Sei sulla pagina 1di 114

Esercitazioni del corso di Idraulica Idrodinamica

Esercizio 1 05-feb-08 esame Civili

Nel sistema rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q0 da un serbatoio A a quota YA tramite una condotta in ghisa in servizio corrente. Successivamente si decide di incrementare la portata a servizio del serbatoio B, passando dal valore Q0 al valore Q0 con > 1, tramite una immissione concentrata nel nodo C. A tal fine si intende realizzare un raddoppio di condotta a valle del nodo C (figura 4.b). Lallievo determini: - per la condizione di esercizio illustrata in figura 4.a, la portata Q0 da erogare a servizio del serbatoio B; - per la condizione di esercizio illustrata in figura 4.b, il diametro Dr da assegnare alla nuova tubazione nellipotesi di lasciare inalterata la portata Q0 erogata dal serbatoio A.

1.2 + seconda cifra della matricola * 0.05

YA =

200 + seconda cifra della matricola * 2

m s.l.m.

YB =

150 + prima cifra della matricola * 2

m s.l.m.

D=

185 + seconda cifra della matricola * 2

mm

L=

2000 + terza cifra della matricola * 20

Lr =

500 + seconda cifra della matricola * 25

ultime cifre della matricola scelta: 9 5 7 g YA YB D L Lr 195 mm


2 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s

1,45 218 m 160 m 0,195 m 2140 m 625 m

Il

quesito

consiste

nel

determinare

la

portata

Q0

da

erogare

inizialmente

servizio

del

serbatoio

ed

il

diametro

Dr

da

assegnare al nuovo tronco in parallelo, affinch il serbatoio eroghi sempre Q0. La piezometrica sul tratto A - C pertanto la stessa nei due casi. Dovendo poi essere congiunta al serbatoio B, si pu concludere che la piezometrica la stessa nei due casi, tra i due serbatoi. Ne deriva che sul vecchio tronco in parallelo circoler ancora Q0, mentre sul nuovo ( - 1)Q0. /D Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento turb,1 D cturb JA-B,1 QA-B,1 VA-B,1 Re1 0,020 0,030 m 5,78 s2/m6 0,0271 0,068 m3/s 2,29 m/s 444287,47 2

0,2 mm 0,001 -

valore scelto per la scabrezza della tubazione, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna corrispondente scabrezza relativa

0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , formula di Prandtl.


2

* D /4, area della sezione della tubazione originaria. 2 5 2 8*turb,1/(g* *D ), avendo posto JA-B,1 = cturb*QA-B,1 , dove cturb raggruppa le costanti e variabili note
2

( YA-YB ) / L, cadente piezometrica. (JA-B,1 / c1) , portata circolante. QA-B,1 / D, velocit in condotta. VA-B,1 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody: nel caso di moto non assolutamente turbolento, riferiamoci alla formulazione completa di Colebrook - White.
1/2

Formulazione completa con formula di Colebrook - White C-W cC-W 0,020 5,98 s2/m6 coefficiente di resistenza di tentativo. il valore di primo tentativo viene posto pari a circa il corrispondente fornito della formula di Prandtl; la formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella giusta compresa tra 0,01 e 0,08 (si veda abaco di Moody) Re1 432749,03 -

2 , 51 10
1 2

1 3 , 715 D

numero di Reynolds di tentativo, ottenuto dalla relazione di Colebrook - White. QA-B,1 0,067 m3/s 0,027 -0,0005 ( D Re1 / 4), portata circolante dedotta dal numero di Re. c1 * QA-B,12, cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. JA-B - JA-B, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro: "Idrodinamica_Es1_Calcola_Q"

JA-B, di tent
F(JA-B, di tent)

Schema 4.b Qp,n 0,031 m3/s ( - 1 )Q0, portata sul nuovo tronco di tubazione in parallelo.

A differenza della procedura iterativa precedente, in questo caso fissando come parametro di iterazione della formula di Colebrook - White, ne deriva una equazione di secondo grado nell'incognita Dr. Seguono i coefficienti dell'equazione:

p,n p,n C-W 0,00002 m 0,016 -

0,02 mm

valore scelto per la scabrezza della nuova tubazione,

da affiancare al tratto preesistente coefficiente di resistenza di tentativo. La formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella corretta compresa tra 0,01 e 0,08 (vedi abaco di Moody).

0,00051

2,51 4 Q p,n
1 2

coefficiente moltiplicativo del termine quadratico.

B C

-0,00011 0,000005

10

coefficiente moltiplicativo del termine lineare. coefficiente costante.

p, n 3,715
2

Dp,n JC-B, di tent


F(JC-B, di tent.)

0,135 m 0,0274 -0,000269 -

(-B+(B -4AC) )/2A, soluzione dell'equazione quadratica. 8 * C-W * Qp,n2 /( g *2 * Dp,n5), cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. JC-B - JC-B, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro: "Idrodinamica_Es1_Calcola_Dpn"

1/2

Esercizio 2

02-dic-08

esame

Civili

Nellimpianto di adduzione rappresentato in figura il serbatoio B a a quota geometrica zB riceve una portata Q da un serbatoio in pressione A a quota geometrica zA, tramite una condotta in acciaio di diametro D con rivestimento bituminoso a spessore. Lallievo determini la quota piezometrica in A, la lettura del manometro differenziale a mercurio, posizionato tra i due serbatoi e tracci landamento qualitativo della linea piezometrica. zA = 100 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 150 + prima cifra della matricola * 2 L= 3000 + prima cifra della matricola * 50 Q= 75 + terza cifra della matricola * 3 D= 215 + seconda cifra della matricola * 3 = mm = l/s = m = m s.l.m. = m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 2 9 0


B

g zA YB L Q D 45 l/s 242 mm

9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 118 m 154 m 3100 m 3 0,045 m /s 0,242 m

A D

Innanzitutto

si

procede

alla

determinazione

della

cadente

sulla

base

dell'equazione

di

Darcy

Weisbach;

l'indice

di

resistenza

viene di seguito ricavato per tentativi, tramite una funzione ricerca obiettivo costruita sulla formula di Colebrook - White:

D v /D turb1 C-W

0,046 m2 0,98 m/s 0,1 mm 0,0001 m 0,00041 0,016 0,018 -

* D2/4, area della sezione della tubazione. Q / D, velocit in condotta. valore scelto per la scabrezza della tubazione. scabrezza assoluta espressa in metri. scabrezza relativa. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , formula di Prandtl. coefficiente di resistenza di tentativo. il valore di primo tentativo viene posto pari a circa il corrispondente fornito della formula di Prandtl; la formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella giusta compresa tra 0,01 e 0,08 (si veda abaco di Moody).

Re F(C-W)

235347,34 -0,01104

4 Q / ( D ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.


F( C W ) = 1 2.51 + 2 LOG10 2.715 D + Re

uguale a 0 per il valore soluzione di C-W

Macro: "Idrodinamica_Es2_Calcola_lamba_C_W"

JA-B

0,00365 -

8 * * Q2 /( g *2 * D5), cadente di tentativo; il valore soluzione. si ottiene risolvendo il polinomio F(C-W)

Si procede quindi al calcolo della differenza di quota piezometrica tra i due serbatoi ed infine alla lettura del manometro metallico: YA-B YA 11,32 m 0,90 m 165,32 m JA-B L, differenza di quota piezometrica tra A e B YA-B /(m - ), lettura del manometro YB +YAB, quota piezometrica al serbatoio A

Esercizio 3

28-ott-08

esame

Civili

Nel sistema rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata QA-B,1 da un serbatoio A a quota YA, tramite una condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore. Successivamente (figura 4.b) si decide di erogare una portata concentrata q in corrispondenza del nodo N, posto a distanza LA-N dal serbatoio di monte, a quota zN. Lallievo determini: - per la condizione di esercizio illustrata in figura 4.a, la portata QA-B,1 da erogare a servizio del serbatoio B; - per la condizione di esercizio illustrata in figura 4.b, la potenza teorica di una pompa installata subito a valle del nodo N, affinch B riceva sempre QA-B,1 e laltezza piezometrica nel nodo N sia pari o superiore a 10 m; - la portata concentrata q erogata dal nodo sulla base dei vincoli riportati in precedenza; le piezometriche per i due sistemi. YA = 200 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 150 + prima cifra della matricola * 2 D= 185 + seconda cifra della matricola * 2 L= 2000 + terza cifra della matricola * 20 LAN = 1200 + seconda cifra della matricola * 20 zN = 110 + seconda cifra della matricola * 2 = m = m = m = mm = m s.l.m. = m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 5 9 4 g YA YB D L LAN zN 203 mm 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 218 m 160 m 0,203 m 2080 m 1380 m 128 m
2

Il quesito consiste nel determinare la portata QA-B,1 da erogare a servizio del serbatoio B per lo schema di fig. 4.a; la potenza teorica Pt di una pompa posta subito a valle di un nodo di derivazione, affinch B riceva sempre QA-B,1 e sul nodo l'altezza piezometrica risulti pari o superiore a 10m.

Scegliamo un valore di scabrezza per la tubazione assegnata: /D JA-B,1 Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento turb,1 D c1 QA-B,1 VA-B,1 ReA-B,1 0,017 0,032 m 3,99 s2/m6 0,084 m3/s 2,58 m/s 521500,41 2

0,1 mm 0,0005 0,028 -

valore scelto per la scabrezza della tubazione, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. corrispondente scabrezza relativa. ( YA-YB ) / L, cadente piezometrica.

0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , formula di Prandtl.


2

* D /4, area della sezione della tubazione. 2 5 2 8*turb1/(g* *D ), avendo posto J1 = c1*Q0 , dove c1 raggruppa le costanti e variabili note.
2

(JA-B,1 / c1)1/2, portata circolante. QA-B,1 / D, velocit in condotta. VA-B,1 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody: nel caso di moto non assolutamente turbolento, riferiamoci alla formulazione completa di Colebrook - White.

Formulazione completa con formula di Colebrook - White C-W,1 cC-W,1 0,018 4,22 s2/m6 coefficiente di resistenza di tentativo. il valore di primo tentativo viene posto pari a circa il corrispondente fornito della formula di Prandtl; la formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella giusta compresa tra 0,01 e 0,08 (si veda abaco di Moody).

2 , 51
ReC-W,1 502417,58 -

10

1 2

1 3 , 715 D

numero di Reynolds di tentativo, ottenuto dalla relazione di Colebrook - White. QA-B,1 0,081 m3/s 0,027 -0,000491 ( D ReC-W,1 / 4), portata circolante dedotta dal numero di Re.
2 cC-W,1 * QA-B,1 , cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo.

JA-B, di tent
F(JA-B,1, di tent.)

JA-B,1 - JA-B,1, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro: "Idrodinamica_Es3_Calcola_Q_4a_e_4b"

Schema 4.b Sulla base del carico imposto sul nodo N, possibile valutare la portata circolante sul tronco A - N. Anche in questo caso possibile formulare un ipotesi sul regime di moto o costruire una procedura iterativa sulla formula di Colebrook - White. YN,2 JA-N,2 138 m 0,058 zN + 10, nuova quota piezometrica per il nodo N. [ YA - ( zN + 10 ) ]/ LAN, nuova cadente piezometrica.

Ipotesi: moto assolutamente turbolento QA-N,2 0,121 m3/s (JAN / c1)1/2, portata circolante.

vA-N,2 ReA-N,2

3,73 m/s 751930,63 -

QA-N / D, velocit in condotta. v0 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody: nel caso di moto non assolutamente turbolento, riferiamoci alla formulazione completa di Colebrook - White.

Formulazione completa con formula di Colebrook - White C-W,2 cC-W,2 0,017 4,15 s2/m6 coefficiente di resistenza di tentativo. Il valore di primo tentativo viene posto pari a circa il corrispondente fornito della formula di Prandtl; la formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella giusta compresa tra 0,01 e 0,08 (si veda abaco di Moody).

2 , 51
ReC-W,2 737642,09 -

10

1 2

1 3 , 715 D

numero di Reynolds di tentativo, ottenuto dalla relazione di Colebrook - White. QA-N,2 0,118 m3/s 0,058 0,000113 ( D ReC-W,2 / 4), portata circolante dedotta dal numero di Re. cC-W,2 * QA-N,22, cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. JA-N,2 - JA-N,2, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro: "Idrodinamica_Es3_Calcola_Q_4a_e_4b"

JA-N,2, di tent
F(JA-B,1, di tent.)

q YVP-B,2 YVP YP,2

0,038 m3/s 19,52 m 179,52 m 41,52 m 32,82 kW

QA-N,2 - QA-B,1, portata erogata dal nodo N. JVP-B,2*(L-LAN), dislivello piezometrico tra il punto della condotta immediatamente a valle della pompa ed il serbatoio di valle. JVP-B,2 = JA-B,1 poich la piezometrica. YB + YVP-B,2, quota piezometrica a valle della pompa, coincidente con lo schema di figura 4.a. YVP - YN,2, prevalenza manometrica della pompa. 9.81 QA-B,1 YP,2, potenza teorica della pompa.

Pteorica

Esercizio 4

23-apr-07

esame

Civili

Edile Architettura

Si calcolino le portate circolanti nellimpianto a tre serbatoi rappresentato nella seguente figura. Si assumano condotte in acciaio, con rivestimento bituminoso a spessore. YA = 360 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 240 + prima cifra della matricola * 2 YC = 280 + prima cifra della matricola * 2 D1 = 155 + seconda cifra della matricola * 0.3 = mm = m s.l.m. = m s.l.m. = m s.l.m.

D2 =

135 + seconda cifra della matricola * 0.3

mm

D3 =

115 + terza cifra della matricola * 0.3

mm

L1 =

1.38 + seconda cifra della matricola * 0.05

km

L2 =

1.43 + prima cifra della matricola * 0.03

km

L3 =

1.24 + terza cifra della matricola * 0.03

km

ultime cifre della matricola scelta: 4 3 6 g YA YB YC D1 D2 D3 L1 L2 L3 155,9 mm 136,2 mm 116,8 mm 1,53 km 1,55 km 1,42 km 9,81 m/s2 1,006E-06 m2/s 366 m 248 m 292 m 0,1559 m 0,1362 m 0,1168 m 1530 m 1550 m 1420 m 0,019 m 0,015 m2 0,011 m2
2

YC YA

D3 D1 C D2 L1 L3 L2

YB

Il quesito consiste in un problema di verifica: occorre cio determinare le portate circolanti, nota la geometria del sistema. Procediamo in due maniere: 1. con la formula di Prandtl facendo l'ipotesi di moto a.t. e con la formula empirica = emp(J,D). / D1 / D2 / D3 turb,1 turb,2 turb,3 c1 c2 c3 0,1 mm 0,00064 0,00073 0,00086 0,018 0,018 0,019 15,84 s /m 32,12 s2/m6 71,82 s2/m6
2 6

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione 1. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione 2. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione 3. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione 2.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 3.

8*turb,1/(g* *D1 ), avendo posto J1 = c1*Q1 , dove c1 raggruppa le costanti e variabili note.
2 2 5 5 2

8*turb,2/(g* *D2 ), avendo posto J2 = c2*Q22, dove c2 raggruppa le costanti e variabili note. 8*turb3/(g*2*D35), avendo posto J3 = c3*Q32, dove c3 raggruppa le costanti e variabili note.

Ipotesi: moto assolutamente turbolento

YN 309,54

J1 0,0369

J2 0,0397

J3 0,0124

Q1 0,048 v1 2,53 Re1 391813,44

Q2 0,035 v2 2,41 Re2 326703,76

Q3 0,013 v3 1,22 Re3 142112,64

Q -9,5541E-06

Formulazione empirica YN 310,46 J1 0,0363 J2 0,0403 J3 0,0130

EMP,1
0,0181

EMP,2
0,0187

EMP,3
0,0198

cEMP,1 16,24

cEMP,2 32,95

cEMP,3 75,31

Q1 0,047 v1 2,48 Re1 383857,77

Q2 0,035 v2 2,40 Re2 324961,14

Q3 0,013 v3 1,23 Re3 142359,98

Q -0,00082

Macro: "Idrodinamica_Es4_Calcola_Q_Problema_tre_serbatoi"

Esercizio 5

09-lug-07

esame

Civili

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura 4.a) il serbatoio B a quota YB riceve una portata Q0 da un serbatoio A a Q0 da un serbatoio A a quota YA tramite una condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore. Successivamente (figura 4.b) prevista una erogazione concentrata q, per cui si rende necessario linserimento di un parallelo. Lallievo determini la portata Q0 per lo schema di figura 4.a) ed il diametro Dp da assegnare al tronco in parallelo affinch la portata a servizio del serbatoio B sia sempre Q0. YA = 360 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 240 + prima cifra della matricola * 2 D= 155 + seconda cifra della matricola * 2 Lp = 1.38 + seconda cifra della matricola * 0.05 L2 = 1.43 + prima cifra della matricola * 0.03 q= Q0 / 2 = km = km = mm = m s.l.m. = m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 4 3 6 g YA YB D Lp L2 161 mm 1,53 km 1,55 km 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 366 m 248 m 0,161 m 1530 m 1550 m
2

Il quesito consiste nel determinare la portata circolante per lo schema 4.a) ed il diametro Dp da assegnare ad un tronco in parallelo per lo schema 4.b), piazzato a monte del nodo di derivazione, affinche YB riceva sempre Q0 e la portata derivata risulti pari a Q0 / 2. /D JA-B,1 0,5 mm 0,00311 0,03831 valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione relativa alla figura 4.a). cadente corrispondente allo schema di figura 4.a).

Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento turb D c1 QA-B,1 VA-B,1 ReA-B,1 0,026 0,020 m 20,16 s2/m6 0,044 m3/s 2,14 m/s 342711,32 2 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza per la tubazione relativa alla figura 4.a).

* D2/4, area della sezione della tubazione. 8*turb/(g*2*D5), avendo posto JA-B,1 = c1*QA-B,12, dove c1 raggruppa le costanti e variabili note. (JA-B,1 / c1)1/2, portata circolante. QA-B,1 / D, velocit in condotta. VA-B,1 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody: nel caso di moto non assolutamente turbolento, riferiamoci alla formulazione completa di Colebrook - White.

Formulazione completa con formula di Colebrook - White C-W,1 cC-W,1 0,027 20,46 s2/m6 coefficiente di resistenza di tentativo. Il valore di primo tentativo viene posto pari a circa il corrispondente fornito della formula di Prandtl; la formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella giusta compresa tra 0,01 e 0,08 (si veda abaco di Moody). ReC-W,1 341391,04 -

2 , 51 10
1 2

1 3 , 715 D

numero di Reynolds di tentativo, ottenuto dalla relazione di Colebrook - White.

QA-B,1

JA-B, di tent
F(JA-B,1, di tent.)

0,043 m3/s 0,039 0,000273 -

( D ReC-W,1 / 4), portata circolante dedotta dal numero di Re. cC-W,1 * QA-B,1 , cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. JA-B,1 - JA-B,1, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro: "Idrodinamica_Es5_Calcola_Q0"
2

Schema 4.b Poich il serbatoio di quota YB riceve sempre Q0 ne deriviamo che la piezometrica pari sempre a JA-B,1 ovunque. Per questo motivo sul vecchio tronco (ora in parallelo) A - N circoler ancora Q0 e quindi per la continuit al nodo, sul nuovo tronco in parallelo circoler una portata Qp,n = Q0 / 2.

Qp,n
p,n

0,026 m3/s 0,02 mm 0,00002 m

Q0 / 2 portata sul nuovo tronco di tubazione in parallelo. valore scelto per la scabrezza della nuova tubazione, da affiancare al tratto preesistente

Formulazione completa con formula di Colebrook - White A differenza della procedura iterativa precedente, in questo caso fissando come parametro di iterazione della formula di Colebrook - White, ne deriva un'equazione di secondo grado nell'incognita Dr. Seguono i coefficienti dell'equazione: C-W 0,016 coefficiente di resistenza di tentativo. La formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella corretta compresa tra 0,01 e 0,08 (vedi abaco di Moody)

0,00060

2,51 4 Q p,n
1 2

coefficiente moltiplicativo del termine quadratico.

B C

-0,00012 0,000005

10

coefficiente moltiplicativo del termine lineare. coefficiente costante.

p, n 3,715

Dp,n JC-B, di tent


F(JC-B, di tent.)

0,119 m 0,0384 -0,000103 -

(-B+(B2-4AC)1/2)/2A, soluzione dell'equazione quadratica. 8 * C-W * Qp,n2 /( g *2 * Dp,n5), cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. JC-B - JC-B, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro: "Idrodinamica_Es5_Calcola_Dpn".

Determinazione del diametro con una formula empirica

La procedura iterativa proposta in precedenza presenta lo svantaggio di essere particolarmente sensibile ai parametri noti ( ) e quindi non sempre la soluzione (Dp,n) di immediata soluzione. La procedura semplificata che segue, permette di determinare il diametro incognito tramite una formula empirica che, sebbene implicita permette comunque di giungere al calcolo di Dp,n.

Formula empirica:

emp

0,015 -

coefficiente di resistenza di tentativo. Il valore soluzione (compreso tra 0,01 e 0,08) si ottiene risolvendo per tentativi la Formula empirica cliccando su Calcola emp.

F(emp)

3,0396E-06

funzione ricerca obiettivo costruita su emp.

Dp,n

0,117 m

2 2 1/5 [8 * emp * Qp,n /( g * * JA-B,1)] , diametro teorico da formula empirica.

Si confrontino i valori soluzione per il diametro teorico Dp,n ottenuti con le due procedure esposte.

Esercizio 6

12-set-07

esame

Civili

Edile Architettura

Limpianto di sollevamento rappresentato in figura risulta costituito da due condotte in parallelo di pari diametro, materiale e stato di usura. La portata complessivamente sollevata dal sistema, 24h al giorno per 365 giorni lanno, risulta pari a Q0. giorno per 365 giorni lanno, risulta pari a Q0. Lallievo determini lenergia spesa in un anno per alimentare la pompa posta subito a valle del serbatoio A e tracci landamento della linea piezometrica. Nei calcoli si assuma: - la condotta di aspirazione di lunghezza trascurabile; - le condotte di mandata di diametro D e costituite da tronchi in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore. YA = 100 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 150 + prima cifra della matricola * 2 L= 2000 + prima cifra della matricola * 50 D= 145 + terza cifra della matricola * 3 = mm = m = m s.l.m. = m s.l.m.

Q0 =

70 + terza cifra della matricola * 2

km

ultime cifre della matricola scelta: 4 3 6 g YA YB L D Q0 163 mm 82 l/s


2 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s

106 m 158 m 2200 m 0,163 m 0,082 m3/s

Il quesito consiste nel determinare l'energia annua spesa per sollevare la portata Q0. Poich le condotte in parallelo sono identiche, tale portata si divide a met. Dunque la piezometrica sar valutata con Q0/2. eta-pompa 0,65 0,1 mm 0,0001 m /D Qp D vp Re turb 0,00061 0,041 m3/s 0,021 m2 1,96 m/s 318352,59 0,017 scabrezza relativa delle tubazioni. Q0/2, portata sollevata da una condotta. * D2/4, area della sezione della tubazione. Qp/D, velocit in condotta. vp D / , numero di Reynolds per condotta. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl perch stato constatato cturb JA-B JA-B L Hm Pr E E E 12,55 0,021 46,41 m 98,41 m 121,79 kW 3,84E+09 kJ 1066902,68 kWh 1,07 GWh un regime di moto assolutamente turbolento. 2 5 2 8*turb/(g* *D ), avendo posto JA-B = cturb*Qp , dove cturb raggruppa le costanti e variabili note. cturb Qp2, cadente piezometrica. perdita di carico tra i due serbatoi YB + JA-B L - YA, prevalenza manometrica della pompa. 9.81 *Q0 * Hm / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*24, energia annua spesa in kWh. valore scelto per il rendimento della pompa. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

nel caso di singola condotta, l'energia spesa aumenta perch aumenta la prevalenza manometrica: JA-B JA-B L Hm Pr E 0,084 185,65 m 237,65 m 294,11 kW 9,28E+09 kJ cturb Q02, cadente piezometrica. perdita di carico tra i due serbatoi YB + JA-B L - YA, prevalenza manometrica della pompa. 9.81 *Q0 * Hm / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ.

E E

2576398,11 kWh 2,58 GWh

Pr*365*24, energia annua spesa in kWh.


6 Pr*365*24/10 , energia annua spesa in GWh

Esercizio 7

syllabus

Civili

Edile Architettura

Per limpianto idroelettrico rappresentato in figura l'allievo determini l'energia ricavabile in un anno di funzionamento e tracci l'andamento della linea piezometrica.

g YA YB L D Q0 243 mm 30 l/s

9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 151 m 20 m 1250 m 0,243 m 0,03 m3/s

eta-turbina

0,65 0,2 mm 0,0002 m

valore scelto per il rendimento della pompa. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

/D D v0 Re turb

0,00082 0,046 m2 0,65 m/s 156252,55 0,019 -

scabrezza relativa delle tubazioni. * D2/4, area della sezione della tubazione. Q0/D, velocit in condotta. v0 D / , numero di Reynolds per condotta.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni

calcolato con la formula di Prandtl perch stato constatato cturb JA-B JA-B L Hm Pr E E E 1,83 0,0016 2,05 m 128,95 m 24,67 kW 7,78E+08 kJ 216081,164 kWh 0,22 GWh un regime di moto assolutamente turbolento. 2 5 2 8*turb/(g* *D ), avendo posto JA-B = cturb*Q0 , dove cturb raggruppa le costanti e variabili note. cturb Q02, cadente piezometrica. perdita di carico tra i due serbatoi. YB + JA-B L - YA, prevalenza manometrica alla turbina. 9.81 *Q0 * Hm * eta-turbina, potenza reale, ottenuta dalla turbina. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*24, energia annua spesa in kWh. Pr*365*24/106, energia annua spesa in GWh.

Esercizio 8

syllabus

CP16

Civili

Edile Architettura

Per limpianto di sollevamento rappresentato in figura l'allievo determini la pressione dell'aeriforme contenuto nella cassa daria posta immediatamente a valle della pompa nella ipotesi di livello idrico YC = YA - 5m.

9,81 m/s2

YA YB L1 L2 D Q0 250 mm 50 l/s

1,006E-06 m2/s 25,74 m 55,12 m 250 m 1250 m 0,25 m 0,05 m3/s

eta-pompa

0,7 1 mm 0,001 m

valore scelto per il rendimento della pompa. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

/D D v0 Re turb

0,00400 0,049 m2 1,02 m/s 253129,13 0,028 -

scabrezza relativa delle tubazioni. * D /4, area della sezione della tubazione. Q0/D, velocit in condotta.
2

v0 D / , numero di Reynolds per condotta. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl perch stato constatato un regime di moto assolutamente turbolento. 8*turb/(g*2*D5), avendo posto JA-B = cturb*Q02, dove cturb raggruppa le costanti e variabili note.
2 cturb Q0 , cadente piezometrica.

cturb JA-B JA-B L1 JA-B L2 Hm Pr E E E YC hGAS pGAS

2,40 0,006 1,50 m 7,50 m 38,39 m 26,90 kW 8,48E+08 kJ 235618,345 kWh 0,24 GWh 20,74 m 41,88 m 410885,47 Pa

perdita di carico continua tra il serbatoio di monte e il punto precedente la pompa perdita di carico continua tra il punto seguente la pompa ed il serbatoio di valle YB + JA-B L2 - (YA - JA-B L1), prevalenza manometrica della pompa 9.81 *Q0 * Hm / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*24, energia annua spesa in kWh.
6 Pr*365*24/10 , energia annua spesa in GWh

YA - 5, quota del pelo libero all'interno della cassa YB + JA-B L2 - YC, altezza piezometrica sulla cassa d'aria 1000 * g * hGAS, pressione dell'aeriforme contenuto nella cassa d'aria

Esercizio 9 Nel Q sistema da un di adduzione A a

syllabus in figura

CP20 il serbatoio condotta

Civili B in a

Edile Architettura quota YB con deve ricevere una portata a

rappresentato quota YA

serbatoio

tramite

una

acciaio

rivestimento

bituminoso

spessore. L'allievo determini i diametri commerciali da utilizzare e le relative lunghezze. g YA YB L Q 2,520 km 64,5 l/s 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 858 m 782 m 2520 m 0,0645 m3/s
2

Determinazione del diametro teorico con una formula empirica La procedura iterativa di Colebrook - White presenta lo svantaggio di essere particolarmente sensibile dai parametri noti ( ) e quindi non sempre la soluzione (Dp,n) di immediata soluzione. La procedura semplificata che segue, permette di determinare il diametro incognito tramite una formula empirica che permette di giungere al calcolo di Dt.

Formula empirica:

JA-B,teor emp Dt Dcomm,1 Dcomm,2 /Dcomm,1 /Dcomm,2 D,1 v1 Re1 D,2 v2 Re2 turb,1 turb,2 Matrice dei coefficienti 1 0,0747

0,05 mm 0,00005 m 0,0302 0,015 0,176 0,15 0,2 0,0003 0,0003 0,018 m2 3,65 m/s 544227,64 0,031 m2 2,05 m/s 408170,73 0,015 0,014 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. ( YA-YB ) / L, cadente piezometrica teorica. indice di resistenza calcolato con la formula di cui sopra. [8 * emp * Qp,n2 /( g *2 * JA-B,1)]1/5, diametro teorico da formula empirica. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,12/4, area della sezione della tubazione 1. Q/D,1, velocit nella tubazione 1. v1 Dcomm,1 / , numero di Reynolds per la tubazione 1. * Dcomm,22/4, area della sezione della tubazione 2. Q/D,2, velocit nella tubazione 2. v2 Dcomm,2 / , numero di Reynolds per la tubazione 2.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.

0,017 0,016

termine noto 1 2520 76

vettore delle incognite 561,36 1958,64 2520 prova

0,0174

Esercizio 10 Nel sistema di adduzione

rappresentato

in figura

Civili 4.a) il

Edile Architettura serbatoio B a quota YB riceve una portata

Q0 da un serbatoio A a quota YA tramite un sistema di tre condotte in serie in PEAD. Nel sistema rappresentato in figura 4.b) dal nodo N viene erogata una certa portata concentrata q, senza il contributo del serbatoio di valle B.

L'allievo determini la portata Q0 a servizio del serbatoio YB per lo schema di figura 4.a e la portata derivata q per lo schema di figura 4.b. g YA YB LAN LNC LCB DAN DNC DCB /DAN /DNC /DCB Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento turb,AN AN cAN turb,NC NC cNC turb,CB CB cCB 0,01526 0,071 m2 2076,02 0,01505 0,080 m 370,71 0,01549 0,062 m 2231,33
2 2

9,81 m/s2 1,006E-06 m2/s 850 m 837 m 4 km 1 km 3 km 4000 m 1000 m 3000 m 0,3 m 0,32 m 0,28 m 0,1 mm 0,0001 m 0,0003 0,0003 0,0004 valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione relativa alla figura 4.a). corrispondente scabrezza relativa per la tubazione relativa alla figura 4.a). corrispondente scabrezza relativa per la tubazione relativa alla figura 4.a).

0.25/{ LOG10[ /(3.715*DAN ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione relativa alla figura 4.a). * DAN2/4, area della sezione della tubazione. 2 5 2 8*turb,AN LAN/(g* *DAN ), avendo posto JAN LAN = cAN*QA-B,1 , dove cAN raggruppa le costanti e variabili note. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*DNC ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione relativa alla figura 4.a). * DNC2/4, area della sezione della tubazione. 2 5 2 8*turb,NC LNC/(g* *DNC ), avendo posto JNC LNC = cNC*QA-B,1 , dove cNC raggruppa le costanti e variabili note. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*DNC ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione relativa alla figura 4.a). * DCB2/4, area della sezione della tubazione. 2 5 2 8*turb,CB LCB/(g* *DCB ), avendo posto JCB LCB = cCB*QA-B,1 , dove cCB raggruppa le costanti e variabili note

Equazione del moto: YA-B = JANLAN + JNCLNC + JCBLCB = ( cAB + cAB + cAB ) QA-B,12 QA-B,1 vAN vNC vCB ReAN ReNC ReCB 0,0527 m3/s 0,75 m/s 0,66 m/s 0,86 m/s 222397,47 208497,63 238283,01 (DHA-B,1 / (c1+c2+c3))1/2, portata circolante. QA-B,1 / AN, velocit in condotta. QA-B,1 / NC, velocit in condotta. QA-B,1 / CB, velocit in condotta. VA-B,1 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody: nel caso di moto non assolutamente turbolento, riferiamoci alla formulazione completa di Colebrook - White.

Formulazione completa con formula di Colebrook - White Conviene costruire lo schema numerico iterando sulla portata di tentativo QA-B,1; possibile in questo modo ricavare il numero di Re, l'indice di resistenza e la cadente J per ciascuna condotta. Il controllo si effettua constatando che la perdita di carico continua totale risulti pari alla differenza di quota geotedica YA - YB tra i due serbatoi. QA-B,1,tent 0,0488 m3/s portata di tentativo. Il primo valore viene valutato sulla base di un numero di Re su ogni condotta almeno pari a 5000 (limite inferiore di applicabilit della formula di Colebrook-White) F

min{Rek} ReC-W,A-N,1 C-W,A-N,1 F(C-W,A-N,1) cC-W,A-N,1 JA-N, tent ReC-W,N-C,1 C-W,N-C,1 F(C-W,N-C,1) cC-W,N-C,1 JN-C, tent ReC-W,C-B,1 C-W,C-B,1 F(C-W,C-B,1) cC-W,C-B,1 JC-B, tent m,1 Dm,1 cm,1 Ltot YA-B Jk Lk, tent Q
F(YA-B-JkLk,tent)

192976,749 205841,87 0,01785 0,00005 0,61 s2/m6 0,001 192976,75 0,01786 0,00005 0,44 s /m 0,001 220544,86 0,01786 0,00005 0,86 s2/m6 0,002 0,018 0,300 m 0,607 s2/m6 8000 m 13,00 m 12,950 m 0,0001 m3/s 0,050309 m Macro: "Idrodinamica_Es10_Calcola_Q0" L'algoritmo ha trovato una soluzione. Si confrontino i risultati delle due procedure (B836 e B849). sommatoria delle perdite di carico continue
2 6

A 4 Q / ( DAN ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.


