Sei sulla pagina 1di 139

LA FARMACOPEA DI THOMAS FULLER

Nella mia indagine puntigliosa e quasi ossessiva sulle farmacopee dellantichit non poteva mancare un testo in inglese, per considerare ci che era, in passato, la medicina anglosassone. In tal caso non mi sono rivolto ad unopera poco nota, ma a quella che forse la pi conosciuta in questo settore, la Pharmacopeia e temporanea! di "homas #uller $%&'()%*+(,, insigne medico londinese, pu--licata a .ondra nel %*%/ da 0. 1alford. Il corpo dellopera di notevole portata tecnica e scientifica ed il li-ro talmente diffuso che molte -i-lioteche, in tutto il mondo, ne possiedono una copia. 2icordiamo fra tutte le statunitensi 3ushing 4istorical .i-rar5 e la 1hitne5 6edical .i-rar5. .universit di 7ale ne mette in vendita, via internet, alcune copie in originale. .a stesura completa, curata da 2ichard 8iderits e colleghi, si pu reperire anche in alcuni siti telematici. 9 proposito del contenuto, a parte la gi detta notevole mole di prescri:ioni $circa ;// ricette, comprese alcune varianti,, non si pu rilevare una notevole differen:a con le farmacopee contemporanee del resto d<uropa o del mondo ara-o, salvo due tipi di prepara:ioni= le -irre medicinali, caratteristiche di un Paese in cui tale veicolo una -evanda na:ionale $mentre pi rari sono evidentemente gli enoliti,, e le po:ioni a -ase di latte cagliato o siero di latte $nella lingua inglese >posset drin?,. Per il resto, la medicina inglese appare del tutto identica a quella degli altri stati. .e forme farmaceutiche che predominano sono le deco:ioni, le infusioni, gli elettuari, le po:ioni e le -evande, i giule--i, i loch, i succhi e le spremute, gli sciroppi, gli elisir, le pillole ed i -oli, le losanghe, le tinture, le misture e le polveri, gli empiastri, i cataplasmi, i fomenti e i fumi o vapori, i gargarismi, i linimenti, gli unguenti. 6olto in voga luso dei ta-acchi $%@ ricette, ed i clisteri $-en @; prescri:ioni,. 3aratteristica la presen:a di una torta purgativa e di Aafer lassativi al tamarindo, di panni caldi e di strisce per la fronte. 9--astan:a allavanguardia, per quel tempo, la presen:a delle supposte e di palline per la cura di carie dentali o di afte. .e indica:ioni dei preparati prescritti sono lapplica:ione costante dei principi ippocratici, in uso in quel periodo, quindi, nellesposi:ione, mi limiter a riportare in toto la ricetta, citando, della descri:ione duso e dellefficacia terapeutica, solo i -rani che mi sono sem-rati interessanti o curiosi dal punto di vista storico e prettamente farmacologico. Buello che va sottolineato che ci si trova di fronte, in ogni caso, ad una farmacopea pi moderna, per il contri-uto di numerosi grandi scien:iati che troviamo citati anche nel testo. 8e si fa un raffronto con le contemporanee farmacopee del continente, si pu notare una minore dipenden:a dai testi ara-i, che influen:arono assai la medicina nel nostro passato. Cevo avvertire che a volte non mi stato possi-ile trovare lesatta corrisponden:a del nome popolare inglese antico di qualche er-a, con la nostra nomenclatura. "uttavia la tradu:ione, col nome di una simile pianta dello stesso genere -otanico, non alterer il significato complessivo della prescri:ione.

Birra(1)allantimonio Prendi 1 libra dantimonio ungherese, del migliore, in polvere grossolana, e riducila finemente su piastra; fumaria, agrimonia, dogni cosa 4 manipoli. Metti tutto in un sacchetto da sospendere entro 4 galloni di birra di medio tenore, sino a che questa diventa attiva. Avverto che questoperazione deve esser fatta con birra ben fermentata, per garantirne lefficacia. una bevanda ordinaria contro le fecce del sangue e le affezioni cutanee. !o"le(2) infuse cinabro dantimonio(3) in vino del #eno, ed attribu$ a questo preparato meravigliose virt% in malattie ribelli anche alla chirurgia. &ualsiasi cosa qualche straniero possa sostenere per invidia, 'ed altri divengano schiavi di tali teorie(, la birra deve essere di medio tenore, preparata col miglior malto, fermentata e depurata secondo arte; non deve essere bruciata, vecchia, ammuffita o di cattivo sapore; sia essa di colore pallido, con una buona schiuma, fresca, non in fermentazione, det) giusta da lasciare in bocca il gusto del malto, cresciuta in grado alcolico e non inacidita. &uesta bevanda * la pi% adeguata ed appetibile da tutti, la migliore trovata per pacificare +le alte grida della natura, causate dalle torture di un caldo, bruciante, ardente stomaco. ,opra di tutto, raffredda ed umetta le membrane secche dello stomaco; deterge dal sale, dallacredine, dallamaro, dalla schiuma, dalla melma vischiosa derivante dai villi e dalle ghiandole, dal reflusso del piloro, e lascia invece un balsamico e benefico luto (4) che mantiene lo stomaco morbido e rilassato. -n tale maniera nestingue il patimento insopportabile, rinfresca i visceri, solleva lo spirito e si dimostra un vero cordiale nelle oltraggiose febbri alte. .opo i buoni uffizi sul ventricolo, essa netta ed apre i meati dei vasi chiliferi che sono alquanto cotti dalla melma, diluisce e refrigera il sangue, calma il calore ardente e le contrazioni delle fibrille surriscaldate, ripara tutte le rovine con un chimo nutriente, deterge i condotti pi% stretti e gli organi emuntori. Aiuta poi lintera massa a circolare liberamente nei tempi dovuti; nutre e conforta tutte le parti, favorisce leliminazione delle scorie tramite le urine e 'quando vi * attitudine( attraverso il sudore e la saliva. /a birra * il mezzo migliore per supplire, riempire e nutrire, dolcemente. -l dolore e la vecchiaia scemano e sono allontanati, ed il luppolo che * un ingrediente della birra, per ci0 entra nella sua composizione1 sembra che la natura lo abbia creato apposta. - birrai avidi hanno fatto i loro massimi sforzi per cercarne un succedaneo, visto lalto costo, senza trovare alcunch2 che potesse chiarificare, dar gusto e preservare la birra e che funzionasse nella stessa maniera. Ancora, * valida per escoriazioni, ventosit), debolezza, acidit) dello stomaco e degli intestini, occasionali eruttazioni, vomiti, rilassamenti, coliche; ed anche nelle pleurisia, catarri, dolori in genere, idropisie e persino in affezioni come linsorgere di grande irritabilit) delle fibre e dei nervi; o la colliquazione(5) del sangue e degli umori. -n questi casi, e perfino in tanti altri, lale migliore, in ragione della sua freschezza, capacit) di detergere e delle piccole, pungenti e taglienti particelle, non * consigliabile1 e le birre pi% spesse e forti, che danno ventosit), bolsaggine, pesantezza, irritazione e grandacidit), come quelle esaurite, vecchie o stantie, 3c., sono manifestamente maligne4 Birra aperiente Prendi radici di cicoria, felce maschio, liquirizia e delle 5 radici aperienti (6), di ciascuna cosa 6 once; lingua di cervo maschio(7), epatica, edera, sommit) fiorite di tamerice, dogni cosa 6 manipoli; coccole di ginepro, semi di finocchio dolce, dogni cosa 6 once; uva appassita al sole, contusa e senza semi, 7 once. ,ospendi queste sostanze 'dentro un sacchetto( in quattro galloni di birra, in modo che fermentino assieme4 /a coclearia ed altre simili erbe, la cui forza naturale * posta in un sale molto volatile, non possono essere messe a fermentare4

Apre le ostruzioni, mitiga il calore, il salato e lacre del sangue e ne separa le fecce, attraverso le urine. utile dopo le febbri che hanno viziato la massa del sangue, nel rachitismo, etc. /a dose media * di 1 pinta, due volte il giorno. Birra per lartrite Prendi gua8aco e sassofrasso, dognuno 1 oncia; pino terrestre, camedrio Do querciolaE, dognuno 6 manipoli. 9a bollire in : galloni di mosto di malto, fino a ridurre a 4. &uindi, allinterno sospendi un sacchetto contenente i seguenti ingredienti per farli fermentare1 radici davena ; libra; ermodattili 4 once; agrimonia, salvia, betonica, dognuna 4 manipoli; cuscuta, timo, fiori di stecade, dogni cosa 6 manipoli; uva passa ; libra; prepara secondo arte(8). ,i usa con successo in nevriti, gotta, reumatismi, idropisia ed infermit) causate da troppo, o troppo chiaro, siero, e dal rilassamento del tono nelle parti del corpo. <ura il paziente con 1 pinta, due volte il giorno. Birra astringente Prendi radici di consolida, sigillo di ,alomone, dogni cosa 1 oncia; bolli tutto in : galloni di mosto di malto, molto concentrato, fino a ridurre a 4 galloni. <ola e, prima di mettere in botte, poni dentro succo di piantagine e millefoglie, dognuno 1 pinta; sospendi in un sacchetto1 borsa del pastore, gramigna, sanicola, miosotide, dogni cosa 4 manipoli; uva passa 16 once; il tutto a fermentare assieme. .) forza al sangue troppo liquido i componenti del quale sono scemati; agglutina i vasi rotti. .) giovamento al dolore ed al flusso delle emorroidi, ad ogni sorta di sanguinamento, alla leucorrea, al sudore eccessivo, alle ulcere sanguinolente(9). Birra alle bacche derica selvatica Prendi bacche derica selvatica, seccate e contuse, ; libra; di ginepro 4 once; dagrifoglio, semi di dauco e di finocchio dolce, dogni cosa 1 oncia; altea, muraiola, verga doro, dogni cosa 4 manipoli; uva passa ; libra; prepara il tutto con 4 galloni. =oglie le ventosit) e deterge i reni e la vescica dallumore viscoso e dalla renella(10). Birra aromatica amara Prendi assenzio romano 4 manipoli; radici di calamo aromatico 1 oncia e ;; zedoaria 6 once; angelica di ,pagna, enula campana, zenzero, galanga, scorzonera, cannella, semi di cumino dei prati(11) e coriandolo, dogni cosa ; oncia; pepe lungo, cubebe, cardamomo, chiodi di garofano, macis, noce moscata, dogni cosa 6 dramme; prepara il tutto in 4 galloni. #iscalda uno stomaco frigido e lo rinforza, quando * flaccido; aiuta la concozione (12), dissipa le ventosit), elimina la nausea ed arresta il vomito. Ancora, esalta il sangue, favorisce la digestione dei grassi e diminuisce lacre succo gastrico; apre le ostruzioni ed asseconda la traspirazione. Birra contro il cancro 1> Prendi radici dangelica spagnola, bardana, filipendula, dogni cosa 4 once; enula campana, 6 once; genziana, serpentaria virginiana, dogni cosa 1 oncia, erba roberta, erba colderina, salvia, dogni cosa 4 manipoli; scordeo(13), ruta, dogni cosa 6 manipoli; millepiedi vivi 1 pinta; antimonio crudo(14), frammentato in piccoli pezzi e posto in una garza, 1 libra; metti queste cose in un sacchetto, per 4 galloni4 ,erve bene come bevanda per un intero mese.
.autore avverte di preparare questa -irra, in modo da evitare un am-iente troppo acido, che causere--e linattiva:ione dei millepiedi e dare--e allantimonio unattivit prettamente emetica.

6> Prendi guaiaco 4 once; sassofrasso, radici di salsapariglia, romice Do lapa:ioE, filipendula, lingua di cane(15) e corteccia di noce, dogni cosa 6 once; geranio roberziano, arcangelica, dogni cosa 4 manipoli; millepiedi, 1 pinta; prepara in 4 galloni. Pu0 essere prescritta con profitto agli scrofolosi, specialmente di fredda costituzione4 Birra cefalica Prendi barbe di gua8aco e sassofrasso, dogni cosa 6 once; fa bollire in mosto di malto leggero, da : a 4 galloni, entro il quale avrai posto il seguente sacchetto derbe1 peonia maschio 7 once; angelica, 4 once; calamo, galanga, dogni cosa 6 once; betonica, salvia, pino terrestre, mentastro bianco, dogni cosa 4 manipoli; succo darancia sbucciata, 6 once; bacche di ginepro, cardamomo, dogni cosa ? once; prepara secondo arte. Aiuta la chilificazione e la sanguinificazione; addolcendo il siero, corrobora il cervello, depura gli spiriti e li districa dalle loro maldisposte copule; quindi susa nei temperamenti soporosi, convulsivi e predisposti alla paralisi. Birra calibeata(16) Prendi limatura dacciaio ; libra; radice di dulcamara 1 libra; incorpora tutto bene in un mortaio di marmo e metti in un sacchetto per 4 galloni. <os$ un fisico di gran fama la ordin0, ma vi si pu0 aggiungere sassofrasso, bacche di ginepro, dogni cosa due once; assenzio essiccato 6 manipoli. .ose1 ; pinta, da bersi due volte il giorno, accompagnata da un moderato esercizio fisico, per rimediare alla povert) del sangue ed aprire le ostruzioni. ,i pu0 calibeare ogni sorta di birra per questo facile procedimento1 prendi 1 libra di limatura di ferro e 4 once di tartaro; metti in un mortaio, non dottone, versando, a poco a poco, succo di limone, quanto basta per una mistura omogenea; dopo aver lasciato a riposo per 16 ore, metti tutto in uno straccio, posto poi 'con gli altri ingredienti visti prima( in 4 galloni @di birraA, lasciando fermentare il tutto assieme. Birra per la clorosi(17) Prendi gua8aco, sassofrasso, dognuno 6 once; radici di robbia, salsapariglia, pungitopo, zedoaria, dogni cosa 4 once; caprifoglio, menta romana, artemisia, dogni cosa 4 manipoli; camomilla 6 manipoli; semi di dauco ? once; grani del Paradiso (18) 1 oncia; limatura di ferro 'tenuta in uno straccio(, 1 libra; fai un sacchetto per 4 galloni @di birraA. &uando il moto del sangue * minimo e langue, questa lo risveglia; stimola la concozione ed incide sui crudi e pituitosi succhi; apre le ostruzioni, procura un habitat nuovo allorganismo ed un colorito fresco. <oloro che soffrono di clorosi la usino come bevanda ordinaria. Birra al dauco Prendi semi di dauco : once; uva passa 16 once; metti tutto in un sacchetto, per 4 galloni @di birraA. &uesta * la proporzione del sig. !o"le. .eterge i reni e gli ureteri, espelle renella e calcoli e previene linsorgenza della pietra. Ba meravigliose facolt) diuretiche4 Birra diuretica Prendi 4 once di semi interi di mostarda e mettili in 6 pinte di birra; dopo ?>4 giorni levane un bicchiere e diluiscilo con altra birra fresca1 lefficacia sar) maggiore. Attenua il sangue pituitoso e frizzante; dissolve le sue chiuse strutture e ne rende naturale il siero. -noltre deterge le canne urinarie, annulla linfiammazione delle papille e delle pelvi renali, scuotendole ad un idoneo lavoro di percolazione4 <onviene nellidropisia, nella renella, nello scorbuto, nella paralisi.

Birra per lepilessia Prendi radici fresche, appena colte, di peonia maschio, 4 once; sterco di pavone ; libra; uva passa 16 once; prepara un sacchetto per due galloni @di birraA. specifica contro lepilessia e le vertigini. /o sterco di pavone * di due tipi1 uno di colore scuro, secco e pieno di pula, che deriva dai residui indigeribili del cibo, e non * buono per nulla; laltro, bianco ed uniforme, derivante dal sangue, attraverso lultima digestione, * arricchito di sali volatili ed * il solo che possiede virt% medicamentose. Birra per lidropisia Prendi cenere di ginestra, setacciata attraverso un colino, ; libra; radici di rafano 4 once; giaggiolo, calamo aromatico, enula campana, dogni cosa 6 once; gua8aco, sassofrasso, bacche di ginepro, semi di dauco, dogni cosa 1 oncia; semi di mostarda 6 once; prepara tutto, con 4 galloni @di birraA. Aiuta la concozione, scioglie la linfa gelificata, rimuove le ostruzioni e provoca le urine; * meravigliosa nellanasarca(19), nellidropisia, nelle asciti e l) dove i vasi linfatici sono riarsi. Bo unopinione1 che, in questi casi, possa pi% nuocere che far bene. Birra per listeria Prendi trucioli di bosso ; libra; zampe di tordo tagliuzzate abbastanza finemente, 4 manipoli; bolli in : galloni di mosto di malto, fino a ridurre il tutto a 4 galloni, e, quando togli dal fuoco, aggiungi i seguenti ingredienti1 radici fresche di peonia maschio ; libra; brionia bianca 4 once; erba, artemisia, melissa, dogni cosa : manipoli; menta romana, ruta, dognuna 6 manipoli; semi di dauco, angelica 'o pastinaca(, dogni cosa 6 once; limatura di stagno 'tenuta in una tela( ; libra; prepara e metti in un sacchetto. /a donna incline ai vapori, la potr) usare come bevanda ordinaria, o almeno, prenderla, ? volte il giorno, per un tempo abbastanza lungo. Birra per littero Prendi polvere davorio 1 oncia; marrubio 4 manipoli; bolli in : galloni di mosto nuovo di malto, da ridurre a 4, nel quale metterai i seguenti ingredienti in sacchetto1 radici di lapazio ; libra; tamerice, robbia, dognuna 6 once; ortica 4 once; celidonia, lappa, fragole 'foglie e radici(, scorza di crespino, dogni cosa 4 manipoli; sterco di pecora 'posto in un cencio( 4 once; millepiedi vivi 1 pinta; limatura di ferro 1 libra. Prepara in modo idoneo per luso. Arricchisce ed esalta il sangue povero ed acquoso, corregge i crudi succhi, libera dalle ostruzioni e cura i cachettici e gli isterici. Birra al ginepro Prendi coccole di ginepro ben contuse e spaccate, 4 once; uva passa 1 libra; mescola in 4 galloni. assai gradevole per il palato e lo stomaco, dissipa le ventosit), deterge i reni, fa fuoriuscire sabbia e calcoli, rinforza i meati molli, * molto efficace contro la pietra e per la milza. Birra pettorale Prendi radici di china 4 once; salsapariglia, consolida, liquirizia, dogni cosa 6 once; iris, enula campana, dogni cosa 6 once; polvere davorio, corno di cervo, legno di sandalo giallo e rosso, dogni cosa ; oncia; lingua di cervo, ruta, muraiola, edera di terra, scabiosa (20), dogni cosa 4 manipoli; semi danice 6 once; uva passa ; libra; prepara il tutto con 4 galloni @di birraA. ,i pu0 fare una birra alluovo, aggiungendone uno, dopo averlo cotto, sgusciato e ridotti in pezzi minuti. Addolcisce lacrimonia del sangue e degli umori. -ncide sulla flemma, facilita lespettorazione, d) vigore a bronchi e polmoni, ed * utile nella consunzione(21).

Birra purgativa Prendi radice di romice puntato 7 once; polipodio 4 once; rafano 6 once; erba, edera di terra, crescione dacqua, cedro selvatico, coclearia, dogni cosa 6 manipoli; sassofrasso, bacche di ginepro, semi di coriandolo, liquirizia, dogni cosa 1 oncia; senna 4 once; uva passa ; libra. Metti il tutto in 4 galloni @di birraA. Possono essere aggiunte 6 once di rabarbaro. <oloro che sono scorbutici o cachettici, e sono pieni dumori e materia fecale, possono berne una pinta 'ma anche pi%, o meno( ogni mattino al risveglio, per 1>6 settimane, con gran vantaggio. /emort(22) afferma che la birra purgativa pu0 agire poco o nulla se * stantia od inacidita. Birra purgativa con antimonio Prendi radici di romice puntato 7 once; polipodio, enula campana, dogni cosa 4 once; sandalo rosso e giallo, bacche di ginepro, dogni cosa 6 once; semi di comino 1 oncia; scabiosa 7 manipoli; epatica, agrimonia, 4 manipoli; senna 4 once; rabarbaro ; oncia; agarico 1 oncia; antimonio crudo(23) 'spezzato grossolanamente e posto in un cencio( 1 libra; prepara un sacchetto per 4 galloni @di birraA, alla quale, nel vaso, va aggiunto succo di fumaria 1 pinta. 9a fermentare tutto assieme. Per la rogna, la scabbia, il prurito e le malattie cutanee in genere. Birra purgante e diuretica Prendi radice del comune fiore di luce(24), 4 once; rafano 6 once; enula campana, scilla, dogni cosa 1 oncia; semi di mostarda, coccole di ginepro, sassofrasso, dogni cosa 6 once; cinnamomo dinverno ; oncia; scorza interna di sambuco e sambuco nano, dogni cosa 6 once; senna 4 once; radici delleboro nero, galanga, agarico, dogni cosa ; oncia; prepara in 4 galloni. <ontiene ingredienti 'al di l) dei catartici( cos$ fini che aprono le ostruzioni e forzano le urine. idonea per la cura dellidropisia, e ne deve essere bevuta, ogni mattina, da ; ad 1 pinta. Birra purgante per bambini Prendi rabarbaro fine, tagliato in pezzi minuti, 6 dramme; liquirizia, anice, dognuna 6 scropoli; uva passa, senza semi, tagliata finemente e contusa, ?C>4C acini. Metti tutto nella birra, in una bottiglia di vetro da 6 pinte. Purga gentilmente, senza disagio e sofferenze, liberando facilmente il ventricolo e gli intestini4 un nemico mortale per i vermi1 ne vanno date circa 6 once, in proporzione allet) dei bambini. Birra per il rachitismo Prendi radici dosmunda reale(25) 'o, in mancanza dessa, felce maschio(, liquirizia, sassofrasso, dogni cosa 1 oncia; corteccia di frassino e edera, dognuna 1 oncia; sommit) di tamerice, lingua di cervo dogni cosa 4 manipoli; pidocchi degli alberi, vivi, n. 65C; uva passa 4 once; prepara il tutto in 1 gallone @di birraA. Pu0 essere usata come specifico per questa malattia, ed essere bevuta come bibita ordinaria.
.autore si sofferma a citare i casi di mortalit infantile per rachitismo dallanno %&+/ allanno %&&/, dati ripresi dal 85denham e dai >0ills of mortalit5 (26).

Una birra estemporanea per lo scorbuto Prendi 6 pinte di unale di medio tenore; spirito di coclearia, uva passa, dogni cosa 6 dramme; bacche di ginepro 1 dramma; semi di finocchio dolce, liquirizia, dogni cosa ; dramma; poni in una bottiglia di vetro. Di si possono aggiungere1 rafano 6 scropoli, e cinnamomo dinverno 4 scropoli... Birra per alleviare lo scorbuto freddo Prendi fronde recise di pino 'o pigne( 4 manipoli 9a bollire in 5 galloni di mosto di malto molto forte, e riduci a galloni ? e ;; quando * pronto, metti succo di cedro selvatico, crescione dacqua, tarassaco, lappa, dogni cosa 1 pinta; quindi poni dentro un sacchetto i seguenti ingredienti,

mescolati assieme1 radice di romice puntato, salsapariglia, china, bacche di ginepro, dogni cosa 6 once; barbe di sandalo rosso e giallo, corno di cervo, polvere davorio, liquirizia, semi di finocchio dolce, dogni cosa 1 oncia; lingua di cervo, epatica, agrimonia, edera di terra, dogni cosa 6 manipoli; antimonio crudo 1 libra. Prepara con cura. =empera il sangue debole e lo acquieta, quando * in furioso fermento; raffredda gli ipocondriaci e regola lebollizione dei vaporosi umori dellutero. particolarmente adatta per lo scorbuto freddo, e lipocondria. ,i pu0 usare come bevanda ordinaria. Birra per lo scorbuto caldo Prendi radici di romice puntato ; libra; rafano 6 once; gua8aco 4 once; bacche di ginepro, arancia sbucciata, dogni cosa 1 oncia; scorza di salice, mostarda, pepe lungo, chiodi di garofano, dogni cosa 6 dramme; uva passa 4 once; coclearia, scorze di cedro, crescione dinverno, lappa, dogni cosa 4 manipoli; prepara in 4 galloni @di birraA. <oncuoce la crudezza dello scorbuto, dissolve le concrezioni saline, lava via le fecce pituitose, ridona la dovuta costituzione al sangue e gli permette di circolare nei pi% stretti meati. idonea per chi * di costituzione frigida. Birra contro la scrofola Prendi trucioli di gua8aco, sassofrasso, corteccia di noce, radice di romice puntato, filipendula, lingua di cane, dogni cosa 6 once; erba roberta, arcangelica, dogni cosa 4 manipoli; uva, appassita al sole e contusa, 1 libra. Prepara in 4 galloni. buona contro il cancro e le affezioni cutanee; ma, singolarmente e specificatamente, per il mal del re(27). Birra per i visceri Prendi gua8aco, sassofrasso, dognuno 6 once; fa bollire in 1 gallone dacqua, da portare a 4 pinte; metti il liquido rimasto in una casseruola, con ? galloni ; di birra, fresca e forte; prepara poi un sacchetto con i seguenti ingredienti1 radici di romice puntato 7 once; rafano 4 once; corteccia di frassino 6 once; bacche di ginepro 1 oncia; semi di dauco e di coriandolo, dogni tipo ; oncia; agrimonia, epatica, lingua di cervo, cime di tamerice, dogni cosa 4 manipoli4 #imuove gli umori dellatra bile, che stagnano nei visceri; apre le ostruzioni ed attacca i tumori della milza; acquieta e sopprime le convulse contrazioni delle fibre. Allevia mirabilmente lo stato delle persone ipocondriache, se queste ne continuano luso come bevanda giornaliera per lungo tempo. Birra per la milza Prendi corteccia di tamerice, 4 once; di cappero, frassino, guaiaco, sassofrasso, dogni cosa 1 oncia; agrimonia 4 manipoli. =ritura e fa bollire queste cose in : galloni di birra nuova, che ridurrai a 4 galloni; quindi versa limatura di ferro ; libra ed antimonio crudo 4 once. &uando la birra * fermentata abbastanza ed * tornata chiara, danne ; pinta, due volte il giorno. Birra di legno dalberi Prendi gua8aco, sassofrasso, dognuno 6 once; sandalo rosso e giallo, avorio, lingua di cervo, salsapariglia, china, dogni cosa 1 oncia; liquirizia, anice, dogni cosa 6 once; uva passa ; libra; antimonio ' rotto in piccoli pezzi e avvolto in una garza( 1 libra. Prepara in 4 galloni. #iscalda e secca. <oncuoce le crudezze, attenuandone la massa; incide sui visceri, deterge le viscosit) e disperde gli umori acquosi. Aumenta la traspirazione ed * una vera panacea nelle malattie fredde, pituitose e reumatiche; ed anche nei tumori sierosi e edematosi e nelle ulcere ricorrenti.

Sacchetto aromatico Prendi cannella, noce moscata, dogni cosa 1 oncia; macis, chiodi di garofano, dognuno 6 dramme; polverizza il tutto grossolanamente e cuci in sacchetto rotondo. Di si possono aggiungere convenientemente1 menta fresca 6 manipoli, assenzio ; manipolo. Metti il sacchettino sotto un panno caldo, ed aspergi con canaria o chiaretto (28); poi applicalo sullo stomaco. #istabilisce il naturale calore, riporta lappetito, aiuta la digestione e ferma il vomito. Sacchetto al cumino Prendi semi di cumino, miglialsole (29), dogni cosa 6 once; nigella 6 dramme, sale marino grezzo, : dramme; prepara un sacchetto ben caldo, col quale massaggerai la testa, e, quindi, ve lo porrai sopra, sempre caldo. ,i usa contro i catarri, i tumori delle amigdale (30), il rilassamento dellugola e linfiammazione della gola.
#uller fa qui una lunga disserta:ione sul fun:ionamento e sullefficacia di questo sacchetto in innumera-ili patologie, secondo il pensiero di #renelius e 3arolus Piso.

Sacchetto per il fianco Prendi coccole di lauro, semi di cumino, fieno greco, fiori di camomilla, dogni cosa 1 manipolo; crusca, sale, dogni cosa 6 manipoli. <onserva questa quantit) per 6 sacchetti, che, vanno posti caldi, alternativamente, sui fianchi doloranti. Ma se vi sar) un flusso di sangue, va sospesa lapplicazione. Sacchetto per lo stomaco Prendi menta secca, ; oncia; assenzio, timo, rose rosse, dogni cosa 6 dramme; balausti (31), radici dangelica spagnola, semi di cumino, noce moscata, macis, chiodi di garofano, dogni cosa 1 dramma; fa polvere per un sacchetto. Ba lo stesso uso del fomento per lo stomaco. ,i pu0 diluire in vino rosso vivace e caldo, per applicarlo. Sacchetto per il rilassamento dellugola Prendi semi di cumino, ireos, pepe lungo, dogni cosa 1 oncia; fa polvere grossolana per un sacchetto. Pu0 essere posto sulla testa. Dedi anche a linimento cefalico. Balsamo detto mirabile Prendi incenso di 9rancia 6 once; mastice, chiodi di garofano, cipero (32), macis, cubebe, dogni cosa ; oncia; legno aloe 1 oncia; polverizza e mescola con miele, ; libra; trementina di Denezia 1 libra; brand" q.b. per estrarre una tintura. .istilla in bagno di vapore e quando avrai lacqua chiara, sostituisci lampolla ricettrice. <os$ avrai presto un nobile balsamo rosso che rettificherai. &uesta ricetta mi fu comunicata e raccomandata da un fisico francese. Applicando poche gocce @di questo balsamoA, si risana, in 64 ore, ogni tipo di ferita curabile; vecchie ulcere, fistole, cancri, lupus della mammella, noli me tangere, in 15 giorni, usando ogni giorno. pure ottimo contro il carbonchio(33) e le pustole, che toglie in ? ore. Ena goccia negli occhi, ogni tre giorni, toglie tutte le malattie. Pu0 essere dato anche per bocca, nella dose di 5>1C gocce, per tutte le contusioni, emorragie interne, consunzioni ed affezioni nervose. Balsamo nefritico Prendi olio di mandorle dolci, di nuova estrazione, 4 once; olio di papavero bianco e di semi di lino, fresco, dognuno 6 once; olio di noce moscata, ben spremuta, ; oncia; olio di pietra (34) 5 dramme, balsamo di <opaive : dramme; balsamo del Per% 6 dramme; olio di ginepro 4 scropoli; olio danice 1 dramma, olio di vetriolo(35) rettificato 1 oncia; canfora 6 scropoli.

/avora tutto in un grosso mortaio di vetro, finch2 le droghe saranno ben calde e nere; quando si saranno raffreddate, disperdile in acqua per due giorni. #iponi il balsamo ottenuto, da usarsi al bisogno. /e sostanze devono essere mescolate in fretta, quando si mettono a digerire4 e lolio di vetriolo deve essere aggiunto a goccia a goccia, fino che il tutto sia bene omogeneo. il miglior balsamo, per efficacia, nei dolori dei bambini4 Apre gli ureteri, provoca le urine e rimuove la pietra; inoltre cura le malattie del torace, aumentando lespettorazione e calmando la tosse. /a dose * da 1C fino a 4C gocce, in sciroppo daltea o decozione pettorale. Balsamo di Scheffers Prendi sale volatile di corno di cervo e sale ammoniaco, dognuno 1 dramma; olio sintetico di macis 1 scropolo; spirito di vino purissimo 1 oncia. -nfondi secondo arte. una sorta di sale volatile oleoso, che va dosato da 6C a ?C gocce, e preso in veicolo adatto alloccasione, contro le intemperanze della pituita (36), del cervello e dei nervi. buono contro la paralisi, le palpitazioni cardiache, le affezioni ipocondriache ed isteriche. ,i usa come tutti gli altri sali volatili. Bolo balsamico Prendi conserva di rose rosse, balsamo /ocatelli (37), dogni cosa ; dramma; balsamo del Per% ? gocce. il principale farmaco contro la tosse inveterata, la tubercolosi, lo sputo di sangue, la dissenteria, le contusioni e le emorragie dei vasi. Bolo per le ammaccature Prendi spermaceti 1 scropolo; sale di corno di cervo 5 grani; balsamo del Per% 5 gocce; melassa di Denezia ; dramma; sciroppo di meconio(38) quanto basta per comporre il bolo. .issolve il sangue agglutinato, coagula le ferite interne, provoca il sudore e le urine; * buono per le donne che durante il lavoro si sono ferite. Da preso tre volte il giorno, dopo il sanguinamento4 Bolo di cassia Prendi polpa di cassia fresca : dramme; trementina di Denezia 'sciolta in acqua di prezzemolo( ? dramme; polvere di rabarbaro 1 scropolo; polvere di liquirizia, quanta noccorre per la dovuta consistenza. ,i prescrive nella renella e nella gonorrea. Bolo calibeato Prendi estratto di Marte(39) ; scropolo; !alsamo di Filead(40) : gocce; conserva di rose 1 dramma. &uando lappetito * scemato e la carne langue o * devastata 'se non c* febbre da etisia(, va dato una o due volte al di, per un mese intero. Bolo cordiale Prendi polvere composta di chele di granchio, pietra Foa (41), dogni cosa ; scropolo; polvere di zafferano 5 grani; componi con confezione alchermes(42). 9orza il sudore e, nello stesso tempo pu0 provocarne la diminuzione, ricrea gli spiriti languenti ed * un fine cordiale. Pu0 essere duso eccellente e frequente nelle febbri ricorrenti maligne; aumenta la bassa frequenza del polso, toglie la debolezza e d) calore; conferisce un bel colore allurina. ,i pu0 prendere ogni16 ore, ma anche fino ogni 6, secondo quanto la natura richieda e va sospeso, quando s* raggiunta lintenzione4 Bolo per lipocondria

Prendi erba di Denere(43), spigonardo, dogni cosa grani G e ;; conserva di fiori di borragine 1 dramma. Prendilo 6 volte al d$, per un mese, bevendo assieme un sorso di giulebbe appropriato o di decozione viscerale. Bolo antisterico Prendi castoreo, assafetida, dogni cosa 1 scropolo; zafferano 4 grani; sale dambra : grani; laudano di /ondra 6 grani; olio dambra 1 goccia; sciroppo dartemisia q.b. per un bolo. En eminente chimico prescrisse questo bolo nellisteria ed io credo che sia veramente adatto, specialmente nelle coliche isteriche. Un comune bolo purgativo Prendi polvere di gialappa, da 1 scropolo a ; dramma; polvere di scamonea ?>7 grani; calomelano 15 grani; olio danice 1 goccia; elettuario lenitivo, quanto basta per comporre il bolo. Aumentando o diminuendo la gialappa e la scamonea, si ha un rimedio pi% o meno forte, secondo quanto la costituzione richieda. Agisce leggermente e delicatamente e non purga soltanto gli intestini ed il ventricolo, ma anche gli altri umori, come quelli biliari e pancreatici, e, specialmente, delle ghiandole dei visceri. Bolo sudorifero Prendi polvere di radice di serpentaria virginiana 15 grani; melassa di Denezia ; dramma, olio di noce moscata 6 gocce; laudano liquido 15 gocce; diacodio(44) quanto basta per comporre il bolo. un egregio e potente sudorifero e ne abbiamo pochi comparabili ad esso. uno dei pi% efficaci alessifarmaci ed una gran medicina nelle febbri maligne, specialmente se accompagnate da diarrea. Hltre queste cose * anche stomachico, antisterico e corroborante del cuore. Bolo che d calore Prendi argento vivo purificato 1 dramma; incorporalo, in un mortaio di vetro, con 6 dramme di zucchero di canna fino a che le particelle siano diventate invisibili; quindi aggiungi 6 gocce dolio di mandorle dolci e polvere di scamonea 4>1C grani; con sciroppo di cicoria e rabarbaro riduci a bolo. ,i dimostr0 come una nobile medicina, ma confesso che non lho mai prescritto per la mia persona o per altre. /a ricetta mi fu comunicata e cos$ ve la riporto. Bolo giallo Prendi rabarbaro 'non tostato ma ridotto in polvere finissima( 1>6 scrupoli; olio di cannella 1 goccia; diacodio q.b. per comporre il bolo. Ifficace rimedio per la diarrea, deve esser dato ' se la diarrea non * frequente( mattina e sera1 pu0 essere ripetuto se il caso lo richiedesse. Dedi linfusione di rabarbaro. Brodo di pollo(45) Prendi radici candite deringio(46) 6 once; radici di china, scorzonera, uva passa di <orinto, e datteri, dogni cosa 1 oncia; rasura di corno di cervo e davorio, dogni cosa ; oncia; dognuno dei quattro semi maggiori freddi(47) 6 dramme; capelvenere 6 manipoli; il fondo di un pane in cassetta bianco e secco, un pollo 'spennato, battuto in modo che le ossa si rompano ed arrostito(. 9a bollire tutte queste cose in acqua dorzo, da : a ? pinte; dopo aver passato con colo, aggiungi canaria 1 pinta; elettuario di sassofrasso, succo di Jermes, dogni cosa ; oncia; sciroppo balsamico q.b. Consomm Prendi un cappone 'spennato e tagliato in pezzi(, 4 zampe di pecora e 4 piedi di vitello; rasura di corno di cervo ed avorio, dogni cosa 1 oncia; sandali gialli ? dramme; 6C datteri; uva appassita e

pestata 4 once; orzo perlato 1 oncia. 9a bollire queste cose in acqua di sorgente 1 gallone, da portare fino a 4 pinte, aggiungendo, quando * ben bollito, fiori secchi docchio di bue (48), tussilagine, capelvenere, salvia di Ferusalemme, dogni cosa 1 manipolo; macis, 6 punte di coltello; 1 noce moscata; vino malaga 1 pinta. <ola. una comoda prescrizione per chi * malaticcio, tisico o convalescente in seguito a devastanti malattie, l) dove * richiesto un nutrimento ricco e lo stomaco non * in grado di digerire cibi solidi4 ,e ne pu0 dare in abbondanza, tante volte il giorno. Brodo per i tisici Prendi conserva di rose rosse 4 once; radici di consolida 6 once; rasura di corna di cervo 1 oncia; capelvenere 1 manipolo; piantagine ; manipolo; uva passa 6 once; 4 datteri. 9a bollire tutto assieme ad una gallinella, frattaglie ed un pezzetto di collo di montone, in una sufficiente quantit) dacqua di sorgente; quando * freddo, leva il grasso. Brodo di gamberi 1> Prendi 1CC gamberi, contusi in mortaio, fa bollire in 4 pinte dacqua sorgiva che ridurrai a 6 e ;, aggiungendo poi 6 punte di coltello di macis, 1 noce moscata tagliata a pezzi e ; pinta di vecchio Malaga. <ola e lascia che il paziente ne beva 1 boccale, due volte il giorno. 6> Prendi le code di 6C gamberi; radici candite deringio 1 oncia; il fondo di un pane in cassetta bianco; uva passa contusa 6 once; liquirizia ? dramme. 9a bollire tutto in ? pinte dacqua, fino a 6 pinte e filtra. Ke possono essere date 4>: once, tre volte il giorno. Alla stessa maniera si pu0 prendere un brodo di lumache. Di sono propriet) edulcoranti nelle aragoste, nei granchi e nei gamberi di fiume e di mare, che questi crostacei manifestano attenuando lacre dellaceto, quando sono posti in una salsa che lo contiene. #icevendoli nel nostro corpo, magnificamente tolgono le acri pene della strangura (49); e nelle febbri etiche o nellatrofia, quando la massa del sangue fermenta, fluidifica, diviene agra, ecc. ed occorre quindi unalimentazione leggera, questi brodi possono essere usati con profitto. ,ono buoni anche nella prevenzione dellaborto. Torta purgativa Prendi mandorle dolci bianchite : dramme; polvere di radice di gialappa ? dramme; resina di gialappa ; dramma; zucchero raffinato 1C dramme; olio di cannella ? gocce; con mucillagine di gomma adragante componi un tortino, per : dosi. Cataplasma amaro Prendi melassa di Denezia, lupino macinato, dogni cosa ? dramme; semi dassenzio 1 dramma e ;; specie di iera picra(50) ; dramma, olio sintetico dassenzio 1: gocce; succo di tanaceto (51) q.b. per dar corpo al preparato. Applica sullombelico, contro i vermi dei bambini. Dedi il fomento amaro. Cataplasma di cassia Prendi polpa di cassia 1 oncia; unguento di sambuco 6 once; spermaceti ; oncia; polvere dagarico 1 dramma e ;. 9a cataplasma. Mi fu passato come un rimedio straordinario e un gran segreto contro la tonsillite. Cataplasma con cumino Prendi cipolle arrostite sotto i tizzoni, 1 oncia e ;; zafferano tagliato finemente con la mezzaluna, 15 grani; olio dambra 16 gocce; polvere di semi di cumino, unguento daltea, dogni cosa ? dramme.

molto apprezzabile nel dolore dellorecchio. .eve essere messo caldo, in modo che possa poi indurire, e rinnovato ogni quattro ore, fino a che la pena continua. Molti non sono propensi a mettere oppio nellorecchio, per non avere effetti indesiderati. .a parte mia non ho grande esperienza, ma concordo con costoro. Cataplasma alluovo Prendi 4 rossi duovo ben bolliti; olio dambra 6 scropoli; olio di linseme, tanto quanto basta; mescola in un mortaio. buono per i capelli, quando si ondulano e prudono. Cataplasma con sambuco Prendi foglie verdi 'o, dinverno, scorze interne( di sambuco, 4 once; taglia e fa bollire nel latte finch2 la droga sammorbidisce; togli il latte ed al residuo aggiungi sapone dolce 1 oncia1 ,premi in doppio panno, prepara il cataplasma con cerussa(52) ed applica caldo. meraviglioso per il fuoco di ,. Antonio. Cataplasma per i piedi Prendi melassa di Denezia 6 once; semi di mostarda, grani del Paradiso, dogni cosa 1 oncia e ;; sale marino grezzo 1 oncia; sapone bianco 6 once; olio di spigo 6 scropoli; aceto quanto basta.
Fna lunga nota sul perchG preferire questa ricetta a molte altre in voga.

Cataplasma dargilla Prendi mollica di pane bianco 4 once; semi di papavero arrostiti 6 once. 9a bollire nel latte, togli la pellicola chiara e al rimanente aggiungi argilla, olio di rose, dogni cosa 6 once; olio di macis 1 dramma, canfora 1 scropolo. ,occorre la testa, e, applicato quando il pericranio * infiammato o eccitato, lo raffredda... Cataplasma daringhe Prendi radici di brionia bianca, appena colta, 'o se secca, anche la polvere(, 6 once; sapone nero (53) ? once; aringhe in salamoia o acciughe 4 once; sale 1 oncia e ;. Applica sotto le piante dei piedi, cambiando ogni 16 ore; va usato, quando la materia febbrile assale la testa ed opprime lo spirito, causando torpore e sonnolenza. Cataplasma ai succhi Prendi succo di cipolla, prezzemolo, sedano, finocchio, dogni cosa 6 once; mollica di pane bianco q.b. Prepara in mortaio. Aiuta le urine, quando queste si arrestano. Da applicato alla regione pubica se la causa * nella vescica, o subito sotto lombelico se la pietra bloccata occlude le vie urinarie. Dedi fomento diuretico. Cataplasma laterale Prendi farina di linseme 7 once; fieno greco, cumino, dogni cosa 4 once; olio di linseme, quanto * richiesto. Mescola in mortaio. =oglie le pene causate dalla pleurite4 Cataplasma con iris Prendi ireos 1 oncia; miele ? once, o q.b. utile nella tonsillite e nelle affezioni del torace con dolori esterni. Cataplasma con papavero

Prendi rose rosse secche e tagliate finemente, 4 scropoli; semi di papavero bianco arrostiti, olio di rose, dogni cosa ; oncia; farina dorzo 1 oncia; aceto q.b. per stemperare ed ottenere una giusta consistenza. #efrigera ed * ottimo anodino, applicandolo tiepido sulla fronte, in ogni dolore del capo. Cataplasma per la tonsillite Prendi 4 once di fichi; grecchia bianca (54) ; oncia; fiori di zolfo, pepe lungo, dogni cosa 1 dramma; brand" 6 once; olio dassenzio sintetico(55) 1: gocce; diacodio q.s. ,i pu0 aggiungere sterco di rondine 'o di piccione(. Poni sulla gola, da orecchio ad orecchio, e rimuovi quando * secco. Cataplasma di rafano Prendi radici di rafano, scilla, dogni cosa 6 once; ruta, semi di mostarda, sale, dogni cosa 1 oncia; sapone nero 6 once; aceto quanto basta. Per una migliore stimolazione io uso aggiungere 6 scropoli di cantaridi. Metti sotto le piante dei piedi nella febbre. Dedi il cataplasma daringhe e la lozione per i piedi. Cataplasma per lo stomaco Melassa di Denezia : dramme; cannella, polvere di chiodi di garofano, dogni cosa 1 dramma; olio sintetico di menta, : gocce; olio dassenzio 6 gocce; accorpa con sufficiente aceto. Aiuta nella nausea e nel vomito. Cataplasma con rape Prendi rape cotte in forno, 7 once; ruta 4 manipoli; semi di mostarda 6 once; olio di ginepro 6 dramme; unguento per i nervi, quanto basta. Kella paralisia. Dedi il linimento per la paralisi. Cataplasma per il vomito Prendi cotogne, tagliate in quattro parti e liberate dal torsolo e dai semi, ; libra; bollile in aceto fino a che diventano morbide. Pestale in mortaio ed aggiungi polvere di balausti ; oncia. ,premi per doppio panno ed aggiungi chiodi di garofano 1 dramma. Poni sullo stomaco ben caldo. Cataplasma di ragnatele Prendi trementina di Denezia 6 once; succo di piantaggine 1 oncia e ;; ? fichi; 6 dramme del giallo di scorza darancio; bolo armeno 1 dramma e ;; fuliggine ; dramma; sterco di piccione 1 oncia e ;; : ragnatele; sapone nero 4 once; aceto q.b. Per tenere sotto controllo la febbre4 Un cordiale Prendi 16 mandorle dolci e tritale in mortaio; aggiungi 6 rossi duovo, conserva di rose rosse e fiori di cardo, dogni cosa 1 oncia; acqua celeste(56) ; oncia; vino delle <anarie, acqua di rose damascene, dogni cosa ; pinta. /avora bene, quindi unisci 6 dramme dalchermes e 6 gocce dolio di cannella. Kutre, ravviva e ristabilisce lo spirito. Due ricostituenti 1> Prendi midolla della groppa di bue, ; libra; acqua di rose, vino tinto (57), dogni cosa 1 pinta; 1C datteri piccoli tagliuzzati e 64 acini contusi duva passa; cannella 6 dramme. /ascia a bagno per : ore, quindi togli ed aggiungi, a : once di questo miscuglio, il rosso di 1 uovo, noce moscata e zucchero, quanto bastano per dare un prodotto piacevole al palato.

6> Prendi vino tinto 4 pinte; sandalo bianco, calici di ghiande (58), dogni cosa ; oncia; radici candite deringio, datteri, fichi, dogni cosa 4 once; noce moscata tagliata a pezzi ; oncia; arcangelica 6 manipoli; bolli fino a 6 pinte, leva dal fuoco e, quando * tiepido, aggiungi il rosso di 4 uova, e 1 oncia di zucchero candito. Uva lassativa Prendi senna, 4 once; bacche secche di ginepro 6 once; vino bianco ed acqua 1 pinta. 9ai uninfusione calda 'con coperchio( per : ore; estrai il liquore e metti dentro uva passa di <orinto, ben lavata e frantumata, 1 pinta. 9a bollire a basso calore, finch2 il tutto diventa molle e chiaro, quindi passa attraverso setaccio fine; poni dentro tanto zucchero, quanto serve per comporre un delicato sciroppo; fa ribollire un po, aggiungendo, alla fine, semi di coriandolo e ginger, dogni cosa 6 dramme. Allora leva lo sciroppo dal fuoco e mettivi ancora uva passa. Adopera al bisogno. ,i possono aggiungere 4 once di manna, ma, in questo caso, occorre adoperare meno zucchero. /a dose * di una cucchiaiata, presa assieme alluva di <orinto. Decozione dagarico Prendi agarico, tagliato a fettine e posto in una casseruola, 6 dramme; fa bollire in acqua fino a ? once, aggiungendo poi, alla fine, chiodi di garofano ; dramma; nel liquore, filtrato e quasi freddo, metti scamonea preparata 4 grani, sciroppo solutivo di rose 1 oncia; olio danice 1 goccia. Mescola per una pozione. conveniente per la flemma che viene dai visceri che vanno quindi purgati. -n modo particolare, ho spesso osservato che * mirabile per preparare alle giovanette un calibeato ed ho sperimentato che serve nelle affezioni cutanee. /agarico * ancora usato per detergere la testa ed i polmoni, quando * richiesta levacuazione. Decozione per il deliquio Prendi radici di scorzonera 6 once; zedoaria ; oncia; semen>contra (59), angelica di ,pagna, rasura di corno di cervo e davorio, dogni cosa 6 dramme, coccinelle intere 4 scropoli. 9a bollire il tutto in una leggera e chiara acqua dorzo, da 6 pinte e ; fino a 64 once, mettendovi dentro, verso la fine, 1 scropolo di zafferano. Al liquore ottenuto aggiungi acqua epidemiale(60) e di melassa, dognuna 6 once; sciroppo di fiori di giglio 4 once, succo di Lermes ; oncia; 4 foglie doro. &uando il veleno di una febbre maligna aggredisce lo spirito, rende annebbiati e porta spesso alla morte, questo generoso alessifarmaco 'da tempo noto e spesso usato( d) nuovo vigore, libera dalla deleteria copula e cos$, spesso, strappa il malato dalla stretta della morte. Ma quando la malignit) * unagile, fiera e furiosa opera della natura 'come nel vaiolo o nel morbillo ed in tutte le febbri infiammatorie che sono insite nella malignit) stessa(, i medicinali che danno fervore al sangue e furia al cervello, sono da considerarsi alla stregua dei veleni. Decozione per la tisi Prendi fiori secchi di margherite di prato 1 manipolo; ? chiocciole spurgate e disidratate; radici candite deringio ; oncia; orzo perlato ? dramme; fa bollire in acqua di sorgente da 1 a ; pinta, e filtra. ,muove ed elimina le turbolente particelle del sangue, che passer) con fluidit) dai pi% stretti meati4 Ba un posto donore per la cura di nuove consunzioni, febbri etiche, sudore notturno, ecc., dove la colliquazione e lo scemare degli umori causano la devastazione... Da bevuta calda, da ; a 1 pinta, con uneguale quantit) di latte, a colazione e con la zuppa. Decozione aperiente Prendi radiche di prezzemolo e finocchio, dogni qualit) 1 oncia; scorze di capperi e tamerici, dogni tipo ; oncia; erba <eterach (61), lingua di cervo, agrimonia, epatica dogni cosa 1 manipolo.

9a bollire in acqua e vino bianco 'da aggiungere alla fine(, da 1 pinta e ; fino a 67 once; filtra e diluisci con sciroppo delle cinque radici aperienti ed ossimiele semplice, dogni cosa 6 once. Pu0 contendere per virt% con la temperata birra antiscorbutica ed eccelle per essere un ottimo diuretico. Decozione astringente Prendi melagrana monda 1 oncia; bolli in ? pinte dacqua fino ad evaporarne la met); aggiungi poi, allultimo, chiodi di garofano ; dramma; noce moscata 1 dramma. 9iltra ed aggiungi sciroppo di rose secche ? once; acqua forte di cannella 4 once; acqua di menta 1 oncia; melassa di Denezia 6 dramme. #inforza il ventricolo e ferma i visceri mossi1 * buona dunque in molti casi di diarrea e nella dissenteria, ecc. /a dose1 4 once, due volte al d$. Decozione balsamica Prendi uva passa di Malaga, ridotta a pezzetti, 6 once; radici di salsapariglia, china, liquirizia, dognuna ; oncia; rasura di corno di cervo e davorio, dogni cosa 6 dramme; cime diperico, 1 manipolo. 9a bollire in ? pinte dacqua dorzo chiara e leggera, fino a portare a ?C once, aggiungendo, a met) bollore, balsamo del =ol% ? dramme. 9a raffreddare e filtra, quindi aggiungi sciroppo di lampone 6 once; balsamo del Per% 7 gocce; olio di noce moscata 6 gocce. ,i possono aggiungere, durante lebollizione, anche : dramme di mastice. ,i da bene nella tisi, fino a che sia corretto lacre icore e siano liberi i bronchi. /ibera i tubercoli e risana le rotture dei vasi. /a dose usuale * di M di pinta, due o tre volte al d$, leggermente riscaldata, perch2 fredda offenderebbe i polmoni. Decozione di crespino Prendi scorze di crespino, tamerici, dogni cosa 1 oncia; celidonia 4 manipoli, sterco doca 'chiuso in una tela( 6 once. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua; verso la fine, aggiungi vini bianco ; pinta; zafferano 1 scropolo. #iduci a 6 pinte e filtra. /a dose * di 4 once, assieme a sciroppo delle cinque radici aperienti ed ossimiele scillitico 'dognuno ? dramme(, due volte al d$. Decozione contro il morso di un cane rabbioso Prendi trucioli arricciati di legno di bosso, semi di peonia maschio, dogni cosa 1 oncia; erba e legno di salvia, betonica, sanicola, angelica, erba del diavolo, belladonna, dogni cosa 1 manipolo. !olli in 5 pinte dacqua, fino a ridurle a 4, e filtra. -l malato ne prenda M di pinta, assieme a ; dramma di melassa di Denezia, tre volte il giorno. -o non la uso, ma lho trovata nella farmacopea di !ath (62), dove * proposta per la rabbia, subito dopo il morso; ma se la sintomatologia * acclamata, suppongo che tutte le medicine siano tardive. Decozione amara ed aromatica Prendi radici di calamo aromatico, genziana, dogni cosa 6 dramme; galanga 4 scropoli; centaurea, assenzio secco, fiori di camomilla, stecade, dogni cosa 1 dramma. 9a decotto in ? pinte dacqua fino a ridurle a 6, aggiungendo, alla fine, semi di cumino seccati ; oncia. 9iltra. Ba tutte le virt% del liquido amaro del nostro dispensario londinese, ma con il vantaggio che smuove meno le ventosit) e riscalda lo stomaco. .anne 4 once, due volte al d$. Decozione di bardana

#adici di bardana 4 once; fiori da8uga(63) 4 manipoli. 9a bollire in ? pinte dacqua, da ridurre a 67 once. 9iltra ed aggiungi acqua magistrale di lombrichi 4 once; spirito di coclearia, eliNir proprietatis tartarizzato(64) dogni cosa 6 dramme. indicata contro la tosse e, in ragione delle virt% stomachiche, corrobora il ventricolo e gli intestini e previene la materia morbosa. Per le facolt) digestive, riduce il sangue alla dovuta consistenza4 Per le qualit) antinevrotiche, conforta i nervi e acquieta gli animi che danno in incandescenze. -n fine, in ragione della sua forza diuretica, drena gli umori artritici attraverso le urine ed impedisce che vadano ad occupare le articolazioni. Decozione per la cachessia Prendi radici di polipodio 6 once; scorza di frassino, tamarindo, dogni cosa ; oncia; uva passa 1 oncia; crema di tartaro(65) 6 dramme. 9a bollire in 6C once dacqua fino a 16; al filtrato aggiungi vino bianco 4 once; succo di limone ; oncia; senna 1 oncia; rabarbaro, agarico 'sospeso in una tela(, dogni cosa ; oncia. .) calore e metti in infusione per 16 ore; nel nuovo filtrato sciogli 6 once di manna; rifiltra e, alla fine, aggiungi sciroppo di cicoria e rabarbaro 6 once; olio anisato 6 gocce, spirito di coclearia, eliNir proprietatis, dogni cosa 4 scropoli. Mescola tutto insieme, per 4 dosi. spesso efficace alla maniera degli apozemi(66), che non sono, ora, pi% prescritti con la frequenza dei tempi passati. Decozione per il cancro Prendi radici di fico, verbasco, dogni cosa 6 once; filipendula, erba roberta, ceterach, agrimonia, tormentilla, scabiosa, linaiola(67); dogni cosa 1 manipolo; fiori di sambuco, rosmarino, dogni cosa un pugillo; semi dortica 6 dramme. 9ai un decotto con : pinte dacqua, da portare a ? pinte e ;. Al liquido filtrato aggiungi sciroppo correttivo di mele e sciroppo di succo di cedro, dogni cosa 4 once. En buon rimedio da prendere tre volte il giorno. Decotto per il catarro Prendi sandalo giallo e rosso, dognuno 6 dramme; gua8aco, sassofrasso, dognuno ; oncia; liquirizia 1 oncia e ;; uva passa 1 oncia. 9a bollire in ? pinte dacqua dorzo leggera, riducendo a 6 pinte; aggiungi, alla fine, succo di fronde di lingua di cervo 4 once. 9iltra. /a dose * di M di pinta, tre volte al d$. Decozione semplice di catec (68) Prendi terra del Fiappone 6 dramme. 9a bollire in 1 pinta dacqua e riduci fino a 16 once; lascia a riposo fino a completa chiarificazione ed aggiungi acqua forte di cannella, sciroppo di cotogne o rose rosse, dogni cosa 6 once. Mescola. usato contro il rilassamento del ventricolo e nel reumatismo. /a dose da 6 a 4 once. Decozione di catec composta Prendi gua8aco, sassofrasso, dognuno ? dramme; sandalo rosso e giallo, dognuno 6 dramme; la parte pi% nera della terra del Fiappone, polverizzata, ; oncia; liquirizia 1 oncia; salvia secca 1 manipolo. 9a bollire in ? pinte dacqua dorzo, da portare a ?C once. &uando * chiarita aggiungi diacodio 6 once, olio anisato 1 goccia. Bo spesso osservato che arresta il catarro cos$ come tanti farmaci simili. /a dose * di 4 once, tre volte il giorno. Decozione cefalica Prendo gua8aco, sassofrasso, dognuno 6 dramme; radici di peonia maschio 1 oncia; salvia secca, maggiorana, betonica, fiori di stecade arabica, dogni cosa ; manipolo. 9a bollire in ? pinte dacqua

che porterai a 67 once; filtrato il liquore, aggiungi acqua e sciroppo di peonia composta, dogni cosa 6 once; tintura di castoreo 6 dramme; olio di rosmarino, noce moscata, dogni cosa due gocce; zucchero bianco 1 oncia. Mescola. prescritto con efficacia nei reumatismi freddi, nelle affezioni della testa e dei nervi, per la prevenzione dellapoplessia, epilessia, torpore, paralisia, vertigini, etc. Ke va data fino ad M di pinta, due volte il giorno. Decozione di pino Prendi pino di terra secco 6 manipoli; fiori di stecade 6 dramme; peonia maschio 1 oncia. 9a bollire in ? pinte dacqua, fino a 6 pinte; filtra ed aggiungi spirito di coclearia e di lavanda composto, dognuno 1 dramma. una medicina per la prevenzione della gotta e cura lartrite. Ke sia preso M di pinta, assieme a 6C gocce di spirito di sal ammoniaco(69), tre volte al d$. Decozione di corallina(70) Prendi mercurio 6 once; dittamo di <reta(71) 6 dramme; polvere di corallina ; oncia. !olli in acqua di Prussia(72) 1 pinta e ; fino a 14 once; dopo filtrazione e separazione dal mercurio, dolcifica con sciroppo di limone 6 once. Dan Belmont ordina linfusione di mercurio contro i vermi4 ,i danno ai bambini fino a 6 once, due volte al d$, per quattro giorni consecutivi, prima della luna nuova o piena, facendo precedere una purga. Decozione depurativa Prendi radici di biancospino, pungitopo, finocchio, prezzemolo, dogni cosa 1 oncia; foglie di lappa, tarassaco, dogni cosa 1 manipolo; uva passa di <orinto sminuzzata 6 once. 9a bollire ed aggiungi sal prunello(73), 6 dramme; sciroppo delle cinque radici aperienti, 4 once. Mescola. .epura egregiamente il sangue, smuove le urine scarse, * eccellente dopo le febbri che hanno fatto ribollire il sangue. di buon profitto per le persone scorbutiche di temperamento caldo, libera i reni e la vescica dal muco e dalla sabbia. /a dose * di : once, due volte il giorno. Decozione per la diarrea Prendi polvere di bolo armeno 1 oncia, calce bianca e leggera ? once. 9a bollire in ? pinte dacqua fino a 6: once; filtra e metti a riposo; quando sar) chiara, aggiungi diascordio (74) ; oncia, acqua di cannella, sciroppo di cotogne e di rose secche, dogni cosa 6 once; olio di noce moscata 6 gocce. Per arrestare la diarrea, danne M di pinta, spesso, come lesigenza richiede. Decozione diuretica Prendi radici di finocchio, asparago, dognuno 6 once; ciliegie dacqua n. 1:; verga doro 6 manipoli. 9a bollire in acqua e vino bianco 'da aggiungere verso la fine(, dogni cosa 17 once, e porta a 66 once. Al filtrato aggiungi acqua di rafano composta 6 once; succo di prezzemolo depurato, sciroppo daltea, dognuno 4 once; ?CC millepiedi 'tenuti vivi, sospesi in un sacchetto, legato e posto dentro(; sal prunello 6 dramme. Mescola. Provoca una buona escrezione del siero e degli escrementi salini del sangue; deterge reni, ureteri e vescica. /a dose da M a ; pinta, o pi%4 Decozione edulcorante Prendi salsapariglia, china, dognuna ? once; sandali rossi e gialli, corno di cervo, avorio, dogni cosa : dramme. -nfondi secondo arte e fa bollire in 16 pinte dacqua, portando a :. 9iltra e dolcifica con zucchero fino a che il decotto diventa gradevole.

