Sei sulla pagina 1di 12

CZ

CS

KR

RC

VV
Anno X- n 4/14
Ottobre 2014
Una copia 0,50

a cura dellAssociazione Famiglia Calabrese dott. L.Jacobini Bari


Il 23 novembre si torna a votare per il rinnovo del Consiglio Regionale

Il futuro della Calabria


nelle loro mani
Giuseppe Scoppelliti

Agazio Loiero

Pippo Callipo

Pino Siclari

1.800.000 calabresi, divisi in tre collegi, secondo la nuova legge elettorale


eleggeranno il Presidente e 30 consiglieri. 4 i candidati alla presidenza e 17 liste.
Tra le novit, soglia altissima (15%) per i partiti che non saranno in coalizione

Sono quattro i candidati presidente della Regione


Calabria e 17 complessivamente le liste a loro
collegate. Le candidature, secondo l'ordine di
presentazione all'Ufficio elettorale centrale di
Catanzaro, sono quelle di Giuseppe Siclari, detto
Pino, candidato del Partito Comunista dei lavoratori,
sostenuto da una sola lista (Pcl). Filippo Callipo
detto Pippo, il candidato presidente sostenuto
dalle liste : Io resto in Calabria con Callip, Italia dei
Valori e Bonino-Pannella. Il candidato presidente del
centrodestra Giuseppe Scopelliti sostenuto da 7
liste: Pdl, Udc, Insieme per la Calabria - Scopelliti
Presidente (Udeur-Nuovo Psi-Partito Repubblicano),
Fiamma e Tricolore - Destra Sociale, Scopelliti
Presidente, Socialisti Uniti, Libert e Autonomia-Noi
Sud. Il candidato presidente del centrosinistra il
presidente uscente della Regione Calabria, Agazio
Loiero, sostenuto da sei liste: Pd, Federazione della
Sinistra, Psi-Sinistra con Vendola, Autonomia e
diritti, Slega la Calabria e Alleanza per la Calabria.

Rispetto dei valori

Pag. 2

2014/4

eventi
I prossimi eventi della nostra Associazione sono:
Confermata la Festa dautunno (gi programmata per il prossimo
18/10). Si terr al DIMORA DAMABIAH ex GARDEN DEGLI
ULIVI. Indirizzo: S.P. Valenzano - Casamassima Km. 3. 70010
Valenzano (BA). Tel. 080 4674577.
Proposta gita. Si vorrebbe organizzarla nel mese di novembre. Il
programma potrebbe essere: Civita/Altomonte/escursione sul
Pollino. Stiamo raccogliendo le adesioni. Vi preghiamo di
contattare la Segreteria ai numeri: 347/9969882 o 080/5248342
I prossimi eventi Cultura e Spettacolo in Calabria sono:
Sky digitale 821 prende il Volo dal 08 settembre 2014 al 31
dicembre 2014 a Reggio Calabria (RC)
Il grande evento di Halloween il 31 ottobre 2014 a Belvedere
Marittimo (CS)
Barabba il Musical il 30 dicembre 2014 a Cosenza (CS)
Festa apertura anno sociale della Scuola di musica "M. Russo" il
06 gennaio 2015 a Polistena (RC)
Premiazione corto-festival Occhiettineri il 19 gennaio 2015 a Rende (CS))
I prossimi eventi Fiere in Calabria sono:
Fiera campionaria del Tirreno dal 07 al 16 ottobre 2014 a Paola
(CS)
Fiera di Natale dal 26 novembre 2014 al 04 dicembre 2014 a
Corigliano Calabro (CS)
Mercatino di Natale dal 12 al 23 dicembre 2014 a Reggio Calabria
(RC)
Villaggio di Babbo Natale il 23 dicembre 2014 a Tiriolo (CZ)
I prossimi eventi Sagre in Calabria sono:
Di...vino, d'olio e dintorni. Antichi sapori con arte. il 19 ottobre
2014 a Nocera Terinese (CZ)
Sagra degli antichi sapori di Vaccarizzo il 25 ottobre 2014 a
Montalto Uffugo (CS)
Festa del Fungo il 26 ottobre 2014 a Mammola (RC)
Sagra della castagna dal 26 al 27 ottobre 2014 a Marano
Marchesato (CS)
Sagra della castagna dal 01 al 03 novembre 2014 a Savelli (KR)
Sagra della castagna il 03 novembre 2014 a Angoli (CZ)
PriOlio: Festa dell'olio nuovo il 04 novembre 2014 a San Giorgio Morgeto (RC)
Festa d'autunno - Sagra delle castagne dal 07 al 09 novembre 2014 a San Donato di Ninea (CS)
Sagra della castagna e del vino dal 08 al 09 novembre 2014 a Martone (RC)
Sagra della castagna dal 09 al 11 novembre 2014 a Sant'Agata di Esaro (CS)
I prossimi eventi Congressi in Calabria sono:
Comunicare lictus. Il rapporto con il paziente ed i familiari e loro
coinvolgimento sulle varie fasi del percorso assistenziale dal 18
al 19 novembre 2014 a Vibo Valentia (VV)
Indizione conferenza di servizi il 23 marzo 2015 a Catanzaro (CZ)
Meeting Mediterraneo sulla Sclerosi Multipla dal 23 al 24 maggio
2015 a Falerna Marina (CZ)

