Sei sulla pagina 1di 16

Progettazione

DI STAZIONI DI POMPAGGIO CON POMPE CENTRIFUGHE


PER ACQUE REFLUE FLYGT DI GRANDI DIMENSIONI
2
Indice
Pompe centrifughe Flygt di grandi dimensioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

Principi generali per la progettazione dei pozzi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4

Pozzo standard Xylem . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5

Dimensioni del pozzo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8


Volume richiesto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10
Livelli minimi di arresto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10

Criteri per l’installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12


Criteri per l’installazione di pompe sommerse . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12
Criteri per l’installazione a secco delle pompe sommergibili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12

Importanza del punto di lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14

Progettazione dei sistemi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15

Questo opuscolo è destinato a tecnici, disegnatori, Un’accurata progettazione della stazione riduce i
progettisti e gestori di stazioni di pompaggio per costi iniziali di investimento ed i costi di gestione.
acque piovane e di fognatura realizzate mediante Per avere un supporto in questo campo, è possibi-
pompe Xylem Flygt sommerse e sommergibili con le rivolgersi al personale Xylem oppure consultare
installazione a secco. le pubblicazioni disponibili. Nella progettazione di
In installazioni di questo tipo, è fondamentale che il stazioni di sollevamento di acque reflue è importan-
pozzo della pompa sia progettato correttamente te tenere in considerazione anche l’analisi dei tran-
ed è necessario rispettare due importanti requisiti sitori idraulici per il dimensionamento delle casse
di progettazione: impedire che alla girante arrivino d’aria, la scelta delle valvole, ecc. Questi argomenti
quantità significative di aria e smaltire i solidi sedi- non vengono trattati in questo opuscolo, ma è pos-
mentati e quelli galleggianti. Il pozzo standard Flygt sibile ottenere maggiori informazioni al riguardo
può essere utilizzato, con opportuni adattamenti, rivolgendosi direttamente a noi.
per ogni necessità nella maggior parte delle instal- Per assicurarsi le prestazioni ottimali e la durata
lazioni. massima della pompa è consigliabile richiedere la
La pompa e il pozzo sono parti di un unico sistema consulenza di nostri tecnici. I suggerimenti per la
che comprende anche diverse strutture e altri ele- progettazione sono intesi solamente per apparec-
menti quali i sistemi di ventilazione e attrezzature di chiature Xylem Flygt. Xylem non si assume alcuna
trattamento. responsabilità per apparecchiature di altri produt-
tori.

3
Pompe centrifughe Le pompe Flygt con installazione a secco sono di
facile manutenzione. Il gruppo del motore e della
Flygt di grandi dimen- girante può essere facilmente estratto dalla voluta
della pompa per effettuare revisioni e riparazioni. Il
sioni gruppo pompa/motore sommergibile consente di
avere una stazione di pompaggio anti-allagamento
Le pompe sommergibili centrifughe Flygt di grandi che funziona sempre in sicurezza.
dimensioni sono state utilizzate in molteplici appli-
cazioni in tutto il mondo. Le pompe possono essere
sommerse o installabili a secco. Fra le applicazioni
possibili troviamo stazioni di pompaggio delle acque
reflue di diverse dimensioni, stazioni in ingresso negli
impianti di trattamento, pompaggio delle acque pio-
vane, irrigazione, applicazioni in miniera, cantieri
navali e altre ancora.
Le pompe sommergibili centrifughe Flygt offrono
importanti vantaggi, tra cui:
• Motore e unità pompa compatti
• Nessun sistema separato di lubrificazione
• Basso livello di rumorosità durante il funzionamen-
to
• La variante della girante N offre un’elevata efficien-
za e affidabilità, grazie a una progettazione idrauli-
ca esclusiva
• Stazioni di pompaggio anti-allagamento anche
per pompe con installazione a secco
• La connessione e disconnessione automatica di
installazioni sommerse permette di effettuare ispe-
zioni e manutenzioni rapide e semplici
• Sovrastruttura della stazione ridotta al minimo
Le nostre pompe sommerse sono installate su un
piede d’accoppiamento imbullonato sul fondo del
Principi generali per la
pozzo. La pompa viene guidata in posizione con
doppi tubi fissi da 3”. Il collegamento è automatico e
progettazione dei pozzi.
non è indispensabile che sia visibile. La pompa viene Il flusso d’acqua verso una pompa deve essere uni-
semplicemente abbassata sul piede d’accoppiamen- forme e costante, senza presenza di aria e di vorti-
to e viene tenuta in posizione dal suo stesso peso. Il ci. La mancanza di uniformità di flusso non consente
recupero della pompa è altrettanto semplice. un funzionamento ottimale della pompa, con conse-
guente riduzione del rendimento idraulico. Un flusso
non costante produce un carico variabile sulla giran-
te determinando rumorosità e vibrazioni, con possibi-
li danneggiamenti meccanici.
Un eccesso di vorticosità in aspirazione può provo-
care una variazione significativa del punto di lavoro
alterando la portata, la potenza e il rendimento. Può
inoltre originare zone a bassa pressione con forma-
zione di vortici che costantemente si estendono all’in-
terno della pompa. Quest’aria causa inevitabilmente
una riduzione della portata, e costituisce, per la giran-
te, un carico variabile: si generano così rumorosità e
vibrazioni con conseguenti danni fisici. Tali situazio-
ni possono inoltre influenzare i carichi di processo in
altre parti dell’impianto.

