Sei sulla pagina 1di 19

Le 4 stagioni del Bonsai

ovvero il Bonsai nelle quattro stagioni



Autori :Rumi e Theo
Questo documento , stato creato col fine d'offrire una guida in cui venga
spiegato quando applicare alcune tecniche bonsaistiche durante una stagione
e\o mese, e con lo scopo ultimo di fornire informazioni necessarie a tenere in
vita e fare crescere armoniosamente i nostri alberi in Miniatura.

Queste indicazioni sui bonsai devono essere adattate all'albero in funzione del
clima, delle condizioni geografiche, della temperatura e dell'andamento
stagionale. In molti casi comunque, pur rimanendo nell'ambito di norme ben
precise, bene lasciare anche spazio all'intuito .

Vuol essere quindi, un compendio di tutto ci che un neofita dovrebbe fare a
seconda del mese o trimestre
rispetto al proprio clima. Chi quindi si da poco accostato a questa nuova ars
potr imparare da solo, seguendo il ciclo delle stagioni e dello naturale svolgersi
dei cicli vitali(oltre a capire meglio la propria situazione climatica che torner
utile per la coltivazione di qualunque pianta ). Tante persone non hanno la
possibilit n sentono la necessit di frequentare corsi o clubs,e ,pur essendo
questi sempre molto importanti dal punto di vista dell' informazione visiva e del
confronto diretto oltre ad offrire la possibilit di relazionarsi con altre persone
allargando la propria cerchia di amicizie, non sono certo fondamentali per
creare ed amare un bonsai.

Con questo ~Bignami del Bonsai Stagionale imparerete le tecniche ed i periodi
per applicarle ,ma saranno il gusto, la sensibilit personale ed il senso per il
minimalismo,a guidarvi istintivamente come accade in tutte le forme
d'arte.Bisogna pur sempre seguire delle regole...Infatti arte in greco si esprime
come ,tecnica appunto.

L'Italia un Paese con diversi climi dovuti alla sua conformazione geografica,
quindi le informazioni sui rinvasi terre e innaffiamento variano secondo la zona
in cui vivete. Queste regole sono da essere applicate dopo attenta riflessione, e
nel dubbio chiedete prima di agire !:-)

Autunno

Incominciamo in Autunno perch penso che sia il momento pi propizio, dato
che la natura va in letargo e , prima che si addormenti completamente si
possono ancora fare dei lavoretti per prepararsi la rinascita primaverile ....

Settembre

Concime : si ! ma si d per stimolare il futuro risveglio:scegliere quindi un
concime povero in azoto ( N ) e pi alto in fosforo ( P ) e potassio ( K ) che
aiuter la pianta a usare le ultime energie per la formazione di fiori frutti e
radici.
Il concime classico per bonsai va bene . Basta
anche aggiungere un po` di potassio solo una volta al mese
Per aceri dare un po` di concime per acidofile.
Si pu dare anche del liquido per 1in diluito 1 a 90 per dare un po` di acidit al
suolo .

Defogliazione : nessuna o qualche foglia rovinata su aceri o altre latifoglie , si
levano gli aghi che ingialliscono sui pini senza tirare ;la scorza .. poich
fragile

Esposizione : al sole ma con attenzione, spesso il sole autunnale caldo e c`
vento e la terra secca velocemente, quindi pu creare dei problemi .
Rigirare le piante regolarmente cos che i raggi del sole entrino dappertutto fino
a raggiungere i rami interni:
Legatura Pini si possono slegare e dopo 2-3 settimane rilegare se si gia fatta
una legatura primaverile.Si pu legare sino alla met di settembre e mai piegare
al di la del 6-10 ottobre perch il legno diventa fragile
Il periodo migliore resta comunque la primavera quindi il periodo di crescita
attiva , lasciare prosciugare la terra due 3 giorni prima, per rendere il legno pi
malleabile. Non si applica su piante in fiore. Su alcune piante si applica una
defogliazione sul ramo o parte da piegare.
Non si lega una pianta appena trapiantata .