Pag. 3

2014/4

le buone idee

I giardini sui tetti, che meraviglia


Sono sempre di pi gli italiani che, per via della vita frenetica cittadina e la
mancanza, a volte, di tempi e di spazi, desiderando un giardino o un piccolo orto,
trovano la soluzione nei progetti di tetti green realizzati sui propri terrazzi.
Lidea di poter far crescere un prato sul cemento di
un edificio, con fiori, ortaggi, frutti e perfino alberi,
non poi cos irragionevole, tuttaltro. I giardini
pensili, quelle oasi di verde che fino a qualche
tempo fa erano considerate mode esclusive delle
citt del Nord Europa come le pioniere Parigi,

Londra e citt dIslanda, stanno diventando realt


anche in Italia. Sono sempre di pi gli italiani che,
per via della vita frenetica cittadina e la mancanza, a
volte, di tempi e di spazi, desiderando un giardino o
un piccolo orto, trovano la soluzione nei progetti di
tetti green realizzati sui propri terrazzi. Originale
dal punto di vista estetico e positivo per i molteplici
vantaggi sul piano della sostenibilit e, sicuramente, risolutivi delle tante problematiche tipiche delle
citt fortemente urbanizzate. Riduce, infatti, i livelli
di anidride carbonica, e quindi migliora la qualit
dellaria, ma anche quelli acustici ed elettromagnetici, regola la temperatura urbana, permettendo un
ottimo isolamento termico con conseguente
risparmio energetico senza, in ultimo, trascurare
laspetto amatoriale e distensivo garantito dalla
cura delle piante. cos che linteresse crescente
ha sempre pi orientato le proposte di architetti,
progettisti e garden designer verso queste
soluzioni per i clienti che desiderano circondarsi di
verde pur rimanendo in citt. Il fenomeno si sta
diffondendo in alcune grandi citt italiane, come
Roma, Milano e Bolzano e non poi del tutto
utopistico immaginare la realizzazione di giardini
pensili sui tetti anche della citt di Bari. Sarebbe un

a cura
di Evelina Giordano

forte segnale positivo per una realt nettamente in


fase di rinnovamento e di crescita, di grande
progresso e di rivoluzione culturale locale, senza
considerare la soluzione all'assorbimento delle
acque piovane, annoso problema ancora irrisolto,
nonch, il risparmio energetico sul condizionamento e riscaldamento degli edifici, rispettivamente nei
periodi estivi ed invernali, grazie allisolamento
termico che un tetto verde in grado di generare. La
diffusa convinzione che i giardini costituiscono un
polmone per la citt e che sempre pi urgente la
necessit di implementare aree verdi che aiutino a
migliorare la qualit urbana della vita, hanno
determinato a livello nazionale lavvio ai percorsi di
ricerca e di studio per lemanazione di normative e
linee guida come supporto per la progettazione e
l'uso dei pi appropriati materiali. Le citt maggiormente sensibili alla risoluzione di problematiche
energetiche e microclimatiche, hanno gi sviluppato piani di interventi sia a livello di
singolo edificio,
sia a scala urbana
ispirati a quartieri
esemplari.
Lauspicio che
anche la citt di
Bari a breve possa beneficiare di un regolamento
che preveda il verde come un elemento strutturale
e non opzionale e che i giardini possano crescere
rigogliosi sui tetti degli edifici, per ottenere abitazioni
pi sane, pi belle e vivibili, ma anche fortemente in
crescita come valore immobiliare.