F( C W ) = 1 2.51 + 2 LOG10 2.715 D + Re

C O L 2427,861 T A T 439,815 I V O 2572,009

cC-W,A-N, * QA-B,12, cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. 4 Q / ( DNC ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.
F( C W ) = 1 2.51 + 2 LOG10 2.715 D + Re

cC-W,N-C, * QA-B,12, cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. 4 Q / ( DCB ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.
F( C W ) = 1 2.51 + 2 LOG10 2.715 D + Re

cC-W,C-B, * QA-B,12, cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo.

La procedura molto sensibile ai diametri delle tubazioni. Valori molto differenti tra loro possono non restituire la soluzione.

Esercizio 11

08-gen-09

esame

Civili

Edile Architettura

Nellimpianto di sollevamento rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q da un serbatoio A a quota YA, tramite una successione di due condotte con diversi anni di esercizio in acciao con rivestimento bituminoso a spessore. Successivamente (figura 4.b) si intende triplicare la portata a servizio del serbatoio B. A tal fine, met della nuova portata verr resa disponibile da un nuovo serbatoio posto a a quota YC. Lallievo, determini: - la potenza teorica Pa della pompa per lo schema riportato in figura 4.a; - il diametro D3 da assegnare al nuovo tronco in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore di lunghezza L3 e la nuova potenza teorica Pb per lo schema riportato in figura 4.b;

- landamento delle piezometriche per i due schemi. YA = 120 + = m s.l.m. YC = 300 + = m s.l.m.

seconda cifra della matricola * 2 YB = 200 + = m s.l.m. L4 =

prima cifra della matricola * 2 1000 + = m

prima cifra della matricola * 2 L1 = 800 + = m L2 =

terza cifra della matricola * 20 2000 + = m

terza cifra della matricola * 20 D1 = 215 + = mm D2 =

terza cifra della matricola * 20 315 + = mm

seconda cifra della matricola * 2 Q0 = 55 + = l/s L3 =

seconda cifra della matricola * 2 1000 + = m

seconda cifra della matricola * 2

prima cifra della matricola * 20

ultime cifre della matricola scelta: 3 1 4 g YA YB YC D1 L1 D2 L2 L3 L4 Q 55,5 l/s 317 mm 217 mm 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 122 m 206 m 306 m 0,217 m 880 m 0,317 m 2080 m 1060 m 1080 m 0,0555 m3/s
2

Il quesito consiste nel determinare la potenza teorica della pompa per le due condizioni di funzionamento descritte ed il diametro D3 per il nuovo tronco, in maniera tale che in esso circoli met della nuova portata a servizio del serbatoio B. 0,2 mm 0,0002 m Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento /D1 /D2 D1 0,00092 0,00063 0,037 m2 scabrezza relativa della tubazione 1 scabrezza relativa della tubazione 2 * D12/4, area della sezione della tubazione 1 valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

D2 vp1 vp2 Re1 Re2 turb,1 turb,2

0,079 m3 1,50 m/s 0,70 m/s 323702,00 221587,81 0,019 0,018 -

* D2 /4, area della sezione della tubazione 2 Q / D1, velocit in condotta 1.


2

Q / D2, velocit in condotta 2. vp1 D1 / , numero di Reynolds per la tubazione 1 vp2 D2 / , numero di Reynolds per la tubazione 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] }2, indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] } , indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl

J1 J1 L1 J2 J2 L2

0,010 8,95 m 0,001 2,91 m

8*turb,1 Q /(g* *D1 ), formula di Darcy - Weisbach


2 2 5

perdita di carico continua sul tratto 1


2 2 5 8*turb,2 Q /(g* *D2 ), formula di Darcy - Weisbach

perdita di carico continua sul tratto 2

Equazione del moto tra A e B: YA - J1L1 + Hman,a - J2L2 = YB Dhman,a Pa Schema 4.b Ipotesi: moto assolutamente turbolento per le condotte 1 e 2 L'ipotesi, se soddisfatta in precedenza, a maggior ragione soddisfatta nel nuovo schema perch le portate sulle condotte sono maggiori. QNB QAN QCN vpAN vpNB ReAN ReNB 0,167 m3/s 0,083 m3/s 0,083 m3/s 2,25 m/s 2,11 m/s 485553,01 664763,42 3Q, nuovo valore di portata richiesto a servizio del serbatoio B. 3Q / 2, nuova portata circolante da A verso N. 3Q / 2, nuova portata circolante da C verso N. Q / D1, velocit in condotta sul tratto A - N. Q / D2, velocit in condotta sul tratto N - B. vpAN D1 / , numero di Reynolds per la tubazione 1. vpNB D2 / , numero di Reynolds per la tubazione 2. 95,86 m 52,19 kW Dall'equazione del moto 9.81 *Q * Hman,a, potenza teorica eta Pr 0,68 76,75 kW

JAP JAP L1 JPN JPN (L2 - L4) JNB JNB L4 YN

0,023 20,14 m 0,003 3,15 m 0,013 13,59 m 219,59 m

2 2 5 8*turb,1 QAN /(g* *D1 ), perdita di carico continua per unit di lunghezza da A a monte della pompa.

perdita di carico continua sul tratto compreso tra A e monte della pompa. 8*turb,2 QPN2/(g*2*D25), perdita di carico continua per unit di lunghezza da P ad N. perdita di carico continua sul tratto compreso tra valle della pompa ed N.
2 2 5 8*turb,2 QNB /(g* *D2 ), perdita di carico continua per unit di lunghezza da C a N.

perdita di carico continua su N - B. YB +JNB*L4, quota piezometrica del nodo N.

Equazione del moto tra A ed N: YA - JAPL1 + Dhman,b - JPN (L2 - L4) = YN Dhman,b Pa 120,88 m 98,72 kW Dall'equazione del moto 9.81 *QAN * Hman,b, nuova potenza teorica

Determinazione del diametro teorico con una formula empirica

Formula empirica:

N JC-N emp Dt Dcomm,3-1 Dcomm,3-2 / Dcomm,3-1 / Dcomm,3-2 D,3-1 v3-1 Re3-1 D,3-2 v3-2 Re3-2 turb,1 turb,2 Matrice dei coefficienti 1 0,2980

0,05 mm 0,00005 m 0,0815 0,015 0,159 0,125 0,175 0,0004 0,0003 0,012 m2 6,78 m/s 842920,02 0,024 m2 3,46 m/s 602085,73 0,016 0,015 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. ( YA-YB ) / L, cadente piezometrica teorica. indice di resistenza calcolato con la formula di cui sopra, dove J = JC-N, Q = QC-N, = N. [8 * emp * QC-N2 /( g *2 * JC-N)]1/5, diametro teorico da formula empirica. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,3-12 / 4, area della sezione della tubazione. QC-N / D,3-1, velocit in condotta. v3-1 Dcomm,3-1 / , numero di Reynolds per condotta. * Dcomm,3-22 / 4, area della sezione della tubazione. QC-N / D,3-2, velocit in condotta. v3-2 Dcomm,3-2 / , numero di Reynolds per condotta.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.

termine noto 1 1060 86,41

vettore delle incognite 128,96 931,04 1060 prova

0,0515

Esercizio 12 Nel sistema A di a adduzione quota

29-gen-09

esame in ad figura un

Civili si

Edile Architettura convogliare posta a una certa portata YB Q0 da un una

rappresentato YA,

intende B

serbatoio

geometrica

serbatoio

quota

geometrica

tramite

condotta di polietilene ad alta densit PE 80. Lallievo progetti i diametri da assegnare. YA = 100 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 150 + prima cifra della matricola * 2 = m s.l.m. = m s.l.m.

L=

2000 + prima cifra della matricola * 50

D=

145 + terza cifra della matricola * 3

mm

Q0 =

70 + terza cifra della matricola * 2

km

ultime cifre della matricola scelta: 0 1 6 g Q YA YB L 35 l/s 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 0,035 m3/s 112 m 30 m 1920 m
2

Il quesito consiste nel determinare il o i diametri commerciali da assegnare alla tubazione sopra descritta.Tali diametri verranno scelti da una serie nota. Serie relativa Dest 75 90 110 125 140 160 180 200 225 250 280

Spess 4,5 5,4 6,6 7,4 8,3 9,5 10,7 11,9 13,4 14,8 16,6

Dint 70,5 84,6 103,4 117,6 131,7 150,5 169,3 188,1 211,6 235,2 263,4

Dint [m] 0,0705 0,0846 0,1034 0,1176 0,1317 0,1505 0,1693 0,1881 0,2116 0,2352 0,2634

Determinazione del diametro teorico con una formula empirica

Formula empirica:

N JA-B emp Dt Dcomm,1 Dcomm,2 / Dcomm,1 / Dcomm,2 D,1 v1 Re1 D,2 v2 Re2 turb,1 turb,2 Matrice dei coefficienti 1 0,0846

0,02 mm 0,00002 m 0,0427 0,015 0,128 m 0,11 m 0,14 m 0,0002 0,0001 0,010 m2 3,68 m/s 402705,44 0,015 m2 2,27 m/s 316411,42 0,013 0,013 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. ( YA-YB ) / L, cadente piezometrica teorica. indice di resistenza calcolato con la formula di cui sopra, dove J = JC-N, Q = QC-N, = N.
2 2 1/5 [8 * emp * Q /( g * * JA-B)] , diametro teorico da formula empirica.

diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale superiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,1 /4, area della sezione della tubazione. Q / D,1, velocit in condotta.
2

v1 Dcomm,1 / , numero di Reynolds per condotta. * Dcomm,22/4, area della sezione della tubazione. Q / D,2, velocit in condotta. v2 Dcomm,2 / , numero di Reynolds per condotta. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-1 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione 1.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.

termine noto 1 1920 82,00

vettore delle incognite 590,03 1329,97 1920 prova

0,0241

Esercizio 13

29-gen-09

prova

Derivazione concentrata: Unico diametro

Civili

Edile Architettura

Lungo la condotta in ghisa sferoidale di diametro D e scabrezza rappresentata in figura presente una derivazione concentrata. Lallievo determini le portate circolanti nei due tronchi di tubazione. q= k * (15 + prima cifra della matricola * 0.5 D= 150 + seconda cifra della matricola * 2 YA = 200 + terza cifra della matricola * 2 YB = 150 + prima cifra della matricola * 2 L= 2000 + = m = m s.l.m. = m s.l.m. = mm ) = l/s

seconda cifra della matricola * 20 LAN = 700 + seconda cifra della matricola * 20 = m

ultime cifre della matricola scelta: 2 0 7 g q k D YA YB L LAN 16 l/s 1 150 mm 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 0,016 m3/s coeff. molt. di q 0,15 m 214 m 154 m 2000 m 700 m DYAB J* q* 60 m 0,0857 0,018 0,066 m3/s
2

Il quesito consiste nel determinare le portate circolanti nei tronchi A - N e N - B sulla base dell'applicazione dell'equazione del moto tra A e B; L'equazione assume diversa forma, cos come l'equazione di continuit, in dipendenza dell'ipotesi assunta sulla quota piezometrica al nodo interno N. Nel seguito verr illustrato il procedimento sia nell'ipotesi di YN >= di YB, sia nell'ipotesi YN < di YB; la soluzione corretta corrisponder ad uno solo dei due casi esposti. Il lettore tenga presente che pu evitare la formulazione dell'ipotesi (YN >= di YB oppure YN < di YB) valutando la portata q* che si avrebbe in assenza di contributo da parte del serbatoio B. Se q <= q* allora YN >= YB altrimenti YN < YB . Equazione risolutiva: JA-N (Q,A-N,D) LA-N + JN-B((Q-q),N-B,D) LN-B = YA - Y B JA-N (Q,A-N,D) LA-N - JN-B((q-Q),N-B,D) LN-B = YA - Y B per YN >= YB per YN < YB

Ipotesi: moto assolutamente turbolento e YN >= YB JA-N (Q,,D) LA-N + JN-B((Q-q),,D) LN-B = YA - Y B

8 AN L AN g 2 D5

Q2 +

8 NB L NB g 2 D5

(Q q )2

= YA YB

0,1 mm 0,0001 m

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. scabrezza relativa delle tubazioni. * D2/4, area della sezione delle tubazioni. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento

/D D A-N = N-B

0,00067 0,018 m2 0,018 -

I calcoli precedenti torneranno utili anche nel seguito, se l'ipotesi formulata non soddisfatta Termini dell'equazione quadratica

A B C Qm vm Qv vv

38769,28 -806,401 -53,549 0,049 m /s 2,8 m/s 0,033 m /s 1,87 m/s


3 3

8 AN g 2 D5

(L A N + L N B ) =
q

8 AN g 2 D5

8 NB L NB g 2 D5

8 NB L NB g 2 D5

q 2 (YA YB )

Verifica su YN (segno +) e su Re (moto ass. turbolento)


8 AN

JA-N YN Re

0,05 181,43 m 413380,52 -

g 2 D5

Q2

cadente sul tronco di monte.

Prova JN-B YN

0,0211 181,43 m

YA - JA-N LA-N, quota piezometrica sul nodo di derivazione. 4 Q / ( D ), numero di Re da diametro e portata circolante.

verifica dell'ipotesi sul moto soddisfatta: il serbatoio B riceve; non si faccia riferimento ai calcoli seguenti

Ipotesi: moto assolutamente turbolento e YN < YB JA-N (Q,,D) LA-N - JN-B((q-Q),,D) LN-B = YA - Y B

8 AN L AN g 2 D5

Q2

8 N B L N B g 2 D5

(q Q )2

= YA YB

Termini dell'equazione quadratica


8 AN

A B C Qm vm Qv vv

-11630,79 806,401 -66,451 #NUM! #NUM! #NUM! #NUM! m3/s m/s m3/s m/s

g 2 D5 2

(L A N L N B )
q
q 2 (YA YB )

8 N B L N B g 2 D5

8 N B L N B g 2 D5

Verifica su YN (segno -) e su Re (moto ass. turbolento)


8 AN

JA-N YN Re

#NUM! #NUM! #NUM!

m -

g 2 D5

Q2

cadente sul tronco di monte.

Prova JN-B YN

#NUM! #NUM!

YA - JA-N LA-N, quota piezometrica sul nodo di derivazione. 4 Q / ( D ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.

verifica dell'ipotesi sul moto non soddisfatta: il serbatoio B riceve; si faccia riferimento ai calcoli precedenti

Esercizio 13 Lungo una la

BIS in

05-feb-09 ghisa sferoidale Lallievo

esame di

Immissione concentrata: Unico diametro D le e scabrezza rappresentata nei due in figura di

Civili presente tubazione.

Edile Architettura

condotta

diametro

derivazione

concentrata.

determini

portate

circolanti

tronchi

q=

k*(5+ prima cifra della matricola *0.5

l/s

D=

180 + seconda cifra della matricola * 2

mm

L=

1500 + terza cifra della matricola * 20

LAN =

500 + prima cifra della matricola *20

YA =

200 + seconda cifra della matricola * 2

m s.l.m.

YB =

150 + prima cifra della matricola *2

m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 1 0 6 g q k D1 D2 L LAN YA YB 22 l/s 1180 mm 180 mm 9,81 m/s
2

2 1,006E-06 m /s

0,022 m3/s coeff. Molt. Di q 0,18 m 0,18 m 1620 m 520 m 200 m 122 m DYAB J* q* 78 m 0,0709 0,020 0,090 m3/s

Il quesito consiste nel determinare la portate circolanti nel tronco A - N e nel tronco N - B; nel seguito si formuler l'ipotesi di moto assolutamente turbolento, verificandola a posteriori tramite il controllo su Re, in modo da risolvere l'equazione del moto derivante. Ancora, si pu evitare la formulazione dell'ipotesi (YN >= di YA oppure YN < di YA) valutando la portata q* che si avrebbe in assenza di contributo da parte del serbatoio A. Se q <= q* allora YN <= YA altrimenti YN > YA . Equazione risolutiva: -JA-N (Q,A-N,D1) LA-N + JN-B((q-Q),N-B,D2) LN-B = YA - YB JA-N (Q,A-N,D1) LA-N + JN-B((q+Q),N-B,D2) LN-B = YA - YB + per YN >= YA per YN < YA

Ipotesi: moto assolutamente turbolento e YN >= YA -JA-N (Q,,D1) LA-N + JN-B((Q-q),,D2) LN-B = YA - YB

8 A N L A N
5 g 2 D1

Q2 +

8 N B L N B g 2 D5 2

(q Q )2

= Y A YB

0,2 mm 0,0002 m 0,00111 0,00111 0,025 m2 0,025 m2 0,020 0,020 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. scabrezza relativa della tubazione 1. scabrezza relativa della tubazione 2. * D2/4, area della sezione della tubazione 1. 2 * D /4, area della sezione della tubazione 2. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione di monte calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione di valle calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento.