4
La progettazione di un pozzo dovrebbe non solo che il flusso raggiunga le pompe. L’energia dovuta
garantire un flusso corretto, ma impedire anche l’ac- alla caduta dovrebbe dissiparsi contro un ostaco-
cumulo di sedimenti e impurità nel pozzo stesso. lo per evitare velocità troppo elevate nel pozzo.
Devono essere considerati i seguenti aspetti: Questo si può realizzare in pratica con una parete
• Il flusso d’acqua in ingresso al pozzo deve essere di smorzamento posta all’ingresso del pozzo.
diretto verso l’aspirazione della pompa, ciò deve • Il pozzo dovrebbe essere il più piccolo e semplice
avvenire con il minimo di vorticosità e di perdite possibile per ridurre i costi di realizzazione. Deve
idrauliche. comunque assicurare un volume minimo per evita-
• Per evitare la formazione di vortici di superficie nel re che si verifichi un elevato numero di avviamenti/
pozzo le pareti devono essere realizzate in modo ora.
tale da evitare, per quanto possibile, zone di rista-
gno dell’acqua. Una parete correttamente posizio- I principi da adottare nel progettare un pozzo vengo-
nata nelle vicinanze dell’aspirazione della pompa no illustrati in specifiche guide alla progettazione e in
può ridurre ogni tendenza alla formazione di vor- manuali contenenti regole pratiche, quali ad esempio
tici con conseguente entrata d’aria. L’immersione quelle pubblicate dall’American Hydraulic Institute e
minima delle pompe deve essere sufficiente ad dalla British Hydromechanics Research Association.
evitare formazione di vortici superficiali. Quando si realizza un nuovo progetto, fuori da stan-
• Sebbene debba essere evitata una turbolenza dard collaudati, si raccomanda di eseguire un test su
eccessiva con presenza di grossi mulinelli, una leg- modello in scala.
gera turbolenza è spesso utile nel prevenire la for-
mazione e lo sviluppo di vortici persistenti.
• I sedimenti, che potrebbero nel tempo diventa-
Pozzo standard Xylem
re veri e propri depositi, non devono accumularsi Un pozzo progettato in base a questo opuscolo è
nel pozzo. Devono pertanto essere evitate le zone di dimensioni inferiori rispetto ad un pozzo conven-
stagnanti o a bassa velocità. Per prevenire la sedi- zionale. Ciò determina, di conseguenza, un volume
mentazione spesso vengono realizzati pozzi con tampone inferiore per compensare le variazioni di
fondo inclinato, muretti e gradini di riempimen- portata transitorie. Abbiamo l’assenza di volume sup-
to. Per grandi variazioni di portata, parte del pozzo plementare per contenere il flusso in eccesso rispetto
può essere riservato a portate in ingresso ridotte alla portata totale della pompa (i volumi dei tubi sono
con un livello del fondo più basso e una pompa di in genere superiori a quelli di qualsiasi stazione di
piccole dimensioni. Per una progettazione ottima- pompaggio). La corretta progettazione di una stazio-
le del pozzo, consultare Xylem. ne di pompaggio deve pertanto tenere in considera-
• La schiuma di superficie, croste galleggianti e pic- zione tutti gli aspetti critici del funzionamento.
coli detriti in genere, potrebbero restare in ogni
zona relativamente calma della superficie d’ac- La portata della pompa deve essere tale da consen-
qua: questi materiali devono essere rimossi con- tire la gestione dei picchi di portata in afflusso per
tinuamente. Il livello d’acqua dovrebbe essere ridurre al minimo il rischio di allagamento. Spesso
abbassato il più possibile ad intervalli, in modo da può risultare utile analizzare anche le caratteristiche
aumentare velocità e turbolenza. E’ indispensabile di portata del sistema fognario di alimentazione.
comunque evitare l’entrata d’aria nella pompa. Per Il sistema di controllo delle pompe deve fornire
ottenere prestazioni di pompaggio ottimali, con- anche protezione nel caso di mancanza di corrente.
sultare un tecnico Xylem. Gli occasionali aumenti Qualora il volume del pozzo venga ridotto al minimo,
di velocità del flusso aiuteranno inoltre a contrasta- come indicato nella sezione precedente, l’impiego di
re l’accumulo di sedimenti sul fondo. determinati sensori di livello può risultare cruciale.
La tubazione di mandata dovrebbe essere progetta-
• In molti pozzi, l’ingresso della fognatura è posi-
ta in modo da evitare l’allagamento causato dal flusso
zionato ad un livello relativamente alto. Il liquido
di ritorno delle pompe, anche in situazioni di emer-
quindi deve compiere un salto elevato prima di
genza. L’effetto di possibili colpi d’ariete deve essere
arrivare nel pozzo. Il salto risulta tanto più elevato
ridotto al minimo mediante l’adeguata progettazione
quanto più basso è il livello nel pozzo. Questo si
dei dispositivi di controllo.
verifica in genere quando le pompe stanno termi-
nando lo svuotamento e sono prossime all’arre-
sto. Il percorso tra l’ingresso nel pozzo e le pompe
deve essere sufficientemente lungo affinché l’aria
possa raggiungere la superficie e fuoriuscire prima