innaffiatura : da sorvegliare per via del caldo e vento


Rinvaso:( per rinvasare bisogna contare ancora un mese di bel tempo per far si
che la pianta si stabilizzi )
si rinvasano bene i ginepri che hanno una tendenza a fare radici in questo mese,
si fa il rinvaso senza nessun problema e non si trapianta se si deve fare un
grosso lavoro di radici

-Acero : L`acero tridente riesce benissimo ma si rischia di perdere il colore
d`'autunno
-Melo si pu potare

Potatura :Raggiungendo anche i rami interni
O si lasciano certi rami per innesto a filo in primavera o tutti per impartire pi
vigore alla pianta .
Certe piante come l`acero palmato non si potano si aspetta se si vuole la caduta
delle foglie e si effettua la potatura nei 2-5 giorni successivi altrimenti rischia di
perdere la linfa tutto l`inverno , potare in primavera meglio .

Potatura rami Pini : non si potano rami si aspetta gennaio
Si possono accorciare le nuove cacciate lasciate crescere da aprile in poi
Lasciando 4- 10 paia di aghi ( riferirsi alla variet di pino su come fare su
rami forti medi e deboli )
Sfoltire una parte delle cacciate di aprile a giugno ( riferirsi alla variet di pino
)


Prevenzione /malattie :Apparizione dell`oiodio cocciniglie farinose
Dare dei prodotti a largo spettro che uccidano anche gli afidi o mosche bianche


Propagazione


-Innesto: lasciare crescere i rami sino alla caduta delle foglie
-Terranno l`'energia per il futuro risveglio o per l`innesto a filo

- Margotta no

- Semina: semi raccogliere i semi e metterli sia in terra che stratificarli per la
semina primaverile

Yamadori : si possono raccogliere piante in natura se si ha avuto una stagione
umida e fresca



OTTOBRE

Concime : come settembre

Defogliazione: No si levano gli aghi dei pini che sono ingialliti , si puliscono
dopo la caduta delle foglie . I rami mal piazzati ed inutili. Quelli invece che
crescono verso il basso o si incrociano , o si d leggermente forma all' albero

Esposizione :come settembre rigirare le piante regolarmente per far si che il
sole entri dappertutto,ovvero sino ai rami interni .
una stagione in cui in certe zone possono avvenire i primi colpi di gelo
eccellenti per aceri, olmi e piante che hanno una bella livrea invernale , ma il
momento di far rientrare le semitropicali o tropicali specialmente la sera .


Legatura :se necessaria ,perch i rami sia pini che latifoglie
diventano fragili e possono spezzarsi , si legano le zelkove a scopa
Slegatura : il momento di levare il filo su tutte le caducifoglie

innaffiatura : moderato


Rinvaso NO possibile ma a rischio

Potatura NO si pu praticare, si tagliano le crescite troppo lunghe dei pini ,
quelle che non si sono tagliate in giugno lasciando 4-6 aghi sui rami forti e senza
toccare i rami deboli ( seguire lo schema della specie)


Novembre

Concime : un po` di cornunghia che a cessione lenta messa sulla superficie
della terra o un po`' di superfosfato e poi pi nulla sino a che le piante si siano
ben risvegliate ed abbiano gi delle foglie

Defogliazione : dato che le latifoglie sono nude si puliscono all`interno
eliminando i rami cresciuti male verso il basso o che si incrociano o che non
servono o rachitici , si levano le foglie morte che sono rimaste attaccate ( salvo
sulle variet marcescenti che le tengono tutto l`inverno )

Esposizione rigirare le piante sempreverdi regolarmente per far si che il sole
entri dappertutto,sino ai rami interni

Frutti : si levano frutti e bacche dalle piante al pi tardi in Dicembre (
melogranini etc ) se lasciati a lungo poi il ramo rischia di morire in inverno.
Si possono per lasciare su una pianta in buona salute le bacche genere
piracanta, sino a primavera

Legatura : solo su pini , si legano le zelkove a scopa per tenere i rami in forma
e ben dritti e si riuniscono tutti chiudendoli come un ~pennello cinese ~


innaffiatura : moderato ,le latifoglie sono nude quindi non evaporano pi , ma
la terra deve restare umida