,erve per correggere lacredine del siero e per provocare la traspirazione con delicatezza, senza scaldare; * ottima nelle tisi recenti, nei reumatismi, nelle ulcere, affezioni cutanee e, infine, nei dolori lievi. /a dose1 ; pinta, due volte al d$. Decozione emmenagoga Prendi radici di sedano 6 once; calamo aromatico, coccole di lauro, dogni cosa 6 dramme; zedoaria, cubebe, dogni cosa 1 dramma e ;; macis 6 scropoli; cipero, grani del Paradiso, dogni cosa 1 scropolo; dittamo di <reta, menta romana, dogni cosa 1 manipolo. 9a bollire in 6 pinte dacqua, ed 1 di vino bianco, fino ad ottenere 67 once. .opo filtrazione aggiungi tintura di zafferano 'fatta con acqua di melassa( 1 oncia; sciroppo di stecade ? once. Iccita un nuovo orgasmo nella massa del sangue e forzandolo nelle arterie uterine apre i vasi. /a paziente deve prima purgarsi e, in prossimit) del mestruo, ne prenda da M fino a ; pinta, due volte il giorno, facendo moto e senza prendere freddo. Decozione espettorante Prendi radici diris 6 once; agarico 'posto in un pezzetto di lino( 4 scropoli; tabacco secco 6 scropoli; issopo, timo, dogni cosa 1 manipolo. 9a bollire in ?: once dacqua, da portare a 67. 9iltra ed aggiungi ossimiele semplice 4 once. Fli ingredienti di questa decozione sono fatti di piccole particelle4che attraverso il sangue penetrano nei dotti della trachea e qui, incontrando la materia dannosa, la smembrano, nattenuano la forza e la cacciano, cos$ che le fibre irritate o contratte della tosse tornano alla normalit). una vera potente medicina che si prende, come il caff2, molto calda, due volte il giorno, o pi%, se non c* febbre. Decozione febbrifuga Predi fiori secchi di camomilla 6 once; coccinella 1: grani. 9a bollire in ? pinte dacqua, fino a 6 pinte; nel filtrato sciogli sale dassenzio 6 dramme. uno specifico per le febbri intermittenti ed un rimedio non inferiore ad alcun altro, ma la corteccia peruviana(75), lo pu0, a volte, sostituire se questo fallisce. Eso1 assumerne 4 once ogni ? ore, prima del parossismo. Decozione febbrifuga magistrale Prendi polvere fine di corteccia del Per% 6 once; fa bollire in 6 pinte dacqua, fino a 14 once; filtra e, alla massa rimasta, dopo averla sminuzzata, aggiungi ancora 6 pinte dacqua; fa ribollire fino a ridurre ulteriormente a 14 once, ponendo, a met) di questa seconda ebollizione, balsamo del =ol% ? dramme; cocciniglia 1 scropolo. &uando * tutto raffreddato, unisci al primo filtrato 4 once di sciroppo di fiori di giglio e 6 gocce dolio di noce moscata. richiesta una lunga cottura per estrarre tutte le virt% della corteccia4 /a dose * di 4 once, ogni tre o quattro ore, quando il parossismo * passato, finch2 la febbre * sconfitta. Decozione febbrifuga salina Prendi sale dassenzio 7 scropoli; zucchero bianco 4 once; fa bollire in 6 pinte dacqua e decanta. Bo trovato questa una formulazione efficace e lho prescritta, specialmente, quando una febbre ricorrente non risponde alla corteccia peruviana4 Ke siano date 6 once, per diverse ore. Decotto di !racastoro(76)

Prendi diascordio : dramme, acqua lattea alessiterica (77) 1C once. 9a bollire fino ad 7 once, filtra ed aggiungi acqua di menta ; oncia, acqua forte di cannella 6 once, sciroppo di meconio 1 oncia e ;; mescola il tutto per tre dosi. Ba divine virt% contro la diarrea, calma le fitte, i tormenti e le atroci strette del ventricolo e degli intestini, dissolvendoli; produce un ottimo effetto in quelle febbri che sono accompagnate da un sintomatico flusso del ventre. Decotto minore di !racastoro Prendi diascordio ; oncia, cocciniglia 1 scropolo. .) due o tre bollori in 1 pinta dacqua, dolcificando con zucchero ; oncia. 9iltra attraverso flanella e somministra quando c* diarrea. Decozione per clistere Prendi malva 6 manipoli; foglie di violetta, salgemma, dogni cosa 1 manipolo; fiori di camomilla, semi di lino, dogni cosa 6 dramme; semi di finocchio dolce ; oncia. 9a decotto in 1 pinta e ; dacqua, da portare ad 1 pinta; filtra ed usa. .ifferisce leggermente dalla comune decozione dellospedale di /ondra, perch2 la convallaria ed il mercurio non sono presenti4 Decotto di semi di canapa ,emi secchi di canapa ? once; agrimonia, borsa del pastore, piantagine, gramigna, dogni cosa 1 manipolo e ;; bolli in 4 pinte dacqua, senza ridurre; edulcora il liquore filtrato con 4 once di zucchero e sciroppo di rose secche. un segreto specifico per lenuresi notturna. /a dose * di 1 pinta, due volte il giorno o 4 once per un giovane. Decotto di lingua di cervo Prendi foglie di lingua di cervo 6 manipoli; liquirizia ; oncia; uva passa 6 once. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua, fino a ?C once, aggiungendo, alla fine, semi danice ; oncia. Al liquido filtrato aggiungi, mescolando, diacodio 6 once. eccellente e ben accomodante per la tosse, la raucedine della trachea e per tutte le intemperie degli organi respiratori del petto, che nascono dagli acuti reumi. Ke va preso M di pinta, due o tre volte il giorno. Decotto dequiseto Prendi equiseto : manipoli; ? cotogne medie, tagliate a pezzi; sommacco (78), bacche di mirtillo, dogni cosa 1 oncia e ;; rose rosse secche 1 manipolo e ;; balausti 6 dramme. 9a bollire in O pinte dacqua, da portare a 5 e ;. Aggiungi, alla fine, gomma adragante : dramme. 9iltra e metti miele rosato, sciroppo di rose secche, dogni cosa ? once; sciroppo di mirtilli 1 oncia e ;. .anne 1 boccale, tre volte il giorno. Decozione antisterica Prendi trucioli arricciati di bosso, radici di brionia bianca, dogni cosa ; oncia; peonia maschio, radici di valeriana selvatica, dogni cosa 1 oncia; fiori di stecade 6 dramme; mirra contusa 1 dramma. 9a bollire in 1 pinta e ; dacqua, che porterai a 14 once; verso la fine unisci 1 oncia di succo di ruta; filtra e poni 6 once dacqua di brionia composta; tintura di castoreo 6 dramme; olio dambra ?6 gocce; zucchero bianco 1 oncia; mescola. /a dose * di 5 cucchiaiate. Decozione contro littero Prendi radici di tamerice, robbia, dogni cosa 1 oncia; radici e foglie di celidonia 6 manipoli; 6C lombrichi di terra, aperti e lavati. !olli in acqua e vino del #eno 'da aggiungere verso la fine(,

dogni cosa 1 pinta e ; che ridurrai a 67 once; al liquore filtrato aggiungi tintura di zafferano, preparata con acqua di melassa, 1 oncia; sciroppo delle cinque radici aperienti ? once. #affredda la massa del sangue fermentata, sfiamma la ghiandola epatica e in modo specifico netta e rende liberi i meati biliari; dopo una dovuta preparazione, prenderne M di pinta, due volte il giorno, fino a scomparsa dellittero. Decotto che d spessore Prendi gomma arabica, grossolanamente polverizzata, ? once. 9a bollire in 6 pinte dacqua, 'dopo aver mescolato diligentemente e posto in una casseruola a tre piedi e con un lungo manico( e riduci a 67 once. Enisci poi 4 once di sciroppo daltea e mescola. -spessisce la linfa sottile ed elimina le piccole particelle dellacredine. un ottimo rimedio, facile da usare, per le urine riscaldate; pu0 essere impiegato con ottimi risultati in una tosse tonante e nel diabete. /ho sperimentato nei reumatismi, ma non ho trovato risposta. -n proposito devo dire che, il siero del sangue, in queste indisposizioni, non * pi% salato dellusuale, secondo il mio parere. Prescriverne M di pinta, due volte il giorno. Decotto di ginepro Prendi bacche di ginepro, spaccate e poste in un pezzetto di tela, 4 once; bollile in ? pinte di vino delle <anarie, riduci ad 6 pinte e filtra. stomachico, carminativo, diuretico, attivo nelle coliche e per la bile. .ose1 da 6 a 4 once, da prendersi due o tre volte il giorno. Decotto detto "liberans Prendi salsapariglia : once; uva passa di <orinto, finemente tagliata, 7 once. -nfondi secondo arte e bolli in 16 pinte dacqua; quando il liquido * freddo, spegni calce viva ; libra, poi filtra e solo se * chiaro poni in bottiglia. En altro metodo per prepararlo * dallestire prima lacqua di calce 'spegnendo 1 libra di calce viva in qualche gallone dacqua( e, in seguito infondere in essa gli ingredienti. Prendi sassofrasso, liquirizia, semi danice, dogni cosa 4 once; acqua di calce limpida ? galloni. 9a infuso a freddo, per tre giorni, quindi filtra. ,ono di gran rilievo nel flusso, nello struma (79), nel diabete e nelle ulcere ricorrenti. /a calce apporta sali con i quali le particelle muriatiche del sangue precipitano1 la massa diventa pi% fluida e porta ad un nuovo chilo4 e per questo le ulcere regrediscono4 Ke pu0 essere preso M di pinta, tre volte il giorno. Decozione magistrale di malva Prendi foglie di malva fresche 7 manipoli. 9a bollire in 7 pinte dacqua, fino a portare a :, passa il liquido attraverso un setaccio o un colo, senza strizzare. Metti ancora 4 manipoli di malva, bolli di nuovo fino a 4 pinte, filtra una seconda volta e lascia a riposo fino a chiarificazione; quindi unisci radici daltea 4 once; liquirizia, uva passa, dogni cosa 1 oncia; gomma arabica ; oncia; sal prunello 6 dramme. 9ai bollire fino a ?C once, che, dopo filtrazione, dolcificherai con 6 once di sciroppo daltea. ,pazza via le particelle mucose e cos$ ottunde lacrimonia degli umori ispessiti, modificando il secco e ribollente corpo del sangue. diuretica ed efficace, come nessuna cosa, nella pietra. -l dottor FreP sostiene che 1 libra di malva sposta 5 dramme e 6 scropoli di sale, pari alla ventitreesima parte del suo peso1 cosicch2 questa pianta, di piacevole gusto, * pi% efficace della stessa menta, che * amara. Pu0 sembrare strano che una pianta cosi grata al palato, possa essere tanto diuretica ed utile per i reni. Decozione nefritica

Prendi radici daltea 1 oncia e ;; liquirizia ; oncia; verga doro 6 manipoli; giglio delle convalli, altea, dogni cosa 1 manipolo; 4 fichi; bacche di ginepro, semi di prezzemolo macedone, bardana, miglialsole, dogni cosa 1 dramma. 9ai bollire in ? pinte di una bevanda calda di latte accagliata (80) con vino 'bianco(, che porterai a 67 once; filtra e dolcifica con 4 once di sciroppo daltea. Decozione calmante Prendi papavero bianco senza semi 1 oncia, e fa bollire in ? pinte dacqua, da ridurre a 67 once, aggiungendo, alla fine1 fiori di primula gialla 6 dramme. Kel filtrato dissolvi diascordio 6 dramme; sciroppo di meconio ? once; sciroppo di limone 1 oncia. Pi% temperante del laudano, calma il dolore, conforta la tosse, favorisce il sonno. Ke vanno prese da ? a 4 once. Decozione pettorale Prendi orzo perlato, uva passa contusa, dogni cosa 1 oncia; 7 fichi ed 7 datteri; liquirizia ; oncia; anici 'aggiunti alla fine( 6 dramme. 9a decotto in ? pinte dacqua, riducendo ad 6 pinte, che filtrerai per luso. Porta unemolliente dolce e gradevole dolcezza; d) spessore al sangue troppo fluido e ne corregge lacredine. 9orza la cruda flemma dei polmoni, lubrifica le branchie bronchiali e le membrane della trachea, d) conforto alla tosse. apprezzabile anche nel reumatismo, vaiolo, morbillo, nella pleurisia e nella pietra. /a dose pu0 andare da ? a : once, due o tre volte il giorno. ,e vuoi avere una decozione purgativa, unisci 1 pinta e ; di decotto a1 senna 1 oncia, agarico, crema di tartaro, dogni cosa 6 dramme; fa bollire fino ad avere un filtrato di 14 once, indi sciogli 6 once di manna e filtra di nuovo. Per 4 dosi. Decozione per la pleurite Prendi 6 pinte della decozione pettorale; succo di sterco di stallone 6 once; olio danice 7 gocce; dolcifica con 1 oncia di zucchero e mescola. /a dose1 4 once ogni quattro ore, calda, assieme a spirito di sale ammoniaco, 15 gocce. Decozione portoghese Prendi : once dacqua di sorgente, fa bollire e, al termine, metti dentro succo di limone e zucchero fine, dogni cosa 6 once; cocciniglia 1 scropolo. /ascia bollire ancora un poco, fino a che la schiuma scompare. 9a riposare e chiarire, ed aggiungi acqua di rose di .amasco 4 once. raccomandata per il piacevole colore ed il gusto grato ed * una bevanda ottimale per le febbri che straniano il capo, e per il fervore dello stomaco e del sangue; inoltre rimuove le urine. Da bevuta a piacere, ma con moderazione. Decozione per la psoriasi Prendi fumaria, erba colderina, dogni cosa 1 manipolo; liquirizia 1 oncia; argento vivo (81) 4 once; bolli in 6 pinte e ; dacqua, da portare a 6 pinte; filtra, togli il mercurio ed addolcisci con zucchero, o somministra cos$. Per le malattie cutanee dogni tipo, danne 4 once, mattina e sera. Decotto comune purgativo Prendi senna ? dramme; crema di tartaro 1 dramma; bolli in 7 once dacqua, che porterai a ?. Kel filtrato sciogli manna ; oncia; sciroppo di cicoria e rabarbaro : dramme; olio danice 1 goccia. Mescola, per una pozione da prendere il mattino. Decozione duva passa

Prendi uva appassita al sole, ridotta in piccoli pezzi, 4 once. 9a bollire in ? pinte di buona acqua potabile fino a portare a 6 pinte, e filtra. una piacevole bevanda nelle febbri4 nelle malattie della milza e della mammella. ,e vi mescolerai unegual quantit) dacqua di calce, avrai un singolare, buon rimedio, contro le affezioni catarrali. ,pesso, arresta lincedere della tubercolosi. ,e metterai 6 once di senna, avrai infine un particolare e benefico lassativo, per le persone ipocondriache che sono costipate. Decotto di rose Prendi conserva di rose rosse 6 once; uva passa di Malaga contusa 1 oncia; liquirizia, semi di melone, dogni cosa ; oncia; acqua dorzo ? pinte. 9a bollire fino a portare a 6 pinte e passa per flanella, pi% volte, finch2 non sar) ben chiaro; lascia stabilizzare e decanta. prescritto con propriet) quando il sale muriatico, il siero acre secreto dalle ghiandole, irrita le arterie polmonari, i bronchi e i tubercoli. 9avorisce lespettorazione4 ed aiuta nella tisi. Decotto "sacro Prendi radici polverizzate di serpentaria virginiana : dramme; fa bollire in 1 pinta dacqua, fino a ; pinta; filtra e conserva il filtrato. 9a bollire il residuo in unaltra pinta dacqua, da portare a ; pinta e, dopo aver aggiunto, quando * bollito abbastanza, ; scropolo di cocciniglia, filtra, mescola col liquido precedente e sciogli dentro ; oncia di melassa di Denezia e di miele. 9iltra nuovamente prima dusare. De lo presento come un alessifarmaco molto apprezzabile, secondo a nessuno, che aiuta il sangue, i succhi dei vasi ed i visceri, rendendo loro il fermento ottimale, fornendo cos$ un gentile movimento e liberandoli dalla coagulazione e dalla putrefazione. .issipa le particelle velenose che provengono da tumultuosi agglomerati4 difendendo il sangue ed il cervello dal veleno. H dai miasmi pestilenziali che hanno aggredito il sangue, eliminandoli delicatamente mediante il sudore. buono nelle febbri che interessano particolarmente sangue e cervello. un ottimo stomachico, antisterico ed antielmintico. /ho trovato efficace nella diarrea sintomatica4
8egue un lungo elenco di quanto nota-ili professori hanno sostenuto sulle virt di questo decotto sacro, una vera e propria panacea per tutti i mali.

/a dose * di 6>? cucchiai, ogni ora, o, diversamente, di quanto * richiesto dalla patologia. Decotto "santo Prendi gua8aco 1 oncia, bollilo in 4 pinte dacqua, da ridurre a 6, addizionando, a met) ebollizione, uva passa 1 oncia; succo di liquirizia spagnola 6 dramme. 9iltra. ,pesso io aggiungo 6 dramme di catec%, o tolgo luva passa e la liquirizia e pongo, in sostituzione, conserva di rose rosse 6 once, dolcificando il filtrato con 6 once di sciroppo di succo di lingua di cervo4 Probabilmente si pu0 correggerne lacredine, come dice Ma"oP, mettendo a fermentare insieme, spirito di vetriolo in decozione di gua8aco. Ba le stesse virt% della decozione di legni. Decozione di salsapariglia Prendi salsapariglia ? once; uva passa 1 oncia e ;. -nfondi secondo arte e fa decotto in 4 pinte dacqua, che porterai a 6. Al liquore filtrato unisci succo di liquirizia spagnola 6 dramme. ,ono contento di non aver omesso questa ricetta, poich2 la maggioranza dei fisici crede in essa e la prescrive tutti i giorni per addolcire gli umori maligni e curare pene vagali4 Bo constatato anche come salsapariglia e china ottundano il vigore dello stomaco, ma nella mia pratica non ho potuto trovare niente di meglio di queste erbe4 Eso ordinario1 ; pinta, due o tre volte il giorno. Decozione di scarlatto(82)

Prendi cristalli di nitro 1 oncia; zucchero bianco 4 once; cocciniglia 1: grani od 1 scropolo. Polverizza il tutto e metti a bollire in 6 pinte dacqua, continuando lebollizione tanto, quanto basta perch2 la schiuma si dissolva; lascia freddare e quindi decanta. A causa del bello e splendente colore rosso * raccomandata per gli occhi e non * nemmeno sgradevole al palato. Kon v* cosa migliore per somministrare il sal prunello. #isolve le febbri del sangue, provoca lurina ed * unottima bevanda nelle febbri infiammatorie e maligne, specialmente nella pleurisia. -noltre stagna il sangue ed elimina sabbia e calcoli. -l paziente ne potr) prendere M di pinta, due o tre volte il giorno. Bo provato quantit) maggiori, dando la dose ogni due ore, partendo dal mattino, ma ho avuto un effetto emetico4 Decozione di scorzonera Prendi orzo perlato ; oncia; radici di scorzonera 6 once; radici dacetosa 1 oncia; foglie dacetosella 1 manipolo; le bucce di 6 mele renette. !olli in ? pinte dacqua, da ridurre a 67 once; filtra e dolcifica con sciroppo di limone e di mirtillo, dognuno 6 once. una piacevole bevanda che soddisfa larsura, sopprime le fiamme della febbre, toglie le malignit), smuove le urine; ,i usa, ordinariamente, nelle febbri continue. Kon sono particolarmente soddisfatto dellinsipidit) di un vegetale come la scorzonera, nonostante abbia in essa numerose virt% alessifarmache. Mi piacciono molto di pi% la serpentaria e il semen> contra4 Decotto contro la scrofola Prendi erba roberta, sedano, agrimonia, dogni cosa 1 manipolo; semi daneto ; oncia. 9a bollire in ? pinte dacqua, fino a 6, e filtra. Mi fu comunicato come uno specifico, ma non lho mai usato4 Ke va presa M di pinta, due volte il giorno, per un mese intero, mettendo in esso, in ogni dose mattutina, 4C millepiedi aperti, lavati e avvolti in una tela. Decotto contro lo scorbuto Prendi pino 'o pigne(, finemente tagliato, 4 manipoli; scorza dinverno (83) contusa ; oncia. 9a bollire in 6 pinte dacqua, fino a ridurre a 6C once, mettendo, alla fine, succo di tarassaco 4 once. 9iltra e, quando il liquido * raffreddato, aggiungi spirito di coclearia, ; oncia, acqua di rafano composta e sciroppo di bacche di sambuco, dogni cosa 4 once. -n inverno, quando le erbe hanno un succo scarso e povero, questo decotto pu0 essere impiegato in loro sostituzione. Attenua, depura e ristabilisce sangue e succhi, risolve le concrezioni dello scorbuto, toglie loppillazione e le fecce, attraverso la diuresi e la diaforesi. /a dose * di M di pinta, due volte il giorno. Decozione dacetosa Prendi radici dacetosa, uva passa del sole, contusa e tagliata finemente, dogni cosa 6 once; liquirizia, orzo perlato, dogni cosa ; oncia. 9a bollire in ? pinte dacqua corrente, fino a 6, filtra, aggiungi 1 oncia di sciroppo di limone e mescola. una piacevole bibita popolare, per la febbre. Decozione viscerale Prendi curcuma contusa 1 oncia; rabarbaro, spigonardo, dogni cosa 1 dramma; frutti di frassino ; oncia; agrimonia, ceterach, dogni cosa 1 manipolo; cime di tamerice 6 manipoli; fa bollire in ? pinte dacqua, fino a 64 once. 9iltra ed aggiungi acqua magistrale di lombrichi, sciroppo delle cinque radici aperienti, dogni cosa 4 once; spirito di coclearia 6 dramme, eliNir proprietatis tartarizzato 1 dramma. Mescola.

Porta il sangue ad una sorta deffervescenza e le sue parti ad un movimento che separa i coaguli, le concrezioni, le fecce e le impurit)4 /a dose * di M di pinta, due volte il giorno. Decotto per la milza Prendi bucce di cappero e frassino, dogni cosa 6 once; cime di tamerice, agrimonia, dogni cosa 6 manipoli, sale di tartaro 6 dramme. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua, aggiungendo, alla fine, vino bianco ; pinta e spigonardo 6 dramme. Porta a 6: once e filtra. Aggiungi poi acqua magistrale di lombrichi 4 once; acqua di rafano composta 6 once; spirito di coclearia 6 dramme, eliNir proprietatis tartarizzato 4 scropoli; mescola. Decotto astringente Prendi radici dortica e consolida, dogni cosa 1 oncia e ;; millefoglie, piantagine, dogni cosa 1 manipolo; melagrana spellata, dogni cosa 6 dramme; semi di papavero bianco, giusquiamo, dogni cosa ? dramme. 9a bollire in ? pinte dacqua, fino a 67 once; filtra ed aggiungi zucchero di piombo(84) 1 scropolo; crema astringente di Marte(85) 4 scropoli; sciroppo di rose secche 4 once. ,tempera lacidit), refrigera il ribollire del sangue, rinforza il tono delle fibre; chiude il lume dei vasi rotti, quando c* emorragia. Ke va dato M di pinta, due volte il giorno. Decozione di tamarindo Prendi tamarindo 6 once; uva passa contusa 4 once; fa bollire in ? pinte dacqua di fonte, fino a ridurre a 6 pinte, e filtra. #iduce lardore del sangue4 ed * buona come bevanda ordinaria. Decozione con tartaro Prendi rasura davorio ; oncia; radici e foglie di fragola 4 manipoli; vino bianco, tartaro polverizzato, dogni cosa 1 oncia; sale di tartaro (86) 6 dramme. 9a bollire in 6 pinte dacqua, fino ad 1 pinta e ;. Al filtrato unisci acqua di menta, acqua magistrale di lombrichi, dogni cosa 6 once; aqua mirabilis(87) 4 once; zucchero bianco 6 once. Mischia tutto. Kellittero, ne devono essere prese : once, tre volte il giorno. Decozione per traumi Prendi radici di bardana ? once; robbia : dramme; rabarbaro 6 dramme; dittamo di creta, iperico, sanicola, bugola(88), dogni cosa 1 manipolo. Metti in 6 pinte dacqua ed 1 pinta di vino bianco 'aggiunto verso la fine( #iduci a 67 once e, dopo aver filtrato, sciogli dentro melassa di Denezia 6 dramme, miele ? once, ossimiele semplice 1 oncia. Mescola. .issolve le concrezioni dellematoma e lo riporta nel canale circolatorio4 /a dose * di ; pinta, due volte il giorno. Decozione di trifoglio Prendi acqua di trifoglio secco, pino di terra, dogni cosa 1 oncia; dulcamara 1 manipolo; coccole di lauro, fiori di stecade, dogni cosa 6 dramme. !olli in ? pinte dacqua, fino a 6; quindi, alla fine, aggiungi succo di ruta 1 oncia; filtra. -l trifoglio acquatico * una buona erba amara 'buona anche lacqua di trifoglio(, ma non lho usato spesso e, secondo me, ,imone Paoli 'nella sua Q!otanica quadripartitaR( lo celebra senza ragione1 * inattivoS /a decozione *, secondo il popolo, adatta per lo scorbuto e la gotta e funziona nei dolori provocati dalle infermit) del sistema nervoso. /a dose * di 4 once, tre volte al d$.

Decotto di rapa Prendi rape tagliate a fette 6 libre; lingua di cervo, tussilagine, dogni cosa 1 manipolo; uva passa 1 oncia; liquirizia ; oncia. 9a bollire in 4 pinte dacqua dorzo, fino a 6, aggiungendo, alla fine, semi di coriandolo contusi ; oncia. /ascia a riposo, con coperchio, fino a che non raffredda, quindi passa per carta da filtro, senza strizzare, e dolcifica con 6 once di zucchero candito. in buon rimedio pettorale che tempera lacrimonia4 Decotto per il vaiolo Prendi radici di scorzonera 1 oncia e ;; liquirizia ; oncia; 7 fichi; uva secca contusa 1 oncia; rasura di corno di cervo 6 dramme. 9a bollire in 1 pinta dacqua dorzo, fino a ?C once, aggiungendo, a T del bollore, cocciniglia non pestata 4 scropoli. 9iltra e dolcifica con sciroppo di fiori di giglio e di limone, dognuno 1 oncia. Bo prescritto la scorzonera, per lirresistibile costume dei fisici di fare questo, ma, accertato il suo gusto poco gradevole, non vi sono altre manifeste qualit) per raccomandarla; e le sue virt% sono oscure, se non completamente assenti e forse il comune agire dei fisici non va sostenuto pi% di tanto4 Decozione di corteccia di noce Prendi scorza contusa di radici di noce, 1 oncia e ;; lasciala in infusione fredda in un vaso di coccio o di vetro, per 7 ore, in aceto di sambuco, finch2 questo sia del tutto esaurito. Alla corteccia cos$ preparata, aggiungi bucce di cappero 1 oncia; cime di tamerici, agrimonia, dogni cosa 6 manipoli. 9a bollire in acqua e vino bianco 'aggiunto alla fine(, dogni cosa 1 pinta e ;, finch2 il liquido si riduce a 6 pinte. Esa il filtrato. Ba le stesse virt% della decozione viscerale, con particolare riferimento alle malattie della milza4 -n confronto ad altri farmaci simili * il migliore, perch2, come ci dice il dr. FreP, lelleboro bianco intacca di pi% le labbra; la coloquintide, la lingua media; il cetriolo, la base della lingua; il solano * insopportabile per il palato; la gialappa, per la gola. Decozione purgativa di corteccia di noce Prendi scorza di radice di noce, preparata come detto sopra, ; oncia; agarico 1 dramma; chiodi di garofano 15 grani; sale di tartaro ; dramma. 9a bollire in 1C once dacqua fino a che divengono 4. Al filtrato unisci eliNir proprietatis tartarizzato :C gocce; polvere di scamonea 6 grani; olio danice e di ginepro, dognuno 1 goccia. Mescola tutto per una pozione. &uando gli ipocondriaci devono essere purgati, questo * un vero e proprio catartico. Decozione dalberi Prendi gua8aco 4 once; sassofrasso 6 once; sandalo rosso e giallo, dognuno 1 oncia; avorio, corno di cervo, dogni cosa ; oncia. -nfondi e bolli s.a. in ? pinte dacqua, fino a ridurre della met), quindi filtra e dolcifica con zucchero, per renderla pi% grata al palato. #iscalda, secca, attenua e procura, allo stesso tempo, il sudore. utile per i temperamenti logori e freddi e si usa nei catarri, la gotta, la paralisia, lidropisia, la leucoflemmazia(89), le ulcere, etc. /a dose * di 4 once, due volte il giorno. -n presenza di costituzioni biliose e sanguigne la quantit) di gua8aco e di sassofrasso deve essere diminuita e si devono aggiungere salsapariglia e china. Decozione di millefoglie Prendi millefoglie 6 manipoli; arcangelica dal fiore bianco, lingua di cervo, dogni cosa 1 manipolo; sandali rossi ; oncia. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua, fino a 6, aggiungendo, alla fine, polvere di catec% 6 dramme; macis contuso 1 dramma. 9iltra. preconizzata per il 9luor albus(90).

.anne ? once mescolate col bianco di un uovo sbattuto e con quanto zucchero occorra per renderla gradevole, mattina e sera. Dieta in bianco Prendi 4 pinte di latte, il petto di un cappone lesso, mandorle dolci sbiancate e spellate 6 once. =rita finemente tutto in un mortaio di marmo, strizza forte ed aggiungi farina di riso ? once. 9a bollire e, quando comincia ad ispessire, aggiungi zucchero bianco ; libra o pi% 'il palato * il miglior giudice della quantit)(; acqua di rose rosse 5 once. 9a bollire di nuovo a fuoco moderato. #istora nella tisi ed anche nella gonorrea e nella tabe dorsale(91). Bevanda alessiterica Prendi acqua alessiterica con calce, ? once; acqua epidemiale, acqua di peonia composta, sciroppo di fiori di giglio, sciroppo di zafferano, dogni cosa 6 dramme; diascordio 6 scropoli; polvere di Foa 1 scropolo. Mescola. <ondiziona le febbri, conforta lo spirito, si oppone alle malignit), che espelle4 ed addolcisce. Pu0 essere data ogni :>7 ore, secondo quanto il caso richiede. Bevanda antiemetica Prendi acqua forte di cannella, sciroppo di limone, dogni cosa ; oncia; sale dassenzio 1 scropolo; olio di noce moscata e di chiodi di garofano, dognuno 1 goccia; laudano liquido 6C gocce. Miscela. infallibile e molto usata nella colica biliare con vomito e stitichezza pertinace. Possiamo addizionare polvere di rabarbaro ; dramma, o pi%; e ripetere finch2 sottiene lazione purgativa. Bevanda astringente Prendi acqua di piantagine 6 once; menta ; oncia; cannella 1 oncia; sciroppo di meconio : dramme; olio di noce moscata e chiodi di garofano, dognuno 1 goccia; diascordio ; dramma; bolo 1 scropolo; balausti ; scropolo. Mescola. <onforta lo stomaco e i visceri, modifica lalterato tono degli intestini, ne corregge lo scorrimento ed arresta le continue evacuazioni dal basso4 Bevanda bechica Prendi gomma arabica polverizzata ; dramma; dissolvi sul fuoco in acqua di scabiosa, cannella ed orzo, dognuna 1 oncia e ;; aggiungi poi mitridato (92), diascordio, dogni cosa 1 scropolo; loch sanans(93) 1 dramma; diacodio ; oncia o : dramme. Mescola. Httunde, ispessisce ed elimina lacre ed irritante siero secreto dalle ghiandole che sono attorno alla laringe. .ifende queste parti sensibili con un moto dolce e toglie gli escrementi linfatici del sangue per mezzo della diaforesi. Per questo * un appropriato rimedio per la tosse, specialmente, quando ci si corica per la notte. #a mia bevanda amara Prendi acqua di cedro 6 once; di menta e di cannella forte, dognuna 6 dramme; di genziana composta ; oncia; polvere di radici di serpentaria virginiana 1 scropolo. Mescola. Ba le stesse virt% del decotto sacro. -n pi% rafforza lo stomaco, arresta il vomito ed uccide i vermi. Bevanda per unammaccatura Prendi canaria 4 once; olio di trementina 1C gocce; terra sigillata, polvere di sangue di drago (94), dogni cosa 1 scropolo; zucchero bianco 6 dramme. Mescola. Aiuta, quando il siero acre * travasato; preserva la dovuta consistenza del sangue4. /imita il sanguinamento.

Bevanda canforata Prendi canfora 'pestata e disciolta in mortaio con poche gocce dolio di mandorle dolci( 7 grani; acqua di papavero selvatico ? once; sciroppo daltea : dramme; zucchero di piombo 6 grani. assai applaudita per le urine brucianti e languenti, cause di un siero epispastico e chiaro. Ancora 'lho provato( * un ottimo rimedio contro le frequenti minzioni, dannoso sintomo del vaiolo. Bevanda cardiotonica Prendi acqua di ciliegie nere, e alessiterica con calce, dognuna 1 oncia; acqua di menta 1 dramma; acqua epidemiale, di peonia composta, dognuna 6 dramme; confezione alchermes 1 scropolo; olio di noce moscata 1 goccia; sciroppo di fiori di giglio ? dramme. Mescola. buona nella perdita danimo, nelle fitte al petto e nel languore. Bevanda per i catarri Prendi acqua di tussilagine, zucchero bianco candito e polverizzato, dogni cosa : dramme; il rosso di 6 uova; metti tutto assieme e, a basso calore, mescola bene. .) al paziente, quando va a dormire. &uesta bevanda 'lasciate che ve lo dica( d) beneficio nel catarro gutturale e in ogni tosse causata dal freddo, che sacquieta di giorno, ma ritorna di notte, specialmente se ci si corica4 .ifende la laringe. Ma nella tosse di petto, che deriva da un sangue pituitoso e che mostra grasse fecce nei polmoni, un uso troppo liberale dello zucchero sembra dannoso4 Kellisola di ,t. =homas, sotto lIquatore 'dice Farenciers(, gli abitanti prendono la canna da zucchero, e dopo aver estratto il succo, danno il resto ai maiali che, cos$ ingrassati, danno una carne tenera e possono paragonarsi ai capponi spagnoli, che vengono dati ai malati di stomaco. ,i pu0 dedurre che se lo zucchero produce lintenerimento della carne dei maiali, che normalmente hanno una carne dura, per la stessa ragione pu0 provocare la corruzione e lo sfacelo dei polmoni, che sono di per s2 di sostanza leggera e spugnosa. Al contrario questi possono essere preservati da sostanze stitiche ed astringenti. Bevanda cefalica Prendi acqua di ciliegie nere, acqua e sciroppo di peonia composta, dogni cosa ; oncia; tintura di castoreo ?C gocce; laudano liquido 15 gocce; cinabro dantimonio 'o piuttosto cinabro nativo (95)( 1 scropolo. Mescola. .) un buon aiuto nelle malattie idrocefaliche convulsive, nate inizialmente nel cervello e nei nervi e causa di una sorta di copula sconsiderata, che forza lo spirito animale allesplosione4 Per questi motivi, somministrala 'se possibile( nel parossismo. Per prevenire, dalla, per tre notti consecutive, prima che sorga il nuovo giorno. Bevanda consolatoria Prendi acqua di ciliegie nere 6 once; di menta, di rose di .amasco, celeste di fiori darancio, dognuna 1 dramma; di cannella forte e di peonia composta, dognuna 6 dramme; confezione alchermes, polvere aerofora(96), dogni cosa 1 scropolo; olio di chiodi di garofano 1 goccia; sciroppo di fiori di giglio ? dramme. Mescola. ,occorre notevolmente gli spiriti attenuati e fa un buon servizio nella debolezza, negli svenimenti e nelle palpitazioni cardiache. Bevanda diaforetica Prendi acqua di cardo 6 once e ;; acqua epidemiale, di melassa, sciroppo di meconio, dogni cosa ; oncia; antimonio diaforetico(97) 1 scropolo; melassa di Denezia 6 scropoli; spirito di sale ammoniaco 1C gocce. Mescola. Kon * facile trovare buoni composti diaforetici1 gli oppiati ad esempio, possono bene accompagnarsi ai sudoriferi, poich2 incrementano levacuazione del sudore, temperano la fatica e linquietudine. /e sostanze volatili o i cordiali possono essere uniti, con successo, agli oppiacei,

perch2 sostengono lo spirito e danno a questo il vigore che i narcotici fanno scemare. ,e lantimonio diaforetico 'sostiene 9. Bofman (98)( * ben preparato, pu0 essere dato per molti anni, senza problemi; ma se il solfo eccede nellantimonio, perch2 non sufficientemente calcinato con il nitro4 assume caratteristiche emetiche4 Dedi per questo la pozione di UarPicJ. -l dottor FreP assicura che lantimonio diaforetico con spirito di nitro ed olio di vetriolo, provoca una considerevole effervescenza41 io stesso lho provato, ma non ho constatato leffervescenza4 Bevanda diuretica acida Prendi acqua di rafano composta 1 oncia e ;; brand", succo di limone, dogni cosa ; oncia; sciroppo di viole 1 oncia. Mescola. /eva la sete, tempera la bile, corregge lacidit) dei sali, refrigera, fonde e rende fluido il sangue, regolandone il siero. Attenua la flemma, provoca le urine e fa evacuare renella e calcoli. utile per le costituzioni scorbutiche calde nella febbre, quando si formano fecce viscide e corpose della pituita, che alterano la digestione con infiammazione del ventricolo e degli intestini ed ulcere, o stasi dellurina. Kegli QAtti filosoficiR 'n. 615( sono riportate alcune cure per lacidit) o la totale soppressione delle urine4 Bevanda diuretica oleosa Prendi vino di 9rancia o del #eno 4 once; olio di mandorle dolci 1 oncia; olio di trementina 6C gocce; zucchero bianco ; oncia. Mescola. Ispelle vigorosamente lurina ed i calcoli ed * molto utile quando i reni, gli ureteri e la vescica sono escoriati od ulcerati. <os$ come nei dolori della calcolosi e della renella 'ma non nella pietra(, dove lurina diventa troppo liquida e bianca, oppure sanguinolenta, o dove il sangue * purulento.
9lcuni commenti di scien:iati come 4elmont $%'**)%&((,, uno dei primi studiosi sulla:ione sistemica del farmaco, o 4oechestetter che provarono o meno lefficacia della lu-rifica:ione nei diuretici.

Bevanda febbrifuga Prendi acqua di cardo ? once; acqua di melassa, sciroppo di meconio, dogni cosa ; oncia; diascordio ; dramma; sale dassenzio 1 scropolo; spirito di sale ammoniaco 15 gocce; olio di chiodi di garofano 1 goccia. Mescola. .) buoni risultati nelle febbri intermittenti. Da dato unora prima del comparire del parossismo e, in modo particolare, andando a letto4 Ma questa cura diaforetica non * cos$ certa, come ho potuto osservare4 Bevanda febbrifuga del $iverio Prendi acqua di cicoria ? once; sale dassenzio ; dramma; spirito di vetriolo 6C gocce, o piuttosto quanto basta per bilanciare il sale. una medicina non disprezzabile per la cura dei raffreddamenti invernali. Da presa unora prima del parossismo, col paziente a letto o che svolge unattivit) minima, e pu0 essere ripetuta, ad ogni altra comparsa della febbre, finch2 il male non se ne va. Bevanda per la renella Prendi succo di prezzemolo 1 oncia e ;; brand" ; oncia; olio danice 6 gocce; spirito di sale ammoniaco 7 gocce; zucchero bianco 6 dramme. Mescola. Provoca le urine, espelle il fiele pituitoso, i grani di tartaro, la sabbia e la renella; ma, in presenza di una grossa pietra che non pu0 passare dai dotti, queste stimolazioni, a volte, recano danno agli ureteri ed ai reni, fino ad una fatale soppressione delle urine4 Bevanda ematopoietica%

Prendi acqua di piantagine 4 once; aceto di vino, sciroppo di consolida, dogni cosa ; oncia; il bianco di 1 uovo sbattuto. Mescola. un vero, nobile, sperimentato e facilmente preparabile rimedio. Mitiga, refrigera, d) spessore e pone un freno al veemente calore e ribollimento del sangue; contrae, costringe, chiude e fortifica le aperture dei vasi. Bevanda di lingua di cervo Prendi succo di lingua di cervo ; oncia; acqua di papavero selvatico 1 oncia e ;; zucchero bianco 6 dramme; olio danice 1 goccia. Mescola. cosa ottima da usare nei catarri e nella tosse, e si prende andando a letto. Bevanda idragoga Prendi polvere di <ambogia(99), crema di tartaro, dogni cosa 14 grani; olio di ginepro 'ben mescolato con 1 dramma e ; di zucchero( ? gocce; vino bianco ? once. Mescola. Per le virt% vedi le pillole idragoghe. Bevanda antisterica Prendi acqua di menta romana 6 once; acqua di brionia composta ? dramme; tintura di castoreo 1 dramma; succo di ruta ; dramma; sciroppo dartemisia ; oncia. Mescola. Potete darla prima od immediatamente dopo lattacco, e, per la prevenzione, per ?>4 notti consecutive4, prima del normale periodo mestruale. Bevanda al catec Prendi acqua duova di rane(100) 6 once; sciroppo di rose secche 6 dramme; polvere di catec% 1 scropolo; zucchero di piombo 4 grani; olio di cannella 1 goccia; laudano liquido 6C gocce. Mescola. Ba meravigliose virt% contro lo sputo ed il vomito di sangue, limmoderato flusso nelle mestruazioni, e tutti gli altri sanguinamento interni. =achenius 'Bippoc. p. 1C4( afferma che, per distillare le uova di rana, egli pone tutto nellacqua e mette abbondante alcale volatile 'non specificato(, precipitando cos$ il piombo dalla soluzione di zucchero di ,aturno4; sostiene che * ottima nella cura della disperata emorragia dellutero, e che seda anche i dolori della gotta e della pietra. Bevanda al latte Prendi il rosso di 1 uovo; zucchero di canna candito e polverizzato finemente : dramme; acqua di rose rosse 1 oncia; olio di noce moscata 1 goccia. Mescola tutto bene assieme, finch2 sembri sangue caldo ed aggiungi latte appena munto M di pinta. ,ia presa continuamente per un lungo periodo 'specialmente nel mese di maggio( a colazione e cena, nelle febbri etiche, nel sudore notturno e nellatrofia non proveniente dallulcerazione dei polmoni, ma da un acre e fermentato sangue, che non pu0 assimilare il chilo, ma produce un eccessivo succo. Bevanda nitrosa Prendi acqua di papaveri rossi ? once; sal prunello finemente polverizzato 1 dramma; sciroppo di viole 1 oncia. Mescola. #efrigera il sangue, apre le ostruzioni, smuove le urine ed * buona, prevalentemente, nella pleurisia, nella polmonite, nellangina e nelle febbri infiammatorie. Bevanda oleosa Prendi olio di linseme, di nuova estrazione e non rancido, ? once; olio danice ? gocce; sciroppo di capelvenere 1 oncia; spirito di sale ammoniaco 16 gocce. Mescola. Kon ha pari per la pleurisia, linfiammazione dei polmoni e la tisi.

-l paziente non deve bere per unora dopo averla assunta, per evitare che salga dallo stomaco e sia estromessa con il vomito. Bo trovato buona cosa mettervi dentro 1 pinta dolio ed 1 oncia di salnitro4 Bevanda paregorica comune Prendi acqua di ciliegie nere 6 once e ;; acqua epidemiale e di cannella forte, dognuna 6 dramme; sciroppo di meconio 1 oncia. Mescola. una comunissima ed usata prescrizione per alleviare il dolore e promuovere il sonno. Bevanda paregorica refrigerante Prendi acqua di papavero rosso, acqua duova di rana, sciroppo di limone, dogni cosa 1 oncia; laudano liquido 65 gocce. Mescola. Ba gli stessi impieghi della bevanda vista prima, ma, soprattutto, * adatta per le febbri calde e larsura. Bevanda peruviana Prendi acqua di cardo 'o alessiterica con calce( 6 once; acqua epidemiale, sciroppo di fiori di giglio, dogni cosa 6 dramme; olio di noce moscata 1 goccia; polvere finissima di corteccia del Per% 1 dramma. Mescola. un ottimo veicolo per somministrare la corteccia nelle febbri intermittenti. Bevanda per la pleurite Prendi polvere fine dolibano(101) 'o altrimenti di pece nera( 1 dramma. Mescola in mortaio con il rosso di 1 uovo e, a tutto ci0, aggiungi1 diacodio : dramme; acqua di papavero rosso 1 oncia e ;; olio danice 6 gocce; spirito di sale ammoniaco 16 gocce. Mescola. Bevanda preparatoria Prendi vino del #eno 'o bianco di 9rancia( ? once; crema di tartaro polverizzato 1 dramma; sciroppo delle 5 radici aperienti ed ossimiele scillitico, dogni cosa ; oncia. Mescola. Da presa la notte, prima di una purga, quando giudicate che il ventricolo e gli intestini sono imbrattati da una viscida flemma1 d) un piacevole calore. Bevanda zuccherina Prendi acqua di rose di .amasco e dorzo con cannella, polvere di zucchero di canna candito, dogni cosa 6 once. ,ciogli sul fuoco, per ottenere una bevanda da prendere prima di coricarsi. Imula le virt% della bevanda per i catarri, ma, in considerazione della straordinaria proporzione di zucchero, pu0 essere imposta a chi ha lo stomaco imbrattato ed oppresso dal peso enorme di una viscida flemma. Bevanda saponata Prendi sapone di Denezia 'spezzato accuratamente( 6>4 scropoli e fa bollire in latte di vacca : once da portare a 4; aggiungi ? dramme di zucchero, quindi filtra. riconosciuto un primario farmaco contro litterizia. ,i pu0 dare, mattino, e pomeriggio, per 4>5 giorni. Bevanda per il vaiolo Prendi cocciniglia 1 dramma; fa bollire in 4 once dacqua alessiterica con calce diluita, fino a portare a ? once. Al filtrato unisci diascordio : dramme; olio di noce moscata 1 goccia. Mescola. Abbassa un poco la febbre, ristora lo spirito, dandogli vigore; * una fine medicina, se data con giudizio, ma le gestanti e le puerpere non si devono avventurare con essa.

Bevanda stitica Prendi piantagine, acqua duova di rana, dogni cosa 1 oncia e ;; acqua dorzo con cannella, aceto di vino, dogni cosa ? dramme; sciroppo di gigli bianchi ; oncia; croco astringente di Marte (102) ; dramma; zucchero di piombo 5 grani. Mescola. Agisce con successo in tutte le sorti demorragie, specialmente relative al ciclo mensile ed al vomito di sangue. Bevanda volatile Prendi sale volatile di corno di cervo ; scropolo; sale dambra 5 grani; vino delle <anarie 4 once; olio di noce moscata 6 gocce; zucchero bianco 6 dramme. Mescola. una delle pi% comode forme di somministrazione dei sali volatili e non offende il palato. -n pratica * una sorte di sale volatile oleoso preparato estemporaneamente. ,upporta e rialza lo spirito prostrato, dissolve i grumi, toglie le viscosit), rimuove le fecce del sangue. prescritto normalmente nelle frigidit), nel mal di capo, nella letargia, paralisia, debolezza, e nei tremori; inoltre nelle pleurisia e nellidropisia. Bevanda contro la leucorrea Metti in 1 oncia dacqua forte di cannella il bianco di 1 uovo. Pu0 essere presa il mattino, il giorno e la notte ed allevia le pene dovute ad un occasionale dolor di schiena, ma non deve essere data nei giorni precedenti il mestruo. Bevanda per la febbre vulneraria Prendi acqua alessiterica con calce 6 once e1V6; acqua di melissa, aceto, dogni cosa : dramme; occhi di granchio preparati 6 scropoli; antimonio diaforetico 1 scropolo; zucchero bianco candito 6 dramme; olio di trementina 4 gocce. Mescola. ,ilvius(103) avverte di non mettere sciroppi mucillaginosi in questa mistura, per via degli occhi di granchio e dellaceto, che reagirebbero con la mucillagine1 si toglierebbe, cos$, efficacia al farmaco. -o stesso ho provato ci04 &lettuario contro laborto Prendi conserva di rose rosse, marmellata di cotogne, noce moscata candita, succo di Jermes filtrato, sciroppo di cotogne e di corallo, dogni cosa ; oncia; specie 8acintina ? dramme, aromaticum rosatum(104), croco astringente di Marte, dogni cosa 6 dramme; zucchero di piombo 1 dramma; olio di noce moscata 4 gocce. Mescola. #afforza lo stomaco, scuote le ventosit), raffredda gli animi caldi, rafferma i legamenti ed il tono dellutero; conforta egregiamente il feto. Ke va data ; oncia, due volte il giorno. &lettuario acido Prendi conserva dacetosella 1 oncia e ;; conserva di rose rosse e di cinorrodo (105), dogni cosa 1 oncia; sciroppo di viole ; oncia; olio di vetriolo, q. b. per dare una gradevole acidit). Mescola. Per le virt% vedi il giulebbe refrigerante. &lettuari analettici 1> Prendi polvere di cacao, mandorle dolci bianchite, zucchero raffinato due volte, burro dolce 'non salato(, dogni cosa ; oncia; pasta di conserva di rose rosse, passata attraverso setaccio, 1 oncia e ;, succo di Jermes filtrato, 1 oncia; balsamo di Filead 6 scropoli; sciroppo balsamico 6 once. Mescola.

6> Prendi polvere di cacao 6 once; succo di Jermes filtrato ; oncia; ambra grigia, macinata con una zolletta di zucchero, 7 grani; olio di cannella 1 goccia; olio di noce moscata 6 gocce; sciroppo balsamico 6 once, o q.b. per dare la dovuta consistenza. Kutre, rinforza, ripara la carne devastata, ristabilisce lo spirito perduto ed aiuta nella consunzione della punta(106). Bo spesso osservato che * valido anche per sollevare gli stomaci deboli. Ke sia presa ; oncia alle 7 del mattino ed alle 4 del pomeriggio, bevendo, subito dopo, latte dasina. &lettuario apoflemmatico Prendi foglie polverizzate di betonica : dramme; radici dimperatoria di ,pagna 6 dramme; olio di chiodi di garofano 'o di sassofrasso o dorigano( 4 gocce; miele q.b. Mescola. <accia gli acquosi e pituitosi umori che irritano la bocca. valido in un tumore od infiammazione di tonsille, bocca, ugola, gola, lingua; nei vapori della testa, nellinveterata cefalea, malattia soporosa, epilessia, paralisi 'specialmente della lingua(; ed, in genere, in tutte le fredde malattie flemmatiche del cervello e dei vasi. -n questi casi usarlo come collutorio il mattino4 quindi sciacquare con acqua calda, ripetendo due ore prima della zuppa. &lettuario astringente Prendi conserva di rose rosse 6 once; diascordio ; oncia; bolo polverizzato 6 dramme; sangue di drago 1 dramma e ;; balausti ; dramma; olio di noce moscata e cannella, dognuno 6 gocce; sciroppo di rose secche 1 oncia. Mescola. <onforta il ventricolo e gli intestini, ridona il tono ai visceri che sono colpiti da disordinati moti peristaltici, attenua lacidit), calma gli strizzoni di pancia4 arresta la diarrea. Da osservato che appetito e digestione non si alterano. /a dose * di ; oncia. &lettuario balsamico Prendi conserva di rose rosse 6 once; burro, non salato e lavato in acqua di rose, 1 oncia; rosso duovo ; oncia; balsamo del =ol% ridotto finemente 4 scropoli; balsamo di Filead 6 scropoli. .issolve la flemma, libera i bronchi aprendone i meati ostruiti, ripara le vescicole dei polmoni4 inoltre * efficace nella tosse secca, causata dalla tisi. /a dose * di 6 dramme, specialmente quando la tosse * impellente. &lettuario del sig% Bo'le Prendi papavero bianco e semi di giusquiamo, dogni cosa ; oncia; sciroppo di papavero selvatico, conserva di rose rosse, dogni cosa 1 oncia e ;. Mescola. #efrigera il sangue, tempera ed ispessisce lacre siero, chiude i vasi sanguinanti della bocca, acquieta lirritazione e gli spasmi dogni febbricola. /onorevole sig. !o"le prescrive spesso questo rimedio e lo raccomanda contro gli sputi di sangue. /a dose * quanta una noce, due volte il giorno, dopo dovuto salasso e purga leggera. &lettuario canforato Prendi conserva di ruta ? once; melassa di Denezia 1 oncia; canfora 7 grani; olio dambra 1: gocce. Mescola. #eprime lindole animalesca e furiosa, i tumulti, le esplosioni dira4 Per esperienza, serve bene alle donne isteriche, nonostante lodioso rutto che lolio dambra causa. /a dose * quanto la grossezza di una castagna, tre volte il giorno, con giulebbe antisterico. &lettuario cardiotonico caldo

Prendi conserva di garofani e di scorza di limone, dognuna 1 oncia; scorza di cedro candita, ginger verde, elettuario di sassofrasso, succo di Jermes filtrato, dogni cosa ; oncia; olio di noce moscata 6 gocce; olio di chiodi di garofano e di cannella, dognuno 1 goccia. Mescola. Hpera con propriet) sullo stomaco, confortandolo e riscaldandolo, quindi sullo spirito con una dolce azione; rinfresca la testa languente, ridandole forza. -n fine pu0 essere messo, a ragione, fra i cardiotonici. Ke pu0 esser presa ; oncia, tre volte il giorno. &lettuario cardiotonico temperato Prendi conserva di garofani ? once; conserva di crespino, succo di chermes filtrato, dogni cosa ; oncia; perle levigate 4 scropoli. Mescola. buono per la febbre con dolori4 Prendine 6 dramme, ogni sei ore, con un appropriato giulebbe. &lettuario carminativo Prendi polvere di verga doro, verbena, santoreggia (107), maggiorana, timo, anice, dogni cosa 1 dramma; pece comune : dramme; mitridato ; oncia; miele chiarito 6 once o q.b. Mescola. <orregge i crudi ed acri umori, riscalda lo stomaco, smuove lurina, elimina il vento. stata eletta come medicina delle casate nobili... &lettuario cefalico Prendi radici polverizzate di peonia maschio ; oncia; polvere di cranio umano, cinabro dantimonio, 'o meglio nativo(, dogni cosa 6 dramme; noce moscata candita 1 oncia, sciroppo di peonia composta 6 once, o quanto serve; olio di rosmarino e salvia, dognuno 4 gocce. ,chiarisce e corrobora il cervello, fissa i troppo volatili spiriti ed * benefico nelle convulsioni, vertigini, emicranie idrocefaliche e nellepilessia. /a dose * da 1 dramma a ; oncia, mattina e sera, specialmente prima della luna nuova o piena. &lettuario con colofonia(108) Prendi conserva di fiori dangelica bianca 1 oncia e ;; diascordio, ginger verde, polvere di colofonia, dogni cosa ; oncia; olio di cannella 4 gocce; sciroppo di rose secche tanto quanto basta per comporre lelettuario. <ostringe, corrobora, edulcora, mondifica, secca, cicatrizza. Hltre a questi usi, * specifico per il 9luor Albus, ma se la malattia * inveterata, ritengo che sia incurabile. Da dato con metodo, secondo i casi. -n genere, ? dramme, due volte il giorno, per un tempo prolungato. &lettuario di creta Prendi gesso fine, soffice, bianco e lavato, conserva dassenzio romano o marino, dogni cosa 1 oncia; olio dassenzio 1 goccia; olio di menta 6 gocce; sciroppo di cotogne quanto basta per amalgamare gli ingredienti precedenti. Merita il primo posto fra gli stomachici4 ferma lacidit), arresta la nausea, i rutti, il vomito, la diarrea e cura linappetenza. Ke vanno prese ? dramme, due volte il giorno, quando lo stomaco * costipato. &lettuario con uva passa di Corinto Prendi del migliore rabarbaro, tritato fine ma non secco, ; oncia; uva passa di <orinto, lavata bene e scolata con un cencio, ? once; sciroppo di cicoria e rabarbaro ? once; olio danice 6 gocce. =rita in mortaio fino a mescolanza completa. &ueste cose sono per 7 dosi, da prendersi il mattino, facendo seguire un sorso di birra antiscorbutica con 6C gocce deliNir proprietatis.

&lettuario espettorante Prendi conserva di fiori di rosmarino 1 oncia; ginger verde, polvere di millepiedi 'immagino che vivi sarebbero migliori( dogni cosa ; oncia; fiori di solfo 6 dramme; fiori di beniamino, zafferano e tabacco della Dirginia, dogni cosa 1 scropolo; radice diris 1 dramma; miele chiarificato 1 oncia e ; o quanto basta. <oncuoce e leva la fredda flemma, apre i dotti bronchiali ed i polmoni irritati, che provocano la tosse. /a dose * di 6>? dramme, tre volte il giorno. &lettuario con ginger Prendi ginger verde 1 oncia; conserva di rose rosse ? once 'spesso io ne ordino quantit) maggiori dentrambi(; olio di cannella 4 gocce; olio di chiodi di garofano 6 gocce. Mescola. <onforta lo stomaco, schiarisce la testa, aiuta la digestione, toglie la nausea, ferma il vomito, dissipa i flati, sostiene il calore naturale. .anne la quantit) pari ad una noce moscata, unora prima di pranzo e cene. &lettuario antisterico Prendi erba puzzolona(109) 4 once; olio dambra 47 gocce. Mescola. /a dose * la quantit) di una castagna. &lettuario lassativo Prende polvere di senna, crema di tartaro, dogni cosa 4 scropoli; polpa di prugna passata al setaccio 6 once; sciroppo di rose quanto basta per allestire lelettuario. &uesta medicina, di gradevole gusto, lubrifica gli intestini e procura una o due evacuazioni, senza dolore. Pu0 servire per due dosi da prendere alla sera, eventualmente per due giorni consecutivi. &lettuario #ocatellus Prendi conserva di rose rosse 6 once; conserva di cinorrodo 1 oncia; balsamo /ocatelli ; oncia; specie di diatragacanta fredde(110) 1 dramma; sciroppo balsamico ? dramme. Mescola. .) spessore, restringe, cicatrizza; funziona contro la raucedine, la tosse, lo sputo di sangue e le emorragie di qualunque tipo. ,embra buono anche nella tisi, anche se ci0 non * confermato. /a quantit) * quella di un cece, tre volte il giorno. &lettuario di malva Prendi conserva di fiori di malva 'o di verbena(, burro fresco non salato, dogni cosa 6 once; polvere di noce moscata 4 scropoli. Mescola. Assottiglia dolcemente, lubrifica e, ancora, * un ottimo rimedio contro la tosse secca, le asperit) della trachea, e tutte le malattie del torace che dipendono da acri umori. Pu0 esser dato nella carenza durina, dovuta ad inceppi degli ureteri chiusi dalla sabbia o, peggio ancora, dalla pietra. /a dose * di ; oncia, due volte il giorno, a distanza dei pasti. &lettuario di (arte Prendi conserva dassenzio romano o di mare, e di coclearia, dognuna ? once; ginger verde 1 oncia e ;; ruggine di ferro ridotta in polvere fine : dramme; olio di chiodi di garofano e di sassofrasso, dognuno : gocce; sciroppo delle 5 radici aperienti 1 oncia. Mescola. Isalta il sangue depresso e gli conferisce un florido e vivo colore, apre le ostruzioni, rende vigorose le fibre. <onviene nella clorosi, nella soppressione del mese, nello scorbuto, nellitterizia, nellidropisia e soprattutto nella cachessia. /a dose * di ? dramme, il mattino ed alle cinque del pomeriggio, per un intero mese o sei settimane consecutive.

Fnosserva:ione sulluso dei cali-eati, assunti due volte il giorno= si cita anche 3laudinus Ce ingressu ad infirmes!.