5
Per evitare la formazione di vortici nella
A1 camera della pompa, a monte del pozzo, il
tubo di adduzione deve avere un tratto dirit-
to di lunghezza pari a cinque volte il proprio
diametro. Il disegno esatto del pozzo varia in
funzione del numero di pompe e della loro
dimensione.
Il pozzo con ingresso frontale a livello alto
viene definito come tipo A1. In questa con-
figurazione, il flusso non deve compiere una
deviazione orizzontale, che potrebbe indur-
re una rotazione della massa liquida presen-
te nel pozzo.
Una parete di smorzamento appositamente
progettata riduce al minimo l’ingresso d’aria
nella pompa dovuto alla caduta del liqui-
do. Il flusso proveniente dal tubo di addu-
zione colpisce la parete di smorzamento e
quindi scende nella camera attraverso l’aper-
tura alla base della parete stessa. L’apertura
distribuisce uniformemente il flusso verso
tutte le pompe. La parete di smorzamento
deve essere sufficientemente alta da garanti-
re il totale contenimento del getto. Sebbene
il flusso nella camera di smorzamento sia
molto turbolento, è possibile, in alcuni casi,
che si accumuli del materiale galleggiante.
Si possono allora realizzare degli stramazzi
o passaggi laterali che contribuiscono a pre-
A2 venire l’accumulo di detriti. (Per consentire il
convogliamento del materiale galleggiante
nella camera della pompa, la parte superiore
della parete di smorzamento, o parti della
stessa, dovrebbero essere al di sotto del più
alto livello di avvio delle pompe).
Se le tubazioni e la posizione del pozzo non
consentono un ingresso frontale, è possibile
adottare un ingresso laterale con una
parete divisoria modificata con l’aggiunta
di aperture. Questa configurazione viene
definita come tipo A2. In questo caso, la
parete di smorzamento devia il flusso entran-
te e lo distribuisce in modo uniforme verso
le pompe attraverso le aperture. In caso di
ingresso superiore, si consiglia la presenza
di un deflettore sul fondo della camera d’en-
trata, per rompere il getto quando il livello
dell’acqua nella stazione è basso.
Spesso può risultare utile dotare i pozzi di
scanalature, deflettori, e/o gradini, a secon-
da del numero e delle dimensioni delle
pompe presenti nel sistema. Per una proget-
tazione ottimale del pozzo è pertanto consi-
gliabile richiedere la consulenza di Xylem.