Rinvaso : No

Potatura : Pini : si scelgono le gemme ( riferirsi alla variet di pino che si
possiede quindi su come procedere.
il mese in cui si possono tagliare per accorciare le nuove crescite dei pini neri (
riferirsi alla scheda)

Prevenzione /malattie : il momento, dato che le piante sono senza foglie , di
dare dei prodotti fitosanitari per uccidere le larve e loro uova che si possono
nascondere nelle fessure del tronco

Si pu dare del solfato di rame unito ad altri prodotti ( leggere le indicazioni)
per uccidere le larve dormienti o uova di parassiti NON DARLO SUI PINI se
non proteggendo la terra con un foglio di plastica o di giornale
Per chi vuole usare l`olio invernale lo si diluisce con la giusta quantit d`acqua
e si aggiunge del liquido jin (solfuro di calcio) diluito in acqua, in proporzione 1
a 30, per conifere e altri sempreverdi, e 1 a 10, per le caducifoglie quando nude
quindi non brucia . L` olio bianco ( che personalmente non amo) al 3 per le
latifoglie e del 2 per le sempreverdi a cui si pu aggiungere il liquido jin o
solfato di rame o altri prodotti sempre tenendo conto della quantit d' acqua
pura che si usa alla base .
Quindi, se fate 1 litro di preparazione per latifoglie nel litro d' acqua del
rubinetto mettete :
- 1 a 30 di liquido jin cio 30 e gr 10 gr per le conifere
-3 di olio bianco x un litro di acqua pura cio 30 gr
e altri prodotti che le istruzioni dicono che si possono mescolare sempre nel
rapporto per 1 litro

Propagazione : nessuna

Yamadori : si possono raccogliere piante nel Sud del paese










INVERNO



Ora le piante dormono quindi la linfa si arrestata. I sempreverdi necessitano
di sole soprattutto i pini le latifoglie nude possono essere anche riposte in serra
fredda o in un posto oscuro ma non devono mai avere la terra completamente
secca .
Non si innaffia se gela, si proteggono i vasi con tessuto non tessuto ,serrette
tettoie o cassette riempite di foglie secche o torba per impedire al gelo di
rovinare le radici e rompere il vaso ( raro)
Sopportano sino a - 5-6 senza problemi .
Si puliscono gli attrezzi disinfettandoli,poi si affilano ed oliano ed infine li si
ripongono in un panno intriso di grasso per proteggerli dall`umidit per
prevenire il formarsi di ruggine
Si lavano i vasi che si devono riporre si lavano con acqua e candeggina e si
sciacquano bene
Si controlla se si ha retine e filo a sufficienza


Dicembre

Concime NO( eccezione per bonsai tropicali e subtropicali come ad esempio :
carmone, ficus, questi si possono concimare 1 volta al mese nei periodi
invernali perch sono a crescita continua)

Defogliazione : NO

Esposizione :rigirare le piante sempreverdi regolarmente per far si che il sole
entri dappertutto sino ai rami interni e stimoli le gemme interne

Legatura No

innaffiatura : moderato attenti al gelo

Rinvaso :No

Potatura : No


Prevenzione /malattie No


Propagazione : No

- Innesto : il migliore periodo sino a Febbraio per innestare le conifere





Gennaio

Concime :NO

Defogliazione : si possono sfoltire qualche vecchio ago sui pini a 2 aghi e a 5
aghi su rami forti per permettere pi luce all`interno e stimolare le gemme
deboli

Esposizione :rigirare le piante sempreverdi regolarmente per far si che il sole
entri dappertutto sino ai rami interni e stimoli le gemme interne

Gemme : sui pini pentaphilla si scelgono le gemme in genere se ne lasciano
solamente due sui rami forti si leva quella centrale pi vigorosa e si lasciano le
altre se ce ne sono 2 si lasciano, se ce ne una sola, pure

