Sei sulla pagina 1di 6

FRUTTICOLTURA:

La scelta dei portainnesti.



I portainnesti hanno una
importanza fondamentale sullo
sviluppo e la produttivit delle
piante. Devono essere scelti con
criteri di adattamento
allambiente, al terreno, alle
coltivazione.
Il portainnesto esercita un
effetto anche sullinizio della
messa a frutto e sulla
produttivit della pianta in
quanto il portainnesto
nanificante favorisce azioni atte
ad anticipare la formazione di
gemme a fiore, cio induce la
pianta a creare gemme a fiore piuttosto che gemme a legno.
I portainnesti vigorosi invece tendono a mantenere la pianta in condizioni
di forte attivit vegetativa e quindi ritardare la entrata in produzione.
Il soggetto o portainnesto esercita anche una influenza sulla pezzatura,
qualit, colore ed epoca di maturazione dei frutti.
Ad esempio la pera Coscia su franco risulta meno precoce e meno saporita di
quella su cotogno.
La Passa Crassana su franco risulta di qualit pi scadente rispetta a
quella innestata su cotogno.
I frutteti realizzati con portainnesti vigorosi richiedono:
- grandi superfici perch le singole piante raggiungono considerevoli volumi;
- grandi investimenti in macchine operatrici per le operazioni colturali, al
terreno o per trattamenti antiparassitari o di potatura e raccolta della frutta;
- dispendio di tempo e fatica per lo svolgimento delle operazioni colturali,
come il salire su scale o potare alberi di 4-5 mt. di altezza e il raccogliere la
frutta su alberi di queste dimensioni;
- unattesa di 4-5 anni e pi prima che la pianta entri in produzione.

Ecco i portainnesti vigorosi

Lalbicocco si innesta su Franco - Mirabolano - Susino - Pesco - Mandorlo.

- Franco di albicocco -

si ottiene seminando i semi di albicocco; produce piante molto


vigorose;
adatto a terreni leggeri o di medio impasto - profondo, non adatto a
terreni umidi e compatti; buona affinit con tutte le variet.
- Franco di pesco -
si ottiene seminando semi di pesco, produce piante di medio vigore;
adatto a terreni di medio impasto, profondi, freschi, ben drenati,
rifugge i terreni siccitosi e argillosi; adatto per variet precoci di
albicocca;
induce lalbicocco ad una precoce entrata in produzione in anticipo di
maturazione; favorisce una buona pezzatura e una buona colorazione
dei frutti.
- Mirabolano -
si ottiene seminando semi di susino Mirabolano; produce piante
vigorose;
adatto a qualsiasi tipo di terreno anche a quelli argillosi.
- Susino Regina Claudia -
si ottiene seminando semi di susino Regina; produce piante vigorose e
longeve; si adatta a diversi tipi di terreno ad eccezione di quelli
eccessivamente argillosi; buona affinit per la maggior parte delle
coltivar di albicocco.
- Mandorlo -
si ottiene seminando semi di mandorlo; produce piante di medio
vigore;
si adatta molto bene a terreni calcarei e tendenzialmente siccitosi;
ha scarsa affinit con alcune coltivazioni.

Il ciliegio si innesta su franco e su ciliegio acido.

- Franco di ciliegio -
si ottiene da seme; produce piante eccessivamente sviluppate e di
lenta entrata in produzione; predilige terreni sciolti e freschi destate,
non compatti ben drenati; ha ottima affinit con tutte le variet.
- Ciliegio acido (amarena-marasca) -
si ottiene da seme; produce piante di modesto sviluppo; si adatta
anche a terreni compatti e umidi; ottimo portainnesto per amarene e
marasche;
per duroni e ciliegi dolci si pu presentare il caso che il tronco sopra
linnesta si ingrossi maggiormente rispetto al portainnesto.

Il pesco si innesta su franco di pesco e su mandorlo raramente.

- Il franco di pesco -
si ottiene seminando semi di pesco; produce piante vigorose;
non ama terreni alcalini, cio ricchi di calcare, predilige terreni con pH
5,5 - 6,5; non ama terreni argillosi perch teme lasfissia radicale; ha
buona affinit con tutte le variet.
- Il mandorlo -
si ottiene da semi di mandorlo; produce piante vigorose con radici
fittonanti - resistenti alla siccit; consigliato per terreni calcarei; a
volte manifesta casi di disaffinit, cio produce alberi nanificanti e di
scarsa durata.
In una stazione sperimentale di Francia, chiamata INRA, incrociando il
pesco con il mandorlo sono riusciti ad ottenere portainnesti vigorosi e
resistenti al calcare e li hanno chiamati GF677 - GF557.

I susini si innestano su mirabolano - franco - pesco.

- Il mirabolano -
si ottiene seminando semi di susino mirabolano; produce piante
vigorose;
si adatta a qualsiasi terreno sia sciolto che argilloso e umido;
presenta una buona affinit con tutte le coltivazioni.
- Franco di susino
si ottiene seminando semi di susino; produce
piante vigorose; predilige terreni di medio
impasto; presenta buona affinit con tutte le
coltivazioni.
- Franco di pesco -
si ottiene seminando semi di pesco; produce piante di moderato
vigore o sviluppo; predilige terreni di medio impasto, profondi,
freschi, ben drenati; rifugge terreni argillosi e siccitosi;
presenta scarsa affinit con alcune variet come Regina Claudia -
Climax - S. Rosa - Sugar.

Il melo si innesta su franco e su soggetti ottenuti per moltiplicazione
vegetativa, detti cloni.

- Franco di melo -
si ottiene seminando semi di melo ; produce piante di grande
sviluppo, longeve, di entrata in produzione tardiva; predilige terreni
freschi, di medio impasto, profondi; ha affinit con tutte le variet di
melo.