&lettuario di mastice Prendi conserva di rose rosse 6 once; uva passa ridotta in polpa e setacciata 1 oncia; polvere di mastice 1 dramma e ;; noce moscata ; dramma; sciroppo di meconio q.b. Agisce sulla laringe e sugli organi del torace, oppressi da una sorta di plastica melma che ottunde i sensi; ed, inoltre impedisce lo stillare di un nocivo siero dalle ghiandole. Addolcisce la tosse. Ke va presa, la sera prima di coricarsi, la quantit) di una noce moscata, sciogliendolo in bocca lentamente. &lettuario di menta Prendi 4 once di conserva di buona menta forte; olio di cannella 4 gocce; olio di chiodi di garofano 6 gocce; olio danice ed assenzio, dognuno 1 goccia. <alma la nausea, ferma il vomito, incrementa lappetito, aiuta la digestione, restringe e consolida lo stomaco debole, corregge la motilit) dei visceri. Molti sostengono che la menta impedisce il concepimento, ma si tratta di una credenza non provata dalla ragione e dallesperienza, ed anche la tradizione dusarla a tale scopo * sorpassata. &lettuario di mostarda Prendi semi polverizzati di mostarda ; oncia; conserva di ruta 6 once; sciroppo di stecade 1 oncia e ;; olio di rosmarino e di lavanda, dognuno 4 gocce. Mescola. Penetra nei nervi, apre le ostruzioni e rinvigorisce lo spirito. ,i usa nello scorbuto e nellidropisia, ma limpiego principale * contro la malattia soporosa e la paralisi. /a dose * da 6 dramme fino a ; oncia, tre volte il giorno. &lettuario con mirra Prendi polvere di mirra ; oncia; olibano1 dramma; zafferano ; dramma. /avora tutto assieme in mortaio, con il rosso di 1 uovo ed aggiungi zucchero candito finemente polverizzato ; oncia; polpa duva, appassita al sole e passata per setaccio, 1 oncia; sciroppo balsamico ; oncia, o quanto basta per comporre lelettuario. Per le virt% vedi il loch di mirra. &lettuario per la nefrite Prendi semi polverizzati di gramigna, miele chiarificato, burro fresco, dogni cosa 1 oncia; polvere di noce moscata 1 dramma; prepara con sciroppo daltea. Previene e mitiga mirabilmente i dolori colici provocati dalla pietra. Per prevenzione ne va presa ; oncia, mattina e sera, per tre giorni di seguito, prima della luna nuova e piena, bevendo subito dopo questelettuario un bicchiere di vino bianco. Per alleviare gli spasmi presenti, la stessa dose ogni 4 ore, per sei volte, prendendovi dopo una pinta di decozione magistrale di malva od altea. &lettuario peruviano astringente Prendi polvere di scorza del Per% 1 oncia; balsamo del =ol%, catec%, dogni cosa 1 dramma; sciroppo di !o"le q.b. uno speciale ed efficientissimo rimedio per lo sputo del sangue, la rottura dei vasi, le ulcere4 -noltre, dopo dovuta flebotomia, estingue le febbri etiche. per 1C dosi, da prendersi, 6>? volte il giorno, con 6>? cucchiai dacqua di piantagine o di lumache. &lettuario peruviano per lepilessia Prendi polvere di corteccia @del Per%A : dramme; radici di serpentaria virginiana 6 dramme; sciroppo di peonia q.s. per comporre un leggero elettuario.

-o 'ed anche il dr. A.( ho sperimentato la prevalenza e la certezza di questo farmaco. .opo due evacuazioni darne 1 dramma agli adulti 'e ; agli altri(, mattina e sera, per tre o quattro mesi, e, quindi, per ?>4 giorni, prima del cambio della luna. Iradica le malattie isteriche, epilettiche ed il ballo di ,. Dito, nel quale gli afflitti gesticolano in modo ridicolo, alla maniera di ci0 che * descritto dallinsigne fisico romano dr. !aglivi, in relazione ad un morso di tarantola. Alcuni autorevoli autori accusano la corteccia peruviana dincurabili ostruzioni mesenteriche, che, per parte mia, non ho mai osservato1 piuttosto, riconosco che pu0 essere dannosa nelle continue e maligne febbri petecchiali, nellitterizia e nel parto. -l dr. Morton ha unaltra opinione in Q.e morbis acutisR, p. 1?O, dove sostiene1 +corteN in puerperio salubriter ministratur. &lettuario di )eonia Prendi conserva di fiori di peonia 1 oncia; polvere di radice di peonia : dramme; semi decorticati di peonia 6 dramme; balsamo del Per% 4 scropoli; sciroppo di peonia ? once. Mescola. prevalentemente un farmaco per la nausea e la malattia convulsiva. &lettuario di )oterius composto Prendi @elettuarioA antietico di Poterius, ; oncia; polvere di Bal"(111) fatta di fresco 1 oncia e ;; sciroppo di giuggiole q.b. .istrugge le corruttive asperit) del sangue e dei succhi che provengono dallesterno; induce una dolce, balsamica e lubrificante disposizione. Kon * secondo a nessuno nelle febbri etiche. Ke possono essere prese 6>? dramme, due volte il giorno, con un boccale di latte dasina. &lettuario purgativo Prendi polvere di radice di gialappa 6 dramme; rabarbaro 1 dramma; scamonea preparata con solfo 1 scropolo; crema di tartaro 6 scropoli; olio danice e chiodi di garofano, dognuno 6 gocce; elettuario lenitivo 1 oncia; sciroppo solutivo di rose ; oncia o quanto serve per preparare lelettuario. /a dose * da 6 dramme fino a :, in unica somministrazione, il mattino, con la dovuta cautela. &lettuario quadrato Prendi polvere di foglie di rosmarino ; oncia; sciroppo di stecade 1 oncia e ;; balsamo del Per% 16 gocce; olio di noce moscata e rosmarino, dognuno 6 gocce. indicato nelle affezioni fredde della testa e del petto. &lettuario di rabarbaro Prendi conserva di rose rosse : dramme; diascordio ; oncia; polvere di rabarbaro 6 dramme; olio di noce moscata e cannella, dognuno 6 gocce; laudano liquido 7C gocce; sciroppo di cotogna ; oncia. -o preferisco togliere il laudano dalla preparazione e metterlo, a gocce, in ogni dose, al momento dellassunzione. Allevia le pene della gotta molto delicatamente, togliendo la materia morbosa4 /a dose * di ? dramme o ; oncia, al momento di coricarsi. &lettuario reale Prendi conserva di garofani 6 once; di cinorodi, di bacche di mirtillo e duva passa di <orinto, succo di Jermes filtrato, dogni cosa ; oncia; ambra grigia, polverizzata in mortaio con zucchero candito, 1: grani e, dopo, tritura con 4 gocce dolio di vetriolo. Httenuto lelettuario, aggiungi ancora olio di vetriolo, q.b. per renderlo gradevole. Passa attraverso idoneo setaccio. &lettuario "sanans

Prendi spermaceti 1 dramma; cera gialla ? dramme; olio di mandorle dolci 1 oncia. Mescola tutto assieme e togli dal fuoco; continua a mescolare e, quando * abbastanza freddo e di dovuta consistenza, unisci, in mortaio1 conserva di rose 1 oncia e ;; miele chiarito 1 oncia. 9a elettuario. ottimo per la tosse, le eruzioni della bocca e dei primi passaggi, la dissenteria. /a dose * di 6>? dramme, quattro volte il giorno, o pi%. &lettuario di satirione(112) Prendi radici candite di satirio 6 once; deringio e noce moscata ; oncia; succo di Jermes, spirito di sclarea(113), dogni cosa 6 dramme; pepe lungo in polvere 1: grani. Mescola. un afrodisiaco che, in maniera singolare, ristora le genti consunte ed emaciate. /a dose * di 6>? dramme, mattina e sera, con un bicchiere di vecchio Malaga o di =into spagnolo. &lettuario contro lo scorbuto caldo Prendi coclearia ? once; uva di <orinto, zucchero bianco finissimo, dogni cosa 1 oncia e ;; polvere daro(114) composta 1 dramma; scorza dinverno 6 dramme; olio di sassofrasso 4 gocce; sciroppo di bacche di sambuco 1 oncia, o q.b. <ontiene un leggero sale volatile e pungente che va a sostituire i sali acri che si sono fissati nellorganismo. Purifica il sangue e gli umori, colpiti da malattia scorbutica; dissolve i coaguli, apre le ostruzioni, caccia le fecce, fa uscire sudore ed urina. buono contro lo scorbuto calido, itterizia, idropisia, paralisi, ecc. Ke va presa ; oncia, due volte il giorno, per un intero mese. ,e il caso lo richiede pu0 essere aggiunto ferro. &lettuario per uno scorbuto temperato Prendi conserva dacetosella 4 once; di cinorrodi 1 oncia; polvere di corallo rosso ; oncia; avorio, corno di cervo dognuno 6 dramme; sciroppo delle cinque radici aperienti 6 once. Mescola. una delicata medicina per gli scorbutici di calda costituzione. #istora i fermenti gastrici, assiste il ventricolo ed i visceri, aiutando la chilificazione; in conseguenza delle sue peculiarit) tempera e depura il sangue ed i succhi riarsi, scarica le feci e promuove le urine. /a dose * di ; oncia, due volte il giorno. &lettuario viscerale Prendi conserva dassenzio romano o di mare e di coclearia, dognuna 6 once; radici candite denula campana ; oncia; polvere daro composta ? dramme; pepe lungo, sale dassenzio, dogni cosa ; dramma; sciroppo di fumaria 1 oncia. Mescola. Ba le stesse virt% della decozione viscerale, ma riscalda di pi%. /a dose * di 6>? dramme, due volte il giorno. &lettuario stomachico Prendi conserva di rose rosse e dassenzio romano, dognuna 1 oncia e ;; conserva di menta, arance gialle pelate, ginger verde, melassa di Denezia, dogni cosa 1 oncia; pepe lungo 64 grani; olio di cannella 4 gocce; olio di chiodi di garofano 6 gocce; sciroppo di castagne q.b. per fare elettuario. <orregge le frigidit), le crudezze ed il lassismo dello stomaco, rompe i venti, ristabilisce lappetito, aiuta la digestione, cura il vomito. /a quantit) di una noce sia presa unora prima dei pasti come aperitivo, e, subito dopo per digerire. &uando volete elettuari 'o polveri( che rimangano un tempo sufficiente nello stomaco, basta somministrarli con un veicolo fluido e non permettere che altre bevande siano prese per unora1 cos$ si pu0 raggiungere il requisito che gli elettuari siano di gusto gradevole, di consistenza morbida, e meglio digeriti.

&lettuario stitico Prendi conserva di rose rosse ? once; croco astringente di Marte ? dramme; zucchero di piombo 1 dramma; sciroppo di cotogne o di rose secche ; oncia. 9erma gli immoderati flussi del mese, e tutte le emorragie. /a dose * di ; oncia. &lettuario solforato Prendi conserva di rose rosse 6 once; balsamo di terebinto solforato(115) 1 dramma. Mescola. Ilimina le putrefazioni, monda, consolida, secca, corrobora e tempera le acredini; si usa nel deflusso del torace, nella tosse e nella tisi iniziale. Poich2 le medicine solforate sono troppo calde, devono essere proibite nella tubercolosi, perch2 possono provocare rotture nei polmoni e sputo di sangue. /a dose * di 6 dramme, due o tre volte il giorno. &lettuario di terebinto Prendi conserva di rose rosse 4 once; olio di terebinto 7C gocce. Mescola. duso eccellente per la tosse causata dalla flemma che s* depositata nei polmoni e per le ulcere purulente, quando non siano causate da febbri etiche. .eterge inoltre i reni e rafforza le urine. .ose1 6>? dramme, due volte il giorno. &lettuario di tamerice Prendi conserva di foglie di celidonia, polvere di tamerice ; oncia; trocisci (116) 'o piuttosto carne secca( di vipera ? dramme; sciroppo di fumaria q. s. #avviva il Wsigma ipsilon mi omega sigma zetaX (117) del sangue, d) fresco vigore ai depressi sali volatili, stimola e rimuove la bile stagnante nel fegato, e cos$ cura con dolcezza litterizia. /a dose * quanta una noce, due volte il giorno, con un bicchiere di vino bianco subito dopo. &lettuario di zedoaria 1> Prendi polvere di zedoaria 1 oncia; balsamo del Per% 6 dramme; sciroppo di peonia ? once. 6> Prendi conserva di maggiorana : dramme; balsamo del Per% 6 dramme; pepe lungo 1: dramme; polvere di zedoaria 1 oncia; diacodio 6 once. =olgono entrambe il dolore colico e proteggono i visceri dai calibeati. ,ono un preventivo per le coliche isteriche. /a dose * di 6 dramme, due volte il giorno a distanza dei pasti. *leosaccaro(118) per il cuore Prendi olio di cannella : gocce; zafferano, muschio, ambra grigia, dogni cosa ? grani; zucchero bianco 45 grani. .ividi la polvere ottenuta in : dosi e somministra in veicolo conveniente. &lisir anodino Prendi canfora, mirra, zafferano, dogni cosa ; oncia; semen contra, chiodi di garofano, dogni cosa 1 oncia; oppio 6 dramme; spirito di vino rettificato, ma non caldo, 6C once. 9ai digerire in un letamaio, per sei settimane, quindi decanta il liquido limpido per luso. una delle migliori medicine per curare i dolori colici e nefritici. <ontrasta i veleni del sudore ed * molto stimato a /eida come dice il dr. A. /a dose di 5>6C gocce in adatto veicolo. &lisir catartico

Prendi senna : dramme; rabarbaro 6 dramme; liquirizia 1 dramma e ;; anice, cumino, dogni cosa 1 dramma; cocciniglia 1 scropolo; zafferano ; scropolo; brand" 16 once; aqua mirabilis, acqua di cannella, dognuna 6 once; dopo dovuta infusione filtra ed aggiungi sciroppo solutivo di rose 6 once. .ose1 6 cucchiai la sera e ? la mattina seguente, oppure 5>: cucchiai il mattino in unica somministrazione. &lisir stomachico Prendi eliNir proprietatis tartarizzato ? dramme; olio di chiodi di garofano e di noce moscata, dognuno : gocce; olio di menta 6 gocce; olio dassenzio 1 goccia. /a dose * di 15>6C gocce con un sorso di vino bianco delle <anarie o vino di ,herr", il mattino.
8i trovano, a questo punto, nel testo originale, tre pagine, pressochG tutte -ianche, ad indicare pro-a-ili inserimenti, in seguito mai effettuati.

&lisir stomachico con cannella Prendi eliNir proprietatis tartarizzato ? dramme, olio di cannella 16 gocce. /a dose * di 15>6C gocce in un bicchier di vino. !ormule emetiche 1> Prendi acqua tiepida 1 pinta; olio doliva o di mandorle dolci 4 once. Mescola per un boccale. 6> Prendi the verde ; oncia; fa bollire in 1 pinta dacqua o di birra, fino a ridurre alla met). ?> Prendi ossimiele scillitico : dramme; sale di vetriolo 4 grani. Per un bambino di : anni. 4> Prendi ossimiele di scilla ? once. .a bere in latte accagliato con vino. 5> Prendi ossimiele scillitico 1 oncia; sale di vetriolo 15 grani; infusione di crocus metallorum (119) ? dramme. :> Prendi ossimiele di scilla 6 once; sale di vetriolo 1 dramma e mezzo; acqua di cannella 6 once. Ke vanno somministrati 6>? cucchiai, due tre volte in unora, a seconda quanto si desideri che il vomito continui. G> Prendi salgemma 1 manipolo e ;; cumino ; manipolo; anici 'da aggiungere alla fine( 6 dramme. 9a bollire in 16 once di birra, che porterai a ; pinta, per una bevanda. 7> Prendi scorza interna di sambuco 6 manipoli. 9a bollire in acqua e latte, dogni cosa ; pinta. &uando sar) evaporato met) del liquido filtra. Per 1 dose. O> Prendi da 5 a O foglie verdi dasaro(120), falle arrostire e ponile in birra o vino bianco '? once(. /ascia a riposo per unora, filtra, strizza, ed avrai 1 dose di liquore. 1C> Prendi tartaro emetico da 1 fino a 5>: grani. 11> Prendi vino emetico 'preparato con crocus metallorum e vetro dantimonio (121) in vino bianco(. .a 6C gocce 'dose che si pu0 dare ad un bambino piccolo( fino a : dramme, 1 oncia o 1C dramme. 16> Prendi radici polverizzate dipecacuana da ; scropolo fino a ; dramma 'per un bambino(; da 6 scropoli a 1 dramma 'per un uomo robusto(. ,pero che i giovani pratici 'per i quali ho compilato questa farmacopea( saranno cauti o addirittura proibiranno i seguenti emetici1 foglie di tabacco, tutte le specie deuforbia, elleboro bianco, vetri, regolo dantimonio(122), crocus metallorum, turbitti minerali, solfo e fiori dantimonio, aurum vitae, mercurius vitae 'che non a caso * meglio detto mercurio della morte(, bovi dIrcole(123). &mulsione araba Prendi gomma arabica 1 oncia, tritala e falla bollire in 6 pinte dacqua fine dorzo, finch2 si scioglie. Alla soluzione aggiungi semi di malva e di papavero, mandorle dolci bianchite, dogni cosa ; oncia. 9a emulsione s.a. e, in seguito, aggiungi zucchero di piombo 1: grani, sciroppo daltea ? once. Mescola. -l presente rimedio va preso in ogni riscaldamento delle urine conseguente allacrimonia del sangue ed ad epispastiche o gravose sabbie.

/a dose * di 4>: once, da due a quattro volte, o pi%, il giorno. &mulsione balsamica Prendi balsamo del =ol% : dramme, fanne decotto in ? pinte di fine acqua dorzo, fino a ridurre a 6 pinte. 9a raffreddare, aggiungi mandorle dolci bianchite : dramme, balsamo Filead 1: gocce; zucchero bianco 1 oncia. <omponi emulsione s.a. /a preparazione * utile per la consunzione e per le persone che hanno umori acri. <onforta i polmoni, scuote i crudi tubercoli e facilita il parto. .anne un sorso pari a 4 once, quattro volte il giorno. &mulsione Brunner Prendi gomma ammoniaco 1 dramma e ;, sciolta a freddo in mortaio, con acqua dissopo 4 once. Kellasma. Q cos$ efficace che non ne ho mai vista una miglioreR1 dice lautore '<onsil. ?4(. &mulsione catartica Prendi resina di scammonea 'o scammonea in polvere fine( ; scropolo o q.b. alla costituzione del paziente; 6 rossi duovo; zucchero bianco 1 dramma; acqua di rose di .amasco, dorzo e di cannella, dognuna : dramme. Mescola per una dose.
#uller rileva qui limportan:a di polveri::are finemente e -en miscelare la scammonea nel rosso duovo $perchG altrimenti provochere--e dolori colici e gastrici, vomito ed >ipercatarsi(124),.

&mulsione comune Prendi mandorle dolci bianchite, cetriolo e semi di papavero bianco, dogni cosa ; oncia; zucchero raffinato 1 oncia. =rita tutto, in mortaio di marmo, fino ad ottenere una pasta, alla quale aggiungerai 6 pinte dacqua fine dorzo, a poco a poco. 9a emulsione s.a., da filtrare e strizzare, attraverso panno di lino. /o zucchero cos$ pestato assieme alle mandorle ed ai semi, incorpora le parti oleose, favorendo il processo demulsione. Fli usi importanti sono molteplici1 a( per il calore, la rilassatezza, lerosione dello stomaco, larsura. b( per il fermento e lirritazione della vescica, le urine calde, la gonorrea. c( per lebollizione e lacrimonia del sangue dovute a febbri infiammatorie; pleurisia, reumatismi, torpore e delirio. d( per sopperire e dare ristoro al siero, scarso nelle febbri etiche4 -l paziente ne pu0 prender a piacere, ma se lo stomaco * debole, va presa calda. &mulsione cordiale Prendi acqua epidemiale e di peonia composta, dognuna 4 once; semi di cedro ; oncia. 9a emulsione, dopo aver filtrato, ed unisci zucchero di perla(125) ? dramme, olio di noce moscata 1 goccia. Kelle febbri maligne, il malato ne prenda 6>? cucchiai, due o tre volte il giorno. &mulsione di corno di cervo Prendi 6 pinte di decozione chiarificata di corno di cervo usto; mandorle dolci bianchite, semi di papavero bianco, dogni cosa ; oncia. 9a emulsione e, dopo filtrazione, mettivi dentro acqua forte di cannella 6 pinte; olio di noce moscata 1 goccia; zucchero fine 1 oncia. Mescola. ,i usa come bevanda ordinaria nelle febbri accompagnate da diarrea sintomatica.
9lcune note sugli effetti della calcina:ione= il corno di cervo, diventa come una >terra dannata che occorre -ollire -ene in acqua per aprirne i pori esaurientementeH si pu cosI ottenere un effetto veramente -enefico sullo stomaco e gli intestini, sugli umori ed il sangue. In proposito si cita il dott. 6a5oA che nel suo Ce termis -alnea!, p. @&( d alcuni lumi in materia, sostenendo

che il sale di tartaro, posto in acqua sorgiva, si scioglie e quindi precipita candido, prova che nellacqua vi un sale acidoJ

&mulsione pacificante Prendi semi di papavero bianco 6 dramme; 1 mandorla dolce bianchita; ? once e ; dacqua di papaveri rossi. 9a emulsione, nella quale porrai 1 dramma dacqua di menta e ? dramme di diacodio, per una dose singola. <alma gli animi inquieti ed induce il sonno. I pi% temperata del laudano4 &mulsione di peonia Prendi peonia e semi di papavero bianco, mandorle dolci, dogni cosa ; oncia; zucchero in zollette 1 oncia; olio di noce moscata 6 gocce. &uando tutto * tritato e miscelato, metti 6 pinte dacqua di ciliegie nere. 9a emulsione s.a. alla quale, dopo filtrazione, unirai acqua di peonia composta 6 once. K.!.1 Kessun olio chimico * pi% comodo e facile da prendere. ,i pu0 somministrare con ; tuorlo duovo, come puoi vedere anche alla mistura di ginepro. ,i d) nellepilessia, nelle malattie convulsive e, specialmente, ha un impiego egregio nelle febbri con mal di testa, delirio e strappi tendinei. /a dose * di 6>4 once, ogni sei>otto ore. &mulsione stitica Prendi radici di consolida tagliate a rondelle, 4 once. 9a bollire in ? pinte dacqua, che ridurrai a 6. 9iltra il liquore ed introduci mandorle dolci bianchite, semi di papavero e di giusquiamo, dogni cosa ; oncia; zucchero bianco 1 oncia. 9a emulsione e sciogli dentro 1 dramma di sal prunello ed 1 scropolo di zucchero di piombo. #efrigera, tempra e d) spessore al sangue. <hiude la bocca dei vasi aperti, pacifica lo spirito inquieto e stagna il sangue che esce copioso dal naso; ferma gli sputi di sangue, i flussi emorroidali e mestruali eccessivi. /a dose * di 4 once, due volte il giorno. +pozema dallume Prendi allume usto polverizzato ; oncia; noce moscata 1 dramma; miele rosato q.b. per dare consistenza di linimento, che spanderai su carta e porrai sulla parte del viso dov* il dolore, coprendo adeguatamente. <alma il mal di denti, quando la causa non * un dente completamente rotto, ma un reuma che interessa la mascella o un lato della faccia, dove s* accumulato un flusso dumori infiammanti, togliendolo con forza. +pozema anodino Prendi brand" 4 once; canfora ; dramma; oppio 6 dramme. ,ciogli il tutto. <onforta i nervi4 apre i pori, attenua, dissipa, ottunde la materia del dolore... cacciandola attraverso la diaforesi. +pozema di calce Prendi calce 6 once; miele q.b. per dare consistenza dunguento, che andr) applicato sulla parte malata, rimuovendolo quando * secco. .eve esser mescolato con cura ed arte 'specialmente se la calce * stata da poco calcinata e non spenta( altrimenti si formano bolle ed una massa informe. Per ovviare a questo io aggiungo sapone dolce comune. sperimentato essere notevole e ben provato contro le pene dello scorbuto ed i reumatismi articolari. Diene dato anche nella gotta, ma io sono dellopinione che questuso non * auspicabile4 invece una buona cosa per i geloni, quando non sono spaccati.

+pozema cordiale Prendi acqua della #egina dEngheria(126) : dramme; spirito di lavanda composto, spirito di zafferano, dognuno 6 dramme; balsamo per lapoplessia 1 scropolo; olio di chiodi di garofano 1C gocce. una prescrizione idonea contro il deliquio o gli svenimenti e per le palpitazioni cardiache, ma non * adatta per le donne isteriche, a causa del profumo, che poche sopportano. +pozema di zucchero di piombo Prendi ; pinta daceto e scioglici dentro 1 oncia di zucchero di piombo. Piega un panno di lino e ponici dentro il liquido. Applica, assolutamente freddo, nella zona del cuore e, quando si riscalda, fa raffreddare e riapplica. M* stato comunicato da un eminente fisico come un miracoloso strumento contro il sangue dal naso; egli afferm0 che, in ragione del freddo, il paziente avr) per un po di tempo i brividi e, a volte, mal di testa. <apita inoltre che il sangue scorra per un poco, prima che si fermi definitivamente. +pozema saponoso Prendi lo spirito che sottiene dalla prima distillazione dellacqua magistrale di lombrichi, : once; spirito di coclearia 6 dramme; spirito di sale ammoniaco : dramme; sapone di Denezia, ben tritato, 1 oncia e ;; canfora : dramme; oppio 1 dramma; zafferano ; dramma. Metti a digerire con dovizia, quindi decanta il liquido limpido. Mitiga, d) sollievo e soccorre i gottosi4 Fiovanni <orrado #humelius d) la seguente, bella ricetta41 sapone di Denezia 6 once; canfora da 6 dramme a ; oncia; spirito di vino q.b. per far digerire le sostanze precedenti. ,epara poi dalle fecce ed appresta, per applicarlo alla parte dolorante, su panno di lino. &rrino(127) chimico Prendi turbitto minerale ; scropolo; polvere di liquirizia ; dramma; noce moscata 1 scropolo; olio di rosmarino 6 gocce. 9a polvere, che andr) inalata in piccolissima quantit). Fli errini vanno usati di preferenza il mattino, ma, se necessita, anche in altre ore della giornata. =olgono dalla testa e dal naso, lacqua ed il muco in eccedenza e la viscida flemma. ,ono prescritti con pertinenza4 anche nel mal di capo, nella paralisi e nelle malattie soporose4 &rrino delaterio(128) Prendi polvere delaterio 4 grani; acqua di /angius 1 oncia; olio di noce moscata 6 gocce. Mescola. -mmergi cotone in questo liquido, e, dopo avergli dato una forma adatta, mettilo nelle narici. /udovicus '9armac. p. 14G( fa decotto con ; dramma deuforbio in ; pinta dacqua, che, filtrato, va posto in uso, ma con parsimonia, poich2 * corrosivo ed in parte tossico. &rrino di succhi Prendi 4 manipoli di foglie di caprifoglio, ? di primule, 6 di betonica, 1 di maggiorana. Pesta il tutto assieme e filtra il succo. Mettine un poco nel palmo della mano ed aspira nel naso con una cannuccia da tabacco. &rrino solido Prendi confezione hamec(129), polvere di scammonea, dogni cosa 6 dramme; euforbio 1: grani. 9anne una massa per pasta e forma palline allungate da porre nel naso, od usa con un pezzetto di panno di feltro, per unora. &rrino al vetriolo Prendi acqua di maggiorana 'o la tisana( 1 oncia; scioglici dentro ; scropolo di vetriolo.

Ittmuller(130) scioglie invece 6 dramme di vetriolo bianco in 7 once dacqua e lascia a riposo finch2 la soluzione precipita. Ke servono, in genere, da 6 scropoli ad 7 once, ma, se fosse troppo forte, si pu0 diluire con acqua. uno dei migliori errini per togliere muco e catarri. 9atto pi% leggero, pu0 essere impiegato anche nei neonati che hanno le narici tappate. &ssenza cordiale per listeria Prendi chiodi di garofano ?C gocce; olio di mandorle : gocce; olio danice 4 gocce. ,i possono aggiungere 6 dramme di spirito di sale ammoniaco. Alla solita maniera si possono ottenere oli chimici con altre essenze stomachiche, carminative, diuretiche, anticefaliche, secondo le intenzioni del prescrittore. Ke vanno prese ? gocce su di una zolletta di zucchero, o con birra, vino, od altro appropriato veicolo. Spremuta di cedro selvatico composta Prendi cedro selvatico, crescione dacqua, borragine, piantagine, dogni cosa 4 manipoli. .opo aver ben battuto il tutto in mortaio di pietra e mescolato con 4 pinte dacqua, lascia riposare, a freddo, per unora; filtra il liquore e metti in esso tanto olio di vetriolo q.b. per dare un gusto conveniente. .ecanta e poni in bottiglia di vetro. Ba le stesse virt% della spremuta per lo scorbuto, ma refrigera molto di pi%. Hltre agli altri usi * mirabile contro il sangue al naso e per linfiammazione degli occhi. ,e ne pu0 dare fino a ; pinta, due volte il giorno. Spremuta per littero Prendi celidonia 6 manipoli; bacche di ginepro 1 oncia. Ena volta che avrai ben trite queste cose, metti zafferano, tagliato finemente con le forbici, 1 scropolo; vino bianco o del #eno 1 pinta; aqua mirabilis 6 once. /ascia in infusione per 16 ore, filtra e edulcora il liquido con sciroppo delle cinque radici aperienti, 1 oncia e ;. .opo una dovuta purga 'o il vomito se necessario( danne ? once, tre volte il giorno, finch2 litterizia scompare. Spremuta di millepiedi semplice Prendi millepiedi vivi e zucchero bianco, dogni cosa ? once; dopo aver pestato e mescolato in mortaio, aggiungi vino bianco 1pinta, filtra e strizza fuori tutto il liquore. /a dose * di ? once, ogni mattina, per lungo tempo. - millepiedi 'come tutti gli insetti( abbondano in sali volatili, che incidono e dissolvono la flemma vischiosa, dovunque ristagni; attenuano e depurano il sangue, penetrano nelle ghiandole, nelle fibre, nei nervi, nei piccoli meati, togliendo le ostruzioni, detergendo e confortando; sono famosi per le ottime qualit) diuretiche. Dengono impiegati in caso di renella, calcoli, itterizia, scrofola, tosse, tisi e consunzione allinizio, ipocondria, dolori articolari e scorbutici, debolezza della vista. Procurano e mantengono una bella pelle ed una fine complessione; sono molto celebrati, in medicina interna, per il petto dolorante, le ulcere fagedeniche maligne ed i cancri. ,embrano non essere convenienti per chi ha il sangue caldo1 ho sentito dire 'ma non ho avuto grandi esperienze( che se sono somministrati la notte in gran quantit), occasionalmente, scaldano le urine e, in questo caso, il rimedio * il balsamo di <opaive. Spremuta di millepiedi per litterizia Prendi 1CC millepiedi vivi; zafferano finemente trito ; scropolo; noce moscata ; dramma; zucchero bianco ; oncia. &uando tutto sar) ben pesto, metti acqua di celidonia maggiore 'o lappa( 4 once; acqua magistrale di lombrichi 6 once. 9iltra il liquido strizzando forte. -l titolo ne svela le virt%.

.anne met) al mattino e la restante parte alle quattro del pomeriggio, ogni giorno. Spremuta di millepiedi per una tosse sottile Prendi millepiedi vivi e spurgati 6 once; anici 1 dramma; noce moscata ; dramma; zucchero bianco 1 oncia. .opo aver ben pestato, poni acqua di brionia e di peonia composte, dognuna 1 oncia. 9iltra. /ostinazione di questa malattia richiede uneguale perseveranza nellassumere i rimedi4 .anne ai bambini 1 cucchiaio, dopo ogni crisi di tosse, e continua finch2 questa persevera. Spremuta per la pleurite Prendi tarassaco verde 4 manipoli; trita ed unisci ad acqua di papaveri rossi 1 pinta. &uindi filtra ed aggiungi 1 dramma di sal prunello, 6 dramme docchi preparati di granchio, ? once di sciroppo di papaveri rossi, mescolando. <alma lorgasmo dello spirito ed il bollore del sangue, abbatte la fredda linfa e provoca le urine. .opo il dovuto salasso, somministrane 5 cucchiai, dora in ora. Spremuta di peonia Prendi radici ben tritate di peonia maschio, appena raccolta, 4 once; vischio tagliato fine 1 oncia; vino delle <anarie 1 pinta. 9ai infusione calda e coperta, per 64 ore, quindi, dopo aver estratto il liquido, aggiungi acqua e sciroppo di peonia composti, dogni cosa 6 once; tintura di castoreo 6 dramme, olio di noce moscata 6 gocce. Mescola. <hiarifica e rinvigorisce il cervello ed i nervi ed * in uso nelle malattie convulsive, nel semplice mal di testa e nellemicrania, nelle vertigini, nella paralisi, nellisteria. .anne ? once, mattina e sera. Spremuta refrigerante Prendi pimpinella maschio ? manipoli; borragine : manipoli; radici di borragine tagliate in rondelle 6 once; ? mele renette; 6 dramme di sal prunello; zucchero bianco 1 oncia e ;. 9a bollire e metti dentro ? pinte dacqua dolmaria. /ascia a macerare per una notte, a freddo, ed estrai il liquido limpido. ,erve alle persone adulte melanconiche e di temperamento secco e caldo, alle quali corregge il sangue atrabilioso e ne riduce lebollizione; tempera lipocondria, refrigera il cervello troppo ardente, condensa e refrigera gli spiriti rilassati, precipita i sali e li fa uscire con le urine. /a dose * di : once, due o tre volte il giorno, per lungo tempo. Spremuta di rose Prendi calce viva, bianca, soffice e ben polverizzata, 6 once; bolo armeno 1 oncia. 9a bollire in : pinte dacqua, fino a portare a 6; lascia a riposo, quindi decanta il liquido chiaro ed unisci conserva di rose rosse : once. 9a poi digerire a caldo e filtra attraverso un sacco filtrante, finch2 sar) ben chiara. un ottimo rimedio per ogni tipo di diarrea4 e per la gotta, con o senza dolore. ,e qualcuno la trover) troppo refrigerante, si potr) aggiungere acqua di cannella o di melassa di Denezia. /a dose * di : cucchiai, due o tre volte il giorno, o pi%, se il caso lo richiede. Spremuta per lo scorbuto temperato% Prendi cedro selvatico, crescione, tarassaco, lappa, dogni cosa 4 manipoli; 4 arance non sbucciate e tagliate a pezzi; pesta ed unisci a vino ed acqua di fiori di sambuco, dogni cosa 1 pinta. .opo idonea macerazione, estrai il liquido limpido e dolcifica finch2 sar) gradevole. molto vantaggiosa per gli scorbutici che sono di calda costituzione e che sono affetti da flussi intermittenti, febbri etiche e devastazioni della carne.

Ke vanno bevute 4 once, due volte il giorno. Spremuta per lo scorbuto caldo Prendi coclearia, crescione dacqua, cedro selvatico, celidonia, dogni cosa 4 manipoli. A queste erbe aggiungi vino bianco ; pinta; acqua di rafano composta, acqua magistrale di lombrichi, dogni cosa 4 once. .opo aver macerato per 1 ora, filtra il liquore e aggiungi spirito di coclearia 6 dramme; zucchero bianco 6 once; fino ad ottenere un sapore grato. Imula le virt% della birra per lo scorbuto. Ke vanno dati 4 cucchiai, tre volte il giorno, in un poco di birra. Spremuta stitica Prendi comuni margherite dei prati, miosotide, colocasia (131), ortica, dogni cosa ? manipoli; dopo aver contuso le droghe, metti in acqua di papaveri 6 once, fa macerare 1 ora, filtra ed aggiungi al filtrato 6 dramme di sal prunello e 6 once di sciroppo di rose rosse4 /a dose * di ? once, due tre volte il giorno, finch2 sar) necessario. /assativi potranno essere aggiunti a tempo dovuto. &stratto pettorale Prendi il miglior malto che c*, macinato e preparato, 1 gallone e ;; acqua 6 galloni. Allestisci il mosto per la birra s. a. A questo, chiarito, unisci uva passa di Malaga contusa e tagliata fine ; libra; liquirizia 6 once; catec% 1 oncia. 9a bollire fino ad ottenere 1 gallone, filtra ed aggiungi 4 scropoli di cocciniglia. Metti a fuoco moderato e fa evaporare fino a consistenza di miele4 Da preso come un linto(132). !omento anodino Prendi capi di papavero bianco, tagliati e contusi con i loro semi, semi daneto, dogni cosa 6 once; foglie di giusquiamo, cinoglosso, solano comune(133), dogni cosa due manipoli. !olli in : pinte dacqua, fino ad averne 4, e filtra. .istende le fibre contratte, ricompone gli spiriti alterati, ottunde gli acri umori, attenua il viscidume ed i liquidi stagnanti nei canali respiratori. ,i usa molto caldo su di una falda di flanella e si ripete finch2 i dolori non cessano. !omento astringente Prendi scorza di quercia 6 once; melagrana spellata ; oncia; balausti, rose rosse secche, dogni cosa 1 manipolo. 9a bollire in 4 pinte dacqua fino a ridurre a 6. 9iltra ed unisci a ; pinta di vino rosso robusto. ,i possono aggiungere 6 dramme o ; oncia dallume. .) tono alle fibre rilassate, apre i pori esterni ed i passaggi interni, consentendo ai cattivi umori dessere eliminati. buono allinizio dellinfiammazione4 nel tumore edematoso, vomito, diarrea, flussi immoderati del mese e delle emorroidi, espulse dalla matrice e dagli intestini, e nelle rotture provocate dalla gotta. !omento amaro Prendi radici dalbero della vita(134), assenzio comune secco, peluria di lavanda, tanaceto, cime di sabina, dogni cosa 1 manipolo; piede dorso(135) ; manipolo; coloquintide, aloe, dogni cosa 1 dramma. 9a decozione con ? pinte dacqua, riducendo a 6, e filtra. #appresenta la maniera ideale per far scorrere il calore nelle pliche degli intestini4 Pu0 essere usato nella regione delladdome, con flanella calda, prima della purga. !omento canforato Prendi 1 pinta daceto, scioglici dentro 1 oncia di fuoco di nitro(136); W1X dramma di canfora. Applica completamente freddo nella regione toracica e stagner) il sangue che esce copioso dal naso.

Posto sulla regione pubica o sui testicoli elimina lebbrezza. !omento per le coliche Prendi fiori di camomilla 6 once; bacche di ginepro e di lauro, dogni cosa 1 oncia; sale ammoniaco crudo(137) ; oncia. 9a bollire in : pinte dacqua fino a 6, aggiungendo, alla fine, semi di finocchio dolce, anice, comino e cominella contusi, dogni tipo ; oncia. .opo filtrazione, metti in 1 pinta di brand", mescolando. ,i pu0 usar non solo in una terribile flatulenza, o vento colico, ma anche nelle coliche biliari, dove la pena diventa insopportabile4; nella gotta4 e nei dolori provocati dai catartici4 !omento diuretico Prendi radici di sedano 4 once; radici di finocchio, linseme, dogni cosa 6 once; imperatoria, convallaria, malva, giglio martagone, fiori di camomilla, dogni cosa 6 manipoli. 9a bollire in : pinte dacqua che porterai a 6. Al filtrato aggiungi sale ammoniaco crudo 'o, in sostituzione, sal prunello( ; oncia; sapone comune 6 once. ,i usa con buon successo nei crudeli dolori della pietra, accompagnati da soppressione dellurina. Kon agisce per le propriet) diuretiche delle sostanze che lo compongono, ma per il calore che rilascia, ricreando la tensione dei muscoli delladdome e della vescica, che riporta alla contrazione usuale. !omento per la dissenteria Prendi foglie verdi di quercia 1C manipoli. 9a bollire in una pentola coperta, con aceto forte di vino, q.b. per fare un fomento, lasciando che i vapori caldi salgano allano e siano ricevuti allinterno. &uesto esperimento fu provato da #ulandus. -o sono convinto che un rimedio del genere sia inefficace in una malattia cos$ difficile da superare e penso non vada usato, ma che si debbano impiegare ben pi% efficaci farmaci. !omento di sambuco Prendi foglie verdi di sambuco 'in inverno scorza interna( 4 manipoli. 9a bollire in ? pinte dacqua, fino a 6 ed aggiungi al filtrato 1 oncia di sapone comune. di grande effetto e specifico, per le sue virt%, nellerisipela, che assorbe e guarisce con forza; ma se la cute * lesa o la parte * contusa, pu0 provocare una pena ulteriore e dare scarso risultato. !omento emmenagogo Prendi radici di vitalba(138) 4 once; rotelle Wdi radiceX dalbero della vita, zedoaria, crespino, dogni cosa 1 oncia; matricaria, artemisia, cime di sabina, fiori di camomilla, dogni cosa 6 manipoli. 9a bollire in 1 gallone dacqua fino a 5 pinte, filtra ed unisci ad 1 pinta di brand". Mescola per un fomento, che va usato ben caldo sulle regioni addominali e pubiche. ,calda e conforta le parti, rompe la pituitosa ostruzione, ottunde il grosso e fermentato sangue, smuovendolo quando ristagna; * naturalmente adatto per i vasi dellutero. !omento per il flusso emorroidale Prendi maro(139), colocasia, piantagine, foglie di sambuco, dogni cosa 4 manipoli; melagrana spellata 1 oncia. 9a bollire in acqua e generoso vino rosso, dogni cosa ? pinte, portando a 6. Kel filtrato sciogli ; oncia dallume, e 6 dramme di zucchero di piombo. .) sollievo non solo nel caso menzionato, ma anche nel flusso mestruale immoderato, nella diarrea o nelle infiammazioni del ventre quando sono allinizio4 !omento per il dolore delle emorroidi

Prendi cipolla, linseme, dogni cosa 4 once; giusquiamo, linaiola, coclearia, maro, dogni cosa 6 manipoli. 9a bollire in : pinte dacqua, fino a 4, e, nel filtrato, poni 6 dramme doppio. Mescola ed usa. #ilassa la crudele tensione dei vasi, ottunde il dolore acuto, scuote le viscide e grumose fecce che portano allostruzione e quindi favoriscono i tumori. -nfine, evita le emorragie. !omento antinfiammatorio Prendi radici daltea, maro, giusquiamo, fiori di sambuco, camomilla, meliloto, dogni cosa 1 manipolo; fiocchi di lino, fieno greco, dogni cosa : dramme. 9a bollire in : pinte dacqua da ridurre a 4 e filtra4
K6anca la ricetta del Fomento laterale!, che per lautore assicura essere simile al precedente, ma meno tollera-ile.L

!omento sedativo Prendi uva, foglie di salice, lattuga, dogni cosa 6 manipoli; fiori di gigli bianchi dacqua, rose rosse, dogni cosa 1 manipolo; capi di papaveri bianchi 'con i semi( 6 once. 9a bollire in 1 gallone dacqua, fino a 4 pinte. Kel filtrato sciogli 6 dramme doppio. Da usato caldo con una spugna, sulla testa, le tempie ed i piedi, quando non si possono dare ipnotici, come nelle febbri impetuose e ferventi, nei dolori pulsanti del capo, nelle veglie pertinaci e nei danni provocati dal delirio4 Ma nelle febbri maligne, dove, per il veleno, lo spirito * oppresso, non d) buon esito, anzi pu0 esser dannoso e portare alle convulsioni ed anche alla morte. Per questo avverto che in tali malattie va considerato un veleno. !omento per la podagra Prendi pino di terra, artemisia, dogni cosa 4 manipoli; fa bollire in : pinte dacqua, fino a ridurre a 4; nel filtrato, sciogli Kla parte seguente della ricetta riportata, nel testo, nelle due pagine precedentiL sale di tartaro e sale ammoniaco, dogni cosa 6 once. Mantiene e corrobora il tono delle parti, elimina i sali artritici4 ma, a volte si pu0 verificare che questi possano portare la materia morbosa nello stomaco o nel cervello. !omento per lo scorbuto Prendi pino di terra, giusquiamo, dentrambi 6 manipoli; cinnamomo dinverno ; oncia; radice di rafano, vermi di terra 'da aggiungere alla fine(, dogni cosa 6 once. 9a bollire in ? pinte dacqua di cedro, fino a che diventino 6. Mescola al filtrato 6 once di spirito di coclearia e 1 dramma doppio. assai efficace nei dolori portati dallo scorbuto, poich2 sostiene il tono delle parti4 !omento per la milza Prendi 1 oncia di foglie secche di tabacco. -nfondi a caldo per due ore in 4 pinte dacqua e sciogli nel filtrato gomma ammoniaco(140) ; oncia. 9omenta la regione della milza, ponendo il preparato su di una flanella1 porter) fuori tutte le sostanze nocive che lhanno indurita. !omento stomachico
K6anca la ricetta, ma sono riportate le indica:ioni duso.L

!omento per la timpanite(141) Prendi nitro 6 once; sale ammoniaco 1 oncia; spirito di vino, con una gran quantit) di flemma (142) in esso. Mescola e sciogli i sali in un recipiente di vetro. 9omenta il bellico, ponendo il preparato su flanella, due volte il giorno, per ; o 1 ora per volta, quindi applica un cataplasma di sterco di vacca spruzzato con album graecum(143). Di si pu0 aggiungere anche il nostro linimento apritivo, o quello viscerale.

Striscia per la fronte con canfora Prendi 7 grani di canfora, 1 oncia daceto, G once dacqua di rose rosse e sciogli il tutto. efficace nel mal di testa, nella veglia protratta, nel delirio e in alcune febbri che derivano dal fervore o dalla rarefazione del sangue, ma non dalloppressione e dallalterazione della mente4 Striscia per la fronte con mastice Prendi mastice polverizzato, incenso di 9rancia, dognuno 6 dramme; calce bianca, farina di fave, dogni cosa ; oncia; bianco duovo sbattuto, olio di rose, dogni cosa : dramme; aceto di vino q.b. per un preparato da mettere su di un pezzetto di tela. usata, quando gli occhi sono pieni di catarro, anche come preventivo4Anche se ci0 pu0 meravigliare, non va messa in un occhio nero. Striscia per la fronte con oppio Prendi latte di donna, bianco duovo sbattuto, dogni cosa 1 oncia; oppio 1C grani, canfora 5 grani; mescola ed usa, fredda, sulla fronte. Ba le stesse virt% della striscia con canfora, ma raffredda meno gli umori e calma maggiormente lanimo. Striscia con rose Prendi acqua di rose rosse 4 once; aceto di rose 6 once1 olio di rose 1 oncia; il bianco di 1 uovo. Mescola e poni su un doppio lino. Applica, fredda, alla fronte e alle tempie. Da cambiata, quando secca. un rimedio efficace per i dolori pulsanti del capo, per il delirio e per le febbri non maligne. !umi per il catarro 1> Prendi olibano, ambra, beniamino, storace calamita (144), gomma di gua8aco, balsamo del =ol%, dogni cosa 6 scropoli. #iduci in polvere fine, da spruzzare sul carbone ardente al fine daspirarne i vapori. ,e il catarro ha indotto lasma, i fumi sono da evitare, poich2 possono far soffocare il malato1 conosco un caso, nel quale il paziente * morto per questo. 6> Prendi gomma di gua8aco e di ginepro, mastice, beniamino, mirra, orpimento (145), dogni cosa 1 dramma; chiodi di garofano 6 dramme; balsamo del Per% 1: gocce. 9a polvere grossolana da mettere sul carbone, per profumare il berretto da notte. !umi per la consunzione Prendi un pugno di noci spelate; mirra, ambra, dogni cosa 6 dramme; solfo vivo, orpimento, dogni cosa 1 dramma. 9a polvere grossolana i cui fumi vanno fatti convogliare in bocca, per mezzo di un imbuto capovolto. .ice !ennet1 Q &uando il parenchima dei polmoni * imbevuto ed oppresso da succhi estranei, i fumi forti non vanno usati, ma non si devono trascurare quelli pi% delicatiR. Id ancora1 Q- fumi non vanno presi subito dopo unerosione di vasi o una rottura del parenchima polmonare, ma solo 14 giorni dopo lo sputo di sangueR. !umi per il prolasso anale Prendi incenso maschio di 9rancia, ambra, chiodi di garofano, dogni cosa ; dramma; rose rosse, balausti, dogni cosa 6 dramme. 9a polvere grossolana, i cui fumi vanno ricevuti 'quando lano * uscito( mediante una sedia di decenza chiusa. &uesto * luso ed il costume, ma io sono poco persuaso che i fumi di balausti o delle altre sostanze, non abbastanza astringenti, possano dare un buon risultato.

!umi per il prolasso dellutero Prendi ? dramme di scarabei, 1 dramma di pelle danguilla ben trita e fa polvere. &uesta bizzarra formula mi fu comunicata e mi fu detto anche che * utile pure per i capelli indeboliti. !umi odoriferi 1> Prendi beniamino 1 oncia; storace calamita ; oncia; ladano (146) 6 dramme; muschio, ambra grigia, dogni cosa 1 grano e ;. <on mucillagine di gomma tragacanta (147) fa trocisci, con i quali, mescolando a polvere di carbone di salice, allestirai candele odorifere. QAlcune cose Y dice ZPelfer Y possono essere buone da sole1 cos$ la cannella, i chiodi di garofano, i coriandoli, i semi di nigella(148), le rose e lo stesso muschio, se posti nel fuoco, danno un grato profumoR. 6> Prendi radici di cipero 1 oncia e ;; calamo aromatico, carbone di salice, dogni cosa 1 oncia; storace calamita, beniamino, dogni cosa 6 dramme. <on mucillagine di gomma tragacanta, estratta con spirito di vino, fa pastiglie s. a. Poste in uno scaldavivande con carbone fresco esaleranno un profumo piacevole per correggere i miasmi di una stanza. !umi per il tenesmo(149) Prendi capi di papaveri bianchi 1 oncia; gelso ; manipolo; rose rosse, balausti, incenso di 9rancia, dogni cosa ; dramma; mastice 1 dramma. 9a polvere grossolana il cui fumo, quando sar) posta sul carbone, si potr) ricevere attraverso una sedia di decenza aperta. ,argarismo comune Prendi acqua di piantagine 1C once; acqua di rose rosse ? once; sciroppo di gelso 6 once; miele di rose filtrato 1 oncia; olio di vetriolo q.b. per dare la giusta acidit). ,i usa nelle febbri per lavare, detergere, rinfrescare la bocca e per togliere larsura. ,argarismo detergente
K6anca anche qui il testo della ricettaL

,argarismo emolliente Prendi radici di malva, liquirizia, orzo perlato, dogni cosa 1 oncia; crusca 'posta in un sacchetto( 1 manipolo; scorza interna dolmo, gomma arabica, dogni cosa ; oncia; 7 fichi. 9a bollire in ? pinte dacqua, fino a 67 once. Al filtrato unisci sciroppo daltea e di giuggiole, dognuno 6 once; loch sanans ; oncia. /o impieghiamo nella febbre, infiammazione, secchezza, acredine, erosione, ulcera, bruciore ed arsura della lingua, bocca e gola. ,argarismo levigante Prendi 6 once di radici di consolida e 1 oncia di gomma arabica. 9a bollire in 6C once dacqua dorzo, fino a 16 once. 9iltra e diluisci con 1 oncia dacqua di rose rosse e ? once di sciroppo daltea.
K9nche questultima parte inclusa nel testo, in due pagine precedenti.L

Per le virt% pu0 essere comparato al seguente, ma * meno assorbito, ed * pi% refrigerante. ,argarismo per il calore della bocca Prendi acqua di piantagine 7 once; acqua di rose rosse 4 once; 4 bianchi duovo sbattuti; sal prunello 4 scropoli; sciroppo daltea 4 once. #efrigera la lingua, le fauci4 e le parti adiacenti che bruciano4

,argarismo con mirra Prendi vino astringente(150) rosso, 1 pinta; polvere di mirra 6 dramme. .eterge, astringe, secca4 le ulcere veneree della bocca. Pu0 essere posto nel naso, o annusato, nellozena(151), dove la materia putrida ristagna nelle cavit) degli ossi spugnosi, producendo effluvi abominevoli. ,argarismo per la paralisia Prendi ; pinta di vino bianco; mostarda 'fatta come nella tavola che troverete pi% avanti( 6 once; acqua di santoreggia o timo 4 once; miele rosato 6 once; aceto q.b. per rendere il preparato abbastanza aspro. #iverio(152) lo prescrive invece cos$1 semi polverizzati di mostarda 1 dramma; aceto di rose, zucchero bianco, dogni cosa 1 oncia. ,argarismo dimperatoria Prendi imperatoria di ,pagna ; oncia; semi di papavero bianco e giusquiamo, dogni tipo 6 dramme; chiodi di garofano ; dramma; vino bianco ; pinta; aceto 4 once. 9a bollire fino ad ottenere ; pinta, filtra ed unisci a 6 once di brand". ,timola i tessuti, eliminando la grossa flemma4 delle gengive e delle ghiandole. #istabilisce gli spiriti, componendo i loro conflitti dolorosi ed estirpando le pene. ,calda poi i tumori, ristabilendo lelasticit) del tessuto ed apportando rinnovati umori. Per queste ragioni, vi dico, e lesperienza conferma ci0, che * un efficace rimedio per il mal di denti. ,argarismo per la flemma Prendi acqua dissopo 1C once; spirito rettificato di vino 1 oncia; spirito di coclearia ; oncia; spirito di castoreo 6 dramme; spirito di sale ammoniaco 4 scropoli; polvere dimperatoria di ,pagna 1 dramma; miele 4 once. Mescola ed usa freddo. Attenuando, incidendo, stimolando ed irritando, evacua la saliva e la viscosa flemma dalle ghiandole e dagli emuntori della bocca. inoltre valido nelle malattie cefaliche fredde, nel torpore, nellinfermit) soporosa, nella letargia, nel gravoso mal di testa, nella paralisi 'specialmente della lingua(, nel mal di denti, rilassamento dellugola, tumori delle tonsille, angina. ,argarismo per langina Prendi aquilegia(153) 6 manipoli; scorza interna dolmo 1 oncia; occhi di granchio, liquirizia, album graecum, dogni cosa ; oncia. 9a bollire in 6 pinte dacqua, che porterai a 6: once. Kel filtrato sciogli sale ammoniaco 6 dramme; sciroppo di mirtillo, miele rosato, dogni cosa ? once. Emetta, fomenta e mollifica i muscoli della gola infiammata4 .eterge le ghiandole ed i dotti salivari4 ,argarismo refrigerante Prendi acqua duova di rana, fiori di piantagine e sambuco, dogni cosa 4 once; acqua di rose rosse 6 once; 4 bianchi duovo sbattuti nellacqua; zucchero bianco 1 oncia. molto gradito nelle calde febbri che danno arsura; risulta comodo per calore, secchezza, asperit) ed erosioni della bocca e della lingua. ,argarismo di rose Prendi fiori secchi di rose rosse, fiori e bucce di melagrana, dogni cosa 6 dramme; bacche di mirtillo, issopo polverizzato, catec%, dogni cosa 1 dramma; allume 1 scropolo. 9a bollire in acqua di piantagine e vino rosso generoso, dogni cosa : once, da portare a complessive 7 once. Kel filtrato sciogli 6 once di miele rosato. .eterge la lingua4 ed aiuta la rilassatezza delle ghiandole salivali4

,argarismo per lo scorbuto Prendi radice di robbia, imperatoria di ,pagna, cinnamomo dinverno, dogni cosa 6 dramme; foglie di caprifoglio, salvia, sanicola, aquilegia, dogni cosa 1 manipolo. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua di cedro da portare a 67 once. Al filtrato aggiungi spirito di coclearia ; oncia; miele rosato 4 once. /ibera le gengive e la bocca tutta dalle nascenti grosse quantit) di sangue e saliva che si trovano nelle persone scorbutiche, e dai miasmi che si formano nella corruzione e nella putrefazione della carne. ,ecca e guarisce le piccole ulcere. ,argarismo per il vaiolo Prendi spelta(154), liquirizia, dogni cosa ; oncia; radici daltea, taro (155), dogni cosa 1 oncia; 16 fichi. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua, fino a 67 once e, nel filtrato, sciogli ossimiele semplice e miele rosato, dognuno 6 once. Ammorbidisce, umetta e leviga la bocca e la gola4 matura le pustole vaiolose delle fauci ed aumenta la salivazione4 ,e vi * suppurazione 'caso abbastanza frequente( occorreranno, per0, farmaci che attenuano ed irritano, come il gargarismo per la flemma gi) descritto. &uando lo userete, la proporzione dello spirito di sale ammoniaco potr) essere aumentata o diminuita, secondo le esigenze. ,argarismo di spine Prendi scorza di razze 6 once. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua, fino a 64 once. Kel filtrato sciogli allume 4 scropoli; aceto 6 once; miele rosato : once. Astringe potentemente, in particolare le gengive. buono per i denti, le ulcere e lalito. ,argarismo di foglie di vite Prendi foglie di vite, salvia, lanaria femmina, cinquefoglie e gemme di rovo, dogni cosa 1 manipolo. !olli in 1 pinta e ; dacqua e, al filtrato, aggiungi1 allume 1 dramma e ;; aceto, miele, dogni cosa 6 once. 9a bollire ancora e schiuma. #efrigera, deterge, lava ed astringe eccellentemente4 9erma la putrefazione, purifica le fauci. Merita un posto fra i rimedi per la febbre e lo scorbuto4 ,argarismo per lugola Prendi aquilegia 4 manipoli; rose rosse secche, balausti, dogni cosa ; manipolo; pepe lungo 4 scropoli; mirra 6 dramme. 9a bollire in 6 pinte dacqua e ; pinta di vino bianco, fino a portare a 6: once. Aggiungi al filtrato brand", sciroppo di lampone e more di gelso, dogni cosa 6 once. prescritto 'ed * unottima proposta( quando lugola, le tonsille, i muscoli delle mascelle, le ghiandole, la laringe e la faringe sono infiammati4
K8egue una spiega:ione dettagliata sulla scelta, luso e le implica:ioni dei vari gargarismi.L

Clistere anodino Prendi latte fresco ; pinta; brand" 6 once; olio danice ; dramma; diascordio : dramme. Da somministrato freddo prima di coricarsi. Possibilmente, va trattenuto tutta la notte. &uando gli intestini sono invasi da una feccia glutinosa, questo li refrigera, rilassa e leva spasimi e ventosit), riportando ad una giusta crasi.
KI clisteri rappresentano una forma farmaceutica molto importante ed impiegata nel passato, perci, a fianco delle ricette si trovano numerose teorie, esperien:e consolidate, ecc. Noi non riporteremo tutto questo, ma ci limiteremo, accanto ai rimedi prescritti, ai nomi dei pi importanti autori citati, in conformit a quanto #uller scrive.L

#ondeletius 'nato circa 6CC anni fa( curava le donne per gli spasmi colici, con un clistere di vino d-ppocrate, in cui erano infusi cannella, pepe, zenzero, grani del Paradiso. -l dr. ,tubbs ' Phil. trans. n. ?G( racconta che, nelle coliche biliari, i Fiamaicani danno usualmente un clistere di 1 pinta di brand", che li rende folli ed ebri, come se lo bevessero4 -n base a tali considerazioni, si pensa

che 6>? once di brand" possono bastare con successo. #iguardo agli oli chimici, si trova .uretus '.e morbis internis( che raccomanda ; oncia dolio di ginepro in vino di malva. <laudio .eodatus prescrive coraggiosamente ci01 Q Prendi vino di malva, olio di noci, dogni cosa ? once; spirito di vino 1 oncia; oli chimici di ginepro e ruta, dognuno 6 dramme. Mescola e somministra caldoR. Clistere per lapoplessia Prendi imperatoria di ,pagna ; oncia; coloquintide, posta in un sacchetto, ; dramma; ruta 6 manipoli. 9a bollire in 16 once dacqua e, al filtrato, aggiungi infusione di crocus metallorum, ? once; tintura di castoreo ; oncia; salgemma, olio dambra, dogni cosa 6 dramme. Mescola. <ontrolla le affezioni soporose, la letargia, il coma, lapoplessia e la paralisia. ,e non funziona la prima volta, si pu0 ripetere1 caso abbastanza frequente poich2 gli intestini hanno le fibre paralizzate che ne limitano la ritenzione. Clistere balsamico Prendi brodo di pecora 'dinteriora o di testa( 1C once; 6 rossi duovo; balsamo /ocatelli 1 oncia; sevo di pecora 6 once. Mescola scaldando fino a che il grasso non si sar) sciolto. 9omenta e lenisce gli intestini, allenta e ricompone le tortuosit), le erosioni e le ulcere. un ottimo rimedio per la dissenteria, dopo salasso e purga. Clistere derbe amare Prendi radici polverizzate di serpentaria virginiana 1 dramma; polpa di coloquintide 'in una tela annodata( 1 scropolo; tanaceto, cime di sabina dogni cosa ; manipolo. 9a decotto in : once dacqua, filtra ed aggiungi olio derba di ,. Fiovanni ; oncia; olio chimico dassenzio ; dramma; specie di iera picra ; scropolo. Mescola. <accia gli ascaridi che risiedono vicino allano, ma che, come gli altri vermi lunghi, salgono su per le budella fino allo stomaco. -n tal caso questo clistere non va subito somministrato, ma vanno dati antielmintici per bocca, per alcuni giorni, per snervare e far languire i vermi, e riportarli nei bassi intestini, dove allora il clistere li potr) cacciare. Fli ascaridi 'e soprattutto le loro uova( sono duri da estirpare4 perci0 occorre ripetere la terapia ogni ? giorni e per una settimana, finch2 il loro +nido sar) eliminato. Pratica questa che non ho trovato in altri autori, che, invece, a volte prediligono i mercuriali. H laloe1 QAd minime rilento praetereundum 8udico, et consumendam omnem ascaridum materiam; delendam intestinorum proprietatum, nec praecavendum ne malum redeat, detur aloes scrupulus unus singola4R =rovai nel !artolino(156) 'Acta medica( il racconto di una donna di 5C anni, che prese, per alcuni anni, ogni mese, un brodo fresco dascaridi, che poi espelleva con un clistere dassenzio. Per tutto ci0, concludo che questo clistere pu0 essere dato anche ogni luna nuova, ed al primo quarto, per alcuni mesi, e che, probabilmente, distrugger) i vermi, definitivamente. Clistere carminativo Prendi fiori di camomilla, coccole di lauro, dogni cosa ; oncia; finocchio dolce e semi di comino 'aggiunti alla fine(, dogni cosa 6 dramme. 9a bollire in 16 once dacqua, filtra ed unisci a 6 once di brand", 1 oncia dolio doliva e 6 dramme dolio danice. 4 -n particolare nelle ventosit) coliche ipocondriache, nellisteria, nellidropisia e nel marasma4. Clistere per la colica Prendi vino delle <anarie, olio di linseme, dogni cosa : once; olio dambra ; dramma. ,i possono aggiungere 4C gocce di laudano liquido. ,i d) nelle orribili pene delle budella e nella costipazione4 ma non nei dolori colici provenienti dal ventricolo4