In maggio quando le candele si saranno allungate,si spezzeranno secondo
l`'ordine dovuto
Le gemme dei Pini neri hanno un trattamento diverso

innaffiatura : tenere la terra umida

1in : il periodo migliore per scortecciare le resinose per fare jin la linfa non
circola e si lascia seccare per 3-4 mesi il legno prima di dare il liquido
Il periodo migliore per applicarlo Giugno- Luglio e Agosto nei giorni secchi e
caldi
Si applica sulle labbra della corteccia tagliata dell`olio di paraffina per evitare
che funghi o altri elementi patogeni possano infiltrarsi , o che si possa creare
del marciume. Si pu anche mettere pasta cicatrizzante , io uso cera d' api , che
faccio fondere delicatamente , usando circa la quantit di un uovo,in cui si pu
aggiungere della polvere di solfato di rame o una minima quantit di liquido
jin 1 goccia diciamo si rimescola si versa in un tubo o conteiner per farne un
panetto e si lascia raffreddare . Poi quando s e ne ha bisogno, si prende la
quantit necessaria e la si scalda su uno stuzzicadenti. Poi la si pone in loco.
Dura per molti anni.

Legatura : no rami fragili

Rinvaso : No

Potatura il migliore periodo per studiare la futura struttura da dare alle
latifoglie, perch sono nude
-pini : grossi rami sui pini la linfa non circola pi ed
il momento di mettere in forma la silhuette delle caducifoglie , MA,mi
raccomando, nessun taglio drastico !!


Prevenzione /malattie : no solo solfato di rame ( non sui pini )


Propagazione : Talee di pino , melograno ( tuttol`anno , serissa )

- Innesto : PINI e altre conifere



Febbraio

Concime : NO

Defogliazione : No

Esposizione : rigirare le piante sempreverdi regolarmente per far si che il sole
entri dappertutto sino ai rami interni e stimoli le gemme interne

Legatura : secondo i climi si pu cominciare

innaffiatura : moderato, vedere come la pianta sta reagendo

Rinvaso : secondo i climi per rapporto alle gemme se si stanno gonfiando e se
le radici stanno facendo le punte bianche

Potatura : se si vuole sulle latifoglie , si slegano le scope di zelkova e si lasciano i
rami riprendere naturalmente da soli la posizione
Si incominciano a potare i bonsai che porteranno bacche o frutti
immediatamente dopo la fioritura
Non si potano gli aceri , sia aspetta che le gemme comincino ad aprirsi per
vedere quali rami sono vivi e quali no . Poi si potano i morti e da questo
momento si pratica il ~cut-back si taglia cio la porzione di ramo che d noia,
lasciandone uno con gemma viva a monte riducendone cos la lunghezza (
questa tecnica si applica nella stagione dovuta su tutte le piante quando
necessaria )

Prevenzione /malattie Prima dell`'apertura delle gemme verderame con altri
prodotti se si teme qualche attacco sulle fruttifere
Incominciano in certe regioni del sud gli afidi
Si pu quindi dare del liquido jin diluzione 1/a 90 senza olio invernale , si
rinnova cos quello dato in novembre, ma sempre prima dell`'apertura delle
gemme
Prima che le gemme
comincino a gonfiarsi, trattare i bonsai di rosacee (meli, peri, nespoli, ciliegi, il
mandorlo, il pesco, l'albicocco e i susini la Potentilla, il biancospino,
l'Amelanchier, il Cotoneaster, il piracanta, il melo da fiore e il sorbo) contro la
malattia della bolla. Malattia fungina che si sviluppa con un
accartocciamento e una pigmentazione rossa dei germogli e delle foglie, molto
pericolosa per i Bonsai. Meglio quindi dare un trattamento prima che le gemme
si aprano perch dopo troppo tardi.Si pu prevenire con poltiglia Bardolose
Ziram o altri prodotti a base di rame

Propagazione

- Innesto :si inizia questo mese a innestare sulle caducifoglie

- Semina : si

- Talee : da febbraio a maggio

Yamadori : si possono cominciare a prendere le piante in montagna

PRIMAVERA


Ci si avvia verso la primavera . Si controllano quindi le terre, i vasi,poich le
giornate si allungano e la natura si risveglia , incomincia la corsa tra la crescita
delle piante e gli insetti,la fioritura, i rinvasi e vari lavori di formazione

Marzo


Concime : Non ancora il periodo adatto per concimare Nelle zone ad acqua
calcarea si pu correggere la terra mettendo del liquido a jin proporzione 1 a 90
una sola volta ( non sui pini) o mettere del sequestrene di ferro soprattutto nelle
piante che devono avere dei bei colori autunnali