Pag. 4

2014/4

terra bruzia e dintorni


A colloquio con il Presidente della nostra Associazione, nelle vesti di amministratore pubblico.
Il mio domicilio e lorientamento politico del gruppo che mi sostiene non contano: conta solo Montegiordano

Franco Fiordalisi, i suoi primi


100 giorni da sindaco di Montegiordano
A circa 4 mesi dal rinnovo del Consiglio comunale di
Montegiordano (CS), abbiamo fatto quattro chiacchiere con il
neosindaco Franco Fiordalisi, tracciando un bilancio dei suoi
primi 100 giorni.
Cosa stato fatto in questi primi 100 giorni, cosa non si potuto
realizzare e cosa verr fatto nei prossimi mesi. Prima di passare alla
risposta per, Le chiedo come sta, in seguito al brutto incidente stradale
in cui, alcune settimane fa, rimasto coinvolto proprio a
Montegiordano.
Lincidente stato molto brutto, e la paura stata tanta, perch
sono stato tamponato da una macchina in pieno paese ad
altissima velocit. Fortunatamente sia io che il mio carissimo
amico Mario Jurlo, che quel giorno viaggiava con me, oltre a
contusioni varie non abbiamo riportato particolari danni. Tutto sommato ci andata bene
Meglio cos. Veniamo allesperienza amministrativa. Com nata la sua candidatura?
Decisi di scendere in campo alcuni mesi fa con il proposito e la voglia di fare qualcosa per
Montegiordano, il paese in cui sono nato.
Molti suoi oppositori politici, ma anche molti montegiordanesi, ipotizzavano il fatto che Lei, abitando a Bari, non
potesse essere quotidianamente presente sul territorio, risultando quindi distante dalle reali problematiche che
affliggono la zona. Come fa a coordinare il ruolo di sindaco del suo paese nonostante la distanza?
Montegiordano non molto distante da Bari. Inoltre, vorrei precisare che la mia residenza in Calabria,
mentre a Bari ho il domicilio. Ogni fine-settimana, abitualmente, scendo in Calabria sacrificando parte
del mio tempo destinato allo studio di Bari a favore di Montegiordano, fermandomi 3-4 giorni, ma se
fosse necessario non esiterei nemmeno un secondo a restare qualche giorno in pi. Da quando sono
diventato sindaco, questo problema non si posto, in quanto praticamente Montegiordano stata la mia
di repertorio
dimora fissa. Chiaramente avendo deciso di impegnarmi in prima persona la mia foto
priorit
sar
Montegiordano.
Ha rinunciato al suo stipendio da sindaco e questo stato particolarmente apprezzato dalla comunit. Non
pensa per che nel gruppo che La sostiene ci sono troppi elementi gi presenti nelle precedenti amministrazioni?
Inoltre, sempre di quel gruppo, non chiaro il colore politico e infine, oggettivamente ci sono pochi giovani.
Perch?
Diciamo che nella mia lista, in rappresentanza della vecchia amministrazione c l Ing. Francesco La
Manna, persona di grande esperienza e la cui onest riconosciuta ampiamente, e mi sta dando una
grossa mano in questa mia prima esperienza. Il nostro gruppo non ha uno schema rigidamente politico:
ci sono elementi che si riconoscono nel PD; elementi della societ civile, altri che si dichiarano di al
centrodestra. Lunico obiettivo lavorare tutti insieme per il bene di Montegiordano. Per quanto riguarda
i giovani, non sono daccordo: il pi anziano sono io. Peraltro, abbiamo coinvolto, anche se non
siedono in consiglio comunale, tutti i gruppi di giovani delle associazioni culturali, indipendentemente
dal loro colore politico. Tutti insieme possiamo farcela a dare
una mano a Montegiordano.
Il suo programma pone laccento sulle politiche a favore dellinfanzia
e della cosiddetta terza et. Cos stato fatto in questi mesi a favore di
queste due categorie? Quali provvedimenti sono stati adottati?
Nel mese di Luglio abbiamo organizzato una colonia estiva per i
ragazzi di Montegiordano. Si potuto regalare loro svago e
divertimento, ma anche momenti di aggregazione interessanti.
Ovviamente solo un inizio. Per gli anziani, abbiamo deciso di
affidare ad alcuni dipendenti comunali responsabilit per
seguire coloro che sono a casa e riceveranno assistenza
foto di repertorio
domiciliare. (segue a pagina 5)

2014/4

Pag. 5

Arriviamo al tasto dolente: i tributi. Cosa bolle in pentola?


