialogo più profondo. dialogo d’amore profondo quanti matrimoni falliscono oggi
Chiamate cioè ad una co- intorno a noi!
munione d’amore che è la Concludiamo con una battuta. “Perché un matrimonio
vera immagine di Dio. riesca pienamente bisogna che al suo interno si formi un
Troviamo, nei Vangeli ed triangolo”. Non si tratta certo del triangolo classico (lui, lei
in San Paolo, tanti altri pas- e l’amante) proposto dalle barzellette o dai rotocalchi. No!
si sul matrimonio cristiano. Il terzo lato del triangolo é Dio: se Dio é presente nello
Ma siamo sempre colpiti scambio d’amore della coppia questo amore diventa pieno,
fertile, eterno.
In questo rappor-
to di comunione dei
coniugi, fra loro e con
Dio, sta, crediamo, il
vero senso del Sa-
cramento del matri-
monio.
Paolo e Lidia Avesani

La nostra conversazione è andata in onda nel quadro di una rubrica dedicata ai temi della pastorale familiare.
2 - Ottobre 2000 Équipes Notre Dame - MILANO

RIPRENDERE FIATO
L’eredità di padre Henri Caffarel riscoperta nei suoi scritti
Nel suo penultimo editoriale nella Lettera END, Padre Caffarel esprime il suo pensiero su ciò
che dovrebbe essere una riunione di équipe.Un testo che è quasi un testamento...

"Verrete a parlarci al prossi- ognuno come realmente è, nel bene e nel male, e non
mo incontro?" desidera altro che aiutarci a diventare come Egli ci vuole.
"A parlarvi di che cosa?" Succede un po' come quella sera di Pasqua in quella casa di
Il mio interlocutore riflette un Gerusalemme dove Gesù apparve a quegli altri équipiers, gli
momento poi, guardandomi con apostoli. Alitò su di loro e disse: "Ricevete lo Spirito Santo".
un sorriso malizioso, risponde: Ed essi diventarono uomini nuovi.
"Si immagini, Padre, di morire il Gesù Cristo, presente tra le coppie, non manca di alitare
giorno dopo essere venuto da il Suo Spirito. E coloro che si aprono a questo Soffio - poco
noi. Quale argomento le piace- a poco si impara - diventano uomini di questo Soffio. E la
rebbe aver trattato per l'ultima riunione si svolge animata da questo Spirito. A questi
volta davanti alle coppie delle uomini e a queste donne che alla sera di una giornata
sue équipes?". faticosa si incontrano, spesso molto stanchi e oberati dalle
Sono riconoscente all' équi- preoccupazioni, questo Spirito comunica la doppia passio-
pier che mi ha posto questa domanda. Innanzitutto perché ne di Cristo: la Sua impazienza per la gloria del Padre e la
mi ha costretto a riflettere sulla morte e poi perché mi ha fatto profonda pietà per le folle "che sono come pecore senza
ripensare a tutti quegli argomenti che considero di fonda- pastore".
mentale importanza per un uditorio di équipiers: Ciò che ho detto non succede sempre, ma è come dovreb-
- la spiritualità coniugale: quella strada particolare per i be essere. Perché una riunione di équipe che non è innanzitutto
cristiani sposati che porta a Dio; uno sforzo comune per incontrare Gesù Cristo, rimane
- la Carta: il documento che 25 anni fa definiva la direzione qualcosa di molto diverso da una riunione di équipe Notre-
spirituale, le strutture ed il metodo del Movimento; Dame.
- l'équipe come esempio di carità: obiettivo di tante Incontrare Gesù Cristo significa innanzitutto mettersi
équipe; all'ascolto di Colui che è presente. Egli ci parla nella Scrittura
- la psicologia dei piccoli gruppi: quali sono le condizioni - così si arriva anche ad amarla questa Parola di Dio! Ci parla
necessarie perché un gruppo trovi la sua coesione e riesca attraverso gli insegnamenti che la Chiesa nel tempo ha
a mantenere vivo lo slancio iniziale verso l'obiettivo; elaborato meditando la Bibbia. Ci parla dal profondo del
- l'approfondimento della fede - in tempi in cui risulta così cuore di quel fratello o di quella sorella, anche se spesso
minacciata; bisogna saper intuire al di là delle parole. Sono molti i modi
- la missione delle Équipes Notre-Dame nella Chiesa di in cui Gesù ci parla durante la riunione. Certo bisogna avere
oggi. "un cuore che ascolta", come si legge nella Bibbia. Gesù
Ciascuno di questi argomenti, di volta in volta, mi sembra- parla per fare a ciascuno delle confidenze, per rivelarci il
va prevalere sugli altri finché, ad un certo punto, ho optato Padre e il Suo grande progetto, per invitarci alla conversione
per un altro ancora. (non si finisce mai di convertirsi). Ci parla per mandarci in
Alla vigilia della nostra morte, il tempo a nostra disposi- aiuto degli altri. Egli parla... e abbiamo l'impressione che dica
zione sarà poco, non potremo parlare molto e quindi biso- delle cose difficili da mettere in pratica. Ma Gesù non si
gna pensare a lasciare un testamento spirituale, dei propo- accontenta di parlare: coloro che confessano la loro impo-
siti che vadano diritti all'essenziale. tenza vengono trasformati attraverso il dono dello Spirito
E così ho deciso di parlare del significato cristiano di una di fortezza, lo stesso che fece diventare dei poveri pescatori
riunione di équipe: mi spiego. La riunione mensile dell'équi- della Galilea infaticabili testimoni del Salvatore.
pe non deve essere considerata solo in termini di organiz- Il problema è tutto qui: pensate che quello di cui vi ho
zazione, di ingegno, di amicizia, di desiderio che sia una parlato finora sia solo qualcosa di pio ed edificante o che sia
tappa verso la ricerca di Dio. davvero la "Realtà" della riunione di équipe? "Sarà la misura
Bisogna innanzitutto riconoscerne la sostanza sopran- della vostra fede": questo diceva Gesù alla gente della
naturale e il mistero. Ed effettivamente essa è, o almeno Palestina, e a voi lo ripete all'inizio di ogni riunione.
dovrebbe essere, qualcosa di molto diverso da una riunione Ci fu un momento nella storia delle Équipe Notre-Dame,
semplicemente "umana". Partiamo dai versetti di San Matteo: in cui il Movimento godeva di grande vitalità, in cui si
"Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, Io sono in mezzo parlava di "piccola ecclesia". Questa parola "ecclesia" era
a loro... (Mt. 18, 20). "Ancora, ve lo ripeto, se due di voi sulla molto amata perché sottolineava bene il carattere originale
terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il di una riunione di cristiani che si incontrano nel nome di
Padre mio che è nei cieli ve la concederà" (Mt. 19 - 20). Cristo Gesù. San Paolo per esempio parlava di ecclesia a
Tra le coppie che si riuniscono in un appartamento, c'è la proposito di coloro che si riunivano presso Aquila e Priscilla,
presenza viva di Cristo Risorto, che è attento a tutti, ama coppia a cui egli era particolarmente legato.
Continua
Équipes Notre Dame - MILANO Ottobre 2000 - 3