/ D1 / D2 D1 D2 A-N N-B

I calcoli precedenti torneranno utili anche nel seguito, se l'ipotesi formulata non soddisfatta. Termini dell'equazione quadratica A B C Qm vm Qv vv 5105,11 -426,013 -73,314 -0,085 m /s -3,3 m/s 3 0,107 m /s 4,21 m/s
3

8 N B L N B g 2 D5 2 2

8 AN L AN
5 g 2 D1

8 NB L N B g 2 D5 2

8 NB L NB g 2 D5 2

q 2 (YA YB )

portata sul tronco A - N velocit sul tronco A - N portata sul tronco N - B velocit sul tronco N - B

-0,085 I radice 0,169 II radice

Verifica su YN (segno +) e su Re (moto ass. turbolento) JA-N YN 0,06 233,20 m


8 AN 2 Q cadente sul tronco di monte g 2 D5 YA - JA-N LA-N, quota piezometrica sul nodo di derivazione.

Prova JN-B

0,10 233,20 m

YN

Re

-598851,722 -

4 Q / ( D1 ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.

verifica dell'ipotesi sul moto non soddisfatta: il serbatoio A fornisce; si faccia riferimento ai calcoli seguenti

Ipotesi: moto assolutamente turbolento e YN< YB JA-N (Q,,D) LA-N + JN-B((q+Q),,D) LN-B = YA - YB

8 AN L AN g 2 D5

Q2 +

8 N B L N B g 2 D5

(q + Q )2

= YA YB

Termini dell'equazione quadratica


8 A N

A B C Qm vm Qv vv

14259,11 426,013 -73,314 0,058 m /s 2,291 m/s 3 0,080 m /s 3,156 m/s


3

g 2 D5

(L A N + L N B ) =
q

8 AN g 2 D5

8 N B L N B g 2 D5

8 N B L N B g 2 D5

q 2 (YA YB )

Verifica su YN (segno -) e su Re (moto ass. turbolento) 8 AN 2 Q g 2 D5 JA-N 0,03 cadente sul tronco di monte YN Re 184,44 m 409969,57 YA - JA-N LA-N, quota piezometrica sul nodo di derivazione. 4 Q / ( D1 ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.

Prova JN-B YN

0,0568 184,44 m

verifica dell'ipotesi sul moto soddisfatta: il serbatoio A riceve; si faccia riferimento ai calcoli della precedente sezione

Esercizio 14

06-feb-09

esame

Immissione concentrata: Concepito con diametri distinti

Civili

Edile Architettura

La condotta in ghisa sferoidale rappresentata in figura costituita da due tronchi di diametro D1 e D2. Lungo il percorso presente una immissione concentrata. Lallievo determini le portate circolanti nei due tronchi di tubazione. q= k*(5+ prima cifra della matricola *0.5 D1 = 180 + seconda cifra della matricola * 2 D2 = 180 + seconda cifra della matricola * 2 L= 1500 + terza cifra della matricola * 20 LAN = 500 + prima cifra della matricola *20 YA = 200 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 150 + prima cifra della matricola * 2 = = = = = = ) = l/s

mm

mm

m s.l.m.

m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 1 0 6 g q k D1 D2 L 55 l/s 10 150 mm 180 mm


2 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s

0,055 m3/s coeff. Molt. Di q 0,15 m 0,18 m 1620 m DYAB 48 m

LAN YA YB

520 m 200 m 152 m

J* q*

0,0436 0,020 0,070 m3/s

Il quesito consiste nel determinare le portate circolanti nei tronchi A - N e N - B sulla base dell'applicazione dell'equazione del moto tra A e B; L'equazione assume diversa forma, cos come l'equazione di continuit, in dipendenza dell'ipotesi assunta sulla quota piezometrica al nodo interno N. Nel seguito verr illustrato il procedimento sia nell'ipotesi di YN >= di YA, sia nell'ipotesi YN < di YA; la soluzione corretta corrisponder ad uno solo dei due casi esposti. Ancora, q* si pu evitare la formulazione dell'ipotesi (YN >= di YA oppure YN < di YA) valutando la portata q* che si avrebbe in assenza di contributo da parte del serbatoio A. Se q <= q* allora YN <= YA altrimenti allora YN > YA . 0,070 m3/s

Equazione risolutiva: -JA-N (Q,A-N,D1) LA-N + JN-B((q-Q),N-B,D2) LN-B = YA - YB JA-N (Q,A-N,D1) LA-N + JN-B((q+Q),N-B,D2) LN-B = YA - YB

+ -

per YN >= YA per YN < YA

Ipotesi: moto assolutamente turbolento e YN >= YA -JA-N (Q,,D1) LA-N + JN-B((Q-q),,D2) LN-B = YA - YB

8 A N L A N
5 g 2 D1

Q2 +

8 N B L N B g 2 D5 2

(q Q )2

= Y A YB

0,20 mm 0,0002 m 0,00133 0,00111 0,018 m2 0,025 m2 0,021 0,020 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna scabrezza relativa della tubazione 1. scabrezza relativa della tubazione 2. * D12/4, area della sezione della tubazione 1. 2 * D2 /4, area della sezione della tubazione 2. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione di monte calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione di valle calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento.

/ D1 / D2 D1 D2 A-N N-B

I calcoli precedenti torneranno utili anche nel seguito, se l'ipotesi formulata non soddisfatta. Termini dell'equazione quadratica A B C QA-N vA-N QN-B vN-B -2236,48 -1065,032 -18,712 -0,018 -1,0 0,073 2,9 m3/s m/s m3/s m/s
8 N B L N B g 2 D5 2 2 8 AN L AN
5 g 2 D1

8 NB L N B g 2 D5 2

8 N B L N B g 2 D5 2

q 2 (YA YB )

portata sul tronco A - N velocit sul tronco A - N portata sul tronco N - B velocit sul tronco N - B

Verifica su YN (segno +) e su Re (moto ass. turbolento)


8 AN

JA-N

0,01 -

g 2 D5

Q2

cadente sul tronco di monte

Prova JN-B

0,04725 -

YN Re

203,98 m -154155,68 -

g D YA - JA-N LA-N, quota piezometrica sul nodo di derivazione.

YN

203,98 m

4 Q / ( D1 ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante

verifica dell'ipotesi sul moto non soddisfatta: il serbatoio A fornisce; si faccia riferimento ai calcoli seguenti

Ipotesi: moto assolutamente turbolento e YN< YB JA-N (Q,,D1) LA-N + JN-B((q+Q),,D2) LN-B = YA - YB

8 AN L AN
5 g 2 D1

Q2 +

8 N B L N B g 2 D5 2

(q + Q )2

= YA YB

Termini dell'equazione quadratica A B C QA-N vA-N QN-B vN-B 21600,70 1065,032 -18,712 0,014 m /s 0,78 m/s 3 0,069 m /s 2,70 m/s
3

8 AN
5 g 2 D1

L AN +

8 NB g 2 D5 2 q

L NB

8 AN g 2 D5

solo per diametri uguali

8 NB L NB g 2 D5 2 g 2 D5 2

8 N B L N B

q 2 (YA YB )

portata sul tronco A - N velocit sul tronco A - N portata sul tronco N - B velocit sul tronco N - B

Verifica su YN (segno -) e su Re (moto ass. turbolento) 8 AN 2 Q 5 JA-N g 2 D1 0,00 cadente sul tronco di monte YN Re 197,75 m 115933,83 YA - JA-N LA-N, quota piezometrica sul nodo di derivazione. 4 Q / ( D1 ), numero di Re dedotto dal diametro e portata circolante.

Prova JA-N YN

0,11 271,13 m

verifica dell'ipotesi sul moto soddisfatta: il serbatoio A fornisce; non si faccia riferimento ai calcoli precedenti

Esercizio 15

26-mar-09

esame

Civili

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura, il serbatoio a pelo libero B posto a quota zB riceve una certa portata Q da un serbatoio A posto a quota zA, con pressione dellaeriforme pari a 3 atm relative. I due serbatoi sono collegati da una nuova condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore di diametro D. Lallievo determini: - la potenza reale di una pompa installata subito a valle del serbatoio A, affinch venga convogliata la portata Q; - la portata Qsp senza la pompa, specificando il verso; - la piezometrica per le due condizioni esposte. YA = 100 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 150 + prima cifra della matricola * 2 L= 2000 + prima cifra della matricola * 50 D= 145 + = = m = = m s.l.m.

m s.l.m.

mm

terza cifra della matricola * 3 Q= 70 + terza cifra della matricola * 2 =

km

ultime cifre della matricola scelta: 2 6 6 g D Q L zA zB 197 mm 36 l/s 9,81 m/s


2 2

1,006E-06 m /s 0,197 m 0,036 m3/s 2120 m 104 m 212 m

Il quesito consiste di due parti: nella prima si chiede quale deve essere la potenza della pompa, necessaria per il sollevamento della portata Q; nella seconda invece si chiede la portata circolante nella condotta senza la pompa. Nell'ultimo caso occorre valutare le quote piezometriche dei due serbatoi, per poter stabilire il verso della portata. Si ricorda infatti che i fluidi muovono da quote piezometriche maggiori a quote piezometriche minori. Infine si richiede il tracciamento delle piezometriche per le due condizioni esposte. Schema con pompa eta-pompa 0,65 0,05 mm 0,00005 m 0,00025 0,030 m2 1,18 m/s 231285,50 0,014 valore scelto per il rendimento della pompa valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa delle tubazioni * D2/4, area della sezione trasversale della tubazione. Q/D, velocit in condotta. vp D / , numero di Reynolds per la condotta; necessario per il tipo di movimento. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza la tubazione calcolato constatando un regime di movimento assolutamente turbolento. c JA-B,0 JA-B,0 L Hm 4,01 0,005 11,44 88,45 m m 8*turb/(g*2*D5), avendo posto JA-B,0 = c*Q2, dove c raggruppa le costanti e variabili note. c Q2, cadente piezometrica. perdita di carico tra i due serbatoi zB + JA-B,0 L - (ZA + 3*10.33), prevalenza manometrica della pompa. si noti che il serbatoio in pressione stato reinterpretato come un serbatoio a superficie libera, posto ad una quota geometrica pari a zA + 3 * 10.33m. Si ricorda che 1atm = 10.33m in colonna d'acqua 9.81 *Q * Hm / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa.

/D D vp Re turb

Pr

109,46 kW

JA-B,0

Hm PCIRA 3*10.33m

Schema senza pompa Poich risulta zA + 3 * 10.33 < zB, in assenza della pompa il fluido muover da B verso A. La piezometrica che ne deriva di seguito illustrata:

JA-B,1
PCIRA 3*10.33m

JA-B,1

0,04 m

[ZB - (ZA + 3*10.33)] / L, prevalenza manometrica della pompa.

Ipotesi: moto assolutamente turbolento QA-B,1 VA-B,1 ReA-B,1 0,095 m3/s 3,12 m/s 611292,32 (JA-B,1 / c)1/2, portata circolante. QA-B,1 / SD, velocit in condotta. VA-B,1 D / , numero di Reynolds per condotta; occorre constatare che il regime di moto risulti assolutamente turbolento. In alternativa bisogna impiegare una legge di resistenza alternativa.

Esercizio 16

14-mag-09

esame

Civili

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura, una condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore di diametro D con diversi anni di esercizio collega rispettivamente il serbatoio A posto a quota YA con il serbatoio B a quota YB. Al termine della condotta presente una valvola capace di indurre una perdita di carico concentrata pari a V2/2g. Lallievo determini le portate circolanti per le seguenti condizioni: - = 0; - = 100; - tendente ad infinito; D= 185 + seconda cifra della matricola * 2 = mm

L=

2000 + terza cifra della matricola * 20

YA =

200 + prima cifra della matricola * 2

m s.l.m.

YB =

100 + seconda cifra della matricola * 2

m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 3 2 8 g D L YA YB 189 mm


2 9,81 m/s

1,006E-06 m /s 0,189 m 2160 m 206 m 104 m

Il quesito consiste nel determinare la portata Q circolante in condotta per tre differenti aperture della valvola ubicata al termine della stessa: 1. = 0, ovvero valvola completamente aperta; 2. = 100, ovvero valvola parzialmente chiusa; , ovvero valvola chiusa. Si procede pertanto alla scrittura dell'equazione del moto (Bernoulli tra A e B), specificando la portata in funzione di .
8L g D
2 5

Q2 +

V2 = YA Y B 2g

ovvero

16 Q2 8L Q2 + = YA YB 2g 2 D 4 g 2 D5

da cui consegue l'espressione della portata:


1/ 2

YA YB Q= 8 L 16 + g 2 D 5 2g 2 D 4

0,08 mm 0,00008 m 0,00042 0,028 m2 0,016 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa della tubazione. * D2/4, area della sezione della tubazione. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento.

/D D turb

= 0

Q= V= J=

0,093 3,30 0,047

m3/s m/s -

Verifica sul numero di Re Re 620027,03 -

4 Q / D, numero di Reynolds per la tubazione; occorre constatare che il regime di moto risulti assolutamente turbolento. In alternativa bisogna impiegare una legge di resistenza alternativa.

= 100

Q= V= J=
V2 = 2g

0,075 2,66 0,031 35,95

m3/s m/s m

Verifica sul numero di Re Re 498944,83 -

4 Q / D, numero di Reynolds per la tubazione; occorre constatare che il regime di moto risulti assolutamente turbolento. In alternativa bisogna impiegare una legge di resistenza alternativa.

Q= V= J=

0,000 0,00 0,000

m /s m/s m

V2 = 102,00 2g

Verifica sul numero di Re Re 0,00 -

fluido in quiete

Esercizio 17

11-giu-09

esame

Civili

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura, una certa portata q viene prelevata dal nodo N lungo la condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore di diametro D e con diversi anni di esercizio. L'allievo determini: - il diametro DNB da assegnare al tronco di valle NB affinch la portata a servizio del serbatoio B sia pari ad 1/3 portata concentrata q; - la piezometrica per il sistema in esame. D= 215 + seconda cifra della matricola * 2 q= 35 + prima cifra della matricola * 0.2 = = mm

l/s

LAN =

1000 + terza cifra della matricola * 20

L=

2000 + terza cifra della matricola * 20

YA =

210 + prima cifra della matricola * 1

m s.l.m.

YB =

100 + seconda cifra della matricola * 1

m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 2 8 9 g D q LAN L YA YB 191 mm 35,4 l/s 9,81 m/s
2 2

1,006E-06 m /s 0,191 m 0,0354 m3/s 1180 m 2180 m 212 m 188 m

Il quesito consiste nel determinare il diametro DNB, da assegnare al tronco NB affinch in esso circoli un terzo della portata erogata dal nodo N. Dovendo quindi circolare sul tronco AN una portata pari a 4q/3 per l'equazione di continuit al nodo N, possibile determinare ivi in corrispondenza la piezometrica JAN; dunque la quota piezometrica al nodo N e quindi la piezometrica sul tronco NB, ovvero JNB; infine si procede al calcolo del diametro teorico Dt,NB e quindi della coppia di diametri commerciali Dcomm,1 e Dcomm,2 da piazzare in serie sul tronco NB. 0,2 mm 0,0002 m 0,00105 0,029 m2 0,047 m3/s 1,65 m/s 312766,89 0,020 valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa della tubazione AN. * D2/4, area della sezione della tubazione. 4 * q / 3, portata circolante sul tronco AN. QAN/D, velocit nella condotta AN.
5 vp D / , numero di Reynolds per condotta; se > 10 i calcoli seguenti sono corretti.

/D D QAN vp Re turb

0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento.

cAN JAN YN

6,45 0,014 195,05 m

8*turb/(g*2*D5), avendo posto JAN = cAN*QAN2, dove cAN raggruppa le costanti e variabili note. cAN QAN2, cadente piezometrica sul tronco AN. YA - JAN LAN, quota piezometrica sul nodo di derivazione.