Montegiordano, com noto, uno dei paesi in cui si pagano meno tasse. Noi abbiamo confermato la
linea adottata dalla precedente amministrazione, non aumentando i tributi. Tutto rester invariato. Per la
nuova TASI abbiamo abolito la tassa sulla 1 casa e per la 2 si pagher il minimo previsto dalla legge
Cosa intende fare per riqualificare il Centro storico e la Marina?
Noi puntiamo su due cose: la riqualificazione del Centro storico e lammodernamento della ex statale 106
in Marina. Il nostro scopo inoltre di creare posti di lavoro per i giovani, cercando di limitare il fenomeno
dell emigrazione. Nei prossimi mesi, tenteremo di attrarre una serie di investitori che posano creare da
noi posti di lavoro. Ci sono contatti avviati con i paesi dellEst e con il Canada. Lobiettivo quello di
creare attivit di piccola-media impresa.
I murales che contraddistinguono il Centro storico saranno realizzati anche
in Marina?
I murales in Marina sono diversi; avranno uno schema differente, lo
abbiamo stabilito con il maestro La Teana.
Problema raccolta differenziata: scarsa reperibilit dei sacchetti e
mancanza di informazione. Su questo piano siamo impegnatissimi:
dobbiamo migliorare il servizio, purtroppo non bastano i numerosi
ragazzi che fanno il servizio porta a porta. E disarmante lincivilt di
quanti preferiscono depositare i rifiuti in ogni angolo piuttosto che
nei cassonetti. E non lo fanno solo i turisti. La raccolta differenziata
deve essere potenziata.
Passiamo alla voce turismo. Montegiordano diventer una localit turistica
o un paese per anziani?
Da noi di solito, lestate finiva il 16 agosto. Questanno, abbiamo organizzato diverse manifestazioni (tra
cui 1 Festival dellAlto Jonio) a fine agosto. La strada per ancora lunga e piena di ostacoli.
Migliorando servizi e offerta, Il turismo diventa una risorsa, per noi forse, la pi preziosa.
Uno dei maggiori handicap costituito dalla pessima rete di collegamenti con i maggiori centri del Sud. Come si
potrebbe ovviare a questa mancanza.
Montegiordano ha la fortuna di avere vicino una grande citt
come Bari e stiamo cercando di creare una linea diretta anche
con laeroporto di Bari.
Per concludere, pu riassumere in poche parole la mission della
Sua amministrazione?
Puntiamo molto sui giovani, sulle associazioni culturali,
affinch insieme si possa realizzare qualcosa di bello. Ulteriore
obiettivo sar quello di non disperdere i finanziamenti europei
che annualmente raggiungono la Calabria e troppo spesso
ritornano all mittente. Non servono solo a noi: va riqualificato
tutto lAlto Jonio.
In conclusione Dott. Fiordalisi, il bilancio dei primi 4 mesi com??
Sicuramente soddisfacente. Il nostro impegno stato notevole.

pesca sportiva

Montegiordano, cala il sipario sul XX memorial Lucio Fiordalisi


E calato il sipario sulla ventesima edizione del Memorial di pesca con canna
da riva dedicato al montegiordanese Lucio Fiordalisi, persona stimata
con grandi qualit umane e padre del neosindaco, ex primario del policlinico
di Bari, Franco Fiordalisi. Il Memorial, appuntamento annuale per gli
appassionati di questo sano sport, ha raggiunto un livello di notoriet
regionale. E stato proprio un turista ad aggiudicarsi lambito trofeo, il sig.
Marcello Urbano che si imposto sui suoi avversari nonostante il bottino
ridotto a causa di una giornata poco pescosa. La manifestazione stata
organizzata dalla societ Adps del circolo di pesca sportiva Castrum
Bellizzi (presidente Giuseppe Arcuri), affiliato alla Fipsas, con la pregevole
regia di Pino Miglio, instancabile curatore di questo Memorial. Al termine
della premiazione il sindaco Franco Fiordalisi, nel ringraziare gli iscritti, gli
organizzatori ed il pubblico, ha dato appuntamento ai partecipanti allanno
prossimo, annunciando interessanti novit per la XXI edizione.