=rovai questo in <ratone1 Q<l"steria, si malum suprambilicum est, parum 8uvant4 dum obstructiones in superioribus partibus sunt, parum materiam attingunt; et sape usurpata incomodum afferuntR. Per questa ragione, come dicono ,ennertus '.e colica( e #iverio, se il clistere non fa effetto e la materia preme sugli intestini, non bisogna insistere troppo a lungo4 En altro fisico1 1 oncia di manna e 6 once dolio di mandorle dolci, in brodo grasso di gallinella. K. !.1 ,* detto finora che il clistere * utile nelle coliche biliari, ma, nelle coliche isteriche, va evitato, poich2 pu0 provocare convulsioni e dolori, rendere la malattia pi% oltraggiosa e portare ad un degrado che pu0 diventare fatale. &uesto i giovani pratici devono sapereS Hra, come non troviamo nulla per il vaiolo prima degli autori arabi, nemmeno abbiamo rimedi per le persone fragili prima del dr. Flisson. <ome Plinio assicura nel libro 6:, i #omani non ne sapevano nulla, cos$ nessuno ha parlato delle coliche isteriche prima del dr. ,"denham. ,olo <. Pisone '1:17( pubblic0 la sua opinione sullorigine nervosa delle coliche ed il nostro famoso dr. Uillis(157) formul0 unipotesi simile4 -n .uretus, che nacque 1CC anni prima del ,"denham, si pu0 trovare un accenno rimarchevole4 -nfine Bollerius ci dice1 Q Aliquando dolor colicus praenuncius est arthritidis et paral"sis; aut translatione materia ad superiore patres, aut temeraria curatione; ut si cl"steres materiam discutientes primo in8eceris. Kam si innascatur dolur colicus a repentina a collectione materiae, et in8iciantur clistere carminativi, sit disseminatio materiaR. 4 Id Ittmuller afferma che !artolino osserv0 come un clistere di tabacco pu0 causare grossi disturbi41 Q<l"ster eN decocto tabaci summe periculosus est, cum usum e8us 'subito ac modo applicatus fuerit( praecordiorum, anNietates, l"poth"mias, vomitus, sudores circa frontem frigidos, totius feralem quasi pallorem, aliaq, similia s"mptomata, insecuta fuisse noverimR. Clistere comune Prendi 16 once della nostra decozione per clistere; sciroppo di succo di senecione o di spinocervo(158), burro salato, zucchero di canna, dogni cosa 1 oncia; olio danice 7 gocce. ,erve per pulire lintestino, e per scaricare ventosit) ed escrementi. Clistere confortante Prendi 1 pinta di vino delle <anarie, ; oncia di diascordio, 6 rossi duovo e mescola. Esualmente se ne prescrive mezza dose, poich2 cos$ potr) esser trattenuto pi% a lungo nel corpo. <ome il giulebbe cordiale aiuta lo stomaco, cos$ questo clistere serve per le budella4 e sposta i miasmi dal centro del corpo allesterno4 ,ono a conoscenza di un celebre fisico che spesso prescrive questo clistere nel vaiolo, allo scopo di provocarne lespulsione; ma io ritengo che questo tipo di pratica vada imitata raramente e con cautela4 Clistere corroborante Prendi assenzio secco e centaurea, dogni erba 1 manipolo; fiori di camomilla, coccole di lauro, dogni cosa ? dramme. 9a bollire in brodo di testa di pecora, fino a 1C once. 9iltra ed unisci a brand" 6 once; olio di trementina e ginepro, dognuno ; dramma. &uesto seviziale funziona come un fomento interno negli intestini; ne ripara il vigore e ristabilisce lo spirito; deterge la cruda flemma, rompe le ventosit) e calma il dolore. Clistere emolliente Prendi 1C once di latte, ? once dolio di camomilla; miele di mercorella (159), zucchero di canna e polpa di cassia, dogni cosa 1 oncia; olio danice ; dramma. Ammorbidisce gli escrementi duri4 Clistere per lepilessia

Prendi fiori di camomilla 1 manipolo. 9a bollire in ? once dacqua ed aggiungi1 spirito di corno di cervo 7 once; olio danice 5 gocce; miele rosato ? dramme. /autore @di questa ricettaA sostiene che non * necessario addizionare rosso duovo. /uso dei sali volatili nei clisteri * una nuova pratica. Ittmuller, che lha sperimentata, scrive che un eminente fisico la preconizz0 nel parossismo epilettico con successo, e somministrava quel clistere sia agli adulti sia ai bambini1 lo prescrisse persino per un infante di un anno. Clistere febbrifugo Prendi 6 once di radice peruviana finemente polverizzata. 9alla bollire in molta acqua, fino a che non si riduce a ; pinta. Passa per setaccio ed aggiungi ; oncia di diascordio e 1 goccia dolio danice. ,e il paziente non lo pu0 trattenere abbastanza tempo, fa bollire in esso ; oncia di buccia o fiori di melagrana aggiungendo 6 once dacqua di cannella. Bo spesso sperimentato questo clistere e lho trovato egregio particolarmente nelle febbri intermittenti, in particolare dei bambini con dose ridotta della met). Kegli adulti lho ordinato ai pazienti che non tollerano la corteccia per bocca. Da dato dopo il parossismo, ripetendolo pi% volte, fino a che la febbre non scompare. A. Belvetius, medico di Parigi, forse lo scopritore di questo rimedio, scrisse su di esso un libretto nel quale lo prescriveva cos$1 QMescola 1 oncia di radice peruviana polverizzata in 1 pinta dacqua calda 'senza aggiungere altre sostanze(. ,omministralo dopo laccesso febbrile, ripetendolo tre volte il giorno, finch2 il paziente star) bene. .opo la prima cura, continua per 16 giorni, dandolo, i primi sei giorni, il mattino e la sera e, gli altri sei giorni, solo il mattinoR. Igli sostiene poi che, se il malato non pu0 trattenere il clistere pi% di tanto, occorre aggiungere 1 oncia di sciroppo di meconio1 sotterr) lo scopo desiderato senza dolore. Clistere antispastico Prendi calce bianca polverizzata ; oncia; ruta, fiori di camomilla, dogni cosa ; manipolo. 9a bollire in ; pinta dacqua, fino a 4 once; al filtrato aggiungi tintura di castoreo ? dramme; diascordio 6 dramme; sciroppo di meconio ; oncia; olio danice 1C gocce. <oncentra gli acidi, conforta lintestino, dissipa il vento, calma le pene e gli spasimi; * singolarmente buono e conveniente per i bambini4 anche nelle convulsioni. Clistere antisterico Prendi rotelle di Wradice diX albero della vita e vitalba, dogni cosa ; oncia; ruta, matricaria, menta romana, fiori di camomilla, dogni cosa 4 manipoli. 9a bollire in acqua, fino ad 1 pinta, che, una volta fredda e filtrata, addizionerai dassafetida 1 dramma; olio dambra 6 dramme; zucchero di canna 1 oncia. ,i pu0 somministrare nella crisi isterica in atto. #eprime potentemente latassia dello spirito. Potrebbe risultare forte per alcune costituzioni deboli e gracili. Clistere per bambini Prendi ? once di latte fresco; olio di mandorle dolci, sciroppo di viole, dogni cosa ; oncia; olio danice 16 gocce. Mellifica e lubrifica, libera il ventre, dissipa il vento e le pene coliche. Clistere lassativo Prendi brodo di gallinella o di vitello o di entrambi, 16 once; olio doliva, zucchero di canna, dogni cosa 6 once; olio danice ; dramma. <onforta gli intestini, scuote le ventosit), ammorbidisce le feci e libera il ventre. Clistere lenitivo

Prendi latte fresco 1C once; mucillagine di pulicaria (160), semi di cotogna, estratti con acqua di papavero rosso, dogni cosa ? once; il rosso di 6 uova; diascordio 6 once. idoneo, quando gli umori colici stimolano eccessivamente e corrodono gli intestini. Httunde lacrimonia, lenisce le membrane apportando nuovo muco, e ristabilisce lo spirito irritato. Clistere di gelso Prendi gelso e fiori di sambuco, dogni cosa ; manipolo; erba, cicuta, giusquiamo, dogni cosa 1 manipolo, acqua di forgia del fabbro Wda portare, bollendo,X fino a 16 once. Al filtrato aggiungi il rosso di 1 uovo; olio di linseme 6 once; olio dambra ; dramma; balsamo solforato 6 dramme. ,cuote gli edemi e le emorroidi interne, placando il dolore; cura le piccole ulcere4 Clistere nutriente Prendi 1C once di brodo fatto con interiore di pecora e il rosso di ? uova; vino delle <anarie ? once; succo di Jermes ; oncia. Molti negano che vi possano essere clisteri nutrienti, ma io sono incline a pensare il contrario1 1> Perch2 il colon ha, nei suoi tessuti, vasi chiliferi; 6> Bo spesso osservato che quando il clistere di melagrana * trattenuto per 64 ore, le feci successive non sono liquide ma solide; ?> Bildanus riferisce di una donna, che, per : settimane, non assunse cibo, e che trasse beneficio da un clistere di questo tipo; 4> P. !orellus vide una persona bere un clistere di vino Wper nutrirsiX. -o notai lo stesso nel clistere anodino. ,i potrebbero portare molte argomentazioni, ma penso che tutto ci0 debba bastare4 Clistere doli essenziali amari Prendi olio di linseme : once; coloquintide, posta in un sacchettino, 1 dramma e ;. 9a bollire un poco e filtra. #ulandus ungeva le budella con una parte di questo ed iniettava la restante parte ad un malato afflitto da dolore iliaco, con buon beneficio4 Anchio credo possa essere un rimedio di cui servirsi. Clistere dei - oli Prendi olio di linseme e di camomilla, dogni cosa : once; olio di scorpioni e di trementina, dogni cosa 6 dramme. comodamente prescritto nella pietra e nella renella, poich2 lubrifica i passaggi, calma gli spasmi dei visceri, ammorbidisce gli escrementi e distende gli intestini che premono sui reni, gli ureteri e la vescica4 Clistere di melagrana Prendi bucce contuse di melagrana ; oncia; fiori della stessa 1 dramma. 9a bollire in ; pinta di latte, fino a 4 once. Al filtrato aggiungi brand", od acqua di cannella, 6 once; diascordio : dramme; olio di noce moscata : gocce. =rattenuto a lungo, fomenta lano, come una decozione astringente calda, o un panno caldo applicato4 Clistere purgativo Prendi decozione per clisteri 16 once e mistura per clisteri ? once. -l titolo dice del suo uso.
Fna parentesi sullefficacia dei clisteri, anche sulle parti alte dellintestino, fino al piloro, per i movimenti peristaltici che vengono attivati.

Clistere refrigerante Prendi emulsione comune 16 once; olio di gigli 4 once; sal prunello 6 scropoli; zucchero di piombo 1 scropolo. Mescola e inietta con latte caldo. utile, quando unacre bile ha invaso gli intestini4, nel colera ed alcuni tipi di febbre4

Clistere saponato Prendi malva, verga doro, dogni cosa 1 manipolo; ginepro, coccole di lauro, dauco e semi di prezzemolo, dogni cosa 6 dramme. 9a bollire in acqua fino a 16 once e sciogli nel filtrato sapone di <astiglia ; oncia; olio danice ?C gocce; sciroppo di viole 6 once. Mescola. .isperde potentemente le ventosit), ammorbidisce le feci indurite, evacua gli intestini, lubrifica i passaggi urinari, espelle la sabbia4 Clistere sonnifero Prendi 7 grani doppio, dissolvi in acqua di papavero selvatico ed aggiungi ; oncia di diascordio e il rosso di 1 uovo. Mescola ed inietta tiepido, prima che il paziente si corichi per la notte4. ,ennetus 'Q.el delirioR( consiglia di mescolare gli oppiati ai clisteri, quando i pazienti sono parecchio debilitati e non possono assumerli per bocca. #iverio 'Q,ulla folliaR( asserisce che il laudano nei clisteri procura il sonno pi% rapidamente e senza problemi. - giovani pratici potranno prescrivere questo rimedio con sicurezza. Platerus ci dice daver prescritto un clistere doppio ad un vecchio, per i dolori della pietra4 e ,almuth scrive di un coma soporoso, dovuto allassunzione di 1 dramma doppio sciolto in un clistere, che fu curato con un altro seviziale di vino di malva. Clistere dolce Prendi : once di latte fresco di vacca e 6 once di melassa. ,i pu0 usare prima di un clisma amaro, per addolcirne gli effetti negativi4 Clistere di trementina Prendi 1 pinta durina di un uomo sano; trementina di Denezia, dissolta in 6 rossi duovo, 1 oncia; olio danice 1 dramma; melassa 1 oncia. una follia prescrivere urine di bevitori, supponendo che siano ricche di spirito4 /urina sembra un ottimo ingrediente per il clistere, perch2 supplisce alla bile. Per Pecquet, ed anche per Belmont, i sali della bile e dellurina sono simili e certamente nitrosi. /a trementina * benefica nellidropisia, nella colica e nella pietra4 Ittmuller riporta che, quando un clistere con ? grammi di trementina, sciolta con rosso duovo e latte, * trattenuto tutto il giorno, d) un caratteristico odore di violetta; lo stesso si verifica se la trementina * presa per bocca. &uesta osservazione * probabilmente fondata, perch2 le particelle di trementina si diffondono ovunque e, smuovendo la natura morbosa4 riportano freschezza ed una migliore crasi4 (iele duva di (alaga Prendi uva passa di Malaga, liberata dalla terra e dai piccioli, uva passa di <orinto, lavata ed asciugata con una tela, dognuna 1 libbra; giuggiole ; libra. Pesta tutto in mortaio di marmo e fa bollire in una quantit) conveniente dacqua dorzo chiara, affinch2 i principi attivi passino nel liquido. ,premi e filtra. &uando sar) depositato, decanta la parte limpida ed aggiungi miele chiarificato e zucchero bianco candito, dogni cosa 4 once. 9a bollire ancora dolcemente e riduci a consistenza di miele4 .esidero qui avvertire il lettore inglese, una volta per tutte, che non intendo fare una critica alle virt% dei semplici dei nostri erbaggi, affermando che sono sgradevoli, di poco effetto, deboli o falsi. Kon va inficiata la loro autorit) ottenuta nella pratica, Wma lesempio che segue, potr) chiarire queste mie affermazioniX. Per uva passa, quando * prescritta, sintende, in genere, luva appassita al sole, gradita al palato, dissetante e pi% efficace nelle opillazioni, per effetto del tartaro miscelato al dolce; e nelle febbri ardenti o per i visceri. /[uva di Malaga, invece, ottunde e matura di pi%, a causa della dolcezza

mucillaginosa; quindi * preferibile nei catarri, nei reumi, nel vaiolo e quando un siero sottile, acre o grossolano, deve essere corretto. (iele alluva passa del (a'ern Prendi uva passa contusa e finemente divisa, 4 libre. Mettila a macerare per 64 ore in 16 pinte dacqua, fa bollire fino ad un terzo del volume, filtra e bolli di nuovo, finch2 non assume la consistenza del miele. .dragogo cartaceo Prendi 4 fogli di carta da scrivere, della pi% fine; 6 gallette napoletane; aqua funtis 6 pinte e ;. 9a bollire fino ad 1 pinta e ; e filtra. .opo, aggiungi 1 pinta e ; di latte, e fa bollire ancora fino a 6 pinte. -nfine dolcifica con zucchero e correggi il sapore con polvere di noce moscata, finch2 sar) grato al palato. Idulcora, d) spessore e toglie le ostruzioni; in particolare * buono per chi ha una diarrea profusa o suda troppo la mattina. .dromele di ciliegie Prendi 6 pinte di miele e 16 dacqua di fonte 16. &uando tutto * bollito e perfettamente schiumato, aggiungi succo di ciliegie rosse 6 pinte, e fa bollire ancora un poco, togliendo le impurit). .iluito * un delicato, piacevole liquore, che pu0 servire come bevanda usuale per estinguere la sete. Allo stesso modo si possono preparare idromeli di succhi aciduli, come, ad esempio quello di cedro > dice il dr. /asher. .dromele diuretico Prendi radici di robbia e finocchio, dogni tipo 1 oncia; prezzemolo 6 once; bacche di ginepro e di lauro, dogni tipo ; oncia; dauco e semi di finocchio dolce, dogni cosa 6 dramme. 9a bollire in 6 pinte e ; dacqua, fino a 67 once. Al liquore filtrato aggiungi succo di muraiola e miele, dogni cosa 4 once. !olli ancora fino ad eliminare la schiuma. .dromele di /oel Prendi ; oncia di zedoaria; gomma ammoniaco non filtrata 6 dramme; fiori di solfo ? dramme; miele chiarificato 6 once; acqua 1 pinta. 9a bollire senza schiumare, fino a 16 once. Alla fine metti 16 grani di zafferano, e, quando * abbastanza freddo, filtra. -ncide molto fortemente, liquefa e porta fuori la dura flemma, che agendo sui passaggi polmonari produce l+orthopnaea(161) e lasma catarrale. Ma, quando * usato in temperamenti ardenti, non mi soddisfa affatto, poich2 favorisce lasma1 sono portato a credere che, in questo caso, dia troppo fervore al sangue ed aumenti lorgasmo degli umori. ,e ne possono dare 1>6 cucchiai, pi% volte. .dromele pettorale 1> Prendi 6 once di liquirizia; uva passa di Malaga, contusa e tagliata finemente, 4 once. 9a bollire in acqua dorzo depurata, da ? pinte a 6. Al filtrato aggiungi 6 once di miele e bolli ancora, mescolando sempre e schiumando bene. 6> Prendi orzo perlato, uva passa di Malaga pestata, dogni cosa ; oncia; 4 fichi; liquirizia 6 dramme; radici denula campana, diris, di calamo aromatico, tabacco secco, dogni cosa 1 dramma; tussilagine, edera di terra, razza, sanicola162), dogni cosa 1 manipolo; finocchio dolce ed anice 'aggiunti alla fine(, dogni cosa 6 dramme. 9a decozione in ? pinte e M didromele semplice, riducendo a 6 pinte. ,premi e filtra per luso. quasi uguale a quello di \oel sopra descritto per leffetto incisivo ed espettorante, ma viene prima di esso per la capacit) di ammorbidire, lubrificare, digerire e maturare. particolarmente benefico

nella tosse profonda ed ostinata, quando i recessi del torace sono sovraccarichi di cruda flemma. Ma in una febbre sottile, il tagliente catarro, espulso continuamente dalle ghiandole gutturali, pu0 divenire pregiudizievole, poich2 fonde, riscalda tumultuosamente gli umori e provoca lincremento della malattia. ,e ne possono dare ? once o pi%, anche inzuppando, come si fa con il caff2, tre volte il giorno. .dromele semplice Prendi 4 pinte daqua funtis; miele ; libra. 9a bollire il tutto schiumando bene. &ualcuno mette 5 pinte dacqua ed 1 pinta di miele. ,erve per allestire idromeli composti1 raramente * usato da solo, tuttavia pu0 essere una buona e gradevole bevanda, nellasma unita ad una tosse cronica, e nella renella o nella pietra. -l miele consiste in un principio dolce e viscoso e in un acido volatile spesso non rilevabile. Per tale acredine esso deterge e secca ed il viscidume * digerito. .nfusione antielmintica Prendi semi dassenzio contusi ; oncia; acqua di menta 4 once; di genziana e di cannella composta, dognuna 6 once. 9a infusione per unora, quindi filtra ed aggiungi sciroppo di cicoria e rabarbaro 6 once; olio di noce moscata 6 gocce. .are, al bambino, 6 cucchiaiate tre volte il giorno, e dopo di essa un purgante adeguato. Aegineta 'libro 4, cap. 5G, pag. ?74( sostiene che quando i bambini non vogliono prendere la medicina, occorre somministrarle loro con la forza, tenendo aperta la bocca con uno strumento ed iniettandola in gola con uno schizzetto da clistere. .nfusione artritica Prendi pino di terra seccato, lavato e contuso, 1 oncia; fiori di lavanda secchi, melassa di Denezia, dogni cosa ; oncia; vino rosso corposo e forte 6 pinte. -nfondi a caldo per due ore e filtra. Per togliere la gotta dallo stomaco e dagli intestini, il paziente ne beva ; pinta e si ripeta la stessa dose, tutte le volte che il medico lo ritenga opportuno. .nfusione amara Prendi acqua comune distillata 4 pinte; brand" ; pinta; sale di tartaro ?6 grani; radice di genziana ? dramme; cime di cardo, centaurea, fiori di camomilla, dogni cosa : dramme; cocciniglia 6 scropoli. -nfondi per 16 ore e filtra. /acqua comune, distillata in un alambicco, mantiene le sue propriet), come le altre acque distillate, e pu0 servire come veicolo poco costoso e generico per giulebbi, infusioni, 3c., essendo privata da tutti i sui sali. Bo scelto le cime di cardo, piuttosto dei semi, poich2 questi contengono olio e rendono linfusione opaca4 #iscalda leggermente come la bevanda amara comune, poich2 in M di pinta del liquore vi * solo ; oncia di brand". Eso darla da sola, o con vino amaro '16 once dinfusione ogni 4 di vino, ma variando caso per caso(. /a dose * di :>7 cucchiai, due volte il giorno. .nfusione amara calibeata Prendi acqua lattea alessiterica 1 pinta e ;; di genziana composta, di menta, magistrale di lombrichi, dognuna 4 once; radici di genziana 4 scropoli; cime di cardo, fiori di centaurea e di camomilla, dogni cosa 7 scropoli. .opo 16 ore dinfusione fredda, passa per setaccio senza strizzare, affinch2 linfusione rimanga chiara e fine, ed aggiungi vino calibeato 6 pinte. .nfusione di camomilla

Prendi 6 pinte dacqua distillata; 4 once di brand"; tartaro crudo 6 scropoli; fiori di camomilla seccati e sminuzzati 6 once. -nfondi a caldo per 16 ore. ,epara il liquido chiaro attraverso un filtro di flanella. Dedi Wper lusoX la decozione febbrile. .nfusione cardiaca Prendi conserva di rose rosse 1 oncia; conserva di fiori di borragine 6 once; buccia di cedro candita e pestata a poltiglia, : dramme. Dersa su queste cose O once dacqua di borragine, ? once dacqua dolmaria, 6 once dacqua di rose damascene. Mescola diligentemente in un mortaio di marmo e lascia raffreddare per unora; filtra il liquore ed aggiungi1 ; oncia di succo di Jermes e di sciroppo di lamponi; 1 oncia di succo di limone; passa attraverso il filtro d-ppocrate (163), finch2 il tutto sar) abbastanza chiaro e delicato. =rattiene il fervore ed acquieta limpetuosit) dellanimo troppo focoso; chiarisce e sostiene gli spiriti abbuiati e depressi per colpa dei vapori dellatrabile; * cosa grata e comoda nella febbre ardente, particolarmente se il paziente * incline ad ipocondria ed a malinconia. .anne un boccale grande da vino, pieno, tre volte il giorno. .nfusione cefalica Prendi sterco di pavone secco 'la parte bianca( 4 once; millepiedi vivi pestati 1 oncia; acqua di ciliegie nere, vino bianco, dogni cosa 1 pinta e ;. /ascia raffreddare e fa riposare per 64 ore, quindi chiarifica, passando spesso attraverso un sacchetto di flanella; aggiungi ? once dacqua antiepilettica del /angius; spirito di lavanda 1 dramma e ;; olio di noce moscata ? gocce; sciroppo di peonia : once. Pulisce i meati del cervello, quando sono invasi da fecce fangose, ne corrobora il relativo tono, il quale, flaccido, produce e fa uscire istinti animali; rinfresca e corrobora la testa debole che fa perdere i sensi; discute le nebbie e le nubi del capo e riporta il +lustro del sole e la serenit). .i conseguenza la impieghiamo con successo nel mal di testa idiopatico, nella vertigine, nello scotoma(164), 3c., dandone M di pinta mattina e sera. .nfusione per la colica Prendi radici contuse di zedoaria 6 once; vino delle <anarie, brand", dogni cosa ; pinta. Macera a calore delicato per 16 ore; al filtrato aggiungi olio di ginepro 1: gocce; di chiodi di garofano 4 gocce; zucchero fine 1 oncia. Kella colica biliare nessuna medicina sar) pi% utile, per rimodellare il corpo. -l dott. ,"denham prescrive la zedoaria anche per le coliche isteriche. Ke devono essere prese 6>? once, tre o quattro volte il giorno. .nfusione antiepilettica Prendi vischio quercino(165) contuso e tagliato, 4 once; succo di ruta 1 oncia; brand" 4 once; acqua di fonte 67 once; sale di tartaro 6 scropoli. -nfondi a basso calore per 16 ore; lascia che il filtrato depositi affinch2 sia ben chiaro, quindi decanta e zucchera con 4 once di sciroppo di peonia. !o"le 'QEtilit) della filosofiaR, p 1G5( riporta il racconto di una radicata epilessia, curata con vischio di quercia. Ma per quanto io sappia, si tratta soltanto di una superstizione dei .ruidi e la penuria del vischio della quercia, d) la preferenza prima a quelli di nocciolo, di biancospino, di cedro, di melo o, persino, di melo selvatico. .nfusione purgativa Prendi 1 oncia di senna e 1 oncia e ; di tartaro bianco polverizzato; acqua di fiori di sambuco, vino bianco, dogni cosa ; pinta. -nfondi a caldo e chiudi in un recipiente di vetro, o invetriato 'ma non dottone( per 16 ore; a 16 once del filtrato, aggiungi sciroppo di cicoria con rabarbaro 4 once; olio danice e di noce moscata, dognuno 6 gocce. Mescola.

/a senna 'dice 9. ,ilvius( * dolce e delicata medicina, se data come sostanza pura o in infusione; ma in decotto, non * cos$, poich2 2 suscettibile di causare spasmi addominali, particolarmente quando abbondano umori gravi ed acri. &uestinfusione * a misura di bambino, come pure degli adulti; funziona molto blandamente, ma efficacemente. ,e qualche costituzione la richiede pi% forte, possono essere aggiunti alcuni grani di scamonea in polvere 'a freddo(, ad ogni dose. /a dose per gli adulti * di ?>5 once, in proporzione dellet). .nfusione rossa Prendi diascordio ; oncia; cocciniglia 6 scropoli; chiodi di garofano 1 scropolo; vino rosso di /isbona : once; acqua di cannella 6 once. /ascia il filtrato depositare, fuori del fuoco, per 6 ore. .ecanta ed aggiungi sciroppo di cotogne 'o di meconio( 1 oncia e ;. ,ono 6 dosi contro la diarrea. .nfusione refrigerante Prendi foglie verdi di fico 1 oncia; radici di margherita comune : dramme; semen contra 6 dramme; acqua di fonte 1 pinta; brand" 6 once; sale di tartaro 1 scropolo. 9a infusione, a caldo e coperta, filtra e dolcifica con zucchero. -l relativo uso * di ripristinare le compagini del sangue, che possono liberarsi del siero in eccesso e da altri escrementi. .nfusione di rabarbaro% Prendi 6 dramme di rabarbaro, finemente tagliato; mirabolani (166) gialli contusi 1 dramma; sale dassenzio romano 15 grani; acqua di cannella e di piantagine, dogni cosa 6 once. -nfondi a caldo e con coperchio, lo spazio di una notte; filtra ed aggiungi1 olio danice 1 goccia; sciroppo solutivo di rose ; oncia 'o : dramme(. A volte lho prescritto cos$, quando ci sono dolori addominali1 rabarbaro 6 dramme; brand" 1 oncia e ;; acqua di cannella 1 oncia. -nfondi 'su carboni caldi( per unora; al filtrato aggiungi sciroppo solutivo di rose 1 oncia; olio di noce moscata 1 goccia; rabarbaro in polvere ; scropolo. Ivacua i succhi biliari 'o di qualunque altro tipo( viscosi che offendono e provocano gli intestini; toglie i dolori addominali, dissipa il vento, corrobora i visceri, corregge la loro untuosit), ne fortifica il tono ed egregiamente possiede tutti i requisiti, giusti e razionali, per arrestare e curare una diarrea. .nfusione di rose composta Prendi rose rosse, balausti, dogni cosa 6 dramme; corteccia di quercia ; oncia; acqua di fonte 6 pinte. 9a infusione calda per 16 ore; quindi filtra ed aggiungi acqua di cannella ed orzo 4 once; zucchero bianco 6 once; olio di noce moscata 6 gocce. Astringe potentemente, quindi, agisce nella diarrea e nello sputo di sangue, ma poich2 pu0 essere dannosa nelle mani dellinesperto, o dello sconsiderato, pongo qui due avvertenze degne dosservazione1 1> -n un cambiamento continuo dei sintomi viscerali, quando la febbre acuta * la malattia primaria, si ha un caso relativamente difficile, ed * pi% sicuro allora regolarsi direttamente con alessifarmaci, che possono affrontare il veleno ostile e guidarlo allesterno, piuttosto che con astringenti e narcotici, che si concentrano infelicemente a chiudere gli umori maligni, ostacolare la depurazione del sangue e rovinare gli spiriti deboli. 6> -n unemottisi; dopo che lemorragia sar) realmente fermata, pu0 accadere che i grumi rimasti passino nei polmoni; ed allora gli astringenti si mostrano inidonei, poich2 sono un impedimento allescrezione e causa di una diminuzione del fiato o di soffocamento, febbri acute veementi, infiammazione dei polmoni, e persino morte. /a dose * di ?>4 once, ripetibili finch2 si ottiene la risposta. .nfusione di rose semplice

Prendi conserva di rose rosse 4 once; olio solforato 47 gocce 'o tanto quanto basta portare ad unacidit) adatta(; acqua di fonte 6 pinte. 9a macerare a caldo tutta la notte; il mattino seguente passa attraverso un sacchetto di flanella, finch2 non chiarisce. Issa deve tutte le sue propriet) alla tintura di rose1 refrigera, trattiene l[ebollizione, corregge il sale acre e d) spessore agli spiriti assottigliati. =empera lira, sazia la sete, rinfresca lo stomaco, ristabilisce l[appetito perso e, moderatamente, astringe. un giulebbe piacevole e grato, utile nelle febbri ardenti e maligne, nelle emorragie del naso, nello sputo e vomito di sangue, negli accessi di calore e di bile, nelle diarree e dissenterie, nella pica(167) e nel pericolo daborto. En bicchiere da vino di essa pu0 essere preso due o tre volte il giorno. Allo stesso modo si possono preparare linfusione di conserva dacetosella, o di viole, contro larsura dello stomaco, o la sete dovuta alla febbre. .nfusione spagnola Prendi acqua di fonte ? pinte; sale di tartaro ; oncia; zafferano 'tagliato finemente( ; dramma; succo fine di liquirizia spagnola 1 oncia. 9a digerire a caldo per 64 ore e filtra. .olcifica, matura, incide e fa espettorare. Kel deflusso sottile delle ghiandole e della gola, che accade principalmente la sera, molestando con una tosse vessante, danne ; pinta, fredda, prima dandare a letto. Ma in una vera tosse di petto, incessante, dovuta ad una diffusa linfa acre, o ad una lorda flemma pesantemente depositata, ostruente ed opprimente i bronchi o i lobi dei polmoni, ne sia bevuta M di pinta ben calda mattina e sera. -n un catarro febbrile, con frequenti cambiamenti di calore e rossore, disturbi alla testa, rumori agli orecchi, infiammazione degli occhi e del naso, sia somministrata come un caff2, molte volte il giorno, lasciando il paziente nel suo alloggio in modo devitare colpi daria fredda. .nfusione stitica Prendi radici secche dortica 4 once; sal prunello ; oncia; succo dortica 6 once; acqua di fonte 6 pinte. 9a infusione calda per 16 ore, filtra ed aggiungi sciroppo daltea 'o di meconio( 4 once. .nfusione per i traumi Prendi ramoscelli verdi di solano, tagliati finemente, 4 once; cocciniglia 1 scropolo; vino bianco 6 pinte. -nfondi, a caldo e con coperchio, tutta la notte; allora, spremuto fuori il liquore, aggiungi sciroppo dedera di terra 4 once; melassa di Denezia ; oncia e miscela. stata sperimentata con successo nelle contusioni; con essa si dissolvono in modo meraviglioso i grumi del sangue, che vengono riconvogliati nella massa circolante, parzialmente mediante diaforesi, parzialmente con la diuresi, e che, a volte, eliminando l[inceppo, sono espulsi completamente dal corpo. Bo spesso osservato 'non senza meraviglia( che funzionando potentemente e specificamente, dopo il suo uso, lurina appare nera1 ho supposto che ci0 sia dovuto ai grumi di sangue dissolti, riassorbiti e mescolati con il siero. Ke siano prese : once, per due volte, o 4 once, per tre volte il giorno. Succo temperante Prendi dente di leone(168), tanto quanto pensi essere sufficiente, pesta fino a poltiglia e metti in un tegame di terracotta invetriato, con coperchio lutato. Poni il recipiente in forno dopo la cottura del pane, lasciandocelo per sei ore; quindi metti il liquido in un filtro di crine, finch2 sar) passato ben chiaro. <on questo metodo si possono estrarre i succhi da tutte le altre erbe sugose. <oloro che hanno uno stomaco freddo, crudo e sottoposto a rutti, devono astenersi sempre dalle spremute grezze1 * questo il senso, della cottura in forno. &uesta semplice medicina diluisce il sangue e gli umori, corregge il loro sale acre, e si mostra delezione per lo scorbuto caldo e le affezioni cutanee. Bo saputo che * stato detto essere buona nella /epra Fraecorum(169)1 per quanto possa giovare per il prurito, per il riscaldamento e per

limitarne la diffusione, io credo non possa curarla. Ke vanno bevute : once, o pi%, nella giornata. Succo per le emorroidi Prendi succo depurato di millefoglio 1 pinta; zucchero bianco 6 once; miscela. &uando il flusso delle emorroidi * moderato e discontinuo, questo succo purga il sangue, grosso per le fecce, preserva e cura molte malattie, come la pleurisia, lo scorbuto, la malattia squamosa, il cancro, la melanconia, lipocondria, la follia, lo scirro(170), i tumori dei visceri, 3c. ,e la perdita di resistenza e il dolore di schiena o delle cosce, fanno venir meno lappetito, rendono il corpo emaciato, di colore verdastro o scuro e lo sguardo assente, certamente vi accorgerete che il flusso * eccessivo e deve essere moderato1 allora questo stitico 'facilmente ottenuto(, pu0 recare un notevole aiuto. Ira il segreto sicuro di un gran medico. #iverio afferma che la decozione di millefoglio, usata come bevanda, per tre giorni consecutivi, toglie felicemente il dolore dei noduli. /a dose * di ?>4 once, due volte il giorno. Succo per lidropisia Prendi 4 manipoli di foglie di piantagine; epatica, cedro selvatico, dogni cosa 6 manipoli. Pesta in un mortaio di pietra, aggiungi ; pinta dacqua di rafano composta, e strizza bene attraverso un panno. -l famosissimo Uillis asserisce di averlo prescritto spesso con successo. /a dose * di ? once, tre volte un giorno. Succo per lo scorbuto Prendi succo di piantagine, cedro selvatico, crescione dacqua, tarassaco, dogni cosa 1 pinta; dacetosa, di limone e vino bianco, ; pinta. /ascia in infusione 'in una cantina(, finch2 la parte spessa si deposita sul fondo; allora decanta il liquore chiaro ed aggiungi ad esso acqua di rafano composta, acqua magistrale dassenzio, zucchero fine, dogni cosa 4 once; spirito di coclearia, : dramme. Miscela. /e spremute derbe diluiscono egregiamente, dolcificano, purificano ed ammorbidiscono il sale acre, le durezze, il torrido e lo spirito irritabile; trasportano fuori delle urine, gli escrementi salini e biliari; ristabiliscono gli ipocondriaci, con un refrigerio gradevole; correggono lhabitus secco ed ispido con unumidit) mellificante. I 'a parer mio( sono i primi farmaci della famiglia degli antiscorbutici. Ma sono pi% efficaci in primavera che in qualunque altro tempo dell[anno; e questo non solo perch2 la natura del corpo umano e dello spirito, in quel periodo, si rinnovano e possono essere aiutati con facilit) nel loro lavoro, ma anche, perch2 gli stessi succhi sono, per propria natura, realmente molto pi% ricchi ed efficaci, come ,imon Paulli osserva, dicendo che le erbe antiscorbutiche sono arricchite con sale volatile in modo particolare nella stagione primaverile. <os$ se prepariamo lessenza o la tintura da queste, alla fine daprile, o allinizio di maggio, saranno di colore rosso come il vino di <hio o di Malvasia4 Ke sia bevuto M di pinta ogni giorno, di mattina e alle quattro del pomeriggio. ,iulebbe acido Prendi 67 once dacqua di sorgente pura 'bollita fino alla met)(; sciroppo di viole ? once; sciroppo di fiori di garofano 'o di lamponi( 1 oncia; spirito di vetriolo, tanto quanto serve a renderlo piacevolmente acido. Miscela. !evendo acqua di fonte 'dopo aver tolto la relativa grossolanit) col bollore(, la bocca * pi% detersa, ed, in molti casi, io la preferisco allacqua dorzo, che, essendo piena di mucillagine pesante, spesso * sgradita sia al palato, sia allo stomaco della gente debole. #iverio ci dice che, gli acidi non dovrebbero mai essere omessi nelle febbri biliose, perch2 gli amari sono dolcificati dagli acidi. I se questi sono forti, distruggeranno l[amarore anche dellaloe o della

coloquintide1 quando lira * spogliata della relativa acredine, non pu0 nuocere. -n un altro testo * scritto che, aggiungendo spirito di vetriolo e zolfo, trovano grande impiego nelle febbri putride, perch2 refrigerano considerevolmente, aprono, ostacolano la putrefazione e linfiammazione degli umori, estinguendo anche la sete. =uttavia, non sostenendo, nella pleurisia, peripneumonite, tosse con sangue, tisi ed altre affezioni polmonari, nell[infiammazione del ventricolo, nella dissenteria, nellurina sanguinolenta e nelle ulcere dei reni e della vescica, sono molto perniciosi e devono essere vietati. &uesto delicato e piacevole giulebbe, pu0 essere dato freddo, nelle febbri ardenti, alla dose di ?>4 once, quattro volte il giorno. ,iulebbe alessiterico Prendi acqua alessiterica con calce e di ciliege nere, dognuna 4 once; di ruta ? once; epidemiale 6 once; tintura di zafferano 'estratto con acqua della melassa( 1 oncia; sciroppo di garofano 6 once; pietra di Foa e di <ontra"erva(171), dognuna 1 dramma; confezione alchermes 6 dramme. necessario ed utile nelle febbri putride e maligne, dove lo spirito * alterato e quasi distrutto da un veleno deleterio e mortifero1 * in grado di ripristinare la dovuta composizione del sangue, sgominare il veleno ed espellerlo. Per questi scopi, ne possono essere permesse fino a 5 cucchiaiate, alla terza, sesta ed ottava ora, secondo il caso lo richieda. Ma si deve attentamente osservare che quando la flogosi * cessata e il vigore degli spiriti ristabilito, si deve immediatamente cessare o almeno diminuire la dose e darlo pi% raramente, affinch2 non possa infuriare un fuoco che rovinerebbe la costituzione del corpo. ,iulebbe dambra Prendi acqua di prezzemolo e di finocchio, dognuna 4 once; dassenzio magistrale e di rafano composta, dognuna 1 oncia; sciroppo delle cinque radici 6 once; sale dambra ; dramma. Fli aperienti, i solventi ed i diuretici volatili, agiscono bene nellanasarca 'non nellascite(4 Perci0 questo giulebbe deve essere considerato come medicina di molto profitto contro lidropisia dogni tipo, se non troppo avanzata, e se non sono scoppiati i vasi linfatici facendo cadere il succo nella cavit) delladdome. .opo la dovuta purga, ne devono essere bevute 4 once, tre volte il giorno. ,iulebbe contro il vomito Prendi germogli di quercia ed acqua di cannella ed orzo, dogni cosa ? once; acqua dassenzio romano e di genziana 'entrambe composte(, sciroppo di limone, dogni cosa 6 once; sale dassenzio romano 6 scropoli; laudano liquido 4C gocce; miscela. Fli elementi di questo giulebbe sono, un sale fisso messo in un acido, posti, a loro volta, in una terza specie neutra, composta dalle piante aromatiche, dagli astringenti e dal laudano. .i conseguenza, ottunde il fermento, richiama il vigore ed il tono acre dello stomaco, regola le furie dello spirito, calma lo spasmo delle fibrille e fa cessare il vomito. /a dose * di ? cucchiai, ripetuti spesso, ma uno stomaco contratto ne sopporter) una minore quantit). ,iulebbe astringente Prendi acqua di piantagine e germogli di quercia, dogni cosa 4 once; acqua di menta ; oncia; acqua forte di cannella 6 once; sciroppo di rose secche 1 oncia e ;; diascordio, bolo, dognuno 4 scropoli; terra del Fiappone 6 scropoli; olio di noce moscata 6 gocce. Miscela. Ba effetto contro la diarrea. Hra, una diarrea sintomatica 'come quella che scoppia all[inizio delle febbri( * sempre nociva1 1> Perch2 impedisce la concozione della materia morbosa; o 'diversamente( la regolare separazione degli umori mediante fermentazione naturale. 6> Perch2 altera assai gli spiriti e li indebolisce. ?> Perch2 * un effetto della colliquazione febbrile, come si

pu0 osservare dalle escrezioni, che sono sempre assai fetide. &uindi, una tal diarrea deve certamente essere interrotta, o almeno limitata, perch* non diventi eccessiva. Di sono molti medici che pensano che i lassativi sono indicati. -nvece /indamus sostiene, a ragione, che costoro non considerano lesatta natura di questi farmaci. Poich2 tale diarrea * provocata da una grossolanit) estrema, dallamarore della materia maligna e dalla confusione o dallo stato di colliquazione degli umori, non va dunque assurdamente esasperata con i purganti; ma essere interamente fermata, o, almeno, contenuta nei limiti dovuti. /a dose * di ? once, ogni sei ore, o pi% se necessario, fino a moderare il sintomo. &uindi, continuando due o tre volte il giorno, se il caso lo richieder). ,iulebbe canforato Prendi acqua di bacche di sambuco e di ciliegie nere, dognuna : once; acqua di brionia composta 1 oncia. ,tempera 4 scropoli di canfora in questa miscela, scalda diverse volte, finch2 la canfora sia ben sciolta; infine aggiungi sciroppo di bacche di sambuco e di ciliege nere, dognuno 1 oncia e ; e miscela. /esperienza ha approvato questo rimedio per essere uno dei pi% eccellenti fra gli antisterici; poich2, meravigliosamente, rinfranca gli spiriti affranti, tratta gli episodi sporadici, interrompe un parossismo in atto ed impedisce il ritorno di un altro. Esato abbastanza a lungo, a volte estirpa radicalmente listeria. /a dose * di 6>? once. ,iulebbe carminativo Prendi vino bianco 4 once; acqua di fiori di camomilla e di ruta, dognuna ? once; acqua di peonia composta 1 oncia e ;; zucchero bianco : dramme; olio di ginepro 64 gocce. Agisce con forza sulla flemma che incide sul ventricolo e gli intestini, rompe la schiuma ed il bollore provocato da movimenti anomali, dissipa il vento ed i vapori, richiama il calore disperso dei visceri e toglie lagitazione spasmodica delle membrane. prescritto utilmente contro i rutti, nellipocondria, contro la colica ventosa, i dolori delle donne, la vertigine, 3c. /e dosi * di ?>4 once, mescolando bene nel bicchiere prima di bere. ,iulebbe per la testa Prendi acqua di ciliege dolci, 4 once; di ruta ? once; di peonia 6 once; di brionia 1 oncia; tintura di castoreo, spirito di lavanda composto, dogni cosa 6 dramme; olio di noce moscata 4 gocce; sciroppo di peonia composto 1 oncia e ;; spolverizza con 4 scropoli di polvere detta di Futteta(172). Ba dato beneficio contro lepilessia, le affezioni soporose e convulsive, nel mal di testa, negli stordimenti e nella paralisi. <inque cucchiai vanno dati, prima, durante, o subito dopo un parossismo. Per la prevenzione, se il cervello soffre dalterazioni particolari, vicino alle fasi lunari, specialmente nel plenilunio quando diventa turgido, cos$ come succede alle ostriche ed ai crostacei che sono pi% pieni e migliori alla luna piena e, al contrario, vuoti alla luna nuova. ,iulebbe calibeato Prendi acqua di finocchio e di prezzemolo, dognuno 16 once; sale di ferro sciolto sul fuoco 6 dramme. /ascia a riposo per 64 ore affinch2 chiarisca, ed aggiungi acqua di rafano, sciroppo delle cinque radici, dogni cosa 4 once; spirito di coclearia, eliNir proprietatis tartarizzato, dognuno ; oncia. Hccorre cominciare con una piccola quantit), ad esempio, ? cucchiai e aumentando gradualmente la dose fino a : o G. 9atto questo, lascia che il medico osservi se il ferro * trasportato fuori, il che pu0 sapersi dal colore scuro delle feci, altrimenti costui vi prescriver) un clistere od un purgante, per pulire gli intestini.

Ancor meglio 'dice Primrose nel Q.e morbis mulieribusR( si pu0 aggiungere il purgante al calibeato; cos$ il corpo si aprir) ed il ferro non potr) rimanere allinterno. ,iulebbe cordiale Prendi acqua balsamica e di ciliege nere, dognuna ? once; di cannella ed orzo, 6 once; epidemiale 1 oncia e ;; acqua di peonia composta, sciroppo di garofani, dogni cosa 1 oncia; sciroppo di limoni ; oncia; confezione alchermes 4 scropoli. Mescola. Kon appena queste specie cordiali vengono a sfiorare lo stomaco e a volte quando hanno solo sfiorato la bocca, mettono in atto le loro virt% e ristabiliscono lo spirito4 <os$ il cervello e il precordio, irradiati da un effluvio esaltante, ripristinano le funzioni vitali, dando vigore a tutto il corpo. Ma questo stesso vigore4 pu0 essere, a volte, momentaneo e fugace, come lo spirito di vino4 ed allora il malato pu0 ricadere tristemente di nuovo nel languore1 in questo caso, il giulebbe non serve a nulla4 -n considerazione di tutto ci0, se la notevole pratica me lo permette, io sostituirei linefficace giulebbe con un generoso elettuario, ricco doli aromatici4 ,iulebbe cordiale temperato Prendi acqua di rose di .amasco 7 once; acqua forte di cannella 6 once; vino del #eno 4 once; succo darancia e zucchero bianco candito, dogni cosa 1 oncia; polvere fine di corno bruciato di cervo, 4 scropoli. .) conforto ed aiuto alle febbri, quando al paziente brucia la testa e vi * arsura. Ancora, quando acri e brucianti escrementi biliari sono portati dal sangue al ventricolo, provocando angoscia, tormento, dolore. /a dose * di 4 once, tre o pi% volte il giorno. ,iulebbe diuretico acido Prendi vino del #eno 1 pinta; succo depurato di muraiola e di limone, dogni tipo 6 once; acqua di chiodi di garofano, brand" francese, sciroppo delle 5 radici aperienti, dogni cosa 4 once. Mescola. - sali diuretici acidi liquefanno il sangue e vi precipitano il siero, cos$ come succede quando liquori acri sono posti nel latte che bolle4 Kormalmente il sale del sangue * in parte fisso, in parte nitroso ed in parte volatile; in alcune persone scorbutiche o idropiche, * principalmente fisso e, in questo caso, il nostro diuretico acido pu0 essere usato con successo. Ma nelle affezioni reumatiche, o in quello scorbuto dove le particelle saline del sangue sono caricate di flussione e la parte volatile * depressa 'il che * abbastanza usuale(, i rimedi acidi fanno pi% danno che bene. /a dose * di 4>: once. ,iulebbe diuretico aromatico Prendi 7 once di vino bianco; 4 once dacqua di finocchio; ? once dacqua di rafano composta; tintura di sale di tartaro ; oncia; olio di ginepro 64 gocce; olio danice e di noce moscata, dognuno 7 gocce; zucchero bianco 1 oncia. Fli aromatici diuretici, non operano tanto bene sul sangue4 ma la loro principale +ratio operandi 'abbastanza assurdamente( consiste nel fatto che, per la loro volatilit) e leggerezza, aprono, detergono e confortano, reni ed ureteri, stimolandoli nelle loro funzioni peculiari. <os$ questa medicina trova luogo non nella febbre, nello scorbuto 3c., per fondere e depurare il sangue, ma piuttosto nei dolori della renella e per rimuovere la sabbia ed il fango che ostruisce i meati urinari, rendendo la libert) di fare acqua. Ma in un dolore nefritico, quando i reni sono afflitti, sono pi% adatti rimedi stimolanti e riscaldanti, che permettono alle membrane di contrarsi ed alla pietra di scendere. anche una medicina molto utile4 da usarsi nellidropisia e nelle ostruzioni del mese, come grandi esperienze hanno provato. /a dose * di 4>: once, due o tre volte il giorno.

,iulebbe diuretico nitroso Prendi acqua di chiodi di garofano 6C once; acqua di rafano composta, sciroppo di coclearia, dogni cosa : once; sal prunello ; oncia; sale dambra 6 scropoli. Mescola. #ende fluido il sangue e diluisce tutti gli umori; scioglie ed elimina i sali di tartaro, assesta il muco, refrigera, deterge ed apre reni ed ureteri. ,embra una medicina salvifica, quando la regione dei lombi * tormentata da calore e dolore4 Ma bisogna osservare che luso troppo liberale e frequente di questi diuretici nitrosi, pu0 causare unalterazione del tono renale. .anne 4>: once, tre volte il giorno. ,iulebbe emmenagogo Prendi acqua di menta romana ? once; di brionia composta 6 once; vino bianco : once; olio di sabina 16 gocce; olio di chiodi di garofano 7 gocce; zucchero bianco 1 oncia. ,muove il mese, stimola lutero e nelimina le ostruzioni, esaltando il sangue. particolarmente utile, quando il mestruo non * totalmente assente ma povero, accompagnato da dolore dogni parte del ventre, mentre * inutile somministrarlo, quando la mestruazione * scomparsa totalmente da pi% di sei mesi. /a dose * di ? once 'assieme a pillole di mirra, o simili(, due volte il giorno, due giorni prima del tempo previsto e durante il mestruo stesso. ,iulebbe antiepilettico Prendi polvere finissima di scorza del Per% : dramme; radice di serpentaria virginiana 6 dramme; acqua di ciliegie nere e fiori di vischio dogni cosa : once; di ruta e derba caprina (173), dognuna ? once; di peonia composta 6 once; tintura epilettica ? dramme; sciroppo d peonia composto ? once. Mi fu comunicato. -l titolo ne indica luso. -l paziente ne prenda ? once, mattina e sera, prima della luna nuova e piena, agitando bene nel bicchiere. ,iulebbe doro Prendi 1 pinta di vino delle <anarie; chiodi di garofano contusi ; dramma; zafferano finemente tagliato ; scropolo. 9a digerire in un bagno coperto, per unora, aggiungi spirito di sclarea 'arricchito con essenza dambra grigia( ; oncia; spirito di lavanda composto 1 dramma; sciroppo di garofano 1 oncia e ;; succo filtrato di Jermes ; oncia; ? foglie doro. un cordiale molto ricco e confortevole. ,iulebbe di semprevivo(174) Prendi acqua duova di rana 7 once; succo depurato di semprevivo, sciroppo di limoni, dogni cosa 6 once. Mescola. #efrigera potentemente, toglie lestuosit) del sangue ribollente, ricrea lo stomaco bruciante, allevia larsura e aiuta nel mestruo. ,iulebbe antisterico Prendi acqua di ciliegie nere, dartemisia, di menta romana, dognuna ? once; di brionia composta 1 oncia e ;; tintura di castoreo ; oncia; olio dambra, 'assorbito bene in 1 oncia di zucchero bianco( 64 gocce. Mescola. &uesta ed altre medicine fetide tolgono listeria4 interpongono le loro funzioni alle membrane del cervello o del pericardio, se date con perseveranza4 ma non sono adatte a tutti, come a coloro nei quali lolio dambra arreca fetidi ed abominevoli rutti, da renderli malati, al punto che non possono continuare tale terapia. /a dose * di 6>? once. ,iulebbe di muschio

Prendi : once dacqua di rose di .amasco; di fiori darancio, di peonia composta, dognuna 1 oncia; di cannella ed orzo 6 once; dacqua celeste ; oncia; muschio, ambra grigia 'pestata fine con 1 grano di sale di corno di cervo(, dogni cosa 6 grani; zafferano 'finemente suddiviso e posto in un sacchetto di mussola( 1 scropolo; confezione alchermes 6 dramme, olio di chiodi di garofano, sciroppo di garofani, dogni cosa 1 oncia e ;. Mescola. -l suo piacevole gas gratifica gli spiriti che, portati in uno stomaco languente o riarso, lo rinfrescano; * un nobile cordiale e non ho trovato medicinale miglior per febbri maligne4 che portano al turbamento ed alle convulsioni. Ma comportandosi ingenuamente, a volte, si verifica un singulto; confesso daver spesso osservato tale sintomo, disperato e pernicioso4 Ke siano presi 5 cucchiai ogni tre ore, o, meglio 'penso pi% opportunamente(, 1 cucchiaio ogni mezzora, per non sovraccaricare lo stomaco con grandi quantit), e, nello stesso tempo, continuare a profondere la medicina. ,iulebbe di muschio per bambini Prendi acqua di ciliegie rosse 6 once e ;; di peonia composta ; oncia; spirito di lavanda composto 16 gocce; muschio 'mescolato sul marmo con 1 grano di sale di corno di cervo e 1 dramma e ; di zucchero bianco candito( : grani; perle ben levigate 1 scropolo. Mescola. Ke possono essere date 6>? dramme ad un neonato, tre volte il giorno, o pi%, durante la convulsione; di pi%, in proporzione allet), nei bambini di due o tre anni, per la tosse di trachea. ,iulebbe pettorale Prendi acqua di finocchio : once; di menta romana e dissopo, dognuna 6 once; tintura aromatica e di zafferano 'preparato in acqua di melassa( dognuna 1 oncia; olio danice 16 gocce; zucchero bianco : dramme; spirito di sale ammoniaco 16 gocce. Mescola. -o aggiungo, di solito, tintura di gomma ammoniaco 'fatta con spirito di vino( da 16 a 64 gocce. fatto di particelle volatili, oleose e balsamiche, incorporate in un corpo dolce. /e sue propriet) sono diverse1 incide, lenisce, attenua, matura, corregge il siero salino, caccia la dura flemma, corrobora il tono dei polmoni, libera i bronchi dai catarri. -n poche parole * il pi% eccellente farmaco per il torace, conveniente anche in ogni sorta di tosse. /a dose * di 6 cucchiai, specialmente dopo ogni attacco di tosse. ,iulebbe di perle contro la tisi Prendi 7 once della nostra acqua pettorale di lumache; acqua di cannella !arl" : once; sciroppo balsamico 6 once; perle preparate 4 scropoli; olio di noce moscata 1 goccia. Mescola. /acqua !arl" * una comune acqua di cannella senza spirito di vino in essa1 penso che non sia migliore, per questuso, della comune. ,i usa per rinfrescare gli spiriti, restituire la giusta acidit) allo stomaco, e preservarne il tono; apre i duri tubercoli dei polmoni; addolcisce lacrimonia degli umori, corregge la diatesi colliquativa del sangue. -nfine estingue lardore etico, ed impedisce alla linfa duscire in massa dalle ghiandole e di passare alla trachea ed ai polmoni. /a dose * di 4 once, tre volte il giorno, e 5 cucchiaiate nellacuirsi della malattia. ,iulebbe temperato e cordiale di perle Prendi acqua di borragine, dacetosella, dognuna 4 once; di rose di .amasco, di cannella !arl", dognuna 6 once; perle preparate 1 dramma; zucchero bianco candito ? dramme; olio di noce moscata 1 goccia. particolarmente efficace4per lansia dovuta alla febbre... /a dose * di : cucchiai, a piacere. ,iulebbe freddo e cordiale di perle

Prendi acqua di ciliegie nere e alessiterica con calce, dognuna 4 once; acqua !arl" di cannella 6 once; acqua epidemiale, di peonia composta, dognuna 1 oncia; perle preparate 1 dramma; zucchero bianco candito ? dramme. Mescola. Ba le stesse virt% del precedente, ma essendo un po pi% freddo4 si pu0 prescrivere non solo quando lo stomaco * malato, ma, anche quando la dovuta fermentazione del sangue scema, il polso sindebolisce, lo spirito langue4 Ke vanno dati 5 cucchiai allacuirsi della malattia. ,iulebbe antisterico di perle Prendi acqua di ciliegie nere e dartemisia, dognuna ? once; di menta romana, ruta, brionia composta, dognuna 6 once; perle preparate 1 dramma; zucchero bianco candito ? dramme. /uso * indicato4 Da bene nel languore, nelle malattie comatose e convulsive, anche con febbre. .anne 5 cucchiai, tre volte il giorno, o pi% se il caso lo richiede. ,iulebbe per la pleurite Prendi acqua di papavero selvatico : once; acqua di tussilagine 4 once; sciroppo di papavero selvatico 6 once; sal prunello, sangue di capra, dogni cosa 4 scropoli. Mescola. Allevia larsura, refrigera il sangue, dissolve i viscosi coaguli, rompe le ostruzioni, rilassa le membrane increspate che dolgono, promuove lespettorazione e la diuresi. Ke vanno date 4 once, tre volte il giorno. ,iulebbe "proprietatis Prendi 1C once di vino delle <anarie, 6 once dacqua di menta, 4 once dacqua di genziana composta, 6 scropoli di chiodi di garofano polverizzati, 4 scropoli di radice dangelica spagnola. Metti in infusione fredda e coperta, per 6 ore e, al filtrato, aggiungi eliNir proprietatis tartarizzato 6 dramme. Per stimolare lappetito, togliere la nausea, aiutare la digestione, ne vanno prese 6 once, mezzora prima o subito dopo i pasti, tutti i giorni. ,iulebbe di lamponi Prendi vino delle <anarie 4 once; radice diris tagliate finemente 4 scropoli. -nfondi a lieve calore, per unora. Al filtrato aggiungi acqua di rose di .amasco 4 once; di cannella !arl" 6 once; acqua celeste, spirito di sclarea, succo filtrato di Jermes, dogni cosa 6 dramme; sciroppo di lamponi 1 oncia e ;; 6 foglie doro. Mescola. un cordiale assai piacevole e temperato per gli svenimenti, le palpitazioni, le convulsioni che dipendono da un indebolimento dello spirito, ma non per la depressione isterica. ,iulebbe refrigerante Prendi acqua di porcellana(175), borragine, acetosella, dognuna 4 once; acqua di rose di .amasco, succo di limone 'fatto di fresco e limpido( 1 oncia; sciroppo di lamponi 6 once. Mescola. una medicina molto apprezzata nelle febbri, per temperare le lordure e i depositi nocivi del ventricolo provocati dalla flemma; estingue il fervore, allevia linsopportabile arsura e reprime leccessiva ebollizione del sangue. Ma un uso eccessivo non * auspicabile, a causa del succo di limone 'afferma #iverio(4che pu0 causare, se dato frequentemente ed eccessivamente, afte ed escoriazioni allo stomaco e lienteria(176). /a dose * di 4 once, due volte il giorno... ,iulebbe per lo scorbuto Prendi acqua di fiori di sambuco 6C once; acqua di rafano composta, sciroppo di bacche di sambuco, dogni cosa : once; spirito di coclearia ; oncia; olio di sassofrasso 4 gocce. Mescola.