JNB QNB emp Dt,NB Dcomm,1 Dcomm,2 /Dcomm,1 /Dcomm,2 D,1 v1 Re1 D,2 v2 Re2 turb,1 turb,2

0,0070 0,012 m3/s 0,022 0,129 0,1 m 0,15 m 0,0020 0,0013 0,008 m2 1,50 m/s 149346,19 0,018 m2 0,67 m/s 99564,13 0,023 0,021 -

(YN - YB)/(L-LAN), cadente piezometrica sul tronco NB. q / 3, portata circolante sul tronco NB. indice di resistenza calcolato con la formula di resistenza empirica f(JNB,QNB). [8 * emp * QNB2 /( g *2 * JNB)]1/5, diametro teorico da formula empirica. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,1 /4, area della sezione della tubazione. Q/D,1, velocit in condotta.
2

v1 Dcomm,1 / , numero di Reynolds per condotta. * Dcomm,22/4, area della sezione della tubazione. Q/D,2, velocit in condotta. v2 Dcomm,2 / , numero di Reynolds per condotta. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.
2

Matrice dei coefficienti

1
0,0269

1
0,0032

termine noto 1000 7,05

vettore delle incognite 162,57 837,43 1000 prova

Esercizio 18

13-lug-09

esame

Civili

Edile Architettura

Nellimpianto di sollevamento rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q da un A, tramite una successione di due condotte in ghisa con diversi anni di esercizio. Successivamente (figura 4.b) si intende prelevare dal nodo N una portata q lasciando inalterata la portata a servizio del serbatoio B. L'allievo determini: - le portate circolanti e le piezometriche per i due schemi illustrati; - la variazione di potenza reale della pompa. YA = 140 + seconda cifra della matricola * 0.5 YB = 200 + prima cifra della matricola * 0.5 D1 = 245 + seconda cifra della matricola * 2 L1 = 800 + terza cifra della matricola * 20 = = = = m s.l.m.

m s.l.m.

mm

D2 =

205 + seconda cifra della matricola * 2

mm

L2 =

2000 + terza cifra della matricola * 20

Lm,2 =

600 + prima cifra della matricola * 20

Q=

45 l/s

q=

35 + prima cifra della matricola * 0.2

l/s

ultime cifre della matricola scelta: 1 8 5 g YA YB D1 L1 D2 L2 Lm,2 Lv,2 Q q 15,4 l/s 221 mm 261 mm 9,81 m/s
2 2

1,006E-06 m /s 144 m 200,5 m 0,261 m 900 m 0,221 m 2100 m 620 m 1480 m


3 0,0766 m /s

0,0154 m3/s

Il quesito consiste nel determinare le portate circolanti per i due schemi assegnati, le piezometriche e la variazione di potenza.

Schema 4.a eta-pompa 0,7 0,2 mm 0,0002 m valore scelto per il rendimento della pompa. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

Condotta a monte della pompa / D1 0,00077 D1 v1 0,054 m2 1,43 m/s

scabrezza relativa della tubazione di monte. * D12/4, area della sezione della tubazione. Qp/D1, velocit in condotta.

Re1
turb,1

371450,03 0,018 -

v1 D / , numero di Reynolds per la tubazione di monte. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione di monte
2

c1 J1 J1 L 1

1,26 s2/m6 0,007 6,63 m

calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. 2 5 2 8*turb,1/(g* *D1 ), avendo posto J1 = c1*Q , dove c1 raggruppa le costanti e variabili note. c1 Q2, cadente piezometrica. perdita di carico tra il sebatoio A ed il punto immediatamente monte la pompa

Condotta a valle della pompa / D2 0,00090 D2 v2 0,038 m2 2,00 m/s 438680,81 0,019 -

scabrezza relativa della tubazione di valle. * D22/4, area della sezione della tubazione. Qp/D2, velocit in condotta. v2 D / , numero di Reynolds per la tubazione di valle. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione di valle calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. 2 5 2 8*turb,2/(g* *D2 ), avendo posto J2 = c2*Q , dove c2 raggruppa le costanti e variabili note. c2 Q , cadente piezometrica. perdita di carico tra il punto immediatamente valle la pompa ed il serbatoio B. YB + J2 L2 - (YA - J1 L1), prevalenza manometrica della pompa. 9.81 *Q * Hma / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa.
2

Re2
turb,2

c2 J2 J2 L 2 hma Pr,a

3,00 s2/m6 0,018 36,98 m 100,11 m 107,47 kW

J2 hma

Schema 4.b Condotta tra nodo N e serbatoio B Jv,2 Lv,2 26,06 m YN 226,56 m Condotta tra pompa e nodo N QmN 0,09 m3/s Jm,2 0,025 Jm,2 Lm,2 15,75 m Ypv 242,31 m

perdita di carico tra la derivazione ed il serbatoio B, dove Jv,2 = J2. YB + Jv,2 L2, quota piezometrica del nodo N.

Q + q, portata circolante a monte del nodo di derivazione N. c2 QmN , cadente piezometrica. perdita di carico tra la pompa ed il nodo di derivazione N YN + Jm,2 Lm,2, quota piezometrica a valle della pompa.
2

Condotta tra serbatoio A e pompa

Jn,1 Jn,1 L1 Ypm

0,011 9,56 m 134,44 m

c1 QmN2, cadente piezometrica. perdita di carico tra il sebatoio A ed il punto immediatamente monte la pompa YA + Jn,1 L1, quota piezometrica a monte della pompa.

Calcolo della nuova prevalenza manometrica Ypv - Ypm, prevalenza manometrica della pompa. Hmb 107,88 m Calcolo della nuova potenza Pr,b 139,09 kW

9.81 *QmN * Hmb / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa.

JPN JNB
Hmb

JAP

Differenza di potenza tra i due schemi Pr,b - Pr,a 31,62 kW

Esercizio 19

10-set-09

esame

Civili

Edile Architettura

Nellimpianto di adduzione rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q da un serbatoio A, a quota YA, tramite una condotta in ghisa con diversi anni di esercizio. Successivamente (figura 4.b) si vuole dimezzare la portata Q0 a servizio del serbatoio B tramite una perdita di carico concentrata indotta da una valvola posta a valle della condotta. Lallievo, determini: - la portata circolante per lo schema di figura 4.a; - la perdita di carico concentrata per lo schema di figura 4.b; - le piezometriche per i due schemi illustrati. YA = 140 + seconda cifra della matricola * 0.5 YB = 100 + prima cifra della matricola * 0.5 D= 215 + seconda cifra della matricola * 2 L= 4800 + = = mm = = m s.l.m.

m s.l.m.

terza cifra della matricola * 20 ultime cifre della matricola scelta: 7 8 8 g YA YB D L 231 mm 9,81 m/s
2 2

1,006E-06 m /s 144 m 93,5 m 0,231 m 4960 m

Il quesito consiste nel determinare la portata Q circolante iper la condotta semplice rappresentata in figura 4.a) e la perdita di carico concentrata necessaria per lo schema di figura 4.b, affinch la portata risulti pari a Q0 / 2. Si procede pertanto lla scrittura dell'equazione del moto (Bernoulli tra A e B), per i due schemi (si veda esercizio 16 per confronto):

Schema 4.a
8 L g 2 D5

Q2 0 = YA YB

da cui consegue l'espressione della portata:


Y YB Q0 = A 8L g 2 D5
1/ 2

0,2 mm 0,0002 m 0,00087 0,042 m2 0,019 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa della tubazione * D2/4, area della sezione della tubazione 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione calcolato con la formula di Prandtl. Occorre verificare a posteriori il regime di movimento.

/D D turb

J0
Q0 = V0 = J0 = 0,065 1,56 0,0102 m /s m/s 3

Verifica sul numero di Re Re 358356,13 -

4 Q / D, numero di Reynolds per la tubazione; occorre constatare che il regime di moto risulti assolutamente turbolento. In alternativa bisogna impiegare una legge di resistenza alternativa.

Schema 4.b
8L
2 2

Q0 + Yvalv = YA YB g D 2
5

ovvero

1 8 L Q 0 2 + Yvalv = YA YB 4 g 2 D5

dalla eq. 1 consegue:

Yvalv =

3 (YA YB ) 4

E' bene precisare che la eq. 3 stata ricavata nell'ipotesi di costanza dell'indice di resistenza. Occorre pertanto verificare anche in questo caso che ci si trovi in moto assolutamente turbolento. Se la verifica da esito negativo bisogna valutare il lambda con una formula alternativa.

Variante 26 luglio Q0 / 3 0,022 0,52 m /s m/s 3

J
Q0 / 2 Qn = Vn = Jn = 0,033 0,78

m3/s m/s 0,0011 0,0025 Si noti che J e pari ad 1/4 del vecchio valore, poich il legame J(Q) quadratico

Yvalv =
Yvalv

44,89

Yvalv =
Yvalv =

8 = (YA YB ) 9

37,88 m 3 (YA YB ) 4 12,63 50,50 50,50 m m m

Test JL = Yvalv + JL = YA - YB = Verifica sul numero di Re Re 179178,07 -

4 Q / D, numero di Reynolds per la tubazione; occorre constatare che il regime di moto risulti assolutamente turbolento. In alternativa bisogna impiegare una legge di resistenza alternativa.

Esercizio 20

16-set-09

Esame

Civili

Edile Architettura

Il sistema di adduzione rappresentato in figura caratterizzato da un tronco a monte, caratterizzato dal diametro Dm e lunghezza Lm, a cui segue a valle un tratto in parallelo di lunghezza Lv, caratterizzato da due tronchi di diametro Dv1 e Dv2. Tutte le condotte sono in ghisa sferoidale, con diversi anni di esercizio. Lallievo determini le portate circolanti nelle condotte e tracci le relative piezometriche. YA = 200 + seconda cifra della matricola * 2 =

m s.l.m.

YB =

150 + prima cifra della matricola * 2

m s.l.m.

Lm =

1000 + terza cifra della matricola * 10

Lv =

500 + seconda cifra della matricola * 10

Dm =

215 + terza cifra della matricola * 2

mm

Dv1 =

155 + prima cifra della matricola * 2

mm

Dv2 =

125 + seconda cifra della matricola * 2

mm

ultime cifre della matricola scelta: 0 1 9 g YA YB Lm Lv Dm Dv1 Dv2 233 mm 155 mm 127 mm 9,81 m/s
2 2

1,006E-06 m /s 202 m 150 m 1090 m 510 m 0,233 m 0,155 m 0,127 m

Trattasi di un problema di verifica. Il quesito consiste nel determinare le portate circolanti per lo schema assegnato. Si proceder in due maniere 1. con l'ipotesi di moto assolutamente turbolento nelle tre condotte; 2. con formulazione empirica sull'indice di resistenza. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

0,2 mm 0,0002 m

Condotta a monte del parallelo / Dm 0,00086 Dm 0,043 m2

scabrezza relativa della tubazione. * Dm2/4, area della sezione della tubazione.

Condotta a monte del parallelo / Dv1 0,00129 Dv1 0,019 m2

scabrezza relativa della tubazione. * Dv12/4, area della sezione della tubazione.

Condotta a monte del parallelo / Dv2 0,00157 Dv2 0,013 m2

scabrezza relativa della tubazione. * Dv2 /4, area della sezione della tubazione.
2

1. Ipotesi: moto assolutamente turbolento 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dm ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione di monte. turb,m 0,019 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dv1 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione di valle 1. turb,v1 0,021 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dv2) ] }2, indice di resistenza per la tubazione di valle 2. turb,v2 0,022 cm cv1 cv2 2,27 s2/m6 19,29 s2/m6 54,96 s2/m6 8*turb,m/(g* *Dm ), avendo posto Jm = cm*Qm , dove cm raggruppa le costanti e variabili note. 8*turb,v1/(g*2*Dv15), avendo posto Jv1 = cv1*Qv12, dove cv1 raggruppa le costanti e variabili note.
2 5 2

8*turb,v2/(g* *Dv2 ), avendo posto Jv2 = cv2*Qv2 , dove cv2 raggruppa le costanti e variabili note.
2 5 2

YN 181,49

Jm 0,0188

Jv1 = Jv2 0,0617

Qm 0,091 vm 2,13 Rem 494018,86

Qv1 0,057 vm1 3,00 Rev1 461916,14

Qv2 0,034 vm2 2,65 Rev2 334017,95

Q 0,001

2. Formulazione empirica YN 181,44 Jm 0,0189 Jv1 = Jv2 0,0617

EMP,m
0,019

EMP,v1
0,021

EMP,v2
0,022

cEMP,m
2,31

cEMP,v1
19,50

cEMP,v2
55,63

Qm 0,090 vm 2,12 Rem 490936,58

Qv1 0,056 vv1 2,98 Rev1 459125,14

Qv2 0,033 vv2 2,63 Rev2 331768,47

Q 0,001

Macro: 'Idrodinamica_Es20_Calcola_portate'

Si noti come le soluzioni risultino tanto pi vicine quanto pi evidente il carattere turbolento delle correnti Esercizio 21 16-set-09 Esame Civili Edile Architettura

Per limpianto idroelettrico rappresentato in figura l'allievo determini l'energia ricavabile in un anno di funzionamento nellipotesi di funzionamento continuo 24h/24h e tracci la relativa piezometrica. La condotta in ghisa in servizio con lievi incrostazioni di diametro D. YA = 850 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 600 + = = m s.l.m.

m s.l.m.

prima cifra della matricola * 2 L= 2500 + prima cifra della matricola * 10 D= 235 + terza cifra della matricola * 2 Q= 50 + prima cifra della matricola * 0.5 ultime cifre della matricola scelta: 0 4 1 = l/s = =

mm

g D Q L YA YB

237 mm 50 l/s

9,81 1,006E-06 0,237 0,05

m/s2 2 m /s m

m3/s 2500 m 858 m 600 m

eta-turbina

0,7 0,2 mm 0,0002 m 0,00084 0,044 m2 1,13 m/s 267013,85 0,019 -

valore scelto per il rendimento della turbina. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa della tubazione * D2/4, area della sezione della tubazione. Q/D, velocit in condotta. v0 D / , numero di Reynolds per condotta. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. 8*turb/(g*2*D5), avendo posto JA-B = cturb*Q2, dove cturb raggruppa le costanti e variabili note. cturb Q2, cadente piezometrica. perdita di carico continua tra i due serbatoi. YA + JA-B L - YB, prevalenza sulla turbina. 9.81 *Q * Hm * eta_turbina, potenza reale ottenuta dalla turbina. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*24, energia annua spesa in kWh. Pr*365*24/106, energia annua spesa in GWh.

/D D v0 Re turb

cturb JA-B JA-B L Hm Pr E E E

2,08 s2/m6 0,0052 13,01 m 244,99 m 84,12 kW 2,65E+09 kJ 736881,885 kWh 0,74 GWh

Esercizio 22

30-ott-09

Esame

Civili

Edile Architettura

Nellimpianto di sollevamento rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q da un serbatoio A a quota YA, tramite una successione di due condotte in ghisa con diversi anni di esercizio. Successivamente (figura 4.b) si intende incrementare del 20% la portata a servizio del serbatoio B, lasciando invariata la potenza della pompa. A tal fine si intende realizzare un tratto in parallelo, costituito da una tubazione in acciaio con Dopo aver verificato la fattibilit del nuovo schema di figura 4.b, lallievo, determini: - la potenza reale Pr della pompa per lo schema riportato in figura 4.a; - il diametro Dn da assegnare al nuovo tronco in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore; - landamento delle piezometriche per i due schemi.

Q=

65 + seconda cifra della matricola * 0.5

l/s

D1 =

215 + seconda cifra della matricola * 2

mm

L1 =

300 + seconda cifra della matricola * 20

D2 =

185 + seconda cifra della matricola * 2

mm

L2 =

3000 + terza cifra della matricola * 20

YA =

120 + seconda cifra della matricola * 2

m s.l.m.

YB =

200 + prima cifra della matricola * 2

m s.l.m.

ultime cifre della matricola scelta: 7 5 6

g Q D1 L1 D2 L2 YA YB

67,5 l/s 225 mm 195 mm

9,81 1,006E-06 0,0675 0,225 420 0,195 3120 130

m/s m2/s m3/s m m m m m

214 m

eta-pompa Schema 4.a

0,7 -

valore scelto per il rendimento della pompa

0,15 mm 0,00015 m 0,00067 0,040 m2 1,70 m/s 379693,70 0,018 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni esistenti, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa della tubazione di monte. * D1 /4, area della sezione della tubazione di monte. Q/D,1, velocit nella tubazione di monte.
2

/ D1 D,1 v0,1 Re1 turb,1

v0,1 D1 / , numero di Reynolds per la tubazione. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione di monte calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. 2 5 2 8*turb,1/(g* *D1 ), avendo posto J1 = cturb,1*Q , dove cturb,1 raggruppa le costanti e variabili note. 2 cturb,1 Q , cadente piezometrica sulla tubazione di monte.
2

cturb,1 J1 J1 L 1 / D2 D,2 v0,2 Re2 turb,2

2,55 s2/m6 0,012 4,88 m 0,00077 0,030 m2 2,26 m/s 438108,12 0,018 -

perdita di carico tra serbatoio di monte e pompa. scabrezza relativa della tubazione di valle. * D2 /4, area della sezione della tubazione. Q/D,2, velocit nella tubazione di valle.
2

v0,2 D2 / , numero di Reynolds per la tubazione. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione di valle calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. 8*turb,2/(g*2*D25), avendo posto J1 = cturb,2*Q2, dove cturb,2 raggruppa le costanti e variabili note. 2 cturb,2 Q , cadente piezometrica sulla tubazione di valle.
2

cturb,2 J2 J2 L 2 Hm,a Pr Schema 4.b Qn Hm,b Jn,1 Jn1 L1 Jn,2 Qp,2 vp,2 Rep,2

5,40 s2/m6 0,025 76,74 m 165,63 m 156,68 kW

perdita di carico tra pompa e serbatoio di valle. YB + J1 L1 + J2 L2 - YA, prevalenza sulla pompa. 9.81 *Q * Hm / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa.

