Sei sulla pagina 1di 12

CZ

CS

RC

KR

VV
Anno IX- n 4/13
Settembre 2013
Una copia 0,50

a cura dellAssociazione Famiglia Calabrese dott. L.Jacobini Bari


Alla prossima ...
Tonnara di Palmi

Praia a mare

Tropea

Capo Vaticano

Caminia

Soverato

Roseto Capo Spulico

Diamante

Isola Capo Rizzuto

Scilla

In questo numero
prosegue la nostra rassegna storica sui Papi
Calabresi. Giuseppe DAuria ricorda le figure di
S. Antero e S. Dionigi (Dionisio);
i tatuaggi danneggiano la nostra pelle? Alla
ricorrente domanda risponde la nostra dermatologa,
Luciana Fiordalisi;
in un libro recensito da Aldo Ligab, le storiche
operazioni dei migliori servizi segreti del mondo,
quelli israeliani;
Evelina Giordano ha intervistato il direttore artistico

(e generale) del Teatro Forma di Bari, la cui


produzione culturale non conosce crisi, anzi...;
si avverte un certo risveglio nel mercato immobiliare: sar vera gloria? A Gaetano Di San Leonardo
lardua sentenza;
odiate i luoghi comuni? Vi infastidiscono? Georgia
Consuelo Loperfido, tra il serio e il faceto, ci rivela
quanto in realt, possono esservi utili;
inoltre troverete, come sempre, le rubriche :
I giochi, ildiodanaro, Cucina che passione.

Rispetto dei valori

Pag. 2

2013/4

la nostra cultura
e la nostra storia

di Giuseppe
DAuria

I Papi calabresi
C

ome scrivemmo nello scorso


numero di giugno, molti
calabresi sono diventati alti
esponenti della fede cattolica e
alcuni di loro sono stati elevati al
Soglio Pontificio. Le origini dei Papi
tuttavia, spesso appaiono piuttosto
nebulose tant che i Sommi
Pontefici di origine calabrese,
venivano definiti dal Liber
pontificalis, genericamente
Grcus. Alla luce di queste
difficolt di carattere storiografico, ci
limiteremo a considerare, nelle
nostre cartelle, i sette Sommi
Pontefici sulle cui origini calabresi,
non ci sono dubbi. A loro
aggiungeremo anche un antipapa,
Giovanni XVI.

(259-268)

(235-236)

S. Antero
19 Pontefice

Tutti gli studiosi


concordano nellattribuire a
Belcastro, od in subordine a
Petilia Policastro, i natali di
San Antero, figlio di Romolo.
Questo Papa dispose che
venissero conservati i verbali dei
Santi Martiri in modo da non
disperderne la memoria. Fu Papa per pochi mesi perch, dopo la
sua elezione, fu messo a morte dallimperatore Massimo il Trace.
Di un pontificato di cos breve tempo non possibile determinare
qualche notizia esatta ed interessante: anche Il Liber Pontificalis ci
d relazioni di fatti e dati cronologici non probabili. Le sue spoglie
furono scoperte nel 1854, nel cimitero delle Catacombe di S.
Callisto. La sua memoria viene celebrata il 3 gennaio.

S. Dionigi (o Dionisio)
25 Pontefice

Nasce a Turii da nobile famiglia; in realt, sappiamo molto poco della sua origine e della sua genealogia. Il Liber
Pontificalis ci indica che Dionigi era gi prete al momento della sua elevazione al pontificato e pens, secondo le
necessit del momento, a riordinare il governo delle diverse chiese, dei cimiteri, delle parrocchie e delle diocesi. Durante
il suo pontificato, orribili calamit stavano per piombare sulle disgraziate regioni
d'oriente. Valeriano perseguitava i capi delle chiese e l'impero stesso tentennava
sulle sue basi, minacciato dai barbari. Valeriano, combattendo contro i Persiani
presso Emessa, fu fatto prigioniero e mor. A Roma gli successe il figlio
Gallieno il quale abol tutti gli editti contro i cristiani. Dionisio, quindi, riusc a
mediare nei rapporti con lo Stato; cos non si pu dire sul fronte interno e le
lotte contro le eresie evangeliche, per le quali rimase un convinto
oppositore, furono continue. Nel frattempo in Oriente, Zenobia raggiunse
il potere. Divenuto Imperatore Aureliano, questi dovette occuparsi di una
questione ecclesiastica, nuova per lui. Chi era il legittimo vescovo dei
Cristiani d'Antiochia? Un certo Paolo di Samosata riusc a godere la
stima della regina Zenobia ed a farsi elevare all'episcopato dAntiochia. I
vescovi orientali, capeggiati dal celebre Firmiliano di Cappadocia,
protestarono in parecchi sinodi. Dionigi espresse il suo parere in una
lettera alla chiesa dAntiochia. Paolo di Samosata tir in lungo la vertenza
perch egli, nelle varie discussioni, non fissava mai il suo pensiero
ondeggiante. Alla fine fu deposto da un sinodo e sostituito da Domno. La
sentenza fu comunicata a Roma ma Paolo, con l'aiuto dei suoi seguaci e di Zenobia,
continu a considerarsi vescovo legittimo fintanto che Aureliano, interpellato in
proposito, sentenzi che il vescovo genuino era colui che i vescovi d'Italia e di Roma riconoscevano: Paolo fu
schiacciato. Dionisio mor il 26 dicembre 268 e fu sepolto in una cripta del cimitero delle Catacombe di S. Callisto. La
Chiesa romana festeggia S. Dionigi Papa il 26 dicembre.