-l titolo dice delle sue virt%. Per la +ratio operandidei farmaci antiscorbutici vedi la birra, la decozione e lelettuario per lo scorbuto. /a dose * di 4 once, tre volte il giorno. ,iulebbe viscerale Prendi acqua di crescione, di fumaria, di fiori di sambuco, dognuna : once; di genziana composta, magistrale di lombrichi, sciroppo delle cinque radici aperienti, dogni cosa 4 once; tintura di sale di tartaro 1 oncia e ;; spirito di coclearia, eliNir proprietatis tartarizzato, dogni cosa 6 dramme. <orregge il succo acido del ventricolo 'recato dalla flemma( e ne conferma il tono; cura lo scorbuto, agisce anche sui visceri e sulla massa del sangue, ma per non fare noiose ripetizioni, rimando il lettore alla birra ed alla decozione viscerale. /a dose * di ?>4 once, mattina e pomeriggio, da continuare per alcune settimane. ,iulebbe stomachico Prendi vino di ciliegie, acqua di cannella !arl", dogni cosa 4 once; acqua di menta, di genziana composta, dassenzio composta, sciroppo di cotogne, dogni cosa 6 once; olio di chiodi di garofano, e di noce moscata 6 gocce. Mescola. Alloccasione possono essere aggiunte 6 dramme di melassa di Denezia. -ncide e rimuove il fango e le putredini che invadono le pieghe ed i villi del ventricolo4 corrobora le flaccide fibre con un sale voltile oleoso, rinforza gli spiriti e li rinfresca, ripara il tono dello stomaco, richiama lappetito, aiuta la concozione, cura i rutti, dissipa la ventosit), tiene lontani nausea e vomito. ,e ne possono bere ?>4 once unora prima di desinare, per richiamare lappetito in uno stomaco freddo, o, immediatamente dopo, per favorire la digestione. ,iulebbe stitico Prendi : once dacqua di piantagine; duova di rana 4 once; sciroppo di corallo composto (177) 6 once; catec%, croco astringente di Marte, dogni cosa 6 scropoli; zucchero di piombo : grani; laudano liquido 4C gocce. Mescola. =oglie il disordinato turgore del sangue, 4 * adatto nelle emorragie del naso, nel flusso emorroidale, nel mestruo eccessivo e nelle urine sanguinanti. /a dose e di ? once, due o tre volte il giorno, assumendolo freddo. ,iulebbe per le partorienti Prendi ? once dacqua balsamica e di ciliegie nere; acqua del dott. ,tephens (178) e di cannella !arl", sciroppo di meconio, dogni cosa 6 once; laudano liquido 4C gocce. Mescola. un rimedio benedetto e ben sperimentato per i dolori puerperali, e non * necessario fermare limpetuoso fiume di sangue che, abbastanza frequentemente, accompagna le pene, poich2 restituisce lo spirito, rilassa le fibre prima convulse, costringe le membrane dellutero e della vagina, restringe la bocca dei vasi4 &uesta non * una pratica razionale, uscita dallo studio, ma * stata sufficientemente provata da renderla indiscutibile 'anche da me stesso(. <onosco molti che sono contrari come un autore recente, che onoro molto e che quindi non voglio nominare. -l dott. Uillis sostiene che la soppressione del sangue * accompagnata da perturbazione del sangue, vomito, arsura e perdita della vigilanza1 io ho trovato sufficiente il laudano ' mischiato a zafferano( per controbattere queste cose con successo. -l dr. ,"denham, a proposito della somministrazione degli emmenagoghi , aggiungeva una singola dose di laudano allemmenagogo4 #avaggio contro lidropisia

Prendi spirito rettificato di vino ? once; spirito di lavanda 1 oncia; pillole cocchie maggiori (179) ; oncia; oppio crudo 6 dramme. Mescola. ,i pu0 usare solo o 'ed * meglio( con unegual quantit) dinfuso dolio di fiori di sambuco, sfregando, a caldo, le parti, due volte il giorno. Mi fu comunicato come un rimedio efficacissimo contro i tumori umidi, il ventre grosso dei bambini, gli edemi dei piedi. Kon si deve temere la cancrena usandolo, poich2 'in ragione delle particelle gassose(4 apre i pori, e permette alla viscosa e stagnante linfa di essere risucchiata entro la circolazione sanguigna. #audano per listeria Prendi laudano di /ondra, assafetida, dogni cosa 6 grani; olio dambra 1 goccia. 9a due pillole, per una dose. #inimento con allume Prendi allume crudo e usto, dognuno 6 dramme; bolo, terra del Fiappone, dogni cosa 1 dramma; olio di sassofrasso : gocce; miele rosato q.b. e mescola. ,i pu0 aggiungere gomma lacca in polvere. ,erve per le gomme(180) scorbutiche, putride, spugnose, allargate o sanguinanti che difficilmente si richiudono; e per il mal di denti. #inimento cefalico Prendi olio di noce moscata, ottenuto per spremitura, ed olio di palma, dognuno 1 dramma e ;; olio chimico di chiodi di garofano, rosmarino e salvia, dogni cosa 1 scropolo. Mescola. ,i usa, esternamente, per affezioni debilitanti, dolorose, flemmatiche e depressive del capo. Hra, io dubito veramente se le applicazioni esterne vadano ad interessare le meningi od il cervello, oppure no1 queste sono talmente chiuse nel cranio 'come in una scatola dosso( che sospetto possano avere una scarsa comunicazione con lesterno.
8egue un lungo discorso atto a giustificare come, secondo i criteri dellanatomia e della fisiologia dei tempi di #uller, questi tipi di farmaci possano avere un effetto farmacologico.

#inimento frontale Prendi unguento dalabastro 6 dramme; olio di rose : dramme; oppio : grani; canfora 7 grani; olio di noce moscata 4 gocce. Mescola. ,i usa, esternamente, sulle tempie e sulla testa, per indurre il sonno e per la cefalea, principalmente quando la causa non * nel cervello, ma nella sola parte che andremo a trattare1 saremo soddisfatti, quando le tempie non pulseranno pi% e gli occhi non dorranno. #inimento antiemorroidale Prendi unguento populeo(181) 6 dramme; olio duova : dramme; zucchero di piombo 6 scropoli; oppio 7 grani; olio dambra 1: gocce. Mescola4 #inimento di /oel Prendi verderame 1 dramma; miele rosato 1 oncia; aceto ; oncia. 9a bollire fino a consumazione dellaceto e, quando il composto sar) freddo, aggiungi allume usto polverizzato 6 scropoli; mastice, incenso di 9rancia, mirra, dogni cosa 1 scropolo. Kelle gomme ulcerose e putride, sadopera, dopo opportuno lavaggio, applicandolo in un sacchettino. #inimento con gommalacca Prendi gommalacca 1 dramma e mezzo; allume usto 1 scropolo; sale 15 grani; miele rosato : dramme. Mescola. Per le gomme dello scorbuto. #inimento per i fianchi

Prendi unguento daltea : dramme; olio di giglio e di mattoni, dognuno ? dramme; canfora ; dramma. Mescola. ,muove, lubrifica e ricompone le fibrille alterate dagli spasmi4 Da posto su di un foglio di giornale, quindi si mette sulla parte dolorante, coprendo con un pezzetto di flanella. ,i ripete due volte il giorno4 #inimento per la paralisia Prendi lunguento detto +martiatum(182) 6 once; olio di spigo, petrolio, dogni cosa ? dramme; euforbio polverizzato 1 scropolo; olio dambra 1 dramma e ;; olio di rosmarino ; dramma. #imuove il blocco e gli ostacoli dei nervi, causati da un viscido succo4 9a rilassare le membra, prima di sfregare con il linimento, due o tre volte il giorno. #inimento spinale Prendi urina duomo sano, vino =into, olio di piede di bue, dogni cosa 6 once; spermaceti 6 dramme; macis 1 dramma. 9a bollire fino a 4 once. En certo fisico custodiva questo rimedio come un secreto per il rachitismo, ed era solito usarlo sulla spina dorsale, cominciando dal collo e massaggiando verso il basso. Poich2 questa malattia proviene dallostruzione della midolla spinale, e dalla debilitazione delle membra, questo unguento, aperiente e corroborante, pu0 essere impiegato con successo. <onsiderato che il rachitismo non aggredisce che i teneri infanti, la carne dei quali * morbida e debole, penso che non vada applicato troppo caldo. #uto per il viso Prendi ? galle di quercia; spirito rettificato di vino ? pinte. Istrai la tintura e porta alla consistenza di miele. .issolvi in 6 once di succo di limone ed aggiungi ? dramme di calomelano in polvere, 6 dramme di sale di vetriolo, 1 dramma di borace veneziano, 1 dramma e ; di fecola di crescione variegato. 9a digerire al sole per 4 giorni, filtra e fa evaporare fino a consistenza mucillaginosa. Per le scottature da sole, efelidi, macchie, brufoli, pustole, rossori, +gutta rosacea (183), e tutte le imperfezioni del viso. Mettilo sulla parte, tre volte il giorno. #iscivia idropica Prendi cenere setacciata di ginestra, piccioli di fagiolo, dogni cosa 6 once; succo di prezzemolo 4 once; vino bianco 4 pinte. 9a liscivia alla quale 'chiarita e filtrata( aggiungerai sale di tartaro 1 dramma; sassofrasso 1 oncia; coccole di ginepro ed alloro, semi di dauco, mostarda, cumino ed anice 'tutti contusi(, dogni cosa ; oncia. 9a infusione a freddo per due giorni, quindi filtra ed unisci a 4 once dacqua di rafano composta. Ke va bevuto M di pinta, due volte il giorno, con ?C gocce di spirito di coclearia in ogni dose. #och apoflemmatico Prendi sciroppo dissopo 6 once e ;; olio di mandorle dolci 1 oncia; olio danice 6 gocce; tintura di mirra 1 dramma; polvere direos 4 scropoli; fiori di beniamino ; scropolo; tabacco 4 grani. ,erve per spronare le varie parti del corpo, rendere limpida la saliva, incidere sulla flemma che sgorga dalle ghiandole, lubrificare i meati. =oglie la viscida flemma anche dalla gola, ugola, parotidi, 3c., oppresse da un muco denso; promuove la secrezione bronchiale e smuove la tosse. #och antiasmatico Prendi sciroppo dedera di terra, mentastro, dogni cosa ; oncia; ossimiele semplice 1 oncia; polvere daro composta e direos, gomma ammoniaco 'sciolta in acqua di cannella e filtrata(, dogni cosa 1 dramma; eliNir proprietatis 'preparato con olio di solfo sotto campana( ; dramma; fiori di beniamino 16 grani. Mescola.

un rimedio egregio, dalle stesse virt% del loch daglio. Agisce potentemente nella tosse, provocando lespettorato, ma ha il pregio, rispetto a quello, di non incidere sulla massa del sangue, per cui * migliore per coloro che sono di calda costituzione, o colpiti da febbre, e per i tisici. #och balsamico Prendi balsamo del =ol% 'polverizzato e mescolato con 1 rosso duovo( ; oncia; loch sanans 1 oncia; balsamo del Per% 4 gocce; sciroppo di fiori di tussilagine q.s. Possiede tutte le virt% dellelettuario balsamico, ma con il vantaggio dessere pi% gradito al palato e meno nauseabondo per chi non tollera lamaro balsamo di <opaive. #och bechico Prendi 6 dramme di trocisci bechici neri(184), triturati con accuratezza; loch sanans ; oncia; sciroppo di giuggiole q.b. Httunde lacrimonia, toglie linfiammazione, lubrifica, matura e d) spessore. specialmente utile, quando lacre sale del siero sgorga dalle ghiandole, provocando lirritazione della laringe con crudeli fatiche del paziente, cui torna ripetutamente la tosse. #och comune Prendi ? dramme di trocisci bechici bianchi ben polverizzati; olio di mandorle dolci, sciroppo daltea, dogni cosa 1 oncia e ;. Mescola. #efrigera, umetta e lubrifica lesofago e le varie parti della gola rosse e brucianti, pi% del bechico precedente, anche se matura meno la tosse e lespettorato. Diene prescritto, con gran risultato, nelle febbri che comportano asperit) della gola4 #och denula campana Prendi enula campana polverizzata, iris, liquirizia, catec%, dogni cosa 6 dramme; olio danice 6 gocce; sciroppo di meconio ? once o quanto * sufficiente per ottenere la miscela. Hpera in una maniera duplice1 prima, attenua e porta via la materia stipata nella gola; in secondo luogo calma lirritazione e ferma la stilla del siero nocivo1 * quindi particolarmente indicato nei catarri, nella tosse e nellacrimonia4 #och daglio Prendi loch sanans 1 oncia e ;; aglio candito 'come nella 9arm. !at.( ; oncia; gomma ammoniaco 'sciolta in vino bianco e filtrata( 1 dramma; polvere daro composta, mirra, dogni cosa ; dramma. Poich2 laglio * intriso di un acre succo volatile, che penetra con facilit) individuando ed interessando le pi% piccole particelle, noi troviamo > afferma !ennet > dopo averlo mangiato, i tessuti colmi del suo odore, e pesantemente doloranti; /oPer osserva che se laglio * posto, ammaccato, sui piedi, lalito sentir) del suo aroma. Agisce potentemente sulla materia che ottura i tubi dei bronchi4 e la trachea; ... non * conveniente nellemottisi, negli sbocchi del sangue4 e nelle calde costituzioni. #och verde Prendi sapone fine di Denezia ben triturato 6 scropoli; olio di mandorle dolci, sciroppo di violette, dogni cosa 1 oncia. Mescola. <alma la tosse che irrita la laringe. -n tutta la +#epubblica della Medicina, non si pu0 trovare cosa migliore per lubrificare e rendere facile lespettorazione4 #och di 0al' Prendi polvere di Bal", fatta di fresco, ; oncia; diacodio 1 oncia e ;, o q.b. Mescola. .) spessore, ottunde lacredine, gratifica le parti, acquieta la tosse ed * specifico per il catarro e per la tisi4

Kon si trova articolo migliore, nemmeno un eclemma (185), o nessun altro farmaco, tranne i vapori o i fumi, che possa entrare direttamente nei polmoni4 #och giapponese Prendi 6 dramme di terra del Fiappone ben triturata; bianco duovo sbattuto : dramme; sciroppo di consolida sufficiente per dare la dovuta consistenza. cosa buona ed utile per refrigerare ed ispessire il sangue, dunque, nellemottisi e nella rottura dei vasi; per fermare una tossa catarrosa e per ripulire i polmoni. #och ispessente Prendi radice daltea polverizzata ? dramme; fiori di solfo 1 dramma; gomma arabica ; dramma; bianco duovo sbattuto 1 oncia; sciroppo daltea quanto vuoi, o quanto basta per dare la giusta consistenza. vantaggioso per tutti i caldi, sottili e taglienti sali reumatici, che, dallesterno si riversano sulla laringe, impedendo il sonno a causa della tosse insistente. #och levigante Prendi sciroppo daltea, bianco duovo sbattuto nellacqua, dogni cosa 1 oncia; penniti di zucchero(186) ; oncia. mescola. Kelle febbri * di singolare aiuto e conforto, contro larsura, la raucedine, le durezze e le escoriazioni della lingua, della bocca e della gola, causate da un deficit o dalla cattiva composizione della saliva. #och dolio di linseme Prendi olio di linseme fatto di fresco, zucchero bianco candito e polverizzato finemente, sciroppo dedera terrestre, dogni cosa ; oncia; iris polverizzata 1 dramma; fiori di solfo ; dramma; tintura di gomma ammoniaco 16 gocce; olio danice 4 gocce; sale di corno di cervo 'o sale volatile ammoniaco, o fiori di beniamino( : grani. Mescola. -ncide sulla spessa flemma e lespelle; presta un eccellente servizio nella pleurisia e nellalito imbarazzante. #och "#ocatellus Prendi conserva di rose rosse 6 once; conserva di cinorrodo 1 oncia; balsamo /ocatellus 'fatto con sangue di drago in luogo del sandalo( ? dramme; sciroppo di consolida q.b. per dare il corpo dovuto. 4 &uesto linto balsamico arresta la tosse gutturale che esaspera violentemente i polmoni; aiuta a ripristinare la tumida tensione e deterge i vasi bronchiali ingiuriati e rotti. #och mucillaginoso Prendi semi di pulicaria e di cotogne, dogni tipo 1 dramma e ;. 9a decotto nella dovuta quantit) dacqua, fino ad estrarne una mucillagine1 a 4 once di questestratto aggiungi 1 bianco duovo sbattuto e 5 dramme di zucchero bianco candito e polverizzato. Per qualit) eguaglia 'e, secondo me, eccelle( il loch levigante. #och di mirra Prendi mirra ben polverizzata 6 dramme; zafferano ; scropolo; noce moscata ; dramma; miele 6 once. Mescola. 4 .issolve la materia occlusiva dei polmoni, deterge i canali e le vescicole, apre i tubercoli, risolve escoriazioni e piccole rotture4 una medicina opinabile nella consunzione al primo stadio. #och oleoso

Prendi olio di mandorle dolci, sciroppo di capelvenere, dogni cosa 1 oncia e ;; zucchero bianco candito e polverizzato 1 oncia; polvere di liquirizia ; oncia. Mescola. #och con olibano Prendi olibano triturato 1 dramma; balausti 1 scropolo; miele rosato 6 once; spirito di vetriolo q.b. per dare lacidit) conveniente. ,erve comodamente per le escoriazioni della bocca e della gola. #och peruviano Prendi loch sanans 1 oncia e ;; balsamo del Per% 1 dramma e ;; rosso duovo ; oncia. Mescola. Dedi il loch /ocatellus. #och per la pleurite Prendi sciroppo di papavero selvatico, olio di linseme, dogni cosa 6 once; olio danice 6 gocce; zucchero bianco 6 dramme. Mescola. <onviene nella vera pleurisia e nella peripneumonite, accompagnate da difficolt) respiratorie, o da sputo di sangue; toglie il dolore, apre e lubrifica i passaggi e fa espettorare. #och rosso Prendi ; oncia di conserva di cinorrodo; sciroppo di bacche di sambuco, olio di mandorle dolci, dogni cosa 1 oncia. Mescola. &uesto loch, piacevole al gusto e di colore gradito, lenisce, tramite un gradevole muco, la bocca e la gola4 corregge lacrimonia della saliva, attenua larsura4 e cos$ facilita la deglutizione. #icordo un caso di vaiolo rovinoso, nel quale il paziente, avendo preso questo medicinale, clamorosamente guar$, e disse che non avrebbe potuto vivere senza questa +medicina doro. <onobbi ancora un bambino, di circa un anno, che fu presto e perfettamente liberato da una violenta tosse, che lo avrebbe ucciso. #och con spermaceti Prendi trocisci bechici bianchi e spermaceti, dogni cosa 1 dramma e ;; olio di mandorle dolci, sciroppo balsamico, dogni cosa 1 oncia e ;; conserva di cinorrodo : dramme. Mescola. ,i d) con successo nelle brutali tossi con catarro4 #och stitico Prendi sciroppo di consolida, olio di linseme, dogni cosa 1 oncia; croco astringente di ferro 4 scropoli; zucchero di piombo 1 scropolo; zucchero bianco candito 1 dramma e ;. ,i usa straordinariamente nel vomito e nello sputo di sangue, ma bisogna esser cauti nellusare astringenti nellemottisi.
9 questo punto il nostro autore dedica tre paragrafi a noti:ie e norme duso sui farmaci pettorali emollienti, e sulle malattie specifiche cui vanno rivolti.

#ozione canforata Prendi canfora tritata in pezzi minuti 6 dramme. Pesta ancora in mortaio di vetro, versando, poco a poco, 1 oncia di succo di limone. &uando sar) sciolta, unisci 1 pinta di vino bianco, filtra e metti la parte di canfora che non si * sciolta, in un sacchettino, che porrai, assieme al filtrato, in una bottiglia. ,erve per pulire il viso da macchie, rossori ed altre deturpazioni. #ozione per la testa Prendi foglie dalloro, betonica, valeriana, maggiorana, rosmarino, lavanda, dogni cosa 6 manipoli. 9a bollire in : pinte di liscivia di cenere di frassino, fino a ridurle a 6, aggiungendo, alla fine, chiodi di garofano e noce moscata polverizzata, dogni cosa 6 dramme. 9iltra.

/e sue virt% possono essere viste al linimento per la testa, ma questa * pi% potente e stimola la diaforesi. Bo curato la balbuzie di un bambino, applicando questa lozione, che gli ha fortificato gli organi della parola. Hccorre radere la testa e fomentarla, il mattino, per un quarto dora, con una spugna intrisa di questo liquore caldo, strizzando. Hccorre aver cura che sia preso da costituzioni fredde, prima dusarlo. #ozione per il viso Prendi litargirio dargento in polvere ; oncia; aceto 4 once. 9a bollire fino allevaporazione della terza parte. -n un altro recipiente bolli ; oncia dallume e di sale in ; pinta dacqua di rose, schiumando bene. &uindi mescola i due liquidi. -l litargirio dargento e doro sono la stessa cosa, ma il tipo giallo ha subito un grado di calore maggiore di quello bianco; ed * un po pi% essiccante ed astringente. Ambedue sono una sorta di schiuma, soffiata fuori, quando si purifica largento dal piombo1 forse contengono piombo bruciato. Per questo si possono riconvertire in piombo, quando sono fusi con carbone. &uello che laceto estrae dal litargirio * scarso e assai diverso dal +sacharum ,aturni. =oglie le macchie, distrugge i fermenti cutanei, porta via la materia che occlude i pori. <ospargi il viso lavato con questa lozione, due volte il giorno, lasciando che secchi. #ozione per i piedi Prendi capi di papavero bianco 'contusi assieme ai loro semi( 4 once; foglie di salice, lattuga, malva e foglie di violetta, dogni cosa 6 manipoli. 9a bollire in acqua e latte, dogni cosa 5 pinte, fino ad 1 gallone. 9iltra, sciogli nel liquore 4 once di nitro e poni in conveniente vaso da bagno. -l paziente, seduto, vi porr) dentro i piedi 'a pi% alto calore che sopporter)(, per ; ora; poi andr) a letto, si comporr) per il riposo e cercher) di dormire. \oel, dopo questa lozione, faceva frizionare energicamente la pianta dei piedi con sale ed aceto1 in tal caso il paziente star) su di una tavola di quercia pi% calda possibile. <os$, afferm0, i reumi scendono meravigliosamente dalla testa. Kelle febbri violente, furiose, calde, estenuanti, quando lacre, fervente e bollente sangue sale alla testa e invade tumultuosamente il cervello ed accende lanimo, portando a distrazione, mancamenti, furia inesplicabile, turbamento, terrore, delirio, insonnia4 Ma osservo che in talune febbri4 dove il sangue non bolle4 ed anche quando le malattie sono provocate da mancanza o perdita di spirito4 la lozione per i piedi * molto perniciosa4 #ozione mercuriale Prendi 1 oncia di sublimato di mercurio polverizzato, metti in un recipiente di peltro con ? pinte dacqua, lascia a riposo per 64 ore 'finch2 lo vedrai nero(, agitando, di tanto in tanto, con un bastoncino. -nfine passa attraverso un filtro di carta, sino a che sar) chiaro e limpido. -l dr. Barris ci spieg0 che il metodo per riconoscere il vero sublimato da quello arsenicato, * di sfregarlo, un poco, con sale di tartaro1 se diviene giallo si tratta di sublimato puro, ma se appare nero, certamente siamo alla presenza di un sale adulterato con arsenico. &uesto medicamento serve contro ogni sorta dalterazioni cutanee, poich2 libera i pori dalle fecce, dissolve le perniciose ed inveterate combinazioni di sali e solfuri4 ma va usato con molta cautela, poich2 pu0 dare, a volte, conseguenze spiacevoli, quando le particelle di mercurio4 entrando attraverso i pori, intaccano il sangue ed i nervi, distruggendone la crasi, con la possibilit) davvelenare il cervello, il pericardio, i denti ed altri organi. Boechstetter riferisce che #umlerus era uso prescrivere la seguente decozione diuretica e diaforetica, per espellere il mercurio, quando era stato usato per il mal francese troppo frequentemente1 QPrendi radici denula campana 6 once; finocchio 1 oncia e ;; vino bianco 6 pinte e ;. Poni in infusione per 64 ore, fa bollire fino ad un quarto e filtra. -l paziente dovr) assumerne ;

pinta, mattina e sera, e restare nel letto ben coperto cercando di dormire1 dopo il sonno sar) di colore giallo e dovr) continuare la terapia finch2 il colore scomparir) o sar) notevolmente attenuatoR. ,pesso, nonostante il mercurio non sia entrato nel sangue, si possono verificare grandi flogosi o tumori nelle parti trattate, con notevole dolore e pericolo. &uando questo avviene, occorre fomentare con latte freddo, o decotto di liquirizia e malva in latte, e dopo, trattare la pelle con il seguente preparato tiepido1 14 once dacqua di cedro, 6 once di brand", ; oncia di trocisci bianchi di #azi. Uepfer 'Q.e cicuta4R( racconta come cosa memorabile la prescrizione di Lunzel ad un infante, per uccidere i pidocchi, del seguente linimento1 QMercurius dulcis, 1 dramma; mercurius vitae, 1 scropolo; pomatum(187) 1 onciaR. Ma un incauto farmacista, compiendo un vile delitto, mise sublimato al posto del mercurio dolce1 la testa del bambino divenne talmente tumefatta ed infiammata, che il povero piccolo innocente sarebbe morto, se il medico non lavesse prontamente fomentato con una liscivia forte; con laiuto di questappropriato antidoto fu veramente salvato con sollecitudine, ma, nonostante ci0, perse tutti i capelli. #osanghe balsamiche Prendi tintura di sangue di drago 6 scropoli; fiori di beniamino 1: grani; balsamo di Filead 64 grani, zucchero fine ben pestato 4 once; mucillagine di gomma tragacanta, quanta * richiesta per fare losanghe s.a. ,ono buone per chi * in pericolo di consunzione; possono essere portate con s2, e prese frequentemente. #osanghe cardiotoniche Predi radici polverizzate dangelica spagnola, la specie dette +diambra (188), dogni cosa ; dramma; olio di noce moscata 4 gocce; olio di cannella e di chiodi di garofano, dognuno 6 gocce; zucchero fine, sciolto in aqua mirabilis, ? once. 9a losanghe. #iparano gli spiriti languenti o spenti, curano le malattie fredde ed aiutano nelle palpitazioni e nel tremore di cuore. #osanghe per il catarro Prendi succo di liquirizia spagnola 6 once; zucchero bianco 4 once; oppio 1 dramma. Pesta con attenzione, in maniera che loppio sia intimamente mescolato, e, con gomma tragacanta, forma massa per losanghe. Ena dramma di queste contiene circa un grano doppio, che, per0, essendo ben miscelato, non nuoce ai polmoni. #osanghe per la testa Prendi polvere detta di gutteta, cinabro nativo, dogni cosa 6 scropoli; olio di rosmarino e noce moscata, dognuno 6 gocce; zucchero fine 6 once. 9a losanghe con mucillagine di gomma tragacanta. ,ono idonee nella cefalgia idiopatica, vertigine, epilessia e negli altri episodi di tipo convulsivo. #osanghe di sambuco Prendi succo di bacche di sambuco, a piacere, prepara una pasta con polvere di radici di tormentilla(189), cotte in forno. &uindi polverizza il tutto, mescola con altro succo e ricuoci, ripetendo la cosa per una terza volta; dopo di che fa, sempre con del succo, tavolette che seccherai. Per la dissenteria, limmoderato flusso mensile, le emorroidi, d) 1 dramma per ogni dose. #osanghe per lemottisi

Prendi catec% 6 dramme; zafferano astringente di Marte 1 dramma; zucchero di piombo, amido, dogni cosa ; dramma; zucchero fine 4 once; mucillagine di gomma tragacanta, abbastanza da preparare losanghe. #osanghe antisteriche Prendi 4 once di zucchero in pani, mettivi dentro 6>? cucchiai dacqua e fa bollire fino alla consistenza dovuta per ottenere una tavoletta spessa; quindi aggiungi olio dambra 7 gocce. .ividi in piccoli dolcetti su una piastra di peltro fredda. #osanghe per la paralisi Prendi zucchero fine, polverizzato con cura, 1 oncia; spirito di lavanda composto :C gocce; olio di rosmarino 4 gocce. 9a piccole losanghe con mucillagine di gomma tragacanta. #osanghe pettorali Predi radici polverizzate diris, liquirizia, enula campana, dogni cosa ; dramma; fiori di zolfo 1 scropolo; fiori di beniamino ; scropolo; olio dambra 6 gocce; olio danice 4 gocce; zucchero fine, polverizzato con diligenza, 4 once. 9a losanghe con mucillagine di gomma tragacanta. ,ono eccellentiS #osanghe pettorali nere Prendi zucchero fine, polverizzato diligentemente, 1 libra; succo di liquirizia 4 once; balsamo anisato di solfo 1 dramma. 9a losanghe con mucillagine di gomma tragacanta, sciolta in acqua di finocchio. #osanghe antietiche peruviane Prendi scorza del Per%, finemente polverizzata, 1oncia e ;; balsamo di <opaive 6 dramme; zucchero rosato, sciolto in acqua dassenzio composta, 7 once. <on mucillagine di gomma tragacanta fai losanghe del peso di 6 dramme ciascuna. <hi mi comunic0 questa ricetta sostiene che le losanghe sono una dolce e piacevole sorta di medicinale, adatto per persone di palato delicato, come delicate sono le malattie per cui sono indicate1 sono buone nella febbre etica, tosse tisica, difficolt) di respirazione, e sintomatologie analoghe. -l paziente ne masticher) una, quattro volte il giorno, bevendovi dietro una dose di decozione pettorale, fatta di piede cavallino, edera terrestre, midolla verde di quercia, 3c. -l salasso * permesso, se necessario. (asticatori(190) Prendi imperatoria di ,pagna polverizzata ; oncia; mastice 6 dramme; olio di chiodi di garofano e di maggiorana selvatica, dogni cosa ? dramme; ossimiele di scilla e cera, dogni cosa q.b. per fare minuscole palline. ,ono convenienti nelle affezioni catarrali della testa e parti adiacenti, dellugola e della gola4 ,i danno con buon esito nella cefalgia, vertigine, letargia, apoplessia, paralisi, 3c. (istura per lorecchio Prendi tintura di castoreo 6 dramme; olio di salvia, rosmarino, chiodi di garofano, maggiorana, dognuno 6 gocce. <orrobora le parti interne dellorecchio, fortifica il timpano rilassato, ripulisce gli ostruiti nervi uditori, apre un meato per gli spiriti4 Ma, se lorecchio * ostruito da cera o altre sostanze, occorre siringarlo, per pulirlo, con uniniezione appropriata, poich2 questa mistura non * efficace. ? gocce siano poste nellorecchio con cotone o lana, ogni sera, prima di coricarsi.

.autore pone, a questo punto, otto regole generali per la cura dellorecchio= le ultime due sono tratte dagli scritti di 1edelius.

(istura aromatica Prendi tintura di sal di tartaro : dramme; olio di cannella, chiodi di garofano, noce moscata, dognuno : gocce; olio di pepe, assenzio, menta, dognuno 1 goccia. Hppure, potete fare un volatile aromatico, prendendo, con i suddetti oli, tintura di sal di tartaro ; oncia e spirito di sale ammoniaco 6 dramme. molto utile per uno stomaco freddo e debilitato1 riconferisce ad esso la forza, scuote le ventosit), riattiva lappetito e promuove la digestione. /a dose * di 6C gocce in un bicchiere di vino bianco o delle <anarie. (istura antiasmatica Prendi acqua di papavero selvatico O once; ossimiele scillitico ? once. -n questa malattia, dove il sangue ribolle veementemente, i bronchi sono invasi dalla flemma e le fibre spasmodicamente contratte, * un rimedio di prima scelta. Ke devono essere date 4 once, due volte il giorno, al momento del parossismo. (istura balsamica Prendi ; oncia di balsamo di <opaive, sciogli nel rosso di 6 uova ed aggiungi 6 once di sciroppo bianco e 7 once di vino bianco. Alla fine filtra. -l <opaive * conosciuto, per esperienza, come un nobilissimo medicamento, ed io lo pongo fra i migliori balsami; ma, poich2 non * comunemente noto, trovo utile spiegare alcune sue propriet). Ba un sapore amaro e caldo di trementina, assai penetrante e durevole nella bocca e, sebbene sia posto nella classe delle trementine, non smuove cos$ violentemente le urine, ma toglie le salinit) muriatiche da esse, dal siero e dalla saliva4 Ke vanno date 6>? dramme, sotto forma di pozione4; se * somministrato a queste dosi, purga come la trementina. Molti credono sia utile nella diarrea e nella dissenteria, ma di queste virt% lesperienza non mi ha insegnato nulla4 Enica cosa negativa * di non essere gradevole per il palato. (istura balsamica nefritica Prendi balsamo di <opaive ; oncia; olio di ginepro ; dramma. .issolvi nel tuorlo di 6 uova ed aggiungi sciroppo daltea composto 6 once e ;; acqua daristolochia(191) 1C once. <hi me lha comunicata afferma che possiede molte nobili virt% per la cura dulcere interne, della gotta, della debolezza, del mal di schiena, del +fluor albus e della gonorrea. -noltre provoca lurina ed espelle la pietra, con ottimi risultati, dalla vescica scorticata e dai reni1 nebbi un sorprendente esempio da un certo artificiere della nostra citt) di Pietroburgo, il quale, essendo orribilmente torturato da dolori nefritici e colici, cadde in una convulsione talmente forte di tutte le sue membra, che il robusto uomo non poteva neppure reggersi sulla sedia. &uando considerai i sintomi, mi resi conto che i sali volatili e gli antiepilettici non erano adatti a questo caso; ed allora arrivai alla conclusione di somministrare questa mistura. !ene, dopo pochi cucchiai, egli urin0 tanto, assieme a sabbia ed a sassi, e, cosa rimarchevole, ad alcune pietre grosse come capperi, che, senza dubbio, dovevano essere scese dal dotto biliare. <os$, con gran soddisfazione dei suoi amici, ritorn0 al precedente stato di salute. (istura bechica Prendi sciroppo di meconio 1 oncia e ;; elettuario di 9racastoro, mitridato, dogni cosa 1 dramma; loch sanans 6 dramme; acqua di menta romana 4 once. Mescola. un gran rimedio contro qualunque tosse che procede da un raffreddore infettivo, quando * recente, e da morbosi reumi che scendono dalle ghiandole4 Ke va preso un sorso, prima di coricarsi.

(istura con bolo Prendi acqua di cannella senza alcool 4 once; acqua di menta, sciroppo di mirtillo o di rose secche, dogni cosa 1 oncia; bolo finemente polverizzato 6 scropoli; diascordio 6 dramme; olio di chiodi di garofano 1 goccia; laudano liquido ?C gocce. Mescola per 6 dosi. <onforta, corrobora ed astringe moderatamente lintestino; toglie il dolore ed assorbe lacidit), espelle lacre degli umori, attraverso la diaforesi. un rimedio assai appropriato per la cura della diarrea e dellipercatarsi. Hra, il bolo 'che * un alcale(, ingrediente di questa mistura, mi d) lopportunit) di trascrivere il seguente paragrafo di Uedelius, suo gran patrocinatore1 Q noto, e lesperienza lo testa, che i medicinali terrosi precipitano la bile ed assorbono gli acidi ed i succhi sierosi, tuttavia, si pu0 concludere che qualunque medicamento alcalino sia valido, come, del resto ogni acido sia un dannoR4 Fli esperimenti di ,ir \ohn 9lo"er portano alla conclusione che le specie di decozioni amare, se sono bollite in liscivia di conchiglia dostrica, perdono lamarore e diventano dolci, ma, sinceramente, ho fatto la prova e non vi ho trovato niente di tutto ci0. (istura cardiaca acquosa Prendi ciliegie nere ed acqua alessiterica con calce, dogni cosa 16 once; acqua di cannella senza alcool ed epidemiale, dognuna 7 once; acqua celeste 6 once e ;. (istura cardiaca edulcorante Prendi sciroppo di garofani 4 once; di lamponi 1 oncia e ;; confezione alchermes ; oncia; olio di noce moscata 4 gocce. &ueste ultime due misture furono inventate per un interesse accademico, poich2 un giulebbe cordiale pu0 essere, comunque, allestito in brevissimo tempo. Prendi della mistura cardiaca acquosa 1C once e ;, e di quella edulcorante 1 oncia e ;, mescolate assieme. (istura cardiaca oleosa Prendi i tuorli di 6 uova; olio di cannella e di noce moscata, dognuno 4 gocce; zucchero raffinato ; oncia; succo di Jermes 6 dramme; vino delle <anarie 7 once. Mescola e filtra. .anne ? cucchiaiate, nellacuirsi delle fitte, per sostenere lanimo. (istura carminativa Prendi vino bianco e delle <anarie, dognuno : once; spirito di vino rettificato 6 once; il tuorlo di 1 uovo; zucchero fine 1 oncia; olio di ginepro, finocchio, cumino ed anice, di ciascuno 7 gocce. /a dose * di 5 cucchiai. (isture per la colica 1> Prendi tintura di rabarbaro semplice 1 oncia e ;; polvere di rabarbaro ; dramma; sciroppo solutivo di rose ; oncia; pepe lungo in polvere ? grani; olio danice 6 gocce. ,pesso si pu0 aggiungere spirito di sale ammoniaco 1C gocce; e, in qualche caso 'ma raramente(, laudano liquido 6C>?C gocce, sale dassenzio ; scropolo, specialmente se vi sono vomiti inarrestabili, dolori lancinanti e penose aderenze. 6> Prendi acqua di menta ; oncia; acqua forte di cannella 1 oncia e ;; eliNir proprietatis tartarizzato 1 dramma; olio di ginepro 6 gocce; polvere di rabarbaro 1 scropolo 'o ; dramma(; sale dassenzio ; scropolo; spirito di sale ammoniaco 15 gocce. Mescola per una dose singola. (istura consolante

Prendo vino ,herr" ; pinta; acqua forte di cannella 4 once; acqua di rose, zucchero bianco candito, dogni cosa 6 once; succo di Jermes filtrato 1 oncia; specie detta +laetificans Faleni (192) 6 dramme; 4 foglie doro; olio di noce moscata 4 gocce. Mescola. &uesta medicina la +pescai da un gran gentiluomo, nella quale famiglia, trovai un +sacro deposito di grandi secreti, rigorosamente tramandati di madre in figlia, in una costante successione di varie generazioni. Aiuta la concozione, corregge la crudezza, dissipa i flati, conferisce il normale appetito; specificatamente, ricrea le gestanti languenti e tristi, conforta il debole e fiacco feto, previene lo smarrimento dovuto alla deiezione dello spirito e le fredde flaccidit) del grembo; supplisce la desiderata forza, il vigore e lagilit) necessari per una felice performance nel gran lavoro della nascita di un bambino4 .evo avvertire che non * adatta per le forti e calde costituzioni, per le persone di spirito e nella pletora(193). Ke vanno prese 6 once, mattina e sera, quando lo scemare dello spirito la rende necessaria, specialmente allultimo mese di gravidanza, fino al parto. (istura di corallo Prendi coralli rossi finemente levigati 6 dramme; sale dassenzio 4 scropoli; succo di limone spremuto di fresco 4 once; acqua di cannella 6 once. Mescola in un recipiente di vetro aperto e lascia riposare solo fino a quando linfusione * pronta, altrimenti la fermentazione romperebbe il vetro. meravigliosa e miracolosa 'come si suol dire, un +.eus eN machina( per sopprimere la sovversione dello stomaco ed il moto del vomito. Bo spesso osservato, in approfonditi studi e vari esperimenti, che, nelle continue ed affliggenti febbri, accompagnate da languore dello stomaco e vomito sintomatico, * pi% adatto un semplice. .arne 6 cucchiaiate ogni ora, o 1 cucchiaio ogni ; ora, finch2 i sintomi saranno scomparsi. /a dose, nel bicchiere, va ben mescolata. (istura diuretica Prendi vino bianco 16 once; olio di ginepro 64 gocce; olio danice 16 gocce; zucchero bianco 1 oncia e ;. Mescola. ,erve per 4 dosi, alle quali vanno aggiunte 6C gocce di spirito ammoniacale. 9orza la sabbia ed i calcoli, scioglie il muco viscoso. (istura ecfratica(194) Prendi fronde di pino tagliate finemente e falle bollire in 4 pinte dacqua, fino a 6; filtra attraverso tessuto, strizzando bene, e, al liquore, aggiungi succo di coclearia depurato 1 pinta; di cedro selvatico, crescione dacqua e tarassaco, dogni cosa ; pinta; acqua di rafano composta 1 pinta e ;. A questa miscela addiziona vetriolo di Marte 7 scropoli. /ascia a riposo una notte, finch2 il colore giallo sar) schiarito, quindi decanta il liquido limpido ed uniscilo a 4 scropoli di sale dassenzio e a 16 once di zucchero bianco. Mescola. Arricchisce il sangue impoverito, lo depura, quando * pieno di fecce4 Ancora dissolve le fecce dovute allo scorbuto ed allatrabile, che ostruiscono il mesentere, la milza, il fegato, gli ureteri e il corpo intero. Apre i pori ed i meati4 Procura una libera circolazione nei minuti collegamenti della macchina umana4 /a dose * di 4 once, mattina e pomeriggio. (istura antiepilettica Prendi acqua di fiori di limone e di finocchio, dognuna 6 once; sciroppo di stecade e di meconio, dognuno 1 oncia; spirito di sale ammoniaco 1 scropolo. Mescola per 6 dosi. Dedi anche la bevanda ed il giulebbe per la testa.

&uesta prescrizione mi fu passata sostenendo che era un secreto di 9. .ecJers, che lapprezzava molto e spesso lordinava. .issipa i flati, depura lo spirito reprimendone lesplosione e, corroborando il +nervosus genus, sembra giusta per allontanare lo spasmo parossistico. (istura per lerisipela(195) Prendi spirito di vino ; pinta; melassa di Denezia 6 once; pepe lungo, chiodi di garofano, dogni cosa 6 dramme. Mescola. -l dr. ,"denham la prescriveva, dopo salasso e purga, come fomento emolliente, diaforetico, eccitante, bendandola sulla parte con carta da filtro4 Per queste sostanze che sono emplastiche, refrigeranti e revulsive, specialmente nellerisipela del viso e del capo la mistura potrebbe sembrare dannosa; ma lo spirito di vino * molto utile 'come dice Beide(, in ragione della sottigliezza e della motilit) delle proprie particelle, che riportano i distorti tubuli della cute e le fibre intaccate al loro ordine naturale4 'per mezzo della diaforesi(. &ui bisogna fare una piccola osservazione, che forse potr) sembrare inutile, ma che * necessaria per i praticanti, che non hanno mai usato questo rimedio, e non ne conoscono la ragione1 e cio* che questa medicina fa virare il colore della parte al nero4 (isture espettoranti 1> Prendi tintura di beniamino ; oncia; di zafferano 'estratto con spirito di vino(, di mirra, di gomma ammoniaco e spirito di sale ammoniaco, dogni cosa 1 dramma; acqua dissopo : once; acqua magistrale di lombrichi ? once; sciroppo di mentastro 6 once. Mescola. <ontiene sostanze penetranti, volatili, vivaci, acri, gommose e balsamiche1 il titolo ci dice delle sue virt%. Ke vanno presi 6 cucchiai4 6> Prendi acqua dissopo 7 once; tintura di beniamino ; oncia; tintura di gomma ammoniaco, spirito di sale ammoniaco, dogni cosa 4C gocce; olio danice 7 gocce; zucchero bianco 1 oncia. (istura per clistere Prendi sciroppo domestico(196) 6 once; elettuario lenitivo 1 oncia; specie di iera 1 dramma. -n proposito, vedi il clistere purgativo. (istura doro Prendi succo filtrato di Jermes ; oncia; sciroppo di garofani e lamponi, dognuno 6 once; olio di noce moscata 6 gocce; olio di chiodi di garofano 1 goccia; 5 foglie doro. Mescola. &uesto farmaco 'veramente doro, pi% per le virt% che per la sostanza( rinfresca singolarmente madre e bambino e d) vigore e vitalit) ' come disse chi me lo comunic0( se ne viene preso 1 cucchiaio, due volte il giorno per un mese, prima della nascita, per favorire una lieta uscita ed un bambino vivace. (istura antisterica acquosa Prendi acqua dartemisia, di ciliegie nere, dognuna 16 once; di ruta, di menta romana, di brionia composta, dognuna 7 once. Per preparare un giulebbe antisterico, velocemente, ecco due formulazioni1 1> Prendi 16 once di mistura antisterica acquosa; perle preparate 1 dramma; zucchero bianco candito ? dramme, e mescola. 6> Prendi 1C once e ; della tintura antisterica acquosa; tintura di castoreo 4 scropoli; sciroppo di garofani 'o balsamico, o dartemisia, o di stecade, o di peonia composto( 1 oncia e ;.

(istura antisterica alcolica Prendi tintura dassafetida 'estratta con spirito di vino(, tintura di galbano (197) e spirito di sale ammoniaco 'o di corno di cervo(, dogni cosa 1 dramma; olio dambra ?6 gocce. Mescola. Poich2 i componenti sono eterogenei, allinizio si mescolano perfettamente, ma, dopo un po di tempo si separano; questo non * un grande inconveniente1 baster) agitare il contenitore e torneranno omogenei. Hccorre aggiungere anche un liquido bianco, come il latte(198). unottima medicina per gli isterici, particolarmente adatta per le gestanti, lo spirito delle quali * confuso dallira e, per questo motivo, le parti che promuovono la nascita, rilassate e deboli, non possono fare grandi sforzi per favorire lespulsione del bambino. -n tale caso Y vi dico Y si usi questo divino aiuto1 6C>?C gocce, in appropriato veicolo, da ripetersi due volte. (istura di ginepro Prendi 1 dramma dolio di ginepro, incorpora perfettamente nel tuorlo di 1 uovo, mescola con 6 once di sciroppo bianco, e filtra. <on lo stesso artificio pu0 essere efficacemente miscelata ogni sorta dolio chimico, secondo la diversa volont) del prescrittore. #ipristina il giusto calore del ventricolo e dellintestino, freddi, rilassati e tormentati da ventosit), dolori e sofferenze. Igregiamente, rinfresca stimola e deterge i reni e gli ureteri, quando sono debilitati ed ostruiti e non operano bene. /a dose * di 1 cucchiaio due o tre volte il giorno, a stomaco pieno. (istura di muschio Prendi succo depurato di menta 4 once; acqua dassenzio composta e forte di cannella, dognuna 1 oncia; polvere di castoreo 1 dramma; muschio 4 grani; zucchero bianco candito ? dramme. ,i designa per il mal di stomaco, il vomito e, specialmente, per il singhiozzo. Dedi a giulebbe di muschio. .anne ? cucchiai, e fa ripetere se lo giudicherai necessario. (istura oleosa Prendi olio di mandorle dolci 'o, in mancanza di questo, di noce( 6 once; sciroppo daltea 4 once; acqua di muraiola : once; sal prunello 1 dramma. Mescola. /ubrifica, rilassa, ottunde lacrimonia e promuove moderatamente la diuresi. Hccorre notare che nel parossismo nefritico i diuretici forti non vanno usati, mentre si devono impiegare quelli leggeri... /a dose * di ?>4 once. (istura calmante Prendi laudano liquido tartarizzato 6 dramme; olio di noce moscata e cannella, dognuno 4 gocce. Ba le stesse virt% del laudano, ma, in maniera particolare, non provoca vomito e rilassamento. ,i pu0 dare come buona alternativa, quando si sa che i pazienti fanno un uso eccessivo di laudano, quando sono curiosamente impertinenti ed inopportuni, o hanno unavversione alloppio. /a dose * di 15, 6C o ?C gocce. (istura antiparalitica Prendi spirito di coclearia 6 dramme; spirito di lavanda composto, tintura di castoreo, dogni cosa ; dramma; eliNir proprietatis tartarizzato 1 dramma; olio di noce moscata 4 gocce; olio di cannella e chiodi di garofano, dognuno 6 gocce; spirito di sale ammoniaco 6 dramme. Mescola. <alma i flatulenti fermenti dello stomaco, ripara il decaduto vigore, attenua il sangue4 corregge la materia subtilis4 ripristina lelasticit) della mente, toglie loppillazione dei vasi ostruiti e deterge le fibre motorie.

assai comoda per uno stomaco languente e molle a causa del rilassamento dei nervi, ed * proposta per la paralisi, specie da scorbuto. -n poche parole, per ogni sorta di malattia che dipende dalla caduta dello spirito e dallottusit) dei nervi. &ueste forti e calde medicine che abbondano di potenti ed attive particelle, sono lontane dallessere accettate da paralitici collerici4 ma sono utili ai flemmatici4 Potete darne ?C gocce, in veicolo appropriato, tre volte il giorno. (istura pettorale Prendi ?C once della decozione pettorale, : dramme di tintura di zafferano 'fatto con acqua di melassa(; 6 dramme di tintura di beniamino, 1 oncia e ; di sciroppo dedera terrestre, 1 goccia dolio danice. Mescola. 4 /o zafferano, il beniamino, lanice e ledera, per le loro sostanze aromatiche, balsamiche e volatili, corroborano i polmoni troppo stimolati dagli sforzi dellespettorazione4 (istura peruviana Prendi corteccia peruviana, polverizzata molto finemente, 1 oncia; acqua alessiterica con calce 1 pinta; acqua di cannella ed epidemiale, sciroppo di garofani, dogni cosa 4 once; olio di noce moscata 4 gocce. Mescola. 4 ,i d) con vantaggio contro i problemi di stomaco4 e nella diarrea4 .ose1 M di pinta, ogni tre o quattro ore, in assenza di parossismo. Dedi ad elettuario peruviano. (istura per la pleurite Prendi acqua dissopo 6 once; di finocchio 1 oncia; epidemiale e di melassa, dognuna ; oncia; occhi di granchio, bezoar minerale(199), dogni cosa 1 scropolo; spirito di sale ammoniaco 15 gocce; laudano di /ondra 6 grani; sciroppo di succo di papavero selvatico 1 oncia. Mescola. <hi me lha comunicata assicura che 'dopo salasso( conviene nella pleurisia, poich2 toglie il dolore e mitiga la tosse. .a parte mia, penso che il corpo afflitto da pleurisia non sia idoneo al salasso4 -l malato ne potr) prendere 1>6 cucchiai ogni ora. (istura salina Prendi acqua di menta romana : once; sale di tartaro 6 dramme. Mescola. ,e ne pu0 prendere, con il brodo, tanta quanta ne pu0 sopportare lo stomaco1 fermer) il vomito. ,i somministra al mattino per un po di tempo, nella carenza di ferro dovuta alla clorosi(200). (istura saponosa Prendi sapone fine di Denezia, ridotto in scaglie minute, 1 dramma. Enisci ? gocce dolio danice, ? once di sciroppo di capelvenere, 1 oncia di sciroppo di mentastro, 6 once dacqua di menta romana. Mescola s.a. e filtra. /ubrifica e stimola i recessi dei polmoni con efficacia; attenua la tosse e fa espettorare. valida anche per provocare lurina e fare espellere i calcoli. .anne 6 once nella flemma, nellortopnea e nelle tossi laboriose. (istura antiscorbutica Prendi acqua di rafano composta ; oncia; spirito di coclearia ? dramme; eliNir proprietatis tartarizzato 6 dramme; spirito di sale ammoniaco 1 dramma; olio di ginepro 4C gocce. Mescola. &uesta aromatica e volatile mistura * impiegata, con gran vantaggio, nelle persone scorbutiche affette da rilassamento del ventricolo, mancanza dappetito, digestione difficile, sbandamenti, stupore e rilassamento delle membra.

Ke vanno prese ?C gocce, per rimettere a posto lo stomaco, unora prima di pranzo e cena, in un piccolo boccone di cibo solido. Kelle alterazioni dei fluidi in genere, occorre una gran quantit) di veicolo liquido1 lassunzione, mattino e pomeriggio, due ore dopo il pasto. (istura di spermaceti Prendi vino delle <anarie, olio di linseme, dogni cosa ? once; olio di trementina 4C gocce; spermaceti, occhi di granchio, dogni cosa ; dramma; zucchero bianco ? dramme. Mescola con un agitatore meccanico e somministrala calda, in unica dose. di buon profitto 'dopo salasso( per chi ha il sangue surriscaldato e traboccante, troppo liquido o coagulato4 (istura stomachica Prendi acqua forte di cannella 1 oncia; olio di vetriolo 1 dramma; olio di chiodi di garofano 64 gocce. Mescola. Iccita lappetito, corrobora lo stomaco, toglie la nausea e ferma il vomito... ,e ne prendono 4C gocce 'o pi%, o meno(, in un bicchiere di vino delle <anarie, a stomaco pieno. (istura solforata Prendi sciroppo di succo di lingua di cervo, 4 once; balsamo di solfo anisato 7C gocce. Mescola. ,erve per la tosse che tuona durante la notte e procede da freddi reumi. /a dose * di 1 cucchiaio, mattina e sera. (istura con tartaro Prendi acqua di cannella con alcool : once; olio di tartaro per deliquio ? dramme; spirito di sale ammoniaco OC gocce. Mescola. ,e ne prende un cucchiaio per volta nella colica biliare, dopo idonea purgazione, aggiungendo laudano liquido se del caso. (istura tebaica Predi succo tebaico(201) 'o, in mancanza desso, laudano di /ondra( 16 grani. ,ciogli in 16 once dacqua di ciliegie nere e ; oncia di spirito rettificato di vino. Aggiungi ; oncia di zucchero bianco, filtra e poni dentro il liquido ?: gocce di spirito di sale ammoniaco. ,erve per :>O dosi. -l bicchiere va mescolato, prima dellassunzione. (istura per la gola Prendi semi di pulicaria e di cotogne, dogni tipo 6 dramme. 9a decotto in ; pinta dacqua, fino a 4 once. Alla mucillagine estratta unisci il bianco di 1 uovo ben sbattuto, 6 once dacqua di rose di .amasco e 1 oncia e ; di sciroppo di lamponi. Mescola. ,erve per le asperit), il rossore ed il dolore della gola. ,e ne prende 1 cucchiaio dopo aver gargarizzato la bocca. Sacchettino odoroso per listerismo Prendi assafetida ; dramma; castoreo e canfora, dogni cosa 1 scropolo. Mescola e metti in un minuscolo sacchettino od un pezzetto di seta. Posto nel naso, aiuta i vapori ed il parossismo, i tumulti e le esplosioni convulsive che reprimono lo spirito, riportandoli allordine normale. *lio acustico Prendi olio di mandorle amare 1 dramma; olio di noce moscata, di cumino, di maggiorana, di pietra, dognuno 4 gocce; zibetto(202) 6 grani. Ba le stesse virt% della mistura acustica, ma rimane molto pi% a contatto con lorecchio.

*lio per la testa Prendi balsamo del Per% 1 dramma; olio di rosmarino, di salvia, di maggiorana, di noce moscata, dognuno 4 gocce; canfora ; dramma. ,i usa allesterno per riscaldare, scuotere e corroborare. A volte * impiegato per le affezioni putride e catarrali della testa, specie del pericranio. *lio per la paralisia Prendi olio dambra e di sassofrasso, dognuno 1 dramma; di rosmarino, di papavero, dognuno 1 scropolo. Da massaggiato con forza e con la mano calda sulla parte malata. Pu0 essere ripetuto. Dedi a linimento per la paralisia. *lio di rabarbaro Prendi olio di mandorle dolci e rabarbaro polverizzato, a piacere. Metti, a strati in un recipiente di vetro e fa digerire per una notte. &uindi spremi forte, con una pressa, fino ad ottenere un olio color oro. frequentemente usato a Beidelbourgh per la colica, la dissenteria, i vermi1 ne va data, ad un bambino, ; oncia. -o, invece, > ve lo devo dire > non lho mai usato, poich2 * una medicina bizzarra e singolare. *ssimiele antiasmatico Prendi 1 oncia di zedoaria, falla bollire in 6 pinte dacqua fino ad 1 pinta e ; ed unisci, al liquore filtrato, 1 oncia di gomma ammoniaco 'in precedenza sciolta in 4 once daceto(. 9iltra di nuovo ed aggiungi 4 once di miele. #iporta ad ebollizione, schiuma e cola ancora. 9u sperimentato da ,ir \. 9. 'un vecchio autore( su persone affette da ortopnea ed asma. Attenua la dura flemma, libera le ostruzioni dei polmoni, dei quali mantiene e fortifica il tono. .anne ? cucchiai, mattina e sera, per alcuni mesi. *ssimiele pettorale purgativo Prendi uva appassita al sole e tagliata finemente, radici diris, dogni cosa 1 oncia; enula campana, calamo aromatico, dogni cosa ; oncia; senna 6 once; agarico 'posto in un sacchettino( ; oncia; marrubio bianco(203), santoreggia, issopo, edera di terra, dogni cosa 1 manipolo; tabacco secco 1 dramma; ginger ? dramme; acqua di fonte 6 pinte e ;; aceto ; pinta. 9a bollire fino a ridurre ad un quarto, ponendo dentro, alla fine, 6 dramme danice. 9iltra ed aggiungi 1 pinta di miele. Porta di nuovo ad ebollizione e riduci fino alla giusta consistenza, schiumando diligentemente. Attenua, smuove e porta via la viscida flemma che ristagna in stomaco, polmoni e vasi, e, pressoch2 in tutto il corpo4 /a dose * di ? once di mattino, o quando serve, se il caso lo richiede. *ssimiele di tabacco Prendi foglie di tabacco, polverizzate e poste in un sacchettino, 1 oncia e ;; agarico 'anchesso posto nel sacchetto(, liquirizia, dogni cosa 1 oncia; senna, uva appassita al sole, dogni cosa 6 once; aceto 4 pinte. 9a bollire fino a 6 pinte e ;, aggiungendo, alla fine, timo, issopo, dognuno 6 manipoli; anice ; oncia; chiodi di garofano ? dramme. 9iltra, chiarifica ed unisci 1 pinta e ; di miele. !olli di nuovo, fino a dovuta consistenza. Q&uando avrete loccasione di prescriverlo Y scrive il &uercetano che compose un efficace ossimiele al tabacco, del quale questo * unepitome Y, date anche alcuni cucchiai di coclearia, sola od assieme ad acqua pettoraleR.