Pag. 6

2014/4

casadolcecasa
Decreto sblocca Italia: nuove opportunit
Lo scorso 29 agosto il Consiglio dei Ministri ha
approvato il nuovo decreto del governo pronto a
rilanciare leconomia italiana in campo edilio e
non solo. Il decreto, forse per buon auspicio,
stato denominato slocca Italia.
Alcune novit sono davvero interessanti e come
abbiamo appena detto riguardano la componente edilizia delleconomia del nostro Paese.
Vediamo i singoli punti di nostro interesse.
Sconti per chi compra e poi affitta
La prima novit lo sconto o incentivo per chi
compra casa completamente ristrutturata. Il
bonus del 20%. Il vincolo quello poi per di
affittarla almeno per 8 anni a canone concordato
ad una persona fisica, coop edilizia o onlus. Il
tetto per lacuisto dellimmobile (o anche
addirittura di due) di 300.000 euro

Ristrutturazione e semplificazione
Le novit nel settore delledilizia non si arrestano qui. Altra grande novit riguarda le ristruttu-

razioni e la semplificazione nella burocrazia. Per


i proprietari di casa che vogliano ristrutturare
baster presentare al municipio una semplice
comunicazione. Si prevede inoltre che ci sar
poi un regolamento edilizio unico per tutti i
Comuni, e lo sportello unico delledilizia rilascer lattestazione di formazione del silenzioassenso sul permesso di costruire.

Scia: le novit
Per quanto riguarda la Scia (segnalazio certificata di inizio attivit), verranno equiparati alla
manutenzione straordinaria il frazionamento o
laccorpamento di unit immobiliari.
Bonus rottazione per immobili a bassa prestazione energetica
Bonus rottamazione previsto per chi rottama
immobili a bassa prestazione energetica,
mentre per la ditta che acquista lo stesso
immobile si applicano le imposte di trasferimento in misura fissa, stabilita in 600 euro totali.
Unico vincolo che entro 5 anni le stesse
abitazioni vanno riqualificate e rivendute.
Si attende ora (quando vi scriviamo non ancora
avvenuta) comunque la pubblicazione in
Gazzetta ufficiale del teso completo del decreto
sblocca Italia.

Pag. 7

2014/4

money money

a cura di
Daniele Magnifico

Calano i prezzi ma non una buona notizia


La deflazione figlia del rigore?
Negli ultimi tempi, sfogliando le pagine dei principali
quotidiani, sempre pi frequente leggere la parola
deflazione, riferita allattuale condizione economica italiana. Non tutti, per, chiariscono il significato
del termine e, soprattutto, le conseguenza che
questa situazione pu portare sul futuro di tutti noi.
Con il termine deflazione si indica una diminuzione
generalizzata del livello dei prezzi; questo fenomeno dunque si contrappone allinflazione, che stata
la condizione predominante delleconomia degli
ultimi cinquantanni e che tutti ben conosciamo,
cio laumento continuo e costante dei prezzi.
Che lItalia sia in deflazione ormai ufficiale, infatti
ad agosto 2014 lindice dei prezzi al consumo
misurato dallISTAT ha segnato una diminuzione
dello 0,1% rispetto allo stesso mese dello scorso
anno (era +0,1% a luglio) e questa tendenza
confermata a settembre (-0,3%). Non accadeva,
addirittura, da settembre 1959.
A prima vista la diminuzione dei prezzi sembra un
fenomeno positivo: chi non felice di spendere un
po meno quando va a fare la spesa al supermercato?

Eppure questa situazione, se valutata attentamente, presenta gravi ripercussioni sulla situazione
economica generale, ripercussioni destinate a
ricadere in breve tempo su ciascuno di noi.
Per comprenderlo necessario porre attenzione
alla causa del fenomeno, che deriva sostanzialmente dalla scarsa domanda di beni e servizi. In
pratica, a causa della recessione economica, i
consumatori tendono a spendere sempre meno; le
imprese, avendo difficolt a vendere i propri
prodotti, cercano allora di collocarli sul mercato a
prezzi via via inferiori. La situazione spesso
incrementata e resa pi duratura dalla cos detta
spirale deflattiva: laspettativa di un ulteriore calo
dei prezzi fa si che, anche coloro i quali possono
permettersi di spendere, non lo facciano in attesa di