2013/4

Pag. 3

le interviste

Il teatro e la cultura avvertono pi la crisi dei contenuti di quella economica

Stagione esplosiva al Teatro Forma


Intervista con il direttore artistico Michelangelo Busco
Michelangelo Busco pugliese,
direttore artistico e generale del
Teatro Forma di Bari. Teatro che
diventato una importante realt per
Bari in virt dei contenuti artistici

proposti e per il crescente consenso


del pubblico.
Dr. Busco, come nasce un Direttore
artistico e perch ha scelto di farlo?
La mia passione per larte mi stata
trasferita dalla mamma, grande
appassionata di musica e di pittura. A 7
anni ho visto il mio primo folgorante
concerto e non un concerto qualunque
ma Burth Bacharach a Londra. Nel 93
ho aperto il mio primo locale allinterno
del quale ho rappresentato centinaia di
concerti, cabaret teatro e altro. Di
seguito gli artisti mi chiedevano di
seguirli in tourn e di qui varie collaborazioni. In questi anni molte direzioni
artistiche, e dal 2009 il progetto teatro
Forma con la direzione generale.
Perch farlo? Sicuramente per la
passione per larte, per la capacit di
emozionarsi ed emozionare, per la
voglia continua di cimentarsi e mettersi
alla prova con nuovi progetti. Tuttavia
alla base vi bisogno di tanta preparazione artistica e tecnica..

Lamore per larte condizione


essenziale per questo lavoro; ma
non serve anche un po di ambizione?
Certamente si, anche se lambizione
massima quella di vedere il pubblico a
fine serata felice che ti ringrazia.
Il Direttore artistico deve saper
trasformare le idee in realt. Lei
quali idee cerca di trasmettere al
pubblico?
La mia direzione artistica alla ricerca
continua di novit, talenti che possano
trasferire nuove emozioni al pubblico.
Un gran lavoro di ricerca sul mercato
non solo nazionale.
Nel corso degli anni come cambiato il teatro: anche la cultura ha
risentito della crisi economica?
La crisi, secondo me, non solo
economica ma di contenuti. Al teatro
Forma abbiamo sempre incrementato
le presenze offrendo spettacoli di alto
profilo a prezzi assolutamente
contenuti. Le difficolt esistono,
sintende, ma il lavoro di ricerca e gli
strumenti di promozione devono
essere continuamente monitorati.
Di recente Lei ha coordinato la
rappresentazione dellopera
shakesperiana Giulietta e Romeo,
con la regia di Francesco Brollo,
nellambito della 1^ Edizione La
Puglia nei Castelli. Che differenza
sostanziale si riscontra tra il Teatro
nelle location e quello da sala?
Nessuna sul piano emozionale, tante
sul piano tecnico logistico. La suggestione di un castello medievale che
diventa elemento scenico difficilmente
lo si pu ricreare al chiuso.
Il Teatro Forma, che Lei dirige da
tempo con successo, una concreta

a cura
di Evelina Giordano

realt per Bari. Quali sono i criteri a


cui Lei si ispira per lorganizzazione
del cartellone teatrale e quali sono le
difficolt che si incontrano?
Nel corso di 3 stagioni abbiamo portato
in teatro circa 80.000 persone e
puntiamo a superare le centomila nel
conto di questa stagione con una
offerta variegata per generi ma tenendo
ben salda lasticella della qualit delle
offerte, senza creare false attese e
dando spazio alle attualit pi interessanti del mondo artistico moderno. Per
troppi anni si programmato sulla
scorta di successi precedenti che non
sempre producono lo stesso risultato.
Cos come il mondo si evolve anche
larte lo fa, quotidianamente. La
tecnologia un ulteriore motivo di
interesse che cautamente miscelato
allarte rende alcune proposte
estremamente accattivanti.
Pu farci una anticipazione sugli
appuntamenti della prossima
stagione del Forma?
Sar esplosiva. dico solo questo.
Il suo sogno nel cassetto...
Ho tanti progetti su cui lavoro, ma ce n
uno in particolare. Si tratta di un festival
del quale sentirete parlare molto
presto, e poi organizzare un concerto di
Stivie Wonder. Grazie, vi aspetto al
teatro Forma per la prossima stagione.

