Sei sulla pagina 1di 22

Equipes Notre Dame – Settore di Milano

ÉQUIPES NOTRE DAME


MILANO

GIORNALINO DI SETTO RE

Anno 22 n°1 Marzo 2004

IL FUTURO DEL NOSTRO SETTORE


Maria Luce e Tullio Galleno
(responsabili Settore Milano)

Carissimi,
mentre prepariamo quest’editoriale Ad oggi il Settore si compone di 22
siamo nel periodo di carnevale, ma equipes sparse su un territorio assai
quando lo leggerete saremo in quaresi- vasto che va da Pavia alla Brianza ma
ma. L’anno liturgico dovrebbe scandire la situazione è in notevole sviluppo,
il nostro tempo per aiutarci a non di- infatti: un’equipe sta finendo il pilo-
menticare la dimensione religiosa della taggio (Milano), due lo hanno iniziato
nostra vita. (Paderno), altre due sono appena
Tutto il nostro fare deve essere sem- partite (Milano e Cinisello) per un
pre rapportato ad una realtà più vasta totale di cinque equipes che portano
per farci respirare l’eterno. Con il complessivo generale del Settore a
quest’ampia visione dobbiamo scendere 27 equipes.
nel quotidiano cercando di compiere, Nel nostro movimento l’ organizza-
nel miglior modo, quelle azioni che pos- zione deve essere in funzione del
sono rendere il vivere comune il più rapporto umano, l’essenziale è la
possibile vicino ad una buon’armonia trasmissione personale, la buona no-
con tutto il creato. Venendo al nostro vella si trasmette attraverso tutta
servizio di responsabili del Settore di la nostra persona, importante è la
Milano, che ormai al terzo anno sta nostra testimonianza, parlano le no-
volgendo al termine, vogliamo rendervi stre vite, più che le nostre parole. Di
tutti partecipi della situazione attuale questo come genitori ne dovremmo
e delle prospettive per il futuro. avere esperienza! Allora quando un

END Marzo 2004


1
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

settore diventa troppo grande si per- rato, con l’equipe di settore, un proget-
de questa realtà, la coppia responsabi- to che prevede di dividerlo in due set-
le di Settore non riesce più a conosc e- tori.
re tutte le altre coppie, le coppie di Il criterio adottato per la suddivisione
collegamento diventano troppe per es- è sostanzialmente geografico; abbiamo
sere poi ospitate in casa durante le E- identificato, infatti, una zona Sud che
quipe di Settore e in ogni modo si ha n- chiamiamo Milano A (Milano, Cormano,
no delle riunioni ed una gestione trop- Pavia) con 16 equipe e una zona Nord
po complesse. che chiamiamo Milano B (Bellusco, Ca-
“Il Settore è una comunità di equipes rugate, Monza, Paderno, Cinisello) per
che vogliono fare insieme un percorso un totale di 11 equipe.
e aiutarsi vicendevolmente in questo Prevediamo di attuare il progetto per
cammino. l’anno 2004/2005 ma con gradualità: la
Esso forma un’unità geografica, costi- DIP, la coppia referente cultura e il
tuita da cinque giornalino rimar-
a venti equipes ranno in comune
circa, permet- almeno per il primo
tendo così una anno e le giornate
conoscenza di- di Settore si svol-
retta del le geranno ancora in-
persone e com- sieme.
prendendo un Il progetto è sta-
numero di cop- to sottoposto
pie responsabili all’equipe regione
per assicurarne ed all’equipe Italia
l’animazione. La mi ssione verso le equi- che lo hanno approvato. Dobbiamo a-
pes del settore consiste nell’animare, desso compiere i seguenti passi:
collegare, formare.”
Tutto ciò è il canovaccio che permette Individuazione delle due Coppie
i nostri scambi personali, lo scambio responsabili di Settore (in corso)
delle varie esperienze, che se cono- Incontro di verifica e pianifica-
sciute e trasmesse possono arricchire zione tra: Responsabili regionali,
il cammino di tutti. Dobbiamo scam- Coppia Responsabile di Settore
biare tutto il bello che c’è in noi! attuale, nuove Coppie Responsa-
bili di Settore.
Individuazione delle Coppie di
Coerentemente con quanto detto, con Collegamento e dei Consiglieri
la situazione attuale e con la fase di Spirituali (in corso)
crescita generata da un passaparola Informazione a tutte le equipe
piuttosto consistente, abbiamo elabo-

END Marzo 2004


2
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

L’iter dovrà essere completato entro


EQUIPE MISTE
fine giugno 2004.
E’ necessario identificare due Coppie Per incontrare e condividere
Responsabili di Settore più quattro Cop-
l’esperienza di altre equipe del
pie di Collegamento per MI A e tre per
MI B. L’incontro di Triuggio che si è ap- settore, si svolgerà in data
pena concluso è capitato in un momento
molto opportuno: un aiuto per chi intra- 3 aprile 2004
prenderà questo servizio.
Durante l’ultima giornata di settore il 23
maggio a Cormano, i Responsabili Regio- l’incontro delle equipe miste
nali presenteranno le due nuove equipes
di settore Milano A e Milano B con una La riflessione ed il confronto
“cerimonia solenne”! nell’equipe riguarderà il tema della
Chiediamo a tutti di collaborare per ren- PACE
dere tutto ciò vivo e fruttuoso per il no-
stro ed altrui bene ed in modo speciale Per chiunque desiderasse chiedere o
di invocare con noi lo Spirito Santo: segnalare qualcosa in merito,
referenti di settore per tale incon-
SPIRITO SANTO ILLUMINACI tro sono
SPIRITO SANTO GUIDACI
SPIRITO SANTO PROTEGGICI. Luigi e Cinzia Brambilla
(Monza 04)
tel. 039/6900919
e-mail Lueci@tiscalinet.it
Con amicizia
Maria Luce e Tullio.

END Marzo 2004


3
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

I nostri consiglieri spirituali

Preghiera per chi incontra i malati


Don Sandro Villa (C.S. Equipe di Settore e Mi 10)

Signore,
aiutami ad ascoltare ,….ad ascoltare il malato…il mio amico e fratello malato!