6
Pozzo circolare Doppio pozzo

Realizzazioni alternative
Quando il numero di pompe è superiore a quattro,
l’eccessiva larghezza richiesta per il pozzo base in
B2 alcuni casi rappresenta un problema. In questi casi,
può risultare più conveniente e pratico realizzare un
doppio pozzo.
Per pozzi profondi, potrebbe diventare vantaggioso
l’utilizzo di un modulo inserito in una struttura circola-
re esterna. All’interno di una tale struttura è infatti
possibile inserire dei moduli pozzo singoli simili a
quelli utilizzati per il pozzo compatto.
Per consigli sulla progettazione di pozzetti compat-
ti con un ingresso frontale a livello basso contattare
Xylem.
Nella configurazione, tipo B2, con un muro ripartitore
diritto, il tubo di afflusso è al di sotto del normale
livello dell’acqua nel pozzo, oppure il pozzo viene ali-
mentato da un canale aperto. In assenza di flusso in
caduta all’ingresso, non si verifica entrata d’aria nel
liquido. Di conseguenza, è possibile semplificare
molto la camera di smorzamento, il cui unico scopo
rimane quello di distribuire uniformemente il flusso
alle pompe. Nell’applicazione con pompe installate a
secco, è consigliabile avere dei deflettori verticali tra
Pompe con orientamento inverso i tubi di aspirazione al fine di proteggere la rotazione
della massa nell’installazione sommersa.
Talvolta è necessario posizionare il tubo di manda-
ta al centro delle stazioni o in un’altra direzione; in
tali casi una soluzione potrebbe essere rappresentata
dal diverso orientamento della pompa.
La figura illustra una parte di una stazione di solleva-
mento per acque reflue con orientamento inverso
della pompa.
L’adozione di tale configurazione, unitamente alle
tecniche di gestione in uso, consente di ottenere
condizioni di pompaggio ottimali con conseguente
pulizia del fondo del pozzo e trasporto dei solidi.

7
Dimensioni del pozzo
La tabella dimensionale è valida per stazioni di pom- pari a ±10 %, a condizione che l’effetto combinato
paggio con un massimo di quattro pompe, che pos- delle differenze non produca velocità sensibilmente
sono essere tutte in funzione. superiori a quelle previste per il pozzo standard.
Per le dimensioni del pozzo sono ammesse tolleran- Per portata nominale pompa si intende la portata di
ze una pompa che funzioni da sola

D F C E B A
Portata nominale pompa (l/s)

Bisogna tenere pre-


sente che in questo
campo di flusso sono
applicabili anche le
procedure per la pro-
gettazione del pozzo
per la linea di prodotti
di gamma media.

Dimensioni (mm)

A1 Sommersa A1 A secco

0.5 Ø cono di
aspirazione 0.75 Ø cono di aspirazione
Vedere dimensioni di ingombro

Ø piede di
accoppiamento

Vedere dimensioni
di ingombro
A2 Sommersa A2 A secco

≥ 0.75 Ø tubo di immissione

≥ 0.75 Ø tubo di immissione


Vedere dimensioni di ingombro

0.5 Ø cono di
aspirazione
0.75 Ø cono di aspirazione

Ø piede di
accoppiamento

E (>1.25 Ø tubo di immissione)


E (>1.25 Ø tubo di immissione)
Vedere dimensioni
di ingombro

B2 Sommersa B2 A secco

0.5 Ø cono di
Vedere dimensioni di ingombro

aspirazione 0.75
Ø piede di
accoppiamento Ø cono di
aspirazione

E (>1.25 Ø tubo di immissione) E (>1.25 Ø tubo di immissione)


Volume richiesto Progettazione di pozzi tipo A1, A2, B2
Il volume utile richiesto per il pozzo, V, ovvero, il Le indicazioni sono valide per la progettazione di
volume tra il livello di avvio e quello di arresto di una pozzi con due, tre o quattro pompe Flygt, installate
pompa, dipende dalla durata minima possibile del in immersione semipermanente (P) o permanente
ciclo, T, dalla portata della pompa, Q, e dalla portata (T). Le indicazioni sono valide per tutte e quattro le
del flusso in ingresso, q. posizioni delle pompe con qualsiasi combinazione di
Per una qualsiasi portata in ingresso il ciclo più breve pompe in funzione, sebbene esistano delle eccezioni
si verifica quando q = Q/2, che dà il volume utile per la parete diritta di smorzamento Si presume che
minimo del pozzo: almeno una pompa venga destinata a rimanere in
stand-by e che il funzionamento contemporaneo di
tutte e quattro le pompe avvenga esclusivamente in
casi estremi.
Il tempo minimo di un ciclo (Tminimum) è determina- Quando la posizione del tubo di ingresso è asimme-
bile dal numero massimo di avviamenti della pompa trica, ad un livello basso, o quando la parte termina-
che sono accettabili per il motore ed il suo sistema di le ha un diametro inferiore a quello di cinque tubi
raffreddamento. diritti, si devono considerare livelli di arresto più alti
T = 3600 / avviamenti/ora per sopprimere i vortici, secondo le indicazioni per
un flusso in ingresso non ottimale (vedere il grafico:
Ingresso anteriore basso).
Per una stazione di pompaggio con pompe uguali,
il volume richiesto è minimo se le pompe si avviano
in sequenza all’aumentare del livello dell’acqua, cioè
della portata in ingresso, e si arrestano in sequenza
alla diminuzione del livello. Si può ottenere una signi- Ingresso
High levelfrontale
central alto
front entry,
A1
ficativa riduzione dei volumi utili richiesti utilizzando L-shaped baffle
la rotazione ciclica logica delle pompe, ossia l’ultima m
to pump inlet