Pag. 4

2013/4

lo scaffale di Aldo Ligab

Edito da Rizzoli, un appassionante libro sui mitici servizi segreti israeliani

Mossad, la pi intelligence del mondo


Entebbe, nota come operazione Thunderball, un esempio per tutte le teste di cuoio del pianeta
Sin dalla sua nascita avvenuta nel
1948, lo stato di Israele, unico paese
democratico nello scacchiere del
Medio Oriente, ha dovuto fronteg-

quattro mani dallo storico Benny


Morris, autore del best-seller
Vittime, edito sempre da Rizzoli
nel 2001, e Ian Black, corrispondente

giare l'ostilit dei suoi paesi confinanti e non, come la Siria, l'Egitto,
l'Iraq e l'Iran.
Gerusalemme ha combattuto diverse
guerre per la sua sopravvivenza: nel
1948, 1956, 1967, 1973. Ha sempre
vinto, sbaragliando le forze avversarie notevolmente superiori per
numero, grazie ai suoi formidabili
servizi segreti. L'intelligence israeliana articolata in tre agenzie:
l'Aman, il servizio segreto militare,
lo Shin Bet, il servizio di sicurezza
interno, e il celeberrimo Mossad, il
servizio segreto estero.
Quest'ultimo il titolo di un bel libro
recentemente pubblicato in edizione
economica dalla Rizzoli, scritto a

da Gerusalemme del Guardian.


Il saggio appassionante e ricostruisce con accuratezza la nascita e le
operazioni della superlativa intelligence israeliana. Lo stato ebraico
una nazione sempre in guerra, che
non conosce il significato della
parola pace. Anche quando ufficialmente la situazione alle frontiere
tranquilla, i suoi servizi combattono
una lotta invisibile contro i suoi
nemici. Sono diverse le operazioni
condotte dall'intelligence ebraica che
hanno ottenuto grandi successi.
Tre su tutte lasciano il lettore
affascinato: la cattura di Eichmann in
Argentina, l'eliminazione dei
componenti del gruppo terroristico

Settembre nero, autore della strage al


villaggio olimpico di Monaco di
Baviera nel 1972, e la leggendaria
operazione di Entebbe nel 1976.
Ma l'operazione che ha conquistato
l'ammirazione degli addetti ai lavori
di tutto il mondo ha un solo nome :
Entebbe. Il 27 giugno un aereo di
linea dell'Air France decollato da Tel
Aviv e diretto a Parigi, fu dirottato a
Entebbe in Uganda. I sequestratori,
un gruppo di arabi e tedeschi,
pretendevano il rilascio di quaranta
palestinesi detenuti nelle carceri di
Israele, pena l'uccisione degli
ostaggi.
Il blitz di Entebbe, nome in codice
Thunderball, fu un operazione
condotta congiuntamente dalle forze
speciali e dal Mossad. Le forze
speciali di Gerusalemme, coadiuvate
dall'intelligence, riuscirono nell'impresa soprattutto grazie all'audacia e
al fattore sorpresa. Soltanto tre
prigionieri morirono e tutti i sequestratori furono uccisi.
Ancora oggi l'operazione Thunderball viene studiata da tutti i reparti
delle teste di cuoio del mondo. Da
quel giorno nessun aereo di linea in
partenza o in arrivo a Israele mai
stato dirottato. Entebbe docet.
Pagine. 669
10.90

Pag. 5

2013/4

a cura di Georgia Consuelo Loperfido

Non ci sono
pi le mezze
stagioni
I luoghi comuni sono affascinanti: non
ci si permetta di considerarli banalit,
perch sono delle verit assolute, forse
ripetute troppe volte, questo s. Anche
voi che avete deciso di evitarli a tutti i
costi, che vi opponete al loro uso, che vi
sforzate di colorare ogni intervento di
genialit, ammettetelo: questestate
siete caduti nella trappola. Vi ho sentiti
con le mie orecchie.

libert di parola
Odiate i luoghi comuni?
E un errore. Possono
salvarvi da situazioni
molto imbarazzanti

labbronzatura dura molto di pi.