Aiutami ad ascoltare con tremore la fiducia che pone nella coscienza di ogni o-
peratore sanitario;

aiutami ad ascoltare la sua dignità di persona e il suo desiderio di dialogo, alla


pari col medico, gli infer mieri e i parenti;

aiutami ad ascoltare il suo sguardo, che mi parla dei turbamenti, delle paure del-
le speranze, ma anche della gioia per la salute riacquistata;

aiutami ad ascoltare la sua mano, che stringe fortemente la mia o che mi sfiora
la guancia per una carezza;

aiutami ad ascoltare il suo silenzio eloquente e a non interromperlo con parole


inutili o poco sincere;

aiutami ad ascoltare il suo pianto per una diagnosi pesante, buio impenetrabile,
rotto solo dalla terapia dell’amore;

aiutami ad ascoltare il suo sfogo vincendo la tentazione di sentirmi maestro e di


far prediche;

aiutami ad asc oltare con vero interesse le sue lezioni sul modo di affrontare la
sofferenza, sulla fragilità della vita, sulla necessità di vivere nell’essenzialità;

aiutami ad ascoltare il suo amore preoccupato e sempre più intenso per la fami-
glia, che pur nel disagio generale, rinfranca l’affetto vicendevole;

aiutami ad ascoltare con sofferenza il suo senso di inutilità e a ribellarmi alla


nostra malsana cultura, che lo pone nel cestino dell’emarginazione;

END Marzo 2004


4
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

aiutami ad ascoltare il suo amore semplice e concreto per i compagni di stanza


più bisognosi di lui;

aiutami ad ascoltare la sua sacralità, Eucaristia incarnata, che Ti porta in ospe-


dale e in famiglia;

aiutami ad ascoltare la sua fede, quando, come Tu in croce, dopo il lamento si af-
fida nelle mani del Padre;

aiutami ad ascoltare la sua capacità di unire i suoi sacrifici ai tuoi divenendo, mi-
steriosamente, tuo collaboratore alla Redenzione;

aiutami ad ascoltare la sua speranza nella vita futura, che relativizza la morte, e
lo proietta verso la risurrezione;

aiutami ad ascoltare….. con attenzione!

Signore, Ti ringrazio perché mi parli attraverso il mio amico e fratello malato!

END Marzo 2004


5
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

L’eredità di P. Caffarel riscoperta nei suoi scritti

L’amore e la croce
Tratto da “Pensieri sull’amore e la grazia »

Un grande amore esige una grande dubbio falliscono coloro che si


fatica: non opera di un giorno né una avventurano nel matrimonio senza
facile impresa. Conoscerà anche il comprendere che non c'è gioia se non si
dolore, talvolta per sua colpa, talvolta mortifica tutto l'egoismo gaudente
per la legge di ogni vita umana. Bisogna introdotto nel cuore umano dal peccato.
che lo accetti. Lo purificherà e Chi rifiuta la croce, non giunge alle piú
l'aiuterà a combattere e a vincere i profonde gioie dell'amore.
germi di peccato e di morte che esso Mentre coloro che non amano
contiene. L'amore sarà protetto dalla veramente si ribellano dinnanzi alle
Croce come le case degli braccia tese della croce, gli
Ebrei lo furono dal sangue altri vedono in essa la grande
dell'agnello pasquale occasione offerta al loro
dipinto sulla loro porta: amore per affermarsi e
l'angelo sterminatore non consolidarsi. È semplice
vi penetrò. amare quando si trova la
La Croce offre all'amore propria soddisfazione; è esal-
molto piú di una prote- tante amare quando, per la
zione, gli dà una nobiltà gioia dell'altro, occorre
tutta nuova. Essa è la pietra di sacrificarsi. Questa grandezza
paragone che lo costringe a rivelare il dell'amore era sconosciuta prima del
suo valore. O oltrepassando se stesso peccato; in un cammino senza ostacoli,
l'amore giungerà a questa nobiltà l'amore non aveva bisogno di superarsi,
oppure, disdegnandola, resterà lo è il peccato che gli ha offerto questa
schiavo piú o meno umiliato occasione causando la sofferenza, anzi
dell'egoismo e della sensualità. ha dato all'amore un'arma per vincerlo.
Vi sono certamente nella vita di una Per espiare il peccato che è rifiuto
famiglia ore luminose, - ve ne furono d'amore, l'amore umano seguendo
anche nella vita di Cristo - ma l'esempio di Cristo, si servirà della
l'illusione di una felicità tranquilla e sofferenza, figlia del peccato e
senza ombre è mortale per l'amore. È conquisterà la gloria del sacrificio.
questa la ragione di tanti disastri cui La coppia cristiana ha un senso
assistiamo impotenti. Poiché senza illuminato della croce.

END Marzo 2004


6
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

La nostra “Carta”

La “Regola di vita”