Da Santiago de Compostela
18 - 23 settembre, il raduno internazionale delle Equipes
Notre Dame a Santiago de Compostela.
Avevamo bisogno di andarvi per ritrovare forza, luce,
condivisione nella fede. Così ci siamo prenotati subito.
Anche perché non ringiovaniamo. Perché ci faceva piacere
respirare una boccata d’aria internazionale. E chissà, rive-
dere vecchi amici di altre città italiane o straniere.
Già la partenza programmata è stata per Giovannella una
vittoria sull’abituale vivere alla giornata. Più che lasciare la
casa pesava il dover interrompere le abitudini, andare su
cammini di esigenze dimenticate, di sacrifici da compiere.
Una volta però entrati nello spirito, tutto è andato avanti
quasi da solo per il verso giusto, compresi i quattro giorni
di pioggia scrosciante, gli scioperi degli autobus, le notti nei
container. Santiago essendo piccola, ci avevano dislocati
chi a 10, chi a 20 anche a 60 chilometri. Lo sciopero impre-
visto ha messo a dura prova l’organizzazione spagnola ma
un po’ di sacrifici li abbiamo fatti volentieri tutti.
L’aria che si respirava, l’aria interiore, era quella buona,
quella che ti arricchisce nell’ascolto dell’Altro, nell’ascolto
degli altri.
Al mattino, nella grande sala dei congressi di Santiago,
uno dei sei o sette vescovi presenti celebrava la messa con ie come dei disagi e sofferenze altrui.
omelia, seguita da una conferenza sull’iter prescelto: Siamo rimasti senza fiato davanti al lavoro delle équipes
1/ essere persona, brasiliane. Davvero dei pionieri eroici.
2/ essere coppia, Sul loro padiglione, un gioiello di luci e colori, si leggeva
3/ essere coppia sposata, l’attenzione, la cura per portare gioia, calore umano in ogni
4/ essere coppia sposata nel mondo, casupola dove sarebbe arrivata la lettera mensile.
5/ la Trinità nella coppia. Che ogni mese cambia la copertina a colori per poter
Alcuni conferenzieri hanno sviluppato punti particolari essere incorniciata e decorare le pareti delle case più disa-
con grande chiarezza professionale illuminata da fede pro- dorne. C’era anche la fotografia “dell’equipe del silenzio”
fondamente vissuta. Abbiamo apprezzato molto quella del (di sordomuti) di Manaus in riunione sotto gli alberi tropi-
teologo Xavier Lacroix e quella del Dott. Jack Dominian. cali… E che dire di pilotaggi di 1.100 chilometri in autobus
Non ci dilunghiamo perché le riceverete (sono già in internet con i figli dietro. Altra realtà o altra generosità?
n.d.r.). C’erano le equipes africane sempre in festa con i loro
Si pranzava sempre nella sala congressi poi ciascuna cotoni colorati che vedrete sugli Avesani. C’erano quelle
coppia tornava al proprio alloggio per un riunione di equipes della Mauritius che hanno rubato il cuore a Lidia.
miste. A cena le conversazioni prorompevano in tante Una mattina a piedi per tre chilometri ci siamo incamminati
lingue e le risate scoppiavano schiette. verso la cattedrale. Due messe sono state celebrate dall’ar-
Ci ha molto colpiti la serietà e l’ascolto che ognuno civescovo perché dentro non c’era posto per tutti. E il
metteva nelle compartecipazioni facendosi carico delle gio- pomeriggio, dedicato al dovere di sedersi, ha visto Santiago
invaso dalle coppie delle equipes.
Infine una celebrazione penitenziale di Padre Sarriàs ci ha
Padre Caffarel - continua fatto prendere coscienza di essere lì per purificarci, “per
Che la pace di Cristo regni nei vostri cuori: ecco lo scopo purificare la vita del nostro Movimento, renderla il più
della chiamata a riunirvi per formare un solo Corpo. E per possibile fedele alla prima intenzione dei nostri fondatori”.
finire, vivete nella grazia. Che la Parola di Dio dimori presso E in quello spirito, con 300 consiglieri spirituali disponibili,
di voi in abbondanza: istruitevi con saggezza e ammonitevi il Sangue di Cristo ha purificato le anime di ognuno renden-
vicendevolmente. Cantate a Dio la vostra riconoscenza con doci più umili, sempre più bisognosi di Lui e più attenti al
tutto il cuore con salmi, inni e cantici spirituali. E tutto ciò mistero dell’altro.
che direte o farete sia detto o fatto nel Suo nome, rendendo Andrea e Giovannella Luquer
continuamente grazie per ogni cosa a Dio Padre! Milano 8
4 - Ottobre 2000 Équipes Notre Dame - MILANO