Verso lora di pranzo la vostra amica,
ha tirato fuori il panino con la cotoletta
e, che gentile, ne ha preparato uno
anche per voi. Ma per voi, iscritti in
palestra a maggio, il rifiuto stato
perentorio ma cortese: Grazie, al
mare preferibile restare leggeri.
Poi, ho languria: zero calorie: tutta
acqua e zucchero!.

i giorni?. E per rafforzare il convincimento, convenuto aggiungere: la


montagna ti apre lo stomaco, hai
sempre fame e come si dorme l, non
esiste da nessuna parte!
Altro che passeggiate ed escursioni.
Confessatelo: SIETE RIMASTI in
albergo a guardare la tv, e a leggere un

Verso le 19.00, al momento di tornare


in camera, girandovi ad ammirare
quello scenario incantevole (il tramonto
rosso, valdo e ipnotico) ammettetelo, vi
sfuggito un classico: Spendiamo
tanti soldi per andare fuori, quando
abbiamo il mare bello sotto casa!.
buon libro, aspettando l'ora della
pappa. Risultato: dopo 15 giorni siete
tornati al lavoro bianchi, ingrassati ma,
in compenso, con unaria rilassatissima, in stridente contrasto con i colleghi
a... a... a... abbronzatissimi: tutti
vistosamente distrutti dalle faticose
vacanze.. Ma grazie ai luoghi comuni
stato quello il vostro trionfo: cosa
volete, io smazzo tutto l'anno, per
me la vera vacanza assoluto
riposo....

Al mare.
Eravate stesi sul lettino, accanto a voi
la solita amica coraggiosa, fanatica
dellabbronzatura, che ogni trenta
minuti si ungeva di olio abbronzante
rigorosamente privo di protezione e
che anche con 42 scansava
lombrellone manco fosse radioattivo.
E voi l, bianchicci, un po paranoici per
il pensiero che il sole potesse raggrinzire la pelle candida, e/o terrorizzati
allidea di non dormire di notte a causa
delle inevitabili ustioni. Non vi siete
vergognati di tirare fuori la boccetta
(formato famiglia) di protezione 30.

Bravi. Con aria convinta e saggia avete


convinto tutti: Tanto con la protezione ti abbronzi lo stesso, anzi,

In montagna
Ad alcuni capitato di non potersi
permettere 15 giorni di mare. Guai a
dire agli altri, quello che da due mesi vi
siete ripetuti: c' poco da fare, la
crisi c', altro che.... Pur di non farvi
vedere in citt, vi convenuto rimediare col Groupon last minute di una
casetta in un paesino sperduto sul
Pollino. Scelta orrenda per la stragrande maggioranza dei colleghi d'ufficio.
Come vi siete liberati dal paradosso
(per molti ossimoro): MONTAGNAESTATE? Siete stati bravi e persuasivi:
Guarda che non immagini quanto
sia bella la montagna destate: laria
pura, lontani dallafa; poi non
vero che non ci sia niente da fare
sai che fantastiche passeggiate tutti

Pag. 6

2013/4

Mercato immobiliare in ripresa?


Sempre e comunque cautamente, ma insistentemente
continua a crescere negli italiani la voglia di reinvestire nel
mattone.
Lo suggeriscono alcuni segnali. Primo fra tutti lincremento
della domanda di mutui nel mese di agosto, del 4,1%.
Questo significa che in controtendenza alla economia, negli
italiani sta tornando soprattutto la fiducia nel futuro. Linput
certamente venuto con il calo dei prezzi del 20-25%, ma non
dimentichiamo che quando parliamo di mutui, parliamo di
investimenti a lungo termine, in cui la maggior parte delle volte
incide la fiducia nel proprio posto di lavoro, e quindi nella
capacit di portare a termine il pagamento delle rate.
Dallaltro lato ci sono coloro, che ritengono di avere il coltello
dalla parte del manico, cio coloro che effettuano lacquisto in
contanti.
E qui il gioco si fa serio.

I prezzi sono in fase calante, ma quando il momento giusto


per comprare? Fino a quando si tirer la corda?
Certo laumento delle richieste di mutui, deve far accelerare
tutti coloro che stanno alla finestra ad aspettare il momento
giusto. Anche perch la tendenza anche quella di acquistare
immobili grandi e non in perfette condizioni, per chiedere poi
mutui per ristrutturare approfittando anche le agevolazioni
che il governo sta mettendo in atto.
Tutto questo fa supporre che nei prossimi mesi le
compravendite aumenteranno e che il mercato, certo non
avr lo slancio degli anni passati, ma sicuramente subir una
ripresa.
Per chi allora cercasse ancora una risposta alla domanda
precedente, la risposta solo una. Sicuri di voler aspettare
che la corda si spezzi?