Se le foglie sono gi aperte e se la pianta necessita un programma di crescita
quindi secondo quello che si vuole ottenere , e se NON SI RINVASA
E inutile concimare eccessivamente per poi ricorrere a potature ,inoltre
tagliare la pianta ha cumulato in s(durante l`'autunno) tutto quello di cui ha
bisogno per rincominciare il ciclo

Defogliazione :nessuna


Esposizione :rigirare le piante regolarmente per far si che il sole entri
dappertutto ai rami interni per una crescita uniforme
tenere le piante a germogli fragili come l`Acero, Zelkova etc a mezzo sole per
evitare problemi, ma non all`'ombra perch i rami cresceranno troppo lunghi ,
tenere le piante ben separate per evitare problemi di insetti


Legatura : se necessaria prima che le gemme si aprano poi non si vedra piu
bene e si rischia di fare danni ; sui pini sta a lungo su piante deboli come acero
usare il filo protetto con carta o raffia e non tenerlo pi di 3 settimane .Slegare
e poi rimetterlo,se non si ottenuto l`'effetto voluto
I nuovi getti degli aceri cominciano a lignificare in 3 settimane

Il migliore periodo resta comunque la primavera quindi il periodo di crescita
attiva , lasciare prosciugare la terra due 3 giorni prima per rendere il legno pi
malleabile non si applica su piante in fiore su certe piante si applica una
defogliazione sul ramo o parte da piegare Non si lega una pianta appena
trapiantata

innaffiatura : se le piante sono ben partite innaffiare lasciando seccare la terra
sempre all`80 prima di ri-innaffiare bene


Rinvaso : Inizia il periodo migliore per i trapianti sino a giugno se necessario ,
si guarda lo stato delle gemme e delle punte delle radici dice se il momento
adatto sulle latifoglie per i Pini e ginepri ancora presto per le piante da fiore
non si rinvasa sino a dopo la fioritura
Si rinvasa quando necessario perch porta sempre dei problemi di crescite
indesiderate di taglia di foglie o lunghezze di aghi. Una pianta appena rinvasata
perde energia e deve ricrearsi l`'apparato radicale necessario nei mesi
successivi .
Negli anni seguenti avr un apparato radicale sufficientemente sviluppato per
una crescita della parte area .
NOTA Si innaffia bene la terra al momento del rinvaso e non la si rinnaffia pi
sino a che non sia seccata all' 80

Potatura : rametti che danno noia o non sono necessari . o che si sono lasciati
per tenere energia nella pianta o ramo
Si incominciano a potare i bonsai che porteranno bacche o frutti
immediatamente dopo la fioritura, si lasciano dopo la formazione di bacche o
frutta una piccola quantit solamente perch troppe stancano la pianta )
Si tagliano i rami troppo lunghi che rovinano la forma del disegno voluto

Pinzatura : aceri appena le foglie si aprono si scartano e si preleva il centro con
le pinzette da francobolli cosi non ci saranno cicatrici e si ramificheranno
veloci .
Oppure si spezzano tra le unghie perch tenere , il moncone cadr da solo.
Inutile concimare perch altrimenti si avranno internodi lunghi ; meglio NON
concimare sino agli inizi giugno , si lasciano crescere le Zelkove e poi le
ritagliamo, lasciando 2-4 paia di foglie


Prevenzione /malattie : tenere le piante ben separate e non ammucchiate che
abbiano aria e luce dappertutto
Sorvegliare i germogli teneri a rischio di afidi



Propagazione

- Innesto : da filo su aceri e altre piante , il periodo migliore

-Margotta : su aceri e altre da adesso a giugno durante tutta la stagione
vegetativa

-Yamadori, raccolta in natura ( seguire il metodo su come farlo )

Semina ; si semina

- Talee : da febbraio a maggio




APRILE- MAGGIO


Candele dei pini : si spezzano le candele;quando sono pi lunghe di 2 cm si
spezzano con le dita le pi forti riducendole a met o a 1/3 .La settimana
successiva si spezzano le altre . Attenzione a fare distinzione tra le candele dei
rami forti e quelli deboli( che in genere non si spezzano ); riferirsi alla specie
posseduta