San Simon
A margine del raduno mondiale di Santiago de Compostela è
nato il movimento E.B.R. Un'altra sigla! Ne avevamo così
poche... Questo movimento riunisce gli Equipier Baraccati e
Reduci. Qui sotto pubblichiamo la Carta del nuovo movimen-
to, di respiro mondiale. La trovate anche sul Web!
Nel settembre del duemila Pei vestiti un armadietto, Australiani con gli Inglesi,
per le END già si profila neanche l'ombra di un cassetto, poi Spagnoli coi Francesi,
il raduno universale due lettini e un tavolino Irlandesi e Mauriziani,
nella terra occidentale fan l'arredo al quartierino. Zelandesi ed Italiani:
dove Giacomo, il gran santo, un simpatico bailamme
giace sotto argenteo manto. C'è di muffa un gran fetore, fatto di papà e di mamme,
e si sente ogni rumore, con l'aggiunta, son sincero,
Qui la terra di Galizia fosse pure proveniente d'esponenti pur del clero,
offre ogni sua delizia di lontan dal proprio ambiente. che esprimeva nel salone,
al fervente pellegrino Se qualcuno lo sciacquone per la cena e colazione
alla fin del suo cammino: tira poi con decisione con altissimo rumore
piogge in grande quantità chi già dorme può sognare il suo anelito d'amore.
ma confort e qualità d'esser sotto, a rimirare,
negli hotel disseminati una cosa molto rara Saran state le storielle,
fra boschetti e verdi prati. le cascate del Niagara. saran state le paelle,
o sto grande "girotondo"
Ma fra i tanti spicca invero, Per fortuna una stufetta con le équipes di tutto il mondo,
solo certo al mondo intero, a ciascun par che permetta saran stati i tanti amici:
il Complejo San Simon d'asciugar le ossa un poco i ricordi son felici!
dalle tinte sul marron. dall'umidità del loco. E mi vien di dirlo qui
in francese: "Très joli,
Sono tristi baracchine, Gli équipiers qui sistemati il ha èté vraiment 'si bon
sovrapposte, assai piccine, si son subito adattati cet hotel de San Simon!"
in lamiera fabbricate ed in ridere prendendo
come quelle realizzate questo impatto sì tremendo Paolo Avesani
negli anni ormai passati hanno fatto fratellanza
a ospitar terremotati. ma sol fuor dalla lor stanza,
per lo spazio limitato
Una cella due per tre, a ogni coppia qui assegnato.
sul cui fondo almeno c'è
un servizio miniatura,
per dar corso alla natura...
Équipes Notre Dame - MILANO Ottobre 2000 - 5

LE NUOVE EQUIPES SI PRESENTANO


Cari amici, ebbene eccoci qua! Anche il gruppo di Bellusco, impiegatizia e sta percorrendo il suo cammino di santità
ultimo tra tanti, finalmente si ricongiunge alla grande fami- dedicandosi con molta passione alla cura della crescita dei
glia allargata dell'END. piccoli Lorenzo e Letizia.
Per la cronaca io sono Danilo ed ho ricevuto l'arduo Poi abbiamo Giulio e Mara, una coppia giovane in conti-
compito di presentare a tutti voi il nuovo gruppo. nua crescita che porta al gruppo la freschezza e l'autenticità
Parlo di ingrato arduo non perché mi dispiaccia svolgerlo, del loro essere in cammino verso un grande progetto.
anzi tutt'altro, ma soprattutto perché riconosco che già in Nonostante la loro giovane età, già da qualche anno sono
primo luogo non è facile presentare se stessi a causa della la coppia guida e punto di riferimento nei corsi per fidanzati
complessità di esperienze e di relazioni che viviamo a livello organizzati in parrocchia. Giulio è un architetto, felice di
personale (quanta verità è contenuta nel motto di Socrate svolgere la sua professione che lo impegna nella progetta-
"conosci te stesso"), figuriamoci poi il cimentarsi nell'im- zione di interni per pubblici esercizi, mentre Mara attual-
presa titanica di sintetizzare in poche righe i tratti essenziali mente è fortemente impegnata nel suo ruolo di giovane
del proprio coniuge, o ancora peggio quelli dei propri amici mamma.
e compagni di avventura spirituale. Quindi abbiamo la coppia più giovane, Davide e Paola,
Così, pur con tutti i limiti delle mie espressioni scritte, entrambi chimici che si sono conosciuti in Università ed
cercherò di lasciarvi qualche idea su chi siamo ed in qualche hanno saputo fare della propria unione qualcosa di più
caso anche sul dove stiamo andando. solido di un semplice legame ionico. Davide sta realizzando
Iniziamo dalla presentazione del capogruppo, ovvero il la sua vocazione cristiana mettendosi al servizio della
cocchiere che guida la nostra carovana spirituale: don comunità attraverso l'impegno politico come Consigliere
Roberto Piazza, che tutti noi affettuosamente chiamiamo Comunale, all'interno del quale porta sempre il suo contri-
don Roby in virtù del rapporto di stima ed amicizia reciproca buto di alta moralità e di viva attenzione ai bisogni degli
che da qualche anno ci lega. Non credo di esagerare ultimi. Paola invece svolge la professione di chimico e si sta
presentando don Roby come un giovane sacerdote che sta preparando per la sua futura missione di mamma.
vivendo in pienezza la sua vocazione cristiana, al servizio Infine ci siamo noi, Monica e Danilo, con Monica forte-
del Vangelo. Due elementi in particolare caratterizzano il suo mente impegnata sia come insegnante di inglese nella
prezioso ministero: in primo luogo il provenire da una scuola elementare, sia come mamma e moglie di un marito
vocazione adulta che ha avuto il privilegio di conoscere il a volte occupato in troppi progetti. L'impegno sociale che
mondo così com'è dal didentro, pienamente inserito nelle sicuramente ha caratterizzato la vocazione della nostra
problematiche vissute dal contesto adolescenziale e giova- coppia è consistito nel dare vita, assieme a tutti gli altri amici
nile della sua generazione; ed in secondo luogo la sua che vi abbiamo presentato, ad una associazione di solida-
notevole capacità di ascolto che, unita all'esperienza rietà tra famiglie denominata ASAF (Associazione di Soli-
pregressa di cui è dotato, lo porta naturalmente a cogliere darietà Attiva tra nuclei Familiari) la quale, partendo dai
gli elementi essenziali nelle questioni in discussione. Que- bisogni che accomunano tutte le famiglie del territorio, si
ste sue capacità di sintesi emergono ancor più chiaramente pone l'obiettivo di ricostruire un tessuto relazionale finaliz-
in occasione delle omelie, ricche di spunti di riflessione, che zato a migliorare la qualità della vita di tutti, premessa
sono largamente apprezzate da tutti i parrocchiani. indispensabile per intraprendere nuove conquiste spiritua-
Per quanto riguarda invece gli altri componenti del grup- li all'interno di ciascuna coppia. Danilo di professione
po, abbiamo la nostra coppia responsabile: Giordano e insegna matematica nella scuola superiore, ma questa è
Patrizia, un autorevole esempio di come si possa vivere in solo una piccola parte delle attività che lo stanno impegnan-
pienezza il sacramento del matrimonio facendo della propria do al punto che, nonostante i suoi 38 anni ogni tanto si
vita un dono al servizio della comunità. Tra i tanti aspetti che sorprende a chiedersi: cosa farò da grande?
caratterizzano la vocazione della loro coppia, vi è il richiamo Ora che vi siete fatti almeno un'idea su chi siamo, prima
molto forte alla testimonianza del Vangelo della povertà, ancora di conoscerci personalmente, non ci resta che
tanto è vero che il loro sogno nel cassetto è quello di vivere salutarvi ringraziando sentitamente due coppie, che non
in futuro all'interno di un "condominio solidale" in cui tutte hanno bisogno di presentazione, senza le quali non avreb-
le famiglie, pur vivendo in una propria abitazione all'interno be potuto iniziare questo nuovo cammino: Andrea e
di un unico edificio, condividono con gli altri tutte le risorse Giovannella che ci hanno accompagnato nel corso dell'an-
economiche di cui dispongono. Giordano di professione fa no portandoci la loro lunga esperienza di pilotaggio dei
l'architetto mentre Patrizia, dopo un iniziale esperienza nuovi gruppi con giovanile freschezza, e Paolo e Lidia
lavorativa di tipo impiegatizio, ha deciso di stare più vicina Avesani che sono stati presenti agli incontri cruciali in cui
ai bisogni di che soffre riconvertendosi in infermiera profes- sono successivamente maturate le difficili decisioni, non
sionale. scontate a priori, prima di provare l'esperienza di pilotaggio
Anche Luca, in qualità di assistente sociale, ha deciso di poi, in seguito, di aderire come nuovo gruppo all'interno
mettere al servizio della comunità i suoi carismi. Tra i suoi dell'END.
compiti principali vi sono quelli legati al difficile settore della A tutti loro va la nostra sincera riconoscenza ed ogni
mediazione familiare, cercando le soluzioni ottimali per augurio di bene per il prosieguo della loro missione.
lenire le sofferenze che accompagnano i conflitti coniugali Danilo e Monica Casati
quando queste assumono vaste proporzioni.
La moglie Marta, invece svolge una professione
6 - Ottobre 2000 Équipes Notre Dame - MILANO