ildiodanaro

Mutui, aiuti dal fondo solidariet


LAbi, negli scorsi giorni, in collaborazione con le associazioni
dei consumatori e il governo ha
attivato il fondo solidariet: un
vero aiuto a tutte le famiglie in
difficolt con il pagamento delle
rate di mutuo. Una svolta stato il decreto IMU , che ha incrementato di 20 milioni di euro la
dotazione del fondo per gli anni
2014 e 2015. Naturalmente ci
sono dei requisiti di accesso.
Ecco quali sono.
Innanzitutto bisogna precisare
che i destinatari del provvedimento, entrato in vigore nel
2007, sono i titolari di un prestito prima casa con reddito isee
inferiore a 30 mila euro allanno
e in situazione di momentanea
difficolt economica. Questa
condizione, che pu dipendere
dalla perdita del posto di lavoro

o dalla malattia del coniuge,


deve essere accertata e comprovata
Altro requisito fondamentale
che il finanziamento lo si abbia
ottenuto da almeno un anno e
che sia di importo inferiore a
250 mila euro. La sospensione
delle rate si
potr chiedere per un massimo di 18
mesi, che
conseguentemente sposterebbe
oltre la scadenza del
piano di rimborso inizialmente stabilito e pattuito con listituto erogante.

Al termine della sospensione il


piano di rimborso riparte, senza
ulteriori interessi a carico del
mutuatario alle condizioni precedenti alla sospensione stessa.
Fatto importante: per ottenere
la sospensione delle rate bisogna presentare la domanda
allo stesso
istituto.
la richiesta
dovr obbligatoriamente
e s s e r e a ccompagnata
da alcuni documenti: carta
d'identit del
richiedente,
certificazione del reddito isee e,
a seconda della situazione,

Direttore Responsabile
Mimmo Loperfido

lettera di licenziamento con


eventuale copia del contratto di
lavoro, sentenze giudiziali,
certificati asl, ecc. cos che la
consap, lorganismo competente dellintera pratica, possa
valutare la bont della domanda e decidere se concedere o
meno la sospensione del rimborso del mutuo.
Listruttoria prevedere un iter
massimo di due mesi. Il primo
serve alla consap per valutare i
criteri e la bont della richiesta,
il secondo il termine entro cui
entra in atto la sospensione
della rata.
i dati ufficiali diffusi dal ministero delleconomia registrano
100 richieste al giorno, segno
che le famiglie italiane sono
ancora alla ricerca di aiuti economici

Stampato in proprio
Registrato al Tribunale di Bari
n17 del 5 aprile 2005

Periodico
ANNO -IX numero 4/13

sito internet
http://www.famigliacalabresedibari.i
t

Direzione e Redazione
via Campione,43 - 70124 BARI
Tel e Fax 080 5574465

Pag. 7

2013/4

udite udite
di Luciana Fiordalisi

Larte di tatuare il corpo antichissima: risale al 3000 a.C.

Tattoo or not Tattoo,


questo il dilemma
Non ci sono particolari controindicazioni
sul piano dermatologico. Tuttavia, importante la professionalit del tatuatore, gli
strumenti ed i pigmenti che utilizza e
lambiente in cui avviene il trattamento.
La tecnica di decorazione del corpo dell uomo,
in uso, stando ai dati storici in nostro
possesso, dal 3000 a.C .
L arte del tatuaggio si svilupp soprattutto in
Egitto e nell antica Roma, ma si diffuse in tutti
i popoli per vari motivi, sociali e religiosi.
Nel Medioevo per esempio, i pellegrini usavano
tatuarsi con i simboli religiosi dei santuari che
visitavano.
Dalla fine
degli anni 60,
allinizio degli
anni 70, la
cultura del
tatuaggio ha
conosciuto
una
progressiva
diffusione,
prima fra
giovani hippy ed i motociclisti e poi si estesa
ad ogni fascia sociale.
Oggi diventato quasi una moda tatuare il
proprio corpo, specie fra personaggi pubblici,
attori, calciatori, cantanti, che fanno da
modello soprattutto per i giovani.
Il tatuaggio, a seconda della tecnica utilizzata,
pu essere permanente o temporaneo.
Spesso ci viene posta la domanda se il
tatuaggio faccia male e quali possano essere
gli eventuali danni alla pelle, da esso provocati.
Si tratta sicuramente di una scelta individuale,
ispirata, ovviamente, da finalit di carattere
estetico; tuttavia, sempre preferibile il ricorso
ad esperti che operino in ambienti adatti, in
condizioni igieniche ottimali, che utilizzino
strumentazione monouso, dal momento che in

caso contrario esiste il rischio di contrarre


infezioni anche assai gravi (epatite, HIV ecc).
Bisogna tener presente che anche dopo anni
dall esecuzione del tatuaggio, si possono
sviluppare delle reazioni allergiche a causa
delle sostanze coloranti utilizzate (Dermatite
allergica da contatto).
Per tale motivo, noi dermatologi consigliamo a
chi decide di tatuarsi, se non hanno una storia
personale positiva di allergia da contatto, luso
di pigmenti scuri, perch, in caso di necessit
(allergia, motivi di lavoro), possibile con luso
dei laser di ultima generazione - nella quasi
totalit dei casi - eliminare il tatuaggio senza
esiti cicatriziali.