&uesto medicamento purga energicamente, deterge, estirpa la suburra e gli effluvi nocivi degli umori depravati, in tutto il corpo, ma particolarmente nel torace e nel ventricolo. inoltre idoneo e accomodante per gli asmatici. ,omministrandolo, * necessario avere la cautela di diminuire od aumentare la dose secondo let) e la costituzione del malato. ,pesso provoca il vomito, a causa del tabacco, come, del resto, gli altri catartici che lo contengono; ma laceto, che * il primo corroborante ed emolliente, ne toglie la veemenza4 Una pasta per lafta Prendi burro fresco, appena tolto dalla zangola, non salato e lavato con acqua di rose, 1 oncia e ;; polvere di liquirizia 1 dramma e ;; caramello di zucchero bianco, polverizzato e passato per essiccatoio, tanto, quanto serve per comporre una colla. ,i lasci sciogliere in bocca, lentamente, 1 pallina di questo composto. utile contro il mughetto, lafta, larrossamento, il calore e la rugosit) della lingua, linfezione della bocca e della gola, la raucedine. ,i pu0 mettere nel naso 'nellemottisi(, una volta che il sangue sia arrestato. )asta gallica Prendi bolo 1 oncia; allume usto, croste di pane arrostito, polvere di mattone, fronde di porcellana, dogni cosa 6 dramme; miele chiarito, quanto basta per dare consistenza di colla. usata, in 9rancia, per pulire, raschiare ed imbiancare i denti, per togliere la sporcizia o le macchie dentali ed ogni inquinamento da odore cattivo. =utte le mattine, mettine un po su di un panno di lana fine, e lucida i denti con esso; i denti piuttosto che le gomme1 con il frequente sfregamento esse spariranno prodigiosamente. )alline per i denti Prendi asa foetida 7 grani; canfora, sangue di drago, dogni cosa 1 grano; olio di pepe 6 gocce. ,ono utili per fermare un dente cariato1 tolgono, sovente e con facilit), i dolori pi% atroci, ed impediscono che ritornino. )illole alessiteriche Prendi radice in polvere di serpentaria virginiana 1 dramma e ;; canfora, sale dambra, dogni cosa ; dramma; diascordio fine q.b. per formare la massa e, con ogni scropolo, fa 4 pillole. )illole dambra Prendi ambra grigia 6 grani; muschio, polvere di corno di cervo, dogni cosa 1 grano; oppio ? grani; balsamo del Per% q.s. <omponi diligentemente ? pillole, per ? dosi. Hccorre esser certi di aver ben mescolato loppio. ,ono utili nel singulto, ma, se questo sopraggiunge nelle febbri costituzionali o maligne, bisogna esser prudenti a somministrare oppio4 Molte donne isteriche, ed uomini ipocondriaci, non sopportano, per la loro struttura debole, lodore del muschio, che li fa agitare; cos$, si provocano movimenti eccessivi, spasmi dei plessi nervosi e dei visceri interni. D. le pillole di ,olenander. )illole antivomitive Prendi menta in polvere 6 dramme; assenzio romano 6 scropoli; balausti 1 scropolo; olio di cannella 6 gocce; diascordio o melassa di Denezia 1 dramma. #iduci a massa pillolare con sciroppo di cotogne. )illole per lartrite

Prendi polvere di pino terrestre : dramme; capelvenere 6 dramme. =rasforma in 1: pillole con trementina di Denezia. Aiutano la natura nei processi di chilificazione e produzione del sangue; rinforzano le fibre interessate con la dovuta tensione del tono; interrompono e combattono le fermentazioni ed i tumulti cacciandoli fuori con le urine. .are al paziente 1 dose il mattino ed 1 il pomeriggio, e far bere su di essa. /e decozioni dolcificante e di legni, una particolare costituzione ed una vita morigerata e pia le renderanno pi% efficaci. )illole astringenti Prendi bolo vero e fine, sangue di drago in pezzi, corallo rosso, ambra, mastice, croco astringente di Marte, dogni cosa 1 dramma; olio di cannella, di noce moscata, di ognuno : gocce. 9orma, con alcool e trementina una massa pillolare. .ogni scropolo fai ? pillole, da spolverare con sangue di drago. ,eccano, assorbono, dolcificano, astringono, fermano la diarrea e la dissenteria, arrestano lemorragia della bocca e delle urine, moderano le mestruazioni eccessive, il torrente del parto; giovano nella lombaggine, quando proviene da grandi perdite ematiche o da 9luor Albus. ,e ne possono dare ?, due volte il giorno, e continuare poi con 1, fino a che il risultato non sia ottenuto. )illole balsamiche Prendi millepiedi preparati ? dramme; gomma ammoniaco sciolta in spirito di vino 1 dramma e ;; polvere di beniamino 1 dramma; zafferano, balsamo del Per%, dogni cosa 15 grani; balsamo di solfo abbastanza da comporre massa pillolare. ,ono le pi% eccellenti 'e maggiormente approvate( pillole per la tosse cronica, la scrofola, la tubercolosi, dove le ghiandole e i meati sono ostruiti da viscidume e flemma, e dove si pu0 pensare che i tubercoli possano mal svilupparsi. Ke occorrono ?, tre volte il giorno, assieme ad una decozione adatta. )illole di Bennet Prendi aloe della pi% fine ; oncia; senna 6 dramme; asafoetida, galbano, mirra, dogni cosa 1 dramma; vetriolo di Marte : dramme; zafferano, macis, dogni cosa ; dramma; olio dambra 4C gocce; sciroppo dartemisia q.b. per incorporarlo in una massa pillolare da 4C dosi. Isaltano i deboli e gli sciapiti, attenuano il sangue grosso, eliminano lingorgo dovuto ad umori vischiosi ed a sedimentazioni, aprono e stimolano i vasi e le fibre dellutero. - dottori delle donne le ritengono corrette nelle ostruzioni mensili, come in quelle inveterate, ma curabili4 #espingono i vapori e gli isterismi. Ke va preso 1 scropolo, mattina e sera, per svariate settimane, secondo il giudizio del medico. )illole nere Prendi polvere denula campana, iris, anice, zucchero caramellato, dogni cosa 1 dramma; liquido impregnante idoneo 6 dramme o quanto * sufficiente per trasformare il tutto in ?: pillole. Attenuano, incidono, danno calore. ,ono eccellenti ed approvate da felici esperienze passate. Portano fuori la flemma densa e copiosa, aderente alla gola ed al torace, ristabilendo un tonico vigore del respiro. Kon possono essere usate, quando vi * un deflusso di catarro sottile, e nella febbre catarrale. /a dose * di : 'pillole( il mattino. )illole per la cachessia

Prendi ammoniaca in gocce della pi% fine, aloe puro, dogni cosa : dramme; ferro preparato con solfo 5 dramme; olio di chiodi di garofano e danice, di ognuno 1C gocce; spirito di vino, o eliNir proprietatis tartarizzato, sufficiente per ridurre il tutto a massa pillolare. &ueste 'pillole( sono state trovate nel #icettario di /eurPaerden, e, come le pillole di !ennet sono particolarmente adatte per le donne, cos$ queste lo sono per gli uomini, poich2 non hanno rispetto per i vapori isterici; tuttavia, essendo pi% calide di quelle, il pi% delle volte, danno vigore allanimo, recuperano il tono delle fibre perso per ostruzioni, e le funzioni del corpo che sono andate perdute, riportando alla crasi primitiva. Danno date nella stessa dose e modo delle pillole di !ennet. Kon ignoro che bisogna astenersi dallassumere catartici, come sostiene il ,"denham 'in ogni parte del mondo famoso(, nel momento che si assume un calibeato, poich2 la virt% dei calibeati * annullata dai purganti; lo stesso vale, quando lo scopo principale * quello di recuperare e ristabilire lo spirito. =utto ci0 che si * costruito con lacciaio, nello spazio dotto giorni, sarebbe rovinato in uno, per aver bloccato il ferro; e vi * il dubbio che anche luso delle acque minerali calibeate divenga inefficace. Al contrario, ho molto spesso osservato effetti abbastanza felici dalluso contemporaneo di catartici e calibeati; ed i libri sulle +lime dei farmacisti, o le ricette dei pratici, sono piene di tutto ci0. Per eliminare questincongruenza, penso che il problema possa essere cos$ risolto1 se quando diamo lacciaio, abbiamo solo lintenzione di esaltare la crasi depressa del sangue, o di corroborare lo spirito, bene il ,"denham1 bisogna astenersi dai catartici. Altrimenti si dovranno prima rimuovere le ostruzioni dense, dopo di che il calibeato, aiutato dal catartico, funzioner) meglio ed otterr) lo scopo. <he ci0 * buona cosa, * confermato dalla pratica di tutti i medici che ci hanno preceduto4 )illole canforate Prendi polvere di liquirizia, zucchero, canfora, dogni cosa 6 scropoli. =rasforma il tutto in pillole con trementina di Denezia. )illole carminative Metti gomma ammoniaco, gi) colata, 6 scropoli; mirra, ambra, mastice, dogni cosa 1 scropolo; olibano, zafferano, castoreo, dogni cosa ; scropolo; sale di Marte 'calcinato a bianchezza( ; dramma; olio di noce moscata 7 gocce; eliNir proprietatis quanto basta a formare 4C pillole. -l prescrittore * ,ilvius. Attenuano e tolgono fuori la flemma che ricopre ed opprime il ventricolo e gli intestini; calmano il dolore addominale, la ventosit) e molte altre acrimonie. Q/e sostanze che stimolano le ventosit) Y dice #iverio Y non sono molto diverse dalla flemma incisivaR e, ancora1 Q -l vento * generato dallo sconquasso della flemma, che crea albumi vischiosi, i quali scendono verso il basso, divengono schiumosi e provano bolle dariaR. &ueste pillole che correggono il viscidume della flemma, rimuovono la causa del vento e ne impediscono la formazione. Ke siano prese 5, due volte il giorno, a stomaco vuoto. )illole per il catarro Prendi pillole del #uffo(204) 1 scropolo; pillole di storace : grani; olio danice 1 goccia. =rasforma in 5 pillole. Hstacolano la trasudazione della linfa, stemperano le acritudini, la raucedine, il senso dirritazione; arrestano la tosse consentendo il sonno; e il giorno dopo lespettorato uscir) dal polmone molto delicatamente. Ma, nei catarri vanno evitati i catartici forti, che debilitano per loro stessa natura, ed inoltre, accrescendo il sangue, aumentano la colliquazione e scatenano la febbre. Danno prese, il giorno e la sera, ed il d$ seguente si possono ripetere. )illole catholicae

Prendi pillole cocchie maggiori 1 dramma; estratto di #udius(205) 6 scropoli; resina di gialappa 1 scropolo; olio danice 6 gocce. =rasforma il tutto in 6C pillole 'per 4 dosi( con balsamo del Per%. Iliminano egregiamente lingorgo. Danno prese il mattino presto, nel letto, e bisogna dormire dopo di loro ancora unora. )illole cefaliche Prendi pillole fetide(206) 15 grani; resina di gialappa, castoreo, sale dambra, dogni cosa 5 grani; olio dambra 6 gocce; spirito di lavanda composto quanto basta per 5 pillole. opinione comune che le pillole sono pi% idonee delle pozioni, per eliminare lingorgo della testa; ed il motivo * che esse stazionano pi% tempo nello stomaco, prima di dissolversi completamente. Banno un funzionamento centrale, n2 debole, n2 troppo forte, e sono straordinarie e ben accette per le persone che soffrono di mal di testa, per i paralitici, i soporosi, e coloro che sono soggetti a convulsioni o ad isterismi, ed hanno bisogno di liberarsi del blocco della testa. Ke vanno prese 6 nella fase acuta e le altre ? la mattina seguente. )illole calibeate Prendi chiodi di garofano, macis, cannella, dogni cosa 45 grani; radice di serpentaria virginiana, ferro preparato con solfo, dogni cosa 6 dramme; vetriolo di Marte 1 dramma. #iduci tutto a polvere sottile, e, con miele liquido, trasforma in pillole di formato usuale, per 64 dosi. Danno usate con cautela nelle costituzioni e negli stomaci freddi. )illole calibeate purgative Prendi pillole del #uffo, 1 scropolo; vetriolo di Marte 5 grani. =rasforma in 5 pillole con balsamo del Per%. #e stesse1 del dottor +% Prendi gomma ammoniaco sciolta in vino del #eno 6 once; vetriolo di Marte calcinato a poco rossore ; oncia; scamonea solforata 1C dramme; olio di menta 16 gocce; sciroppo di prugnolo tanto quanto basta per trasformare in una pasta. ,ono buone nella malinconia ipocondriaca, nella cachessia e nelle ostruzioni perniciose. /a dose * di 5 grani > 1 scrupolo; ma quando i catartici si uniscono ai calibeati, una dose minore sar) meglio. )illole di cinabro Prendi cinabro nativo, sciolto in alcool assieme a polvere di teschio umano, dogni cosa 1 dramma. =rasforma tutto in una polvere finissima, che mescolerai con olio dorigano 16 gocce; balsamo del Per%, 1 dramma; sciroppo di peonia quanto * sufficiente per formare, in mortaio, una massa pillolare. Kelle convulsioni, od epilessia 'per 64 dosi(. )illole di cocciniglia Prendi cocciniglia 6 dramme; zafferano 1 dramma. <on miele porta a massa per pillole. ,ono alessiteriche e possono essere correttamente prescritte nelle febbri maligne, particolarmente se accompagnate da diarrea. )illole per la colica Prendi pillole +de duobus(207) ; dramma; pillole di calomelano ; scrupolo; olio dambra 6 gocce; laudano di /ondra 6 grani; diacodio tanto quanto * utile per fare 5 pillole. Iliminano lingorgo interiore, 4 sono state trovate utili nella colica isterica. Kella colica biliare, quando il forte dolore * localizzato particolarmente nel ventricolo o negli intestini superiori, il ventre * ostruito e nessun clistere pu0 essere iniettato, a causa degli spasmi che

interessano i visceri, allora, queste pillole aiutano tempestivamente1 in primo luogo sedano il dolore e dissolvono lo spasmo; quindi stimolano verso il basso il movimento peristaltico e fanno evacuare la materia morbosa. Ma se, come spesso avviene, manca leffetto al loro primo impiego, allora usare i fomenti carminativi e ripetere ancora le pillole, che il loro funzionamento seguir), poich2, non appena avranno fatto effetto negli intestini, e non prima, lo spasmo si scioglier). )illole di carbone Prendi cubebe, noce moscata, chiodi di garofano, mastice, calamenta (208), dogni cosa 1 dramma; ambra grigia ; dramma; muschio 5 grani. <on succo dorigano fa pillole. Per impedire unapoplessia, darne, mattina e sera, ogni luna nuova e piena, 1 scropolo. )illole diaforetiche Prendi radice di serpentaria virginiana 1 dramma e ;; zafferano, canfora, sale dambra, dogni cosa ; scropolo. =rasforma tutto in polvere sottile, e con diascordio fine componi ?C pillole. Alcuni hanno una grandavversione per le polveri e i boli, particolarmente se amari, ma sopportano abbastanza bene le pillole. Dengono indicate per le febbri sospette dessere maligne. Per il loro funzionamento sono molto rinomate, al pari della decozione sacra. Danno somministrate ogni tre, quattro, o sei ore, secondo quanto il caso richiede, in veicolo adatto. )illole diuretiche 1> Prendi polvere dapi 6 dramme; sal prunello 1 dramma; sale dambra, seme di senape, dogni cosa ; dramma; olio danice 16 gocce; trementina di Denezia sufficiente per formare pillole, per 16 dosi. /iquefanno il sangue ispessito, detergono le ghiandole e le cavit) interne del corpo, stimolano i reni; il muco e la rena scorrono fuori assieme ad una copiosa urina. -noltre, date la sera, aiutano egregiamente i bevitori dacqua di =unbridge(209), ogni qualvolta lacqua, a causa dostruzioni della pituita e della stasi delle fibre nervose e muscolari, rimane nel corpo, e non * espulsa come dovrebbe. .evo osservare, giovani medici, che vi sono due casi in cui tale medicina acre non * conveniente bevendo tali acque. -n primo luogo, quando le acque ristagnano nel corpo, a causa di tempeste febbrili, o diatesi acre del sangue, o da eccessi dalcool, che irritano i tessuti renali e rendono i meati dei tubuli pi% stretti; in questo caso il salasso, i lassativi, i refrigeranti, gli emollienti ed i linimenti sono pi% opportuni. ,econdariamente, quando lacqua si ferma nel ventricolo, e d) pienezza ed un peso eccessivo. Allora, i diuretici non sono indicati, ma, piuttosto, piante aromatiche, carminativi, stomachici, api e calore, che fanno rivivere la funzione dellespulsione. Persuadetevi di ci0, lesperienza insegnaS 6> Prendi guscio duovo calcinato, ; dramma; canfora 1 scropolo; cantaridi ; scropolo; trementina di Denezia sufficiente per formare O pillole. Ke vanno prese ?, ogni tre ore. Per un esaustivo uso delle cantaridi vedere il dottor Froenvelt. )illole per la dissenteria Prendi polvere di bolo vero 6 dramme; olio di cartamo (210) 4 gocce; galbano colato, quanta basta per trasformare in massa pillolare. ,uppongo che ci sia necessit) anche di uno sciroppo, per dare corpo alle pillole. En medico straniero mi comunic0 questa ricetta, dandomi la sua parola sulle ampie esperienze e sulle virt% di tali pillole, che constat0, quando era nellesercito in -rlanda. ,ono convinto che il bolo possa attenuare lamarore ed arrestare il flusso degli umori e galbano e olio di cartamo calmino gli spasmi intestinali.

/a dose * di 1 scropolo. )illole ecfratiche Pillole di gomma, stomachiche, alenfagine(211), polvere di rabarbaro, gomma guaiaco, sale di ferro, dogni cosa 4 scropoli; sale dassenzio romano, estratto di genziana, dogni cosa 6 scropoli; elisir conveniente, quanto necessita per comporre una massa per 1: dosi. Banno le stesse virt% dellanaloga pozione e delle pillole cachettiche. Danno prese ogni notte, per un mese. )illole emmenagoghe Prendi borace veneziano(212), mirra, dogni cosa 45 grani; radice daristolochia, zafferano, dogni cosa 15 grani; olio di menta romana, di sabina, di chiodi di garofano, di ognuno 6 gocce; con sciroppo delle cinque radici fa 17 pillole per sei dosi. -l titolo dice del loro impiego. Danno prese, due volte il giorno 'dopo le pillole di !ennet(, durante il mestruo o quando la creatura * pigra e richiede stimoli. )illole espettoranti Prendi millepiedi, gomma ammoniaco triturata 'che sia molto fineS(, dogni cosa 1 dramma e ;; castoreo, fiore di beniamino, sale dambra, dogni cosa 1 dramma; canfora, zafferano, dogni cosa 15 grani; con balsamo di solfo fa la massa, e forma ? pillole da ogni scropolo. )illole per chi ha perso i sensi Prendi muschio : grani; cannella, noce moscata, dogni cosa 1 scropolo; chiodi di garofano, zafferano, dogni cosa ; scropolo. <omponi, con confezione alchermes, pillole per tre dosi. Httime per gli ubriachi4 )illole antipiretiche Prendi polvere di fiori di camomilla 6 dramme e ;; antimonio diaforetico 1 dramma; sale dassenzio romano ; dramma; con mucillagine di gomma adragante componi pillole per dodici dosi. Bo visto 'non sempre, lo confesso( queste pillole allontanare, senza ricadute, una febbre prorompente, quando, prima, avevo tentato inutilmente luso della corteccia. Hgni ? ore, in assenza di parossismo. )illole daglio Prendi succo daglio ; oncia; gomma ammoniaco 1 dramma e ;; millepiedi preparati 1 dramma; zafferano 1 scropolo; olio danice 4 gocce; polvere denula campana quanta ne serve per dare una consistenza pillolare. -ncidono, attenuano e fanno espettorare egregiamente. )illole di genziana Prendi polvere di genziana 6 dramme; sale dassenzio romano 6 scropoli; estratto di genziana 1 dramma; sciroppo di rose secche quanto occorre. )illole di ,ilead Prendi caramello di zucchero bianco, essiccato e ridotto in polvere, 6 dramme; 1 dramma della specie fredda di gomma tragacanta; balsamo del =ol% 6 scropoli; fiore di beniamino 1 scropolo; riduci il tutto a polvere fine e con balsamo di Filead forma pillole per dodici dosi.

,ono unottima prescrizione per chi rischia di cadere in consunzione, e lamenta un dolore cronico del fianco, ed uninveterata tosse secca. <orreggono il siero acre, accelerano le espulsioni polmonari, ristabiliscono il tono delle fibrille e guariscono le emorragie dei piccoli vasi. .evono essere date mattina e sera, con veicolo adatto. )illole di guaiaco Prendi gomma di guaiaco, aloe, dogni cosa 1 dramma e ;; balsamo del Per%, abbastanza da comporre la pasta. /estensore del manoscritto da cui ho preso questa ricetta sostiene che laloe, in questa miscela, perde il proprio sapore amaro. /e ritengo ottime per i temperamenti freddi, ed immagino siano adatte per la prevenzione della gotta. /a dose * di 1 dramma, prima della zuppa. )illole idragoghe Prendi gomma gutta polverizzata 16 grani; olio di ginepro 6 gocce; mitridato quanto basta a formare le pillole per una dose. =ali pillole4 in alcuni malati provocano il vomito, che, per0, passa dopo due o tre somministrazioni. Iliminano facilmente lingorgo verso il basso, e agiscono cos$ potentemente che portano fuori dalle 16 alle 15 minzioni copiose; leffetto si vede dopo due ore dalla presa. !ench2 si preferiscano, in genere, emissioni durina meno violente, tuttavia, dallesperienza, risulta che queste pillole tolgono, specificatamente, umori particolarmente acquosi, tanto che le urine appaiono quasi bianche. I cos$, sono una benedizione per un anasarca, uninfiammazione edematosa, unulcera attiva. -noltre regolano, per un meccanismo ignoto, la sudorazione, il siero abbondante ed il calore del sangue non causato dalla febbre. Kon conosco nessun farmaco, in tutta la materia medica, che pu0 fare tantoS Kotare che sono adatte per le persone di costituzione fredda ed umida, e sono perniciose per i temperamenti caldi ed asciutti. Per quanto riguarda il metodo per eliminare lingorgo in coloro che soffrono didropisia, occorre considerare anche la pozione per ci0 indicata. )illole antisteriche Prendi galbano polverizzato, assafetida, mirra, dogni cosa 1 dramma; castoreo, canfora, sale dambra, dogni cosa ; scropolo; olio dambra 4 gocce; balsamo del Per% quanto occorre per comporre la massa. ,e il galbano * di consistenza morbida non vi sar) bisogno di un balsamo4 Ke va preso 1 scropolo per dose, con giulebbe antisterico. ,e sono aggiunti 6 scropoli di ferro, sono dette pillole antisteriche calibeate. )illole del ,iappone Prendi catec% polverizzato 6 dramme; olio di cannella 4 gocce; sciroppo di rose secche sufficiente per fare massa pillolare. ,ono astringenti, riparano il rilassamento dello stomaco ed il torpore degli intestini, arrestano il vomito, fermano la diarrea e le emorragie interne, particolarmente quelle in cui compare sangue nelle urine. -l laudano pu0 essere aggiunto, se il caso lo richieder). /a dose * di 1 scropolo, tre volte il giorno. )illole per litterizia

Prendi crema di tartaro, cocciniglia, dogni cosa ; dramma; sapone veneziano 6 dramme. 9ai pillole. Al posto nella cocciniglia si pu0 usare lindaco delle !arbados(213). /e ho sperimentate e ritengo siano eccellenti per litterizia. Ke sia presa ; dramma, tre volte il giorno, fino a guarigione 'che sar) in breve tempo, a meno che un tumore invincibile o lostruzione del fegato, o meati scorticati, la ostacolino(. )illole di mercurio grezzo Prendi mercurio grezzo ben nettato : dramme; turbitti 6 dramme e ;; aloe, rabarbaro, coloquintide, diagridio(214), agarico, dogni cosa 6 dramme; ermodattili, mirra, mitridato, dogni cosa 1 dramma e ;; muschio, ambra grigia, dogni cosa 15 grani; 16 foglie doro; trementina veneziana 1 oncia e ;. <omponi s.a. una massa pillolare con sciroppo di limone q.b. /a dose * da ; a 6 scrupoli. )illole di mercurio dolce Prendi mercurio dolce triturato ; scrupolo; estratto di raggio(215) 15 grani; resina di gialappa 5 grani; olio di chiodi di garofano 1 goccia; abbastanza sciroppo di rose per fare 5 pillole. Prese il mattino, funzionano eccellentemente e si possono usare in tutti i casi vi sia flemma, tensione degli intestini, quando la materia viscosa saccumula nel corpo a causa del poco acido cloridrico, ma anche nelle ulcere dolorose, dovute al succo troppo acre; e nelle secrezioni fetide che alterano la pelle4 .ubito che lusare sale di tartaro o qualsiasi sale di liscivia, per trasformare il sublimato corrosivo in mercurio dolce, sia cosa idonea4 )illole di mirra Prendi mirra 1 dramma; zafferano 1 scropolo; balsamo del Per% ; scropolo; tuorlo duovo quanto basta a formare massa pillolare. ,ono pettorali, stomachiche, alessiteriche ed emmenagoghe. /a dose * di 6 scropoli. )illole per la nefrite Prendi millepiedi, sale ammoniaco grezzo, sapone veneziano, dogni cosa 6 dramme; gomma dedera 1 dramma e ;; zafferano ; dramma; olio di ginepro 1: gocce; trasforma in pillole con trementina di Denezia. En medico di chiara fama, ottimo pratico, d) gran valore a queste pillole, buone per espellere lurina, il muco, la rena ed i calcoli. Per la dose si pu0 fare riferimento a quanto detto per le pillole diuretiche '; dramma(. )illole dolibano Prendi olibano triturato 4 scropoli; sale di corno di cervo 1 scropolo; fa pasta con tuorlo duovo. ,ono, comodamente, ben prescritte per la flatulenza, che intrappolandosi negli intestini, provoca dolore al fianco ed oppressione. Ma che non vi sia infiammazione o febbreS Danno bene anche nella pleurisia, dopo che si sar) verificata lespettorazione1 se ci si fida ad usarle senza questaccorgimento, si pu0 portare il malato alla morte. ,ia questa unattenzione per i giovani professionistiS /a dose * di ; dramma, tre volte il giorno, assieme alla decozione per la pleurite. )illole pettorali Prendi enula campana in polvere, iris, liquirizia, dogni cosa 1 scropolo; zafferano, fiori di beniamino, dogni cosa ; scropolo; caramello di zucchero bianco 6 scropoli. =rasforma in pasta con balsamo di solfo anisato.

Aprono, detergono ed umettano la cassa toracica, quando i polmoni sono carichi di catarro e vi * ingorgo per la flemma opprimente. ,ono anche adatte e straordinarie nella tosse con catarro e respiro affannoso, se sono impiegate ai primi sintomi, prima che la febbre cominci a far ardere il malato. /a dose * di ; dramma, tre volte il giorno. )illole per la pleurite Prendi sangue di capra preparato 1 dramma e ;; sale volatile ammoniacale 'o di corno di cervo(, ambra, canfora, dogni cosa ; scropolo; con trementina di Denezia componi la massa. Banno la stessa fama delle pillole di catrame; sembrano utili per coloro che sono colpiti da pleurite, perch2 dissolvono il coagulo e lo trasportano fuori con le urine. /a dose * di 1 scropolo, ogni quattro>sei ore. )illole di )olicresto Prendi aloe lucido, scamonea preparata, dogni cosa ? dramme; trocisci dAlandaal (216) 6 dramme; mastice, zafferano, dogni cosa 45 grani. Polverizza bene aloe, mastice e scamonea e forma una pasta con spirito di vino; quindi aggiungi gli altri ingredienti. Bo preso questa ricetta dalla 9armacopea di /euPaerden. Iliminano lingorgo in maniera decisiva. Ke devono essere dati 16>15 grani, o ; dramma, il mattino. )illole del )oterco Prendi fiori di solfo, liquirizia, caramello di zucchero bianco, dogni cosa 1 dramma; balsamo di solfo, abbastanza da ridurre a massa. <orreggono, dolcificano, temprano, fanno uscire lo sputo calido che, scendendo sulla laringe e nei polmoni, provoca una tosse noiosa. Kulla come il solfo 'o le materie solforate in genere(, agisce sul catarro1 lo afferma Ualleus, a proposito delluso del solfo4 ,ementius asserisce che le cose solforate non sono, per0, convenienti per le donne gravide se v* timore daborto, ma non si pu0 dire se limmaginazione o lesperienza abbiano prodotto questaffermazione. )illole di zafferano Prendi estratto di zafferano 1: grani; fiori di beniamino 64 grani; succo di liquirizia spagnola 6 scrupoli e ;; olio danice 6 gocce. 9a, con elisir, 16 pillole di misura usuale. /a virt% di queste pillole * di trasportare le proprie sostanze, attraverso il sangue, nei polmoni e l$, temperando in parte lacrimonia della linfa ed ostacolando la trasudazione di essa, dattenuare e rimuovere la flemma stagnante o lirritazione delle membrane bronchiali, dando loro un nuovo tono, ed i succhi maligni dei polmoni oppressi. Ke va presa 1 pillola, tre volte il giorno, prima della zuppa. )illole di salgemma Prendi ruta in polvere, pepe lungo, salgemma, canfora, dogni cosa 1 dramma; olio di cumino 4 gocce; balsamo del Per% 1 dramma; diascordio sufficiente per trasformare il tutto in pillole. ,ono buone nella colica. )illole saline Prendi assenzio romano 6 scropoli; olio anisato di chiodi di garofano e dambra, dognuno 1 goccia; con trementina di Denezia fa 7 pillole per 4 dosi. ,ono buone contro il vomito, le ventosit) ed i rutti. )illole maggiori di sale di ferro

Prendi sale di ferro, gomma ammoniaco, dogni cosa ; dramma; zedoaria, estratto di genziana, dogni cosa 6 dramme; con sciroppo delle cinque radici fa la pasta e da essa ricava :C pillole. /a dose * di :, due volte il giorno. )illole minori di sale di ferro Prendi sale di ferro 6 dramme; galbano polverizzato e sciroppo delle cinque radici quanto bastano per formare pillole per 64 dosi. A volte ho introdotto il sale di ferro nelle pillole con solo miele; si pu0 fare anche una mucillagine di gomma tragacanta; ed allora una sola pillola pu0 bastare per una presa grata al palato, piacevole e non nauseabonda. )illole di scammonea Prendi polvere di radice di gialappa, scamonea preparata, calomelano, dogni cosa ; scropolo; olio di cumino dei prati 1 goccia; abbastanza miele da fare 5 pillole. Banno quasi le stesse virt% delle pillole di mercurio dolce. )illole smegmatiche(217) Prendi sapone veneziano 6 dramme; olio anisato 7 gocce; componi 64 pillole. Kettano singolarmente i tubuli renali e gli ureteri e sono fondamentali per la disuria e litterizia. /a dose * di :, seguite da 1 dramma di tintura di zafferano dispersa in una pinta di vino bianco. )illole del Solenander Prendi muschio 7 grani; sangue di drago, zucchero bianco, di ciascuno 1 scropolo. Enisci il tutto con balsamo di Filead, per 4 dosi. ,ono efficaci per il vomito, il singhiozzo, la perdita dei sensi, ed anche per la matrice. /odore del muschio, e dello zibetto, arrestano il deliquio degli ipocondriaci e degli isterici, ma, presi ad alte dosi, arrivano ad essere nocivi per costoro perch2 mantengono listerismo. Ke fa fede Ittmuller. Danno bene anche nellubriachezza4 )illole per la milza 1> Prendi spigonardo 1 dramma; assafetida, capelvenere, dogni cosa ; dramma; olio dambra 7 gocce. <on balsamo del Per%, riduci a pasta e forma ? pillole da ogni scropolo. 6> Prendi capelvenere 4 scropoli; zafferano, pepe lungo, radice di serpentaria virginiana, spigonardo, dogni cosa 1 scropolo; galbano 4 scropoli. <on tintura di mirra fa 64 pillole. ,ono molto pi% calide delle precedenti e quindi pi% adatte per le costituzioni fredde e flemmatiche. )illole stomachiche Prendi cannella in polvere, macis, noce moscata, dogni cosa 1 scropolo; chiodi di garofano, pepe lungo, balausti, dogni cosa ; scropolo; estratto di genziana 1 dramma e ;; elisir idoneo, quanto serve per ridurre il tutto ad una massa adatta, della quale farai grosse pillole, al fine che rimangano il pi% a lungo possibile a dissolversi nello stomaco. #iscaldano, confortano e rinforzano lo stomaco, eliminano le ventosit), ristabiliscono lappetito perso, tolgono lavversione alla carne, aiutano la concozione e fanno cessare il vomito. &uando saiuta uno stomaco debole con sostanze calde, bisogna far s$ che lespulsione avvenga il pi% presto possibile attraverso lurina, che sar) molto densa e carica di colore. Ke fa fede Ualleus. Ma suppongo che si riferisca piuttosto agli alcolici ed al vino, e non alle piante aromatiche ed agli amari. )illole stomachiche con ammoniaca

Prendi gomma ammoniaco pesta ed aloe, dogni cosa 1 dramma; mirra, senna, zafferano, dogni cosa ; dramma; ossimiele scillitico, quando basta per dare conveniente consistenza. Di si pu0 aggiungere, secondo la volont) del prescrittore, sale di ferro, cumino, assenzio, menta, chiodi di garofano, 3c. /a dose * di 1 scropolo, andando a letto. )illole stomachiche purgative Prendi pillole di #ussus(218) 1 scropolo; resina di gialappa, sale dassenzio, dogni cosa 5 grani; olio dassenzio e di menta, 1 goccia di ognuno. <on eliNir proprietatis tartarizzato fa 5 pillole. Kon solo incidono, detergono, purgano la flemma vischiosa che, introdottasi nei tessuti e nei villi dello stomaco, provoca mille danni, ma, anche, riscaldano e corroborano lo stomaco. Ke vanno prese 6 la sera e ? il mattino seguente. )illole stitiche Prendi zafferano astringente di Marte(219) 6 scropoli; zucchero di piombo, canfora, dogni cosa 1 scropolo; olio dambra 1 goccia. 9ai pillole con trementina di Denezia. ,ono contro il flusso mestruale smodato4 )illole di solfo Prendi polvere di liquirizia 6 dramme; mastice 1 dramma. 9a pillole con balsamo di solfo anisato. ,ervono per i disturbi della mammella4 )illole del Silvio Prendi gomma ammoniaco triturata 6 scropoli; vetriolo di Marte, calcinato a basso calore fino a bianchezza, 1 scropolo; mirra, castoreo, dogni cosa 15 grani; zafferano ; scropolo; trocisci Alhandal 1 dramma; resina di gialappa, scammonea preparata, dogni cosa 1 scropolo; olio di finocchio 5 gocce; eliNir proprietatis, quanto * sufficiente per ricavare dalla pasta 5C pillole. -l paziente ne prenda ? o pi%, prima di coricarsi, oppure ne prenda 5 il mattino, o pi%, secondo quanto ne richieda la sua costituzione, fino a quando non siano evacuati delicatamente gli umori viziosi. )illole di catrame Prendi 1 dramma e ; della caligine, ben pressata, di un albero arso; sale di corno di cervo maschio ; dramma; catrame quanto serve per fare una buona massa pillolare. #iportano alla normalit) il bollore e leffervescenza del sangue dovuti ad ostruzioni, e la circolazione nelle parti del corpo malate; rinfrescano gli spiriti bollenti e promuovono lespettorazione. ,i danno anche nella pleurisia 'previo salasso( con buon vantaggio. .ose1 1 scropolo ogni quattro ore. )illole di trementina Prendi trementina di Denezia, scaldata in acqua di piantagine fino a che sar) di consistenza molle, ; oncia; sangue di drago, bolo, dogni cosa ; dramma. 9a pillole. ,ono stitiche ed astringenti. )illole per le donne Prendi sabina polverizzata, dittamo di <reta, dogni cosa 1 dramma; mirra, galbano, gomma ammoniaco, castoreo, dogni cosa 6 dramme. 9ai massa con sciroppo dartemisia. ,ono buone per moderare il dolore del parto, senza abolirlo del tutto poich2 * necessario; per espellere la placenta e favorire la depurazione della matrice. Ma non vanno pi% date, quando * soddisfatta lindicazione duso ed anche quando il tempo della nascita non * ancora compiuto allo scopo di forzare levento.

/a dose * da 1 scropolo a ; dramma. )illole gialle Prendi resina di gialappa 1 dramma; olio di ginepro : gocce; zafferano 7 grani; mirra 16 grani. <on rosso duovo fai 1: pillole, per 4 dosi. Per tutte le molte ricette dempiastri che seguono, io consiglio di comportarsi cos$1 occorre lavorare il preparato per 1C>16 ore, affinch2 non fallisca poi lesito, fino a quando avr) la giusta consistenza e la naturale adesivit), facilmente valutabili. ,e chi ha eseguito la preparazione * un vero artista, lempiastro porter) via la pelle vecchia, rendendone una nuova ben chiara. &mpiastro contro laborto 1> Prendi empiastro per le rotture(220) 6 once; cerato di sandali, unguento della contessa, dogni cosa ? dramme; olio di mirtillo ? dramme e ;; cera 1 oncia. A tutte queste cose, fuse, aggiungi le seguenti polveri1 sangue di drago, mastice, bolo, galla, radice di bistorta(221), dogni cosa ; dramma; ambra, corallo rosso, noce moscata, dogni cosa 6 scropoli; e, alla fine, tanta trementina di <ipro, quanta * necessaria per preparare una massa plastica. Metti limpiastro sulla zona dei lombi, per prevenire la perdita del feto. /a mia opinione * che bolo, corallo, unguento di Parigi ed altre cose simili non sono componenti adatti per gli impiastri, per le loro propriet) astringenti e per la mancanza di volatili4 ma questa preparazione, fatta in mortaio, aderisce fortemente, comprime la cute e, come un bendaggio, costringe le fibre e conferisce alla gestazione un tono artificiale e nuova forza4 6> Prendi impiastro per le rotture 'o di <esare( e diapalma (222), dogni cosa 1 oncia; trementina di <ipro ; oncia. 9anne due empiastri, uno per la schiena, laltro per lombellico. &mpiastro anodino Prendi unguento rosso di piombo 4 once; olio di gigli ; oncia, trementina di Denezia 6 dramme; oppio, canfora, zucchero di piombo, dogni cosa 6 scropoli. Mescola. #efrigera e, meravigliosamente, calma le tormentanti pene, anche dorigine nefritica, che spesso si presentano alla schiena 4 &mpiastro per lapoplessia Prendi galbano, opoponaN(223), imperatoria di ,pagna, semi di mostarda lunghi, castoreo, dogni cosa 1 dramma e ;; trementina di Denezia ? dramme, o quanta * sufficiente, aggiungendo anche 1 scropolo dolio dambra. Mescola. Assiste la testa e si applica in tutte le malattie soporose, non causate dalla febbre; e nella paralisia. &mpiastro per lartrite Prendi gomma elemi(224), colofonia, pece di !orgogna, dogni cosa 6 once; piombo rosso (225) polverizzato, mastice, olibano, bolo, dogni cosa 6 dramme; olio di pietra, spiga, anice, dogni cosa 1 dramma e ;. Mescola. Httunde le crude e gravose pene, attenua gli umori ostruenti e li espelle attraverso i pori. #ilassa gentilmente la spasmodica tensione delle fibrille e, nello stesso tempo, conforta meravigliosamente e corrobora nervi ed articolazioni. &mpiastro balsamico Prendi 6 once di diapalma, trementina di <ipro, cera gialla, dogni cosa ; oncia. 9ondi tutto assieme, aggiungendo 1: gocce dolio di noce moscata e 1 oncia di balsamo del =ol% polverizzato. &mpiastro cefalico

Prendi cerotto di betonica ; oncia, carana, tacamaca(226), dogni cosa ? dramme; balsamo del =ol% polverizzato 'o di <opaive( 1 scropolo. Mescola. #iscalda e corrobora il capo1 funziona bene nei mali di testa freddi, capogiri, vertigini, incubi, mancamenti, paralisi, convulsioni, epilessia e torpore. &mpiastro per la schiena Prendi empiastro per le rotture e diapalma, a piacere, e fondi assieme. ,erve per i dolori di schiena, debolezza e 9luor albus. ,applica ai lombi, non perch2 i reni siano situati l$ sotto, ma perch2 le arterie che recano il sangue alle pudende, escono dallaorta in questo punto, e, nella stessa zona, si trovano anche i relativi muscoli e legamenti. &mpiastro epispastico Prendi pece bianca 7 once; trementina di Denezia, cantaridi spaccate e ben trite, dogni cosa 6 once e ;. 4 ,i pu0 applicare, nellattacco febbrile, o come preventivo, per preservare la testa da sintomi perniciosi. D* ancora, in esso, la propriet) di modificare od aumentare lo spirito affetto da torpore, vertigini, mal di testa, convulsioni, e tutte le affezioni dolorose e dannose che richiedono un particolare riguardo. Kelle costituzioni calde, dove non v* molto siero ed il sangue brucia, ed in quelle febbri che sono accompagnate da un secco ed ardente calore, irrequietezza e frenesia, gli epispastici non sembrano idonei; e nemmeno vanno usati nelle gravide ed in chi ha la pietra o defezione durina. &mpiastro antifebbrile Pungi un pezzo di pelle chiara con la punta di un coltello, mettivi sopra incenso di 9rancia polverizzato, fuso con una spatola calda e trattato con trementina. /ascialo ben caldo sullombelico, finch2 non seccher) e si staccher) da solo. &mpiastro da piedi Prendi empiastro cefalico ? dramme; pece dura 6 dramme; polvere deuforbio 6 scropoli; canfora ed olio dambra, dogni cosa 1 scropolo. Mescola. utile e necessario per le febbri con mal di testa, debolezza, sonnolenza e frenesia4 Dedi la lozione per i piedi. &mpiastro dincenso !rancese Prendi incenso di 9rancia 6 dramme; tacamahaca 1 dramma; zafferano in polvere ; scropolo; trementina di Denezia quanta ne basta. Mescola. un empiastro semplice e molto +combattivo che si mette, nella febbre, sui polsi. &mpiastro di iera Prendi aloe, mirra, dogni cosa 1 dramma; specie di iera, melassa di Denezia, dogni cosa ; dramma; olio chimico dassenzio 4 gocce; galla di quercia 1 scropolo e miele q.b. Ponilo sul bellico dei bambini, per uccidere i vermi. &mpiastro per lidropisia Prendi empiastro di sapone 6 once; olio danice, petroleum dogni cosa ; dramma. Mescola. Attenua, rimuove ed elimina, per mezzo della diaforesi, la linfa eccedente che * raccolta e coagulata in tutte le parti del corpo4 Mettilo sul ventre.

&mpiastro per littero Prendi polvere di zafferano 6 dramme. 9a empiastro con miele, che distenderai su un pezzo di pelle e lascerai legato nella ragione del fegato e dellombelico. lesperimento fatto da un eminente fisico sui bambini piccoli affetti da itterizia. &mpiastro per lischialgia(227) Prendi pece bianca 6 once; galbano 1 oncia; solfo nativo 6 dramme; ambra 1 dramma; ermodattili, ireos, semi di cumino, fiori di camomilla, dogni cosa ; dramma. 9orma la massa con petroleum. Attenua lo sviluppo ed addolcisce la salinit) degli umori acri. <orrobora le parti nervose ed * specifico contro i dolori artritici, senza essere revulsivo. &mpiastro laterale Prendi empiastro di cumino 1 oncia; canfora 1 scropolo; olio danice 1: gocce. Mescola. Penetra, attenua, scuote e dissipa le flatulenze ed i dolori da queste portati; elimina le fitte. &mpiastro per i lombi Prendi empiastro di piombo rosso del Digo 6 once; diapalma 'preparato con olio rosato invece che con sugna( 1 oncia e ;; carana 'sciolta in aceto rosato e filtrata( ; oncia; bolo, terra sigillata, mastice, dogni cosa 4 scropoli; trementina di <ipro 1 oncia. Mescola. #egola lafflusso degli umori; * +amico delle parti nervose, che conforta e corrobora, ed utile per il mal di schiena. &mpiastro di maggiorana Prendi pece bianca ; oncia; polvere di maggiorana ; dramma; euforbio 5 grani. Mescola. ,i pone dietro lorecchio, per il catarro, il mal di testa e di denti. &mpiastro di mastice composto% Prendi mastice, resina di ginepro, noce moscata, chiodi di garofano, dogni cosa 1 scropolo; ladano : dramme. /avora con un pestello in mortaio, con una quantit) bastante dolio di mastice, fino ad ottenere lempiastro. /ascialo sopra la parte per restaurare il tono, sofferente per un colpo di freddo od umori perniciosi; o per frenare gli effluvi reumatici che scendono come da una fontana. conveniente nella cefalgia, nei tumori delle tonsille, infiammazioni dellugola, asperit) della gola, 3c. Dedi il linimento cefalico. &mpiastro per i reni Prendi polvere doppio 6 dramme; sapone molle 1 oncia; olio di ginepro ; dramma. Mescola e poni sulla regione renale4 &mpiastro pettorale Prendi tacamaca filtrata ; oncia; cera gialla 6 dramme. 9a fondere tutto ed aggiungi polvere di beniamino, storace calamita, dogni cosa 1 dramma; zafferano ; scropolo; olio danice 7 gocce; olio di noce moscata, chiodi di garofano, dognuno 4 gocce. -ncorpora con un miscelatore. #iscalda, attenua, scuote, corrobora, conforta i muscoli del torace che hanno perso la loro vitale motilit), per la fredda flemma che porta la tosse, o per un effluvio di linfa4 &mpiastro dimperatoria Prendi galbano colato, sagapeno(228), ammoniaco 'sciolto in vino bianco e filtrato(, dogni cosa 1 oncia; polvere dimperatoria di ,pagna, semi di mostarda, dogni cosa ; oncia; cera 1 oncia e ;; trementina di Denezia q.b. Mescola.

/ibera e corrobora le parti nervose, stimola lo spirito4 molto usato per la paralisia delle membra... un senapismo che gli antichi impiegavano spesso; molto utile, se applicato razionalmente. &mpiastro per la pleurisia Prendi stitico di Paracelso(229), empiastro comune, dogni cosa 1 oncia; unguento populeo 1 oncia e ;. 9ondi a fuoco moderato, mescolando continuamente con una spatola; togli dal fuoco e, quando comincia a raffreddare, aggiungi ? dramme di canfora polverizzata e forma empiastro. Mi fu comunicato come un vero anodino, per i dolori della pleura e della podagra; dissipa inoltre i tumori infiammatori e langina senza danno e ripercussioni. &mpiastro per langina Prendi diachilon semplice ? dramme; olio chimico dassenzio 17 gocce. Mescola. Ponilo sulla gola, da orecchio ad orecchio. &uesto tipo di rimedio non va usato senza un adeguato salasso. &mpiastro spinale Prendi diapalma ; oncia; cerotto ossicroceo(230) 6 dramme; olio dambra 16 gocce. eccellente contro la debolezza od il mal di schiena non caldo, e nelle ostruzioni della spina dorsale. ,i mette sulla spina dorsale dei bambini rachitici, per lungo tempo, dalla nuca allosso sacro. &mpiastro viscerale Prendi empiastro di cumino, di meliloto composto, di gomma tacamaca, dogni cosa 6 dramme; empiastro dabete canadese, ammoniaca, balsamo del Per%, dogni cosa 1 dramma. #iporta nel canale circolatorio le flatulenze dell[atrabile che, nellipocondria, si addensano e stagnano. <alma e ricompone il corrugamento, la tensione e gli spasmi delle fibre. &mpiastro per la milza Prendi empiastro di cumino ? dramme; cerotto ossicroceo, tacamaca filtrata, dogni cosa 1 dramma e ;; olio di sassofrasso ? gocce. Mescola. &mpiastri stomachici composti 1> Prendi empiastro stomachico magistrale ; oncia; tacamaca colata 6 dramme. 9ondi e aggiungi balsamo del =ol% polverizzato, sangue di drago, balsamo del Per%, dogni cosa 1 dramma; olio di noce moscata e di chiodi di garofano, dognuno 6 gocce; olio dambra 1 goccia. Mescola. #iscalda ed aiuta la concozione, reprime la nausea ed il vomito, libera lo stomaco da crudezze e flatulenze, rimedia al suo rilassamento, torpore ed eccessiva dilatazione. 6> Prendi tacamaca colata G dramme; menta polverizzata, balausti, dogni cosa ; dramma; olio di chiodi di garofano, noce moscata, anice ed ambra, dognuno 6 gocce. Mescola4 -l dott. Bighmore argu$ che, nello stomaco debilitato, questimpiastro dava gran vantaggio se posto sulla schiena 'sopra lundicesima vertebra toracica(; anche #iverio 'Q.e appetitu caninoR( e il !artolini 'QAnatomia del ventricoloR, pag. :7(, annotano questo. &mpiastro per le tempie Prendi 1 dramma di carana, falla fondere e ponila su un pezzetto di pelle, incorporando 6 grani doppio e 4 gocce dolio dambra. un anodino che, applicato sulle tempie, toglie il mal di testa e lirrequietezza. Messo invece dietro le orecchie cura il dolore di denti4

&mpiastro volatile Prendi trementina fine di Denezia 1 oncia. =ritala col pestello in mortaio, ponendo, a poco a poco, spirito di sale ammoniaco, fino ad ottenere il peso voluto. /avora s.a. per dare un corpo plastico. Bevanda calda di latte cagliato e tamarindo Poni in un mortaio due once di tamarindo mescolato con un poco di latte. /avora col pestello finch2 non si scioglie; quindi aggiungi ancora 6 pinte di latte bollito @con vino o aceto leggeroA e filtra la cagliata attraverso un setaccio. &uesta bevanda * un po pi% acida della seguente dacetosella, ma poich2 se nassume poca, non diluisce troppo il sangue. &uella di lu8ula(231) * eccellente per la diarrea conclamata, quando il ventre * stato aggredito con forza... ,e ne pu0 dare ; pinta, tre o quattro volte al d$. Bevanda calda di latte cagliato e acetosella Prendi 6 pinte di latte fresco, 1 pinta di birra leggera e fresca, ; pinta di vino bianco. <omponi la bevanda bollendo assieme 6 manipoli dacetosella. Kelle febbri brucianti, non solo diluisce e tempera gli umori acri della bile, che si sono riversati nello stomaco, provocando unintollerabile sete ed una bocca amara, ma refrigera anche il sangue... ed elimina le impurit) attraverso lurina. ,i pu0 bere, a piacere, anche in gran quantit). )ozione ammoniacale Prendi gomma ammoniaco pura 6 scropoli e scioglila in 6 once e ; dacqua dissopo. Al filtrato unisci ; oncia delettuario lenitivo, 1 oncia di sciroppo dacqua di rose, 6 scropoli di sal prunello. )ozione lenitiva Prendi 6 scropoli di crema di tartaro, polverizzata e sciolta sul fuoco in 4 once dacqua di sambuco. Poi scioglici dentro 1 oncia e ; di manna. 9iltra ed unisci ; oncia di sciroppo solutivo di rose, per 1 dose. una medicina gustosa ed agisce delicatamente per sciogliere il ventre e svuotarlo un po. )ozione per lidropisia purgativa Prendi polvere di radice di gialappa ; dramma; zenzero 6 grani; sale di tartaro 16 grani; vino bianco ? once; sciroppo solutivo di rose 1 oncia; sciroppo comune ; oncia. Mescola.
Fn paragrafo sulle opinioni di 85denham e d<ttmuller riguardo alla somministra:ione di purganti a chi soffre didropisia.

)ozione nefritica purgativa Prendi malva 1 manipolo; senna 6 dramme; sale di tartaro 1 scropolo. 9a bollire in ; pinta dacqua, fino a ? once. 9iltra e sciogli, nel filtrato, 1 oncia e ; di manna; ; oncia dolio di mandorle dolci e 1C gocce dolio di ginepro. )ozione resinosa purgativa Prendi resina di gialappa 16 grani; olio danice 1 goccia. Mescola assieme ad 1 tuorlo duovo, : dramme di sciroppo solutivo di rose, 6 once di vino bianco. ,i pu0 rafforzare, se necessario con garcinia. Alla stessa maniera possono essere preparate parecchie altre pozioni di resine. )ozione di rabarbaro Prendi 1 scropolo, o ; dramma, di polvere di rabarbaro, 1 oncia e ; dacqua di menta o di cannella, 6 gocce dolio di noce moscata e : dramme di sciroppo di rose secche. Mescola. <ura felicemente il flusso del ventre, ricreandolo o correggendone lievemente il torpore4

)ozione detta "sancta Prendi gomma di guaiaco polverizzata 1 dramma e ;. ,cioglila e mescola con il rosso di 1 uovo, ; oncia dacqua di cannella, 1 oncia e ; dacqua di fumaria e ; oncia di sciroppo solutivo di rose. &uesta pozione * considerata uno specifico prevalentemente per la gotta e per le pene vagali; ... purga bene, 4 libera, a volte, dal vomito. )ozione di 2ar3ic4 Prendi scammonea solforata, antimonio diaforetico, crema di tartaro, dogni cosa ; scropolo; acqua di cicoria ? once; acqua di cannella 6 dramme; sciroppo solutivo di rose 1 oncia. Mescola per ottenere una bevanda bianca. '<os$, se prendete ; scropolo di radice di gialappa, e ci mettete dentro ?>4 grani dantimonio diaforetico, la sua energia sar) pari alla dose di 1 scropolo di gialappa4( .ata alle donne, pu0 provocare fino a venti evacuazioni, mentre la stessa preparazione somministrata ad un uomo lo far) sudare, senza alcuna evacuazione. Afferma ci0 Uelschius, dicendo anche che la pozione del <ornacchino (232), fu proibita a #oma, sotto pena di condanna alle patrie galere. )ozione bianca Prendi trementina di Denezia ? dramme, o ; oncia; olio di noce moscata 6 gocce. -ncorpora con 1 rosso duovo, quindi unisci 1 oncia di sciroppo daltea, ? once di vino bianco e filtra. ,i pu0 usare lo sciroppo di viole, in luogo di quello daltea. )olvere contro laborto Prendi bacche di Jermes 1 dramma; sandali rossi, radici di tormentilla, dogni cosa ; dramma; chiodi di garofano, perle, corallo rosso, dogni cosa 1 scropolo, Manus <hristi (233) del tipo perlato ? dramme; ? foglie doro. =rasforma tutto in polvere. )olvere alessifarmaca Prendi pietra di Foa, e di <ontra"erva, polvere di Fuascogna (234), radice di serpentaria virginiana, dogni cosa 5 grani. 9a polvere. un asso contro le febbri maligne e pestilenziali1 sostiene lo spirito e caccia il +nemico attraverso il sudore.
#uller si sofferma a valutare se un antidoto migliore quando composto di tanti $come la triaca o il mitridato, o di un solo principio attivo.

)olvere con ambra Prendi la specie diambra, polvere di chele di granchio composta, dogni cosa 1 dramma; olio di cannella 1 goccia. Miscela per : dosi. buona contro il tremito del cuore e la sincope. )olvere dangelica composta Prendi radice dangelica di ,pagna 5 grani; terra del Fiappone 15 grani; specie 8acintina ; scropolo; olio di cannella 1 goccia. 9ai polvere. #icrea lo spirito che abbisogna di sostegno e porta allesterno la materia morbosa. <onforta lintestino e ferma in modo considerevole una diarrea sintomatica, conseguente al vaiolo o ad una febbre maligna. )olvere antielmintica Prendi corallina preparata 1 dramma; etiope minerale (235) preparata a freddo ; dramma; olio dassenzio romano 1 goccia. 9a polvere.

#itenevo che letiope preparata a freddo fosse uninvenzione di questepoca, poi, lho trovata in #ondeletius 'Q.e unguentisR, 1C?G(, che scrive1 QArgentum vivum estingui potest, vel sulphure, vel aceto, vel calcinationeR. Ke possono essere dati 15 grani, ad un bambino, mattina e sera per tre giorni, prima della luna piena o nuova, per stanare e distruggere i vermi. Ena seconda somministrazione servir) per togliere il loro seme dal sangue. )olvere antielmintica purgativa Prendi scammonea preparata : grani; rabarbaro 4 grani; calomelano ; scropolo. 9a polvere per bambini di :>7 anni. ,ilvius polverizza una dose di scammonea e la pone in acqua1 se ne dissolver) una parte e la rimanente lascer) un deposito nerastro sul fondo, che va eliminato. ,i afferma che non vi * medicina purgativa da preferire a questa, che lavora bene senza dare dolori. cos$ sicura che si pu0 dare per periodi lunghi, a donne e a bambini, con gran successo. ,i deve sorridere dei timori dei nostri teorici scrittori che gridano contro luso continuo della scammonea, preferendo medicine pi% comuni come il diaprunum solutivum (236) o lelettuario di succo di rose, quando le principali virt% vanno attribuite alla scammonea. )olvere araba Prendi gomma arabica e zucchero bianco caramellato, dogni cosa ; oncia; olio di mandorle dolci 1: gocce. 9a polvere per 7 dosi. Per le relative virt% vedi la decozione di malva e lemulsione araba. )olvere aromatica Prendi cannella, macis, noce moscata, chiodi di garofano, zenzero, dogni cosa 7 grani; semi danice, cumino dei prati, coriandolo, finocchio dolce, bacche dalloro, dogni cosa 1: grani; zucchero in pani 6 dramme. 9orma una polvere, per 7 dosi. Per le relative virt% vedi alla polvere peptica. )olvere artritica Prendi pino di terra ed artemisia, dogni cosa ; scropolo; resina di guaiaco, zucchero bianco, dogni cosa 1 scropolo; olio di sassofrasso 1 goccia. Mescola per 1 dose. ,ia data, mattina e pomeriggio con il decotto detto sanctum se il paziente * di fredda costituzione o con decozione di salsapariglia se * calido. ,i continui nei mesi di marzo e settembre per prevenire la gotta. )olvere astringente Prendi balausti ; scropolo; cannella, noce moscata, dognuna 4 grani; cocciniglia 6 grani; zucchero rosato 1 scropolo. 9orma polvere, per 1 dose. ,erve per arrestare la diarrea. Dedi il giulebbe astringente. )olvere balsamica Prendi balsamo del =ol% ; scropolo; beniamino, mirra, dogni cosa 5 grani; balsamo del Per% 1 goccia; zucchero bianco caramellato 1 scropolo. Mescola. vantaggiosa per coloro che sono a rischio di tubercolosi, i quali hanno materia putrida e cruda fissata ai polmoni, alito fetido, ortopnea, tosse secca, un dolore al petto o al fianco e sono magri, languenti o deboli. .eve essere bevuta in un sorso di latte dasina, mattina e sera. )olvere di bezoar

Prendi polvere di chele di granchio, pietra di Foa e di <ontra"erva, bezoar orientale, dogni cosa 5 grani; ; foglia doro. Mescola. )olvere per una contusione Prendi ardesia d-rlanda, mummia, dogni cosa 16 grani; sale dambra, sale di corno di cervo, dogni cosa ? grani. Miscela. ZPelfer ci dice che la mummia comune, che troviamo ai giorni nostri, * carne di cadavere, nera, unita alle vesti di sepoltura, di un morto per malattia1 nientaltro che la mummia aromatica degli Igizi. Prendere una parte del nostro corpo come medicina * una cosa nociva ed assai pregiudizievoleS Dedi la decozione per i traumi e la mistura di spermaceti, che hanno le stesse virt%. &uesta solleva pi% lo spirito ed aiuta negli svenimenti, a causa dei sali volatili che contiene. )olvere per i capelli Prendi 1 oncia di radice diris, ; oncia di peonia maschio, 6 dramme dangelica spagnola; sandali gialli, noce moscata, macis, chiodi di garofano, dogni cosa ; dramma; storace liquido, balsamo del Per%, dogni cosa 4 grani; olio di rosmarino e di lavanda, dognuno 6 gocce. =rasforma in polvere. Ba un profumo assai piacevole4 -mpolverare con essa i capelli ogni notte, cambiandola ogni 64 ore. )olvere per le cardialgie Prendi ; oncia di gesso bianco e vaporoso, stemperato in acqua di rose; occhi di granchio, liquirizia, zucchero bianco, dogni cosa 4 scropoli; olio di noce moscata, chiodi di garofano, dogni cosa 6 gocce. <omponi una polvere per 7 dosi. )olvere carminativa Prendi semi danice e di finocchio dolce, dogni tipo 6: grani; noce moscata e cannella, dognuna 17 grani; pepe lungo, chiodi di garofano, dogni cosa : grani; mastice 1 scropolo. Miscela per : dosi. Ba gli stessi impieghi della polvere peptica, ma * pi% calida. )olvere catartica comune Prendi resine preparate di gialappa e di scammonea, dognuna 5 grani; senna, crema di tartaro, dogni cosa ; scropolo; olio di chiodi di garofano 1 goccia. Mescola. molto simile alla +pulvis diasenae(237), ma contrae di pi% lintestino, e, a mio giudizio, eccelle. )olvere cefalica Prendi polvere di gutteta, cinabro nativo preparato, dogni cosa ; oncia. Mescola. .i questa polvere di gutteta 'ne fa fede chi mi ha trasmesso la ricetta( * indicativo ci0 che ,ir =heodore Ma"ern 'che eccelle anche su #iverio( descrive nel suo Q<apite, de epilessiaR(1 Q specifica, per i propri effetti, nelle vertigini e negli eventi convulsivi della testa che possono portare fino alla follia. Posso garantirvi che quei dolori sono stati curati felicemente con la polvere di gutteta da sola, o con uninfusione di fiori di betonica, di te, o di primula. Di posso riferire la storia memorabile di una giovane gentildonna, molto conosciuta da noi, che aveva un piccolo cane rognoso e rabbioso. ,tando in contatto con lanimale era stata contaminata dagli effluvi che da lui sortivano e anche dalla saliva velenosa, ed aveva contratto lidrofobia, con convulsioni, e 'cosa stupefacente da riportare( si grattava, mattina e sera, fino a scortecciarsi la pelle; avendo consultato diversi medici, prese, dopo tanti medicinali inutili, questa polvere cefalica1 si verific0 subito un benefico effetto e, dopo un certo tempo, recuper0 il suo stato di salute originarioR4 )olvere calibeata

Prendi ruggine polverizzata 7 scropoli; sale di ferro, zafferano, zenzero, dogni cosa 1 scropolo; 5 scropoli danice; 4 di macis, 1C di zucchero bianco. =rasforma in polvere per 6C dosi. - calibeati sono +instar omnium, per la cachessia, la malattia verde, le ostruzioni, littero, lidropisia e tutte le malattie che derivano da grossolanit) o da povert) del sangue. Provocano una rinnovata fermentazione4 depurano la massa del sangue e rendono ai globuli rossi il primitivo colore, 4 ma, se lanemia * giovanile e congenita, i calibeati sono poco utili1 conviene prendere dellaceto forte, diluirlo in vino dolce rosato e farne una pozione ammorbidente come quella che si usa per trasformare la dura carne di montone o di un vecchio bue in una simile a quella dellagnello o del vitello4 )olveri per la colica 1> Prendi spermaceti e zedoaria bianca, dogni cosa : dramme; balsamo del Per% 16 gocce. Mescola per : dosi. 6> Prendi spermaceti lavato, zucchero bianco, dogni cosa ; dramma; castoreo ? grani. Polverizza per 1 dose unica. )olvere di consolida maggiore composta Prendi radici di consolida maggiore, quella dal fiore rosso, carne di topo seccata in forno, unghie di maiale, pene di caprone, ad libitum. Mescola. stato sperimentato come un infallibile secreto per chi orina nel letto. /incontinenza urinaria negli anziani * cosa comune e, di solito, incurabile. Kei bambini si pu0 trattare con successo, per la resistenza fisica dovuta allet), ma si deve intervenire prima del 65] anno di vita per non renderla cronica ed incurabile. Ke va dato 1 scropolo 'o ; dramma(, in bicchiere di vino bianco, sera e mattina, per ?>4 giorni, nel periodo di luna piena e nuova. <os$ si fa tradizionalmente, ma io darei piuttosto assieme una decozione dagrimonia o di radice di sigillo di ,alomone. ,i possono anche applicare un cerotto corroborante alla regione lombare ed un altro allosso pubico. )olvere docchi di granchio composta Prendi occhi di granchio, macinati su piastra di marmo, 1 dramma; crema di tartaro ; dramma; sale dassenzio romano e prunello, dognuno 16 grani; sale dambra : grani. =rasforma tutto in una polvere per : dosi, che va data 6>? volte il giorno. #infresca il fermento dei visceri e dello spirito che si * perso; fonde il sangue, fa secernere la materia febbrile dagli emuntori e la precipita. )olvere damascena Prendi 1 libra di radici diris; calamo aromatico, cipero, dogni cosa 4 once; origano 1 oncia; rose di .amasco, noce moscata, chiodi di garofano, storace calamita, beniamino, ladano, dogni cosa 6 once. =rasforma in polvere grossolana. )olvere per il mal di denti Prendi 1 scropolo di tabacco; zenzero, fiori di solfo, dogni cosa ; scropolo. Miscela. -l paziente fiuter) un po di tabacco, attraverso la narice opposta rispetto al dolore, e si metter) subito nel letto, poich2 questo, raggiunta la testa, provocher) un forte starnuto che estrarr) moltissima acqua1 contemporaneamente toglier) il mal di denti. Dentifricio di Schroder

Prendi ; oncia di polvere di mattone, inumidiscila parecchie volte con olio di tartaro, finch2 nabbia assorbito quanto il proprio peso, e porta a consistenza di pasta. Allora, aggiungi tartaro bianco ? dramme e nero fumo 6 dramme. 9a polvere. /ucida i denti con esso, quando sono diventati gialli o neri, e sciacqua con vino caldo. - denti non saranno invasi da +lapis dentalis (238), le gengive si riattaccheranno fino a met) del dente4 e guariranno le lesioni che non consentono un loro buon funzionamento4 )olvere diaforetica Prendi radice di serpentaria virginiana, radice dangelica spagnola, contra"erva, dogni cosa 5 grani; mirra ? grani; zafferano 6 grani. Mescola. )olvere diuretica 1> Prendi sal prunello 1 dramma; gusci calcinati duovo 6 scropoli; sale dambra 1 scropolo; zucchero bianco 6 dramme. 9a polvere. /a dose * di ; dramma o 1 scropolo. Dedi il giulebbe nitroso diuretico. 6> Prendi 1 dramma e ; danice; sale dambra ; dramma; olio di noce moscata ? gocce. 9a polvere per ? dosi. -l dr. Uillis sostiene che il modo migliore dassumere il sale dambra * di mescolarlo con il suo doppio peso di salnitro. )olvere dolcificante Prendi terra /emnia(239) 1 scropolo; corallo, occhi di granchio, uovo e conchiglie dostrica, dogni cosa 5 grani. Mescola tutte queste cose e polverizza. &ueste medicine trovano posto la dove un acido offende stomaco ed intestini4 <ome sosserva che il brodo di carne, se conservato troppo a lungo, si corrompe inacidendo4 cos$ si pu0 dire che i succhi animali stagnanti e corrotti possono diventare acri. /e terre dolcificanti possono correggere tali succhi4 /esperienza insegna che i bambini piccoli abbondano dacidi nocivi nei loro visceri4 .altra parte, ho raramente visto questi sintomi nelle persone adulte in maniera conclamata4 quindi posso asserire che le medicine a base di creta e di sostanze simili sono appropriate ai bambini ed alla prima crescita4 )olvere emmenagoga Prendi 15 grani di borace veneziano, 16 grani di mirra, ? grani di zafferano, 1 goccia dolio di chiodi di garofano e mescola. ,imile per virt% alla decozione emmenagoga, si somministra nello stesso modo. )olvere epidemiale Predi trocisci di vipera 1 dramma; radice di serpentaria virginiana, contra"erva, dogni cosa ; dramma. Mescola. 9armaco prevalente contro le febbri maligne, in particolare per la malaria, se dato prima del parossismo. /a dose * di 1>6 scropoli. )olvere deufrasia composta Prendi ? dramme deufrasia e 1 dramma di macis. =rasforma in polvere fine. QBo visto uomini decrepiti, quasi ciechi, che, tramite laiuto di questa polvere ristoratrice, hanno riacquistato completamente la vista Y racconta il Montagnana. Hltre che essere un ottimo farmaco per gli occhi, * efficace anche nel mal di testa, se preso, prontamente, in un bicchiere di vino1 in questo caso, * cosa ottima perch2 il cervello simbeve del farmaco 'attraverso il sangue(, soprattutto durante il sonno.