pompa ad avviarsi dovrebbe essere l’ultima ad arre- 1,9

starsi. 1,7
1,5
Sommergenza

1,3

Livelli minimi di arresto.


Submergence

1,1

Le pompe possono essere arrestate allo stesso livel- 0,9

lo d’acqua ma, per evitare improvvisi e marcati cam- 0,7


biamenti di flusso e transiti di pressione nei tubi di 0,5
0,5 1 1,5 2 2,5 3
scarico, è importante che gli arresti siano distanzia- arresto
1st pump 1a stop
pompa
outsuof 33funzionanti
pumps running portata pompa
Flow/pump m3/sm3/s
ti. Le seguenti indicazioni sul livello minimo di arresto arresto 1a pompa su 2 funzionanti
1st pump stop out of 2 pumps running
livello
One pumpdi arresto di una pompa
stop level
consentono di evitare vortici e penetrazione di aria
agli ingressi delle pompe. Per un breve periodo di
tempo il livello potrebbe essere inferiore, ad esem-
pio durante il ciclo di pulizia del pozzo.
A1
Ingresso
Low levelfrontale basso
front entry,
off-set front entry, L-shaped baffle
m
2,3
2,1
to pump inlet

1,9
1,7
Sommergenza

1,5
1,3
Submergence

1,1
0,9
0,7
0,5
0,5 1 1,5 2 2,5 3
arresto
1st pump 1a stop
pompa
outsuof 33funzionanti
pumps running portata pompa
Flow/pump m3/sm3/s
arresto
1st pump 1a stop
pompa
outsuof 22funzionanti
pumps running
livello
One pumpdi arresto di una pompa
stop level

10
Ingresso laterale NPSHav - Pressione di aspirazione disponibile
A2 Side entry, L-shaped baffle
dovuta alla pressione atmosferica, alla temperatu-
m
2,7 ra, al livello dell’acqua nel pozzo e alle perdite in
2,5
entrata.
2,3
NPSHreq - La pressione richiesta per ottenere un
2,1
funzionamento corretto in termini di cavitazione;
il valore è determinato dalla curva NPSH per la
to pump inlet

1,9
pompa.
1,7
Sommergenza

Il carico in aspirazione deve essere maggiore di


1,5
quello richiesto dalla pompa.
1,3
Il carico in aspirazione in un’applicazione con
Submergence

1,1
pompe sommerse è:
0,9
NPSHav = Hatm + Hsump – Hev
0,7
0,5
0,5 1 1,5 2 2,5 3
arresto
1st pump 1a stop
pompa
outsuof 33funzionanti portata
pumps running pompa m33/s
Flow/pump /s
arresto
1st pump 1a stop
pompa
outsuof 22funzionanti
pumps running
livello
One di arresto
pump di una pompa
stop level

B2 Ingresso
Side laterale
entry, straight baffle wall
m
2,7
2,5
2,3
2,1
to pump inlet

1,9
Sommergenza

1,7
1,5 Per un’applicazione con pompe con installazione a
1,3 secco, è necessario prendere in considerazione le
perdite di carico dinamiche nel tubo in entrata. Di
Submergence

1,1
0,9
conseguenza, il rapporto del carico in aspirazio-
ne diventa:
0,7
0,5 NPSHav = Hatm + Hsump – Hloss – Hev
0,5 1 1,5 2 2,5 3
Livello
Stop di arresto
level for oneper una pompa
of outer pumps portata pompa m33/s
Flow/pump /s
when
quando 4 pumps
4 pompe running
sono in funzione
arresto
1st pump 1astop
pompa su 33 pumps
out of funzionanti
running
arresto
1st pump 1astop
pompa su 22 pumps
out of funzionanti
running
livello
One di arresto
pump di una pompa
stop level

Si deve tenere presente che il valore NPSHreq deve essere


rispettato come da paragrafo seguente.