Cos come importante affidarsi a tatuatori


specializzati; ancora pi importante
rivolgersi, qualora si decidesse di voler
rimuovere il tatuaggio, a specialisti esperti in
grado di risolvere il problema senza creare
danni.

Pag. 8

Siglato un accordo tra Roma e Mosca

2013/4

Il carrello
pi veloce
del mondo

Permessi di ingresso facili


facili e collegamenti diretti
con molti aeroporti italiani
Settembre segna lavvio dell anno
incrociato (2013-2014) del Turismo tra
lItalia e la Russia. Laccordo stato
sottoscritto dal Ministro per gli Affari
Regionali, il Turismo e lo Sport, Piero
Gnudi, in visita a Mosca in occasione del
Mitt u.s., e dal Ministro della Cultura
russo, Vladimir Medinskij. LAnno del
Turismo Italia Russia un progetto che
ha come obiettivo ambizioso quello di
aumentare i flussi turistici e promuovere
le destinazioni meno note e le citt darti
minori. Dopo la positiva collaborazione
ed interscambio culturale e linguistico
tra lItalia e la Russia nellanno 2011, ha
inizio una nuova esperienza collaborativa di crescita e sviluppo comuni. E
previsto infatti un programma denso di
eventi e progetti culturali e tanti itinerari
turistici che determineranno un ulteriore
avvicinamento e consolidamento delle
relazioni tra le due nazioni non solo in
campo culturale, ma anche economico,
grazie alla semplificazione nel rilascio
dei visti turistici e il collegamento diretto
tra le citt russe e molte di quelle
italiane. I riflettori sono ovviamente
puntati sulle agenzie turistiche, delle
tante bellezze naturalistiche e storiche e
dellottima produzione enogastronomica. Nellultimo decennio i flussi turistici
russi verso lItalia sembrano essere
raddoppiati e, secondo le previsioni
competenti dellEnit, sono destinati ad
aumentare in modo esponenziale grazie
al lancio di invoglianti pacchetti-viaggio.
LAnno incrociato del Turismo Italia
Russia, tende a far passare il messaggio
che la Russia non solo Mosca o San
Pietroburgo e che l'Italia non si limita a
Roma e a Firenze, ma che molte altre
regioni e citt italiane e russe possano
diventare accorsate mete turistiche,
altrettanto ricche di piazze, monumenti,
centri storici con variet di storie
millenarie e antiche tradizioni ancora
sconosciute agli occhi di molti.
e.g.

Qual il tuo
peso forma?
Appena concluse le vacanze, il pensiero va al peso e locchio va ai glutei,
alle gambe, alla pancia: e chiudiamolo
qui questo stillicidio. Una domanda
lecito porgersi: qual il peso forma
ideale per uomo e per donna?.
Vi proponiamo un paio di schemi che
non necessitano di complicati calcoli.
DONNE

Matt McKeown, un inglese di 52


anni, ha, stabilito un nuovo singolare
record di velocit con il suo carrello
della spesa a reazione. Il suo curioso
mezzo di trasporto ha raggiunto la
velocit di 70,4 mph (pari a circa 112
km/h), battendo cos il suo
precedente record di 72 km/h,
realizzato nel campo di aviazione di
Elvington. L'uomo ha alimentato il
carrello con il motore di avviamento
modificato di un elicottero ed il
motore di una Honda 250cc,
rendendolo stabile con delle ruote
da go-kart

Quando si lavora
vietato fare pip

L'azienda Kyungshin Lear Honduras


Electrical Distribution Systems
avrebbe obbligato i propri dipendenti
ad indossare pannolini per sfruttare al
massimo la loro produttivit:
insomma, venendo meno la necessit
di andare in bagno, si evitano inutili
perdite di tempo. Edgardo Dumas, il
rappresentante legale della
Kyungshin-Lear ha respinto le
accuse: i pannolini
sarebbero
indossati - senza alcun obbligo - dai
lavoratori che, per libera scelta, non
avrebbero voglia di lasciare il posto di
lavoro neanche per un brevissimo
lasso di tempo.