0,1 mm 0,0001 m 0,081 m3/s 138,02 m 0,017 7,03 m 0,02 m 0,053 m3/s 1,77 m/s 342814,41 -

valore scelto per la scabrezza della nuova tubazione da piazzare in parallelo 1.2*Q, nuovo valore di portata richiesta. Q * Hm,a / Qn, nuovo valore della prevalenza manometrica, basato sulla potenza costante. 2 cturb,1 Qn , cadente piezometrica sulla tubazione di monte (in regime di moto asolutamente turbolento). perdita di carico tra serbatoio di monte e pompa. (YA - J1 L1 + Hm,b - YB) / L2, nuovo valore della cadente sul tronco di valle. Se il valore risulta > 0, allora il nuovo schema effettivamente realizzabile. (Jn,2 / cturb,2)1/2, nuovo valore della portata sul vecchio tronco di valle (in regime di moto asolutamente turbolento). Qp,2 / D,2, nuovo valore della velocit sul vecchio tronco di valle. vp,2 D2 / , nuovo numero di Reynolds per il vecchio tronco di valle. necessario per constatare il regime di movimento. Qn - Qp,2, portata sul tronco da dimensionare. f(Qn,2, Jn,2), come da relazione empirica

Qn,2 emp,2

0,028 m3/s 0,019 -

Dn,t Dcomm,1 Dcomm,2 / Dcomm,1 / Dcomm,2 D,1 vcomm,1 Re1 D,2 vcomm,2 Re2 turb,1 turb,2 Matrice dei coefficienti 1 0,0416

0,153 0,125 m 0,175 m 0,0008 0,0006 0,012 m2 2,30 m/s 285347,92 0,024 m2 1,17 m/s 203819,94 0,019 0,017 -

[8 * emp,2 * Qn,22 /( g *2 * Jn,2)]1/5, diametro teorico da formula empirica diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale superiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,12/4, area della sezione della tubazione. Qn,2/D,1, velocit in condotta. vcomm,1 Dcomm,1 / , numero di Reynolds per la tubazione commerciale 1. * Dcomm,2 /4, area della sezione della tubazione. Qn,2/D,2, velocit in condotta.
2

vcomm,2 Dcomm,2 / , numero di Reynolds per la tubazione commerciale 2. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.
2

0,0077

termine noto 3120 46,99

vettore delle incognite per Dcomm,1 673,25 2446,75 per Dcomm,2 3120 prova

Esercizio 23

11/12/2009

Esame

Civili

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q0 da un serbatoio A a quota YA, tramite una condotteain ghisa con diversi anni di esercizio. Successivamente (figura 4.b) si intende derivare dal nodo N una portata q pari al 70% della portata Q0, lasciando invariata la portata a servizio del serbatoio B. A tal fine si intende realizzare un tratto in parallelo, costituito da una tubazione in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore, compreso tra il serbatoio A ed il nodo di derivazione N. L'allievo determini: - la portata Q0 circolante nella condotta rappresentata in figura 4.a; - il diametro Dn da assegnare al nuovo tronco in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore (figura 4.b); - landamento delle piezometriche per i due schemi.

YA =

200 + seconda cifra della matricola * 2

m s.l.m.

YB =

110 + prima cifra della matricola * 2

m s.l.m.

D=

215 +

mm

seconda cifra della matricola * 2 Lp = 1000 terza cifra della matricola * 20 L= 2500 + prima cifra della matricola * 20 ultime cifre della matricola scelta: 0 4 1 g YA YB D Lp L 223 mm 9,81 m/s 208 m 110 m 0,223 m 1020 m 2500 m
2

2 1,006E-06 m /s

Il quesito consiste nel determinare la portata circolante per lo schema 4.a) ed il diametro Dn da assegnare ad un tronco in parallelo per lo schema 4.b), piazzato a monte del nodo di derivazione, affinche YB riceva sempre Q0 e la portata derivata risulti pari a q. /D JA-B,1 0,2 mm 0,00090 0,03920 valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna corrispondente scabrezza relativa per la tubazione relativa alla figura 4.a) cadente corrispondente allo schema di figura 4.a)

Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento turb,0 0,019 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione relativa alla figura 4.a) calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. D c0 Q0 V0 Re0 0,039 m2 2,86 0,117 m3/s 3,00 m/s 664138,12 * D2/4, area della sezione della tubazione. 2 5 2 8*turb,0/(g* *D ), avendo posto J0 = c0*Q0 , dove c0 raggruppa le costanti e variabili note. 1/2 (JA-B,1 / c0) , portata circolante. Q0 / D, velocit in condotta. V0 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody: nel caso di moto non assolutamente turbolento, riferiamoci alla seguente formulazione completa di Colebrook - White. Formulazione completa con formula di Colebrook - White C-W,1 cC-W,1 0,024 3,66 s2/m6 coefficiente di resistenza di tentativo. il valore di primo tentativo viene posto pari a circa il corrispondente fornito della formula di Prandtl; la formula di Colebrook - White pu

0,010 ReC-W,1 41159,59 -

ammettere pi soluzioni; quella giusta compresa tra 0,01 e 0,08 (si veda abaco di Moody)

2 , 51 10
1 2

1 3 , 715 D

numero di Reynolds di tentativo, ottenuto dalla relazione di Colebrook - White Q0 0,007 m3/s 0,000 -0,03900756 ( D ReC-W,1 / 4), portata circolante dedotta dal numero di Re. 2 cC-W,1 * Q0 , cadente di tentativo; il valore soluzione fornito cliccando su ricerca obiettivo. JA-B,1 - JA-B,1, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro:'Idrodinamica_Es23_Calcola_Q0'

JA-B, di tent
F(JA-B,1, di tent.)

Schema 4.b Poich il serbatoio di quota YB riceve sempre Q0 ne deriviamo che la piezometrica pari sempre a JA-B,1 ovunque. Per questo motivo sul vecchio tronco (ora in parallelo) A - N circoler ancora Q0 e quindi per la continuit al nodo, sul nuovo tronco in parallelo circoler una portata q = 0.7 Q0.

Qp,n
p,n

0,082 m3/s 0,01 mm 0,00001 m

0.7 Q0 portata sul nuovo tronco di tubazione in parallelo. valore scelto per la scabrezza della nuova tubazione, da affiancare al tratto preesistente

Formulazione completa con formula di Colebrook - White A differenza della procedura iterativa precedente, in questo caso fissando come parametro di iterazione della formula di Colebrook - White, ne deriva un'equazione di secondo grado nell'incognita Dr. Seguono i coefficienti dell'equazione: C-W 0,015 coefficiente di resistenza di tentativo. La formula di Colebrook - White pu ammettere pi soluzioni; quella corretta compresa tra 0,01 e 0,08 (vedi abaco di Moody). A 0,00020
2,51 4 Q p,n
10
1 2

coefficiente moltiplicativo del termine quadratico.

B C

-0,00008 0,000003

coefficiente moltiplicativo del termine lineare. coefficiente costante.

p, n 3,715

Dp,n JC-B, di tent F(JC-B, di tent.)

0,346 m 0,0017 0,037542 -

(-B+(B2-4AC)1/2)/2A, soluzione dell'equazione quadratica


2 2 5 8 * C-W * Qp,n /( g * * Dp,n ), cadente di tentativo; il valore soluzione

fornito cliccando su ricerca obiettivo. JC-B - JC-B, di tent, l'uguaglianza a zero restituisce i valori soluzione. Macro:'Idrodinamica_Es23_Calcola_Dpn

Determinazione del diametro con una formula empirica La procedura iterativa proposta in precedenza presenta lo svantaggio di essere particolarmente sensibile ai parametri noti ( ) e quindi non sempre la soluzione (Dp,n) di immediata soluzione. La procedura semplificata che segue, permette di determinare il diametro incognito tramite una formula empirica che, sebbene implicita permette comunque di giungere al calcolo di Dp,n.

Formula empirica:

emp

0,014 -

coefficiente di resistenza di tentativo. Il valore soluzione (compreso tra 0,01 e 0,08) si ottiene risolvendo per tentativi la Formula empirica cliccando su Calcola emp.

F(emp)

0,00087099 -

funzione ricerca obiettivo costruita su emp.

Macro: 'Idrodinamica_Es23_Calcola_Dpn_empirico'

Dp,n Dcomm,1 Dcomm,2 / Dcomm,1 / Dcomm,2 D,1 vcomm,1 Re1 D,2 vcomm,2 Re2 turb,1 turb,2

0,181 m 0,15 m 0,20 m 0,00007 0,00005 0,018 m2 4,64 m/s 691146,41 0,031 m2 2,61 m/s 518359,81 0,011 0,011 -

[8 * emp * Qp,n2 /( g *2 * JA-B,1)]1/5, diametro teorico da formula empirica. diametro commerciale inferiore scelto da una serie diametro commerciale inferiore scelto da una serie scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,12/4, area della sezione della tubazione. Qp,n/D,1, velocit in condotta. vcomm,1 Dcomm,1 / , numero di Reynolds per condotta. * Dcomm,22/4, area della sezione della tubazione. Qp,n/D,2, velocit in condotta. vcomm,2 Dcomm,2 / , numero di Reynolds per condotta.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.

Matrice dei coefficienti 1 1 0,0810 0,0183

termine noto 1020 39,98

vettore delle incognite per Dcomm,1 340,34 per Dcomm,2 679,66 1020 prova

Esercizio 24

11/01/2010

Civili

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q0 da un serbatoio A a quota YA, tramite una condotta in ghisa con diversi anni di esercizio di diametro D. Successivamente (figura 4.b) si intende incrementare la portata a servizio del serbatoio B, passando da Q0 a Q0, tramite linserimento di un tronco in parallelo per una lunghezza massima pari a Lp. Lallievo valuti se possibile realizzare il tronco in parallelo con una tubazione di pari caratteristiche (diametro e scabrezza). Nel caso ci non risulti possibile, lallievo proceda alla valutazione del diametro di una nuova condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore, per una lunghezza pari ad Lp. Si traccino infine le piezometriche per i due schemi.

YA =

200 + seconda cifra della matricola * 2

m s.l.m.

YB =

110 + prima cifra della matricola * 2

m s.l.m.

D=

215 + seconda cifra della matricola * 2

mm

Lp =

1000 terza cifra della matricola * 20

L=

2500 + prima cifra della matricola * 20

1+ terza cifra della matricola * 0.03

ultime cifre della matricola scelta: 6 6 2 g YA YB D Lp L 227 mm


2 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s

212 m 122 m 0,227 m 1040 m 2620 m 1,06 m2/s

Il quesito consiste nel determinare la portata circolante per lo schema 4.a) e di valutare la possibilit di inserire un tronco in parallelo di diametro e scabrezza pari alla tubazione esistente, se la sua lunghezza Ln risulta inferiore alla distanza Lp, ovvero in caso contrario di calcolare il diametro da assegnare ad una nuova tubazione in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore da piazzare in parallelo per una lunghezza pari a Lp, per lo schema 4.b). Per lo schema 4.a) si valuter la portata circolante Q0 sia nell'ipotesi di moto assolutamente turbolento, eseguendo a posteriori il

controllo sul numero di Reynolds, sia con una formulazione empirica per l'indice di resistenza; per lo schema 4.b) si valuter Ln dall'equazione del moto scritta tra A e B. Se Ln risulter maggiore di Lp, si proceder al calcolo del diametro Dp della nuova tubazione di lunghezza Lp. Poich risulter YC minore di YB, per necessario prevedere un impianto di sollevamento sul tronco di monte che, per ipotesi, garantisce sul nodo C un carico pari a YB + 10m. Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento /D turb,0 J0 c0 Q0 D V0 Re0 0,2 mm 0,0002 m 0,00088 0,019 0,034 2,61 s2/m6 0,115 m3/s 0,040 m2 2,84 m/s 639872,57 valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione relativa alla figura 4.a). 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza per la tubazione relativa alla figura 4.a). cadente corrispondente allo schema di figura 4.a). 2 5 2 8*turb,0/(g* *D ), avendo posto J0 = c0*Q0 , dove c0 raggruppa le costanti e variabili note. (JA-B,1 / c0)1/2, portata circolante. * D /4, area della sezione della tubazione. Q0 / D, velocit in condotta. V0 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody:
2

nel caso di moto non assolutamente turbolento, ci si riferisca alla formulazione completa di Colebrook - White o ad una formulazione empirica Schema 4.b Q1 0,122 m3/s Q0, portata erogata dal serbatoio A.

Adozione della stessa tubazione per il parallelo Verifichiamo innanzitutto se possibile avvalersi della formulazione in regime di moto assolutamente turbolento per i tronchi in parallelo: Qn Vp Re0 0,061 m3/s 0,67 m/s 150136,54 Q0 / 2, portata circolante in ciascuno dei tronchi in parallelo. Qn / D, velocit in ciascuno dei tronchi. V0 D / , numero di Reynolds (si verifichi l'ipotesi di partenza sull'abaco di Moody: nel caso di moto non assolutamente turbolento, riferiamoci alla formulazione completa di Colebrook - White. Scrittura dell'equazione del moto J1 (L - Ln) + Jn Ln = YA - Y B dove J1 = c1 Q12 Jn = cn Qn2 /D turb,1 c1 cn J1 Jn Ln 0,2 mm 0,00088 0,0190 2,61 s2/m6 2,61 s2/m6 0,0386 0,0096 384,28 m

1. 2. 3. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna corrispondente scabrezza relativa per la tubazione relativa alla figura 4.a) 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per tutte le tubazioni relative alla figura 4.b). 8*turb,1/(g*2*D5), avendo posto J1 = c1*Q12, dove c1 raggruppa le costanti e variabili note. 8*turb,1/(g*2*D5), avendo posto Jn = cn*Qn2, dove cn raggruppa le costanti e variabili note. si noti come i precedenti coefficienti risultano uguali in regime di moto assolutamente turbolento. cadente sul tronco di monte da eq. 2. cadente sui tronchi in parallelo a valle da eq. 3. lunghezza dei tronchi in parallelo a valle da eq. 1.

Lunghezza sufficiente; non si considerino i calcoli che seguono

pn

0,05 mm 0,00005 m

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna 10 / Lp, cadente sui tronchi in parallelo, nell'ipotesi di sollevamento meccanico con YC = YB + 10. indice di resistenza sulla vecchia tubazione in parallelo

Jp emp,vp(Jp, D)

0,0096 0,0200 -

cvp Qvp Qnp emp,np(Qnp, Jp)

2,74 s2/m6 0,06 m3/s 0,06 m3/s 0,0136 -

8*emp,vp/(g* *D ), avendo posto Jp = cvp*Qvp , dove cvp raggruppa le costanti e variabili note.
2 5 2

(Jp / cvp) , portata sul vecchio tronco del parallelo. Qn - Qvp, portata sul nuovo tronco del parallelo.

1/2

Dp,n Dcomm,1 Dcomm,2 / Dcomm,1 / Dcomm,2 D,1 vcomm,1 Re1 D,2 vcomm,2 Re2 turb,1 turb,2

0,232 m 0,275 m 0,325 m 0,00018 0,00015 0,059 m2 1,05 m/s 287305,77 0,083 m2 0,75 m/s 243104,88 0,013 0,013 -

[8 * emp,np * Qnp2 /( g *2 * Jp)]1/5, diametro teorico da formula empirica. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale superiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,12/4, area della sezione della tubazione. Qnp/D,1, velocit in condotta. vcomm,1 Dcomm,1 / , numero di Reynolds per condotta. * Dcomm,22/4, area della sezione della tubazione. Qp,n/D,2, velocit in condotta. vcomm,2 Dcomm,2 / , numero di Reynolds per condotta. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-1 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione 1. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-2 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione 2. termine noto 1040 10,00 vettore delle incognite 5501,58 per Dcomm,1 -4461,58 per Dcomm,2 1040 prova

Matrice dei coefficienti 1 1 0,0028 0,0012

Esercizio 25

08-feb-10

esame

Civili

Edile Architettura

Nellimpianto di sollevamento rappresentato in figura, il serbatoio B a quota YB riceve inizialmente una certa portata Qv da un serbatoio A a quota YA, tramite una condotta in ghisa sferoidale con diversi anni di esercizio. Successivamente si intende variare la portata circolante, passando dal valore Qv al valore Qn = Qv. Lallievo: - esprima la differenza di prevalenza manometrica esistente a seguito della variazione di portata, come funzione del parametro ; - determini la differenza di potenza reale, specificatamente per =1,2 ; - tracci le piezometriche per i due schemi illustrati;

Nei calcoli si assuma un regime di moto assolutamente turbolento.

YA =

20 + seconda cifra della matricola * 0.5

m s.l.m.

YB =

90 + prima cifra della matricola * 0.5

m s.l.m.

