Sei sulla pagina 1di 4

Tullio De Mauro, Linguistica elementare, con esercizi e test di verifica, Bari: Laterza, 2003

Quiz a risposta multipla

In una trascrizione fonetica della parola <pasto>, in caso cio allinterno di parola vi sia un
nesso consonantico con primo elemento una <s> ortografica, la sillabazione :
Pa.sto
Pas.to
Dipende se la sillabazione ortografica o fonologica (131)
La sillabazione ortografica della parola <pasto> :
Pa.sto (131)
Pas.to
Dipende se la sillabazione ortografica o fonologica
La sillabazione fonologica della parola <pasto> :
Pa.sto
Pas.to (131)
Dipende se la sillabazione ortografica o fonologica
Nella sillabazione fonologica della parola pasto la prima sillaba :
Aperta
Chiusa (131)
Dipende se la sillabazione ortografica o fonologica
Davanti ad una consonante lunga la sillabazione fonologica prevede che:
Si tagli la consonante lunga in due solo se indicata nellortografia
Si tagli sempre la consonante lunga in due (sia quella indicata nellortografia, sia quella
doppia foneticamente) (131-132)
Si tagli la consonante geminata nella pronuncia
Le cinque consonanti alveopalatali [sc, gl, gn, ts, dz] in posizione intervocalica sono:
Sempre lunghe (132)
1

Lunghe se indicate nellortografia


Brevi o lunghe, dipende dallortografia
A inizio parola, al grafema <s> seguito da vocale corrisponde il fono:
[s], cio la variante sorda,,,,
[z], cio la variante sonora (132)
indifferente
Al grafema <s> in posizione postconsonantica corrisponde il fono:
[s], cio la variante sorda (132)
[z], cio la variante sonora
Dipende dalla sonorit della consonante precedente

Al grafema <s> in posizione preconsonantica corrisponde il fono:


[s], cio la variante sorda
[z], cio la variante sonora
Dipende dalla sonorit della consonante precedente (132)
Al grafema <s> in posizione intervocalica (o tra vocale e approssimante) corrisponde il fono:
[s], cio la variante sorda
[z], cio la variante sonora
Dipende dalla variet diatopica (132)
Esistono parole formanti coppie minime allinterno del fonema /s/?
No
S (133)
Dipende da variet diatopiche
I due foni nasali [m, n] in posizione prevocalica subiscono processi di coarticolazione?
No (133)
S
Dipende se a inizio o entro la parola
La scelta dei foni nasali in posizione preconsonantica da cosa dipende?
Dal luogo di articolazione della consonante che segue (133)
Dal luogo di articolazione della consonante che precede.
Non dipende da fattori di coarticolazione
La flessione dellaggettivo cosa non segnala mai initaliano?
Il numero
Il genere
Il caso (159)
In una trascrizione fonetica, come ci si comporta davanti a consonante geminata?
Si taglia solo se la consonante geminata nellortografia
Si taglia solo se la consonante lunga foneticamente
Si taglia sia la consonante geminata nellortografia sia quella lunga foneticamente (132)
2

Quanti sono i foni sempre lunghi in posizione intervocalica?


3
5 (132)
4
Quali dei foni sempre lunghi in posizione intervocalica possono essere geminati
nellortografia?
Tutti
I due foni affricati alveolari, corrispondenti a <z> (131-133)
I foni prepalatali e palatali corrispondenti a <sh, gn, gl>

Nella fonetica dellitaliano esistono foni lunghi per posizione?


Si ma solo se vocalici.
Si ma solo se consonantici
S, vocalici e 5 consonantici in posizione intervocalica (131-133)
La sibilante <s> in posizione iniziale di parola seguita da vocale foneticamente sempre:
Sonora
Sorda (132)
Sia sorda che sonora, dipende da varianti diafasiche
La sibilante <s> in posizione preconsonantica foneticamente sempre:
Sonora
Sorda
Sorda o sonora, dipende dalla consonante che segue (132)
La sibilante <s> in posizione postconsonantica foneticamente sempre:
Sonora
Sorda (132)
Sorda o sonora, dipende dalla consonante che segue
La sibilante <s> in posizione intervocalica o tra vocale e approssimante foneticamente:
Sonora
Sorda
Sia sorda che sonora, dipende da varianti diatopiche (132)
Davanti a quali foni si attiva il processo di coarticolazione noto come palatalizzazione delle
occlusive velari?
Quando [k,g] si trovano davanti a foni vocalici
Quando [k,g] si trovano davanti alla vocale [i]
Quando [k,g] si trovano davanti alla vocale [i] o allapprossimante jod
In una parola con <i> ortografica ma non fonetica (come ad es. in <cielo>) si deve trascrivere
lapprossimante?
S
Dipende dal tipo di trascrizione
3

No (132)
Dopo quali foni si scrive la <i> ortografica ma non fonetica?
Dopo i foni affricati
Dopo i foni affricati palatali [t d]
Dopo i foni prepalatali [t, d, ] e palatale [] (134)
Secondo la cosiddetta scala di apertura, se il primo elemento di un dittongo
ortograficamente una <i> o una <u> ci troviamo davanti a:
Un dittongo discendente
Un dittongo ascendente (134)
Dipende se i grafemi sono approssimanti
Secondo la cosiddetta scala di apertura, se il secondo elemento di un dittongo
ortograficamente una <i> o una <u> ci troviamo davanti a:
Un dittongo discendente (134)
Un dittongo ascendente
Dipende se i grafemi sono approssimanti