142
145
147
150
152
155
157
160
162
165
167
170
172
175
178

41,7 - 44,5

43,5 - 48,5

47,2 - 54,0

42,6 - 45,8

44,5 - 49,9

48,0 - 55,3

43,5 - 47,2

45,8 - 51,3

49,4 - 56,7

44,9 - 48,5

47,2 - 52,6

50,8 - 58,1

46,3 - 49,9

48,5 - 54,0

52,5 - 59,4

47,6 - 51,3

49,9 - 55,3

53,5 - 60,8

49,0 - 52,6

51,3 - 57,2

54,9 - 62,6

50,3 - 54,0

52,6 - 59,0

56,7 - 64,4

51,7 - 55,8

54,4 - 61,2

58,5 - 66,2

53,5 - 57,4

56,2 - 63,0

60,3 - 68,0

55,3 - 59,4

58,0 - 64,9

62,1 - 69,3

57,2 - 61,2

59,9 - 66,7

64,0 - 71,7

59,0 - 63,5

61,7 - 68,5

65,8 - 73,9

60,8 - 65,3

63,5 - 70,3

67,6 - 76,2

62,6 - 67,1

65,3 - 72,1

69,4 - 78,5

UOMINI

154
156
159
162
164
167
169
172
174
177
179
181
184
187
189

50,8 - 54,4

53,5 -58,5

57,2 - 64,0

52,2 - 55,8

54,9 - 60,3

58,6 - 65,3

53,3 - 57,2

56,2 - 61,7

59,9 - 67,1

54,9 - 58,5

57,6 - 63,0

61,2 - 68,9

57,2 - 60,3

59,0 - 64,9

62,5 - 70,8

58,0 - 62,1

60,8 - 66,7

64,0 - 73,0

59,9 - 64,0

62,6 - 68,9

66,7 - 75,3

61,7 - 65,8

64,4 - 70,8

68,5 - 77,1

63,5 - 68,0

66,2 - 72,6

70,3 - 78,9

65,3 - 69,9

68,0 - 74,8

72,1 - 81,2

67,1 - 71,7

69,9 - 77,1

74,4 - 83,5

68,9 - 73,5

71,7 - 79,4

76,2 - 85,7

70,8- 75,8

73,5- 81,6

78,5 88,0

72,6 - 77,6

75,8 - 83,9

80,7 - 90,3

74,4 - 79,4

78,0 - 86,2

82,6 - 92,5

Ovviamente si tratta di un indice generico perch non tiene conto della corporatura di un soggetto, dellet, del tipo di lavoro, della conformazione delle
ossa eccetera eccetera.
Confrontate il peso attuale con quello
delle tabelle e saprete quanto siete vicini (o lontani, ahivoi) dalla perfetta forma fisica. Ma la perfezione, si sa...

Pag. 9

2013/4
a cura di Lea Putignani

Cannarruozzi incipuddrati
(Ditalini con salsa di cipolle)
INGREDIENTI
gr. 500 di cipolle dolci di Tropea, gr. 300 di pomodori
pelati, ricotta salata dura, kg. 1 di ditalini, olio d'oliva,
sale, pepe rosso piccante
PREPARAZIONE
Affettate le cipolle e fatele cuocere a lungo in olio
d'oliva, aggiungendo poca acqua per impedire che
rosolino. A parte preparate una normale salsa di
pomodoro da aggiungere, una volta cotta, alle
cipolle. Amalgamate il tutto col pepe rosso piccante,
possibilmente a pezzetti, e servitevene per condire la
pasta, sulla quale cospargerete, infine, la ricotta grattuggiata.
Nella foto una variante con laggiunta dei fagioli (anche borlotti)

Carne ara Picurara


(Carne dei pastori)
Ingredienti per 4 persone:
polpa di maiale, pecorino fresco, olio d'oliva,
strutto, cipolla, sale pepe nero
Preparazione
Mettete a marinare della polpa di maiale, strofinata
con aglio e spolverata di sale e pepe, in olio d'oliva.
Rosolatela, poi, nello stesso olio della marinata; copritela con fettine di pecorino e cipolle cotte
in poco strutto; passatela nel forno caldo per 5 minuti.