“Senza regola di vita, molto spesso la E' specifico delle E.N.D. il metodo o-
fantasia sovrintende alla vita religiosa biettivo-verifica, ovvero quello di
degli sposi e la rende caotica. Questa darsi degli obiettivi e poi di verificarli
regola di vita (beninteso ciascuno de- periodicamente. E' ciò che si fa anche
gli sposi deve avere la propria) non e nel dovere di sedersi e nella compar-
altro che lo stabilire gli sforzi che o- tecipazione, di cui parleremo nel pros-
gnuno intende imporsi per meglio ri- simo incontro.
spondere alla volontà di Dio su di lui.
Questi obiettivi devono essere propo-
Non si tratta di moltiplicare gli nibili, ovvero alla portata delle capaci-
obblighi, ma di precisarli, per soste- tà che ci riconosciamo in un momento
nere la volontà ed evitare di andare specifico del nostro cammino, scelti
alla deriva. Il consiglio e il controllo con cura, in modo da rispondere ad e-
di un sacerdote sono auspicabili, onde sigenze reali, e con sincerità, così da
premunirsi contro i sovraccarichi o la liberarci delle maschere che ci siamo
faciloneria. Non vi é alcun obbligo di costruiti.
far conoscere all'équipe la regola di
vita che si é adottata, né il modo in Ci si esamina con attenzione, alla ri-
cui la si osserva. Facciamo tuttavia cerca sia dei limiti da superare sia dei
presente che alcuni si sono trovati doni ricevuti da far fruttare, ponen-
bene nell'aver spinto fino a questo dosi in spirito di preghiera e raccogli-
punto l'aiuto reciproco.” mento per scoprire su quale aspetto
particolare della vita si debbano con-
Può sembrare strano che dei laici si im- vogliare i propri sforzi.
pongano una regola: parrebbe un metodo
più adatto ai monaci. Tuttavia non si Infatti la regola di vita è la scelta di
tratta di una regola rigida, fissata una un obiettivo, preciso su cui impegnarci
volta per sempre, ma di uno dei diversi nel rapporto con Dio o con gli altri; o-
mezzi che il movimento propone agli é- biettivo verso il quale tendere in mo-
quipiers (questa volta come singoli) per do particolare per un certo tempo (un
aiutarli a progredire nel loro cammino di mese, sei mesi, un anno, anche di
maturazione di fede alla luce di un pro- più ... ); in questo modo, con un obiet-
getto comune. tivo preciso, si riuscirà a progredire
nella crescita umana e cristiana ade-

END Marzo 2004


7
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

guando il passo alle scoperte fatte poco che uno strumento di costruzione di
per volta, stimolati anche dai piccoli rapporti autentici. A puro titolo di e-
successi ottenuti. sempio ecco alcune possibili regole di
vita:
Può darsi che per scegliere la regola di - curerò di esprimere a gesti e parole
vita sia necessario un tempo più lungo l'affetto che nutro per il coniuge
per riflettere: un ritiro potrà essere - riserverò 10 minuti al giorno per il
una buona occasione, lo scriverla il mez- dialogo coli Dio
zo per non dimenticarla! La regola di vi- - provocherò delle occasioni di dialogo
ta che abbiamo scelto può toccare a- con i figli, ponendomi in atteggiamento
spetti così intimi del nostro essere che di ascolto e non di giudizio
possiamo decidere di non esplicitarla in - riconoscerò una cosa bella ( avveni-
équipe. Tuttavia, il metterla in comune mento, parola .... ) capitata nella gior-
con le altre coppie dell'équipe può rap- nata trascorsa.
presentare uno stimolo ed un aiuto oltre

Le nuove Equipe

In Cammino...

……Alcuni di loro erano in cammino con Lui E’ un gruppo eterogeneo sia nelle espe-
ma, nonostante lo cercassero ed osser- rienze di coppia che di fede ma, abbiamo
vassero la Legge, non lo riconobbero….! imparato con l’E.N.D.,…. proprio in questo
E’ forse così, parafrasando la Sacra sta la nostra forza . Diversi sono infatti i
Scrittura, che possiamo riassumere la carismi ma uno solo lo Spirito che ce li ha
formazione della nostra Equipe. donati così, con l’aiuto del buon Dio, stia-
Spesso si cerca la Luce e la Via, lontano mo seminando sicuri del raccolto.
verso l’orizzonte, dimenticando che Cri- A Giugno al nostro gruppo si è aggiunta la
sto è sempre accanto a noi nel nostro vi- piccola Ester che partecipa “attivamente “
vere quotidiano. Egli ha scelto infatti non alle nostre riunioni (mangiando, dormendo
solo di farsi uomo in tutto, ma di vivere la e gorgheggiando), alla mamma Maddalena
maggior parte della sua vita nella famiglia e papà Maurizio vanno i nostri pensieri
di Nazareth. perché lei possa crescere, con la sorellina,
Con intenti e modalità diverse la ricerca in età, grazia e sapienza…..davanti a Dio,
di un senso più profondo della vita di cop- naturalmente!
pia, del matrimonio e della presenza del PIERA ED ANTONIO
Padre in ogni istante,.. ci ha spinto a tro- EQUIPE BELLUSCO DUE
vare il modo di crescere in coppia nella
fede in questa esperienza comunitaria. (II parte a p.12)

END Marzo 2004


8
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

La parola della Chiesa

“Senza figli non c’è futuro”


Messaggio del Consiglio Episcopale Permanente C.E.I.

Senza figli non c'è futuro. Se i figli so- a nessuno, certo non a un figlio, a me-
no pochi, in una società di adulti e anzia- no che non serva anch'egli a grati-
ni, il futuro svanisce. A chi consegniamo ficare l'io.
ciò che siamo, ciò che a loro volta ci È un problema la società. Viviamo nella
hanno consegnato i nostri genitori? È «modernità liquida», in cui nulla deve
vero anche il contrario: senza futuro essere solido, duraturo, permanente,
non ci sono figli. Quando l'orizzonte si per sempre. I valori di ieri erano la
fa incerto o rischioso, si avverte sem- stabilità e la fedeltà. Oggi sono il mo-
pre meno il desiderio di donare la vita, il vimento e il cambiamento. Si dice che
coraggio di generare dei figli. bisogna essere flessibili, senza un
Alla «crisi delle nascite, al declino de- terreno su cui mettere radici; che so-
mografico e all'invecchiamento della po- lo il presente è un valore; non lo sono
polazione» si riferiva anche il Santo Pa- ne il passato ne il futuro. Il tempo si
dre nel suo discorso al Parlamento ita- riduce così a una sequenza di attimi
liano del 14 Novembre 2002, invitando presenti, senza un prima ne un dopo.
«a un impegno responsabile e conver- Se questo è il contesto culturale, i fi-
gente, per favorire una netta inversione gli non possono rientrare nel progetto
di tendenza». Per riuscirci, occorre aver della modernità. I figli infatti sono
presenti le cause della crisi, che sono per sempre, richiedono una famiglia
più d'una e di varia natura. Il Papa par- solida per poter crescere, genitori
lava di «problemi umani, sociali ed eco- che diano loro amore per tutta la vita,
nomici», assieme. stabilmente. I figli inoltre, catalizza-
È un problema l'uomo. Siamo sempre più no energie che invece - viene suggeri-
concentrati su noi stessi, preoccupati to - è bene dedicare alla carriera, al
della nostra realizzazione personale. Ciò successo, al potere. I figli dunque non
non è negativo; lo diventa se degenera appartengono all'orizzonte di questa
nell'unico obiettivo che divora tutto il modernità, di questa cultura.
resto. Un gigantesco "io" stritola un Sono un problema anche le risorse e-
fragile "noi". Perché allora lottare per conomiche. Non si possono monetizza-
tenere insieme la propria famiglia? Per- re i figli, ma è evidente che costano
ché partecipare alla vita amministrativa molto e l'organizzazione della nostra
e politica per rendere migliore la pro- società li fa costare sempre di più. È
pria città e il proprio Paese? Una sog- la cruda realtà con cui devono misu-
gettività esagerata non concede spazio rarsi i genitori, i quali possono contare