PINI NERI : in genere quando le candele cominciano a crescere si RECIDONO
alla base con forbicine affilate in modo netto orizzontalmente e alla base esatta
da cui escono, nei rami deboli e 10 giorni dopo si fa la stessa cosa sui rami forti .
Nella quindicina ne usciranno di nuove e numerose,si lasciano quelle che sono
ben posizionate ( se sono molte ) e si eliminano le altre immediatamente
Questo serve a distribuire la forza nei rami e ad evitare aghi troppo lunghi...
moderate gli innaffiamenti sui pini e le vaporizzazioni perch altrimenti gli aghi
crescono troppo lunghi


Concime : si concimano quando necessario, attenti alle piante come le azalee.
Se i boccioli cominciano a colorare rischiano di cadere ,se verdi o ancora acerbi
si pu procedere. Si inizia a concimare
se le foglie sono gi aperte e se la pianta necessita un programma di crescita
quindi secondo quello che si vuole ottenere , e se NON SI RINVASA , e se la
pianta ha gia una forma matura
inutile concimare a morte per poi tagliare.
Per le piante da bacche e frutta dare della cornunghia o farina d`ossa o
superfosfato che meglio per mantenere i frutti , diminuire i concimi ,gli
azotati forti .

Defogliazione :non ancora perch le foglie ricrescerebbero troppo forti e grandi
di nuovo e non questo che si vuole ottenere
Si pu fare per in certi casi.
Anche fuori stagione e parziale , esempio : si rompe il vaso e si deve rinvasare
fuori stagione o si ha marciume radicale quindi si riduce l`'evaporazione della
pianta.
NON si defogliano MAI pini azalee e camelie

Esposizione: rigirare le piante regolarmente per far si che il sole lo ricevano su
tutti i lati e sui rami interni per una crescita uniforme.

1in : un periodo di crescita veloce e le piante cicatrizzano facilmente quindi si
pu gi cominciare a levare la corteccia per fare dei 1in

Legatura : diventa problematica,non cominciamo ad intaccare la corteccia ; se
necessario slegare


innaffiatura : sorvegliare lo stato della terra


Rinvaso : se necessario

Potatura : se necessario

Pinzatura : se necessario

Prevenzione /malattie :se necessario , cominciare a vaporizzare soprattutto al
mattino , per evitare ragnetto rosso o giallo sorvegliare i giovani virgulti per
vedere se parassitati , scrutare se buchi o muffe o solchi/ tunnel /rosicchiature
sulle foglie

Attenti alle vaporizzazioni massicce di insetticidi che possono danneggiare pi
le nuove foglioline che i parassiti


Propagazione

- Innesto : dipende

- Margotta si

- Semina si
- Talee : da febbraio a maggio


Maggio


Concime : si pu cominciare a concimare regolarmente , le piante sono gi ben
avviate
Se hanno gi la forma ben definita per non si concime molto

Defogliazione : troppo presto leggi Aprile

Esposizione:rigirare le piante regolarmente per far si che il sole entri
dappertutto ai rami interni per una crescita uniforme mettere le essenze pi
delicate , se abitate al sud pi in posizione semi ombreggiata

Legatura : con precauzione la corteccia si pu staccare dal cambio sottostante e
il ramo o la pianta muore , proteggere con raffia per piegamenti importanti.
Controllare i fili messi nei mesi precedenti se intaccano la corteccia

1in : il momento ideale per farlo la corteccia viene via facilmente , lasciare
seccare il legno per 2-3 mesi prima di applicare il liquido in una giornata calda e
secca


innaffiatura : secondo la stagione , senza eccedere perch altrimenti le foglie
diventano troppo grandi


Potatura : si accorciano i rami troppo lunghi lasciando 2 - 4 paia di foglie
Si incominciano a pizzicare i ginepri per stimolare la ramificazione ,
cominciare dai rami bassi e a distanza di giorni mano a mano si sale sino alla
cima che si pizzica per ultima


- Potatura Pini : si possono tagliare i rametti non necessari sui pini mettere
pasta cicatrizzante

