Sei sulla pagina 1di 1

28

DOMENICA
15 MAGGIO 2016
IL GIORNO
il Resto del Carlino
LA NAZIONE

Francesco Pierucci
URBINO

I BIG della comunicazione passano da Urbino. Wikipedia, lenciclopedia libera nata 15 anni fa e
TIM, colosso delle telecomunicazioni, uniti nel progetto pilota
#WikiTim sviluppato dallUniversit e che culminer mercoled
nellevento edit-a-thon, ovvero
la maratona di scrittura che porter allaggiunta dei nuovi testi e voci. Come si arrivati a questo risultato che arricchir il patrimonio dinformazioni pi condiviso
al mondo ed un inedito assoluto
per lItalia, lo spiega Giovanni
Boccia Artieri, anima delliniziativa e presidente della scuola di
scienze della comunicazione
allUniversit di Urbino.
Come siete stati coinvolti in
questo aggiornamento?

Abbiamo operato su sei voci gi


esistenti relative ai cambiamenti
avvenuti nel mondo della comunicazione (da social tv a culture partecipative), partendo dallUGC,
cio il contenuto generato dagli
utenti. Non sono state create pagine nuove.

FOCUS

MARCHE & EMILIA ROMAGNA

Prende il via domani alla Poliarte Design


School di Ancona il corso di cine-video operatore: 900 ore divise in due semestri con
attestato finale valido in Italia e in Europa

La factory
di Wikipedia
apre a Urbino

Giovanni Boccia
Artieri insegna
Sociologia dei
media digitali
a Urbino

Mercoled levento edit-a-thon


velli, proprio come avviene in Wikipedia. Ho aperto le candidature
agli iscritti alla triennale e alla magistrale in comunicazione, inviando loro il modulo nei gruppi di
classe che abbiamo su Facebook.
Gli interessati, poco meno di 40,
si sono candidati con una lettera
motivazionale. Per completare la
squadra dei 20 ho inserito anche
3 giovani post dottorato.
Quanto durato il lavoro?

Circa 3 settimane, dutante le quali abbiamo seguito 2 seminari tenuti da ragazzi che lavorano allinterno del sito.
Cos avvenuto esattamente?

Non stato facile incastrare tutto. Ho dovuto tenere conto delle

esigenze di tutti e del periodo di


esami. Ci siamo divisi dei compiti
e grazie alla condivisione di documenti su Google Drive lavorare a
distanza stato pi facile, ovviamente ci sono stati anche dei momenti di incontro.
Cosa le rimane di questa
esperienza?

E stato molto bello poter migliorare pagine visitate da milioni di


persone in tutto il mondo e farlo
con lo spirito che guida i collaboratori di Wikipedia, cio rispettare lassoluta neutralit. Ognuno
aveva un compito, dalla ricerca
delle fonti alla loro traduzione
con una partecipazione a 360 gradi, dove ci si aiutava a vicenda.
Questo ci ha dimostrato quanto

Tutte le meraviglie a portata di clic

E lidea da dov nata?

Possiamo definirlo un progetto


pilota. Sono stato contattato da
Tim, ho illustrato lidea ai miei
studenti, labbiamo sviluppata ed
piaciuta.
I 20 ragazzi della Carlo Bo
che hanno partecipato come
sono stati scelti?

Ancona, professioni del cinema


Un corso per cineoperatore

La locandina di Marche in a Day

INSTAGRAMERS scatenati oggi nelle Marche per la seconda


edizione di Marche-In-a-Day.
Tutte le community Igers si incontreranno in diversi luoghi
del territorio marchigiano per
una passeggiata fotografica
con lobiettivo di comunicare
il territorio attraverso gli scatti. La partenza prevista per le
9 da Pesaro (parcheggio davanti al BPA Palas) e rientro a met pomeriggio con meta Jesi.

Ho voluto coinvolgere diversi li-

sia attiva la comunit di Wikipedia e che ogni voce fatta per essere migliorata e modificata, in maniera dinamica.
La settima voce da aggiornare potrebbe essere quella
dellUniversit di Urbino?

Ci piacerebbe trasmettere le competenze acquisite allufficio comunicazione dellAteneo. In fondo,


il progetto che abbiamo creato lo
lasciamo in eredit per essere sviluppato.
Lo spirito di informazione partecipata e condivisa, toccata con mano, ci aspetta mercoled dalle
10.30 nella sede del Rettorato con
l edit-a-thon delle 6 voci in diretta. Presenti i rappresentanti di
Wikipedia e TIM, che ha messo a
disposizione il proprio archivio
storico fotografico in creative
commons, e naturalmente il gruppo ducale che ha dato vita a #WikiTim.