Prevalenza di aspirazione positiva netta


disponibile – NPSHav
La prevalenza sul lato di aspirazione della pompa
per garantire un funzionamento sicuro in termini dove:
di cavitazione è determinato dalla curva NPSH Hatm – Pressione atmosferica
(Prevalenza aspirazione positiva netta). Il criterio di
Hsump – Differenza di livello tra la linea centrale
base da rispettare in qualsiasi applicazione in cui
della girante e la superficie del liquido nel pozzo
vengano utilizzate macchine idriche rotanti, come
le pompe, è: Hev – Pressione di evaporazione del liquido
NPSHav > NPSHreq Hloss – Perdita di carico dinamica nelle tubature in
dove: entrata

11
Criteri per l’installazione
Pompe sommerse Pompe sommergibili per installa-
Di seguito sono riportate alcune indicazioni generali zione a secco
per l’installazione delle pompe sommergibili:
Progettazione del tubo di aspirazione
• Per evitare fenomeni di cavitazione sulla valvola di Il posizionamento del tubo di aspirazione su una
ritegno, questa non dovrebbe essere posizionata pompa con installazione a secco si basa sugli stessi
ad un’altezza superiore a 8 metri al di sopra del principi idraulici delle pompe sommerse. In questo
piede di accoppiamento. caso tuttavia occorre prestare maggiore attenzione
• Per facilitare la manutenzione e proteggere i cavi, alla sommergenza dell’entrata tubo, in quanto l’aria
è consigliabile realizzare nel pavimento un’appo- può venire risucchiata nel tubo più facilmente che in
sita scanalatura in cui far correre i cavi della stazio- una pompa sommersa, la quale agisce da elemento
ne di sollevamento (fare riferimento alle normative di soppressione dei vortici.
elettriche locali). L’aria che si accumula nel tubo di aspirazione può
• La staffa di supporto del cavo va montata in modo compromettere il funzionamento della pompa e
da essere facilmente accessibile. bloccare il sistema, impedendo così del tutto l’azione
di pompaggio.
• Quando, a protezione del cavo, si utilizza un tubo
Per portate superiori a 500 l/s, il tubo di aspirazione
rigido o flessibile, questo non dovrebbe copri-
dovrebbe essere provvisto di un apposito cono di
re interamente il cavo fino all’interno del quadro
aspirazione per ridurre al minimo le perdite e le
di comando, in quanto i gas esplosivi in evapora-
interferenze con il flusso all’interno della pompa.
zione dall’acqua di scarico ed infiltrati all’interno
Per ottenere un flusso uniforme a livello dell’ingresso
dell’armadio, potrebbero essere pericolosi (fare
della pompa, il tubo di aspirazione dovrebbe essere
riferimento alle normative locali in materia).
progettato in modo da soddisfare i seguenti requi-
• I gas provenienti dalle acque di scarico posso- siti:
no provocare l’ossidazione dei relè. E’ pertanto
1. Fornire un NPSHav sufficiente
opportuno collocare il quadro di comando in un
ambiente ventilato. 2. Ridurre al minimo le perdite per attrito
• Per evitare problemi legati al funzionamento dei 3. Ridurre al minimo il numero di curve
regolatori di livello, dovuti alla presenza di resi- 4. Eliminare il vapore dal tubo di aspirazione
dui galleggianti, ecc., è opportuno adottare una 5. Garantire il corretto allineamento dei tubi
zona di calma, con l’apertura a un livello inferiore
6. Prevedere uno sfiato automatico dell’aria a valle
al minimo previsto.
della pompa, prima della valvola di ritegno.
• I sedimenti si possono accumulare nella zona
dietro i piedi di accoppiamento. Ciò può essere Posizionamento della valvola sul tubo di
evitato proteggendo la cavità con una lastra in aspirazione
acciaio o un riempimento in cemento. Per ridurre al minimo il rischio di cavitazione, rumoro-
sità e vibrazioni, la valvola e la relativa sede dovreb-
bero essere lisce e uniformi per evitare interferenze
con il flusso (sono preferibili le valvole a saracinesca)
e, se possibile, dovrebbero essere posizionate a una
distanza minima dalla pompa pari a cinque volte il
diametro del tubo.

Effetti delle curve d’aspi- 90° 360° 180°


razione
Le curve d’aspirazione nelle tuba-
zioni generano perdite di carico
dinamiche e vortici, pertanto,
ove possibile, andrebbero evita- 270°
te. Per ridurre al minimo gli effetti
delle curve d’aspirazione, il pre-
vortice (che potrebbe aumen-
tare i requisiti di potenza della
pompa) dovrebbe essere su un
piano, come indicato nelle confi-
gurazioni della tubazione a 360° e a 180°.