Pinzatura : spezzare le candele con le dita senza rovinare gli aghi ,se sono
cresciute pi di 2 cm
Riferirsi alla variet di pino che si possiede si fa su 2 3 settimane
Se le candele si sono abbastanza allungate e non le si sono spezzate ed
incominciano ad aprirsi e formare i nuovi aghi si possono tagliare gli aghi dei
pini ( aghi nati l'anno precedente ) lasciando 2 mm di ago attaccato al tronco (
leggere come tagliare gli aghi dei pini)
Le candele che non si sono spezzate si taglieranno in seguito per fare lo
sfoltimento sia a fine giugno sia in settembre tenendo ben a mente di lasciare 4-
6 paia di aghi nati nella stagione in corso


Prevenzione /malattie:Attenzione oidio ! evitare di innaffiare verso l`imbrunire
e che le foglie siano umide al cader della notte

Propagazione

- Margotta : varie piante

- Talee : da febbraio a maggio
-
Sfoltimento : tagliare le foglie troppo grosse in cima ai rami per permettere alla
luce di entrare e fare sviluppare i rami interni o gemme dormenti

ESTATE


Siamo in Estate , la natura comincia a rallentare e a maturare , i frutti sono
formati i fiori quasi finiti sono mesi di transizione verso la stabilizzazione e
maturit , la crescita ultimata e le piante sono al massimo delle loro foglie . e
arrivano le vacanze ..


Giugno

Concime : si se si va oltre i 38 inutile concimare si rischia di fare danno
Molto marciume radicale viene nei mesi estivi

Defogliazione : Inizia il momento della defogliazione
Si smette di concimare 10 giorni prima di defogliare
Si innaffia di meno e si defoglia in due modi :

-parziale : la meno stressante per la pianta si attua durante tutto il periodo
vegetativo levando le foglie troppo grandi della pianta, sostituira con nuove se lo
riterr necessario

-totale : si pratica normalmente su piante che sono gi ~ mature su piante
sane e forti che hanno gi sviluppato tronco e rami terziari e non su piante in
formazione che necessitano di tutta la loro energia per crescere ... se applicata
su piante fragili o malate o attaccate da insetti , o dopo una potatura drastica
rischierete di fare morire la pianta o perdere gran parte dei rami perch
rallenta notevolmente lo sviluppo della pianta stessa, obbligandola ad usare
subito una parte delle riserve che ha fatto per l`'anno successivo
La defogliazione si applica quando le foglie sono mature , cio hanno perduto la
brillantezza delle foglie nuove primaverili e sono leggermente ruvide , ad
esempio le foglie della Zelkova strofinandole danno un rumore quasi di foglie
secche , le foglie di acero normalmente hanno il picciolo che diventa rosso
sangue
Se ne approfitta quando si fa per studiare la struttura interna e apportare
correzioni sulla nuova crescita primaverile si possono anche legare certi rametti.
Con la defogliazione totale
non si concima dopo sino a che le nuove foglie si sono formate e si concima con
moderazione
Pi tardi si fa la defogliazione meglio , non oltrepassare il 1- 10 di luglio (
specialmente al sud )
per certe specie meglio farla in maggio se sono in eccellente salute o non si fa
: biancospino ligustro faggio olmo . olmo cinse quercia pruno mume( tra
maggio e giugno )
in giugno : acero palmato e tridente , carpino, meli , zelkove ( il tridente ne
sopporta anche 2-3 all'`anno)

non si pratica MAI sui pini e camelie si applica alle Gardenie in febbraio
perch rigettano bene
Esposizione
rigirare le piante regolarmente per far si che il sole entri dappertutto ai rami
interni per una crescita uniforme mettere le essenze pi delicate , se abitate al
sud, ponetele in posizione semi ombreggiata

1in Shari : che avete creato in gennaio ma non li avete ancora trattati, il
momento di darlo, approfittate di una bella giornata calda e secca e che non si
preveda pioggia nei giorni a venire ( leggere le istruzioni su come dare il liquido
, pulire il legno etc )



Legatura : si sulle latifoglie controllare dopo 3 settimane se il legno non
incomincia ad essere segnato , proteggere il filo con carta ; un periodo difficile
perch ci sono molte foglie , si sfoglia prima il ramo e si lega dopo.