DAGLI ESERCIZI...
UNA RICARICA PER TUTTO L'ANNO!
Esercizi spirituali Ritiro con il Settore
all'Opera Madonnina del Grappa alla Somasca di Vercurago
Desideravamo quest'anno adempire all'impegno del "ri- Anche quest'anno abbiamo partecipato al ritiro spirituale
tiro" con la partecipazione a un corso completo di esercizi che il nostro settore, da ormai 4 anni, organizza nel mese di
spirituali, i classici tre giorni con un po' di silenzio. Abbiamo settembre. L'appuntamento con il ritiro annuale è per noi
così partecipato a un corso di esercizi per coppie di sposi una grande ricchezza e abbiamo apprezzato ancora una
presso il Centro di Spiritualità dell'Opera Madonnina del volta la sapienza spirituale di Padre Caffarel che volle
Grappa, a Sestri Levante (tel. 0185-457131). Gli Esercizi questo impegno tra i punti chiave del metodo proposto dal
spirituali sono iniziati la domenica 27 agosto, la sera, con Movimento.
partenza il mattino di giovedì 31 agosto. Tre giorni pieni, L'appuntamento nell'accogliente casa dei Padri Somaschi
quindi, con quattro pernottamenti. era per sabato mattina alle ore 9.
Gli Esercizi sono stati tenuti da Mons. Dante Lanfranconi, Che bello rivedersi dopo la pausa estiva e sentire in tutti
vescovo di Savona. Mons. Lanfranconi proviene dalla zona la voglia di ricaricarsi: per cominciare il "nuovo anno" con
di Como, dove è anche stato consigliere spirituale di una più entusiasmo, per vivere sempre più intensamente il
équipe E.N.D.; attualmente è Presidente della Commissione rapporto di coppia, per approfondire il rapporto con Dio e
Famiglia della C.E.I. con i fratelli, per fermarsi un attimo e cogliere l'iniziativa di
Partecipanti erano 30 coppie, provenienti da varie parti Dio nei nostri cuori!
d'Italia; un certo numero dalla zona di Como, coppie che Il tema del ritiro era "La Riconciliazione" ed il predicatore
conoscevano da tempo Mons. Lanfranconi, quando era Don Pierantonio Tremolada, docente di Sacre Scritture al
sacerdote nella zona (è originario di Mandello Lario). Le Seminario di Venegono.
coppie per la maggior parte partecipavano già da anni Don Tremolada è stato molto chiaro e profondo nella sua
(qualcuna perfino da 25 anni) a questo ritiro di fine agosto esposizione ed ci ha fornito alcuni elementi importanti che
organizzato per le coppie dal Centro di Spiritualità, e quindi non vorremo dimenticare.
si conoscevano da tempo. Due coppie giovani avevano figli Per esempio non si è stancato di ripetere che non c'è
piccoli, e vi era un efficiente servizio di babysitteraggio. riconciliazione se non c'è un rapporto personale con Dio e
Il tema degli esercizi era: il cammino di fede in personaggi se non siamo capaci di vivere questo rapporto con lo stesso
del Vangelo di Giovanni. Ogni relazione esaminava un sentimento, con la stessa accoglienza e con la stessa
"testimone": Giovanni il Battista, Nicodemo, il cieco nato, intensità con cui viviamo (o vorremmo vivere) le relazioni
la famiglia di Lazzaro, Tommaso, Pietro. Per ognuno dei con le persone che ci sono più care. Lo sguardo di tenerezza
testimoni veniva analizzato il testo del vangelo, discusso e di compassione di Dio ci accompagna per tutta la vita, in
l'atteggiamento del personaggio e poi venivano date indi- qualsiasi momento. Se siamo capaci di accogliere, ricono-
cazioni pratiche e sollecitazioni per le riflessioni di coppia. scere e sentire questo sguardo di amore, allora, quando ci
Il discorso fatto da Mons. Lanfranconi era ogni volta utile, allontaniamo dalla Sua strada, sentiamo anche profonda-
vivo, concreto. mente la nostalgia di ritornare da Lui e di riallacciare il
Le relazioni erano una al mattino e una al pomeriggio. I dialogo.
momenti delle preghiere, sul ritmo delle Ore, dell'adorazione, "Lasciatevi riconciliare da Dio": con queste parole di San
della Messa erano ben organizzati, e vi era dedicato molto Paolo ripetutamente pronunciate durante le relazioni, don
tempo. A fine pomeriggio vi era un momento di scambio e Tremolada ha voluto mettere l'accento sul fatto che è
discussione con Mons. Lanfranconi, in assemblea. Abbia- sempre Dio che compie la riconciliazione e che la risposta
mo conosciuto coppie, giovani e anche molto anziane, al peccato è la creazione, da parte Sua, di un cuore nuovo
impegnate, valide, simpatiche. attraverso il dono dello Spirito Santo.
Il bilancio globale è stato senz'altro positivo. Unica nota Dopo ogni relazione era previsto un tempo piuttosto
carente, il silenzio, che non era per nulla richiamato. Era lungo per meditare in silenzio, da soli o in coppia, su quanto
possibile, isolandosi in coppia nei tempi liberi ai quali il ascoltato. Anche la cena di sabato è stata caratterizzata dal
programma lasciava ampi spazi. silenzio, come per non interrompere quel raccoglimento che
Giorgio e Carla Beghi a fatica avevamo raggiunto. Durante la veglia di sabato sera
Milano 10 abbiamo lasciato risuonare i testi biblici che ci erano stati
proposti durante le relazioni.
Anche se la partecipazione al ritiro è stata piuttosto
scarsa e il settore si sta chiedendo se sia utile mantenere
Avviso ai naviganti: è stato aperto il questa tradizione, da parte nostra confermiamo che è molto
sito web nazionale www.equipes-notre-dame.it importante sapere che all'inizio di ogni anno "sociale"
Vi trovate già tutti i documenti di Santiago. l'appuntamento con il ritiro, che ci viene proposto dalla
continua
Équipes Notre Dame - MILANO Ottobre 2000 - 7
Somasca - continua di rispondere. Seguiva la messa (a volte con i bambini), la
cena e per ultimo un breve incontro durante il quale si