12
Cono di aspirazione Indicazioni per l’installazione della
Per accelerare in modo uniforme il flusso nel tubo di pompa e relative tubazioni
entrata e ridurre le perdite in ingresso, è opportuno
montare su quest’ultimo un cono di aspirazione. Evitare vibrazioni e rumorosità
Il funzionamento di una macchina rotante genera
sempre e comunque qualche forma di rumorosità
e/o vibrazioni.. La pompa e/o il gruppo motore pos-
sono emettere nell’ambiente delle onde che pos-
sono a loro volta generare vibrazioni e provocare
rumorosità da parte di altre parti del sistema, nei
tubi, ecc. Nel caso delle pompe sommerse, il liquido
stesso attenua le vibrazioni e la rumorosità. La pro-
gettazione di impianti con pompe a secco richiede
invece una maggiore attenzione, proprio al fine di
limitare questo genere di problemi.
La prima regola da seguire è che la pompa funziona
al meglio se viene utilizzata nel campo di lavoro per
cui è prevista, normalmente tra il 50 % e il 125 % del
punto di miglior rendimento (BEP). In tale intervallo, i
disturbi derivanti dalle forze generate dalla girante e
dalla voluta, la cavitazione, ecc, vengono mantenuti
al minimo.
Gli accessori standard per le pompe sono progettati
per l’uso in un’installazione fissa in cui la frequen-
za prevalente delle onde di disturbo sia inferiore alla
più bassa frequenza naturale, con conseguente ridu-
La velocità ottimale all’entrata del convogliatore sva- zione delle vibrazioni.
sato è di 1,7 m/s e deve rientrare nei limiti seguenti: In alcuni casi, una configurazione totalmente fissa
non è sufficiente e il sistema o parti di esso devono
essere isolati mediante piedini in gomma, tappeti in
Portata Velocità
gomma, giunti flessibili per le tubazioni, ecc.
Nella valutazione di un sistema, l’analisi delle sorgen-
< 1200 l/s 0.9–2,4 m/s,
ti dei possibili disturbi dovrebbe tenere conto dei
3–8 ft/s seguenti aspetti:
> 1200 l/s 1.2–2,1 m/s, • Squilibrio delle parti rotanti. Queste, alla frequen-
4–7 ft/s za di rotazione della pompa, generano disturbi di
entità elevate.
• Forze idrauliche causate dalle differenze di pres-
sione nella voluta.
• Forze agenti sulla girante e impulsi di pressione
nelle tubazioni si formano quando i getti di liqui-
do provenienti dalla girante attraverso la flangia
della voluta, a una frequenza pari al prodotto della
velocità della girante per il numero di pale della
stessa.

Con queste informazioni è possibile analizzare il


sistema al fine di ridurre al minimo il rischio di vibra-
zioni, intervenendo in particolare su fattori quali la
lunghezza critica del tubo e la distanza minima del
suo supporto per evitare risonanze armoniche.
Altri elementi che possono generare rumorosità
sono il motore elettrico, il flusso interno stesso (tur-
bolenze e vortici possono indurre le tubazioni e le
valvole a generare rumore) e la cavitazione all’interno
della pompa, nei tubi e nelle valvole.
13
Per maggiori informazioni sulla prevenzione di vibra-
zioni e rumorisità nelle pompe con installazione a Importanza del punto di
secco, consultare “Criteri per l’installazione a secco
delle pompe” di Xylem.
lavoro
Per raggiungere un funzionamento ottimale della
Indicazioni per il fissaggio della pompa e il sup- pompa e potenziare la durata dell’apparecchiatura,
porto delle tubazioni. è estremamente importante scegliere la pompa
Attenendosi alle seguenti indicazioni è possibile evi- corretta per il punto di lavoro in questione. Il POR
tare vibrazioni indesiderate: (campo operativo preferenziale) per la maggior parte
delle pompe centrifughe di grandi dimensioni va dal
1) Tutte le parti del sistema dovrebbero essere fissate
70 % al 120 % del BEP punto di migliore efficienza,
in modo che la frequenza prevalente delle onde
come riportato negli standard dell’Hydraulic Institute.
di disturbo sia inferiore alla più bassa frequenza
Il campo operativo consentito (AOR) dal BEP per il
naturale del sistema, inclusi pompa, valvole, sup-
funzionamento ottimale delle pompe centrifughe
porti e tubi.
nelle applicazioni per acque reflue si trova tra il 50 %
2) Per isolare la pompa e la fondazione dalla stazione e il 125 % del BEP (a meno che la curva non abbia un
di pompaggio, è consigliabile attenersi alla limite operativo) e in presenza di un NPSH sufficiente.
seguente procedura: Se la pompa lavora al di fuori dell’AOR, si possono
verificare i seguenti problemi:
a) Il peso delle fondazioni dovrebbe essere • Funzionamento instabile.
almeno il doppio di quello delle parti rotanti.
• Cavitazione incombente quale risultato di erosio-
b) Usare un supporto flessibile, come ad esempio ne della girante, rumorosità o vibrazioni.
dei piedini in gomma o un tappeto in gomma, tra
la base di appoggio e il pavimento.
Forze radialiand
High radial e assiali elevate
axial forces
c) Usare giunti flessibili per i tubi.
50% – 125% of Qopt