Per gli occhi, danne ; cucchiaio, prima dei pasti, in un bicchiere di ,acJ(240). )olvere maggiore deufrasia composta Prendi ; oncia deufrasia, 6 dramme di semi di finocchio dolce; macis, olio di noce moscata, dogni cosa 1 dramma; zucchero bianco 1 oncia. <omponi la polvere. /a dose * di 1 dramma, due volte il giorno. )olvere antifebbrile Prendi sale dassenzio ; dramma; antimonio diaforetico 1 dramma; fiori di camomilla 6 dramme e ;. 9a una polvere per 7 dosi, che pu0 essere presa ogni tre o quattro ore, prima del parossismo febbrile. )olvere di gutteta del (a'ern Prendi radice di peonia maschio, i semi della stessa, ambra bianca, cristallo, corno di cervo vetriolato, dogni cosa ? dramme; cranio umano ; oncia; calamo aromatico, polpa di quercia e di bosso, dogni cosa 6 dramme e mezzo; corallo rosso, corallina, radice di valeriana selvatica, bedeguar(241), spugna, dogni cosa 6 dramme; olio di noce moscata, fiori di lavanda, dogni cosa 1 dramma; secondina di donna 1 oncia, : dramme ed 1 scropolo; 64 foglie doro e dargento triturate finemente; ambra grigia 1 scropolo 'fino ad 1 oncia(. 9a polvere. /a dose * da 1 scropolo, fino ad 1 dramma. )olvere emopoietica Prendi semi di giusquiamo e papavero bianco, dogni cosa 6 dramme; terra sigillata, ematite, dogni cosa 1 dramma; zucchero rosato : dramme. simile allelettuario di !o"le, e se ne pu0 dare 1 dramma in latte dasina due volte il giorno, con buon esito. )olvere antiemorragica Prendi croco astringente di Marte ; scropolo; sangue di drago 5 grani; allume ? grani; zucchero di piombo 6 grani. 9a polvere. )olvere per lernia Prendi sigillo di ,alomone e radice di consolida, dogni cosa 1 dramma. 9a polvere. buona per espellere il vento, calmare i dolori e consolidare la parte1 i bambini piccoli ne possono prendere 15 grani, tre volte il giorno. efficace anche contro il gran dolore ed il flusso delle emorroidi1 gli adulti ne prenderanno ; dramma, o 6 scropoli, con un sorso di decozione di millefoglie o la nostra decozione stitica. )olvere irlandese Prendi ardesia d-rlanda 15 grani; sale dambra ? grani; sale di corno di cervo 6 grani; olio di noce moscata 1 goccia. Mescola. Diene ordinata contro la pleurisia, il reumatismo ed in tutte le numerose malattie nelle quali il siero del sangue abbonda4 di grande aiuto anche alle donne isteriche4 e nelle affezioni che portano allepilessia. /a dose * di ; dramma. )olvere che d spessore Prendi radice daltea, gomma arabica, sangue di drago, liquirizia, dogni cosa 5 grani. Pesta, fino ad avere una polvere fine. Per le virt% vedi lanaloga decozione.

)olvere di gommalacca(242) composta Prendi gommalacca 6 dramme; croco astringente di Marte ? dramme; sangue di drago 1 dramma. 9a polvere sottile. Kotevolmente stitica, si prescrive nelle emorragie interne. particolarmente celebrata, con meravigliosi elogi, per la propriet) di fermare il sangue delle urine. /a dose * di 1 dramma. )olvere lassativa Prendi senna e crema di tartaro, quanto vuoi, e riduci in polvere. una preparazione facile, ma molto buona, che purga delicatamente e senza dolori, poich2 la crema di tartaro * il miglior correttivo per la senna. /a dose * di ; dramma, 6 scropoli, o 1 dramma per persone di grossa corporazione, da prendere la sera. )olvere di maggiorana composta Prendi maggiorana, fiori di stecade arabica, dogni cosa 5 grani; noce moscata ? grani; semi di mostarda 6 grani; olio di sassofrasso 1 goccia. 9a polvere. Apre i meati del cervello e corrobora i nervi4 un rimedio opinabile contro le malattie soporose e paralitiche. ,i d) mattina e sera. )olvere di mastice composta Prendi mastice, olibano, terra del Fiappone, fiori di solfo, dogni cosa 5 grani; zucchero candito 1 scropolo. Polverizza. egregia nel catarro ed emula lelettuario di mastice. ,i d) alle 4 del pomeriggio e prima di coricarsi, con un sorso di decozione di lingua di cervo. )olvere di millepiedi composta Prendi millepiedi preparati 16 grani; zafferano ? grani; fiori di beniamino, sale dambra, dogni cosa 16 grani; zenzero 1 grano; olio danice 1 goccia. <omponi polvere. Bo saputo che * prescritta nellasma, ma, in tal caso, non la ritengo utile, 4 mentre libera il torace da un freddo e tenace effluvio dei bronchi4 Dedi la decozione e lelettuario espettoranti. )olvere di mirra composta Prendi mirra, sabina, grani del Paradiso, dogni cosa 5 grani; zafferano ? grani; castoreo 6 grani; olio dambra 1 goccia. 9a polvere. buona come le pillole per le donne. )olvere nefritica Prendi sedano e radice di sassifraga, dogni cosa 6 dramme; occhi di granchio 1 dramma; tartaro vetriolato, pietra di sal prunello, dogni cosa 6 scropoli; crema di tartaro 4 scropoli; olio di ginepro 4 gocce. 9a polvere. <hi me la comunic0, afferm0 che promuove le urine, espelle la pietra, regola il mese, 3c. .ose1 da 1 scropolo fino ad 1 dramma, con decotto daltea. )olvere nitrosa Prendi pietra di sal prunello 1 dramma e ;; cinabro dantimonio ; dramma; zucchero bianco ; oncia. #iduci in polvere. ,i prescrive nelle calde e brucianti febbri4 Provoca le urine. /a dose * di 1 dramma, in veicolo gradevole.

)olvere di noce moscata composta Prendi ; oncia di noce moscata, 6 dramme di cannella; macis, chiodi di garofano, maggiorana, betonica, rosmarino, fiori di lavanda, dogni cosa 1 dramma. 9a polvere. Derzascha sostiene che fu usata a !asilea, in ,vizzera, per il deliquio. <orrobora lo stomaco, aiuta la digestione, conforta il cervello4 Ke va presa 1 dramma dopo il pasto e la sera, immediatamente prima di dormire. )olvere odorosa Prendi legno rodio(243) ; oncia; sandali gialli, rose di .amasco, ireos 9iorentina, dogni cosa 6 dramme; angelica di ,pagna 4 scropoli; macis ; dramma; balsamo per lapoplessia ; scropolo; olio di chiodi di garofano : gocce. Pesta in un mortaio robusto. Per ricreare lo spirito e far riprendere i sensi. )olvere di buccia darancia composta Prendi solo la buccia gialla darancia e semi di cumino, dogni cosa 16 grani; castoreo 5 grani, pepe lungo 1 grano; olio di ginepro 1 goccia. 9a polvere. <onforta il ventricolo e gli intestini, corregge la flemma, scuote le ventosit), dissolve lo spasmo e 'dopo la necessaria purga( cura felicemente la colica. ,ia presa, tre volte il giorno, seguita da una dose di decozione amara per la febbre. )olvere panchimogoga(244) Prendi crema di tartaro ; oncia; senna 1 oncia; rabarbaro : dramme; scammonea 6 dramme; macis ; oncia. Pesta fino ad ottenere la polvere. /ho trascritta dalla farmacopea di /euPaerden. /a dose * da 6 scropoli ad 1 dramma. )olvere di pavone Prendi 15 grani di sterco bianco di pavone; sale dambra 5 grani; olio di noce moscata 1 goccia. #iduci in polvere. uno specifico contro la vertigine, da dare, mattina e sera, con un sorso di decozione cefalica. )olvere pettorale Prendi solfo nativo, iris fiorentina, liquirizia, anice, dogni cosa 5 grani; zucchero candito 1 scropolo. 9a polvere. ,i contende le virt% con il giulebbe pettorale. )olvere peptica Prendi semi di coriandolo ; oncia; anice, finocchio dolce, dogni cosa 4 scropoli; noce moscata ; dramma; cannella, chiodi di garofano, dogni cosa 1 scropolo; pepe lungo ; scropolo; zucchero bianco 1 oncia. 9a polvere per 1: dosi. validissima nellaiutare la digestione, dopo il pasto; e per la nausea4 -l sistema che uso per somministrarla * di spolverizzarla su pane tostato, bagnato nel vino, subito dopo il pranzo o la zuppa. )olvere di perle composta Prendi perle orientali, corallo bianco, dogni cosa ; oncia; occhi di granchio 1 oncia. /eviga con alcool assoluto, sulla piastra di marmo. Penso che le polveri per la testa esercitino le loro virt% pi% facilmente ed energicamente, quando sono fini4 ,i pu0 impiegare da sola o in un giulebbe di perle1 6 scropoli o 1 dramma, in 16 once di giulebbe.

)olvere di peonia composta Prendi radice di peonia maschio, cranio umano, dogni cosa 5 grani; cinabro nativo ; scropolo; olio di noce moscata 1 goccia. 9a polvere. /a polvere, composta di sostanze dei tre regni, vegetale, animale e minerale, soccorre notevolmente i bambini caduti in un parossismo convulsivo. )olvere per la pleurisia Prendi ; scropolo dolibano; occhi di granchio, fiori di solfo, dogni cosa 5 grani. #iduci in polvere. )olvere per la milza Prendi scorza di frassino ; scropolo; rabarbaro 5 grani; spigonardo, zafferano, dogni cosa 6 grani; pepe lungo 1 grano. 9a polvere, alla quale pu0 essere aggiunto un calibeato, Qpro re nataR. #imuove le ostruzioni dei visceri, corregge i fermenti depravati, reprime gli spasmi, fa rinascere un appetito languente ed allevia le pene e la tensione dellipocondria. efficace in una persona affetta da prurigo, o dalla lebbra, dove i minerali presenti nelle ghiandole cutanee, provocano malattie esterne4 assai perniciose e di difficile guarigione4
8egue un lungo paragrafo su li-ri, ipotesi, teorie, malattie mal diagnosticate, medicinali inadatti, empirismi, ecc. allo scopo di sostenere lutilit di questo farmaco per la cura della mil:a.

Ke sia presa 1 dose in un sorso di vino bianco, mattina e pomeriggio, per alcune settimane. )olvere starnutoria Prendi iris fiorentina 1 scropolo; elleboro bianco ; scropolo; olio di noce moscata 1 goccia. Fli starnutori purgano e puliscono la testa4 )olvere stomachica Prendi radice dangelica spagnola, menta, cannella, dogni cosa 1 scropolo; macis 16 grani; balausti, pepe lungo, dogni cosa 4 grani; olio di zenzero 1 goccia; zucchero bianco in pani 4 scropoli. 9a polvere per 4 dosi. #iscalda, conforta e corrobora pi% dellelettuario stomachico. )olvere stomachica amara Prendi radice di serpentaria virginiana, zedoaria, genziana, enula campana, dogni cosa 5 grani; olio di noce moscata 1 goccia. 9a polvere. Poich2 riscalda deterge e corrobora le fibre ed i villi dello stomaco4 * particolarmente utile nel rifiuto del cibo mattutino e nel vomito. .arne 1 dose, il mattino, mezzora prima dalzarsi, in una dose di decotto amaro. )olvere per lo struma Prendi semi di ruchetta(245) ed ossa di pollo seccate in forno, quanto voi. Polverizza e mescola. ,ebbene sia un metodo empirico, lho spesso usato, poich2 conobbi una giovane donna, la quale la trov0 molto valida4 Ke va presa la punta di un coltello largo, due volte il giorno, quante volte vuoi. )olvere stitica 1> Prendi trocisci di terra lemnia, bolo, dogni cosa 1 dramma; pietra ematite, sangue di drago, mastice, gomma arabica, dogni cosa ; dramma. 9a polvere. 6> Prendi croco astringente di ferro, semi di papavero bianco e giusquiamo, dogni cosa 1 dramma e 16 grani; zucchero di piombo 64 grani. 9a polvere per otto dosi.

,ervono contro le emorragie. )olvere di tartaro composta Prendi crema di tartaro 5 dramme; balausti 1 dramma; spirito di vetriolo q.b. per dare un gusto gradevole. Mescola per una polvere. <orregge gli umori biliari diffusi nel ventricolo, ricompone lacidit) naturale, rinforza il perduto tono ed il suo uso * appropriato, quando effluvi amari hanno reso lo stomaco delicato, e provocato bradipepsia(246), vomito e diarrea. #iverio 'cap. Q.e concotione lesaR( racconta una sua singolare storia1 essendosi ammalato di un flusso addominale, dopo quattro mesi se ne liber0 in pochi giorni, col bere aceto. Presto, per0 contrasse una flemma malinconica che 'immagino( era causata dallacre bile formatasi. )olvere di Tilingius Prendi cristallo di tartaro, pietra perlata (247), occhi di granchio, dogni cosa 1 dramma; sale dambra ; dramma; zucchero bianco ? dramme e ;. 9a polvere, aggiungendo 5 gocce dolio danice. ,i usa nei casi nefritici. /a dose * da ; a 1 dramma. W)olvere di tormentillaX Prendi radici di tormentilla 6 dramme; angelica spagnola, serpentaria virginiana, contra"erva, zedoaria, spigonardo, zafferano, dogni cosa 1 scropolo; macis ; dramma; canfora, oppio, dogni cosa 15 grani. <omponi, con delicatezza, una polvere ben omogenea e fine4 Poich2 la +ratio operandi * quella di un alessifarmaco, vedi il decotto sacro. Imula le virt% della melassa. Hgni scropolo dessa contiene un grano doppio. )olvere di vipera composta Prendi trocisci di vipera 'o, piuttosto, carne essiccata( 15 grani; sale dambra ? grani; zafferano 6 grani. 9a polvere. Aiuta come un grande arcano(248) nellitterizia. )olvere per lugola Prendi terra del Fiappone, balausti, dogni cosa 1 scropolo; allume, pepe lungo, dogni cosa ; scropolo. Mescola e polverizza. Dedi il gargarismo per lugola. /a maniera di usarla * questa1 la lingua va abbassata con uno +speculum oris (249) e si fa cadere la polvere sullugola con una cannuccia o un cucchiaio per la gola. /operazione si pu0 ripetere, se il caso lo richiede. )olvere per le donne Prendi croco astringente di ferro ; scropolo; spigonardo, specie 8acintina, dogni cosa 5 grani. <omponi una polvere fine. #ende un buon servizio nel correggere la rilassatezza dellutero ed il flusso del sangue, quindi previene la perdita del feto. ,i d), mattina e sera, con un bicchiere di forte vino rosso di /isbona; in alternativa, se il flusso * in atto, la seguente tisana1 radici di semprevivo ? once; liquirizia, rasura di corno di cervo, ed avorio, dogni cosa 6 dramme; uva passita al sole 1 oncia e ;; fa bollire in ? pinte dacqua dorzo, riducendo ad M, filtra e dissolvi1 salnitro 4 scropoli; sciroppo di viole 1 oncia. Mescola. una bevanda molto piacevole per la febbre1 calma larsura, mitiga il fervore, soccorre i polmoni e provoca lurina.

)anno per il capo Prendi radice di peonia maschio 6 dramme; dangelica spagnola 1 dramma; iris fiorentina, fiori di lavanda dogni cosa ; dramma; fiori di stecade araba 1 dramma; chiodi di garofano, noce moscata, macis, dogni cosa 1 scropolo; storace calamita, ladano, ambra, balsamo del =ol% dogni cosa 1 dramma; olio di rosmarino 5 gocce. #iduci a polvere grossolana, da mettere dentro una falda di cotone e quindi nel berretto da notte1 durante il sonno, il contenuto del berretto sia riscaldato da fumi dambra, olibano, balsamo del =ol% 'anche spruzzati sul carbone(. in uso nelle crude e pituitose malattie della testa e nei freddi reumi della stessa; * richiesto per ricreare lo spirito e confortare il cervello. )anno cardiaco Prendi radice dangelica spagnola, calamo aromatico, dogni cosa 1 oncia; sandali gialli, fiori di lavanda, zafferano, semi di cumino, chiodi di garofano, macis, beniamino, storace calamita, dogni cosa ; dramma. 9a una polvere grossolana che porrai prima in cotone, poi in un pezzo di seta. Posiziona questo panno dalla nuca fino a sopra la regione del cuore. )anno pettorale Prendi sandali gialli, iris fiorentina, calamo aromatico, dogni cosa 6 dramme; fiori di lavanda, semi di coriandolo, noce moscata, macis, beniamino, storace calamita, dogni cosa 1 dramma; olio danice e di chiodi di garofano, dognuno ? gocce. <omponi tutto in una polvere. )anni stomachici 1> Prendi radici dangelica di ,pagna, giunco odoroso, dogni cosa 6 dramme; cubebe, noce moscata, macis, chiodi di garofano, storace calamita, beniamino, dogni cosa ; dramma. 9a polvere, mescolando. 6> Prendi ireos fiorentina, giunco odoroso, dogni cosa 6 dramme; cubebe, noce moscata, chiodi di garofano, storace calamita, beniamino, dogni cosa 1 dramma; olio di mirra, di menta e di legno rodio, dognuno 6 gocce; olio anisato 1 goccia. Mescola e fa polvere grossolana. $obbio(250) dacacia WX(251) Prendi prugnolo, non completamente maturo, quanto vuoi; inumidiscilo con acqua fredda, finch2 sar) morbido, passalo attraverso un setaccio per polpa, fa evaporare lumidit) superflua ed aggiungi la met) del suo peso di zucchero fine. 9a bollire fino a dovuta consistenza. Sale volatile sudorifero Prendi 1C once dalcolato di melassa canforata; volatile sulfureo(252), spirito di vetriolo rettificato 'come si pu0 vedere in <ollectan. <h"m. p. 4O1( dogni cosa ? once; spirito di tartaro, spirito di sale ammoniaco, dogni cosa 6 once e ;. 9a digerire tutto per tre giorni in balneo. Poi distilla a secco e raccogli lo spirito in una bottiglia di vetro. <hi mi comunic0 questa preparazione, afferm0 che * anche un nobile rimedio per il mestruo, e che con esso si pu0 preparare la tintura epilettica. Spirito antiscorbutico Prendi scorza di guaiaco G once; buccia darancia 5 once; coccole di ginepro 1 libra; semi danice : once; zucchero : libre; acqua di fonte 5C pinte. 9a fermentare quanto serve 'circa 16 giorni(, quindi aggiungi 1 oncia dei quattro semi caldi e, a fermentazione terminata, 16 manipoli di coclearia, ?

manipoli di cedro selvatico; crescione dacqua e indiano e china, dogni cosa 4 manipoli; radici di rafano 6 once. .istilla e rettifica. -l titolo ne spiega luso. Spirito di cumino composto Prendi brand" francese 6 pinte; cumino confettato ; libra; specie daromaticum rosatum e letificante di Faleno 6 scropoli. /ascia macerare per 14 giorni, filtra ed aggiungi muschio ed ambra grigia 'posta in un pezzettino di mussola( dogni cosa 6 grani; acqua di fiori darancio 4 once. Alla fine, metti foglia doro, quanta vuoi. Spirito di vino rettificato a freddo Prendi 1C once di buon brand", sale di tartaro, calcinato a fondo, 4 once. Agita bene in una bottiglia di vetro; cos$, il sale simbibir) della flemma dellalcool e precipiter) al fondo, mentre il liquido limpido e giallastro salir) in cima. .ecanta, aggiungi altro sale ed opera come prima, ripetendo loperazione pi% volte, finch2 il tartaro sar) saturo dello spirito e si depositer) secco sul fondo. Allora lo spirito sar) pronto e rettificato come se fosse stato distillato. Mi fu detto che questo spirito * molto meglio di quello preparato per distillazione4 quindi va preferito per estrarre tinture di cannella, zafferano, mirra, aloe 3c. )ietra alessiterica Prendi ambra, corallo rosso, dogni cosa ; dramma; antimonio diaforetico, radice di contra"erva, occhi di granchio, dogni cosa 1 dramma; chele degli stessi ; oncia. /eviga sulla piastra di marmo, finch2 otterrai una polvere, particolarmente fine ed impalpabile, che comporrai in palline con gelatina di corno di cervo. ,i possono aggiungere 6 grani dambra grigia. Kon * forte come la polvere di chele di granchio, poich2 non contiene n2 perle, n2 bezoar, ma * una preparazione valida. 5ucchero di perle Prendi ? once di zucchero bianco candito e polverizzato; perle preparate 1 oncia. 9a polvere sottile. ,i pu0 adoperare per allestire il giulebbe di perle, facilmente e velocemente1 acqua 'dogni tipo( 16 once, zucchero di perle ; oncia. Supposte Prendi sale comune, o salgemma, aloe in polvere, o specie di iera, dogni cosa ; dramma; miele bollito fino a giusta consistenza 'in pratica, fino a quando il mestolo rimarr) ritto senza cadere(. Mescola il tutto e componi 6 supposte. ,i possono preparare anche con 1 dramma dallume crudo, ; dramma di iera picra e miele bollito fino al dovuto. Sciroppo ammoniacale Prendi gomma ammoniaco non filtrato ; oncia e scioglilo in 1 oncia dacqua. 9iltra ed unisci a 11 once di sciroppo bianco s.a. -ncide potentemente, attenua, deterge e fa espettorare. Aiuta molte malattie inveterate che devono la loro origine alla flemma dura ed ispessita, come un laborioso sforzo di tosse, lempiema (253), la peripneumonia, la pleurisia, quando la furia infiammatoria * passata. Sciroppo antiasmatico ,i prepara alla stessa maniera di quello ammoniacale, soltanto lo sciroppo di digitale sostituisce quello bianco. #appresenta uno specifico nella tisi.

Sciroppo balsamico Prendi : dramme di balsamo del =ol%. 9a bollire senza schiumare in 6C once dacqua di fonte, o dorzo leggera, riducendo a 16 once. A questo punto aggiungi 1 libra di zucchero, raffinato tre volte; quando sar) tutto sciolto, senza bollire tanto, leva dal fuoco, fa raffreddare e filtra. Sciroppo di Bo'le Prendi radici di consolida : once; foglie di piantagine ben triturate 16 manipoli. Pesta e filtra il succo; quindi aggiungi un ugual peso di zucchero e fa bollire fino a consistenza di sciroppo. Kon * noto a molti medici1 la maggior parte di essi ignora, diversamente dallautore, che soccorre egregiamente chi tossisce senza sosta. Sciroppo calibeato Prendi 1 pinta e ; di vino bianco; 1 oncia e ; di limatura di ferro; : dramme di tartaro bianco polverizzato; cannella, noce moscata, dogni cosa 1 dramma e ;; macis, chiodi di garofano, dogni cosa ; dramma. 9a infusione a caldo per 4 giorni, in un recipiente di vetro, aperto, ampio e robusto, altrimenti scoppier), e 'se ci sar) il tempo, sar) buona cosa( lascia al freddo per 14 giorni. Passa al setaccio e trai il vino limpido, al quale aggiungerai, per ogni pinta, 1 libra di zucchero raffinato. 9a sciroppo. -l ferro 'secondo /emer"( * migliore dellacciaio, per uso medicinale, perch2, meno compatto, si scioglie meglio nel corpo e libera le proprie virt% pi% facilmente. Sciroppo diuretico Prendi acqua daro minore 6 pinte; pietra di sal prunello 6 once; zucchero bianco 6 libre. 9a bollire fino a consistenza di sciroppo. Ba le stesse virt% nel giulebbe diuretico nitroso. ,e lo spirito di vetriolo, il nitro, il sale, lolio solforato ed altri simili acidi minerali forti sono uniti al salnitro, fumano come laqua fortis(254). .i conseguenza, la cura con questo sciroppo non dovrebbe essere fatta in contemporanea di tali sostanze o altre medicine nitrose, perch2 provocherebbe unacuta corrosivit) e sarebbe nociva allo stomaco ed ai visceri. Sciroppo denula campana Prendi radici denula campana, polipodio, uva passa, dogni cosa 6 once; liquirizia ; oncia; tabacco secco della Dirginia 6 dramme; tussilagine, polmonaria maculata, santoreggia, calamenta, dogni cosa 1 manipolo. 9a bollire in 1 pinta e ; didromele semplice, filtra, aggiungi 1 libra e ; di zucchero e componi lo sciroppo. Ba grandi capacit) dincidere, attenuare, detergere la lorda, dura e viscosa flemma e daprire i polmoni. quindi conveniente nella tosse di petto, laboriosa e cavernosa, nellalito cattivo, nellasma catarrale, nellempiema, 3c. Sciroppo daglio Prendi aglio spellato e tagliato in pezzi, anice contusa, dogni cosa ; oncia; radice denula campana ? dramme; liquirizia 6 dramme; brand" 1 pinta e ;. 9a riposare e digerire in infusione fredda per 6> ? giorni, quindi filtra il liquore chiaro e mettilo, in una ciotola dargento, sui carboni ardenti. &uando bollir), unisci 1 libra e ; di zucchero molto raffinato. Metti poi sul fuoco a fiamma viva, mescolando. -nfine filtra attraverso flanella. &uesto * lo sciroppo del dott. Uillis1 io lho spesso invitato a farlo, trovandolo assai buono. /e virt% dellaglio possono essere viste al loch daglio. Sciroppo di cinoglosso

Prendi succo di lingua di cane 'chiarificato cocendolo( e zucchero fine, dogni cosa 1 libra e ;. 9a bollire fino ad ottenere lo sciroppo. -l corpo intero dei medici ha, con voce unanime, attribuito a questa pianta qualit) soporifere, che lhanno resa la base delle pillole di cinoglosso. ,chroder, pensando che contenga un narcotico virulento 'o addirittura velenoso( lo ha usato relativamente poco. <os$ una buona medicina pu0 decadere per la grande immaginazione di un medicoS -o confesso daverlo usato spesso, non trovando cause di sonno o di tossicit); anzi ho sperimentato che si tratta di un gran rimedio, secondo a nessuno contro gli umori catarrali, caldi, taglienti e sottili, che provocano la tosse. Sciroppo ispessente Prendi 1 pinta dacqua di piantagine; 1oncia e ; di gomma arabica, dissolta sul fuoco. Enisci poi 1 libra di zucchero fine per allestire lo sciroppo. Dedi la decozione ispessente, della quale emula le virt%. A queste, si pu0 aggiungere che, esternamente, controlla lherpes. Sciroppo di liquirizia Prendi la tintura dolce Wdi liquiriziaX e miele, dogni cosa 1 pinta; olio danice 7 gocce. 9a sciroppo. .) spessore, ammorbidisce, fa maturare ed ottunde lacrimonia; aiuta nella tosse catarrale. &uando, per0, i polmoni sono pieni di spessa materia che rende difficoltosa la respirazione, i farmaci che incidono, come lo sciroppo denula campana, sono preferibili. Sciroppo daltea Prendi 1 pinta di decozione magistrale daltea e 1 libra di zucchero fine. 9a sciroppo. Per le virt% vedi lomonima decozione. Sciroppo di musco Prendi musco 'detto verde di quercia( 4 manipoli; radice di consolida ? once; uva passa di Malaga contusa 6 once; liquirizia ? dramme; balsamo del =ol% 6 dramme. 9a bollire in idromele semplice fino ad 1 pinta e ;. !olli ancora con zucchero sufficiente, a fuoco medio, fino ad ottenere lo sciroppo. <hi me lha trasmesso sostiene che * noto ed efficace contro le tossi convulsive, fragorose ed urlanti. ,e ne d) 1>6 cucchiai, pi% volte nella giornata, prima e dopo laccesso della tosse, in acqua di menta romana, o in decozione pettorale, per diversi giorni. Sciroppo di mirra Prendi 6 dramme di mirra 'o, al massimo, ; oncia(; macina con 4 once di zucchero grezzo caramellato e 6 albumi duova sode, cos$ come si prepara lolio di mirra per il deliquio. assai efficace nella tisi e nelle ulcere inveterate dei reni. Sciroppo di sale dacciaio Prendi 7 once dacqua di cicoria e 6 dramme di sale dacciaio polverizzato. 9ondi tutto sul fuoco in un vaso invetriato; metti da parte per 6 giorni, finche il croco sar) precipitato. 9atto questo, decanta il liquido limpido ed aggiungi 7 once di zucchero fine; olio di cannella e di noce moscata, dognuno 6 gocce. 9a sciroppo. ,e mettete la soluzione dacciaio nel latte, questo non coagula, il che dimostra che non * inacidito, e ci0 * molto importante. &uando ebbi questa nota, non potei non occuparmene, arrivando alla conclusione che si trattava, in parte, di un errore4 A conferma di ci0 feci lesperimento seguente1 misi del latte, freddo, tiepido e bollente in tre ciotole di terra, ed aggiunsi in ogni tazza il liquido ferroso, lasciandolo a riposo per 64 ore. Allesame, trovai quello freddo affatto mutato, quello tiepido, cambiato un po, il terzo

perfettamente separato in un liquido bluastro e, a galla, un coagulo che sembrava pi% una crema, piuttosto che una cagliata uniforme. Sciroppo bianco Prendi 6 pinte dacqua di fonte, ? libbre di zucchero fine; fa bollire, schiumando bene, ed allestisci lo sciroppo. <ito spesso il mio farmacista, per avere questo sciroppo sempre pronto nel suo negozio. Kon ha alcuna propriet) curativa, ma pu0 servire per comporre ' a buon mercato( la maggior parte degli elettuari 'ad esempio di corteccia(, la massa pillolare, la mistura di ginepro ed altre mille cose, dove non si richiede nulla allo sciroppo, salvo che la consistenza e il sapore dolce, e in particolare che non alteri il colore della composizione4 come nel caso dello spirito di corno di cervo, o altro sale volatile da mischiare in un giulebbe; o lo sciroppo di garofani, che vira ad un disgustoso color nero; o quello di viole, che diventa verde; o quello di primula gialla che scurisce, tanto da sembrare urina. &uando uso questo sciroppo trasparente, non provoca nessun colore spiacevole, n2 altera minimamente laspetto del medicinale. Tintura alessiterica Prendi serpentaria virginiana, contra"erva, radice dangelica di ,pagna e melassa di Denezia, dogni cosa ; oncia; mirra 6 dramme; zafferano 4 scropoli; coccinella 6 scropoli; tintura di sal di tartaro 1 pinta. 9a digerire, s.a., e filtra. Tintura contro la tisi Prendi zucchero di piombo e vetriolo di Marte polverizzato, dogni cosa 1 oncia; spirito rettificato di vino 4 once. /ascia a riposo finch2 sotterr) una tintura rossa. 9iltra. Ittmuller, invece, prende 1 parte di vetriolo di Marte e 6 parti di zucchero di piombo, sostenendo che la tintura non deve contenere tanto ferro e che la virt% principale sta nel piombo. Bo sentito affermare che lautore fu \. Michel e che era molto stimata in Fermania. #istabilisce il dovuto tono ai bronchi rilassati, ostacola limmissione in essi di siero acre, guarisce i vasi rotti, estingue la putredine fermentata, attenua il calore etico; * ritenuta uno specifico per lo sputo di sangue, e vantaggiosa nella prima fase della consunzione. Uedelius sostenne che regola lacidit), ristabilisce il giusto alito, trattiene la rarefazione del siero ed arresta il sudore eccessivo, cosa che merita un particolare riguardo. Ke siano date 6C>?C gocce due volte il giorno, in appropriato veicolo. Tintura balsamica Prendi balsamo di Filead, di <opaive, del Per% e del =ol%, dognuno 6 dramme; spirito di vino rettificato ; pinta. 9a digerire in balneo per due giorni e filtra. &uesta tintura * stata inventata per le persone pi% delicate, fragili e soggette alla nausea, allo scopo di somministrare balsami senza offesa. medicina prevalente per guarire le escoriazioni dei polmoni; inoltre per lurina sanguinolenta e le malattie nefritiche. /a dose * di ?C gocce, tre volte il giorno, in un buon veicolo. Tintura antiepilettica Prendi castoreo di #ussia ; oncia; ambra gialla polverizzata, zafferano inglese, dogni cosa 6 dramme; fiori freschi di convallaria 1 oncia. A queste cose aggiungi sale volatile sudorifero (255) 1C once, fa digerire a freddo, per : giorni, poi decanta e filtra. <ura 'crede chi me lha trasmessa( completamente e miracolosamente lepilessia e la passione isterica. ,i d) prima e dopo il parossismo, ripetendola alla luna nuova e piena. /a dose * da 1 scropolo ad 1 dramma in acqua di ciliegie nere, o di fiori di calce, o in giulebbe cefalico.

Tintura di genziana Prendi genziana tagliata fine 4 once, vino delle <anarie 6 pinte. 9a digerire a freddo per tre giorni, poi passa attraverso setaccio. Ba effetti stomachici, anticolici, antielmintici, antiapoplettici, antifebbrili, ed * buona per il morso di un cane rabbioso. /a dose * di ? once, tre volte il giorno. Tintura marziale Prendi sale di Marte del #iverio 'descritto nel cap. della melanconia ipocondriaca(, tartaro solubile 'che puoi vedere nella raccolta chimica di /eida, p. 444(, dognuno ; oncia. Isponili, in una cantina allaria e falli fondere. -n seguito aggiungi 6 dramme di zafferano, 7 once dacqua, altrettanto dalcolato di cannella. Per un buon risultato lascia a riposo, al freddo e al chiuso, quindi filtra per luso. <i fu comunicato che * efficace contro le palpitazioni, la malinconia, lipocondria, la cachessia, le ostruzioni femminili, le cardialgie. .anne un cucchiaio mattina e sera, in vino bianco o delle <anarie, per 4C giorni di seguito. A volte, nelle malattie perniciose ed inveterate del ventricolo, della milza e dellutero, i calibeati vanno somministrati per un anno intero. Tintura purgativa Prendi senna ? once; rabarbaro 1 oncia; scammonea 4 scropoli; brand" 4 pinte. 9a digerire. /a dose * di 6>4 once. Tintura cefalica purgativa Prendi senna ; oncia; rabarbaro, agarico 'posto in un sacchetto(, specie di iera, dogni cosa 6 scropoli; vino bianco 1 pinta. 9a macerare e filtra. Bo saputo che * molto buona nel mal di testa provocato da uno stomaco crudo e ripieno. Ke vanno dati ? cucchiai la sera e 4 il mattino seguente, per qualche giorno, seguendo una dieta leggera. Tintura di rabarbaro Prendi rabarbaro tagliato sottilmente 6 once; brand" 6 pinte. -nfondi, a freddo. Iccelle nelle coliche biliari. /a dose * di ?>4 once. Tintura stomachica Prendi cannella 6 dramme; macis, noce moscata, dogni cosa 1 dramma e ;; chiodi di garofano 45 grani; grani del Paradiso 1 scropolo; 1 dramma di parte gialla della buccia darancia, non seccata; zafferano 6 scropoli; cocciniglia 15 grani; tintura di sale di tartaro 16 once. 9a digerire. Tintura stomatica(256) Prendi gomma lacca polverizzata ; oncia; allume usto 1 dramma; spirito di coclearia minore 7 once. Poni tutto in una bottiglia di vetro tappata, fa digerire fino ad ottenere una buona tintura e decanta con arte. un ottimo rimedio per curare la rilassatezza dello scorbuto, lo spurgo di sangue, la putrefazione delle gomme e lalito fetido, provocati dallo stesso. Tintura dolce Prendi succo di liquirizia spagnola tagliata fine 1 oncia; cocciniglia 6 scropoli; vino delle <anarie 6 pinte. 9a digerire. ,i pu0 aggiungere 1 dramma di zafferano.

/a liquirizia *, in genere una medicina lodabile ed utile. -l succo ha il difetto dessere pesante e lento da digerire, per cui genera, a volte, nausea, passando male nel sangue; ma questa tintura possiede tutte le virt% della liquirizia e non i vizi4 entra anche nei recessi dei polmoni, dove ammorbidisce il siero acre che li ottunde, e toglie la tosse secca. Ammirevolmente matura la grezza flemma che invade tubuli e vescicole, e provoca lespettorazione. .arne spesso 1 cucchiaio, da solo o con giulebbe pettorale. Tabacco per i catarri Prendi : dramme di frutti sbucciati di terebinto, 6 dramme di tabacco, 1 oncia di tussilagine, 7 gocce dolio danice. =rita e mescola. 9umato nella pipa, come il tabacco normale, pu0 arrestare il catarro ed impedire la consunzione. Tabacco per la consunzione Prendi pistacchio sbucciato ? dramme; issopo, marrubio bianco, rosa solis (257), dogni cosa 6 dramme; orpimento, tabacco, dogni cosa ; oncia. #iduci a polvere fine e delicata, che frantumerai sulla piastra di marmo, mescolandola con tuorlo duovo finch2 diventi giusta come la vernice dei pittori. &uindi prendi foglie di tussilagine, incidile con un coltello o uno stilo, e appendile, una ad una. &uando saranno secche, tagliale con le forbici a misura idonea per la pipa. WMescola con la lacca precedenteX. 9umalo come il tabacco normale, mattina e sera... -l dott. Uillis crede che gli empirici prescrivano ordinariamente i fumi dellorpimento, come il tabacco, a volte con buon successo. Id * una pratica della gente comune tingere con lorpimento alcuni panni 'li troviamo, ancora, appesi in alcune vecchie camere(, per respirarli e curare la consunzione. 6apore diuretico Prendi 7 once di radici pestate di rafano. Metti in una bottiglia con 4 pinte di birra forte, lascia a riposo con coperchio, quindi fa bollire in una caldaia dacqua, che porrai in una sedia da decenza chiusa, pi% caldo che si pu0 sopportare. &uando si verifica un blocco delle urine, a causa di una pietra dolorosa 'che comprime le fibre della vescica, rilassandola parzialmente(, spesso il vapore d) buoni risultati nel risolvere lo spasmo, ristabilendo lo spirito e ridando il tono necessario alle fibre. &uando, per0, la pietra tappa i meati degli ureteri e delluretra, non ci si deve attendere nessun aiuto da esso. 6apore per lorecchio Prendi radici delleboro bianco e nero, dogni tipo 1 oncia; ginepro e lamponi dogni cosa : dramme; semi di cumino ; oncia; ruta, assenzio romano, fiori di camomilla, dogni cosa 1 manipolo; acqua ? pinte; aceto 1 pinta e ;. 9a bollire fino a 4 pinte, per ottenere il vapore adatto. &uesto sottile, tagliente e penetrante vapore entra nel timpano, fonde e deterge la cera e il sudiciume, rinforzando considerevolmente il tono dellorecchio. En eminente fisico 'al suo tempo e nel suo luogo di residenza( tenne questo vapore come un secreto molto importante contro la sordit), e me lo raccomand0 come meraviglioso1 forse il primo riferimento storico si pu0 trovare in un olio per lorecchio che #ondetelius prepar0 con radici delleboro bianco, foglie dalloro, di frassino e ruta, il tutto bollito in vino ed olio. 6apore per le emorroidi Prendi maro e giusquiamo, dognuno 4 manipoli; 7 pinte dacqua bollente, che ridurrai a :, e lascia che i vapori possono essere ricevuti attraverso una sedia di decenza aperta. buona cosa nelle emorroidi, per ridurre il gonfiore ed acquietare il dolore. 6apore pettorale

Prendi balsamo del =ol% e beniamino dogni cosa 6 dramme; issopo, menta romana, dogni cosa 1 manipolo; anice ; oncia. 9a bollire in ? pinte di latte fino a 6, ed infine aggiungi 6 dramme di sale ammoniaco, mescolando. ,ebbene non porti liquidi nellarteria aspra 'come nel loch di Bal"(, tuttavia penso che riesca ad insinuarsi velocemente nei tubuli e nelle vescicole polmonari con tutte le sue virt%. &uesto rimedio in molti casi * vantaggioso ai tisici1 a causa del suo conforto limita il calore, rinfresca il tono delle parti e matura le grossolanit); a causa invece, delle qualit) incisive ed irritanti, attenua la flemma viscosa e la porta fuori; infine, per leffetto balsamico, sanante per natura, corregge la tendenza alla putredine, cura e guarisce la rottura dei vasi. 6apore per langina Prendi 1 oncia di pepe in polvere e 6 once di latte. 9a bollire fino a 1 pinta e ;. Metti poi in una bottiglia di vetro dal collo stretto e lascia che il fumo sia ricevuto, caldo quanto si pu0 sopportare, attraverso la bocca aperta. &uesta espressione(258), molto pi% potente di un gargarismo qualunque, attenua, fonde e leva la flemma dura, che ostruisce le ghiandole e il tessuto spugnoso, ed impedisce lo scorrere degli umori e degli spiriti che provocano linfiammazione ed il tumore. &uindi, pi% specificatamente, toglie questa malattia assai perigliosa. Unguento daloe Prendi polvere daloe 6 dramme; scammonea, trocisci dAlhandal, dogni cosa ; dramma; corteccia di quercia 1 dramma; burro quanto serve per fare un unguento. ,i usa sullombelico dei bambini per scacciare i vermi. Kon so se laffermazione di #iverio 'cap. sullidropisia( fu fondata sullesperienza o no, quando scrisse che gli unguenti composti di catartici sono pericolosi, perch2 la propriet) purgativa si porta e si fissa sui muscoli e sulle membrane, causando spesso un flusso mortale. Unguento apritivo Prendi olio di gigli e di tamerici, dognuno 6 once; succo di radice di brionia bianca e sedano, dogni cosa 1 oncia. 9a bollire fino alla consumazione dei succhi, aggiungendo unguento daltea e burro fresco, dogni cosa 1 oncia; gomma ammoniaco filtrata ; oncia; cera q.s. per fare unguento. =utti i tumori sono causati da unostruzione in qualche luogo1 si crea una diga che provoca larresto del flusso degli umori, e si forma uninondazione. .i conseguenza gli apritivi 'a causa della sottigliezza delle loro particelle e del calore, gradito alla natura delle parti( possono dissolvere le concrezioni, liberare le fibre rigide, togliere loppillazione dagli interstizi e dai passaggi interni, distendendo la cute tesa e regolando la funzione dei pori. Assieme a tali cose, il sangue si ristora e riassorbe il liquamen nei propri canali; ed i pori liberi consentono il ripristino della diaforesi. <os$ tutto * riportato al normale stato della natura4 &uesto unguento * buono in prevalenza nei tumori che tendono il fegato, la milza, laddome, ma non nei rigonfiamenti acquosi, sierosi e ghiandolari. Unguento tratto dai "Bills Prendi unguento bianco ; oncia; canfora 'sciolta con poche gocce dolio di mandorle(, fiori di solfo, dogni cosa 64 grani; fiori di beniamino 16 grani; acqua della regina dEngheria 4C gocce; olio di legno rodio 7 gocce, olio di chiodi di garofano 4 gocce. 9a unguento. veramente ottimo per i brufoli, le pustole ed i difetti del viso in genere. Unguento cordiale Prendi fiori darancio, burro, olio di palma, dogni cosa 6 dramme; balsamo apoplettico 1 scropolo; olio di cannella, di chiodi di garofano, di noce moscata, dognuno 4 gocce. Mescola.

Unguento per i capelli Prendi api bruciate, sterco di topo, dogni cosa ; oncia; balsamo del Per% 6 dramme; miele q.b. per comporre lunguento. /a parte anteriore della testa * maggiormente soggetta ad essere calva Y dice Aristotele; il motivo * dato dal fatto che fra cute e cranio, nel sincipite, non vi sono muscoli e grasso come nelloccipite1 la cute diventa, di conseguenza, secca ed i capelli cadono. Unguento per lerisipela Prendi il succo delle foglie 'o scorze( di sambuco, olio di linseme, dogni cosa 6 once. 9a bollire fino a consumazione del succo e, allora, aggiungi polvere di litargirio, quanta serve per comporre lunguento. Unguento per la fronte Prendi unguento dalabastro 1 dramma e ;; olio di macis ottenuto per spremitura 1 scropolo; oppio 'sciolto in un po dacqua di rose( ; scropolo. Mescola4 Unguento antiemorroidale Prendi 1 oncia dunguento populeo, 6 dramme dolio dambra e mescola4 Unguento per sopprimere il latte Prendi allume polverizzato ; oncia; burro 6 once; cera 6 dramme. Miscela. Unguento pettorale Prendi : dramme di cera gialla; spermaceti, olio di macis, ottenuto per spremitura, dogni cosa 6 dramme; olio di mandorle dolci ? once; olio di noce moscata 1: gocce; olio di chiodi di garofano 7 gocce. Mescola. un unguento giallo, molto fine, fragrante ed accomodante. Ba le stesse virt% dellimpiastro pettorale. ,i * generalmente osservato, nelluso esterno doli chimici, che se sono applicati non da soli, ma assieme a cera e grassi, acquistano una migliore aderenza; mentre, altrimenti, sono suscettibili di volatilizzare e di disperdersi nellaria. Unguenti per la pleurisia 1> Prendi unguento daltea 1 oncia; olio di linseme ; oncia; olio di cumino ; dramma; canfora ; scropolo. Mescola. ,i usa nei tumori infiammatori della pleura4 6> Prendi 1 oncia dunguento daltea, ? dramme dolio di mandorle dolci, 1 scropolo di canfora ed 1 dramma di spirito di sale ammoniaco. Mescola. <i fu assicurato che, posto sulle parti ammalate, calma ed elimina i dolori della pleura e della podagra4 Q/esperienza mi ha insegnato Y afferma chi mi ha comunicato la ricetta Y che i principi volatili miscelati ad unguenti, calmano meglio i dolori di quando sono usati da soliR. Unguento per la podagra Prendi sapone nero 4 once; catrame delle !arbados, miele, dogni cosa 1 oncia e ;; 1 bianco duovo. Mescola. Dedi limpiastro e il fomento per lartrite. Unguento per i reni

Prendi unguento populeo 1 oncia e ;; olio di scorpioni, succo di limone, dogni cosa ; oncia; oppio 1 scropolo; canfora ; scropolo. 9a unguento, da usarsi sulla zona renale per uno spasmo nefritico. Unguento di sapone Prendi sapone di <astiglia 1 oncia e ;; olio di tartaro per deliquio 1 oncia; argilla ? dramme; radici delleboro bianco e nero, dogni tipo 1 dramma e ;; unguento di sambuco 'preparato con laggiunta di fiori di ginestra( 6 once. Mescola. ,erve per i punti neri, le croste, le pustole e tutte le impurit) del viso e della pelle. Unguento per i tendini ritirati Prendi unguento per i nervi(259) 1 oncia; olio di zoccolo di bue, olio di vermi di terra, grasso di midolla di manzo 'che gocciola fuori bollendo losso( dogni cosa ; oncia; trementina fine, storace liquido, spermaceti, dogni cosa 1 dramma; olio danice 16 gocce. Mescola fino ad ottenere un unguento. &uando un arto, colpito da una maligna paralisi, si raffredda, perde la propria motilit) e si ritira, un rimedio come questo ha una buona funzione ed aiuta1 per mezzo della parte oleosa ammorbidisce e distende le fibre asciutte, dure, contratte e divenute carnose; tramite le parti balsamiche ed aromatiche fa rivivere poi le deboli fibre, riporta il sangue, gli umori, al calore ed al tono naturale. Unguento viscerale Prendi unguento daltea 6 once; gomma ammoniaco filtrata ; oncia; olio di ginepro 6C gocce. Mescola secondo arte. Attenua eccellentemente, e dissolve gli umori lordi e duri nei tumori delladdome e nellipocondria. Unguento per la milza Prendi ; oncia di gomma ammoniaco filtrata; ladano 6 dramme; grasso di gallina 1 oncia; olio rosato 4 once; succo dabete del <anada ? once. 9a bollire fino a consunzione del succo ed aggiungi 'a freddo( 6 dramme di balsamo del Per%. Ba gli stessi usi del precedente. Dedi lunguento apritivo. Unguento stomachico Prendi trementina fine di Denezia, spirito di sal ammoniaco, dogni cosa 1 dramma; cera, olio di ginepro, dogni cosa 6 dramme; olio di chiodi di garofano 1 dramma; olio di menta ; scropolo; olio dassenzio romano 1 scropolo. Miscela con arte. un unguento fine e nobile che ho sperimentato spesso, e che approvo. Unguento per la pietra Prendi unguento daltea 1 oncia; olio di trementina e danice, dognuno 1 scropolo. Mescola. Mettilo sulla regione pubica e sul perineo, in una gravosa pietra della vescica, per confortare le parti rotte e distendere la dolorosa tensione. 2afer al tamarindo Prendi 1 oncia di tamarindo ed unisci a mucillagine di gomma dragante passata attraverso setaccio. .issolvi poi succo di liquirizia spagnola in altre 6 dramme di mucillagine. 9ai trocisci, sottili come la carta, che seccherai in forno, s.a. ,ono molto delicati e desiderabili1 si tengono in bocca per alleviare larsura e togliere lalito cattivo, nelle febbri. +cqua di bardana composta

Prendi radici di bardana, avena, tormentilla, lingua di cervo, raccolte di fresco, dogni tipo 4 once; erba colderina, erba roberta, piantagine, celidonia, agrimonia, veronica, edera di terra, semprevivo, dogni cosa 6 manipoli; semi di finocchio dolce, coriandolo, dognuno 6 once; siero di latte 6 galloni. .istilla, in alambicco, a caldo, finch2 non sar) buona. Kella distillazione delle acque * un grande e comune difetto lessere avaro1 raccogliendo anche il piccolo residuo che stilla alla fine, viene spogliata lefficacia di tutto il distillato. - farmacisti lo evitino4 -o preferisco il siero al latte, per distillazione, poich2 le parti del formaggio che non sono state eliminate, darebbero un sapore sgradevole allacqua, anche se penso che il latte debba essere preferito in altre occasioni. /a uso per fare i giulebbi destinati a malattie ostinate ed inveterate come il cancro, la scrofola, 3c. -n ? once di questacqua stempera 4C>5C millepiedi aperti, lavati e strizzati, per una dose mattutina, da continuare per un intero mese. +cqua calibeata Prendi fil di ferro pulito e polvere di tartaro bianco, dogni cosa 4 once; acqua di fonte 1 gallone. Agita tutto assieme e lascia riposare a freddo, per 14 giorni. ,e voi fare prima, fa digerire a temperatura moderata in forno, per tre giorni. &uindi decanta delicatamente e versa in bottiglie, non chiuse col sughero, ma soltanto con carta, perch2 se tapperai, o conserverai troppo a lungo, il preparato non sar) buono per luso. Meglio, per evitare questo inconveniente, prepararlo di fresco. /a preparazione di ferro del dr. Uillis 'che puoi trovare nella raccolta di farmacologia del dott. Barris(, mi dette un suggerimento per preparare il seguente liquore, impregnato di solfo e sali minerali, che si pu0 impiegare senza inconvenienti in forma di giulebbe1 prendi acqua calibeata 1 pinta; acqua di menta e dassenzio composta, dogni cosa 6 once; acqua magistrale di lombrichi, di genziana composta, sciroppo delle 5 radici aperiente, dogni cosa 4 once. Mescola e danne : cucchiai, due volte il giorno. +cqua di sterco di cane Prendi cedro selvatico, crescione dacqua, lingua di cervo, dogni cosa ? manipoli; il succo di ? arance spellate; noce moscata : dramme; sterco fresco di cane ? libre; siero di latte O pinte; succo di scabiosa, acqua di tarassaco e dissopo, dogni cosa 1 pinta. <ava il liquido distillando con un alambicco a freddo4 finch2 lacqua non sar) piacevole. ,i usa, sotto forma di giulebbe, nella pleurisia, nello scorbuto e nelle pene vagali. +cqua di ginepro composta Prendi bacche di ginepro ben contuse 16 once; semi danice, cumino, coriandolo, dogni cosa 1 oncia; brand" 16 pinte; acqua, bollita prima, 4 pinte; sale calcinato 4 once. .istilla in alambicco s.a. ,e invece del brand" simpiega uno spirito torbido, come di solito usano fare i distillatori, la flemma sudicia dar) allacqua un gusto o un odore sgradevoli4 /acqua distillata non * la stessa cosa dellacqua di fonte come ho letto in =achenius1 se farai gocciolare una soluzione di +sacharum ,aturni fatta in acqua comune 'o dargento, fatta in aqua fortis(, nellaqua funtis, otterrai un liquido di colore bianco latteo, che non avrai, usando lacqua distillata. Ancora, !. Porta, per la preparazione dellalbarello filosofale (260), annotava che lacqua deve essere distillata due o tre volte affinch2 il preparato rimanga diafano, e riteneva che lacqua di sorgente contenga un alcale occulto, che, distillando, pu0 essere eliminato. &uestacqua provoca le urine, espelle le ventosit), corrobora stomaco e i visceri; * buona nella colica e per la milza. +cqua di millepiedi

Prendi millepiedi vivi 1 pinta e ;; buccia fresca darancia e di limone, dogni tipo ? once; pane bianco 16 once; noce moscata : dramme; succo di scabiosa e di lappa, dogni cosa 1 pinta; siero di latte : pinte. .istilla. /e erbe aromatiche 'come menta o timo( danno pi% olio quando sono secche. /e bucce del limone e dellarancia, al contrario, danno pi% olio, e di conseguenza un gusto ed un odore migliore ed una maggiore efficacia, quando sono fresche e succose. .epura il sangue, chiarifica i nervi, porta fuori le urine. ,i usa nelle malattie del cervello e del +genus nervosum; * efficace contro i dolori delle giunture, la gotta, la tisi e la consunzione, la scrofola, la debolezza della vista e per la milza. Dedi anche lespressione di millepiedi semplice. +cqua per lo scorbuto Prendi radice di rafano e daro, bucce darancia, dogni cosa ? once; coclearia, aro minore, dogni cosa : manipoli; crescione dacqua, cedro selvatico, salvia, menta, dogni cosa ? manipoli; noce moscata ? dramme; birra forte 'che abbia perso laria( 16 pinte. .istilla in alambicco. ,erve per comporre giulebbi, infusioni, decotti, 3c.; funziona nellidropisia, nella paralisi, nello scorbuto, con i suoi innumerevoli sintomi. Provoca inoltre lurina. +cqua pettorale di lumache Prendi chiocciole, ben battute con la loro conchiglia, ? libre; briciole di pane cotto di fresco 16 once; noce moscata : dramme; edera di terra : manipoli; siero di latte : pinte. .istilla, a calore moderato. Poich2 voglio che questacqua non sia assolutamente fredda, io aggiungo ;>1 pinta di brand". Mi * venuto in mente di aggiungere anche : dramme di balsamo del =ol%, che larricchisce di un grato e balsamico gas, ma, in questo caso, non lho sperimentata4 &uestacqua umetta, diluisce, supplisce, tempera, nutre e conforta; ed * assai produttiva negli emaciati e consunti etici. +cqua di lumache per lo scorbuto Prendi chiocciole contuse con le loro conchiglie ? libre; scorza fresca darance ? once; cedro selvatico, crescione dacqua, lappa, dogni cosa ? manipoli; siero di latte : pinte. .istilla a freddo. <ome le acque distillate a freddo, * certo, sono capaci destrarre il sale del metallo, cos$ ho spesso osservato lo stesso fenomeno, quando una buona quantit) di sacharum ,aturni * sciolta in esse. Kel libro degli esperimenti dellAccademia del <imento si sostiene che, se lacqua, distillata in un alambicco di piombo, * versata in acqua di ruscello, la render) fangosa, cosa che non succede con lacqua distillata nel vetro1 lacqua torbida, diverr) di nuovo limpida se qualche goccia daceto forte vi viene versata dentro1 gli acidi, infatti, precipitano i sali di piombo. Per questo lacqua distillata dal latte non * 'come alcuni affermano( cos$ +sincera come pu0 apparire4 /acqua distillata di latte 'secondo le mie conoscenze( riporta un animale debole in accordo con la sua natura, donandogli unamichevole e delicata linfa e supplendo a quella attenuata dalle asperit) saline. .iluisce, edulcora, tempera e mescola lintera massa del sangue, che rende uniformemente liquido, benefico, omogeneo; lo assiste durante la circolazione, attraverso gli stretti meati, nelimina le ostruzioni e gli escrementi, ne trattiene il fervore e ne chiarisce e nutre le parti. Per avere il massimo effetto occorre mungere il latte dalla vacca, direttamente in una grossa zucca, richiusa per mantenerlo caldo, e distillarlo ad un calore mite, appena sufficiente. Kon deve, poi, trascorrere tanto tempo prima di somministrarlo. @&uestacqua di lumacheA * raccomandabile nelle febbri intermittenti e nello scorbuto, nei flussi, nei dolori artritici accompagnati da devastazione della carne ed incubi notturni. Siero di latte contro loppillazione

Prendi radici di lapazio puntato e di polipodio, dogni cosa 4 once; epatica, agrimonia, cicoria, cime di fronde di luppolo, dogni cosa 6 manipoli; succo di fumaria 1 pinta; senna 1 oncia; tamarindo 6 once; siero di latte ? galloni. 9a bollire fino a 6 galloni e filtra. Siero di latte purgativo Prendi radici di brionia bianca 1 oncia; senna, agarico, dogni cosa ; oncia. -nfondi a moderato calore, per una notte, in 1 pinta e ; di siero di latte. /a mattina riduci, bollendo, ad 1 pinta, ed aggiungi, alla fine, ; oncia di semi di cumino e 6 once di macis 6. Kel filtrato, sciogli 6 once di sciroppo dartemisia. Mescola, per 4 dosi. Purga particolarmente la flemma; * idoneo nella clorosi e nelle convalescenze. Siero di latte per lo scorbuto Prendi coclearia e piantagine, dogni cosa 6 manipoli; cedro selvatico, crescione dacqua, fumaria, acetosa, dogni cosa 1 manipolo. Pesta in mortaio di vetro ed unisci a 6 pinte di siero di latte; filtra e fa bollire finch2 non sar) chiarificato. 6ino amaro Prendi 6 pinte di vino bianco, 4 once di brand", 4 scropoli di radice di genziana; cime di cardo, centaurea, fiori di camomilla, dogni cosa 7 scropoli; bucce sottili darance gialle 6 dramme; macis, noce moscata, chiodi di garofano, cocciniglia, dogni cosa 6 scropoli. 9a macerare a freddo al fine destrarre le virt% degli ingredienti. &uindi decanta attraverso un filtro. 6ino catartico Prendi senna 6 once; tartaro bianco polverizzato 7 scropoli; vino bianco 6 pinte; brand" 4 once. Macera, a freddo, per ? giorni, e filtra. .a solo, se ne possono dare fino a 4 once. Hppure, si pu0 preparare, estemporaneamente, una pozione, aggiungendo 1 dramma dolio danice; scammonea e sciroppo solutivo di rose, secondo la bisogna. 6ino catartico amaro Prendi 1 pinta di vino secco, 1 oncia di senna, 6 dramme di rabarbaro. -nfondi, a freddo e filtra. /a dose * di 5>G cucchiai. 6ino calibeato Prendi fil di ferro pulito e senza ruggine, 6 once; il succo di 7 arance rosse. /ascia a riposo 64 ore, quindi aggiungi 4 pinte di vino bianco; cannella ; oncia; chiodi di garofano 6 dramme; macis 4 scropoli. 9a digerire e filtra4 /e virt% del ferro passano nel vino, che le posseder) in toto. Alcuni, ritenendo che la principale attivit) del ferro sia quella di neutralizzare lacido, sono, con forza, contrari alla preparazione dello stesso con sostanze acide; ma, se seguirete lesperienza, vi convincerete che gli acidi sono la cosa migliore per assumere i calibeati. Per le virt% e gli usi del ferro, vedi la polvere calibeata4 /a dose * fino a ? once, due volte il giorno. 6ino secco calibeato Prendi 6 pinte di vino secco ed altrettanto di vino calibeato e mescola. <ominciare da 4, per arrivare a 7 cucchiai, due volte il giorno. 6ino calibeato 6ino diuretico Prendi 6 pinte di vino bianco, 6 dramme di sale dassenzio e mescola. =utti conoscono le medicine per lidropisia, fatte con lassenzio o con la cenere di ginestra in vino bianco4

un buon rimedio contro lidropisia, ma anche contro nausea, vomiti e febbri intermittenti. /a dose * di 4>: once, due volte il giorno. 6ino denula campana Prendi radici denula campana fresca, zucchero bianco, uva passa di <orinto ben triturata, dogni cosa 4 once; vino bianco 4 pinte. 9a infusione a freddo. ,carica i polmoni, corrobora lo stomaco, uccide i vermi, rimuove le ostruzioni, depura il sangue. /a dose * di ? once, due volte il giorno. 6ini per lidropisia 1> Prendi iris fiorentina 6 once; enula campana, scilla, dogni cosa ; oncia; scorza di sambuco e di sambuco nano, dogni tipo 1 oncia; corteccia dinverno 6 dramme; senna 6 once; elleboro nero, epatica, gialappa, dogni cosa 6 dramme; vino bianco 4 pinte. -nfondi a freddo. una buona, eccellente medicina, sperimentata da mille anni nellanasarca, poich2 attenua, distende e rimuove i gelatinosi effluvi che ristagnano nel corpo, liberando la libera circolazione della linfa4 /a dose * di 4 once, il mattino. 6> Prendi scorza di sambuco nano, iris fiorentina, dogni cosa 6 once; scorza interna dontano nero, secca, 1 oncia e ;; enula campana, scilla, dogni cosa ; oncia; coccole di ginepro 6 dramme e ;; gialappa ; oncia; elleboro nero 6 dramme; senna 6 once; sale dassenzio 4 scropoli; vino bianco 4 pinte. 9a digerire a freddo, e filtra. unottima medicina 'c* stato comunicato( che inibisce e attenua la viscosa linfa4 6ino per littero Prendi polvere di tamerici 6 once; zafferano 6 scropoli; cocciniglia 4 scropoli; ?6C millepiedi; vino delle <anarie 6 pinte e ;. -nfondi a freddo. Ba le stesse virt% della decozione per littero e dellelettuario di tamerici. /a dose * di 4 once, due volte il giorno. 6ino detto "mirabilis Prendi vino delle <anarie, o ,herr", 6 pinte; acqua di cannella 4 once; chiodi di garofano, macis, noce moscata, cubebe, cardamomo, galanga, cocciniglia, zafferano, dogni cosa 1 dramma. 9a digerire a freddo, e filtra. come unaqua mirabilis ottenuta per infusione. ,tomachico, carminativo, cordiale, cefalico, ma * buono solo nelle malattie fredde. 6ino pettorale Prendi succo di liquirizia spagnola 1 oncia; zafferano 1 scropolo; semi di coriandoli, cumino, anice, dogni tipo 6 dramme; sal di tartaro ; oncia; acqua di menta romana e dissopo, dogni tipo 4 once; vino delle <anarie 6 pinte. 9a digerire a freddo. come la tintura dolce, ma incide e fa espettorare di pi%. Ke vanno prese 6 once, quattro volte il giorno, o pi%. 6ino antiscorbutico Prendi coclearia coltivata, raccolta e seccata intera, 1 manipolo; rasura di radici di rafano ; oncia; radice dinverno polverizzata grossolanamente 6 dramme; acqua daro, vino bianco, dogni cosa 1 pinta. /ascia a riposo a freddo, per ? giorni. -l titolo ne spiega luso. Dedi anche la birra per lo scorbuto freddo. Ke vanno date ? once in +ale o birra normale, quattro volte il giorno. 6ino stomachico

Prendi radici di serpentaria virginiana e di genziana, dogni tipo ? dramme; galanga, chiodi di garofano, macis, noce moscata, zafferano, dogni cosa 1 dramma; coccinella ; dramma; vino delle <anarie ? pinte. -nfondi a freddo. ,erve per la debolezza, le crudezze, i rutti, la perdita dappetito, la cattiva digestione, e tutti i generi di malattie dello stomaco, dovute ad una causa fredda. .anne 1 dose, prima e dopo i pasti4

KH=I 11 ,otto il nome generico di birra, gli -nglesi comprendono numerose variet) della diffusa bevanda. /e principali sono la small 'chiara e leggera(, la pale ale e la broPn ale 'di tenore intermedio, la prima chiara e la seconda scura(, la strong 'forte(, la stout 'scura e fortemente alcolica(. -noltre vanno ricordate la porter, la laniliJ ed alcune birre speciali come quelle di miglio, riso, castagne. .i fatto, per0, per lallestimento delle birre medicinali, simpiegava in genere la pale ale, salvo quanto diversamente indicato. -l basso tenore alcolico rispetto al vino 'usato dai nostri avi( rendeva, per0, meno facile lestrazione dei principi attivi dalle droghe e, quindi, meno disponibile il medicamento. <ome efficacia possiamo paragonare le birre medicinali ai nostri acetoliti, in confronto dei quali presentavano per0 una migliore appetibilit). Meglio, in ogni caso, i nostri enoliti. 61 #obert !o"le '1:6G>1:O6(, famoso scienziato inglese, precursore della chimica moderna. ,ua la legge chimico>fisica sulla compressibilit) dei gas. ?1 Denne cos$ indicato, erroneamente, il solfuro di mercurio, ottenuto come prodotto secondario nella distillazione del trisolfuro dantimonio con cloruro mercurico per ottenere il tricloruro dantimonio 'butirum antimonii(. /estrazione dellantimonio dalla stibina, il minerale naturale, risale a !asilio Dalentino '^D sec.(, monaco benedettino del convento di ,aint>Pierre ad Irfuster 'Q<urrus triunphalis antimoniiR(. Paracelso, pressoch2 contemporaneo, fu uno dei grandi sostenitori delle propriet) medicinali dellantimonio, in contrasto ai Falenisti, che le confutavano1 la disputa dur0 pi% di un secolo. Dale la pena ricordare, dal punto di vista storico, che lo stibium era usato, nelle pi% remote epoche, dalle donne per tingere i sopracigli ed era impiegato, a scopi terapeutici dagli antichi !abilonesi e <inesi. 41 Iffetto lubrificante.

