Sei sulla pagina 1di 1

Massimo A.

Verzilli

Schede di analisi Jazz

2) Costruzione del totale ettatonico dorico a partire da tre pentatoniche

Modo dorico

re re re mi mi mi fa fa fa sol sol sol la la la si si si do do do re re re


do do re re mib mib fa fa sol sol la la sib sib do do
si do# re mi fa# sol# la si
la la la si si si do do do re re re mi mi mi fa# fa# fa# sol sol sol la la la
sol sol sol la la la sib sib sib do do do re re re mi mi mi fa fa fa sol sol sol
fa sol lab sib do re mib fa
mi mi fa# fa# sol sol la la si si do# do# re re mi mi
re mi fa sol la si do re
dorico re mi fa sol la si do re
↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑ ↑
Re dorian Re ionian Re locrian Re aeolian Re mixolydian Re lydian Re phrygian Re dorian

Il totale ettatonico nel modo dorico si costruisce a partire da tre pentatoniche minori contigue (ad intervalli di quinta)
La fondamentale (root) di ogni pentatonica è sottolineata
Le colonne si leggono dal basso in alto
La seconda pentatonica introduce il II grado (2a M), la terza pentatonica il VI (6a M)
In ciascuna delle tre colonne relative al modo di re, le tre pentatoniche minori contigue realizzano il totale ettatonico nel modo dorico.
Il totale ettatonico di tutti i modi è sempre riferito al tono di re

Massimo A. Verzilli © 2018