d) Ancorare i tubi al pavimento o ad un’altra strut-


tura solida.

3) Prevedere dei supporti orizzontali e verticali. BEP

Predisporre dei supporti supplementari per i com-


ponenti pesanti quali le valvole. NPSHr

4) Per tubazioni provviste di giunti a soffietto, per


ridurre al minimo le vibrazioni, i tubi dovrebbero
High radial forces
essere supportati in corrispondenza del giunto
stesso per evitare il trasferimento delle oscillazioni Se è richiesto un funzionamento al di fuori di AOR,
di pressione. consultare i tecnici Xylem

5) Le velocità dei tubi verticali devono essere mante-


nute uniformi, per evitare la sedimentazione delle
sostanze solide. L’intervallo consigliato è pari a
1,5–2,5 m/sec.

14
Progettazione dei sistemi
Xylem fornisce l’assistenza alla progettazione grazie Additional services:
all’esperienza maturata nel dimensionamento e nella • Ottimizzazione del progetto del pozzo per i nostri
realizzazione di stazioni di pompaggio. prodotti e luoghi specifici

Il nostro know-how e la nostra esperienza uniti ad • Assistenza per specifiche di miscelazione e aerazio-
un’ampia scelta di prodotti di qualità offrono soluzio- ne e progettazione dei sistemi più appropriati
ni personalizzate e altamente efficienti. Per raggiun- • Simulazione del sistema mediante l’utilizzo del
gere questi risultati, i nostri tecnici si avvalgono sia di Computational Fluid Dynamics (CFD)
programmi computerizzati specifici sia di programmi • Indicazioni per i test e loro strutturazione
comunemente disponibili sul mercato, per i progetti • Indicazioni per minimizzare i costi operativi, di ser-
di disegno e di sviluppo. vizio e di installazione

L’assistenza garantisce un’analisi approfondita della • Sviluppo di un software specifico per facilitare la
situazione e delle soluzioni proposte, unitamente alla progettazione
scelta di prodotti e di accessori.
I nostri servizi sono alquanto diversificati, ma la nostra
Forniamo inoltre assistenza e consulenza nel campo filosofia è molto semplice: non esistono sostituti per
idraulico per problemi reologici o relativi alle portate. eccellenza.
I clienti si rivolgono a noi anche per chiedere l’analisi
di sistemi complessi inclusi i calcoli relativi ai transito-
ri idraulici e le verifiche di avviamento.

15
665 . Design recommendations . 1 . Italian . 1 . 20111027
1) Nelle piante, il tessuto che porta l’acqua dalle radici verso l’alto
2) Un’azienda globale leader in tecnologia idrica

Siamo 12.000 persone unite da un obiettivo comune: creare soluzioni innovative


per rispondere alle esigenze idriche del nostro pAianeta. Sviluppare nuove
tecnologie per migliorare lo sfruttamento dell’acqua, la sua conservazione e il suo
riutilizzo in futuro è un concetto fondamentale per la nostra attività. Trasportiamo,
trattiamo, analizziamo e restituiamo l’acqua all’ambiente e aiutiamo la gente ad
utilizzare le risorse idriche in modo efficiente, a casa, negli edifici, negli stabilimenti
e in fabbrica. Sono più di 150 i paesi in cui abbiamo allacciato relazioni solide e
durature con i clienti che conoscono i nostri prodotti per i loro marchi ben noti
ed apprezzano la nostra competenza nelle applicazioni, il tutto fondato su un
tradizionale principio di innovazione.

Per saperne di più su Xylem e come può sostenerti, visita xyleminc.com.

Flygt is a brand of Xylem. For the latest


version of this document and more
information about Flygt products visit
www.flygt.com