END Marzo 2004


9
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

su aiuti economici e sgravi fiscali, che


però non incidono ancora in modo de- tica dell'aborto.
terminante nella soluzione dei problemi
quotidiani e che comunque restano di- Occorre quindi lavorare su più fronti.
stanti dai livelli di altri paesi europei.
Un contributo una tantum alle coppie Sulla famiglia, per vincere la tenaglia
che generano un figlio è senz'altro una dell'egoismo che spinge a considerare la
forma di incoraggiamento, ma non risol- generosità, la comunione e la fraternità i
ve tutti questi problemi se poi il conte- vizi dei perdenti, quando invece la storia
sto rimane immutato; se cioè il part- dice che alla lunga sono le virtù dei vin-
time, soluzione ideale per molte madri centi.
con figli piccoli, è spesso una chimera; Sulla società, sul mercato del lavoro, nel
se gli asili nido sono ampiamente insuf- dibattito culturale a partire dai mass-
ficienti; se le donne che dedicano alcu- media, per proporre immagini positive di
ni anni della loro vita - quelli in genere genitori uniti, responsabili e felici.
più proficui per la carriera - ai figli, Sulla politica, perché consideri davvero
quando rientrano nella loro azienda, la famiglia quello che è: il primo nucleo
vengono considerate professionalmente della società italiana, e attorno alla fa-
superate e non abbastanza amanti del miglia costruisca un progetto di Italia
lavoro; se un padre che sceglie il con- futura, investendo con convinzione sui
gedo è fatto oggetto d'ironia, più che figli, nostro futuro.
d'ammirazione; se una giovane coppia Per affrontare questi impegni non ma n-
vede svanire nell'affitto di un bilocale, cano le risorse di tanti uomini e donne
inadatto a famiglie con tanti figli, metà che credono nella vita. Credono anche
del proprio reddito. quando le condizioni di disabilità lasciano
Senza figli non c'è futuro. Ma anche intravedere un futuro difficile e lottano
senza genitori non c'è futuro. Un'inte- per renderlo il migliore possibile. Testi-
ra cultura dominante ha scordato il va- moni ad un tempo di amore alla vita e di
lore della paternità e della maternità, speranza per il futuro.
anche spirituali. Mancano i figli e man- Benedica e avvalori questi intendimenti
cano i genitori. Ma mancano anche gli il Dio della vita.
educatori e i maestri. Parlando dei figli
che mancano nel nostro Paese non dob- 1 Febbraio 2004
biam dimenticare i figli che - numero-
si - un futuro l'avrebbero se non se lo
vedessero rubato dalla denutrizione,
dalla malattia, dalla guerra; per non di-
re di quelli che un futuro non lo potran-
no mai avere perché viene loro radical-
mente sottratto dalla persistente pra

END Marzo 2004


10
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

La parola della Chiesa

“Scrivete pagine di Vangelo


con la vostra vita domestica”
La festa della Famiglia : 24-25 gennaio 2004
Relazione di Cristiana e Carlo Maestroni (Monza 2)

Durante questi ultimi mesi, uno dei mo- manifesti i suoi effetti anche sui sa-
menti più significativi della vita della cerdoti, con i quali deve intercorrere
Chiesa milanese è stata la celebrazione un rapporto di ascolto reciproco. E’
della giornata della S. Famiglia, svoltasi dalla famiglia che “può partire lo slan-
domenica 25 gennaio nelle diverse comu- cio della missionarietà rinnovata della
nità parrocchiali, ma preceduta dal con- Chiesa” (Avvenire, domenica 25 gen-
vegno diocesano delle famiglie di sabato naio 2004 )
24 presso il santuario degli Oblati di La riflessione è poi proseguita a
Rho alla presenza dell’Arcivescovo am- gruppi. Dopo il pranzo nel chiostro ed
brosiano Dionigi Tettamanzi. i canti Gospel del coro S. Giorgio di
Si è trattato di una giornata particolar- Acquate (Lecco), diretto dalla singo-
mente intensa, alla quale hanno preso lare figura di un medico musicista, il
parte, oltre ai 400 rappresentanti dei cardinale ha incontrato le famiglie
decanati, dei gruppi famigliari, associa- gustando e condividendo il clima inti-
zioni e movimenti, anche migliaia di geni- mo e “familiare” venutosi a creare.
tori e figli giunti nel pomeriggio al san- “Beneficati dalla grazia che deriva
tuario dell’Immacolata, per ascoltare il dal sacramento del matrimonio e
cardinale e vivere insieme questo mo- strumenti di Dio nell’edificazione del
mento di incontro, riflessione e festa. Suo Regno, sposi e genitori sono allo
Durante la mattinata, la riflessione di stesso tempo annunciatori e testimo-
don Enrico Solmi, direttore dell’Ufficio ni”, ha ricordato il cardinale, che ha
diocesano per la famiglia di Modena, ha anche voluto sottolineare la fatica
voluto richiamare l’importanza per le fa- della quotidianità familiare che si
miglie cristiane di essere bussola per confronta con i problemi concreti.
tutti coloro, e sono tanti, che desidera- Il tema della missionarietà della fa-
no sentirsi a casa all’interno della Chi e- miglia è stato uno degli argomenti più
sa, pur sperimentando situazioni diffici- significativi a cui l’arcivescovo ha vo-
li, poco serene, spesso irregolari; Nella luto far riferimento, in linea con la
logica dell’accoglienza e dell’ascolto, la scorsa lettera pastorale e con le e-
famiglia testimoni che “il matrimonio è sortazioni del Papa all’incontro mo n-
Vangelo”. Questo apostolato dei coniugi diale delle famiglie a Manila lo scorso