Carta, è già fissato sul calendario. E' vero che ci sono molte
commentava la giornata, si proponevano punti di miglio-
altre iniziative di ritiri per coppie da parte della Diocesi o di
ramento, si organizzava il giorno successivo e infine la
altri settori di équipe e/o movimenti, ma è altrettanto vero che
compieta.
se non si sanno le date con un po' di anticipo è difficile
La lezione era suddivisa in due sezioni. Nella prima parte,
organizzarsi, sia per il lavoro, sia per l'organizzazione dei
Vangelo alla mano, veniva fatta la lectio divina, mentre
bambini piccoli.
nella seconda parte il Vescovo proponeva i temi emersi in
Chiudiamo ringraziando ancora don Tremolada per averci
un contesto concreto di vita familiare. Ecco alcuni dei temi
aiutato a togliere quel velo di
trattati dopo la lectio:
disagio con il quale spesso
La Carta delle équipes:
- il valore e la fatica della
viviamo il sacramento della
testimonianza nella fede tra
Riconciliazione (ammettere i
i coniugi e nei confronti dei
propri limiti e i propri peccati
ha sempre un po' il sapore una guida spirituale figli, non legato al succes-
so, ma all'amore e all'azione
della sconfitta) e a scoprire il
La Carta è il modo che abbiamo scelto come stile dello Spirito;
volto di un Padre che ci aspet-
di vita, come coppie impegnate nel raggiungimento - l'itinerario della fede come
ta sulla strada della comunio-
della perfezione cristiana. Si tratta di una grazia spoliazione di tutto ciò che
ne con Lui e, dunque, della
speciale di Gesù per vivere il sacramento del matrimo- non è fede: la povertà.
felicità piena.
nio secondo il Vangelo nelle Equipes Notre Dame, e -la famiglia come luogo in
nel quadro di una spiritualità concreta, quella che è cui ci si educa ad uno spirito
Biagio e Marina Savaré
la forza che sostiene tante coppie nella speranza e eucaristico.
Milano 10
nella gioia. Ma se abbiamo voluto seguire Gesù in - l'handicap e la sofferen-
questa via, dobbiamo essere fedeli ai nostri impegni, za.
ai mezzi che ci ha dato attraverso la nostra Carta. - la morte e la vedovanza
Tutte le nostre équipes hanno bisogno di una fedeltà come segno di fedeltà e di
Corso per famiglie maggiore ai principi e alle pratiche che sono il fon- vita eterna.
con l'Opera della damento della nostra spiritualità. Ed il modo miglio- Volendo dare un giudizio
re per ringraziare Gesù per la grazia di appartenenza sugli esercizi, non abbiamo
Regalità di al Movimento sarà certamente quello di vivere inten- trovato alcuna criticità. A
N.S.G.C. samente ciò che la nostra Carta ci richiede. Lasciare parte la distanza
Dal 29 Luglio al 3 Agosto da parte per routine, per noia o per negligenza il più (volutamente organizzato in
2000 siamo andati con i nostri piccolo dettaglio dei nostri mezzi di risposta all'invi- centro Italia affinché fosse
tre figli, Francesca (9) Stefano to di Gesù ed essere perfetti, sarà sempre un tradimen- raggiungibile da chiunque),
(7) e Luca (3) agli esercizi spiri- to del nostro carisma. "Se mi amate osservate i miei il posto, una casa diocesana
tuali organizzati dall'Opera del- comandamenti". immersa nel verde, è molto
la Regalità di Nostro Signore Padre Cristobal Sarrias s.j. bello ed accogliente; il Ve-
Gesù Cristo a Perugia consigliere spirituale dell'E.R.I. scovo, che una volta faceva
Montebello, con Monsignor parte dell'équipe di Como, è
Dante Lanfranconi (Vescovo esperto di catechesi familia-
di Savona) come predicatore. Era ormai il secondo anno che re ed è molto disponibile per dialogare con le singole
andavamo e quindi conoscevamo sia il posto che l'organiz- coppie; l'organizzatrice, la dolcissima Rosa Belluzzo, è
zazione, ed essendoci trovati molto bene la volta precedente attenta a creare un clima disteso e di collaborazione e cerca
eravamo fiduciosi di poter ripetere una bellissima esperienza di venire incontro alle necessità di tutti; le baby sitter sono
come coppia, famiglia e chiesa. Così è stato. eccezionali e disponibili anche dopo cena e nessuna
Eravamo in sette coppie provenienti da varie regioni coppia veniva interrotta per le necessità dei figli che, oltre
d'Italia, con un totale di 14 bambini dai 3 ai 15 anni e due baby a divertirsi, imparavano anche a riflettere...
sitter che, oltre al gioco, proponevano per i più grandicelli Insomma, possiamo davvero concludere raccomandan-
un percorso di riflessione. Il tema affrontato è stato la dovi, se potete, di provare un'esperienza di esercizi un po'
testimonianza ed il percorso di fede di alcuni personaggi nel più lunga del solito week end: di questi splendidi giorni non
Vangelo di San Giovanni (Natanaele, Nicodemo, il cieco ci è rimasto solo l'insegnamento, ma anche le amicizie, i
nato, Giovanni Battista, S. Giovanni, Lazzaro, Maria madre legami che si sono creati e che non si sono nemmeno
di Gesù). affievoliti nel tempo; persino i nostri figli si scrivono con
La giornata iniziava alle 7,30 con una preghiera comunita- i bambini che hanno conosciuto a Perugia, perché anche
ria molto semplice, che coinvolgeva anche i bambini; segui- loro hanno camminato con noi, al nostri fianco.
vano colazione, lodi, lezione e silenzio o riflessioni in coppia. Noi faremo di tutto per ritornare, se volete avere altre
Dopo il pranzo, le famiglie si riunivano con i propri figli (un informazioni potete contattarci.
po' di riposo per chi era venuto senza...), fino al momento Cesare e Lucia Reverdito
della successiva riunione nella quale ci si scambiava rifles- Milano 10
sioni e domande alle quali Monsignor Lanfranconi cercava
8 - Ottobre 2000 Équipes Notre Dame - MILANO