innaffiatura : come per la stagione attenti che la terra non secchi mai
completamente


Rinvaso : Ficus camelie e azalee satzuki dopo la fioritura e specialmente i pini

Potatura : per contenere la forma della chioma o si levano i rami che escono
fuori dal disegno voluto
Fine mese si possono ridurre i rami troppo cresciuti dei pini a 2 o 5 aghi
lasciando 4-6 paia di aghi nati in questa stagione secondo al forza dei rami ..
utile per far dividere i rami ,presto sui pini a 2 aghi se ne formeranno di nuove
che si apriranno per fine agosto ( ma non sui pini a 5 aghi dove si formeranno
ma non si apriranno se non nell'anno successivo )
Quest`'operazione si pu anche tralasciare e rimandare a settembre


Prevenzione /malattie:Ragnetto rosso giallo cocciniglia- oidio dare zolfo o
prodotti a base di zolfo contro l`oidio


Propagazione : un po` tardi
- Talee : buon periodo per fare propagazione per talee nate in primavera

Sfoltimento : si possono levare le foglie leggermente rovinate o troppo grandi
per favorire la forma e sviluppo delle interne o per rendere graziosa la forma
esterna della chioma o rami

Fine Giunio : Se le nuove candele dei pini sono sviluppate e aperte in rami
troppo lunghi si possono ` i nuovi rami ` accorciare lasciando 4 paia di aghi
nuovi nati quest'`anno , formeranno nuove gemme nella quindicina (riferirsi
alla variet per sapere come fare e come tagliare ) sui a 2 aghi si riformeranno
gemme e nuovi rami per settembre


Luglio

Concime : si se si va oltre i 38 inutile concimare si rischia di fare danno
Molto marciume radicale viene nei mesi estivi non si concima dal 15 luglio al 15
agosto i rami cresciuti devono lignificare altrimenti seccheranno col freddo

Defogliazione: si pu praticare secondo le regioni sino alla prima settimana di
luglio non al di la


Esposizione:rigirare le piante regolarmente per far si che il sole entri
dappertutto ai rami interni per una crescita uniforme mettere le essenze pi
delicate , se abitate al sud , riponetele pi in posizione semi ombreggiata

Legatura : si sui pini e qualche altre latifoglie se necessari sui pini rester in
posizione sino a settembre o pi


innaffiatura : secondo le necessita di stagione, se fa molto caldo proteggere la
superficie dall'`evaporazione con stagno sminuzzato ( se ne avete) o torba

Attenzione alle vaporizzazioni sulle foglie ma devono asciugare prima che il
sole si alzi oppure si macchieranno di bruciature , venti caldi e secchi attenzioni
alle punte delle foglie tenere come aceri zelkove e altre


Rinvaso : solo in caso di catastrofe e con defogliazione parziale

Potatura : di mantenimento


Prevenzione /malattie : come giugno Non innaffiare quando viene la notte
grande rischio di oidio ; controllare le foglie che non ci siano parassiti come
minatori tignole o bruchi


Propagazione : no


- Margotta :si pu effettuare sia la margotta aerea che la margotta al suolo ( si
interra parte del ramo )



Agosto


Concime : non si concima dal 15 luglio al 15 agosto i rami cresciuti devono
lignificare altrimenti seccheranno col freddo


Defogliazione NO

Esposizione: rigirare le piante regolarmente per far si che il sole entri
dappertutto ai rami interni per una crescita uniforme mettere le essenze pi
delicate , se abitate al sud pi in posizione semi ombreggiata

1in Shari & sabamiki : Trattate ora quelli fatti in maggio , leggete le
istruzioni su come trattare il legno dare il liquido etc etc


innaffiatura : di stagione mese di vacanze e di rischi


Legatura : stata fatta in precedenza normalmente , si possono ancora legare i
rami fini

Rinvaso : se in catastrofe vedi luglio

Potatura : se necessaria di cosmesi , attenti alla potatura delle piante da fiore o
frutto perch si pu rovinare la produzione dell`'anno successivo


Prevenzione /malattie :come luglio



Lo staff di easybonsai porge i sui ringraziamenti alla
collaboratrice Cristina Perini