END Marzo 2004


11
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

gennaio; il volto missionario della fami- testimonianza della famiglia nella socie-
glia può essere costruito anche attra- tà. Il compito della famiglia si gioca so-
verso passi concreti quali la maggior prattutto nella costruzione di un tessu-
valorizzazione della domenica e della to di relazioni, fondato in particolare
celebrazione eucaristica, il coinvolgi- sui rapporti personali.
mento dei genitori nel cammino di ini-
ziazione cristiana dei figli, la

L’angolo della preghiera Le nuove Equipe

Bellusco 2
Preghiera dei genitori (II parte)

Signore, ti prego per lui,


per mio figlio.
E’ nato nuovo come pagina tutta bian- Il Primo anno di esperienza END, è
ca. stato un cammino a piccoli passi, ma
Nessuno vi scarabocchi sopra: concreti nella loro efficacia, perchè
non la società, hanno evidenziato gli aspetti fonda-
non i compagni, non la scuola, mentali di una vita spirituale di coppia :
non la televisione … nell'essere sposati nel Signore col sa-
E’ nato col viso pieno d’anima. cramento del matrimonio, nell'essere
Nessuno gli rubi il sorriso. consapevoli che la preghiera e il rin-
E’ nato originale, unico e irripetibile. graziamento,così....come il donarsi, de-
Conservi sempre vono essere sempre presenti in noi.
la sua mente per pensare, Anche l'assumere piccoli impegni, come
il suo cuore per amare. il dovere di sedersi, è risultato utile a
E’ nato pieno di voglia di vivere. sè stessi per una crescita ed un conti-
Mai perda la grinta nuo rinnovarsi, sia della coppia che del-
per attaccare la vita la propria vita spirituale, così come il
e non subirla confronto con le altre coppie. La condi-
E’ nato per Te. visione, la riflessione, la disponibilità
Nessuno gli sbarri la strada, del raccontarsi, del donarsi, hanno por-
nessuno gli rubi la bussola tato a rivedere o a confermare positi-
per orientare la vita vamente le proprie scelte, comportan-
verso il Bene che Tu sei. do non solo un cammino come coppia ma
Per sempre. anche come comunità.
Amen MADDAMAU

Inviata da Cristiana e Carlo Maestroni

END Marzo 2004


12
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

Vita di equipiers

Un viaggio emozionante
Di Gisella e Walter Mazzucco (Monza 2)

Questo viaggio Gisella lo deside- vertà.


rava da lungo tempo. Così quando una Ogni mattina con il nostro padre e il
coppia di amici, che fanno parte di un suo fedele parrocchiano, partivamo al-
gruppo missionario della nostra parroc- la volta di un villaggio…e ogni volta era
chia, ci ha proposto di andare con loro un’emozione diversa e profonda.
in Malì, ci siamo subito precipitati. Il L’obiettivo preciso della missione a cui
gruppo missionario ormai da alcuni anni abbiamo partecipato era quello di con-
sostiene alcuni progetti per aiutare trollare i lavori, che abbiamo finanzia-
queste popolazioni. to per la costruzione di una diga, gra-
Noi abbiamo accettato con grande en- zie alla quale la popolazione avrebbe
tusiasmo! Così dopo avere espletato potuto avere acqua per irrigare i campi
tutte le necessità del tipo vaccinazioni, e così coltivare orti e migliorare sensi-
visti etc, nei giorni successivi al Natale bilmente il loro tenore di vita.
siamo atterrati a Mopti, una piccola Consolidare l’agricoltura sarebbe mol-
cittadina nel cuore dell’Africa. to importante poiché abbiamo visto
Appena arrivati ci siamo subito resi moltissima gente ed in grande parte
conto che avremmo dovuto dimenticare bambini che trasportavano legna per
i nostri modi di vivere e di muoverci; ad trarne carbonella da vendere. In que-
attenderci troviamo Padre Alberto Ro- sto modo si rischiano il disboscamento
velli, un padre bianco originario delle e la completa desertificazione.
valli bergamasche, un omino piccolo tut- In ogni villaggio siamo stati invitati a
ta vitalità e con una grande grinta e vo- pregare con la comunità cristiana, che
glia di fare. in quella zona è solo una piccolissima
Si è capito al primo istante che aveva- minoranza.
mo di fronte una persona eccezionale e Abbiamo pregato con loro nelle piccole
così si è rivelata nei giorni seguenti. chiese costruite completamente di
Con la sua capacità di essere fango.
sempre attento e disponibile, con la ca- Durante tutti i nostri viaggi in giro per
pacità di ascoltare e capire le nostre il mondo abbiamo assistito a tantissi-
difficoltà nell’affrontare tutta quella me cerimonie cattoliche e non, ma
miseria e povertà che aleggiava l’emozione che sono riusciti a suscitar-
tutt’intorno a noi, soprattutto per me e ci qui, in questi luoghi non l’abbiamo
Gisella, per noi era la prima volta nella mai provata…i loro canti, la loro gioia e
nostra vita che avvistavamo tanta po- i loro colori così allegri, così liberi così