ulteriori riduzioni (nessuno pagherebbe 100 quello


che domani coster 90).
Ovviamente la riduzione dei prezzi si ripercuote sui
ricavi delle aziende, che reagiscono tentando di
ridurre i costi, principalmente tramite un minor
ricorso al credito e attraverso la riduzione del costo
del lavoro.
Il risultato a questo punto appare scontato: sempre
meno investimenti e sempre pi disoccupazione.
Non vanno poi dimenticate le conseguenze sul
rapporto Deficit/PIL (autentico tormento dei nostri
giorni). Il Prodotto Interno Lordo, infatti, aumenta
anche grazie all'inflazione e, ancor pi, attraverso
lo scambio di beni e servizi. Dunque, se i prezzi e i
consumi calano, anche il PIL sar destinato a
scendere; sar cos sempre pi difficile restare nei
limiti del fatidico 3%, costringendo cos qualunque
governo ad abbattere ulteriormente la spesa
pubblica (sanit, servizi, welfare, ecc.) e incrementare la tassazione.
Disoccupazione alle stelle, sempre pi tasse e
servizi pubblici ancora meno efficienti, questo lo
scenario verso cui ci avviamo? Forse ora che
qualcuno inizi a fare qualcosa di concreto per
invertire la tendenza.

2014/4

Pag. 8

a cura di
Antonia Maria Riccardi

I nostri antichi sapori


La tradizione della cucina calabrese basata sulla sua storia. Larte di conservare consentiva
di sopravvivere durante la carestia e superare i periodi d assedio da parte dei pirati
Agrodolce, piccante e salato. Ecco i sapori
della terra calabrese, spesso contrastanti, ma
in abbinamento tra loro soddisfano il nostro
palato. La tradizione della cucina calabrese
basata sulla sua storia.
Infatti, d molto rilievo alla preparazione dei

cibi conservati come la nduja e la


soppressata - insaccati di maiale - acciughe
sotto sale, dissalate e messe sotto olio con
peperoncino piccante. Questa metodologia
consentiva di sopravvivere durante la carestia
e superare i periodi dassedio da parte dei
pirati.
La cipolla rossa di Tropea occupa un ruolo
importante nella cucina calabrese. Il suo gusto
dolce deriva dalla presenza di zuccheri tra cui
glucosio, fruttosio e saccarosio. Questa nota
dolce viene, infatti, esaltata tramite la
preparazione della Marmellata di cipolle
rosse di Tropea, una conserva che si sposa
perfettamente con i formaggi stagionati.
Le ricette calabresi fanno molto uso di
verdure, in particolare di melanzane,
pomodori, peperoni e fave.
Pipi e patati, in dialetto peperoni e patate,
un piatto dal gusto molto acceso e in

contrasto con la dolcezza della patata. I


Maccarruni i'casa sono i maccheroni pi
antichi della Calabria, i capostipiti della pasta,
preparati con un impasto di semola e acqua;
arrotolati poi intorno ad uno stello di unerba
particolare, conditi con rag di maiale, manzo
o capra.
La mormora un pesce bianco molto
consumato in Calabria, insieme anche al
baccal, pu essere consumato alla griglia o
anche in padella con le olive.
Con le parti meno nobili del maiale, la
tradizione calabrese ci prepara le Frittole.
Un piatto complesso e laborioso, ma dal
sapore unico, che prevede una lenta cottura
nel grasso dellanimale delle sue stesse parti
di scarto.
I dolci incorniciano i momenti religiosi pi
importanti come i Cannarculi , biscotti
natalizi a base di farina, vin cotto e miele;
Cuzzupa dolce pasquale simil brioche; o i
classici dolci farciti di crema al bergamotto dal
profumo inconfondibile di Calabria.