AMICIZIA E SOLIDARIETA'
Ho voluto intitolare questo mio breve scritto con le parole piccoli ospiti.
"Amicizia e solidarietà" perché sintetizzano nel modo più Durante le missioni non solo si condivide la vita dei
appropriato l'esperienza che sto vivendo insieme ad altri bambini, ma si opera per migliorarla organizzando incontri
amici in quel di Cormano. con i responsabili di uffici pubblici, dogana ed altri in modo
La storia ha inizio nel 1994 quando a Brusuglio era nata da ottenere tutte quelle informazioni necessarie per conse-
l'Associazione "Un sorriso oltre le barriere" che operava, in guire con successo i nostri obiettivi.
collaborazione con un Gruppo Caritas della Parrocchia Naturalmente tutte le attività hanno un costo e noi ci
S.Felice in Cremona, nel settore della solidarietà rivolta in adoperiamo nella raccolta dei fondi necessari svolgendo i
particolare ai bambini ucraini e precisamente avente lo più disparati compiti: mercatini di cose vecchie, vendita di
scopo di fornire aiuti alla Parrocchia S. Francesco in Vinnitza. torte, sottoscrizione a premi, vendita di articoli vari, propa-
Nel 1998, dopo un anno di pausa e riflessione, i cammini gandando gli scopi dell'Associazione in modo da ottenere
si sono divisi e presso la Parrocchia S. Vincenzo di Brusuglio contributi e così via.
viene ricostituita in forma autonoma l'Associazione di E' motivo di soddisfazione constatare la partecipazione di
volontariati "Un Ponte per la Solidarietà" che focalizza la tante persone e questo segno è per noi incitamento a
propria attenzione su un orfanotrofio della città di Herson continuare col massimo impegno per il raggiungimento
(Ucraina). degli obiettivi che ci siamo proposti.
Scopo dell'Associazione è quello di accogliere presso Non da ultimo ci sono state offerte da uno studio
nostre famiglie bambini ospiti dell'Istituto durante i mesi dentistico due poltrone con annesso trapano ed accessori;
estivi, ma soprattutto perseguire alcuni progetti a vantag- non si può immaginare con quale piacere vengono accolte
gio dell'Orfanotrofio nel suo complesso. Vi sono circa 240 in quanto detto materiale ci era stato richiesto ancora
bambini di età compresa fra 3 e 16 anni. nell'ottobre 1999.
Nell'estate del 1999 è stata organizzata la prima accoglien- Conclusione: ci prepariamo ad una nuova spedizione per
za: sono giunti a Cormano nove bambini/e; hanno parteci- il prossimo anno e speriamo di centrare nuovamente il
pato dal lunedì al venerdì all'oratorio feriale, mentre durante bersaglio.
il week-end sono stati in famiglia. Ci sarebbero tante altre cose da raccontare, ma mi sono
Lo scorso ottobre mi sono recato con un amico a Herson accorto di essermi prolungato anche troppo e chiedo venia
per verificare se l'esperienza fatta dai bambini fosse stata se questo scritto ha annoiato i lettori.
positiva, se non fossero nate gelosie ecc., ma anche per Giorgio Boselli
prendere coscienza della vita in Istituto. Cormano 1
Trasmettere per iscritto le impressioni di quella visita
penso sia una cosa ardua poiché bisogna provare per
credere: dimentichiamo gli agi che abbiamo a disposizione
e pensiamo alla nostra vita negli anni 1948/50.
L'Istituto in sé è decoroso, fornisce lo stretto necessario
ai bambini (colazione, pranzo e cena) e, a quanto appurato,
un cambio di vestiario.
Nel corso della nostra permanenza abbiamo potuto in-
staurare inizialmente un rapporto di conoscenza con i
bambini, rapporto che, col passare dei giorni, si è trasforma-
to in affetto; essere loro vicini, intrattenerli con il gioco,
parlare loro, donare un sorriso è stata un'esperienza che ha
lasciato il segno e dato un notevole impulso all'opera da noi
intrapresa.
Siamo ritornati carichi di entusiasmo portando con noi un
elenco, fornitoci dal direttore, di richieste di aiuti.
E' nata così una prima spedizione di aiuti umanitari quali
vestiario, biancheria, cancelleria, materiale per l'igiene per-
sonale, scarpe, giocattoli ed altri articoli di vario genere.
Suddetto materiale raccolto in 189 scatoloni per un totale di
circa 2700 kg è giunto in Istituto alla fine di marzo 2000 ed
è stato scaricato da nostri genitori in visita annuale
all''orfanotrofio.
Nel contempo il nostro gruppo si è allargato e quest'anno
ci è stato possibile accogliere 16 bambini dal 10 giugno al
15 luglio. Una mia seconda missione si è svolta ai primi di
giugno: è stato per me un ritorno a casa, accolto con affetto
dai piccoli amici ed è terminata accompagnato in Italia i
Équipes Notre Dame - MILANO Ottobre 2000 - 9