STORIE DI FAMIGLIA PAOLO ROSSI, IMPRENDITORE E ATTORE DENTRO

Ho trovato pap Pisu a cinquantanni


BOLOGNA

Raffaele Pisu sul set de La forza


del destino e, in alto, il figlio
Paolo Rossi, attore e anche
produttore con la sua Genoma

MI SENTIVO uno gnu in una famiglia di zebre. Per quasi cinquantanni Paolo Rossi appartenuto a una stimata famiglia di professionisti e industriali (i Rossi
della Ebano e del Calzanetto) ma
dentro di lui qualcosa non tornava. Quella indomabile voglia di
stare sul palcoscenico, la simpatia
dirompente e un po folle, il ruolo
fisso di animatore delle feste in famiglia dove ero io quello che cantava, faceva ridere e leggeva la
tombola a tavola. Uno sbuzzo
artistico apparentemente inspiegabile e poi la rivelazione, la giustificazione a ogni cosa: Ero figlio darte e non lo sapevo. Paolo
Rossi in realt figlio di Raffaele
Pisu, volto fra i pi noti della tv
in bianco e nero, il grande attore
comico del pupazzo Provolino e

conduttore storico di Striscia la


Notizia. La confessione della madre, Angela Zanotti, arrivata poco prima di morire, poi lincontro
con Pisu, con il fratellastro Antonio regista e sceneggiatore e lidea
di fare un film tutti insieme, La
forza del destino, che la famiglia ritrovata e grandi nomi come Claudia Cardinale e Giancarlo Giannini stanno girando in queste settimane fra Bologna e Sasso Marconi (produzione Genoma, dello
stesso Rossi, che ha scelto ovviamente questo nome non a caso).
Quando si sono conosciuti
sua madre e Raffaele Pisu?

Nellestate del 1965 hanno avuto


una liaison a Riccione, quando sono nato il matrimonio con mio padre, Attilio Rossi, era finito ma loro mi hanno cresciuto insieme,
da separati.

Jesi, visite al teatro

Perch sua madre non disse


a Pisu di essere incinta?

Era ancora in famiglia, forse non


ne aveva la certezza.

Suo padre Attilio sapeva che


lei poteva non essere figlio
suo?

Ma certo che lo sapeva e per questo stato un eroe, mi ha cresciuto e amato pur sapendo. Mia madre non lo ha tradito, questa una
storia di amore che si aggiunge
allamore.
Lei quando scoperto chi era il
suo padre biologico?

Mia madre ha confermato poco


prima di morire quello che era un
dubbio che gi balenava nella mia
mente e nel mio cuore. Fu proprio mio padre a buttarla l durante una partita a tennis, io facevo le
mie gag come al solito e lui mi disse vuoi vedere che sei davvero figlio di Pisu? Poi io scherzando ti-

JESI (Ancona)

VISITE guidate alle 11 e alle


17 al Teatro Pergolesi di Jesi
con unesperta di didattica
teatrale e la divertente Serpina (nella foto), protagonista
de La serva padrona condurranno alla scoperta delle storie e dei segreti del dietro le
quinte. Chi di scena: storie
e segreti del Teatro Pergolesi ripercorre in unora i 218
anni di storia dellistituzione

rai ancora fuori largomento durante un pranzo di famiglia, dal viso scuro di mia zia che disse non
dirlo mai pi capii che poteva esserci del vero.
Come lha presa?

Da un lato capivo meglio me stesso, la mia passione per il teatro


portata sempre avanti anche se lavoravo in azienda. Dallaltro ne
sono uscito distrutto. Tre anni e
mezzo di depressione in cui stato proprio mio padre Attilio a darmi la forza di andare avanti.
Poi per andato a bussare
alla porta di pap Raffaele

Sono andato a Imola senza sapere chi avrei trovato e come avrebbe reagito. Io per ho finto di proporgli uno spettacolo, poi pian
piano ho tirato fuori le fotografie,
si ricordava di mia madre gli
ho mostrato una mia foto con
qualche chilo in meno, ero uguale
a lui da giovane e non ha avuto
nessun dubbio. Mi ha accolto in
famiglia con gioia e ho guadagnato anche un fratello.
Annalisa Uccellini