Direttore Responsabile
Mimmo Loperfido

Registrato al Tribunale di Bari


n17 del 5 aprile 2005

Periodico

ANNO -X numero 4/14

Stampato in proprio

sito internet
http://www.famigliacalabresedibari.i

Direzione e Redazione
via Campione,43 - 70124 BARI
Tel e Fax 080 5574465

Pag. 9

2014/4
a cura di Lea Putignani

Ditaloni con broccoli


Ingredienti per 6 persone
500 g di ditaloni, 80 g di provola silana grattugiata, 80 g di
pecorino grattugiato, sale, 1 kg di broccoli violetti o neri, 50 g di
guanciale o pancetta, 1-2 spicchi daglio, 1 peperoncino piccante fresco, 1 dl dolio
Preparazione
Dividete i broccoli a cimette e lessateli al dente in acqua salata
a bollore per 10 minuti, sgocciolateli e teneteli da parte. In un
tegame scaldate lolio e fatevi dorare leggermente il guanciale
e laglio tritati, unite le cimette e fatele insaporire per 3-4 minuti,
mescolate, regolate il sale. Intanto lessate al dente i ditaloni in
abbondante acqua salata a bollore, sgocciolateli, trasferiteli
nella padella dei broccoli e fateli saltare per un minuto in modo
che sinsaporiscano bene. Quindi, cospargeteli con la provola
e il pecorino grattugiati, mescolateli ancora. Trasferiteli sul
piatto da portata tenuto in caldo, cospargeteli con il peperoncino fresco tritato finissimo e servite i ditaloni subito a tavola.

Morsello (nella pitta)


Ingredienti per 4 persone:
500 g di trippa lessata, 250 g di fettine di fegato di maiale, 250 g
tra cuore e milza, 250 g di guanciale a fettine, 1 bicchiere di vino
rosso, 500 g di pomodori rossi, 40 g di concentrato di pomodoro, 2 foglie di alloro, 2 chiodi di garofano, olio, sale, peperoncino, pepe, una pitta (pane a ciambella) di 600 gcirca
Preparazione
In un tegame scaldate due cucchiai dolio e fatevi sciogliere il
guanciale tritato, dopo alcuni minuti aggiungete le foglie di
alloro e i chiodi di garofano, poi la trippa e il fegato a listarelle, il
cuore e la milza a pezzetti, mescolate. Passati 5 minuti spruzzate il tutto con il vino e fatelo evaporare completamente.
Aggiungete i pomodori spellati, privati dei semi e spezzettati e
il concentrato diluito in poca acqua tiepida, salate, pepate e
cuocete a fuoco moderato per 1 ora. Ritirate, eliminate lalloro e
i chiodi di garofano, regolate a piacere laggiunta di peperoncino sminuzzato.
Servitela in un quarto di pitta e, se credete, mangiatela a morsi
come suggerisce il titolo della ricetta (morseggiu).

Pag. 10

2014/4

lo scaffale di Aldo Ligab

Una donna spezzata


Se una donna completamente se stessa, perde.
Perde stima e affetto. Perch mai? Si tratta di una
lunga tradizione di ingiustizie. Colei che si fatta
portavoce dei diritti delle donne, approfondendo le
ragioni che avrebbero aiutato il genere femminile ad
affermarsi in una societ patriarcale, Simone De
Beauvoir con Il secondo sesso, opera preambolo dei
movimenti femministi degli anni sessanta e settanta.
Meno in voga ma dello stesso valore narrativo (ma
non sociologico e storiografico) laltro suo libro, Una
donna spezzata.
Suddiviso in tre racconti Una donna spezzata, Let
della discrezione, Monologo , fornisce al lettore la
descrizione di tre differenti protagoniste accomunate
da unestrema e sottile sensibilit, la stessa che
frammenta lanima in molecole di spirito a cui si
vuole, costantemente, trovare ragion dessere per
risolvere tristezza e rabbia.
Una donna spezzata
La casalinga Monique, nel primo racconto, Una
donna spezzata, scopre che il marito, Maurice, ha
unamante; in prima persona, sotto forma di diario,
scrive del suo mondo leso, proiettato in ununica
immensa bolla dincertezza.
Queste pagine rappresentano lunghi anni di annullamento. Ci si cancella per chi si ama, ci si dimentica
delle proprie indole e mente perch donne dedite alla
famiglia. Beh, Monique ne consapevole e vuole
rialzarsi da sola tra le macerie del suo intelletto.
Let della discrezione
Nel secondo racconto, una scrittrice e studiosa di
letteratura francese, si trova in conflitto con suo
marito, Andr, e con suo figlio, Philippe, che ha
deciso di muoversi alla stregua di unimpronta di vita
lontana da quella che leducazione di famiglia gli ha
suggerito. Le riflessioni di questa donna sono
evolute, mature ma comunque limitate (come per
Monique) da idee che dun tratto sembrano non pi
scontate. Linsofferenza trasforma tutto in insensatezza:
Imparare a vivere alla giornata dura, tanto quanto
accettare la vecchiaia. Ma se si hanno mani da
toccare la percezione del nulla muta, e il bene infinito

Agriturismo

nta Marina
a

di Simone de Beauvoir

trova dei perch in tutto.