UNA PREGHIERA INSIEME


Pubblichiamo su ogni numero del giornalino una preghiera che riteniamo significa-
tiva: riportata da un giornale o recitata in comunità o durante una veglia o ad un ritiro
ci può aver fatto pensare e meditare e quindi vogliamo proporla a tutti.
Per questo vi invitiamo a farci pervenire quelle preghiere che volete condividere con
gli altri, saranno sicuramente pubblicate.

PREGHIERA DELL'ACCOGLIENZA

Signore,
aiutami ad essere per tutti un amico,
che attende senza stancarsi,
che accoglie con bontà
che da con amore,
che ascolta senza fatica,
che ringrazia con gioia.
Un amico che si è sempre certi di trovare
quando se ne ha bisogno.
Aiutami ad essere una presenza sicura,
a cui ci si può rivolgere
quando lo si desidera,
ad offrire un'amicizia riposante,
ad irradiare una pace gioiosa,
la Tua pace, Signore.
Fa' che sia disponibile ed accogliente
soprattutto per i più deboli ed indifesi.
Così senza compiere opere straordinarie,
io potrò aiutare gli altri a sentirti più vicino
e a ritrovare nuove strade
di amore e di pace.
Amen

Il testo di questa preghiera è stampato sul retro di una immaginetta dedicata alla
"Madonna dei Ghiacciai" venerata nella chiesa di Macugnaga - Pecetto.
10 - Ottobre 2000 Équipes Notre Dame - MILANO

Il Vangelo in ottonari: per i più, e per i meno, piccini

LA FIGLIA DI GIAIRO E
L'EMORROISSA
Gesù era ritornato ed al popolo narrò
quando Giairo, un prelato del miracolo sì bello
capo della sinagoga, con il tocco del mantello.
dalla casa, con gran foga, E Gesù: “Figlia mia amata,
venne tosto a supplicare la tua fede ti ha salvata.”
un favor particolare: Non aveva ancor finito
la figliola sua adorata di parlare che, contrito,
era a letto sì malata venne uno con la notizia
da pensar che la sua morte densa invero di mestizia:
fosse lì, di già alle porte. la fanciulla sì ammalata
Ed il padre preoccupato era ormai già trapassata.
s’era ai piedi suoi gettato Ma a Giairo, il suo papà,
continuando a domandare Gesù disse: “In verità,
di volerla visitare. credi sol, non dubitare,
Mentre egli attraversava e potrai lei riabbracciare.”
la gran folla che l’ calcava. Ed a quelli che piangenti
una mano, fra le tante, esprimevan sol lamenti:
gli toccò, tutta tremante, “Non piangete, no, per nulla,
del mantello l’orlo appena: solo dorme la fanciulla!”
una donna era, in pena, Ci fu pur chi cominciò
per ‘na lunga malattia, ad indirizzar sfottò:
‘na continua emorragia, “Noi l’abbiam vista stecchita,
che i suoi medici, sentiti, come dici ch’ella è in vita?”
a curar eran falliti. Ma Gesù, presa la mano,
Come ell'ebbe sol sfiorato disse a lei quel detto strano:
il mantello, ecco cessato “Talitakum”, che saria
il continuo sanguinio: “Vieni sù, fanciulla mia.”
un miracolo di Dio. All’udire lei quel detto
“Chi mi tocca?” fe’ Gesù. balzò fuori dal suo letto:
Gli rispose Pietro: “Orsù, poi, avendo anche appetito,
dalla folla sei pressato, da mangiar le fu servito.
in duecento t’ha toccato!” Or chi ha qualche magagna
Ma il Maestro avea avvertita meglio è se non si lagna
‘na virtù da lui uscita. e con gesto anche piccino,
Or sentendosi in flagrante ma con fede nel divino,
quella donna ancor tremante si abbandona al buon Gesù:
ai suoi piedi si prostrò “Dai miei mali, trammi tu!”
Équipes Notre Dame - MILANO Ottobre 2000 - 11