Pag. 10

2013/4

ORIZZONTALI
1. fatta di anelli metallici 6. Secrezione di ghiandole 10. La citt del
Partenone 11. Scrisse I tre moschettieri 12. Diana cantante 13. Il nome di
Pavese 14. Fila di mezzi militari 15.
Catania per lACI 16. Antiruggine 18.
Piccolo dado 20. Asceta orientale 23.
Chi frequenta una scuola 25. Esercito
Italiano 26. Quello cardiaco detto
anche pacemaker 28. Pasteggiare di
sera 29. Figlio primogenito di Odino
venerato dai Vichinghi 30. Collerici 31.
Fama per niente buona
VERTICALI
1. La capitale del Venezuela 2. La
Briscola del bridge 3. Prova,
esperimento 4. James pittore 5. Nord
Est 6. poco socievole 7. Comprensione, bont 8. Fisico che studi la
termodinamica 9. Un profeta 11.
Decisione della giunta 13. Relativo
allente retto dal sindaco 17. Gancio
o Capitano 18. Nellarcobaleno sono
sette 19. Recipiente da tavola 21. Una
pianta ornamentale 22. Lattore Milian
24. Volante al Luna Park 25. Soldato
valoroso 26. Sport sulla neve 27. Unit
di resistenza elettrica

le soluzioni

Pag. 11

2013/4
a cura di Gaetano di San Leonardo

magica terra
Lagrume, di origini ignote, venne inpiantato nel 1750. Lo si coltiva solo in quella lingua di terra che va da Villa San Giovanni a Monasterace

Bergamotto, lessenza della Calabria nel pianeta


Lo si utilizza diffusamente nei settori della profumeria e dei cosmetici, ma se ne fa largo uso anche
nellindustria alimentare ed in quella farmaceutica: ha straordinari poteri antisettici ed antibatterici
Il bergamotto un agrume classificato come Citrus Bergamia Risso, appartiene alla famiglia delle Rutacee,
sottofamiglia Mesperidee, genere
Citrus. Il frutto ha forma sferica con
peso medio intorno ai 200 gr., il colore a maturazione giallo. La fioritura
da Novembre a Marzo. il suo Habitat
pi idoneo ed esclusivo costituito
dalla sottile striscia di terra, lunga poco pi di cento chilometri, ovvero tra
Villa San Giovanni e Monasterace,
compresa tra le propaggini estreme
dell'Aspromonte e i mari Jonio e
Tirreno, in provincia di Reggio
Calabria.

La coltivazione e la produzione e
commercializzazione della sua essenza, hanno costituito per oltre 50
anni, fino ai nostri giorni, un raro momento di imprenditorialit agricola di
respiro internazionale per la
Calabria. Oltre gli aspetti culturali, sono rilevanti gli aspetti della commercializzazione dell'essenza che addirittura producono fermenti economici che ancora hanno grande importanza nell'industria profumiera di tutto il mondo. Oltre la valenza economica, la straordinaria ed esclusiva

del frutto e fatta assorbire da spugne


naturali collocate su recipienti appositi. Oggi viene ricavata per abrasione, mediante un sistema di grattugie
e nelle apposite "pelatrici" dalla parte
superficiale dei frutti.
L'utilizzazione del bergamotto con i
suoi 350 componenti chimici e l'olio
essenziale, indispensabile
nell'industria profumiera internazionale avendo la funzione non solo di
fissare il bouquet aromatico dei profumi, ma anche di armonizzare le altre essenze contenute, esaltando le
note di freschezza e fragranza. Oltre
che nella vasta gamma di acqua da
toilette, profumi, deodoranti,
ambientazione del bergamotto nella
fascia costiera reggina, rende questa coltura una realt di enorme prestigio per l'intera Calabria.
L' origine del bergamotto incerta. I
pi ritengono che esso derivi da mutazione da altra specie. Per quanto
attiene la provenienza, si ipotizza:
Cina, Spagna, Canarie; tuttavia
l'unico luogo dove il bergamotto fruttifica ottimamente la breve zona descritta del territorio calabrese.
L'etimologia pi attendibile Bergarmudi, ovvero "pero del Signore"
in turco, per la somiglianza che il bergamotto ha con la pera bergamotta.
Il primo bergamotto di cui si ha notizia venne impiantato nelle vicinanze
di Reggio Calabria da Nicola Parisi;
nel feudo "Giunchi" nell'anno 1750. A
quei tempi l'essenza veniva estratta
per pressione manuale dalla scorza

chypres, fougeres, lozioni antiforfora, saponi ad alto potere disinfettante, prodotti antisolari, sali da bagno,
dentifrici, l'essenza di bergamotto
viene impiegata nell'industria farmaceutica per il suo potere antisettico e
antibatterico nella sepsi chirurgica,
odontoiatria, oftalmologia, ginecologia, dermatologia, tanto da essere inserita nelle farmacopee di diversi paesi. L'essenza di bergamotto infine
usata nell'industria alimentare e dolciaria come aromatizzante di liquori,
the, caramelle, canditi.

Pag. 12

2013/4

Sempre pi popolare.
E non solo nel Mezzogiorno.

DallAdriatico al Tirreno,
fino al cuore della finanza
Oltre 150 filiali,
tra cui Roma e Milano

Interessi correlati