- Cloni di meli selvatici -


si ottengono mediante selezione o ibridazione e si moltiplicano per via
vegetativa (margotta terrestre) come F.M.25.

Il pero si innesta su franco e su cotogno.

- Il franco di pero -
si ottiene da seme; produce piante di grande sviluppo - longeve - di
entrata in produzione tardiva; predilige terreni freschi - di medio
impasto - profondi ed anche calcarei; ha affinit con tutte le
coltivazioni.
- Il cotogno -
si ottiene mediante moltiplicazione vegetativa come margotta
terrestre o talea o seme; produce piante di medio vigore ed induce le
piante ad entrare presto in produzione; predilige terreni freschi - non
siccitosi - non pesanti e non calcarei; non ha alcuna affinit con Kaiser
- Williams - Abate Fatel 9;
se vogliamo innestare queste variet su cotogno dobbiamo praticare
un sovrainnesto.


Portainnesti di medio vigore oppure deboli

Stazioni sperimentali di ogni nazione hanno creato nuovi portainnesti
capaci di ridurre la vigoria delle piante in modo da ottenere piante pi
contenute in volume.Quindi non necessitano scale o carri per la potatura e la
raccolta dei frutti in quanto con piante di sviluppo contenute queste operazioni
si svolgono stando con i piedi per terra, con minor spreco di tempo e soldi per
le attrezzature.
Questi nuovi portainnesti inducono le coltivazioni che vi si innestano
sopra a produrre gemme a fiore gi al secondo anno di innesto e quindi se
avviene limpollinazione abbiamo frutti gi al secondo anno, inoltre abbiamo
portainnesti clonali adatti per ogni tipo di terreno.

Portainnesti clonali per albicocco:

- GF31 Prunus cerasifera X Prunus salicina -
ottenuto da INRA in Francia; ha buon vigore; induce la pianta a
portare frutto; ottimo per terreni aridi e siccitosi.
- Mirabolano 29C Prunus cerasifera -
ottenuto negli USA; vigore medio; migliora la produttivit e la
pezzatura dei frutti; per terreni ben drenati ed anche calcarei.

- Torinel Hqb di Prunus domestico -


ottenuto da INRA, in Francia; vigore medio scarso; induce la pianta a
produrre frutti; buono in terreni pesanti argillosi e asfittici.

Portainnesti clonali per il ciliegio:

- Maxma 14 Hqb fra Prunus avium e Prunus Mabaleb -
ottenuto negli USA; vigore medio; induce la pianta a produrre frutti
precoci;
esige terreni di medio impasto anche siccitosi.
- Gisella 5 Hqb di Prunus cerasus X Prunus Canescens -
ottenute alla stazione sperimentale di Gissen in Germania; produce
piante di scarso vigore; induce la pianta a portare frutta gi dai primi
anni; esige terreno fresco e irrigato.

Portainnesti clonali per il pesco:

- S. Giuliano GF655/2 -
selezionato in Francia; produce piante di vigore medio scarso;
induce la pianta a portare frutto; si adattano a terreni tendenti
allargilloso e resistono bene allasfissia radicale; esige terreni fertili,
ricchi di humus.
- MRS 2/5 Prunus cerasifera X Prunus spinata -
selezionato alluniversit di Pisa; produce piante di scarso vigore;
induce la pianta a portare frutto gi dal 2 anno; ottimo in terreni
fertili - freschi ed irrigati.

Portainnesti clonali per il susino:

- Mirabolano 29C Prunus cerasifera -
selezionato in USA; produce piante di medio vigore; induce la pianta a
fruttificare gi dai primi anni; migliora la produttivit e la pezzatura;
ottimo per terreni siccitosi ed anche calcarei.
- Jaspi -
selezionato negli USA; vigore scarso; ottima induzione alla
fruttificazione;
terreno di medio impasto - anche argilloso - fertile.

Portainnesti clonali per il melo: sono incroci a selezioni ottenuti nella
stazione sperimentale di East Malling in Inghilterra.

- MM 111 -

vigore buono; ottimo portainnesto per coltivazioni Spur e variet


molto; ottimo portainnesto per terreni sciolti o calcarei o siccitosi
perch produce un buon apparato radicale.
- EM7 - MM106 -
vigore medio buono; portainnesti validi per coltivazioni deboli; si
adattano a vari tipi di terreno tranne quelli freddi e asfittici.
- EM26 -
vigore medio; ha una buona produttivit; esige un terreno fertile
permeabile non pesante.
- EM9 -
ha vigore scarso; ottima produttivit gi dal 2 anno; esige un terreno
ricco di humus o fertile fresco permeabile; ancoraggio insufficiente.

Portainnesti clonali per il pero:

- OH.F Ielbord 333 incrocio tra specie di Prunus -
ottenuto in Oregon; produce un buon vigore alla pianta; utilizzato per
coltivazioni di scarso vigore; si adatta bene a terreni calcarei e
siccitosi.
- Cotogno BA29 -
selezione di cotogno di Provenza ottenuto dallINRA in Francia; d alla
pianta un vigore medio; predilige terreni freschi e fertili anche
leggermente calcari.
- Cotogno A -
selezionato nella stazione sperimentale di East Malling in Inghilterra;
d alla pianta un medio vigore; esige terreni fertili, permeabili non
calcarei;
induce la pianta a fruttificare presto.
- Cotogno C -
selezionato da East Malling - Inghilterra -; d alle piante uno scarso
vigore e la pianta va ancorata al terreno con un tutore; predilige
terreni fresco fertili permeabili e poco calcarei; induce la pianta a
fruttificare presto.


Autore: A. Pennati