END Marzo 2004


13
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

belli! prattutto di ritrovarli in condizioni


E siamo rimasti molto colpiti quando du- migliori.
rante la cerimonia il nostro interprete ci
ha informati che ringraziavano Dio della
nostra partecipazione alle loro celebra- Walter e Gisella
zioni e della nostra presenza in quei mo-
menti.
Siamo rimasti affascinati dal grande
senso di ospitalità di questa gente così
povera ma con tanta ricchezza nel cuo-
re.
Abbiamo visitato inoltre una clinica in
cui abbiamo incontrato un medico del
luogo che ha studiato in Italia e che gra-
zie al nostro contributo ha costruito
questa clinica dove cura i malati di epi-
lessia che in questi villaggi sono abban-
donati a se stessi perché considerati in-
fetti o addirittura maledetti. Questa
clinica offre ai loro pazienti cura e aiu-
to.
L’ultima tappa del nostro viaggio è stata
la cittadina di Gao località dove la no- Equipe di Redazione:
stra parrocchia sostiene un progetto di
nome ANNA che assiste le mamme dal Carlo e Cristiana Maestroni
momento della gravidanza al compimento Cesare e Lucia Reverdito
del terzo anno di età del nascituro.
Giunti in questo paese con tantissime Carlo-maestroni@tele2,it
paure, ora che stiamo per ripartire, 02.2402180
scorrono nella nostra mente e soprat- Famigliareverdito@tin.it
tutto nel nostro cuore, le tante persone 022620160
incontrate, le mani strette, gli occhioni
delle centinaia di bambini che ci hanno L’equipe ringrazia tutti coloro che
circondato e accompagnato in questo hanno contribuito a questo nume-
viaggio, i colori, gli odori e tutte le notti ro e invita coloro che desiderano
trascorse al sol chiarore di luna…e tutti mettere in comune con il settore
quei sorrisi e, con il grande desiderio di le proprio esperienze ad inviare i
ringraziare il Signore di questa espe- loro articoli , preghiere, avvisi o
rienza, speriamo un giorno di ritornare e suggerimenti
poter riabbracciare i nostri amici e so-

END Marzo 2004


14
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

Dalla mini-sessione

Gratuità e chiamata: collegamento e pilotaggio


Di Loris e Anna Rizzo (Monza 4)

Quando abbiamo ricevuto l’e-mail che ci attraverso noi coppie Dio vuole testi-
proponeva di partecipare alla mini- moniare il suo infinito Amore.
sessione per coppie di collegamento e di Inizialmente ci possono assalire molti
pilotaggio siamo rimasti alquanto sor- dubbi e perplessità, ma sappiamo che
presi e divisi sul da farsi; l’uno dubbioso il Signore è sempre al nostro fianco e
(essendo solo all’ inizio del secondo anno ci darà la forza per superarli.
di équipe non sapevano cosa ci aspettas- Per svolgere un servizio non bisogna
se), l’altra più intraprendente dice: “ avere chissà quali capacità o fare
andiamo e vediamo ! “. chi ssà quali opere, ma l’importante è
Dopo breve consultazione si decide di portare la propria essenza di coppia.
partecipare all’incontro.
Una frase ci è particolar-
Subito dopo essere arrivati mente rimasta impressa e
abbiamo respirato un’aria speriamo di non dimenti-
nuova, come essere immessi carla mai:
in una realtà più grande; “ Gratuità e chiamata per
abbiamo preso un po’ più non essere padroni di un
coscienza di quello che è il ruolo, ma per essere libe-
movimento. ri di donare e per essere
liberi di t or n a r e
La mini-sessione era incen- nell’ombra dopo aver ser-
trata sul servizio. vito”
Chi aveva già fatto questo tipo di espe-
rienza affermava che alla fine era mol-
to arricchente per la coppia. Noi ne sia- Abbiamo veramente fatto tesoro di
mo certi visto che il solo parlarne ci ha questa esperienza e ringraziamo tutti
arricchiti immensamente. coloro che ci hanno accompagnato in
questi due giorni e in particolare le
Siamo ora consapevoli che se ci viene coppie in équipe da più anni che, con la
chiesto di svolgere un servizio è il Si- loro umiltà, disponibilità e essere
gnore che ci chiama, come siamo co- semplicemente coppia, hanno testimo-
scienti che è il Signore che ci ha chi a- niato quello che voleva essere il me s-
mati a far parte dell’ END perché anche saggio di questo incontro.

END Marzo 2004


15
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

Testimonianze

Memoria di un amico

Carissimi,
Jo’
purtroppo dobbiamo darvi una triste
notizia: la sera del 24 febbraio alle L’amico eri venuto dall’oriente,
ore 20 è mancato improvvisamente nel gesto cortese ed ossequioso
Joseph Lee marito di Emanuela Lee, ma dell’altrui virtù sempre curioso,
Coppia Responsabile Equipe Italia. pronto a servire, e a farlo sorridente.
Nessuna parola aggiungiamo in questo
triste momento, uniamoci in preghiera Di battute il bersaglio preferito,
alla famiglia Lee perché possa supera- per tutti noi tu certo eri “il cinese”
re, con l'aiuto di tutti, questo tragico e per di più, di fatto, torinese,
evento. ne sorridevi sempre divertito.
M.Luce e Tullio
T’ha chiamato il Signore all’improvviso,
Vi ringraziamo per la vicinanza che senza un saluto ai figli ed a Manù,
abbiamo sentito da parte vostra per come nel campo un fiore vien reciso.
la tragica scomparsa del nostro caris-
simo Joseph. T’ha chiamato con sé Cristo Gesù.
Sappiamo che molti, oltre a chi è riu- Hai detto “Sì!”, sicuro, col sorriso:
scito a partecipare personalmente al- aiuta tutti noi, Jo’, di lassù.
la cerimonia funebre, si sono fatti vi-
cini ad Emanuela, Stefano, Alessandro Paolo Avesani
e a tutti noi.
Emanuela e i ragazzi ringraziano tutti
con profonda riconoscenza e da parte
nostra vi abbracciamo perché
l’amicizia e l’affetto che ci unisce
possa confortarci e aiutarci a sentire
ancora presente Jo, amico caro capa-
ce di ascoltare molto e di calibrare
ogni suo intervento.