51 Iccessiva diluizione. :1 #usco 'o pungitopo(, sedano, asparago, prezzemolo e finocchio. Intravano nella composizione dellomonimo sciroppo, molto in auge un tempo come deostruente. -n alcune farmacopee del passato si trova anche lanonide 'Hnonis spinosa > Papilionacee, detta anche bonaga(. G1 Asplenium scolopendrium > 9ilicinee. 9aceva parte delle cinque erbe capillari, con capelvenere, equiseto e altre erbe simili. 71 -l camedrio, o querciola 'il nome greco significa quercia bassa( * una pianta erbacea delle /abiate '=eucrium chamaedr"s(. Irmodattili erano detti i bulbi del <olchicum variegatum > /iliacee. /Agrimonia eupatoria era nota a Plinio. -l nome latino agermonia significa cataratta1 si pensava, infatti, che fosse utile in tale patologia. ,otto il nome di cuscuta si comprendevano varie <uscutacee, caratterizzate dalla presenza di un caule parassita, simile a fini capelli 'austori(, che avvolgevano la pianta. Molti i nomi popolari1 capelli dangelo, refe del diavolo, erba ragna, barba di pianta, ecc. /a stecade arabica * la /avandula stoechas > /abiate. O1 <onsolida era detta, per le propriet) astringenti, il ,"mph"tum off. > !orraginee. ,igillo di ,alomone veniva chiamato il Pol"gonatum off. > /iliacee. /a borsa del pastore * la <apsella bursa pastoris. -l nome capsella dalla custodia delle particole ai primi tempi del <ristianesimo. /a sanicola o erba sanante * una pianta delle Hmbrellifere dalle propriet) astringenti. Miosotide * il nome comune del M"osotis palustris, noto come +non ti scordar di me o come orecchio di topo, per la forma delle foglie. 1C1 -l dauco cretico * lAthamanta cretensis > Hmbrellifere. /a verga doro * la ,olidago virga aurea delle <omposite. 11. Falanga * il nome generico del rizoma di molte Zingiberacee1 era adoprata come condimento aromatico e, in farmacia, per le propriet) carminative. Per ,corzonera hispanica sintendeva la radice amara di unerba delle <omposite, caratteristica per la forma simile a quella di un serpente 'scorzone(. -l cumino dei prati * la cominella o cumino nero 'Kigella sativa > #anuncolacee(, che entra nella preparazione del curr". Kon va confuso con il cumino vero o di Malta '<uminum ciminum > Hmbrellifere( che serve per preparare il Jummel. 161 .igestione. -l vocabolo deriva dal verbo concuocere, quindi sta a significare riscaldamento e cottura del cibo nello stomaco. 1?1 /a ,piraea filipendula > #osacee, * pi% nota col nome derba peperina. ,impiegava per aromatizzare i vini. /erba roberta * il geranio di ,. #oberto. Irba colderina o carderina, calderugia, versellina, spelliciosa, erba dei carpentieri * la ,enecio \acobea > <omposite. .urante la - guerra mondiale, fu un succedaneo della segale cornuta. /o scordeo * il =eucrium scordium delle /abiate. 141 -l trisolfuro dantimonio greggio. 151 -l cinoglosso, pianta delle !orraginee. 1:1 - calibeati erano i preparati antianemici contenenti ferro o acciaio 'in passato si faceva distinzione fra le due cose(. 1G1 Dariet) danemia, un tempo assai diffusa nelle giovani donne mestruate, cos$ detta per il colorito giallo>verdastro della cute. 171 Amomum grana Paradisi. Amomo * lantico nome del cinnamomo. Qerba n2 biado in sua vita @la feniceA non pasce,ma sol dincenso,lacrime ed amomoR '.ante Alighieri(. 1O1 Idema diffuso, unito a versamenti nelle cavit) sierose. /ascite * invece la raccolta patologica di siero nel peritoneo. 6C1 -l corno di cervo era lunica fonte dammoniaca, prima dellestrazione minerale.

/a scabiosa * unerba medicinale delle .ipsacacee che fu ritenuta efficace contro la scabbia. Ira anche detta erba del diavolo. 611 /a fase terminale della tisi. 661 .i /emort * rimasta famosa la formulazione delle pillole idragoghe1 Aloe, gomma gotta e gomma ammoniaco ana p. 1Vaceto p. :. ,ciolte le sostanze nellaceto, si faceva evaporare fino a consistenza pillolare. &ueste pillole furono in uso fino alla fine del ^-^ secolo '9armacopea 9rancese, 1774(. 6?1 -l solfuro dantimonio. <i sembra eccessiva la quantit) usata1 forse * un refuso. 641 -l fiordaliso, cos$ detto perch2 impiegato nella cura degli occhi. 651 Ena specie di felce. 6:1 =homas ,"denham '1:64>1:7O(, medico inglese che leg0 il suo nome in modo particolare allo studio della corea. - bills erano leggi o documenti ufficiali a carattere sanitario. Kel nostro caso si tratta di statistiche sulla mortalit). 6G1 /a gotta. 671 .ue noti vini, il primo del quale * pi% conosciuto come vino delle <anarie. <anaria * anche una pianta '<anar"s v. e a.(, ma non * il nostro caso 6O1 H migliarino, pianta erbacea delle !orraginee, usata, un tempo, come diuretico. ?C1 Fhiandole linfatiche poste sulla faringe. -l nome dalla forma, simile ad una mandorla. ?11 - frutti 'pi% usati( ed i fiori del melograno. ?61 <"perus esculentus > Piperacee, i cui tuberi, eduli, sono detti dolchicini. ??. Frave malattia che colpisce bovini ed ovini, ma anche luomo, che si manifesta con fistole nerastre di tipo emorragico. Per +noli me tangere sintendeva una malattia talmente dolorosa da non poter essere toccata, probabilmente lherpes simpleN. ?41 -l petrolio. ?51 /acido solforico. ?:1 Antica denominazione dellipofisi. ?G1 Q<era gialla p. ?Vtrementina p. 6,5Volio doliva p. 4Vbalsamo del Per% p. ;Valcanna q.s.R. .etto anche balsamo italiano, lattribuzione * dubbia perch2 gi) nella 1a. edizione dellInciclopedia !ritannica * riportato come balsamo +locatellus. ,impiegava per ammorbidire le ragadi, in particolare del seno. ?71 ,inonimo doppio. ?O1 <itrato od ossalato di ferro e potassio in soluzione. 4C. .etto anche balsamo giudaico o della Mecca. ,i ricava da alcune specie di !alsamodendron '=erebintacee(. essenzialmente una trementina. 411 #esina estratta dallAndira araroba > /eguminose, del !rasile. <ontiene crisarobina 'acido crisofanico(. 461 H Jermes animale. /elettuario 'o lattovaro( che si preparava con il corpo essiccato della cocciniglia, la quale diventa rossa, quando * feconda. <on lo stesso colorante sallestisce il liquore alchermes, tipico di 9irenze e zone limitrofe. 4?1 -l capelvenere. 441 ,ciroppo ottenuto diluendo 1 parte di sciroppo doppio in 4 di sciroppo semplice1 1CC g contengono g C,C1 di morfina. 451 <onsiderato un toccasana, in modo particolare per gli stomaci deboli e nelle convalescenze, * riportato anche in numerose farmacopee italiane dellepoca. 4:1 Hmbrellifere pi% nota con il nome di calcatreppolo. 9u assai impiegato, e con varie indicazioni, in medicina. /e radici erano candite per conservarle. 4G1 <etriolo, melone, cocomero, zucca.

471 /a margherita comune. -n alcune localit) * detta occhio di bue 'od occhio del diavolo( ladonide1 Adonis vernalis > #anuncolacee. Altre denominazioni popolari1 fiore dAdone, falso elleboro nero. 4O1 .ifficolt) o intermittenza della minzione, dovuta, in genere, a stenosi delle vie urinarie. 5C1 Q-era picra di Faleno secondo Mesue1 cinnamomo, mastice, cassia, asaro, spigonardi, carpobalsamo, zafferano, legno aloe ana dramme 4Valoe succotrno il doppio peso di tuttiR '.onzelli(. 511 =anacetum vulg. > <omposite, detto anche aniseto o erba amara. Antielmintico e tonico in liquoreria. 561 H biacca. -l carbonato basico di piombo 'a volte lossido di zinco( usato anche per la preparazione di cipria e creme cosmetiche. /a parola biacca deriva dal longobardo blaith _ sbiadito, mentre cerussa, in latino, significa belletto. 5?1 -l sapone nero ' o verde, amigdalino, molle, di potassa( si ottiene saponificando olio di lino 'o di canapa( con idrato di potassio, alcool ed acqua q.b. =roveremo nel testo anche il sapone bianco 'animale, duro, domestico( in cui simpiegano invece come ingredienti grasso suino e soda ?C` in rapporto 116. Mentre il sapone medicinale 'amigdalino, veneto, dolce( contiene olio di mandorle e soda, nello stesso rapporto e alcool q.b. Per il sapone di Marsiglia 'o di ,pagna, di <astiglia, oleoso( si parte invece da olio doliva e soda. Altri saponi usati in farmacia furono quello di burro, di cocco, dolio di ricino e di stearina. 541 QKome volgare duna spezie dIrica, detta anche scopa meschinaR '=ommaseo(. <alluna vulg. > Iricacee; * chiamata anche brugo. 551 H fisso e chimico. ,i preparava trattando cime dassenzio tagliate e pestate con olio doliva in rapporti 116. /o stesso procedimento per la menta, o altre droghe che vedremo dopo. 5:1 H zeffirina. QAcqua di calce bollente libbre una, sale ammoniaco dramme una. Poni tutto in boccia chiusa con limatura o lamina di rame finch2 avr) acquistato un bel colore Zeffirino o celeste. .ecanta e serba in boccia chiusa. lodevole ed usata allesterno nelle oftalmieR '<ampana(. 5G1 .enominazione popolare di un vino spagnolo, corposo e dal colore rosso carico. 571 /e foglioline unite al picciolo che coprano la parte della ghianda prossimale al ramo. 5O1 Artemisia <ina > <risantemee, detto anche santonico, seme santo, fiori di <ina, semenzina. :C1 Darie formulazioni dacque composte che si utilizzavano, soprattutto per uso esterno, durante le epidemie di peste, tifo, ecc. per detergersi le mani, lavare utensili e biancheria, pulire la stanza del malato o del morto. <ontenevano sublimato, verderame, acqua di calce, ammoniaca, aceto forte, ecc. :11 9elce delle Polipodiacee, detta anche asplenio; dal greco asplenon _ senza milza. :61 <itt) inglese sul fiume Avon. :?1 A8uga iva, pianta libica delle /abiate detta, pi% comunemente, iva artetica per le propriet) curative nelle affezioni articolari. :41 /elisir di propriet) o alcool aloetico composto era composto di1 mirra e zafferano ana once 1Valcool once ?6Valoe 1 oncia e ;. &uello tartarizzato conteneva, naturalmente, anche tartaro. :51 -l cremore o tartrato acido di potassio, presente in grandi quantit) nei tini di vinificazione. ::1 ,oluzioni medicinali ad alto tenore di principi attivi. ,i preparavano, in genere, per decozione delle droghe vegetali, con laggiunta successiva dei componenti minerali. :G1 /inaria vulg. > ,crofulariacee, dai fiori gialli, simili, per aspetto, a quelli della bocca di leone. :71 -l catec% * lestratto acquoso preparato, in -ndia, per decozione del legno tagliuzzato, evaporazione ed essiccamento su foglie, dellAcacia catechu > /eguminose. ,inonimi1 terra giapponica, terra catt%, peg%. :O1 /ammoniaca liquida. GC1 Alga delle #odoficee, molto diffusa in ,ardegna, simile, per aspetto, al corallo. -n farmacia sadopravano i residui calcarei che formano grossi depositi. G11 Hriganum dictamus > /in. Fli sattribuivano propriet) nervine, eccitanti. un ottimo aromatico. G61 /acqua vulneraria vinosa della farmacopea prussiana, detta anche analtina.

G?1 -l nitrato e solfato di potassio, ottenuto per fusione dei due sali. G41 Ilettuario preparato con foglie di scordio, catec%, cannella, tormentilla, oppio, miele depurato, vino di ,pagna. G51 /a cinchona condaminea, simile alla china. G:1 /etterario e medico italiano '14G7a>155?(, anticip0 lidea che le malattie contagiose siano causate da germi 'Q.e contagione et contagiosis morbis et curatione libri tresR. 9ece anche uno studio sulla sifilide1 Q,"philis sive de morbo gallicoR e fu autore del trattato di poetica QKaugeriusR. GG1 -l latte di calce. G71 #hus coriaria > Anacardiacee. impiegato in conceria, per trattare le pelli. GO1 -l gozzo, ma, nei tempi pi% antichi significava pi% semplicemente scrofola, tumore. 7C1 - posset drinJ sono bevande del mondo anglosassone che si preparano cagliando il latte o il latticello con vino oppure con aceto. 711 .enominazione popolare del mercurio. ,i poneva in sacchetti di tela 'come del resto il tossico agarico o sostanze sgradevoli come lo sterco o i millepiedi( pensando che venissero, cos$, estratti solo i principi benefici. 761 H rosso ,udan e medicinale di !iebrich. <himicamente * un derivato del toluolo e del beta> naftolo. ,chmieden lo speriment0 per accelerare la produzione dellepitelio; !iot nella cheratite suppurativa e nellulcera della cornea. 7?1 Uinterana aromatica > Magnoliacee, detta pi% comunemente Pinter e cannella di Magellano. 741 /acetato di piombo, cos$ detto perch2 bianco e dolciastro, noto anche col nome latino di sacharum ,aturni. 751 -l solfato di ferro purificato per ricristallizzazione. A volte anche il tartrato, ma lazione astringente * assai minore. 7:1 -l carbonato di potassio. ,ale di tartaro essenziale era invece detto lacido tartarico. 7G1 ,oluzione di sale mirabilis di Flauber, il solfato di sodio. 771 /A"uga reptans, simile all-va artetica gi) vista. 7O1 /a deficienza del sistema linfatico. OC1 /e perdite bianche. O11 Malattia del ,istema Kervoso, di natura luetica, che colpisce inizialmente le radici spinali e sestende progressivamente alle fibre dei cordoni posteriori del midollo spinale. QFli infami avoli tuoi di tabe marcenti o arsi di regal furoreR '<arducci(. =abe in latino significa disfacimento. O61 9ormulazione allestita da Mitridate D- Iupatore, re del Ponto, per preservarsi da eventuali avvelenamenti. /a ricetta che proponiamo appartiene ad Andromaco, secondo Faleno1 Q/ogorizia dramme 6 e scropoli 1Vcinnamomo, zafferano, gengiovo ana dramme G e scropoli 1Vspigonardi dramme : e scropoli 1Vgalbano dramme GVtlaspi dramme : e scropoli 6Vseme di dauci dramme : e ; Vcastoro, costo, scordeo, cifi, giunco odorato, opoponaco, trementina ana dramme : e scropoli 1Vincenso, pepe nero, ipocistide, mirra ana dramme :Vopobalsamo dramme : e scropoli 6Vstorace dramme 5 e scropoli 6Vpolio, cassia, seseli ana dramme 5 e scropoli 1Vprezzemolo dramme 4 e ;Voppio dramme 4 e scropoli 1Vfolio, nardo celtica, semi di finocchio, meu atamantico, genziana, rose secche, cardamomo ana dramme 4Vanici dramme ?Vscinco marino dramme 6 e scropoli 1Vacoro, acacia, gomma, sagapeno, r% pontico, iperico ana dramme 6Vvino di ,cio quanto bastaVmele schiumato quanto bastaR. O?1 /och sano ed esperto di Mesue1 Q<innamomo, isopo secco, logorizia ana dramme ? e ;Vgiuggiole, sebesten ana num. ^^^Vpassule, fichi secchi grassi, datteri grassi ana once 6Vfieno greco dramme 5Vcapelvenere manipoli 1Vsemi danici, di finocchio, giaggiuolo, calamento, lin seme ana once ;. <uoci in libbre 4 dacqua a consumazzione della met), cola, ed alla colatura bene spremuta aggiugni penniti libbre 6. <uoci a consistenza di mele, ed aggiugni le sottoscritte cose ben peste1

pinocchi mondi dramme 5Vmandorle monde, logorizia, draganti, gomma arabica, amido di grano ana dramme ?Vghiaggiuolo dramme 6. Mescola ogni cosa, e cos$ rimenando fino a che egli imbianchi. - pinocchi e le mandorle si aggiungano quando sha a usareR. O41 #esina estratta dal Pterocarpus draco > 9abacee. O51 -l solfuro di mercurio, di colore rosso vermiglio. -mportanti giacimenti si trovano, in -talia, sul monte Amiata. O:1 <ombinazione dacido tartarico o citrico ed un carbonato o bicarbonato, che sviluppa effervescenza. OG1 /antimonito di potassio. O71 Medico e chimico famoso per il liquore anodino 'alcol ed etere ana p.( e per lelisir viscerale, contenente estratti di arancio, cannella genziana, assenzio, trifoglio, carbonato di potassio, in vino di ^eres. OO1 /a garcinia. 1CC1 Kei secreti ghiandolari del rospo '!ufo vulg.( sono contenute sostanze cardioattive, la principale della quale * la bufotalidina, del tutto simile allelleborigenina dellelleboro nero. .opo numerosi studi queste sostanze non hanno trovato impiego terapeutico. 1C11 ,inonimo dincenso. 1C61 QHssido di ferro fosco carbonatoR. 1C?1 cos$ era appellato lanatomista 9ranz de la !oe '1:14>1:G6(. 1C41 -acinto era detta un variet) di zircone color arancio. /e specie contenevano anche alcune altre pietre preziose. -l lattovaro iacintino del <ollegio 9iorentino, che era allestito con giacinti, zaffiri, rubini, smeraldi, granati topazi, perle orientali, coralli rossi e bianchi, avorio, corno di cervo, terra sigillata, terra di Malta 'detta di ,. Paolo(, bolo armeno, pietra !ezoar orientale, sericite, spodio, oltre a sandali, legno aloe, musco ed ambra grigia, numerose radici e semi derbe e sciroppo dagrumi come veicolo. 1C51 /a bacca della rosa canina. 1C:1 -l dolore che accompagna malattie polmonari come la tisi, la pleurite, ecc. 1CG1 ,atureia hortensis > /abiate. /olio essenziale simpiega nella fabbricazione damari o di vini. 1C71 H pece greca. -l nome da <olofone, citt) dellAsia Minore. 1CO1 /a vulvaria, delle <henopodiacee. 11C1 Fomma adragante con semi di zucca, cetriolo, popone. Q.iadragante freddo di Kiccolao Alessandrino1 .raganti bianche once 6Vgomma arabica dramme 1CVlogorizia, semi di zucche mondi, di cetriuoli, di poponi ana dramme 6Vcanfora scropoli ;Vpenniti once ?Vamido di grano once ;Vsciroppo violato q.b. Piglinsi i semi, e pongansi in tanta acqua, che possa ricoprire il zucchero, e bollansi fino a che il zucchero si strugga; di poi si colino per panno rado, e la colatura si cuoca a forma di sciroppo, ed il restante delle cose si pestino in mortaio, e facciasi loc secondo larte4R. 1111 .etta anche polvere gommosa amigdalina, conteneva specie di dragante e polvere di mandorle. 1161 9ungo delle 9allacee 'Phallus impudicus( dalla forma di pene e dallodore sgradevole. ,ebbene edule, quando * giovane * particolarmente pericoloso. 11?1 ,alvia sclarea > /abiate. /olio essenziale * usato in profumeria 'col nome di moscatello(; linfuso per aromatizzare il vino del #eno. #ecenti studi hanno evidenziato una notevole tossicit) sul ,.K.<. 1141 Arum maculatum e italicum > Aracee, detto gichero e pan di serpe. Assai velenoso, era usato dalle streghe per preparare miscugli mortiferi. 1151 =rementina di <ipro, con laggiunta di solfo. 11:1 Q- trocisci sono di varie sorte, e parte da pigliare dentro al corpo da per loro, e parte servono alla composizzione daltre medicine, come i trocisci di vipera, e di squilla nella =eriaca, ed altre, parte susano fuori del corpo, e soni composti di medicamenti metallici, e servono a gli ulceri da

umori maligni causati, ed alle indisposizioni degli occhi. .i quelli che si pigliano dentro al corpo, alcuni sono composti di aromati, di frutti, di erbe e dalcuni medicamenti purganti, come i trocisci dagarico, e di rabarbaro; ed alcuni ricevono per la loro composizione delloppio. <ompungonsi pigliando i medicamenti secchi, e pestandogli come * detto, mescolandoli con acqua, o con sugo, o con decozione tanto che facciano pasta simile alle pillole. 9ormansi in girellette, onde da Freci sono chiamati trocisci, e da /atini pastilli4 ,eccansi allombra, e conservansi4 i sieffi degli Arabi non sono altro, che i trocisci, e i collir8 de Freci4R. 11G1 -n greco nel testo, significa senza movimento. 1171 Polvere composta zuccherina, contenente anche un olio, per disciogliere sostanze in esso solubili. 11O1 Hssido dantimonio solforato, dallaspetto semivetroso che sottiene fondendo assieme triossido e solfuro dantimonio. <on esso si preparava il tartaro emetico. 16C1 Asarum europaeum > Aristochilacee. Ba effettivamente attivit) emetica e diuretica. 1611 v. nota 11O. 1661 /antimonio metallico. &uello commerciale conteneva, per0, alte dosi darsenico1 per questo viene sconsigliato dal nostro autore. =urbitto minerale era detta unassociazione di mercurio ed acido solforico 'ana p.(, sostanze che, una volta fuse assieme, erano lavate pi% volte in acqua, fino ad ottenere una bella polvere giallo> arancio. 16?1 /e interpretazioni ermetiche delle storie mitologiche si fecero sempre pi% dettagliate e complesse tra il ^D-- e il ^D--- secolo4 /e fatiche dIracle furono proposte come allegorie alchemiche dal francese \. P. 9abre ' QBercules Philoch"micusR, 1:5:(. Ena contraddizione1 alcune sostanze qui vietate sono comprese nelle ricette precedenti. 1641 Ivacuazione eccessiva dellintestino. 1651 <otto alla perla1 lo zucchero caramellato solo fino al punto che raggiunge una consistenza semisolida bianca 'piccola perla( o di massa traslucida perlacea 'gran perla(. Per zucchero di perle si poteva intendere anche, semplicemente, la polvere di perle orientali, ma, nel nostro caso, tre dramme ci sembrano eccessive. 16:1 Acetolito, essenzialmente, a base di rosmarino. ,i usava come cosmetico, nel deliquio, o come veicolo per medicamenti. 16G1 Medicamento che si applicava allinterno del naso o si faceva inalare. 1671 Altro nome del cocomero asinino 'Icballium elaterium( dallodore fetido. - frutti, giunti a maturazione, lanciano fuori il succo interno ed i semi 'detti perci0 schizzetti(, da cui il nome popolare di sputaveleno. 16O1 /attovaro dAmech, secondo Mesue > Mirabolani citrini senzanima once 4Vcheboli, indi, rabarbaro eletto ana once 6Vagarico, coloquintida, polipodio ana dramme 17Vassenzio, timo, sena ana dramme :Vviole dramme 15Vepitimo once 6Vsemi danici, di finocchio, rose ana dramme :Vsugo di fumosterno libbre 1Vamoscine numero :CVpassule once :. -nfondi ogni cosa n siero di capra tanto che basti, e metti in vaso invetriato con la bocca stretta, e tura bene, e lascia stare per cinque giorni, di poi d) un bollore e cola, ed in detta colatura bene spremuta aggiugni1 polpa di cassia once 4Vdi tamarindi once 5Vmanna eletta e fresca once ?. 9rega con mano e cola, ed aggiugni1 Zucchero bianco eletto libbre 1 e ;V scamonea once 1 e ;. <uoci a forma di mele, ed aggiugni linfrascritte cose polverizzate sottilmente1 mirabolani citrini, cheboli, indi ana once ;V bellirici, emblici, rabarbaro, seme di fumosterno ana dramme ?Vnardo indica, anici ana dramme 6. <omponi lattovaro. /infusione del siero4 si faccia in luogo fresco, senza scaldare, e meglio * farlo fuori del verno. 1?C1 M. Ittmuller '1:44>1:7?(, noto per la definizione di sostanza attiva come nucleo medicinale, vale a dire la separazione fra il concetto di droga e dei suoi principi attivi. 1?11 <olocasia antiquorum > Aracee, i cui tuberi eduli, sono molto ricchi damido. <ommestibili anche le foglie giovani, che assomigliano, per sapore, agli spinaci. 1?61 9orma farmaceutica dolce ed emolliente, simile ad una melata, che si somministrava con una spatolina di legno, lasciando sciogliere in bocca.

1??1 ,olanum nigrum > ,olanacee, detto anche morella o solatro. 1?41 /a =hu8a orientalis > <onifere, pianta ancora molto in uso in erboristeria. 1?51 /opoponaN. <on questo nome sindicavano numerose gommo>resine, ricavate da diverse piante dei generi 9erula, PanaN, Pastinaca, ecc., appartenenti a famiglie come le Hmbrellifere, le Peucedanee, 9erulineee, ecc. 1?:1 Per fuoco sintendeva, un tempo, una composizione rubefacente o vescicante. Kel nostro caso si tratta, probabilmente, della polvere nera 'miscela di nitrato di potassio, carbone e solfo(. Ma potrebbe trattarsi anche della pietra infernale con nitro 'fusione di nitrato di potassio ed argento( o della pietra divina 'solfato di rame e di zinco, allume e nitrato di potassio(. 1?G1 -l solfuro dammonio idrogenato. 1?71 <lematis vitalba > #anuncolacee, detta anche viorna. 1?O1 =eucrium maro > /abiate. /essenza * detta canfora di maro. 14C1 /a resina estratta dalla 9erula orientalis > Hmbrellifere. 1411 -l meteorismo intestinale. 1461 /a testa e la coda della distillazione. -n questa ricetta si richiede quindi un alcool di qualit) scadente. 14?1 /argilla bianca o caolino, detto anche !olus alba. - nostri antenati speziali limportavano per0 dallisola dIlba. 1441 -l balsamo storace o stirace, estratto dalla corteccia di /iquidambar orientalis > Amamelidacee. un liquido assai vischioso, da cui lappellativo di calamita. 1451 -l solfuro darsenico. 14:1 Miscela di composti organici che trasuda dalle foglie del <isto ladanifero. usata in profumeria. 6671. Q,i raccoglie il ladano facendo scorrere delle strisce di pelle sopra le piante del <istus creticus, il quale * ricoperto di glandulette resinose. #aschiando queste pelli si riunisce la resina che * di odore simile alla cera gialla e spesso * imbrattata con arena e terra, e ci viene portata in cilindri avvolti a spira di colore scuro, o nero, di superficie opaca e non liscia. ,i ottiene anche raschiandola dal pelo e dalla barba delle capre, che si pascolano intorno a queste piante, ed allora dicesi ladano di barba, e credesi il migliore. antisterico, vulnerario, ma pochissimo in uso, e pu0 considerarsi come la resina pi% impura che si abbiaR '<ampana(. 14G1 Pi% nota col nome di gomma adragante, * prodotta dallAstragalus tragacanta. 1471 Kigella sativa > #anuncolacee, con i caratteristici semi neri' da cui il nome(. 14O1 ,pasmo dello sfintere anale o di quello vescicale, con stimoli allevacuazione. .al greco, letteralmente, significa tensione. 15C1 #icco di tannino. 1511 Atrofia della mucosa nasale, con conseguente accumulo di secrezioni crostose, verdastre ed emananti un intenso fetore 'ozaina, in greco, significa, appunto, che manda odore(. 1561 Medico e farmacologo, conosciuto anche col nome di #ivi*re, rimase famoso per la sua pozione antivomitiva1 1( Acido citrico p. ?Vacqua p. 76Vsciroppo di limone p. 15. 6( !icarbonato di sodio p. 4Vacqua p. 71Vsciroppo semplice p. 15. /e due soluzioni, si preparano separatamente e si somministrano una dopo laltra. 15?1 Pianta delle #anuncolacee, nota col nome di +amor nascosto. -l nome dal latino aquilegium _ raccoglitore dacqua, con riferimento alle foglie concave che trattengono lacqua quando piove. 1541 =riticum spelta, una graminacea assai coltivata, fin da tempi antichissimi. Q&uivi germoglia come gran di speltaR 'Alighieri(. 1551 Kome volgare della <olocasia esculenta > Aracee, pianta della zona australe e delle isole BaPaii, coltivata per le radici eduli, simili alle patate, e come panacea medicinale del popolo. v. anche la nota 1?1. 15:1 Anatomista insigne, pass0 alla storia per aver scoperto le ghiandole parauretrali, che presero il suo nome.

15G1 9u attribuita a questo medico la prima sperimentazione sulla somministrazione endovenosa. -n effetti, qualche anno prima '1::6(, un certo Uahendorff iniett0 vino ai suoi cani, allo scopo di renderli pi% attivi, ed un architetto di nome Uren, somministr0 ai suoi animali un diuretico. 1571 -l ramno catartico, detto spina cervina, spinomerlo, prugnolino purgativo. ,enecione * invece sinonimo, attribuito per la peluria dei capolini simile a canizie, della calderugia o erba colderina. 15O1 /a mercorella 'Mercurialis annua > Iuforbiacee(. 1:C1 Altro nome dello psillio 'Plantago psillium > Plantaginee(. - simili, piccoli come pulci, assunti, hanno effettivamente potere emolliente. 1:11 /affanno. 1:61 ,anicola europea > Hmbrellifere. -l collutorio sanava le piaghe della bocca1 da ci0 il nome. /a tussilagine o farfaro * la =ussilago farfara > <omposite, detta volgarmente pi* dasino o di cavallo. 1:?1 /a cosiddetta manica d-ppocrate * formata da un tessuto di lana o di feltro e serve per filtrare sciroppi, melliti e in genere liquidi densi e vischiosi. Ba forma conica col vertice in basso e la base tenuta aperta dal telaio quadrato o circolare sul quale viene fissata. Al vertice del cono, internamente * fermato un cordoncino col quale il cono * rialzato, di mano in mano che si forma un deposito non filtrabile, per facilitare il passaggio del liquido. 1:41 .ifetto del campo visivo relativo ad unarea pi% o meno vasta, dovuto a lesione delle vie ottiche. 1:51 /oranthus europaeum > /orantacee, parassita anche del castagno e dellolivo, detto anche guastice, pania8o, scoaggine. <on esso si allestiva la pania degli uccellatori. Q=anto 9ortuna con pi% visco intrica il mio volereR 'Petrarca(. -l limitato effetto antiepilettico era dovuto allazione ipotensiva centrale, che diminuisce, di fatto, lattivit) cerebrale. -n ogni caso, per i molti insuccessi fu presto abbandonato. Pi% fortuna ebbe invece il viscolano preparato da Llung partendo dalle bacche e dalla corteccia del vischio, soprattutto come eccipiente per pomate, che forma sulla piaga uno strato uniforme, protettivo dagli agenti atmosferici e dalla polvere. 1::1 .rupe del Prunus cerasifera var. mirabolanus > #osacee, che * detto popolarmente ciliegio> susino asiatico, o daltre piante orientali ricche di tannino, e perci0 astringenti. 1:G1 Alterazione del senso del gusto, che * detta malattia del leccare, perch2 rende appetibili sostanze normalmente non commestibili, come terra, carbone, ecc. Molto diffusa nei bovini, * presente in alcune malattie mentali e durante la gravidanza 'il nome latino significa voglia di donna incinta(. 1:71 -l tarassaco. 1:O1 ,otto il termine lebbra, si comprendevano nellantichit) numerose patologie come la vitiligo o morfea bianca 'lebbra dei Fiudei(, lelefantiasi 'lebbra degli Arabi(. /a lebbra dei Freci era invece la vera e propria lebbra, detta comunemente ladroneria. 1GC1 Ena forma tumorale caratteristica dei tessuti fibrosi. 1G11 /etteralmente erba contravveleno. .iverse specie del ,ud>America hanno questo nome1 le principali sono la .rostenia brasiliensis, la .. contra"erva e la .. arifolia. -n !rasile * detta capo homen, in Messico mata dolor. 1G6 <lemmis gutteta o <hinem"s #eevesi, piante molto simili alla peonia. ,pesso gutteta * sinonimo della stessa peonia. 1G?1 /a ruta selvatica. 1G41 ,empervivum tectorum > <rassulacee. 1G51 Portulaca oleracea > Portulaccacee. 1G:1 /a diarrea. 1GG1 ,i preparava con i componenti del .iacorallo di Kicerato 'secondo Faleno(1 coralli, terra samia ana once 1Vbalausti, amido, terra lemnia ana dramme 4Vseme di giusquiamo, oppio, ipocistide ana dramme 6Vsugo di piantaggine q.b. per fare trocisci.

1G71 Kon mi * stato possibile trovare la composizione esatta di questacqua, ma ho trovato che era simile alla nostra acqua stitica 'o vulneraria( <lementina, un distillato di sugo di maggiorana, sanicola, verbena, semprevivo, pimpinella, millefoglio, brionia, maro, aloe soccotrina polverizzata, muriato di soda, carbonato di potassa, tartrato acidulo di potassa, aceto comune. 1GO1 .a #asis1 spezie di -era picra dramme 1CVpolpa di coloquintida dramme ? e scropoli 1Vscamonea dramme 6Vturbitti, stecade ana dramme 5Vsciroppo di stecade q.b. 9a pasta. 17C1 ,i tratta di un termine soprattutto botanico, ma utilizzato, in passato, anche in medicina. Per gommosi sintende un processo patologico consistente nella produzione di mucillagini negli strati pi% profondi della corteccia degli alberi, provocato da traumi o dal freddo. 1711 .i pioppo1 gemme di pioppo secche p. 6Vfoglie di belladonna e di giusquiamo ana p. 1Vadipe benzoinato p. 7Valcool ed etere quanto basta. 1761 ,i preparava con letiope granitico 'carburo di ferro solforato( in idoneo veicolo grasso. 17?1 /a rosacea * unalterazione del micro>circolo del viso che provoca un arrossamento cronico della cute. 1741 <ontenevano catrame, benzoino, aconito ed oppio. Ma Faleno riporta una ricetta con cadmia once 5Vcalciti arso, pepe, gomma ana once 6 e ;, acqua q.b. &uelli bianchi o alessandrini, della ricetta seguente erano cos$ composti 'secondo Mesue(1 cadmia arsa lavata e spenta in latte di donna dramme 1CVbiacca lavata dramme 7Vscaglie di ferro, draganti, gomma arabica ana dramme 4Voppio dramme 6Vacqua piovana q.b. En altra formulazione simile la troviamo in #azi. 1751 ,inonimo di loch, ma di prima qualit). 17:1 Piccole scaglie di zucchero, utilizzate in genere per adsorbire medicinali eroici o molto amari. 17G1 /a paraffina officinale. Per mercurio dolce 'o di ,cheele( sintendeva il +muriato di mercurio soprassaturo sublimato. -l mercurio di vita era invece il muriato dantimonio. 1771 ,econdo Mesue erano composte di cinnamomo, doronici, garofani, macis, noce moscata, folio, galanga, nardo indico, cardamomo maggiore e minore, gengiovo, legno aloe, sandali citrini, pepe lungo, musco e, naturalmente, ambra. 17O1 Potentilla erecta ed a. #osacee, detta erba da biscia, pentafillo, cinquefolio bianco, anserina, argentina, linguaccia, pi* doca, erba di ,anta <aterina. 1OC1 Pastiglie atte a favorire la salivazione. 1O11 /Aristolochia clematis, impiegata nella cura della gotta e contro le infezioni da parto 'il nome, dorigine greca, significa ottimo parto(. 1O61 Q/attovaro letitiae di Faleno secondo Kiccolao alessandrino1 sugo di pomi dolci ed odoriferi, sugo di cotogne aromatiche, vino vecchio, sugo di borrana, seme di bassilico, zafferano, zedoaria, legno alo*, garofani, scorze di cedro, galanga, mace, noci moscade, storace calamita ana dramme 6 e ;Vanici, limatura davorio, timo, epitimo, perle ana dramme 1Vmusco, ambra, osso di cuor di cervo ana dramme ;Vlimatura doro e dargento ana scropoli ;Vzucchero bianco q.b. 9a lattovaroR. ,imile il letificante di #asi ad Almansore, che, per0 era cos$ preparato1 Q#ecipe melissa, scorze di cedro, garofani, galla muscata, mastice, zafferano, cinnamomo, noce moscata, cardamomo maggiore, seme di peonia, been bianco e rosso, zedoaria, doronici, seme di bassilico garofanato ana once ;Vmusco scropoli 1 e grani 5Vzucchero q.b. Pesta ogni cosa e fa spezie. 9a confetto in tavola, e volendolo fare in forma di lattovaro componi col seguente sciroppo. Mirabolani chebuli num. ^^Vemblici num. ^^^. =rita e bolli in acqua comune libbre ?. A consumazzione de due terzi cola ed alla colatura aggiugni mele schiumato libbre 1. <uoci fino a che si consumi lacqua4R. 1O?1 Aumento anomalo della massa sanguigna. 1O41 #isolvente. .al latino medioevale effractio _ rottura. 1O51 Malattia infettiva e contagiosa caratterizzata dal colore rosso della pelle, infiammata e gonfia. 1O:1 -l rapporto acquaVzucchero era di 111, invece che il normale 116 dello sciroppo semplice classico1 il risparmio era notevole, ma minore risultava la conservabilit). 1OG1 ,ucco gommo>resinoso della 9erula galbaniflua. /a tintura, al 6C`, si preparava per macerazione.

/assafetida * invece la resina della 9erula omonima; aza, in persiano, significa mastice. 1O71 <on lo stesso principio si allestiva lacqua alessiterica, ma in luogo del latte si metteva acqua di calce. 1OO1 <oncrezione salina che si forma nellapparato digerente dei ruminanti, ritenuta dallantica medicina orientale e medioevale efficace come antidoto. &uello vegetale * la contra"erva. 6CC1 Per effetto dellacidificazione che rende pi% assorbibile il ferro. 6C11 /estratto doppio. 6C61 ,ostanza butirrosa, dal forte odore di muschio, estratta, per spremitura, dalle ghiandole peri> genitali del Diverra zibetto > Mustelidi. tuttora molto usata in profumeria. 6C?1 Marrubium off. > /abiate. 6C41 H pillole daloe e mirra. 6C51 .aloe e coloquintide. -l tipo composto conteneva anche scamonea; in altre farmacopee si trova anche rabarbaro, sapone, cinnamomo. 6C:1 <i si pu0 qui riferire alle pillole fetide maggiori 'o minori( di Mesue, ma, pi% probabilmente, si tratta delle pillole antisteriche, o benedette 'il cui primo prescrittore fu lo stesso 9uller(1 <astoreo, assafetida ana once ;Volio volatile di succino dramme 4Vmuschio 1 scropoloVelettuario di diascordio q.b. per fare massa pillolare. 6CG1 -l sale di duobus * il solfato di potassio. /e pillole di calomelano potevano contenere, oltre al cloruro di mercurio, ipecacuana, oppio, miele 'antidissenteriche(, o coloquintide, gialappa e <ambogia 'catartiche composte(. 6C71 Altro nome della nepitella ',atureia calaminta(, pianta aromatica in uso in cucina per la cottura dei funghi. 6CO1 per lo meno singolare luso di un diuretico dopo la somministrazione di unacqua minerale, in casi in cui * inidonea. 61C1 -l papiro. 6111 /e pillole di gomma dAnderson contenevano gomma gutta 'la <ambogia( ed aloe in rapporto 116. /e stomatiche erano invece preparate con aloe e china. &uelle di Mesue con turbitti, mastice, rose e sugo dassenzio. QPillole alenfagine di Mesue1 cinnamomo, cubebe, calamo aromatico, mace, legno aloe, noci moscade, cardamomo, garofani, asaro, squinanto, carpobalsamo, nardo indica ana once 1Vassenzio secco, rose, mirra, ana dramme 5V aloe soccotrino libbre 1Vmastice ? dramme ed 1 onciaVzafferano dramme ?R. 6161 -l borato di sodio. 61?1 <olorante estratto da pi% specie d-ndigofera. -n passato erano usati anche succedanei come la Falega tinctoria 'indaco falso( e la !aptisia tinctoria 'indaco selvatico(. 6141 -l <onvulvulus scamonia. 6151 ,i tratta di un fungo ipomiceta, del tutto simile allagarico per le propriet), ma molto meno usato. 61:1 QPolpa di coloquintida bianca e netta dal seme dramme 1CVdraganti, gomma arabica, bdellio ana dramme :. -nfondi in acqua rosa per quattro d$, di poi cola per stamigna e spremi forte, e con una parte di detta incorpora la coloquintida, fa pasta, e rasciuga allombra; di poi ripesta, ed aggiugni laltra parte dellespressione, e fa trocisciR. 61G1 /o smegma * un insieme di secrezioni e desquamazioni, che si deposita attorno agli organi genitali. -n questo caso sta per scorie delle vie urinarie. 6171 ,imili alle stomachiche daloe e china. 61O1 QHssido di ferro rosso astringente per lo zolfoR. 66C1 Q<erotto da ossa rotte di Fiovanni di Dico1 olio mirtino e rosato omfacino ana libbre ;Vsugo di radice daltea libre 6V radici e foglie di frassino e di consolida minore, foglie e coccole di mortella, foglie di salvia ana manipoli 1. !olli ogni cosa in vino nero ed altretanta acqua, ma prima si soppesti ogni cosa, e bolla a consumazzione della met) aggiungendo1 mirra, incenso ana once ;. .i

poi si coli fortemente ed alla colatura si aggiunga1 grasso di becco strutto libre ;Vtrementina chiarissima once 6Vmastice once 1. !olli di nuovo con li detti ol8 tanto che si consumi la detta decozzione, di poi si coli, e si aggiunga1 litargirio doro e dargento ana once ?Vbolo armeno, terra sigillata ana once 6Vminio dramme 1C. ,i pestino sottilmente e di nuovo si mettino a fuoco lento mescolando sempre con un bastone, e con cera quanto basta si facci cerottoR. 6611 Pol"gonium bistorta > Poligonacee. -l nome dalla forma del rizoma, contorto su se stesso. 6661 Ira composto di cerotto diachilon 'ossido di piombo e gomme(, perossido o solfato di ferro e grasso di castrato o trementina. 66?1 Fommoresina della Pastinaca opoponaN, detta popolarmente zampa dorso. 6641 Fomma giallastra dellAm"ris elemifera, dallodore simile al finocchio. 6651 -l litargirio, ossido cristallino, mentre il massicot, amorfo, * giallo, e lossido pulce 'biossido( bruno scuro. 66:1 /a tacamaca 'o tacamahaca( * una resina, assai in uso nel passato, estratta da numerosi generi e specie di piante orientali ed americane. /e pi% comunemente usate erano quelle dellHrinoco, del Madagascar 'o !ourbon(, del ,uriname, delle Antille, delle -ndie Hrientali. Dari anche i sinonimi1 balsamo verde dAmerica, b. Maria, b. calaba, resina di <hihou. /a tacamaca volgare, la pi% impiegata in Iuropa * estratta dalla !ursera tormentosa, la carana dallAm"ris carana. Alcune di queste resine arrivavano ai nostri speziali, essiccate in foglie di palma, di canna, ecc. &uella del ,uriname, allinterno di piccole zucche secche e svuotate. 66G1 Kevralgia sciatica. 6671 H serafino; resina della 9erula persica. Q di colore giallo>rosso, con particelle biancastre. Ba un odore fetido, ingrato, alliaceo, simile allAssa fetida; sapore amarognolo, acre, pungente. ,i accosta alle virt% dellAssa fetida1 controstimolanti e nervineR '<ampana(. 66O1 Philipp =heoprast !ombast von Bohenheim '14O?>1541(, medico, naturalista e filosofo svizzero. .i lui ci resta anche il ritratto eseguito da \. van ,corel 'museo del /ouvre(. ,ostenne la teoria dei segni, corrispondenza fra il mondo esterno 'macrocosmo( e diverse parti del corpo umano 'microcosmo(. .iffuse poi limpiego del laudano e delletere, come anestetico in veterinaria. Autore di varie opere, la principale delle quali * senza dubbio Q/a grande chirurgiaR. 6?C1 .i Kiccolao1 zafferano, pece nera e greca, ana once 4Vtrementina, galbano, ammoniaco, mirra, incenso maschio, mastice ana once 1 e dramme 4. 9a maddaleoni s.a. 6?11 ,inonimo dellHNalis acetosella. 6?61 QPrendete dellelettuario diaprunum solutivo : dramme, della polvere del <ornacchino'b( 1 scrupolo o ?C grani, del sale vegetabile 1 dramma, dello sciroppo di fior di pesco 1 oncia. .isperdi tutto in un bicchiero di acqua bollente, per una dose da prendersi la mattina a digiuno tiepida. 'b( <os$ si chiama per averla inventata <ornacchino, professore di medicina a Pisa; nominandola ancora polvere de tribus per i tre ingredienti che la compongono1 scamonea, cristallo di tartaro e antimonio diaforeticoR 'A.A. v.v.1 QMedicina facileR. /ucca, 1G57(. -n effetti, i legislatori papalini del tempo, preoccupati per i casi di grave deliquio o morte, procurati dalluso smodato di purganti drastici e diaforetici, spesso accompagnati da inutile salasso, riorganizzarono la materia, allo scopo di limitarne luso1 il risultato fu, per0, che ci si oriento verso altre soluzioni, come i sali di mercurio, ben pi% tossici e dannosi. 6??1 Eno degli innumerevoli nomi popolari del ricino. 6?41 H della chevalerie1 lantimonito di potassio, diaforetico. 6?51 -l solfuro di mercurio nero. 6?:1 -l diaprunis era cos$ composto1 1CC amoscine fresche; viole 1 oncia e ;; zucchero libre 6; polpa di cassia e di tamarindo ana once 1. <on queste cose sallestiva una conserva, cui saggiungevano1 sandali bianchi e rossi, spodio, rabarbaro fine, cinnamomo ana dramme ?Vrose, viole, scarola, berberi, sugo di liquirizia, dragante, semi di porcellana, zucca, cetrioli e poponi ana dramme 1. Per averlo solutivo saggiungevano G once di diagridio.

.el lattovaro di sugo di rose si ritrovano diverse formulazioni che contenevano, oltre al succo, zucchero, scamonea, sandali, spodio, ecc. 6?G1 Q Polvere di sena preparata magistrale1 9oglie e follicoli di sena once 1 e ;Vgengiovo, mace ana dramme ?Vcinnamomo, tartaro ana dramme 1 e ;R. 6?71 -l tartaro dentario. 6?O1 <on questo nome si definiva largilla proveniente dallisola di /emnos, compressa in tavolette e munita di sigillo a garantirne lautenticit). -n molti testi viene per0 chiamata cos$ anche la polpa del frutto essiccato di baobab 'Adazonia digitata > !ombacee(, che ha le stesse caratteristiche astringenti. <on il frutto fresco, il calebasse du ,enegal, stemperato in acqua si prepara una piacevole bevanda ad azione tonica e calmante. .alla stessa polpa sottiene una farina alimentare, con cui sottiene il pain de singes, mentre le foglie, essiccate, polverizzate e bollite in acqua, danno una tisana che, secondo la tradizione popolare indigena * una panacea per molti malanni. 64C1 -l nome inglese del vino delle <anarie. ,acJ * anche una misura di capacit) per boccali. 6411 Q<hiamato da .ioscoride spina bianca, * quella pianta spinosa, la quale produce le foglie lunghe, e non molto larghe, bianche, e i capi spinosi con fiori rossigni, e radice odorata1 nasce in =oscana, e massime ne luoghi montuosi4R '.onzelli(. &ualcuno la identificava anche con la rosa canina o selvatica. Q/e radici di rosa canina o silvestre si credono mondificative e buone a molti mali4 - fiori si distillano per avere unacqua detta di roselline, preferita per il male degli occhi e per bagnarli nel vaiuolo. -n =artaria ed in ,iberia, al dir di Pallas, usano i virgulti e le radici ad uso di the come bevanda cardiaca ed esilaranteR '<ampana(. 6461 #esina del <roton lacciferum > Iuforbiacee, che si forma per difesa dalle punture dellinsetto <arteria lacca, una coccinella rossa che conferir) cos$ il caratteristico colore alla resina. Fli usi di questa resina sono tuttora molti1 ricordiamo, fra tutta la fabbricazione della ceralacca, delle statuette caratteristiche della <ina e del Fiappone, e di vernici, o colori. 64?1 -l <onvulvulus scoparius. Q,econdo lInciclopedia si crede il legno dellAm"ris giladensis o dellAm"ris opobalsamum; secondo altri * il legno del <"tisus canariensis. tortuoso, nodoso e striato, di colore rossiccio, e sembra essere untuoso e resinoso. 9regandolo o scaldandolo ha odore di rose. Ba credito di sudorifero e diuretico, ma * molto raroR. 644. ,timolante una completa digestione del chimo. 6451 Irba ruderale delle <rocifere 'Iruca sativa( pi% nota come rucola, molto gradevole per rendere acidule le insalate. -n questo caso * pi% probabile che si faccia riferimento al ruchettone 'la ,inapis alba( i cui semi erano molto impiegati in medicina, ma soprattutto come diuretici, lassativi, e in cataplasmi 'ridotti a farina(. 64:1 Ena digestione lenta ed incompleta. 64G1 En tipo di quarzo. 6471 En secreto per malattie di un certo spessore, pi% potente degli stessi apozemi. 64O1 ,trumento atto a permettere lesplorazione della cavit) orale, come, ad esempio lo specchietto del dentista. -l cucchiaio da gola * invece labbassalingua. 65C1 Q- robbi, o vero sape sono i sughi dalcuni frutti spellati da per loro al sole o al fuoco, tanto che si possano conservare e sadoperano principalmente nelle indisposizioni della bocca, o soli o mescolati col mele, o col zucchero, o con la sapa4R '.onzelli(. 6511 Manca la ricetta del robbio dacacia ed il titolo della successiva di prugnolo. 6561 -l solfato dammonio. 65?1 #accolta di pus in una cavit) naturale dellorganismo, fisiologicamente o temporaneamente chiusa. .al greco, significa suppurazione. 6541 /acido nitrico diluito. 6551 -l sale volatile di succino o liquore di carabe. 65:1 Per le malattie della bocca. 65G1 /a .rosera rotundifolia, detta anche rosolia, rosella, rugiada del sole. 6571 Istrazione dei principi attivi mediante decozione. .al greco euporiston.

65O1 H grasso nervino. -l principio attivo essenziale era il lauro. <ome controstimolante fu preconizzato anche il lauroceraso, ma fu presto abbandonato per lalta tossicit), dovuta allacido cianidrico che contiene. 6:C1 /albarello era un piccolo vaso di maiolica dipinta con estratto dalbero 'pioppo( e di forma simile ad un segmento di bamb%. -n esso gli alchimisti, e poi gli speziali, conservavano, essenze, confetture, elisir, ecc. -n questo caso ci troviamo di fronte ad una preparazione alchimistica, atta alla ricerca della pietra filosofale. -l #osarium Philosophorum dArnaldo di Dillanuova * un testo finalizzato alla preparazione di due elisir, uno bianco ed uno rosso1 il primo trasmutava il mercurio in argento, il secondo in oro. Q /elisir bianco o rosso che sia, * anche una medicina, anzi ha unefficacia superiore a quella di qualsiasi medicina, essendo capace di guarire in modo assai veloce ogni genere di malattia, di preservare la salute e di rendere agli anziani il vigore dei giovani, cancellando tutti i loro acciacchiR.

!-!/-HF#A9-A I,,IKZ-A/I A.A. D.D.1 .izionario de medicamenti ad uso dei medici e dei farmacisti. > F. Dicenzi 3 c. MH, 17?:. Q 1 Medicamenta Y ed. D-. > ,ormani. M-, 1OG4. Q 1 #asi, medico nomade del deserto. > ,...M. 6CC:. <ampana A1 9armacopea. > 9errario. M-, 17?6. <harrierF. Y Fhigi I.1 trattato di chimica farmaceutica inorganica. > Patron. !H, 1O:O. .e Pascalis A.1 /arte dorata. > /airone. #HMA, 1OO5. .onzelli F.1 #icettario. > <ambiasi stampatore granducale. 9-, 1GOO. Kegri F.1 Kuovo erbario figurato. > Boepli. M-, 1OO1. Kelaton A.1 Ilementi di patologia. > \ovine. MH, 1771. #aitano A.1 Archeologia dei medicamenti. > /abanti 3 Kanni. !H, 1OO5. ,ergent A. e a.1 Docabolario della lingua italiana. > Pagnoli. M-, 17G?.