Il monologo
Lultimo parte, Il monologo, si apre con una frase di
Flaubert Lei si vendica col monologo, di una
potenza evocativa cos forte, che si passa alla pagina
successiva solo dopo dieci minuti. Il monologo non
certo associato a un tedioso e iracondo sfogo, n il
sintomo di una nevrosi da quattro soldi. Chi parla
Murielle, una donna sconfitta da relazioni con uomini
che odia e da una figlia suicida. Ha un figlio e ci le d
la forza di risolvere i suoi problemi scombinati. Odia il
mondo, si appella agli altri con il termine porci e in
un capodanno in cui tutti si dedicano al baccano,
Murielle prega un dio che non c
Quante donne in Simone De Beauvoir? Monique ha
un tono controllato
ma non saggio; in
Let della discrezione, la studiosa ha
basi esistenziali pi
solide, ma anche lei
fatica a lasciare
ancoraggi materiali
che chiamo falsi
valori; Murielle la
violenza dellamore
terreno, materno:
frenesia, voglia di
giustizia e di veder
prevalere larmonia
dopo tanto subbuglio,
la portano in un flusso
di coscienza che va
forte, va veloce. Le
parole sono sostanza e colpiscono dritte ai colpevoli.
Quanta intelligenza e quanto senno in questi tre
racconti che pongono ordine nellirrazionalit e nelle
contraddizioni che la donna si porta con s? Le
stesse caratteristiche potremmo scovarle anche
nella nostra storia quotidiana.
Una donna spezzata edito da Einaudi ed disponibile per
lacquisto su Ibs a 9,35 euro.

Unazienda agrituristica in unoasi di verde e di serenita


a 9 km da Oriolo (CS) sulla strada per San Giorgio Lucano

Per ricevimenti momenti di relax e pasti prelibati,


a base di prodotti tipici caserecci...
- Pernottamento in monolocali con servizi -

di L

ucry e Luigi Adinolfi

PRENOTA AI NUMERI
3494331281 - 3403818867 - 09811931867
www.biosantamarina.it - luigiadinolfi@libero.it

pag. 11

2014/4

ORIZZONTALI
1. Ingannare 7. Sigla di Frosinone
9. Lisola di Minosse 10. Arti per il
volo 11. Diminuzione di peso 12.
Lattore Hoffman 14. Antenato 15.
Il poeta dellAntologia di Spoon
River 16. Diffuso infuso 17. Non
fornito, assente 18. Rifiniture in
officine 19. Accompagnati e
protetti 21. Iniz. Di Campbell 22.
Lo baston Ulisse 23. Esprime
incertezza 24. Lattore Vitali 25. Le
segna il cannoniere 26. Citt... de
Janeiro 27. Claude pittore 28. Le
vocali in festa 29. Piemontese del
capoluogo.
VERTICALI
1. Ammucchiare legna 2. Un tipo di
accento 3. Freddo intenso 4. Andati
5. Iniz. Di Arbore 6. Andate a buon
fine 7. Amoretto 8. Diventate aride
10. La capitale greca 12. Finito
allinferno 13. Uniti in America 15.
Lo subirono molti santi 17. Attrezzo
formato da due ganasce 18. Bieco
20. Scherzo, burla 21. Blocco per
appunti 23. Si contrappone al male
25. Il Cellamare della canzone 27.
La terza nota

A
C
C
A
T
A
S
T
A
R
E

C
E
L
I
A
G
R
A
V
E

T
O
R
V
O
G
E
L
O

I R
T A
I
M
M A
O R
R T
S I
A R
I
T O

A R
I
D U
A S
N C
N I
A T
T E
O
M
R I

E
F R
A L I
S T I N
T E R S
A N T E
T E
C
I
N C
B O H
R E T I
O N E T
N E S E

le soluzioni

Pag. 12

2014/4

Sempre pi popolare.
E non solo nel Mezzogiorno.

DallAdriatico al Tirreno,
fino al cuore della finanza
Oltre 150 filiali,
tra cui Roma e Milano