Renata e Edoardo Faini


I responsabili regionali

END Marzo 2004


16
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

L’angolo dei libri

Immagini di coppia nella Bibbia via di speranza. Credo che questa sia
Autore: Gregorio Vivaldelli la vera chance dei biblisti: di posse-
Ed. San Paolo dere gli strumenti di scienza e di in-
telligenza (quelli che vengono dallo
In questo volume l'Autore, biblista e pa- Spirito) per intuire il "pensiero" di
dre di famiglia, conduce il lettore attra- Dio attraverso la Parola, e di collocar-
verso alcune tra le pagine più belle del- si però nello stesso tempo in mezzo
l'Antico e Nuovo Testamento, cercando agli uomini per accogliere questo
di rispondere alla domanda: «Che cosa "pensiero" che si fa condivisione e of-
dice questa Parola di Dio alla coppia e ferta di amore per ogni situazione u-
alla famiglia?». L'analisi esegetica, rigo- mana e per ogni attesa» (dalla Pre-
rosa e dettagliata, viene compiuta con sentazione di don Sergio Nicolli).
un'attenzione particolare al linguaggio,
alle esigenze e alla vita delle coppie e La preghiera in famiglia
delle famiglie. Arcidiocesi di Milano, Servizio per la
Tra gli argomenti trattati: cosa signifi- Famiglia
ca che la famiglia è fatta a immagine e Ed In Dialogo, Milano, 2002
somiglianza di Dio? Cosa dice la Parola
di Dio alle famiglie in crisi, separate o In sintonia con il cammino pastorale
distrutte, e quali atteggiamenti pasto- dell'anno "Lavorare insieme 2002-
rali suggerisce alla Chiesa tutta? Quale 2003. Stare con il Signore", può esse-
relazione tra eucaristia e matrimonio, re affrontato il tema della preghiera
tra banchetto eucaristico e vita familia- della famiglia. Da più parti si denunzia
re? L'Autore propone alcune interes- infatti una crisi del senso della pre-
santi e suggestive letture della Parola di ghiera, sullo sfondo dei grandi muta-
Dio, mediante una riflessione stimolante menti intervenuti nella società odier-
e accattivante e un linguaggio coinvol- na. Uno dei nodi cruciali di questa cri-
gente e suggestivo, ma nello stesso tem- si è quel fondamentale aspetto dell'e-
po semplice e divulgativo. sperienza laicale che è la vita di fami-
«Gregorio Vivaldelli ha una singolare ca- glia. Di qui l'interesse per una rinno-
pacità: di far risuonare la Parola nell'og- vata riflessione sul rapporto tra pre-
gi e di farti sentire la tenerezza e la ghiera e famiglia, che è appunto il te-
misericordia di un Dio che non ti lascia ma di questo contributo di Giorgio
nella tua sofferenza e nel tuo disorien- Campanini, da sempre attento alla vi-
tamento, ma ti accoglie e ti indica una ta e ai temi della famiglia, già com-

END Marzo 2004


17
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

parso su La rivista del clero italiano e Ed. Cittadella Editrice 6euro


qui riproposto con l'aiuto di alcune
schede che possono facilitare la ri-
flessione in coppia e in gruppo. Il con- L'Autore affronta e mette in rapporto
tributo presentato da questo sussidio fra loro i due libri forse più sconcer-
aiuta a collocare la preghiera all'inter- tanti della Bibbia e di fronte ai quali
no della spiritualità familiare e a con- spesso il lettore poco provveduto rima-
siderare le forme che la preghiera può ne confuso. Diversi per impostazione,
assumere nella vita quotidiana della per genere letterario e per stile, essi
famiglia. hanno tuttavia in comune di essere una
contestazione della sapienza tradizio-
nale circa la soluzione del problema del
male e della sofferenza presenti nel
Famiglia e Vangelo mondo. Pur non presentando una diver-
Arcidiocesi di Milano, Servizio per la sa soluzione, sono però una rottura con
Famiglia una mentalità ferma su soluzioni insod-
Ed. In Dialogo, 3,5 euro disfacenti e una provocazione per una
ulteriore ricerca. L'Autore non fa un
Che legame esiste tra il matrimonio commento dettagliato dei due libri, ma
cristiano e la buona notizia di Gesù, ne coglie il messaggio attraverso i passi
tra vicenda di una famiglia e il Vangelo più significativi, mettendo in grado il
della salvezza? Come possono oggi l'a- lettore di capirli e di vederne l'impor-
more tra un uomo e una donna, la deci- tanza e il significato nel contesto di
sione di legarsi nel patto matrimoniale, tutta la Bibbia. E' una sintesi profonda
la vita familiare che ne deriva, esposta con un linguaggio limpido e ac-
"significare" il Vangelo di Gesù? At- cessibile a un vasto pubblico di lettori.
traverso le riflessioni di don Franco
Giulio Brambilla e le schede che aiuta- Icone per pregare
no a declinare questi pensieri all'inter- Autore: Domenica Guidotti
no della coppia e dell'incontro di grup- >Ed Ancora
po, il testo si innesta sul percorso del-
la missionarietà, per crescere nella Questo volume si propone di insegnare
consapevolezza della presenza del a pregare attraverso la contemplazione
Vangelo nella vita nelle vicende di ogni delle icone, "parole di Dio scritte nei
famiglia amata e benedetta dal Signo- colori". L'iconografia, una donna dei no-
re. stri giorni, ha dipinto quaranta immagini
quasi tutte inedite, accompagnate
Giobbe e Qohelet: la contestazione ognuna da una preghiera-poesia e da
sapienziale nella Bibbia un'invocazione, che aiutano ad entrare
Autore Bruno Maggioni in comunione con Dio: la luce

END Marzo 2004


18
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

nitida, il tratto deciso, i colori accesi Un grazie sincero a questo sacerdote


dispongono il cuore ad accogliere la ortodosso, padre di cinque figli, mate-
Grazia e a lasciarsi invadere dal suo po- matico, fisico, filosofo della scienza,
tere salvifico. L'autrice diventa il pen- ingegnere elettrotecnico, teologo, epi-
nello di Dio e ogni icona è finestra a- stemologo, filosofo della religione, te-
perta sul Mistero. orico dell’arte e della filosofia del lin-
guaggio, studioso di estetica, di simb o-
logia e di semiotica; a questo gigante
“non dimenticatemi” del pensiero del Novecento; a questo
Autore: Pavel Florenskij martire della fede ortodossa in terra
>Ed Mondadori russa, fucilato l’8 dicembre del 1937.