D1 =

205 + seconda cifra della matricola * 2

mm

L1 =

800 + terza cifra della matricola * 20

D2 =

245 + seconda cifra della matricola * 2

mm

L2 =

4800 + terza cifra della matricola * 20

Qv =

60 + prima cifra della matricola * 2

l/s

ultime cifre della matricola scelta: 0 4 8 g YA YB D1 L1 D2 L2 Qv 60 l/s 213 mm 253 mm 9,81 1,006E-06 122 190 m/s2 2 m /s m m _____ _____ _____ Profilo piezometrico per Q = Qv Profilo piezometrico per Q = Qv, > 1 Profilo piezometrico per Q = Qv, < 1

0,213 m 960 m 0,253 m 4960 m 0,06 m3/s

Il quesito consiste nel determinare la differenza di prevalenza manometrica Hm,n - Hm,v tra i due schemi descritti, in funzione del parametro = Qn/Qv, la differenza di potenza reale Pr,n - Pr,v, specificatamente per = 1,2 ed infine le rispettive piezometriche. Per quanto concerne il primo quesito si osservi che: Hm,v = (YB - YA) + J1,v L1 + J2,v L2 ovvero:
H m , v = (YB YA ) + 8 1, v L 1
5 g 2 D1

1. 2.

Q2 V +

8 2 ,v L 2 g 2 D5 2

Q2 V

ed analogamente:
H m ,n = (YB YA ) + 8 1, n L 1
5 g 2 D1

(Q v )2 +

8 2 ,n L 2 g 2 D5 2

(Q v )2

3.

per l'ipotesi introdotta sul moto assolutamente turbolento risultera v,1 = n,1 = 1 e v,2 = n,2 = 2. Sottraendo la eq. 3 alla eq.2 si ottiene:
8 1 L1 82 L2 Qv2 Q 2+ H m, n H m , v = ( 1) g 2 D5 v g 2 D5 1 2

4.

ovvero in forma compatta: Calcolo della potenza reale Pr,v per lo schema iniziale eta-pompa 0,7 0,15 mm 0,00015 m 0,00070 0,036 m2 1,68 m/s 356519,91 0,018 3,40 s2/m6 0,012 11,75 m 0,00059 0,050 m2 1,19 m/s 300153,12 0,017 valore scelto per il rendimento della pompa. valore scelto per la scabrezza della tubazioni esistenti, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa della tubazione di monte. * D1 /4, area della sezione della tubazione. Qv/D,1, velocit nella tubazione di monte.
2

5.

/ D1 D,1 v0,1 Re1 1 c1 J1,v J1,v L1 / D2 D,2 v0,2 Re2 2

v0,1 D1 / , numero di Reynolds per la tubazione.


2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] } , indice di resistenza calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare

il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. 8*1/(g*2*D15), avendo posto J1,v = c1*Qv2, dove c1 raggruppa le costanti e variabili note. c1 Qv2, cadente piezometrica sulla tubazione di monte. perdita di carico tra serbatoio di monte e pompa. scabrezza relativa della tubazione di valle. * D22/4, area della sezione della tubazione. Qv/D,2, velocit nella tubazione di valle. v0,2 D2 / , numero di Reynolds per la tubazione.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] } , indice di resistenza calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare

il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. c2 J2,v J2,v L2 Hm,v Pr,v 1,38 s2/m6 0,005 24,68 m 104,43 m 87,81 kW 8*2/(g*2*D25), avendo posto J2 = c2*Qv2, dove c2 raggruppa le costanti e variabili note. 2 c2 Qv , cadente piezometrica sulla tubazione di valle. perdita di carico tra pompa e serbatoio di valle (YB - YA) + J1,v L1 + J2,v L2, prevalenza manometrica iniziale sulla pompa. 9.81 *Qv * Hm,v / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa.

Calcolo della potenza reale Pr,n per lo schema finale eta-pompa Qn 0,7 1,2 0,072 m3/s 5 mm valore scelto per il rendimento della pompa coefficiente moltiplicativo della vecchia portata nuovo valore di portata valore scelto per la scabrezza della tubazioni esistenti, scelto sulla base del tipo di materiale e

0,005 m /D1 v0,1 Re1 J1,n J1,v L1 /D2 v0,2 Re2 J2,n J2,n L2 Hm,n Pr,n 0,02347 2,02 m/s 427823,89 0,018 16,92 m 0,01976 1,43 m/s 360183,75 0,007 35,54 m 120,46 m 121,55 kW

stato di usura. scabrezza relativa della tubazione di monte. Qv/D,1, velocit nella tubazione di monte. v0,1 D1 / , numero di Reynolds per la tubazione. c1 Qn2, cadente piezometrica sulla tubazione di monte. perdita di carico tra serbatoio di monte e pompa scabrezza relativa della tubazione di valle Qn/D,2, velocit nella tubazione di monte. v0,2 D2 / , numero di Reynolds per condotta. c2 Qn , cadente piezometrica sulla tubazione di valle. perdita di carico tra pompa e serbatoio di valle (YB - YA) + J1,n L1 + J2,n L2, prevalenza manometrica finale sulla pompa. 9.81 *Qv * Hm,v / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa.
2

Calcolo delle differenze richieste Hm,n - Hm,v Pr,n - Pr,v


2 ( -1)* 36,43

differenza di prevalenza manometrica esistente a seguito della variazione di portata, come funzione di (eq. 5) differenza di potenza reale, valutata specificatamente per =1,2 ;

33,74 kW

Esercizio 26

18/02/2010

esame

Civili

Edile Architettura

Per limpianto idroelettrico rappresentato in figura l'allievo determini l'energia ricavabile in un anno di funzionamento nellipotesi di funzionamento continuo 24h/24h e tracci la relativa piezometrica. La condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore di diametro D e diversi anni di esercizio. L= 2500 + prima cifra della matricola * 10 D= 235 + terza cifra della matricola * 2 YA = 850 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 600 + prima cifra della matricola * 2 Q= 50 + prima cifra della matricola * 0.5 ultime cifre della matricola scelta: 5 4 = = = m s.l.m. = = m

mm

m s.l.m.

l/s

8 g D L YA YB Q 9,81 1,006E-06 0,251 2550 858,0 710 m/s m2/s m m m m


2

Hm

251 mm

52,5 l/s

0,0525 m3/s

eta-turbina

0,65 2 mm 0,002 m 0,00797 0,049 m2 1,06 m/s 264726,68 0,035 -

valore scelto per il rendimento della turbina. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa della tubazione. * D2/4, area della sezione della tubazione. Qv/D, velocit nella tubazione di monte. v0 D / , numero di Reynolds per la tubazione. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare
2

/D D v0 Re turb

il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. cturb JA-B JA-B L Hm Pr E E E 2,91 s2/m6 0,008 20,46 m 127,54 m 42,69 kW 1,35E+09 kJ 374006,949 kWh 0,37 GWh 8*turb/(g*2*D5), avendo posto JA-B = cturb*Q2, dove cturb raggruppa le costanti e variabili note. cturb Q2, cadente piezometrica. perdita di carico tra i due serbatoi. YA + JA-B L - YB, prevalenza sulla turbina. 9.81 *Q * Hm / eta_pompa, potenza reale, spesa dalla pompa. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ Pr*365*24, energia annua spesa in kWh Pr*365*24 / 106, energia annua spesa in GWh

Esercizio 27

18/02/2010

esame

Civili

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura, una portata q viene prelevata dal nodo N a quota geometrica zN, lungo la condotta in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore di diametro D e con diversi anni di esercizio. L'allievo determini: - la massima portata qMAX, prelevabile dal nodo N, affinch laltezza piezometrica sullo stesso risulti pari a 10m; - la portata qMAX, prelevabile dal nodo N, affinch il serbatoio B non dia contributo; - tracci le piezometriche per i casi in precedenza esposti. D= 195 + seconda cifra della matricola * 2 LAN = 1000 + terza cifra della matricola * 20 L= 2000 + terza cifra della matricola * 20 YA = 200 + = = = = mm

m s.l.m.

prima cifra della matricola * 0.5 YB = 150 + seconda cifra della matricola * 0.5 zN = 80 + terza cifra della matricola * 0.5 ultime cifre della matricola scelta: 5 4 8 g D LAN L YA YB zN 203 mm 9,81 m/s
2 2

m s.l.m.

m s.l.m.

10m

1,006E-06 m /s 0,203 m 1160 m 2160 m 202,5 m 152 m 84,0 m qMAX qLIM

Il quesito consiste nel determinare le portate erogate qMAX e qLIM per le condizioni descritte e le relative piezometriche. Si procede nell'ipotesi di moto assolutamente turbolento, verificandola a posteriori per ciascuno dei due casi. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura. scabrezza relativa delle tubazioni * D2/4, area della sezione della tubazione.

0,2 mm 0,0002 m 0,00099 0,032 m2

/D D

Calcolo della portata qMAX YN 94,0 m turb 0,020 cturb JAN QAN vAN ReAN JNB QNB vNB ReNB qMAX 4,68 s2/m6 0,094 0,141 4,37 880968,85 0,058 m /s m/s 3

zN + 10, quota piezometrica per il calcolo di qMAX. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza calcolato con la formula di Prandtl. Occorre constatare il regime di movimento, affinch i calcoli seguenti risultino corretti. 8*turb/(g*2*D5), avendo posto JA-N = cturb*QA-N2, dove cturb raggruppa le costanti e variabili note. (YA - YN) / LAN, cadente piezometrica sul tronco AN. (JAN/cturb)1/2, portata circolante sul tronco AN. QAN/D, velocit nella condotta AN. vAN D / , numero di Reynolds per la condotta. (YN - YB)/(L-LAN), cadente piezometrica sul tronco NB. (JNB/cturb)1/2, portata circolante sul tronco NB. QNB/D, velocit nella condotta NB. vNB D / , numero di Reynolds per la condotta. QAN + QNB, portata massima prelevabile.

0,111 m3/s 3,44 m/s 693727,12 0,253 m3/s

Calcolo della portata qLIM YN 152,00 m

= YB, per il vincolo introdotto.

JAN QAN vAN ReAN qLIM

0,044 0,096 2,98 601023,39 0,096 m3/s m/s m3/s

(YA - YN) / LAN, cadente piezometrica sul tronco AN. (JAN/cturb) , portata circolante sul tronco AN. QAN/D, velocit nella condotta AN. vAN D / , numero di Reynolds per la condotta. = QAN, portata corrispondente al vincolo introdotto.
1/2

Esercizio 28 Si calcolino le portate

19/03/2010 circolanti

esame nellimpianto a tre

basato su: serbatoi

23-apr-07 nella seguente

Civili figura. Si

Edile Architettura

rappresentato

assumano condotte in acciaio, con rivestimento bituminoso a spessore. YA = 720 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 600 + prima cifra della matricola * 2 YC = 640 + terza cifra della matricola * 2 D1 = 225 + seconda cifra della matricola * 0.3 D2 = 235 + prima cifra della matricola * 0.3 D3 = 185 + terza cifra della matricola * 0.3 L1 = 1.28 + seconda cifra della matricola * 0.03 L2 = 1.33 + prima cifra della matricola * 0.03 L3 = 1.14 + terza cifra della matricola * 0.03 ultime cifre della matricola scelta: 0 2 4 g YA YB YC 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 724 m 600 m 648 m
2

m s.l.m.

m s.l.m.

m s.l.m.

mm

mm

mm

km

km

km

D1 D2 D3 L1 L2 L3 Il quesito consiste

225,6 mm 235 mm 186,2 mm 1,34 km 1,33 km 1,26 km in un problema di

0,2256 m 0,235 m 0,1862 m 1340 m 1330 m 1260 m verifica: occorre cio

0,040 m2 0,043 m2 0,027 m2

determinare

le

portate

circolanti,

nota

la

geometria

del

sistema.

Procediamo in due maniere: 1. con la formula di Prandtl facendo l'ipotesi di moto a.t. e con la formula empirica = emp(J,D). / D1 / D2 / D3 turb,1 turb,2 turb,3 c1 c2 c3 0,2 mm 0,00089 0,00085 0,00107 0,019 0,019 0,020 2,69 s /m 2,18 s2/m6 7,37 s /m
2 6 2 6

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione 1. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione 2. corrispondente scabrezza relativa per la tubazione 3. 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.
2

0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione 3. 8*turb,1/(g* *D1 ), avendo posto J1 = c1*Q1 , dove c1 raggruppa le costanti e variabili note.
2 2 5 5 2 2

8*turb,2/(g* *D2 ), avendo posto J2 = c2*Q2 , dove c2 raggruppa le costanti e variabili note. 8*turb3/(g* *D3 ), avendo posto J3 = c3*Q3 , dove c3 raggruppa le costanti e variabili note.
2 5 2

Ipotesi: moto assolutamente turbolento YN 649,87 J1 0,0553 J2 0,0375 J3 0,0015 Q1 0,143 v1 3,58 Re1 803931,86 Q2 0,131 v2 3,03 Re2 707086,17 Q3 0,014 v3 0,52 Re3 96427,46 Q -0,00217519

Formulazione empirica YN 649,96 J1 0,0553 J2 0,0376 J3 0,0016

EMP,1
0,0192

EMP,2
0,0191

EMP,3
0,0211

cEMP,1 2,72

cEMP,2 2,20

cEMP,3 7,79

Q1 0,143 v1 3,57 Re1 799872,73

Q2 0,131 v2 3,01 Re2 704012,77

Q3 0,014 v3 0,52 Re3 96030,31

Q -0,00227

Macro: 'Idrodinamica_Es28_Calcola_Q_Problema_tre_serbatoi'

Esercizio 29

23/04/2010

esame

Civili

basato su:

23-apr-07

Si faccia riferimento all'Esercizio 13. Esercizio 30 08/07/2010 esame Civili Edile Architettura

Nel sistema rappresentato in figura 4.a, il serbatoio B a quota YB riceve una certa portata Q0 da un serbatoio A a quota YA tramite una condotta in ghisa in servizio corrente. Successivamente si decide di incrementare la portata erogata dal serbatoio A, a servizio del serbatoio B, passando dal valore Q0 al valore Q0 con > 1. A tal fine si intende realizzare un raddoppio di condotta a valle del nodo C (figura 4.b). Lallievo determini: - per la condizione di esercizio illustrata in figura 4.a, la portata Q0 da erogare a servizio del del serbatoio B; - per la condizione di esercizio illustrata in figura 4.b, il diametro Dr da assegnare alla nuova tubazione. Nel caso in cui lo schema proposto non possa essere realizzato, si proponga una soluzione alternativa. = 1.2 + seconda cifra della matricola * 0.01 YA = 200 + seconda cifra della matricola * 2 YB = 130 + prima cifra della matricola * 2 D= 185 + seconda cifra della matricola * 2 L= 2000 + terza cifra della matricola * 20 Lr = 800 + seconda cifra della matricola * 25 = m = m = mm = m s.l.m. = m s.l.m. = -

ultime cifre della matricola scelta: 9 5 1 g YA YB D L Lr 195 mm 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 1,25 210 m 148 m 0,195 m 2020 m 925 m
2

4.a)

Il

quesito

consiste

nel

determinare

la

portata

Q0

da

erogare

inizialmente

servizio

del

serbatoio

ed

il

diametro

Dr

da

assegnare al nuovo tronco in parallelo, affinch il serbatoio A eroghi sempre Q0 con > 1. Occorre verificare per lo schema di figura 4.b se la quota piezometrica del nodo C risulta superiore della quota geometrica del serbatoio B. In caso contrario non sar possibile addurre la portata Q0 con lo schema proposto; schemi alternativi possono prevedere una immissione concentrata e/o una pompa lungo la condotta A-C. /D Schema 4.a Ipotesi: moto assolutamente turbolento turb D cturb JA-B,0 QA-B,0 VA-B,0 Re0 0,020 0,030 m 5,78 s2/m6 0,0307 0,073 m3/s 2,44 m/s 472799,62 2

0,2 mm 0,001 -

valore scelto per la scabrezza della tubazione, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna corrispondente scabrezza relativa

0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, formula di Prandtl. * D2/4, area della sezione della tubazione originaria. 2 5 2 8*turb/(g* *D ), avendo posto JA-B,0 = cturb*QA-B,0 , dove cturb raggruppa le costanti e variabili note. ( YA - YB ) / L, cadente piezometrica. (JA-B,0 / c0)1/2, portata circolante. QA-B,0 / D, velocit in condotta. VA-B,0 D / , numero di Reynolds (occorre constatare il regime di movimento).

Formulazione empirica per l'indice di resistenza

EMP,0
cEMP,0 QA-B,0

0,020 5,86 s /m 0,072 m3/s


2 6 1/2 (JA-B,0 / cEMP,0) , portata circolante.

Schema 4.b Ipotesi: moto assolutamente turbolento: = Q1, nuova portata da addurre. Q0 0,090 m3/s VA-C,1 Re0 JA-C,1 YC 3,03 m/s 587170,33 0,0473 158,16 m Q1 / D, velocit in condotta. VA-C,1 D / , numero di Reynolds (occorre constatare il regime di movimento).
2 cturb Q1 , cadente piezometrica sul tronco di monte.

YA - JA-C,1(L - Lr), quota piezometrica del nodo C.

Occorre a questo punto eseguire il controllo sulla quota piezometrica del nodo C: Lo schema proposto pu essere realizzato. Si faccia riferimento ai calcoli seguenti.