Spulciando in libreria
Marcoli Alba, edizioni Oscar Mondadori:
1. Il bambino nascosto, favole per capire la psicologia Gianfranco Ravasi, Edizioni Mondadori:
nostra e dei nostri figli, Milano 1993, pagg. 318 1. Il racconto del cielo, le storie, le idee, i personaggi
2. Il bambino arrabbiato, favole per capire le rabbie infan- dell'antico testamento, Milano 1995, pagg. 321
tili, Milano 1996, pagg. 341 2. La buona novella, le storie, le idee, i personaggi del nuovo
3. Il bambino perduto e ritrovato, favole per far la pace col testamento, Milano 1996, pagg. 341
bambino che siamo stati, Milano 1999, pagg. 332 Altre due opere "monumentali" del "nostro" biblista
Si è completata l'interessante trilogia di questa psicologa, milanese, ora Prefetto della Biblioteca Ambrosiana e cura-
frutto di anni di conduzione di gruppi di formazione e tore di innumerevoli rubriche divulgative, anche televisive.
sensibilizzazione per genitori e insegnanti: è in uno di questi Con questi due scorrevoli volumi traccia un affascinante
che l'abbiamo conosciuta. Sono due i bambini protagonisti itinerario attraverso gli episodi, le figure e le idee più
di queste pagine: quello che significative, dal punto di vi-
sta dietro ogni comportamento Padre, Figlio e Spirito Santo decisero di fare una sta teologico e letterario del-
e sintomo infantile e quello che vacanza: "Dove volete" disse il Padre "conosco l'intera Bibbia. Per ogni tappa
ognuno di noi adulti si porta già tutti i posti. "Dovunque, ma non in Palestina" di questo suggestivo viaggio,
dentro, proiettandolo spesso disse il Figlio "non ho un buon ricordo dell'ul- l'autore rievoca le opere pitto-
inconsapevolmente sui bimbi tima volta..." "Io proporrei un posto dove non riche, musicali, letterarie ispi-
che ci camminano accanto nel- sono mai stato!" esclamò lo Spirito Santo, "Per- rate alle pagine sacre, mostran-
la vita. Gli adulti ritengono co- ché non andiamo a Roma?" do così quanto il Vecchio e
munemente di poter pensare e Nuovo Testamento abbiano
agire in modo libero nei loro comportamenti abituali, mentre permeato e continuino ad alimentare la nostra cultura e la
in realtà sono spesso condizionati dal bambino che sono nostra stessa esistenza.
stati, con la sua vitalità e creatività, ma anche con le sue Sono sicuramente utili guide per avvicinarci consapevol-
realtà irrisolte, che possono interferire con le loro attuali mente ad un Libro alla base della civiltà e della spiritualità
relazioni, quella con i figli innanzi tutto. La fatica di crescere moderna.
viene analizzata a partire da temi diversi (l'abbandono
dell'infanzia, la nostalgia, la perdita, il tradimento, la paura, Silvano Fausti, edizioni Ancora:
le rabbie) tutti molto significativi del disagio infantile. Ed è Occasione o Tentazione, Arte di discernere e decidere,
così che la scoperta del mondo interno di un bambino Milano 1997, pagg. 164
attraverso la riappropriazione delle nostre stesse emozioni Gesuita, insieme ad altri vive nella comunità di famiglie di
di una volta costituisce una valida chiave d'accesso al Villapizzone, dedito al servizio della Parola, nei più svariati
mondo dei ragazzi, per poterli capire e aiutare meglio. modi. Questo libro vuol essere un piccolo manuale di
cammino interiore, che si rifà a sant'Ignazio per imparare
Dennis e Matthew Linn, edizioni San Paolo: l'arte di discernere e decidere. Aiuta a vedere la differenza
Come guarire le ferite della vita, Milano 1992 pagg. 349. tra piacere apparente e gioia, tra tristezza positiva e nega-
Gesuiti americani, cappellani e terapeuti in una clinica tiva, tra gioia autentica e sue contraffazioni. La gioia e la
psichiatrica, dal 1978 si dedicano a tempo pieno al ministero tristezza del cuore sono il criterio, interno a ciascuno di noi,
pastorale della guarigione. Questo libro in America ha del bene e del male. L'interiorità è ciò che fa sì che una
superato le quattrocentomila copie. Evocando situazioni persona sia se stessa e possa comunicare con l'altra: senza
concrete, mostrano come la parola e l'amore di Dio possono di essa c'è massificazione e omologazione. L'uomo non è ciò
raggiungere i ricordi più latenti, liberare una libertà alienata che è, ma ciò che non è ancora: diventa secondo ciò che
e restituire la capacità di amare e di perdonare. Analizzano desidera. Questo libro è appunto un contributo per chi non
cinque fasi della guarigione dai ricordi: vuol rinunciare a ciò che lo fa uomo: capire e agire con
1. Rifiuto: non ammetto di essere stato ferito libertà.
2. Collera: me la prendo con gli altri che mi feriscono e Alberto e Tiziana Farotto
distruggono Milano 9
3. Patteggiamento: perdono solo a certe condizioni
4. Depressione: me la prendo con me stesso per essermi
procurato una ferita morale
5. Accettazione: mi aspetto che la ferita abbia delle Ricordiamo a tutti gli Équipiers che il nostro gior-
nalino nasce da contributi spontanei, che gli articoli
conseguenze positive.
vengono impaginati in modo artigianale e che l’or-
Tutto questo analizzato alla luce delle parabole evange- dine in cui essi compaiono è solo casuale.
liche (spicca quella del figliol prodigo) e di esempi sugge- Solo gli articoli firmati “Équipe di Settore” espri-
stivi della loro esperienza clinica; i due autori insegnano a mono la posizione del Settore: tutti gli altri sono
cooperare con la grazia di Dio nel saper perdonare agli altri proposte che possono essere oggetto di riflessione e
e a se stessi. confronto, nel rispetto di un fraterno pluralismo.
12 - Ottobre 2000 Équipes Notre Dame - MILANO

LE NOSTRE RUBRICHE
11 novembre 2000 a Monza:
incontro dell'équipe di Settore
con le coppie responsabili di équipe
Ricordiamo questo importantissimo momento: solo una
profonda comunione fra le coppie responsabili e le coppie
di collegamento può permettere alla "base" (giusto per
usare un termine in voga) di avere il senso del movimento.
E' importantissimo. Conoscere altre realtà, altri fratelli
come noi in cammino, conoscere i loro problemi e le loro
conquiste ci può dare quella spinta ad andare avanti, di NUOVI ARRIVI!
cui ogni tanto possiamo sentire bisogno.
Oltretutto, come ormai tradizione, c'è anche la cena Matilde Gardella, nata il 18 ottobre 2000, figlia
offerta dal Settore. Vi aspettiamo tutti. di Roberto e Susanna, dell’équipe Milano 9, viene
P.S. Le coppie che non potessero si facciano sostituire. a fare compagnia a Matteo di 5 anni.

Progetto END-mail Due nuove équipes


Siamo solo al 30% di indirizzi e-mail registrati. I Con grandissima gioia accogliamo nel nostro Settore
ritardatari sono pregati di registrarsi all'indirizzo due nuove équipes, formate da giovani sposi:
a.i.autind@sycon.it Bellusco 1, pilotata da Andrea e Giovannella Luquer.
Dateci una mano a semplificare ed a velocizzare le Milano 11, pilotata da Alberto e Tiziana Farotto.
comunicazioni. Grazie anticipate Ringraziamo di cuore le due coppie pilota per il grande
Paolo e Lidia ed appassionato impegno profuso.

PROGRAMMA Sommario
ANNO 2000/01
Argomento Pag.

Il tringolo - Paolo e Lidia Avesani 1


Incontro con le coppie responsabili 11/11/2000 Riprendere fiato - Henry Caffarel 2
Monza - Oratorio di San Biagio - Via Manara 10 ore Da Santiago - Andrea e Giovannella Luquer 3
17 San Simon - Paolo Avesani 4
Tema: "Il collegamento"
L'équipe Bellusco 1 - Danilo e Minica Casati 5
Veglia di preghiera per le coppie in crisi 12/11/ Dagli esercizi - Giorgio e Carla Beghi 6
2000 " - Biagio e Marina Savarè 6
Monza - Santuario delle Grazie - ore 21 " - Cesare e Lucia Reverdito 7
Giornata di Settore 25/3/2001 Ritiro di quaresima La Carta - Padre Cristobal Sarrias 7
Monza Amicizia e solidarietà - Giorgio Boselli 8
Équipes miste 21/4/2001 Una preghiera insieme 9
La figlia di Giairo e l'emorroissa 10
Sessione Nazionale 25-29/4/2001
Spulciando in libreria - A. e T. Farotto 11
Nocera Umbra
Le nostre rubriche 12
Giornata di Settore 3/6/2001
Pavia
Incontro con i consiglieri spirituali 4/6/2001 Redazione: Biagio e Marina Savarè
Monza - Casa Avesani Équipe Milano 10
Via Ippolito Nievo 28/1 - 20145 MILANO
Sessione Nazionale 22-26/8/2001 Tel. 02-48007432 Fax. 02-43980432
Nocera Umbra E-mail bmsavare@mclink.it
Ritiro Spirituale 15-16/9/2001 Segretario telefonista: Pietro Savarè