Un libro che ha la freschezza dell’aria


di montagna, che subito ti porta in altri
spazi, ad altre quote. Nella odierna
consuetudine demoniaca di frammenta- Errata corrige:
re e di dividere tutto, di specializzare
ogni nostro sapere, il libro di Florenskij
Sull’ ultimo numero di questo
ci fa percepire la sconosciuta bellezza
del progetto unitario di Dio che collega giornalino è stato sbagliato il ti-
e sottende tutta la creazione. E mi tro- tolo della poesia di Paolo Avesani:
vo a pensare come il dono il titolo corretto è “Pastrengo
dell’intelligenza sia fatto, forse, pro- (ovvero una riunione bilancio...
prio per permetterci di cogliere, con
poetica). Ci scusiamo con
tutta la serietà della nostra ragione,
l’autore.
del nostro studio e della nostra logica,
quello che c’è “oltre” la natura, la fisi-
ca, l’arte. Di cogliere che il progetto di
Dio è un progetto di riunificazione, di
unità, di relazione. Che, partendo dalla
relazione con Lui, possiamo entrare in
relazione con il coniuge, i figli, i paren-
ti, gli altri e la creazione tutta. Floren-
skij ha la capacità di cogliere istintiva-
mente e in modo molto naturale questa
unità di fondo, e riesce a farcene intui-
re la bellezza anche in situazioni diffi-
cilissime, come in queste lettere scrit-
te alla moglie e ai figli durante il perio-
do di deportazione nei gulag.

END Marzo 2004


19
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

I NOSTRI APPUNTAMENTI

CALENDARIO DEL SETTORE DI MILANO 2003-2004

IMPEGNO LUOGO INVITATI DATA ORA

Equipe Regione Settore Varese CRS+EDS 20-21/03/04

Equipe miste Tutti 03/04/04 20,30

Sessione naz. Pri- Ciampino Tutti 28/04-02/05/04


mav.

Equipe di Settore Sesto S. Giovanni/ EDS 08/05/04 17,00


Reverdito

Giornata di Settore Cormano Tutti 23/05/04 08,45

Equipe di Settore Pavia/Roveda EDS 06/06/04 17,00

Incontro con SCS Casa Galleno SCS+CRS 02/06/04 10,00

Equipe Regione Busto CRS 12-13/06/04

Sessione naz. Esti- Ciampino Tutti 18-22/08/04


va

Responsabili Setto- Ciampino CRS 24-26/09/04


re

Ritiro Albino (BG) Tutti 18-19/09/04


*causa non dispo-
nibilità della casa

END Marzo 2004


20
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

RITIRI E INCONTRI

NELLA NOSTRA DIOCESI

RITIRI PER FAMIGLIA CON BAMBINI:

Monastero S. Benedetto, v. Felice Bellotti 12, 20129, Milano


Villa Sacro Cuore—Triuggio
Relatore: don Mario Bonsignori
30 Maggio 2004
4—6 Giugno 2004
22—27 Giugno 2004

RITIRO SPIRITUALE PER MAMME……!

E-mail: benedettineap.milano@tiscali.it
GIORNATE DI SPIRITALITÀ
PER SPOSI:
Villa Annunciata—Casaglia di Besana Brianza

Tema: “Chi è mia madre?”


21 Marzo 2004
18 Aprile 2004 14—15 Novembre 2004
16 Maggio 2004

ESERCIZI SPIRITUALI PER SPOSI: Tel. 02.798739


29 Luglio 1 Agosto 2004

FUORI DIOCESI
Se avete fatto qualche e-
ESERCIZI SPIRITUALI PER FAMIGLIE: sperienza particolare di
Opera della Regalità di N.S.G.C. : 1-6 Agosto 2004 ritiro o incontro , che vo-
lete condividere con il
Relatore : Mons. Dante Lafranconi
settore, segnalatela alla
Tema: “Ricapitolare in Cristo tutte le cose”
redazione con un vostro
Albergo Le Mandriole—Dogana N. (Mo) articolo o anche solamen-
Tel. O.R. 0280’509605 te indicando il gruppo or-
ganizzatore e la tipologia
dell’incontro.
Grazie

END Marzo 2004


21
Equipes Notre Dame – Settore di Milano

Vi annunciamo che Mercoledì 28 Gennaio è nato Federico Pastori.


Unendoci alla felicità di mamma Carmen, papà Stefano e del piccolo France-
sco Gabriele
L’ Equipe Cormano 4 condivide con tutte le altre Equipes la gioia di questa
nascita.

IIl settore dà benvenuto a Federico ed Ester (Bellusco 2) nuovi Baby equi-


piers. Un caloroso augurio alle loro famiglie.

Tanti auguri anche a Renata ed Edoardo Faini che da poco sono diventati
nonni.

SOMMARIO
Il futuro del nostro settore (Maria Luce e Tullio Galleno) 1

Preghiera per chi incontra i malati (Don Sandro Villa) 4


L’amore e la croce (p. Caffarel—Tratto dai Pensieri sull’amore e 6
la grazia)

La nostra Carta: “La Regola di vita” 7

In cammino (Piera ed Antonio Marchesi) 8


Senza figli non c’è futuro (Messaggio del Consiglio Episc. Perm.) 9
CEI

Scrivete pagine di Vangelo con la vostra vita domestica 11


(Carlo e Cristiana Maestroni)

Un viaggio emozionante (Walter e Gisella Mazzucco) 13


Gartuità e chiamata: collegamento e pilotaggio 15
(Rizzo Anna e Loris)

Memoria di un amico 16

L’angolo dei libri 17

Calendario di settore 20
Ritiri ed incontri nella nostra diocesi 21

END Marzo 2004


22