JC-B,1 Qp,v Vp,v Rep,v Qp,n

0,01099 0,044 m3/s 1,46 m/s 282895,64 0,047 m3/s

(YC - YB ) / Lr, cadente sul tronco in parallelo. (JC-B,1 / cturb)1/2, portata circolante sul vecchio tronco in parallelo. Qp,v / D, velocit nel vecchio tronco in parallelo. Vp,v D / , numero di Reynolds (occorre constatare il regime di movimento). = Q1 - Qp,v, portata da convogliare nel nuovo tronco in parallelo.

pn
emp,pn(Qp,n, JC-B,1)

0,05 mm 0,00005 m 0,016 -

valore scelto per la nuova tubazione da piazzare in parallelo.

Dp,n Dcomm,1 Dcomm,2 p,n / Dcomm,1 p,n / Dcomm,2 D,1 v1 Re1 D,2 v2 Re2 turb,1 turb,2

0,191 m 0,150 m 0,250 m 0,0003 0,0002 0,018 m2 2,65 m/s 395557,10 0,049 m2 0,96 m/s 237334,26 0,015 0,014 -

2 2 1/5 [8 * emp,pn * Qpn /( g * * JC-B,1)] , diametro teorico da formula empirica.

diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale superiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,1 /4, area della sezione della tubazione 1. Qp,n/D,1, velocit nella tubazione 1.
2

v1 Dcomm,1 / , numero di Reynolds per la tubazione 1. * Dcomm,2 /4, area della sezione della tubazione 2. Qp,n/D,2, velocit nella tubazione 2. v2 Dcomm,2 / , numero di Reynolds per la tubazione 2.
2 2 0.25/{ LOG10[ p,n/(3.715*Dcomm,1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1.

0.25/{ LOG10[ p,n/(3.715*Dcomm,2 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione 2. termine noto 925 10,16 vettore delle incognite per Dcomm,1 229,89 per Dcomm,2 695,11 925 prova

Matrice dei coefficienti 1 1 0,0365 0,0026

Esercizio 31

04-lug-11

esame

Civili

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura il serbatoio B a quota YB una certa portata Q da un serbatoio A a quota YA, tramite un impianto di sollevamento. Le condotte comprese tra A e B sono in ghisa di diametro DAB con diversi anni di esercizio. Nellipotesi di funzionamento continuo, lallievo: - determini lenergia necessaria in un anno per sollevare la portata Q da A a B; - progetti la tubazione nuova in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore compresa tra B e C, necessaria per convogliare la stessa portata Q al serbatoio C; - tracci landamento delle piezometriche. L1 = 400 + = m D1 = 300 + = mm

terza cifra della matricola * 10 L2 = 2000 + = m D2 =

terza cifra della matricola * 2 350 + = mm

seconda cifra della matricola * 10 L3 = 5000 + = m Q=

seconda cifra della matricola * 2 85 + = l/s

prima cifra della matricola * 10

seconda cifra della matricola * 2

YA =

120 +

m s.l.m.

YB =

600 +

m s.l.m.

terza cifra della matricola * 5 YC = 550 + = m s.l.m.

terza cifra della matricola * 5

terza cifra della matricola * 5

ultime cifre della matricola scelta: 2 0 7 g L1 D1 L2 D2 L3 YA YB YC Q 89 l/s 350 mm 314 mm 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 470 m 0,314 m 2000 m 0,35 m 5020 m 535 m 635 m 585 m 0,089 m3/s
2

Il quesito consiste nel determinare l'energia spesa in una anno dalla pompa per sollevare la portata Q ed il diametro D3 da associare al tronco 3, per il convogliamento della stessa portata al serbatoio C. eta 0,2 mm 0,0002 m 0,65 valore scelto per il rendimento della pompa valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

1. Calcolo dell'energia spesa in un anno di funzionamento dalla pompa Ipotesi: moto assolutamente turbolento /D1 /D2 D1 D2 vp1 vp2 Re1 Re2 turb,1 turb,2 0,00064 0,00057 0,077 m2 0,096 m3 1,15 m/s 0,93 m/s 358733,96 321835,61 0,018 0,017 scabrezza relativa della tubazione 1 scabrezza relativa della tubazione 2 * D12/4, area della sezione della tubazione 1 * D22/4, area della sezione della tubazione 2 Q / D1, velocit in condotta 1. Q / D2, velocit in condotta 2. vp1 D1 / , numero di Reynolds per la tubazione 1 vp2 D2 / , numero di Reynolds per la tubazione 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] } , indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni
2

calcolato con la formula di Prandtl 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] } , indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl

J1 J1 L1 J2 J2 L2

0,004 1,78 m 0,002 4,29 m

8*turb,1 Q /(g* *D1 ), formula di Darcy - Weisbach


2 2 5

perdita di carico continua sul tratto 1 8*turb,2 Q /(g* *D2 ), formula di Darcy - Weisbach
2 2 5

perdita di carico continua sul tratto 2

Equazione del moto tra A e B: YA - J1L1 + Hman - J2L2 = YB Dhman Pt Pr E E E 106,06 m 92,60 kW 142,46 kW 4,49E+09 kJ 1247985,1 kWh 1,25 GWh Dall'equazione del moto 9.81 *Q * Hman,a, potenza teorica Pa/, potenza reale. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*24, energia annua spesa in kWh. Pr*365*24/106, energia annua spesa in GWh.

2. Calcolo del diametro della condotta tra i serbatoi B e C Determinazione del diametro teorico con una formula empirica

Formula empirica:

N JB-C emp Dt Dcomm,3-1 Dcomm,3-2 / Dcomm,3-1 / Dcomm,3-2 D,3-1 v3-1 Re3-1 D,3-2 v3-2 Re3-2 turb,1

0,08 mm 0,00008 m 0,0100 0,015 0,251 0,225 m 0,275 m 0,0004 0,0003 0,040 m2 2,24 m/s 500633,18 0,059 m2 1,50 m/s 409608,96 0,015 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di conservazione della parete interna. ( YB-YC ) / L, cadente piezometrica teorica. indice di resistenza calcolato con la formula di cui sopra, dove J = JB-C, = N.
2 2 1/5 [8 * emp * Q /( g * * JB-C)] , diametro teorico da formula empirica.

diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,3-12 / 4, area della sezione della tubazione. Q / D,3-1, velocit in condotta. v3-1 Dcomm,3-1 / , numero di Reynolds per condotta. * Dcomm,3-22 / 4, area della sezione della tubazione. Q / D,3-2, velocit in condotta. v3-2 Dcomm,3-2 / , numero di Reynolds per condotta.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-1 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 1.

turb,2 Matrice dei coefficienti 1 0,0176

0,015 -

0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.


2

termine noto 1 5020 50,00

vettore delle incognite 1669,48 3350,52 5020 prova

0,0062

Esercizio 32

25/07/2011

esame

Edile Architettura

Nel sistema di adduzione rappresentato in figura costituito da una prima condotta con funzionamento a gravit e da un successivo impianto di sollevamento. Nellipotesi di voler convogliare dal serbatoio A al serbatoio C una portata costante pari a Q, lallievo: - progetti la tubazione nuova in acciaio con rivestimento bituminoso a spessore tra il serbatoio A ed il serbatoio B; - determini lenergia necessaria in un anno per il sollevamento meccanico (condotte comprese tra i serbatoi B e C in ghisa con diversi anni di esercizio); - tracci landamento delle piezometriche. L1 = 5000 + = m Q= 85 + = l/s

terza cifra della matricola * 10 L2 = 400 + = m D2 =

prima cifra della matricola * 2 300 + = mm

seconda cifra della matricola * 10 L3 = 4000 + = m D3 =

terza cifra della matricola * 2 350 + = mm

prima cifra della matricola * 10 YA = 600 = m s.l.m. YB =

seconda cifra della matricola * 2 580 + = m s.l.m.

terza cifra della matricola * 0.5 YC = 620 + = m s.l.m.

terza cifra della matricola * 0.5

terza cifra della matricola * 0.5

ultime cifre della matricola scelta: 0 7 8 g L1 Q L2 D2 L3 D3 YA YB 364 mm 85 l/s 316 mm


2 9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s

5080 m
3 0,085 m /s 470 m

0,316 m 4000 m 0,364 m 604 m 584 m

YC

624 m

Il quesito consiste nel determinare l'energia spesa in una anno dalla pompa per sollevare la portata Q ed il diametro D1 da associare al tronco 1, per il convogliamento della stessa portata al serbatoio B. 1. Calcolo del diametro della condotta tra i serbatoi A e B Determinazione del diametro teorico con una formula empirica

Formula empirica:

N JA-B emp Dt Dcomm,1-1 Dcomm,1-2 / Dcomm,1-1 / Dcomm,1-2 D,1-1 v1-1 Re13-1 D,1-2 v1-2 Re1-2 turb,1 turb,2 Matrice dei coefficienti 1 0,0084

0,05 mm 0,00005 m 0,0039 0,015 0,295 0,25 m 0,35 m 0,0002 0,0001 0,049 m2 1,73 m/s 430319,53 0,096 m2 0,88 m/s 307371,09 0,014 0,013 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni che dovranno essere comprese tra i serbatoi A e B, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura (tubi nuovi). ( YA-YB ) / L, cadente piezometrica teorica. indice di resistenza calcolato con la formula di cui sopra, dove J = JA-B, = N.
2 2 1/5 [8 * emp * Q /( g * * JA-B)] , diametro teorico da formula empirica.

diametro commerciale inferiore scelto da una serie. diametro commerciale inferiore scelto da una serie. scabrezza relativa della tubazione commerciale 1. scabrezza relativa della tubazione commerciale 2. * Dcomm,1-12 / 4, area della sezione della tubazione. Q / D,1-1, velocit in condotta. v1-1 Dcomm,1-1 / , numero di Reynolds per condotta. * Dcomm,1-22 / 4, area della sezione della tubazione. Q / D,1-2, velocit in condotta. v1-2 Dcomm,1-2 / , numero di Reynolds per condotta. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-1 ) ] }2, indice di resistenza per la tubazione 1.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*Dcomm,3-2 ) ] } , indice di resistenza per la tubazione 2.

termine noto 1 5080 20,00

vettore delle incognite 1817,83 3262,17 5080 prova

0,0015

2. Calcolo dell'energia spesa in un anno di funzionamento dalla pompa Ipotesi: moto assolutamente turbolento 0,2 mm valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

0,0002 m eta /D2 /D3 D2 D3 vp2 vp3 Re2 Re3 turb,2 turb,3 0,65 0,00063 0,00055 0,078 m2 0,104 m3 1,08 m/s 0,82 m/s 340442,66 295549,13 0,018 0,017 -

valore scelto per la scabrezza della tubazioni che dovranno essere comprese tra i serbatoi B e C, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura (tubi nuovi). scabrezza relativa della tubazione 2. scabrezza relativa della tubazione 3. * D2 /4, area della sezione della tubazione 2.
2 2

* D3 /4, area della sezione della tubazione 3. Q / D2, velocit in condotta 2. Q / D3, velocit in condotta 3. vp2 D2 / , numero di Reynolds per la tubazione 2. vp3 D3 / , numero di Reynolds per la tubazione 3. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] }2, indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl 2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D3 ) ] } , indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl

J2 J2 L2 J3 J3 L3

0,003 1,57 m 0,002 6,37 m

8*turb,1 Q /(g* *D1 ), formula di Darcy - Weisbach


2 2 5

perdita di carico continua sul tratto 2 8*turb,2 Q /(g* *D2 ), formula di Darcy - Weisbach
2 2 5

perdita di carico continua sul tratto 3

Equazione del moto tra B e C: YB - J2L2 + Hman - J3L3 = YC Dhman Pt Pr E E E 47,94 m 39,97 kW 61,49 kW 1,94E+09 kJ 538693,289 kWh 0,54 GWh Dall'equazione del moto 9.81 *Q * Hman, potenza teorica Pa/, potenza reale. Pr*365*24*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*24, energia annua spesa in kWh. Pr*365*24/106, energia annua spesa in GWh.

Esercizio 33

17/10/2011

esame

Edile Architettura

Nel sistema rappresentato in figura un impianto di sollevamento permette il convogliamento di una portata Q dal serbatoio A posto a quota YA al serbatoio B posto a quota YB, per 8 ore ogni notte. La stessa portata poi convogliata dal serbatoio B al serbatoio C a quota YC per 8 ore al giorno. Poco prima del serbatoio C presente una turbina per la produzione di energia elettrica. Le tubazioni costituenti il sistema sono in PEAD con numerosi anni di esercizio. Lallievo: - determini la potenza reale necessaria per il sollevamento della portata Q e l'energia spesa in un anno; - valuti lenergia ricavabile in un anno dalla turbina ed il relativo ricavo, per un prezzo dellenergia elettrica pari a 0,25Eur/kWh; - tracci le relative piezometriche. ultime cifre della matricola scelta: 0 2 5

g L1 L2 L3 YA YC c

9,81 m/s 2 1,006E-06 m /s 840 m 2000 m 1100 m 154 m 174 m 0,25 Eur/kWh D1 D2 D3 YB Q 54 l/s 254 mm 300 mm 290 mm 0,254 m 0,3 m 0,29 m 234 m 0,054 m3/s

eta-pompa eta-turbina

0,65 0,7 0,2 mm 0,0002 m

valore scelto per il rendimento della pompa. valore scelto per il rendimento della turbina. valore scelto per la scabrezza della tubazioni, scelto sulla base del tipo di materiale e stato di usura.

/D1 D1 v1 Re1 turb,1

0,00079 0,051 m2 1,07 m/s 269074,28 0,019 -

scabrezza relativa della condotta 1. * D12/4, area della sezione condotta 1. Q/D1, velocit nella condotta 1. v1 D1 / , numero di Reynolds per la condotta 1.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D1 ) ] } , indice di resistenza per la condotta 1,

calcolato con la formula di Prandtl perch stato constatato cturb,1 JA-P JA-P L1 /D2 D2 v2 Re2 turb,2 1,45 0,0042 3,55 m 0,00067 0,071 m2 0,76 m/s 227816,22 0,018 un regime di moto assolutamente turbolento. 2 5 2 8*turb,1/(g* *D1 ), avendo posto JA-P = cturb1*Q , dove cturb,1 raggruppa le costanti e variabili note. cturb,1 Q2, cadente piezometrica. perdita di carico tra il serbatoio A e monte pompa. scabrezza relativa della condotta 2. * D22/4, area della sezione della condotta 2. Q/D2, velocit nella condotta 2. v2 D2 / , numero di Reynolds per la condotta 2.
2 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D2 ) ] } , indice di resistenza per la condotta 2,

calcolato con la formula di Prandtl perch stato constatato cturb,2 JP-B JP-B L2 Hm 0,61 0,0018 3,53 m 87,08 m un regime di moto assolutamente turbolento. 2 5 2 8*turb,2/(g* *D2 ), avendo posto JP-B = cturb2*Q , dove cturb,2 raggruppa le costanti e variabili note. cturb,2 Q , cadente piezometrica. perdita di carico tra i valle pompa e serbatoio B. (YB - YA) + JA-P L1 + JP-N L2, prevalenza manometrica della pompa.
2

Pr Ep Ep Ep /D3 D3 v3 Re3 turb,3

70,97 kW 7,46E+08 kJ 207226,31 kWh 0,21 GWh 0,00069 0,066 m2 0,82 m/s 235671,95 0,018 -

9.81 *Q0 * Hm / eta-pompa, potenza reale della pompa. Pr*365*8*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*8, energia annua spesa in kWh. Pr*365*8/106, energia annua spesa in GWh. scabrezza relativa della condotta 3. * D3 /4, area della sezione condotta 3.
2

Q/D3, velocit nella condotta 3. v3 D3 / , numero di Reynolds per la condotta 3. 0.25/{ LOG10[ /(3.715*D ) ] }2, indice di resistenza per ciascuna delle due tubazioni calcolato con la formula di Prandtl perch stato constatato un regime di moto assolutamente turbolento. 8*turb/(g*2*D5), avendo posto JA-B = cturb*Q02, dove cturb raggruppa le costanti e variabili note.
2 cturb,3 Q , cadente piezometrica.

cturb,3 JB-C JB-C L3 Ht Pr Et Et Et C

0,72 0,002 2,32 m 57,68 m 21,39 kW 2,25E+08 kJ 62455,0307 kWh 0,06 GWh 15613,76 Eur

perdita di carico continua tra i serbatoi B e C. YB - YC - JB-C L3, prevalenza manometrica alla turbina. 9.81 *Q * Ht * eta_turbina, potenza reale ottenibile dalla turbina. Pr*365*8*3600, energia annua spesa in kJ. Pr*365*8, energia annua spesa in kWh. Pr*365*8/10 , energia annua spesa in GWh c*Et, ricavo ottenibile dall'impianto.
6

Esercizio 34

syllabus

CP20

Civili

Edile Architettura

Prova scritta EA 21/11/2011 Qn 0,054 l/s

v0 Re

1,22 m/s 288374,96 -

JA-B JA-B L Hm Pr E E E E

0,0061 15,17 m 242,83 m 90,05 kW 2,84E+09 788802,7 0,79 0,05 kJ kWh GWh GWh